Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I referendum anti-casta sono una bufala


costi-politica.jpg
"Molte persone ci chiedono come firmare i “referendum contro la casta”, o addirittura perché il Movimento 5 Stelle non stia raccogliendo le firme. Per questo vorrei chiarire che questi referendum, allo stato attuale delle cose, sono una bufala! Perché? Il referendum abrogativo è regolato da alcuni articoli della legge 352 del 1970 che fanno sì che le firme raccolte in questo periodo siano nulle e inutilizzabili.
Ma qui a Torino abbiamo anche un’altra esperienza: ricorderete quel Renzo Rabellino che riesce a far eleggere consiglieri qua e là con coalizioni di liste improbabili, come Grilli Parlanti, Lega Padana e Forza Toro. È ormai appurato che molte persone che avevano firmato per presentare petizioni contro il canone Rai o contro le strisce blu - persino personaggi famosi come Luciana Littizzetto - avevano ritrovato la propria firma magicamente apposta sotto le liste elettorali di Rabellino. È per questo che mi permetto di sospettare che tutte queste centinaia di migliaia di italiani che ora corrono a firmare fogli dal primo che passa per “far finire questo schifo dei politici” potrebbero a loro insaputa, l’anno prossimo, presentare alle elezioni politiche le liste di qualche nuovo partito pieno di riciclati!" Vittorio Bertola, consigliere MoVimento 5 Stelle, Torino

19 Lug 2012, 17:24 | Scrivi | Commenti (191) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Può succedere di tutto in Italia, proprio come nei paesi del terzo mondo stiamo vivendo un incubo fatta la legge fatto l'inganno dice un proverbio ma di che parliamo bisogna agire anche se almeno un terzo della popolazione in parte non capisce in parte appartiene alle varie lobby

lucianalucarella 18.05.13 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Bertola ci dica allora se anche questa è una bufala....:

Unione Popolare ha però dalla sua il giudizio favorevole di 11 costituzionalisti, che rilevano come la legge si riferisca al deposito e non alla raccolta delle firme stesse, che, seguendo i dovuti accorgimenti tecnici, potranno essere depositate a gennaio in Cassazione. Il giudizio della Suprema Corte arriverà quindi entro l'autunno, per poi passare la parola alla Corte Costituzionale che valuterà i quesiti nel gennaio 2014. Se il giudizio dovesse essere positivo, i cittadini potrebbero essere chiamati a esprimersi nella primavera dello stesso anno.
Insomma, nel silenzio generale dei mezzi di comunicazione tradizionali, la corsa del cosiddetto referendum anti-casta continua.

Fonte: http://it.notizie.yahoo.com/blog/gossip-di-palazzo/il-referendum-anti-casta-raccoglie-1-3-milioni-154826620.html

Mauro Maiorano 13.08.12 01:17| 
 |
Rispondi al commento

La legge 352/1970 parla chiaro

3. la richiesta di referendum non può essere depositata nell'anno anteriore alla scadenza di una delle due Camere e nei sei mesi successivi alla data di convocazione dei comizi elettorali per l'elezione di una delle Camere medesime (v. punto 12 per il caso di scioglimento anticipato)

c'è scritto nell' anno anteriore e non 12 mesi prima
quindi nel 2012 non si possono depositare referendum

Dom Gi 09.08.12 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo, non sarebbe meglio tettere tutta la sua energia nel suo lavoro e lasciar stare il lavoro (la politica) degli altri. Perche tanta negativita su quanto si sta facendo per fare dell'Italia una nazione che abbia rispetto..!!!
Tanta critiche sul governo Monti...ma lei non ha ancora fatto sentire come farebbe, una volta al governo, a gestire la situazione di oggi. Non ho la cittadinanza italiana, e purttroppo non posso firmare per il referendum, altrimenti lo farei.
E ancora una volta...lasci stare le cose di cui LEI non ne e' competente...!!!, e lasci che i competenti faccino il loro lavoro, senza spargere tra la gente tanto panico.

Frank Fortezza 31.07.12 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sono presentata presso il mio Comune di residenza ed ho firmato fiduciosa per il Referendum. Non solo: ne ho parlato ad amici e conoscenti che non ne erano a conoscenza e ben volentieri sono andati a firmare. Mi domando: se tutto questo è una bufala, perchè sono stati dati in dotazione nei Comuni (non per strada) i moduli per la raccolta delle firme? Chi ha messo in moto questa messinscena? Non certo un normale cittadino, in quanto non in suo potere ... E allora, se è davvero una bufala, tutto ciò è gravissimo. Ma prima di esprimere la mia indignazione, in quanto davvero incredula, attendo certezze.

caterina varda 30.07.12 06:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, nonè vero che votare i referendum non serve! Basta pensare alla scorsa estate con il risultato dei referendum sui beni comuni che hanno avuto come conseguenza di una grande partecipazione al voto delle forze migliori del paese un importante risultato politico nell'elezione dlle giunte comunali di Milano e Napoli. Non capisco quale significato abbia per te la partecipazione convinta delle persone alle iniziative referendarie o alle elezioni! Mi sembra che il tuo interesse maggiore sia quello di convincere la gente che sia inutile andare a votare ameno che non decidano di votare per il tuo movimento!Mi vorresti spiegare quali provvedimenti sareste in grado di prendere una volta eletti?

Alberto Franchi 26.07.12 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono andato con mia moglie per firmare la petizione per la riduzione degli stipendi dei parlamentari e all'Ufficio elettorale del Comune mi hanno detto che non sapevano come farci firmare questa petizione, e se ci fossimo informati sulle modalità di acquisizione di questi consensi, avrebbero aderito anche loro alla petizione. Ora qualcuno sa dirmi le modalità per potere esprimere questo tipo di posizione?
Per informazione il Comune è San Vito lo Capo-TP-, bellissima località turistica ma con un Ufficio elettorale poco aggiornato.

leonardo loria, augusta sr Commentatore certificato 25.07.12 19:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Evitiamo la disinformazione per cortesia... Il referendum in questione è validissimo. L'ostacolo della legge 352 non sussiste in quanto la scadenza delle Camere è il 28 Aprile, mentre il quesito referendario è stato pubblicato G.U. il 24 Aprile, rispettando perfettamente i termini tempistici per la sua presentazione.

La raccolta firme può avvenire in un periodo di tempo deciso dal comitato organizzazione che potrà presentare il deposito soltanto da gennaio 2013 e con le firme raccolte negli ultimi 3 mesi. Per ipotesi, se raccogliesse 1 milione di firme da maggio a dicembre e 500.000 tra ottobre e dicembre, potrà portare in cassazione e conteggiare soltanto 500.000 firme, quelle raccolte tra ottobre e dicembre.

Per quanto riguarda l'eventuale rimborso, sarà possibile soltanto se si farà il referendum e se supererà il quorum e comunque il rimborso sarà calcolato sulle firme considerate valide. L'aspetto giuridico di questa vicenda è valutabile solo attraverso le interpretazioni dei vari utenti e nessuno di questi pareri ha determinante valore legale e/o giuridico. La grande maggioranza degli utenti è convinta che le firme saranno valide soltanto se raccolte da ottobre e che questa è anche l'interpretazione più cautelativa.

Eneru Y 25.07.12 15:52| 
 |
Rispondi al commento

ho trovato un sito che dice questo in proposito..che mi dite al riguardo?
L’iter non è comunque immediato. Le firme potranno essere consegnate in Cassazione solo a gennaio (nell’anno solare che precede le elezioni politiche è vietato presentare un referendum). Entro l’autunno del 2013 la Suprema Corte verificherà l’entità e la legittimità delle sottoscrizioni, che devono essere almeno mezzo milione. Più o meno nel gennaio 2014 la Corte Costituzionale valuterà i quesiti. Il tempo di convocare la consultazione popolare, e nella primavera del 2014 gli italiani potranno andare a votare.

Il gruppo facebook del referendum

Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/referendum-stipendi-parlamentari#ixzz21YemKEei

dani ele 24.07.12 18:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno mi risposta: è vero che nel 2008, Grillo ha mandato a firmare milioni di italiani senza sapere che, fino a maggio, non si potevano raccogliere firme?
Oppure ci ha mandato lo stsso a firmare, sapendo che le firme raccolte fino a maggio sarebbero state invalidate?

In cosa quella vicenda differisce da quella odierna?

Giovanni S. 24.07.12 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allora non ci resta che sopprimerli ??
Se è così bisogna organizzarsi.

cattivo2007 24.07.12 12:50| 
 |
Rispondi al commento

E' curioso notare come sia stata tirata in ballo una storia di firme rubate (che con l'argomento centrava ben poco), anzichè far notare che un episodio simile a questo si è verificato durante il secondo V-Day.
Il 25 aprile 2008, milioni di italiani hanno fatto ore di coda sotto il sole per firmare una richiesta di referendum. Ed erano firme che sono state invalidate, per lo stesso identico motivo. Perchè non ne parlate mai?

Giovanni S. 24.07.12 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

controllate il comma 31 a quest'indirizzo:

http://www.giurcost.org/fonti/referendum.htm

per i piu' pigri lo riporto a seguire:

31. - Non può essere depositata richiesta di referendum nell'anno anteriore alla scadenza di una delle due Camere e nei sei mesi successivi alla data di convocazione dei comizi elettorali per l'elezione di una delle Camere medesime.

Visto che mancano una manciata di mesi alle elezioni il tutto mi sa che e' veramente una bufala.

Pierluigi Nastasi 24.07.12 11:27| 
 |
Rispondi al commento

..ma allora cosa possiamo fare,quale strada intraprendere per muovere le acque e provare a stoppare questo scempio dei politici ??

Luigi Marcucci 24.07.12 11:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beh ... Io sono andato a firmare.
Tra continuare a parlare e non fare niente ... e fare qualcosa, magari non proprio decisivo e pieno di dubbi, io preferisco la "due"
Paolo Federici


un poco di chiarezza :

esistono 2 promoptori del referendum :

1) uno fatto dai cittadini non iscritti a nessun partito "il comitato del sole" la cui aspirazione è di tagliare di circa 12mila euro i riconoscimenti economici ai parlamentari.
questa ha depositata il 24 aprile 2012.
ma aveva già detto che ritira il referendum per impossibilità di raccogliere le firme, anche a causa sovrapposizione di UP ..

2) uno fatto da politici UP simil-DC e UDC, che invece mira a eliminarne una parte più contenuta.
ed è stasta depositata il 30 aprile.

.. quella di cui stiamo parlando e che oggetto di questo Blog è relativa a UP !

.. che ancora si ostinano a dire andate a firmare !


cordialmente

Roberto B. Commentatore certificato 23.07.12 15:13| 
 |
Rispondi al commento

sempre la legge 352/1970 all’articolo 28 recita: “Salvo il disposto dell'articolo 31, il deposito presso la cancelleria della Corte di cassazione di tutti i fogli contenenti le firme e dei certificati elettorali dei sottoscrittori deve essere effettuato entro TRE MESI dalla data del timbro apposto sui fogli medesimi”.

.. se la scadenza è il 31 luglio, vai a tre mesi prima e ricavi la data !


altrimenti dicevano che il termine era 26 luglio ..


.. comunque la polemica è inutile, rifaranno a ottobre una raccolta firme per un referendum che si svolgerà nel 2015, se tutto va bene, e se l'italia non sarà fallita !

cordialmente

Roberto B. Commentatore certificato 23.07.12 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Mi pare che il fatto che liberi cittadini si associno in rete per fare quello che la politica non si sogna minimamente di fare, vale a dire tagliarsi almeno in parte i propri ingiusti privilegi, sia degno del massimo rispetto.
Quindi:
1: NON SI TRATTA DI BUFALE;
2: l'inammissibilità e l'inutilizzabilità le decreta la corte di Cassazione, con il suo controllo di legalità sulle proposte di referendum presentate;
3: la decisione della corte di Cassazione è ricorribile da parte dei promotori dei 2 referendum anticasta, e volendo addentrarsi nelle maglie della legge attuativa dell'istituto del referendum, le norme in parola sono lacunose e si prestano ad applicazioni anche estensive che non escluderebbero l'ammissibilità dei quesiti referendari anticasta, salvo poi poterli materialmente esperire nell'anno successivo a quello delle elezioni.

Ergo: andiamo numerosi a firmare i referendum anticasta, perché non è escluso che possano essere ammessi. Se poi malauguratamente ciò non avvenisse, gli onesti cittadini che saranno andati a firmare avranno comunque il merito di aver sollevato una questione colpevolmente taciuta dai media foraggiati con il denaro pubblico per anestetizzare ogni dissenso. Andiamo tutti a firmare, anche a dispetto della sufficienza e della spocchia di chi pensa di sapere tutto e di aver già la maggioranza in tasca alle prossime elezioni.
Questi soloni hanno mai considerato che potrebbe esserci un'ammucchiata PDL - UDC - PD alle prossime elezioni, che prende il 51%? Premesso che il mio auspicio è che il M5S possa stravincere e ricostruire il patto tra stato e cittadini, se necessario rivoltando tutti i "calzini istituzionali" sono basito dai tuttologi pronti a denigrare il lavoro della cittadinanza attiva che fermenta in rete, e con la quale bisogna coordinarsi per realizzare il cambiamento, piuttosto che pontificare dalla propria parrocchia fortificata.
Buon referendum a tutti (sperando che i prossimi referendum siano bonificati dai rimborsi).

angelo degaetano 23.07.12 13:32| 
 |
Rispondi al commento

ma questa è truffa aggravata !!!! ma se fosse vero, questi qui sono perseguibili per legge ????

ina ghigliot 23.07.12 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Articolo 31 legge 352/1970...."Non può essere presentata richiesta di referendum nell'anno anteriore alla scadenza di una delle due Camere" . Lo scioglimento delle camere avverrà il 28 aprile 2013 ....per anno anteriore si intendono i 365 giorni e non come erroneamente dice qualcuno "anno solare" ......il quesito è stato presentato il 24 aprile, quindi siamo perfettamente in regola con i tempi.

Giuseppe Mistretta 23.07.12 11:36| 
 |
Rispondi al commento

fosse l'ultima cosa che faccio alle prossime elezioni vi VOTO!

cristian 23.07.12 01:17| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, secondo voi è posibile abrogare per rferendum una voce della retribuzione, foss'anche odiosa, di qualcuno? E se domani, faccio per dire, a qualcuno venisse in mente di indire un referendum per abolire le 13me di tutti i dipendenti delle aziende di trasporto, che si fa? Si procede? Vi sembra logico?

Antonio B., Cambiago Commentatore certificato 22.07.12 21:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono andate in comune per chiedere si sottoscrivere il referendum, peccato che ho trovato un cartello (il giorno dopo che al tg dicevano che mancavano 300 mila firme per farlo passare esecutivo) che diceva che la raccolta era stata sospesa. hai capito la democrazia. che indignazione e noi stiamo a guardare..... ce lo meritiamo

ADA R., Rho Commentatore certificato 22.07.12 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembrava strano: mai visto quel sito web infatti, non aveva contenuti specifici quant'altro possa interessare un vero partito. Siamo alle solite , un'azione di depistaggio mediatico, al solo scopo di confondere e stressare le masse. E' allucinante come si sia diffusa in fretta la notizia. L'unica cosa che comunque mi preme dire è di non abbattersi, e rimanere pronti per il vero referendum, intanto potremmo far partire una denuncia contro questo fantomatico partito e diffidarlo dall'utilizzare i dati acquisiti per altri scopi??

Giuseppe F..à 22.07.12 20:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E bravi ai nostri politici! Anche questa! Io non sono andato: 1° perchè non lo sapevo, 2° perchè mi è parso strano sentirne parlare per la prima volta in TV, 3° perchè è stata fatta un'intervista trasmessa su Rai 3(?) ad una rappresentante di questo fantomatico movimento o gruppo di cui non ricordo il nome, che ha "spiegato" in modo subdolo che si può e si deve andare a firmare perchè ... ecc. Forse 15 o 20 anni fa ci sarei cascato, oggi non più. Se ancora non ci siamo resi conto di essere dentro un "sistema" di potere che fa quello che gli pare e piace alla faccia di tutti i cittadini onesti che si ostinano ad essere creduloni. Non so se il M5S riuscirà nei suoi intenti, quello che è certo è che attualmente è l'unica speranza di un cambiamento pacifico. Poi, se andrà male, ognuno per sè e Dio per tutti... e non vorrei essere nei panni di un qualsiasi politico di secondo piano...

Lucio ., Pescara Commentatore certificato 22.07.12 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Il Comitato del Sole pubblica un "comunicato chiarificatore" sul referendum anti-casta, con cui di fatto mi dà ragione: annuncia di fermare la raccolta firme per iniziarne una nuova a ottobre, quando le firme saranno valide (per votare nel 2014 o 2015...). Però dà una nuova versione: sapevano che le firme erano nulle, ma pensavano di chiedere poi a Napolitano una deroga per renderle valide lo stesso. Certo, le leggi si cambiano a richiesta e Nappy era lì pronto a firmare...
Tra l'altro dimostrano ancora la propria ignoranza: citano tre precedenti decreti di aggiustamento della legge 352, di cui due irrilevanti (riguardano articoli della legge diversi da quelli dal 27 al 34 che regolano la questione) e uno che semplicemente concesse 8 giorni in più per consegnare le firme in occasione delle elezioni anticipate del 1994, ovvero per un evento imprevisto. Non è mai stata data alcuna deroga per permettere la presentazione di firme nell'anno precedente le elezioni non anticipate... Ma non possono ingaggiare un avvocato che gli spieghi la legge?

Vittorio Bertola, Torino Commentatore certificato 22.07.12 11:32| 
 |
Rispondi al commento

io e la mia famiglia siamo andati a firmare in comune la settimana scorsa e adesso ho scoperto che le nostre firme non serviranno a niente, o meglio non possono servire per proporre un referendum ma magari qualcuno le userà alle prossime elezioni.
perciò mi chiedevo se è possibile andare in comune a cancellare ognuno la propria firma.
qualcuno mi sa dire se è possibile?

Manuel Bazzani 21.07.12 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe anche se grazie a voi ho scoperto che le firme sono una bufala... ho deciso io e la mia familia di andare ugualmente. All'anagrafe ho incontrato un mare di persone tutti consapevoli di tale sistema. Anche se il tutto non va in porto... avremo perso solo mezz'ora della nostra vita ma tanto arriverà il 2013 poi vedremo dove tutti noi gli manderemo a questi politici...cordiali saluti

Mirko Gambini 21.07.12 17:14| 
 |
Rispondi al commento

PER COSA SIAMO ANDATI A FIRMARE ?

Il promotore del Referendum l’UP, è stato fondato un annetto fa da Maria Di Prato e come Presidente e punto di riferimento, l’On.le Mario Tassone.
Tra i soci fondatori nonché consigliere nazionale del neo costituito soggetto politico c’è anche Anna Rita Palmieri che siede nel consiglio comunale di Foggia nelle file dell’UDC .
(http://www.statoquotidiano.it/13/10/2010/foggia-anna-rita-palmieri-fonda-lunione-popolare-di-centro/35773/)
.. notare la foto di Maria di Prato con Casini !!!
la sua storia sembra da riciclata :
eletta nella DC, quando questa si scioglie segue casini fino all’ udc, poi dopo il successo del M5S, crea l’UP, che nel sito, sembra una fotocopia del Movimento 5 stelle ?!?!

… io non mi fido dei politici, io credo che questi l(UP) i, che vengono dalla prima repubblica, attraversano la seconda, vogliano approdare indenni nella terza repubblica !

Siccome questi politici mi hanno abituato a pensare male, siccome è impossibile che una che sta da 40 anni in parlamento non sappia che il referendum non è valido, e siccome sanno che alle prossime elezioni non possono in maniera “pulita” raccogliere 500.000 firme per candidare questo partito .. forse le firme che raccolgono per il referendum, le useranno per questo motivo !
..

Il prossimo anno sapremo per cosa siamo andati a firmare !!

Cordialmente

Roberto B. Commentatore certificato 21.07.12 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Ok, però bisogna che Beppe o chi per esso spieghi nei dettagli perchè le firme sono nulle, altrimenti è uno scontro tra bufale!

Matteo Ghiazza 20.07.12 23:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi auguro che la raccolta firme nei comuni siano affidabili.

Maria Chiara Cadoni, Cplorno Commentatore certificato 20.07.12 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Vista la totale inutilità di questa raccolta firme, l'unico motivo per cui i promotori (ex trombati UDC) continuano ad insistere è da ricercarsi nella ricerca di visibilità in un patetico tentativo di riverginarsi agli occhi dell'opinione pubblica.

https://www.facebook.com/notes/maurizio-zizio-buccarella/sul-referendum-anti-casta-parlamentarelunione-popolare-a-cosa-%C3%A8-unita/10150958544985959

Savio Chiariello Commentatore certificato 20.07.12 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutta gentaglia alla ricerca di una nuova verginità...que se vayan todos!!!

thomas carriero, milano Commentatore certificato 20.07.12 19:47| 
 |
Rispondi al commento

350.000 firme sono chiuse in un cassetto dal 2007 e allo scadere di questa legislatura potranno anche buttarle al macero.
diamo per scontate tutte le buone intenzioni di chi propone i 2 referendum, già sono due, e che vengano rispettate tutte le regole ecc. ecc.
Secondo voi che fine faranno queste firme?

oggi non serve più andare per piccoli passi utilizzando i pochi strumenti a disposizione (referendum per esempio) per poi ottenere poco e niente.
Ricordate quello sui finanziamenti ai partiti gli è bastato chiamarli rimborsi.
Acqua e nucleare?
Stanno distruggendo l'italia, l'europa e tutto il pianeta!
In spagna scontri fra polizia e pompieri!
siamo nella BRATTA (genovesismo) e paghiamo presidente e direttore generale di una TV pubblica, alquanto scadente, oltre UN MILIONE di euri. E così via.
bisogna anticipare i tempi e puntare dritto al bersaglio grosso!

C'è solo una soluzione: CI VEDIAMO IN PARLAMENTO!

Da lì uno per uno li buttiamo prima fuori e poi dentro#.

P.S. ad una condizione pochi discorsi e ognuno ci metta un pezzo del suo culetto.

fulvio 58, genova Commentatore certificato 20.07.12 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma dirlo prima no???????? Io ci sono già a andata a firmare così come i miei familiari e conoscenti

Barbara verago 20.07.12 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Vittorio, non era più semplice un
"L'iniziativa è lodevole, ma così com'è proposta a causa di un errore di ingenuità risulterà nulla. Ci impegniamo come m5s a ripresentarla nei tempi corretti. PS controllate sempre quello che firmate."
o qualcosa di simile?
Personalmente ritengo che anche se non osserva una legge ordinaria, la raccolta non viola la costituzione, quindi forse è da rivedere la legge. E una mobilitazione è sempre da apprezzare, anche quando finisce in un buco nell'acqua; perchè in questo caso denuncia l'assenza di una politica capace di far sue le cause che premono ai cittadini che sono costretti ad arrangiarsi con i loro limiti e le loro carenze, ma con la volontà che evidentemente manca altrove.

Roberto Balbi Commentatore certificato 20.07.12 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un modi per guadagnare 0,52 centesimi e non fare un cazzo
Il referendum è per il taglio della diaria

Ma i stipendi i bonus i gettono presenza i vitalizi le pensioni di questi personaggi poco raccomandabili a quando
Spero presto per l ingresso del m5s con la scure e il consenso degli elettori

Riccardo Garofoli 20.07.12 18:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per precisione riporto i passi della legge in questione:

Legge 25 maggio 1970 n¨352

31 -Non può essere depositata richiesta di referendum nell'anno anteriore alla scadenza di una delle due Camere e nei sei mesi successivi alla data di convocazione dei comizi elettorali per l'elezione di una delle Camere medesime.

32-Salvo il disposto dell'articolo precedente, le richieste di referendum devono essere depositate in ciascun anno dal 1° gennaio al 30 settembre.

Alla scadenza del 30 settembre l'Ufficio centrale costituito presso la Corte di cassazione a norma dell'articolo 12 (1) esamina tutte le richieste depositate, allo scopo di accertare che esse siano conformi alle norme di legge, esclusa la cognizione dell'ammissibilità, ai sensi del secondo comma dell'articolo 75 della Costituzione, la cui decisione è demandata dall'articolo 33 della presente legge alla Corte costituzionale.

Entro il 31 ottobre l'Ufficio centrale rileva, con ordinanza, le eventuali irregolarità delle singole richieste, assegnando ai delegati o presentatori un termine, la cui scadenza non può essere successiva al 20 novembre, per la sanatoria, se consentita, delle irregolarità predette e per la presentazione di memorie intese a contestarne l'esistenza.......

L'interpretazione non mi sembra molto soggettiva. Visto che l'esame di tutte le raccolte firme verrá effettuata nel mese di Settembre di ogni anno, mi sembra ovvio che il prdiodo preso in considerazione sia quello solare. (altrimenti ogni mese di settembre di ogni anno antecedente a quello delle elezioni sarebbe da considerarsi di ferie per questi i signori dell'ufficio centrale della corte di cassazione). In parole povere, a meno che la legge venga dichiarata incostituzionale, il referendum non sará valido.


Per lo meno proviamoci invece di pensare che tutto è inutile . A meno che qualcuno pensa di salvaguardarsi gli stipendi futuri per la prossima stagione al parlamento . Gente provare non costa nulla , andiamo a votare

Mario 20.07.12 16:56| 
 |
Rispondi al commento

solo per curiosità , vorrei conoscere meglio le persone promotrici ..

ho fatto qualche ricerca :

il sito unionepopolare.eu è registrato da Maria di Prato di Roma, in via della fornace 35 Roma.
(http://www.eurid.eu/en/content/whois-result)
La stessa che è anche portavoce del movimento stesso !
Allo stesso numero telefonico (fax nel whois) della persona che ha registrato il sito c’è una società “S.B. SOC COOP A RL” TAPPI E TURACCIOLI e Materie plastiche
..
domani controllo alla camera di commercio chi sono i soci ..

qualcuno di Roma ha info più precise ?

Roberto B. Commentatore certificato 20.07.12 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

eccone una nuova;
poi, quanti referendum, quante raccolte firme, sono state fatte negli ultimi anni e buttati nel cesso da questa casta arroogante di politici?
perdendo tempo con loro, costantemente riciclati, non possiamo interessarci dei grandi poteri che di fatto regolano la politica internazionale.
non siete ancora stanchi di fare le pedine di scacchisti che non arrivano nemmeno agli ottavi di finale?

orso bianco 20.07.12 16:09| 
 |
Rispondi al commento

il movimento 5 stelle governera'!!

Gianni Hustla 20.07.12 15:55| 
 |
Rispondi al commento

ECCO PERCHÈ È VALIDO:

FONTE: http://www3.varesenews.it/politica/articolo.php?id=239252

"Maria di Prato, coordinatrice nazionale di Unione Popolare e portavoce del comitato per il referendum, ha caricato un video sul gruppo Facebook della campagna referendaria nel quale spiega che il referendum è valido. Secondo di Prato, la legge 375, che regola l’attuazione del referendum, contiene diverse lacune e pertanto è da ritenersi incostituzionale.
Questo è il motivo per cui Unione Popolare ha deciso di continuare la raccolta delle firme.
Per avere la sicurezza che l’iniziativa non vada a perdersi, Unione Popolare intende raccogliere
nuovamente le firme anche in una tornata a ottobre 2012, dopo aver consegnato in Cassazione quelle raccolte in questa tornata a metà agosto. Le firme che verranno raccolte tra ottobre e la fine dell’anno saranno poi consegnate in Cassazione il 1° gennaio 2013. Da quella data è infatti possibile depositare le firme, in virtù di due sentenze emesse dal comitato centrale per il referendum della Corte di Cassazione che stabiliscono che l’anno che precede la scadenza di una delle due Camere del Parlamento non è quello di 365 giorni ma quello solare."

Flavia Gotelli 20.07.12 15:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I veri guerrieri per tenersi in allenamento, combattono sempre, ad oggi l'm5s non è in parlamento, non può che iniziare le briciole, per iniziare ad affilare le unghie, poi in parlamento, combatteremo le guerre più consone.

Se possiamo levargli le briciole, iniziamo da quello...

Se poi troveranno un modo per non farlo, saranno fatti loro, di certo non è la mentalità giusta non far niente perchè tant trovaeranno il modo per bloccarlo....così non si fa da nessuna parte...

Francesco C. Commentatore certificato 20.07.12 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Perdonate la domanda da perfetto ignorante...ma....quindi abbiamo la certezza che nel 2013 si voterà? Beati voi che siete così sicuri...

Aldo M. Commentatore certificato 20.07.12 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Un PLAUSO A CHI E’ ANDATO A FIRMARE per il referendum , perché queste persone hanno dimostrato che vogliono fare qualcosa per cambiare lo stato attuale e indecente delle cose !

.. un plauso ai promotori SE QUESTI HANNO AGITO IN BUONA FEDE !

.. i giorni scorsi in comune mi hanno detto che i moduli dovevo stamparmeli da solo e poi andare in comune a Bologna
A casa sono andato nel sito dei promotori del referendum e ho trovato “Unione Popolare” ! … ma come è possibile che un emanazione della UDC e della vecchia DC fanno questo referendum ?!?! ..

.. io sono una persona semplice, ma nel tempo ho imparato a non fidarmi dei politici, dopo decenni di prese per il culo, qualcosa l’ho imparata, so che se dicono che lo fanno per il bene del paese vuol dire che ti stanno fregando, se fanno un referendum apparentemente contro loro, ci devono essere altri motivi ..

Mentre cercavo in rete, qualche cosa mi è sembrato possa dare adito al sospetto :

1)Se sanno che il referendum non vedrà la luce, per le leggi già citate , perché non lo dicono subito ?

2)Se sanno che se anche il referendum verrà abrogato perché non dicono che i rimborsi elettorali li prenderanno ugualmente ? .. da oggi ho sentito che i soldi presi li devolveranno al territorio ??! (ma io cittadino non avevo il diritto di saperlo prima dove andavano ?!?! )

3)Gli elenchi elettorali sono atti pubblici?
Secondo la giurisprudenza sono solo “atti amministrativi finalizzati alla presentazione delle liste”.
quindi un privato cittadino non può controllare un bel nulla, Sono queste ambiguità legislative che alla fine favoriscono i taroccatori di firme; se esse fossero pubbliche e tutti potessero avervi accesso e diritto di controllo, nessuno avrebbe buon gioco a presentare elenchi “clonati”.

Io sono una persona semplice, credo ai fatti e spero che questi mi smentiranno !

Cordialmente

Roberto B. Commentatore certificato 20.07.12 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Io lo dico e lo pratico da ANNI : un cittadino in una democrazia può esprireme la sua scelta elettorale in CABINA, alle elezioni. E se non mi sento rappresentata da NESSUNO, c'è un unico modo per dimostrarlo. E' il voto NULLO ! Se tutti quanti andassimo a votare, venissimo registrati e allo spoglio si trovassero soltanto degli insulti, forse e dico forse ...capirebbero che gli italiani sono stanchi di queste farse !

albachiara 20.07.12 13:28| 
 |
Rispondi al commento

... MA COSA POSSIAMO FARE? ... PER DIRE BASTAAAAA!

renzo salti, saccolongo Commentatore certificato 20.07.12 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiegate come mai allora Domenica scorsa c'era un gazebo del M5S in piazza a Como che raccoglieva le firme del suddetto referendum?? un consiglio da potenziale futuro elettore... prima di pubblicare qualcosa accertarsi che TUTTI gli attivisti siano sulla STESSA LINEA D'ONDA... Buona "politica" a tutti! Fabio C.

Fabio CArnelli 20.07.12 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sembra che possa addirittura esserci una speculazione economica dietro "ogni" referendum. Al comitato promotore potrebbero andare fino a 5.000.000.000 delle vecchie lire pari a circa 2,5 milioni di euro per ciascun referendum andato in porto. Noi italiani siamo veramente incredibili!!! Non c'è proprio nessun limite all'indecenza.

Vincenzo Apicella 20.07.12 12:25| 
 |
Rispondi al commento

mio conoscente consigliere Regionale: "Mamma mia quanti cazzo de soldi sono..non si sà come spenderli..ammetto che sono troppi". Giuro che è la verità,mi ha detto proprio cosi.

mario 20.07.12 12:21| 
 |
Rispondi al commento

... tutto ciò premesso, non sarebbe male che il movimento si impegnasse fin da ora, anche attraverso il blog, in una campagna referendaria di abrogazione di una miriade di disposizioni inique, "ad personam", antidemocratiche, spartitrici, lottizzatorie, ad uso e consumo della partitocrazia e relativa clientela, di cui è farcita la legislazione nazionale.
Un selezione di proposte abrogative maggiormente sentite e condivise tra i lettori del blog da presentare, nei tempi e nei modi opportuni, in un unica proposta di referendum.
Sarebbe una grande dimostrazione di "democrazia diretta" oltrecchè un ottima bandiera da sventolare in occasione delle ormai prossime elezioni politiche.

Enrico Pascolo Commentatore certificato 20.07.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate tanto, Ma se ho capito bene, ce nolta invertezza sulla validita o non di queste firme....MA NEL DUBBIO...CMQ ANDIAMO A FIRMARE!!!FACCIAMO VEDERE A QUESTI POLITICI CHE il"popolo" non e scemo!!!! magari poi non avranno valore... ma DIAMO VALORE A CHI CI HA PERMESSO DI METTERE NOME E COGNOME SU UN documento per dire la nostra... e dimostriamo che ci importa ancora di come far andare questa Italia!!!! se poi riusciamo a far diminuire gli stipendi stratosferici ancora meglio!!! ma nel dubbio...NON FARE NIENTE NON SERVE...e devo ammettere che dal muovimento 5 stelle NON ME LO ASPETTAVO

fabio rossi 20.07.12 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono una cittadina che ha firmato per i referendum e per farlo sono andata nella mia Circoscrizione perché è solo presso il Comune che si può firmare e sui moduli è riportato il testo del referendum per cui si firma. Sinceramente non capisco come queste firme possano essere utilizzate per liste elettorali.

Loredana Turrini 20.07.12 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

D'accordissimo, questo referendum è solo uno specchietto per le allodole, irrinunciabile per gli inconsapevoli e in larga misura, bisogna dirlo, anche per gli scoppiati e gli esauriti. Se davvero volete far cambiare direzione al paese, devono entrare in parlamento i cittadini, coscienti, veri, non maschere emanazioni di partiti o di interessi privati.

Solo le istituzioni pubbliche, che formano il nostro stato e quindi la nostra vita, così come il linguaggio frutto proprio del nostro stato può farci intendere, possono cambiare la cose, e per cambiare le istituzioni, occorrono i cittadini presso la cosa pubblica, non di certo un referendum immaginario che fungerebbe solo da valvola di sfogo per fare titoloni sui giornali. Prendetevi delle responsabilità intellettuali, basta che questa passività rassicurante.
E oltretutto, è lampante in questo caso che questo referendum sia proprio uno stratagemma voluto "dolosamente".

Andrea C., Milano Commentatore certificato 20.07.12 11:48| 
 |
Rispondi al commento

caro vittorio mi sorge il dubbio che tu non voglia il referendum perchè pensi di candidarti al parlamento? o hai amici in parlamento? ITALIANI ANDATE TUTTI A FIRMARE SONO TUTTI UGUALE DA BEPPE GRILLO A BERLUSCONI DEVONO TUTTI ANDARE A ZAPPARE LA TERRA!!!

francesco perrone 20.07.12 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gente a Bologna che è andata a cercare di firmare il referendum anti-casta è tornata indietro con un pugno di mosche perchè i moduli per l'adesione firma ecc.... non arrivavano più dal ministero, ergo penso io, apposta da Roma non mandano detti moduli, per evitare la libera espressione del popolo (che invece dovrebbe essere sovrano)! RIVOLUZIONE! chiedete in giro pareri in altre città così vediamo se la situazione è la medesima o meno......siamo un branco di pecoroni comandati a bacchetta da Roma! RIVOLUZIONE! DAI CAZZO!!!!!

giovanni dalla 20.07.12 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON POSSIAMO CONTINUARE COSI SE VOGLIAMO CAMBIARE LE COSE E PASSARE ALL'AZIONE DOBBIAMO METTERCI LA FACCIA ..CHI SONO GLI UOMINI DI M5S A PARTE IL GRANDE BEPPE E QUALCHE CONSIGLIERE CHE INTERLOQUISCE NEL BLOG? NESSUNO LO SA...NON PARLANO NON SI VEDONO NEMMENO NOI CHE FREQUENTIAMO IL BLOG LI CONOSCIAMO .....COME SI PUO' PENSARE DI OTTENERE CONSENSI TALI DA POTER ARRIVARE A GOVERNARE UN PAESE SE LA MAGGIOR PARTE DEGLI AVENTI DIRITTO AL VOTO NON SANNO NEMMENO COSA SIA UN BLOG

Luca M., VENEZIA Commentatore certificato 20.07.12 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oh santo cielo, e come si fa? Io ho firmato online e non vorrei mai che riutilizzassero la mia firma anche perché se l'anno prossimo vorrò votare il M5S e comparissi in più liste iscritta forse sarei anche passibile di provvedimenti secondo la legge...!Bisogna porre rimedio!
Aiuto!

Claudia Gennaro 20.07.12 11:09| 
 |
Rispondi al commento

1) ma allora come faccioamo per levarsi di torno i parassiti ? esisteu n frontline contro i politici ??
2) riciclare firme???? ma .. o che paese siamo !!!!!

alberto trinci 20.07.12 11:09| 
 |
Rispondi al commento

IL FATTO CHE GRILLO DICA "ALCUNI ARTICOLI DELLA LEGGE 352/70 RENDE NULLA LA RACCOLTA DI FIRME" NON VUOL DIRE NIENTE: DOVREBBE ESSERE PIU' PRECISO E INDICARE QUALI ARTICOLI. IO HO LETTO TUTTA LA LEGGE E FORSE GRILLO SI RIFERISCE AL FATTO CHE IN PROSSIMITA' DELLE ELEZIONI POLITICHE NON SI POSSONO FARE RACCOLTE DI FIRME PER PROMUOVERE REFERENDUM. I PROMOTORI SOSTENGONO INTANTO DI RACCOGLIERE LE FIRME E SE POI NON SARANNO CONVALIDATE SI FARA' RICORSO, CREDO, ALLA CORTE COSTITUZIONALE E NEL CASO SI VINCESSE GLI ARTICOLI IN QUESTIONE DELLA LEGGE 352 SARANNO ABROGATI. PER CUI ANDIAMO A FIRMARE NUMEROSI..............

Raffaella Irene 20.07.12 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"[...]Per questo vorrei chiarire che questi referendum, allo stato attuale delle cose, SONO UNA BUFALA![...]" "[...] È PER QUESTO CHE MI PERMETTO DI SOSPETTARE[...]"

Ma avete cognizione di causa prima di scrivere? Catalogate come BUFALA questa raccolta firme, e concludete con MI PERMETTO DI SOSPETTARE....ma se non siete nemmeno in grado si scrivere un articolo su basi fondate...cosa sperate di combinare?

Distinti saluti!

Stefania Favaretto 20.07.12 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dovessi ritrovarmi, per aver firmato una proposta di referendum, su qualche lista elettorate è chiaro che presenterei una denuncia.
Cortesemente ti chiedo lumi su come controllare questa eventualità.
Grazie

Matilde Conte, Roma Commentatore certificato 20.07.12 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quando andrai al governo toglierai tutti i diritti dei parlamentari e classe dirigente? vorrei una revisione dei cumuli di pensione/stipendio privilegiate e di tutti i benefit di cui godono.quanti milioni di euro si risparmiano? SALUTI DA UNA CHE FINALMENTE HA APERTO GLI OCCHI. SALUTI CATERINA

caterina 20.07.12 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Corro il rischio e chiedo controlli sulle firme delle liste e pene severe se si trovano brogli. Non credo sia utile cadere nel qualunquistico "tanto non succede nulla" , insistiamo e ancora insistiamo...altrimenti bisognerebbe pensare che resta solo la rivoluzione...

Netty pistamiglio 20.07.12 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Vittorio Bertola,

Consigliere del MoVimento 5 Stelle, Torino

Ti ringrazio per il tuo Post,

AUGURANDOMI CHE ORA SIANO FINALMENTE CHIARI E PER TUTTI

i veri motivi per cui il Movimento 5 Stelle

RIFIUTA Antonio Di Pietro e il suo partito,L'Italia dei Valori ... come

RIFIUTA tutte le alleanze con "Coloro", che per i propri LURIDI INTERESSI, hanno sempre mentito al Popolo Italiano ..... - quindi

....... con TUTTI!
RobincooK

Robincook P., Roma Commentatore certificato 20.07.12 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me c'è ancora tanta confusione sull'argomento e bisognerebbe fare un po' di chiarezza su alcuni punti chiave:
Si tratta di una raccolta di firme, promossa da Unione Popolare, per RICHIEDERE un Referendum abrogativo dell’Art.2 della legge n. 1261 31 Ottobre 1965, pubblicata sulla GU n.290 del 20 Novembre 1965.
In sostanza si richiede l'abolizione del "rimborso" per le spese di soggiorno a Roma (la diaria) dei Parlamentari che si stima essere in media di circa 48000€ anno per ciascun parlamentare con un risparmio netto stimato di "appena" 43 milioni di euro l'anno. Di fatto non è un risparmio "salvastato" e decurterebbe lo stipendio parlamentare di un 10-15%. La cosa che magari non salta subito all'occhio è che, qualora si raccogliessero le 500000 firme necessarie e la richiesta venisse approvata, per ammortizzare i costi organizzativi del referendum (170-200 milioni di euro) sul territorio nazionale, ci vorrebbero 4-5 anni. E questo solo in caso di raggiungimento del quorum. Alrimenti sarebbero soldi buttati. Va notato che, di certo, in occasione di un Referendum verrebbero accorpate diverse richieste e non solo quella anticasta e quindi il costo effettivo sarebbe minore.
Per quanto concerne l'illegittimità della richiesta di referendum in relazione all'art.31 della legge 352, vale la pena ricordare che la legge è soggetta ad interpretazione ed esistono almeno 2 sentenze(23 ottobre e 15 dicembre 1992)che ammetterebero la possibilità di depositare le firme nei primi mesi del 2013.Il punto è che le firme raccolte adesso hanno una validità di 3 mesi dalla data del timbro apposto su ciascun foglio e, per tanto, sarebbero invalide a gennaio.
Quindi perchè sono comunque andato a firmare? Perchè non costa niente ed ha un valore simbolico.La firma è un segnale che la gente è stanca di pagare la crisi sulle proprie tasche mentre la casta resta intoccabile. Una "firma di protesta" nell'illusione che qualcuno, dopo il conteggio, recepisca il segnale...

Vito Gisone, Roma Commentatore certificato 20.07.12 09:20| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quale sarebbe l'utilità di richiedere un referendum per ridurre lo stipendio ai politici?
Già abbiamo visto che fine hanno fatto le firme raccolte tempo fa da Beppe Grillo per evitare di essere rappresentati da persone già condannate.
E poi, supponiamo anche si riuscisse ad ottenere il referendum e si raggiungesse il quorum. Magari lo stipendio dei politici diminuisce, ma davvero crediamo che non venga aggiunto un nuovo rimborso o una nuova indennità? Sappiamo tutti cos'è successo riguardo il finanziamento ai partiti.

Allora perchè volere il referendum?
Spendiamo soldi per mostrare qual'è la volontà popolare?
Come se ci fosse qualcuno che avesse ancora dubbi su qual'è attualmente il pensiero degli Italiani... questo referendum sarebbe inutile.

La migliore soluzione è invece votare alle prossime elezioni chi rispecchia la volontà popolare e quindi prima si ridurrà lo stipendio e poi, nel suo programma, si muoverà per ridurlo per legge.

Sarà certo accusato di populismo, ma non è forse proprio il populismo che vogliamo?

Riporto una definizione di populismo da Wikipedia:
"una ideologia secondo la quale al 'popolo' (concepito come virtuoso e omogeneo) si contrappongono delle 'elite' e una serie di nemici i quali attentano ai diritti, i valori, i beni, l’identità e la possibilità di esprimersi del 'popolo sovrano'".

Andre C. Commentatore certificato 20.07.12 08:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei sentire il parere di Beppe

enza faraci 20.07.12 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Forse i temi referendari sono giusti, forse le firme saranno usate nel modo giusto, o forse no !

ma di sicuro fin quando ci saranno questi politici
a garanzia della DEMOCRAZIA, tutto quello che decide la maggioranza dei cittadini, non vale nulla, sopratutto se i cittadini chiedono ai governanti , di fare anche loro un piccolo sacrificio economico !!

..
gli esempi sno infiniti, ma pensa a questa democrazia attuale :

il referendum ha abrogato il finanziamento dei partiti e loro democraticamente se lo sono raddoppiato chiamandolo rimborso elettorale !

la regione sardegna ha fatto e vinto un referendum contro la casta ed il gorno dopo democraticamente hanno tutti votato per riassegnarsi gli stipendi di prima
(http://www.corriere.it/politica/12_giugno_14/stipendi-regione-sardegna_d3f9e036-b60e-11e1-a717-30326103327c.shtml )


cordialmente

Roberto B. Commentatore certificato 20.07.12 07:31| 
 |
Rispondi al commento

Vogliono la "GUERRA"???? ....e "GUERRA" sia!!!!

Stefano Rotondi 20.07.12 07:20| 
 |
Rispondi al commento

E va beh... va bene tutto ragazzi, ma non è che tutto quello che non organizza il mov 5x sia cacca o nasconda complotti! giocare a fare i più puri dei puri ci sta ma... asageruma nen!

valeria cremisi 20.07.12 07:16| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra di intuire che non c'è modo di istituire una raccolta firma che venga presa seriamente, se pensiamo a che fine han fatto quelle del V-day. il vero scandalo è che NESSUNO in parlamento prende una posizione e cominci a parlare di tagli ai propri emolumenti, rimborsi spese, diarie o chiamiamole come vogliamo. Mi pare che in francia abbiano cominciato a fare tagli sulle auto blu e altro ancora. Mi sembra uno scandalo che la UE che si permette di stabilire quante unità di prodotto un paese debba produrre e quante importarle non abbia stabilito uno standard si emolumenti da corrispondere a questi professionisti del poltronismo ... mi sembra uno scandalo che i nostri presidenti di repubblica e consiglio non impongano dei tagli a se stessi e ai loro sottoposti, ai vitalizi, ai privilegi ... e si permettono ancora di chiedere i nostri voti, che è poi lo scandalo più grosso, inferiore solo al fatto che purtroppo saranno ancora TROPPI gli italiani pronti a bersi le loro bufale e tornare a votarli. E' vero che c'è internet, il Blog e Beppe ... ma ho passato un week end a Madrid ... e niente è come scendere in piazza e fargli vedere che SIAMO TANTI ... basta fare le rivoluzioni sui social network, dobbiamo mostrare la nostra faccia

riccardo maselli 20.07.12 00:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma visto ke secondo la legge 352 del 1970 non si può depositare una richiesta di referendum, xkè lo fanno fare??????sarebbe cosa normale nn fare raccogliere le firme visto ke nn è consentito dalla legge...

raimondo de raffele 19.07.12 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non credo che esista un altro paese dove tutto è relativo, non c'è mai nulla di chiaro, tutto è opinabile, tutto è l'opposto di tutto.
In Italia anche la matematica è un'opinione.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.07.12 22:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Raggiunto il quorum si prendono 0,52 centesimi a firma poi il referendum non e un ridimensionamento ma una sforbiciata alla diaria che e cosa diversa

Riccardo Garofoli 19.07.12 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Allora, per fare chiarezza, caro Grillo, dovresti forse informarti meglio. Quello che si va a firmare in comune, è una raccolta di firme che poi saranno presentate per richiedere un referendum sulla riduzione degli stipendi. Poi, se ci sarà un numero sufficiente di firmatari, si farà il referendum con i cittadini chiamati alle urne a votare il medesimo.
Visto che sai che un referendum no può essere indetto un anno prima delle elezioni e ha una validità massima di tre mesi, è palese che quello che c'è adesso è una raccolta di firme legata ad una specifica richiesta. e sai benissimo che le firme non possono essere raccolte a insaputa del cittadino per creare una qualche nuova lista di partiti o simili, perché ciò viola di fatto la Costituzione Italiana. Quindi, caro Beppe, ti invito, in quanto leader di un movimento, ad informarti bene e a fare una corretta informazione.

Andrea Calzavara 19.07.12 21:46| 
 
  • Currently 1.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma siamo così messi male? La penisola italiana è da evacuare?

Arturo Franchetti 19.07.12 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Il video non si vede...

DB 19.07.12 21:40| 
 |
Rispondi al commento

voglio credere che sia solo un errore, io un bricciolo di fiducia ancora ne ho... nel caso non fosse cosi credo sia davvero il momento di scendere in piazza, perchè questo si chiama semplicemente prendere per i fondelli un intero paese.

massimo del frate 19.07.12 21:29| 
 |
Rispondi al commento

il blog di Antonio Di Pietro del 18 luglio spiega perchè è inutile firmare ora.
Sull'uso delle firme attuali per altri scopi non mi meraviglierei...
bisogna sempre stare in guardia.

Silvano Binotto 19.07.12 20:28| 
 |
Rispondi al commento

E allora che qualcuno controlli! Vi sembra la normalità che firme per un referendum o qualunque altra cosa finiscano in liste elettorali fantasma? Formigoni non ci ha insegnato nulla? Se concorrete a una fetta cospicua del prossimo governo, allora vi conviene controllare a fondo a fare anche di questo una vostra battaglia. Non una minaccia al vento per giustificare il vostro non-sostegno.
Quello che dite non è grave, gravissimo.

Nicoletta Barbieri 19.07.12 20:21| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egregio Vittorio Bertola
Dopo aver letto l'articolo nella sua interezza, ed il testo degli articoli cui lei si richiama, pochi dubbi restano sulla veridicità di quanto lei asserisce.
Spiace invece il tono della sintesi riportata sul blog dalla quale traspare un giudizio, neppure troppo velato, non certo positivo sulle attitudini intellettive dei lettori.
Non siamo politicanti avezzi alle manovre e alla strumentalizzazioni di quanti esercitano questa attività per mestiere. Questo è vero.
Non per questo tuttavia ci sentiamo una banda di idioti disponibili a sciropparci verità rivelate.

Enrico Pascolo Commentatore certificato 19.07.12 19:28| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma vale anche x le firme raccolte nei cumuni italiani?

teresa totis 19.07.12 19:10| 
 |
Rispondi al commento

qui a Spinea (venezia) abbiamo dovuto aspettare una settimana perchè erano terminati i moduli da firmare per i referendum .Sono arrivati direttamente da Roma all'ufficio elettorale. non so se non siANO PIù VALIDI .ma ci è sembrato fare una cosa giusta.

maurizio.schiavon 19.07.12 19:06| 
 |
Rispondi al commento

a questo link un breve chiarimento

http://parma5stelle.it/wp/2012/07/referendum-anticasta-illegittimo/

fulvio 58, genova Commentatore certificato 19.07.12 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Io ho firmato NEL mio Comune di residenza...davanti a persone qualificate...ora spiegatemi perchè dovrei temere che i miei dati personali possano essere usati per tutt'altre faccende?..Se poi per la legge tot del 1970 questa raccolta firme non fosse valida...bene saranno perseguibili legalmente tutti i Comuni d'Italia che si sono messi a perdere soldi (dei cittadini) e tempo in una raccolta di firme non valida dall'inizio. Illuminatemi...ve ne prego...

Elisa Danesi 19.07.12 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'articolo completo (questo è solo un estratto) con la spiegazione dettagliata delle questioni legali è qui:

http://www.movimentotorino.it/2012/07/i-referendum-anticasta-sono-una-bufala.html

Vittorio Bertola
Movimento 5 Stelle, Torino

Vittorio Bertola, Torino Commentatore certificato 19.07.12 18:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sinceramente trovo l'articolo molto scarno. Non conosco la legge che è stata sopra mensionata, quindi sicuramente mi toccherà leggerla, però qualche spiegazione più completa sarebbe stata gradita. la perplessità più grande è sull'invalidità delle firme raccolte in questo periodo. ecco, spiegarne il perchè non sarebbe stata una cattiva idea.

Rocco Rivela 19.07.12 18:15| 
 |
Rispondi al commento

perbacco,hanno inquinato anche questa forma di partecipazione con una firma. SI SPORCA TUTTO. I cittadini che hanno firmato per ZERO PRIVILEGI PUGLIA cosa penseranno ora?

mariuccia rollo 19.07.12 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Art. 31. legge 352/70

Non puo' essere depositata richiesta di referendum nell'anno
anteriore alla scadenza di una delle due Camere e nei sei mesi
successivi alla data di convocazione dei comizi elettorali per
l'elezione di una delle Camere medesime.

topogigio 19.07.12 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Dalla legge 352 del 1970
Art 31. - Non può essere depositata richiesta di referendum nell'anno anteriore alla scadenza di una delle due Camere e nei sei mesi successivi alla data di convocazione dei comizi elettorali per l'elezione di una delle Camere medesime.

AM 19.07.12 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra verita' e' questa, per chi non lo sa:
gli stipendi dei parlamentari sono legati a quelli dei magistrati, quindi ho il sospetto che nessuno dei due abbia interesse affinche' tale referendum vada in porto.

Giuliano Ficorella 19.07.12 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Io ho votato, credendo di operare per una buona causa.. Ora che sento queste notizie sul referendum bufala non so più a cosa pensare. Come faccio a tutelarmi? Posso evitare che il mio nome compaia in qualche lista elettorale??

Michela Corradi 19.07.12 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Penosi, quando i referendum li propongono gli altri ecco che diventano inutili, bufale, prese in giro. Notare inoltre: il titolo fuorviante rispetto al contenuto del post, il contenuto del post impreciso e basato su ipotesi di abusi che potrebbero eventualmente essere commessi durante la raccolta firme.
In che modo questa legge del '70 li renderebbe nulli? Non ci è dato sapere, forse costava troppo "inchiostro" essere precisi... oppure si pensa che il lettore medio del blog non capisca... oppure proprio che capisca...
Poi ovvio che uno deve leggere cosa firma, ma da qui a dire che sono bufale ce ne vuole cavolo!
Ripigliatevi!

F C 19.07.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

già che si parla di casta: perché la tiscali "del pd" può obbligare gli utenti con voip a usare il loro modem che funziona esclusivamente con tiscali(quindi anceh se comprato non ce ne si fa niente)????

dante monti 19.07.12 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori