Il Rasoio di Monti

monti_articolo18.jpg

Era una giornata di primavera. Il sole caldo di Roma anticipava già l'estate. Il secondo Vday di Torino era alle spalle. Ero stato invitato dall'ambasciata americana a Roma per una colazione. Mai successo in vita mia. Accettai. Intorno alla tavola apparecchiata in una sala inondata dalla luce c'erano una decina di persone. Gentili, affabili ma soprattutto curiose sulle ragioni della nascita improvvisa di un movimento politico. Mi stupirono. Rivelarono di leggere sempre gli articoli del blog e di aver inserito il post giornaliero nella loro rassegna stampa. Nella conversazione menzionai soprappensiero "Topo Gigio..." e, quando cercai di spiegare chi fosse, un funzionario esclamò "We know who is Topo Gigio, is Walter Veltroni!". Belin, che soddisfazione.
Nel commentare la situazione economica italiana nessuno fece alcun riferimento all'articolo 18 in merito agli investimenti delle aziende statunitensi in Italia. Credo che neppure sapessero della sua esistenza. Erano invece molto delusi dalla burocrazia bizantina, incomprensibile per un americano (probabilmente per chiunque), dalla tassazione abnorme sulle imprese che scoraggiava qualunque investimento in Italia e dalle leggi che non le tutelavano.
Oggi, a distanza di qualche anno, vedendo Rigor Montis spiegare che togliendo i diritti ai lavoratori ritorneranno gli investimenti stranieri in Italia mi sento preso per il culo. Crediamo davvero che un'azienda del Wisconsin o del Texas si precipiterà in Italia perché finalmente sarà libera di licenziare un bergamasco o un pugliese? E allora cerco una spiegazione, la più logica seguendo il principio del Rasoio di Occam "A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire". La più logica è che l'abolizione dell'articolo 18 servirà al libero licenziamento nelle grandi imprese, con la benedizione di Minchionne, e nella Pubblica Amministrazione, a iniziare dai precari. Si scaricherà sui lavoratori il debito pubblico. "Rigor Montis..." "We know who is Rigor Montis. He is an employee of Goldman Sachs!".

supercapitalismo_3DA.pngSupercapitalismo di Robert B. Reich

"La maggior parte di noi ha due menti. Come consumatori e investitori puntiamo a fare grandi affari. Come cittadini disapproviamo le molte conseguenze sociali che ne derivano"

Postato il 22 Marzo 2012 alle 11:29 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (955) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: articolo 18, burocrazia, investimenti, Monti, rasoio di Occam, tassazione, Veltroni

Commenti piu' votati


ALTRO CHE FUTURO!

Ho completato un corso di aggiornamento sulle novità fiscali e sul famoso "SPESOMETRO" che dovrebbe essere la chiave di volta per combattere l'evasione, il grimaldello conto il "nero".

CONCLUSIONI:

1) Abbiamo a che fare con UN GOVERNO di autentici deficienti, che pensano che tirando un bastone dentro un pollaio "i polli" andranno da soli a schiantarsi contro le reti di contenimento del pollaio

2) Assai più probabile la seconda ipotesi, in quanto il lavoro certosino e demenziale richiesto ad ogni azienda produrrà una enorme disomogeneità tra clienti e fornitori, ricavato dagli invii dello spesometro degli uni e degli altri, in quando lascia una enorme discrezione ad entrambi sulle scelte e anche fosse per solo questo aspetto produrrà una massa enorme di "ciccia" (contenzioso) per il fisco, a cui attingere tramite Equitalia.
Lo Stato Italiano, avendo ormai enormi difficoltà ad aumentare il debito pubblico, tenta di "SOSTITUIRSI DEFINITIVAMENTE ALLA MAFIA" pur di protrarre ancora per qualche tempo la sua sopravvivenza.

Nei prossimi 2 anni assisteremo ad una delocalizzazione in massa delle aziende ancora sane; assisteremo ad una chiusura in massa delle aziende ancora liquidabili e ad un "delirio di fallimenti.

A TUTTI I LAVORATORI, SIANO ESSI DIPENDENTO O NO, AD ESCLUSIONE DEI SERVI-TORI DELLO STATO:

CERCATEVI UN ANGOLO DI MARCIAPIEDE DI UNA VIA, DI UNA PIAZZA DI UN PIAZZALE DI SUPERMERCATO,E PONETEVI SOPRA LA VOSTRA "ESCLUSIVA", PER POTERVI CHIEDERE LA CARITA', PROSSIMAMENTE.

SI' LA CARITA', PERCHE' MOLTI NON SANNO FARE ALTRO, VISTO QUANTE AFFILIAZIONI ANCORA CI SONO A CISL, UIL E UGL

Max Stirner


Osano chiamare riforma del lavoro il massacro del lavoro! Quest’ultimo atto cancellerà per sempre la parola ”lavoratori” dal nostro vocabolari, da oggi si chiameranno schiavi! Non si capisce come quel partito che si definisce di sinistra, osi ancora colloquiare con questa brutta copia dei camerati di un tempo. Come si può sostenere un governo che di tecnico non ha nulla ma molto di dittatura sudamericana, resta difficile capirlo. Questi dittatori senza camice nere fanno rimpiangere addirittura Mussolini che, contrariamente a loro, lo difendeva il lavoro, tanto è vero che questi squadristi moderni stanno picconando anche quei diritti, voluti dal precedente governo fascista. Ci si lamentava di Mussolini, è stata combattuta una guerra per cacciarlo mentre a questi qui, oltretutto non eletti da nessuno, nessuno per l’appunto osa opporsi. D’accordo che questi signori non usano l'olio di ricine ma fanno uso di colpi di fiducia, che sui lavoratori producono effetti ancora più devastanti delle purghe. Nel Parlamento non si parla, si dà incondizionatamente la fiducia. Sono muti e sordi i parlamentari, che non hanno proprio nulla da invidiare a quelli di Mussolini. Secondo il duce II e la sua kapò è distruggendo il lavoro che si risollevaranno le sorti d’Italia. Cancellando l'art.18 gli investitori stranieri faranno le corse per investire da noi, poveri stronzi! I soli ad avere cervello in questo paese è il popolo che urla la sua rabbia contro chi ha portato il paese alla bancarotta e ora costringe lavoratori e pensionati a pagare i loro crimini. Possiamo urlare non essendo stati ancora imbavagliati, ma le urla non fanno male e invece si rende necessario fargli male! Si rende necessaria una rivolta per difendere le regole che compongono la nostra democrazia. Ribellarsi a chi non rispetta la nostra Costituzione è un dovere che ogni cittadino è obbligato a soddisfare se non vuole anche lui diventare un fuorilegge!
Violenza chiama violenza facciamoglielo capire!



Luca Abbà ci scrive dal letto d’ospedale

A poco più di tre settimane dai fatti accorsi in Clarea il lunedì 27 febbraio scorso, mi sembra opportuno comunicare a tutti gli amici e compagni che mi sono vicini alcune notizie più precise sul mio stato di salute.
Come già si sa da qualche giorno sono fuori pericolo di vita, ma seppur la situazione vada migliorando le mie condizioni risultano ancora abbastanza serie.
Le ferite maggiori che mi trovo a dover guarire sono la conseguenza delle ustioni provocate dal folgoramento da corrente elettrica, i danni da caduta sono ormai in via di miglioramento definitivo.
Nei prossimi giorni subirò ulteriori interventi di chirurgia plastica per sistemare le aree del corpo ancora soggette a ustioni.
Mi trovo tuttora ad essere inchiodato a letto e non auto sufficiente nei movimenti degli arti e quindi dipendente da infermieri e familiari per le mansioni quotidiane.
Desidero comunque ringraziare tutti coloro che finora mi sono stati vicini e che mi hanno fatto sentire la loro presenza e solidarietà.
Chiedo a tutti ancora un po’ di pazienza (il primo ad averne dovrò essere io), per potervi riabbracciare e salutare in piena forma.
Un ringraziamento particolare va ai miei familiari e alla mia compagna Emanuela che hanno dovuto superare un momento non facile, anche per questo chiedo a tutti di allentare la pressione nei suoi confronti visto che si trova già a gestire molteplici ruoli di questa vicenda.
Sarà mia cura contattarvi personalmente nel momento in cui le cose si fossero messe al meglio per potervi incontrare e abbracciare con più calma.
In questo momento sono giustamente sottoposto alle severe disposizioni dei “reparti speciali” del CTO di Torino e quindi con forti limitazioni alle visite, riservate a parenti ed amici stretti.
Chiedo che questo scritto possa girare tra tutte le varie situazioni che hanno seguito l’evolversi della mia vicenda sperando però che non diventi oggetto di

belzebù ^ Commentatore certificato 22.03.12 16:08| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 34)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si compra il debito di un Paese per costringerlo ad acquistare i propri prodotti, specialmente i più costosi e meno convenienti. Visto che le resistenze popolari in Italia, hanno ostacolato gli affari, allora il debito pubblico è diventato un'arma di ricatto.Arma psicologica , di conquista colonialista...

el futuro es nuestro, madrid Commentatore certificato 22.03.12 15:08| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 27)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL RASOIO DI MONTI.

E' un giorno di primavera. Il sole caldo di Roma anticipa già l'estate.

Il secondo Vday di Torino e' ormai alle spalle.

Non c' è, e non ci sarà più nessun tipo di invito da parte di nessuna istituzione, tutti impauriti dal nostro Movimento.

L'invito, oggi, in questo giorno di primavera, lo dovremmo fare noi al resto degli italiani, a Roma, con un 3°V-Day nella Capitale.

Sono passati 4 anni da quel V-Day, tanti quanti quelli che intercorrono tra le Olimpiadi o i Mondiali di calcio.

Ne è passato di tempo, forse troppo.

Ci daranno mai il permesso di fare un V-day a Roma?

Chiediamolo, vediamo come risponderanno, ne dobbiamo fare più d'uno di V-Day prima delle elezioni politiche nazionali.

Sempre che l'Italia non finisca prima nel caos!

Cosa aspettiamo a parlare al resto degli italiani?

Un V-Day ci darebbe in questo momento una grandissima visibiltà, soprattutto attraverso la rete, perchè un evento del genere invaderebbe il web, social network in primis!

""seguendo il principio del Rasoio di Occam "A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire""

Ecco, seguiamo la strada più semplice, parliamo agli italiani.

Dal 2008 a oggi le gente in rete, in Italia, è forse raddoppiata, woodstok 5 Stelle è stato battezzato evento musicale, un V-Day a Roma sarebbe un evento sociale!

V-ROMA-DAY 2012.

Non dobbiamo marciare su Roma, a noi basta arrivarci in modo pacifico!

Beppe, al limite chiedi allo Stato Vaticano se ti presta la sua più famosa piazza, forse solo uno Stato confinante ti ospiterebbe!

Arrivederci e grazie.

Nando da V-Roma-Day 2012.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 15:34| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 27)
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA TRAPPOLA

Sono semplicemente diabolici.
Hanno teso una trappola e gli italiani
ci stanno cascando dentro come tanti idioti.
Il dibattito non è incentrato sul fatto che
l'articolo 18 NON SI TOCCA per nessuno, ma sul fatto che i dipendenti pubblici sarebbero dei privilegiati.
Privilegiati da 1.200 euro al mese che potranno
andare in pensione dopo 41 anni e più di servizio
e che comunque hanno sostenuto un concorso
pubblico corredato da titoli di studio e professionali e con un certificato attestante di
non aver mai riportato condanne penali, a differenza di molti di coloro che stanno in Parlamento ed ai quali, da qualcuno, vengono
equiparati (allucinante...).
Stanno semplicemente e continuamente e vergognosamente e schifosamente alimentando lo
scontro sociale, la guerra fra poveri. Stanno gettando FANGO ora su questa, ora su quella categoria di lavoratori che dovrebbero invece essere UNITI e lottare TUTTI INSIEME contro queste sanguisughe che continuano ad impoverire le classi più deboli
e non si sognano nemmeno i colpire i grandi
capitali, che non hanno fatto una patrimoniale,
che sono al servizio delle banche.
Come topi di fogna stanno rosicchiando i diritti
conquistati in anni di dure battaglie come fossero
una fetta di formaggio.
BERLUSCONI, I LEGHISTI E I POSTFASCISTI sono i responsabili di questo disastro economico e sociale. I tecnici bancario-clericali hanno la faccia del neoliberismo più schifoso che ha gettato la maschera e si mostra senza pudore con
la faccia da vampiro, ma la strada è stata tracciata da chi ha malgovernato prima di loro.
E non è il momento di alimentare le divisioni ma di scendere in piazza tutti uniti: lavoratori pubblici, privati, piccoli imprenditori strozzati
dai debiti, disoccupati e studenti senza futuro.
*********************************************
La cosa peggiore non è la violenza
degli uomini malvagi
ma il silenzio degli uomini onesti.
(M.L. King)

Moonshadow *., §§§§§§ Commentatore certificato 22.03.12 22:04| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 26)
 |
Rispondi al commento
Discussione

che dire , ogni volta Beppe ci sorprende... ;)

e' sempre avanti, anzi OLTRE.....

ma come fa?

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 22.03.12 13:56| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 25)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Massima solidarietà a Grillo per il modo VERGOGNOSO in cui è ritratto in questi giorni da TUTTI i mezzi d'informazione...

Il M5S fà paura alla casta tutta e cercano in ogni modo di delegittimarlo...

Forza Beppe, le persone PERBENE sono con te!!!!!!!

Mario Lartigiano (mario lartigiano) Commentatore certificato 23.03.12 11:23| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Pisa gli operai Piaggio, a Torino gli operai Alenia, in Liguria gli operai Fincantieri stanno facendo degli scioperi spontanei.

Spero che si estendano in tutta Italia !!

g.battista b., palermo Commentatore certificato 22.03.12 16:13| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento

ANTONIO DI PIETRO,
da Santoro ha detto:

Il problema sono le corruzioni e le mafie all'interno dei partiti; non l'articolo 18.
Poi ha aggiunto:
"In parlamento metà sono inquisiti, l'altra metà sono i loro avvocati."
Grande!

Di Pietro sei grande!

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 21:49| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri 21 marzo 2012:

valico di Lipica (Slovenia) gasolio € 1,36 al litro!!!!!!!!!!!!

Trieste centro € 1,81!!!!!!!!!!!!!

Che dire??????

ilda i. Commentatore certificato 22.03.12 13:50| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il primo maggio viene superato dal 20 marzo 2012, d'ora in poi ricorrerà :

"La Festa AI Lavoratori"!!!

anib roma Commentatore certificato 23.03.12 11:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO MANCAAAAAAAAAAAAAAAAAAA?!?!?!?!?!?!?!

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 19:11| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E con questo caro Beppe, ti sei guadagnato altri mille anni della mia infinita stima.
Punto.
A presto.
Ugo
Savignone

ugo de cresi 23.03.12 11:57| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Non capisco proprio perché alcuni si scaglino contro Il Fatto Quotidiano, per via dell’articolo relativo al post sull’articolo 18 che ha fatto il buon Beppe.

Dove sarebbe l’attacco a Beppe?

Il quotidiano si è limitato a riportare le scontate critiche del Casini, democristiano, e Gasparri, fascistone.

Critiche gratuite, più che altro per paura del M5S, e quindi con l’intenzione di denigrarlo, che per il fotomontaggio.

Fotomontaggio tra l’altro geniale.

Vi siete accorti della forma della bara?
Un’auto?

Ogni riferimento alla più grande azienda italiana casuale?

“Dopo la Fornero al cimitero, Beppe Grillo raddoppia e mette Mario Monti nella bara.”.....

Quindi?

Pensate invece alla pubblicità al M5S, amici!

E poi, stamattina, c’è un altro articolo sul fatto che parla di noi, avete visto?

“Movimento 5 Stelle A Bologna: "Sempre con Beppe Grillo"”

Fate come volete, ma io continuerò a comperarlo.

Il solo quotidiano editoriale di Travaglio vale l’euro e venti...

ps: avete visto la prima pagina de il giornale?

il Mandi Commentatore certificato 23.03.12 08:54| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

da dirittodicritica.com

L’agguato al consigliere comunale dell’Udc Alberto Musy non ha nulla a che fare con gli attentati D’antona e Biagi, o alle gambizzazioni delle Brigate Rosse negli anni ’70-’80. Non lo è perché chi ha sparato ha premuto il grilletto per 6 volte, colpendo 4 volte il braccio destro della vittima e mancandolo 2 volte, senza procurare danno mortale: la prognosi riservata è dovuta all’emorragia cerebrale causata dalla caduta, non dai proiettili.

Non è un attentato terroristico perché è avvenuto in una via controllata da telecamere a circuito chiuso, che hanno registrato l’aggressione e che già hanno fornito agli inquirenti l’identikit parziale dell’aggressore. Non lo è per la vittima stessa, un avvocato con poche ambizioni in politica, che ha lavorato con la Fornero una decina d’anni fa e che sulla Tav non ha praticamente detto nulla. Non a caso gli inquirenti stanno indagando sulla vita professionale di Musy, ed avrebbero già trovato una ex dipendente del suo studio che gli aveva giurato vendetta per presunto mobbing.


- se fossi un agente segreto (per come sono)
sai quanti "mafiosi di merda" mi inculerei...
almeno un paio al giorno! L'ho subito capito dalla
scena del crimine !

che Paese di merda!bah!

Lenin eterno (l'unico), Roma Commentatore certificato 22.03.12 14:06| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Cloro al clero.

Tore Criscienz () Commentatore certificato 22.03.12 15:22| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mastella che parla di moralità.... ma di che stiamo parlando?

Alberto A. Commentatore certificato 22.03.12 21:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@ AnSia NewSSS.......Il dubbio amletico religioso @@@

"Voglio morire con le armi in pugno" aveva detto.. ...

E' stato accontentato.
I rambo francesi,dopo un'assedio di oltre trenta ore,sono riusciti a centrarlo e gli hanno frantumato il cervello....se mai l'aveva.

Mohammed Merah,se era musulmano,con le sue folli gesta,avrà acquisito il diritto di avere 7 (sette) vergini?

Mohammed Merah,se era cattolico,sarà finito all'inferno o in purgatorio?(La domanda é lecita perché ancora oggi sui calendari dei cattolici vengono venerati re guerrieri che,in nome e per conto del cristianesimo,hanno sterminato interi popoli)
Cam.(L'inviato "transiente"che non crede nella
transustanziazione)

immi grato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 17:55| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari lettori, scrittori, contestatori, adoratori (e mi scuso per tutte le categorie che non cito ma che esistono senz'altro) del blog, vorrei che provassimo, tutti insieme (sia pur separatamente) ad analizzare seriamente ciò che sta succedendo in questo luogo virtuale e a valutare quali sono, in queste condizioni, le prospettive elettorali del M5S per le prossime politiche.
Premetto di non essere un attivista e di portare il massimo rispetto a tutti coloro che hanno dedicato e dedicano una parte del proprio tempo per lo sviluppo di un progetto nuovo come il M5S.
Non posso però fare a meno di notare che, molti di coloro che si impegnano o si sono impegnati in prima persona, si trovano oggi a denunciarsi vicendevolmente all'interno di questo spazio per i motivi più svariati.
Tutti attinenti all'eterogeneità culturale e politica dei componenti il movimento, certo, e alle dinamiche imprescindibili che si sviluppano all'interno di qualsiasi assembramento di persone.
Ma soprattutto, a mio modesto avviso, dettati dall'assoluta inadeguatezza del non-statuto alla regolamentazione di un movimento corposo di persone.
Credo che oggi, con un numero così importante di cittadini che esprimono vicinanza al M5S (con l'impegno diretto o anche solo con l'intenzione di voto), lo stillicidio di accuse e vendette (spesso di natura personale) che si consumano quotidianamente all'interno di questo spazio e, a quanto leggo, anche in altri luoghi virtuali, rischi di diventare la tomba prematura del movimento stesso.
Per quanto il non-statuto possa avere una valenza filosofica e romantica, è del tutto evidente che, se si vuole davvero avere un ruolo nella politica di questo paese, tutti coloro che aderiscono al movimento hanno l'esigenza di essere tutelati da regole che stabiliscano con chiarezza (e democraticamente) quali sono le procedure per poter agire (a qualsiasi livello) in nome e per conto del movimento.
-segue nel commento-

Andrea Molteni (nembo1972), Como Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.03.12 08:55| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto colpa di monti... si questo è l'ultimo dei cialtroni della politica italiana

ma siamo come siamo grazie a nostro caro leader silvietto che grazie a la solita minestrina

prometeva casa per tutti
lavoro per tutti
cocaina per todos

il resto lo hanno fatto "democraticamente" gli italiani da soli

si sono fatti inculare dal qualunquismo berlusconiano

ricordate la lega quando diceva "ne di destra ne di sinistra"?

ma lo triste che continuerano a farsi inculare

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 18:11| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 25)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, nel mio, perenne, percorso di istruzione finanziaria ho letto un libro, splendido, di Giuseppe Prezzolini.


In un particolare capitolo del libro vi è un paragrafo che mi ha particolarmente illuminato.


Lo Straordinario Prezzolini, al riguardo, si riferisce ad un esercizio di ragionamento proposto a scuola, nei suoi giovani anni, da un suo professore di filosofia.
Il professore invitò gli alunni a discutere su quale fosse stata la causa dello scoppio di una polveriera dove un incauto aveva buttato sbadatamente un fiammifero acceso.
Era l'avervi accumulato tanta polvere?
Oppure il fiammifero, che aveva provocato lo scoppio?
Secondo il carattere degli studenti, sottoposti al ragionamento, c'era chi accusava la polvere, e chi accusava il fiammifero.


Il professore aveva concluso che filosoficamente non era stata l'imprevidenza dell'accumulatore della polvere o la noncuranza del portatore di fiammiferi che l'aveva procurato; bensì l'accidentale incontro delle due deficienze.


Questo stratosferico esempio mi ha fatto venire in mente una domanda.


Perché è scoppiata la crisi in Italia?


E' colpa dei politici o delle banche?

U. Marco Calì

www.sapienza-finanziaria.com/



LA MANOVRA PORCA DELL'ART 18

il primo obiettivo è accontentare le lobby ,
trovare un accordo.

Dando per scontato l'esecuzione degli ordini BCE
banche europee, UE ..su foglietti di carta igienica , sporchi di spread.

A questo punto bisogna comprare CON TANGENTI MAFIOSE gli attori della casta , castine , fogne , accontentandole tutte e facendo pesare la crisi SUI PIU' DEBOLI SCOPERTI.

Chi sono i piu' deboli SCOPERTI? DOVE E' DI NUOVO FACILE PESCARE SOLDACCI SPORCHI SUBITO? :

-lavoratori del privato

-piccole imprese

COME PAGARE ?

A ) facilità di lincenziare premia CONFINDUSTRIA

B) estensione dell'art 18 alle piccole imprese PAGA I SINDACATI

VEDIAMO :

Sul punto A c'è poco da dire ; le grandi imprese si liberano di mezzo milione di persone nella crisi.

Sul punto B ; estendendo l'at.18 alle piccole imprese ( che è escluso da 20 anni senza che nessuno si sia mai lamentato ) SI TRASFORMANO IN ORO MIGLIAIA DI CAUSE DEL LAVORO CHE VANNO AD INGRASSARE LA STRUTTURA LEGALE E I FINANZIAMENTI DI STATO DELLA TRIPLICE CHE VIVE DI PENSIONATI , PATRONATI , CAUSE DI LAVORO E STATALI

Non si toccano pertanto gli statali , dove CGL & company dominano , tesserano e vivono.

I PARTITI ? monnezza , spazzatura , dove solo il PD è in difficoltà perchè non riesce piu' a prendere per il culo i votanti in picchiata .

RIGOR MONTIS e la sua banda è figlia di un sistema corrotto , sfasciato , dominato da caste politiche ed economiche che lo sostengono e come avevamo detto all'inizio è IL PEGGIO che ci poteva capitare.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.12 14:41| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 19)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma che bella storiella quella di 50 stars, sembra un racconto di Natale, di quelli fatti apposta per far addormentare felici i nostri bimbi, gli ingredienti ci sono tutti, l’imprenditore con l’idea geniale del cazzo a cui nessuno da retta gli amici che lo deridono, la banca che rifiuta il prestito, uno tenace che non molla, da solo e senza nessun aiuto tira su l’impresa di successo. Povero pellegrino 50 stars, io prenderei volentieri il numeretto per fare la fila e darti una pedata nel culo tante sono le stronzate che racconti, ci sono tanti di quei racconti intrisi di sangue che fanno da contorno ai diritti acquisiti dai lavoratori che uno basterebbe per mandarti definitivamente affanculo, vuoi che ti racconti la storia di rovelli, giusto per citarti un delinquente che prende una “paccata” (il riferimento alla seconda pellegrina non è casuale) di miliardi a fondo perduto, soldi nostri per intenderci, per creare un polo industriale in quel di porto torres, distruggere un territorio, e creare un’orda di cassintegrati, oppure vogliamo parlare degli agnelli e della fiat, e di quanti soldi pubblici hanno divorato. Lei 50 stars fa tristezza per quanto distorce la realtà meschinamente


50 aborti falliti delle ore 20^00

ci illustra il suo caso limite, forse poco più dello zero virgola zero, zero, zero, zero e passa percento di casi in tutto il mondo e lo generalizza creando una teoria economica di ultima ora degna di un ritardato mentale.

Riesce persino ad incantare gli uccellini che ancora non ci sono in giro scordandosi, di fatto, che le grandi imprese di produzione di beni, tutte, ivi incluse quelle americane, sono state fondate o sovvenzionate dallo Stato, cioè da noi, vuoi per aiuti diretti, vuoi per aiuti indiretti, vuoi per l'estorsione del pluslavoro.

Non avrei nulla incontrario a vedere un artigiano che si costruisce la sua impresa mettendoci unicamente i propri risparmi (frutti del proprio lavoro e non speculazioni). E guardate, non è neanche un caso raro, è un caso INESISTENTE!!!

L'artigiano quando cerca di sviluppare l'impresa chiede prestiti, ripagandoli con il frutto del lavoro dei neoassunti. Qui, nessuno cerca di appropriarsi dell'idea (brevetti e diritti d'autore) altrui, si cerca invece di non lasciarsi inculare con la scusa dell'idea innovativa, che altro non è che il vantaggio della prima mossa, di concentrazione capitalistica e posizione dominante sul mercato, peggio ancora, quando la si ottiene sull'intera società.

Caro 50 seghe mentali: pane al pane, vino al vino.

E guarda che l'abolizione dell'art. 18 è possibile unicamente in presenza di un popolo coglione, come lo è anche l'impresa privata. Di quanto gli italiani siano coglioni, lo vedremo nei prossimi giorni.

Ricordati, se tutti pagassero i propri debiti non ci sarebbe un centesimo in giro, neanche dentro le tue tasche. Il Mondo si regge sui debiti della povera gente. Prega il tuo Dio che gli operai imbecilli (incluso Landini) non si rendano conto del trucco,

allora sì che si potrà dire:

la borghesia tremi al solo pensiero di una rivoluzione comunista.

hasta fariseo

Tony Commentatore certificato 22.03.12 20:48| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SENTO IL DESIDERIO DI UN VDAY. LA COSA PIU' BELLA CHE E' SUCCESSA IN ITALIA DAL DOPOGUERRA.

GABRIELE TINELLI (), carrara Commentatore certificato 22.03.12 22:09| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace Grillo ma questa vignetta non fa ridere nessuno... la bara va bene x il tuo movimento 5 stelle, un aborto ancora prima di nascere! Monti perchè non lo metti in quella tua bufala di Eolo! Vuoi fare il guru tu ma in realtà sparando a zero su tutti finisci x sparare solo un mukkio indicibile di minkiate!

Roberto Sacchi 23.03.12 11:07| 
 
  • Currently 2.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori