Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I ladri di carciofi


orto.jpg
I ladri di carciofi e di scarole stanno spopolando. Gli orti e i campi coltivati sono il nuovo bersaglio della criminalità delle pance vuote. Il vecchio detto "Chi non lavora non mangia" funziona solo se c'è il lavoro altrimenti va sostituito con "Chi non lavora muore di fame". Per chi rischia di morire d'inedia rubare un cavolo o dei porri è un atto di legittima difesa. A causa dei furti,i supermercati sono oggi più presidiati dalle guardie giurate delle banche. In Italia nel 2011 sono stati rubati generi alimentari, dal prosciutto alle mozzarelle, per tre miliardi di euro. Gli affamati sono obbligati quindi a spostarsi dal distributore al produttore. Chi ha un orto ha un tesoro, dovrà armarsi di schioppo come i contadini di una volta. Gli orti sono il nuovo business. Nessuno lo ha ancora detto a Rigor Montis. A quando la tassa sugli orti?

10 Mar 2012, 15:01 | Scrivi | Commenti (47) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

a quando la tassa sugli orti ? eccola arrivata , dategli il tempo di crescere e alzarsi ..
eccovi la striscia fate copia e incolla nel web

http://www.laprovinciadicomo.it/stories/Cronaca/285169_imu_lultima_sorpresa_si_tassa_anche_linsalata/

questo vale anche per altri paesi e regioni italiane .... VAI Beppe Grillo e staff io sono con voi .... ps io 35 enne e nulla tenete abituato , cosi l'annonel Cu...o

Massimiliano Leali (max va sconvolto), Como Commentatore certificato 29.04.12 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Ora ci danno al 6%
Intenzioni di voto Camera deputati del 12 marzo 2012
www.quaeram.blogspot.com/2012/03/intenzioni-di-voto-camera-deputati-del_14.html

m5 14.03.12 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Siamo arrivati a rubare nell'orto, ma a nessuno
sembra interessare. ATTENZIONE PERCHE' I REATI PER " FAME " NON SONO PUNIBILI IN QUANTO SUBENTRA
L'ISTINTO ANCESTRALE DI SOPRAVVIVENZA.
Il paradosso è se penso a quella persona che chiedeva cosa doveva fare per andare in galera così avrebbe mangiato e sarebbe stato al caldo.

Mauro Dalla Ragione 13.03.12 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Si. Tutto vero quello scritto nel post. Però secondo mè questo è solo l'inizio. Ben presto supermarket verrano presi d'assalto da gente disperata. I furti ogni giorno aumentano sempre più non solo nei supermarket o nei campi ma sopratutto nelle case. I topi di appartamento si stanno moltiplicando oltre ai ladri di carciofi. La frase da dire ormai è questa : SIAMO IN GUERRA. Nient'altro da aggiungere. Vorrei solo che QUEI PARLAMENTARI CHE SONO PERSONE COSì PER BENE SI RENDESSERO VERAMENTE CONTO DELLA SITUAZIONE ATTUALE OLTRE CHE DI PARLARE SOLO DI EVASIONE FISCALE, GIUSTIZIA, MAGISTRATI ED ALTRI ARGOMENTI CHE SON DI LORO PIACIMENTO.
Sono persone così per bene che dopo aver rovinato sto paese sono ancora lì che prendono puntualmente lo stipendio mensile mentre ci son 2 milioni di disoccupati che non sanno più dove sbattere la testa. Vanno in TV a parlare di crisi, di riforma del lavoro, di fare la TAV, di liberalizzazioni, di art. 18 quando qua stiam finendo tutti in mezzo ad una strada. Mah......che altro dire? ci aspetterà la nuova povertà. I campi ormai fanno gola a tutti......

Gaspare M. Commentatore certificato 13.03.12 10:24| 
 |
Rispondi al commento

In un processo per camorra, trasmesso da La7 a febbraio, è uscito fuori che i contadini casertani si sono rivolti alla camorra per fermare i furti dei romeni nei campi. Si erano rivolti ai carabinieri, ma quelli avevano risposto che contro i romeni non potevano fare nulla. La camorra invece ne ha fatti sparire un po'e la cosa per un po' si è calmata. Che si fà? Si ringrazia la camorra?
Alcuni miei amici con orti e pollai intorno Roma ricevono continuamente "visite"; sempre romeni e moldavi. Questi dicono pure di stare esercitando un loro diritto.
Tu, Beppe, parli dei diritti dei poveri. La Bibbia dice che il povero affamato ha diritto ad entrare nel campo del ricco e mangiare fino a saziarsi (senza portare via nulla).
Ma i poveri della Bibbia lavoravano come muli (o servi della gleba) senza godere dei frutti del loro lavoro, che andava ai ricchi sfruttatori. Era per questo che i poveri andavano in paradiso e i ricchi dovevano passare per la cruna di un ago. Gesù era uno di questi poveri.
I poveri di oggi fanno "di mestiere" i poveri, avendo fatto la scelta economica e culturale di farsi mantenere. E sto parlando di circa 1,5-2 milioni di persone entrate nel Paese in particolare grazie alle decisioni sulla libera circolazione dei cittadini dei nuovi Paesi Ue adottate dal Governo Prodi, che hanno riguardato rom, romeni, moldavi (grazie ai 400.00 passaporti Ue regalati loro dalla Romania) e Bulgari. Deve essere un fatto culturale perchè nè arabi, nè orientali si comportano in questo modo (basta girare gli occhi attorno).
La Cassazione però ha detto che quest'orda di sbandati non costituisce emergenza sociale, annullando i reimpatri previsti dal Governo Berlusconi.
Quindi per l'esplosione dei furti nelle campagne ringrazia Prodi e Cassazione.
E ancora è niente: tra un po' inizieranno gli assalti sistematici alle case isolate.
Leggete "Collasso" di Jared Diamond: sull'isola di Pasqua una gloriosa civiltà è finita con orti e pollai fortificati ed episodi di cannibalismo.

Vito Cartolano 12.03.12 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Non solo gli ortaggi,ma il carburante agricolo, le attrezzature,i trattori,i camion....

Le nostre corti sono sempre state aperte;ora le aziende agricole sono alla presa con impianti antifurto, recinzioni,lucchetti e quant'altro.

Qui inserisco il discorso biomasse definite dalla Provincia di Bologna in un Manifesto per le energie rinnovabili:una importante opportunità per le imprese agricole;firmata congiuntamente da Provincia,Sindaci di alcuni Comuni tra cui Bologna,organizzazioni di categoria e mondo Cooperativo.

Ora io come azienda agricola ritengo assurdo destinare i miei terreni per produrre cibo da destinare alla produzione di energia elettrica.

Vorrei produrre,grano,mais,sorgo,zucchero,zucchine,pomodori,e tutto ciò che è destinato al consumo umano ed animale perchè il cuore mi dice questo.

Poi posso fare anche una analisi sulla sostenibilità sia energetica che economica:

-energetica se nel mio paese produco meno CO2 perchè investo nella produzione di energia da biomasse,in altre parti del globo aumenterà la produzione di CO2 perchè dovranno produrre il cibo che prima io producevo in loco.Esempio la Cina per produrre i maiali acuista soia dai paesi dell'America del Sud che stanno distruggendo la foresta Amazzonica per coltivarci distese immense di oleoginose.
Poi queste merci,carne,cereali,zucchero...dovranno arrivare nel nostro paese con altre emissioni di CO2 legate al trasporto.

Economiche:si osserva sempre in queste disamine che si declina la produzione alimentare ai paesi più competitivi.
Mi piacerebbe che nella specificazione del prezzo fossero inserite anche le voci di spesa legate alle contribuzioni che noi cittadini effettuiamo tramite le sovvenzioni CEE di cui queste produzioni beneficiano.
Mi piacerebbe ugualmente quantificare il costo (indiretto) sostenuto da ogni cittadino per la minore fruibilità dei servizi pubblici:Se in un paese si produce poco si potrà prelevare poco e redistribuire poco in sanità,scuola,edilizia popolare...

Carla

carla zanarini, bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.03.12 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Coltivare ad ortaggi i terreni incolti ....

sarebbe una parziale soluzione ai problemi di bilancio per molte famiglie in difficoltà anche in Italia, leggo che in Grecia si sta verificando un ritorno all'agricoltura da parte di giovani che fuggono dalle città dove non possono più pagare affitti per il taglio dei salari o per disoccupazione.
Ma se la gente si mettesse a coltivare ortaggi(e terreni incolti in Italia ce n'è a sufficienza),
i supermercati avrebbero meno furti ma una grossa crisi per prodotti invenduti, e quindi con le loro lobby otterrebbero la seguente, probabile soluzione all'italiana:
1) necessitá di iscrizione all'albo per poter coltivare;
2) tassa ICO (Imposta Coltivazione Ortaggi)
3) divieto di scambi di ortaggi fra coltivatori
4) reintroduzione dei dazi e pedaggio per introdurre in città ortaggi coltivati nelle campagne in proprio
5) e per chi si limitasse a coltivare sul balcone o nel giardino: imposta per concessione trasformazione di area urbana a finalitá agricole.

Dunque la soluzione più semplice è e resta il furto nei supermercati... (beninteso furto da parte dei gestori ai danni
a) dei consumatori con prezzi di vendita ingiustificati
b) dei produttori con prezzi che non coprono le spese di coltivazione).
Insomma, inutile usare zappe e forconi per l'agricoltura, serve un uso politico di questi strumenti.

Graziano Priotto, Radolfzell Commentatore certificato 11.03.12 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Da noi in Africa la verdura che manca viene importata dalla Chiesa cattolica.
Dove arrivano loro ....i "finocchi" abbondono.

immi grato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.03.12 19:32| 
 |
Rispondi al commento

215 La pena di morte, le esecuzioni e le condanne eseguite nel 2010
www.quaeram.blogspot.com/2012/03/la-pena-di-morte-le-esecuzioni-e-le.html

216 Intenzioni di voto Camera Deputati del 28 febbraio
www.quaeram.blogspot.com/2012/03/intenzioni-di-voto-camera-deputati-del.html

217 Cosa sono i VIRUS informatici
www.quaeram.blogspot.com/2012/03/cosa-sono-i-virus-informatici.html

218 Cosa sono i WORM informatici
www.quaeram.blogspot.com/2012/03/cosa-sono-i-worm-informatici.html

219 Quanti ne siamo nel mondo in questo istante
www.quaeram.blogspot.com/2012/03/quanti-ne-siamo-nel-mondo-in-questo.html

pino 11.03.12 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Non dare a Monti il suggerimento di tassare gli orti, lo potrebbe fare sul serio, ci hanno rubato ogni dignità e pensano che ci lasciamo fare tutto quello che vogliono...ORA BASTA È TROPPO!

marco turco Commentatore certificato 11.03.12 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, è con totale ammirazione che seguo -e dò il mio voto- alla tua iniziativa, anche perché sono anni che scrivo -soprattutto su MicroMega- che: "...per avere politica e politici 'puliti', del vecchio bisogna spazzare via anche la polvere dgli scaffali; e questo potrà accadere soltanto dal basso; dalle piazze con palchi." Prima di proseguire; e ad evitare...sviste, sono maggiorenne; e se arrivo a maggio, ne compirò 81!! Alla faccia dei tanti politici che -a mio avviso- per civiltà e democrazia andrebbero, TUTTI! messi sotto inchiesta, poi... almeno per il 90%, accompagnati in carcere e...dimenticarcene.
Ho più volte scritto che Monti (persona in gamba!) per appianare il BUCO dovrebbe prima di tutto prendere dagli stipendi, vitalizi e pensioni d'oro, oltre che dalle liquidazioni milionarie per dirigenti d'aziende -anche dopo averle portate al fallimento- messi lì dai partiti. Togliere almeno il 50% di averi, dagli stessi, ridurre a meno della metà, stipendi e pensioni (abrogazione dei vitalizi),ridurre a meno della metà il numero dei Parlamentari; e per quelli che restano (ma andranno cacciati via!!) pagarli esclusivamente con BOT.
Perché L O R O ne sono causa.
Infine: è oltre un anno che, prendendo spunto da Berlusconi -che voleva modificare la costituzione (a sua immagine!)- facciamolo noi; ma per altra ragione. Non c'è politico che non si sia riempito la bocca di "POPOLO SOVRANO", per poi trattarci da popolo bue. Poiché non c'è da sperare che di loro iniziativa cambino, facciamo in modo che il POPOLO SOVRANO possa difendersi -NELLA LEGALITA'! potendo indire REFERENDUM PROPOSITIVI (in tempi strettissimi!), più L'ABROGAZIONE DEL QUORUM; che non è un dogma. Un abbraccio. Mareio Esposito

Mario Antonio Esposito 11.03.12 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Quando ci saranno appezzamenti di terra attorno alle città dove ognuno possa coltivare il proprio orticello?

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.03.12 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Si perché io c'è la pago la tassa sul orto....avete detto che bisogna armarsi di scioppo?...ce lo già...regolarmente denunciato...e che vengano a prendersi la tassa..

Mauro Belperio 11.03.12 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Se si fanno orti collettivi nessuno ruba e tutti mangiano.
Leggete qui
Bisogna ammetterlo, sembra essere uno degli atti criminosi più sconsiderati, e anche il piu sfrontato.. All’esterno della stazione di polizia nella cittadina vittoriana di Todmorden, West Yorkshire, ci sono tre grandi aiuole ben in vista. Se le aveste visitate qualche mese fa, le avreste trovate stracolme di cavoli, carote, lattughe, cipolle primaverili, insomma, di ogni sorta di verdura e foglie di insalata.

Oggi le aiuole sono vuote. Come mai? La gente ha passeggiato sopra il piazzale della stazione di polizia in pieno giorno e ha preso le verdure. E cosa stanno facendo i poliziotti riguardo a questo furto sfacciato commesso sotto i loro nasi? Un bel niente, e questo non è molto corretto.

“Ho visto dalla videocamera di sorveglianza alcune persone mentre arrivavano e le raccoglievano” afferma il responsabile d’ufficio Janet Scott, con un sorriso enorme.
Il sorriso che spiega tutto.

Così, alla fine viene fuori che i “ladri di verdure” non sono per niente ladri. Le carote della stazione di polizia – e le migliaia di verdure nelle 70 grosse aiuole intorno alla città – sono lì per essere raccolte. Le persone del posto sono stimolate ad aiutarsi a vicenda. Un po’ di pomodori qui, una manciata di broccoli là. Se sono di stagione, sono loro. Gratis.

Dunque ci sono (o meglio c’erano): lamponi, albicocche e mele lungo il sentiero del canale; ribes nero, ribes rosso e fragole dietro lo studio medico; fagioli e piselli all’esterno del college; ciliegie nel parcheggio del supermercato, menta, rosmarino, timo e finocchio nei pressi dell’ospedale.

http://lospiritodeltempo.wordpress.com/2012/01/07/la-storia-del-paese-che-coltiva-tutta-la-sua-verdura/

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 11.03.12 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe e amici della rete, voglio raccontarvi un episodio successo stamattina su un mercatino di provincia. Una ragazza che vendeva le sue cianfrusaglie e cose vecchie é stata multata dalla guardia di finanza in borghese per non avere rilsaciato uno scontrino....La ragaazza si é messa a piangere ;la multa era molto salata in confronto al valore delle cose vecchie esposte.

Ecco come é messa questo paese; ecco la vera caccia all' evasoree di Monti e compagni. Si va sempre dove é facile andare.. Beppe , basta, é ora di sollevarsi a queste cose e madare via a calci nel culo questa gente.

Marcello Trebs 11.03.12 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ho un orto di 18 are ma non mi sento un privilegiato. Me l'ha lasciato mio padre e devi lavorare se vuoi mangiare le buone cicorie e i ceci. Ma di questo passo altro che scarole... La Bce ha riempito di denaro all'1 per cento di interessi le banche italiane per finanziare al ripresa. Queste si sono comprate titoli pubblici al 6-7 per cento. Un poveraccio a Taranto (Ginosa) va a chiedere 1000 € di prestito, glielo negano, torna a casa e si uccide. Non è più liberismo selvaggio, ma crimini contro l'umanità.
Francesco Greco.

Francesco Greco 11.03.12 08:54| 
 |
Rispondi al commento

In francia un invalido percepisce circa 650€ se poi non può lavorare ne prende circa 1200€...bisogna introdurre il reddito di cittadinanza e il "lavoro utile"..
Il Primo obbiettivo è staccarsi dall'europa e dall'euro..altrimenti non andiamo da nessuna parte se continuiamo a stare al guinzaglio..di merdosy..
Poi picchiare duro sulla Politica energetica, nazionalizzando tutti gli asset energetici e distributivi.
Partire subito con la automotivegreen..iniziando una produzione di auto ad idrogeno leggeri e pesanti(i veicoli sono già pronti)...sviluppare industrie per la produzione diretta di fotovoltaico,micro eolico,idroelettrico,ecc...
recupero di tutti i terreni incolti e abbandonati..da destinare a cooperative agricole..!
E poi la ricerca..tanta ricerca..e tanti dazi..

roby f., Livorno Commentatore certificato 11.03.12 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Urge introdurre il reddito di cittadinanza per tutti i cittadini italiani.
Arrivare a queste assurdità è da Paese incivile.
Il reddito di cittadinanza non pesa sul bilancio dello Stato come qualcuno potrebbe pensare.
In Germania lo Stato da 350 euro e paga affitto e riscaldamento a chi non ha i mezzi per sostenersi.
Invece qua vogliamo fare come gli americani che ci hanno traviato con una logica disumana che illude i ricchi di essere migliori e uccide i poveri per strada. La via per il risanamento del Paese non passa per l'idea di lasciare che le persone si scannino tra loro ma dall'idea che migliorino la loro esistenza riempiendola di dignità.

mario mario Commentatore certificato 11.03.12 06:09| 
 |
Rispondi al commento

Racket e usura mettono in ginocchio l'agricoltura
Danni ingenti per le nostre campagne, secondo il rapporto della direzione nazionale antimafia. Il fenomeno si sta allargando anche al centro-nord. Si assiste in alcuni casi alla imposizione della manodopera

Il cibo impossibile per gli alti prezzi? La colpa non è certo degli agricoltori. A gonfiare i prezzi è la conseguenza di racket, pizzo e usura per un danno complessivo che si stima essere di 7,5 miliardi di euro, secondo la Coldiretti e di 15 miliardi di euro secondo la Cia, comunque sia si tratta di danni ingenti, di proporzione inaudita.

E' quanto emerge dal rapporto della direzione nazionale antimafia (Dna). Lo denunciano le organizzazioni di categoria agricole, visto che il fenomeno si sta estendendo su una vasta area del Paese e vede il moltiplicarsi di furti di attrezzature e mezzi agricoli, ma anche l'estendersi di fenomeni malavitosi come il racket, l'abigeato, le estorsioni, che si trasformano in diversi casi anche in imposizione di manodopera o di servizi di trasporto o di guardiania alle aziende agricole, danneggiamento delle colture, aggressioni, usura, macellazioni clandestine, truffe nei confronti dell'Unione europea e caporalato.

il resto a link:
http://www.teatronaturale.it/articolo/4392.html

SONO PROBLEMI LEGATI STRETTAMENTE !
c'era un contadino del movimento dei forconi diceva di ricevere pochi centesimi dal grano e poi
trovava il pane a Palermo oltre i tre euro e cinquanta!

fino a quando si vivrà in un Repubblica fondata sulla mafia sarà sempre così se non peggio!
le tasse nuove ...non risolvono problemi...
nemmeno quelle ipotetiche!

serve solo una pulizia di fetentoni dal Paese !
altrimenti cresceranno masse di umani a rubare per
sopravvivere !

Lenin eterno (l'unico), Roma Commentatore certificato 11.03.12 01:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi ha colpito moltissimo, sta cosa, a Sezze hanno distrutto tutto, ma'n'do cazzo stiamo?

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 10.03.12 21:29| 
 |
Rispondi al commento

In Cina le esecuzioni capitali sono migliaia ogni anno. Il loro numero è un segreto di Stato ma secondo le valutazioni dei gruppi umanitari sarebbero tra le duemila e le ottomila all' anno. I reati per i quali la pena di morte può essere comminata sono 55, tra cui molti reati non di sangue, come la corruzione.


Ma è importante capire che eistono quelle che Io chiamo mode..... per esempio, qundo in italiaa si moriva di fame, era normale sparare a un cane che ti entrava nel pollaio mentre se lo fai ora ti condannano penalmente.

Siccome Io sono contro le mode e credo che una legge è giusta sempre o sbagliata sempre, mi domando se un sacco di leggi dell'ultima ora e frutto del buonismo causato dal benessere diffuso e semza merito, siano da rivedere o no.

Datemi pue del fascita ma io preferisco molto più il vecchio codice Rocco alla merda che hanno legiferato ultimamente.

La cosa che più mi disturba sono queste scopiazzaurre alla cazzodicane fatte per imitare gli usa e getta del tipo "le primarie" che denotano una incapacità di questa italia a produrre buone idee invece di imitare come i pappagalli tutta la merda che arriva da oriente e occidente.

bruno.bassi 10.03.12 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Massimo Fini l'aveva predetto: "compratevi un pezzo di terra e coltivate....ma procuratevi anche qualche KALASHINIKOV perchè quando arriverà la crisi dovrete difendere i prodotti della terra."

davide lak (davlak) Commentatore certificato 10.03.12 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Intanto consiglio di mangiare all interno del supermercato i prezzi salgono solo prima ti trovavi i giornali delle offerte oggi le offerte vengono solo verso fine mese chissà perché !!questo e solo l inizio tra un po le nuove tasse vanno a regime e ne vedremmo delle belle a settembre ci potrà essere qualcosa di serio ribellione perché con le scuole che riaprono i libri da comperare senza soldi che ci sono serviti per pagare imu che per giustizia la dovrebbero pagare solo chi ha più case o ville residence la chiesa no chi ha un mutuo e non arriva a fine mese ma la giustizia sociale qui e solo a parole ho paura che ne sarà di noi speriamo bene ma con i tecnici non si può mai dire non tutti sono bravi

Riccardo Garofoli 10.03.12 19:54| 
 |
Rispondi al commento

http://slitalia.altervista.org/home.php?blog&b=163

Per favore sig. Grillo, la prego di leggere l'articolo che troverà al suddetto indirizzo!!!
Per favore lo faccia e se le è possibile lo divulghi lei se ritiene che sia veritiero. Perchè non se ne parla assolutamente da nessuna parte e io dopo averlo letto, ho capito perchè!!
Le grandi aziende farmaceutiche non hanno nessun interesse al chè venga reso pubblico. Solo lei puo' farlo. La saluto cordialmente e spero che lei legga questo mio messaggio!!!

PINO C., GINOSA Commentatore certificato 10.03.12 19:24| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

beppe,fatti i cazzi tuoi adesso ai messo la pulce nel orecchio di rigor montis.

claudio florio 10.03.12 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Avvolte penso come sarebbe essere un antico romano!
penso che i romani avevano il potere su tutta europa,roma costituiva mezzo mondo,l'altro mezzo era l'oceano atlantico!
penso che si stava bene,anche se si moriva facilmente. penso che il cibo vero,fresco e non ogm era facilmente reperibile. potevi essere sicuro di quello che mangiavi.. poi avevano terme,saune,spettacoli con leoni,belle donne! insomma,quale era migliore di quella dei romani?
eppure qualcuno ha detto che non poteva esistere,troppi peccati di carne!
il troppo cibo fa ingrassare,il troppo sesso fa morire di ads,il troppo riposo atrofizza i muscoli,i leoni si sono estinti! che bello,il mondo di chi si oppone con il bastone! (FA RIMA)

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 10.03.12 19:01| 
 |
Rispondi al commento

...non stupirebbe la tassa sugli orti, non c'è più niente da stupirsi in Italia...siamo arrivati sino alla CONFISCA DELl'ELEMOSINA E RELATIVA MULTA!!!

http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=Alto%20Adige,%20a%20Vipiteno%20vietato%20chiedere%20l%27elemosina&idSezione=14964

anib roma Commentatore certificato 10.03.12 18:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho letto la lettera di Daniela: ma perchè paghi l' affitto in nero ? Si fa presto a dcenunciare la tua padrona, non ci vuole molto. ci sono delle regole , per legge vanno fatti i contratti , registrati e si pagano le tasse. In Italia è un vizio troppo diffuso quello di evadere.

maria t. Commentatore certificato 10.03.12 18:11| 
 |
Rispondi al commento

il fatto è che molti di quelli che rubano non sono affamati, rubano per vizio, perchè in Italia sono sempre impuniti.

maria t. Commentatore certificato 10.03.12 18:07| 
 |
Rispondi al commento

È vero il pericolo di furto negli orti esiste . Comunque buona idea .. continuate con i vs ottimi spunti .

bruno baldini 10.03.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento

L'agricoltura è il futuro. Oggi chi vive in campagna e possiede della terra ha tra le mani un tesoro molto prezioso che supera il mattone. Io consiglio di investire in terreni e non nel mattone perchè tra qualche anno di sicuro frutterà di più.

Viva gli orti!

Sergio F., Cesena Commentatore certificato 10.03.12 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Manca solo che lo suggerisca: ssssssssssss....

Francesco C. Commentatore certificato 10.03.12 17:09| 
 |
Rispondi al commento

ed io che l'anno scorso mi trovavo in ucraina,stupivo perchè nelle periferie vedevo un sacco di gente dormire nei saccapeli in mezzo ai campi coltivati e mi credevo una qualche moda new aqe ... col cavolo - quelli stavano montando la guardia a insalata e fagioli... toccherà presto pure a noi piccoli coltivatori - argh !

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 10.03.12 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,ti scrivo perché sono esasperata e l'unica ancora di salvezza sei tu. Vi scrivo per denunciare la situazione indegna degli affitti in nero a Roma e nel Lazio.Poiché il mio compagno ed io abbiamo perso il lavoro, non riusciamo più a
pagare il canone di affitto (IN NERO) della casa in cui viviamo. Tra l'altro la proprietaria dell'immobile(FATISCENTE E NON A NORMA), ci ha arbitrariamente aumentato il canone. Abbiamo chiesto la registrazione del contratto già 5 anni
fa. Ci siamo recati all'agenzia delle entrate di Roma per denunciare la cosa ma visto che la casa non è neppure accatastata,noi abbiamo le mani legate.Ora io mi chiedo:-ho la residenza in questa casa da 5 anni, il messo comunale è venuto a
verificare la residenza e quando gli ho detto che non avevo il contratto ha alzato le spalle e ha detto che la cosa non era di sua competenza;
-pago le utenze, registrate a mio nome, indi per cui il comune dovrebbe sapere
che ci sono 2 persone che abitano in una casa NON accatastata e senza
contratto.

Ma perché in Italia, la mano destra non sa che cosa fa la sinistra?
In questi giorni di ricerca spasmodica di uno straccio di casa a poco(ANCHE
FUORI ROMA), ci siamo imbattuti in annunci allucinanti: 350 E per un posto
letto in periferia, oppure abitazioni fatiscenti affittate a 500/600 E mese
senza contratto.
Infine, va bene la crisi, va bene l'aumento del caro vita, va bene i controlli
della G di Finanza a Cortina ....ma porca miseria: PERCHE' NESSUNO CONTROLLA E
REGOLAMENTA GLI AFFITTI? PERCHE' CHI HA I SANTI IN PARADISO CASCA SEMPRE IN
PIEDI E noi poveri cristi non riusciamo più a vivere?

Mi vergogno a vivere così, mi vergogno a chiedere aiuto a mia madre 75 enne
pensionata, mi vergogno di non riuscire a fare la spesa e pagare le bollette.
Ho scritto al sindaco di Roma, ma non ho avuto risposta.
Ho scritto anche alle iene, ma niente...
FORSE MI RESTA SOLO IL TUBO DEL GAS!
Grazie per lo sfogo

Daniela Di Lanno 10.03.12 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la tassa sugli orti? già fatto:
http://www.corrieredelgiorno.com/2011/12/20/manovra-monti-effetti-devastanti-per-lagricoltura-10621/

federico b., PU Commentatore certificato 10.03.12 16:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' vero: da qualche tempo non è più possibile lasciare gli orti incustoditi; è quasi matematica la certezza di veder sparire il frutto del proprio lavoro (sperando che almeno serva a dar da mangiare dei poveri disgraziati). Un brutto segno, bruttissimo....

harry haller Commentatore certificato 10.03.12 15:34| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori