Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli impuniti del G8 - Vittorio Agnoletto


Gli impuniti del G8
(3:30)
agnolettog8.jpg

pp_youtube.png

"La sentenza (della Cassazione sulle violenze del G8 a Genova) è estremamente importante perché sancisce anche sul piano giudiziario quello che ormai è ampiamente documentato sul piano storico e se il lavoro svolto dai pubblici ministeri, in particolare dal dottor Enrico Zucca è servito per appurare la verità, questa sentenza anche se parzialmente costituisce giustizia. Perché parzialmente? Perché da un lato abbiamo che tutti i responsabili individuati devono immediatamente essere allontanati dalla Polizia, dalle Forze dell’ ordine. Parzialmente perché nessuno di costoro passerà neanche solo un giorno in carcere.
E' una sentenza importante perché i magistrati si sono trovati a dover decidere in una condizione che non era assolutamente naturale. I magistrati devono applicare la legge, attenersi unicamente alla legge, mentre invece in questi giorni c’è stata una pressione fortissima sui magistrati dicendo: "Attenzione se li condannate decapitate alcune istituzioni dello Stato". Perché? Perché la politica, e questa è la maggiore responsabilità, non solo non è intervenuta in questi anni, ma è intervenuta continuando a promuovere tutti coloro che erano stati condannati e ponendo così i magistrati di fronte anche a una responsabilità che non gli compete perché i magistrati devono rispondere unicamente alla legge. E' la politica che non doveva mettere nelle condizioni di far sì che i colpevoli fossero al vertice delle istituzioni, ritengo che i magistrati abbiano semplicemente bonificato almeno parzialmente quelle istituzioni.
Rimane aperta anche un’altra questione, a picchiare, a produrre violenza nella Diaz sono state centinaia e centinaia di poliziotti, la stragrande maggioranza di costoro, cioè di manovali della violenza non sono stati individuati perché avevano il volto coperto con il casco e con un bavaglio, nessuno di costoro è stato quindi condannato e qui si apre anche la questione di qual è la formazione che avviene dentro la Polizia? Come viene sviluppato l’arruolamento, quali sono le forme di educazione che vengono proposte dentro la Polizia? Che ruolo svolge, direi non svolge più, quello che una volta era il sindacato di Polizia conquistato negli anni 80. Dopodichè rimangono invece completamente intatte le responsabilità della politica e io da questo punto di vista credo che bisogna essere molto chiari senza guardare in faccia a nessuno e dire le cose come stanno.
C’è una gravissima responsabilità del centro-destra, c’è la responsabilità di Fini, di cui nessuno oggi discute, che non dimentichiamo. Mentre avvenivano quei fatti a Genova era nella caserma centrale dei Carabinieri e non si capisce perché. Lì non doveva essere, non gli competeva come ruolo istituzionale. C’è la responsabilità di tutta la destra che ha gestito quei fatti durante e dopo, ma non solo, una parte del centro-sinistra fino all’ultimo istante ha cercato di salvare i massimi dirigenti della Polizia. Leggete l’articolo di oggi di Bonini sulla Repubblica cosa sostiene? Che i condannati, personaggi più importanti sono persone che hanno svolto importantissimi ruoli sulla lotta alla mafia etc. e che quindi bisognava avere un occhio di riguardo con loro che, come dire, la giustizia non è uguale per tutti. Uno acquisisce dei bonus nella vita, dopodichè può fare quello che vuole, questo è qualcosa di assolutamente esterno a quanto prevede la legge e quanto prevede il diritto e quanto prevede soprattutto la Costituzione." Vittorio Agnoletto, medico, portavoce "Genoa Social Forum" al G8 di Genova 2001

lasettimanabanner.jpg

6 Lug 2012, 11:11 | Scrivi | Commenti (757) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

http://www.disinformazione.it/aids-hiv.htm


una storia gia nota......

Tratto da: "AIDS la grande truffa" di Luigi De Marchi e Franco Franchi
NEXUS NEW TIME edizione italiana n°5.

Da tempo i settori più reazionari del mondo politico e religioso occidentale erano alla ricerca di pretesti scientifici cui ancorare le loro offensive puritane e restauratrici. Un primo tentativo fu compiuto alla fine degli anni '70, con una raffica di informazioni più o meno terroristiche sulle malattie veneree. Ma l'AIDS sembrò l'occasione d'oro. Qui si delineava una malattia non solo sessuale ma mortale e invulnerabile agli arsenali medici esistenti. Insomma una malattia inventata su misura per i sessuofobi di ogni stampo e di ogni paese.

Kary B. Mullis (Premio Nobel per la Chimica): Il mistero che circonda quel dannato virus è il frutto inevitabile di quei due miliardi di dollari che ci spendono sopra ogni anno.

Se prendessimo un qualsiasi altro virus e spendessimo due miliardi di dollari ogni anno per studiarlo, state certi che anche quel virus produrrebbe misteri a bizzeffe.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 30.11.12 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Ben presto il M5S vi travolgerà. Siamo già partiti bene e continueremo ancora meglio. Gente come Fini si dovrà rassegnare anche x altri discorsi come la marijuana che fa bene alla salute e serve a guarire il cancro. Ripeto: LA MARIJUANA FA BENE ALLA SALUTE E GUARISCE IL CANCRO.

Se non ci credete guardate questo video e non siate scettici e prevenuti:

http://www.youtube.com/watch?v=mEqOaOdH7YQ

ERBA LIBERA, SOPRATTUTTO AI MALATI DI CANCRO

oltre 15.11.12 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Le prossime elezioni Politiche hanno lo stesso peso che ebbe
Il REFERENDEM del dopoguerra tra la Monarchia responsabile della distruzione del paese con la complicità di Mussolini e del fascismo e la Repubblica portatrice di nuovi ideali e di equità sociale.
Alle prossime elezioni tu elettore dovrai scegliere tra il regime dei partiti responsabili della distruzione del nostro paese e il MoVimento5stelle,portatore di nuove idee di trasparenza ed equità sociale.
Sta a te decidere quale futuro per noi ed i nostri figli.

gennaro amiranda, rozzano Commentatore certificato 15.11.12 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere se dei tanti che hanno scritto commenti qui c'è ne è qualcuno che si trovava in via Tolemaide quel maledetto pomeriggio quando cominciò tutto,chi c'era e ha visto non potrà mai dimenticare e sa come sono andate le cose,se volete farvi un'idea potete guardarvi la puntata di "blu notte" sui fatti di quei giorni,rende piuttosto bene e Lucarelli è un giornalista obiettivo,la sentenza è uno schifo e certe cose(come si svolsero i fatti in quei giorni)andrebbero conosciute a fondo da ogni buon cittadino,se si vuole ritenere tale,perchè sono fatti e dinamiche che riguardano tutti noi,a cominciare dai nomi dei politici presenti in questura quel fottutissimo pomeriggio

Claudio De Vitis 14.11.12 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Una giustizia devastante
Ho appreso con stupore della condanna emessa nei confronti di cinque persone ree di devastazione e saccheggio durante il G8 di Genova. Sono sorpreso non per la condanna in sé: non sta bene saccheggiare e devastare. E, forse, neanche per l’entità della condanna: in verità pesantissima se si considera cosa significhi “vivere” in carcere nel nostro sciagurato Paese. Mi stupisce invece ciò che, stando a quanto riportato dai giornali, avrebbe dichiarato il pm Anna Canepa: “Nessun accanimento su quei ragazzi, Genova fu devastata e saccheggiata”. Questa affermazione suona paradossale: come si può mettere in relazione la devastazione di una città con la condotta di una decina di manifestanti? Manco Attila in persona avrebbe potuto tanto. Se invece l’intento è quello di far pagare ai pochi “beccati” quanto determinato nel corso di eventi che hanno visto all’opera, tra forze dell’ordine e forze del disordine, almeno trecentomila persone, non di giustizia si tratterebbe ma di rappresaglia, di punizione esemplare. Una brutta cosa.

Inoltre, dopo undici anni da quegli eventi accanirsi nei confronti di persone che non sono più i delinquenti di allora, contrasta con il principio costituzionale della funzione rieducativa della pena.

Ciò che infine m’indigna profondamente è constatare quanta poca considerazione abbia la vita umana rispetto alla “roba” in un Paese che si professa cattolico e dove la Chiesa ha così grande influenza su tante questioni fondamentali. L’insegnamento che i ragazzi ne potrebbero trarre è che torturare, seviziare, malmenare, violentare è meno grave e riprovevole che recare danno a sua maestà la proprietà privata.

Questa cultura salva la "roba"… non salva l'Uomo.

G. Gaspare Bisceglia, Napoli Commentatore certificato 17.07.12 07:59| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo sono un appartenente alla polizia di stato,e dico purtroppo perchè non è tutta la polizia che lavora in quel modo.Dopo aver visto il film mi sono reso conto che i fatti accaduti andavano oltre ogni possibile immaginazione.I veri responsabili non solo rimmarranno impuniti ma i vertici sono undici anni che occupano posti di rilievo dando direttive(?!)a tutte le Questure d'Italia.Hanno avuto meritate (?) promozioni ed occupato posti di rilievo senza alcuna comparazione con altri colleghi.A questo punto la domanda sorge spontanea perchè?La risposta è semplice perchè non esiste da parte del Capo della Polizia Manganelli alcuna meritocrazia ma solo l'unico criterio della raccomandazione politica,cosa del tutto risaputa anche dalla neo ministro Cancellieri che però,benchè tecnica ha continuato ad accettare promozioni ed assegnazione di posti proposti da Manganelli.Pertanto perchè stupirsi se alla Diaz è accaduto quello che è accaduto?Se i criteri rimangono gli stessi ci saranno altre Diaz nel corso degli anni.Tanti onesti poliziotti subiscono queste angherie senza che la Procura della Repubblica di Roma intervenga.Se il primario chirurgo viene scelto solo per la raccomandazione non ci dobbiamo meravigliare se poi sbaglia qualche intervento.Dopo l'ultimo carabiniere morto in afganistan il servizio televisivo della Rai ha sigmatizzato che i vertici della polizia afgana erano inaffidabili perchè legati alla politica per le progressioni di carriera,proprio come succede da noi.E' tutto assurdo Manganelli che chiede scusa dopo 11 anni e dopo aver promosso i responsabili a discapito di altri,il carcere per chi frantuma una vetrina di una banca e l'immunità a chi frantuma le teste alle persone.Comunque rimane sempre ingiustificabile ciò che è successo da parte di una piccola parte di manifestanti così come è ingiustificabile il comportamento della Polizia o meglio di quei vertici carrieristici ad ogni costo che dovranno "ricambiare" con qualche favore la raccomandazione

giuseppe p., arezzo Commentatore certificato 16.07.12 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Voglio subito una legge che identifichi tutto il personale delle forze dell'ordine in maniera visibile: es. un numero identificativo scritto nel casco, per dar modo di poter effettuare le verifiche dei nomi di chi si comporta illegalmente. Promuoviamo un referendum...raccogliame firme facciamo qualcosa....Chi e' d'accordo?

quinto grigatti 09.07.12 19:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma in che paese viviamo.....quando vengono calpestati i diritti più elementari e si rischia la vita da parte delle "forze dell'ordine"!|

remo romeri 09.07.12 17:28| 
 |
Rispondi al commento

...affinché simili violenze non accadano più è necessario che venga reso obbligatorio il numero di matricola sui caschi degli agenti di PS e che, se questi si macchiano di simili nefandezze, siano interdetti PER SEMPRE dai pubblici uffici!

Marco Demmelbauer 09.07.12 11:27| 
 |
Rispondi al commento

I polizziotti devono pagare gli errori fatti, quanto hanno fatto è deplorevole, inaccettabile in uno stato che si dichiara democratico.
Però fino a quando non sarà cambiato il nome della sala di Motecitorio in onore di un teppista scalmanato e non saranno messi in galera i partecipanti no global (non chi ha dimostrato con senso civico) e black block, non sarà MAI vera giustizia. I polizziotti che hanno commesso il reato e chi lo ha ordinato devono pagare.
In Italia chiunque abbia una mezza divisa si sente in diritto di comandare, anzi di esercitare il POTERE, basta osservare l'arronganza e la prepotenza di certi pubblici ufficiali, fortunatamente non tutti.

Dante B 09.07.12 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Se non vanno in galera, sicuramente devono essere licenziati, non possiamo avere in giro gente esaltata ed armata.
Come anche gli assassini di Aldovrandi.
Devono portare un numero di identificazione, altrimenti è come permettergli di delinquere con tanto di immunità.

Silvano G., brescia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.07.12 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di ricordare in che circostanza si e' trovata la polizia in quei giorni.State santificando un ragazzo che e' morto tirando una bombola di gas in una jeep dei carabinieri.Ma STIAMO SCHERZANDO! Massimo rispetto per la polizia

Manuel Zanetti 09.07.12 10:12| 
 |
Rispondi al commento

SIAMO SOPRATTUTTO ITALIANI

S'ode a destra uno squillo di tromba; a sinistra risponde uno squillo etc etc.
Sui fatti di Genova 2001: dopo la sentenza definitiva della Cassazione che conferma le condanne ai poliziotti, si pensi ciò che si vuole, ma si abbia il pudore di non interpretarli a pezzi, secondo convenienza.
Gianni De Gennaro, allora capo della Polizia, oggi sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega ai Servizi segreti: rispetto la sentenza e sono solidale coi funzionari condannati.
Lorenzo Guadagnucci, aiutato da Vittorio Agnoletto: la Polizia a Genova 2001? la più grave violazione di massa dei diritti umani che si sia vista in Europa negli ultimi decenni (fonte: Amnesty international).
I Guadagnucci e gli Agnoletto, per me, possono parlare una vita, di qualsiasi argomento, e non perdo tempo ad ascoltarli neanche un secondo, se non, come adesso, quando si infilano in un'altra scena.
Ma che un De Gennaro, consideriamolo come ci fa piacere, capo della Polizia del tempo, quasi ministro oggi, si permetta di dichiarare all'Italia intera d'esser solidale con chi, comprensibile ma ingiustificabile, nella sua uniforme di difensore della legge, l'ha platealmente violata, la dice lunghissima sulla qualità morale del Governo del Professore.

Cremona 09 07 2012 www.flaminiocozzaglio.info

flaminio cozzaglio, cremona Commentatore certificato 09.07.12 08:15| 
 |
Rispondi al commento

Il problema in Italia è che non esiste il reato di TORTURA perciò tutti questi fatti rimangono poi impuniti. Ma cosa aspettiamo a proporlo???

Franco O. Commentatore certificato 09.07.12 04:55| 
 |
Rispondi al commento

Fu una banale operazione della Polizia Segreta CC...
http://scaruffi.blogspot.com.br/2012/07/1-g8-che-botto-lex-capo-della-polizia.html

dr. Roberto Scaruffi, Rio de Janeiro Commentatore certificato 08.07.12 22:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non credo all'assioma Polizia = Fascisti come non credo alla favola che al g8 erano tutti manifestanti pacifici. Ci sono state violenze da entrambe le parti.
Da cittadino chiedo che le manifestazioni siano libere, autorizzate e pacifiche.
Chiedo che le violenze vengano represse immediatamente e i colpevoli assicurati alla giustizia per scontare la giusta condanna.
Chiedo che siano ripagati i danni subiti da chi non aveva nulla a che vedere con la manifestazione, che poi sono le vere vittime dimenticate di quei giorni.

Andrea G., andrea.alchimia@gmail.com Commentatore certificato 08.07.12 19:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le forze dell'ordine devono indossare una pettorina col numero sulla schiena durante i cortei.
Così se succede qualcosa si può indicare il n° del poliziotto.
E si può risalire al nome e cognome. Ogni giorno, ad ogni corteo il numero cambia ma tutto viene registrato in un database.
Le forse dell'ordine sanno usare i computer e i databse, quindi non è niente di complicato.
Gran parte dei poliziotti (quelli che non picchiano ragazzi e vecchietti) vogliono questo, perchè così evitano di finire indagati o di dover testimoniare per togliere dai guai le teste calde.

Albi 08.07.12 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti...vorrei portare alla vostra attenzione,un episodio che mi lasciò disgustato...premetto che non sono d accordo sul generalizzare,ho conosciuto molti servitori dello stato,e posso dire con onestà che la maggior parte erano persone degne di rispetto...però non posso non ricordare che quando fu arrestato Michele Zagaria,super boss camorrista di Casal di Principe,ricordo le immagini della sua cattura,ricordo la cura,la gentilezza estrema da parte delle forze dell ordine nei suoi confronti,nell accompagnarlo all auto,mentre alcuni poliziotti si affrettavano tutti ossequosi a stringergli la mano,con una tale riverenza...che mi ha disgustato a pensare a tutte le persone che hanno sofferto e soffrono tutt ora a causa di questi vili uomini di merda di camorristi...insomma invece di prenderlo a calci in culo e sputargli in faccia...sembrava facessero la scorta al presidente della repubblica italiana...

massimiliano f., cervignano del friuli Commentatore certificato 08.07.12 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Se pari a Ghandi far volete, cernite ar mejo che potete troppe teste calde avete. Quella razza vi lincera' qualcuno in piazza. Se il 30 percentual non vi fa gola..... Continuate pur con quella sola. Se al 4 percentual bramate rifinire....Che dir!! Continuate pure con il vostro dire.- Saluti.

maggioranza silenziosa(pe mo) anche (pensionato 850), (RO) Commentatore certificato 08.07.12 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Non riesco a capire per quale Motivo il signor david lak risulta essere sempre fra i più votati pur scrivendo montagne di cazzate.Ma chi sei ? che lavoro fai?Quanti anni hai?Eppure non mi sembri un Dante Alighieri
Ho presentimento che sei un bamboccione che non hai mai conosciuto il sudore del lavoro .
Avviso ai naviganti :si comincia a sentire puzza di merda.Oppure siete tutti d'accordo a votarvi fra di voi.Per favore ,distinguetevi dagli altri, fateci sapere la verità ci siamo rotti i coglioni di essere presi per il culo.L'unica garanzia che
abbiamo è Beppe ,dei vari candidati del movimento
non ce frega un benemerito cazzo. Siete e resterete nessuno,è lui che garantisce per voi,
è lui il nostro Gesù.

toni b., roma Commentatore certificato 08.07.12 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


HomeDiscussioni della settimanaTutti i forumMie discussioniNotifiche AttualitàPoliticamartedì 25 maggio 2010LE 100 OPERE DEL DUCE
Politica
di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

Torna all'elenco dei messaggi codicepelikan
25/05/2010 ore 09:31:47 Ultimi messaggi LE 100 OPERE DEL DUCE
LE 100 OPERE DEL DUCE
E’ stato fatto più in vent’anni di Fascismo che in sessant’anni di “democrazia”. Eccone un elenco schematico:

Opere sociali e sanitarie
1. Assicurazione invalidità e vecchiaia, R.D. 30 dicembre 1923, n. 3184
2. Assicurazione contro la disoccupazione, R.D. 30 dicembre 1926 n. 3158
3. Assistenza ospedaliera ai poveri R.D. 30 dicembre 1923 n. 2841
4. Tutela del lavoratore di donne e fanciulli R.D 26 aprile 1923 n. 653
5. Opera nazionale maternità ed infanzia (O.N.M.I.) R.D. 10 dicembre 1925 n. 2277
6. Assistenza illegittimi e abbandonati o esposti, R.D. 8 maggio 1925, n. 798
7. Assistenza obbligatoria contro la TBC, R.D. 27 ottobre 1927 n. 2055
8. Esenzione tributaria per le famiglie numerose R.D. 14 maggio 1928 n. 1312
9. Assicurazione obbligatoria contro le malattie professionali, R.D. 13 maggio 1928 n. 928
10. Opera nazionale orfani di guerra, R.D.26 luglio 1929 n.1397
11. Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (I.N.P.S.), R.D. 4 ottobre 1935 n. 1827
12. Settimana lavorativa di 40 ore, R.D. 29 maggio 1937 n.1768
13. Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (I.N.A.I.L.), R.D. 23 marzo 1933, n. 264
14. Istituzione del sindacalismo integrale con l’unione delle rappresentanze sindacali dei datori di lavoro (Confindustria e Confagricoltura); 1923
15. Ente Comunale di Assistenza (E.C.A.), R.D. 3 giugno 1937, n. 817
16. Assegni familiari, R.D. 17 giugno 1937, n. 1048
17. I.N.A.M. (Istituto per l’Assistenza di malattia ai lavoratori), R.D. 11 gennaio 1943, n.138
18. Istituto Autonomo Case Popolari

venturi roberto, faenza Commentatore certificato 08.07.12 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a produrre violenza nella Diaz sono state centinaia e centinaia di poliziotti, la stragrande maggioranza di costoro, cioè di manovali della violenza non sono stati individuati perché avevano il volto coperto con il casco e con un bavaglio. Perché i centinaia di no global che girano x la strada con caschi in testa nn sono da condannare? Condanniamo pure la nostra polizia e continuiamo a permettere a tutto e tutti di fare ciò che vogliono almeno nn avremo più sicurezza e moralità sociale

Davide maggi 08.07.12 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa a tutti per questo messaggio fuori tema,ma vorrei rispondere coloro e a VIVIANA che odiano i fascisti che tanto ci attaccate con offese gratuite:

Sono un fascista vero di Mussolini Benito(non di Sandra),cioe ammiro cio che ha fatto al di fuori di portarci in guerra.
Ha fatto tanto per l italia che ancora oggi anche lei Viviana ne gode,poi come classico di quelli del PD ci sputano sopra infamandoci.
BE
Quando lei scrive,prima di dire la sua perche NON dice per chi ha votato precedentemente??
La capisco perche non lo dice...mi vergognerei.
Comunque,MEGLIO FASISTA CHE COMUNISTA,PD;PDL e tutta la banda dove in piu di 60 anni c e stato piu danno fino ad oggi a causa di gente incolta come lei che crede il fascista la rovina di tutto.
Si vada almeno su you tube ad informarsi cosa ha fatto Benito,tipo le sue cento opere dove lei ancora ne gode confrontandone quelli che hanno fatto i governi dal dopoguerra.
Prima di attaccare il fascista si ricordi sempre chi ha votato che è peggio!!!
Poi non lamentatevi se oggi siete cosi ridotti li avete votati voi e ve li tenete!!

venturi roberto, faenza Commentatore certificato 08.07.12 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Cara Viviana, io le cose dette da Agnoletto le ho sentite dal vero e di persona nei giorni precedenti, altro che "non esiste proprio". Tu probabilemte sei piuttosto ingenua a credere alle parole di siffatta persona. Oppure essendo decisamente di parte (e lo si capisce molto chiaramente dagli altri tuoi post), non prendi nemmeno in considerazione il fatto che le cose possono non essere come credi : questo è un errore piuttosto grave, che purtroppo fate in molti, e che vi impedisce di essere sereni ed imparziali.
Frasi come "Agnoletto è una persona mite e ingenua
ed è sempre stato un pacifista alieno da ogni violenza" fanno quantomeno sorridere, ed esplicano chiaramente il fatto che tu non conosci il personaggio, e non sai con chi hai a che fare.
Se ti può consolare, sappi che lo stesso errore lo feci anch'io, quando da ragazzino militavo nei circoli giovanili di sinistra, dai quali mi sono allontanato decisamente quando finalmente mi sono accorto del tipo di piega stava prendendo la faccenda, ed erano parecchi anni prima di questi fattacci, ma il campo si stava già preparando......

massimiliano boz 08.07.12 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una volta tanto la giustizia ha reso giustizia e così dovrebbe essere per tutti i reati, contro le persone ed il patrimonio. Non si doveva arrivare fino alla Corte di Cassazione e non si deve arrivare sempre come una regola fissa. Tuttavia la Corte di Cassazione eccepisce sempre in ordine ai due ordini di appello. Quindi, si pronuncia sempre. Attendere una giusta e sacrosanta sentenza per quanto è avvenuto a Genova non doveva avere un decorso così lungo. Già in primo grado era palese che i responsabili delle aggressioni gratuite, da macellai, dovevano subire delle pene esemplari! Ora, i responsabili, i dirigenti funzionari CHE SAPEVANO è giusto e doveroso che paghino, almeno con l'espulsione dai pubblici uffici. Gli esecutori purtroppo rimangono o impuniti oppure se la cavano con questa benedetta condizionale e benefici di legge, per cui nemmeno un giorno di reclusione fanno! E questo non è normale in un Paese che si professa democratico e liberale. Il rigore parte dalle Istituzioni e la giustizia in Italia deve diventare rigore, deve rappresentare l'elemento fondante di gsaranzia, tutela per chi è vittima e per chi, invece, delinque. Perciò deve essere garante di giustizia, con l'applicazione della pensa SENZA INDULTO. Un governo potrà essere fortte se saprà essere rappresentato da un apparato giudiziario, al di sopra degli interessi politici.

Adalberto de' bartolomeis 08.07.12 10:29| 
 |
Rispondi al commento

ROBA DA UNITA'

A volte sembra tornata quella di Togliatti. Leggete questa partenza:
“Due sentenze che ossigenano il cuore. 50 anni a Videla e condanna per i fatti della Diaz – Genova 2001.
Per chi non ricordasse, Videla è il dittatore argentino responsabile dell'assassinio di migliaia di poveri argentini, Diaz-Genova 2001 gli eccessi della nostra polizia contro i manifestanti che avevano appena messo a soqquadro la città......
Poi quando noi, liberali da sempre, sosteniamo che nascondono il nome “comunista”, ma la testa è sempre quella, siamo dei ritardati......

Cremona 08 07 2012 www.flaminiocozzaglio.info

flaminio cozzaglio, cremona Commentatore certificato 08.07.12 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Governi di dx o sx come quello Monti sono colpevoli|
Ci siano numeri o tesserini identificativi di ogni membro delle forze dell'ordine perché ognuno sia personalmente responsabile degli atti che fa e punibile dei reati che compie.
E ci sia immediata esecuzione delle leggi per cui la tortura è un gravissimo reato,la loro mancanza nel nostro ordine penale costituisce un grave vulnus al diritto di habeas corpus di ogni cittadino!
La Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli,disumani o degradanti è uno strumento internazionale per la difesa dei diritti umani,sotto il controllo dell'ONU.
La Convenzione prevede una serie di obblighi per gli Stati aderenti,autorizza ispettori dell'ONU e osservatori dei singoli Stati a visite a sorpresa nelle strutture carcerarie per verificare l'effettivo rispetto dei diritti umani,e stabilisce il diritto di asilo per i migranti che al ritorno in patria potrebbero essere soggetti a tortura.
Il Comitato contro la Tortura,tra i vari comitati dei Diritti Umani,è uno di quelli più efficaci ed incisivi,tuttavia può esercitare controlli solo se uno Stato dichiara espressamente di accettarli.
L'Italia ha ratificato la legge ma non l'ha mai rispettata! Non ha mai messo questo reato nel codice penale! Per questo l'ONU non è intervenuta dopo i gravissimi delitti avvenuti al G8 di Genova,perché l'Italia in materia di diritti umani fa ancora parte di un terzo mondo vergognoso e crudele.
La Convenzione nel Giugno 2008 è stata ratificata da 145 Paesi,tra cui 47 Stati europei.
La tortura è un crimine,ma non è un reato per l’Italia.Nel nostro codice manca infatti il delitto di tortura. Hanno previsto galera per tutti(consumatori di droghe leggere,donne che praticano la fecondazione assistita eterologa, immigrati senza il permesso di soggiorno)ma non i torturatori.Manca dal 1987.
25 anni di mancato rispetto del diritto internazionale.
La Convenzione Onu contro la tortura, ratificata dall’Italia nel 1987,non è mai stata rispettata.

viviana v., bologna Commentatore certificato 08.07.12 06:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giustamente Giovanni Buzzetta richiama le responsabilità di De Gennaro,un altro intoccabile che è passato impunemente da dx a sx.
E giustamente c'è chi si chiede come mai gli assassini non sono identificabili.Ma l'omertà ha sempre regnato sovrana.E le forze dell'ordine hanno una omertà che supera quella della mafia.
I fatti però sono ben peggiori.I fatti mostrano con forte chiarezza che i poliziotti che si scagliarono come belve impazzite contro una popolazione inerme obbedivano a precisi ordini. Non avrebbero mai fatto quello che hanno fatto e su così larga scala se non avessero avuto ordini superiori precisi.E quegli ordini infami di massacrare la popolazione per far perdere per sempre ai manifestanti la voglia di scendere in piazza e per dare una botta mortale alla democrazia li dettero 4 mostri:Berlusconi, Scajola,Fini e Castelli.De Gennaro fu l'esecutore intermedio.
In Italia le cose peggiori sono sempre avvenute per ordine politico e ogni volta gli esecutori hanno taciuto su chi dava loro gli ordini, sapendo che il loro silenzio sarebbe valso la protezione politica che avrebbe risparmiato loro la pena.E tutto avvenne così:i 4 ordinarono.La polizia obbedì.Poi i 4 allestirono gli stravolgimenti di legge,indulto e prescrizione che avrebbe salvato dalla pena gli esecutori. Tutto,come di norma.
Sono 65 anni che le cose in Italia si svolgono sempre così.
E l'ultima beffa ce l'ha data la Cancellieri quando ha pure elogiato gli assassini 'per alti meriti' per 'la loro lotta alla mafia'!
A parte che non tutti coloro che parteciparono alla macelleria hanno lottato contro la mafia, gli esiti della famosa lotta alla mafia sono davanti agli occhi di tutti:una forza criminale tripartita che è tra le più grandi associazioni criminali del mondo,che ogni anno aumenta i suoi profitti,che con lo Stato ha fatto un patto schifoso,i cui capi sono rimasti latitanti per decine e decine di anni,tranquilli nei loro feudi e intoccabili e dalle cui fila sono usciti gli elettori di B.

viviana v., bologna Commentatore certificato 08.07.12 06:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Viviana v Bologna:evidentemente devi essere una malata di mente, ma se cosi' non e',stai moooolto attenta perché alla prossima ti denuncio. Non ci scherzare troppo con me.Trova un altro passatempo, perchè questo potrebbe costarti caro!!!!

Ivan Lo Russo, Lecce Commentatore certificato 08.07.12 00:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Polizia chiede scusa con Manganelli... sembra una batuta di cabaret e invece è la verità.

Domenico Ippolito, Carmagnola Commentatore certificato 07.07.12 23:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate, voi che coscete meglio di me i personaggi delle storia del G(, potete rispondere a questa mia domanda? Il sig. De Gennaro, non c'entra nulla con i fatti del g8 di Genova?
Grazie a chiunque voglia rispondermi

Giovanni Buzzetta 07.07.12 20:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che è successo a Genova, è stata la reazione alle elezioni che hanno portato al governo il centrodestra, dove tutti gli attivisti di sinistra si sono dati appuntamento per fargliela pagare... Se la protesta fosse stata solo pacifica no ci sarebbero stati caschi, mazze, e quant'altro.
La reazione della Polizia alla Diaz la leggo come la vendetta di chi ha subito tutto in quei giorni, e a colto l'occasione per pareggiare a suo modo i conti.
Forse la Polizia ha sbagliato obbiettivo bastonando chi non aveva fatto nulla, e forse doveva riservare qualche colpettino a chi ha organizzato tutto quel casino.

Giovanni T., Roma Commentatore certificato 07.07.12 20:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è assolutamente esatto quando si dice che i poliziotti presenti al pestaggio, non sono identificabili perché coperti dal casco. Basterebbe chiedere a un graduato la lista di quel reparto; in casi simili non vengono scelti a casaccio, ma vengono presi delle squadre o degli interi reparti. Perciò manca la volontà di nome e cognome di quei macellai.

Manlio 07.07.12 20:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei fare un ultimo commento e poi ci risentiremo fra una settimana ,perchè io sono un operaio metalmeccanico quasi analfabeta e con 1500 euro al mese devo dar dar mangiare a 4 persone e non sto tutti i giorni a leggere e commentare.Non sono certo come agnoletto che L'unica cosa che sa fare sparare cazzate e a parlar male di tutti . Le forze dell' ordine sono gli unici dipendenti della pubblica amministrazione
che si guadagnano il loro salario,oltre ad essere
le più umane, spesso chiudono gli occhi perchè
se dovessero applicare tutte le normative non
abbasterebbe un penitenziario grande come la Sicilia per mettere dentro tutti i responsabili di reati.

toni b., roma Commentatore certificato 07.07.12 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Credo che diventi sempre più urgente fare in modo che venga approvata la legge contro la tortura e che la polizia e le forze dell' ordine debbano indossare tesserini di riconoscimento e numeri identificativi sui caschi quando sono in servizio, specialmente se di ordine pubblico.

sante gorini 07.07.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scandalo nello scandalo
Oltre tutte le considerazioni elencate nel post ne pongo un'altra ovvero la questione rimborsi che le vittime potranno chiedere. Se ho ben capito invece di pagare i colpevoli pagherà il ministero degli interni cioè noi. Chi colpisce con un pugno può essere condannato a pagare anche più cinquemila euro, questi con tutte le legnate che hanno dato non pagheranno un euro. Sarei curioso di sapere se hanno pagato l'avvocato o se anche quello è stato pagato dal ministero.

giacomo piccirillo 07.07.12 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Avete mai visto un mafioso come Provenzano,o Riina, con la faccia devastata dalle manganellate della polizia,come succede sempre ad esempio a chi protesta per il diritto al lavoro,contro la tav,o per altre questioni di primaria importanza sociale?E cosa vuol dire il fatto che se un poliziotto massacra a suo piacimento,e per ordine di politici,e superiori,persone,cittadini,disarmati e con la fedina penale immacolata,e poi ti arresta il capomafia,che era nel suo stesso paese da 35 anni!?Che un poliziotto civile,senza rabbia verso i più deboli,onesto,e che non massacra persone inermi non ci sarebbe riuscito ad arrestarlo!?E se io oggi prendo a sprangate un poliziotto in borghese,diranno che però ho vinto la corsa campestre alle scuole medie!?Che ho costruito ascensori bellissimi?Che ho denunciato piccoli crimini per telefono ai carabinieri!?hahaha,no,questi mi massacrano,mi chiudono in galera,e buttano via la chiave!

stefano bonifazzi 07.07.12 16:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, è ora di chiarire il ruolo politico nella faccenda. Io ricordo che il governo Berlusconi, eletto da poco, con il suo vice presidente on. Fini,quei giorni si trovava in Questura a Genova (che ci faceva?). E in una dichiarazione successiva in tv Fini disse che lui e il Governo erano con la polizia a prescindere. Oggi come allora appaiono dichiarazioni gravi. Io sto con la legalità: quindi, se la polizia si comporta bene, sto con la polizia; se i manifestanti si comportano bene, sto con i manifestanti. Se nessuno dei due si comportano bene, non sto con nessuno dei due.

Enzo Rotini, Rimini Commentatore certificato 07.07.12 16:04| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

l'opera dei giudici è meritoria.
L'opera dei politici dimostra quanto sia sporca la politica in italia......E non serve dire che i caporioni condannati (e non condannati) hanno lottato contro la mafia,perche i risultati di tale lotta li vediamo oggi e,purtroppo,anche domani.....andiamo a votare ad ottobre...forza grillo...tieni duro....
mario vianello

mario vianello 07.07.12 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Letti un po' di post mi sto chiedendo a chi è permesso l'accesso al blog, e mi spiego. Credo che la democrazia sia dialogo, e il dialogo è tra diversi, diverse idee e punti di vista. Sono amareggiato nel leggere certi post, che più che "fascisti" definirei di ignoranti, persone che esprimono pareri gratuiti, senza sapere, solo prendendo pregiudizialmente "parte". Non sto a ricordare nulla, io a Genova c'ero e come tutti quelli che erano là, compresi gli scout, so cosa è successo perchè l'ho vissuto. Viviana l'ha spiegato in dettaglio e senza omissioni. Chiedo agli amministratori di allontanare questi individui inutili, perchè personalmente accetto più che volentieri il confronto con chi la pensa diversamente da me, anzi, perchè questo è il dialogo. Ma con chi argomenta e non offende gratuitamente, dando del "testa di minchia" ad un ragazzo di 23 anni che lì ha perso la vita. Si può pensare che abbia sbagliato e argomentarlo civilmente, ma le offese gratuite non le tollero. E dico agli amministratori: o vengono cacciati questi o me ne vado io. Il momento è difficilissimo, non abbiamo bisogno di questo livore ed intolleranza. Non qui per cortesia. Grazie per l'ospitalità

massimo rizzo, scorzè - ve Commentatore certificato 07.07.12 15:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ancora io domando: i poliziotti inviati in queste "missioni" assumono qualche sostanza prima di entrare in azione?
durante la carriera professionale i tutori dell'ordine come vengono addestrati? fanno uso di doping?
nel reclutamento come vengono misurati i tratti di personalità dei candidati? e durante la carriera?

Gabriele Alfano Commentatore certificato 07.07.12 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che la polizia faccia un mestiere ingrato, credo che a forza di respirare il marcio un po'marci si diventa, ma questa non può essere una giustificazione, come una giustificazione non può essere ciò che si è fatto nel passato.
Un reato è un reato e per quel reato deve essere giudicata la persona.
Forse non sarà una giustizia completa quella che è stata fatta, ma almeno è un passo avanti nell'uguaglianza della giustizia stessa.
Adesso vediamo chi mettono al posto di questi, ma si tratta di un'altra storia.....

Claudia P., Baricella Commentatore certificato 07.07.12 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo , almeno in parte, con il senso del messaggio di questo testo.
Non concordo con chi confonde e accomuna quel che è successo alla Diaz e i fatti di Giuliani, che sono cose diametralmente opposte (è il termine più giusto, penso).
Non lo sonno solo per i soliti anarchici che come scopo dei loro pensieri hanno solo l'odio verso le persone che fanno della sicurezza puibblica la loro professione.

Ma soprattutto mi dà fortemente il voltastomaco il fatto che a scrivere queste cose sia un personaggio come Agnoletto : ricordo perfettamente le sue continue ed incessanti frasi in tv e sui giornali nei giorni precedenti al caos di Genova, parole fortemente ineggianti alla violenza ed alla rivoluzione (fatta da altri, però). Ricordo anche il grande voltafaccia nelle ore subito successive ai noti fatti, cercando di smentire le cose che aveva dichiarato poche ore prima, arrampicandosi letteralmente sui vetri. E ricordo benissimo quante sue frasi e deliri dei giorni precedenti siano state fatte sparire dagli archivi dei media o perlomeno mai più fatte sentire al pubblico.

Io considero Agnoletto uno dei più viscidi e rivoltanti voltafaccia della politica degli ultimi anni : uno capace di dire una cosa e pochi minuti dopo smentirla, uscire ed entrare dalla porta degli avvenimenti del nostro paese per dire le sue scempiaggini a suo piacimento e poi scomparire senza lasciare traccia con la copertura che gli viene dall'alto, uno che parla di rivoluzione incitando gli altri a farla mentre lui sta comodo in poltrona a guardare.

Di certo quindi per niente degno di venire qui e fare una paternale sui valori e sui fatti che andarono in campo in quei giorni.

Agnoletto facci un piacere : sparisci e non farti rivedere, mai più. Dài fastidio solo a vederti.
E rovini la reputazione e l'immagine di chi vuole un'Italia migliore, a costo di scendere in piazza.

massimiliano boz 07.07.12 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono daccordo con il Sig.TONI B. da Roma e vorrei aggiungere:
I poliziotti o altri con la divisa sono altamente rompicazzi quando stanno li con il velox o altri macchinari per rovinare gente che lavora,per la cintura,per chi va a mignotte,per un fanale e cazzate varie,perche non sanno come fare sera.LI ODIO con tutto il cuore!
MA
Ritengo eroi questi con la divisa,quando trovano spacciatori,assassini,falsi invalidi,albanesi,rumeni ecc. che ci stanno portando la delinquenza e vengono arrestati,teste calde che se la cercano invece di starsi a casa.
Si puo manifestare senza alterarsi e questi se hanno la testa rotta se la sono cercata perche comunque il pubblico ufficiale è un pubblico ufficiale che diretto da ordini deve mantenere la disciplina alle teste calde.
Non sono un poliziotto ma rispetto la parte eroica da me ritenuta del loro lavoro e se mi trovavo anche io li dove non si puo passare me ne tornavo a casa a lavorare!A lavorare con la testa intera.
Grillo Ti stimo,ma hai rotto il cazzo con ste menate...se non ci fosse qualcuno a mettere disciplina ci ammazzeremmo l un l altro.
Hai rotto il cazzo,qui mi deludi.

ROBERTO Venturi(fascista puro di Benito) 07.07.12 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli impuniti ( non me ne voglia Eloi Delpopolo che dice essere 400) e soprattutto i RESPONSABILI UNICI sono 8: quegli otti BEI "RAPPRESENTANTI del mondo civile" che nonostante l'esperienza dei vari G., non avevano organizzato un summit in teleconferenza o su di una portaerei lontano, fuori dalle balle da tutti, sapendo BENISSIMO a ciò che Genova andava incontro.

Claudio Carrieri 07.07.12 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Certo se tutti quelli del m5s la pensano come davidleak siamo messi proprio male .Mi pare che questa stia diventando la succursale di rifondazione
comunista e non un movimento trasversale,state attenti che si ritorna al 5%.

toni b., roma Commentatore certificato 07.07.12 13:01| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

sentenza indubbiamente sacrosanta anche se, tanto per cambiare, fuori tempo massimo. Tuttavia, a proposito di impuniti, non può dimenticarsi il risvolto della medaglia, ossia, il cumulo di delinquenti che misero a ferro e fuoco la città di Genova e che distrussero auto, saccheggiarono negozi e sfondarono banche ed uffci. Insomma, è vero che i poliziotti fecero schifo, ma anche l'altra parte non fu da meno. E i danni, al solito, li paga pantalone.

Giovanni Africa, Reggio Calabria Commentatore certificato 07.07.12 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Quanti sono gli IMPUNITI del G8? Moltissimi, intorno ai 400. La luce nel tunnel è ancora lontana.

Si sente ''come uno che e' stato fregato'', con la sensazione di ''aver subito un attentato da parte dei giudici della Corte d'Appello''. Cosi' al Messaggero Massimo Nucera, agente di polizia durante il G8 di Genova, per il quale la decisione della Cassazione ha rideterminato al ribasso la condanna per messinscena dell'accoltellamento. ''In primo grado ero stato assolto - spiega -, poi in appello la sentenza e' stata ribaltata solo travisando le mie parole. La Cassazione ha solo confermato quel giudizio di merito''. ''La corte d'Appello - prosegue - ha commesso un attentato nei miei confronti. La mia carriera e' finita, la mia vita e' rovinata, la mia famiglia e' a pezzi. Tutto questo per aver fatto vent'anni in polizia, onestamente''. La notte del massacro alla Diaz, racconta, il Settimo Nucleo - di cui faceva parte - ''e' l'unico che non ha mai commesso nessuno illecito. Voglio scandirlo bene: in quei minuti di follia nessuno di noi ha commesso un illecito''. ''Siamo stati anche gli unici a fornire ai magistrati l'elenco completo dei nostri nomi e cognomi. Avevamo la coscienza a posto, pensavamo di non aver nulla da temere. Poi nessun altro ha fornito le proprie generalita' e dei quattrocento poliziotti che quella sera entrarono nella Diaz, ne sono stati indagati solo una ventina; noi del Settimo Nucleo''. C'erano anche ''Digos e squadre mobili di mezza Italia, una macedonia di persone non addestrate, che hanno perso la testa, che si sono lasciate andare. I magistrati non li hanno cercati e hanno processato noi''. (ANSA).

Eloi Delpopolo Commentatore certificato 07.07.12 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Che ne dite di una raccolta firme per una proposta di legge che obblighi i tutori dell'ordine a recare bene in vista un numero di matricola che ne permetta l'identificazione?

roberto g., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.07.12 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco la sentenza.In primo grado assolti adesso colpevoli .Questo ci fa capire in che cazzo di paese viviamo.Comunque se un testa di minchia mi dovesse tirare un estintore in in testa è meglio per lui che mi uccida se no lo uccido io, questa volta sto dalla parte dei carabinieri come mi dice la mia
coscienza.Ad agnoletto dico ai mai lavorato?
Vai a zappare la terra parassita.

toni b., roma Commentatore certificato 07.07.12 11:51| 
 |
Rispondi al commento

lo stato non tollera alcuna opposizione, è questa la verità, anche se siamo in un "regime" democratico.

maria grazia manca, brindisi Commentatore certificato 07.07.12 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Due cose mi vengono in mente leggendo questa pagina:

1) Agnoletto scrive veramente da cane, punteggiatura sbagliata e periodi sconclusionati.

2) Letti i commenti di tutti i fenomeni, mi chiedo come mai questo Paese sia ridotto così male.

Alessandro ., Roma Commentatore certificato 07.07.12 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che tristezza leggere alcuni commenti.Si condanna a chi non ha svolto il proprio lavoro come previsto perché le violenze non vanno bene ma in pochi anno capito che ad essere puniti veramente sono solo le braccia ma la mente di tutta quella violenza continua a fare carriera sulla pelle dei suoi subordinati... RIFLETTETE e un ultima cosa Nessuno di voi ha mai pensato o voluto sapere chi tra i manifestanti ha risarcito tutti quei danni causati alla città di Genova e agli abitanti che sono stati psicologicamente violentati da quei manifestanti violenti non isolati da nessuno che hanno incendiato auto cassonetti divelto ogni cosa trovavano sulla loro strada e poi non capisco come si possa autorizzare una manifestazione dove i manifestanti indossavano caschi protezioni volti travisati e scudi costruiti in plastica qui mi sembra che di manifestazione c'è ben poco ma nessuno ha evitato che il corteo partisse violando ogni legge in materia di manifestazione non puntiamo il dito non diamo sentenze perché sfido chiunque in un caos del genere e sotto uno stress fisico e una stanchezza fisica ad aggire razionalmente vi saluto

vale79 07.07.12 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Come vengono addestrate le forse del ordine solo all uso del manganello e dei lacrimogeni controllare dei manifestanti solo con i mezzi coercitivi vestiti come gli squadroni della morte occhio per occhio provoca solo cecità il più delle volte le manifestazioni fanno anche gli interessi di quei cittadini schierati a difesa del potere
Non e sempre uno stadio dove spesso viene cercato lo scontro perché quelle sono considerate per errore aree exstra nazionali dove le regole vanno infrante con la prepotenza e la violenza facciamo valere le leggi dello stato anche negli stadi no daspo ma processi per direttissima e pene pecuniarie e reclusive all occorrenza
AI difensori del ordine pubblico diamogli una camomilla e mostriamoci senza violenza solo con la forza delle idee

Riccardo Garofoli 07.07.12 09:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti.
qualche giorno fa ho postato il messaggio, sotto riportato. Ad oggi, nessuna risposta da chi coordina il blog.
Lo riposto ancora e continuerò a farlo fino a quando non avrò una risposta.

Mario da Venezia
M5S di San Donà di P.

Salve,
a tutti gli amici del blog, oggi voglio andare contro tendenza.

Credo che questa mia curiosità interessi a molti: mi riferisco al terremoto in Emilia.

Il giorno dopo il disastro è apparso sul lato destro dello schermo una dicitura che indicava come (chi lo desiderava)aiutare questi amici duramente colpiti.

Subito inviai un bonifico,anche perchè era indicato chiaramente la presenza del M5S.per la raccolta di fondi a favore di questa povera gente.
Queste le coordinate bancarie:

IBAN - IT76N0200802460000102085251
Denominazione, M5S_BEPPE GRILLO.IT Per EMILIA ROMAGNA.
Dettaglio: Aiuto alle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia Romagna.

Solo che qualche giorno dopo questo messaggio scomparve e non ne ho più sentito parlare.

Chiedo a voi e al responsabile del blog, questa raccolta fondi per i terremotati dell'Emilia, continua o è stata chiusa? Se chiusa, quanto è stato raccolto? A chi è stata consegnata la somma di denaro raccolto?

Un saluto a tutti gli amici del blog

Mario da Venezia

Ps:STUDIO LEGALE - M5S -

mario c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.07.12 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Andrea Camilleri. Montalbano

«Livia, io non mi sento tradito. Io sono stato tradito. Non si tratta di sensazioni. Ho sempre fatto il mio mestiere con onestà. Da galantomo. Se davo la mia parola a un delinquente, la rispettavo. E perciò sono rispettato.È stata la mia forza, lo capisci? Ma ora mi siddrai, m’abbuttai.»
«Non gridare, ti prego» fece Livia con la voce che le tremava.
Montalbano non la sentì. Dintra di lui c’era una rummorata stramma, come se il suo sangue fosse arrivato al punto di bollitura. Continuò.
«Manco contro il peggio delinquente ho fabbricato una prova! Mai! Se lo avessi fatto mi sarei messo al suo livello. Allora sì che il mio mestiere di sbirro sarebbe diventato una cosa lorda. Ma ti rendi conto Livia? Ad assaltare quella scuola e a fabbricare prove false non è stato qualche agente ignorante e violento, c’erano questori e vicequestori, capi della mobile e compagnia bella!»

viviana v., bologna Commentatore certificato 07.07.12 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Le forse del ordine hanno nel DNA un inquadramento uno squadrismo da America latina i capi sono loro che più di ogni altro devono tenere a bada i più violenti e facinorosi poco tempo fa su in Val Susa hanno replicato facendo cadere un protestante da un traliccio ma e quello che gli insegnano ai corsi che credo si svolgano nei canili

Riccardo Garofoli 07.07.12 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Possiamo dire che, per questa volta, ci dobbiamo ritenere fortunati di aver avuto la possibilità di condannare qualche personaggio al vertice. Purtroppo la normalità nel nostro paese resta la quasi totale assenza di condanne di tutti quei personaggi che hanno posizioni di rilievo. Occorre ulteriormente indignarsi sulla mancanza nel nostro paese della pena di tortura e mi auguro dei profondi cambiamenti sulle leggi che regolano l'Italia. Questi cambiamenti dovranno certamente essere affiancati ad un cambiamento del modo di pensare degli Italiani, altrimenti non servirà a niente.
Le mie speranze risiedono nel M5S per cambiare un popolo da troppo tempo abituato a sopravvivere ed ad accettare situazioni che, per un qualsiasi altro paese europeo, sarebbero assurde. Dopo Monti abbiamo tutti il dovere di crescere.

stefano z. 07.07.12 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Molti dei black bloc vennero da vari paesi europei, ma le rispettive polizie li conoscevano bene per aver fatto atti vandalici in precedenza, molti erano schedati e le polizie europee mandarono i loro dati alla polizia italiana, perché li fermassero alle frontiere. Perché questo non fu fatto? Perché invece si fermarono pulman di pacifisti, inermi e non schedati?
Ci sono almeno 2 informative al SISDI nei giorni precedenti (19-20 luglio 2001) in cui si rendeva noto alla polizia italiana i piani intercettati dei black bloc, da quale piazza sarebbero partiti (Novi(, cosa avrebbero fatto e come si sarebbero mossi. Tutto avvenne come i piani avevano fissato. Perché non fu fatto nulla? Possibile che ci siano ancora persone che fingono di ignorare che la collusione della polizia con i devastatori fu totale e assoluta: LI SI LASCIO’ FARE !!!
Per poi tacciare TUTTI i manifestanti di essere dei Black bloc. LI SI LASCIO’ FARE!!!!
Il piano di devastazione della città fui eseguito la con la massima calma, nella massima tranquillità E GLI AGENTI LI LASCIARONO FARE!!!
MA GUARDATEVI UNO DEI TANTI FILMATI!!!

http://www.traccialibera.it/index.php?option=com_content&view=article&id=400:i-black-block-al-g8-di-genova-chi-erano-e-cosa-volevano-realmente&catid=64:web&Itemid=18

NON POTETE ESSERE TANTO DELINQUENTI E PAZZI DA NEGARE L’EVIDENZA!!

L'EVIDENZA!!!!!

perchè se siete tanto marci dentro da negare quello che gli occhi di 300.000 persone hanno visto e che è stato documentato in tutti i modi possibili voi siete delle belve esattamente come quei poliziotti e meritereste l'ergastolo!!!

viviana v., bologna Commentatore certificato 07.07.12 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Non è vero che tutti i manifestanti erano dei devastatori,erano 300.000 ed erano persone pacifiche
I black bloc furono solo alcune centinaia
e avevano di fronte uno spiegamento imponente di forze di polizia:
-migliaia di agenti della polizia di Stato
-oltre 4.000 carabinieri
-1200 finanzieri(cosa mai avvenuta)che si resero colpevoli di attacchi alla folla e pestaggi,anche se nessuno fu condannato
-persino reparti di polizia penitenziaria che furono i peggiori
Eppure un simile esercito armato fino ai denti, di più di 10.000 agenti,non fu in grado,o non volle,fermare poche centinaia di ragazzetti giovanissimi,vandali,che devastarono Genova "in tutto comodo",davanti ai reparti schierati,senza che un solo agente muovesse un dito per fermarli.
La lentezza e la calma con cui le devastazioni avvennero davanti ai reparti schierati immobili che li lasciarono fare è impressionante.Basta guardare i filmati!
Ma contro il corteo inerme gli agenti fecero di tutto:
6.200 candelotti lacrimogeni sparati contro la folla inerme ad altezza petto
20 colpi di pistola che avrebbero potuto fare 20 morti
500 persone fermate solo alla Diaz
1.200 feriti
1 ragazzo morto,per di più preso a calci e ripassato con la camionetta
50 miliardi di lire di danni alla città
Auto incendiate
Vetrine frantumate..

Ancor oggi ci chiediamo: PERCHE'???
Non è assolutamente possibile che tutto questo sia avvenuto senza un preciso ordine superiore.
L'ordine del governo,e Fini lo precisò a Bolzaneto,fu che la manifestazione non si doveva fare,che si doveva bloccare la democrazia una volta per tutte
Chi ordinò tutto questo?Perché non paga il suo misfatto?

Pres.del Consiglio:Silvio Berlusconi
Ministro degli Interni:Claudio Scajola
Vicepres.del Consiglio:Gianfranco Fini
Ministro della Giustizia:Roberto Castelli

Perché sul banco degli imputati non c’erano? Perché contro di loro non è stato fatto nulla a livello parlamentare?Perché il csx non aprì bocca?Perché gli Italiani li hanno votati di nuovo?

viviana v., bologna Commentatore certificato 07.07.12 08:01| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ricordiamoci bene chi sono i fetenti, i pazzi, i criminali e i fascisti, che su questo blog hanno avuto la faccia di difendere le belve di Genova, hanno anche oggi la faccia di negare i fatti e si permettono addirittura di insultare i cittadini perbene, che per 11 anni hanno chiesto giustizia e che nemmeno oggi l'hanno avuta, visto che i poliziotti criminali non faranno nemmeno un giorno di carcere e c'è chi dice che non subiranno nemmeno l'allontanamento per 5 anni dal loro posto di lavoro, dal momento che la prescrizione con cui Berlusconi ha coperto i loro reati non può, per legge, contemplare alcuna pena accessoria, come sarebbe l'interdizione dai pubblici uffici che è scattata, dicono, ma contro cui, per legge, i condannati possono appellarsi.

Elenco i primi nomi che ho visto su questo blog a difesa di questi assassini, indicandoli come pericoli sociali ed esseri reietti che devono sparire dalla nostra vista, devono almeno sparire da questo blog, perché la loro presenza è intollerabile. Chi difende dei torturatori e degli assassini o elogia reati così tremendi non merita pietà e si allinea alla pari con chi commette dei reati.

Ivan Lo Russo (che, visto quello che scrive, non può essere che uno di questi poliziotti massacratori o un suo collega altrettanto pericoloso)

Giovambattista Pellei (qui come Tredicesimo Nick, Valle Giulia. Il richiamo pasoliniano è becero, indecente e assolutamente fuori luogo. Costui è un misogino, razzista, xenofobo, fascista, megalomane, completamente pazzo)

Quel cretino di Giovannino, che nemmeno capisce quel che scrive ma continua a impestare, qui col nick Alfonso Maria De Pinedo, Sant'Agata dei Fornai (qualcosa di femminile lo deve sempre mettere nei suoi nick, perché ha problemi di identità sessuale)

Leobed

Ezio

Egeo Francois

Ginolatilla

Spero di vedere costoro in futuro meno possibile perché soo la vergogna di questo blog.

viviana v., bologna Commentatore certificato 07.07.12 07:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le persone fermate ed arrestate furono condotte nella caserma di Genova Bolzaneto,che era stata allestita come centro per l'identificazione dei fermati,e poi trasferite in diverse carceri italiane;dissero che passarono per la caserma 240 persone, di cui 184 in stato di arresto,5 in stato di fermo e 14 denunciate in stato di libertà,ma secondo altre testimonianze furono quasi 500.
Qua avvenne ogni sorta di orrori,violenze fisiche e psicologiche,mancato rispetto dei diritti legali degli imputati quali l'impossibilità di essere assistiti da un legale o di informare qualcuno del proprio stato di detenzione;gli arrestati furono costretti a stare ore in piedi, con le mani alzate,senza avere la possibilità di andare in bagno,cambiare posizione o ricevere cure mediche,i poliziotti infierirono su di loro come fossero drogati con urla e canti fascisti e razzisti e minacce sessuali.Eppure il ministro della Giustizia Roberto Castelli(Dio lo maledica!)visitò la caserma e disse che non si era accorto di nulla!!Tutti coloro che furono arrestati e torturati dovettero essere liberati perché non si trovò nessun reato a loro carico.
I pm al processo contro le forze dell'ordine riferirono di persone costrette a stare in piedi per ore e ore,fare la posizione del cigno e della ballerina,abbaiare per poi essere insultati con minacce di tipo politico e sessuale,colpiti con schiaffi e colpi alla nuca ed anche lo strappo di piercing anche dalle parti intime.Molte le ragazze obbligate a spogliarsi,a fare piroette con commenti brutali da parte di agenti presenti anche in infermeria.Il P.M. Miniati parla dell'infermeria come un luogo di ulteriore tortura dove si infieriva sui feriti.Sembra che i medici fossero consapevoli di quanto stava accadendo,erano in grado di valutare la gravità dei fatti ed hanno omesso di intervenire pur potendolo fare,permettendo il trattemento bestiale.

viviana v., bologna Commentatore certificato 07.07.12 06:12| 
 |
Rispondi al commento

Non dobbiamo fare di tutte le erbe un fascio.
Bisogna dinstinguere il buono dal cattivo.
Cominciare una rivoluzione é difficile. Ancora piú difficile portarla avanti. Difficilissimo vincerla.
Una volta vinta sarà allora che cominceranno le vere difficoltà.
Siamo già stanchi?
Dobbiamo sforzarci a capire e scegliere senza volerci vendicare. Non serve a niente.
Non cadiamo nell' errore di fare il loro gioco.
Forza e coraggio!
Loro non si arrenderanno mai, intercetteranno le nostre traiettorie pronti ad eliminarci.
Ma non passeranno!
EVVIVA!
Maurizio

Maurizio Fontana 07.07.12 03:45| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio rivolto a tutti quelli che odiano la POLIZIA :ne avete di scheletri nell'armadio!!!!!!!!!!!! Mafiosi, prestanome, spacciatori,truffatori,siete delle merde e sottomerde!!!!!!!!! Siete la vergogna degli Italiani onesti. Dipendesse da me vi applicherei la pena di morte, altro che la galera!!!!! Viva le forze di POLIZIA di tutto il mondo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ivan Lo Russo, Lecce Commentatore certificato 07.07.12 03:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo a:Bruno Bassi, Egeo Francois,Luana Ferri:sono i commenti piu' sensati che ho letto! E'chiaro che chi odia la Polizia facendone di tutt'erba un fascio sono la feccia dell'Italia, basta vedere le firme dei loro commenti:non hanno neanche il coraggio di scrivere i loro veri nomi e CITTA 'dalle quali rispondono

Ivan Lo Russo, Lecce Commentatore certificato 07.07.12 01:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

-255 gg


ogni giorno che passa senza poterci confrontare e approfondire in modo costruttivo e ben organizzato i temi fondamentali da cui dipende il futuro della nazione e il bene di tutti i cittadini

ogni giorno che passa senza che dalla partecipazione di grandi numeri di persone possano emergere donne o uomini capaci di raccogliere l'approvazione e la fiducia di una larghissima maggioranza rendendo vive e veramente rappresentative le prossime liste elettorali

ogni giorno che passa senza sapere con chiarezza in che modo possiamo soddisfare quella voglia di partecipazione anche fisica, di appassionarci nel discutere o nel proporre guardandoci negli occhi, accogliendo tra noi anche chi il computer o la rete non li sa usare, e che forse per età, condizioni fisiche, limiti culturali o economici, non ne ha la possibilità concreta

ogni giorno che passa senza che le tante anime dell'Italia, dalla punta della Calabria fino all'Alto Adige passando per le Isole riescano a ricomporre un sentimento unitario, condividendo ciascuno le proprie peculiarità e le proprie ricchezze dando così corpo a un vero popolo che aiuti sé stesso a uscire dal senso di impotenza in cui si dibatte da generazioni

ogni giorno che passa senza un portale di discussione e votazione online veramente funzionale, che possa reggere la partecipazione di decine di migliaia di cittadini contemporaneamente senza perdere efficienza e che sia di uso semplice e intuitivo

ogni giorno che passa senza poter sperimentare in prima persona la democrazia diretta e partecipata in forme nuove e a noi adatte e, con l'entusiasmo di chi ha toccato con mano, contagiare poi chi sta intorno a noi a scuola, al lavoro, in famiglia, in ogni occasione d'incontro

ogni giorno che passa così, il MoVimento 5 Stelle invecchia e perde energia vitale

mancano nove mesi alle elezioni politiche
il tempo di una gravidanza

se non agiamo subito il nostro sogno non vedrà mai la luce


THE M5S IS DEAD
LONG LIVE THE M5S

cesare zavattini Commentatore certificato 07.07.12 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma sta frantumamaroni di viviana non ha proprio un cazzo da fare tutto il santo giorno?

leobed 07.07.12 01:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i poliziotti italiani, DEVONO avere un numero di

riconoscimento VISIBILE come i loro "colleghi" USA:

Paese che ha i suoi difetti, ma che quando una

"DIVISA" fa una cazzata......VA IN GALERA

giorgio m. Commentatore certificato 07.07.12 01:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dal mio esilio volontario in un pease molto piu' povero dell'italia,mi è venuto il latte alle ginocchia quando Monti e quello spagnolo hanno vinto il summit di Brusseles e hanno inchiappettato la Germanania e tutti i paesi virtuosi, che si accolleranno il debito italiano indirettamente permettendo di usare il fondo salva-stati per acquistare titoli di stato italiani, praticamente carta straccia. Ma perché i tedeschi, Angela Merkel in testa, si fanno sempre fregare dagli italiani? In questo modo l'italia andrà avanti chissà per quanto... Però la spending review approvata ieri notte porterà ad un risparmio per quest'anno di 5 miliardi, praticamente un cazzo , equivalente al 0,6% del debito pubblico italiano... E oggi lo spread é tornato su , il che vuol dire che lo stato italiano dovrà pagare piuì interesse Quindi, Mario Monti dovrà tagliare sempre di piu'... Ma perché ci continuiamo a prendere per il culo? Lo ha già scritto Beppe Grillo su questo blog due anni fa: l'ITALIA E' GIA' FALLITA CON 2000 MILIARDI DI DEBITO!!! ANCHE LA GRECIA E LA SPAGNA SONO GIà FALLITE!! Che senso ha che Monti continua a tagliare, ad aumentare tasse, a farsi acQuistare i BOT dalla BCE quando lo spread aumenta e l'italia deve pagare piu' interessi e il debito cosi' aumenta sempre di piu'? Che senso ha che la culona inchiavabile dà un contentino a Mario Monti. allora i mercati improvvisamente hanno fiducia nell'italia e subito lo spread va giu', passa una settimana e lo spread torna su'!!! Ma che senso ha che gli italiani si facciano ancora prendere per il culo dalla loro classe dirigente politica, economica, imprenditoriale, dei giornali, delle televisioni? Forse ha senso perché gli italiani hanno paura del disfacimento dell'Italia e affidano la loro salvezza proprio a quella classe dirigente che ha fatto fallire l'italia. L'unica soluzione per gli italiani è dichiarare default, porre fine all'italia e tornare aggli stati pre-unitari. Non c'é altra soluzione.

Francesco C., Košice(SK) Commentatore certificato 07.07.12 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Qual è il criterio di arruolamento di questi "GUARDIANI"? Quello descritto nella "Repubblica di Platone o quello più attuale di attingere le energie dalla massa di frustrati,bulli di periferia educati alla violenza ed all'uso della forza come espressione di autoaffermazione personale secondo una cultura diffusa negli ambienti malavitosi e degradati? Si è mai negli ultimi 20 anni fatta un'analisi dei criteri di selezione del personale delle forze dell'ordine? Certo quei poliziotti hanno manifestato comportamenti criminali dietro i quali si cela un comportamento criminale e sono stati promossi ancorchè giudicati ad ogni effetto di legge criminali. Pertanto abbiamo criminali di Stato che debbono essere salvaguardati e protetti e criminali contro lo Stato (quale? che debbono essre incarcerati. Non è chi non veda la contraddizione in termini e la situazione di confusione dei ruoli tipica di certe forme di patologia mentale.

gangemi domenico 06.07.12 23:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i black sono arrivati PRIMA DEL CORTEO nel vialone corso italia e i poliziotti a guardia della zona rossa non sono intervenuti per fermare le violenze. I neri si vedeva benissimo che erano bene addestrati tipo corpi militari, hanno sistematicamente distrutto macchine vetrine ecc e poi disciplinatamente sono spariti alcuni diretti verso l'altro commando vicino alle carceri, altri dopo essersi levate le maglie nere, infiltrati nel corteo pacifico che nel frattempo era sopraggiunto. Solo allora i poliziotti hanno attaccato il corteo.....non aggiungo altro scene riprese dai numerosi giornalisti presenti hasta siempre

luana ferri 06.07.12 22:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella polizia ci sono molte teste calde, dei Rambo , così come in tutte le forze di polizia italiane; gente che indossa una divisa e si crede onnipotente, va in palestra, assume anabolizzanti per fare i muscoli etc: in pratica gente ignorante. Siamo sempre li, come ho già scritto: mancanza di cultura genera il male e l' ha detto 2500 anni fa Socrate.

Mi sembra opportuno insistere per avviare un grande cantiere culturale e di istruzione per cambiare il nostro paese; tempi lunghi, certo, ma bisogna pur cominciare. Tutti i paesi più avanzati di noi hanno la popolazione più istruita ed acculturata.

Grazie per l'attenzione e buon blog

Maurizio 06.07.12 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera blog!
OT (sorry!)
Er sor Fruit e er sor Luis ci siete?
C'avevo na domanna

daniela s., parigi Commentatore certificato 06.07.12 21:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In galeraaaaaaaaaaaa !

http://www.youtube.com/watch?v=mD4BkABzhKw

Capisc'a me

Antonio* °Cataldi (capisc'a me), Portici - NA - Commentatore certificato 06.07.12 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che io sono fascista e quindi sono contro la globalizzazione,ma trovo nefasta la Sentenza della Suprema Corte di Cassazione che condanna i poliziotti ,che hanno svolto il loro dovere.
Forse quelli di sinistra hanno la memoria corta ,ma quei criminali di no global hanno devastato la città di Genova hannno quasi ucciso un carabiniere servitore dello stato nell'esercizio delle proprie funzioni,certo èra servitore di un laido stato demoplutocratico,ma era pur sempre un miltare che faceva il proprio dovere.
Qeusto stato nato da un grosso imbroglio considera i servitori dello stato come mascalzoni ,mentre considera eroi quei criminali che hanno devastato Genova e quello che stava per fracassare sulla testa un estintore su un carabiniere.
Comunque la conclusione è sempre la stessa chi chiama liberatore l'invasore non può difendere i tutori dell'ordine perchè ha nel proprio dna il germe della viltà e del tradimento

Egeo Francois 06.07.12 21:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisogna festeggiare questa sentenza.

roberto 06.07.12 21:25| 
 |
Rispondi al commento

i vertici della polizia ora pensano di chiedere scusa? cioè ci stanno dicendo che in una struttura organizzata militarmente non sapevano cosa era asuccesso e perchè? delle due una: o sono assolutaente degli incapaci ed allora a casa con il minimo della pensioe; oppure sapevano, come penso sia, ed allora le scuse tenetevele per voi perchè siete in ritardo: Vergogna!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.12 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Raffaele grazie Tony, nella mia grande ignoranza avete confermato ciò che sospettavo, l'economia non è una scienza, può essere supportata da disipline scientifiche ma non può ottenere un risultato aplicando una teoria e replicarlo come richiede il metodo scientifico, si deve affidare alla statistica. Come giocare alla roulette, soprattutto se non si usa il buon senso come dice Raffaele

angelo b., forlì Commentatore certificato 06.07.12 21:20| 
 |
Rispondi al commento

parole sante vittorio1

edoardo gnutti 06.07.12 21:17| 
 |
Rispondi al commento

...menomale che la polizia perde gli uomini migliori, e i rimanenti come devono essere classificati?

Angelo D'Alessio 06.07.12 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Raffaele grazie Tony, nella mia immensa ignoranza avete confermato cio che sospettavo, l'economia non è una una scienza esatta, anzi direi che può essere supportata da discipline scientifiche ma non è una sienza, non è possibile produrre un risultato verificando una teoria e replicarlo come col metodo scientifico, bisogna affidarsi alla statistica e sperare che vada bene. Insomma come giocare alla roullete, se non ci si affida al buon senso come dice Raffaele

angelo b., forlì Commentatore certificato 06.07.12 21:08| 
 |
Rispondi al commento

manganelli ......e' l'ora delle scuse.

SCUSE?

Tutte scuse, grandissimo figlio di putt..na!

eee.. questo avrebbe anche indicato i suoi successori????

eee.. da quando un licenziato per ignominia,
indica al datore di lavoro chi lo deve sostituire???

Bisogna che lo stato gli confischi tutti i soldi guadagnati (rubati) dal giorno che commise tali abusi (il famoso G8) fino ad ora.

Franco Restuccia Commentatore certificato 06.07.12 21:01| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di impuniti PUO' INTERVENIRE??

Ho scritto decine e decine di commenti su una vicenda emblematica di negazione della giustizia per errori (uno gravissimo certo e l'altro ancora
piu' grave piu' che probabile) in operazione di routine presso ospedale famoso e molto potente.

Mai una parola di risposta, nonostante abbia fatto appelli per conto di Don Gallo, che è venuto a conoscenza di questa vicenda.

Ho tutta la docuemntazione che prova che quello che dico è vero, ivi compresa la richiesta di una vautazione al CSM sull'operato del magistrato,
valutazione che è avvenuta dopo quasi 3 ANNI senza neanche avvertire la famiglia che continuava ad attendere giorno dopo giorno , mese dopo mese.

Solo dopo aver implorato per l'ennesima volta abbiamo saputo che la valutazione era avvenuta 1 anno prima ed ancora adesso, dopo quasi 6 anni ,
la famiglia non ha il diritto di sapere quale sia stata!!!

E' in atto una petizione internazionale per chiedere chiarezza su questo caso, definito "incredibile" da associazione che tutela i diritti dei malati a latere di famosissimo ospedale.

Finora quasi 200 firme da tutto il mondo, America, India, Germania, Francia, italiani pochissimi naturalmente..
Di seguito il link

http://www.thepetitionsite.com/455/320/749/demand-justice-for-my-mothers-mu
rder-im-fighting-for-10-years/

Sono in contatto con le persone che hanno firmato e che cercano ancora di aiutarmi e piu' di una ha obiettato "ma hai scritto ai giornali, a blog,
abbiamo visto la documentazione, e' impossibile che nessuno decida di chiarire questa terribile vicenda!!!"

giro questa domanda per l'ennesima volta ricordando il post "Nessuno deve essere lasciato solo".

SE SIETE DACCORDO VOTATE, PER ERRORE IN UNA SOSTITUZIONE DI VALVOLA NON SI PUO' MORIRE SENZA CHE TI CHIEDANO NEANCHE "SCUSA"""

francesca parodi 06.07.12 20:25| 
 |
Rispondi al commento

non bisogna limitarsi eliminare le province.
bisogna cancellare anche le REGIONI.
e poi, finalmente, anche lo STATO.
devono rimanere solo i COMUNI.
l'ITALIA DEI COMUNI è già esistita, e funzionava bene.
e intanto: fuori dall'EURO, e fuori anche dall'EUROPA.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 06.07.12 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Grillo. Po' po' di personaggio costui che hai invitato a parlare. Vittorio Agnoletto, strenuo sostenitore della depenalizzazione del contagio consapevole da AIDS. Secondo lui la responsabilità del contagio è di chi se lo becca e non di chi consapevolmente lo trasmette. Secondo costui l'infettivologo che ha in cura un sieropositivo deve essere inibito per legge dall'informarne il coniuge o il partner sessuale!!! Grazie a gentaglia infame come lui la vita di migliaia di persone è stata rovinata irrimediabilmente da delinquenti sieropositivi consapevoli che hanno intrattenuto rapporti sessuali non protetti nascondendo al partner il proprio stato. Basti pensare a quella povera donna di Cremona, morta dopo essere stata sistematicamente infettata dal marito per anni sotto gli occhi dei medici che lo curavano e che non hanno mosso un dito per informarla e salvarla. Il marito delinquente non ha fatto un giorno di galera!!!
Solo in una nazione di barbari possono verificarsi fatti del genere impunemente, dove prevale la mentalità che il delinquente irresponsabile che ti ammazza in fondo non è poi così cattivo perchè non è che ti voleva proprio ammazzare, più che altro è che non gliene frega un accidente se ti fa morire solo per soddisfare le proprie voglie.
Il covo di Agnoletto, cioè la LILA, sovvenzionata con i soldi delle tasse degli Italobarbari, fa fuoco e fiamme perchè sia depenalizzato del tutto il reato di contagio HIV consapevole. Auguro a questi indecenti miserabili che tocchi ai loro figli di essere contagiati.
Ma che merda!
Movimento 5 stelle blah blah blah.

Mario B., Molare Commentatore certificato 06.07.12 20:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei vedere in faccia questi vigliacchi un domani quando insegneranno ai loro figli, la legalità e la giustizia,che han picchiato selvaggiamente dei ragazzi inermi,probabilmente non avranno mai figli per chi è senza coscienza e senza onore al posto del pene avranno un manganello di gomma flaccido e sporco di sangue innocente

emi m., crema Commentatore certificato 06.07.12 20:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

4 Lucio Galluzzi
Sono certo che alle prossime elezioni questi malsani virus li rivedremo tutti quanti ricandidarsi.
Sono altrettanto certo, come è sempre successo, che gli italiani li rivoteranno e non si sa bene, o lo si sa fin troppo, come mai questi le poltrone ce le hanno sempre sotto il culo.
E’ un Paese fascista l’Italia, diventato pericoloso per chi ci abita.
Nazione solo a misura di potenti/prepotenti.
Si lavora ed il 56% del nostro sudore e sangue lo regaliamo a questi ladri di Casta, quando non serviamo più ci "esodano", tra poco ci fucileranno direttamente per evitare che si pesi anche come presenza fisica.
Per cosa avete lottato Fratelli Partigiani?
Per questo popolo di pecore inette, masochisti gaudenti, imbecilli incapaci di intendere e volere?
Per una Repubblica fondata sulla disoccupazione e i tagli alla vita?
Per uno Stato che affama?
Questa sera ci sarà la partitissima della Nazionale di calcio.
Napolitano ha scritto a Prandelli plaudendo alla "coesione unitaria della squadra dove nuovi giocatori e vecchi hanno saputo cooperare vittoriosamente per la Nazione...".
Qualunque sia l’esito del match, lui, il tizio che impersona il presidente della [finta] Repubblica, domani riceverà i calciatori al Quirinale, con magna pompa.
Buffon, commosso, ha dichiarato: "in questo paese di miseria, Napolitano è un gigante."
L’Italia è una Repubblica fondata sui palloni e le palle, gonfiati.

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 20:00| 
 |
Rispondi al commento

3 Lucio Galluzzi
Quel ministro della difesa che faceva lo sprangatore fascista,quello che tirava le bombe, implicato nell’assassinio dell’agente Marino lo ha detto pure in tv e più volte,quando era in carica!,urlando: "il crocifisso non si toglie dalle aule e dai pubblici edifici... chi vuole una cosa così deve morire!"
Che fedele!
Questo malati gravi di testa riescono anche ad aprire scuole pagane,vicino al Cristo ci mettono la croce/sole celtici,gli stessi marchiati su ogni banco,cattedra,porta,zerbino,vetro, maniglia
Ci riescono,nessuno li blocca prima,loro non vanno in galera.
Rubano tutto il possibile nostro,gli manteniamo le amanti,le ville,i restauri,i figli sfigati, coi nostri soldi si comprano lauree in Albania e si specializzano fintamente alla Bocconi e ci chiamano merde,schifosi,si puliscono il culo col tricolore,ruttano e mostrano il terzo dito con l’Inno di Mameli,chiamano a raccolta i moschetti per fare strage di "terroni", clandestini, "froci" e "negher"...fanno i ministri però,i segretari di partito,a loro i giornali e le tv dedicano copertine e prime pagine.
Non si aprono le patrie galere per questo letame.
Perché letame non si mette contro letame.
Sono tutti identici,nessuno da salvare.
In galera ci vanno gli Stefano Cucchi,i Giuseppe Uva,le botte se le prendono i pensionati di 63 anni,a calci in faccia,40 fratture e il viso deturpato dagli scarponi di due questurini milanesi,sotto processo ci vanno gli attivisti che hanno liberato alcuni cani dal lager della Green Hill,le teste spaccate sono dei disoccupati che urlano in piazza la loro disperazione e ricevono sistematicamente manganellate celerine...
Il nano pazzo ex ministro che insultava chi è iscritto al sindacato e definisce i precari la parte peggiore d’Italia,merde rosse gli studenti della Sapienza che sono contro la morte della scuola pubblica,invocava e chiedeva alla polizia di intervenire e picchiare chi manifestava;lo stesso che si scagliava contro l’assenteismo e i fannulloni
segue

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 19:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questa e' andata: non c'e' piu' niente da fare!!!

Alfonso Maria De Pinedo , Sant'Agata dei Fornai Commentatore certificato 06.07.12 19:58| 
 |
Rispondi al commento

2 Lucio Galluzzi
Picchiate gli insegnanti, soprattutto quelli giovani, lasciate che gli studenti facciano quello che vogliono nelle manifestazioni, che il caos aumenti, poi cominciate a far uscire le pantere con le sirene e non intervenite... fino a quando la situazione non degenera; allora e solo allora menate forte, fate attenzione a non ammazzare qualche liceale, altrimenti quelli fanno la polemica...", questo chiedeva l’emerito ex presidente della Repubblica.
Le stesse cose che applicava Scelba.
La peggiore e sanguinaria democrazia cristiana ha reso questo Paese qualcosa di vomitevole.
Non è mai morta la balena bianca, ha sempre governato.
Lo sta facendo anche adesso.
Cambiano i simboli, i colori, anche i nomi a volte, ma tutto rimane come sempre.
Lo scudocrociato ce l’hanno inciso nella maledetta genetica che si portano dentro.
"Questo Paese è devastato da dolore", come hanno voluto e vogliono le trame oscure, la mafia che tratta con lo stato, la massoneria, il Vaticano, i servizi segreti deviati o meno.
Siamo stati sempre governati dal Male.
Amministrati da servi decorticati adoratori di Satana.
Gli stessi che dicono di combatterlo, poi vanno in chiesa e coglionano dio.
Il papa li benedice e simposia con loro.
Quando non può lui ci manda i suoi ministri voraci, i cardinali, gli stessi che, apparentemente vivi, sono già all’inferno loro, conferenziando tra le fiamme.
Non è un Paese laico l’Italia: è una Nazione in croce.
La croce è dappertutto per legge, la devono vedere obbligatoriamente tutti i bimbi,dalle scuole dell’infanzia in poi e se qualcuno si permette di toglierla dai muri va dritto sotto processo, finendo alla gogna.

segue

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 19:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1 Lucio Galluzzi
LUCIO GALLUZZI
uno pensa: "sono fortunato, vivo in una Repubblica nata dalla Resistenza e dalla cacciata dei nazifascisti; i Padri Costituenti hanno fornito a questa Nazione la Carta della Massima Legge, dalla quale tutto dipende, una delle migliori del Mondo. I miei diritti sono sanciti e tutelati, i miei doveri ricordati con precisione... sono davvero fortunato."

Eppure con il tempo mi sono sorti diversi dubbi sulla questione ’fortuna che vivo in Italia’.
Ora ho certezze, i punti interrogativi sono spariti tutti.
Quelli che erano diritti inviolabili del cittadino, sottoscritti dai vari governi nazionali che si sono succeduti nei decenni, nella Convenzione di Ginevra, in quella dell’Aja, nella Internazionale sui Diritti dell’Uomo e del Bambino... oggi, e da tempo, sono solo carta straccia.
Non c’è più senso di fortuna a vivere in un Paese dove le forze dell’ordine, che avevano il compito di proteggere i cittadini, sono diventate nemici del popolo e al servizio di chi ordina repressione del dissenso con ogni mezzo.
Mi pareva una cosa normale e civile che le persone potessero manifestare pacificamente nelle piazze e nelle strade di questa Patria per esprimere liberamente il proprio pensiero.
Mi pareva proprio e mi sbagliavo.
E’ umiliante e doloroso vedere plotoni di agenti, divise e armature, manganelli e autoblindo, antisommossa, "scortare" i cortei, riducendoli a mera ora di libertà per delinquenti abituali pericolosi.
I disoccupati, precari, studenti, "esodati", inquinati, truffati, rapinati, struprati, altavelocizzati, imbavagliati..da vittime sono diventati, per lo "Stato", criminali colpevoli da trattare sempre e solo con la violenza dell’esercito.
Ci scappa il morto pure, così insegnava e chiedeva al ministro degli interni quell’inqualificabile essere di Cossiga.

segue

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 19:55| 
 |
Rispondi al commento

viviana:

e bastaa
e bastaaa
e bastaaaaa
e bastaaaaaaaaaa
e bastaaaaaaaaaaaaaaa

ma fino a quando vuoi andare avanti con ste mappate di post tutti incazzati ?

ci hai frantumato le palle oggi con sto G8!!!

non ti puoi mettere seduta un po' e guardare la TV come i comuni mortali ?

magari fatti un caffe, una partita a canasta con le amiche, una telefonata per spettegolare un po' tra donne!!!...

Alfonso Maria De Pinedo , Sant'Agata dei Fornai Commentatore certificato 06.07.12 19:51| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pietro Ancona 2
L’assoluzione del Capo della Polizia De Gennaro è in contraddizione con questa sentenza che anche se non lo nomina lo richiama pesantemente in causa.Non credo affatto che la Polizia Italiana abbia agito di propria iniziativa.Ricordo come fosse ieri che Fini allora v.pres. del Consiglio era a Genova nella sala operativa della Questura a dirigere le operazioni e che il Ministro Castelli dichiarò alla TV di essere stato nella Caserma Bolzaneto dove erano stati raccolti i giovani pestati e sanguinanti.Le macchie di sangue restarono a lungo su tutti gli ambienti della tortura.Castelli mentre erano ancora in corso i pestaggi alla domanda di un giornalista che gli chiedeva se era giusto tenere in piedi e con la faccia contro il muro per tutta la notte un giovane rispose che non c’era niente di che scandalizzarsi.Anche i suoi operai stavano in piedi tutto il giorno! La repressione di Genova fu minuziosamente preparata. Anche la scelta dei reparti di polizia non fu fatta a caso. Era presente un reparto della Celere di Roma noto per i suoi picchiatori. I telefonini con "faccetta nera" esibiti e suonati a scherno a ragazzi ai quali si strappavano dalla viva carne i piercing erano la prova della politicizzazione di destra del pestaggio. Sono convinto che la sentenza non cambia il corso del processo di fascistizzazione in corso nel paese. Credo che sarebbe giusto avere più informazioni sui giovani che sono attualmente in carcere sospettati di terrorismi o per avere combattuto la Tav. La sentenza si colloca in un quadro di grande crisi della democrazia e della giustizia. L’uso in assetto antisommossa della polizia italiana diventato abituale in tutte le manifestazioni e la sproporzionata quantità di agenti che vengono impiegati sono la prova di un orientamento sempre più duro e repressivo. La sentenza Non fa giustizia di quanto è avvenuto. Non ci dà un messaggio incoraggiante per quanto sta accadendo oggi.

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma non e' che abbiamo creato anche Mafia Camorra e ndrangheta dallo schifo delle istituzioni.Fini pure a te fischierò SEMPRE.

Sabbatino M., Roma Commentatore certificato 06.07.12 19:48| 
 |
Rispondi al commento

1
Pietro Ancona
Giustizia per Genova e fascismo strisciante

Ieri notte ascoltavo quasi senza credere alle mie orecchie le parole di commento che a TG3 Notte pronunziavano il conduttore Mannoni ed il Direttore del Messaggero alla sentenza della Cassazione sui fatti di Genova avvenuti nel 2001. La nota dominante di questi signori era di rammarico per la sospensione dal servizio del gruppo di testa della polizia italiana. Le lodi di quanto sono bravi Gratteri Luperi Canterani e gli altri condannati si sprecavano. Dobbiamo ringraziarli per averci protetto nel corso di questi dieci anni, di aver vigilato sulla nostra sicurezza..ecc. Quando in un Paese una sentenza per fatti gravissimi che suscitarono orrore in tutto il mondo viene presentata alla popolazione sottolineando sopratutto come la condanna degli imputati suscita amarezza perchè ci priva dell’opera di persone valorose al vertice dello Stato di fatto si sminuisce e si riduce a niente la gravità della loro colpa e della enorme ferita che fu inflitta allo Stato di Diritto. Si fa passare il messaggio fascista che nel nostro giudizio sul comportamento del vertice di polizia prevale quasi la riconoscenza piuttosto che l’orrore per quanto hanno fatto. Mi ha colpito il voluto scarso rilievo che il giornale del PD "Europa" ha dato alla sentenza. Io non mi unisco al coro delle persone soddisfatte della sentenza della cassazione a cominciare dal padre e dalla madre di Carlo Giuliani e dell’Onorevole Agnoletto perchè non è vero che giustizia è stata fatta su quello che fu un terribile tentativo premeditato di cilenizzare l’Italia. Eravamo all’inizio della fase più importante dei governi Berlusconi e credo di v olesse testare un nuovo modo di fare "sicurezza". Mi rifiuto di credere che l’intensità e l’enormità della repressione sia attribuibile ad un raptus del gruppo dirigente della polizia italiana che ha agito motu proprio magari per farsi bello agli occhi dei nuovi governanti.

segue

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 19:47| 
 |
Rispondi al commento

i poliziotti con volto coperto dovrebbero avere un numero identificativo in codice così in caso di reati possono essere identificati

Dino Mondello, Cesena Commentatore certificato 06.07.12 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è ormai da mesi che si sente parlare di demagogia. Vorrei consigliare a Beppe di chiedere al primo politico che gli capita se ne conosce il significato; sono convinto di no. Lo rimproverano cercando di screditarlo ma dal momento che quanto racconta Beppe ha sempre dei riscontri oggettivi, quindi universali, cioè comuni a tutti, quindi reali e non pareri o supposizioni o ipotesi, ne deduco che non ne conoscano il significato vero.
Ed infatti fa bene Beppe a rimarcare che questa classe politica non conosce il significato delle parole, le usano a cazzo, si può dire a cazzo?? ......tentano di ribaltare la realtà, di sganciarla dal reale e di farla apparire ora nera, ora verde.....nel 480 a.Cristo, Gorgia, sofista definito "erista" (tecnica che consisteva nel sopraffare l'interlocutore senza curarsi del discorso) era abilissimo in questa arte retorica. Secondo Gorgia la parola non è l'essere, pertanto non esiste, nè è in grado di descrivere la realtà nè esprimere un pensiero; l'importante è che il discorso sembri vero affinchè susciti credenza nei confronti della gente. Sicuramente la sua era una provocazione e non una vera convinzione filosofica mentre queste teste di minkia realmente non sanno cosa dicono. Certo non sono tutti così ed è questo il motivo che aspetto che in parlamento succeda qualcosa. Quanti saranno i parlamentari del movimento? Beppe, fatti sentire e vedere di più però, cari saluti.

marcello serra 06.07.12 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Sentite , ho letto una risposta interessante ma non ricordo di chi.
Comunque uno di voi sosteneva di comunicare con gli indignati del resto d'Europa per formare un blocco unico che ci aiuti a comprendere e a difenderci.
Ritengo che non ci siano altre soluzioni,siamo circondati da impuniti e non solo a casa nostra.
E' un letamaio a cielo aperto, la nostra agonia è musica per le loro orecchie.
I nostri governanti sono solo uno spaccato di quello che in questo momento imperversa in Europa e nel mondo.
L'unico modo per difendersi è solamente una marea umana che comunica ,fa paura più della peste.
E ' l'unica cosa che non avevano previsto e che potrebbe annientarli.

Stefania A. 06.07.12 19:29| 
 |
Rispondi al commento

1 la poliizia serve

2 i poliziotti eseguono ordini

3 il vivere a contatto h24 con la peggior feccia umana può senz'altro modificare il mondo di pensare di un poliziotto e dunque anche di agire.

Perciò è chiaro che la polizia dovrebbe essere sottoposta periodicamente a quelle tecniche di meditazione (yoga?) o di altre discipline piu moderne volte a disintossicare la mente dai cattivi pensieri.

Lo spirito di un poliziotto è messo molto piu a dura prova che non quello di una persona che fa un lavoro normale perciò cascare nell'errore è molto facile.

mi auguro che qualcuno capisca il problema.

bruno bassi 06.07.12 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON SOLO AD AGNOLETTO

«E' una sentenza importante perché i magistrati si sono trovati a dover decidere in una condizione che non era assolutamente naturale. I magistrati devono applicare la legge, attenersi unicamente alla legge, mentre invece in questi giorni c’è stata una pressione fortissima sui magistrati dicendo: "Attenzione se li condannate decapitate alcune istituzioni dello Stato". Perché? Perché la politica, e questa è la maggiore responsabilità, non solo non è intervenuta in questi anni, ma è intervenuta continuando a promuovere tutti coloro che erano stati condannati e ponendo così i magistrati di fronte anche a una responsabilità che non gli compete perché i magistrati devono rispondere unicamente alla legge. E' la politica che non doveva mettere nelle condizioni di far sì che i colpevoli fossero al vertice delle istituzioni, ritengo che i magistrati abbiano semplicemente bonificato almeno parzialmente quelle istituzioni.»
***

“Vittorio Agnoletto, medico, portavoce ‘Genoa Social Forum’ al G8 di Genova 2001” si vada a studiare Charles-Louis de Montesquieu!

“La sua opera mirava ad approfondire i problemi della libertà politica, insistendo a tal proposito soprattutto sulla necessità del reciproco controllo e della reciproca delimitazione dei vari poteri operanti nello Stato, tale da garantire al massimo dall’abuso del potere stesso. Di qui la dottrina della separazione e dell’indipendenza dei tre poteri fondamentali dello Stato, il legislativo, l’esecutivo e il giudiziario: dottrina che, sia pure attraverso adattamenti e contemperamenti vari, si è tradotta nella prassi costituzionale di ogni nazione civile”!

Perciò la politica non doveva intervenire in questi anni, né prima e né dopo anche con qualsiasi… “contemperamento” se il nostro Paese è ancora… da annoverarsi fra le cosiddette nazioni civili!

Il Borgomastro di Hamelin

P.S. Caporuscio se ci sei… batti un colpo! Limitati e soprattutto studia! Al G8 di Genova c’ero e ho… visto!

IL BORGOMASTRO 06.07.12 19:16| 
 |
Rispondi al commento

ITALIANIIIIIIIIIII !!

Dovete imparare a non esser mafiosi.

Dovete imparare a convivere

con diversi punti di vista,

con diversi modi di vivere.

Dovete smetterla

di criticare le mafie al potere

solo perchè non ci state dentro,

per sostituirle

con altre mafie al potere,

uguali alle altre,

con la sola differenza

che ci state dentro voi.

Siete cattolici, comunisti o fascisti.

Dovete diventare libertari..

Se sentimo..

Tredicesimo Nick, Valle Giulia Commentatore certificato 06.07.12 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Corriere della Sera

Dopo la sentenza sulla Diaz cambiano
i vertici della polizia: una donna allo Sco
Il prefetto Chiusolo sarà direttore della Direzione centrale anticrimine e Maria Luisa Pellizzari capo dello Sco

Dopo la sentenza della Cassazione sulla scuola Diaz e la conseguente sospensione dei vertici della polizia scatta immediatamente il ricambio. Il capo della polizia, Antonio Manganelli, ha proposto al ministro dell'Interno, Annamaria Cancellieri, che ha condiviso, la nomina del prefetto Gaetano Chiusolo a direttore della Direzione centrale anticrimine e della dottoressa Maria Luisa Pellizzari a dirigente del Servizio centrale operativo della Polizia di Stato. Il prefetto Chiusolo prende dunque il posto di Francesco Gratteri condannato all'interdizione dai pubblici uffici dalla Cassazione mentre Maria Luisa Pellizzari sostituisce Gilberto Caldarozzi.


I PRECEDENTI INCARICHI - Entrato nell'Amministrazione della Pubblica Sicurezza nel 1978, Gaetano Chiusolo ha ricoperto il suo primo incarico alla Squadra Mobile della Questura di Bologna. A metà degli anni '80 è stato assegnato alla Squadra Mobile della Questura di Palermo partecipando a delicate indagini sulla mafia. Assegnato alla Criminalpol Emilia Romagna e nominato Capo della Sezione Sequestri di Persona, ha contribuito in maniera determinante alla liberazione di alcuni ostaggi e all'arresto di pericolosi esponenti dell'Anonima Sarda. Successivamente trasferito alla Criminalpol della Liguria è stato vicario delle Questure di Ravenna e Firenze, quindi Questore di Parma e di Brescia. Nominato Dirigente Generale, ha ricoperto l'incarico di Direttore Centrale per i Servizi Antidroga del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

IL NUOVO CAPO DELLO SCO - Maria Luisa Pellizzari, è nata a Montagnana (Pd) nel 1959 ed >>>

silvano de lazzari 06.07.12 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe io mi sono iscritto al tuo movimento M5Stelle ma ce un signore non so se e un iscritto o un simpatizzante si chiama Gianni Murgia le persono di bassa cultura non sono degne di discutere o di far parete di questo movimento se questo e un movimento solo per persone con cultura elevata se e cosi voldire che o preso una delusione

nicolosi raffaele 06.07.12 18:39| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE.
Una cosa piccola piccola, ma che non vorrei che vi sfuggisse: Allo Stato (Berlusconi ed i suoi fascisti alla prova del fuoco) era arcinoto che Genova, per la sua morfologia, era città "indifendibile dalle masse violente".
Vollero fare il G8 proprio a Genova e si prepararono ad affrontare ogni violenza.
In altre parole: sono andati lì sapendo che, non potendo arginare la violenza di certi estremisti, sapendo che quella violenza ci sarebbe stata immancabilmente (non ci fiosse stata la avrebbero provocata come si è visto altrove)avrebbero potuto tranquillamente fare le prove per un "fascismo che verrà".
Fini era lì, i capi erano lì, tutto andò secondo i loro piani.
Fecero però l'errore di massacrare anche gli stranieri e la cosa finì sui giornali di tutto il mondo.
Il resto è storia fino alla sentenza attuale.

CARLO ALBERTO BONESI, ROMA Commentatore certificato 06.07.12 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al G8 genovese si e' assistito forse alla piu' significativa dimostrazione di quanto in questo Paese sia ancora forte il sentimento fascista.

Del resto per quasi vent'anni, tranne brevi intervalli, abbiamo avuto governi e personaggi della peggiore destra. Con una sinistra colpevolmente complice e silenziosa!

Peggiore perche' mentre da una parte reprimeva con metodi fascisti dall'altra rapinava e impoveriva il Paese con raggiri, truffe e veri e propri attentati all'equilibrio democratico dello Stato.

Quando il Movimento occupera' il posto che gli compete, urge fare degli esami psichiatrici assai approfonditi alle nostre care forze dell'ordine. Al fine di epurarne gli esaltati e i delinquenti, che purtroppo abbondano.

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 06.07.12 18:35| 
 |
Rispondi al commento

MANGANELLI: E' IL MOMENTO DELLE SCUSE

ma dott. manganelli, ci prende per il culo?
lei ha scoperto dalla cassazione cosa è successo?
quindi se si aspettavala prescrizione del reato non ci sarebbero state scuse?

è incredibile.
fa propio onore al nome che porta.

alberto rossi 06.07.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Un post relativamente corto ;((

forze non era gradito
mah!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento

@Tredicesimo Nick ex “Lo scopriremo solo vivendo, Tenerife”

Se fosse vero che “lo scopriremo solo vivendo” allora tu, Giamba Pellei, altrimenti detto ... detto TANTE COSE …, saresti MORTO! No, anzi: NON AVRESTI MAI VISSUTO! Perché, finora, caro Batty, hai capito poco e niente. Nonostante tutto, almeno una volta, provo a prenderti sul serio. Scrivi, nel tuo post del 06.07.12 – 12.17, «Invasati dal pensiero unico consumistico.». Ahhhhh … Batty, ma tu lo sai cos’è il “pensiero unico”? No, non lo sai. Allora te lo spiego. No, ho cambiato idea! Vattelo a leggere su Wikipedia! Comunque, complimenti: da Ascoli, a Formentera, mica male, Batty! La prossima volta dove andrai a rasparti le corna?

Acido Muriatico, Zaira Commentatore certificato 06.07.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento

MA DICIAMOLA TUTTA!
Qui, sia pure con una sfasatura qua, una sfasatura là, un contentino qua e là e un piccolo riconoscimento o distinguo, sostanzialmente, questa è un'ennesima prova che LA GIUSTIZIA IN ITALIA NON FUNZIONA.
Manteniamoci su questa linea e, prima o poi, forse funzionerà.
Ogni altra strada è fuorviante e ci porta a sperdere.
albertoliguoro@libero.it

Alberto Liguoro 06.07.12 18:18| 
 |
Rispondi al commento

wikipedia
Terminate le manifestazioni domenica 22 luglio la città di Genova rilevò i danni: le devastazioni cagionate da elementi violenti, mai arrestati nonostante le numerose chiamate alle forze dell'ordine da parte di cittadini e persino da parte dell'allora presidente della Provincia di Genova, attuale sindaco della città Marta Vincenzi, e nel corso degli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine, causarono notevoli danni a proprietà private e pubbliche ed a distanza di anni, la grandissima maggioranza dei responsabili, sia tra i manifestanti che tra le forze dell'ordine, non è ancora stata identificata, mentre quasi tutti i fermati dalle forze dell'ordine, con un totale di 329 arresti, nei giorni degli scontri sono poi risultati estranei ai fatti contestati, o non sono state individuate responsabilità specifiche a loro carico.
Da testimonianze di manifestanti e giornalisti che seguivano i cortei autorizzati, risulterebbe che parte dei componenti del gruppo di "manifestanti violenti" che vestivano di nero e che si mossero liberamente per la città durante i cortei e le manifestazioni, non sembrava parlare italiano e suscitò polemiche anche la presenza dell'allora vice presidente del Consiglio Gianfranco Fini nella sala operativa della Questura genovese, presenza che, da diversi giornalisti dell'area di sinistra venne messa in relazione ai molti abusi poi compiuti dalle forze dell'ordine.

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Allora, caro blog, ultimamente ho visto passare altri grandi temi: di lontane umanità trucidate (Guatemala); dell'imperversante schizofrenia cannibalica italiana e non solo, vista attraverso la lente del modello concentrazionario (sommersi e salvati); una frustrante considerazione geo-economica fra Europa e resto del mondo; il caracollare dell'indomestico animale giustizia. E ho altresì visto, sullo sfondo del perdurante e continuamente alimentato scollamento fra vissuto della gente e manovre-ine-one del governo, la coesistenza su questo blog di commenti di gente che, lodevolmente non refrattaria ai richiami della coscienza, sofferma la sua umanità su queste gravi segnalazioni, mentre altri hanno quasi utilizzato la pregnanza sconvolgente di quei temi per portare a temperatura di fusione il loro forse ponderoso bagaglio ideologico e quindi profluviare qui con interventi tanto leggibilmente unilaterali quanto facinorosamente intolleranti verso chi, a torto o a ragione, ritenevano di dover poter abbattere col loro tracimare. Tutto ciò è riscontrabile a un'analisi neutra.
Io ero venuto qui per collaborare costruttivamente e rispettosamente (almeno come regole sportive super partes), dato che la questione che Grillo ha posto di fronte agli Italiani non è tale da meritare inconcludenti e fuorvianti risse da bar (con tutto il rispetto per i lieti “in spirito”). Ritengo che per per continuare a fare ciò, il blog dovrebbe arginare in ogni modo l'arbitrario caleidoscopio dei nick e account, in modo da riconoscere (a vita) il commentatore pur garantendogli la comprensibile prudenza o opportunità di una sigla o un nick (uno solo!). Altrimenti non ci saranno indicazioni di riflessione e preparazione all'azione tali da contrastare l'opera (penso professionale e prezzolata) dei nuovi “bravi” di oggi. Tout ne va pas bien madame la marquise, quindi darsi una regolata. Programma, valutazione di merito, formazione e autoformazione, confronto trasparente e civile.

Pio C., PG Commentatore certificato 06.07.12 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Ancora oggi non sappiamo quanti poliziotti presero parte al macello, al tempo si parlò di "346 Poliziotti, oltre a 149 Carabinieri incaricati della cinturazione degli edifici". Quasi 600 persone contro 63 ragazzi che dormivano. L'arresto in massa senza mandato di cattura venne giustificato in base alla contestazione dell'unico reato della legislazione italiana, esclusa la flagranza, che lo prevede, ovvero il reato di detenzione di armi in ambiente chiuso; dopo la perquisizione le forze dell'ordine mostrarono ai giornalisti gli oggetti rinvenuti, tra cui sbarre metalliche, che si rivelarono provenire dal cantiere per la ristrutturazione della scuola, e 2 bombe molotov, che si scoprì essere state sequestrate il giorno stesso in tutt'altro luogo e portate all'interno dell'edificio dalle stesse forze dell'ordine per creare false prove; un video dell'emittente locale Primocanale, visionato a un anno dei fatti, mostrò infatti il sacchetto con le molotov in mano ai funzionari di polizia al di fuori della scuola e la scoperta di questo video porterà alla confessione di un agente, il quale ammise di aver ricevuto l'ordine di portarle davanti alla scuola
La falsità delle prove era lampante, malgrado ciò l’omertà all’interno della forze di polizia e della politica fu totale. Tutti gli arrestati della scuola Diaz e della scuola Pascoli vennero in seguito rilasciati, alcuni la sera stessa, altri nei giorni successivi, e con il tempo caddero tutte le accuse ai manifestanti; per quanto riguarda l'accoltellamento di un agente, fatto che venne contestato dalle perizie del RIS, secondo le quali i tagli sarebbero stati procurati appositamente,ma ritenuto invece veritiero dal consulente tecnico del tribunale. L'agente cambiò versione sull'avvenimento diverse volte ed in 7 anni di indagini non si trovò nessun altro agente che ammise di aver assistito direttamente alla scena.

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 18:16| 
 |
Rispondi al commento

10 ho bisogno di 10 buoni motivi
facciamo 5 bastano 5 buoni motivi
per essere ottimista sul futuro(socio economico)
diciamo per esser bendisposto al futuro

psichiatria. 1 06.07.12 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fossi in Agnoletto, non avrei il coraggio di mostrare il mio volto in giro. Agnoletto ha responsabilità enormi nel modo in cui ha gestito quella manifestazione. Ha esposto ragazzini al massacro. Scudi, gommapiuma, esercitazioni farlocche, dichiarazioni incendiare, assenza totale di servizio d'ordine, nessuno strumento per impedire ai teppisti di mischiarsi con i manifestanti pacifici. Alla fine la polizia ha caricato tutto e tutti. Parli ancora Agnoletto? io ti considero pienamente corresponsabile di quello che è successo.

Kapa cchione 06.07.12 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La scuola Diaz e Pascoli erano state concesse dal sindaco al Genoa Social Forum come sede del loro media center e,in seguito alla pioggia insistente che aveva costretto a evacuare alcuni campeggi,anche come dormitorio.La scuola era un punto di ritrovo di molti manifestanti, soprattutto tra chi non conosceva la città,e non c’era mai stato motivo di tensione.
Quella notte la polizia decise di entrare in tenuta antisommossa nella scuola dove stavano dormendo 93 persone tra ragazzi e giornalisti in gran parte stranieri,la maggior parte dei quali accreditati;la polizia disse che sospettava la presenza di no global ma nella scuola non ne fu trovato nemmeno uno.Tutti gli occupanti furono selvaggiamente picchiati e arrestati,sebbene non opponessero resistenza;i giornalisti accorsi videro decine di persone portate fuori in barella,uno restò in coma per due giorni, ma la portavoce della Questura dichiarò che 63 di essi avevano pregresse ferite e contusioni e mostrò il materiale sequestrato ma senza dare risposte agli domande della stampa.Tutto il materiale, macchine fotografiche,telecamere e computer,fu selvaggiamente distrutto.Le immagini delle riprese mostrarono muri,pavimenti e termosifoni macchiati di sangue,a nessuno degli arrestati venne comunicato di essere in arresto e per quale reato, tanto che molti scoprirono solo in ospedale o attraverso i giornali,di essere stati arrestati per associazione a delinquere finalizzata alla devastazione ed al saccheggio, resistenza aggravata e porto d'armi.
Dei 63 feriti 3 ebbero prognosi riservata:la studentessa tedesca di archeologia Melanie Jonasch subì un trauma cranico cerebrale con frattura della rocca petrosa sx,ematomi cranici vari,contusioni multiple al dorso,spalla ed arto superiore dx,frattura mastoide sx,ematomi alla schiena ed alle natiche;il tedesco Karl Wolfgang Baro,trauma cranico con emorragia venosa,il giornalista inglese Mark Covell,mano sx e 8 costole fratturate perforazione del polmone, trauma emitorace...

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 18:11| 
 |
Rispondi al commento

http://icebergfinanza.finanza.com/2012/07/06/bankers-psicopatici-criminali/

. Commentatore certificato 06.07.12 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Questo governo (e i disgraziati che lo sostengono) stanno preparandoci un piattino che scatenerà ben di peggio! Al confronto, il G8 sarà una rissa da bar: Ho appena letto questo http://www.lettera43.it/economia/macro/tagli-la-sanita-si-fa-privata_4367556983.htm
significa che tra non molto ci saranno i primi morti perché non potevano operarsi nelle strutture pubbliche e non avevano i soldi per pagarsi le cure. Stanno smantellando tutto il welfare, pezzo per pezzo. Dobbiamo fare qualcosa, non si può lasciare che questi boia ci riducano a paese del terzo mondo. Oltre a questo, non ci doveva essere un referendum sul fiscal compact? Ce lo stanno per approvare sopra la testa e la gente non sa nemmeno cos'è e cosa significa: miseria nera per i prossimi vent'anni. Se non ci muoviamo e non alziamo la testa e la voce rischiamo davvero di dover emigrare. Chi è giovane può anche farlo, ma gli altri? Visto che siamo un paese di vecchi, la maggioranza. E poi non credo che i genitori tra voi siano contenti di veder partire i loro figli e vederli a pasqua e natale. UP! Non si può più aspettare, dobbiamo organizzarci, ci stanno bruciando il Paese sotto i piedi. Siamo solo all'inizio: nella migliore delle ipotesi, se li lasciamo fare si arriverà a dei disordini che il G8 al confronto è una rissa da bar.

barbara b. Commentatore certificato 06.07.12 18:07| 
 |
Rispondi al commento

wikipedia
Fecero scalpore le dichiarazioni che alcuni mesi dopo fece il ministro degli interni Claudio Scajola, il quale ammise di avere ordinato alle forze di polizia, nella serata del 20 luglio, di sparare sui manifestanti nel caso avessero sfondato la zona rossa, motivando tale ordine con la situazione di forte tensione e con il rischio che l'eventuale ingresso dei manifestanti nella zona rossa potesse favorire attentati terroristici contro i partecipanti al summit. La dichiarazione di Scajola provocò aspre critiche da parte di parlamentari dell'opposizione e rappresentanti del movimento no-global, che ne chiesero le dimissioni, richiesta già formalmente espressa la sera del 20 luglio dal segretario di Rifondazione Comunista Fausto Bertinotti]. Furono espresse critiche inoltre sulla tardiva ammissione di Scajola e dubbi sulla possibilità che il ministro avesse impartito l'ordine venerdì, dopo e non prima della morte di Giuliani. Pochi giorni dopo i funzionari di Polizia e Carabinieri presenti a Genova affermarono di non aver ricevuto nessun ordine relativo alla necessità di sparare in caso di invasione della zona rossa e che in ogni caso si sarebbero rifiutati di eseguirlo in quanto "manifestamente criminoso" ed inutile, visto che all'interno della zona rossa era stata creata una seconda cintura di sicurezza. Poi Scajola ritrattò, gli ordini di sparare erano stati dati ‘ a sua insaputa’.

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Un fascicolo riservato di 36 pagine,"Informazioni sul fronte della protesta anti-G8",compilato dalla questura alcuni giorni dopo il termine del G8, conteneva un'analisi dei vari gruppi che dovevano partecipare alle manifestazioni divisi per colori in base alla loro pericolosità:

Il blocco rosa, comprendente le associazioni per l'azzeramento dei debiti dei paesi poveri, organizzazioni cattoliche, ambientaliste ed elementi della sinistra antagonista che si riconoscono nel patto di lavoro e nella rete Lilliput, considerato di bassa pericolosità;

il blocco blu ed il blocco giallo, considerati come possibili fautori di incidenti e disordini, quali "episodi di generico vandalismo", "blocchi stradali e ferroviari" ed attacchi mirati contro le forze dell'ordine;

il blocco nero, comprendente sia il movimento anarchico definito black bloc, considerato possibile autore di azioni condotte da piccoli gruppi composti da "10 o 40 elementi ciascuno", che gruppi legati all'estrema destra quali Forza Nuova e Fronte Sociale Nazionale, dei quali era stata segnalata la presenza alla questura dal Genoa Social Forum il 18 luglio, che avrebbero potuto infiltrare elementi tra i gruppi delle tute bianche, allo scopo di confondersi tra i manifestanti per aggredire i rappresentanti delle forze dell'ordine, "screditando contestualmente l'area antagonista di sinistra anti-G8"

(I tot numerici dei vari gruppi erano molto diversi, 300.000 i manifestanti pacifici, poche decine i veri black bloc vandalici, eppure, anche se queste cifre si sapevano, nessun giornale o tg ne parlò, ma tutti i parecipanti furono criminalizzati alla stessa maniera. E io non sentii mai né in quei giorni né poi qualcuno dell’opposizione denunciare la verità dei fatti ma la sx di regime si comportò come il peggiore dei collusi con i criminali. Io questa vergogna non la scordo e se oggi qualcuno mi chiede come mai non voto Pd provo solo un rigurgito di vomito)

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Fini presidente della camera nn commenta..
un galantuomo, un uomo tutto d'un pezzo,un uomo delle istituzioni,ex fascista ma oramai più democratico dei democratici veri ( a parole naturalmente)..Dei veri black block che fecero casino nn si ha traccia, di poveretti che giustamente e democraticamente manifestavano invece si nelle cronache del tempo..un altra prova che i politici sono arroganti, incompetenti che sanno agire da vigliacchi perseguendo obiettivi del cazzo (volevano dare una lezione ai comunisti che altro nn erano che persone che volevano manifestare tranquillamente senza rompere o fare male a nessuno)..Fini ha parecchio da farsi perdonare insieme allo scemo berlusconi e tutti i loro amici di partito..pezzi di merda quando vi levate di torno???

Carlo Zaccaria, Brindisi Commentatore certificato 06.07.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Il popolo italiano è ostaggio di criminali che si chiamano monti, passera, fornero e compagnia. Oltre che criminali, questi fetidi, schifosi individui sono cani randagi, abituati a sbranare, ad azzannare proprio perché cani randagi. E noi che facciamo? Non abbiamo più una democrazia, non abbiamo più un'identità perchè siamo solo un tassello di questa europa che ci ha messo i lacci al collo e ci ci sta impiccando. E questi cani randagi, veri e propri criminali, si sono costruiti la loro bolla di sicurezza perchè i loro soldi sono fuori da essere toccati da qualsiasi manovra. In italia non esiste stato, non esiste giustizia, non esiste dignità, perchè distrutti da quella criminalità organizzata chiamata politica. Non sarebbe ora di inervenire per far vedere a questi putridi individui di cosa siamo capaci? Perchè noi saremmo capaci di impiccarli, ad uno, ad uno!

MARIA M. Commentatore certificato 06.07.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento

x il dott Agnoletto.
mi chiedo: perchè quella sera dopo la manifestazione gli studenti non tornarono a
casa ognuno per conto proprio? chi decise
di andare in quella scuola? ci andarono
spontaneamente o qualcuno li convinse?
quei ragazzi non furono troppo ingenui?
la mattanza non fù preparata a tavolino?
e i bled block non assolvono alle stesse
funzioni che nell'esercito assolvono gli
assaltatori e guastatori?
giusta è la proposta di un amico:
tutti gli appartenenti alle forze militari
devono avere ben scritto sulle divise, sia
di servizio sia per altri compiti se non
nome e cognome almento il reparto di
appartenenza.
io non sono capace a freddo di picchiare
chichessia ma se mi facessero bere qualche
cosa di..........allora..............sarebbe ok.

giuseppe di bari 06.07.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

qwertyuioupi

Alfonso Maria De Pinedo , Sant'Agata dei Fornai Commentatore certificato 06.07.12 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I giudici spesso hanno le mani legate, è vero, si attengono alla legge, ma la legge non la scrivono loro, ma i delinquenti della casta. Non me la prendo troppo nemmeno con la Polizia, se non si fanno le leggi giuste, tutti vanno avanti come più gli pare e piace, ed è ovvio che c'è il poliziotto umano ma c'è anche il bastardo pezzo di merda che approfitta illegalmente del suo ruolo.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 06.07.12 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo di quei giorni dei particolari grotteschi: le fioriere che Berlusconi aveva voluto per la città per il G8, i lenzuoli dipinti con cui aveva ricoperto i palazzi fatiscenti di Genova, per motivi ‘estetici’, i carri da carnevale dei centri sociali guidati da quel clown di Casarini, che poi fu l’unico che ebbe una specie di processo ridicolo in parlamento, lui che era un innocuo fantasista e proprio dalle iene che avevano comandato il massacro ,e poi quell'agente abbigliato come un Robocop che si pavoneggiava davanti alle telecamere… infine l’orrore di tutte quelle brave persone, insieme ai pazzi scatenati del fascismo di stato e di popolo che inneggiavano alle iene e ai loro misfatti, attaccando in ogni modo possibile i manifestanti pacifici che erano andati a Genova solo per chiedere ai ‘Grandi della Terra’ pace, sostenibilità ambientale, diritti dei popoli, e non certo per saccheggiare e distruggere.
Per tutto quell’orrore non abbiamo mai sperato giustizia, perché sappiamo bene che finché esisteranno Berlusconi e Bossi e Fini e Scajola e tutte le immonde leggi a protezioni dei criminali di stato che essi hanno voluto e votato, mai ci sarà giustizia in questo disgraziato paese.

Vedi la foto dello stupido agente
http://i129.photobucket.com/albums/p214/Walrus81/Robocop-1.jpg

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Veterinario Grillino cerchi di conservare la poca materia grigia che ha cercando di non urinare fuori dalla tazza...per tutto il resto si faccia accompagnare intellettualmente da un macaco del Borneo...non vada oltre le sue reali capacità cognitive...questo è un consiglio per tutti quelli della vostra risma, anche perché non credo siate appartenenti al genere umano...ha mai provato a contattare un entomologo?

Valentino F. Commentatore certificato 06.07.12 17:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quanto è rimasto alla lega il 4 %? passeranno lo sbarramento ? l'M5S gli presterà un paio di punti cosi possiamo avere in parlamento anche noi i neoNazi

Vincenzo P., modena Commentatore certificato 06.07.12 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Maroni l'eunuco.

Sereno Desinenza, Napoli Commentatore certificato 06.07.12 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Ripuliamo!

Giuseppe D., CAGLIARI Commentatore certificato 06.07.12 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dalla “settimana” a lato

Schettino è libero. È un eroe moderno.
Farà un film.
Il titolo è già pronto “Il
capitano coraggioso”.
È libero anche Cosentino, e pure Tedesco lo è, e
anche i quattro poliziotti che hanno
massacrato Federico Aldrovandi, e tutti i
torturatori del G8 e i loro capi e i capi dei
capi.
Sono liberi persino i due agenti che
hanno distrutto letteralmente la faccia a
un passante a Milano.
L’Italia è un Paese libero, tranne che per i
rompicoglioni, per coloro che mettono in
discussione l’autorità di uno Stato
Feudale.
Infatti, i manifestanti del No Tav sono in carcere da mesi senza alcun processo.
Colpevoli per giudizio divino.
Senza pericolo di fuga (dai fatti del luglio
2011 nessuno ha cercato di fuggire all’estero), senza possibilità di inquinare le prove, (ci sono decine di filmati degli scontri) marciscono nelle patrie galere.

Perché?

(Beppe Grillo)

silvanetta* . Commentatore certificato 06.07.12 17:30| 
 |
Rispondi al commento

GLI IMPUNITI DEL G8.

NO COMMENT.

Studio Legale 5 Stelle, perchè tutti insieme possiamo quello che singolarmente non si può.

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.12 17:26| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

cambia l'aria, cambia
la ruota gira

ieri eri col manganello in mano e le spalle coperte dal regime

oggi condannato, e mollato da chi il potere lo ha perso anche lui.

CAMBIA L'ARIA, E CAMBIERA'. PER TUTTI.

Stefania .. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.12 17:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adesso che abbiamo finalmente un po' di luce su cosa ha fatto la polizia....speriamo di scoprire chi sono i veri responsabili dei grandi disordini di Genova.

P.S. Secondo me ci sono troppi messaggi non inerenti al post e' dovrebbero essere rimossi immediatamente.

claudio b., Cervignano Commentatore certificato 06.07.12 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Mario Placanica l’ex carabiniere coinvolto e poi prosciolto nella morte di Carlo Giuliani è stato rinviato a giudizio.

E’ accusato di violenza sessuale nei confronti della figlia della sua ex convivente, una bimba che all’epoca dei fatti (2007), aveva 11 anni. (fonte Ansa)

silvanetta* . Commentatore certificato 06.07.12 17:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un paio di mesi dopo furono fatte crollare le torri gemelle in quello che da più parti è stato ricostruito e denunciato essere un auto-attentato. quando si pronunceranno i governi le polizie e i tribunali di tutto il mondo in merito ai fatti che si susseguirono uno dietro l'altro dopo genova? afghanistan, iraq, stazione di madrid, londra...

dino ge. 06.07.12 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi offese moltissimo l’insistenza con cui ‘tutti’ i manifestanti(ricordiamoci che erano ‘pacifisti’ e pacifici)furono bollati dai media come black bloc,attribuendo loro tutte le devastazioni di Genova che furono prodotte da veri vandali neri,che lo polizia non fermò mai ai confini,sebbene allertata,non fermò mai durante i vandalismi,non portò mai in carcere,non interrogò mai,mentre arrivavano filmati privati che mostravano poliziotti che si travestivano da black bloc e partecipavano alle distruzioni. Eppure mai fu possibile confondere i manifestanti pacifisti con il blocco nero dei black bloc, assolutamente diversi e distinti,che marciavano tutti assieme,compivano azioni tipiche di vandalismo contro negozi o auto,erano tutti giovanissivestiti di nero e con cappucci, deviavano dalle strade del corteo,ma la stampa e la tv bollò ‘tutti’ i manifestanti come black bloc,aizzando contro di loro la furia dei cittadini italiani perbene che si sentirono quasi obbligati a condannarli,senza nemmeno capire quello che era successo.Delle persone arrestate e picchiate,‘nessuna’ risultò essere un black bloc, nessuno aveva commesso atti vandalici,nessuno poté essere accusato di qualche reato.Persino al processo fu detto chiaramente dallo stesso prefetto che ‘nessun black bloc era stato trovato nella Diaz”.Ma i media rigirarono le cose come se la distruzione di Genova fosse stata opera dei pacifi.Ed è per questo che da allora, io provo un vero disgusto verso qualunque giornale italiano e li annetto tutti allo sporco servilismo di quella banda di malfattori di dx e di sx che governa dispoticamente l’Italia,troppo fuori il bordo di qualunque accettabile sistema democratico ma pericolosamente vicini ai sistemi fascisti e dittatoriali del Terzo Mondo.
Per quanto alla manifestazione per la pace fossero intervenuti moltissimi cattolici,anche preti e suore,la macelleria troncò tutto.La Chiesa non disse una parola.Il movimento no global finì di colpo.La democrazia era stata distrutta.

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 17:11| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La distruttività è il risultato della vita non vissuta.

La vita ha una propria operosità interiore; tende ad alimentarsi,esprimersi e consumarsi.
"Per quello che possiamo capire , se questa tendenza viene soffocata l’energia
rivolta verso la vita subisce un processo di decomposizione, e si converte in energia rivolta
verso la distruzione. In altre parole, l’impulso alla vita e l’impulso alla distruzione non sono
tra loro indipendenti, ma si trovano in un’interdipendenza rovesciata. Quanto più l’impulso
alla vita viene soffocato, tanto più forte è l’istinto alla distruzione; quanto più la vita viene
realizzata, tanto minore è la forza della distruttività. La distruttività è il risultato della vita non
vissuta. Quegli individui e quelle condizioni sociali, che portano alla soppressione della vita,
producono la passione per la distruzione che costituisce, per così dire, la riserva da cui
vengono alimentate le specifiche tendenze ostili, contro gli altri o contro se stessi”

E.Fromm

marco ., roma Commentatore certificato 06.07.12 17:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

MIB: -2,11

harry haller Commentatore certificato 06.07.12 17:00| 
 |
Rispondi al commento

.

silvanetta* . Commentatore certificato 06.07.12 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se avessi avuto, ai tempi dei fatti di Genova, un figlio malmenato da quei maiali, avrei speso il resto della mia esistenza a rintracciare singolarmente ognuno degli assassini, li avrei aspettati sotto casa ad uno ad uno e li avrei massacrati con la stessa violenza da loro usata.
Perché questi vigliacchi, presi da soli e senza pistola e manganello, valgono come uno stronzo nella fogna.
Dio mi è testimone che l'avrei fatto!

Sereno Desinenza, Napoli Commentatore certificato 06.07.12 16:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora che siamo stati informati bene di come sono andate le cose, possiamo guardarci il giro di Francia in TV. Ma l'uncinetto è passato di moda?

sbirulino lino (), Reggio E. Commentatore certificato 06.07.12 16:54| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO ALLA MAGISTRTURA, PER UNA RIVOLUZIONE GANDHIANA, E PER AVERE PIU' GIUSTIZIA SOCIALE NEL NOSTRO PAESE: RECUPERERETE TUTTO IL MALTOLTO, E LO RESTITUIRETE AL POPOLO!
Signori Magistrati, Voi avete giurato fedeltà alla Costituzione e alla Repubblica Italiana. Nel 2013 ci saranno nel Paese nuove elezioni politiche. Un vento nuovo di rinnovamento e di vera Democrazia "Diretta e Partecipata" si annuncia. Il "Movimento 5 Stelle" sarà il primo partito, e finalmente i Cittadini si riapproprieranno della cosa Pubblica. Il programma del "Movimento 5 Stelle" prevede il recupero del "maltolto", per una rivoluzione Gandhiana, e per affermare la Giustizia Sociale nel Nostro Paese!Tenetevi pronti! Sappiamo con quanta frustrazione avete fin qui svolto il Vostro importante lavoro a difesa della Legalità e della Democrazia. Non essendovi stati dati però, specie negli ultimi anni, adeguati strumenti di intervento e di azione, avete anche Voi in parte perso la battaglia per la Legalità. Non siete stati in grado di recuperare quanto giustamente dovuto allo Stato, per il benessere della Società e dei Cittadini. I poveri sono diventati sempre più poveri, e sono aumentati anche di numero, e i ricchi sono diventati sfacciatamente più ricchi! Gli evasori, gli affaristi senza scrupoli, i criminali, e i politici, l' hanno fatta spesso franca, e non hanno pagato! Causando danni enormi all’ erario e al Paese. Verranno promulgate dal nuovo Governo Democratico, nuove Leggi che vi consentiranno finalmente di lavorare bene e con la massima efficienza, per recuperare tutto il maltolto, tramite indagini patrimoniali sistematiche, ecc. Isolate da subito "le mele marce", anche al Vostro interno, che hanno convissuto finora con questo sistema ingiusto e malato. Tenetevi pronti! C’ è aria di cambiamento! Il Paese e la Democrazia avranno bisogno di Voi!

Lux Luci 06.07.12 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Non solo gli autori di questo orrore non faranno mai nemmeno un giorno di carcere, ma la perversa prescrizione voluta da Berlusconi, siccome è totale nella sua formulazione demoniaca e dissennata, e non prevede alcuna pena accessoria, farà saltare anche quella pena in cuoi avevamo sperato, e cioè l’allontanamento delle belve dal loro ufficio all’interno delle forze di polizia. In un primo momento avevano detto che per 5 anni sarebbero stati allontanati dal loro ‘lavoro’. FALSO! Non avranno nemmeno questa pena. Resteranno tutti in quella professione di ‘tutori dello Stato’ che hanno insanguinato con i loro delitti.
Per allontanarli dalle forze dello stato sarebbe occorso un atto politico, i magistrati in base alle leggi di Berlusconi-Bossi non possono applicare la pena dell’allontanamento dal corpo di polizia. Avrebbe potuto farlo quella famosa commissione che nessuno ha voluto, che nemmeno la sx ha voluto, che neanche Di Pietro ha richiesto dicendo che tutto le commissioni sono inutili, e che dunque non è mai stata fatta.

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma del torturatore Giacomo Toccafondi,medico di Bolzaneto,ne vogliamo parlare?.Rideva,rideva molto e si divertiva il bastardo.Adesso e' alla asl3 di genova ed il suo CV lo potete visitare sul sito della sua azienda,http://www.asl3.liguria.it/ .basta digitare il suo nome nella funzione Cerca.Se qualcuno che sta a genova gli potesse sputare in faccia da parte mia ne sarei lieta.

Sabri De Mauro 06.07.12 16:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Datemi pure del coglione ma ad una arma che uccide anche per difesa e una divisa autoritaria, preferirò sempre un cannone alla luce del sole.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.12 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno,
ritengo che mettere in carcere dirigenti di polizia equiparandoli a mandanti di un delitto mafioso sia eccessivo. Soprattutto se la responsabilita' politica di quell'azione non viene individuata e punita.

Credo comunque che queste persone debbano essere allontanate dalla polizia e perdere il loro posto di lavoro, semplicemente per incompetenza.

Non devono essere trasferiti, relegati ad incarichi minori, reintegrati nello stato etc. No! devono essere licenziati, e subito. Punto.
Di questi tempi, credo che sia una pena ragionevolmente severa.
Saluti, Micche G.

micche G 06.07.12 16:41| 
 |
Rispondi al commento

La polizia ha sbagliato però mi chiedo come mai non sono stati arrestati e processati tutti gli occupanti abusi della scuola Diaz e i responsabili delle devestazioni dopo aver risarcito il danno di centinaia di milioni di euro e qualche centinaia di auto danneggiate o bruciate.....mi chiedo come mai i processi li fanno solo alla Polizia e non si chiudono poi i centri sociali che okkupano abusavivamente immobili non di loro proprieta' responsabili di aver organizzato e portato a Genova mazze bulloni molotov scudi di plastica artigianali spranghe ecc.......

Dario Cristofori 06.07.12 16:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se oggi sono nel M5S è per portare avanti quel movimento di liberazione dei popoli dalle spire del capitalismo che si sviluppò prima di Genova e che a Genova vide confluire 300.000 persone di tutti i tipi,classi e ideologie,in nome di un ideale comune: quel mondo migliore che i grandi della Terra stavano distruggendo e che distruggono tutt’ora.
La manifestazione era totalmente pacifica,tanto che il grave errore di Agnoletto fu,da quell’anima candida qual’era,che senza un servizio d’ordine che difendesse i manifestanti dalla belve bastassero le facce pulite e le intenzioni nobili dei manifestanti.Fu un errore gravissimo che tutti pagarono enormemente,anche se probabilmente non sarebbe bastato a salvare la gente,i giovani,quando esplose il massacro, perché l’intenzione del massacro fu troppo grande, perché quello che il governo Berlusconi voleva stroncare era proprio la democrazia,il diritto popolare a protestare,il diritto umano ad avere voce,a poter parlare.
Non furono i 250 imputati al processo gli autori dell’inferno,fu la volontà diabolica e fascista di chi stava al potere,di chi,come la Lega, appoggiò il massacro,di chi in seguito rifiutò qualunque commissione parlamentare,che,per quanto inutile,avrebbe spostato l’attenzione dei cittadini dagli esecutori ai mandanti.Perché se gli esecutori furono atroci,quelli che li buttarono contro i cittadini inermi per massacrarli furono anche peggiori.Ma non ci saranno 11 anni o 22 per strappare dal potere e mettere alla pubblica gogna queste belve,questi politici,questi assassini. E in tutto questo orrore i Ds non furono mai dalla nostra parte. Stettero sempre dalla parte delle belve. Le vittime rimasero sole.
Fu in quei giorni che capii una volte per tutte che da questi partiti,da questi politici,il popolo italiano non avrebbe avuto che male. E quelli che oggi ancora votano per queste belve e per questi Giuda e che mi danno di traditrice dei valori della sx, mi fanno solo schifo come dei ciechi o dei mostri.

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Nei fatti della scuola Diaz i poliziotti si sono comportati come dei veri e propri criminali, ed è una vergogna che alcuni settori dello stato li difendono. Questi balordi devono essere tutti espulsi, le regole d’ingaggio non prevedono che debba essere usata una tale violenza contro degli inermi cittadini.

Domenico Lico, Mileto Commentatore certificato 06.07.12 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo i nomi, le facce e gli indirizzi!!!!!

Vogliamo la gogna per questi assassini!!!

Vogliamo poter andare a sputargli in faccia!!!!

...ovviamente con vivo e vibrante rispetto per l'autorità!

Ashoka il Grande (detto diego), mexico Commentatore certificato 06.07.12 16:35| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Ma nulla di tutto quel è accaduto, sarebbe stato possibile senza il Nano e la sua servitù, che incredibilmente ancora occupano il Parlamento e ricattano/manovrano il Governo del Liquidatore.....

harry haller Commentatore certificato 06.07.12 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Vittorio Sgarbi asseossore ALLA RIVOLUZIONE!

----

Assessore alla Rivoluzione”: è l’incarico che riceverà il critico d’arte sabato sera a Baldissero d’Alba

..

E a Lenin, al Che Guevara che assessorato gli diamo: al fascismo?

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.12 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Fender
I dipendenti pubblici sono persone normali, come tutti i lavoratori, con più tempo libero a disposizione perchè è così da contratto.

Cosa dovrebbe fare un dipendente pubblico una volta uscito dal lavoro, munirsi di ramazza e fare il volontario spazzino perchè altrimenti è un parassita?

Semmai è il sistema che ha consolidato un'esistenza "pubblica" al di sotto degli standard qualitativi, grande colpa hanno i dirigenti, quelli si che fanno la bella vita, non timbrano il cartellino (per contratto) riscuotono 5 volte (quando va male) più di un impiegato, che è costretto a fare quello che dice il capo che, guarda caso, per la maggior parte è un fiancheggiatore politico

La quasi totalità dei dipendenti pubblici non è entrata perchè vota qualcuno in particolare, bensì su concorso, riconosco a volte truccato.

Tanti dipendenti pubblici sostengono Grillo, non solo perchè fa sentire la sua voce che denuncia il dissesto, cui anche i "pubblici" vivono, ma perchè loro stessi, noi stessi, facciamo un lavoro che spesso ci umilia, lasciando le persone con capacità richiuse nello "stanzino" in quanto pericolose, perchè "pensanti"

Per quanto riguarda i lavoretti hai qualche cosa in contrario se un padre di famiglia, impiegato pubblico, fa qualche lavoretto per dare un pò più di dignità alla famiglia? Mica vanno a rubare.

Probabilmente sbaglierò, ma ancora qualcuno non ha ben capito dove colpire, oppure è un troll.

In che modo poi pensi di vedere "come ci sosterranno"?
Qui mi devi per favore rispondere.

Vero Vero 06.07.12 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spread: 465

MIB -1,86.

harry haller Commentatore certificato 06.07.12 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel 2001 mia figlia ed io eravamo in Mani tese, un gruppo di volontariato per aiuti al terzo mondo che faceva parte di 900 organizzazioni di volontariato italiane, chiamate Lillliput, centinaia di migliaia di volontari che portavano avanti una lotta alla globalizzazione economica imposta dal neoliberismo e dalle multinazionali. La lotta politica era una cosa sola col volontariato, perché non ha alcun senso cercare di aiutare i poveri del mondo, se nello stesso tempo non si attaccano i gruppi di potere che ha creato la loro povertà.
Lilliput indicava che eravamo piccoli in confronto al gigante della grande finanza internazionale, ma tutti insieme , come il popolo dei lillipuziani di Gulliver potevamo abbattere il gigante del capitalismo. Il nostro motto era: “Voi siete poche migliaia, noi siamo 6 miliardi”. Il nostro vate era un prete comboniano, padre Alex Zanotelli, ma a nessuno veniva chiesto se aveva una fede religiosa, c’era il pieno rispetto del sentire di tutti. Ci accomunava in una lotta comune un grande progetto che vive ancor oggi e che era diffuso in tutte le parti del globo, in nome di un mondo dove l’economia fosse sostenibile, il mercato degli squali finanziari non distruggesse ogni cosa, i diritti umani fossero rispettati e sopra ogni cosa la libertà, l’autodeterminazione dei popoli e la democrazia dal basso e dove il pianeta trovasse cura e sopravvivenza. E’ quello che chiamiamo ancor oggi ‘pensiero no global’. E non ho mai capito perché parte dei cattolici e parte dei comunisti ci siano stati sempre così ostili.
Nel movimento in realtà c’era di tutto: pacifisti, combattenti di sx, centri sociali, volontari, cattolici osservanti, agnostici, atei, suore, frati, preti, combattenti sociali..
Le parole d’ordine erano: la pace, l’uguaglianza di tutti sulla Terra, i diritti universali, la democrazia dal basso, la difesa dell’ambiente, il lavoro, il diritto a un futuro.

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo tutti i post con molta attenzione e devo dire che il senso di civiltà dimostrato è altissimo....au contraire alcuni come ahimè immaginavo sono dalla parte di quel sistema punitivo all'insegna del"quanno ce vò ce vò(quando occorre la mano pesante),bè dico a loro che gli squadroni sono un retaggio mentale di una politica basata sulla dittatura,parola che qualcuno ancora interpreta con il "si stava meglio quando si stava peggio".

leo c., roma Commentatore certificato 06.07.12 16:23| 
 |
Rispondi al commento

NESSUNO E RIPETO NESSUNO PUO' UTILIZZARE VIOLENZA NEI CONFRONTI DI ALCUNO, TANTO MENO SE QUELL'ALCUNO RECLAMA I PROPRI DIRITTI.
SIAMO PRESI IN GIRO, DERUBATI, IMPOVERITI, CONDIZIONATI ED ORA ANCHE VIOLENTATI. BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA. A CHIUNQUE OSI VIOLENZA AUGURO UNA FINE INDEGNA.

maurizio a., matera Commentatore certificato 06.07.12 16:22| 
 |
Rispondi al commento

@@ Vasco e Laura,da domani non più "copia di fatto" @@

Domani Vasco Rossi sposa la compagna di quasi una vita(spericolata):Laura Schimdt.
Ai casini di "auguri" che ha ricevuto Blasco ha cosi' risposto:
Se mi sposo è solo "colpa" del Vaticano,ostile in Italia al riconoscimento delle coppie di fatto.
@
Voglio tranquillizzare, sdrammatizzare e placare un po' tutto questo entusiasmo
e questa importanza data a un atto puramente tecnico e necessario.
Io,che ho sempre considerato il matrimonio come una ben triste condizione di vita,devo firmare un contratto di matrimonio civile per dare a Laura gli stessi diritti dei miei tre figli.

Grande Blasco grazie.Grazie anche per:..."
E adesso che sono arrivato fin qui grazie ai miei sogni,che cosa me ne faccio della realtà?
E adesso che non ho più le mie illusioni,che cosa me ne frega della verità?
E adesso che ho capito come va il mondo,che cosa me ne faccio della sincerità?
E adesso e adesso e adesso che non ho più il mio motorino,che cosa me ne faccio di una macchina?
E adesso che non c’è più Topo Gigio,che cosa me ne frega della Svizzera.
E adesso che non c'è "più brava gente" e tutti son più furbi "più furbi di me"..
E adesso che tocca me.......
P.s.

(Federer/Diokovic stan per finire la lotta)

Con questo post,per oggi,finisco di massacrarvi les pelotas)
Ciao a tutti e....Wiva "Jo Wilfried Tsonga".

jakov jurovskij Commentatore certificato 06.07.12 16:19| 
 |
Rispondi al commento


non scrivo sulle violenze del G8

Anche l'associazione dei maiali del mattatoio

ha protestato per le violenze inaudite viste.

Dallo stato di polizia locale , al trattato di LIsbona ,a Eurogendfor, la nuova polizia europea con poteri illimitati , ora al trattato del MES:

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=3ols5fnvHjw

Quindi decideranno il destino del debito pubblico degli stati e manganelleranno le proteste.

i NO GLOBAL ....avevano visto bene...TUTTO..!!!

Tinazzi


tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.12 16:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Io c'ero.. Furono 3 giorni di guerra civile.. Il peggior incubo della mia vita.. Quel giorno capii cos'è il terrore.. Quel giorno capii cos'è la polizia.. Quel giorno capii che la democrazia in Italia era solo una mera illusione.. I miei vent'anni furono battezzati col sangue e terrore.. Matteo

Matteo Gozzi 06.07.12 16:11| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' orribile.Fu orribile.Tanto orribile che non riesco a parlarne nemmeno ora.E io non c'ero. Dovevamo esserci mia figlia ed io per chiedere la pace ai grandi della Terra ma non c'eravamo. Sentimmo solo le testimonianze di chi c'era. Troppe.E tutte così terribili e insopportabili. Amici carissimi,ragazzi,preti,monache persino, gente anziana,pacifisti.Chi visse quei giorni restò col trauma per sempre.Fu allora che decisi di votarmi alla lotta contro tutte le forme di fascismo,di dx e di sx,e di attaccare,con tutte le forze che avevo,il Male politico in tutti i suoi ripugnanti aspetti,quelli dei singoli e quelli degli Stati.
Quando qualcuno mi dice che sono acida sbaglia, acida è una parola piccola,e stupida.Io non ho parole per dire cosa provo,per dire tutto l'odio che sento verso queste belve.
Per 11 anni ho aspettato l'esito di questo processo.
Oggi in tv Flavia Perina,socia di Fini attaccava la macellerie di Genova dicendo cose giuste.E' paradossale,perché Fini era lì nella caserma a eccitare le belve.Disse loro che l'habeas corpus era sospeso e che dovevano dare una bella lezione a quei comunisti,perché si dovevano levare dalla testa di poter manifestare e dovevano essere distrutti per sempre.
La belva Fini è sempre al suo posto e ricopre la terza carica dello Stato.Non ha mai pagato la sua colpa.Non è nemmeno stato accusato al processo.
La belva Scajola è sempre in parlamento,non ha mai pagato la sua colpa,non è stato accusato neanche al processo.
La belva B ha ancora quasi tutti i suoi poteri,non pagherà mai le sue colpe.
Nessuna delle belve dei massacri farà un giorno di carcere.
NON E' GIUSTO!

L'irruzione
http://www.youtube.com/watch?v=qfupV8x3C50&feature=related

Il film Diaz
Ogni volta che è stato proiettato ci sono stati malori in sala.

http://www.youtube.com/watch?v=XWPYuj7vp2k

Don't clean up this blood
Non pulite quel sangue!

http://www.youtube.com/watch?v=Mkhk3eCe2SQ&feature=related

Bolzaneto
testimonianze
http://www.youtube.com/watch?v=lL-6WBs7BEI

viviana v., bologna Commentatore certificato 06.07.12 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

insomma, stringi stringi, ci sono ancora centinaia di teste di cazzo con pistola e manganello incorporati in giro per lo stivale con licenza di uccidere?

siamo proprio a posto......

in definitiva, processarne alcuni, non facendogli nulla, per garantire l'anonimato ai molti?

azz....
ci saranno da qualche parte le liste di coloro che erano "aggregati" al commando?
così, tanto per sapere chi sono sti virili picchiatori.....

mi par strano che se io non pago una cambiale da 10 euro per cinque anni non mi prestano più soldi perchè inaffidabile e tutta italia lo viene a sapere, mentre chi utilizza il manganello come se fosse una paletta per le mosche può mantenere l'anonimato.

azz....


il Mandi Commentatore certificato 06.07.12 16:10| 
 |
Rispondi al commento

pizzicata su cadoinoiedi.it una esponente della cialtroneria politica italiota...
(la stessa che è schierata contro la UE e l'€ come
tanti qui! - io ricordo)

Jole Santelli, deputata calabrese eletta nel Pdl di Silvio Berlusconi, non ha ben digerito la sentenza di ieri sulle vicende relative al G8 di Genova e più precisamente a quanto accadde all'interno della scuola Diaz. Le condanne dei poliziotti per lei non sono giuste e per questo ha deciso di scrivere questo Tweet sul suo account: "Mi vergogno di essere italiana. Mi vergogno di una magistratura che condanna i migliori uomini dello Stato. Sentenza politica e pilotata".

Inutile dire che molti utenti hanno immediatamente risposto alla deputata berlusconiana.

Anch'io ho risposto tramite fèisbùk :
« scommetto che lei preferisce quella magistratura che impiega 43 anni per arrestare un certo bernardo provenzano, eh! - tra sbirri e pm
ad hoc, cosaNostra ringrazia ! »

giuro! ho scritto testualmente!


Prima del g8 di Genova erano morti dei ragazzi a Seattle. Nel mondo tirava aria di destra,Bush Berlusconi e Putin erano amici e governavano il mondo. Si preparavano grandi guerre, come quella all'Iraq, che avrebbero fruttato a petrolieri e produttori di armi una fortuna incredibile.
Gli scontri furono a dir poco strani: un centinaio di facinorosi con il casco in testa sbucano dal nulla ,mettono a ferro e fuoco Genova e poi scompaiono nel nulla. Le vittime sono tra la folla inerme (io c'ero e ho visto pestare delle signore anziane. Tante.).
Quella che e' stata uccisa mediaticamente, e' stata "l'opposizione", si e' evitato che potesse opporsi alle guerre e ai loschi affari.
Chi fosse contrario alla guerra dei governanti di destra, appari' come un facinoroso o al massimo come un ingenuo che prende le mazzate andando a ficcare il naso tra quelle cose.

E' un po come Berlusconi quando trasmetteva il sottile messaggio che chi si occupava di politica invece che dei glutei delle sue veline era uno sfigato.
Entrambe le operazione hanno fatto centro, la gente in genere non si curo' mai ne' della guerra dei petrolieri ne' della mafia al governo italiano.

Alessandro crapanzano (alexander009) Commentatore certificato 06.07.12 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT, breve e non impegnativo :

Appello alla Arcidiocesi Cattolica di Bombay per il ritiro della denuncia contro il razionalista indu Sanal Edamaruku.

Sanal ha spiegato che "l'acqua benedetta" che amana da un crocifisso non e' un miracolo; solamente il risultato di un tubo rotto. l'arcidiocesi ha risposto con una denuncia, e adesso la polizia lo sta cercando per arrestarlo per "offese alle sendibilita' religiose". Per favore firmate la petizione, anche per far sapere alla curia romana di cuanto sono imbecilli.

https://www.change.org/en-GB/petitions/we-call-on-the-catholic-archdiocese-of-bombay-to-encourage-the-withdrawal-of-complaints-against-indian-rationalist-sanal-edamaruku#sign

Valter Conti M5☆ Commentatore certificato 06.07.12 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
this is Italy:
La Dda aveva chiesto di applicare a Corona la sorveglianza speciale per tre anni e mezzo, ma i giudici gli hanno fatto uno sconto di due anni, ritenendo "congruo" il periodo di un anno e mezzo "al fine di esercitare un efficace controllo sul predetto. Non solo: il collegio, "considerandosi sufficienti le prescrizioni connesse alla misura irrogata", ha ritenuto inutile applicare l'obbligo di soggiorno "anche al fine di consentire a Corona di continuare a svolgere attività lavorativa".

A seguire, l'elenco delle prescrizioni: "di fissare la propria dimora e di farla conoscere alla competente autorità di pubblica sicurezza, non allontanandosi dalla predetta dimora senza preventivo avviso alla medesima autorità"; "di svolgere una regolare attività lavorativa"; "di vivere onestamente"; "di rispettare le leggi"; "di non associarsi abitualmente a persone che hanno subito condanne e/o sono sottoposte a misure di prevenzione e/o sicurezza"; "di non rincasare la sera più tardi delle 21 e di non uscire la mattina prima delle 7 senza comprovata necessità "; "di non detenere e portare armi"; "di non partecipare a pubbliche riunioni". Dovesse violare qualcuna di queste misure, per Corona ci sarebbe prima un aggravamento con prolungamento delle prescrizioni: poi, eventualmente, l'arresto.

Ci manca -strage-poi ha fatto di tutto.

simone stellini Commentatore certificato 06.07.12 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pensierino delle 15.33:
-----------------------

Il 95% della popolazione italiana, tolgo quindi spacciatori, drogati, delinquenti generici, black block e fanatici politicizzati, rispetta le forze dell' ordine "a prescindere". Ed IMHO è giusto che sia così, perché questo rispetto "a prescindere" per le istituzioni è uno dei pilastri della società civile. Fermo restando che le mele marce vanno messe in galera, ma questo è un altro discorso.

Ciò premesso che il leader di un movimento che si appresta ad entrare in Parlamento dalla porta di ingresso si permetta di chiamare le forze dell' ordine, ragazzi da 1.200 euro al mese, "manovali della violenza" è un errore politico "a prescindere" tale che dovrebbe accorgersene chiunque abbia un minimo di buonsenso.

Sono veramente manovali della violenza? Il leader di un movimento politico al 20% NON PUO' COMUNQUE CHIAMARLI COSI': est modus in rebus.

Polizia fascista, brutti bastardi, tutti in galera... che altra reazione può far nascere un post così dai propri talebani? Sono cose che un movimento che si accinge a governare può alimentare??

L' errore è così evidente che mi sta venendo uno sospetto atroce: non è che Beppe si è accorto di aver fatto il passo più lungo della gamba e ce la sta mettendo tutta per perdere consensi ed evitare di avere la IMMENSA responsabilità, coi tempi che corrono, di entrare nella stanza dei bottoni? Così la colpa sarà sempre e solo degli altri.

Potrò sbagliare, ma con un post così si guadagna qualche potenziale black block e si perde qualche migliaio di padri di famiglia. E Bersani e Alfano godono come ricci in calore.

Altri 50 post così prima delle elezioni ed il gioco è fatto. Tanto i talebani del blog saranno sempre entusiasticamente d' accordo, "a prescindere", alimentando la delusione della gente con la testa sulle spalle.

Ho ragione? Ho torto? Non lo so, non ho certezze... dubito. Ai posteri l' ardua sentenza.

ezio g., sv Commentatore certificato 06.07.12 15:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi esprime pareri su una questione delicata come il massacro della Diaz si espone torto collo a commenti.......e quindi come la politica ci insegna diranno tutto e nulla senza prendere posizioni.

leo c., roma Commentatore certificato 06.07.12 15:44| 
 |
Rispondi al commento

- la 'testa' del movimento prese le distanze dai cosiddetti black bloc sfasciatori di vetrine e bancomat:
"isoleremo i violenti". Qualcuno era contrario ma dovette tacere.
- una parte (abbondante e un po' fatta di coca) delle forze dell'ordine interpretò quella frase come
un palese invito a massacrare tutte le persone con qualcosa di nero addosso.

Molti(?) hanno imparato la lezione: lottando per la stessa causa ci si può trovare in totale disaccordo sui metodi, ma "isolare" qualcuno significa sacrificarlo all'avversario.

unoAcaso 06.07.12 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Questa vicenda, al di là delle cose giuste che scrive agnoletto, e al di là delle responsabilità politiche che seppur chiare sono rimaste fuori da questa sentenza, mi ha fatto riflettere su quanto sia fondamentale avere una giustizia indipendente dalla politica. Pensate solo se fosse passata quella "porcata" di riforma della giustizia che aveva in mente berlusconi !! Sicuramente non avremmo avuto questa sentenza, che seppur criticabile e discutibile su certi aspetti, rappresenta comunque un passo in avanti verso la verità.

g.battista b., palermo Commentatore certificato 06.07.12 15:39| 
 |
Rispondi al commento

mANGANELLI: è l'ora delle scuse.

DELLE SCUSE?

Mma porco...... mondo teeeeneeteemmii!!!

Gran figlio putt..a

Franco Restuccia Commentatore certificato 06.07.12 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate l'OT
Il governo Berlusconi cadde per paura dello spread, che saliva saliva...
Io penso che lo spread attualmente non abbia motivi per scendere, semmai per accelerare la salita violentemente.
Se per caso monti si trova nella stessa situazione fra poco (3 mesi se non sbaglio)ci saranno le elezioni.
Noi abbiamo un po di liste civiche certificate da Beppe, il forum che funziona cosi' cosi' e non abbiamo un programma scritto. (faccio notare anticipatamente che il programma attuale del movimento e' scritto per le elezioni locali prima che qualcuno mi dica che sono un troll.)

La domanda e': tecnicamente avremmo il tempo di organizzare tutto?
La risposta e': solo se abbiamo pronto subito un portale perfettamente funzionante.

Ho sentito dire che alcuni stanno utilizzando a livello locale un portale scritto in liquidfeedback, qualcuno ne sa qualcosa?
Non sarebbe il caso di dare una mano a questa realta' locale?

Alessandro crapanzano (alexander009) Commentatore certificato 06.07.12 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho seguito in diretta televisiva gli avvenimenti del G8 ed ho ancora negli occhi e nel cuore le immagini di quei due giorni tragici per la democrazia. Mi è stato chiaro da subito cosa fosse andato a fare Fini a Genova, anzi mi era chiaro ancora prima quando ai Coordinatori delle manifestazioni pacifiste minacciava “risponderemo alla violenza con la violenza", perché a loro?
Anch'io mi chiedo come è possibile che Fini sia ancora lì o che le promozioni fatte dal governo Prodi non abbiano scatenato le reazioni del centro sinistra e nn solo, ma di tutte le persone LIBERE, per fortuna in Italia ce ne sono ancora tante. Ma fino a quando?

Mariangela Mapelli 06.07.12 15:28| 
 |
Rispondi al commento


OT MA NON TROPPO-GIOCHI POLITICI
::::::::::::::::::

Finchè non ci sarà un parlamento di cittadini e comunque ci sarà una istituzione piu' pulita e forte che a loro si riferisce , continuaremo a vedere la legalità tradita e nessun fiato sul collo su fatti pubblici , violenze e ingiustizie palesi da Stato di polizia.

Le grandi manovre della vecchia politica in odore di perdere il proprio sederaccio comodo su una sedia ripartono dal Giornale di Feltri che con un editoriale rilancia la grande coalizione di tipo tedesco con Monti premier e supportato da PDL +PD +UDC.
:::::::
Mentre il paese affonda si comincia ad instillare il dubbiO , la paura , il baratro dell'ingovernabilità per giustificare il porco comodo e privilegi di casta.
A fronte di un blocco PD +UDC+SELL + eventualmente IDV che potrebbe governare ad alta conflittualità interna e riproporre il modello fallito PRODI , si mette davanti alle forze estreme ( Movimento 5 stelle al 18%-20% ) una prospettiva di inciucio.

Siccome rischiamo di andare tutti fuori dal potere , "ci abbracciamo PER RIMANERCI TUTTI INSIEME stretti stretti.

Quindi un PDL debole e lega squinternata potrebbero spingere un novello governo Prodi , piuttosto che vedere Bersani premier.

La modifica della legge eletorale , dove le alleanze verrebbro decise dopo , lancia una ancora di salvataggio alle caste con due vie di uscita ; una con il centro sinistra al potere , l'altra con la grande abbuffata.

Per uscire da questa GABBIA , che se ne fotte altamente dei gravi problemi del paese, diventa determinante la spinta dell'MS5 .

In presenza di una forza di governo debole , l'M5S potrebbe essere un ago determinante per incidere sul governo del paese dando una spinta legislativa sui progetti per i cittadini , nonchè per il conseguimento del programma, stroncando opere inutili e sprechi.

Per fare cio' pienamente ci occorre andare oltre il 20%

Vero incubo DEI PARTITI.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.12 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da noi la democrazia è solo sulla carta

fabrizio castellana Commentatore certificato 06.07.12 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premesso che secondo me, Agnoletto potrebbe pure stare zitto: perché a Genova lo capiva anche un cadetto dell'Accademia Militare che lo Stato cercava di farci scappare il morto (e possibilmente qualcuno dalla sua parte, o meglio ancora qualche abitante di Genova che non c'entrasse nulla); e che lui e gli altri ai vertici di quelle manifestazioni non fecero nulla per evitarlo, comprendendo che in quell'occasione si poteva manifestare contro il G8 DAPPERTUTTO, TRANNE CHE A GENOVA. Però, vuoi mettere una cadrega all'Europarlamento...

Premesso questo, se ci fosse in questo blog un forum per le proposte di legge, ricorderei che - oltre a introdurre, come ci chiede da tempo l'intera Europa, il reato di tortura - sarebbe il caso di togliere la prescrizione ai reati contro i diritti umani. E - già che ci sono - anche ad altri reati: quelli contro l'ambiente e quelli di corruzione e concussione, almeno quando siano implicati - da un lato o dall'altro - funzionari pubblici.

Alberto Rizzi

Roberto2 Rizzi Commentatore certificato 06.07.12 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Il G8 di Genova è quello che accade quando si varcano determinati limiti. Anche AGNOLETTO ha contribuito con il suo comportamento affinchè detti limiti venissero varcati. Quando la violenza esplode è ormai troppo tardi e non ci sarà mai vera giustizia ne per una ne per l'altra parte (Forze dell'Ordine/manifestanti). Per il futuro bisognerà essere intelligenti a fare in modo che non si arrivi all'esplosione della violenza ed anche gente come AGNOLETTO dovrà fare la propria parte.

maurizio emme, PERUGIA Commentatore certificato 06.07.12 15:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve. Questo post mi sarebbe piaciuto fosse stato scritto da un Magistrato o da un ipotetico Presidente della R. O dal Capo della Polizia o dal Presidente della Corte Costituzionale . Comunque complimenti a questo Medico che ha diagnosticato lo stato patologico grave di schizofrenia e delirio di onnipotenza che sembra essere endemico . Non faccio di un erba un fascio ma qua ci sono prati interi di erbaccie da rasare.

SaverioB. 06.07.12 15:18| 
 |
Rispondi al commento

@@@ 1,2 e 3:In ricordo del G8 di Genova @@@

1)L'habeas corpus....sospeso(sic!)

Con l'habeas corpus (Che altro non é che un essenziale e democratico principio) viene stabilito che le persone sono sacre e che nessuna forza di polizia può oltraggiarle,sia moralmente che fisicamente.
Fini,per giustificare l'operato della polizia faSSSista,non si vergognò di dichiarare che durante il G8 l'habeas corpus era da ritenenrsi sospeso.(sic! e contro sic!
@@

2)A Genova anche Luis Sepùlveda era presente.Ecco cosa scrisse..

..Alla stazione ferroviaria del capoluogo ligure sono rimasto colpito dal rispetto della polizia italiana per i civili.
E ciò perchè,mentre io ed altri nuovi arrivati aspettavamo con le mani in alto ed il passaporto in bocca le "manganellate" di benvenuto,gli agenti di polizia s'inchinavano e baciavano le mani ad alcuni signori molto eleganti.Erano amici,ho saputo poi,di un certo cavaliere.....
...Poi ci hanno riunito in mandrie e ci hanno condotti a calci in un capannone.Là c'era chi "orinava" addosso ad alcuni ragazzi tedeschi e,mentre un gruppetto di ragazzi spagnoli e francesi ricevevano colpi sulla piante dei piedi,altri poliziotti davano loro lezioni di bel canto.Peccato che l'aria della canzone fosse:"W il duce".....
## Tratto da ((( Una sporca storia))) di Luis Sepùlveda ##

@@
3)Uno a zero per noi.

Dopo che Giuliani venne ucciso,la stronza poliziotta grido':"Uno a zero per noi".Dall'altro capo del filo i colleghi,stracoglioni:"RISERO".

jakov jurovskij Commentatore certificato 06.07.12 15:15| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

la giustizia non e' fatta, un numero (forse anche un centinaio) di ragazzi con casco e bottiglia incendiaria sono usciti dal nulla, hanno scatenato l'inferno e poi sono scomparsi di nuovo nel nulla lasciando la folla a prendere le botte dalla polizia.
Manca un tassello e chi sa che quello che manca non sia come al solito il tassello piu' importante.

Alessandro crapanzano (alexander009) Commentatore certificato 06.07.12 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VOGLIAMO LE TESTE DI FINI E SCAIOLA !

Genova però non meritava di essere devastata dai no global,questo bisogna dirlo, altrimenti si perde il filo.

Lucifero 06.07.12 15:12| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fini l'hanno condannato? No, lui è presidente della camera dei farabutti, non ha tempo per andare in galera. In compenso ha il tempo per ordinare un massacro.
Per mesi i giornali delinquenti costituiti da giornalisti scendiletto e leccaculo ci hanno rotto i coglioni con la casa di Fini, ma neanche un trafiletto sul fatto che questo pezzo di merda sia paragonabile a qualsiasi gerarca della dittatura di Pinochet.

andrea a., torino Commentatore certificato 06.07.12 15:08| 
 |
Rispondi al commento

correva l'anno 2001...oltre la Diaz....dopo il
grande bluff...opps, attentato alle torri...

un amico della digos (che faceva l'amico ma intanto mi teneva d'occhio) mi disse:

« basta, me so rotto er cazzo di questi bastardi!
prima ti fanno fare il culo per 12/13 ore al giorno a controllare immigrati islamici per timore di terrorismo di alqaeda, poi non te li pagano neanche e nemmeno serve per una eventuale carriera . Quasi quasi mi dimetto...fanculo »

ecco come stanno messi...'sti sbirri ...
specialmente sotto il (S)gorverno del nanazzo
colluso con la malavita organizzata!
(naturalmente di rado gli capitava di controllare
mafiosi-camorristi-ndranghetisti)

non è colpa mia se c'ho un pizzico d'esperienza, eh!

ps. la borghesia becera e bottegaia è sempre stata
"felice" della batosta alla Diaz e della morte di
Carlo Giuliani , SOLO ORA SI STANNO RENDENDO CONTO
DI AVERLO PRESO AL CULO ALLA GRANDE !

infatti la crisi mondiale ...era alle porte...
ma solo quei guerrieri combattevano!

H...!


Beppe, PROGRAMMA E CANDIDATI MINISTRI.

P.S. Sempre se non andiamo in default prima.


P.P.S. Mi piacerebbe vedere la stessa violenza della polizia applicata su mafiosi, corrotti e grandi evasori....

Fran V. Commentatore certificato 06.07.12 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MI FA PIACERE,
che il signor AGNOLETTO dia la colpa solo alla destra, al centro destra e al centro sinistra, mentre dimentica che i suoi COMPAGNI COMUNISTI, ovvero Rifondazione Comunista e i Comunisti Italiani, nel non lontano 2006 in Parlamento votarono il famoso INDULTO garantendo OGGI a questa gentaglia, che si definisce Polizia di Stato ma che assomiglia più agli squadroni cileni di Pinochet, di farla franca.

Pensa se avessero votato l'INDULTO ai tempi del fascismo. Avremmo in giro ancora Benito Mussolini.

Le vittime degli INDULTATI stanno ancora chiedendo giustizia. Caso Aldrovandi DOCET.

SI FACCIA IL MIA CULPA ANCHE LUI.
RIDICOLO!

Diego Boscaro 06.07.12 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra cosa accertata fin da subito e' che i dimostranti hanno compiuto atti di devastazione e saccheggio, la magistratura non e' stata in grado di stabilire chi esattamente abbia compiuto certi crimini il che non vuol dire eticamente parlando che siano tutti innocenti. Lapalissiano.

Alessandro 06.07.12 14:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentile Blog M5S

Lo spread è vicino a 500

Il crollo del governo MONTI è vicino perche:

Penso che anche in Europa si siano convinti che serve un nuovo ordine in Italia
.
Perche anche questo governo è INETTO, cioe cerca di stringere la cinghia ai gia magri e ingrassa i grassi.

Ormai si capisce che non durara', succederebbe un casino e i conti non si aggiusterebbero comunque.

Spero che sia un cambiamento positivo per "quasi" tutti.

Per "quasi" tutti intendo tutte le persone per bene e spero che sia un'inferno per tutti gli altri.

Spero che il sig. Grillo e il M5S possa contribuire gia alle prime elezioni e penso che possa rimettere a posto pian piano i conti come ci chiede l'unione EUROPEA.

E lo so che tutte le buone intenzioni poi bisogna applicarle e anche -- duramente --.

E lo so che poi(i ladri e i loro amici)daranno del FASCISTA, NAZISTA, ANTIDEMOCRATICO a chi le applicherà.

E lo so che ci saranno comunque sacrifici.

Nessuno fa i miracoli pero.... sarebbe gia un miracolo l'equita sociale, ANCHE A COSTO DI USARE IL BASTONE per gli asini visto che hanno sempre mangiato carote.

Dentro i LADRI!

Franco Restuccia Commentatore certificato 06.07.12 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Che buffoni questi ex comunisti come agnoletto:hanno ridotto l'Italia una fogna,che se uno non ha milioni per rinchiudersi in una villa supersorvegliata e superaccessoriata,dove potersi estraniare dalla melma di impunita' e corruzione in cui il Paese affoga,ogni giorno potrebbe ritrovarsi in una Diaz.
Fu proprio il partito dove militava questo cialtrone a depenalizzare l'abuso d'ufficio ed e' stato grazie a questo provvedimento se quei farabutti che hanno torturato i ragazzi a Genova l'hanno fatta franca;e ora vorrebbe farsi alfiere dello sdegno per quanto accaduto?Proprio lui?Io non posso prendermela con questo ipocrita,proprio perche' e' un farabutto come tutti i suoi "compagni",ma me la prendo con chi li ha votati,li vota e li votera' e se non saro' sicuro che il M5S non e' l'ennesimo camuffamento di questa gentaglia non lo votero';in fondo se il Presidente Monti avra' la bonta' di proseguire cio' che sta faccendo,a me sta piu' che bene.

VIAILADRIDALLOSTATO 06.07.12 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Una delle tecniche della massoneria per il controllo delle masse è il classico : DIVIDE ET IMPERA.

Leggete le prime righe di wikipedia e vi sarà chiaro cosa stanno tentendo di fare.

http://it.wikipedia.org/wiki/Divide_et_impera

Mi sembra che ci stiano riuscendo abbastanza bene!

NON FACCIAMOCI FREGARE!! NON DIMENTICHIAMO CON CHI ABBIAMO A CHE FARE!!

Giacomo E. Commentatore certificato 06.07.12 14:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ottimo post, andrebbe affisso ovunque, e fatto conoscere a tutti gli italiani, come analisi di quello che è successo a genova!
Che la polizia sia fondamentalmente fascista è ormai cosa risaputa, e non sono certo poche eccezioni a confutare questa realtà!
Niente di strano quindi che abbia avuto un feeling particolare con gli ex fascisti di governo!

Lo ripeto, perchè è vero!
LA POLIZIA, E' FASCISTA!

luca ., Ancona Commentatore certificato 06.07.12 14:50| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' lampante che se i vertici della polizia e i loro sottoposti potettero fare quel macello fu perché ricevettero un ok politico.

Ora, la sentenza potrà essere anche imperfetta e insufficiente, ma c'è. Continuare nel vacuo esercizio di criticare sempre e comunque per partito preso è inutile, sterile, fuorviante.

Mi rifaccio alle parole del ministro Cancellieri che ha parlato chiarissimamente di gravi errori commessi alla Diaz. Vorrei capire quanti altri ministri dell'interno lo avrebbero fatto? Certo, non un Maroni...

silvano de lazzari 06.07.12 14:49| 
 |
Rispondi al commento

117)Caro sig. Ronchi VADA PURE LEI A FARE IN C........!

Giuseppe D., CAGLIARI Commentatore certificato 06.07.12 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le vittime dei disordini di piazza in Italia dal dopoguerra al 1976: 36 tra le forze dell'ordine e 434 tra i dimostranti.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.12 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a meno che non si voglia introdurre un giudizio di incapacità anche per Fini, che ci starebbe tutto eh, non sarebbe mica uno scandalo scoprire che anche lui sia un incapace travestito da abile politico, del resto sta lì in parlamento da una vita ma risultati nada..


Come si fa a spiegare al Trota il Bosone di Higgs?

Edgar Allan Poe

*****

il BOSONE non so, ma il BOSSONE ce l'ha in casa.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 06.07.12 14:33| 
 |
Rispondi al commento

è la presenza di Fini in caserma a deporre per il dolo e non per la colpa grave

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 06.07.12 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Ci stanno dando un contentino....sperano che l'opinione pubblica cambi idea sul loro operato.

Ci tolgono la dignità,spingono al suicidio decine di imprenditori,ci tassano fino allo sfinimento,poi mettono le mani nel fango,si sporcano la faccia e dicono:anche noi ci stiamo sacrificando.

ma sapete di quanta merda vi dovrete ricoprire prima di poter parlare?

leo c., roma Commentatore certificato 06.07.12 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la Cancellieri con il suo "gravi errori al g8" derubrica le violenze commesse dal dolo alla colpa grave.

mmmmmmmm....mah... sarà ma io non credo

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 06.07.12 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Cosa ci aspettavamo, che alcuni uomini solo perchè hanno una divisa,
nonostante tutti i giorni sono tentati di avere a che fare con quantità di
denaro enormi e tutte le altre cose di cui può essere a contatto un
appartenente alle forze dell'ordine, si comportassero diversi di come si
comporta un'alta maggioranza di popolo.

No. Bisogna inserire una norma che da chi ti aspetti di più, qualora sbagli
sia punito più severamente, invece di essere premiati.

Signori se comprendiamo che salvarci comporta dei costi (non economici),
abbiamo già salvato le generazioni future.

Angelo S., Catania Commentatore certificato 06.07.12 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Dicono che i grandi cervelli della Polizia non dovrebbero essere rimossi perchè hanno arrestato Totò Riina, Provenzano e compagnia bella.
Li hanno arrestati loro con le loro mani? Oppure hanno falsificato anche i verbali di quegli arresti?
Già, perchè se hanno falsificato i verbali della Diaz, nulla vieta di pensare che abbiano falsificato anche i verbali di Riina e compagni.
Un verbale falso in più o in meno poco cambia.
Cambia invece per l'oscuro poliziotto che realmente ha contribuito all'arresto dei mafiosi e che si vede scippato il lavoro dal funzionario che ha bisogno di dimostrare quanto vale e, di conseguenza, salvarsi il culo.

giorgio peruffo Commentatore certificato 06.07.12 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Confessione shock, "Supermario non vuole figlio da Raffaella Fico"

1 ora fa

(AGI) - Roma, 6 lug. - Francesco Fico sfida Mario Balotelli e difende l'onore della sorella, Raffaella.


ma sempre a napoli succedono ste sceneggiate ?

Alfonso Maria De Pinedo , Sant'Agata dei Fornai Commentatore certificato 06.07.12 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla fine giustizia è stata fatta...peccato che nessuno farà un solo giorno di galera, lo stato, cioè i cittadini probabilmente risarciranno i manifestanti pestati, e fini, il mandante, che ha voluto dare a tutti una bella dimostrazione di fascismo, come nei suoi fottuti sogni di quando era giovane, finalmente ha potuto realizzare il suo sogno dando il via alla repressione nelle manifestazioni e con i vari pacchetti sicurezza e leggi sulla droga e immigrazione....non conta più un cazzo ma ce lo ritroviamo ancora lì, nell'ombra a comandare....IO NON DIMENTICO.

Ciccio Brutto 06.07.12 14:22| 
 |
Rispondi al commento

>Non ci sarà bisogno di decine di uomini di scorta perchè quando fai il bene
>per il tuo paese puoi andare in giro a piedi e a testa alta!
No, michela, sbagli. Nel mucchio ci sarà sempre il pazzo o l'invasato che si sentirà inviato da Dio o da Satana ad ammazzare un potente... o semplicemente una nullità che vorrà accoppare qualcuno famoso per convincersi che lui esiste. John Lennon non ti ha insegnato nulla?

>La differenza è che loro la galera la faranno, come è giusto,
>mentre ai poliziotti condannati non accadrà quasi nulla. E' giustizia questa?
No, questa non sarebbe giustizia. Ma stiamo parlando di aria fritta, al momento. Ne riparleremo SE E QUANDO quei miserabili che hanno messo a ferro e fuoco la mia città saranno condannati. SE E QUANDO.

ezio g., sv Commentatore certificato 06.07.12 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a proposito di "strani avvenimenti" come gli scontri al g8.
Secondo me i servizi segreti sarebbero da abolire.
Dovrebbero difendere la sicurezza, infiltrando le organizzazioni criminali, ma si sono rivelati criminali quanto le organizzazioni che dovrebbero combattere.
Posso ammettere che la polizia in certi casi copra da segreto le sue indagini, ma a tempo determinato.

Alessandro crapanzano (alexander009) Commentatore certificato 06.07.12 14:10| 
 |
Rispondi al commento

O.T. da ModenaOnLine
MODENA - Fracking in Emilia Romagna, in particolare nella Bassa di Modena.
Ci sono collegamenti con il terremoto? Dovrà essere la Commissione internazionale sulla previsione dei terremoti per la protezione civile a verificarlo. Questa almeno la richiesta che il governatore Vasco Errani, nominato commissario straordinario per la ricostruzione dal Governo, ha avanzato al capo della protezione civile Franco Gabrielli. Una battaglia per la verità vinta grazie anche all'impegno del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Giovanni Favia.
Occorre verificare vi sia un collegamento tra gli scavi di esplorazione del sottosuolo per la ricerca di siti adatti allo stoccaggio di gas (in inglese, fracking) e le fortissime scosse di terremoto che hanno così duramente colpito l'Emilia e la bassa di Mantova e Rovigo.
Nella Bassa da tempo la gente sospetta collegamenti tra quanto accaduto e gli esperimenti, sempre negati però dalla Erg per quanto riguarda il sito di Rivara. Voci che la Procura di Modena ha ritenuto sufficienti per aprire una inchiesta conoscitiva.
Quindi sono state riconosciute possibili relazioni tra le attività di esplorazione e ricerca della multinazionale Erg e l'aumento dell'attività sismica nell'area interessata a dette attività.
http://www.modenaonline.info/it/2012/07/04/fracking-e-terremoto-in-emilia-commissione-dinchiesta-internazionale-13802

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.12 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Manganelli: adesso è il momento delle scuse!
Ma tenetemi....tenetemi...ci sta prendendo per i fondelli!
Vergogna
Vergogna
Vergogna
Vergogna
Siete senza vergogna.
Vallo a dire alle vittime!

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 06.07.12 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando molli un calcio nei coglioni ad uno sbirro, normalmente tornano in quattro e ti rompono la schiena!
E' risaputo, lo si sà, chi cerca trova...

Di cosa stiamo parlando, di cose serie o di cazzate?
Perchè di farsi scassare dagli sbirri non mi pare cosa intelligente.....

Tanto più che adesso stanno coniando le medaglie all'infame:

chi denuncia il Caporale, permesso di soggiorno!

e prossimamente

chi denuncia l' evasore, sgravio fiscale!
chi denuncia lo zingaro, vacanza gratis! (in roulotte)
chi denuncia Ebreo errante, posto fisso da kapo!
chi denuncia moglie fedifraga, pompino gratis!
chi denuncia la sua mamma, infine, potrà toccare le tette di Rosy Bindi!

Denunciate, denunciate...

In questo modo QUALCUNO intende la partecipazione del Cittadino all' amministrazione della Cosa Pubblica.

Ci sarebbe un'altra via, ma pare che l'Italiano medio qualunque non sia pronto a legiferare, DICONO...
parlare di DEMOCRAZIA DIRETTA sarebbe prematuro, DICONO....

Denunciate, denunciate....

marco mix, santarita Commentatore certificato 06.07.12 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'altra notte ho visto su rai 3 Doc3. Una testimonianza ben documentata. Voci di giovani, di donne, di mogli, di studenti e dei loro genitori.
Mi sono sentito fortunato perchè vivo e sono nato in Italia.

La sentenza della Diaz scontenta tutti. Laddove c'è tanta violenza spietata ed ingiustificata anche le sentenze migliori mi lasciano con l'amaro in bocca. La Cancellieri ha disegnato un segno di civiltà e non d'indifferenza, secondo me. Tantissimo e lunghissimo è il tempo che si dovrà attendere per ottenere una classe di forze dell'ordine civili, meno militarizzate e meno subordinate agli ordini.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.12 14:08|