Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tasse sulla benzina per la Protezione Civile


Bersani_e_le_tasse.jpg

"Mentre Monti e Napolitano vanno a prendersi gli applausi alla festa del Volontariato, i loro compari approvano la riforma sugli interventi in caso di disastro ambientale. Nello stesso giorno in cui vengono sequestrati 32 milioni di beni ad Anemone e famiglia (l'imprenditore colluso con Bertolaso), dopo le proteste dei magnati della telefonia mobile sulla paventata tassa di 2 cents per sms, si scarica ancora una volta sui cittadini con una nuova accisa (di 5 cents, ndr) sulla benzina i latrocini organizzati fra Protezione Civile, Imprenditoria e potere politico. E' proprio vero che bisogna che tutto cambi perchè tutto resti com'è... Saluti." Terzo Nick

13 Apr 2012, 18:45 | Scrivi | Commenti (57) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Buongiorno, io sinceramente in base alla mia esperienza dico questo. A mio avviso si sta gonfiando troppo il fenomeno Protezione Civile, quando poi la verità non viene mai detta. Ecco la mia, poi potete dire tutto quello che vi pare....loro hanno potere, mezzi all'avanguardia, soldi e personale. Il personale non è qualificato per niente, crea disordine (per non parlare di molti che si credono chissà chi) i mezzi che hanno non gli sono necessari ma servirebbero alle Forze di Polizia, come servirebbero i soldi che invece vengono stanziati alla P.C.(per loro ci sono sempre!). In caso di calamità le tende come al solito vengono montate dai Carabinieri o dall'Esercito (perchè quelli della P.C non sanno neppure come si fa, ma i media neppure lo dicono!) e nelle mense il tutto è preparato dai Vigili del Fuoco che giungono da ogni parte di'Italia. Queste sono le mie esperienze sul campo e non per sentito dire sia per il terremoto del L''Aquila sia per quello dell'Emilia. Sono un Carabiniere e preferirei che i soldi degli Italiani siano spesi per cose utili e non per tenere in piedi organizzazioni come la P.C. Buon proseguimento di giornata a tutti.

Roberta 12.06.12 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me per capire meglio come vadano le cose sulla benzina, si dovrebbe capire se il suo prezzo sia effettivamente calcolato bene. Ovvero mi spiego. Buona norma vorrebbe che l' IVA sia applicata sul costo di produzione del bene stesso e non calcolata magari dopo averci sommato le eventuali accise. Lo chiedo solo per aver delle delucidazioni. Grazie a tutti

luca s. Commentatore certificato 02.06.12 16:53| 
 |
Rispondi al commento

PROTEZIONE CIVILE: NON FACCIAMO DI TUTTA L'ERBA UN FASCIO
Leggo che in qualche commento si invita a non buttare il bambino con l'acqua sporca nella vicenda di Protezione civile: concordo. Concordo in quanto curatore di un sito (non governativo, di partito, commerciale, ecc.)che senza scopo di lucro, fornisce raccolte normative, storia, studi e notizie sulla protezione civile nazionale. Se vorrete visitare www.protezionecivileonline.it troverete in home page, una breve storia su come nasce, com'è e come non doveva essere (visti gli ultimi fatti) la protezione civile. Riguardo la tassa sulla benzina c'è stata una sentenza che non riguarda l'ultima "trovata" ma che dichiara incostituzionale l’articolo 2, comma 2-quater, del decreto-legge 29 dicembre 2010, n. 225 (Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e di interventi urgenti in materia tributaria e di sostegno alle imprese e alle famiglie)convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 26 febbraio 2011, n. 10, nella parte in cui introduce i commi 5-quater e 5-quinquies, primo periodo, nell’art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225. La sentenza della Corte Cost. è del 13 febbraio 2012.

massimo petrassi 19.04.12 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Perché più leggo il blog e più mi incazzo? Se in natura esistono delle calamità è inutile fare prevenzione, la puoi fare solo per alluvioni o altre poche cose. La protezione civile secondo me non serve ad una beata mazza, con tutto il rispetto per il volontariato. E i fondi destinati alla struttura potevano essere usati come risarcimento delle calamità. Poi al livello di organizzazione dello Stato ecco che arriva l'esempio delle carceri. Lo capite che uno Stato gestito così non può andare avanti? Passate queste amministrative il M5S deve mettere su un programma economico con i controcazzi e deve iniziare a trattare lo Stato come un azienda.

Fran V. Commentatore certificato 15.04.12 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe aiutaci tu!!!!, sono una guardia giurata, anzi GUARDIA PARTICOLARE GIURATA e, da
qualche anno, INCARICATO DI PUBBLICO SERVIZIO, che paroloni! Vero? Proprio
il 24 marzo 2012 una nostra compagna di lavoro, si è tolta la vità; disponibile
sul social network più famoso la lettera che ha scritto prima di farla
finita. Lei si chiamava Sermoneta Miriam, proprio ieri si sono svolti i
funerali, nei pressi di Viale Marconi, in Roma. Io insieme ad altri
amici/colleghi stiamo combattendo affinchè il fatto non venga ignorato e
messo nell'ombra, anche perchè Lei non si spiegava il motivo per cui una
GUARDIA PARTICOLARE GIURATA viene considerata, tutt'oggi, "NIENTE", e ciò
da far emergere la colossale sensibilità, umanità, altruismo, amore e bontà
d’animo che hanno caratterizzato il cuore e la mente di questa ragazza. E’
vero, le problematiche che ci affliggono sono tante, e tante sono le
organizzazioni che dovrebbero darsi da fare e non lo fanno. Svolgiamo
incarichi di molteplice stampo, ce ne capitano di tutti i colori, veniamo
derisi nonostante le sette o dodici ore (!) in piedi con i dolori alle
anche, nell'intento di svolgere a volte anche servizi "pubblici", quali
quelle delle metropolitane di Roma, dove a dir la verità, la gente si sente
più serena con la nostra partecipazione. Non ci è permesso "fare" perchè
giuridicamente parlando siamo pari a zero, però all’ insignificante
problema siamo i primi ad essere chiamati in ausilio… o convocati dal
capitano. Ma che lavoro è il nostro!!!!!?????????? Se qualcuno riesce a
capirlo, pregasi contattare! Da anni chi dovrebbe impegnarsi a darci una
dignità sembra che prenda, prenda e non dà... Ci rivolgiamo alle
istituzioni affinchè venga reso noto al mondo che una persona cara ci ha
lasciato perchè si sentiva sola e non è stata ascoltata. Ciao Miriam. Io
mi chiamo Aurelio Luciani e scrivo a nome di tutti i colleghi.

aurelio luciani 15.04.12 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi ma vi siete almeno informati sulla protezione civile? che cos'è? da chi è composta? come funziona?per favore fatelo
La protezione civile prima di tutto opera a livello comunale poi interprovinciale poi regionale e per ultimo a livello nazionale ,per la maggior parte è composta da cittadini volontari!!!
per ogni comune il capo della protezione civile secondo la legge è il sindaco che si dovrebbe dotare(anche se la legge dice furbescamente che "si puo' dotare")di un piano comunale di emergenza ,pochi lo fanno.Per una emergenza sovracomunale subrenta il prefetto poi la regione poi il dipartimento di protezione civile che è a stretto contatto con il ministero degli interni.La protezione civile, per come è strutturata adesso, esiste da poco tempo ed è in continua evoluzione .Quindi attenzione a buttare via l'acqua sporca con il bambino.

walter cano 14.04.12 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Mia nonna pace all anima sua mi diceva
Che il primo guadagno è il risparmio

Riccardo Garofoli 14.04.12 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Avevo ascoltato per radio la tassa su gli sms il senso non è buono non da una buona impressione al estero ma monti che fa?
Poi la pensata dei nostri illustri rapresentanti
aumentare la benzina ancora ma di risparmiare non se ne parla richiamare a casa le truppe che sono dislocate fuori dei confini non comperare aerei non fare buchi nelle montagne non fare Expo dismettere gli enti inutili non dare i soldi ai partiti ne ai giornali ridurre gli emonumenti ai consiglieri regionali comunali ai sindaci ai presidenti
agli assessori ai dirigenti ai magistrati e giudici riorganizzare la macchina pubblica etc etc no questo non si può fare !!!!

Riccardo Garofoli 14.04.12 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Qualche buona anima può spiegarmi a che serve in Italia la protezione civile. Se nevica che fanno, nulla non fare nulla. Se c'è un terremoto che cazzo gli fanno? Nulla, al massimo possono dire correte. Allora a che servono i soldi spesi per questa struttura? Non è meglio destinarli ai fondi per le calamità direttamente o ai vigili del fuoco, guardia forestale? Ma quanti cacchio ce ne sono in questo Stato?

Fran V. Commentatore certificato 14.04.12 17:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema non è tanto il tassare o il non tassare..ma come vengono spesi questi soldi, se sono spesi per istruzione servizi ricerca ecc è una cosa, ma aimè oggi vanno a pagare un debito contratto dai nostri predecessori.....è triste ci stiamo scavando la fossa..bisogna ripartire da zero azzerando quel debito..forse è meglio fallire e ripartire come l'Argentina..cosa ne pensate al riguardo..?

Richard 14.04.12 16:36| 
 |
Rispondi al commento

In sicilia la protezione civile è tutta a carico della Regione Siciliana.I siciliani quindi (oltre a non ricevere le accise sui carburanti, per dirne una...) FINANZIERANNO LA PROTEZIONE CIVILE ITALIANA(non quella siciliana).

Ditemi se vi pare normale?

In ogni caso l'IMU in Sicilia è incostituzionale, visto che le tasse dei siciliani DEVONO (per statuto, ma non è così) rimanere ai siciliani!

Ma l'IMU servirà a finanziare più lo stato che i comuni...

ITALIA MI FAI SCHIFO!

ANTUDO!

Salvo 14.04.12 16:32| 
 |
Rispondi al commento

vi dico la verità..a me 'sta protezione civile mi sembra una cosa metafisica..un qualcosa d'astratto..anche perchè si basa sui "volontari"..ma se i volontari non ci sono? cosa si fa?..
Una volta c'era il servizio militare di Leva..c'erano un apparato "scaciato!" anzi male organizzato..ma che riusciva sempre ad essere presente in caso di necessità!
Oggi abbiamo qualche milione di ragazzi e ragazze che s'agguanto le palle e basta,mi chiedo ma non si potrebbe fare una legge per reimpiegare questi ragazzi "togliendoli dalla strada" e farli confluire "volontariamente" su un corpo di "guardia nazionale" per 12 mesi nel quale ricevono un compenso mensile di base e un eventuale "indennità di missione"dove in parte vengono addestarti alla DIfesa,e in parte vengono addestrati al soccorso,ciascuno secondo una specializzazione ad esempio vigili del fuoco,soccorritore sanitario ecc...investire nella sicurezza non guasta mai..allora pagherei volentieri anche 5centisi in più sulla benzina!

roby f., Livorno Commentatore certificato 14.04.12 16:02| 
 |
Rispondi al commento

E TU NEGLI ULTIMI 10 ANNI DOVE ERI?

Noi negli ultimi 10 anni abbiamo continuato a pagare le tasse, come facciamo da quando siamo nati, e una parte di quei soldi li hai incassati anche tu che dovevi tutelarci nel fare opposizione.
Vi date il cambio, un po' pappa uno un po' pappa l'altro... un po', perchè siete ingordi, ve li rubate l'un l'altro o tra di voi... poi vi stupite!
Alle prossime elezioni, andiamo noi, del Movimento 5 Stelle, a vedere quanto e cosa vi siete mangiati, ingordi, siete diventati obesi... e mentre noi calcoliamo al centesimo la spesa voi continuate a mangiare e poi vi stupite e chiedete a noi chi mangia... ma ci credete così coglioni?

FORZA MOVIMENTO 5 STELLE CI RIPRENDEREMO IL SIGNIFICATO DI DEMOCRAZIA... PERCHE' VI SIETE MANGIATI ANCHE QUELLO

Salvo Pa Commentatore certificato 14.04.12 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Adesso stanno iniziando a muoversi vs. il limite di pazienza dei cittadini!

A causa di disperazione, per suicidi, perde l'italia 2 imprenditori al giorno.

Giuseppe D., Germany Commentatore certificato 14.04.12 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Tutti a zappare patate sotto il sole sti bastardi ipocriti

Superman 14.04.12 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Davanti al Terzo Settore senza vergogna : il volontario (Monti) ed il riservista (Napolitano).
E nessuna pernacchia?

mauro g., imola (BO) Commentatore certificato 14.04.12 12:55| 
 |
Rispondi al commento

"Dimmi in cosa credi e ti scarico quintali di merda" questa è la filosofia imperante in Italia tra i politici. Credi che bisogna preservare il territorio con opere di messa in sicurezza?, bonifica?, muri di contenimento,? rimboschimento?, analisi della fragilità del terreno?, opere antisismiche?, pronto intervento contro le calamità naturali? Bene allora PAGA, TU PAGA e poi CI PENSIAMO NOI!!!
Sul paga tutti sono d'accordo è con quello che viene dopo cioè il "CI PENSIAMO NOI" che arriva la merda ovvero, si entra in un tunnel oscuro dove scompaiono i soldi depredati in maniere folli!

mario mario Commentatore certificato 14.04.12 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non ci sono piu' parole per commentare queste nefandezze, quello che fa MONTI E' IL PROSEGUIMENTO DEL LAVORO DEL NANO MALEFICO, A CASA !!!!!!!

marco marcheselli 14.04.12 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Io mi domando perchè finanziare ancora un carrozzone mangiasoldi come la protezione civile? L'Italia dovrebbe utilizzare le forze armate che invece di addestrarsi per le guerre potrebbero convertire il proprio addestramento per fronteggiare le calamità naturali. Quantomeno parte di esse ed istituire quindi una unità speciale, radicata in varie caserme su tutto il territorio nazionale pronte a portare soccorso. Gli uomini ci sono già, i mezzi anche, ma che aspettano?

Enzo Moscariell (enmos), Mercato San Severino (SA) Commentatore certificato 14.04.12 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Lo sciopero delle auto potrebbe essere fatto di sabato. Nessun problema per
raggiungere il posto di lavoro quindi. E si aggiungerebbe l'effetto a
catena di un brutto colpo per i centri commerciali ( altri esempi di
schifezza moderna ) perchè si consumano milioni di litri di carburante per
raggiungere della merce che trovi sotto casa. Quando Tremonti nel 2003 ( mi
pare di ricordare ) aumentò in modo indiscriminato il prezzo delle
sigarette, presi un provvedimento molto semplice: smisi di fumare. Ha fatto
bene alla mia salute, alla mia tasca e soprattutto non gli ho dato soldi in
più a quei ladri.

mauro caputo 14.04.12 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Oramai io lavoro solo la mattina, il mio stipendio si e' dimezzato letteralmente, la mia compagna ha perso quello suo, abbiamo due figli di cui uno non mio ma tanti anni fa' pensavo di poter essere presente con forza economica anche per quello al quale il padre non ha mai provveduto ed ora mi ritrovo a non riuscire neanche a farcela per quello mio.....aderisco al blog non per necessita' psicologica ad un riscatto pratico che non c'e' ma per CONVINZIONE. E' mortificante vedere lo spreco del denaro, e' avvilente vedere l'impiego delle risorse convertire verso la produzione degli articoli industriali per una societa' basata da decenni sugli stessi. Ora che sto cercando di capire ancora di piu' vorrei poter assistere ad un sistema che riesca a maturare il mio senso di partecipazione alla vita lavorativa, vorrei che il mio denaro in tasse venisse sfruttato per creare una nuova tendenza. Quando io vado al banco frutta a comprare frutta, io pago e torno a casa con frutta. Mi manca questo stesso senso di riscatto col denaro che nelle casse dell' erario e la percezione del vago senso di utilizzo per le Cose di Stato proprio non mi convince piu'.

Giuseppe Mazzilli, Campagnano di Roma Commentatore certificato 14.04.12 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Credo che Monti , Napolitano e compagni siano veramente fuori controllo, fuori dalla realtà, che costringe la maggior parte delle famiglie a tirare avanti con enormi difficoltà e loro sono solo in grado di mettere e/o aumentare tasse, accise ecc... Stanno uccidendo il paese quasi peggio di Berlusconi. Si Deve intervenire sull'amministrazione pubblica, ridurre il numero degli uffici pubblici accorpandoli. I dirigenti in più conviene pagarli e tenerli a casa , fanno meno danno; togliere le province, dimezzare il numero dei parlamentari, ridurre drasticamente le spese della politica e per ultimo colpire duramente corruzione ed evasione fiscale.

Valter Pirchio 14.04.12 09:50| 
 |
Rispondi al commento

il capo famiglia è alcolizzato.
immaginiamo una famiglia dove il capo famiglia è alcolizzato e violento,scarica le sue debolezze sui figli,li picchia e pretende da loro soldi per soddisfare i propri bisogni,ecco,questa è l'italia,i parlamentari,i furbetti del quartiere,il governo,i mafiosi,gli evasori si identificano perfettamente nel capo famiglia violento e prepotente,il quale PRETENDE dai propri i figli sacrifici e soldi per potersi ubriacare ogni giorno,pensiamo solo quanto è grande il nostro debito pubblico a fronte di infrastrutture da terzo mondo,la realtà è che il capitale mancante è stato sperperato,in oltre 60 anni,per ubriacarsi alla faccia nostra. Oggi viene alla luce una parte di questi sprechi: stipendi favolosi ed ingiustificati ai dirigenti pubblici, continui scandali dove TUTTI i partiti siedono a tavola e si ingozzano,sussidi per ex assessori,politici che non riescono a rinunciare ad UN euro mentre approvano sacrifici nei confronti dei più disagiati, case pagate all'insaputa, di tutto di più.
Infine è arrivato il governo dei tecnici ed anch'esso si è immedesimato, ha continuato a picchiare i figli, botte da orbi con continue tasse ed anche pensioni irraggiungibili,minacciandoli,infine,di togliere anche le tutele per l'ultimo sostegno rimasto: il posto di lavoro.
Noi, figli, spaventati e disperati continuiamo a subire le violenze di questo padre di famiglia che continua imperterrito ad ubriacarsi, dobbiamo trovare il coraggio di ribellarci, grillo è l'unica opportunità che ci rimane, abbiamo bisogno di gente onesta, ho 56 anni, credevo nel PD, la mia fiducia è stata tradita da gente che si è schierata a difesa dei benestanti e contro la povera gente, li dobbiamo mandare a casa, dobbiamo ripartire da zero, punto.

giulio roberto catallo 14.04.12 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aoooo' noi qui a pagare non ce la facciamo più, non è che noi italiani siamo un pozzo senza fondo eh! La rovina è arrivata, che cazzo facciamo adesso?? Ditemelo voi!!

Luigi Di Pasquale, Margherita di Savoia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.04.12 09:32| 
 |
Rispondi al commento

ci vuole una faccia di bronzo per non dire altro finanziare un pozzo senza fondo come la protezione civile ORA che spuntano le malefatte dei politicanti vari
prevedo tempi duri ...stanno approfittando dello sbando della gente che si domanda e non agisce
di fronte ai soprusi di questo governo
bersani ho scoperto attraverso il blog e gli ultimi interventi è come, anzi peggio degli altri parla in lingue diverse a seconda di chi lo interloquisce ,credo non rappresenti i lavoratori e i pensionati e nessun altro all infuori di sè
votate 5 stelle

emi m., crema Commentatore certificato 14.04.12 08:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sentili sentili questi politici quando parlano: Bisogna...occorre...le solite frasi per turlupinare la gente e fregarsi i voti per andare a rubare.
Una cosa sola dobbiamo fare organizzare una marcia su Roma.

Rofior 14.04.12 07:26| 
 |
Rispondi al commento

LA PROTEZIONE CIVILE DEVE SPARIRE, ABOLIRLA, E' UN'ENTE MANGIASOLDI.
GLI INTERVENTI (LO DICO DA TANTO TEMPO) DI PRIMO SOCCORSO IN OCCASIONE DEGLI EVENTI CATASTROFICI NATURALI TIPO TERREMOTI, ALLUVIONI, INCIDENTI VARI, DEVONO ESSERE EFFETTUATI DAI NOSTRI MILITARI DELL'ESERCITO, CHE HANNO I MEZZI ADATTI E RISORSE DI FORZA LAVORO ADEGUATI, SUPERIORE SICURAMENTE ALLA COSIDETTA PROTEZIONE CIVILE, VISTO CHE VENGONO IMPIEGATI NELLE "MISSIONI DI PACE" NEI PAESI DI TUTTO IL MONDO.-
VIVA VIVA GRILLO

alessandro d., santeodoro Commentatore certificato 14.04.12 07:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Marcia su Roma?ok ,ma non pensiamo di fare le barricate con i mobili degli altri!io mi associo ci sono e porto i miei mobili...chi viene con me?

Fabio Cazzadore 14.04.12 06:35| 
 |
Rispondi al commento

Ancora soldi per la protezione civile ? Ma a cosa serve la protezione civile ? , l'esercito faceva una funzione migliore prima che gli togliessero i fondi ......

http://babylonews24.blogspot.it/

Marco 14.04.12 02:28| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non indire uno sciopero nazionale degli automobilisti? Un giorno in cui non prendiamo del tutto le auto. Non fare benzina e circolare significa rinviare l'acquisto della benzina. Fare un giorno di sciopero delle auto significa far perdere allo stato un bel pò di soldi di accise. Si fa questo sciopero e gli si dice: se non abbassate l'accise lo ripeteremo per due giorni consecutivi e se non bastasse per tre....... fa bene all'ambiente e farebbe cadere il governo Monti.

mauro caputo 14.04.12 00:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per fortuna sono disoccupata quindi giro pochissimo in auto e metto poca benzina..e tra un pò non potrò neanche più permettermi quella poca..

sara b. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.04.12 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Bersani merdone, taci, almeno Berlusconi ci sta gratificando con la sua assenza! Levati dai coglioni te e tutti i tuoi amici dell'ABC! Che vomito...

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 13.04.12 23:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vediamo se questa volta si riesce a pubblicare.

Parliamo anche di tal imprenditore che la notte seguente il terremoto a L'Aquila rideva al telefono con non ricordo chi, perchè sapeva che c'era da ricostruire e aveva i contratti di appalto in tasca.... che poco tempo fa è atterrato con un elicottero su una spiaggia italiana, naturalmente in barba a tutti i divieti del caso...

Certo Bersani, ci mancava l'assolutezza della ovvietà e banalità delle solite frasi che dispensa al popolo mentre sale sulla nostra auto blindata (di marca tedesca naturalmente, cosicchè ci sia un motivo in più per lamentarci dello spread) che La aspetta con tanto di autista e scorta che paghiamo sempre noi. Auto che in quanto blindata avrà peso enorme e motore potenziato che farà, quando va bene, i 5 km a litro... ah, giusto!!! siccome le accise finanziano la protezione civile e i contratti di piscicelli (la risata di prima), i vertici (termine che non Le piace? si dimetta che nessuno la trattiene) devono dare il buon esempio consumando benzina. Tanto la paghiamo noi.

Gian A 13.04.12 21:50| 
 |
Rispondi al commento

ummmm un bel tamburello con quella pellicina lucida si si ummmmm come mim piace si si

alvigini adriano 13.04.12 21:00| 
 |
Rispondi al commento

mi chiedo che cazzo ha da ridere Bersani ! Se fossi in lui incomincerei a farmela sotto !!
Ora i malpensanti sono molti ... Forse troppi per essere contenuti !!!
Provate a levarci le elezioni del 2013 e poi avrete di che piangere !

Alessandro chiatti 13.04.12 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

basta poco per scoraggiare queste trovate alla luigi XIV.

basta auto.
solo trasporti pubblici e poi per 1 mese stiamocene tutti a casa nei week-end e facciamoci un giro in citta'-paese-villaggio.

invece tutti a sgolarsi, indignarsi, inveire e poi? e poi come tutti pecoroni sabato e domenica invadere le autostrade in milioni e cosumare milioni di litri di carburante.

e loro RIDONO o come se la RIDONO....

ivan m. Commentatore certificato 13.04.12 20:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Affiliamo le roncole!

Anto N. Commentatore certificato 13.04.12 20:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

soldi che finiranno per dare lavoro a massaggiatrici e prostitute d'alto bordo!

mario mario Commentatore certificato 13.04.12 20:39| 
 |
Rispondi al commento

potete scrivere fino al giudizio universale...fin quando non alzerete il culo dalle sedie non cambierà nulla....marcia su roma...ora!!!!!chi è d'accordo??????

domenico andria 13.04.12 19:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per mandarli in rovina, ci vorrebbe uno sciopero dei consumatori.
ZERO BENZINA = ZERO SOLDI...

Terzo Nick Commentatore certificato 13.04.12 19:18| 
 |
Rispondi al commento

...fino a quando ci sarà anche una sola briciola di pane, saremo così poco intelligenti di farci la guerra fra poveri invece di farla a gli arricchiti alla faccia nostra. Mi dispiace dirlo ma ne ho la chiara dimostrazione giorno dopo giorno a cominciare dal mio piccolo, da chi mi sta attorno, nel lavoro etc.... a grande malicuore e allo stesso con rabbia mi accorgo sempre più che ancora esiste una buona fetta di popolo italiano che si lamenta di un sistema che non gira più nel verso giusto, ma allo stesso tempo non lo vuole cambiare e che va bene così. E' una lotta contiuna contro i mulini a vento..... e spesso se non quasi sempre, da solo.
Chissà.....forse sarò io che la vedo nel modo sbagliato.

Marco P. 13.04.12 19:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori