Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Reddito di cittadinanza

  • 265


Grillo_balottaggi.jpg
"In Germania, in Europa (eccetto la Grecia) esiste il reddito di cittadinanza. Sostengono ogni persona indigente pagandogli l'affitto e i generi di prima necessità, nonchè l'assicurazione malattia, lo sconto sui mezzi pubblici, ecc. perfino il tesserino gratuito per accedere alla biblioteche e ai musei. questi sono Paesi civili, mentre in Italia si fa nuotare nell'oro qualche migliaia di persone e se ne affamano milioni. Come nel Medioevo. L'Italia è un paese feudale. Vergogna!". ENZON

16 Mag 2012, 23:03 | Scrivi | Commenti (265) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 265


Tags: ENZON, reddito di cittadinanza

Commenti

 

In Germania non c'è il reddito di cittadinanza, è un accordo fra SPD e CDU per il PROSSIMO governo

Giovanni Massimo Micalizzi, Roma Commentatore certificato 27.11.13 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Reddito di cittadinanza? Una follia!
15 milioni di italiani dichiarano reddito zero.
Quando mio filgio frequentava l'università, io, impiegato monoreddito, pagavo le quote più alte. Mio figlio non poteva partecipare a borse di studio perché di famiglia ricca. Io non possiedo nemmeno la caso abito. Per contro, figli di papà evasori, pagavano tasse bassissime o nulle e partecipavano alle borse di studio. Intanto andavano in università con macchina. A questi signori evasori ora vogliamo anche premiarli con il reddito dicittadinanza??? NO BEPPE! COSI' NON VA. PIUTTOSTO DO IL VOTO ALLA MELONI...
http://www.corriereinformazione.it/2011121916146/fisco-e-previdenza/passera-qcontrastare-levasione-15-milioni-di-italiani-dichiarano-zero-redditiq.html

Roberto C., Milano Commentatore certificato 26.11.13 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Come molte altre teoricamente buone idee per quanto riguarda il welfare, in Italia, dove il cittadino medio è sostanzialmente disonesto o comunque pronto a sfruttare da furbetto ogni possibilità per vivere da parassita alle spalle altrui, questo sistema è improponibile.
Basta considerare il numero di false pensioni di invalidità, di evasione fiscale, di autocertificazioni fasulle, a volte per quattro soldi da pitocco (vedi mense scolastiche)per purtroppo dover scartare come sciagurata questa altrimenti meritevole proposta

Francesco Possi 08.11.13 20:25| 
 |
Rispondi al commento

non c'è un SOLO COMMENTO in questo blog che mi faccia capire che siete informati, tutti a dare consigli del cavolo. Ma perchè non andate a leggervi il disegno di legge presentato dal M5S e STUDIATEVELO!!! Qui non si sta regalando niente a nessuno!

Milena Nigretti 07.11.13 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Scusa il mio italiano che non è perfetto ma vivendo in Italia e avendo una figlia italiana di 18 anni mi è a cuore il movimento 5 stelle.
Riguardando il reddito di cittadinanza c'è una confuzione con il reddito minimo garantito. In Belgio ( il mio paese) non c'è assolutamente un reddito di cittadinanza ma un reddito minimo garantito che è soltanto attribuito al capo di famiglia o a persona isolata. Questo reddito è anche dato a tutti europeani che hanno lavorato in Belgio. È un diritto alla disoccupazione sottoposto anche all'impegno nella ricerca d'un lavoro.
http://it.wikipedia.org/wiki/Reddito_di_cittadinanza
Io penso che è utile fare un chiarimento al riguardo...non se può fare credere che in altre paese del europa tutti i cittadini possono usufruire d'un redditto di 1000 (500?)euro a testa....In quel caso una copia avrebbe 2000€ senza lavorare...È una disinformazione che crea casini e che potrebbe dannegiare il vostro impegnio.
Non è cosi semplice...quando una personna non è piu in regola per avere la disocupazione e di quel fatto non ha più la possibilita di avere il redditto minimo garantito e in conseguenza senza nessun diritto alla salute, l'unica possibilità per essere aiutato è d'andare al " CPAS" une servizio sociale che aiuta queste persone a mettersi in ordine e dando un massimo di 300 €. Sono seguiti da un assitente sociale per farle ritrovare il diritto alla disoccupazione e il diritto alla salute. Ci vuole capire che queste personne sono generalmente casi sociali gravi spesso alcolisti, drogati....che non sanno cavarsela da solo con l'administrazione e spesso ricadono. A volte non vanno nemeno alle consulenze con l'assistente sociale che è obligatoria per ricevere quest'aiuto di 300 €/mese....Altre quello, questi 300 € sono recuperati appena la personne ritrova una situazione che lo permette o sono recuperati dai figli.Non n'è per niente un regalo....

Marie-Luce Piette 18.03.13 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IMPORTANTE : Genesi del Reddito di Cittadinanza

http://seigneuriage.blogspot.it/2013/03/alain-de-benoist-reddito-di-cittadinanza.html

Emanuele S. Commentatore certificato 12.03.13 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Come si finanzia il reddito di base incondizionato ?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/05/come-si-finanzia-reddito-di-base-incondizionato/520608/

Emanuele S. Commentatore certificato 06.03.13 22:42| 
 |
Rispondi al commento

IL REDDITO DI CITTADINANZA è PRIORITARIO ESSENZIALE VITALE!UN FATTO DI UMANITA' E CIVILTA' PER AIUTARE I POVERI CRISTI CHE HANNO PERSO LAVORO E NON LO TROVANO PIU'.DEVONO SUICIDARSI O MORIRE DI FAME?IL REDDITO DI CITTADINANZA è LEGGE IN TUTTA EUROPA ECCETTO ITALIA GRECIA UNGHERIA...HO DETTO TUTTO.NESSUNO DEVE RESTARE INDIETRO,MAI PIU'!FORZA M5S FORZA GRILLO,CAMBIAMO L'ITALIA E DIAMO SPERANZA

Stefano Flore 01.03.13 09:16| 
 |
Rispondi al commento

Ora i giochini delle elezioni sono finiti!!è stato bello e avete vinto (ve lo meritate) ma ora bisogno far si che il paese vada avanti ed esca dalla crisi quindi non spariamo stupidaggini così come vengono ma facciamo proposte serie e concrete altrimenti anche voi siente fatti della stessa pasta degli altri.

Franco 28.02.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non l'ho votato Grillo, francamente sono scettico su questa cosa del reddito. Ho perso il lavoro e una mano non mi è stata data.

Francesco 28.02.13 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Si può dare il reddito minimo di cittadinanza creando una moneta locale.
Si possono attuare le idee economiche di mio padre Giacinto Auriti prendendo parzialmente spunto dalle regole di circolazione del SIMEC che nel 2000 mio padre attuò nel piccolo comune di Guardiagrele in provincia di Chieti.
I soldi non percepiti dai parlamenti del movimento cinque stelle possono diventare la riserva aurea necessaria per emettere dei titoli monetari di proprietà del portatore, possono essere chiamati Simec oppure Chec.
Tali titoli possono essere stampati e dati ai soggetti meritevoli del reddito minimo di cittadinanza (come previsto anche dalla legge che mio padre presentò in Senato, sulla proprietà popolare della moneta). All’inizio potranno essere messi in circolazione al valore 1 euro = 1 simec, e ogni cittadino avrà la facoltà di cambiarlo in euro presentandosi al borsino di emissione del Simec. Continuando la circolazione del Simec, inconsapevolmente, tutti i cittadini aderiranno alla convenzione che il simec possiede il medesimo valore dell’euro e dunque diventerà sempre più inutile cambiarlo (tale fenomeno mio padre lo chiamava valore indotto delle moneta).
Poi il passo successivo è comprare l’oro con i soldi non percepiti dai parlamentari in modo da staccarsi dal valore dell’euro e creare una base reale di comparazione.
A quel punto, saremo noi cittadini che decidiamo quanti Simec emettere, siamo noi gli artefici della nostra politica monetaria e non più le banche centrali, ci potremmo così riprendere la sovranità monetaria.
Magari all’inizio potrà essere messa in pratica nei piccoli comuni, per poi espandersi a livello nazionale.

raffaella auriti 28.02.13 09:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il reddito di cittadinanza, secondo me è una cosa FOLLE !

La maggior parte di quei soldi distribuiti finirebbe in:

Slot machine e gratta e vinci (Mafia - ex Partiti)
Prostitute (Mafia)
Droga (Mafia)

quello che non verrebbe sperperato in questo modo finirebbe in tasca a grossisti alimentari stranieri!

prima di pensare a distribuire soldi così bisognerebbe pensare a non farli poi finire in tasche sbagliate!

saluti


Non c'è solo il problema dello Stato ladro che non ha soldi. Questa norma non è applicabile nemmeno dal punto di vista del comportamento del cittadino italiano. Tutti si metterebbero a lavorare in nero per percepire anche la disoccupazione permanente. E la gente non cercherebbe più lavoro. Perché lavorare se percepisco quasi lo stesso tanto gratis?
è molto facile aggirare la norma dei tre lavori. Basta andare ai colloqui di lavoro vestiti da straccioni e sbiascicare le parole. La ditta ti respinge e tu hai conservato per intero la tua disoccupazione.

Massimiliano Pacini 09.02.13 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Totalmente favorevole al reddito di cittadinanza sul modello europeo.Penso ai paesi scondinavi.
Sicuramente deve andare di pari passo con politiche attive per la ricerca del lavoro e la meritocrazia ( quella vera :tutte le forme di raccomandazione e segnalazioni devono essere considerate incivili e al limite della legalità senza fare sconti a nessuno lo so questo darà fastidio al 70% degli italiani ma basta con il sottosviluppo).
Ho 39 anni laureato in scienze politiche ( due corsi -. risorse umane , giornalismo) con 11 anni di precariato sulle spalle attualmente disoccupato(ho fatto di tutto : ricercatore , call center , segretario).
Ex ricercatore di storia soprattuto l'attualissima storia dei paesi del nord Africa ( senza presunzione le rivolte del nord africa per me non sono state una sorpresa) nonchè esperto di diritto del lavoro per passione .
Grazie
Paolo Graziosi

paolo graziosi 21.11.12 12:58| 
 |
Rispondi al commento

prima di parlare di reddito di cittadinanza, per quanto giusto, sarebbe meglio pretendere quel che ci è dovuto. un esempio a caso, INPS. perchè non fare un cumulo delle pensioni tra persone conviventi da almeno 5 anni? mi spiego, un senza lavoro (io non parlo solo di esodati) ha maturato 30 anni di contributi e dovrebbe aspettare i 67 anni per prendere una cicca di pensione, ma non ci arriva, muore di fame prima. la di lui moglie ne ha maturati 12 (non ha diritto a nessuna pensione) e si chide dove vanno i suoi soldi. un cumulo tra conviventi disoccupati, sono molti, farebbe prendere da subito una pensione di anzianità, 42 anni, ad uno dei componenti il nucleo. proposte, non lamentele, INPS! caccia i soldi che ti abbiamo dato, almeno quelli. ma tanto chi ascolta Emerito Koglione? mah.

emerito koglione 10.11.12 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Il reddito di cittadinanza risponde a due ordini di criterio: uno NATURALE ed uno CIVILE ma non dev'essere confuso con l'ausilio del sostentamento salvavita per obbligo di soccorso.

In natura ogni vivente dispone delle risorse del suo habitat, anche a costo di conflitti insanabili e "ruberie" contro i suoi simili.

Nell'habitat naturale modificato dalla condizione di civiltà (organizzazione della società umana regolata da leggi razionali - artificiali - e non spontanee) non è più possibile l'esercizio arbitrario del trofismo e del territorialismo e la segregazione delle risorse impone la distribuzione razionale, a tutti gli aventi diritto territoriale-giurisdizionale, dei prodotti e delle stesse risorse disponibili.

Atteso che le società organizzate più evolute producono beni e servizi con l'ausilio di macchine, frutto dell'inventiva della specie e dei suoi inventori e non certo degli individui che occasionalmente ne fanno uso, ed atteso che ad ugual mansione, in queste società civili, spetta uguale retribuzione, allora il reddito di cittadinanza è un obbligo ineludibile per ogni società civile, perché tutti i cittadini in essa svolgono il loro ruolo di cittadinanza.

I problemi della organizzazione del lavoro e delle produzioni e dei possibili vantaggi premiali che derivano dall'accesso alle attività produttive di reddito o di rendita, sono questione altra che non può inficiare la "indisponibilità" del diritto al reddito di cittadinanza (nel senso che nessuno ne può disporre per negarlo o affermarlo).

Sui risvolti di opportunità economica del reddito di cittadinanza si sono già abbondantemente espressi economisti come Van Parijs.

Mi permetto di suggerire il seguente link:
https://www.facebook.com/pages/REDDITO-DI-CITTADINANZA-Appannaggio-di-Sovranit%C3%A0-dei-Cittadini/272285606145493

Cordialità.

Salvo Centamore 23.09.12 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Sul reddito di cittadinanza (O come il Paese dei Balocchi potrebbe diventare realtà)
una simile proposta, risulta
1. innaturale. In natura non esistono pasti gratis.
2. immorale. Spinge l'individuo a isolarsi ancora di più. Il lavoro, viceversa, è venire incontro alle esigenze dell'altro.
3. insostenibile. Nessuno Stato può reggere a lungo.
4. Discriminatoria. Troppe categorie sarebbero per forza di cose tagliate fuori: non si può dare tutto a tutti.
5. Vessatorio. Casalinghe, giovani, immigrati, disoccupati cronici, fancazzisti a tempo pieno, finti poveri, non possono essere mantenuti da chi lavora. Basta prelievi forzosi dal reddito degli italiani!

PIU' REDDITO A CHI LAVORA
PENSIONAMENTI ANTICIPATI
MIGLIORI SERVIZI SOCIALI AI BISOGNOSI

Sì ad uno Stato solidale, ma su solide basi etiche ed economiche.

pippo pansa Commentatore certificato 08.07.12 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il reddito minimo garantito. Tutto quello che non si è mai detto.
Gianno Perazzoli - MicroMega

http://temi.repubblica.it/micromega-online/il-reddito-minimo-garantito-tutto-quello-che-non-si-e-mai-detto/

zapper .. Commentatore certificato 21.06.12 18:04| 
 |
Rispondi al commento

ho 20 anni e non voglio elemosinare una specie di pensione allo stato che non non mi incentiverebbe a lavorare e a prendermi delle responsabilità. ho venti anni e voglio la garanzia di trovare un lavoro adeguato alle mie capacità con una retribuzione dignitosa. i tagli vanno fatti assolutamente, ma non per fare in modo che io possa stare a casa a fare nulla. sarebbe meglio destinarli alla ricerca ecc. le pensioni lasciamole ai nonni e a chi effettivamente non è in grado di lavorare!!.

Riccardo M., Suzzara (MN) Commentatore certificato 27.05.12 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Occorre aiutare coloro che sono disoccupati e senza stipendio altrimenti i suicidi si moltiplicheranno.

La puo' grande bugia che la politica ci racconta, e a cui troppi credono, e'ì che manchino i soldi per un reddito di cittadinanza.

Come mai in Europa riescono a dare un reddito di cittadinanza e per di piu' hanno un debito pubblico inferiore al nostro?

Il problema non e' la disponibilità di soldi, ma come essi vengono spesi.

Dobbiamo de-mistificare il denaro.
Cosa vuol dire che non ci sono piu' soldi?
Ma lo sapete che oggi il denaro non ha una convertibilità,nessuna copertura di oro, che e' semplicemente della carta con un po' di inchiostro
sopra?
Allora cosa significa che non ci sono piu' soldi?
E' finita per caso la carta?
Le stamperie sono in sciopero?

Fino a quando crederemo a queste bugie, "non ci sono piu' soldi", continueremo a giustificare la morte di decine e decine di persone che si stanno suicidando un po' ovunque nel nostro paese, pensando che sia normale che cio' succede.

E' normale suicidarsi perche' non ci sono abbastanza soldi, quando essi non sono niente altro che carta con un po' di inchiostro sopra?

davide appi 23.05.12 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
sono una laureanda in servizio sociale e dopo aver svolto tirocinio in alcuni consorzi per i servizi socio assistenziali posso affermare con una certa sicurezza che l'introduzione di un aiuto di questo tipo sia estremamente necessaria, oltre ad essere un segno di civiltà.

Tuttavia,onde evitare sprechi, non dovrebbe trattarsi soltanto di una mera prestazione assistenziale,cioè un contributo economico buttato li e basta, ma essere inserito in un progetto su misura che abbia come obiettivo il raggiungimento dell'autonomia del cittadino. Altrimenti si creerebbe soltanto assistenzialismo, e di soldi non c'è nè abbastanza!! In poche parole il contributo diverebbe un aiuto che lo stato concede per rimettersi in piedi e ricominciare!

Saluti!!!

ps. forza M5S

Emanuela Volonnino 22.05.12 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo 2.000 (duemila) miliardi di euro di debiti: quanti altri vogliamo farne?

(Fanno 33.000 euro a testa per 60 milioni di italiani).

Andrea 22.05.12 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi paga?

Chi da i soldi per stipendiare i nullafacenti?
Ulteriori tasse o tagli ad altri servizi sociali?
I soldi non basta stamparli!
Gli italiani non hanno capito che lo Stato non ha soldi/debiti suoi ma solo soldi/debiti/tasse nostre.

Andrea Testoni 22.05.12 21:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

anche io sono sto rimanendo indietro.. ero un piccolo commerciante ambulante e riuscivo a vivere e pagare le tasse adesso ho dovuto chiudere per non andare sempre più sotto..... cosa faccio io a 52 anni?????????????? sono senzaeddito

Pino Perciballi Commentatore certificato 22.05.12 16:37| 
 |
Rispondi al commento

IO MI SPINGO OLTRE:
bisognerebbe introdurre un REDDITO DA CITTADINANZA EUROPEO, garantito dall'UNIONE EUROPEA a tutti i CITTADINI EUROPEI. Questa sarebbe la svolta e farebbe crescere di nuovo l'economia in europa senza bisogno della terza guerra mondiale.
La cosa si potrebbe parzialmente finanziare con gli EUROBOND, a basso costo, generando una crescita sicuramente superiore (al tasso di interesse pagato si intende)!!

Giovanni Di Stasi 22.05.12 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sì ad aiutare a LAVORARE chi un lavoro non ce l'ha.
Pensare sempre allo Stato fatto di NOSTRI soldi, che vanno spesi bene, senza fare debiti che dovranno pagare i nostri figli.
Ad ogni spesa aggiuntiva (per esempio reddito di cittadinanza) individuare tagli corrispondenti.
Ragionare sempre sulle risorse (soldi) realmente disponibili e non sognare un "bengodi" che non c'é.
Oltre al RIGORE e alla CRESCITA c'é la BUONA SPESA, che la partitocrazia non pratica mai, volendo sempre INTERMEDIARE le nostre tase, anziché dimezzarle e lasciare a noi la scelta di dove mettere i NOSTRI soldi.
Come diceva Einaudi "Ogni buon padre di famiglia deve, al principio della giornata, sapere quanto la famiglia ha in cassa e quanto può spendere".

Andrea Testoni 22.05.12 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Idea copiata paro paro da Renzo Rabellino. La prima volta che la ho vista esternare è stata da Vespa nel porta a porta speciale elezioni politiche del 2008.


andrea bucci 22.05.12 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
da anni studio Il Reddito di Cittadinanza, ci ho fatto pure la tesi di laurea, portando una riforma fiscale e sociale per la sua introduzione in Italia nella quale dimostro la capacità di rimettere in moto la domanda aggregata (per quello che può contare: ho preso il max dei voti)
Se sei interessato al mio lavoro ti prego di contattarmi al mio indirizzo mail. Sono a vostra disposizione per un futuro degno di essere vissuto!!!!
CORTESI SALUTI- FORZA M5S....

emiliano dapporto 22.05.12 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per chi crede che il reddito di cittadinanza sia utile solo alla persona che lo percepisce deve considerare un paio di cose.

Qui in Germania si specchia anche sul mondo del lavoro, dato che con redditi bassi si riceve la differenza dallo Stato, quindi anche l'industria ne riceve direttamente dei benefici.

Il mercato interno ha abbastanza domanda e per il commercio con l'estero si possono mantenere prezzi bassi piú bassi di quello che dovrebbero essere.

Lo Stato ha delle entrate continue e sicure perché le Tasse non hanno flessioni negative.

In piú lo Stato da la possibilitá di riqualificazione ai lavoratori e le aziende possono utilizzarli dando la possibilitá di utilizzare le conoscenze teoriche acquisite nella pratica lavorativa gioirnaliera, e tutto questo a costi minori se non a costo zero.

Tutto questo con il reddito di cittadinanza!

In conclusione si ha questo diritto ma si hanno anche dei doveri, che nell' economia diventano dei vantaggi per la crescita.

Pablo N. Commentatore certificato 21.05.12 23:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Apprendiamo oggi la vittoria a Parma del movimento 5 stelle. Da parmigiano, sono contentissimo dell'oppotunita che ci siamo dati. Ora vorrei sentire parlare di: reddito di cittadinanza, moneta alternativa, gestione democratica dal basso della cosa comune, energia alternativa (fusione fredda e-cat, solare vero, eolico, tesla e chi più ne ha più ne metta). Vorrei che Parma fosse una di quelle città in transizione, che si liberi dall'energia fossile e si avvicini all'auto sostentamento interno con orti sociali, cittadini, un sistema di distribuzione alimentare a filiera corta. Mi piacerebbe che queste idee incominciassero a diventare realtà, per questo io vi ringrazio già da adesso movimento 5 stelle!

Francesco Rutelli 21.05.12 19:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inoltre i servizi pubblici come le ferrovie fanno venire il vomito da quanto male sono prese, nessuno a mai sentito parlare di tetto massimo della retribuzione ? O di redistribuzione del reddito... Basterebbe tanto poco per fare tanto tanto

Marco Turrin 21.05.12 07:39| 
 |
Rispondi al commento

a 75 anni sono fuggito dall'Italia, dopo aver lavorato per 38 anni di cui 3 anni di fabbrica +con 20 anni come artigiano,e 15 anni da commerciante, ho una misera pensione da 590 euro.
Sono fuggito con onore ho sempre pagato tasse e tributi, e cosa mi trovo? che devo lavorare, e ancora lavorare per poter vivere al minimo di decenza. Seguo sempre il Grande Grillo che stimo moltissimo e sono dalla sua parte: forza Grillo il M5S cresce sempre, io ti seguo dalla Romania, qui mi trovo molto bene, malgrado se ne dica della Romania qui ci sono ancora i valori che in Italia non esistono più, qui ho trovato calore,collaborazione senza interessi, accoglienza e rispetto. e con 590 euro al mese viviamo in due, ho acquistato una casa in un villaggio a Manastire fraz. di Birda,con un grande orto, che coltivo con passione, pensando alla mia patria come sarebbe stato bello poter essere nel mio paese di origine. In Italia sarei stato costretto a cercare qualcosa da mangiare nei cassonetti con le lacrime agli occhi, per come si è ridotta la politica sporca Italiana, pensano solo ad ingrassarsi, e far pagare sempre ai soliti noti fino all'ultimo euro, insomma si paga anche l'aria che si respira, mentre qui con 45 euro ho pagato le tasse per tutto l'anno che comprende casa, rifiuti, e non mi viene chiesto piu niente per un anno. e vivo con dignità.
In Italia è necessario un radicale cambiamento politico, BASTA con le solite persone che d'anno solo fastidio sentirli parlare, che da semplice cittadino con un pò di memoria ascolti le grosse bugie che raccontano, ma l'oro sono i potenti, gli intoccabili mafiosi del palazzo. Via TUTTI ne ho abbastanza, mi vergogno di essere governato da MAFIOSI, incollati con stipendi da paperon de paperoni per rovinare l'italia: a questi rovina stato bisogna metterli a nudo delle l'oro proprieta. Solo cosi chi li succederà saprà regolarsi in merito, e saremmo governati da persone che amano L'Italia e il suo benessere, come in altri paesi civili.

mario miglini 20.05.12 13:40| 
 |
Rispondi al commento

L'importanza delle parole

Giusto rimarcare la differenza di tutela dei lavoratori tedeschi da quelli nostri.

Basta citare la costituzione tedesca per avere una conferma.

All'art. 15 c'è scritto:

1- il lavoratore tedesco gode della protezione dello stato.

Mi permetto di sottolineare la parola "protezione" che è abbastanza esplicita e impegnativa.

2-il diritto al lavoro è garantito. Dirigendo l'economia lo stato assicura lavoro o sussistenza a tutti i suoi cittadini. Nel caso in cui a un cittadino non possa venir offerta alcuna possibilità di un lavoro appropriato, lo stato provvederà alla sua sussistenza, nella misura del necessario.

Parole molto chiare, in particolare:

"garantisce" e non spera o auspica. E' un impegno sostanziale, non generico, fumoso. Non si presta a tante interpretazioni che ne snaturino il contenuto.

"lavoro appropriato" e non soltanto un qualsiasi lavoro. Un lavoro consono alla capacità e alle qualifiche della persona.

"nella misura del necessario" e non del possibile.

Queste parole riconoscono il dovere dello stato a supplire il lavoro mancante con interventi precisi e non "sperare" che ciò avvenga soltanto se le condizioni generali economiche o politiche lo permettono.

La Costituzione Italiana, come ho già detto in altri interventi, sul tema del lavoro, è generica, ambigua.

Il lavoro, in Italia non è un dovere e non è un diritto.

Ogni diritto, per poter essere chiamato tale deve avere la possibilità di essere difeso.

Se un diritto è violato, ignorato o calpestato ci dovrebbero essere dei meccanismi di difesa.

Nessuno può essere denunciato se il lavoro manca o se non si hanno garanzie di sopravvivenza nei periodi in cui non si lavora.

Tipico il caso degli "esodati". Si discute fino alla noia su chi sono quelli che avranno la possibilità di salvarsi e quelli che, per una serie infinita di ragioni, dovranno perire.

In Italia soltanto i diritti "fondamentali" si possono difendere. Il lavoro non è fra questi.

vito pall

Vito P., verona Commentatore certificato 19.05.12 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Per non lasciare nessuno indietro è necessario che venga dato subito il reddito di cittadinanza, ma il governo Monti è il più reazionario dei governi che abbia conosciuto il nostro paese.
Mi domando come un governo composto da soli ricchissimi possa capire quali siano i bisogni del 90% della popolazione povera. La loro visione neo liberista del sistema economico ci porterà sempre più in basso. Bisogna mandare a casa questo parlamento senza nessuna distinzione. Si ha bisogno di una nuova classe politica rinnovata, con idee nuove e anche con un po di utopia a cui tendere per realizzarne almeno una parte. Abbiamo bisogno di speranza e speriamo che il movimento di grillo ce la dia. Abbiamo bisogno di un nuovo mondo le cui basi si fondino su una giustizia vera, su una democrazia partecipata che non lasci indietro nessuno, perchè tutti nasciamo uguali e con gli stessi bisogni. Sono gli Stati che con i loro governi devono mantenere e tutelare queste condizioni di partenza che ci portano ad affermare che alcuni diritti umani sono intrasmissibili e alienabili. Ma dove è finito lo Stato di diritto,che fine ha fatto l'art 3 della nostra costituzione. Che fine ha fatto il popolo italiano !!!!! a presto

beppe melis 19.05.12 02:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per un salto di civiltà il reddito di cittadinanza deve essere incondizionato all'accettazione di un impiego.

guardate questo documentario della rete tedesca sul basic income:
http://www.youtube.com/watch?v=ExRs75isitw

zapper .. Commentatore certificato 19.05.12 00:34| 
 |
Rispondi al commento

Non siamo un paese feudale. Nel cinico disinteresse di tutti i cittadini, siamo un paese in mano ai criminali: mafie, banche, camorre, ecc.
Visto che nessuno si è mai posto il problema fino ad oggi, in fondo è quello che purtroppo ci meritiamo, avendo lasciato che ci governassero personaggi del calibro di Berlusconi, Monti e altri

Alessandro Cumin 18.05.12 21:27| 
 |
Rispondi al commento

enzon che stai a di gli italiani residenti non hanno quello, gli altri si (i loro diritti li conoscono bene, i doveri un po' meno)

bruno d. Commentatore certificato 18.05.12 18:37| 
 |
Rispondi al commento

BASTAVA SOLO HE QUESTA CLASSE POLITICA SI DIMEZZAVA LO STIPENDIO E TOGLIEVA I RIMBORSI ELETTORALI E QUESTI SOLDI LI INVESTIVA IN QUESTI SERVIZI PER I CITTADINI PIU BISOGNOSI. FINO A QUALCHE ANNO FA SAREBBERO BASTATI ADESSO CHE HANNO RIDOTTO TUTTA L'ITALIA IN POVERTA NON BASTEREBBE PIU' DIO BENEDICA L'ITALIA E TUTTI GLI ITALIANI!

ANTONIO CIANCIO POETA Commentatore certificato 18.05.12 18:18| 
 |
Rispondi al commento

GUARDATELO TUTTI E' IMPORTANTE!!! ...IL COMUNICATO DELL'AVVOCATO CHE HA DENUNCIATO NAPOLITANO MONTI E DEPUTATI & C.

Ecco il link :

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=-o6IXofyBWI#!


Solo pochi giorni fa Amato e Podi con il massimo della tranquillità hanno avuto ancora la faccia tosta di elargire commenti e proposte sull'economia sul virtuosimo etc etc....la Galeraaa a pane a acqua carcere duro per gente cosi 41 TRIS E QUADRIS

LUCA 18.05.12 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io sono stato all'estero per decenni perchè l'italia non è un paese neppure feudale e mi è stata tolta la cittadinanza, anch'io ho cercato di aiutare l'economia della Penisola, ma ora che il figlio maggiore ha trovato lavoro di urbanista solo nel sud della Cina ( grazie al cielo ), me ne tornerò ad emigrare per il suo futuro. Saluti e seguitemi, Marco Neri esperanza.expo-export.com

Marco Neri 18.05.12 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Prendo spunto, in rierimento al fatto che quando si tratta di esempi negativi non manchiamo mai, dalla canzone di Vasco "Siamo solo noi", e sempre siamo solo noi ad essere tra i primatisti del peggio sul panorama Internazionale!!!
Nessuno verifica come dovrebbe e chi di dovere in merito alla questione gravissima dell' evasione fiscale,ma tantissime persone in difficoltà vengono trattate come disoneste,perciò guai fare sull'esempio della Germania: sono uno dei 180 dipendenti di un' Azienda che da 8 mesi non paga più un'intera retribuzione, da gennaio ad oggi abbiamo ricevuto acconti tra i 700€ e 900€, poi basta!!!!! Siamo solo uno dei tanti esempi di una Provincia(Pavia) che della crisi segnala come dato terribile 42.000 disoccupati,perchè questo Paese ha dovuto ridursia non essere in grado di sostenere le difficoltà dei suoi cittadini?!?!?? Le risposte si conoscono bene,i colpevoli non tutti,la Vergogna che invece dovrebbero provare non la vedremo Mai,totalmente inesistente sul fronte politico quanto per una parte di quello Industriale!!!!!
Bisogna veramente rivoltare il nostro Paese come un calzino, necessitiamo davvero di una immediata
Rivoluzione Culturale, SUBITO!!!!!

marco setti, voghera Commentatore certificato 18.05.12 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Germania e Italia: le ragioni della differenza ci sono!

Se la Germania é uscita dal Medioevo mentre l'Italia ci sta tornando (sempre che ne fosse veramente uscita) lo deve soprattutto a due fatti storici:

1) la Riforma protestante (Lutero)
2) La rivolta dei contadini

Il secondo episodio fu sí represso sanguinosamente, ma come per la rivolta spartachista nell'antica Roma, lo sfruttamento bestiale dei contadini venne gradualmente reso tollerabile e gli abusi del potere vennero via via ridotti.
La Riforma luterana mise fine all'egemonia cattolica ed al relativo sfruttamento (prima c'erano i vescovi-conti, una perfetta fusione del potere religioso con quello temporale).
Certo il prezzo fu alto: durante la Guerra dei Trent'anni le soldatesche cattoliche decimarono la popolazione con massacri inauditi (e in molti casi quelle protestanti si vendicarono con altrettanta ferocia), ma il risultato fu che si bloccò l'espansione papista. Non é un caso che i Paesi protestanti liberi dal papismo siano anche economicamente e socialmente incomparabilmente più avanzati di quelli soggetti al dominio cattolico. Ciò ovviamente non significa che la chiesa luterana sia in tutto e sempre da preferisrsi a quella cattolica: nel momento della verità tutte le chiese si assomigliano. Davanti ad Hitler la chiesa protestante ha fatto quasi altrettanto ribrezzo di quella cattolica. Ma in tempi meno difficili la differenza c'è e si vede. Soprattutto nelle conseguenze sociali. E non parliamo di libertá e morale, altrimenti guai ai papisti...
Infine: l'abitudine ad assoggettarsi alla gerarchia dominata da un individue che si autodefinisce infallibile, tipica appunto dei Paesi cattolici, fa sí che il popolo rtesti fedele alle proprie scelte politiche quasi che si trattasse di una religione. Ciò spiega perché nonostante anche un bambino lo capirebbe, c'è stato ancora chi ha votato la Lega: e pensare che per aquesta vale il motto:
"I soldi ai Bossi, agli elettori ... gli ossi".

Graziano Priotto, Radolfzell Commentatore certificato 18.05.12 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbe utilizzare i fondi fse come si fa per i lavoratori in cig e mobilità in deroga.

silvia consolandi 18.05.12 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Come si fa a creare un'welfare alla tedesca o simile quando abbiamo politici ,se non ho capito male l'articolo del fatto Q. che con i nostri soldi si pagano le mega feste del compleanno e non ho visto altri giornali dare risalto al malaffare . Certo che all'estero ci prendono in giro se accettiamo impunemente certe situazioni vuol dire che siamo proprio malati di mente .

francesco p., pula Commentatore certificato 18.05.12 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Il reddito di cittadinanza è uno dei cavalli di battaglia anche del Movimento NO EURO di cui il caro Vespa si preoccupò di ridicolizzarlo nel suo bel programma preelettorale di alcuni anni fa. Se tale reddito fosse attribuito a tutti non servirebbero più banche che ti strozzinano, Enti previdenziali che solo per autoalimentarsi consumano la metà dei soldi rastrellati, ecc.ecc. Poi le prigioni si svuoterebbero non essendoci più il bisogno di rubare per vivere. Ma, haimé ci direbbero subito che non ci sono soldi sufficienti per tutti! I miliardi bruciati nelle borse invece si trovano perché quelli sono virtuali, ma anche i cittadini si accontenterebbero di soldi virtuali, perché no. Avremmo una società felice e non schiavizzata dagli attuali dittatori indiretti. Circa 50 anni fa con la mezzadria i nostri nonni avevano un padrone con il quale ripartivano la produzione al 40%, poi con numerose lotte sindacali si arrivò fino al 64% a favore del mezzadro, per il principio che il lavoro umano doveva essere prioritario sulla rendita da capitale. Oggi che abbiamo fatto notevoli progressi, abbiamo un nuovo padrone "occulto" che ci prende almeno il 70% del nostro lavoro e della nostra vita, senza neppure poterlo vedere e parlarci, magari per dargli una pacca sulle spalle!! Intanto qualche faccia da culo ha anche parole di condanna nei confronti dei disgraziati che ogni tanto scendono in piazza. Questa si che è vera democrazia, altro che gli egiziani delle piramidi!!!

Saul 18.05.12 12:26| 
 |
Rispondi al commento


Alessandro Migliaccio

Ciao Beppe, mi chiedo come mai nel movimento non si parla quasi mai dell'uscita dell'Italia dall'euro? è l'unico modo per uscire dai giochi di potere che ci stanno rendendo schiavi del loro sistema, cambiare le cose in Italia non serve se poi siamo governati da altri stati e da centri di potere economici in mano ai privati, la Germania ci comanda da 10 anni, l'America dal dopoguerra e i banchieri e le famiglie tipo i Rothcshild da sempre ...
L'unica possibilità di salvezza per tutti noi è diventare uno stato INDIPENDENTE, non ci manca nulla, viviamo in una penisola fantastica che il mondo ci invidia e nn siamo capaci di farla rendere come dovrebbe......altro che Svizzera o principato di Monaco, l'Italia ha i numeri x diventare la numero uno in Europa, invece ci stanno svendendo e rovinando pian piano, dobbiamo muoverci prima che sia troppo tardi ....cioè IERI....
Vorrei sapere da qualche capogruppo del movimento 5S se questi temi sono all'ordine del giorno o se rimangono questioni troppo grosse da affrontare per un movimento appena nato. Credo che se non si punta al cambiamento radicale il movimento finirà per essere ingoiato dai grandi poteri...

Alessandro Migliaccio 18.05.12 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono d'accordo a dare soldi a chi non lavora. tanto è vero che c'è molta gente che approfitta anche dei sussidi ad esempio di disoccupazione e poi si fa il lavoretto a nero.

piuttosto bisognerebbe, sempre a mio avviso, mettere tutte le persone, nella condizione di avere un lavoro, possibilmente un'attività in proprio così nessuno corre il rischio di essere schavizzato o anche al contrario di schiavizzare un datore di lavoro. Perlopiù il datore di lavoro è una persona che lavora tre volte il dipendente, é colui che rischia ed è colui che non vuole essere un peso per la società. Ma è anche colui che viene spremuto come un limone e poi buttato via quando gli hanno strizzato tutto.

per le persone invece che proprio non sono in grado di badare a sè stesse il ragionamento cambia.

ma per indigenti penso si voglia intendere quelle persone che possono lavaorare e badare a sè stesse ma che sono schiacciate da una società sorda e altruista.

se ci fosse un governo che ascolta, dalla parte del popolo, allora ci sarebbe lavoro per tutti.

invece sappiamo che è tutto un magna-magna

Carla


FRATELLI (E SORELLE) D'ITALIA...

Scusate se mi permetto... ma perché andate a prendere esempi in Germania, Olanda... in capo al mondo quando avete a un passo di distanza la Svizzera?
Perché non siamo in nell'Europa devastata?
Federalismo, socialità, ... ministri che vanno a lavorare in biciclette (=senza auto nel blu :-)) e senza scorta...
Tra l'altro, in Ticino, parliamo addirittura l'italiano (non forbito come il sindaco di Firenze, tuttavia ci facciamo capire, credo.

Beppe, siamo a un tiro di schioppo (anche dei più scassati); vieni a trovarci!

Bye by M

Mauro ., Lugano Commentatore certificato 18.05.12 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Ma che 67 anni Grillo ne ha al massimo 63, il reddito di cittadinanza non esiste perchè i politicanti e le lobby si sono mangiati l'italia, basta vedere tutti i lavori inutili, i finanziamenti inutili che finiscono nel collegio elettorale, è facile che il politicante si becchi un sacco di voti facendo affluire i fianziamenti in quel collegio elettorale, si creano falsi lavori, falsa economia, fino a quando il boss non viene rivotato, poi va tutto in malora. Qui c'è la complicità di tanti cittadini dipendenti dai politici, se ci liberiamo da questa servitu si potrà avere il reddito di cittadinanza.

giancarlo sartoretto (giankazzo da velletri), Rocca Priora Commentatore certificato 18.05.12 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Io in Germania non ci sono mai stato, però un paese che è uscito dalla seconda guerra mondiale con le pricipali città rasate al suolo, un paese che ha unificato due Germanie una ricca e una povera facendole prosperare tutte e due e che in Europa rappresenta il primo della classe fra tutti gli stati membri e dove a detta di tutti si vive bene, senza disoccupazione e con uno stato sociale che funziona veramente, beh, tanto di cappello e mettiamoci tutti in fila a lezione dalla Germania su come bisogna vivere e come si gestisce uno stato. Forse però lì la parola furto o appropriazione indebita alle casse dello stato e dei partiti è un vocabolo del tutto inesistente, quasi come da noi!!!

G.N. 18.05.12 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Possibile che non riesca a postare un commento ?

emme gi 18.05.12 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Nei paesi civili esiste il reddito di cittadinanza, nei paesi mafiosi, invece, c'è quello di politicanza.

Catello Buonocore 18.05.12 09:05| 
 |
Rispondi al commento

E' veramente incredibile sentire come chiunque e' stato in altri Paesi Europei e non solo abbia constatato l'arretratezza civile che contraddistingue il nostro Paese. Vorrei dire che il nostro Paese e' costituito dalle nostre Citta', dalle nostre borgate, dai nostri condomini, dalle nostre case, da noi stessi. L'italia e' costituitra dagli italiani. Non siamo in pochi ad aver vissuto il declino degli ultimi 30 anni, la sopraffazione del possesso e del potere a cui la maggior parte degli italiani ha abboccato o ha aderito per apparente interesse. Ora i risultati sono chiari: non era interesse degli italiani svendere la propria dignita' e la propria coscienza. E' il momento di riappropriarsene, ognuno per se' ancora prima che tutti assieme. E poi ritrovarci uniti e ripartire. Ora sappiamo bene qual e' e dove sta il cancro da debellare. Diamoci da fare. Ognuno per se' e poi collaborando. Il Movimento 5 Stelle e' la nostra ultima occasione. Sta a noi. Ad ognuno di noi.

Luca Zanovello 18.05.12 08:59| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia, un paese in Europa ma che di Europeo non ha quasi niente. Il paese delle raccomandazioni, della truffa, della disonestà in generale dal più povero al più ricco: è genetica la cosa. Gli Italiani un popolo maleducato, rozzo ed ingrigito nell'umore dalla sua classe politica che però fa baldorie, ma che loro stessi hanno messo al potere votandoli, chi per tornacoonto, chi per stupidità chi per bigottismo cattolico..
Un paese dove i diritti e servizi basilari sono un privilegio da guadagnarsi conquistando la simpatia o il benvolere da chi dipende l'avere o non un certo servizio, e se lo ottengono, gli Italiani di solito se ne vanno consapevoli che questa volta "gli è andata bene" "che culo" etc, per non parlare dei reverenziali ringraziamenti per cose che in Germania o Francia sono di normale amministrazione!
M5S non sembra essere cosi, sempre che non si facciano corrompere una volta che gli si dà la fiducia ad amminstrare e prevalga l'indole Italica!
Caro Beppe, apprezzo la tua ideologia e spero che riuscirai a tenere sotto controllo le persone che mandi avanti. Infine una parola sul Presidente della Repubblica che dietro il velo di perbenismo stà difendendo un 1° ministro che stà fagocitando il paese per conto delle banche e i suoi discorsi sono generici...e poi va a criticare il M5!!
Infine una barzelletta Italiana: Mi ferma la Stradale per un normale controllo di routine. Documenti tutti in regola, ma dopo aver fatto i controllo via radio (siamo tutti schedati in questo paese libero..), mi rinfacciano che avevo una denuncia di smarrimento della mia patente dal 95! c...o! dopo 17 anni non avevano ancora aggiornato i loro database e che ne avevo un'altra, e quei poliziotti si eccitavano all'idea di avere l'autorità di rinfacciarmi che non mi ricordavo di una denuncia di smarrimento dopo 17 anni... Capite il disprezzo che posso avere per la loro mediocrità italica avendo visto e vissuto l'Europa! Che paese bello ma triste il nostro.

sdaslt 18.05.12 07:10| 
 |
Rispondi al commento

ciao.mi chiamo andrea marcuz ho 46 anni separato con due figli e disoccupato senza sussidio di disoccupazione....a proposito di italia feudale...sono andato a lavorare al'età di 14 anni dopo la morte di mio padre..ho una madre invalida..a 23 anni ho aperto una carrozzeria a 44 sono uscito dalla mia società.grazie al mio mestiere mi è stato facile trovare lavoro come operaio...ma poi ho fatto l'ho sbaglio più grande della mia vita mi sono licenziato per in offerta migliore. ma prima di entrare nella nuovo carrozzeria,ho avuto un problema alla schiena che mi ha impedito di continuare a fare il mio mestiere.ora sono in categorie protette...protette da chi non so...visto che in quasi 2 anni non sono riuscito a trovare un lavoro.visto che mi sono licenziato non godo di alcun diritto,e colpa mia certo mi sono licenziato. ma è comunque orribile, che dopo aver lavorato per 30 anni onestamente l'ho stato ti tratti peggio di un ladro o un assassino. sono disperato. forza beppe. ciao a tutti.

andrea marcuz (mototopo46), bologna Commentatore certificato 18.05.12 02:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finchè da noi ci saranno persone che fan la carità, anzichè insistere affinchè lo Stato, che si ingozza coi nostri soldi, mantenga i milioni di disoccupati, non cambierà mai niente.
Fare la carità non serve a niente. Certo, fai sopravvivere persone che non saprebbero cosa mangiare, ma non cambi la loro situazione!

Dani Italia 17.05.12 23:22| 
 |
Rispondi al commento

STAVO PENSANDO AD UN MONDO SENZA BANCHE ... SI PUO?

bruno-bassi 17.05.12 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Il reddito di cittadinanza o basic income è già più che una semplice idea: esistono due risoluzioni favorevoli adottate separatamente dalla Commissione e dal Parlamento europei. Quella del Parlamento UE è del 20-10-2010, come riporta una pagina del sito "BIN Italia" (Basic Income Network Italia)

"...Risoluzione 20 ottobre 2010. L'introduzione di sistemi di reddito minimo in tutti gli Stati membri dell'Unione per combattere la povertà è stata recentemente proposta dal Parlamento europeo in una risoluzione adottata il 20 ottobre 2010.

In particolare, nel documento si esorta la Commissione europea a presentare in tempi brevi una legge quadro in materia: difatti "l'introduzione di sistemi di reddito minimo in tutti gli Stati membri dell'Unione europea" - si legge nel testo - "sostanzierebbe il modo più efficace per combattere la povertà, per garantire un adeguato standard di vita e per favorire l'integrazione sociale". Siffatto reddito minimo dovrebbe essere fissato al 60% del reddito medio del Paese di riferimento. ..."

Salvo Centamore 17.05.12 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione. Attenzione.dalle ultime notizie trapelate emergerebbe che anche Hollande è un "grillino"
Ha infatti deciso che da subito gli stipendi del presidente e dei ministri subisca un taglio del 30% ( Sarkozy viceversa aveva deciso un incremento del proprio stipendio del 170% )
Hollande ha inoltre deciso un taglio dei ministeri e del personale degli stessi del 10%
Ha esortato i propri ministri ad usare il treno e non l'aereo , ed ad osservare con massimo rigore le regole di guida.
Hollande ha dato scandalo massimo evidenziando la sindrome "grilliana" quando ha legiferato che i direttori di enti pubblici NON potranno quadagnare piú di 20 volte lo stipendio minimo di un dipendente dello stesso ente. In questo modo il presidente di EDF ( ad esempio ) si vedra ridurre l'attuale stipendio del 70% .
Purtroppo traggo queste informazioni da giornali francesi e non da telegiornali italiani .
Qualcuno mi sà dire come mai !!!

Marco borsa 17.05.12 20:44| 
 |
Rispondi al commento

ma cosa dici? In Germania esiste uno stato sociale, il reddito di cittadinanza è un'altra cosa. Il reddito di cittadinanza è la proposta di eliminare ogni assistenza statale (assegni familiari, pensioni, contributi per la casa, ecc.. ESCLUSE le spese sanitarie) per sostituire con un assegno fisso da assegnare dalla nascita alla morte a ricchi e poveri identico per tutti. L'assegno di cittadinanza semplificherebbe ed eliminerebbe i costi dell'assistenza statale redistribuendo il reddito in maniera uguale a tutti i cittadini. Ad oggi non esiste in alcun paese. è solo una idea, una proposta.

MrTitian 17.05.12 20:22| 
 |
Rispondi al commento

PAESE DI TRUFFATORI AL POTERE, IN ITALIA IL FASCISMO NON E' MAI STATO SCONFITTO, TRA NON MOLTO VEDRETE ANCHE I MILITARI PER STRADA E SI CELEBRERA' LA FESTA DEI POVERI E INGIGENTI, POSSIBILMENTE IL SABATO MATTINA...ITALIA, PAESE DI MMERDACCE...

aldo delli carri 17.05.12 20:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dieci con lode all'autore dell'articolo. E' parecchio tempo a questa parte che leggo nel blog concetti che dovrebbero essere sbandierati ai quattro venti innanzitutto dalla Chiesa Cattolica, ma che questa, oltre che dal guardarsi bene dal propugnarli, li osteggia subdolamente tramite i mezzi di informazione di cui dispone, ufficiali e non. Come cristiano esprimo alla Chiesa tutta la mia indignazione. Avv. Claudio Cagnoli-L'Aquila

claudio cagnoli 17.05.12 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Il reddito di cittadinanza, chiamato anche reddito sociale garantito, reddito universale e reddito minimo di esistenza, è una forma di sostegno economico che fa parte di una particolare visione politico-economica che ha avuto alterne fortune in diversi sistemi statali. Viene definito come l'erogazione di un reddito di valore unico nei confronti di tutti i cittadini di un paese, indipendentemente dal loro reddito da lavoro, patrimonio o status professionale. L'erogazione di tale reddito è finalizzata a consentire a ciascuno di soddisfare i propri bisogni di base (quali mangiare, avere una casa, vestirsi ed acquisire determinati beni culturali di base).

Oltre a garantire i bisogni primari della persona, il reddito di cittadinanza è in alcuni casi inteso come un reddito di entità tale da consentire alle persone di vivere in una propria abitazione e rendersi comunque autonomi dalla famiglia dopo la maggiore età.

Soprattutto nella forma di un sostegno ai bisogni vitali della persona, come garanzia del diritto alla vita, della sua dignità e integrità, è interpretato come un reddito minimo di cui si deve disporre interamente, quindi come credito non pignorabile, assimilato a quelli alimentari. La normativa attuale (art. 545 c.pc.) assimila il reddito di cittadinanza a quelli da lavoro, pertanto pignorabili fino al 20% Il reddito di cittadinanza è un reddito di base universale pagato a tutti, senza alcun obbligo di attività, per una somma sufficiente ad esistere ed a partecipare alla vita della società. Tutti gli altri redditi privati (per la maggior parte redditi da lavoro) sono aggiunti a questo reddito minimo.

Questo reddito sarebbe:

Inalienabile e incondizionato (al contrario dell'indennità di disoccupazione, condizionata alla ricerca di un lavoro);
Cumulabile con un reddito da lavoro;
Corrisposto alle persone fisiche e non alla famiglia, così da promuovere l'autonomia dell'elemento più debole della famiglia, anziché il benessere della famiglia intesa

giuseppe.ga 17.05.12 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Auguro a Beppe Grillo e al Movimento 5 stelle il massimo successo ... in mezzo ad un Paese pieno di pattume ed ogni sorta di lordume ... è un vero miracolo che ci siano in circolazione delle persone così pulite, oneste e dinamiche ... Speriamo che il popolo italiano apra gli occhi ... e dia il consenso a chi lo merita e se lo sta sudando in modo creativo, benefico e pieno di entusiasmo ... Grillo e i suoi splendono come stelle in cielo ... il resto (a parte qualche eccezione qua e là) è feccia e cacca. Ogni volta che ascolto Grillo parlare, condivido almeno il 90 per cento di quanto dice. Evidentemente dice cose sacrosante. Quelli che lo detestano sono (guarda che combinazione!) i disonesti, i farabutti e chi sta dalla parte sbagliata perché non ha un paio di coglioni per stare dalla parte migliore del Paese. Poi bisognerebbe accennare a coloro che stoltamente dicono che in italia non puoi dare retta a nessuno. Stronziii!!!! Stronzi che non siete altro!!! Grillo e i grillini meritano tutta la nostra fiducia e possono portare una ventata d'aria fresca ... inoltre rappresentano una vera e concreta speranza di un avvenire migliore... Vadano a farsi fottere Berlusconi, Casini, Bossi, e tutte le facce di bronzo che vi pigliano per il culo. Forza, Grillo !!! Sei grande !!! Continua così ... Dovresti andare tu al Governo e allora sì che si verificherebbe una rivoluzione senza precedenti ... purtroppo i Poteri forti sono ancora troppo forti e non consentirebbero mai una cosa del genere ... Il reddito minimo di cittadinanza c'è in quasi tutta Europa e in Italia non c'è. E' uno schifo,è uno scandalo, è vergognoso. I bastardoni che governano (prima Berlusconi ed ora Monti) che fanno? Ci fanno comprare aerei da guerra (pure difettosi) che costano miliardi di euro e poi dicono che non ci stanno soldi per il reddito di cittadinanza e le varie cose relative allo stato sociale. Vorrei tanto prendere a calci nel sedere questi due o altri imbecilli che siedono nel Governo. Ciao!!!!

Daniele Barbarotto 17.05.12 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Il reddito di cittadinanza dovrebbe riguardare proprio la cittadinanza e non l'occupazione o la disoccupazione. Un vero "Reddito di Cittadinanza" deve essere l'appannaggio di sovranità che la giurisdizione democratica riconosce ad ogni cittadino realmente residente e maggiorenne, on quanto fonte di legittimazione di ogni e qualsiasi potere: dovrebbe pertanto essere per tutti, sia gli occupati che gli inoccupati ed essere aggiuntivo di ogni altro reddito (da lavoro o da rendita - inclusa nel concetto di lavoro anche l'attività imprenditoriale). E' ovvio che questo avrebbe impatto sul welfare dei meno abbienti (i più ricchi di fatto restituirebbero tutto con le tasse in una semplice partita di giro!)ma senza lo spreco di pubblico denaro per le attività (inutili) di burocrazie di controllo (quelle che controllano se lavori o non lavori o se puoi pagarti i consumi di base) e soprattutto potendosi abolire "pieppari" tutte le spese per costruzione e gestione di alloggi di edilizia pubblica popolare, per sussidi di disoccupazione, per casse integrazione, per contenziosi legali causati dall'insolvenza sui consumi di base (comprese le spese condominiali) mediante il semplice accorgimento di rendere immediatamente aggredibile, il reddito di cittadinanza, solo dai creditori dei consumi basilari. Il reddito di cittadinanza dovrebbe essere esente da tassazioni e riservato ai titolari della cittadinanza in una data giurisdizione e solo se realmente residenti; dovrebbe essere legato al PIL o al PIL-procapite (per mezzo di un apposito indice che ne escluda la dipendenza dalla spesa pubblica - per ovvie ragioni che non mi dilungo a spiegare) costituito da tante componenti quante sono le strutture giurisdizionali territoriali capaci di imposizione fiscale e facenti parte di un unico sistema monetario (attualmente per l'Italia, il totale del reddito di cittadinanza potrebbe essere legato a: 20% del PIL comunale, 40% del PIL regionale, 30% del PIL nazionale, 10% del PIL UE). Cordialità

Salvo Centamore 17.05.12 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nell'Italia delle cose inutili, la cosa più inutile, secondo me E' IL REFERENDUM! Perchè? ma è così semplice spiegarlo, i referendum abrogativi, anche se con tanta fatica preparati, portati avanti e magari anche vinti.......vengono puntualmente superati da altre leggi che, cambiando qualche aggettivo, qualche sostantivo, le riportano in vigore come e meglio di prima. Volete esempi? " ABROGAZIONE DELLA LEGGE SUL FINANZIAMENTO DEI PARTITI - ABROGAZIONE DEL MINISTERO DELL'AGRICOLTURA ECC.ECC......... Conclusione: Siamo soltanto SUDDITI di un potere che malcelatamente ricorda........Chi si sente POPOLO SOVRANO come recita la Costituzione, deve andrsene dall'Italia!

edmondo frunzio 17.05.12 17:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche in Italia ci sono sperimentazioni del REDDITO di CITTADINANZA: http://robertocodazzi.it/2012/04/27/reddito-minimo-di-cittadinanza-o-reddito-di-promozione-sociale/

Kuda 17.05.12 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Pero Beppe Grillo c'ha il look affaticato in questo video. Speriamo che non schianti proprio adesso, in fondo c'ha 67 anni.

Alberto S., pordenone Commentatore certificato 17.05.12 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Romita inserisca per cortesia il suo indirizzo di posta, così che qualche italiano volonteroso di andare in Germania la contatti. Inoltre, potrebbe riassumere bene come funziona il reddito di cittadinanza, in Germania?

Paolo Rosi 17.05.12 17:32| 
 |
Rispondi al commento

scusami beppe, ma chi cazzo è questo giuseppe morello, che scrive su affari italiani c/o libero(?) e che ti definisce un' escrescenza italiana? col nome e cognome che si ritrova (giuseppe morello 1° capo della mano nera anno 1909. morello-masseria-genovese)dovrebbe, almeno, fare il buon giornalista. ma, come si dice "chi spala merda sugli altri, segno che ne possiede di suo in abbondanza.

roberto d., treviso Commentatore certificato 17.05.12 17:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giusto! Però cominceremo spartendoci i 5 milioni di euro (nel 2006, ma forse adesso sono almeno il doppio) che l'equanime e onesto Grillo guadagna ogni anno tappezzando il proprio blog di pubblicità ai suoi libri e ai suoi video... Grazie Beppe! Una Ferrari in meno a te e un pezzo di pane in più per tutti!

giorgio b. Commentatore certificato 17.05.12 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa sono i BIT COIN? Scusate l'ignoranza...

Gabriele M., PRATO (PO) Commentatore certificato 17.05.12 16:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO SONO UN POVERO E VI DICO QUELLO CHE HO IMPARATO DALLA MISERIA: NOI POVERI ALLA MAGGIORPARTE DEI RICCHI FACCIAMO SCHIFO, CI ODIANO, VORREBBERO CHE NON ESISTESSIMO NEMMENO E PIUTTOSTO CHE LIBERARSI DI QUALCOSA CHE NON GLI OCCORRE PIU', LO BUTTANO PER PAURA CHE QUALCHE PEZZENTE POSSA RACCATTARLO... E NON C'E LEGGE O GIUDICE CHE POSSA METTERE FINE A QUESTO GENOCIDIO SILENZIOSO... CI PENSERA' DIO?... RICCHI CHE AFFAMATE IL POPOLO, TREMATE! L'ORA E' VICINA, MA NONOSTANTE TUTTO I POVERI CHE AVETE AFFAMATO VERGOGNOSAMENTE, VI PERDONERANNO E QUESTA SARA' LA VOSTRA CONDANNA PIU' DURA: SAPERE CHE SIAMO ESSERI UMANI AL PARI DI VOI ED ABBIAMO UN CUORE GRANDE PERCHE' QUEL POCO CHE ABBIAMO LO CONDIVIDIAMO CON GLI ALTRI E A VOLTE CE NE PRIVIAMO DEL TUTTO IN CAMBIO DI UN SORRISO!

antonio t., Brescia Commentatore certificato 17.05.12 16:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PERCHE C'è la crisi?
- il tessuto produttivo occidentale mainstream è obsoleto, dai paesi asiatici stanno arrivando prodotti nanotecnologici e hitech che rivoluzioneranno la società.
- il tasso di natalità occidentale è in costante decrescita, meno teste, meno neuroni, meno possibilità di rinnovarsi e di inventare.

COSA BISOGNA FARE?
- politiche di incentivo serie per nuove nascite
- creazioni di società private finanziate dall'unione europea per recuperare lo sviluppo perso in questi ultimi decenni, coordinamento del settore dell'istruzione per la ricerca e lo sviluppo di nuovi prodotti a impatto ambientale quasi nullo, ricalcando il modello universitario tedesco.

SBLOCCO DEI BREVETTI.

finmeccanica ha partorito un topolino...
è come all'eccessiva industria pesante sovietica di stampo statalista che ha generato il crollo dell'u.r.s.s.

da sta crisi si esce solo inventando prodotti che aumentano la percezione sensoriale della gente e che consumano sempre meno risorse, tutto ciò per favorire il bisogno di dialogo e di verità che sta alla base dell'evoluzione umana.

luigi filippi 17.05.12 16:27| 
 |
Rispondi al commento

La regione Sicilia ha assunto i "camminatori" !! già sono in pochi ara hanno assunto nuovo personale per portare i documenti da un uffcio all'altro!!!

Ragazzi continuate così mandiamoli viaaaaa

luciano

LUCIANO SIRI 68, Genova Commentatore certificato 17.05.12 16:15| 
 |
Rispondi al commento

in italia abbiamo almeno un milione di dipendenti pubblici inutili, veri parassiti che hanno contribuito al deficit statale, se queste non sono sovvenzioni!

antonello conti 17.05.12 16:10| 
 |
Rispondi al commento


I cantori del modello tedesco dimenticano sempre di ricordare che esso ha ammortizzatori sociali molto avanzati -- la legge "Hartz IV", rispetto alla quale la nostra cassa integrazione, magra per far posto alle nostre armate di evasori patrizi parassiti, è elemosina da terzo mondo.

Anche se la legge non è del tutto chiara su quanto un percettore di aiuto possa rifiutare offerte di lavoro (spesso di fatto troppo taccagne), in Germania moltissime/i riescono a non lavorare e percepire l' equivalente di 1000€ al mese di aiuti sociali, a vita.

E in Germania il sistema Hartz IV è sotto critica da anni perché milioni di Tedeschi lo considerano troppo taccagno. Molti vorrebbero un reddito di cittadinanza totale con ufficializzazione del diritto di rifiutare di lavorare per rafforzare il potere contrattuale del cittadino contro il ricatto dei "creatori di posti di lavoro" schiavistici, che a questo punto dovrebbero scegliere fra l'evolversi e fallire.

È in Germania opinione di molti che una maggiore immigrazione potrebbe mandare in tilt l' intero sistema di aiuti sociali.

uiytbrs y., roma Commentatore certificato 17.05.12 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Bonjour,
io non ho fatto nessun debito e non intendo pagare il debito di altri;
io non ho guadagnato niente da appalti truccati, ruberie,truffe,tangenti,costi della politica e inefficienza della pubblica amministrazione, viaggi all'estero,vacanze alle Maldive,alle Bahamas,champagne e caviale;
io non ho intascato nessuna tangente da politici o imprenditori;
io non c'entro nulla con il debito pubblico,con lo spread,con il fallimento del mio paese;
io non sono una banca,non sono una finanziaria;
io ho sempre lavorato e pagato tutte le tasse allo Stato democratico nato dalla Resistenza antifascista;
e come me milioni di italiani che non hanno mai rubato, mai chiesto tangenti,mai truffato.
Io il debito non l'ho creato e non intendo pagarlo.
Potrei fare l'elenco di centinaia di persone che il debito loro lo hanno creato,lo hanno alimentato,lo hanno voluto e ci hanno guadagnato.
Potrei fare centinaia di nomi che il paese lo hanno divorato un pezzo alla volta,smantellato, offeso e massacrato;
nomi che il mio paese lo hanno ucciso un pò alla volta; nomi che hanno offeso la dignità delle persone,che hanno ucciso la speranza di giovani,di padri di famiglie,ucciso la voglia di vivere e di ridere delle famiglie,dei ragazzi,dei neonati.
Nomi che hanno intristito migliaia di persone che ogni mattina prendono la macchina o l'autobus, arrivano alla stazione,prendono il treno per andare a lavorare;
e la sera riprendono il treno e ritornano a casa.
Il debito lo pagassero loro.
Noi non lo pagheremo,neanche con la galera.
Abbiamo già dato.Adesso basta. Tocca ad altri.
Ci hanno sempre detto che i sacrifici servivano per costruire un futuro migliore per noi e per i nostri figli.
Ammirate il futuro che ci lasciano.
Grazie

ANTONIO B., Latina Commentatore certificato 17.05.12 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Non conosco il caso della Germania e neppure del resto dell'Europa.
In Francia c'é in effetti qualcosa del genere;
si tratta dell'RSA (ex RMI),che é versato a chi non abbia altre entrate oppure un reddito bassissimo.
L'ammontare é di 475 euro al mese ed a corredo ci sono altre agevolazioni quali l'esenzione dalle spese mediche/medicinali,riduzioni sui trasporti ecc.
Purtroppo questo dispositivo, nobile nelle intenzioni,é largamente abusato.

marco mix, santarita Commentatore certificato 17.05.12 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Riappropriamoci del ns. debito de di una democariza rubata ...In risposta alla proposta precedente credo che sarebbe ancora più semplice imporre una sorta di "finta patrimoniale" sui depositi bancari mediante la trasformazione in automatico dei depositi in titoli di stato su base percentuale all'ammontare dei depositi stessi.
I Giapponesi sono padroni del loro debito e pur avendo un rapporto debito PIL molto superiore al nostro non subiscono e non temono le spculazioni e la DISINTEGRAZIONE della loro sovranità e democrazia da parte delle SPA massoniche mascherate Banche Centrali.

Luca M., VENEZIA Commentatore certificato 17.05.12 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Allora...qui il discorso è un pò più complicato di quel che potrebbe sembrare subito. Perchè noi italiani (non tutti) un pò di furberia ce l'abbiamo nel sangue. La fornero ha in parte ragione quando dice che se venisse introdotto il reddito di cittadinanza gli italiani starebbero a l sole a mangiare pasta e pomodori. Io aggiungo: non tutti, ci sono molte persone che trovano veramente più dignitosa la vita andando a lavorare, ma molti certamente si adagerebbero su questa entrata cercando di tirare a campare. Dove il governo sbaglia è nel lasciare soli che coloro che CERCANO DISPERATAMENTE UN LAVORO E NON LO TROVANO. Già la riforma degli ammortizzatori sociali (ASPI, che mi suona tanto di ASPIDE)mi sa di fregatura: abbiamo già dolorosamente capito tutti che quando questo governo cambia qualcosa lo fa a scapito del comune cittadino: je dà 'na sòla, come dicono a Roma...Detto questo si dovrà obbligare il richiedente il reddito di cittadinanza a iscriversi nelle liste di collocamento ed OBBLIGARLO ad accettare l'eventuale lavoro che gli verrà proposto, anche se non è il lavoro che sognava lui (oggi proprio non è il caso di fare i difficili, io ho sempre pulito cessi e lavato piatti)e se non è sotto casa (però non deve stare neanche a 1000 km!!!). Se il cittadino rifiuta, gli verrà tolto il diritto a riscuotere il reddito di citt.
Mi pare l'uovo di colombo, ditelo anche alla fornero...
Ma al mio paese si dice che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire!...

Illy 17.05.12 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Di questo reddito di sostegno non l'ho mai saputo che esistesse , PERCHÉ la sinistra non ne ha mai parlato! Si mi sembra che stiamo andando indietro nel tempo Mediovale..........ma poi arriverà un Robin Hood!!!!

MassimoRossi 17.05.12 15:40| 
 |
Rispondi al commento

in Italia si fa spesso il paragone col sistema tedesco,ma solo per quanto riguarda le tasse,le grandi opere e insomma quando fa comodo...mai e dico mai viene preso il paragone nella sua interezza...sempre di parte...
questo fa si che l'italiano medio abbia un'idea "politica" degli altri membri dell'europa e mai un'idea reale...per questo credo che si debba smettere di fare paragoni che non stanno in piedi neanche se li impali...l'italia non ha un sistema sociale e non lo ha mai avuto...semplicemente perchè l'italia non ha un governo..contrariamente agli altri stati...

davide ., solthurn Commentatore certificato 17.05.12 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, perchè non ti occupi anche dello schifo delle interinali e degli over 40 che non sono bocconiani ma hanno figlia dell'età del tuo Ciro da far crescere con un cazzo di nessuno che gli da il lavoro perso? Cosa do da mangiare a mia figlia il fortunello?La esporto in Romaia e la importo come escort tra 4 anni?Non esistono solo giovani e mummie c'è anche una bella fetta di mezzo povera da far paura. Grazie, Sabrina

sabrina zecchin 17.05.12 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Una piccola idea suggerita da un bimbo di 15 anni,perche' presentare i titoli di stato ad un' asta e non provare a venderli come un semplice certificato di deposito a tasso fisso con rientro progammato del debito?Cioe' si chiede agli italiani di sostiuire il debito pubblico che hanno in mano gli investiroti esteri,con uno che possiamo gestire internamente, ma programmando ogni anno una diminuzione dello stesso di 50 miliardi,con tagli decisi agli sprechi e vendita programmata dei beni.In 30 anni non esisterebbe piu' e nell 'immediato gli speculatori cambierebbero obbiettivo,fino ad immaginare l' uscita dall'euro ed un vantaggio per le esportazioni.Sarebbe il modo di lasciare un futuro migliore ai nostri figli. Se e' una stronzata,chiedo scusa anticipatamente.

maurizio guerriero 17.05.12 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo al 100% ;
il reddito di cittadinanza è un simbolo di civiltà

Giuseppe C., Milano Commentatore certificato 17.05.12 14:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo i vostri commenti e mi domando: ma dove sono questi grillini? Figuriamoci poi sapere quale idea meravigliosa avrebbero per spantanare lo stivale dal malmosto. Sento il Beppe con la carotide prolassata affermare nei suoi comizi che "non è un partito ma un movimento" e che "è nato su internet". Io sono su internet e sono sul vostro blog, mi sono iscritto, ho perfino letto il vostro programma (carino, ma un po' in debito d'ossigeno rispetto al primo articolo della costituzione); con tutto ciò non mi pare proprio che riuscirete ad andare oltre al solito, banale, noioso e inflazionato voto di protesta. Siete il partito della realtà virtuale, il grande ventre romano divorerà anche voi come fa sempre con tutti. E poi il problema ormai non è più neppure Roma. I criminali hanno fatto il salto di qualità. Si sono delocalizzati e interfacciati con le élites che controllano le assegnazioni dei privilegi, i grandi cancellatori di account usciti vincitori dalla seconda guerra mondiale, per intenderci. Hanno ingrassato il porco e adesso vogliono macellarlo. Di questo passo avremo bisogno di uno che riscriva il Latinoamericana, altro che un saltimbanco barbagrigia milionario. Al di là di tutto mi siete simpatici e spero che ne esca qualcosa di democraticamente buono. Ciao.

Zeon Porter Commentatore certificato 17.05.12 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il lavoro non c'é mai stato per tutti e ce ne sarà sempre di meno in futuro, almeno in questo tipo di economia. Per questo il minimo che possa fare uno Stato é di garantire a tutti un reddito nei periodi di disoccupazione. Così é in tutta Europa. In Italia per l'arretratezza culturale della classe politica non ce lo hanno mai fatto sapere che c'é un modo dignitoso, pulito, rispettoso di risolvere questo problema. Se i cittadini di un paese hanno comunque un reddito anche nei periodi più difficili, sono liberi di scegliere se votare no e nel caso per chi votare. Perché in Italia nessuno ha fatto le barricate per questo e tuttora pochi ritengono che la prima misura da prendere in un periodo di crisi sia proprio questa? Perché al Sud questo problema lo risolve la criminalità organizzata, la famiglia e per gli altri il sindacato e il voto di scambio. Si preferisce una soluzione che fa sentire garantiti, privilegiati la maggior parte forse ma non tutti. Al contrario di quanti pensano moltissimi un sistema di welfare più equo come quello tedesco per esempio, non é più costoso del nostro e non crea inefficenza. Il reddito minimo smaschera la falsa disoccupazione ed é stato certamente molto più costoso in Italia assumere tanti dipendenti nella pubblica amministrazione che non in Germania assicurare a chi non ha un reddito un minimo di sopravvivenza e un sostegno per la casa e per il riscaldamento. Chi ha voglia di lavorare e guadagnare molto non ne viene affatto scoraggiato e la percentuale delle persone che non se la sentono di lavorare comunque non lo avrebbero fatto. La Germania non é andata in fallimento per questo. E non é neanche il paradiso, la vita è dura anche lì per tutti. Ma tutti hanno delle certezze su cui poter contare e i politici non hanno bisogno di riempirsi la bocca tutti i giorni con la povertà, i poveri, i bisognosi. Chi decide di sucidarsi ha tanti motivi per farlo, come esseri umani siamo quasi tutti dei falliti, ma non per motivi di sopravvivenza.

Grazia Infante 17.05.12 14:31| 
 |
Rispondi al commento

RIFORMARE L'EURO ED UTILIZZARE BITCOIN.

TUTTI I PAESI CHE UTILIZZANO L'EURO DOVRANNO PASSARE A BITCOIN

W BITCOIN

W BitCoiN 17.05.12 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Però la regione sicilia dà un taglio alla crisi assumendo 150 chauffeur (!!!!) e 30 "camminatori" per fare i piani del palazzo della regione con i documenti (!!!) ecco qui:
http://elezioni.myblog.it/archive/2012/05/17/i-30-camminatori-della-regione-sicilia.html

Davide V. 17.05.12 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Guardando il filmato dell'altro post ho pensato, ascoltando la proposta di Bono, quanti redditi di cittadinanza si potrebbero dare con i gli E. 12000 che guadagna un consigliere regionale, visto che le pensioni medie si aggirano sui 600 Euro.
Questo sarà anche populismo ma come si dice è facile non fare il populismo con il culo degli altri.

Pantomima Rossa Commentatore certificato 17.05.12 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Nel medioevo i servi della gleba venivano venduti insieme alla terra che lavoravano, erano importanti per l'economia dell'epoca ma purtroppo non erano istruiti quindi facilmente soggiogabili... Oggigiorno la gente è anche un pò più istruita ma dalla paura per la propria incolumità si è passati al lavaggio del cervello da parte dei media asserviti al potere, siamo tutti schiavi e non ce ne rendiamo conto.
Se riusciremo ad emanciparci da questa prigione che hanno creato per le nostre menti finalmente ci accorgeremo che l'umanità è fatta innanzitutto di persone e non di bund e spread, le persone devono essere il centro della politica e non l'economia

antonio t., Brescia Commentatore certificato 17.05.12 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Lasciatemi sognare,una civiltà che mette al centro il singolo cittadino,dove non esistono ultimi,dove ogni nucleo familiare è protetto,e non vessato dallo Stato,dove non esistono pensioni,ma reddito garantito per i singoli,che mettono a disposizione la loro opera,manuale ,tecnica, intellettuale, e allo stesso tempo si sottopongono a continua formazione ,tutto accompagnato da un organizzazione dove ti senti partecipe e responsabile,dove tutte queste risorse che servono a calcolare a controllare a reprimere a sfruttare,servino a responsabilizzare gli individui,dove chi sbaglia paga,dove la giustizia sia efficace e veloce ,dove la prevenzione della salute sia sistematica ed efficace,dove l'ambiente viene prima delle lobby che sfruttano il territorio,che lo violentano e lo abbandonano contaminato e distrutto,ecco questo che tutti dovremo aspirare,la competitività,la concorrenza,la finanza,le forze armate etc etc sono entità che hanno fatto il loro tempo,sono zavorra che devono essere ripensate in funzione di una sostenibilità utile alle persone e alla comunità,si lasciatemi sognare con la speranza che questi Movimenti che stanno nascendo nel Mondo,diano una spallata democratica,a questo mio sogno

antonio battaglia 17.05.12 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti mi sono appena iscritto per condividere la vostra rabbia a preto per tutti commenti

Umberto D., Parete Commentatore certificato 17.05.12 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Noi italiani siamo cattolici, ergo ipoctriti, ruffiani, ladri e vigliacchi. Ci sono zone del nostro paese che sono in mano alla criminalita' organizzate. Ci sono persone che amano lo stato di disccupazione permanente e che pertanto faranno di tutto per ottenere il reddito di cittadinanza e fare il parcheggiatore abusivo.

Gli abitanti dei paesei protestanti vivono la disoccupazione come un insulto alla loro dignita'. Quando l'Italia sara' diventata una nazione protestante potremo discutere del diritto di cittadinanza.

THX 1138

Roberto Duvallo 17.05.12 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

armatocal@tiscali.it Caro Beppe Grillo, non so se sarò letto, nel caso voglio dirti che quando arriverai in Parlamento dovrai fare i conti con tutti gli affaristi politi e malavitosi che lo frequentano e lo usano. Una cosa è la piazza, una cosa il mercato della politica, lì lo scambio è inevitabile, se non lo farai tu lo faranno i tuoi eletti. La soluzione che io vedo è di educare i cittadini al controllo diretto, entrando nelle sedi dei partiti e controllando le loro malefatte eventuali. Altrimenti, mentre tu e i tuoi siete a difendervi dalle milizie affaristiche dei singoli partiti, gli altri continueranno a fare come sempre. Ti ricordi cosa era arrivata a dire la piazza durante tangentopoli? "Di Pietro salvaci tu!" Stiamo ancora aspettando. Non vorrei che il tuo fosse un'abilissima rivendicazione personale, per dare smacco a chi sai tu e/o per rimanere trasversalmente nella storia, ormai svilita, di questo paese. Per fare una buona politica non occorre occupare "quei posti", occorre controllare quello che fanno. Dobbiamo organizzare pellegrinaggi di controllo con pulman carichi di persone che passano alcuni giorni della propria vita a visitare i partiti, come i musei, chiedendo cosa stanno facendo, dove lo stanno facendo, perchè lo stanno facendo, per chi lo stanno facendo. Prendere nota di tutto e consegnare l'informativa al pulman successivo che andrà nei luoghi indicati per verificare se è tutto vero. L'attività politica dei nostri rappresentanti è ormai, da decenni, organizzata in modo tale che debbano passare il loro tempo soltanto in chiacchiere e paura, paura di perdere protezioni ed affari, che alla fine sono l'unica risorsa per essere mandati "lì" dai propri attivisti locali. Avrai notato in questi giorni che i politicanti cominciano a lisciarti il pelo, faranno trasferire alcuni dei loro nel tuo movimento, ti faranno sempre presente nei dibattiti televisivi anche se non ci vai, e la gente si abituerà anche a te, ricadendo piano, piano nell'indifferenza.

Calogero Armato, Pistoia Commentatore certificato 17.05.12 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Per Johnny Gaspari, 12:24

Hai altre ricette per far ripartire l'economia del Paese? Per dare un po' di ossigeno a chi è disoccupato o agli autonomi che non hanno più lavoro?
E' ovvio che, per dare un reddito di cittadinanza, si dovrebbero fare riforme fiscali e controlli epocali, ma il momento del crollo totale non mi pare lontano.
Tu, come me, come la Fornero, conosciamo il rischio della privazione di stimoli a trovare lavoro una volta messo un reddito di cittadinanza, secondo le teorie liberali di cui si discuteva nella prima Inghilterra industriale. Ma lo stimolo a trovare un lavoro non può trasformarsi nell'abbandono totale, nell'affamare la gente. Vatti a fare un giro nelle Caritas, ascolta le storie delle persone. Pensi che siano tutti "furbetti"? Basta con il ritornello che ognuno è causa dei propri problemi: è solo una verità parziale. Aiutare gli sfortunati per far ripartire il Paese e dare un po' di dignità. La dignità porterà di nuovo vita e appetito per migliorare la propria condizione e quella degli altri.

Mele C., Roma Commentatore certificato 17.05.12 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

forza beppe forza beppe

mario bellavita 17.05.12 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Proposta Di Legge: Affidare alla Guardia di Finanza il controllo delle spese degli enti a partire dalle regioni in giù. Qualora si riscontrino delle icongruenze, delle spese non chiare o opere che non hanno avuto l'esito per cui sono state costruite, i responsabili, siano essi politici o amministrativi, verranno tassati del 5% dell'importo totale e dovranno rispondere con i loro beni personali. La riscossione di tali importi verrà affidata ad Equitalia che dovrà provvedere con procedura d'urgenza sui fermi immobiliare onde evitare trasferimenti di comodo. Qulora i soggetti fossero diversi la tassa si applica per intero per ciascun soggetto.

Gianfranco Moncalsi 17.05.12 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non vedo l'ora che si metta questo reddito di cittadinanza. Cosi' chiudo finalmente la mia attività e mi metto a grattare le palle fin quando non vado in pensione.
Su, su, sbrigatevi!!!

Continuo a essere in disaccordo sul reddito di cittadinanza. Lo stato ti deve dare la possibilità di lavorare e di creare azienda non mantenere a vita....che facciamo, raddoppiamo i posti statali come se milioni di pensionati e dipendenti pubblici non bastassero?

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 17.05.12 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una cosa fattibile potrebbe essere quella di donare l'8 per mille ai disoccupati oppure il 5 per mille.
Ci sono associazioni che dicono di aiutare i poveri con questo tipo di donazione,in questo modo li aiuteremmo personalmente noi senza intermediari,visto che circa l'80 per cento si perde per la gestione di questi"aiuti".

antonio ., Teano Commentatore certificato 17.05.12 12:22| 
 |
Rispondi al commento

W LA GRECIA SOVRANA!!!

NON ALLO STATO PRIVATIZZO AD UTILE DELLE BANCHE!

W LA GRECIA 17.05.12 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, tutti e cinque Comuni hanno in mano la bomba atomica

mariuccia rollo 17.05.12 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Sembra impossibile ma ho una buona notizia...l'ho sentita alla radio e spero sia vera...il comune di Tula in provinzia di Sassari sembra che riuscira', grazie all'entrate economiche abbondanti che gli sta dando un impianto eolico loro,dice di voler pagare il comune stesso , l'imu per tutti i suoi cittadini. Queste sono le notizie che vorremmo sentire piu' spesso e non solo provenienti da micro comuni ma anche da giunte comunali delle nostre citta o addirittura dai nostri politici. Questo sarebbe un buon motivo per smetterla di offenderli ma per dargli tutto il nostro rispetto...per ora siamo ancora distanti anni luce da una favola simile e quindi continuamo a scacciare via il male fino al nostro arrivo...FORZA M5S !

marco artuso 17.05.12 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Più che un reddito penserei ad un lavoro di cittadinanza, mi sembrerebbe più dignitoso.

Basterebbe che i comuni assegnassero ai disoccupati parte delle attività di ripristino e salvaguardia del territorio, tutela dei beni artistici e manutenzione degli immobili (scuole, comuni, ecc.), ma anche raccolta della differenziata, pulizia dei locali pubblici, assistenza agli anziani....

e magari riuscirebbero anche a risparmiare rispetto alle spese correnti.

Antonio Manià (carpe.diem) Commentatore certificato 17.05.12 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe devi aggiungere che questi pochi "eletti per discendenza" non sono in galera ( almeno per il momento) , la disgrazia di questo paese è una magistratura che non lavora con tempi biblici per sentenze e indagini... è li il nostro problema italia nessuno finisce in galera della famosa casta .

Penati zero giorni di carcere
Lusi zero giorni di carcere
Tedesco zero giorni di carcere
Scagliola zero giorni di carcere ( dice che ora ha venduto la casa al colosseo)
Rutelli e Veltroni condannati dalla corte dei conti a restituire miliardi di sperpero denaro pubbico quando erano sindaci di Roma sono ancora lì ...

ci sarebbe da scrivere un libro per lo scempio che hanno fatto a questo paese ma sono ancora lì a parlare in TV a giustificare a proporre il nulla del loro mondo fatto di bella vita e salotti viaggi con rispettive signore zoccole ( non ti scordare che le mogli sono le prime che gli dicono di rubare per fare la bella vita e sistemare i loro figli scemi)

il mio vaffanculo quotidiano a tutti i politici e buffoni che hanno rovinato questo paese

sabatino petrosino, tortoreto Commentatore certificato 17.05.12 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi sento proprio come loro....
http://www.youtube.com/watch?v=aJlaKcmW-nk

Gianni Pasquini, Firenze Commentatore certificato 17.05.12 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Mi sento proprio come "lo stato sociale"

Gianni Pasquini, Firenze Commentatore certificato 17.05.12 12:08| 
 |
Rispondi al commento

L'hanno definita una 'rivoluzione silenziosa' quella che ha portato l'Islanda alla riappropriazione dei propri diritti. Sconfitti gli interessi economici di Inghilterra ed Olanda e le pressioni dell'intero sistema finanziario internazionale, gli islandesi hanno nazionalizzato le banche e avviato un processo di democrazia diretta e partecipata che ha portato a stilare una nuova Costituzione.
Prendiamoli ad esempio e riapropriamoci della democrazia mandando a fanculo questi vampiri massini che a colpi di spred stanno polverizzando la democrazia e riducendo i polpoli in schiavitù.

Luca M., VENEZIA Commentatore certificato 17.05.12 12:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi rendo conto che per noi poveri abitanti del colabrodo Italia una notizia di questo genere sfiori la fantascienza , ma è evidente che è possibile realizzarla.
Leggetevi questo articolo al proposito : http://temi.repubblica.it/micromega-online/reddito-di-cittadinanza-il-modello-sociale-europeo-che-l%E2%80%99italia-ignora/

Livio Mottura, Torino Commentatore certificato 17.05.12 12:07| 
 |
Rispondi al commento

A chi interessa la riforma del mercato del lavoro?Guardando bene questa riforma ci si vede lo stravolgimento della riforma Biagi, la demonizzazione di tutte le forme di lavoro atipiche e l'esaltazione di un'unica forma comune di lavoro (il c.d. contratto dominante) il contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. Le maggiori novità sono sui contratti di associazione in partecipazione, sulle collaborazioni a progetto e sulle libere professioni. Questa riforma vale anche per la Pubblica Amministrazione e questo produrrà due effetti: la cessazione dei contratti atipici con incremento dei disoccupati la mancata fornitura di servizi pubblici (apertura musei) per mancanza di personale dipendente. Un effetto devastante anche per Aziende,come la mia,che non ha risorse per trasformare le collaborazioni professionali in assunzioni a tempo indeterminato. Faranno eccezione solo i professionisti iscritti ad un albo e non si capisce (anzi si) perché privilegiarli. Confrontandomi quasi quotidianamente con commercialisti e consulenti del lavoro, TUTTI concordano con me sullo stesso giudizio: questa riforma aumenterà la disoccupazione, alla faccia del titolo e della premessa contenuta nella legge “DISEGNO DI LEGGE RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO IN UNA PROSPETTIVA DI CRESCITA” (questa è proprio esilarante!). La realtà è sotto gli occhi di tutti tranne di chi ci governa, tra tasse e adempimenti siamo tutti prossimi al collasso e questa riforma è la tegola finale per lavoratori ed aziende. Ma chi ha messo insieme queste norme l’ha chiesto ai lavoratori atipici se vogliono essere assunti per forza? O non serve tanto la si fa per incassare più contributi? Siamo tutti ostaggi della BCE, FMI, UE? La mia posizione è anche quella di tanti. Non bisogna lasciare nulla di intentato, perchè è una battaglia per la libertà del lavoro.

LUIGI G., BOLOGNA Commentatore certificato 17.05.12 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo sussidio verrebbe erogato ovviamente a chi dimostra che: nonostante si impegni nella ricerca di un'occupazione non la trova.
Quando un individuo cerca lavoro e non lo trova ovviamente se il problema non è dell'individuo sarà per forza di cose un problema del paese in cui vive, che evidentemente non ha capacità di sviluppare lavoro per i problemi più svariati.
Ad esempio in Italia abbiamo una classe dirigente incapace di immaginare il futuro, ed oserei dire, di leggere il presente.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.05.12 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Sono un economista d'azienda, sono stato chiamato a lavorare per il risanamento di Viaggi del Ventaglio (gruppo quotato - 1.600 dipendenti) e Defendini (1.200 dipendenti a bassa scolarizzazione) ho provato a chiamare il ministro Romani per salvare prima l'uno e poi l'altro gruppo. Non gliene importava proprio niente. Adesso tutti parlano di antipolitica, ma, senza tanti paroloni, mi domando: non è proprio questa totale indifferenza ai bisogni del paese, la vera antipolitica?

Alessandro Arrighi 17.05.12 11:29| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è una buona cosa stimola i fannulloni.. infatti ho letto che in Germania c'è molto abuso di questo sussidio..immaginatevi cosa succederebbe in Italia..

Riccardo 17.05.12 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Se ci sono informatici in ascolto vorrei un'opinione da loro, ho trovato questo annuncio di lavoro:

Laurea a indirizzo informatico/elettronico, conoscenza dei sistemi operativi ambiente distribuito (Windows, Linux, Wmware), sistemi operativi ambiente mainframe (Z/OS, Z/WM, Z/LINUX), networing (LAN, WAN, TCP/IP), database (SQL, DB2), linguaggi di programmazione (ASSEMBLER, REX, JCL), conoscenza della lingua inglese, provenienza da realtà strutturale e modernamente organizzata, autonomia e indipendenza, proattività, flessibilità, visione sistemica, problem solving, teamworking e orientamento al servizio.

Traducendo: gli serve una figura con due lauree cioè, deve essere un programmatore e un elettronico, che abbia già lavorato per almeno 20 anni in un' azienda, deve gestirsi tutto lui da solo e non deve rompere i coglioni!

Questa figura la assumono a tempo determinato!!! come se di persone con tali capacità si trovassero ad ogni angolo di strada.

Vorrei sapere se fra le migliaia di lettori di questo blog c'è un solo personaggio che sinceramente sappia tutte queste cose a menadito.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.05.12 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

con le cittadinanze facili e con la legge che fa buchi da tutte le parti e manda in galera solo gli onesti il reddito di cittadinanza?


hahahahhahahahahahha!

bruno-bassi 17.05.12 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Amici, avanti così e ci ridurremo a vedere situazioni come quelle americane! Per rendersi conto di come va laggiù ecco un recentissimo articolo:http://times.altervista.org/aumentano-i-senzatetto-di-new-york-23-nel-2011/

Gabriele Picelli 17.05.12 11:06| 
 |
Rispondi al commento

L'idea di un welfare migliore come quello proposto è sicuramente giusta, ma oggi non ci sono i soldi per fare ciò, servono idee più attuabili, venite su

movimento5stelle.forumattivo.it

E dite la vostra! Si possono fare tante cose anche con pochi capitali, basta sfruttare al meglio quello che già si ha!

Nicola P., Parma Commentatore certificato 17.05.12 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe vivere un feudo, a quei tempi la terra la davano in "comodato d'uso" per metà del raccolto; oggi la terra la devi comprare e del raccolto ne vogliono i tre quarti !!!

Paolo Fabbroni, Figline Valdarno Commentatore certificato 17.05.12 11:04| 
 |
Rispondi al commento

avete notato come i media in questo periodo si interessano al movimento e a grillo?a come continua la diffamazione? adesso tutti i nostri cari politici sanno come uscire da questa situazione che loro stessi hanno creato.sembra che al governo negli ultimi 20 anni ci sia stato il gatto con gli stivali.la loro faccia tosta ha qualcosa di incredibile.l'unica cosa che devono fare è togliersi di torno di loro spontanea volontà,...finchè sono ancora in tempo.

vito reina, cesana torinese Commentatore certificato 17.05.12 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un consiglio in più ai candidati del M5S che ai prossimi ballottaggi, se riusciranno nell'impresa di raggiungere la vittoria, seguissero. Studiare attentamente il modello di Angelo Vassallo, il sindaco - pescatore e ambientalista di Pollica nel Parco del Cilento. E' un modello che è stato studiato anche all'estero. Segno evidente che è un modello per tutte le esigenze. Poi Angelo purtroppo ha fatto una brutta fine ma è questo il segno evidente che la strada da lui intrapresa era e rimane giusta. Le idee, come sappiamo, sopravvivono alle persone se la memoria non dimentica!!

Gianni Pasquini, Firenze Commentatore certificato 17.05.12 11:00| 
 |
Rispondi al commento

LA GERMANIA UN PAESE CIVILE??PUAH!KE SKIFO.. Basta vederecon quale solidarieta' sociale sta operando in europa contro i greci!!!Qualcono poi mi spiega come ha fatto la nazione europea piu' colpita durante la seconda guerra mondiale in circa soli 60 anni a risollevarsi completamente..a pagare i propri debiti di guerra e a diventare la prima potenza economica occidentale??Col duro lavoro??ma che barzelletta e'??O e' forse vero ke i soldi dei nazzisti(derivanti dai numerosi eccidi compiuti..nn in ultimis quello verso gli ebrei etc) una volta finita la guerra..sono stati fatti sparire..quando negli usa e quando nei numerosi paesi sudamericani(Brasile ed Argentina in primis)..per poi andare a rinpizzare le casse statali di enti e banche a poco a poco ..in modo ke nessuno se ne accorgesse??SI SI...E' PROPRIO UN PAESE CIVILE LA GERMANIA!!

Emanuele Bossio 17.05.12 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La mediocrità.
Che spettacolo la trasmissione di un paio di settimane fa in cui Rutelli spiega perchè Grillo non è candidabile/votabile. Che spettacolo vedere la sua paura. Ad un certo punto è stato come se lo vedessi, con imbracciata una pala e, palata dopo palata autoscavarsi la fossa. Per la prima volta un vero lavoro: l' autodistruzione. Non ci possono credere ma lo stanno realizzando, neanche troppo lentamente, è come se avessero preso uno schiaffone, e le orecchie non avessero ancora smesso di suonare. Diamogli tempo. Il loro volgare sproloquio è divenuto un soliloquio triste e patetico, come uno spettacolo di cabaret in un teatro di periferia con pochi spettatori. Sono rimasti soli e la carcassa è ormai scarnata. È finita la razzia. È finita la spartizione di posti pubblici ai pubblici incompetenti. Sono ormai vane le promesse alla loro clientela, operante con grande zelo e profitto nell'alimentare incessantemente questo sistema clientelare. Il popolo si è finalmente destato dal torpore. Come tra cannibali si stanno divorando tra loro. Rutelli bene farebbe a pensare all'operato del suo tesoriere, ma il rimedio è vano. Si chiude la stalla quando gli animali sono ormai scappati. Il più pulito tra questi signori ha la rogna come si usa dire a Roma. Hanno paura perchè Grillo sta diffondendo energia. Sta restituendo al singolo un senso di autodeterminazione. Sta mettendo insieme le persone. Sta diffondendo un nuovo senso, della res publica. Sta marcando un confine netto tra vivere di mere speranze e coltivare autentiche possibilitá. Homo faber fortunae suae. Loro non si arrenderanno mai. Io nemmeno. http://www.youtube.com/watch?v=hQDrFLqHJOI. Angela Ibbadu

ANGELA I., Roma/Sassari Commentatore certificato 17.05.12 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Germania un paese civile?? Ma dove?? Ma quando??Mi chiedo se in questa sede si e' mai sentito parlare dello Jugundamt??Un'istituzione tedesca che compie da anni abusi su minori e genitori non di nazionalita' tedesca o teoutonica!!!Avete mai sentito parlare del caso di Marinella Colombo..la donna che e' andata in germania a riprendersi i propri figli rapiti presso una scuola dalle autorita' italiane(carabinieri) e consegnate a quelle tedesche??come lei di casi cosi' ce ne sono a migliaia in tutto il mondo..compreso il mio!!LA GERMANIA UN PAESE CIVILE??PUAH!KE SKIFO.. Basta vederecon quale solidarieta' sociale sta operando in europa contro i greci!!!Qualcono poi mi spiega come ha fatto la nazione europea piu' colpita durante la seconda guerra mondiale in circa soli 60 anni a risollevarsi completamente..a pagare i propri debiti di guerra e a diventare la prima potenza economica occidentale??Col duro lavoro??ma che barzelletta e'??O e' forse vero ke i soldi dei nazzisti(derivanti dai numerosi eccidi compiuti..nn in ultimis quello verso gli ebrei etc) una volta finita la guerra..sono stati fatti sparire..quando negli usa e quando nei numerosi paesi sudamericani(Brasile ed Argentina in primis)..per poi andare a rinpizzare le casse statali di enti e banche a poco a poco ..in modo ke nessuno se ne accorgesse??SI SI...E' PROPRIO UN PAESE CIVILE LA GERMANIA!!

Emanuele Bossio 17.05.12 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Grande Grillo!!!!:)

Richard 17.05.12 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Con tutte le eserienze che conosciamo(vivo in RFG)da molti anni e per lavoro vado in giro anche in altri paesi, sono stato anche in Brasile, conoscendo da vicino come funziona la vita per un brasiliano.
In Italia ci vuole un sistema sociale nuovo, quewllo che non vogliono i "terroristi della finanza(FMI,BCE etc.)".
Beppe non è stato l'unico ad accorgersi come andavano le cose, ma è uno dei pochi che hanno afferrato l'iniziativa di lottare e per abbattere questo "cavae porcum".
Mi sa che alcuni si sono svegliati e come visto alle elezioni, qualcosa sta succedendo, speriamo che diventi ancora di più, prima che il timoniere"(M.Monti), con l'aiuto della casta,dirotti del tutto l'Italia vs. l'abisso.
In Grecia, moltissimi bambini non vanno a scuola perchè "malati", i genitori non possono pagare le medicine necessarie e il dottore.
In Italia prima o poi seguiremo la Grecia, eccetto se arrivassimo a catapultare questo sistema di governo di abbuffini, oramai abitudinale ed obsoleto.

BASTA! Basta!

Il futuro È la ns. intelligenza, piazziamola bene.

Giuseppe D., Germany Commentatore certificato 17.05.12 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Sono un elettore del centrosinistra (fino ad oggi e per 32 anni ho votato PCI, DS, Ulivo, PD). Ho avuto il prosciutto sugli occhi, cambiava il nome ma le facce erano e sono sempre quelle. Ora, stufo di essere consapevolmente preso in giro, un pò tardivamente (ma sempre in tempo) mi sono reso conto che bisogna svoltare. M5S mi sta dando quell'entusiasmo e quella speranza ormai perduta nel tempo. Se le stesse facce per 40 anni ci hanno portato a quello che siamo (con la nostra complicità) è venuto il momento di dare fiducia a qualcosa di nuovo. Certo era nuovo e sconosciuto anche Berlusconi nel 94 (anche se si vedeva lontano un miglio che non aveva lo spessore culturale che hanno invece i candidati del M5S). Proprio qui sta la differenza, questi candidati hanno una cultura superiore, lo si sente nelle idee e nel buon parlare. Chi dice che i voti dati al movimento sono sprecati dice una bufala. Sono molto più sprecati quelli dati ai vari Casini, Fini e compagnia bella. Vorrei tanto che il 40% degli astenuti si svegliassero tutti insieme e trovassero il coraggio di provare a cambiare. Provare a cambiare, si, tanto cosa ci costa. Nessuno se non gli stessi che sono lì da 40 anni potrebbero fare peggio. P.S. io da ora in poi alle varie elezioni vorrei la presenza di osservatori internazionali perchè dubito che il vecchio sistema lasci che le cose vadano come spero che vadano. Un altro P.S. A distanza di poche settimane, dagli insulti a voi rivolti siamo arrivati alle carezze e alle lisciature da parte del vecchio sistema. Segno che la paura comincia a prendere piede e questo è un buon segno, il segno indelebile che cominciate a contare veramente qualcosa. Guardatevi le spalle da chi vuole approfittare di voi. E' solo l'inizio. Terzo ed ultimo P.S. potreste essere come la lega dei primi anni ma irtengo che la cultura che avete vi faccia essere completamente diversi. O almeno lo spero. Saluti

Gianni Pasquini 17.05.12 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grande beppe a me basterebbero 200€ al mese

mauro 17.05.12 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma le differenze non si fermano quì.
COme ho scritto in un precedente commento in italia i redditi fino a circa 70.000 € pagano 10.000 € in più di tasse ogni anno rispetto la germania, oltre i 70.000 le tasse in italia cominciano a scendere.
In pratica in italia si fanno pagare i poveri.

Carlo C., Milano Commentatore certificato 17.05.12 10:07| 
 |
Rispondi al commento

l`italiani anno perso le palle non sono come erano prima si fanno sottomettere dalla politica in italia finche esiste la mentalita di votare per i partiti non si andra piu avanti litaliano non a ancora capito che partito copmmunista o fascista o democratico o che cazzo sia non esiste piu bisogna votare per la persona che puo fare qualcosa per il popolo io sequo molto la politica italiana e per il momento vedo solo che beppe grillo a ragione come si puo fare un futuro per i nostri figli con quei nonni in governosono ladri e continueranno a rubare al popolo italiano il partito 5 stelle non e un partito di destra o sinistra o di centro o come cazzo lo vuoi chiamare ma e un partito per il popolo allora aprite gli occhi e ascoltate bene vi fa vedere con sa questi partiti e politici fanno. M a ormai come o detto l´italiano non a piu palle e a paura e continua a credere nel partito io credo che un padre in famiglia deve pensare prima per la famiglia che a in casa poi quando la famiglia sta bene puoi aiutare anche il prossimo cosi un politico deve pensare per la nazione. l´italianonon a piu orgoglio a perso tutti i morali e a me mi dispiace molto questo a il mio parere ne o molti ma poi mi incazzo di nervi voi che siete in italia non sentite i commenti alestero le prese cule che dicono di noi italiani i commenti sporchi ect ect e una vergogna

pierfranco marconi 17.05.12 09:55| 
 |
Rispondi al commento

"abito in germania quello che dice beppe ha ragione"

Anchío abito in Germania (Brandenburgo)(ma e´lo stesso in sachsen Anhalt o in Sachsen) ma qui non ti regalano niente...
Danno un sussidio agli harz4, ma parlano di diminuirlo, perche´chi lavora e´stufo di mantenere i parassiti...
Comunque dare un sussidio di disoccupazione e´certamente meno oneroso che creare "lavori" improduttivi, pagare l´affitto della casa agli indigenti e´sicuramente meno oneroso che dare contributi a fondo perduto ai vari caltagirone e mafiosi per l´"edilizia popolare".
Gia´ce l´abbiamo in italia il reddito di cittadinanza, si chiama "sussidio ai falsi invalidi".
Quello che un governo solido e giusto deve creare e´lavoro produttivo, non elargire elemosine.

Patrizia B. 17.05.12 09:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Patrimoniale x il reddito di cittadinanza ? dopo aver ridotto del 70% il numero dei parlamentari, dopo aver eliminato tutti i loro privilegi e le auto blu,diminuito a 1/3 le loro paghe,equiparato i loro vitalizia alle pensioni, dopo aver imposto un tetto massimo a tutte le pensioni, dopo aver annullato il finanziamento pubblico e i rimborsi elettorali ai partiti ecc ecc se fosse ancora necessaria si

anna g, san lorenzo isontino Commentatore certificato 17.05.12 09:46| 
 |
Rispondi al commento

La cosa folle è che se tu parli con questi economisti da due soldi, con giornalisti professionisti, professori illustri, esperti di politica e parassiti vari, chiamano queste idee "comuniste" riattaccando un pippone storico infinito. Garantire dignità di vita a tutti i cittadini è CIVILTA' EVOLUZIONE LIBERTA'. IGNORANTI!!!

bigandrea 17.05.12 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Grillo resisti sei come Robin Hood contro lo sceriffo di Nottingham.

alberto riccio 17.05.12 09:33| 
 |
Rispondi al commento

abito in germania quello che dice beppe ha ragione
addirittura ti pagano anche i mobili per la casa
con montaggio conpreso(DIPENDE DAI CASI9).
quando monti dice che vuole fare come la germania
ci prende solo per il culo, fare come la germania solo nel pagare le tasse.pensate che ha il coraggio di venire a chiedere le tasse ai cittadini quando e sostenuto da un governo di ladri.e come se il lado ti da la sanzione perche hai rubato

ien p., monaco di baviera Commentatore certificato 17.05.12 09:26| 
 |
Rispondi al commento

è una cosa su cui sono d'accordissimo. qui constringiamo la gente a mendicare. e non perchè siamo il paese di san francesco.

maria grazia manca, brindisi Commentatore certificato 17.05.12 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Parliamo di reddito di cittadinanza in un Paese nel quale ogni sera ci mostrano i finti ciechi come trofei di guerra? Non si sono certo comportati bene, ma non sono dei Rokfeller e qualche problema fisico forse ce l'avranno...
In un Paese dove arrivano accertamenti pazzeschi a imprenditori falliti e disoccupati? Adesso vedrete cosa accadrà col redditometro. Costituisce reddito pure il possesso di un cane. Poveri cani, che brutta fine...

giuseppe 17.05.12 09:01| 
 |
Rispondi al commento

In Brasile c'è anche una Cesta Basica mensile che contiene una serie di prodotti alimentari ritenuti indispensabili x la sopravvivenza. L' Italia non è neanche il primo dei paesi del 3° mondo!

enzo . Commentatore certificato 17.05.12 08:55| 
 |
Rispondi al commento

...e vogliono fare la stessa cosa con i lavoratori Italiani...ahahahahahah

devil953 dev Commentatore certificato 17.05.12 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Sig BRODI puo' andare affanculo e poi alla ghigliottina.

marco colliva, bologna Commentatore certificato 17.05.12 08:45| 
 |
Rispondi al commento

In Italia ci rimbambiscono con l'Europa solo quando abbiamo qualcosa in più (scusa per mettere un nuovo balzello). Le notizie invece che fanno paura alla casta, i loro giornali, TV, e altro.... nemmeno le divulgano.
Le grandi dittature mascherate da democrazie, si sono sempre basate sull'ignorana del popolino:
OCCHIO NON VEDE, CUORE NON DUOLE.

Sergio B., Castelfranco Veneto Commentatore certificato 17.05.12 08:42| 
 |
Rispondi al commento

In Brasile c'è anche la Cesta basica mensile che contiene alimenti ritenuti indispensabili x la sopravvivenza. L' Italia non è neanche il primo dei paesi del 3° mondo!

enzo brambilla 17.05.12 08:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Beppe!!!!!

Silvia M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.05.12 08:39| 
 |
Rispondi al commento

A Beppe con le parole bisogna stare attenti altrimenti Bossi Lusi etc etc ti anticipano loro il reddito di cittadinanza ad esempio lo hanno già e ne hanno fatto partecipi anche altri vedi che sono avanti

Riccardo Garofoli 17.05.12 08:33| 
 |
Rispondi al commento

Ci pensa l onorevole Lusi ha dato soldi a tuttii anche a Rutelli il vuoto il nulla altro che mele ai porci e come un distruggi documenti l unico uomo che se sale su una bilancia va negativa anche Bossi ha dato non tutto ma tanto si che benemeriti che lodevoli intenti sono i simboli di un Italia che cambia banconote mortacci loro

Riccardo Garofoli 17.05.12 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna cambiare mentalità se non si vuole fare una brutta fine. Bisogna cominciare a capire che certi dislivelli economico-sociali tra ricchi e poveri sono segno di inciviltà. La teoria del profitto deve essere sostituita con la teoria della solidarietà, cominciando a tassare all' 80% i profitti superiori ai 2 milioni di euro per poi reinvestirli nel welfare. Capisco perfettamente che l'idea sia provocatoria e di difficile attuazione ma l'Italia e l'intero occidente dovrebbero capire che la rincorsa al profitto e alla ricchezza hanno portato a squilibri sociali intollerabili, declassando la dignità umana a favore della ricchezza. Capisco che chi arriva a fare profitti di tale cifra abbia fatto sacrifici e compromessi ma non è socialmente giusto in quanto non è accettabile che il gap tra ricchezza e povertà sia così grande. Io credo che una tassa del genere possa garantire dignità e futuro a chi non ce l'ha e , allo stesso tempo, garantire una vita agiata a chi la paga.
Come ho premesso, è necessario cambiare mentalità e cercare di vedere lo stato come una grande famiglia dove tutti si aiutano e dove tutti abbiano in potenza le stesse opportunità.

Alessandro Mambrini, Fiesso D'artico Commentatore certificato 17.05.12 08:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'italia fra i paesi dell'europa in tema di "assistenza sociale" è al terzo e ultimo posto..
per questo motivo siamo stati richiamati dall'UE!
Ma in un paese dove non c'è protezione sociale per i disabili, siano essi giovani o anziani,la dice lunga su che livello di civiltà del cazzo abbiamo.
Questa condizione è propedeutica alla proliferazione di politiche clientelari! che basano la sua essenza sul perenne "stato di necessità" in cui devono vivere le persone.
Ribadire la necessità di uno "stato laico" implicherebbe un azione di "requisizione di risorse economiche" che oggi vengano manipolate da realtà che trasformano le risorse in atti di carità classificati come "elemosina"!
La condizione italia "visto anche il carico fiscale"rende ancora più stridente questa anomalia di condizione "d'accattonaggio" sociale.
Serve in primis restituire "DIGNITA'" al cittadino ,attraverso un "reddito di pari dignità" che faccia pulizia di tutte le norme capestro e la gestione frammentata della sicurezza sociale"
Per quanto riguarda i diversamente abili, occorre reintrodurre (il reddito per mancato collocamento)e abolire la direttiva europa che riduce a solo 1 anno lo sgravio degli oneri contributivi per chi assume l'iscritti alle liste della legge 68..
Ovviamente dovremo provvedere anche all'infanzia tutele e sostegno alle famiglie con figli minori diversamente abili, poichè l'assegno scolastico di 260 euro è un offesa alla famiglie! unico pilastro per le persone più deboli!!
Penso che di cose da fare ne avremo da fare...in primis restituire dignità alle persone!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 17.05.12 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Invece del reddito per la disoccupazione bisognerebbe creare il diritto al lavoro minimo.
Invece di spendere soldi per foraggiare chi non fa nulla basterebbe darli alle imprese che creano posti di lavoro "produttivi".
No elemosine, si aiuti a un lavoro dignitoso.

Patrizia B. 17.05.12 08:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Beppe,
diretto come sempre....aggiungerei solo al tuo commento, sono l'unico paese al mondo col record di pressione fiscale che non riceve un servizio in cambio!!!
In un paese civile, i cittadini che pagano più tasse, ricevono più servizi....in teoria lo scopo delle tasse sarebbe quello, siamo l'unico paese al mondo che non capisce dove finiscono ste tasse(250 miliardi l'anno scorso spesi in servizi...mi ricordo quando andavo a scuola e dicevo alla maestra che non ero andato epr motivi di famiglia!!!

Francesco C. Commentatore certificato 17.05.12 08:08| 
 |
Rispondi al commento

D'accordissimo, ricordo però che questo è anche un paese dove si trovano falsi invalidi e nullatenenti con la barca da 10 metri intestata a prestanomi ogni giorno... Spesso in Italia intascano i soldi i più furbi piuttosto che i più bisognosi.

Nick 17.05.12 07:53| 
 |
Rispondi al commento

Tutto benissimo ma....in un paese civile dove tutti pagano le tasse; qui invece sarebbero i soliti noti, pensionati e redditi fissi, ad avere l'onore di pagare tutto, dalla TAV all'Afghanistan, ai partiti ecc.
Io, pensionato ed invalido, avendo un reddito LORDO di euro 23.254,00 (e sono tra i meno disagiati)pago
proprio tutto. Il mio vicino, ristoratore, cha manco per sbaglio fa una ricevuta fiscale, in quattro anni di attività si è già fatto TRE CASE!!!!!!!
Ma Dio santissimo, se non ci pensi tu chi diavolo mai ci potrà pensare? I nostri tecnici", i nostri politici che stanno già pensando al prossimo arrembaggio?

nataniele m., stresa Commentatore certificato 17.05.12 07:49| 
 |
Rispondi al commento

NON E' COLPA DELL'EURO

(poeia di Livo Pelizzon autore di 15 poesie nel romanzo-saggio "LUCE D'AMORE: un pericolo da reprimere con ogni mezzo" di Alfred Canonico)

Non più c'è sollievo allo sguardo oltre la mìtica siepe,
secca di virgulti e auree pioggie,
ormai dannate da un cielo acido
che uccide pascoli e stagioni.

Un tempo, straniero, il tuo passo ha vacillato
nell'incognita del suolo;
e il piede poi aprì certezze
e dilagò in orme e ripari giungendo ad un sistema ordinato.

L'intraprendenza osò oltre l'amore;
non arrestò quel passo nel fasto della presunzione.
Ora gli occhi a dismisura si dilatano
e assorbono strutture sulla rètina
incapace di tradurre:
l'arcobaleno mostra raro i suoi ìridi sui tuoi ìridi,
e la notte più non porta vivande di stelle.
L'ingordigia è una malattia che non sazia mai
e divora fame e fami.
Soltanto le formiche divorano
più del dovuto e sono feroci fra loro, e ci assomigliano.

La Terra adulta propone vita che dilaga ancora,
se cedi disponibilità a questo amore.
Arretra il passo e fallo vacillare per crescere,
o il tuo compianto non avrà pace
dentro il delirio che ti porti.
Il male che hai speso ti offrirebbe l'ultimo dolore

Livo Pelizzon
Alfred Canonico

ALFRED CANONICO 17.05.12 07:19| 
 |
Rispondi al commento

sono genovese immigrato in Svezia 17 anni fa,una domanda che mi veniva posta spesso durante i miei primi anni di soggiorno in questo paese era ,si vive meglio in Italia o in Svezia.Io elencavo tutte le cose piacevoli e positive dell Italia:arte,culinaria,moda,ecc ecc e mi ividiavano,poi mi chiedevano ma strutture sociali?non avevo nulla da ribattere .La Svezia era ed e´ molto piu avanti rispetto all`Italia nonostante la popolazione e di solo 9 milioni.Belin ma perche`in Italia non prendono a modello certe idee da altri paesi dove le strutture sociali funzionano?Agevolare gli artigiani,riduzioni sulle tasse per le aziende con certificato ambientale,riduzione del bollo per le auto ecologiche,dentista gratuito sino a18 anni... la lista e lunga,concludo dicendo che l`Italia potrebbe essere ammirata da tutti gli altri paesi d`Europa se solo fosse governata mettendo il cittadino e l`ambiente al centro e libera informazione.

Paolo Mandato 17.05.12 07:08| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna stare attenti a dare redditi di cittadinanza in forma di euro perchè la crisi è conseguenza della paura e con la paura la gente si sacrifica e da i soldi ai banchieri che a loro volta se ne approfittano.
Bisogna pagare con una moneta adeguata e a TEMPO.
Ovvero bisogna introdurre un reddito di cittadinanza in forma di BUONI SPESA MIRATI-
- x buoni per comperare il pane
- x buoni per comperare frutta e verdura
- x buoni per comperare carne
- x buoni per andare in piscina comunale o in palestra
- x buoni benzina da spendere entro e NON OLTRE un mese (non cumulabili)
- x buoni autostrada
- x buoni treno

Tutti i buoni devono essere a tempo determinato, ovvero con scadenza, non cumulabili e non trasformabili in denaro contante da parte del ricevente.
In sostanza bisogna introdurre un meccanismo di remunerazione sia per chi ha già il posto fisso che per chi non ce l'ha (reddito di cittadinanza) finalizzato UNICAMENTE a rispondere ai SUOI BISOGNI e non INDIRETTAMENTE ai BISOGNI DEI BANCHIERI!
Ci vuole uno Stato che curi i cittadini ma non per questo bisogna creare un meccanismo che generi ricchezza per chi è già ricco!!

mario mario Commentatore certificato 17.05.12 06:41| 
 |
Rispondi al commento

reddito di cittadinanza è buono per persone che non hanno nulla non sono riconosciuti come politici o come miliardari è ottimo invece è al contrario persone che non hanno bisogno c'e' l' anno sveliamoci !!

italia male, napoli Commentatore certificato 17.05.12 04:37| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che i nostri politici di Roma vivono sin dai Trattati di Roma degli anni '50 nel sogno e desiderio di diventare dei presidenti degli stati uniti di europa. E' da sempre che vivono sognando scranni del tipo di quello della casa bianca. Hanno sacrificato su quell'altare il nostro popolo. A cosa è servito il DEBITO PUBBLICO? domandiamocelo perchè mica lo abbiamo capito! La rete gerarchica (o gerarcliota) politica italiana piramidale ha fatto sforzi sovrumani per arrivare al Parlamento Europeo.
Per gente come Napolitano l'europa è il sogno americano che si realizza. I nostri politici hanno imposto a noi italiani il DEBITO pubblico per comperare scranni europei e per costruire l'Europa. Nel nord europa si sono accorti delle nostre ambizioni diciamo un pò "terrone" di scalatori del pinnacolo del tempio!! E ci hanno chiesto di pagare il biglietto per presenziare e con quei soldi si sono fatti il reddito di cittadinanza e altro. I nostri politici senza se e senza ma lo hanno fatto pagare a noi, il biglietto per entrare in europa!! Il politico italiota vive da sempre con l'idea in testa del "e chi se ne fotte se il cittadino italiano paga, io intanto scalo fino a Bruxelles!".
L'IO politico italiota è un ego gerarchico e sottomesso a chi sta sopra, più che sottomesso al cittadino! Per un politico italiota esiste solamente lo scranno di chi gli sta sopra e se potesse riporterebbe in auge la roma imperiale per poter generare un desiderio di scranno deificato (cesareo-berluscoide) sul cui altare sacrificare ogni tipo di doni, comprese le vite umane di persone!
I nostri soldi, le nostre tasse, il nostro lavoro, per un politico non sono altro che mezzi di scambio per ottenere o sempre più spesso per MANTENERE il posto a palazzo.
Invece a noi serve il reddito di cittadinanza.
A noi serve una cosa piccola, loro invece vogliono evitare di darcela per prendersi uno scranno grande!

mario mario Commentatore certificato 17.05.12 04:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo o Grillo Beppe. Forse non lo sai, ma il reddito di cittadinanza italiana c'è: solo x quelli che vanno in prigione però. Una persona in galera in Italia costa dai 300 ai 400 euro al giorno, ed è un BISSINES x tutti quelli che ci lavorano dall'interno e dall'esterno, meno le guardie. E' l'unico settore che va a GONFIE VELE. Tu che dici; se dessero 400 euro al mese, no al giorno alle famiglie in difficoltà e ai disoccupati non ci guadagnerebbe lo stato? E col denaro in circolazione farebbe anche aumentare il lavoro e far crescere aziende. Nella Puglia del POETA del popolo NIKI VENDOLA la popolazione carceraria è più del doppio, infatti hanno i letti a castello a 4, e in molti carceri ci sono epidemie di SCABIA e altre infezioni del genere. E l'altro fiore all'occhiello di questo POETA è la SANITA': l'ha eliminata dalle strutture pubbliche, non è più un diritto essere curati, molte strutture sanitarie private costano anche meno. Vendola sta recuperando i furti e gli sprechi che fanno sotto i suoi occhi vigili. Però a noi cittadini ci ha dato 2 possibilità: O te ne vai all'estero, o te ne vai in galera. E io ho dei figli all'estero. E c'è anche una via DI MEZZO; il cimitero: o ti suicidi, o muori x cara e mala sanità. Poi lo senti parlare e sembra che vuol darti il cuore in mano. E pensare che io gli ho dato il voto, la prima volta. Con amore e con democrazia. Peter Pam.

vitovolpicella 17.05.12 03:58| 
 |
Rispondi al commento

Fra l'altro credo proprio che il nostro debito pubblico sia stato CREATO per fare da piedistallo al reddito di cittadinanza di altri Paesi di Europa.
Perchè i vanitosi bastardi che ci hanno indebitati lo hanno fatto nella speranza di ottenere scranni in Parlamento italiano ed Europeo e forti del potere di delega degli italiani.
In sostanza sin dai tempi di Cirino Pomicino il debito pubblico è andato ben oltre le reali necessità dello Stato, SE NE SONO APPROFITTATI, hanno fatto carriera indebitandoci, pagando i loro scranni in moneta sonante da far pagare con gli interessi ai posteri.
A noi la schiavitù dei debiti, a loro lo scranno feudale e con possibilità di trasferimento ereditario!!! Come hanno fatto? Sono riusciti con la forza del voto di scambio, con i pali politici, con la logica andreottiana del controllo di ambizione politica...ci sono riusciti! Ci hanno indebitato e ora al posto di darci il reddito di cittadinanza, ci alzano le tasse e ci fanno regredire ad extracomunitari.
Siamo extracomunitari in patria!!

mario mario Commentatore certificato 17.05.12 03:56| 
 |
Rispondi al commento

non riesco a capire una cosa i cittadini hanno ritirato i soldi dalle banche perchè hanno paura che passano alla dracma senza sapere niente oppure senza avere conoscenza di tutto cio' ragazzi sono pazzi sono malati di testa se la grecia passa alla dracma puo passare anche la spagnia forse pure l' italia i paesi con piu' debito è noi non sappiamo niente malati di testa noi stiamo pieni di debito è voi pensate alle macchine blu'??? facciamo qualcosa cambiamo tutto o vogliamo fare una fine come la grecia questo vogliono perchè loro i soldi li hanno in svizzera loro investono comprono in svizzera.L’incontro tra il premier italiano in pectore Mario Monti e il presidente della Confederazione elvetica, Eveline Widmer-Schlumpf.gia' sa tutto assassini

italia male, napoli Commentatore certificato 17.05.12 03:37| 
 |
Rispondi al commento

ma questi politici che stanno a roma con tuttaquesta crisi che ce vanno aspendere i soldi nei compleanni del cavolo -----e monti va dare solidarieta a equitalia io do ragione all,estremismo aquesto punto ---- enon lasciano lavorare chi lavora mentre i primi evasori sono loro ---e nella riviera di romagna anno mandato piu di 900 finanzieri--- come per dire questa estate ti fermo sotto l,ombrellone pensate che anno squetrato 4 alberghi lungo la riviera
poveri albergatori....

antonio erriu 17.05.12 02:31| 
 |
Rispondi al commento

Però pure scemi quei milioni a farsi affamare da migliaia, mi spiace ma dubito che con le buone questi capiscano qualcosa.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 17.05.12 02:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
metti da parte il tuo (malcelato) protagonismo ed unisciti all'encomiabile lotta portata avanti (e corroborata da una concreta e salvifica proposta in ambito economico) da Paolo Barnard (http://democraziammt.info/site/).

Lascia perdere il personalismo e gli attriti...siete due persone diverse, ok, non vi state simpatici, ma non dovete remare contro...

Per favore, per il bene di quel Paese che entrambi amate, fai un bel gesto di appoggiarlo e dare visibilità al suo operato, tu che puoi permettertelo..

Un grazie di cuore da un italiano.

Nicola D. Commentatore certificato 17.05.12 02:07| 
 |
Rispondi al commento

Sono un tecnico informatico Che Vive da 20 Anni in Germania,posso testimoniare in prima persona l'enorme divario socio-culturale che divide la nostra patria e la germania.sono stanco di vedere la mia patria così martoriata,stanco delle caricature fatte dai tedeschi sui nostri politici,sui nostri capitani di crociere,semplicemente stanco e voglio fare qualcosa direttamente per il mio paese,voglio dare il mio contributo con la mia esperienza di vita fatta al di fuori,raccontare come si vive in un paese"civile" come la Germania,dove i bambini non pagano cure mediche o medicine fino a 18 anni,dove nessuno muore di fame,dove ad ognuno e assicurato il minimo della sopravvivenza,dove nn si ruba come da noi e si pagano le tasse,insomma un mondo al di fuori dalla nostra standardizzata idea di normalità.
Dove nn esistono code burocratiche e dove non esistono furti sui rimborsi ai partiti.
Basta,dico solo BASTA
Nella voce di grillo sento un eco della mia,non deve succedere più uno scandalo come quello della lega,dico solo basta,dobbiamo fare come ha fatto l'Islanda,si può fare meglio,si può migliorare la vita nel nostro paese,facciamo in modo tale da rendere la nostra Italia degna di essere di essere rispettata,visitata e mai più derisa dal resto dell'Europa.
Scrivetemi se posso contribuire nel mio piccolo al vostro bellissimo movimento,vi seguo assiduamente,vi sono vicino online essendo anche facilitato dal mio lavoro che mi spinge ad essere online H24.
Forza M5S
Un saluto caloroso da un immigrato in Germania
R.A.Romita


Il reddito di cittadinanza è semplicemente cosa buona e giusta e dovrebbe esser in parte assegnato ad ogni cittadino già al momento della nascita invece le banche che stampano denaro (il nostro) e lo prestano facendo la grande usura con la collaborazione dei governi fa si che ogni neonato nel momento in cui si affaccia alla vista sia già indebitato fino al collo (se non erro oggi siamo sui 50.000 euro di debito).

Bruno Cinque (b5), Trieste Commentatore certificato 17.05.12 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna che ci si renda conto che in una economia ormai dominata da leggi che producono sempre più disoccupati, ingiustizia sociale, e precariato, l'Italia è l'unico paese industrializzato dove non c'è un salario sociale minimo.(insieme alla Grecia, guardacaso) Costerebbe allo Stato 15-20 MILIARDI.
Allo stesso tempo in Italia c'è una corruzione che risucchia 70 MILIARDI e un evasione da 150 MILIARDI
La società italiana è allo sfascio ormai totale e sta distruggendo intere generazioni che non hanno più futuro ,

CI VUOLE UN SALARIO SOCIALE MINIMO GARANTITO eventualmente vincolato all'obbligo di frequentare corsi di formazione professionale e successivamente ad almeno una proposta di lavoro del Centro per l'Impiego, magari di quei lavori che vengono a fare in Italia gli extracomunitari perchè gli italiani non li vogliono più fare, nonostante la disoccupazione (ovviamente tutelati e in regola) Alla terza proposta rifiutata, come funziona in vari paesi, si perde il diritto all'indennità.

Arnerbank 17.05.12 01:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti a PARMA ....ve lo dice lui http://youtu.be/NnnV9j4aw8U che vi aspetta per INIZIARE LA DISINFESTAZIONE DELL' ITALIA

Gino De Pauli 17.05.12 01:10| 
 |
Rispondi al commento

Beppe pubblica questa intervista di Assange..che in italia non ne parla nessuno..!!!
https://www.facebook.com/notes/no-al-nucleare-video/seduti-su-una-bomba-ad-orologeria/10150890675092648

davide ., solthurn Commentatore certificato 17.05.12 01:00| 
 |
Rispondi al commento

che spettacolo a porta a porta.
il brunone nazionale aveva apparecchiato la tavola del qualunquismo di beppe grillo con il solito ferrara, sallusti e un paio di giornalisti di cui non ricordo il nome (poco male), ma è bastato un lucido e agguerrito intervento di sabina ciuffini (nipote di guglielmo giannini) a far saltare il banco.
caro beppe dovresti vedere le facce di bruno vespa e i suoi meravigliosi ospiti.

basic 17.05.12 00:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io sono d'accordo al reddito di cittadinanza.

penso che sia anche uno strumento per eliminare certe spese costose e clientelari, vedi lsu, pip, stabilizzati ecc ecc.

ma ho un solo dubbio.

non è che questi si metterebbero la strana idea di passare il tempo a non fare nulla prima in un ufficio e poi a casa ?

m t 17.05.12 00:31| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che sia meglio introdurre il lavoro obbligatorio da svolgere nel campo dell'ambiente,
dei beni culturali e del sociale.
COSI' LE PERSONE SI SENTIRANNO UTILI E NON A CARICO DELLA COLLETTIVITA'.

Mauro Dalla Ragione 17.05.12 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Condivido a pieno il paragone con il Medioevo.

Paolo Mattei 17.05.12 00:19| 
 |
Rispondi al commento

EAssolutamente vero in FRANCIA la nazione dei diritti umani esiste la protezione sociale sulla salute migliore al mondo c'é tutto quello che il Beppe Grillo ha detto , Non capisco perché in italia non esiste alcun sistema sociale ?! Io vivo in francia ma sono italiano dove tornerei volentieri se lo stato cambierebbe il sistema e si metterebbe in linea come altro paese europeo FRANCIA , non capisco perché c'é l'euro solo per le cose che convengono allo stato e non c'é l'europa per fare come germania , francia...

Franco 17.05.12 00:18| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA PER UNA RIVOLUZIONE GANDHIANA IN ITALIA. POSSIBILE SUBITO! (E PER AVERE FINALMENTE PIU' GIUSTIZIA SOCIALE E BENESSERE NEL NOSTRO PAESE)."SALARIO MINIMO GARANTITO DI CITTADINANZA, PAGATO DALLA FISCALITA' GENERALE". (Istituto già esistente in quasi tutti i paesi Europei!).

Diciamo 500,00 Euro subito, per iniziare, a tutti i Cittadini Italiani maggiorenni, sprovvisti di ricchezze proprie (fatta eccezione per minimi risparmi personali) e di lavoro, iscritti però nelle liste pubbliche di collocamento "obbligatorio" al lavoro.

Possibile attuarlo? Si! Come reperire le risorse? Ho qualche idea ispirata da Robin Hood...

1-Nessun Dipendente Pubblico a qualsiasi livello, (vale per i politici nostrani e vale anche per i burocrati Europei), dal Sig. Presidente della Repubblica fino all' ultimo Funzionario periferico, sia Esso in attività o Pensionato, dovrà percepire più di 3.000,00 Euro al mese. (Già questa somma è un lusso di questi tempi! Tempi in cui ci sono Persone che non hanno nulla. E' una cifra più che sufficiente per vivere...).

2-Abolire i doppi e tripli incarichi e gli stipendi relativi.(Si creano anche più occasioni di lavoro)

3-Patrimoniale severa per i grandi patrimoni! (In questi anni i ricchi sono diventati più ricchi, mentre i poveri sono aumentati e sono anche diventati più poveri)

4-Chi ha rubato alla Collettività in qualsiasi forma, deve restituire il maltolto. (Ed essere poi avviato a lavori socialmente utili)

5-Tutti i soldi del cosiddetto finanziamento pubblico ai partiti ("rimborsi elettorali") vanno restituiti immediatamente allo Stato e ai Cittadini. (La Politica non deve essere una Professione, ma solo una forma di volontariato!).

VI SEMBRANO GIUSTE, NECESSARIE, E CONDIVISIBILI QUESTE MIE PROPOSTE?!

Ne seguiranno altre...

Un cordiale saluto a Tutti!


Lux Luci 17.05.12 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Ci hanno preso per il culo, si può fare anche il reddito di cittadinanza, ve lo garantisco.
Quello che non vi dicono ve lo dico io: l'economia non è reale, è un invenzione dell'uomo, non è pratica e non è mai esistita in natura, ci hanno provato a paragonarla a una legge naturale ma non si può. L'uomo è un animale sociale non competitivo, se siamo qui lo dobbiamo a quello che scappava più veloce, quello che si ribellava era il "primo", non esistono squali che si mangiano fra loro, solo da morti o per frenesia da cibo.
Ce ne per tutti venti volte, bisogna dirlo sennò, sennò cadiamo nel tranello dell'0,1% che governa il mondo, ci stanno manipolando la testa con messaggi da "gestapo": la famiglia del mulino mi ha rotto i maroni, non esiste! I soldi non valgono niente, la finanza, secondo il valore monetario, è equivalente a sette terre (pianeti) e mezzo. A casa mia 1 non può valere 7, ci stanno prendendo per il culo!!!!
Ma vi rendete conto che ci sono persone che si laureano in economia e non ne sanno un cazzo perchè inventano sempre un found hedge: parla come mangi, che se mangi quel che parli hai l'alito merdoso.
Paesi civili, senza la sanità pubblica, affamano gli altri.... No pezzi di...

Simone Palladi, Reggio Emilia Commentatore certificato 17.05.12 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Sai che hai fatto la scoperta dell'acqua calda?

angelo f., milano Commentatore certificato 17.05.12 00:07| 
 |
Rispondi al commento

grazie Beppe

Gianni C. 17.05.12 00:04| 
 |
Rispondi al commento

tutto Vero, in Germania hanno pagato l'affitto anche in case private, assistenza sanitaria globale e minimo reddito famigliare in base al nucleo famigliare, asili e scuole pagate. in cambio chiede la disponibilità della persona a utilizzare corsi di formazione lavoro e pratica lavoro presso una ditta.

Salvo 17.05.12 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Per ora abbiamo la "tassa di cittadinanza" è comunque solo colpa nostra, continuiamo a foraggiare sti rifiuti tossici e nocivi, salvo poi lamentarci. IL VOTO E' IMPORTANTE!!

Maurizio Munarin, Gorizia Commentatore certificato 16.05.12 23:59| 
 |
Rispondi al commento

l'italia è il paese dove si andava in pensione con 15 anni e 6 mesi(vedi maestri),20 anni (vedi infermieri)25 anni (vedi forze dell'ordine)35 anni(vedi operai).l'italia è il paese dove chi è venuto prima se ne è fregato di chi veniva dopo.l'italia è il paese dove chi ha governato e chi governa pensa solo ai c..zi suoi.
l'italia è il paese .....

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 16.05.12 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Non a caso abbiamo il vaticano in casa.
Nel medioevo potere e denaro erano divisi tra nobili e chiesa, adesso tra politici poco nobili, banche e chiesa e purtroppo le banche le abbiamo inventate noi.

Stefano C., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.05.12 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Nel mio paese abbiamo assistenza sanitaria gratuita, sussidi per disagiati, istruzione obbligatoria e gratuita sino alle superiori, con borse di studio pergli universitari più meritevoli, case popolari ecc ecc. Il mio paese è l'Italia! dire che l'Italia non sia un paese assistenzialista mi pare ridicolo!

Marco Neirotti 16.05.12 23:48| 
 |
Rispondi al commento

un gruppo di artisti,in un video postato in rete dicevano: voi non dovete caricare le nostre canzoni sulla rete perché vi censuriamo,e se vi censuriamo non è per i soldi xò!
e allora io a questo video ho commentato: se non censurate per i soldi,perché censurate?
capirete che questa cosa non ha senso.. e questo il problema principale di questo paese,la voglia di volere tutto quello che c'è! la gente non s accontenta di uno sconto ad i musei,perché i musei in italia non sono concepiti culturalmente.. la gente vuole: la casa,i soldi,la spesa,la macchina bella,i vestiti firmati,la cameriera,e persino la scorta di preservativi per andare a puttane la domenica.. e assurdo,ma è così!
qualcuno dice:è le nuove generazioni.. se! -.- quelle 90\00? se.. -.- affidatevi a quelle.. affidatevi a chi per guardare la defilippi il sabato sera manda a cagare fidanzato,e figli! a chi per seguire la partita manda a cagare la scuola,e il lavoro. a chi nasce già rincoglionito!
se.. e il bello e che quando gli dai il colpetto sulla spalla per svegliarli,si incazzano da bestia!
e questa sarebbe la generazione del futuro?
insomma,il passato d italia fa cagare,il presente,fa schifo,il futuro lascia poco a sperare!!
ma dove sono nato? -.-'

Mimmo G., cardito (NA) Commentatore certificato 16.05.12 23:37| 
 |
Rispondi al commento

il reddito di cittadinanza non c è in Italia,Grecia, Spagna e Portogallo e guarda caso sono i paesi che stanno messi peggio in questo momento

max rossi 16.05.12 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Io non riesco a trovare lavoro pur inviando Cv e facendo domande a detsra e a manca e purtroppo dipendo ancora dai miei nonostante abbia passato la trentina..credo che mi ucciderò..pazienza,non mi frega più di nulla...

Hellfire 16.05.12 23:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non si esagera un po' troppo ?!
Che lo stato italiano faccia schifo è certo, ma la colpa è degli italiani che si sono lasciati abbindolare da tutti questi racconta balle !
La stessa cosa vale per la Grecia !
Guarda un po'! Si tratta dei due paesi che hanno inventato la democrazia e la repubblica !
Diamoci una mossa ! Buttiamo a mare tutte queste ideologie che sono servite solo a dividere e mettiamoci d'accordo su cose concrete che ci permettano di vivere decentemente. Vivere in Grecia o in Italia e suicidarsi è il colmo dei colmi !

Bruno Marioli 16.05.12 23:24| 
 |
Rispondi al commento

l'incivilta nel nostro parlamento regna sovrana bisognerebbe togliere i soldi dalle tasche di questi signori e dei loro compari e stanziarli alle comunità di recupero oppure alle caritas.

Giulio G., Mirabella Imbaccari Commentatore certificato 16.05.12 23:17| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori