Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Morti di strisce


Gabanelli_investita.jpg
Le strisce pedonali sono tra i luoghi più pericolosi d'Italia. Le vittime sono più frequenti dei caduti in Afghanistan (purtroppo non è una battuta). Nessuno sanziona chi vi parcheggia sopra ("un minutino...") o chi non si ferma (molti accelerano come a un semaforo verde) . Dovrebbero esserci delle telecamere fisse e il ritiro della patente per questi incivili.
"Ho 45 anni e due figli che accompagno a scuola a piedi ogni mattina, e ogni mattina devo litigare con il/la cafona di turno che ha parcheggiato sulle strisce pedonali e mi manda affanc perché vuole anche avere ragione, OGNI MATTINA. Ho chiamato i vigili non so più quante volte, ma hanno sempre ALTRO da fare, dobbiamo aspettare che un bambino finisca steso sotto le ruote di un coglione che non lo vede mentre fa la retro per vedere se avranno ancora ALTRO da fare. Il totale menefreghismo per qualsiasi regola, anche le basilari, è ormai VERTICALE, dall'alto al basso e viceversa, questo degrado sociale ci trascinerà verso il fondo. Aspetto fino alle prossime elezioni, se il MoVimento 5 stelle non entra in parlamento noi ce ne andremo dall'Italia. Tieni duro Beppe." Marcella Cigarini

9 Feb 2012, 14:35 | Scrivi | Commenti (64) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

io abito nella civile parma,e vi assicuro che anche qui da noi,purtroppo c è gente che muore sulle strisce.io ho salvato un mio amico che stava x essere falciato da un auto,l ho spinto ed e riuscito a scansare l auto.
mia sorella abita in belgio e mi dice che la esiste rispetto nei confronti dei pedoni,ma la legge e le telecamere sanzionano i pochi furbetti.
qui chi si aspetta a mettere telecamere sui principali transiti pedonali e sanzionare i furbetti e i menefreghisti ed i pedoni scorretti che poi sono l altro 50% del problema???????
e anche vero che siamo in tanti e questo e un modo per selezionare i piu deboli,ma sono sistemi incivili che ci fanno uscire dal novero delle regole.tanto prima o poi sotto ci finiscono i nostri figli ed anziani,ma anche i loro,ed allora?????se chi ha autorità non interviene e previene queste situazioni e responsabile anche dei danni che ne derivano.
pensate al dolore che deve provare un singolo ed una famiglia per il fatto di un incidente,ma morire per questo grida vendetta.
per i tecnici:perche non installare i semarofori dieci metri prima delle strisce?si eviterebbero tanti problemi e magari tanti si potrebbero salvare.la patente andrebbe ritirata almeno per un congruo periodo e risarcire anche con attivita di prevenzione per esempio far attraversare i pedoni sulle strisce,per diversi anni.

robbby 13.02.12 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Nel parcheggio della scuola elementare di mia figlia c'è un'area vietata alle auto dedicata al passaggio degli scuolabus e ad eventuali mezzi di soccorso con l'ingresso da un lato e l'uscita dall'altro. Molto ben progettato per un agevole passaggio.
Ma i genitori secondo voi lo hanno capito??? NO! Inutile dire che negli orari clou i due passaggi sono ben ostruiti dalle auto. Pensate se succedesse qualcosa in quei momenti..non voglio pensarci.
L'anno scorso lo avevo fatto notare al vigile che assiste il passaggio pedonale proprio di fronte, chiaramente ha fatto spallucce e come il solito chi fa notare questi "dettagli" si prende del rompicoglioni....

Chiara Balili 10.02.12 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Incivili sono coloro che non si fermano sulle striscie pedonali e stupidi coloro che attraversano senza guardare!

Fede 10.02.12 16:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo la vergogna d'Europa approvo tutti i post.!

Massimiliano L 10.02.12 14:21| 
 |
Rispondi al commento

mi associo
senza se e senza ma
questo popolo di m..... di cui per nascita faccio parte si merita quello che ha

orso bianco 10.02.12 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Ben detto, Marcella!!!
Dobbiamo tutelare i nostri figli.

Vorrei denunciare un altro problema però.
Se noi guidiamo senza cinture di sicurezza,prendiamo
una multa salata,perché non seguiamo la legge, che le obbliga, ma soprattutto mettiamo a repentaglio la nostra vita.
Negli scuolabus, invece, non c'è obbligo delle cinture di sicurezza.
Ho domandato all'assessore, e mi ha risposto che la legge non le prevede.
Non ho parole.
Questi si fregano i soldi, e i nostri figli per
colpa loro, devono rischiare la vita!!

Alle prossime elezioni,ci andrò solamente perché c'è M5S !!!!!

Laura Litti, Arezzo Commentatore certificato 10.02.12 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo c'è poco da stupirsi per questi fatti, perchè personalmente vedo come l'inciviltà delle persone inizia da moolto più vicino: dal condominio in cui vivo. Oggi la vera regola è non seguire le regole. Non si può fumare? e ci si fumalo stesso! Non si può parcheggiare? e ci si parcheggia lo stesso! Figuriamoci poi in città (fuori di casa).....e la cosa sconcertante è che si è talmente affermato questo "modus vivendi" che chi rispetta le regole lo prende regolarmente in saccoccia, alla fine prevale la prepotenza. E' la prepotenza lo stile di vita italiano...

Simone C., Pisa 10.02.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento

In questo tuo racconto descrivi in pieno alcune qualita' degl'Italiani:
Arroganza
Menefreghismo
Egoismo
Molti cittadini italiani quando infrangono la legge se ne fregano altamente senza nessun rimorso, l'importante e che stiano bene loro. Se l'Italia e'ridotta in questo stato la COLPA e' di tutti i cittadini con le proprieta' elencate sopra che finche andava bene non gliene fregava un ben niente di chi faceva leggi o chi le disfaceva.
Berlusconi ed altri politici sono il surrogato di questa societa'. Nati e cresciuti in famiglie italiane ed influenzati da quello che c'e' fuori.
Se vogliamo un'Italia migliore sono la maggioranza degli'Italiani a dover cambiare e incominciare a credere in un Sistema Stato che funziona con REGOLE BEN PRECISE PER TUTTI.
SONO I CITTADINI CHE DEVONO INCOMINCIARE A METTERCI LA FACCIA IN PRIMA PERSONA. In tantissimi Paesi sono i cittadini che volontari prestano il servizio di vigilanza sulle strisce pedonali, inoltre se non ti fermi sulle strisce in moltissimi Paesi la patente la rivedi dopo dodici mesi e pagando multe salatissime.
Cordiali saluti.

maurizio merea, Zena Commentatore certificato 10.02.12 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Chi guida un'auto, un camion ecc è come se avesse in mano un'arma, a maggior ragione ci vuole non solo rispetto ma anche pazienza, ma non è così!!!
La maleducazione stradale è di tutti: dai pedoni a chi utilizza un mezzo sia pur una bicicletta! se vai a piedi non devi dare nulla per scontato, sono cose che sappiamo bene tutti, ma poi per distrazione o perchè pensi di avere sempre ragione perchè sei a piedi, ti comporti da incivile, ma chi guida è il peggiore, ho visto persone guidare in pieno centro come se fossero a Indianapolis, in tangenziale e in autostrada fare la gimcana? (si scrive così?) quando fra l'altro c'è traffico (guarda caso o sono Suv o furgoncini), insomma, se poi crei un incidente rischi di non arrivare più dove devi, ma le teste di cazzo sono sempre presenti, in ogni dove! ALZATI PRIMA LA MATTINA e rispetta gli altri

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 10.02.12 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Hai proprio ragione, non c'é più rispetto.
Purtroppo dobbiamo assistere ogni giorno a fatti di maleducazione come quelli che hai descritto.
Qualche giorno fa, su una trasmissione di una televisione privata e più precisamente TV2000, si è parlato prorpio di questo, cioè della maleducazione e della prepotenza che ogni giorno certe bestie ( non si può chiamarle altrimenti ) perpetrano ai danni di altre persone che cercano di vivere la propria vita senza disturbare gli altri.
A me, purtroppo, è successo di peggio.
Ero sulle strisce pedonali ed ormai avevo attraversato per metà la strada, quando è sopraggiunta un'auto che non ha minimamente accennato a fermarsi, anzi ha continuato la sua corsa accelerando e cercando di evitarmi senza fermarsi. Passandomi d'avanti, mi ha colpito il braccio destro con lo specchietto esterno sx.
Non ci ho visto più dalla rabbia ed ho inveito contro di lui con male parole.
Il tizio si è fermato, ed è sceso dall'auto che stava ancora parlando al cellulare. Chiuso il cell, si è scaraventato addosso a me cercando di colpirmi e a quel punto è venuta fuori una rissa da paura. Mi sono salvato solo grazie al fatto che sono 20 anni che faccio arti marziali e di conseguenza gli schiaffi se li è scelti nel mazzo e ci ha rimesso anche due denti della bocca, ma mi sono poi chiesto: se ci capitava mia moglie o qualsiasi altro poveraccio che non è preparato come me chwe fine faceva con un coglione come quello?

Alessandro D'Aprile 10.02.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno, un anno fa ho investito un pedone sulle strisce col mio motorino. E' stato bruttissimo per me ma naturalmente peggio per la vittima che ha avuto una frattura al braccio.

Non avevo bevuto. Non andavo di fretta. Non mi ero drogato. Non ero al telefono. Non avevo sonno. Rispettavo i limiti e i cartelli.

Sicuramente conoscendo la strada adesso farei molta più attenzione, ma devo dire che quelle strisce erano e sono ancora pericolose.

Quartiere Prati di Roma, le strisce sono consumate e poco visibili. Il sole tramonta di fronte e riduce la visibilità. Era autunno, le foglie bagnate coprivano ancora di più quel che si vedeva delle strisce e hanno contribuito a farmi scivolare durante la frenata, ragione per la quale ho colpito il pedone.

Macchine parcheggiate in doppia fila, effettivamente coprendo completamente il punto in cui cominciavano le strisce, da entrambi i lati.

Pedone che andava di fretta e credo in modo abbastanza imprudente spunta improvvisamente da dietro la macchina in doppia file. Io ero al centro della strada, mi sono buttato per terra frenando e naturalmente ho prestato immediatamente soccorso.

Sfiderei chiunque in queste condizioni ad evitare l'incidente.

Purtroppo per la legge la colpa è sempre del conducente, alcuni avvocati disonesti ne approfittano per spingere i pedoni a fare querele frivole. Mai la colpa viene data alla segnalazione, alle macchine in doppia fila, e mai una responsabilità condivisa con i pedoni che in quelle occasioni a volte dimostrano poca prudenza a dire poco?

andrea ceci 10.02.12 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Nel post ci sono due argomenti:
1) La "disobbedienza alle regole".... purtroppo non riesco più a condannare nessuno....
Anche la Sig.ra se vai a scavare avrà fatto, stà facendo, terrà PER NECESSITA' DI COSE e non per inciviltà comportamenti che creeranno problemi ad altri.... e non la convincerai che sbaglia lei, perchè poi di fatto non sbaglia, si adatta al mondo altrimenti soccomberebbe...
Così come le persone al volante: poche sono incivili, la maggior parte ha altre cose per il capo che è diverso.... poi ovviamente, tanto quanto la Sig.ra in questione, se gli dici qualcosa reagisce male perchè il primo istinto è ovviamente di difesa verso un estraneo...

2) Anche io stò pensando di vedere il fatto se andare o restare... se il M5S entra con almeno il 15-20% in parlamento resto qui a soffrire e cercare di far cambiare questo paese (e gli atteggiamenti di cui sopra che possono cambiare solo se cambia la società intorno) insieme ad altri.
Se non ci sono almeno questi numeri direi basta... restino in italia i ladri, gli insoddisfatti, quelli che credono ancora nel PD/PDL/IDV/ecc... e vivano la vita di m***a che si meritano in quanto se la sono cercata.

michele simionato 10.02.12 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Lo stesso per me è una battaglia ogni giorno. Con il passeggino è impossibile fare un traiettoria rettilinea, cacche di cani, motocicli sul marciapiedi, auto sulle strisce (è la regola, perchè sprecare quello spazio). Bisogna insegnare a scuola il rispetto per gli altri, per questi incivili ormai è troppo tardi non bastano sanzioni e rimproveri del povero pedone di turno.

Leonardo 10.02.12 09:23| 
 |
Rispondi al commento

LE ZEBRE A...

Le strisce pedonali sono per chi riesce a sfuggire alle macchine.

Quasi ogni mattina devo improvvisarmi Daredevil e sperare di essere all'altezza dell'esercizio di scatto richiesto.

Però c'è un particolare da non sottovalutare: dalle mie parti, per esempio, le strisce vengono disegnate in posti strategici: subito dietro le curve... perfettamente nascoste a chi sopraggiunge.

Sarebbe utile capire i criteri usati per indicarne il posizionamento.

Qualunque essi siano, non sono certamente adottati tenendo conto della salvaguardia dei pedoni.

Non parliamo del posizionamento disordinato dei tombini degni di un maniaco della scacchiera.

Mi chiedo, per l'ennesima volta: chi controlla chi controlla e le logiche adottate da chi dovrebbe decidere? L'Ingegner Caso? Per caso?

Forse bisognerebbe istituire e fare rispettare, qualche norma che preveda oltre la modalità di esecuzione dei lavori a regola d'arte, anche la garanzia di durata del lavoro svolto, indicando come responsabile il direttore dei lavori dell'impresa che li ha eseguiti.

POIS.

By Gian Franco Dominijanni


Si, ma i pedoni che tirano dritto sulle righe pedonali senza neanche guardare? Quelli che attraversano a passo di lumaca tanto chissene frega tu automobilista ciglione aspetta? Quelli che attraversano forzando la precedenza tanto io pedone ho sempre ragione? Io pedone padrone dei miei diritti che col cavolo che raccolgo la merda dal marciapiede del mio cagnolino fuffi? La Civilta' Non E' Mai A Senso Unico!!!

Giulio Pino 10.02.12 08:31| 
 |
Rispondi al commento

buon giorno a tutti. ho 62 anni e ricordo ancora molto bene che dove ho fatto le elementari avevamo 1 ora alla settimana il piazzale giardino attrezzato,con tutta la segnaletica stradale!!!ora non si tratterebbe di tornare indietro di 55anni;ma cominciare ad insegnare un po di codice stradale fin dalla prima elementare!!!le cose che impari da piccolo difficilmente ti escono dalla testa.se solo si adottasse questo sistema in tutte le scuole elementari ,oltre che salvare molti ragazzini da incidenti si risparmierebbe anche sulle spese sanitarie!!dimenticavo:dove ho fatto le elementari non erano nello spazio!! arano a
Bolzano. buona giornata... a tutti!!!

luigi mastella 10.02.12 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Dopo anni di litigi per le strisce pedonali, per il parcheggio, perche quando attraversi ti usano come bersaglio, dopoa vare tirato via da sotto le ruote delle macchine i miei figli per ben 5 volte, dopo aver chiamato i carabinieri perche estranei entravano nel cortile ed essermi sentito dire che non venivano se non per cose gravi...
Ce ne siamo andati dal "bel paese". Ora i miei figli vanno a scuola a piedi da soli, se attraverso le macchine si fermano prima e non dopo essermi passate sopra. Se chiamo la polizia dopo 2 minuti ho la volante di fronte casa.
Dove semplicemente in un paese civile come il Canada, pago le tasse ed ho un servizio, non come da noi dove paghi ed il furbetto del quartiere si mette in tasca la "quota".
Monti o non Monti, l'Italia e' finita se non si cambia atteggiamento.

Marco T 10.02.12 04:01| 
 |
Rispondi al commento

sono pericolosi anche i ciclisti che attraversano le striscie pedonali come fossero a piedi senza smontare dalla bici, che pedalano sui marciapiedi ignorando le apposite piste ciclabili, che non sollevano il braccio per indicare se vogliono svoltare a destra o sinistra e che ti tagliano improvvisamente la strada.


Alex Scantalmassi Commentatore certificato 10.02.12 01:41| 
 |
Rispondi al commento

15 anni di galera ai bastardi che sorpassano sulla sinistra le macchine ferme per fare attraversare i pedoni. Quando torno in Italia in vacanza osservo molte di queste situazioni spesso e volentieri e una volta sono corso anche dietro ad uno con l'intento di massacrarlo di botte.
Mi sembra che una ragazza sia stata uccisa da uno scooter a Milano qualche hanno fa in questo tipo di infrazione criminale.

stefano t 10.02.12 00:17| 
 |
Rispondi al commento

A riguardo, ho scritto un articolo, se posso proporlo...
http://logga.me/cosinonva/2011/02/08/le-strisce-pedonali/
Salute a tutti! :)

guglielmo 09.02.12 21:52| 
 |
Rispondi al commento

l'inciviltà non è una prerogativa di una categoria (in questo caso "gli automobilisti" - che poi siamo tutti). L'inciviltà è ormai OVUNQUE, per esempio in questi giorni di neve sulle strade, i pedoni camminano tranquillamente in mezzo alle strade e se ne fottono delle macchine che arrivano. Attraversano senza guardare, magari corrono o passano mentre stai facendo una retromarcia o una manovra (impossibile vederli) ecc ecc. Quindi il problema è diverso da come è presentato in questo articolo.

Luca M. 09.02.12 21:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se aspetti il M5S, parti pure adesso. Il 5% di gente onesta non può fare niente contro il 95% di furbi ed incivili. In Italia sono queste le proporzioni, per questo non diventerà mai un paese civile.

Tyco 09.02.12 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Qui in Catalunia (Spagna) si fermano TUTTI e sempre! Le striscie pedonali sono sacre e basterebbe anche solo questa cosa per non vivere in Italia....Purtoppo ce no sono altre 5000 di ottime ragioni come minimo!!!!

Marco Carolei (capocomico), Barcelona, Spain. Commentatore certificato 09.02.12 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Quello che racconta Marcella lo vivo tutti i giorni nella mia citta' e se protesto molti mi guardano con sorpresa o con fastidio sembro un pazzo un disadattato un rompic........! Ma no no vorrei solo un minimo di rispetto per quattro regole che magari gia' basterebbero a stare un po' meglio

Domenico De simone 09.02.12 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Io questa mattina fila in ospedale: arriva la cafona di turno che davanti a tutti e dice: devo solo chidere un informazione.....e così passa davanti a 6-7 persone che da fessi erano lì come Lei per chiedere delle informazioni.
E poi ci chiediamo perchè noi italiani non siamo come il resto dell'europa

anna t 09.02.12 20:44| 
 |
Rispondi al commento

A parte i maleducati e i criminali, ogni automobilista sa che spesso le strisce pedonali non si vedono, soprattutto verso il tramonto o peggio in caso di foschia.
Io ricordo che a Lugano tutte - dico tutte - le strisce pedonali sul lungolago erano sovrastate da una lampada inattinica, che avvertiva con la sua luce gialla della possibilità di pedoni.
Queste luci, fra l'altro, consumano meno. E in piu' tengono lontane le zanzare...

B. M. Q. 09.02.12 20:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando vado a prendere i miei figli all'uscita dalla scuola, le macchine si parcheggiano in doppia, tripla fila;: se potessero, entrerebbero con l'auto nell'edificio scolastico fino all'aula del pargolo. Pur di non sentirmi coglione, parcheggio 100 o 200 metri più distante dall'ingresso....

harry haller Commentatore certificato 09.02.12 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Cara Signora, quando frequentavo le scuole elementari, qualche decennio fa, era materia di studio l'educazione civica. Si insegnava il rispetto per il prossimo e per la cosa pubblica. Purtroppo, oggi, in Italia, ognuno fa ciò che vuole, le leggi non vengono applicate, tantomeno viene fatto rispettare il codice della strada. L'impunità à diventata un motivo di vanto e, se proprio si viene colti sul fatto, una condanna a piede libero non la si nega a nessuno. E' soprattutto triste constatare che anche chi dovrebbe tutelare i cittadini, a volte se ne dimentica.

CARLO C., ROBBIATE Commentatore certificato 09.02.12 19:50| 
 |
Rispondi al commento

L’ INCIVILTA’ - specie nei comportamenti stradali - coinvolge sempre più anche persone che a prima vista sembrano normali ed è diventata, specie in alcune regioni qui al Sud, una VERA EMERGENZA. Se ne dovrebbe parlare di più e al riguardo la proposta questo link non è niente male
http://www.campaniaforum.it/tema-corrente/civilta-%E2%80%93-legalita-%E2%80%93-abusivismo.html


http://www.campaniaforum.it/tema-corrente/civilta-%E2%80%93-legalita-%E2%80%93-abusivismo.html

Damiano Merola 09.02.12 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Se la battaglia contro la stupidità delle istituzioni non porta a nulla allora organizzatevi per sopperire alla mancanza dello stato.
Magari mandate una protesta scritta al sindaco facendogli capire che c'è peserà alle prossime elezioni.
E magari alle prossime elezioni non votate più la giunta comunale attuale.
Se loro non fanno il loro lavoro allora organizzatevi in modo che ci sia una persona di buona volontà ogni mattina a presidiare le strisce pedonali, magari un nonno che si annoia a casa potrebbe fare il lavoro del vigile.

Matteo Pietri Commentatore certificato 09.02.12 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente daccordo con quello che scrivi, e da automobilista coglione anche io sento di dire che è vero ci vorrebbero le telecamere e multa automatica a chi non da la precedenza ai pedoni sulle strisce, ma qui in Italia di queste cose non gliene frega un cazzo a nessuno così come le strade disseminate di voragini, anche per questo l'Italia è un paese di Merda

Marcello Ettore Santeramo 09.02.12 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Qualche mese fa ho avuto una discussione con una vigilessa perchè stavo passando a 2 metri esatti dopo le strisce pedonali e lei senza nessuno scrupolo a tirato dritto con la sua macchina e per poco mi stira, io puntualmente lo mandata affanculo e lei si è fermata dicendomi che dovevo passare sopra le strisce - se questo è il senso civico e civile di un vigile urbano che cazzo stiamo cercando dalla gente comune?


Quando ho visto il titolo del post su igoogle " MORTI DI STRISCE" mi sono fiondato pensando si parlasse di Scie Chimiche!! Beh,sarà per un altra volta! Ma temo che l'argomento sia tabu anche per questo blog.

luigi savadori, cesenatico Commentatore certificato 09.02.12 18:23| 
 |
Rispondi al commento

deve fare una denuncia scritta....altrimenti "verba volant"....

shakir m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.02.12 17:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ecco finalmente ci sei riuscita sono molto orgoglioso di te e felice che esista questo blog e questo movimento ...penso che sia arrivata l'ora di svegliarsi da questo globale letargo dove ogni persona salvaguarda il suo proprio orticello girandosi dall'altra parte se succede qualcosa che a noi non può toccare,il parcheggiare sulle strisce è sono solo un piccolo esempio dell'educazione che lasciamo hai nostri figli ma sopratutto lasciamo città sempre più piene di lamiere su 4 ruote e sempre meno verde più parcheggi e meno spazi dove poter farli giocare liberamente io voglio per loro un futuro dove possano essere padroni delle strade delle piste ciclabili delle città ...e che seguano l'esempio di sua madre ....non mollare mai...vero,vitto,edo

edoardo fregni 09.02.12 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Vivo a Roma,. Il mio lavoro mi porta a percorrere più o meno 200 km al giorno in città. Riguardo le strisce pedonali ed i pedoni investiti credo di essere in grado di dire che:
1) Le strisce pedonali vengono messe nei punti più a rischio della circolazione, cioè in prossimità degli incroci se non addirittura dopo una curva, punti evidentemente con la minor visibilità e quindi il maggior rischio di incidente.
2) Spesso il pedone sottovaluta il rischio, dando per scontato che il veicolo l'abbia visto e si fermi. La priorità è preservare la propria incolumità e non stabilire a tragedia avvenuta, i torti o le ragioni
3) La distrazione di chi circola ha raggiunto ormai limiti di guardia. Si guida parlando al cellulare o con gli occhi sul navigatore. Si attraversano le strade parlando tranquillamente al cellulare senza guardare se stà arrivando un veicolo. A volte addirittura con la musica delle cuffie nelle orecchie, che riduce notevolmente la percezione del pericolo
In sostanza, basterebbero pochi accorgimenti da parte di chi frequenta le strade, per evitare tragedie inutili.

davide s., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.02.12 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo quella delle strisce è l'immagine della cultura e della civiltù dell'itaGlia attuale. Faccio un esempio, ogni volta che attraverso sulle strisce devo capire in anticipo le intenzioni dell'automobilista se ha o meno la volontà di fermarsi come se fosse un favore. Capita anche spesso che uno si fermi ma quello a fianco no, il che rappresenta un pericolo altissimo. Un giorno sto per attraversare ed ancora sul marciapiede un'automobile si ferma a quasi 2 metri di distanza .... come mai???? guardo la targa: Vienna!!! ovvio non poteva essere italiana, ma austriaca, altra mentalità, altra cultura, altra educazione, altro rispetto per le regole e soprattutto per il prossimo. Lo guardo e gli faccio un cenno di ringraziamento con un sorriso prontamente contraccambiato. Ecco in questo piccolo ma significativo episodio è racchiusa la differenza tra l'itaGlia ed il resto del mondo, si capisce al volo il perchè qui non funziona mai niente perchè le nostre tasse esagerate vengono impiegate non in servizi ma in mantenimento dei privilegi della casta, perchè questo è il paese occidentale con maggior indice di corruzione, perchè siamo eternamente impreparati, perchè non funziona mai nulla come dovrebbe, perchè siamo disorganizzati anche sulle cose più elementari, non siamo capaci di nulla, quest'itaGlia è la patria del nulla ormai, è il paese di tutto e del contrario di tutto allo stesso tempo. Anche da queste piccole cose si capiscono tanti perchè.

Bruno Cinque (b5), Trieste Commentatore certificato 09.02.12 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Auto parcheggiata sulle strisce? Assenza di senso civico e di vigili? Non rimane altro da fare che usare la chiave di casa, quella lunga... è l'ultima spiaggia purtroppo.
p.s. io purtroppo non me la sento di resettare la mia vita per andare poi dove, ma i miei figli, ai 18 anni, il primo volo di sola andata per un paese moderno e via, biglietto di sola andata.

Fabrizio Tocci 09.02.12 16:28| 
 |
Rispondi al commento

sono il marito di marcella e sono fiero di essere il tuo compagno e ogni battaglia piccola o grande che sia sarò sempre al tuo fianco,siamo stati fin troppo in letargo a guardare e a subire ogni tipo di angheria adesso è ora di riprenderci le città ,perchè se vogliamo lasciare qualcosa in eredità hai nostri figli questo è il momento il futuro è loro non nostro,ma possiamo essere noi a indirizzarli su un mondo migliore iniziando dalle piccole cose .....siamo con te beppe..e con te marci

edoardo fregni 09.02.12 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Le striscie pedonali vanno semplicemente CANCELLATE la dove non esista una semaforo.

Piu semafori e meno striscie....

Cosi' si salvano vite umane.
Cambiare la testa degli italiani e' impossibile...pensate che votano ancora sti parititi che ci hanno portato al fallimento!

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 09.02.12 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Cara Marcella, non commento quel cafone che parcheggia sulle striscie pedonali, quello che ti posso assicurare è che se il MoVimento 5 stelle non entrerà in Parlamento saranno in parecchi a seguirti nel tuo esilio dall'Italia.

Amedeo 09.02.12 16:07| 
 |
Rispondi al commento

x voglio sentirmi libera.
Prima di tutto ti ringrazio.
Hai ragione e con la tua obiezione mi consenti di completare il pensiero. Amo il dialogo costruttivo.
Ripeto troppe persone sono pronte a saltare addosso quando le disgrazie sono successe dimenticando quello che mi ricordi: quasi sempre l'imprudenza sta da ambo le parti!
Nella società che sogno le persone si educano al rispetto delle regole e degli altri. Si vigila di più per rendere sicure strade e vita in genere. Le sanzioni non sono mai feroci ma formative.

fabio mazzoli, vicarello (li) Commentatore certificato 09.02.12 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Credo di essere una mosca bianca: rispetto il codice della strada!!
Mi fermo alle strisce, rispetto i limiti di velocità, le distanze di sicurezza e non uso il telefono mentre guido.
Spesso vengo mandato a quel paese e me ne faccio una ragione.
Mia nonna diceva: chi ha più giudizio, più ne usi! ed è campata 97 anni.
Quello che mi fa incavolare sono quelli che sono pronti al linciaggio solo DOPO che le disgrazie sono successe.
I politici poi che cavalcano questi sentimenti giustizialisti mi danno addirittura un senso di nausea.
Aumentare le pene! definire omicidio volontario quello stradale! togliere la patente a vita!
Uno di questi è Renzi il sindaco di Firenze che si è fatto promotore di una iniziativa in merito.
Quando non capisco una cosa ho il brutto vizio di chiedere a tutti.
Gli scrissi. Gli chiesi come mai, tanto più che spesso mi reco nella sua città dove attraversare i viali, strisce o non strisce è impossibile.
Mi avete risposto voi?
Io non merito risposte, non sono un vip ma, il successo politico di tali personaggi dipende da tanti "uno" che sono il valore del voto che la gente da loro.
Il mio, col cavolo che se lo prende.

fabio mazzoli, vicarello (li) Commentatore certificato 09.02.12 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bastava che ti chiamavi silvio b.,o giorgio n.o mario m.ecc.ecc.vedevi come correvano tutti.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 09.02.12 15:07| 
 |
Rispondi al commento

mi auguro che tutti quelli che scrivono "tieni duro Beppe" "forza M5S" abbiano almeno il buon cuore non dico di votarlo (scontato) ma almeno di fare qualcosa per il M5S alzando il culo dalla poltrona!

Giuseppe Dalpasso Commentatore certificato 09.02.12 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Sono completamente d'accordo con la situazione oramai insostenibile del rispetto del codice stradale , ed in particolare dei passanti che attraversando una strada con strisce pedonali che ritengono una protezione di sicurezza , ma in realtà non lo è affatto. Cito anche il mio caso personale di menefreghismo PUBBLICO da parte del commissario prefettizio ADRIANA SABATO nel comune in cui risiedo di CESANO MADERNO (essendo caduta la giunta comunale)che nonostante abbia sollevato un grave problema di incolumità fisica di mio figlio di anni 12 , anche con esposto presso i carabinieri , l'interesse dimostrato dalla tanto attesa amministrazione straordinaria è stata pari a zero.DOBBIAMO ASPETTARE L'EVENTO TRAGICO PER AVERE DELLE RISPOSTE ?

luciano simonato 09.02.12 15:00| 
 |
Rispondi al commento

pienamente d'accordo

gabriella 09.02.12 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto io ponga molta fiducia nel Movimento5 Stelle, dibbiamo avere un minimo di oggettività. Io sono sicura che possiamo entrare il parlamento, ma i cabiamenti avverranno solo dopo lunghissimi scontri in parlamento. Per il cambiamento poi della mentalità e delle abitudini delle persone, ci vorrà ancora più tempo.
Se vuoi restare in Italia, sappi che le cose si fanno lunghe...

Silviass S., Padova Commentatore certificato 09.02.12 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che diversità tra l'Italia e il paese dove vivo: L'Austria...
Qui attraversi ad occhi chiusi, se vuoi, perchè tanto TUTTI si fermano e nessuno parcheggia sulle strisce. L'unico momento che, per esperienza personale, sto attento quando atteaverso le strisce, è quando vedo arrivare un'auto con targa italiana...

Stefano Lazzari 09.02.12 14:46| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori