Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Giorgio Rossetto deve tornare a Bussoleno


Giorgio_Rossetto.jpg
Se questa è giustizia.
"Giorgio è un No Tav arrestato il 26 gennaio. Per alcuni giorni è stato detenuto nel carcere delle Vallette di Torino. Da subito ha cercato di segnalare la drammatica situazione in cui versano gli istituti di pena, sovraffollati, sporchi, in cui anche i primari diritti riconosciuti per legge sono negati. Ci riferiscono che a causa della carenza di personale le ore di aria e socialità sono ridotte o soppresse in modo arbitrario dalla direzione. Giorgio non ha piegato la testa e dietro le mura ha continuato a battersi e a lottare. Per questo è stato trasferito in un altro carcere e punito. E' rinchiuso nella casa penale di Saluzzo in isolamento. Giorgio continua a scrivere e lottare. Grazie a una sua lettera abbiamo conosciuto la sua grave situazione. La sezione in cui si trova è composta da sole 6 celle ognuna con un cortile di 6 metri largo 2.80 circondato da mura alte 6 metri. In autunno, inverno e in buona parte della primavera non si vede nemmeno il passaggio di un raggio di sole. Ogni cella non comunica con le altre e i detenuti passano le ore di aria in questi cortili gabbia senza incrociare nessuno. Nella sezione accanto sono detenuti i mafiosi a regime del 41 bis. La direzione del carcere e i giudici non negano la situazione ma si giustificano con il sovraffolamento e la mancanza di fondi. Giorgio è uno di noi, è nato a Piossasco, non lontano, ma da anni la sua vita è qui, con i No Tav, a Bussoleno. Sempre presente in tutte le mobilitazioni, in prima fila, ma mai per apparire, generoso e pieno di energie. Siamo orgogliosi di sapere che continui a lottare nonostante le difficoltà ma pensiamo che questa situazione gravissima debba finire immediatamente. Giorgio come tutti gli altri No Tav è semplicemente indagato e la sua detenzione particolarmente rigida e in isolamento è assolutamente ingiustificata. Rivogliamo Giorgio libero subito, a Bussoleno dal quale è stato portato via il 26 gennaio. Con lui chiediamo anche la libertà per tutti gli altri No Tav da mesi incarcerati o sottoposti a misure restrittive." I cittadini e le cittadine di Bussoleno

18 Mar 2012, 21:25 | Scrivi | Commenti (47) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Segnalo un grosso problema al centro AFA REUL, un importante centro di
riabilitazione a Genova, e l'unico, per bambini e ragazzi sordi, da dove
provengo io tra l'altro. Mancano i fondi per aiutare i bambini e sono in
totale 400! Abbiamo fatto tutto il possibile per cercare fondi, tra lavori
di beneficenza e volontariato da parte di tutte le mamme dei bambini sordi.
Vorremmo far conoscere questo centro e far capire che è molto importante
per tutti i bambini sordi, senza di esso e soprattutto senza la riabilitazione
questi bambini perderebbero la possibilità di parlare! Il centro non è rivolto
solamente ai bambini sordi ma anche a bambini con diverse disabilità, quindi
stiamo cercando di lottare per esso. E' grazie a loro che io, essendo non udente,
posso parlare; gli devo la mia vita. E' di estrema importanza questo centro,
tutte le mamme dei bimbi disabili o portatori di handicap perderebbero la
possibilità di essere aiutate con i loro piccoli!".
SIMONA CORBANI


Aiutiamo i bambini sordi - L'AFA Centro REUL
www.quaeram.blogspot.it/2012/03/aiutiamo-i-bambini-sordi-lafa-centro.html

sim 22.03.12 22:49| 
 |
Rispondi al commento

Forza Giorgio

Siamo con te!
siamo con tutti voi che difendete la democrazia e il paese!!

Eroi!!
Eroi!!

Alessandro D., Roma Commentatore certificato 20.03.12 23:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma che sconcio di paese abbiamo/siamo! Mettere in carcere un ragazzo per il suo diritto di protestare leggitimamente per i soprusi fatti sul suo territorio, su persone che pensano allo scempio del proprio ambiente e allo spreco di danaro pubblico in momenti di crisi come questo! E sì, mentre i deliquenti che detengono il potere fanno ciò che vogliono, rubano allegramente, fanno abusi di ogni genere e noi...a guardare! INDIGNAMOCI! Lascite libero Giorgio!

Maria Rosaria Marchetti 20.03.12 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Come ormai son solito dire:la parola DEMOCRAZIA, in Italia, ha un ''sapore'' MOLTO FANTASCIENTIFICO, UTOPISTICO... e quello che oggi ho letto circa Giorgio,così come in altri casi analoghi, non fa che purtroppo darmi ragione...Giorgio, lo so che il mio incoraggiamento, lascia il tempo che trova ma...tieni duro, non darla vinta a quei pirla! E ricordati che non sei solo: siamo con Te e con quanti subiscono ingiustizie in questo Paese dove, ironia della sorte, nacque Cesare Beccaria che scrisse, '' Dei delitti e delle pene''. Spes ultima dea...

Ireneo G., Fermo Commentatore certificato 20.03.12 11:15| 
 |
Rispondi al commento

http://youtu.be/hbPLoYI8YNQ

Giorgio Calleri, Marsala Commentatore certificato 19.03.12 23:04| 
 |
Rispondi al commento

se ce ne fosse ancora bisogno è la dimostrazione che viviamo in una finta " democrazia " dove la legge non è uguale per tutti. politici che si sono macchiati di reati ben peggiori sono protetti dalla casta e la gente dorme e fa finta che tutto va bene. Viviamo in un clima di proibizioni dove niente è permesso alla povera gente e chi sbaglia anche inconsapevolemente viene punito dalle cosiddette " regole ". Nessuna libertà di pensiero, nessuna libertà di protestare, filare dritto per la propria strada senza fiatare, nessun lamento. Non paghi le tasse giuste o sbagliate che siano e ti rovinano la vita per sempre con multe impossibili da pagare. Ti tolgono tutto ciò che ti è rimasto e devi continuare a restare in silenzio. Quale modo è questo di vivere ? Consigli regionali, provinciali, comunali, parlamenti, non vengono sciolti soltanto perchè ciò significa perdere denaro per pochi mesi di compromesso. Che modo è questo di vivere ? Non bisogna aspettare che ci calpestino personalmente per reagire... bisogna dare un segnale forte e far capire senza nessuna paura che la gente è stanca di pagare e pagare senza nulla in cambio. Tra pochi giorni anche il web sarà censurato senza pietà (leggi avaaz ) nel " nostro paese ". Chi ha interesse riuscirà a mettere il bavaglio all'unico mezzo che ti permette di denunciare, protestare ed informare e poi sarà il buio assoluto per tutti. Svegliamoci gente, svegliamoci. Se non lo facciamo adesso sarà troppo tardi domani.

Giorgio Calleri, Marsala Commentatore certificato 19.03.12 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, i soldi per pagare un avvocato decente penso che li hai. Fallo uscire. °Assassini, stupratori, truffatori non si fanno neppure un giorno di galera e questo che si batte anche per noi sta ancora dentro?! Organizza una colletta ed io aderisco. Possibile che non esista un avvocato degno di questo nome che non sia capace di usare le leggi ad personam dello psico per farlo uscire?! che diamine!

maria barberio 19.03.12 21:17| 
 |
Rispondi al commento

La Val Susa come il Vietnam

Non ci si deve stupire dell'accannimento di un Potere privo di legittimitá (chi ha eletto il premier?!) contro i cittadini che si oppongono all' occupazione arbitraria ed al tentativo di distruzione criminosa del proprio territorio.
Le provocazioni per far scattare le reazioni facilmente definite "violente" ed i conseguenti arresti arbitrari privi di giustificazione sono esattamente l'arma di un potere autoreferenziale che si considera assoluto.
I politici pro TAV non si sentono in dovere di rispondere ai cittadini, ma soltanto ai loro corruttori ed alla mafia.
Come per poter intervenire in Vietnam gli USA con provocazioni e pretesti inventati di sana pianta prepararono l'opinione pubblica all'intervento armato, cosí i politici italiani pro TAV cercano di squalificare i cittadini mentendo spudoratamente, terrorizzando con pesanti interventi polizieschi coloro che resistono a questo piano criminoso.
L'accannimento contro la Val Susa si spiega sí facilmente con le tangenti previste se non già in parte incassate dai fautori di quest'opera non solo perfettamente inutile ma assolutamebnte dannosa. Ma c'è un motivo più profondo che dovrebbe preoccupare tutti gli Italiani ancora dotati di un minimo di amor proprio e coscienza: se cade la Val Susa non ci saranno più freni alle perversioni del Potere.
Il Vietnam ha resistito ed ha vinto: se avesse perduto gli USA non avrebbero più conosciuto limite e probabilmente già si sarebbe consumata l'ultima tragedia dell'umanitá con la terza guerra mondiale.
L'eroica resistenza del popolo vietnamita ha salvato il mondo.
Per questo la lotta delle popolazioni della martoriata Val Susa é la lotta di tutti gli italiani che non vogliono finire i loro giorni sotto una dittatura mafiosa e liberticida, e si rifiutano di vivere in un Paese già devastato dalla speculazione incosciente e che finirá per essere distrutto anche economicamente senza un sollevamento di massa.



Graziano Priotto, Radolfzell Commentatore certificato 19.03.12 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Basta con la galera agli innocenti, dentro i ladri e corrotti della poltica, la vera minaccia alla democrazia!!

franco antonio perrone, Fermignano (PU) Commentatore certificato 19.03.12 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora ci viene posto un caso, ma quanti altri casi ci sono?...continuiamo a lagnarci del sistema che non funziona..!ma chiediamoci quand'è funzionato bene?chi può se ne va da questo paese, non sta alla mercè di questo sistema..ci saluta e emigra!!
in primis proprio per la certezza del diritto!

roby f., Livorno Commentatore certificato 19.03.12 15:09| 
 |
Rispondi al commento

RISPOSTA BENEFICI TAV. Chiarisco subito che sono per la liberazione dei no tav incarcerati,ma sono anche con i polizziotti che sono là non per scelta propria,ma per dovere e mandati dai loro superiori. I motivi sono semplici e molto utili per il nostro paese,il primo è un notevole cantiere che darà lavoro a molte famiglie,soprattutto in questo momento di crisi economica,in secondo, parte dei fondi europei verrebbero persi se non si fa l opera,terzo motivo,un grande collegamento che farà da cintura con il resto d europa(ce poco da fare siamo in europa e ci tocca stare,che lo vogliate o no quindi adattiamoci).quarto motivo un grande collegamento su rotaia,che smaltirà un po di traffico pesante su gomma,riducendo quindi anche l inquinamento.quinto motivo,quando verrà fatta la tav,su quell arteria verranno sicuramente costruite delle subarterie secondarie che collegheranno le altre piccole città,riducendo a sua volta il traffico pesante sulle strade e un beneficio per l ambiente e la sicurezza.sesto motivo,questo farà si che le alpi non siano più un problema invalicabile,ma cosi saremo più uniti ai nostri amici confinanti,con più velocità nel trasporto di merci. CIAO A TUTTI...

albert einstein 19.03.12 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

complimenti a tappetino Fazio che non è riuscito a chiedere niente di questi trattamenti speciali denunciati da settimane..
per Fazio "senza opinione" la vittima è Caselli, chi è dentro caxxi suoi!!
http://www.youtube.com/watch?v=2OmRmtRYYeQ

Roberto Foglino Commentatore certificato 19.03.12 14:31| 
 |
Rispondi al commento

La lotta della Val di Susa è un grido di dignità che rappresenta il simbolo dell’Italia migliore che abbiamo a disposizione, qui ed ora.
Liberi tutti, liberi subito.

john dillinger, roma Commentatore certificato 19.03.12 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma è contro la legge tenerlo in isolamento?
Se si chi si deve denunciare?
I giornalisti dove stanno?
Di avvocati che lavorano non solo per il denaro ma anche per la giustizia, e dunque disposti a difendere un cittadino anche gratuitamente c'è ne stanno?

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.03.12 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Meno male che poi Caselli dice di fare solo il suo lavoro come giudice. Ma chi firma l'ordine di trasferire una persona "IN ATTESA DI GIUDIZIO!!!" in celle di massima sicurezza tipo il 41 bis, come i peggiori mafiosi?
Stanno perdendo ogni credibilità. Non riesco a capire come possano ancora aver il coraggio di sparare certe stupidità quando vengono intervistati.
Ci fossero dei giornalisti seri dovrebbero metterli alle strette! Speriamo che sempre più persone aprano gli occhi

adriano 19.03.12 12:50| 
 |
Rispondi al commento

facciamo una colletta per l'avvocato?

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.03.12 12:50| 
 |
Rispondi al commento

E poi chi commette violenze, abusi o peggio ancora è agli arresti domiciliari!!!! E' VERGOGNOSO! Anzi, i pezzi di m hanno fior fiore di avvocati, ma che schifo è? Vogliamo continuare a sognare? Si perchè finchè ci sarà anche uno solo di quelli al governo, le cose non cambieranno mai, nemmeno se ci fossero dei santi! Io non mi illudo più, tutto questo mi fa schifo!
A voi ragazzi che per difendere un vostro/nostro diritto siete in carcere in condizioni disumane, per quel che vale, un grosso abbraccio, sappiate che siamo in tanti e siamo con voi!
Ultima cosa, c'è o non c'è un avvocato con le palle o vogliono tutti pulire le mutande di quelli?

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 19.03.12 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Che dire.....
Una situazione da far venire il voltastomaco. Non ci son altre parole. In carcere ci dovrebbero stare i rinviati a giudizio CHE SIEDONO IN PARLAMENTO A PRENDERE MENSILMENTE LO STIPENDIO NON GLI ATTIVISTI NO TAV. lO STATO ITALIANO TRA NON MOLTO FALLIRà E QUESTI SI PREOCCUPANO DI INCARCERARE GLI ATTIVISTI DELLA VALLE. Questo paese andrà a rotoli. Non ci son alternative. La politica è distaccata dalla realtà. I loro interessi son la cosa principale. La TAV è un interesse economico enorme per i partiti, i corrotti e la ndrangheta. La faranno a tutti i costi. CI VORREBBE UN RISVEGLIO DI COSCIENZA DI TUTTA LA POPOLAZIONE ITALIANA SUL PROBLEMA PER FERMARE TALE SCEMPIO, non solo degli abitanti della val di Susa. Ma ste cose si sanno. Sono ripetute all infinito.
Ormai non mi stupisco più di nulla.
La giustizia ormai non si sà più esattamente cosa sia, i corrotti nelle istituzioni spuntano come funghi, le carceri sono al collasso, la sanità idem, i servizi pubblici sempre meno efficenti e disastrati e in più la benzina talmente salirà che ci rimarrà SEMPRE sullo stomaco a pranzo, colazione e cena.
Non ho più fiducia in niente. Per mè lo stato è solo un castello di carte che si regge sul contribuente onesto e IDIOTA che paga ma al prossimo soffio di vento il castello cascherà a terra e verremo seppelliti tutti.

Gaspare M. Commentatore certificato 19.03.12 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Elio canta la Tav
http://video.corriere.it/medley-elio-tav-/d744844e-70fe-11e1-8a4c-5b31135cad1f

Ge a., Dublino Commentatore certificato 19.03.12 11:30| 
 |
Rispondi al commento

è molto molto semplice:
bisogna andare in massa (intendo: in massa) a riprendercelo in carcere.
Le autorità hanno paura della massa.

Paolo r., Padova Commentatore certificato 19.03.12 09:32| 
 |
Rispondi al commento


Espellere i clandestini subito e senza sanatorie abbasserebbe il tasso di
neonazismo, svuota le carceri e alza i salari.

botolo 19.03.12 09:30| 
 |
Rispondi al commento

La vera battaglia no tav,non è neppure cominciata,ma nemmeno la si è sfiorata!
ma e soltanto questione di tempo,forse qualche mese al massimo,come dicevo in precedenza:SARA' GUERRA CIVILE!
*****
Il Problema dei carceri in italia e drammatico..
una volta passeggiando nei dintorni di poggiorela ho visto un topo venire fuori da una grata,attraversare il marciapiede sotto i miei piedi in larghezza e poi tornare dentro.. se non è drammatico questo,non so a quali livelli bisogna arrivare per pensare che lo sia?
Tuttavia cosa bisogna fare?
io propongo di dividerli in base ai reati..
i più piccoli e sicuri quelli per il 41 bis,poi quelli per gli omicidi,quello per le rapine,ecc..
in questo modo non si rischia che un criminale una volta fuori sia ancora più criminale..

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 19.03.12 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Finche' il desiderio di giustizia si esprime con una lettera.....i fetenti legati al regime se la ridono . Per arrivare alla liberta' ci vuole solidarieta' e concretezza . La colpa di non essere concretamente solidali e di sottomettersi , di chi e' ?.

Marco Schanzer 19.03.12 07:36| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti! il problema no tav è noto a tutti,dispiace per giorgio che è in carcere,e come lui molti altri che si sono opposti,la questione è che non si può andare avanti all infinito per questa opera che altresi vero danneggia l ambiente circostante,ma va fatto per il bene del paese. Lo stato però deve compensare i disagi degli abitanti dove passa tale struttura,compensare significa anche trovare un accordo pacifico tra gli abitanti stessi e lo stato,ma lo stato deve creare nuove risorse alla zona. Questa protesta la vedo più contro lo stato stesso che contro la tav,quindi il problema è la mancanza di fiducia che la gente ha contro lo stato che contro la tav stessa...l opera deve essere fatta per l economia e lo sviluppo del paese,basta solo che si trovi un accordo fra stato e il popolo. Quindi proporrei un agevolazione agli agricoltori della zona e a tutte le attività che possono aver avuto un danno economico,e far cosi che tutti si compensano per il disagio creato,senza scontri con le forze dell ordine. Per quanto riguarda i no tav che attaccano le forze dell ordine senza motivi logici,(come visto tempo fa le offese contro un carabiniere) beh...li ci vorrà la pazienza dei polizziotti....saluti.

albert einstein 19.03.12 04:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi vergogno di essere italiano!


e' una vergogna essere sudditi di un governo iniquo, corrotto ed antidemocratico

Maurizio Mesiti 18.03.12 23:08| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
GIORGIO DVE TORNARE,DEVE TORNARE A BUSSOLENGO
ALVISE

alvise fossa 18.03.12 23:03| 
 |
Rispondi al commento

la differrenza tra pertini e napolitano?

petini ha fatto il carcere duro ingiustamente e napolitano ha fatto cosa? boh!

bb 18.03.12 22:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A prescindere dal fatto che sia un no-tav trovo inconcepibile che una persona indagata sia rinchiusa in carcere con in liberta ad esempio (vissuto personalmente ) rappresentantiLEGALI ripeto rappresentanti LEGALI di societa gia passati in almeno un grado di giudizio e in LIBERTA a continuare a fare danni e intasare la "giustizia" .Scritta minuscola perchè non esente da critiche Sulle mie spalle udienze comiche : 2/3 parole : RINVIATO di MESI quella successiva : processo civile ,attendo soldi x danni , disoccupato non riesco ad andare avanti e loro :zitto oppure oltraggio alla corte . Domanda cosa ci fanno costoro in liberta? Invece persone come lui in carcere a MARCIRE ... GIUSTIZIA? ne dubito molto !!!!!

CRAVERO TOMASO 18.03.12 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la pagina facebook che apre la campgna #freedom4notav e che contiene il comunicato scritto da Giorgio con gli altri 11 detenuti con cui si trova nella sezione a Saluzzo.
Cliccate Mi piace sulla pagina e diffondete!!!
grazie

http://www.facebook.com/pages/NO-ISOL/257356497684536?sk=info

infoaut 18.03.12 21:50| 
 |
Rispondi al commento

N'avvocato NOo???????

Pol Picot (ubot), ROMA Commentatore certificato 18.03.12 21:49| 
 |
Rispondi al commento

http://www.facebook.com/profile.php?id=100001917337303&ref=ts#!/PAOLOFERRARODUE

Pol Picot (ubot), ROMA Commentatore certificato 18.03.12 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Agli amministratori pubblici indagati arrivano in continuazione poliziotti con avvisi vari chi è in carcere in protestante ma per quanto può andare avanti cosi

Riccardo Garofoli 18.03.12 21:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa è la campagna nata su facebook dal comunicato scritto da Giorgio Rossetto con gli latri 12 detenuti con cui si trova a Saluzzo.
Se poteste diffonderla e condividerla sarebbe fantastico!!!
valentina

Questo comunicato è frutto del dibattito fra tutti i 12 detenuti della sezione isolamento. E' il risultato di un percorso fatto di tanti piccoli passi. C'è da superare un certo modo di essere auto-castrante che si racchiude in alcuni modi di dire: "saper fare la galera", che può anche essere salutare se si riferisce alla capacità fisica e mentale per affrontarla, ma diventa estremamente negativa se è intesa nel "fatti la galera" come accettazione e passività figlia di una disaffezione ai comportamenti collettivi e alla possibilità di conquistarsi le proprie istanze e bisogni. Perfino il semplice gesto di apporre una piccola firma ad un appello non era cosa scontata, perché qui tutto ruota intorno alla individualizzazione della pena e ad un misto di benefici, punizione e burocrazia. A questo si aggiunge la difficoltà di rapporto fra etnie diverse.
Le visite dei consiglieri regionali (Eleonora Artesio e Fabrizio Biole che ringrazio) sono servite per far capire che ci può essere attenzione fuori. Servono soprattutto per portare alla luce le contraddizioni esistenti.
Ultima nota: due perquisizioni in una settimana. La prima martedì 28 febbraio ore 07.30 viene perquisita la mia cella. Venerdì 2 marzo ore 7.30 perquisita la sezione, 30 guardie, 5 per cella, metaldetector. 15 minuti. Io vengo chiuso nella doccia (la prossimo volta porto accappatoio e sapone), tutti gli altri nel corridoio che porta all'aria.

Forza Luca, spero in una rapida guarigione.


Un abbraccio, Giorgio

****************

Alla gentile attenzione degli Organi di Informazione

Siamo i detenuti della sezione “isolamento” del carcere di Saluzzo e vorremmo portarvi a conoscenza della situazione in cui siamo costretti a vivere.

Siamo tutti imputati in attesa di giudizio (quindi solamente indagati) e non

infoaut 18.03.12 21:45| 
 |
Rispondi al commento

..Possibile che non abbia un avvocato con le palle che lo faccia uscire subito????fra poco sono passati 2 mesi!!!!! INCREDIBILE!!! Beppe non hai organizzato un pool legale proprio per casi simili??

enos marco martini, luino Commentatore certificato 18.03.12 21:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

...siamo d'accordo ma come possiamo aiutare,farci sentire? C'è qualcosa da firmare? raccCIAMO QUALCOSA!!!!

enos marco martini, luino Commentatore certificato 18.03.12 21:37| 
 |
Rispondi al commento

so che non c'entra molto col tema ma abbiamo bisogno di firme e di dare un pò di visibilità a questa piccola battaglia contro la repsol!!
http://democrazy-democracy.blogspot.com/2012/03/firma-la-petizione-per-dire-no-alle.html

davide ., solthurn Commentatore certificato 18.03.12 21:36| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori