Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il ragazzo perduto


"Nelle carrozze della metropolitana di Milano, sulla linea 1, l'altro ieri ho visto la gente scansarsi per far passare qualcosa che arrancava a quattro zampe. Ho guardato meglio. Non era un cane, ma un ragazzino di forse tredici anni con una gamba totalmente deformata e esposta per muovere alla pietà le persone. Dietro di lui un figuro con barba incolta e un cappuccio che chiedeva la carità. La gente guardava inorridita. Qualcuno dava un euro. Il ragazzo è restato sempre a faccia in giù. Gli occhi nascosti. Sono sceso e ho denunciato l'accaduto al controllore. Mi ha detto che altri lo avevano già fatto. Mi spiace di non aver chiesto al ragazzo chi era, chi lo aveva storpiato e di non avergli regalato almeno una carezza. Mi dispiace molto. Mi sento colpevole." Luca F., Milano

7 Mar 2012, 18:43 | Scrivi | Commenti (68) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ma quali poveri disgraziati???...siete degli illusi, la colpa è proprio vostra se c'è gente che fa questo accattonaggio vergognoso; questi so delinquenti che approfittano della vostra stupidità, con queste forme di vergognoso modo di impietosire gli altri, sta gente guadagna almeno 3000 euro al mese co ste porcate....svegliatevi.

stefano martini 09.03.12 07:51| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è certo per tirchieria, ma credo che dargli l'elemosina sia l'ultima cosa da fare.
Non fai altro che premiare il bastardo che mette il mendicante sulla strada.
Varie volte mi è capitato di offrire a un ambulante o un mendicante un semplice pacchetto di cracker per sentirmi rispondere "non ho fame".
Se si trattasse di persone spinte dalla fame o dal bisogno, anche una semplice parola buona sarebbe apprezzata.
Purtroppo, nella maggioranza dei casi, sono spinti dalla paura e dalle minacce, e la loro priorità è evitare di farsi pestare perché non raccolgono abbastanza soldi.

Gabriele M., Milano Commentatore certificato 09.03.12 00:09| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Per fortuna ci sono ancora persone sensibili come Luca, che si indignano per come vengono abbandonate a se stesse alcune persone disabili. E’ vero! Molte di loro vengono usate da individui senza scrupoli per l’accattonaggio. Questi sfortunati bambini non possono difendersi. Vivono quotidianamente in un mondo di violenza, dal quale non possono sottrarsi. Non hanno colpe. Ho visto signore colte ed eleganti storcere il naso alla vista di ragazzini storpi e sporchi che chiedono l’elemosina. Secondo loro non devono esistere ( nel senso che devono essere eliminati). Ho visto conoscenti che in autobus non si siedono vicino ad un extracomunitario. Ho visto carabinieri mandare via dalla piazza marocchini solo perché occupavano un po’ di spazio. Gli ultimi degli ultimi dei quali si è occupata per tutta la vita Madre Teresa, non sono nel terzo e quarto mondo,. Vivono vicino a noi, usano gli stessi autobus. Non hanno un’identità. Talvolta ci sorridono chiedendoci aiuto, supplicandoci di non ignorarli e di non guardarli con disprezzo. Ognuno di noi agirà secondo la propria coscienza. E la coscienza ci dice, come ha fatto Luca, di dare voce a chi non ne ha.
Patrizia

Patrizia Lilliu, Mogoro Commentatore certificato 08.03.12 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cominciamo a chiederci: " E se succedesse a me quello che stà accadendo a quel ragazzo perduto?"

Elena B. - Fi 08.03.12 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe , io credo che al posto di sindacati associazioni di categorie politici e strumentalizzazioni varie, dovremmo noi tutti popolo italiano unirci una volta per dimostrare che lo siamo, e non piangere sempre e lamentarci, la benzina ormai vola verso i due euro(quattromila lire circa) e noi impotenti permettiamo sciperi dei benziani dei trasportatori.........vi rendete conto che con 2 euro si fanno 10km..........quindi molti andranno a piedi a breve, con alcise della guerra dell'abissinia o l'alluvione di firenze disgrazie di decine di anni fà.......perchè invece di lamentarci non facciamo qualcosa! uniamoci e per una settimana costi quel che costi non mettiamo benzina, mezzi pubblici o a piedi (tanto solo quello ci resta a breve) vedrete che qualcosa accadra, basta le retoriche televisive o di sindacati che si accodano ai governi, parlo a prescindere tendenza politiche, ma con la consapevolezza che mai abbiamo mai come popolo dato una dimostrazione di coesione vera, da sinistra a destra, senza ideologie ma solo per dimostrare che gli italiani sono veri e pronti, senza dimostrazioni violente che non servono, ma concreti, vedremo se le compagnie per farsi concorrenza non inizieranno ad abbassare il prezzo, anche loro hanno costi enon possono permetterselo, mentre cosi continuando avremo si altri scioperi ma di benzinai...........di sindacati.......ma mai di persone vere che lavorano e che ormai sono sopraffatti da costi proibitivi, signori con 10 euro (ventimilalire di una volta ) abbiamo meno di 6 litri di benzina e il gasolio.stessa cosa o quasi. significa che se uno lavora a 15 km di distanza dopo due giorni è a riserva,............di nuovo vediamo se riusciamo con blog o altri sistemi a mandare un messaggio a tutti e indiciamo una data che potrebbe essere ricordata per sempre

francesco rossi 08.03.12 15:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uuuuuhhhhh... odio quando mi faccio prendere così, non si capisce un tubo e sembra che mi son fumata chissà che!!!!

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 08.03.12 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Raramente ribatto quando sento cose che io ritengo siano delle stronzate, ma qui non ci riesco! Poi ci stupiamo che l'italia va sempre peggio...spiegami come puoi ragionare così, non mvoglio credere che tu la pensi veramente in questo modo, altrimenti è proprio il caso di dire:"Se non ti avessi mai conobbi"...
Già che ci sono, vorrei anche dire alla signorina che redarguisce le vecchiette di 50 anni, quelle che danno l'elemosina alle zingare coi bambini...non ricordo il tuo nome, scusa, ma per quanto sia daccordo con te, se incontravi me ti sotterravo! Intervenite quando c'è da intervenire, se uno fa della carità e come la fa sono cazzi suoi, non ti pare? Ciao

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 08.03.12 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Queste cose sono note da un sacco di tempo, almeno da quando ero piccola, (ora ho 30 anni), anzi, vi dirò di più, abitavo in un quartiere del nord Italia non lontano da un accampamento Rom, quindi non di rado, lasciando aperte le finestre, queste persone si introducevano in casa, magari il pomeriggio d'estate... nella silenziosa calura, e prendevano ciò che potevano.
Per ciò che concerne gli arti storpiati di solito non li storpiano ai loro figli, bensì si appropriano di bimbi altrui o orfani, gli spaccano le ossa e poi li utilizzano così. Inoltre, a chi parla sconsideratamente di razzismo, sappia che i Rom sono estremamente razzisti, hanno una forte percezione della loro identità, che non desiderano cambiare per nulla al mondo, il nomadismo e l'elemosina fanno parte della loro cultura, anche se talvolta, in alcune regioni europee si dedicano a lavori stagionali.
diciamo che della società civile non vogliono saperne, se non per usufruire dei servizi che offre, ma senza considerare minimamente la possibilità di contribuire alla costituzione della suddetta. Fare questo tipo di considerazioni è realismo, punto. Si tratta di una cultura diversa, che in tal caso corrisponde anche ad una razza (non che i gitani di Montpellier siano tanto diversi), cultura che mal si adatta alle costrizioni della vita sedentaria. A me personalmente l'unica cosa che disturba è la mancanza di pulizia e di rispetto dell'infanzia. buona vita a tutti.

gattomatto 08.03.12 15:23| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai fatto benissimo a denunciare il fatto, è accaduto anche a me sulla linea verde (2). Dato che avevo già assistito ad episodi del genere, mi feci avanti e chiesi alla signora che accompagnava la bimba storpia "con quale coraggio esibiva la bambina per incassare denaro". Lo feci a voce alta; molti sentirono e colti da uno strano fenomeno di ribellione cominciarono prima a rimproverare e poi ad insultare la signora (probabilmente la mamma).
Mi accorsi dell'errore che avevo commesso dopo aver notato lo sguardo tristissimo della bambina che, oltre a vivere quella situazione già orribile di suo, si vedeva aggredire la mamma. L'unica cosa da fare in questi casi, secondo me, è denunciare il fatto alle forze dell'ordine e sperare che provvedano come per legge, ovvero segnalando l'accaduto alla procura competente affinchè il Tribunale per i Minori tolga questi schiavi dalle mani delle loro famiglie.

Alessandro Polese 08.03.12 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guardate che i mendicanti sono sempre esistiti sulla metropolitana e sono attori: ai miei tempi c'erano i ciechi, i violinisti, quelli senza gambe (nascoste bene nei pantaloni), finti gemelli siamesi, e altro... dietro c'è la solita tratta degli schiavi controllata dalla mafia, la stessa che mette i lavavetri ai semafori.

Bimbo Sullivan 08.03.12 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Il farmaco che “cura” il razzismo.

Gli scienziati si accorgono della strana proprietà di una medicina per il cuore.
Il Telegraph ci parla di un farmaco per la pressione che secondo alcuni medici ed esperti di Oxford che hanno sul tema pubblicato una ricerca, potrebbe ridurre l’istinto razzista.
IL PROPRANOLOLO - Lo ha scoperto l’università di Oxford. I ricercatori hanno visto che tutti coloro che assumevano il propanololo sembravano mostrare nei test una sensibile diminuzione nella percezione del razzismo, rispetto a coloro che invece assumevano una soluzione placebo. Il propanololo è spesso usato per ridurre l’alta pressione abbassando la frequenza cardiaca e il battito cardiaco irregolare. Viene usato anche nela gestione dell’ansia e dell’emicrania. Si pensa che l’effetto della “riduzione” del razzismo sia dovuta al blocco dell’attivazione automatica del sistema nervoso e, chiamando in causa l’amigdala, anche nelle aree del cervello implicate nella formulazione di pensieri emozionali tra cui la paura.
L’ESPERIMENTO – Lo studio ha visto coinvolti 36 studenti volontari. A metà di loro è stata somministrata una dose di 40 mg di propranololo. L’altra metà invece ha assunto una soluzione placebo. Una volta fatto questo, passate due ore, è stato chiesto loro di lanciarsi in un test utile per definire il comportamento prevenuto e spontaneo. Le “cavie” hanno quindi dovuto ordinare visivamente la gioia, la cattiveria, la felicità e la gloria su facce bianche e nere nelle corrette categorie.
SARA’ ETICO? - Sylvia Terbeck, a capo dello studio, ha detto: “grazie a questi risultati ora sappiamo come il razzismo viene elaborato dal nostro cervello. Questo puo’ svilupparsi anche in persone che credono realmente nell’uguaglianza. Questi risultati hanno anche un grande valore etico. I ricercatori sembra che abbiano dimostrato che sia possibile modificare le nostre attitudini razziali grazie a un farmaco.

...insomma un po' malati i razzisti lo sono... ora potete curarvi!!

monica c. Commentatore certificato 08.03.12 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Il fratello pisapia ha consegnato milano a gli zingari...I quali non solo hanno avuto 320 mila euro per trasferirsi dalla zona del cimitero maggiore..ma avranno anche delle villette che sono in costruzione a baggio....ma anche un giornaliero di 49 euro a testa!! tutto mentre ci sono vecchi che non arrivano a fine mese..e cercano il mangiare nei cestini dell'immondizia!! Nel frattempo..I furti nelle case..le carrozzine rubate nelle materne e le macchine scassinate aumentano a dismisura grazie a questa gentaglia..che si piazza solo fuori dai supermercati per avere l'euro del carrello.....tutto il giorno!! Grazie pisapia..sei proprio un coglione...tanto che la stessa polizia dove mi sono recato per fare la denuncia..per la macchina aperta..mi ha detto....ringraziate pisapia!! Firmato gianluca marioli..uno che si è rotto il cazzo.

Gianluca marioli 08.03.12 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo."

Tyler Durdeen, Roma Commentatore certificato 08.03.12 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Prima di parlare imparate a scrivere! E poi provare compassione per chi sta peggio di te non e' una cosa ignobile, ignobile e' far finta che non esistano.

Alessandro M. 08.03.12 14:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

@ Peter Vincent
Prima di parlare dovresti imparare i verbi.

Vorrei provare schifo nei tuoi confronti, invece provo soltanto pena e compassione.

Giancarlo Ber 08.03.12 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Anni fa su Repubblica (mi sembra) ci fu un articolo piuttosto approfondito su questo tema. Ad ogni modo sono circa 300 i ragazzi (nella città di Milano) cui in Romania hanno deliberatamente storpiato gli arti per mandarli poi a elemosinare qui in Italia. Si tratta ovviamente di ragazzi innocenti sfruttati da organizzazioni criminali di senzadio.
La cosa tragica è che tutti sanno tutto, queste organizzazioni non sono affatto "clandestine", solo che i governi locali non battono ciglio, e la UE, quella che ha potere di commissariare i governi nazionali, far fallire uno Stato, governare l'economia di mezzo pianeta, invadere l'Iraq, bombardare la Libia, e chi più ne ha, più ne metta, non è degna di dire "ehi tu, governo della Romania, vai e arresta quelle persone!" o anche solo mobilitare l'Interpol. Pure da italiano sarei felice di contribuire con le tasse all'arresto di questi criminali in terra straniera e lontana.
Non esiste "Europa dei popoli", solo dei governi e delle finanze.

Ciao, Luca.

Luca Russo 08.03.12 13:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

@ Peter Vincent
Adesso riprendi questo commento, e lo leggi a voce alta davanti allo specchio, così vedi in faccia l'essere ignobile che sei, tu mi hai fatto passare la fame, anzi sto per andare a vomitare la cena di ieri sera. Ma tuttosommato se "saresti" una persona di maggior spessore e non "ostenteresti" tanta ignoranza, "fossi" più colpevole. Ragioni male
comunque, è meglio tu ti faccia un esame di coscienza... che pena mi fai.

Francesco G., Verona Commentatore certificato 08.03.12 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Ma dico io?-ma porca di quella troia!--ma dove cazzo sono i vigili DOVE E QUANDO SERVONO??!!!È tutto molto semplice:il bambino và ai servizi sociali che gli possono dare una vita dignitosa e cure mediche ed il figuro se ne và bello bello in galera per sfruttamento di minore!

Lorenzo4791 08.03.12 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Se questa gente va in giro a chiedere soldi e solo colpa di quelli come te che si impietosiscono e danno soldi ,come quelli ai semafori ,davanti gli ospedali ecc. Se nessuno darebbe più soldi a questi rifiuti umani non ne troveremo più da nessuna parte, poi per quanto riguarda gli storpi dovrebbero nascondersi e non fare la sfilata per strada o altrove mi fanno passare la fame per una settimana quando li vedo

Peter Vincent 08.03.12 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non devi sentirti colpevole, non è una cosa che puoi controllare o che dipende da te.
Capisco perfettamente come ti senti... e mi spiace.
E' grazie ad uno di quei momenti che io ho iniziato ad odiare un sacco di gente.

Lorenzo F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.12 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Già, si vedono spesso anche zingare con in braccio bambini piccoli, sedute per terra col freddo di questo inverno! C'è chi dice che molti fingono e che hanno più soldi di noi, può darsi, anche a me è capitato di vedere una zingara anziana tutta curva, zoppicante e poi l'ho rivista vicino al cimitero...quasi quasi non la riconoscevo, camminava benissimo e dritta. Il punto è questo, non stiamo a guardare chi sono realmente queste persone, se uno ha voglia o sente il bisogno di fare della carità o dare una mano, lo faccia, io lo faccio aiutando se lo vogliono, a volte una moneta, a volte col mangiare e un sorriso, per principio non do soldi a chi si porta dietro bambini piccoli per evitare, come giustamente diceva qualcun altro, di incentivare questo tipo di sfruttamento vergognoso! Un abbraccio alla tua sensibilità

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 08.03.12 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,come mai le foto stanno venendo meno nei post,nei commenti,nei minipost,stai esaurendo lo spazio sul disco? comprati un nuovo server! ...
Regalami il vecchio a me,che vedo chi altro hai intercettato,vendo tutto ai pennivendoli e mi faccio un mucchio di rettangoli viola.. poi spartiamo in segreto.. (SCHERZO) non sulla domanda..come mai?

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 07.03.12 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Anche io l'ho visto a Milano, in una carrozza della metro, mentre andavo a lavoro.Ho provato compassione, ma soprattutto rabbia, perchè un ragazzo è stato privato di una vita normale per suscitare pietà. Sono queste scene che mi rendono sempre più convinto che non bisogna dare denaro in queste condizioni, evitando di alimentare questo genere di deturpazioni,non solo fisiche.

domenico gatto 07.03.12 23:13| 
 |
Rispondi al commento

Anche io mi sono ritrovato in una situazione del genere,sulla linea napoli\salerno..
un barbone indiano salì a bordo del treno,e si mise tra le porte,aveva una grossa valigia,una lunga barba e capelli bianchi..
comunque sul vagone c'erano alcune persone del nord italia,gente di merda con la puzza sotto al naso,che chiamarono subito il controllore.. il tizio non faceva niente di male,si era messo in un angolo e aspettava che il treno si muovesse (probabilmente stava solo cercando un modo per arrivare a salerno) e quelli del nord,chiamarono il controllore per farlo scendere solo perché avevano paura che si nella stessa carrozza,e per loro era disonorevole,lo guardavano schifato..
io guardavo la scena disgustato! ma non per il barbone,che non mi ha fatto niente.. per quella gente del nord che lo guardava schifato..che lo fecero scendere dal treno,tanto che fecero!
mi vergognai di essere italiano. perché voglio dire:era un ladro,era un rapinatore,era un chi delinquente,no,stava per fatti suoi,solo che dava fastidio il suo aspetto..che schifo!
se solo avessi avuto un biglietto in più glielo regalavo.. purtroppo uno era timbrato la mattina,quindi scaduto,l'altro era appena stato timbrato.. rimanevo senza io,e senza soldi per comprarne un altro.. cosa potevo fare?
il controllore da parte sua ne aveva l'autorità in quanto senza biglietto,infatti non me la prendo con lui,perché alla fine il controllore scese a napoli centro,non si fecero vivi per tutta la tratta,e quindi se quelli del nord stavano zitti quello se ne andava a salerno senza cagare il cazzo a nessuno! INVECE! omertà sulla mala,ma sputtaniamo chi non paga! c'è il discorso non cambia mai: NON SAPPIAMO GUARDARE IL CONTESTO!

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 07.03.12 22:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ho parole!
Nessuno deve essere messo nelle condizioni di chiedere l'elemosina, e tanto meno chi è nelle condizioni di quel ragazzo!
La vita e la sfortuna si sono accanite contro quel ragazzino, ma la società umana "deve", porvi rimedio nei limiti della scienza medica, per quanto riguarda il corpo, e ridandogli completa e totale dignità umana per quanto riguarda lo spirito!
Dello sfruttatore che incassa le elemosine poi, non voglio nemmeno parlarne!
Il vero animale è lui anche se cammina in posizione eretta!!

l., ancona Commentatore certificato 07.03.12 22:41| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Quanto cinismo leggo in questi commenti. Ricordate che le vittime non siete voi, a cui vengono 'imposte' queste scene, ma tutti questi bambini, ragazzi, uomini e donne ancor più deboli perché disabili. Il disagio deve farci sentire la dignità, la nostra e l'altrui, non essere coperto col cinismo. Che ci piaccia o non, siamo noi a dover lavorare affinché queste situazioni non si verifichino, noi che abbiamo tutti gli strumenti in primo luogo culturali. Ovviamente, quando cultura non sia 'fuorviata' da pregiudizio, frutto di scarsa informazione e pigrizia mentale.
E' inutile che ci scandalizziamo delle condizioni dei campi degli immigrati(a norma o irregolari non fà alcuna differenza): dove c'è ignoranza, per sopravvivere si è vittime e carnefici (in tanti modi diversi)ma se non vogliamo, o riusciamo a trasmette istruzione, conoscenze, a tutti allora vuol dire che la nostra stessa società è secca.

Marilisa Belli 07.03.12 22:16| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

In metropolitana è vietato raccogliere denaro a qualsiasi titolo (articolo 9 del regolamento esposto in TUTTE le carrozze). Eppure, grazie alla dabbenaggine dell'italiano-medio-rincoglionito, che tra le altre caratteristiche ha quella di infischiarsene delle regole, e che continua a elargire elemosina, le metropolitane sono piene di zingari che vivono a scrocco mediante la questua. Oltre agli storpi, gli zingari (fratelli di Vendola e non miei) utilizzano bambini, appositamente sporchi e malvestiti per impietosire l'italiano-medio-rincoglionito. Poi nei loro campi, trovi le Ferrari, le Lamborghini e le Mercedes. Vendola, quando abbraccia i suoi fratelli ROM, deve stare attento, perchè gli sfilano il portafoglio!

Gigio il Pendolare 07.03.12 21:29| 
 |
Rispondi al commento

un po' come fanno coi cani, li addormentano con psicofarmaci per incutere compassione. si tratta quasi sempre di individui dell'est.

gianni frascogna Commentatore certificato 07.03.12 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Si queste persone storpiate ce ne sono dappertutto: vengono importati apposta per fare soldi. Quasi, quasi anch'io ne importo 3-4 e li smollo per la città. Vuoi vedere che funziona per fare soldi dacili?!




Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori