Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La ricchezza è immorale

  • 169


ricchezza_moneta.jpg
"E' immorale che ci siano persone che guadagnino in un anno quanto un operaio non guadagna nel corso di tutta la sua vita lavorativa. E' immorale! E non vengano a dirmi che se uno è bravo, è competente, fa bene il suo lavoro, sono soldi meritati. Dovrebbero vergognarsi! E' immorale! E' come mangiare, con disinvoltura e noncuranza, sino a satollarsi, circondati da una folla di persone che muoiono di fame. La ricchezza di una elitè richiede la povertà di molti. Per ogni nuovo ricco molti diventeranno poveri. La povertà sarà sconfitta solo quando non ci saranno più ricchi. Quando tutti potranno vivere dignitosamente da persone. "E' più facile che un cammello passi nella cruna di un ago che un ricco nel regno dei cieli!" Quale senso dare a questa frase se non che la ricchezza è immorale?" Costantino F.

24 Feb 2012, 15:26 | Scrivi | Commenti (169) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 169


Tags: Costantino F., crisi, immorale, Povertà, reddito, ricchezza

Commenti

 

offerte di prestito tra privato rapido ed affidabile

offerte di prestito tra privato, rapido ed affidabile Sono un privato serio ed onesto che accorda prestiti di denaro che vanno da 1.000€ a 5.000.000€ hanno l’ogni persona che è in sono alla ricerca di prestito di denaro per coprire una necessità, regolare un debito, effettuare un progetto, riattivare le sue attività, un’ulteriore preoccupazione. Gli chiedo che siate direttamente messi in contatto con me per posta elettronica per avere ulteriore informazione: Email: frucco.cristian.0973@gmail.com

frucco.cristian 26.08.16 05:21| 
 |
Rispondi al commento

GRAND LUCE MEDIO

Contattatemi per trovare o recuperare la vostra felicità perduta
Il patto con il diavolo o un demone
Il potere e la ricchezza, con il diavolo sul rischio
Problemi specializzati coppie coniugale armonia,
amore emotivo, ritorno dei problemi, la fedeltà di divorzio amati, impedisce la separazione, problemi familiari, anche se alla disperazione, crisi coniugale, désenvoûtement, la protezione contro i pericoli, la sfortuna, l'attrazione del cliente, talismano per il commercio.
Mail: brunobrulain@yahoo.fr
Mail: brunobrulain@yahoo.fr
Mail: brunobrulain@yahoo.fr

GRAND LUCE MEDIO 07.08.16 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma io mi chiedo come fanno certe persone ad avere il coraggio di scrivere queste scemenze... Se uno è bravo a fare soldi è giusto che se li possa godere e possa vantarsi di essere riuscito a diventare ricco alla faccia di quelli che passano le mattinate ad rubare soldi al capo stando alla macchinetta del caffè con la sigaretta in bocca!!

Fabio R., Roma Commentatore certificato 07.09.15 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma siete dei folli a fare questi commenti qui. sareste capaci di fare come quelle folle indiane che linciano a morte la gente, avete lo stesso manicheo furore giustizialista che non vede le sfumature. Folli.

mkz 22.03.13 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Nel modo ci sono banche piene di soldi, caveau pieni di lingotti d'oro e diamanti.
Questo tesoro appartiene a poche persone, vecchi annoiati, viziosi, che non sanno che farsene di tutti quei soldi, ogni tanto vanno là a contemplare i loro tesori,
si rallegrano di essere tanto ricchi ma in realtà la maggior parte di quei tesori loro non sanno che farsene , non hanno abbastanza vita per godersi tutti quei soldi.
Poi vai in altre parti del mondo e i bambini muoiono di fame, altrove persone vivono nelle favelas, nelle discariche a separare i materiali da riciclare, nel tanfo più schifoso che loro ormai non sentono neanche più tanto sono abituati.
Ma che mondo è questo, che bestia è l'essere umano?

Daniele F. 03.04.12 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo il condizionamneto di massa a cui ci ha sottoposto la societa consumistica attraverso la televisione ha vinto.Ha ottenuto quel conformismo che neppure il fascismo era riuscito ad ottenere. Quasi tutti infatti vogliono le stesse cose: possedere , consumare ,ostentare, in definitiva avere. Si ragiona come se si dovesse vivere in eterno pensando sempre al futuro portatore di ansia mentre ci dimentichiamo di cogliere il presente e di godere di quelle piccole cose che in fondo rendono la vita degna di essere vissuta.

Luca 28.02.12 15:57| 
 |
Rispondi al commento

in un anno,Costantino caro..in un nanosecondo un ricco e per ricco intendo un Banana,un Briatore ,in un nanosecondo guadagna come 500.000 operai insieme ,loro e le altre 4 generazioni a venire,scusa se ti ho corretto

lia b., roma Commentatore certificato 28.02.12 15:36| 
 |
Rispondi al commento

la ricchezza è buona se continuamente investita per il progresso dell'umanità e del proprio stato.
far circolare denaro e' mettere in moto risorse, lavoro e idee.
l'immoralità dei ricchi di oggi è che approfittano dei sistemi che hanno impoverito per mettersi al di sopra di leggi e istituzioni. un industriale italiano non investe nel suo paese, ha i soldi in un paradiso fiscale, spende in gioielli e quadri, vive nel lusso orgiastico come un antico romano e blocca qualunque riforma sociale. lo puo' fare perche' ha il potere di controllare i politici o di crearli per il proprio tornaconto. Casini (alias Azzurro caltagirone e' 1 esempio noto)...

Luca S., Napoli Commentatore certificato 28.02.12 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Chi lo decide quanto vale un manager? Loro lo decidono, sono sempre gli stessi che siedono nei vari consigli di amministrazione, che fanno i sidaci revisori(i controllori) di loro stessi, sono autoreferenziali è tutta una partita di giro. Io dico che tu vali molto (e quindi guadagni molto)e tu dici che io valgo molto, quando i rispettivi consigli decidono i nosri stipendi. se fosse veramente il mercato a decidere x il pubblico dovrebbero dcidere i cittadini e dubito che darebbero 7 milioni alla Severino e x il privato gli azionisti, che difficilmente rinuncerebbero a degli utili x darli a manager che spesso non sono nemmeno in grado di realizzarne. dato che il valore e la quantità di denaro presenti in una nazione sono dati dai beni e dai servizi presenti (e qui bisognerebbe fare un discorso sui servizi finanziari) se qualcuno si appropria di grosse quantità di danaro avulse e sproposiate ai propri meriti e bisogni, anche quelli volutuari, lo sottrae a tutti gli altri. Quindi non solo è immorrale ma è anche un ladro, legalizzato come chi elude le tassae ma LADRO

berdondini angelo 27.02.12 22:46| 
 |
Rispondi al commento

il mondo é bello perché ... é avariato!! ma come si fa a dire certe cose?? libertà assoluta .. ma anche di riderci su allora!!

Dadoz Boccardo (dadozboccardo) Commentatore certificato 27.02.12 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Certo la ricchezza di per sè forse non è immorale, comunque se una persona quadagna in un anno quanto un operario non riesce a guadagnare in una vita, forse si dovrebbe sentire un po a disagio....sono stato diverse volte in Africa per delle missioni umanitarie, al mio ritorno mi sono reso conto di quanto sono fortunato, (anche con il mio stipendio da 1200 euro al mese) ed ho cambiato sensibilmente il mio stile di vita...indipendentemente dal colore politico, chi guadagna centinaia di migliaia di euro l'anno e poi parla tanto ma resta ricco, mi fa proprio schifo....

Franco L. Commentatore certificato 27.02.12 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Non esiste ricchezza senza poverta' e poverta' senza ricchezza , dobbiamo andare al di la' di questo dualismo, lo scopo dell'esistenza non dovrebbe essere il possesso materiale che crea dipendenza , schiavitu' e paura.

Luca 27.02.12 01:22| 
 |
Rispondi al commento

la ricchezza dei politici è immorale.Troppi soldi per chi non porta risultati. Ottenere buoni risultati uguale a buoni stipendi.Se uno è valido deve guadagnare nessuno lo nega.Ma se approfitti e prendi in giro il popolo,VIA DALLA POLTRONA immediatamente.

Mario DE GASPERIS, roma Commentatore certificato 26.02.12 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Queste affermazioni sono frutto della più becera sinistra che mi fa rizzare i capelli. "Tutti uguali",è lo slogan che ha scandito gli anni della mia infanzia e giovinezza nella Juoslavija di Tito. E sappiamo come è andata a finire.... Mi dispiace non siamo " tutti uguali", siamo diversi,ognuno con le proprie capacità ed è giusto che in base a quelle e all'impegno investito siamo retribuiti.

Natalija Stojic 26.02.12 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

qualcuno sà dirmi perchè non ho visto nessun cartello divieto ai politici esposto?.in nessun esercizio pubblico.

Mario DE GASPERIS, roma Commentatore certificato 26.02.12 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Ruby, sei il solito frignone. Concordo con quanto dici su Fiat, e banche ma usi sempre il condizionale invece del presente. Quando dico agite, vuol dire andate a fermare lo smantellamento delle imprese e rimettetele in modo voi. Diventate imprenditori di voi stessi!!! Invece di chiedere pensioni ed ammortizzatori sociali e diritti sindacali, chiedete di prendere in comodato le imprese che chiudono, e gestitele!!! Usate le vostre capacita' invece di sedervi a casa a frignare. Come dice Beppe, dovete essere protagonisti invece di lamentarvi solo che vi portano le imprese all'estero. Bloccateli, occupate quelle imprese che smettono di produrre, presidiatele etc...

Tassa sulla casa 26.02.12 11:03| 
 |
Rispondi al commento

invece di scurreggiare dovresti sapere che nelle aizende che chiudano, hanno già portato via tutto..proprio come dici te: ci sono rimaste le chiavi e basta!...
L'italiani possono anche muovere il culo e darsi da fare alla grande...riappropriarsi dei propri assett industriali, svenduti o regali allo straniero...
La Fiat andrebbe "pignorata" perchè l'abbiamo pagata noi..idem autostrade,ferrovie e quant'altro..tutte rigorosamente in regime di Monopolio..I banchieri andrebbero presi a pedate nel culo dal primo all'ultimo!..con i politici invece andrebbe fatto un campo di concentramento e rinchiusi dentro a fare i lavori forzati!
Hanno rovinato e stanno finendo di distruggere un paese..peggio della guerra!
Potremo avere mani libere, quando:
1-ci riprenderemo la sovranità Politica, economica e monetaria;
2-usciremo dall'euro e dall'europa e rimetteremo le frontiere;

roby f., Livorno Commentatore certificato 26.02.12 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Questo post e' proprio una cazzata. Liberta' di dire quello che vuole Sig. Costantino F., anche le cazzate.

Quello che e' immorale e' che dipendenti pubblici e parlamentari vengano pagati piu' di 100,000euro che e' 10 volte di piu' di un salario medio.

Che i tassisti, gli avvocati, le farmacie e il vaticano e le altre caste lucrino spropositatamente attraverso il ricatto di un paese.

Imprenditori e privati si paghino quello che credono in concorrenza, purche' quando le cose vanno male non chiedano piu' i soldi allo stato come ha fatto la Fiat e come ancora fanno le Banche.

Anzi ben venga che si paghino e che spendano, paghino le tasse fino all'ultimo centesimo e contribuiscano al welfare del paese.

Tassate fortemente (almento il 10% del valore all'anno) le proprieta' immobiliari oltre la prima casa sopratutto se sfitte o vuote, questo ristabilizzera equilibrio nel mondo perche' renderebbe una quantita di immobili disponibili a tante famiglie che ne hanno bisogno.

Il resto sono cazzate, come quella che leggo spesso su questo blog che chiunque ha garantito un lavoro fisso per tutta la vita. Ma per quale diritto divino uno si deve aspettare che qualcuno provveda per sempre al suo sostentamnto??? Perche' invece non si muove il culo e si fondano nuove aziende o si inventano nuovi modelli di business. Fatevi consegnare le chiavi delle aziende che vogliono chiudere e gestitele voi direttamente come hanno fatto in argentina e brasile. Smettetela di frignare ed agite!!!

Tassa sulla casa 25.02.12 19:31| 
 |
Rispondi al commento

trovo il commento sacrosanto. E' veramente una grande ingiustizia che ciò accada. Ci deve essere un limite alla possibilità di accumulare denaro. A tutti i livelli e per qualsiasi mestiere. E' giusto che si guadagni più di un altro per competenze e capacità ma bisognerebbe regolare il tutto in base ad una tabella condivisa da tutti e con dei limiti.

D.GAGGIO 25.02.12 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Non impoveriamo il popolo perchè un branco di lupi
affamati non cacceranno il capriolo secco ma cercheranno il cinghiale grasso che li sfamerà tutti.

Mauro Dalla Ragione 25.02.12 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sostengo Beppe e il M5S, certo pero che questo post nel sito di un comico miliardario e' alquanto strano, be segno comunque di libertà di espressione. Comunque il merito va pagato, forse in alcuni casi e' strapagato, ma resta comunque giusto che ci siano persone che guadagnano più di altre. Conosco persone che non hanno assolutamente voglia di fare un tubo, perché dovrebbero guadagnare come me?

Marco Zorzi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.02.12 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La frase è stata studiata da uomini ricchi e potenti assieme alla chiesa anch'essa ricca e potente per tenere a bada le masse e farle sentire contente di essere povere in attesa del regno dei cieli. Mi dispiace ma è tutta una menzogna colossale!

Roberto Negrini 25.02.12 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai assolutamente ragione.

Paolo Mangiola 25.02.12 13:45| 
 |
Rispondi al commento

ecco bravo allora da subito comincia a condividere le tue di ricchezze invece di indossare il saio del buon samaritano con un giro d'affari esorbitante!ultimamente caro Beppe stai farneticando troppo spesso !!! ti parlo da disoccupato: che cazzo vuol dire che è immorale guadagnare 100/1000 volte più di un operaio ? piuttosto fai delle proposte SERIE E FATTIBILI su come un imprenditore o un manager dovrebbe agevolare il proprio dipendente in proporzione a quanto gli fa guadagnare e cosi il manager.la responsabilità è una cosa che secondo te nn ha valore ? ma fammi il piacere RIDIMENSIONATI !!!!!!
Marco Campagnoli

marco CAMPAGNOLI 25.02.12 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è cosa si fa con la ricchezza.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.02.12 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è, caro Costantino, che il regno dei cieli non esiste mentre, vero e reale, è il regno sulla Terra, dove gli animali più forti mangiano quelli più deboli, a meno che questi non abbiano difese personali con le quali contrastare l'aggressore o non si coalizzano in gruppi numerosi e omogenei capaci di opporsi ad esso.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato 25.02.12 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo intervento è abbastanza qualunquistico. Anche perché Beppe Grillo stesso è ricco e guadagna tanto, ma tanto, ma proprio tanto più di un operaio. Il problema non è la ricchezza in se, ma cosa c'è dietro per raggiungerla. Se un genio inventa qualcosa che può cambiare la vita alle persone e che costa sul mercato solo 10 euro, sui quali lui si mette in tasca 1 euro pulito, e questo prodotto lo comprano in 3 miliardi di persone, in cosa consiste l'immoralità? Se invece uno si arricchisce sulla pelle degli altri, allora è un altro conto. Per cui, resta il fatto che non è la ricchezza in se a essere un problema.

Leonardo R., Roma Commentatore certificato 25.02.12 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente d'accordo.
Lo penso da quando avevo 18 anni e adesso ne ho un bel pò di più.
Quando uno pagate le tasse, si mette in tasca 100.000 euro l'anno....BASTAAA!
Non te ne servono di più, visto che probabilmente li guadagnerai anche l'anno dopo e l'anno dopo ancora. A che ti servono? Se tu vivessi in uno Stato CIVILE, che se ti ammali ti cura, se rimani senza lavoro ti aiuta e te ne trova un'altro, se hai bisogno di una casa ti aiuta a trovarla al costo che puoi sostenere... A CHE TI SERVONO I MILIONI?

CINQUE MOTIVI PER I QUALI NON
DEVI DIVENTARE RICCO.

1 Perchè tutti i beni superflui
che accumuli tu sono beni necessari
che qualcun'altro non ottiene.

2 Perchè l'accumulazione di beni
superflui comporta un depauperamento
esponenziale delle risorse naturali
che sono in quantità finita.

3 Perchè concentrare tutta l'attenzione
sul profitto ti porta a sprecare il tuo
tempo che potrebbe essere molto meglio
impiegato.

4 Perche dedicarsi principalmente al
profitto ti fa diventare cinico,
cattivo, solo, ingiusto, disonesto.

5 Perchè della tua vita non sai quanto
tempo ti è concesso e dedicarla a
rincorrere la ricchezza è tempo sprecato.

Ho fatto anche una pagina su fb:
http://it-it.facebook.com/pages/aboliamo-i-milionari/197136933703665
Saluti

Daniele F. 25.02.12 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io l'ho sempre detto e sostenuto, scritto già altri post su questo NODO, che alla fine viene sempre al pettine: il LIMITE alla ricchezza, io direi ai patrimoni personali.

E' inutile negarlo, è inutile rimandare l'argomento come se fosse secondario rispetto ad altri. E' inutile dire che il concetto di LIMITE è comunista oppure che farebbe fallire il capitalismo: luoghi comuni.

Il blog di Beppe Grillo è bellissimo proprio per questo: perché raccoglie un'indignazione cristallina, e il Movimento 5 Stelle (M5S) ha quest'idea vincente: togliere i soldi dalla politica, e guarda caso i consensi stanno sempre più salendo, anche se ancora stiamo al 5%, che comunque è già significativo.

Sì, l'ho sempre detto: mettiamo un TETTO, un LIMITE ai patrimoni! Sì che la ricchezza è immorale! Ce ne accorgiamo nel corso della vita, gradualmente, di quali sono le cose più importanti, più preziose: l'amore, la salute, il lavoro (inteso in senso ampio come risolvere problemi, rendersi conto di fare qualcosa di utile, imparare ed insegnare, ecc.), gli hobbies se vogliamo, i divertimenti... Altro che i soldi, fuori da questa classifica! Non c'entrano proprio!

Si sa: la ricchezza, quando è esagerata, è evidente che diventa solo uno sfizio, perde cioè l'utilità, e diventa SFARZO, LUSSO, si chiude in un mondo tutto suo, protetto, sicuro (sistemi di sicurezza, antifurto, ecc.). Ne abbiamo esempi numerosi se ci guardiamo intorno. Oppure se accendiamo la TV: lì c'è proprio il culto del denaro. Una curiosità: fate caso a chi parla in TV: al 99% è una persona che percepisce uno stipendio altissimo o sopra la media.

Ma come tutte le cose, anche questa nostra epoca finirà, ci si ricorderà che avevamo un insensato culto del denaro, e ci vuole il tempo dell'evoluzione per cambiare, un tempo molto lento, una presa di coscienza lenta, ma INESORABILE.

Non voglio apparirvi come un profeta, ma fate un po' voi, mi sembra di aver parlato con onestà, di aver detto cose abbastanza ovvie. E PESANTI.

Antonio Rossi 25.02.12 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Essere ricchi serve ai poco di spirito per sentirsi superiori agli altri e, di mconseguenza, sentirsi appagati e realizzati.... sentirsi di essere. Ma non certo è il modo di essere superiori: chi veramente è superiore non ha bisogno di mostrarsi.... anzi, al contrario... vive in equilibrio.

valerio ronzello 25.02.12 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Un operaio occidentale per una gran parte del mondo è un ricco e un fortunato. Non credo che criminalizzare la ricchezza sia giusto ma è come la si usa e come la si ottiene che fa la differenza. P.s In realtà la traduzione è sbagliata in quanto non sarebbe un cammello ma bensiì una corda di quelle navali con diametro molto ampio.

Michele bb 25.02.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

E' morale, giusto, che un amministratore delegato guadagni in un anno più di 6.400 operai della sua azienda? Azienda che licenzia senza battere ciglio gli operai, mettendoli sul lastrico e alla fame? Non sarebbe più opportuno licenziare l'amministratore ed assumerne uno a 10.000 euro al mese? Un banchiere, una volta, affermò che il compenso di un capo di una grande azienda non deve mai essere superiore a quello di 20 operai. Io penso che ci siano tanti giovani capaci. L'Italia ha risorse umane insospettabili e da valorizzare. Abbiamo appreso che questo governo in 100 giorni ha fatto risparmiare agli italiani quasi 50 milioni di euro. A quando una cura “salva-aziende”, cominciando a licenziare i managers? Non i soliti operai?

Costantino F. Commentatore certificato 25.02.12 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo nell'immoralità!
ci deve essere un tetto massimo altrimenti non c'è neanche democrazia: in quanto viene piegata ai voleri dei Potenti!...ma sono ormai ragionamenti risaputi.

Lascierei un fuori tetto per chi crea o produce salvezza per il mondo (sia animale che vegetale che minerale):
- un dottore ricercatore che scopre la cura per il cancro
- uno scienziato ricercatore che sull'orma di Tesla accumula infinita energia dall'etere..
- degli economisti che creino un sistema mondiale sostenibile ed equo

ma purtroppo oltre a questi deve esistere un direttivo che non insabbi tali scoperte o non le ostacoli!!!

Alessandro D., Roma Commentatore certificato 25.02.12 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo un pò di sintesi:
non sempre la ricchezza è segno di spregiudicatezza bisogna distinguere:
1-La Ricchezza generata a una rendita di posizione è da combattere, poichè che gode di una rendita di posizione cercherà con ogni mezzo di preservare i suoi interessi;
2-La richezza da sfruttamento è da combattere;
3-la richezza da speculazione è da combattere;
non è legittima quando:
1-deriva dalla gestione delle proprie risorse;
2- viene donata;
3- serve a compensare il sacrificio e il merito;
In questo paese non esiste la meritocrazia,esiste la rendita di posizione e il classismo sociale,intellettuale professionale e economico,che come scopo ultimo hanno l'arricchimento personale, questa richezza è dannosa e pericolosa.



roby f., Livorno Commentatore certificato 25.02.12 09:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ettepareva!!!!!
...da qui a li...Tutti i Santi Aiutano......


Imu anche per la Chiesa ma solo dal
PROSSIMO ANNO!!!
www3.lastampa.it

anib roma Commentatore certificato 25.02.12 08:28| 
 |
Rispondi al commento

...NAUSEA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

http://www.giornalettismo.com/archives/204123/il-sottosegretario-pensionato-a-1400-euro-al-giorno/

anib roma Commentatore certificato 25.02.12 08:25| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono due fattori molto importanti da considerare : il primo punto è la qualità del denaro , come te li sei guadagnati , in che modo . Rubando , facendo intrallazzi , approfittando ?
Secondo punto che è il più importante , non si possono sempre fare manovre ed impoverire le fasce più deboli .... l'aumento della benzina , della luce, del gas, dell'iva colpiscono le fasce deboli .... lo stato non deve abbassare il livello di ricchezza del cittadino medio-basso ma deve abbassare il livello delle fasce medio-alte.

Ernesto F. Commentatore certificato 25.02.12 07:56| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe ora di decidere a tavolino qual è il tetto massimo che si può toccare per uno stipendio. Ad esempio gli attori prendono un sacco di soldi, le case di produzione anche, poi ci sono i film che perdono soldi ma ormai sono pochi. Allora perchè un attore deve essere pagato così tanto? Perchè invece non mandiamo la gente al cinema pagando il biglietto 2 euro a film? Allora certo scenderebbero le paghe degli attori e i profitti delle aziende, però poi potremmo agevolare le aziende levandogli tante tasse inutili. Perchè un calciatore deve guadagnare così tanto? Attenzione, coi sacrifici che fanno penso comunque che debbano prendere uno stipendio alto, ma attenzione, questi non sono stipendi, sono fortune! Non so, uno stipendio alto sarebbe 20.000 euro al mese, bè, non è male come stipendio, ma questi prendono cifre iperboliche. Allo stadio si pagherebbe un biglietto più basso, la pay tv osterebbe di meno, eccetera. Perchè devo pagare 30 euro un DVD di una serie tv che al produttore costa 5 euro al massimo? La distribuzione della ricchezza è tremendamente sbagliata e lo è sempre stata, ma adesso nel 2012 c'è una grossa differenza, sul pianeta siamo in troppi e non si può più evitare il problema.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 25.02.12 01:12| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti, non vorrei essere sempre quello che la fa fuori del vaso, ma il titolo "la ricchezza e' immorale" mi fa traballare dalla sedia, anche le camere a gas erano immorali ma tutti se non molti sapevano, la pedofilia e' immorale perche' un adulto consapevole reca ad un bambino un danno incommensurabile e noi cosa facciamo? Come sempre dal XIX secolo giriamo la testa dall'altra parte, per una serie di.. non sono affari miei, non voglio immischiarmi, intanto lo stato non fa nulla etc. Alla meta' '800 molte persone vivevano di rendita ed non era immorale, abbiamo avuto centinaia di scrittori scienziati e menti eccelse che non lavoravano erano ricchi vivevano di rendita e non per questo immorali. Dal mio punto di vista e' la parola ricchezza e cosa e' essere ricchi che e' stata abusata e violentata e alla fine ha perso il suo vero valore. dove e' finita la ricchezza interiore, l'aiutare senza che nessuno sappia, non farsi coinvolgere da questo bailame ignorante di pennivendoli e mass media. Insomma l'importante e' essere noi stessi ricchi e poveri senza filtri senza la superbia di imporci all'altro solo perche'qualcuno possiede un' po' di piu' di sterco di dio e un po' meno di cultura.Eppoi in fin dei conti nel sonno eterno la ricchezza non esiste (o cosi spero)Baci

Jaime Negrete 25.02.12 00:46| 
 |
Rispondi al commento

Viva il compagno Costantino!!!

Un'altro camerate 25.02.12 00:38| 
 |
Rispondi al commento

La ricchezza non è un demerito se onestamente costituita. Importante : chi ha ricchezza deve condividerla con i più poveri, altrimenti che senso ha ? Che senso ha avere 10 case se poi puoi abitarne solo una ? Se però fitti le altre 9 ed investi nel sociale e nella promozione degli ultimi, allora il Nuovo Mondo è già tra noi. Ciao

Paolo Lordi 25.02.12 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere che questo post smaschera tanti fan di grillo che altro non sono che dei radical chic inutili e insopportabili; basta notare subito come si innervosiscono quando si tocca il denaro, simbolo della loro genia, delle loro famiglie e delle loro squallide esistenze...a tutti voi, datemi retta..lasciate perdere il gioco della politica o il teatrino da mini-Travaglio che volete perpetuare per puro scopo narcisistico..intanto si sa che durerà ancora poco; giusto il tempo che papà vi inserisca nell'amministrazionde della fabbrichetta o vi raccomandi come medici, avvocati o chissà cosa. Non state qui a parlare di cose che in realtà non vi interessano e andate a difendere il vostro denaro da questi comunisti di cui tanto avete paura. Fate ridere e immaginare un'Italia fatta di gente come voi fa semplicemente vomitare. I soldi fanno schifo e fa schifo chi ancora ragiona vede nei meccanismi eonomici qualcosa di normale o addirittura da difendere..fqte ridere! Pasolini aveva ragione; purtroppo l'Italia è uno stato fondamentalmente troppo borghese per poter cambiare. E ora su, andate a sedervi sulel ginocchia del papà, da bravi.

Davi B 24.02.12 23:46| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

la ricchezza non e immorale
e l uso che se ne fa che puo essere immorale

siamo dei robin hood che RUBANO AI RICCHI PER DARE AI POVERI....e noi siamo molto poveri....
ma appena diventiamo ...ricchi ci dimentichiamo subito dei moralismi ...
un povero aiutera sempre un povero
un ricco non aiutera mai un povero
SONO
LE GRANDI RICCHEZZE CHE DIFICILMENTE SONO LECITE
ALCUNI CASI
i petrolieri giocano con la complicita dello stao ladro
aumentano subito con gli aumenti e mai diminuiscono quando il barile cala ...
e questo si chiama ...RUBARE

l euro e un altro caso di richezza illecita
hanno intenzionalmente sdoppiato i prezzi 1000 lire = 1 euro
MA HANNO TENUTO LE PAGHE IN BASE AL VERO VALORE
ci hanno rubato meta delle paghe
le banche sono il piu grande sistema di richezza a base di rapina a mano di stato
niente interessi anzi li paghiamo noi gli interessi a loro... ..per derubarci
E QUESTO E RUBARE
lo stesso governo ..tecnico monti e una ricchezza immorale
un caso di robin hood al incontrario
si ruba ai poveri per mantenere ai ricchi la loro richezza
si proteggono dalla crisi ..impoverendo i poveri sempre di piu'
E QUESTO E RUBARE
riguardo alle rendite milionarie di beppe grillo
NON MI PARE CHE BEPPE LI ABBIA AVUTI ILLEGALMENTE
anzi se li ha denunciati al fisco ci paghera le tasse
MA QUELLI CHE POI NE FANNO UN CASO DI MORALITA
STRANAMENTO POSSONO DIRE LO STESSO....

stefano b., rovato Commentatore certificato 24.02.12 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi l'ha fatto inserire questo post ridicolo?? è puro qualunquismo ed INVIDIA: la facenda è cosi:
SOLDI=POTERE
Il potere logora chi non c'e l'ha! quindi, i soldi logorano chi non c'e li ha! Smettiamola di essere ipocriti. tutti (o buona parte) veniamo al mondo con gli stessi diritti e doveri, c'è chi è + capace, volenteroso, inteligente, brillante, fortunato e furbo.. c'è chi nasce per "comandare" e c'è chi nasce per essere "commandato". Nessuno nasce imprenditore, banchiere, operaio, politico, medico ecc.. ogniuno fa delle scelte che determinano la sua esistenza e la sua posizione sociale..se non ti va bene caro Costantino, prendi baracca e burattini trasferisciti nella giungla africana, altrimenti.. vai a lavorare va! La richezza purchè onesta e meritata è SACROSANTA! l'invidia NO.

Mario C., Massa Carrara Commentatore certificato 24.02.12 23:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma io penso che la questione dei ricchi che non arriveranno in paradiso sia da interpretare diversamente. Il problema non è essere ricchi, il problema è essere ricchi mentre c'è una persona di fronte che muore di fama. "Ama il prossimo come te stesso" forse non tutti sono credenti, ma se amiamo un povero cristiano facendolo morire di fame, beh allora io ricco devo amarmi davvero poco.......

RobinHood 24.02.12 23:21| 
 |
Rispondi al commento

é immorale che le persone vivano al 100% con avidità ed egoismo. Il problema della ricchezza è l'avidità, "io mangio cinque volte al giorno, e tu neanche una volta". Questo è sbagliato! E' evidente che il capitalismo moderno ha un grande problema legato all'eccesso di avidità. In Italia il 10% della popolazione detiene la ricchezza di tutti. Personalmente non mi interessa accumulare per poi lasciare tutto sulla terra. Sarebbe carino se lavorassimo tutti e tutti avessimo pi tempo libero e un po di soldi da spendere. Questa è evoluzione! Non sta scritto da nessuna parte che bisogna lavorare come i pazzi per forza. Chi vuole lavorare tanto va bene. Ma si potrebbe offrire 10 euro l'ora per tantissimi lavori di utilità sociale. Pulizia parchi, strade, aiuto anziani, bambini, disabili. Se non vuoi essere un ninja del lavoro, ogni giorno decidi quante ore lavorare e ti rechi presso un posto e fai le tue ore che hai deciso. ti danno un soldino e te ne torni felice a casa. Il mondo sarebbe migliore. semplice e utile. senza troppe pippe.!!!

bigandrea 24.02.12 22:53| 
 |
Rispondi al commento

e facci caso quando l'economia va male per tutti i poveracci, ricchi spendono di piu vedi in questo periodo vendite delle ferrari piu 10%.
tagliamo la capoccia ai ricchi

antonello sepe, Monte San Biagio (LT) Commentatore certificato 24.02.12 22:51| 
 |
Rispondi al commento

"E' immorale che ci siano persone che guadagnino in un anno quanto un operaio non guadagna nel corso di tutta la sua vita lavorativa. E' immorale!"

E' vero ma allora bisogna considerare che anche chi prende uno stipendio di 700€ al mese è immorale nei confronti di milioni di persone che guadagnano quando va bene 10$ al mese...

"E' come mangiare, con disinvoltura e noncuranza, sino a satollarsi, circondati da una folla di persone che muoiono di fame. La ricchezza di una elitè richiede la povertà di molti"

esatto la ricchezza di noi italiani tutti richiede la povertà di molti...

Forse è vero, la ricchezza è immorale ma nessuno tra quelli che hanno qui commentato possono dire di non essere immorali a loro volta. Vi fa rabbia che ci sia gente tanto più ricca di voi e fate finta di non sapere che siamo tutti dei super privilegiati.

Luca Venturini Commentatore certificato 24.02.12 22:04| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

bravo Costantino F.condivido ogni tua parola. Si la ricchezza è immorale. Io ritengo che il nostro paese non è affatto una democrazia. Non lo è perchè e un paese dove a fronte di tandda disoccupazione e gente che si impicca per disperazione, vi è chi percepisce 50.000.000,00 (cinquanta milioni di euro di regalo per il suo lavoro. quasi tutti i giornali di regime tengono calme le acque sostenendo monti ecc. Svolgono un ruolo di veri anestetici verso una opinione pubblica che di opinione non ha piu nulla. Perche non reagisce nessuno. I nostri politici da 16.000 euro al mese stanno benissimo ed hanno la sola preoccupazione che non accada nulla. E' bastato la riforma della pensione ora monti pensa solo a berlusconi alla chiesa ed acome evitare l'asta delle frequenze e l'ici alla chiesa che fa pagare il biglietto di ingresso nelle cattedrali.

stante biagio, rapolla Commentatore certificato 24.02.12 21:59| 
 |
Rispondi al commento

concordo molto con questo post.
la ricchezza è immorale perchè è sempre il frutto di una sottrazione illegittima di risorse.
di più: la ricchezze è contro natura.
in natura, infatti, tutti fenomeni avvengono in base al criterio dell'essenzialità, del minimo consumo necessario. in una foresta le foglie sono solo il 2% della sostanza organica, ma mantengono in vita l'intero sistema che non ne spreca nemmeno una grazie al continuo riciclaggio della materia organica.
forse per questo in natura esiste la povertà, mentre in cultura esiste la miseria.

Gabriele Alfano Commentatore certificato 24.02.12 21:58| 
 |
Rispondi al commento

questo post va inserito nel contesto dal quale nasce, un europa in piena crisi, dove a scapito di una nazione la Grecia, nella quale sta ricomparendo la piaga della denutrizione infantile e di un altra, la nostra, nella quale troppa parte della popolazione oramai è in povertà, ci sono dei politici, che, come nuovi nobili di una rediviva Versailles beffeggiano la fame la miseria la morte di tanta gente continuando nella putredine della loro inconcepibile ricchezza. Come la nostra ricchezza era un offesa alla miseria in cui l'occidente confinava l'Africa, così lo stipendio di un politico offende la fame del cassaintegrato, il paragone è il medesimo solo che ora è più vicino.

di gennaro franca 24.02.12 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Ahahahahahahahahahahah la ricchezza è immorale, detto da uno che dichiara 4 MILIONI DI EURO l' anno !!!!! Sei veramente un grande comico Grillo !!!! Mi sto ribaltando dalle risate !!! ahahahahahahahahahahahahah

Gavino Puddu 24.02.12 21:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma siamo seri!!! Quanto hai guadagnato tu nella tua vita facendo l'artista? sei pieno di soldi e ti sei sempre fatto pagare profumatamente per i tuoi spettacoli. Se è questo il tuo modo di far politica VERGOGNATI!!!!!!!!! Ipocrita!!!!!!
Non c'è nulla di male a guadagnare onestamente e pagare le tasse. Sono le persone che con la loro creatività e i loro soldi hanno dato lustro a questo paese. Se non ci fossero persone capaci di rischiare i propri soldi in imprese gli operai non avrebbero nessu posto di lavoro.
Sei peggio dei più beceri comunisiti degli anni 60.
Svegliati siamo nel 2012
Prenditela con i sindacati che hanno rovinato l'Italia pretendendo privilegi che nel mondo nessun lavoratore ha e così facendo hanno garantito solo pochi invece di tutti!

Angelo Nero 24.02.12 21:43| 
 |
Rispondi al commento

ipocrisia, chiunque la metterebbe in culo a qualcun'altro in cambio di tanti tanti soldi.

Jim Tiberius Kirk, trofarello Commentatore certificato 24.02.12 21:34| 
 |
Rispondi al commento

E basta criticare sempre Grillo perchè è ricco. Se lo è non certo colpa sua. Se poi la gente ama andare a vedere i suoi spettacoli dal vivo e spende quello che spende. Mica è lo stato che lo paga. Invece sono quelli che percepiscono i super stipendi che andrebbero eliminati. Primo perchè, a pari competenze, sono tra i più alti nel mondo, sia perchè li paghiamo noi, anche se sono incompetenti o fannulloni. Almeno Grillo ci fa ridere e ci apre le menti e scusate se è poco…a proposito se andate sul suo blog è gratis!!!!!

Aria Flory Commentatore certificato 24.02.12 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema è che se tutti avessero un reddito appena dignitoso, non ci sarebbe più spazio per grandi ricchezze!

l., ancona Commentatore certificato 24.02.12 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che la ricchezza sia immorale quando supera di una data misura il livello di sostentamento dignitoso per l'individuo comunque sia stata raggiunta. Oltre quella misura (dipendente dal luogo) la si sottrae ad altri ed alla ecologia generando nuovi poveri e decadimento ambientale per i posteri. La ricchezza senza limiti è vergognosa, incivile e pericolosa per gli altri e per il pianeta. Proprio come avviene ancor oggi.

raffaele bonaffini 24.02.12 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Pensare di arricchirsi individualmente spinge alla sopraffazione. Perchè non pensare al modo di vivere TUTTI nel miglior modo possibile? Finchè nel mondo esisterà uno schiavo o un povero saremo tutti schiavi e poveri.

Gregorio Torretta 24.02.12 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Questo commento andrebbe incorniciato, ed affisso ovunque!
Questo commento dice semplicemente, LA VERITA'!
A volte un lampo di verità squarcia le tenebre e fa vedere la strada più chiaramente!
Bravo costantino!

l., ancona Commentatore certificato 24.02.12 20:19| 
 |
Rispondi al commento

La ricchezza, la moralità, tante belle parole.
Ma se vi fermate a pensare che il più povero e bistrattato Italiano è enormemente più ricco della maggioranza della popolazione mondiale (e non scherzo basta guardare un po in giro ed informarsi) vi do una brutta notizia:
Il più povero di quelli che hanno postato fin'ora agli occhi della stragrande maggioranza di questo nostro bel mondo non è solo ricco ma straricco.
Prima di pubblicare questi post e visto che siete tutte persone di "ampie vedute", prima di scrivere guardate oltre il vostro naso, poi ne riparliamo visto che i ricchi, statisticamente, siamo anche tutti noi. NON CI PRENDIAMO PER IL CULO

hughich 24.02.12 20:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TAXI:" LIBERALIZZAZIONI! NIENTE DI FATTO".

Ciao Grillo! Questo post solo per chiederti se sei contento. Sei contento adesso ?

A) Taxi Liberalizzazioni! Niente di fatto. Vincono le lobbies. Il governo fa retro-front!

B)Farmacie Liberalizzazioni! Niente di fatto. Vincono le lobbies. Il governo fa retro-front!

Grazie anche a persone come te, l'Italia rimarrà forse per ancora un'altro secolo, ancorata ad un sistema medioevale, dove se fai parte di una casta, allora hai il futuro assicurato per te ed i tuoi figli. Altrimenti sarai uno schiavo a vita, tu ed i tuoi figli! Bravo Grillo!

Puoi pensarla come ti pare, ma credo che un minimo di vergogna dovrebbe venire anche a te!Soprattutto perchè la tua voce ha un peso notevole in Italia e non è quella di un semplice cittadino! Ad ogni modo s'invecchia tutti e presto ti troverai solo allo specchio con la tua coscienza!

Buon divertimento!

Il Senatore 24.02.12 20:13| 
 |
Rispondi al commento

D'accordissimo con Costantino. Coloro che predicano e condividono la ricchezza in una comunità di poveri, facendo credere che sia una giusta ricompensa per "le eccezionali capacità" dimostrate, dovrebbero essere espulsi dalla Società. Potrebbero essere confinati tutti insieme su un'isola irraggiungibile o magari su un altro pianeta: un pianeta di ricchi, liberi di scannarsi l'un l'altro.

Cesare Peluso 24.02.12 20:02| 
 |
Rispondi al commento

...che ragionamento qualunquista del piffero...

Francis F., London Commentatore certificato 24.02.12 20:01| 
 |
Rispondi al commento

non confondiamo la richezza intesa come accaparramento di beni...con la richezza derivata dalla gestione economica(gestione della risorse) di qualsiasi attività.
Notoriamente ci sono state e ci sono persone che attraverso l'economia,hanno contribuito al bene dell'umanità...e generalmente non erano e non sono ricchi..
Potrei citare nomi importanti come einstein,pasteur,ecc..pensiamo alla pennicellina..frutto di ricerche di Fleming..eppure non erano miliardari?...prendo un altro esempio in negativo..Monti...nominato senatore a vita..ma cosa ha fatto di tanto importante..ha vinto un premio nobel..? pochi giorni or sono è morto Dulbecco medico genetista..riconosciuto a livello mondiale..perchè non è stato nominato senatore a vita!eppure ha ricevuto il Nobel nel 1975...ma forse non faceva guadagnare nessuno.

roby f., Livorno Commentatore certificato 24.02.12 19:57| 
 |
Rispondi al commento

"Cercate la verità, la verità vi renderà veramente liberi"

Al - 2012 24.02.12 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Dio ama i poveri ma aiuta i ricchi.

klaus r., Ludwigshafen Commentatore certificato 24.02.12 19:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' immorale comunque. Perchè la ricchezza altro non è che la maggiore possibilità di utilizzo delle risorse naturali planetarie, che siano minerali, cibo o umane (mano opera), ma tali risorse dovrebbero rimanere un bene comune e un diritto dalla nascita. Solo una minor parte dovrebbe essere attribuita per meritocrazia. Quindi, anche se il sistema meritocratico fosse "equo" e "corretto", sarebbe comunque immorale. Le risorse mondiali fanno parte di una natura di cui noi facciamo parte, e per rispetto di tale natura dobbiamo prenderne “quanto basta”, e lasciare il resto non solo ai nostri simili ma anche alla sopravvivenza degli animali e vegetali, alla sopravvivenza del sistema stesso. Se il 10% della popolazione mondiale detiene l’80% della ricchezza (ricchezza = possibilità di sfruttamento) il “quanto basta” è stato enormemente superato e per questo è ingiusto non solo rispetto agli altri umani ma anche verso la natura tutta.

mattia 24.02.12 19:43| 
 |
Rispondi al commento

La Ricchezza serve ai poveri per prevenire il torcicollo,e ai ricchi per fargli venire la gobba!
UNO GUARDA SU,L'ALTRO GUARDA GIU'..
MOLTI DI QUELLI CHE SFIDANO LA GRAVITA' PRIMA ERANO RICCHI!
L'"ESSERE" POVERO PROPRIO NON "VA GIU'" e comunque attenti ai ferrivecchi,che rubano i tombini di ghisa!
********
Una volta,c'era un uomo che viveva in una casa di vetro,e si divertiva a tirare pietre ai passanti.
Un giorno andò per tirare l'ennesima pietra e fini per colpire la sua casa distruggendola!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 24.02.12 19:43| 
 |
Rispondi al commento

"E' più facile che un cammello passi per la prugna di un lago che un ricco entri nel regno dei ciechi." Diciamo che se dobbiamo parlare di cazzate, questa mia ci sta tutta..
Ma alla fine povero signor Costantino, chissà cosa gli hanno fatto i compagni di scuola quando era piccolo..

fabrizio santorsola 24.02.12 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici del blog, dobbiamo smettere di pensare in termini di ricchezza e povertà e di debito e credito, lasciatevelo dire da un analista finanziario indipendente di 57 anni, perchè IL DENARO NON HA ALCUN VALORE REALE.
Quindi non ha senso parlare di debito o credito di default o di altre scempiaggini: il default (fasullo poichè i soldi non valgono nulla e quindi nulla deve la Grecia a chicchesia), è solo uno spauracchio usato con furbizia sopraffina dal potere e dagli "illuminati" di cui Monti è epigone, per far accettare agli impauriti cittadini europei diminuzione di diritti, di stato sociale, di lavoro, di libertà, di wellfare e ad accettare future condizioni di lavoro e di vita da cinesi.
Se non lo sapete le varie FED e BCE (banche private), stampano denaro dal nulla a costo zero, con il debito e il signoraggio già inseriti dentro, e addebitano questo denaro agli stati in cambio dell'indebitamento perpetuo in bond (btp cct ecc.) in modo da tenere per le palle perpetuamente i loro governanti (quando non li fanno sostituire direttamente dai loro uomini peggiori tipo Monti o Papademos).
Il denaro dovrebbe essere stampato a costo zero da Stati che avessero una reale SOVRANITA' MONETARIA, (come era l'Italia prima di entrare nell'euro nel 2002), e dovrebbe essere distribuito o drenato dal mercato gratuitamente, per permettere alla gente di vivere, e permettere che il mercato non si fermi o non si surriscaldi, (evitando inflazione e deflazione) altro che BCE e FED che fanno tutto il contrario.
Ignorare questo, come hanno fatto i 27 stati creduloni che si sono messi in trappola da soli cedendo la loro sovranità monetaria nelle mani di un privato (la BCE), significa farsi del male da soli.
Se vi interessa sapere di più chiedetemi gratis il mio ultimo saggio sul DEFAULT E SU COSA CI SI NASCONDE DIETRO, a questa mail, così capirete i meccanismi che ci hanno inguaiato.

studio-lodi@tsc4.com

ve lo invio gratis in pdf se lo richiedete.
saluti .
Enrico l'analista

Enrico l'analista 24.02.12 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei che le persone fisiche fossero obbligate a depositare su un fondo vincolato tutte le somme che eccedano un tetto più che adeguato a sostenere una vita dignitosa ed utilizzabili solo in caso di provate necessità.......

harry haller Commentatore certificato 24.02.12 19:33| 
 |
Rispondi al commento

assolutamente d'accordo.
la ricchezza va amministrata e condivisa.
esattamente come Lazzaro padre (il padre di Lazzaro, Marta e Maria:
lui era ricchissimo, eppure erano amici fraterni con Gesù, lui e i suoi figli.
Non dimentichiamo che Lazzaro padre pagò quando Gesù, dodicenne, fu davanti ai sacerdoti del tempio.
Pagò per ogni domanda che Gesù faceva ai "sapienti" del tempio, con loro grande rabbia, infatti erano rabbiosi nel vedere un fanciullo tutelato e difeso dal funzionario romano presente e dal ricco Lazzaro che pagava per lui.
E la comunità di Betania, di proprietà di Lazzaro era amministrata in modo tale da dare sostentamento ai poveri.
La ricchezza va amministrata.

Paolo Hidalgo Commentatore certificato 24.02.12 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente. Dietro la ricchezza di pochi c'è lo sfruttamento di molti uomini e dell'ambiente. L'arricchimento dovrebbe avere un limite e non dovrebbe essere comunque trasmesso di generazione in generazione. Tutti dovremmo partire dalla stessa condizione.In ogni caso ricchi o poveri ci attende la stessa sorte.

Andrea Rui 24.02.12 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Mi piace molto il post del Sig. Pietri, e penso anche io le stesse cose. Non importa il denaro che guadagni purche' lo si meriti davvero. Se il post si riferisce a stipendi pubblici o altro, perfettamente d' accordo ma purtroppo il merito/apporto del lavoro non e' ne valutato ne valutabile in questo paese.
Giusto per fare un esempio banale: insegnanti o pompieri guadagnano in base a criteri validi per tutti. Ma ci sono pompieri o insegnanti che dovrebbero percepire 10000 euro al mese e altri che dovrebbero essere licenziati e condannati a restituire quanto rubato alla collettivita'. Cosi' almeno la penso io....

leandro 24.02.12 19:20| 
 |
Rispondi al commento

questo post deve essere l'attacco di un hacker al blog di grillo.....nn me lo posso spiegare altrimenti.....

sergio giordanengo 24.02.12 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non importa tanto quanto uno guadagna, ma come lo guadagna.
Il padrone della mia ditta è ricchissimo, ma da lavoro a 1000 persone direttamente e chissà quante nell'indotto.
E' immorale guadagnare sulla pelle delle persone
E' immorale guadagnare facendo fallire la propria ditta o licenziando
E' immorale guadagnare senza meriti solo perchè la si da
Se uno guadagna un milione di euro l'anno, ma produce altra ricchezza e soprattutto posti di lavoro cosa c'è di immortale ?
Immorale è guadagnare licenziando e rubando.
Anche a Monti io darei 1 miliardo di euro l'anno se producesse un milione di lavoro a tempo indeterminato in un anno, abbassasse le tasse, abbassasse il debito pubblico, ridistribuisse più equamente la ricchezza.
Ma sta facendo il contrario e allora dovrebbe andare a casa, nemmeno 1 euro si merita

Matteo Pietri Commentatore certificato 24.02.12 19:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Innanzitutto chi da' del comunista o non capisce questo post e addirittura arriva a dare a Marx del poveretto é un povero ignorante. Secondariamente quelli che mi vengono a dire che chi dà di più alla società deve guadagnare di più sono ancora più ignoranti perchè non capiscono che il problema sta proprio li. Perchè non capiscono che non é tanto la ricchezza a essere immorale ma nel mondo di oggi é quasi sempre immorale diventare ricchi poichè questo comporta principalmente un compromesso morale con chi i soldi li distribuisce (ad oggi le banche). O forse pensate che chi ha in mano il potere di distribuire la ricchezza regali i soldi a chi non accetta minimamente questo sistema malato e terribile? I lproblema é che i soldi sono il simbolo di un sistema immorale alla base ed é per questo che chi non partecipa all'immoralità del sistema muore di fame. Ve lo dice uno che ha rinunciato a migliaia di euro al mese di guadagni pur di avere la coscienza pulita. E studiatevi Marx, ve lo dice uno studioso di Marx, ignurant!

Davi B 24.02.12 19:09| 
 |
Rispondi al commento

"Io sono con voi tutti i giorni fino al termine del sistema di cose".

300 giorni al 21.12.2012, la fine dei tempi in cui ha imperversato la malvagità si avvicina.

Al - 2012 24.02.12 19:09| 
 |
Rispondi al commento

un uomo può avere tutti i meriti che vuole fino a quando non affama il prossimo suo simile ! per questo è auspicabile davvero un tetto massimo alla ricchezza mettiamo 2 milioni di euro sarebbe un sacrificio che darebbe valore ai soldi senza far mancare nulla al fortunato che potrebbe comprarsi una villa al mare e l'harley davidson al figlio in un anno e l'anno dopo villa in montagna con fuoribordo per la figlia ettcc etcc anni a venire. quanta gente potrebbe avere uno stipendio da 2000 euro al mese ?? e pensioni migliori?? la democrazia non è liberismo ma la possibilità di poter esercitare i diritti compreso quello più elementare di vivere e non esiste nessuna condizione di merito che possa inficiare il diritto alla dignità.

riccardo ciullini 24.02.12 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Se un reddito viene dal privato, se vengono rispettate le regole, può anche essere 100.000 volte quello che guadagna un operaio, non vi è dubbio. Ma se un reddito viene dal pubblico, mi spiace ma sono completamente d'accordo che è immorale.

Edoardo R. Commentatore certificato 24.02.12 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La ricchezza è sempre una colpa, perchè viola e infrange il principio di equità sociale universalmente riconosciuto in una società che pretende di definirsi civile. Stiano zitti tutti coloro, conduttori televisivi, dirigenti, imprenditori, deputati e ministri della Repubblica, i quali tentano di discolparsi solo per fare ammenda con l'insostenibile giustificazione che i soldi sono stati "fatti" onestamente/legalmente e su cui hanno pagato le tasse : innanzitutto è tutto da dimostrare che siano state pagate tutte le tasse dovute, ma anche se fosse, non è accettabile che nello stesso contesto sociale, quindi alla stessa mensa, vi siano persone disoccupate e persone che lavorano facendo cumuli di straordinari, persone che lottano per mantenere un posto di lavoro e il "principe dei barbari" ovverossia Marchionne ( o altri come lui) che spostano gli stabilimenti in Serbia, in zone franche, in zone dove il costo della vita e quindi del lavoro è nettamente inferiore ! Eè inaccettabile che quando la FIAT và male, è lo Stato sociale che si deve mettere in moto e deve correre in aiuto, quando invece la FIAT prospera, grazie alle "razionalizzazioni/ristrutturazioni" è il Marchionne che si mette in tasca un cospiquo assegno, in barba agli indigenti e affamati. Vaffanculo ! Da piccoli ci insegnano la fraternità, poi da grandi ti trovi nella giungla e anche la Severino che pare essere una persona seria, sarà pure un buon Ministro della Giustizia, di certo non è un rappresentante dell'equità sociale e sia ben chiaro : non è una questione di invidia ! Io non desidero i soldi della Severino o chi per lei, io desidero che la gente possa vivere dignitosamente, desidero poter guardare al futuro serenamente, non nel lusso, nell'opulenza e nello sfarzo, l'invidia ormai non mi appartiene più, ho solo bisogno di vedere in giro maggior giustizia e ditemi voi che giustizia può essere una giustizia senza equità.

Davide Pollastri 24.02.12 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo. La ricchezza è immorale. Dato che hai scritto un post su internet, suppongo che tu possieda un computer ed una connessione alla rete. Beh, probabilmente metà della popolazione mondiale non si può permettere questi lussi. Ti do una notizia: sei tu l'immorale, sei tu il ricco, per almeno tre miliardi di individui
Come si sta dall'altra parte della barricata?

Tyreal 24.02.12 18:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quindi per fare un esempio..un ragazzo inventa un sistema operativo che ha talmente successo che viene utilizzato in tutto il pianeta, semplificando l'informatica fino a renderla a portata di mano di chiunque...non deve essere il più ricco del mondo?
Sono di sinistra ma quello del post è un concetto da perdente e invidioso, rassegnato alla povertà. Io ho avuto un sacco di idee spettacolari..però non le ho attuate, se non sono ricca per non averle realizzate è colpa della vita? del mondo? dei cattivi? è solo mia, che non ci ho creduto o non ho rischiato o non mi sono preparata abbastanza. Volete un mondo lobotomizzato che non permetta desideri ed ambizioni.

Marina 24.02.12 18:36| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La ricchezza appartiene alle più basse sfere dell'intelletto. Dal momento che, forse, esistono pochissimi uomini al mondo che, pur potendo, rinuncerebbero alla ricchezza, se ne deduce che il 99,9% periodico di tutti gli esseri umani è di un livello spirituale decisamente scadente... Ma questa... non è una novità...

Marco Marini 24.02.12 18:30| 
 |
Rispondi al commento

E' immorale rubare e non vedersi riconosciuti i frutti dei propri sacrifici. Se una persona produce di piu' e/o ha delle competenze specifiche e dei "talenti" e' giusto che guadagni di piu' e che contribuisca anche di piu' attraverso una pressione fiscale proporzionale alla ricchezza prodotta e al patrimonio posseduto.

Ennio Siracusa, New York Commentatore certificato 24.02.12 18:16| 
 |
Rispondi al commento

QUELLO CHE MANCA A NOI DA QUALCHE PARTE DEVE ESSERE PUR ANDATO A FINIRE.
LA RICCHEZZA E' COME UNA TORTA: SE C'E' QUALCUNO CHE MANGIA UNA FETTA TROPPO GRANDE, PER GLI ALTRI E' LA FAME.

laura S. 24.02.12 18:07| 
 |
Rispondi al commento

"l'uomo ricco è colui che non vuole più di quello che ha..." non ricordo l'autore, ma la penso così... il problema è che i soldi sono diventati un bene e non la misura di un bene... questo è l'inganno... buona rievoluzione a tutti!!!

Lorenzo Celsi (lorynik), Arezzo Commentatore certificato 24.02.12 18:06| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
IO SONO D'ACCORDO,PERCHE' OGNI VOLTA CHE UN AZIEDNA CHIUDE,QUALCHE BANCHIERE IN GIRO DIVENTA RICCO
ALVISE

alvise fossa 24.02.12 17:52| 
 |
Rispondi al commento

La ricchezza e' immorale quando si permette al ricco di avere agevolazioni solo perche' e' ricco e purtroppo questo accade da sempre. Purtroppo la moralita' dipende dalla coscienza di ognuno di noi e siccome l'uomo e' egoista per natura, rendera'la ricchezza troppo spesso immorale. Per questo ci sono le leggi, o meglio, ci dovrebbero essere! Ma l'uomo riesce ad infangare anche la giustizia, riesce ad inquinare anche cio' che piu' dovrebbe essere pulito...e lo sa, ma non importa perche' tanto ognuno pensa al suo orticello, grande o piccolo che sia e l'importante che sia pulito quello. La ricchezza e' giusta quando e' meritata, o ereditata perche' no? Non e' una colpa essere ricco, anzi, la ricchezza puo' dare opportunita' anche ad altri, lavoro,...ma le regole devono essere rispettate, da TUTTI!
La ricchezza e' immorale perche' rende potenti e con il potere si puo' tutto...comprare, ricattare, corrompere...e piu' poverta' esiste e piu' si puo' comprare, ricattare, corrompere...senza spendere troppo!

Francesca Sbrana 24.02.12 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Non hai ancora capito che sola la povertà può èssere contagiosa, indipendentemente dalla ricchezza, che non lo è affatto? Dunque meglio che ci sìano i ricchi (anche se, purtroppo, troppo pochi) che tutti ugualmente pòveri, come vorresti tu, scelleratamente. Soltanto un fesso invidioso è peggio d'un fesso comune.

Milko Pellegrino 24.02.12 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Trovo questo post immorale e imbarazzante...e a proposto di aghi e cammelli:
"La povertà viene considerata da alcuni un qualcosa di spirituale. Una vera sciocchezza. La povertà non è spirituale, è brutta. È una ferita che bisogna curare.."

Erika.g 24.02.12 17:39| 
 |
Rispondi al commento

con tutto quello che ha fatto
per questo paese, per i piu' deboli, per tutto l'impegno, il tempo e la fatica che ci ha messo, GRILLO SI E' AMPIAMENTE RISCATTATO
E LA SUA RICCHEZZA SE LA MERITA.

Stefania .. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.02.12 17:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“L’intero Vangelo di Karl Marx può essere riassunto in poche frasi: odia l’uomo che si dimostra migliore di te. Non ammettere mai, in nessuna circostanza, che il suo successo possa essere dovuto alle sue capacità, non riconoscere mai il contributo produttivo che possa aver dato a tutta la comunità. Attribuisci invece sempre il suo successo allo sfruttamento, all’imbroglio, alla rapina più o meno esplicita ai danni degli altri. Mai ammettere, in nessuna circostanza, che il proprio fallimento possa essere dovuto alla propria debolezza, o che il fallimento di chiunque altro possa derivare dai suoi difetti – dalla sua pigrizia, incompetenza, imprevidenza o stupidità”.
Vai a lavorare, va!

mad p. Commentatore certificato 24.02.12 17:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo , guardate cosa fanno le multinazionali sfruttano il lavoro o la materia prima dove costa meno ed esportano nei paesi ricchi ammazzando la piccola impresa locale ... quando vedono che non c'è più trippa per gatti chiudono negozi e stabilimenti e si spostano in altri siti.
Ah dimenticavo , le sedi legali sono di solito nei paradisi fiscali !

Ernesto F. Commentatore certificato 24.02.12 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Ma questo post luddista e post-comunista lo vieni a scrivere sul blog di un milionario che si e' arricchito per che e' un bravissimo attore/comico.
Attendo con ansia la redistribuzione del reddito di Grillo..
Ma chi li sceglie i post, ormai si sfiora il ridicolo.


Pippo63 24.02.12 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Ancora molti non hanno capito a cosa serve postare questi commenti. Servono a far riflettere, ad aprire dibattiti. Chi cita Grillo dicendogli che è incoerente forse non ha capito che non lo ha scritto lui. Riportare un post di qualcun'altro significa sempre condividerlo in tutto e per tutto? Ne siete davvero convinti?
Comunque a mio parere la ricchezza non è amorale in se, ma lo diventa se lo è a spese di altre persone. Il vero progresso si otterrà, non quando saranno spariti i ricchi ma quando saranno scomparsi i poveri.

Gianluca Gendusa, Firenze Commentatore certificato 24.02.12 17:23| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mah, secondo me il problema non è la ricchezza in sè, perchè ci sono anche persone che si sono arricchite onestamente.
Il vero problema è la mancanza di un'etica del buonsenso, che impone un tetto massimo per i guadagni senza sperperare denaro pubblico.
A volte ho la sensazione che ci sono persone che si lamentano di chi è ricco perchè vorrebbero assomigliargli!!
Forse dovremmo recuperare il valore di "ciò che è necessario", restituendo la dignità che meritano a tutti i lavori.
Parola di uno stagista laureato in cerca di lavoro!:-))

valerio di rosa 24.02.12 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Quindi i poveri aiutano i poveri? Ricordate che se date un milione di euro ad una persona tornerà ad essere quella che era prima, è solo questione di come si gestisce il denaro e come lo si utilizza. Pensare da perdente porta a perdere

Sabina M., Biella Commentatore certificato 24.02.12 17:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trovo questo post un po troppo estremista caro costantino.certo che vorremmo tutti un mondo senza povertà e una vita dignitosa per tutti ma,purtroppo,non siamo in un film di fantascenza.Siamo esseri umani e da quando siamo apparsi sulla terra,qualcuno,ha sempre avuto più di altri.Questo forse non è sempre molto giusto,ma è semplicemente la vita.Dubito percio'che ad una persona parecchio ricca gli freghi qualcosa se il cammello passi attraverso la cruna di un ago.ciao a tutti.

vale.b 24.02.12 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando c'è qualcuno che si arrichisce a dismisura tipo Bill Gates o Jobs citati sopra, ci sono migliaia o milioni di persone che si impoveriscono, non ce ne rendiamo conto perche magari sono dall'altro capo del mondo e non li vediamo,non vengono raccontati ma è un fatto fisico, matematico , che poi lo vogliamo ignorare per liberarci la coscienza è un altro conto.

Luca 24.02.12 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"E' come mangiare, con disinvoltura e noncuranza, sino a satollarsi, circondati da una folla di persone che muoiono di fame." appunto! noi occidentali siamo tutti immorali!

MARCHIORELLO 24.02.12 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Detto così, è troppo semplicistico e non mi trova d'accordo. Che poi, essere ricchi al giorno d'oggi spesso significa essere scaltri e disonesti e non essere persone in gamba che hanno saputo produrre valore per sè e per la comunità... allora è un altro discorso.

Claudio C 24.02.12 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo. La ricchezza non è immorale. E' la povertà ad esserlo.

Luigi Benedetti 24.02.12 16:49| 
 |
Rispondi al commento

La ricchezza è un concetto che si basa su un presupposto molto semplice e cioè corrisponde all'accaparramento di beni.
La possibilità di esercitare questo diritto è sancità dalla costituzione,poichè riconosce il diritto alla proprietà privata intesa come insieme di beni immobili e mobili.
Diverso è il concetto espresso dall'autore dell'articolo il quale,lamenta una sperequazione di reddito tra i varii strati della società.
Quindi la Richezza non va confusa con la "diseguaglianza" nella distribuzione del reddito,in particolar modo,quando questi compensi derivano da soldi pubblici!.
Ad esempio perchè pagare cifre stratosferiche ad un funzionario della P.A quando con lo stesso compenso si potrebbe assumere 3 persone offrendoli un reditto decorso e svolgere 3 volte più velocemente il lavoro e in modo più preciso, senza pregiducarne la qualità!.
Pensiamo alla Sanità 3 medici al posto di uno fara mai uno il lavoro di 3 medici?..io penso di no..!
Qualcuno dirà:...ma c'è la responsabilità...un par di palle quando uno sbaglia sbaglia e se fa i danni poi generalmente non paga mai!...
L'esempio più lampante di questo trend sperequativo è la presidenza della Repubblica..costa 250 milioni d'euro all'anno...Obama e i suo staff di 450 persone spende 1/5...!!!è la casta che è fuori controllo..

roby f., Livorno Commentatore certificato 24.02.12 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Ricchezza immorale? Che sciocchezza! Suona tanto di quelle fiabe che politici o furbastri raccontano ai poveracci per abbindolarli mentre ficcano le mani nei loro portafogli

davide murinis 24.02.12 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, non ti ho mai fatto una colpa di esserti arricchito onestamente. Ma se tu cominci a fare una colpa agli altri della loro ricchezza (accumulata legalmente) allora la musica cambia. Capisco che questo post non sia stato scritto di tuo pugno, ma se lo condividi abbi almeno la decenza di prendere una posizione conciliabile con ciò che c'è scritto.

Lorenzo Breda 24.02.12 16:44| 
 |
Rispondi al commento

il post ha detto benissmo: si è poveri quando si vive privati della dignità.

quindi i cinesi sono poveri


gli italiani sono poveri

chiunque viva privato della propia dignita è povero.

quindi meno commenti stupidi sul dire ke un operaio italiano è ricco xke un cinese è povero.

stronzate, se entrambi vinono privati della loro dignita, SONO ENTRAMBI POVERI,chi piu chi meno entrambi fanno una vita di merda.

LA RICCHEZZA è IMMORALE NON DI PER SE, MA QUANDO ESISTE CONTEMPORANEAMENTE LA POVERTà.

zelgius g., mazara del vallo Commentatore certificato 24.02.12 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quindi un operaio italiano che guadagna 100 volte di più di uno sfruttato cinese o africano, è immorale? forse è immorale straparlare guardando verso l'alto e mai mai mai mai mai mai mai verso il basso...

andrea 24.02.12 16:27| 
 |
Rispondi al commento

la richezza non è immorale assolutamente..dipende di come ci si è procurata la richezza...la richezza non è immorale secondo la mia opinione quando viene da un idea,da un rischio,da un progetto...steve jobbes la sua richezza se l'è meritata tutta,bill gates idem..un ristoratore che ha ricchiato il suo capitale cavolo se la merita...manager incopetenti che non rischiano nulla anzi rischiano sulla pelle degli altri dipendenti,monopolisti,persone con nessun talento non devono guadagnare nulla....è immorale che un marchionne guadagni 6 milioni di euro e poi licenzi operai..fà schifo..un tronchetti provera che ha indebitato la telecom e poi vengono licenziati operai...dirigenti pubblici che vengono pagati tre,quattrocento mila euro per non fare un cazzo è vergognoso

Fabio Gattabria, roma Commentatore certificato 24.02.12 16:06| 
 |
Rispondi al commento

la richezza non è immorale assolutamente..dipende di come ci si è procurata la richezza...la richezza non è immorale secondo la mia opinione quando viene da un idea,da un rischio,da un progetto...steve jobbes la sua richezza se l'è meritata tutta,bill gates idem..un ristoratore che ha ricchiato il suo capitale cavolo se la merita...manager incopetenti che non rischiano nulla anzi rischiano sulla pelle degli altri dipendenti,monopolisti,persone con nessun talento non devono guadagnare nulla....è immorale che un marchionne guadagni 6 milioni di euro e poi licenzi operai..fà schifo..un tronchetti provera che ha indebitato la telecom e poi vengono licenziati operai...dirigenti pubblici che vengono pagati tre,quattrocento mila euro per non fare un cazzo è vergognoso

Fabio Gattabria, roma Commentatore certificato 24.02.12 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Post RIDICOLO. Che poi compaia nel blog di un personaggio pubblico che GIUSTAMENTE ha guadagnato e guadagna molto grazie al suo egregio lavoro... tutto ciò è GROTTESCO.

Massimiliano Di Bacco 24.02.12 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ripartire equamente la ricchezza non vuol dire che tutti devono avere indistintamente una "quota parte" identica a prescindere (ed in base a non si sa che bene che principio) ma che ognuno deve avere le stesse possibilità di un altro di guadagnare in base alle sue capacità e scelte lavorative. Il guadagno è immorale se si ottiene da un illecito o da lo sfruttamento di qualcun altro che lavora per te (tipo chi fa lavorare i dipendenti a nero o con le partite IVA). La ricchezza di per se stessa non è da condannarsi in quanto tale. Personalmente proclami come questo mi fanno ripensare a quel populismo e demagogia cui un certo nanetto ci ha ormai assuefatti.
Piccoli berluscones crescono ...

Luca Gherardini, Pistoia Commentatore certificato 24.02.12 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Forse quello che e´immorale e´la poverta´.

Patrizia B. 24.02.12 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Comunista

Franco Baldazzi 24.02.12 15:45| 
 |
Rispondi al commento

ma che diavolo significa la ricchezza è immorale? non venirmi a fare il predicozzo caro Costantino, perché se veramente la pensi così, allora devi anche pensare che anche te ci hai sguazzato dentro per centinaia di anni a spese di miliardi di poverazzi. guardati bene Costantino. guardati bene allo specchio e sputati in un occhio, se veramente la pensi così.

daniele p. 24.02.12 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come immorale?? Ma lei, signor Grillo, non guadagna (o ha guadagnato) qualche milioncino con i suoi spettacoli? Io di questo non gliene faccio mica una colpa...

Ale Appo 24.02.12 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cooky Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori