Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Rapporto INAIL 2011: poche verità - Marco Bazzoni


Rapporto INAIL 2011: poche verità - Marco Bazzoni
(8:35)
bazzoni-inail.jpg

"Ho sentito sia le dichiarazioni odierne, sia quelle passate del Presidente della Repubblica. Dice che ci vogliono più controlli, più sanzioni, però il Presidente della Repubblica 3 anni fa l’ha firmato il Decreto Legislativo 106/09 che ha dimezzato le sanzioni ai datori di lavoro, ai dirigenti, ai preposti. Ha introdotto la salva-manager che deresponsabilizza i datori di lavoro, quella che l’ex Ministro del Lavoro Sacconi diceva di avere cancellato, invece è uscita dalla porta è rientrata dalla finestra." Marco Bazzoni

Il testo dell'intervento:

Dati fortemente sottostimati(espandi | comprimi)
"Buongiorno a tutti, sono Marco Bazzoni, ho 38 anni, sono un operaio metalmeccanico. Sono anche rappresentante della sicurezza dal 2003 e mi occupo di questa tematica, del tema della sicurezza sul lavoro da tanto tempo.
Oggi è stato presentato il rapporto annuale Inail sugli infortuni e le morti sul lavoro. l’Inail ha detto che nel 2011 ci sono stati 920 infortuni mortali in calo rispetto al 2010, quando ce ne erano stati 970. Questi secondo me sono dati fortemente sottostimati, prima cosa perché l’Inail tiene conto solo degli infortuni accaduti ai suoi assicurati e tra i suoi assicurati non ci sono né le forze di Polizia, né Carabinieri, né gli sportivi, tante categorie che non sono assicurate con l’Inail. Poi, in tutti questi dati incide la crisi economica che c’è stata. Perché l’Inail non lo dice, ma ci sono tante aziende che hanno chiuso, tanti lavoratori in cassa integrazione, tanti lavoratori in mobilità, quindi non sono questi dati “oro colato” come voglio far credere. Ai dati dell’Inail sulle morti sul lavoro e ai dati dell’Inail sugli infortuni sul lavoro mancano all’appello gli infortuni che accadono nel sommerso che si stima siano almeno 200 mila ogni anno. Addirittura ho visto che l’Inail ha fatto una stima provvisoria che dice che sono circa 164 mila per l’anno 2011, quindi anche questa stima è al ribasso.

Basta scuse e lacrime di coccodrillo(espandi | comprimi)
Ho sentito sia le dichiarazioni odierne, sia quelle passate del Presidente della Repubblica. Dice che ci vogliono più controlli, più sanzioni, però il Presidente della Repubblica 3 anni fa l’ha firmato il Decreto Legislativo 106/09 che ha dimezzato le sanzioni ai datori di lavoro, ai dirigenti, ai preposti. Ha introdotto la salva-manager che deresponsabilizza i datori di lavoro, quella che l’ex Ministro del Lavoro Sacconi diceva di avere cancellato, invece è uscita dalla porta è rientrata dalla finestra. Queste dichiarazioni mi sembrano frasi di circostanza e poi dopo non cambierà nulla, in Italia ci sono un mucchio di infortuni, molte morti sul lavoro, molte anche di malattie professionali che nessuno lo dice mai ma c’è anche un sacco di lavoratori che muoiono perché si ammalano sul lavoro o per l’amianto o per altre cose e nessuno dice nulla anche di questo." Marco Bazzoni, operaio e Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

P.S. Sandra Poppi non ha titolo a rappresentare il MoVimento 5 Stelle nè all'uso del logo ed è diffidata dal farlo.

mortibianche_3DA.pngMorti Bianche di Samanta Di Persio

Una volta si lavorava per vivere, ora per cercare di salvare la propria pelle. Un viaggio nel mondo delle morti sul lavoro raccontato da testimoni e sopravvissuti.

11 Lug 2012, 11:47 | Scrivi | Commenti (380) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

dove si trova il programma politico del movimento cinque stelle ? Grazie e saluti

luciana tassinari 14.09.12 23:59| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe in realtà non volevo parlarne, maa visto che ne parli tu dell'INAIL devo segnalarti che in Abruzzo (maglia nera degli infortuni sul lavoro) e a Chieti in particolare un bando INAIL finanzierebbe per 800mila euro un progetto di ricerca della fondazione dell'Università d'Annunzio (ente di diritto privato pagato dall'Ateneo pubblico) per fare una bio-banca (congelare frammenti di tessuti, sangue, cellule o DNA). Mi dici cosa c'entra questo con la prevenzione, tenendo conto che la struttura è sovradimensionata (36mila campioni) rispetto a qualunque scopo utile prevedibile?
ciao, indaga e a presto

Roberto P., Pescara Commentatore certificato 15.07.12 22:22| 
 |
Rispondi al commento

la grave crisi finanziaria è il risultato di ca. 30 anni di mala politica, praticata da onorevoli a tutt'oggi presenti in parlamento che con grande incompetenza approvano le misure anticrisi che ricadono unicamente sui cittadini mantenendo per sè e per le loro caste pubblico-private i privilegi sopratutto economici e di potere.Votare ad aprile 2013 il M5S significa porre fine al debito pubblico incontrollato ,alla spesa pubblica oggetto di sprechi ,ad un'amministrazione inefficiente e clientelare ,alla lottizzazione partitica di posti pubblici di responsabilità e agli stipendi stratosferici dei parlamentari ed loro associati !
Ad ottobre voteranno la legge elettorale ,frutto del più turgido spirito corporativo , nella loro piena consapevolezza di aver votato una legge sbagliata che determinerà uno spread maggiore di 500 , epifenomeno della sfiducia dei mercati finanziari ,dell'Ue e delle agenzie di rating ,tipo moody's che declasseranno l'Italia . Potremmo essere credibili solo con una classe dirigente " nuova " che solo il M5S può assicurare : gente capace professionalmente ed onesta .Cordialità Bruno Tozzi Salerno

bruno tozzi 14.07.12 14:17| 
 |
Rispondi al commento

scusate ma qui deve essere fatta chiarezza.
Mi sto avvicinando con grande curiosità e attenzione al M5S per capire se effettivamente corrisponde a quella ventata di novità che tanto serve in Italia.
Poi vedo (io sono di Modena) che una tal Poppi, che sembra essersi battuta a lungo per il M5S, viene "epurata" con due righe e senza spiegazione alcuna, se non quella che non è "allineata" al partito. Ma dico, stiamo scherzando?
Credo che serva con URGENZA fare chiarezza,altrimenti mi spiegate che differenza posso trovare in voi rispetto ai partiti soliti?

paolo c 14.07.12 12:48| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE GRILLO BISOGNA RACCOGLIERE LE FIRME PER FARE UNA ASSEMBLEA COSTITUENTE PER RIFONDARE IL PAESE ITALIA. ABBIAMO BISOGNO DI UNA NUOVA COSTITUZIONE PER CAMBIARE LE REGOLE POLITICHE ECONOMICHE E SOCIALI DI QUESTO PAESE.
BERNARDINO BOTTONI MILANO

BERNARDINO BOTTONI 14.07.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me quando una persona eletta (come la Poli) viene espulsa dal M5S si dovrebbe sempre fare le cosa con la massima trasparenza e spiegare le ragioni dell'espulsione. Grazie

claudio b., Cervignano Commentatore certificato 14.07.12 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera su internet nel preciso Facebook gira un informazione che e' aperta la raccolta firme per il referendum abrogativo sulla legge per l'indennità dei parlamentari !!! E si precisa che i giornali non ne parlano perché non vogliono rinunciare ai finanziamenti ai giornali !!! Confido nel blog di Grillo !!! Che possa occuparsi entro il 30 luglio scadenza per firmare nel proprio comune,di divulgate questa importantissima notizia !!! Grazie per l'attenzione saluti Rosy .

Rosy russo 13.07.12 22:58| 
 |
Rispondi al commento

meno incidenti?! ma mi sembra ovvio essendoci meno gente a lavorare. Cerchiamo di farci prende meno per i fondelli. Pensiamo sempre con il nostro cervello e non con quello altrui.

maria barberio 13.07.12 22:23| 
 |
Rispondi al commento

beppe il miglior.. beppe illuminato

300 euro al giorno 13.07.12 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena finito di leggere "Alta Voracita'" e vorrei si approfondisse il tema dell'Acquisto dei 131 cacciabombardieri F35 per la modica cifra di 15 mld di euro.Mi è sembrato un po' sbrigativo lo scrivere che in questo scenario attuale a chi serve questo acquisto? Non a noi italiani ...ma se è un acquisto fatto per un altro paese che non vuole e non puo' figurare ? Con quello che succede in Siria non sottovaluterei l'argomento.Si tratta di un ritorno alla guerra fredda che sta diventando bollente.

gionata martinelli 13.07.12 20:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BUONGIORNO A TUTTI
Vorrei fare una proposta per quanto riguarda la sanita'.
Propongo di stornare il prezzo di una prestazione eseguita da un privato (per esempio una TAC)dal prezzo che si pagherebbe come servizio pubblico,dato che l'abbiamo gia' pagato con le tasse e cosi' non lo pagheremo 2 volte.
Esempio: devo fare una TAC all'ospedale pubblico ma mi fissano la visita dopo un anno.Se si regolarizza un tempo ragionevole di tre mesi, allora io ho il diritto di rivolgermi al privato (che deve fare la visita entro tre mesi )e pagare solamente la differenza di prestazione.
.Sono sicuro che in questa maniera scenderebbero i prezzi di prestazione e le asl per non perdere clienti si darebbero una mossa,
saluti a tutti

fabrizio mattana Commentatore certificato 13.07.12 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro GRILLO, HO SENTITO TANTISSIME VOLTE CHE PARLI DEI SOLDI RUBATI TRAMITE IL GIOCO D'AZZARDO LEGALE PERCHE' STATALE E DELLA CATEGORIA DEI TAXISTI,CHE HANNO COMPRATO LA LORO CARA LICENZA PER GARANTIRSI UNA LIQUIDAZIONE PER LA VECCHIAIA,CHE PUO' ESSERE AZZERATA CON UNA LIBERALIZZAZIONE SELVAGGIA.
PAROLE SANTE.
MA VOGLIAMO PARLARE DELLA MIA CATEGORIA, QUELLA DEI GIORNALAI, COSTRETTI SOPPORTARE I CONTRIBUTI AI GIORNALI CHE PER GONFIARLI LI REGALANO DAPPERTUTTO O LI ABBINANO GRATUITAMENTE, A VENDERE RIVISTE 2 O 3 PER 1 SENZA GUADAGNARE NIENTE PERCHE' PREZZO IMPOSTO (SE VENDIAMO UN SANDWICH DI 3 GIORNALI A 1 EURO,GUADAGNAMO LO STESSO TANTO DELLA VENDITA DI 1 GIORNALE ALLO STESSO PREZZO), A ESSERE UMILIATI GIORNALMENTE CON GLI ABBONAMENTI SCONTATI DELLE RIVISTE ANCHE DEL 70\80 %, INFILATI DENTRO LE RIVISTE CHE NOI EDICOLANTI VENDIAMO.PENSA QUANTO CI PRENDONO PER IL CULO,CI RUBANO I CLIENTI (I NOSTRI CLIENTI) SOTTO IL NASO,SPUDORATAMENTE SENZA RITEGNO,MA DICO IO CAZZO,TE LI FACCIO IO GLI ABBONAMENTI, MA FAMMI GUADAGNARE QUALCOSA IN PIU'.
TI SALUTO CON IL CUORE,RICORDANDOTI CHE ANCHE NOI L'ABBIAMO PAGATA CARA LA NOSTRA LICENZA E CHE NON CI SIAMO MAI LAMENTATI SE INTERNET CI TOGLIE CLIENTI PERCHE' PENSIAMO CHE UN MEDIA NON ELIMINA L'ALTRO E CHE OGNUNO SIA LIBERO DI LEGGERE E INFORMARSI COME VUOLE.

P.S. IO ABITO AD ASSEMINI (CA) E VORREI FARTI PRESENTE CHE TUTTI I POLITICI FALLITI SIA DI DESTRA CHE SX,SI STANNO TUTTI RICICLANDO NEL VOSTRO MOVIMENTO CIAO

FABRIZIO MATTANA 13.07.12 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Il sistema dei Bilderberg che usa i suoi rappresentanti (Monti Merkel Draghi ecc) per impossessarsi dei beni storici e non dei paesi UE, ha segnato un'altro pugno all'Italia verso il suo controllo totale, mentre fanno sembrare attraverso i loro salesman (Mario Merkel Draghi ecc) che stanno facendo manovre per risanare il paese! (Debiti fatti dalle banche e non dalla gente)

Tutto falso!

L'agenda e' di forzare prestiti sulle nazioni tipo la Grecia per indebitarli ancora di piu e quando si arriva ad accettare e capire che se il prestito e' tale che il tuo pil non puo ripagarlo diventi proprieta' del fascismo fiscale dettato dalla banca mondiale centralizzata e perdi la tua sovranita'!

Le agenzie di Rating che sono il braccio della banca Centrale Mondiale (e Wall Street) declassano sistematicamente e periodicamente tutti i paesi UE per rendere piu costoso il costo del denaro che loro poi prestano tramite pacchetti di salvataggio e di conseguenza si arricchiscono!

Dal Corriere della Sera


MILANO - Moody's declassa il debito sovrano italiano: titoli di stato giù di due gradini, nel giudizio dell'agenzia di rating, da A3 a Baa2. Appena due punti sopra il livello «junk», quello cioè dei titoli «spazzatura».

http://www.corriere.it/economia/12_luglio_13/moodys-declassa-debito-italia_cc3d0952-cc81-11e1-b65b-6f476fc4c4c1.shtml

john buatti Commentatore certificato 13.07.12 06:49| 
 |
Rispondi al commento

Semmai in Francia la differenza la fa la procedura semplificata per sanzionare o meno il caso (cosa che esiste anche da noi = inchiesta del servizio pubblico di Medicina del lavoro o perito di parte ) e la preparazione di ispettori e medici non sempre all'altezza del compito.
5)Con l'Ispettore ASL concordo invece che lo stato dei servizi è dolorosamente deficitario soprattutto per quel che riguarda i controlli ( in un comprensorio con 10 mila fra imprese industriali e artigiane come a Roma e con due ispettori, la possibilità che la singola azienda abbbia un controllo è molto bassa ( circa 1 ogni 14 anni )
6)abrogare il decreto 106/09 e ripristinare i vecchi Dpr, più incisivi e più
onerosi per i contravventori, i quali spaventati dagli importi dellesanzioni, anche se non per interesse del lavoratore, ma più attenti al proprio portafoglio, cercavano di mettersi in regola. I decreti presidenziali (DPR) emanati tra il 1954-1956 non risolverebbero il problema sia per l'evidente “invecchiamento della norma” non più attuale né per l'impostazione concettuale non basata sul concetto di rischio per la salute . Albert dice alcune cose ancora accettabili sulla normativa ( maggior chiarezza ad esempio) ma non sul fatto che tutti i rischi devono essere valutati dal datore di lavoro in egual misura: Il vero sconcio sono le valutazioni sono mammozzoni di centinaia di pagine pieni di fuffa copiata qua al solo scopo di rispettare FORMALMENTE le normative e pararsi quanto più possibile il c*lo, ma senza alcun valore preventivo reale.
7)2) Non c'è alcuna certezza della pena visto che i controlli degli organi di controllo, quando presenti, sono al più formali ma poi se succede un infortunio il datore di lavoro è lasciato in balia dell'interpretazione del magistrato di turno con esisti sempre e comunque INCERTI, qualunque cosa abbia fatto per la sicurezza.

dr.Carlo Pamato 12.07.12 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Mi son preso la briga e di certo il gusto di trascrivere alcuni commenti sull'intervento di Marco Bazzoni e segnalo alcuni punti che (lo sottolineo ) attengono a fatti e non ad opinioni che ovviamente tutti hanno il diritto di esprimere ma che sono cose diverse dai fatti.

1)Sul conteggio INAIL della mortalità (il calo 5,4% ) si possono fare alcune osservazioni semplicissime ( sempre con i dati ufficiali ) il calo più vistoso si ha al sud (8,1%) la disoccupazione ( maggiore al Sud come noto) è dunque un chiaro elemento da considerare
Mortalità = N° INCID MORTALI/ N° OCCUPATI
Perchè altera i conti mentre la riduzione dei casi mortali è in particolare dovuta alla riduzione degli infortuni “in itinere “ nell'andare o tornare dal lavoro ) ma anche questo dato è in parte influenzato della occupazione infatti per essa e per effetto della C.I.G (cassa integrazione ) meno dipendenti circolarono nelle ore di punta.
2)I numeri non sono corretti ? Sugli infortuni può ben essere ( non su quelli mortali ) a meno di mafie che nascondano morti sul lavoro clandestini.
3)Gli stranieri pesano il !5,9% del totale degli infortuni.
Concordo con Sandro Stefano che : Non c'è nulla da festeggiare se l'INAIL rileva 3 morti sul lavoro al giorno, festivi compresi e che : E' vero che la sicurezza sul lavoro costa troppo, è un dato oggettivo e ciò su cui si deve puntare, ovviamente, non è ridurre le risorse investite, ma aumentarne l'efficienza
4)altro elemento malgrado le denunce di malattia professionale (meno per gli infortuni ) l''INAIL tende a riconoscerle con difficoltà (giorgio m.)
5)la norma ( decreto 81/ modificato da d.106) non è chiara ? Lasciando spazio all'impunità? Al progettista di Chelles (Fr) ricorderei che la norma francese e quella italiana derivano come già la 626 da INDENTICA DIRETTIVA EUROPEA e la norma attuale e il riusultato di una elaborazione in forma di T.U.(testo unico= unificato) della 626 e successive. CONTINUA NEL SUCCESSIVO POST.

dr.Carlo Pamato 12.07.12 18:12| 
 |
Rispondi al commento

MUOIO INNOCENTE

Un paio di giorni fa su Iris ha trasmesso il fil su Sacco e Vanzetti ( bravissimi attori italiani )
e mi ha colpito come anchio mi sento dentro le ultime parole di Sacco prima che gli scaricassero la corrente nella vita.
Disse MUOIO INNOCENTE
E anchio MUOIO INNOCENTE
Depredato dell lavoro, della dignità, della felicità, della possibiltà di comprarmi un paio di pantaloni senza dovere rinunciare a mangiarmi una bistecca, loro, sempre "loro", perchè erano "loro" anche nel 1925 sia in Italia sia negli stai uniti ed ora sono altri ma sempre " loro " quelli che se non hai soldi se sei contro ti distruggono, alcuni usando le manganellate altri con dei complotti altri ancora solo perchè a " loro " piace così ed io oggi come ieri come uno dei tanti Sacco MUOIO INNOCENTE
la differenza sta nel fatto che io sono ancora qui a difendere tutti quelli come sacco e vanzetti che ancora nopn sono morti e che posso ancora difendersi senza mai distrarsi dalla condizione che NOI siamo più di LORO

Ivano Angus Cipollina 12.07.12 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Sono Marco Bazzoni, l'autore dell'intervista.Chi vuole contattarmi, questo il mio indirizzo email:

bazzoni_m@tin.it

Saluti.
Marco Bazzoni-Operaio metalmeccanico e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza-Firenze

Marco Bazzoni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.07.12 13:44| 
 |
Rispondi al commento

La "bontà" dei dati INAIL èfacilmente commentabile, almeno per l'incidenza della parte Edile. Da Professionista che si occupa di Sicurezza nei Cantieri dico, prendete i dati di quante Notifiche Preliminari (comunicazione obbligatoria di inizio dei lavori agli Enti di Vigilanza competenti)sono state depositate, incrociate il dato con quello dell'anno 2011 e 2010 e vedrete che ad una diminuzione del numero totale dei cantieri attivati, corrisponde un numero costante di infortuni e morti sul lavoro. Si dovrebbero vergognare! Da Tecnico che svolge certi compiti in edilizia è mio parere che invece di una Legge come l'81/2008 con 500 pagine di nulla, nel mio settore per aumentare la Sicurezza sul lavoro si dovrebbe partire da sue semplici cose:
1. gli addetti (operai e simili) sono punibili direttamente (detrazione dallo stipendio) per inadempienze riscontrate durante i sopralluoghi fatti dagli Organi di Vigilanza e anche dal solo Tecnico Coordinatore per la Sicurezza.
2. Le Imprese che non dimostrano costi fissi sostenuti per il 70% sul totale degli oneri per la sicurezza incassati nell'anno solare, hanno un primo richiamo ed alla seconda infrazione vengono chiuse.

Alessio Cencioni 12.07.12 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Da professionista che ha a che fare anche con la sicurezza sul lavoro, vorrei invitare tutti a non lasciarsi trasportare troppo dall'entusiasmo e a non intraprendere crociate sproporzionate.
Posto che molti dei temi e delle osservazioni citate nello scritto sono condivisibili, ritengo comunque necessario non fare di tutta l'erba un fascio e ragionare sempre con la mente aperta.
Non basta dire "i dati sono sottostimati, saranno di sicuro molti di più". O si riportano fonti alternative e si fa un confronto quanto possibile oggettivo, o bisogna cambiare i termini del ragionamento.
Non c'è nulla da festeggiare se l'INAIL rileva 3 morti sul lavoro al giorno, festivi compresi. Ma il dato fotografa un andamento nel confronto tra dati rilevati allo stesso modo negli anni precedenti, non un valore assoluto, che si sa già essere sottostimato. E' vero che gli infortuni di chi lavora in nero sono spesso nascosti, ma non credo si possano occultare centinaia di cadaveri di operai in nero chissà dove, quindi diamo il giusto peso alle cose.
Invito tutti a lasciar perdere i facili proclami e gli attacchi scomposti a tutto e a tutti. E' vero che la sicurezza sul lavoro costa troppo, è un dato oggettivo. Ciò su cui si deve puntare, ovviamente, non è ridurre le risorse investite, ma aumentarne l'efficienza. La soluzione al problema della sicurezza sul lavoro non può essere smettere di lavorare perchè l'azienda non sopporta i costi, spero ne conveniate.
I temi complessi necessitano di analisi approfondite e lucide. Mi auguro che si convertano gli slanci di entusiasmo in energie dedicate allo studio.

Ripongo grandi speranze nel Movimento 5 Stelle, che sicuramente appoggerò. E proprio per questo spero che mantenga sempre l'equilibrio necessario a non perdere di credibilità.
Buon lavoro a tutti.

Sandro Stefano 12.07.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per FORZA che INAIL è in Attivo: ho fatto per 20

anni il CARRELLISTA/FACCHINO e ora mi ritrovo con

TRE Ernie del Disco COMPLETE più altre 3 fuori x

metà.....colonna vertebrale deviata ecc. Con il

Medico che ha richiesto ad INAIL la Malattia

Professionale....INAIL nemmeno mi ha convocato,

rispondendo sempre NO....ecco xkè è in attivo:

così facendo ti invita a farle causa, sapendo bene

che TE LA DEVI FARE DA SOLO (senza Patronato)....

e NESSUNO è tanto pazzo da fargli causa, xkè se

x un cavillo la perdi, poi sei costretto a

lavorare x loro tuta la vita x pagare le spese

della causa....sono in attivo xkè rispondono

SEMPRE NO....a questo punto xkè non toglierla?

lo stato avrebbe 2 miliardi in più x appianare il

DEBITO.............

giorgio m. Commentatore certificato 12.07.12 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Riporto di seguito parte di un'email di adesione alla petizione contro il divieto di vendita di erbe medicinali. Prego il blog di cercare l'adesione di tutti i partecipanti. Grazie mille.

Francesco Depretis.

Cari amici,

L'UE ha appena messo al bando diverse erbe medicinali, e alcuni rimedi tradizionali già non sono più a nostra disposizione.

La nuova direttiva europea entrata in vigore questa settimana impone barriere altissime a qualunque rimedio a base di erbe che non sia presente sul mercato da almeno 30 anni, incluse in teoria tutte le medicine tradizionali cinesi, ayurvediche e africane. Persino la Commissione europea ha dovuto riconoscere che tali misure sono eccessive e che restringeranno inevitabilmente la libertà di scelta dei consumatori, tuttavia non ha fatto niente per modificarla.

Ci vuole un appello enorme contro questo divieto. Insieme le nostre voci potranno fare pressione sulla Commissione europea per migliorare la direttiva, sui nostri governi nazionali perché non applichino questi standard eccessivi, e dare legittimità a un'azione legale. Firma sotto, inoltra questa e-mail a tutti e raggiungiamo 1 milione di voci per salvare le erbe medicinali:

https://secure.avaaz.org/it/eu_herbal_medicine_ban/97.php?cl_tta_sign=4071b4b561501858f3d6c5c6d0547b78

E' difficile da credersi, ma se un bambino si ammala ed esiste un rimedio sicuro e fatto di erbe naturali contro quella malattia, potrebbe diventare impossibile trovare quel rimedio.

L'UE dice che queste nuove regole sono una risposta a diversi incidenti sanitari in cui erano coinvolte cure a base di erbe usate in maniera scorretta. Il su o obiettivo dichiarato è quello di proteggere i consumatori, ma nonostante il controllo sui rimedi alle erbe sia importante, questa nuova direttiva riduce significativamente il numero dei prodotti a disposizione dei consumatori, e praticamente esclude le tradizioni non europee, facendo molto poco per proteggere le persone dai pericoli rispetto al quadro normativo.

Francesco Depretis 12.07.12 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

abbiamo un capo dello stato a 2...3..4 non so quante facce che firma decreti salva imprenditori che non applicano sistemi antinfortunistici e piange a dirotto a manifestazioni dove i morti son morti per questo decreto da lui stesso firmato
mi sembra di essere sulla luna... o dove?
NAPOLI...VANO...

emi m., crema Commentatore certificato 12.07.12 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono un progettista meccanico nel settore siderurgico, ho sempre cercato sia durante la progettazione sia durante il collaudo di applicare alla lettera le norme per grantire la sicurezza sul lavoro. Fino a qualche decennio fa erano norme chiare e facilmente realizzabili, da qualche lustro si sono... predonate il termine, così incasinate che non si capisce più nulla. Mi chiedo perchè dobbiamo complicarci così la vita? Ma la risposta c'è. Se fai una legge troppo chiara che tutti capiscono e applicano ci sono poche vie di fuga in caso di trasgressione. Se invece la complichi la rendi incomprensibile aggiugi, togli, fai deroghe ecc. se succede un guaio il responsabile se la cava sempre soprattutto se ha i mezzi economici sufficienti e ai datori di lavoro i mezzi di cui sopra non mancano certamente. Ecco spiegato l'arcano è semplice ... siamo in Italia.
Qualcuno dirà il solido disfattista esterofilo, non è vero parlo per conoscenza diretta, perchè dirigo anche un ufficio tecnico a Chelles in Francia e lì le regole sono molto chiare applicarle è naturale e facile, però anche le sanzioni, in caso d'incidenti, sono rapide e senza appello: qualche incontro fra due "expert ", gli avvocati che rappresentano le parti in causa che rispondono ad un arbitro nominato dal giudice e la sentenza in pochi giorni è emessa. Noi non cambiremo mai è nel nostro carattere. educazione, tradizione incasinare le cose, guardte le norme appena emesse dalla Fornero, non sono un fiume, sono tanti piccoli rivoli e ognuno va dove più gli piace.
Saluti a tutti e andiamo avanti così!!! Che pena!!!

attilio rossi, Legnano Commentatore certificato 12.07.12 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il tuo commento:
"Sono un ex Ispettore di una ASL romana, del servizio Prevenzione infortuni sui
luoghi di lavoro e confermo pienamente quanto scritto da Bazzoni sulla legge
106/09, in quanto da quando in vigore, non ci ha più dato la possibilità, a
noi ispettori, di sanzionare in maniera idonea i contravventori nonchè
datori di lavoro. Detto in maniera più chiara , ci hanno spuntato le armi a
difesa dei lavoratori. Si consideri inoltre che l'organico degl'ispettori
si è assottigliato clamorosamente, nel nostro territorio romano, ampio
quanto la città di Bologna, da quattro che eravamo, causa del mio
pensionamento e trasferimento di un collega, sono rimasti in due, di cui
uno con problemi di salute, però sino ad oggi non sono state fatte
assunzioni. Questo è il quadro a protezione dei lavorati, aggravato da
assunzioni a tempo determinato e in nero, senza alcuna preparazione dei
lavoratori sui rischi a cui vanno incontro nello svolgimento delle loro
mansioni. Napolitano s'indigna solo, ogni volta che ci sono morti sul
lavoro, io penso che sarebbe più opportuno indignarsi di meno e procedere
ad abrogare la 106/09 e ripristinare i vecchi Dpr, più incisivi e più
onerosi per i contravventori, i quali spaventati dagli importi delle
sanzioni, anche se non per interesse del lavoratore, ma più attenti al
proprio portafoglio, cercavano di mettersi in regola. Si sà che solo
venendo toccati nel portafoglio ci atteniamo alle regole, quindi? Ceme
diceva Bartali:l'è tutto da rifare."

Carlo Perricone 12.07.12 09:43| 
 |
Rispondi al commento

ok bisogna avere leggi contro gli infortuni
ma sono equi i premi che l'inail appioppa
agli assicurati? non è che sono scandalosamente
esagerati? e quando una impresa non dovesse
fare infortuni perchè non le si riconosce
una congrua riduzione del premio? non una
elemosina capito inail? e tu operaio vedi la
questione dal tuo punto di vista egoista
tanto tu a fine mese lo prendi lo stipendio
ma non sai che tantissimi piccoli imprenditori
non se lo prendono anche per pagare la tua inail?

giuseppe il giusto 12.07.12 09:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe
hai tirato in ballo i due direttori di
repubblica e corriere della sera ma ti faccio
una domanda: a parti invertite tu che avresti
fatto? come ti saresti comportato con Grillo?
è una curiosità.

giuseppe il giusto 12.07.12 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungo al post precedente, che storicamente il deterrente maggiore non è mai la severità della pena ma la CERTEZZA della stessa.

È inutile mettere norme su norme, con pene sempre più severe.

L'unico risultato che si ottiene è che i controlli sono impossibili (anche se ci fosse la volontà di farli, cosa su cui ci sarebbe da discutere) e che da una parte i furbi ignorano le norme pensando comunque di farla franca e gli onesti, che vorrebbero essere in regola, rimangono con l'ansia di aver tralasciato qualcosa o che l'operaio si faccia male per una sua imprudenza e comunque lui ci vada di mezzo.

Senza contare i costi e gli oneri (anche di tempo) della cosa per le aziende.

Io penso che un risultato come quello della ThyssenKrupp l'unica cosa che abbia ottenuto è quello di rendere ancora più evidente che da noi la certezza normativa e della pena non esiste (tutto dipende dall'interpretazione del magistrato) e che il nostro sia un paese fondamentalmente OSTILE a chi vuole fare qualcosa.

Molto meglio mettere su la fabbrica in Romania. Costa meno e non ci sono tutti questi rompimenti di balle e rischi per il datore di lavoro.

Albert A. Commentatore certificato 12.07.12 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Sono del campo e sinceramente le normative sulla sicurezza sono già più che eccessive al momento e fin troppo articolate e complesse.

Ma la cosa che ritengo più grave è che si è persa la chiarezza delle leggi di una volta. Leggi storiche sulla sicurezza e igiene sul lavoro come la 547/1955, il D.P.R. 19 marzo 1956, n. 303 o anche la 277 del '91 ti dicevano con precisione quello che potevi e che non potevi fare.
Con l'arrivo delle norme che attuano le direttive europee, cioè dalla 626/94 con gli attuali decreti 81 e 106, le leggi sono diventate una summa di bizantinismi e interpretazioni filosofiche. Non c'è mai il bianco e nero, il giusto o sbagliato. Ci sono 1000mila obblighi per il datore di lavoro, ma poi ci si abbandona troppo spesso a responsabilità generiche omnicomprensive.

I guarinielli di turno posso incolpare i datori di lavoro di carenze sulla base della loro interpretazione (spesso faziosa) un po' come vogliono, e qualora non bastasse ignorare del tutto questo eccesso normativo specifico e incolpare i datori di lavoro di con norme generiche (tipo quello di omicidio volontario ai titolari della ThyssenKrupp) che non stanno nè in cielo nè in terra.

I risultati nefasti sono 2:

1) Si è perso totalmente la scala di priorità dei rischi per le specifiche attività lavorative. Tutti i rischi devono essere valutati dal datore di lavoro in egual misura con il risultato che le valutazioni sono mammozzoni di centinaia di pagine pieni di fuffa copiata qua al solo scopo di rispettare FORMALMENTE le normative e pararsi quanto più possibile il c*lo, ma senza alcun valore preventivo reale.

2) Non c'è alcuna certezza della pena visto che i controlli degli organi di controllo, quando presenti, sono al più formali ma poi se succede un infortunio il datore di lavoro è lasciato in balia dell'interpretazione del magistrato di turno con esisti sempre e comunque INCERTI, qualunque cosa abbia fatto per la sicurezza.

Albert A. Commentatore certificato 12.07.12 08:52| 
 |
Rispondi al commento

CHE FACCIA

Gran titoli sugli on line: infortuni e morti sul lavoro al minimo storico. Dimenticando gli altri fattori, è diminuito, molto, il numero degli occupati e, presumibilmente, gli stessi lavoratori collaboreranno a non denunciare l'infortunio, per la paura di perdere il posto....

Cremona 11 07 2012 www.flaminiocozzaglio.info

flaminio cozzaglio, cremona Commentatore certificato 12.07.12 07:53| 
 |
Rispondi al commento

Su Sandra Poppi : devo informare e ricordare alcune cose , dato che ne sono stata testimone diretta come candidata alle Regionali nel Listino del Presidente. Se non fosse stato per Sandra Poppi, che ha raccolto e certificato firme,non si sarebbe potuta presentare la Lista del Movimento alle elezioni regionali del 2010, quindi Favia ( o De Franceschi) non sarebbe consigliere. Sandra ha avuto coraggio a provare ad iniziare da capo, quindi dai voti degli elettori e dal programma a 5 stelle nonostante fosse stata già maltrattata alle "secondarie". Anche allora si è utilizzata la diffamazione per danneggiarla, chissà cosa hanno scritto gli attivisti del Movimento allo staff ... ( che ovviamente non ha sentito l'interessata). Se molti non la conoscono - come dice Grotti su "Il Fatto" - non avevano elementi per giudicarla e chi conosce la Poppi in città la stima. Occorre anche ricordare che i principali dirigenti del movimento/partito 5 stelle a Modena ( i nomi che ricorrono sul web scambiandosi le "cariche" sono sempre gli stessi) non hanno mosso un dito per la campagna elettorale del Movimento nel 2010 e sono riapparsi solo in seguito all'importante successo elettorale, dimostrando una buona dose di opportunismo.
Non è che la Poppi dà fastidio (avendo riscosso anche nel 2010 un personale successo elettorale) a chi è a caccia di poltrone o poltroncine ?
Infine, nel Movimento 5 stelle ci si è abituati alle epurazioni, sempre senza un dialogo preventivo per capire le eventuali ragioni della "vittima". Questo è tutto meno che democratico... e poi si parla di democrazia diretta. Non ci siamo proprio : se si vuole tentare di operare secondo la democrazia diretta occorre prima rispettare gli elementari principi della democrazia "tradizionale" che è anche banale correttezza.
Enrica Manenti - Modena
ex Candidata Comune di Modena 2009
ex Candidata Regionali 2010

Enrica Manenti 12.07.12 07:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro amico, oltre ad essere incompleti i dati non permettono un confronto vero con quelli degli anni precedenti.
Quella della diminuzione degli incidenti (mortali e no) è la solita balla che tutti i media propinano.
Onestà vorrebbe che si facesse un rapporto occupati-incidenti, una statistica, certo macabra. Comunque sono quasi tre morti bianche al giorno, ovviamente senza alcun "funerale di stato" e presenze illustri.
Io non posseggo dati, ma ho la quasi certezza che in questa Italia pataccara e ipocrita (soprattutto quella dell'"informazione")diminuiscono i posti di lavoro ma aumentano gli incidenti...
Piangerà la Fornero?

mario45 massini, roma Commentatore certificato 12.07.12 07:05| 
 |
Rispondi al commento

AGGIUNTA ALLA MODESTA PROPOSTA

Il paese, con questo debito, è una barca sbattuta dalle onde e dai venti della tempesta - non galleggia più - e, alla lunga, diventerà assolutamente ingovernabile. E' per questo che i greci, anche i più europeisti, si stanno ribellando al protocollo di cura. Noi, però, consoliamoci, avremo pur sempre Monti senatore a vita. Premiato.

andrea f., roma Commentatore certificato 12.07.12 02:05| 
 |
Rispondi al commento

Accorporano gli Enti e si accorgono che mancano soldi.
VOGLIO VEDERE I CONTI. LE ADDIZIONI.
Secondo me non è vero. Il sistema pensionistico è sempre stato in attivo.
Continuano a distruggere lo stato sociale, a togliere soldi per il nostro sistema paese.
Mancheranno fondi per studenti e pendolari perchè le linee ferroviarie e di corriere non rendono,
i farmaci costano troppo allo stato quindi vanno eliminati i finanziamenti, così le analisi,
i libri vanno pagati dagli scolari come gli insegnanti di sostegno,
la ricerca costa ma non rende ed esportiamo ingegneri per importare muratori...
E adesso ci ricucchiamo il Berlusca!
...A volte ritornano!
Chi non conosce la storia è costretto a ripetere gli stessi errori.
GAMBE, BRACCIA, TESTA. Fateli funzionare!
Facciamo correre le nostre idee.
Loro non si arrenderanno mai, anzi si riorganizzano.
Ma non passeranno!
EVVIVA!
Maurizio.

maurizio fontana, cervia Commentatore certificato 12.07.12 02:04| 
 |
Rispondi al commento

UNA MODESTA PROPOSTA

Ha ragione Bertola. Ci vuole una proposta risolutiva. Dopo averci pensato circa un secondo e mezzo, non ho avuto più dubbi. Bisogna azzerare il debito pubblico. Un bel default. Falliti e felici (o quasi).

La casta dice che il debito lo hanno fatto gli italiani, vivendo al di sopra dei propri mezzi. Questo punto dovrà essere chiarito: chi ha vissuto e vive sperperando rubando scialacquando distribuendo accumulando in Italia e fuori enormi cifre di dubbia provenienza. Dopo il fallimento, dovranno pur essere messe a fuoco le responsabilità. Se non altro per dissipare l'impressione comune degli italiani che il denaro pubblico sia stato gettato al vento da amministratori incapaci o peggio.

Intanto, dopo la catastrofe delle finanze statali, stanno derubando i risparmiatori e privando i lavoratori di qualsiasi diritto. Siamo entrati nel protocollo di cura greco, sul quale oggi la Spagna ha fatto un lodevole passo avanti.Sulla via della disperazione, perché i debiti resteranno lì granitici, resistenti a qualsiasi tipo di cura. Con tanto di interessi.

Quanto ai dazi, ho notato alcune idee un po' confuse. E' quasi inutile consumare italiano, il made in Italy viene fabbricato praticamente tutto all'estero. Poi, non è che ripristinando i dazi essi verrebbero per ritorsione imposti alle merci italiane esportate. La Cina, ad esempio, ha conservato i dazi nei nostri confronti e, tra l'altro. non permette a stranieri di essere proprietari di maggioranza di aziende sul suo territorio, ecc..

andrea f., roma Commentatore certificato 12.07.12 01:40| 
 |
Rispondi al commento

Rapporto INAIL 2011: poche verità - Marco Bazzoni

........LA SOLA ED UNICA VERITA' E CHE POLITICI ED I LORO REFERENTI PRENDONO PER IL CULO GLI ITALIANI, DI CUI NON HANNO ALCUNA SOGGEZIONE PERCHE' LI CONSIDERANO AMORFI, VIGLIACCHI, PRIVI DI DIGNITA', INCAPACI DI VIRILI REAZIONI, FEMMINUCCE DA SODOMIZZARE CON DOLORE, POPOLO DI IGNAVI DA DERUBARE.....ESSERE PRIVI DI ATTRIBUTI CONSIDERATI DEI COGLIONI A CUI SI POSSONO IMPUNEMENTE STUPRARE LE LORO MADRI, MOGLI E FIGLIE!.....

pieretto 12.07.12 00:59| 
 |
Rispondi al commento

la sicurezza sul lavoro e un elemento fondamentale.. molti minimizzano questo dettaglio,lo trascurano con atroci risultati! pensano ai soldi prima che alla pelle..
il datore di lavoro ha come dovere di fornire tutti gli strumenti utili alla sicurezza dei propri dipendenti,e deve poi formarli ed informarli sui rischi diretti,ed indiretti..
deve formarli in quanto deve spiegare loro quali sono i pericoli che corrono mentre svolgono le loro mansioni,e come comportarsi quando questi pericoli si presentano,e deve fornire a questi tutti gli strumenti necessari per garanti quanto più la sicurezza dei sui dipendenti..
lavorare in sicurezza e importante sia per gli operai che devono portare la pelle a casa,sia per i datori di lavoro,gli incidenti sul lavoro sono più scomodi e costosi,di un paio di stivali,o guanti e mascherine.. molti sembrano non averlo capito e il risultato e tragico!
quando lavori la sicurezza non va sottovalutata devi avere 4 occhi per tenere conto di tutto quello che c'è intorno a te e tra le tue mani..
spesso la causa di incidenti sul lavoro e la non curanza dei rischi,e la troppa svogliatezza..
l'incuria degli strumenti necessari poi,può essere causa di morte (come un estintore scarico) occhi aperti sul lavoro!

Mimmo G., cardito (NA) Commentatore certificato 12.07.12 00:45| 
 |
Rispondi al commento

ho fatto i conti
persone che usano internet sono alla stragrande maggioranza
pro cambiamento per mezzo del movimento 5 stelle
ma
quelli che non stanno su internet ?
bisogna che ogni internettiano vada a caccia di nonne e zie teledipendenti per risciaquargli il cervello e rimetterle in carreggiata
che se no ci ritoviamo berlusconi al 20 %
prego votare il mio annuncio per evidenziarlo
ognuno di noi deve partire a convertire ste nonne e zie teledipendenti
grazie

antonio mignone, venaria Commentatore certificato 12.07.12 00:39| 
 |
Rispondi al commento

L'ACQUA RENDE COME IL PETROLIO... IL POPOLO BUE NON LO SA.
Il Popolo Bue non sa di essere ricco.
Allora lo spiego in poche righe: I PAESI ARABI SENZA PETROLIO SAREBBERO I PIU' POVERI DEL MONDO .
Si dice sempre che i più ricchi del mondo sono loro. Grazie al loro petrolio si possono comprare tutto e tutti.
In Italia non abbiamo il petrolio. Per muovere l'economia comprano il petrolio dai Paesi Arabi e non solo. Lo Stato Italiano paga un quarto di quello che vende al Popolo Bue.
Lo Stato Italiano è fallito e il POPOLO BUE SI DIVIDE IN DUE: una parte l'ha capito e l'altra ancora no.
Quando la cassa è vuota si spreme lo spremibile. In uno Stato normale si prende di più ai ricchi e meno ai poveri.
In Italia succede, come sempre, il contrario. Si toglie sempre di più ai poveri e si lascia sempre di più ai ricchi.
Nessuno ha mai pensato che l'Italia, se il Popolo Bue vuole, è più ricca dei Paesi Arabi. Loro hanno il PETROLIO e basta.
L'ITALIA HA L'ACQUA. Cosa fa lo Stato con l'acqua? Quello che fanno gli emiri col petrolio? NO, MA SIETE MATTI.
Facciamoci due piccoli conti: l'Italia copia i Paesi Arabi. Lo sfruttamento delle acque di tutti viene paragonato all'estrazione del petrolio. Eliminiamo le concessioni ridicole e patetiche e chiediamo un quarto del loro prezzo. Quindi facciamo pagare tutte le acque italiane comprese le bibite gassate e non gassate.
IL POPOLO BUE SA CHE L'ACQUA E' DI SUA PROPRIETA'. IL POPOLO BUE NON SA CHE DEVE PRETENDERE IL RICAVATO DEI MILIARDI DI EURO CHE FINISCONO NELLE TASCHE DELLE MULTINAZIONALI CHE SFRUTTANO L'ACQUA DI TUTTI. LE ACQUE MINERALI COMPRANO PAGINE INTERE DI QUOTIDIANI E MIGLIAIA DI ORE DI PUBBLICITA' IN TV. Invece di prendere i soldi ai poveri per lasciarli ai ricchi cominciamo ad EQUIPARARE L'ACQUA AL PETROLIO.
PAESI ARABI AL MONDO: VUOI IL PETROLIO? LO PAGHI.
STATO ITALIANO AL MONDO: VUOI L'ACQUA ? LA PAGHI.
POPOLO BUE.... E POPOLO NON BUE PIU' RICCHI: LA POVERTA' E' FINITA. GAME OVER.

Giorgio Ceccarelli 12.07.12 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Non guardate più le trasmissioni televisive che hanno come principali interlocutori la vecchia politica cosi li legittimate non guardate poi certe trasmissioni coi morti che poi la notte vi vengono gli incubi le prossime elezioni segneranno la fine di questi cialtroni ma occorre che tutti noi facciamo la nostra parte cerchiamo di far aprire gli occhi a più persone possibile ad un amico al barman che ti fa il caffè a chi ci vende il pane alla cassiera del super mercato perdeiamo tempo a svegliare la coscienza delle persone

Riccardo Garofoli 11.07.12 23:56| 
 |
Rispondi al commento

se andate su 'mes' c'e' un inchiesta di un giornalista su napolitano dove lui presidente di una commissione costituzionale di fronte a una spesa di 90 euro per il biglietto aereo roma bruxsell riceve una indennita' di 800 euro pagato dalla comunita'economica cioe' dai cittadini sufficenti per costruirsi un alro stipendio,di fronte a questa domanda napolitan ha una brutta reazione e minaccia di chiamare le forze dell'ordine .ognuno faccia le sue conclusioni!

aldo ., varese Commentatore certificato 11.07.12 23:54| 
 |
Rispondi al commento

a porta porta si sta volgendo l'ennesima presa in giro agli italiani,i tre partiti principali stanno preparando il terreno per il governo bis di mortis evitando cosi' il pericolo m5s tanto temuto ,questi non hanno capito che la gente e' talmente esasperata che aspetta solo una scintilla per scatenare una rivoluzione di proporzioni catascofiche.questi ladroni che continuano imperterriti a rubare e non rinunciano a lasciare nessun privilegio nonostante la forte crisi si devono accollare la colpa di tutto lo sfascio e quando tutto questo avverra' non riusciranno a scappare alla loro punizione!il m5s e' come quel cinese che aspetta sulla riva de fiume il corpo del suo nemico

aldo ., varese Commentatore certificato 11.07.12 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Le parole odierne di monti su l umiliazione subita dal cavaliere suonano come una minaccia monti gli ha portato il messaggio del mondo politico europeo e non solo . Farà il megafono delle cazzate per tutelare i colonnelli i le sue aziende basta un10%
E morto con ruby la scopata più cara della sua vita

Riccardo Garofoli 11.07.12 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Meno occupati (cioè meno gente lavora) e meno ci sono infortuni. Se non lavorasse nessuno ci sarebbero zero morti sul lavoro.

Il calo è dovuto anche (e forse principalmente) al calo dell'occupazione.

Perchè i coglioni non lo dicono ?

Ciao a tutti

[Vinkam :-) ], Brescia Commentatore certificato 11.07.12 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Per chi si preoccupa del nano state tranquilli cercherà di fare quello che Beppe fa per ilm5s . Solo che tanti suoi elettori lo hanno abbandonato e i voti persi non li recuperi dal oggi al domani e dato che lui e un buon venditore lo sa cercherà di arginare il tracollo la sua forza politica gli serve per le aziende anche al 8\10 % a lui va bene Lo svecchiamento che ha in testa cozza contro i colonnelli tanti troppi è sono stati troppo importanti per la sua permanenza in politica un Gasparri è per sempre un cicchitto e come un classico non muore mai non li lascia soli li accompagna verso una morte dolce

Riccardo Garofoli 11.07.12 22:58| 
 |
Rispondi al commento

INAIL falsifica i dati a volto scoperto
Dato che siamo in recessione e di lforza lavoro impiegata è minore e quindi sono anche meno gli infortuni
Una flessione nel 2011 degli infortuni - 4,5
Mortali - 0,9 da 697 a 691
Industria -6,7
Agricoltura -4,9
Edile - 9,8
I dati mostrano chiaro una cosa che l'edilizia e in crisi nera l industria va avanti con la cassa integrazionee che si spende meno per il cibo
Stando ai loro dati l'anno 2012 sarà il migliore di sempre chi sa perché

Riccardo Garofoli 11.07.12 22:30| 
 |
Rispondi al commento

E' possibile che il nanazzo raccolga già il 30% di consensi? Ma allora gli italiani sono proprio scimuniti SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
o ci ritroviamo rovinati del tutto e con Ruby in Parlamento. No è un incubo non ci posso credere, Signorini, Sgarbi, e tutti i colonnelli ex AN. Senza contare il redivivo Bossi resuscitato direttamente dalla fossa.
Urgono persone nuove decise e motivate ,occupate radio e tv saremo in tanti dietro di voi. hasta siempre

luana ferri 11.07.12 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Voglio fare un integrazione all'intervista, tanto per chiarire alcune cose:

l'Inail fa il suo rapporto sui dati che ha.Va anche detto però, che l'Inail conteggia solo i suoi assicurati.Inoltre, sapete quanti lavoratori muoiono "in nero" che non vengono conteggiati nel rapporto Inail?E i lavoratori che si infortunano che non denunciano l'infortunio, ma lo fanno passare come malattia, perchè hanno un lavoro precario o perchè sono in nero, ammontano ad almeno 200 mila ogni anno.E' questa è la stima minima.Anche l'Inail fa una stima, ed è di 164 mila, ma la verità, che su 3 milioni e mezzo di lavoratori "in nero", non si sa di preciso a quanto ammontano gli infortuni sul lavoro non denunciati, certo è che queste sono stime minime, sono molti di più.Quello che è certo, che i dati Inail sugli infortuni sul lavoro, non sono "oro colato", ma sono dati parziali, perchè non tengono conto di tutti gli infortuni che avvengono.Prenderli come dati definitivi è sbagliato.Purtroppo ci sono ancora troppi politici e sindacalisti che prendono questi dati come buoni.Vi consiglio di visitare il sito dell'Osservatorio Indipendente di Bologna, che monitora ogni giorno le morti sul lavoro:

http://cadutisullavoro.blogspot.it/

Secondo l'Osservatorio diretto da Carlo Soricelli, nel 2011 ci sono stati 1170 morti sul lavoro, mentre l'Inail parla di 920 morti sul lavoro.C'è qualcosa che non va!!!

Marco Bazzoni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.07.12 21:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo che molti lavoratori sono costretti a lavorare in condizioni pericolose ma, secondo me, noi lavoratori dobbiamo essere i primi a pretendere di lavorare in condizioni sicure e di seguire noi stessi le procedure di sicurezza. Basta vedere come molti italiani si comportano alla guida (senza le cinture allacciate, superando i limiti di velocita' ecc.) per capire che nonstante le multe e tutti i soldi spesi per la sicurezza sulle strade abbiamo sempre migliaia di morti ogni anno. Secondo me la mentalita' sul lavoro e' la stessa cosa..... le regole sono solo per gli altri, ....cosi siamo piu' liberi di farci del male !! Se poi succede un incidente la colpa e' sempre dei altri.

claudio b., Cervignano Commentatore certificato 11.07.12 21:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il dl81 ha portato molte imprese a regolarizzarsi
più che altro per timore delle sanzioni,ripeto,i problemi sulla sicurezza sono due....in sede,e in cantiere,per cantiere si intende il luogo dove l'impresa fa il lavoro....la ristrutturazione di un negozio è un cantiere,tanto per capirci,ora che il testo unico non tenga conto della dimensione del tipo di lavoro ma dia delle linee guida è quantomeno rivedibile,si parla di numeri solo per l'obbligo del dvr,rls,antincendio, primo soccorso preposti,visite mediche,ma non per il sistema sanzionatorio,tutti uguali tutti sanzionabili,quindi chi apre un cantiere per fare 12 villini è equiparato all'elettricista con un dipendente che sta rifacendo un negozio di 40mq.
Ora è evidente che se il costruttore non denuncia all'inail l'apertura ma lo fa successivamente pagando una multa,lo mette in conto e poco gliene cale,magari quel mese di ritardo gli è servito per fare altro,mentre per un elettricista con un dipendente non fare il pos significa una sanzione pari al costruttore e a volte l'interruzione dei lavori.Per le sedi fisse vi rimando al prossimo post.scusate per l'eccesso di parole ma ne vale la pena.

leo c., roma Commentatore certificato 11.07.12 21:16| 
 |
Rispondi al commento

P.S. Sandra Poppi non ha titolo a rappresentare il MoVimento 5 Stelle nè all'uso del logo ed è diffidata dal farlo. [Beppe Grillo]

► + altro qui:

Pare che la neo consigliera abbia fatto il suo percorso politico senza badare troppo al Movimento e soprattutto tenendo debite distanze. Secondo Grillo siderali. Insomma, l'accusa che le viene mossa è quella di aver sfruttato il simbolo senza però essere mai stata effettivamente presente nel Movimento.

La spiegazione più dettagliata arriva da Gabriele Grotti: "Il post di Grillo e' rappresentativo della richiesta fatta da parte di tutti gli attivisti facenti parte del gruppo di Modena e provincia- scrive su Facebook- nel corso degli anni tanta gente si e' avvicinata, di questa mai nessuno ha sentito o visto la Poppi, questo è indicativo del netto e irreversibile distacco".

E aggiunge: "la signora fa la furba e sui quotidiani si è spacciata in stato di 'riavvicinamento' esibendo in Consiglio comunale il nome di Beppe Grillo. Colpita da sindrome di Dr. Jekill e Mr. Hyde forse si e' dimenticata di tutto il fango che ha sparso in passato ad indirizzo di tutto il Movimento5stelle. Persino di aver comunicato di esserne uscita


eh eh! è solo l'inizio Bepin! eh eh!


Salve a tutti, sono Marco Bazzoni, l'operaio, autore dell'intervista su dati Inail.
Per chi volesse scrivermi in privato a:

bazzoni_m@tin.it

gli dirò come fare per scrivere alla Commissione Europea Occupazione e Affari Sociali, per sollecitare un rapido esame della procedura d'infrazione n 2010/4227 sulla sicurezza sul lavoro.
Inoltre, spero qualcuno mi scriva anche per aiutarmi in questa battaglia per la salute e sicurezza sul lavoro, perchè come Beppe sa, più volte ho pensato di mollare questa battaglia.Ho davvero bisogno che qualche utente del blog mi aiuti, da me non c'è la faccio più, e più che vado avanti faccio sempre più fatica.
Anche se ho una resistenza incredibile, la sto esaurendo!Un saluto a tutti.Marco Bazzoni-Operaio metalmeccanico e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

Marco Bazzoni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.07.12 21:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sono andato a ripescare i controlli e le sanzioni relative all'anno 2010.......devo dire che in puglia terra che amo (mi sento salentino dentro)è stata la regione con il minor controllo...e ovviamente le minor sanzioni....mentre la campania si attesta come la regione più controllata e con maggior sanzioni...come vedete non c'è il centro e il nord che si attestano su una media elevata di sanzioni ma con un controllo meno capillare...questi dati mi sono arrivati tramite una associazione di categoria che non menziono per rispetto agli associati perchè mi sono staccato da quella logica che alla fine era diventata simile ai partiti.Un consiglio,se avete la tessere di un associazione d'imresa ,quindi industria, commercio artigianato,strappatela e mandate una raccomandata dove non rinnovate l'iscrizione.

leo c., roma Commentatore certificato 11.07.12 21:00| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che sul dato influisce la crisi economica e la diminuita attività delle imprese, pur tuttavia un modesto trend decrescente degli infortuni mortali sussiste. Purtroppo la tematica della sicurezza sul lavoro è ancora troppo poco sentita da tutti voi e da chi ha governato fino a ora. Sarebbe necessario attivare un ben maggior numero di controlli, perchè solo con una fortissima repressione nel nostro paese certi fenomeni si debellano. Inoltre è fondamentale introdurre l'argomento nelle scuole, se si vuole avere un riscontro adeguato nel medio e lungo periodo. Naturalmente a nessuna delle attuali forze in parlamento sta veramente a cuore questo tema, come del resto molti altri temi che riguardano la vostra vita, ma finora il loro disinteresse è stato alimentato dalla puntuale preferenza accordata da moltissimi di voi alle loro liste.
Maturate dentro di voi la consapevolezza dell'importanza della partecipazione alla vita politica e alla soluzione dei problemi delle collettività, e diverranno di conseguenza mature anche le vostre scelte in ordine ai vostri rappresentanti.

camillo 11.07.12 20:44| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di posti di lavoro. Vi comunico che anche chi aveva promesso un milione di nuovi posti di lavoro, sta procedendo alla cessione di un ramo d'azienda del gruppo Mediaset, le loro sedi regionali saranno vendute ad una costituenda società newco controllata dalla Teneleven s.r.l. con capitale sociale di euro 15.000 la quale dovrebbe assorbire 74 dipendenti, con 10 sedi distribuite sul territorio nazionale Palermo, Napoli, Cagliari, Ascoli,Firenze, Bologna, Torino, Genova, Bari e Venezia.

nadia c., palermo Commentatore certificato 11.07.12 19:47| 
 |
Rispondi al commento

x Luciano F. e Franco B
a lenin l'ho mandato affanculo amichevolmente
ma a voi riservo un trattamento speciale
vi manderei a lavorare in qualche azienda metalmeccanica cinese ( saranno i vostri nuovi
padroni) così vi rendereste conto che le
norme antinfortunistiche sono solo una nostra
invenzione buone solo a mantenere quei cazzo
di parassiti dell'inail.
ho conosciuto moltissimi lavoratori e sindacalisti
che sul lavoro a tutto pensavano fuori che
essere attenti a quello che facevano. capito?
altro che scaldasedie, ho lavorato anche in
fabbrica.

giuseppe il patriota 11.07.12 19:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lenin ma che cazzo dici
il tuo nanazzo? vaffanculo tu e lui insieme.

giuseppe il patriota 11.07.12 19:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la notizia che il sistema contributivo inpdap ha solo portato debiti al sistema contributivo inps.

è una verità

psichiatria. 1 11.07.12 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Termini, ragazza australiana in vacanza a roma , 22enne in un lago di sangue
La pista di una violenza in strada


....La ragazza, che ancora non ha sporto denuncia, sarebbe immortalata in alcuni fotogrammi di un video insieme con un ragazzo straniero, forse un nordafricano, nei pressi di un locale poco lontano da dove e' stata poi soccorsa.


pensare che ci sono dei matti del grnere sinistro-grillinico che ancora vorrebbero importare tutta l'africa , sudamerica, medioriente in italia!!!!

Palmira Braga Commentatore certificato 11.07.12 18:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT SPUTTAN - TIME parte 3!!
Bastava un titolo dei giornali, pagati coi
nostri soldi, per distrarci dalla verità,
e come i vermi che strisciano ritornando alla luce
Dal buio in cui erano sprofondati..,
rieccoli! Loro non sono mai morti!
Loro vivono in lui, si amici, proprio in lui!
Colui che non deve essere nominato,
Il nano pedofilo, testa d'asfalto con recchie di gomma,
Il mito di ogni borghesuccio, quello che 'lui non ruba perché é ricco', quello che 'ma figurati se è mafioso!', quello che ' sono i magistrati rossi'....
Loro e non lui sono i nemici giurati! Quelli che lo votavano e lo voterebbero subito... Loro si! I pidiellini!
Che hanno aspettato nell'ombra fino ad oggi per risorgere dalle tenebre....
Vampiri d'Italia che assetati, si leccano i baffi, pensando a quanto sangue potranno ancora succhiare al popolo italiano...
Raccomandati, puttanelle, servi, privi di ogni talento a parte leccare con zelo la suola del padrone ricco.
Io vi intimo di venire alla luce! Mostratevi! Non abbiate paura
Abbiate il coraggio di gridare il vostro amore per cazzolo, l'ultimo dei nani! Dai sfogatevi, sono mesi che reprimete questo amore bruciante, che soffrite in silenzio per la sua mancanza...
Vi metterei un bello stemma in petto x riconoscervi
Un cxlo giallo, giusto sul petto.
Rinnovo l'invito ai bloggher se ne beccate uno
Sparate, usate il paletto di legno, una preghiera esorcizzante, l'acqua Santa, l'aglio, tutto va bene, ma fateli morire, sarà un servizio reso alla patria...
Liberiamoci dall'invasore!
Niente potrà mai unire di più i fratelli d'Italia, che l'odio verso il nano e i suoi fedeli servi!
Cari pidiellini voi provateci a resuscitare la salma trombaiola
e farete in modo che l'Italia si rivolterà in massa... Io inizio da oggi a fare campagna d'informazione, iniziamo dal papà banchiere dei mafiosi, fino al vizietto con le minorenni...,
Ahhh sarà un bel racconto....

daniela s., parigi Commentatore certificato 11.07.12 18:43| 
 |
Rispondi al commento

++++

Pizzarotti, aumentano i costi di indennità

ParmaToday » Politica
Comune, risparmi in vista? 15mila euro in più per sindaco e assessori
A tanto ammonterebbe l'aumento della cifra destinata al fondo per i rimborsi spese, a confermarlo ci sarebbe una delibera del 28 giugno firmata dall'assessore Gino Capelli: 9.600 euro per il contratto di un interinale

Al mare con le chiappe chiare 11.07.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento

L'INCENIRITORE DI PARMA

Chiacchiere... e in questo momento Parma ha bisogno di tutto fuorchè di chiacchiere.
Parlare di Rifiuti Zero quando il PD è da 10 anni schierato a favore di un inceneritore che brucerà rifiuti per 30 anni suona di presa in giro… 10 anni senza mai nessuna defezione o voce di dissenso che sia uscita pubblicamente dal coro, chi per paura, chi per quieto vivere, chi per interesse.
Poco concreta, ma che perlomeno va nella direzione giusta, è la mozione sui rifiuti presentata dal M5S che, dopo aver condotto una campagna elettorale tutta giocata contro l’inceneritore, adesso che è al Governo della città non riesce a dire di più che “bisogna riconvertire l’inceneritore di Ugozzolo”… senza spiegare come ma soprattutto con quali strumenti giuridici o argomenti economici intende bloccare il cantiere.

Al mare con le chiappe chiare 11.07.12 18:27| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno ha ricordato che tremonti disse una volta
"la sicurezza costa troppo"
secondo me non è questione di costi, ma di serietà, cosa che in italia manca a tutti, sia ai legislatori, sia ai cittadini che dovrebbero usufruire delle leggi.
è un pò come la revisione ai nostri veicoli, o alle nostre caldaie.
in un popolo civile non ci dovrebbe essere bisogno di imporre per legge qualcosa che è chiaramente a tutela della nostra sicurezza.
ognuno dovrebbe avere la coscienza e la preoccupazione di evitare incidenti anche gravi causati da malfunzionamento di macchinari potenzialmente pericolosi.
se tu stato non ti fidi (e non hai tutti i torti) dei tuoi sudditi, falli tu i controlli, sicuri, rigorosi e soprattutto gratis.
non puoi imporre un pizzo per scaricare le responsabilità da te al singolo cittadino.
succede così che, con un piccolo sovrapprezzo, un amico di un cognato di un vicino di un amico che ha un officina, ti firma il foglio della revisione senza neanche vedere la macchina.

liliana g., roma Commentatore certificato 11.07.12 18:24| 
 |
Rispondi al commento

VEDO CHE LA SICUREZZA NEL MONTAGGIO DEL

PALCO DEL WOODSTOCK 5 STELLE NON INTERESSA A

NESSUNO ........ FORSE PERCHE' NON C'E' DI MEZZO

L'IMPRENDITORE BASTARDO.

FATEMI UNA CORTESIA:

PORTATE IL FILMATO DEL MONTAGGIO ALL'ISPETTORATO

DEL LAVORO E SENTIAMO COSA VI DICONO!

Al mare con le chiappe chiare 11.07.12 18:20| 
 |
Rispondi al commento

@samuele
l'inceneritore verra' riconvertito per lo smistamento della differenziata plastica vetro lattine ecc,ecc per adesso si usa la parola (verra')
sempre questioni di soldi ciao

luciano c., basilicanova parma Commentatore certificato 11.07.12 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

++++

allora "evviva sacconi", no!

aò, ps psss ... hai sentito ? il tuo nanazzo ritorna

eh eh!!!
Lenin: il padre ideologico del CHE


++++++++++++++++++


SACCONI O NON SACCONI A TE "NUN TE CAMBIA NIENTE"!

NON FACEVI UN CAZZO PRIMA,

NON FARAI UN CAZZO DOPO!

UNO COME TE SI FA UN INFORTUNIO SOLO FACENDOSI

UNA PUGNETTA IN "CHATTA" COL MANDI!

Al mare con le chiappe chiare 11.07.12 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

li vogliamo conteggiare si o no quelli che si sentono male sul posto di lavoro poi vanno a casa e schiattano nel loro letto

????

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 11.07.12 18:15| 
 |
Rispondi al commento

togliere la tredicesima agli statali , lasciando fuori gli ospedalieri in reparto ?


dove si firma ?

Palmira Braga Commentatore certificato 11.07.12 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Marco ha ragione nel post, i dati sulla decrescita delle "morti bianche" sono sottostimati

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 11.07.12 18:14| 
 |
Rispondi al commento

vorrebbe sensibilizzarci ulteriormente sulle "morti bianche"

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 11.07.12 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Marco Bazzani mica lo sa quanto abbiamo a cuore il problema della sicurezza

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 11.07.12 18:09| 
 |
Rispondi al commento

http://lazerorepubblica.wordpress.com/2012/05/09/grillo-e-i-rischi-per-il-movimento-5-stelle/

Enigma 11.07.12 18:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

eh ? si o no ?

altroché :)

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 11.07.12 18:08| 
 |
Rispondi al commento

voglio far incazzare quello con le chiappe chiare:

http://www.youtube.com/watch?v=r-b8EU8sDqo&feature=fvwrel

ciruzzo da napoli!!!!! : era il 1976 e Bossi lega e berlusconi non esistevano ancora

Palmira Braga Commentatore certificato 11.07.12 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sicurezza:

problema n.1 del mondo del lavoro :)

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 11.07.12 18:07| 
 |
Rispondi al commento

avete visto con che sfacciataggine in SPAGNA gli SQUALI stanno devastando la vita di un popolo?
e da noi?
QUESTA "EUROPA" DEVE ANDARE AF-FAN-CU-LO!

davide lak (davlak) Commentatore certificato 11.07.12 18:03| 
 |
Rispondi al commento

ma siete proprio sicuri che gli infortuni sul
lavoro avvengono sempre per colpa dei datori
di lavoro? e chi sarebbe quall'imbecille di
datore di lavoro che vuole infortunati nella
sua azienda? non sapete i fastidi che si hanno
quando accade un infortunio condito dall'aumento
del premio inail.
allora facciamo più realisticamente :
colpa 50% e 50% perchè non avete idea di come
molti ritornano al lavoro per esempio il lunedì
mattina dopo i bagordi della domenica sera
e moltissimi si presentano senza avere smaltito
le porcate ingurgitate. ma i lavoratori hanno
sempre ragione anche se te lo mettono in culo
vero sindacati?

giuseppe il patriota 11.07.12 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Remi Nicolic è accusato di aver travolto e ucciso a bordo di un Suv l'agente di polizia locale che gli si era posto davanti con la sua bici e di averlo trascinato sotto il mezzo per duecento metri.

Il giovane Remi fuggì all'estero, ma tre giorni dopo fu bloccato alla frontiera ungherese con addosso quattro diverse carte d'identità.


Ora è arrivato il responso: Remi sarà processato dal Tribunale per i minorenni nel febbraio del 2013,

La perizia disposta dai magistrati ha accertato che il ragazzo quel giorno poteva essere minorenne. Questo perché dalle analisi è venuto fuori un range di età possibili al momento del fatto che spazia dai 17 anni e mezzo fino ai 20.

Palmira Braga Commentatore certificato 11.07.12 17:57| 
 |
Rispondi al commento

SE UN POLITICO MUORE SUL POSTO DI LAVORO
ERA PROPRIO DESTINO

antonio f. Commentatore certificato 11.07.12 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT sugli immigrati
vivo da alcuni anni nel Regno Unito, dove a fronte di una immigrazione molto piu' consistente da parte di persone da ogni parte del globo (compresi i rom e gli italiani), uno stato funzionante ha permesso di evitare ai cittadini quei disagi che portano spesso i cittadini italiani all'esasperazione.
Non esistono senzatetto, la piccola criminalita' e' praticamente inesistente e i rom stessi li vedi a fare la spesa al supermercato come qualunque altro cittadino.
La differenza sta nel fatto che qui i ricchi, i politici e i loro amici pagano le tasse e non scaricano invece i problemi sulla gente comune.
Sappiate quindi, se avrete una disavventura con un rom, che condividete con lui la situazione di vittima di uno Stato ladro.

Alessandro crapanzano (alexander009) Commentatore certificato 11.07.12 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Spagna, alta tensione dopo i tagli scontri minatori-polizia, feriti . Degenera una manifestazione a Madrid, le forze dell'ordine sparano proiettili di gomma. Il paese alle prese con la pesante cura Rajoy: gli statali non riceveranno l'ultima paga dell'anno, l'imposta sui consumi passa dal 18 al 21%.
Gracias indignados.

Tra il dire e il fare , peseggia VE Commentatore certificato 11.07.12 17:40| 
 |
Rispondi al commento

La moglie di Roberto Benigni era a bordo di una Golf condotta dal suo autista filippino a Cesena, quando l'auto si è schiantata contro un palo.


ma il benigni e consorte con tutti i soldi che guadagano, con tutti i soldi che rai tre regala loro, con tutti miliardi che guadagnano con trasmissioni del casso , con tutti i soldi che guiadagnano con il loro film quasi sicuramente finanziati dallo stato, con tutti i discorsi antiberlusconi e a favore del popolo che ha fatto ..... avevano l' autista filippino ?

ma assumere un'italiano ?

ho capito :
pretendeva ferie pagate e i contributi inps: perche' spendere di piu' ?


ecco le icone a cui abboccano rossi , acculturati nullafacenti , sinistri fumati e grillini

Palmira Braga Commentatore certificato 11.07.12 17:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ghjkllo

Palmira Braga Commentatore certificato 11.07.12 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Alzi la mano chi sapeva che presso i Comuni è possibile firmare per un Referendum abrogativo parziale sulla legge per le indennità parlamentari (Art. 2 L. 31/10/1965, n. 1261). Ben pochi, credo.
Si tratta di un referendum, si, l’ennesimo referendum che però ha un fine più che nobile: il taglio degli stipendi della casta politica. La raccolta firme si concluderà il 30 luglio 2012 (termine per la presentazione al Comitato promotore 31/07/2012).

Cosa occorre fare? Nulla di più semplice: recarsi presso il proprio Comune ed andare a firmare. Provate però a domandarvi come mai questa notizia non è passata sui giornali. Non è che per caso c’è un forte connubbio tra i finanziamenti elargiti alla carta stampata e la casta politica? Meditate gente.

Intanto, con qualsiasi mezzo, DIFFONDETE LA NOTIZA!!!!! Voglio proprio vedere se anche stavolta la passano liscia. E poi dopo fate un salto in Comune. Ci vogliono 500.000 firme altrimenti avremo perso l’ennesima buona occasione per dare un duro colpo alla casta. Ma attenzione, la notizia è poco nota e quindi dovete DIFFONDERLA!!!!
Articolo 2 della Legge 31 Ottobre 1965, n. 1261
Ai membri del Parlamento è corrisposta inoltre una diaria a titolo di rimborso delle spese di soggiorno a Roma. Gli Uffici di Presidenza delle due Camere ne determinano l’ammontare sulla base di 15 giorni di presenza per ogni mese ed in misura non superiore all’indennità di missione giornaliera prevista per i magistrati con funzioni di Presidente di Sezione della Corte di Cassazione ed equiparate;............
E’ solo un piccolo passo, visto che TUTTA QUESTA LEGGE meriterebbe una bella spolveratina, ma è pur sempre un passo necessario per far partire il movimento di rivolta popolare pacifica contro gli stipendi pagati al mondo della politica.


http://intermarketandmore.finanza.com/referendum-abrogazione-parziale-indennita-parlamentari-da-diffondere-47581.html

Sante Marafini 11.07.12 17:39| 
 |
Rispondi al commento

ma i patrioti vi fanno paura?
a.......forse perchè voi vorreste andare
al potere con le carezze?
vi scrivo così perchè non ricevo risposte
alle mie proposte che ritengo sensate.
comunque ho appurato una cosa : su questo
blog non si può parlare male delle donnacce
che si vendono ai politici perchè ? sono
così diverse da quelle che battono i marciapiedi?

giuseppe il patriota 11.07.12 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Cade dal ponteggio in un cantiere: ma è rumeno (quindi chi se ne frega) e poi era ubriaco fradicio, dicono i datori di lavoro.
Poi si scopre che i capi cantiere da morto gli hanno buttato addosso dell'alcool, per simulare la sbornia.
I ragazzi che montano i palchi ai concerti muoiono perché non c'è nessuna sicurezza e nessun responsabile.
Subito i cantanti ci tengono a precisare che non è colpa loro.
Ogni giorno una donna/madre muore sotto i colpi del proprio "compagno": ma è la gelosia, il caldo o l'attimo di follia a guidare la sua mano.
INSOMMA C'E' QUALCUNO CHE SI PRENDA UNA CAZZO DI RESPONSABILITA'???!!!

michela fabbrini, san giovanni valdarno Commentatore certificato 11.07.12 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio per ANDREA s., roma e per il M5S
Non sono iscritto al m5s anche perché nel mio paese, dove abito non conosco altre persone interessate (in rete ovviamente). A parte questo particolare a seguito di segnalazioni come quella di “ ANDREA s., roma “ ed altre , mi sto rendendo sempre più conto , anche se sono esterno dal gruppo, che c’è poca organizzazione sulla parte della comunicatività del M5S. Con questo, sto parlando della disinformazione tipica, della gran parte di persone che non guardano mai il pc per tutta una serie di motivi, ma seguono solo la tv , la radio e i giornali, comprendendo anche quelli di una certa età per i quali il M5S è solo una sigla poco chiara. Vorrei proporre per questo motivo l’idea di creare un piccolo gruppo dedicato solo alla informazione o comunicazione, che in qualsiasi modo (anche con nw. idee che ognuno può suggerire) porti il messaggio del M5S a tutti. Partendo dalle maniere più banali , a conferenze con persone di una certo livello ed altro ….oltre al grande sforzo di Grillo che ha già fatto e che continua a fare. Siamo in un momento per il quale non possiamo sottovalutare la situazione. Il 2013 non è lontano ,e se volete alzare il gradimento per il M5S non serve seguire solo il Blog di Grillo…….

giovanni p., vicenza Commentatore certificato 11.07.12 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe Grillo hai pensato all'ipotesi che i nostri maiali di politici stiano progettando uscita dall'euro e ritorno alla LIRA per poi ricomprarsi i voti degli italiani ???

Il GOLIA di Arcore ha detto " scherzando" torniano alla lira.. forse diceva la verità

questi non molleranno mai la gallina dalle uova d'oro , unica nazione al mondo dove la casta insieme con industriali amici e banche che riciclano il denaro della mafia si possono permettere tutto questo

unica salvezz è aggravo situazione economica allora si che la casta fuggirà ... preghiamo che si avveri

sabatino 11.07.12 17:33| 
 |
Rispondi al commento

quante seghe mentali piccolo borghesi legaiole berluschini che si fanno ... i "troll"...ma non solo loro! - perchè , diciamo la verità, sotto sotto il troll è anche parte NERA della nostra anima

prendo lo spunto dall'autista filippino del Benigni!
secondo il minkio "gli costava troppo" quello italiano! ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah !!!

roba da pazzi scatenati! - no, perchè sono stato
prima all'aeroporto con una trentina di turisti...
da Roma centro...costo ZERO EURI !!!

diciamo che sia una speranza di concludere altri
lavori dai quali guadagnare qualcosa!
magari fifty fifty ...con una sorta di autogestione forzata!
forzata da una crisi profonda che distrugge sia
il "prenditore straccione" (suicidio) e l'operaio!

però il "filippino" costa poco! ecco com'è ridotta
l'anima dei coglioni italioti!
« l'italiano è del tutto gratis » poracci!


RAPPORTO INAIL 2011, POCHE VERITA'.

Questo è ciò che accade quando si lascia il mercato del lavoro in mano ai soliti noti.

Pochi soldi, tante ore, sicurezza a "norma di legge".

Se fossimo in grado di inventarcelo da soli il lavoro, saremmo anche in grado di farlo un po' più sicuro e con poche spese.

Quanti di noi oggi accetterebbero un qualsiasi lavoro pur di sbarcare il lunario?

Interroghiamoci su questo, poi pensiamo a come far lavorare milioni di disoccupati!

Saremmo in grado secondo voi di pitturare una scuola?

Di tappare buche sulle strade?

Di cambiare lampadine nella pubblica amministrazione?

Potremmo secondo voi gestire un servizio di bike sharing visto che non funzionano e ci costano milioni euro?

In sostanza, siamo in grado di inventare e gestire dei lavori che impiegano mano d'opera con costi più bassi per la pubblica amministrazione?

Se non siamo in grado, o non ce ne vogliamo occupare, è inutile stare a parlare, continuiamo a bussare alle solite porte mendicando per un tozzo di pane!

Un caxxo di Comune, piccolo che sia, spende milioni di euro per la nettezza urbana privata, ma dove caxxo è finito lo "scopino" comunale???

Ma che c'hanno le scope d'oro???

Ogni lavoro fatto eseguire per la Pubblica Amministrazione ci costa da 10 a 100 volte il suo reale costo(quando va bene).

Per forza non ci sono soldi e si tagliano le spese, noi dobbiamo essere bravi a collocarci li dove serve.

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

p.s.

Promuovo un'iniziativa degna.

Km Zero.

Dal produttore al consumatore senza intermediari.

Per chi è nel viterbese.

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=330832533668318&set=a.330829337001971.76451.100002247225044&type=1&theater

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.07.12 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe avere il coraggio di far chiudere le aziende di quegli imprenditori tanto lungimiranti da non capire che dalla qualita' del lavoro dipende la qualita' del prodotto e quindi anche il fatturato. Ma chi dovrebbe far rispettare questi principi? Monti che sta invece facendo chiudere senza nessun riguardo per i nuovi disoccupati? Berlusconi durante i cui 20 anni di governo si sono impoveriti operai e impiegati a scapito dei ricchi?
Da 20 anni a questa parte si sta verificando uno spostamento dei soldi dai "ceti" mediobassi a quelli alti, questo e' un sintomo, significa che la qualita' del lavoro e la sicurezza stanno degenerando.
I sindacati sono collusi con l'imprenditoria, la politica, e i mass media lo sanno tutti.
Quello che non tutti hanno capito e' che tutta questa collusione sta portando al fallimento, alla concentrazione dei capitali nelle mani di pochi ricchi, che danno la colpa agli stranieri per continuare a saccheggiare indisturbati.
I cittadini devono riottenere il potere, altrimenti c'e' il baratro.
Le condizioni di lavoro possono peggiorare ancora molto fino a quando la casta continuera' imperterrita a occupare il potere e a usarlo per arricchirsi in maniera miope.

Alessandro crapanzano (alexander009) Commentatore certificato 11.07.12 17:31| 
 |
Rispondi al commento

–“Buongiorno, sono anch’io un cittadino della zona esasperato dalla situazione – scrive il signor P.L. – Vivo nel quartiere Forlanini dove oltre ai drappelli di nomadi in perlustrazione, ai furti scippi e furti di gomme, adesso si aggiungono sparuti gruppi che dormono nei giardini condominiali all’ombra delle fresche frasche.



LE “ANGHERIE” INFLITTE AI CITTADINI DAL SINDACO: PARLIAMONE! – “Credo che la cittadinanza di questa zona abbia già dato molto come sopportazione – aggiunge il nostro lettore, – sia rispetto alla situazione in cui si vive, sia delle ANGHERIE che il ‘nostro’ sindaco, con il suo perbenismo, sta perpetrando ai danni dei suoi cittadini. Sì: cittadini e non elettori, dato che adesso sembra che nessuno abbia partecipato alla sua salita al trono di Milano.


ripeto per chi non vuole leggere e capire:

a: dove oltre ai drappelli di nomadi in perlustrazione, ai furti scippi e furti di gomme, adesso si aggiungono sparuti gruppi che dormono nei giardini condominiali

b: sta perpetrando ai danni dei suoi cittadini. Sì: cittadini e non elettori, dato che adesso sembra che nessuno abbia partecipato alla sua salita al trono di Milano

ma la madre teresa di bologna protettrice dei rom , non dice nulla ?

Palmira Braga Commentatore certificato 11.07.12 17:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

controllare seriamente che le aziende facciano il loro dovere per la sicurezza sarebbe un vantaggio per tutti e per prima l'INAIL pagherebbe meno
meno infortuni meno spese
invece l'imprenditore meglio dire il padrone non spende per la sicurezza e se capita la disgrazia paga l'INAIL

controllate seriamente le aziende e'un bene per tutti

antonio f. Commentatore certificato 11.07.12 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Una barca a vela con a bordo 25 immigrati di nazionalità siriana, I migranti, tra i quali 12 donne, due delle quali incinte ed una ultraottantenne, e 4 bambini, sono stati trasbordati sulla motovedetta e condotti a Roccella Ionica. Le loro condizioni sono buone e sono ospitati in una struttura del Comune.

ma l'ultraottantenne in caso di morte, chi gli paga il funerale e il ritorno a casa ?.

Palmira Braga Commentatore certificato 11.07.12 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sarà davvero un grosso problema...

« se il nanazzo verrà rieletto anche se non con la maggioranza...solo se entrerà in Parlamento... »

perchè ?

ah ah ah ah!! provate a capirlo da soli...eh!
dopo lo scrivo in cantina ...(aò, è una battuta
niente cattiverie )


E' ora di contarci.

http://www.ritornoallalira.it/sondaggio.php


--- O.T.----

Scusa Beppe il fuori tema...

MA COME CAZZO PUO' ESSERE??

CHE LO SVENTOLATO "BEAUTY CONTREST".... "NOI NON FACCIAMO FAVORITISMI"... "NON GUARDIAMO IN FACCIA NESSUNO"... "LE CONCESSIONI ITALIANE D'ORA IN POI SI PAGANO"...

TUTTE PAROLE AL VENTO!

POSSO ESSERE VOLGARE?
A QUESTI DEL GOVERNO PIACE INCULARSI GLI ITALIANI,
CIOE' NOI!!!

RINNOVATE DI 20 ANNI LE CONCESSIONI TELEVISIVE (MILIARDI DI EURO!!!!) ALLE CONDIZIONI ATTUALI!!

QUESTI SI MERITANO LA RIVOLUZIONE E LA VIOLENZA!!

QUESTA E' ISTIGAZIONE A DELINQUERE!!!!


SAI COME DICE LA BARZELLETTA??
C'E' IL CAPO GOVERNO CHE DOPO L'ENNESIMO FURTO ALLA CITTADINANZA CHIEDE AL SUO PORTABORSE:
- "E DOPO TUTTO, SI E' INDIGNATO AL POPOLO?"
- "NON ABBASTANZA" RISPONDE IL PORTABORSE
- "ALLORA CONTINUIAMO"


Diego Etcheverry Commentatore certificato 11.07.12 17:19| 
 |
Rispondi al commento

***************************************************
http://contro-grillo.blogspot.it/2012/07/grillo-e-la-democrazia-20-un-posto-per.html

. Commentatore certificato 11.07.12 17:18| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La azienda dove lavoro sono anni che investe parecchio in sicurezza, ne deve fare parecchi di lavori, però non nego che molto è stato fatto e molto c'è ancora da fare, ma rispetto a qualche anno fà ho visto le aziende molto più sensibili sul argomento, tranne qualche pecora nera. Speriamo che questa strada non venga abbandonata ma migliori. Mentre per quanto riguarda la politica non credo che ci sia niente da dire, e chiaro agli occhi di tutti in che catastrofe ci stanno portando.

Miguel G., Lonigo (VI) Commentatore certificato 11.07.12 17:18| 
 |
Rispondi al commento

l'inail l'assicurazione.
se l'inail assicurasse i lavoratori, sarebbe la prima nella lotta alla prevenzione.

l'inail è un parassita.

psichiatria. 1 11.07.12 17:17| 
 |
Rispondi al commento

UN CLICK........

1000 SODDISFAZIONI!!!!

Provvedete...


;)

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 11.07.12 17:14| 
 |
Rispondi al commento

cara Daniela
qualche volta fai l'ingenua.
non sai che il nano malefico è un superprofessionista della compravendita di noi umani?
quello al giorno dico al giorno incassa
milioni di euro per interessi sai quanti siamo
sul pianeta? circa sei miliardi e sai lui
dove stà : fra i primi cinquanta o cento
più ricchi del mondo . hai capito cento contro
sei miliardi.
ecco e qui il problema lui è come il vaticano
cioè è troppo ricco e specialmente al sud
tu lo conosci il sud? non attandono altro
che di farsi comprare. questa è la realtà.
ciao

giuseppe il patriota 11.07.12 17:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Monti: "Berlusconi fu umiliato a Cannes
Al G20 volevano toglierci sovranità"

ascolta monti tu nella mia scala di valori sei sopra il puttaniere di arcore

ma perche no diciamo anche che berlusconi ha umigliato millioni di italiani per anni e anni

io da uno come lui non ho pietà per sua arroganza e incapacità

ti do io che i ristoranti in italia sono tutti pieni!

ti dò io dire "sei tanto brutta come inteligente"

ti lo dò io " tutti i frocci sono a sinistra"

ti lo dò io portare le tue puttane in voli di stato per le feste

bisogna essere immorale per seguire a uno così!

e per quelli che lo difendono diretta e indirettamente.... ricordatevi che IL NEGRO NON DIMENTICA NE PERDONA

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.07.12 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la ricchezza

ma effettivamente qual'è la ricchezza per uno Stato?
siamo davvero certi che sia la « classe dei ricchi»?
come dice il ritardato minkiovano!
A prima vista sembra di sì! Hanno i soldi e spendono e spandono..li FANNO GIRARE , si dice !

però...qualcosa non funziona , no! non funziona!
Io mi ricordo negli anni SESSANTA che ero un ragazzino e agli inizi non c'avevo nemmeno la tv
(allora era solo a bianco e nero) la guardavo dagli altri o al bar... poi ce l'ebbi anch'io! wow!
mi sparavo tutti i filmes westerns americani , tra cauboi e indiani! vincevano sempre le giacche blu! sob!

Erano i tempi che mentre i cauboi ammazzavano i selvaggi nella tv , i "russi" (alieni allora) andavano a passeggio nello Spazio, tra le stelle!
Quelle stelle in cui un pretonzolo diceva in chiesa che c'era "dio"...jesus detto cristo etc etc ...angeli santi e madonne varie !

allora... riflettevo...ormai ultradecenne - adolescente - « me cojoni, 'sti russi (alieni rossi) vanno direttamente a trovare il padreterno e 'sti americani (pieni di arie) sanno fa solo filmes FINTI ! »

Ecco la percezione della RICCHEZZA come la colsi
all'inizio del mio ragionamento primario!

chissà se me sbajavo! boh!
da come stamo oggi, credo che non sbajavo affatto!


avrei da dire due parole a Marco Bazzoni
e dopo spernacchiatemi pure.
io abolirei l'inail e tutte le leggi
sugli infortuni. scommettiamo che ci sarebbero
meno infortuni e che saremmo più competitivi
verso l'estero?

giuseppe il patriota 11.07.12 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Le sanzioni in sè basse o alte che siano non sono sufficienti a risolvere il problema oltre ad essere inique perchè non è detto che colpiscano tutti allo stesso modo, rendendo possibile la concorrenza tra le ditet che investo sulla sicurezza e quelle che non la rispettano e che applicano prezzi più bassi. Occorre che sia il mercato a dare le giuste "sanzioni" facendo chiudere naturalmente le ditte che non rispettano le norme di sicurezza. L'Italia è l'unico paese in Europa che fa ricadere la responsabilità della
sicurezza nei cantieri edili sui committenti e sui coordinatori della
sicurezza anzichè sull'impresa. Finchè il rispetto della sicurezza sarà
affidato solo ai controlli dello Spresal (ASL) non si risolverà il problema
nè delle morti bianche nè del lavoro nero e concorrenza sleale. Occorre che
le imprese siano controllare alla fonte imponendo una assicurazione
obbligatoria sulla sicurezza: tutti si dovranno adeguare e quindi si
elimineranno sia le imprese improvvisate che non rispettano le norme sia
gli incidenti sul lavoro. Il mercato tornerà ad essere giusto e farà da
solo rispettare le norme di sicurezza, altro che i controlli imposti dal
D.lgs 81/08!!!

virginia wolf 11.07.12 17:00| 
 |
Rispondi al commento

La notizia è arrivata l'altro ieri ma già dalla notte precedente circa settanta tunisini erano in fuga verso la libertà. E’ successo al Cie di Trapani, dove tre notti fa i migranti presenti all’interno della prigione della contrada Milo, si sono organizzati per attuare un piano di fuga di massa. La strategia, come ripartono i media mainstream il giorno dopo, era stata sperimentata altre volte in questi ultimi mesi, con un gruppo di tunisini che, attirando

Palmira Braga Commentatore certificato 11.07.12 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Sandra Poppi? Info?

Giuseppe D., CAGLIARI Commentatore certificato 11.07.12 16:57| 
 |
Rispondi al commento

l'assicurazione per l'automobile è obbligatoria, come per lo scooter e altro.

l'assicurazione sul lavoro è altrettanto obbligatoria, da più tempo, ma obbligatoriamente con l'inail.
l'assicurazione sul lavoro è obbligatoria con l'assicurazione dello stato.
se oramai non fossimo alla canna del gas, l'obbligo di assicurazione con una assicurazione statale, potrebbe apparire come un soluzione di uno stato moderno, invece in italia con una soluzione del genere, verrà mantenuto mezzo quartiere dei parioli e mezzo vomero.

psichiatria. 1 11.07.12 16:56| 
 |
Rispondi al commento

2/di/2

Ed ora, grazie alla "libera concorrenza" che arriva dall'est sopratutto, e per limitarsi alla sola Cina, India e Indonesia, questi paesi possono contare sul 40% della popolazione mondiale e almeno 1,5mld di schiavi salariati non sindacalizzati e non tutelati. Ergo: la merce forza-lavoro occidentale, si deve piegare alle condizioni della "competizione internazionale", vale a dire alle condizioni del peggior sfruttamento possibile, e i costi della cosidetta sicurezza sul lavoro, sono da tagliare, è chiaro?
O ci adeguiamo, oppure, ci tagliano i viveri, il necessario per vivere. E lo stanno facendo porca miseria (art.18 docet).
Ma come fa sto Bazzoni in tutto questo, a parlare di ...educazione di cultura della sicurezza, e per insegnare la cultura della sicurezza bisognerebbe partire dalle scuole?
E poi si lamenta della demagogia dei Napolitano Monti Fornero e compagnia cantante, quando è lui stesso che consapevolmente o inconsapevolmente, che la fa.

"Come salariati non potremmo mai aspirare di poter decidere cosa, quanto e come produrre, ci viene precluso d’emanciparci non solo dalla schiavitù attuale, diventando padroni della nostra realtà e destino, ma anzi dovremmo piegarci alle condizioni della “competizione internazionale”, vale a dire alle condizioni del peggior sfruttamento. Agli occhi dei dirigenti dell’industria, del commercio e della finanza, così come a quelli del mondo accademico e giornalistico, non interessa nulla della condizione dei salariati, si tratta solo di questioni di “compatibilità”, cioè di sottomissione assoluta al diktat padronale, e di “competitività”, cioè di livelli di sfruttamento della manodopera; in ultima analisi un problema di costi e controlli, giammai di salvaguardia e di umanizzazione del lavoro".

P.S.
http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=4&ved=0CFwQFjAD&url=http%3A%2F%2Fwww.resistenze.org%2Fsito%2Fte%2Fcu%2Fsc%2Fcusc9d15-004869.htm&ei=y4XWT-OgFvOk4AS4ivWEAw&usg=AFQjCNH-qexpeGhojGCmJtTJVHT6X0k7Tw

Vento...Rosso 11.07.12 16:49| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

1/di/2

"Lavorate, lavorate proletari per far più grandi la fortuna sociale e le vostre miserie individuali, lavorate, lavorate affinché, divenendo più poveri, abbiate ancor più ragioni per lavorare ed essere miserabili. Questa è la legge inesorabile della produzione capitalista"
[P.Lafargue; in "Diritto all’ozio"]

Lodevole e meritevole l'opera di denuncia e divulgazione dell'operaio Marco Bazzoni, ma assolutamente ingenue e quindi stupidamente riformiste, le risoluzioni da egli proposte, come ad es. quando afferma: "Manca la cultura della sicurezza, per insegnare la cultura della sicurezza bisognerebbe partire dalle scuole, però non c’è stato un governo che abbia detto: "insegniamo la sicurezza sul lavoro a partire dalle scuole elementari", come se un bambino edotto sui temi della sicurezza, farebbe la differenza nella vita reale dell'operaio, dello schiavo salariato cioè.
Il sig. Bazzoni, lo sa o non lo sa, che l'operaio e più in generale il Lavoratore salariato, è visto da parte del capitale e di chi lo gestisce, solo nell'ottica di una merce funzionale alla valorizzazione del capitale investito?
Parlare di "umanizzazione" del lavoro in un sistema in cui il Lavoratore è null'altro che una merce egli stesso, è semplicemente ridicolo. O forse è ignoranza sistemica?
L'operaio, l'essere umano, rientra in un paradigma di interessi capitalistici, fatto di: livelli produttivi, assenteismo, pause, turni, avvicendamenti, cioè all’utilizzazione della manodopera conforme ai calcoli e previsioni, e in ultima analisi: "ai parametri del saggio di profitto".
E' il "libero mercato" bellezza, in cui: "la concorrenza impone ad ogni capitalista individuale le leggi immanenti del modo di produzione capitalistico come leggi coercitive esterne. Lo costringe ad espandere continuamente il suo capitale per mantenerlo, ed egli lo può espandere soltanto per mezzo dell’accumulazione progressiva (Marx)".

Vento...Rosso 11.07.12 16:49| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

per lui è un sacrificio ricandidarsi
ma in tanti si lo stanno chiedendo...

stronzi di itaglia unitevi che la merda secca vi chiama a radunno!

chi lo vuole ricandidato?

bo? gasparri? larussa? bossi?

tanta bella gente della itaglia rialzata al rovescio

poveri clowns che ci hanno portato a la banca rotta e alzato le pensioni a 67 anni

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.07.12 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Sono sempre io Samuele, vorrei sapere cosa sta predisponendo il Sindaco di Parma per l'inceneritore. Ho creduto nella sua promessa di chiusura, mi aspetto delle cose concrete. Non oggi ma almeno capire cosa sta facendo. Grazie!

Samuele A. Commentatore certificato 11.07.12 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La sicurezza in Italia è una fabbrica mangia soldi.L'Italia è una dittatura fondata sulle regole vuote, create solo per incassare soldi.Per quanto riguarda le sanzioni agli imprenditori ormai c'è poco da sanzionare .Si possono sanzionare i controllori poiché son rimasti solo loro a lavorare.Bisogna mettersi in testa che le aziende vanno tutelate altrimenti siamo rovinati altro che sanzioni.

meloni antonio 11.07.12 16:45| 
 |
Rispondi al commento

In materia di sicurezza di solito in Italia si tende a controllare solo le piccolissime imprese, le grandi non di sa perchè (forse) non vengono mai adeguatamente controllate.

SALVATORE I., Palermo Commentatore certificato 11.07.12 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la merda secca deve morire decapitata

un stronzo senza testa!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.07.12 16:28| 
 |
Rispondi al commento

La GdF SEQUESTRA 9 MILIONI DI EURO A LAVITOLA E SENATORE DE GREGORIO,DENARO PUBBLICO PERCEPITO INDEBITAMENTE....
COSA VOLETE CHE INTERESSI AI NOSTRI POLITICI DEGLI OPERAI E DEL MONDO DEI SUDDITI SACRIFICABILI....
9 MILIONI DI EURO!!! AGLI AFFAROLOGHI!!!
SOLDI NOSTRI!!!!
DOVE SONO FINITI I SOLDI NOSTRI RUBATI DALLA MARGHERITA E DAL TESORIERE LUSI?!?
VOGLIO SAPERE DOVE SONO,NON LE NOTIZIE PROCESSUALI,I MAGISTRATI FACCIANO IL LORO LAVORO,MA LA POLITICA E IL GARANTE MORALE DEI CITTADINI,IL PdR,MI DICANO DOVE SONO I SOLDI,ORA!
NON NE PARLA PIU' NESSUNO,COSI' ANCHE DI PENATI E DELLA LEGA....ECC...
INTANTO TAGLIAMO SERVIZI AI CITTADINI: OSPEDALI,UFFICI POSTALI,UNIVERSITA',RICERCA,TUTELA PATRIMONIO ARTISTICO,STORICO E CULTURALE,TRENI REGIONALI,....

LE PAROLE NON MI BASTANO PIU'....VORREI FATTI INIZIATIVE, NON SOLO DENUNCE INASCOLTATE DA CHI DOVREBBE PRENDERE PROVVEDIMENTI ED INVECE E' DENTRO AL SISTEMA.

COSTITUENTE 5 STELLE...DECIDIAMO I NOMI DURANTE LA QUALE VENGANO DECISI,CON ESPERTI CERTIFICATI DA CURRICULA VAGLIATI DALLA RETE,PROGRAMMI DETTAGLIATI,PROCEDURE ATTUATIVI,TEMPI,OBIETTIVI E CANDIDATI PORTAVOCE NAZIONALI OLTRE CHE OVVIAMENTE IL PRIEMER 5 STELLE.

MI AUGURO CHE SIA IL NOSTRO PENSIERO COMUNE,POI TUTTO E' PERFETTIBILE.
L'IMPORTANTE E' DECIDERE!

Daniele ., Roma Commentatore certificato 11.07.12 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Se andate sul sito di repubblica e guardate il video dedicato alle notizie di domani con la disamina del direttore ezio mauro vi accorgete del terrore di queste persone nel pronunciare la parola Movimento 5 stelle.Parlano di scenari futuri per le elezioni senza minimamente considerare che la maggoranza dei cittadini italiani alle prossime elezioni voteranno in massa per il M5S

http://video.repubblica.it/rubriche/repubblica-domani/la-grande-incognita-del-dopo-monti/100411?video&ref=HREC1-2

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 11.07.12 16:24| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO,
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-07-11/grilli-nuovo-ministro-economia-141527.shtml?uuid=Ab8uXD6F
http://www.ilfoglio.it/soloqui/14158
Ma il professor Monti quando vuole è tignoso, tanto più dopo il forfait di Letta e Amato: ha bisogno di Grilli, che siede al tavolo tecnico del Fondo monetario internazionale, che conosce – ed è conosciuto – nei gangli del potere economico europeo e che, soprattutto, a Roma è una cosa sola, fa squadra da anni, con il ragioniere centrale dello stato,Mario Canzio e con il capo di gabinetto del Tesoro Vincenzo Fortunato.Monti vuole tutto il gruppo di fuoco che fu di Tremonti. Lo vuole fortissimamente. E con Grilli si lascia andare, promette persino quello che in cuor suo sa di non poter concedere: “Vieni a fare il viceministro, per ora. Chiusa la prima fase, quella dell’emergenza, ti cederò il ministero dell’Economia”. Grilli accetta. Ma perché il nuovo viceministro non sia debole, con Monti viene stretto un accordo che nessuno mai confermerà (e che il 23 marzo è venuto meno con la nomina di Vincenzo La Via): la direzione generale del Tesoro dovrà restare vacante fino a che Monti non lascerà l’interim all’Economia. Un direttore generale del Tesoro forte fa ombra a un semplice viceministro. Lo annulla. Ed è in questa scomoda postura che, dopo la nomina di La Via alla direzione generale del Tesoro, si è trovato Grilli al quale Monti aveva subito riconfermato di essere disponibile a lasciargli il ministero dell'Economia ma a tempo debito.Quel "tempo" è arrivato, oggi.Secondo le malizie di Palazzo, il professor Monti avrebbe temporeggiato per diffidenza. Il premier, da tempo, ha notato una “speciale concordia d’intenti” tra Grilli e il superministro dello Sviluppo, Corrado Passera. Insieme sono un asse formidabile. Questo all'incirca il retro pensiero di Monti: "Se Grilli diventasse anche lui ministro, la coppia sarebbe incoercibile". Ma l'incartamento di Passera,.....
SALVATORE MERLO – FONTE IL FOGLIO QUOTIDIANO

Robincook P., Roma Commentatore certificato 11.07.12 16:14| 
 |
Rispondi al commento

La moglie di Bossi, in un'intercettazione telefonica con l'ex cassiere della lega: "Mio marito era circondato da imbecilli".

Compresi i familiari, ovviamente...

Massimo Minimo Commentatore certificato 11.07.12 16:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo sempre alle solite!

l'italiano medio avrà sempre bisogno del...tutore!

mah!

osservate ...
« il governo (soggetto indefinito) presentò la legge (la solita porcata) e "Napolitano" (soggetto
definito) la firmò »

le parole tante volte sono staffilate involontarie
che devìano le menti del lettore ...

adesso provo a "modificare" alla mia maniera:

« IL GOVERNO, CON AL VERTICE UN NANAZZO DI MERDA, MAFIOSO PEDOPORNOGRAFICO ZOZZO CON UNA SCOPA CUCITA IN TESTA , TRAMITE IL SUO PORCO MINISTRO DEL NON LAVORO UN CERTO SACCONI DI MERDA, CREO' UNA LEGGE PER DARE IN CULO AI LAVORATORI ED ALLA LORO INCOLUMITA' , AL PRESIDENTE NON RESTO' CHE FIRMARE »

certo che fa un altro effetto, eh!

tranquilli, in Italia ci sono altri "tipi" di pennivendoli e spargimerda...e si leggono!

infatti quel "sucitato nanazzo sta tornando" !!!
(sicuramente cambieranno il Presidente, così non firma più, ecco!)
mah!


A proposito di verità negate,
Oggi si sta consumando il piu ignobile attacco alla informazione. Tg, radio giornali e testate giornalistiche web hanno volutamente ignorato la manifestazione "CATENA UMANA INTORNO AL PARLAMENTO". Nascondere le notizie è il sintomo di una deriva dittatoriale e l'unica paarola d'ordine che vige è: non disturbare i manovratori. Non hanno ancora capito che la catena umana di oggi presto diverrà una catena d'acciaio per i loro polsi. Non ci arrenderemo mai.

rocco v. -Potenza 11.07.12 16:07| 
 |
Rispondi al commento

....daje al datore di lavoro,nessun riferimento ai responsabili della sicurezza reclutati tra i dipendenti in azienda,del loro menefreghismo,provate a parlare con le ditte che si occupano di manuntenzione di estintori e porte taglia fuoco,ai voglia dire loro cazzo queste uscite vanno sgombrate,gli estintori non devono avere impedimenti di nessun genere,devo firmare un rapporto,si si adesso le libero le uscite e gli spazi estintori e manichette,il tempo di uscire e tutto torna come prima,ma sempre daje al padrone.

@ peppone Commentatore certificato 11.07.12 16:06| 
 |
Rispondi al commento

allora posso passare alle verifiche:

1) rischio elettrico

2) rischio antistress

l'avete fatta l'autovalutazione dei rischi ?

ma senz'altro...ma cosa dico mai....

e le seggioline...le seggioline... ce l'hanno i braccioli per prevenire il vostro mal di schiena ?

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 11.07.12 16:04| 
 |
Rispondi al commento

byoblu

tinyurl.com/cjkldyb

ulan bator 11.07.12 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Marco Bazzoni non si può lamentare oggi, vi leggo tutti molto in topic...

Complimenti e Saluti

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 11.07.12 16:00| 
 |
Rispondi al commento

l'inail non conosce l'assicurazione.

psichiatria. 1 11.07.12 15:57| 
 |
Rispondi al commento

l'inail non conosce neanche il numero degli assicurati.

psichiatria. 1 11.07.12 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilli, comunque tra poco sui luoghi di lavoro non morirà mai più nessuno…causa chiusura totale delle aziende che avranno delocalizzato del tutto (agevolate nel farlo verso la Cina dal governo Monti, come ha dichiarato il liquidatore fallimentare Monti non appena designato) o avranno chiuso per l’eccessivo carico fiscale che le rendono del tutto incapace di reggere la concorrenza.

Ma in compenso prevedo molti morti per le strade a seguito delle quotidiane sommosse di massa più o meno organizzate di chi prima lavorava nelle aziende e poi non potendolo più fare si riverserà in massa contro questo Stato cosi amico delle aziende e dei suoi cittadini…
Le mie previsioni che facevo già in tale senso nel lontano 2006 trovano “conforto” in un recente documento NATO che analizza i futuri e probabili scenari nella zona Euro per il 2020, dove è prevista la militarizzazione delle strade e rastrellamenti di massa di chi da fastidio al potere…se è questo che vogliamo delegando sempre agli altri, che siano politici o banchieri non cambia la sostanza…alla faccia delle ripresa e delle politiche dello sviluppo che molti primi attori della politica italiana o delle istituzioni anche ad alto livello decantano continuamente, pensando cosi facendo di calmierare gli animi dei cittadini…

Il passaggio che segna la transizione dalla chiave inglese del metalmeccanico (o al tablet del quadro) al forcone è molto breve…

Cittadino Sovrano, Mondo Libero Commentatore certificato 11.07.12 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Senti senti qui cosa dice Monti su B...

“Al G20 di Cannes, il mio predecessore, Berlusconi, fu sottoposto a pressioni sgradevolissime e, immagino, prossime all’umiliazione che sostanzialmente, nell’intenzione dei presenti, avrebbe portato l’Italia a cedere buona parte della sua sovranità e discrezionalità”.

Che vuol fare Monti aprire la strada ad un nuovo governo nano?
E' ancora fresca la sparata sulla sua nuova candidatura, anche se con ogni probabilità, neppure i suoi accoliti lo vogliono più.
Dimentica forse Monti che sono stati proprio i governi B a far salire il debito pubblico oltre le stelle?
E lasciando stare le innumerevoli figuracce mondiali a cui siamo stati sottoposti nostro malgrado.

Altro che spread!

silvanetta* . Commentatore certificato 11.07.12 15:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

causa chiusura attivita , vendo a prezzo stracciato :

2 bobine di reggia in polipropilene e relative chiusure manuali a clips,

72 rotoli nastro adesivo per scatole da imballo , 132 metri cad. , 5 cm larghezza.

macchina da scrivere elettronica, 5 copie, professionale

cancelleria varia , nuova

per foto, dati, costi, quantita' : gvendita@ymail.com

Romina Pala Commentatore certificato 11.07.12 15:49| 
 |
Rispondi al commento

solo una prova...e un saluto a tutti

Pio C., PG Commentatore certificato 11.07.12 15:36| 
 |
Rispondi al commento

il contratto di assicurazione con l'Inail
è come il contratto pensionistico con l'Inps

psichiatria. 1 11.07.12 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Il pedofilo Berlusconi si ricandida!

Ritorna l'incubo!

Cercasi cecchino.....!

Mozart * * Commentatore certificato 11.07.12 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco il programma del rasoterra a pelo d'erba..

Più gnocca per tutti per legge, cioè tu la chiedi, se non te la danno la denunci.

Più soldi per tutti, si esce dall'euro e li stampiamo come caxxo ce pare.

5.000.000 di posti di lavoro tra provincie, regioni, comuni, veline,tv,giornali e giornalai,avvocati personali,marinai e piloti di jumbopersonali,cuochi,portavoce,leccaculi,zoccole, case da gioco e via di questo passo.

Più giustizia per....lui

Più benessere per .. loro

Mauro T., Roma Commentatore certificato 11.07.12 15:34| 
 |
Rispondi al commento

mauro t. roma

è unilaterale perchè è obbligatoria per legge.

è un affermazione deleteria

psichiatria. 1 11.07.12 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

domenica sera una normale serata in campagna.
a tavola mio suocero,che lavora in enro nella farmacia della figlia,che adesso è in vacanza a spese della casa farmaceutica da cui si rifornisce,naturalmente ha solo compensi in nero....altrimenti come potrei sopravvivere????
a capotavola un architetto....alla frase ma chi ha mai visto i violoni (banconota da 500,00 euro) "io li ho visti,quando mi pagano in nero"....stavamo mangiando la pizza,che il mio pizzaiolo di fiducia,xchè siamo amici,me la data senza scontrino....dall'altra parte del tavolo,2 liberi proffesionisti della moda,,,noi??? partita iva,e poi cosa ci rimane ,contratti solo in nero....in fine un medico,"sai sono tornata dall'elba,settima prossima riparto....i viaggi me li regalano le case farmaceutiche,basta consiglaire un latte in polvere.......io ....e io...povero pirla....ho ripensato alla mia busta paga....a tutte le balle che fin'ora mi hanno raccontato,all'ultima trattenuta x la tessera del sindacato....e ho capito.........sonofieramenteuncoglione....!

matte f., milano Commentatore certificato 11.07.12 15:27| 
 |
Rispondi al commento

e' fuori argomento ma e' importante!!!

REFERENDUM SUL TAGLIO DELL'INDENNITA' AI PARLAMENTARI / DUE SONO LE POSSIBILITA': CONTINUARE AD ESSERE PECORE E SUBIRE, O DIMOSTRARE DI ESSERE LA VERA 'MAGGIORANZA' DEL PAESE E ANDARE A FIRMARE

(si firma presso gli uffici elettorali dei Comuni, fino al 30 luglio)
siamo stati stamani al nostro comune di residenza a firmare c'erano appena 18 firme........il nostro comune e' piccolo ma non cosi' piccolo.... Il fatto e' che noi lo abbiamo saputo pochi giorni fa, nessuno lo sa tv e giornali non ne parlano,guardate quando ci sono le elezioni se ne parlano!!! chi sa vada a firmare se condivide e faccia informazione ciao

ERMINIO P., livorno Commentatore certificato 11.07.12 15:23| 
 |
Rispondi al commento

(dal blog: DICIOTTOBRUMAIO)

Come cerco di mostrare ogni giorno, alla stampa sono stati dati compiti ben precisi: tacere su certe cose e enfatizzare l’allarme su altre. Come la “notizia” proveniente dall’Inps, secondo cui la gestione finanziaria di competenza dell'Istituto con l'incorporazione dell'ex Inpdap e dell'ex Enpals segnerà un disavanzo di quasi sei miliardi di euro (5,977) nel 2012. E allora? Come hanno fatto finora Inpdap e Enpals a pagare le pensioni? Forse il disavanzo non c’era nel 2011 e prima ancora? Dov’è la novità, la notizia?

Nel 2009 il disavanzo era stato per 6,2 miliardi e nel 2008 di 5,6. A dicembre 2011 il disavanzo di bilancio fatto registrare dall’Inpdap era proiettato verso quota 10,4 miliardi che l’istituto avrebbe dovuto coprire con 8,4 miliardi di anticipazione dal bilancio dello Stato e altri 2 miliardi con avanzi di gestione. Ciò significa, stando alle cifre odierne, che i conti dell’ex Inpdap sono nettamente migliorati rispetto alle previsioni. Ineccepibile.

Ciò che invece merita rilievo è il motivo del deficit, dovuto in larga parte al blocco delle assunzioni, quindi alla diminuzione dei versamenti. Non ci voleva un chiromante per prevederlo. È un fatto che nel 2007 il rapporto tra lavoratori e pensionati era di1,53, nel 2012 scenderà a 1,1o.

Una misura non solo simbolica sarebbe quella di mettere un tetto alle pensioni d'oro e ai cumuli di pensione. Comprese quelle delle grandi firme del giornalismo assistito.

http://diciottobrumaio.blogspot.it/2012/07/nuovo-procurato-allarme-sulle-pensioni.html

Uno di passaggio 11.07.12 15:22| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

"Una volta si lavorava per vivere, ora per cercare di salvare la propria pelle. E' quanto si legge nella presentazione delòa lettura consigliata. Ma allora io mi chiedo, se la vita media è aumentata in Italia rispetto a una volta è perchè la gente non lavora?
Comunque sia la sentenza Tyssen denota una posizione della magistratura ben precisa verso quello problema. Quello che non smetterà mai di sorptendermi sono le dichiarazioni di Oscar Giannino su Radio 24 che stigmatizzano tale sentenza perchè ostacolerebbe gli investimenti stranieri in Italia. Ma aziende come la Tyssen penso sia meglio perderle che trovarle, anche perchè la sicurezza paga nel lungo periodo anche sul piano dell'occupazione e del successo imprenditoriale. Si spera quindi che la nuova occupazione, che nuovi investimenti esteri sapranno portare in Italia, sia migliore che in passato. Anche perchè temo che le idee "grilline" di un nuovo modello di sviluppo senza investimenti esteri siano solo belle utopie più simili a quelle di Tommaso che di Aldo Moro.


OT: A volte ritornano…

Come un pugile rintronato e rincoglionito dai molti colpi subiti durante la carriera da pugile, Berlusconi ci riprova, il che la dice lunga sullo stato di salute mentale di tale persona e sulla sua lucidità mentale e la sua scarsa consapevolezza della situazione attuale.

Non era capace di gestire lo Stato quando era in carica (o forse non lo ha mai fatto troppo, intento come era a risolvere i propri problemi personali o a curare i suoi interessi privati), non è mai stato in grado di gestire i suoi partner politici, non ha fatto nulla di utile per la nazione e i cittadini italiani quando aveva il massimo consenso elettorale, cosa vuole fare oggi tornando sul ring della politica quando tutti sanno quanto realmente valeva sul campo fino a poco fa e nessuno oggi scommetterebbe più su un rintronato di un pugile a carriera ultimata?

Pensa di torna sul ring come il Rocchi Balboa perché dai 11 palazzi che aveva prima quando era in carica ora si ritrova ad averne uno solo e deve sborsare di tasca sua circa 100 milioni di euro all’anno per i suoi affari personali…

Si faccia un regalo e si eviti la pessima figura che farà alle prossime elezione. Si era ritirato in “bellezza” anche se a tempo scaduto e sotto pressione esterna. Un suo ritorno sulla scena politica porterebbe solo ad una sua figuraccia e sarebbe di nessuna utilità per la nazione, per non dire un ulteriore danno, basandomi sulle sue precedenti esperienze…

E non ridano neanche i vari Bersani and Co, perché anche loro non ci fanno una gran bella figura nascosti come sono dietro le gonne del liquidatore Monti, essendo pure loro dei dinosauri della politica, anzi di una politica che ha creato il problema odierno e che pretende di risolverlo con gli stessi metodi di prima e magari pure con le stesse persone…

Peccato che ci sia ancora qualche italiota pronto a votare queste persone, sperando che ce ne siano sempre di meno sia a destra che a sinistra che nell'inesistente centro…

Cittadino Sovrano, Mondo Libero Commentatore certificato 11.07.12 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nonostante tutta l'antipatia folosofica e di parte per il nano dobbiamo attenerci ai rusultati oggettivi e riguardo ai paramentri di monti si è rivelato molto peggio del nano (mi piange il cuore doverlo dire) in quasi tutte le statistiche attendibili.

evidentemente la cura è sbagliata e il malato sta peggio di prima perciò dobbiamo cambiare medico e medicinali.

bruno bassi 11.07.12 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buon giorno,per cosi dire,
mi sono posto delle domande ,ma non mi sono dato anche le risposte come molti fanno.ho riflettuto!Consiglio: non abassare la guardia non farsi fuorviare,tenere sempre caldi i problemi del ns. paese ele fasi politiche che ne segnano il percorso.E il momento delle grandi manovre,delle frasi sussurrate ,perche diventino strilla,Monti o chi per lui che registra il nome del nuovo partito con il totoministri,Berlusconi che si prepara per ridiscendere in campo,Prodi ,udite udite, che fa le prove generali da presidente della repubblica(delle bananela sua)Casini e Bersani per il grande inciucio la lega che si rifà il lifting Di pietro che tuona a destra e a manca,ma che in fondo spera che ci sia la scialuppa di salvataggio del PD pronto a saltarci dentro .Movimento 5 stelle se ci sei batti un colpo,anzi due ,meglio tre,presente a difendere l'onorabilita del popolo italiano,a stigmatizzare giorno per giorno le malefatte gli inganni ,le nefandezze che questa classe politica ormai delegittimata sta perpetrando nei confronti del popolo italiano,ricordo;provincie,n.parlamentari,finanziamento ai partiti,riduzione spesa pubblica auto blu ,dismissione potrimonio pubblico,esodati,riforma del lavoro,pensioni,Banche,ultima ma sicuramente non l'ultima buco nei conti superinps,voluto nel decreto salvaitalia del governo Monti(grande esperto di econosua;non economia)accorpando,l'impdap con un buco astrofisico,salvando cosi le pensioni ,grandi ,dei maneger pubblici,veramente complimenti cosi una volta in più i lavoratori,schiavi, pagano le pensioni d'oro dei valorosi,e capacissimi amministratori pubblici.ancora complimenti.SVEGLIA..........!

Ezio Lauretti 11.07.12 15:13| 
 |
Rispondi al commento

troppi soldi troppo potere in mano a troppo pochi. capite a che serve la democrazia diretta? adesso devono passare minimo ancora tre mesi prima dell'uscita dall'euro, nel frattempo che cazzo facciamo? poi viene l'inverno e se torna la neve e il freddo dell'inverno passato che cazzo facciamo. dobbiamo aspettare inermi con le mani in mano con il balletto dello spread, la corazzata potemkin alla fantozzi. stanlio monti, fornero de mon, non deve più succedere, mai più.

octopus's garden 11.07.12 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Rapporto INAIL 2011 contiene poche verità, scrive il sig. Bazzoni.

Eccone una, ma numericamente parlando conta molto.
NON hanno detto:
- tutti coloro che, trasportati in fin di vita, o moribondi, o deceduti durante il trasporto, o in coma, o morti in Ambulanza o sul 118, o addirittura caricati "morti" e fatti passare per vivi per farli giungere Cadavere solo all'arrivo in OSPEDALE,
NON SONO CONSIDERATI MORTI SUL Lavoro perchè DECEDUTI in ALTRO LUOGO ..., e quindi NON risultano nella statistica, ma vengono registrati come "deceduti in OSPEDALE"!
Pertanto la lista "diligentemente" compilata dall'INAIL è ICOMPLETA e nasconde una verità "comodamente consolidata" per LORO:
-CHI rimane ferito gravemente sul luogo di lavoro o in un incidente stradale e poi trasportato in fin di vita in Ospedale, NON VERRA' MAI considerato un MORTO sul LAVORO, ma come un semplice decesso ospedaliero!
Solo successivamente e con gli accertamenti che possono durare anni ed anni, si potranno inserire coloro che per cause direttamente connesse alla sicurezza sul luogo di lavoro, persero la vita.
E visti i tempi della Malagiustizia .... campa cavallo!
maria.


maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.07.12 15:10| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA LA GUARDIA DI FINANZA,INVECE CHE CONTRALLARE A PORTOFINO O CERVINIA,SCONTRINI NEI BAR(COSE ABBASTANZA GIUSTE,MA NON è LI IL MARCIO..)NON SAREBBE MEGLIO CHE CONTROLLASSE A TAPPETO TUTTO CIO CHE RIGUARDA LO STATO??' INPS,INAIL,COMUNI E PROVINCIE E CITTA COME ALESSANDRIA..PARTITI,COMITATI E CHIESE,CON TUTTO IL MARCIO,GLI AMMANCHI,E I DEFICIT..ALTRO CHE FINANZIARIA, E SE NON ALTRO SI FAREBBE PIAZZA PULITA,OBBLIGANDOLI IN TEMPI BREVISSIMI A GIUSTIFICARE IL MAL TOLTO!!!! FORZA M5S lUCIANO

LUCIANO CIANO 11.07.12 15:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due considerazioni:

1)L'inail storicamente è sempre stato un ente attivo con le casse e lo sarebbe anche adesso se l'Inps non gli avesse addossato un sacco dei suoi problemi.

2) Molte delle cause di infortunio vero, dipendono dal datore ma troppo spesso, sopratutto durante la pausa pranzo si fa uso ed abuso di alcool ( chi frequenta cantieri lo sa benissimo)se non di sostanze stupefacenti e il datore dovrebbe sorvegliare in tal senso, cosa che praticamente rimane impossibile.

3) I capitolati di appalto sempre alla migliore offerta producono anche questo. Prima si piglia l'appalto a prezzi stracciati, poi si cerca di risparmiare su tutto, anche sulla sicurezza.

4) Se costruisci case perfettamente in regola, antisismiche, cemento vero 250/280/300 x Mc,sei fuori mercato, la gente anche lì vuole spendere poco e ti dice che chiedi troppo ( e magari ci guadagni anche di meno).

5) L'Italiota-medio che non guarda mai la qualità ma è sempre convinto che pagando meno lui è più furbo di te. ( Discount o cineserie comprese dove ti vai a procurare mali e danni e sei convinto di essere paraculo)

Quando finirà sto cane che si morde la coda? Credo mai.

Mauro T., Roma Commentatore certificato 11.07.12 15:08| 
 |
Rispondi al commento

l'intervista comincia dando delle responsabilità di prevenzione degli infortuni all'inail che non le competono.
sono anni che pago l'assicurazione obbligatoria l'Inail

in 25 anni non mi è mai stato recapitato il contratto.
io sono obbligato a pagare l'Inail ma il contratto è unilaterale.
non conosco ne le condizioni di quando ho cominciato a pagare ne se ci sono state modifiche del rapporto.
ovviamente sono in difetto io. pago e taccio.
attenzione a farsi male sul lavoro e denunciare l'infortunio., l'inail ti fa un inchiesta più approfondita di una assicurazione privata.
INAIL DI MERDA.

psichiatria. 1 11.07.12 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il piccolo pervertito di arcore si ricandida a le prossime elezioni

diamogli una "chance"
lui che non è stato mai condanato
lui che ci diceva "itaglia rialzati"
lui che compra tutto tranne me
lui che è lindo anche con sue grande orecchie
lui che non si nomina per essere un uomo di onore

lui che ha vinto contro il comunismo
lui che si ha fatto multimilliardario con il digitale terrestre di gasparri
lui che voi avete fatto presidente dal consiglio anche si sapevate che è un farabutto

lui che vi convince col piffero in pieno secolo 21
lui che è liberista con il bene pubblico
lui che vi la mette nel culo anche si non volete
lui è unico!!

lui è testa di asfalto ti ricordi beppe?

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.07.12 15:07| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

LE OFFICINE DI RIMESSAGGIO BARCHE STANNO FALLENDO !

Prima era attività florida, ma oggi ormai stanno chiudendo tutte...

Voi penserete che ormai le barche di lusso non ci sono, vista la crisi, e nessuno fà il rimessaggio alla barca ?

NOOOO !!!


I tizi che hanno la barca di venti metri ci sono, solo che con la riforma Monti della tracciabilità delle transazioni superiori ad una certa soglia di spesa, questi vogliono pagare a nero, in contanti !

Perchè anche se hanno il barcone di
€ 2.000.000, ed hanno anche i 60-70.000 euro per il rimessaggio, mica possono far risultare una spesa del genere, loro dichiarano 200.000 euro all'anno....

Ed allora ?

Voi direte che si sono venduti la barca ?
NOOOOOOO !!!
Si sono messi in regola dichiarando i 5.000.000 di euro annuali di guadagni ?
NOOOOOOO !!!

Vanno in Croazia a fare i rimessaggi alla faccia di Monti e di quei coglionazzi che pagano le tasse.

E' inutile rompere le palle ai commercianti controllando se fanno lo scontrino, se poi nessuno controlla quei professionisti che si fanno pagare carte da cento euro per parcelle in nero....

A Cortina in vacanza ci vanno loro !


Capisc'a me


PS. Ma Beppe Grillo c'ha la barca ?

Antonio* °Cataldi (capisc'a me), Portici - NA - Commentatore certificato 11.07.12 15:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Approfitto che non ci sta er fruttarolo per postare qualcosa che piace a me...

Essi organizzano metodicamente l'inferno in cui ardiamo e,per impedirci di riflettere,ci propinano spettacoli insulsi che ottundono la nostra sensibilità e finiranno col guastarci il cervello,i nostri padroni consacreranno quei trastulli sovrintendendo alla loro mania con tutta la pompa che si conviene.Stiamo tornando al circo di Bisanzio,dimenticandoci dei nostri veri problemi senza però che essi,si dimentichimno di noi...Gli idoli anonimi sono le porte attraverso le quali il caos entra in campo...

Il breviario del caos,A.Caraco.

La legittima consorte der fruttarolo.Più simpatica di lui...

er fruttarolo Commentatore certificato 11.07.12 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve è stato detto tanto, ora siamo alle ripetizioni perchè ci si accorge che il popolo n buona parte dorme, possibile che ci comportiamo come le foche al sole sugli scogli, dormono tutte fino a quando non arriva l'orso. Attenzione dalle mie parti c'è un vecchio tempo che recita(quando hai tempo non aspettare tempo)in altre parole non sprechiamo il tempo che a volte è preziosissimo, presentiamo per le elezioni fior di competenti professionisti coraggiosi, pronti a confrontarsi con i caimani politici dovranno essere dei veri e propri kamicaze ma... devono esserci altrimenti il popolo cosa vede e soprattutto a chi pone la fiducia già mal ridotta. Facciamo presto.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 11.07.12 14:44| 
 |
Rispondi al commento

122)Caro sig.Sacconi VADA PURE LEI A FARE IN C...!

Giuseppe D., CAGLIARI Commentatore certificato 11.07.12 14:43| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque ogni due ore davanti al pc fate 10/15 per chi fuma minuti di pausa...e attenzione alla postura.

leo c., roma Commentatore certificato 11.07.12 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, PROGRAMMA E CANDIDATI MINISTRI.

P.S. Sempre se non andiamo in default prima.

P.P.S. E' da almeno 30 anni che si sapeva che la crescita non sarebbe stata sostenibile all'infinito. Il metodo contributivo a tutti è l'unico sostenibile economicamente. Una volta percepiti tutti i contributi versati dovrebbe scattare una pensione minima uguale per tutti. Amtao è disposto a venderesi il Colosseo pur di non toccare le pensioni. Intanto hanno sistemato tutti gli under 60 mandandoli in pensione a 70 e con il contributivo, parziale per i più cresciuti, totale per i giovani. E per fortuna che sono tutti Professori.

Fran V. Commentatore certificato 11.07.12 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le morti bianche si contrastano con la prevenzione,l'informazione,i controlli periodici,le visite mediche,ma più che altro si contrastano adottando un capitalismo etico,a partire da chi richiede il lavoro passando per il datore di lavoro fino ai lavoratori.Se un lavoro viene preso per necessità tutti su quel lavoro dovranno guadagnare meno,un mio amico lo fa,poi se invece il lavoro viene pagato bene tutti prendono di più.
ha undici dipendenti che alla fine sono undici soci....se va bene va bene per tutti,se va male va male per tutti,secondo me un buon esempio in questo periodo.

leo c., roma Commentatore certificato 11.07.12 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"la rivolta è iniziata in Sicilia ma la rai ed i giornali tacciono per apura
si diffonda..
la rivoluzione è cominciata

http://www.facebook.com/note.php?note_id=289740821074827"

marco batti 11.07.12 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la rivolta è iniziata in Sicilia ma la rai ed i giornali tacciono per apura si diffonda..
la rivoluzione è cominciata

http://www.facebook.com/note.php?note_id=289740821074827

mauro di giacomo 11.07.12 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Leggessi un post inerente.....capisco che la sicurezza sui luoghi di lavoro non interessa....complimenti.

leo c., roma Commentatore certificato 11.07.12 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè, c'è ancora qualcuno che prende sul serio e crede, ai moniti ed alle esternazioni di questo insignificante quanto mediaticamete pubblicizzato, presidente della repubblica?

Avete fatto caso che napolitano ha preso il posto del papa nei servizi dei tg?
Non c'è giorno che non ci sia un servizio su di lui e sulle sue banali e qualunquistiche esternazioni?

Ma fra quanto se ne và in pensione stò essere inutile?

luca ., Ancona Commentatore certificato 11.07.12 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Molto può fare il psc (piano sicurezza e cordinamento)redatto in maniera chiara unito al duvri (documento unico valutazione rischi d'interferenze).I protocolli possono aiutare nello svolgimento delle attività in cantiere,specialmente ai subappaltatori.

leo c., roma Commentatore certificato 11.07.12 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Su questo rudere che ingombra il Quirinale tiriamoci un frego sopra, sarebbe meglio far partire una campagna mediatica per farlo dimettere e sostituirlo in poche settimane con Emma Bonino, che almeno farebbe venire i vermi al Vaticano.
Che bello sarebbe avere la prossima legislatura la Bonino al Quirinale e Vendola a Palazzo Chigi, ai bacchettoni vaticani verrebbero gli infarti.
Meglio del Monitore napoletano che ormai si è appalesato come il sostegno della P4 di Letta e Bisignani, se non il vero capo della stessa.
Del resto se siamo in bancarotta lo dobbiamo al complotto camorrista contro Prodi fatto per salvare il marcio sistema politico campano che stava saltando visto che Mastella non era stato in grado di salvare i casalesi dal maxiprocesso in corso in quel momento, e al fatto che Napolitano è andato alle elezioni alla velocità della luce, mentre adesso che il parlamento è pieno di esponenti di figli di lercia cagna della borghesia mafiosa meridionale vuole andare a votare addirittura ad Aprile dopo il termine naturale della legislatura, per non parlare delle varie costituenti e prolungamenti di settennato.
Ormai in ancarotta ci siamo, ma la soddisfazione di farli crepare in cella la vogliamo.

mario genovesi 11.07.12 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Il numero dei disoccupati nell'eurozona potrebbe passare dagli attuali 17,4 milioni a 22 milioni nei prossimi 4 anni, se non ci sarà un cambiamento concertato delle politiche.

*************************
il numero degli incidenti sul lavoro presto sara' in netto calo!!

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 11.07.12 14:06| 
 |
Rispondi al commento


Inail e sicurezza

Muoiono migliaia di aziende al ritmo di 11.000 all'anno , fra suicidi , morti bianche , morti per disperazione.

IN italia il lavoro sicuro è un enalotto

SCarseggia pure il lavoro insicuro

Scarseggia pure quello in nero.

Sia chiaro gli schiavi moderni sono piccole imprese oneste e lavoratori

:::::::

DAZI O SCHIAVITU' ?

REINDUSTRIALIZZAZIONE E LAVORO

SCHIAVITU' -POCO LAVORO E MORTI?

:::::::
SCriviamo , ma l'indirizzo è sbagliato ; quelli dell'UE , DELL'eURO, BCE , FED .... e delle commissioni inutili, circolari , ammende per chi non è gradito , buonismo a chi è amico.

IL CITTADINO DEVE RIACQUISTARE SOVRANITA'

LO STATO DEI CITTADINI SOVRANITA' MONETARIA E DEMOCRATICA .
:::::::::

Tinazzi
Ps
La febbre del sabato sera ....porta a gridare è tardi , aiuto , i candidati , le persone .
E' febbre di partecipazione o di seggiola ?
E' servizio civico o vecchia politica ?
Uno conta uno non vuol dire che siamo tutti parlamentari.
:::::
L'italiota che è in noi prevale , tutti attivi e non ..che corrono ....a candidare parenti , cugini , zii, amici del gruppetto.
Sarà bene che banchetti ....perchè se c'è un banchetto sembra ci sia un parlamentare sotto...il banchetto.
::::::
e quindi :
Visto che sembra che tutto ruoti intorno a candidature , candidati , elezioni ; in futuro tanto piu' per le grandi città ed il nazionale lavoreremo sul PORTALE certificato per tali eventi , tanto piu' le candidature sarannno , pubbliche , trasparenti , condivise , votate e solo cosi' si lavorerà verso quella democrazia diretta a cui tutti aspirano e troverà piena applicazione la democrazia della rete di un movimento open source .
Non solo nazionale , ma anche per le grandi città che sommano la popolazione di molti comuni.
http://www.beppegrillo.it/2011/08/elezioni_on_lin.html

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.07.12 14:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Mah, mi è stato bannata una mail.
Certo ho usato un nick diverso, è per quello?
Ma se avessi voluto restare nascosto non avrei risposto con il mio solito.
Ho usato quel nick, sadduceo, in onore di tony che è il fariseo della borghesia, poi per abitudine ho postato due commenti con quel nick senza volerlo.
E' per questo?
Non sono un multinick, non mi serve e mi faccio sempre riconoscere.
Mmmmmmh...vabè

sandro c altrove 11.07.12 13:53| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Predicano bene e razzolano di merda, come al solito.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 11.07.12 13:50| 
 |
Rispondi al commento

l'RLS nelle imprese ha un ruolo fondamentale per la sicurezza sui luoghi di lavoro,spesso però sono amici dei datori di lavoro scelti per fare quelle 32 ore e non farsi beccare senza.Poi ci sono quelli territoriali RLST,a cui si rivolgono le micro imprese per non dover affrontare i costi.Poi ci sono aziende dove i dipendenti "rifiutano" perchè nessuno lo vuole fare,di eleggere l'RLS.A queste aziende in teoria l'inail dovrebbe mandare un ispezione.in teoria.

leo c., roma Commentatore certificato 11.07.12 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Camera: è crollato parte dell'affresco della Sala della Lupa

(ANSA) - ROMA, 11 LUG - Stanotte e' crollata parte dell' affresco della volta raffigurante l''Allegoria di Roma' nella sala della Lupa al secondo piano di Montecitorio. Si tratta di un dipinto del 1884 di Ignazio Perricci. Sono già' stati effettuati sopralluoghi dalla Direzione per i Beni Culturali del Lazio che dovrà' fare i primi interventi di ripristino.


le crepe nel sistema stanno aumentando!

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 11.07.12 13:46| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie staff per aver bannato il diversamente democratico.

PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.07.12 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Sto blog però tira sempre fuori polemica e dubbio su ogni notizia. Ok, si può fare sempre di piu' e meglio, ma almeno il trend sembrerebbe positivo, o no?
"
l’Inail ha detto che nel 2011 ci sono stati 920 infortuni mortali in calo rispetto al 2010, quando ce ne erano stati 970. Questi secondo me sono dati fortemente sottostimati, prima cosa perché l’Inail tiene conto solo degli infortuni accaduti ai suoi assicurati ...
"

Quindi vuol dire che almeno sul suo perimetro di osservazione (i suoi assicurati) il trend è positivo, o dite hanno truccato i dati del 2011?!

"C’è l’osservatorio indipendente di Bologna che per il 2011 ha stimato 1170 morti sul lavoro, l’Inail sono 120 c’è qualcosa che non va qui!"

Si, che non va ad esempio c'e' un refuso di stampa (920 e non 120), ma soprattutto non c'e' il dato del 2010 di questo osservatorio per poter valutare il trend anche su questo diverso perimetro!

Che OO insomma! Sempre e solo palate di m.... Ma non esistono anche notizie POSITIVE da dare?!

Se continuate così altro che vincere le elezioni! Ci vorrà tutta a partecipare!

Organizzazione e speranza: due cose che non vedo ancora qui (e che spero di vedere presto) ...

Roberto Q., Genova & Imperia Commentatore certificato 11.07.12 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Scusatemi ,capisco che è una noia,ma le normative se applicate possono salvare vite umane.Io direi di togliere la 231 che depenalizza il reato di omicidio colposo in virtù di un modello organizzativo.....il sistema iso insomma.Certo la 18001 che è la certificazione sulla sicurezza e salute dei lavoratori può aiutare,tanto che l'inail premia le aziende certificate abbassando i premi,ma alla fine possiamo dire che se non viene attuato un modello di capitalismo etico oltre alle tragiche fatalità dovremmo sommare gli incidenti causati dagli squali d'impresa.

leo c., roma Commentatore certificato 11.07.12 13:40| 
 |
Rispondi al commento

la soluzione e' semplice...I lavoratori della sanita' come gli altri statali tipo scuola,ma anche industria ecc,ecc,metterli con le spalle al muro cioe' tutti a partita iva! addio assenteismo da raffreddore,tredicesima ,ferie,eccecc.se ha voglia di lavorare lavora !se ha la febbre o deve uscire a far shopping son cazz sua!cosi lo stato finalmente risolvera' il problema, tutti lavoreranno e pagheranno le tasse! che dite idea folle vero?he he he sai che goduria vedere cosi I lavativi morire di fame!

annibal africano (annibal l' africano) Commentatore certificato 11.07.12 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo è prezioso - nomini immediatamente suoi eventuali successori e ciò per prevenire ed evitare attentati contro la sua persona.

Gaetano Di Giorgio 11.07.12 13:38| 
 |
Rispondi al commento

-250 gg


ogni giorno che passa senza poterci confrontare e approfondire in modo costruttivo e ben organizzato i temi fondamentali da cui dipende il futuro della nazione e il bene di tutti i cittadini

ogni giorno che passa senza che dalla partecipazione di grandi numeri di persone possano emergere donne o uomini capaci di raccogliere l'approvazione e la fiducia di una larghissima maggioranza rendendo vive e veramente rappresentative le prossime liste elettorali

ogni giorno che passa senza sapere con chiarezza in che modo possiamo soddisfare quella voglia di partecipazione anche fisica, di appassionarci nel discutere o nel proporre guardandoci negli occhi, accogliendo tra noi anche chi il computer o la rete non li sa usare, e che forse per età, condizioni fisiche, limiti culturali o economici, non ne ha la possibilità concreta

ogni giorno che passa senza che le tante anime dell'Italia, dalla punta della Calabria fino all'Alto Adige passando per le Isole riescano a ricomporre un sentimento unitario, condividendo ciascuno le proprie peculiarità e le proprie ricchezze dando così corpo a un vero popolo che aiuti sé stesso a uscire dal senso di impotenza in cui si dibatte da generazioni

ogni giorno che passa senza un portale di discussione e votazione online veramente funzionale, che possa reggere la partecipazione di decine di migliaia di cittadini contemporaneamente senza perdere efficienza e che sia di uso semplice e intuitivo

ogni giorno che passa senza poter sperimentare in prima persona la democrazia diretta e partecipata in forme nuove e a noi adatte e, con l'entusiasmo di chi ha toccato con mano, contagiare poi chi sta intorno a noi a scuola, al lavoro, in famiglia, in ogni occasione d'incontro

ogni giorno che passa così, il MoVimento 5 Stelle invecchia e perde energia vitale

mancano nove mesi alle elezioni politiche
il tempo di una gravidanza

se non agiamo subito il nostro sogno non vedrà mai la luce


THE M5S IS DEAD
LONG LIVE THE M5S

cesare zavattini Commentatore certificato 11.07.12 13:37| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ATTENZIONE ..QUINTO SCENARIO.

L'ALLIEVO SUPERA IL MAESTRO.LA FURBIZIA DELLA VECCHIA DEMOCRAZIA CRISTIANA,RITORNA.
IN MOLTI PICCOLI PAESI I FIGLI DEI POLITICI E PARENTI SI SONO ISCRITTI AL MOVIMENTO 5 STELLE,SOLO PER ESSERE ELETTI ,E' UNA VOLTA ELETTI FAVORIRE LA POLITICA DEI LORO GENITORI O PARENTI DI QUEL PAESE,POTREBBE SUCCEDERE ANCHE CON LE POLITICHE REGIONALI O QUELLE NAZIONALI. COSA FARE .......LA BASE DI MILANO DEVE FORMARE UNA COMMISSIONE PER OGNI REGIONE PER VERIFICARE LE LISTE DEI CANDIDATI DI QUEI PAESI CHE VANNO AL RINNOVO DEL CONSIGLIO COMUNALE.E' DOPO UN CONTROLLO DELLE LISTE DEI CANDIDATI ESSERE SICURO DI DARE LA CERTIFICAZIONE DEL MARCHIO 5 STELLE.

savio folliero, anzio Commentatore certificato 11.07.12 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Comunque la 106/09 non ha stravolto il dl81/08,in buona sosatanza l'iso 9000 è quella che ha salvato i datori di lavoro in forza della 231.
la 106 ha solamente ribadito quello che già nel 2007 era stato scritto.Se si riferisce alle sub deleghe sono sempre state previste ma come specificato anche nella 106 è sempre il datore di lavoro il responsabile.

leo c., roma Commentatore certificato 11.07.12 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sto seguendo speciale parlamento.piu li sento parlare piu mi accorgo che non rappresentano nessuno.mi sembra di ascoltare un disco non piu in commercio.va be cambio canale mi danno fastidio.

vito asaro, mazara del vallo Commentatore certificato 11.07.12 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Queste cose si cambiano dall'interno, occhio! Rigor Montis si prepara per la Presidenza della Repubblica ! O ce lo ritroviamo, come minimo, Ministro del Tesoro , il Presidente del Consiglio, per ora è un'incognita. Beppe il MoVimento deve prepararsi e assumersi le responsabilità che ormai non possono essere eluse.

Maria G., Lecce Commentatore certificato 11.07.12 13:23| 
 |
Rispondi al commento

@TIZIANO NENNI

Il post di oggi ti rappresenta alla perfezione.
Chiacchiera e distintivo, come il tuo capo supremo re giorgio.
A chiacchere siete tutto ciò che c'è di virtuoso nell'animo umano, ad ascoltare le vostre parole uno si fà l'idea che l'italia sia una nazione modello, da imitare.
Nella realtà del vissuto, l'italia è un paese di mafiosi, di furbi, di parassiti, di traffici illeciti, di mancanza di rispetto della dignità umana, di mancanza di rispetto per la gente che produce davvero ricchezza, di mancanza di giustizia, di mancanza di verità, di mancanza di diritti, di mancanza di equità.....ecc ecc che misonoancherottolepalledidoversempreripeterelestessecoseafurbetticomete.

Te l'ho già detto, non mettermi nel movimento che non ne faccio parte (non capisci proprio un cazzo).

Non ergerti a gran virtuoso perchè sei ipocrita.

Nelle discussioni che riguardano una persona, rispondi nei sottocommenti (sei pure maleducato, oltre a non capire un cazzo).

Quando esprimi concetti generali, parla in generale e non nominarmi più, se vuoi rispondere ci sono i sottocommenti, se insisterai con queste furbizie mi riterrò in diritto di nominarti e di rivolgermi a te come più mi aggrada.

Mi pregio di porgerle i miei più decorosi saluti e di scusarmi con la signoria sua per il linguaggio osceno espresso da me medesimo nel risponderle, nel miglior stile doppiogiochista che la rappresenta al meglio.

sandro c altrove 11.07.12 13:10| 
 |
Rispondi al commento

È triste vedere come un Presidente firmi di tutto e di più e poi abbia ancora il coraggio di fare la predica.
Ci vogliono più controlli, ecc. ecc.
Per un appello del genere abbiamo bisogno di pagarlo così tanto?
Dove erano i suoi collaboratori quando ha furmato il decreto salva Manager?
Prima d indignarsi farebbe bene a fare il mea culpa e magari a prendersi le sue respnsabilità.

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.07.12 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe stato strano il contrario....torto collo non può rinunciare alla politica....non vi sarete mica scordati quanti rinvio a giudizio ha?
Sa che sarebbe tritato dalla magistratura,non se lo può permettere,l'entrata in politica lo ha salvato,rimanerci sarà la sua condanna.

leo c., roma Commentatore certificato 11.07.12 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Buondì blog! Ciao amici!
Notiziona: 'colui che non deve essere nominato' si RICANDIDA!!!!
Senza ironia io sono felice di suddetta novella, che spero rimbalzi su tutti i media, a mo' di tamburo spacca orecchie.
Tra l'altro pure Bossi 2.0 ha detto che un eventuale coalizione col Pdl non è da escludere.... Bene! Anzi benone!
Così finalmente the italian people capiranno chi li prende in giro da 20 anni...
Manco ci han provato a mettere qualche pupazzo a mo' di paravento...
Aspetto con ansia il programma del Pdl... Piu' gnocca? Meno crisi? Piu gnocca e piu soldi? Ahhh dai nano fammi sognare ancora un po'... Che poi ti verremo a prendere fino a casa per farti fare una passeggiata a piazza Loreto...
Ciao cari e teniamoci pronti.

daniela s., parigi Commentatore certificato 11.07.12 12:54| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Però quando dice stronzate Giorgio il Sordo , per il quale la colpa è sempre degli altri . Magari dell'URSS, mentre , tutti sanno , che lo leccava a Palmiro per fare 'carriera' fino a depilarlo .
Dicevamo che anche quando dice cag... ha la cravatta intonata con il vestito di grisaglia.

Tra il dire e il fare , peseggia VE Commentatore certificato 11.07.12 12:51| 
 |
Rispondi al commento

La percentuale di incidenti sul lavoro ricade sempre su un settore specifico che è ea28,edilizia,quindi con tutte le sotocategorie,idraulici,elettricisti,fabbri,etc dove in teoria il Dl81 con le ultime modifiche del 2012 obbliga ad un ente bilaterale l'approvazione dei corsi a tutela del lavoratore.il ctp per l'edilizia in genere offre corsi gratuiti anche se ultimamente ha fatto pagare causa mancanza fondi...il problema non sono neanche i DPI,ormai tutte le imprese si sono adeguate,il vero problema è questo:
Nelle gare i costi e gli oneri per la sicurezza non sono soggetti a ribasso,quindi quei costi nell'offerta sono simili per tutti i partecipanti,ma una volta aggiudicata la gara dove si va a limare?Oltre che sul materiale anche sulla sicurezza,esponendo così i lavoratori a rischi maggiori per stare dentro i costi dell'aggiudicazione e avere una marginalità più alta.In subappalto poi non ne parliamo.Quando ci sono i general contractor poi la sicurezza è inesistente,pur di consegnare in tempo si lavora di notte con manovalanza in nero tanto essendo tutto il lavoro dato fuori l'unico obiettivo è guadagnare.La soluzione purtroppo non c'è,i controlli ci sono ma purtroppo la corruzione è dilagante,anche se devo dire che ultimamente fanno chiudere i cantieri per adeguamenti specialmente per i lavori in facciata,non so le percentuali di infortuni dove sono avvenuti,però devo dire che al nord i controlli sono molto severi,molto più che al centro,nel sud non lo so quindi se volete aggiungere voi mi fa piacere.La regione che paga realmente il lavoro svolto senza ribassi al suicidio è la Toscana.Spero di esservi stato utile.
Un saluto al tutto il movimento.
Leo.

leo c., roma Commentatore certificato 11.07.12 12:51| 
 |
Rispondi al commento

grandissimo post. Marco Bazzoni candidato ministro del Lavoro per il M5S

Luca C., Termini Imerese Commentatore certificato 11.07.12 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Questo degli infortuni sul lavoro è un argomento drammatico ed importantissimo. Le aziende, per sopravvivere devono essere competitive e in Italia, sono gravate da troppe tasse e troppe inefficienze da parte dello Stato. E spesso sono costrette a risparmiare sulla sicurezza. E questa è una colpa gravissima di tutti i politici corrotti degli sperperi e ruberie pubbliche. Ma è anche una colpa grandissima di sinistre e sindacati che proteggono privilegi anche di orde di statali improduttivi e spesso strapagati. Di indennità di disoccupazione assolutamente proibitive e slegate naturalmente da ogni produttività. Per questi costi lo Stato applica infinite tasse che fanno delocalizzare e chiudere molte aziende. E quelle che rimangono, per essere competitive, devono spesso risparmiare su tutto, anche sulle sicurezze. In Italia, chi meno produce è più pagato e privilegiato. Per non parlare poi delle assurdità dei Notai, che sono una strozzatura gravissima sulla ns. economia. Ad essi,si pagano praticamente balzelli per un servizio che non esiste. Tasse che vanno a loro. E naturalmente almeno metà in nero. Bisogna rendere leggera, produttiva, efficiente, ottimizzata la macchina dello Stato. Allora si potranno gravare meno le aziende e queste resteranno in Italia e opereranno con le migliori procedure gestionali.

roberto d'iseppi 11.07.12 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi sta ritornando

E' la fine, si salvi chi puo'.
Altri 20 anni di nulla

oddio ritorna 11.07.12 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho frequentato anni di corsi, specializzazioni, master e convegni mettendo impegno e dedizione nel settore di mia competenza per l'azienda in cui lavoro.
I risultati e le soddisfazioni professionali mi hanno sempre motivato a metterci tutta la volontà e la passione,rinunciando a volte a giornate di riposo e per scrupolo anche a giornate a casa con l'influenza.
Poi arriva una avvenente collega con la quale non riesco a relazionarmi per la sua arroganza e supponenza. Lei se la fa con il direttore del personale e dopo alcuni mesi vengo spostato di incarico in un settore dove non conosco niente e devo ripartire praticamente da zero. Dopo quasi 18 anni.
SE QUESTA E' L'ITALIA...AUGURI!

Lorenzo 11.07.12 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ultima novità dall'oltretomba .
Il Trombeur si candiderà anche nel 2013 come prrrrremier .
Magari dopo aver sposato Ruby ed essere stato 'assolto' per decorenza dei termini per aver commesso il fatto.

Tra il dire e il fare , peseggia VE Commentatore certificato 11.07.12 12:45| 
 |
Rispondi al commento

La classe lavoratrice in questo nostro paese è diventata carne da macello, questo potrebbe sembrare un incubo se non fosse tragicamente vero!
Dagli anni novanta tutti i politici si sono accaniti contro questa categoria giocando a chi tra essi fosse più bravo nel riuscire a massacrarli. Sono stati messi quegli Enti che si occupavano di sicurezza sul lavoro e che avevano il compito di difendere i loro diritti, nella condizione di non nuocere. L'INAIL e l'INPS erano due fiori all'occhiello di cui l'Italia si vantava, ma sono stati svuotati di ogni possibilità di intervento: dove arrivano le mani dei politici non cresce più erba. L'Inail aveva alle dipendenze migliaia di ispettori che martellavano il territorio costringendo le imprese (sempre restie a comportarsi bene) a rispettare le norme scritte sul Testo Unico pena l'addebito degli infortuni e l'onere di mantenere a vita gli invalidi e la loro famiglia. Ma questo lusso non se lo potevano permettere gli squali della politica visto che per loro restava poco da intascare e quindi necessitava massacrare anche questi Enti. Probabilmente il loro motto era: NESSUNA PIETA' PER I LAVORATORI!
Non sto affatto esagerando basta aprire gli occhi per vedere quanto i lavoratori siano oggi una massa di disperati, senza lavoro "fisso" che secondo loro è una noia mentre a loro piace tanto "annoiarsi" a vita e guai a chi si permette di provare a fargli cambiare aria, come sta facendo il M5S. Basta vedere quanti sono i senza lavoro, i precari, i sottopagati, gli sfruttati, i morti per mancanza di tutele oltre quelli scomparsi di cui nessuno parla: i clandestini usati come tovaglioli con cui si puliscono il fondo schiena e gettano nel cesso.
Questi macellai che continuano a farsi chiamare politici e che osano chiedere ancora i nostri voti, considerandoci una massa di coglioni incapaci di intendere e volere, stanno uccidendolo il nostro paese. Non basterà astenersi dal voto per vincere la guerra ma necessita combattere e... SOFFOCARLI!


Non si salvano neppure le bolle di sapone.

Il più innocente tra i giochi può trasformarsi in un pericolo per la salute dei bambini.

I carabinieri del Nas hanno messo in atto un maxisequestro di un carico di bolle provenienti dalla Cina.


nei giocattoli era contenuto un batterio resistente agli antibiotici potenzialmente molto dannoso per la salute dei più piccoli.
Dalle analisi è emerso che il batterio è presente in una misura 380 mila volte superiore al limite di tolleranza.


La Cina non è una minaccia, ma è un'opportunità" - diceva Prodi, il grande europeista convinto .. ma che adesso , forse non ci crede neppure lui !

Palmira Braga Commentatore certificato 11.07.12 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Marco Bazzoni,

forniscici l'indirizzo email della Commissione europea che ci pensiamo noi a scrivergli.
Dacci nomi e cognomi dei membri con cui hai avuto contatti in passato.

Vediamo se dopo un bomb mail non alzano il culo, magari organizziamo anche una capatina a Bruxelles.

Grazie

Eloi Delpopolo Commentatore certificato 11.07.12 12:27| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

INAIL
Nel 2011 50mila infortuni in meno sul lavoro: calo del 4,4% dei casi mortali...

Perchè qualcuno in Italia ancora lavora???...

Valentino F. Commentatore certificato 11.07.12 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Mi diverte leggere che alcuni qui si lamentano che quando scrivono a il Fatto oppure a Mentana o a qualche altro media i loro commenti vengono cancellati.

Protestano che così non è democratico, tutti devono poter esprimersi...ecc..ecc...

Quanto li capisco....eheh.....

Arturo Foà () Commentatore certificato 11.07.12 12:23| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prepariamoci ad una guerra civile, la Spagna ha soppresso le tredicesime ai dipendenti pubblici, il faccia di culo di monti si adeguerà presto alla linea spagnola e quindi stop alle tredicesime dei dipendenti pubblici italiani.
EVVIVA LA GUERRA EVVIVA LA RIVOLUZIONE SE QUESTE SONO FATTE PER UNA GIUSTA CAUSA DI DEMOCRATIZZAZIONE DI UN PAESE COME L'ITALIA

URAGANO_ MAZARA Commentatore certificato 11.07.12 12:22| 
 |
Rispondi al commento

lo sappiamo, lo sappiamo perché, è che non si dice: gli infortuni sul lavoro i controlli non li fanno perché per non perde il posto, per non dare fastidio e venire trasferiti.

ps. te magni una scattoletta de tonno, due foglie de nzalata, te la capano e te la lavano pure, te fumi na sigaretta a che cazzo te serve la piscina?

rubbano rubbano 11.07.12 12:22| 
 |
Rispondi al commento

E' NECESSARIO PARLARE IL PIU' POSSIBILE DI QUESTE COSE.
BISOGNA DIVULGARE I DATI E RACCONTARE LE STORIE VERE.

anna z. 11.07.12 12:22| 
 |
Rispondi al commento

COME POSSIAMO AVER FIDUCIA IN UN MOVIMENTO CHE ...

... come possiamo credere che arrivi da qui ad un anno ad essere capace di amministrare il paese, contro MAFIE, PARTITI, BANCHE, MASSONERIE, CONFINDUSTRIE, ARISTOCRAZIE, VATICANI, se non è capace neanche di mettere in piedi un FORUM di confronto fra i suoi militanti ? ... E ... COME E' POSSIBILE CHE UN POST CON LO STESSO CONTENUTO SIA STATO CANCELLATO ? BEPPE, scusa il francesismo MA CHE CAZZO DI COLLABORATORI HAI ?

Beppe Sanna, Sassari Commentatore certificato 11.07.12 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NEL 2011 IN ITALIA CI SONO STATI 920 VITTIME DEL LAVORO, LA MINISTRA FORNERO HA DETTO CHE LA SICUREZZA IN ITALIA E' UN FATTORE IN CRESCITA.
SECONDO ME QUESTA SI FA GLI SPINELLI, O TIRA DI NASO, GLI VOLETE DIRE CHE NON CI SONO STATI MORTI PERCHE' IN ITALIA NON CI SONO PIU' LAVORATORI?

URAGANO_ MAZARA Commentatore certificato 11.07.12 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buon giorno a tutti.

Arturo Foà () Commentatore certificato 11.07.12 12:19| 
 |
Rispondi al commento

PER FAVORE °°VOTATE°° SE SIETE D’ACCORDO: BASTA CHIACCHIERARE E’ TEMPO DI AGIRE!

Dati alla mano, il M5S ha la possibilità concreta di GOVERNARE QUESTO PAESE mettendo in pratica la democrazia dal basso e una rivoluzione culturale che potrebbe contagiare tutto il mondo.

Basta AGIRE RAPIDAMENTE e convincere gli indecisi a votare M5S. COME?

1) OCCORRE UNA PIATTAFORMA WEB DI PARTECIPAZIONE PIU’ EVOLUTA 2.0.
Il blog è andato bene per denunciare la casta (1° fase) , ma adesso è troppo obsoleto e frustrante. Bisogna creare una piattaforma per migliorare il programma, stabilire delle priorità, iniziare a discutere temi importanti.
PERCHE’ POI NON CI SARA’ PIU’ TEMPO PER FARLO

2) OCCORRE DARE MAGGIORE VISIBILITA’ AI MEET UP SUL TERRITORIO.
Facilitare al massimo chi è interessato a partecipare attivamente al M5S, uno spazio per recrutare i volontari. Dare maggiore visibilità e sostenere tutte le iniziative locali. (ottima quella su Formigoni)

3) OCCORRE INIZIARE A LAVORARE PER FARE LA SQUADRA DI SAMURAI DA MANDARE A MONTECITORIO. VOTA IL M5S? MA CHI VOTIAMO?
Troviamo un modo per selezionare e preparare al meglio le persone che rappresenteranno il M5S in parlamento. Chi ci mandiamo a parlare con i gli squali della Troika? E con la Merkel?

4) PREPARARSI AD AFFRONTARE LA CAMPAGNA ELETTORALE PIU’ IMPORTANTE DEL MILLENNIO. (PERCHE’ FERMARSI AL 20%, PERCHE?)
Iniziamo a buttare idee per la campagna elettorale nazionale. Pensiamo azioni, video virali, gazebo e Vaffa Day.
NON E’ UN GIOCO O SI VINCE O SI PERDE.(SE SI PERDE, SI PERDE TUTTO, ANCHE LA DIGNITA’)

Se il M5S non si organizza per rispondere con rapidità alle tante domande dei cittadini, se non agiamo subito,la realtà quotidiana con cui dovranno fare i conti milioni di persone,sarà così dura da travolgere anche i buoni propositi del M5S
(L’OPPOSIZIONE OGGI NON SERVE A NULLA).

Per questo vi chiedo di farvi promotori di queste richieste (se volete,copiatele e postatele ANCHE VOI) ADESSO O MAI PIU

ANDREA s., roma Commentatore certificato 11.07.12 12:06| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 24)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La nostra legislazione in materia di sicurezza è inesistente, si preoccupa degli aspetti formali ma non di quelli sostanziali.
Le società che vanno in giro a fare certificazioni e audit sulla sicurezza sono composte da perfetti incompetenti.
Si sostituisce la professionalità degli esperiti in materia di sicurezza alla certificazione della presunta professionalità fatta dagli ordini professionali.
Si mandano in giro ragazzi senza la benché minima esperienza a raccontare le sciocchezzuole sui dispositivi individuali di protezione senza che sappiano nulla su come vanno utilizzati se non quelle quattro parole che sono scritte nei testi di legge.
sanno tutto sulla classificazione delle maschere antigas, ma non sanno cosa è il "minimo ossigeno", non sanno quale è il modo più veloce di indossare una maschera e come ci si deve accertare che sia indossata correttamente.
In Italia sostituiamo la competenza alla abilitazione degli ordini.
Non è solo l'ordine dei giornalisti che deve scomparire, ce ne sono tanti altri che devono essere profondamente riformati.
Solo a titolo di esempio ricordo come ci sono stati molti casi di "morti bianche" per l'ingesso in spazi confinati avvelenati da sostanze tossiche, ma non ho mai sentito dire a nessuno che queste sono probabilmente provocate dall'assenza di ossigeno che deve essere testato prima di un ingresso in un autobotte o i in serbatoio.
In Italia c'era una vecchia società che operava nel campo chimico, la Montedison che aveva una cultura nel campo della sicurezza che è andata completamente persa e che farebbe impallidire le attuali normative.
Certo è la stessa società che ha fatto anche alcuni disastri ambientali sicuramente qualcuno obbietterà, ma vorrei farvi vedere i filmati di training sulla sicurezza che la Montedison mostrava periodicamente ai lavoratori solo così potreste capire cosa intendo.

Carlo C., Milano Commentatore certificato 11.07.12 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Non scordiamoci che Tremordi MINISTRO del governo Berlusconi dichiaro'

"La sicurezza sul lavoro e' troppo costosa!"

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 11.07.12 11:55| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Ieri non appena e' stato presentato il rapporto sugli infortuni sul lavoro, ho detto subuti:

LA CRISI FA BENE ALLA SALUTE DEI LAVORATORI!

ora stanno li a vantarsi per un cazzo!

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 11.07.12 11:51| 
 |
Rispondi al commento

prima ?

Palmira Braga Commentatore certificato 11.07.12 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori