Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Un mutuo per pagare all'INAIL la morte del padre

  • 55


Federica_Barbieri.jpg
Federica è una ragazza che ha perso il padre, morto di asbestosi polmonare per aver respirato l'amianto in fabbrica per 27 anni. Dopo la pensione si ammalò e fu costretto a letto attaccato a una bombola di ossigeno. La famiglia chiese il riconoscimento per la malattia professionale. Gli fu negato e allora si rivolse al tribunale dove vinse in primo grado e venne riconosciuta un'invalidità dell'80%. L'INAIL non si arrese e fece appello vincendolo. Federica è ricorsa in Cassazione, ma ha paura di perdere tutto per ripagare l'INAIL. Federica, per rifondere le pensioni percepite dal padre, che nel frattempo è morto per la malattia, con gli interessi e le spese legali, rischia di perdere parte del suo stipendio e della pensione della madre e la casa ereditata dal padre.
Aiutiamo Federica! Il suo indirizzo email è federica.barbieri@hotmail.it

19 Apr 2012, 17:34 | Scrivi | Commenti (55) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 55


Tags: amianto, asbestosi polmonare, Carrara, Federica Barbieri, INAIL

Commenti

 

Tieni duro

G Muccio, Bologna Commentatore certificato 13.01.16 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Ad oggi gennaio 2016 vorrei aggiornarvi sulla mia situazione.Ricordate chi sono?federica nn si e'ancora arresa....lunga attesa per arrivare in cassazione ma c'è l'abbiamo fatta ad arrivarci vivi.A Roma hanno cassato e rinviato a giudizio quindi siamo tornati in tribunale a Genova sezione Lavoro con altra composizione di corte .
Ed eccoci qua ancora in balia di nessuno rinvii su rinvii perizie e discussioni ma l'inail non molla hanno chiesto di applicare la legge ''gabrielli'' hanno perso la documentazione di mio padre affermando di essersi smarrita causa ALLUVIONE e nonostante anche la perizia nominata dal giudice parla di un asbestosi con fibrosi polmonare grado inalidante 80% continuano ad arrampicarsi sulla mera. ...se questo non è accanirsi contro le famiglie che purtroppo hanno già PERSO io mi domando di cosa si tratta!
Prossima udienza 12 febbraio io non mi arrendo!

federica barbieri, ortonovo sp Commentatore certificato 13.01.16 02:22| 
 |
Rispondi al commento

Ad oggi .....

Federica barbieri 13.01.16 02:04| 
 |
Rispondi al commento

Salve io ho perso mio padre nel 2010 dopo aver riscontrato nel 2009 il mesolitema pleurico.... Anche lui ha lavorato presso una famosa azienda americana ad Anzio dal 1975 al 1998.... Noi siamo ancora in causa ma tra avvocati che si vendono ( il nostro era quello che ha truffato tre milioni allo stato per le finte malattie sull'amianto) credo che in questo paese non c'è giustizia.... Almeno che non te la fai da solo

Fabio marocchetti 13.12.14 12:46| 
 |
Rispondi al commento

I appreciate the work of all people who share information with others. Great Blog!

GM MDI 03.07.14 12:07| 
 |
Rispondi al commento

grazie
e' veramente incredibile quello che mi avete regalato in questi giorni...la forza e il coraggio di andare avanti e la certezza che esistono ancora persone valide in questo mondo ormai deludente.......vi ringrazio di cuore e vi terro' aggiornati sulla cassazzione....un abbraccio a tutti
...SONO PRONTA AD INCATENARMI SE SARA' NECCESSARIO
E ORA SONO CERTA CHE NON SARO' SOLA.....
federicA BARBIERI

federica barbieri 25.04.12 03:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera, siamo tutti stanchi, tra di noi, quelli che vengono chiamati "populino", la rabbia è a mille.
Caro Grillo, ti definiscono banalotto e superficiale, capace di attaccare la politica sollevando cifre assommate a vent'anni di abusi dei partiti definendo questa una manovra scorretta (Ferrara stasera a Porta a porta) ma ben venga la tua banalità superficiale! Siamo con te e ti sosterremo fino a che avremo unghie nelle dita! Grazie per quello che stai facendo per i nostri figli.
Spiega un pochino chi manovra lo spread e quanto dipende dal nostro Mario Monti. Siamo stanchi di bugie

Manoel vazzoler 25.04.12 01:09| 
 |
Rispondi al commento

Da non credere! Comunque forza e coraggio perchè GIUSTIZIA (non quella della magistratura) verrà poichè anche nella tenebra più oscura, cercando bene, da qualche parte si trova ancora un lumicino. Basta alimentarlo!
Chi vuole intendere....
Un Abbraccio
Aldo

aldo tasca 24.04.12 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma scusatemi, io forse mi sono perso una cosa... ma le morti per amianto sono già state riconosciute, hanno anche accusato in via definitiva le aziende al risarcimento... e ora perchè dovrebbero aver vinto un ricordo contro il padre?

Cmq io cerco di tratternermi ma quando vedo e sento queste cose mi viene da dire che sono una manica di MERDE!!! Non c'è parola, o meglio ci si potrebbe esprimere diveramente ma a questo punto la rabbia e rabbia

Carlo M., Carrara Commentatore certificato 24.04.12 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Beneficio d'inventario contro i malefici INAIL: Federica non deve pagare un bel niente.

Se accetta l'eredità con beneficio d'inventario non corre alcun rischio, l'INAIL - che come gli algtri enti analoghi non si ferma nemmeno davanti ai morti - non potrà toccare il patrimonio della figlia.
Eccezione: la casa.
Il padre avrebbe dovuto effettuare donazione ai superstiti mentre era in vita, riservandosi l'usufrutto (quindi risparmiando anche sulla pratica notarile).
E' un consiglio che visti i tempi che corrono darei a tutti i genitori che possiedono beni immobili in Italia: quando la maggior parte delle aziende avranno chiuso i battenti e il governo dei ladri non avrà più altre fonti di prelievo, le imposte sulla casa aumentate a dismisura saranno di fatto un esproprio e divoreranno i risparmi.
Ebbene, piuttosto che vendere la casa (sempre che si trovi ancora chi la compri) é meglio donarla ai figli riservandosi l'usufrutto: per il fisco sono i genitori titolari di usufrutto che devono pagare, i figli totolari della nuda proprietá no. Se dunque i genitori non possono o non vogliono pagare, si porteranno al massimo i debiti nella tomba, sarà un'ultima soddisfazione non essersi fatti spogliare dai governanti corrotti e mafiosi.
Resta da sperare che dopo, quando toccherà a loro pagare, i figli sappiano ribellarsi contro i taglieggiatori senza scrupoli e senz'anima.


Graziano Priotto, Radolfzell Commentatore certificato 22.04.12 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Il filmato di Federica Barbieri è la dimostrazione evidente che il Paese Italia, manifesta una profonda crisi economica e morale, dove in primis la classe politica è la cartina al tornasole di questa aberrazione, mentre le connivenze delle istituzioni con il male affare assumono quotidianamente toni di maggiore gravità. Pertanto la cronaca ci informa che i falsi invalidi non hanno difficoltà nel riconoscimento dell’invalidità, diversamente da coloro che hanno gravissime patologie. Con questa consapevolezza bisogna perseguire con gli strumenti democratici la moralizzazione soprattutto della classe politica e delle istituzioni. Bisogna lottare e difendere i meno abbienti attraverso il M5S, devolvere a loro i compensi dei parlamentari eletti o di coloro che assumono altri incarichi istituzionali. Il M5S dovrà avere un ruolo essenziale nella moralizzazione della società. E’ arrivato il momento che ognuno di noi deve fare la sua parte. Il Presidente dell’Associazione Amici di Totò … a prescindere! – Onlus, Prof. Alberto De Marco

alberto d., roma Commentatore certificato 22.04.12 09:56| 
 |
Rispondi al commento

caro grillo anche se arrivassi al 10 per cento i mafiosi hanno gia deciso di accorparsi dopo le elezioni presentarsi da soli e unirsi dopo e siccome il problema dell italia e il parlamento di roma dove pochi mafiosi decidono per tutti gli italiani bisogno studiare delle alleanze gia adesso per andare al governo consiglio italia valori e lega se si vuole cambiare qualcosa si e giusto andare sul territorio dove comunque ci sono gia bravi sindaci ma il problema e il parlamento che fa leggi solo per se stesso e i partiti e gli amici

pierbaldo 21.04.12 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse é arrivato veramente il momento di fare qualcosa di decisivo x il futuro dei nostri figli.
Una volta Bossi ha detto prendiamo il ............
Credo sia molto vicino quel momento, spero non sia necessario, ma se continua così...........
Dobbiamo smetterla con i suicidi e dare un segnale forte
e reagire e uscire da questo incubo.


Bruno da Genova

Bruno Boretti, Genova Commentatore certificato 21.04.12 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Sono certo che il M5S arriverà al governo, e... francamento non vedo l'ora.
Certi enti, certi personaggi, certi gaglioffi, certi servi, devono essere non solo mandati via, ma messi sotto processo e giudicati.
INAIL, INPS, Agenzia delle Entrate, Equitalia, e chi più ne ha più ne metta.
Questa gente mi capita spesso di vederla, ma non conme la vede il pubblico, mi capita di vederla dal di dentro per via del mio lavoro (che per fortuna non ha nulla a che fare con certi gaglioffi), ma credetemi, ogni volta che vado a lavorare in quei posti, mi viene un nervoso da farmi scoppiare la testa. E non dimentichiamoci di ENI, ENEL, Terna, ecc.
Siamo soffocati.
La gente si sta affamando, e quando un popolo ha fame, non si controlla.
Vi ricordate la rivoluzione francese? Pensate che ci siamo lontani?
Presto si vedrà!
Comunque a parte lo sfogo, tutta la mia solidarietà a Federica e l'unica cosa che ti posso dire è... NON PAGARE.

Ivano 21.04.12 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Che Paese di Merda....! e diamo pensioni d'oro ai ladri fannulloni assenteisti....che schifo!!!!

riccardo c., milano Commentatore certificato 20.04.12 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno a tutti

Sono un cittadino di Quarto Flegreo in provincia di Napoli che potresta insieme a tanti altri,
per evitare l'aperetura di una nuova discarica.
il progetto della provincia di Napoli e della regione Campania, prevede una discarica in una bellissima isola verde nel centro della città, zona archeologica e a meno di un km dalla discarica di Pianura, una bomba atomica a cielo aperto che sta uccidendo da anni migliaia di persone all'anno.C'è anche un decreto del parlamento che ha reso il luogo inadatto ad una discarica. Chiedo a Beppe di aiutarci in qualsiasi modo. AIUTATECI AIUTATECI AIUTATECI AIUTATECI SIAMO DISPERATI PER NOI MA SOPRATUTTO PER I NOSTRI FIGLI

GRAZIE

emiddio Di Costanzo 20.04.12 14:30| 
 |
Rispondi al commento

a questo punto a che serve pagare inail?

ivano forcella, modena Commentatore certificato 20.04.12 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Ho ascoltato Federica in più di un'occasione. L'ultima pubblica , domenica scorsa a Marina di Carrara davanti a 4.000 persone... durante l'atteso arrivo di Beppe Grillo.
È una storia VERGOGNOSA,
dettata dai soliti poteri forti che si sporcano continuamente di faccende come queste.
Fanno leva sui loro uffici legali ormai esperti sul come fare a metterla in quel posto alla brava gente.
Le multinazionali si sono rubate l'aria, la terra, il cibo
... ma non ci ruberanno la dignità
e la voglia di lottare.
Il Movimento 5 Stelle è molto sensibile ai temi che purtroppo hanno toccato la nostra Federica,
sia l'amianto che la giustizia giusta.
Noi ti appoggeremo e faremo nostra la tua battaglia...
Un caro abbraccio, e chiedo al Blog di Grillo Nazionale
di non dimenticarsi di questo caso.

Un abbraccio...
Sara.

sara paglini, carrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.04.12 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, non sono un'attivista del M5S, nonostante da anni legga il tuo blog tutti i giorni( e non solo). Da tempo avevo perso interesse (sebbene inizialmente forte) per questo paese a causa di una lunga serie di esperienze estremamente negative. Pensavo non ci fosse più niente da fare o che, in ogni caso, i tempi sarebbero stati troppo lunghi e sentivo l'esigenza di cominciare a vivere. Così ho cercato la maniera di andarmene, anche solo mentalmente...Con questo post desidero, nel mio piccolo, ringraziare di cuore tutti coloro che hanno scelto di rimanere e di credere nella rinascita. Ora Il M5S sta decollando, insisto, dato stupefacente se si considerano i decenni di sfrenata diseducazione e degrado. E quanta verità in ciò che dici: alimentare ignoranza ed odio è stata la loro migliore arma. Io, così come molti altri, sono arrivata ad odiare la mia gente e il mio paese. Grazie a te ed al M5S per avermi ridato la speranza di tornare ad amare le mie origini. Teresa

Teresa Caminiti 20.04.12 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Salve
Da quello che ne so la legge 271 del 1993 prevede un risarcimento solo per chi e’ stato esposto per almeno 10 anni all’amianto. Mi e’ dato di sapere che e’ stato istituito un fondo, per le vittime di questa sostanza, circa tre anni fa, ma solo nel 2001 e’ stato fatto un decreto attuativo. Mi sembra che anche chi e’ stato impiegato e non operaio può avere diritto ad un risarcimento nel caso di malattia specifica dovuta all’amianto e fibre volatili.
A mio parere lei dovrebbe appoggiarsi a qualcuno che ha già lottato per queste questioni per esempio il Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio Sesto San Giovanni, contatti: 3357850799.
Per quanto riguarda il fondo per le vittime può consultare quanto specificato nel sito La Previdenza .it osservatorio giuridico. Qui può trovare il suo caso che, da quanto ho appreso, L’INAIL stesso dovrebbe erogare spettanze senza istanze specifiche. Non sono a conoscenza se questo fondo abbia la copertura anche per l’anno 2012:
Mi sono scaricata la RELAZIONE di SALVATORE NANIA EX DIPENDENTE SACELIT PRESIDENTE COMITATO ESPOSTI AMIANTO E AMBIENTE: Amianto KILLER, che le potrà servire per la causa in Cassazione. Le consiglio di stamparla e inviarla alla Corte con una Raccomandata a R. per inserirla nel suo fascicolo.
Da tempo mi preoccupo per l’amianto perché vicino al mio luogo di lavoro c’e’ un garage con copertura di tegole tipo eternit e quando piove o grandina le particelle volatili sono pericolose per tutta la popolazione e in zona, nonostante ci sia la sede del Consiglio di Quartiere 3 di Padova, da quello che ne so nessuno si preoccupa della faccenda.
Il Movimento 5 stelle potrebbe farsi carico di riportare alla ribalta il problema Tegole di amianto, soldi per fondo vittime ecc. ?
da Graziella G. 20.4.2012

Graziella G. Commentatore certificato 20.04.12 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Storie come questa ce ne sono tante, per questo dobbiamo essere spietati verso questi ladri merdosi, dobbiamo farli fuori senza pietà, vendetta, vendetta, vendetta.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 20.04.12 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Considerazioni sul Debito Pubblico

• la dimensione attuale del debito pubblico rappresenta una zavorra per la ripresa dell’economia. L’unica strada per ridurre il debito senza distogliere risorse da destinare alla crescita è privatizzare e cedere assets. Tuttavia non è realistico in questa situazione di mercato - e probabilmente in nessuna – ipotizzare di portare sul mercato privatizzazioni e cessioni in dimensioni e tempi tali perché l’impatto possa essere realmente efficace (es. €100-200 miliardi plus in 12-18 mesi).

• la mia proposta e' questa: il trasferimento diretto su base volontaria di una parte del patrimonio pubblico ai detentori del debito pubblico in cambio della cancellazione del debito. Ad esempio per dismettere un portafoglio di immobili della Pubblica Amministrazione, il MEF potrebbe lanciare un’Offerta Pubblica di Scambio destinata ai soli detentori di titoli di Stato italiani, dando la facoltà di scambiare titoli di stato con le azioni di una società (o quote di un fondo immobiliare) appositamente costituita, a cui vengono conferiti gli immobili oggetto della dismissione.

• quest’approccio non necessita il reperimento di mezzi freschi ed è cash nutral sia per lo Stato che per gli investitori. Per gli investitori, l’operazione rappresenta un’opportunità per continuare a investire sull’Italia con un trade-off rischio-rendimento diverso da quello dei titoli di Stato, sostituendo con garanzie reali (gli immobili) il generico rischio paese. Nell’attuale situazione di mercato caratterizzata da grande incertezza nel comparto dei titoli di Stato a livello pan-Europeo, è ragionevole attendersi che questa value proposition, se ben strutturata (es. termini economici e modalità dell’offerta, credibilità del soggetto usato per il trasferimento e successiva gestione del patrimonio etc.), possa trovare interesse.

La strategia suggerita i equivale a “privatizzare il processo di privatizzazione” ed e' la sola vera alternativa al default

Giuseppe Bivona 20.04.12 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono un insegnante in pensione e la politica che ho visto fino ad ora fa veramente schifo,in questo momento poi che di tasse non se ne puo' piu';ci strozzano da tutte le parti,mentre loro rubano a mani basse senza scrupoli e senza remore.Ho letto la tua intervista,ieri,ed il discorso forte di mandare tutti a casa si confa' pienamente con le mie idee.Voglio iscrivermi al tuo partito e se ti fosse utile anche darti una mano per le prossime elezioni.Spero tu faccia davvero un bel ripulisti.Ciao.Curzio

curzio rugiati 20.04.12 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena visto il video sulle fabbriche Alfa Romeo di Arese. Mi sono posto una domanda:
"è possibile denunciare gli autori di questo disastro ambientale con 58 capannoni immensi e vuoti che non servono e non serviranno a nulla ?"
Secondo me, oltre tutto il resto, c'è un danno ecologico verso lo Stato che qualcuno dovrà pagare.
Grazie.

riccardo vallone 20.04.12 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Non ho parole, ma ormai non mi scandalizzo neanche più. Tienici informata sugli eventi. Il giorno che qualcuno dovesse osare presentarsi a casa tua con qualche merdoso mandato di sfratto di qualche tipo troverà un muro umano impenetrabile... Siamo in tanti, siamo forti e non ci fermeremo.

Renzo C. Commentatore certificato 20.04.12 10:40| 
 |
Rispondi al commento

A sentire certe storie c'è davvero da mettersi le mani nei capelli..e poi dovremmo essere un paese civile..

Gianfranco 20.04.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Allora, intanto sarebbe bene sapere il nome del giudice di appello che ha emesso la sentenza avversa e sapere anche le motivazioni. Poi a mio parere in Cassazione non ci dovrebbero essere problemi per una vittoria in quanto vi sono parecchi casi precedenti vinti e quindi sono certo che avrai giustizia. Il tuo avvocato deve presentare sentenze di cassazione che avvalorano la vostra tesi.

ROMA - La certificazione dell'Inail ha pieno valore probatorio per il riconoscimento dei benefici contributivi nei confronti dei lavoratori vittime dell'amianto. A stabilirlo è la sentenza n. 12823 del 10 giugno 2011 della Corte di Cassazione. Il lavoratore che agisce per l'ottenimento del risarcimento previsto dalla legge n. 257/1992 (art. 13, comma 8) ha l'obbligo - dopo avere dato prova della specifica mansione praticata e dell'ambiente dove questa è stata svolta per più di dieci anni - anche di dimostrare che tale ambiente abbia presentato una concreta esposizione al rischio delle polveri di asbesto con valori limite superiori a quelli indicati dalle norme (nello specifico il decreto legislativo n. 277/1991, modificato dalla legge n. 257/1992).

http://www.superabile.it/web/it/CANALI_TEMATICI/Superabilex/Salute/info-1779011367.html

dario fertoli, beverino Commentatore certificato 20.04.12 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao!. L'unica cosa che posso consigliarti è di rivolgerti ad un validissimo Medico del Lavoro che è stata una figura esemplare del Servizio nel quale ha lavorato con me per farti scrivere una relazione di consulenza medica. Dr. Roberto Calisti c/o SPreSAL ASL 8 - Civitanova Marche, via Ginocchi, 1/a - Tel. 0733 - 823841-800-801; Fax: 0733 – 823815.
E-mail: spresal@asl8.marche.it.

Buona fortuna.

Andrea Roberti 20.04.12 09:30| 
 |
Rispondi al commento

io penso che siamo stanchi di pagare stipendi e pensioni da emiri a politici e senatori senza che quei soldi vengano usati per pagare pensioni e risanare stipendi da fame che prendono i lavoratori e pensionati, sono schifata dalla corruzione e mafia nelle istituzioni che nessuno partito politico cita e si impegna ad estirpare ,non posso paragonare il movimento alla lega anzi uno dei pochi che parla dei sotterfugi sull'energia tra i paesi europei, non ci scordiamo la storia del nucleare con la francia, si potrebbero usare la meta degli stipendi dei politici per risanare il bilancio, per incentivare E.pulita fotov.sui condomini, per aiutare le famiglie, si potrebbe fare tanto, sono allibbita da quante auto pubbliche portano a lavoro dipendenti alla corete dei conti e alla banca d'italia, ma con gli stipendi che gli diamo non possono usare le auto proprie, anche la benzina e l'autista gli paghiamo!? li vedo ogni giorno andando alla sapienza. CHE SCHIFO! e io con 700 euro mi devo pagare universita e tutto perchè a lordo ne prendo 1000! NON HO PIù PAROLE VORREI METTERLI TUTTI FUORI LORO CHE NON PAGANO IMUPERCHè INTESTANO LE CASE AI PRESTANOME COME 1A CASA QUESTO NON LO DICONO!

emanuela f., albano laziale Commentatore certificato 20.04.12 08:53| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti
sono veramente commossa,
ho ricevuto mail e mail di solidarieta' e nn solo
questo mi da' ancora la forza di combattere e di difenderlo ancora.....un grazie infinito a beppe grillo e al suo staff a marco bazzoni e a tutti coloro che mi hanno regalato un loro pensiero.

federica barbieri 20.04.12 02:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Federica, hai la mia piena solidarietà e sostegno per questa tua sacrosanta lotta. Sono convinto, anzi certo, che avrai giustizia. Chiedo al blog di tenerci informati sull'evoluzione di questa vicenda.

Marcello Iaconelli 20.04.12 01:27| 
 |
Rispondi al commento

Federica, intanto trasferisci la proprieta' della casa a un parente o amico di cui ti fidi cosi' lInail non la tocca ne caso la cassazione non ti da ragione

vendi 20.04.12 00:50| 
 |
Rispondi al commento


Il tuo commento:
"UN COMMENTO DA 5° ELEMENTARE DI MATEMATICA:
1 LAVORATORE MEDIO ANNUALMENTE VERSA ALLO STATO EURO 6000 DI TASSE, ORA SI
PARLA DI MILIONI COME CARAMELLE,
1.000.000 DI EURO : 6000=167.000 OPERAI, CE NE VOGLIONO 3.334.000 DI OPERAI
PER COPRIRE LA SOMMA DEI FINANZIAMENTI DI TUTTI I PARTITI, IN ITALIA SIAMO
CIRCA 22.000.000 DI LAVORATORI COMPRESI STATALI E MENAGER DEL CAZZO,
CAPISCO PERCHE' GLI AUTONOMI E GLI OPERAI SONO EVASORI, I SOLDI CHE
RIMANGONO BASTANO PER STATO,REGIONE,COMUNE E ENTI VARI?"

Roberto S., vittorio veneto Commentatore certificato 19.04.12 23:07| 
 |
Rispondi al commento

vai fede..
l'amianto si trova ovunque in italia,nelle nostre campagne,nelle cascine e nei piccoli rudere di campagna..
non sarebbe il caso di creare un luogo virtuale dove segnalare questo amianto??
non sarebbe il caso di cominciare a pensare a delle misure di sicurezza da adottare quando si entra nelle
nelle zone a rischio?
non sarebbe il caso che chi ha prodotto questo materiale cominci ad ammettere che fa male,e cominci a risarcire chi si è ammalato e le famiglie che hanno perso i loro cari??
a quando,delle risposte??

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 19.04.12 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Ok Beppe,PROBABILMENTE è tutto vero, ma se l'INAIL ha vinto in Appello,o sono MARCI DA PAURA anche TUTTI i giudici, oppure qualcosa non quadra (ho visto PROPRIO a GENOVA vincere cause sull'amianto CONTRO L'INAIL a "cani e porci"!!!)

E per aiutare noi a capire,era troppo spendere un po più di 15 MISERE righe per spiegare BENE il fatto?
O anche tu,(come Bossi e/o il B.oss di arcore ecc.) vuoi che si prenda OGNI TUA PAROLA come oro colato?

Beppe,io ti ammiro...SPESSO,ma altrettanto spesso fai cose TROPPO DISCUTIBILI e,col ruolo che ti sei "SCELTO",dovresti imparare a essere più CHIARO,meno DEMAGOGICO e,OVVIAMENTE, più pragmatico!
Grazie da chi COMUNQUE voterà M5S il prossimo 6 maggio, ma che non vorrebbe un giorno sentirsi dire le stesse cose che OGGI dice ai "legaioli"!

Grazie...da chi ti ammira,senza BENDARSI occhi e le orecchie (altrimenti votavo come gli altri PECORONI:-"PD-PDL" (a seconda degli interessi)...o Lega...se proprio non capivo una sega! ;-)))

Davide Comeri, Zena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.04.12 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma scusate, non si puo' avere un conto corrente, una Postepay, un Paypal, un bollettino postale...insomma, qualche coordinata dove poter inviare dei soldi. Dando solo la mail si genera ulteriore casino, coi rischi poi di spam e quaquaraqqua' vari. Beppe, crea una vera Social Card per ognuno di questi casi, no quelle di Tremorti. Adios.

Alessandro Del Piero, Roma Commentatore certificato 19.04.12 20:44| 
 |
Rispondi al commento

completa solidarieta' , tienici informati sulla sentenza della cassazione , sempre disponibile a contribuire anche finanziariamente

torquemada giuseppe, bolzano Commentatore certificato 19.04.12 19:59| 
 |
Rispondi al commento

In questo paese di merda accade questo e altro!...questi partiti c'hanno da pensare alle loro "segate" e un operaio è caduto sul campo e oltre la beffa il danno! sicuramente la moglie percepirà soltanto il 60% della pensione inps...mentre questi magnano a quattro ganasce!
Ora pensano al Partito della Nazione...pezzenti,bastardi,mangia pane alla tradimenta!!!!un giorno pagheranno il conto!!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 19.04.12 19:52| 
 |
Rispondi al commento

L'amministrazione della giustizia, è un'altro grosso problema da risolvere in Italia.
Solidarietà a Federica

angelo b., forlì Commentatore certificato 19.04.12 19:40| 
 |
Rispondi al commento

L'amministrazione della giustizia italiana, è un'altro grosso problema da risolvere.
Solidarieta ha Federica

angelo b., forlì Commentatore certificato 19.04.12 19:30| 
 |
Rispondi al commento

E' una follìa: ma se il padre è morto di asbestosi, come può un tribunale dare ragione all'INAIL, trattandosi palesemente di morte per causa di lavoro? Cialtroni, altri cialtroni di cui ricordarsi bene... (pubblicate un numero su cui versare un aiuto)......

harry haller Commentatore certificato 19.04.12 18:54| 
 |
Rispondi al commento

stilare una classifica del dolore è quanto mai stupido e inutile.
Ma posso assicurarvi che a Taranto ci sono centinaia di voci così, magari l'accento è diverso e può spaventare chi non lo conosce, ma la sostanza è identica. La morte non ha accenti.
Auguro al M5S di taranto di amplificarle tutte queste voci, così che forse in Italia sentano anche le nostre, con i nostri propri. Solidarietà alla ragazza! forza e coraggio!
ciao Italia

piero luccarelli, crispiano, taranto Commentatore certificato 19.04.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Con la mail ci facciamo poco, lanciamo una raccolta fondi per le spese legali; magari iniziamo un tam-tam mediatico con nomi, cognomi, funzioni, ecc. degli infami.

Roberto V., Recanati Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.04.12 18:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma non capisco... se le pensioni anche le avesse ricevute il padre "indebitamente"....
ma che c'entra la figlia? perche' dovrebbe risarcire lei quegli strozzini dell'inail?

Alessandro crapanzano (alexander009) Commentatore certificato 19.04.12 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza Federica :-)
Vedrai che andrà tutto bene!

Lorenzo F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.04.12 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Studio Legale 5 Stelle!

Phil Dafer 19.04.12 17:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori