Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il vecchio bamboccione


bamboccione.jpg
"Che noia il posto fisso .. Sa, a 47 anni io mi sono rimesso in gioco sig Monti. L'azienda dove ho lavorato dall' 86 al 2003 è finita in Tunisia, Polonia, Romania, e vabé. L'azienda dove ho lavorato dal 2003 al 2012 a gennaio ha ritenuto non piu indispensabili le mie prestazioni. Ho una qualifica professionale, signor presidente del Consiglio e per fortuna qualche risparmio che mi permette di dare la pappa a mio figlio per uno , forse due anni , che culo eh? Adesso sa che faccio? A 47 anni torno a scuola e cerco altre qualifiche professionali, nella speranza che dopo il miracolo si avveri e io possa trovare almeno un posto interinale. Non me la da una bella pacca sulla spalla, Mario?". emme gi M5S

11 Feb 2012, 15:55 | Scrivi | Commenti (62) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Crop circle ovvero cerchi nel grano

www.quaeram.blogspot.com/2012/02/crop-circle-ovvero-cerchi-nel-grano.html

Scoperta nuova specie - il leopardo nebuloso del Borneo

www.quaeram.blogspot.com/2012/02/scoperta-nuova-specie-il-leopardo.html

Esiste o no il mostro di Loch Ness ?

www.quaeram.blogspot.com/2012/02/esiste-o-no-il-mostro-di-loch-ness.html

la città perduta degli Inca , Machu Picchu

www.quaeram.blogspot.com/2012/02/la-citta-perduta-degli-inca-machu.html

pippo 15.02.12 22:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che figata i disoccupati negli uffici pubblici a supplicare servizi che si interfacciano con gli unti statali "6 ore al giorno" , italiani di serie A vs italiani di serie C ..

LA TRISTE REALTA' ITALIANA .

precario 13.02.12 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe , io non posso nemmeno fare il bamboccione , mia madre è mancata nel 2005 e mio padre vive della sua pensione .. non è mia intenzione chiedergli nemmeno 10 euro ..

NO , bamboccione MAI !

emme gi M5S 13.02.12 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Fatto sta che se vi faceste un giro di telefonate nei maggiori istituti / agenzie di formazione professionale del Piemonte , vi rendereste conto di quanto la situazione sia drammatica per chi è over 40 e cerca di reinserirsi nel mondo del lavoro attraverso la formazione professionale .

Dato l'assoluto bisogno di aggiornarmi che ho, io l'ho fatto e vi assicuro che mi viene da piangere .

L' 80% degli istituti di maggiore "taglia" e parlo di almeno 2 province limitrofe al mio domicilio sono praticamente senza soldi per dare il via ai corsi di formazione destinati ai disoccupati .

Ora , siccome ho assoluto bisogno di aggiornarmi nel settore della domotica e della programmazione plc , altrimenti non si parla nemmeno lontanamente di inviare dei curriculum vitae , dopo infinite ricerche ho trovato un paio di cose che mi interessano, ma, udite udite, parlando con il professore che gestisce uno dei corsi , sono venuto a sapere che i materiali a disposizione sono pochi e a volte obsoleti, insomma il corso da pizzaiolo ottiene gl istessi finanziamenti ( o quasi ).

Nel senso che se un corso decente di programmazione plc prevederebbe l'impiego di almeno 200-300 mila euro di attrezzature ( o molto di piu ), noi allievi potremo al limite disporre di materiali per 30-40 mila euro, ed a volte di materiali provenienti dal laboratorio del rettore del corso ..

E parlo di uno dei rari istituti che ancora riescono ad avere corsi finanziati.

Altro che reinserimento .. fuori dal ciclo produttivo = morto , signori , la situazione è drammatica.

emme gi M5S 13.02.12 21:44| 
 |
Rispondi al commento

per quanto assurdo sia a volte sentire certe determinate affermazioni, provo ad interpretare quello che il sig.Monti ha detto. purtroppo viviamo in un sistema ormai ingrippato mal funzionante dove non solo chi "COMANDA" ma anche i cittandini per anni hanno usato posti di lavoro comodi e ambiti da tutti anche i gente più valida stando comodi seduto e fregandosene di quel che è la responsabilità che da quel lavoro deriva, ecco perchè il sig. monti a mio preavviso sbagliando ha affermato che lavori più dinamici e dove non si ha la certezza di un lavoro a tempo indeterminato ma che per meritrocazia si si afferma il ruolo. Ecco forse con un sistema completamente diverso del lavoro che riduca sempre più i fannulloni e gli adagiati qualcosa andrebbe molto meglio. MA QUESTA E' UTOPIA!

Francesco S. 12.02.12 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Allora tutti statali! a 6 ore al giorno, che tra lettura quotidiani, pausa caffè, pausa tramezzino, uscita per fare la spesa si riducono a 4/5 ore al dì così ci si può dedicare ad un secondo/terzo lavoro ovviamente in nero che tanto i servizi li pagherà Pantalone!! dimenticavo, ogni tanto un bel certificato(falso)per fare 2 o 3 mesi di malattia!

Fulvio C., Verona Commentatore certificato 12.02.12 20:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se il lavoro e bello perche si cambia spesso allora perche loro si tengono strette le poltrone????
perche monti si tiene la poltrona della bocconi p stretta e attaccata al culo con l attack???

siamo bamboccioni noi...????
e loro cosa sono se 30 mila euro al mese non gli bastano?????
vogliamo il lavoro vicino alla mamma noi???
il 90 % DEI IMMIGRATI DEL SUD NEI ANNI 60 VENNE DA SOLI ...LE FAMIGLI ARRIVARONO DOPO ...
ma che dire dei nostri ddipendenti di stato che hanno appena promosso i propri famigliari a lavoro vicino all loro ministero...
vedi il caso di qualche figlio di qualche ministra e ministro del gov monti...
LA VERITA E CHE CI VOGLIONO SCHIAVI
LE FAMIGLIE AIUTANO
SE NON ABBIAMO BISOGNO DEL LORO AIUTO NON ABBIAMO BISOGNO DI LORO..
MA LORO HANNO DISPERATO BISOGNO DI NOI....
ecco perche in italia la famiglia e sempre stata bistrattata dallo stato e mai aiutata
l unica e di
armarsi e di spazzarli via per sempre

stefano b., rovato Commentatore certificato 12.02.12 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, 3 considerazioni:
1-Ai colloqui si guarda nell'ordine: aspetto fisico, provenienza, curriculum.

2-Per quel che riguarda la frase di Monti vorrei solo dire che il posto fisso sarà anche noioso ma quando il 10 del mese ti viene dato lo stipendio e la noia si trasforma come per magia in gioia.

3-Per quel che riguarda la Cancellieri ho da fare un discorso un pò più lungo che riguarda una mia esperienza personale: io sono di Parma e ho 27 anni, dal Maggio 2011 ho un lavoro con contratto di apprendistato di 4 anni ma prima di questo lavoro ho passato due anni e mezzo da disoccupato. Non trovavo uno straccio di lavoro né come impiegato né come manovale né tantomeno come barista, cassiere, magazziniere, scaricatore al mercato...nulla. Ho cercato lavoro in Italia ed all'estero mandando curricula dappertutto da Trento a Roma per rimanere in Italia e sapete qual'è stata la risposta più carina che ho ricevuto? "Il tuo curriculum andrebbe bene ma purtroppo noi cerchiamo uno della nostra città". Addirittura questa cosa me l'han detta in un officina a Fidenza (pochi Km da Parma)adducendo al fatto che d'inverno avrei avuto problemi a muovermi (peccato fosse Settembre)....Credo che non abbiano tutti i torti però a prendere gente del territorio perchè siamo in italia e se uno è costretto a spostarsi in treno deve pregare di arrivare a destinazione in tempo e a volte deve pregare che il treno parta! Ho lavorato 9 mesi in banca a Bologna pendolarizzando tutti i giorni e non avete idea di quante volte il treno che doveva partire da Parma non partiva causa gelo o guasti vari....Quindi forse non siamo solo noi a volere rimanere nella nostra città ma anche le ditte a non permettere a noi di spostarci e, ripeto, hanno anche ragione. Poi non ho capito perchè uno debba sradicare le proprie radici per poter lavorare...anche se lavorare in un'altra città senza la famiglia può anche essere un modo per fare nuove e significative esperienze.

Saluti

Francesco Mannella 12.02.12 12:25| 
 |
Rispondi al commento

E' assurdo sentire determinate cose in Italia. Io ho 27 anni, dopo una laurea presa 2 anni fa, avrei pensato di fare l'informatore del farmaco. possibilità? zero. neanche di fare esperienza. dopo aver nuotato fra giungle di agenzie interinali e proposte capestro con partite iva, per non stare a guardare il soffitto, mi son iscritto in odontoiatria, seconda laurea, per cui vengo tartassato dall'università con balzelli su mensa e altri servizi. Tutte le mattine mi chiedo se sia una scelta mossa da reale vocazione o da bisogno estremo di cercare, in una posizione "sicura" secondo la tradizione italiana, un non so che di stabilità economica.
Vivo ancora a casa dei miei, e assicuro ai vari ministri che per una proposta di lavoro "decente", varcherei la soglia all'istante.. ma senza la paura di doverci tornare 6 o 12 mesi dopo.. quella si che sarebbe una tragedia..

Cristiano 12.02.12 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parte I

Più della frase di Monti (“I giovani devono abituarsi all’idea che non avranno un posto fisso per tutta la vita”) ciò che mi preoccupa è quella del ministro Cancellieri: “Noi italiani siamo fermi al posto fisso nella stessa città di fianco a mamma e papà”.
A parte la domanda che molti avrebbero voluto fare alla ministra: “Che c’è di male a lavorare nella stessa città in cui si è nati vissuti e cresciuti?” e, all’opposto la considerazione: “Uscire dalla propria città, vivere fuori, contribuisce ad aprire la mente vedere le cose da un altro punto di vista…”
Vi è una considerazione che non ho sentito fare e che credo sia importante.
Premetto che nel ragionamento che segue, prendo solo in esame chi comunque rimane in Italia, volendo sperare che nelle parole della Ministra non vi fosse il velato consiglio, già dato ai giovani i maniera esplicita dal precedente presidente del consiglio, di cercare lavoro all’estero.
Se vivi in un'altra città che non è la tua sei meno “radicato in quel territorio” o non lo sei affatto, e cominci a perdere il legame con il territorio da cui provieni.”
Attingendo alla mia esperienza personale mi rendo conto che più difficilmente chi proviene da un'altra città ha interesse alla politica locale della nuova città, e, per forza di cose, partecipa poco o niente alla politica locale della città da cui proviene. Inoltre conoscendo meno la città in cui si trova a vivere anche la conoscenza dei problemi, delle associazioni che operano in quel territorio e di altre questioni importanti riguardanti la realtà locale è minore.
Tutto questo porta ad una minor partecipazione, di questi lavoratori “flessibili”, alla politica locale. Considerato poi che chi si sposta sono spesso i più capaci, coloro che non si accontentano della realtà della propria città e cercano di meglio altrove, si capisce come tale flessibilità porti un danno alla democrazia.

Rosario S., Catania Commentatore certificato 12.02.12 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Parte II

Se poi gli spostamenti sono continui (qualche anno qua, qualche altro la etc.) sicuramente non vi sarà nessuna partecipazione del nostro lavoratore “flessibile” alla realtà locale.
Gli amanti dei complotti direbbero che ciò è voluto: per lasciar campo libero ai palazzinari, ai costruttori di inceneritori, di discariche ai poteri forti a chi ha solo interessi economici sul territorio a niente altro.
Senza voler vedere complotti comunque credo sia un tema su cui valga la pena riflettere.
A chi si sposta, cambia città (Infatti al contrario di ciò che farebbero credere le parole del ministro in Italia sono molti che per trovare lavoro si spostano) chiedo solo di cercare di interessarsi quanto più possibile al territorio in cui vivono.

Rosario S., Catania Commentatore certificato 12.02.12 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Più della frase di Monti (“I giovani devono abituarsi all’idea che non avranno un posto fisso per tutta la vita”) ciò che mi preoccupa è quella del ministro Cancellieri: “Noi italiani siamo fermi al posto fisso nella stessa città di fianco a mamma e papà”.
A parte la domanda che molti avrebbero voluto fare alla ministra: “Che c’è di male a lavorare nella stessa città in cui si è nati vissuti e cresciuti?” e, all’opposto la considerazione: “Uscire dalla propria città, vivere fuori, contribuisce ad aprire la mente vedere le cose da un altro punto di vista…”
Vi è una considerazione che non ho sentito fare e che credo sia importante.
Premetto che nel ragionamento che segue, prendo solo in esame chi comunque rimane in Italia, volendo sperare che nelle parole della Ministra non vi fosse il velato consiglio, già dato ai giovani i maniera esplicita dal precedente presidente del consiglio, di cercare lavoro all’estero.
Se vivi in un'altra città che non è la tua sei meno “radicato in quel territorio” o non lo sei affatto, e cominci a perdere il legame con il territorio da cui provieni.”
Attingendo alla mia esperienza personale mi rendo conto che più difficilmente chi proviene da un'altra città ha interesse alla politica locale della nuova città, e, per forza di cose, partecipa poco o niente alla politica locale della città da cui proviene. Inoltre conoscendo meno la città in cui si trova a vivere anche la conoscenza dei problemi, delle associazioni che operano in quel territorio e di altre questioni importanti riguardanti la realtà locale è minore.
Tutto questo porta ad una minor partecipazione, di questi lavoratori “flessibili”, alla politica locale. Considerato poi che chi si sposta sono spesso i più capaci, coloro che non si accontentano della realtà della propria città e cercano di meglio altrove, si capisce come tale flessibilità porti un danno alla democrazia.

Rosario S., Catania Commentatore certificato 12.02.12 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi scusasse il Sig. Mario, ma un bel vaffanculo a lui e a tutta la schiera di politici che hanno da sempre avallato il precariato ci sta a pennello!!! L'Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro cazzo! Ed io voglio la rivoluzione popolare affinchè sia il popolo sovrano, e non un pinco pallino che la pensa diversamente dal popolo. Oh ragà, io mi sono stancato della politica, sono stanco fino al midollo perchè in 20 anni non hanno fatto una cazzo di cosa buona per il popoli questi figli di buona donna!

Luigi Di Pasquale, Margherita di Savoia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.02.12 01:59| 
 |
Rispondi al commento

faccio il rappresentante da quasi un quarto di secolo e per reggere ho dovuto cambiare settore e reinventarmi più volte, il problema è che le aziende sono quasi tutte con l'acqua alla gola, i costi -vedi gasolio- sono aumentati e i guadagni diminuiscono, ho dei colleghi nel settore catering che sono disperati perchè i grandi clienti che fanno fatturato o non pagano o pagano malissimo o saltano come funghi, c'è gente che ha fuori 50-100 mila euro da riscuotere che non riscuoterà MAI. io per fortuna ho fuori solo 1300 euro da una società che sta fallendo, e non mi conviene nemmeno iscrivermi nella lista creditori per una somma così. La verità è una sola, che chi vuole fare il furbo ha molti più strumenti a disposizione della persona onesta, vedi appunto questo caso. Sarò ingenuo ma mi non mi spiego il motivo di tutto questa volontà di accaparramento, la morte arriva anche per i ricchi sfondati. Se hai già una casa o due, a che serve averne una quarta o una quinta, o tre ville, o quattro. Boh. Io ho sempre vissuto con modestia e con poche cose e sono contento lo stesso. Ci dev'essere qualcosa che mi, o ci, sfugge. Ma se c'è un Dio, perchè permette tutto questo? O va a finire che non c'è del tutto?

carlo livera 11.02.12 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Se puó consolarti sappi che la difficoltà di trovare un impiego in etá matura é solo dovuta al fatto che la maggior parte delle aziende italiane cercano gente inesperta da manipolare e sfruttare, e culettine da che tengano caldo l'ambiente. una persona matura ed esperiente fa paura nelle industrie di cartapesta che ci ritroviamo, fatte di piccole mafie affiliate a grosse mafie. Quanto alla presunta classe politica, le parole non bastano piú, non servono proprio, hai meno diritti di un deportato durante la shoah. La tua giustizia verrà solo da una nuova Norimberga, e se vuoi viverla tutta ... quando i gerarchi verranno condannati offriti volontario come boia.

franko parlato 11.02.12 21:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un curriculum denso di esperienze tecniche, esperienze televisive e giornalistiche (anche se non mi sono mai voluto iscrivere all'albo) e una carriera al contrario, sempre meno pagato e senza la possibilità di riciclarsi dato che a 47 anni nessuno punta su di te

Bob Caprai, Galliate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.12 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo ci stanno a prendere tutti per i fondelli e l'errore è di fondo. Il peggior nemico dell' occupazione è e sarà sempre il progresso : una volta c'erano mille uomini con il badile, oggi c'è una ruspa che fa lo stesso lavoro in metà tempo e per una frazione del costo dei mille. E' tutto a rovescio : non possiamo rinunciare alla tecnologia ma la tecnologia ci fotte. Credo che l'unica via d' uscita sia cambiare le regole che ci siamo dati. Basta capitalismo dove tutto è in mano al padrone della ruspa. Una bella flebo di vero comunismo, dove si condividono le risorse e nessuno resta troppo indietro. Credo sia giusto che un uomo guadagni un milione di euro al mese solo se tutti gli altri guadagnano come minimo duemila euro.

Andrea Samorì (:-)), Faenza Commentatore certificato 11.02.12 20:42| 
 |
Rispondi al commento

ho perso il lavoro a 52 anni ,ho cercato inutilmente qualcosa da fare, persino il riesumatore dei morti,ma niente.notare che ho un' ottima manualità nel mio lavoro,che è il falegname montatore,e posso dire senza falsa modestia di avere molta esperienza nel mio lavoro.lavoro che sembra non servire più a nessuno e quindi avermi tolto la volontà di farlo(ANCHE SE NON è VERO).ho dovuto mettermi in proprio per riuscire ad arrivare alla pensione ...che inoltre si allontana sempre più.quindi dico GRAZIE a tutti quelli che ci hanno comandato.un disilluso e pentito.

giuseppe marino 11.02.12 19:56| 
 |
Rispondi al commento

i miei più vivissimi auguri di buona fortuna a te! a 47 anni sono rimasta senza lavoro e ne ho provate di tutte, dal call center dove mi pagavano per 6 ore al giorno sabato compreso 300 euro al laboratorio di pasta fresca, da badante a colf, che tristezza ormai ho quasi 52 anni e non ho più speranze :-(

marina panza 11.02.12 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Le parole di Monti mi fanno paura: é ovvio che non supereremo la crisi e comunque cosa troveremo dopo? chi non ha una specializzazione sará letteralmente calpestato, ricattato, sostituito con
facilità da chi per disperazione é disposto a tutto pur di trovare un posto di lavoro. Monti non toglierci la dignitá.

Tony ., Modica Commentatore certificato 11.02.12 19:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


"Lavorare sotto casa di mamma il posto fisso questi SOGNI sono solo per i
figli dei potenti ho definiti tali a chi si rivolgono questi tecnici a noi
ma stanno fuori di testa o a palazzo Chigi gira della droga che qualcuno a
lasciato li per caso ma è andata a male chissà sarà li dal tempo di
Andreotti craxi  comunque da senz'altro un effetto strano i nostri figli
migliori se ne vanno non solo le menti ma anche i più volenterosi e la
politica sta a guardare anche perché cosi i loro figli fanno una bella
figura fuori dall Italia il loro merito lo devono guadagnare e se stanno
tutti qui sotto la gonna di mammà un motivo ci deve essere brutti maiali
ipocriti vi ricordate uolter"
Che compra casa a NY bè sono contento almeno la figlia del compagno uolter

Riccardo Garofoli 11.02.12 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Lavorare sotto casa di mamma il posto fisso questi SOGNI sono solo per i figli dei potenti ho definiti tali a chi si rivolgono questi tecnici a noi ma stanno fuori di testa o a palazzo Chigi gira della droga che qualcuno a lasciato li per caso ma è andata a male chissà sarà li dal tempo di Andreotti craxi comunque da senz'altro un effetto strano i nostri figli migliori se ne vanno non solo le menti ma anche i più volenterosi e la politica sta a guardare anche perché cosi i loro figli fanno una bella figura fuori dall Italia il loro merito lo devono guadagnare e se stanno tutti qui sotto la gonna di mammà un motivo ci deve essere brutti maiali ipocriti vi ricordate uolter

Riccardo Garofoli 11.02.12 19:26| 
 |
Rispondi al commento

tra l'altro su tutti gli annunci ti chiedono esperienza nel settore, sei demonizzato se dici che da aiuto cuoco vuoi passare a fare il barman. Ecco un annuncio che ho letto poco fa:… filiale di Milano seleziona per bar pasticceria cliente un/a barista part-time mattino. Il/la candidato/a ideale ha maturato esperienza di almeno tre/quattro anni in tale mansione, possiede buona dimestichezza nella gestione del servizio caffetteria, nella preparazione di caffè, cappuccini e nel servizio al tavolo.
IN PRATICA 4 anni PER PREPARARE IL CAPPUCCINO.


Ma sì, Monti come Padoa Schioppa, ma mi consolo, schiattano anche loro, e se va tutto bene prima di me...

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 11.02.12 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con questo tempaccio la neve che cade le pale che abbiamo comprato per spalarla non rovinatele troppo e non gettatele tra un po' serviranno per darla sulla schiena di questi furbi politici o professori che siano tenetele a portata di mano altro che movimento dei forconi quello dei badili mi sembra più nutrito andare in giro per Roma con un badile e le catene e obligatorio e noi siamo rispettosi della legge o no !!!!

Riccardo Garofoli 11.02.12 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Quello che ai scritto la dice lunga da quanto tempo in Italia il posto
fisso non esiste più ma quello che non c'e mai stato e la meritocrazia o
delle politiche che impedissero di delocalizzare il problema è quando il
signor monti dice che l'articolo 18 impedisce l'ingresso di aziende estere
ma pensa che siamo davvero cosi scemi da credergli ma per chi ci ha presi
per dei coglioni per questo non chiamatelo professore è una faccia nuova di
quei politici che già conosciamo e detestiamo anche lui fà parte delle
merde maiali innetti inadatti anche perché per coprire il culo ai suoi
degni colleghi ci si è buttato anima e cuore.con la crisi che c'e chi
investe cretino!in Italia con questa classe politica ladri estorsori evasori proprietari e controllore di tv mafiosi camorristi pidduisti giudici corrotti presidenti di regione arrestati ministri a cui regalano case presidenti di provincia senatori che rubano la lotta a l evasione a parole ma prima di parlare pensa stupido devi dare credibilità alle istituzioni no prendere per il culo stronzo il posto fisso tu te lo sei guadagnato verme senatore a vita ci devi morire in compagnia di quei politici che non sento da te criticare per i loro comportamenti la vera stoffa e venuta fuori e questo che insegnate alla Bocconi allora viva l ignoranza vai a fanculo Signor Monti o per meglio dire senatore..........,

Riccardo Garofoli 11.02.12 18:30| 
 |
Rispondi al commento

È successo anche a me e mi sono reinventato: fatto corso professionale e cominciato nuova carriera.
Cosa tutt'altro che facile però mi ha dato la possibilità di combinare la mia passione per l'ambiente e il lavoro indipendente.
Ho creato un sito web http://www.actenergia.it dove illustro le attività da me svolte.
(pratiche di detrazione fiscale, impianti fotovoltaici e certificazione energetica) Tutti argomenti volti a migliorare il rendimento energetico delle abitazioni e pertanto a salvare l'ambiente.
Colgo l'occasione per chiedere consiglio a voi tutti, appassionati dell'argomento, tutti i commenti sono i benvenuti.

Michele Giusio 11.02.12 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Quello che ai scritto la dice lunga da quanto tempo in Italia il posto fisso non esiste più ma quello che non c'e mai stato e la meritocrazia o delle politiche che impedissero di delocalizzare il problema è quando il signor monti dice che l'articolo 18 impedisce l'ingresso di aziende estere
ma pensa che siamo davvero cosi scemi da credergli ma per chi ci ha presi per dei coglioni per questo non chiamatelo professore è una faccia nuova di quei politici che già conosciamo e detestiamo anche lui fà parte delle merde maiali innetti inadatti anche perché per coprire il culo ai suoi degni colleghi ci si è buttato anima e cuore.con la crisi che c'e chi investe cretino!in Italia con questa classe politica ladri estorsori

Riccardo Garofoli 11.02.12 18:12| 
 |
Rispondi al commento

non bisogna rispondere con ironia con rabbia con intelligenza...bisogna incendiare le fabbriche!


Purtroppo questa è la storia di tanta brava gente che per colpa di qualcuno si ritrova in questi casini!!!
Monti!!! A te la bacchetta magica per ridare a tanta gente un posto di lavoro ed un sorriso!

Massimo Andretta 11.02.12 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Comunque, puoi star certa che se ci fosse stato ancora il Nano, la pacca te l'avrebbe senz'altro data pure lui......(non credo sulla spalla)....

harry haller Commentatore certificato 11.02.12 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ho 40 anni esattamente nella tua situazione..una sola differenza............HO FINITO I RISPARMI!!!

marco della torre 11.02.12 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Se col Nano pensavamo di aver toccato il fondo, con Monti abbiamo scoperto un doppiofondo.......

harry haller Commentatore certificato 11.02.12 17:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ahahaha(rido per non piangere)
...dai tranquillo che non ci vai in pensione!

ps: monti ma cazzo stai?


se ti accontenti di una pacca sulle spalle da me sei servita.

Sandro Abelli Commentatore certificato 11.02.12 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Bravissima

Sandro Abelli Commentatore certificato 11.02.12 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Se avere un posto fisso è così noioso, perchè non fanno cambio, i signori al governo, con qualcuno dei precari o disoccupati, e mandandoli ad annoiarsi al posto loro?

serenella spalla 11.02.12 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dott.Monti, Lei non si annoia di essere Senatore a vita con uno stipendio pagato da noi italiani? Sa cosa sto aspettando? Le prossime elezioni; con il M5S in parlamento non ci annoieremo più!

antonio A., Napoli Commentatore certificato 11.02.12 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il futuro per cambiare la società è questo:
sganciare il reddito dall'occupazione

REDDITO DI BASE INCONDIZIONATO

docu-film della rete tedesca sul basic income:

http://grundeinkommen.tv/?p=263
(sottotitoli in italiano)

zapper .. Commentatore certificato 11.02.12 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori