Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La BCE salva il Barcellona


spagnoli_senza_casa.jpg
"In Spagna la BCE sta inviando 100 miliardi di euro per ricapitalizzare le banche in sofferenza, dovuta soprattutto a mutui erogati a PERSONE che, perché licenziate, o perché tutto è aumentato tranne i loro stipendi, non sono riuscite a pagare le rate. In Spagna le banche hanno eseguito azioni di recupero su 320.000 famiglie togliendogli la casa e buttandole in mezzo alla strada! Vorrei capire, in parole semplici "Una volta ricevuti i soldi, le banche spagnole restituiranno la casa ai nostri poveri fratelli spagnoli?". Il popolo spagnolo è a conoscenza che le banche in crisi hanno eseguito operazioni ad altissimo rischio perdendo miliardi di euro? E che non è vero che la crisi è dovuta solo all'insolvenza dei mutui? E gli spagnoli sanno che le banche hanno erogato prestiti milionari a squadre di club, tra cui Real Madrid e Barcellona, per l'acquisto dei loro campioni, girati a loro volta a garantire altre operazioni borderline? C'è da consolarsi dicendo che il calcio spagnolo è davvero uno spettacolo! Almeno questo!". Paolo Riccelli

10 Giu 2012, 22:34 | Scrivi | Commenti (42) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Salve, a Barcellona la vostra lista, la nostra e rivoluzione civile sono considerate di serie "b". Abbiamo protestato (allego comunicato inviato alle agenzie), spero facciate altrettanto.
COMUNICATO
Il ComItEs Barcellona ha organizzato, come tanti in Europa hanno fatto in occasione della campagna elettorale, un incontro con i candidati per l'11 p.v. Questo incontro ci e’ stato preannunciato per telefono e successivamente confermato con un’email, peraltro mai ricevuta.
Ma il punto non e’ questo. Alla richiesta del Partito Comunista di informazioni dettagliate per partecipare nella persona del suo responsabile in Spagna, il Com.It.Es. di Barcellona ha risposto che non era possibile, perche’ l’incontro era “riservato ai candidati"! Le liste i cui candidati sono gia’ impegnati, o quelle che non hanno la possibilita’ di pagare spostamenti in Europa per seguire tutti i dibattiti, vengono in questo modo discriminate; non solo: la discriminazione viene fatta, neanche a dirlo, soprattutto in funzione delle disponibilita’ finanziarie.
Il Partito Comunista DENUNCIA questo tipo di comportamento che dimostra scorrettezza e ostracismo oltre che disinteresse del fatto che - eletto da tutti i cittadini e funzionante grazie ai soldi pubblici - l’istituzione Com.It.Es ha il dovere morale di dare voce a tutte le liste concorrenti. Il Com.It.Es. di Barcellona si pone addirittura al di sopra della Commissione di Vigilanza della RAI, la quale, facendo prevalere il buon senso, non aspetta candidati dall’Argentina per farli intervenire a una Tribuna elettorale della Ripartizione Sud America, bensi’ invita alle proprie tavole rotonde chiunque sia in grado di rappresentare le liste presenti nelle diverse Circoscrizioni e Ripartizioni. Invitiamo il Com.It.Es catalano a ritornare sulle sue decisioni, invitando tutte le liste escluse, anche se non con i propri candidati; ci riservamo inoltre ogni successivo passo per denunciare come qualcuno voglia presentare questa campagna in modo "filtrato"

massimo recchioni 10.02.13 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cari grillini, la cosa che di solito non si dice, ed io stessa ne restai impressionata quando me lo spiegarono degli amici spagnoli, è che in Spagna, quando non ce la fai a pagare un mutuo, non solo ti tolgono la casa, ma non ti viene derubricato il debito con la banca: cioè non hai più la casa ma hai sempre il mutuo!!! è per questo che tante proteste e mobilitazioni di 'vicini' avvengono per cercare di opporsi agli sfratti dalla casa di chi non può pagare così come tante occupazioni di case e richieste che il governo intervenga. E va purtroppo detto che in 8 anni consecutivi di governo socialista, Zapatero e i suoi su questo, che grida vendetta al cielo, non sono intervenuti.

Anna ZEMBRINO 12.06.12 19:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Amics italians,Primo visca il Barça i dopo forza italia ,ma la veritat no che lo que dici el geppe ,non si deve confundire tutti li cose:
1: e vero que spagna che corupcione
2: e vero que in spagna li lladri non vano a prisione!
3: aviamo li 7 pecati in la sangre!
4: li puto madrid si que che corrupto i li suo contratacione di kaka i c.ronaldo se lo avevo pagado Bankia.....
5: mio FC Barcellona non tocaré please!
6: Forza li Toscana i Forza Napoli

Esteve prades 11.06.12 19:41| 
 |
Rispondi al commento

già finita l'ubriacatura del prestito....spread impennati e borse sempre più vuote!!!!
aspettate qualche giorno poi si ride...l'europa...si dei debiti!!!vedrete che fine faremo quando sarà finita questa sfilata di carri in maschera...!!
Lasciateli giocare con la BCE la Tro(i)ka e Fmi..è tutto un mare di carta!!!
QUi siamo all'atto in cui pinocchio incontra il gatto e la volpe!!vieni pinocchio semina i tuoi sordini qui nel campo dei miracoli...domattina saranno già aumentati...!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 11.06.12 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma la creazione dal nulla della moneta, da parte dei banchieri centrali e commerciali, interessa a qualcuno?

E' questa la causa di tutti i mali che viviamo oggi.

GOOOOOOOOOOOOOOOOLEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!???
signoraggiooooooooooooooooooooooooooooooooo

Elisabetta Carota (elisabetta_carota), Pavia Commentatore certificato 11.06.12 13:20| 
 |
Rispondi al commento

http://lucafiordelmondo.blogspot.it/

Luca Fiordelmondo 11.06.12 13:04| 
 |
Rispondi al commento


vergognoso,tutti a dire che la bce ha prestato 100 miliardi di euro alla Spagna,ma non dicono che invece dietro ci sono di nuovo la commissione europea e il fondo monetario internazionale(la cosidetta TROIKA)e nessuno parla che gli interessi su questo prestito sono del 4% annui...vuol dire che la Spagna pagherà 4 miliardi all'anno per questo prestito alle banche...ora questi 4 miliardi annui verranno pagati dalle banche o dai cittadini con la solita politica di austerity?
Lorenzo Federico Babino

Rocco Osvaldo Babino, Sala Consilina Commentatore certificato 11.06.12 12:54| 
 |
Rispondi al commento

In Spagna come ha detto Cesare Vaciago hanno fatto gli americani (nel senso dei mutui subprime) con i soldi dei tedeschi, così come in Grecia hanno falsificato i conti per entrare nell'euro, in Irlanda hanno basato l'economia sulla finanza facendo da stazione di passaggio dei capitali che gli speculatori suini di Wall Street hanno dragato in Europa attraverso i derivati (anche nel 1929 andò così, prima gli americani prestarono enormi capitali agli europei senza garanzia, specialmente ai tedeschi, poi dopo il crollo di Wall Street li rivollero tutti assieme, spianando la strada al nazismo ed alla seconda guerra mondiale).
Adesso queste storture dell'area euro stanno rientrando, grazie anche al rigore tedesco (viva la Merkel!).
Anche in Italia l'improvviso irrigidirsi di Monti e del governo verso Berlusconi ha dietro i tedeschi (ma anche Obama), i quali vogliono "normalizzare" anche il nostro paese, attraverso strette sulla corruzione e la criminalità.
Solo che Berlusconi vuole andare al Quirinale stile Putin, con i pieni poteri, ed ha in questo la sponda di Napolitano e del Vaticano.
Se Merkel ed Obama vogliono normalizzare l'Italia, devono liberarsi di Berlusconi al più presto, con le buone o le cattive.

mario genovesi 11.06.12 12:22| 
 |
Rispondi al commento

speriamo che prima di dare i soldi alle banche
diano le case ai cittadini ?????????????????

alessandro aiello 11.06.12 11:57| 
 |
Rispondi al commento

C'è da consolarsi dicendo che il calcio spagnolo è davvero uno spettacolo! Almeno questo!" CHE MAGRA CONSOLAZIONE :((((

stefano cerbioni Commentatore certificato 11.06.12 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Il bello e' che le banche spagnole cacciano dalla casa i cittadini morosi(che come gli italiani col tasso variabile, si sono visti crescere le rate vertiginosamente) cercando di vendersela a sottocosto per necessita' di denaro( sapendo che non c'e' molta liquidita'),quando a loro gli l'hanno fatta pagare cara solo per il fatto che gli concedevano ipoteche (con tanto di assicurazione non proprio a prezzo di comodo) a gogo alimentando oltretutto la speculazione edilizia, e se la banca dovessere perdere denaro tra il valore acquisito la prima volta e la rivendita a basso costo possono rivalersi sul cittadino moroso.In spagna la vicenda e' inquetante anche perche' non funziona come l'italia, quando sei moroso si dice che "ti imbarcano la cuenta", cioe' possono entrare e levarti il denaro dal tuo conto corrente tanto un privato quanto lo stato.

Alessandro Scocca (ciclopico), Roma Commentatore certificato 11.06.12 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Volevo chidervi se c'è un modo legale che mi consenta di vivere la mia vita a modo mio, cioè al di fuori di ogni società, ovviamente rinunciando a tutti i privilegi.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.06.12 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Ecco come si aiutano le banche spagnole

http://www.corriere.it/economia/12_giugno_11/piani-ue-italia-paghera-48-miliardi_9194b364-b385-11e1-a52e-4174479f1ca9.shtml?fr=box_primopiano

marco bellini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.06.12 10:40| 
 |
Rispondi al commento

certo che si consolerebbe chiunque se potesse, attraverso le banche, schierare in campo i campioni che adesso stanno in Spagna, meglio nel Real e nel Barça. Magari prima di scrivere sciocchezze bisognerebbe pensarci

piero gelao 11.06.12 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Senza una riforma del sistema bancario non cambierà nulla. Le banche devono diventare istituti privati a tutti gli effetti e lasciate fallire se fanno investimenti sbagliati. Vedrete che certi casi, come i soldi per Real e compagnia, valuteranno bene se prestarglieli o meno. E se non aboliscono ogni tipo di strumento finanziario la situazione non cambierà mai perché le banche avranno sempre poca liquidità da prestare. Monti queste cose le sa già. Resta da chiedersi se non le vuole fare o è il Parlamento ad ostacolarlo.

Fran V. Commentatore certificato 11.06.12 10:14| 
 |
Rispondi al commento

le banche devono essere salvate???? allora devono pagare solo i pensionati, dipendente, operai e gente onesta!!!! io sono contrario al prestito, ma se proprio si deve dare come garanzia il governo spagnolo dovrebbe dare la guida stessa delle banche. perchè dopo il prestito con i soldi dei cittadini onesti non possiamo permettere che le banche li danno al real madrid o il barcellona per comprare o pagare dei giocatori. concludo che la crisi non finirà mai se non c'è un ricambio dei vertici, non può essere chi ci ha portato nel baratro a salvarci!!!!!!!!!!!!!!

italo palmieri 11.06.12 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Lo già detto...la Spagna ha conosciuto il boom della bolla della "ladrilla", grazie all'inglesi che in 500000 sono andati a svernare in spagna..dove "se caca e se magna"...il calcio è una cazzata non c'entra nulla!!questo emigrazione ha provocato "drogato!"il mercato della ladrilla della terra del fuego...fin tanto che compravano i sudditi di sua maesta tutto è andato bene...(anche perchè pagavano kask)ovviamente i prezzi degli immobili sono aumentati...il resto è la solita solfa...mutui,prestiti ai costruttori,prezzi gonfiati,valutazioni idem..!
Hanno fatto una mare di case e ora non c'è ne chi le compra e ne chi le finisce di pagare!!al costruttore non li metti l'imu....ok! ma le case quando sono finite le deve vendere! ne più e nemmeno quello che accade qui!!le banche a loro volta devono onorare le loro obbligazioni in scadenza...e i soldi non li hanno..e allora? minacciano i governi di non comprare più i bond e di svendere quelli che hanno in pancia!!quando poi le cose sfuggono di mano..allora le banche fallite le devono comprare i plebei!!o servi sciocchi del popolo!!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 11.06.12 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non c'e' sovranita' piena se non si batte moneta. Finche' avremo l'Euro saremo schiavi di chi l'Euro ha imposto per portarci via tutto: ora si stanno prendendo le banche spagnole e tutto quello che vi e' collegato. Poi a chi tocchera'?

PaC 11.06.12 08:15| 
 |
Rispondi al commento

Il calcio è l'oppio dei popoli ed è una delle tattiche di distrazione con cui ci propinano il gioco delle "3 carte". Non è la sola, ma sicuramente è una delle più efficaci, tanto efficace da non farci vedere lo schifo del calcio stesso. Io personalmente so che sin dall'eccellenza le partite a fine campionato di combinano a seconda delle convenienze e gli sponsor usano squadrette per riciclare il nero. Mi chiedo: ma dopo tutto quello che è saltato fuori, ancora una volta, sul calcio sporco... come si fa ad appassionarsi tanto a 22 uomini che corrono in mutande dietro una palla? Cioè posso capire le donne e gli omosessuali, ma tutti i pretesi maschioni che si menano per le loro squadre fuori dagli stadi? Mi sa che tanto maschioni non sono. Un consiglio da un cretino: se qualcosa vi procura dipendenza è sbagliata. E' l'ora della consapevolezza.

davide cardone, rimini Commentatore certificato 11.06.12 07:50| 
 |
Rispondi al commento

Adesso che la spagna prende questo prestito alle banche,non fara altro che affossarsi ancora di piu' ed fara la fine della Grecia,altro che aiuto. Questo e' tutto un complotto per speculare sui stati sovrani ed ad pagarne le consenguenze saranno i cittadini spagnoli che si vedranno aumentare le tasse ancora di piu'. Meglio uscirne dall'europa i soldi vanno alle banche private che ci speculano.
Pensate che tutti soldi pagati dalla tasse dei cittadini,rimarrebbero all'interno di ogni stato sovarano non ci sarebbe questa crisi che e una crisi voluta dalle grosse banche private come la Goldman Sack che sta speculando sugli Stati sovrani con l'aiuto dei sui esponenti,messi in ogni Stato, tutti Primeir Minister, Vedi M.Mario, alla BCE Draghi ed anche Panagiotis con il Governo Grego di transizione.

G. Gerratana 11.06.12 04:40| 
 |
Rispondi al commento

Hai visto mai una banca che ti chiede indietro meno di quel che ti ha prestato oppure una banca che ti regala?

E' tutto un trucco per indebitare gli stati sovrani e costringerli a vendersi la sovranità nazionale.

Sempre i soliti massoni che vogliono dominare il mondo.

Non vogliono far saltare la grecia perché se venisse fuori che è tutto virtuale e che la grecia potrebbe tirare avanti in proprio senza l'unita mondiale allora anche altri paesi potrebbero seguirla e si romperebbe l'inciucio globalizzante.

bruno-bassi 11.06.12 02:04| 
 |
Rispondi al commento

Forse è arrivata l'ora di spiegare meglio i meccanismi "malati" della finanza mondiale che negli ultimi anni si sono concentrati a fare " business" con i debiti sovrani. E' verissimo che molte cose sono da farsi all'interno di ogni stato per eliminare sprechi e far funzionare meglio la "macchina pubblica" ( per l'Italia ad esempio molte ricette sono previste dal programma di questo movimento). Sul fronte internazionale e mondiale è lì che le classi dirigenti delle grandi economie devono metter un argine alla speculazione. Questo lo si può fare solo tutti insieme cambiando in modo uniforme le regole dei mercati mondiali mobiliari , ridisciplinando il trading sui titoli , sui credit default swap e dando un nome alle controparti sui contratti derivati che stanno guadagnando cifre ormai fuori controllo e lontani dalla economia reale !Ogni manovra di carattere nazionale non potrà mai essere risolutiva se non si interverrà sulle regole della finanza mondiale, perchè proprio come si sta rivelando a casa nostra gli effetti delle manovre si stanno rivelando recessive e figurativamente producono un avvitamento su noi stessi.Se non cambiano le regole a monte che fanno formare le quotazioni degli spread ogni intervento nazionale sarà vano.Il mercato tanto citato dai media non sono purtroppo la sommatoria delle signore Maria abitanti nei vari stati del momdo, anche perchè le transazioni finanziarie delle quali stiamo parlando di voler ridisciplinare sono riservate ad investitori istituzionali.
Paolo Forlì

Paolo Mengozzi 11.06.12 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Forse non ho ancora capito in assoluto di come funziona il mondo, ma come si dice... non si finisce mai di imparare.
Ma domando, se io fossi un produttore di pane, per vedere la mia produzione aumentare
vorrei che il governo aumentasse gli stipendi di chi lavora, quindi, chi ha già un lavoro potenzialmente consumerebbe di più il mio pane(vero incentivo ai consumi)ed io aumenterei la produzione, quindi assumerei del personale che a loro volta comincerebbero a consumare.
In questo modo si potrebbe rimettere in moto un sistema che altrimenti, attualmente, non vedo come si possa rigenerare senza una vera spinta.
Assurdo finanziare le banche che non rimetteranno mai in circolazione quei soldi, che investiranno in prodotti sicuri e di maggior profitto per loro naturalmente.
Sono sicuro che se lasciassimo governare un bambino, in poco tempo troverebbe la giusta strada per uscire dalla crisi.

Vittorio B. Commentatore certificato 11.06.12 00:51| 
 |
Rispondi al commento

Italia-Spagna 1-1, una faccia-una razza, ma voi non tenete El Grillo... ahi ahi ahi... a parte che via web si potrebbe fare qualcosa anche in Spagna...

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 11.06.12 00:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cerchiamo di capirci, una volta per tutte.

L'esempio riportato dal testo non è l'unico, ne potrei fare altri, ma evidenziando quello in oggetto, ci tengo ad spiegare la simpatica teoria, detta anche "la teoria del cetriolo", ricordatela ed utilizzatela quando qualcosa non Vi torna.

Allora:

1° Chiedo l'autorizzazione per costruire MOOLTE unità abitative in una zona ad lata densità abitativa.

2° Ottengo l'autorizzazione.

3° Chiedo un finanziamento alla banca che me lo da perché io sono un imprenditore molto noto e un "gran fio de na mignotta".

4° Costruisco tanta palazzine di merda che rivendo a prezzi salatissimi.

5° La gente va in banca, chiede un mutuo, che la maggior parte non potrà pagare, e ci compra la casa de merda ed io, "gran fio de na mignotta", divento ricco.

6° Io, il "gran fio etc", con tutti questi soldi, mi compro una banca, sopravalutandola.

7° Siccome che sono acculturato e "gran fio de na mignotta", me so messo d'accordo con i vecchi proprietari e un po di soldi li ho fatti sparir all'estero, facile, sopratutto perché IO mo sò un "gran fio de na mignotta" co na Banca tutta mia.

8° ..........Cazzo, che fregatura, c'è la recessione e durante la recessione di che cosa ha bisogno un banca come la mia? De sordi.

9° Bravi, avete indovinato, chi me li da I SORDI?

10° La BCE alla B.D.F.D.N.M. (acronimo di BANCA DER FIO DE NA MIGNOTTA).

11° Mo rosicate pure, tanto io sto sul mio Ioct, yoght, iot....., n'somma come se dice, Barca grande grande, che indovinate come si chiama???????:..............

Vabbè, ve lo dico IO -"GRAZIE ITALIA"-

stefano s. Commentatore certificato 11.06.12 00:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ho capito una cosa.

Se le banche non danno i mutui a chi non se li può permettere allora sono stronze perché "la casa è un diritto di tutti".

Se le banche danno i mutui a chi non se le può permettere allora sono stronze perché "i soldi pubblici gli parano il culo" e buttano per strada la gente.

Insomma, ste cazzo di banche cosa devono fare ?

La Banca se non riottiene i capitali fallisce e tira giù pure chi i capitali li restituiva e non è giusto.

Se anche fosse statale cosa dovrebbe fare ? Prestare a tutti gli pseudo imprenditori che poi bruciano i soldi perché non li sanno usare ? Prestare a tutti in modo che tutti abbiano la casa anche se non se la possono permettere ?

Non capisco.

Il Grigio 11.06.12 00:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e gli italiani sanno che le loro squadre di calcio sono piene di debiti con il fisco e che gli hanno fatto lo spalma debito per legge?
e gli italiani sanno cosa gli costa la nazionale di calcio agli europei?

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 10.06.12 23:21| 
 |
Rispondi al commento

Lungimirante riflessione. Ma ti sei dimenticato che per imporre questi aiuti finanziari, si devono rispettare dei patti, che prevedono la perdita totale di sovranità finanziaria e decisionale. Insomma, la dittatura della finanza è appena iniziata. Liberiamoci da questi tecnocrati che hanno distrutto lo Stato sociale e avviciniamoci a politiche monetarie più sociali come la MMT (Modern Money Theory). Inviterei tutti gli attivisti del movimento ad approfondire questa nuova teoria economica, di stampo new keynesiano, che prevede la piena occupazione e i pieni servizi sociali, ossia la piena democrazia.

Francesco L. Commentatore certificato 10.06.12 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Non so se avete seguito il blog byoblu di claudio messora, ma quest'uomo che parla lo vorrei nel M5S, NON SI RIESCE A CONVINCERLO?

http://www.youtube.com/watch?v=t_ssGy0LXo0

Paolo E., novara Commentatore certificato 10.06.12 23:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

la cosa più vergognosa è sentire il presidente spagnolo e tutti i giornali che titolano: QUESTO 100 MILIARDI (ALLE BANCHE) SONO UN GRANDE SUCCESSO PER L'EURO E PER DIMOSTRARE CHE BISOGNA CREDERE NELL'EURO. Io sinceramente non vedo il nesso, se non ripetere ad alta voce una bugia fino a che sembri vera

Paolo E., novara Commentatore certificato 10.06.12 22:59| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori