Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Cruciverba quirinalizio


borsellino-quirinale.jpg
Comunicato del Quirinale.
"Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha affidato all'Avvocato Generale dello Stato l'incarico di rappresentare la Presidenza della Repubblica nel giudizio per conflitto di attribuzione da sollevare dinanzi alla Corte Costituzionale nei confronti della Procura della Repubblica di Palermo per le decisioni che questa ha assunto su intercettazioni di conversazioni telefoniche del Capo dello Stato; decisioni che il Presidente ha considerato, anche se riferite a intercettazioni indirette, lesive di prerogative attribuitegli dalla Costituzione.
Alla determinazione di sollevare il conflitto, il Presidente Napolitano è pervenuto ritenendo 'dovere del Presidente della Repubblica, secondo l'insegnamento di Luigi Einaudi, evitare si pongano, nel suo silenzio o nella inammissibile sua ignoranza dell'occorso, precedenti, grazie ai quali accada o sembri accadere che egli non trasmetta al suo successore immuni da qualsiasi incrinatura le facoltà che la Costituzione gli attribuisce'".

16 Lug 2012, 16:40 | Scrivi | Commenti (325) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Paremi alquanto giustolo che il Presidento lascioli, non nell'ignoranza e/o a causa di inazionela, al suo successorolo, ciò che la Costituzionele consentolo quale strumentolo per garantirenele quantolo ad essa competele a garanzia della integralità di quanto ad esse prepostala, storicamentele, in onorelo della prerogativele democratichele che il popololo italianolo avente esso conquistatolo negli annoli della storiola, ad esso pertantolo imputabile come dirittolo inalienabile da tuteralolo.

Mi pare giustolo.

zzzzzzzzzz... ronf.....ronf....

Antonio De Angelis 22.07.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Scelta presidenziale inopportuna per tempi e contenuti

Di Giuseppe P.

Dopo vent'anni di depistaggi, di misteri, di omertà istituzionale su una delle pagine più inquietanti e drammatiche della storia del nostro Paese, ci si aspettava da parte della massima carica dello Stato, che in questi anni ha incarnato, nell'immaginario collettivo, l'argine al torbido degrado politico, sociale, culturale del berlusconismo, una presa di posizione forte sulla vicenda, per favorire la massima trasperenza e collaborazione da parte di tutte le figure politico-istituzionali e le strutture amministrative che a qualsiasi livello hanno avuto un ruolo sugli atti precedenti e successivi all'attentato, con particolare riferimento proprio sulla trattativa, o meglio, sui consolidati rapporti, tra mafia e Stato. Pur non entrando nel merito dei contenuti delle conversazioni del Presidente, trovo quanto mai inopportuna e dissociata la decisione, proprio, nella ricorrenza del ventennale dell'attentato e nel momento in cui la stessa magistratura, colpita direttamente, al suo interno, dalle stragi mafiose, sta compiendo indagini tanto delicate quanto difficili anche per il coinvolgimento di uomini e settori delle istituzioni, di proporre il conflitto di attribuzione contro la Procura di Palermo.
Francamente le motivazioni addotte a sostegno dell'iniziativa presidenziale mi sembrano, al cospetto dell'esigenza diffusa di chiarezza e di giustizia su fatti gravissimi e destabilizzanti per la nostra democrazia, deboli, inconsistenti e anzi che vanno nella direnzione opposta alimentando ulteriormente quel senso di frustrazione, di sfiducia, di avversione da parte dei cittadini nei confronti dello Stato.

Giuseppe Pontari 21.07.12 10:05| 
 |
Rispondi al commento

LEGGETE!!! ricavato dal sito del quirinale. pazzesco!!!!!

Nota illustrativa del Bilancio di previsione per il 2012 dell'Amministrazione della Presidenza della Repubblica
La dotazione a carico del bilancio dello Stato.
Il bilancio di previsione per il 2012 dell'Amministrazione della Presidenza della Repubblica è stato impostato, come già anticipato in precedenti comunicazioni, sulla base di una dotazione a carico del bilancio dello Stato di 228 milioni di euro, pari a quella del precedente esercizio finanziario, già inferiore di 3.217.000 euro rispetto a quella del 2009. Tale dotazione è stata altresì confermata anche per il 2013 nel bilancio pluriennale 2012-2014.
La dotazione del Quirinale è quindi sostanzialmente pari a quella del 2008, a fronte di un'inflazione che da allora ha già raggiunto la misura dell'8,4 per cento in base all'indice dei prezzi al consumo.

michele g., cuneo Commentatore certificato 19.07.12 12:35| 
 |
Rispondi al commento

sob!!! il moralizzatore-il detentore della verità- il buon padre di famiglia.
egli è colui il quale appare tutti i giorni in tv come una prima donna, piccandosi dei risultati che ha ottenuto......il produttore di mortimer e dei danni che produce al popolo... ci costa 238 milioni e cerca di umiliare i giudici di palermo!!!
basta, non se ne può più...ma stiamo sereni, un po di pazienza, il 2013 è ormai alle porte e poi ne parleremo ancora....hahahahahah. mik g

michele g., cuneo Commentatore certificato 19.07.12 12:24| 
 |
Rispondi al commento

cara signora Borsellino il giorno della commemorazione del Giudice Borsellino, rifiuti la corona di fiori del nostro Presidente; il suo disprezzo varrebbe qualcosa, del nostro, purtroppo, si fanno una risata

fratello d'Italia 19.07.12 01:41| 
 |
Rispondi al commento

IL PRESIDENTE della Repubblica è una figura istituzionale da abolire, perché retaggio di una visione arcaica di quel potere parassitario che appartiene ad un passato ormai morto..
Tante istituzioni inutili vanno cancellate con tutti i loro orribili privilegi in un mondo sempre più ingiusto, questi pupazzi criminali devono sparire.

cafiero pasquale 19.07.12 01:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io propongo, visto che di Pertini in giro non c'è sono più, di abolire il presidente della Repubblica, figura assolutamente inutile e dannosa, visto quello che costa agli Italiani e il servizio reso assolutamente pessimo. Dovrebbe essere garante della costituzione, salvo poi firmare leggi anticostituzionali, chissà cosa ci toccherà dopo Napoli tano.

PHILIPPE BRUNO, palermo Commentatore certificato 19.07.12 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Che vergogna Napolitano. Personalmente non l'ho mai stimato soprattutto quando ha sottoscritto tutti quei lodi a favore di Berlusconi che anche un deficiente capiva che erano illegittimi. Ma per MORFEO no. Lui, il garante che costituzione, GARANTIVA invece Berlusconi. Che vergogna!
Ora, a fine mandato, ha voluto chiudere in bellezza:si è schierato contro i giudici di Palermo colpevoli di cercare, dopo tanti anni di sonno, la verità.
SE VUOL NASCONDERE LE INTERCETTAZIONI VUOL DIRE CHE QUALCHE IRREGOLARITA' l'ha commessa.
L'ez presidente della Repubblica LEONE fu costretto a dimetteri per molto meno.
Meno male fra poco il mandato scade.
MA IL POPOLO AVRA' DIRITTO DI SAPERE PERCHE' NAPOLITANO - IL PURO - VUOLE NASCONDERE LA VERITA'.
Le intercettazioni, a questo punto, le devono conoscere tutti.

sergio maanetti 18.07.12 18:00| 
 |
Rispondi al commento

3°) LA NIPOTE SUSANNA NAPOLITANO
GIOVEDÌ 19 GENNAIO 2012
Vendola combatte il precariato promuovendo la nipote di Napolitano a 45.000 euro l'anno...
Per qualcuno non sarà nemmeno una notizia. Per noi è giusto l'occasione di ricordare che poi si sostengono sempre tra loro. Così Nichi Vendola, presidente della regione Puglia e alfiere della lotta al precariato (a parole?) un problema l'ha risolto: quello di Susanna Napolitano, nientemeno che la nipote del Presidente della Repubblica, promuovendola dall'ufficio stampa regionale e stabilizzandola come capo addetto stampa del Presidente della regione, con il modico minimo forfettario compenso di oltre 45.000 euro l'anno (90.000 euro lordi) !
La signora già lavorava alla regione Puglia, ma naturalmente con ben altro stipendio...
Per curiosità: si può sapere qual è il curriculum di questa novella Matilde Serao per meritare un compenso da oltre 7.000 euro al mese!!?
La delibera della Regione è consultabile cliccando qui

IERI L’ALTRO SI E’ RIVOLTO ALLA CORTE COSTITUZIONALE PER FAR TACERE I PM DELLA PROCURA DI PALERMO RESPONSABILI DI AVER SCOPERTO COSE INTERESSANTI IN MERITO ALLA TRATTATIVA DELLO STATO CON I MAFIOSI E ALLA MORTE DI PAOLO BORSELLINO. DI COSA HA PAURA IL GRANDE PRESIDENTE NAPOLITANO? COSA NON DEVONO SAPERE I CITTADINI ONESTI ITALIANI? LO CHIARISCA IL POPOLO ITALIANO E’ ANSIOSO SI SAPERE, DI CONOSCERE LA VERITA’

Giovanni P., palermo Commentatore certificato 18.07.12 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tanto da preferire di farsi decadere. Una nuova Commissione, costituita nell’agosto 2005, è stata poi annullata più di un mese dopo. Solo dopo una diffida da parte mia, a febbraio del 2006, la commissione è stata ricostituita terminando i propri lavori nel giugno del 2006. Non essendosi presentata la candidata D’Orsogna, si trattava di attribuire due posti fra i rimanenti candidati, cioè Napolitano e me».
«Ancora una volta sono stato bocciato, ancorché mi dovessero essere valutati titoli non considerati dalla prima commissione. E’ risultato idoneo invece Giulio Napolitano, nonostante il suo lavoro principale, quello sul quale la prima commissione aveva fatto leva per promuoverlo, non potesse essere più oggetto di valutazione secondo la sentenza del Consiglio di stato».
Allora il giornalista di Italia Oggi, chiede al Tomei se nel frattempo Giulio Napolitano avesse pubblicato altri testi, questi sì, idonei.
E Tomei risponde:
«E’ noto che in tutti i concorsi i titoli che si presentano debbono essere posseduti alla data della domanda, e non è possibile alcuna sanatoria in corso d’opera. Quindi se anche avesse scritto qualcosa nel frattempo, non avrebbe potuto essere valutata in quel concorso».
P.S.: le informazioni contenute in questo post, sono tratte da un articolo di Roberto Altesi apparso martedì 20 marzo 2007, a pagina 5, sul quotidiano Italia Oggi. I virgolettati sono riportati fedelmente e per intero. E le notizie contenute nell’articolo succitato non sono state né contestate né smentite dal dott. Professor Giulio Napolitano.
Ma restando in argomento non è certo meno interessante chiedersi cosa faccia la nipote di Giorgio Napolitano. Il lavoro non è sicuramente un diritto, come ha ribadito lacrima Fornero, ma in compenso il nepotismo sembra davvero vicino a diventarlo.
3°) LA NIPOTE SUSANNA NAPOLITANO
GIOVEDÌ 19 GENNAIO 2012
Vendola combatte il precariato promuovendo la nipote di Napolitano a 45.000 euro l'anno...
Per qualcuno non sarà nemmeno una not

Giovanni P., palermo Commentatore certificato 18.07.12 12:22| 
 |
Rispondi al commento

«Con l’aiuto del mio legale, l’avvocato Giorgio Carta, ho presentato subito ricorso, prima davanti al Tar del Lazio e poi al Consiglio di stato, contro il decreto del rettore dell’università del Molise che aveva approvato gli atti del concorso».
«E il Cds (Consiglio di stato, ndr), con una sentenza che definirei storica, visto anche lo spazio che gli hanno dato i giornali, la n. 2364/2004, mi ha dato ragione, affermando il principio secondo cui per pubblicazione debbono intendersi soltanto le pubblicazioni diffuse nell’ambito della comunità scientifica che il candidato può vantare all’atto della domanda».
Al che, il giornalista di Italia Oggi – Roberto Altesi – chiede al Tomei se Giulio Napolitano avesse «i titoli in regola».
E Tomei risponde:
«No. E questo non lo dico io ma il Consiglio di stato, che le cito testualmente: «la monografia del dott. Napolitano «Servizi pubblici e rapporti di utenza» risulta prodotta in esemplare stampato in proprio dall’autore, onde la stessa difetta del requisito minimo per essere definita pubblicazione valutabile agli effetti del concorso de quo». E i giudici aggiungono: «Tale lavoro ha costituito elemento decisivo per la valutazione del candidato, in quanto ritenuto, dalla commissione, quello di maggior rilievo sul piano sia formale sia sostanziale, come si evince chiaramente dai giudizi formulati, onde la sua non ammissibilità impone, di necessità, la rinnovazione del giudizio di idoneità espresso nei suoi confronti». Insomma, il Consiglio di stato, non io, ha imposto alla commissione esaminatrice di annullare la prova e di rifarla, rivalutando i titoli».
Al che il giornalista chiede a Tomei, se ciò sia stato fatto.
E il dirigente dell’Istat risponde:
«Macchè. La Commissione esaminatrice, stordita dall’inattesa decisione del Consiglio di stato (soltanto pochi candidati fino a quel momento erano riusciti a vincere innanzi al Consiglio di stato un ricorso inerente concorsi universitari) non ha saputo che pesci prendere, tanto

Giovanni P., palermo Commentatore certificato 18.07.12 12:19| 
 |
Rispondi al commento

2°) IL FIGLIO GIULIO:
Roberto Tomei è un dirigente dell’Istat. Con una grande passione per il diritto e la giurisprudenza. Numerose sono le sue pubblicazioni in tali ambiti. Nel 2000 decise di partecipare ad un concorso pubblico, per l’assegnazione di una cattedra universitaria di diritto amministrativo (come professore associato, o di seconda fascia che dir si voglia), resasi vacante nella facoltà di giurisprudenza dell’Università del Molise. Ovviamente non era l’unico candidato. Assieme a Tomei si presentarono altre persone. Come rivela lo stesso Tomei al quotidiano Italia Oggi:…..
«Non ce la feci, perché, nonostante avessi scritto libri e pubblicazioni in materia, la commissione esaminatrice non li ritenne idonei ai fini del punteggio».«Ritenne invece idonee per la cattedra altre tre persone prima di me: Andrea Rallo, che venne chiamato dalla stessa università del Molise, e, a seguire, Marina D’Orsogna e Giulio Napolitano, che furono chiamati rispettivamente, dall’università di Teramo e dall’università della Tuscia».Fin qui nulla di strano: una persona partecipa ad un concorso per vincere una cattedra universitaria, e la commissione esaminatrice non la ritiene idonea. Se non ci fossero, però, due dettagli. Che qualche ombra sul mancato superamento del concorso la gettano.
Il primo dettaglio è che Giulio Napolitano è figlio del più noto Giorgio: oggi Presidente della Repubblica. Così come – sempre Giulio Napolitano – attualmente lavora come consigliere per la Presidenza del Consiglio.
Il secondo dettaglio rilevante è che il figlio del Capo dello Stato – rispetto al Tomei – si presentò avendo pubblicato un minor numero di libri.
Ecco come racconta ancora a Italia Oggi l’accaduto, Roberto Tomei:
«Con l’aiuto del mio legale, l’avvocato Giorgio Carta, ho presentato subito ricorso, prima davanti al Tar del Lazio e poi al Consiglio di stato, contro il decreto del rettore dell’università del Molise che aveva approvato gli atti del concorso».
«E il Cds (Consiglio

Giovanni P., palermo Commentatore certificato 18.07.12 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Il regolamento prevedeva questo rimborso e lui lo ha preso. È altrettanto certo che un bel gruzzoletto di soldini pubblici (calcoliamo una trentina di viaggi all'anno per ogni parlamentare, fanno una “mancia” di circa 60mila euro per ogni parlamentare, più o meno l'equivalente dello stipendio lordo di tre operai) finivano nella tasche di Napolitano, e di molti altri onorevoli europei, senza alcuna ragione. I deputati europei ricevono uno stipendio, una indennità di presenza, il rimborso di albergo e pasti: non hanno evidentemente bisogno di fare la cresta sui biglietti aerei. Il fatto non è grave, E’ GRAVISSIMO perché Napolitano è Napolitano: dicono che sia l'unica vera autorità morale della politica italiana, e ha l'abitudine di fustigare i cattivi costumi (recentemente ha spiegato che non son degni di considerarsi italiani quelli che evadono le tasse, eccetera eccetera). È chiaro che tra l'evadere le tasse (è reato) e fare la cresta (è solo “inelegante”) c'è una differenza giuridica essenziale. L'unica somiglianza tra i due gesti sta nella furbizia che serve in entrambi i casi ad arricchirsi un po'... Però c'è un'altra ragione per la quale la performance del nostro presidente non ci è piaciuta molto. L'aggressività verso un giornalista che stava facendo (molto bene) il suo lavoro. Non era uno di quei giornalisti che si limitano a farsi anticipare dai giudici un po' di carte. No, era un giornalista che aveva lavorato sul campo, fatto un'inchiesta e “beccato” la sua - come dire? - vittima. La minaccia (“chiamo la polizia”) per non rispondere di un comportamento non proprio cristallino, è una cosa molto brutta per il rappresentante della massima istituzione della democrazia italiana. Chiamare la polizia per far star zitti i giornalisti, insomma...

Giovanni P., palermo Commentatore certificato 18.07.12 12:09| 
 |
Rispondi al commento

NAPOLITANO Giorgio

Ha molto da nascondere e da temere il cosiddetto presidente della repubblica italiana. Costui è stato catapultato a primo cittadino della Repubblica italiana non dal popolo italiano ma da un manipolo di squallidi personaggi (fatte le debite eccezioni) molti dei quali pregiudicati, inquisiti e collusi con mafiosi-camorristici e ndranghetisi.
Se non ha nulla di cui preoccuparsi dia il buon esempio ed inciti i PM palermitani ad andare avanti e non si stia a preoccupare se possa o meno crearsi "un precedente pericoloso". Lo faccia se non altro per rispetto ai Giudici Falcone e Borsellino, ai loro familiari ed al Popolo Italiano:
Tre significativi esempi di serietà, onestà e trasparenza:
1°)
Il settimanale “Gli Altri” ha messo on line un video mai apparso in Italia, girato dalla tv tedesca nel 2004 e che riguarda il nostro presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (che non fa una gran figura). Nel video appare un giornalista tedesco che cerca inutilmente di avere chiarimenti da Giorgio Napolitano sul biglietto aereo usato per viaggiare da Roma a Bruxelles, all'epoca nella quale Napolitano era parlamentare europeo. Il giornalista fa notare a Napolitano, appena sceso all'aeroporto di Bruxelles, che il suo biglietto gli è costato 87 euro e che per quel volo ha ricevuto dal Parlamento europeo un rimborso di 800 euro, e gli chiede se i restanti 713 euro li abbia intascati lui e a che titolo. Napolitano risponde in buon inglese ma con pessima educazione, dice al giornalista che non si permetta di fare quelle domande, dice che lui non risponde ai tedeschi, gli dice di rivolgersi al questore della Camera e infine, vista l'insistenza del cronista, lo avverte che chiamerà la polizia per allontanarlo. Diciamo subito che Giorgio Napolitano non ha commesso nessun reato intascando i 713 euro.
SEGUE

Giovanni P., palermo Commentatore certificato 18.07.12 12:03| 
 |
Rispondi al commento

TRADUZIONE: i sudditi non devono sapere!

maria f., udine Commentatore certificato 18.07.12 11:11| 
 |
Rispondi al commento

da giovane ero fascista, poi mi sono travestito da comunista (migliorista) ma sempre fascista sono e lo dimostro!!!

Gian Carlo DAlto 18.07.12 10:59| 
 |
Rispondi al commento

ma va in mona...!

andrea girotto 18.07.12 07:55| 
 |
Rispondi al commento

napoletano tentenna sul dire e non dire.
Ma se davvero vuole la verità, basta che la dica. chi meglio di lui?
Questione risolta in pochi minuti senza stress e senza spese.
Solo la verità.
E che ci vuole, dico io.
P.S.: TaNTO, PRIMA O POI, SALTA FUORI COME UN FUREETTO.

bmq 18.07.12 02:51| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano non pensa che Falcone e Borsellino e scorta morti assassinati per la Nazione lei dovrebbe dare una risposta?

walter p. Commentatore certificato 18.07.12 02:05| 
 |
Rispondi al commento

Della serie: "Se sono pulito io per primo chiedo che i tabulati vengano resi pubblici".
Napolitano non lo ha fatto.
Anzi, fa da spalla affinchè le intercettazioni siano limitate o vietate per tutti i porci e schifosi che si dividono i soldi pubblici.
Napolitano, ai tempi della nomenklatura comunista, non è mai stato un leader.
Era un personaggio di secondo piano, deve solo ringraziare la sua longevità.
Napolitano servo del padrone!
Lurido lacchè, tu non mi rappresenti!
Hai solamente quel tasto destro sulla tua tempia, tipo neo, che invece serve a resettarti.
Vecchio bavoso.
Napolitano, tu non rinuncerai mai alla tua pensione di ex-presidente, neanche in parte.
Ma la povera Clio che ti deve sopportare! Povera donna! Ripulirti dei pannoloni sporchi di merda!
Dalla a lei la pensione.
Vai in casa di riposo, sparisci che fai più bella figura!
Che disgusto, che che conati di vomito, pensando i tuoi precedenti!
Ma lo schifo non ha fine: c' è gente più giovane di te, vedi Dalema, che riesce a fare più schifo di te.
La Severino, ministressa della giustizia, dalla Russia, antica patria a cui hanno creduto tanti tuoi coetanei quando eri giovane, ti rimanda il suo appoggio.
Come siamo scesi in basso...
Napolitano sei ridicolo ed è grazie a te che loro le tenteranno tutte.
Gentaglia come te che li copre.
Ma non passeranno mai!
EVVIVA!
Maurizio

maurizio fontana, cervia Commentatore certificato 18.07.12 01:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma quando un presidente si comporta come uno zar, esattamente come sta facendo Napolitano, il popolo non dovrebbe insorgere?

gianni terzani Commentatore certificato 18.07.12 00:40| 
 |
Rispondi al commento

"si difende" (ma non con soldi suoi) per non trasmettere al suo sucessore una costituzione alterata

NapoletAno sta tirando la volata al nanazzo ? Se penso a B. non intercettabile al Quirinale...

[Vinkam :-) ], Brescia Commentatore certificato 17.07.12 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Chi cita Luigi 'einaudi dovrebbe conoscere anche qeusto suo pensiero: >
Se c'è un Presidente che non deve avere preoccupazioni per ciò che lascia al successore, questo è l'attuale. Infatti difficile immaginare
qualcosa di peggio che firmare leggi anticostituzionali ... Al massimo dovrebbe preoccuparsi per l'immagine che lascerà alla storia ... ma forse nemmeno di quella, difficile immaginare che qualcuno in futuro se ne interessi.


Graziano Priotto, Radolfzell Commentatore certificato 17.07.12 22:00| 
 |
Rispondi al commento

caro presidente devi fare solo una cosa dimetterti ed andare fuori dai coglioni prima possibile e con te portati anche i tuoi amici mafiosi pdl pdmenol e tutto il governo attuale

marco a., marcomarco_ma@libero.it Commentatore certificato 17.07.12 21:11| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del presidente Napolitano e del suo consigliere giuridico D'Ambrosio, tanto sollecito con il signor Mancino quanto indifferente ai diritti dei cittadini italiani "qualunque" vittime di pesanti ingiustizie!!

Ho scritto parecchi commenti su questa vicenda emblematica di negazione della giustizia per errori (uno gravissimo certo e l'altro ancora
piu' grave piu' che probabile) in operazione di routine presso ospedale famoso e molto potente nella totale indifferenza delle istituzioni e del nostro massimo garante!!

Lo stesso Don Gallo mi ha detto di fare appelli per questa vicenda a nome suo ..

Ho tutta la docuemntazione che prova che quello che dico è vero, ivi compresa la richiesta di una vautazione al CSM sull'operato del magistrato,
valutazione che è avvenuta dopo quasi 3 ANNI senza neanche avvertire la famiglia che continuava ad attendere giorno dopo giorno , mese dopo mese.

Solo dopo aver implorato per l'ennesima volta abbiamo saputo che la valutazione era avvenuta 1 ANNO prima ed ancora adesso, dopo quasi 6 anni ,
la famiglia non ha il diritto di sapere quale sia stata!!!

Continuando a far passare i mesi, gli ann, sono riusciti ad arrivare alla prescrizione!!!

E' in atto una petizione internazionale per chiedere chiarezza su questo caso, definito "incredibile" da associazione che tutela i diritti dei malati a latere di altro famosissimo ospedale.

Finora quasi 200 firme da tutto il mondo, America, India, Germania, Francia, italiani pochissimi purtroppo.

Di seguito il link

http://www.thepetitionsite.com/455/320/749/demand-justice-for-my-mothers-mu
rder-im-fighting-for-10-years/

Giro questa domanda per l'ennesima volta ricordando il post "Nessuno deve
essere lasciato solo"

Perche' questa vicenda non interessa nessuno,? Questa indifferenza fa male , non è sufficiente il trattamento disumano di medici e
magistrati???

SE SIETE DACCORDO VOTATE PER FAVORE!"

francesca parodi 17.07.12 20:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono dispiaciuto per tutte quelle persone che stimavano napolitano, fa parte integrale della famiglia.
Non stupitevi se a breve si riparlerà di legge sulle intercessioni con la benedizione di tutti.

PS.Non illudiamoci che la Magistratura é senza peccati!

Nunzio Rizzo 17.07.12 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Fantastico il nostro presidente. Speriamo che il signore ce lo conservi non per uno ma per altri due mandati. Le motivazioni addotte al suo decreto sono geniali a dir poco. Io lo proporrei per il nobel della letteratura e anche del diritto (lo istituiamo per lui).
Ma è normale che una istituzione che si ritiene così al di sopra di tutto possa dare spago a telefonate di personaggi che chiedono i suoi favori? e come mai glieli chiedono? ci sono forse precedenti? Non sarà tradimento della nazione ma presa per il sedere degli italiani sicuramente.

marco c. Commentatore certificato 17.07.12 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Ipotizziamo un presidente della Repubblica italiana che abbia contatti (telefonici e di altro genere) con criminali, camorristi e mafiosi. Adesso perché quel tizio è stato nominato presidente della Repubblica dai partiti, lui non può essere intercettato direttamente dalla magistratura, e le intercettazioni telefoniche indirette non possono essere pubblicate. Ma in che razza di repubblica democratica, civile ed europea viviamo??? Quindi esiste almeno un tizio per il quale la legge è più uguale rispetto agli altri 70'000'000 italiani!!! Questo tizio allora non è un presidente della Repubblica, è un monarca (aveva ragione Beppe Grillo in un altro post)!!! Ma questa situazione è davvero vergognosa!!!

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 17.07.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento

napolitano ha fatto la sua parte, cari ragazzi rendiamoci conto che quando certi personaggi ricoprono certi ruoli scendono a compromessi che il volgo non deve sapere; sono soltanto rammaricato di constatare che un uomo come lui comunista non abbia avuto la schiena diritta come si conveniva in talune, numerose occasioni.
parliamo d'altro....ieri sera tv 7 mentana (sic!)mancino-martelli-arlacchi bel trio se la sono cantata e suonata per imbonire gli italiani che ci credono ancora che non e' successo nulla ... arlacchi poi...megli lasciare perdere
le stragi avvenute in tutti questi anni senza che uno stato degno di tale nome abbia trovato un colpevole stanno li a gridare vendetta a tutti questi ...per usare un eufemismo...ciarlatani.
ambrosoli, borsellino, falcone,questi eroi morti in tempo di pace potevano e possono ancora morire soltanto in italia.
ecco perche' penso che sia utile l'entrata in parlamento del movimento 5 stelle non foss'altro perche' sono maturi i tempi per i rivoluzionari di pace alfine di smuovere questo stagno putrido di ricattati e ricattabili, nemmeno molto intelligenti, si amche questo un'altro dramma di questa nazione manca una classe dirigente tranne qualche rara eccezione degna di tal nome.un caro saluto virgilio

virgilio grassi 17.07.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Chi lo ha scritto è geniale. O molto più probabilmente un prodotto dell'arroganza e ignoranza della attuale classe politica.
Ma come di Grillo, ci vediamo in Parlamento, sarà un piacere. Per tutti gli italiani sarà un piacere aggiungo io. Io voto M5S.

attilio pietrangeli 17.07.12 18:16| 
 |
Rispondi al commento

C'è solo da far venire il voltastomaco al pensiero di essere stati condannati dal destino a nascere e vivere in questo paese, dove ogni iniquità, di qualsiasi genere,trova savalguardia o in assurde e sorpassate guarentigie, o nella inefficienza degli apparati statali, o nella incapacità e disonestà della classe politica, o nella moltitudine degli ignavi e dei collusi, o nei tanti sedativi materiali e spirituali propinati da chi ne ha interesse. Avv. Claudio Cagnoli-L'Aquila

claudio cagnoli 17.07.12 18:15| 
 |
Rispondi al commento

La legge è uguale per tutti. E' scritto a grandi lettere nelle aule giudiziarie.
Ah già , dimenticavo, è uguale per tutti gli Italiani, non per chi li governa!

Carlo Perucca 17.07.12 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano fai del tuo cul trombetta (vai a cagare !).

Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.07.12 17:36| 
 |
Rispondi al commento

attenzione perchè la prossima mossa della "casta" sarà rivedere la legge sulle intercetazioni telefoniche, vedrete che pd, pdl, ecc. saranno tutti d'accordo.

Dario Giovanni Giussani 17.07.12 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Saluti a tutti,la questione è molto semplice,ogni cittadino ha il diritto di sapere che cosa fanno gli uomini di potere :se governare decentemente oppure svolgere funzioni per questioni private.Se si nascondono dietro a leggi,immunità vuol dire che hanno qualcosa da nascondere,che si tratti di mafia oppure no e tutto da verificare e dovranno pagare per i reati a loro attribuiti e accertati.La verità è che bisogna mandarli a casa oggi stesso,devono passare casa per casa e restituire i soldi pubblici che hanno preso ingiustamente sino ad ora e in ultimo esiliarli dal paese,non si può avere 24 condannati in via definitiva in parlamento,questa è la dimostrazione che esiste del marcio e usano le leggi per difendersi.Sono convinto che lo psiconano abbia ceduto le dimissioni perchè sapeva bene che putiferio sarebbe successo e siccome voleva ricandidarsi, non voleva essere ritenuto responsabile del disastro.avrà bisogno per sempre della politica per difendersi.Diciamo basta a questo scempio,a questo uso sporco dei soldi pubblici ha ragione il movimento 5 stelle quando dice:togliamo i soldi dalla politica e questa respira,senza soldi sono finiti!!!!finiti!!!!

Cometti Elvis 17.07.12 17:15| 
 |
Rispondi al commento

- La CASTA c’è e sta con Napolitano -

Se vogliamo scattare una foto che dimostra, oltre ogni ragionevole dubbio, che la nostra classe dirigente è unita e compatta quando si tratta di respingere le inchieste dei magistrati, vediamo le facce di Berlusconi, Bersani, Casini uniti nello sdegno per il “pretestuoso attacco alle prerogative del Presidente della Repubblica”, con la sola ed unica eccezione del povero Di Pietro, ostinato a difendere i magistrati e la loro autonomia.

Senza entrare nel merito giuridico della secretazione o meno delle telefonate intercorse tra Napolitano e l’indagato Mancino, il vero scandalo è che le telefonate vi siano state, a prescindere dal contenuto, e la reazione di Napolitano che chiede alla Corte Costituzionale un parere sulla distruzione di queste intercettazioni sposta di molti mesi la definizione della questione, che facilmente slitterà alla fine del suo mandato presidenziale che scade tra pochi mesi.

Ma se queste intercettazioni non hanno rilevanza penale, o meglio sono basate sul nulla (come afferma il Presidente Napolitano), perché non darne il permesso di pubblicazione e chiudere la questione e i sospetti?

La CASTA che fa quadrato intorno a Napolitano, insieme a tutto l’apparato TV e giornali (con la sola eccezione de “il Fatto Quotidiano”), si allena a compattarsi in vista delle prossime elezioni politiche, che imporranno a PDL, PD, UDC una alleanza politica contro il nemico comune, Beppe Grillo e il suo M5S, che aumenta di spessore e di potenzialità ad ogni arroccamento della CASTA sui suoi privilegi e la sua impunità.
Paolo De Gregorio

paolo de gregorio 17.07.12 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Sembra una supercazzola prematurata

Paolo Andrea 17.07.12 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano.. il nessuno al disopra della legge,e della giustizia!

Mimmo G., cardito (NA) Commentatore certificato 17.07.12 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Vabbè ormai vecchiaccio che non sei altro la pensione te la sei assicurata, tra l'altro con i nostri sacrifici, quindi credo che sia il caso che tu ti tolga dai coglioni !!! Personalmente ne ho le palle piene dei vecchi ladri come te e delle facce da cazzo che ci governano. Tutto ciò è inconcepibile fate pena ma più pena facciamo noi che non muoviamo un dito per mandarvi AFFANCULO !!! Spero solo che il movimento cinque stelle vi prenda a calci nel culo e vi smuova da quelle poltrone da cui non volete proprio scollarvi presidente dei coglioni miei compreso.

manuel morelli 17.07.12 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Non so se ti ricordi di me, ma sono l'ex socio del Gruppo Luigi Serra di Genova, ormai dissolto.
Da esso ho rilevato la SGL Logistica, società di progettazione logistica, e mi sono trasferito a Roma. Insieme a vari amici romani appartenenti alla borghesia benpensante, ma di buona cultura, sto formando un gruppo politico che ha obiettivi vicini ai tuoi, con particolare attenzione al ricambio e alla moralizzazione della classe politica, al ritiro delle truppe di stanza fuori Italia, ma soprattutto al recupero della dignità del cittadino nei confronti della Pubblica Amministrazione: non vogliamo esodare alcun dipendente pubblico, vogliamo solo che siano erogati i servizi cui abbiamo diritto, in modo puntuale e trasparente.
Abbiamo intenzione di formare una lista civica per le prossime elezioni all'interno del tuo Movimento. Quali sono le procedure da seguire?
Grazie per una sollecita risposta.
Paolo Serra

Paolo1 Serra (quo usque tandem), Roma Commentatore certificato 17.07.12 16:14| 
 |
Rispondi al commento

le facessero ascoltare anche a noi queste intercettazioni,a.. no è una prerogativa di Sua Maestà Giorgio ... il difensore della verità,quello che ha sempre ragione e che ha salvato l'Italia...Ma il quirinale che ci costa 235 milioni di euri non sarà il caso di chiuderlo definitivamente?

Michelangelo Bellomo Commentatore certificato 17.07.12 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Presidente, avevo qualche dubbio circa la sua onestà ma, a quanto pare, il tempo mi ha dato ragione.
E lei sarebbe neutrale, al di sopra di ogni sospetto e, il garante della "costituzione"?
Ma mi faccia il piacere!!!!!!!!!!! (il grande Antonio De Curtis si starà rivoltando nella sua tomba).

Giovanni Roberto, Due carrare Commentatore certificato 17.07.12 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Quando la "RAGION DI STATO" coinciderà con la ragione dei cittadini. Il Segreto di Stato viene usato per fare cose che i cittadini non solo non sanno ma che non vogliono. Qualora qualcuno al governo avesse deciso di avviare una trattativa con la mafia, esca allo scoperto e si prenda le sue responsabilità. Secondo me un presidente della repubblica dovrebbe agevolare la legge e non ostacolarla. Viva Movimento 5 Stelle.
Giangiulio Utzeri

Giangiulio Utzeri, Brescia Commentatore certificato 17.07.12 16:04| 
 |
Rispondi al commento

La legge "è uguale" per tutti, o forse no...

Giulio Andreotti
Il 2 maggio 2003 è stato giudicato dalla Corte d'Appello di Palermo per concorso esterno in associazione mafiosa. Assolto in primo grado, il 23 ottobre 1999, fu condannato con sentenza d'Appello. Nell'ultimo grado di giudizio, la II sezione penale della Corte di Cassazione ha citato il concetto di "concreta collaborazione" con esponenti di spicco di Cosa Nostra fino alla primavera del 1980, presente nel Dispositivo di Appello. Il reato commesso è stato considerato estinto per sopravvenuta prescrizione e quindi si è dichiarato il "non doversi procedere" nei confronti di Andreotti.
Se la sentenza definitiva fosse arrivata entro il 20 dicembre 2002 (termine per la prescrizione), Andreotti avrebbe potuto essere condannato in base all'articolo 416, cioè all'associazione "semplice" (poiché quella aggravata di stampo mafioso (416-bis) fu introdotta nel codice penale soltanto nel 1982, grazie ai relatori Virginio Rognoni (Dc) e Pio La Torre (Pci) oppure assolto con formula piena con la conferma della sentenza di primo grado. Fonte Wikipedia

e Morfeo? ...chissà...chissà

Simone S., Roma Commentatore certificato 17.07.12 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano a furia di firmare leggi incostituzionali, leggi ad personam e porcate varie a favore di Berlusconi deve averci preso gusto visto che adesso le firma anche per sè

Nicolass 17.07.12 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Possibile che "il dormiente" ricordi che esiste
una costituzione solo quando gli conviene??????
Chi ha la coscienza pulita non si agita cosi tanto
contro un lavoro che è di normale routine per la magistratura!!!!!!! O No!????...

yuva m., mantova Commentatore certificato 17.07.12 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Ecco cosa ha fatto Hollande in 56 giorni di governo: ha abolito il 100% delle auto blu e le ha messe all’asta; il ricavato va al fondo welfare da distribuire alle regioni con il più alto numero di centri urbani con periferie dissestate. Ha fatto inviare un documento (dodici righe) a tutti gli enti statali dipendenti dall’amministrazione centrale in cui comunicava l’abolizione delle “vetture aziendali” sfidando e insultando provocatoriamente gli alti funzionari, con frasi del tipo “un dirigente che guadagna 650.000 euro all’anno, se non può permettersi il lusso di acquistare una bella vettura con il proprio guadagno meritato, vuol dire che è troppo avaro, o è stupido, o è disonesto. La nazione non ha bisogno di nessuna di queste tre figure”. Touchè. Via con le Peugeot e le Citroen. 345 milioni di euro risparmiati subito, spostati per creare (apertura il 15 agosto 2012) 175 istituti di ricerca scientifica avanzata ad alta tecnologia assumendo 2.560 giovani scienziati disoccupati “per aumentare la competitività e la produttività della nazione”. Ha abolito il concetto di scudo fiscale (definito “socialmente immorale”) e ha emanato un urgente decreto presidenziale stabilendo un’aliquota del 75% di aumento nella tassazione per tutte le famiglie che, al netto, guadagnano più di 5 milioni di euro all’anno. Con quei soldi (rispettando quindi il fiscal compact) senza intaccare il bilancio di un euro ha assunto 59.870 laureati disoccupati, di cui 6.900 dal 1 luglio del 2012, e poi altri 12.500 dal 1 settembre come insegnanti nella pubblica istruzione. Ha sottratto alla Chiesa sovvenzioni statali per il valore di 2,3 miliardi di euro che finanziavano licei privati esclusivi, e ha varato (con quei soldi) un piano per la costruzione di 4.500 asili nido e 3.700 scuole elementari avviando un piano di rilancio degli investimenti nelle infrastrutture nazionali. Ha istituito il “bonus cultura” presidenziale, un dispositivo che consente di pagare tasse zero a chiunque si costituisca co

Paolo Veronese 17.07.12 14:27| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vuoi vedere che, il nostro tanto amato Presidente,ci riserva qualche sorpresa?

Ignazio Virzì 17.07.12 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti spero che scrivendo qua, la mai iniziativa venga presa in considerazione e non archiviata perchè non considerata importante. Vorrei suggerire a tutti quanti di leggere l'articolo su questo sito

http://wiwo.it/ecco-cosa-ha-fatto-hollande-non-parole-fatti-in-56-giorni-di-governo/

Ora la mia domanda è..PERCHE NESSUNO DEI NOSTRI PARLAMENTARI DAL PRIMO ALL'ULTIMO NON PRENDE IN CONSIDERAZIONE LE COSE CHE IL NUOVO PRESIDENTE FRANCESE STA FACENDO???E NON VENGONO NEANCHE PROPOSTE??? GRAZIE

Massimo Lollini 17.07.12 13:10| 
 |
Rispondi al commento

le parole del quiz sono di Luigi Einaudi un gigante confrontato a tutti Voi , e Napolitano è un galantuomo di Presidente !!!

c.i.m.b.r.o. 17.07.12 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON HO MAI VOTATO BERLUSCONI E, NEGLI ULTIMI 30 ANNI AVEVO SEMPRE LETTO LA REPUBBLICA, POI HO SMESSO DA QUANDO QUEL GIORNALE E' DIVENTATO L'ORGAN HOUSE NAPOLITAN-MONTIANO!

EBBENE ADESSO, PERO', ASPETTO UN VIBRANTE E MONITANTE EDITORIALE DI SCALFARI CHE INTIMI A RE GIORGIO DI CHIEDERE LUI STESSO LA PUBBLICAZIONE DELLE INTERCETTAZIONI, TUTTO SULLA BASE DEL POSTULATO CHE LE INTERCETTAZIONI DELLE PERSONE PERBENE NON POSSONO MAI RIPORTARE NULLA DI MALE...

EUGENIO, DAI CHE STO ASPETTANDO!

INVECE, IL PRESIDENTE (MA GUARDA UN PO'), SOLLEVA IL CONFLITTO DI ATTRIBUZIONE, NON PER SE STESSO, MA PER LASCIARE INTATTE AL SUO SUCCESSORE LE COSTITUZIONALI PREROGATIVE PRESIDENZIALI.

MA NON SARA' CHE CI STA PRENDENDO PER IL CULO?

Nunzio 17.07.12 13:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

LA LEGGE E' UGUALI PER TUTTI....ma non tutti siamo uguali.

Laureato in GIURISPRUDENZA.

Daniele ., Roma Commentatore certificato 17.07.12 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Dai, che arriva un'onda che spazzerà via tutti questi sepolcri imbiancati, hanno pauraaaaa!! Complimenti comunque al coraggio del Presidente,per le forti e terribili parole del comunicato; mi immagino - anzi no, non ci si sarebbe mai trovato - Pertini in una situazione del genere, come avrebbe affrontato la cosa, non certo nascondendosi pavidamente dietro un muro di politichese, che schifo!

Andrea P. Commentatore certificato 17.07.12 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Dal film "Gli Onorevoli"... buona visione

http://www.youtube.com/watch?feature=endscreen&v=hTC0gdQAsTI&NR=1

Marco A., Pavia Commentatore certificato 17.07.12 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Quello scritto dal Quirinale è un periodo talmente arzigogolato che, specie per faccende del genere, sicuramente non aiuta il popolo SOVRANO a capire le cose. Tutte le Istituzioni dovrebbero ricordare l'art. 1 della Costituzione e chiarire al popolo, fatto di comuni cittadini, che diamine vanno combinando dalla mattina alla sera (includo la notte, sennò qualcuno può inciuciare in tale periodo).

Giuseppe P. Commentatore certificato 17.07.12 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Il contenuto del comunicato della Presidenza della Repubblica?
Senza nulla togliere a Totò e Peppino, è molto più chiaro e limpido quello del ns Ill.mo Presidente e del Suo Consigliere

http://www.youtube.com/watch?v=SzrEfkjdzgw

PS:
mi duole questo paragone e chiedo scusa, fin da ora a familiari, estimatori del duo comico... non quello attuale... quello di 60 anni fa, per l'irrispettoso paragone, comunque... buon divertimento.

Marco A., Pavia Commentatore certificato 17.07.12 12:19| 
 |
Rispondi al commento

L'ultimo capo di Cosa Nostra, il latitante Matteo Messina Denaro, ha letto il decreto con il quale il Colle ha sollevato il conflitto di attribuzioni ed ha subito dato disposizione ai suoi: d'ora innanzi quando riceverà telefonate un suo accolito, alzando la cornetta, dovrà rispondere "Qui è la sede del Presidente della Repubblica, vi passo il Presidente".
Il latitante, confortato da una prossima sentenza della Corte Costituzionale, potrà parlare liberamente sapendo che l'agente che dovesse stare all'ascolto di colui che gli ha telefonato, al solo udire il nome del Presidente della Repubblica, dovrà interrompere immediatamente l'intercettazione e ... asciugarsi il sudore dalla fronte per il pericolo cui è andato incontro!
Prima era Berlusconi a far ridere il mondo, ora il livello si è alzato!
Siamo buoni solo per quelle barzellette che iniziano con "C'era un italiano, un francese ed un tedesco ..."

giuseppe levante 17.07.12 12:12| 
 |
Rispondi al commento

"IL NARCO-BOSS SERBO METTE UNA TAGLIA SUI VERTICI DELLO STATO
Il boss è in fuga, dicono che in Sudafrica, dove gode della protezione della mafia locale e di poliziotti corrotti. Ma la distanza non gli impedisce di tenere in scacco i vertici del mondo politico serbo. Darko Saric, narcotrafficante super-ricercato dall’Interpol, avrebbe messo una taglia da dieci milioni di euro sulla testa dell’ex presidente della Repubblica Boris Tadic e di altre cinque altissime personalità di Belgrado..."

UNA TAGLIA SUI MAGISTRATI DI PALERMO
NON CI HAI ANCORA PENSATO A QUESTO NAPOLITA' ???
IN UNO STATO GOVERNATO DALLA MIAFIA IN PIENA REGOLA COME IL NOSTRO, CI STA...

Stefania .. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.07.12 12:04| 
 |
Rispondi al commento

altro che insulti meriteresti,
napolitano di merda....


in galera
assassini e amici di assassini

Stefania .. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.07.12 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Stinmerd ci 6? ce la fai? sei connesso ?

Pietro T. Commentatore certificato 17.07.12 11:23| 
 |
Rispondi al commento

L'intercettato era Mancino!!!!

inoltre signor presidente dello s-fascio nazionale, sappia che il popolo ha diritto di conoscere la VERITA'. IL POPOLO E' SOVRANO.
VOI POLITICI SIETE LI' A RAPPRESENTARE IL POPOLO.
E si rilegga subito la costituzione prima che, con il suo colpevole concorso, venga stravolta dai DELINQUENTI che siedono in parlamento

Raffaele Muraglia, Diano Castello (IM) Commentatore certificato 17.07.12 11:17| 
 |
Rispondi al commento

x LUX LUCI che da una vita ci assilla con le sue assurdità:
Credo alla tua "democrazia diretta". Ci credo.
Come credo anche alla Befana, a Babbo natale, alle Urì, al Paradiso, alla reincarnazione,....
Ma sopratutto credo al fatto che la gente sia disposta a rinunciare a mangiare, a lavorare, a pisciare e chiavare a dormire ed a fare qualunque attività nelle 24 ore per 365 giorni all'anno per tutta la vita e stare attaccata al blog per informarsi, adeguarsi, prepararsi tecnicamente, discutere e votare in una incombente "democrazia diretta" che dovrà produrre tutte le Regole, Norme, Leggi, Statuti, Vincoli, Organizzazioni, ecc., ... ecc., ... necessari al normale quotidiano funzionamento di Stato, Regioni, Comuni, Enti, ASL, Partecipate, Municipalizzate, Forze Armate, Polizia, Carabinieri, Finanza, Vigili Urbani, Guardie forestali, Programmi scolastici, Asili nido, rapporti con il Vaticano, l'Europa, tutti gli altri Stati, ...., ecc., ... ecc., ....
Tutto con la "democrazia diretta !!!!
Ma va a cagare !!!

CARLO ALBERTO BONESI, ROMA Commentatore certificato 17.07.12 11:13| 
 |
Rispondi al commento

E' come se io incaricassi Franzo Grande Stevens, tanto paga pantalone.....

adriano fontanot 17.07.12 11:06| 
 |
Rispondi al commento

AI SIGNORI GIUDICI
DELLE PROCURE DI PALERMO, CALTANISSETTA, MESSINA, ECC., ...
Noi piccoli cittadini onesti di questa martoriata repubblica nella quale da 60 anni si susseguono stragi, depistaggi, infiltrazioni mafiose, collusioni, fiancheggiamenti, .....
Noi piccoli cittadini onesti che non abbiamo la forza e la costanza ed il coraggio e l'abnegazione che avete voi, ....
Noi piccoli cittadini onesti che non abbiamo la capacità, l'autorità, la voce per farci sentire .....
Noi,
VI RINGRAZIAMO
perchè solo nel vostro operato e nel vostro sacrificio che anch'esso dura da 60 anni vediamo l'unica luce di una speranza per i nostri figli.

CARLO ALBERTO BONESI, ROMA Commentatore certificato 17.07.12 10:57| 
 |
Rispondi al commento

siamo tutti della stessa specie, ma a noi è toccato il ruolo di umanità e a loro quello di uomini.
In tempi lunghissimi l'umanità cambia la storia, e lo fa a livello inconsapevole; nei tempi brevi è il potere o contropotere che la cambia (i cosidetti uomini), e sono cosi furbi da rinunciare alla paternita del cambiamento, facendolo passare per conquiste del popolo (umanità).
Quale rispetto possiamo pretendere se dimostriamo una enorme incapacita di analisi di fronte a ovvieta colossali di questo tipo?

c. buttazzo 17.07.12 10:55| 
 |
Rispondi al commento

VERA DEMOCRAZIA: DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATA! QUANDO UNA PIATTAFORMA WEB CHE NE RENDA POSSIBILE L’ ESERCIZIO NEL NOSTRO PAESE?

Credo che molti dei mali del nostro Paese derivino anche da una relativa assenza di Democrazia reale. Intendiamoci, ci sono Paesi in cui le cose vanno anche peggio … Quello che intendo dire è che la Democrazia così come l’ abbiamo conosciuta fino ad ora, ovvero quella delegata, che passa attraverso gli eletti e i partiti, non funziona più (ammesso, con riserve, che abbia funzionato almeno in parte in passato …). Grazie alle tecnologie digitali attuali, e a internet, oggi è possibile una Democrazia Diretta e Partecipata, intesa come Governo diretto del Popolo e del Cittadino, senza interposte Persone! Potersi esprimere individualmente senza intermediari in un’ Agorà digitale, sia a livello della proposizione e formulazione di proposte, (verificandone magari l’ interesse anche tramite bacheche elettroniche e sondaggi preliminari), che della loro elaborazione collettiva poi, e sia a livello della decisione finale a maggioranza (promulgazione di leggi finali). L’ invito è quello di approntare in tempi brevissimi una piattaforma web operativa sia a livello locale, regionale, e anche a livello nazionale per l’ esercizio della “Democrazia diretta e partecipata”.

NON BISOGNA PERDERE ALTRO TEMPO! CI VUOLE UN GRUPPO DI INFORMATICI ADERENTI AL “MOVIMENTO 5 STELLE”, POSSIBILMENTE, CHE SI FACCIA CARICO DI QUESTO PROGETTO!

http://liquidfeedback.org/

Lux Luci 17.07.12 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma questo signore lo sa che di fronte a situazioni simili di solito ci si dimette???(vedi:Formigoni)

Guido Tarantino, Genova Commentatore certificato 17.07.12 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Salve.Da ben 14 mesi sto vivendo una situazione 'paranornale -dibolica'non so piu' che fare mi sento perseguitata da uno stato che non tutela il cittadino!una Procura corrotta!!!!!mio padre 90 enne dovra' morire in una casa di riposo senza che io possa fare nulla!anche se sono l'unica figlia e parente!un amministratore di sostegno che ha solo interesse di approprirsi dei beni di famiglia e dei miei.Codesta persona e' ben conosciuta in Como e nessuno ha il coraggio di parlare!!!!!!mi sono trovata con due contii di mio padre bloccati perche' questo individuo voleva portar via il danaro di mio padre e trasferirlo presso un'altra banca.....mi denunciano di aver plagiato mio padre,essermi incamerata gli affitti dei suoi inquilini...tutto e di piu' idem gli enti sociali di Como che io abbia problemi psichiatrici dopo aver cambiato diversi legali ieri prendo atto che questo Carmelo Catania ammministratore di sostegno ha deciso di liquidare la societa' sta operando illecitamente !penso che dopo la morte di mio padre mireranno a farmi passare per pazza!!siamo un paese allo scatafascio dove nessuno parla mai di questw figure tutelate dalla procura amministratori di sostegno che vengono nominati dai tribunale moltissime volte per arricchirsi alle spalle di coloro che hanno sempre lavorato ed hanno risparmi e immobili!!!!!!!!!!!se potete aiutarmi !ormai sono 14 mesi!!!!!vogliono persino impugnare il testamento di mia zia!non posso protestare ne parlare perseguitano a dirmi avvocati io sono stanca di subire!!!!!!!oltre aver speso 100 mila euro circa per i miei cari mi trovo con il mio conto sequestrato a questo punto non so come uscire da questo marasma mi chiamo Auguadro Giuseppina risiedo in Como.Chiedo aiuto !!!!!!!domani potrebbe accadere anche a VOi!!!!!!!!svegliamoci!!!!!!!!!!stiamo subendo tutti in maniera diversa si sono arrichiti alle nsotre spalle ed hanno messo in ginocchio il nostro paese e noi alla fame!!!!!!!!!!!!!Ringrazio .

Giuseppina Auguadro 17.07.12 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CERTO, "non basta fare festa, urlare,
predicare,insultare,...."
Ma non basta neppure darsi al volontariato come fai tu.
Bisogna anche ragionare, e distinguere e separare il buono dal cattivo, e, se serve, combattere.
Combattere per far prevelere le poche idee buone sulle tante idee sbagliate ...
Combattere, se serve, anche fisicamente per la Libertà.
Come sta chiaramente scritto nella Costituzione della Repubblica, nata dalla Resistenza e dalla Lotta Partigiana.

CARLO ALBERTO BONESI, ROMA Commentatore certificato 17.07.12 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Credo che il comportamento di Napolitano sia totalmente censurabile. Se fosse tutto chiaro dovrebbe essere Lui stesso a far pubblicare le intercettazioni per dimostrare la Sua totale trasparenza. Non dimentichiamo che le telefonate potrebbero fare chiarezza, e quindi essere usate contro Mancino e totalmente e doverosamente ignorate per gli eventuali coinvolgimenti di Napolitano in quanto Presidente della Repubblica.

ROBERTO B., MILANO Commentatore certificato 17.07.12 10:39| 
 |
Rispondi al commento

La Costituzione dice:
LA SOVRANITA' E' DEL POPOLO.
ed io voglio, voglio, voglio, che sia così.

CARLO ALBERTO BONESI, ROMA Commentatore certificato 17.07.12 10:35| 
 |
Rispondi al commento

ma la legge non è uguale per tutti?
anche lui alla pari della sua categoria!

roberto gazzola 17.07.12 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Forse si è capito per quale motivo il presidente della Repubblica ha fatto passare ogni capriccio di B. Il dossier da parte dei "formichieri" Sallusti Feltri Belpietro saranno stati pronti per la pubblicazione per tutto questo tempo!!!!

Christian L., Genova Commentatore certificato 17.07.12 10:01| 
 |
Rispondi al commento

GIA' !!! QUESTO E' IL PUNTO.
Perchè, se Mancino, privato cittadino intercettato dalla Procura di Palermo che niente dovrebbe avere a che fare con la Presidenza delle Repubblica (provate, voi, a telefonare al Presidente e ditemi se ci riuscite !!)proprio perchè indagato, telefona Proprio al Presidente in merito al tema del suo (di Mancino) coinvolgimento delle indagini,
ben sapendo - il Presidente - che questo comportamento è sospetto ed ai limiti della legalità, non è stato lui stesso (Napolitano) il primo ad avvisare la Procura di Palermo ????
Perchè il Presidente della Repubblica, sapendo che, se gli telefona un cittadino indagato è questo cittadino che macchia ed infanga l'onorabilità della Carica Istituzionale, non ha immediatamente sbattuto il telefono in faccia a Mancino (bastava dire al "filtro" di non passare la telefonata con una scusa qualsiasi) e non hya, lui per primo, avvertito le autorità inquirenti?
A me, pare che sia proprio il comportamento di Napolitano ad essere addirittura doppiamente e reiteratamente equivoco ed offensivo della carica istituzionale che rappresenta.

CARLO ALBERTO BONESI, ROMA Commentatore certificato 17.07.12 09:54| 
 |
Rispondi al commento

http://www.cefalunews.info/0_2014/b_lettere.asp?id=23797#alto

Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione (in particolare quella di Grillo) su quanto da me scritto al link che allego sopra. Partendo dalla festa della Bastiglia e da Vittorio Sgarbi. Ho ben descritto la "Rivoluzione" delle "5 stelle" ?

germano maniscalco 17.07.12 09:50| 
 |
Rispondi al commento

mio caro presidente napolitano mi occorre e non posso permettermelo un avvocato perchè voglio denunciare tutti coloro che hanno derubato mio malgrado la mia vita coinvolgendo me la mia vita in ciò che oggi non sono spingendo migliaia di persone a emigrare caro presidente non trovo più la mia identità si domanderà cosa centra tutto ciò con la sua cazzo d'intercettazione centra,centra ,perchè lei mio presidente s'è come credo colluso lei dovrà dare conto di tutto ciò ch'è successo attrverso la collusione causa della mia identità perduta perchè oggi dopo 40 anni di piemonte non mi sento ne calabrese ne piemontese oer questo voglio sapere cosa vi siete detti .

giovanni quattrone 17.07.12 09:48| 
 |
Rispondi al commento

quando Roma prese fuoco per un trastullo di Nerone, lui si dilettava a suonare e gustava lo spettacolo delle fiamme e la gente che scappava.
Questi si ritengono intoccabili, fuori della legge, sopra la legge.
Gente della sua età sta bene in un ospizio assieme ai malati di Halzaimer, con tutto il rispetto per i malati veri però.
Certa gente siede su scranni da troppi lustri ed è evidente la commistione con figuri di tutti i tipi e poi hanno l'immunità che i difende da tutto.
Loro non rappresentano l'italia o gli italiani; loro sono il potere, rappresentano in italia il potere di gruppi forti che gestiscono tutto.
L'impichment va inserito in costituzione a tutela del popolo che lavora e paga per mantenerli.
Innocenti? bene e meglio per tutti
colpevoli? galera e lavorare per pagare i danni.
......
.....
parlamento e quirinale sarebbero semideserti!

nicolarigon 17.07.12 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Ovviamente questi segaioli mentali contorti e in malafede ogni tanto sbarellano, ma stiamo pur tranquilli che non fanno mai nulla a caso. Intanto mettono le mani avanti, persino contro le procure, evidentemente non sempre gli sta bene rispettare la giustizia...

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 17.07.12 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Il Presidente della Repubblica ha ragione nel difendere la sua non intercettabilità; peccato però che ad essere intercettato sia stato un suo collaboratore, per giunta in maniera non voluta, per fatti su cui non ci possono essere reticenze o omissioni, ma su cui tutti gli Italiani hanno l'obbligo civile e morale di raccontare ogni minimo dettaglio al magistrato che sta indagando per l'accertamento della verità. Non so cosa il Presidente possa conoscere sulla vicenda ma io al suo posto mi sarei recato spontaneamente dal magistrato per aiutarlo nella difficile indagine in corso, anche se non fossi a conoscenza di nulla di rilevante.
Gli italiani hanno il diritto di conoscere la storia vera di questo paese e i politici che ci hanno governato hanno il dovere di raccontarla.

Gennaro Cafro 17.07.12 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Il commento criptato (che sia un messaggio trasversale di stampo simil-mafioso?)di nonno Giorgio è, a ben vedere, del tutto incompresibile. Vebbè, sono ignorante, lo riconosco. Attendo lumi e luce da chi è più dotato di me. Grazie.

NULLA CAMBIA 17.07.12 09:14| 
 |
Rispondi al commento

napo segue le raccomandazioni di un suo predecessore ... e se lo sceglie monarchico, liberista e vigliacco, (mentre i partigiani combattevano per la liberazione si esiliava in Svizzera!!!)
l'arroganza di questa gente, che è l'arroganza del potere, è ormai intollerabile è ora di cacciarli

francesca putini 17.07.12 09:08| 
 |
Rispondi al commento

E se invece.....
Sapete...conoscendo il soggetto italico...sto pensando una cosa...
Tanto caos per queste telefonate da distruggere...poi saltano fuori..e veramente non si sono detti niente di che...tra l'altro sicuramente non rilevanti penalmente, altrimenti i pm avrebbero fatto qualcosa.
Tutti i megafoni di regime pronti a dire: non c'era nulla, napolitano pulito ecc....
E il popolo italiano..a dimenticare le intercettazioni, penalmente rilevanti, riguardanti la trattativa...che cadranno nel nulla...visto che l'opinione pubblica in pace con se stessa per avere saputo che il loro rappresentante era un angelo puro...quando strozzeranno le indagini nemmeno se ne accorgerà....

Aldo M. Commentatore certificato 17.07.12 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè pensare ancora alle intercettazioni non pensano a fare qualcosa per un paese che si sta facendo raggiungere dai paesi del terzo mondo? Perchè non pensano alle scuole dalle quali la gente esce ignorante e continua a votare persone come queste? Quando cambierà questo paese? Spero che noi italiani avremo la nostra occasione di cambiare tutto e spero che non sia un fallimento. Se a me venisse detto "ti stanno" intercettando io risponderei hanno voglia tanto non c'e' niente di interessante da ascoltare, non me ne andrei dall'avvocato, anche perchè COSTA !!!!

Andrea Ortis 17.07.12 08:45| 
 |
Rispondi al commento

Gravissima la sua "scelta" nei tempi e nei modi.....in occasione dell'anniversario per i 20 anni dalle stragi....

....l'importante pero' per lei .....e' aver FESTEGGIATO COME DA COPIONE.....I 150 ANNI DELLA RIUNIFICAZIONE DELLA NAZIONE !

Complimenti !

Francesco I., Catania Commentatore certificato 17.07.12 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Illustrissimo Sig. Presidente, La invito a chiedere all'Avvocato Generale dello Stato di diffonfere in rete le intercettazioni che la riguardano.
...E' l' unica cosa che puo' fare !

marco sinibaldi 17.07.12 08:02| 
 |
Rispondi al commento

per quale motivo sto pensando che tutto questo ambaradam del Quirinale sia una losca manovra dello psiconano che come un burattinaio sta muovendo i fili di burattini... forse inconsapevoli ?? Sappiamo che una delle sue ambizioni è quella di andare al Quirinale e sappiamo pure che una delle sue "ossessioni" principali sono le intercettazioni telefoniche. Se il problema gli viene risolto oggi da Napolitano non ce l'avrà più lui domani, ma soprattutto non lo dovrà porre lui alla corte Costituzionale che gli risponderebbe in ben altro modo rispetto a come risponderà a Napolitano!! La trovo una manovra molto astuta. Tra le altre cose , alle prossime politiche del 2013 magari non riuscirà a farsi eleggere Presidente del Consiglio un altra volta ma visto che il Presidente della Repubblica viene eletto dalle due Camere in seduta comune , nulla gli vieta di regalare 1 milione di euro ad ogni deputato e ad ogni senatore per raggiungere il suo scopo. Se doveva essere eletto dal popolo direttamente il quesito non se lo poneva nemmeno ma visto che lo debbono eleggere i 945 "amici suoi" in seduta comune , avrà pensato : "La cosa si può fare.....forse!" - Poi dicono che lo spread sale a 500. Mettendosi nei panni della Merkel che è stata trattata da questo pagliaccio come è stata trattata, penso che in queste ore - dopo la notizia della "scesa in campo" - si starà incazzando di brutto anche con Monti e Napolitano e probabilmente dietro la salita di questo spread ed i declassamenti di Modddy's c'è dietro qualche suo emissario od emissario della Banca Centrale Europea (che è come dire la stessa cosa che la Germania). Come è possibile che non capiscono o fanno finta di non capire questi meccanismi ?? La tedesca ce l'ha a morte con lo psiconano dopo che s'è sentita dare della "culona" e quant'altro; quella è gente abituata con altri livelli di dignità e di senso dell'onore. Per loro è inconcepibile che un parlamentare possa usare quel linguaggio ,figurarsi un Presidente del Consiglio.

Mario 17.07.12 07:21| 
 |
Rispondi al commento

......... impeachment

Leonardo Massimo Muci 17.07.12 06:50| 
 |
Rispondi al commento

carcere militare per chi autorizza intercettazioni del presidente e non tutela la riservatezza.
gianni roma

gianni piovano, roma Commentatore certificato 17.07.12 06:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma dove vive...uno che scrive cosi ?

Madonna che robe...

A Mancino ha pestato una bovazza...

Lo hanno sagmmato

Piu fanno caos per pararsi, piu esplodono da soli


Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 17.07.12 03:24| 
 |
Rispondi al commento

ma chè e' ?

na stracazzola Junk ?


Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 17.07.12 03:13| 
 |
Rispondi al commento

...Che cos'ha detto Mr Napolitano?! Qualcuno me lo potrebbe tradurre in linguaggio spicciolo...inammissibile!! Parli come magnamo Presidente, cosi' la capiamo tutti, o forse non farsi capire e' proprio quello che vuole?! S.v.

Loris Contro 17.07.12 02:28| 
 |
Rispondi al commento

"...accada o sembri accadere..."
=
"...nel dubbio, mi paro il qlo... " ?

Giuliano R. Commentatore certificato 17.07.12 02:10| 
 |
Rispondi al commento

"Quando un governo non fa ciò che vuole
il Popolo, va cacciato via con mazze e pietre. "

( SANDRO PERTINI )

franco f. Commentatore certificato 17.07.12 01:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

La classe politica Italiana da prova ogni giorno della propria inettitudine. l'unico scopo delle loro azioni è quello di arricchirsi coi soldi pubblici. E' ora di chiamarli col loro nome: ladri,criminali, delinquenti. questa categoria di gente deve essere messa in galera non a "rovinare" governare una nazione ! ! !

alberto chiapponi 17.07.12 01:12| 
 |
Rispondi al commento

Se un giorno dovesse andare in galera Napisan, giuro che vado a portargli i pannoloni!

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.07.12 01:10| 
 |
Rispondi al commento

ALLUCINANRE! COSA DA TSO PER SOPRAGGIUNTA DEMENZA!

Praticamente si schiera contro la legge fatta e già in vigore...

Se si dice che la legge è uguale per tutti...per lui allora non vale?

Il popolo deve combattere per la sua legge come per le mura della città. (Eraclito)
... quanto tempo è passato?

3mendo 17.07.12 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Beh volendo esiste un software che traduce il politichese.

ivan ortu 17.07.12 00:34| 
 |
Rispondi al commento

UN PERSONAGGIO INQUIETANTE FORSE PIU' DI ALTRI.

Il giorno che L' Italia ha alzato la coppa del mondo nel 2006 tu c'eri e hai rovinato la festa!
Non volevamo te ma qualcun altro!
Sembravi insignificante, esile, senza voce, praticamente gia al reparto Geriatrico del Quirinale!

Invece ci sbagliavamo di grosso.

Altro che decrepito, rappresenti il peggior Presidente della piu' inutile carica della Stato (tranne Pertini naturalmente).

Zitto-zitto quatto-quatto ti sei appropriato di tutto!
Stai depredando la liberta' degli Italiani!
Hai affrancato la tua foto sulla costituzione e la impugni come un documento d'identita!
Non hai responsabilita', perche' non difendi il tuo popolo!

Chi sei realmente?
Il miglior arbitro di una partita scaduta.
Il maitre di banchetti dove i cittadini non verranno mai invitati!

Resti a piagnucololare come un coccodrillo, davanti ad un passato che non c'e piu'.

Forse ritieni che gli Italiani debbano pagarti un debito di ricoscienza x la vecchiaia.
Sei solo un finto sordo, che non sa ascoltare.
Il boia di una drammatica sentenza in cui sprofonderanno i tuoi fratelli d'Italia.

Cosa stai facendo al tuo paese?

Fra un po scoppiera' il finimondo ma tu invece..
Ah, dimenticavo...il boom lo hai sentito negli anni 60!

Rinchiuso dentro la tua Bocciofila d'oro, aspetteraio qualcuno che giochi a briscola con te!
Ma con dispiacere, saranno gia scappati tutti, e tu attraccato alla tua sedia dirai:

>

Bravo presidente, ti voglio tanto bene, perche ci metti tanta tenerezza!

Ma ricorda bene..
La storia corre veloce e di te non ci sara' traccia, come del resto dei tuoi zerbini!

alex r., torino Commentatore certificato 17.07.12 00:26| 
 |
Rispondi al commento

Dal Colle si apprende che Napolitano ha sollevato il conflitto di attribuzioni per “evitare si pongano, nel suo silenzio o nella inammissibile sua ignoranza dell’occorso, precedenti, grazie ai quali accada o sembri accadere che egli non trasmetta al suo successore immuni da qualsiasi incrinatura le facoltà che la Costituzione gli attribuisce”.
Peccato che Napolitano non si è preoccupato del fatto che trasmetterà al suo successore, completamente incrinata, la facoltà attribuita dall’art. 74 della Costituzione al Presidente della Repubblica che, con messaggio motivato alle Camere, può rifiutare di firmare una legge e chiedere, su di essa, una nuova deliberazione.
Sarà difficile dimenticare che Napolitano ha firmato tutte le leggi vergogna del Governo Berlusconi sostenendo che, altrimenti, sarebbe stato costretto a firmarle dopo la loro riproposizione!
Napolitano, inoltre, trasmetterà al suo successore la … facoltà di censurare la stampa (vedi Il Fatto) in spregio all’art. 21 della Costituzione e di irridere e sminuire la forza di un partito (vedi M5S) contro quanto stabilito dalla stessa Costituzione nell’art. 49!!!
Per difenderlo si richiama l’art. 90 della Costituzione e l’art. 7 della legge n.219/89, ma la prima afferma che il Presidente non è responsabile degli atti compiti nell’esercizio delle sue funzioni e la seconda stabilisce che nei confronti del Presidente non possono essere adottati provvedimenti che dispongono intercettazioni telefoniche, ovvero perquisizioni personali o domiciliari, nonché quelli che applicano misure cautelari limitative della libertà personale nei confronti degli inquisiti.
Che ci entra, quindi, il conflitto di attribuzioni in una intercettazione disposta nei confronti del privato cittadino Mancino?

giuseppe levante 17.07.12 00:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che anima pura e pia....lo fa per il suo successore....che esempio di sacrificio e di carità cristiana...ecci appunto la carità dovrebbe andare ad elemosinare ...lui e la banda del parlamento accompagnato anche dai nobili senatori....

domenico condello 17.07.12 00:23| 
 |
Rispondi al commento

politica terroniana

roberto carboni 17.07.12 00:11| 
 |
Rispondi al commento

il boom del M5S napolitano continua a non sentirlo

tiano mario Commentatore certificato 17.07.12 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Della serie: Intercettate chi volete ma non azzardatevi ad intercettare ME, neanche per sbaglio! Ma Napolitano pensa che siamo tutti dei deficienti o cosa? Alla faccia di un ipotetico " Io non ho e non avrò mai nulla da nascondere." Quali sono le sue prerogative, i suoi diritti? Forse che, in uno stato democratico, non dovrebbero essere identici a quelli di ogni comune cittadino? Scusate, ho scritto una stronzata! Allons enfants d'la Patrie..........

ilbob Cinquantotto Commentatore certificato 17.07.12 00:03| 
 |
Rispondi al commento

Ha marcato il suo territorio come un cane ringhioso.
Ma ha perso in lucidità, Sta facendo la fine di Cossiga. Un altro che piuttosto che mollare la presa trascina nella polvere le istituzioni che dice di voler difendere.
Lancia messaggi subliminali in perfetto stile KGB.
Se questa non è una coincidenza...

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 23:56| 
 |
Rispondi al commento

DOBBIAMO STACCARGLI LA SPINA!

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 16.07.12 23:44| 
 |
Rispondi al commento

Cazzo che supercazzola

Nico provvedi 16.07.12 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Bonsoir,
Egregio Presidente della Repubblica si vergogni.
Lei ha offeso la coscienza degli italiani onesti, degli uomini e donne morti per la libertà,morti per aver lottato contro le mafie.
E' uno dei giorni più tristi per la Repubblica Italiana.
Si vergogni,e si vergogni ancora di più perché lei ha diretto per lunghissimi anni in un partito il partito comunista italiano che tanto ha fatto per la libertà e per la democrazia.
Lei non é degno di dire che viene da quel partito.
Il partito di Gramsci,di Berlinguer,di Pio La Torre,di Guido Rossa.Il partito della resistenza contro la dittatura fascista.
Lei Presidente della Repubblica,dovrebbe semplicemente vergognarsi.
Renda pubblici i colloqui con Nicola Mancino. Lei dovrebbe andare alla Procura della Repubblica di Palermo,e dire cosa vi siete detti,cosa le ha chiesto il Signor Mancino Nicola.
Lei questo dovrebbe fare.
Altro che conflitto di attribuzione,altro che coordindamento delle procure.
Lei avrebbe dovuto fare come nel film il Giudice ragazzino.Non stringere la mano ai mafiosi.Se uno le chiede un favore,lei lo deve denunciare alla magistratura.
Questo deve fare un sincero democratico.
Arrivederci mio caro Presidente della Repubblica.

Saluti

ANTONIO B., Latina Commentatore certificato 16.07.12 23:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se la magistratura fosse autorevole non ci sarebbero di questi problemi ma purtroppo la magistratura italiana è autoritaria ma non autorevole.


Padre amorth dice che, almeno per quel che riguarda roma, è molto corrotta ma è una sua opinione personale o è anche la vostra?

clicca su URL al minuto 15

san paolo 16.07.12 23:18| 
 |
Rispondi al commento

modificare costituzione appena possibile e abolire il segreto di stato.
beppe for president

giuseppe p., alghero Commentatore certificato 16.07.12 23:15| 
 |
Rispondi al commento

mette in pratica quel che ha detto monti quando si comunica con la plebaglia bisogna sbalordirla con paroloni tecnici cercando di farla sentire inutile perchè non capisce un tubo e così facendo se ne starà zitta in disparte lontana dalla politica, per nostra fortuna le cose stanno cambiando grazie al movimento

daniela zinetti 16.07.12 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Dal punto di vista tecnico, credo che le intercettazioni che anche in modo indiretto coinvolgano il Presidente della Repubblica, siano da stralciare a prescindere dal loro contenuto.
Detto ciò, mi chiedo se all'interno di un moderno stato democratico, possano esistere delle figure "intoccabili", tenuto presente che il presidente italiano non viene eletto dal Popolo.

Giovanni R., Reggio Emilia Commentatore certificato 16.07.12 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Per me la chiave sta tutta nelle parole del passaggio delle prerogative del Colle al successore
intonse.
Il successore sarà Berlusconi, il quale sa che stanno andando a dama le indagini sull'attentato a Borsellino e ne teme le conseguenze, quindi per salvare le chiappe alla classe politica deve andare al Quirinale, avvisando le procure che non possono toccarlo pena l'esplosione del sistema, italiano ed atlantico.
La coalizione che lo porterà al Colle è pronta, PDL, Lega, UDC ed ala cattolica del PD guidata da Renzi, che probabilmente sarà il primo ministro di Silvio e suo erede.
Il tutto mentre il PD si scioglierà come neve al sole, i dalemiani raggiungeranno i fratelli craxiani nella nuova Forza Mafia rubando tutti assieme appassionatamente, e Bersani lascerà a Vendola le macerie della sinistra, mentre la bancarotta seguirà le elezioni di poche settimane, ma tanto Silvio è pronto a governare sulle macerie della liretta, basta che gli portano le ragazzine per il bunga bunga al Quirinale.

mario genovesi 16.07.12 23:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi ho definitivamente ripudiato la mia militanza e i miei ideali di sinistra. Il piu' grande traditore della sinistra e' uscito allo scoperto, beccato con il sorcio in bocca. Il garante della casta e della mafia ha il TERRORE che vengano pubblicate le intercettazioni !!! Pensate quello che puo' aver detto questo uomo falso come un biglietto da 25 euro !!!!
Pensano che i cittadini siano gonzi e si bevano tutto quello che dice la Rai, Mediaset e La Repubblica. Continuiamo a boicottare questi servi
del piu' deleterio presidente della Repubblica che sia mai esistito.

Maurizio Lattanzi 16.07.12 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se parla come mangia sto presidente mi sa che si mangia delle grandi schifezze.Non si capisce nulla di quello che ha detto,ci credo che in Italia tutto è così complesso.

IDA PASSUCCI, BERGAMO Commentatore certificato 16.07.12 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Pensavo fosse uno scherzo nella forma e nella sostanza, mi sono preso la briga di seguire il link per leggere il conmunicato ufficiale e dice proprio così...

E questi sono poi quelli che si presentano per primi a commemorazioni varie su mafia, Falcone, Borsellino, ecc. ecc.

carlo R 16.07.12 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Ed il ns.presidenticchio su consiglio dell'amato Scalfari ha rotto gli indugi e "mò n'ci u face vidire" alla Procura di Palermo.Che uomo,che gigante; è proprio il meglio della ns.eccelsa classe politica.

guido calabro 16.07.12 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Siamo talmente abituati all'arroganza del potere e alla disonestà intellettuale dei politici che viviamo come in una sorta di perenne anestesia. Acquistiamo la lucidità per un momento, giusto il tempo di incazzarci come bestie (come in questo caso!), per ricadere subito dopo nello stato semicomatoso in cui siamo sprofondati dopo decenni di trattamenti decelebranti. Tuttavia non sono tanto preoccupato della capacità della gente di comprendere in che razza di mani ci troviamo, quanto della volontà di cercare un reale cambiamento. Il lavaggio mentale a cui siamo sottoposti giornalmente dalla comunicazione di regime ci rende dubbiosi ed insicuri e anche se ci riconosciamo in alcune o tutte le posizioni assunte da blogger come colui che ci ospita, temiamo che ci sfugga qualcosa. Al di là dei contenuti, già il solo "cambiamento" in quanto tale è un valore a cui non possiamo più rinunciare.

pietro giachetti 16.07.12 22:49| 
 |
Rispondi al commento

popolo perchè ti lamenti perchè ti lamenti piglia lu bastone e caccia fuori li denti
viva l'italia delle persone oneste e perbene
viva l'italia

DE ROSA MAURO 16.07.12 22:49| 
 |
Rispondi al commento

Mi domando e chiedo:

ma cosa potrà mai esserci di così compromettente, sconvolgente, scandaloso, inopportuno da non poter essere divulgato?

Al telefono vi stavate, per caso, domandando chi poteva essere la quarta persona per una briscola, un tresette, una scopa (qui bastava pensarci un attimino, il nome sarebbe venuto da se), ruba mazzetto ???

Ma che avete tutti quanti, Lei e tutti gli altri politici, con alcune eccezioni, da cacarvi sotto?

"Se l'acqua del ruscello è limpida, tornerà limpida anche dopo un temporale"

Marco A., Pavia Commentatore certificato 16.07.12 22:48| 
 |
Rispondi al commento

NAPOLITANO NON E' IL MIO PRESIDENTE

Frange Lunatiche 16.07.12 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Spero vivamente ,per risollevare almeno un minimo di credibilita' agli occhi del mondo , che il prossimo presidente della repubblica sia una persona giusta eletto al di fuori di divisioni di cariche e compromessi politici ma soprattutto pulita nell'animo.spero in un cambio di legge per cui spero in un elezione diretta del capo dello stato,un elezione fatta dal popolo con voto di preferenza.
Non saprei indicare chi ma ad esempio un Gino Strada,un Dario Fo', un ..............Beppe Grillo .......perche' no,c'e' lo invidia tutto il mondo.

Sabrino Di Renzo, Gradara Commentatore certificato 16.07.12 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci siamo dimenticati della sua adamantina trasparenza per la questione dell'aereo precipitato ad Ustica?, Grazie a lui non ne sapremo mai nulla

angela lupo, S.Maria a Monte Commentatore certificato 16.07.12 22:40| 
 |
Rispondi al commento

popolo perchè ti lamenti perchè ti lamenti piglia lu bastone e tira fuori li denti
viva l'italia delle persone pulite e oneste viva l'italia

DE ROSA MAURO 16.07.12 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Le Parole di Salvatore Borsellino: "Napolitano ha paura di quell’intercettazione con Mancino, io non so cosa si siano detti, ma se in quella intercettazione ci fossero delle rassicurazioni d’impunità da parte del capo dello Stato all’indagato Nicola Mancino, allora dovrebbe dimettersi".

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ok dite quello che volete ma ditelo in italiano... Mai visti tanti errori di ortografia tutti assieme...
P.s.: sono con voi, Napolitano ha fatto una cosa gravissima.

Francesco s 16.07.12 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Le parole di Rita Borsellino.
"Schiaffeggiata da Napolitano"
Lunedì 16 Luglio 2012 21:41 di Roberto Puglisi -livesicilia-
La presentazione di un libro. Rita Borsellino commenta la decisione del Presidente Napolitano. E va già dura: "Mi sento schiaffeggiata".
"Ho rivisto le foto di Paolo. Sono arrivata alla convinzione che gli scatti del dopo siano riconoscibili. Cioè, a un certo punto, lui ebbe chiara la situazione. E si spense. Non sorrise più. Via D'Amelio fu una strage di Stato. Non ci sono dubbi. Purtroppo, la richiesta di verità è un fatto elitario". Applausi. E una domanda sotterranea, sulle labbra dei presenti: perché l'uomo del Colle ha scelto il ventennale per lanciare un messaggio che ha - dicono qui - "una tremenda valenza simbolica?". Sì, perché?

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Tutto cio ' e' inammissibile

Graziano Pedretti 16.07.12 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Invece di chiudere il settennato normalmente Napolitano ce la sta mettendo tutta per finire in malo modo la sua avventura politica. Ogni azione in questo verso è solo un incentivo ad abbattere questo Stato e le sue istituzioni corrotte. Nessuno vi crede più, ora siete i garanti del nulla.

Fran V. Commentatore certificato 16.07.12 22:25| 
 |
Rispondi al commento

caro grillo mi sono appena iscritto e sia io che mia moglie abbiamo appreso felicemente la sua presa di posizione per quel che riguarda i gay senza ombra di dubbio il movimento 5 stelle avra'oltre al mio modesto contributo quello di amici e parenti .ps se vorra' contattarmi personalmente [ visto che siamo vicini ]io sono in vacanza presso il bagno Cormorano di marina di bibbona dalla fine di luglio alla prima settimana di agosto, speranzoso le rinnovo la mia personale stima a presto

roberto capellini 16.07.12 22:12| 
 |
Rispondi al commento


Gentile Redazione le mando questo mio semplice scritto, Veda se ritiene utile pubblicarlo,grazie

Cari grillini cosa fate per combattere la mafia?

cosa fate per combattere l'evasione fiscale?

cosa fate per combattere il lavora nero?

cosa fate per combattere l'abusivismo nell'edilizia?

Cosa fate per battere la corruzione?

cosa fate per i disoccupati?

Cosa fate per i diversamente abili?

cosa fate per gli anziani non autosufficienti?

cosa fate per far diminuire le disugualianze tra cittadini italiani?

cosa fate per migliorare, la scuola?

cosa fate su tanti problemi per far stare meglio tutti i cittadini italiani?

Io è una vita che mi impegno concretamente dal basso, dalla base, con semplicità ed onetà.

non basta fare festa, urlare, predicare,insultare,
poi chiedo più rispetto per il capo dello stato, rispetto per chi la pensa diversamente,rispetto per l'Italia e gli italiani, rispetto per tutte le persone.
se avete voglia di lavorare per il bene comune, fatelo in silenzio che sarebbe molto meglio.

bisogna impegnarsi in prima persona tutti i giorni, nelle istituzioni, nelle associazioni di volontariato, nei movimenti, nei sindacati, nelle parrocchie, nelle comunità, nei partiti, lavorare per il bene comune, per costruire una società più giusta, dove tutti si possa vivere un'pò meglio.

Per una società onesta, sincera, trasparente, piena di diritti doveri e di valori veri.

P.S. BASTA PAROLACCE, BASTA INSULTARE, BASTA VOLGARITA',
RISPETTO PER LE DONNE, RIPETTO PER LA GENTE PER BENE, RISPETTO PER TUTTI I CITTADINI, RISPETTO, RISPETTO, RIPETTO,


Francesco Lena

Via Provinciale,37

24060 Cenate Sopra Bergamo

francesco lena 16.07.12 21:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La legge è uguale per tutti,sopratutto per il presidente,che essendo un"servitore" dello Stato non ne è immune.

PETER BERNLEITHNER, belvedere ostrense Commentatore certificato 16.07.12 21:30| 
 |
Rispondi al commento

di sicuro Napolitano verrà ricordato come il presidente peggiore e innetto della republica Italiana.

walter d. 16.07.12 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Dicesi: “QUANDO LA TOPPA È PEGGIO DEL BUCO”

Caro Presidente della Repubblica se con quest’iniziativa intendeva tutelare l’alta carica della Presidenza della Repubblica, sappia che qui in rete fra noi noti sovversivi, la sua iniziativa ci ha tolto ogni dubbio in merito alla sua buona fede sulle telefonate intercorse tra la presidenza della repubblica ed il sig. Mancino, “CONFERMANDOCI IN MODO INEQUIVOCABILE L’ESISTENZA DI MANOVRE OSCURE, PER TOGLIE LE INCHIESTE SCOTTANTI FRA STATO E MAFIA ALLA MAGISTRATURA DI PALERMO”.

“CARO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, FACCIA UN PASSO INDIETRO”, non vorremmo ricordarla come il peggior Presidente della Repubblica degli ultimi 150 anni, “GIÀ ABBIAMO VISTO SOLLEVARE IL CONFLITTO D’ATTRIBUZIONE FRA POTERI DELLO STATO, SULLA NIPOTE DI MUBARAK” e c’è bastato per molti anni a venire.

“CON I MAGISTRATI DI PALERMO, SENZA SE SENZA MA” è mafioso chi ruba e ammazza, ma anche chi gli tiene il sacco.

Paolo R. Commentatore certificato 16.07.12 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Signor Napolitano Presidente( ma di chi?)

Mi permetta di dirLe che:

Con questo suo ultimo atto ha decretato la fine del percorso democratico ad un rinnovamento indolore Italiano.

D'ora in avanti,Qualunque ACCADIMENTO di CRONACA NERA a MAGISTRATI in PRIMA LINEA Lei ne avrà la colpa.

Di avere portato milioni di Italiani a odiarLa ed ancora di più esecrando la figura altissima che ricopre gettandola nel fango, Lei ne ha la colpa.

Dell'eredità per le prossime elezioni alla Presidenza -- difficilissime e temo INSANGUINATE -- Lei ne avrà la colpa.

Lei ha commesso atti di violenza al popolo con la indifferenza dello sporco burocrate impunito.

Franco Restuccia Commentatore certificato 16.07.12 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Non approvo l'agire del mio Presidente della Repubblica in questa occasione e non mi piace la sua retorica sull'inno nazionale, sul calcio ... perdente, sul voler sottolineare che lui è un autorità e noi sudditi, pun anco i PM.

Piergiorgio Comai, Vervò Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Alla cortese attenzione del
Presidente Della Repubblica
SANDRO PERTINI
I wish you were here

Riccardo Garofoli 16.07.12 21:15| 
 |
Rispondi al commento

secondo me sarebbe ORA DI SVEGLIARSI!!!!
SONO VERAMENTE TUTTI, MA PROPRIO TUTTI, UGUALI!!!

luigi catino 16.07.12 21:15| 
 |
Rispondi al commento

IO VOTERO' M5S, poco ma sicuro.

Luca Raffaele 16.07.12 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro presidente Della Repubblica Italiana
Sandro Pertini
Punto e basta
Più giovane di un fanciullo
Che peccato che non sei qui in questo
momento cosi triste a darci ancora la forza la serenità l ONESTA

Riccardo Garofoli 16.07.12 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Egreggio Presidente Della Repubblica Italiana
Con questo suo fare celarsi dietro immunità della carica ora lei ha eguaiato il cavaliere ed ex capo del governo silvio Berlusconi
Oggi finalmente con il suo comportamento ha aperto la strada ai Cialtroni al Quirinale
Grazie per questo suo comportamento
un cittadino italiano che lei non rapresenta e mai potrà rapresentate

Riccardo Garofoli 16.07.12 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Dottor Ingroia stia molto attento perchè la strategia di isolamento è ripresa come per Giovanni e Paolo. Dia le dimissioni e vada a vivere all'estero in una località segreta. Mi auguro che la battuta di caccia grossa non sia ancora iniziata.
Italiani sarà un Agosto rovente e un Settembre fondente..... Che Dio ci aiuti.

Maurizio Carlo 16.07.12 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma che pretendiamo? Democrazia da uno che stava dalla parte dei sovietici ,nel '56,durante l'invasione dell'Ungheria.
Con questa faccenda di Mancino,stà dimostrando chi veramente è.

adriano 16.07.12 20:56| 
 |
Rispondi al commento

il Presidente e tutti i suoi reggicoda dimenticano che non è stato intercettato il Presidente ma Nicola Mancino semplice cittadino( benchè ex parlamentare).E' evidente che se il Presidente parla con una persona intercettata verrà intercettato a sua volta. Come se intercettassimo un mafioso e dovessimo dimenticare che è stato chiamato,tanto per es., da un parlamentare!

michele d. 16.07.12 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Lei presidente con questo suo fare innalza ancora una volta un muro con la società civile che spesso non sono quelle persone che lei frequenta persone che mentono ai PM che sono indagati condannati ladri mafiosi
Si guardi attorno sig presidente o lei fa parte di questo sistema politico mafioso che ha trattato con cosa nostra o è al di qua della barricata la sua carica non e in discussione ma chi la persona si

Riccardo Garofoli 16.07.12 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Da questo post pare di capire che:

il Presidente della Repubblica in carica inquisisce la PROCURA di PALERMO perche non desidera lasciare eredità fatte di sospetti, incrinature, doveri mancati, omissioni delle sue prerogative, veleni, scontri istituzionali e via discorrendo, tutto in ossequio ai dettami di L. Einaudi.

Ma guarda... è proprio tutto quello che questo Presidente ha commesso nel suo mandato.

Penso che l'ex Presidente Einaudi si offenderebbe sapendosi citato da costui magari finirebbe a ceffoni, mah.

Come si dice - AL PEGGIO NON C'E' LIMITE - perciò...mi auguro che alla prossima elezione nel 2013 non votino una CAROGNA SCILIPOTA.

Visti i candidati in lizza!.

Franco Restuccia Commentatore certificato 16.07.12 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Guardate la faccia di Mancino, pensate che sia innocente? Guardate la faccia di Napolitano, è la faccia di un giusto? Poveri Giovanni e Paolo, sono stati giustiziati e sacrificati in nome di un'Italia stuprata, sfregiata e poi gettata in una discarica. Mi vergogno di essere nato in questo paese. "Gli iItaliani...brava gente".

Maurizio Carlo 16.07.12 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Illustrissimo Presidente della Repubblica,
consideri la possiblità che alla scadenza del suo mandato,il suo successore si troverà una bella interpretazione giuridica,chiesta dal Presidente della Repubblica(suo predecessore)e sancita perché no dalla Corte Costituzionale,
organo al quale Lei ha chiesto un pronunciamento.
Trattasi di parere giuridico,non di un parere tra amici al bar.
E Lei ha chiesto un parere da Presidente della Repubblica ad altro organo istituzionale su una materia delicattissima per gli equilibri democratici del nostro paese.
Un parere su una intercettazione,su quella intercettazione(trattasi una materia legata al conflitto Stato-mafia),e alle condizioni nelle quali,sempre su questo conflitto si é venuto a trovare il suo allora massimo esponente:l'allora vicepresidente del CSM Nicola Mancino,in aperto conflitto con altro potere dello Stato democratico:la magistratura,ovvero la Procura
di Palermo(non di Pechino)una delle Procure più esposte nella lotta alla mafia.
Lei con questa inspiegabile a mio avviso pericolosissima iniziatvia,grave per la carica che Lei ricopre,grave per gli elementi sui quali questo gesto(scritto) si va a inserire (il conflitto tra stato e mafia),lei mi permetta di dirle:
ha proseguito l'opera di distruzione delle intercettazioni;(provi se ne ha la forza a non firmare un decreto che ridimensioni l'uso delle intercettazioni);
ha colpito al cuore la Procura di Palermo;
ha indebolito l'attacco dello Stato alla mafia, camorra e ndranghetta;
ha lasciato soli i magistrati di Palermo;
ha costretto le forze politiche a schierarsi( sappiamo già con chi e contro chi).
E cosa più grave:
ha distrutto il senso vero di quella intercettazione.
Era Nicola Mancino (un bugiardo)ad essere intercettato non Lei.
Davvero un grande Presidente della Repubblica.

La invito seriamente a pensare a Giovanni Falcone e a Paolo Borsellino,ai ragazzi e alle ragazze della scorta,a tutti i morti per mano della criminalità mafiosa.Che capolavoro.

ANTONIO B., Latina Commentatore certificato 16.07.12 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Basta, che Napolitano sia l'ultimo Presidente della Repubblica Italiana. Basta, figura inutile, costi stratosferici. RINNOVAMENTO, BISOGNA ALLEGGERIRE TUTTA LA POLITICA INIZIANDO DA QUESTA CARICA OBSOLETA

lisetta serra 16.07.12 20:40| 
 |
Rispondi al commento

PRESIDENTE... io che non ho nulla da nascondere, VOGLIO ESSERE INTERCETTATO... Lei, che a maggior ragione deve essere ALDISOPRA DI OGNI SOSPETTO, che gliene frega di essere intercettato?... magari una quarantina d'anni fa... magari c'era una amante... magari... ma adesso, NO MI DICA CHE ....NON CI CREDEREBBE NESSUNO... e pensare che Lei era il mio presidente... ERA !!!!

jerry rossi Commentatore certificato 16.07.12 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Ma la costituzione gli ha detto di parlare con lo stolking Mancino se è presidente degli italiani cosa aspetta a renderle pubbliche lui altrimenti passa il sospetto che abbia tramato contro dei PM come passa il sospetto che lui sia responsabile di un golpe
Come passa il sospetto che quando Fini lascio il pdl lui abbia dato il tempo al cavaliere nano di comprarsi una nuova maggioranza come passa il sospetto che sia del tutto inadeguato per la carica che ricopre che non sia al disopra delle parti come quando non sente il boom quando non si complimenta con una nuova forza politica emergente che può mettere fine una volta per tutte al modo seicentesco di fare politica in Italia ma ho il sospetto che non sia italiano

Riccardo Garofoli 16.07.12 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Nella sua carriera politica, mica breve, Napolitano ha fatto sempre le scelte sbagliate, mica facile.A dimostrazione che la "coerenza" se ottusa è come "il sonno della ragione: genera mostri".

Gianpaolo Verbi, Monfalcone Commentatore certificato 16.07.12 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo arrivati al capolinea in Italia da 40 anni che la politica pensa solo ai propi tornaconto ma poi se uno ha la cosienza a posto ma di che si deve preoccupare???????

bruno paccasassi, roma Commentatore certificato 16.07.12 20:16| 
 |
Rispondi al commento

PER COME HO CAPITO IO,LA DIFESA INTERNA AL QUIRINALE,HA INTRAPRESO UN AZIONE DISCIPLINARE VERSUS LA MAGISTRATURA,MA SICCOME ANNO DOVUTO,AGGIRARE LE REGOLE COSTITUZIONALI,ANNO RESO LO SCRITTO INCOMPRENSIBILE,<questo e' una ipotesi che prendo in considerazione per inerzia,dal momento che non si capisce una benemerita MINCHIA DI CHE COSA ANNO SCRITTO.

silvio chiarioni 16.07.12 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Presidente Napolitano, nulla di personale, si figuri: lei mi fa schifo, non la ritengo un presidente della repubblica italiana perchè ha da sempre offeso la bandiera e la costituzione. Se ne vada, personalmente la ritengo indegno della nostra nazione.

Luigi Di Pasquale, Margherita di Savoia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 20:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si prepara la strada per culo flaccido...

Gerry C. 16.07.12 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Chiamate quelli del CERN....se hanno trovato il bosone di Higgs....sicuramente riusciranno a decifrare sta cosa.....anche perchè la nostra politica è definibile tutta come una sorta di accelerazione....accelerazione di particelle....accelerazione di particelle sferiche tipicamente maschili!!!!!

Jonathan Carraro 16.07.12 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Oltre alle ultime telefonate con Mancino,il golpista deve avere tanti altri scheletri nell'armadio.Secondo me lo psiconano sapeva qualcosa e col ricatto pennaveloce gli firmava tutte quelle leggi vergogna incostituzionali.In galera deve finire.A dopo le elezioni.

Gino Lamanna 16.07.12 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Presidente.....Lei è proprio uno spettacolo di Presidente....
ma tanto ti manca un'anno e poi finalmente lascierà quella potrona...

quando è toccato agli altri ad essere intercettati, si trattava di giornalismo di inchiesta, e guai a toccare le toghe...
ora che tocca a lei, firma il decreto per conflitto di attribuzione nei confronti della Procura di Palermo...
c'è una differenza però tra lei e gli altri, la quale non posso citare qui per non incorrere in eventuali problemi con la legge, ma che lei sà benissimo di cosa si tratta, come lo sappiamo tutti noi in quanto ormai, grazie alla rete, tutto viene alla luce del giorno....
voglio vedere se riuscirete ad imbavagliare anche internet....
e chiedo un'altra cosa: non si riempia la bocca con nomi come Einaudi....le lascio immaginare anche questo di motivo...

fabrizio martinangeli 16.07.12 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allucinante!!!!!!!!! Leone al confronto è stato un grande presidente, ho detto Leone eh, mica Pertini che al confronto si potrebbe far entrare nella SS Trinità.

Mario C. Commentatore certificato 16.07.12 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Napo ... VERGOGNA !!!
Per sette anni hai dormito, fregandotene degli italiani.
Ora all'improvviso ti svegli ... e per fare che???
per proteggere il successore !!!
VERGOGNATI stronzo

Fiorella B., Milano Commentatore certificato 16.07.12 19:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Se Napolitano volesse "evitare si pongano, nel suo silenzio o nella inammissibile sua ignoranza dell'occorso, precedenti, grazie ai quali accada o sembri accadere che egli non trasmetta al suo successore immuni da qualsiasi incrinatura le facoltà che la Costituzione gli attribuisce" ... potrebbe dimettersi!

mimmo 16.07.12 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano, PDL, PD, camera e senato sono tutti dei Robin Hood caduti dal cavallo

Sono come uno di 120 anni che tutti i giorni si alza senza dolori: sono morti

i 100 animali + intelligenti
1) delfino
2) cavalli
3)pappagalli
9 pesciolini
6) piovre
7)...
hanno sempre indovinato le previsioni

99) Bocconiani
100) politii

La cacca cjhe i politici espellono in continuazione dallo sfintere che hanno in mezzo al cervello sul davant è talmente radioattiva che anhe i caccalacchi si tagliano i polsi

Monti e co attenzione siete gli unici che potrebbero sconfiggere i talebani, basta la tua burocrazia... suicidi, proteste, pestaggi...

sandrolibertini 16.07.12 19:41| 
 |
Rispondi al commento

soluzione cruciverba

NOLITE TANGERE CHRISTOS MEOS ET IN PROPHETIS MEIS NOLITE MALIGNAR

mario mario Commentatore certificato 16.07.12 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Einaudi le aveva insegnato anche a firmare leggi incostituzionali, scudi fiscali, processi brevi, lunghi, leggi ad personam?
Le aveva poi anche insegnato a voltarsi dall'altra parte per non vedere scandali e bunga bunga istituzionali?

Raffaele Muraglia, Diano Castello (IM) Commentatore certificato 16.07.12 19:39| 
 |
Rispondi al commento

la SUPERCAZZOLA (prerogativa di SVENDOLA) .. passata di mano .. ??

PS: QUANTO MANCAAAAAAAAAAAAAAAAAAA .. ????????

Marco B. 16.07.12 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Presidente è un cittadino italiano, se si è comportato bene ed ha la coscenza apposto stia zitto è problemi non ne avrà! Giusto?

Noè SulVortice Commentatore certificato 16.07.12 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Per me questa è una
AMMISSIONE DI COLPEVOLEZZA
AMMISSIONE DI COLPEVOLEZZA
AMMISSIONE DI COLPEVOLEZZA
AMMISSIONE DI COLPEVOLEZZA
AMMISSIONE DI COLPEVOLEZZA
AMMISSIONE DI COLPEVOLEZZA
AMMISSIONE DI COLPEVOLEZZA

Il PdR ha partecipato alla trattativa stato-stato,
oppure mafia-mafia, tanto è uguale

Raffaele Muraglia, Diano Castello (IM) Commentatore certificato 16.07.12 19:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo veramente alla frutta.......
sono sconcertato di quello che accade ma sono altrettanto sicuro che molto presto la situazione cambierà...

Claudio Carelli 16.07.12 19:32| 
 |
Rispondi al commento

La legge è uguale per tutti.... a parte i soliti noti.

Noè SulVortice Commentatore certificato 16.07.12 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace ma i commenti che del tutto fuori luogo"per usare un eufemismo". Il presidente della repubblica viene scelto per rappresentare la repubblica e tutte le sue parti, deve necessariamente essere inattaccabile perché deve essere sereno. Per questo motivo percepisce un laudo stipendio, e scelto sempre molto vecchio e non può essere mai accusato di nulla eccetto che per alto tradimento, figuriamoci se lo si può intercettare!!! chi lo si sia fatto è gravissimo. Ciò che significa il comunicato è:" io lascerei pure stare, perchè non ho nulla da nascondere...ma dato che non voglio lasciare un precedente e voglio che le prerogative del presidente della repubblica restino intatte per chi mi seguirà, do mandato di perseguire chi mi ha intercettato, poichè io posso scegliere di lasciar stare x me stesso, ma nn posso lasciar stare perchè minerei il valore della costituzione"

massimo redi 16.07.12 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo alla "supercazzola" presidenziale.

fabio bertoli 16.07.12 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Non sapevo Napolitano andasse a scuola al CEPU, dove insegnava Einaudi.

stefano s. Commentatore certificato 16.07.12 19:21| 
 |
Rispondi al commento

ci sono !! ho capito, è la nuova "supercazzoladantaniconscappellamentoadestra"

Alessandro T., pesaro Commentatore certificato 16.07.12 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Ci vediamo in parlamento. Sarà un piacere

Luca Scalia 16.07.12 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe..ormai sia mo stanchi di commentare,troppi sono gli intrighi di palazzo e di potere.Ciò che oggi il "colluso" u napolitanu ha fatto,dimostra che nel non riconoscerlo come mio presidente della repubblica è stata una scelta giusta.Quello che dobbiamo fare è semplicemente spazzare via tutta dicasi TUTTA questa classe politica e cercare con onestà di ricominciare!

Filippo Sallemi 16.07.12 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace non riesco a decifrarlo, mi serve tempo.

Elia Tropeano, Isernia Commentatore certificato 16.07.12 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Ombre sempre più cupe su questa Presidenza della Repubblica. Gravissima anche la "scelta" del momento di questa ingiustificabile richiesta: nel venntennale delle stragi di Capaci e via D'Amelio. Occorreva piuttosto un'azione di rinuncia totale a qualsiasi immunità, per offrire una dignità piena alla Presidenza della Repubblica attuale e al futuro Presidente, in ottemperanza al dettato costituzionale: "ogni cittadino è uguale dinanzi alla legge...". Mi associo all'appello della deputata al Parlamento Europeo Sonia alfano, nella richiesta di dimissioni di Napolitano. PIENA E TOTALE FIDUCIA E SOLIDARIETA' ALLA PROCURA DI PALERMO.
PS. IL 19 LUGLIO UNA CANDELA ALLE NOSTRE FINESTRE PER RICORDARE FALCONE E BORSELLINO E DIRE NO A NAPOLITANO.

Lidia Beduschi 16.07.12 19:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

credo di aver capito, anche se è stato faticoso:

in poche parole il presidente viene visto come ''vittima'' e non come ''colpevole'' e tutti gli altri a dire: il pres della rep non deve essere intercettato perche è ''sacro'' poiche sta scritto enlla costituzione, e tutti a chiedere sucsa, e il pres. dice che deve intervenire per far si che il prossimo pres della rep. non abbia di questi problemi.

mia opinione:

1) il pres della rep DEVE ESSERE UN SORVEGLIATO SPECIALE DA PARTE DELLO STATO( I CITTADINI).

SACRO UN CAZZO.

2) questo santificarlo come se dio avesse scritto la costituzione, che se pur contenendo cose buone, contiene anche delle ''PORCATE'', è subdolo e trattano il cittadino come una pecora,come un cretino.

3) gentilmente o meno, per tutto cio che ho espresso sopra: VADANO TUTTI A FANCULO, SIA IL PRES DELLA REPUBBLICA(LADRO,TRADITORE DI TUTTO), SIA CHI SANTIFICA LUI E LA COSTITUZIONE. VADANO A FANCULO.

grazie per l'attenzione

zelgius g., mazara del vallo Commentatore certificato 16.07.12 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Provo.

“Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha affidato all'Avvocato Generale dello Stato l'incarico di rappresentare la Presidenza della Repubblica nel giudizio per conflitto di attribuzione da sollevare dinanzi alla Corte Costituzionale nei confronti della Procura della Repubblica di Palermo, ritenendo lesive di prerogative attribuitegli dalla Costituzione le decisioni assunte dalla Procura della Repubblica di Palermo su intercettazioni - sia pure indirette - di conversazioni telefoniche del Capo dello Stato.

Il Presidente della Repubblica ha deciso di sollevare il conflitto ritenendo proprio dovere evitare precedenti grazie ai quali accada o sembri accadere che egli - per inerzia o peggio per ignoranza dei fatti - non trasmetta al suo successore le facoltà che la Costituzione gli attribuisce, immuni da qualsiasi incrinatura.”

Il Presidente Napolitano vuole qui dire che fargliela sotto il naso non si può, e che reagisce non per sé ma a beneficio dei posteri (Presidenti), i quali ultimi giammai potranno dire: ”Non è più la stessa cosa fare il Presidente dopo che Napolitano si è calato le braghe davanti alla Procura della Repubblica di Palermo. Era come Don Abbondio. Anzi, peggio: era ‘gnurante. Guarda qui: tutti a spiare e a citofonare al Quirinale…”

Adrio Vai 16.07.12 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe utile occuparsi dell'argomento intercettazioni solo quando ci diranno tutte le verità nascoste cioè mai

marco totti 16.07.12 19:02| 
 |
Rispondi al commento

ciao, mi chiamo franca e ho quasi 58anni, vivo a roma,,anzi,,sopravvivo a roma.pago l'affitto di casa che supera lo stipendio.da molto tempo mi chiedo,quando come e con chi si può aprire finalmente un argomento così drammatico...che a me sembra non riguarda nessuno:oppure si legge sui giornali di gente sfrattata,ma non si legge quanto non può pagare questi affitti così alti.ora lo chiedo a te e spero che almeno tu mi dia un segnale,grazie grazie.

franca nafra 16.07.12 19:02| 
 |
Rispondi al commento

vergognati, tu non mi rappresenti cariatide bavosa. cosa hai da nascondere? non siamo nel regno delle 2 Sicilie tu sei un cittadino come gli altri... ma vai a cagare..

alessandro Calo 16.07.12 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Perché vi stupite? avete dimenticato da dove viene Napolitano?La scuola sovietica della disinformazione funziona (nelle loro teste) per far credere che è la verità.Speriamo che nel 2013 gli Italiani si sveglino dal torpore e votino finalmente bene!

eliopala 16.07.12 18:57| 
 |
Rispondi al commento

E' incredibile come ci si debba vergognare della classe politica che ci governa. Ma che cosa abbiamo fatto di male?
E poi dai Vday ad oggi va sempre peggio , ma che ci sono gli alieni ?
Ci trattano come pecore nello stile dei migliori film di fantascienza?
E cos'è l'invasione degli ultracorpi ?

Ivan Pastore 16.07.12 18:52| 
 |
Rispondi al commento

mi sembrava di essere tornata a scuola quando dovevi fare la parafrasi di un poema e non ci capivi nulla ,poi usando termini piu semplici lo rendevi comprensibile del suo contenuto, quindi riscrivendo l articolo, trovando il soggetto predicato e complementi sono riuscita a capire che il capo dello stato ha intrapeso azioni legali contro la procura di palermo perche gli hanno intercettato le telefonate. ma se non hai niente da nascondere ........

sonia quercioli 16.07.12 18:49| 
 |
Rispondi al commento

non riesco a capire una parola di quello che è stato scritto eppure è scritto in italiano. io pensoche debbano andare tutti via. io voterò m5s ma gli italiani sono una massa di pecoroni

carlo fiorentino 16.07.12 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Due parole: Che VERGOGNA!!!

maurizioo v., aiello del friuli Commentatore certificato 16.07.12 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Non ho capito, voi?

Turk 16.07.12 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che tutti i nostri signori politici, i Ministri e anche il Capo dello Stato dovrebbero garantire i nostri interessi e esser nemmeno sfiorati dal fare telefonate o incontri con persone colluse con mafia o quant'altro. Per questo dovrebbero essere intercettate quasi 24 ore su 24 e rendere conto ai cittadini del loro operato. Invece da buoni garanti di se stessi si rifugiano dietro la Costituzione per pararsi da possibili condanne o accuse fregandosene però, della costituzione, quando si tratta di far valere i diritti di noi cittadini. Questa politica e questa classe dirigente è deleteria per il Paese e va sostituita quanto prima. In ogni modo possibile.

Nico Calvani 16.07.12 18:40| 
 |
Rispondi al commento

questo vecchio baccucco di presidente e' meglio che se ne vada al piu' presto----perche' non rende pubbliche le intercettazioni se non ha nulla da temere?????io se ho un'imputazione non posso telefonargli.......

Giuseppe P., Villafranca L. Commentatore certificato 16.07.12 18:39| 
 |
Rispondi al commento

se il prossimo anno non otteniamo almeno il 51% sarà lotta dura !

lorenz l. Commentatore certificato 16.07.12 18:38| 
 |
Rispondi al commento

si contraddice in termini, infatti ammette che l'intercettazione è indiretta tuttavia per tutelare i suoi successori alza il conflitto alla corte costituzionale. In realta si vuole proteggere forse c'è qualche altra telefonata più imbarazzante e teme possa venire fuori.

giacomo russo 16.07.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Questi esseri devono aver paura di uscire di casa. Attenzione, non paura dei "terroristi", ma devono cominciare ad aver il terrore delle persone comuni.
Chi incontra questi parassiti per strada al ristorante o in qualsiasi altro posto deve iniziare a sputargli in faccia o a prenderli a calci nel culo.
Devono essere isolati socialmente, vivere tappati in casa per ogni singolo giorno che gli rimane.

walter codignoni 16.07.12 18:31| 
 |
Rispondi al commento


o_O ??!!???

cris c., como Commentatore certificato 16.07.12 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Signor Napolitano, se lei non vuole essere intercettato dai magistrati, si dimetta e basta!!! Non abbiamo bisogno di un altro "presidente" che si fa leggi ad personam! Altrimenti capisco benissimo, perché lei ha firmato tutte quelle leggi per salvare il fondoschiena a Berlusconi.

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 16.07.12 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Spettabile Presidente della Repubblica Italiana.
in merito alle sempre attuali discussioni sulle intercettazioni telefoniche, volevo farle presente che le persone oneste NON HANNO nulla da nascondere e non gli importa nulla se le loro telefonate vengono ascoltate e registrate. Chi si oppone ferocemente a qualsiasi pubblicazione di eventuali intercettazioni, sono solo malfattori e persone che fanno i loro affari sottobanco e sempre nella non legalità.
Questo è il mio e moltissimo italiani onesti
distinti saluti

glm

Gian Lorenzo Molinari, Busalla Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 18:27| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento

io penso che abbiano fatto cosa molto losche, che se venissero di dominio pubblico metterebbero alla luce degli altarini dove ci sarebbero molti personaggi della vecchia(ma vivono ancora adesso)classe politica trai i quali spicca il nostro presidente NAPOLITANO. Il fatto che sia corso ai ripari in questo modo cosi "diplomatico" mi lascia molto perplesso e ulteriormente disgustato.

emilio f., chieri Commentatore certificato 16.07.12 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Precisazione

Non è il mio presidente.

E' il presidente della casta e rappresenta solo la casta.

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 18:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Questo è il testo dell'e-mail che ho inviato al presidente della repubblica:
>

Gian Lorenzo Molinari, Busalla Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA VUOLE "ATTACARE" CHI CERCA LA VERITA' SULLE STRAGI DEL 92.

Cosa può fare il popolo della rete e cosa possiamo fare noi?

Scrivere di tutto e di più su questi vergognosi fatti, o provare a mettere nero su bianco una nostra richiesta di Verità?

Nessuno, dico nessuno può permettersi di mettersi di traverso tra verità e giustizia, men che meno un Presidente della Repubblica!

Lui dovrebbe essere il primo a far si che la Verità venga a galla!

Lui dovrebbe essere il primo a dover far chiarezza sull'accaduto!

Lui non doveva volare a 80 euro facendosene rimborsare 800!!!

Lui non doveva firmare leggi "personalizzate"!

Lui, Lui, Lui tante cose, ma nessuna di queste!

Lui non me lo sento come mio Presidente!

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente, io quando ho letto la frase della lettera di Napolitano citata, non ci ho capito una benemerita mazza. Che razza di presidente di tutti gli italiani è questo, se non lo capisce nessuno???

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 16.07.12 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INNERES AUGE

scialdone maria gabriella 16.07.12 18:20| 
 |
Rispondi al commento

e meno male che questo strano personaggio una volta si ergeva a difensore del popolo opresso e proletario,alla faccia del casso ,una vera banderuola napoletana,senza offesa per i veri napoletani.

bruno ganciu 16.07.12 18:17| 
 |
Rispondi al commento

D I M I S S I O N I S U B I T O

Pertini a Mancino non gli avrebbe neanche dato il tempo di parlare!

Antonio B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 18:14| 
 |
Rispondi al commento

..posso dire che è ancora più criptico di Vendola?

Maurizio Migliaccio 16.07.12 18:12| 
 |
Rispondi al commento

vale un bel mal di testa

Alberto M., Sanlucar de Barrameda Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 18:11| 
 |
Rispondi al commento

NON DIMENTICHIAMOCI
che Mancino è indagato (sospettato da 20 anni!!) e lui che fa?
Telefona a Napolitano per chiedere il suo appoggio contro le indagini.
Attenzione, non gli chiede testimonianze a favore, per essere giustamente scagionato, no, gli chiede protezione, omertà !!!
Una vera e propria chiamata a correo, temo e sospetto !!!
E Mapolitano come risponde?
Attaccando la Procura di Palermo.
SERVE ALTRO PER CAPIRE?
A questo punto a me non serve altro e posso dire, nello stesso spirito di Pasolini: IO SO!!!

CARLO ALBERTO BONESI, ROMA Commentatore certificato 16.07.12 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo perchè mai prendersela tanto e da tempo con il Presidente della Repubblica. In fondo Napolitano ha la sola colpa di non aver riconosciuto l'evidenza e,cioè, il grande consenso che sta riscuotendo il movimento. Il medesimo non è certo una persona corrotta.
Mentre le cause della barbara e devastante corruzione dilagante e del preoccupante declino del paese sono, anzitutto, imputabili una miriade di "politici" scellerati, inetti,egoisti, ladri ed opportunisti, che ricoprono altri incarichi.Così pervicacemente attaccati ai loro privilegi a danno della collettività da costituire un casta tanto solida quanto intollerabile.
Perchè concentrarsi sulla pagliuzza ?Cos'è mai una pagliuzza quando c'è un bosco di alberi putrefatti inutili e dannosi da eliminare il più presto possibile?

Angelo Balzano 16.07.12 18:11| 
 |
Rispondi al commento

ITALIANI..BRAVA GENTE.
Quando testa d'asfalto telefonava alle donzelle,si conoscevano anche i colori delle mutande da indossare nelle serate di Arcore. Le intercettazioni sono arrivate dall'altra parte del mondo. Non ho visto ne sentito appelli del Presidente alla stampa per moderare le pubblicazioni che ci hanno reso ridicoli agli occhi del mondo intero. Però quelle intercettazioni non tentavano di coprire patti con la mafia e omicidi di servi dello stato.
Quello che è accaduto oggi è GRAVISSIMO. Adesso aspettiamo i giudizi della stampa serva del potere.
Per quanto mi riguarda non mi sento più figlio di una nazione STUPRATA.

Maurizio Carlo 16.07.12 18:08| 
 |
Rispondi al commento

E questo "ominicchio" avrebbe difeso la costituzione per 7 anni ?
E dico "avrebbe" come direbbe un vero grande napoletano di nome TOTO'.
Ma mi faccia il piacere .

stefano c., trento Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 18:05| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

evitare certe telefonate no eh ? prima mettono le mani nella marmellata poi piangono.....

mauro concas 16.07.12 18:02| 
 |
Rispondi al commento

senza parole

marco b., Torino Commentatore certificato 16.07.12 18:01| 
 |
Rispondi al commento

come se fosse antani con la supercazzola e lo scappellamento a destra o a sinistra che va su e giù....

luca casagrande 16.07.12 18:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

io non capisco un piffero

corona concetta 16.07.12 17:59| 
 |
Rispondi al commento

La libertà funziona solamente laddove è esplicata nella sua completezza: un liberale "completo" è anche "liberista", perché tenta di applicare una reale corrispondenza tra ideale di libertà e società concretamente libera.Secondo Einaudi, in un regime statalista la vita sociale ed economica è destinata alla stagnazione:l'individuo si perfeziona solo se è libero di realizzarsi come meglio crede;il liberalismo educa gli uomini perché insegna loro ad autorealizzarsi.La meritocrazia risulta strettamente connessa a un'economia di mercato:l'individuo più competente o creativo può rendere migliore l'azienda e quindi viene assunto.Einaudi stesso ha curato direttamente la conduzione della sua azienda agricola presso Dogliani, applicandovi le tecniche di coltivazione più moderne.
L'autorealizzazione può portare allo scontro tra individui con interessi concorrenti.Questo genere di lotta è però una lotta di progresso: gli uomini sono così costretti ad assumersi la responsabilità (guadagni e fallimenti)delle proprie imprese economiche, senza gravare su altri individui, come invece accade in uno stato assistenziale.
L'ideale liberale è un ideale in costante mutamento:può essere oggetto di critica perché nasce e si nutre di ideali concorrenti.Il liberalismo vive del contrasto.Per Einaudi, con l'eccesso di statalismo si rischia di "impigrire" l'individuo. Portato a disinteressarsi e a non assumersi responsabilità, si lascerà "trasportare dalla corrente", accettando con fatalismo anche illegalità e cattivi servizi, percependoli come prassi. Il liberalismo, diversamente,è una pratica più dura,ma attraverso l'autorealizzazione riesce a responsabilizzare i cittadini.
Una società libera ha bisogno di istituzioni minime e basate sulla trasparenza,in modo che siano più vicine al cittadino e da lui facilmente utilizzabili o contestabili:federalismo e decentramento rispondono bene a queste esigenze; Einaudi punta ad un federalismo europeo,con ciò a dire una sola politica economiche

melania ruggeri 16.07.12 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Nella migliore delle ipotesi che queste parole di Napolitano siano di senso compiuto, interpreto parafrasando a senso che un Presidente della Repubblica non puó permettere che durante il proprio mandato si riducano i poteri che la Costituzione gli attribuisce indebolendo così il suo successore.

Michele Gallo 16.07.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che praticamente voglia dire che per il presidente della Repubblica valgano gli stessi diritti degli automobilisti che devono sapere dove si trovano gli autovelox in anticipo altrimenti la multa non è valida....l'unica cosa certa però è che se ti arriva la multa in quel momento in quel luogo eri oltre il limite...

Ciro Marzullo 16.07.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento

L'ESEMPIO.
Mi è sempre seccato prendere ad esempio gli americani perchè usano due pesi e due misure: oppressione verso gli altri, democrazia tra di loro.
Ma, perdio, tra di loro la democrazia la adoperano.
Quando c'è una inchiesta volta a scoprire la verità non si fanno scrupolo neppure di mettere pubblicamente sotto inchiesta un Presidente.
Presidente che non si sognerebbe lontanamente di opporsi all'inchiesta altrimenti verrebbe cacciato a pedate dalla sera alla mattina.
Qui da noi, purtroppo, no.
Speriamo di vincere presto e di introdurre tutte le regole possibili per una vera democrazia che salvaguardi la verità ed il popolo più e prima dei potenti.
Ora siamo lontanissimi.

CARLO ALBERTO BONESI, ROMA Commentatore certificato 16.07.12 17:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe ... e' solo politichese: non ha detto nulla !!! sniff, sniff (lacrime di disperazione: sei un grande comico, con grande carisma, spero tanto che tu possa dare una bella scossa a questo straordinario Paese ...)

alessandro z., Bangkok Commentatore certificato 16.07.12 17:52| 
 |
Rispondi al commento

te lo traduco io!!!! sono collusi con la mafia.... per questo esiste ancora, perchè loro sono la mafia... li dovremo mettere in galera tutti dal primo all'ultimo quando andremo al governo..... spero i cittadini votino in massa movimento 5 stele, altrimenti sarà sempre così... vivremo sempre in uno stato fatto di assistenzialismo e ineguaglianza... CHE SCHIFO!!!

massimo garbi, brescia Commentatore certificato 16.07.12 17:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che cosa si sono detti Napolitano e Macino per avere cosi paura di queste intercettazioni indirette.......forse parlavano del BoooM di Grillo o di qualche altro BOOOM? (una sentenza della corte di cassazione del 2007 o 2008 a gia' confermatto la loro ammissibilita' Vs Parlamentari e/o ministri e/o Presidenti...).

Maurizio Maccari 16.07.12 17:49| 
 |
Rispondi al commento

scusate c'è qualcuno che potrebbe tradurre per il popolo internet? Così possiamo commentare meglio.
grazie 1000

walter conte, milano Commentatore certificato 16.07.12 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Così è più comprensibile:

Alla determinazione di non sollevare il conflitto, il Presidente Napolitano non è pervenuto ritenendo 'diritto del Presidente della Repubblica, secondo il primo monito di Pasquale Esposito, per far si che pongano, nel rumore o nella ammissibile sua conoscenza dell'occulto, seguenti, altrettanto ai non ringraziamenti in cui non accada o sembri non accadere che gli altri trasmettano al suo precursore affetti da siffatta riparazione alla mancanza di facoltà che la taglia Costituzionale non gli attribuisce'".

Costantino F. Commentatore certificato 16.07.12 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Allora...Lui, non vorrebbe che...non si possano trasmettere le facoltà che nella sua posizione non è bello che siano incrinate, perchè Einaudi così gli ha insegnato e soprattotto che non accada o che a qualcuno possa sembrare che accada in silenzio o nella inammissibile sua ignoranza dell'occorso...cioè che non è concepibile che l'occorso sia ignorante, altrimenti occorrerebbe trovarne un altro, e Lui saprebbe come fare!

Massimo Sepe 16.07.12 17:48| 
 |
Rispondi al commento

- Sandro Pertini sarebbe stato felice di dare un qualsiasi contributo alle indagini. Mai si sarebbe sognato sollevare il conflitto di attribuzione! Naplitano ma quando togli il disturbo? Grazie!

aldo orecchio 16.07.12 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Traduzione:Non si deve intercettare il presidente della repubblica anche per fatti gravi.
Ps La legge è uguale per tutti tranne quando tocca i politici

Giuseppe Balzano, Manfredonia Commentatore certificato 16.07.12 17:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento

traduco facilmente...il capo dello stato vuole fare i fatti suoi senza essere ascoltato da orecchi indiscreti....
ma se ci tiene tanto..avrà qualcosa da nascondere????????

Credo propio di si.

IVAN AVALLONE 16.07.12 17:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento

Ma stà'vvocato chi lo paga?noi poveri dormiglioni.

walter p. Commentatore certificato 16.07.12 17:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come avrebbe detto la buonanima di Arnold ( il mio amico Arnold) Ma che cavolo stai dicendo Giorgio?! E ci vuole la faccetta furba di Arnold! :-D non ci fosse da piangere!

max l., Moneglia Commentatore certificato 16.07.12 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Dopo l'attentato a Borsellino successero fatti incredibili dei quali allora non si capiva il motivo.
Gli italiani erano sgomenti ma Conso (ministro della Giustizia) e Mancino (ministro dell'interno) fecero modificare ed eludere il 41bis a molti mafiosi.
Non mi ricordo quale fosse la posizione di Napolitano all'epoca.
Quella di oggi è incredibilmente sconcerrtante.
Che segreti ha da nascondere se si oppone in modo così virulento alle indagini della Procura di Palermo?
CE LO DICA, PRESIDENTE: NE ABBIAMO IL DIRITTO !!!
e poi:
Ma Lei, Presidente, privilegia la verità o copre qualcosa o qualcuno?

CARLO ALBERTO BONESI, ROMA Commentatore certificato 16.07.12 17:40| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Caro Napolitano, è gravissimo, incredibilmente grave, pauroso, deprimente, scoraggiante, che ancora debbano accadere certe cose. Ma dove volete arrivare? Ma perchè dovreste nascondere fatti di importanza nazionale al popolo? Che volete nascondere al popolo? Ma non capite che ormai anche se muoverete una foglia il popolo lo saprà? Siete finiti... Sappiate i torti si pagano tutti... prima o poi i conti hanno da tornà....

claudio romano 16.07.12 17:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento

È un po come il dito che stuzzica del vicesindaco..

emanuele novelli 16.07.12 17:38| 
 |
Rispondi al commento

O_o!?!?

Daniele P., Cagliari Commentatore certificato 16.07.12 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiederei un parere illuminante e una interpetazione al GRANDE CAPO ESTIKAAZII...di 610 !!!!! (Lillo e Greg Rai2)

luigi savadori, cesenatico Commentatore certificato 16.07.12 17:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

La palingenetica obliterazione dell'io cosciente che si infutura nella genesi archetipica dell'antropomorfismo universale.DELLA SERIE (SENTI QUANTE NE SO)

antonio giardina 16.07.12 17:37| 
 |
Rispondi al commento

è chiaro che se vò parà er culo!!

franco strabbioli 16.07.12 17:37| 
 |
Rispondi al commento

La legge è uguale per tutti!
Perfavore vincete le elezione e sputtanate questi mafiosi e criminali.

Saremo un esempio di vera democrazia, anche per gli altri paesi.

Alessandro Patanella 16.07.12 17:37| 
 |
Rispondi al commento

è un linguaggio burocratico e, come tale, segue linee di comunicazione proprie, indifferente alla comprensione esterna.
A tal proposito consiglierei, a chi non l'avesse già fatto, di leggere - Dune di Frank Herbert - saga in 6 volumi sul potere e le sue degenerazioni morali linguistiche ed organizzative

carmelo meli 16.07.12 17:36| 
 |
Rispondi al commento

lo so.trattasi codice ENIGMA.Roba da guerra fredda

ciro cinque 16.07.12 17:36| 
 |
Rispondi al commento

secondo me è alzheimer......

Isidoro De Rosa, Arzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 17:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche lui è della stessa pasta degli altri, andatevi a vedere il video girato da una truppe tedesca in merito ai voli a basso costo (90 euro) che invece u uaglionciello si fa rinborsare per 900 euro, andatevi a vedere l'arroganza del ns capo di stato, andate, andate......

Rino Tommasi 16.07.12 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Male non fare, paura non avere...Che problemi ha Napolitano? se è pulito per quale motivo non vuole essere intercettato? Non è anche lui un cittadino italiano al pari di chiunque? Oppure sa predicare bene e razzolare male?

Elio Attarantato 16.07.12 17:35| 
 |
Rispondi al commento

In poche parole dice:
Il capo dello Stato, si rivolge all'avvocato per intraprendere azioni legali nei confronti della Procura della Repubblica di Palermo
Perchè seppur attraverso intercettazioni indirette sono andati contro la costituzione intercettando il quirinale..

E Napolitano giustifica questa azione futura per evitare futuri precendenti, citando molto goffamente Einaudi

e se ho capito bene penso si giustifichi dicendo che lo fà solo per il suo successore, non tanto per lui..


Spero d'aver risposto bene :)

Matteo D'Alò


e' detto in modo criptico ma il succo dovrebbe essere: siccome le intercettazioni saranno usate come "arma" per creare un precedente per il quale al presidente verra' tolto qualcosa (qualche potere) che la costituzione gli attribuisce ( ridicolo che proprio lui parli di costituzione), "si difende" non perche' gli interessi della sua persona (stoico davvero), ma per non trasmettere al suo sucessore una costituzione alterata (oltre che da lui devastata)... mi pare di aver capito questo...

piercarlo rinaldi, cagliari Commentatore certificato 16.07.12 17:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

E' in parlamento dal 1953 il politichese ha preso il sopravvento! Per me resta sempre napolitano di nome ma non di fatto!

Vincenzo Bernardo 16.07.12 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Che roba è?

Luciano Crimi 16.07.12 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Ussignur dalle palle accesse! Ma che hanno usato il traduttore di Google?

Cristina Fenuccio 16.07.12 17:34| 
 |
Rispondi al commento

C'è qualcuno in grado di tradurlo in italiano comprensibile? La senilità... (del Napolitano!!)

Salvatore Carlo Vigo 16.07.12 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Verrebbe da dire : supercazzola con scappamento a destra....
Viene da pensare : carboni bagnati, anzi fradici.
La sostanza è non vi permettete di ficcare il naso dove non lo dovete ficcare. Grande esempio di correttezza, trasparenza e democrazia !

Enzina Sirianni 16.07.12 17:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Ma è chiaro noooo????
"Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha affidato all'Avvocato Generale dello Stato l'incarico di rappresentare la Presidenza della Repubblica nel giudizio per conflitto di attribuzione da sollevare dinanzi alla Corte Costituzionale nei confronti della Procura della Repubblica di Palermo per le decisioni che questa ha assunto su intercettazioni di conversazioni telefoniche del Capo dello Stato; decisioni che il Presidente ha considerato, anche se riferite a intercettazioni indirette, lesive di prerogative attribuitegli dalla Costituzione.
Alla determinazione di sollevare il conflitto, il Presidente Napolitano è pervenuto ritenendo 'dovere del Presidente della Repubblica, secondo l'insegnamento di Luigi Einaudi, evitare si pongano, nel suo silenzio o nella inammissibile sua ignoranza dell'occorso, precedenti, grazie ai quali accada o sembri accadere che egli non trasmetta al suo successore immuni da qualsiasi incrinatura le facoltà che la Costituzione gli attribuisce'".

Cinzia Conforti 16.07.12 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Cosa caxxo vuol dire? Non vorrei essere accusato di vilipendio ma certo anche dall'alto si può ben capire quanto siamo caduti in basso! Chi vuol intendere ha ben inteso, mobilitiamoci!

dario fertoli, beverino Commentatore certificato 16.07.12 17:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

INDUBBIAMENTE IL "RATTO COL NASONE" E' COLLUSO CON TUTTE LE FETENZIE DI QUESTO PAESE.......

angelo DE ROSA 16.07.12 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Un virgola no eh? :D

Manuel Di Renzo, Chieti Commentatore certificato 16.07.12 17:30| 
 |
Rispondi al commento

???

Lux Luci 16.07.12 17:26| 
 |
Rispondi al commento

la crisi è probabile pure che passi (non certo per merito nostro), ma è la corruzione e la menzogna che non passera mai da questa disgraziata nazione.
Nel parlamento italiano devono esserci tre o quattro persone che, nel più assoluto anonimato, hanno solo il compito di fare e di essere onesti, percepiscono per questa mansione un'indennità a parte, servono per poter far dire al rimanente della congreca che chi sostiene che sono tutti disonesti è un qualunquista.
Mi chiedo se il presidente cossitano appartenga a questo sparuto gruppo.

rosodaeventi 16.07.12 17:23| 
 |
Rispondi al commento

E' molto grave che anche giorgio abbia buttato in questo modo la maschera. Significa il totale disprezzo per il popolo e la convinzione di poter fare tutto quallo che vogliono, tanto restano sempre impuniti. Spero vivamente che si sbaglino, e che , presto, siano costretti a scappare con gli elicotteri oppure darsi alla latitanza.

raffaello deleo Commentatore certificato 16.07.12 17:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro presidente napolitano se intercettando il telefono di un mafioso venisse chiamato dal presidente della repubblica non si dovrebbe sapere? cosa vi fa tanta paura cosa vi siete detti si può sapere?non sono cose private si trattava di trattative stato MAFIA o mafia mafia?
Spero in una raccolta firme x sapere cosa si sono detti
scettico

gino ., modena Commentatore certificato 16.07.12 17:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A me più che un cruciverba "Quirinalizio", mi sembra un "Quirinazzola"!!!

Daniele Inc. 16.07.12 17:17| 
 |
Rispondi al commento

sembra una supercazzola

ivan m. Commentatore certificato 16.07.12 17:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

E' troppo forte l'indignazione per quell'anarchia del potere di cui parlava Pasolini. Un potere che arbitrariamente sceglie di fare e perseguire tutto ciò che vuole indipendentemente dalla logica che prevede il rispetto e la valorizzazione del bene comune. Un potere che oggi arriva a nascondersi persino dietro la nostra Carta Costituzionale scritta con il sangue dei padri della Repubblica! /Simone Luca Reale/

Simone Luca Reale (silure), Brolo Commentatore certificato 16.07.12 17:16| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ancora un po' di mesi e speriamo di liberarci da tutto questo che non ne posso più. Mi stanno diventando sempre più odiosi. Poi vanno a fare le manfrine a Capaci e a Palermo.

Simone D., Padova Commentatore certificato 16.07.12 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Io mi chiedo:" Se il Nostro non ha niente da
nascondere, perchè si arrampica sugli specchi???"

Cesare Fioravanti 16.07.12 17:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento

Questo, invece, sarebbe proprio il caso che "quelle facoltà" che la Costituzione gli attribuisce, gli siano tolte di mano una volta per tutte e messe nelle mani di chi se le merita ed è pronto ad utilizzarle per il popolo ed a favore del popolo.

E basta co'sti presidenti eletti dai parlamentari.

Il Presidente lo DEVONO eleggere i cittadini !

(Per me Grillo non sarebbe una cattiva idea :-)))

Orlov Pomaranci 16.07.12 17:12| 
 |
Rispondi al commento

strano paese questo,
dove la voce della gente, del popolo, e i fatti,
li trovi solo sui blog

mentre le istituzioni sono
chi piu', chi meno...
intente a rappresentare la voce delle mafie.

Stefania .. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 17:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SIAMO ALLE SOLITE " LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI" MA C'E' SEMPRE QUALCUNO CHE E' PIU' UGUALE DEGLI ALTRI : VEDI POLITICI, MINISTRI, PRESIDENTI ETC ETC ......IO PURTROPPO FACCIO PARTE DEI "TUTTI" COME LA MAGGIORANZA DEI MIEI CONCITTADINI, E MI DOMANDO DOVE HANNO SBAGLIATO LE NOSTRE FAMIGLIE, A DIFFERENZA DELLE LORO? PRESIDENTE CI ILLUMINI!!!!!!

giuseppe s., verbania Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 17:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Supercazzola istituzionale! Evvai!

Obi Kenobi Commentatore certificato 16.07.12 16:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Un consiglio al nostro Presidente.

Per questo tipo di causa le consiglerei un avvocato molto quotato.
Si chiama Niccolò Ghedini.

P.s. Le auguro che abbia del tempo da dedicarle, in quanto mi risulta oberato di lavoro.

Barone Piovasco, Rondò Commentatore certificato 16.07.12 16:52| 
 |
Rispondi al commento

gli amici del cinghialone perdono il pelo ma non il vizio ... vi ricordate il cossiga come si sfracellò contro casson ?

daniele ferro 16.07.12 16:49| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori