Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La noia del posto di lavoro

  • 1325


monti-sbadiglia.jpg

"L'idea di un posto fisso per tutta la vita? Che monotonia! I giovani dovranno abituarsi all'idea che non l'avranno". Così parlava ieri Monti. Tranquillo Rigor Montis! I giovani non si annoiano. Si sono portati avanti da tempo. Non solo non credono più al posto fisso, ma neppure a quello variabile. E a furia di non credere, o forse per non annoiarsi troppo, in questi anni sono fuggiti all'estero. L'Italia è il secondo Paese europeo per emigranti dopo la Romania.
I ragazzi che hanno salutato il Bel Paese per ragioni di forza maggiore, mancanza di lavoro disponibile, né la speranza di averlo, paghe da fame e nessuna sicurezza, sono in prevalenza laureati e diplomati. Hanno studiato nelle nostre Università con sacrifici spesso inimmaginabili da parte dei loro genitori per diventare emigranti. La maggior parte di loro non tornerà, semplicemente non può tornare, per vivere con lavori a progetto a 600 euro al mese o sulle spalle della famiglia. Se questa emorragia di sangue continua, questa abdicazione al futuro (i giovani sono il futuro!), non è un'emergenza, allora cosa lo è?
La disoccupazione giovanile è alimentata dalle scelte sciagurate di questo governo e di quelli che lo hanno preceduto. Gli altri Stati investono in innovazione, noi in cemento e in cacciabombardieri. Il tunnel inutile della Tav in Val di Susa costerà 22 miliardi, gli F 35 15 miliardi. Con queste cifre colossali si potrebbero creare distretti per l'innovazione, per lo sviluppo tecnologico. Far ripartire l'Italia, trattenere tecnici, ingegneri, informatici. Olivetti, Telettra, Telespazio, Italtel, l'intera informatica nazionale sono state sostituite dall'industria del cemento. Ma dove vogliamo andare?
In Europa la disoccupazione giovanile sta aumentando, anche in questo caso a due velocità. Noi siamo, come ovvio, nel gruppone che tira la volata con il 31% (*) ma la classifica non tiene conto dei ragazzi emigrati. La media dell'eurozona è del 21,3%, dieci punti in meno. Che noia, che monotonia. Un Paese che non riesce a dare un futuro alle nuove generazioni è un Paese in estinzione.
(*) fonte Eurostat

manibucate_3DA.pngSchiavi Moderni di Beppe Grillo

Schiavi telefonici outbound e inbound, schiavi pubblici e no-profit. Call center organizzati come istituti di pena. Un universo infernale e allo stesso tempo comico in cui tutto è permesso, tutto è rovesciato.

2 Feb 2012, 13:00 | Scrivi | Commenti (1325) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1325


Tags: disoccupazione, emigrazione, Europa, Eurostat, F 35, Monti, schiavi moderni, Tav

Commenti

 

Perchè non arrivare ad un vero contratto a tempo indeterminato cambiando la fiscalità ? Una idea potrebbe essere quella di applicare una percentuale di sconto fiscale crescente per ogni anno di lavoro .. sia all'impresa che al lavoratore..
Tre i risultati concreti.
1. L'impresa a convenienza a tenere il lavoratore in quanto per ogni anno che passagli costa meno
2.Il lavoratore si trova automaticamente ogni anno con un piccolo aumento di stipendio e dunque una maggiore disponibilità di spesa o risparmio.
3: Le due parti hanno tutto l'interesse a collaborare per il bene dell'azienda e personale.

COSI DIFFICILE FARE LE COSE BENE?

Valter Varesco, Rovereto Commentatore certificato 10.11.15 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Tutti questi miliardi?
Uno stato onesto che ha regalato soldi per far decentrare senza avere nulla in cambio anzi, a questi ingordi gli ha pure dato alti incarichi io, sequestrerei i capannoni lasciati vuoti, dato che sono fatti con soldi pubblici e quindi tornerebbero alla comunita' e li darei in fitto ad equo canone a chi mi garantisce posti di lavoro in loco e risolverei 3 problemi, meno cementificazione e posti di lavoro e manderei a fanc... Marchionne, Mercegaglia e tutti gli altri creando nuovi imprenditori che vogliono lavorare inoltre, potrei spostare una parte dei profitti ai comuni per i servizi senza contare i giovani con idee nuove, sfruttiamo quello che abbiamo non è giusto che già si son preso tutto e fanno pure i milioni con il mercato immobiliare con i soldi della comunitò.....

antonio soprano 10.05.14 22:43| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è ancora troppo grande. Bisogna agire e subito!!
Si dovrebbero eliminare le agenzie interinali, che non sono altro che un'americanata importata nel nostro paese che serve ad alimentare un circuito non si sa bene finalizzato a che cosa.
Di sicuro non a trovare un lavoro alla gente.

E poi basta con questi head hunter. Come se per lavorare bisogna essere per forza solo dei manager e dopo i cinquant'anni nulla più.
Praticamente il mercato del lavoro è:
giovane, devi sapere almeno due lingue pure per fare il cameriere, devi essere laureato preferibilmente con master e anni di esperienza, il tutto per avere (forse) 700 euro al mese magari con p.iva.

Anche questa cosa dell'esperienza è una follia: ci sono centinaia di giovani disposti alavorare a cui nessuno vuole INSEGNARE a lavorare, perché è costoso. Quindi: devi avere l'esperienza.

Peggio quando su 100 inserzioni 70 sono per le categorie protette. Praticamente una strumentalizzazione di un concetto che è nato per tutelare giustamente gente in difficoltà, NON PER SPECULARCI SOPRA!!!!!!!!!
Il messaggio che sta passando è che la gente NORMALE, di qualunque età, NON può lavorare perché se non è in possesso di requisiti assurdi quando non palesemente ingiusti nessuno la mette in condizione di farlo!

Mario S. Commentatore certificato 20.01.14 17:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei sapere che lavoro ha fatto finora continuativamente questo coglione

pietro marceddu (sarduspater4), cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 31.12.13 14:58| 
 |
Rispondi al commento

E' tanto tempo che volevo buttare giù due righe sulla grande crisi sociale di questi tempi.
Mi presento; io sono un giovane apprendista sposato e molto incazzato con questo governo che sta mettendo il paese in ginocchio, oggi giorno chi lavora è fortunato e sfortunato allo stesso tempo, perchè ci sono molte cose che i potenti non riusciranno mai a capire, e cioè il fatto che riuscire a vivere con i soldi contati ogni mese e il fatto di non sapere se la propria azienda fallirà ci mette in una situazione psicologicamente difficile da accettare e più avanti andiamo, più diventa un problema. Oggi lavori per 1.100 euro al mese se sei fortunato con un pò di straordinari e quando ti accreditano lo stipendio in "banca" sai già che quei soldi ti serviranno per mangiare budget di 40 euro a settimana affitto 500 euro al mese + bollette, luce, acqua, gas, telefono internet (che ormai insieme alla televisione sono diventati un bene di lusso ). I soldi del mese in questo modo sono FINITI!!!!! Mettiamo il caso che bisogna andare anche a comprare farmaci e fare visite mediche con i relativi TICKET I CUI COSTI VARIANO A SECONDA DI QUALI ANALISI BISOGNA FARE. Siamo arrivati al punto di dover abbassare il budget mensile e fare dei tagli dove non è possibile. Io sono stufo di andare a lavorare e pagare le tasse per permettere a questa gente di continuare a prenderci per i fondelli, siamo un grande popolo che semplicemente ha paura di fare proteste concrete, non parlo di scioperi che non servono a nulla, gli scioperi per esempio dei benzinai non servono a nulla perchè non si crea disagio a nessuno (tanto la gente, se sa che c'è uno sciopero fa il pieno il giorno prima) e i soldi girano lo stesso. Ci sono tante cose che possiamo fare ed il primo è abbattere il controllo politico che ci sta facendo impazzire. Cazzo dobbiamo fare qualcosa, io non ho le competenze per farlo, non voglio vivere per lavorare e morire a 70 anni senza essermi goduto la mia Vita con mia moglie. LA FAMIGLIA PRIMA!

Michael Pinos 02.07.13 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Penso sarebbe utile cercare di introdurre un contratto di lavoro unico in tutta l'area euro, invece che cercare di farsi concorrenza fra un paese e l'altro basandosi su un peggioramento delle condizioni di lavoro in modo di avere maggiore competività. Inoltre credo che sarebbe utile svalutare l'euro rispetto alle valute dei paesi asiatici invece che pensare di togliere il posto fisso provocando un clima tale da ridurre completamente la domanda interna.

roberto o. 28.05.13 15:18| 
 |
Rispondi al commento

600 Euro???? io in un call center a marzo ho guadagno 180 euro netti con 30 ore settimanali lavorate. Aprile 380 netti per 35 ore lavorative. io sogno i 600 euro

paolo c., cagliari Commentatore certificato 18.05.13 11:47| 
 |
Rispondi al commento

• Articolo 1: L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul LAVORO.
• Articolo 4: La Repubblica riconosce a TUTTI i cittadini ilDIRITTO AL LAVORO e promuove le condizioni cherendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le sue possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.
Attualmente questi articoli (senza escludere gli altri ovviamente) sembrano gocce di rugiada versate in un mare di liquami, oppure delle barzellette. Che cosa significa “fondata sul lavoro”? Il senso attuale di queste parole ha un significato ben diverso, a mio avviso le potrei tradurre in “affondata col lavoro”, non riesco a trovare un senso più logico di questo. Tutti i cittadini hanno “diritto al lavoro”. Più che ragioni sociologiche o culturali, la vera notizia per la quale gli italiani non sono considerati più dei Latin Lover, i maschi per antonomasia, l’anno scoperta due artisti quali, Adriano Celentano e Claudia Mori con la canzone: chi non lavora non fa l’amore. Scherzi a parte (ma non tanto) cosa significa“promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto”. Chi promuove queste condizioni? Non certo la Repubblica Italiana e la sua classe dirigente vista la tassazione e la burocrazia che soffocano come un pitone chi vuole creare veramente il benessere di questo paese.

Giovanni Carrieri 27.03.13 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Da quanto ho sentito ultimamente via radio, sembrerebbe che una società francese che gestisce degli autogrill in una o più regioni del nord abbia fatto mettere al polso dei suoi operatori dei braccialetti elettronici per poterli controllare durante tutto il servizio lavorativo, secondo dopo secondo, registrando ogni mossa ed ogni sosta. Beh, ci siamo quasi no? Schiavi moderni, suvvia! Che sarà mai. Strano però, ai delinquenti e agli stupratori no, mentre ad un semplice addetto al bar sì, vogliamo ancora star a parlare di libertà, di diritti e democrazia? Ma anche negli altri stati le condizioni saranno poi così avvilenti?
Certo è che con l'immigrazione imponente di questi ultimi anni, specialmente nelle grandi città, per sopravvivere gli extracomunitari si sono adattati proprio a tutto, abbassando di conseguenza il costo del lavoro e tutto l'impianto dei diritti umani. Stiamo pagando tutti questo sbilanciamento. Oddio, meno la Casta!

P. S. (ilmionomeènessuno27) Commentatore certificato 25.03.13 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti, sarà perchè stamane mi sono svegliato spiritoso. Pensavo....però ho 103 mesi di anzianità presso il centro per l'impiego di Bari. Perchè non proporre un concorso a premi per i primi classificati?...

Daniele Arcidiacono 16.03.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Dio mio che bello sarebbe potersi annoiare! Invece no, ti tocca saltellare incessantemente da un piede all'altro nella speranza che anche questo mese riuscirai a pagare l'affito, il riscaldamento e la benzina e ringrazi il Signore se per miracolo riesci a permetterti il lusso di una pizza d'asporto e un paio di scarpe nuove (rigorosamente made in china). Stanca, demoralizzata, nauseata. La meritocrazia è un'utopia; nelle regioni, nelle provincie, nei comuni, nelle università e via discorrendo vedo sempre e solo figli di .... nipoti di..... amici di..... Chi è "di"? vi chiederete... Sono tantissimi, sono ovunque e sono facilmente distinguibili grazie ai simboli di cui amano circondarsi... meditiamo, questa sarà una dura lotta dalla quale non sono sicura usciremo vincitori..... però ci spero tanto.

Eva F. Commentatore certificato 13.03.13 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono sei anni che lavoro, ho iniziato nell'esercito e poi quando sono uscito ho fatto una decina di mestieri diversi, mi sono fatto un culo cosi e alcune volte ho lavorato anche in condizioni rischiose, ma purtroppo dopo quell'anno nell'esercito, lo stato non sa chi sono io. Ho viaggiato tantissimo perchè io amo viaggiare, ma ho viaggiato sopratutto per necessità, per colloqui e l'hanno scorso sono stato anche tre mesi al nord, ho preso una stanza per cercare lavoro ma alla fine ho lavorato un mese e poi sono dovuto tornare giù a casa. La cosa buffa è che tutto quello che ho fatto in questi sei anni l'ho fatto con i miei soldi, li guadagnavo e li investivo di nuovo per cercare di sistemarmi eppure lo scenario che mi sono trovato d'avanti o a sud o a nord è uno scenario che ti toglie davvero le speranze. Dopo aver combattuto 6 anni senza raggiungere nessuna posizione la mia testa e fuori da questo paese ma spero tanto che le cose migliorino e che in futuro io mi possa permettere di esplorare il mondo, questo stato di mafiosi mi sta spezzando letteralmente la ali.

Dan R., Cariati Commentatore certificato 15.02.13 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera a Palermo in tanti abbiamo condiviso l'idea che si può cambiare lo scenario tragico della mancanza di lavoro per tutti...da parte mia grande solidarietà ai lavoratori Gesip! Propongo una mia riflessione: anche Bebbe ieri ha parlato di agevolazioni fiscali alle aziende che assumono giovani fino a 35 anni (pensiero scimmiottato in campagna elettorale dal nano e gargamella)per agevolarne le assunzioni... Io di anni ne ho 38 da quindici anni circa lavoro nel settore alberghiero con contratti prevalentemente stagionali, a termine ed anche gli abominevoli "a progetto", ho girato l'italia ed il mondo, ma alla soglia dei quaranta con il desiderio di mettere su famiglia sono tornato nella mia terra...e bene a parte la fortuna di lavorare come portiere di notte solo per i mesi estivi, quando vado a portare il mio qualificato C.V. negli hotel di Palermo, trovo una sfilza di stagisti sfruttati e non pagati quindi Lavoratori a costo zero , oppure mi rispondono che mi assumerebbero soltanto se facessi parte delle categorie protette...Bene!!! Il mio pensiero è quello di estendere le agevolazioni alle imprese per le nuove assunzioni di lavoratori di tutte le età, non solo per i giovani, perchè chi a 40 e passa anni ha una famiglia e dei figli da mantenere ( a palermo vedi Gesip e tante altre aziende chiuse, nonchè lavoratori della mia generazione umiliati da co.co.pro e simil, per non parlare di commesse e commessi della GDO)NON può subire la concorrenza sleale dei cosiddetti giovani..!!!

Max Spataro 02.02.13 14:00| 
 |
Rispondi al commento

La cosa vergognosa di questo Paese è che è il più sindacalizzato del mondo occidentale ed è quello in cui gli stipendi sono tra i più bassi del mondo occidentale, le tasse sugli stipendi sono altissime, c'è la più alta disoccupazione tra i Paesi OCSE soprattutto quella giovanile!!! Beppe Grillo ha ragione per quanto riguarda i sindacati, grande Beppe che hai gridato a viva voce questa cose nelle piazze di Lecce e Bari!!! Per quanto concerne il posto fisso io sono del parere che fare lo stesso lavoro per oltre 30 anni possa stancare e domotivare lo stesso lavoratore che deve avere la possibilità di cambiare e trovare lavoro qualora egli voglia! La vera novità sta nel poter licenziare il datore di lavoro e dire:"le do una settimana di preavviso perchè ho trovato altro", questo deve accadere in un Paese civile e moderno, io ho vissuto nell'Irlanda del boom economico, della "Celtic Tiger" dove ciò accadeva!!! Quando vivevo a Dublino dal 1997 al 2002 le possibilità di lavoro e le paghe erano altissime! Tante aziende investivano e si impiantavano in Irlanda!Quello è il modello da seguire non le stronzate che dicono quei sindacati di merda!!!

Francesco D'Elia 20.01.13 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che vergogna.i signori delle privatizzazioni riescono a non toccare mai il fondo.beppe grillo ha bisogno di un economista che tenga testa a tutte le critiche delle borse con le immancabili perdite, e dei mercati dei tracolli quotidiani usati ad arte per spaventare la popolazione. dovesse esser solo, verrà mangiato in un boccone

giovanni carraro 18.01.13 17:53| 
 |
Rispondi al commento

ho due figli 20 e 22 anni lavorano a contratti
di 1 mese quando va bene .mi pare di aver uno
strano presentimento se non ho da lavorare
e lo stato non fa nulla magari lo fa solo perchè serve un esercito a questo punto basta pubblicizzare
non ai lavoro? lo stato ti offre l'opportunità
di una cariera militare con uno stipendio da fame
che comunque farebbe pagare a noi.
vi sembra un pensiero troppo strano il mio?

mauro brunelli 27.12.12 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Monti è odioso.
Una persona così lontana dalla realtà credo non ci abbia mai governato.
Nemmeno Berlusconi si era mai sognato di dire le cose cretine e orribili che dice quest'uomo.

maria grazia manca, brindisi Commentatore certificato 17.10.12 09:08| 
 |
Rispondi al commento

L'orientamento al lavoro, fondamentale sia per chi si afffaccia per la prima volta nel mondo del lavoro, sia per chi e' disoccupato e stato demandato alle agenzie interinali. Per chi non lo sapesse era il 1997 ed apparve a Milano la prima agenzia dell'Adecco in Piazza Diaz a Milano. Prima di allora l'orientamento era prerogativa dell'Ufficio Lavoro dei vari sindacati confederali. Funzionava abbastanza bene e non era ridotto ad uno svogliato interrogatorio o colloquio di quelli indimenticabli che impiegati ed impiegati svogliati delle Agenzie private fanno tutti i giorni dando l'impressione ( o la certezza ?) che debbano arrivare alla fine della loro giornata lavorativa, facendo colloqui inutili, facendo perdere tempo prezioso alle persone per riempire il tempo del loro stupido ed inutile lavoro. I sindacati si sono cosi' tolto un incarico scomodo delegando l'orientamento alle agenzie per il lavoro. Di fatto oggi l'orientamento non lo fa' piu' nessuno , nemmeno gli Uffici Collocamento delle varie Provincie. Men che meno le Agenzie private il cui unico scopo e' quello di guadagnare sul lavoro dei loro clienti, trattenendosi, a conti fatti parte della loro opera, dalle loro buste paghe. E qui sarebbero anche da chiamare in causa anche gli imprenditori che se ne approfittano demandando alle agenzie tutto il reclutamento e l'amministrazione e tutti i costi che stanno dietro al processo di assunzione di una persona.
In Italia c'e' un finto dibattito o contrapposizione tra tutto cio' che e' pubblico o privato, o come il finto dibattito tra destra e sinistra. Cio' che ci propongono i media e' questo finto e logorroico dibattito.
Sappiamo bene infatti che in fin dei conti ed a spettacolo finito si trovano tutti allegramente insieme in qualche salotto o ristorante, spartendosi il tutto, e sbattendosene allegramente i coglioni delle istanze di chi li ha votati. La polemica,soprattutto quella svogliata e finta, e' il sale della politica.
Il collocamento compete al Min. del Lav

ANDREA TOSI 16.09.12 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Si emigra perche' piu' occasioni di lavoro, mentre in italia il nepotismo regna su tutto, e anche perche' in quasi tutta europa se non tutta esiste un vero stato sociale che se in difficolta' tenta di autarti.In italia lo stato ti da in c.....

Alessandro Scocca (ciclopico), Roma Commentatore certificato 11.06.12 23:27| 
 |
Rispondi al commento

E' sbagliato dare la colpa alla legge Biagi. Il problema è che in Italia si è smesso di investire nell'industria per investire nei cantieri. Perchè da li si facevano soldi più facilmente ed in nero. Così facendo i posti di lavoro sono diventati molto meno e comunque tutti concentrati nel terziario e nell'edilizia. In Italia non è un problema di contratti di lavoro ma che di lavoro non c'è ne più e per ricostruirlo ci vorranno almeno 20 anni. Per farlo bisogna prima di tutto esentare dal pagamento delle tasse chi investe dei propri soldi in nuove aziende INNOVATIVE. Bisogna che Regioni e Stato co-finanzino a lungo termine queste realtà verificando che i contratti di lavoro ed in versamenti contribuitivi siano regolari. E poi bisogna poter licenziare, come in Svizzera, con 30 giorni di preavviso. Il licenziato dovrà essere MANTENUTO dallo STATO fino a che non trova altro posto di lavoro. Le imprese ed i lavoratori dovranno versare ad un fondo per disoccupazione. In Svizzera c'è il 3,1% di disoccupazione e non ci sono scioperi da 15 anni. Invece qui in Italia c'è chi ci campa sopra il conflitto sociali rubando così risorse alle imprese e posti di lavoro.

Raffaele Albertini 04.06.12 15:45| 
 |
Rispondi al commento

ho scritto un libro con le mie esperienze lavorative in questo Ventennio liberista ;-(

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=621044

mario masili Commentatore certificato 27.05.12 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sono un giovane Laureato che ha cercato lavoro per diverso tempo e avrei una proposta da fare riguardante la questione "lavoro in italia". Mi chiedevo se secondo Voi sarebbe il caso di ripristinare in Italia un Centro di Collocamento a livello statale. Quelli esistenti sono ridicoli e vecchi sotto ogni punto di vista. Il principale criterio per trovare lavoro credo che dovrebbe essere, prima del merito, la necessità di lavorare e credo che le attuali Agenzie del lavoro vadano semplicemente abolite. Un'altra idea, che forse non è un'idea ma una legge già esistente non applicata, è quella di multare in maniera salatissima chi fa lavorare senza contratto e per facilitare questo, abolire le tasse relative al primo anno di stipendio. Forse sono solo idee fuori dal mondo ma avevo voglia di condividerle con qualcuno. Saluti a tutti.

Lorenzo M., Lodi Commentatore certificato 17.05.12 00:35| 
 |
Rispondi al commento

Diciamo che si riaccende la speranza, faccio parte di quel gruppo di Italiani scettici che non crede molto facilmente ai cambiamenti, soprattutto in Italia e in particolar modo al Sud. In ogni caso complimenti al movimento5stelle. La prossima crociata spero sia dedicata alla demolizione degli attuali sindacati che svendono i lavoratori per ottenere favoritismi carriere e assunzioni sempre con la compiacenza dei partiti e delle maggiori cariche aziendali.

Giuseppe S., Bari Commentatore certificato 08.05.12 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Adesso il posto fisso è monotono, ma che provino a chiedere un prestito in banca, che con un contratto a tempo determinato (non parlo di progetto), ti tisponde che sei a reddito zero. Ci ho messo tempo a cambiare lavoro io, poco prima della crisi, e nei vari colloqui mi sono sentita dire frasi tipo "ha ancora voglia di dare nel lavoro a 28 anni?", "vuole cambiare perchè non va' d'accordo con i suoi colleghi?", "vuole cambiare per comandare gli altri?". E questo dopo 7 anni nello stesso posto di lavoro.
Ora sono in un'azienda che lavora per l'80% con l'estero, la quale durante un meeting con un cliente straniero, pone come moderatore un uomo di 70 anni, mentre noi giovani zitti, dietro di lui. Al contrario, il cliente sceglie come moderatore un giovane, mentre i più anziani ascoltano e intervengono se necessario. Questi discorsi sulla flessibilità mi fanno ridere, anzi, piangere perchè il mondo del lavoro italiano ha poco spazio per i giovani e le loro idee e la nostra gavetta è infinita. Certo che ringrazio di avere un lavoro di questi tempi, ma ciò non mi impedisce di pensare che di questo passo è chiaro che resteremo sempre in coda in EU.

Donatella Cognolato, Padova Commentatore certificato 16.02.12 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi ancora co sta storia...

Non Avete capito??

Sono tutti fun di Jovanotti

Tempo! e non m'annonio... e non mi stanco...

http://www.youtube.com/watch?v=xVfHQXWtRrU


Max Picconatore Commentatore certificato 08.02.12 23:56| 
 |
Rispondi al commento

vi segnalo questo articolo che ho trovato su internet:

lavoro perso, la disperazione e poi la decisione di farla finita: un operaio di Castelfranco Veneto (Treviso), di fronte alle mille difficoltà della crisi economica, aveva scelto di togliersi la vita. Non ce la faceva proprio ad andare avanti così. La moglie però, lo ha capito in tempo. E si è sacrificata per lui. Finendo per prostituirsi in strada, senza dirlo al marito, in modo da poter provvedere alla famiglia.

Il dramma inizia due anni fa, quando la vita di Paolo è del tutto normale, per nulla diversa da quella dei tanti artigiani che lavorano in proprio. L'uomo è specializzato nella lavorazione del cartongesso, un lavoro che fa da quando è adolescente. Poi, però, arriva la crisi. «Sono stato costretto a chiudere la mia impresa. Non c’era più abbastanza lavoro, non riuscivo a pagare le tasse». Paolo non si perde d’animo, viene assunto in una ditta del padovano come operaio specializzato. Ma alla fine viene lasciato a casa. Inizia così la sua odissea tra agenzie interinali. Fino a quando, esasperato, l’uomo matura l’idea del suicidio.

La moglie capisce le sue difficoltà e, un giorno, gli annuncia di essere stata assunta a Vicenza, come badante. “Avrebbe dovuto fare i turni di notte. Finalmente potevamo respirare”, racconta l’uomo. Poi, la notizia shock: l’ex artigiano viene a sapere che la moglie è stata arrestata. La donna, invece di lavorare come badante, si prostituiva infatti lungo le strade della Castellana e del Vicentino. L’aveva tenuto nascosto per non turbare il compagno, già provato dal tentativo di suicidio. Una decisione coraggiosa, di sacrificio estremo, presa in totale autonomia. «E’ una situazione che ho imparato ad accettare, ma che non mi sta assolutamente bene. Per questo continuo nella disperata ricerca di un lavoro. Qualsiasi, purché sia onesto» rivendica ancora oggi.

W LA NOIA DEL POSTO DI LAVORO FISSO!!!!!!!!!

gianluca rossi 08.02.12 01:38| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

ricevo da UNICREDIT ...
Unicredit: impone a filiali giro di vite su credito
MILANO (MF-DJ)--"Al momento, la nostra banca ha un eccesso di credito rispetto alla raccolta diretta. Lo squilibrio e' notevole e ci impone sia di limitare l'espansione in modo selettivo scegliendo le operazioni che ci interessano di piu' in termini di ritorni commerciali e reddituali sia di migliorare la qualita' del credito".
Inizia cosi' un documento, di cui MF Dowjones e' entrata in possesso, che e' stato distribuito qualche giorno fa alle filiali di Unicredit per fornire indicazioni generali in merito all'erogazione del credito.
Il faro di Piazza Cordusio e' puntato soprattutto sui nuovi clienti del gruppo che dovessero richiedere finanziamenti. "E' opportuno un periodo di sperimentazione, da valutare di volta in volta prima di impegnarci con operazioni a medio termine, a prescindere dalla presenza di un consorzio di garanzia", chiarisce infatti il documento.
Il giro di vite non risparmia neppure rapporti ormai consolidati con clienti di vecchia data. "Proposte di incremento fido o di nuovo affidamento dovrebbero essere valutate solo per clienti con rating da 1 a 5. L'atteggiamento dovrebbe essere di mantenimento su clienti con rating 6. Le proposte con rating superiore dovranno essere opportunamente valutate", spiega infatti la nota interna, "per valutare se e in che termini la situazione possa evolvere positivamente, considerando che i clienti dovrebbero essere messi a conoscenza che in caso contrario, prima o poi, si arrivera' all'opportunita' di concordare un rientro".
"La clientela che ci richiede fidi o prestiti viene giudicata in base a una scala di rating che va da 1 a 9, dove 1 equivale a rischio insolvenza pari a zero e dove 5 oggi rappresenta un'asticella da non superare", ha chiarito una fonte del gruppo, aggiungendo che "il rating viene fornito in modo automatico da un software a conclusione della pratica.
La mail è lunga a chi interessa la mando, non ci stà !!!

Enzo P., Milano Commentatore certificato 07.02.12 19:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ultimi sondaggi politici , la novità è il movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

Tutti i nomi degli oltre 1000 iscritti alla loggia segreta P2
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/tutti-i-nomi-della-loggia-p2.html

La statua più bella del mondo, Il Cristo velato
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

Il debito pubblico italiano in tempo reale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

ultimo sondaggio per la camera dei deputati
Grillo al massimo storico, il M5S diventa il quarto partito italiano
http://www.solosondaggi.blogspot.com/

raf 07.02.12 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Finché non lasceremmo l'IO per passare al NOI non avremmo futuro! non si sente l'unità perché non c'è.

Elena Gonzalez 07.02.12 15:25| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE E STAFF!

BASTA!!! MEDIA!!!!CANALE 5!!

IERI SERA HA FATTO VEDERE DI NUOVO CHE CI SONO MIGLIAIA DI LAVORO CHE NESSUN VUOL FARE!
DEVONO FINIRLA DI PRENDERE PER IL C.. GLI ITALIANI
BAST!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!DI!!!!!!!!!!
NE HO LE P... PIENE!!!

CON CRISI E RECESSIONE VENGONO A DIRE COGLIONATE!

E CE CHI CI CREDE!!!!!!!!!!!!!

I LAVORI IN ITALIA NEGLI UFFICIO DI COLLOCAMENTO!
CHIAMATI CON UN ALTRO NOME OGNI CITTA NE HA UNO!!
IN PRIMIS AD AVERE ACESSO AL LAVORO E PROPRIO
EXTRACOMUNITARIO!
SCADENZA DI PERMESSO DI SOGGIORNO LO FANNO PASSARE DAVANTI ALLE LISTE DI CHI E IN MOBILITA E DISOCCUPAZIONE! OLTRE AGLI INCENTIVI CHE PRENDONO DALLO STATO PER PAGARSI AFFITTI TRAMITE !
AGENZIE CLERICALI CARITAS ETC!
APRITE GLI OCCHI!!
NON BUTTATE VESTITI NEL RACCOGLITORE PER I POVERI CHE LI NON CI ANDRANNO MAI ! MA SARANNO RIMESSI AL MACERO! PER ESSERE RIPAGATI CON ASSEGNO!
SE VOLETE FARE BENEFICENZA E NON DEFICENZA?? DATEGLIELE IN MANO ALLA PERSONA STESSA!!
IL FREDDO FA MORIRE ADESSO ANCHE IN ITALIA CENTINAIA DI GENTE POVERA! APRIRE LE CHIESE !
E MEGLIO TENERLE CHIUSE!
QUA LA POCA RELIGIONE E STATA PERSA COME NELLA POLITICA CHE UNO AVEVA! E TUTTA UNA MANGERIA GESTITA DA EVASORI E PEDOFILI!
ESISTONO ANCORA PERSONE MERITEVOLI! CHE FANNO VOLONTARIATO! E SI SPACCANO PER DARE LA VITA AL PROSSIMO ! QUESTI SONO I NOSTRI ANGELI !
SE NE AVETE CONOSCIUTO QUALCUNO TENETEVELO STRETTO!
CARO BEPPE E STAFF SALUTI

mario 07.02.12 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe secondo me tu mi farai arrestare (probabilmente nella fase 4) da questi dittatori.Volevo chiedere se qualcuno mi sa dire tutti i provvedimenti di questo governo cioe tutte le cazzate che sta facendo e che a noi tocca pagare pur sapendo che non servira a nulla perche la botte ITALIA e forata e con più la riempiamo più si svuota ! Ma possibile che nessuno riesca a ripararla? Sono Lui e i suoi compari il problema non gli EVASORI (che cmq sbagliano)è chi gestisce i nostri soldi la piaga!Ciao ANDREA

andrea c. Commentatore certificato 06.02.12 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Mia madre vive a Bergamo; io vivo e lavoro a Firenze; mia figlia vive e lavora a Siviglia! Ma la Cancellieri dove vive?

claudio poma Commentatore certificato 06.02.12 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, sono un'appartenente all'ormai vasta fascia d'età dei giovani di questo paese. E' possibile recapitare direttamente a Monti il nostro sdegno via mail o lettera? E' la fiera dell'ipocrsia e dello scaricabarili. Oltre al danno la beffa! Le affermazioni del Premier e dei suoi ministri (l'ultima quella sui bamboccioni sulle spalle di mamma e papà) ricordano tanto quella retorica anglo-franco-tedesca sugli italiani fannulloni tutto maccheroni e mammà, bell'esempio di dignità nazionale! Che saccente performance da professori esterofili...
Chissà se si annoiavano anche loro quando il posto fisso gli ha permesso di cosruirsi la vita e la carriera; allora non dev'essergli sembrato poi tanto noioso.
Oltre a trovarci in braghe di tela a causa di un assurdo sistema economico costruito da chi ci ha preceduto (i.e. il nostro attuale Premier) veniamo anche pubblicamente ridicolizzati.Mi pare che questa gente faccia un pò troppo sfoggio di una propria supposta "emancipazione intellettuale", come se la nostre vite fossero un gioco dialettico su cui fare esercizio di erudizione universitaria.

Eleonora Peana 06.02.12 15:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un post che fa riflettere molto.
Ho 42 anni e da 14 mi sono trasferito in Brasile, visto che in Italia non esistono opportunità per i giovani (molto meno per chi ha una certa età!)
Quando ho deciso di abbandonare Firenze avevo 28 anni, laureato, e i pochi lavori che trovavo erano saltuari o comunque non adatti al mio profilo.
Qui in Brasile ho potuto farmi una vita, ho un figlio di 8 anni, un lavoro fisso come docente con uno stipendio migliore di quello che riceverei in Italia.
Purtroppo, il "bel paese" si è fossilizzato: il mondo intero va avanti e in Italia si pensa ancora a Mazzini o al Medioevo...

Fabrizio Vigni 06.02.12 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Ho paura, senza lavoro da un anno, saltuariamente la baby sitter, i soldi che finiscono, mi sono tolta tutto. Ho paura cazzo e meno male che fino a qualche mese fa pensavo a come sarebbe stato bello avere un figlio!!!! Mi sento ridicola, delusa, sconfitta, stanca, perduta, ed ho solo 25 anni. Grazie GOVERNO, GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO LUCRATO SULLE NOSTRE SPALLE, GRAZIE AI PRECEDENTI GOVERNI DOVE L'UNICA COSA IMPORTANTE ERA QUELLA DI FOTTERE E FOTTERCI, GRAZIE. Ma che ve lo dico a fare? tanto voi siete coperti di soldi da qui fino alla stupida eternità che avete sperato di comprarvi.

valentinachehapaura 05.02.12 20:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lettera al Capo del Governo Italiano, On. Mario Monti – Le racconto la mia storia
Caro On. Mario Monti,
chi le scrive è rimasto arrabbiato, indignato e pure intristito dalle sue affermazioni di questi
giorni sulla “noia” del posto fisso. Se Le scrivo è perchè io, a parer suo, sarei un buon
esempio di lavoratore che non si è mai annoiato perchè un posto fisso non l'ha mai avuto,
un sindacato non lo ha mai visto e nemmeno un contratto a tempo indeterminato. Chi le
scrive è un lavoratore che non si “annoia” da 22 anni perchè non conta niente. Non è un
genio, non ha santi in paradiso e neanche una rappresentanza politica. Se le scrivo è
anche perchè a 51 anni sono arcistufo della vulgata sulla disoccupazione e sul precariato
che sono, pare per un dono di natura, solamente giovanili e del milione circa di precari
ultraquarantenni con o senza famiglia a carico non si occupa nessuno. Evidentemente
nell'Italia giovanilista e godereccia, ma anche sobria e moralista propagandata dai media
berlusconiani e non, non è una buona immagine per il Paese. Quello che ha appena
festeggiato i suoi primi 150 anni di vita a spese dei lavoratori e dei poveracci che l'hanno
fatta, ma che quasi nessuno si è preso la briga di ricordare nello sfarfallio di giacche e
cravatte, alte uniformi militari e tonache talari. Quindi è con questo spirito che Le scrivo
questa lettera per raccontarle la mia storia di lavoratore non “annoiato”.
Ho 51 anni e vivo a Pisa. Mi sono laureato nel 1989 e da allora ho lavorato e accumulato
molte esperienze lavorative in vari campi della cultura, della comunicazione e del sociale.
Sempre a mie spese, tengo a sottolineare, perchè la famosa formazione continua nel
nostro paese è quasi sempre a carico dei lavoratori che gli imprenditori e i politici “hanno
ben altro a cui pensare”. In particolare mi sono trovato spesso a lavorare nel settore
pubblico in enti locali, scuole, biblioteche universitarie, soprintendenze, oltre a maturare
altre esperie

Marcello Cella 05.02.12 19:36| 
 |
Rispondi al commento

ultimo sondaggio per la camera dei deputati

http://solosondaggi.blogspot.com/2012/01/ultimo-sondaggio-per-la-camera-dei.html

Grillo al massimo storico, il M5S diventa il quarto partito italiano con oltre il 7%
Scendono Pdl e Lega, salgono il Terzo Polo e il Centrosinistra.
Non ci sono commenti da fare , a voi la lettura di questo ultimo sondaggio SWG sulle intenzioni di voto degli italiani

raf 05.02.12 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Io queste cazzate non le posso sentire più

Lucrezia Polito, Torino Commentatore certificato 05.02.12 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nostro caro Monti testualmente dichiara:i giovani non avranno un posto stabile presso un unico datore di lavoro o con la stessa sede per tutta la vita o quasi. Dovranno abituarsi a studiare all' estero e a cambiare spesso luogo e tipo di lavoro e anche Paese. Chissà perchè colui che parla ne ha più di uno di posti fissi, tra Bocconi e vitalizio come senatore a vita. Giustamente, secondo il nostro caro Presidente ,un povero cristo dopo 20 o 30 anni di servizo viene cacciato a calci solo perchè o è diventato vecchio o scomodo o antipatico a qualcuno, e secondo il nostro Monti se non lo vuole più l'azienda nella quale ha lavorato per decenni, chi altro potrà prenderselo? Monti ma vivi in questa realtà? da dove sbuchi? dal paese dei balocchi? Facciamo a cambio e vediamo se continua a pensarla nella stessa maniera! Alla fine so che non è colpa sua, il suo cervello è gestito via wireless dai poteri forti, ma cercgi di tirare fuori un pò di dignità e faccia quello che in realtà andrebbe fatto, saremo tutti felici di seguirla.

michele cimmarusti 05.02.12 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Faremo i NOMADI allora!!! Da
un posto all'altro, senza monotonia!!!
Radunate il caravan...

Gabriele

Gabriele Favro 04.02.12 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
il Premier a Marzo con qeulla "buona lana piagnona"della Fornero ed il segretario Martone(paragonabile ad un Killer Manageriale uscito da McKinsey) faranno un disatro.
Noi per non tornare alle armi dopo la triste parentesi degli anni bui della 1^Repubblica (piombo) dobbiamo lottare e far uscire dalle nostre coscienze l'indignazione e la rabbia...se da Parigi Sorbonne non partono segnali di rivolta popolare ,(dubito in quanto essi governati da un Nano ed una Ballerina) ebbene siii la premiata Ditta DANTON & MARAT all'italiana deve partire da noi....dobbiamo andare anche sotto casa dei GERONZI,Politici con Scorte Inutili (PIVETTI!!) ,Banchieri,Furfanti,Truffatori dello Stato;Senatori a Vita ed Onorevoli....Big Ben ha detto STOP!!!

Luigi Saccani 04.02.12 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me la frase di monti è stata un po' troppo strumentalizzata. Non sono un sostenitore del professore però si deve dire che in italia c'è un po' la fobia del posto fisso. A ragione direte voi perchè non c'è lavoro, però il problema è creare lavoro, non che questo sia fisso. C'è da spararsi nelle balle a rimanere su una catena di montaggio della Fiat tutta la vita. Io ho cambiato tantissimi lavori nella mia vita adesso non posso più farlo perchè non ce n'è. Lavorare tutta la vita nello stesso posto vuol dire alzarsi la mattina andare al lavoro e lasciare il cervello sul comodino signori. Il problema è che non c'è lavoro, non il posto fisso.

Gianni Venir 04.02.12 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NELLA PUBLICITà TELEVISIVA SULL'EVASIONE FISCALE SECONDO ME MANCA UN PARASSITA.....IL POLITICO PARASSITA DELL'ITALIA INTERA

francesco 04.02.12 15:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ultimo sondaggio per la camera dei deputati
Grillo al massimo storico, il M5S diventa il quarto partito italiano
http://www.solosondaggi.blogspot.com/


pino 04.02.12 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Siamo tutti nella merda..

Paolo Giuliani 04.02.12 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che noia, che monotonia questi commenti alla frase di Monti. Sembra di essere al Bar Sport

manuel s 04.02.12 12:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sicuramente Monti non si annoia,eppure lui di posti fissi ne ha sempre avuti 3 o 4 ,ultimo quello di senatore a vita, per questo gli basta passare dal via e ritirare il grano.
Vi siete mai chiesti perche' Monti si e' caricato di tanta responsabilita', e i partiti "lo hanno lasciato solo in barricata"? IN REALTA'LO HANNO COPERTO D'ORO , per "esporsi" in prima persona; passato il suo mandato non avra'certo modo di annoiarsi,perche'come paperon de paperoni,ogni giorno fara'un bel tuffo nuotando nella sua immensa piscina di dobloni d'oro, ORO E NON EURO,A BUON INTENDITORE POCHE PAROLE.
Caro Monti,il tuo dovere e'far ripartire il lavoro in Italia e non far partire gli italiani!
Basta "investimenti" in cemento,almeno servissero....( vedi 4 frecce,tangenti,appalti guidati,strutture e immobili fantasma,bustarelle etc.etc.); impara dalla Corea del Nord un paese con tanti abitanti come l'Italia che investe il doppio di noi in ricerca,scuole....per creare occupazione interna,nuovo e reale sviluppo interno.
Il problema non e' il posto fisso, il posto fisso e'un diritto INALIENABILE quando il lavoratore produce e fa crescere il paese.
POSTO FISSO? CARO MONTI NON TI ANNOI A FARE IL SENATORE A VITA, SEDUTO COMODO NELLA POLTRONA DI CASA TUA?
L'obiettivo deve essere uno solo : creare un programma socio/economico fattivo,onesto,vincente in modo che gli italiani restino in Italia , ognuno capace di creare produttivita',sviluppo,evoluzione cosi da realizzare un modello perfetto, che stupisca il mondo.
...caro Monti troppo facile la tua manovra fatta di vessazioni e tasse , INIZIA A LAVORARE VERAMENTE COL CUORE PER UNA NUOVA ITALIA.

Gabripan

N.B : Ti sei chiesto quanti italiani lavorano per 40 anni e non prenderanno mai una pensione?
Sono un mare infinito,il futuro esercito dei vecchi poveri !!!!!!!

GABRIELE M., Genova Commentatore certificato 04.02.12 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Cinque cose da fare subito:

1 - uscire dall'euro, vivere con le lire per la spesa quotidiana e per attirare investimenti INDUSTRIALI stranieri nel Paese e il rientro dei S.o.B. italiani che hanno delocalizzato negli ultimi 30-40 annni (Fiat in primis);

2 - istituire dei PESANTI dazi per le importazioni di prodotti finiti dall'estero, compresa UE;

3 - ridurre del 70% i parlamentari (in USA sono 500 x 250 mio di abitanti, a noi che siamo in 65 mio. 300 devono bastare)e a quelli che rimangono stipendi max di €. 7.000 lordi, tutto incluso, si versino loro i contributi per la pensione a fine mandato e dopo due legislature tornino a fare il loro lavoro di prima e comincino a lavorare davvero per il popolo;

4 - abolizione province e unire i comuni sino ad almeno 10.000 abitanti;

5 - elezione diretta dei parlamentari, che non devono essere dei condannati e non devono avere in corso procedimenti per danni contro il patrimonio, pubblico e/o privato.

Cominciamo da qui, poi il resto lo ricostruiamo insieme.

Basta chiacchiere, prima che inizi un"Ottobre rosso" rivoluzionario in quest'Italia messa in ginocchio da trent'anni di craxo-berlusconismo, ora camuffato da governo tecnico, con professori imbelli e collusi con la Casta che ci ha depredato.

Monti é un fantoccio nelle mani delle banche, della UE, della Confindustria e della Casta politica che in berlusconi, napolitano, bersani &C. ci porterà alla fame.

Italiani, comunque così non si andrà avanti per molto: il gasolio a 1,7 - 1,8 euro significa povertà in crescita esponenziale, perdita di potere d'acquisto e di consumi per le famiglie.

Non illudiamoci, la vita di milioni di italiani non é quella del Mulino Bianco, dovremo fare i conti con quanto potremo ancora PRODURRE nel Paese e se tantissime fabbriche hanno chiuso e altre stanno per farlo NON CI SARA' NESSUNA RIPRESA e le manovre di monti & C. non risulveranno nulla.

BEPPE, tu le sai queste cose, NON arriveremo alle elezioni del 2013 in questo stato di degrado

robert verri (la nuova italia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.12 11:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

............riprende
Come li definireste voi gli aumenti del tabacco trinciato, lo spacchettamento dei rimborsi per i portaborse -50% a forfait e 50% documentato-, le imprese attivabili da subito a 1 euro che se ne apri tre tra un po’ potrebbero inventarsi anche “Supermarket Italia: apri tre paghi due”?
Oppure i soldi presi al cittadino girate alle Banche, affinchè queste potessero rigirarle alle attività, che invece vengono investite nel salvadanaio europeo della BCE a un tasso misero ma privo di sorprese?
O, per finire, tutte le mirabolanti trovate per il lavoro, per ultima il tanto chiacchierato articolo 18: ma mo’ vuoi vedere che ci siamo sputtanati un’economia in breve tempo per sta minchia di articolo che, come un buco nero, si è risucchiato tutto?
Signori, stiamo cercando di rinnovare un vestito su di un corpo putrescente, e quando anche il profumo di nuovo sarà impestato dall’olezzo, beh… la sopravvivenza avrà un sapore peggiore della morte.
Solo alcuni nomi: Paul Krugman economista statunitense premio nobel 2008 per l’economia, Ha-Joon Chang professore di economia di Cambridge, Jean-Paul Fitoussi economista francese con rapporti Telecom e Intesanpaolo, Jacques Attali economista francese e banchiere.
Figure intellettualmente diverse e pure tutte molto perplesse sulle scelte economiche dell’Europa Franco-Tedesca con lacchè aggiunto Italiano.
Non so perché ma mi viene in mente una frase tratta da un film di O. Welles: “Sai che cosa diceva quel tale? In Italia sotto i Borgia, per trent’anni, hanno avuto assassinii, guerre, terrore e massacri, ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento. In Svizzera hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di pace e democrazia, e che cos’hanno prodotto? Gli orologi a cucù.”.

fabrizio d'ippolito 04.02.12 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Permettetemi un parallelo tra il nostro paese e un amplesso.Se fosse vero che ” l’attesa del piacere è essa stessa piacere”, beh….noi ci sborniamo nell’attesa di qualcosa di semplicemente intelligente e intellegibile. Cos’è cambiato da qualche mese a questa parte tra i fuori campo del “bandana” e gli sproloqui salottieri di un lacchè borioso: “perché, allora, non ci avete pensato voi quando eravate qui?”, “la ricchezza non è un peccato”, “ il posto fisso: che monotonia.”.
Se dovessi scegliere, perlomeno “il bandana” risultava schifosamente comico, questo estremamente reazionario-irritante. Ma tant’è che oggi abbiamo una migliore reputazione e maggiore considerazione a livello europeo. Partiamo dalla reputazione: nel buio anche la luce più fioca ci abbaglia. Quindi, occhio a non confondere una candela per il sole. E sinceramente, conquistarsi una “puttana” non è gran cosa per un dongiovanni. Ma soprassediamo. Ah si, la considerazione europea: continuo a chiedermi se l’Unione europea sia un consesso o un asse, un cerchio che raccoglie o una linea retta che separa. Provate anche voi e come una voce “sibilla” sentirete sempre più forte: ma a che cazzo ci è servita questa Europa? Ma tant’è che dopo “Forza Italia”, finalmente abbiamo avuto da “Salva Italia” a “Cresci Italia”: la fantasia di questo popolo, fiore all’occhiello per secoli, si è andata a far fottere in qualche decennio. E ora torniamo all’introduzione: questo Paese è la metafora di un amplesso lasciato a metà. Non riesce a soddisfare nessuno e farebbe schifo anche alla più puritana.
Continua................

fabrizio d'ippolito 04.02.12 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Bologna - Con le scuole chiuse per neve e a causa di un appalto comunale dalle condizioni "vergognose", gli educatori scolastici di Bologna rimarranno senza stipendio per tutta la durata dell'ordinanza di chiusura. A segnalarlo, con una nota, e' l'Usb. "La cooperativa che gestisce i sevizi educativi scolastici del Comune, appresa l'ordinanza, con una e-mail dal tono cordiale ma risoluto- riferisce il sindacato di base- comunica agli educatori ed alle educatrici che rimarranno a casa e "le ore perse non saranno ne' pagate ne' potranno essere recuperate". In tempi di crisi, dunque, "basta una nevicata a riportare all'ordine del giorno il 'problema della sopravvivenza' di questa categoria di lavoratori, vessata da un Contratto nazionale capestro- scrive l'Usb- da poco rinnovato in termini di salario e normativi a dir poco vergognosi da Cgil, Cisl e Uil". Una categoria, poi, "presa in giro dall'amministrazione di Merola che, lo ricordiamo- continua la nota- sul finire dell'estate scorsa ha prodotto un appalto per questo servizio a condizioni altrettanto vergognose": ovvero "riduzione complessiva delle ore di intervento, spezzettamento degli interventi tra educativi ed assistenziali, demansionamento, non riconoscimento delle ore di assenza dei bambini e, in ultimo, ferie non pagate in caso di chiusura per eventi climatici". Nel frattempo, aggiunge il sindacato, la viabilita' e' "tutt'altro che scorrevole e la neve ancora occupa le carreggiate: ne sanno qualcosa gli autisti dell'Atc rimasti bloccati ed in difficolta' nel governare gli autobus". L'Usb, cosi', rivolge direttamente al sindaco Virginio Merola: "Faccia la sua parte, prenda la pala e dia una mano a spalare. Prima riaprono le scuole, prima gli educatori ritornano al loro cottimo".

alessiatonioli 04.02.12 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

comodo parlare di abituarsi, proprio da uno stronzo che da anni è nel cda della bocconi, che è divenuto senatore a vita (grazie anche all'arteriosclerosi di Napolitano) ed oggi parla di lavoro precario come se fosse il toccasana, proprio lui che effettivamente è un precario che con i suio lavori a progetto (Goldman sachs e c.) raccimolava come CO.CO.CO. del cazzo circa 6500000 di euro all'anno.
Complimenti, prima di dire certe stronzate informati che mediamente per precariato si parla di 500/600 € al mese. Forse pensava al propri pargolo un paraculato come lui nel passato, che non piegherà mai la schiena per ottenere un risultato.

lorenzo 04.02.12 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Questo governo di merdacce sostenuto da un parlamento di merdoni in cui chi governa è sempre BERLUSCONI e i suoi amiconi.
Con BERSANI gran coglione è a 90° tutta l'opposizione,questa dunque è la mia reazione e un sparo in bocca la soluzione.
Questo paese (Italia) e sempre stato grazie a voi una merda ed è inutile che venite a raccontarci che fino ad ora siamo stati bene e che adesso bisogna pagare i privilegi che non abbiamo mai avuto perche altrimenti i nostri figli non avranno futuro.
L'unico modo che esiste per dare un futuro a questo paese e ai nostri figli e che la genia bastarda che ci a governato in una nuvola di fumo sia trasformato e sparisca per sempre.

Adios Amigos finita la festa

Claudio T., Trieste Commentatore certificato 04.02.12 08:25| 
 |
Rispondi al commento

Che noia il posto fisso ..

Vuoi mettere invece la gioia , il divertimento che si prova a a 45 anni a mandare 10 curriculum al giorno e nessuno ti risponde ?
Vuoi mettere il piacere che ti danno le notti insonni passate al computer a cercare tra le offerte offerte di lavoro e le migliaia di truffe , quando non riesci a dormire perchè l'ansia e la paura sono troppo grandi per perdere le ore dormendo ?

Vuoi mettere che botta di vita essere senza una prospettiva per il futuro della tua famiglia .. e provare vergogna davanti al tuo bambino quando ti chiede cosa fai papà , con chi parlavi al telefono ?

Vai a lavorare da quel signore ?

Questa si che è vita , altro che palle .

emme gi M5S 04.02.12 03:19| 
 |
Rispondi al commento

il posto fisso e' una noia???
ma quanto pezzo di merda e' questo viscido decerebrato. proprio lui parla che ancor prima di avere l'incarico di premier ha preteso di essere nominato senatore A VITA, A VITAAAA?????? ma allora per farti uscire dai coglioni tu e tutta la tua brutta razza dobbiamo augurarvi di morireeeee?????
e' questo che voleteeeee?????

ales sandro 04.02.12 01:01| 
 |
Rispondi al commento

M5S ma che cazzo andate a fare in parlamento?
Andare a mischiarsi con la merda non può che produrre un solo risultato, puzzare di merda!
Ai posteri l'ardua sentenza.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.12 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Sapete che vi dico?
Sono centinaia di anni che si dicono sempre le stesse cose e non cambia mai un cazzo sotto il punto di vista dell'uguaglianza sociale.
La soluzione a tutti i problemi? Levate sti cazzo di soldi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! non so come ma LEVATELI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.12 00:51| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente!I giovani meritano la nostra fiducia e sanno "leggere"la realtà!Ascoltiamoli!

Rossella V. Commentatore certificato 04.02.12 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono solo i DEMENTI del pd-l che riescono a superare se stessi mantenendo la fiducia a simili teppisti benvestiti che piangono loro nell'inchiappettarci.Possibile che almeno l'opposizione non si SVEGLI e creda ancora alla favola che dopo tutte le porcherie che ci han gatto ingoiare ne assumano dell'altra come panacea per un "disastro annunciato" Chi ricorda la manfrina della carenza di energia elettrica con un tronco fatto cadere brutalmente su di un elettrodotto per asserire che andavano costruite nuove centrali (capo dello stato Ciampi)per renderci indipendenti.Bene su questo filo hanno fatto e disfatto tutto ciò che poteva arricchire i soliti noti,la città dove vivo è un tipico esempio ha partecipato ad una costruzione simile col risultato che l'ASM è in difficoltà finanziarie.Ora con lo stesso sistema stanno insistendo sul pericolo di default ma le banche sono strapiene di soldi e non ne vogliono dare per investire a loro favore,non pensate che sia le stessa identica manfrina con altri attori professionisti della truffa? saluti cari

emilfrank 04.02.12 00:28| 
 |
Rispondi al commento

credo che gli italiani comincino a comprendere lo spirito che spinse il popolo francese in un lontano 1789 a scatenarsi contro i nobili. Ci stanno provocando in tutti i modi. Non solo ci derubano ma ci deridono pure. O sono affetti da puro sadismo o ci ritengono imbecilli congeniti. O molto probabilmente si fidano di santa romana chiesa che tenga buoni buoni gli schiavetti sfruttati e ingiuriati. Tanto poi gli tocca il paradiso, mentre a loro all'inferno si scalderanno i piedini e puzzolenti come le loro anime. La violenza non è mai cosa buona ma questi la stanno provocando i tutti i modi. Io sono per mia natura pacifista e contro ogni violenza ma quando li vedo e li sento l'istinto animalesco risorge e vorrei prenderli per il collo e gettarli nella miseria più nera e sotto gli insulti dei precari e disoccupati derubati non solo del posto fisso ma della dignità di esseri umani.

maria barberio 04.02.12 00:23| 
 |
Rispondi al commento

La toppa di Monti: "Il posto fisso è positivo". Con la maschera stile Jovanotti spera di recuperare!Lui pensa positivo! bisogna ribadire a Monti "avete trovato un muro un muro molto duro che siamo noi"

mario mario Commentatore certificato 04.02.12 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Ma nessuno ha mai pensato che il sig.Monti dice che il lavoro a tempo indeterminato è monotono solo per il fatto che non c'è lavoro??????? Caro Monti e TUTTI i tuoi cari amici ma provate a cambiare lavoro, magari a lavorare nei campi con una zappa in mano. Vi assicuro che è un bel lavoro, almeno quando arriverete alla sera non avrete tanta voglia di dire c******!!!!!!!!!!!!!!!!
Elisa Albiani

Elisa Albiani Commentatore certificato 03.02.12 23:53| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei chiedere al Presidente Monti al riguardo del Posto fisso e la monotonia , se anche alle banche viene la monotonia se dovessi richiedere un mutuo per comperarmi una casa e presentando un contratto di lavoro non fisso ! me lo farebbero?
Poi un altra cosa che vorrei chiedergli è questa: A voi Politici non viene la monotonia ad avere stipendio e pensione assicurata??

Marco Dell'Oriente (), Lucca Commentatore certificato 03.02.12 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Beh, a dirvela tutta all estero tanto male non si sta!
Io sono un esempio di quei tanti connazionali che hanno evacuato dall italia senza pensarci troppo. Ho capito che la situazione non poteva portarmi che ad una devoluzione professione e morale. Vivo ad abu dhabi... Oddio non e' che gli emirati siano la realizzazione di un sogno nel cassetto. Ma per lo meno offrono una certezza lavorativa ed un tenore di vita piu' che dignitoso.
Nel cuore ho sempre la mia italia. tutti i giorni spero di leggere qualche buona notizia sul Fatto Quotidiano.. Approposito: non esistono piu' quotidiani attendibili in italia.. Trovo che anche la repubblica si stia sputtanando notevolmente..
Comunque.
Spero di poter tornare un giorno... Magari per godermi la pension........ No non credo!
L italia butta via i beni piu' praziosi che possiede.. Gli italiani
Come me tanti altri..

Fabio Massimo Frazzetta 03.02.12 20:37| 
 |
Rispondi al commento

no rigor Monti, ma coion Monti...
che chieda ad un precario o ad un' lavoratore a contratto a progetto (come sono io) se una BANCA gli fa un prestito per comprarsi, non una casa (cosa ormai improponibile), ma una macchinina di piccola cilindrata per andare al lavoro SE glielo fanno!!!

MONTI: 70 MILA EURO TRA PENSIONE, STIPENDIO DA SENATORE A VITA...ecc.. ma va a F. C.

Alberto Z., PN Commentatore certificato 03.02.12 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Ispirandosi ai principi della Costituzione, della Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo, della Carta sociale europea e della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, la programmazione e la realizzazione di un sistema organico di interventi e servizi sociali, che si attui con il concorso delle istituzioni pubbliche e delle formazioni sociali, attraverso l’integrazione degli interventi e servizi sociali, sanitari, delle politiche abitative emettendo tutti gli atti obbligatori e generali di attuazione degli artt. 22 e 25 della Carte dai diritti dell’uomo, che come noto impongono che ” OGNI INDIVIDUO HA DIRITTO AD UN TENORE DI VITA SUFFICIENTE A GARANTIRE LA SALUTE E IL BENESSERE PROPRIO E DELLA SUA FAMIGLIA, CON PARTICOLARE RIGUARDO ALL’ALIMENTAZIONE, AL VESTIARIO, ALL’ABITAZIONE, E ALLE CURE MEDICHE E AI SERVIZI SOCIALI NECESSARI; ED HA DIRITTO ALLA SICUREZZA IN CASO DI DISOCCUPAZIONE, MALATTIA, INVALIDITÀ, VEDOVANZA, VECCHIAIA O IN ALTRO CASO DI PERDITA DI SUSSISTENZA PER CIRCOSTANZE INDIPENDENTI DALLA SUA VOLONTA’”.

http://ilmartello.net/2012/01/23/larticolo-18-ci-rendera-tutti-lavoratori-precari/

Paolo Lincetto, ABANO TERME Commentatore certificato 03.02.12 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Regione Veneto: 3000 dipendenti.
regione Sicilia:24000 dipendenti.
Sono questi i posti di lavoro fissi che volete?

Fulvio C., Verona Commentatore certificato 03.02.12 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione, sta iniziando a girare in ambienti informatici ben "inseriti" che a breve (entro Marzo 2012) nelle banche verrà installato un procedura informatica (un software) denominato "TI TROVO" (che fantasia) molto particolare....
Lo scopo di questo software è quello di incrociare TUTTE le spese fatte con CARTE DI CREDITO e BANCOMAT con il vostro REDDITTO!
Qualsiasi anomalia nell'arco del singolo mese verrà automaticamente segnalata all'agenzia delle entrate... A me pare PAZZESCO !!!! Fate i vostri conti, perchè pare che ce li faranno in tasca d'ora in poi!

Gennaro Bazzi 03.02.12 17:45| 
 |
Rispondi al commento

PER LUCA FORCOLINI DI BIELLA


http://senzasoste.it/anti-fascismo/a-bolzano-i-consiglieri-di-beppe-grillo-solidali-con-casa-pound

antonio r 03.02.12 16:55| 
 |
Rispondi al commento

- http://www.altrenotizie.org/esteri/4005-la-strana-polizia-europea.html - salve ragazzi, il mio non e' un commento, volevo girarvi un articolo interessante su una nuova polizia europea creata nel piu' alto riservo e chiedervi se ne eravate a conoscenza e se sapevate che gode di liberta' illimitata di azione e non puo' essere giudicata da nessuno!!!??? direi i nuovi SS.... ma' vedete voi se gio' che ho trovato corrisponde a verita'!
ciao Silvano bologna... la nuova dittatura europea sta tessendo la sua tela... sembra l'impero di querre stellari...

silvano sanguin 03.02.12 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Possiamo fare anche noi come i mass media e attaccarci ad ogni dichiarazione del cavolo ??!

parliamo di soluzioni e di idee piuttosto.

e detto tra noi, la cultura del posto fisso, dove neanche chi ruba allo stato viene allontanato definitivamente dall'ammistrazione o peggio ancora dove neanche gli insegnanti pedofili vengono allontanati dalla scuola, all'insegna del "tengo famiglia", è una delle tante cause della situazione economica attuale, insieme all'inveterata abitudine italiana ad non assumersi le proprie responsabilità.

Non servono posti fissi, ma contratti di lavoro umani ed a tempo indeterminato ma sopratutto servono persone serie.

ps: sono uno dei tanti ragazzi laureati che è dovuto andare all'estero a lavorare, ho un contratto a tre anni senza alcuna tutela.
Non voglio un posto fisso, ma voglio dimostrare ogni giorno di meritare un posto di lavoro.

giuseppe p., campofelice di roccella Commentatore certificato 03.02.12 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel 1983 avevo 22 anni, una morosina di tre anni più giovane, con due stipendi bassini bassini, ma due posti di lavoro a tempo indeteminato. Con l'incoscienza dell'età decidemmo di comprare casa in cooperativa ed accendemmo un mutuo di 70 milioni di lire, che oggi potremmo paragonare almeno a 150.000 euro. Ci siamo fatti un mazzo tanto, ma potendo sapere quanti soldi sarebbero entrati ogni mese. La casa è diventata nostra ed abbiamo potuto farci nascere dentro la nostra famiglia. Oggi abbiamo due figli con pochi anni in meno di quelli che avevamo noi allora, viviamo in un paese allo sbando e c'è il presidente del consiglio che trova noioso il posto fisso; il futuro dei nostri figli sarà quasi certamente vissuto ed improvvisato alla giornata, senza possibilità di pianificare e d'investire su qualcosa di stabile, con la precarietà e l'ansia di chi non è figlio di un milionario e sa già che ogni giorno dovrà inventarsi qualcosa.
Andate affanculo!

Capo Eldero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.02.12 16:09| 
 |
Rispondi al commento

il posto fisso si estinguerà nell'arco di 10-15 anni. è una razza in via di estinzione come il drago di Komodo. i sindacati non possono più pretendere art. 18 e posto fisso: sono due condizioni che non sono più realizzabili. l'art. 18 deve trovare un nuovo equilibrio con le esigenze del mercato del lavoro così come il posto fisso. secondo me si dovrebbero creare dei meccanismi per cui un lavoratore passando da un datore all'altro (e da un lavoro all'altro) riesca a mantenere una certà contunità del rapporto di lavoro. e se questo non fosse possibile, allora dovremmo rivedere tutti gli ammortizzatori sociali e crearne di nuovi per risolvere il problema della discontinuità tra un rapporto di lavoro ed il successivo. credo che il governo stia pensando a qualcosa in questo senso, anche se non è stato in grado di comunicarlo in modo corretto come dimostra la gaffe di Monti

daniele pellegrini 03.02.12 15:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro professor Monti, non è il "posto fisso che annoia" ma il "costo fisso dei parlamentari e parassiti come voi che è noioso" servi delle banche che ci avete portato alla rovina. Il vostro "Governo tecnico" è l'alibi per i partiti, che senza sporcarsi le mani vuole far pagare a tutti noi le porcherie e i giochetti della finanza creativa.

mauro rossi 03.02.12 15:46| 
 |
Rispondi al commento

voglio fare una considerazione:potrei essere anche d'accordo con Monti sulla noiosita' del posto fisso,pero' perche' ai parlamentari tipo Fassino,Andreotti,parlamentari e senatori a vita non si lamentano della noiosita' di stare a Roma per 30 40 anni e piu'?
BEPPE CHE DICI?

chiara gafforini 03.02.12 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Adesso ve la dico io una cosa, io da precaria ho aperto un'attività proprio per cercare un futuro migliore non solo per me anche per aiutare persone come me.Perchè se la mia azienda fosse cresciuta come avrebbe dovuto forse e dico forse mi sarei potuta permettere un dipendente con un contratto serio non un co.co.pro ma un tempo determinato e poi un indeterminato. Purtroppo la mia attività risente della crisi ma sapete di cosa risente veramente? di chi a 30 metri dalla mia attività alla luce del giorno opera illegalmente, mi porta via i clienti applicando prezzi stracciati perchè evade le tasse totalmente. Lo abbiamo denunciato mille volte al sindaco, ai carabinieri,alla guardia di finanza e ancora niente di niente. Lui l'altro giorno in banca ha depositato 14 mila euro io ero dietro di lui di due persone , io ne ho depositati 500 !! Per cui non è solo il lavoro che manca, manca la tutela per chi vuole crearlo e aiutare la società a migliorare senza evadere un euro! Pensate a una cosa sola se io aiuto una persona dandogli uno stipendio sicuro,questa persona potrà essere serena e lavorare bene con me , potrà pensare ad un futuro. E se anche il mio vicino imprenditore facesse così , e l'altro ancora ecco che staremo tutti meglio! una collaborazione sana tra piccolo imprenditore e lavoratore, un rapporto di fiducia e onestà! Ma una cosa l'ho capita adesso che sto chiudendo che in Italia sei un pazzo se la pensi come me e vieni messo da parte mentre chi ti ruba il futuro viene addirittura agevolato. Finchè non cambierà la mentalità di tutti non andremo da nessuna parte..

libera b., MODENA Commentatore certificato 03.02.12 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio ai naviganti:
"Non c'è più trippa per i gatti".
mandi

piero m., san vito al tagliamento (PN) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.02.12 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sveglia alle 7, dalla propria donna di servizio (magari anche con un servizietto extra);
scorreggia amplificata (perché tanto se ne frega..)
colazione in sala arredata in stile Luigi XIV, a base di frutta fresca di giornata, caffé regalato direttamente da un'alta personalità brasiliana, briosches fatte a mano dal pasticcere 2 stelle michelin e recapitate a domicilio.
Lista dei quotidiani
Doccia emozionale e idromassaggio nella sala da bagno in marmo nero di Carrara.
ore 8.30 in Audi A8 superblindata da 200 000 euro, verso Piazza Colonna, evitando tutto il traffico naturalmente! Dopodiché si inizia a inciuciare...finito il duro lavoro, si va a teatro o presenziare ad un cocktail/ cena di gala e....e.....e....e....e vaffanculo!

Ugo D., Nice Commentatore certificato 03.02.12 14:55| 
 |
Rispondi al commento

LEGA NORD.

Per aver affossato questo paese, per aver graziato molti mafiosi in parlamento (vedi cosentino), per essersi accordata per venti 20 anni con il più grande mafioso che la repubblica italiana abbia mai conosciuto (berlusconi), per aver ingannato il popolo per un ventennio, per essere in verità il partito che maggiormente ha contribuito a far fallire L'ITALIA, Sia maledetto il partito della LEGA NORD, IL SUO SIMBOLO, LA SUA IDEOLOGIA, e non sia mai più ricordato nei secoli.

Pietro T. Commentatore certificato 03.02.12 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Si, Monti ha sbagliano nei toni e nel momento, ma non ha torto se dice che è cambiato il lavoro. Un tornio, di 80 anni fa, aveva una durata di decenni, così come un prodotto di consumo: oggi consumiamo tutto nel giro di un tempo breve e non è facile rispondere ai bisogni di cambiamento di prodotto con una riorganizzazione, spesso è più facile che sorgano nuovi prodotti con nuove aziende: uno spreco,certamente.Possiamo fermare tempo, modi e consumi? Non lo so, mi pare però che siano proprio i più giovani, giustamente, a non volerlo. E' più facile e giusto salvaguardare le persone, le famiglie e non il posto. Il punto è....ma quando si comincia e con quali risorse. L'altro aspetto è che in Italia abbiamo imprese piccole, troppo piccole. Fanno difficoltà a fare reddito, innovazione.Che fare? Io, spero in una cultura cooperativa,di impegno diretto di chi lavora oggi come dipendente nell'impresa, riuscissimo ad organizzare cooperative anzichè andar su tetti a cercar nuovi padroni, forse si avrebbe un sindacato poco conflittuale ma più utile. E' il tempo di un protagonismo positivo e partecipato, perchè da questa crisi, questo nostro Paese e non solo, può uscirne solo se sarà più equilibrato e giusto e saprà impegnare al meglio le risorse disponibili. Anche in quei settori pubblici, dove il posto fisso rimarrà in futuro, si dovrebbe avviare qualche cambiamento, lì spesso sono finiti amici e parenti. Senza colpi di spugna, impossibili oramai, però ci devono essere parametri che consentono di mantenere e premiare le persone volenterose e capaci e disfarci, atraverso la mobilità, di chi, nel pieno delle sue forze, dimostra di non avere interesse per quel posto, un sistema pubblico che funziona è fondamentale è una risorsa in più.
Leonardo

leonardo 03.02.12 14:52| 
 |
Rispondi al commento

io ho 29 anni e vivo da sola,nn ho un lavoro sono ferma da sei mesi a casa,sono in disoccupazione ma ce solo da ridere a quando prendo,400euro giusto per pagarmi l affitto!!per non parlare i 140euro di irpef che si prendono!!questo e lo stato,e io sono piu convinta di andarmene.Ma siamo solo governati da gente folle,il potere li rende cechi!!e monti se ne puo andare pure a fanculo!!e tu beppe sei un grandeeeee!!!

lina novellis, pietra ligure Commentatore certificato 03.02.12 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Adesso anche l'Esattore se ne esce con i commenti infelici...Inutile, chi sta là non sa un cazzo di quel che succede fra la gente comune. Basta fotografare una giornata tipo di questi quà, dal momento in cui si svegliano alla mattina..

Ugo D., Nice Commentatore certificato 03.02.12 14:33| 
 |
Rispondi al commento

E' FINITA. SIAMO FINITI. NESSUNO CI SALVERA'.STIAMO PAGANDO IL NOSTRO STILE DI SOCIETA' CHE ABBIAMO CONTRIBUITO A STRUTTURARE. MA ORA E' FINITA, FINISCE TUTTO MA NON RICOMINCERA' PIU' NULLA, NON CI RISOLLEVEREMO MAI.

charles foster kane 03.02.12 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Ricetta liberista o Gioco dei 4 cantoni.
Prendere 4 lavoratori a tempo indeterminato precedentemente precarizzati con leggi
inique e procedere al lavaggio del cervello con cazzate del tipo: "non è vero che
ti annoi? Ma sì che ti annoi: ammettilo che non puoi lavorare lì tutta una vita: vuoi
mettere provare il brivido di friggere patatine da Macdonald o infilare la pubblicità
nelle cassette delle lettere?".
Appena si liberano alcuni posti precedentemente occupati da fancazzisti a tempo
indeterminato rimpiazzarli con precari storici meglio se bamboccioni o sfigati cronici.
Lasciate riposare il tutto per qualche mese e quindi ripetere l'operazione.

pippo pansa Commentatore certificato 03.02.12 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto in tv rutelli difendere a spada tratta la propria onorabilità

(forse riprenderò a bere e a drogarmi)

"La questione morale esiste da tempo, ma ormai essa è diventata
la questione politica prima ed essenziale perché dalla sua soluzione
dipende la ripresa di fiducia nelle istituzioni, la effettiva
governabilità del paese e la tenuta del regime democratico." (E. Berlinguer)

(poi conto anche di acquistare una Glock 17)

fuori soffia che dio la manda...

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 03.02.12 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Andreotti è in politica da 71 anni.
Ma non avrebbe mai detto che fare lo stesso lavoro è monotono, avrebbe detto anzi, con maggiore intelligenza, che il lavoro è come il potere e logora chi non ce l'ha.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://youtu.be/QBZCeYpWwlI

adormidera r., ge Commentatore certificato 03.02.12 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Laboratorio AQ 16, Casa Bettola, Associazione Città Migrante. Centri autogestiti che stanno dando un tetto a chi non ce l'ha. la prossima volta che incontreremo questi ragazzi abbracciamoli. un moto di rispetto verso queste persone mi sembra il minimo.

lazzaro alzati (carogna), reggio emilia Commentatore certificato 03.02.12 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, il tempo è quello giusto per mostrare alla gente quanta m***a sta ingoiando che però non le compete!
Bisogna darsi una mossa e mettere in prima fila il M5S e i suoi appartenenti perché si è l'ultima spiaggia, e dopo questa il nulla. Nessuno è obbligato, ma tutti sono tenuti dal prendere visione di ciò che accade e valutarlo per come è e non per come dovrebbe/potrebbe... quelli che dicono che non è vero, basta mandarli a quel paese, perché si sa quanto siano negazionisti e pagati per sostenere certe risposte.

L'Italia dunque, NON E' nella UE e questa di seguito è la prova, perché mancando l'allineamento...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/01/sanzioni-revoca-rimborsi-detenzionele-regole-finanziamento-partiti-europa/188303/

3mendo 03.02.12 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Il Fatto è, che fa sempre più schifo.
Delusione.

gennaro fu 03.02.12 14:13| 
 |
Rispondi al commento

monti pensa la noia tutte le volte che non arrivi a fine mese e non trovi un cesso di lavoro...bastardo!


Prodi, Berlusconi & Monti (3 su 3) confermano la teoria che dopo una certa età non si è più adatti a lavorare (rinc........i).
Peccato che vogliano tutti convincerci che è giusto farlo.

Giuseppe 03.02.12 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Lo stile di lavoro "americano" che vorrebbe promuovere Monti non può funzionare in Europa (in Italia non esiste proprio la possibilità) perchè manca una cosa fondamentale (anche solo per avere un'unità sociale): una lingua comune.
Senza quella non può esserci un ricambio lavorativo al di fuori dei nostri confini. All'interno dei confini il lavoro non c'è. Quindi la strada per un mercato di lavoro "americano" E mooooolto lunga. Considereando anche la capacità di parlare inglese (se una lingua ci fosse sarebbe quella) di noi italiani. il livello medio di uno che ha studiato inglese dalle elementari alle superiori è pari a quello di un bambino inglese di 5 anni.

Stefano C. Commentatore certificato 03.02.12 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solo per pochi il lavoro è una droga eccitante
Per i più è una monotona e urgente necessità
Glielo ha detto qualcuno a Monti che senza lavoro si muore?
O si delinque? O ci si prostituisce? O si finisce pazzi?
Ma il messaggio vero che passa è questo: se oggi ti levo il diritto del lavoro, domani ti leverò il diritto del pensiero. E, dopo, potrò fare di te quel che mi pare

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Sono basito! ghghghghghghghgh

Baldo Bracco (Catticanì) 03.02.12 14:00| 
 |
Rispondi al commento

IL POSTO FISSO CHE NOIA ?
PARLA MONTI CHE PRIMA DI DIVENTARE PRIMO MINISTRO SI E' FATTO FARE SENATORE A VITA !!!! PIU' FISSO E SICURO DI COSI' !!!!

IN ITALIA IL PIU' PULITO C'HA LA ROGNA !!!

anna t 03.02.12 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Che palle anche sto mese lo stipendio..basta..

banalman .. Commentatore certificato 03.02.12 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni giorno vengo qui e spero che si organizzi un blocco pacifico nelle piazze di tutto il Paese.
MA NON SUCCEDE NULLA.
MUOIO ogni giorno da disoccupato, ogni tanto trovo qualcosa per tirare a campare. E dire che sono laureato ed anche specializzato.
La gente come me che ha studiato una vita finisce per deprimersi per nascondersi dalla società che non lo vuole. MANCA POCO e saremo spazzati via noi figli di nessuno e come tali impossibilitati al lavoro. MANCA POCO e una DITTATURA militare controllata dai segretari politici ci IMPEDIRA' le elezioni del 2013 , l'ESERCITO controllerà che una intera classe sociale venga spazzata via senza insurrezioni e violenze. Gli ANZIANI moriranno di stenti, di freddo in inverno e di caldo in estate, QUELLI COME ME invece moriranno da barboni nelle stazioni.IO LA VIVO IN SILENZIO perchè una sola voce nulla può fare, e informarmi su come sta morendo una nazione di come sta soffrendo una popolazione comincia a farmi solo del male non vedendo alcuna reazione. M5S VI PREGO VI SUPPLICO ORGANIZZATE QUALCOSA NELLE PIAZZE FATECI VEDERE CHE CI SIETE CHE CI SIAMO TUTTI INSIEME.....

charles foster kane 03.02.12 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BUTTALA...

Dal momento che la Rai è colonizzata dai partiti, considerando che tale sottomissione comporta un venir meno di una compiuta libertà di informazione, di trasparenza nelle scelta dei programmi, perchè il canone non lo pagano i partiti?

Ah, ok. Siamo nel paese in cui i sudditi pagano le tasse ai padroni... come si dice: uno invita e l'altro paga o, se preferite, uno tromba e l'altro paga.

TIVU'.

By Gian Franco Dominijanni


Professore Monti, dai faccia una legge per fare stare a casa i politici dopo due legislature, all fine di evitare che diventi posto fisso e quindi monotono stare in parlamento. Dai cominci da loro............

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 03.02.12 13:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

un'intervista illuminante; ascoltate prego, l'ex vice president moody's: http://www.youtube.com/watch?v=_w8UypDsIyw

Ugo D., Nice Commentatore certificato 03.02.12 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Bah! Oggi tocca a me.


quest'anno c'è stato lo scioglimento di ghiacci più intenso mai registrato.
questo comporta che una grande quantità di acqua dolce si è riversata in mare alle estreme latitudini.
di conseguenza il punto di congelamento del mare in quelle zone si è alzato notevolmente.
se l'acqua di mare si congela anche solo in superficie nelle aree di transito delle correnti temperate (una di queste è quella del Golfo alla quale dobbiamo il clima mite delle nostre latitudini) si può verificare una piccola era glaciale.
ce ne sono stati tanti di questi fenomeni negli ultimi 2000 anni.
e dipendono sostanzialmente dall'attività solare, che, guarda caso, di recente è stata anch'essa la più intensa registrata negli ultimi anni.
la piccola era glaciale del 1300 è la fase fredda forse più intensa degli ultimi 10.000 anni.
essa non provocò solo la morte per assideramento di interi villaggi del nord europa, ma fù anche la causa indiretta della grande pestilenza della metà del XIV secolo.
la natura è crudele, in questi casi, ma anche sostanzialmente e mirabilmente "equa"...giusta, oserei dire.
nell'estremo oriente le pulci, che veicolano il morbo della peste, non trovarono più topi a sufficienza da infestare, perchè erano stati decimati dal freddo.
allora attaccarono l'uomo e così iniziò il grande contagio e la pestilenza che ne derivò uccise oltre i 2\5 della popolazione europea.
altra conseguenza del freddo furono carestie dovute alla mancanza di raccolti.
insomma per farla breve, c'è una qualche probabilità che quello che sta succedendo in fatto di clima porti a una clamorosa depopolazione.
me lo auguro di cuore, perchè amo la natura e ritengo che l'uomo sia oramai una specie nefasta per il suo equilibrio.
altro che intelligenza superiore, abbiamo dimostrato di essere dei parassiti globali, incapaci di vivere in armonia con sè stessi e con le altre forme di vita del pianeta nate per sfruttare e sfruttarci a vicenda.

http://www.youtu.be/NaQm8PJkhFY

davide lak (davlak) Commentatore certificato 03.02.12 13:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fare attenzione al Prof. Mario Monti, secondo me con questo incarico da Premier gli ha dato alla testa. Certo per i giovani il posto fisso è monotono, mentre ai fottuti politici bastardi il posto fisso nel parlamento è un dovere che stanno lì dentro da 40 anni.
VEDI:
ANDREOTTI
BERSANI
BERLUSCONI
DALEMA
CASINI
BIANCHI
GASPARRI
CICCHITTO
E TUTTO IL RESTO DELLA CAROVANA.
MA CHE NON OCI COMPESSE I COGLIONI IL PROFESSORE MARIO MONTI CON STA MENATA DEL POSTO FISSO.

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 03.02.12 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Il blogger Alberto Ragazzi riferisce un discorso di Bossi ad una festa della Lega a Scanzorosciate:
“Bisogna fare una riforma della magistratura. Siamo fortunati che c’è Castelli.Solo un ingegnere poteva capire qualcosa.E poi non vogliamo le rogatorie internazionali.Non vogliamo richieste della polizia che vengono dall’estero
I magistrati non devono essere liberi di agire come vogliono. Loro attaccano la politica. Sapete come faceva Stalin per tenere controllata
l’URSS? Controllava la magistratura. I nostri magistrati sono troppo indipendenti”
(Dalle facce dei presenti sembrava che nessuno si rendesse conto di quello che stavano ascoltando. Ci sarà stato qualcuno che abbia arguito che l’obbiettivo era di controllare l’operato della magistratura per fini personali del suo amico bìbi? E con questo anche la struttura dello stato?)
Poi continuava:
“Perché deve essere il popolo ad eleggere i magistrati bravi che devono proseguire nella carriera. non devono avanzare per concorso, come si fa ora”.
Come possa un comune cittadino essere in grado di giudicare la bravura di un giudice è un mistero. Nelle sue incongruenze sembra la prosecuzione del Mein Kampf. Al ministero della giustizia non poteva andare lui perché inquisito per oltraggio alla bandiera italiana. Quella padana doc nata a Reggio Emilia. Ma lui ne è all’oscuro. Il suo giornale è andato avanti per mesi raccontandoci dello scandaloso oltraggio contro la bandiera israeliana operato da alcuni esponenti della estrema sx. Evidentemente secondo loro quelli sono cattivi che offendono la bandiera di un altro paese. Non è ridicolo, è da piangere. Siamo in mano a questi.
Dopo questo hanno fatto la legge elettorale con la quale il cittadino non elegge più nessuno.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh, ma che vi aspettavate da Monti? È un banchiere, è stato messo li dalle Banche e fa il suo lavoro che è quello di cercare di uniformare l'Italia agli standard europei, voluti dalle Banche. È stato salutato e osannato come Salvatore della Patria dal Demone Dello Spread malvagio... E qualcuno si aspettava che facesse il gioco della gente comune? Monti non può essere altro che sè stesso; sarebbe come mettere B. a capo di una Onlus: alla fine gli porterà via tutti i soldi, e pazienza se poi la gente comune ne soffrirà. Noto che alcuni ce l'hanno con lui ma solo perchè si sentono defraudati e ritorno alla mia domanda iniziale: che vi aspettavate? Monti sta facendo, di fretta frettissima, qualcosa che richiedere bbe qualche decennio per essere attuata e digerita: io abito in un Paese estero e qui da noi il posto di lavoro fisso, inteso come garantito qualunque cosa succeda, non esiste. Esiste il tempo indeterminato che significa solamente " non a progetto" e una delle due parti può interromperlo quando gli pare. Non è una cosa malvagia, a patto che ci siano molti posti di lavoro.
Quello di Monti, e dove secondo me sbaglia, è dare una metà di qualcosa che non ha l'altra metà per essere completa ed efficente. Non puoi dire ai lavoratori di cambiare spesso lavoro se questo o non c'è o non ti permette di vivere comunque. E oltretutto non collegarlo ad una riforma seria delle pensioni.
Monti Nostro
Che stai al Parlamento (e molto spesso a Bruxelles)
Dacci OGGI il nostro lavoro quotidiano
E rendilo solido con riforme serie e non a senso unico
Il tuo e delle Banche
Non ci indurre in tentazioni
E liberaci dalle tue affermazioni di parte
Di chi con un lavoro fisso e garantito
Vuole imporre sacrifici
A chi di lavoro
Di pensione
E di qualità della vita
Vorrebbe vivere.
Non è difficile...
Ma invece che fare una mezza riforma
Dimenticando il lavoro da fare
A priori
Facci un favore:
Torna a bordo, cazzo!
AMEN

Stefano Lazzari 03.02.12 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono profondamente indignato dal comportamento della nostra classe politica, come cittadino italiano e come tutti quelli che scrivono su questo forum... Credo sia arrivato il momento di agire democraticamente per riscattare gli Italiani supervessati e ormai inermi nei confronti di una classe politica che non fa altro che rappresentare se stessa. Vorrei proporre la RINUNCIA AL VOTO, riconsegnando i certificati elettorali degli aderenti se entro un periodo di tempo ragionevole non si provvederà a porre fine alle vessazioni e a limitare la casta. Una sorta di ULTIMATUM da parte del popolo. Mi vengono in mente una serie di punti chiave: FINANZIAMENTO PUBBLICO DEI PARTITI (CONFISCA DA PARTE DELLO STATO PER SANARE IL DEBITO PUBBLICO); DIMEZZAMENTO PARLAMENTARI E BLOCCO BONUS DOPO AVER RIDIMENSIONATO LO STIPENDIO. DIMEZZAMENTO ACCISE CARBURANTI; ELIMINAZIONE ENTI INUTILI E MESSA ALL'ASTA DEGLI IMMOBILI; BLOCCO SPESE MILITARI; RIDIMENSIONAMENTO EQUITALIA che deve agire con gli stessi poteri dei cittadini; Chi altro avesse proposte o se qualcuno sta preparando un'azione del genere mi contatti...Grazie

Daniele La Scala 03.02.12 13:09| 
 |
Rispondi al commento

I parlamentari responsabili degli obbrobri continuati da decenni in mala fede non capiranno mai se non saranno toccati profondamente nei loro interessi privati: casa, macchina, barca beni etc.

Si sa dove abitano, dove hanno le barche e le macchine...

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 03.02.12 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Articolo 18 per la carriera politica di Monti?
L'impianto accusatorio dei liberisti all'art.18 è basato su falsità ed interpretazioni di comodo della realtà. La signora Marcegaglia parla di "dicotomia insopportabile" tra coloro che sono protetti dall'art.18 che sarebbero privilegiati e come tali additati al pubblico disprezzo come "privilegiati" e coloro che non lo sono e parla delle partite Iva fasulle e delle altre porcherie previste dalla legge Biagi per eludere i diritti e pagare salari ridicoli ai giovani come se non fossero gli imprenditori a farne largo e scandaloso uso. Per cancellare la dicotomia la misura da prendere è una sola: estendere l'art.18 a tutti i lavoratori che oggi ne sono esclusi e cioè a quanti operano nelle aziende con meno di 15 dipendenti e quanti lo sono per leggi di favore che si sono fatte per talune associazioni. Ripeto: la giustizia non consiste nel togliere la tutela della non licenziabilità senza giusta causa a quanti oggi l'hanno ma nell'estenderla a quanti sono vittime di contratti atipici veri e propri fumus giuridici che purtroppo la magistratura non ha impugnato ed avrebbe potuto farlo milioni di volte. I giovani dei contratti atipici purtroppo non hanno la forza per impugnare per i ricatti ai quali sono costretti ed a questa condizione la feroce destra liberista vorrebbe costringere tutti i lavoratori italiani. Propongo alla Magistratura italiana una seria inchiesta sui contratti a partita IVA, a progetto, su tutti i contratti atipici. Sono tutte truffe!
Oggi la Marcegaglia se ne esce confessando la verità sull'art.18 : dobbiamo presentare la la sua abrogazione ai mercati ed all'Europa per migliorare l'immagine e la credibilità dell'Italia e avanza la proposta di limitarlo soltanto ai casi di licenziamenti per discriminazione. Ma questi casi sono già regolati dall'art.15 dello Statuto dei lavoratori!
Il Presidente del Consiglio, il governor Monti, in una delle sue numerose comparsate televisive ha definito "pernicioso"

adormidera r., ge Commentatore certificato 03.02.12 13:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma che bella tutta sta pubblicità sulle tasse, c'è però un punto di vista che sarebbe bene non dimenticare:
PAGHIAMO IL 60% DI TASSE, IL RESTO LO USIAMO PER COMPRARE COSE IL CUI PREZZO è DATO DALLA SOMMA DI:
-60% DI TASSE SU CHI LAVORA LE MATERIE GREZZE
-TASSE SULLE MATERIE GREZZE
-TASSE SU TUTTI QUELLI CHE IN QUALCHE MODO LAVORANO PER COLORO CHE LAVORANO QUELLE MATERIE GREZZE (COMMERCIALISTI, SEGRETARI, ECC)
-TASSE SU CHI TRASPOSRTA LE MATERIE GREZZE, PRIMA, E IL PRODOTTO FINITO DOPO
-LA BENZINA (CHE AL 70% è TASSA)
-TASSE SU CHI LAVORA ALLA VENDITA
ECC ECC ECC
E A QUESTO AGGIUNGETEGLI L'IVA

IN PRATICA UN PRODOTTO CHE COSTEREBBE UN EURO COSTA MILLE PER VIA DELLE TASSE.

IL RESTO SERVE PER PAGARE

-TASSE SULLA CASA
-TRASAZIONI BANCARIE E TASSE SU QUESTE
-PARCHEGGI A PAGAMENTO
-TASSA SU QUALSIASI OPERAZIONE CHE SERVE A PAGARE LO STATO
-I SOLDI DELLE SCOMMESSE ORGANIZZATE DALLO STATO (VANNO ALLO STATO, OVVIO), MA ORA GLI SI Dà PURE LA TASSA SULLA VINCITA.
-SE PER SBAGLIO PRENDI UNA MULTA ORA TI TOLGONO LA CASA
ECC ECC ECC

Le tasse servono a pagare servizi
SANITà: IN PRATICA è QUASI TOTALMENTE A PAGAMENTO
RIFIUTI: SI PAGA LA TASSA A PARTE
INFORMAZIONE: TASSA RAI, E GIORNALI A PAGAMENTO
PUBBLICA SICUREZZA: DI CUI IL 90% è UTILIZZATA PER MANGANELLARE CHI SI LAMENTA, PER CONTROLLARE CHI NON PAGA E PER FARE MULTE A RAFFICA ANCHE DOVE è DECISAMENTE STUPIDO FARLE

MA LO STATO SIAMO NOI...
TRANNE QUANDO NON ACCETTIAMO BENE LE SCELTE DELLO STATO (VEDI TAV, AD ESEMPIO), O QUAND CI SERVE.

UNA VOLTA GLI SCHIAVI ALMENO NON AVEVANO IL PROBLEMA DI ANDARSI A CERCARE IL PADRONE.

PS: SE VOLETE RIBELLARVI RICORDATE: POTETE FARE PASSEGGIATE DI GRUPPO CHE NON SERVIRANNO A UN CAZZO, MA LA VIOLENZA NON è AMMESSA. SE PER CASO L'ACCENNATE VERRETE PRESI A MANGANELLATE (LECITE) E SARETE ARRESTATI (CHE SAREBBE POCO SE NON FOSTE COSTRETTI A VEDERE ROVINATE LE VOSTRE FAMIGLIE PER PAGARE AVVOCATI E MULTE).

QUESTA è L'UNICA REALTà, IL RESTO CHIACCHERE

Mosè 03.02.12 12:58| 
 |
Rispondi al commento

tse!! sinistri!!

Riondino truffato: «Scudai 1,3 milioni
per investire con Lande. E i soldi sparirono»

«Gabbato e messo all'indice, è troppo. »

Nunzio Lombardi Commentatore certificato 03.02.12 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Scilipoti manda il sosia alla presentazione del libro

Il deputato in realtà si trova a Copacabana così ha deciso di mandare uno dei suoi tanti sosia

Nunzio Lombardi Commentatore certificato 03.02.12 12:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei tanto che monti con la sua calma spiegasse a mio fratello di 40 anni suonati che ancora non ha un lavoro fisso, e che per sua fortuna ha due genitori di quasi 80 anni che gli danno da mangiare quando resta senza lavoro ed è costretto a trovarne di quando è fortunato a non annoiarsi con il posto fisso.da noi si dice :l'abbutto nun crida aru diunu.tradotto vuol dire che chi è a stomaco pieno non può credere a chi non ha mangiato.

franca cribari 03.02.12 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia giunto il momento di SCENDERE NELLE PIAZZE E SPAZZARE VIA QUESTO GOLPISTA (sobrio,monotono ed annoiato) che si permette di prendere in giro i cittadini italiani.Questo rappresentante delle banche e delle lobby internazionali che si porta a casa la pensione da docente ,senatore a vita,parlamentare ecc.Con lui dobbiamo mandare a casa anche la corte di ministri( anche loro collusi con i poteri forti)che lo sostengono e perseguono la stessa logica dell'abbattimento dello stato sociale,impoverimento delle famiglie,privatizzazioni(agli amici) dei beni comuni. Assieme a questi dobbiamo mandare a casa l'armata brancaleon del parlamento che in cassa integrazione a 16.000 euro al mese si sente solo quando vengono sfiorati i loro privilegi.In questa orda di mercenari dobbiamo aggiungere anche questo presidente della repubblica che per proporre e garantire questo governo illegittimo ha SOSPESO LA DEMOCRAZIA e in una situazione di crisi avanzata si è permesso di dichiarare guerra alla Libia e ancor oggi di spendere 2 miliardi di euro al mese per le spese militari.

elio mattiazzi 03.02.12 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stavo riflettendo sulla signora fornero e la sua sensibilità e ne sono rimasto molto colpito.
Dopo aver tanto sofferto fino alle lacrime per aver inferto un colpo così terribile ai poveri pensionati (ai ricchi ha fatto il solletico), si è subito asciugata le lecrime ed armata di macete è passata ai lavoratori per stroncare l'articolo 18.
sono sicuro che soffrirà ancora di più per questo, ma teniamo d'occhio i bambini perchè il rischio è che riasciugate le ulteriori lacrime si ricordrà che i bambini appunto usufruiscono ancora della scuola elementare e dell'assistenza sanitaria fino a sei anni quasi gratis almeno per i redditi più bassi.

pasquale r., napoli Commentatore certificato 03.02.12 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Il posto di lavoro "fisso" indubbiamente può essere molto noioso, ripetitivo.

I dipendenti pubblici ovviano a questo inconvenente prendendosi lunghe pause o uscendo a distrarsi con parrucchiere, spesa, magari anche un altro lavoro.

I dipendenti privati si affidano ai colleghi, quelli più simpatici, con cui scambiare qualche battuta nei bagni quando si va a fumare, di straforo, una sigaretta, o in mensa.

Gli operai sono i più penalizzati, perchè hanno da seguire dei ritmi e se si prendono una pausa per fumare una sigaretta magari succede una disgrazia.

Quindi, per spezzare la monotonia, basterebbe inserire pause programmate in cui uno si rilassa un momentino senza subìre conseguenze.

C'è stata una Regione (la Campania, mi pare, sempre all'avanguardia), che ha fatto anche degli stages lautamente pagati su come togliere ai suoi dipendenti lo stress da troppa monotonia.

Potrebbe essere un esempio da seguire.


Margh. 03.02.12 12:43| 
 |
Rispondi al commento

per concludere , sono avviamente d'accordo sul fatto che la TAV e l'investire sul cemento sia il modo migliore di affossarci ancora di più , semplicemente mi pare non abbia nulla a che vedere con la frase di monti sulla noia del lavoro fisso che ripeto è stata completamente decontestualizzata e strumantalizzata

matteo M. Commentatore certificato 03.02.12 12:43| 
 |
Rispondi al commento


Finalmente gli schiavi " sembrano liberi "

Non hanno piu' catene , vincoli

Sono autonomi e di corta memoria , rispetto

Sono uomini coscenti , non hanno bisogno di guida

il risultato sarà anarchia , inconcludenza

caos calmo ? no casino....

in itaGlia libertà è " famo come ce pare"

il direttore d'orchestra lo prendono per il culo

http://www.youtube.com/watch?v=_RCpd50aBG4

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.02.12 12:42| 
 |
Rispondi al commento

da violapost:

Quando si tratta di pontificare, questi “tecnici” del governo, non si tirano mai indietro: dispensano predicozzi a destra e a manca, lanciano affondi a reti unificate perché tanto loro non sono mica politici, stanno lì per “salvare” il Paese dalla crisi che i loro sponsor hanno creato. Sì ok ma da questi tecnici e dalla loro arroganza chi ci salva? Chi ci salva da quel tal Michel Martone, superaccomandato viceministro al welfare, amico di Brunetta, Dell’Utri e Previsti, ormai celebre per la sua indegna uscita sugli sfigati che in qualsiasi altro Paese avrebbe comportato immediate dimissioni. Chi ci salva da Monti che ieri a Matrix ci ha regalato un’altra preziosissima indicazione esistenziale: “Il lavoro fisso? Che monotonia” ha detto il senatore a vita.
E poi però, se vai a guardare bene, questi “tecnici” del governo al posto fisso ci tengono eccome. E mica solo per loro ma anche per i loro figli. Vedi per esempio Elsa Fornero, ministro del lavoro: sua figlia, Silvia Deaglio, di anni 32, è ricercatrice in genetica medica, professore associato alla facoltà di Medicina dell’Università di Torino, il medesimo ateneo in cui insegnano, ad Economia, i suoi illustri genitori, mamma Elsa e papà Mario Deaglio. Un conflitto di interessi grande come una casa. Ma non è finita: la figlia della Fornero è anche responsabile unità di ricerca, ruolo assegnatole dalla HuGeF, fondazione che ha come mission la ricerca di eccellenza e la formazione avanzata nel campo della genetica, genomica e proteomica umana.
La HuGeF è un’istituzione creata e finanziata dalla Compagnia di San Paolo, ente del quale la Fornero è stata vicepresidente dal 2008 al 2010 e per conto della quale è stata designata alla vicepresidenza della banca Intesa, carica lasciata solo dopo aver ricevuto la nomina ministeriale. Un altro conflitto di interessi grande come una casa.
Povera ragazza: chissà quanto si annoia.


ITALIANI! SERVE UNA RIVOLUZIONE VERA!

robert verri (la nuova italia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.02.12 12:41| 
 |
Rispondi al commento

che articolo inutile , la frase è stata completamente decontestualizzata , sembra una delle campagne di libero ,roba alla minzolini, quello che ha detto è tutt'altro ed ha tutt'altro significato , dice che il futuro non è fatto di un posto fisso per tutta la vita ma che è necessario per le motivazioni della persona e per il mercato del lavoro che ci sia maggiore mobilità purchè ( lo dice lui non io ) le condizioni siano accettabili . Mi pare che sia un ragionamento inattaccabile e pensavo fosse un pensiero convisivo da questo movimento. mi sembra che dall'arrivo di monti su questo blog si leggano un pò troppe sciocchezze, prima i tassisti ( incredibile difendere una categoria del genere , allora difendiamo anche farmacie e assicuratori banche e tutte le amibili lobby del nostro bel paese) ora questa campagna anti monti alla minzolini. Quando c'era berlusconi leggevo l'esatto opposto , si leggeva di un desiderio di uno stato più moderno più democratico che potesse dare delle possibilità , mi sembra ovvio che il mercato del lavoro sia allo sfascio e che debba essere modificato , il lavoro fisso il posto fisso all'italiana è una nostra anomalia nata molti anni fà che ha contribuito a rallentare il nostro sviluppo, ma come al solito in Italia quando si cerca di cambiare qualcosa insorgono le lobby di turno a difendere il loro interesse privato a discapito della collettività ( quello dei tassisti è un esempio talmente lampante da poter accecare ) .... allora sapete cosa , lasciamo tutto com'è e continuamo a dire piove governo ladro , almeno cosi non si fà torto a nessuno . mi sembra che questo movimento stia cercando di raccattare voti un pò tra tutti gli scontenti( tanti e a ragione per carità ) perdendo molto in coerenza ed in ideali .
saluti

matteo M. Commentatore certificato 03.02.12 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma vogliamo una volta per tutte prestare attenzione alle PAROLE e alla sensibilità altrui? da un professore mi sarei aspettato un più saggio utilizzo di parole e di concetti. Stonano sostanzialmente due cose: la prima, la credibilità e la pacatezza con cui si presenta il Primo Ministro, cozzano sguaiatamente con la natura del concetto (superficiale e affrettato ma pur sempre rispettabile...la democrazia è soprattutto questo), ma al contempo la mancazanza di attenzione alla sobrietà nelle dichiarazione pubbliche, assomiglia pericolosamente alle ripetute e irriverenti "uscite" del suo predecessore (noto ai più). Tutto ciò spaventa il cittadino che dunque, oltre a sentirsi ridicolizzato e una volta di più sbrigativamente liquidato, avverte, forse, un processo di "imbestialimento politico" di un signore in avvio così diverso dal solito politico e quasi piacevolmente imbarazzato nel vestire i panni dello stesso. Tutto ciò accresce il concetto del "sono tutti uguali" da me mai condiviso ma sempre più difficile da difendere. Infine per dirla tutta...a quei ragazzi, a cui chiedo i sacrifici (con le loro famiglie), nonostante la mancanza di un posto fisso li privi di futuro, famiglia, e realizzazione personale, io riserverei un trattamento diverso, non un battuta frettolosa farcita di consapevoli(perchè non mi sembra affatto uno sprovveduto)quanto rischiose amenità, bensì dedicherei un comunicato di speranza, di resistenza, di ricerca della forza dentro di sè in un momento difficile, privata dell'attendismo occupazionale di cui alcuni di noi ragazzi si consolano...molto simile, come concetto, alla battuta incriminata ma COSì DIVERSO in termini...la differenza la fa la sensibilità, il rispetto, l'attenzione ai particolari. Dimentico dell'autosufficienza spesso caratteristica dei professori, il ministro Monti a mio avviso Deve ergersi a ripianificatore non solo dell'economia italiana ma anche del dialogo tra i pochi e i più. Almeno io...mi aspetto di più...

ivan 03.02.12 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Chissà come s'annoieranno in Vaticano!!!
Da 2000 anni occupano un posto fisso sulle palle di Pizzaland...

Hasta scelleratoni

maurizio spina Commentatore certificato 03.02.12 12:34| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Eh si annoia.. chi non vuole 1200 euro al mese.. tanto si deve pagare solo affitto , gas luce cibo scuola e il resto

investimenti redditizi 03.02.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento

x Rocco Siffredi
Sig. Rocco, mi dispiace per Te ma il tuo personale record ( 10 000 mila inculate durante la carriera ) e stato battuto, ma da chi?
Da un sig. di 69 anni, Mario Monti, che in poche settimane ha inculato 56 milioni, Italiani & non.
Certo rimane sempre un record Italiano, almeno per questo possiamo essere felici. Basta poco che ci vo'.

imre k., S. Marinella Commentatore certificato 03.02.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento

carissimo signor monti l'unico posto fisso al quale, tutti
rinucerebbero volentieri,compreso lei e i suoi familiari,
è quello che madre natura ci ha riservato.

roverso introverso 03.02.12 12:30| 
 |
Rispondi al commento

La discussione su "jus soli" ed "jus sanguinis" è sterile.

Esistono già regole precise che potete trovare ul sito del Ministero dell'Interno.

Basta che andiate a leggervele.

E comunque Grillo ha detto una cosa giusta ed è forse l'unica cosa che bisognerebbe aggiungere alle regole esistenti: la cittadinanza dei figli è subordinata a quella dei genitori.

Che TUTTO il nucleo familiare si senta Italiano, conosca la lingua, capisca le regole e i doveri che ciò implica, è indispensabile.

Margh. 03.02.12 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Primi effetti delle parole di Mario Monti sulla noiosità del posto fisso...
A Corleone un capo mafioso ha pagato il pizzo ad un fornaio...

Hasta scelleratoni...

maurizio spina Commentatore certificato 03.02.12 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...
La spinta espansiva imperialistica del capitalismo, in quanto espressione della sua estrema maturità, del suo ultimo scorcio di vita, ha come tendenza economica di trasformare tutto il mondo in un cantiere di produzione capitalistico, di spazzar via tutte le vecchie forme di produzione e sodali precapitalistiche, di ridurre a capitale tutte le ricchezze della terra e tutti i mezzi di produzione, e a schiavi salariati la popolazione lavoratrice di tutte le zone della terra. In Africa e in Asia, dalle spiagge dell'estremo Nord alla punta meridionale dell'America e ai mari del Sud gli avanzi di vecchie organizzazioni sociali a comunismo primitivo, di rapporti di potere feudali, di patriarcali, economie contadine, di secolari produzioni artigiane, vengono distrutti, schiacciati dal capitale, interi popoli sterminati, antichissime, civiltà annientate, perché cedano il posto alla corsa al profitto nella sua forma più moderna. Questa brutale marcia trionfale del capitale attraverso il mondo, spianata e accompagnata da ogni specie di violenza, di rapina e di infamia, ha un suo lato di luce. Essa ha creato i presupposti del suo definitivo tramonto, ha instaurato quel dominio mondiale capitalistico, a cui sola può seguire la rivoluzione mondiale socialista. Questo l'unico aspetto civilizzatore e progressivo della sua cosiddetta grande opera di civiltà nei paesi primitivi.

http://www.marxists.org/italiano/luxembur/1915/4/junius.htm

...

niente paura, non stiamo assistendo a una guerra mondiale come quella del 15-18. oggi le masse sono anestetizzate e rese dalla propaganda profondamente antisocialiste. il pericolo di morire in battaglia non c'è. certo qua e là compare la denutrizione infantile (vedi grecia). ma la "barbarie" è ancora relativamente lontana e quindi possiamo continuare a parlare di partiti corrotti, di rimborsi elettorali, di vitalizi e quant'altro. l'importante è non approfondire MAI le ragioni economiche della crisi. quelle vere. altro che spread.

hasta

gl.iu.ia ..., 00000 Commentatore certificato 03.02.12 12:17| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Piccolo quiz: se poteste scegliere, cosa vorreste essere?

Opzione 1) Un italiano libero e felice, cittadino di una meravigliosa repubblica fondata sul lavoro. In cui non c'e' lavoro per nessuno, dove per avere qualche speranza di trovarne uno si deve ricorrere a raccomadazioni se non addirittura alla corruzione. Dove i "fortunati" che lavorano prendono meno di 1000 euro e solo per qualche mese prima di ricominciare ad essere disoccupati "a tempo indeterminato".
Va da se che con 1000 euro al mese questi fortunati non riusciranno nemmeno a pagare le rate dell'auto+benzina+assicurazione+ bollo+tegliandi+riparazioni... e sperando di non avere un incidente, altrimenti e' finita! Forse il fortunato lavoratore dovra' rinunciare se col "lavoro" guadagna meno di quanto gli costa l'auto per andarci.
Naturalmente la pensione non la ricevera', non potra' neanche lontanamente sognare di comprare una casa, accendere un muto e avere una famiglia e dei figli.

Questo e' il felice italiano libero in libera repubblica.

Opzione 2)Uno schiavo come quelli delle piantagioni di cotone. Il vitto e' assicurato, l'alloggio pure. Niente tasse ne' bollette da pagare, niente preoccupazioni per l'economia, niente paura per la pensione. Nessun problema per sposarsi ed avere figli: il padrone e' contento perche' moglie e figli sono comunque schiavi al suo servizio.

E' una provocazione naturalmente (la liberta' non ha prezzo) ma provate ad immedesimarvi nelle due situazioni e ditemi chi sta meglio alla fine... giusto per capire come siamo ridotti.

Nicola da Mantova Commentatore certificato 03.02.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè risentirsi se il Parlamento ha approvato la responsabilità civile dei giudici?

Forse che i medici non rispondono dei loro errori?

In genere questi ultimi lo fanno attraverso assicurazioni che pagano in solidale con l'Ospedale in cui lavorano.

Facciano lo stesso i giudici: insieme ai Tribunali ed alle Procure stipulino delle assicurazioni che coprano i loro errori, che siano almeno quelli che procurano all'onore ed alla persona di chi accusano ingiustamente.

Perchè purtroppo non ci sono solo quelli derivanti da indagini mai andate a buon fine ma con sputtanamento universale del personaggio inquisito, ma anche dai ritardi, dalle "dimenticanze", dalla pigrizia, insomma.

Le multe dell'UE che lo Stato Italiano ha dovuto pagare per la lungaggine dei processi non si contano.

Come pure il fatto che non depositando una sentenza nei tempi previsti hanno messo fuori valanghe di mafiosi e camorristi con un notevole danno per la società.

Sono danni non quantificabili e dubito che una qualsiasi assicurazione li coprirebbe, ma che almeno i responsabili non vengano promossi (promuovere per rimuovere), ma vengano estromessi da un'istituzione che hanno dimostrato di non saper servire.

I controlli naturalmente non dovrebbero essere fatti dal CSM (cane non mangia cane), ma da giuristi esterni.

Dubito molto che ci si arriverà: quanto a blindatura, la casta dei magistrati TUTTI è più blindata di quella dei politici.

Margh. 03.02.12 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Quando hanno sentito queste parole di Monti...Scilipoti e Capezzone si sono commossi...

Hasta scelleratoni...

maurizio spina Commentatore certificato 03.02.12 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Julia Dejeu
come si fa ad identificare il Movimento 5 Stelle con Beppe Grillo?
Se Beppe Grillo è il M5S io smetto di sostenerlo!
Non ho mai avuto questa impressione fino ad oggi!
Capisco i giornalisti schierati, ma da una persona che si riconosce nel M5S non me lo aspettavo.
L'ignoranza regna padrona!
Una sola richiesta: nella scelta dei candidati occorrerebbe cercare persone che siano dotate di logica e razionalità.
Fuori da M5S la gente che vuole "l'uomo della Provvidenza"!
E' difficile il percorso verso una società aperta e responsabile.
Julia Dejeu occorre aiutarla, da sola non ci arriva!
Io vorrei dare la cittadinanza a chi nasce in Italia, ma penso anche che per farlo occorre uno studio di fattibilità e capire come questa decisione inciderà sulla vita di tutti noi.
Occorre ripensare lo ius soli in modo tale da poterlo adattare alla nostra realtà.
Un suggerimento x Julia Dejeu: di partiti che prendono per il culo il cittadino ne è piena l'italia, ecco la prox volta presentati con loro e visto che ci sei prometti anche un milione di euro ad ogni nuovo nato sul suolo italiano.
Tanto ci siamo abituati ai deliri della partitocrazia!

Grazie
PB

PB 03.02.12 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BASTA POSTO FISSO. LA FIGLIA DELLA FORNERO NE HA 2


Questo conferma il fatto che viviamo in una Monarchia Burocratica che è anche peggio delle Monarchie presettecentesche. I privilegi baronali impazzano e poi questi sciacalli della burocrazia nobiliare vengono a fare le panomime piangendo e chiedere sacrifici a poveri pensionati, a disoccupati. Sono ladri nel nome della democrazia che non esiste più o forse non è mai esistita. Riprendiamoci il Paese oppure questi burocrati ci faranno a pezzi e ci metteranno per strada al freddo.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 03.02.12 11:57| 
 |
Rispondi al commento

non capisco come i grillini possano sostenere i fasci di casa pound,come e' capitato a bolzano a marzo scorso,e' proprio la deriva fascista, voluta dai potenti, per garantirsi un braccio armato contro qualsivoglia rivoluzione.Io grillo lo facevo una persona intelligente e moderno invece(anche a seguito delle sue esclamazioni sui figli italiani di immigrati(clandestini e non),mi rendo conto che non ce rimasto proprio nessuno in italia da poter seguire.......solo una guerra o una rivoluzione ci potra' restituire forse quello che piu' ci manca onesta e amore cristiano....P.s. a sto punto fatte leghista a beppe!!!

antonio ripoli 03.02.12 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io per mia esperienza personale, ritengo che non è possibile per le imprese, pensare alla tutela del posto di lavoro dei propri dipendenti. Questo è un compito che spetta allo stato. Il quale deve anche pensare ai limiti economici e di orario entro il quale il lavoro deve essere svolto.

Un pò ci ho pensato, io farei così:

Stabilirei un compenso minimo orario e una durata minima del periodo di prova (30-60 giorni) non rinnovabile e del contratto (6 mesi- un anno).

Come stato contribuirei con uno sgravio fiscale sull'impresa, che deve accantonare la metà di tale sgravio, per darlo al dipendente in caso di non rinnovo nei due anni successivi.

esempio:
Primo anno: compenso lordo 18.000 euro.
rinnovo di un anno: l'azienda ottiene sgravi per 1.800 euro.

Secondo anno: compenso lordo 18.000 euro.
rinnovo di un anno: l'azienda ottiene altri 1.800 euro.

.....

Settimo anno: compenso lordo 18.000 euro
l'azienda non rinnova: l'azienda ottiene altri 1800 euro, che gira al dipendente oltre al 50% degli ultimi 5 anni di risparmi fiscali e il normale TFR.

Totale per il dipendente 1.800+ (5x900) + TFR di 7 anni.

E' un esempio le cifre possono essere anche diverse, ma il senso dovrebbe essere quello.

Edoardo R. Commentatore certificato 03.02.12 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Per Paola e Mary

Ricevo da Barbara
Cara Viv
non riesco mai a ringraziarti abbastanza per il tuo lavoro di MASADA. Ci sono poi certi MASADA, che sono come frecce scoccate dal e per il mio cuore, come quello su Wislawa Szymborska.
Ora che mia mamma ha da 4 anni e mezzo una badante polacca, è come se fossi ancora più vicina a questa nazione che non conosco, ma che inizio a conoscere e ad amare a distanza e a tutto ciò che ci ha a che fare.
Aggiungo al tuo scaritto bellissimo, questa poesia, che parla di me profondamente, meglio di quanto io stessa riesca a fare con parole mie.
Ti abbraccio

RINGRAZIAMENTO di Wislawa Szymborska

Devo molto
a quelli che non amo.
Il sollievo con cui accetto
che siano più vicini a un altro.

La gioia di non essere io
il lupo dei loro agnelli.

Mi sento in pace con loro
e in libertà con loro,
e questo l'amore non può darlo,
non riesce a toglierlo.

Non li aspetto dalla porta alla finestra.
Paziente
quasi come un orologio solare,
capisco
ciò che l'amore non capisce,
perdono
ciò che l'amore non perdonerebbe mai.

Da un incontro a una lettera
passa non un'eternità,
ma solo qualche giorno o settimana.

I viaggi con loro vanno sempre bene,
i concerti sono ascoltati fino in fondo,
le cattedrali visitate,
i paesaggi nitidi.

E quando ci separano
sette monti e fiumi,
sono monti e fiumi
che si trovano in ogni atlante.

E' merito loro
se vivo in tre dimensioni
in uno spazio non lirico e non retorico,
con un orizzonte vero, perchè mobile.

Loro stessi non sanno
quanto portano nelle mani vuote.
"Non devo loro nulla"
direbbe l'amore
su questa questione aperta.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A " Mario" lascia perdere i convenevoli e agisci, dì che te piacciono la Fornero e la Mercegagia e invece de trombà i poveri lavoratori dàtte da fà un pò con loro, magari se calmano un pò e glié passa la cattiveria!Te ringrazia tutto er popolo italiano intero de sto sacrificio e te assicuramo un posto securo nella storia; viva l Italia!

zanzara velenosa 03.02.12 11:41| 
 |
Rispondi al commento

ieri sera sia Santoro che Forligli ci hanno fatto vedere la gente che soffre davvero, operai licenziati che parlano meglio del prof.monti, studenti e stundentesse che sono la nostra migliore speranza, coloro che smettono di studiare perchè non hanno più i soldi e noi, tristemente ed arrabiati, assistiamo a quello stronzo di monti che dimostra di essere sempre più a destra per la solita intollerabile incapacità della o di una sinistra incapace di incidere su una realta insopportabile, l'esempio quei delinquenti magnaccia della lega che urlano Roma ladrona e voglio rubare il vitalizio , miserabili alleati di un un piccolo demente gangster porco nano.

cesare pavese Commentatore certificato 03.02.12 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Queste cose mi mandano proprio in bestia..lo sa il nostro caro Monti che se va in Banca a chiedere un mutuo, non glielo danno se non hai questo tipo di garanzia!?!?!?..ma tanto a lui che gliene frega..

SeoBizio 03.02.12 11:38| 
 |
Rispondi al commento

A.A.A. CERCASI 1000 O POCO PIU' EROI DISPOSTI A SORBIRSI LA NOIA DI UN POSTO FISSO PER SOSTITUZIONE 1000 ANNOIATI ALLA CAMERA E AL SENATO ITALIANO,CHE DA SVARIATI ANNI SONO COSTRETTI A SORBIRSI UN POSTO FISSO ALLA MODICA CIFRA DI 20.000===EURO MENSILI PIU' QUALCHE BENEFIT

luciana lafratta 03.02.12 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

estrapolare una frase dal Suo contesto la priva del Suo significato originale, il discorso fatto da Monti era completamente diverso da quello che passa in questo post. Nel discorso si parlava anche delle problematiche sulla difficoltà nella ricerca del lavoro e delle situazioni "assurde" dove giovani lavoratori vengono sfruttati permangono, situazione che richiedono una maggiore tutela. Il problema è che in italia non c'è la mentalità di rinnovarsi, di investire in se stessi, tanta gente si accontenta del compitino, perchè se è vero che è difficile trovare lavoro,ma è vero anche che è meno difficle trovarlo per le persone competenti, valide e con voglia di fare

roberto battaglia 03.02.12 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma il caro Mario Monti prima di sparare delle riforme del genere dovrebbe leggere la sua pagina su Wikipedia, nato in una situazione agiata e praticamente fa lo stesso lavoro da quando ha iniziato... caro Monti tu spari sulla croce rossa

lorenzo rauco 03.02.12 11:33| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=2nJH8BhT3B4


Che monotonia!!!!
la lotta a Fanfani e Moro; la Svolta della Bolognina;l'egemonia Craxista e tangentopoli; il progetto Gelli e la cricca occulta;Napolitano salva Banche e risparmi europei!! ma quando la smettono!!!
In Italia non c'è lo Stato ma in Europa cosa c'è??
Merkel e Sarcò sono due e gli altri cosa fanno???
l'America si preoccupa che l'Europa non decolli ed i Cinesi si preoccupano che non gli costi troppo comprare tutto all'asta!!!
che noia! che barba!!!
Divertiamoci a fare segnalazioni anonime all'Agenzia dei Cravattari di Stato ogni volta che la moglie del capo va dal parrucchiere!!!
facciamoli correre sù e giù per la penisola in cerca di soldi, con le ganasce sequestratorie!!!
Così potranno èpagare la liquidazione a Monti e C.
Che paese monotono!!!

antonio silvestre 03.02.12 11:32| 
 |
Rispondi al commento

http://www.informa-azione.info/no_tav_comunicato_solidale_da_marta_robbi_e_sabbo

No Tav - Comunicato solidale da Marta, Robbi e Sabbo
riceviamo e diffondiamo:

Solidarietà agli arrestati e ai denunciati del 26 gennaio!
Quest’ennesima operazione repressiva non ci stupisce: si tratta della “logica” conseguenza della forza e della determinazione dimostrata da coloro che lottano contro il TAV. Siamo certi che la resistenza e
l’insubordinazione della Valle non verranno minimamente scalfite dalle sortite di sbirri e magistrati.
Pensiamo piuttosto che i fuochi della rivolta si moltiplicheranno via via che la crisi accentuerà l’istinto saccheggiatore del capitale; il Tav è un progetto che ha la sua unica giustificazione nella pseudo-razionalità padronale, proprio come le riforme e i tagli di bilancio imposti in nome della “crescita” o le guerre in nome dei "diritti umani". Il timore dei potenti è proprio che l’esempio della Valsusa, l’esempio dei pensieri che non vogliono limitarsi ad essere parole, si diffonda ovunque: per loro
sarebbe la fine….
Dal 3 luglio, giorno del nostro arresto, il nostro pensiero continua a essere con chi lotta in Valsusa e ovunque….
Non un passo indietro!

Marta Robbi Sabbo

adormidera r., ge Commentatore certificato 03.02.12 11:31| 
 |
Rispondi al commento

..E l'autoliberazione avanza,con la diffusione dell'informazione on line,il confronto, l'emulazione,la consapevolezza,il web e la forza di essere tanti e insieme Ce la faremo!

viviana v.
****

(giro di loop)

la rete(privata e non autogestita) è una concezione dominante del capitale ,i propri clienti non sono gli utenti ma le imprese e gli "sponsor" che dovranno vendere un loro prodotto,orientare un comportamento,definire i limiti ed i contorni socio-economici.

Un mezzo che rappresenta la continuità e l'evoluzione ad un sistema di propaganda capitalista più generale di imposizione verticale in cui per esempio un editore prima di rispondere al lettore segue le linee e la direzioni imposte dal distributore(cliente reale).

La rete in quanto ulteriore passo "digitale" trasforma gli utenti in cifre nelle mani del marketing ,catalogandole ed analizzandole in potenziali acquirenti,votanti etc..l'informazione,l'intrattenimento ridotti a merce, "feticcio" influenzati e venduti con tecniche sofisticate che spesso danno dipendenza da consumo.(consumo=controllo)

Con la rete Il totalitarismo del privato prende forma ,occupa gli spazi politici e sociali, elimina ideologicamente ogni ingerenza/interferenza pubblica,sposta capitali in funzione esculsiva delle proprie esigenze,assume carattere universale di controllo.

vaff@nculo la rete e il MoVimento sociale internettiano..!!


Questo è lo stralcio di un articolo comparso in rete: "Il carcere non sarà più l'unica misura cautelare applicabile nei procedimenti per violenza sessuale di gruppo. Lo ha deciso la Cassazione, secondo cui il giudice potrà applicare misure cautelari alternative".
I responsabili di questi odiosi reati, che definire animaleschi e fare un torto agli animali veri, non sarebbero più punibili con il carcere ma, continua l'articolo, con gli arresti domiciliari.
Invece di inasprire le pene si depenalizzano i reati? Allora per questi giudici che hanno partorito questa ignominia, le donne sono considerate degli oggetti?

Nunzio Lombardi Commentatore certificato 03.02.12 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Amaro lucano per il Pd.

Corruzione e falso, turbativa d’asta e appalti truccati, truffa e tangenti: dalla lontana Basilicata esce un P.D sopraffatto dalle inchieste giudiziarie.

Tra deputati lucani del Pd e consiglieri regionali, sindaci e assessori, gli uffici dei pm sono pieni di verbali che riferiscono delle presunte malefatte nel feudo Bersaniano

Il primo nome della lunga lista d’indagati è quello di Antonio Luongo, deputato dalemiano che nel maggio scorso è stato filmato dalla polizia mentre si incontrava con l’ex 007 del Sisde, Nicola Cervone, che «trattava» il suo approdo nel Copasir allora guidato da Baffino.
Luongo è attualmente sotto processo per corruzione nell’inchiesta «Iena 2» su mafia, affari e politica.

A carico di Luongo c’è l’assegnazione, nel 2001, di un appalto all’Asl di Matera e l’assunzione da parte della ditta aggiudicatrice di quattro persone, più un contributo elettorale di 15 milioni di lire: sotto processo anche uno dei suoi più stretti collaboratori Giovanni Petruzzi, oggi sindaco di Anzi.

Nei guai per turbativa d’asta anche il governatore lucano, Vito De Filippo, e il presidente del Consiglio regionale, Vincenzo Folino.

I due, avrebbero pilotato la gara d’appalto da 25 milioni di euro sui servizi di pulizie, facchinaggio e pasti all’ospedale San Carlo di Potenza.

A leggere le carte giudiziarie gli indagati «turbavano con metodi fraudolenti il regolare svolgimento della gara pubblica di appalto» vinta dal gruppo «La Cascina», i cui vertici, come è riportato, «effettuavano pressioni sul presidente della regione Basilicata De Filippo Vito e l’assessore regionale Folino


Disavventura giudiziaria anche per il senatore Pd ed ex sottosegretario del governo Prodi, Filippo Bubbico, indagato per abuso d’ufficio per aver affidato all’esterno, per 23mila euro, una consulenza sulla riorganizzazione del Consiglio regionale
Sotto indagine per la gestione operativa dell’Arpab (Agenzia regionale ambiente) ecco Erminio Restaino

Nunzio Lombardi Commentatore certificato 03.02.12 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non si può fare un referendum x abrogare il rimborso elettorale ?
cosa si inventeranno poi ?

ki si salva? Commentatore certificato 03.02.12 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Non è l'art.18 che è del tutto sbagliato, anche se qualcuno dice che è pure
incostituzionale perchè discrimina i lavoratori delle piccole aziende
(quelle sotto i quindici dipendenti) rispetto a quelli delle grosse.

E' sbagliata
la giurisprudenza che è stata fatta in suo nome.

Vale a dire come certi giudici l'hanno interpretato consentendo abusi (da
parte dei lavoratori), tali da scoraggiare qualche imprenditore ad
assumere.

Perchè dover reintegrare chi in malattia andava a giocare al calcetto o
andava a fare una regata velica o andava a fare un altro lavoro o andava a
suonare la batteria in qualche complessino o peggio, frodava, non è
simpatico.

Questo è stato l'orientamento di molti giudici del lavoro, e dover
sopportare oltre il danno anche la beffa non piace.

Quindi ben venga una revisione SERIA, con regole che non possano essere
interpretate ma siano CERTE per chiunque, anche per i più sfegatati
magistrati della sinistra estrema.

Non dico che questo risolverebbe il problema dell'occupazione, ma forse
favorirebbe l'aggregazione di aziende con il vantaggio di poter sostenere
meglio la concorrenza, e la possibilità di poter cambiare un lavativo con
uno valido consentirebbe un buon ricambio tra chi conta troppo sulle tutele
e chi attualmente tutele non ne ha.

In Italia anche il provvisorio diventa perenne; invece bisogna anche avere
il coraggio di porre mano a ciò che esiste, se non è più adatto al
mutamento della società.

Margh. 03.02.12 11:23| 
 |
Rispondi al commento

bisogna bloccare l'italia subito.....tutte le categorie ...studenti, precari,dipendenti,cassaintegrati,licenziati.....alziamo la testa ora o sara' troppo tardi

tommaso misticoni 03.02.12 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Poverino ALESSANDRI il poco onorevole leghista nominato reggiano è stato visitato per la terza volta dalle IENE. Il problema è sempre quella benedetta casa di ROMA con tanti casini sospetti. Naturalmente a sua insaputa. Scaiola ha fatto scuola.

ANTI LEGA (nosecess.), Reggio E. Commentatore certificato 03.02.12 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa divertente è che, tra alcuni giovani, c’è chi il posto fisso ce l’ha, ma addirittura doppio. Chi? La figlia del ministro del Lavoro Elsa Fornero.

Prima di tutto non considerate che siamo davanti ad una ragazza che si sacrifica per nobili scopi e non solo: assegnandole il 2° posto si impone la diminuzione della media dei disoccupati.

A volte la gente parla senza sapere quello che dice!

Francesco C. Commentatore certificato 03.02.12 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ancora nun ce sémo, fruttarò.. non è in der xxxx mio che le devi da mette e nimmanco in quello tuo. Ortretutto p'er xxxx mio o pe' quello tuo ne basterebbe una sola..

oreste er bullo 03.02.12 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i governi dei ...Monti ci hanno mandato tutti per i campi, a raccogliere Margherite. Berlusconi con La Russa, a fare Casini con Lo Bianco, la Brunetta... una Lussuria assoluta

Ugo D., Nice Commentatore certificato 03.02.12 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Invito tutti coloro che hanno il posto fisso e lo hanno a noia come essi dicono, di trovarsene un'altro...lasciando il loro posto ad un precario.

alma gemme 03.02.12 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Quando Lusi si annoiava predicando l'etica

http://www.corriere.it/inchieste/reportime/interviste/quando-lusi-predicava-l-etica/223623d0-4dec-11e1-bd39-8bec83f04289.shtml?google_editors_picks=true

di Milena Gabanelli

mario mario Commentatore certificato 03.02.12 11:04| 
 |
Rispondi al commento

'a fruttarò, 'a frase è sibbillina, bisoggna sapeije da' er senso ggiusto.

oreste er bullo 03.02.12 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'arroganza di questi FARABUTTI CAMERIERI DI BENKENSTEIN al governo è senza limiti.
la FORNERO dice che aboliranno l'art. 18 senzaseesenzama.
se e quando tornerà in voga la P38 contro questi AFFAMATORI AL SOLDO DEI POTENTI, saprò da che parte schierarmi.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 03.02.12 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Non sono custode della verità ma avviso la gentile clientela che conosco 4 persone che lavorano all'estero. 2 Business Manager, 1 Ingegnere e 1 Designer. Hanno un contratto a tempo determinato, prendono di più e potrebbero essere licenziate senza preavviso.
Per ora hanno cambiato lavoro quasi una volta all'anno.
MA DI COSA STATE PARLANDO??
A me Monti non fa impazzire ma ha semplicemente invitato al dinamismo. Dinamismo che contraddistingue realtà nazionali che ora ci costringono gentilmente a 90° (Francia, Germania e Inghilterra).
Ragazzi, state tutti un pò calmi e sicuri.
Si sicuri che se valete, se vi spaccate il culo, se ogni tanto lavorate il sabato, il lavoro lo trovate e vi alzano anche lo stipendio ogni tanto.
Altrimenti cambiate.

Giovanni 03.02.12 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

'a fruttarò, tu che cihai tante bbanane perché nun cominci a mettene quarcuna indove se deveno da mette?

oreste er bullo 03.02.12 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

certo che un bel post sull'ultima legge di inizizativa parlamentare approvata ieri dalla camera beppe potrebbe farlo anche solo pe rinfiomrazione.

si cominciano (lentamente) a scoprire gli altarini dei politici e questi rispondono cercando di stravolgere la giustizia con leggi castarole, antidemocratiche, prodelinquenziali e pericolosissime.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 03.02.12 10:47| 
 |
Rispondi al commento

conta quello che tu sai fare più di come ti presenti.


IN ITALIA NON VALE!

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 03.02.12 10:44| 
 |
Rispondi al commento

DISPARITA' DI OPPORTUNITA' PER GLI OVER 40
Carissimi amici,
oggi ho deciso di tirar fuori tutta la determinazione che un 50enne possa avere dopo aver penato negli anni a cercare un lavoro, scrivendo al Ministro Fornero, all'Onorevole Carfagna ed al Ministero delle pari opportunita'; ebbene, noi ultra 40enni siamo di fatto un popolo tagliato completamente fuori dai "giochi" ! Non c'e' possibilita' di reinserimento nel mondo del lavoro privato, perche' oramai di pubblico non c'e' piu' nulla, per gli over 40... Le aziende, piccole o grandi che siano, cercano soltanto giovani diplomati od universitari o comunque al massimo 35enni ; no cari amici questo non e' possibile in una nazione progredita come l'Italia! Se e' pur vero che la vita media supera gli 85 anni e che l'eta' pensionabile e' aumentata di molto, allora perche' una persona che ha 40 o 50 anni non puo' avere nessuna possibilita' di lavorare? Lo chiedo con forza, grinta e determinazione affinche' questa condizione possa cambiare, perche' questa e' di fatto ,una regola "cattiva" e di "discrimininazione" clamorosa.
Attenzione, perche' il popolo degli over 40 e' numerosissimo, ma e' in pericoloso punto di "non ritorno", ecco perche' dobbiamo unirci tutti, con forza, grinta, civilta' ma determinati a sovvertire queste regole "razziste". Pertanto fatemi pervenire un cenno di adesione a quanto, se condividete quello che ho teste' menzionato, e volerne divulgare con ogni mezzo l'iniziativa di protesta. Grazie, Beniamino Ronca

beniamino ronca 03.02.12 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Entony...t'a dedico...

http://youtu.be/vW8Hgu7sCF8

Buongiorno!!

er fruttarolo? Commentatore certificato 03.02.12 10:42| 
 |
Rispondi al commento

il discorso sul lavoro l'avevano cominciato bene con la fornero che aveva trovato i 3 punti basilari su cui agire, aveva detto ad es che le buste paga degli italiani sono piu' leggere di almeno 3-400 euro al mese, che i lavoratori precari dovevano guadagnare di piu', che ci sarebbe stato bisogno di eliminare i 46 contratti-truffa attuali e farne solo uno con le garaznie che aumentavano di anno in anno, e adesso si vanno a infognare sull'articolo 18 e di nuovo precarieta'. sembra farina del sacco di berlusconi.
sotto sotto il nanaccio e i suoi compagni di merenda lavorano.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 03.02.12 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora è chiaro il doppio giochetto di Monti. Da una parte allungare il periodo per arrivare in pensione e dall'altra precarizzare il lavoro.
In questo modo il numero di persone che riescono ad ottenere la pensione diventa pari a ZERO!

mario mario Commentatore certificato 03.02.12 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Gli onorevoli colpevoli che temono una condanna, Lega in testa, si sono fatti l’ennesimo regalo contro i giudici! Non bastava la serie infinita di leggi giudiziarie che hanno distrutto di fatto la possibilità di punire un colpevole,soprattutto se è un politico o un onorevole,allargando la platea sconfinata dei delinquenti a piede libero a cui sono aperte anche le porte delle istituzioni? Non bastava lo scempio che B ha fatto della giustizia e i tagli che ha costantemente prodotto alla stessa? In questo paese sono le leggi per prime a comandare l'ingiustizia e B questa efferatezza del sistema processuale e penale italiano l'ha voluta espressamente per sé,liberando di pari passo tutta una massa di delinquenti comuni e di Stato, comprese le 3 organizzazioni criminali mafiose.E sotto Monti la strage di giustizia continua! Ci si rende conto che nessun paese ha 3 gradi di giudizio come l'Italia?E che in nessuno sono previste tante concessioni all'imputato o sono previsti prescrizioni e annullamenti del processo o depenalizzazioni come qui?Tant'è che siamo il paese UE col governo peggiore e con la corruzione più alta. Corruzione addirittura premiata e candidata! Ma alla lega sembrava evidentemente che di aiutini ai rei non ce ne fossero abbastanza! E hanno deciso che l’iniquità dovesse essere aumentata ancora con questa bella intimidazione ai giudici!E perché non metterli a libro paga diretta dei politici,come la RAI?Così chiudiamo la faccenda
Inutile sperare che la riforma della giustizia preannunciata da Monti migliori qualcosa.Se l'andazzo è quello preannunciato finora,sarà tanto se non prenderà per il culo le vittime impunite come ha fatto con i disoccupati incolpevoli!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRILLINI NON AVETE ANCORA APPRESO: LAVORO PER 10 ORE DIE,50 ORE SETTIMANALI,NO TFR, NO PENSIONE, NO STATUTO LAVOR, NO 626,QUESTO E' DOVE SI DEVE ARRIVARE ,VEDI GRECIA, L'EURO E' STATO PROGETTATO NEL 1942 DAI TEDESCHI A POSTA PER DISTRUGGERE LE DEMOCRAZIE, UN GRAZIE ALLO STAFFE DEL PD CON PRODI,DRAGHI,D'ALEMA,LETTA,MONTI.

giuseppe genovesi, Pisa Commentatore certificato 03.02.12 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La prossima settimana il Ministro della Salute interverra' alla trasmissione "Porta a Porta" e dira':
La salute? Che noia...
Si dovrebbe essere tutti un po malati!

Paolo Dam 03.02.12 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma che noia essere Senatore avita!!!

Carlo Sanna 03.02.12 10:32| 
 |
Rispondi al commento

http://www.caunapoli.org/index.php?option=com_content&view=article&id=1082:litalia-ai-tempi-di-monti-una-nota-sulle-proteste-delle-ultime-settimane&catid=77:cosa-pensiamo&Itemid=169

adormidera r., ge Commentatore certificato 03.02.12 10:31| 
 |
Rispondi al commento

SIGNOR MARIO MONTI
mi viene a trovare che ci facciamo due chiacchiere?
Potremmo parlare della noiosità del posto di lavoro fisso e del mangiare tutti i giorni.
Davvero ci terrei.
Parlare con una persona dabbene come lei sarebbe per me un onore.


Io abito a
Reggio Emilia
in

via Dante, 15
viale Umberto 1°,27
viale Regina Margherita, 38
via Roma, 20
via Martiri di Cervarolo, 1
via Don Giuseppe Dossetti, 40
via Fermi, 22
via Adua, 17
via Oberdan, 44
viale Risorgimento, 2
viale dei Mille, 100
Corso Garibaldi, 9
Largo Calatafimi, 11/F
viale Monte Grappa, 66
via Veneri, 17
via delle Mignotte, 69

L'ASPETTO.

suo eb

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.02.12 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io dico ma se c'e tutta questa insoddisfazione la protesta dovrebbe essere forte . Es il M5S lo danno al 7% ma dovrebbe stare al 25 almeno , la quota giovanile disoccupata e senza prospettiva . oooh dove siete ? Beppe faccio una proposta . Organizza un MESE DEL NON FARE . Per un mese non si fa un caxxo . Non si lavora non va in auto non si fa la spesa non si usa niente non si va a scuola SI ROTTAMA LA TV (questa per sempre) SI STA A FARE NIENTE A CASA . Per 1 mese . Poi si replica se nn basta . Si diventa NON CONSUMATORI E DISUBBIDIENTI . Vedrai che 1200-1330 persone le metti insieme .

bibo bibo 03.02.12 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Allora - se i nostri figli vanno a lavorare in giro per il mondo perchè qui lo stipendio è troppo basso - perchè impedire ad altri cittadini del mondo di venire qui a svolgere quelle mansioni sottopagate che noi italiani non vogliamo più fare ? Cerca di trattare gli immigrati come vorresti fossero trattati i tuoi figli all'estero !

Buona giornata :)

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 03.02.12 10:21| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione




Ciao Pasquale

“Un'ideuzza io l'avrei si spacca il culo a tutti gli evasori e si recuperano circa 150 mld, poi si passa ai corruttori e si recupera circa 60 mld, poi stipendi e pensioni milionarie altri 10 mld circa, poi si prendono tutti questi soldi e si detassa il lavoro del 70% che ne pensi?”

Non è che l’ammontare dell’evasione/elusione/corruzione non sia importante, ma vorrei sottoporre alla tua attenzione la seguente domanda: perché è ancora possibile evadere/eludere/corrompere?

Ci tornerò tra poco. Prima vorrei fare un paio di precisazioni. Non tutto l’ammontare dell’evasione fiscale tornerebbe nelle tasche nostre. Molti senza evasione chiuderebbero: perdita di benessere sociale. Quanti? E’ impossibile calcolarlo.

L’elusione fiscale si collega direttamente ad un’altra tua affermazione: “preferiscono portarlo nei paesi dove la differenza tra lavoro e schiavitù quasi non esiste”. Non portano soltanto il lavoro all’estero, portano anche i profitti d’impresa nei paradisi fiscali. Per cui l’elusione fiscale si collega direttamente anche con la concorrenza sleale.

Se la situazione è questa e la si conosce benissimo perché non si cambia la situazione? Per capirlo bisogna metterci dentro anche la corruzione. Ma se i cittadini conoscono il gioco, come mai votano sempre gli stessi corrotti?

La risposta è che i cittadini non ne sanno NIENTE!!!

Intuiscono sì qualcosa, ma con un giro di retorica lasciano perdere poiché entrano nel dubbio e non vogliono fare brutte figure. La risposta immediata sarebbe, quindi, l’istruzione.

La risposta tecnica è la seguente. Far lavorare tutti SPARTENDOSI l’ammontare di ore disponibili con posto fisso per tutti e piena occupazione, e con orario di lavoro flessibile. Sul lato economico-finanziario: imposizione fiscale tra il settore terziario e quello secondario e primario di efficienza che assicuri la bilancia dei pagamenti in pareggio;


segue...

Tony Commentatore certificato 03.02.12 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1/2 - I LADRI PICCOLI IN CAMERA DI SICUREZZA; I GRANDI...

Stracquadanio: "Il deputato dovrebbe guadagnare 20 mila euro" - "Deve essere indipendente nel suo lavoro".

Quando si frequentano ambienti insani, in cui gira tanto danaro è veramente difficile restare immuni dal latrocinio.

Il pirata Diomede, quando venne fatto prigioniero da Alessandro Magno disse:

“Io sarò accusato come razziatore e condannato come ladro; tu fai il medesimo mestiere e sei giudicato stratega. Se tu fossi me, disorganizzato e solo, ti direbbero ladro e assassino; se io avessi la tua potenza, sarei acclamato re. Fra noi non v’è altra differenza che tu rubi in grande e con innumerevoli complici, mentre io non posso fare altrettanto.“

26 deputati hanno fatto ricorso contro il taglio dei vitalizi e per la serie: predicano bene ma razzolano male, 15 di questi appartengono alla Lega Nord (quelli della Roma ladrona, per intenderci).

Lor signori onorevoli, si fa per dire, si oppongono al passaggio contributivo e all’innalzamento dell’età pensionabile... naturalmente sono certamente gli stessi che hanno votato a favore quando la medesima proposta interessava il resto degli italiani.

ALLA CAMERA.

By Gian Franco Dominijanni


2/2 - I LADRI PICCOLI IN CAMERA DI SICUREZZA; I GRANDI...

I restanti 23 sono tutti ex parlamentari, 15 (la maggior parte), ovviamente, della Lega Nord; 3 del Pdl; 2 di Forza Italia; 3 dell’Ulivo; 2 di An e 1 di Rifondazione Comunista.

Lega: Giulio Arrighini, Roberto Asquini, Edouard Ballaman, Diana Battaggia, Salvatore Bellomi, Flavio Bonafini, Alberto Bosisio, Elisabetta Castellazzi, Enrico Cavaliere, Fabio Padovan, Roberta Pizzicara, Oreste Rossi, Francesco Stroili, Franca Valenti, Daniele Molgora (In carica)

Pdl: Adriano Paroli, Roberto Rosso (In carica), Giorgio Jannone (In carica).

Forza Italia: Emanuela Cabrini, Paola Martinelli.

Ulivo: Michele Cappella, Antonio Borrometi, Ugo Malagnino.

An: Domenico Basile, Daniele Franz.

Rifondazione Comunista: Martino Dorigo.

Come avrete notato solo tre di questi viziati e vitaliziati a scrocco sono in carica.

L'elenco è del tutto provvisorio e potrebbe allungarsi dal momento che c'è tempo fino a sabato per presentare il ricorso.

ALLA CAMERA.

By Gian Franco Dominijanni


Tutto è in proporzione. Anche lavorare ha una sua proporzione. Se fai il tuo lavoro per bene e sei ricompensato nella giusta retribuzione è facle prevedere che il risultato sarà un manufatto o un servizio di qualità innovativo ecc. Il presatore d opera o l'ingegnere avrà la sua dose proporzionale di soddisfazione. Da anni il lavoro non vale niente e proporzionalmente abbiamo crescita 0 perchè con un caxxo di salario mensile nessuno ci mette l energia per fare qualità e innovazione. Ecco che si sprofonda ad una velocità direttamente proporzionale alla insoddisfazione . Buona salute a tutti.

bibo bibo 03.02.12 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Visto che ci si annoia...giochiamo un pò?

http://www.youtube.com/watch?v=5ZG3xgugWpU

Nuke 'em All 03.02.12 10:13| 
 |
Rispondi al commento

L'insistenza del governo dei "tecnici" su poche, idiote, autistiche idee-fissazioni come l'abolizione dell'art.18 quando siamo tecnicamente in bancarotta e ci salvano solo gli acquisti di BOT della BCE (fonte La Padania di stamattina), manco fossero Sacconi & Brunetta, i ministri più handicappati di tutti i tempi (fonte Tremonti), provano, assieme alla legge fatta passare alla Camera sulla responsabilità civile dei giudici, tarata per ammazzare definitivamente il sistema giudiziario quando l'Europa ci ammazza di multe e ci chiede processi brevi e l'annientamento di corruzione e criminalità che hanno prodotto il terzo debito pubblico del mondo e quasi ammmazzato l'euro, che Monti-Badoglio è solo un fondale di cartapesta per pigliare per il culo i mercati e guadagnare un pò di tempo per evitare gli arresti di massa della Grande Organizzazione criminale PDL-Cerchio Magico-ala centrista del PD-camorra-ndragheta ecc.
Del resto il leghista emiliano promotore dell'emendamento è un noto affarista sospettato di riciclaggio, come altri giovani leoni del cerchio bossiano come Reguzzoni.
Sarebbe divertente vederli in cella, questi giovani vitelloni leghisti, assieme a galeotti extracomunitari.

mario genovesi 03.02.12 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Né destra né sinistra
Né iperliberismo né dittature comuniste
Né caste né nomenclature

La democrazia allargata e partecipata col massimo numero di istituti di democrazia diretta è l'unica speranza
E può diffondersi solo con la cultura,
l'informazione,il web,il confronto,la consapevolezza
Il pensiero no global è l'unico futuro
Una speranza di cui si parla "in tutto il mondo" da almeno 40 anni!
E di cui questo M5S fa parte
Il comunismo ha portato solo a feroci dittature
Il neoliberismo ha messo in crisi il pianeta, aumentando la miseria e lo sfruttamento e uccidendo i diritti e la democrazia
Entrambi sono falliti e si reggono solo con la violenza e l'inganno
Se i popoli vorranno salvarsi,lo faranno solo abbattendo gli attuali sistemi di potere che in Occidente trovano un alibi nelle false democrazie che si reggono sul predominio che una Casta di 'Eletti' ha su tutti gli altri,nella sottrazione costante di diritti e poteri democratici.
Il sistema parlamentare attuale è a una svolta. O riesce a rivoluzionarsi nel bene di tutti o perirà
Il sistema iperliberista sta implodendo grazie ai propri errori e non in virtù di rivoluzioni armate che sono difficili da cominciare e ancor più difficili da portare a termine,come dimostrano Siria,Egitto, Libia..nel contrasto feroce dei gruppi militari,dei gruppi integralisti e delle grandi potenze nemiche della libertà dei popoli
Siamo 7 miliardi. Loro sono pochi milioni.Ieri usavano la repressione e le guerre.Oggi usano la Borsa,il sistema bancario,le multinazionali,le agenzie di rating,i commissari e i grandi organismi economici mondiali.Ma si stanno scavando la fossa.E dobbiamo essere pronti a ripartire dal basso.Per ricreare il mondo.
Loro sembrano forti,ma sono pochi milioni. Noi siamo 7 miliardi
E l'autoliberazione avanza,con la diffusione dell'informazione on line,il confronto, l'emulazione,la consapevolezza,il web e la forza di essere tanti e insieme
Ce la faremo!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

3 FEBBRAIO 1998. FUNIVIA DEL CERMIS (TN).

20 Morti. Nessun colpevole.

Terzo Nick Commentatore certificato 03.02.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Sempe pe me riallaccia' o discors' da ier', cuncernent' a lucidita' e 'o fanatism'.

'ngopp' o blog ce sto' a quanno e' nato e so circa 4 anni ca so' considerat' n'intruso,
che vogli' scredita' e principalment' mi si accus' e nun capi' che o moviment' sta oltre i partiti e, nun sia maje ca te pigli a briga e movere na' critica o proporr' n'allianz...a Vivarell' zomp' a coppa a seggiola
e te fa na' chiavica, pecche' nun capisc' o, faje finta e nun capi' ca grillo e' oltre...
e po'...na matina si e l'ata pure me sponsorizza di pietro e riport'
chella ca tonino dice:
Ma ve pare t'atteggiament' coerent' o a sta tipa s'e' fulminat' a centralina!?
E te pigliano a pisci 'nfaccia se citi Barnard o D. Magistris e chesta po', posta chell' ca vo'?!

E mic' e' a sola...ca me sa' che e pazz' stann' a fora e Bbuon' a rint',
'nge stann' altre che quanno e leggi te miett' e man' dint' e capill'...Robba allucinante:
Quotano o grillin', l'anarchic', o complottist, a chi vo fa a rivoluzion', a chi vo sta int' a pultron', o comunist'...
basta ca veren' o comment' quotato, cu' 'e voti, se 'nfilano sgomitann' e te posano a marketta!
...e so' talmente fulminati ca se superano ogni giorno.
Mo' ve conto nu' fatt', stateme a senti';
nu' copia-incolla e nu' blogger con un metro di link...sta tipa se ce 'nfila sotto e:
"Con questo commento ti sei superato, grazie d'esistere"...
e te posa a marketta!...ma e' nu' copia-incolla, cretina!

Uno cerca e soprassede' ma po', quann' legge certe cose ca escono fora d'o' semminato...allora uno po' perde a pacienza e ve sputa 'nfaccia a supponenza, a saccenz' e a presunzione...
e grazie pe' l'attenzione!

αnthony c,. ★★ (αnthony c,. ★★) Commentatore certificato 03.02.12 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sta buffonata del maltempo è ridicola. CHiuse le scuole per due dita di neve. A Roma le scuole chiuse? I treni che si fermano per due gradi sotto lo zero.

Se in Zambia nevicasse, sarebbero più organizzati.

In nord europa questa è una situazione normalissima e vivibilissima per almeno 4 mesi l'anno.

E' ridicolo, come sono illeggibili i giornali che usano toni apocalittici.

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.02.12 09:59| 
 |
Rispondi al commento

MONTI E' L'UNICO CHE HA CUORE IL DESTINO DELL'ITALIA. HA CAPITO CHE L'UNICA STRADA PERCORRIBILE PER CAMBIARE QUESTO PAESE E' LA RIVOLUZIONE E LUI VUOLE ACCELLERARE I TEMPI...PERO' NON STA CAPENDO CHE LA GENTE SI INCAZZERA' SOPRATTUTTO CON LUI

CHERUBINI GIOVANNI 03.02.12 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Bene se è così noioso sono felice di dare il cambio a qualcuno ed annoiarmi al posto suo per i prossimi 20 anni es. parlamentari, militari, consiglieri, amministrativi... ; e buon divertiranno nella ricerca del posto non monotono

Marco Gregoris 03.02.12 09:51| 
 |
Rispondi al commento

buon giorno
mi piacerebbe sapere se studiando alla bocconi si diventa deficente come il suddetto.in questo caso e' meglio chiudere subito questa universita'che genera solo mostri.

luigi s., bergamo Commentatore certificato 03.02.12 09:43| 
 |
Rispondi al commento

http://www.facebook.com/note.php?note_id=330798636930868

http://www.sorpaolo.net/

benito mascitti (cordobès), Vasto Commentatore certificato 03.02.12 09:39| 
 |
Rispondi al commento



AUTOGESTIONE


Come la pensa non Argentina?

Mi è stato segnalato un bell'articolo ieri prima che cancellassero tutto. Vi propongo l'ultima parte che troverete qui:

http://www.antimperialista.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1915:lesperienza-dellautogestione-in-argentina&catid=27:argentina-cat&Itemid=124

***

Ho avuto modo di conoscere il materiale pubblicato a Cuba dalla figlia di Marta Harnecker sui cambiamenti annunciati nell'economia cubana in cui la questione della cooperativa ha un rilievo primario. Diciamolo, la maggior parte delle aziende recuperate hanno adottato la forma cooperativa.

Lavoriamo tutti in autogestione e adottiamo la forma della cooperativa perché la legge sulle cooperative in Argentina permette la democrazia interna, lascia che siano i lavoratori a decidere. Abbiamo opinioni diverse sul reddito: noi siamo per la distribuzione egualitaria e la legge non lo dice, ma riteniamo che questa sia la forma migliore che si adatta al recupero delle aziende. Noi non partecipiamo al movimento cooperativo perché siamo sempre stati nel movimento operaio e nell'ambito delle cooperative c'è di tutto, alcune sono completamente adattate al sistema. In ogni modo, è un sistema superiore a quello capitalista. I cambiamenti a Cuba mi preoccupano, ma sono parte del nostro dibattito. Siamo sempre stati molto critici con l'autogestione perché non crediamo che sia la salvezza. Riteniamo che i mezzi di produzione più importanti debbano rimanere nelle mani dello Stato e pianificati dal nostro popolo. Non crediamo nelle cooperative come uscita per un nuovo modello socioeconomico. Dobbiamo essere coscienti della necessità del controllo popolare sui mezzi di produzione. Nel caso di queste 330 piccole imprese, l'autogestione può servire come seme per vedere il nuovo, per far crescere la coscienza popolare che non sono necessari i padroni, che gli investimenti stranieri non sono indispensabili


segue...


Tony Commentatore certificato 03.02.12 09:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lUNEDì RIPARTE LA PROTESTA DEI FORCONI...
Dobbiamo pretendere che siano fatti accertamenti fiscali a tutti i Parlamentari che sono stati in carica da almeno 10 anni....poi sarà la volta dei Consigleri Regionali!...oltre ai PARTITI...TUTTI!
BEPPE PREPARIAMO L'ESPOSTO...

roby f., Livorno Commentatore certificato 03.02.12 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma Bonanni , che parla come Guzzanti quando fa Queeelo, s'è rifatto il guardaroba?

E' il segretario della cisl perché è la parola che pronuncia quando lo fotografano?


la 1a e la 2a 03.02.12 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa allora sembra chiarita sul blog: l'art.18 è l'ennesima velina sventolata per distrarre l'attenzione perchè di fatto esiste solo su carta, in quanto sono anni che la gente viene tranquillamente buttata fuori dal lavoro senza nessun problema.
Qualcuno ha detto che in effetti riguarderebbe solo i lavoratori pubblici rimasti ormai l'ultimo baluardo in questo senso.
Falso anche questo, perchè da oltre venti anni puntualmente ad ogni finanziaria la prima cosa approvata è il blocco del turn over e con questo sistema i lavoratori pubblici sono più che dimezzati.
Qualcuno dirà tre milioni e rotti sono comunque ancora troppi, tranquilli proprio grazie al blocco delle assunzioni i cosiddetti reduci sono quasi tutti prossimi alla pensione e tra quelli che son fuggiti quest'anno e quelli che lo faranno tra poco a causa della riforma pensioni tempo tre o quattro anni ed i servizi pubblici saranno un ricordo, nel frattempo però gli enti pubblici si sono riempiti di giovani assunti tramite ditte che per lo stesso lavoro che faceva prima il dipendente pubblico lui percepisce la metà e di tutele manco l'ombra.
E allora l'operazione è da supermercato prendi due e paghi uno perchè con uno stipendio pubblico ci pagano due privati cosi se prima c'era un lavoratore che non arrivava alla terza settimana, ora ce ne son due che arrivano a stento alla prima.
L'unica cosa che non è cambiata sono gli appalti e gli stipendi dei manager ma di questo non si parla senno si fa demagogia.

pasquale r., napoli Commentatore certificato 03.02.12 09:32| 
 |
Rispondi al commento

E' questo che vogliono fare? Estinguere le generazioni imbevute di sogni di libertà. giustizia sociale, di miglioramento nella scala sociale, con la riduzione delle prospettive di lavoro e l'espatrio. Davvero non si capisce la loro strategia, ma a pensar male diceva qualcuno si fa sempre bene... NOn si danno la zappa sui piedi?

almagemme 03.02.12 09:32| 
 |
Rispondi al commento



Peccato che sia stato cancellato perché mette il dito nella piaga!!!

***


Va bene va, monti è uno scemo. L'abbiamo capito.

Ma se qualcuno vi chiedesse sull'alternativa al modello liberista e quello keynesiano, entrambi fallimentari e falliti come il capitalismo in generale???

Io penso seriamente che siamo in questa condizione e che i politici possono sputarci addosso per COLPA NOSTRA!!!

Mi dispiace leggere commenti che puntano il dito contro Monti e i politici in generale, perché se non si risponde alla domanda, di cui sopra, è tutto inutile:

resteremo qui a scrivere per il resto della nostra vita.

Se avessimo almeno un po' di senso critico e altrettanta voglia di imparare qualcosa lasciando da parte le passioni e i sentimenti, ci accorgeremmo che la soluzione dovrebbe e deve arrivare sfornata dalle nostre menti, da uomini e donne comuni.

Qualcuno disse in passato che nulla cambierà fino a quando anche l'ultimo dei cuochi non sarà in grado di governare il Paese.

Aggiungo e generalizzo: nulla cambierà fino a quando anche l'ultimo dei cittadini non avrà una conoscenza approfondita in economia e sociologia in generale.

Tutto il resto è FUFFA!!!


hasta farisei


***


Tony Commentatore certificato 03.02.12 09:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ma mandiamo via lui e quelli di Montecitorio e Palazzo Madama a fucilate se necessario!... Affanculo anche i sequestri...! L'ESPROPRIO, proprietà di Stato tutto il maltolto...Riimmesso in ammortizzatore sociale... E tetto su stipendi e pensioni... In pensione quando hai 5.000 Eu, te ne avanza!... Mi sono rotto i coglioni di sentir quotidianamente di guadagni illeciti (loro) e superpensioni e stipendi legalizzati (da loro) che nemmeno in condizioni come queste, si riducono, solo facendo finta con ignobili manfrine...E allora riduciamogliela noi, anche con le cattive se sarà il caso...TE LO DO' IO IL SENATORE A VITA....Cazzo, sia Morfeo Napolitano a dargli lo stipendio, non noi...

carlo 03.02.12 09:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sto Monti, c'é da prenderlo a schiaffi a due a due, finché non diventano dispari...

Ugo D., Nice Commentatore certificato 03.02.12 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Rutelli, ora a capo dell'API, ex leader della Margherita (che non esiste più ma esistono montagne di quattrini provenienti dal finanziamento pubblico), per mostrare la sua estraneità dalla vicenda che ha coinvolto il tesoriere del partito, appropriatosi niente meno che di 13 milioni di euro, ha voluto sottolineare la sua onestà. Come? Estraendo in diretta televisiva il suo estratto conto bancario, che egli pubblica trimestralmente su facebook. Ebbene, udite, udite, il saldo ammonta a 56 mila euro. Se posso dire la mia, non ci credo.
Rutelli è da 30 anni in Parlamento; è stato otto anni sindaco di Roma, vicepresidente del Consiglio, è stato Ministro e a capo di vari partiti e i suoi redditi sono da tre decenni quelli di un parlamentare e comprensivi dei vari compensi supplementari derivanti dalla cariche politiche. In trent'anni da parlamentare, facendo i conti della serva, può aver guadagnato qualcosa come sei milioni di euro, ma io penso molto di più. E lui ci vuol far credere di possedere 56 mila euro!? Ok, può essere che il suo conto corrente dimostri questo, ma non è per caso che avrà un dossier titoli? Ce l'ha perfino mia madre che è in pensione. E la sua illustre moglie? Suvvia Rutelli... Il terzo polo che cos'è? Un gruppo di galantuomini? Il suo "socio" Fini ha preso in giro l'Italia con la casa di Montecarlo e promettendo di dimettersi se lo avesse fatto Berlusconi. E ora lui mette in piazza una bugia colossale. Nessun giornale pubblica un commento?

Nunzio Lombardi Commentatore certificato 03.02.12 09:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione




Devo proprio dirlo: bella puntata di Servizio Pubblico ieri sera.

Peccato soltanto per il ragazzo di Oxford che non conosce la nostra spesa per le pensioni!!!

Una cosa giusta l'ha detta però: tassa patrimonale, non come ideologia, ma come strumento di persecuzione dell'efficienza economica.

E meno male che non è comunista!!!

Un altra cosa, stavolta stupida, l'ha detta: Boeri è un economista serio quando calcola 10 mld€ per il reddito di cittadinanza.

Quelli di San Precario l'hanno calcolata per 35 mld€ considerando un reddito di cittadinanza di 720 €/mese. Chissà, forse Boeri pensa a 200 €/mese?

Più che un reddito di cittadinanza mi sembra un elemosina!!! Ma comunque, sempre meglio di niente.

E' anche vero che all'inizio la spesa sarebbe altissima, che comunque diminuirebbe col tempo per poi salire lentamente sempre più nel lungo periodo. Saremmo in presenza di una specie di parabola.

Io sono contrario al reddito di cittadinanza!!!

Tanto per metterlo in chiaro: è un altro modo per parlare d'altro e, appunto, offrire un elemosina ricattando, certo, un po' meno, ma sempre di ricatto stiamo parlando.

Il reddito di cittadinanza non è efficiente, e bisogna vedere la sua efficacia che è difficile da calcolare.

Invece, io sarei per il LAVORO PER TUTTI (orario naturalmente flessibile che includa tutti), senza se e senza ma. Questo sarebbe un altro punto che mi divide dal M5S, il quale offrirebbe un elemosina ai disoccupati, magari calcolata da Boeri. mah...

Dico "elemosina" e dico "inefficiente". E guardate che non sono conclusioni comuniste: sono il risultato di teorie moderne e liberiste.

Un reddito di cittadinanza elevato scoraggia le assunzioni e scoraggia anche chi cerca lavoro. Sembra quasi ovvio. Per cui il massimo che la società potrebbe offrirvi è un elemosina. Altrimenti mangerebbe se stessa. E' matematica, non si sfugge!

In Danimarca? All'inizio è alto, dopo sempre di meno, alla fine resta l'elemosina.


hasta farisei


Tony Commentatore certificato 03.02.12 09:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

viviana

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Monti ha detto una cosa giusta. Non esiste più che si rimane in un posto di lavoro per 40 anni: il punto è che anche cambiando lavoro chi ora non è tutelato (i "giovani") in futuro dovrà esserlo. Il problema non è la lunghezza del contratto, ma la creazione di opportunità e la presenza di ammortizzatori sociali che permettano la mobilità senza creare disoccupazione.

Massimo Piemonte 03.02.12 09:15| 
 |
Rispondi al commento

monti ha assolutamente ragione
solo chi è in mala fede interpreta il senso delle sue parole in maniera distorta e faziosa
io ho fatto
il gelataio
il pizzaiolo
il cameriere
l'operaio
l'artigiano
il libero professionista
l'impiegato
e da ultimo l'imprenditore
bellissimo!
mai fatto un concorso pubblico
mai lavorato con amministrazioni pubbliche
mai avuto contributi pubblici
ricomincerei tutto da capo
l'importante è la salute
saluti

santi bailor 03.02.12 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, Acul Utopia

LE GAUDIOSE IMMAGINI DEL POSTO FISSO

http://a3.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash4/s320x320/420121_320681704641095_173207066055227_937886_1414526517_n.jpg

http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRvD7CAuNsgYRwH_ZfSkFQeB9nL6dM4xLgAyhDdrxujpTC25y0c


http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQaYNG5SNpc4zmNeGmx9X0g8KnSoLanznFWnRTU6yuhBvPNsRKy

http://t1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQcUmnPXQkMSnHvbtSpcP4EgpLJqRMGQK01Xuyd8PLTuWLJEpCPGQ

http://t1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQyKRoV-mXy6ACJPUg4zMZR6Ej3xxHXx2mhV4tHEdRhrZTjDSkqpg

http://t3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcST5HVbRycwZA2H5nWg1TeDcTfWNxxhEhpXHp4SuKXC-l_Qqq18


http://t3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQvO1Dc668vdMm8Gf71DtjeyiHzEKQEBRDkOq632EzGccFYLx42

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Credo di averlo già detto, ma secondo me Monti è solo un burattino cazzuto, manovrato da quelli che stanno li, alle sue spalle, poi vanno in televisione e fanno credere ai fessi che non sono daccordo, che bisogna pensare ai giovani e bla bla, solo così possono sperare di ottenere più voti alle prossime elezioni, tanto i coglioni che ci crederanno ce ne saranno ancora, ma molto pochi! Succederà qualche cosa, questo è quasi palpabile, mi chiedo come non facciano ad avere paura...credsono davvero che qualche d'uno possa fermare un'Italia in rivolta? Chissà se io vivrò ancora per poter partecipare o almeno assistere a tutto ciò? Sono una violenta perchè parlo così? Eh...ma in fin dei conti io mi sto annoiando e come me tanta altra gente, quindi qualche cosa dobbiamo pur fare prima o poi no monti dei miei stivali?

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 03.02.12 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Flavio Amerighi mi manda:

I poeti non contano


che la carne non torni
superata dai versi
lo dimostri da ieri,
addio Szymborska,
bentornata Szymborska
nel terzo millennio
che non respira
perché non ha più sogni
dov’è viavai di curricula
nell’instabilità fissa,
i poeti non contano
ancora sognano

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 09:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo schifo non ha mai fine!

E poi qualcuno non riesce a capire come mai abbia tanto successo l'attacco del Movimento 5 Stelle contro la partitocrazia italiana, per una democrazia allegata che parta dal basso e mandi a casa i "professionisti" del furto dopo due legislature, depurando il Parlamento dai pregiudicati e annullando ogni finanziamento di Stato a partiti e giornali! Ormai la democrazia cosiddetta parlamentare è talmente contaminata che non c'è più nessuna speranza di redimerla!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Ad ogni modo, fermatelo questo Monti delle mie balle!! Dai politici, fate vedere chi siete...se non ora quando??? Volete dare l'ultima prova lampante che non servite a un cazzo??? Fate attenzione, MOLTA attenzione!

Ugo D., Nice Commentatore certificato 03.02.12 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Pazzesca questa concomitanza dalla 'bestemmia' di Monti contro i senza lavoro che si raffronta, in tempo reale, agli sprechi indecenti dei partiti che rubano al popolo italiano mentre i tesorieri o i capi partito rubano al patito stesso e intascano pro domo sua!

Vince
Così scrive P. Baroni su La Stampa.
“Prebende per miliardi. In 14 anni, tra le politiche del marzo 1994 e quelle dell’aprile del 2008 le forze politiche italiane hanno incassato la bellezza di 2,25 miliardi di euro. Di cui quasi un miliardo solo con le tornate elettorali del 2006 e del 2008..”
“Come certifica la Corte dei Conti, la realtà però è un’altra: non solo dal 1993 ad oggi il finanziamento pubblico ai partiti è lievitato del 600%, ma i rimborsi sono almeno il triplo delle spese effettivamente sostenute dai partiti per le campagne elettorali. Solo per stare al magnifico 2006: Forza Italia ha speso 50 milioni e ne ha incassati 128,7, An ne ha spesi 6,2 e ne ha presi 65,5, i Ds 9,9 ricevendone 46,9, la Margherita 10,4 riprendendone 30,7. Poi c'era l’Ulivo che ha documentato spese per 7,6 milioni e ha ottenuto rimborsi per 80,66. Idem gli altri: Rifondazione (1,6 contro 34,9); Udc (12,38 contro 36,6); Lega Nord (5,1 contro 22,.4). Totale generale: spese accertate 117 milioni di euro, rimborsi assegnati 498 milioni. Un incredibile, ingiustificato, 324,78 % in più.”
.
Non basta!! Poi ( restituire i soldi non spesi no, eh?) spudoratamente li vanno a investire all’estero, in Canada, in Tanzania, in Svizzera, alla pari di certi capitalisti che ben conosciamo, sottraendo capitali e ricchezza in Italia dove almeno creerebbero posti di lavoro e Pil.

Fra rimborsi elettorali auto-elargiti, salari e privilegi da nababbi, giornali di partito sovvenzionati, prebende e facilitazioni varie, hanno la faccia tosta di introdurre una “social card” con un fondo di 350 milioni di € l’anno per 4 milioni di poveri sotto la linea minima di sopravvivenza!!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 08:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri verso le 19 mi chiamano dalle Poste:
signorina: -Buona sera, visto che lei è un nostro cliente con Postepay, volevo invitarla in ufficio per mostrarle i nostri "prodotti"...-
Io la interrompo subito: -Mi scusi ma non m'interessa a priori, non voglio farle perdere altro tempo-
Signorina: -Ma...scusi come lo sa...io volevo mostrarle i nostri conti...-
Io: -Si me l'immagino, ma io non ho soldi(per la cronaca guadagno circa 360 euro al mese) da mettere nel conto. Lo so...il conto serve per dare soldi alle banche e a voi delle poste, per farvi guadagnare-
Signorina: -Ah...eh...no...mi scusi ma come lei sa con le nuove regole se dovesse pagare o riscuotere più di 1000 euro non potrebbe farlo perchè...-
La interrompo di nuovo: -Ecco ma io non ho mille euro di stipendio perciò non m'interessa. La fermo qui. Arrivederci-
Click.
Li per li mi sono sentito un grande per averle risposto in modo così diretto e schietto...ma poi pensavo: -Cavolo...io non ho nemmeno 1000 euro di stipendio...-
Tognoni Alessandro da Pontedera.

Alessandro Tognoni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.02.12 08:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ON THE CESS.

Buttiamo miliardi di euro per pagare lavori fatti male e a costi faraonici stop.

I lavori li fanno sempre i soliti noti stop.

Milioni di disoccupati inutilizzati stop.

Che caxxo aspettiamo,la nanna dal cielo stop.

Col caxxo che cade stop.

Sudditanza economico lavorativa sempre più grande stop.

Se l'Italia è una repubblica fondata sul lavoro,noi di cosa stiamo parlando?stop.

TANTE CHIACCHIERE,POCHE PROPOSTE STOP.

TANTA "MONOTONIA" STOP.

Arrivederci e stop.

Nando on the cess stop.

Addormentate gambe stop.

Nando. Meliconi (in arte l'americano) Commentatore certificato 03.02.12 08:53| 
 |
Rispondi al commento

che bello sarebbe poter tornare nel mio Paese, invece di far crescere l'economia di un Paese che non é il mio....

Ugo D., Nice Commentatore certificato 03.02.12 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Marco B
L'andamento dei tassi e della parte economica sembra andare nella giusta direzione e questo gioca a favore del governo. Sappiamo però che una gran parte della crisi è pilotata dagli stessi mercati, quindi non potremo mai avere la certezza che i miglioramenti o meno siano merito di uno o di un'altro governo. Una cosa però è certa: persone che hanno una mente tanto perversa da affermare le cose dette da Monti e altre a suo tempo dette da B, non dovrebbero ricoprire i posti che ricoprono. Il posto fisso non esiste più per tutte le categorie che non difese dai sindacati e non solo... Questo però non significa che non si debba avere la prospettiva di trovare un lavoro durevole nel tempo e correttamente retribuito.
Non è giusto privare le persone dei sogni. E' corretto avere i piedi per terra, ma senza obbiettivi alti si rischia di non lottare neppure per quelli parziali. Se il mondo del lavoro si impoverisce vengono a mancare anche i soldi per le pensioni e quelli in grado di far girare l'economia. Continuiamo a perdere tempo e ragionare su cose inutili, mentre lo scopo di un governo dovrebbe essere quello di mettere una toppa alla crisi e preparare il paese con una nuova legge elettorale a una rinascita politica. A riforme strutturali più importanti dovrebbe pensare il nuovo parlamento, quello senza Scilipoti, Lusi, gli avvocati di Silvio e via dicendo ... l'elenco è troppo lungo!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Responsabilità civile, governo battuto

La Camera approva a scrutinio segreto il risarcimento danni chiesto ai giudici per provvedimenti errati. I voti a favore sono stati 261, 211 i contrari. 50 traditori. 20 nel Pd. Ma non gli bastavano i 3 gradi di giudizio, le prescrizioni accorciate, i testimoni infiniti, il tribunale della libertà e la ricusazione del giudice? Dovevano arrivare a questa ulteriore intimidazione camorristica per avere l’assoluzione certa o il blocco del processo? Solo chi ha la coscienza molto sporca può arrivare a tanto e l’emendamento è della Lega, che in 18 anni ha votato tutte le porcherie di B per smantellare il processo. I rei che temono la giustizia tentano di mettere in ginocchio il potere giudiziario, con un atto anticostituzionali che lede l’indipendenza dei poteri. Sotto Monti è avvenuto ciò che neppure Berlusconi era riuscito a fare: l’incaprettamento dei giudici!
.
ADP
63 pugnalate alla giustizia
“17 febbraio 1992-17 febbraio 2012:
sono passati 20 anni, tutto è cambiato ma nulla è cambiato. oggi come allora, mentre la città brucia, Nerone se la canta e se la ride. a questo abbiamo assistito oggi dentro la camera dei deputati, quando è stato approvato, nel buio del voto segreto, un atto di vendetta, di ammonizione e di prevaricazione, incostituzionale, nei confronti della magistratura.“

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 08:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

calorosa stretta di mano fra Berlusconi e Monti....chissà cosa si saranno detti?..l'unica cosa che sappiamo è che il Cavaliere ha riferito alla stampa che serviva un passo indietro da parte sua e del suo governo...il PDl sosterrà Monti in modo coerente....(purchè non mi faccia l'asta sulle frequenze TV..).
ahhhh!...Bossi la definito mezza calzetta...ciò fa salire la Lega nel Rating degli "illusi" dei credenti della politica..cari leghisti della base...sappiate che prima viene il suo impero mediatico, poi i suoi vizi e poi forse vi farà credere che "Pesate" politicamente.
Beppe...come vedi anche "l'inferno è lastricato di buone intenzioni" e MONTI non risolverà il problema, anzi lo peggiorerà...ora la "mano" passa ai lavoratori che devono prendere atto che i SIndacati non contano un bella sega!!visto e considerato che hanno lasciato troppo fare questi politici.
Ciò che affermo,trova fondamento nelle parole della Fornero la quale candidamente ha detto:...con o senza di voi andremo avanti nella riforma del lavoro..tradotto:...faremo come cazzo ci pare!!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 03.02.12 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Continuiamo a stare impassibili fermi ci basta guardare due trasmissione in tv che invitano gli artefici di questa situazione che con una serie di parole spred,pil,bond,percentuali ci spiegano come si e creato tutto questo e la possibilita di aggiustare tutto facendo sacrifici , e far viaggiare il nostro cervellino pensando che forse qualcosa cambi!!!Tutto questo spettacolo e stato costruito in una maniera impeccabile perfetta,tutto ha una logica politica tutto a una risposta ogni reato commesso dalla casta ogni decreto legge non democratico hanno sempre una logica, la logica del (il capo sono io e comando io).Grazie alla tv anzi all informazione se cosi la vogliamo chiamare che ha lobotomizzato tutti distogliendo le attenzioni da tutta altra parte vedi:isola dei merdosi vedi il grande bordello vedi tanti altri reality che ipnotizzano la gente distogliendola dai problemi reali e intanto si continua a morire di fame .Quindi il fatto che Monti dica che il lavoro fisso e una noia non mi stupisce piu di tanto è come quando Berlusconi diceva che la crisi non cera perche i ristoranti erano pieni .

Poveroitaliano 03.02.12 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Gennaro Esposito

Se non si pone al centro della discussione il "reddito di cittadinanza", quel reddito minimale che ci consente di chiamarci Cittadini, c'è ipocrisia e cecità riguardo ai meccanismi socioeconomici che riproducono, esclusione e malessere sociale.
Il Patto Sociale riposa su Diritti + Doveri + Solidarietà = Redistribuzione .
Se così non è, non si può dire a chi ha perso il lavoro o non lo ha mai trovato: ARRANGIATEVI! (dopo il danno la beffa!).
Senza lavoro si muore o si alimenta la "malavita"! Questa deve uscire innanzitutto dalla politica!
Nei Paesi nordici c'è poca criminalità per la presenza dello Stato. Lo Stato giusto toglie gli alibi legati alla necessità di procacciarsi da vivere in modo diverso dal lavoro e non spinge al crimine (giustizia e prevenzione). Incardina il Cittadino su binari che lo conducono al lavoro e al reddito. Chi trasgredisce, non ha attenuanti. Chi evade è un ladro, e tale è percepito dalla collettività, non come in Italia, in cui anche l’evasore è... "un poveretto necessitato dallo stato tartassatore"! (e i colletti bianchi li assolvono o prrscrivono).
Il "reddito di cittadinanza", non è solo espressione dello Stato sociale, che tassa solo in presenza di "reddito positivo" e con progressività, ma di uno Stato che corre in sostegno di chi scivola verso la povertà.
Chi cita i casi patologici dovrebbe citare anche i meccanismi e gli organi di sorveglianza, affinché gli abusi non si verifichino!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 08:28| 
 |
Rispondi al commento

INCREDIBILE!
Sono 38 anni che insegno e non m'ero accorto di quanto fosse monotono!
Grazie Monti, o salvatore della(tua)patria!

leonardodigiacomo 03.02.12 08:26| 
 |
Rispondi al commento

La verità è che tutti questi politici, e dico tutti, vivono semplicemente sganciati dalla realtà e non capiscono. Non capiscono per mancanza di esperienza cosa voglia dire non avere un lavoro e non potersi sostentare o averlo ma con un reddito così basso da bastare per la sola sopravvivenza, non capiscono il dramma di non avere un ruolo nel mondo e non capiscono quanto sia profondamente destabilizzante per la persona non poter programmare il proprio futuro e vivere sentendosi una foglia al vento senza alcuna possibilità di influenzare la traiettoria del proprio volo...semplicemente non sanno cosa vuol dire poichè non l'hanno mai provato. Si dirà che, però, nella vita non è sempre necessario vivere determinate esperienze, ma che si può far tesoro e condividere quelle degli altri...è vero, ma per condividere l'esperienza di Mario occorre o una spiccata sensibilità (merce sempre più rara in questo mondo di leaders e di loosers) o un'interesse reale per Mario...e di Mario non gliene frega un xxzzo a nessuno. Oltre a ciò, considerate poi, che i nostri amati leaders sono circondati da sudditi che invece di fargli notare le idiozie che proferiscono, si limitano a sorridere e se proprio la sparano troppo grossa a farla passare come provocazione. Ma provocazione per chi? Per i giovani? Per gli sfigati? Per i precari? Per la generazione ormai persa? Per i negri? Per i terroni?
Capito come funziona?
Questi non solo calpestano la dignità delle persone, ma provocano pure!!!
Credo che stiamo raggiungendo il punto di non ritorno e che se va avanti così (è tutto fa credere che andrà avanti così) i nostri politici saranno a breve costretti a svegliarsi e quando lo faranno si guarderanno attorno e si sentiranno addosso gli occhi di una folla che non urla, non applaude, non piange, ma che osserva muta e finalmente vede...e allora saranno guai!!!

giuseppe d'angelo 03.02.12 08:25| 
 |
Rispondi al commento

Gad Lerner

"E’ capitato (di rado)che i “residui attivi” fossero investiti in operazioni politiche trasparenti:l’estate scorsa i Democratici dell’Asinello,10 anni dopo il loro scioglimento!, li hanno devoluti per la raccolta di firme del referendum abrogativo del porcellum.Ma il più delle volte i capipartito investono i nostri soldi nella loro autoperpetuazione.Basti pensare ai derivati speculativi acquistati in Tanzania,Cirpo e Norvegia dalla Lega.E agli appartamenti comprati da Di Pietro e Mastella"

Il problema è che non ci dovrebbero essere né residui attivi né passivi,i rimborsi non ci dovrebbero essere proprio!Come chiedemmo con referendum
In tutta Ue i soldi ai partiti hanno leggi severe.Qua "se ne sono dimenticati"!Li gestiscono "a loro insaputa"!
In Germania chi viola la legge rischia fino a 5 anni di carcere.In Francia c'è in gioco la revoca del diritto ai soldi.In UK i rendiconti sono obbligatori.In Spagna i controlli li fa la Corte dei Conti
In Francia si deve avere l’1% dei voti e presentarsi in almeno 50 circoscrizioni.Il tetto massimo è 80 milioni e 38.000 per candidato,a differenza dei 52.000 in Italia,il rimborso non supera le spese.Chi sgarra perde il diritto al finanziamento.E guai a non rispettare le quote rosa!
Controlli ferrei anche in Germania,solo 0,85 € a voto e carcere da 1 a 3 anni per chi sgarra
Controlli severi anche in UK,dove il finanziamento statale interessa solo i partiti di opposizione,‘svantaggiati’ poiché non al governo
e obblighi vincolanti sul controllo e la trasparenza dei rendiconti dei candidati
In Ue la politica che sbaglia,paga.In Italia no
La Corte dei Conti è l’organo più adatto per garantire la trasparenza.Ma la nostra legge è il frutto di imprecisioni e inganni che iniziano con il referendum del 93,tradito dalla reintroduzione dei contributi sotto forma di rimborsi e oggi questi contributi non sono più dati sulla base di giustificativi ma su base forfettaria e i partiti li hanno anche in caso di scioglimento anticipato

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 08:20| 
 |
Rispondi al commento

E ora dove sono quei ritardati speciali che scrivevano commenti sdegnosi verso chi, come me e altri, vedevano in questo parassita speciale bocconiano il peggio oltre l'immaginabile.
Anche te beppe, che cazzo dici: "questo monti pare una brava persona."
Anche andreotti pareva una brava persona, mica ti dava l'idea di un satanasso tipo larrussa, ma ne ha "eliminati" parecchi con il suo perbenismo.
Dove siete, democratici imbamboniti.
Avete il cervello pieno di tutte le cazzate che vi propinano quotidianamente, siete convinti che l'evasione fiscale sia il male assoluto e avete visto in questa faccia di pene flaccido il vostro salvatore.
Il vostro salvatore vi ha appena comunicato che il vostro posticino fisso di lavoro verrà revocato e dopo attenta riflessione, io vorrei pisciarci sopra al vostro posticino fisso.

Voi e la vostra inguaribile stupidità siete uno dei mali di quest'epoca.
Che diarrea vi colga perbenisti dalla lingua facile.

Il vostro Diogene

new sandro c altrove Commentatore certificato 03.02.12 08:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene!
Io censurato a vita e una delle "signore" a litigare in notturna con il mitico Anthony!

Blog FASCISTA e DISCRIMINATORIO!

Non tutto fortunatamente.......!

Uno Qualsiasi ** Commentatore certificato 03.02.12 08:07| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiunque vada ad occupare posti di potere, prima o poi fa uscire la propria personalità e arroganza, significa che purtroppo in Italia non abbiamo persone all'altezza del compito che gli viene assegnato. Partono bene, così danno l'impressione.. poi strada facendo esce la loro vera personalità. Il camomilla, quando parla, misura i termini e le parole con il conta gocce, poi, la sicurezza, il sentirsi l'unico in grado di salvare la patria, lo fa sentire un padre eterno e questo lo porta a dire delle frignate inimmaginabili.

Manlio 03.02.12 08:03| 
 |
Rispondi al commento

LICENZIATE MARIO MONTI!
Potrebbe annoiarsi a morte.
Giampiero
..

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 08:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa peggiore di tutte è vedere l'essere giovani come una sfida, una gara, una competizione, un sacrificio. Così si rischia di innescare la scintilla secondo la quale ognuno di noi deve letteralmente combattere con le unghie e con i denti per farsi spazio dove spazio non c'è. L'esplosione della miccia di questa medievale mentalità avviene ogni giorno, ogni volta che un politico od un così detto "esperto" apre bocca o scrive su un giornale. I giovani sono diventanti un problema in questo Paese, grazie alle scarse politiche, ma soprattutto per mano dei bombardamenti dei media che rimangono del tutto indiffirenti al problema (bombardamento del silenzio) o quando ne parlano lo fanno in maniera stereotipata e distaccata. I problemi non si risolvono certamente in TV ma neanche dove dovrebbero essere discussi e risolti e cioè in Parlamento (purtroppo per questo Paese).

alessandro earthlings (silverforest), Milano/Londra/Parigi Commentatore certificato 03.02.12 07:59| 
 |
Rispondi al commento

Gennaro Esposito
Uscire dall'euro ha un costo immane dopo esserci entrati con incoscienza e dopo non essere stati capaci di difendere nell'UE gli interessi del nostro Paese. Basterebbe forse minacciarlo. Non immagino l'autarchia, ma un po' di vitalità che vada oltre il grigiore bancario di Monti che pensa di agire con le vecchie logiche economiche dell'800 e del '900, cioè ideologicamente.
Bisogna essere "politici" e "pragmatici", invece Monti ha fatto una recessiva manovra penitenziale che non tiene conto né del reddito né della rendita, ma tassa indiscriminatamente, salvo alcuni insufficienti correttivi, con detrazioni, se è vero come è vero che l'IMU colpisce anche chi "gode" (!) d'un reddito zero (qual cosa vale già per la tassa sui rifiuti).
Se lo stato tassa il reddito positivo dovrebbe nel caso di reddito che diventa negativo erogare dei sostegni, nel nome del Patto Sociale, fatto di Diritti+ Doveri+Solidarietà= Ridistribuzione! Se poi vogliamo dire: "arrangiatevi" ai disoccupati, allora spettiamoci un'impennata della criminalità, e quindi, la contromossa statale, in chiave repressiva, con leggi speciali, che colpirebbero soprattutto i cittadini perbene (che cioè hanno un reddito che finanzia la loro onestà, fermo restando, che scelgono di esser onesti invece che esponenti di cricche!)

.
E dunque Viva la disonestà!
Viva lo strapotere!
Viva la pessima politica neoliberista che infuria!
Per la morte di noi tutti

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 07:57| 
 |
Rispondi al commento

INNANZI TUTTO bisognerebbe chiedersi perche' Monti insiste sull'articolo 18 e la mobilita' del lavoro, qui tutti sembrano avere piu' di una risposta
1- E MALVAGIO
2- VUOLE DISTRUGGERE L'ITALIA
oppure un argomento a caso sulle banche.. ma la realta' e' diversa e va la spiego io da un punto di vista INGEGNERISTICO e non politico
''''''''''''''''''''''''''''''''
faccio un esempio che tutti possono capire qui dentro, i lavoratori sono utenti internet e il lavoro e' un provider con i vecchi modem e linee telefoniche. In una situazione di abbondanza ci sono 100 provider con una linea e 100 utenti, ci si connette svogliatamente senza problemi, le connessioni sono tutelate. Non la tiro troppo per le lunghe, mettiamo che scoppi una crisi di proporzioni epiche e 99 provider falliscono, l'unico provider deve aumentare le linee, quante dovrebbe metterne? La risposta in genere e' 100 MA NON E' cosi', usando dei principi statistici e il time sharing si calcola per per avere il 100% di copertura bastano SOLO 10 linee e vi assicuro che nessuno si lamentera' mai MA NON SOLO , mettiamo che tutti i modem avviano velocita' 10, che banda dovra' avere il provider? 10*10? NO basta che abbia 10 e in una navigazione normale (WEB) con il time sharing l'efficienza aumenta a dismisura e nessuno si accorgera' della differenza. Anche i millisecondi di pausa verrano sfruttati e ottimizzati.
QUESTA E' L'incredibile potenzialita' della mobilita' del lavoro, l'efficienza aumenta a dismisura con un piccolo prezzo che puo' essere colmato con gli ammortizzatori e la seccatura di cambiare ogni tanto che puo' ANCHE trasformarsi in una vantaggio. Nel caso del lavoro il punto due aumenta l'efficienza perche' un NUOVO lavoratore e' sempre piu' reattivo di uno che ha lavorato nello stesso identico posto per 10 anni, da' lo stipendio per scontato e lavora solo con gli straordinari o incentivi.

So che questo discorso e' difficile da accettare ma PENSATECI SU per qualche ora e poi cercate un'alternativa

torquemada giuseppe, bolzano Commentatore certificato 03.02.12 07:56| 
 |
Rispondi al commento

Ascoltando alla tv il bollettino la lista dei disagi dovuti ad una nevicata di media intensità si constata un paese allo sfacelo.

Si arriva al tragicomico con l'invito a non mettersi in viaggio se non strettamente necessario... Pensano, forse, che i passeggeri viaggino per diletto? Forse mangiare, mantenere il posto di lavoro o pagaere le tasse non è strettamente necessario?

Il sindaco di Torino invitava a non usare l'auto per andare al lavoro... certo la soppressione di oltre 200 treni aiuta i pendolari nella speranza di conservare il posto di lavoro... ma, lo stesso assicura: "nessuna criticità", anche oggi il caffè è giunto ben caldo alla sua scrivania.

Rudik G., Torino Commentatore certificato 03.02.12 07:54| 
 |
Rispondi al commento

"Quello che mi ha spinto a fare questo film è lo spreco che si fa di tutto. E' questa civiltà di massa dove ben presto l'individuo non esisterà più. Questa folle agitazione, questa immensa impresa di demolizione dove moriremo per colpa di ciò per cui avevamo sperato di vivere. E' anche la stupefacente indifferenza della gente, con l'esclusione dei giovani più lucidi".

(Robert Bresson* a proposito del suo film "Le diable probablement" 1978)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 07:53| 
 |
Rispondi al commento

DI PIETRO

Monti prova a fare il furbo ai danni di milioni di ragazzi.E’ come dire a uno che non mangia da giorni che la dieta fa bene.E’ molto sgradevole sentire un professore,appena nominato senatore a vita con lauto stipendio,dire una enormità di questo genere.Non la dice mica a professionisti che possono scegliere tra un lavoro ben pagato e un altro.Lo dice a ragazzi e disoccupati che ogni giorno devono fare i conti con offerte di lavoro come questa:”Call center offre lavoro.Si richiede:buona conoscenza lingua inglese e spagnola.Diploma o laurea,buona conoscenza del web e pacchetto Office,spiccate doti relazionali, spirito di gruppo,forte motivazione.Contratto di 3 mesi,400 € mensili”.E quando avrà finito di lavorare per 3 mesi a 400 euro mensili,nessuno gli coprirà i buchi pensionistici e così,in virtù del metodo contributivo,alla fine resterà pure senza pensione.Questo,caro pres.Monti,non è un modo di lavorare meno monotono,questo è schiavismo
Il suo governo,ha cancellato dalla sera alla mattina centinaia di migliaia di posti fissi
Negli ultimi 3 anni è andato in pensione un milione di persone,che avrebbero lasciato il posto alle giovani generazioni,senza la sua riforma.Rinviare di 5 anni il pensionamento, soprattutto per le donne,vuol dire togliere la possibilità di subentrare a un milione di giovani.E con l’Inps che da anni dichiara utili di bilancio e un sistema in equilibrio fino al 2050.E’ una responsabilità molto pesante,ma cercare di camuffarla con la storiella per cui il lavoro fisso è monotono significa fare il furbo. Anzi fare il Berlusconi.Proprio come chiamare in causa l’art. 18,che con la creazione di nuovi posti di lavoro non c’azzecca proprio niente.Tra le tantissime aziende che in questi ultimi anni hanno lasciato a spasso i loro dipendenti,la sfido a citarne anche una sola,che abbia dovuto dovuto chiudere per colpa dell’art. 18. Io da parte mia potrei citarne un centinaio che hanno chiuso per mancanza di credito e burocrazia soffocante.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.02.12 07:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, è vero, mio figlio da più di un anno vive e lavora a Londra,con la mia malinconia x averlo lontano ma la felicità che almeno lì si mantiene e senza tanti problemi come ne abbiamo noi, a tutte le mamme posso dire che il nostro cuore si spacca a vedere i nostri figli allontanarsi ma con la consapevolezza di dire " ma che le possiamo offrire quì in Italia?" Che tristezza !!

ENRICA R., OMEGNA Commentatore certificato 03.02.12 07:49| 
 |
Rispondi al commento

Pdl: Berlusconi insiste, il simbolo va cambiato ma e' tardi per amministrative.

non vorrei darti un dispiacere, nanerottolo, ma sappi che puoi cambiare anche le troie in parlamento o nelle regioni e province, anche i centimetri dei tacchi o la plastica sulla testa, pure la scorta e l'elicottero, ma ormai la maggioranza degli italiani ti riconoscono a naso, basta sentire l'odore della merda dove ci hai lascisto in tre lustri di disatri politici ed economici per sapere che sei in giro.

ti do un consiglio gratis:

salta sull'elicottero con i tuoi leccaculo, caricaci anche quell'altro impiastro del pannolone bossi con i suoi tritamaroni, e sparisci in quell'isoletta che sai.

può anche essere che il popolino inferocito dalla mancanza di tutto, dalla morale alla busta paga, dall'orgoglio nazionale al carburante, dal lavoro al frigo pieno, non vi venga a chieder conto.

forse........

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!


Certo che verrebbe da dire: ma quanto è lesto Monti! Sempre il primo, sempre il più veloce. Lui si è preso i contributi dei pensionati, si è aumentato la benzina e adesso che ha fatto tutto il suo lavoro gli altri che monotonia sempre lì a lavorare! Sta lì in cattedra a dire : "Che barba che noia questi lavoratori, questa crisi ma siete sempre in crisi? ma cambiate un pò cambiate lavoro" E' come se un gruppo di cittadini ponesse tutti propri risparmi in una banca e un ladro autorizzato se li prendesse tutti e dopo si piazzasse davanti alla stessa banca a dire ai derubati: ma siete ancora qui a cercare i vostri soldi? Tornatevene a lavorare, cambiate portate altri soldi...

mario mario Commentatore certificato 03.02.12 07:17| 
 |
Rispondi al commento

Monti ha detto che i giovani devono accettare le nuove sfide E quali sarebbero ste sfide? E poi con chi mi dovrei sfidare? Cos'è una gara? Secondo Monti la vita è una partita di calcio o una corsa ciclistica. Sti porci hanno trasformato il mondo in un arena dove solo il piu forte,il piu scaltro, ma anche il piu bastardo ha la maglio su tutti Ovvero coloro che per incapacità o per sfortuna non hanno saputo cogliere le opportunità di questo nuovo mondo preso dalla smania della competizione.
Io non mi voglio sfidare con nessuno ma voglio semplicemente un lavoro e vivere in santa pace sia con gli altri che con me stesso Le è chiaro sig Monti?

Fulvio Franceschini 03.02.12 07:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

secondo alcuni libri che abbiamo letto recentemente pare che in gran parte dell'Occidente il vero potere sia nelle mani di poche persone "illuminate". A giudicare da quanto sta accadendo a noi pare che di "lume" ce ne sia ben poco e si stia lentamente tornando alla servitù/schiavitù: il lavoro serio manca e molta gente è costretta a vendersi per quattro soldi..

noi amici 03.02.12 06:55| 
 |
Rispondi al commento

Se le 3 puttane sindacali difendono l'art.18 come hanno difeso le pensioni,possiamo preparare la vaselina !!!!!!!!!!!!!!!!

basilio grabotti 03.02.12 06:51| 
 |
Rispondi al commento

certo che il governo in carica deve averla su con i giovani :

monti (miliardario ) parla del posto fisso e della noia

un'altro (miliardario figlio di miliardario) parla di sfigato chi non si laurea entro 28 anni

la fornero ( miliardaria con famiglia sistemata alla grande) tra non molto togliera' completamente i diritti dei lavoratori e sicuramente tocchera' di nuovo le pensioni

e le banche con cui questi signori hanno contatti , col cavolo che apriranno fidi e conti correnti a chi non ha il posto fisso

ps: sposatevi uno/a statale e vi sistemerete a vita!!!!


Nunzio Lombardi Commentatore certificato 03.02.12 06:36| 
 |
Rispondi al commento

seconda parte del messaggio
Il lavoro deve dare una sicurezza, non un'incertezza professore. Trova il modo di alimentare il mercato facendo trovare più denaro nei borsellini delle famiglie, fai crescere il lavoro, poi si trova il rimedio buono. Con amore e con democrazia. Peter Pam. Termina qui il messaggio come risposta al giornalista.
Monti e il posto fisso, un bel tacer non fu... - Affaritaliani.it
affaritaliani.libero.it
Di Sergio Luciano Caro Direttore, dire "il posto fisso, che monotonia, cambiare è bello", come ha fatto ieri il presidente Monti e come tutti oggi stanno... ADESSO, dico e chiedo a M5S; Scenderete in piazza con i movimenti che stanno pretestando? UFFICIALMENTE?
M5S è contro questo governo Monti??? Allora bisogna scendere in piazza. Non lo fanno i partiti, non lo fanno i sindacati son diventati tutti panna montata, e i giornalisti; avranno tutti una promozione. Il Movimento deve muoversi. E deve mantenere intatto il suo valore, la sua onestà, la sua voglia di far bene, e di ESSERE EQUI. Forse noi potremo migliorare l'Italia e fermare l'emoraggia dei giovani che se ne vanno. "Io ho figli e nipoti all'estero". Se aspettiamo gli sviluppi della mummia Napolitano, il suo derivato governo abusivo, e la rimanenza del sepolcro imbianchito del parlamento; in questo paese rimarranno solo i vecchi, le scarpe rotte; affollati rimarranno solo i carceri. Con amore e con democrazia. Peter Pam.

vito volpicella 03.02.12 06:13| 
 |