Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Dittatura diretta


matteotti-democrazia-diretta.jpg

Nella canzone "O bella ciao" la prima strofa recita " Una mattina mi son svegliato/ o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!/ Una mattina mi son svegliato/ e ho trovato l'invasor". In questa canzone, bellissima e disperata, c'era la consapevolezza di aver perso la libertà e di volerla riconquistare a qualunque costo. Quella consapevolezza che manca ora e che ci sta trascinando verso una dittatura di fatto. Siamo stati governati da un Parlamento di nominati dal 2006, prima di essere oggi governati dal Nominato Unico, Rigor Montis, primo caso nella storia delle democrazie di un tizio divenuto senatore a vita e candidato premier in una notte. Di fronte alla scelta "Mercato o democrazia?" abbiamo optato per il Mercato. L'emergenza pretende scelte forti e condivise per il bene della nazione insieme a cittadini disinformati. E noi, che, seppur con qualche aiuto esterno, ci siamo liberati del fascismo, abbiamo abdicato alla nostra libertà per paura dello spread.
Barattare la democrazia per lo spread è qualcosa in cui si perde la ragione umana. Eppure ci siamo riusciti e ne siamo pure fieri. E' l'Italia dei nuovi cortigiani delle corti di Parigi e di Berlino, del Vaticano e del Quirinale. "Il cortigiano ha la testa di vetro, i capelli d'oro, le mani di pece greca, il corpo di gesso, il cuore per metà di ferro e per metà di fango, i piedi di paglia, il sangue una miscela di acqua e di argento vivo".
Siamo un popolo che tiene famiglia, ma anche Btp. "Come si fa a non diventare dittatori in un paese di servi?" disse Benito Mussolini. Rigor Montis è diventato dittatore suo malgrado, è un dittatore inconsapevole. Un tecnico venuto dallo spazio profondo della Goldman Sachs che opera scelte politiche epocali come la revisione dell'articolo 18 aprendo di fatto la possibilità di licenziare nel settore pubblico e per le grandi imprese. E tutto va bene madama la marchesa. Ci stiamo vendendo l'anima del nostro Stato (che altro è infatti la democrazia?) per non fallire. Così almeno ci raccontano mentre falliamo. Hanno creato la Grande Emergenza per attuare la Dittattura Diretta senza referendum, leggi popolari e rappresentanti scelti dai cittadini. Gli spazi di democrazia sono azzerati. Senza un nuovo Risorgimento ci aspetta un Nuovo Fascismo (o forse c'è già?). Loro non si arrenderanno mai. Noi neppure.

Discorso sulla servitù volontaria di Etienne de La Boëtie

Com'è possibile che tanti uomini sopportino un tiranno che non ha forza se non quella che essi gli danno. Da dove prenderebbe i tanti occhi con cui vi spia se voi non glieli forniste? Siate risoluti a non servire più, ed eccovi liberi.

21 Mar 2012, 13:00 | Scrivi | Commenti (922) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

La dittatura è chiara, visibile a colpo d'occhio per chi ama la libertà. I mass-media ci aiutano solo quando vogliono e nemmeno colgono il punto. Dobbiamo ricordare al governo che vi è vergogna a farsi dittatori e ci sono conseguenze. Il ritiro della patente per alta velocità è un primo goal tedesco che gli ha permesso di rubare milioni di appassionati di moto che per non perdere la patente fanno alleanze tedesche nell'anima e milioni di automobilisti fanno la stessa cosa. La chiusura degli esercizi per motivi futili è un'altra chiara arma dei fascisti che sta terrorizzando i commercianti. La forzatura delle rinnovazioni edilizie che devono aderire a regole di costruzione antisismiche dove un'edificio intero non è anisismico è un'altra truffa. Gli interessi di mora su multe e mancati pagamenti di tasse è talmente alta da far pensare ad uno strozzinaggio di governo di tipo camorrista. Tutti punti chiave che ci permettono non solo di combatterli ma anche di ottenere pesanti rimborsi sia per danni materiali che psicologici.

Roberto Stasi 12.01.15 14:01| 
 |
Rispondi al commento

CONFEDERAZIONE DELLE TRE VENEZIE CON COSTITUZIONE SVIZZERA E DIRITTO DI SECEZZIONE .
VIA DALLE TRE VENEZIE: TUTTI GLI ITALIANI CON CARICHE PUBBLICHE, VIA ROM SITI CLANDESTINI.
VIA ANCHE COMUNITARI E EXTRACOMUNITARI.
SE NON ABBIAMO LAVORO PRCHE' DOBBIAMO DARLO A QUESTA GENTE?

orfeo nitrebla Commentatore certificato 06.05.13 10:20| 
 |
Rispondi al commento

oh grillo ma ti sei bevuto il cervello!!??? volevi consegnare mezzo parlamento alla mafia?? per i tuoi capricci e la tua aspirazione di piccolo dittatore?da megafono del popolo sei diventato trombone della tua arteriosclerosi- coraggio parlamentari 5 stelle!! NON ABBIATE TIMORE del comico e del mago, loro valgono solo 2.è la gente che vi ha votato per FARE , e per raggiungere una meta si fa un passo alla volta, il tutto subito è una balla di chi in realtà è in malafede. Grazie per avere cambiato le cose in parlamento. GRAZIE.

paolo peccenini 17.03.13 12:16| 
 |
Rispondi al commento

CASTRATE LA CASTA. E L'ITALIA SARA' SALVA.

orfeo nitrebla Commentatore certificato 10.01.13 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Mentre si prepara l'ennesima scalata a Palazzo delle Aquile per il rinnovo del consiglio comunale e del suo sindaco...Palermo brucia! La colpa non è da addebitare solo alla sua vergognosa amministrazione ma alla incultura ed alla sconoscenza del termine DIGNITA' di molte delle enclavi che compongono la cittadinanza. L'autocelebrazione della bellezza di Palermo, come capita di sentire da più parti,è solo ignoranza e folle vanteria di quello che può essere, oggi,una città europea...ma poichè, chi lha retta in questi decenni, passando senza colpo ferire dalla zappa alle auto blu, ha creduto di arrivare in Paradiso soddisfacendo, finalmente, una fame ancestrale...ecco che l'equivoco è servito! A ciò bisogna aggiungere il lavorio di avvilimento della sua economia da parte di altre e più efficienti nonchè furbe amministrazioni: ci riferiamo ai veti piovuti da più parti a che Palermo potesse onorare la sua vocazione di ospitalità, permettendosi di essere polo di attrazione per fiere di materiale nautico da diporto, fiere enogastronomiche dell'area mediterranea, sede di un Casinò, sede di festival teatrali e cinematografici, ecc. La combutta fra i suoi indecenti amministratori comunali e regionali e i furboni del Nord (bravi!) ha relegato questa antica ed un tempo incantevole capitale mediterranea, a luogo d'infamia! Se solo i Palermitani si svegliassero dal sonno profondo nel quale credono di essere in stato di veglia...altro che presa della Bastiglia! Ma purtroppo nessuno s'incarica di urlare ai quattro venti la verità: il sonno è profondo e, come scrisse un grande pittore spagnolo:" IL SONNO DELLA RAGIONE GENERA MOSTRI:"

Dora ruvolo 27.03.12 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Buone notizie!
il dominio www.mediaset.com non appartiene piu alla Mediaset del nano ma ad una ditta statunitense! E' stato deliberato dalla WIPO ente internazionale per le proprieta' intellettuali.
http://punto-informatico.it/3490298/PI/News/mediaset-si-perde-un-dominio.aspx

john buatti Commentatore certificato 27.03.12 00:43| 
 |
Rispondi al commento

oila' il sig.MARCHIONNE,non vuole riprendersi i tre operai(sindacalisti)a MELFI,intanto la 500,se la vende a 14.000 euro,casualmente in POLONIA ne costa meno di 4.000,che caxxo,o e' a pedali oppure ci prende pesantemente per il culo.

riccardo savina, chivasso Commentatore certificato 25.03.12 07:52| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ma te ne sei accorto adesso che Monti e' un dittatore dell'epoca moderna?

Ti invito a leggere un recente articolo dell'Economist sulla questione: fa un illuminante paragone con la nomina a dictator di Cincinnato nella antica repubblica di Roma, in un momento di estrema crisi.

Giacomo A 24.03.12 22:17| 
 |
Rispondi al commento

che noia

giuseppe lovo, bari Commentatore certificato 24.03.12 04:58| 
 |
Rispondi al commento

"""""""Vento culturale dei Forconi, nei nuovi Vespri Siciliani.

In mezzo al Mare Nostrum,
nella Terra più a sud,
il cuore riprende a pulsare,
brivido alla schiena
per tutto lo stivale.

Si è svegliato dal torpore
e si batte con fermezza
il Popolo siciliano,
tendendo con Amore
ai più deboli... la mano.

Poesia di: Salvatore Azzaro da Giarratana, poeta e cantautore impegnato
contro le mafie.""""""

Salvatore Azzaro da Giarratana 23.03.12 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Come la Grecia, dove non è più possibile ne votare ne fare referendum, anche l'Italia è destinata a questa fine? Voglio proprio capire se queste benedette elezioni del 2013 si faranno veramente oppure quando i nostri amati politici si accorgeranno che nessuno li voterà più e che movimenti come il 5S prenderanno il 15% dei voti decideranno di andare avanti con i governi "tecnici" eletti dalla BCE.

Pierlorenzo M. Commentatore certificato 23.03.12 15:34| 
 |
Rispondi al commento

MERDA LA PAOLA PIU' USATA, SEGUITA DA CULO !!!FORSE E' GIA' STATA FATTA QUESTA STATISTICA, MA E' UTILE RIPETERLA.
Ho perso qualche minuto per inserire tutti i testi dei commenti in un WP, ho avviato il conteggio parole e le ricorrenze, e, tolte le parole fraseologiche, la Parola MERDA risulta la più usata dai commentatori. Seguono CULO, Cazzo, sudicio, stronzo.
Insomma argomenti lucidi, ricorrenza di concetti ben rilevati ed espressività adatta a trovare simpatia e consenso negli ascoltatori.
Non c'è che dire, i commentatori di questa palestra di idee,sanno il fatto loro, hanno idee chiarissime.
O NO ?

francesco p 23.03.12 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono contento che da un po' di tempo non si vede più il "(ma gli conviene?)" dopo il "loro non si arrenderanno mai". Abbiamo capito che si stanno facendo la stessa domanda, e che hanno già pronta la risposta. Loro sono pronti a resistere, e noi?

Mauro Q., Broni Commentatore certificato 23.03.12 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Il bello è che la gente non vede il M5S, perchè i giornalisti di merda e la Tv oscurano l'alternativa democratica con la loro sudicia propaganda. Beppe, se si va in Parlamento, bisogna parlare seriamente di come riscrivere le regole, ad esempio la televisione. Fuori dalla Tv tutti i partiti, fuori tutti i giornalisti corrotti attuali, assunzioni fondate sulla meritocrazia e non sulle parentele, basta mantenere papponi puttane e mafiosi in Tv, la Tv deve tornare ad insegnare e divertire, con gente competente al suo interno. Decine di anni a pagare canoni e pullicità vuol dire avere il diritto a poter vedere e possedere liberamente i filmati storici della Tv, mica che ti fanno su Rai Storia solo quello che vogliono loro e marchiato con loghi, grafica, taglia e cuci invasivi. Ci sarebbe da fare tutto un bel lungo e attento ragionamento sulla Tv... Ci vediamo in Parlamento.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 23.03.12 09:26| 
 |
Rispondi al commento

il padre di tutti i problemi della nostra società è l'interesse pagato sul capitale prestato; la madre di tutti i problemi della nostra società è il capitale prestato dalla banca. Dobbiamo uscire da questa tenaglia come cittadini ma soprattutto come Stato. A prestito non si deve fare più nulla e quindi......................Pensiamo alle benefiche conseguenze!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.03.12 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo un grosso problema al centro AFA REUL, un importante centro di
riabilitazione a Genova, e l'unico, per bambini e ragazzi sordi, da dove
provengo io tra l'altro. Mancano i fondi per aiutare i bambini e sono in
totale 400! Abbiamo fatto tutto il possibile per cercare fondi, tra lavori
di beneficenza e volontariato da parte di tutte le mamme dei bambini sordi.
Vorremmo far conoscere questo centro e far capire che è molto importante
per tutti i bambini sordi, senza di esso e soprattutto senza la riabilitazione
questi bambini perderebbero la possibilità di parlare! Il centro non è rivolto
solamente ai bambini sordi ma anche a bambini con diverse disabilità, quindi
stiamo cercando di lottare per esso. E' grazie a loro che io, essendo non udente,
posso parlare; gli devo la mia vita. E' di estrema importanza questo centro,
tutte le mamme dei bimbi disabili o portatori di handicap perderebbero la
possibilità di essere aiutate con i loro piccoli!".
SIMONA CORBANI


Aiutiamo i bambini sordi - L'AFA Centro REUL
www.quaeram.blogspot.it/2012/03/aiutiamo-i-bambini-sordi-lafa-centro.html

sim 22.03.12 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Con tutto il rispetto che ho per il tuo movimento, questo non è fascismo, per la verità non so come definirla questa politica, se si può chiamare politica, perché il Fascismo era per una Italia forte e unita, per un Italia sicura, per un Italia con leggi uguale per tutti Benito Mussolini rinunciò allo stipendio per la sua patria (questo non tutti lo dicono, sono stati commessi degli errori e farei un confronto su questo, ma non ammetto che si chiami questo di Fascismo, perché non lo è... questa è delinquenza, appropriazione indebita, interesse privato, mafia, massoneria...ecc... quello che vogliamo chiamare, ma tutto meno che Fascismo.

Grazie

PS
E continuate cosi perché con tutto che non sono di sinistra vi ammiro per la Vostra onesta e trasparenza, che nei giorni d'oggi è una rarità...

Aldo Pironi 22.03.12 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Paura,profonda ignoranza,mancanza di stima in se stessi e potrebbe essere infinito l'elenco dei motivi che ci portano verso la DITTATURA DEMOCRATICA,peggio di quella reale perchè sai chi sono i dittatori ma non li puoi trattare come tali.L'esempio BERSANETOR è il più illuminante,il tizio si rende conto della macelleria sociale che ci sta DISTRUGGENDO eppure imperterrito continua a sostenere un governo di TEPPISTI BEN VESTITI.Oggi sul FATTO,si leggeva un articolo che spiegava perchè il FARFUGLIATORE NAZIONAL-POPOLARE (Bossacchiotto) ha impedito al figlio dell'EROE BOTGHESE Umberto Ambrosoli di partecipare alle celebrazioni un corso riguardanti proprio ciò che successe anni fa.Se da parte del popolo leghista non c'e stata una reazione degna per una intimidazione simile nei confronti del relatore di un avvenimento così importante,cosa si deve pensare?Se il parlamento continua la propria strada senza guardare in faccia a nessuno ma seguendo solo i dettami dei FASCISTI SPORCHI che governavano prima e solo pochi reclamano un cambiamento,che vuol dire?Se le varie mafie e organizzazioni criminali continuano a proliferare,non è forse una dichiarazione di guerra allo stato sociale,di fascismo spregiudicato?Gli abitanti degli stati sudamericani,hanno impiegato anni per scrollarsi di dosso gli avvoltoi americani del nord,noi come cesso-nazione,perennemente occupati da quei farabutti americani,che cazzo dovremmo fare per RIMANDARLI A CASA LORO invece di incensare continuamente un negro che risulta ostaggio del sistema che nemmeno lui vuole e riesce a cambiare.Perchè ci sono soggetto che inneggiano al sistema americano dove tutto si "trasforma in ORO" (se non in merda)però se ne guardano bene di traslocare la loro residenza a quelle latitudini.Siamo oppressi da una manica di DELINQUENTI su tutti i fronti......O BELLA CIAO BELLA CIAO BELLA CIAO CIAO CIAO......andrà così?........

emilfrank 22.03.12 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ora ti racconto cosa mi è successo, la sestri mi ha dato la rateizzazione x pagamenti non avvenuti anno 2009/10, ok, compreso DM10, un mese fa , seppur pagando già da mesi la rateizzazione fatta da loro, mi dicono che il DM10 è da pagare in una sola volta, va bene ma quelli che ho già pagato nei mesi successivi? Non potevano dirlo prima senza farmi la rateizzazione e poi dire che Dm10 no? Ok, faccio salti mortali,essendo piccola azienda, trovo i 8118,00 E ,con assegni intestati a Sestri, vado a pagare, cosa mi dicono? No ci sono le more e tassi d'interessi, ma se io stò già pagando che interessi devo darvi? X finire ho dovuto sbrosare altri 3700,00E di interessiMa ti sembra normale? altro che suicidi!!!!!

Enrica Riccomagno 22.03.12 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Com'era il detto? - Chiudere un occhio e passare per fesso? I segnali c'erano tutti e dal '92 al '94 abbiamo assistito indifferenti la svolta epocale. Anche Grillo si è ritirato dopo due sole date del Vaffa Day, era chiaro che avrebbe unificato i dissensi di tutto il Paese da Torino a Palermo. Non lo biasimo e facile spaventare un uomo con tanti figli.
Io credo che giunti a questo punto rimanga soltanto da vedere chi avrà il coraggio di finire la propria esistenza nella miseria e nella disperazione e chi invece sceglierà l'eutanasia praticata con salto nella scarpata...eh eh...Buona Ipocrisia a TUTTI.

Clemente Mastella 22.03.12 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Quasi 300 piccole medie imprese italiane traslocano in svizzera per sfuggire alla morsa del fisco e all’incertezza di una bancarotta. Moltissime aziende stanno delocalizzando le loro attività produttive in Ticino, oasi attraente per le nostre imprese. I trasferimenti interessano attività di moda, meccanica, farmaceutica elettronica ecc. . PAESE IN CUI IL LAVORO VIENE PAGATO DI GRAN LUNGA PIU’ CHE IN ITALIA. Cosa induce a trasferirsi nel cantone italiano svizzero? Una burocrazia minima, la certezza di non dover vivere con una prospettiva di una bancarotta incombente, ma penso che la molla principale sia l’esonero fiscale dal 50%-100% nell’arco dei primi 5 anni e i diversi vantaggi in rapporto ai posti di lavoro creati. In Italia dove la pressione fiscale reale ha superato il 50% si parla solo di come poter licenziare facilmente, quale medicina per una ripartenza. Purtroppo se non si decide velocemente di abbassare le tasse contrastando l’evasione ed il lavoro nero , di non sprecare cifre iperboliche con la corruzione e i costi per la politica e le infrastrutture , di spostare dal reddito alla ricchezza e consumi parte degli introiti fiscali, all’imprenditoria non resterà altro da fare che delocalizzare o chiudere. Un potente aiuto poteva arrivare dalla BCE con un ridimensionamento dell’Euro, moneta ipervaluta e da regole per l’eliminazione della finanza di carta, ma LA FINANZA NON SI TOCCA, basta poter LICENZIARE facilmente , dove i lavoro precario ha superato (nel settore privato) il 50%.

Orlando Masiero 22.03.12 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Quell imanne t... di c....o che è diliberto (quello che voleva portare la salma di leniniin Italia, che poi vorrei capirre cosa centriamo noi con lenin ???)
non solo ha fatto una fig dimerda per via di quella foto scomoda, ma poiha anche detto chenon aveva visto la scritta. e chide le scuse alla fornero perche se sentito offeso di quello che la fornero ha detto.
poi si scopre un altro video dove quella m........
parla per buoni 20 minuti con quella sig( e altre ) della maglietta, e vuole farci credere che non l'ha vista???????????

DILIBERTO SEI UNA MERDACCCIIIIIIIIAAAAAAAAAAAAA

MA NO COME IL POVERO FANTROZZI NA MERDACCIA VERA

che schifo che sei se penso che gridavi 10 100 1000 nassyria tu brucerei

FRANCESCO di Donato Commentatore certificato 22.03.12 14:16| 
 |
Rispondi al commento

MA DOVE VOLETE ANDARE? BELLA CIAO, SEEEE....
IL COMMENTO PIU' VOTATO SPARA LE PAROLE "ODIO ME E I COMPATRIOTI " E "POPOLINO" PER PARLARE DEGLI ALTRI.
E trasuda di odio, di una rabbia cieca ed impotente, contro tutti, e forse ed anche testimonianza di sfiga, ma non siamo tutti colpevoli delle sfighe di qualcuno.
Ma quale "Bella ciao" questi commentatori se vedono una donna bella la sbranano, altro che salutarla, tanto odiano chi è più fortunato di loro.
Ma quale guerra contro l'invasore faranno mai questi qui? La guerra e la resistenza sono cose serie, a cui non dobbiamo far partecipare chi è solo concentrato sulla propria rabbia, sui propri fallimenti, sulle sue sfighe. Insomma, meglio persone che vogliono agire per il bene comune, e sappiano reggere alla buona e cattiva sorte, che andare alla battalgia politica e sociale con gli infelici, gli sfortunati, e i portatori di rabbia.
Beppe, finquanto non si mette un po di ordine nelle idee, continuate pure a urlare le vostre rabbie. Ma se non cominciate a inquadrare rabbie e odio in energia positiva e a cercare la guida delle persone che vogliono il bene comune, voi urlerete alla luna.

francesco p 22.03.12 14:13| 
 |
Rispondi al commento

QUANTE "PACCATE" DI MILIONI DI EURO CI COSTANO LE SCARPE DELLA FRIGNERO?...

Shopping blindato per la Fornero

Per consentire alla sobria ministra di acquistare un paio di scarpe nuove si blocca un intero isolato della città. Con gran dispiego di forze dell’ordine e parata di auto blu

Le scarpe di lusso di un ministro costano quanto quelle di una docente dell’Università, ma l’acquisto di una paio di scarpe di un ministro raggiunge livelli proibitivi rispetto a quello della suddetta docente. Il ministro, in questo caso, è Elsa Fornero e le scarpe sono quelle di uno dei tanti marchi di prestigio della esclusiva boutique Sancrispino di via Carlo Alberto 41/G. Il tutto si svolge un sabato mattino nel tratto di via, oggi solo pedonale, compreso tra via Cavour e via Andrea Doria.

Oltre al noto ministro, una volta dalla lacrima facile, ora temprata dagli scontri col mastino-femmina della Cgil, sulla via, con due Thema blu blindate, compaiono sei uomini di scorta, in borghese, che sostanzialmente bloccano tutto il tratto di strada sul quale si apre l’atelier. Ma non basta, perché a presidio dell’area a rischio, ci sono anche due “gazzette” dei carabinieri: una a bloccare l’incrocio con via Cavour, una a presidiare la piazzetta al fondo di via dei Mille. Totale: dieci uomini. I testimoni dello spiegamento di forze per lo shopping del ministro riferiscono di una atmosfera tesa che si scioglie solo dopo che la ministra Fornero se ne va tra lo sgommare di quattro macchine, tutte per lei. Un bel successo di immagine per una oscura docente subalpina fino a ieri nota solo per essere la moglie di un fondista della Stampa.

la compagna catto comunista frignero 22.03.12 13:29| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=Jg7WqpL77-s

anib roma Commentatore certificato 22.03.12 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Praticamente, mamma, assomiglia a quella usata per nonno?
Un pò, con la differenza che con quella di nonno si va a star meglio, con questa si va a star peggio!
Minchia mamma!

gerardo s., vaglio basilicata (pz) Commentatore certificato 22.03.12 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
aspettando la circunvesuviana per Napoli, c'era un giovane che camminava davanti ed indietro. Parlava ad alta voce col telefonino e sembrava impazzito perchè aveva chiaramente problemi di lavoro. Parlava di dover lavorare a cinquanta euro settimanali. Poi, leggo sul quotidiano di stamattina che c'è un rettore du una università con la moglie, figlio, figlia ed altri parentucoli tutti prof. ordinari nella stessa università e con carriere fulminanti. C'è stato un primario che ha difeso l'operato di questo rettore dalle qualità scientifiche (il primario ed il rettore) per lo meno discutibili. Idem, per la resa scientifica e didattica dei loro diretti parenti. Dico: popolo italiano, quand'è che ti accorgerai di essere giorno per giorno calpestato, deriso e vessato mentre i tuioi figli impazziscono? Invece, i figli di questo rettore esimio bruciano soldi pubblici senza alcun merito.
Usque tamen, Catilina, abutere patientia nostra?

Giuseppe C. Budetta

Giuseppe Costantino Budetta 22.03.12 13:23| 
 |
Rispondi al commento

comunismo+zen=comucrazia

clopy closs Commentatore certificato 22.03.12 13:15| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI (quelli che non lo sanno) E PER TUTTI (quelli che lo sanno ma fanno gli gnorri).

Manuela Bellandi, in un sottocommento ad un mio commento che esaminava la posizione di Grillo rispetto al movimento e alle linee del non statuto, mi informa, dato che non lo sapevo, che circa 5 anni fa, un gruppo di cittadini che intendevano formare un movimento, che prenderà forma nel M5S e nelle sue linee guida, chiedono a Grillo di "fare da garante superpartes" affinchè l'essenza e le linee dello stesso non vengano mai disattese.

Ora, se uno sà questa cosa, è totalmente inutile che cerchi di attaccare Grillo profferendo di democrazia dal basso, uno vale uno, decisioni "interne" al M5S e quant'altro.

Questo punto è uno spartiacque assoluto a livello istitutivo del M5S.
Grillo sta al M5S come il consiglio superiore della magistratura sta allo stato italiano.
La differenza sostanziale sta nel fatto che Grillo è un'unica persona, tutto lì.

Tutte le accuse relative alla miopia nelle politiche nazionali e internazionali, non possono essere indirizzate al Beppe.

Purtroppo pare che quasi nessuno interno al movimento si sia reso conto di quanto pericolosa possa essere una tale posizione.

NON E' POSSIBILE GOVERNARE UNA NAZIONE MODERNA ATTRAVERSO UNA MIRIADE DI GRUPPETTI DI CITTADINI QUA' E LA'.
E, non mi risulta, che si siano ancora prese opportune precauzioni a tal riguardo.

Quindi, tony e banda sono pregato di smetterla con la solfa riguardante Grillo e il M5S, in quanto indirizzata da presupposti errati.

Io sono sandro c altrove, e molti sanno bene quanto io imputi al M5S (questo per far capire che non gli sto tenendo la parte, anzi.....)

Per chi è abbastanza idiota, le conclusioni stanno a portata di pensiero.

l'idiota 22.03.12 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fanatismi religiosi, ideologici e finanziari sono la causa effetto di quasi tutte le violenze.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma vi rendete conto che Monti ci sta facendo rimpiangere Berlusconi?
Robe da matti...

David Zambe Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 13:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mamma, mamma.. che cosa è la cassa inegrazione?
Praticamente, figlio mio, è una cassa come tutte le altre, però a tumulazione differita!!
Grazie mamma!

gerardo s., vaglio basilicata (pz) Commentatore certificato 22.03.12 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Fermatevi e Ragionate Un Attimo!!!Non serve a nulla fare la guerra tra poveri e proprio quello che vogliono! Ascoltatemi! Ho 42 anni l'ultima ho lasciato la politica 18 anni fa perchè mi resi conto di essere un marziano, e non mi sono più interessato di nulla fino a quando è iniziata la crisi. vi faccio una doverora premessa non sono un economista ne un politico, ho un misero diploma di geometra preso a fatica, però vi assicuro che la politica in italia la conosco come pochi, e anche il mondo industriale, attualmente sono un Operaio con orgoglio ma in passato sono stanto un piccolo imprenditore. Nella mia vita ho sempre pagato le mie scelte a caro prezzo perchè non ho mai leccato il culo a nessuno e non mi sono mai piegato al potere sono stato sempre dalla parte opposta del sistema che ritenevo morto già 18 anni fa. Quello che oggi è sotto gli Occhi di tutti lo vedevo già allora, ho una grande dote naturale, quella di vedere più lontano di altri, proprio l'opposto di tutti i politici e fondatori di pseudo movimenti che non riescono a vedere oltre il proprio naso! Soffrono anche di un altra malattia LA MALAFEDE! Che passi la Visione ridotta del Futuro che passi la Poca Intelligenza, ma non passa l'idiozzia di non vedere la realtà! Ma voi pensate veramente che sono cosi scemi? La Risposta è NO! Sanno benissimo cosa stanno facendo e sapete perchè? Perche la punta della Piramide che oggi e sotto il naso di Tutti nasconde un progetto partito anni fa ma nessuno ha mosso un dito! Non fatevi prendere per il culo da questo ho da quel politico o dal Grillo sono tutti coinvolti in maniera diretta ho indiretta, politici, sindacati, giornalisti, industriali, banche, giudici ecc... Chi di Voi si Ricorda L'ECU quella era la prova tecnica di trasmissione. Ragazzi aprite gli occhi! Chiedete ai vostri padri se avevano contratto un mutuo in ECU come "saggiamente consigliavano i Bancari" cosa è avvenuto. Ragazzi non fatevi distogliere galle balle! Vado a lavoro continuo questa sera!

Vittorio Boschelli, Modena Commentatore certificato 22.03.12 13:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La dittatura del sistema economico si vede (e si paga) tutti i giorni.Salve mi chiamo Enrico Paganelli, sono un chirurgo e lavoro per Medici senza Frontiere;nel 2009,dovendo far fronte a delle spese impreviste,accettai di prendereuna carta di credito revolving della Agos (ora Agos Ducato);a seguito del terremoto di Haiti me recai a Port au Prince nei mesi di marso, aprile, maggio 2010; nello stesso periodo ci fu un problema di accreditamento dello stipendio con la mia banca per cui, avendo raggiunto il limite di fido, mi furono sospesi tutti gli addebiti appoggiati al mio c.c. Tornato a casa e risolti i problemi che più che economici erano statitecnici,regolartizzai la mia posizione con la Agos pagando, per i 3 mesi di insolvenza penali ed interessi al limite dell'usura,se non ricordo male il 30% in più per ogni rata insoluta. Da quel momento i pagamenti delle rate sono stati sempre regolari. Dovendo fare un abbonamento telefonico(e dovendo passare per forza da un meccanismo di finanziamento privato)questo mi viene rifiutato. Mi reco all'agenzia della finanziaria in questione e scopro che su di me pende una segnalazione della Agos presso il consorzio tutela del credito che è quella istituzione(penso privata), che stila le liste nere degli insolventi.Da notare che risulta dalla strisciata che i miei pagamenti sono a tutt'oggi regolari ma, per quel peccato originale di mancato pagamento di 3 rate, io non avrò accesso a nessun tipo di credito fino al giugno 2013. Cosa significa questo? se per esempio mi si rompe la macchina e devo comprane una nuova, in contanti non la posso pagare per la legge anti evasione ma non posso neppure fare unfinanziamento perchè le concessionarie si appoggiano a finanziarie private con accesso ai dati del CTC che mi ha black-listato.Rivedendo il contratto della Agos sull'informativa privacy c'è scritto che avrebbero passato le informazioni alla CTC ma in nessun punto vi è scritto quali le conseguenze. Questa è vera dittatura finanziaria!

Enrico Paganelli 22.03.12 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Oggi niente rame!
Pazienza....ci accontenteremo delle gomme per auto.
Certo che per un ricettatore è un pò grama cambiare genere...vero?

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 22.03.12 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A CHI A SCRITTO IL POST:

IL CAPO DEL GOVERNO VIENE SCELTO DAL PRESIDENTE DELLA REP, CHE SENTITO I CAPI DEI PARTITI IN PARLAMENTO SCEGLI UN UOMO CHE LUI RITIENE POSSA AVERE LA FIDUCIA IN PARLAMENTO, IL NEO ELETTO CAPO DEL GOVERNO FORMA UNA LISTA DI MINISTRI I QUALI POI VENGONO SOTTOPOSTI ALL'APPROVAZIONE DEL PRESIDENTE CHE LI NOMINA MINISTRI.
DOPO DI CHE IL NUOVO GOVERNO COSI FORMATOSI, SI PRESENTA IN PARLAMENTO ( CAMERA E SENATO) E SE OTTIENE LA FIDUCIA COMINICA IL SUO LAVORO

NEL CASO IN CUI IL PARLAMENTO NON DOVESSE IN PRIMA BATTUTA O IN SUCCESIVE FASI APPOGGIARE IL GOVERNO CON IL VOTO ( SONO I PARLAMENTARI CHE CON IL LORO VOTO DANNO LA FIDUCIUA AL GOVERNO NOMINATO DAL PRESIDENTE E NON I CITTADINI CHE HANNO SOLO LA FACOLTA' DI ELEGGERE I PARLAMENTARI)QUEST'ULTIMO CADE E IL CAPO DEL GOVERNO RIMANDA IL MANDATO AL PRESIDENTE IL QUALE DOPO CONSULTAZIONI CON IL RAPRESENTANTI DEL PARLAMENTO O NOMINA UN NUOVO PRESIDENTE ( CHE FA TUTTO QUELLO CHE HO GIA SCRITTO SOPRA) O SCIOGLIE LE CAMERE E INDICE NUOVE ELEZIONI.
ORA DOMANDINA SEMPLICE SEMPLICE
DOVE STA LA DITTATURA?
DOVE STA IL GOVERNO ANTICOSTITUZIONALE?

PREGO RISPONDERE CON ARGOMENTAZIONI VALIDE

FRANCESCO di Donato Commentatore certificato 22.03.12 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Monti doveva fare la patrimoniale sulle ricchezze di chi ha molte proprietà , dimezzare almeno
I stipendi altissimi dei statali e delle società sovvenzionate dallo stato e tassarli in modo
adeguato , ricavando non meno di 400 miliardi di euro ed abbattendo il debito pubblico.
Siccome Berlusconi ed i potentati lo tengono stretto per le palle,l’unica cosa che può
fare è di accanirsi contro chi ha poco o nulla.
Tutti i in Siberia debbono essere spediti tutti questi politici o a lavorare in miniere di carbone
a pane duro ed acqua.

salvatore ., palermo Commentatore certificato 22.03.12 12:30| 
 |
Rispondi al commento


Il signor Squinzi é il nuovo presidente di Confindustria.

A Sassuolo calcio verrà promosso in Serie A?

stra lunato Commentatore certificato 22.03.12 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è l'inzio della fine (per loro).
GLi operai, gli impiegati, i lavoratori dipendenti stanno scendendo in piazza, non in modo organizzato, ma spontaneamente.
La fincantieri, l'ilva, l'alenia aeronautica, e la protesta si estende a macchia d'olio.
Non sarà sufficiente far dietro front sull'articolo 18, devono andarsene !
Ci sarà da ridere alle prossime elezioni, o da piangere dipende da che parte si stà.

Carlo C 22.03.12 12:12| 
 |
Rispondi al commento

COME E' POSSIBILE SOPPORTARE TUTTO CIO'?
DOVE SONO FINITI GLI ITALIANI?
DOVE SONO GLI OPERAI CHE SONO STATI TRATTATI COME CARNE DA MACELLO?
SCENDERE IN PIAZZA ED URLARE IL NOSTRO NOOOOOOO! E' QUELLO CHE DOBBIAMO FARE

anna z. 22.03.12 12:10| 
 |
Rispondi al commento

pensa te in francia in pochi gg hanno finito una facenda derivata dall'odio razziale è dal culti a le armi


pensavo a "una bomber" o quelli maledetti dalla uno bianca

sono passati anni senza trovare al primo e i secondi solo per caso gli hanno presso

aggg!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Claude Guéant Ministre de l'Intérieur

"Un policier est blessé au pied. Un autre est sans doute choqué."

il y a moins d'une minute

Claude Guéant Ministre de l'Intérieur

"Mohamed Merah a sauté par la fenêtre avec une arme à la main en continuant à tirer. Il a été retrouvé mort au sol".

il y a moins d'une minute

Claude Guéant Ministre de l'Intérieur

"Un fonctionnaire du Raid a indiqué qu'il n'avait jamais vu un assaut d'une telle violence".

il y a une minute

Claude Guéant Ministre de l'Intérieur

"Après inspection, il restait la salle de bain. A ce moment, il est sorti de la salle de bain avec une violence très dure".

il y a une minute

Claude Guéant Ministre de l'Intérieur

"Les fonctionnaires du Raid ont donc entrepris d'entrer dans l'appartement, par la porte et les fenêtres dont les volets ont été enlevés cette nuit".

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 12:03| 
 |
Rispondi al commento

DEAD OR...

Sarkozy ha dato l'ordine in codice: lo voleva "vivo" e così è stato.

ALIVE.

By Gian Franco Dominijanni


come rilanciare l'economia italiana:
ognuno di noi prende il proprio stronzo (per le donne: non intendo vostro marito!) lo mette in un barattolo di vetro (immaginate quante fabbriche di vetro nascerebbero, e poi quanto vetro da riciclare), sale in macchina e lo porta da nord a sud; quelli del sud fanno lo stesso e lo portano a nord. immaginate quanto movimento..caselli autostradali, benzina (cliniche piene per i malati dovuti all'inquinamento), alberghi....il tutto pagato dallo stato
eh direte: è una cazzata...anzi è una STRONZATA!!
si è una stronzata!!!!
MA CAVOLO!!! E' MENO GROSSA DI METTERSI A BUCARE UNA MONTAGNA

Marco ., torino Commentatore certificato 22.03.12 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Cosa dire appena possibile scendiamo in piazza con qualsiasi che dichiara lotta aperta , all abolizione del art 18 , unica cosa possibile da fare ..... facciamo vedere che siamo tanti , non solo sul blog ...avanti TUTTA.

ivan ddr 22.03.12 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Gli operai sono fuori dalle fabbriche..continuo ad insistere SCIOPERO A OLTRANZA..!!!
Basta con questi merdosi che ci rovinano la vita..!!
oggi il M5S doveva avere presidi in tutte le piazze d'italia..."fuori l'abusi dal Parlamento"!!! Elezioni Subito...guardate cosa hanno fatto i Bankester...dopo che SPAGNA e Olanda si sono rifiutate di sottoscrivere l'obbligo del tetto di bililancio, la speculazione l'attaccati colpendoli a suon di spread...!
Serve l'offensiva di Primavera..se non ora quando Beppe!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 22.03.12 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Merah: "Voglio morire con le armi in pugno"
Gli stragisti col passaporto Ue: il nemico della nostra civiltà è radicato in casa nostra I nuovi concittadini islamici vogliono distruggerci

si ringraziano i buonisti rossi fumati fissati per tutto il supporto
................................

giovanino ;;))

ti ricordi dei "serenissimi" di piazza san marco

i contadini terroristi della lega?

col carro armato fantoccio?

anche questi volevano morire per la padania

ma sono svenuti prima!

povera gentaglia di verde con le corne


voi leghisti siete in grado solo a rubare

con le tasse evase, con vs politici sporchi di tangenti prese dalla mafia!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://it.euronews.com/

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 11:52| 
 |
Rispondi al commento

FTVi

#TOULOUSE Au total, 300 cartouches ont été tirées lors de l'échange de tirs entre le Raid et le suspect, indique la police.

il y a une minute

FTVi

#TOULOUSE Le flash de France 3 consacré à cet assaut vient de commencer.

il y a 2 minutes

Louis_San Via twitter
RT @Beatritrix: #Raid Mohamed Merah mort a l'extérieur de l'appartement, une kalachikov a la main. Il essayait de fuir.

il y a 3 minutes

FTVi

#TOULOUSE Selon une journaliste de LCI, Béatrice Blondeau, Mohamed Merah est mort à l'extérieur de son appartement, une arme à la main.

il y a 3 minutes

FTVi

Voici une image prise à l'instant par la chaîne i-Télé, aux abords de l'immeuble de Mohamed Merah.


Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 11:49| 
 |
Rispondi al commento

FTVi

#TOULOUSE Le suspect est mort "après avoir résisté", selon la police.

il y a 3 minutes

FTVi

#TOULOUSE Mohamed Merah est mort, selon une source policière citée par l'AFP.

http://www.francetv.fr/info/en-direct-operation-en-cours-pour-interpeller-le-tueur-responsable-de-la-tuerie-a-toulouse_74799.html

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Strage di Tolosa:

Merah continua a resistere all'assedio della sua abitazione da 32 ORE!!
Ammazza quando è duro sto tipo!
Pensate se ce ne fossero 30 dislocati in luoghi differenti, ci vorrebbe tutta la polizia francese da impiegare nelle operazioni.

La diretta su Euronews.

cecco 22.03.12 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Malgrado tutto - Giovannino l'idiota,lo scemo del blog - insiste e persiste,non che avessi qualche dubbio in merito alla sua totale incapacità di comprendere anche l'ovvietà più evidente (altrimenti come potrebbe continuare a postare allegramente le sue quotidiane scempiaggini...)
NO,giovannino - qui nessuno è come te - qui c'è gente che ragiona con la propria testa,mantiene un minimo di onore e nonostante i ratti del tuo calibro,spera ancora di migliirare in qualche modo il futuro comune.
No,giovannino - qui il razzismo non attecchirà mai
- perchè è dimostrato e risaputo che si tratta di una malattia comune a personalità disastrate e non di una teoria minimamente accettabile.
No,giovannino - qui nessuno sta dalla parte della mafia ed auspica di andare un giorno al governo solo per riempire le proprie tasche di dinderi sonanti.

Io non domando a che razza appartiene un uomo; basta che sia un essere umano; nessuno può essere qualcosa di peggio.(Mark Twain)

Tu giovannino - sei almeno umano ? mah...

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 22.03.12 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PAOLO BARNARD ci aveva avvisato già da tempo... Perché non lo fai parlare nel tuo blog Grillo, oppure anche qui la libertà è limitata?
http://www.paolobarnard.info/docs/Il_Piu_Grande_Crimine.pdf

Alessandro Cipriano 22.03.12 11:36| 
 |
Rispondi al commento

IL PASSO DEL...

Nell'interesse generale dobbiamo fare un passo indietro.

Affermazioni che evidenziano quanto la classe parapolitica sia distante dalla politica e dagli interessi della gente.

Prendiamo uno a caso, così, dalla strada: quanti passi indietro ha fatto l'uomo della strada? Ipotizziamo che abbia un lavoro, malauguratamente ha un mezzo di trasporto, inevitabilmente è costretto a pagare le tasse, disgraziatamente ha una famiglia da mantenere o è, magari anche, separato, necessariamente deve pagare il mutuo o l'affitto, sfortunatamente supera i 50 anni poi, per sventura, si fa per dire, sopraggiunta è costretto a cercare un nuovo lavoro e/o inventarselo.

Ovviamente escludendo chi, per vie traverse, è costretto a recarsi periodicamente a visite, esami, terapie, etc, etc...

Dopo l'aumento dell'iva, della benzina, delle imposte, dell'età pensionabile e chi più ne ha, più ne metta, tenendo conto che le retribuzioni sono invariate dall'età del cucco... quale altro passo indietro dovrebbero fare gli italiani?

L'assurdo è che certe persone, dalla mentalità ormai superata dal tempo e dagli eventi ritengono di dover indicare la strada da seguire.

Indicano agli altri la strada che loro stessi non percorreranno mai.

Questa parapolitica fatta da emeriti e illustri paratecnici sostenuti da altrettanti insigni paraculi ci accompagna indietro per non farci andare avanti.

Loro la democrazia la temono e per questo motivo intendono non consentirne l'esercizio.

Ritengono che le certezze (degli altri) sono noiose e superate, le loro certezze sono all'avanguardia sempre anzi sono, perchè le hanno, ben incancrenite nel sistema.

GAMBERO NOSTRANO.

By Gian Franco Dominijanni


Grazie, per aver scelto l'immagine di Giacomo Matteotti per presentare questo post sulla democrazia.

Livio Lo Verso, liviolov@tiscali.it Commentatore certificato 22.03.12 11:21| 
 |
Rispondi al commento

CHE SFIGA essere nato in una repubblica fondata sul LAVORO!!! Non potevo nascere in una fondata sullu PILU....Berlusconi dove sei??? torna ti prego...non sei stato compreso...torna e dici: questo è LU PILU...prendete e USATENE TUTTI

Dico io ragazzi: ci vogliono licenziare?! va bene ce ne andiamo per le strade e ci mettiamo a fare festa...

la società è una comunità in cui ognuno da il suo contributo per il benessere di tutti...se ci sono più disoccupati è un bene non un male perchè vuol dire che non c'è bisogno di gente che lavora, quello che c'è da fare viene fatto.

senno ragioniamo all'incontrario: IL LAVORO NON E' UN BENE DI PER SE! ma una TRISTE NECESSITA' che grava sull'umanità che è condannata (finchè non troveremo il giardino dell'eden...ma dove cavolo sarà!!!!...frutta esotica amache e soprattutto PILU) a sostentarsi attraverso il proprio operato

certo che se voglio andare su marte...certo se costruisco città e poi le rado al suolo bombardandole....certo se voglio bucare le montagne...se faccio tunnel sotto il mare....se costruisco grattacieli di 200 piani...se una persona sola possiede 100 case....se costruisco stadi...templi insomma se continuiamo a fare cazzate...LAVORO CE NE PER TUTTI...QUANTO NE VOLETE

vuoi che poco poco qualcuno auspica che l'Italia venga un giorno bombardata...sai dopo che BOOM ECONOMICO

..ma come minchia ragionate!!!!

Marco ., torino Commentatore certificato 22.03.12 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quelli che si possono "sedere a prendere il sole e a mangiare la pasta al pomodoro" sono solo gli statali come tua figlia vero Fornero?...
Ah no, dimenticavo...tua figlia mangia solo il caviale della Fondazione S.Paolo...a lei piace vincere facile...fa ricerca sui frullati del nulla e sui cadaveri viventi così nessuno la può giudicare tranne le famiglie dei cadaveri...ma quelle non contano un cazzo quindi...
Comunque anche chi lavora nel privato è costretto a superare concorsi e test, quindi ora come la mettiamo?...Anzi nel privato i concorsi e i test sono continui, costanti e giornalieri. Nel privato gli esami non finiscono mai, nel pubblico , visti i risultati, sono finiti da un bel pezzo. Inoltre la Pubblica Amministrazione ha molti più motivi economici di tanti altri per mandare giustamente la gente a casa. Molti “intelligentoni” alla Fornero/Martone che hanno passato il concorso hanno comprato “paccate” di derivati tossici che hanno indebitato Regioni , Provincie e Comuni.
Quindi?... Dove sta l'equità?...
Certo che questo paese per chi ha un posto statale e un appartamento nelle case popolari in centro (come hanno milioni di statali) ad affitto calmierato, è il paradiso terrestre.
Saluti compagni...del cazzo.Altro che bella ciao...CIAO BELLI! CIAO!...pezzi di merda...

l'equità di monti 22.03.12 10:59| 
 |
Rispondi al commento

....E come un TRENO, il Premier travolge tutto... senza fermarsi. Potere? Potere dei numeri! E fa meraviglia. Accolto, come uno di noi; preso dal mazzo del popolo; uomo colto e... Cattolico; consapevole delle esigenze del popolo! Che "mazzo", sto popolo! Peggio forse non poteva andare. E' chiaro che il Premier legge solo "numeri" forse se si potesse esprimere SOLO coi numeri sarebbe più a suo "agio"! Il pregio evidente? Ci sta facendo riposare le orecchie dalle scurrilità nel lessico di quei politici a cui NOI ABBIAMO DATO IL COMPITO DI RAPPRESENTARCI E CHE INVECE HANNO FATTO I PROPRI COMODI! Il Premier li ha messi tutti in LETARGO! Che "mazzo" sto popolo: dalla padella nella brace!

HappyFuture 22.03.12 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Bersani non vomita mai.................pero' scureggia forte......."ganza".......mi è venuta spontanea

Sergey Sobyanin () Commentatore certificato 22.03.12 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Quasi tutto il dibattito sul diritto al lavoro è concentrato sull'art. 18 dello statuto dei lavoratori.
Mi sembra molto opportuno il commento del sig. Nando che ha fatto un preciso riferimento all'articolo primo della Costituzione:
"L'Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro"
Sarebbe opportuno citare, anche, l'articolo secondo:
"La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo..."
Le parole importanti, inequivocabili sono:
riconosce e garantisce.
E' il lavoro un diritto inviolabile?
No!
Ogni diritto inviolabile, come quelli sulla salute, l'istruzione e la libertà, possono essere fatti valere nelle sedi opportune.
Si possono denunciare coloro che violano questi diritti, i responsabili delle violazioni di questi diritti possono essere individuati e puniti.
Nessuna denuncia è ammessa se si vuole lavorare e non si trova un lavoro.
Nessuno è responsabile.
Quindi il lavoro non è un diritto, nel senso più pregnante del termine.
Il diritto al lavoro si potrebbe definire un auspicio.
O si dovrebbe definire un diritto "teorico"
Bisognerebbe anche modificare l'art.24 della Costituzione che dice:
"Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi"
Se in questo art. si aggiungesse, dopo la parola lavoro, quella "inviolabili" il testo sarebbe chiaro.
Stessa cosa dicasi dell'art.28 che parla della responsabilità dei funzionari e dipendenti dello stato.
In sostanza, focalizzare bene il problema a monte è, a mio avviso, il giusto punto di partenza.
Vito Pallotti

pallotti vito 22.03.12 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Dice Alfano che la riforma del Lavoro è una occasione irripetibile e addirittura storica. Come no: un giorno, la storia ricorderà la riforma del Lavoro del 2012. Insieme alla grande carestia del 1315 e alla pestilenza del 1656. (fabioilnocchi)

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Siamo stati governati da un Parlamento di nominati dal 2006, (scrive Beppe o chi per lui)

- forse è da correggere la data con 2008 !

ecco "l'amarcord" di infami, vermi, topi di Parlamento , serpi striscianti , che nulla hanno di umano!

24 gennaio 2008 ore 20.43: Dopo il dibattito del Senato sulla fiducia il governo è battuto per 161 voti a 156. Hanno negato la fiducia al Governo i seguenti senatori eletti in liste dell'Unione: Tommaso Barbato (UDEUR),
Clemente Mastella (UDEUR),
Lamberto Dini (Liberaldemocratici, eletto nella Margherita),
Domenico Fisichella (indipendente, eletto nella Margherita),
Franco Turigliatto (Sinistra Critica, eletto in Rifondazione Comunista),
Sergio De Gregorio (Italiani nel Mondo, eletto nell'Italia dei Valori), che era già passato nella Casa delle Libertà nel settembre 2007.
Si è astenuto (ma l'astensione ha effetto di voto contrario) il senatore Giuseppe Scalera (Liberaldemocratici, eletto nella Margherita).
A seguito del voto negativo Prodi si reca al Quirinale per rassegnare le dimissioni

30 gennaio 2008: Giorgio Napolitano affida l'incarico di "esplorare" l'ipotesi di formare un governo finalizzato a raggiungere una convergenza sulla riforma della legge elettorale al Presidente del Senato, Franco Marini

4 febbraio 2008: Franco Marini, dopo aver tenuto proprie consultazioni con le forze politiche ed economico-sociali, rimette al Capo dello Stato il mandato poiché non sussistono margini di accordo per la formazione di un nuovo governo finalizzato alla modifica della legge elettorale.

5 febbraio 2008: Il Consiglio dei ministri indice i referendum abrogativi sulla legge elettorale* del 2005, giudicato ammissibile dalla Corte Costituzionale, per la data del 18 maggio 2008. Tuttavia questo slitterà di un anno, a causa dello scioglimento anticipato delle Camere.

- farei governare da uno anche peggio di Monti per colpa di queste pantegane da fogna!

* ← sorpresa!


Per sfuggire all'arresto il killer di Tolosa le sta provando tutte.Purtroppo per lui la campagna tesseramento del Pdl è chiusa

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Poco chiare le nuove norme sui licenziamenti. Un rappresentate del governo le stava spiegando ma è stato licenziato prima di finire il discorso.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno mi deve spiegare per quale ragiona divina le grande imprese e il settore pubblico non dovrebbero porter licenziare.

Il lavoro come diritto divino puo' aver funzionato nel periodo di forte crescita del dopoguerra, ma sinceramente non capisco come si difendano 4,000,000 di occupati nella pubblica amministrazione con scandali di nepotismo e corruzzione che vengono alla luce tutti i giorni.

Il paese si rialza solo se diventiamo tutti imprenditori di noi stessi e continuiamo a evolvere. Non si si rialza se la nostra aspirazione e' quella di 800 euro al mese per tutta la vita.

Inventate e producete!!

Imprenditori 22.03.12 10:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono disoccupato dal gennaio 2010 ho 52 anni un mutuo di 850€ al mese da pagare e una bimba di 7anni da crescere, mia moglie lavora part-time a 750€ al mese, ho chiesto alla banca di abbassarmi la rata del mutuo allungandomi i tempi ma mi hanno risposto "IMPOSSIBILE" ho chiesto di rinegoziarlo mi hanno risposto "NON LE CONVIENE, PERCHE' L'INTERESSE CHE PAGA ORA E' PIU' BASSO DI QUELLO CHE PAGHEREBBE CON UNA RINEGOZIAZIONE".
Devo continuare a vivacchiare con lavoretti in nero e con l'aiuto di mia madre e qualche amico; non vi dico lo stato psicologico che deve affron-
tare una persona di 50 anni sano e in forze per lavorare quando si sente rispondere alla richiesta di un lavoro "SEI TROPPO VECCHIO, CON QUELLO CHE MI COSTERESTI TU, PAGO DUE APRENDISTI O DUE EXTRACOMUNITARI". Ho aperto una patrita IVA perchè pensavo di lavorare come prestatore d'opera e invece questo non succcede e beffa delle beffe, oltre che a pagarmi INPS e INAIL rischio di avere un controllo fiscale perche tale P.IVA non produce reddito, e questi sicuramente non mi credono, mi metteranno in galera!?! non lo so, sono arrivato ad un punto che capisco perfettamente chi si e' suicidato, sarebbe una soluzione anche per me, almeno l'assicurazione sulla vita che ho, ripaghera' il mutuo e restera' qualcosa anche per la m ia famiglia, Spero!?
Non vi dico quello che penso di quei 4 maiali e zoccole che stanno cercando di toglierci anche l'aria oltre alle vite che si sono già presi:
Finchè in Italia non arriviamo ad una equità economica, e diventassimo un popolo compatto e unito e la smettessimo di vivere ogni giorno con il pensiero di fottere il prossimo, magari il più debole, resteremo sempre un'italietta, bastonata e infelice
Dio vi benedica italiani di buona volonta' e maledica le caste e i ladri subdoli della libertà altrui e della democrazia.
Buona fortuna a me e a tutti quelli come me
Ciao Beppe buona giornata Radames

lion radames 22.03.12 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che bello se un giorno mi svegliassi in un mondo di persone normali!

Che le persone ricche possano notare le persone povere immedesimarsi in loro e capire la tragigità della loro situazione!

Che le persone corrotte e mafiose riconoscano di essere il male assoluto per tutta la comunità!

Che le persone che ci governano riconoscano che non spetta a loro decidere il futuro di questo paese ma spetta al popolo sovrano eleggere chi ci governa e non i segretari di partito!

Purtroppo è solamente un sogno!

Berlioz * Commentatore certificato 22.03.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

continua...... Svizzera non dell'ultimo paese low cost. Se l'azienda chiude il capannone servirà ad altri, non sarà la solita fabbrica abbandonata.
Il ministro Fornero ed il Presidente Monti dovrebbero proprio tornare a Scuola, ma non ad insegnare, ma a fare un bel corso di aggiornamento sulla politica economica e sociale, non devono gestire un'azienda ma la popolazione di uno Stato.
Ai miei colleghi che si nascono, che preferiscono la beata ignoranza, che stanno a guardare per poi mangiare nel piatto di chi sciopererà e lotterà anche per loro dico:
spero che i vostri figli vengano licenziati in tronco per motivi economici, che vengano sfruttati nei lavori notturni e interinali per poi finire con un pugno di mosche in mano, dopo mesi di lavoro. Spero che vengano insultati e ricattati dai loro capetti, spero che debbano emigrare per imparare che le società in altri paesi considerano i cittadini come tali, come essere umani.
Grazie a tutti se mi leggerete, grazie a chi fara' sciopero, chi lotterà con tutti, proprio tutti i mezzi di protesta legali.
Grazie a Beppe che ospiterà queste righe.
ELEZIONI SUBITO !
mi firmo:
Antonio, lavoratore, e laureando nonostante la Gelmini (a proposito, dov'è adesso in crociera...speriamo bene).

Antonio Limpido (limpido_a), Torino Commentatore certificato 22.03.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Acquedotto in Puglia non diventerà pubblico Consulta boccia la norma della giunta Vendola

La decisione della regione è stata impugnata dal governo Berlusconi. La Corte costituzionale con una sentenza, depositata ieri in Cancelleria, ha dato ragione praticamente a tutti i rilievi mossi dal Consiglio dei Ministri
“L’Acquedotto Pugliese non può diventare pubblico”. O quantomeno, non può essere la Regione a deciderlo. Così ha stabilito la Corte Costituzionale, che ha bocciato la legge regionale con la quale la Giunta guidata da Nichi Vendola aveva trasformato in azienda pubblica l’Aqp spa. Normativa approvata dal Consiglio pugliese all’inizio dell’estate scorsa ma prontamente impugnata dal governo Berlusconi, su proposta dell’allora ministro Raffaele Fitto, perché ritenuta in contrasto con quelle che sono le competenze della Regione.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/22/acquedotto-puglia-diventera-pubblica-consulta-boccia-norma-della-giunta-vendola/199213/

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Si, parlare di cortigiani è giusto ma riferendosi alla corte di Luigi IVX però.
Per capire bisogna introdurre il concetto del rispetto burocratliota.
Che cosa è il rispetto burocratliota?
Per capirlo bisogna riferirsi ad una tipica espressione siciliana "baciamo le mani..."
Ora in italia quando occupi un posto burocratico sei rispettato, indipendentemente da quello che sai, da quello che fai, e spessissimo anche indipendentemente dal fatto che sei presente o meno sul posto di lavoro.
E' il rispetto burocratliota che deriva dalla religione del concorso!
Chi vince il concorso diventa un'altra persona e spessissimo possiamo dire che diventa un "burocratliota".
In Università se sei professore, (diciamo prima della riforma gelmini) SAI e non significa che sai qualcosa ma che chiunque ti si avvicina ti deve il "rispetto burocratliota" cioè il professore SA è un assolutismo.
Anche se non pubblichi una benemerita mazza o se nessuno cita i tuoi articoli, tu hai il POSTO FISSO (avevi prima della riforma gelmini) perchè vincesti il concorso nel paleolitico con regole paleolitiche.
L'assolutismo burocratico è presente nella nostra società più di quanto non pensiamo, ha sostituito appieno le categorie monarchiche.
Il "burocratliota" ha SEMPRE una giustifica quando si decide di spendere i soldi pubblici ed è "AUTORIZZATO" e solamente in caso di palesi tangenti può essere incriminato. Il burocratliota spende in proporzione al livello gerarchico che occupa.
Il popolo non si interpella mai per la spesa, casomai si uniscono le forze di più burocratlioti che in consiglio decidono la spesa e questa deve avere una caratteristica precisa, servire a mostrare che lo "STATO FA QUALCOSA PER LO SVILUPPO".
Non importa se a posteriori lo sviluppo ci sia stato o meno, cioè non funziona come per un privato che investe i suoi soldi e poi a posteriori deve fare i conti con il fatto che il suo investimento abbia funzionato o meno. Questa appunto è dittatura burocratica.

mario mario Commentatore certificato 22.03.12 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto una vecchia cagnetta di razza sporca,lacera,che si reggeva a stento ,ormai prossima alla fine.Pulci e zecche affamate ne laceravano il corpo,succhiandogli tutto ciò che potevano e proliferavano arroganti e pasciute sulle sue carni:si chiama ITALIA.Vogliamo tutti insieme contribuire alla sua disinfestazione con un antiparassitario efficace?Salviamo Italia con la democrazia diretta

papurello gualtiero 22.03.12 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Il PD scomparirà dal Piemonte. Il PD e' ormai un vigile muto che aspetta alla finestra, anzichè battersi per ciò in cui crede, perchè crede solo in ciò che porta risultati : voti, soldi, finanziamenti. La schiena diritta di un servo ! La modifica dell'articolo 18 non porterà un solo posto di lavoro in più, ma alcuni politici, compreso il parziale capo dello stato,hanno il coraggio di dire che è inevitabile.
Abbiamo già vissuto una situazione simile con il lavoro a tempo determinato, il lavoro precario.
Doveva creare più occupazione, doveva essere più remunerato, doveva dare più opportunità.
Come al solito in un paese come il nostro che NON E' la Germania, gli im-prenditori, compresa la pubblica amministrazione, hanno colto la palla al balzo, sfruttando i lavoratori, sottopagandoli, mandadoli a casa prima delle ferie, e riassumendoli dopo, facendoli lavorare in lavori notturni a 6 ore all'ora.
Ikea, tramite un'agenza interinale fa lavorare nei magazzini delle persone, solo la notte, a 6 Euro l'ora, e dove sta l'indenizzo per lo straordinario notturno?
Il passato non insegna niente !?
Abbiamo visto cosa genera posti di lavoro in una paese come il nostro, gli sgravi fiscali per le assunzione, alla fine degli anni 80, inizi 90, la possibilità di assumente con l'apprendistato di 2 anni avendo degli sgravi, era più che sufficiente.
Creare lavoro genera ricchezza per tutti, se lo Stato, non investendo direttamente desse l'opportunità di creare delle zone salariari defiscalizzate parzialmente, diversificate per genere ed età, per permettere quindi di essere incisivi negli strati sociali che più patiscono la crisi, il problema sarebbe in parte risolto.
Per quanto riguarda l'agire per creare impresa, basta guardarsi attorno, ciò che fa la Svizzera, crea dei poli industriali, che non consumano il territorio, capannoni dati in affitto alle imprese, con infrastutture, strade, permettendo di avere agevolazioni fiscali, stiamo parlando della Svizzera non dell'ultimo paese

Antonio Limpido 22.03.12 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe.
Aiutaci a costruire il Movimento 5 Stelle anche a Imperia, considerata è la roccaforte "Azzura" di Scajola, a Imperia "non si tocca foglia se la famiglia Scajola non voglia".
Aiutaci! Vieni a Imperia per la prossima Campagna elettorale 2013. Ciao

Marcello Bommarito, Imperia Commentatore certificato 22.03.12 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Questa analisi è agghiacciante ma vera e io non capisco come è possibile che gli italiani siano cosi ciechi - la storia si ripete ma uno dovrebbe aver imparato dal passato invece noi a quanto pare non lo facciamo mai...la nostra memoria è cosi labile

Tatiana 22.03.12 09:56| 
 |
Rispondi al commento

dico ma tutto io devo fare ? Viviana scrive su questo blog da anni e non c'è un pirla che chieda come sta visto che le sue assenze si contavano sulle dita di una mano ?

roba da matti,

in ogni caso vorrei essere tranquillizzato da lei o da chi per lei sul suo stato di salute che è parecchio precario come lei stessa ha scritto più volte.

intanto la saluto,

ciao Viviana

Alex

Extra Terrestre Commentatore certificato 22.03.12 09:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.bastardidentro.it/node/view/36755


L'ITALIA IN CRISI....

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 09:53| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe e staff.

INIZIARE E FINIRE E SCHIAVITU

NON BASTA AVERE LA MAGLIETTA FORNERO AL CIMITERO
BISOGNEREBBE NON FARE QUESTE MAGLIETTE MA AGIRE
DI CONSEGUENZA.
ELOGIARE BIAGI VEDI I MEDIA !! E
COME ELOGIARE LOLOCAUSTO!!
666 ETC
SI STIAMO ENTRANDO NELL OLOCAUSTO DEL LAVORO

CHE PECCATO UN ITALIA COSI.

ART 18 LEVARE E COLPIRE IL LAVORO DI CHI PRODUCE!

MA QUALE ECONOMISTA PUO FARLO????
IO PENSO CHE NESSUNO IN ITALIA SE LO CHIEDA??
GUARDATE CHE VE LO FANNO GIA FACENDO>!!!!
SE IL LAVORO DA PRECARIATO VIENE
SCHIAVIZZATO!
SENZA RETRIBUZIONI ADEGUATE AL CARO VITA!
SENZA NEANCHE PREVIDENZA FUTURA
LA DOMANDA CHE LA CASTA SI FA ???
E CHE NON FACEVAMO COSI ERAVAMO COME LA GRECIA???
UN PAESE CHE HA CAPITALIZZAZIONE 8 MILIARDI EURO DEPOSITATI NELLE BANCHE E 2 MILIARDI DI DEBITO
NON PUO FALLIRE!
SPREAD NOME SPECULATIVO PER FAR VEDERE E CREDERE SE IL SISTEMA REGGE!
LA PATRIMONIALE NON ESISTE I POLITICI E PROVINCIE
CONSIGLIERI COMUNALI STATALI TUTTI QUESTI MANTENUTI DA UN PRODOTTO INTERNO LORDO DALL ITALIA CHE PRODUCE!
MA SE ITALIA NON PRODUCE PIU DA 10 ANNI COME BELIN
SI FARA A PAGARE???
SEMPLICE TASSANDO E RITASSANDO GLI STESSI!
LA GUERRA E INCOMINCIATA ED E INTERNA E PIU PERICOLOSA DELLE BOMBE PERCHE NON SI SA DOVE SI VA A COLPIRE !
UNICA COSA GARANTITA E CHE IL POPOLO VEDRA E PAGHERA IN PROPORZIONI MAI VISTE!
PER IL NOSTRO AMATO EURO!!!
FINCHE CE AVRAI GERMANIA IN PRIMIS SAREMMO NELL
OLOCAUSTO ECONOMICO !
POLITICI BANCHIERI FESTEGGERANNO SEMPRE DI PIU!
VISTO CHE E PROPRIO QUELLO IL VERO GIOCO ARRICHIRSI SPELANDO IL PIDOCCHIO E MANGIARSELO!
SALUTI BEPPE E STAFF 3 GUERRA DELL OLOCAUSTO DEL LAVORO E COMINCIATO! SALUTI!

mario 22.03.12 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Alla CRISI segue la MISERIA,

Alla MISERIA le strade si dividono:

o passiamo ad una DITTATURA ESPLICITA;

o facciamo una RIVOLUZIONE.

Il Portatore

roberto p., genova Commentatore certificato 22.03.12 09:49| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno per gentilezza mi potrebbe informare sulle condizioni di salute di Viviana che sono molto più importanti dell'art.18 ???

grazie e buona giornata

Extra Terrestre Commentatore certificato 22.03.12 09:45| 
 |
Rispondi al commento

aridatece Viviana

Extra Terrestre Commentatore certificato 22.03.12 09:37| 
 |
Rispondi al commento

De Lazzari, anch’io ho rispetto per i malati di mente, mi scuso per la dubbia associazione ma penso che avrai capito cosa volevo intendere.

coffe 22.03.12 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STAMATTINA mentre andavo in macchina al lavoro ho sentito alla radio che in qualche paese africano (nn ricordo quale)alcuni guerriglieri hanno tentato un colpo di stato occupando COME PRIMA COSA...indovinate cosa?...LA RADIO E LA TV NAZIONALI.

Capite PERCHE' IL "CULO FLACCIDO" si oppone così strenuamente al rinnovo della RAI? Ormai la RAI è IMPESTATA DI SUOI GIANNIZZERI...

AL POTERE (DI OGNI GENERE) L'INFORMAZIONE IN ITALIA VA BENE COSI'...MOLTO CONTROLLATA.

Come nelle PEGGIORI DITTATURE va...

Dino Colombo Commentatore certificato 22.03.12 09:36| 
 |
Rispondi al commento

merdacce "buone" - merdacce "fetenti"

a richiesta di Silvano , tento una distinzione schematica tra BILDERBERG e LOGGIA PROPAGANDA 2 .

bilderberg 1954

Fondata da Joseph P. Reginger un'associazione semi-segreta chiamata Bilderberg in Belgio . Al gruppo aderiranno nel corso degli anni, in USA: Gerald Ford , Henry Kissinger , Cyrus Vance , Nelson e David Rockfeller , Allen Dulles , i generali Luman e Lemnitzer , l'ammiraglio Elmo Zumwalt , il giornalista Cyrus Sulzberger , Dean Rusk , Richard Foxen (presidente della General Electric );

in Italia:
Gianni Agnelli ,
Manlio Brosio ,
Guido Carli ,
Alighiero De Micheli ,
Amintore Fanfani ,
Giovanni Malagodi ,
Girolamo Messeri ,
Aurelio Peccei ,
Giuseppe Petrilli ,
Alberto e Leopoldo Pirelli ,
Piero Quaroni ,
Pasquale Saraceno ,
Vittorio Valletta ;

loggia massonica propaganda 2 - sotto_gruppi

GLADIO
ROSA DEI VENTI
ORDINE NUOVO
ORDINE NERO
FALANGE ARMATA
NAR (nuclei armati rivoluzionari)
BANDA DELLA MAGLIANA
IOR
http://www.confidentialpress.ro/?p=244
(KGB deviato - Ceaucescu )
SISMI-SISDE
COSA NOSTRA
NDRANGHETA
CAMORRA


- spero che lo schema chiarisca il concetto.


La Tav, la manomissione dell'Art. 18 fanno parte di un certo modo di fare politica, un modo che è comune alle forze politiche che ci hanno governato da sempre, sempre le stesse persone.
Quelle che hanno portato allo sfascio e che ancora chiedono sacrifici in nome di una salvezza, che finchè non sarà DAVVERO riformato il mercato del lavoro, non arriverà mai.
Finchè le grandi aziende si reggeranno su appalti pilotati, sovvenzioni, malversazioni, corruzioni, continui conflitti di interesse e infiltrazioni della politica, nulla potrà rilanciare l'economia e tantomeno la condizione dei lavoratori che saranno sempre precari e malpagati. Spero davvero che si faccia quadrato e non si facciano passare anche queste porcherie.

Luca 22.03.12 09:29| 
 |
Rispondi al commento

- segue -
Certo bisogna dotarsi dei corretti strumenti di controllo verso gli eletti ma io, nella stanza dei bottoni, voglio persone capaci (e non tutti quelli che soffrono per lo stesso problema e votano lo stesso partito/movimento sono persone capaci).
La democrazia diretta può essere senz'altro uno strumento interessante con il quale integrare quella rappresentativa, ma non è la soluzione di tutti i problemi e, anzi, in un mondo sempre più aggressivo e competitivo (purtroppo) credo che un paese senza classe dirigente sia destinato ad essere l'agnello sacrificale del mondo.
Per capirci, una come te io la voterei subito e volentieri mentre a molti altri che scrivono su questo blog non farei nemmeno lavare i pavimenti anche se, nel segreto dell'urna "ognuno vale uno".

Andrea Molteni (nembo1972), Como Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma è possibile dire sempre le solite idiozie?
Ancora a dire che questo governo è antidemocratico?
Ma chi scrive questi post ( Grillo????) la conosce la costituzione? sa che il primo ministro è nominato dal presidente, il quale può nominare quello che lui ritiene più affidabile?
Poi sta al parmaento dargli la fiducia

Anche il vecchio governo veniva bolato come incostituzionale perchè non si sono votati in maniera diretta i parlamentari. Mica nella costituzione c'è un articolo che stabilisce come i parlamentari devono essere votati?

E' sempre la solita minestra scritta per ofuscare le menti instabili di molti che leggono il post

un po di buon senso no? dire che questo governo è incostituzionale e dire una CAZZATA pazzesca
che poi può non piacere, che non si condividono le sue tesi, ci può stare, anzi sarebbe anormale se non fosse cosi.

STUDIATEVI la COSTITUZIONE prima di dire cazzate che poi la gente veramente crede che questo governo è anticostituzionale

FRANCESCO di Donato Commentatore certificato 22.03.12 09:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete notato IL GATTO E LA VOLPE?

(Bonanni la Volpe e Angeletti il Gatto...o come preferite)

Fino a qualche giorno fa quasi chiusura totale sulle modifiche all'articolo 18.

Passate le elezioni delle RSU sono tornati al LORO RUOLO DI SEMPRE...finta opposizione (ormai famose le 3 ore di sciopero di qualche mese fa...perchè non solo 15 minuti mi sono chiesto? l'effetto "dirompente" sarebbe stato lo stesso)e chiaro, PUR SE SOTTOBANCO, appoggio al governo E IN CULO AI LAVORATORI.

D'altra parte che c'è da aspettarsi da un "sindacato", la CISL che è nato con la benedizione del Vaticano?...storicamente quasi sempre pro-potere e i cui massimi dirigenti dopo la "carriera" nel sindacato l'hanno continuata nei partiti? (D'antoni, Pezzotta ecc...)cosa hanno dato al sistema in cambio delle loro carriere politiche ?

La PELLE dei LAVORATORI?

Dino Colombo Commentatore certificato 22.03.12 09:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fino a quando una partita di calcio riscalda il cuore più degli attuali enormi problemi che abbiamo, non credo che ne usciremo!

Mario P. Commentatore certificato 22.03.12 09:16| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE ATTENZIONE ATTENZIONE

Ditemi se è vera questa cosa:
Le modifiche all'art.18 contenute nella riforma del mercato del lavoro "non riguarderanno gli statali". Lo riferisce una fonte del ministero del Lavoro precisando che "non a caso al tavolo non partecipa il ministro della Funzione Pubblica, Patroni Griffi".

David Zambe Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 09:09| 
 |
Rispondi al commento

http://it.finance.yahoo.com/notizie/atene-cerca-acquirenti-per-rodi-204600447.html?nc

Ecco cosa sta succedendo in Grecia. E anche da noi. Solo la Grecia, lo dice apertamente che sta vendendo un "pezzo di Grecia".

Gian A 22.03.12 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Non so come saranno le elezioni future, ma senz'altro, oltre quanto già ampiamente detto, il programma deve prevedere comunque di ridisegnare la Costituzione affinchè sia evitato una situazione come l'attuale.
E' vero che la presidenza della Repubblica va affidata ad una persona saggia e preparata, quindi che abbia compiuto i 50 anni, ma è altrettanto vero che non possa aver superato i 70. Che poi lascera a 77 anni. Vedo mia madre che ha la stessa età di "re Giorgio" (come chiamato in rete) e la mente non è lucida, ma è pressochè impossibile che lo sia. E lo sarà anche per me se e quando ci arriverò (a parte che mi toglieranno i soldi quanto prima e morirò di fame e stenti). Rispetto per le persone anziane, ma qui hanno spostato i reparti di geriatria degli nosocomi italiani al Quirinale, Chigi e parzialmente a Montecitorio e Madama. Così come non è pensabile che il voto im parlamento sia appannaggio di 5-10 persone che dicono ai propri seguaci/fedeli/servi/cortigiani di votare in quella determinata direzione. Dov'è la democrazia? Avere 1000 voti o 10 voti in Italia è la stessa cosa. I segretari di partito vanno a votare con la maggioranza in tasca. Non è più democrazia. Ma è così da 30 anni, da quando hanno eliminato i cd franchi tiratori. E poi impensabile una democrazia con persone che votano sotto ricatto. Mai una sinistra avrebbe dato il voto all'attuale riforma del lavoro. Così come l'attuale maggioranza avrebbe votato la nuova ici sulla prima casa: l'aveva tolta... Per cui vanno ridisegnate certe regole di base.

Gian A 22.03.12 08:57| 
 |
Rispondi al commento

Prima di leggere le mie umili parole, vi invito a vedere questo breve video di Roberto Benigni che racconta di Socrate.

http://www.youtube.com/watch?v=Hlikq4NQKdc&feature=youtube_gdata_player

E dopo averlo ascoltato il mio secondo invito è quello di riflettere su ciò che il filosofo ateniese Socrate disse 2400 anni fa in punto di morte.
Perchè niente è più moderno della storia che si ripete.
La virtù, dice il dizionario, non è altro che "l'abitudine connaturata di fare il bene".
Non aggiungo altro, non faccio paragoni, non voglio evidenziare la società di oggi, ma mi appello semplicemente alla coscienza di ognuno di voi.
Se non capiamo bene la profondità di tali concetti, allora significa che la virtù non alberga più in questo mondo.
Buona giornata a tutti.

WWW.FUOCHIDIPAGLIA.IT

giorgio paglia 22.03.12 08:54| 
 |
Rispondi al commento

La BCE ha ingozzato di soldi le banche italiane, per finanziare la ripresa. Esse lo restituiranno con l'1%, e intanto hanno comprato titoli pubblici che rendono il 6-7%. Un artigiano di Ginosa (Taranto)qui in Puglia va a chiedere 13oo € glieli negano, torna a casa e si ammazza. Un altro ragazzo pugliese (di Scorrano, nel Leccese) ha un lavoro precario con cui mantiene la madre vedova (che ha due soldi di vitalizio, mica come la Casta che si compra le ville)e il fratellino, lo perde, e pure lui si uccide. Sullo sfondo Equitalia: un mio amico aveva 100 € di finanziamento per un cellulare, licenziato, non ha potuto pagare, gli hanno ipotecato la casa a sua insaputa. Questo regime ormai pratica l'omicidio con lucida, scientifica determinazione. Per questo paese ha combattuto mio padre, partigiano, scampato al massacro di Cefalonia? Francesco Greco

Francesco Greco 22.03.12 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Tutte le mattine leggo Le Grillo's news e immeditamente subentra un violeneto istinto di scrivere. Si scrivere per sfogarsi anche se nell'intimo vorrei urlare perchè su questo blog si denuncia tutto e tutti ma una proposta non la trovo. La rivoluzione, io purtroppo l'ho vista, e onestamente non vedo ora chi possa farla, forse, come scriveva l'ex operaio di ieri noi vecchi, ma i giovani dove sono? Non hanno voglia di sporcarsi le mani e scendere in piazza, a loro basta un computer, la paghetta del papà integrata con la mancia della nonna e via così. Caro Bebbe parli di dittatura , può darsi ma davanti a due possibilità la prima di sfasciare tutto e poi non concludere un bel niente perchè nessuno dei giovani di oggi ha la capacità di prendere in mano la situazione , non ci sono i Pertini, i Calamandrei, i Parri ecc. razza finita e dimenticata, e un regime che in qualche modo ti fa sopravvivere, attento non vivere ma sopravvivere, Bhe! Forse per viltà la maggioranza degli Italiani preferisce sopravvivere in attesa che con il tempo cambi qualcosa, per esempio che su questo blog oltre a dire delle grosse bestialità, di fare continue denuncie fine a se stesse senza nessun seguito, e sfoghi con parolacce, qualcuno di buona volontà faccia anche delle proposte intelligenti costruttive e non utopistiche

attilio 22.03.12 08:39| 
 |
Rispondi al commento

10 a 1 per il Palazzo, battaglia persa!
E' chiarissimo che ci troviamo di fronte alla più grande distanza a zero tensione tra Palazzo e Popolo.
Cosa vuol dire zero tensione? Per capirlo bisogna tornare agli anni settanta quando il Popolo cresceva economicamente in modo uniforme e non era così vincolato dal lavoro subordinato e precario come ora.
E' evidente che quello che allora era definito il Popolo stava a potenziale elettricamente opposto a quello del Palazzo e la tensione era a mille, si vedevano i fulmini.
Adesso quel Popolo è pensionato e i nuovi arrivati, per il fatto che hanno ereditato i diritti acquisiti dai loro padri, sono per metà sistemati e per l'altra metà subordinati o con mutui, e di conseguenza sono incapaci di produrre insieme un polo elettricamente opposto a quello del Palazzo.
Il Palazzo stravince perchè in grado di controllare le tensioni sociali sia grandi che microscopiche.
Ogni singolo cittadino (o gruppo di cittadini) che si carica elettricamente in opposizione al sistema per i suoi problemi economici, trova davanti a se immediatamente un polo opposto che su scala macroscopica ha poco valore (quasi zero tensione) ma nei suoi confronti è enormemente più forte.
In uno scenario a zero tensione è molto più complicato far valere i propri diritti.
Il Palazzo sta ad alta tensione ma i suoi abitanti non la sentono perchè stanno su livelli equipotenziali. Muovendosi nel Palazzo non si sente niente anzi si sta benissimo.
Ogni tanto ci sono delle scariche dovute a gente come Lusi, o come accadde tempo fa con Di Girolamo, che portano a massa alcuni personaggi di Palazzo e generano fulmini sistemici.
Ora, il timore più grande è che la linea ad alta tensione politica che collega anche gli altri Palazzi europei si interrompa per via di sovraccarichi e il Palazzo ha trovato il modo di rimandare a livello Terra (o massa) i lavoratori.
I lavoratori che generano alte tensioni vanno licenziati.

mario mario Commentatore certificato 22.03.12 08:38| 
 |
Rispondi al commento

NON TUTTO IL MALE VIEN PER NUOCERE

Anzi, ora finalmente, con la riforma dell'18, le cose iniziano a prendere la loro fisionomia.
Da quello che ho letto, cmq, non è che possono licenziare a muzzo, così.
Per questo io non valuto questa questione così importante.
I sindacati andrebbero bastonati non per questo.
Molto più importante sarebbe far rispettare la sicurezza, fattore che comporterebbe una serie di ripercussioni importantissime.
Come al solito loro decidono i bersagli contro i quali voi non vi esimete di scagliarvi.
Sveglia ch'è tardi.

l'idiota 22.03.12 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari lettori del Blog, esprimo un mio singolo pensiero, una mia opinione,
magari illegittima o sbagliata
(anche se spero un giorno si arrivi almeno a superare l’atteggiamento ideologizzato di avere "solo" la propria verità in tasca da imporre agli altri, ben misera e poca cosa...).
Nella "promessa" del MoVimento 5 stelle è contenuta un nodo che andrebbe chiarito, a mio avviso.
L'italia non si cambia per opera dell'unico (o due o tre ) candidati che -per ora- entrano in Comune (così come il lavoro non finisce con una manciata per quanto cospicua di eletti parlamentari, non è che un cammino, ed è nel cammino che si trova il senso, non nella meta*)

Un insieme di persone in una città si riuniscono intorno al sogno e si candidano in 30 magari, “gli attivisti”.
Solo pochi di questi verranno eletti.
Se non si chiarisce che il sogno non si limita a quello sparuto gruppo di persone legalmente titolate a agire, ma in realtà non è che la punta di un iceberg,
non è che una parte del lavoro, andremo incontro sempre a problemi:
da una parte perché il tempo sacrificato alla res publica comporta sacrifici personali, economici, tempo , dedizione e passione che vanno “gratificati” con il ritorno di qualche successo (conseguimento di un risultato effettivo o miglioramento della comunità), dall’altra perché le persone non sentono sempre questa sola motivazione e agiscono per visibilità, desiderio di vedere il loro lavoro valorizzato a titolo personale.
Tutti i cittadini potenzialmente dovrebbero sentirsi responsabili per una parte o per il tutto della vita della loro città e della loro nazione (in senso globale, a partire dalla vita privata e dai comportamenti, passando dalla produzione in autonomia di qualche progetto nel territorio -anche indipendentemente dal bollino o logo, da cittadini- per finire nel coinvolgimento delle vertenze da sottoporre e studiare con l'eletto o da sottoporgli per rafforzarne i contenuti), [e questo è da valorizzare];
-segue nel commento-

Ileana B, savona Commentatore certificato 22.03.12 08:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le rivoluzioni si fanno con la Testa..e vanno guidate..il n/s obbiettivo è entrare in parlamento,ma ritengo che sia necessario creare delle condizioni per costringere alcune forze politiche a prendere le distanze da triplice intesa:
ossia PDL-Alleanza Per l'italia e PD!al contempo insistere e fare pressing sulle altre forze politiche al fine di metterli nelle condizioni di proporre programmi molto più vicini alle n/s posizioni.
La nostra azione di pressing dovrà poi continuare in Parlamento!!in modo duro e puro!
Fanno finta di nulla non parlano più di legge elettorale,hanno paura,perchè non è detto che i risultati elettorali confermino i sondaggi.
Con gli ultimi referendum 27 milioni d'italiani hanno dato un segnale forte e chiaro!il vento sta cambiando..anzi ormai è cambiato!..
Monti ha ancora 6-7 mesi per manovrare..poi ci sarà il semestre bianco e non potrà più fare un cazzo!!.
Ciò che ha fatto questo signore oggi domani noi lo cancelleremo!

roby f., Livorno Commentatore certificato 22.03.12 08:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PREMESSO CHE LA MORTE DI BAMBINI E' SEMPRE QUALCOSA DI TERRIFICANTE.
Ancor più se avviene per mano dell'uomo.

Sta succedendo un casino in FRANCIA.
I media non perdono occasione per dare fiato alle trombe con le loro dirette h24.

Ma i BAMBINI del mondo non hanno tutti lo stesso valore per questi viscidi servi del POTERE che chiamano "INFORMAZIONE".

Si vedano a riguardo i BAMBINI AFGHANI TRUCIDATI E BRUCIATI da un UOMO BIANCO e dai suoi COLLEGHI.

O i BAMBINI PALESTINESI sui quali il GOVERNO ISRAELIANO ha versato LETTERALMENTE PIOMBO FUSO.

O i BAMBINI DI FALLUJAH....

e tanti altri...

davide lak (davlak) Commentatore certificato 22.03.12 08:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa che piu' mi rode è che i parlamentari non stanno pagando un cazzo e noi italiano continuiamoa fare solo chiacchiere e lamentarci ma alla fine soccombiamo. Io sono pensionato e mi sono rotto i coglioni di subire, che qualc'uno ci guidi e facciamo una marcia su' Roma, ma come si deve pero'. Io sono disposto a giocarmi anche la mia pensione, ma quei sciacalli devono pagare , sopratutto per i danni fatti all'italia. ANDIAMOCI A PRENDERE LA LIBERTAAAAAAAAA.

RINO CURCIO 22.03.12 08:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noto con molto piacere che questo blog sta tornando alla normalità e lo si vede dal n. dei commenti (in salita) senza innumerevoli copincolla e senza tanti "dictat"!

Speriamo che continui in questo modo e che la libertà di pensiero possa essere accettata senza se e senza ma!

Certamente dissenterò dalle incursioni leghiste,
le manderò affanculo in modo garbato finchè non si stancheranno di postare stronzate ma mai e poi mai mi dissocierò da da coloro che fanno parte di questo movimento perchè hanno sete di trasparenza e di verità!

Berlioz * Commentatore certificato 22.03.12 07:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'E' PARECCHIA GENTE CHE CE L'HA CON GRILLO QUI SUL BLOG, E SINCERAMENTE NON CAPISCO PERCHE'. VORREI SOLO DIRE A QUESTE PERSONE CHE SE NON CI FOSSE IL M5S CHI VOTERESTE? CHE FARESTE? ALMENO C'E' UN BARLUME DI SPERANZA PER IL FUTURO.QUINDI INVECE DI SCRIVERE CONTRO BEPPE, PERCHE' NON CE LI RISOLVIAMO DA NOI I PROBLEMI, FACENDO SCIOPERO GENERALE?

GABRIELE TINELLI (), carrara Commentatore certificato 22.03.12 07:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

11) Caro sig. Fini VADA PURE A FARE IN CULO!

Giuseppe D., CAGLIARI Commentatore certificato 22.03.12 07:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dove posso trovare la lettera aperta a beppe grillo del movimento di matera?

Non dico di rispondere ma vorrei quantomeno leggerla, avete un link?

grazie

torquemada giuseppe, bolzano Commentatore certificato 22.03.12 07:42| 
 |
Rispondi al commento

@Silvano de Lazzari
ti ho risposto nella discussione che sai.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 22.03.12 07:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A giorni la Regione Sardegna dovrà pronunciarsi sulla richiesta di scavare un pozzo esplorativo per la ricerca di idrocarburi ad Arborea, in provincia di Oristano. Un po' come andare a trivellare il Paradiso. Il luogo scelto per il pozzo infatti, battezzato Eleonora, è vicino al mare e soprattutto si trova a meno di 200 metri dallo stagno di S'Ena Arrubia e a meno di 100 metri dal complesso del Sinis e degli stagni di Oristano. Si tratta appunto di aree protette di importanza europea legate alla rete Natura 2000 e alla Direttiva Uccelli che - fra l'altro – offrono rifugio ai fenicotteri. Altre tre aree protette dello stesso genere, sempre regno di fenicotteri e non solo, si trovano nel raggio di cinque chilometri da Eleonora: sono gli stagni di Corru S'Ittiri, Santa Giusta e Cirras.

http://www.byoblu.com/post/2012/03/21/I-Moratti-vogliono-trivellare-il-Paradiso.aspx

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 07:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma ....hanno tolto gli statali dal nuovo art 18 perche'....
avevano paura che il popolo licenziasse i politici?

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 07:33| 
 |
Rispondi al commento

ANDATEVENE A LAVORARE, LO CAPITE O NO, LAVORARE, LAVORARE LAVORARE

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 22.03.12 07:19| 
 |
Rispondi al commento

Prima di parlare di Fascismo, caro Grillo, studialo, e impara. Non puoi paragonare la servitù ai poteri ebrei della Goldman Sachs al (almeno) tentativo di un progetto unico. Bello o brutto. Buono o cattivo. Giusto o sbagliato. Ognuno giudichi come vuole. Ma almeno Mussolini si caricò sulle spalle il tentativo di fare di uno squinternato Stivake, una Nazione. E senza avere "materiale" Tedesco, organizzato, disciplinato, lavoratore. Leggiti la storia, quella vera, della RSI. E poi cerca di pensare da uomo libero.La tua decantata democrazia era, resta e sarà null'altro che il male assoluto. Una monade leibniziana che illude, sanguinaria, incapace, corrotta, ladra, annichilente. Del resto è lo sbocco inevitabile della cosiddetta democrazia parlamentare. Non può non finire che con il satrapismo del dio denaro. Il Fascismo ed il Nazionalsocialismo si ersero giganti nella storia, a ribadire la libertà del Sangue nell'eterna lotta contro il vitello d'oro. E, piaccia o non piaccia, ci stiamo tornando. E i conti che farà la storia saranno duri e salati. Gott mit uns. Fabrizio Belloni

fabrizio belloni 22.03.12 07:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi lo vedete che scrivere minchiate impaurisce gli animi? Coglioni la vita è una cosa meraviglioosa, non la morte, col cazzo che me la tolgo se DIO non se la prende.
Vado a lavorare popolo, evviva la figa e chi non la castiga.

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 22.03.12 07:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con l'approvazione dell'Art.18 è finita la democrazia, e così governo dichiara a tutti gli effetti guerra al suo popolo.
Da questo momento dobbiamo metterci in testa una cosa, che con le buone maniere il governo ce lo ha messo sempre nel culo a cominciare dalle tasse che il governo ci mette a finire alla benzina perchè non ci fanno più camminare con la macchina.
A questo punto la violenza va combattuta con la violenza, e poco importa se per una giusta causa perderò la vita. Tanto il governo se le presa senza la mia autorizzazione. La morte è una cos ameravigliosa, prima arriva e meglio è.

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 22.03.12 07:08| 
 |
Rispondi al commento

frase celebre:

"Ci sono due verità che non bisogna mai separare, in questo mondo:
1° che la sovranità risiede nel popolo;
2° che il popolo non deve mai esercitarla"

Antoine de Rivarol, Journal politique national

mi pare non ci sia nulla da aggiungere, se non

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!



Se non ve ne siete accorti tante aziende italiane chiudono e riaprono da altre parti.......... questo provoca non solo 1l forse 10% di disoccupati che sara causato dall articolo 18, ma del 100%!!!
Le aziende se ne vanno per troppe pressioni fiscali, per i sindacati che sono troppo forti in Italia. Io ho lavorato in molti altri paesi e vi assicuro che non esistono i diritti e le pressioni fiscali che si hanno in italia. Se si vuole salvare la occupazione in Italia dobbiamo ora salvaguardare le aziende e magari farle tornare in italia con accordi speciali. Fate pure sempre la voce grossa, sciperi ma anche per i titolari di azienda esiste la democrazia, e io li capisco se decidono di chiudere in Italia e muoversi in altri paesi.

elena 22.03.12 06:33| 
 |
Rispondi al commento

E' passata la modifica dell'articolo 18 con una maggioranza schiacciante, circa 471 su circa 560 parlamentari. Anche nelle aziende (la maggior parte in Italia) con 15 dipendenti a scalare sarà possibile applicarlo con le modifiche apportate che purtroppo daranno solo un mese di tempo per raccogliere le prove a tutti quei lavoratori dipendenti licenziati per motivi disciplinari/altro. Indennità pari allo stipendio per un massimo di 27 mensilità, per i lavoratori licenziati per motivi economici delle aziende.

Nulla nei riguardi dei lavoratori del pubblico esercizio. Quelli che se trovano un lavoratore imprenditore con un dipendente senza permesso di soggiorno possono farti chiudere l'attività, o darti trentamila euro di multa se hai un lavoratore in nero; molti statali sono stati più volte colti a fare altro durante l'orario di lavoro da Trieste in giù, molti altri invece sono operosi ed efficienti.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 06:21| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=pKochrA0eZM


questo è il motivo perché l'italia sta andando in merda

antiitaliano è di moda 22.03.12 06:07| 
 |
Rispondi al commento

Quanta confusione e tante domande tutte rivolte a Grillo e nessuno che ancora ha capito come funziona il movimento, ma siete sicuri di aver scelto la strada giusta o siete ancora qui in mancanza d’altro?
Adesso dico come la penso sulla faccenda.

L’errore più grande è stato quello di farsi schierare, l’uscita dal movimento di Tavolazzi non è legata alla faccenda di Rimini, anche perché si sarebbe tolto l’uso del simbolo anche ad altri consiglieri e mi riferisco a tutti quelli che stavano lavorando per creare la lista nazionale composta solo da consiglieri eletti del movimento il risultato sarebbe stata la castina de noaltri e non solo quelli della chat pubblicata.

Mentre le liste si stanno escutendo da sole dal momento stesso che si rinuncia al simbolo per cavalcare una polemica, cosi come porci e cani hanno potuto accreditarsi per presentare una lista, dal momento che non siamo un partito ed il legame è solo di attività con finalità comuni senza che nessuno prende soldi, nessuno viene cacciato, questa è una forzatura che cercano di fruttare per continuare la polemica, semplicemente chi non riconosce alla rete il ruolo che gli compete, la rete gli toglie il suo mandato da portavoce, ma non mi sembra che qualcuno si sia dimesso da consigliere o altro.

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2012/03/lettera-della-rete-a-beppe-grillo.html#comment-324537


I nostri politici sono malati di dicotomia (http://it.wikipedia.org/wiki/Dicotomia).
Cosa vuol dire?
Quando parlano dei loro stipendi, dei soldi da spendere per le opere pubbliche, dei loro meriti utilizzano una logica che è quella di utilizzare TUTTI i soldi pubblici disponibili.
Quando si parla di diritti del cittadino, dei suoi bisogni, dei suoi ammortizzatori sociali allora utilizzano pesantemente un'altra logica che consiste nel "hai bisogno? arrangiati", "hai dei diritti sociali? te li tolgo", "il tuo reddito minimo garantito mi costerebbe un'inezia?non te lo do, devi andare a lavorare ed entrare in competizione con i rumeni, i senegalesi...", "paghi 10 di tasse? aumento a 12".
Non è da poco tempo che i politici sguazzano in questa dicotomia. L'idea di fondo è "negare qualsiasi cosa al singolo cittadino, prendere qualsiasi cosa possibile con la logica che serva alla collettività".
Perchè ci riescono? Perchè hanno successo gli imbuti come Napolitano o gli scassinatori di diritti come Bersani o le pitocchie come la Fonero? Difficile dirlo ma prima di tutto perchè fra di noi ci odiamo, non siamo un popolo unito, ci sono tanti italioti che vogliono rivedere il film delle valige di cartone, non sopportiamo gli arricchiti pensiamo siano evasori, non sopportiamo di vedere i soldi pubblici utilizzati per i singoli. I singoli possono morire, mentre la collettività deve essere a livello europeo. Di conseguenza i nostri politici fanno leva su questa idea che per dare dei soldi ci vogliano le Grandi Opere, cioè un motivo! L'Opera può anche non servire ma i soldi si devono spendere con una giustificazione e così la Salerno- Reggio Calabria non finirà mai perchè sarà UNA GIUSTIFICAZINE PERENNE A SPENDERE SOLDI PUBBLICI; TANTI SOLDI PUBBLICI! Invece un disoccupato al Nord può anche morire di fame, chi se ne frega, dargli dei soldi significa favorire l'assistenzialismo, e non sia mai che viva alle spalle degli altri, poi magari è immigrato da altra Regione, straniero...

mario mario Commentatore certificato 22.03.12 03:54| 
 |
Rispondi al commento

SI, BUANA--La sterilizzazione dell Art. 18 , cioè del deterrente per i licenziamenti senza giustificato motivo, tipo per esempio punire il lavoratore che abbia chiesto di godere delle ferie o di vedersi pagato lo straordinario, metterà nelle condizioni le aziende di rimodulare al ribasso la totalità dei contratti in essere. Anche quelli indeterminati. Pena il licenziamento, senza alcuna speranza di reintegro, il lavoratore sarà costretto ad accettare sostanziose decurtazioni del salario,che le aziende non mancheranno di applicare. Tagli del 30% e oltre, a seconda della voracità del datore di lavoro. Imprenditore o multinazionale è lo stesso. Immaginatevi poi le donne a quali ricatti potranno essere sottoposte. Gran parte degli italiani, se non verranno licenziati per far posto a nuovi schiavi dal peso fiscale nullo o più leggero per l' azienda, vedranno il proprio stipendio di 1000 euro ( già i più bassi in Europa ) precipitare a 650 euro. In seguito la mannaia si abbatterà anche sui dipendenti pubblici. Come in Grecia. Robusti tagli agli stipendi e licenziamenti di massa nel settore pubblico. E allora , senza neanche accorgercene, saremo già diventati una Paese con uno stipendio medio di 650 euro, quando va bene. Nel mentre però la benzina avrà toccato i 2-2,50 euro, L'Imu e l' aumento dell Iva faranno sentire i loro morsi e i prezzi di ogni cosa schizzeranno alle stelle. Non è finita, perchè a Gennaio 2013 entrerà in vigore il Fiscal Compact, che imporrà ( per decreto che il nostro Parlamento ha firmato ) il pareggio di bilancio ad un Paese come l'Italia, in piena emergenza economica con stipendi da fame e potere di acquisto decimato, con i consumi non più fermi a 30 anni come adesso, ma tornati indietro al dopoguerra. Il PIL in caduta libera, renderà necessarie altre misure di tasse e extra tasse da caricare sugli italiani per rientrare nei vincoli che ci siamo autoimposti con l adesionne alla UE e adottando l' Euro. Suicidianoci cosi in una povertà perpetua.

cielo stellato 22.03.12 02:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo devo essere ripetitivo : la COLPA di tutto questo è NOSTRA...SOLO NOSTRA. Abbiamo i 18/20enni di una IMPREPARAZIONE SPAVENTOSA in fatto di STORIA e di CULTURA POLITICA. Ed era UGUALE Venti anni fa....Quindi chi dovrebbe avere,
dopo aver Vissuto TANGENTOPOLI ed il Berlusconismo, qualcosa da dire ai Giovani SE NE GUARDA BENE, e i destinatari FARANNO lo STESSO quando toccherà a loro....Siamo, haimè, un popolo di "TIFOSI", che in politica vota QUESTO o QUELLO,
senza SAPERE poco o nulla...come per una squadra di Calcio.....e per il futuro sono tuttaltro che
ottimista, VISTO CHE ci vediamo TOGLIERE I DIRITTI
(e non si è cominciato ora...) e NON FACCIAMO UN BEL NULLA....Anche lo SCIOPERO della CIGL passerà
come una GOCCIA DI PIOGGIA per via della NS ignoranza.

giorgio m. Commentatore certificato 22.03.12 01:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come spesso ripeto un po' dappertutto dove capita , con gli amici oppure a spasso per i forum ormai quasi come un mantra direi, forse siamo ancora talmente bolliti da non aver compreso che siamo gia' in una effettiva dittatura , forse l'unica ancora di salvezza è aspettare di essere sbattuti fuori in massa dalle aziende magari a 50 anni , a quel punto quando la nostra vita sarà completamente distrutta senza aspettative senza progetti soprattutto per i nostri figli , a quel punto non avremo più nulla da perdere e allora potrebbero essere guai seri......

Maurizio Bottaro 22.03.12 01:14| 
 |
Rispondi al commento

Se non conosci il metro ti fregheranno sulla lunghezza, se non conosci la bilancia ti fregheranno sul peso, se non conosci l'orologio ti fregheranno sul tempo, ma se non conosci il denaro ti fregheranno su tutto.

Flamel docet.

roberto Vian 22.03.12 00:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogn'anno,il due novembre,c'é l'usanza
per i defunti andare al Cimitero.
Ognuno ll'adda fà chesta crianza;
ognuno adda tené chistu penziero.

Ogn'anno,puntualmente,in questo giorno,
di questa triste e mesta ricorrenza,
anch'io ci vado,e con dei fiori adorno
il loculo marmoreo 'e zi' Vicenza.

St'anno m'é capitato 'navventura...
dopo di aver compiuto il triste omaggio.
Madonna! si ce penzo,e che paura!,
ma po' facette un'anema e curaggio.

'O fatto è chisto,statemi a sentire:
s'avvicinava ll'ora d'à chiusura:
io,tomo tomo,stavo per uscire
buttando un occhio a qualche sepoltura.

"Qui dorme in pace il nobile marchese
signore di Rovigo e di Belluno
ardimentoso eroe di mille imprese
morto l'11 maggio del'31"

'O stemma cu 'a curona 'ncoppa a tutto...
...sotto 'na croce fatta 'e lampadine;
tre mazze 'e rose cu 'na lista 'e lutto:
cannele,cannelotte e sei lumine.

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 22.03.12 00:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

THE STIG.
http://pinoz6700.blogspot.it/

Giuseppe D., CAGLIARI Commentatore certificato 22.03.12 00:28| 
 |
Rispondi al commento

AD ESSERE FILOSOFI SI POTREBBE SCOMODARE IL GRANDE TOTO'CHE CON "LA LIVELLA" HA DATO UN PO DI DIGNITA' AI BISTRATTATI DI OGNI TEMPO.

Massimo Caronti, Como Commentatore certificato 22.03.12 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Se i sindacati fossero seri e le persone a tutela dello Statuto dei lavoratori onesti e leali, non dovrebbe esistere l'articolo 17.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 00:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

analisi pre-rivoluzionaria -

digitato su google: l'autodistruzione del capitalismo

Evidentemente, le idee sovversive germogliano solo in condizioni di malcontento che ancora non esistono nelle condizioni di prosperità – sia pure falsa – della società odierna. Gli strati più poveri nelle economie miste, pur essendo cospicue minoranze, sono sempre minoranze, per cui la loro opposizione rimane inespressa. Non possono quindi diventare una forza sociale abbastanza solida per opporsi agli interessi particolaristici rappresentati dall’ideologia dominante.

Le sporadiche ribellioni dettate dalla disperazione sono facilmente dominate dalle autorità che rappresentano la maggioranza soddisfatta, la quale nel suo seno comprende anche la massa del proletariato. Gli strati più poveri possono essere decimanti dalle stesse condizioni di esistenza in cui vivono.

Ma con il loro aumento numerico – che pure esiste – aumenta altresì la frequenza delle loro proteste, insieme con la consapevolezza da parte di molti benpensanti di potersi trovare ben presto tra i rifiuti del capitalismo. A giudicare dal passato, l’aumento di miseria sociale dà forza a questa miseria e la forza conduce ad azioni coscienti intese a far cessare le condizioni di miseria.

Naturalmente, le forme del passato possono essere valide per il futuro; l’epoca delle rivoluzioni può benissimo essere finita. Ma se non possiamo giudicare in base alle esperienze passate, siamo nell’impossibilità di giudicare. In tal caso tutto è possibile: anche una rivoluzione della classe operaia.

http://www.marxists.org/italiano/mattick/marx.keynes.htm

(se si vuole analizzare seriamente)


segue manifesto.it


PU: Puttane o Partito Unico.
A scelta.
Ora capirete il Senso delle ultime Bordate a Grillo: endogene ed esogene.
Lo Pseudpartito Rosso, ha posto ancor Baffi e Culo sul Piatto.
Così i Mostri Verdi, i Porci Crociati ed i Pesci Azzurri, Puzzolenti.
Una Partita di Merce Guasta.
Beato,Paolo, che dorme nell'U-Boot.

L'unico mondo a Tenuta Stagna, entro un Mare di Merda.
Mare Nostrum...
Ciao, vo' davvero.

enrico w., novara Commentatore certificato 22.03.12 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo è venuto forse il momento di rispolverare un argomento chiamato SIGNORAGGIO..?? ;)

Corrado Di Puccio (), Genova Commentatore certificato 22.03.12 00:01| 
 |
Rispondi al commento

La classifica dei sindaci:

1 De Magistris
2 Fassino
3 Emiliano
4 Alemanno

come gradimento.................
Ma chi è e come cazzo fa, a sparare queste cazzate ?

Sergey Sobyanin () Commentatore certificato 22.03.12 00:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima che sia troppo tardi perché non pensiamo a mandare in parlamento i rappresentati di operai, casalinghe, pensionati, commercianti, artigiani così come era un tempo nei Comuni? Una rappresentanza deve essere senza laurea, basta il diploma ma anche il saper leggere e scrivere. Ci sveglieremo in tempo prima che questi magn.... ci gettino in fosse comuni?!

maria barberio 21.03.12 23:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ministero: "Statali esclusi da nuovo art. 18"

Mi sembra normale. E' una questione d'equità.
Nel culo lo devono solo prendere quelli che lavorano nel privato e non hanno le raccomandazioni giuste per passare i concorsi truccati nella pubblica amministrazione.
Ma ovviamente i privilegiati con faccia da culo dicono che lavorano solo loro e che ora bisogna stare uniti.ORA. Quando con il pacchetto Treu introducevano gli interinali da sfruttare agli statali intoccabili non sbatteva un cazzzo.
Anzi dicevano che era giusto ..per gli altri.
Comunque c'era d'aspettarselo una Casta ha sempre bisogno di un cordone sanitario di clientes che faccia da menisco (di vomito di merda e pus) tra loro e la vita reale. Il menisco (di vomito di merda e pus) sono gli statli ipergarantiti che da domani se ne sbatteranno il culo e dormiranno sonni tranquilli...per giustizia ed equità ovviamente.
In quanto all'invidia una sola cosa...PERCHE' NON FACCIAMO CHE I VOSTRI POSTI DI MERDA NON VE LI MANTENETE DA SOLI E CHI VUOLE I VOSTRI INUTILI SERVIZI DEL CAZZO LI EVITA E NON VE LI PAGA?!...

Il solito paese di merde 21.03.12 23:53| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

FLASHBACK

Oggi, primo giorno di primavera è un giorno
ben triste per la dignità dei lavoratori.
Chissà perchè non si vuole ricordare come
abbiamo potuto cadere così in basso.
Quando si inneggiava all'astensionismo e si
sbraitava "basta col meno peggio" non era
poi così difficile capire in che baratro sarebbe
precipitata l'Italia nelle mani del padrone
dell'informazione.
Indro Montanelli diceva che l'Italia aveva
bisogno di provare il governo Berlusconi per
vaccinarsi. Era ottimista. Il vaccino,
anzichè immunizzare il corpo sociale, lo ha
definitivamente devastato.
E mentre i tecnici fanno il lavoro sporco perchè
non dovranno poi confrontarsi con gli elettori,
Berlusconi, i leghisti ed i postfascisti ossia i
Padri Fondatori del Governo Monti, si nascondono
nell'ombra aspettando di riproporsi alle prossime
elezioni. E alle prossime elezioni gli italiani
drogati dalla tv di regime accoglieranno a braccia
aperte il ritorno delle destre.

Il "meno peggio" non avrebbe potuto essere più
lercio di così. Ora ci scanniamo tra pubblico e privato senza ricordare che siamo tutti sulla stessa barca che affonda.
E rido amaro quando leggo "Ce li mangeremo vivi", "rivoluzione" e cretinate simili.
Questo non è un popolo da rivoluzione: è un popolo di opportunisti pronto a vendersi a qualunque venditore di fumo.
Un popolo umiliato che continua a drogarsi col
grandefratello e le partite di calcio.
E i lavoratori privati continueranno a fallire
perchè i dipendenti non spenderanno.
Certo, siamo in gabbia, siamo in dittatura.
I criminali incoscienti sono stati gli elettori del centrodestra e gli astenuti.
*****************************
La legge e l'ordine
saranno rispettati solo
quando si concederà
la giustizia a tutti indistintamente.
(Martin Luther King)

Moonshadow *., §§§§§§ Commentatore certificato 21.03.12 23:43| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

i suicidi si potrebbero classificare "morti sul non lavoro ? "

3
A Grotte Santo Stefano si è tolto la vita Emilio Emiliani, a Cinelli Giuseppe De Federicis, a Mammagialla un detenuto. Tragiche giornate quelle appena trascorse nel viterbese.
1
http://www.rassegna.it/articoli/2012/03/21/85178/disoccupato-da-oltre-due-anni-si-suicida-a-cosenza
1
http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2012/21-marzo-2012/gli-sequestrano-l-auto-imprenditore-si-suicida-2003767901649.shtml
1
SCORRANO – Aveva perso da un paio di mesi il suo primo lavoro che gli consentiva di aiutare la madre, rimasta vedova e il fratello più piccolo. Per questo un giovane artigiano di 29 anni ha deciso di uccidersi, impiccandosi. E' accaduto a Scorrano, nel Salento. La notizia è riportata da alcuni giornali locali. Il 29enne ha lasciato un biglietto spiegando che non riusciva a trovare un altro lavoro e che era disperato e non sapeva come fare ad andare avanti, senza lavoro e senza soldi.

-----
6 totali

strano modo per fare la "rivoluzione!"
STRANEZZE ITALIANE.


Sono stanco di delegare le mie scelte ad un partito o ad un sindacato, ed anche napolitano mi ha stancato, SCIOPERO AD OLTRANZA o non si ottiene nessun risultato.

maurizio g., Cologno Monzese Commentatore certificato 21.03.12 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Naturalmente gli statali sono rimasti fuori dal giochino,possono essere troppi,possono timbrare e andare a fare la spesa,possono non fare un cazzo,possono rubare,ma non li si può toccare!
Che governo coraggioso,che potenza riformatrice,alla fine anche questi,oltre ogni più raginevole dubbio hanno dimostrato il loro valore,valgono meno di una scorreggia.

flavio r. Commentatore certificato 21.03.12 23:00| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa ne sanno Loro, della Vita, dell'Anima degli uomini-donna che si Lacerano nelle Passioni, spesso Contrastate da futili e lacere Convenzioni?
Forse che accudire un Bimbo, Crescerlo, mostrargli le Bellezze di Natura da un Cestone di una Bicicletta, sia Incombenza odiosa per fragili Donnicciole?
Così cantarne Filastrocche la Sera, fra Mitiche Avventure di Tigri e Pirati, Velieri sempre in Tempesta?
La Senti anche Tu questa Musica?
Canti Bene, ti Sento: volevo sol farmi Celia di Te.
Mi piace Sentirti Accanto.
Sei come l'Albero da cui traggo la mia Ombra...
Hai dei Begli Abiti, ben indossati, ad espanderne Profumo.
Del Pulito di cui sei Costituita.
Io no, son assai piu' Sporca.
Se non m'avessi Sostenuto, di certo, mi sarei Sciolta alle Tue Acque , o gettata alle Cascate dei tuoi Occhi.
Tutta la Vita a credere di Amare e neppur saper Chi fosse.
Cambiavi sempre, mi dicevo, e non andavo mai oltre il Sottabito, la Pelle.
Mi Cullasti, entro il Ventre della Tua Maturita', a Generarmi.
Soffrii nel Distacco, quando fui costretta a Nascere dalle Tue Carni.
Dura la Condizione di Donna a Meta', ma per l'appunto, l'Interezza di certo la Sovrasta, in Difficoltosa Asprezza od Asperita'.
Mi Domandasti in Sommessa Preghiera, di Lasciarti.
Come Poterne?
Io non cerco vil Denaro, Doti od Ereditate Rapine: a Rubar son Buono da me, ma non di questo ne Volli alla Tua Persona.
Ferirti ancora no, ma dirti Grazie.
Questo solo, Muratorina di Sardinia.

Scusami, ma stasera son sul Kristhallo anch'io.
Quando mi Strofina il sol Pensar di Te, tutto entro ne Vibra e Suona.
Credevo d'esser di Pietra, ma forse piu' di Ferro appaio.
A giudicar dalla Ferita Impressa nel Tuo Costato, ancor Aperto, a Fiotto.
Scusami se t'ho Uccisa.
Son così quand'Amo.
Di questo anch'io son Morta.

Tre giorni ancora
e poi si Ricomincia.

Pica Rica.

enrico w., novara Commentatore certificato 21.03.12 22:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarà battaglia.
Milioni di lavoratori contro pochi, infami, pezzi di m..a

Alberto A. Commentatore certificato 21.03.12 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MONDO DEL LAVORO. Leggete questa analisi con attenzione. Molto, molto interessante.

LA SOCIETA' AFFLUENTE - di John Galbrath

Il lavoro, anche quello stabile, non esclude affatto il licenziamento, e purtroppo, come emerge con chiarezza dall'involuzione degli ultimi anni, meno è tutelato "il posto fisso", più aumentano il precariato, gli stage, il lavoro nero. Infatti, se il "clima culturale" e il messaggio che si lancia agli imprenditori è: non formate, non motivate, non coinvolgete, ma intimorite, sfruttate, licenziate, vessate, annichilite il lavoratore, ma tanto vale non assumerli per niente, ed è quello che sta avvenendo, ed è il vero obiettivo dei super liberisti (per gli altri ovviamente). Obiettivo purtroppo raggiunto, con precari fino a 50 anni, etc.

Il punto vero, come sottolineato da Galbraith nella "società affluente", è che il predominio del lavoro classico è finito, anche perché la produttività aumenta incessantemente sia nel settore pubblico che in quello privato. E poi, si sa, oggi la parola d’ordine è ridurre la spesa pubblica, anche se ciò diminuisce la domanda aggregata e i profitti delle imprese, nel sogno (di onnipotenza) di trasformare tutto in privato.
In realtà, la spesa pubblica è sempre aumentata (dati OCSE), e probabilmente continuerà ad aumentare, proprio perché svolge importanti funzioni per lo sviluppo capitalistico (in realtà, economie miste).
La soluzione per i problemi attuali, anche se potrà sembrare avveniristica, è un reddito di cittadinanza per tutti, come proposto da Galbraith.
Tale proposta potrebbe essere integrata - anche per evitare fenomeni di emarginazione e di demotivazione - con incentivi per chi lavora e/o collabora alle attività di utilità sociale. Anche Keynes, negli Essays in Persuasion, teorizzava, come un’unica sostanziale alternativa alle contraddizioni del capitalismo, l’avvento di una società del tempo libero.

Continua...

Terzo Nick Commentatore certificato 21.03.12 22:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egregio Signor Grillo,
leggo con piacere sempre il Suo blog e nonostante le mie divergenze sono al suo fianco.
Sono una persona "insolita", monarchico ma socialista, omosessuale ma contrario ai gaypride.
So di essere un diverso in tutti sensi, ed infatti credo che alla radice di tutti i mali della nostra Italia vi sia una mentalità machista e repubblicana, che nel 46 ha interrotto quel processo democratico che oggi vi avrebbe sicuramente collocato a fianco delle progredite e avanzate monarchie nordiche.
In realtà come Lei ben sottolinea tante aspettative sono andate disattese.
ma speriamo in un futudo diverso.
E dunque quella metastasi che continua a prolungarsi dall'esilio di Cascais fino alla TAV è possibile comprenderne la radice più profonda: in bocca al lupo
Alberto Conterio da Quittengo
gay e monarchico
fieramente italiano

Alberto Conterio da Quittengo 21.03.12 22:41| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori