Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lisbona abbandona la Tav


No_Tav_M5S_Roma.jpg
"Il governo portoghese, nella morsa dell'austerità, abbandona il faraonico progetto ferroviario dentro il quale è progettata la Torino-Lione. Che fine fa il Tav su scala europea? Il progetto era già stato sospeso nel giugno del 2011, ma ieri la Corte dei Conti lusitana ha messo la parola fine alla grande opera annullando il contratto per la tratta principale, 150 km tra Poceirao e la frontiera con la città spagnola di Badajoz. Un appalto per 1,4 miliardi di euro, aggiudicato nel 2010 dal precedente esecutivo socialista. Il ministero dell'Economia ha dato la priorità alle reti ferroviarie transeuropee per i trasporti merci dai porti di Dines e Aveiro per stimolare la competitività delle esportazioni portoghesi... Madrid e la Ue hanno fatto molte pressioni su Lisbona perché su quel versante sono a rischio 133 milioni di euro di fondi europei. "Sapevamo che in Portogallo tirava un’aria pessima per il progetto, e per la popolazione sotto l’austerity... Anche a Kiev, l’altro capolinea, d’altronde, non ne sanno quasi nulla. E’ più l’UE che premeva sul progetto. Sono infinite le prove che non serve a nulla quel corridoio", dice dalla Valsusa militarizzata, Nicoletta Dosio. Sarà interessante capire quali saranno le conseguenze sull’erario dell’annullamento per eventuali penali. Ma soprattutto le ricadute sulla compagine europea dove la decisione portoghese è considerata un "problema politico"... Ciò accade mentre i trasporti pubblici in Portogallo sono paralizzati dal secondo sciopero generale contro l’austerità del cosiddetto piano di salvataggio da 78 miliardi concordato con UE e FMI l’anno scorso. La metropolitana di Lisbona e i traghetti sul Tago sono fermi, treni e autobus circolano solo in servizio minimo." da ilmegafonoquotidiano.globalist.it (segnalazione di belzebù ^)

25 Mar 2012, 19:01 | Scrivi | Commenti (39) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ciao, ragazzi OKKIO...si scrive "IL TAV" e non "LA TAV"!!
Anche Beppe ha già più di una volta ironizzato su questa cosa: NON FACCIAMO LO STESSO ERRORE!!! :D

Si dice IL TAV perchè l'acronimo significa Treno ad Alta Velocità: quindi IL Treno.

Correggete almeno il programma del M5S! Se no che figura ci si fa??


Saluti Notav
Luc(A)

luca notav 13.06.12 23:32| 
 |
Rispondi al commento

Continuiamo a fare salire a 12000 metri i treni anziché farli andare in piano piu'possibile e già che ci siamo perche'i non chiudiamo le gallerie(peraltro pericolose )e scavalchiamo le montagne come Annibale con gli elefanti tanto il traffico diminuisce razza di deficienti

Roberto Ulandi, Alessandria Commentatore certificato 05.05.12 23:09| 
 |
Rispondi al commento

In Italia il problema della TAV è uno dei tanti...siamo purtroppo calibrati in questa maniera perché la gente non si informa e preferisce sentire la televisione e tutti i suoi programmi derivati... ed poi se vogliamo dirla tutta fino a quando facciamo 3 pasti al gg circa e in ospedale andiamo solo per una slogatura a noi non ce ne fregarà niente.... La coscienza in Italia non esiste più..... Forza Beppe, Forza M5S, continuare così .... speriamo nelle giovani leve ....
Beppe ci sarò anche io a sentirti a Mondovì.

Diego

Diego Gastaldi 30.04.12 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei riassumere brevemente.
Il tunnel sotto la manica è stato ricapitalizzato 5 volte dal giorno dell'inaugurazione. Cioé è fallito 5 volte: ma Francia e Gran Bretagna, o meglio i loro politici, piuttosto che ammettere di essersi sbagliati, lo tengono in piedi con i soldi pubblici. Poi non ci sono i soldi per i sussidi di disoccupazione. E vabbé. Sapete che traffico c'è nel Canale della Manica ? Non certo quello che c'è al Frejus. Ma il tunnel è fallito ugualmente.
Dal 1990 il Giappone comincia il "Decennio perduto": la crescita prima si interrompe, poi comincia il declino. Per scongiurare il fato, il governo decide una grande serie di opere pubbliche - autostrade che portano su isole deserte, gallerie che forano montagne vuote. Oggi il Giappone ha il debito pubblico più elevato al mondo - dopo gli USA.
Le linee TAV italiane sono tutte in perdita: lo ammette IL SOLE 24 ORE in un articolo (http://www.ilsole24ore.com/art/economia/2012-01-31/promossa-solo-milanoroma-064241.shtml?uuid=AaI0IskE).
La TAV è voluta dai politici italiani per un solo motivo: tangenti da incassare. Il resto è solo propaganda, réclame di giornalisti lottizzati

Euplio Franco 29.03.12 11:03| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Esclusivo , la nuova legge elettorale - La merdarum

Ormai si sono messi d'accordo i 3 principali partiti,
ecco la nuova legge elettorale
I deputati saranno 500 e non piu' 630
I senatori saranno 250 e non piu' 315
sbarramento al 5%
leggi tutta la nuova legge elettorale

http://quaeram.blogspot.it/2012/03/esclusivo-la-nuova-legge-elettorale-la.html

pino 28.03.12 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Salve. Mi capita fare la tratta Napoli-Rimini.
A voler essere precisi una sola volta all'anno fra il 2000 (anno in cui mi sono rotto ad usare l'auto) e il 2008. Dal 2008 in poi in media ho fatto la tratta in questione almeno 4 o 5 volte l'anno, col freddo e col caldo; quest'anno poi ho cominciato con il gelo.
Nel tratto Roma-Falconara Marittima uso sempre riposarmi e sonnecchiare ma quest'anno no, non ho sonnecchiato e mi sono affacciato ai finestrini.
Ero nei pressi di Genga (Grotte di Frasassi) quando incredulo ho visto che stavamo percorrendo un tratto a binario unico. Mi sono detto che stupidaggine! una tratta cosi frequentata con un binario unico.
Proseguendo ho visto che non era qualche chilometro ma parecchi chilometri. Ho consultato wikipedia è sono rimasto di sasso...la tratta è con ben 125 chilometri a binario unico.
Capisco che quei personaggi devono fare soldi, ma fateli facendo cose utili, per esempio appunto, modificando la tratta rendendola tutta a due binari.
Altro esempio di spreco faraonico è quella chiavica (scusatemi il termine) del metrò sottoterra a Napoli... Per i buoni e i più vecchi napoletani...sanno che la stessa tratta era servita sopraterra da Pozzuoli fino a Poggioreale, dove dovrebbero essere rinchiusi, ad ergastolo tutti gli amministratori della Regione Campania dai consiglieri circoscrizionali in poi... invece di sprecare i soldi scavando nella melma delle paludi creata dell' ex Sebeto si faceva il vecchio percorso, uguale al nuovo e mettendo agli incroci, ben pochi in verità, vigili e passaggi a livello con sbarre pagandoli per secoli e secoli con i soldi risparmiati. Potevate poi rubare sui tram da farci passare sopra, uno ogni tre minuti...andavano bene.... Cosi facevate due cose buone, rubavate soldi e facevate una cosa meritoria, a quest'ora già funzionerebbe da anni ma a voi piace inaugurare e poi chiudere per mezza giornata la tratta Mergellina-Campi Flegrei. Siete una chiavica senza cervello voi è quella merdata tav

peppiniello G. Commentatore certificato 28.03.12 19:50| 
 |
Rispondi al commento

In Italia ci sono le tasse piu' alte del mondo!!!
www.quaeram.blogspot.it/2012/03/in-italia-ci-sono-le-tasse-piu-alte-del.html

pino 27.03.12 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Le proteste ed i blocchi NO TAV non sono gratis, ed hanno un costo che si andrà a sommare ai costi dell'opera stessa. La protesta prosegue, i costi annessi anche. Io capisco che ci possa essere chi non è daccordo alla realizzazione dell'opera, anche perchè le variabili in gioco sono tantissime e, a seconda di come le si guardi, danno ragione all'uno e all'altro. Quello che non capisco è questa protesta ad oltranza, questo accanimento malato. In questo modo si fomentano comportamenti scorretti ed atti di vandalismo come gli incendi di ieri a Milano. Il concetto è chiaro: voi la TAV non la volete! Ma siamo in democrazia. Tutti i governi hanno votato a favore. La maggioranza degli italiani è probabilmente a favore. In seguito a queste proteste pagheremo l'opera molto di più del suo valore, e la pagheremo tutti, anche chi ritiene che la democrazia sia ancora un valore e che gli interessi dei pochi non debbano prevaricare le volontà dei molti.

Gus 27.03.12 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il 7 dicembre 2011, in Francia, il “Conseil général de l'environnement et du développement durable”, dipendente dal Ministero dello Sviluppo – sul TGV Lione Torino rilevava >. Quindi anche là il progetto è molto criticato, perfino da un importante organo dello Stato. Si aggiunga un libro di 250 pagine, uscito là nel settembre 2011, intitolato "FGV - Faillite à grande vitesse: 30 ans de TGV" (“FGV - Fallimento a Grande Velocità: 30 anni di TGV”)scritto dal giornalista Marc Fressoz, nella cui sola presentazione si legge: “Uno strano compleanno per il TGV! La Francia festeggerà il 22 settembre 2011 i 30 anni della prima linea ad alta velocità (Parigi-Lione). Un successo che nasconde un disastro” - “Ritardi di treni che si moltiplicano, linee che degradano e diventano pericolose… Oggi gli utenti non hanno ancora finito di pagare il conto di quel TGV del quale si erano infatuati i nostri eletti” - “Con la crisi, non ci sono più soldi nelle casse pubbliche per far girare il sistema ferroviario; che è asfissiato da un debito di 30 miliardi di euro, ereditato in gran parte dallo sviluppo del TGV” – “Risultato: colui che per anni ha incarnato la religione dell’alta velocità, sacrificando i treni ordinari, cioè il mediatico Guillaume Pepy, ora vuole fare macchina indietro. Il patron della SNCF si prepara a sopprimere un buon centinaio di TGV che viaggiano in perdita”.

Leonardo LIBERO 27.03.12 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Grande Portogallo! Hanno coraggio e non remano contro se stessi i popoli che rifiutano di sottostare alla mafiosità della Francia, Germania e GB, che con i loro capricci e per i loro egoistici piani stanno portando alla fame i paesi meno forti economicamente. Ma poi la loro forza è solo fittizia perche sanno mascherare la loro depressione. L'Italia al contrario del Portogallo, nella sua effimera megalomania ha deciso di uccidere il suo popolo per rimanere tra "i grandi", ch comunque ci disprezzano!!
E il popolo tace. E allora ben gli stanno tutte le randellate che receve e riceverà in futuro. Il peggio ancora è da venire. Bravo Portgallo!!

sdaslt 27.03.12 06:59| 
 |
Rispondi al commento

Bravi ragazzi! Vi stimo.

Flavio P., Brescia Commentatore certificato 26.03.12 19:38| 
 |
Rispondi al commento

segnalazione di Belzebu.... grande!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.03.12 19:15| 
 |
Rispondi al commento

ci dimeniamo continuamente ... e per cosa?

se volete un po di sana informazione
http://paolobarnard.info/

ma soprattutto sappiate questo:

http://paolobarnard.info/ricordate.php

Francesco Primerano 26.03.12 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Noi invece abbiamo buttato via le olimpiadi che ne capita una ogni mezzo secolo dichiarandoci moralmente falliti al mondo intero, da nazione sportivamente rispettata che eravamo. E poi, facciamo il tav che costa quanto 5 olimpiadi e non ti fa guadagnare una mazza. Ciò è' diventato il simbolo dello sperpero e della prepotenza della casta che con i nostri soldi ci fanno quello che cazzo gli pare e pertanto dovrebbero manifestare contro mezzo milione di italiani.

andrea p. 26.03.12 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Grande Elio

http://www.youtube.com/watch?v=5NOmpNLCrDY

Gp B., To Commentatore certificato 26.03.12 15:26| 
 |
Rispondi al commento

la pubblicita' di evasori fiscali mi sta' proprio sullo stomaco perche' non mettono la pubblicita' su tutti i politici partendo dal piu' piccolo fino al ministro e aggiungono tutti i vari personaggi che ruotano intorno alla politica e alle opere pubbliche dicendo che ogni euro speso in piu' si poteva costruire una scuola un ospedale un parco e via dicendo a quest'ora non avevamo bisogno di mettere in ginocchio il popolo italiano per continuare a farli stare bene ma i loro privilegi
non li vogliono abbandonare
ALLORA ALLE PROSSIME ELEZIONI PER UNA VOLTA NON ANDIAMO A VOTARE SUPERIAMO IL 50% PER CENTO DEI NON VOTANTI E POI ...VEDIAMO

marimauro marimauro, roma Commentatore certificato 26.03.12 15:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cme meravigliosa occasione per tirarci indietro e dare la colpa ai portoghesi se la Tav non si fa. Monti forza, hai quello che ogni italiano di giorno in giorno olia con mille strategie: la mancanza di prendersi le proprie responsabilità!
Si evitano costi, risolvi i problemi interni e questo grazie al coraggio di sopravvivenza protoghese (che non avrebbero mai pagato un biglietto!).

Ma non ci sentiamo delle merdacce?

Ieri erano tutti a pranzo insieme appassionatamente: centro, destra, sinistra e sindacati, accucciati alle banche che pagavano il mangiare.

che quadretto.

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.03.12 10:47| 
 |
Rispondi al commento

qualche governo in Europa sta dimostrando di avere buon senso e coraggio. Dare risalto a notizie come questa.

Paolo r., Padova Commentatore certificato 26.03.12 10:18| 
 |
Rispondi al commento

E certo, il Portogallo mica ha la Piovra politico-criminale che si alimenta proprio con la TAV.
Come fanno i partiti ad alimentarsi, se non con i costi gonfiati della TAV?
Guarda caso la camorra casertana ha avuto la possibilità di distruggere impunemente il territorio di Caserta e province vicine proprio perchè ha permesso alle ditte vicine ai partiti di arricchirsi con la Roma-Napoli (e difatti i capi dei casalesi sono leader nazionali nel cememto e movimento terra).
Per non parlare della Milano-Torino che ha fatto decollare le ndrine del nord.
Ecco perchè oggi criminalità, politica, appalti e discariche sono indissolubilmente legati: se salta uno saltano tutti.
Secondo me l'uomo chiave del sistema è Bisignani:
basterebbe arrestarlo e metterlo in cella con qualche ergastolano maghrebino arrapato per far saltare tutto.

mario genovesi, Roma Commentatore certificato 26.03.12 08:20| 
 |
Rispondi al commento

la UE è defunta tanto che non riesce neppure ad aiutarci per i 2 marò che saranno abbandonati a se stessi oppure altrimenti ci toccherà fare guerra all'india unilateralmente.

in compenso abbiamo in italia un mare di spazzatura multietnica anche indiana prona a rivendicare diritti ..... e intanto gli italiani veri lo prendono sempre più nel culo.


ogniuno sta bene a casa sua e l'ospite dopo 3 gioni puzza così come è bene farsi sempre i cazzi propri......

ma fa piu danni l'ideologia che una guerra.... avete voluto kasciare questo pattume multietnico ai vostri figli ?

ben vi sta se ora va tutto allo sfascio e finirà in una bella guerra civile.

antiitaliano è di moda 26.03.12 07:19| 
 |
Rispondi al commento

L europa è un sistema troppo complesso per poter andare avanti in maniera stabile. La TAV,in essa è un sistema di trasporto complesso nella sua operosità,e altresi vero,non si può insistere nel fare cose che i popoli non vogliono,non siamo nel medioevo,l esempio del portogallo deve far riflettere i politicanti europei,anchio che ero per la TAV,come modernizzazione del paese,mi trovo invece ora con molti dubbi,ma non per la sua inutilità in sè stessa,perchè alla fine sarà pure utile,ma per il costo abnorme dell opera in questo periodo di crisi economica,piuttosto questi soldi usiamoli bene per altre cause urgenti. Il problema è che l opera dalla TAV,ci è imposta da determinati poteri forti che vogliono il corridoio per motivi che adesso non vi so spiegare,mi viene un altro dubbio però,mi sembra molto strano che il portogallo rifiuti l opera,non vi sarà qualcosa sotto??? Non dico la mia teoria del motivo di tale scelta portoghese...ma con un po di immaginazione la si può anche capire...ciao a tutti...

albert einstein 26.03.12 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Grande Portogallo! Se molla anche la Francia, è fatta!

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 25.03.12 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Alla Fine Quindi La Tav non si fa?
oppure rimane solo un parere che condivido,quello che lisbona rifiuta?

Niko G., cardito Commentatore certificato 25.03.12 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Se e' vero come e' vero che il traffico su rotaia e' in costante diminuzione da anni che l ' opera e' faraonica e per questo durerà una vita e i costi previsti dati per certi da fonti non proprio libere andranno alle stelle allora dico : 'fan culo ' sta tav e spazio a idee nuove migliorative per la nostra povera Italia via tutto sto vecchiume ottuso della politica politicante attenta all oggi e mai al domani e solo in termini di consenso e tornaconto personale ps : un grazie particolare al presidente della repubblica che ha promesso di non ricandidarsi ........e ci mancava !!!!!

Domenico De Simone 25.03.12 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Ed è quello che dovremmo fare noi le pressioni della ue ci possiamo gonfiare le ruote i palloni no sono già troppo gonfi in tutti i sensi ora c'e un motivo in più c'e da sperare che ora la Spagna e la Francia ci ripensino tanto i nostri duri e puri vanno avanti un buco è un buco si arrapano al pensiero di penetrare il problema è un altro buco quello finanziario o li arrapa pure quello

Riccardo Garofoli 25.03.12 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Tre giorni fa sono andato verso Milano in autostrada da Torino, e il mio compagno di viaggio conoscendo le mie idee, mi ha fatto notare che sulla TAV che costeggia l'autostrada,non era passato neanche un treno. Mi ha anche detto che i treni in un giorno che passano non sono più di dieci. Il prezzo in compenso per andata e ritorno, detto da sua figlia che l'aveva preso, era di 70 o 80 euro. Con quello che è costata quella linea ferroviaria e con il traffico praticamente inesistente è praticamente già morta, alla faccia di tutti quelli che la sostengono, specialmente il PD

adriano 25.03.12 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Abbandonare la TAV? niente di più logico!

Paolo Lincetto, ABANO TERME Commentatore certificato 25.03.12 20:46| 
 |
Rispondi al commento

I portoghesi! Per loro l'ingresso in Europa ha significato una manna senza precedenti perchè indovinate? Perchè per la prima volta hanno visto pensioni serie! Il Portogallo prima dell'euro era un posto dove si andava con quattro soldi e così anche in Spagna e si mangiava anche con quattro soldi. Con le migliaia di lire si andava là e ci dicevano basta basta basta e poi a voi cosa rimane se ci date tutte queste migliaia di lire??
Adesso continuano a ragionare così solamente che al posto delle lire ci sono gli euro e se andiamo là ci dicono ancora ancora ancora cosa ci facciamo con questi pochi euro??
E adesso con le pensioni serie cosa ci fanno???
Indovinate! Si riuniscono nei loro club che assomigliano alle nostre osterie e si imbriacano di Porto e mangiano sardine!! Bevono mangianos ardine e si imbriacano! Figuriamoci quanto gliene frega del TAV! E fra l'altro si sentono come noi!
Ma è meglio così! Loro almeno sono rimasti ancorati alle loro tradizioni, invece noi no! Abbiamo generato la classe burocratliota che con l'elemetto in testa a configurazione "Testuggine" si è piazzata in Val di Susa a far valere la politca di sistema dell'assolutismo burocratico di Monti! I tempi degli italiani alle osterie a bere e giocare a carte saranno anche stati criticabili ma almeno non facevano danni se non ai polmoni degli affumicati clienti.

mario mario Commentatore certificato 25.03.12 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

niente altro che una cosa logica.
non ho i soldi? sono in piena recessione economica? bene non spendo e spando in cose faraoniche e di dubbia utilità.

non ci vedo niente di strano. lo starno sono le pressioni dell UE che iniziano a stancarmi

ivan m. Commentatore certificato 25.03.12 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Lenin eterno (l'unico), Roma 22-03-12 23:37
Rispondi al commento (sottocommento)

INTERESSANTE...NO!

da notavinfo
top — 22 marzo 2012 20:30

IL PORTOGALLO CANCELLA UN PEZZO DI CORRIDIO TAV LA LISBONA MADRID

E’ notizia ufficiale di oggi 22 marzo, il ministro portoghese dopo una attenta analisi della corteo dei conti ha depennato il progetto alta velocità Lisbona Madrid di comune accordo con il governo spagnolo. La notizia è stata data con una certa risonanza per placare gli animi del popolo portoghese che sta pagando una crisi economica senza precedenti che nulla ha a che invidiare a quella greca. Sono ormai anni che questo paese assume la “cura europa”, ricetta farmacologica anti crisi fatta di tagli allo stato sociale, tagli ai diritti del lavoro e così via e i risultati si vedono eccome, mercato nero dei farmaci, corruzzione per accedere alle cure ospedaliere, scuole che cadono in pezzi

Lenin eterno (l'unico), Roma 22-03-12 23:51

-------------------------------
sono tre giorni che l'ho postato...
ma pare che non faccia notizia (!!)
potrebbe "spegnere" un fuoco da cui sarebbe dovuto
partire il grosso incendio per tutta la penisola!

infatti se il "corridoio" non è più fattibile
anche in Val di Susa non lo sarà !

the end no-tav

Lenin eterno (l'unico), Roma Commentatore certificato 25.03.12 19:59| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori