Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Nazionalizziamo le banche

  • 658


banche-aliens.jpg

La banca è l'attrice protagonista del film horror del nuovo millennio. Ha preso il posto di Alien. Senza possibili dubbi. La crisi bancaria del 2008 è esplosa come un mostro incubato da anni nella società. I veleni tossici: derivati, junk bond, Cdo sono schizzati ovunque. Le istituzioni bancarie internazionali, la BCE, la FED, sono obbligate a tenere in vita le banche, i mostri legati all'organismo degli Stati. Se muore Alien, muore infatti anche il corpo che lo ospita. Le nutrono creando moneta dal nulla (che per l'appunto non vale nulla). Il prestito di 900 miliardi all'1% di interesse erogato dalla BCE alle banche europee tra gennaio e febbraio di quest'anno, in prima fila quelle italiane, non è servito a far ripartire l'economia con finanziamenti alle imprese. Questa enorme massa di denaro è servita alle banche per comprare titoli pubblici che sarebbero andati invenduti, e sui quali guadagnano interessi dal 4 al 6%, acquistare le proprie obbligazioni e investire su azioni a elevato rendimento. I soldi se li sono tenuti. Le aziende stanno morendo per mancanza di credito. I fidi sono negati o addirittura chiusi, i finanziamenti non vengono più erogati.
L'economia di Main Street è stata sostituita da quella di Wall Street. Da un'allucinazione ottica. Il denaro non si mangia. Ieri, Greg Smith, un alto dirigente della Goldman Sachs, ha lasciato la banca dopo 12 anni con una durissima accusa pubblica. Ha definito la Goldman Sachs dominata da una cultura "tossica", legata unicamente al profitto qui e ora, che tratta i propri clienti come pupazzi. E' forse il primo caso di un banchiere pentito che fa outing. Un Buscetta della finanza.
A cosa servono le banche? A favorire lo sviluppo delle imprese e del territorio. Ora sono autoreferenziali, scollegate dall'economia reale e da una visione del futuro (cos'è un investimento in un'impresa se non una scommessa sul futuro?). Le banche devono ritornare al servizio dello sviluppo e dello Stato. Dalla privatizzazione delle grandi banche voluta da Prodi negli anni '90, queste si sono allontanate dal loro compito. Sono mostri in libertà. Vanno ri-nazionalizzate. Messe sotto il controllo dello Stato e dei cittadini. Loro non si arrenderanno mai. Noi neppure.

bancarotta_3DA.pngBanca Rotta di Eugenio Benetazzo

È arrivato il momento di riappropriarci dei nostri soldi. Dalla scelta della banca al risparmio alternativo, dai titoli di Stato ai mutui.

15 Mar 2012, 11:04 | Scrivi | Commenti (658) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 658


Tags: banche. Buscetta, BCE, FED, Goldman Sachs, Greg Smith, Wall Street

Commenti

 

L'affermazione di ri-nazionalizzare le banche denota crassa superficialità nel pensare e, fino a prova contraria, fa solo una ennesima mera affermazione di fede nello Stato. Domanda: perché mai il cittadino (se non è proprio decerebrato) dovrebbe credere ancora nello plenipotenziario Stato odierno? Affermare che occorre rimettere allo Stato l’emissione monetaria equivale a chiudere gli occhi o a dimenticare che l’iniquità dell’emissione monetaria in quanto forzosa (grazie al monopolio) fu legalizzata dallo Stato. Lo Stato ha tradito. Non vi sono “ma” e “però”. Lo Stato si comportò con la Banca emittente rispettivamente come fa il mandante del killeraggio col killer. Se l’attuazione della sovranità monetaria del M5S consiste nel rimettere l’emissione della moneta nelle mani dello Stato (o della Nazione fatta di nativi che in realtà non contano nulla in quanto ancora inchiappettati nelle dinamiche dei partiti), ciò significa credere ancora una volta nello Stato mandante, credendolo meno responsabile della banca emittente (killer)! Ma questa è una vera castroneria. Come si fa oggi ad avere fede nello Stato pur restando in buona fede? Lo Stato deve occuparsi di diritto, non di economia.

Nereo Villa 18.03.14 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
scusate se mi intrometto, ma ho avuto anch'io varie "vicessitudini" con le Banche e anche Equitalia.
Penso che la cosa migliore sia proprio di boicottare il sistema Bancario. Come?
Semplicemente non usando le banche, ma di affamarle, praticamente facendo girare soldi, affari, contributi e altro su altri sistemi diversi da quello bancario. Non ci vuole molto per capire che senza "polli" anche le banche schiatterebbero entro breve, e visto che questa porcheria di pseudo Comunità Europea è Banca Centrica, lo stesso risultato si otterrebbe su tutta la linea alleandosi con altri gruppi di altri paesi (vedi i nostri sfigati vicini di casa Spagnoli, Greci e altri ancora). La stessa cosa bisogna cominciare a farla con le multinazionali e con tutti gli altri sistemi che ci impongono stili di vita DEBITORIA . GRANDE Distribuzione, compagnie petrolifere, Multinazionali di ogni genere, fra cui quelle Farmaceutiche. Per ogni settore bisogna studiare una strategia di comportamento, divulgarla e metterla in atto.
Al pari dei Meetup devono crescere dei portali concentrati sulla divulgazione di queste strategie, autoalimentati e sopratutto autonomi e svincolati uno dall'altro. La finalità è sempre quella di riprendersi la nostra vita e le nostre famiglie.
Cosa ne pensate???

luca paolino 21.07.13 00:09| 
 |
Rispondi al commento

1) OGGI SCOPRO CHE RIGORMONTIS NEL SILENZIO TOTALE DELLA STAMPA HA FATTO IN MODO CHE 3,9 MILIARDI DI EURO DI AIUTI DI STATO (praticamente l'incasso dell'IMU sulla prima casa), viene gentilmente donato a coprire parte del dissesto di MPS (banca di riferimento del PDLMENOELLE). Quando c'era LUI le aziende "salvate" dallo Stato tramite l'IRI venivano NAZIONALIZZATE...
2) si vuole rilanciare l'economia a costo zero per lo stato? BASTA UNA LEGGINA CHE VIETI ALLE BANCHE DI SVOLGERE ATTIVITA' FINANZIARE MA DI LIMITARSI ALLE ATTIVITA'(COME AVVENIVA IN PASSATO) DI SOLO DEPOSITO E CREDITO

Salvatore Fazio 03.01.13 21:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lA NAZIONALIZZAZIONE DELLE BANCHE? INSERIAMOLA NEL PROGRAMMA DI GOVERNO DEL MOVIMENTO!

Giulio Cabella (Giulio Cabella), Lerici Commentatore certificato 27.11.12 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Eh, già. Da quando abbiamo detto "Europa", da quel giorno è iniziata la catastrofe. Da lì.
L'Europa che hanno in mente questi pazzi scatenati non è una unione alla quale si sia arrivati tramite logiche che rispecchiano l'economia e la politica reali, ma secondo forzature, con scusanti più o meno puerili tipo quella che in tal modo si scongiurano le guerre tra stati...
Mi sembra si stia rischiando il contrario...mentre prima no e se non son guerre tra stati rischiano di essere guerre civili: ben peggio.
Ma bravi, siete stati proprio bravi. Complimentoni per il merdaio che avete combinato.

Pollicino incazzato 27.11.12 12:18| 
 |
Rispondi al commento

ALLUVIONATI SICILIANI GENTE DI SERIE B!

********************************************

Quando succede una disgrazia nel nord italiano gli aiuti per i poveri disgraziati cadono da tutte le parti, arrivano presidenti americani, si organizzano G8 il loco, i politici arrivano in elicottero pieni di parole di speranza, ma quando i terremoti e gli alluvioni accadono nel mezzogiorno italiano vi è solo menefreghismo dei politici romani. Gli stessi politici tra cui anche quelli originari della Padania che amano trascorrere le vacanze proprio in Sicilia tra Panarea e Porto Rosa.
La musica è sempre la stessa in Italia. Ad un anno dalla tragica alluvione che ha colpito Saponara il novembre del 2011, (comune antistante alle isole Eolie), provocando la morte di tre persone, tra le quali un bambino di soli 10 anni, non sono stati fatti sostanziali passi in avanti per la prevenzione del dissesto idrogeologico.
Quattrocento imprese della zona colpita dall'alluvione del 22 novembre dello scorso anno rischiano il fallimento. E all'orizzonte, a breve termine, per loro, non si profila nessun aiuto da parte della Regione o dello Stato.

Nino da Palrmo 27.11.12 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Io lavoro in banca da quando avevo vent'anni (ora ne ho 45): quando la banca era pubblica, quante volte mi sentivo dire "vedrete vedrete... quando arriva l'europa...".E' arrivata e sono arrivate anche le privatizzazioni... era ovvio che l'avremmo pagata tutti. Ora che facciamo ce la prendiamo sempre con le banche private, come allora ce la prendevamo con quelle pubbliche, e vogliamo che tornino nazionali? Non dovremmo prendercela con noi stessi che siamo dei cretini? Poi mi chiedo io... ma la pubblicità della Cinquecento Fiat che c'azzecca con Beppre Grillo? Non è più colpevole il capitalismo delle Multinazionali, quindi anche quello di Marchionne e della Fiat attuale, che non le Banche? Non sono stati i Capitalisti internazionali a spingere per la privatizzazione delle banche? E che facciamo, sul Blog di Grillo facciamo la pubblicità al nemico?????

Ruithora Carpediem 26.11.12 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, dimenticavo di sottolineare che ho restituito tutto il "malloppo" non in 10/15 anni, ma in poco più di 3 (tre anni!)
ciao a tutti.

domenico ., toscana Commentatore certificato 26.11.12 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Alla fine degli anni 8o inizio 90, ricordo il tentativo di varare una legge antiusura. Ci vollero mesi e mesi perchè proprio le banche non riuscivano a mettersi d'accordo per poi inventare qualcosa di ...."t'inculo in qualche altra maniera". Non ho seguito molto il "caso" ma ricordo che la Cassa di risparmio di Firenze mi prestò 30 milioni (che poi erano 28, la prima rata me la trattennero prima di darmi i soldi)e gliene restituii £42 !!! USURA?
Da anni sono alle poste,...ma ormai anche loro hanno imparato i "giochini".

domenico ., toscana Commentatore certificato 26.11.12 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Certo che se le banche quando va bene sono guadagni privati e quando va male sono debiti pubblici tantovale nazionalizzarle.

Secondo me il problema è anche quello del sostanziale MONOPOLIO del mutuo:
i mutui della BANCA che durino oltre 18 mesi hanno un'imposta sostitutiva dello 0,25% sull’importo totale;
i mutui concessi da un PRIVATO invece l’imposta di registro 3% sull’erogato + 0,50% sull’importo della garanzia concessa (ipoteca o fideiussione) + l’imposta ipotecaria nella misura del 2% sul totale della garanzia prestata.
Al contrario del mutuo bancario vige l’indetraibilità in sede di dichiarazione fiscale degli interessi passivi corrisposti al mutuante.

E se questo non è un va**anc**o di monopolio.... tasse 20 volte inferiori ai mutui fra privati?? Ma le banche sono raccomandate da Dio in persona?

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 21.10.12 17:02| 
 |
Rispondi al commento

L'ho sempre detto io che voi non siete un movimento di cittadini, ma i soliti comunisti statalisti

Roberto Benfatto 07.05.12 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ritengo che bisogna smettere di lamentarsi e piangerci addosso! OCCORRE FARE CIO' CHE E' POSSIBILE E IMMEDIATO NELLA LEGALITA'! ORGANIZZIAMOCI! Per una reazione immediata allo strapotere delle banche una azione semplice potrebbe essere: controllare la raccolta di denaro su base territoriale per reindirizzarla .Perciò io propongo di costituire, località per località, una associazione di contocorrentisti in modo da raggiungere numeri di associati consistenti nell'ambito territoriale di una banca o sua filiale,così da poter togliere da quella banca o filiale centinaia-migliaia di conticorrenti dalla sera alla mattina.L'effetto potrebbe essere come “distruggere quella filiale” senza usare violenza e tutto credo rispettando la legalità (questo aspetto deve essere approfondito).Una tale associazione per sua natura non ha collocazione politica perchè agisce solo nell'interesse del cittadino e potrebbe avere effetti considerevoli sul sistema economico locale costringendo le banche a trattare tassi e prestiti.(fabrizio.bianconi@gmail.com)

fabrizio bianconi 23.04.12 09:01| 
 |
Rispondi al commento

assolutamente daccordo ero a Rimini ed ho visto solo gente normale che crede in un meraviglioso progetto con entusiasmo e vuole farlo volare alto verso il futuro, anche per le generazioni a venire. Il programma e le idee del movimento sono bellissime e vanno portate avanti e diffuse. Possiamo aver sbagliato, ma ci abbiamo messo il cuore.

alessio t., portogaribaldi Commentatore certificato 21.03.12 00:34| 
 |
Rispondi al commento

sono andrea pradoli artigiano, fate come me dopo due anni di sacrifici perchè le benche mi chiudevano i fidi in quanto cattivo pagatore e non meritevole di fiducia bancarie/economica cosi era il loro dire, ora posso dire di lavorare con i mie soldi tecnicamente con il proprio attivo, ringrazio le banche sentitamente per questa condanna che mi hanno inferto ma cosa sana e giusta che sto tanto bene lavoro meno e spendo meno di competenze ed interssi ma guadagno di più, credetemi si può fare anche senza banche basta rallentare per un periodo e si troverà la giusta dimensione, purtroppo le banche hanno bisogno dei soldi pubblici perche tanta gente ha fatto come me e quindi per sostenere l'ammancoo di liquidità gli stati devono finanziarle e questo va a scapito della ripresa per le famiglie cordiali saluti.

andrea pradolin 20.03.12 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lega nord:

Per essere stato uno dei partiti ladri in parlamento stipendiati con i soldi pubblici e mai sazi.
Nella vita dediti ad arraffare tangenti offrendo favori e raccomandazioni.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/06/corruzione-indagato-leghista-boni-presidente-consiglio-regionale-lombardo/195786/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/07/tangenti-procura-milano-ipotizza-sistema-lega-pdl-lombardia/196056/

Per aver affossato questo paese.

Per essere stato il partito che più ha collaborato a fianco di berlusconi per ottenere l'ennesima prescrizione l'ultima del 25/02/12 per il processo mills.

Per aver graziato molti mafiosi in parlamento (vedi cosentino), per essersi accordata per venti 20 anni con il più grande mafioso che la repubblica italiana abbia mai conosciuto berlusconi.

Per aver ingannato il popolo per un ventennio.

Per essere in verità il partito che maggiormente ha contribuito a far fallire L'ITALIA.

Sia maledetto il partito della LEGA NORD, IL SUO SIMBOLO, LA SUA IDEOLOGIA, e non sia mai più ricordato nei secoli.

Lega nord GAME OVER.

Pietro T. Commentatore certificato 20.03.12 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Riprendiamoci la Bamka d'Italia, ... è nostra, è dei cittadini che l'hanno creata con le sofferenze della seconda guerra ed i sacrifici della rinascita, ... quando tutto il mondo guardava a noi come al Miracolo Italiano !
Riprendiamoci la Banka d'Italia prima che ci portino via anche la dignità di decidere!

franco Vero (sat cit ananda) Commentatore certificato 19.03.12 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Le banche servono per calmierare il fare di chi non è allineato. Allineato con un un certo tipo di fare economia, impresa, ecc. Per fare qualsiasi cosa oggi occorre denaro, altrimenti si è esclusi dal contesto civile. A maggior ragione per attivare un'attività serve denaro. Anche se uno lo eredits non può fare a meno della banca per gestire il suo fare. Nemmeno l'ultimo dei lavoratori dipendenti, a meno che non sia pagato in nero, può fare a menop delle banche. Per ricevere lo stipendio serve un conto corrente bancario. Per fare moltissime altre banali cose del vivere quotidiano serve una carta di credito e senza il cc non la si ottiene. Negli anni 80 la carta di credito la davano a chiunque perchè volevano diffondere il danaro virtuale. Con esso si controllano le spese effettuate da ciascuno, si conoscono le tipologie di acquisti e la loro entità e frequenza. Insomma Mario sa tutto e con questa mole di dati può agire come meglio gli aggrada e lo fa. Lo fa nei confronti di chi lavora davvero, di chi suda e si affanna per vivere, mentre quelli che hanno il denaro che conta, benficiano di questo suo fare. La grande distribuzione ha perso quote di mercato per la contrazione dei consumi che è in atto, ma tace, perchè le principali insegne beneficiano dei vantaggi dell'alta finanza. Non guadagnano solo sul venduto, ma da immobiliaristi, sono divenuti finanzieri. E' tempo di ritornare ad un miodo di fare e vivere più consapevole e dismettere di far guadagnare questi ladri. L'orto per gli autentici prodotti freschi, le uova del pollaio, e via dicendo che non è poi così complicato ed infine i soldi del salario nella vecchia busta paga e non nel cc per mendicarli al bancomat ogni giorno e nella carta di credito per effettuare viaggi e spese inutili. Più saggezza, meno schiavitù e le banche andranno a farsi fottere, con gli annessi banchieri.

stefano radi Commentatore certificato 19.03.12 00:34| 
 |
Rispondi al commento

LA TRUFFA DELLE BANCHE

LA TRUFFA DI BANKITALIA

LA TRUFFA DELLA BCE

http://www.youtube.com/watch?v=lmkL23GyuNI&feature=related

GUARDATELO TUTTO, FATELO GIRARE CAZZO !

David P., Bologna Commentatore certificato 18.03.12 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei un consiglio su questo problema:ho casa all'asta e nel mappale del sito del tribunale dove sono pubblicizzate queste situazioni, hanno sbagliato la collocazione dell'abitazione...puo' essere questo motivo di appiglio x far si che l'asta venga annullata ,e solo dopo aver ripristinato l'esatta collocazione riproporla? questo xche' essendo il sito del tribunale un veicolo pubblicirario x favorire la vendita, sbagliando la mappa puo' aver causato la non vendita dell'immobile stesso.grazie x la risposta

giuseppe p. Commentatore certificato 18.03.12 20:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...e delle case all'asta,problema di cui non se ne occupa nessuno...????il solito giro dei soliti amichetti...

giuseppe p. Commentatore certificato 18.03.12 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Come vedere l'economia davvero

www.sapienza-finanziaria.com/

Giacinto Rossi Commentatore certificato 18.03.12 00:38| 
 |
Rispondi al commento

siamo sotto attacco della dittatura. Prima mettiamo in parlamento gente onesta e poi, solo poi, nazionalizziamo banche, scuole, sanità, ior, trasporti ecc. Per nazionalizzare intendo rendere il bene pubblico al pubblico. E gettare a calci nel sedere i lavativi. Se il bene comune fosse ritenuto da ogni cittadino il meglio da ottenere e da esigere, saremmo già nel paradiso terrestre.

maria barberio 17.03.12 21:54| 
 |
Rispondi al commento

La cifra monstre messa a disposizione dalla BCE con le due operazioni LTRO (Long Term Refinancing Operation) tra dicembre e febbraio ammonta a ben 1018 miliardi di euro. Con un aumento di circa il 10% della base monetaria in circolazione.

Solo Intesa e Unicredit con l'ultima tranche si sono "pappati" 36 miliardi. Che cosa se ne faranno di tutti questi soldi? Non li presteranno sicuramente alle imprese o alle famiglie se non in mininma parte, ma li utilizzeranno per rimborsare propri prestiti in scadenza e soprattutto per acquistare titoli di stato. Ecco perché lo spread va giù. Finche il gioco dura.

Marino Mazzoni 17.03.12 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io sono stufo di stare a guardare!


roberto d., treviso Commentatore certificato 17.03.12 02:34| 
 |
Rispondi al commento

A me pare che più si avvicinano le elezioni e più Beppe le spara grosse, che tristezza! forse sarebbe meglio che rimangono i tecnici in eterno, che senso ha fare elezioni se si presentano solo ladri e cazzari.

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 16.03.12 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Bertolt Brecht:
"Der Bankraub ist eine Initiative von Dilettanten. Wahre Profis gründen eine Bank.“

"La rapina di una banca é un'iniziativa da dilettanti. I veri professionisti FONDANO una banca".

Questa resta la più sintetica ed indiscutibile veritá sulle banche.
Private o nazionalizzate,
sono le madri di tutte le porcate.

Graziano Priotto, Radolfzell Commentatore certificato 16.03.12 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Per chi nonl'avesse già letto consiglio un libro "Un uomo una Banca". E' la storia di Enrico Cuccia e del sistema bancario dal dopo guerra fino a fine secolo. E' interessante vedere i Soldi pubblici di tutti i cittadini, "svampati" dalle Banche pubbliche. E c'è qualcuno che vorrebbe ri nazionalizzarle? Mamma mia .....

Gabriele C., Firenze Commentatore certificato 16.03.12 21:49| 
 |
Rispondi al commento

.....ma lo state ascoltando quella specie di giornalista che passa come direttore del Corriere della Sera sulle Invasioni Barbariche! Ma che grande caxxaro ! DE BORTOLI ma va' a cac......re!

Francesco I., Catania Commentatore certificato 16.03.12 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente l'hai capito!
-premesse per capire:Paese dove esiste una sola banca.
-Frazione del 10%
Vendo casa per 100.000 euro. Li porto in banca.
che ne trattiene 10 e ne presta a Maria 90.000, che vuole comprare una casa da Giuseppe.Interessi 6,5% in 30 anni fanno 109.490 Eu, che assommati ai 90.000 fanno 199.490 Eu.Giuseppe porta i soldi in banca.
La banca ne presta il 90% che fa 81.000 a Antonio, che vuole comprare un appartamento da Nicola. Nicola porta gli 81.000 Eu in banca etc.etc.
Per trent'anni la banca è la proprietaria effettiva delle case.
Questa si chiama RENDITA FRAZIONATA, che finisce nelle tasche di pochissimi delinquenti chiamati bankster dei quali il governo attuale è la fulgida espressione.
Se i proventi di questa rendita frazionata finissero allo Stato non ci sarebbe più evasione fiscale, perché lo Stato non avrebbe più bisogno di mettere tasse.
Si capisce allora come un paese dove non c'è tassazione , attirerebbe investimenti da tutto il mondo.
Ci si chiede allora perché la politica rinuncia ad uno strumento simile, c'è una sola risposta: Perché tutti i partiti del cosiddetto arco costituzionale dall'estrema destra all'estrema sinistra sono foraggiati dai Banchieri.
Senza il loro foraggiamento e sostegno attraverso le varie "Repubblica" e teppaglia simile, sarebbero finiti da tempo nell'immondezzaio della storia.
Quello però che i politici nazionali non vogliono fare potrebbe venire realizzato a livello locale, con la creazione di banche comunali, che potrebbero utilizzare la rendita frazionata per sostenere le attività economiche e sociali dei propri concittadini. Ovviamente sarà necessario mandare a cagare i partiti ufficiali per concentrarsi sugli interessi dei propri concittadini.I risparmiatori toglierebbero i loro risparmi dalle banche ufficiali, concentrandoli in quelle comunali e costituirebbero un consiglio di amministrazione composto da politici alternativi e risparmiatori, che valuterebbero nuovi investimenti da sovvenzionare.

Giuseppe Siano, - Seleziona - Commentatore certificato 16.03.12 20:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao! So che questo potrà sembrarvi un messaggio spam.
Leggetelo e alla fine deciderete se lo è o no.

Ho la passione dei giochi online e mi trovo in un gioco dove invece che per il proprio villaggio o per se stessi si lotta per la propria nazione. Noi Italiani ci dividiamo per vari motivi, ma alla fine siamo una nazione unica.

L'Italia in questo gioco è in grave difficoltà. Occupata nel nord dalla Slovenia e in combattimento contro la Macedonia e la Serbia sulle coste albanesi, è stata più volte cancellata perchè i giocatori sono pochi, e questo, tante volte, ha causato uno sfottimento pesante e continuato, da parte dei paesi stranieri, di cui la community italiana si è stufata.

Potrei lodare il gioco dicendo che è vario ed emozionante, che è gratis, che bastano pochi minuti al giorno per crescere e divertirsi, che vi ho trovato amici ben organizzati con cui chatto e mi diverto, ma deve piacere a voi, non a me.

Quindi provatelo! Sarete un mattone in più per costruire una rinnovata dignità online del nostro paese.
Se non vi va, scusatemi per il tempo che ho portato via, ma vedere il paese preso in giro, anche per gioco, non è mai divertente.
Questo è il link per iscriversi:
http://is.gd/vV1Mxf

In ogni caso, buon tutto!

Fabio N., Carpi Commentatore certificato 16.03.12 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è che quando le banche erano nazionalizzate erano i partiti che decidevano se e a chi dare i quattrini. Forse, ma non credo, erano partiti un poco più seri di questi ma i casini (nel senso di scandali e non di pierferdinandi) succedevano lo stesso. Però quelle banche avevano un altro vincolo e cioè raccogliere soldi e prestare solo quelli (attività di sportello). Il rischio quello vero era confinato ad un altro giro, la banca d'affari che non poteva neanche avere sportello ed are cosa da ricchi. Nazionalizzare NON serve, basta eliminare la banca tuttofare che presta soldi non suoi e scarica i rischi (spalma) con i CDS sul povero pirla risparmiatore che poco capisce ed è sempre pronto a farsi inkiappettare con entusiasmo.

Alberto S., pordenone Commentatore certificato 16.03.12 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Aprite il conto con Ing Direct. Veramente ZERO spese; onestà e grande professionalità. Pensionati, lavoratori, trasferite la vostra pensione o il vostro stipendio su un conto Ing Direct e vi rimborsano anche i bolli governativi.
Io l'ho fatto nel 2007 e mi trovo benissimo.
SVEGLIATEVI.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato 16.03.12 19:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve Beppe, nazionalizzando le banche temo proprio che nulla cambierebbe visto l'andazzo attuale.
La soluzione è permettere solo "Banche Cooperative" di dimensioni limitate per legge.
In tal modo i cittadini potranno meglio controllare il sistema bancario, sempre che non venga permesso l'uso di deleghe.
Se nelle Banche Cooperative, le assemblee stabiliranno la dirigenza e i controllori, potranno anche chiedere la piena trasparenza delle operazioni, che ogni socio della Cooperativa, potrà richiedere in modo telematico qualsiasi documento attinente all'attività della Cooperativa bancaria stessa.
Ripeto la nazionalizzazione sarebbe cosa molto errata, semmai il Governo e il Parlamento devono oggi fare delle leggi pro trasparenza delle operazioni e controllare le attuali Banche in modo che non possano commettere azioni illecite, ponendo il veto dell'utilizzo di derivati, del short selling(vendite di titoli allo scoperto), e di altre possibili nuove diavolerie dell'ingegneria truffaldina e speculativa della Finanza.
Quando una Banca cooperativa supera un determinata dimensione si deve dividere in due... Nel piccolo i controlli sono più facili, sempre che i cittadini siano attivi nei controlli stessi.
Oggi il primo problema è quello di cambiare forma di democrazia, sostituendo l'attuale democrazia rappresentativa la Democrazia Diretta, di tipo Svizzero e dei suoi Cantoni che meglio contemplano la DD.
Se l'Italia riuscisse ad avere una forma di Democrazia Diretta, molte cose cambierebbero automaticamente, poiché i cittadini essendo più partecipi alla vita politica del paese, della propria Regione o Provincia, e del proprio Comune di appartenenza, non permetterebbero certe forme di sopraffazione dell'interesse generale. Le statistiche parlano chiaro in proposito e la Svizzera è il 1° esempio da seguire, dove la Democrazia Diretta e un concreto Federalismo, insieme permettono decisioni politiche condivise dalla maggioranza dei cittadini, non implicando quanto detto sopra.

Frannnico Cima 16.03.12 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Scusate. C'è qualcuno che ha notizie sulla vendita miliardaria dell'on Conti dell'immobile dei fondi investimento di banca intesa comprato e rivenduto lo stesso giorno al doppio da Conti alla Cassa Previdenza degli Psicologi. Si insabbierà tutto come al solito mettendo tutto a tacere e dando luogo a non procedere perché il fatto non è reato ? Solo chi ruba al supermercato per vera fame commette reato, non i nababbi che rubano miliardi per avere più miliardi di quanti ne abbiano. Questa è la giustizia in Italia. La giustizia dei potenti. Siamo tornati al feudalesimo peggiore.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 16.03.12 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Spiacente, Grillo, non sono daccordo, la strada di nazionalizzare le Banche non porta da nessuna parte, solo a allargare l'area della spartizione (o monopolio) politica, con solita assunzione di parenti , amanti ecc. La risposta è invece "facciamo fallire le banche" e obblighiamo le medesime a trattenere il 50% della paga dei manager in cauzione dei risultati della attività lavorativa.
Più in generale, gli alti manager dovrebbero prendere paga alta ma corrisposta solo al 50%, l'altro 50% come liquidazione su certificazione bilancio del responsabile che subentra.
Questi sono i meccanismi che l'intelligenza popolare può e deve introdurre per creare "onestà di comportamento" di quelle persone che non sono controllate a vista come il personale esecutivo.
Chiedo consenso o dissenso da chi legge.

enrico averame 16.03.12 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alle solite. Si spara nel mucchio senza realmente fare una proposta alternativa. Sì, nazionaliziamo le banche, va bene, ma come? Gestite da chi?
Non è questione di nazionalizzare, tanto sono già di partiti, assicurazioni, multinazionali, religioni, mafiosi... bensì di trovare delle figure idonee alla guida; persone con cultura sociale e la consapevolezza che il potere non è padre della ricchezza, ma ne è figlio, che è funzione del primo non con l'intento di aumentare la quantità di danaro e consumi (e di rifiuti) in circolazione nel tempo, bensì di mettere la persona in grado di spendere la propria vita al meglio di ciò che possono affrire nel sociale, condividendo.
Nel mondo globalizzato questi quadri sono in numero insufficiente rapportato alle masse.
Caro Beppe, ti ringrazio per la tua opera divulgativa (sfortunatamente un po' retorica e scontata) di una situazione insostenibile perchè disgiunta da una cultura socialmente sopraddetta, ma davanti al "si salvi chi può" l'orchestra che continua a suonare non basta più. Vorrei sentir proporre di prelevare tutti i nostri soldi dalle banche e tornare all'economia reale: burro, latte, carne, frutta, ortaggi, musica, arte, letteratura, lavoro onesto, energie alternative, a partire dal risparmio a tutti i livelli.
Pozzetto direbbe: "praticamente una rivoluzione!".

daniele galvan 16.03.12 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Pensa che ti ripensa, ho pensato:
ma perchè nazionalizzare le banche con il rischio di nazionalizzare le perdite? Nazionalizziamo invece la Banca d'Italia (non è tabù, la Bank of England è privata dagli anni 50)
Poi visto che la Banca d'Italia ha fiuliali un po' ovunque, facciamogli svolgere attività bancaria verso i cittadini e le imprese, con conseguente concorrenza alle banche private.
Inoltre tutti i pagamenti statali, stipendi, pen sioni, mutui agevolati, BOT, CCT etc fino ai vari finanziamenti a questo e quello devono passare per un conto della BdI (Banca d'Italia)
Anche le tesoreri di tutti gli enti pubblici o a partecipazione pubblica devono risiedere in una banca di stato.
Pensateci, quanto giro di denaro pubblico gestiscono le banche? Perchè non farli girare in casa?

Mau2 P. Commentatore certificato 16.03.12 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questo blog si discute delle azioni criminali delle banche , le quali controllano il governo e sono responsabili per i periodi di boom e di recessione come ora . Secondo i zionisti i cittadini devono pagare i debiti acquisiti dalle banche . Le banche creano is soldi dal nulla e si fanno pagare l'interesse sulla carta straccia chiamata Euro .
Oggi su Repubblica c'e' un servizio sulle banconote false che sono presenti in circolazione . Io vorrei sapere perche' chi stampa e circola banconote false commette un reato secondo la legge Ah , AH , Ma chi inventa il denaro come le banche non viene messo in prigione . Viva i falsari di Euro !

Pietro Donato 16.03.12 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi da "scendo in campo" a "scendo in rete" !!! Io aspetto che "scendi all'inferno"

g.battista b., palermo Commentatore certificato 16.03.12 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nazionaliziamo si scrive con una Z sola ...

Mauro C., Vercelli Commentatore certificato 16.03.12 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Internet ed i blog sono una cosa straordinaria. Tutti possono parlare di tutto. A prima vista sembra una conquista di democrazia assoluta. Nella realtà spesso chi scrive, scrive di cose che non conosce e, conseguentemente, infarcisce i commenti o gli articoli con concetti ed informazioni del tutto sbagliate, su cui poi si aprono discussioni … sul nulla. Anche questo articolo dimostra che si preferisce la scorciatoia del populismo becero a quella dell’approfondimento del tema, per dare risposte a chi le chiede. Nazionalizzare le banche è la cosa peggiore che si potrebbe fare. Ma la domanda mia è, quanti di voi, a partire da Beppe Grillo, conoscono come funziona una Banca? Perché se non la conosci non la eviti, o meglio, non eviti gli effetti collaterali e le controindicazioni, come succede per i farmaci. No. Più facile utilizzare formule ormai sperimentate, dando tutta la colpa ad Alien. sii acquisisce consenso senza troppo sforzo. I cambiamenti invece richiedono sforzo. Soprattutto lo sforzo di capire ed ascoltare. Attività, queste, che Internet ed i Blog hanno definitivamente “ucciso” invece di favorirle come lo strumento avrebbe permesso. I prestiti della BCE, alle Banche sono costati il 2.50% e non l’1%. Perché nessuno ha mai detto che all’1% del tasso BCE si deve sommare l’1% del costo della garanzia statale che, giustamente, lo Stato si è fatto pagare? oltre ad altri balzelli CONSOB per un altro 0.50% ca. Quindi per ora lo Stato (e quindi tutti noi) con ca 139 miliardi di finanziamenti BCE alle Banche italiane ci ha guadagnato 1,4 miliardi ca. Poi è anche vero che le Banche hanno comprato titoli di Stato. Ma è lo stesso Stato che glielo ha chiesto, perché se qualcuno non compra i titoli di Stato, e c’è stato un momento in cui il timore era proprio quello, gli stipendi degli statali probabilmente saltano. Sarebbe stato meglio così a leggere l’articolo o i commenti qui sotto…… ci sarebbe molto altro ma ... i giusti limiti di spazio ....

Gabriele C., Firenze Commentatore certificato 16.03.12 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Visto che la benzina sta rapidamente marciando verso i 5,00 EUR al litro...

quand'è che metteremo in strada le macchine col motore ad idrogeno ???

EEEHHHH ?

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 16.03.12 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In verità in verità vi dico gli effetti delle manovre di questo pessimo governo stanno avendo i loro effetti, quali : " portarci alla miseria"
Alla faccia dei nostri bei partiti.

AL - 2012 16.03.12 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,

si ha notizia di MOLTI mafiosi che si pentono o che si sono pentiti. Di banchieri, finora ne vedo solo UNO.
Questo pensiero mi deprime.

Ciao EUSTON

pola poletto 16.03.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...prima esci dall'insieme europeo poi nazionalizza e dopo fanne a meno...

..conformisti idioti, una vita sana e giusta non ha bisogno di prestiti e nemmeno di depositi o di inutili investimenti...



Geert Wilders, faccia di mmerda albina.

On the Road, Pordenone Commentatore certificato 16.03.12 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Silurato Bo Xilai, in Cina esplode la lotta per il potere

Pechino, 15 mar.- La caduta dell’astro nascente del Partito Comunista Cinese si consuma alle idi di marzo: Bo Xilai, segretario nella megalopoli di Chongqing, è stato ufficialmente sospeso dal suo incarico stamattina. Bo Xilai sara' sostituito dal vice primo ministro Zhang Dejiang, rende noto l'agenzia Xinhua

Si tratta di un vero terremoto politico in vista del prossimo ottobre, quando ai vertici di Pechino salirà la nuova generazione di leader che guiderà la Cina per i prossimi dieci anni.

61 anni, carismatico, telegenico, Bo Xilai è il protagonista della campagna anticorruzione scatenata a Chongqing, megalopoli da trenta milioni di abitanti della Cina centrale. Tra centinaia di arresti eccellenti e un esasperato revival della propaganda maoista, acquista un’immensa popolarità in tutta la Cina: fino a un mese fa gli analisti politici puntavano su Bo come probabile candidato a uno dei nove seggi della Commissione Centrale del Politburo, il vero gotha del potere di Pechino.

Ma nella notte tra il 6 e il 7 febbraio scoppia lo scandalo che fa vacillare il leader di Chongqing: Wang Lijun, il suo braccio destro nella campagna anticorruzione, fugge dalla metropoli e chiede rifugio presso la sede diplomatica americana di una città vicina. Wang rimane nel consolato Usa di Chengdu per diverse ore prima di consegnarsi alle forze dell’ordine cinesi, e alcuni giorni dopo sarà ufficialmente messo sotto inchiesta.

Che cosa sia successo effettivamente nelle ore trascorse coi diplomatici americani rimane un mistero, ma nei giorni successivi la fuga di Wang Lijun getta ombre sempre più cupe sulla carriera politica di Bo Xilai...

Sandro Abelli Commentatore certificato 16.03.12 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Postilla all’articolo “IL PUNTO SULLA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO”: gli aggiornamenti ad oggi
di Riccardo Achilli

La presente postilla interviene ad aggiornare i contenti della riforma, dopo l’importante riunione di ieri, dalla quale, come già l’articolo principale prevedeva, è uscito finalmente l’accordo, benedetto dalla Camusso (“abbiamo fatto passi avanti”) e da Bersani (“adesso si firmi”).
Se possibile, gli ultimi punti dell’accordo, decisi ieri, peggiorano ulteriormente la situazione descritta dall’articolo principale. Si finisce per accedere ad una revisione dell’articolo 18, nonostante l’iniziale apparente ostilità assoluta dei sindacati, scioltasi come neve al sole in poche settimane. Si prevederanno specifiche fattispecie in cui la giusta causa non si applica, rendendo ad esempio possibile il licenziamento per difficoltà economica, un concetto molto vago e diverso da quello di “stato di crisi aziendale”, che sarebbe invece ben delimitabile con criteri oggettivi. In pratica, da oggi, anche le aziende che producono utili potranno licenziare lavoratori sulla base di presunte “difficoltà economiche” (magari soltanto per un calo stagionale, e del tutto transitorio, dei ricavi). Naturalmente, poiché l’entità dell’indennizzo economico al lavoratore sarà commisurata alla sua anzianità di servizio, ad andarci di mezzo saranno soprattutto i neoassunti, in totale incoerenza con il proposito dichiarato di favorire l’ingresso stabile nel mercato del lavoro da parte dei giovani, che a detta delle parti sarebbe uno degli obiettivi fondamentali della riforma. Il modello tedesco, cui il Governo dichiara di voler aderire con questa revisione dell’articolo 18, è un modello in cui i lavoratori hanno stipendi molto più alti di quelli dei lavoratori italiani, in cui gli indennizzi in caso di licenziamento per motivi economici sono molto più alti

belzebù ^ Commentatore certificato 16.03.12 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/16/derivati-litalia-verso-oltre-miliardi-morgan-stanley/197767/


Fare girare perchè è troppo importante.

Squinzio Castelroma 16.03.12 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Viviana,
ma non l'hai capito che compare appositamente per avere un confronto con te e non con altri?
Hai notato che parla solo con te e cerca solo te?
E' una forma di amore nei tuoi confronti, anche la tua nei suoi.
Di fronte ad un carattere indurito come il tuo (sembri avere il sangue corrosivo come Alien) , lui per starti accanto ti stuzzica perché gli piace l'effetto che produce in risposta da te.
Hai capito perché si firma con nomi femminili?
Se una volta ti firmassi "Viviano" ti scriverebbe , in brodo di giuggiole, "Ti amo Viviano".


andrea s. 16.03.12 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa più comica è che per questo post c'è chi gli dà del nazifascista e anche chi gli dà del comunista.
Ma ragionare con la vostra testa sostituendo lo Spirito Critico alle etichette no eh?

Duccio Armenise, Milano Commentatore certificato 16.03.12 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le assicurazioni sono in mano ai politici.
Le finanziarie sono in mano ai politici.
Le banche sono in mano ai politici.
Gli ornani di controllo delle assicurazioni,delle finanziarie e delle banche sono in mano ai politici trombati,ma sempre politici.

Quindi il problema non e tanto se privatizzare o meno le banche,ma il problema è solo questa classe politica.
Pertanto è doveroso cambiarli,quindi votare il m5 stelle è DOVEROSOOOOO!

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 16.03.12 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ustica:
Corte d'Appello sospende risarcimenti.

ma...........

cecco 16.03.12 11:35| 
 |
Rispondi al commento

VENDITORI DI...

Con i capitalisti e i governi loro alleati come la mettiamo? Il fronte di scontro tra capitalismo e classi popolari si sta innalzando sempre di più.

Se le classi popolari bramano un lavoro e chi ce l'ha non arriva alla seconda settimana (tasse permettendo), il capitalismo ha fame, sempre più fame... non arriva alla fine di un pasto che già ne reclama un altro.

La politica è stata sostituita dalla politica bancaria, l'Italia è l'esempio, dopo la Grecia, più eclatante.

L'Europa ha fatto suo un accordo ben preciso: imporre misure di austerità secondo il principio che a pagare la crisi siano le classi popolari.

In sostanza: loro producono debito e noi lo paghiamo.

La triade Ue-Bce-Fmi non si assume alcuna responsabilità sui danni che arreca alle classi sociali anzi, le ignora.

Sono consapevoli del fatto che i capitalisti non esiteranno ad attuare l'autoritarismo per far ricadere l'onere della crisi sulle fasce sociali più deboli.

In Italia recentemente è stata ventilata l'ipotesi di costituire un governo d'unione nazionale per appropriarsi, ovviamente, senza elezioni democratiche decise dal popolo (gli strumenti per farlo ci sono), del governo del paese e abbattere tutte quelle forme di tutela dello stato sociale e del patrimonio pubblico in possesso del popolo italiano: unica e vera fonte di ricchezza.

In questo governo è venuto fuori quello che spesso veniva ipotizzato dalle persone più attente: la collusione tra destra e sinistra (a patto che si possano ancora definire così), banche, mercati finanziari, mondo dell'industria, e parti sociali.

A loro tutti va il "merito" di svendita e distruzione dei servizi pubblici, a beneficio dei capitalisti.

Il loro motto è: liberalizzare è bello, nascondono un particolare però: tale azione è incontrovertibile e gli eventuali danni che ne deriveranno dovranno pagarli sempre le solite classi popolari.

Fuck the pyramid of capitalism?: not-possible... continuando così.

DEBITI.

By Gian Franco Dominijanni


Se il problema fosse solo l'investimento in titoli di stato basterebbe proibire alle banche di comprare titoli di stato ma il problema è ben più vasto. IL PROBLEMA ODIERNO E' LA SPECULAZIONE!!!!Le banche speculano su prodotti di cui non conoscono affatto la natura come bambini che giocano col fuoco attirati da tassi di interessi molto elevati al solo fine di presentare bilanci con ROE(RETURN ON EQUITY)altissimi e prendere premi di produzione elevatissimi. Prima del crollo del 2008 c'erano banche che presentavano ROE del 25% e persino del 30% con tassi di mercato al 5% con presidenti e vicepresidenti che si " omaggiavano" di premi di rendimento di centinaia di milioni di dollari l'anno pur non sapendo assolutamente nulla di ciò in cui investivano. Inutile dire che quelle banche sono tutte virtualmente fallite( virtualmente perchè poi salvate dall'intervento pubblico) portando con sè l'intero sistema bancario.Io penso che effettivamente la nazionalizzazione del sistema bancario possa portare dei benefici ma se si vuole mantenere il sistema privato c'è bisogno di un sistema di controlli pubblici ben più efficaci di quelli odierni con sanzioni effettivamente molto dure( destituzione di presidenti e consigli di amministrazione, chiusura delle banche " colpevoli ecc. sequestro beni). Controlli che devono essere più pesanti e penetranti proprio in quelle banche che dichiarano ROE assolutamente impossibili da ottenere con mezzi normali e cioè superiori a 3 volte i tassi di mercato e banche che investono in prodotti estremamente complessi.

michele d. 16.03.12 11:32| 
 |
Rispondi al commento

La Camusso sta rientrando nel personaggio della sindacalista, finalmente?

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 16.03.12 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Riforma dell'Articolo 18 sul modello tedesco...

e quando ci darete gli stipendi come i tedeschi?

e quando vi allineerete con gli stipendi dei parlamentari tedeschi?

MERDOSI!!!

David Zambe Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.03.12 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Il solito TROLL Giovannino è ricomparso col solito nick da travestito idiota Oriella Montalbetti e i soliti idioti copincolla a senso unico

non so cosa ci venga a fare qui, visto anche che l'insopportazione dei blogger perbene lo fa sparire entro pochi minuti
ma l'idiota fa così, ripete i propri errori e le proprie scemenze a getto continuo senza capire mai dov'è che non è bene accetto
l'unica sarebbe prenderlo a calcinculo finché non la pianta, ma su un blog questo purtroppo non si può, perché il razzista Giovannino sennò il culo ce l'avrebbe sfondato a forza di calcioni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Altri due fermi per rapina con stupro a Perugia

1,2,3 : senza guardare in internet: di che nazionalita' saranno ?

Oriella Montalbetti Commentatore certificato 16.03.12 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Copio da Aldo Giannuli

Il triennio ’12-14 si prospetta come un crocevia di eventi epocali. Non solo, come già paventano banche centrali e istituti di rating, siamo ancora dentro la crisi, ma essa potrebbe intensificarsi gravemente. Fra le cause, la fragilità economica legata al debito USA ma anche di alcuni paesi europei, con la scadenza di titoli di Stato e obbligazioni per il mostruoso totale di circa ventimila miliardi; la guerra valutaria e commerciale fra Occidente e Cina; la crisi dell’Unione Europea con il rischio di una sua scissione, ed eventi politici di grande portata: le elezioni presidenziali in USA, Francia e Russia, il cambio della dirigenza cinese, la nomina del nuovo governatore della BCE e, nella nostra piccola Italia, la possibilità strisciante di forme soft o meno soft di secessione.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 11:04| 
 |
Rispondi al commento

La Camusso gela il governo: la proposte non vanno... Non firmate!!! Ogni diretto perso, non ritorna più!

David Zambe Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.03.12 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Scisma nella moschea di via Anelli:
rissa in strada tra 200 musulmani

I fedeli delle due diverse fazioni si sono presi a botte: spintoni, minacce e lancio di tappeti in aria.

barbari che non hanno nessun senso civico e comprendono solo il linguaggio della violenza : tutta roba che piace a sinistra grillini e rivoluzionarie finte cittadine del mondo!!!


Padova : la città del Santo :
fra qualche anno una succursale della Mecca

Oriella Montalbetti Commentatore certificato 16.03.12 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

consigli leghisti per una piu' facile integrazione del salvuccio riina junior al nord

http://www.youtube.com/watch?v=Y2QWYY2GsV4

Oriella Montalbetti Commentatore certificato 16.03.12 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tse...il compagno pisapia ...buonista rosso ma coi soldi degli altri

Centri sociali, balordi, accattoni, zingari, fannulloni... fate festa!

Mario Pio è pronto a regalarvi centinaia di migliaia di euro.

A Milano avete trovato la terra di Bengodi.

Oriella Montalbetti Commentatore certificato 16.03.12 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Segue termodinamica

Dunque per 150 anni la fisica è stata dominata da una brutta teoria meccanicistica per cui tutto va verso il peggio.Ma poi è venuto lo splendido fisico russo,Ilya Prigogine,che era un grande idealista,ed ha rivoluzionato non solo la termodinamica ma la visione intera del mondo, dicendo: “Non è vero che andiamo verso il caos anzi,al contrario la vita si evolve dal caos.
I sistemi (viventi e non) non sono chiusi(come vorrebbe qualcuno),sono ‘aperti’,cioè scambiano continuamente energia e informazioni con l’ambiente e tra loro"
Prigogine ha un’intuizione bellissima,sogna i sistemi viventi come vortici nella corrente di un fiume,vortici di energia fluttuanti e instabili, che danno informazioni e sono raggiunti continuamente da altre informazioni,in questo scambio informativo essi consumano continuamente energia,sono cioè dissipativi.Ma questo scambio di stimoli/energia/informazioni è tale da trasformarli continuamente
In certi momenti,però,questo flusso può diventare cosi forte da rompere il loro equilibrio, facendoli diventare instabili. Quando il sistema aperto,a causa delle continue informazioni perturbanti,diventa troppo instabile,arriva a un punto critico che può superare solo in un modo: organizzandosi ad un livello di ordine superiore. Questo lo potete riportare anche a dx/sx. Quando il sistema dx/dx diventa inefficace,è come un paio di tonsille malate che non difendono più l'organismo ma lo fanno ammalare e si devono togliere.Dunque poiché il partitismo ci sta danneggiando,eliminiamolo! Si può andare oltre. E lo stesso vale per la coppia liberismo/comunismo. Hanno fatto sin troppi danni,occorre superarli.
Ed è questo 'poter andare avanti diversamente' la cosa magnifica! Il vero progresso del mondo. Che quando qualcosa diventa obsoleto e controproducente, sarà il sistema globale stesso a vomitarlo.
Dal caos può nascere l'ordine.
E oggi mi sembra che di caos che ne sia molto di più di quanto sarebbe umanamente sostenibile

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Visto che si è toccata la termodinamica mi allargo con una visione che mi piace molto
Per spiegare l’universo,la fisica moderna ha trovato 2e grandi leggi generali: l’ENTROPIA e la SINTROPIA
L’entropia dice:‘lo Stato italiano tende a un disordine crescente‘
La sintropia dice:‘Il M5S tende ad un ordine interno crescente e ad una crescente armonia e bellezza‘
La legge dell’entropia fu intuita nel 1824 da Carnot,un vecchio fisico francese;la legge della sintropia si deve al meraviglioso Prigogine 150 anni dopo,uno straordinario premio Nobel russo. Tutti e due partono dallo studio della termodinamica per postulare una grande concezione dell’universo
Carnot osserva che un motore termico perde calore e afferma(2° legge della termodinamica)che ogni sistema chiuso tende nel tempo a un maggiore disordine.Estende poi questa osservazione a tutto il creato.Non gli importa molto che le creature viventi non facciano proprio così,e anche ai fisici successivi sembra sfuggire che la vita organica sia qualcosa di diverso da un motore termico.Forse non è una buona cosa che ogni sistema vivente sia equiparato ad un motore,ma il materialismo ha sempre avuto la vocazione a materializzare tutto considerando anche l’uomo una specie di macchina,così come l’economia materialista lo considera una specie di merce
Il determinismo meccanicistico come il materialismo economico o politico alla fine sono altamente deprimenti.Einstein direbbe che sono teorie esteticamente brutte.Noi diciamo che sono eticamente perverse,perché conducono il mondo inevitabilmente a una crisi,e la vediamo oggi, anche se leader sciagurati ne minimizzano gli effetti
D’altra parte per i positivisti lo spirito non esiste o viceversa essi fanno di tutto per ucciderlo.In genere i materialisti, più che equiparare l’uomo alla macchina,tendono a far diventare gli uomini simili a macchine,ma questo è sempre stato un cattivo discorso di potere


segue

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 10:52| 
 |
Rispondi al commento

e pensare che le banche le abbiamo inventate noi.
aboliamo il denaro così risolviamo il problema del tutto.

pericle 16.03.12 10:50| 
 |
Rispondi al commento

faccio una domanda alla quale chiedo una risposta: è possibile che dopo che degli incapaci, dei corrotti, dei criminali che stanno al potere da 30 anni ( il grave incremento del debito è avvenuto negli ultimi 30 anni, da Craxi in poi ) sono stati la causa del grave debito pubblico assieme alle banche ed alle grandi imprese foraggiate dalla politica e dai nostri risparmi a fronte dei quali hanno compiuti i peggiori atti, dopo tutto questo sia la gente onesta a pagare ? In Italia non potevi investire i tuoi risparmi in fondi e titoli perché le banche ti fottevano in ogni modo con i titoli spazzatura. Non potevi investire nel lavoro, aprire un'attività perché non rendeva più; le piccole medie impprese sono da anni in crisi grazie al fatto che dal governo corrotto e dalle banche solo le grandi famiglie capitaliste sono state aiutate. Gli immobili erano quindi l'unico rifugio ed i comuni ed i partiti invece di autorizzare sui terreni da destinare ad edilizia solo l'indirizzo popolare o comunque provvedere ad un'edilizia convenzionata o associata a contributi per i meno abbienti ha regalato licenze edilizie ai soliti costruttori che hanno fatto edilizia residenziale tenendo alto il prezzo e speculando sulla bolla con grandi guadagni. Ora chi si è fatto una seconda casa oppure ha comprato il negosio oppure ha investito i suoi risparmi già tassati in un immobile per non vedersi fregato dalle banche e per crearsi un reddito futuro in assenza di una pensione ( specie chi la pensione non ce l'ha o ce l'ha bassa ) oltre alle imposte dirette dovrà pagare una enorme tassazione sul patrimonio costruito su sacrifici di anni di lavoro già tassati. Mi chiedo se non sia più giusto chiedere indietro la refurtiva da questi ladri criminali. Indagare sui patrimoni dei politici e della alte cariche pubbliche per vedere come siano stati costruiti ( tangenti e corruzione ) e eliminare gli altissimi stipendi, i benefit ed i tripli, quadrupli, quintupli ecc. ecc. incarichi nelle stesse mani.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 16.03.12 10:49| 
 |
Rispondi al commento


Se nelle scuole si studiassero i 3 principi della termodinamica, si capirebbe che ,in un sistema chiuso, il denaro ...cosi come l'energia, non si può creare e non si può distruggere , può solo trasformarsi in forme sempre meno "sfruttabili".

...Che l'economia si muove SEMPRE in ragione di un differenziale , cosi' come l'energia elettrica è generata da una differenza di potenziale elettrico o l'acqua che muove la turbina di generatore idroelettrico è spinta da un differenziale geodetico ...

...Che l'economia si muove sempre e solo in una sola direzione, cosi' come il calore si trasferisce spontaneamente da un corpo caldo ad uno con temperatura piu' bassa e che il processo non può avvenire MAI in maniera inversa ... a meno che non si somministri energia a quello stesso sistema da cui si sta tentando , invece, di riceverne.

Il prodotto di ogni trasformazione termodinamica è "lavoro" utile ai nostri scopi con l'aggiunta di una parte che andrà a far crescere l'entropia del sistema di riferimento...

Traduco: la migliore delle soluzioni che vi verrà presentata dal migliore degli economisti/sociologi/politici/beppigrilli sarà soltanto un modo per ritardare il piu' possibile una fine ...che arriverà comunque ineluttabile.

La vera ricchezza è poter disporre del proprio tempo. Si campa bene solo con un bel pezzo di terra coltivata ad orto , 20 piante d'olivo e un paio di filari di vite ... un boschetto assicura le biomasse per l'inverno e la coogenerazione ad integrazione del fotovoltaico.


Carlo R., Roma Commentatore certificato 16.03.12 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Salve, quello di oggi è proprio un bel tema: le banche.
Sembra di capire, leggendo i vari commenti, che siano viste come un'associazione malavitosa, come un istituto criminale; sono sostanzialmente daccordo!
Se però le banche sono un'associazione di tipo criminale, allora anche chi ci lavora nelle banche è un criminale......tanto quanto il mafioso o il camorrista o appartenente a qualsiasi associazione criminale.
E se la risposta fosse: ma io devo vivere con i soldi che guadagno in banca, allora questo giustificherebbe anche il camorrista che dice: ma io tengo famiglia....
Boh! c'è qualcuno che me lo spiega, per favore?
Saluti cordialissimi.

riccardo ronchitelli, ancona Commentatore certificato 16.03.12 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stato, Nazione, Diritto, Democrazia, Equità...

“Da Alice:
“Quando io mi servo di una parola —rispose con tono sprezzante Humpty Dumpty— quella parola significa quello che piace a me, né più, né meno”.
”Il problema è – insistè Alice – se lei può dare alle parole significati così differenti”.
”Il problema è —tagliò corto Humpty Dumpty— chi è il padrone?“

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 10:34| 
 |
Rispondi al commento

L'America,per quanto discuta su una possibile nazionalizzazione delle banche,avrebbe difficoltà a farla perché le sue banche sono troppo grosse
La Svezia ha potuto nazionalizzare le sue banche solo perché erano piccole
Come sarebbe la situazione per l’Italia?
Da una parte lo Stato deve impedire in qualche modo una crisi che,per come sono le banche oggi, sta diventando sistemica e porta tutti alla rovina,perché se queste banche falliscono è il disastro per tutti ma non si può allattarle in eterno con denaro sottratto agli Stati
Dall'altra il potere politico è ormai talmente indebolito,screditato e poco influente da non potersi nemmeno azzardare a cambiare l’andazzo malefico di Borsa e banche,perché i politici oggi si sono fatti harakiri,non contano più nulla, hanno perso il potere di decidere in ambito finanziario o in qualsiasi altro ambito
Oggi sono le grandi banche che comandano il mondo,per cui i vari G8 sono diventati degli zimbelli sempre più ridicoli e inefficaci in mano ai grossi magnati internazionali e non sembra che il sistema borsistico o bancario vogliano cambiare alcunché da soli, mentre Fondo Monetario e Banca Mondiale continuano a far danni in nome di un liberismo ormai stra-fallito di cui essi soli sembrano non rendersene conto
Ma pensate solo alle ricette che continuano a propinare a paesi decotti,come hanno fatto ieri per l'Argentina e come si divertono a fare oggi per la Grecia o per l'Italia,giocando come fa il gatto col topo,minacciandoli di morte per salvarli in extremis e far passare con questo ricatto ogni sorta di cose immonde! Basti pensare a come i 3 maggiori partiti italiani,A B e C, abbiano abdicato ad ogni loro prerogativa e ad ogni crisma democratico per vendersi mani e piedi ai nuovi padroni!Basti pensare all'ultimo G8 di Cannes dove i leader internazionali sono andati a balbettare delle inezie insulse,mentre l'agenda è stata dettata dal sistema bancario internazionale e soprattuto americano!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Si le banche sono ladre, e sinceramente dovrebbero essere no-profit.

Il primo passo e' quello di separare le banche d'investimento dalle banche retail. Le banche retail sul modello cooperativo si dedicano esclusivamente ad aiutare con, fidi e gestione del rischio, i propri clienti.

Per quanto riguarda la provocazione della nazionalizzazione delle banche, Beppe, che dio ce ne scampi. Ma ti rendi conto di cosa fanno i partiti con la rai, la telecome, eni etc...

Ma figurati se gli metti in mano anche le banche che fine facciamo. Le banche gestite da Rutelli, e compagnia bella o dal tesoriere Lusi.

Dai Beppe, ste cazzate fanno ridere ma non e' un programma serio. Vogliamo andare in parlamento, allora vediamo di assicurarci che le banche non finiscono in mano ai politici!!!

Banca Lusi Rutelli 16.03.12 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che sia proprio la deregolamentazione delle banche ad avere creato la crisi finanziaria è fuor di dubbio,come il fatto che in questo iperliberismo del sistema bancario le amministrazioni USA,sia repubblicane che democratiche,abbiano delle colpe gravissime,su cui non danno alcuna correzione
Dall'altro lato di questa liberalizzazione perversa per cui le banche fanno quel che vogliono e non tollerano limiti,c’è la nazionalizzazione delle banche,cioè il ritorno ad una regolazione imposta dallo Stato.Il problema è meno assurdo di quel che ad alcuni pare,tant’è che è così che la Svezia si è salvata e anche in USA si dibatte sulla possibile nazionalizzazione delle banche
Oggi vediamo che esse si salvano grazie a continue iniezioni di denaro pubblico che altro non è che denaro sottratto ai contribuenti e che mancherà alle casse dello Stato quando questo si occuperà dei suoi doveri verso i cittadini
La salvezza pubblica delle banche è sempre esistita a livello nazionale,basti pensare da noi a quante volte la Banca di Sicilia è stata salvata dallo Stato.Ora è la volta delle grandi banche europee o americane,che prima hanno prodotto la crisi finanziaria e ora succhiano denaro pubblico per salvarsi
William Isaac che fu pres. dell’ente federale che assicura i depositi,già ai primi anni 80 dovette intervenire per salvare la 7a banca americana e lo fece nazionalizzandola ma non fu un successo.La banca restò in mano pubbliche fino al 94 quando venne acquistata dalla Bank of America. I creditori ed i detentori di azioni privilegiate vennero tutelati per intero,gli altri azionisti persero tutto.L’ente federale subì una perdita di 1,6 mld di $.Non fu un buon affare.Ma resta una eccezione.Il problema è che oggi le grandi banche sono troppo grandi.Le 10 maggiori banche americane detengono i 2/3 di tutte le attività bancarie e a quel punto si dovrebbe nazionalizzarle tutte.E comunque il costo dell’operazione sarebbe insostenibile

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 10:20| 
 |
Rispondi al commento

...in una intervista Don Gallo alla domanda quale preghiera recita prima di andare a letto :

"Leggo i Primi Dieci Articoli Della Costituzione"

anib roma Commentatore certificato 16.03.12 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vehicle-Mounted Active Denial System (V-MADS) [D]

http://www.youtube.com/watch?v=dmuyLIrSjxI&feature=youtu.be


ovvvero come ti cucino il dimostrante!!!

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 16.03.12 10:12| 
 |
Rispondi al commento

non hai più soldi?
cazzi tua!
la tua banca

nello g. Commentatore certificato 16.03.12 10:02| 
 |
Rispondi al commento

chi spinge oggi, in queste condizioni, per la nazionalizzazione è pagato da qualche partito oppure non ha capito in quale sistema si muove.
non so quale dei due sia peggio.

Sandro Abelli Commentatore certificato 16.03.12 10:01| 
 |
Rispondi al commento

mi opporrò anche a questo, finchè ci sono io niente nazionalizzazione delle banche

Sandro Abelli Commentatore certificato 16.03.12 09:59| 
 |
Rispondi al commento

nel sistema attuale nazionalizzare significa consegnare le banche nelle mani dei partiti

è improponibile oggi

Sandro Abelli Commentatore certificato 16.03.12 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rachel Corrie,9 anni dopo

Il 16 marzo del 2003 Rachel Corrie muore a Rafah, schiacciata da un bulldozer israeliano, mentre tenta di impedire la demolizione di un’abitazione palestinese. Le sue lettere, indirizzate alla famiglia e pubblicate dopo la morte, raccontano una Gaza che non è diversa da quella odierna, in cui l’assedio israeliano continua e i raid si ripetono ciclicamente senza che le vittime facciano notizia.

(..)La casa della famiglia Masri deve essere distrutta: costruita nella zona “cuscinetto” proprio al confine tra Rafah e l’Egitto, è divenuta uno scomodo ingombro alla bonifica necessaria per le esigenze militari.

Sta dritta in piedi Rachel, e con il megafono spiega ai soldati di essere un’attivista internazionale, disarmata, e che da lì non ha intenzione di spostarsi.

Chi si trova alla guida del bulldozer non può che averla vista, perché le regole, nell’Ism, sono chiare: rendersi riconoscibili sempre. Gli attivisti che ne fanno parte non sono sprovveduti: conoscono bene i rischi che corrono ma non giocano a fare gli eroi. Le misure di sicurezza dello stesso esercito parlano chiaro: dicono che la ruspa dovrebbe mantenere una distanza di 10 metri da Rachel, proprio per evitare di farle del male.

Ma gli ordini, quel giorno, sono chiari. Andare avanti.

È così che Rachel Corrie a 23 anni diventa un altro volto sui muri di Gaza, un altro manifesto affisso a memoria dei martiri, come vengono chiamate tutte le vittime dell’occupazione israeliana.

Viene travolta dal bulldozer davanti agli occhi dei suoi compagni: la lama della ruspa la colpisce, la getta a terra, quindi il mezzo le passa sopra, schiacciandola. La corsa in ospedale non serve: quando arriva è già morta.(..)

fonte:
http://www.osservatorioiraq.it/palestina-rachel-corrie-9-anni-dopo

****

http://www.youtube.com/watch?gl=IT&v=yqHaW-3xeZY


In Italia avvenne come in USA.La legge bancaria del 1936 fu abolita nel 1993
Tra i responsabili della crisi ci sono tutti i poteri pubblici,di regolazione o di intervento, soprattutto quelli della FED,che con Greenspan e Bernanke,mantenne troppo basso il costo dei prestiti americani,drogando il mercato con soldi facili e concedendo mutui a chi non li avrebbe mai resi
La Bce fece il contrario e tenne i tassi alti
Quando scoppiò la crisi,Trichet stava per alzarli ancora(?).Ma quel che si è poi fatto è stato solo di favorire le banche private senza imporre loro delle regole e senza riscontri utili sulle economie nazionali.L’Italia poi era gravata da problemi suoi,come l’eccesso di leggi,la burocrazia mortale,i processi eterni o interrotti,un fisco capestro e iniquo,la corruzione politica..
Oggi lo strapotere delle banche è talmente arrogante e nocivo che si può dire:«Non sono i governi,è Goldman Sachs che domina il mondo»
In Ue,Grecia e Italia lo fa con i
Tant'è che fu Goldman Sach a imporre l'agenda al G8 di Cannes ai capi dell'Occidente e furono le banche a dire a Berlusconi di dimettersi o avrebbero fatto fallire le
Ormai i G8 non sono più convegmi politici ma bancari
Se io deposito i soldi in banca,non è che questo la autorizzi a prendermeli per farne speculazioni azzardate.Perlomeno dovrebbe avere il mio consenso.Ma con la confusione tra i due tipi di banca,questo non avviene,e io posso perdere il mio capitale per delle scommesse che la banca fa a mia insaputa,e queste scommesse continuano anche per i quasi 1000 miliardi che la Bce ha prestato al tasso dell’1% alle banche,senza vincolarle ad alcunché,tanto che questo oceano di soldi non è passato a incrementare il credito ovvero la produzione o la ripresa,ma è stato di nuovo investito nelle stesse speculazioni rischiose che hanno creato la crisi,o sono servite per comprare quei bond che il mercato rifiuterebbe a causa della crisi.E’ un cane che si morde la coda.Le banche creano la crisi.Le banche ne godono.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 09:36| 
 |
Rispondi al commento

a
Molti non sanno che lo strapotere delle banche che sta portando a rovina l’Occidente fu espressamente voluto non da Reagan e dagli avidi iperliberisti repubblicani ma proprio del democratico Clinton che tolse alle banche la divisione tra banche commerciali e di investimento e aprì la strada all’invasione dei titoli tossici,convinto che eliminare le regole bancarie avrebbe portato a un mercato più libero e dunque migliore
Queste le sue parole:
«Prima di tutto non fu una completa deregulation. Abbiamo ancora regole stringenti,garanzie sui depositi bancari e requisiti sul capitale delle banche..Pensai che potesse portarci investimenti più stabili e una minore pressione su Wall Street per produrre profitti che fossero sempre maggiori Ci ho pensato molto ma non credo che aver firmato quella legge abbia niente a che vedere con la crisi attuale.Una delle cose che ha contribuito a stabilizzare la situazione è stato l'acquisto di Merrill Lynch da parte di Bank of America,che è stato più facile di quanto lo sarebbe stato se non avessi firmato quella legge.Non posso incolpare i repubblicani.Non è stata una cosa su cui mi hanno forzato la mano,credevo davvero che ci avrebbe dato una fonte più stabile di investimenti a lungo termine»
La Gramm-Leach-Bliley Act passò al Senato con 90 voti contro 8 e i voti favorevoli di Democratici
Le amministrazioni Clinton e Bush,così come il Congresso,sia a guida repubblicana che a guida democratica,hanno gravi responsabilità per aver incoraggiato la concessione facile dei mutui e non aver agito in modo efficace per evitare la crisi finanziaria,e la deregulation del mercato bancario fu proprio voluta da Clinton
La legge che dava regole alle banche e separava quella commerciali da quelle di investimento, tutelando i capitali privati,fu sostituita,per sollecitazione delle banche,nel 1999 da Clinton che eliminò la divisione tra banche commerciali e di investimento e rese più libera la speculazioni con titoli tossici

segue

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Nazionalizzarle?? MA VA LA'!!!!

NULLA CAMBIA 16.03.12 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Se mai qualcuno pensasse ancora che la Banca d'Italia sia di proprietà dello Stato, ecco la composizione del capitale sociale da cui si nota che per oltre i tre quarti appartenga ad istituti bancari privati, come del resto avviene anche per la Banca Centrale Europea.

Partecipante:

Intesa Sanpaolo S.p.A. 30,3%
UniCredito Italiano S.p.A. 22,1%
Assicurazioni Generali S.p.A. 6,3%
Cassa di Risparmio di Bologna S.p.A. 6,2%
INPS 5,0%
Banca Carige S.p.A. 4,0%
Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. 2,8%
Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. 2,5%
Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli S.p.A. 2,1%
Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A. 2,0%

Barba Ricu (Enrico Barba) 16.03.12 09:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..segue..
Il problema principale non sono le banche private cattive (le nostre banche restano le migliori in europa PUR essendo private) ma soprattutto la nostra mancanza di sovranità monetaria che ci impedisce tra le altre cose di usare lo strumento della fluttuazione del cambio per venire incontro alle esigenze dell'industria manufatturiera italiana (che sta morendo e ha un saldo negativo di import-export dall'adozione dell'euro), e ancor peggio ci impedisce di spendere a deficit per finanziare politiche di piena occupazione e pieno stato sociale, che rilancerebbero il pil e le esportazioni. Il vero problema é quell'accidenti di euro così concepito, il vero problema sono i 489 traditori della patria che hanno firmato il fiscal compact commissariando di fatto permanentemente la nostra politica economica e fiscale ai desiderata franco-tedeschi. Il vero problema é l'imminente inserimento del pareggio di bilancio in costituzione. Il vero problema sono gli ignoranti del tuo calibro che giocano con il fuoco con il sederino bello al caldo! Un'intera classe di intellettuali sinistrorsi e una chiesa cattolica compiacente che copre e strizza l'occhio a politiche liberiste e mercantiliiste che sono più a destra di Hitler e Mussolini messi insieme!

Quindi, Beppe, sei il solito imbecille qualunquista. Non puoi nascondere il problema scomodo? Soluzione tipica: denunciane un pezzo senza dare il messaggio completo e fai capire roma per toma a chi ti legge pieno di speranza e fiducia.

alle macc Commentatore certificato 16.03.12 09:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ehhh... Beppe, dovrei dirti che sei stato bravissimo a parlare di qualcosa che si avvicina un pochino ai problemi che patiamo or ora... In effetti quello delle banche é uno dei noccioli del problema che ci rende schiavi della finanza. Ma come al solito si può fare di MOLTO meglio di quest'accozzaglia di inesattezze e qualunquismo. E non hai idea dei danni che può fare un post limitato e parziale come questo ad un cittadino che tenti di capirci qualcosa del problema, nel momento in cui qualcuno che ne sappia un po' di più tenta di farsi capire...

Il problema in Italia non é che le banche siano istituzioni private (spa) ma che la banca centrale italiana sia divorziata dal tesoro, ovvero non faccia l'interesse del tesoro, pur essendo istituzione di diritto pubblico in teoria... Se il tesoro decidesse sulla politica monetaria della banca d'Italia, sticazzi della privatizzazione. La FED americana é privata, per dire. Ed é così dai tempi di Andreatta, nonostante l'allora commissario Nino Galloni avesse giustamente espresso rimostranze in merito, sostenendo che la cosa avrebbe fatto esplodere il debito pubblico e la disoccupazione (cosa puntualmente verificatasi).

Pubblica o privata che sia la banca centrale (meglio se pubblica, concorderò con te su questo punto), il problema é che lo stato deve avere il controllo sull'emissione di moneta, e deve SOPRATTUTTO essere una moneta SOVRANA. Finché useremo una valuta per noi estera come l'euro che dobbiamo prendere in prestito a tassi decisi da terzi invece che esserne proprietari, non ne usciremo mai.

alle macc Commentatore certificato 16.03.12 09:19| 
 |
Rispondi al commento

TAV

Il costo delle infrastrutture per i treni veloci in Italia rispetto alle analoghe infrastrutture realizzate in Francia ed in Spagna registra al momento un valore di oltre il 500% superiore.

Le cause sono le seguenti:

1. Architettura finanziaria: il lavoro viene affidato alla società tav spa che pero' ha "solo" il compito di costruzione e gestione, lo sfruttamento economico viene concesso ad una società Gemina spa che impone modifiche ai lavori. La società Tav non riuscendo a far fronte alle richieste della Gemina subappalata i lavori a 13 società diverse di cui 4 falliscono, 2 non esistono e 2 sono ad alta infiltrazione criminale, di queste solo 1 ha sede legale in Italia.

2. Corruzione: il lavoro viene spezzettato tra una ventina di imprese, ognuna delle quali ha il suo politico di riferimento, che ha il suo partito di riferimento che ha il suo funzionario statale di riferimento.

3. Macchina stato inesistente : tutte queste infrazioni sono state denunciate ma lo stato non ha fatto nulla.

4. Ritardi : tempi dilatati di un lasso di tempo che va dai 7 mesi per l'inizio lavori a un numero imprecisato di anni per il loro termine.

5. Nessuno è mai responsabile di questi disservizi. X da la colpa ad Y che la da a Z e cosi via.
E chi paga alla fine siamo noi.

David Zambe Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.03.12 09:11| 
 |
Rispondi al commento

E' palese che per far digerire alle banche le svalutazioni del 70% e oltre della Grecia, queste abbiano chiesto e ottenuto un regalino dalla Bce.
E' palese che quei soldi li investiranno massimizzando i profitti a breve e non faranno ripartire l'economia, se non la loro.
E' palese che resteremo ancora una volta a becco asciutto.
Il sistema è un cancro. Dobbiamo lasciarlo morire.
E ripartire da capo.

filippo giordano 16.03.12 09:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco come mai Marchionne possa essere il modello di imprenditore per Monti e sia acclamato da Obama,quando ha mandato in fallimento la Fiat, ha perso il mercato europeo e a dicembre era a meno il 15% delle vendite,peggio di tutte le altre case automobilistiche
Com’è possibile che tutta la sua strategia consista nel riproporre la Panda,cioè il vecchio, per di più un’auto contro ogni standard americano che però non è competitiva come le utilitarie indiane?E dove sta la ricerca sull’innovazione e l’ecologia della tanto decantata Fiat?
Non sento più parlare di innovazioni.Le auto elettriche avrebbero avuto il merito di eliminare le guerre per petrolio o gas,lo smog e le polveri sottili,ma a prezzi proibitivi per la crescente bolletta elettrica,anche se alcuni le farebbero ricaricabili a fotovoltaico,ma resterebbe il problema delle batterie inquinanti
E che fine ha fatto il il Fuel-Cell,o utilizzo dell'idrogeno per dare energia al motore?Cioè l’estrazione di idrogeno per elettrolisi direttamente da un serbatoio installato nell'auto?Non risulta che la Fiat si degni di innovare o proporre motori ecologici
C’era un ricercatore di nome Stanley Meyer,che girava con un'auto all'acqua.Peccato che lo abbiamo avvelenato prima che potesse parlare della sua invenzione al mondo
Che esito hanno avuto le ibride plugin?
Vedi http://www.hybrid-synergy.eu/index.php
Anche qui ce n’è una alimentata col fotovoltaico
E cosa sono le batterie di nuova generazione? Perché la Fiat è così ancorata al passato da distruggersi il futuro?
E di quanto è salito l’uso di etanolo o biodiesel proveniente dal riciclaggio degli oli usati in campo alimentare,o il gas allungato con biogas e idrogeno?Non si sente dire più nulla
Il candidato repubblicano Santorum esalta la libertà americana di scegliere l’auto che uno vuole.Intanto la General Motors sospende la sua produzione di auto elettriche rimaste invendute, licenziando i 1.300 dipendenti della linea di montaggio

segue sotto

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha la follia di fare il piccolo imprenditore lo sa: 8 su 10 di coloro che richiedono in questo periodo un finanziamento alle banche si vedono bocciare la pratica.
Ai 2 miracolati le garanzie richieste sono spesso superiori agli affidamenti erogati e i tassi d'interesse arrivano al 15%.
Eppure la BCE ha appena regalato 140 miliardi di euro (interesse 1% annuo) agli istituti italiani.
Cosa ne faranno non è dato sapersi. Probabilmente verranno investiti in larga parte in redditizi e non rischiosi titoli di Stato.
Il ministro per lo sviluppo economico, Corrado Passera, è un banchiere. Era l'AD di Intesa San Paolo e aveva un bello stipendio di svariati milioni di euro per gestire una delle più grandi banche italiane. Quindi dovrebbe ben conoscere come vanno le cose e quali sono i paletti che gli accordi di Basilea ribaltano sulle aziende.
Oggi sono i computers e i dati incrociati degli affidamenti, del gestionale, dei mezzi propri e degli incassi a dettare ferree leggi matematiche.
Il rapporto umano tra clienti e banche è così svanito nel nulla.
Le analisi sui business plane presentati li fanno i programmi degli algoritmi, a cui non si può spiegare niente e che danno risposte scientifiche prive di visioni future.
Impossibile derogare.
Gli imprenditori quindi sono diventati meri numeri da gestire all'interno di un sistema semplicemente automatizzato.
Insomma le banche non fanno quasi più le banche.
Eppure non sono immuni da gravi responsabilità nell'aver creato questa incredibile crisi finanziaria globale.
Ma i governi di mezza Europa hanno preferito salvare gli istituti di credito piuttosto che le aziende.
Così ci ritroviamo in una situazione pazzesca, dove il denaro non circola più e la ricchezza resta chiusa in dorati forzieri.

WWW.FUOCHIDIPAGLIA.IT

giorgio paglia 16.03.12 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Differenze tra politici e cittadini

- Quando un Politico lavora … significa che sta decidendo cosa deve fare un buon Cittadino.
- Quando un Cittadino lavora … significa che sta facendo ciò che gli ha programmato il Politico.

- Quando c’è crisi … ogni Politico che si rispetti pensa alle tasche dei cittadini.
- Quando un cittadino va in crisi … pensa alle tasche dei politici. ...
http://www.meditare.info/wordpress/umorismo/differenze-tra-politici-e-cittadini

nick salius, web Commentatore certificato 16.03.12 08:53| 
 |
Rispondi al commento

METTIAMOLA AI VOTI......IO CONCORDO!

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.03.12 08:49| 
 |
Rispondi al commento

In Svezia cosa hanno fatto?

luciano poli 16.03.12 08:47| 
 |
Rispondi al commento

http://www.giornalettismo.com/archives/213151/tempesta-su-goldman-sachs/

belzebù ^ Commentatore certificato 16.03.12 08:41| 
 |
Rispondi al commento

potere d'acquisto

Sandro Abelli Commentatore certificato 16.03.12 08:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gente una domanda:..ho guardato la pagina della raccolta delle firme...e ho visto che c'è elencato anche Livorno...ma non ci sono elezioni amministrative!..mah..!
Ho dato un occhiata al N/s programma..mi sembra che manchino alcuni punti...come stop alle TAV-Ponte-missioni militari-spese per armamenti-vendita della Rai..ecc..!
Ma ho bevuto io...e ci manca roba.Beppe...!

roby f., Livorno Commentatore certificato 16.03.12 08:18| 
 |
Rispondi al commento

IdV
Le banche hanno vinto, anzi stravinto. Fedele alla sua non aurea regola che lo vuole forte con i deboli e debole con i forti, il governo Monti si è inginocchiato di fronte ai banchieri e si è impegnato a cancellare la norma che rendeva gratuite le commissioni bancarie per i pensionati sino a 1500 euro.
Il sottosegretario all’Economia Polillo, quello che somiglia come una goccia d’acqua a Previti, è stato candido e trasparente nel motivare la retromarcia furiosamente ingranata: "Quella misura era un danno per gli istituti di credito”.
Per la verità, grazie all’obbligo di aprire conti correnti per tutti i pensionati, le banche erano già immensamente avvantaggiate dalle misure di un governo che forse non a caso è guidato da banchieri ed ex consulenti delle grandi banche.
Ma, essendo la finanza insaziabile, non si era accontentata. Per protesta contro la decisione di rendere gratuiti i conti correnti per le pensioni più basse i vertici dell’Abi si erano dimessi. Il governo ha quindi adottato un atteggiamento opposto alla grinta che sfodera quando a protestare sono pensionati, lavoratori, giovani e precari e disoccupati. Ha belato. Si è scusato. E’ tornato indietro. Molto meglio danneggiare di brutto i pensionati poveri che risultare sgraditi alle banche.
Ma attenzione: “Anche le formiche, nel loro piccolo, si incazzano”.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Thrive (Prosperar) - Webislam
www.webislam.com
(Official Trailer) THRIVE: What On Earth Will It Take? - YouTube
Questo e' un documentario molto interessante. Molto attuale. Inglese, e spagnolo.

Anna G., Los Angeles - Rimini Commentatore certificato 16.03.12 08:10| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera c'è stato l'incontro tra Monti, Bersani, Alfano e Casini......Un incontro di menti "eccelse"....infatti con tutti i problemi che ha questo Paese, di cosa hanno parlato? Di intercettazioni! Ma andassero a ca...re!!!!

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 16.03.12 07:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di Bankitalia:


"Le quote di partecipazione al suo capitale sono per il 94,33% di proprietà di banche e assicurazioni private, per il 5,67% di enti pubblici (INPS e INAIL)"

La situazione disastrosa in cui si trova l´Italia e´dovuta principalmente al fatto che lo STATO non e´padrone e non controlla la moneta circolante.
Uno stato non e´sovrano se deve dipendere da una banca privata BCE per la sua moneta.
La moneta non ha valore intrinseco, ma quantifica merci e lavoro es 15 euro sono pari a due ore di lavoro di un certo tipo o pari a 10 kg di una certa frutta...
La moneta e´stata inventata per semplificare gli scambi e NON per scommettere sui derivati del lavoro o dei prodotti.
Perche´siamo arrivati all´assurdo che si scommette non sul valore di qualcosa di reale, ma sul suo "derivato", giochetto usato per amplificare le scommesse.
Perche´il virtuale non ha limiti.
Questa e´la finanza: la distorsione della realta´, il gioco di scommesse.
Si scommestte carta per avere carta a cui "le banche private" danno il valore che vogliono.
Cosi´l´ora di lavoro o il kg. di frutta prodotto non valgono piu´per quello che sono, ma per quello che le banche vogliono.
Lo stato italiano, se potesse stampare moneta non dovrebbe emettere bond venduti alle banche private che lucrano sugli interessi.
Siamo schiavi della BCE e in ultima analisi della Federal Reserve (privata anche quella)
E chi dirige la FED? Guarda caso...i banchieri ebrei sfuggiti a Hitler...i figli di coloro che avevano architettato la crisi del 29 e le due guerre mondiali. La storia si ripete sempre.

Patrizia B. 16.03.12 07:50| 
 |
Rispondi al commento

Un pò in ritardo su una nostra proposta che ci vede fortemente impegnati contro i Governi europei ed italiano. Gente abituata a ragionare da dietro lo sportello.
Oramai le rapine non le fanno loro ed i clienti vanno in banca con il cappuccio addosso non per rapinare ma per non essere riconosciuti dalle banche sanguisughe.
La NAZIONALIZZAZIONE è una parola che odio e mi fa ravvii dire. Soprattutto per me che sono un liberista nato e crede nella voglia e capacità dell'uomo.
Però un COMMISSARIAMENTO di tutti gli Istituti di Credito è assolutamente indispensabile.

Gerardo Graziano 16.03.12 07:47| 
 |
Rispondi al commento

IdV
Licenziamenti politici,rifiuto di applicare la sentenza che impone il reintegro dei 3 operai licenziati,istituzione di reparti-confino ad alta tossicità dove trasferire gli operai iscritti alla Fiom
I 3 operai licenziati a Melfi e alcuni lavoratori puniti perché della Fiom hanno descritto nei particolari il clima di ricatto e terrore instaurato dalla Fiat nello stabilimento di Melfi,dopo la pulizia etnica contro la Fiom in quello di Pomigliano
Il reparto confino è stato creato nel capannone dell’ex stabilimento Itca,a un km di distanza dagli altri.Nel reparto lastratura,quello più pericoloso per la salute perl’abbondanza di polveri sottili,sono stati trasferiti Marco Forgione,nonostante una precedente operazione per cancro al polmone e Michele Corbisiero,invalido al 70% per un infarto.Sono entrambi della Fiom e Forgione è stato uno dei principali testimoni a favore dei 3 operai licenziati e reintegrati dalla magistratura
Il capogruppo dell’Idv al Senato Belisario e la senatrice Carlino hanno presentato un’interrogazione al governo,per sapere cosa intenda fare per garantire il rispetto dei diritti costituzionali anche negli stabilimenti Fiat,che oggi sembrano invece godere di una specie di extraterritorialità
A Melfi,Pomigliano,Mirafiori ecc.non vige più la legge dello Stato ma solo quella privata del dottor Marchionne
.
Sono questi gli abusi che la Fornero protegge?
Non ci sono abbastanza casi di maltrattamenti di dipendenti in Italia? non ci sono abbastanza licenziamenti non giustificabili? non ci sono abbastanza situazioni in cui la classe padronale si comporta con crudeltà calpestando la legge e le norme elementari della condotta umana? e si vuole peggiorare ancor più la protezione di chi è più debole e santificare gli abusi già esistenti? Non hanno vergogna coloro che difendono a spada tratta questa avanzata della soperchieria e dell'arroganza padronale? davvero Monti pensa che Marchionne sia uno dei migliori italiani? un esempio per tutti?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 07:46| 
 |
Rispondi al commento

C’è un colorante color marrone scuro, color caramello, che è stato trovato cancerogeno: E150D. Questo colorante è nella Coca Cola e nella Pepsi. Le associazioni dei consumatori americani hanno avviato petizioni perché sia abolito a meno di non mettere l’etichetta ‘a rischio di cancro’. La potente Coca Cola ha rifiutato di farlo, ma alla fine la California ha inserito Coca Cola e Pepsi nella lista dei potenziali cancerogeni. In Italia solo il Salvagente ne ha parlato, e ne ha parlato più di un anno fa senza che il governo prendesse decisioni. Questo colorante deve essere messo al bando, e può trovarsi dappertutto: nelle bibite e in molte caramelle, nell'aceto balsamico e nei liquori digestivi, nei superalcolici e nella salsa di soia, nelle conserve di frutta rossa, nei pâté e nelle barrette dimagranti, insomma in tutti quegli alimenti che hanno bisogno di una tinteggiata di marrone scuro o nero. In USA si aspetta una più forte reazione governativa per fine marzo, ma perché nulla accade in Europa? Eppure l’OMS ha inserito il colorante tra le 249 sostanze potenzialmente cancerogene per la specie umana.
Il colorante è stato testato sui ratti e ha prodotto cancro ai bronchi e leucemia.
Nelle cole analizzate è stata trovata una quantità di 4- MEI che supera6 volte la soglia di legge. In ogni lattina sono presenti circa 100 microgrammi di 4-MEI. Se la Coca Cola e la Pepsi continueranno nella loro posizione arrogante, smettere di berle e soprattutto non fatele bere ai vostri bambini!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 16.03.12 07:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come spesso succede, in questo blog ci sono molte cose valide sul piano informativo mischiate ad altre buone solo per un facile populismo.
1)Beppe Grillo propone da una parte la nazionalizzazione delle banche perchè stanno creando moneta che non esiste (peraltro in Italia le banche non sono state salvate), dall'altra l'uscita dall'euro perchè ci si riappropri della sovranità monetaria, cioè, tradotto, per poter stampare moneta che quindi non esiste: Pagare la montagna di debiti che ha l'Italia non va bene, bisogna stampare moneta! Incredibile... Forse è meglio che si metta d'accordo con sè stesso su ciò che intende dire.
2) Se si tornasse alla nazionalizzazione indiscriminata delle banche (cosa che esiste solo nei regimi dittatoriali), se ci si lamenta adesso che la politica entra nella finanza si può facilmente capire cosa succederà.. Altrochè Verdini, casi Unipol eccetera. Per altro le banche fino agli '80 erano già quasi tutte statali sotto diverse forme, il sistema finanziario era sottosviluppato ed avevamo imprese povere ed imprenditori ricchi per via dei criteri di concessione del credito (leggetevi 'Crisi e scandali bancari nella storia d'Italia').
3) Il prestito appena concesso può essere visto anche sotto questo aspetto: è stato un aiuto più che alle banche agli stati, dato che le banche sono state finanziate per metterle in condizione di continuare a sottoscrivere i loro titoli di debito.

raffaele p. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.03.12 06:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Siamo tutti qui! Nessuna defezione!"
è il la frase postata su twitter corredata da una foto da Pierferdinando Casini durante il vertice a Palazzo Chigi.
Eppoi alla fine un nuovo tweet:
"Vertice finito. Ottimo clima, ottimi risultati"

traduzione dal casinese all'italiano:

uè, raga.....
ecceravamo, dunque, e io, e il bersani ed il lungo, l'alfano.
siamo stati a mangiar dal monti.
cioè, il meglio, del meglio della politica, cioè, raga.....
Alfano, Bersani, Casini!
l'ABC della politica, capito?
ed abbiamo, dunque, il parole povere, cioè....
abbiamo parlato ti tutto, nè!
della riforma del mercato, degli ammortizzatori sociali, della crescita, dell'occupazione, degli investimenti, di giustizia, della rai..
uè, raga....
io non ci capivo un cazzo, il bersani neppure, l'alfano dormiva, il monti parlava praticamente da solo, forse, se parlava, perchè io pensavo ad altro.....
comunque, raga....
dalla foto che ho postato si vede che c'eravamo, e questo basta!
al popolo che gliene frega, di che ci siamo detti, tanto ormai non ci credono più manco se diciamo l'ora esatta......
l'importante è far vedere che ci nteressiamo a sti morti di fame....
uè, raga.... ci son le amministrative, tra poco!
altri soldini che entreranno nelle casse dei partiti....
altre ricche ferie per noi aggratissss.....
uè, raga.....
occhio a non farlo sapere al popolino, che tanto non cambia una cippalippa, altrimenti sti buzzurri di cittadini son anche capaci di farci il culo, se và benne....

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!

uè, raga..... è ancora buio!
e non solo perchè il sole non è sorto......

il Mandi Commentatore certificato 16.03.12 06:25| 
 |
Rispondi al commento

Il SISTEMA DI SFRUTTAMENTO E DI DOMINAZIONE---Davvero credevate che l 'euro è stato creato per noi e per la nostra felicità ?? O per quella dei greci, degli irlandesi e dei portoghesi ?? Hanno fatto l euro per sottrarre agli stati la capacita di emettere la moneta. L Italia è costretta a prendere in prestito ogni euro che spende dai mercati di capitali privati, ai tassi da loro decisi con conseguenze catastrofiche: 1- Non possiamo più creare la nostra moneta, ma siamo obbligati a prenderla in prestito a tassi che non possiamo controllare. 2- non possiamo più spendere a deficit per creare ricchezza ai cittadini e alle imprese, e questo causa un immediato impoverimento del Paese. 3- Diventiamo totalmente ostaggi della speculazione che può depredare le ricchezze del Paese e degli italiani senza colpo ferire. Funziona cosi : la Fed negli Usa stampa il dollaro, la banca of England la sterlina e la Bce conia l euro. Ma la differenza risulta profonda e perversa. Gli stati della Eurozona non possono ricevere i soldi direttamente dalla Bce ( a differenza di Usa e Gb ), e sono quindi obbligati a finanziarsi sui mercati, mentre la Bce crea denaro dal nulla e lo gira al tasso dell 1% alle Banche commerciali. Queste possono decidere se acquistare o meno i nostri titoli sul debito a tassi tra il 5 e il 7 %. Praticamente tutto è nelle mani della Usura. I sicari della Goldman Sachs siedono al vertice delle grandi istituzioni bancarie come Mario Drghi alla Bce, ed ora hanno deciso di occupare anche le istituzioni come i casi della Grecia e dell Italia con Papademos e Monti testimoniano inequivocabilmente. Tutti e tre hanno occupato posti di rilievo in Goldman Sachs, come Romano Prodi, sotto il governo del quale, casualmente, fummo trainati in questo sistema che concede prestiti a tassi irrisori alle banche, a quella elite finanziaria che rappresenta appena l 1% degli italiani, mentre il restante 99% viene caricato di tasse e extra tasse per ridurne drasticamente il tenore di vita.

cielo stellato 16.03.12 04:06| 
 |
Rispondi al commento

Noi dobbiamo morire.....
E poi forse rinascere...
Contando su di una memoria storica al cui confronto i nazisti sono stati dei poveri cialtroni di periferia...:))

roberto Vian 16.03.12 03:09| 
 |
Rispondi al commento

http://youtu.be/dJjCLSu6z6E

gaeta carinucci roberto, roberto Commentatore certificato 16.03.12 01:37| 
 |
Rispondi al commento

Le banche oltre a non prestare soldi,consigliano un uomo loro(strozzino)con la stecca al 50° e cosi'guadagnano il doppio,ti mandano in malora e poi ti sequestrano tutto.Aboliamole............. Creiamo delle banche etiche a pochi interessi.

gaeta carinucci roberto, roberto Commentatore certificato 16.03.12 01:15| 
 |
Rispondi al commento

"Lontano, nei dimenticati spazi non segnati nelle carte geografiche del limite estremo della Spirale Ovest della Galassia, c'è un piccolo e insignificante sole giallo. A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c'è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzurro–verde, le cui forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono così incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso digitali siano un'ottima invenzione.
Questo pianeta ha, o meglio aveva, un fondamentale problema: la maggior parte dei suoi abitanti erano afflitti da una quasi costante infelicità. Contro l'infelicità furono avanzate varie proproste, ma esse concernevano per lo più lo scambio di pezzetti di carta verde; cosa assai strana, ne converrete... Così, quasi tutti gli abitanti del pianeta continuavano a sentirsi tristi e infelici; persino quelli che avevano orologi digitali."

Caro Beppe/casa leggio questa volta il libro consigliato doveva essere la Guida galattica per autostoppisti.

G Muccio, Bologna Commentatore certificato 16.03.12 00:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cosa te ne fai di una banca che non ha un euro ?

pensate che dopo saranno in grado di prestarvi denaro all'1% anche a voi ?

aspetta aspetta che non ho compreso bene...
come hai detto ?

dici che quando saranno pubbliche i prestiti della BCE all'1% arriveranno finalmente alle imprese ?

le pensi proprio tutte, bravo, sono piacevolmente sorpreso.

Sandro Abelli Commentatore certificato 16.03.12 00:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non ho capito perchè dovremmo nazionalizzarle quando sono sull'orlo del fallimento... cosa c'avete scritto Jo Condor sulla fronte ?

Sandro Abelli Commentatore certificato 16.03.12 00:31| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto un video di barnard dove spiega la "sua" teoria economica.
Ha ragione per una piccola parte di quello che dice, esattamente jn grandezza allo stato attuale della sua mente lilliputziana.
In economia quelle teorie sono risibili.
Ragiona secondo schemi che esaminano la realtà come un'allocco esamina un villaggio western holliwoodiano durante un ciak, e cioè pensa di trovarsi nel selvaggio west.

L'economia è talmente semplice, ma talmente semplice, che chi vi si pone immaginandosi di dover capire chissà chè, non ci capisce un beato cazzo.

La ricchezza non è il denaro.
La ricchezza non si può accumulare.

L'economia sta tutta lì, in quei due postulati che quasi nessuno ha ancora capito, come io non ho ancora capito la teoria della relatività.
Chi inizia a parlare di equazioni di valore-mezzi di produzione-produzione-merce-danaro ecc ...o non ci ha capito (quasi tutti), o peggio è in malafede.

Forza inter....

l'appestato 16.03.12 00:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Shhhhht che Beppe sta dormendo..

cecco 16.03.12 00:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3) Caro sig. Napolitano VADA PURE A FARE IN CULO!

Giuseppe D., CAGLIARI Commentatore certificato 16.03.12 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Il vertice di questa sera è ancora in corso in questo momento.
Saranno brilli che sparano cazzate già da un'ora?
Mah, per me è notte fonda , mi spalmo il valium sul petto e torno a letto.

giorgio n. 16.03.12 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Sono tre anni che vivo nei parcheggi anch'io, quando muoio mi fanno il funerale con il carrattrezzi.

clopy closs Commentatore certificato 16.03.12 00:06| 
 |
Rispondi al commento

una foto dal passato di gloria ----

http://spaliuke.files.wordpress.com/2008/04/curranposter4.jpg?w=475&h=323

una foto recentissima risultato di un tonfo totale di questo Paese...

http://4.bp.blogspot.com/-H_06MnzVylA/TyyZyelIRJI/AAAAAAAACjk/OCHmDMekg_c/s400/422462_339675562730809_108254119206289_1118057_133086176_n.jpg

adesso date la colpa alle banche e ...a...Monti! eh!

alcune proposte dallo statuto 5 stelle :
economia:

- Abolizione della legge Biagi
- Impedire lo smantellamento delle industrie alimentari e manifatturiere con un prevalente mercato interno
- Vietare gli incroci azionari tra sistema bancario e sistema industriale
- Introdurre la responsabilità degli istituti finanziari sui prodotti proposti con una compartecipazione alle eventuali perdite
- Impedire ai consiglieri di amministrazione di ricoprire alcuna altra carica nella stessa società se questa si è resa responsabile di gravi reati
- Impedire l’acquisto prevalente a debito di una società (es. Telecom Italia)
- Introduzione di un tetto per gli stipendi del management delle aziende quotate in Borsa e delle aziende con partecipazione rilevante o maggioritaria dello Stato
- Abolizione delle stock option
- Abolizione dei monopoli di fatto, in particolare Telecom Italia, Autostrade, ENI, ENEL, Mediaset, Ferrovie dello Stato
- Allineamento delle tariffe di energia, connettività, telefonia, elettricità, trasporti agli altri Paesi europei


Quando finirá questo manicomio, quando potremo finalmente tirare un sospir di sollievo?

clopy closs Commentatore certificato 15.03.12 23:52| 
 |
Rispondi al commento


Finalmente iniziamo a occuparci della radice vera dei problemi del mondo contemporneo.

Un passo in piu' adesso: facciamolo in maniera meno populistica e semplicistica.

Come si eliminare i privilegi e le distorsioni finanziarie?

La politica monetaria e di controllo del credito deve diventare l'argomento centrale di ogni dibattito politico.

David Hume 15.03.12 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Io sono per la nazionalizzazione delle banche,(anzi per la nazionalizzazione di tutto)!
Ma vi avverto:
La reazione dei mercati sarà tremenda!

l., ancona Commentatore certificato 15.03.12 23:44| 
 |
Rispondi al commento

A conti fatti (se la matematica non è un’opinione) se non ci fossero le banche a intermediarsi tra il lavoro e i suoi frutti, molte attività avrebbero ancora qualche prospettiva.
Quando iniziai un’attività in proprio, primi anni 90, le banche elargivano finanziamenti anche se non richiesti, proponevano azioni da acquistare, davano affidamenti, operazioni di sconto..si fidavano, ti gratificavano e gratificavano le attività.
Il prezzo di queste "magnanimità" era alto e però si sopportava e si andava avanti, nonostante un’imposizione fiscale sempre e comunque iniqua, una burocrazia pesante come una cappa di piombo sulle spalle, incombenze assurde e ingiuste da sopportare...
Si arrancava e si sperava in tempi migliori. Invece quello che credevamo il peggio era nulla rispetto ad oggi.
Oggi le banche voltano le spalle: non esisti più e loro per te non ci sono più. I quattro soldi (quattro per chi, come i dirigenti, Profumo es., che bruciano milioni di euro..) li rivogliono indietro immediatamente, garantiti e soprattutto decuplicati.
E dire che si sono arricchite sopra le spalle delle piccole e medie imprese, con i loro soldi veri, con il loro lavoro...
ma come può capirlo chi non sa cosa significa lavorare, chi è privilegiato a prescindere e da una poltrona gioca al tiro al bersaglio e questo è il suo meschino compito.
Tanto se una piccola attività muore chi vuoi che se ne accorge?
Questa la miopia delle banche, del potere che le manovra, di quei pseudo dirigenti che non sanno nemmeno il senso del loro ruolo: personificano il privilegio fine a se stesso, come se fosse auto generante. Anzi oggi, grazie alla politica connivente, si sono addirittura montate la testa, quasi come un potere alternativo e autonomo. Vedranno tra un po’ dove andranno a finire i loro privilegi senza materia prima..

Sabrina M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.03.12 23:44| 
 |
Rispondi al commento

lenin, che ore sono?

la belva umana 15.03.12 23:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma buscetta chi è, la figlia di bush?

influenzatore 15.03.12 23:32| 
 |
Rispondi al commento

le banche da strozzine sono diventate becchine.
prima davano soldi ad interessi usurai, oggi non danno piu' un centesimo, aspettando la fine materiale dei propri clienti.
e la politica cosa fa? alfano, bersani e casini, cosa dicono al prof.?

http://www.nonsolonapoli.blogspot.com/2012/03/protesta-no-tav-espressione-del-disagio.html

angelo d'amore 15.03.12 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Il mio cavallo contro una sputacchiera che tra poco li vedremo tutti correre come topi in cerca di un buco.

tecs uiller 15.03.12 23:25| 
 |
Rispondi al commento

37,5 miliardi di euro di debito pubblico in un solo mese se manteniamo la media a fine anno avremo un debito pubblico di 2.400 miliardi di euro cioè 40.000 euro di debito ogni cittadino italiano neonati e centenari compresi.
E questa sarebbe la manovra "salva Italia"!!!!!!!!! boh?

ubert 15.03.12 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Lo spread scende, la disperazione sale

http://nonsolonapoli.blogspot.com/2012/03/lo-spread-scende-la-disperazione-sale.html

angelo d'amore 15.03.12 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Siamo nella merda

Sono nella merda non si lavora.....

Non si hanno soldi per pagare + nulla

La benzina sfonda le 2000 al litro

Ma dove cazzo stiamo andando, al suicidio ?

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 15.03.12 23:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ok, nazionalizzare le banche! Ma , assolutamente, non bisogna darle in mano ai nostri attuali politici, le banche devono essere gestite da noi cittadini!

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 15.03.12 23:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma, lo stato non dovrebbe disciplinare, coordinare e controllare l'esercizio del credito? questo dice l'art. 47 della costituzione. NAPOLITANO dov'è? che classe politica di cacca.mandiamoli tutti a casa.

GIOVANNI LAERTE 15.03.12 22:53| 
 |
Rispondi al commento

....certo che, sarebbe molto interessante capire, visto che le banche, in origine, erano di proprietà di chi, essendo loro gli effettivi proprietari delle merci, "cioè noi popolo" le avevano create al solo ed unico scopo, di semplificare i loro traffici e commerci, a trasformarsi nel tempo, in istituti privati indebitando addirittura i loro legittimi, storici, ed unici originali proprietari....

cioè mi piacerebbe capire quale è stato, l'esatto momento in cui, i legittimi proprietari di casa, si sono trasformati, come per incanto....in semplici e volgari affittuari.... e oltretutto pure morosi?!


ps: se qualcuno fosse in grado di spiegarmelo.

andrea panparana (bella panpa), roma Commentatore certificato 15.03.12 22:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Monti voglio la tua testa su una picca.

Hai tolto il 10% dalla pensione di una donna di 90 anni con meno di 600 euro al mese di pensione per mandare i nostri soldi Goldman Sachs, per farli investire in mercati emergenti probabilmente in brasile o in india. Ora la donna deciderà tra il pane o le cure mediche, e tu infame banchiere, dovrai decidere sa investire in cina o india i suoi soldi. Spero che questi soldi servano a te e al tuo governo di massoni per costruirvi una fortezza che vi salvi dal POPOLO.

Valerio Lallini 15.03.12 22:43| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 27)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sopra la Banca, Mario Monti campa, sotto la Banca l'Italia crepa.....

harry haller Commentatore certificato 15.03.12 22:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è da scegliere una definizione.

Se per fare la spesa (niente di voluttuario, si intende), non pago le imposte, per lo Stato sono un evasore, e manda equitalia.

Se pago le imposte, e non resta di che fare la spesa, lo Stato che è?

Qua non è più il caso di parlare di "pressione" fiscale, ma di "oppressione"

claudio p. 15.03.12 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Trovo più interessante raimovie in questo momento.

cecco 15.03.12 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Sto guardando la trasmissione di Formigli su La 7,
MERITORIA e DISGUSTOSA nello stesso tempo...
parlano ancora dei mutui all'UNO PERCENTO che la BNL concede ai senatori e ai deputati del cazzo.

Sorvoliamo sui limiti storici, intrinseci, delle trasmissioni di denuncia in uno Stato Borghese
(la giornalista inviata da Formigli se la prende col Presidente della BNL, il quale GIUSTAMENTE risponde: io faccio impresa... è l'impresa bellezza..)

Tuttavia vorrei che qualcuno dei lettori/partecipanti al blog, che ancora vota e elegge deputati e senatori (e non vota per il M5S): ma non ti vergogni?
Oppure dicci perchè lo fai...

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 15.03.12 22:23| 
 |
Rispondi al commento

http://www.serviziopubblico.it/live

Pol Picot (ubot), ROMA Commentatore certificato 15.03.12 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Chi se ne fotte se le banche non aprono il portafogli!

Da che mondo è mondo è il lavoratore il vero datore di lavoro e piglia il dovuto, sempre meno, a babbo morto, e se le banche NON finanziano gli strozzini e padroni di tutte le specie è una cosa che al lavoratore può portare solo vantaggi... solo però se si ferma definitivamente a oltranza per togliere ossigeno agli sfruttatori.
Adesso dovrei anche commuovermi per chi non riceve liquidi per sfruttare i lavoratori e poi andarsi a sgargarozzare le rapine altrove?
Fanculo... banche, investitori, risparmiatori e ste cazzo di piccole aziende!

pan per pagnotta 15.03.12 22:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo blog, lentamente, scivola nell'ignoranza. Le banche non sono tutte uguali. Le informazioni vanno date per intero. Non dirmi Beppe che ora devo andare a verificare su internet pure quello che dici tu. Far passare il concetto che Goldman sia come il Credito Cooperativo di Vattelapesca è una vera puxxanata. Pensare che una banca possa fare quello che vuole è un'altra puxxanata. La banca fa quello che l'istituzione che la regola le permette di fare.
Poi, per chi non lo sapesse, la banca, quella vera, fa opera di redistribuzione: prende i soldi a chi li ha, offrendo obbligazioni che danno un rendimento, e redistribuisce questi soldi all'artigiano, all'imprenditore, a chi si deve fare un mutuo. Se non ci fosse la banca, caro Beppe, il mutuo dovrei venire a chiederlo a uno come te che i soldi li ha. E tu, a seconda della simpatia che ti ispiro o dei favori che potrei farti, potresti decidere di concedere o meno i tuoi soldi in prestito a me. Si chiama strozzinaggio e mi pare che non porti a nulla di buono. Concludo dicendo che se le banche non avessero comprato BTP ora l'Italia sarebbe in guerra civile (e noi non siamo talebani, noi siamo italioti col telefono con la mela). Guerra civile vorrebbe dire fame miseria povertà e morte. Morte anche di bambini. Se ora le banche non distribuiscono è perché le regole sono fatte da 4 figli di puxxana (non italiani, sfortunatamente, sapremmo dove prenderli) che decidono a nome di tutti per vantaggio di pochi. Tagliate la testa al mostro, non prendetevela con chi non c'entra nulla.
Chi pensa che non sia così, ne ha diritto, ma chiedo di seguire il consiglio del caro Vecchio Beppe, quello che diceva di informarsi, informarsi, informarsi. Ciao a tutti.

ilsaputello 15.03.12 21:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il sindaco di FIRENZE RENZI realizza il cimitero dei feti abortiti.
sta preparandosi il loculo.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 15.03.12 21:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Facciamo prima a far saltare le banche

******************o*****************

a nazionalizzarle ?

eterno dilemma , dona a loro Signore .

Tinazzi

Ps che avete capito ? solo con un loro totale
default le nazionalizziamo.
I referendum sono consentiti solo ai pinguini
Noi scrofe , scarti , plebe , immondizia pura.

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.03.12 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti Signor Grillo! Finalmente si cerca di far luce sul Denaro. Che cosa è? che storia ha? chi lo stampa e a chi appartiene. E' mai possibile che la vita stessa sia soggiogata e sottomessa al denaro che non vale nulla, che vale solo per una convenzione, una induzione?? Lei conosce bene l'ormai defunto Giacinto Auriti, vero Signor Grillo??? Forza!!

Davide Garau 15.03.12 21:32| 
 |
Rispondi al commento

gli islandesi hanno nazionalizzato le banche e cambiato la costituzione attraverso un processo di democrazia diretta ..., ormai sono in piena crescita (!) economica

Marina Voudouri, Roma

questo l'ho copiato a mano da un filmato inserito in alto...
a parte un tenero sorriso che mi sovviene, poi non capisco un paio di concetti! Uno è legato
alla maniera con il quale si scelgono i filmati* da inserire ....l'altro è inerente a quel "crescita"

ma dove sarebbe questa "crescita" dell'Islanda?
saranno raddoppiati i getti di aria calda dai geiser ?
perchè io di "prodotti islandesi" in giro non ne vedo mica, eh !

magari vedo più sigari e rum CUBANO che roba made in Islanda !

Per cui, perchè tale isola fà più "audience"da web che la stessa Cuba ?

già, chissà perchè !

*) ho inviato un filmato registrato da "serviziopubblico" quello della sony
peraltro youtube già mi sta rompendo i coglioni con il copyright (sbirri da web)
non è stato preso in considerazione!
meglio mettere in evidenza le capre e i geiser della "grande" Islanda!

però c'è anche facebook ! eh !

guardate che cosa c'hanno fatto...le "banche" coperte dagli Stati!
gli stessi Stati e multinazionali che fanno gli "sbirri da web" anche con il
copyright !

http://www.youtube.com/watch?v=ucCs1acGsR8
http://www.youtube.com/watch?v=CkQdi0d_Ksg

FINANZA CREATIVA 1/2 e 2/2 ovvero la più grande truffa globale

ps. nacqui negli anni 50 in Italia Roma
studiai negli anni 70 in Italia Roma
lavorai negli anni 80-90-2000 Roma & Nord Europa

ed ora dovrei prendere esempio da un popolo isolato da secoli e secoli in mezzo all'oceano !
senza ne' idee e sociale, quattro gatti in mezzo
ai vulcani !

mahhhhhhhhhh!!!


GOVERNO MAFIOSO

Mafioso questo governo,
mafioso come quello precedente.
Mafioso perché ruba non ai poveri, ma ai morti, per dare ancora ai ricchi.

Banche, grandi capitali, imperi finanziari, speculatori, maneggioni si stanno arricchendo sulla morte della gente comune... Sento ora da Piazza Pulita che anche gli orafi chiudono e parlano di suicidio.

GOVERNANTI E POLITICI MAFIOSI E ASSASSINI.


Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.03.12 21:19| 
 |
Rispondi al commento

E la Banca Etica..che fine ha fatto?

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 15.03.12 21:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella filosofia,EVOLUTIVA, del M5S,io vedo un futuro diverso dalla realtà attuale.
Tutti dobbiamo lavorare,FARE,per il BENE COMUNE.
Ognuno si deve prestare,con quello che sà fare,a un servizio socialmente utile con l'aiuto di TUTTA la collettività.
A quel punto che senso à PRIVATO???

salvatore castellano 15.03.12 21:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ULTIMO POST DEI 3:


RAPPORTO FINALE DELL'ESPLORATORE DA ALFA CENTAURI

Base base, sto lasciando il pianeta blu.

Qui la civilta' evoluta degli esseri umani vive muovendosi in scatolette di metallo, che fanno fumo e emettono gas che stanno saturando la atmosfera che serve a loro per vivere. Per muovere le scatolette di metallo hanno distrutto buona parte dell'ambiente naturale, bucano anche le montagne. Poi vivono in cubi che devono riscaldare e raffreddare, usando sempre arcaici strumenti che bruciano del gas o dell'olio, che fumano e saturano la atmosfera.
Poi passano la vita lavorando e dormendo, per procurarsi della carta con scritti sopra numeri, che devono restituire alle banche, che governano tutto e tutti. Ma siccome tutti hanno accettato di mettere i signori delle banche a capo della loro specie, nel posto dove si decide tutto, evidentemente gli esseri umani sono contenti cosi'. e le banche stanno raccogliendo tanta carta, non ho ben capito cosa se ne fanno di tutta questa carta.
Ho rilevato circa 7 miliardi di esseri umani, ma molti con pessime condizioni , molti di essi muoiono appena nati perche' non hanno la carta con cui comprare il cibo, altri invece non muoiono piu' e gli mettono anche organi nuovi al posto dei vecchi per farli vivere ancora e ancora.

Base, cancellare pianeta dalle mappe, pericolo assoluto, lasciamo che si autoeliminino, ormai hanno ancora poco tempo prima del collasso planetario, moriranno tutti soffocati. Ripassiamo fra un paio di milioni di anni, non prima

FINE RAPPORTO

David P., Bologna Commentatore certificato 15.03.12 21:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Il conto corrente è un’offerta volontaria al mantenimento della vostra banca"
(Ambrose Bierce)

levate tutto dalle banche!
assegni, carte di credito, bancomat.....

se avete i soldi contanti comperate,
altrimenti rinunciate.

con la carta di credito non ci si rende conto dell'effettiva spesa, perchè non si vede fisicamente.

andate in giro con banconote di piccolo taglio,
da 5 o 10 euro.

pagare con una banconota da 100 euro psicologicamente è divers che pagare con 10 da 10 euro.

vedersi togliere 10 pezzi vi fà riflettere meglio, e ci si pensa di più se la spesa è giusta o meno.

poi fate come volete, tanto ci guadagnano sempre loro.....

BUONASERA, SPENDACCIONE POPOLO!


Bravo Beppe...si ricomincia a parlare di cose serie...bravo!

Massi Ricci 15.03.12 21:09| 
 |
Rispondi al commento

HANNO TOPPATO ANCHE SULLA PRIVATIZZAZIONE DELLE BANCHE.

Sarà un caso, ma paesi del BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) ovvero le nuove economie emergenti, fanno un ampio uso delle banche di proprietà pubblica e sono circa il:

- 75% in India,
- 69% o più in Cina,
- 45% in Brasile
- 60% in Russia.

Il focalizzarsi sul finanziamento delle vere imprese e della crescita economica sembra essere il segreto dei paesi BRIC, che stanno guidando il mondo nello sviluppo economico odierno.

Negli Stati Uniti, il North Dakota è l’unico stato che ha una banca pubblica ed è anche l'unico stato che ha evitato la crisi del credito del 2008.

“SE SI’ RIMUOVIAMO I PARAOCCHI CHE SOLO IL PRIVATO È BELLO, SI’ SCOPRE CHE I PAESI CON FORTI SETTORI BANCARI PUBBLICI HANNO DI SOLITO ANCHE ECONOMIE FORTI E STABILI.

Probabilmente perché le banche di proprietà pubblica, non sono ossessionate dal dovere distribuire ricchi dividendi e cottion agli azionisti privati e possono concentrarsi sugli investimenti in attività produttive serie e concrete, di medio e lungo termine.

Naturalmente le banche di proprietà pubblica, possono funzionare solo se non si hanno dei politicanti ladri come i nostri, che ogni cosa che toccano riescono a trasformala in merda.

“MAI CHE I POLITICANTI NOSTRANI ED GRANDI ESPERTI D’ECONOMIA E FINANZA CHE VANNO PER LA MAGGIORE, NÉ AVESSERO AZZECCATA UNA”.

Paolo R. Commentatore certificato 15.03.12 21:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

adesso che mi ricordo! perchè io mi ricordo...anche senza "wiki"...

ma le banche non le aveva "nazionalizzate" TreMorti?
il ragioniere-commercialista del NANAZZO !!!!

mi ricordo che diede loro un sacco di soldi ...
per non farle fallire !!!

- poi, chi era l'omo delle banche ? Prodi o Monti?
ah ah ah ahah ah ah ah !!...che citrulli !!!


Sono capatosta, ma anche la nazionalizzazione va a cozzare con quanto scritto sotto.
Sono daccordo sul nazionalizzare le banche, ma bisogna vedere cosa si va a fare.

E' l'architettura generale che va ridiscussa.
Il M5S ha l'opportunità di divenire faro mondiale per opporsi in toto al sistema pensato dai neocon.

La riforma sotto (secondo me) è parte del progetto mondiale neocon.

* * * * *

Buonasera. Vorrei riaccendere la luce sulla riforma sotto descritta.
Forse ne vale la pena di conoscerla un po meglio, poichè tutto ciò che ora ci fa dannare nacque da quella riforma. (per esempio le agenzie (equitalia è un'agenzia grrrrr!!!) furono aggiunte grazie alla riforma.

La riforma della PA in Italia fu fatta negli anni 90 (per chi si vuole dilettare nel comprendere dove siamo oggi grazie a quella riforma c'è questo link:
www.bassanini.eu/slides/aprile2001.ppt ; http://it.wikipedia.org/wiki/Pubblica_amministrazione_%28ordinamento_italiano%29 ; http://www.bassanini.eu/public/COMPARiformePerdutePA.pdf ; http://www.tesionline.it/default/tesi.asp?idt=26493 ; per segfuire poi con le vostre ricerche personali . . .)
ovviamente non tutto è stato ancora applicato . . . altro non verrà nemmeno applicato . . . però).

date un'occhiata alla riforma e poi capirete molto di quel che sta accadendo.

Di nuovo buonasera a tutti.

Francesco - Fo., R. Commentatore certificato 15.03.12 20:59| 
 |
Rispondi al commento

PROSEGUE POST PRECEDENTE

DOMANDA : Ah bene, quindi mi stai dicendo che la banca stampa la carta come e quando vuole, poi ve la da' a voi cittadini, e voi per restituirla alla banca in maggior quantita', visto che voi cittadini non potere stamparla, dovete procurarvela lavorando, quindi trascorrete la vita a dormire e lavorare, per accumulare carta da chi ve la da' in cambio della vostra vita, e voi la restituite alla banca ?

RISPOSTA: beh .. si

DOMANDA : e queste banche qundi sono quelli che governano il vostro pianeta allora, se e' vero che possono disporre della vostra vita, tempo e lavoro. Ma allora prima mi hai detto che quei signori dentro alla sala semicircolare, erano quelli che voi avevate prescelto per decidere del vostro bene ? perche' quelli la' non dicono alle banche che non si puo' andare avanti cosi' a schiavizzare gli esseri umani ? Se sono quelli che decidono, allora potranno dire alle banche di smetterla

RISPOSTA : beh si, ma in realta' e' un po' difficile, perche' ora quei signori sono tutta gente che fa parte delle banche

DOMANDA : quindi mi dici che voi cittadini avete messo la' i signori delle banche, che sono quelli che decidono per voi, e al tempo stesso hanno come loro primo o interesse quello di farvi restituire tanta carta alle loro banche, e quindi voi per farlo dovere lavorare sempre di piu' per loro, per mangiare e restituirgli la carta ?

RISPOSTA : beh.. si

DOMANDA: Ma mi stai prendendo per i culi ??(in quanto abitante di alfa centari ho due culi - ndr)

RISPOSTA: no purtroppo e' cosi'..

===

SEGUE ULTIMO POST

David P., Bologna Commentatore certificato 15.03.12 20:54| 
 |
Rispondi al commento

va bene tutto ma...sotto il controllo dei cittadini, cioè degli organi che in teoria li rappresentano?? cioè i nostri politici?? secondo me non è un problema di pubblico o privato ma di onestà intelletuale..meditiamo..meditiamo .. non finiamo nel populismo dei groppuscoli ex parlamentari...avete notato come sono spesso invitati questi estromessi dal parlamento?? ora rispuntano...spesso sono intervistati dalla tv..ovviamnte vanno bene ad un certo potere che è molto preoccupato dalla avanzata del movimento 5 stelle....meditiamo...cordialmente

adriano e., savona Commentatore certificato 15.03.12 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Rimanendo in tema di banche, l'Iran sara' tagliato fuori dal sistema bancario globale a partire da questo Sabato, rendendo cosi' impossibile per il paese degli Appollayatillah di condurre affari internazionalmente.

In pratica chi vorra' commerciare con l'Iran lo dovra' fare in oro sonante.

*****
Iran's banks to be blocked from global banking system.

http://www.bbc.co.uk/news/business-17390456
*****


Messe sotto il controllo dello Stato e dei cittadini. Loro non si arrenderanno mai.

Questa operazione non è possibile in quanto lo Stato non esiste, almeno quello attuale. Bisogna ripartire da zero e cioè ristabilire uno Stato che funzioni.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 15.03.12 20:41| 
 |
Rispondi al commento

SUPPONIAMO CHE IO VENGA DA ALFA CENTAURI

Con la mia astronave atterro in questo bel pianeta blu, fottendo radars, missili terra aria, ecc ecc che mi sembrano tecnologia arcaica.

Incontro un giovane cittadino, di questa strana penisola a forma di stivale, a cui pongo quesiti per inquadrare con che sistemi di vita ho a che fare.

DOMANDA: cosa regolamenta la vostra societa' ?

RISPOSTA : la democrazia, che ci rende tutti uguali, liberi, e in diritto di far sentire la voce di ognuno di noi tramite rappresentanti da noi votati, che si incontrano in un luogo e decidono per il meglio , a favore di tutti

DOMANDA: che bello il vostro sistema, quindi questi esseri umani che mi stai mostrando in quasta grande sala semicircolare, stanno la' perche' li avete selezionati e mandati la' voi tutti cittadini ?

RISPOSTA: beh.... non proprio... no

DOMANDA : e come vivono gli esserei umani? come si nutrono?

RISPOSTA : oggi come oggi ci siamo evoluti, non coltiviamo piu' i campi, lavoriamo a favore di organizzazioni private o publbiche e veniamo pagati con una cosa che ci permette di pagare le nostre necessita'.

DOMANDA : ah che bello, e questa cosa avra' valore, se vi permette di scambiarla con cibo e quanto altro vedo che usate qui sul pianera

RISPOSTA : beh.. no, in realta' e' carta, con sopra scritti dei numeri.

DOMANDA : ah che bello, allora ogni cittadino puo' prendere un pezzo di carta, scrivere un numero e poi andare a scambiarlo con qualsiasi cosa gli serva ? che forti sono gli umani !!

RISPOSTA beh no, in realta' solo le banche stampano la carta con i numeri, e poi la danno ai cittadini e la rivogliono indietro aumentata degli interessi, e per restituirla siamo costretti a lavorare, cosi' chi ci da' il lavoro ci paga sempre con quella carta, che noi poi restituiamo alla banca con aggravio degLi interessi

SEGUE ALTRO POST

David P., Bologna Commentatore certificato 15.03.12 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo,
Le quote di maggioranza delle banche sono in mano alle fondazioni.
Provi ad immaginare chi "controlla" le fondazioni? I partiti politici!
Comunque i problemi delle banche italiane non sono legate ai titoli tossici come quelle usa - uk.

Le nazionalizziamo per metterle rafforzare il controllo poltico sulle banche? Ossia altri ladri che controllano ladri? Ah ah ah ah ah lei si che é comico!! Ah ah ah che connubio!

Giovanni 15.03.12 20:38| 
 |
Rispondi al commento

oppppppppppps .....

Nazionalizzare? roba di comunisti!

madre de dios!!

Eduardo Dumas

****

Nazionalizzare le banche in uno Stato borghese per difendere l'impresa senza fare nessuna critica al capitalismo sponsorizzando un giorno si ed uno no l'uscita dall'euro sarebbe roba comunista??

opppppppps..pensavo si chiamasse nazionalismo borghese ;-)

Saluti internazionalisti proletari


La Nazionalizzazione delle Banche impedirebbe il cosidetto famosissimo Gioco delle Tre Carte che ha funzionato così bene con la Grecia.
E' colpa del FMI? No è colpa della Bce, ma no è colpa della FED!
Il Gioco delle Tre Carte sotto la metropolitana ha ispirato le più grandi operazioni finanziarie mondiali. Nazionalizzando il cittadino avrebbe solo una carta da scoprire e vincerebbe sempre, troverebbe sempre il colpevole!
Monti prosegue! Manovra rigorosa urla, grida! Rigore Rigore Rigore! e quelli che hanno derubato l'Italia e ora si mantengono investendo in btp ringraziano!
La via di uscita c'è! Non è Monti ed è l'economia proporzionale che è compatibile con la Nazionalizzazione delle banche.
Economia proporzionale vuol dire basta allo stipendio fisso per tutti! Basta! Lo stipendio non può essere sempre lo stesso! Lo stipendio deve variare in funzione di quanti soldi ci sono in cassa! Pochi soldi poco stipendio e non solo per i manager ma per tutti. Economia proporzionale significa Tasse proporzionali! Se i cittadini non arrivano a fine mese non si possono martoriare con le tasse altrimenti l'economia non gira.
E poi stipendio minimo garantito per tutti per impedire fenomeni di degrado sociale e il migliore si prenda di più e il peggiore di meno.
Stipendio proporzionale agli utili per i privati.
Questa si che è economia, invece Monti vuole assolutizzare il monolite burocratico e insiste con il rigore assoluto!!! Praticamente lustra le mura dei vari castelli feudali statali e ristruttura i ponti levatoi, questo è Monti!

mario mario Commentatore certificato 15.03.12 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Quello che proponi, Beppe , oltre a restare '' Una voce che grida nel deserto'' , mi pare UTOPIA, FANTASCIENZA...Pur se quanto mai giusto...Ma non dimenticare MAI (!) in quale Nazione Ti trovi e con quale dirigenza ''professionale'' hai, abbiamo a che fare...per un pò di tempo.Poi, si vedrà.Ciao.

Ireneo G., Fermo Commentatore certificato 15.03.12 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Altro che il denaro non vale nulla! E come vale! Il Signor Monti ha praticamente obbligato tutti i cittadini ad avere un C/C bancario o equivalente.
Proprio oggi mi sono accorta che la banca PER UN RECUPERO IMPOSTA BOLLO (non so quale bollo e quale imposta) MI HA PRELEVATO 100 euro in data 14 febbraio 2012 e un CANONE CONTO CORRENTE DI 271,95 euro in data 29 febbraio 2012. Pensa un po' che bella sorgente a cui attingere gratuitamente con tutti questi mini conticini aperti per forza! Roba da matti! Altro che nazionalizzare le banche! Stanno nazionalizzando noi: siamo svenduti continuamente da tutti e da chiunque. Solo il blaterare di continuo le nostre lamentele non paga un bel niente.
Sibilla12

Bruna Chiesa 15.03.12 20:10| 
 |
Rispondi al commento

le banche vanno ri-nazionalizzate perchè non possono ricevere contributi pubblici per fare i cazzi loro, ma, vanno NAZIONALIZZATE anche le assicurazioni che dal 1970 ad oggi hanno incassato una montagna di danari e, considerando che le assicurazioni sono obbligatorie, solamente sul ramo auto incassano circa 100miliardi di euro l'anno. PORCI, state distruggendo la vita degli italiani, PEZZI DI MMERDA, USURAI...

aldo delli carri 15.03.12 20:06| 
 |
Rispondi al commento

e stamm a parlà de tecnica bancaria e diritto commerciale ? vulimme fa i tuttologi de sta cappella e pesce ???

un pò di modestia e autocritica per favore :

cosa facciamo quando negli ospedali si consuma malasanità ?

nu cazz e niente !

cosa facciamo quando le strade sono piene di buche e risultano pericolose ?

nu cazz e niente!

cosa facciamo per il 50% delle scuole italiane senza certificato di agibilità statica ?

nu cazz e niente !

cosa facciamo per gli anziani lasciati a marcire nelle corsie d'ospedale 10 giorni su barelle tra stenti ed imbarazzo ?

nu cazz e niente !

però giochiamo ai BANCARI PROVETTI !!!!!

ma pe piacere !! andiamo per gradi !! impariamo PRIMA a gestire il QUOTIDIANO se possibile e poi, eventualmente facciamo gli spacconcelli elargendo suggerimenti di ALTA FINANZA !!!!

comunque...grazie per i 50 consensi di ieri ...

bah !

renzo spartilacapa . trento 15.03.12 20:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nonsolo banche...sovranità monetaria..e di politica economica...Il CREDITO UTILE..inanzi tutto un credito che non sia viziato da allegra finanza...e cioè non prestare soldi con facilità..come è avvenuto in america e non solo...anche l'europa ha erogato credito al consumo in modo facile!
Oggi le Banche sono esposte..non solo con i titoli di stato,ma anche con il debito privato..non si scherza!..un mutuo su due viene negato..per ovvie ragioni..
Basta vedere le pubblicità...la macchina a tasso zero...a rate..il frigo...la tv..ecc..!caricano la gente di debiti e poi basta un niente per un crack...pagherete la 1 rata fra 6 mesi...!
Da ambo le parti ciascuno c'ha messo del suo e così siamo nel caos più totale!
L'americani son scoppiati con la bolla immobiliare perchè chi aveva una casa di 250 mq..la sostituita con case da 500 mq..piscina..ecc..perchè il social trend era..quello!come dire sei uno sfigato..!
Ci vuole senso di responsabilità.....non fate debiti..!

roby f., Livorno Commentatore certificato 15.03.12 20:01| 
 |
Rispondi al commento

http://www.paoloferrarocdd.altervista.org/

sabrina guidi 15.03.12 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbero lasciare TUTTE le banche private, basterebbe nazionalizzare la Banca d´Italia, tornare alla lira e lasciare che lo Stato stampi le lire.
Purtroppo e´un sogno che molto difficilmente si avverera´, eppure basterebbe che TUTTI capissero e lo chiedessero.
Invece, come sempre, la massa, tenuta nell´ignoranza,non sa, non chiede, non vuole.

Patrizia B. 15.03.12 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://youtu.be/Q5Mzh9BxPNI

gaeta carinucci roberto, roberto Commentatore certificato 15.03.12 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Come diceva grillo, per lo gnomo:
Le banche non sono la causa,
sono l'effetto!

l., ancona Commentatore certificato 15.03.12 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rivoglio la Cassa Depositi e Prestiti completamente pubblica!
Da qualche anno purtroppo anche la CDP presta soldi agli enti locali con tassi bancari mentre la CDP, quando era completamente del Ministero del Tesoro, ha sempre prestato agli enti a tassi agevolati intorno al 2%. Ora il 30% di CDP è in mano alle Fondazioni Bancarie (e di chi faranno mai gli interessi?) e il 70% proviene ancora dai buoni postali (cioè soldi dei risparmiatori).
La ripubblicizziamo 'sta Cassa Depositi e Prestiti?
E dai! :)

Federica Daga, Roma Commentatore certificato 15.03.12 19:38| 
 |
Rispondi al commento

avete visto il nuovo programma di Sabina Guzzanti ieri sera?
non ci volevo credere, a parte le godevoli imitazioni, un programma che parla anche di debito pubblico!..

Forza Sabina!!
:)


Nazionalizzare le banche è un'ottima idea,
abolirle sarebbe ancora meglio!

l., ancona Commentatore certificato 15.03.12 19:35| 
 |
Rispondi al commento


La corruzzione costa ai cittadini 80 miliardi l'anno ma questa è solamente la punta dell'aisberg, ci sono 7000 aziente statali con consigli d'amministrazione dove il presidente percepisce 800 mila euro l'anno e i consiglieri 200 mila, poi su un'azienda di 500 persone ci sono 50 dirigenti e dove ci sarebbe bisogno di 100 lavoratori ce ne sono 400, l'usciere già guadagna 4000 euro al mese...si potrebbero risparmiare altri 120 miliardi, poi ci sono le cene, gli aerei,i benefit, le tangenti e infine tutti i lavori e i materiali che comprano CON i prezzi gonfiati.......ormai possiamo chiamarla ASSOCIAZIONE A DELINQUERE.....altri 50 miliardi,..... se poi tassassimo i soldi che sono in svizzera al 10 per cento altri 50 miliardi e infine tassando le transazioni oltre 100 mila euro ancora 50 miliardi. SOMMA TOTALE 350 MILIARDI!...... 100 ANDREBBERO PER IL DEBITO PUBBLICO E TRA 20 ANNI L'AVREMMO AZZERATO, ALTRI 100 MILIARDI PER ABBASSARE LA PRESSIONE FISCALI CHE PER I PICCOLI ORMAI è INSOPPORTABILE, 50 MILIARDI MUTUI AGEVOLATI, 50 MILIARDI PER I GIOVANI E INFINE 50 MILIARDI PER GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI..........Rendetevi conto in che modo SCHIFOSO si sono appropriati dei nostri soldi e vorrebbero far pagare a noi il DEBITO PUBBLICO........I CRIMINALI SONO QUELLI CON IL COLLETTO BIANCO CHE OGNI SANTO GIORNO IN TELEVISIONE VI VOGLIONO CONVINCERE DELLE LORO BUONE INTENZIONI!!

STEFANO MASSACCESI LORETI 15.03.12 19:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe arrivi un po' in ritardo... Sarà mica per quel che è successo a rimini? Esponenti del movimento 5 stelle che hanno partecipato al summit sulla Modern Money Theory? https://www.facebook.com/Astarandel/posts/394600387234948 Basta leggere Il più grande crimine di Barnard, che è GRATUITO e non a pagamento sul suo sito, per capire che il progetto europeo è in atto da un bel po'.... Ed il progetto è proprio quello di togliere allo stato la sua ragion d'essere. Il nostro problema è l'assenza di sovranità monetaria, altro che balle. Il giappone ha il 200% di debito pubblico, e chissà come mai non è aggredito dai mercati. Molti premi nobel per l'economia dicono la stessa cosa, il debito non è il grosso problema http://www.ilpost.it/2012/01/03/krugman-debito/

paolo tumolo 15.03.12 19:27| 
 |
Rispondi al commento

*****
Siamo sicuri che il denaro sia un'invenzione utile?

Coco Fiandrino, Buriasco
*****
-------------------------------------------------

Dipende da quanto ne hai!

50.STARS 13 STRIPES (we rule), U.S.A. Commentatore certificato 15.03.12 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Questo non è il governo delle banche. Questo è il golpe delle banche. I tassisti al confronto erano dilettanti. Le camere del Parlamento italiano hanno approvato, qualche tempo fa, un emendamento che azzera le commissioni bancarie e che rende gratuiti i conti correnti per i pensionati il cui assegno mensile non superi i 1500€. Il comitato di presidenza dell'ABI ha fatto finta di dimettersi. Federico Ghizzoni, amministratore delegato di Unicredit, ha dichiarato che l'approvazione dell'emendamento è "un incidente che non si deve più ripetere. Ora aspettiamo che la Camera lo modifichi". Neppure la trattativa Stato-Mafia, sfociata nell'omicidio di Paolo Borsellino, avrebbe osato chiedere tanto e con tanta sfacciataggine.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 15.03.12 19:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

privatizzare le banche? facciamo prima a convincere gli
italiani che dio non esiste.

pericle 15.03.12 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma secondo voi, esistono i soldi falsi?

Carlo R., Roma Commentatore certificato 15.03.12 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Non solo le Banche RIPRENDIAMOCI
ENI-AGIP (che da soli possono mantenere tutti gli italiani)
LE FERROVIE
LA TELECOM
ALITALIA
SONO STATE CREATE CON I NOSTRI SOLDI
E CE LE SIAMO FATTE FOTTERE DA DELINQUENTI
CHE MERITANO UN TAGLIO DELLE ....
OPPURE SEQUESTRARE QUANTO HANNO RUBATO.
TRATTARLI COME I MAFFIOSI CUI SI SEQUESTRA
ANCHE LE LORO PROPRIETA'.
IN QUESTA ITALIA SE NON CI METTIAMO REGOLE
DURE SOPRATTUTTO PER I POLITICI,TORNEREMO
PERIODICAMENTE AD UNA VITA MISERA.
Ripeto le aziende Nazionali potrebbero
farci ricchi tutti.
Basta solo che il popolo lo voglia.
Alla prossima

Vito Capezzera 15.03.12 19:15| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento

Lo spread è sceso solo perchè la bce ha fornito alle banche un sacco di soldi falsi coi quali finanziare gli stati.
Appena questi soldi finiscono lo spread risale.

Allora la bce ne ha stampati altri 500 miliardi, e siamo a mille.
Quanto può andare avanti questo giochetto?

Otra siamo in un momento di calma apparente, la calma PRIMA della tempesta. In tv dicono che le cose migliorano e la gente ci crede, perchè mica tutti possono informarsi approfonditamente.

La tragica verità è che la nave sta affondando, non è solo un guasto tecnico al generatore elettrico come ci dicono.
E quando affonderà la gente sarà impreparatissima, molti saranno senza salvagente, e le scialuppe saranno stracolme di membri dell'equipaggio che cercano di salvarsi prima degli altri.

E silvioschettino è già in albergo, e mi auguro che nessuno gli chieda di risalire sulla nave (cazzo).

fabrizio castellana Commentatore certificato 15.03.12 19:13| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Ho qualche esperienza per un conto in una Banca pubblica negli anni '80. Impiegati apatici, svogliati, scortesi... Spese astronomoche...
L'orologio è stato, per anni, sull'ora esatta del... giorno precedente. Tu guardavi la data, compilavi l'assegno, e automaticamente ti fregavano un giorno di valuta. La libertà di sportello, che sembrava chissà quale liberalizzazione, ha portato a moltiplicare il numero di sportelli in maniera esponenziale. Così si fanno concorrenza tra loro. Naturalmente questa concorrenza costa, e qualcuno la deve pagare... Ma quel che non è possibile è concedere alle Banche, che non sono associazioni di beneficenza, la possibilità di operare fiscalmente in regime di cooperativa.

giuseppe 15.03.12 19:06| 
 |
Rispondi al commento

se nel programma del MOVIMENTO 5 STELLE ci metti la NAZIONALIZZAZIONE delle BANCHE, ovvero la SOCIALIZZAZIONE DEI PROFITTI E LA PRIVATIZZAZIONE DELLE PERDITE, cioè il contrario di quello che avviene adesso, caro BEPPE si vincono le elezioni per i prossimi 20 anni.
basterebbe far capire alla gente, che è QUELLA la vera RIVOLUZIONE...altro che SPREAD e tutte le altre menate pseudo-economiche che ci hanno propinato negli ultimi anni.
sarebbe la loro fine, e in primis la fine dei PARTITI.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 15.03.12 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo sicuri che il denaro sia un'invenzione utile?

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.03.12 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io vorrei porvi una domanda

quanti di voi hanno il/i conto/i bancari in una banca etica / alternativa?

Io i miei soldi li metto in questa banca

www.bas.ch

sicuramente esistono alternative simili anche in Italia.
Loro pubblicano la lista di tutti i crediti che accordano e accordano crediti in particolare a progetti e imprese che possano durare nel tempo e non predilige l'etica al profitto.

Il sistema pensionistico svizzero é un po' diverso da quello italiano ma io ho una parte della mia pensione da loro e potevo scegliere se i miei soldi preferivo che li investivano in progetti di energia alternativa piuttosto che finanziare piccole imprese e cose simili.

Alla fine io credo che l'arma migliore molti di noi l'abbiano nel tasca posteriore dei pantaloni ( per informazione toglietelo quando vi sedete fa malissmo alla schiena perché sbilancia il bacino) ed é il borsellino, se pensiamo deve mettiamo il denaro che sia banca o consumo potremmo cambiare puo di quanto pensiamo, ma richiede uno sforzo.

Raccontavo l'altro giorno la storia delle banane etiche in svizzera, quando la gente ha cominciato a preferire le banane max havelar perché venivano dal mercato etico tutti gli altri sono corsi a mettere in piedi condizioni etiche per i loro lavoratori, non che gliene fregasse veramente dei lavoratri ma gliene frega dei consumatori (profitto).
Dunque potremmo concludere che se uno dei due attori di un mercato ha un etica il mercato diventa etico... o no?

ciao

Igor Scicchitano, Ginevra Commentatore certificato 15.03.12 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Mi fate un pò tenerezza, lo ammetto ...

Se nelle scuole si studiassero i 3 principi della termodinamica, si capirebbe che ,in un sistema chiuso, il denaro ...cosi come l'energia, non si può creare e non si può distruggere , può solo trasformarsi in forme sempre meno "sfruttabili".

...Che l'economia si muove SEMPRE in ragione di un differenziale , cosi' come l'energia elettrica è generata da una differenza di potenziale elettrico o l'acqua che muove la turbina di generatore idroelettrico è spinta da un differenziale geodetico ...

...Che l'economia si muove sempre e solo in una sola direzione, cosi' come il calore si trasferisce spontaneamente da un corpo caldo ad uno con temperatura piu' bassa e che il processo non può avvenire MAI in maniera inversa ... a meno che non si somministri energia a quello stesso sistema da cui si sta tentando , invece, di riceverne.

Il prodotto di ogni trasformazione termodinamica è "lavoro" utile ai nostri scopi con l'aggiunta di una parte che andrà a far crescere l'entropia del sistema di riferimento...

Traduco: la migliore delle soluzioni che vi verrà presentata dal migliore degli economisti/sociologi/politici/dei/popstar/montibaudiprodiberlusconi sarà soltanto un modo per ritardare il piu' possibile una fine ...che arriverà comunque ineluttabile.

Pertanto vi do un consiglio:
Non agitatevi...arrivereste al baratro solo molto sudati.

Mi dispiace solo che quel giorno non potrò ricordarvi che ..."l'avevo detto".
Avete dimostrato già tante volte di avere una pessima memoria

Carlo R., Roma Commentatore certificato 15.03.12 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa è una grande idea?
...belin!
Forse non ci si ricorda di come andavano le cose con BANCO DI ROMA, BANCO DI NAPOLI, CREDIT, COMIT etc. etc.
Rinazionalizzarle con questa classe politica sarebbe un suicidio, con una classe politica nuova non sarebbe necessario ne' opportuno, basterebbero delle regole stringenti e dei controlli forti, magari rafforzando il ruolo dei cittadini/utenti.

Luca Daprai 15.03.12 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Idee pazze si leggono solo su questo blog!

volatile/pn 15.03.12 18:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

qualcuno ha scritto che Lusi ha dato 866.000 Euro a Rutelli... io ci credo e sicuramente sono molti di più e anche altri hanno mangiato nella mangiatoia gratuita .

Maiali spero che lusi habbia delle prove ( un video o registrazione foto conti esteri ) così siamo autorizzati a farci giustizia da soli ed impiccare questi maiali di merda che ci hanno affatamati e tolto tutto ( fra poco nemmeno la casa ... Equitalia banche e company sono arrivate )

classe politica da impiccare pubblica piazza

giovanni 15.03.12 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera. Vorrei riaccendere la luce sulla riforma sotto descritta.
Forse ne vale la pena di conoscerla un po meglio, poichè tutto ciò che ora ci fa dannare nacque da quella riforma. (per esempio le agenzie (equitalia è un'agenzia grrrrr!!!) furono aggiunte grazie alla riforma.

La riforma della PA in Italia fu fatta negli anni 90 (per chi si vuole dilettare nel comprendere dove siamo oggi grazie a quella riforma c'è questo link:
www.bassanini.eu/slides/aprile2001.ppt ; http://it.wikipedia.org/wiki/Pubblica_amministrazione_%28ordinamento_italiano%29 ; http://www.bassanini.eu/public/COMPARiformePerdutePA.pdf ; http://www.tesionline.it/default/tesi.asp?idt=26493 ; per segfuire poi con le vostre ricerche personali . . .)
ovviamente non tutto è stato ancora applicato . . . altro non verrà nemmeno applicato . . . però).

date un'occhiata alla riforma e poi capirete molto di quel che sta accadendo.

Di nuovo buonasera a tutti.

Francesco - Fo., R. Commentatore certificato 15.03.12 18:53| 
 |
Rispondi al commento

il governo delle riforme impressionanti,non riesce ad
imporsi nemmeno sui sacchetti biologici.
pdl pd udc, cosa aspettano gli italiani a tirare la catena.

pericle 15.03.12 18:53| 
 |
Rispondi al commento

260 circa,sono i giorni che separano obama dalla scadenza del suo mandato,
spero in nuovo miracolo americano che si concretizzi con un sonoro calcio nel culo,
il presidente usa ha snobbato da subito scenari di capitalizzazione delle banche affidando ai privati il salvataggio degli istituti di credito, come, proprio voi untori del sistema capitalistico di merda girate da subito le spalle alla nazionalizzazione ???? rivoluzione keynesiana questa è la loro politica, promozione del consumo dei privati a debito, estinzione del risparmio.
bush a confronto era un grande statalista.

peppone ; () Commentatore certificato 15.03.12 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Io direi più che nazionalizzare le banche chiudimao tutti i conti correnti e apriamoli su banche estere e faccimao chiudere le nostre banche, in modo tale che licenziano anche i loro dipendenti. Sanguisuche di merda

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 15.03.12 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nazionalizzare le banche?!
Certo, che ci vuole? è già pronto il collegio di esperti per stabilire i passaggi determinanti.
Tranquilli, è questione di 2/3 mesi al massimo......anzi, mi pare sia già pronto anche quello per il reddito minimo garantito......eh, già.

Massì dai, io dico: aumentiamo gli stipendi a tutti, meno ai politici.
Ma ne avrei anche altre, però, per oggi basta così, non vorrei mai che tutti questi cambiamenti in così poco tempo facciano girare la testa.
Cominciamo a far girar le palle, che è più semplice.
Tanta nazionalizzazione a tutti.

l'appestato 15.03.12 18:51| 
 |
Rispondi al commento

CHE SCHIFO..STRUMENTALIZZANO ANCHE I MORTI...IL PROF BIAGI A TORTO O RAGIONE E' STATO MASSACRATO...IL CINESE AVEVA PORTATO 10 ANNI FA 3 MILIONI DI ITALIANI IN PIAZZA PERCHE' L'ARTICOLO 18 NBON SI TOCCA....ADESSO IL MUFLONE SI SCHIERA DALL'ALTRA PARTE...POVERO PROF BIAGI ....MORTO PER NULLA...
CGIL INUTILE
CISL INUTILE
UIL INUTILE
PROTESTE CONTRO LA TAV INUTILE
PROTESTE CONTRO LE BANCHE INTUILE

TUTTI SE LA PRENDONO CON LE BANCHE, POI LA GABBANELLI IN TV DICE CHE BISOGNA USARE IL BANCOMAT ANCHE PER IL CAFFE' E TUTTI D'ACCORDO PERCHE' IL NERO E' IL VERO MALE...

TUTTO CIO' CHE SCRIVIAMO ORMAI INUTILE

SONO TUTTE CAZZATE E CHI GESTISCE LA GIOSTRA FARA' TUTTO QUELLO CHE HA DECISO CON O SENZA IL NOSTRO CONSENSO.

E' TEMPO DI ARRENDERSI, IL RESTO E' SOLO BLA BLA BLA.

L'UNICA COSA CHE NON FARO' MAI PIU' E' VOTARE PERCHE' COMUNQUE CONTINUERANNO IERI PRODI CON L'EURO, POI BERLUSCONI, POI D'ALEMA, POI MONTI A FARE QUELLO CHE VOGLIONO, OGGI COME DOMANI.

E NON PARLIAMO DEL FALSO BUONISMO CHE LEGGO QUI...L'UOMO E' CATTIVO VERSO I SUOI SIMILI VERSO GLI ANIMALI E VERSO CHIUNQUE ALTRO. IN UN MOMENTO COME QUESTO BASTA UNA MEZZA PAROLA AL SEMAFORO PER FAR PARTIRE LA LAMA...E NOI CE LA PRENDIAMO CON CHI FA' LE GUERRE?????

ASILO MARIUCCIA....PARLARE DI QUESTI ARGOMENTI E' COME PER UN BAMBINO DI 1 ANNO FARE UN SALTO MORTALE...

PERO' SI VEDE CHE E' UN BUON PASSATEMPO...FARE LA RIVOLUZIONE DIETRO IL MONITOR DI UN PC FATTO DA QUALCHE CINESE A 2 DOLLARI AL MESE....

TUTTA IPOCRISIA..A PROPOSITO ACCAREZZATE IL GATTINO O IL CAGNOLINO (CHI CE L'HA) E POI FATEVI UN GIRO IN QUALCHE ALLEVAMENTO INTENSIVO...POI ACCENDETE IL PC E PREDICATE IL BENE,LE FONTI RINNOVABILI, IL CIBO PER TUTTI....

A CAGARE....

pippo calò 15.03.12 18:47| 
 
  • Currently 3.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basterebbe che le cosiddette autorità monetarie mostrassero un po' le palle e non solo applicare la politica degli amici degli amici. Le banche agiscono su autorizzazione della Banca d'Italia e concessione del Ministero dell'Economia (o del Tesoro). Alcuni anni fa il settore del credito è stato dichiarato "settore di interesse nazionale", in modo tale da poter porre tutti i divieti possibili ed immaginabili, quando il personale dovesse scendere in sciopero per loro rivendicazioni sindacali. Questa dichiarazione di "settore di interesse nazionale" deve funzionare solo nei confronti dei facinorosi dipendenti del credito, oppure non dovrebbe riguardare anche gli istituti di credito? Nel senso che quando non svolgono il loro compito (di interesse nazionale!!!!!) perché non possono veder venir sospesa la concessione della Banca d'Italia per una, due, tre o quattro settimane? Acquistare denaro (pubblico!!!!) all'1% investire in titoli che rendono il 5,6,7% ed oltre, invece di concedere credito che attivi l'economia nazionale, non è certo svolgere un compito di "interesse nazionale" ma solo un fare i propri interessi. Si faccia un'esplicita richiesta all'ubiquitario Ministro dell'Economia e anche Capo del Governo Mario Monti a mostrarsi coerente con il proprio compito anche con i signori del vil denaro. Questo intervento sarebbe finalmente finalizzato all'interesse nazionale.

gaddo de Anna 15.03.12 18:46| 
 |
Rispondi al commento

da www.repubblica.it

Il Riformista, addio con polemica
"Chiudiamo per colpa dei finti giornali"

Aperto nell'autunno del 2002 su iniziativa dell'allora consigliere politico di Massimo D'Alema Claudio Velardi, il Riformista è diretto da Macaluso dal primo maggio del 2011 dopo una lunga gestione affidata ad Antonio Polito.

Il direttore Macaluso annuncia la messa in liquidazione della testata: "In troppi percepiscono fondi pubblici destinati ad altri". Solidarietà bipartisan dal mondo della politica: "Una brutta notizia".

Io invece direi...una splendida notizia!
Addio, senza alcun rimpianto.

Alberto A. Commentatore certificato 15.03.12 18:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...non è recentissimo ma è meglio...

http://www.youtube.com/watch?v=j9RbbCkvOAg&feature=related

anib roma Commentatore certificato 15.03.12 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Leggete bene questo articolo e guardate il video...appare tutto chiaro!!! Ovviamente DIVULGATE!!!
http://www.nocensura.com/2012/03/euro-arriva-la-conferma-dellue-ci-hanno.html

Andrea 15.03.12 18:35| 
 |
Rispondi al commento

LUSI accusa RUTELLI di avergli dato 866.000 euro, rutelli dice che è falso, tra un po si riuniranno i poteri forti ed a LUSI lo faranno risultare pazzo, e quindi non in grado di intendere e volere. ECco come funziona l'informazione in ITALIA, evviva la democrazia dei miei coglioni

tempesta_nel_ deserto Commentatore certificato 15.03.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Alcune semplici domande:

1) Perche le imprese debbono farsi finanziare dalle banche?

2) Perchè le imprese non hanno risorse, e le banche si?

3) Perchè, quindi, le risorse non sono in mano a chi le deve impiegare nella produzione, ma ad una entità che si limita a possederle, senza produrre nulla? (dei grossisti, in pratica)

4) Da dove vengono le risorse che le banche usano per finanziare le imprese(quando le finanziano)
od ad acquisirle(quando non pagano?

Dietro a delle domande apparentemente ingenue,
a volte c'è tutto un mondo,
o forse meglio,
tutto un sistema!

l., ancona Commentatore certificato 15.03.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente una proposta "sociale". Verissimo, noi italiani avevamo le Banche di Interesse Nazionale, che facevano una forte concorrenza alle private, e , se pure c'era qualcuno che cercava di usarle per la propria carriera o per far soldi, alla fine erogavano molti prestiti, e i profitti venivano utili per il bilancio pubblico. Ricominciamo a riprenderci il nostro patrimonio pubblico, banche , aziende, monopoli naturali, impediamo che diventino solo centri di profitto. Non solo l'acqua, tutto torni in mani pubbliche, questi capitalisti incapaci di reggere alla concorrenza internazionale, si prendono i nostri servizi pubblici, e impongono i loro monopoli privati, e usano la gente nei call center come schiavi. Vedete il caso Alitalia, sempre cosi sarà, finchè non imporremo la restituzione della grande rapina imposta da Prodi e dai suoi seguaci.

francesco p- 15.03.12 18:32| 
 |
Rispondi al commento

SIIIIIIII

Beh, adesso leggo anche il post e non solo il titolo.

Vai bello!

Ashoka il Grande (detto diego), mexico Commentatore certificato 15.03.12 18:23| 
 |
Rispondi al commento

MILENA GABANELLI
(effetto valanga)
Come spesso accade, i romanzi di fantascienza anticipano i tempi. Dal frigo siamo
passati alla casa: non hai soldi? C’è la tua banca! Poi non ce la fai a pagare? Stavolta
però, non c’è lo stato a darti un rabbocco. Sul debito è cresciuta un’economia
vigorosa, i profitti sono finiti poi nelle mani di pochi ingordi, che si stanno mangiando
anche gli stati, grazie ad una politica o incapace o collusa.
L’esempio dell’Islanda è illuminante, anche se è un paese piccolo. Dimostra che i
cittadini, volendo, possono innescare un cambio di modello. Si può e si deve
pretendere di sapere tutto di colui a cui consegniamo le chiavi di casa: se è capace,
se è in conflitto, qual è il programma, altrimenti lui te la svaligia, e ti poi dice “aspetta
la ripresa dei mercati

belzebù ^ Commentatore certificato 15.03.12 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
perchè nazionalizzare le banche? Basterebbe Nazionalizzare (a livello europeo) la BCE e obbligarla a fare le operazioni di rifinanziamento direttamente nei conti correnti dei cittadini (mille euro per ciascun cittadino europeo nell'ultima operazione da 530 miliardi!!) senza passare le solite banche mangione. Vedi che in questo modo senza nazionalizzare si toglierebbe l'assurdo potere che le banche detengono e rivitalizzerebbe l'economia. In bocca al lupo!
Michele

Mic Papa 15.03.12 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Se io taglio i consumi,i consumi si riducono,non si investe,non si produce,e il Pil scende,e se poi devo pagare il debito che sale, non spendo per lo sviluppo (come fa Monti), dentro un ciclo perverso che una parte comprime la domanda, dall’altra fa aumentare il debito e interessi sul debito.
E questo lo vediamo chiaramente sulla Grecia.
Per anni le banche, indisturbate, si sono fatte i loro affari loro, e ogni volta è intervenuto lo stato per salvarle, aumentando quel debito, che i cittadini pagano con le loro tasse e i tagli ai servizi, ma siccome la disoccupazione aumenta, le entrate nelle casse statali scendono e, allora, quel debito viene declassato ancora.
E per andare avanti quegli Stati devono emettere nuovi titoli sui quali pagheranno interessi sempre più alti altrimenti nessuno li compra, in un peggioramento senza fine. Come se ne esce?
Ci stiamo sacrificando per ingrassare la speculazione.
E la politica è succube di tutto questo. E chiede solo di continuarlo abbassando sempre più la testa.

Al momento si salva solo la Germania e qualche Stato del Nord, ma per quanto?
Il sistema ha retto finché gli Stati Uniti continuavano a comprare in abbondanza
dal mercato asiatico, e finché la Germania ha potuto esportare in Oriente. Tutto il modello dipendeva dall’indebitamento degli Stati Uniti.
Ma ora è finita. La bolla del debito è scoppiata e gli investitori temono che le manovre finanziarie dell’Europa meridionale e degli Stati Uniti possano portare a una diminuzione delle esportazioni tedesche.
Tutto il sistema è perverso, si basa su un gioco creato solo per le banche e che xsalva solo le banche. Gli Stati si sono messi a servizio delle Banche e sono succubi dei loro interessi. Gli Stati non esistono più. La democrazia non esiste più. I governi sono formati solo da emissari delle banche. E curano solo i loro interessi massacrando i popoli. Quando saremo vicini al collasso, ci daranno un po' di fiato ma sarà solo per mungerci meglio e più a lungo.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.03.12 18:03| 
 |
Rispondi al commento

E' meglio che cominci ad arrenderti caro Beppe. Loro hanno già vinto..e questo non è che l'inizio. Il peggio deve ancora arrivare.
Quando avranno distrutto completamente l'economia reale inizieranno a costruire un mondo di schiavi.

Gaetano Campisi, Martina Franca Commentatore certificato 15.03.12 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Visto che insisti, lo metto in chiaro:

*****
La crisi USA maturò a partire dalle zone a maggior impiego operaio per colpa di delocalizzazioni che produssero disoccupazione,e per l’esplosione dei mutui che non potevano essere ripagati e che erano stati dati o a chi non si era non si reso conto degli interessi progressivi o era rimasto disoccupato.Alla fine del 2006 la bolla esplose.La Fed corse subito a rialzare i tassi ma era tardi.Il fallimento di chi non poteva più pagare il mutuo produsse il fallimento delle banche
Ma è col libero accesso ai titoli tossici che la crisi americana diventa la crisi di mezzo mondo.

Il settembre-ottobre 2008 sotto Clinton sono epocali.

La crisi diventa sistemica...

viviana v., Bologna
*****
----------------------------------------------

Clinton...?

2008...?

Ma cosa ti sei fumata, la giarrettiera?


A partire dalla recessione del 2001,la Fed ha mantenuto il tasso ufficiale di sconto a livelli inferiori al 2% fino al 2006 e questo ha alimentato la bolla immobiliare.
Nel Luglio 2007, Bear Sterns ha rivelato i danni arrecati dai mutui subprime su due dei propri hedge fund; è seguito il fallimento di Lehman Brothers. La Fed in questa seconda fase è intervenuta in modo massiccio, oltre ogni precedente storico. Ha ripreso la politica di riduzione dei tassi per ridare respiro all’economia e ha usato il proprio bilancio per aiutare le banche commerciali e d’investimento in difficoltà con i loro titoli tossici. Questi interventi si sono basati sulla fede che il sistema bancario fosse strutturalmente solido e sufficientemente capitalizzato e nell’illusione che vi fosse soltanto un temporaneo problema di illiquidità, piuttosto che di insolvenza.
Gli errori dei presidenti americano hanno spinto alla recessione mezzo mondo
Una delle conseguenze più sconvolgenti della crisi è stata la fine dell’era delle banche d’investimento indipendenti. Lehman Brothers è fallita, Merrill Lynch e Bear Sterns sono state acquisite a prezzi di liquidazione rispettivamente da parte di Bank of America e da JP Morgan Chase, Goldman Sachs e Morgan Stanley, le uniche due sopravvissute, si sono trasformate in banche commerciali.

http://masadaweb.org/2012/02/13/7094/#more-7094

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.03.12 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Il carburante è alle stelle perchè non fermiamo il traffico almeno la domenica cari sindaci?

moss vald, torre de roveriBG Commentatore certificato 15.03.12 17:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stieglitz aveva detto:
“Credo che debba essere data ampia libertà agli uomini di negoziare gli uni con gli altri, finché non rechino danno ai terzi. Ma le istituzioni finanziarie sono responsabili dei soldi di altri. Quando falliscono, anche il nostro sistema economico fallisce e vi è un gran numero di vittime innocenti. È per questo che il governo è intervenuto con i salvataggi, non soltanto in questa occasione ma ripetutamente. Il settore finanziario ha ripetutamente mostrato che, senza regolamentazione, semplicemente non è in grado di essere responsabile della gestione di soldi altrui in modo prudente, senza mettere a repentaglio l’intera economia. E i depositanti comuni, i piccoli investitori e coloro che risparmiano per la loro pensione semplicemente non sono in grado di esercitare autonomamente un’adeguata supervisione. Questa costituisce un bene essenzialmente pubblico. Tutti beneficiamo da istituzioni finanziarie ben regolate. Le nostre istituzioni finanziarie hanno fallito, ma in parte hanno semplicemente fatto quello che fanno le imprese del settore privato, hanno massimizzato il benessere dei loro manager. Oggi abbiamo bisogno di un sistema regolatore degno del ventunesimo secolo per essere sicuri che, in futuro, essi prendano in considerazione le conseguenze più ampie delle loro azioni”

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.03.12 17:57| 
 |
Rispondi al commento

La crisi USA maturò a partire dalle zone a maggior impiego operaio per colpa di delocalizzazioni che produssero disoccupazione,e per l’esplosione dei mutui che non potevano essere ripagati e che erano stati dati o a chi non si era non si reso conto degli interessi progressivi o era rimasto disoccupato.Alla fine del 2006 la bolla esplose.La Fed corse subito a rialzare i tassi ma era tardi.Il fallimento di chi non poteva più pagare il mutuo produsse il fallimento delle banche
Ma è col libero accesso ai titoli tossici che la crisi americana diventa la crisi di mezzo mondo.
Il settembre-ottobre 2008 sotto Clinton sono epocali.La crisi diventa sistemica.I media cominciano a parlarne dopo i clamorosi crolli di borsa della prima metà di ottobre.Ancor oggi non tutti gli analisti concordano che ciò che ha portato a un crisi totale è il lassaiz-faire,ma attaccare la deregolazione significherebbe attaccare il primo dogma del liberismo
La logica sottostante alla deregulation è che mercati più liberi siano in grado di produrre risultati superiori e di far fluire i capitali verso i loro impieghi più produttivi,spingendo l’economia e migliorando il benessere.Ma non è stato così. Questa teoria si dimostra sbagliata. Mercati finanziari più liberi creano soltanto danni maggiori.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.03.12 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Le banche sono aziende private che fanno solo i loro interessi. Il credito alle piccole imprese è ormai una chimera. Una azienda come la mia, che ha un piccolo fido e che ha sempre onorato debiti e scadenze, si trova a pagare uno spread di 6,5 7 punti sull'euribor a tre mesi, mentre la banca prende i soldi all'1%, soldi che forniamo noi con le ns tasse. Ma perchè le banche centrali non finanziano direttamente le aziende, magari attraverso le associazioni di categoria? Se si potesse fare a meno delle banche.... mi sto scervellando per trovare un modo, ma ad oggi, non l'ho ancora trovato. Se Vi viene in mente qualcosa, parliamone: troviamo il modo per baipassarle, per metterle in concorrenza tra loro. Troviamo il modo...

catia sodi 15.03.12 17:56| 
 |
Rispondi al commento

chiudiamo tutti i conti correnti in massa, vediamo cosa succede sarei curioso!!

moss vald, torre de roveriBG Commentatore certificato 15.03.12 17:56| 
 |
Rispondi al commento

NAZIONALIZZIAMO GLI ITALIANI!!!

anib roma Commentatore certificato 15.03.12 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Il fallimento del settore creditizio negli anni 80 non cambiò molto questa prospettiva.Gli organismi economici internazionali come il Fondo Monetario o la Banca Mondiale o l’Organizzazione Mondiale del Commercio favorivano l’iperliberismo assoluto e furono loro a spingere verso la deregolazione l’ARGENTINA.Il risultato delle ricette liberiste fu l’allargarsi della disoccupazione e della privatizzazione fino al default del 2001.Il Giappone era sulla stessa linea fallimentare ma non tagliò le tasse ai più ricchi come i liberisti volevano a causa del grande deficit statale.Ma alcuni paesi asiatici furono spinti al default proprio dal FM
In USA il credito era fin troppo facile,a tassi quasi zero che però aumentavano col tempo;le banche prestavano soldi quasi gratis e aprivano mutui anche a chi non avrebbe poi mai potuto pagarli e non dava garanzie sufficienti, gonfiando una enorme bolla immobiliare e lo Stato favoriva fiscalmente in ogni modo chi investiva. Si chiusero entrambi gli occhi dinanzi al comportamento scorretto degli operatori finché la crisi detta Saving and Loan portò al fallimento di 747 compagnie di Prestiti degli Stati del Sud e il governo la coprì coi soldi dei cittadini.Ne approfittò per vincere CLINTON,che fu la causa determinanti della crisi e come prima cosa eliminò il Glass-Steagal Act che limitava la speculazione degli intermediari finanziari e cercava di evitare il panico bancario,istituendo la Federal Deposit Insurance Corporation per garantire i depositi ed evitare che la gente corresse in banca a prelevare tutto senza trovare contante.E separava banche commerciali tradizionali dalle banche di investimento
Le banche commerciali non potevano fare speculazioni coi soldi dei loro clienti.Ma Clinton eliminò queste regole e aprì la porta ai derivati tossici che impestarono tutto e poiché le banche commerciali ci investirono, impestarono anche i depositi dei clienti.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.03.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma come nazionalizzare le banche???
Così saranno il giocattolino (anzi, giocattolone) nelle mani della politica per erogare il credito agli amici e agli amici degli amici, oppure per fare assunzioni clientelari!
Sarebbero queste le grandiose idee?
I grandi progetti del futuro??
E' tutta roba vecchia e stravecchia caro Grillo, stai tirando fuori solo delle idee del passato, le dipingi come nuove ma di veramente nuovo non proponi niente.
Populismo stalista, protezionista e corporativo... mi ricorda la politica economica di un regime che in Italia abbiamo già avuto....

Pier Ce_ 15.03.12 17:51| 
 |
Rispondi al commento

La crisi non è mai stata casuale, è stata espressamente voluta dai magnati americani quando l'iperliberismo ha cominciato a mostrare la sua fine.Era un credo che aveva messo il mondo in ginocchio senza realizzare nessuna delle sue promesse,aveva aumentato la miseria,aveva accresciuto l’ingiustizia,aveva minacciato la democrazia e aveva messo a rischio il pianeta. E quando la propaganda di una ideologia non basta più,interviene la guerra.E questa crisi finanziaria non è una calamità fatale e casuale. E’ esattamente la guerra che lo Stato più liberista del mondo ha scagliato all’Occidente nella speranza di trascinare tutti nella sua rovina
E questa guerra non la vinceremo se accetteremo di essere governati da immissari di quello stesso nemico che ci aggredisce, come è Monti e come sono i bocconiani.
La deregolazione è uno dei dogmi dell’iperliberismo,ed è la coaione a credere che togliere regole al mercato fa aumentare la concorrenza e ridurre i costi,tiene sul campo gli operatori migliori e raggiunge una maggiore produttività ed efficienza e un benessere collettivo,in quanto sarà il mercato stesso a autoregolarsi nel modo migliore. Ma nessun mercato si è mai autoregolato.Senza regole gli operatori più sporchi e corrotti del mercato diventano invincibili.
I fatti dimostrano proprio che solo gli operatori più spietati e potenti dominano alla fine il mercato,eliminano la concorrenza,provocano un aumento inflazionistico dei prezzi,coartano i governi per annientare i diritti e lo stato sociale,colpendo fiscalmente solo i più poveri, e non si fermano dinanzi a niente per incrementare i loro guadagni fino a mandare in rovina gli Stati
La deregulation inizia con le teoria di Kahn su Carter per le compagnia aeree e poi per tutto, allargandosi con Reagan e Clinton,per aiutare l’economia americana che soffriva delle crisi petrolifere degli anni 70
Le imprese erano pro-deregolazione e davano possenti contributi alle campagne elettorali per avere presidenti che la imponessero

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.03.12 17:50| 
 |
Rispondi al commento

L'attuale sistema economico non premia più chi produce ricchezza e innovazione per il paese, ma, invaso dalla mala-finanza criminale, dalle imprese mafiose, dalle impresse colluse e dai politici corrotti, premia i parassiti, coloro che maneggiando il denaro altrui ed il credito altrui ricevuto da risparmiatori per le banche e da banche e fornitori dalle grandi imprese e dalla pubblica amministrazione che non pagano le commesse e prendono contributi statali per coprire deficit. Oggi i ricchi sono i parassiti senza scrupoli, gente che truffa e sperpera, bancarottieri, corrotti e collusi, mafiosi. Non gli imprenditori onesti, i ricercatori migliori, i consulenti migliori, i manager capaci, ma la feccia della società disposta a vendersi la madre, la moglie e la sorella per i soldi ed il potere. Questa è la gente che comanda la nostra società. Saranno loro i capi ed i datori di lavoro dei nostri figli. Saranno loro a dare l'indirizzo alla nostra economia. Così ormai è quasi ovunque, in Italia come in Russia come in Cina. Il mondo è loro!

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 15.03.12 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Quello del Senato "e' un incidente che non deve piu' ripetersi. Ghizzoni presidenti ABI.

Ghizzoni brutto CRETINO chi ti credi di essere ?

UNICREDIT e' con le pezze al culo, sopravvive grazie ai finanziamenti della BCE (I NOSTRI SOLDI) all'1% e sto' PISTOLA ha lo stomaco di lanciare un DIKTAT contro il SENATO DELLA REPUBBLICA.

GHIZZONI DAL PROFONDO DEL CUORE.... VAFFANCULO!!!!

Francis F., London Commentatore certificato 15.03.12 17:44| 
 |
Rispondi al commento

non dobbiamo prendere le banche,
dobbiamo prendere i soldi

nello g. Commentatore certificato 15.03.12 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Non sono le bolle immobiliari da sole a produrre la crisi.Né i mutui non esigibili diffusi a piene mani dal sistema bancario.E nemmeno i debiti nazionali.Gli Stati hanno sempre avuto debiti.Non avevano forse debiti gli USA dopo il 29? O l'Europa dopo la seconda guerra mondiale?
Non sono i debiti che affossano gli Stati e nemmeno i governi corrotti,anche se hanno la loro parte di colpa.E tanto meno la colpa è dei popoli,accusati di ‘vivere sopra le loro possibilità’,secondo la bestemmia di qualcuno
L’attuale crisi finanziaria è stata voluta e attuata esattamente dal Governo americano,e precisamente nel 2008,quando,in un mercato sempre più dominato dal sistema bancario e dalla speculazione finanziaria,Clinton decise di applicare una deregolazione assoluta eliminando la divisione tra banche commerciali e di investimento e le norme che vietavano l’immissione in Borsa di titoli tossici, derivati,swap..e,nello stesso tempo,mise il futuro degli Stati occidentali nelle mani di agenzie di rating private,non regolamentate, quotate in Borsa e manovrate da un gruppo di magnati che intendevano piegare l’Occidente con una guerra finanziaria,usando,appunto,la speculazione,i titoli tossici,le agenzie di rating,i debiti nazionali e quell’organismo che è la Bce,creata apposta debole per non minacciare il dollaro
Ma perché gli USA sferrarono nel 2008 la loro battaglia contro i paesi europei per mandarli in rovina?
Perché l’America aveva perso tutte le sue battaglie,si era sfinita in Iraq e Afghanistan in una guerra costosissima persa su tutta la linea, e aveva un debito che era aumentato 15 volte negli ultimi 30 anni ed era il 1° del mondo raggiungendo i 15.000 mld di dollari.Perché il dollaro non riusciva più a giustificare la sua pretesa di essere la valuta base del mondo mentre altre valute come l’euro o lo yen o la rupia lo sopravanzavano. Perché,infine e soprattutto, perché il neoliberismo, che era stato la bandiera dell’ideologia americana,stava fallendo.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.03.12 17:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Guzzanti ha finito col pubblicizzare la tav per uno strafalcione intervistando Fassina ?

http://www.youtube.com/watch?v=cli7DMcGJfU

ma cosa sta succedendo....incomincio a pensar male.

michele s. 15.03.12 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Il Fatto QUotidiano scrive che E' STATO STRANAMENTE FORTUNATO DELL'UTRI AD AVERE COME ESTENSORE E FIRMATARIO DELLA SUA SENTENZA DI RINVIO DUE, DICIAMO, GIUDICI, COME IACOVIELLO E GRASSI (QUEST'ULTIMO AMICO DI CARNEVALE..QUELLO CHE ANNULLAVA SENTENZE E INTERI PROCESSI CON LA 'MOTIVAZIONE' CHE IN UNA CERTA PARTE DEI VERBALI ERA STATO MESSO UN TIMBRO DI GOMMA INVECE CHE DI METALLO. E SE POI CERTI PERSONAGGI ERANO MAFIOSI O ASSASSINI, O TUTT'E DUE LE COSE, IL TIMBRO ERA PIU' IMPORTANTE DI TUTTO IL RESTO!)


I processi ai POLITICI...sopratutto QUELLI AI PAPAVERI più in ALTO sono TROPPO DELICATI PER LE SORTI DELL'INTERA NAZIONE PER FARLI DECIDERE A UN PROCURATORE, PER QUANTO "GENERALE" SOLO.

Prima di tutto dovrebbero AVERE UNA CORSIA PREFERENZIALE DEDICATA...senza le solite lungaggini di un PROCESSO QUALSIASI...TROPPI DANNI PUO' FARE UN MAFIOSO IN POSTI DI POTERE...O UN CORROTTO O FECCIA SIMILE.

POI IL COLLEGIO GIUDICANTE DOVREBBE ESSERE COMPOSTO, OLTRE CHE DAI GIUDICI TITOLARI ANCHE DA UN COLLEGIO DI GIUDICI ESTRATTI A SORTE...

COSI COME DOVREBBE ESSERCI, ANCHE IN CASSAZIONE, PRESENTE UN COLLEGIO DI CITTADINI (NON SI DICE CHE LE SENTENZE SONO IN "NOME DEL POPOLO ITALIANO?")ANCH'ESSI ESTRATTI A SORTE.

COSI' SAREBBE MENO FACILE ANNULLARE INTERI PROCESSI A MAFIOSI PER UN TIMBRO DI GOMMA INVECE CHE QUELLO DI METALLO COME FECE UNA VOLTA L'INDIMENTICATO "AMMAZZASENTENZE" CARNEVALE.

NON SO VOI MA IO NE HO LE PALLE PIENE.
E SE QUELLO CHE HO SCRITTO LO RITENETE VALIDO, VOTATE STO CAZZO DI COMMENTO CHE LA COSA E' TROPPO IMPORTANTE PER IL DESTINO DI TUTTI NOI.

QUI SI TRATTA DI FAR VINCERE O L'ITALIA DEGLI ONESTI O QUELLA DEI MAFIOSI, AFFARISTI E CORROTTI DI TUTTI I GENERI.

Dino Colombo Commentatore certificato 15.03.12 17:41| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 42)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' da tanto che discutiamo in rete di questo obiettivo. Sarebbe alla base di una rifondazione della società. Mi permetto di lasciare la mia pagina Facebook per chi volesse visitarla: Bollettino di Controinformazione Democratica.

Lorenzo Masotti 15.03.12 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Ammazza che minimalismo!!!
Solo le banche???
La Fiat la vogliamo lasciare al Minkionne e a Lapo???
E' nostra d'ammò!!!

Poi, banca per banca, nazionalizziamo anche lo Ior e il patrimonio immobiliare del Vaticano a rimorchio che, detto per inciso, è nostro d'ammò pure quello!!!
Non mi spingo alla collettivizzazione dei mezzi di produzione in toto altrimenti al Fifty Piotte gli si scollano una quarantina di stelle.

Hasta scelleratoni...

maurizio spina Commentatore certificato 15.03.12 17:34| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La follia di questa società malata è che quasi tutti sono alla frenetica ricerca di qualcosa che non ci occorre, in luoghi che non ci rendono felici e con atteggiamenti che non sono propri della natura umana. La cosa più aberrante è che perfar questo si costringe gran parte dell'umanità alla miseria e all'inferno in terra, quando basterebbe saper riconoscere cosa ci è veramente utile per essere felici per poter essere TUTTI sereni.

Luca Gianantoni, Assisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.03.12 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Non solo dobbiamo riprenderci le banche,ma anche i soldi che producono.
e anche i servizi che offrono!
per cominciare:1)Le banconote andranno stampate e ritirate dal giro,anno per anno la loro carta sarà riciclata per fare altre banconote!
sulle banconote si può applicare uno sponsor,che paga,e finanzia i costi di stampa.. (così il signoraggo va a farsi un giro)
2)ogni cittadino,e un utente della banca,non un cliente.. ogni utente ha diritto ad un conto corrente gratuito,magari degli sponsor (tipo quelli del web) offriranno di pagare le spese a tutti..
3) ognuno che richiede un conto corrente, ha il diritto ad ottenerlo,perché non è competenza di nessuno stabilire cosa dovrà farci!
4)le banche saranno aperte anche di notte!
5)le banche forniranno prestiti,agevolazioni,mutui,e finanziamenti a chiunque,con la garanzia che saranno restituiti entro la scadenza dello stesso!
ad esempio:se io chiedo un prestito,100 €,devo restituire 110€ (dovrebbe) e mi vengono offerte delle rate,o carta di credito.. che penseranno poi loro a scalare! ma mettiamo che io non li ho 10 euro,tutti i mesi,per restituire il mio prestito,cosa succede?
arriva la penale,l'interesse aumenta,dopo la 3 volta scatta la confisca dei beni..
e però! però! io il prestito lo devo restituire entro un anno.. dunque,cosa importa se io per un mese,due,o tre non pago?
l'importante e che entro la scadenza,tra un anno,io completi la restituzione!
perché la è prevista la scadenza,non durante il mese in corso! no?
e perché non può essere? nessuno lo sà! (FORSE) che comunque quella attuale e una regola stupida! fatta per spremere la gente!
6)se io non posso restituire i prestiti entro il tempo previsto,devo avere la possibilità di mettere in attesa la restituzione,fino a quando il mio reddito minimo,non mi permette di completare il ciclo! sarebbe anche qui,ottimo!
7)con i soldi risparmiati dallo stampaggio dei soldi,avremo assicurazione gratis sulla macchina,per sempre!! OTTIMO! ù_ù!! $.o.$. Italia!

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 15.03.12 17:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE,
LE BANCHE SONO SOLO IL MOSTRO,QUELLO CHE MI PREOCCUPA E' CHIDA DA MANGIARE AL MOSTRO OLTRE AI BANCHIERI,CIOE' I L"IBERALI",PER CUI STARDACCORDISSIMO CON LA NAZIONALIZZAZIONE DELLE BANCHE
ALVISE

alvise fossa 15.03.12 17:25|