Stalin e la lotta di categoria

Stalin_timoniere.jpg

La lotta di classe è stata sostituita dalla lotta di categoria. Il potere non processa mai se stesso. E' indifferente alla realtà delle cose. Se la realtà non corrisponde alla sua visione, è la realtà che sbaglia. Di fronte al fallimento preferisce cercare bersagli tra la popolazione, tassisti, notai, avvocati, ristoratori, pescatori, proprietari di cani e di gatti, bamboccioni piuttosto che mettersi in discussione. La crisi è stata annunciata da molte voci, tra queste il blog, e per molti anni. Voci attribuite dai pennivendoli e dai politici a disfattisti, provocatori, ignoranti, a personaggi in cerca di visibilità. I responsabili della crisi. Coloro che l'hanno creata: i partiti e le banche. Che l'hanno sfruttata: la Confindustria. Che l'hanno nascosta: i media, stanno rinchiusi nella loro torre d'avorio, mantenendo privilegi e coprendo ogni ruberia. Si sovvenzionano a vicenda con decine di miliardi erogati alle banche, con un miliardo di euro di rimborsi elettorali ai partiti, con centinaia di milioni di euro di contributi diretti e indiretti regalati ai giornali, con ogni concessione alla Marcegaglia e a Marchionne. Se non si può cambiare la realtà, la si può negare e trasformare l'effetto nella causa. E' il lavoro sporco del Sistema.
In Ucraina negli anni '30 Stalin applicò lo stesso schema per la collettivizzazione dell'agricoltura e la richiesta di quote di grano annue insostenibili. Le terre vennero espropriate, per raggiungere le quote furono requisiti anche i semi per i raccolti dell'anno successivo, i contadini vennero demonizzati "Distruggeremo i kulaki come classe", deportati, fucilati. Il fallimento degli obiettivi del piano stalinista fu attribuito a loro. Fu denunciato che "gli agricoltori erano responsabili delle carenze di alimenti nelle città". Durante tre anni, per sopravvivere gli ucraini uccisero il bestiame e ogni altro animale, fino a praticare il cannibalismo. Si arrivò a 10.000 decessi al giorno, ma erano i morti che dovevano giustificarsi. "Un contadino che moriva lentamente di fame era, malgrado le apparenze, un sabotatore in una campagna volta a gettare il discredito sull'Unione Sovietica". Le pance tese erano un segno di opposizione politica. Gli affamati erano nemici del popolo "che rischiavano le proprie vite per mettere in dubbio il nostro ottimismo". Il possesso di cibo non autorizzato era "una prova presuntiva di un crimine" sanzionato con la fucilazione. Tre milioni e trecentomila persone morirono di fame in Ucraina. La stampa approvò incondizionatamente l'operato di Stalin.
Se i nostri ragazzi espatriano in cerca di occupazione, i piccoli imprenditori italiani si suicidano e il livello di tassazione sul lavoro è diventato intollerabile per mantenere i piani quinquennali del cemento, dall'Expo, alla Tav, alla Gronda, insieme a una casta insaziabile, la colpa è dell'articolo 18! Non siamo ancora sufficientemente schiavi.

terredisangue_3d.png Terre di sangue di Timothy Snyder

La strage del popolo ucraino sotto Stalin. Un’analisi che infrange gli stereotipi, un racconto degno delle pagine dei grandi testimoni del Novecento.

lasettimanabanner.jpg

Postato il 4 Febbraio 2012 alle 13:00 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (1070) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: Articolo 18, fame, kulaki, schiavi moderni, Stalin, Ucraina

Commenti piu' votati


Un Post bello come l'anima di tanti che frequentano questo blog.
Martelliamo fino in fondo, non diamogli tregua a questi traditori della Patria.
Ci vuole la Corte marziale per Monti e per quelli che lo hanno preceduto negli ultimi vent'anni alla "guida" del Paese.
Più che guida la chiamerei svendita e alto tradimento.

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.12 13:27| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 52)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quel poco che capisco mi sembra che Beppe non attacchi "i comunisti" bensì lo stalinismo in quanto dittatura. Facendo poi un'analisi attenta della situazione attuale in Italia mette in evidenza le analogie che ci sono con il periodo stalinista. Credo che chi ci veda pericolose sbandate del movimento cinque stelle a destra sia o in malafede o non capisce un cazzo(la seconda ipotesi è perdonabile). Un saluto a tutti

luis p Commentatore certificato 04.02.12 15:22| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 42)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Viva lo Stato a 5 Stelle!


Dunque Beppe,i commenti al tuo post ,perlomeno quelli arrivati fino ad ora sono deliranti.
Non capisco,inoltre, per quale motivo una parte di Italiani si ostina a chiamare fascismo ciò che invece ha rappresentato un pezzo di storia vera e propria con un nome e caratteristiche precise e aveva anche un nome preciso si chiamava : comunismo.
Tutte le torture ,gli omicidi, i gulag,la Siberia, le fosse comuni, i lavaggi del cervello, la privazione totale di libertà fisica e psicologica non appartengono a fatti avvenuti in un altro pianeta , ma a poche miglia da noi .
Solo dopo il 1989 quella povera gente ha iniziato a respirare.
E cosa ne dite della Cina ai tempi di Mao?
Sia il comunismo che il fascismo hanno tolto parola ,dignità e speranza al genere umano, ,ma sembra che la storia si debba ripetere all'infinito.
In italia si parla e si demonizza , giustamente,il fascismo,tutto il resto sembra appartenere ad un altro emisfero.
Televisioni e giornali sulle nefandezze accadute si limitano a tacere.
Sempre e comunque.
I commenti sono il frutto della vera mancanza di conoscenza e di una lettura veloce e superficiale.
E' così difficile comprendere ciò che intendevi dire?
Caro Beppe continua a parlare, tanto se qualcosa si è mosso è solo grazie a te.

Stefania A. 04.02.12 14:58| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 34)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bellissimo post! L' analogia dei "regimi" calza a pennello. E poi non hai mica sbagliato di tanto: non ci scordiamo che a capo dello stato c'è proprio un grande ex-comunista che, sicuramente, ne sa molte al riguardo. E forse il post è proprio lì che vuole andare a parare! Geniale Beppe, veramente geniale!!

alessandro B., Guidonia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.12 15:07| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 33)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dai molti commenti critici all'ultimo post di Grillo riferito a Stalin ho l'ennesima conferma che il popolo-bue NON SA LEGGERE.
LEGGERE vuol dire capire il messaggio tra le righe, NON LEGGERE ALLA LETTERA. L'intelligente è colui che capisce le analogie e trova punti di contatto tra elementi apparentemnte del tutto diversi. L'idiota legge alla lettera e non va oltre, schiavo dei suoi pregiudizi ideologici.
Il commento su Stalin è una metafora, se volete un'analogia rapportata a contesti del tutto diversi ma con un filo sottile che li unisce in maniera MOLTO significativa. Invece come al solito gli IDIOTI si fermano ai SIMBOLI e ai loro significati storici. IGNORANTI!!! IMPARATE A LEGGERE INVECE DI CONTINUARE A GIARDARE....."OOOOOO L'ASINO CHE VOLA....GUARDA COME VOLA"
Il paragone è azzeccatissimo, ma bisogna CAPIRNE IL SIGNIFICATO PROVOCATORIO, altro che scemenze pseudo-storiche che non c'entrano nulla con quel post. (E aggiungiamoci che qui i "troll" abbondano....prezzolati chissà da chi...)

Buster Keaton Commentatore certificato 04.02.12 14:47| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 33)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALLA FACCIA DEL NEGAZIONISMO

Com'era quella storia sullo sterminio degli ebrei?

Pare che per alcuni coglioncioni gli ebrei non siano mai stati sterminati e che i campi di sterminio fossero altro che delle colonie per fare passare delle ottime ferie ad ebrei, rom e omosessuali.

Vuoi vedere che anche tutta la storia del comunismo russo è da riscrivere e i terribili gulag altro non erano che cliniche di bellezza?

Certo che di gente da curare ce n'è in giro!

Max Stirner


Minchia, ma ancora nostalgici del cazzo ci sono???

Ma quando arriverà la fine del mondo!!!

A causa del comunismo, i bambini furono divorati, una cosa cosi atroce, che nemmno ci voglio pensare!!!

Ma con quale spirito, si può continuare ad essere comunisti!!

Comunismo, Fascimo, Nazionalismo e tutti gli estremismi affini devono essere messi al bando!, perchè sono stati la causa scatenante di tutte le atrocità di questo mondo.

Max Picconatore Commentatore certificato 04.02.12 16:48| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 29)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi stavo chiedendo:

Se il comunismo non e' mai stato applicato nel mondo, questi che si dichiarano comunisti di cosa stanno parlando?


Peccato Beppe,
sei troppo liberare per poter parlare di Stalin o di extracomunitari per non essere frainteso, strumentalizzato e non capito;
o semplicemente: SEI NEL BEL PAESE !!

Basta che tocchi Stalin e tutti i nostalgici comunisti ti criticano:
SIAMO PROPRIO IN ITALIA
prima ancora di ragionare su quanto detto, scritto o addirittura accaduto, la gente già ti risponde: "ma loro hanno detto..." "loro però hanno fatto..." "cosa parli tu che guadagni un mare di palanche..." etc etc etc

Il discorso fatto è tanto vero e lucido ed attuale, quando è vero lo sterminio stalista.

MA SIAMO IN ITALIA ED E' VERO TUTTO ED IL CONTRARIO DI TUTTO

Il punto è che siamo in pieno regime, proprio come quello fascista o nazista o stalinista.

Ecco allora che il programma del M5S acquista ancora più importanza:
SONO LE IDEE DEL M5S CHE VANNO AVANTI, NON LE INTERPRETAZIONI O IFILONI IDEOLOGICI CHE SOTTENDONO CHI LE PROMUOVE,
SEMPLICEMENTE IDEE
IDEE X TUTTI

...CORDIALI SALUTI NOSTALGICI

Il Portatore

roberto p., genova Commentatore certificato 04.02.12 17:13| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vittorio Arrigoni, ucciso dai fanatici del popolo che stava aiutando perchè occidentale. RIP

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.12 13:49| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma infatti se non ci ribelliamo adesso saremo sempre più schiavi. Stalin non era un comunista, era un crudele dittatore. In Italia non siamo ancora a quei livelli, ma di certo siamo governati da gente piena di merda nel cervello. Sicuramente è ora di cacciarli, ma non capisco, ecco, questa è davvero l'unica cosa che non capisco, non siamo capaci, noi italioti, di unirci, siamo perennemente divisi e vedo ancora troppa gente col sorriso ebete sulla faccia, allegramente verso l'apocalisse.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 04.02.12 16:30| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento

Abbiamo lottato tanto per mandare a casa un governo di ruffiani, puttane e malviventi e ci ritroviamo con un governo di banchieri. E’ proprio vero che il peggio non è mai morto! Nel nome della crisi vengono cancellati diritti che con la crisi non hanno proprio nulla a che spartire. Questa crisi, che ha tutta l’aria di spianare la strada ai cannibali mondiali, che attraverso essa possono imporre I loro comandamenti. Un tempo la popolazione doveva combattere solo contro i propri governanti mentre oggi si deve combattere contro i mostri internazionali che vogliono impadronirsi dell’intero pianeta. Non si accontentano più di arricchirsi sulla pelle dei connazionali, vogliono arricchirsi sulla pelle di tutte le nazioni. I governanti dei vari paesi sia per deficienza che per disonestà hanno favorito questo disegno allucinante e oggi i capi di governo sono diventati come i portieri di uno stabile: agli ordini dei padroni! Hanno ceduto lo scettro (la moneta sovrana) alle banche mondiali comportandosi come colui che per far dispetto alla moglie si tagliava i…zibidei! Ma non basta, addirittura hanno smesso di fare politica cedendo il posto proprio ai banchieri, che oggi dettano leggi anche a loro. Lo scopo è disintegrare i paesi, cancellare ogni regola, vendere i patrimoni pubblici, far fallire le imprese e creare un mondo di schiavi al servizio delle banche mondiali e noi? STIAMO LOTTANDO CONTRO O CI SIAMO RASSEGNATI COME FOSSE TUTTO NORMALE?


Bellissimo quest o post.

Raimondo D., Monza Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.12 18:06| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vediamo se ho capito bene.
Citare tutta una serie di categorie usate a mo' di bersaglio da un governo come fa grillo non vuol affatto dire assolverle,ma semplicemente affermare che c'è da parte dei potenti appunto la volontà di deviare l'attensione dal potere è chiaro?
Grillo non salva il lavoro autonomo per condannare quello dipendente, dice solo una sacrosanta verità su chi detiene il potere.
Spesso accade il contrario, si criminalizzano i dipendenti per santificare gli autonomi(tipico della lega) a seconda degli interessi da preservare.
A forza col bianco e nero, c'è pure il grigio ogni tanto cercate di vederlo se non siete daltonici o peggio.

pasquale r., napoli Commentatore certificato 04.02.12 14:19| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

bel post Beppe...

hai fatto anche notare ai fanatici "sinistrati",che il comunismo non è quellla cosa che dipingono come fosse l'eden...

SVEGLIATEVI...

comunismo,capitalismo,destra,sinistra,centro,religioni varie..

Hanno TUTTI FALLITO....

RESET...

ps.

servono UOMINI ONESTI ,IDEE NUOVE ed ECOSOSTENIBILI per costruire un FUTURO MIGLIORE...

UNITI si VINCE...DIVISI si PERDE!!!

ENZO D., BARI Commentatore certificato 04.02.12 13:31| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molto probabilmente questa l. di Ancona che continua con le sue cagate criminali contro i "cattivissimi" kulaki, come altri (poi si lamentano se vengono bannati), dimenticano che in quel periodo per essere classificati come tali bastava possedere macchine agricole un po' più perfezionate del semplice aratro, di due cavalli e quattro mucche o l'utilizzo di appena un bracciante durante una parte L'ANNO (scritti Nicolas Werth).
Nicolas Werth ha appreso queste notizie direttamente dagli archivi rimasti segreti per decenni, e da fonti orali dello stesso regime, diciamo "pentinti".

Questa l. di Ancona ora che ci penso bene non è affetto da amnesia, bensì è un FALSO, BUGIARDO E FIANCHEGGIATORE DEI PIU' ORRENDI CRIMINI CONTRO L'UMANITA'. Tu non hai conosciuto nemmeno un individuo di quelle zone nel periodo rosso, altrimenti non scriveresti queste vomitate. Menzognere vergognati, e si vergognasse anche il signor fascisTONY che di lavoro fa "quello che licenzia. Eh si avete capito bene, il fascio-rosso licenzia", questa non è una stronzata come quelle loro.

L. di luridume 04.02.12 20:00| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi viene da ridere:
la pioggia è un'emergenza(vedi 5 terre,lunigiana)
la neve è un'emergenza(vedi Roma ,lazio ecc.)
Il governo è un'emergenza(vedi governo tecnico)
Il terremoto è un'emergenza(vedi L'Aquila)
L'economia è un'emergenza(vedi finanziarie)
La mafia è un'emergenza(vedi arresti)
Il lavoro è un'emergenza(vedi disoccupazione)
La sanità è un'emergenza(vedi tagli sociali)
Quindi l'Italia è un paese che vive nell'emergenza ;pertanto nell'emergenza tutto è plausibile e giustificabile... anche il ladrocinio
mancando quindi quei controlli dovuti in circostanze di normalità.
Ma proprio è voluto che l'Italia sia sempre in emergenza cosi lor signori fanno i cazzhi che vogliono....sai l'emergenza!
Ma andate a fare in culo perchè l'emergenza la paga il cittadino onesto!

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 04.02.12 20:57| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggendo questo post, mi sono reso conto che Beppe 'queste cose' le dice da un pò. E'da tempo che escono post in cui viene annunciato una imminente catastrofe economica. Ma la voglia di non credere, insieme a tutti i 'media', faceva pensare ad una tendenza al catastrofismo di Grillo (per fare scena no?). Invece... eccoci qui. Non so come chiudere questo post.

Renato Pontefice 04.02.12 17:25| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHIESA CATTOLICA VERGOGNATEVI!!!
Caro Beppe,mi occupo di volontariato per i senza tetto che purtroppo in questi giorni stanno veramente soffrendo le pene dell'inferno.La tv,la stampa di regime non ne parlano per niente.Ci sono persone senza tetto gravi,alcuni con arti amputati perl'assideramento e alcuni morti.La cosa che mi fa piu' rabbia,che la CHIESA non fa un bel cazzo di niente!!Maledetti preti perche' le porte delle chiese e il VATICANO sono chiuse!!Se dite che sono la casa del Signore perche' non le aprite almeno in questi giorni ai senza tetto e poveri?Con che coraggio il PAPA si e' fatto riprendere al CALDUCCIO nel suo studio mentre spiava la neve che cadeva fuori copiosa?FATE SCHIFO!!PAPA,ARCIVESCOVI,VESCVOVI,PRETI,SUORE...SIETE UNA MERDA!!VERGOGNATEVI!!Coglioni per chi da ancora l'8 x 1000 a questi mafiosi!!!

Diego Marrese (amiamolanatura2012), Reggio Emilia Commentatore certificato 05.02.12 12:49| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

GULAG Nicolas Werth denuncia: lo sterminio del ' 33 fu programmato

Cannibalismo di Stato nell'Urss di Stalin
Nella primavera del 1933, circa seimila deportati vengono sbarcati sull' isola di Nazino, nella Siberia occidentale: si tratta di prigionieri di diritto comune e, per lo più, poveri, disoccupati; persone considerate dal regime staliniano «socialmente pericolose».

Sottoposti a fame e freddo, malattie debilitanti, preda del terrore imposto all'interno dell' isola-gulag dai delinquenti comuni, finiscono con il divorarsi tra loro.

Dopo qualche tempo, solo duemila deportati risultano sopravvissuti.
E tuttavia, un nuovo studio di Nicolas Werth, fondato su una documentazione inedita, non ha lo scopo di denunciare un altro caso di terrore estremo, che condusse le vittime del regime comunista al cannibalismo.

Come ricorda lo stesso autore, i quattromila deportati di Nazino, scomparsi in modo così violento, rappresentano solo l'1 per cento delle vittime dello stalinismo nell'anno 1933.

Quello che lo studio di Nicolas Werth vuole dimostrare è, più in generale, la presenza di meccanismi di messa in opera di «un piano utopico di ingegneria sociale» che prevedeva, similmente al progetto nazista, lo sterminio dei non adatti e di tutte quelle «schegge di popolo» che non rientravano nel progetto di rinascita comunista dell'Urss.

La storia dell' isola-gulag di Nazino prefigura, d' altra parte, il periodo detto delle «grandi purghe» del 1936-38: un tentativo di sradicare definitivamente dalla società socialista tutti gli elementi «nocivi», e non solo, come si sostiene spesso, un movimento di epurazione radicale all' interno del partito.

silvanetta* . Commentatore certificato 04.02.12 17:45| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quante Pietre, povero Grillo, Lapidato.
In fondo, voleva solo rimarcare la Differenza fra Governare e Dominare.
Governante, è colui che Accudisce, Cura dal momento che ha Governo Primamente su di Sè.
Ricordate Berlusconi, Incapace di Governare persin le Pulsioni Elementari del genere Umano?
Dominatore, è colui che vuole Primeggiare, Opprimere, costi quel che costi.

Beppe, non ha Attribuito Laureee a vecchi Comunisti in odor di Simpatie per i Genocidi,
non ha voluto esser Presidente Tecnico, neppure ha Garantito Doppi Incarici Pubblici ai suoi Figli.
Neppur ha mai Venerato il Puzzone di Predappio o i Puzzini di Roma.

Ecco, Governante è colui che si sa Presentare con la Faccia Pulita, e Crede nel Suo Sogno, nel Miglioramento della Cosa Pubblica, mosso da un Imperativo categorico Kantiano.
Non quello del suo Padrone.
Vero Monti?
Che importa, tanto Tu Sorridi con Sufficienza, di me...

enrico w., novara Commentatore certificato 04.02.12 17:45| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Destra o Sinistra sono solo paraventi x distogliere l'attenzione del popolo.
Intanto fanno i caxxi loro,e nessuno che abbia un congruo conto in banca pensa realmente di favorire chi sta peggio,anche mentendo e adeguandosi ad un sistema corrotto e fallimentare.

G.Ramaccini 04.02.12 17:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento

Tanti in questo blog sembrano inseguire l'idea dell'utopistico paese perfetto.

Ma la perfezione non è dell'uomo, per cui ci sarà sempre qualcosa di cui lamentarsi, qualche nemico da battere. Si può solo aspirare ad un mondo migliore.
Non è quindi possibile in alcun modo eliminare i criminali, i truffatori, i furbi, i potenti, ma soltanto combatterli o diminuirne i danni che provocano.


Questo significa che se devi lottare contro un potere cosi grande da comprendere l'intero pianeta, non devi dimenticare che dovrai fare i conti oltre che con i suddetti disonesti,con i potenti, con i disinformati, con i benestanti, con i poveri dei paesi emergenti, con i possidenti, in pratica con la metà della popolazione mondiale, di cui un sesto sta vivendo quello sviluppo che abbiamo vissuto noi durante il boom economico. Quel cambio di vita che ci ha consentito di avere la macchina, il riscaldamento, la tv, il telefonino, la moto, la bici, il computer, abbondanza e varietà di cibi e bevende, vestiti e scarpe in quantità, ma che nonostante tutto sembra non averci dato la felicità.

Mi sembra di averne visti tanti pronti a credere che il comunismo sia la soluzione ai danni del capitalismo e dell'iperliberismo.
Io invece credo che le soluzioni estreme sono sempre quelle che danno i peggiori risultati.

La mia utopia è un paese con maggior coesione sociale, maggior senso civico ed etico. Un utopia, perchè non puoi cambiare le persone. Puoi solo formare nuove genereazioni di giovani con dei principi e dei valori in grado di ripudiare qualisasi forma di parassitismo o furberia. Nella speranza che dopo di te la società sia realmente capace di EQUITA' SOCIALE.

Mario Amabile Commentatore certificato 04.02.12 16:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento

Questo post odierno tira in ballo Stalin per "spiegare" la nostra crisi con un parallelo con quella "alimentare" sovietica...

Però stalin non c'entra nulla con la stessa...

Parlare adesso di stalin è "senza senso"!

Molto meglio sarebbe parlare della chiesa...Quella si che è pienamente responsabile della nostra crisi...

Fa affari con la casta politica e con la mafia da secoli!

E' la più grande associazione a delinquere della storia!

Eppure il post non la nomina nè tra gli artefici della crisi (e c'è) nè tra chi ne trae giovamento (pure c'è) nè, ancora, tra chi vede invariati i propri privilegi nonostante la crisi (ancora c'è!)

Io credo che il M5S, dopo aver preso una posizione chiara sugli immigrati, la debba prendere anche sulla "chiesa", perchè non è possibile cercare di capire la posizione del Movimento da quello che non dice piuttosto che da quello che dice...

Chi ha argomenti in merito parli!

p.s. "Stalin ed Hitler sono soltanto due chierichetti di fronte agli abomini della Chiesa Cattolica" (cit. dell' Avv. MAaio Bacchiega docente di Storia delle Religioni)


I crimini di Stalin: il PCI sapeva.

Quelli che seguono sono brani del racconto d’un sopravvissuto al campo di Solovki, dato alle stampe alla fine del 1937 in Polonia e che ebbe grande risonanza nell’opinione pubblica mondiale:

[...] Il convoglio, per stimolare i ritardatari o quelli che non potevano lavorare per causa dell’esaurimento, si serviva del calcio del fucile e di un semplice bastone e bastonavano senza pietà tanto i simulatori che quelli che cascavano giù sotto il peso del lavoro. [...]

Come castigo per diverse mancanze, e specialmente per la mancanza di subordinazione, facevano spogliare i colpevoli e li facevano stare al gelo una mezz’ora ed anche di più [...]

Succedeva anche che gl’impazziti si tagliassero tutta la mano destra‘. (da ‘Prigionieri italiani nei campi di Stalin‘, pag.25-27)

“I campi di concentramento sovietici, attivi dal 1918, si moltiplicarono negli anni Trenta per le note repressioni ordinate da Stalin, ma anche negli anni del secondo conflitto mondiale, quando vi finirono milioni di prigionieri di guerra e con essi grandi masse di cittadini sovietici, deportati da intere regioni per mostruose finalità.

In Crimea, per esempio, la popolazione era stata deportata perché non fu capace di resistere al nemico.” (da ‘Prigionieri italiani nei campi di Stalin‘, pag.82)

[…]

Di tutto questo cosa si ritrova nella propaganda comunista del dopoguerra?

Nulla.

Solo un’esaltazione ossessiva di Stalin, chiamato anche ‘piccolo padre‘ e del suo operato a favore del bene dei sovietici e dell’Umanità.

Il suo operato veniva additato ai compagni come ‘fulgido esempio‘ di costruzione del leninismo marxista.

E l’intellighenzia nostrana si prosternava adorando il ‘Migliore‘ (che collaborava attivamente ai crimini di Stalin) e osannando al criminale sovietico.

http://ricordare.wordpress.com/perche-ricordare/097-i-crimini-di-stalin-il-pci-sapeva/

silvanetta* . Commentatore certificato 04.02.12 17:26| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ecco...ho trovato una soluzione:
smettiamo di demandare e agiamo. Basta demandare la democrazia a chi, fra l' altro, ha dimostrato di essere in mala fede. "ognuno conta uno" !!!

Renato Pontefice 04.02.12 17:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

A Roma piove e la gente muore affogata.
A Roma nevica e la gente muore assiderata.
A Roma esci per strada e rischi di essere " sparato ".


Scusate, ma Alemanno che cazzo ci fa ancora li ?

ALEMANNO, UN SINDACO INSULSO !

Carlo Carletti Commentatore certificato 04.02.12 14:49| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"L’anticomunismo è un utile strumento di mobilitazione del popolo contro un nemico e poiché si tratta di un concetto sfuggente, può essere usato contro chiunque invochi scelte politiche che minacciano gli interessi della proprietà o prefigurano una collaborazione con gli stati comunisti e con il loro radicalismo. Esso quindi è utile per chi intenda frantumare la sinistra e i movimenti sindacali, e rappresenta un efficace meccanismo di controllo politico. Se il trionfo del comunismo costituisce il peggiore dei mali, la scelta di sostenere all’estero governi fascisti è giustificata in quanto male minore. In questi termini si procede anche alla giustificazione dell’opposizione ai socialismi democratici, rei di essere troppo morbidi con i comunisti e di “fare il loro gioco”.

(Noam Chomsky,La Fabbrica del Consenso)

fil. ippo Commentatore certificato 04.02.12 20:52| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Oggi Vik avrebbe compiuto 37 anni. Tanti auguri Vik, ovunque tu sia.

E se volete fare o farvi un bel regalo:

Restiamo Umani diventa un film.
Partecipate anche voi acquistando una quota del film. Sarà possibile partecipare al progetto fino al 31 Marzo.

"Restiamo Umani – The Reading Movie" ha 19 capitoli per 19 lettori. Ogni capitolo sará letto da personalità individuate per aver lavorato al sostegno culturale e umano ed in particolare alla problematica israelo-palestinese: Tariq Ali, Huwaida Arraf, Massimo Arrigoni, Mohamed Bakri, Oren Ben-Dor, Egidia Beretta Arrigoni, Hilarion Capucci, Noam Chomsky, Mairead Corrigan-Maguire, Brian Eno, Norman Finkelstein, Amira Hass, Stéphane Hessel, Akiva Orr, Moni Ovadia, Ilan Pappé, Desmond Tutu, Roger Waters, Rabbi David Weiss.

Troverete tutte le info qui:
http://www.produzionidalbasso.com/pdb_753.html#ita

Questo il sito in cui si possono già visionare in anteprima alcune lettura, fra cui quella di Egidia, la Mamma di Vittorio e quella di Moni Ovadia:
http://www.restiamoumani.com/

Il progetto è patrocinato da: Centro Palestinese per la Democrazia e la Risoluzione del Conflitto (PCDCR), Centro Palestinese per i Diritti Umani (PCHR), Fondazione Josè Saramago, Free Gaza Movement, International Solidarity Movement (ISM), Freedom Flotilla, Dipartimento di Scienze dei Linguaggi della Comunicazione e degli Studi Culturali dell’Università di Bergamo, Accademia di Belle Arti di Brera.

Grazie a tutti quelli che vorranno partecipare.

Vicky il vichingo, Nordsee Commentatore certificato 04.02.12 13:07| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sei una persona intelligente secondo il mio concetto di intelligenza, cioè una persona che pensa con il proprio cervello, che può fare anche degli errori ma questi sono farina del suo sacco, non segue le idee conformiste molte volte dettate dai media, non crede che i buoni siano a sinistra e i cattivi a destra o viceversa, non ha preconcetti ideologici, cerca di analizzare, di filtrare con le proprie esperienze di vita e il proprio sentire.
Ti stimo per questo e anche per l'impegno che hai dimostrato sicuramente rimettendoci anche in termini economici, anche se non sempre sono d'accordo con tutto quello che dici.
Come ho già avuto modo di dire, i tempi sarebbero anche maturi per un cambiamento epocale, ma, con chi lo facciamo questo cambiamento? con i Blog e con la Rete simbolo di libertà come dici tu? scusa
ma li leggi i commenti sui Blog? ma dove pensiamo di arrivare con questa gente? è peggio che nei Bar dei nostri tempi, almeno li guardavi in faccia e li potevi anche mandare a cagare, i talebani di sinistra e quelli di destra.
No Beppe, mi dispiace ma non credo che la rete o almeno questo modo di comunicare o di sfogarsi ci porti da nessuna parte.
Se però ci fosse un modo di fare un Forum impegnato dove ci si confronti seriamente, si propongano soluzioni e si pensino strategie o forme politiche future, naturalmente molto filtrato aperto solo a chi parla del tema in modo pacato e costruttivo, per diffondere un messaggio nuovo, senza urla e senza tabù con la forza delle idee e la voglia di disfarsi dei vecchi canoni ideologici e di guardare avanti, allora potrei anche cambiare idea.
Fammi Sapere.

gianni e. Commentatore certificato 04.02.12 15:24| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma Beppe..facciamola molto più semplice...dunque abbiamo un debito pubblico di 2000 mld di euro,per questo motivo questi cialtroni cosa dicono:
1-l'italia non cresce, tradotto non ci sono entrate fiscali congrue per soddisfare la copertura dei servizi e dell'interesse sul debito.
2-si aumenta le imposte dirette e indirette...mano basta!
3-allora se non c'è produzione la colpa è dei lavoratori che sono troppo tutelati, per questo motivo le aziende non sono competitive;
In pratica lo spreed è abbassato facendo leva sulle brache degli italiani!.
Monti mente è un bugiardo e non li farei nemmeno amministrare il mio condominio!
Ricordo che:
Non abbiamo materie prime;
dipendiamo per l'85% di energia da estero;
abbiamo investimenti nel settore della ricerca ridicolo(chiedeteli al sig Monti qual'è il trend dell'italia nel campo dei brevetti!)
Stimo svendendo aziende a società estere perdendo l'elemeonto che collega ricerca e produzione;
Abbiamo treni che si fermano per un pò di neve:..vorrei chiamare un ingegnere delle ferrovie canadesi per un parere...!un pò di mare agitato mette fuori gioco un traghetto della tirrenia..manco si fosse in nord atlantico...cadono gli alberi interi nuclei abitativi rimangono senza energia per giorni..mah!
E il capo dov'è!..ennesima girati a bruxell..per cosa?...per dire che è colpa dell'art.18...se l'italia non funziona...l'ennessimo "scoglio" che lo disturba al timone della "costa italia"...

roby f., Livorno Commentatore certificato 04.02.12 14:52| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

a proposito di VITTORIO ARRIGONI, mi preme sottolineare il pelo e contropelo che fece a quell'altra faccia da tonno di ROBERTO SAVIANO.

http://www.youtube.com/watch?v=NBgI_QWgXaI

un altro che chiagn' e fotte...ma di quelli speciali...
SENZASEESENZAMA

davide lak (davlak) Commentatore certificato 04.02.12 17:19| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottimo post. Quei milioni morti per fame non avevano internet. Non potevano unirsi e mettere fuori uso i carnefici. Noi non siamo al sicuro, ci stanno già portando alla fame. Prima che censurino internet dobbiamo trovare il modo di non perdere i contatti. Solo l'unione fa la forza, ed intenti comuni possono fare la differenza. Senza pensare solo al proprio orticello ma difendendo anche quello del vicino e del lontano.

maria barberio 04.02.12 20:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Carissimi, é vero, tutti i nostri politicucci da quattro soldi si avvicendano per impoverirci a più non posso. Tutti hanno nascosto la crisi, tutti i ristoranti, gli alberghi, gli chalet e le piste da sky erano stracolme, l'economia non era florida come nel passato ma in Italia, a detta di Berlusca e dei media e di tutti gli atri, si sentiva poco perché eravamo "miracolati", avevamo al governo l'unto dal signore, quello con la S maiuscola. Ora la domanda è questa, senza ogni volta tirare in ballo Beppe Grillo: gli altri, la cosiddetta società civile, quella a cui, penso, tutti apparteniamo, dov'era? a sciare? al mare? a farre shopping? No, semplicemente, se ne fregava, pensava ad altro, chi al grande fratello, chi al calcio, chi allo scandalo delle partite truccate, chi ai cazzi suoi. Salvo poi, svegliarsi un bel giorno e ritrovarsi un Monti qualsiasi che deve completare il lavoro di renderci schiavi e poveri per sempre. Già, per sempre perché con i debiti accumulati e l'aggravarsi dello spred, che bella parola..., saremo indebitati per sempre verso l'Europa e verso noi stessi. E in tutto ciò, Beppe Grillo non è certamente il furbetto della situazione, come qualcuno vuole insinuare. E' colui che, pur potendosene fregare, ha svegliato le coscienze di alcuni che poi, nel tempo, si sono moltiplicati, che si sono uniti attorno a un'idea e che nelle elezioni passate ci hanno messo la faccia e il tempo e i soldi (comprese litigare familiari per le varie incazzature e assenze). Gente comune, come siamo in tantissimi, Gli stesso che oggi si stanno dando da fare per ritrovarsi tutti assieme a Rimini e, con Beppe Grillo, prendere decisioni collegiali per presentare una pattuglia e un programma credibile in occasione delle future elezioni. Questo è il vero impegno civile di cui se ne sente la mancanza, il resto è noia. Muoversi!!!

itaca 04.02.12 17:32| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Alemanno ha chiesto ai romani di munirsi di pale.

Bene, raccogliete l'invito. Munitevi di pale ed andate ad aspettarlo fuori dal Campidoglio.
Dovrà uscire prima o poi!

Florindo. Massa Commentatore certificato 05.02.12 12:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono iscritto alla CGIL è sono perplesso dell'assenza totale di palle da parte del mio sindacato… è diventato molle, placido, perbenino, insufficiente, appagato, frenante, ammansito, flemmatico, lenito, fiacco, tardo, torpido, abulico…. fuori i coglioni porca puttana!!

Paolo Lincetto, ABANO TERME Commentatore certificato 04.02.12 17:06| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma perchè, nel 2012, al tramonto di un sistema fallimentare che ne aveva sconfitto un altro (per certi aspetti altrettanto fallimentare) solo 30 anni fa, non riusciamo a far altro che dividerci tra sostenitori di questi due fallimenti?
Ora, è chiaro che ci sono i distinguo, che i paesi del blocco sovietico avevano di comunista solo il nome, che ci sono esempi di capitalismo più equilibrato del neoliberismo, ecc. ecc.
Ma io non posso evitare di chiedermi:
possibile che non si riesca ad elaborare un progetto sociale nuovo, che magari faccia sintesi di teorie economiche e modelli sociali già sperimentati, estrapolandone gli aspetti positivi e derubricando quelli nocivi (dal punto di vista umano e sociale)?
Accapigliarci tra capitalisti e comunisti, in una semplificazione tra l'altro imbarazzante, con la prospettiva di ritornare nuovamente ad uno dei modelli falliti a vario titolo, non è indice di mediocrità?
Io non ho competenze specifiche nè in campo economico nè in campo sociale però mi sembra evidente che una società più equilibrata di quelle conosciute fino ad ora non sia complicatissima da pensare.
Se partiamo dalla considerazione basilare che una società nasce perchè i singoli individui che la compongono traggono (dovrebbero trarre) beneficio dal vivere in collettività mi sembra ovvio che il primo compito che una società futuribile debba svolgere sia quello di garantire a tutti i suoi membri i diritti di sussistenza minimi (acqua, cibo, casa, sanità, istruzione) in cambio di un ruolo sociale (lavoro).
Io credo che, se cominciassimo a ragionare su una società che assegni alla gestione pubblica questi aspetti e che conceda all'iniziativa privata solo la gestione del mercato di ciò che va oltre i diritti basilari, avremmo già una prospettiva di maggiore equilibrio rispetto a tutto ciò che fino ad oggi è stato.
Secondo me la strada maestra per il M5S è questa.
Continuare a rimestare nel torbido di ciò che è stato, senza progettare ciò che sarà, non porterà a nulla.

Andrea Molteni (nembo1972), Como Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.12 17:46| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Maltempo, la neve manda Roma nel caos

Il sindaco chiede una commissione d'inchiesta


Romani, imparate a spalare la neve!

fate pena, 4-5-8 cm. e siete già morti!!

Noi gnurant (detto da destra o sinistra, ladri e finti acculturati, megalomani coi soldi degli altri, cicale coi soldi del nord ... son solo parole a vuoto) tutti gli anni, in zona Prealpi lombarde, ne abbiamo almeno 40-50 cm., e in due ore alziamo i gomiti, usiamo le pale, e ripuliamo.


"Dovevano spargere il sale" Noooo! Dovete prendere le pale e alzare le chiappe!


La verità è che voi romani siete molli come fichi , basta uno straterello di neve a mettervi in tilt.

Andate pure a lavorare ai vostri ministeri e mi raccomando, timbrate per i colleghi...

mamma che pena sti romani....

commissione d'inchiesta? Sì sulla pigrizia dei romani

Nunzio Lombardi Commentatore certificato 04.02.12 16:13| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Buonasera.
Ieri uscii dal lavoro (fuggi fuggi generale) alle 10.30 poichè la neve non prometteva nulla di buono e alle 18.30 dopo varie peripezie, l'auto lasciata in un paesino vicino al "Noioso" posto di lavoro, il treno, il pulman sostitutivo, tre Km a piedi, l'attesa del trenino in altra stazione, un passaggio in auto (Il treno col ca22o che è passato), altri tre Km a piedi, son arrivato a casa. . .Casa posto di lavoro 44 Km. . .La notte scorza la dormita al calduccio ha contribuito a ridarmi fiato (ma stanotte confido di recuperare il resto ma però. . .)

Ora ieri, però, durante la camminata a piedi, imbacuccato, bianco di neve sullo zaino la testa e la schiena, faccia alquanto stanca, con la coda delle auto ferme per tutto il tragitto, ho avuto una dimostrazione di quanto sia difficile in Italia arrivare a risultati decenti.
Almeno dieci conducenti, vedendomi arrivare a passo spedito, mi hanno chiesto tutti se l'incidente più in la era così grave. Uno, il più folle secondo me, mi ha chiesto se sul raccordo c'era traffico.
Ora non c'è nulla di male se qualcuno ti chiede qualcosa, ma quelle domande in quella specie di situazione surrealmente reale, avevano tutte il sapore di come moltissimi di noi sfiatano dalla bocca qualsiasi cosa non attinente alla realtà e immaginano senza ritegno fantasie che derivano da sogni ad occhi aperti e non da semplice visone dei dintorni che hanno, per lo più, le risposte a tutte le domande che si affacciano nella nostra testolina santa.

E con questi concittadini, che, ripeto, non son degni nemmeno di vedere appena al di là del loro nasino, noi dovremmo fare una eventuale rivoluzione? (anche se solo intellettuale nèh)

Mi spiace cari amici miei ma il virus televisivo ha inondato i loro cervelli e sinceramente non so come si possa venir fuori da tali situazioni.

Lor non si arrendono, ma hanno potentissimi alleati. . .alleati sordi cechi e muti. . .
i migliori in queste situazioni.

E buonasera a tutti. . .meno che alla neve nèh!!!!

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.12 21:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Frignero:

«Non si demonizza il posto fisso»

Poi corregge:

«Si parla troppo di articolo 18, ma è ingiusto legare il lavoratore all’impresa»

Eggià, che noia!
Molto meglio vederlo legato in cima ad una gru a reclamare il suo diritto al lavoro… sai lo spasso!

silvanetta* . Commentatore certificato 04.02.12 21:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

“ART.18, MA CHE CAZZO VA DICENDO, IL RAGAZZO CON IL LODEN”?

In questi giorni il “RAGAZZO CON IL LODEN”, ha rispolverato il vecchio mantra, tanto caro a confindustria ed alle banche, che l’art.18 dello statuto dei lavoratori “LIMITA GLI INVESTIMENTI”, ma quando mai, uno sano di mente, che ha dei soldi disponibili si metterebbe ad investe se non c’è più nessuno che può comprare la sua merce?

E poi quale sarebbe un imprenditore serio, che assume qualcuno già pensando di licenziarlo. In Italia abbiamo bisogno di buoni posti di lavoro, che durino nel tempo, non d’investimenti mordi e fuggi.

“SE IN ITALIA ABBIAMO L’ART.18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI È ANCHE PERCHÉ ABBIAMO UN ACCOZZAGLIA D’IMPRENDITORI INCAPACI DI FARE IMPRESA”, che vivono di piccoli sotterfugi o alle spalle dello stato, che di notte invece di pensare a come fare funzionare bene le loro imprese, la passano a studiare a come fregare il fisco e a fottere i loro clienti.

Henry Ford diceva "LA SPECULAZIONE È SOLTANTO UNA PAROLA CHE "COPRE" IL FARE SOLDI MANIPOLANDO I PREZZI, INVECE CHE PRODUCENDO BENI E SERVIZI".

Per fare delle “IMPRESE SERIE ALLA TEDESCA”, occorrono degli imprenditori seri, che sanno costruire dei prodotti seri, che sanno stare sul mercato con le proprie gambe e per fare questo occorre avere una manovalanza motivata, ben preparata, ben pagata, che veda nell’azienda un posto sicuro, dove usare tutte le sue energie.

Caro Monti, “NON BASTA AVERE UNA CONTABILITÀ ALLA TEDESCA, PER AVERE UN’ECONOMIA ALLA TEDESCA”, occorre avere anche un’imprenditoria alla tedesca, che sappia fare impresa in modo serio, non come gli Italici “FURBETTI DEL QUARTIERINO”, abilissimi ad arricchirsi, ma che non sono assolutamente capaci di costruire qualcosa di serio per il futuro.

Caro Monti, prima di riformare l’art.18, bisogna riformare “GLI PSEUDO IMPRENDITORI MADE IN ITALY” ed insegnargli come fare impresa in modo serio.

“LA CURA STA’ GIÀ’ UCCIDENDO IL CAVALLO”.

Paolo R. Commentatore certificato 04.02.12 17:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

da non credersi - La Russa ha un fratello ancora più stupido di lui !

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 04.02.12 18:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Viviana Vivarelli parla tanto di razzismo e di discriminazioni, per poi scrivere in maniera subdola il suo pensiero verso noi romani, ossia che siamo degli scansafatiche e che per qualche centimetro di neve andiamo in tilt. Apprezzo di più i leghisti che almeno lo dicono in faccia piuttosto che gente come lei, che crede di essere la padrona del blog per il fatto che qualche volta le hanno fatto fare la prima donna mettendo in vetrina qualche suo scritto, guai a toccarle Stalin a questa finta pacifista e giù critiche criptiche contro i meridionali, prendendo come pretesto persino la neve! Ora replicherà dicendo che sono un cretino, uno scemo, un ignorante perchè non sono laureato come lei, vedrete la reazione della tipica persona a cui sono stati toccati i nervi scoperti. Buona giornata, io esco, lascio il blog nelle tue mani, vecchia laureata piena di pregiudizi.


Sottoscrivo al 100%

Pietro G., La Spezia Commentatore certificato 04.02.12 18:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

non mi risulta che le cose siano andate come ha scritto Beppe.
non che Stalin fosse uno stinco di santo, ma mi pare un pò caricata la storia raccontata nel post.
quello che invece non è mai abbastanza rimarcato è l'atteggiamento ormai persino SFACCIATO di questo GOVERNO orientato a soddisfare le più schifose brame IPERLIBERISTE e MERCATISTE dei loro CAPI, cioè i BANKENSTEIN PLANETARI.
a proposito di KULAKI beh, non erano esattamente dei santarellini manco loro eh...e comunque, lottarono duramente, E CON LE ARMI.

per chi non lo sapesse è così che funziona: se uno attenta alla tua sopravvivenza è FISIOLOGICO che lo si combatta con tutti i mezzi, compresa la lotta armata e non per ultima.

ma siccome ci hanno inoculato il morbo della DEMOCRAZIA, sono riusciti a farci credere che in DEMOCRAZIA la lotta non è consentita se armata, anzi! è persino IMMORALE anche solo parlarne... perchè tutto si gestisce andando a infilare stancamente una scheda con una crocetta ogni tot anni dentro un'urna...salvo poi fare solo ed esclusivamente IL CAZZO DEL PORCO DEL COMODO LORO.

beh, scusate tanto, ma io vi avevo avvertito: non ho alcun RISPETTO per la siddetta DEMOCRAZIA e la gente che crede veramente a questa favoletta la considero alla stregua di un ammasso di ZOMBIES...qualcosa di molto vicino ai BACCELLI DELL'INVASIONE DEGLI ULTRACORPI...

e dirò di più: in questa ottica, ho MOLTO PIU' RISPETTO PER I KULAKI e persino PER JOSIF STALIN.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 04.02.12 14:54| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 35)
 |
Rispondi al commento
Discussione

So che mi attirerò le antipatie di molti, ma ho nostalgia del tempo quando il mondo era diviso in due, quando c'era il muro, la guerra fredda, quando i comunismi garantivano un tenore di vita decente e non c'era bisogno di tutta questa invasione di cinesi, di russi, rumeni, ungheresi e quant'altro a stravolgere l'economia e a impoverirci.
Mi piacerebbe che il muro non fosse mai stato abbattuto.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 04.02.12 13:42| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 29)
 |
Rispondi al commento
Discussione

quanti figli di IDEOLOGIE MORTE e SEPOLTE...

riporto una frase di Bobbio...

"non è piu' il tempo della destra e della sinistra è il TEMPO degli UOMINI"...

e staccateVi una volta per tutte da queste IDEOLOGIE...

sembrate come i CATTOLICI con il VATIC-ANO...

ragionate con la Vostra testa, elaborate idee nuove,leggete meno libri politici,fateVi influenzare di meno...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 04.02.12 15:19| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento
Discussione


CI SIAMO E CI SAREMO...SEMPRE!

Le idee non muoiono.
Ed essere di sinistra è una condizione dello spirito.
La sinistra è un'idea di Società.
Un'idea di società caratterizzata da una più equa
distribuzione delle risorse.
Un'idea di società antirazzista e
antifascista, contro lo sfruttamento
delle classi lavoratrici che producono
per far arricchire gli imprenditori
evasori.
Un'idea di società contro l'iperliberismo
di destra che ci sta togliendo uno a uno
tutti i diritti civili conquistati in anni
e anni di dure lotte, che sta facendo carta
straccia dello Statuto dei Lavoratori, che
vuole abolire l'articolo 18, che toglie
l'assistenza domiciliare e scolastica ai
disabili, che sta dalla parte degli Squali
delle Banche, che sta praticando l'eutanasia
inculcando l'idea che l'età media si è allungata
e quindi bisogna andare in pensione dopo morti,
così si intascano anche i soldi dei contributi previdenziali.
Dalla parte degli ultimi.
Questa è la mia idea di sinistra.
Se parlare di Stalin è un modo per screditare
la sinistra che crede in questi valori, come
ormai stai facendo da tempo, caro Beppe, beh,
hai sbagliato strada.
Sinistra NON E' IL PD, la vera sinistra OGGI
non siede più in Parlamento.
Ci stava ai tempi di Antonio Gramsci che
sappiamo che fine ha fatto.
Ma oggi, Beppe, come già altre volte, hai fatto
felici i reazionari del blog, sempre più
numerosi. E in un post ti sei vantato di essere
amico della figlia di "Che Guevara". Forse non
ti conosce bene.....Complimenti ai soldatini del
blog che ancora una volta hanno fatto sparire
i commenti scomodi.
**************************************************
"la scimmia è abbastanza intelligente
da ricevere l'ordine ed abbastanza cretina
da non metterlo in discussione...
insomma un soldato perfetto!"
(Ascanio Celestini - "Scemo di guerra")

Estrellita *******, °° Commentatore certificato 04.02.12 22:31| 
 
  • Currently 3.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo post non l'ho capito. Che c'entra la classe con la categoria? Che c'entra la collettivizzazione con la Confindustria? Che c'entra Stalin con Monti? Che c'entra quello che ha scritto questo post con questo blog? Mi rifiuto di andare avanti. Punto. Per oggi ho chiuso.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 04.02.12 15:06| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stalin..se c'è uno che nella storia del comunismo ha rovinato un idea e un popolo, questo è Stalin, noto briaone assassino e basta!...non disdegno di fucilare tutti gli ufficiali dell'armato rossa, creando un vuoto di comando..poco tempo prima dell'operazione "barbarossa"..pur sapendo che Hitler lo volevo aggredire..continuò fino al giorno prima dell'invasione ad inviare materie prima alla germania! quando si scatenò l'invasione evitò lo scontro..nello stupore generale del Soviet...supponendo che le armate del terzo reich avessero sbagliato strada!..
questo stupido fece morire 20 milioni di sovietici..nonostante avesse un esercito che all'epoca avrebbe potuto mettere a cuccia le panzer division...
Non contento ruppe le palle..per aprire il 3° fronte!churcill non era d'accordo..ma rossvelt l'accontentò...perdendo 1 anno di tempo nei preparativi dello sbarco in normandia..facendo "soffrire" l'talia che già nella prima metà del '43 era gia liberata! in totale ci costò 400 stragi nazifasciste!!...e probabilmente il conflitto si allungo..!altro che piani quinquennali!

roby f., Livorno Commentatore certificato 04.02.12 20:05| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mondo è un enorme vulva piacevolmente tentatrice e, l’umanità,
si dispone al suo interno, come a formare un enorme fallo che si muove in un infinito amplesso che si perpetua nei secoli dei secoli…dividendo gli uomini per selezione naturale in tre categorie:

quelli che faranno parte del glande,detti anche“teste di cazzo”che
proprio per questa loro peculiarità,non hanno nessun principio
morale…per cui,l’unica cosa a cui pensano costantemente è quella di
drenare costantemente più $angue possibile dal basso.. godendo così al massimo dei piaceri della“vulva”avendo bene chiaro in mente che,”l’umanità”si divide solo tra quelli che stanno in alto e,
quelli che “devono” stare in basso…

poi ci sono quelli che formano il lunghissimo“tronco”di questo enorme metaforico fallo che,di conseguenza,essendo anche loro all’interno della vulva…. faranno esattamente la stessa cosa che fanno i glandi….avendo compreso anche loro che,il mondo,si divide solo tra quelli che stanno in alto e quelli che,solo in virtù di quanto $angue incamerano,devono stare in alto oppure in basso..

poi ci sono gli ultimi… quelli che formano la parte finale di questo enorme metaforico FALLO….i “COGLIONI”!! che devono lavorare duro per soddisfare le esigenze del rispettivo membro principale…..ai quali,non deve essere mai assolutamente consentito di poter entrare all’interno della VULVA…

Ps: Per formare quest'ultima ma indispensabile categoria di persone,sono fondamentali tre cose:

1° Dovranno credere ciecamente che,gli unici valori che contano nell’esistenza umana….sono quelli morali…

2° Fare molta attenzione che non accumulino mai troppo $angue……

3° ma, la cosa più importante di tutte,per assicurarsi che rimangano sempre a vita dei veri"COGLIONI DOC”non devono mai capire che,in realtà,l’umanità si divide solo tra quelli che stanno
sopra e quelli che devono stare sotto… ma devono credere ciecamente che,gli uomini,si dividono tra:

quelli che stanno a destra e quelli che stanno a sinistra...

andrea panparana (bella panpa), roma Commentatore certificato 04.02.12 22:29| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di nuovo e con molto fastidio leggo il Grillo parlante.
Stalin ha ucciso circa 20 milioni di esseri umani per il suo volere e potere ossessivo di dittatore, povera gente, comunisti convinti, contadini, gente che moriva di fame per ridurre la Russia una potenza armata, una dittaura razzista,un mostro che disponeva degli uomini come merce avariata per il suo ego.
Grillo ci vuol considerare i tassisti fascisti o faxisti, benestanti, come poveri diavoli , evasori fiscali giustificati, poi ci sono i poveri milionari dei notai, gli azzeccagarbugli degli avvocati della fiustizia dei ricchi fatti di mille cavilli per arricchirli. ristoratori miliardari con molte case e poi i pescatori, i morti di fame, ma che centra tutto questo, con chi te la prendi, mi verrebbe da dire " ma che cazzo dice grillo, sei scemo" lo dico bene, sei scemo o ci fai. Non stai bene , hai delle visioni , incubi improvvisi, il potere non processa mai se stesso, bravo, vedi Stalin, il vero potere è stato Berlusconi, le Banche, i ricchi che hanno mantenuto in vita i partiti fasulli per i loro interessi, lo sai dove è il potere Grillo, lo sai o non capisci, il potere dei capitalisti che hanno giornali e giornalisti e TV, lo hai conosciuto Berlusconi, chiamalo per nome il potere Grillo, lascia stare i poveracci e cretini come i bersani o Fassino, sempre meno ladri dei fascisti e banche fasciste, e tassisti fascisti. Un Grillo molto testa di c....!

cesare pavese Commentatore certificato 04.02.12 13:47| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 37)
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@ AnSia NewSSS.....la novità @@@

La novità odierna é:Grillo,invidioso del presidente Napolitano,sì é autoconsegnato una laurea autonominandosi:professore di storia....."estemporanea"

## Ecco il perché dei "tanti morti" ##

Nei miei libri,che sono degli anni'60,leggo....In quegli anni i contadini "bianchi" sì opposero alla creazione di fattorie collettive preferendo uccidere il proprio bestiame piuttosto che consegnarlo a loro.
Oltre a ciò,causa siccità,sempre in negli anni presi in considerazione da Grillo,ci fu una carestia spaventosa.

I "veri" storici stimarono che a causa di quella carestia (che colpì oltre all'Ucraina,la regione del basso Volga,il Caucaso settentrionale e il Kazachistan) morirono 2 o 3.000.000 di persone.
Persone che prima dell'avvento del Komunismo erano considerate,dai soliti noti,niente di più che:"animali da soma".

Quindi son morte sì fino a tre milioni di persone.Però son morte 3.000.000 di persone solo perché l'avvento del Komunismo fece sì che quelli che una volta erano considerati "animali da soma" fossero considerati "persone".
Cam.(L'inviato che voterà per i Komunisti)

P.S. ((((Arridadeci er baffone)))
Beppe,non devi dimenticare che Stalin é il frutto di una "cattoliciSSSima" educazione e non devi neppure dimenticare che Lenin "sconsigliò" di eleggere Stalin a suo successore.

@@@ Fan Kulo al Bebbe prof.di storia "estemporanea" @@@

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 04.02.12 17:12| 
 
  • Currently 2.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 32)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio solito P.S.

A proposito di Stalin, Kulaki ed ex Urss, un pensiero di Lenin.
Lenin vedendo che le cose andavano male, scrisse nel 1921 : “noi siamo stupidi e deboli, abbiamo preso l’abitudine di ripeterci che il socialismo è un bene e il capitalismo un male. Ma il capitalismo è un male, solo in rapporto al socialismo. In rapporto al medioevo in cui la Russia si sta attardando il capitalismo è un bene!”.

E quest'altro sempre di Lenin, che ben si attaglia al popolo oppresso di ieri, di oggi e di domani (cioè fin quando persisteranno le condizioni sociali dettate dall'economia capitalistica):

"Agli oppressi è permesso di decidere, una volta ogni qualche anno, quale fra i rappresentanti della classe dominante li rappresenterà e li opprimerà in Parlamento".


Quest'ultimo pensiero, è invece di un amico:

"Veniamo da lontano e andremo ancora più lontano. E non ci interessa questo luogo, ci interessa l'altrove concreto nell'aldiquà".

Ovviamente, l'amico non si riferisce ai 5 stelline, tutt'altro.

Saluti


http://diciottobrumaio.blogspot.com/2010/03/dalla-padella-alla-brace.html

Vento...Rosso 04.02.12 16:54| 
 
  • Currently 2.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 32)
 |
Rispondi al commento

Ma che bel post!!!
Direi che il commento viaggia su due livelli...
1° livello...sul mero episodio...
Che il simpatico baffone Stalin negli anni trenta, con la situazione degli anni trenta, con le problematiche degli anni trenta, dopo lo zarismo, periodo sinonimo di notorio Eden per il popolo, volesse liberarsi di proprietari terrieri filozaristi, con pretesti più o meno reali, non mi tocca granchè le corde emotive. Mi sta lievemente più sui coglioni che abbia parimenti eliminato molti comunisti...ma il tutto NON E' oggetto del post...
E qui entra in gioco il secondo livello del commento.
Per onestà intellettuale bisogna dire che è il tipico post che parla a suocera perchè nuora intenda. Non essendo come taluni grillini che ti danno del Pidino per sottrarsi alle critiche e premettendo che fulgidi esempi li avremmo in casa nostra, tipo er mascella di Predappio che ben si sarebbe prestato alla costruzione di un post similare (ciò detto senza offendere qualcuno di Casa Pound, molto gettonati a queste latitudini)...il post è l'evidente, benchè maldestra, metafora della vittima che diventa carnefice. Viste le prime reazioni dei blogger mi convinco sempre di più che "uno vale uno" e "né destra né sinistra" slogan molto in voga in tale loco, possono malamente funzionare nel locale e saranno una sciagura a livello nazionale. Ognuno porta dentro di se il suo retroterra culturale e un movimento eterogeneo a 360° imploderà ben presto sulle grandi questioni che vanno oltre il cancelletto di casa. Con questo post hai incrinato l'ala sinistra (azz...magari c'era) e ad ogni alitata di vento perderai qualche aluccia fino a quando dell'ipotetica bella mela del movimento rimarrà solo il torsolo...
Ma tant'è...può anche essere che la linea "ciao starrrrr", dovesse essere maggioritaria, abbia una suo perchè rivoluzionario che mi sfugge...

Hasta scelleratoni...

maurizio spina Commentatore certificato 04.02.12 16:33| 
 
  • Currently 2.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 29)
 |
Rispondi al commento
Discussione

1/di/2

SULLA CRISI

La più grande rivoluzione degli ultimi secoli,è stata prodotta proprio dal capitalismo.Lo sviluppo delle forze produttive capitalistiche sono state per dimensioni quantitative e qualitative, straordinarie.Solo il capitalismo di tipo occidentale ha saputo garantire ai salariati un relativo e diffuso benessere,(ci sarebbe da discutere sul concetto di benessere però) e questo però solo a determinate condizioni e solo in alcune aree del pianeta.
Questa situazione di uno sviluppo ciclico e bipolare in cui si accumula ricchezza in un polo e si concentra povertà nell’altro,ricchezza di cui solo in parte, sono fatte partecipi le classi salariate, Marx l'aveva ben descritto, ma la potente macchina propagandistica borghese ben si è guardata e si guarda, nel portare alla luce, gli studi, le osservazioni "scientifiche" di questo grande pensatore e scienziato sociale.
Come anche riguardo alla globalizzazione, il barbuto di Treviri,ne ha anticipato l'avvento, proprio nel suo libello il "Manifesto del partito comunista",di cui segnalerò nel post seguente a questo.
Il punto:il capitalismo non ha alcun interesse specifico per cosa e come si produce.
La finalità ultima del processo capitalistico, non è né produrre un prodotto (cioè un valore d’uso) né semplice merce (cioè un prodotto dotato di un valore di scambio) ma è il PLUSVALORE (lavoro non pagato all’operaio o pluslavoro, e quindi saggio di sfruttamento della forza-lavoro)
La politica,c'entra poco o nulla con la crisi che viviamo.Si deindustrializza, si delocalizza cioè, perchè i tassi di sfruttamento e quindi di Plusvalore sono maggiori in paesi come Cina, India, Turchia, ecc. perchè li vi sono condizioni di sfruttamento bestiale. La politica borghese, può solo prendere atto dell'opportunità offerta alla grande borghesia dalla globalizzazione,e illudere, ipnotizzare noi cittadini, con parole come "i mercati chiedono","i mercati esigono".
Almeno il bunga bunga, era più sincero, quando diceva, ARRANGIATEVI!

Vento...Rosso 04.02.12 16:51| 
 
  • Currently 2.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 27)
 |
Rispondi al commento

che brutto posto sta diventando questo blog , un tempo c'erano intellettuali e premi nobel, oggi a leggere questi post deliranti sono rimasti solo elementi di estrema destra, estrema sinistra e la categoria piu' infima di tutte , i simpatizzanti nazileghisti

torquemada giuseppe, bolzano Commentatore certificato 04.02.12 13:53| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 27)
 |
Rispondi al commento
Discussione

2/di/2

SULLA GLOBALIZZAZIONE

Cito dal "MANIFESTO DEL PARTITO COMUNISTA" di Marx: "Con lo sfruttamento del mercato mondiale la borghesia ha dato un'impronta cosmopolitica alla produzione e al consumo di tutti i paesi.Ha tolto di sotto i piedi dell'industria il suo terreno nazionale, con gran rammarico dei reazionari.Le antichissime industrie nazionali sono state distrutte, e ancora adesso vengono distrutte ogni giorno. Vengono soppiantate da industrie nuove, la cui introduzione diventa questione di vita o di morte per tutte le nazioni civili, da industrie che non lavorano più soltanto le materie prime del luogo, ma delle zone più remote, e i cui prodotti non vengono consumati solo dal paese stesso, ma anche in tutte le parti del mondo.Ai vecchi bisogni, soddisfatti con i prodotti del paese, subentrano bisogni nuovi, che per essere soddisfatti esigono i prodotti dei paesi e dei climi più lontani. All'antica autosufficienza e all'antico isolamento locali e nazionali subentra uno scambio universale, una interdipendenza universale fra le nazioni.E come per la produzione materiale,così per quella intellettuale. I prodotti intellettuali delle singole nazioni divengono bene comune. L'unilateralità e la ristrettezza nazionali divengono sempre più impossibili, e dalle molte letterature nazionali e locali si forma una letteratura mondiale.
Con il rapido miglioramento di tutti gli strumenti di produzione, con le comunicazioni infinitamente agevolate, la borghesia trascina nella civiltà tutte le nazioni, anche le più barbare. I bassi prezzi delle sue merci sono l'artiglieria pesante con la quale spiana tutte le muraglie cinesi, con la quale costringe alla capitolazione la più tenace xenofobia dei barbari. Costringe tutte le nazioni ad adottare il sistema di produzione della borghesia, se non vogliono andare in rovina, le costringe ad introdurre in casa loro la cosiddetta civiltà, cioè a diventare borghesi. In una parola: essa si crea un mondo a propria immagine e somiglianza".

Vento...Rosso 04.02.12 16:51| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 26)
 |
Rispondi al commento
Discussione

AAA cercasi grillino che faccia la parafrasi! A quanto pare i non-grillini fraintendono sempre le parole del comico genovese e non hanno la capacità di analisi logica e comprensione del testo!

Quindi si chiede agli scolari grillini di decifrare il messaggio che, a quanto pare, sembra essere inteso da alcuni come "la colpa è di 1000 parlamentari e un centinaio di banchieri", 1)il piccolo imprenditore che ha delocalizzato(perchè non delocalizzano solo le multinazionali, intendiamoci), evasore e sfruttatore, 2)i bottegai+IVA disonesti insieme alla consuetudine generalizzata bottegaia+IVA del rialzo dei prezzi per difendersi dalla crisi e metterlo nel culo ai salariati, 3)categorie professionali corporative e chiuse come avvocati, taxisti, farmacisti e notai sono tutti assolti.

Insomma sembra, ripeto sembra, che qua le percentuali dei sondaggi devono essere prese in considerazione e ora come ora meglio giocare a TANA LIBERA TUTTI...non sia mai che si scontenti qualcuno!

Oh...ma aspettiamo sempre fiduciosi la parafrasi dei grillini che hanno il dono di capire SEMPRE il reale significato di Beppe Grillo a differenza di noi poveri "idioti" e "venduti al partito con la tessera in tasca"!

Aspettiamo fiduciosi


a questo post li manca

il "ciao starrrrrrrrrrrrrrrr!!!"

baci e abbracci

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.12 13:42| 
 
  • Currently 2.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento

Ah! ho capito!
Meno male che grillo ce lo ha rivelato!
In italia c'è il comunismo!
Monti è comunista!
berlusconi è comunista!
La colpa di tutto è dei comunisti!
Gli evasori sono comunisti!
I corrotti sono comunisti!
Le banche sono comuniste!
Gli speculatori sono comunisti!
Le agenzie di rating sono comuniste!
I derivati, gli swap, e tutti i titoli tossici che hanno dato il via a questo disastro sono stati sparsi per il mondo dai comunisti!
In ucraina prima dei comunisti vivevano nell'abbondanza!
Complimenti per il post!
Ammasso di parole sensa nessun senso!

l., ancona Commentatore certificato 04.02.12 14:08| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento
Discussione

INFORMATEVI di quanto i popoli delle ex repubbliche socialiste sovietiche rimpiangono quel periodo! INFORMATEVI sulle ferite che ha portato a loro la modernità e il sistema capitalista! informatevi prima di aprire quella cloaca che avete al posto della bocca

ALEZ A. Commentatore certificato 04.02.12 15:24| 
 
  • Currently 2.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E pensare che una volta avevo pensato di votare per il mov., e che una volta sono stato un sacco di tempo ad aspettare che grillo scendesse dal palco solo per poter strigergli la mano!
Ma che cazzo è successo?
Ma dove sta andando questo movimento!

l., ancona Commentatore certificato 04.02.12 14:23| 
 
  • Currently 2.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non volevo parlare di questo post per non fare vs giochino da "parlare dal fumo"

Stalin! che paura... ha fatto tante cose

ha mandato in siberia tutta una classe politica a lavorare fino a la morte (diversamente a voi che non avete mai messo in gallera uno come berlusconi che lo avete scelto presidente dal consiglio per 5 volte)

Ha combattuto il nazi fascismo è ha vinto (diversamente a vs nonni che hanno perso la guerra)

A me sinceramente di Stalin non mi nefrega più di tanto

ma che non parlate di chi vi a rubato la pensione
la felicita di vedere vs nipoti con un lavoro
non parlare e più che parlare

FARE QUALCOSA! PER VIVERE CON DIGNITà
invece di fare FUMO e passare il momento

Monti stà facendoci pagare i piatti rotti dal mal governo di berlusconi e dei leghisti

e voi mi scrivette un post di fumo di stalin per rinfrescare il fascita perdente che c'e in voi?

a me mi date soltanto pena!

perche siete dei soliti ventitori di fumo

vi hanno rubato la pensione! LE DESTRE

e state festeggiando per non essere a favore di stalin?

MI DATE REALMENTE PENA PERCHE MERITATE 100 ANNI DI QUESTI PASSATI E MI VENITE A PARLARE DI UN MORTO 70 ANNI FA CHE HA VINTO CONTRO DI VOI NIPOTI DEI FASCISTI

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.02.12 17:48| 
 
  • Currently 2.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

se sei Italiano non puoi essere comunista.

Questa è l'unica verità!

a volte (ritornano) Commentatore certificato 04.02.12 16:58| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stalin e lo sterminio dei kulaki

Josif Stalin inizialmente, alleandosi con Bucharin, si allineò sulle posizioni di quest'ultimo; Stalin era infatti favorevole ad una prosecuzione della Nep.

Nel 1927, in occasione di una crisi agricola egli ripristinò le misure sulla requisizione di cereali tipiche del comunismo di guerra, ed inoltre intraprese una dura campagna propagandistica contro i kulaki. Abbandonate totalmente le tesi di Bucharin, anzi entrato in contrasto con lui, Stalin introdusse una pianificazione integrale dell'economia. Questo portò alla collettivizzazione forzata delle terre, utilizzata come metodo per trasferire ricchezza dall'agricoltura all'industria: le terre vennero unificate in cooperative agricole (Kolchoz) o in aziende di stato (Sovchoz), che avevano l'obbligo di consegnare i prodotti al prezzo fissato dallo stato.

I contadini, compresi i kulaki, si opposero fermamente alla collettivizzazione, imboscando le derrate alimentari, macellando il bestiame ed anche utilizzando le armi. Stalin reagì ordinando eliminazioni fisiche e deportazioni di massa nei campi di lavoro; questi provvedimenti colpirono milioni di contadini in maggioranza kulaki.

MACCHEMINCHIA SCRIVI? 04.02.12 13:54| 
 
  • Currently 1.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 19)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori