Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il posatore di pavimenti


nuovi_poveri.jpg
"Voglio raccontarvi un episodio che mi è capitato stamane e che mi ha sconvolto più di mille analisi teoriche sulla situazione che stiamo vivendo. Ad Erba, cittadina di quella che fu l'operosa Brianza, una delle regioni col PIL pro-capite più alto del mondo, stavo raggiungendo la mia macchina in un grande parcheggio quando da un'auto è sceso un uomo, sui 45 anni, che mi ha appellato nel dialetto tipico della zona. Era quindi una persona del luogo, non un emigrato in cerca di fortuna. Vi riassumo, in italiano, le sue parole "Capo, capo, scusami. Non conosci qualche azienda dove c'è bisogno di lavorare? Sono settimane che giro in tutte le ditte, di qualsiasi settore, ma in questo mondo di merda sembra che non ci sia più lavoro per nessuna ragione. Sono 30 anni che lavoro senza sosta e adesso pare che debba morire di fame. Sono un posatore di pavimenti in legno ma mi adatto a fare qualsiasi cosa anche perchè, gli ultimi lavori che mi hanno affidato, non me li hanno pagati o mi hanno fatto aspettare mesi.".
In realtà il testo originale era inframmezzato di bestemmie ed imprecazioni ma qui ne riporto la versione edulcorata. Poi è tornato alla sua auto e ha tirato fuori un'agenda sulla quale mi mostrava pagine fitte di appuntamenti e di visite effettuate a vuoto negli ultimi giorni. Ed ha proseguito:"Non so più come fare, mi vien voglia di spaccare il mondo, se non fosse per i miei genitori andrei a Roma, fuori dal Parlamento, e farei fuori il primo che esce. Sono disperato. Per favore, non è che hai qualcosa da darmi per mangiare?" E, chiedendomelo, si è messo a piangere.
Ecco, io non lo so se tutto ciò che mi ha raccontato è vero, nè se la soluzione a questi problemi sia semplice da trovare, ciò che so per certo è che quella persona, un anno fa, non avrebbe mai fatto una cosa del genere. Siamo alla frutta, ma è guasta!". Andrea Molteni (nembo1972), Como

16 Mag 2012, 12:45 | Scrivi | Commenti (143) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Sono un architetto di 37 anni "giovanissimo" in un paese dove la categoria è considerata giovane ancora a 50 anni...
Avrei molto da lamentarmi, ma preferisco lavorare a testa bassa perche amo la mia professione.
In merito a quello che ho letto posso garantirti che un bravo atigiano, come in questo caso il posatore, che lavora da 30 anni ha avuto tutto il tempo per risparmiare e accantonare un gruzzoletto per superare i momenti difficili come questo. Ti garantisco che un bravo artigiano che lavora da 30 anni oggi lavora ancora e che un bravo artigiano ha la fila di persone che lo cercano.
Quindi se oggi il "bravo artigiano" non lavora è non ha di che sfamarsi forse chiediamoci il perchè e non facciamo la solita demagogia.

Claudio Masini 05.06.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe dopo aver visto i tuo video divertenti, in cui metti in luce tutte le verita' sul nostro paese(nostro per modo di dire)non ho potuto fare a meno di registrarmi nel blog.Io sono un operatore ecologico con uno stipendio che rientra nella categoria degli sfigati con una moglie a carico colpita da una brutta malattia la depressione mi tolgono + di mille euro di trattenute al mese adesso sono anche sotto ufficiale giudiziario per pignoramento a causa delle spese condominiali premetto che non voglio agliuto economico e non sono disperato in che senso riprendendo una frase storica preferisco morire in piedi che fare una vita in ginocchio aggiungo enche se in ginocchio ci sono gia o 38 anni e odio il paese attula

roberto masella, villasanta Commentatore certificato 24.05.12 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ARTIGIANO DIMESSO
Sembra piuttosto un pretesto , un proverbio , una scusa , una divagazione sillogistica degna del peggiore politico di turno . Un discorso di Casini , rappresentante di se stesso , faccia da prete redentore senza avere mai preso nemmeno i voti , peggio del Trota .
La storia triste del posatore di pavimenti è purtroppo comune a tanti piccoli artigiani come me che vedono arrivare una crisi del settore che ormai alle porte , demoralizza sempre di più .
C'è un importante pero' , che chissà come mai , sempre facendo riferimento ai filantropici e vuoti discorsi politici , non viene mai pronunciato , peggio che parlare di mafia.
Le grosse imprese , e poi di conseguenza anche le medie e piccole , negli anni passati per fare fronte a certe svalutazioni nel comparto edile , hanno assunto , ma anche non sempre regolarmente , in maniera massiccia , frotte di lavoratori extracomunitari irregolari o meno , abbondantemete sottopagati importando sempre di più manodopera a basso costo , come dice da sempre il buon Beppe. La trasformazione di questo fenomeno è stata incontrollata nel suo immediato seguire , sia dalla stato che dalle imprese stesse che nel giro di pochissimi anni si sono viste gli stessi "schiavi" diventare "padroni" e fare concorrenza illegale a loro stessi .
Illegale in quanto , statistiche alla mano , ogni artigiano straniero dà lavoro ad almeno due o tre connazionali in nero , abbattendo drasticamente il costo del lavoro . Non si spiegherebbe come mai il posatore italiano di pavimenti che dovrebbe lavorare per "starci dentro" a 15 , si vede cassati i preventivi da parte di imprese di extracomunitari , a meno della metà e questo succede in tutto il comparto edile .Ma come fanno a starci dentro ? La risposta è inevitabilmente semplice , banale . La colpa purtroppo è sempre di chi li fa lavorare , di chi per risparmiare affida il lavoro onesto a gente disonesta che , indirettamente , ruba dalle nostre tasche .
Riprendiamoci il lavoro !!!

fulvio temporin 20.05.12 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

posatore di pavimenti, resisti! conosci un mestiere che rende e che vale + di mille lauree: puoi arrangiarti mettendo qualche annuncio nei supermercati per piccoli servizietti nelle case: ognuno ha una finestra rotta, un parquet dell'ikea, un battiscopa da mettere... Fai questi lavoretti in proprio, fregatene delle tasse e dei padroni che cercano "giovani con esperienza"...

fai un annuncio del tipo:
AAA. A prezzi modici eseguo lavori di sistemazione infissi in legno, riparazioni mobilia, controsoffitti, installazione parquet e montaggi arredi (anche ikea) ecc. Contattare il .....

Luca S., Napoli Commentatore certificato 20.05.12 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Non vorrei che si demonizzasse chi ha inventato la ruota e distrutto molti posti di lavoro nel settore trascinamento.
A parte gli scherzi e' fondamentale la creazione di valore, o, secondo i miei ricordi scolastici di fisica, di rendimento: con le stesse risorse produco più cose, servizi, qualità...oppure produco le stesse cose, servizi, qualità... con l'impiego di minori risorse (materie prime, lavoro...).
Ovviamente i parametri di misura delle risorse e dei prodotti/servizi devono tener conto di adesso, di domani, dopodomani, un anno...., altrimenti per aver maggior rendimento adesso preconsumiamo il mondo pur di soddisfarci oggi.
E' necessario affrontare architetture complesse, decidere, sbagliare, imparare, cambiare.....pensando che ogni maggior sicurezza che vogliamo garantire a noi e ai ns figli la togliamo dal giardino delle loro possibilità.
enzo

enzo ciucchi 19.05.12 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Questo episodio e' esemplare perché racchiude tutta la disperazione che vive nel nostro paese.
Bisogna essere chiari :nessuno e dico nessuno si illuda che le cose possano tornare come prima , voglio dire che si possa restaurare il tram-tram di sempre con
chi produce biada e con chi la mangia o la fa sparire.
La crisi avvolge quasi tutta l'Europa e già la
Storia ci fa tremare , ma la nostra situazione
e' molto peggiore perché da più di trent'anni
abbiamo non una classe politica ma una classe che vorrei definire " preminente o prevalente" che , come le locuste , e' dedita
al malaffare, alla concussione , alla corruzione , alla grande evasione fiscale, al
peggior nepotismo .
Tutto questo non può durare perché il tempo
di quei prevalenti ( quelli che al telefono ridevano con gusto sardonico del terremoto e dei morti dell'Aquila ) di coloro che , chiamati tesorieri, hanno rapinato il popolo italiano più dei peggiori delinquenti , di chi
vive di Bunga-Bunga poco realisti , e' finito
in modo irreversibile .
Non so cosa ci aspetta ma penso che il futuro porterà un enorme mutamento della
società italiana ed europea.
Non so se saremo colonizzati dalla Cina perché se non ci consegneremo ai nostri migliori cervelli , alle vere risorse umane ,
anche questa ipotesi non e' così remota.
In questi ultimi anni abbiamo assistito ai più
ignobili comportamenti della cd. classe dirigente ( certo non tutta) , non e' possibile
che vadano avanti

Maurizio Amadi 18.05.12 22:32| 
 |
Rispondi al commento

In Italia non si può più assumere. Sono un ingegnere con 20 anni di esperienza in Informatica, ho aperto la mia azienda 5 anni fa in territorio insulare ed ho assunto una dipendente con mansioni da segretaria. I conti non tornavano e la dipendente si è licenziata, poi ha avuto la bella idea di farmi causa all'Ispettorato, che ovviamente ho perso. Totale oltre 20mila euro di botta da pagare. Se i conti non tornavano prima, con la botta che si è aggiunta possono tornare? Cari ex-lavoratori ora nullafacenti, io ora ho fatto la mia parte licenziando tutti, e fino a quando avremo una situazione legislativa che tutela solo una parte (il dipendente) e carica ogni responsabilità solo e sempre sul datore di lavoro sarà normale che non si creino nuovi posti di lavoro. Io stringo i denti e vado avanti, voi con i vostri sindacati, dove andate?

Luigi Valdameri 18.05.12 17:40| 
 |
Rispondi al commento

I commenti sul caso dell'artigiano descrivono una situazione drammatica. Sono d'accordo con chi dice che non c'è più tempo (Mario, Roma) e che bisogna fare qualcosa (Nicola, Parma). Qualcosa si potrebbe fare, qualcosa forse rischioso per il M5S ma utile per gli italiani nell'immediato. Accettare i rimborsi elettorali e distribuirli immediatamente in contanti a chi si trova in queste situazioni drammatiche. Certo i rimborsi del M5S non basteranno per tutti (il totale dei rimborsi rubati dai partiti forse si!), si porrà il problema di decidere quanto, come e a chi darli e non sarà certo una soluzione definitiva dei loro problemi. Ma così almeno qualcuno non verrà lasciato solo.

agostino persi 18.05.12 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Perche' non facciamo presente al Presidente del Consiglio Monti che siamo noi 59 milioni di cittadini i suoi veri datori di lavoro e pertanto deve eseguire solo le nostre volontà . Senza se, senza ma. Iniziamo a chiedere allora la giusta pensione per tutti coloro che sono in pensione, in quanto agli stessi, quando producevano reddito (lavoravano) lo Stato attraverso l'INPS tratteneva una parte di retribuzione con la scusa di restituirgliela, ovviamente con gli interessi quando non era piu' in grado di produrre reddito. Cio' e' stabilito non solo dagli artt.36,37,38 e 47 per quanto concerne la Costituzione, ma anche da ben 4 sentenze della Corte Costituzionale, ultima delle quali gennaio 2004", che per l'appunto precisa inequivocabilmente la " pensione e' 'una retribuzione differita che deve garantire la dignità e la sussistenza del pensionato e del suo nucleo familiare" . Altro fattore da tenere ben presente la pensione E' UN DIRITTO SOGGETTIVO e pertanto non puo' essere sottratto per giustificare alcuna valenza sociale . Nessuna discriminazione, perché i soggetti deboli sono già ben protetti dall'ultimo capoverso dell' 38 della Costituzione. Il movimento giustapensione ( www.giustapensione.org ) ha inviato nel febbraio 2007 alla Commissione parlamentare competente della Camera la proposta di legge in tal senso. Vogliamo farla approvare?

Gianfranco Galasso, Sesto San Giovanni Commentatore certificato 18.05.12 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Insomma qui siamo tutti pronti per la rivoluzione, ma nessuno che ci organizzi e ci faccia fare le prime mosse decisive, incisivee definitive.
La migliore difesa e l'attacco, non lasciamocci stritolare da questo sistema.
reagiamo... senza aspettare il VOTO sarebbe troppo tardi.

gianni bennardo 18.05.12 13:01| 
 |
Rispondi al commento

"Il posatore di pavimenti" è come tanti, senza lavoro e non riesce a tirare
avanti. Tu pensa a chi come me da una vita da libero professionista
lavora, non chiede nulla a questo stato, crea reddito, paga le tasse e
improvvisamente a 55 anni si trova sul lastrico perché l'azienda che
rappresenta fallisce. Spese sostenute per lavorare, mensilità di
provvigioni non pagate e lavoro perso. Lo Stato cosa ti da ... nulla. Una
moglie, un figlio, spese per sopravvivere, lo Stato non c'è, al libero
professionista non appartiene nulla. Non mi spavento, mi invento un lavoro
da artigiano e il primo cliente (o socio occulto) è lo Stato.
Per aprire una ditta artigiana devi spendere, per il commercialista devi
spendere, i registri costano, le Ricevute Fiscali costano,la Camera di
Commercio vuole soldi, l'INAIL vuole soldi , e poi l'INPS da pagare ogni
mese, ogni trimestre devi versare l'Iva sugli incassi per non parlare delle
spese correnti di Affitto (la grande truffa della tassa annuale di
Registrazione del contratto), luce, acqua, gas, per una normale gestione.
Le detrazioni della mia categoria sono minime e .. dulcis in fundo arrivano
le tasse. Lo Stato non solo non ti da niente, vuole solamente e
addirittura non favorisce in nessun modo chi vuole intraprendere una
iniziativa e non chiede assistenza. Ti rivolgi alle banche per
finanziamenti, se non hai garanzie non ti danno un centesimo. Inizi
un'attività, hai solo dei costi (non indifferenti) e non sai cosa potrai
incassare, con il grosso rischio di trovarti sotto casa Equitalia. Si è
soli, tristemente soli, a combattere contro uno Stato, che non ha il
coraggio di darti la possibilità di iniziare un'attività e di attendere i
risultati prima di chiederti soldi. Tu non hai davanti un sistema sociale
che ti aiuta, ti spinge, favorisce la creazione di lavoro, ma un nemico
contro il quale ogni giorno devi confrontarti e difendere. Ci vuole Forza
tanta Forza e ... fortuna."

adolfino maggi, ascoli piceno Commentatore certificato 18.05.12 09:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché non e' inserito il mio commento inviato ieri. Forse e' stato censurato . Cordialità Gianfranco Galasso movimento giustapensione

Gianfranco Galasso, Sesto San Giovanni Commentatore certificato 17.05.12 22:55| 
 |
Rispondi al commento

io dico una cosa,ipotizzando che in un paese di 30.000 abitanti,facendo il calcolo che solo la meta'(purtroppo)lavora,e versando al comune la sola somma di euro 1.000 annui,l'importo che il comune percepirebbe e' di'15.000.000 di euro,con cui potrebbe pagare tutti i dipendenti statali,e se noi abolissimo tutte le tasse,e dico tutte le tasse.ci sarebbe un incremento del 30/40% di lavoratori in piu'.i comuni potrebbero diventare indipendenti.e potersi mantenere autonomamente.
Per quanto riguarda i parlamentari,darei la possibilita' di anno in anno,a portare a termine i vari punti del programma presentato,se al primo anno non vi riuscisse,licenziati,senza buon'uscita ne pensioni inadeguate.per quanto riguarda lo stipendio dei lavoratori io sono favorevole alla meritocrazia,cioe' con un titolo di studio delle scuole medie ,potresti percepire da un min.di 1000 ad un mass. di 1.500,titolo di studio superiore dai 1500 ai 2000,per i laureati dai 2.000 ai 2500.secondo me invoglieremo i giovani a studiare.per non parlare del rimborso ai partiti,visto che ogni partito,va avanti con i propri sostenitori,perché non tesserarli e con gli introiti,si pagherebbero le spese elettorali?
eliminare tutte le auto blu',i cittadini comuni che vanno a lavorare,(quei pochi rimasti)ci vanno con le proprie auto, quindi sono inutili le auto blu.tutti i privilegi che hanno i politici dovremmo abolirli.ed infine anche se ho molte altre idee,le leggi dovremmo essere noi a votarle.......................sig.GRILLO ASPETTO VOSTRA RISPOSTA.grazie per avermi dato l'ooportunita' di esprimere il mio pensiero.

ANDREA GRIENTI 17.05.12 17:02| 
 |
Rispondi al commento

falegnami e posatori di parquet, se capaci, sono artisti ancor più che artigiani.
in un paese ricco di opere storiche sono al pari di ebanisti e restauratori, anche se subiscono il fermo dell'edilizia.
eppure se loro muoiono di fame non frega un cazzo a nessuno, ma i dipendenti pubblici guai a toccarli !!! ke skifo !!!!

ina ghigliot 17.05.12 15:42| 
 |
Rispondi al commento

vedete...io sono un buon Falegname (anzi ero)poichè dicono che sono vecchio...?!!!! ma l' esperienza cosa conta?ho fatto 1 prova di lavoro circa 3 sett fa e cercavano una figura Professionale che sapesse giostrarsi tra il legno ,alluminio e ferro,e che naturalmente sapesse leggere il disegno.!non mi sembrava vero.mi dico e dico che ho tutto ciò che stanno cercando,bene ,mi fanno fare la prova e alla sera mi chiamano dentro per fare 2 chiacchere.mi dico ...è fatta... anche per via dei complimenti dei due operai,ma.......noto intanto trovano mille scuse e intravedo il mio CV con gli anni sottolineati.e mi dicono che mi faranno sapere.allorchè io domando se il lavoro che avevo eseguito non fosse andato bene:no no il lavoro va benissimo e mi liquidano in 2 e 2 -4.sto apettando ancora.si può dire CAZZO?ma che vogliono l'esperieza e 20-25 anni?.fuck.intanto sono a casa e non so come andare avanti e sono una pessima figura per mia figlia 18enne che si chiede se finirà così anche lei .che le dico?noooooo?

giuseppe marino (creatore legno), castello di serravalle BO Commentatore certificato 17.05.12 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Tre anni fa ti avrei risposto che era uno che ci provava ma oggi non puoi sapere se diceva sul serio o stava recitando la parte, migliaia di persone potrebbero dire a ragione queste parole ma la maggior parte per dignità non lo fa.

maria d. Commentatore certificato 17.05.12 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottima cosa

Richard 17.05.12 10:44| 
 |
Rispondi al commento

QUI CI STANNO AMAZZANDO NON RIESCO A CAPIRE TUTTO QUESTO ODIO DI UN GOVERNO CONTRO I SUOI CITTADINI!!!

Walter D. 16.05.12 23:18| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=F91V8yzyS_s


VOGLIO SPACCARE L'EUROPA dei POPOLI.

Pol Picot (ubot), ROMA Commentatore certificato 16.05.12 22:05| 
 |
Rispondi al commento

non so, forse il mio cuore è diventato di pietra... ma mi chiedo dove erano questi artigiani mentre io mi facevo 10 anni di precariato con una laurea in tasca? Quante tasse pagavano mentre a me succhiavano fino all'ultimo centesimo di uno stipendio precario da fame?
Leggevo che uno di questi artigiani suicidi viveva in una villetta monofamiliare con giardino... perchè io, pur di pagare tutto quello che (spesso iniquamente) lo Stato mi chiede devo abitare in affitto in 30 metri quadrati, a 800 km da casa (perchè il lavoro sono andato a cercarmelo dove c'è!) e questi personaggi, nel migliore dei casi, hanno pagato solo una minima percentuale del dovuto?
Per carità, la morte non si augura a nessuno... ma per anni artigiani/imprenditori ignoranti hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità, spesso sulle spalle di tutti: auto, case, vacanze... e ora cosa vogliono? una sanatoria? un tana libera tutti? ma che andassero al diavolo!

Adi M Commentatore certificato 16.05.12 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera , vivo nel Sud, a Messina precisamente , e sono, dal 1983, un editore . Come certamente saprete che, come in altre parti d'Italia , anche qui si sono svolte delle elezioni amministrative con il risultato di vedere sempre i soliti noti ,magari sotto le spoglie di liste civiche, essere eletti con consensi bulgari. Al contrario di quanto sta avvenendo al centro nord nel meridione in genere nulla sembra essere cambiato in quanto il voto di scambio a tutti i livelli è . malgrado la disastrosa situazione , ancora una forza . Credo, vivendo il territorio, che per cercare di poter cambiare davvero le cose, almeno tentare, di lavoro ce ne voglia davvero tanto. Chiedo quindi ,se possibile, avere un contatto con la Vostra organizzazione , mettendo già da adesso a disposizione le mie esigue forze. per cercare di poter tracciare almeno una strada. Resto in attesa di gradita Vostra risposta. Dr. Sergio Indelicato

sergio indelicato 16.05.12 21:07| 
 |
Rispondi al commento

provi ad assumere una persona in queste situazioni pensando di aiutarlo finché non trova una sistemazione adeguata ? ti spaccano in due il sindacato, ispettorato del lavoro inps ecc.ecc.purtroppo in questa situazione di crisi bisognerebbe liberalizzare il lavorio ed attaccarlo solo alla produttività della azienda e chi fa il furbo per non pagare giustamente i dipendenti? la galera , e sono un imprenditore.. purtroppo con le tutele di oggi non si può assumere nessuno

mauro pizziconi 16.05.12 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I cittadini non ne possono più e questi litigano siamo al paradosso si contano gli indagati ne ai più te no io ne ho un x per cento che è fisiologico ha ragione Beppe non bisogna andare in tv si scannano da soli ormai sono morti se non vince pizzarotti hanno fatto i trucchi

Riccardo Garofoli 16.05.12 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, la soluzione a questi problemi e semplicissima, la conoscono anche i bambini;
"SE CI SONO DIECI PERSONE CHE HANNO FAME LA TORTA SI DIVIDE IN DIECI PARTI UGUALI" problema risolto!!!!!!!!!!!

Giuseppe Stallone 16.05.12 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma quanti ex militari di leva ci sono in questo Movimento?..bisognerebbe contarci..abbiamo già giurato fedeltà alla bandiera..."e bisogna difenderla"!...siamo in guerra!

roby f., Livorno Commentatore certificato 16.05.12 19:56| 
 |
Rispondi al commento

dovrebbero far uscire qualche altro articolo di giornale dove si dice che si cercano centinaia di lavori ma nessuno li vuole....dicono sempre così ma non dicono mai dove sono questi lavori e non danno mai riferimenti di contatto con le aziende che propongono questi lavori....forse perchè è l'ennesimo articolino ritrito da sempre e non basato su fatti concreti?

Twenterv Frety Commentatore certificato 16.05.12 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Andrea Molteni sei in grado di mettermi in contatto con questo uomo? potrei fargli montare il parquet a casa mia. Son di Cernobbio
grazie e ciao

andy 16.05.12 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andrea,io sono di Valmadrera,pochi chilometri da Erba.....è vero,sono anni che l'economia è ferma (considerando che l'economia Brianzola è sempre stata da traino per la Lombardia)
alcuni conoscenti sono piccoli artigiani e tutti si lamentano.....però noto anche che più o meno tutti smontano da auto da minimo 25/ 30 mila euro.
Qualche domanda me la pongo ....domande sicuramente stupide (del tipo" ma se nn lavorano come mantengono un'auto così?)io nn me la potrei permettere...considerando che sono un comune operaio......
forse magari nei periodi di vacche grasse avrebbero dovuto accantonare il più possibile?!
E' vero anche che i lavoratori autonomi non hanno l'emissione di fattura facile,per carità non tutti sono evasori...ma ,sempre in tema di domande stupide.....io faccio circa 35 km al giorno principalmente sulla 36 ebbene posso dirti che i suv non si contano....ma ti parlo di SUV con la maiuscola( tipo Range Rover)..auto da,credo,80 mila euro in su....ebbene,ma dove cazzo è sta crisi?!
Può essere che tu ti sia imbattuto nel "povero Cristo" e magari i miei piccoli pseudo-ragionamenti appaiono stupidi...ma in verità non riesco a vedere realmente una caduta verticale degli stili di vita(parlo della Brianza)...sicuramente io la crisi la sento ma a questo punto potrebbe essere che sia io il "povero Cristo"......

il becchino 16.05.12 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pensate che tutto qusto caos, la crisi, è stata progettata a tavolino da molto tempo. Con l'entrata in Europa ci siamo consegnati a dei poteri criminali senza scrupoli, che con la complicità della politicà ci hanno portato fino a questo punto. Se non siete convinti informatevi, fate delle ricerche, bisogna avere chiaro un quadro globale per tentare di affrontare questa crisi.
Per il resto sono anch'io rammaricato per quello che comincio a vedere in giro, persone senza lavoro che vivono nelle auto.... tutto questo sta accadendo nella mia città, una cittadina con poche migliaglia di abitanti.......

Un saluto a tutti

Stefano ., mc Commentatore certificato 16.05.12 19:16| 
 |
Rispondi al commento

ho sostenuto e continuo a sostenere il M5S.
PER FARE QUALUNQUE COSA CI VUOLE DEL TEMPO,il tempo non c'e!.
non può aspettare chi ha perso il lavoro.

Mario DE GASPERIS, roma Commentatore certificato 16.05.12 19:16| 
 |
Rispondi al commento

quel rimbambito di napolitano blatera che la fiducia risolverà il cogente problema. Fiducia in te, vecchi stalinista, nel marciume politico di cui tu sei degno sostenitore, fiducia nel criminale internazioneale massone di rigor mortis, negli sgangherati poteri dello stato dove ogni giorno si commette peccato mortale contro i cittadini per bene: voi tutti siete peggio di un delinquente incallito perchè in lui sicuramente qualche attenuante la troviamo, in voi troviamo solo il lezzo della merda

renato brandolese (cherev), noventa padovana Commentatore certificato 16.05.12 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Cavoli sentire questi racconti fa' veramente riflettere.A volte penso che ormai siamo in un sistema irreversibile e che l'unica soluzione e' gia' prescritta e non ho voglia di dirla ma temo il peggio.Spero sia solo un attimo di pessimismo che mi e' venuto leggendo e vedendo e sentendo che in giro c'e' solo malcontento e nessuno ha piu' stimoli per continuare una farsa di vita dove si continuano solo ad arricchire dei cretini senza scrupoli ed essere rappresentati da dei buffoni grassi e ignoranti e mafiosi mi fa vomitare !

marco artuso 16.05.12 18:54| 
 |
Rispondi al commento

E poi dicono che ci si ammazza... aggiungendo che però "si tratta di depressi !" eh già, perchè si deve anche trovare il lato positivo di andare in giro senza lavoro ! Comunque non disperate: oggi hanno MESSO ALLO STUDIO (...) la riduzione dell'aggio di Equitalia, dal 9 al 7%. E' chiaro che non si può condividere l'attacco all'esattore delle imposte, ma non vi sembra che far pagare il 9% di aggio a chi deve pagare le tasse e magari non ce la fa, è un pò eccessivo? Badate che non si tratta di evasori, perchè se Equitalia chiede i soldi, vuol dire che conosce bene la situazione. Mi fate capire quali costi ha Equitalia per giustificare il 9%? Se uno deve 1000 euro, alla fine ne paga 1090(se va bene)!!! Mi sembra di leggere i libri di storia del medioevo, quando il "Signore" pretendeva la gabella e chi non pagava diventava schiavo. Quando verrà stabilito che almeno la prima casa , frutto di sacrifici e una vita di lavoro, è IMPIGNORABILE? O torneremo anche allo IUS PRIMAE NOCTIS?

ANTONIO R., Genova Commentatore certificato 16.05.12 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una volta si marinava la scuola e insieme chiedevamo ai passanti di darci qualche spiccio ( x comprarci la pizza) le donne + acide e cattive ci rispondevano : vai a lavorare... Oggi cosa ci potrebbero rispondere ?
Il lavoro nn c'è !
Che tristezza .....

Mercedes Morelli 16.05.12 18:53| 
 |
Rispondi al commento

amici miei, leggendo questo ennesimo post mi si stringe il petto in una morsa ti tristezza. io sono anni che ripeto la stessa storia con sempre maggior consapevolezza e voglio lanciare un messaggio importante anche attraverso questo blog nella speranza che qualcuno responsabile dello stesso si faccia avanti a chiedermi maggiori informazioni: vi è un "lavoro" serio alla portata di tutti, autonomo ma senza investimento, che è in grado di debellare la disoccupazione. va bene per donne e per gli uomini. per i laureati e per coloro che non hanno un titolo di studio ma hanno cervello e cuore, soprattutto per coloro che hanno un grande motivo, un grande obiettivo. un lavoro definito la terza via... possibile che non c'è un curioso che voglia capire?


questa gentaglia che ci opprime atraverso il parlamento non ha un minimo di sensibilità, una dabbenaggine che è pari alla loro ingordigia , primitivi pescicani che divorano qualunque cosa si pari loro davanti. Il loro menefreghismo unito ad una delinquenza politica di fondo se ne infischia di chi pensa al suicidio come risoluuzione dei problemi, di chi vince la vergogna e si fa accattone perchè non gli resta altro da fare, di chi riduce sul lastrico se stesso ed i suoi dipendenti chiudendo l' attività, di chi soffre, di chi è malato , di tutti noi. Non c' è altro modo di scrollarseli di dosso , sterco della peggior specie, se non di circondare il parlamento , affamarli, riducendoli ad ancora più larve umane , farli passare sotto le forche caudine come gabbie di ferro per leoni nel circo. esseri immondi la vostra ora è ormai vicina, continuate a banchettare , il pranzo lo terminerete nelle patrie galere.

renato brandolese (cherev), noventa padovana Commentatore certificato 16.05.12 18:52| 
 |
Rispondi al commento

E' una storia evidentemente inventata, che però è metafora di una situazione avvertita come sempre più probabile...

Giorgio P. 16.05.12 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DOBBIAMO FARE QUALCOSA!!

http://movimento5stelle.forumattivo.it/

Nicola P., Parma Commentatore certificato 16.05.12 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Questi invece se ne sbattano della povertà:

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2012/05/16/casta-alla-festa-della-polverini-auto-scorta-tutto-spese-nostre/197523/

Casta, alla festa della Polverini in auto blu e scorta. Tutto a spese nostre

Gian Lorenzo Molinari, Busalla Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.05.12 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Come il posatore di pavimenti, ce ne sono a centinaia di persone disperate...solo che prima erano mosche bianche,oggi è facile vedere gente che fruga tra i cassonetti dell'immondizia o dietro i negozi !!!
Bisognerebbe eliminare tutti gli sprechi tipo:le pensioni d'oro,gli stipendi dei politici troppo alti,i vitalizi regalati sempre ai nostri politici,le auto blu,i "rimborsi" ai partiti,le partecipazioni in denaro a parecchi giornali (che non sapevo ,grazie Grillo per l'ennesima informazione !),ecc.Con tutti questi soldi aiutare la gente che ha veramente bisogno.

carlo f., Canosa di Puglia (Bari) Commentatore certificato 16.05.12 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo la storia del posatore, sono più che convinto della reale situazione di questo signore ma non darei la colpa solo a quanto il governo sta massacrando l'Italia in lungo e in largo peggiorando una crisi iniziata già diverso tempo prima (non sto difendendo Monti... anzi) Primo pumto: noi nel nostro paese importiamo una valanga di parquet dalla Cina, non sempre di qualità e non sempre questo materiale risponde agli standard europei, questo fa si che le nostre aziende perdono lavoro e dipendenti. Secondo punto: nel settore edile hanno preso piede molte aziende di extracomunitari, che pur essendo iscritte, molte volte non versano una lira di tasse e quant'altro, riuscendo in questo modo a fare prezzi decisamente bassi e probabilmente a guadagnare anche di più di un artigiano, senza considerare che diverse volte nei cantieri si trovano tante persone volanti. A questo punti sono dell'idea che nel momento in cui non si rispettano le più elementari regole di buon vicinato e la concorrenza viene fatta in maniera sleale, bisogna mandarli a casa, i materiali devono essere controllati molto spesso, non bisogna accettare un prodotto spudoratamente di importazione che nonostante molte volte di bassa qualità, con la sola etichettatura diventa made in Italy, concludo dicendo che serve informazione ai clienti finali e l'intera filiera su tutti i prodotti, compreso quelli di provenienza europea, e sopratutto dobbiamo essere più nazionalisti, dobbiamo comprare più prodotti made in Italy, ma il vero made in Italy, solo cosi possiamo rilanciare il nostro mercato e la nostra occupazione.

Angelo C., Nova Milanese Commentatore certificato 16.05.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche il sottoscritto si è trovato , nel 2004, nella stessa situazione. Se sono vivo lo debbo all'incontro fortunato con una persona povera, ma in gamba, mi ha aiutato a riprendermi psicologicamente. Per dirla tutta il primo lavoro che ho fatto è stato per una signora cinese, 30 gg di lavoro 600,00, e un letto! Da li ho fatto una risalita di reddito e di lavoro (sempre precario). Ma io ringrazio chi mi ha fatto lavorare! Badate: 6 gg a settimana, 10 ore/giorno, 1200,00 euro. Ma io ringrazio! Quello che mi fa rabbia non sono gli imprenditori che possono solo darti questo. Mi fa rabbia che con 7 mesi di lavoro e 5 di disoccupazione, risulto essere tra " quelli messi bene" per questo fisco di merda! Tasse a tuttandare, per me e per chi mi da da lavorare! Gli imprenditori non sono "il nemico" di classe! Ragazzi, oggi fare l'imprenditore è fare l'eroe! Non vi nascondo che se ne avessi la possibilità, io, scapperei all'estero! Vedere la BUROCRAZIA FASCISTA AL POTERE , non ha prezzo!

Forza ragazzi! Diamoci da fare! Con il voto ! Con la democrazia! Non cadiamo nel facile inganno di un regime totalitario! Imitiamo la RIVOLUZIONE AMERICANA!
iN BOCCA AL LUPO.

ivan grozny, Alassio Commentatore certificato 16.05.12 18:17| 
 |
Rispondi al commento

ho letto,ANDREA la tua testimonianza.fa' di un male cane,solo leggere le tue parole.e' inaccettabile per chi ti stava di fronte chiedere l'elemosina,ora perche' e' escluso da tutti e datutto!!e' inaccettabile per tutti noi vivere con accanto queste situazioni disumane,ingiuste, create da egoismi che nemmeno un animale di qualsiasi specie ne e' capace.conosco erba e la ricca brianza(sono di eupilio),sento vicina questa persona disperata.non molliamo il vento nuovo che si e' alzato,diamoci una mano l'un con l'altro per creare una societa' solo un po' piu' umana e giusta!!!

aldo pavanello 16.05.12 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Il bello e che ci sono tanti casi così .... La colpa e di tutti i politici .... Se ne devono andare a casa o con le buone o con le cattive ...

Gerardo 16.05.12 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi, sono un ragazzo di 32 anni e da circa 2 anni vivo in Inghilterra.
Vi confido una cosa, ultimamente mi vergogno di dire che sono italiano perchè QUI tutti mi rispondono:
-if you're italian you are MAFIOSO;
-never trust in an italian.
Grazie ovviamente a quella CASTA DI MERDA.
IN BOCCA AL LUPO A TUTTI e se rivoluzione sarà io sono pronto a ritornare in Italia con la speranza di vedere TUTTI quei bastardi in galera(ma soprattutto pagare il debito che loro hanno prodotto).
Forza MOVIMENTO A 5 STELLE

FILIPPO MILANO, londra Commentatore certificato 16.05.12 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Che pugno nello stomaco, Andrea!!!!


Posso dire che il signore non ha parlato a vanvera, io negli ultimii due anni ho avuto un calo di lavoro impressionante, e da tre setimane mi trovo a casa senza saper che fare, ossia.... vado in giro per ditte a domandare se hanno necessità di un installatore di infissi o tende da sole ma al momento la crisi è veramente forte e nessuno ti può dare lavoro quel poco che ha lo tiene per i suoi operai, come ha fatto la ditta per cui istallavo da 22 anni, e che da tre settimane non si fa più sentire, mi ha lasciato per strada come un cane abbandonato, cosa devo fare ? Piango, ma di nascosto da mia moglie e i miei figli, e poi come farò il prossimo mese con le rate e pagamenti vari ? Aiuto, ma a chi chiedo aiuto ?
Un Artigiano abbastanza onesto !!

Bruno M., Pisa Commentatore certificato 16.05.12 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti per il lavoro fatto.
Nei Paesi Arabi vi è stata la Primavera Araba grazie alla Rete, in Italia l'unico modo di uscire dal disastro è che, grazie alla Rete, si crei un movimento di opinione che porti alla Primavera Italiana. Lei sa usare benissimo questo strumento ed ha ragione quando lo preferisce alla TV strumentalizzata a fini di propaganda da chi ha il potere. Il ritornello dell'antipolitica propinatoci quoitidianamente ha come obiettivo coprire la verità: gli Italiani odiano e disprezzano i politici. Meritatamente. Capillarizzi l'uso della Rete, proponga di buttare fuori dal parlamento il 50% dei parlamentari e prenderà l'80% dei voti. Meritatamente.
Complimenti ancora per il lavoro svolto e saluti
Alberto Ghiraldi

Alberto Ghiraldi 16.05.12 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Quello che leggo dai commenti e come quando vai on ospedale gli altri siamo noi e per questo che serve generosità con il prossimo non c'e bisogno che te lo dica in passo del vangelo gli altri siamo noi se ti
interessi del altro lo fai per te solidarietà e la parola d ordine

Riccardo Garofoli 16.05.12 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Ok... ma.. 30 anni di lavoro senza sosta? .. e dove diavolo ha buttato tutti i soldi che ha guadagnato ?( non saranno stati mica pochi sapete, perchè conoscete tutti le tariffe che facevano/fanno ). Non è che oggi sta diventando una moda chiedere soldi per mangiare semplicemente perchè è più facile e dopo se li giocano sulle macchinette ? ho una piccola azienda in veneto.. e si, è vero, siamo in difficoltà ma non ci credo che un posatore non sia in grado di trovare lavoro non fate confusione da chi ha veramente bisogno a chi si è mangiato tesori ed adesso da la colpa al sistema ! quella persona dovrebbe essere arrabbiata sollo con se stessa

Federico Segato 16.05.12 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Capisco la situazione ho una piccola società con 3 dipendenti nel campo edile .
Chiederei a tutti di cominciare a discutere il PROBLEMA enorme che esiste in Italia , nello specifico una proposta di legge da inserire nel programma sulla certezza di pagamento sia nel lavoro privato sia nei lavori statali.
Il problema che ci affigge è serio non esiste contratto o legge che ci tuteli nella riscossione di ciò che ci è dovuto.
La mia proposta è che ogni committente DEVE fornire a fronte di un contratto una Fidejussione a garanzia della somma stipulata , così da evitare come spesso o quasi sempre succede da 2/3 anni che imprenditori improvvisati , usino i loro fornitori come banche .

ALBERTO FASOLINI 16.05.12 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Vi dico solo una cosa, ho 45 anni ho fatto il paracadutista mi sono fatto un culo cosi per servire il mio paese ho sempre lavorato da quando avevo 15 anni escludendo il lavoro in campagna per la mia famiglia e dopo tre anni di disoccupazione cronica con qualche lavoretto qua e la per cercare di campare sono senza casa senza lavoro ho ancora la macchina che non so per quanto potrò tenere ma stare senza diventa difficile che ti diano un lavoro. Nell'ultimo anno ho vissuto grazie al sussidio del comune di 563 euro (che ho dovuto sudarmelo per ottenerlo arrivando anche a minacciare l'assistente sociale) in cambio dovevo firmare un accordo di progetto di reinserimento nel mondo del lavoro. Ora sussidio è terminato avendo usufruito da ormai un anno. Ora cosa farò??? Io sicuramente non mi tolgo la vita per questi porci di politici che fino all'altro ieri dicevano che tutto andava bene che non c'era crisi e che ogni anno dicevano che si stava uscendo da questa crisi (sempre la stessa manfrina). Per me questi politici dovrebbero essere condannati per tradimento alla patria per averci portato alla disperazione senza una politica per i cittadini ma solo per le lobby. Poi secondo il Presidente della Repubblica non ci sono ragione di usare la violenza allora io gli vorrei chiedere quand'è il momento di usare la violenza? quando c'è di mezzo il petrolio, o forse quando la gente sta soffrendo la fame perché non ha lavoro. Certo per lui e facile parlare cosi tanto lui la pancia piena, una casa e una dignità ancora ce l'ha. Io non sono per la violenza ma quando mi tolgono il mangiare non vedo perché non dovrei usare la violenza per sopravvivere. Poi magari quelli che fanno questi atti di violenza non sono persone come noi che stanno soffrendo; e allora?! La brava gente ha avuto, nella storia, sempre bisogno di questo personaggi che difendono dai soprusi di una politica volutamente cieca e sorda. La storia insegna.

Remo Piombo, Pordenone Commentatore certificato 16.05.12 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Qualche anno fa ho dovuto pagare 300 euro al giorno in nero per fare posare un pavimento e sembrava che mi facessero un piacere.Se adesso un posatore bestemmiatore mi chiedesse di aiutarlo lo aiuterei, ma se il settore edilizio si trova in difficoltà credo che se lo sia meritato,perchè hanno distrutto l'Italia per fare un sacco di soldi senza pensare alle conseguenze.C'è tanta gente che ha problemi gravissimi da sempre,eppure non si suicida e non chiede la carità e soprattutto,non ruba e non fa affari con ladri e politicanti. E' arrivata la resa dei conti anche per loro.

alice kappa Commentatore certificato 16.05.12 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La prima soluzione per gli italiani è quella di spegnere la televisione. Senza tutte le manipolazioni che impongono gli uomini di potere si è più liberi di pensare. E chi è libero sceglie la via della decrescita, non quella del Pil. I nostri figli meritano questo!

CHIARA LINARI 16.05.12 16:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Si! Vabbè!
Mettiamo tutti fuorilegge(i politici).
Proibiamo ai cittadini di aderire ai partiti, di candidarsi.
E dopo ?
Non è in questo modo che il posatore di parchetti della Brianza ritrova il suo posto di lavoro, o il rappresentante vedrà rifiorire il suo giro d’affari.
Serve altro.
Qualcosa che nessuno finora è stato in grado di proporre, neppure su questo forum.
Un intervento concreto sul mercato del lavoro, in tema di sviluppo, di ricerca, di innovazione, di protezione dalle scorribande speculative dei mercati finanziari, di sostegno differenziato a quei settori che ancora danno segni di vita.
Niente !
Solo giaculatorie, anatemi, perorazioni alla Merkel perché accorra in soccorso della nostra economia disastrata
Eurobond che, tradotto per noi comuni mortali, altro non significa che “provvidenze” in grado di consentirci di tirare a campare ancora qualche mese.
Ma i tedeschi nicchiano.
Chi glie lo fa fare di prendersi sulla schiena uno stato, o meglio una consistente porzione di esso, che da sessantanni vive di provvidenze, sussidi, interventi straordinari.
Qualcosa tuttavia comincia a prender forma nella cortina fumogena dispiegata a piene mani dalle lobby politico mediatiche che infestano la comunicazione di regime.
1. il vituperato Tremonti era stato in grado, fintanto che ha mantenuto il controllo della politica economica, di “mantenerci a galla” senza lasciare troppi cadaveri (non solo in senso metaforico) in circolazione
2. quando Berlusconi ha accettato di cedere al diktat delle oligarchie finanziarie e confindustriali (impersonate da Draghi e Marcegalia) scaricando Tremonti, la situazione è precipitata repentinamente.
3. gli esiti fallimentari di questa politica sono confermati dopo che i poteri forti hanno assunto il controllo diretto del paese nominando un loro emissario alla guida.
Conclusione.
Non è dai salotti buoni del potere economico finanziario che arriveranno proposte risolutive.
Quelli sono storicamente abili solo a trivellare denaro pubblico.

Enrico Pascolo Commentatore certificato 16.05.12 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

probabilmente se avese applicato un tariffario meno esoso di quello che solitamnete questi artigiani usano,avrebbe ancora clienti
di lavoro ce n'è poco,ma prova a trovare uno che ti mette il prquet a prezzo,nn ne trovi e i pochi semra che debbano usare utensili d'oro!!!!!!!!!!!!!!!
per questo tipo di lavoro,c'è sempre richiesta:::

nn sarà il solito pezzente che sfrutta gli allocchi!

matte f., milano Commentatore certificato 16.05.12 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo il Post del posatore di pavimenti, non faccio alcuna fatica a credere alla sua storia,a ciò che ha passato,che stà passando e a quello che vorrebbe fare a Roma, perchè sembra il copia/incolla della mia storia;
l'unica differenza che l'operaio gira da settimane invece a me dura da qualche anno. Proprio questo mi fa sorgere il dubbio che non è per forza colpa della crisi, ma è ormai divenuto un pretesto per gli imprenditori,non tutti, per non assumere nessuno e forse per cacciarne qualcuno.
P.S. Sicuro che lo Spread alto dipende dagli speculatori finanziari o invece è perchè lo Stato è diventato un CATTIVO PAGATORE?

Massimo BATTISTA 16.05.12 16:11| 
 |
Rispondi al commento

In Germania, in Europa (eccetto la Grecia) esiste il reddito di cittadinanza. In Germania e nei Paesi nordici sostengono ogni pesona indigente pagandogli l'affitto e i generi di prima necessità, nochè l'assicurazione malattia, lo sconto sui mezzi pubblici, ecc. perfino il tesserino gratuito per accedere alla Biblioteche e ai Musei. questi sono Paesi civili, mentre in Italia si fanno nuotare nell'oro qualche migliaia di persone e se ne affamano milioni. Come nel Medioevo. L'Italia è un paese feudale. Vegogna!

ENZON 16.05.12 16:11| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

E' vero,i politici fanno schifo e dovrebbero campare 100 anni in miseria, per tutto quello che ci stanno facendo passare. Ma io non riesco a prendermela solo con i politici. Vogliamo parlare di tutta quella gente che li vota e se li protegge, che siano di sinistra o di destra. C'è chi loda Berlusconi (lota), chi innalza Fini, chi preferisce Bertinotti, etc. io farei un bel GOLPE e li carcererei tutti. E che se la vada a prendere nel culo questa europa di merda, che ci sta sfiancando.

Paolo Villani 16.05.12 16:04| 
 |
Rispondi al commento

La storia è plausibile. A Rimini andavo al summit di Paolo Barnard e chiedo la
strada ad un simpatico ragazzo in tuta da ginnastica. Lui mi accompagna per un
pezzo, parliamo dei mali dell' economia, lui è imbianchino è stato in Germania,
il lavoro scarseggia ... alla fine mi chiede se conosco qualcuno che lo
prenderebbe a lavorare. Purtroppo no , rispondo, però perché non fai politica?
Più lavoriamo meno ci pagano gli dico, ormai solo unendoci tutti in politica
possiamo gettare grandi reti per ripescare i soldi caduti in mare dalle nostre
braccia che ora vanno tutti a finire in conti cifrati alle isole Virgin. No no
grazie, dice lui ridendo ... allora non conosci proprio nessuno che cerca un
imbianchino?


uiytbrs y., roma Commentatore certificato 16.05.12 15:57| 
 |
Rispondi al commento

una storia come molte altre, purtroppo, cui si rischia di doverci abituare a vedere sempre più spesso nei piccoli centri operosi del Nord come nelle grandi città del nord del centro e del sud ... a proposito, quando vedremo i banchetti del Movimento 5 Stelle a Roma?

beatrice clapton 16.05.12 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Ho 24 anni e anche io ho imparato il mestiere di posatore di pavimenti in legno da mio padre,ma nonostante mi dicessero"impara un mestiere che te lo ritroverai sempre" oggi sono disoccupato e totalmente demotivato.Anche se trovassi uno straccio di lavoro sarebbe sotto pagato e devo pensare anche a mia madre e mio fratello di 15 anni.Insomma mi ritroverei a lavorare una vita senza essermela goduta,se sono fortunato.Io mi rifiuto di essere uno schiavo.Sono stanco di sentirmi dire cosa è meglio per me quando poi quelli che me lo dicono fanno i loro porci comodi.Sacrifici bisogna fare,sì umani!Dovremmo cominciare una rivoluzione culturale più che armata.Boicottare i politi in ogni senso.Vieterei loro l'ingresso nei locali pubblici.Le forze armate(e intendo il singolo soldato,poliziotto ,carabiniere ecc...) dovrebbero schierarsi dalla parte del popolo.Utopia?Non lo so,ma so che mi sento solo contro i mulini a vento.Vorrei avere il coraggio di guidare gli uomini alla "lotta",ma non ne sono capace.Una frase che mi ha colpito è stata "SE NON TU.CHI?SE NON ORA.QUANDO?".Lo chiedo a voi.

Diego Isopi 16.05.12 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Alcune settimane fa ero fuori Bologna per lavoro, e nella pausa vado ad un LIDL per prendermi qualcosa da mangiare.

Da lontano vedo che all'ingresso c'era un signore con un cartello in mano grande.

Arrivo all'entrata e mi fa vedere il cartello, tipo un A3 come dimensioni...mi fermo un attimo per leggere e sul cartello c'era un ritaglio di giornale con piu o meno il seguente titolo

IMPRENDITORE SENZA LAVORO CON 2 FIGLIE E MOGLIE CHIEDE AIUTO, LAVORO, SUPPORTO

E in centro nell'articolo la sua foto grande ...piu tutta la sua storia... ex artigiano, piastrellista, da chi era e com'era a dove è arrivato oggi, fuori da un LIDL ad elemosinare qualche euro per chi li offriva.

Il coraggio di essere li, in una situazione tale è di una umiltà e dignità senza pari, mi è venuto il magone, il nodo alla gola...ci sono rimasto malissimo, e ho pensato che ciò che è successo a lui domani potrebbe toccare mè.

Per giorni l'ho sempre avuto d'avanti nei pensieri e magari è ancora la fuori, disperato, che non sa piu cosa fare per le figlie e la moglie.

LA GRECIA E' QUI !

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 16.05.12 15:48| 
 |
Rispondi al commento

almeno da mangiare devono averlo tutti senza se e senza ma

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 16.05.12 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Voglio dire anch'io l mia " ma è mai possibile che se la prendono solo con equitalia e sti farabutti che rubano a piene mani con i loro partiti niente chi ci va di sotto l'impiegato equitalia ? anche se 40 euro mi hanno fatto pagare 1250 ma la colpa va adosso a chi ha creato equitalia non chi ci lavora e tiene famiglia ...

sal 16.05.12 15:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e' incredibile!
a me ieri e' capitata la stessa cosa!
un mio amico ex ragioniere in una concessionaria di auto,con moglie e figlio a carico ha perso il lavoro da 7 mesi,disperato mi ha chiesto se fossi a conoscenza di qualcuno disposto ad assumerlo,anche in una impresa di pulizie.
gli ho risposto che al momento non potevo aiutarlo,ma gli ho promesso mi sarei interessato,ma che se potevo permettermi di dargli un consiglio,di lasciar perdere l'impresa di pulizie perche' da noi a napoli,per quel che ne so,nella maggioranza imprese i dipendenti vengono pagati 400 € al mese per 10 ore di lavoro al giorno!
lui (pensate un po') mi ha detto che pur di non stare a casa,e dopo tanti anni abituato a lavorare in un ufficio, era disposto ad accettare!
i suoi occhi sembravano dire:"sono una nullita' perche non ho un lavoro",ora capisco perche' tante persone si sono tolte la vita,in queste situazioni sembra meglio la morte piuttosto che quel senso di impotenza che si prova per non riuscire a provvedere per i propri cari!
mi diceva che comunque la casa e' di proprieta' e che almeno con 100€ a settimana anche con un misero che gli si prospettava sarebbe riuscito a mettere il piatto a tavola,mi chiedo:a questo siamo arrivati?
io ho paura che siamo solo all'inizio,e che magari la prossima vittima potrei essere io!

salvatore n., napoli Commentatore certificato 16.05.12 15:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

riprendiamoci il nostro potere di popolo sovrano, svegliamoci e facciamolo presto per il futuro dei nostri figli !!!!!!anche la scuola ,l'istruzione vuole le prossime generazioni ignoranti,per poterle manovrare come vogliono.Ribelliamoci,sentiremo meno l'oppressione dell'impotenza che ci assale nel sapere che questi disagi sociali aumentano ogni ora!ognuno di noi potrebbe essere il prossimo!!!!

Linda Farci 16.05.12 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma infatti quello che non si vuole capire di questa situazione esplosiva è quando gli altri arrivano alla disperazione, gli altri, eh, mica tocca a noi, sempre agli altri, meno male, che culo. Se in questa società di merda arrivi alla frutta, non c'è nessun paracadute a fermare la tua caduta, ma solo uno schianto senza pietà. Questa è l'Italia, questo è il merdaio che la casta ci ha lasciato. Come fanno questi maledetti stronzi a capire una storia del genere? Pensano che tanto è un balordo, un'idiota, questo poveraccio che però fino a poco tempo fa aveva una sua professione, una sua dignità, una sua tranquillità, una sua vita. Per me, questa gente qua quando sarà ora dovrà ricevere una PUNIZIONE ESEMPLARE.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 16.05.12 15:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CON IL TIPO DI LAVORO CHE SVOLGO, HO L'OCCASIONE DI POTER PARLARE CON TANTISSIME PERSONE, MA DEVO DIRE CHE IL PROSPETTO DELLA PERSONA DESCRITTA A ERBA PURTROPPO NON E' UN CASO ISOLATO, CI SONO TANTE PERSONE E FAMIGLIE CHE SONO DISPERATE, E I RESPONSABILI DI QUESTA SITUAZIONE SIEDONO IN PARLAMENTO.
VIVA VIVA GRILLO

alessandro d., santeodoro Commentatore certificato 16.05.12 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che tristezza, che sconforto, che FALLIMENTO!
Noi tutti, come cittadini, come italiani, come esseri umani abbiamo fallito!
Se abbiamo permesso che si arrivasse a questo punto vuol dire che siamo tutti colpevoli, sia chi ha partecipato attivamente a questo sfacelo sia chi, come me, si è limitato a guardare pur non approvando, al massimo a lamentarsi.
Non credo che la soluzione a questo sia la violenza, non lo è mai stata, e non siamo certo noi i "signori" della violenza, del terrorismo, della paura.
Però è certo: è ormai l'ora (anche passata direi!) del cambiamento, un profondo cambiamento radicale dell'intera società e del nostro modo di essere UMANI.
Se ormai ovunque si viva vediamo scene come questa, di gente onesta che ha lavorato una vita, e che chiede solo di poter ancora lavorare, che si riduce a dover mendicare un pezzo di pane in una "grande paese civile" come l'Italia.... allora si siamo alla frutta....
Lo dico con grande tristezza, ma anche con voglia di riscatto!
Non solo perchè spero che con il M5S si possa cambiare qualcosa; ma anche perchè voglio vedere e partecipare ad un vero grande cambiamento culturale.
A cominciare dal riappriopriarci della terra, delle campagne, dove ognuno possa lavorare per il proprio e l'altrui sostentamento; ritornare al vero artigianato, ritornare al baratto, usare l'energia in nuovi modi più intelligenti, staccarci dall'industrializzazione che è fallimentare.
Auspico veramente che il FUTURO sia molto più simile al PASSATO, ma questa volta con la consapevolezza di quello che si fa.
Torniamo ad una vera realtà di FELICITA' RURALE.

Uno dei colpevoli.

lello B., belluno Commentatore certificato 16.05.12 15:03| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Con il costo del lavoro cosi' alto e impossibile fare qualsiasi cosa, la pressione fiscale e talmente alta che i piccoli commercianti chiudono e ovviamente ci sn meno entrate nelle casse dello stato.
Perche' mai una persona dovrebbe aprire un attivita' in Italia? Perche' siamo belli o perche' abbiamo un bel clima o perche' qui si mangia bene (almeno per il momento tra un po' nn si potra' fare neanche quello).
Ecco vorrei che il ns mega tecnico Sig M. Monti ci spieghi i vantaggi nell'investire in Italia.
Dimenticavo la corruzione e la malavita istituzionale,ma oramai quella e' talmente radicata nel paese che e' anche inutile parlarne.
Avanti M5S......

Tommaso De Palma Commentatore certificato 16.05.12 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

stiamo arrivando alla penultima fase, quella della disperazione, che precede il botto, è solo questione di tempo, non si può spremere il popolo in questo modo. chi ieri era povero oggi non ha più nulla chi ieri se la cavava sta diventando povero e tra un pò non avrà più nulla, solo chi ha tanto ha sempre di più, è chiaro che questo sistema non può continuare tanto

Bruno Cinque (b5), Trieste Commentatore certificato 16.05.12 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Siamo sull'orlo della guerra civile. Le premesse ci sono tutte. Basta prendere un libro di Storia e consultarlo con obiettività. E' la guerra dei grassi contro i magri. Eravamo abituati a stare tra i grassi e credevamo non potesse mai capitare di fare la fame. Ci stiamo svegliando dalla buia notte nella quale abbiamo scelto di vivere. Forse, se sopravvivremo, daremo un significato più profondo alla parola solidarietà e molto meno alla parola egoismo. Auguri a tutti...

tomatis pier giorgio 16.05.12 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci hanno distrutto, spolpato, divorato l'agricoltura, l'artigianato e il commercio.
Il turismo non lo promuovono. Le opere d'arte non le sanno custodire e valorizzare.
Il mare e l'ambiente lo hanno inquinato all'inverosimile.
Grazie partiti.
Schifosi, luridi politici assassini ladri corrotti.
Siete la feccia dell'Italia.

Paolo r., Padova Commentatore certificato 16.05.12 14:34| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

no,no no si deve mettere davanti al parlamento e poi fare fuoco al primo che esce, sarebbe da ingenui, lo prenderebbero subito.
Si deve mettere su un tetto,con un buon fucile di precisione a distanza, poi quando esce un pesce grosso fare fuoco.Ci sarebbe un ovazione in tutto il paese. Se poi ripetesse la cosa ,(sempre pesci grossi senza vittime innocenti),si ripetesse ogni cittadino si autotasserebbe volentieri per un sostegno ad una così buona causa.

Giuseppe C., Milano Commentatore certificato 16.05.12 14:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' tutto vero.
Abito in una grande città e mese dopo mese sono sempre di più
gli italiani di tutte le età che mi fermano in strada per chiedere
se ho qualche spiccio da dargli. Gente normale, onesta, che ha perso il lavoro o che comunque non riesce ad andare avanti.

Carlo Koan Commentatore certificato 16.05.12 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Credo che quell'artigiano subisca la concorrenza della manodopera straniera (romena ad esempio) che viene pagata circa sette euro l'ora e solo per l'effettive ore lavorate.

Claudio C 16.05.12 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come lo capisco...
Anche per me sta cominciando lo stesso calvario, cioè il fatto di aver perso il lavoro.
Speriamo bene... In bocca al lupo a tutti.

PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.05.12 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Ditegli di venire a Roma a questo signore, ma non per sparare a qualcuno ma per trovare lavoro.

Roma è a dire poco 5 volte Milano e di lavoro ne ha in abbondanza sopratutto per chi è nel campo edile, questo signore sarebbe portato su un palmo di mano.

Lucifero 16.05.12 14:01| 
 |
Rispondi al commento

oggi con mia massima disperazione ho pagato la mia quota inps di 800,25 euro consapevole del fatto che io a 44 quando ne avro 67 non ricevero' mai una pensione credo sia la mia ultima rata inps perche' essendo un rappresentante di commercio al quale e' sceso il fatturato di piu del 60 % ed essendo obbligatorio pagarla l'inps dovro scegliere di cancellare la mia partita iva e fare cosa ? una cosa forse la trovero' da fare per campare .....nn ho paura di un lavoro manuale ....potrei riuscire a mantenere la mia famiglia ma a mia figlia di 18 anni che e' bravissima a scuola se mi chiedera' babbo voglio studiare e continuare a studiare cosa debbo rispondere come potro' dirle "NON POSSO"......

roberto 16.05.12 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho 52 anni sempre lavorato come artigiano sono nella stessa situazione ma ridicolmente pure perseguitato da equitalia e guardia di finanza negli ultimi 3 anni non sono più riuscito a pagare le imposte.
Non riuscivo una concorenza che arriva dagli stranieri senza controllo,clienti che non hanno pagato ,45000€ da prendere da un comune.
Ieri l'imbeccile e stolto di turno si è espresso Bersani niente ambulanze agli evasori .
Ma dove era lui (Uso il minuscolo per una basezza di uomo che è)quando entravano gli stranieri e si rilasciavano partite IVA senza garanzie (Questi si incassano tutto e non pagano nulla) ha sempre saputo del debito dello stato con noi artigiano o forse era con Lusi a fare le spartizioni?

Valerio C., Molini di Triora Commentatore certificato 16.05.12 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Madonnina mia!
Che tristezza, vedere nostri concittadini scivolare verso il nulla!
A questo punto, ha più senso destra, centro e sinistra?
O bisogna agire in altri modi?

Piero Donati 16.05.12 13:52| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’antipolitica sono proprio “loro”!
Quando si tratta di far passare certi provvedimenti che vanno a colpire con la scure i "soliti noti" nei punti vitali di una civile e democratica esistenza, quali la casa, il lavoro, le pensioni, "loro" - gli onorevoli "pianisti" - sono tutti lì presenti, uniti e compatti, a suonare il piano, a votare senza tentennamenti. Anche se poi, non appena usciti dall’Aula e al cospetto di microfoni, taccuini e telecamere, si arrampicano sugli specchi della menzogna e dell'ipocrisia per cercare le scuse più assurde e grottesche atte a giustificare il "loro" mal-operato dinnanzi agli occhi di quei pochi elettori che ancora gli sono rimasti de-voti! Quando però è la volta di votare contro i "loro" benefit e i "loro" privilegi, allora i "pianisti" disertano l’Aula! In questi giorni alla Camera si discuteva del dimezzamento dei rimborsi ai partiti. Un appuntamento molto importante nell'agenda politica del Paese e, finalmente, l'occasione per ricucire la distanza abissale tra i parlamentari e la fiducia degli elettori. Un provvedimento, almeno a chiacchiere, perorato da tutti i parlamentari! Peccato però che a votare il suddetto emendamento fossero presenti solo 20 deputati su un totale di 630!!! Ad osservare l'indecente spettacolo dell'Aula praticamente vuota c'era una scolaresca pugliese in visita studio a Montecitorio. Un assenteismo inaudito e, nella fattispecie, altamente diseducativo! La politica con la “p” minuscola ha colpito ancora, presentando solo 20 deputati su 630 per discutere sui tagli ai partiti. La politica con la “p” minuscola era al completo per affermare la presunta parentela di una nipote di Mubarak. La politica con la “p” minuscola era presente al 100% per impedire l'arresto di deputati-inquisiti. Questa è l'unica, vera e poco onorevole antipolitca!

Free Skipper, Roma Commentatore certificato 16.05.12 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

molto bello questo scritto, Andrea. abito in zona e ti posso confermare che davvero molta gente non sa piu' che fare, io stessa ho smesso di cercare lavoro, cerco solo in svizzera....ma e' sempre piu' difficile.nubi dense all' orizzonte....

cris c., como Commentatore certificato 16.05.12 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Io non vorrei sembrare razzista, ma conosco tanti casi di italiani che cercano lavoro, qualsiasi lavoro, e tanti stranieri che lavorano. Non è vero che gli italiani non vogliono fare tanti lavori; molti posti ricercati dagli italiani, sono occupati da stranieri.So che questo è anche il caso delle badanti, dove "guarda caso" , vengono forniti, a chi ne è in cerca, solo nominativi stranieri, anche se ci sono italiane. Forse non sarebbe il caso di cominciare a dire: " prima il posto agli italiani" ?

maria t. Commentatore certificato 16.05.12 13:43| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, ho 34 anni e fino a un' anno fa lavoravo insieme a mio padre nella sua impresa edile, ormai da piu' di sei mesi sono in cerca di lavoro, anche a prezzi di costo non riesco a trovare uno straccio di lavoro, vorrei fare una domanda, se qualcuno puo' rispondere, cosa ci aspetta per i prossimi anni lavorativamente parlando?

Emiliano landò 16.05.12 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Appare evidente come il blocco totale dell'edilizia favorito dall'imu colpisca non solo i grandi costruttori ma anche tutti i lavoratori.
L'attuale disoccupazione deriva da una assenza di domanda in un mercato ormai privo di liquidità in cui la ricetta Monti (rigore rigore rigore) diametralmente opposta a quella americana rischia di essere peggiore del male.
Quello che manca è la liquidità privata che faccia ripartire la domanda, ma la liquidità ovvero i soldi per pagare i debiti alle aziende, le pensioni agli esodati dove sono? qualcuno se li è fumati? o forse miliardi di mazzette sono stati usati per comprare lingotti d'oro e sontuose ville all'estero da politici previdenti...
Il disoccupato bestemmia e manifesta contro guerra, tav, corruzione, ma quando va a votare mette la croce su pdl pd-l lega & C....
Stiamo raccogliendo ciò che abbiamo incoerentemente seminato (certamente i mass media ci hanno truffato con valanghe di menzogne ma alla fine un po' di colpa è anche nostra).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 16.05.12 13:41| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quel signore l'ultima ancora potrebbe essere questo

http://www.sapienza-finanziaria.com/2012/05/per-la-prima-volta-in-italia-robert-t.html

Giovanni A. Commentatore certificato 16.05.12 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si è vero, molti per dignità si nascondono e stanno zitti..non vanno in giro con il "piattino in mano"..io ho 49 anni e circa 3 anni fa mi è stata diagnostica una malattia rara che colpisce i muscoli..(distrofia)..sono fuori gioco, e fermo con le 4 frecce accese sula corsia di emergenza della strada del welfare!
Percepisco un assegno "d'accattone dall'inps" di 268,00 euro...L'italia è tra gli ultimi paesi nella tutela dei disabili...ho fatto una visita di revisione dell'invalidità il 1° dicembre a tutt'oggi l'inps non mi ha comunicato il risultato del verbale!!quando la legge fissa il termine in 120 gg.
Il Procuratore Izzo di Nocera indaga contro ignoti per vilipendio al capo dello stato...si ma quale stato?quello che per primo non rispetta i propri cittadini!
Ho fatto il militare di leva dal 1982-1983 proprio durante il periodo del "terrorismo" a Roma...(facevamo le scorte inteligienti e cioè affidate ai soldati di leva)ma di terroristi non ne ho visto neanche uno...poi sono passato alla FOLGORE...e anche qui di terroristi non ne ho visti neanche uno...abbiamo provato a cercali ma niente!

Bla..bla..bla...ora mi ritrovo a riflettere e a chiedermi...cazzo..uno serve il proprio paese e poi il suo paese li va nel culo!!
In compenso chi prima piscia sullo stato oggi lo troviamo ai vertici...pure superpagato e magari non ha fatto nemmeno il militare!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 16.05.12 13:32| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

questa storia è, a mio avviso, una versione civile di quello che potrebbe succedere più avanti nel tempo, e cioè che la persona non ti avvicina al supermercato per chiederti in lacrime di aiutarlo a mangiare o a trovar lavoro, ma arriverà al tuo cospetto intimandoti con volto etereo di consegnargli la spesa perchè lui deve mangiare e tu bastardo fortunato potrai ricomprartela..... la spesa....
siamo il giardino di casa della federal reserve che fin quando non rientrerà dei soldi che va cercando nel mondo, seminerà morte e disperazione.
Bisogna staccarsi dal circuito Fed, Fondo monetario, BCE, Banca mondiale, uscire dall'euro soffrire per un pò o per molto, fa niente, ma vivere di quello che sta dentro i nostri confini.
il nostro solare il nostro eolico, il nostro petrolio, la nostra agricoltura il nostro latte il nostro turismo e vedrete che del boicottaggio degli altri ce ne fregherà pochissimo.un decennio e saremmo di nuovo forti e indipendenti...ci vuole solo buona volontà e dimostrare di essere un popolo intelligente.....e purtroppo su questo ultimo punto.............

primobolan 16.05.12 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto questo post e devo dire che mi ha colpito profondamente.
Noi Italiani non meritiamo questo per storia e cultura siamo un gradino sopra a tutti ma, è necessario che le cose cambino velocemente.
Io per lavoro sono sempre all'estero e vi dico che gli italiani sono considerati da tutto il mondo delle persone uniche ma ultimamente grazie a chi ci governa siamo passati ad essere un popolo di coglioni......

Se pensate che l'anno scorso in Saudi alcuni Egiziani mi salutavano usando queste parole "ciao Berlusconi"

Paolo Turati 16.05.12 13:29| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

MONTI SI PREOCCUPA DELLE VETRATE DELLE SEDI DI EQUITALIA

SIMONE ., prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.05.12 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo come in Europa possono dire che l Italia ha fatto passi avanti !! L europa è stata fatta dalla Germania per la Germania !! I tedeschi stanno entrando nei nostri mercati depredando le nostre aziende ( abbiamo perso anke la Ducati) ... Presto non saremo più padroni neanche in casa nostra !!! I politici italiani vanno processati tutti per alto tradimento alla patria !!!

Alessandro chiatti 16.05.12 13:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

PROPOSTA PER UNA RIVOLUZIONE GANDHIANA IN ITALIA. POSSIBILE SUBITO! (E PER AVERE FINALMENTE PIU' GIUSTIZIA SOCIALE NEL NOSTRO PAESE).

Salario minimo garantito di Cittadinanza, pagato dalla fiscalità generale.

Diciamo 500,00 Euro subito a tutti i Cittadini Italiani maggiorenni, sprovvisti di reddito proprio e di lavoro, iscritti però nelle liste pubbliche di collocamento "obbligatorio" al lavoro.

Questo provvedimento eviterebbe in un momento in cui il lavoro manca, e comunque ce ne sempre meno, l' umiliazione a molte Persone di rivolgersi alla Caritas per mangiare e di mendicare; ad altre Persone eviterebbe il degrado di doversi prostituire per sopravvivere; ad Altre Persone eviterebbero quella assurda pena di finire in carcere, magari per piccoli furti di prodotti alimentari al supermercato; ed ad altre Persone ancora potrebbero forse non ricorrere al suicidio per disperazione, e anche per sentirsi abbandonate dalla Collettività dallo Stato...

VI SEMBRA GIUSTA, NECESSARIA, E CONDIVISIBILE QUESTA MIA PRIMA PROPOSTA?!

Un cordiale saluto a Tutti!

Lux Luci 16.05.12 13:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Politici maledetti bastardi !

LORIS B., MESTRINO Commentatore certificato 16.05.12 13:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori