Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Mi manifesto!


Mi_manifesto.jpg
Nel 2011 cinque milioni di italiani hanno ricevuto in offerta o si sono richiedere una tangente. Nel 2010 solo 1200 persone sono state denunciate solo 332 sono state le condanne. La corruzione ci costa 60 miliardi di euro all'anno. Nel 2008 la Corte dei Conti ha recuperato solo 69 milioni di euro (un millesimo). I corrotti si nascondono. I corretti si manifestano.
"Campagna nazionale di pubblica utilità per sensibilizzare sulla lotta alla corruzione di Stefano Di Polito, Alberto Robiati e Raphael Rossi".

7 Lug 2012, 21:19 | Scrivi | Commenti (32) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

E' da molto tempo che non si parla più del "SIGNORAGGIO", secondo il modestissimo parere è stato il più infettivo "VIRUS" ad impoverire molti stati del pianeta terra. Gradirei un riscontro stesso mezzo

Gimmy Pichillo

Vincenzo Testa 09.07.12 13:45| 
 |
Rispondi al commento


Mi chiedo fino a che punto i cittadini italiani(o la nostra dignità) possano ancora accettare queste prese per il culo.Tagli a destra,tagli a sinistra.Aboliamo questo,aboliamo quest'altro?!?!
Se non ricordo male, si potrebbero recuperare circa 70 miliardi di euro con la patrimoniale e l'innalzamento della tassazione per lo scudo fiscale(30% contro l'attuale 5%) come,tra l'altro, indicato dalla comunità europea.Ma ultimamente avete sentito i media parlarne??mah....si saranno dimenticati?!?!?!
BIP BIP BIP

Olindo De Marco 09.07.12 10:44| 
 |
Rispondi al commento

ciao Bepe,non ho il minimo dubbio che appena ci saranno un po più dei nostri in parlamento,questi scapperanno e allora ci faremo pagare anche i danni!!!!! Mi raccomando BEPE i danni!!!!! Buon proseguimento e buon lavoro giovinotti

donato bassan, verona Commentatore certificato 09.07.12 09:38| 
 |
Rispondi al commento

I grillini sono in difficoltà, non basta più protestare.La domanda è: che fare ?Sanno benissimo che quelli che non pagano le tasse, i corrotti,i raccomandati e l'esercito che ha a che fare con la politica,compresi i sindacati che difendono gli sprechi con gli scioperi, faranno tutto ciò con grande abilità e di lunga esperienza per mantenere la rendita di posizione.La domanda è rivolta solo ed esclusivamente a tutti quelli che pagano le tasse e i senza lavoro o con lavoro precario.A me sembra che ora ci siano condizioni molto favorevoli per far pagare tutti quelli del magna magna.Come? Abbiamo un Governo nato dal fallimento inevitabile della casta ,degna rappresentante di tutti i magna magna.Che, però riescono ostacolarlo notevolmente nel suo progetto di risanamento dell'Italia con i' Europa, su questo, però, necessita dargli credibilità, a tal punto da permettergli di puntare i piedi soprattutto sui temi di giustizia, dove, è ben noto, che molti dei magna magna hanno la coda di paglia. Se la legge sarà uguale per tutti,disponendo, ovviamente, di una forza dell'ordine efficiente per far rispettare le leggi,molti miliardi si potranno recuperare per il bene di tutti.

riccardo nogara 09.07.12 05:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa ironica è che siamo una marea di onesti obbligati ad obbedire ed umiliarsi di fronte ad una sporca minoranza di bastardi. Se non è adesso l'ora di spaccare qualche testa...

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 09.07.12 01:30| 
 |
Rispondi al commento

Andiamo avanti con fermezza. Cogliamo la disponibilità di tutti i giovani che vogliono impegnarsi attivamente per far ritornare lo spirito e la voglia di risollevarci da questa situazione di degrado sociale in cui siamo piombati. Le colpe non sono solo dei politici corrotti ma della società intera che non si e' ancora ribellata ad un sistema che incentiva malcostume furbizia, poco o nullo impegno sociale. E' da risvegliare il senso di appartenenza ad una nazione progredita , il rispetto per il prossimo, e per il proprio ambiente. Ce la possiamo fare. Siamo un popolo con una grande storia e cultura depredata dalla propria classe politica . Dobbiamo dare un esempio al mondo anche in questo frangente, facendo riconsegnare il malloppo rubato dai politici allo stato.
Forza , io voglio esserci !!!

Lio PARCIANELLO Commentatore certificato 08.07.12 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Ritengo si possa definire "corruzione" l'eventuale possibilità che non si indaghi su fatto gravissimo ovvero omicidio colposo in ospedale famoso e potente , a seguito operazione di routine sostituzione di valvola, per sicura pinzatura della coronaria che ha provocato grave infarto e piu' che probabile trasfusione sbagliata.

In corso petizione internazionale, quasi 200 persone e tenendo conto che i media non parlano affatto di questa storia non sono poi pochi, da Usa, Germania, Inghilterra (molta partecipazione) ,India Cipro.

Sul Fatto Quotidiano hanno pubblicato un mio richiamo a questa vicenda e finalmente oggi 10 FIRME DI ITALIANI.

PREGO PER L'ENNESIMA VOLTA DI PARLARE DI QUESTA INCREDIBILE (PAROLE TESTUALI DI ASSOCIAZIONE A LATERE DELL'OSPEDALE S. ORSOLA) E DOLOROSISSIMA VICENDA!!!

Di seguito il link :

http://www.thepetitionsite.com/455/320/749/demand-justice-for-my-mothers-murder-im-fighting-for-10-years/


Ricordate , aiutate questa famiglia ma anche tutti coloro, anche voi, che potrebbero trovarsi domani in questa situazione e POI SAREBBE UN BEL SEGNALE NO CHE ECCOME SE ESISTIAMO..ALTRO CHE BOOM!!!

francesca parodi 08.07.12 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Stato Italiano!!!!!
Sono soldi che potresti incassare Tu del tutto legalmente!!!
E Tu che fai?? Un cazzo, pianti in asso coi tuoi "politici" il cittadino contribuente, creando insicurezza, terrore, malfidenza nei tuoi confronti e poi ti meravigli che il cittadino contribuente si appoggi su istituzioni parastatali come la mafia piu' sicure di te!!!
Stato ma Vaff. togliiiti dalle palle ce le hai rotte da un pezzo!!!!

sandrolibertini 08.07.12 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è che la corruzione, il malaffare, la tangente non sono più avvertiti da molti come male sociale, ma parte integrante e necessaria per far funzionare il sistema economico e politico. "Se non faccio così non lavoro" è la tipica frase di molti piccoli imprenditori, i quali vengono coinvolti in meccanismi perversi affaristici e clientelari. Iniziare a liberarsi da questo modo di pensare è il primo passo da fare.

Flavio D., Torino Commentatore certificato 08.07.12 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
bene su Formigoni, ma non dimenticare Errani.
Terzo mandato, non compatibile con la legge e reo di aver favorito con una montagna di soldi pubblici l'azienda di suo fratello.
Indagato pure lui.
Ma essendo di sinistra tutto tace.......
Non ti senti indignato ?
Almeno per par condicio !
O anche per te i delinquenti sono solo di destra ?
Dai, spara un pò anche su Errani.
Pensa, Monti lo fatto commissario per il terremoto !
E' proprio vero, più si ruba più si fa carriera.
O no?
Forza Beppe.

bruno f., bologna Commentatore certificato 08.07.12 15:55| 
 |
Rispondi al commento


Non capisco perche' siparla solo di doveri, ma non di diritti. Per uniformarci agli altri paesi, Rivendichiamo il Diritto di un REDDITO MINIMO GARANTITO. per le fasce ora alla deriva, senza lavoro, senza disoccupazione, senza gioventu'.
Stiamo sempre piu' diventando come un paese del terzo mondo, dove solo chi e' furbo sopravvive. Premiamo la sincerita'. l'onesta'.
Poi e' ora di finirla di raccontare balle ai telegiornali.Qui solo gli extracomunitari sono aiutati. e loro vengono assunti noi italiani no questa e' discriminazione! Proteggiamo anche i nostri. Sono scappata all'estero nel 92. son tornata per nostalgia nel 2010 e da allora e' una discesa continua. Sto pensando che era meglio me ne stavo all'estero, non tanto per me me per mia figlia. basta italiani che fregano italiani!

liana franchin 08.07.12 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti segue da tanto tempo sul internet e sono un tuo sostenitore.
Sono un sindacalista e faccio attività da tanto tempo. Mi sono accorto che ormai il sindacato si è cristallizzato e non ha più quella spinta propulsiva che per un pò di tempo è riuscita ad avere.
Con la globalizzazione e con l'apertura delle frontiere nell'unione europea alcune aziende hanno delocalizzato mettendo sul lastrico tanti lavoratori che hanno contribiuto a far grande la propria azienda.
Ti propongo di inserire uno spazio per poter segnalare ai consumatori (e lavoratori nello stesso tempo) le aziende che hanno delocalizzato affinché non vengano acquistati i loro prodotti.
Voglio vedere se riusciranno a fare gli stessi fatturati!
Se la cosa ti sembra interessante, fammelo sapere, e così possiamo entrare nei dettagli operativi.
Cordiali saluti

sandro deriu 08.07.12 12:28| 
 |
Rispondi al commento

La pubblica amministrazione è marcia dentro perchè così la vogliono i politici e i sindacati che hanno fatto di tutto per distruggere l'onestà e la voglia di lavorare dei lavoratori pubblici, premiando i corrotti e facendo leggi che garantiscono loro l'impunità, e non crediate che la magistratura possa cambiare le cose, a volte è complice pure lei dello stesso sistema massonico clientelare.

alice kappa Commentatore certificato 08.07.12 11:36| 
 |
Rispondi al commento

In realtà la corruzione ci costa molto di più rispetto a ciò che è stato stimato, e comunque anche se le cifre sono queste, bisogna considerare oltre a queste i danni collaterali. Infatti la corruzione oltre al danno diretto, cioè quello stimato, produce dei danni indiretti al tessuto socio-economico. Ciò non consente il regolare sviluppo di economie sane, infatti se consideriamo un'esempio banale, tipo una gara d'appalto per una fornitura di materiale per un'ente pubblico, l'azienda X che vince la gara d'appalto corrompendo il politico o l'amministratore (che sicuramente è un tirapiedi di qualche politico), nel prezzo della fornitura dovrà gonfiare i prezzi, circa del doppio, per poter sopperire alla tangente elargita e questo è il danno diretto cioè quantificabile; poi c'è il danno indiretto, cioè l'economia che avrebbe ottenuto un'azienda onesta che avrebbe portato economia, che avrebbe potuto assumere nuovi dipendenti, che avrebbe potuto investire ect. infine altro danno indiretto sono le spese che lo stato (cioè i cittadini) deve sostenere per combattere e sopprimere la corruzione. Naturalmente in maniera così esemplificativa si dà solo un'idea vaga di quello che c'è dietro alla corruzione, ma il danno sicuramente và moltiplicato almeno per tre, quindi se i dati ufficiali sono questi moltiplicate per tre e grosso modo si ottiene il vero danno che crea la corruzione!

Mario Guarragi 08.07.12 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Che bastasi.

Sabbatino M., Roma Commentatore certificato 08.07.12 11:13| 
 |
Rispondi al commento

ho letto della multa che dovrebbero pagare i gestori delle slot machine 98 miliardi..risolverebbero molti problemi..perche il governo non si fa dare quei soldi? Basterebbe bloccare le concessioni, tanto é chiaro vhe sono state date in maniera truffaldina agli amici degli amici

max maximo 08.07.12 10:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si molte parole. Ma come buttre fuori dal parlamento sta gente disonesta e tutti i corruttori e corrotti di questo paese?? Io ho provato di tutto mi manca solo di manifestare a Roma. Intanto mi è arrivata una cartella di iniquitalia ,anzi 9 cartelle che dal 2007 mi chiedono circa 10000 euro, che io non ho. Mi "intimano" di pagare , cone interessi e spese accessorie , degne di un usuraio. Io ho chiuso nel 2008 la partita iva , perchè strangolato dalle tasse e le spese. Ma non è servito perchè ti perseguitano. Non ho mai evaso , forse non ho pagato qualcosa , ma perchè non li avevo per pagare. Qui gli onesti gli affossano invece di aiutarli. Che fare?? io sono monoreditto e ho 2 filgi , questa mazzata non ci voleva. Andrò dal commercialista e anche dall'avvocato.io sono nullatente , ma rischio il pignoramneto dello stipendio ?? o il quinto? Sarei rovinato . Ma di suicidarmi,non ci penso nemmeno. Belin , se penso che se avessi fatto lo scudo fiscale , con parecchi soldi truffati allo stato adesso sarei tranquillo e beato. i truffatori vincono in questo paese , se sei onesto sei un coglione. come probabilmente sono io. Cosa devo fare ??

Danilo C., Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.07.12 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

solito problema...la gente fa la fila per "raccomandarsi"...per una casa,lavoro,o superare vessazioni burocratiche,ecc....
L'unico sistema per contrastare la "corruzione nel pubblico" è mettere in condizioni la gente di non versare in un continuo "stato di necessità!".
Quindi l'istituzione del Reddito di Cittadinanza collegato al Lavoro UTILE,permette di superare la corruzione oppure contrastare il "fenomeno del clientela"...
Un altro tassello è la "sburocratizzazione" e la trasparenza delle amministrazioni;
Terzo la "giustizia" penale e civile..si chiude i tribunali...magari che funzionano...Non si poteva fare come le ASL...se prenoti una visita e non c'è posto ti mando presso il primo centro libero e disponibile!!
Questo si doveva fare...mettere in rete di servizio supplettivo i tribunali minori..con tempi certi per le cause..!
Più le Persone sono "libere ed indipendenti" e meno sono propense a "prostituirsi"!moralmente!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 08.07.12 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono uno degli n "cervelli in fuga", nome odioso che ci è stato appioppato da decenni. Come tanti altri come me ho un curriculum vitae che si potrebbe definire per lo meno "notevole": maturità con 60/60, laurea in Fisica Teorica con 110 e lode, dottorato in matematica in corso e, recentemente, un premio importantissimo, lo cito come mi è stato comunicato: "Award for the most outstanding paper on computer vision, broadly intepreted, in the period 2007-2011", traduco: "Premio per il miglior articolo in visione artificiale, interpretata in tutti i suoi aspetti, nel periodo che va dal 2007 al 2011", dato dalla SIAM=Society of Applied and Industrial Mathematics, che è uno degli enti scientifici più prestigiosi al mondo nel campo della matematica applicata. Vivo fuori dall'Italia da un complessivo di 7 anni, ho lavorato negli Stati Uniti, in Spagna, in Francia e in Australia. Il mio sogno è riportare in Itaai quello che ho imparato. L'estero non è rose e fiori, credimi, ci sono brutture e corruzioni ovunque, ho dovuto subire atti di razzismo che mi hanno umiliato (soprattutto nella tanto idolatrata e sopravvalutatissima Spagna), voglio assolutamente tornare in Italia e far capire agli italiani quanto la nostra cultura sia eccelsa e quanto dobbiamo investire per mantenerla e migliorarla. Il tuo movimento, visto dall'estero, sembra uno dei pochi, se non l'unico, che si preoccupa di dare spazio a realtà come la mia e come quella di tanti, tantissimi, altri eccelsi ricercatori formati grazie al denaro pubblico italiano e che non possono esercitare la loro professione in Italia. Tutto questo è ridicolo. Come posso partecipare attivamente al movimento 5 stelle? Qual è il contributo che posso dare dall'estero?
Grazie mille per tutto quello che fate!
Cari saluti, un abbraccio,
Edoardo.

Edoardo Provenzi 08.07.12 03:09| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"o si sono richiedere" che significa?

"Nel 2008 la Corte dei Conti ha recuperato solo 69 milioni di euro (un millesimo)"

la corte dei conti semmai rende noto quanto recuperato, ma non mi risulta che recuperi alcun che.

giamps 07.07.12 23:51| 
 |
Rispondi al commento

non aprite quella busta,ci troverete dentro lo scimmione con il tagliacarte motore diesel 1,3 cavalli..
se accetti di aprire quella busta,lo fai conscio del pericolo..
secondo me un altra campagna importante che dovrebbe farsi,e quella dedicata a salvare le famiglie,oggi le famiglie vengono disintegrate per indebolire singolarmente l'individuo!
la donna viene convinta con il lavaggio del cervello a divorziare,l'uomo non ci sta,lei continua a rifiutare,lui stressato per i conti e la carenza di lavoro arriva all'ennesimo rifiuto,quindi si incazza e la uccide!
la buona parte dei delitti tra coppie avviene in questo modo,chi ci rimette realmente e il figlio,l'elemento più debole della famiglia,e si ritrova giovanissimo con una madre morta e un padre in carcere!
bisogna salvare le famiglie,per salvaguardare i giovani componenti,e con essi il futuro dell'umanità da qui a 10 anni!!

Mimmo G., cardito (NA) Commentatore certificato 07.07.12 23:32| 
 |
Rispondi al commento

“Settimo :non rubare”. “Un processo pubblico alla classe politica è necessario. Senza violenza. Siamo un popolo civile. Truffato, spolpato, fottuto, immiserito, deriso, ma comunque civile. Nessuno può pensare di sostituirsi alla magistratura o di evocare nuove piazzale Loreto. Saint Juste Robespierre non sono esempi da imitare, anche perché finirono, pure loro, sul carretto che conduceva i condannati alla ghigliottina. Il processo deve essere morale, collettivo. Ogni cittadino deve avere il diritto di sputo virtuale.
Chiunque abbia ricoperto nella Seconda Repubblica un'importante carica pubblica, tra questi i parlamentari, i ministri, i sottosegretari, i presidenti di regione, i sindaci dei capoluoghi di provincia, i presidenti di provincia, oltre ovviamente ai presidenti del Consiglio e ai presidenti delle Camere, dovrà rendere noto pubblicamente in Rete il suo patrimonio PRIMA e DOPO la sua investitura. Motivare, se esistono, le ricchezze accumulate durante il suo incarico. Case, patrimoni, regalie inconsapevoli. Un atto dovuto che premierà chi non ha nulla da nascondere.
In questo Paese si è radicata l'idea, sbagliata, che sia naturale per un politico arricchirsi, in effetti è difficile trovare un politico in miseria o qualcuno uscito dai Palazzi del Potere con le pezze al culo. Lo stipendio e i benefit che ricevono i politici, pur eccessivi, non sono sufficienti per diventare benestanti. Quindi le fonti, in caso di ricchezza, devono essere state altre. I cittadini vorrebbero sapere quali e anche i magistrati. Conoscere, ad esempio, i motivi per cui il ministro Z o il senatore B si è ritrovato a fine legislatura con un paio di appartamenti in più o mezzo milione di euro sul conto della moglie. Un'analisi patrimoniale, in piena trasparenza, che copra il periodo della Seconda Repubblica, con il DISPREZZO dei cittadini e l'isolamento sociale verso chi ha abusato dello Stato per i propri interessi e l'intervento della magistratura in caso di reato. Beppe Grillo.

Lux Luci 07.07.12 21:39| 
 |
Rispondi al commento

grazie

Ashoka il Grande (detto diego), mexico Commentatore certificato 07.07.12 21:39| 
 |
Rispondi al commento

Fino a che le pene per il dipendente infedele non saranno dure e repressive questo modo incivile di fare nella PA non finirà
Come pena accessoria se ritenuto colpevole la confisca del TFR e la confisca dei contributi pensionistici solo con misure estreme si combatte un cancro che e stato lasciato vivere e sviluppare

Riccardo Garofoli 07.07.12 21:27| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori