Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tibet chiama. Italia risponde.


Jamphel-_Yeshi.jpg
Un giovane tibetano si è dato fuoco per protesta contro l'occupazione del suo Paese. Si chiamava Lampel Yeshi, si è ucciso a Nuova Delhi, in India, dove è atteso il presidente cinese Hu Jintao. Lo stesso che ha promesso a Rigor Montis investimenti in Italia. A proposito, caro Monti, le ha almeno detto due paroline sul Tibet? In un anno 30 tibetani si sono uccisi trasformandosi in falò umani per un Tibet libero. A Bologna, questa mattina, un piccolo imprenditore si è dato fuoco nella sua macchina davanti all'Agenzia delle Entrate a causa di pendenze tributarie. Per fortuna l'auto sembra ancora in buono stato. Così i debitori potranno rivalersi almeno su quella. Tibet chiama. Italia risponde.

28 Mar 2012, 18:37 | Scrivi | Commenti (62) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

La situazione in Tibet è sempre più grave ed arrivare a dire che il mandante di questi suicidi è il Dalai Lama è pura follia ... ho scritto un breve articolo qui http://pandamolesto.com/1123-la-repressione-cinese-verso-il-tibet/

Panda Molesto 02.04.12 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe! grazie di cuore...tu hai sempre sostenuto la causa del meraviglioso popolo tibetano! tra tutte le invasioni, quella della Cina in Tibet è stata tra le più odiose in assoluto. il popolo tibetano è sempre stato uno dei popoli più pacifici della Storia e il Dalai Lama è una delle persone più buone del Pianeta. è triste e avvilente vedere come i marxisti-leninisti arrivino a mistificare totalmente la realtà dei fatti accaduti in Tibet e a fornire una versione degli avvenimenti successi in Tibet dal 1959 totalmente stravolta che pare dettata dall'Ufficio Propaganda del governo cinese. proprio Wikipedia afferma che moltissimi uomini, donne e bambini furono massacrati dall'esercito cinese nei mesi e anni successivi all'invasione. e 5000 templi buddisti sono stati distrutti, negli anni, dagli invasori cinesi. i tibetani uccisi, per carestie indotte dagli occupanti cinesi o perchè sparati o ammazzati in vari modi, sono stati più di 1000000. ma secondo molti storici sarebbero state uccise almeno 1300000-1500000 persone innocenti dall'esercito cinese. e da quando è stato invaso il Tibet dalla Cina, che i monaci e i tibetani vengono picchiati, torturati, arrestati e uccisi, e accade ancora oggi. per vostra sfortuna, esimi orfani di Lenin e Mao, tutto il mondo sa benissimo cos'è successo in Tibet. tutti sanno che un popolo meraviglioso è stato annientato fisicamente e culturalmente. solo una persona ignorante, oppure prevenuta ideologicamente o in mala fede ( più probabile un mix delle tre cose ) può dire scemenze come quella che il Dalai Lama è alle dipendenze della Cia, ma davvero pensate che la gente si beva queste stronzate? il buddismo è una religione che non ha mai prevaricato le altre religioni e gli altri popoli. e l'Ambiente in Tibet prima dell'invasione era tutelato in modo straordinario perchè i buddisti e i tibetani amavano e amano tutte le creature viventi. e molti tibetani in esilio affermano che prima dell'invasione il Tibet era un paradiso.

Manuel Barone 02.04.12 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Le vostre menti sono inculcate da idiozie totali nel Tibet non è mai entrato nessun straniero solo perchè non interessava a nessuno le steppe e non avevano risorse non coltivavano niente non avevano armi unica risorsa merda di yak per riscaldarsi e cucinare e il latte
Il clima è assai rigido e ventoso e possono manifestarsi temperature notturne anche inferiori ai -30 °C.

I monsoni dall'India e dal Nepal, notevolmente ridotti dalla catena himalayana portano alcune leggere precipitazioni in particolare nella parte sud-occidentale tra metà giugno e metà settembre. Il clima è molto secco per tutto il resto dell'anno. Le temperature più basse sono tra i mesi di dicembre e febbraio. D'inverno le precipitazioni nevose sono scarse nella valle e abbondanti nella catena himalayana. I passi del sud rimangono spesso chiusi per la neve durante l'inverno.

A Lhasa (a 3.595 m. sul livello del mare) le temperature massime vanno da qualche grado sopra lo zero d'inverno ai 25 °C d'estate, mentre le minime vanno dai -15 °C ai +10 °C.
Vi manderei a vivere per un periodo imprecisato,ignurant analfabeti

sal romano 30.03.12 23:13| 
 |
Rispondi al commento

Tibet chiama. Italia risponde.
------------------------------
caro Bepin, ma sa che risponne male...la linea è
assai disturbata!

io penso che la migliore risposta dovrebbe essere
anche qui i preti al rogo e gli imprenditori sani uniti con la classe operaia dovrebbero dare fuoco
a ben altro , invece che suicidarsi come tibetani
idioti (vabbè, ma son religiosi der cazzo, quelli
come i nostri imprenditori illusi)

morale:
FALLIMENTO TOTALE DI "DIO" E DEL "CAPITALE" !

che ci resta?

a voi la sentenza...


insomma....le due cose mi sembrano un pò differenti, in tibet si parla di diritti fondamentali dell'uomo come la libertà, qui per quanto sia tremendo quello accaduto a bologna si parla di tasse non pagate, o meglio, si parla di un giro di fatture false, per cui prima di martirizzare quel poveretto che si è ucciso davanti all'agenzia delle entrate risaliamo a monte della cosa: qui da noi è obbligatorio, pare, fare i furbetti, del resto con il penultimo presidente del consiglio che abbiamo avuto e l'esempio che ci ha dato, per molti era quasi ovvio fottere il prossimo, fottere lo stato... io capisco la disperazione di quest'uomo, ma prima di accostarlo ad un giovane che si brucia per la libertà sua e del suo popolo...ecco, andrei cauto...

renzo rinaldi 30.03.12 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma i politici che vanno in pensione dopo soli 5 anni di nullafacenza, quando la smetteranno di rompere la mazza?

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato 30.03.12 11:59| 
 |
Rispondi al commento

MONTI, IL MINISTRO CHE TUTTO IL MONDO CI INVIDIA!

Gigio il Pendolare 29.03.12 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Che tristezza constatare che esistono persone che sono intrise di propaganda cinese. Ogni dittatura ha sempre certato di mistificare la verità, mentendo, mentendo e mentendo ancora. E vi è sempre qualcuno, non so se in malafede, perchè semplicemente ignorante, o perchè imbevuto fino all'inverosimile di ideologia comunista, che si beve le menzone e nega la realtà arrivando a giustificare crimini orrendi.
La verità però è più forte di ogni menzogna e il mondo non può restare ancora a lungo in silenzio dinanzi all'orrore, solo perchè la Cina è una grande potenza economica.
Non esiste un solo tibetano, che se potesse essere libero di parlare, non urlerebbe al mondo il suo desiderio di LIBERTA' e di GIUSTIZIA.
La propaganda cinese non può vincere, perchè le menzogne si ritorcono sempre contro chi le lancia, e solo questione di tempo.

Attila 29.03.12 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi paga il peso morale di queste e di altre morti per la libertà?????
Monti risponde delle sue morti, delle sue frigide decisioni inutili, delle carenze di un governo che si è assunto l'onere (cfr Fornero) di fare le cose peggiori e che vanta l'orgoglio di essere idoneo a tale bisogna!!!!
Attendiamo con pazienza che il cielo risponda per i morti e ricambi i responsabili mentre il popolo si spera possa destarsi dal torpore che le escort berlusconiane hanno provocato e si decida a compiere il suo dovere!!!!
Se ci fossero regole serie e principi sani nella gestione dei commerci, se il denaro non fosse così vitale per chi ci amministra, la Cina dovrebbe dimostrare al mondo di essere legittimata a trattare con le altre nazioni e non essere invece blandita per paura!

antonio silvestre 29.03.12 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei un attimo deludere, soprendere, scandalizzare e squilibrare tutti quelli che hanno commentato l'episodio in conformità al pensiero occidentale imperante.

Quei "trenta" che si sono bruciati vivi a cui si allude, non sono "i tibetani", non generalizziamo. Sono quasi tutti monaci tibetani lamaisti che lottano per riprendersi i privilegi medioevali dei quali sono stati privati nel 1958.

Il popolo tibetano, quello vero, quei tre milioni e mezzo di persone che attualmente vivono in Tibet, non c'entrano nulla con queste morti.

I suicidi di monaci lamaisti spodestati del potere assoluto e di ex nobili e proprietari terrieri, privati del diritto di vita e di morte sui loro sudditi schiavi (fino al 1959 in Tibet vigeva la schiavitù per legge) non possono essere considerati "espressione del sentimento popolare". E' semplicemente ridicolo.

Vogliamo dire che la Cina adotta sistemi violenti per reprimere i tentativi di separatismo in Tibet? Diciamolo pure, ma non veniamo a dire che "i tibetani sono in rivolta" perché è una balla di dimensioni colossali.

Quelli che si "bruciano vivi" o sono monaci, o fanno parte di quella schiera di appena 100mila individui fuggiti in India nel '59 dopo l'abolizione della schiavitù che minò il loro potere assoluto alle fondamenta.

Non fatevi prendere per il bavero. E badate bene: Beppe Grillo è un individuo troppo puro per essere im malafede su questo tema. E' semplicemente disinformato, come la maggioranza di noi.

Andate a leggervi quello che ha scritto Sergio Romano sul CdS il 18 Aprile 2008 esattamente un mese dopo i disordini di Lhasa (il pezzo è disponibile in rete).

Poi, se avanza tempo, andate su Wikipedia (versione inglese) e cercate: Abolition of slavery timeline, quindi scorrete l'elenco sino al 1959...

Nedo Paglianti 29.03.12 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Potrebbe diventare una moda??
Nei Negozi cominceranno a vendere tutte le fiamme firmate:ARMANDI,MARTINO,G.D...ecc.
vedremo sfilare le modelle sulle passerelle tutte in fiamme,i vigili del fuoco non avranno più la mimetica protettiva,ma si daranno fuoco direttamente!
Oggi va di moda darsi fuoco,oggi se non ti dai fuoco non sei nessuno! ù_ù

Niko G., cardito Commentatore certificato 29.03.12 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Dire che il Tibet e' occupato e' un madornale errore.

Il Tibet ha sempre fatto parte della Cina.

I "preti" tibetani che vadano a lavorare e la smettano di massacrare le palle al mondo intero.

L'attuale Dalai lama ha il viso del "gran ruffiano".

Richard Gere,che gli tiene "bordone",e' uomo CIA.

immi grato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.03.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I telegiornali e gli altri mass-media non parlano mai dei suicidi dovuti alla crisi in Italia, ma a rottura di balle degli gli omicidi. Tutte le volte che ne parlano sembrano di essere in possesso di chissà quale informazione nuova, invece la concorrenza l'ha già detta tempo fà. Parlano i dotti in materia:-bla bla bla- per ore e cosa dicono di nuovo? NIENTE solamente rottura del cazzo.
Ma il popolo Italiano è cosi' deficiente??? Anche GF e IdF idiozziscono il popolo!!
O trasmissioni del genere sono l'unica alternativa da attaccarsi per non suicidarsi, specie se neanche il sesso funziona???

sandrolibertini 29.03.12 17:40| 
 |
Rispondi al commento

avrebbe dovuto chiedere aiuto la re del marocco che secondo loro è discendente diretto di maometto perciò poteva intercedere con padreterno.


noi italiani che c'entriamo?

mi dispiace ma ci devono pensare i suoi capi 29.03.12 17:23| 
 |
Rispondi al commento

... e lo stato che fa? Si costerna, si indigna, si impegna, poi getta la spugna con gran dignità.
Fabrizio De André

Roby S., Sassari Commentatore certificato 29.03.12 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Credo che siamo alla verifica di quanto sia dannoso un sistema democratico in una società capitalista; l'atomizzazione degli individui, spogliati di qualsiasi coscienza di classe o di appartenenza culturale, regrediti alle differenze etniche, razziali, sessuali o religiose, impauriti come animali davanti a qualsiasi potere che non riescono a comprendere né tantomeno a fronteggiare, chiamati alle urne direttamente dal televisore, decidono per se stessi e per gli altri con la stessa banalizzazione che se dovessero scegliere il colore del divano.
Cullati nella beata ignoranza di qualsiasi minima regola economica o giuridica, si affidano al primo viso reso noto dallo schermo come ad un parente, giudicano e votano con la pancia e il portafogli, analfabeti che non reggono nemmeno un dialogo di un film, o la lettura di un testo che superi le venti righe.
Questa massa amorfa e incosciente è la zavorra che rischia di portarci tutti a fondo in nome del diritto di voto che pure loro pretendono, e noi forse scioccamente continuiamo a difendere, ben sapendo che il corrispondente dovere lo lasceranno a qualcun altro, uno degli ultimi arrivati, un diverso, un ribelle, magari solo uno meno "fortunato".
Abilmente si spostano sul gradino meno vicino all'orlo del precipizio e semmai ci spingono qualcun altro in modo da non essere mai “il prossimo”.
Giudicano se stessi e i propri sodali, con un metro diversissimo da quello che usano per gli altri.
Allevano la prole con questa furbizia e tracotanza.
Quindi diciamocelo chiaramente, questa massa non è rivoluzionaria, anzi è nemica di qualsiasi cambiamento che sarebbe per costoro foriero di perdite di privilegi immeritati (pensioni o stipendi a sbafo, agevolazioni e uso di fondi e beni pubblici ottenuti con la frode).
E temo di non sbagliarmi se dico che saranno ancora capaci di portare in Parlamento il peggio che c'è, pur di non fare ..
segue
http://barraventopensiero.blogspot.it/2012/03/abbasso-la-democrazia-un-sistema-da.html

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 29.03.12 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Sia in Tibet che nel mondo Arabo è iniziato tutto così.
Prima le persone oneste si danno fuoco.
Poi le persone danno fuoco.

Inevitabile conseguenza.

Massimiliano Monterumisi, Rimini Commentatore certificato 29.03.12 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Stamattina e' toccato a un operaio di origine marocchina.

La disperazione non ha razza ne' colore, a dispetto di quei cerebrolesi che si ostinano a farne.

L'amara, amarissima ironia e' pensare che mentre questo simulacro di sinistra si occupa con impegno (e sdegno di qualunque obiezione) di proposte di legge per i diritti degli immigrati ancora da nascere, qua l'angoscia ci accomuna gia' tutti.

Non e' giusto che le persone si debbano suicidare. Nessuno dovrebbe essere lasciato solo. Dovremmo lottare, almeno, civilmente, e vender cara la pelle.

milena d., savona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.03.12 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Si è appena dato fuoco un'operaio a Verona...

Fabio Renka Commentatore certificato 29.03.12 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Gente il TIBET era una società schiavista..

C'erano le caste con in India........

il 50% della popolazione era posseduta dal 5% della popolazione: nobili, militari e monaci...

Studiate la storia, di grazia!

Non mi credete?

Guardate su wikipedia l'abolizione della schiavitù (slavery abolition) nella storia, e vi troverete pure il TIBET...

Secondo voi perché Hitler ammirava la società Tibetana (questa è storia), si era preso un trip?????

Diego Rossi 29.03.12 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Un uomo s è dato alle fiamme, certo è un gesto estremo fatto in modo plateale e fà notizia.
Ma purtroppo non è il solo suicidio per problemi con il fisco e con il lavoro che si è verificato
propongo al sito di pubblicare una statistica e un counter dei suicidi in italia per problemi legati ai nostri padroni.
Perchè ormai di questo si tratta la classe politica in italia si è appropriata dello stato e cambia le regole per evitare che altri possano soppiantarla, se non è una dittatura questa ditemi cosè una dittatura.


Carlo C 29.03.12 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Il problema del tibet è una conseguenza dell'assolutismo burocratico su scala macroscopica.
Il tibet è chiuso tra l'assolutismo burocratico cinese e quello russo che non prevedono l'autodeterminazione dei popoli.
E' evidente che questo è quello che vorrebbero anche i nostri politicanti italioti e non vedono l'ora di collegarsi ai politici di sistema francesi ultimando il TAV per poi esercitare pressioni di sistema consistenti su gruppi di cittadini, regioni popolate da cittadini e vari ribelli che vogliono autodeterminarsi indipendentemente sul proprio territorio.
Per questo potremmo fare un parallelismo, anche se non completo, tra il Tibet e la Val di Susa.
Se apriamo all'assolutismo burocratico dei grandi corridoi europei, sia politici che fisici, apriremo le porte ai soprusi su larga scala che saranno inevitabili per affermare un certo tipo di sviluppo di sistema.
Riportare la politica alla misura di cittadino è un'antidoto importantissimo alla politica malata di sistema. Trasformare la politica di Palazzo in politica proporzionale ai bisogni dei cittadini, è un dovere civico a cui non possiamo mancare perchè diversamente il politico italiota se ne approfitterà sempre e ruberà asservendo il cittadino su scala globale a se stesso e ai propri bisogni faraonici.

mario mario Commentatore certificato 29.03.12 11:33| 
 |
Rispondi al commento

è un effetto sconcertante quello che deriva da queste cronache.
Vedere un un essenza umana svanire tra le fiamme è dura da mandare giù! soprattutto pensando a tutto quello che poteva fare nella sua vita quel RAGAZZO in fiore. e che forse farà in un altra dimensione.

.....

Il rammarico e il disgusto è pensare invece ai gerarchi cinesi, che avvezzi all'orrore alla sofferenza e alla morte, passino sopra queste anche con un certo grado di compiacimento.....

.....

non ho parole!

Alessandro D., Roma Commentatore certificato 29.03.12 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giuseppe C. e Mohamed Bouazizi, Italia e Tunisia. Sino a qualche anno fa sarebbe stata pura utopia immaginare una qualche similitudine così tragica tra il nostro paese, appartenente alla "ricca e moderna" Unione Europea e la Tunisia, paese buono per una vacanza al mare e nulla più. Ora che la tragedia quotidiana di migliaia di italiani che lavorano e che mandano avanti questo paese ha il nome di un uomo coraggioso come Giuseppe, io spero che questo paese trovi la forza di prendersi la propria "primavera" e di lasciarsi alle spalle questa classe politica, questi tecnici e soprattutto questa maledetta Unione Europea.


ALBERTO DELUCIS Commentatore certificato 29.03.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

DENUNCIAMOLI PER ISTIGAZIONE AL SUICIDIO!!!
...un Avvocato al volo lo troveremo no?
facciamo la colletta e raccogliamo i soldi che servono...siamo tanti,
ci stanno MASSACRANDO,
abbiamo il DOVERE MORALE DI DIFENDERCI!!!

Io PARTECIPO.

anib roma Commentatore certificato 29.03.12 09:36| 
 |
Rispondi al commento

1 SOLO ARTICOLO AL PROGRAMMA RIDUZIONE COSTO DELLA POLITICA 50% SUBITO E BASTAAAAAA

GAETANO T., BARI Commentatore certificato 29.03.12 09:28| 
 |
Rispondi al commento

basta con i programmi
1 SOLO ARTICOLO AL PROGRAMMA RIDUZIONE COSTO DELLA POLITICA 50% SUBITO E BASTA

GAETANO T., BARI Commentatore certificato 29.03.12 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Sbagliato bruciarsi, bisogna BRUCIARE...

Francisco C., Milano Commentatore certificato 29.03.12 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Fateci caso non parlano mai della gente che si sta suicidando, a parte che non gliene frega un cazzo e questo dà la misura di quanto non dobbiamo votarli più, l'argomento insomma li imbarazza... Se sommiamo tutte le morti degli italiani disperati di questi anni, dobbiamo chiederci se sono veramente dei suicidi, o meglio degli OMICIDI. Sì, perchè se un sistema iniquo ti porta alla morte, bisogna trovare i responsabili e punirli. Questo è un governo di CRIMINALI, vanno arrestati, processati e condannati ma per davvero, e da una giustizia diversa da questa, che è tutto un inciucio. Noi italioti abbiamo il difetto di una abissale mancanza di memoria, ma qui ora bisogna ricordare e NON PERDONARE.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 29.03.12 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Ma figuriamoci se Monti e la cricca si informano o sono sensibili su queste cose qui. Sono cose per i plebei e circoscritti ai plebei. Se scagliano le forze dell'ordine CONTRO i cittadini che manifestano, possiamo pensare che se ne preoccupino? Se ne sono preoccupati quando sono arrivate minacce concrete ai direttori di equitalia. Finito tutto. siamo sicuri che fossero partiti dai cittadini stessi? Sarà un po' come gli attentati ai treni in lombradia, con gli slogan "NOTAV".
Oggi la propaganda ci informa circa i suicidi, come dire : "decimatevi così sarete sempre meno a pesare sull'inps".
Questi vanno a cercare i capitali in cina. Fino a ieri i cinesi sfruttavano i lavoratori, i bambini, copiavano i nostri prodotti, ha stravolto la nostra economia, e ora invece cerchiamo i loro capitali. Non hanno fatto nulla prima per proteggere la nostra economia, e ora svendono il nostro paese. E' nostro, non tuo, politico incapace.
Siamo in uno stato di clima militare, dove la polizia ferma un automobilista per un controllo e poi gli dice di aspettarsi la verifica fiscale per l'auto.
Ma questa è follia pura. Via questa gente, via tutta. Parassiti.

Gian A 29.03.12 08:40| 
 |
Rispondi al commento

al monti non frega niente del tibet come non gli frega niente del piccolo imrenditore e degli italiani,sono le banche il suo pensiero.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 28.03.12 23:48| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sarà mai una rivoluzione finché alla stragrande maggioranza degli italiani arriva il ventisette di ogni mese nel conto corrente.
Sono un piccolo imprenditore, e il gesto che ha fatto quel SIGNORE di bologna oggi mi ha trapassato il cuore come una lama ardente, perché capisco la sua frustrazione. Capisco cosa vuol dire quasi ogni giorno essere minacciati tramite raccomandate dallo stato strozzino, "o paghi o mettiamo la tua casa all'asta" "se non paghi non avrai più nemmeno gli assegni per potere lavorare". Ma come cazzo fa una persona a pagare tasse per il 60% quando va bene del proprio reddito?
Ormai ho deciso di chiudere la mia impresa. Venderò la casa e lavorerò in nero. Non permetterò che il sistema me lo metta in quel posto. Non lo permetterò mai. Tanto non abbiamo nemmeno servizi in sicilia. A questo punto spero che ritornino le Br, almeno non sarà solo il sangue di onesti lavoratori ad essere versato, ma anche quello di qualche porco politico. HASTA LA REVOLUCION

maurizio b., porto empedocle Commentatore certificato 28.03.12 23:26| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Il Consiglio Comunale ha appena deciso le nuove aliquote I.M.U. = 6 x 1000 prima casa; 8,8 x 1000 gli altri immobili, le massime applicabili ! Ho deciso : porterò le chiavi della nostra casa al sindaco, sperando capisca del ladrocinio legalizzato.

giampietro b. Commentatore certificato 28.03.12 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Esclusivo , la nuova legge elettorale - La merdarum

Ormai si sono messi d'accordo i 3 principali partiti,
ecco la nuova legge elettorale
I deputati saranno 500 e non piu' 630
I senatori saranno 250 e non piu' 315
leggi tutta la nuova legge elettorale

http://quaeram.blogspot.it/2012/03/esclusivo-la-nuova-legge-elettorale-la.html

pino 28.03.12 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella nostra penisola, altro che Tibet... l'occupazione... l'invasione forzata e violenta... la denigrazione... la falsificazione dei testi... i genocidi... i carnefici... l'emigrazione, ecc., ecc., ecc. e le verità storiche che vengono messe sotto i piedi... e quant'altre porcherie che si fanno dopo il massacro di gente innocente... fratelli contro fratelli... fratelli traditori... serpi che approfittano della situazione per andare al potere... tasse, tasse su gente sempre più debole, affamata, povera e tar-tassa-ta per il sollazzo dei soliti eletti e di quelli innominabili che tirano le file dei fili dei pupetti... il Tibet??? il Tibet??? E noi... sììì... proprio noi... razza miserabile ed ignobile che ci definiamo appartenenti a questa specie di penisola che abbiamo trasformata in immondezzaio zozzo e fetido... quante e quante obbrobriosità inuaudite abbiamo combinato e fatto da 150 anni ad oggi??? Oh! Un numero illimitato di oscenità e meschinità che continuano anche adesso con sottofondi osceni e luridi fin dai bassifondi più zozzi ai piani più "in" e viscidi della nostra presunta società ita-lica o ita-liota che dir si voglia..., per cui guardiamo dentro di noi, i nostri difetti, i nostri vizi, i nostri egoismi, i nostri esibizionismi... prima di guardare all'estero, prima di giudicare gli altri... noi ne abbiamo fatto di peggio, mooolto peggio... un secolo e mezzo fa avevamo una piccola, grande oasi di luce, una piccola, grande oasi di pace e benessere e non eravamo per nulla tar-tassa-ti e tutti i servizi funzionavano... non eravamo degni di avere quell'oasi... l'abbiamo distrutta ed adesso siamo passati dalla luce alle tenebre, siamo passati nel male... abbiamo causato per la nostra gente la stessa sorte del Cristo crocifisso... eravamo figli della luce... ci siamo trasformati in figli delle tenebre... adesso siamo martiri e carnefici di noi stessi nello stesso tempo... il tempo si è fermato... con il lanternino in cerca delle luci? Non ne esistono più...

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.03.12 21:44| 
 |
Rispondi al commento

era meglio bruciare le cartelle esattoriali!

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 28.03.12 21:32| 
 |
Rispondi al commento

minimizzeranno in TV dicendo che aveva gravi problemi psichici e domani nessuno ricorderà.

Ecco perché un politico almeno ogni 4 o 5 anni andrebbe fatto fuori per una giusta causa di democrazia.

male minore 28.03.12 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Se fossi uno dei tanti imprenditori ridotti al fallimento mi farei saltare in aria magari durante un bel consiglio dei ministri...

Mario Lisio 28.03.12 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Quando leggo queste notizie provo una tristezza e un dolore atroce, sia perché dopo 15 minuti- e forse sono tanti- la notizia verrà dimenticata, sia perché a Monti, Fornero, Alfano, Bersani, Casini e chi più ne ha più ne metta di questi episodi non frega assolutamente nulla.
Per favore Italiani svegliatevi.

Paolo Levi 28.03.12 21:11| 
 |
Rispondi al commento

cordoglio e amarezza per l'imprenditore di Bologna, la rabbia porterebbe a dire che ha commesso un errore, prima di lui doveva dare fuoco ad almeno 5 politici.....a caso...

cittadino onesto (cittadinonesto) Commentatore certificato 28.03.12 21:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Tunisia è nata la rivoluzione dopo che un piccolo commerciante si è dato fuoco,in Italia si guarda Milan Barcellona,e si manda affanculo l'arbitro!Poi oggi una mia amica si è sentita offesa perchè si è trovata con un marocchino in un ufficio per riscuotere la cassa integrazione,che puntualmente non ha ricevuto come gli altri 5 mesi,e siccome erano in tanti e c'era un portello solo aperto,lui disse:"Siamo in Italia signora"!Ma vaffanculo a tutti noi!

stefano bonifazzi 28.03.12 20:50| 
 |
Rispondi al commento

siamo decisamente passati dalla padella alla brace

claudio torrenzieri Commentatore certificato 28.03.12 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace veramente per quel signore, per la sua famiglia e per chi ne sentirà la mancanza. Così come mi dispiace per tutti quelli che, sino ad oggi, hanno fatto questa scelta disperata ed estrema.
Credo, però, che a chi ci governa, non importi molto di uno più o uno meno, vista la freddezza con cui, a tavolino, decidono della vita e della morte di migliaia di noi.
Se qualcosa li potrà scuotere, questo avverrà nel momento in cui chi deciderà di incendiarsi, non lo farà davanti ad un ufficio, bensì dentro a quell'ufficio. Ci sono popoli che per lottare scelgono il martirio, altri che, pur di non perdere le comodità acquisite, sopportano oltre ogni limite di decenza, mi auguro che noi, italiani, ci si attesterà su un giusto mezzo: nè martiri nè coglioni.

Giuliano D'Ambrosi 28.03.12 20:35| 
 |
Rispondi al commento

mi dispiace per i poveri monaci tibetani che si danno fuoco, perché sono strumentalizzati da una casta sacerdotale tutt'altro che pacifista e nonviolenta, casta che fa riferimento al Dalai Lama, l'amichetto del nazista Brad Pitt nel film holliwodiano di propaganda anticinese "Sette anni in Tibet", finanziato dalla Cia per anni i funzione anticinese, con tanto di armi per la "resistenza nonviolenta" tibetana, Dalai Lama amico del guerrafondaio Bush e sostenitore della guerra in Iraq, per non dimenticare le sue aberranti dichiarazioni contro gay, prostitute e aborto. Il dalai lama quanto a reazionarismo e bigottismo è alla pari, se non peggio, di Ratzinger.
Vorrei ricordare anche che in Tibet prima della presunta invasione cinese (che io chiamo liberazione considerando che il Tibet ha sempre fatto parte della Cina dal Medioevo) vigeva un sistema feudale di tipo monarchico-clericale peggio dello Stato Pontificio che trattava i contadini da servi della gleba e dove erano previste la tortura, la legge del taglione e pene capitali brutali; Il Dalai Lama era trattato come un dio e i sacerdoti vivevano di rendita a spese dei contadini. Ora il Tibet possiede autonomie politiche, economiche e culurali inimmaginabili e fa molto comodo all'Occidente foraggiare tensioni e disordini in Cina.

Ivan 28.03.12 20:30| 
 |
Rispondi al commento

LA PSICOPOLIZIA DEL PENSIERO----Mai come in questo periodo agli italiani viene fatto un incessante lavaggio del cervello. Il mantra religioso che viene loro venduto è la paternale dell' italiano brutto, sporco e cattivo che ha tutto da imparare dai Paesi seri, e che a causa della corruzione si merita le misure di austerità ( le tasse ) e di rigore ( le extra tasse ). Questo esercizio è funzionale sia allo sdoganamento delle folli misure di Monti, che a nascondere la causa della nostra tragedia economica e sociale: l' Euro. Ti ricordi ?? Con la Lira con cento milioni si poteva comprare una casa di cento milioni. Con l Euro, i nostri risparmi diventarono 50.000 euro, mentre, allo stesso tempo, il valore dell' appartamento diventò di 100.000 euro. E fù cosi per ogni cosa. In pratica da un giorno all' altro vennero ridotti stipendi, pensioni e risparmi a tutti. Fù così che la gente iniziò a consumare sempre di meno, e le aziende a non vendere più i loro prodotti, a non assumere, e a licenziare sempre di più. Come poteva essere diversamente se vengono ridotte del 50% le fonti di reddito ai cittadini ?? E così solo adesso, ribellandoci alla psico-polizia del pensiero unico mainstream, dopo dieci anni possiamo scorgere gli effetti dell' euro e dell' aver dimezzato salari, pensioni e risparmi : aziende chiuse, disoccupazione dilagante, stipendi da fame, consumi tornati indietro di trenta anni, economia sventrata, tessuto industriale in fase di disgregazione, la gente e le imprese in ginocchio. Ecco dopo dieci anni di Euro dove siamo finiti !! L' euro nacque x sottrarre agli Stati la moneta sovrana, costringendoli a prendere in pretito ogni singolo euro sui mercati, ai tassi che loro decidono. Non potendo controllare i tassi ( come fanno i Paesi con la propria moneta; per esempio Usa Gb e Giappone pagano interessi tra l'1 e il 2% a fronte di debiti da far impallidire quelli europei ) risulta ovvio che il debito diventi a rischio e lo Stato totalmente assoggettato ai mercat

cielo stellato 28.03.12 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Quanto tempo dedicherànno a questo gesto estremo .
Il tempo di avetrana Cogne etc faranno un plastico
Ho paura di no
Poi stasera c'e la Champions league
In trafiletto due righe
Ho il tempo che merita un mede un anno per analizzare i motivi e provare a risolvere
Per l amica che e indignata per il parallelo
Scusa ma dato che i motivi sono diversi ma giungono ad un gesto uguale e anche noi stiamo subendo dei soprusi porta pazienza scusa l ignoranza e nun di c...... E

Riccardo Garofoli 28.03.12 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Magari qualche sottosegretario,magari dell'economia in questo caso direbbe che la benzina però il signore ce l'aveva,ci direbbe che ci lamentiamo sempre perchè è cara,ma alla fine una tanichetta a disposizione anche i più disperati ce l'hanno sempre.

flavio r. Commentatore certificato 28.03.12 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Gesti estremi che portano l esasperazione ai livelli inaccettabili prima le tasse o prima la vita
Lo pseudo risanamento invocato da monti cosi porterà altro disaggio e a quella violenza estrema di cui tutti abbiamo paura
Le riforme sensa una umanità porteranno ai kamikaze delle tasse
Stiamo su di una bomba e il premier gioca con la vita delle persone ma quante vite vale art18 il possibile accordo con l'erario o con equitalia
Nulla vale una vita questi prestigiatori parlano di economia ma da maghi dove erano prima quando ci dicevano tutto bene nel2008 che cosa eravate intenti a fare
I CAZZi vostri e ora parlate di mercati economia risanamento su le spalle nostre siete dei vili ed ora voi medici incompetenti vi fate dare la cura da altri medici europei la cura non è amara è impossibile cosi come la proponete dovete andare in esilio via da questo paese voi siete il male che affligge l Italia

Riccardo Garofoli 28.03.12 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma come vi permettete a mettere insieme le due cose??? VERGOGNA!! In Tibet si muore per una causa legata alla tragedia di un intero popolo...in Italia per tragedie personali. L'obiettivo delle immolazioni in Tibet è di portare l'attenzione della comunità internazionale sulle stragi compiute dai cinesi ai danni del popolo tibetano, che vede ancora oggi il loro leader spirituale in esilio (Sua Santità il Dalai Lama). A Bologna è una tragedia personale molto delicata...NON VANNO ACCOSTATE LE DUE COSE IN QUESTA MANIERA...IMBECILLI!! Va dato il giusto spazio ma in modo differente...a fare così, mischiando le tragedie come le capre con i cavoli, non fate informazione. VERGOGNA!!
Firmato: GUGLIELMO (un piccolo imprenditore del sud italietta)

Willie wonka 28.03.12 19:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma io vorrei sapere ma i "nostri " politici hanno una coscienza ? io leggendo queste testimonianze ,mi vergogno di essere italiana , loro non si vergognano di essere la causa di tante morti , di tanta disperazione ? veramente non riesco a spiegarmi tutto cio'.Possono sempre e solo pensare al loro fottutissimo culo ? bleah sdegnata e schifata

AGATA TAGLIAFERRI 28.03.12 19:04| 
 |
Rispondi al commento

ci sono migliaia di persone e di piccoli lavoratori autonomi che si vorrebbero dare fuoco ogni giorno..
oggi ho provato a fare il calcolo di paga oraria che ho guadagnato facendo l'autonomo..
UDITE UDITEEEEEEE
LA BELLEZZA DI 1,80 ALL'ORA.
siamo noi i veri precari...
siamo noi quelli che stiamo morendo
ma prima di morire...
toccherà mettere mano al portafoglio e comprare .....
RICORDATEVI CHE LE RIVOLUZIONi IN MAROCCO ecc SONO SCOPPIATE DOPO CHE SI è DATO FUOCO QUEL RAGAZZO..
darsi fuoco è un segnale grave....l'estremo gesto..di chi con il suo sacrificio vuole che ci sia la scintilla del cambiamento.
svegliaaaaaaaaaa
svegliaaaaaaaaaa
quel signore che si è dato fuoco oggi a Bologna....è il segnale che si aspettava.

Marco F., Torino Commentatore certificato 28.03.12 18:41| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori