I talk show

Vianello_Grillo.jpg
Se il MoVimento 5 Stelle avesse scelto la televisione per affermarsi, oggi sarebbe allo zero qualcosa per cento. Partecipare ai talk show fa perdere voti e credibilità non solo ai presenti, ma all'intero MoVimento. Nei talk show il dibattito avviene con conduttori di lungo corso e con le mummie solidificate dei partiti. C'è l'omologazione con il passato. Che senso ha confrontarsi con Veltroni o con Gasparri in prima serata? Più che spiegarlo e ribadirlo non posso fare. Comunque chi partecipa ai talk show deve sapere che d'ora in poi farà una scelta di campo.

Postato il 8 Maggio 2012 alle 22:49 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (1101) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: MoVimento 5 Stelle, Rete, talk show, televisione

Commenti piu' votati


Ieri commentavo con mio padre (66 anni) i risultati delle elezioni, e finalmente è stato lui a chiedermi più informazioni sul movimento a 5 stelle, invece che essere io a fargli una testa così.
Bene, parlandogli del movimento mi sono accorto che non potevo fare riferimento a nessuna faccia concreta, perché le (poche) facce che conosco io comunque non le conosceva lui. Sapete qual'è stato il risultato di tutto questo? Che sono stato "costretto" a parlargli del programma!!! Vedete qual'è l'effetto sano dell'anonimato? Che si parla dei contenuti.
In una società in cui tutto è incentrato sull'immagine personale questo è per i più disorientante, perché senza il faccione da manifesto ci si sente smarriti. Però si riapre finalmente lo spazio di dialogo e discussione reali, quello basato delle idee invece che delle fazioni personalistiche.
Il movimento ha dimostrato di non avere bisogno della TV per ottenere buoni risultati, per cui bisogna proseguire su questa linea.Non si conoscono personalmente gli esponenti? Io dico che è meglio, perché così si conoscerà il programma. Idee invece di persone. Questa è la rivoluzione di cui abbiamo bisogno.
Un abbraccio a tutti, grandissimo lavoro!

simone c., Madrid Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.05.12 09:18| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 51)
 |Rispondi al commento
Discussione

questo è un argomento da discutere e mettere ai voti sul portale del Movimento , perchè il portale è in ritardo ? Uno vale uno ,la democrazia partecipativa , è ora di mettere in pratica questi concetti ,ascoltare tutti gli iscritti certificati con le votazioni on line prima di fare delle scelte .

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.05.12 23:40| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 32)
 |Rispondi al commento
Discussione

non andare in tv...sono daccordo!!! ricordate che se dibatti con un cretino, la gente da casa vede due cretini che parlano!!!

Francesco Virtuoso 08.05.12 23:09| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 32)
 |Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti. Posto questo commento per motivi di interesse professionale e per simpatia verso il M5S.

Se il Movimento vuole crescere deve capire, a mio giudizio, che la comunicazione (anche la corporate communication) negli ultimi 5/6 anni si é spostata dal messaggio unidirezionale (TV, giornali) ai social media. Stare davanti ad uno schermo non fa prendere voti, non perché quello che dici é giusto o sbagliato, ma perché il mezzo di comunicazione é vecchio, ha perso il suo appeal.

Comunque ho sentito Putti in diretta lunedi sera, mi é sembrato un ragazzo saggio ed educato, una faccia pulita per un movimento sano.

Personalmente ritengo che le apparenze televisive siano non giuste o sbagliate, ma inutili – specialmente se (come spesso avviene) la discussione passa dall’astratto al nulla all’indifferente all’indeterminato (questo include anche Santoro). Non si capisce mai nulla, tutto diventa complicato, tutti si assomigliano.

Di più: un candidato sindaco deve parlare dei problemi locali della sua circoscrizione, cittá, quartiere, non arrampicarsi sui vetri a discutere con La Russa se rimanere o no dentro alla NATO.

Questo mi sembra inopportuno.

C’é una cosa che chi fa (o ha fatto televisone) sa: che in televisione tutto é finto, tutto é prestabilito, dall’applauso al litigio, dalla sorpesa al pianto in diretta. Tutto artificialmente finto. Vi sembra che questo sia la caratteristica del movimento?

Grazie. Cordialitá

Dario


Dario Remigi 09.05.12 10:25| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 29)
 |Rispondi al commento
Discussione

Vorrei dire a chi pensa che "è maggior visibilità", "sono più voti" di non avere fretta. I risultati stanno già arrivando; le cose ben fatte richiedono tempo ma durano di più ;)
Considerate che Grillo conosce benissimo i meccanismi della televisione e le sue trappole.

Il M5* è fatto da gente che lavora e che può non essere "telegenica" ne' capace di reggere un contraddittorio, seppur piena di competenze e contenuti, quindi il movimento ha il dovere di proteggersi - e di proteggere tutti i suoi membri - da queste insidie.
Perché se qualcuno del M5* inizia ad andare in TV diventa un ricatto per cui devono andarci tutti (se lui è andato perché tu no? cos'è, ti nascondi?). Inoltre offrire visibilità e fama è l'ultima arma rimasta al potere per corrompere chi non si lascia comprare dai soldi.

Il movimento è arrivato dov'è proprio perché non si è sporcato con QUESTA tv e ha ampiamente dimostrato che per fare politica non occorre una bella faccia e una buona parlantina. Che i contenuti comunicano da se'.

Ovviamente, quando la tv sarà diventata un'altra cosa se ne ridiscuterà, ma attualmente la tv è solo un'allettante pianta carnivora e il M5* ha tutto da perdere e assolutamente nulla da guadagnarci.

SilviaR 09.05.12 10:46| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 24)
 |Rispondi al commento
Discussione

Ho avuto modo di seguire per caso l'intervento. Di per sé non è andato male, ma di fatto, un intervento di questo tipo, non credo possa fornire nessun valore aggiunto al movimento e in questo concordo con Beppe. Non ci sono le condizioni per spiegare nulla in tv ed è voluto che sia così.
Io penserei semmai a sfruttare meglio il web. Ad esempio si potrebbero preparare dei video, in cui si vedono facce del movimento, persone vere, spiegare il programma, punto per punto, entrando nei dettagli ma in modo semplice, per tutti coloro che di leggere proprio non ne vogliono sapere...
Rendere disponibili questi video per il download, così che con un po' di buona volontà possano raggiungere anche chi non ha internet, oltre ovviamente ai soliti sharing per social network.

Ciro Di Matteo Commentatore certificato 09.05.12 00:29| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 19)
 |Rispondi al commento
Discussione

Per esperienza diretta: è difficile resistere alle lusinghe di una apparizione in prima serata TV nazionale, all'idea di essere arrivati lì dove per anni si è visto sfilare dei cretini con tanta voglia di potergli rispondere, ai parenti e agli amici che ti dicono "ma davvero vai in TV?". Però bisogna rifletterci su, perché Beppe ha 40 anni di esperienza di comunicazione e dunque mi sembra corretto che sia lui a valutare cosa serve al Movimento e cosa no in questo campo; nonostante a noi (che siamo di parte) sembri sempre di fare ottime figure, per il telespettatore medio spesso veniamo fatti passare come dei cretini.

Un paio di volte per togliersi lo sfizio va bene, ci siamo passati tutti, però ora basta: limitiamoci alle TV locali, dove si parla dei problemi della propria città, e alle interviste senza teatrino... se no veramente viene il dubbio che ci si vada per visibilità personale.

Vittorio Bertola
Movimento 5 Stelle, Torino

Vittorio Bertola, Torino Commentatore certificato 09.05.12 08:24| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |Rispondi al commento
Discussione

Proposta:
-si alle interviste post-voto. Purché siano veloci, pungenti e determinate. Servono a ringraziare i cittadini e a far passare le nostre idee.
-no alla partecipazione ai talk show. Noi dobbiamo lavorare sul campo con i cittadini e nn nei salotti buoni, altrimenti legittimiamo e ci assimiliamo al sistema che stiamo combattendo..
-si alla partecipazione alle trasmissioni televisive locali. Alle amministrative dobbiamo convincere i cittadini del comune ed ogni mezzo per arrivare a loro può esserci utile x far passare le nostre idee.
-si alla partecipazione televisiva per le elezioni politiche nazionali. Ma solo in programmi che prevedono tempi ben definiti x ogni candidato. In questo modo potremo esporre la linea del movimento senza doverci abbassare alla polemica con il politicante o giornalista di turno.
No agli editti bulgari. Beppe il tuo punto di vista e' pienamente condivisibile, ma scritto come lo hai scritto tu sembra più un out out che un consiglio. Quindi prova ad usare altre parole x spiegare il tuo pensiero e lascia che sia il movimento a decidere di se stesso. Ognuno vale uno.. Tu puoi e devi guidarci e consigliarci, ma mai imporci.. Altrimenti facciamo una cappella dietro l'altra.. Prima le figuraccie ai talk show e poi l'editto!!!
Un saluto ed un abbraccio a Beppe e a tutti i ragazzi che come me si stanno impegnando da anni x un futuro migliore.
Matteo Gozzi - Mugello, Borgo San Lorenzo.

Matteo Gozzi 09.05.12 10:38| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |Rispondi al commento
Discussione

Putti stasera ha fatto un figurone!! ha parlato 10 minuti, poi ha salutato tutti e se n'è andato! si fa così.. lui parlava e loro ribattevano con cose senza senso! e lui non è caduto nelle provocazioni! questi confronti servono per stabilire l'abisso che c'è fra noi e loro... anche la casalinga di Voghera in questo modo lo può capire!

marco p., bologna Commentatore certificato 08.05.12 23:14| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |Rispondi al commento
Discussione

Ma dico io che cazzo ci vuole a capirla?
Un conto sono le tribune politiche e il uno-contro-uno dove il contraddittorio è rispettato e nessuno parla sopra l'altro.
Ma perchè caxxo vi intestardite a voler partecipare a sti caxxo di circhi mediatici messi in piedi apposta per distruggerci?
Desiderio di visibilità? Vanita, egocentrismo, coglioneria, cos'altro?


Sottoscrivo ogni lettera, dalla prima all'ultima.
Dopo 30 secondi di Ballarò avevo già voglia di astenermi definitivamente dal voto.
Sig. Putti, una piccola chiosa. Lei e tutti gli altri rappresentanti siete pregati di usare il "noi". Io faccio io farò IO Io IO ....stona assai.
In consiglio ci siamo "NOI", lei è solo un anonymus.
Se continuate ad essere visibili (video e audio) sarà la fine.

ivan lugas 09.05.12 08:51| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |Rispondi al commento
Discussione

rifaccio per la terza volta la mia proposta e vorrei sapere cosa ne pensa il movimento: si fa un piccolo referendum interno al blog per vedere quanti sono contrari e quanti sono a favore delle apparizioni televisive. sulla base del risultato si adotta una linea da seguire. DEMOCRAZIA = UNO VALE UNO! incominciamo a fare uso del clic del mouse per dire la nostra! cosa ne pensate? cosa ne pensi tu beppe?

Roberto Ferrarini, Vlijmen (Paesi Bassi) Commentatore certificato 09.05.12 16:50| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |Rispondi al commento
Discussione

SOTTOSCRIVO TUTTO.
E aggiungo che in consiglio ci siamo "NOI", ogni eletto a 5 stelle deve rimanere solo un anonymus. NESSUNA POPOLARITA' PER NOI E I NOSTRI ELETTI. NESSUNA VOGLIA DI CARRIERA POLITICA O E' LA FINE.
LA NOSTRA FORZA E' ESSERE COME LE FORMICHE, TUTTE UGUALI, TUTTE ANONIME, PROVATE A FERMARLE QUANDO SONO TUTTE INSIEME, SENZA CHE CE NE SIA UNA BIANCA. TUTTI INSIEME, A SPOSTARE UN ELEFANTE MORTO DA DECENNI!!!!
Silvana Carcano (Paderno 5 Stelle)

Silvana Carcano 09.05.12 09:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |Rispondi al commento

Io non capisco gli attuali commenti, mi sembra un incubo... da una delle mie più grosse speranze.

Il prob qui non è "televisione si, televisione no", per quello se ne discute che problema c'è...

Il prob. è che NON NE HA DISCUSSO, ha deciso e chi non gli stà bene FUORI!!

E questa non era una cosa GIA' DETTA PRIMA o facente parte di qualche regola di base del M5S...
E per favore non usciamocene con "è il suo carattere, ecc..." perchè mi sembra troppo "... a sua insaputa"....

Lui NON PUO' alzarsi la mattina e decidere da solo, in un movimento in cui i due punti di forza BASE sono:
1) 1 vale 1
2) Con internet possiamo decidere tutti insieme

Alla faccia... si inizia bene.

michele s. Commentatore certificato 09.05.12 03:25| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo rimaniamo fuori dai salotti
Pensiamo a ricostruire il paese

Giuseppe sannino 09.05.12 00:07| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |Rispondi al commento
Discussione

ho guardato 10 minuti di ballarò stasera, che spettacolo di merda, un conduttore superpagato che aveva la faccia del compagno di banco secchione, politici in giacca e cravatta vestiti come parenti nei matrimoni, uno abbigliato come al pacino in scarface, il pubblico che si limatava ad applaudire a comando e uno stronzo che mostrava i cartelli riducendo gli italiani a meri numeri di percentuale, ma veramente qualcuno di voi pensa che sia utile andare in questi cazzo di posti? io non ci credo, per me è sul territorio che bisogna agire e comunque se qualcuno del m5s se la sente ci vada pure

roberto p., san zenone al lambro Commentatore certificato 08.05.12 23:53| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |Rispondi al commento
Discussione

Perché non aprire un sondaggio?

Partecipazione in tv si no? motivi del si motivi del no.

Giancarlo ., Bari Commentatore certificato 09.05.12 14:16| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |Rispondi al commento

Niente TV agli eletti del m5s e nessuno scenda a compromessi con nessuno, niente confronti con i politici.... SE UNO TI VEDE VICINO AD UN IMBECILLE PENSA CHE SEI IMBECILLE PURE TU.
Francesco

Francesco Sacchiero, Vicenza Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.05.12 12:54| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |Rispondi al commento

i candidati a reggio emilia a piazzapulita...non hanno recepito il messaggio beppe...ne pagheremo tutti le conseguenze!

andrea taschini Commentatore certificato 10.05.12 22:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento

Facciamo un sondaggio sul sito. Se 1 vale 1, allora sondaggio se sia opportuno o meno andare in tv e, visto che hanno aderito al Movimento, ne rispettino le decisioni. Allora, lo facciamo? Dai Beppe, io voglio esprimermi e non mi va di sentirti dare del manipolatore.

Barbara R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.12 02:22| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento

Oggi, fino alla fine dei ballottaggi è un suicidio andarci.

Sono tutti avvelanati contro il M5S e i talk-show sono tutti legati in qualche modo ai partiti, dunque luoghi avvelenati. Basta fare memoria: 8 secondi a Porta a Porta, Favia maltrattato da Santoro, la sedia vuota esibita come fuga dal confronto, i video su Beppe tagliati e montati con perversa abilità, le foto su Beppe immancabilmente estreme, le riprese fuorvianti a screditarne la partecipazione, ecc. ecc.

Inoltre i rappresentanti del M5S sono poco smaliziati e poco abituati a queste trasmissioni.

Concordo dunque pienamente con questa scelta, che non è un dogma ma è assolutamente la miglior strategia per il presente, assolutamente la scelta più opportuna oggi.

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.05.12 12:50| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento
Discussione

Come è già stato evidenziato in altri commenti credo sia bene riflettere sull'esperienza di Favia ospite di Serviziopubblico.

Correggetemi se sbaglio ma mi sembra proprio che Beppe ha irrigidito la sua posizione sull'argomento proprio dopo quella trasmissione.

La dinamica è stata estremamente lineare, corretta e pulita, e rende perfettamente il quadro della situazione:

Santoro tira fuori la questione della proprietà del marchio, e la tira fuori in maniera aggressiva e da ignorante.

Attenzione! Questa NON è una critica che rivolgo a Santoro!!! Dopo anni in cui abbiamo tutti sperimentato il giornalismo servo del politico di turno dovremmo tutti avere ben presente cosa vuol dire. Santoro è stato aggressivo, e doveva esserlo. I giornalisti devono essere i "Cani da guardia del potere" e l'aggressività è necessaria quando si fiuta un rischio.

L'Ignoranza non è affatto una colpa. Chi non ha seguito la nascita del movimento e il suo sviluppo non ha gli strumenti per capire il fenomeno e in nodo del marchio.

Per finire i tempi televisivi: la pubblicità incombeva - Santoro domanda: "Secondo te è giusto che Grillo sia il proprietario del marchio? Risposta secca: si o no!"

Risultato: Favia all'angolo - il movimento trasformato agli occhi della gente in un partito padronale alle dipendenza di un fanatico urlante. Esattamente quello che pensano queli che non ci conoscono.

Ecco, se si vuole disegnare il movimento con le matite e la cornice dei Talk Show (anche dei migliori talk show, tra i quali Serviziopubblico ) questa è inevitabilmente l'immagine che ne viene fuori.

Se vogliamo far Capire veramente cos'è il moVimento, come funziona e soprattutto che il solo dare il voto NON BASTA, sarà necessario essere molto prudenti con i Talk show, fino al punto di decidere di non parteciparvi più niente.

Aggiungo che credo anch'io che non sarà facile mantenere la stessa posizione in vista delle Politiche2013. Ma non sono affatto sicuro che invece non sia di nuovo la scelta giusta

Savino ., Fermo Commentatore certificato 09.05.12 10:24| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento
Discussione

cari ragazzi, vi chiamo così perchè ho più di 70 anni e seguo il blog da tanto tempo. Il nostro caro Beppe secondo me ha ragione, siete in gamba, ma ancora " verginelli" conduttori e politici sono grossi volponi, e qualcuno potrebbe riuscire a mettervi all'angolo, e sarebbe un guaio per l'immagine di tutto il Movimento.
Grazie Beppe ed a tutti voi in bocca al lupo, da qualche giorno siete riusciti a farmi sognare ed a farmi diminuire il mal di pancia.
ziotonio

Antonio B. Commentatore certificato 09.05.12 18:40| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento

Ma chi sono 'sti quattro deficenti di R.Emilia a Piazza Pulita ?!!!
"Ho votato Berlusconi perchè era allegro, adesso è allegro Grillo allora voto Grillo"... ^_^'
Sono esterrefatto...

Dario B., Savigliano Commentatore certificato 10.05.12 22:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento
Discussione

Ho conosciuto il movimento sulla rete perchè la tv non la guardo più da parecchio. Se diventate animali da tv avremo perso tutti.

Davide Giaquinto 10.05.12 17:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento

Caro Beppe, come hai ragione.

Sono finita intrappolata in una semplice discussione su facebook, area sinistra critica snob cheppero' della serie critichiamo solo noi, dove alcuni tizi sparavano cavolate sul MoVimento, con aria sicura, e altri davan loro ragione.

La sventurata (cioe', io), rispose, pensando in buona fede di poter dare qualche informazione, difenderci.

E tac, subito in un loop: se affermi che offendono o sparano calunnie, sei il grillino che rifiuta il dialogo. Se ti appassioni a difenderti con foga, citando i fatti, sei il grillino fanatico e aggressivo.

Mi sarei presa a pugni da sola.

Ed era solo facebook. Figurati con certi volponi che ti interrompono, non ti lasciano parlare, stravolgono quel che dici, ti accostano, dando loro compiaciuti la parola, a personaggi squallidissimi.

Bisogna studiarsi un po' la comunicazione. Noi certi segnali non li vediamo, non siamo esperti.

Ma la Guzzanti quando don Gallo o Erri de Luca dicevano qualcosa di appena favorevole su di noi, a parlargli addosso.

Ma Gad Lerner che voleva a tutti i costi far dire a Freccero che siamo leghisti.
Freccero stava cercando di spiegare che a Savona siam persone serie e lavoriamo. Zittito e cambio discorso, subito.

E parliamo di Freccero, ohe', che mastica pane e televisione. Noi poveri untorelli, dove andiamo? Che ci facciamo li'?
Capisco che quando ti chiamano hai ancora la soggezione della persona comune, capisco la voglia, l'ansia di difendersi... ma li' ti aspettano.
Io credo - per non essere del tutto pessimista - che un pochino la buona fede e l'impegno vengano fuori comunque. Io credo che ormai anche i teledipendenti si stiano riscuotendo.

Ma e' una fatica improba, una strada costellata di insidie e che rischia di diventare boomerang, un avventurarsi su terreni non propri.
Essere circondati di silenzio e calunnie guarda dove ci ha portati, perche' non continuare cosi'? Non facciamoci lusingare, continuiamo a rispondere coi fatti e la serieta'.

milena d., savona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.05.12 16:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento
Discussione

Se uno vale uno, se il movimento 5 stelle è fatto da persone come noi e tutti noi possiamo farne parte, il vedere rappresentanti del movimento che prendono confidenza col mezzo televisivo e cominciano a somigliare sempre più ai politici che si trovano di fronte, mi fa pensare che tutto finirà in una bolla di sapone. E' chiaro che internet non è un mezzo a disposizione di tutti i possibili elettori e quindi è corretto cercare di raggiungere più persone possibili. Però la tv corrompe. Tutti questi riflettori puntati sul movimento temo solo che servano a generare nuove star. Si rischia di diventare una sorta di Grande Fratello prestato alla politica. Infatti, personalmente provavo molta empatia per Giovanni Favia. Oggi, dopo tutte le sue apparizioni televisive, mi sentirei in imbarazzo solo a stringergli la mano. Non lo sento più un mio pari. La realtà è che a noi la tv ci divide e basta.

Sergio 09.05.12 02:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento
Discussione

Rientro da lavoro e cosa leggo su diversi quotidiani online?
Grillo lite con Putti- Rissa Grillo Putti- I grillini vogliono un parricidio( vabbè questo è il giornale, chiamarlo quotidiano è un po forte).
Poi leggo le dichiarazioni di Putti e non ha detto niente di strano.
Visto come si fa presto ad accendere le micce, e pensare che stamani tantissimi editorialisti danno ragione a Beppe, saranno tutti rincoglioniti.
Ci vuole più attenzione con questi sciacalli.
E poi permettetemi, se uno si candida per fare il consigliere o il sindaco deve pensare a lavorare per il suo comune e non fare comparsate televisive, altrimenti siamo da capo alla canzone. In pochi giorni Putti mi sembra che sia già comparso un po troppo in Tv. Ma vale 1 o di più. Non voglio accusarlo ma stanno usando la sua educazione per metterlo nel culo a tutti. Faccia come Castiglion che dopo 2 minuti in cui si è rifiutato di parlare di cose che non riguardassero il suo comune, a detto al conduttore scusate ma io devo andare a lavorare.

David Diqual, Pisa Commentatore certificato 10.05.12 18:54| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento

Incollo quanto scritto su FB in un commento ad un post del M5stelle.
Da esterno (per ora) posso dire che senza la TV non avrei avuto modo di conoscere il movimento, uso FB da soli 6 mesi e Twitter da poche settimane. In Italia il 50% delle persone, in genere sopra i 50 anni, non è mai andato su Internet, quindi la presenza in TV secondo me è utile. Certo ci sono dei rischi, ci vuole molta attenzione e sobrietà per non cadere nella trappola di questi talk show tutta apparenza e niente sostanza.
Qui posso aggiungere, magari non andate ai talk show ma qualche intervista in tv o in radio fatela, è necessario che chi non è su internet possa conoscervi e conoscere le vostre idee.

Pier Luigi Cheio 09.05.12 17:13| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento

L'approccio di Grillo, depurandolo dal tono di aut-aut, è razionale e pragmatico.
Oggi parlare in TV è controproducente per la raccolta di voti.
Differenziarsi paga.

Oltretutto per andare in TV bisogna essere formati.
Infatti le aziende mandano a parlare con la stampa solo"spokesperson" selezionate che hanno fatto corsi interni per non cadere nelle "trappole" dei giornalisti o adirittura solo responsabili PR.
Ma essendo il m5s un movimento nato dal basso non ha una struttura e quindi come fa a identificare i portavoce?
E i portavoce o qualunque altro grillino come potrebbe rispondere a domande su temi non esplicitati dal programma?
Aborto, droghe leggere, matrimonio tra gay, suicidio assistito sono solo alcuni temi che spaccano partiti con una lunga storia, figuriamoci movimenti di opinione che accomunano ideali comuni ma radici culturali diverse.

Quindi non rispondere al contraddittorio, non solo paga elettoralmente, ma è una necessità per permettere al movimento di maturare in una organizzazione più strutturata con processi decisionali condivisi e definiti.

DavideC 09.05.12 23:37| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento

Ascoltate la saggezza di Beppe. I talk show sono una trappola, diffidate.
Se Beppe è arrivato fino a questo punto è perchè ha fatto a meno della televisione.
Voi siete nati in rete ed è dentro la rete che dovete crescere, la gente vi crede proprio per questo motivo.
In bocca al lupo per le politiche che si avvicinano sempre più.
Grande Beppe, tu sarai sempre il nostro faro.

Daniela Moscato 09.05.12 22:06| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento

credo sia necessario capire che Beppe si rivolge ai sostenitori del movimento come farebbe un padre verso i suoi figli, mettendoli in guardia dal compiere atti lesivi solo per il loro bene.
Il fatto stesso che anche Matrix ieri si sia dedicato interamente al fenomeno "grillo " la dice lunga sul tentativo manipolatorio delle testate giornalistice e delle tv.
PER SETTIMANE , PRIMA DELLE ELEZIONI, HANNO OFFESO IN OGNI MODO POSSIBILE IL MOVIMENTO E IL SUO LEADER,, E ORA '?? PERCHE' TUTTA QUESTA NECESSITA' DI CAPIRE ?? DOVE ERAVATE GIORNALISTI IN QUESTI ANNI IN CUI IL MOVIMENTO PRENDEVA PIEDE ? LECCAVATE IL DI DIETRO AI PARTITI CHE LOTIZZANO LE TV ??
NON CI CREDEVATE VERO CHE LA GENTE SI STUFASSE DELLE VOSTRE MENZOGNE . DEI VOSTRI TITOLONI ?
ora se volete parlare con gli esponenti del movimento usate il blog, confrontatevi con noi, ma in tv non ci vedrete mai fino a quando non ci sara' un'informazione libera e democratica

monica g., olbia Commentatore certificato 09.05.12 21:59| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento

Sono d'accordo con Beppe Grillo su questo punto. Loro sono professionisti della TV. Il confronto non e' credibile. Dall'altra parte Loro NON sono professionisti del lavoro per cui sono pagati. Spero che i 5 Stelle dimostrino di poter competere con Loro nel ruolo che sono stati votati a ricoprire. Apparire in televisione non serve a nessuno se non alla pubblicita' del singolo. E questo non e' in linea con la filosofia del movimento. Piuttosto mandate un video dove sbugiardate gli invitati a tale trasmissione e ditegli di rispondere in rete!! In bocca al lupo, Ivan.

Ivan Girotto 09.05.12 21:58| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento

CI SONO COMMENTI RADICALI (O VIA DALLA TV O VIA DALLA POLITICA) CHE STRIDONO FORTEMENTE CON LA VOGLIA DI PARTECIPAZIONE E DI METTERSI IN GIOCO PER RIAPPROPRIARSI DEL "BENE COMUNE" CHE E' UNO DEGLI ASPETTI FONDAMENTALI DEL MOVIMENTO.

STO OSSERVANDO GIA' CHE SI VA VERSO LA DIREZIONE DI: "CHI NON FA COME DICO IO E' FUORI DAL MOVIMENTO" COME SE IL MOVIMENTO FOSSE DI PROPRIETA' ESCLUSIVA DI QUALCUNO IN PARTICOLARE.

FORSE A QUALCHE INDIVIDUO HA DATO ALLA TESTA I NUMERI A CUI E' ARRIVATO IL MOVIMENTO E LO DICO CON PROFONDO RAMMARICO.

CON LA RAPIDITA' CON CUI SI VA SU CAPITA DI SCENDERE NELL'ABISSO...

CI SARANNO SICURAMENTE I PIU' GIOVANI CHE VEDONO O TUTTO BIANCO O TUTTO NERO E QUESTO MODO DI PENSARE PORTA SPESSO AD UN MURO INVALICABILE CHE AMMAZZA IL DIALOGO E CHE E' ALLA FONTE DEL MOVIMENTO.

E QUALCUNO STA QUI A PARLARE DEL "NON STATUTO" CHE APPUNTO E' UN NON

IL BUON SENSO E' ALLA BASE DI TUTTO

Denis Grizi 09.05.12 14:32| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento
Discussione

Non sono d'accordo con Beppe.
A mio modesto avviso se lui si confrontasse in Tv porterebbe molta altra acqua al suo mulino.Perchè moltissima gente non si informa su internet e tramite la rete.Essa continua,imperterrita nella sua pigrizia ed ignavia, a guardare solo la Tv ed ad informarsi esclusivamente da essa.
Infatti Beppe con la sua straordinaria ironia comica dà ulteriore efficacia e forza ai suoi (già oggettivamente sacrosanti) argomenti ben più della pacata, asettica,scialba,monocorde dialettica di molti politici. Insomma gli argomenti e le proposte che Beppe rappresenta sono così evidenti e sacrosanti in un contesto generale mai così corrotto e degradato nella storia d'Italia che una persona come lui non può temere alcunchè se si confrontasse direttamente con i "politici" attuali. Anzi ritengo che metterebbe in ridicolo ed in serissima difficoltà molti di loro.
Immaginate per un attimo un confronto di Beppe con Berlusconi o con il suo complice D'Alema.Gli argomenti contro il nano ed il compromesso con il suo complice sono così numerosi ed evidenti,anzi schiaccianti, che Beppe non potrebbe proprio non uscirne vittorioso.Guadagnando alla sua causa ed a quella del movimento una miriade di telespettatori già disgustati ed esasperati da tanta incapacità e corruzione.

Angelo Balzano 09.05.12 13:29| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento
Discussione

CARO M5S IERI ABBIAMO AVUTO L'ENNESIMA PROVA CHE BISGOGNA ASCLTARE I CONSIGLI DI BEPPE GRILLO CHE IO APPOGGIO CON FERMEZZA, LUI SBATTUTI FUORI DALLE TV 1988 PERCHE' PROVO A DENUNCIARE IL SISTEMA POLITICO E MEDIATICO DAL PALCO DI SANREMO, LUI CHE PER PRIMO HA SPERIMENTATO LA VILENZA CHE LE TV E I GIORNALI RIVERSANO SU CHI ANCORA VUOLE DIRE COSE COSTRUTTIVE.
IERI A PIAZZAPULITA PROGRAMMA CHE PER ALCUBI VERSI FA ANCHE SERVIZZI INTERESSANTI HO VISTO L'ASSALTO ALLA DILIGENZA DEL M5S DI REGGIO EMILIA, INTERVISTANDO A SPIZZICHI E BOCCONI QUA E LA' PER DARE UN UNICA CHIARA IDEA "IL M5S E' ORA NON PIU' ANCTIPOLITICA (FORTE DEL RISULTATO ELETTORALE) MA LE PERSONE CHE LO FORMANO SONO DEI BENEMERITI IMBECILLI" MORALE PARTITI CLASSICI PRENDETE VOI IN MANO LA BANDIERA DEL CAMBIAMENTO E DEL POPULISMO E CERCATE DI METTERE NELL'ANGOLO IL VERO CAMBIAMENTO...ORA NON CHE IO VOGLIA INSEGNARE NIENTE A NESSUNO MA FINCHE' NON SI AVRANNO GLI ANTICORPI NECESSARI SAREBBE MEGLIO SEGUIRE DETERMINATI CONSIGLI RIFUGGENDO LE SIRENE DI QUESTI PROGRAMMI TELEVISIVI CHE DA ANNI CI PROPOGONO IL SOLITO MUNU' METTERE IN PRIMA LINEA I POLITICI PIU' NAUSEABONDI (SANTANCHE'DALEMA GASPARRI ECC...) PER DIVIDERE GLI ITALIANI TRA COGLIONI E RINCOGLIONITI - NOI NON DOVREMO METERCI IN QUESTA GIOSTRA INFERNALE...
un iscitto come tanti
Andrea twitter@sivieroandrea

ANDREA SIVIERO 11.05.12 10:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

TRILUSSA
Fissato ne l'idea de l'uguajanza
un Gallo scrisse all'Aquila: - Compagna,
siccome te ne stai su la montagna
bisogna che abbolimo 'sta distanza:
perché nun è né giusto né civile
ch'io stia fra la monnezza d'un cortile,
ma sarebbe più commodo e più bello
de vive ner medesimo livello.-

L'Aquila je rispose: - Caro mio,
accetto volentieri la proposta:
volemo fa' amicizzia? So' disposta:
ma nun pretenne che m'abbassi io.
Se te senti la forza necessaria
spalanca l'ale e viettene per aria:
se nun t'abbasta l'anima de fallo
io seguito a fa' l'Aquila e tu er Gallo.


VENGANO LORO NELLE PIAZZE ALTRIMENTI NOI SEGUITIAMO A FA L'AQUILE E LORO I GALLI

Dylan Dog (), Londra Commentatore certificato 10.05.12 15:39| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

Ragioniamo

Sono daccordo con beppe che gli studi dei programmi di opinione (cosidetti talk show) sono tuttora ambienti insalubri e deleteri per l'immagine del movimento.
Non credo peró che beppe si riferisse a tutti indistintamente. Per esempio, nel caso delle televisioni locali, l'uso di questo mezzo in una comunitá circoscritta obbedisce piu ai dettami di un servizio di informazione che di uno 'spettacolo' o immenso spot, forma che purtroppo hano gran parte dei programmi dedicati alla discussione política.
Detto questo, penso che se affrontiamo la questione dal punto di vista del pragmatismo dell'analisi sociale, allora beppe ha 2 volte ragione, in quanto questo sistema di informazione, Rai compresa, e salvo pochissime eccezioni é parte integrante, é un ingranaggio necessário e indispensábile del sistema di potere dei partiti in Italia, negare questo, senza togliere niente ai pochi casi di integrità professionale che riescono a approfittare degli ancora minori spazi di libertà, significa non prendere sul serio la proposta política del movimento, dove la discussione dei temi politici in un salotto e tra attori sempre fissi e definiti rappresenta un intero sistema di potere e di relazioni sociali da superare, e che ci ha portato dove siamo.
Comunque, non possiamo nascondere il fatto che la necessitá di organizzarsi a livello nazionale presenta problemi organizzativi e anche prettamente polítici. Io credo che si possano trovare soluzioni rispettose dell'orizzontalità del movimento, non conosco le discussioni sul tema ma cedo sia il momento di dedicarci seriamente a pernsarci come forza politica nazionale.

Roberto S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.05.12 21:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

ATTENZIONE i media servi del potere (quasi tutti)
hanno un anno di tempo per distruggere il movimento 5 stelle. Utilizzeranno tutti i mezzi leciti e non messi a loro disposizione dai loro padroni per schiacciare il fenomeno Grillo e il
movimento, indagheranno sulla vita privata dei ragazzi, tenteranno di ridicolizzarli, di estorcere precedenti appartenenze ai partiti per etichettare loro, il movimento e Beppe Grillo.Utlizzeranno la loro ingenuità e la loro onestà individuale per farli cadere in trappole precostituite , per sminuirli agli occhi dei loro potenziali elettori. E' quindi di fondamentale importanza evitare i talk show televisivi condotti
da giornalisti servi dichiarati e non , che tuttavia hanno già preso posizione contro il movimento dichiarandolo "antipolitico".
Cosiglio solo a Beppe di avventurarsi in questa giungla, con molta cautela, utilizzando le sue enormi capacità comunicative per fare arrivare alla gente semplice i suoi messaggi di cambiamento, di rottura con il passato, di giustizia sociale e di fiducia per il futuro...
Auguri ragazzi, vi voglio bene..

renato c., roma Commentatore certificato 09.05.12 17:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

Completamente d'accordo!!!

I talk show politici sono appunto "show" che servono a vendere pubblicità. I politicanti ci vanno per soddisfare il proprio ego di protagonismo, ma non mai visto un politico uscirne vincitore. Il vincitore è il conduttore se è bravo. Gli ospiti possono uscirne sconfitti o se va bene illesi.
Con la politica non c'entra nulla.
Ma vi rendete conto che tutti hanno 4-5 suggeritori alle spalle? Ma è politica questa?

Si può inviare un blocco registrato su una parte di programma ai talk show e se vogliono mandarlo in onda ok, ma non si può certo stare in studio a parlare con la Santanchè...

Chi non ha internet si sviluppa raga... anche 100 anni fa c'era metà popolazione analfabeta! Adesso è ora di svegliarsi, siamo 20-30 anni indietro rispetto a Giappone, Sud Corea, e compagnia... Bisogna tirare fuori le palle se non vogliamo finire nel terzo mondo!

Fabrizio Favilli, Imola Commentatore certificato 09.05.12 01:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

Avete visto questo filmato???

http://www.youtube.com/watch?v=f00-aMGUyAE

Dite ora voi se BEPPE HA RAGIONE O NO A PARLARE DI PRINCIPIO DI COMBATTERE I MEDIA e non andare in Tv!!!

Quelli hanno abbabbiato Putti portandolo sulla retorica che volevano loro, e Putti non è riuscito a dire che i RIMBORSI ELETTORALI loro se li fregano da anni! Milioni di euro che possono cambiare manovre finanziarie!!
mentre Il Movimento li ha lasciati allo Stato!! quasi 2 milioni di euro! Allo STATO ripeto!!
altro che stipendi!

E non è riuscito a dire che QUINDI NON SI PERMETTESSERO di dire che IL MOVIMENTO costa allo stato quanto loro!!!
farabutti!
e hanno fatto passare il messaggio che i cittadini eletti non fanno un cazzo e costiamo quanto loro!!

e la loro vita è come la nostra!
NON è COME La nostra!!!
con tutti i privilegi e le leggi vergogna che hanno il coraggio di votare!!!
E NESSUNO DI LORO SI DEVE SUICIDARE ALLA FINE DEL MESE!!!

Loro sono marpioni e machiavelli!
in TV o ci si va superinformati, preparati alla guerra e si pianta un casino!!!
o altrimenti vogliono usarti, puntarti, smontarti e annientarti.
affinché nulla cambi!!
perché tanto tu sei solo un cittadino inerme e buonaccione!!
Ha ragione Beppe o NO?
Altro che diktat!
Date ascolto a chi vi sta guidando ad un sogno e vi sta regalando sogni, speranze, forza, visibilità e voti! e soprattutto tanti principi!!
E altri ce ne deve ancora dare.
Senza i PRINCìPI noi non siamo nulla!!!
E i MEDIA sono CONTROLLO di potere! LO insegna la Storia, non o dico io!!

Per il bene di questo sogno! Che vengano loro in mezzo alla piazza e alla gente a rispoondere alle nostre domande sui fatti concreti e sui soldi rubati! Io non andrei in TV se prima loro non vengono a ripondere alle nostre domande in mezzo alla gente!!!
Per primo Schifani! CHe vengano loro in casa nostra a risponderci!!!
distruggiamo il Quinto potere!
Per l'amor di Dio,
Come implorava Pasolini, spegnete e buttate la TV!

Francesco Di Serio (frank di serio), Grumo Nevano Commentatore certificato 09.05.12 18:36| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento
Discussione

Trovo questo post inutile e dannoso. Io ho visto le interviste ai candidati e non solo ho potuto conoscerli , ma soprattutto apprezzarli: gente veramente in gamba e questo è stato visto da un gran numero di persone che di interne non ne sanno nulla. La televisione bisogna usarla, imparare ad usarla. E poi penso che debba essere una scelta dei singoli quella se apparire o meno nei talk show

mario graziani Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.05.12 16:47| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

Ragazzi, sapete che differenza c'è tra talk-show e approfondimento? Spero di si.

Vedendo i temi trattati e lo spazio assegnato, non ho sentito parlare di idee e soluzioni, di programmi, di MoVimento. Ho visto eletti (e non eletti) andare in TV a rispondere a pettegolezzi/provocazioni su Grillo/Casaleggio, confronti e solite domandine...CAZZATE. Questo intende Beppe.

Se la TV fosse vera informazione e ci dessero possibilità di parlare di MoVimento e di battaglie sul territorio o cosa proponiamo di concreto e perchè, nessuno obietterebbe.

Parteciparci quindi è davvero una scelta di campo se i presupposti sono quelli di Ultimaparola, perchè diventa solo una marchetta televisiva per il singolo che è in trasmissione. Questa è la morale.

Io ci sono arrivato tempo fa, ancora prima di Grillo.
Cercavamo anche noi visibilità in Piemonte per le regionali e nessuno parlava di noi, ma sono andato cmq in giro con gli altri per il Piemonte a raccogliere firme, fare banchetti, e partecipando attivamente come ho sempre fatto... ma non per la TV.

Ora che la visibilità l'abbiamo, non dobbiamo buttarla via... e vi chiedo di essere obiettivi sui contenuti di quello che viene detto. Non si può dire bravo a prescindere solo xè c'è in tv uno del MoVimento senza mettersi nella parte di un comune cittadino che fa zapping.

Noi parliamo poco e facciamo tanto. Se mi dicono prima di cosa parliamo e quanto mi fanno parlare sui temi allora vediamo. Io sono obiettivo e oggettivo. Sono contento quando vedo Bono e Bertola e gli altri in TV, li conosco e abbiamo lavorato insieme per trovare soluzioni (e ancora lo facciamo)...ma non posso accettare di vedere il mio lavoro volontario e quello di tanti cittadini minimizzato in TV.
Io non lo accetto per dignità personale e rispetto di chi ci mette passione come me.

Tutto qui. Profilo basso, presenza sul territorio e in rete.

Spesso Grillo scrive una cosa, ma la morale è un'altra.

Saluti a tutti.

Domenico Monardo (MoVimento5stelle Collegno TO)

Domenico Monardo, Collegno (Torino) Commentatore certificato 09.05.12 05:24| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento
Discussione

credo che quelli del movimento non debbano andare in tv e a tal proposito cito una massima di oscar wilde:non confrontarti con i disonesti ti portano sul loro campo e ti battono con l'esperienza.stasera a ballaro il candidato di genova è caduto nella trappola di fassino.occhio ragazzi,voi siete persone per bene quelli lupi famelici con decenni di esperienze nella malavita.

vito asaro, mazara del vallo Commentatore certificato 09.05.12 00:02| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento
Discussione

una soluzione potrebbe essere utilizzare solo le tv locali... e nei programmi nazionali nulla... ;) non abbiamo nessun interlocutore tra di loro... però devo dire che vado fierissimo di tutti quelli che hanno parlato, riescono ad essere pazienti e non cadono mai nei tranelli... certo essere sopraffatti e interrotti è la norma quando provi a parlare di qualcosa di concreto... è una gogna sistematica... nelle tv locali forse il confronto potrebbe avere dei risvolti migliori... ;)

Lorenzo Celsi (lorynik), Arezzo Commentatore certificato 08.05.12 23:50| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento
Discussione

su la 7 c'e' finito il movimento 5 stelle di reggio emilia e sinceramente ha fatto sulo una gran figura di merda, ha fatto parlare una rasata che non sapeva neanche dove stava di casa.
ha ragione grillo la nostra forza e stare fuori dalle tv e lavorare per il bene del nostro paese.

BISOGNEREBEB FARE QUALCOSA BEPPE !! FUORI DALLE TV !!!

MATTEO PIRO 10.05.12 22:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

Telefonate a Reggio Emilia please ditegli di smettere e sparire, ci stanno rovinandooooooooo

Salvuccio C. Commentatore certificato 10.05.12 22:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

dobbiamo parlare con i fatti, poi la comunicazione sui media richiede regole e professionalità che non si imparano in un giorno , ci vuole un coordinamento per tutti uguale; Grillo come portavoce sui media basta e avanza.
Altrimenti c'è la confusione e l'omologazione .
Pensate un momento.. l'eco mediatica sarebbe stata maggiore o minore se nessuno del movimento fosse intervenuto sui media ?
il movimento deve agire sul campo non in televisione.

NICOLA C., ROMA Commentatore certificato 10.05.12 17:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

Enzo di Frenna su ilFattoQuotidiano.it

Ecco perché Grillo ha ragione a dire: “Non andate in tv”

..."Cari candidati del M5S, la comunicazione è un’arte raffinata. Si basa principalmente sulla conoscenza delle psicologia e delle emozioni. Ci sono persone che la studiano e diventano bravi, usandola per manipolare e ribaltare la realtà. Abbiamo avuto l’esempio di Berlusconi, campione delle tv e delle menzogne.(continua)"

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/05/10/ecco-perche-grillo-ragione-dire-%E2%80%9Cnon-andate-tv%E2%80%9D/225595/

yujiza inesilio Commentatore certificato 10.05.12 16:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

Vorrei segnalare che il pericolo non corre solo lungo i talk-show, ma anche attraverso i quotidiani on-line.

Era stata pubblicata un intervista a Pizzarotti su affari italiani con il titolo traviante "Grillo oscura noi del movimento", frase MAI DETTA dal candidato sindaco parmigiano (ora già cambiata).

http://affaritaliani.libero.it/politica/pizzarotti-m5s-parma-affaritaliani-grillo090512.html

Avvisato tempestivamente Pizzarotti ha inviato una smentita secca e il titolo è stato cambiato. Ci provano in ogni modo!

http://www.parmanews24.com/speciale-elezioni-gli-interventi/pizzarotti-rettifica-e-smentisce-dichiarazioni-riportate-a-libero-it/

Bisogna stare all'erta!!! Sul web non sfuggi...

Alessio M., Parma Commentatore certificato 09.05.12 17:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento
Discussione

Ho visto i 5 stelle sia a 8 e mezzo che a Ballarò. Sono rimasto esterefatto. Dalla Gruber, con il fesso di Forli,' sembrava di assistere ad un esame di ammissione mentre da Floris veniva spontaneo un moto di ribrezzo vedendo il botta e risposta con l'inguardabile Fassino. Non conoscevo i candidati che, pur essendomi sembrati delle brave persone,mi hanno dato l'impressione di babbei caduti in un tranello.Spero che tutti seguano il consiglio di Grillo e evitino, come la peste, il video.

guido brigadoi 09.05.12 16:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

mi spiace ma Beppe ha ragione....
Ieri sera guardando sia 8 1/2 e Ballaro si vedeva chiaramente che li mettevano in difficoltà e la parlare non era cosi facile.
Una domanda dietro l'altra poi la pubblicità, concetti a metà, gli chiedevano cosa farete in questo caso, e a livello nazionale?
Comprendo lae vuonissimeintenzione dei ragazzi e ci mettono tutta la buona volontà del mondo, ma non guidi la telecamera, non decidi una mazza, e alla fine ti fanno sembrare uno sbarbatello piovuto li per caso.
La fretta è cattiva consigliera, meglio far parlare i fatti o parlare con le persone per strada. Comunque gli errori vanno messi in conto senza drammatizzare ( titpica cultura televisiva).
Beppe può sembrare duro ma la posta in gioco è altissima. Non abbassiamo la guardia.

David Diqual, Pisa Commentatore certificato 09.05.12 21:38| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

un saluto a tutto il M5S,
continuo a leggere commenti svariati a questo post e ciò è solo positivo: se l'uva non fermentasse non esisterebbe il vino!
sono uno di quelli che ha finanziato la trasmissione di Santoro(giornalista che non mi fa impazzire) 'Servizio Pubblico'perchè da sempre sono un sostenitore della libertà di informazione.
nonostante ciò non ho mai seguito in tv una sola puntata della trasmissione,guardo solo in internet gli interventi di Travaglio(=informazione) e Vauro(=satira).
non guardo i talk show perchè non fanno informazione,ormai sono diventati dei grandi acquari pieni di pesci colorati(sempre della stessa specie)che fanno la gara a chi si mette più in mostra.con che risultati poi?
di farsi "pubblicità"? piantiamola di credere alle favole.
diamo il giusto valore alle cose: i talk show non sono programmi di informazione , ma solo di intrattenimento,se voglio informazione in TV guardo Report della Gabanelli (santa subito!) non Santoro c. coi loro programmi oramai confezionati.
come già scritto,la sera dei risultati delle amministrative ,io non ho acceso la tv,mi sono messo sulla poltrona a leggere un bel libro.
perchè avrei dovuto sorbirmi passivamente ore di inutili trasmissioni dove le solite facce arrancavano tentandomi di spiegare una cosa di cui noi siamo parte attiva,RAGAZZI IL TEMPO DEI PROFESSIONISTI DELLO SPIEGARE E' FINITO,ORA E' IL TEMPO DEL FARE.
non perdiamoci in sterili polemiche,è l'unica occasione che resta a quei miseri figuri che ci hanno condotto così in basso,tentare di disgregarci dall'interno,hanno una fottuta paura della nostra coesione.
per favore non roviniamo quanto di buono è stato costruito in questi anni,siamo solamente all'inizio ed il bello deve ancora venire!
io vedo il M5S come grossa occasione di rinnovamento politico,culturale e civile.
scusate se mi sono dilungato ma scrivo sempre "di pancia"...
parafrasando un bellissimo detto cinese : CHI SA FA , CHI NON SA SPIEGA.
un abbraccio a tutti

Diego B., desio Commentatore certificato 09.05.12 16:32| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

In TV SOLO 5 MINUTI X DIRE 3 COSE:


2 MANDATI
NIENTE SOLDI AI PARTITI
FUORI I LADRI E LA MAFIA DA PARLAMENTO

POI CI VEDIAMO IN PARLAMENTO...

Francisco C., Milano Commentatore certificato 09.05.12 08:46| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

"chi partecipa ai talk show deve sapere che d'ora in poi" ... seguo da moltissimo il blog e lo ritengo un qualcosa di prezioso e utilissimo e sono un sostenitore del movimento e di Beppe ma quest'ultimo messaggio suona quasi come una minaccia e il tono non mi piace per niente.

Vorrei sapere se l'autore del post è Beppe o qualcun'altro.

Ultimamente vedo poca trasparenza e me ne dispiace, dobbiamo poter seguire i principi del movimento. La "strategia" riguardo ai talk show probabilmente è giusta ma non dobbiamo nemmeno chiuderci in noi stessi in stile "setta".

Inoltre un'altra cosa: sempre sul tema dei talk show, penso che il dibattito sia un qualcosa a cui dare molto valore. E' vero ad esempio che il signor Montan@ri cerca da tempo un confronto su alcuni temi importanti con Beppe senza aver risposto? Si può considerare una questione privata? (Spero che questo commento non venga cancellato altrimenti avrei la prova che quanto riportato in questo documento è almeno in parte vero: http://bit.ly/K0mZkC)

Un'ultima precisazione: non voglio con questo mio messaggio scatenare polemiche inutili o altro, non sono un troll e sto cercando di ragionare su alcuni temi che ritengo importanti visto l'importanza che attribuisco al movimento 5 stelle, importanza che mi fa sentire il bisogno di trasparenza e di poterlo considerare "senza macchia".

Comunque vada i valori riportati nel non-statuto sono una sorta di "anticorpi" e sono pensati per tener lontano "il marcio" per cui questo mi da comunque una certa fiducia e dose d'ottimismo.

Giovanni D. Commentatore certificato 09.05.12 01:06| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento
Discussione

Non è una cazzata...Beppe vuole mettere in guardia...perchè lo sa bene che il difficile comincia adesso

Marco F., Cologno Monzese Commentatore certificato 08.05.12 23:38| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

Si puo' essere piu' o meno d'accordo sul fatto di andare o no in TV, ma sono perplesso (molto) sull'affermazione che "chi partecipa ai talk show deve sapere che d'ora in poi farà una scelta di campo". Ecco, queste affermazioni mi demoralizzano perche' vanno contro il principio del no leader.

Ermanno Romano
uno dei 39 candidati al consiglio comunale di Palermo col M5S

ermanno romano (ermanno.romano), cambridge Commentatore certificato 08.05.12 23:27| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |Rispondi al commento
Discussione

E dico di più rispetto a prima: se Pizzarotti continua a passare in Tv mi vince pure il ballottaggio: GARANTITO ! ! !

Reve ng Commentatore certificato 08.05.12 23:22| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |Rispondi al commento
Discussione

Bene ha fatto Mirco Moreschi a non partecipare ad 8&1/2. Un appartenente al M5S in un talk show è come un vegetariano in una macelleria. Due pianeti che appartengono a sistemi solari diversi. Chi non ci conosce avrebbe una percezione superficiale e distorta del movimento. Stiamo cavalcando un'onda anomala originata dalla deflagrazione dei partiti classici. Abbiamo tutto il tempo per avvicinare altri cittadini attraverso il nostro "metodo" moderno di fare politica, che non prevede ne il linguaggio ne i tempi dei talk show. Stiamone fuori e continuiamo a lavorare con la qualità che ci contraddistingue.

Lorenzo Leoni, Pinzolo (TN) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.05.12 00:47| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |Rispondi al commento
Discussione

proposta: beppe perché non fai un piccolo referendum interno sul blog per vedere quanti sono a favore e quanti i contrari alle apparizioni televisive? e sulla base del risultato si decide la linea da adottare? democrazia no?...

Roberto Ferrarini, Vlijmen (Paesi Bassi) Commentatore certificato 09.05.12 08:44| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |Rispondi al commento
Discussione

Ha stra-ragione Beppe : nel lungo periodo andare in tv disintegrerebbe qualunque esponente del movimento.
Quelli ti fregano in maniera sottile: non sono mica al potere per niente..

Al. P. Commentatore certificato 09.05.12 01:01| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |Rispondi al commento

Beppe is 100% WRONG on this topic! Intanto, il fatto che non si sia ancora pensato come affrontare questo argomento fin ora è ridicolo. In Italia il 50% dei comuni non è raggiunto dall'ADSL, mettete che un tizio in montagna sente parlare del movimento e vuole informarsi, sapere qualcosa, vedere qualcuno del M5S che parla... Non può farlo. Mettete che uno vive in città ma non sa nemmeno accendere un computer, ma tendenzialmente sarebbe d'accordo col programma, come fa? Mettete che qualcuno ha una morosa come la mia, che sa usare il computer (e anche bene) ma non ha nessuna voglia di visitare il sito di Beppe, ieri abbiamo visto assieme Ballarò e lei alla fine mi ha detto "ah, però, questo M5S. Sembra fiko". Escludere dei canali di comunicazione è da ottusi, è un comportamento da che spacca la popolazione in parti. Gli eletti DEVONO IMPARARE A PARLARE IN PUBBLICO, confrontarsi davanti alla telecamera e magari trovare uno stile argomentativo tutto nuovo , che fa a cazzotti con quello orrendo e desueto dei vecchi politici. Ma vi immaginate se il M5S va in parlamento? Cosa diranno i deputati all'uscita di Montecitorio? "Non posso rispondere alle domande in TV che sennò Beppe mi scomunica!". Ma dai! Secondo me la TV non è morta, ma DEVE cambiare, e il M5S può essere un protagonista del cambiamento, personalmente io navigo molto, e mi informo in rete, ma guardo anche la TV. Vi prego sinceramente di non diventare Ottusi.

evilscience 09.05.12 17:04| 
 
  • Currently 3.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |Rispondi al commento
Discussione

Sono iscritto al m5*, e per me questa è una decisione da mettere ai voti. Personalmente ritengo che abbia ragione Grillo anche se non mi piacciono gli aut aut: ormai i talkshow legittimano coloro che ci vanno, anche i cialtroni. Bisogna uscire da questa logica.
Fin qui il M5* ha vinto restando fuori dal teatrino della TV e deve continuare a fare così!
Per coloro (vedi anziani) che non conoscono il M5*, devono essere "forzati" a cercarne notizie su internet.

capkirk 09.05.12 00:30| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |Rispondi al commento

Ho letto tanti commenti a favore di Grillo.
Mi chiedo solamente come si possa conciliare la grande voglia di democrazia che, grazie al M5S e al suo grande risultato, è andata alla ribalta e la chiusura minacciosa di Grilo stesso nel suo messaggio. Mi chiedo come si possa tollerare un'ingerenza del genere in un movimento che sento libero e vicino ai cittadini. Boh.

Marius 09.05.12 19:32| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |Rispondi al commento

però questo mi sa tanto di Editto Bulgaro per interposta persona!...
Se un appartenente al Movimento se la sente di andare in tv e fare sfracelli perché Beppe dovrebbe impedirlo?... CI siamo per anni lamentati del partito padronale del taccato di arcore e adesso si ripercorre la stessa strada?!?
...

Reve ng Commentatore certificato 08.05.12 23:16| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |Rispondi al commento

Egregio Beppe Grillo,

stia attento a quelli che prima fanno tutta la scena del
movimento, ecc... e poi una volta dentro si trasformano.

E' un vecchio trucco dei politicanti: cavalcano l'onda del
momento e poi fanno i cazzi loro... tipo andare ai talk show.

Tolga immediatamente il Bollino di 5 Stelle a quelli così !

Se ne fotta se la chiamano dittatore.

Sarebbe come se un ristorante entrasse nella Guida Michelin perché cucina bene, poi per fare più soldi vendesse merda ai clienti e si lamentasse che quelli della guida che lo hanno declassato fossero dittatori.

Il politicante è viscido dentro, epurare, EPURARE !

Il Grigio 09.05.12 11:05| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento

Non sono d'accordo. I candidati del MOv5stelle dovrebbero iniziare ad andare in Tv. Sono d'accordo con l'inesperienza, ma se non si inizia non si impara mai.
Per cui secondo me, dovrebbero prima testare tv locali con giornalisti e politici di basso calibro per imparare e poi una volta fattisi i controcazzi andare nelle Tv pubbliche.

Certo, uno che non è mai andato in Tv non può e dico non può andare ad 8:30 con la Gruber perchè lo fanno a fettine....

Giulia G. Commentatore certificato 09.05.12 08:47| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento

Pasolini diceva: "nel momento in cui qualcuno ci ascolta nel video ha verso di noi un rapporto da inferiore a superiore, che e' un rapporto spaventosamente antidemocratico", ed e' propio cosi, andare in tv ora sarebbe per il movimento 5 stelle un passo indietro.
Lo spettacolo ha "bisogno" di scontri, di risate, di Odiens, ma noi non siamo tutto questo, noi non siamo parole, siamo fatti.

valerio s. Commentatore certificato 09.05.12 22:50| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento
Discussione

Decine di volte mi sono incavolato con Grillo, per la sua cruda sincerità che a primo acchitto mi sembrava esagerata, per poi riconoscere a posteriori che nel 99% dei casi aveva visto lungo e giusto. Quindi non è credere nel pifferaio magico, ma avere fiducia in una persona che ha sviluppato saggezza sulla propria pelle..
Poi ognuno è libero di fare quello che crede, qui non si impone niente e nessuno..

mirco m. Commentatore certificato 09.05.12 22:30| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento

Ribadisco il mio pensiero, maturato in anni e anni di esperienza sulla comunicazione - e postato come commento a un precedente comunicato sullo stesso argomento - per cui questi talk-show servono solo per condizionare le "menti semplici" di quegli spettatori che non hanno i mezzi (o le capacità) per ragionare in maniera autonoma: e che quindi sono i candidati ideali per farsi strumentalizzare mentalmente dal sistema che ben conosciamo e di cui vogliamo essere l'alternativa.

Anche quando fossero condotti in maniera corretta (il che è praticamente impossibile) il filtro del mezzo in questione (la TV) e la conoscenza dei sistemi di comunicazione verbali e non verbali di cui dispongono i professionisti di questo tipo di "intrattenimento", garantiscono loro una presa sull'elettore medio decisamente superiore a quella che si ottiene mettendo in campo un ponderato ragionamento, un'intervista a quattr'occhi con un giornalista qualsiasi (perfino uno assolutamente di parte come un Ferrara o individui simili), per non parlare ovviamente di un comunicato in rete.

E' ovvio che non tutti quelli di noi che sono tentati di andare a un talk-show sono in malafede, vogliosi di stare sotto un riflettore; molti saranno semplicemente convinti in perfetta buona fede di poter tenere testa a macchinari simili e portare a casa un buon risultato.

Spiace, ma - se non sono altrettanto professionisti di chi altro viene coinvolto nel contraddittorio, a cominciare dal conduttore, che di norma è tutto meno che imparziale - si illudono; di brutto, purtroppo: l'entusiasmo non basta e, in casi come questi, finisce col nuocere gravemente alla salute (del Movimento).

Alberto Rizzi 09.05.12 20:46| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

FAVIA, per favore, smetti di gironzolare per gli spazi e programmi televisivi! Ti stimo ma lascia perdere il narcisismo. Non mi interessa nemmeno se porti voti andando in televisione. Non dobbiamo vendere la nostra identitá ed idee per racimolare voti!!! Altrimenti continuatre a pensare esattamente come quelli che stanno lí da 40 anni. essere nel M5S vuol dire andare OLTRE, oltre, oltre...Beppe l'ha giá capito da tempo...

Roberto Ferrarini, Vlijmen (Paesi Bassi) Commentatore certificato 09.05.12 10:49| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

SEMBRA PURTROPPO CHE ALCUNI ESPONENTI DEL M5S SI STIANO ALLARGANDO , COMINCIANO AD ASSAPORARE IL SUCCESSO , IL PALCOSCENICO ..... E POI COSA VORRANNO ??? LO STIPENDIO DA PARLAMENTARE ? L'AUTO BLU ? IL RIMBORSO ELETTORALE ???? PENSAVO CHE QUESTI ASPETTI ERANO CHIARI !!! GRILLO SI E' DANNATO L'ANIMA PER FARLO CAPIRE ....

Ernesto F. Commentatore certificato 09.05.12 21:40| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento
Discussione

Inacettabili i diktat. Il movimento non è proprietà esclusiva di una persona. Beppe, se una cosa non ti sta bene, fai che sia votata dai meet up, non il contrario. Una testa, un voto. I candidati e gli eletti sopratutto non sono pupazzetti in mano a una persona o a un politburo, ma individui dotati di una testa e di capacità decisionali.

Norbz 09.05.12 14:05| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

Credo che sia condivisibile una certa avversione allo "stile" dei talk show dell'ultimo ventennio in Italia.C'e' da dire che il povero Vianello alla fine fa' un talk tra i meno peggio in circolazione e insieme a Santoro e' tra quelli che ha dato piu' spazio "non pregiudiziale" al movimento 5 stelle.E, che ci piaccia o meno, purtroppo in Italia, certe fascie si raggiungono solo con la televisione.Non condivido invece la "velata" minaccia a chi decide, nonostante tutto, di andare... e' un brutto precedente.
Tanto piu' che ogni volta se sono stati interpellati in TV non hanno affatto sfigurato ... anzi.

Andrea Franceschini 09.05.12 13:13| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

una conferma spiacevolissima: sto guardando PUTTI a La7.
Un cretino esibizionista, che si sta facendo fare a fettine da uno sciamne di politicanti ed è arrivato a farsi dire "siete identici a noi" da uno del PD...
Evidentemente non tutti i candidati del MoVimento sono seri, intelligenti e soprattutto non tutti hanno capito che il personalismo nel Cinque Stelle non porta da nessuna parte, fa solo danni.
Via subito questi novelli scilipoti...

maurizio ., Novi Ligure Commentatore certificato 09.05.12 09:13| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento
Discussione

Io sono d'accordo sul principio che i rappresentanti di M5S non debbano concedersi ai talk show per evitare inutili faccia a faccia con chi la faccia non ce l'ha più o addirittura non l'ha nemmeno mai avuta. A mio modo di vedere è fondamentale continuare a dimostrare di essere concretamente diversi da quelli che ci hanno governato fino ad oggi. Stare vicini alla gente, informarla e dimostrare con i fatti il lavoro svolto e le proprie idee fa la differenza. La gente è stanca di parole. Meno visibilità inutile e più lavoro deve essere a mio modo di vedere un cardine sul quale mettere in crisi i partiti tradizionali. Fare ed informare periodicamente la gente attraverso la rete con la pubblicazione di documenti ufficiali ed inoppugnabili può essere davvero un salto di qualità. Basta con le dichiarate e sbandierate percentuali che non significano un cazzo! Notizie certe e chiare per tutti perché possa crescere un consenso costruito sui fatti provati e dati in mano alle persone comuni. E' solo la mia opinione, ovvio, credo che per dettare le direttive del movimento sia necessaria una consultazione interna perché nessuno possa parlare mai di imposizione. Credo si sia qui tutti per dare il proprio contributo di buon senso e passione remando in una unica direzione.

Luigi G., Genova Commentatore certificato 09.05.12 22:33| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

Caro Grillo,
ritiri subito l'autorizzazione a usare il simbolo del M5S a Putti e a quelli di Reggio Emilia. Un segnale forte. Non si può transigere. Mi sembrano un po' arrogantelli, e tutto ciò che noi vogliamo è liberarci dell'arroganza. Sarà accusato di epurazioni staliniane? Non importa, il movimento, e dunque i cittadini, ne beneficeranno. Lo stesso dovrà valere per ogni tentativo di alleanza. Non ne possiamo più di questi atteggiamenti, voglio che siano uomini e donne in grado di controllare i propri istinti a gestire la cosa pubblica. Se pure il M5S mi deluderà, allora smetterò una volta per tutte di votare.

Cado 11.05.12 10:27| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

Bella figura di m***** a Reggio Emilia. E bellissimo anche sapere in diretta che Favia si è incrementato lo stipendio di 200€ mensili (ché 2.500 era pochi!!!). Ma il peggio sono le balle che raccontate: non prendono 2.700€, ma gravano sulla collettività per 7.000€, ergo danno la bellezza di 4.300€ al Movimento. Quindi, se lo fa uno del PD, male; ma se lo fa uno del M5S, tutto bene. Ipocrisia allo stato puro.

Dante 10.05.12 23:05| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento
Discussione

ho letto solo ora il messaggio di grillo; non sono d'accordo sull'uso di quel tono e sul fatto che sia lui a decidere cosa possono e devono fare le persone appartenenti al movimento;
grillo mi è quasi sempre piaciuto molto per quello che ha detto fino ad ora, ma il movimento 5 stelle ,deve essere un esempio di democrazia ,di rispetto delle persone ; le imposizioni dall'alto, non possono essere accettate in un simile movimento ;
sulla opportunità di andare in tv,posso essere d'accorod che occorra selezionare le apparizioni, ma nno di certo evitarle completamente ;
poi, non sono per niente d'accordo sul fatto di valuare le decisioni in base ai risultati che porteranno dal punto di vista del numero dei voti,mi pare veramente fuori luogo, in quanto questo modo di ragionare ,è proporio quello dei vecchi partiti;
si deve andare intelevisione proprio per far vedere facce nuove ,pulite, oneste e quindi un nuovo modo di presentarsi ,di parlare ,di fare politica;
non andare assolutamente in televisione , è sbagliatissimo ,illogico, rappresenta anche una assurda e inutile paura di far vedere chi siamo ,paura che sarebbe percepita molto negativamente da tutti i cittadini e che proprio non capisco neanche io;
altra cosa è andare sempre in televisione in ogni occasione ;quello si che è da evitare;
insomma ,come in tutte le cose ,occorre trovare una via di mezzo e di buonsenso
saluti a tutti

stefano p, 09.05.12 21:40| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

Qui la gente continua a non capire.

Svegliatevi cristo.

Non è questione di mettere ai voti se andare o no in tv.

La questione fondamentale è la DERIVA verso la SOLITA politica... oggi sono i talk show, domani sono LE CONVERGENZE PARALLELE, LE GRANDI INTESE, GLI INCIUCI, IL BUNGA BUNGA PER LAVORARE ALLE FICTION !

Se avete capito qualcosa del M5S e del MODO DI PENSARE di Beppe Grillo allora non si deve neanche discuterne: non si va ai talk show E BASTA.

...che peccato.

Il Grigio 09.05.12 11:29| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

Sono d'accordissimo Beppe... l'idea (come spesso e volentieri ha detto anche Travaglio) di dover avere per forza un contraddittorio la dove si sa che si stanno dicendo cose giuste.. (e di conseguenza sto contraddittorio sta sparando minkiate) la condivido pienamente... ma le pochissime volte che i 5 stellini... sono andati da santoro a fare il loro breve intervento hanno ROTTO TANTI CULI... ma tanti eh!!! quindi io direi che la DIRETTIVA dovrebbe essere piuttosto... se volete andate, intervenite, ma non fatevi abbindolare per l'intera puntata (non sedetevi) dove vi faranno cadere per forza in qualche trappolone a causa del quale perderete credibilità...
io sono con Beppe al 200%... ma è anche ora che questi ragazzi "crescano" , e prendano decisioni DISCUSSE (chiaro come l'aria che devono essere discusse prima) ma allo stesso tempo autonome...
manca questo ultimo passo Beppe... e poi siamo perfetti...
un abbraccio forte ragazzi...
per molti ormai rappresentate l'ultima speranza che ci è rimasta.

Francesco Di Pasquantonio 09.05.12 00:44| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

Ma scusate....fare un sondaggio on line ( naturalmente serio, non un semplice " mi piace ") Con una semplice domanda : li vogliamo in tv si o no?

Adolfo Pandolfi 10.05.12 20:54| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento
Discussione

Beppe, hai detto una cazzata.

Rocco Randellone 08.05.12 23:32| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |Rispondi al commento
Discussione

Qui si criticano tanto gli editti bulgari ma poi, quando gli editti si fanno in casa, siamo tutti pronti a giustificarli.
Con la scelta di campo ci ha già fregato Berlusconi qualche lustro fa e bisognerebbe imparare dagli errori commessi in passato per non ripeterli più in futuro.
E poi, da che parte del campo starebbe Beppe in questo caso? No aveva detto che lui fa solo da cassa di risonanza al MoVimento ma che quest'ultimo è fatto dai cittadini?
Beppe, ripeto: hai fatto una cazzata (e la cazzata l'ha fatta anche chi ha censurato il mio ultimo intervento, perché tanto sono rientrato dalla finestra!)

Noemi Zeppo 09.05.12 00:31| 
 
  • Currently 2.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |Rispondi al commento

imho
pizzarotti in tv voto 10 (+5% alle politiche)
putti in tv voto 9 (+3% alle politiche).

gli interventi erano chiaramente non convenzionali, di breve durata e volti solo a diffondere il messaggio di fondo del movimento. nessun coinvolgimento in bagarre e discorsi dal senso astratto tipico dei politici noiosi e inconcludenti. Io credo che questo tipo di apparizione in TV abbia un ritorno positivo almeno per ora. Poi ragazzi vogliamo metterci in testa che il 30% degli italiani (e sono buono) stamperebbe un file di word appoggiando lo schermo acceso a faccia in giù su una fotocopiatrice?
questi votano pure e rinunciare a priori ad un possibile loro coinvolgimento nel movimento mi sembra una mossa stupida.
my2c
sc

Salvuccio C. Commentatore certificato 09.05.12 00:22| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |Rispondi al commento
Discussione

Grillo ricordo quando dopo il successo del primo VDAY tu scrivevi che non avresti mai fatto un partito che volevi solo sensibilizzare la gente , stimolarle a partecipare . In molti ti scrivevamo che solo con i referendum non andavamo da nessuna parte e ti chiedevamo di fare un partito perchè le regole si cambiano in parlamento , ci hai messo del tempo ma poi ci hai ripensato ed è nato il M5S . Adesso dici di non andare in TV , e invece molti di noi ti scrivono che al contrario bisogna andarci perchè più del 50% degli italiani non usano internet soprattutto gli anziani e vedono solo la TV . Perchè no? Gli esponenti del M5S sono vincenti su tutte le linee contro le caratidi dei partiti , vincono il confronto a mani basse . Questa mattina ad Agorà ho visto Pinzarotti , uno spettacolo, pochi concetti classici del M5S , chiari e semplici , in studio giornalisti e politici zitti a testa bassa ...un successo enorme.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.05.12 23:09| 
 
  • Currently 2.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |Rispondi al commento
Discussione

Sicchè, secondo voi, un'azienda (M5S) non dovrebbe farsi pubblicità perchè non vuole mescolarsi ai suoi concorrenti che sono disonesti e trafficoni?

Come,come? Io dovrei rinunciare a combattere per far conoscere le mie proposte e idee per non sporcarmi? E come volete farvi conoscere senza la pubblicità?

Se gli altri in Tv sono più bravi e vendono bene la loro merce, devo imparare a fare meglio di loro, non a smettere la pubblicità.

Ma come ragionate? Col cervello di altri?

Piero Donati 09.05.12 13:22| 
 
  • Currently 2.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |Rispondi al commento
Discussione

ecco un altro buon motivo del perchè beppe grillo secondo me dovrebbe limitarsi a pubblicizzare il movimento e basta... chi è lui per parlare a nome dell'ospite??? l'ospite non può decidere da sè?? e gli altri che hanno già partecipato a trasmissioni televisive(secondo me con gran successo)??? per chi pensa di essere nel giusto, anche se compreso da pochi, deve essere libero di esprimere la propria idea...anche se circondato da conduttori o trasmissioni di parte!! mi ricorda i bei tempi di capi che chiamano in trasmissioni!! se la vicenda è andata davvero così mi spiace beppe ma stavolta ti sei comportato davvero da berlusconi!!! e me ne dispiace perchè se ho aperto gli occhi è anche grazie a te!

alessio giordano 09.05.12 00:38| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento
Discussione

Stavo per diventare elettore M5S.
Peccato.
La scomunica papale di Grillo sul non usare un'arma come la TV, mi fa riflettere molto.
Che vuol dire?
Basta che, chi va in TV, sia uno capace di assorbire bene i colpi e la tensione della faccenda.
Sennò non ci va. Semplice.
Ma che il padre-padrone si permetta di dare un tale veto dall'alto e tutti dietro come discepoli, non mi va bene.
Mi impaurisce molto.
Sto cercando Democrazia, non un tiranno.

Pablo Rojos 09.05.12 08:47| 
 
  • Currently 2.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento
Discussione

LASCIAMO PERDERE LE STUPIDAGGINI DI METTERE NELLO STATUTO IL DIVIETO DI APPARIRE IN TELEVISIONE E BAGGIANATE DEL GENERE

I SETTARI ED ESTREMISTI FANNO MALE AL MOVIMENTO QUANTO GLI STUPIDI E GLI INETTI

USATE IL BUON SENSO

Denis Grizi 09.05.12 13:16| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |Rispondi al commento

Assolutamente d'accordo. I talk show con i politici sono diventati inguardabili. Sono le vetrine del loro imbarazzo, della loro inadeguatezza. Quello che manca e' il confronto serio di persone competenti sui veri temi importanti, sul nostro futuro, sul progetto di una nuova società sostenibile. Non mischiamoci con la mediocrità.
Il processo e' cominciato, una nuova societa' più a misura d'uomo e' possibile.

Massimo Martinetti 09.05.12 01:03| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

Passare dalle TV è sbagliato, perchè il nostro messaggio principale è il passaggio da quella piattaforma al web.
Oggi vinci se vai in televisione, ma se ci vai entri a far parte di quel sistema, dal momento che usi quello per vincere.
Io voglio vincere domani cambiando il sistema, non oggi entrandoci. Emanuele Laurino.

Emanuele Laurino (fivestars), Salerno Commentatore certificato 09.05.12 00:27| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |Rispondi al commento

Grillo, ormai sei in paranoia, tutti i candidati che sono apparsi nei programmi televisivi hanno fatto un figurone, sei forse geloso?? sanno interloquire molto meglio di te che non sei nemmeno in grado di sostenere un confronto e dai smettila di fare la prima donna, non sei solo tu il movimento, e finiscila di fare il padre padrone, non se ne può più dei tuoi ricatti e dei tuoi editti bulgari, ma chi ti credi di essere?? stiamo tutti lavorando per il movimento non pensare di essere il solo che si fa il culo, non ci sei tu a lavorare sul territorio e nelle istituzioni ma gli elettine gli attivisti: datti ma calmata che e' meglio!!

marisa 09.05.12 00:10| 
 
  • Currently 1.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |Rispondi al commento
Discussione

Beppe, tu dici che il partecipare ad un talk show rappresenta un'omologazione con il passato.
E la scelta di campo, non sa di passato?
Non è che temi che la visibilità dei candidati M5S possa offuscare la tua immagine?

Massimo Fanto 09.05.12 01:32| 
 
  • Currently 1.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento
Discussione

Ma io... boh!!! Ma io SONO BASITO!!! Una delle PRIME problematiche di questa politica è l'arroganza e l'autoreferenzialità, contro cui grillo sbraita e si batte, e poi se ne esce così????

Già quando buttò fuori mesi addietro gente di rimini, benchè avesse ragione al 100% (regole dello statuto), comunque il modo DITTATORIALE fece veramente male al M5S... e ora se ne esce così su una cosa che tra l'altro può essere condivisibile ma non è detto sia vera? E comunque perchè non chiederla? Sei in rete, ci metti 1-2 giorni a fare un poll...
Cioè io se fossi uno del M5S mi INCAZZEREI DI BRUTTO!!! Gli andrei sotto casa in 1000 e più e gli direi: "o la smetti di alzarti la mattina e DECIDERE cosa non ti piace o ti piace DOPO che abbiamo aderito al movimento, o RINUNCI al simbolo, lo dai via e ti rifai un movimento per i fatti tuoi dove prima chiarisci che 1 vale 1 ma te hai ragione sempre senza discussioni.... perchè noi qui ci si è investito tempo ed energie e non te ne puoi uscire ogni tanto a decidere cosa è giusto o meno senza chiedere a TUTTI con un 'REFERENDUM PROPOSITIVO SENZA QUORUM' interno agli iscritti"...

MA CHE CAZZO....

Da 1 vale 1, il movimento si trasformerà in 1 vale 1 ma io soì io e voi non siete un cazzo!!!

michele s. Commentatore certificato 09.05.12 02:26| 
 
  • Currently 1.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento
Discussione

questi modi di fare da comandante proprio rovinano lo spirito che dovrebbe essere ALLABASEDEL MOVIMENTO

Aramis 08.05.12 23:59| 
 
  • Currently 1.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori