Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Se potessi vivere di nuovo la mia vita


Istanti_Borges.jpg
"Se potessi vivere di nuovo la mia vita/ Nella prossima cercherei di commettere più errori/ Non cercherei di essere così perfetto, mi rilasserei di più/ Sarei più sciocco di quanto non lo sia già stato/ di fatto prenderei ben poche cose sul serio/ Sarei meno igienico/ Correrei più rischi/ farei più viaggi/ contemplerei più tramonti/ salirei più montagne/ nuoterei in più fiumi/ Andrei in più luoghi dove mai sono stato/ mangerei più gelati e meno fave/ avrei più problemi reali, e meno problemi immaginari/ Io fui uno di quelli che vissero ogni minuto/ della loro vita sensati e con profitto/ certo che mi sono preso qualche momento di allegria/ Ma se potessi tornare indietro, cercherei/ di avere soltanto momenti buoni/ Chè, se non lo sapete, di questo è fatta la vita/ di momenti: non perdere l'adesso/ Io ero uno di quelli che mai/ andavano da nessuna parte senza un termometro/ una borsa dell'acqua calda,un ombrello e un paracadute/ se potessi tornare a vivere, vivrei più leggero/ Se potessi tornare a vivere/ comincerei ad andare scalzo all'inizio della primavera/ e resterei scalzo fino alla fine dell'autunno/ Farei più giri in calesse/ guarderei più albe/ e giocherei con più bambini/ se mi trovassi di nuovo la vita davanti/ Ma vedete, ho 85 anni e so che sto morendo." Jorge Luis Borges

17 Mar 2012, 14:23 | Scrivi | Commenti (46) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Segnalo un grosso problema al centro AFA REUL, un importante centro di
riabilitazione a Genova, e l'unico, per bambini e ragazzi sordi, da dove
provengo io tra l'altro. Mancano i fondi per aiutare i bambini e sono in
totale 400! Abbiamo fatto tutto il possibile per cercare fondi, tra lavori
di beneficenza e volontariato da parte di tutte le mamme dei bambini sordi.
Vorremmo far conoscere questo centro e far capire che è molto importante
per tutti i bambini sordi, senza di esso e soprattutto senza la riabilitazione
questi bambini perderebbero la possibilità di parlare! Il centro non è rivolto
solamente ai bambini sordi ma anche a bambini con diverse disabilità, quindi
stiamo cercando di lottare per esso. E' grazie a loro che io, essendo non udente,
posso parlare; gli devo la mia vita. E' di estrema importanza questo centro,
tutte le mamme dei bimbi disabili o portatori di handicap perderebbero la
possibilità di essere aiutate con i loro piccoli!".
SIMONA CORBANI


Aiutiamo i bambini sordi - L'AFA Centro REUL
www.quaeram.blogspot.it/2012/03/aiutiamo-i-bambini-sordi-lafa-centro.html

sim 22.03.12 22:50| 
 |
Rispondi al commento

se dovessi rivivere farei l'indigeno! in appennino. caccia pesca raccolta legale o no non m'importerebbe io dovrei vivere a modo mio e non come vuole la comunità!

Maurizio f. Commentatore certificato 19.03.12 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Se potessi rivivere...Ma io cerco di vivere una vita un pò diversa per gli anni che mi restano ,Ho 57 anni ,ho vissuto, ho fatto sbagli,ma non rimpiango nulla:ho capito che nella nostra esistenza quello che ci salva è l'ironia e l'universale messaggio"Non fare ad altri ciò che non vuoi sia fatto a te".Vorrei che i giovani cambino VERAMENTE le cose nel mondo,non come noi che forse ci siamo adagiati troppo.Io sono con loro non potendo essere uno di loro(senon nello spirito)

papurello gualtiero 19.03.12 15:18| 
 |
Rispondi al commento

.....e dire che questo qui almeno in pensione ci è andato ......!!!!!!!

tina ghigliott 19.03.12 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Bellissima!!! Torniano a fare quanto ci suggerisce; ma per poter godere appieno di ciò, dovremo prima toglierci dai piedi ogni delinquente che, facendo finta di fare politica, difende solamente i suoi interessi e quello dei "mafiosi" e degli equiparabili (petrolieri, banchieri, equitalia, pseudo-cittadini che votano da decenni per questi esseri immondi di centro, destra e sinistra, etc.)...

Mauro Queirolo, Genova Commentatore certificato 19.03.12 11:06| 
 |
Rispondi al commento

.....e' la consapevolezza dell'essere la vera essenza di questa poesia...di borges o non di borges non importa....non dovete arrovellarvi se e' possibile metterla in pratica o no....e' da contemplare proprio perche' "poesia",un atto d'amore.....in questi tempi barbari,manca questo....contemplare di nuovo la poesia dell'essere.....anche io sono indignato e vittima di questo nuovo mondo...ma nulla potra' mai invadere e distruggere la mia anima....

gianluca passarino 19.03.12 10:50| 
 |
Rispondi al commento

se potessivivere di nuovo la mia vita non sprecherei il mio tempo dietro il M5S: non c'è trasparenza, non c'è democrazia, non c'è ascolto, non è vero un cazzo che uno vale uno, decidono tutto grillo e casaleggio.
Andate affanculo

fioralba latella, la spezia Commentatore certificato 19.03.12 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Vi sono una decina di famiglie di illegittimi privilegiati a livello globale a cui bisognerebbe mettere le mani al collo dopo averle esibite al publico mondiale, e dopo aver scritto un volume SERIO sulle porcherie da esse combinate, questo solo un punto di partenza. Naturalmente poi pure noi ci dovremmo svegliare e studiare un po'...:) A futura memoria...

Roberto Vian 19.03.12 05:21| 
 |
Rispondi al commento

Vivere una nuova vita? E come si fa se non siamo ancora riusciti a governare quella che ci hanno affibbiata i politici di "GRIDO" che ci stanno devastando al vita da anni,secoli,eternitààààà? A mio padre è stata rubata la vita,la gioventù la quiete con una guerra gestita da fascisti stupidi nati nell'ignoranza e gestiti dall'ingordigia e da personaggi squalificati.Ai miei figli stanno rubando la vita,il futuro con una guerra ancora più sporca,sempre foglia della stessa ignoranza ingordigia a personaggi squalificati.Bersanetor,VERGOGNATI!!!! stai aiutando e sei AMICO SODALE di chi sta mandando al massacro i giovani i non più giovani,sempre con la stessa formula,ingordigia ignoranza fascismo.

emilfrank 19.03.12 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Se dovrei rinascere.Non farei più L'onesto!

angelo b. Commentatore certificato 18.03.12 20:16| 
 |
Rispondi al commento

se potessi vivere di nuovo la mia vita
mi ricorderei di dire di no più spesso.
No ai falsi amici, no agli uomini aridi,
no ai figli viziati e ai genitori invadenti,
no al lavoro disumanizzante e alle giornate non più mie.
E pensare che da piccola ero disubbidiente.

Idi R., Lecco Commentatore certificato 18.03.12 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Se potessi vivere di nuovo la mia vita...non mi iscriverei più all'università..

sara b. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.03.12 17:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BORGES,
IL BIBLIOTECARIO MERAVIGLIOSO

di sergio falcone


Jorge Luis Borges, il bibliotecario meraviglioso, uno dei maggiori scrittori contemporanei, cieco come Omero (come per i massimi compositori è destino essere sordi), compie ottant’anni. Ti parla all’orecchio, è un assiduo bisbiglio, un parlar piano, ti tiene la mano (è il suo modo di conoscerti), mentre con l’altra prendi appunti sul notes.
Nelle pause sorseggia caffè e mangia biscotti e confetture sul tavolino inglese di mogano. Poi congiunge le mani, lo sguardo vano, in questa sua ombra senza ore. Ti ringrazia per l’”oscuro viaggio” (come chiama l’intervista), con una voce che prega e dispera. È una citazione di fonti e di poeti.
Una parabola continua attorno all’opera. Una vita privata ridotta al dieci per cento. Una sorta di scissione multipla della personalità.
“A quale tipo di letteratura apparteniamo”, dice, “io che ti parlo e tu che mi ascolti: romanzo realista o racconto fantastico?”. Sta con te delle ore, mai che ti dica che è stanco, e che ha da fare qualcosa di utile. Borges inizia poi la dettatura del proprio lavoro. Ha dei collaboratori che gli fanno la lettura, ai quali detta appunti in poesia o in prosa.
La fedele Maria Ester Vàsquez rilegge a Borges delle brevi frasi, scandisce la punteggiatura. Borges suggerisce una diversa posizione delle parole, detta altri appunti, nuova rilettura della Vàsquez, due o tre volte, altre correzioni di Borges, e così di seguito.
Scrittore del fantastico puro, del fantastico meraviglioso, il suo gioco narrativo ricorda la partita di scacchi: la duplicità di ogni figura, la complicazione degli spostamenti, la simmetria che si contorce in storia, le leggi rigorose ma anche arbitrarie della narrazione… Per cui autore e lettore si rimandano infinitamente le loro immagini riflesse…
I termini più frequenti nel lessico di Borges: labirinto, specchio, simbolo, congettura, metafora, caos, caso, segno, incubo, regressione, tempo, giardino, opposti, teoria.


Lei è nato

sergio falcone 18.03.12 16:49| 
 |
Rispondi al commento

L'uomo non cambierà mai: vuole il senno di poi che mai avrà.
E poi dice stupidaggini del tipo: se tornassi indietro studierei e non lascerei la scuola! -- invece se tornasse indietro non studierebbe, come non ha fatto la prima volta. Perché certe cose si fanno o no, se uno non è portato per lo studio non lo farà

Esperanto vivas 18.03.12 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Le fave sono buone, anche se i migliori di tutti sono i fagioli bianchi bolliti per ore nella pignatta, se qualcuno li ha assaggiati ed ha mai visto una pignatta, sa di cosa parlo ;)

lillilalli 18.03.12 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Bellissima...vorrei arrivare alla sua veneranda età e ragionare così

Dario Pistorio 18.03.12 15:05| 
 |
Rispondi al commento

E' vero: in questa vita è meglio avere rimorsi piuttosto che rimpianti.

mauro g., imola (BO) Commentatore certificato 18.03.12 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Del senno di poi........

andrea peppea 18.03.12 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda la mia vita, di cazzate ne ho fatte veramente poche! ma quelle poche mi costeranno tantissimo! E' il conto inizierò a pagarlo a breve.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.03.12 02:20| 
 |
Rispondi al commento

Jorge Luis Borges vuoi dirmi indirettamente che ciò visto lungo?
Caro mio sai qual'è il problema? e che per fare quella vita che dici tu, tutti dobbiamo cambiare, altrimenti nessuno se la può permettere.
In oltre per arrivare tutti a tale grado di maturità diciamo, celebrale, l'evoluzione (quella di Darwin) di strada ne deve fare ancora tanta.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.03.12 02:14| 
 |
Rispondi al commento

Se potessi vivere di nuovo la mia vita è ovvio che farei molte cazzate in meno, ma ne farei tante altre, diverse e forse peggiori. Ma sarei ancora un grillino...

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 18.03.12 01:37| 
 |
Rispondi al commento

Se potessi vivere di nuovo la mia vita,
vorrei avere da subito, da bimbo,
quella consapevolezza che oggi,
che non sono più un bimbo, ho raggiunto:
è una continua sottrazione
che, per pochi attimi di serenità,
ti infligge tanti e lunghi periodi
di buio e dolore.

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 18.03.12 00:17| 
 |
Rispondi al commento

L'uomo nasce da un buco
impara a mangiare la pappa
tutta la vita cerca di rientrare nel buco
reimpara a mangiare la pappa
ma quando non sai piu' cosa è la pappa
è ora che nel buco ci entri davvero

sandrolibertini 17.03.12 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Anche le peggiori vite davanti al tuo dovere sistematico di uomo (Morire) appaiono bellissime con le loro luci e ombre e sognare di viverne un'altra non potrà mai uguagliare tale bellezza perché quella vita è stata solo tua,se anche non te ne sei reso conto ai fatto parte di un qualcosa che va aldilà del semplice vivere.

Vignati Davide
Pensare IO
www,davidevignati.bloog.it

1 Davide 1 Vignati, Merlino Commentatore certificato 17.03.12 22:37| 
 |
Rispondi al commento

come la giri e come la volti la vita in questi termini è una c***** , una presa per il c*** .In concreto vieni utilizzato solo per procreare e quindi garantire l'evoluzione .Pedina di un progetto che non è tuo .Passata l'età della riproduzione puoi anche morire , non servi più. A questo punto sono d'accordo che va vissuta cercando di prendere quel poco di piacere che c'è finchè si è in tempo.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.03.12 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto da qualche parte che nella vita non conta il tempo che si passa sulla terra, ma come lo si passa. Puoi vivere anche 85 anni ma non aver vissuto veramente. Se ammettiamo che l'essere umano sia governato dalla ragione ci precludiamo la possibilita di vivere.... ( da into the wild )

alessandro lentini 17.03.12 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Tutto dipende dal punto di vista e dai momenti. L'imperatore romano Cesare, elencava fra le quattro virtu' principali:"Prudenza, Saggezza, Fortezza e Temperanza. Al sud Italia si dice:" Chi si fa i fatti suoi campa cent'anni". Stò Borges che è arrivato a 85 dice che se ritornasse indietro avrebbe meno igiene (Magari si becca il tifo e crepa a 19 e fa ancora meno un cazzo di quello che ha fatto quello di 85). Poi dice che correrebbe piu' rischi ( Magari finisce sotto un treno a 22 e fa ancora meno un cazzo di quello che ha fatto quello di 85).

Tutto è relativi! Una cosa ci vuole a tutti e quella è il CULO!

Er Cheesburger 17.03.12 19:35| 
 |
Rispondi al commento

"Dall'inesauribile labirinto di sogni tornai, come a una casa, alla dura prigione... "

JLB


questa poesia non è di Borges, ma di Don Herold, umorista americano.
comunque sia, mi trovo d'accordo su tutto il contenuto. le nostre vite sono troppo permeate dal senso del dovere, dal pensiero della salute e dalla preoccupazione per il domani, tutte cose su cui specula il POTERE per soggiogarci.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 17.03.12 18:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"sarei meno igienico" : l'igiene è alla base di qualsiasi rapporto sessuale divertente ed appagante :-)

Antonio D. Commentatore certificato 17.03.12 18:15| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO,NONOSTANTE SIA BORGES,CGHE COMUNQUE ANCHE LUI HA GUARDATO E GUARDAVA PIU' IN LA'
ALVISE

alvise fossa 17.03.12 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ma 'ndove sta scritto che e' di Borges?

diego d., treviso Commentatore certificato 17.03.12 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Beppe e ragazzi del movimento, bisogna fare una sola cosa, ora o mai più....

Dobbiamo togliere i dindi alla Casta in ogni modo possibile, solo così gli spezzeremo le reni e ricambieremo il favore che ci hanno fatto mettendoci tutti in una strada, e facendo andare il paese in bancarotta.

E' arrivato il momento di restituire il favore.

Bisogna iniziare una rivoluzione culturale contro la Casta: pacifica ma letale, devono arrendersi...e lo faranno!

Diego Rossi 17.03.12 17:52| 
 |
Rispondi al commento

La vita non si ferma mai..
può solo cambiare la sua forma fisica!

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 17.03.12 17:23| 
 |
Rispondi al commento

io sono nel mezzo del cammino, non mi fermo, vado avanti ma all'incontrario, questo grazie anche a questo blog oltre che alla mia sensibilità... sarà una vita a metà ma almeno lascerò qualcosa in eredità, insieme a tanti altri, spero. Sto imparando a non secernere più bile e non vorrò niente in cambio... se non la pace della mia coscienza.
Beppe teniamo duro!!!

franco antonio perrone, Fermignano (PU) Commentatore certificato 17.03.12 17:01| 
 |
Rispondi al commento

E' molto molto bella!

Anto N. Commentatore certificato 17.03.12 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Beppe non mollare proprio ora, fanculo l'emilia, vinciamo lo stesso!!


Bellissima, Struggente per certi versi...

da far leggere a tutti iniziando già dai bambini dell'asilo.

anib roma Commentatore certificato 17.03.12 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Primo...e,più furbo de Borges...

er fruttarolo Commentatore certificato 17.03.12 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori