Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Induzione al suicidio

  • 30


Equitalia_suicidi.jpg
"C'è una legge che contempla, in caso di suicidio anche l'induzione al suicidio. Cioè, se uno si è suicidato la giustizia potrebbe considerare anche il fatto che uno sia stato indotto a compiere quell'atto e da suicidio si trasforma in omicidio. Come c'è una legge sul mobbing ... Se per Karl Popper lo Stato è un male necessario ne consegue che lo Stato non dovrebbe indurre nessuno al suicidio per liberarsi di quel male necessario che è lo Stato. Si potrebbe costituire una specie di commissione legale che indaga sulle ragioni di questi ultimi suicidi e, se nell'agire dello Stato non ci siano tracce di violazione dei principi fondamentali del cittadino, chiarite bene dalla Costituzione che è di fatto un patto di rapporto fra Stato e Cittadino, o meglio dire tra Stato e Popolo". Giorgio A., Borghi, (FC)

15 Lug 2012, 13:31 | Scrivi | Commenti (30) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 30


Tags: Giorgio A., Karl Popper, Stato, suicidio

Commenti

 

Ho tentato il suicidio causa fatto non commesso, tante bugie.Mi considero uno dei tanti terremotati, piango i morti, piango chi ha perso tutto ma sapevano che erano in zone rischio.
Nessuno piange per me e migliaia di italiani che non sapevano di essere a rischio con lê banche o perdere il lavoro a 50 anni

grazie

eugenio boffi 10.09.16 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Dopo 11 anni di chemioterapia, sei interventi chirurgici ed un trapianto di midollo osseo ho ricevuto dall'INPS una pensione per inabilità totale e permanente. Mi sono licenziato dalla mia azienda (per la quale ero ormai un inutile peso) e sono diventato un pensionato.
La settimana scorsa l'INPS mi ha revocato la pensione. Sono ritornato abile al lavoro e disoccupato. Come conseguenza della malattia (non ancora guarita) ho perso la funzionalità della tiroide, ho un'insufficienza cardiaca, due trombosi alla gamba sinistra, perdita di sensibilità alle mani ed ai piedi, gastrite, duodenite e colite, pressione alta e vivo inghiottendo undici pillole al giorno. Chi mi dovrebbe assumere? Penso che il suicidio sia veramente l'unica via di uscita.
saluti a questo mondo infame

massimo poggiali 05.11.12 10:35| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo a volte è la stessa malagiustizia che induce al suicidio, in carcere, nella aziende chiuse per cause che durano anni e con sentenze che gridano vendetta, eccetera, come può però la giustizia giudicare se stessa ?

falcone donati 16.07.12 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, 12 anni fa abbandonai gli studi a metà per lavoro, poi grazie alla crisi, che i banchieri come il ministro Passera hanno causato, il lavoro non c'è più. Allora ho pensato nel frattempo di tornare a studiare. Mi sono iscritto all'università e per non perdere gli esami ho pagato tutti gli arretrati. I corsi non ci sono più poichè sono iscritto ad una quinquennale, dunque vado solo a dare gli esami. Oggi scopro che sono una piaga sociale e che è colpa mia se l'università va a rotoli, dunque secondo il ministro dovrò pagare di più per compensare i loro tagli.

Stavo pensando di emigrare, spero che non rimetteranno la tassa sull'emigrazione in voga a fine '800.

Gennaro 16.07.12 02:01| 
 |
Rispondi al commento

Davvero una bella proposta!
Inattuabile, figuriamoci però bella idea!

Luciano Raimo 16.07.12 01:05| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=TilaarKihMA&feature=share

anib roma Commentatore certificato 15.07.12 23:39| 
 |
Rispondi al commento

...c'è in corso d'0pera...non solo in Italia, una Palese Negazione dei Diritti dei Popoli sotto ogni aspetto, stanno attuando cinicamente un piano...usando tutto quanto possibile lecito o no non gli fa Alcuna Differenza...
spero tanto di sbagliare ma, non so quanto una commissione legale possa incidere sul Programma...


-Spagna, la deputata: “I disoccupati vadano affanculo!”

http://frontierenews.it/2012/07/spagna-la-deputata-i-disoccupati-vadano-affanculo/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=spagna-la-deputata-i-disoccupati-vadano-affanculo

anib roma Commentatore certificato 15.07.12 23:16| 
 |
Rispondi al commento

I famosi (purtroppo) suicidi che alcuni cittadini italiani hanno messo in atto x equitalia come si dovrebbero classificare??

luciano pietrapertosa 15.07.12 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Provo pena,dispacere per queste persone che,con lo Stato appiccicato come una sanguisuga,li ha svenati fino all'osso.Non penso che queste persone abbiano fatto il passo più lungo della gamba,ne voglio colpevolizzarli se nell'arco degli anni prima della crisi si son fatti la bella vita comprandosi belle macchine,vestiti firmati e vacanze che un operaio se le sogna.Perlomeno hanno fatto girare l'economia,perlomeno i loro soldi li hanno spesi in Italia.Qualcuno potrebbe pensare che se avessero risparmiato e non avessero sperperato ora si sarebbero potuti salvare.Che deve fare allora una persona,io penso:lavorare tutta una vita,mettersi da parte tutti i guadagni senza mai spendere,senza mai investire nella propria azienda e arrivare a 70 anni senza aversi mai goduto un centesimo del proprio guadagno per paura che da un giorno all'altro possa iniziare una crisi come quella che stiamo vivendo ora???Un titolare d'aziende deve saper rischiare,deve poter mostrare dove è arrivato coi suoi sacrifici,coi suoi rischi.Non si può lavorare solo con l'idea di mettere tutto sotto il materasso.Del domani non v'è certezza...

IDA PASSUCCI, BERGAMO Commentatore certificato 15.07.12 22:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Francia (dove la Procura è sotto il potere esecutivo e i giudici si sognano l'indipendenza che hanno i nostri PM) la settimana scorsa l'ex Amministratore delegato di France Telecom Didier Lombard è stato indagato per mobbing in seguito ai numerosi suicidi di dipendenti dell'azienda.
Ora fate la comparazione con l'Italia: numerosi suicidi tutti con uno stesso denominatore comune... e avrete il nome di chi avrebbero indagato se anche in Italia avessimo avuto Giudici con gli attributi dei loro colleghi d'oltralpe.

Andrea DAmbra 15.07.12 20:36| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO SARA SODDISFATTA LA CONDIZIONE POPOLO=STATO
(ERGO: DEMOCRAZIA DIRETTA).

TUTTI QUESTI PROBLEMI NON CI SARANNO PIU, O, AL LIMITE, SARANNO RISOLTI SUL NASCERE.

zelgius g., mazara del vallo Commentatore certificato 15.07.12 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Controlliamo e se è il caso facciamo una denuncia collettiva per istigazione al suicidio

Riccardo Garofoli 15.07.12 20:17| 
 |
Rispondi al commento

sono mesi che ripeto che questa gente va arrestata per crimini contro l'umanità,ma nessuno mi da retta!
arrestateli subito! sono delinquenti e come tale vanno trattati indifferente dai soldi che si sono fregati!

Mimmo G., cardito (NA) Commentatore certificato 15.07.12 19:32| 
 |
Rispondi al commento

ma come possiamo ancora sopportare tutto ciò?noi siamo gli italiani e siamo governati da nemici.ma cosa aspettiamo a reagire?

vito asaro, mazara del vallo Commentatore certificato 15.07.12 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Nella grande maggioranza dei casi, gli imprenditori suicidi, sono stati vere e proprie vittime delle vessazioni dello Stato. A cominciare dalle troppe tasse pagate e finite in malespese e superstipendi e già siamo al primo furto, agli squilibri tra i tempi dei pagamenti verso lo Stato e le multe per eventuali ritardi, ed invece i tempi di pagamento dello Stato verso di loro, e già siamo al secondo, per continuare coi sequestri e vendite all'incanto anche di beni primari, effettuati senza dibattiti da banche ed equitalia. E poi contributi INPS da pagare e relative multe per ritardati pagamenti, anche in tempi senza lavoro o magari con gravi perdite legate a mancati pagamenti di forniture effettuate. Questi imprenditori saranno da ricordare come i primi martiri del sistema di oppressione insostenibile effettuato in Italia dalle mafie dei partiti e dai loro commensali. Il reato dei politici è di continue insostenibili vessazioni legato alla gravissima aggravante di essere stato perpetrato per fini di malespese contro ogni volontà degli italiani che li hanno eletti.

roberto d'iseppi, verona Commentatore certificato 15.07.12 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Monti esce praticamente a gratis con un suicidio non gli pagherà neanche la bara e la fossa. Sarà ben guardingo dall'"indizione" al suicidio e che qualche giudice faccia passare la tesi sopraesposta

sandrolibertini 15.07.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Vado subito fuori tema, Lusi verrà indotto al suicidio, adesso addirittura lo accusano di calunnia nei confronti di Rutelli. Beppe, so che devi tenerti buoni i giudici, però questi magistrati di Bersani mi fanno schifo professionalmente e personalmente, la giustizia in Italia fa SCHIFO e i giudici italiani, a parte alcuni onesti, sono tutti corrotti e merdosi politicamente schierati e attivi nelle trame di Stato. Sarebbe ora che tu Beppe dicessi qualcosa al riguardo, altrimenti andiamo male. Io ho il coraggio di dirlo: i giudici in Italia fanno schifo, la giustizia fa schifo e non voglio assolutamente che il nostro futuro sia messo nelle mani di questa gentaglia che è davvero una casta onnipotente e che ha oltretutto la possibilità di metterti in galera. Caro Beppe, i No-Tav chi li ha messi in galera? I mandanti saranno anche i politici, ma gli esecutori sono i giudici, che potevano anche evitare questo scempio.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 15.07.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lo Stato è stato occupato! Lo Stato è stato occupato da partiti, che non rispettano la Costituzione perchè non praticano il previsto "metodo democratic" (art.49! Hanno cacciato i Cittadini, facendogli postare una scheda in realtà precompilata da loro perchè le liste le hanno "bloccate" e se ne sono appropriati e poi si sono spartiti i posti di comando per esercitare il loro imperio.
Usurpatori di Democrazia! rocLIBERACITTADINANZA

rossella roc 15.07.12 17:35| 
 |
Rispondi al commento

By the way, si scrive "mobbing" e non "mobing", "Karl Popper" e non "Carl Popper".

Sorry for being pedantic.

THX 1138

Roberto Duvallo 15.07.12 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Istigazione al suicidio. Secondo voi come andra a finire se un ministro dell'economia che, piuttosto di costringere alla formulazione cellere di una patrimoniale (sai che lavoro fare una seria riforma e lotta fiscale con assunzioni nella guardia di finanza proprio per colpire i più ricchi)opta per una semplice svendita del patrimonio statale (cosi banche e imprenditori fanno affari) e tagli, imposte ecc cosa faremo: ci suicidiamo o andiamo via da questo paese? Eppoi, se questi sono i massimi esperti e meglio che mettiamo una casalinga (senza offesa per le casalinghe) al suo posto: con il buon senso e la semplicità si fanno tante cose "POLITICHE".

Luca G. 15.07.12 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Ci vedrei meglio un inizio - o almeno uno studio - di azione legal, da parte del tanto sbandierato "scudo legale" del Movimento: il problema è serissimo e secondo me i margini per iniziare un'azione legale ci sono.

Una mossa del genere sarebbe ottima anche dal punto di vista dell'immagine - e dunque anche dell'attirare attenzione e consensi - anche se, contro lo Stato è sempre dura. Ma vale anche sempre la pena...

Alberto Rizzi

Roberto2 Rizzi Commentatore certificato 15.07.12 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.......vorrei sapere quanti sono d'accordo affinchè lo Stato sia un male necessario o piuttosto non dovrebbe essere uno strumento costruttivo al servizio dei cittadini? Quindi gente se vi vengono idee autolesioniste parlatene con qualcuno......lo Stato con i suoi apparati non meritano tanto sacrificio....ribelliamoci!!!!!


PROPOSTA PER UNA RIVOLUZIONE GANDHIANA IN ITALIA. POSSIBILE SUBITO! (E PER AVERE FINALMENTE PIU' GIUSTIZIA SOCIALE E BENESSERE NEL NOSTRO PAESE):

SALARIO MINIMO GARANTITO DI CITTADINANZA
PAGATO DALLA FISCALITA' GENERALE". (Istituto già esistente in quasi tutti i paesi Europei!).

Diciamo 500,00 Euro subito, per iniziare, a tutti i Cittadini Italiani maggiorenni, sprovvisti di ricchezze proprie (fatta eccezione per minimi risparmi personali) e di lavoro, iscritti però nelle liste pubbliche di collocamento "obbligatorio" al lavoro. Un modo per ridistribuire da subito la ricchezza in un Paese come il nostro in cui i negli ultimi anni i ricchi sono diventati più ricchi e i poveri, sempre più numerosi, sono diventati più poveri … Questo provvedimento restituirebbe la dignità a chi non ha nulla e si trova in una situazione di oggettiva fragilità e in molti casi anche di disperazione che costringe alcuni perfino al suicidio, in questa situazione di pesante crisi economica. Inoltre con questo provvedimento si favorirebbe anche l’ economia in generale, determinando anche una maggiore circolazione di denaro, e un’ aumento dei consumi di base, ecc. Dove trovare le risorse? Abolendo tutti gli sprechi, le tangenti e le ruberie di ogni tipo, e tutti i privilegi delle caste, e istituendo anche un tetto massimo per gli stipendi e le pensioni delle varie caste: max 3.000, 00 Euro al mese!

http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/07/14/foto/la_coda_infinita_al_pane_quotidiano_e_in_viale_toscana_arriva_la_transenna-39060041/1/

http://www.tzetze.it/tzetze_news.php?url=http%3A%2F%2Fwww.agoravox.it%2FCrescono-poverta-estrema.html&key=e02a02f62e26f70beecf5a9bf8d730962a28c484

Lux Luci 15.07.12 16:22| 
 |
Rispondi al commento

lo denunciava già parecchio tempo fa il compianto prof. Auriti che il delitto da insolvenza è in realtà un reato e che deve ricadere su chi lo provoca ed induce a compiere l'atto finale della propria vita e che sarebbe stato il male sociale del terzo millennio, un fenomeno causato da gente senza scrupoli come il monticolo attuale che della vita della gente comune non importa nulla...

Bruno Cinque (b5), Trieste Commentatore certificato 15.07.12 16:07| 
 |
Rispondi al commento

I suicidi degli imprenditori,lavoratori,padri di famiglia che per vergogna non riescono ad arrivare a fine mese o a dover licenziare altri padri di famiglia sono tutti Omicidi di stato.

Sabrino Di Renzo 15.07.12 14:58| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
SONO D'ACCORDO PER LA COMMISSIONE,SULL'INDUZIONE AL SUICIDIO,SIAMO ALLA PIENA FOLLIA DELLE LEGGI E DEL LEGISLATORE
ALVISE

alvise fossa 15.07.12 13:46| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cooky Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori