Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tutto è mercato, il mercato è tutto


Denaro.jpg

"Caro Mercato,
fai parte ormai della mia vita. Ogni giorno mi informo sulla tua salute, sui tuoi sentimenti ("il sentiment"). Al mattino, a colazione, osservo i tuoi primi turbamenti dalla Borsa di Tokyo e all'ora di pranzo mi collego a Wall Street. Piano, piano, senza che me ne accorgessi sei diventato per me moglie, sorella, amante, figlio, mutuo, debito. Sei la mia magnifica ossessione. Mi prendo cura di te come di un Tamagochi. Per capirti ho imparato il tuo linguaggio, parole come spread, bund, derivati, cds, gdo, debito pubblico, swap, bail out mi sono familiari come pappa, mamma, cacca. Sei il primo oggetto di conversazione "Come va il mercato?" "E' stabile?" "Si sta riprendendo?" "Fluttua?" "Cresce?". Ti deprimi quando non sono ottimista. Qualche volta "bisogna convincerti", altre volte "ti blocchi". Al posto dell'aspirina ti curano con le iniezioni di liquidità, ma per te non sono mai abbastanza. I patti di stabilità non ti piacciono, la tua natura è volatile, da sempre si dice infatti che "il mercato è volatile". Sei libero da qualunque catena, da ogni governo, da ogni controllo. Voli lassù con le agenzie di rating, le tue compagne di svago. Ti rialzi e ti abbassi, qualche volta precipiti, ma mi sorprendi sempre con un picco speculativo improvviso, per poi lasciarmi nella disperazione, vicino al default. Sei uno e molteplice, come si conviene al nuovo dio di questa civiltà. Sei il mercato del petrolio, del cibo, dell'acqua, del gas, delle automobili, del latte, delle case. Ogni cosa in questo pianeta ti appartiene e tu sei in ogni cosa. Sei indefinibile e indefinito. Non hai volto e hai mille volti. I centri dell città testimoniano la tua presenza e la tua gloria con immensi edifici bancari in cui si entra con rispetto e timore. Nessuno mette mai in discussione la tua autorità anche se non hai leggi. Gli Stati si inchinano e falliscono di fronte alla tua potenza, almeno finché non si incazzano. La sera, prima di dormire, guardo i tuoi trend, il tuoi battiti del cuore, e mi addormento con le cambiali sul comodino, al lume di una lampada comprata a rate."

capitalismo_3DA.pngCapitalismo di rapina di Biondani, Gerevini, Malagutti

I percorsi occulti del denaro, tra conti bancari e giochi di sponda in Borsa. Un'affollatissima galleria di personaggi, una folla di banchieri, avvocati, fiduciari. Sono i gran sacerdoti del capitalismo di rapina.

lasettimanabanner.jpg

11 Feb 2012, 13:07 | Scrivi | Commenti (746) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Mi risultava strano ,tanto era sfrontato, il comportamento del Professore nella scelta dei suoi rimedi , sempre a carico delle solite categorie popolari,piccoli e ceti medi, ma dall'ultima trasmissione di Santoro e dalle spiegazioni anche se condensate di questi mi par di aver compreso che :Il governo,parlamento e classe politica sarebbero la crosta, ma sotto la crosta c'è un pusso a diverse profondità, questo pus è costituito dai vari potentati più o meno sommersi, potentati inscalfibili e che bloccherebbero da sempre ogni possibilità di cambiamento il quale anche sfiori i loro interessi. Ed è qua che ho compreso il perchè il Prof. picchia sempre gli stessi. Non è sadismo o almeno non solo quello, è che il popolo-popolo non ha rappresentanza ed è l'unico su cui picchiare. Ma ora c'è Grillo da Genova... le vie del Signotre sono infinite e ben venga il Grillo sempre dopo San Giorgio però.. carlo

carlo mancuso, genova Commentatore certificato 01.12.12 09:53| 
 |
Rispondi al commento

RAVENNA: P.S. Paola Miani a Ravenna è diffidata dall'uso del logo del MoVimento 5 Stelle e da sue derivazioni per attività diverse da quelle concordate con il gruppo consiliare comunale del Movimento 5 Stelle di Ravenna.

Ma CHI ha scritto questa enorme stupidaggine?
Ma chi lo ha scritto, conosce bene i "tre eletti" e ciò che fanno, e ciò che non fanno?
Quando faremo la riunione semestrale?
Beppe Grillo, che purtroppo non leggi tutto, per cortesia, interessati al gravissimo problema di RAVENNA!
NOI SIAMO IL MOVIMENTO, E NOI CITTADINI DI RAVENNA SIAMO STATI TUTTI ... DIFFIDATI..
DIFFIDATI DAL FARE COSA?
DAL VOTARE 5 STELLE?
MA SE NOI NON TI DIAMO IL VOTO, CARO BEPPE, QUA A RAVENNA, CHE FARAI? INVECE DI SCRIVERE COSE CHE NON CONOSCI, EVIDENTEMENTE, PER CORTESIA, FACCI UNA VISITA UN GIORNO, E VIENI A PARLARE CON NOI DEI NOSTRI GRAVISSIMI PROBLEMI AMBIENTALI, DI INQUINAMENTO E DI GRAVISSIME MALATTIE…
SAPPI CHE TUTTI NOI SIAMO PAOLA MIANI. RICORDATELO BENE.
CIAO.
E TI ASPETTIAMO QUI A RAVENNA, PRESTO.

vito v., ravenna Commentatore certificato 27.07.12 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
volevo segnalare la pubblicazione di un articolo a carattere scientifico che mi sembra particolarmente interessante: "La R&S per l'energia nelle utility private e pubbliche: un'analisi delle principali imprese elettriche del mondo" di Alessandro Sterlacchini, il cui testo completo è consultabile all'indirizzo http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0301421511008871.
Non entro nel merito dello studio perchè non ne ho le competenze, ma - da semplice cittadino - già l'abstract (che riporto qui di seguito) mi sembra evidenzi importanti conclusioni.
"Gli ultimi due decenni hanno visto uno sconcertante declino degli investimenti in R&S nei settori energetico ed elettrico. Questo lavoro sostiene che tale diffuso fenomeno è principalmente ascrivibile ai processi di liberalizzazione e privatizzazione dei mercati dell'elettricità, i quali hanno indotto le utility elettriche a ridurre drasticamente le spese in R&S. Un'analisi approfondita dei dati recenti relativi alle dieci principali imprese elettriche mondiali mostra che il taglio delle spese di ricerca è stato particolarmente forte tra le imprese private o neo-privatizzate. A contrario, quelle rimaste a controllo pubblico non hanno ridotto in modo ragguardevole i loro sforzi di R&S. Data la necessità, ampiamente riconosciuta, di un rilancio della R&S nel campo dell'energia, vengono discusse le implicazioni di politica economica che derivano da questi risultati."

Maurizio Mariotti 17.02.12 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Possiamo dire che in Italia esiste la meritocrazia? Oppure dobbiamo tutti riconoscere che per lavorare o fare carriera è necessario, purtroppo, avere la classica raccomandazione oppure appartenere ad un gruppo organizzato di interessi? In questo sistema, che ci ha portato a fare la fine della Grecia, chi esprime il proprio dissenso e tocca i poteri forti, che lo alimentano, è considerato un Populista, Qualunquista o molto peggio. Succede così in Italia, tutte le volte che un cittadino prende la parola e sfoga la sua rabbia: Celentano, Grillo, Di Pietro; uomini che, obbiettivamente, si son fatti da sè (self-made man) e sono tali grazie al loro talento e che, quindi, meritano tutta la nostra attenzione ed il nostro riconoscimento.

.

Stefano Claps 16.02.12 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Guardate la Barzelletta:...la Ue prende tempo per concedere il prestito alla Grecia...prima li fanno dare le martellate sui diti e poi li dicono...vedremo se darvi l'anestesia locale...!
Bisogna Liberarsi al più presto di questa congrega di stronzi...riprendersi la sovranità monetaria e politica!.
Poi si nazionalizza gli asset strategici del paese e li si va inculo...!ora si fa come cazzo ci pare!...una bella riunione fra paesi Piigs e via..in blocco ci si leva L'euro...e niente euro due..solo monete nazionali!..così come ci siamo entrati ci usciamo!

roby f., Livorno Commentatore certificato 15.02.12 08:45| 
 |
Rispondi al commento


I CREDITORI DEL DEBITO SOVRANO SONO USURAI ILLEGALI

I diritti sociali di un popolo non sono mai stati offerti in garanzia ; quindi
non si possono pignorare. Gli investor che hanno prestato soldi a Stati e non
li vedono tornare non hanno giuridicamente alcun titolo per chiedere ai
cittadini di quegli Stati di rinunciare a diritti sociali acquisiti. È parte
integrante del famoso RISCHIO DELL' INVESTOR, senza il quale viene meno la
legittimazione a chiedere interessi superiori all' inflazione, che diventano
usura.

Anche per questi motivi i leader di governo europei sono in maggior parte
politici falliti mascalzoni e collusi.

uiytbrs y., roma Commentatore certificato 14.02.12 12:42| 
 |
Rispondi al commento

HO L'IMPRESSIONE CHE VIVIAMO IN UN PAESE DOVE GLI AMMINISTRATORI HANNO OPERATO COME IN UN'AZIENDA TIPO PARMALAT, L'HANNO SPOLPATA.
HA NOI SONO RIMASTE LE CANDIDE OSSA, E COME SE NON BASTASSE SIAMO SENZA DENTI.

alessandro d., santeodoro Commentatore certificato 13.02.12 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Ormai si tratta di rivoluzione e di comprendere un concetto nuovo di rivoluzione; rivoluzione è innanzi tutto rivoluzionare se stessi..... Tracciare per se stessi un destino il cui compimento è liberta dal mondo, un destino il cui compimento è: "sono nel mondo e sono totalmente indipendente dal mondo e amo me stesso e il mondo". Se diversi compiranno un destino cosi il mercato come sistema sociale in cui viviamo, non puo che cambiare...... E non è un utopia quello che ho detto; è che siamo abituati a pensare che le risorse sono limitate e che siamo tutti nel bisogno; questa è solo la nostra "condizione mentale profonda" che è nostra condizione fisica.... Al di la delle illusioni tutto si può fare se si ha FEDE IN UN PENSIERO DI LIBERTA E ABBONDANZA PER TUTTI, UNA FEDE DA REALIZZARE; il pensiero crea la realta, un principio che APPLICO TUTTI I GIORNI E CHE MI STA PORTANDO I SUOI FRUTTI...... Se in tanti usassimo questo principio consapevolmente, i mercati sarebbero gia crollati e una nuova fiorente civilta di gioia li avrebbero gia sostituiti; i mercati sono solo IL NOSTRO STATUS QUO MENTALE CHE E' NOSTRA VITA...... Dobbiamo sostituire nella nostra mente ad essi una nuova vita per noi stessi; se sdappiamo farlo nella mente, se impariamo a realizzare quella nuova mente nei sentimenti, se abbiamo fede in questa nuova mente e nuovi sentimenti, se sappiamo continuare a vivere interiormente il nuovo come se fosse pensiero comune, come se il nuovo fosse gia realizzato....., ecco che un bel mattino il nuovo compare come un miracolo, fede che il pensiero crea la realtà........
Un saluto
Pierluigi Scabini

Pierluigi Scabini Commentatore certificato 13.02.12 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Fatto sta che se vi faceste un giro di telefonate nei maggiori istituti / agenzie di formazione professionale del Piemonte , vi rendereste conto di quanto la situazione sia drammatica per chi è over 40 e cerca di reinserirsi nel mondo del lavoro attraverso la formazione professionale .

Dato l'assoluto bisogno di aggiornarmi che ho, io l'ho fatto e vi assicuro che mi viene da piangere .

L' 80% degli istituti di maggiore "taglia" e parlo di almeno 2 province limitrofe al mio domicilio sono praticamente senza soldi per dare il via ai corsi di formazione destinati ai disoccupati .

Ora , siccome ho assoluto bisogno di aggiornarmi nel settore della domotica e della programmazione plc , altrimenti non si parla nemmeno lontanamente di inviare dei curriculum vitae , dopo infinite ricerche ho trovato un paio di cose che mi interessano, ma, udite udite, parlando con il professore che gestisce uno dei corsi , sono venuto a sapere che i materiali a disposizione sono pochi e a volte obsoleti, insomma il corso da pizzaiolo ottiene gl istessi finanziamenti ( o quasi ).

Nel senso che se un corso decente di programmazione plc prevederebbe l'impiego di almeno 200-300 mila euro di attrezzature ( o molto di piu ), noi allievi potremo al limite disporre di materiali per 30-40 mila euro, ed a volte di materiali provenienti dal laboratorio del rettore del corso ..

E parlo di uno dei rari istituti che ancora riescono ad avere corsi finanziati.

Altro che reinserimento .. fuori dal ciclo produttivo = morto , signori , la situazione è drammatica.

emme gi M5S 13.02.12 21:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sapreste dare un giudizio sul film documentario "inside Job". Grazie

Enrico Bracciali 13.02.12 20:52| 
 |
Rispondi al commento

sto cominciando ad avere l'orticaria nei confronti dell'europa e delle banche.Non sopporto piu la classe politica e neanche la maggior parte degli elettori farlocconi,mi cominciano ad irritare anche i colleghi di lavoro e la sveglia mattutina.Mi chiedo se questi sono i sintomi di una pericolosa malattia oppure le avvisaglie di una mia guarigione.Secondo me l'unica risposta a questo mondo impazzito e un potente vaffanculo stile grillo senza se e senza ma.Sto pensando a come ci hanno inculcato questo concetto folle del futuro e del dovere che poi non porta mai a successi e stabilita' economica e mentale.Dunque ho deciso che da oggi vivro' giorno per giorno e quando saro' alla canna del gas amen un fiume o un ponte sara' il mio ultimo grido di liberta'...oggi quel grido lo riconosco solo nei manifestanti greci unico baluardo contro questo scempio illuminato degli illuminati.Ragazzi vi do il mio menu della felicita' :abbandonare le automobili lavorare poco vestirsi con cose poco costose fare il vento ai ristoranti(quelli lussuosi chiaramente) e vivere la giornata come se fosse l'ultima...ah dimenticavo un bel massaggio a settimana un buon disco rock e una bella bottiglia di chianti con chi vi pare e poi take it easy come cantavano gli eagles....per ultimo votate bene M5 CHIARAMENTE.

mariano di giorgio 13.02.12 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Volete fare soldi col vostro fallimento ? Prima compratevi spazio sui media.

Giornali e TV non servono più, se non come portavoce della Pravda planetaria
prodotta da rating agency, bookmaker di Londra e "mercati" telecomandati,
sibille dei quadri dirigenti del partito della roulette di Wall Street.

Quelli che parlano di vivere il mercato sono spesso o minchioni candidati alla
schiavitù oppure schiavisti o usurai manipolatori in mala fede.

Banche, company sedicenti private e i proci lobbysti che assediano i parlamenti
e non hanno mai visto una fabbrica sono un clero parassitario planetario che
galleggia sull' assistenzialismo neoliberista ma ricorda i corrotti quadri
dirigenti degli ultimi partiti pseudocomunisti, scommetto che pur di non andare
a lavorare alcuni di loro sono capaci di propagandare guerre, o peggio
catastrofe demografica planetaria. Dobbiamo tornare all' economia sociale di
mercato, affondata già prima dei bailout "socialisti" di Bush nel Settembre 2008
...

... 30 anni fa promisero che se il pianeta rinunciava al comunismo e al welfare
occidentale sarebbe diventato più ricco. Hanno fallito ma, questo è il miracolo,
grazie alla lobby dei media gli permettiamo di fare soldi anche su questo
fallimento: prestiti a strozzo delle banche a chi non ce la fa a comprarsi il
frigo, sconti fregatura di Groupon , agenzie interinali per precari &
disoccupati, il business del finto disinquinamento, OGM per fare soldi con la
sovrappopolazione del pianeta ...

... e questo miracolo è basato sulla negazione del semplice seguente dato di
fatto : i posti di lavoro sono come i gas di scarico delle automobili, un male
necessario che ci dà la vita ma anche la morte, da ridurre il più possibile
grazie all' aumento della produttività.

Fiat o TAV o Ponte di Messina, i "privati" grossi come questi sono come i
dirigenti del politburo sovietico: welfare e privilegi per sé, mentre
responsabilità rischi perdite competizione e meritocrazia per lo Stato cioè noi.

uiytbrs y., roma Commentatore certificato 13.02.12 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri sera mi è capitato di rivedere "300", quel film che (può piacere o non piacere) parla della battaglia delle Termopili, presente? Con Leonida che con pochi altri sfida e tiene a bada per qualche giorno l'avanzata dell'immenso esercito persiano, ricordate? Un eroe le cui parole sono coraggio, onore, forza, libertà, etc. etc. Parole che oggi sono invece sostituite da spread, crescita, guadagno, rimbalzi della borsa, etc. etc. E non ho potuto fare a meno di pensare che in piena lotta per conservare la dignità e la libertà contro lo strapotere di una finanza inesistente, fatta di carta straccia, ci fossero ieri sera proprio i discendenti di quegli Spartani, costruttori di una civiltà millenni fa. Poi... tocca forse ai discendenti dei "Romani" o ci svegliamo prima, recuperiamo qualche parola per cui valga la pena di combattere e quando ci dicono che vogliono i soldi, diciamo come fece Leonida? "Molòn labè" cioè VENITE A PRENDERLI?!?!?!

T. G. 13.02.12 12:30| 
 |
Rispondi al commento

io non sono ne' comunista ne' socialista, ma credo che sia degradante per il genere umano che la vita di milioni di persone debba dipendere dagli esiti di questo folle gioco speculativo che non serve a null'altro che ad arricchire poche centinaia di persone a discapito di miliardi. La finanza e' una bestia uscita dalla gabbia ed e' nemica del libero mercato e della democrazia.

gaetano c. 13.02.12 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

azzeramento del debito sovrano, ritorno alle produzioni autarchiche, ritorno alla lira, abolizione di tutti i progetti di grandi opere, evviva l'agricoltura di vicinato non di massa, evviva il movimento 5 stelle, evviva il prossimo V day per il movimento al 20% ed i politici a casa:

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.02.12 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti seguo da molto tempo con grande stima. Non so se l'assenza tua e dei tuoi affiliati sugli schermi televisivi sia una tua scelta o sia legata alla mancanza di adeguati spazi da parte della televisione pubblica e non, ma secondo il mio parere, in un paese ove una gran parte dei cittadini non sa utilizzare internet o non e' in grado di farlo, tutto cio' e' assai limitativo per il tuo movimento.
Credo che la tua presenza in qualche trasmissione non sarebbe poi cosi' impossibile (es. Santoro, oppure La7); il tuo movimento sfiora il 5% delle preferenze, contro ad esempio l'1% del movimento di Rutelli o di Casini, ma credo che potenzialmente, con la giusta informazione, si potrebbe avere molto di piu', probabilmente superare il 10%.
Sarebbe molto proficuo per il movimento, secondo il mio modesto parere, porsi anche davanti al grande pubblico televisivo, avere uno scambio dialettico con questi politicanti ridicoli che ci rappresentano, ma con l'accortezza di limitare le esternalizzazioni estreme, le parolacce, i vaffa ... che secondo me allontanano una grande parte degli italiani che potenzialmente potrebbero invece sostenere il movimento.
Pensaci, caro Beppe.
Un tuo sostenitore

Alex Romano 13.02.12 10:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiedo scusa a viviana.v e anche a mario45 per una mia risposta un po troppo dura e poco comprensibile che intendo spiegare qui di seguito.
Allora io non credo che questo sistema di vita sia riformabile cambiando alcune leggi o persone continuando a mantenere il possesso delle cose che in realtà non ci appartengono (PIANETA TERRA),non credo nell individualismo che ci fa credere che siamo tutti diversi e perciò unici (QUELLO CHE FA MALE A TE LO FA PURE A ME).
Io credo in una razza umana che non avrà piu bisogno di fiumi di parole che non dicono niente di cio che veramente siamo e pensiamo.
Io credo in un mondo nuovo dove le persone comunicano con la mente e poche parole come avviene gia nel rapporto UOMINI/ANIMALI/PIANETA.
Io credo che la razza umana soffre perche la TERRA sta soffrendo e inconsiamente sappiamo che la fine è molto vicina.
Vi chiedo ancora umilmente scusa ma so per certo che tutto quello che deve succedere credetemi succederà e questo sarà un bene perche la morte porta sempre nuova vita queste sono le leggi dell universo e noi razza umana non possiamo cambiarle.

Claudio T., Trieste Commentatore certificato 13.02.12 08:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma oltretutto sto 'mercato' fa anche piuttosto schifo, esteticamente intendo, non trovate?
Cosa ci sia di bello in una ideologia che esalta non il grande scienziato, il grande artista, il grande esploratore etc. ma soltanto: il broker...
La figura prominente nel capitalismo.

Ma qualche segnale positivo io lo vedo nell'affanno dei giornali borghesi a nascondere certe notizie, un affanno oserei dire penoso. Ho letto ad esempio oggi su Repubblica un articolo sulla Grecia. Ora non sono certo le bombe molotov contro la polizia ciò che fà tremare le classi dominanti d'Europa. Ed infatti queste notizie vengono date. Ciò che li fa tremare, ed è bene che i giovani comincino ad impararlo, è un UNICA categoria di persone, cioè NOI, i comunisti. Quelli veri. Ad esempio la Repubblica oggi dava la seguente notizia: i sondaggi danno al 30% il partito di destra, all'8% i socialisti, e, udite udite, un altro 30% ad 'partiti di estrema sinistra'.... cioè non so se avete capito: non il solito 5% che nei sondaggi viene attribuito ad 'altri', ma il TRENTA PERCENTO viene attribuito ad 'partiti di estrema sinistra', tutta questa pietosa circonlocuzione per nascondere il fatto che quei 'partiti di estrema sinistra' in realtà è un partito solo, il PARTITO COMUNISTA DI GRECIA (KKE)... Cioè l'innominabile per le classi dominanti di tutta europa, e per i loro giornali come Repubblica.

Questi penosi tentativi di occultare partiti che,
pur essendo partiti di quadri leninisti, ciononostante arrivano al 30$ dei consensi, fanno capire che qualche prurito dalle parti del fondo schiena le classi dominanti cominciano ad avvertirlo.....

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 13.02.12 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Adesso ci troviamo bersani con casini con berlusconi e bossi all opposizione ?ma cazzo siamo matti .....bossi e berlu erano culo e camicia si paravano il culo a vicenda .
Bersani che diceva di tutto e di piu su silvio adesso e con lui nella maggioranza ?
La credibilita che hanno questi politici e paragonabile a quello di uno squalo che ti dice non ti mangio .
Minchia che paese di merda e noi speriamo con le elezioni di cambiare qualcosa ?ashsahsahhsa ahahahahaaha , qui ci vuole fuoco per questi ci vuole fuoco attenzione alla grecia che noi siamo i prossimi .............a voi le conclusioni

Sardoincula sardo Commentatore certificato 12.02.12 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo viviamo in un mondo che non mette più l'uomo, il lavoro e le imprese al centro degli interessi economici. Oggi conta solo la speculazione, il guadagnare senza ritegno affossando questa o quella azienda e sopravvalutandone altre per creare le famose bolle. Che tristezza.

Stefano 12.02.12 20:26| 
 |
Rispondi al commento

tiziano di mantova bingoooooooooooooo
io ridotto le mie ore di lavoro volutamente per arrivare a guadagnare 1000 euro a fronte dei possibili 3000
ho comprato una casa con stalla per 15000euro
si puo' intuire dal prezzo che mi sono spostato in una localita' fuori da ogni logica di mercato e di conseguenza io vivo con pochi animali orti legna amici tanta fatica vivo con 300 euro al mese con mia moglie che sta a casa fa il pane pasta fresca con la nostra uova e la nostra farina ci scaldiamo con la nostra legna acqua di sorgente si arriva apiedi lunga una mulattiera niente tv
un paradiso
molti amici pensano di seguirci
infatti ho capito che chi fa' cambiare le cose e' chi le cambia davvero non chi predica cosa bisognerebbe fare
lasciate tutto non abbiate paura e' bellissimo e viene una forza paurosa
anche se equitalia mi portasse via la casa ne farei subito un'altra in 10 giorni quindi nessuna imposizione da parte di nessuno e se non e' possibile imporre niente a nessuno ....................................................................si attaccano al pisello

ADRIANO ALVIGINI 12.02.12 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona Domenica a tutti, oggi sotto una leggera nevicata,cercherò di spiegarvi brevemente la straordinaria esperienza di vita di mio zio Lucio.
Le sue origini sono lombarde, ma il suo spirito e la insaziabile curiosità l'anno sempre spinto alla ricerca di forme di sopravvivenza umana diverse.Questo pensiero sempre libero da canoni e modelli strandard ha influenzato a tal punto la mia ancora breve esperienza che ogni volta mi torna in mente, sento la sfrenata voglia di rivolta.Mi spiego, Lucio ha sempre considerato il denaro e quindi qualsiasi sistema in cui era implicato, la vera catena che annoda le nostre vite e ci costringe alla libera schiavitu'.Quindi lui ha sempre vissuto al limite possibile di povertà ma non perchè non avesse le capacità di"fare soldi" ma perchè ne voleva il meno possibile.Capite che la prospettiva con cui Lucio a visto vede e vedrà il mondo è molto attuale e sovversiva.Dal mio ivece sono sempre stato inquadrato e inserito nel sistema quasi senza accorgermi del disegno totale ma oggi che ho preso coscienza e fiducia in cio che so e sono vivo in uno stato di consapevolezza che devo sfruttare al massimo, prendendo esempio da Lucio che ha improntato tutta la sua vita sulla decrescita economica e di conseguenza crescendo come persona.Tutto sto parlare si potrebbe sintetizzare cosi:"Parlare meno e fare ogni giorno la propia parte senza lucro".Ovvio che la ricetta è molto discutibile e implica innumerevoli problemi ma sono convinto che sia realizzabile!!Volere è sempre potere!!Buona vita!

Tiziano D., Mantova Commentatore certificato 12.02.12 17:48| 
 |
Rispondi al commento

GRECIA PROSSIMA VENTURA ANCHE QUI....

Se non li scalziamo dal parlamento, questi criminali che sono li dentro, faranno quello che fanno i loro colleghi, o dovrei dire complici, greci......

------


http://www.repubblica.it/esteri/2012/02/12/news/grecia_il_giorno_del_voto-29755309/

Il pacchetto prevede una radicale riforma del mercato del lavoro, con una profonda deregulation; una diminuzione di oltre il 20% del salario minimo garantito e un taglio nelle pensioni; una drastica economia di spesa in settori come la difesa, gli ospedali e le autonomie locali; la vendita dei gioielli di famiglia, come le quote pubbliche in petrolio, gas, ACQUA e lotteria. In cambio, il progetto di accordo tra la Grecia e i suoi creditori internazionali prevede il via libera al nuovo piano di salvataggio da 130 miliardi di euro, con la possibilità di usufruire di 35 miliardi di prestiti dal fondo temporaneo salva-Stati Efsf, che andranno ad aggiungersi ai 4,5 miliardi dei ricavi dalle privatizzazioni e ai risparmi.

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.02.12 17:00| 
 |
Rispondi al commento

come volevasi dimostrare,in dieci alla
manifestazione di fascsti dichiarati a bologna
con la dovuta risposta a chi ha rotto i coglioni
sulle decisioni del movimento,che hanno
semplicemente risposto in costutuzione esistono
leggi antifasciste,e anti pulisci culo della
bandiera,poi vorrei io uno vale uno rispondere
al cadidato del (buon Gallo che adoro
come uno dei grandi buon no don impegnati anticamorra,antimafia,anticlero per
il bene della gente per la cristianità),scusate del pd per Genova,sig. Marco Doria,
domanda del fatto? prenderebbe un grillino in giunta? risposta:si se dicesse di votare centro sinistra,al ballottagio egregio premesso che noi
decidiamo se e con chi stare,lei sarebbe disopsto
a dire che;violante,dalema,fassino,ficocchiaro,
quindi nord,centro sud,hanno consegnato a un mafioso Berlusconi(democrazia cristiana compresa
per ovvi motivi vaticani letta di quà un letta di là) lei sta co la tripilce o con la fiom,con
lo stato o anti,con la legge o anti,con quei
pochi disgraziati anocora con la sciena dritta
vedi qualche forza dell'ordine o magistratura
ci faccia sapere se tutto questo e di destra o di sinistra.


claudio galletti 12.02.12 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Continua ipocrisia dell italia unica nel suo genere partite iva incazzate contro lo stato perche non guadagnano piu come prima a causa dei controlli piu regolari della finanza la paura incombe quindi sempre piu nero ,lui il povero operaio continua a lavorare con diminuzione di stipendio ore su ore per uno stipendio che non gli permette di vivere decorosamente .Ma tutti quelli sottopagano i dipendenti non creano poverta ?sicuramente non sono tutti ma una buona parte si è logica sbaglio? Monti che stà facendo per reiquilibrare questo buco questa antidemocrazia dove vuole andare a finire ?mi chiedo come puo un imprenditore tra virgolette lamentarsi dopo le agevolazioni che ha ricordiamo la 407 che permette di accumulare capitale togliendo gli sgravi fiscali all impresa che assume ,quindi i soldi che risparmi gli usi nei periodi buiii o se ne hai gia tanti da parte gli usi per fare formazione creando sviluppo nella tua azienda .Forse i soldi servono per apparire far vedere che si è ricchi senza poi esserlo , hai 10 operai assicurati partime e gli fai lavorare 8 ore ?giri con una macchina che ha un valore di 100.000 euro che usi sempre anche se e comprata esclusivamente per uso impresa vedi porche cayenne ecc ecc ,la morale è sempre la solita ci si incula l un l altro quindi lo stato in una condizione cosi palese che fa ?non controlla tutti e aumenta le tasse hai soliti gli ultimi quelli che lo prendono il culo senza poterlo mettere a nessun altro , ci sono tanti imprenditori onesti ne ho conosciuto tanti che davano il loro sague per gli operai gente con le palle onesta sono queste le persone che mancano un imprenditore oggi prima di assicurati 8 ore preferisce farti quello da 4 tanto e tutto in regola,quindi siamo sempre alle solite non cambiera mai nulla si andra a finire con lo scontro sociale tra classi ,chi ha creato questa situazione non ne paghera mai le conseguenze .
P.S
E un mio pensiero basato su quello che vedo .

Sardoincula sardo Commentatore certificato 12.02.12 15:26| 
 |
Rispondi al commento

BASI TEORICHE DEL RIPUDIO DEL DEBITO PUBBLICO

"Rincorrere l'interesse composto è matematicamente un'assurdità perché il debito non smetterà mai se non quando uno lo ripudia. Quella che per noi è una schiavitù, per il pianeta diventa una condanna a morte. La matematica dell'interesse composto, insaziabile, non conosce le limitazioni fisiche della natura dalle quali deve estrarre i guadagni. Per non far crollare il sistema sono necessari sempre nuovi prestiti, nuova monetizzazione di qualcos'altro, ma il debito accumulato non è mai estinguibile. Ovviamente le cose che una volta erano considerate sacre ora vengono segnate su un cartellino con il relativo prezzo."

Prof. Michael Hudson

Professore di economia presso
l'università del Missouri e analista
finanziario a Wall Street.
È autore, tra l'altro, di Super-Imperialism:
"The Economic Strategy of
American Empire" (1968 e 2003)
e di "The Myth of Aid" (1971).

http://michael-hudson.com/

Sfido chiunque a rovare una sola parola sbagliata in questi conceetti!

l., ancona Commentatore certificato 12.02.12 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E bravo Pdl! Si allarga lo scandalo sulle persone che non avrebbero mai fatto richiesta di adesione al Pdl e che in alcuni casi erano già defunte.
Mi piacerebbe sapere i numeri almeno 'dichiarati' delle tessere di partito, ma su google trovo dati inverosimili o non omogenei.
Fi chiuse con 400.000 iscritti
e due anni fa il Pdl ne denunciava 47.000
eppure ho sentito Berlusconi e Alfano delirare su "un milione" di tessere!? Ma ci sono veramente?
Nel 2009 il Pd, che è sempre stato il 2° partito più tesserato d'Europa, annunciava 820.607 tessere
e quest'anno sembra che abbiano tenuto con una leggera flessione.
Ma il Movimento 5 Stelle annuncia 100.000 iscritti!
Quali dati sono credibili?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.02.12 13:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi leggo commenti molto condivisibili, contro la dittatura del mercato, contro la speculazione, contro le banche d'affari, contro il fmi, ecc..ecc..!

Leggo meno commenti, contro il capitalismo tout court, quasi che le due questioni fossero separate, come se il mercato non fosse il luogo anzi l'unico luogo, dove il capitalismo opera!

Io capisco le lamentele naturalmente, perchè sono anche le mie, capisco la difficoltà di mettere in discussione un sistema che ci permea tutti profondamente, perchè la provo anch'io, ma credo che sia ormai necessaria una matura consapevolezza della realtà, che faccia capire l'iniquità di questo sistema economico, e l'inefficenza del mercato come meccanismo allocarore delle risorse!

L'errore, il fraintendimento, stà nel pensare che il mercato non funzioni bene, che stia deviando dalla sua funzione regolatrice, a causa della cattiveria di qualcuno!

Non è così, il mercato, od "i mercati" funzionano benissimo, come mai hanno funzionato prima, e procedono spediti e perfettamente oliati verso la loro destinazione, che null'altro è che la massimizzaione del profitto per i più competitivi!

Oggi, senza avversari, senza bisogno di giustificazioni sociali, senza la minaccia di sistemi alternativi, il mercato può mostrarsi nella sua vera veste, e cioè il dove il fine ultimo del capitalismo cioè il profitto viene realizzato, a prescindere da qualsiasi altra considerazione!

Il capitalismo non è malato oggi, era malato ieri,
la sua malattia si chiamava comunismo, l'ha debellata, e tutto il mondo si complimentò per il brillante esito dell'operazione, non vi resta che continuare a complimentarvi!

l., ancona Commentatore certificato 12.02.12 13:19| 
 |
Rispondi al commento

leggo parecchia confusione quando si parla delle teorie economiche di karl marx,il marxismo si è rivelato un vero fallimento nella nostra storia,peraltro da noi in italia non ha attecchito così come in altre realtà,sicuramente la classe media è ormai scomparsa ma continuare con queste reminescenze marxiste nel 2012 è da considerarsi follia,certo poi sulla follia un certo erasmo da rotterdam ne ha scritto un libro "Elogio alla follia"

gabriele piredda, cagliari Commentatore certificato 12.02.12 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non me ne vogliano gli ultraquarantenni, ma penso che il M5S dovrebbe avere candidati molto giovani, non solo per questioni di immagine, ma per ribadire la necessità di un exploit dei più giovani i più puri, i meno inquinati dal retaggio di vecchie ideologie, i più geneticamente presiposti ad affrontare la transione verso un mondo nuovo e migliore.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.02.12 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...come richiesto proverò, nei miei limiti, a spiegare cosa cazzo significa questa frase :"..non pippe mentali sulla competizione, sul merito, su "e' sempre stato cosi' "
in un mercato giusto con delle regole a misura d'uomo senza sovrapopolazione locale, generato da reali bisogni e da distante e dimensioni intelligenti(brevi e ridotte) non si avranno mai nei rapporti di scambio forzature e alterazioni, semplicemente perchè tutto si genera naturalmente.
E, fortunatamente termini odiosi come "interessi, debito, intermediari, sfide, concorrenza, opportunità, flessibilità, meritocrazia, globalizzazione, pubblcità, multinazionali, grandi magazzini, capitalismo" non avrebbero più significato...
...io ci credo perchè diversamente accetterei questo sistema malato antistatalista, antipopolare, antidemocratico...
oggi siamo così: http://a2.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc7/427557_312101748840925_118635091520926_976303_1376325982_n.jpg

reata solo da votare il M5S

un cittadino qualunque iscritto al movimento 5 stelle


i ciclomotori e le microcar gia' circolanti muniti ancora del contrassegno di identificazione (il vecchio targhino) dovranno obbligatoriamente essere ritargati entro e non oltre la data del 12 febbraio 2012.
A far data dal 13 febbraio 2012 la circolazione dei ciclomotori non regolarizzati sara' punita con la sanzione da euro 389 a euro 1.559.


STAVO PENSANDO CHE SAREBBE BELLO METTERGLIELI TUTTI IN CULO A UNO A UNO I VECCHI TARGHINI ALL'AUTORE DI QUESTA INUTILE PUTTANATA.

targhino del cazzo 12.02.12 12:50| 
 |
Rispondi al commento

POSSO SAPERE SE CE QUALCHE FIGLIO DI POLITICO CHE LAVORA DISTANTE DALLA FAMIGLIA OPPURE HA UN CONTRATTO DA PRECARIO? SE CE QUALCHE TESTIMONIANZA SI FACCIA AVANTI.
QUESTA GENTE E' IL CANCRO PER CHI E' IN CERCA DI LAVORO. LO CAPITE CHE PPER LA GENTE COMUNE NON CI SARA' MAI SPAZIO FIN QUANDO NON LI SPACCHEREMO QUALCHE TRONCO DI LEGNO IN TESTA? QUANTO TEMPO DOBBIAMO STARE A GUARDARE DALLA FINESTRA?

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 12.02.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento

12 dell'idv su 21 ....

caspiterina...però....siete in gamba

Sandro Abelli Commentatore certificato 12.02.12 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Dai Radicali la spinta alla web-trasparenza IL DOSSIER Patrimoni online, prima breccia nel Palazzo ma solo uno su quattro svela il portafogli..

Sandro Abelli Commentatore certificato 12.02.12 12:27| 
 |
Rispondi al commento

PATRIMONI

Solo 1 su 4 'onorevoli' dichiara il suo patrimonio e di quelli che lo fanno si vede che i loro stipendi annui sono tutti in ascesa dal 2009 ,con svariate auto,molteplici appartamenti,azioni e barche.
Facciamo una cosa mettiamo i nostri patrimoni on line e vediamo cosa succede dal 2009.
Nel 2009 io sono proprietario di una unica casa di 70 metri quadri di cui sto pagando ancora il mutuo,la mia auto è in vendita e il mio stipendio annuo è di 15.000 euro e non ho più un caxxo.
Cioè fatemi capire dal 2009 io lavoro di più e guadagno di meno per salvare questo paese di merda e loro invece guadagnano di più?
Monti come mai non hai fatto una patrimoniale e hai colpito l'ICI di noi poveri cristi?
Mi sembra logico che solo 1 su 4 sia trasparente se davvero il popolo sapesse delle loro ricchezze accumulate durante questi anni di vacche magre per noi e grasse per loro si dovrebbe proporre solo il falò dell''onorevole'.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 12.02.12 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma se bersanin e berluscon fondano il pd e il pdl e formano dopo la elle viene la m quindi pdm
partito di merda perfetto.....................

ADRIANO ALVIGINI 12.02.12 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Max si max no...cosa ha detto...quali sono state le sue affermazioni...i suoi principi??????
Ma scusate non vi basta aver vissuto e continuare a vivere il"Capitalismo" per pensarla tutto all'opposto del Capitalismo?
Ma avete bisogno di altre prove?
Non vi bastano queste?
Volete continuare a farvi le s@@@e mentali?
Pensiamo piuttosto come risolvere i problemi del nostro pianeta e della sua popolazione!

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 12.02.12 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Prima del debito pubblico, anni or sono, il nostro fare doveva essere mutato a seguito della "globalizzazione", In suo nome dovevamo mutare le nostre migliori e più sensate abitudini di vita. Poi, dopo oltre un decennio, si è detto che forse la globalizzazione andava riconsiderata alla luce di una nuova "inquadratura" del liberismo economico, forse eccessivo, ma, purtroppo è un pochino troppo tardi per ecuperare, perchè oramai c'è il debito e il mercato non lo digerisce. In sintesi, prima ci hanno preso per i fondelli con uno slogan di una sola parola, oggi con uno composto da due: è una prova di attenzione, almeno!
E' l'egoismo di pochi, enormi cialtroni che imperversano da troppi decenni (dagli anni '30 dello scorso secolo) ad arrecare danno, un enorme danno alla vita della moltitudine degli uomini del pianeta, sorretta dall'ignoranza e dalla buonafede di molti, oltre che da uno stuolo crescente di lacchè costituiti da segretari di partito, giornalisti, professionisti e infine leccaculo specializzati nel dettaglio, organizzati nello stuolo di manager che affollano le direzioni delle principali banche e società multinazionali.
Non c'è bisogno di andare in piazza, serve adottare comportamenti finalmente consapevoli: serve la decrescita? Bene, la attuiamo subito. Da domani si eviterà accuratamente di andare ad aquistare i generi di prima necessità presso le grandi piattaforme di vendita, centrali della vendita di prodotti smisuratamente costosi rispetto al costo effettivo e dalla qualità "0". Si smetterà di andare ad acquistare ciarpame d'abbigliamento inutile e spesso qualitativamente inidoneo all'uso; si smetterà di andare al bancomat a farsi rateizzare i propri soldi, pagando anche la commissione, ma ci si farà consegnare lo stipendio nella vecchia, logora e magra busta paga e smetteremo di sognare di andare a fare le vacanze su un lembo di spiaggia lontana atrezzata a baraccone, preferendovi le vecchie e nostrane, nonchè abbondanti spiagge italiche... meditate!

stefano radi Commentatore certificato 12.02.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Uno dei vantaggi della Depressione economica è che si è finalmente costretto le banche centrali a rivelare il segreto della moneta e del debito pubblico. E cioè che puoi finanziare il debito pubblico creando moneta da parte dello stato, invece che andando a indebitarsi sui mercati esteri. Cioè il motivo per cui hanno dato un nome astruso e intraducibile "Quantitative Easing" alle politiche di creazione di moneta da parte dello stato è stato per confondere le acque e non far capire bene quello che facevano. Ma perlomeno si e' compreso che, a causa appunto dell'emergenza della crisi delle banche post-Lehman, le banche centrali si sono messe a creare moneta a costo ZERO invece di continuare a fare indebitare lo stato.

Dato però che è un segreto da cui dipende il controllo del potere finanziario la cosa viene presentata in modo che nessuno capisca di solito. Questa ricetta viene applicata senza problemi da Giappone, Cina, USA e Inghilterra, ma viene ostacolata e frenata per paesi meno autonomi come Grecia, Irlanda, Portogallo, Italia e Spagna. Il motivo per cui a Washington, Bruxelles, Londra e Berlino si celebra Mario Monti come il salvatore è che con le sue stangate fiscali forza l'Italia a continuare a pagare sempre interessi su interessi ccumulati e dichiara vittoria perchè invece del 7% ora l'Italia paga il 5%, invece di seguire la strada dei paesi che contano (USA, Giappone, Inghilterra..) che indipendentemente da quanto debito pubblico hanno si limitano a creare moneta e pagano un 2% sul loro debito

http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topic_id=5128&reply_id=123461009

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.02.12 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Parlare di mercato per noi comuni mortali non è cosa semplice è scontato;il mercato è un qualcosa di aleatorio,un qualcosa di indecifrabile,aggiungo però che essendo si un entità astratta vi è senza alcun dubbio quello che gli economisti definiscono la "mano invisibile"ovvero una serie di azioni (spesso speculative)che compie l'uomo,è l'uomo che dirige questa potente macchina da guerra........noi ovviamente non siamo abilitati alla guida.........ecco allora che quest entità modifica gli equlibri geopolitici del mondo,ci si ritrova ad un paese come la Grecia che nel giro di poco tempo si ritrova in ginocchio,finiamo sull occhio del ciclone noi italiani che per decenni abbiamo vissuto nel benessere occidentale senza averne le credenziali,oggi il problema maggiore è la costruzione di un futuro x le nuove generazioni,non possiamo pensare allo stesso tempo che politiche di welfare state cosi esasperate possano essere riproposte in uno scenario futuro.....w l'italia e forza e coraggio a tutti


gabriele piredda, cagliari Commentatore certificato 12.02.12 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Proposta:
Con l'affermazioni di monti e del suo entourage sulla flessibilita' del lavoro e di "rilanciare la crescita e combattere la disoccupazione, soprattutto fra i giovani" nonche' la 'noisita' del posto fisso - sarebbe opportuno cogliere la palla al balzo per utilizzare la sua stessa corda contro di lui.

Utilizzare questa linea guida per proporre uno dei punti principali del programma (massimo 2 legislature per chiunque si metta a servizio della politica lasciando il posto a nuove generazioni piu' fresche) mediante un incontro sulla tv generalista (che sia beppe o un altro rappresentante del m5s poco importa);
Servirebbe innanzitutto a metterli alle strette sulla demagogia su cio' che vale per gli altri non valga per loro;
a far notare la demagogia di chi predica bene ma razzola male (vedi figliame a uno o piu' posti fissi delle stesse persone che lo pretendono);
e non ultima a far conoscere il movimento ancora completamente oscurato ai piu'.

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.02.12 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici del Blog vorrei ricordare a tutti che farsi la guerra tra noi è dare forza a chi ci vuol dividere. Quindi almeno tra noi comprensione e capacità di capirsi.
Poi NON sono d'accordo con chi accusa Grillo di NON aver evidenziato come causa principe di tutto questo sfracello la DEREGULATION. Infatti E' evidente che lo STRUMENTO per attuare lo sfacelo è stata la deregulation, come in America era già successo già alcune volte tanto che alla fine degli anni '70 erano state poste delle regole precise perchè non potessero più succedere queste nefandezze. Ma Clinton le tolse ... ben sapendo quello che sarebbe successo ...
IL PROBLEMA NON E' LA DEREGULATION MA IL POTENTATO CHE CI STA' DIETRO è quello il nemico da sconfiggere.
E questi signori sono spessissimo stati denunciato sul blog.
Quindi per cortesia NON confondiamo gli strumenti con gli autori di questo casino : Bilderberg, Trilaterale, KFC o come si chiama eccetera.
Lesocietà di rating, le deregulation e tutte le altre menate del PIL, spred eccetera sono solo menate "inventate" per incatenarci ... una volta avevano i soldati con la spada, gli sceriffi le corse saponate, le galere in isole distanti dalla patria eccetera ed erano poteri visibili.
Oggi si sono resi invisibili per ottenere lo stesso scopo :il Dominio del mondo
Sono questi che dobbiamo combattere ed i loro servi, riprendendoci la nostra libertà, innanzitutto USCENDO DALL'EURO e mandando all'aria questo piano di falsi debiti pubblici creati ad arte per avere la scusa di incatenarci ... come facevano gli imperatori con i loro signori nei confronti dei loro servi della gleba.
Vi mando tre link da vedere uno è di John Kennedy che aveva già denunciato il pericolo delle Società Segrete :
http://www.youtube.com/watch?feature=endscreen&v=jbExbp9UIdw&NR=1

http://www.youtube.com/watch?v=SD8n4bN4SLg&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=Sok8nodx9hk&feature=related

vi saluto
Aldo

aldo moro 12.02.12 11:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da Wikipedia:

John Maynard Keynes (1883-1946).

....., considerò il rischio insito nell'attività imprenditoriale come elemento essenziale dell'instabilità monetaria e rifiutò la prospettiva di equilibrio automatico, nel lungo periodo, della teoria neoclassica, obiettando che «nel lungo periodo siamo tutti morti»; criticò il socialismo, ma considerò il liberismo una risposta insufficiente.

Poi venne:

John Maynard Keynes junior (1965- *) il quale:

.....considerò il rischio insito nell'attività finaziaria come elemento essenziale dell'instabilità imprenditoriale e rifiutò la prospettiva di equilibrio automatico, nel lungo periodo, della teoria neoclassica, obiettando che «nel lungo periodo siamo tutti morti»; criticò sia il socialismo, che il liberismo ma non successe nulla perchè non c'era nessuno che lo stava ad ascoltare, anche perchè tutti dipendevano dai mutui, bot, cct, btp, swap ecc.

(*)John Maynard Keynes junior non è ancora morto.

Barone Piovasco, Rondò Commentatore certificato 12.02.12 11:34| 
 |
Rispondi al commento

"non hanno nulla a che vedere con il blog"

e io cosa ho scritto ?

mica sono loro i responsabili della strage di verità... appunto...sei anche idiota oltre che in malafede e prezzolato.

Sandro Abelli Commentatore certificato 12.02.12 11:33| 
 |
Rispondi al commento

LE LACRIME DEL COCCODRILLO
http://www.bassitassi.com/derivati-dichiarazioni-clinton-crisi-colpa-mia/11585/

Gli Stati hanno sempre avuto debiti. Forse che gli stati europei non avevano debiti dopo la seconda guerra mondiale? O gli Stati uniti dopo il 29! Anzi essi aumentarono il loro debito per provvedere alla ricostruzione! Roosewelt aumentò le spese pubbliche, non i tagli o le tasse!
Il default è una invenzione recente

Proprio nel giorno in cui lo scandalo dei Mutui Subprime tossici messi in vendita dal colosso della finanza Usa, Goldman Sachs, sbarca in Europa, l’ex presidente democratico Clinton, 2 anni fa, ammise in tv di aver sottovalutato, durante la sua doppia presidenza, il problema della regolamentazione del mercato finanziario.
Si è detto dispiaciuto per aver sbagliato ad ascoltare i consigli dei suoi segretari al Tesoro, Robert Rubin e Larry Summers, che sostenevano che il mercato degli strumenti finanziari complessi, ovvero i “derivati”, dovesse rimanere per sua stessa natura non regolamentato.
“Sui derivati,devo ammetterlo,avevano torto.Ed io ho sbagliato a dargli retta”,disse Clinton.
Si era convinto che,trattandosi di strumenti sofisticati e costosi,solo un piccolo gruppo di investitori ne avrebbe fatto ricorso,e per questo non avrebbero necessitato di protezioni particolari”
Ma i titoli tossici inquinarono ogni forma di prestito bancario o di investimento amplificando effetti deleteri su tutto il mercato.

Comprendiamo l’errore, comprendiamo che anche il potere delle agenzie di rating sia stato completamente sottovalutato, facendo crescere un formidabile arma che, senza regola alcuna e in completo conflitto di interessi, poteva essere usata per mandare al macello interi stati e poteva attaccare gli stessi USA per fare il guadagno di alcuni magnati ricchissimi.

Quel che non comprendiamo è: perché se questa deregulation immensa ha scatenato la perversione della speculazione finanziaria, in questi anni nessuno ha fatto qualcosa per frenarla?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.02.12 11:31| 
 |
Rispondi al commento

In Veneto persone decedute iscritte al Pdl

Tessere del Pdl intestate a persone che non avrebbero mai fatto richiesta di adesione al partito e che in alcuni casi erano già defunte.

Dopo il caso dell’Emilia Romagna che rischia di finire in tribunale, sembra destinato ad ampliarsi anche il fronte vicentino della storia dopo che i carabinieri si sono presentati alla sede nazionale del Partito della Libertà, in via dell’Umiltà, a Roma, e hanno sequestrato altre 29 tessere.

vabbè, per votar dei morti viventi, ci vogliono dei morti a loro insaputa.....

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!


Io mi ricordo che a scuola ci insegnavano che il mercato si orientava da due curve in cui l'offerta e i prezzi della merce dipendevano dalla domanda, oggi non è così anzi mi sembra proprio l'opposto: più c'è richiesta e più il prezzo è alto.
Questa cosa è dovuta dal capitalismo internazionale dove la produzione di pochi permette il dominio totale su chi compra. ...di conseguenza mi viene automatico dire che anche la borsa è una stronzata pazzesca perchè esce fuori da ogni logica, ecco perchè la considero un gioco d'azzardo. ..e quindi l'unica soluzione per difendersi è smettere di seguire la finanza e produrre nel proprio territorio per l'autoconsumo e per la vendita in zona boicottando così i prodotti dall'estero delle multinazionali.


per non essere frainteso, il PD fa strage di verità nel reale e voi la fate nel virtuale, non c'è nessuna differenza per me anzi,

per la democrazia on line siete molto ma molto più pericolosi voi di IDV

Sandro Abelli Commentatore certificato 12.02.12 11:19| 
 |
Rispondi al commento

vi avverto che ritengo IDV indirettamente, anche se, responsabile di ogni strage di verità avvenuta su questo blog.
non è bella cosa questa per voi.

Sandro Abelli Commentatore certificato 12.02.12 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma se ogni giorno viene fatta strage di verità che manco la Corte Costituzionale con i referendum ha fatto altrettanto

come puoi poi lamentarti se 350 mila firme marciscono in un cassetto del Parlamento ???

fatto perfettamemte legale anche se antidemocratico

come ? con quale autorevolezza puoi oggi rivendicare un'opportunità persa per la democrazia ?

la democrazia è fatta di piccole cose e se deve partire dal basso che parta pure, altrimenti ci ignoreranno molto semplicemente come voi avete ignorato e calpestato i diritti di singoli cittadini

difendete lo status quo con questo intento:

"io non credo a questa possibilità e quindi nemmeno tu non l'avrai" , ma i nodi verranno al pettine tutti in una volta e andrete a casa anche voi, a casa casa..intendo.

buona domenica

Sandro Abelli Commentatore certificato 12.02.12 11:14| 
 |
Rispondi al commento

continuate a criticare Beppe e intanto
http://www.giornaledipuglia.com/2012/02/incubo-fukushima-sala-temperatura.html

A fukushima risale la temperatura del reattore!!
Se non fosse per Beppe che difende il referendum sul nucleare avremmo una fukushima in Italia!
Se non fosse per Beppe che critica i signori che stanno in Parlamento di sicuro ci sarebbe una centrale per regione!!

mario mario Commentatore certificato 12.02.12 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bertinotti dice:non conviene ora andare al potere altrimenti saresti costretto afare quello che dice l'europa o il mercato meglio restare a fare la lotta e contrastare i poteri forti .......
ok ci sto ..................
ma non vedo nessuna lotta...............

ADRIANO ALVIGINI 12.02.12 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro tony, tu sei uno che dice di essere un comunista ma secondo me sei un fake.. tu, un "compagno", mi vieni a dire che bisogna abolire le carceri e liberare tutti i criminali.. ebbene caro compagno, i comunisti, quelli che lavoravano in fabbrica e non i topi da tastiera come te, credo che non la pensassero in questo modo, anche quelli erano "egoisti" e pensavano al lavoro e alle loro famiglie, una cosa che per te sarà inconcepibile. erano persone troppo normali i comunisti per uno spocchioso come te.. i tuoi sono deliri da altoborghesi un pò eccentrici, che non hanno niente a che fare con le istanze proletarie della gente normale che pensava giustamente al proprio orticello (seppur piccolo). quei comunisti, che votavano pci e che hanno lavorato sodo sono quasi tutti sottoterra e si rivolteranno nella tomba nel vedere gente come te che si spaccia per un "compagno". quelli che sono ancora vivi, e io ne conosco, sono letteralmente schifati da vent'anni di gandismo e bertinottismo, te lo posso assicurare. e più gente come te si da da fare a dire le sue stronzate tanto più quelli vanno a destra schifati... ma forse è proprio questo il tuo scopo.. o no?

tomas 12.02.12 11:06| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OPINIOCRAZIA

Visto che vi piace la dittatura dei molti sui pochi, facciamo anche il sondaggio sulla borsa.
Nazionalizzare le banche lasciando l'attuale borsa?
Però un consiglio, le opzioni dovrebbero essere tre, come natura insegna; essere, non essere, vegetare.

Borsa si, borsa no, borsa ma...

new sandro c altrove Commentatore certificato 12.02.12 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

potete continuare a screditare il nostro amico e compagno peppe ma non ci riuscite, non avete argomenti validi, avete provato con tanti pettegolezzi, invano...leggete gli articoli e aprite questa testa di zucca vuota. non siate DEPENSANTI, cioè assoggettati al potere della televisione e del pettegolezzo. avete la virtù di lascirvi suggestionare, a rinunciare a un giudizio proprio. è più comodo avere idee ricevute che idee proprie, anche perchè, nell'indifferenza per un argomento, si fa meno fatica ad accettare i pensieri dominanti e comuni...
l'articolo di peppe sul mercato, intelligente e ironico, dovrebbe lasciare spazio ad una comprensione facile come è facile capire che attraverso all'astrazione del mercato si sta cercando di dominare il mondo.
LE TRE MAGGIORI MAFIE AL MONDO SONO LE PADRONE DEL FAMOSO MECATO: FOOD, cibo industriale perchè metà della popolazione umana è inurbata e non c'è alternativa per nutrirla;
FOSSIL, combustibili fossili, metano, carbone petrolio.
queste due mafie sono strettamente dipendenti l'una dall'altra e hanno fatto marcire l'uomo e distrutto l'ambiente.
HEALTH, la mafia dei farmaci che cerca di tamponare i danni prodotti dalle prime due, altrettanto spregiudicata e senza scrupoli.
senza FOOD e FOSSIL, HEALTH non sarebbe necessaria...
studiate, spegnete la televisione e non leggete più i giornali che sono i portavoce del potere e di questo MERCATO DI MMMEDRDA.

aldo delli carri 12.02.12 10:47| 
 |
Rispondi al commento

..quanta tristezza mi ha fatto leggere questo articolo: molti, troppi confondono i numeri con i bisogni, la finanza con il mercato rele..


Sono un sognatore. Ripeto sono un sognatore, sogno una grande sinistra unita che prenda a calci nel culo i dirigenti litigiosi e rompimaroni. Una sinistra capace di segliersi persone capaci di parlare con tutti ma altrettanto capaci di tutelare le fascie più bisognose ed indifese. Da sveglio penso sia difficile ma sognare non costa nulla.

ANTI LEGA (nosecess.), Reggio E. Commentatore certificato 12.02.12 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Mi ripeto:

“QUEL AVVERTIMENTO DI NONNO GIORGIO”

Oggi “NONNO GIORGIO” dopo aver visto le ultime “MANIFESTAZIONI DI GIUBILO IN GRECIA”, causate dal eccesso d’aiuti con cui la “TROICA EUROPEA” (Commissione Europea, il Fmi e la Bce), vuole inondare quella nazione, la ha lanciato un avvertimento, in Italia non saranno tollerate simili tipi di eccessi, quando il governo del “RAGAZZO con il LODEDN” riuscirà finalmente a trasformare i monotoni lavori a tempo indeterminato, “TUTTI IN LAVORI PRECARI” e gli imprenditori si azzufferanno davanti agli uffici di collocamento per assumere gli ultimi disoccupati disponibili, i pensionati faranno la fila agli sportelli del INPS per rinunciare alla pensione per tornare a lavorare in fabbrica e davanti alla scuole elementari ci sarà la fila dei datori di lavoro per prenotare i futuri dipendenti, ed il parlamento dovrà vare leggi per incentivare l’evasione fiscale al fine di contenere l’eccesso d’ entrate tributarie che lo stato non riesce più a spendere tutte, per eccesso di buona e puntuale amministrazione.

"Italiani, fate i bravi" anche se vi portano via anche le braghe, per salvare le "BANCHE AND FRIENDS", ed i privilegi della casta, a "NONNO GIORGIO" dispiace mandare la polizia e l'esercito a manganellarvi e comunque lui il suo lavoro lo ha fatto, vi ha ammonito in anticipo, e come diceva il marchese del Grillo, "Io sono io, e voi non siete un cazzo".

Paolo Z. Commentatore certificato 12.02.12 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Oh Beppe, dì chiaramente come stanno le cose!
Vuoi diventare PD-L-2 ???
Allora affronta chiaramente l'argomento economico!

Per gli amici del M5S:
http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=328

Kes Klees (kes) Commentatore certificato 12.02.12 10:39| 
 |
Rispondi al commento

X ANTI LEGA
Carissimo hai ragione sognare non costa nulla, ma con gente come questa anche sognare sta diventando un incubo

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 12.02.12 10:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La sinistra non riesce a trovare una linea di lotta comune perchè non è sufficientemente mafiosa per compattarsi, d'altronde se lo fosse non sarebbe sinistra e convergerebbe nei partiti inventati da Berlusconi. Non si può fare politica senza avere interessi di parte, si trattere bbe di beneficenza, cosa molto nobile ma diversa.

Tommaso B., Diamantina Brasile Commentatore certificato 12.02.12 10:37| 
 |
Rispondi al commento

ho pubblicato su "La Finanza" maggio 2010

Quel pasticciaccio brutto della Grecia.
di Alfonso Scarano[1]

La Grecia sta vivendo una fase difficile, ma non ancora veramente drammatica, della sua tri-millenaria storia. Dovrebbe destare non solo perplessità o sorpresa, ma imbarazzo ed... indignazione, la circostanza che solo recentemente siano emersi gli “abbellimenti” dei conti nazionali greci apportati in occasione del suo ingresso nella moneta comune, l’euro.
Il combinato composto di altissimo debito, grave crisi economica, nessun gioiello di famiglia destinabile a far cassa, relativo risparmio nazionale per altro in parte in fuga, fanno della Grecia un oggetto di recente attenzione della cosiddetta “speculazione internazionale”.
Le agenzie di rating contabilizzano con imbarazzante ritardo i dati di questa...

leggi tutto il testo a:
http://www.facebook.com/scarano.alfonso?sk=notes#!/note.php?note_id=10150621108327277

alfonso scarano 12.02.12 10:36| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE'?

-Perchè devo fare sacrifici per risollevare una nazione le cui banche giocavano col fuocco fottendosene altamente di quello che sarebbe accaduto?
-Perchè dovrei credere in una Italia nel cui parlamento erano presenti membri che si presentavano con vessilli da barbari?
-Perchè devo pagare addizionali per gli ammanchi fatti da qualcun altro?
-Perchè non posso anelare ad una pensione di cui altri godono da 50 anni?
-Perchè io devo avere il lavoro flessibile e gli altri un lavoro monotono ma fisso?
-Perchè il popolo greco deve patire la fame per salvare la Francia, la Germania e la stessa Italia?
-Perchè un'agenzia di ladri mi deve declassare?
-Perchè devo pagare uno stato che è insolvente nei miei confronti?
-Perchè devo fare una vita da formica quando le cicale hanno sperperato in lungo e largo?
-Perchè un governo di zoombies decide il destino dei vivi?
-Perchè mario monti è sulla copertina del FT mentre i veri eroi non hanno neanche una foto sulla lapide?
-Perchè devo assitere a programmi demenziali che trattano della concordia che scivola verso il fondo o di alemanno che spala la neve?
-Perchè non ho nessuna voce in capitolo per eleggere un mio rappresentante e nessun potere per cambiare le leggi?
Perchè,perchè,perchè?
Monti vuol cambiare gli Italiani forse non sa che la sua comparsa è più breve del previsto:il governo a maggio andrà ad elezioni anticipate perchè ci sarà una spallata programmata.
Nessun tg o giornale servo ne parla ma i partiti si stanno riorganizzando e monti ha raccolto il necessario per far sopravvivere un altro pò la nazione e loro siederanno sugli allori per una nuova caccia dei consensi.
La domanda sorge spontanea:Chi e perchè dovrei votare?

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 12.02.12 10:33| 
 |
Rispondi al commento

E' arrivata Sara!
Amore prude ancora?

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 12.02.12 10:30| 
 |
Rispondi al commento

In questo momento mi sento vicino ai greci.
W la lotta dei greci! sono con voi.
Lottate e buttateli a mare i vostri politici che vi stanno uccidendo, perchè noi non riusciremo a farlo, siamo dei conigli e di Pertini non ce nè più!
mandi

piero m., san vito al tagliamento (PN) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.02.12 10:30| 
 |
Rispondi al commento

O.T.: Oh, ma quando cavolo smette di nevicare? Stamattina mi sembra di stare al Polo Nord!! :-)
http://www.60019.it/una-foto-al-giorno/senigallia/immagini/febbraio-2012/image/12022012-neve-sul-ponte

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 12.02.12 10:25| 
 |
Rispondi al commento

FICTION

Il debito pubblico
lo spread
la globalizzazione...
sono tutte panzane. Almeno i primi due; la terza è una atroce e provocata realtà e tutti e tre fanno parte di una fiction dal titolo "Rapina planetaria a mano armata.
Debito pubblico e spread sono panzane, così come la pagina di Time dedicata a Monti...
E che per delle panzane debbano fallire interi paesi e morire di fame intere popolazioni è cosa che mi fa GIRARE I COGLIONI.
Spero che accada qualcosa che metta questi satanassi ingordi nelle condizioni di non nuocere. Qualsiasi cosa.
Ma una faccenda voglio che sia chiara e aspetto di essere smentito anche se so che purtroppo non è possibile.
Come è vero che l'acqua bagna... Debito pubblico e spread sono solo panzane.
E - ripeto - che il fatto che per delle panzane si facciano morire di fame senza ritegno alcuno uomini, donne e bambini... E' cosa che mi fa girare parecchio i coglioni. E prudere le prime due falangi dell'indice della mano destra.

-Da uno che fino ad oggi ha dovuto lottare parecchio nella vita. Azzo!

Che prurito!...

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.02.12 10:24| 
 |
Rispondi al commento

MI SA CHE GALLEGGIA NELLA MERDA

Mario Monti ha parlato con il gota della borsa di wall-street è gli ha detto di trattarci bene perchè siamo un paese che merita rispeto.
MMA VAFFANCULO SIAMO NELLA MERDA FINO AL COLLO, LE IMPRESE SONO AL COLLASSO, I GIOVANI NON CERCANO PIU' LAVORO, GLI EVASORI EVADONO SEMPRE DI PIU', I POLITICI RUBANO COME PRIMA E PIU' DI PRIMA. MI DICE QUALE MINCHIATA GLI HA RACCONTATO A STO GOTA DELLA BORSA?
CAZZO COME SONO BALLONARI QUESTI POLITICI DI MERDA

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 12.02.12 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'EQUILIBRIO DEGLI SQUILIBRI

Il sistema Italia è come quei giochetti che si mettono sulle culle dei bambini in cui tanti oggettini sono legati con dei fili a una bacchetta comune, ognuno è tale da squilibrarla, ma tutti insieme formano un precario e oscillante equilibrio totale finché non arriva una botta forte che fa cadere tutta la debole struttura.
Il mezzo sistematico dei corrotti per mantenere consenso è quello di mantenere un livello molto alto di corruzione diffusa e impunita, così che ci siano molti soggetti che, per difendere lo statu quo ottenuto con la propria corruzione personale, siano disposti a chiudere un occhio sulla corruzione dei vertici e li sostengano.
In tal modo si crea un sistema di equilibrio totale che si regge sull'interconnessione degli squilibri parziali e dove un numero molto alto di persone aggiunge il proprio danno al danno dei politici, convinto che sia l'unico modo per sopravvivere o avanzare.
Nella dissoluzione di ognuno si crea così la dissoluzione di tutti in un abbraccio di connivenze inquietanti, deformando in modo irreversibile il concetto di equità personale e sociale.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.02.12 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Per chi afferma che la colpa di come ci siamo ridotti è nostra, e idem per quanto sta accadendo ai greci: anche fosse completamente vero (e io non lo credo del tutto), sarebbe questo un buon motivo per crepare di fame, e permettere che altri paesi facciano la stessa fine?
Certo, gli alberghi in Grecia ai turisti non si sono mai sognati di rilasciare ricevuta, ma è sempre lo stesso metodo, come quando si dice che i tassisti taroccano il tassametro, che le partite iva non pagano le tasse etc etc etc: ti viene permesso di commettere errori, di essere moderatamente o anche fortemente disonesto. Così ad un certo punto sarai criticabile, e nessuno prenderà le tue difese, tantomeno si occuperà di te, o ti manifesterà solidarietà. E sarai libero di crepare di fame, nell'assoluta indifferenza di tutti.
Dobbiamo vedere i nostri errori, guardarci dentro senza compromessi, poi superarli, cambiare strada e occuparci di trovare le soluzioni. Non comportiamoci da bambini spaventati sui sensi di colpa dei quali chiunque può fare leva.

Lupa Beatrice 12.02.12 09:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scopo iniziale del FMI:evitare crisi come quella del 29
Visto che la crisi attuale è più ampia e peggiore e abbraccia un numero crescente di paesi, dichiariamo che il suo compito è fallito clamorosamente e con esso tutto il sistema di iper-liberismo che si vuole imporre al mondo e di cui Monti è solo un esecutore
Il sistema di Bretton Woods si basava su rapporti di cambio fissi tra la valute tutte basate sul dollaro,che a sua volta si basava sull’oro e che cadde quando Nixon nel 71 eliminò il rapporto dollaro-oro,per cui ora il dollaro è una valuta fasulla che si mantiene solo sulla fiducia internazionale e se perde quella è perduto,anche per colpa del gigantesco e crescente debito federale che ha superato i 15.000 mld di dollari
Il FM dà prestiti ai paesi in crisi e impone loro delle ricette che finora hanno solo accelerato il loro fallimento
Il Fm ha dato anche prestiti al Terzo Mondo mediante la BM a condizioni così gravose da non permettere mai a nessun paese di rendere quanto prestato,se pure lo hanno già reso 60 volte,e obbligandoli a mettere il loro territorio e le loro risorse a disposizione delle multinazionali che ne hanno fatto scempio.Nel piano di “aiuti” c’è la svalutazione della moneta nazionale,forti tagli alle spese pubbliche con aumento della disoccupazione e blocco allo sviluppo,aumento delle tasse,svendita dei beni comuni,eliminazione del controllo sui prezzi,annientamento dei diritti civili e delle difese del lavoro
Al momento,i maggiori prestiti dati dal FM sono stati:
nel 97 a vari paesi asiatici,tutti regolarmente falliti
nel 98 alla Russia
e al Brasile(41 mld di dollari)
nel 2000 alla Turchia (11 mld)
nel 2001 all’Argentina(21,6 mld)che ha ubbidito coscienziosamente alla ricetta del FM ed è regolarmente fallita
ora si sta facendo fallire la Grecia
poi toccherà al Portogallo
infine all'Italia
Monti è un esecutore di questo piano e siccome lo porta avanti con metodo e senza opposizione i suoi mandanti ne sono molto lieti e lo elogiano

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.02.12 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Il tema é il denaro o la speculazione?!, vedete questo video e vi rendete conto cosa si vuole fare nei Castelli Romani tenendo conto che è un aria sufficentemente abitata.

(giornale: Noi Cambiamo)
http://www.noicambiamo.it/giornale/editoriali/448-video-contro-cementificazione-marino

(video)
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=C_6mk-W8h3I

Francesco Leandri 12.02.12 09:49| 
 |
Rispondi al commento

"Nicaragua Sugar State Limited" dichiara che le morti non hanno a che fare con loro

In un piccolo "poblado" nicaraguenze già sono 800 le morti di chi taglia la canna di zuchero per la "american company"

il poblado lo chiamano "la isola delle vedove" ma nuovamente il capitale vince sulla vita

la clasica equazione di nostri tempi il problema sono i pesticidi introdoti dallo "ZIO SAM" per aumentare la produzione ma non solo aumentano i guadagni ma distrugono tutto, anche i reni di chi ci lavora.

Come la Thiessen Krupp che risparmiando nelle manutenzioni gli operai muoiono bruciati e la multinazionale dichiara "che non hanno a che fare con questi morti"

la risposta è sempre la stessa come diceva la democrazia cristiana anni fa prima di votare
" Dio "Money" ti guarda Stanlin no!"


http://internacional.elpais.com/internacional/2012/02/11/actualidad/1328991118_487033.html

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.02.12 09:40| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/politica/2012/02/12/news/parlamentari_nascondono_patrimonio-29737122/?ref=HREC1-1

Leggete un po sta notizia.............
mi sbaglio oppure questi fottuti onorevoli ci prendono ancora per il culo?
Dicono di guadagnare appena 5000 euro netti al mese, ma provate un po a vedere quello che posseggono..........
VAFFANCULO

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 12.02.12 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Francesco

Il FMI,o Fondo Monetario Internazionale,è una organizzazione formata dai governi di 186 paesi e insieme alla BM,Banca Mondiale,fa parte delle organizz.economiche internaz. create nel 46,dopo la 2° guerra mondiale,alla Conferenza di Bretton Woods,per imporre il sistema detto neoliberismo, che esalta i soggetti più forti del mercato, riduce l’uomo a merce,impone la primazia del dollaro,gli subordina le altre monete,favorisce le multinazionali,protegge il sistema bancario e di borsa e li porta a deregolazione,deprime progressivamente i diritti del lavoro e quelli civili,diminuisce l’autonomia dei popoli,impone agli stati più deboli ricette fallimentari di privatizzazioni esasperate per poterli comprare con poco,annienta lo stato sociale e i principi costituzionali,coarta le democrazie
Nessuno degli organi direttivi del FMI è eletto democraticamente.Nessuno deve dare conto del suo operato ai popoli che fa fallire
I 186 stati vi partecipano mediante quote.La quota maggiore è di 5 stati:USA,Giappone, Germania,Francia e Gran Bretagna. In pratica,67 anni dopo la fine della 2° guerra mondiale,il mondo dovrebbe essere ancora governato dai paesi che hanno sconfitto Hitler!
Il FMI dispone di un capitale messo a disposizione dai suoi membri,e dunque pagato dai cittadini.Per le decisioni più importanti occorrono maggioranze molto alte(i 2/3 o i 3/4 dei voti)ma gli USA e i Paesi più forti dell'Ue hanno di fatto un diritto di veto
Le quote che costituiscono i fondi del FMI sono calcolate in una valuta speciale detta DPS (Diritti Speciali di Prelievo)ricavata da un paniere di valute nazionali(dollaro americano, euro,sterlina,yen giapponese).Un euro corrisponde circa a 0,176 DSP
Le quote sono:
USA 42.122.4 milioni di DPS
Germania 14.565.5
Francia 10.738.5
Gran Bretagna 10.738.5
Cina 9.525.9
Italia 7.882.3
India 5.821.5
Russia 5.945.5
Olanda 5.162.4
(si notino le sperequazioni,l’Italia paga più della Russia o dell’India e poco meno della Cina!!)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.02.12 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Mario Bottoni noi ci votiamo perché a fine anno Beppe consegna al più votato una laurea ad honorem e una villa a Cortina. Per quanta riguarda il promuovere una organizzazione per lottare insieme, deve essere fatta insieme appunto e chi ha più idee le usi, se io ne sono priva mi suggerisca lei come fare e la ringrazierò.
"Chi controllerà i controllori"? Odio le frasi confezionate e questa è confezionata, scaduta e andata a male anche!


De Bortoli 2
Una commissione ministeriale ha già formulato delle proposte. Ne aggiungiamo alcune. Il reato di corruzione fra privati in Italia non esiste. Nemmeno quello di autoriciclaggio dei proventi illeciti. Dopo la riforma del 2001, il falso in bilancio non è di fatto più perseguito. Non si capisce perché l'Italia, unico fra i Paesi aderenti, non abbia mai ratificato la convenzione internazionale sulla corruzione del '99. L'evasione è fenomeno connesso. Ma l'Agenzia delle Entrate trasmette le informazioni alla magistratura dopo 5 anni. E la prescrizione è certa. La Banca d'Italia non comunica alla stessa Agenzia i movimenti anomali dei capitali ma solo alla GdF.
La risposta non può essere esclusivamente di carattere penale o di contrasto all'evasione o premiando (curioso) chi si comporta bene. Se la società non infligge anche un costo di reputazione a chi infrange le sue regole, se trascura istruzione e formazione, se banalizza le virtù civiche ed elegge i furbi simpatici a modelli di vita, non c'è norma che tenga. L'Italia ne ha persino troppe. All'apparenza severe. Ma solo sulla carta. Straccia.


viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.02.12 08:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1
De Bortoli
20 anni dopo,il ricordo di Mani Pulite è un insieme di immagini sbiadite.Colpisce l'ammissione dell'ex giudice Gherardo Colombo sui magri risultati delle inchieste contro la corruzione e il finanziamento illecito dei partiti.Gli eccessi e gli errori non furono pochi.Con i partiti fu spazzata via un'intera classe politica.Troppe le sentenze mediatiche; non sempre adeguata la tutela delle garanzie individuali.Eppure quella stagione ebbe il merito di sollevare un velo sull'Italia del malaffare. Più di 3.000 gli imputati.Uno ogni 10 politici, 4 i condannati,4 i prescritti,2 gli assolti.
Quel velo,rumorosamente alzato,è tornato a coprire,negli anni successivi,pratiche illecite diffuse in tutta la società.Le denunce sono crollate.Un fatalismo pernicioso è diventato sentimento comune«Tanto non cambia nulla» «Anzi,oggi è peggio». La corruzione ha mutato pelle ed è penetrata in profondità nella nostra società.Ha un carattere più individuale, trasversale,minuto e non genera—amara considerazione—lo sdegno e l'istinto di ribellione che mossero l'opinione pubblica ai tempi di Mani Pulite.Il costo per l'Erario è stimato dalla Corte dei Conti fra i 50 e 60 miliardi l'anno.L'Italia è al 69° posto nella classifica Transparency International.La corruzione è una tassa occulta,frena gli investimenti esteri,distorce i mercati,umilia il merito e calpesta la cittadinanza
Rileggere gli avvenimenti del '92 con spirito critico è necessario e costruttivo
Ma al di là del dibattito storico,sarebbe opportuno chiedersi:cosa è indispensabile fare per combattere efficacemente il fenomeno? Il governo Monti ha davanti a sé una grande occasione.Agire senza indugi contro un morbo che frena la crescita più di tante liberalizzazioni mancate

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.02.12 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Oggi quando parlo a un militante di sx, sono urtata da alcuni errori di comunicazione:

-ci sono quelli che lottano sul campo per giuste cause (migranti, disoccupati, precari, case sfitte, nomadi, donne violentate, prostitute, minori, barboni, tossici, carcerati, gruppi antimafia, difese ambientali..), cause precise con lotte precise, che hanno tutto il mio appoggio, ma accanto a loro io trovo nella stessa lotta anche apolitici,persone di centro o religiosi, e quando vedo che questo è negato dagli agitatori da strapazzo quelli che sul campo nemmeno ci stanno, i parolai che si limitano ad agitare odio e slogan, mi incazzo; questo non riconoscimento di un impegno comune francamente lo trovo insopportabile e irrazionale

-poi ci sono i teorici come Vento rosso o Ippolita, che fanno propaganda intelligente, ti vogliono indottrinare, cercano gli elementi più deboli e se li lavorano, ho ogni rispetto per gli articoli che postano e che spesso sono molto utili a capire la realtà, ma non credo che un indottrinamento comunista serva oggi a qualcosa, salvo che sia in un paese del Terzo Mondo dove diventa una struttura necessaria

-infine ci sono quelli che attaccano e insultano nei blog, che ti danno di fascista a raffica o peggio, che cercano di sabotare qualunque cosa uno dica, senza nemmeno capire qualcosa, in modo feroce e distruttivo, quelli che fanno solo casino e danno, che vanno in Valsusa solo per provocare la polizia o buttare lacrimogeni, che usano le manifestazioni solo per bruciare cassonetti o auto o fracassare vetrine, quelli che mandano in vacca tutto perché sono bacati dentro, e sono i più pericolosi alla sx non solo perché la squalificano ma anche perché provocano l'effetto opposto di dare alibi alla dx peggiore e rafforzarla

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.02.12 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse non ve ne siete accorti ma ieri il Sig.NAPISAN (capo dello stato libero di BANANAS)ci ha avvertito che in Italia non saranno tollerate manifestazioni ne deboli ne forti contro l'operato del governo perchè il nostro è uno STATO DEMOCRATICO QUINDI E DI FATTO VIETATO MANIFESTARE LA PROPRIA CONTRARIETA AGLI ATTI DEL GOVERNO DI SALUTE PUBBLICA DA LUI INSTAURATO.
Questo dimostra che siamo governati da vecchi CAGONI che anno speso tutta la loro misera esistenza in una ideologia fallimentare ma vogliono continuare a dettare legge anche se anno totalmente fallito (I FATTI LO DIMOSTRANO).
Il DIO DENARO (diamanti oro ecc.)E FINITO E MORTO basta avere un po di coraggio e vedrete che si può vivere bene molto bene senza questi IMPERATORI DITTATORI dell ECONOMIA MONDIALE che per avere più del necessario stanno distruggendo la NOSTRA CASA TERRA piccoli e MALEDETTI OMUNCOLI CHE PENSANO SOLTANTO A SE STESSI.

Claudio T., Trieste Commentatore certificato 12.02.12 08:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi ho ricevuto la bolletta dell'ENEL. Ho più difficoltá a leggere questa bolletta che il bilancio di una multinazionale. Servizi di rete, servizi di vendita, accise, imposte ( ma perché devo pagare l'IVA sulle accise? ).
Tutto un buglione di voci incomprensibili per non farti capire che te lo stanno mettendo in culo! Ma è l'unica cosa chiara di tutta la bolletta...

Massimiliano T., Scandicci (FI) Commentatore certificato 12.02.12 07:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i soldi all'FMI (fondo monetario internazionale) chi glie li da'?

penso che una parte delle nostre tasse vadano a finire li', altrimenti non saprei dire chi glie li da'.

se e' cosi', cioe' sono soldi nostri, sarebbe dovere dell'FMI redistribuirli quando la gente ne ha bisogno senza (ripeto senza) speculazioni, cioe' usura o fini politici, quindi con la formula migliore per noi tipo banca equo-solidale e non come una banca di affari perche' siamo noi (i cittadini della terra) i suoi padroni, essendo nostri i suoi soldi.
dovrebbe essere un investimento che facciamo che ci tutela nei momenti grigi.

l'fmi dovrebbe essere una banca equo-solidale che presta soldi nei momenti difficili con tassi di interesse bassissimi o quasi nulli.

se non fa cosi' chi lo gestisce commette un abuso di potere, usa denaro non suo per i suoi interessi.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 12.02.12 02:11| 
 |
Rispondi al commento

Come mai il PIDUISTA ROLANDO PICCHIONI tessera P2 n° 2095 è stato candidato alle primarie del Partito Democratico (già Margherita)???

Dino Colombo Commentatore certificato 12.02.12 01:58| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo regalato al mercato le nostre esistenze, trasponendo la vita in un mega supermarket; ora non ci resta che apporre il cartellino col prezzo: sui nostri baveri, dei nostri manichini, delle nostre nullità. Così almeno semplifichiamo e velocizziamo tutto. Avessimo preso sul serio Pasolini: "Credo nel progresso, non credo nello sviluppo".

homofaber 12.02.12 01:49| 
 |
Rispondi al commento

Se la nostra misera esistenza alla quale ci siamo alienati sull'altare del profitto e dei mercati finanziari si sintetizza in un numero identificativo (CF o simile) e in una somma su un conto corrente, allora in questo caso siamo diventati veramente poca cosa...

Se tutto quello che conta e' il variare della nostra ricchezza individuale possibilmente in aumento e se siamo considerati solo per il nostro portafoglio allora tutto si compra e si vende anche la nostra dignita' (vedi la classe dirigente).

Il valore monetario e' il metro di misura del valore di un individuo e quando questo individuo ha molti soldi da spendere allora anche un nero sembra bianco ad un razzista oltranzista o un uomo di bassa levatura morale o culturale o umana, ma molto ricco, risulta subito interessante e affascinante...

Questa e' la triste verita' ed e' per questo che il mondo e' ridotto in queste condizioni e quelle ben peggiori che arriveranno a breve quando gli Stati occidentali imploderanno...

Cittadino Sovrano, Mondo Libero Commentatore certificato 12.02.12 01:47| 
 |
Rispondi al commento

mi auguro che dalla culla della civilta' venga un segno e un punto di riascita
con un fallimento che a mio avviso non sara' tale
voglio vedere le banche francesi e tedesche tremare come foglie al vento

ADRIANO ALVIGINI 12.02.12 01:13| 
 |
Rispondi al commento

ore 00.53
510 commenti!
Ogni tanto guardo questi dati per tornare con i piedi per terra!
E bello stare quì a leggervi, ed a scrivere ogni tanto le mie opinioni, ed è confortante quando le sensazioni collimano!
Ma il mondo reale, gli italiani reali, purtroppo mi aspettano al varco, ogni mattina!

l., ancona Commentatore certificato 12.02.12 00:58| 
 |
Rispondi al commento

La leva economica di un'economia recessiva deve essere è di tipo Push e non di tipo Pull. In uno scenario recessivo, ove il già depresso potere d'acquisto medio venga ulteriormente diminuito e l'accesso al credito strozzato, mai la domanda potrà spingere (push) e generare sviluppo e menchemeno le imprese potranno trainare (Pull) il consumo con le leve del marketing in un siffatto scenario dove anche per loro l'accesso al credito è praticamente bloccato.
Mi chiedo allora, dove pensa di volere arrivare l'illustre economista Monti con questa politica economica suicida e contraria ai fondamentali dell?economia stessa?

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.02.12 00:30| 
 |
Rispondi al commento

in diretta il concerto di Vinicio Capossela al binario 21, dai licenziati sulla torre.

Onore a Vinicio Capossela

http://video.repubblica.it/copertina/licenziati-sulla-torre-capossela-in-diretta-dal-binario-21/87879?video=&ref=HREC1-1

Alberto A. Commentatore certificato 12.02.12 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Notte !

http://www.youtube.com/watch?v=y2syEPrCfZM

Sandro Abelli Commentatore certificato 12.02.12 00:22| 
 |
Rispondi al commento

Quanti marchi hanno stampato i tedeschi in svizzera?

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 12.02.12 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno non si sente tanto bene?

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 11.02.12 23:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non sei ne il problema e ne la sua soluzione, pertanto...

Sandro Abelli Commentatore certificato 11.02.12 23:46| 
 |
Rispondi al commento

sei irrilevante, è inutile che alzi tutta questa polvere

Sandro Abelli Commentatore certificato 11.02.12 23:44| 
 |
Rispondi al commento

clikka pure, non faccio una piega

Sandro Abelli Commentatore certificato 11.02.12 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Il mercato è senza cuore.
Un po’ come una macchina schiacciasassi.
Chiunque o qualunque cosa si pari davanti viene schiacciata senza cuore perché uno schiacciasassi ha la funzione di schiacciare i sassi e basta.

Ora c'è da dire che uno schiacciasassi generalmente ha almeno un cristiano che lo guida. Almeno un minchione che schiaccia l'acceleratore ce l'ha uno schiacciasassi che si rispetta.

Con la deregolamentazione e la delegificazione inventate dai guidatori dello schiacciasassi mercato (se non erro i padri padrini di ciò, o meglio, i padri preistorici furono reagan e la thatcher . . . ma posso anche sbagliare), abbiamo uno schiacciasassi che se ne va per i casi suoi e pertanto, senza cuore schiaccia ciò che incontra.

Nella nostra situazione ci sono due otre cose che stupiscono e son allarmanti.
I potentati credono ancora nello schiacciasassi senza guidatore.
Tutti si stupiscono che d'inverno nevica e fa freddo.
Tutti sono convinti che di una nave che affonda sia più importante sapere se il comandante stava trombando con una bionda piuttosto che capire e parlare delle vere ragioni della tragedia per farne studi che prevengano nel futuro cose simili.

E' venuto seriamente il momento di stare molto attenti, la follia si sta impadronendo del mondo.
Siamo al momento che i figli distruggeranno quel che i padri costruirono.

Tutto quel che scriviamo riguardo queste situazioni non ha molto senso, le vecchie regole sono completamente "out of service" e bisogna veramente iniziare a pensare in modo nuovo e genuino.

Dobbiamo reinstallare il cuore nell'umanità.
Qualcuno deve iniziare.

Ricominciamo noi.

Buonasera a tutti.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.12 23:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

puzzi di cadavere

Sandro Abelli Commentatore certificato 11.02.12 23:39| 
 |
Rispondi al commento

neanche a un km di distanza guarda bene ,,, troppo vicino. !

Sandro Abelli Commentatore certificato 11.02.12 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera Max nelle sfumature ci sono molte verità. Perciò fra quel 99% c'è sfumatura di diversità.

La tua domanda assomiglia a qualcosa che mi chiedevo fin qualche tempo fa.
Perchè coloro che abitano in posti brutti non fanno sforzi per rendere migliori tali posti?
Calcolavo che non ci sarebbero volute grosse somme per abbellire i loro posti.

Ultimamente(cioè da quando non mi pongo più il quesito)ho riscontrato che in me stesso c'è una tendenza alla "bruttitudine" e che per porre rimedio alle mie bruttezze dovrei impegare tempo ed energie(leggi danaro)
Pertanto, sia perchè la vita richiede tante cose sia perchè abbellire tali mie tendenze richiederebbe sforzi, mi vivo tranquillamente accontentandomi di ciò che mi capita e ciò che riesco a fare con sforzi ordinari.
A meno che un uomo non stia per soccombere è raro che qualcuno sforzi se stesso per avventurarsi in azioni talmente faticose da richiedere proprio sforzi fuori dal comune.
Se ricordi un mio post sulle "linee di minor resistenza"(parlava di una mia esperienza su di una spiaggia sarda)vedrai che l'uomo generalmente si accontenta di quel che ha parlando solo di come sarebbe bello avere qualcosa di più (ed edulcorando così il confronto da te citato) e accontentandosi di convivere in una spiaggia enorme ma tutti accalcati su di un punto solo.
Tale punto, ovviamente ed oltretutto, assomiglierà alla spiaggia vicino casa loro per la calca che c'è e fa sorgere spontanea la domanda a chi è più sveglio del perchè di quel dispendio di energie per raggiungere un bel posto e ridurlo come quello ordinario vicino casa loro.
La gente non si sforza più di tanto, sognando generalemente rivoluzioni, rompendo mezzo mondo a parole ed accontentandosi sempre delle linee di minor resistenza.
Migliorare, gratificarsi, raggiungere posti belle richiede sforzi e solo pochissime persone sono disposte a compierli..a meno che la fame(o più in generale la sopravvivenza)non faccia da carburante. E nemmeno così è detto che ci si sforzi.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.12 23:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sabato 11 febbraio 2012
Pellegrinaggio di Monti alla Corte Imperiale
A due mesi dal suo insediamento a Palazzo Chigi Monti è tornato negli USA per relazionare sull'espletamento del mandato che gli era stato affidato da Obama e dai suoi "superiori" di WallStreet : sostituire Berlusconi e spremere perbene gli italiani, gli italiani delle classi popolari e del ceto medio, cambiare i connotati ad un Paese degradandolo da sesta potenza industriale del mondo a poco più del Portogallo. L'operazione di estromissione di Berlusconi non è stata cruenta come quella di Sadam Hussein e di Gheddafi o come quella che è stata preparata per Assad. E' stato accantonato e condannato a sostenere senza fare storie Monti pena il carcere e la perdita del suo immenso patrimonio.
Gli onori che la compiacente stampa occidentale ha tributato a Monti sono stati strepitosi, impressionanti, eccezionali. Onori che il mondo anglosassone tributò a Garibaldi quando si recò a Londra. La gente si era arrampicata sui tetti per vederlo. Monti è stato lodato ed incensato in tutte le maniere! Naturalmente in lingua inglese che è quella dell'Impero che predilige e che sta imponendo ai "politici" ed ai massmedia italiani.
Ma a tanto gaudio imperiale non corrisponde un Paese felice e speranzoso del futuro ma una nave adagiata su un fianco come la Concordia in attesa di sprofondare nell'abisso. La disperazione regna in milioni di famiglie e la gente non sa più dove sbattere la testa. La differenza tra quello che ci sta accadendo
e l'immagine che è stata creata negli USA e dagli eurocrati del nostro governo è la menzogna che grava su noi tutti fino a schiacciarci.
Pietro Ancona

penna rossa () Commentatore certificato 11.02.12 23:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“QUEL AVVERTIMENTO DI NONNO GIORGIO”

Oggi “NONNO GIORGIO” dopo aver visto le ultime “MANIFESTAZIONI DI GIUBILO IN GRECIA”, causate dal eccesso d’aiuti con cui la “TROICA EUROPEA” (Commissione Europea, il Fmi e la Bce), vuole inondare quella nazione, la ha lanciato un avvertimento, in Italia non saranno tollerate simili tipi di eccessi, quando il governo del “RAGAZZO con il LODEDN” riuscirà finalmente a trasformare i monotoni lavori a tempo indeterminato, “TUTTI IN LAVORI PRECARI” e gli imprenditori si azzufferanno davanti agli uffici di collocamento per assumere gli ultimi disoccupati disponibili, i pensionati faranno la fila agli sportelli del INPS per rinunciare alla pensione per tornare a lavorare in fabbrica e davanti alla scuole elementari ci sarà la fila dei datori di lavoro per prenotare i futuri dipendenti, ed il parlamento dovrà vare leggi per incentivare l’evasione fiscale al fine di contenere l’eccesso d’ entrate tributarie che lo stato non riesce più a spendere tutte, per eccesso di buona e puntuale amministrazione.

“NO GRAZIE, NON VOGLIO ESSERE AIUTATO”.

Paolo Z. Commentatore certificato 11.02.12 22:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bruxelles "Pompieri con idranti contro la polizia.
http://www.youtube.com/watch?v=_riKVQB3ROY

Valter Conti M5☆ Commentatore certificato 11.02.12 22:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DOMANDA:

Conoscendo il GRANDE POTERE ECONOMICO NEL MONDO DEL VATICANO.

Le ricchezze degli appartenenti all'OPUS DEI NEL MONDO.

E le ricchezze di tutte le ALTRE ORGANIZZAZIONI CATTOLICHE NEL MONDO.

Mi chiedo e vi chiedo.

QUANTO POTREBBE INCIDERE SUGLI EQUILIBRI DELLE BORSE MONDIALI UN SIMILE POTERE ECONOMICO???

POTREBBE TRATTARSI DI UNA SPECIE DI VENDETTA VERSO IL FATTO CHE E' STATA SCOPERCHIATA LA PENTOLA DELLA PEDOFILIA DI UNA PARTE DEL CLERO CATTOLICO CHE MOLTI DA QUELLE PARTI AVREBBERO PREFERITO TENERE NASCOSTO?

Solo ipotesi.

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Mario Monti ha parlato con il gota della borsa di wall-street è gli ha detto di trattarci bene perchè siamo un paese che merita rispeto.
MMA VAFFANCULO SIAMO NELLA MERDA FINO AL COLLO, LE IMPRESE SONO AL COLLASSO, I GIOVANI NON CERCANO PIU' LAVORO, GLI EVASORI EVADONO SEMPRE DI PIU', I POLITICI RUBANO COME PRIMA E PIU' DI PRIMA. MI DICE QUALE MINCHIATA GLI HA RACCONTATO A STO GOTA DELLA BORSA?
CAZZO COME SONO BALLONARI QUESTI POLITICI DI MERDA.

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 11.02.12 22:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Federico Caffè uno dei piu grandi economisti italiani,tratto da Wiki:

« Poiché il mercato è una creazione umana, l’intervento pubblico ne è una componente necessaria e non un elemento di per sé distorsivo e vessatorio. Non si può non prendere atto di un recente riflusso neoliberista, ma è difficile individuarvi un apporto intellettuale innovatore.»
« ...i limiti intrinseci all’operare dell’economia di mercato, anche nell’ipotesi eroica che essa funzioni in condizioni perfettamente concorrenziali. È molto frequente nelle discussioni correnti rilevare un’insistenza metodica sui vantaggi operativi del sistema mercato, e magari su tutto ciò che ne intralci lo “spontaneo” meccanismo, senza alcuna contestuale avvertenza sui connaturali difetti del meccanismo stesso. »

Damigiana Lambrusca 11.02.12 22:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

20 novembre 2011. Sparisce l’elenco dei politici Goldman Sachs da Wikipedia! Un caso? Niente succede per caso!

in questo sito li potete rivedere!

http://newapocalypse.altervista.org/blog/2011/11/22/sparisce-lelenco-dei-politici-goldman-sachs-da-wikipedia/

Compaiono Mario Draghi, Romano Prodi, Massimo Tononi, Gianni Letta e Mario Monti, del quale però manca ancora il prestigioso passaggio alla carica di Presidente del Consiglio italiano. Fino a qualche giorno fa, l’elenco era visibile.

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 22:18| 
 |
Rispondi al commento

UNA DOMANDA PER PIU' RISPOSTE

*****
Quindi, l'espressione mercato, o sistema di mercato, ha avuto successo, proprio perchè nasconde attraverso un operazione cosmetica e insipida, una...SCOMODA REALTA', fatta di sfruttamento di una minoranza, sulla maggioranza.
Realtà che si traduce che in Italia, il 10% delle famiglie, detengono il 50% della ricchezza, e nel mondo, l'1% della popolazione mondiale, detiene il 50% della ricchezza mondiale.

Vento...Rosso
*****


Va bene!

l'1% della popolazione mondiale detiene il 50% della ricchezza mondiale!

PERCHE'? PERCHE'?

L'altro 99% della popolazione, perché non si ribella?

Risposte chiare e verosimili, prego!

Max Stirner


La decrescita di Latouche che piace a de Magistris? È reazionaria

http://www.linkiesta.it/latouche-decrescita-evola-femminismo

Può darsi che sia vero, ma sentite un blogger (Zanzara) come replica al commento in oggetto:

"Un ultima critica al titolo di quest'articolo: la decrescita non è di Latouche; che piaccia a De Magistris non ce ne può fregare di meno;

"reazionaria", nell'etimo, vuol dire "che opera in senso opposto", e quindi mi pare assolutamente scontato e inutile, ma anzi provocatorio, sottolineare questo aspetto, poichè non ci vuole certo un genio a capire che Latouche opera in senso opposto allo "stato di cose attuale" - visto che ci piace tanto citare Marx."

Ma vediamo cosa dice lo stesso Latouche in merito:

"La decrescita non è soltanto contro il capitalismo, è antiproduttivista, ossia anche contro l’ideologia del socialismo scientifico che ha in sé l’immaginario capitalista ed allo sfruttamento dei padroni sostituisce la dittatura del proletariato, senza porsi il problema dell’ambiente naturale. La decrescita può essere espressa con un’ideologia eco-socialista. Lo slogan dei movimenti di contestazione indigeni amerindi è appropriato: “Non c’è giustizia sociale senza giustizia ecologica”.

La decrescita non è comunque prerogativa della sinistra, anche perché – paradossalmente – il capitalismo è avanzato negli ultimi decenni grazie alle socialdemocrazie finto-sinistroidi. La decrescita è stata studiata, sviluppata e proposta da movimenti marxisti ortodossi, anarchici, antimoderni, consiliaristi, situazionisti, e non meno da eco-fascisti (vedi Alain de Benoist)."

http://www.megachip.info/rubriche/3-libri-consigliati/7617-latouche-per-una-abbondanza-frugale.html

A parte qualche inesattezza riguardo all'ambiente e Marx, aver scambiato gli anarchici con i libertarian (anarco-capitalisti), la domanda aperta su marxisti ortodossi, elencando tutte le anime fasciste,

Latouche ammette e si vanta della decrescita come il nuovo fascismo.


LEGA NORD.

Per aver affossato questo paese.

Per aver graziato molti mafiosi in parlamento (vedi cosentino), per essersi accordata per venti 20 anni con il più grande mafioso che la repubblica italiana abbia mai conosciuto berlusconi.

Per aver ingannato il popolo per un ventennio.

Per essere in verità il partito che maggiormente ha contribuito a far fallire L'ITALIA.

Sia maledetto il partito della LEGA NORD, IL SUO SIMBOLO, LA SUA IDEOLOGIA, e non sia mai più ricordato nei secoli.

Pietro T. Commentatore certificato 11.02.12 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Io preferisco questo mercato!....:-))

Il mercato


Sono al mercato

a guardare colori

gente multietnica

che vende fiori

Sono nel centro

della mia città

a camminare

su sassi consunti

dove mercanti

gridano prezzi

di merci svariate

e forse rubate

Profumi e sapori

appagano i sensi

frutta e verdura

in bella mostra

sembrano tele

di un bravo pittore

E' una giornata di sole

e d'estate

che si trascorre

con grande pace.

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 11.02.12 21:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://youtu.be/UjJLf1WVXKI

penna rossa () Commentatore certificato 11.02.12 21:52| 
 |
Rispondi al commento

dopo le dichiarazioni del minstro greco, che si tratti di una guerra finanziaria di stampo religioso ormai dovrebbe essere chiaro anche a un bambino

Sandro Abelli Commentatore certificato 11.02.12 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA CHIAMATA A RACCOLTA -

«Vi chiedo di mettervi in fila e votare per questo accordo difficile e doloroso che aiuterà il Paese a stare in piedi. Chiunque ha un problema di coscienza si può dimettere», dice invece il leader socialista, ed ex premier, greco George Papandreou ai membri del suo gruppo parlamentare, per invitarli a votare a favore del nuovo pacchetto di misure di austerità. Anche il conservatore Antonis Samaras ha avanzato un appello simile ai membri del suo partito. Nonostante le richieste, almeno quattro deputati per ognuno dei due partiti hanno già annunciato che voteranno contro, mentre altri due deputati socialisti, entrambi ex ministri, hanno fatto capire che potrebbero farlo. Nessuno ha però minacciato le proprie dimissioni. Insieme, socialisti e conservatori hanno 236 deputati su 300.

A rincarare la dose il ministro delle finanze greco Evangelos Venizelos: «La battaglia è ora. La guerra è ora. Se vacilliamo, niente rimarrà in piedi..."

Sandro Abelli Commentatore certificato 11.02.12 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Cosa significhi per l'Italia l'uscita dall'eurozona ce lo racconta un greco, Papademos

«Non avremmo potuto più importare generi di prima necessità, o pagare per il funzionamento di ospedali e scuole, pensioni e medicine».

http://www.corriere.it/economia/12_febbraio_11/grecia-papademos-piano-austerity_be9f75cc-54d2-11e1-b05f-5be01557028e.shtml

Sandro Abelli Commentatore certificato 11.02.12 21:23| 
 |
Rispondi al commento

l'europa e' fallita soprattutto come entita' con la sua economia che non e' quella reale, ma del mercato libero senza regole dominato dai poteri forti che nulla sanno di agricoltura, pesca, allevamento, industrie etc...l'economia reale che puo salvare i cittadini.Per salvare temporanemente la Grecia chiedono di condannare un popolo alla fame, noi seguiamo a ruota con monti che ci affamera freddamente, per cercare di salvare lo status quo, dettato dall'europa di cui monti e' un profeta.Se l'europa per salvare questo sistema malato deve condannare alla poverta' una buona parte dei suoi cittadini, a me dell'europa allora non importa un fico secco.Un sistema economico che si basa su questo e' fallito! a me i conti non tornano nonostante i professoroni nei vari talk show affermano che l'uscita dell'europa sarebbe un disastro.Perche' allora io mi chiedo questo come lo chiamate?

filippo piazza 11.02.12 21:07| 
 |
Rispondi al commento

I NUOVI POVERI-2
(Il gatto si morde la coda->,
(ottag li adoc al edrom is-<,

Quando
da qui a non molto
grazie alla nuova riconversione mondiale -
di grandi tagli
e grandi sforzi di capitali
sotto la mattonella -
la gran massa dei compratori
(i poveri-1) non potrà più acquistare
e il mercato internazionale
dei nuovi ricchi (pochi)
sarà saturo...
e quando il re delle finanziarie
avrà venduto tutto il vendibile
al re delle automobili
e il re delle automobili
avrà venduto tutto il vendibile
al re delle banche
e il re delle banche
avrà venduto tutto il vendibile...
e così via;
quando tutti i grandi capitalisti della terra
si saranno venduti tutto il vendibile tra loro,
chi venderà o comprerà più niente?
(Febbraio - 1997)
- Con preghiera ai dormiglioni di LEGGERE LA DATA in fondo al testo.
Nota: La figlia della Fornero lavora con la mamma (alla faccia delle sue parole agli italiani) e...
La mafia è stata commissariata per infiltrazioni Sgarbiche.
salud a tutt men che ai mascalzon di stat. Lor... che crep!

Merd!

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.12 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA MAGGIORE PRECARIETA' NON RIDUCE LA DISOCCUPAZIONE

APPUNTI PER MARIO MONTI, ELSA FORNERO (E GIULIANO FERRARA…)

Sarebbe utile se i professori Mario Monti ed Elsa Fornero commentassero i risultati, ad essi ben noti, ai quali è da tempo pervenuta la letteratura accademica in merito ai possibili effetti della riduzione delle tutele del lavoro.

VISTO INFATTI CHE NON E’ POSSIBILE CONFERMARE L’ESISTENZA DI UNA CORRELAZIONE TRA MAGGIOR PRECARIETA’ E MINORE DISOCCUPAZIONE, PER QUALE MOTIVO DOVREMMO ULTERIORMENTE RIDURRE GLI INDICI DI PROTEZIONE DEL LAVORO, GIA’ PASSATI IN ITALIA DAL 3,1 DEL 1998 AL 2,4 DEL 2008? NON SARA’ MICA DAVVERO PER RENDERE LA VITA DEI LAVORATORI MENO MONOTONA…?

[...] Su tredici ricerche realizzate sugli stock, nove di esse danno risultati indeterminati, tre segnalano che la maggior flessibilità del lavoro riduce l’occupazione e aumenta la disoccupazione, e una soltanto segnala che la flessibilità riduce la disoccupazione (cfr. T. Boeri and J. van Ours, The economics of imperfect labor markets, Princeton University Press 2008).

La tesi prevalente, secondo cui la flessibilità aumenterebbe i posti di lavoro, non sembra dunque trovare riscontri empirici convincenti. Ma c’è di più: anche Blanchard, dopo un’accurata disamina dei principali lavori empirici sul tema, giunge a una conclusione secca:

«le differenze nei regimi di protezione dell’impiego appaiono largamente incorrelate alle differenze tra i tassi di disoccupazione dei vari paesi» (O. Blanchard, “European unemployment: the evolution of facts and ideas”, Economic policy 2006).

Lo stesso Blanchard dunque riconosce che i dati non confermano le tesi sul nesso tra maggiore flessibilità e minore disoccupazione che potrebbero trarsi dal suo modello [...]

http://www.emilianobrancaccio.it/2012/02/03/la-maggiore-precarieta-non-riduce-la-disoccupazione/


Oggi le cose importanti sono altre :non è la politica che ci fotte dall alba fino al tramonto costantemente senza tregua ,non il politico che si fa le leggine senza rispettare la nostra costituzione ,le cose importanti sono altre ,sono il cellulare di ultima generazione pagato a rate anche se stai morendo di fame ,la roba firmata anche se stai morendo di fame ,la macchina bella anche se stai morendo di fame ,la figa bella ..no quella no se stai morendo di fame no
tutte quelle cose che ci hanno infilato nella testolina di cazzo che abbiamo ,siamo tutti lobotomizzati tutti ,leggevo ieri un articolo sul mal tempo non ricordo dove comunque un comune autista diceva che cera una fila assurda perche nevicava quindi si capisce il perche della fila e logico ...lui dice che parcheggia scende a va a piedi perche la distanza era poca per arrivare a casa un automobilista lo intercetta e gli fa comè l incidente ci sono morti ?.Cazzo da quando siamo presi dalla nostra vita che poi non lo è non ci accorgiamo neanche delle intemperie che bloccano tutto mi ha colpito tanto questo fatto .
Alla fine siamo qua che scriviamo cazzatine su monti (io per primo) su chi passa nella sedia del potere sapendo già quale sarà il risultato senza però preocuparcene ,noi scriviamo si, noi scriviamo quasi conviti che forse qualcuno legga il nostro messaggio e cambi tutto ,noi italiani aspettiamo attendiamo siamo fermi tanto prima o poi passa vero....

Sardoincula sardo Commentatore certificato 11.02.12 20:57| 
 |
Rispondi al commento

vediamo che c'è in giro ancora gente che ha voglia di scherzare e fare battute sulla situazione economica. Quando questa voglia di scherzare sarà passata avremo tutti insieme fatto un bel passo in avanti..

noi amici 11.02.12 20:56| 
 |
Rispondi al commento

L'altra sera, a Servizio Pubblico, vedere Tremonti citare Toni Negri ed accreditarsi teorie economiche che (secondo lui) dovrebbero essere la spina dorsale del progetto sociale delle forze politiche socialiste europee, mi ha dato un'ulteriore conferma che viviamo in una sorta di tritatutto universale, dove tutto viene dimenticato alla velocità della luce ed ognuno, quando può usufruire dei media di massa, può confutare tutta la sua storia personale in un attimo e con una semplicità disarmante.
Perchè, com logica, ci si doveva aspettare che di fronte a dichiarazioni simili, fatte da uno che ha ideato le folli ed ultraliberiste politiche economiche berlusconiane per quasi vent'anni, Santoro lo azzannasse alla giugulare, giustiziandolo sommariamente in diretta.
Invece no, ha potuto tranquillamente dichiarare un falso enorme e sostenerlo durante tutta la trasmissione ricevendo solo qualche timido rimbrotto da Travaglio.
E' una cosa talmente enorme che fatico a vederne i confini e gli eventuali antidoti.
Significa che chiunque, compreso probabilmente il nano ridens, può ricostruire il proprio imene politico in qualsiasi momento, nonostante per tutta la vita sia stato una zoccola della peggior specie.
Ma la cosa peggiore è che, con ogni probabilità, ci sono moltissimi clienti disposti a cogliere di nuovo questi fiorellini illibati (sic!).
Il futuro, vorrei sbagliarmi ma non lo credo, è di colore rosso.
Purtroppo rosso sangue.

Andrea Molteni (nembo1972), Como Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.12 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Problema, Reazione, Soluzione.

Siamo ancora al Problema... Quando saremo alla Soluzione, sara' troppo tardi.

Saluti

TuttiControTutti 11.02.12 20:43| 
 |
Rispondi al commento

"Se le merci potessero parlare, direbbero: il nostro valore d'uso può interessare gli uomini, A noi, come cose, non compete. Ma quello che, come cose, ci compete, è il nostro valore. Questo lo dimostrano le nostre proprie relazioni come cose-merci. Noi ci riferiamo reciprocamente l'una all'altra soltanto come valori di scambio. Si ascolti ora come l'economista parla con l'anima stessa della merce: "Valore (valore di scambio) è qualità delle cose, ricchezza (valore d'uso) dell'uomo. Valore in questo senso implica necessariamente scambio; ricchezza, no”[34]. “La ricchezza (valore d'uso) è un attributo dell'uomo, il valore è un attributo delle cose. Un uomo o una comunità è ricca; una perla o un diamante è di valore... Una perla o un diamante ha valore come perla o diamante"[35]. Finora nessun chimico ha ancora scoperto valore di scambio in perle o diamanti. Gli scopritori economici di questa sostanza chimica, i quali hanno pretese speciali di profondità critica, trovano però che il valore d'uso delle cose è indipendente dalle loro qualità di cose, mentre il loro valore compete ad esse come cose. Quel che li conferma in ciò, è la strana circostanza che il valore d'uso delle cose si realizza per l'uomo senza scambio, cioè nel rapporto immediato fra cosa e uomo; mentre il loro valore si realizza inversamente soltanto nello scambio, cioè in un processo sociale."

Teresa F. Commentatore certificato 11.02.12 20:42| 
 |
Rispondi al commento

O ci si tira fuori subito, perdendo comunque quasi tutto il credito, o bisogna sborsare milioni sonanti per coprire i vari buchi in funzione di un’ipotetica ripresa del Banco di Roma. Si preferisce la prima strada, riuscendo a salvare i tre milioni versati personalmente dal papa, sia pure con una grave perdita di interessi in titoli e azioni. Tra l’altro la proprietà del Palazzo Marescotti passa alla Banca d’Italia. E Folchi si dimette quando un chirografo, il 30 aprile 1891, modifica le sue competenze nell’amministrazione del patrimonio.
Il papa a questo punto aumenta le competenze dei cardinali membri dell’AOR e concentra la gestione amministrativa su uno di loro, Mario Mocenni, con il titolo di “incaricato speciale”. Questi eserciterà le funzioni di prefetto dei palazzi apostolici, ma riceverà ordini direttamente dal papa, che peraltro amministra personalmente l’Obolo di San Pietro. Leone XIII è rimasto scottato dalla disavventura con il Banco di Roma, ma quando nel 1895 questi istituto si riprende, ecco rinnovarsi in lui la voglia di speculare.

il resto leggetevelo da soli

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 20:28| 
 |
Rispondi al commento

"L’economia politica fa confusione, in linea di principio, fra due generi assai differenti di proprietà privata, uno dei quali è fondato sul lavoro personale del produttore, l’altro sullo sfruttamento del lavoro altrui. Essa dimentica che questo ultimo genere di proprietà privata non solo costituisce l’antitesi diretta del primo, ma può crescere soltanto sulla tomba di quello.

Nell’Europa occidentale, patria dell’economia politica, il pro cesso dell’accumulazione originaria è più o meno compiuto. Quivi il regime capitalistico o si è assoggettata direttamente tutta la produzione nazionale; o, dove le condizioni economiche sono ancora meno sviluppate, esso controlla per lo meno indirettamente gli strati della società che continuano a vegetare in decadenza accanto ad esso e che fanno parte del modo di produzione antiquato. L’economista politico applica a questo mondo capitalistico ormai compiuto le idee giuridiche e della proprietà del mondo pre capitalistico con uno zelo tanto più ansioso e con una unzione tanto maggiore, quanto più i fatti fanno a pugni con la sua ideologia.

Nelle colonie le cose vanno altrimenti. Quivi il regime capitalistico s’imbatte dappertutto nell’ostacolo costituito dal produttore che come proprietario delle proprie condizioni di lavoro arricchisce col proprio lavoro se stesso e non il capitalista. La contraddizione fra questi due sistemi economici diametralmente opposti si attua qui praticamente nella loro lotta. Dove il capitalista ha alle spalle la potenza della madre patria, egli cerca di far con la forza piazza pulita del modo di produzione e di appropriazione fondato sul proprio lavoro."

Teresa F. Commentatore certificato 11.02.12 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci capisco niente in fatto di borse, mercato, azioni, rendimenti.....il mercato che preferisco e che frequento quasi ogni giorno è quello della frutta e della verdura dove i contadini della zona vendono i loro prodotti. Fosse per me non esisterebbe nessun mercato finanziario, le banche servirebbero a far prestiti, con tassi d'interesse umani, a persone e aziende che ne hanno bisogno e basta. Basta ricatti, basta strozzinaggio, basta dar soldi solo a chi è già miliardario, basta alle banche al servizio dei più forti. Le banche dovrebbero essere gestite dallo Stato e lo Stato dovrebbe fare solo ed esclusivamente gli interessi dei più deboli.

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 11.02.12 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto è mercato e il mercato è tutto!
Frase non più giusta di questa:
a Genova alle primarie si pagano due euri!
Evvai!!!!!!
Con tutti i soldi che si sono fregati vogliono anche quelli per cui il poteziale elettore viene fragato due volte!
Certo che se lo faceva beppe on-line......apriti cielo!

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 11.02.12 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono un sognatore. Sogno una super sinistra unita,con dirigenti che non facciano le cretinate del passato. E' un sogno che probabilmente rimarrà tale.

ANTI LEGA (nosecess.), Reggio E. Commentatore certificato 11.02.12 20:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è Gente che comprerebbe anche le mutande a rate,ecco perché "SALE" il "PIL"..
cmq quel mont(I)anaro di un vecchio e andato a new york a vendere il nostro debito e i nostri rotoloni di carta igienica ai suoi amici e colleghi banchieri del cazzo!
Sia il padre segreto di tremorti? :O
*******
comunicazione urgente,il sale a roma,non è che era poco,se lo so messi negli spaghetti!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 11.02.12 20:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo tutto è mercato: il mercato puoi regolamentarlo ma non abolirlo. Ho letto una caterva di sogni e di illusioni ma la realtà è un'altra: ognuno di noi fa parte del mercato ed ogni giorno lo alimenta: la mattina quando ti svegli e accendi la luce, quando sali sulla macchina per andare a lavoro, quando ti fermi alla pompa di benzina, quando vai al supermercato per fare la spesa, anche quando arriva la morte si continua ad alimentare il mercato.T.ornando al baratto ci sarebbe comunque un mercato, perché ognuno di noi non può essere autosufficiente : per vivere ha bisogno degli altri. Le distorsioni del mercato sono il riflesso delle distorsioni interiori di ciascuno di noi, quindi il vero problema è l'educazione delle coscienze che non può di certo avvenire con iniezioni di populismo o istigazioni a rivolte con tutte le conseguenze facilmente immaginabili. Mi riferisco al nostro paese dove esiste comunque una democrazia, imperfetta, ma comunque esiste ed è ancora possibile far valere le proprie ragioni o almeno ci si può provare.

pf 11.02.12 20:17| 
 |
Rispondi al commento

A questo punto il papa però, anche a fronte di tante iniziative, ritiene opportuno creare una sorta di banca all’interno della stessa Santa Sede per sfruttare in proprio le speculazioni, possibilmente in collegamento con istituti di credito italiani. Così nel 1887 viene fondata l’AOR, ovvero Amministrazione per le Opere di Religione (il suo nome originario era in realtà Commissione delle Opere Pie, ndr), la cui attività in effetti era già in piedi da tempo come commissione cardinalizia Ad pias causas. E’ una banca senza le normali strutture di un istituto di credito, pur avendo una sede propria nell’ufficio occupato fino al 1870 dalla censura pontificia e noto come “Buco nero”; la sua attività è trasformare in titoli al portatore le donazioni di immobili e di oro monetario. E sotto certi aspetti questa banca può esser valida per finalizzare le monete sonanti e i biglietti di banca che i pellegrini consegnano personalmente a papa Pecci per i suoi anniversari sacerdotali e i relativi giubilei.
Occorre però un riferimento esterno all’AOR con una banca italiana, particolarmente accreditata sul mercato per un’autentica speculazione; Leone XIII pensa di averla trovata nel Banco di Roma e vi apre un conto personale. Nel 1889 vi deposita 3 milioni e numerosi altri in azioni; Folchi incoraggia quella fiducia verso il Banco di Roma e i relativi prestiti concessi dal patrimonio della Santa Sede per finanziare varie imprese. Vengono coinvolti nelle operazioni bancarie diversi rappresentanti dell’aristocrazia papalina, in un fiume di azioni e obbligazioni; ma dopo solo un anno, nel 1890, arriva la crisi, che è proprio a livello di Borsa.

continua

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 20:16| 
 |
Rispondi al commento

quello che non capisco è come mai certi politici che hanno fatto la guerra e vissuto negli stenti oggi si ritrovino a complottare con massoni, mafiosi, bancbieri, multinazionali, alti prelati ed altri politici corrotti venduti e mafiosi incriminati di ogni genere di crimini. Tutto questo mentre c'è un popolo sfruttato che muore di fame e che non ha nemmeno più le infrastrutture ad aiutarli perché questi porci si sno fottute le nostre tasse, i patrimobi degli enti assistenziali, previdenziali, ater, sanità, scuola. Dove è finita l'empatia, la compassione, l'amore, le virtù, l'onore, la parola, l'orgoglio della propria integrità. VI RENDETE CONTO CHE GENTE STA AL TIMONE DELL'ITALIA. CI RAPPRESENTANO DEI CRIMINALI SENZA SCRUPOLI CHE NON PERDONO UN'OCCASIONE PER RUBARE. Dobbiamo ridare l'Italia agli Italiani e mettere al comando gente onesta, competente, discreta, che ami questa bella patria e gli italiani ricchi di potenzialità ormai inespresse ed uccise da questi criminali oppressori.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 11.02.12 20:10| 
 |
Rispondi al commento

ora almeno sapiamo dove GRILLO nasconde i suoi milioni. Non investe nei mercati. non li mette nelle banche ladre, non investe in qualcosa che crei lavoro. Vuoi vedere che li tiene sotto il materasso? In svizzera naturalmente, In Italia gli rubano anche il materasso. Mah!

ANTI LEGA (nosecess.), Reggio E. Commentatore certificato 11.02.12 20:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

continua...

La Chiesa potrà quindi dedicarsi alla sua elemosina per i poveri con rinnovato fervore, facendoci cadere dall’alto della sua mano sinistra i beni per sopravvivere che ci avrà prima sequestrato con quella destra; la vera essenza dell’opera pia.
Quindi, dopo L’Unto dal Signore Silvio la saga vaticana continua sotto Monti; le credenziali di Monti sono veramente perfette per questo rush finale di dominio. Adesso torniamo a Papa Leone XIII; egli fu il successore di Pio IX. Nato a Carpineto Romano nel 1810, di famiglia aristocratica, anch’egli fu allievo dei gesuiti; e anch’egli correva dietro ai soldi, quei soldi che “sono niente…sono di secondo ordine”. Nel Libro La Santa Casta della Chiesa di Claudio Rendina leggiamo di Papa Leone XIII (1878-1903) a pag. 93:

"“Egli apprezza infatti il sistema di Giovanni Simeoni di giocare sui titoli, ma vuole impegnarsi personalmente negli affari; conferma Simeoni nell’incarico di amministratore, ma affida la gestione delle finanze ad un prelato, monsignor Enrico Folchi, sulla base delle sue iniziative".

Cioè, il Papa a cui è intitolato l’istituto dei Gesuiti dove si è diplomato Mario Monti (che ricordiamo essere Presidente dell’Università Bocconi e consulente Goldman Sachs), era un Papa a cui piaceva GIOCARE SUI TITOLI e voleva impegnarsi personalmente negli affari. Andiamo avanti citando sempre il libro:

"“Papa Pecci (Leone XIII, ndr) anticipa annualmente 4.500.000 lire per le spese interne della Santa Sede, che assommano però a 6 milioni; il resto deve essere prelevato sugli interessi che quella somma anticipata frutterà a fine anno. Una speculazione seguita passo passo dal Folchi, tanto che in un anno, nel 1880, arrivano nelle casse vaticane transizioni di valori per circa 2.500.000 lire".

(UNA CIFRA SPROPOSITATA PER QUEI TEMPI!!!,,,ndr)

continua...

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Leone XIII, il papa speculatore a cui è stata intitolata la scuola DOVE HA STUDIATO Mario Monti.

da http://newapocalypse.altervista.org/blog/2011/12/15/goldman-sachs-mario-monti-leone-xiii-il-papa-speculatore-a-cui-e-stata-intitolata-la-scuola-dove-ha-studiato-mario-monti/

Oggi vorremmo approfondire la figura del Papa Leone XIII, quel papa a cui è stata intitolata la scuola privata in cui si è diplomato il nostro Mario Monti consulente di Goldman Sachs, il quale si appresta a distruggere per sempre l’Italia “sovrana” e “laica” e a ristabilire la Monarchia del Papato, questa volta in coordinazione con altri leader mondiali che porteranno avanti il Nuovo Regno Pontificio Mondiale.

L’obiettivo delle riforme di Monti, al pari dei suoi omologhi in altri paesi, infatti è quello distruggere ulteriormente la Classe Media e la ricchezza della società, al fine di arrivare ad avere un’Europa Cattolica composta da ricchi signori da un lato e da sudditi in miseria dall’altro;

a questi ultimi, dopo che gli verranno sequestrati gli ultimi loro beni e soldi dalle banche controllate dal Vaticano-Gesuiti, non resterà che la gesuitica fede della nuova era come oppio di consolazione.

D’altronde lo stesso ricoperto d’oro dalla testa ai piedi Benedetto XVI ha detto che i soldi “sono niente, e tutte queste cose, che sembrano vere, in realtà sono di secondo ordine”, quindi tanto vale farceli “prendere in custodia” in aeternum dalla Chiesa e dalle banche da essa gestite.

continua

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Le istituzioni ecclesiastiche che agiscono nei settori sanitario e dell’istruzione e che sono riconducibili alla chiesa cattolica pagano infatti esattamente la metà di Ires. L’Unione Europea ha aperto a questo proposito una procedura di infrazione contro l’Italia ritenendo tutto questo un indebito aiuto di stato, quindi sostanzialmente pratiche anticoncorrenziali.

Anche gli enti turistici religiosi, tra cui molti alberghi di Roma, godono dell’esenzione totale dall’Ici e della tariffa Ires ridotta. Il risparmio calcolato dalla U.E. è di due miliardi di euro, cifra che permette una politica di prezzi certamente più agevolata rispetto ai i competitori che non godono del beneficio. La procedura di infrazione partirà a fine ottobre e avrà un’istruttoria di 18 mesi dopo la quale ci sarà una sentenza. Vedremo se l’Italia sarà o meno multata.

20 agosto 2011

------

La notizia è arrivata dalla conferenza stampa del premier Mario Monti alla Sala Stampa Estera di Roma. Un giornalista straniero ha formulato una domanda scomoda: “Avete pensato ad estendere il pagamento dell’Ici anche alla Chiesa Cattolica?”. La risposta di Monti, il cui volto ha improvvisamente perso l’espressione benevola di solo pochi minuti prima, ha lasciato la platea straniera – e subito dopo anche quella italiana – senza parole. “E’ una questione che non ci siamo ancora posti”. E’ ragionevole pensare che il governo non se la porrà mai.
---

Sig Monti...lei NON PUO' PARTIRE A RAZZO QUANDO SI TRATTA DI METTERLA IN QUEL POSTO AI LAVORATORI DICENDO "CE LO CHIEDE L'EUROPA" E FARE FINTA DI DIMENTICARSI CHE L'EUROPA LE HA ANCHE CHIESTO DI FAR PAGARE L'ICI ALLA CHIESA!!

ALRIMENTI LEI E' UN EMERITO...UN EMERITO...(LASCIO AL LETTORE LA SCELTA DELL'AGGETTIVO)

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 19:51| 
 |
Rispondi al commento

*****
Quindi, l'espressione mercato, o sistema di mercato, ha avuto successo, proprio perchè nasconde attraverso un operazione cosmetica e insipida, una...SCOMODA REALTA', fatta di sfruttamento di una minoranza, sulla maggioranza.
Realtà che si traduce che in Italia, il 10% delle famiglie, detengono il 50% della ricchezza, e nel mondo, l'1% della popolazione mondiale, detiene il 50% della ricchezza mondiale.

Vento...Rosso
*****
----------------------------------------------

"...sfruttamento di una minoranza, sulla maggioranza."

Ricorda tanto da vicino il "Capitalismo di Stato" ovverossia il Comunismo piu' becero.

Che l'1% detenga il 50% della ricchezza mondiale, sempre che sia vero, e' comunque irrilevante.

Se io produco e tu te ne stai in panciolle, io detengo il 100% della ricchezza e tu niente.

Esempio estremo ma rende bene l'idea.

Risparmiatevi le solite litanie del chi e' ricco ha per forza rubato ad un'altro, ci credono per fortuna solo in pochi sciocchi.


Credo che basterebbe comportarsi in modo Onesto e Responsabile, e

un'ECONOMIA MONDIALE PIU GIUSTA sia possibile al giorno d'oggi!!
e mi permetto di parlare, anche se sento di non averne il diritto in prima presona...
ma i poveri bimbi senza cibo ne acqua pulita nei paesi sottosviluppati dell'ormai "quarto mondo"..o delle favelas cinesi indiane sudamericane - ma ormai anche nei paesi "sviluppati" ecc...loro si! loro ne hanno il diritto!! eccome!! insieme ai loro genitori!

LORO hanno il diritto sacrosanto di pretenderla - e se la conoscenza fosse loro messa a disposizione, pretenderne un MODELLO SOSTENIBILE!

SOSTENIBILE PER PORTARE RISPETTO OLTRE ALLA SALVAGUARDIA DELLA PIU VICINA SPECIE "SCIMMIA SAPIENS" ANCHE AL PIANETA INTERO E I SUOI ESSERI VIVENTI.

Alessandro D., Roma Commentatore certificato 11.02.12 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Il capitalismo non crea nessun valore di sistema!

Se la produzione venisse venduta al suo effettivo valore, non ci sarebbe spazio per il profitto!

Il problema è che il profitto è la remunerazione del capitale,

l., ancona Commentatore certificato 11.02.12 19:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...INUTILE... noi non ci possiamo fare nulla contro il signoraggio.... lo dice anche Tremonti http://ilmartello.net/2012/02/11/non-ce-via-di-scampo/

Paolo Lincetto, ABANO TERME Commentatore certificato 11.02.12 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio a Napolitano e a tutto il geriatico del quirinale di trasferirsi assieme al nano alle isole cayman a passare una fine tranquilla della loro biecca esistenza.
Mi fanno pena sti vecchi, andate via quanto prima.
Vi conviene andarvene, altro che non saranno tollerate proteste che escano dalla legalità.
Nonnino vattene quanto prima ti conviene.
E' da 151 anni che ci fate vivere nell'illegalità.

gna omo Commentatore certificato 11.02.12 19:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non tutto pero' e' in mano al mercato e alla speculazione finanziaria. c'e' stato chi ha detto NO. un NO AL SALVATAGGIO DELLE BANCHE, un NO ALLE MISURE SALVA-STATO, un NO ALLA BCE, ALL'IMF, AL WTO.
Questo NO l'hanno detto gli islandesi. di questo nessuno ne parla, fa troppa paura. eppure l'Islanda e' uscita bene dalla crisi rigettando tutte le ipotesi e le offerte di salvataggio di questo sistema corrotto che sono le banche, l'euro, la banca centrrale europea, e cosi' via. si sono isolati da tutto questo, gli islandesi: E CE L'HANNO FATTA.: disoccupazione in calo, piano energetico senza import di petrolio e altro, ...
Hannop mandato a cagareb i salvatori dell'euro e ce l'hanno fatta, ora stanno bene, molto meglio di prima. Noi stiamo invitando per aprile Hordur Torfason , l'Islandese cantautore che ha acceso la miccia della rivoluzione islandese( la rivoluzione delle pentole e delle padelle- comne e' stata chiamata).
sara' in Italia dal 15 aprile al 20 aprile a Treviso, Verona, Parma. ospite del movimento 5 stelle di quelle citta'.
ne sentiremo delle belle!!

franco bressanin 11.02.12 19:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La soluzione sta nel libro "Il danaro sterco del demonio" di Massimo Fini.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 11.02.12 19:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Napolitano parla di legalità della protesta contro le drastiche misure per sanare il debito pubblico ed i conti dell'Italia. Ma come fa a parlare di legalità delle protesta quando i primi ad essere illegali sono i partiti ed i politici come stiamo riscontrando negli scandali giornalieri, dico giornalieri in Italia. Non annuali, mensili, ma giornalieri. Ogni giorno una sottrazione di fondi pubblici dei partiti oppure uno scandalo della sanità o una tangente su lavori pubblci oppure un malaffare sugli immobili degli enti oppure un'intera giunta sciolta per mafia oppure un premier coinvolto in scandali di droga e prostituzione ed evasione. Mafia, nepostismo, classismo, caste. Entro 5 anni da un sondaggio italiano, i figli di manager diventano, guarda caso, manager. Lo stesso che succede in politica. CRISTO ! DITEMI UN ALTRO PAESE AL MONDO, SIA PURE DEL TERZO MONDO, DOVE SUCCEDE TUTTO QUESTO ED IL POPOLO STA ZITTO.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 11.02.12 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Ah,ah,ah,ah!
E' tutto così fottutamente ridicolo!

Questi personaggi passano tutta l'esistenza ad affannarsi a fare soldi e acquisire Potere, e non hanno ancora scoperto il modo di portarseli all'Inferno, quando sarà il loro turno!

Non fa ridere anche voi?

Terminator -- (), L.A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.12 19:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusa un'attimo beppe se a quanto pare l' 1% della popolazione mondiale detiene il 40% dei capitali e visto e considerato che per la nostra società noi non abbiamo ne diritti ne bisogni ma solo soldi da spendere, che cosa aspettiamo a unire tutte le forze in campo per cambiare una volta per tutte questa società.
L'1% contro il 99% mi sa tanto che hai ragione non so quanto gli conviene tenere duro.

http://www.youtube.com/watch?v=cCAOgMja8vk&feature=player_embedded#!

gna omo Commentatore certificato 11.02.12 19:21| 
 |
Rispondi al commento

C'è qualcuno che conosce il movimento mondiale ZEITGEIST?
Vi invito a perdere 2 ore e 41 minuti della vostra vita per capire in che situazione siamo.

http://www.youtube.com/watch?v=cCAOgMja8vk&feature=player_embedded#!

Open your eyes, open your mind.

gna omo Commentatore certificato 11.02.12 19:04| 
 |
Rispondi al commento

ci sono popoli come che credono nell'uguaglianza, nella democrazia, nel diritto ad un lavoro giustamente remunerato, ad un tetto, ad una sanità ad un'istruzione ed altri dove si crede solo alle caste sociali, al nuovo feudalesimo fatto di massoneria, mafia, privilegi, nepotismo, clientelismo, corruzione. In Italia ci stamo avvicinando al vecchio concetto indiano di casta di cui l'india vuole liberarsi mentre noi l'abbiamo recuperato. Voi che vi prostrate per un lavoro precario in un call center siete la nuova casta degli intoccabili che non potrà mai pretendere nulla dalla nazione governata dalla casta dei politici, dei grandi capitalisti, dei banchieri, dei magistrati, degli alti prelati. Anche la giustizia non è la stessa. Loro possono rubare ed uccidere e rimanere impuniti come abbiamo riscontrato in tanti processi finiti in una bolla di sapone, ma se voi vi azzardate, affamati, ad entrate in un ipermercato per rubare del cibo per sopravvivere, allora andate in carcere. Quests gente sputa sulla povertà a cui è indifferente, insensibile, anzi, crea poverà col suo ladrocinio sempre impunito privo di compassione, di pietà per chi non ha una casa, un piatto di minestra. Rubano le risorse allo stato ed agli enti assistenziali in modo tale che nulla rimanga per il sostegno ai poveri. Loro si arricchiscono e spediscono il denaro all'estero mentre il popolo muore di fame. Si fregano i fondi per la ricerca e l'innovazione non facendo né l'una né l'altra facendo arretrare il paese peggio dell'Africa.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 11.02.12 18:54| 
 |
Rispondi al commento

noi siamo le vacche che portano al mercato.
più sei vacca, più hai mercato

nello g. Commentatore certificato 11.02.12 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei grande. Solo tu puoi spiegare la stupidità umana (anzi, disumana) dei nostri tempi. Non hanno ancora capito, questi brutti idioti, che questo sistema senz'anima sta per saltare in mille pezzi. Guarda che paura hanno del default della Grecia...

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 11.02.12 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Fanno sorridere coloro che accusano l'FMI di tutte le nefandezze possibili.

L'FMI e' l'ultima risorsa messa a disposizione dal mondo intero a quegli stati che sono stati poco lungimiranti nelle loro finanze oppure hanno subito degli eventi catastrofici e richiedono aiuto immediato e di emergenza.

Per i soliti economisti post-domenicali, dove entra l'FMI e' subito caos e cominciano seriamente i guai di chi ne chiede l'aiuto, quindi l'FMI andrebbe chiuso e chi ne e' al comando processato e rinchiuso in galera.

E' come dire che bisognerebbe chiudere tutti i centri di terapia intensiva perche' una buona parte di chi ci entra ne esce purtroppo molte volte in orizzontale, quindi processare i medici del pronto soccorso e rinchiuderli perche' non sono riusciti a salvare tutte le vite che ne sono entrate.


go to "Vito e il mercato"

www.vitoilvitellino.it

pasquale gravante 11.02.12 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Cari dirigenti del Movimento Cinque Stelle, come italiano onesto e stanco di donare sangue ai vampiri, vi invito a lavorare per unire in un Movimento le forze di SEL, IDV, Rifondazione e comunisti italiani e il movimento cinque stelle.
Oggi è indispensabile cercare ciò che unisce la parte migliore del POPOLO ITALIANO, per difenderlo dalle prepotenze del governo più
ideologicamente reazionario e subdolo visto all'opera in Italia. Con la squallida maschera dell'EQUITA' i tecnici della Goldman Sachs e
della Commissione Trilaterale stanno facendo strage delle poche speranze di vivere decentemente in Italia.
Se le forze politiche sane non sapranno superare i motivi di divergenza, pdl+pd+terzo polo faranno un paese a loro somiglianza,così come l'orrendo clown ha fatto in questi anni.
Buon lavoro
Gianfranco Mazza

PS Alle ultime elezioni amministrative ho votato per il vostro Movimento. Spero che l'unità prevalga sulle macerie.

Gianfranco Mazza 11.02.12 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buona sera a tutti ..
Sto spulciando da mesi i vari blog e le varie idee sulla crisi e sulle varie cause ed accessori.
Bene il tutto proviene da un assunto : creare denaro dal nulla e poi trovare qualcuno a cui darlo.
Praticamente il denaro non avendo piu nessun valore reale, alla lunga lo possiamo considerare energia potenziale ( come una palla ferma su un piano che puo cadere in basso ) bene nella fase di transito qualcuno ci guadagna ,ebbene il trucco che si sono inventati è far fare tanti transiti al denaro,di una banalità estrema. Dal sistema ci si difenderebbe solo impedendo questo cosa però resa impossibile dal fatto che dobbiamo
continuamente avere vera energia per vivere sembra una cosa banale, ma la perdita del controllo della situazione e l'impossibiltà di venirne fuori sta tutto nell'energia: fino a 200 anni fa praticamente l'enegia base era solo quella solare in tutte le sue forme e conversioni,ma aveva un difetto: passando dal fonte ( il sole ) a noi non necessitava di una terza parte che faceva da intermediario . per oggi basta.

tino p. Commentatore certificato 11.02.12 18:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


“Di queste città resterà: il vento che le attraversa!
La casa rallegra il mangione: è lui che la vuota.”
Sappiamo di essere effimeri
e dopo di noi ci sarà: niente degno di nota.
Nei terremoti futuri io spero
che non si spenga il mio virginia per l’amarezza,
io, Bertolt Brecht, sbattuto nelle città
dai neri boschi, nel grembo di mia madre, in tenera età.
(del povero B.B)

Di questa città non resterà che il nulla!
Effimera era, tanto da non saperlo.
il vento sputerà a rinnovare le fiamme.
Nulla degno di nota resterà di lei.
Solo dai terremoti futuri resterà la memoria
dei distruttori, del loro strazio e vendetta.
Questo solo sarà annotato .
Loro che seppero tramutare l’amarezza
alla meraviglia della futura bellezza.
vittoria Oliva

siempre en la lucha Commentatore certificato 11.02.12 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Grillo e di questo argomento, non ne parliamo....
http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/01/31/news/acta_minaccia_globale-29074961/

giovanni p., vicenza Commentatore certificato 11.02.12 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, alle volte mi sembri un ingenuo, perché ti domandi se, quell'accolita di spergiuri e traditori della democrazia che siede attualmente in un parlamento in liquidazione coatta, possa permettersi di avere un gruppo di persone normali, non cooptabili o ricattabili? CERTO! Faranno carte false pur di non doversi confrontare con persone Oneste. Mi sembra del tutto evidente ed aggiungo che faranno funzionare a pieno regime la macchina del fango! E se non bastasse, tenteranno anche un golpe; ma in questo caso farebbero la stessa fine di Ceausescu. Marionette con la faccia attonita davanti al plotone d'esecuzione. Mi offro volontario.

Arnaldo . Commentatore certificato 11.02.12 18:37| 
 |
Rispondi al commento

L' 1% della popolazione mondiale detiene il 40% del denaro.
La Società e la Finanza sono TUTTI i NOSTRI problemi.

http://www.zeitgeistitalia.org/zeitgeist-iii

gna omo Commentatore certificato 11.02.12 18:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

aprite questa intervista fatta in Germania su Napolitano che sembra aver fatto la cresta sui rimborsi viaggio. IN GERMANIA COME IN SVEZIA OD IN NORVEGIA OD IN Q2UALUNQUE ALTRO PAESE CIVILE LE COSE CHE ACCADONO IN ITALIA SONO INIMMAGINABILI PER IL LORO SENSO CIVICO. QUESTI POPOLI A DIFFERENZA DEL NOSTRO NON LE TOLLEREREBBERO E SI RIVOLTEREBBERO PER RIMUOVERLI E GIUDICARLI DA GIUDICI CHE NON SONO NE' COMPLICI NE' SI FANNO INTIMORIRE.
http://www.beveraedintorni.com/index.php?option=com_content&view=article&id=3050:il-massone-giorgio-napolitano-sorpreso-a-rubare-minaccia-il-giornalista-con-lo-spettro-della-polizia&catid=88888917:aprile-2011&Itemid=88888921

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 11.02.12 18:36| 
 |
Rispondi al commento

E vero il mercato è diventato il nuovo Dio, un Dio universale...Però quando penso che in nome di questo Dio ci stiamo uccidendo e viviamo come schiavi penso che dobbiamo uscire da questo nuovo Medio Evo con un nuovo razionalismo così come avvenne nei secoli passati, chiudendo i suoi sacerdoti e profeti nelle loro chiese così come è stato fatto all'epoca togliendo tutti i poteri al fanatismo religioso-finanziario attuale! Ma ci pensate mai? In realtà ora cosa ci manca per vivere bene? Se non ci fosse sempre il problema di questi maledetti mercati cosa ci mancherebbe per non avere problemi? Assolutamente nulla! Viviamo in un mondo dove la scienza fa passi da gigante e ci permette di vivere sempre più a lungo e meglio, viviamo in paesi relativamente liberi e prosperi e pieni di cultura, abbiamo internet, la bellezza del mondo ci circonda ma...c'è il grosso "ma" dei mercati e dell'avidità umana!
Se ci pensate bene tutti i problemi attuali nel mondo nascono dall'avidità umana e i mercati sono solo un'ombra distorta di essa.
Anticamente la gente viveva male perchè faceva la fame, soffriva molto maggiormente le malattie, era soggiogata.Oggi queste cose sono scomparse o quasi (almeno in europa) , quindi perchè dobbiamo avere paura di una cosa che non esiste come il mercato? Ma cos'è poi il mercato? E' un'invenzione degli uomini, i soldi sono un'invenzione degli uomini! In conclusione la cosa sconcertante è questa: oggi, a differenza che in passato, abbiamo tutte le risorse e le tecnologie per vivere bene, ma dobbiamo stare in queste condizioni per la paura di una cosa astratta e impalpabile come il mercato! Sembra proprio che gli uomini non siano stati creati per vivere in pace e serenamente.

nicolas r. Commentatore certificato 11.02.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Ghandi disse che la cosa che amazza piu di ogni altra malattia al mondo è la POVERTA'.

http://www.zeitgeistitalia.org/zeitgeist-iii

gna omo Commentatore certificato 11.02.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento

La Grecia e' il tipico esempio di troppo Stato che interferisce sul mercato caricandolo con spese sociali che alla lunga l'hanno soffocato.

Una mucca riesce a produrre un certo numero di litri di latte, un giorno di piu' e un giorno di meno. Quando il latte e' finito, hai voglia a star li a strizzarle le mammelle, la mucca non ne puo' dare di piu'.

Lo stato socialista invece non solo continua a strizzare, ma affama e fa morir di fame anche il vitellino che ne avrebbe avuto bisogno un po' anche lui. Poi magari la mucca si ammala e non rende piu' oppure trova un varco nel recinto e scappa su pascoli dove puo' vivere e prosperare senza chi la abusa o ne minaccia l'esistenza.

I poliziotti Greci dovrebbero arrestare tutti i politicanti del loro paese, vera causa dei loro problemi, e non venir fuori con la sciocchezza di arrestare chi con il loro guai non ha niente a che fare.


Ecco il passato-presente e futuro.
Svegliamoci da questo incubo.
La società e il mercato sono i NOSTRI problemi.

http://www.zeitgeistitalia.org/zeitgeist-iii

gna omo Commentatore certificato 11.02.12 18:31| 
 |
Rispondi al commento

che culo che c'ha il cinesino....

Sandro Abelli Commentatore certificato 11.02.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Noccioline! Noccioline!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 11.02.12 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Vi chiedo un altro favore.

Se vedete Bossi da qualche parte avvicinatevi a lui e a nome mio, sempre incrociando gli indici di entrambe le mani urlategli

"ESCI DA QUESTO RUDERE!"

Se invece incontrate la Santachè? alzate al cielo entrambi i diti medi (tenendo chiusi tutti gli altri) e urlate

"ENTRA IN QUESTO CORPO! NON ASPETTA ALTRO!"

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Aaaahhhh!!!....Finalmente ho capito di chi sono le mani dell'immagine del post in alto!

La mano a destra che da I SOLDI, è quella di Stefano Bontate mentre quella di sinistra è la mano del Nano Malefico che li riceve.

La foto è stata fatta prima della nascita di Milano 2!

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 18:16| 
 |
Rispondi al commento

il mercato ttanto invocato dai liberali come i Berlusconi, i padroni, i ricchi, i professionisti evasori, la destra in sintesi, sono i primi a non volerlo ed non rispettarlo, vedi quello che sta succedendo attorno alle liberalizzazioni, sono loro a non volerle, per loro il mercato è una barriera a difesa dei loro privilegi conquistati senza merito, rubando,

cesare pavese 11.02.12 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Milano, 11 feb. (TMNews) - Le banche "hanno chiuso i rubinetti del credito" e la stretta è legata anche al forte aumento delle insolvenze delle imprese (+36% l'anno scorso). Lo sostiene la Cgia di Mestre, citando le ultime statistiche sul settore creditizio diffuse dalla Banca d'Italia. Negli ultimi tre mesi del 2011, secondo la Cgia, "i prestiti erogati dal sistema bancario alle imprese sono diminuiti dell'1,5% e a dicembre la contrazione è stata addirittura del 2,2%". Le insolvenze, invece, l'anno scorso hanno superato gli 80 miliardi di euro.
=================================================

Trentasei per cento !

In pratica un'impresa su tre e' insolvente .

Greci arriviamo anche noi !

Hanck

Dirty Old Man, piovene rocchette Commentatore certificato 11.02.12 18:09| 
 |
Rispondi al commento

QUALCUNO mi può fare un favore?

Se vedete Monti in un convegno, al cinema o al ristorante avvicinatevi a lui e incrociando gli indici di entrambe le mani dite ad alta voce:

"ESCI DA QUESTO CORPO!"

Chissà che nn sia quella la soluzione.

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Chi più Stato e meno mercato e chi più mercato e meno Stato.

Sembra quasi un dilemma shakespeariano, non vi pare?

Se più Stato è meno mercato significherebbe che l’economia sarebbe pianificata dai nostri rappresentanti politici. Volete questo? Volete sul serio che i bisogni della cittadinanza venissero pianificati e programmati da 5 delinquenti? Spero proprio di no.

Più mercato e meno Stato significherebbe che l’economia sarebbe pianificata e programmata da un gruppo di capitalisti come del resto accade oggi. Volete questo? Ne siete sicuri? Volete sul serio che lasciare la nostra economia a questo gruppo di capitalisti che ci portano di crisi in crisi riempiendosi le tasche ancora meglio quando c’è la crisi? Spero proprio di no.

Che differenza potrebbe mai avere a lasciar pianificata e programmata l’economia, vuoi da 5 vassalli, vuoi da 5 padroni? Io penso nessuna, in quanto sono la stessa cosa, gli uni al servizio degli altri: non si capisce dove inizi il vassallo e dove finisca il padrone.

Esiste anche un alternativa, però, sarebbe un economia pianificata e programmata dai cittadini in prima persona: secondo i loro bisogni, secondo le loro capacità, secondo la situazione internazionale, proprio per non lasciare indietro nessuno.

In questa economia siffatta il lavoratore sarebbe anche il proprietario d’impresa, nonché il proprietario del bene prodotto e il consumatore finale. In un’economia DAL BASSO il lavoratore, il capitalista, lo Stato, il mercato, il consumatore e il proprietario del bene si fondono, diventa un tutt’uno.

La vera alternativa non è tra Stato e mercato, ma tra il padrone/vassallo e il lavoratore/produttore/consumatore/cittadino: il lavoratore diventa il proprietario dei mezzi di produzione com’è giusto che sia.

(segue sotto)


L'IDEOLOGIA DEL "MARKET SISTEM"

Nella parola Capitalismo, è implicito il riferimento a coloro che esercitano il potere economico e di conseguenza politico. Infatti, si parlava di capitalismo mercantile, capitalismo industriale, capitalismo finanziario.
Poi, dopo la seconda guerra mondiale, negli USA, prese piede il termine "Market Sistem" cioè sistema di mercato, e proprio per mascherare i "reali" rapporti di produzione che vigono nel capitalismo (gli schiavi salariati e cioè il Lavoro da un lato, e i capitalisti e cioè i detentori dei mezzi di produzione economica, e quindi il capitale dall'altro) .
Quindi, l'espressione mercato, o sistema di mercato, ha avuto successo, proprio perchè nasconde attraverso un operazione cosmetica e insipida, una...SCOMODA REALTA', fatta di sfruttamento di una minoranza, sulla maggioranza.
Realtà che si traduce che in Italia, il 10% delle famiglie, detengono il 50% della ricchezza, e nel mondo, l'1% della popolazione mondiale, detiene il 50% della ricchezza mondiale.

"Le idee della classe dominante sono in ogni epoca le idee dominanti; cioè, la classe che è la potenza materiale dominante è in pari tempo la sua potenza spirituale dominante".
(K.Marx-L’ideologia tedesca)

http://www.deriveapprodi.org/2009/09/il-capitalismo-e-la-crisi/


P.S.
Un caloroso saluto alla signora Vivarelli, che segue con molto interesse i miei commenti.

Vento...Rosso 11.02.12 18:06| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona sera sera a tutti.
Sono un paio di ore che on grande interesse leggo
i post di tutti voi.

Ma Signor "Luis P" siamo discutendo non si ecciti..i provi..non di del pezzo di m..a destra e a sinistra.
Usa la tastiera come valvola di sfogo?????????????????Non me ne voglia.

Marcantonio Roma

Marcantonio 11.02.12 18:06| 
 |
Rispondi al commento


Finanza estrema, arrivano i "bond della morte" che scommettono sulla vita degli anziani
Un campione di 500 persone tra i 72 e gli 85 anni alla base di un nuovo strumento finanziario. Meno loro vivono, più gli investitori guadagnanoLe banche non sono enti assistenziali e la finanza non è governata dai buoni sentimenti. Niente di nuovo. Ma anche alcuni squali che nuotano in quei mari sono rimasti turbati davanti all'ultimo prodotto finanziario lanciato dalla Deutsche Bank, uno dei più grossi gruppi bancari europei. Ha un nome pulito e anonimo, "db Kompass Life 3", ma è stato subito ribattezzato "bond morte". Il suo funzionamento è tanto semplice quanto cinico: prende un campione selezionato di 500 cittadini statunitensi tra i 72 e gli 85 anni, che mettono a disposizione i loro dati sanitari, e "scommette" sulla durata della loro vita. Il meccanismo si basa su calcoli statistici piuttosto complessi ma il risultato finale è molto chiaro: l'investitore guadagna se l'anziano muore presto, la banca se vive a lungo.

La rendita dell'investimento in sostanza è commisurata alla durata della vita che va oltre le previsioni dei medici. Se gli anziani del campione vivono in media 12 mesi in più, il rendimento del bond supera il 6%. Se invece campano 3 anni più del previsto il rendimento si dimezza.PS (la vedo brutta!)fonte virgilio economia.

gagliardo giuseppe 11.02.12 18:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è cosa davvero sorprendente, eppure tanto comune da doversene rattristare piuttosto che stupire: vedere migliaia d'uomini asserviti miseramente, con il collo sotto il giogo, non già costretti da una forza più grande, ma in qualche modo, come sembra, incantati e affascinati dal solo nome di uno...
(ètienne de la boètie, DISCORSO SULLA SERVITÙ VOLONTARIA, instant book, chiarelettere, 2011)

Gabriele Alfano Commentatore certificato 11.02.12 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma Beppe ogni tanto razzoli male. Non dimenticarti che tu sei figlio del mercato. Ti sei proposto come "comico"; sei stato bravo e hai avuto successo sul mercato dei telespettatori. E allora cosa c'entra il mercato? Fin dai tempi di UR c'è il mercato. Solo che allora per chi rubava vigeva la legge del taglione.

Rinaldo S. Commentatore certificato 11.02.12 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Quando Monti, ha illustrato a Sarkozy, la riforma delle pensioni che aveva fatto, Sarkozy è rimasto meravigliato ed incredulo.
Sarkozy, crede di avere a che fare con i francesi, non conosce gli italiani.

antonio d., carrara Commentatore certificato 11.02.12 17:58| 
 |
Rispondi al commento

per la signora viviana di bologna,le auguro vivamente che il m5s rappresenti il futuro in un ottica di politica fatta di trasparenza,tutela del bene comune e mettersi al servizio del cittadino,ho ancora il ricordo impresso del giovane candidato sindaco nella città di milano.........bè direi che siamo ancora troppo lontanio eh,non dico che il tutto sia utopico,ma si ha bisogno di persone prearate in primis e con determinate attitudini,non vedo l'ora arrivi il momento che arrivi in parlamento grillo e company,sarà un bel banco di prova,vediamo se sono pronti a questa mission che molti cittadini delegano.........

gabriele piredda, cagliari Commentatore certificato 11.02.12 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solidarietà e simpatia, al popolo Greco,
fonte di civiltà
senza il quale probabilmente oggi noi non esisteremmo!
Distruggere ed affamare un popolo millenario,
in nome dell'egoismo di pochi,
è il segno del degrado
a cui questo sistema ci ha portato!
Solidarietà e simpatia, ed affetto anche,
è poco lo sò, sono solo parole,
ma è tutto quello che ho!

SOLIDARIETA' TOTALE AI FRATELLI GRECI!

l., ancona Commentatore certificato 11.02.12 17:51| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poi vediamo se dopo l'ipotetico colpo di stato in grecia si sta meglio...secondo me si starà peggio....dalla povertà alla miseria..di sicuro!!

marco aurelio, reggio emilia Commentatore certificato 11.02.12 17:50| 
 |
Rispondi al commento

www.davidevignati.bloog.it
Sotto la neve c'è il pane (si diceva così 40 anni fa)
Oggi sotto alla neve ci sono i morti
E la neve non fa nemmeno diminuire lo spread
Oggi è passato tutto in secondo piano davanti al Dio capitalismo,ogni giorno facciamo un "inchino" davanti all'Europa ai Mercati,ai speculatori mentre la nave italia si abissa in un mare di bugie nefandezze di ogni genere mentre no gli ne frega niente dei padri di famiglia con i loro figli che dopo aver pagato ogni sorta di tassa gli negano la pensione.
Oggi sotto la neve ci sono le braci di una volontà popolare che si sta incendiando.

1 Davide 1 Vignati, Merlino Commentatore certificato 11.02.12 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Il mercato è senza cuore.
Un po’ come una macchina schiacciasassi.
Chiunque o qualunque cosa si pari davanti viene schiacciata senza cuore perché uno schiacciasassi ha la funzione di schiacciare i sassi e basta.

Ora c'è da dire che uno schiacciasassi generalmente ha almeno un cristiano che lo guida. Almeno un minchione che schiaccia l'acceleratore ce l'ha uno schiacciasassi che si rispetta.

Con la deregolamentazione e la delegificazione inventate dai guidatori dello schiacciasassi mercato (se non erro i padri padrini di ciò, o meglio, i padri preistorici furono reagan e la thatcher . . . ma posso anche sbagliare), abbiamo uno schiacciasassi che se ne va per i casi suoi e pertanto, senza cuore schiaccia ciò che incontra.

Nella nostra situazione ci sono due otre cose che stupiscono e son allarmanti.
I potentati credono ancora nello schiacciasassi senza guidatore.
Tutti si stupiscono che d'inverno nevica e fa freddo.
Tutti sono convinti che di una nave che affonda sia più importante sapere se il comandante stava trombando con una bionda piuttosto che capire e parlare delle vere ragioni della tragedia per farne studi che prevengano nel futuro cose simili.

E' venuto seriamente il momento di stare molto attenti, la follia si sta impadronendo del mondo.
Siamo al momento che i figli distruggeranno quel che i padri costruirono.

Tutto quel che scriviamo riguardo queste situazioni non ha molto senso, le vecchie regole sono completamente "out of service" e bisogna veramente iniziare a pensare in modo nuovo e genuino.

Dobbiamo reinstallare il cuore nell'umanità.
Qualcuno deve iniziare.

Ricominciamo noi.

Buonasera a tutti.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.12 17:46| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fuori post: non siete stanchi di tutte ste manfrine, quando ormai abbiamo capito in che mani siamo? Ormai il diritto è un optional e la casta è sempre salda al potere. Quando scendiamo in piazza (tutti, di dx di sn, di centro e anarchici)e resettiamo sto paese? Quanto ancora vogliamo aspettare per mettere delle persone di buon senso a governare? Perchè continuiamo a pagare partiti e politici e non abbiamo i soldi per un reddito minimo? Più aspettiamo e peggio sarà.

roberto p., FANO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.12 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

parlavo tempo fa con una persona che aveva fatto la guerra, e mi diceva come e' diverso stare al cannone e sparare o uccidere in un corpo a corpo.
al cannone spari e poi boh, il proiettile va, uccidere lottando vedi chi stai uccidendo negli occhi, ne percepisci la sofferenza, la sua morte. tristissimo.

gli specultaori sono come i cannonieri, schiacciano un pulsante sul pc e casomai provocano incasinamenti mondiali ma per loro e' solo un clic su un computer e tanti soldi che gli entrano, non hanno la percezione di quello che stanno realmente combinando. disumanizzazione totale ed empatia zero.

ad es la speculazione sul prezzo dei cereali di qualche anno fa, dopo le parole di bush che voleva fare il biodiesel con il grano (criminalissimo discorso fatto volutamente).
il prezzo dei cereali nel mondo raddoppio' e qeusto fatto provoco crisi mondiali, impoverimento, fame, mezze rivoluzioni.
per lo speculatore era stato un semplice clic sul computer.

e' il sistema che hanno impostato che e' disumano.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 11.02.12 17:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gent.ma Sig.Viviana di Bologna non è da poco avere una convinzione, come ce l'ha lei! Senza convinzioni non si può vivere, ma non si può vivere nemmeno senza certezze! Sembra che lei abbia la certezza che il M5S ce la farà a raggiungere il Parlamento e a rimanere integro, anche se non vedo segnali che avvalorino le sue convinzioni e le sue certezze. Spero solo che il fallimento delle stesse non la abbattano più di tanto. La vita continua, anche senza il M5S.

volatile/pn 11.02.12 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grecia, appello al Papa di mons. Papamanolis presidente dei vescovi greci: "La situazione sociale é tragica. Spero che il mio appello possa arrivare al Papa. Ci servono aiuti per assistere la gente ed è difficile descrivere quello che vedo ogni giorno".

Adesso voglio proprio vedere cosa intende la chiesa romana quando blatera di “solidarietà e carità cristiana”, di “amore per il prossimo” e bla bla bla vari.
Ma sono sicuro che si tratta solo di chiacchiere e distintivo. I potenti deo vaticano pensano solo a incu..rsi l'uno con l'altro per acquisire potere. Quello terreno ovvio...

Massimo Minimo Commentatore certificato 11.02.12 17:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA SOLUZIONE C'E' ANCHE SE ESTREMA.

Siamo troppi e c'è sempre meno pagnotta.
La soluzione c'è uccidiamoli tutti.
Uccidiamo tutti quelli che non fanno un caxxo e pretendono,quelli che campano di politica cioè di aria fritta,uccidiamo capi di stato e banchieri,uccidiamo le agenzie di rating,la bce,l'fmi e l'UE.
Uccidiamo tutti quelli che sono una palla al piede per le nazioni,uomini di merda con giacca e cravatta travestiti da mutanda,manager dalle facili buoniscite e pensionati d'oro.
Se li uccidiamo tutti prima che scoppi una guerra e muoiano innocenti faremo un favore a tutti e a noi stessi e vediamo se il problema persiste.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 11.02.12 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TUTTO E' MERCATO,IL MERCATO E' TUTTO.

Ma parlamo der mercato rionale,no de quello che "nun se magna"!!!

Serve de pià sott'occhio li fatti,no le fanfuglie,ma chi ce l'ha li sòrdi per fallo,'sto caxxo mercato?

Io tutt'arpiù posso 'nvestì quarcheduno cor motorino,ma de sòrdi gnente!

Sarebbe pure ora che 'sta cuccagna finisse,perchè la finanza creativa ortre che a rompece li cojoni,c'ha fatto "buttà" 'na cifra de mijardi!

Pensa tu che cojoni l'ommini,se so' fatti magnà er pisello da le mosche,se so fatti infinocchià da quattro furbetti che j'hanno fatto crede de potè fa li sòrdi senza fa 'n caxxo!

Ma come caxxo è possibile de diventà ricchi senza fa un caxxo???

Da quarche parte la fregatura c'ha da esse!

Ecco,la fregatura sta ner fatto che c'è la possibilità de rimanè 'ncxlati,'na grossa possibilità!

Parlamo de "robba" che se magna,che se tocca,ch'è vera,no de chiacchiere ar vento!

Si credi de fa li sòrdi senza fa gnente,è bene che t'aricodi che te la poi pure pijà 'nder cxlo!

Parlamo de come fa 'n mercato vero,fatto de lavoro,de servizi e de' quella caxxo de umanità che la maggior parte dell'esseri umani s'è scordata!!!

Pe' me lo spred sona come 'na scureggia...spreeeeeed!

Famoselo noi er mercato,quello vero!

Parlamo de realtà,no de "robba finta"!

Io ogni tanto la butto la quella delle Civic Compay,giusto perchè è tanto bello fa le cose in "compagnia"!

Arivederci e grazie.

Nando da Roma.

p.s.

Continua pure lo Sciopero Legale 5 Stelle,giusto pe' mannà quarcheduno carcerato.

Nun è che er decreto svota carceri 'o fanno apposta pe' nun trovacce troppa gente?

Magaraaaaa!!!

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.12 17:21| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OSTERIA DEL VATICANO
di Marco Travaglio

In alcune redazioni molto supponenti e poco sportive, quando un altro giornale trova una notizia in esclusiva (“scoop”), invece di riprenderla per farla conoscere ai propri lettori citando la fonte, si fa come la volpe con l’uva (voce del verbo “rosicare”). Si va a caccia di qualcuno che smentisca per dire: “La notizia è falsa. Del resto, se fosse vera, la sapremmo anche noi, anzi l’avremmo saputa per primi”. L’altra sera, appena Santoro e Ruotolo hanno preannunciato lo scoop di Marco Lillo, i rosiconi si sono messi subito all’opera. La loro speranza era che il documento pubblicato dal Fatto fosse falso. Purtroppo padre Lombardi ha confermato che è autentico, anche se contiene “farneticazioni che non vanno prese sul serio”. Ma allora perché far leggere al Papa farneticazioni da non prendere sul serio? Per fargli uno scherzo? Forse perché il mittente è un cardinale e riferisce le parole di un altro cardinale. Se ci sono cardinali farneticanti, forse è il caso di pensionarli. In ogni caso, per quel che riguarda il Fatto, una volta confermata l’autenticità del documento, nessun’altra “smentita” è possibile.

Aloha!


POTERE DEI 'MEDIA' (leggi POTERE DELLE PRESE PER IL CULO)

Non c'è ormai TELEGIORNALE CHE DA GIORNI E GIORNI non ci atturri le palle col FENOMENO DELLA NEVE.

Quasi che la NEVE FOSSE UNA NOVITA'. Come non credo che siano una novità i casolari isolati che restano TALI da secoli quando la neve è abbondante.

Sembra quasi che per i giornalisti italiani gli altri anni SIA CADUTO WISKEY dal cielo e non la SOLITA NEVE!

Le solite ARMI DI DISTRAZIONE DI MASSA.

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, ciao a tutti. Credo che questo video sarebbe stato pertinente in qualsiasi post ma in questo più che mai. Qualcuno magari lo conosce. io fino a tre minuti fa non sapevo nemmeno cosa fosse il Barefoot College. Vi lascio alla visione del video. A me ha regalato un poco di speranza:
http://www.ted.com/talks/lang/it/bunker_roy.html#.TxnabSrZA68.email

sergio bianchini, turin Commentatore certificato 11.02.12 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TOTOCALCIO E SKY

La borsa sta al mercato come il totocalcio e sky stanno al calcio.
Probabilmente, dopo un campionato non giocato, si tornerebbe coi piedi più ancorati al terreno, guadagni decimati e risultati credibili.

new sandro c altrove Commentatore certificato 11.02.12 17:06| 
 |
Rispondi al commento

http://youtu.be/El7Pcx_MFhA

gaeta carinucci roberto, roberto Commentatore certificato 11.02.12 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Da scienziato mi sono meravigliato di un fatto.
Qualche tempo fa chiesi ad un mio caro amico laureato in economia alla bocconi dove vanno a finire tutti i soldi, persi in atti di speculazione finanziaria o semplicemente nei processi di compravendita oppure anche negli atti di rivalutazione, spesso arbitrari ed interessati, di certe aziende che si vanno a quotare. Lui mi ha detto che si "bruciano", un altro termine che usiamo spesso associato al mercato:" Oggi si sono bruciati tot miliardi ".
In natura vale la legge della conservazione della massa-energia e la legge dell'aumento costante dell'entropia di un sistema chiuso. Cioe' qualsiasi cosa io faccio con una certa efficienza (mai 100%) sfrutta una certa quantità' di energia/materia che nel complesso rimane costante, semplicemente si trasferisce. Per cui in un ecosistema ad esempio la biomassa vegetale e' prodotto dell'energia solare e della fotosintesi e sostiene con buona efficienza la vita non vegetale del pianeta che a sua volta rifornisce energia e massa al comparto vegetale e calore all'ambiente. Più' o meno si ha un ricircolo e si può' fare un budget: tanto entra tanto esce. In economia-finanziaria NO! Non e' come a casa nostra col nostro conto in banca, tanto entra e tanto esce no, i prezzi sono liberi per cui tu puoi valutare tanto (bolla) quello che vale un cazzo e viceversa e poi in uscita spesso i valori delle aziende o merci sono distinti dal valore d'uso così' si accumulano e si bruciano energie finanziarie che nascono dal nulla e vanno magari al nulla. In somma io ci capisco poco ma mi sembra che il sistema del mercato libero così' come e', cioè' libero, faccia un po' acqua. Specialmente la cosa che mi sta più' sulle balle e' che la valutazione dei prezzi di merci ed aziende quotate in borsa e' ad arbitrio di un consiglio di amministrazione. Ci fu il caso della scatola vuota, un'azienda che non faceva un cazzo e che venne quotata spargendo voci di high tech, all'inizio valeva milioni!!! ditemi voi

mimmolimmo 11.02.12 16:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo, sei contro tutto e tutti. Cosa vorresti, il ritorno allo scambio merci? Io ti do un kg. di farina e tu mi dai 6 uova? Non è il "mercato" il colpevole, sono le regole che mancano. Sino a che gli "gnomi" saranno liberi di fare quello che vogliono infischiandosene delle conseguenze, avremo il disordine. Si mettano regole giuste e certe, e chi sgarra paghi duramente. Il mercato allora non sarà più il Moloch al quale tutto incolpare ovver piove, governo ladro. Ma dai!!

Roland Eagle () Commentatore certificato 11.02.12 16:56| 
 |
Rispondi al commento


Avviso al colonello Monti

Mentre ci si fa il bagno in supercazzole spaziali , fra ricevimenti galanti con Obama , troiche varie , potentati bancari o comandanti dei bancari ( Soros ) , in un bagno schiuma puzzolente " olezzo di spread " by BCE ....

IN GRECIA
C'è una rivoluzione popolare censurata da tutti.

E la protesta Greca è il nostro FUTURO IMMINENTE :
- taglio dipendenti pubblici ( non quelli delle
caste e servitori super pagati )
- licenziamenti piu' facili ( art 18 ) ; buona
uscita che sostituirà cassa integrazione
- taglio retribuzioni pubbliche ( 20%)
- taglio servizi ( sanità , scuola , servizi
sociali)

IL COLONNELLO MONTI QUI' AGISCE INDISTURBATO.
Fra ipercazzole innevate , leggi elettorali e sbarramenti delle allodole.

http://www.youtube.com/watch?v=qmgjygTOcN0

http://www.youtube.com/watch?v=_EiomiGZgfg&feature=related

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.12 16:54| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

Per chi spera in una unione delle sx

La sx in Italia è fallita e non si resuscita più
Nel 2000,il Pdci propose la confed.Ds,Prc, Pdci,Verdi e Sdi che riuniva tutti i soggetti a sx di quel centro che poi divenne La Margherita Rifiutò RC
Tra il 2003 e il 2006 si tentò l’unione delle sx col Forum Per una Alternativa Programmatica di Governo e la Camera di consultazione della sx, ma fallirono per la sostanziale mancanza di unità
Dal 2004 RC tentò di costruire una sx europea,il Prc si unì ai partitini della sx radicale ma non a Pdci e Verdi
Nel 2007 si tentò di fare la sx Arcobaleno per unificare sotto un solo nome RC,Comunisti Italiani,Verdi e Sx Democratica ma anche questa fallì
Dentro il Governo Prodi,le varie sx non fecero che scannarsi tra loro
Caduto Prodi,Bertinotti criticò quanto fatto e riconobbe che la sx non riusciva a fare tendenza,a forza di parlare della propria struttura interna si era dimenticata il rapporto coi popoli,i movimenti,la società
Mussi tenta di fondare la sx arcobaleno:PRC, PdCI,Verdi e SD riescono a mettere insieme ben 142 parlamentari.Gruppi si impegnano ovunque sul territorio(io ci credo e voto con entusiasmo la sx arcobaleno,anche i no global mettono nuove speranze nella nuova coalizione che non unisce gruppi identici ma persone che vogliono fare un cammino comune,c’è un grande fervore:i gruppi di acquisto solidale,l’altraeconomia,i comitati contro gli sfratti,i migranti..
Il 20 ottobre la CGIL si stacca e Sd inizia a defilarsi.Dopo un po’ si staccano i Verdi,intanto troskisti e marxisti sparano a zero sulla sx arc.e dicono che mai la voteranno
Giordano e Mussi lanciano gli Stati generali della sx.La prima manifestazione vede un milione di partecipanti!Mussi,Giordano,Pecoraro Scanio e Diliberto dichiarano di voler lavorare insieme e di presentarsi insieme alle amministrat., ma appena Prodi cade si presentano separati
Alle politiche del 2008,la Sx l'Arcobaleno prende solo il 3% e non elegge parlamentari
Il PdCI esce,poi tutto si sbriciola

viviana v., Bologna Commentatore certificato 11.02.12 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sul mercato borsistico:

nasce con qeusto scopo: una certa azienda ha i parametri economici in ordine, e' sana, vende le sue merci.
la gente cosi' si fida e compra le sue azioni per partecipare dei suoi utili.
automaticamente le sue azioni proprio per questo salgono, perche' vengono comperate perche' l'azienda sta andando bene.

un bel giorno gli speculatori, finanziarie etcetc., diventati molto forti, cioe' potendo spostare ingenti quantita' di denaro, capovolgono il discorso: indipendentemene se l'azienda o la merce e' in positivo o no, comperando o vendendo un alto numero di sue azioni ne determinano il calo o la crescita del loro valore.

si inventano poi nuovi trucchetti speculativi, ad es con i derivati hanno fatto un passo avanti, scommettono che una certa merce, azienda o addirittura nazione (in usa di questi tempi c'era chi ha scommesso sul default italiano) aumentera' o calera' il suo valore, e con lo spostamento di denaro determinano loro stessi l'esito della scommessa.

aggiungiamo poi le agenzie di rating che, nascondendosi dietro la formula che i loro sono solo pareri, declassando o premiando chi vogliono fanno il gioco della speculazione.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 11.02.12 16:51| 
 |
Rispondi al commento

L'ho già chiesto qui tempo fa ma lo richiedo.

PERCHE' QUANDO LE BORSE SONO IN RIALZO CI GUADAGNANO SOLO ALCUNI?

E PERCHE' INVECE QUANDO LE BORSE PERDONO CI RIMETTIAMO ANCHE NOI CHE DELLE BORSE NON CE NE IMPORTA UN CAZZO?

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 16:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fabrizio Biolé, consigliere regionale del Piemonte per il MV5 stelle, ha sgamato Calderoli, ma guardate che razza di omertà c'è dietro 'sta storia:

http://isegretidellacasta.blogspot.com/2012/02/come-incastrai-calderoli-sui-voli-di.html

Occult Experiment Commentatore certificato 11.02.12 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Fabrizio Biolé, consigliere regionale del Piemonte per il MV5 stelle, ha sgamato Calderoli, ma guardate che razza di omertà c'è dietro 'sta storia.

Occult Experiment Commentatore certificato 11.02.12 16:47| 
 |
Rispondi al commento

VIVERE E MORIRE PER IL MERCATO

La piramide dei faraoni è ancora intatta,ha resistito a tutto:alla crisi,alla rabbia,alla miseria,al gelo e alla morte ma continua ad esistere.
La vita umana si è ridotta a una mera sopravvivenza si vive per lavorare e si lavora per vivere.
Gli introiti della tua fatica servono per pagare tasse,bollette,aumenti e per mantenere quella classe di degenerati che vive nella piramide che per salvarsi si nutre del tuo sangue.
E' disposta a tutto pur di non perdere i suoi privilegi dalla bce all'fmi,dall'Europa agli USA,si chiede rigore agli altri per non rinunciare al proprio benessere,si vuole cambiare tutto per non cambiare niente perchè la miseria gli fa paura non è proprio nei loro piani.
E così si allungano i tempi delle pensioni mentre si accorciano quelli della vita,un posto fisso è monotono ma i pluriincarichi sono eccitanti,il fuori corso è uno sfigato ma il figlio del professore è un puro.
E mentre la miseria avanza,i licenziamenti aumentano,i giovani fuggono loro si vantano di aver salvato gli stati e l'economia celando a sfigati e miserabili che per mantenere il loro tenore di vita si sono voltati dall'altra parte,con qualche lacrimuccia sul viso hanno depredato i risparmi e di più di ognuno di noi perchè è chiaro che senza i nostri soldi tecnici,politici e banchieri sono una emerita latrina.
Che fallisca tutto, mercato e mercatanti tanto noi non abbiamo nulla da perdere,li voglio vedere finalmente con le pezze al culo e quali fantastiche idee tireranno fuori dai loro cervelli bacati per sopravvivere.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 11.02.12 16:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimi tutti, da ormai molto tempo il mercato Italiano è costretto a vivere senza la giusta liquidità. Tutte le imprese, piccole o grandi, hanno iniziato un circolo vizioso che sta mordendo come un cane che cerca di mordersi la coda. Gira e gira e non riesce mai a prenderla mentre invece le imprese girano per cercare al proprio cliente, il pagamento che si aspettano, il proprio cliente dal suo cliente e così via. ormai come ci ha confermata la CGIA di Mestre, il 36% delle aziende non può prestare fede hai propri impegni. Io non pago te e tu non paghi l'altro e così finisce che i pagamenti slittano, si verificano così i fallimenti, la messa in liquidazione delle società
e conseguentemente la disoccupazione. come tutti saprete, le banche hanno ricevuto 2/300 miliardi di euro per poter dar fiato all'economia e perchè possa ripartire il sistema economico con un poco di riavvio dei consumi e degli investimenti. Le Banche hanno preferito pagare 1% alla BCE e comperare i BOT o altri titoli di stato italiano o straniero lucrando il 5%. Ma Mario Monti è d'accordo? Noi credo proprio di no. Cosa possiamo fare per impedire questo sopruso e questo strapotere delle banche? Attendo vostre riflessioni. Marco

Marco Baldi 11.02.12 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUALCUNO mi spieghi per favore una cosa..

MA PERCHE'...COSA SUCCEDEREBBE SE PER SEI MESI SI CHIUDESSERO TUTTE LE BORSE DEL MONDO?

L'insalata continuerebbe a crescere neglio orti

Le mucche continuerebbero a darci il loro latte continuando serenamente a brucare la loro erba

Le galline continuerebbero a fare le loro uova.

ecc.

E noi continueremmo tranquillamente a mangiare l'insalata, a bere il latte di mucca, o mangiare le uova di gallina.

Perchè se l'orto, le mucche, le pecore e le galline VIVONO BENE ANCHE SENZA LE BORSE noi ce le dobbiamo tenere SUI COGLIONI?

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'uomo nella sua vita ha DEI BISOGNI FISIOLOGICI. Mangiare, dormire, divertirsi.
Ciò comporta inevitabilmente che si debba avere CIBO, LETTO/CASA, INTRATTENIMENTI.
Parliamo di merci. Da qui si capisce che il mercato è un elemento centrale della vita di chiunque.
E' normale che abbia tanta imoprtanza.

L'anomalia è stata introdotta quando nel mercato IL DENARO ha assunto un valore superiore a quello delle merci e si è CREATO DENARO DAL NULLA...

Questo denaro virtuale, creato grazie al coefficiente di riserva frazionale, che consente alle bance di prestare dieci volte il denaro realmente posseduto nei loro forzieri, ha spostato il potere politico nelle mani di quelle banche che hanno sfruttato al massimo questa aberazzione legislativa.

Tanti credono che sia il mercato il problema, la realtà ci dice che sono LE LEGGI che hanno permesso la nascita di mostri finanziari, orgranizzazioni che muovono DENARO, anche INESISTENTE. Le banche hanno avuto il potere di moltiplicare il denaro che gli veniva affidato, ma se quel denaro era CREATO ARTIFICIALMENTE non aveva un corrispettivo materiale, per renderlo tale basta una crisi, la crisi consente alle banche di CONVERTIRE IL DENARO VIRTUALE in CASE, TERRENI, ABBASSAMENTO DEI COSTI.

Perchè IL DEBITO nel momento in cui non può essere ripagato con il DENARO, viene pagato CON LE MERCI!!!!

Mario Amabile Commentatore certificato 11.02.12 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Noi tutti siamo mercato. Comperiamo ciò che ci piace e quello che ci serve, godiamo a guidare una macchina bella e potente, o una utilitaria che ci porta in liberta', ci vestiamo per necessita' e per vanità comperando liberamente quello che ci piace, vendiamo il nostro lavoro e i nostri prodotti se altri li vogliono. Se non li vogliono dobbiamo cambiare per riuscire a venderli. Non vogliamo essere costretti a comperare ciò che non ci piace e così non possiamo costringere altri a comprare la nostra roba se non piace.
Risparmiamo per capitalizzare il di più per investire in progetti futuri e così facciamo operazioni finanziarie. Ecco la nostra finanza, il denaro misura del nostro essere in rapporto agli altri. Oppure spendiamo di più indebitandoci con l'impegno di ripagare il debito.
Da qui' i rischi di incontrare un gatto e una volpe che ci ciuli il nostro denaro . Normale belin.
Dove sta lo scandalo. Da quando l'uomo ha iniziato a vivere in societa' ha fatto sempre così . Cambiano gli oggetti, le misure ma il gioco e' sempre stato questo. Tutto sommato da noi in occidente e in questo secolo dopo la fine della II guerra e' andato tutto molto grasso. Ora altri si affacciano a competere, altri molti che prima si succhiavano il dito senza marmellata e ci lasciavano pappare il meglio senza dire niente. Ora dobbiamo competere. Dove sta lo scandalo, direi che e' normale. Piuttosto diamoci da fare per sfornare IDEE nuove che siano all'altezza della gara. Senza pensare all'apocalisse che non verra'.
Ma dove sono le generazioni che dovranno governare il loro futuro, a fare shopping ?

Renzo Stefanini 11.02.12 16:33| 
 |
Rispondi al commento

...Ogni cosa in questo pianeta ti appartiene e tu sei in ogni cosa. Sei indefinibile e indefinito. Non hai volto e hai mille volti...

«Oh dolore! Oh vergogna! vedere umani petti cozzarsi come bestie feroci assetati di sangue e scannarsi, armati da un uomo che se ne sta in disparte e ride!
Passa l'orribile tiranno, circondato d'acciaio e d'assassini mascherati, a traverso la pubblica via, coperta di cadaveri; i suoi piedi sguazzano nel sangue fresco. Egli sorride! E dice: “Io sento ora che sono veramente re!”
E s'asside sul suo trono e fa portar la ruota di tortura ed il fuoco e le tenaglie e gli uncini e gli scorpioni, tutto quello che la sua malvagia anima ha potuto inventare per accrescere gli spasimi».

Percey Bysse Shelley

Eh già...

el futuro es nuestro, madrid Commentatore certificato 11.02.12 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Mercato non è la Borsa!

Il termine "Mercato" è stato imposto dai liberisti per soppiantare, alle masse ignoranti, un termine più realistico, meno ideologico e più corretto: "Società".
Con questa acrobazia terminologica ed ideologica hanno spostato l'attenzione principale dai bisogni primari e reali dei singoli componenti della "Società" sulla dimensione degli scambi commerciali e valutari, i quali, bisogna ricordare, sono strettamente legati ai processi produttivi industriali e agricoli
(
es1:ditta x produce e esporta tot kg di prodotto y, il "mercato" premierà l'operato della ditta finanziandola comprandone le azioni o la punirà vendendole o non comprandole...molto "terra terra"

es2:un sistema economico si presenta affidabile e stabile, la sua valuta si apprezzerà anche perchè in tanti, ma non troppi, la vogliono acquisendo con essa "un credito sull'economia in cui ha corso legale"...troppo "terra terra", lo so
)!

Ora dov'è possibile quantificare la dimensione di queste transazioni, l'affidabilità di imprese, stati e la credibilità delle singole valute si chiama "Mercato Azionario" e/o "Forex" per le valute, insomma la cosidetta "Borsa"!

A dispetto di chi continua a ciarlare che "la finanza non è legata all'economia reale", vero solo in parte e per la parte prettamente speculativa nel brevissimo termine, la "Borsa" risente fortemente dell'andamento economico della "Società" e dei suoi singoli componenti(persone e unità produttive)

Quindi, il "tutto è Mercato" dei liberisti è vero e non sottovalutabile, per chi vuol discutere seriamente di economia anche da un punto di vista alternativo, in quanto non fanno altro che 1)usare un termine al posto di un altro e 2)spostare l'attenzione dai bisogni primari(e secondari e superflui) agli effetti commerciali e valutari della produzione per soddisfare tali suddetti bisogni!

Saluti

Roronoa Zoro Commentatore certificato 11.02.12 16:29| 
 |
Rispondi al commento

QUALCUNO AVVERTA SKY che per poter trasmettere in Italia le sono state concesse frequenze PUBBLICHE e quindi di TUTTI I CITTADINI ITALIANI.

E che NON PUO' FARE COME CAZZO GLI PARE NELLO SCEGLIERE LE INFORMAZIONI DA DARE COME PIU' GLI AGGRADA. gia ce ne sono troppe tv che lo fanno.

Un esempio è quello che è successo stamattina alla RASSEGNA STAMPA condotta in studio da un certo ANDREA GRECHI.

Questi probabilmente FEDELE AGLI ORDINI DI SCUDERIA HA PERVICACEMENTE EVITATO QUALSIASI APPROFONDIMENTO SULLO SCOOP DEL "FATTO QUOTIDIANO" SUL COMPLOTTO PER UCCIDERE IL PAPA.

SOLO brevi richiami da poche prime pagine. E questo nonostante avesse già sul DESKTOP davanti a se BEN DUE PAGINE INTERNE gia aperte DEL FATTO CHE PARLAVANO DELLA COSA.

E' QUESTA LA TANTO SBANDIERATA "INDIPENDENZA" NEL DARE NOTIZIE OGNI GIORNO RECLAMATA DA SKY???

MINUTI E MINUTI DI PRIME PAGINE DEDICATE ALLA NEVE...(CHE DUE COGLIONI!) E SU UNA NOTIZIA DI IMPORTANZA MONDIALE COME IL COMPLOTTO CONTRO IL PAPA POCHISSIME PAROLE.

CHI HA PASSATO LA LETTERA AL FATTO QUOTIDIANO LO HA FATTO PROPRIO PERCHE' COSCIENTE DELLA SUA VERA INDIPENDENZA. E COSCIENTE ALTRESI' CHE DANDOLA AD ALTRI GIORNALETTI LA COSA SAREBBE FORSE PASSATA SOTTO SILENZIO DOPO IL PROBABILE NIET DEI GERARCHI D'OLTRE TEVERE ALLA PUBBLICITA' AD UNA DENUNCIA COSI' GRAVE.

NASCONDERE, SOPIRE, OCCULTARE, SMINUIRE OGNI NOTIZIA CHE POSSA DISTRUGGERE LA FALSA IMMAGINE CHE I GERARCHI VOGLIONO DARE AL MONDO DEL LORO COVO. STATO DELLA PERFETTA E SANTA ARMONIA...

NESSUNO DEVE ESSERE SFIORATO DAL DUBBIO CHE POSSA ESSERE UN COVO DI VIPERE. UN COVO DOVE INVECE E' FORTE L'ODORE DI ZOLFO SATANICO.

Dino Colombo Commentatore certificato 11.02.12 16:25|