Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Unioni di fatto, un diritto solo per i parlamentari


litizzetto.jpg
"Spero lo sappiate ma molti dei nostri parlamentari che votano contro i diritti alle coppie di fatto sono essi stessi conviventi fuori del matrimonio, ma, non si sa perché, godono di un trattamento legislativo di favore, che si sono fatti ad hoc, per cui i loro conviventi sono trattati con gli stessi diritti che avrebbero dentro un matrimonio regolare: assistenza sanitaria, quota contributiva doppia, reversibilità della pensione...
È dal 1990 che i parlamentari si sono fatti una legge apposita, per cui basta che il partner dichiari di convivere "more uxorio" da almeno tre anni e la legge lo tratta come uno sposo legittimo (Regolamento di assistenza sanitaria integrativa dei Deputati, art. 2, lettera "d").
Il 25% dei parlamentari e del personale della Camera usufruisce di questi trattamenti di favore. La differenza tra gli eletti e gli impiegati di Montecitorio sta nel fatto che per i primi il diritto può estendersi anche oltre il convivente (ad esempio ai figli, anche quelli nati "fuori dal matrimonio", ma fino al raggiungimento della maggiore età), mentre per i secondi ci si limita al partner.
Ultimamente ai partner di fatto è stato riconosciuto anche il vitalizio.
Ma non basta: il diritto al vitalizio è riconosciuto anche al partner di fatto dei consiglieri regionali!!!
Ecco dove arriva l'ipocrisia di costoro: negare agli altri quello che si è votato allegramente per se stessi da 20 anni!!
E poi non dovremmo chiamarli una Casta!!???" viviana v., bologna

16 Lug 2012, 10:11 | Scrivi | Commenti (118) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

anche per i giornalisti, stesse disposizioni, con Mons.Fisichella assistente del parlamento!

attilio pantaleoni 02.01.13 16:27| 
 |
Rispondi al commento

881mila” sono le coppie di fatto in Italia (di cui oltre “100 mila” unioni gay); “100 mila” i figli che ogni anno nascono al di fuori del matrimonio (e “100 mila” i bambini già cresciuti da coppie omosessuali); “2,5 milioni”, nel complesso, i componenti delle nuove famiglia “non convenzionali” (dati Censis).

viviana v., bologna Commentatore certificato 21.07.12 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Da http://www.fondazioneinsieme.it/PDF/A000855
Diverse Casse professionali erogano prestazioni a favore del convivente more uxorio dell’iscritto e non solo a favore del coniuge o dei figli a carico.Si tratta di servizi sanitari,perché sul piano previdenziale anche le casse “privatizzate” si adeguano alla disciplina degli istituti pubblici,che prevede la pensione ai superstiti, ma solo a favore di coniuge (anche se divorziato),figli e nipoti a carico del defunto.
La Cassa autonoma di assistenza integrativa dei giornalisti italiani (Casagit) estende il diritto alle prestazioni sanitarie previste per l’iscritto,al convivente more uxorio,anche dello
stesso sesso,in alternativa in alternativa all’assistenza al coniuge.Lo stato di convivenza deve essere provato dal socio con una dichiarazione sostitutiva di atto notorio e trattandosi di una condizione di fatto –si legge nelle indicazioni della Cassa- equiparata allo stato matrimoniale è necessario esibire anche la certificazione anagrafica attestante la comune
residenza.
La Cassa del notariato offre agli iscritti una polizza sanitaria che riconosce indennizzi per prestazioni erogate a coniuge convivente more uxorio o figlio di età non superiore a 28 anni.
Una polizza analoga è prevista anche dalla Cassa di previdenza e assistenza dei dottori commercialisti: il Consiglio d’amministrazione non ha adottato una delibera di indirizzo che estenda le prestazioni al convivente.Ma questa opzione può essere esercitata dall’iscritto che ne
faccia richiesta direttamente alla compagnia assicuratrice
L’ente nazionale di previdenza e assistenza per i consulenti del lavoro (Enpacl) ha rinnovato il proprio regolamento includendo tra i beneficiari della polizza sanitaria offerta agli iscritti il
coniuge o il convivente more uxorio fino a 80 anni.
La Cassa Forense prevede, invece, un solo contributo per il convivente: quello per le spese funerarie.

viviana v., bologna Commentatore certificato 20.07.12 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Contro gli sciocchi che negano persino l'evidenza...
Si tratta di una legge del 1990 (“Regolamento di assistenza sanitaria integrativa dei deputati”) infatti riconosce ai/alle ”conviventi” gli stessi diritti dei/delle “coniugi” per quanto riguarda la cosiddetta “mutua cassa”, ovvero il sistema sanitario integrativo di cui godono i parlamentari. Si legge nel regolamento: “I deputati […] possono estendere possono estendere l’iscrizione al sistema di assistenza sanitaria integrativa a […] convivente more-uxorio quando la convivenza perduri da almeno tre anni […] Il predetto limite temporale non è richiesto in caso di presenza di figli nati dalla convivenza”. Tutto chiaro: anche le semplici conviventi possono beneficiare del sistema d’assistenza integrativo.
Un sistema, peraltro, coi controfiocchi. Un altro dei tanti privilegi parlamentari. All’articolo 6, infatti, si specificano quali siano tutte le prestazioni che rientrano nell’assistenza sanitaria: “ricovero medico-chirurgico in ospedali o case di cura; parto; prestazioni odontoiatriche; protesi ed apparecchiature; interventi chirurgici presso ambulatori privati; patologia clinica; terapie psichiatriche”. E, ancora, “visite e controlli specialistici”. E poi anche “fisioterapia” e “cure termali”.

viviana v., bologna Commentatore certificato 20.07.12 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
io non sono un avvocato, e non so, se ci sono i pressuposti per denunciare questi animali per alto tradimento verso il popolo italiano.

Francesco R., Rende Commentatore certificato 20.07.12 11:43| 
 |
Rispondi al commento

credo che bisogni aspettare le elezioni e che il m5s prenda in mano la situazione e poi potremo parlare di tutto quello che si vuole stiamo solo ribadendo cose che già sappiamo se non ci appropriamo di un organo trasparente che metta in luce tutti i problemi si potrà parlare di progresso giustizia dobbiamo farci sentire passare parola in ogni modo e in ogni momento ci dobbiamo muovere

giovanni salvatore russo, quincinetto Commentatore certificato 18.07.12 00:36| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo vivendo un'era di regime autoritario moderno, stanno accumulando fortune legalmente, secondo me i più grossi personaggi del potere, e sono tantissimi.. si sono già prevenuti, si sono portati all'estero grandi capitali e gli aerei privati sono già sulla pista di rullaggio per scappare, siamo impotenti di fronte a tutto questo, purtroppo è il sistema, l'unico modo per uscirne è impegnarsi ad appoggiare Beppe grillo poi si vedrà; di certo ormai siamo al fondo e non vedo altra alternativa. dire che siamo in mano a gente senza scrupoli e diventato omai banale.

Longo Salvatore 17.07.12 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Sembra impossibile che i Parlamentari non si vergognino sapendo che tutti noi siamo cittadini di serie B o peggio ancora sudditi?
I mass-media si diano da fare per tutelarci.

Renato Cambiolo 17.07.12 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Solo ad integrazione del commento di Viviana V di Bologna, non dimenticate che le stesse prerogative autoconcesse ai parlamentari in merito di convivenza (quindi tutela massima del convivente) è prerogativa anche dei GIORNALISTI, quindi un giornalista gay ha maggiori diritti di un negoziante o avvocato gay.

Sarebbe più che opportuno avere le norme di tutela per persone conviventi almeno come quanto prevedono gli altri ordinamenti Europei, ALMENO...Ciao a tutti vi voglio bene

Davide Rancati 17.07.12 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Quindi la fonte delle tue assunzioni è wikipedia ...a posto siamo!!!!

Se vuoi vado su wiki a scrivere che le coppie di fatto possono averle anche i gatti che compilano i moduli...spero non la prendi per vera.

Ps:dagli assessori siamo passati ai parlamentari.

Francesco C. Commentatore certificato 17.07.12 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non la chiamerei ipocrisia ma disonestà da parte loro e stupidità degli italiani che li vota e sono leggi votate all'unanimità e nessuno degli eletti o scelti dal capo si sogna di metterla in discussione .Sveglia italiani e cancelliamoli dalle liste elettorali

francesco p., pula Commentatore certificato 17.07.12 14:39| 
 |
Rispondi al commento

siamo nell era tecnologica più avanzata e abbiamo leggi e politici di stampo feudale,arroccati sui loro scranni malati all inverosimile di nepotismo si fanno leggi ad personam,incuranti di leggi divine e terrestri, etiche non ne hanno nonostante si nascondino dietro simboli crociati si comportano come i vecchi monarchi, dove tutto era lecito, ci mancherebbe che attuassero il diritto di JUS PRIMAE NOCTIS purtroppo per noi è,che i re sono più di MILLE ma consoliamoci
molti di loro sono impotenti

emi m., crema Commentatore certificato 17.07.12 10:54| 
 |
Rispondi al commento

VERA DEMOCRAZIA: DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATA! QUANDO UNA PIATTAFORMA WEB CHE NE RENDA POSSIBILE L’ ESERCIZIO NEL NOSTRO PAESE?

Credo che molti dei mali del nostro Paese derivino anche da una relativa assenza di Democrazia reale. Intendiamoci, ci sono Paesi in cui le cose vanno anche peggio … Quello che intendo dire è che la Democrazia così come l’ abbiamo conosciuta fino ad ora, ovvero quella delegata, che passa attraverso gli eletti e i partiti, non funziona più (ammesso, con riserve, che abbia funzionato almeno in parte in passato …). Grazie alle tecnologie digitali attuali, e a internet, oggi è possibile una Democrazia Diretta e Partecipata, intesa come Governo diretto del Popolo e del Cittadino, senza interposte Persone! Potersi esprimere individualmente senza intermediari in un’ Agorà digitale, sia a livello della proposizione e formulazione di proposte, (verificandone magari l’ interesse anche tramite bacheche elettroniche e sondaggi preliminari), che della loro elaborazione collettiva poi, e sia a livello della decisione finale a maggioranza (promulgazione di leggi finali). L’ invito è quello di approntare in tempi brevissimi una piattaforma web operativa sia a livello locale, regionale, e anche a livello nazionale per l’ esercizio della “Democrazia diretta e partecipata”.

NON BISOGNA PERDERE ALTRO TEMPO! CI VUOLE UN GRUPPO DI INFORMATICI ADERENTI AL “MOVIMENTO 5 STELLE”, POSSIBILMENTE, CHE SI FACCIA CARICO DI QUESTO PROGETTO!

http://liquidfeedback.org/

Lux Luci 17.07.12 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Riusciremo mai a separare la sfera delle nostre credenze, opinioni ed emozioni private, relative al nostro privatissimo bene e initimo interesse, da ciò che razionalmente deve essere desiderabile in uno Stato moderno, laico e non integralista, per il bene di tutti?
Riusciremo mai a capire che avere una fede religiosa è un fatto totalmente privato che non deve ledere chi ha opinioni o credenze completamente diverse dalle nostre?
Riusciremo a rispettare la varietà delle persone del mondo e ad accettare le loro diversità quando ciò non porti danno alla vita degli altri?
Riusciremo mai ad uscire dall'infantisimo di atteggiamento egocentrici e assolutistici che intendono costringere gli altri ad allinearsi con noi?

viviana v., bologna Commentatore certificato 17.07.12 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Quando questi politicanti, spesso delinquenti, vogliono fare la morale a quanti non si fanno fare la fattura dall'idraulico o dall'elettricista, dovrebbero ricordarsi di quanti soldi LORO rubano alla collettività con questi privilegi.
Se poi andiamo a vedere cosa succede alla Regione Sicilia, dove ci sono più dirigenti che a Buckingam Palace, con una dirigente andato in pensione con 41.000 euro AL MESE, ditemi perchè mai dovrei pagare il 21% di IVA sulla fattura invece che farmi fare uno sconticino sulla stessa.
IL PESCE COMINCIA A PUZZARE DALLA TESTA!

Rocco Papaleo 17.07.12 09:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate: ma non c'è uno straccio di avvocato (magari all'interno del famoso "Scudo della Rete", o comunque sarebbe meglio di "area" M5S) che solleva un'eccezione di incostituzionalità al riguardo?

Per quel poco che ne capisco di leggi, mi sembra che il dubbio ci stia alla grande.

Alberto Rizzi

Roberto2 Rizzi Commentatore certificato 17.07.12 08:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ripeto
Wikipedia

Nonostante alle coppie di fatto non siano riconosciuti gli stessi diritti delle coppie sposate, esistono delle eccezioni per alcune categorie di persone:

Giornalisti: nella coppia di fatto il partner può usufruire della Cassa mutua sanitaria in uso per la categoria professionale;
Onorevoli: usufruiscono dello stesso diritto dei giornalisti, ma in più possono trasmettere la pensione di reversibilità al partner sopravvissuto.

http://it.wikipedia.org/wiki/Unione_civile_%28ordinamento_civile_italiano%29

viviana v., bologna Commentatore certificato 17.07.12 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Ripeto,per Mandi ed altri,che quei diritti che le coppie di fatto chiedono e che i vari governi finora hanno respinto in base ad una arcaica e obsoleta ubbidienza a una Chiesa retrograda a iniqua,quei diritti che vengono negati alle persone comuni valgono,ciò nonostante,per alcune coppie di fatto 'privilegiate' che evidentemente si sono compiaciute di dare a se stesse ciò che negano agli altri:
parlamentari, giornalisti e giudici della Corte Costitituzionale.
A questo punto,se vale il principio generale che la legge è uguale per tutti,dovremmo fare una scelta:
-o ci rivolgiamo alla Corte Europea per chiedere che a questi soggetti privilegiati siano tolti questi diritti ad personam
-o questi diritti vengono allargati a chiunque sia in condizioni simili e chieda di essere tutelato dalla legge,in materia per es. di locazione,visite ospedaliere o carcerarie,assistenza sanitaria,eredità, reversibilità di pensione o vitalizio,assistenza dei figli..
Lo scandalo maggiore in questo Paese è che la legge valga per alcuni e per altri no e che continuino ad esserci privilegiati che vivono al di sopra delle regole comuni avvantaggiandosi di ciò che negano agli altri
Questo non è solo egoismo e ipocrisia,è antidemocrazia e iniquità
E' qualcosa che deve essere immediatamente corretto,altrimenti il vulnus che ricade sul diritto segna una sofferenza inaccettabile per tutti

Stefano Rodotà dice che «per continuare a discriminare gli omosessuali,si è obbligati a violare principi generali di eguaglianza,di riconoscimento dell’altro»

In un paese civile e moderno non devono esistere forme di apartheid o siamo fuori dalla democrazia!
E questa violazione, nel caso delle coppie di fatto, dovrebbe essere corretta, in nome di un concetto della giustizia migliore e uguale per tutti, in quanto colpisce non solo la vita ma l'immagine stessa di tanti cittadini che sono costretti a vivere fuori da un diritto moderno e rispettoso delle scelte legittime di ognuno, sc

viviana v., bologna Commentatore certificato 17.07.12 08:15| 
 |
Rispondi al commento

Il post di Viviana non ha solo riportato una delle molte ingiustizie che sono state e che sono perpetrate nei confronti delle persone. Quello che ha riportato Viviana e' anche l'ennesima concessione che gli 'eletti' e i loro 'cortigiani' si sono arrogati a discapito e, giorno per giorno, succhiando la vita della 'plebe'. La vita e' una sola! Basta chiacchiere, e' ora di agire!!

R.S. 17.07.12 05:07| 
 |
Rispondi al commento

Mandi Viviana,ieri pensavo proprio a questo privilegio,che se non vado errato è condiviso con i giornalisti,non vorrei sbagliarmi,ti risulta? Scusa se mi permetto il tu,non è assolutamente per mancanza di rispetto.mandi,m.

maurizioo v., aiello del friuli Commentatore certificato 17.07.12 03:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io penso che possiamo cercare e trovare altre mille di queste schifezze. Una cosa è certa dobbiamo mandarli tutti a casa.

Santi N., messina Commentatore certificato 17.07.12 01:33| 
 |
Rispondi al commento

Qualcosa che facesse intuire quanto detto molto chiaramente da Viviana era scritto sul libro La Casta(prima edizione) unito al fatto che piu' di un parlamentare ha la ex (separata o divorziata)seduta in parlamento al fine di farla mantenere a spese nostre.
Del resto, perche' negarsi, oltre al lauto trattamento economico, quelle liberta' che sono proprie di un paese Civile.

giovanni s. Commentatore certificato 17.07.12 01:22| 
 |
Rispondi al commento

Il vero problema è che queste cose anzi questi privilegi non sonoa conoscenza di tutti, neanche io ne ero a conoscenza, vergogna e si vergogni la stampa, le tv mai parlare dei privilegi della casta.
La gente deve sapere, assolutamente!

Anna A., Foggia Commentatore certificato 17.07.12 00:50| 
 |
Rispondi al commento

RIVOLUZIONE...........

giorgio m. Commentatore certificato 17.07.12 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Vaffanculo esteso anche ai loro mantenuti a spese nostre

Fabrizio B., Linkebeek (Belgio) Commentatore certificato 16.07.12 23:58| 
 |
Rispondi al commento

SONO TUTTE STRONZATE ITALIOTI, BASTA ANDARE INSIEME DA UN NOTAIO CON CHIUNQUE VOGLIATE E REGOLATE IN 20 MINUTI LA VOSTRA RELAZIONE CON 500 EURO CIRCA (MOLTO MENO DEL COSTO DI UN MATRIMONIO) CON UNA SCRITTURA PRIVATA NELLA QUALE DICHIARATE CONSENSUALMENTE LA VOSTRA CONVIVENZA ED I PUNTI CHE VOLETE ESSERE VINCOLATI...

TUTTE STRONZATE

alessandro bardi 16.07.12 23:31| 
 |
Rispondi al commento

Brutti ladri schifosi !!!!!!! Mi fate venire il vomito !!!!!

Alessandro chiatti 16.07.12 21:55| 
 |
Rispondi al commento

PDR = pd
Partito dei razzisti
Siete dei razzisti e sessuofobi

Riccardo Garofoli 16.07.12 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Loro rapresentano l Unione dei fatti a posta per stare li a dire cazzate
Sono i più grandi RAZZISTI che sono in questo paese

Riccardo Garofoli 16.07.12 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Piccolo ot
"omo" significa uguale, quindi l'omofobia dovrebbe essere la paura di chi è "come noi", mentre la paura del diverso dovrebbe essere chiamata "eterofobia".


Ma quel nano di Bersani che strilla lui e il peggiore di tutti e scarica su altri i suoi difetti i dico i pacs hanno avuto varie occasioni per parificare i diritti di tutti i cittadini invece lui faceva le lenzuolate di cazzate le liberalizzazioni del pd finalmente si può scoreggiare con la bocca

Riccardo Garofoli 16.07.12 19:54| 
 |
Rispondi al commento

In un'aula ben si legge:

LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI

Vedo...

Quando i politici, le banche ed il clero cercano di convincerci a parole aprono il loro sfintere e sparano solo cagate puzzolenti solo che in rispetto ai neonati i pannolini li mettono una volta e cioeè alla nascita e non li cambiano mai... questo "segreto se lo portano nella tomba" ma nella loro vita infestano tanti cretini che li seguono ciecamente o perchè sono ignoranti che usano il culo al posto del cervello per ragionare o sono collusi perchè traggono profitti nel stare con queste maledette puzzole (puzzolas italianensis)

sandrolibertini 16.07.12 19:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(null)

Luigi Carata 16.07.12 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Le mafie dei partiti. Il compito del M5S è molto impegnativo, e non solo per l'Italia. Se riuscirà ad affermare la sua politica della correttezza e della vicinanza ai cittadini, aprirà un via per tutti i paesi del mondo.

roberto d'iseppi, verona Commentatore certificato 16.07.12 19:00| 
 |
Rispondi al commento

questo ci fa capire di che pasta sono fatti tutti i nostri parlamentari, ma ormai avevamo pochi dubbi ! Occorre rimuoverli tutti per poter ricominciare a fare leggi giuste ed eliminare i privilegi e condannare finalmente i disonesti, siano essi politici, manager, industriali e preti perché nessuno deve sentirsi sopra legge e nessun uomo è superiore ad un altro tanto da meritarsi l'immunità.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 16.07.12 18:56| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE VIVIANA!!!

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 16.07.12 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Post molto centrato... Concordo.

Marco P. Commentatore certificato 16.07.12 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa più grottesca è che questa gente, per negare ai cittadini italiani quei normali diritti civili di cui godono quasi tutti i cittadini dei moderni paesi occidentali, si appella alla religione, ad un presunto diritto naturale, ad una presunta etica, ad una pretestuale difesa della famiglia e dei figli (lo fecero anche per il referendum sul divorzio), poi però quegli stessi bei principi e valori che sono sventolatio bellamente per la gente comune non valgono per chi comanda, così che le leggi che si fanno pro domo sua sono di tutt'altro tipo, come se esistessero due mondi: quello in cui negano i diritti fondamentali ai cittadini, e quello in cui essi regalano ampiamente diritti, abusi e privilegi a se stessi.
Ma è l'ipocrisia dei discorsi che lascia di stucco! E da parte di soggetti che, malgrado la vita sregolata o comunque fuori dai canoni della Chiesa, sono considerati ugualmente punti di riferimento del voto dalla Chiesa stessa per i cristiani!
Così all'ipocrisia della Casta si aggiunge quella della Chiesa, che sembra avere anch'essa due morali, una per l'italiano comune e una, molto diversa e lassista, per le eccellenze intoccabili!
E i fedeli che alle regole di appellano appaiono dunque ancore più ridicoli nella loro cieca osservanza di regole che nessuno in alto osserva.
E questa poi dovrebbe essere la democrazia!!!
E questa dovrebbe essere la religione!!!

viviana v., bologna Commentatore certificato 16.07.12 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E se ciò non bastasse, le medesime norme valgono anche per i giudici delal corte costutuzionale.

Giovanni Africa, Reggio Calabria Commentatore certificato 16.07.12 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Poiché qualcuno ha avanzato dei dubbi sulla possibilità per i parlamentari di riversare pensioni e vitalizi al convivente anche se non sposato, lo ribadisco.
E anzi di questa reversibilità gode anche il convivente dei consiglieri regionali.
E,cosa anche più strana, i conviventi dei giornalisti!

Copio da Wikipedia:
Nonostante alle coppie di fatto non siano riconosciuti gli stessi diritti delle coppie sposate, esistono delle eccezioni per alcune categorie di persone:

Giornalisti: nella coppia di fatto il partner può usufruire della Cassa mutua sanitaria in uso per la categoria professionale;
Onorevoli: usufruiscono dello stesso diritto dei giornalisti, ma in più possono trasmettere la pensione di reversibilità al partner sopravvissuto.

Insomma, saremo anche tutti uguali, ma ci sono alcuni che sono più uguali degli altri e hanno dato a se stessi quelle agevolazioni e quei diritti che negano alle coppie di fatto di comuni cittadini.
Poi uno si chiede come mai igiornalisti tifano per il governo qualunque esso sia...!

viviana v., bologna Commentatore certificato 16.07.12 18:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia esistono due diritti: quello per la casta dei parlamentare e quello per i cittadini semplici. "La legge è uguale per tutti." Sì, col cavolo...! E poi questi parassiti hanno anche il coraggio di discriminare le vere coppie di fatto, mentre loro usufruiscono di tali diritti da oltre 20 anni. Questo è uno schifo e una disparità che il Movimento 5 Stelle dovrà eliminare al più presto quando si insedierà in parlamento.

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 16.07.12 18:18| 
 |
Rispondi al commento

La provocazione è questa, esasperare scientemente le persone per indurle a compiere atti violenti. Dopo di chè sospendere i diritti civili, le elezioni e creare un governo "militare" che protegga lo stato dall'attacco di forze eversive che minacciano l'ordine costituito. Fa bene il Movimento 5 stelle a non alzare i toni della protesta rischiando derive violente. Bisogna denunciare ma rimanere nei limiti di un sano contradditorio verbale (anche acceso) e costituzionale, vincendo sul piano politico la battaglia.

Antonio Contiero (barret), Quattro Castella (Reggio Emilia) Commentatore certificato 16.07.12 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Cara Viviana, spesso, molto spesso non sono assolutamente d'accordo con i tuoi post (in genere all'80%), ma in questo mi trovi completamente dalla tua. Mi vergogno di avere rappresentanti miei in parlamento ed in regione. Che schifo

Nomen Omen 16.07.12 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Notizia incredibile. Sarebbe interessante sapere quante altre leggi sono state fatte ad hoc per la Casta....sono sicuro che non sarà l'unica. Speriamo che un giorno si potrà riprendere il maltolto.... ci darebbe una mano a risolvere i problemi economici del paese.

claudio b., Cervignano Commentatore certificato 16.07.12 17:58| 
 |
Rispondi al commento

NON CHIAMIAMOLI CASTA. CHIAMIAMOLI CON IL LORO VERO NOME: SOVRANI
E NOI TUTTI SIAMO PER LORO DEI SUDDITI.

La verità è che gli italiani sono una massa di pecoroni, opportunisti e leccaculo.

Il marchese del Grillo diceva: "IO SONO IO E VOI NON SIETE UN CAZZO!".

Continuate a votare i vostri amici o parenti e questi sono i risultati ....

CHE BELLA L'ITA-G-LIA!!! ....

Diego Boscaro 16.07.12 17:51| 
 |
Rispondi al commento

a morte questi schifosi cialtroni!

emilio DEL NUNZIO, Pescara Commentatore certificato 16.07.12 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Mi domando quante di queste schifezze sono nascoste a favore di questi vermi che noi non sappiamo?

walter p. Commentatore certificato 16.07.12 17:49| 
 |
Rispondi al commento

E noi continuiamo a girarci i pollici dei piedi e a scrivere sempre le solite proteste....non sarebbe ora di alzare il culo e andare a Roma? La Spagna non insegna nulla? Cos'altro dobbiamo aspettare?

dario fertoli, beverino Commentatore certificato 16.07.12 17:34| 
 |
Rispondi al commento

...A questo proposito, nel 2012 la Corte d'Appello di Milano ha sancito che nella nozione legale di ‘conviventi more uxorio‘ rientrano anche le coppie omosessuali, per le quali vale "il diritto a un trattamento omogeneo a quello assicurato dalla legge alla coppia coniugata”.
Fonte WIKIPEDIA.

michele p. 16.07.12 17:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

alla bindi non piacciono le nozze gay..preferisce le avventure...

daniele ferro 16.07.12 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Che schifo! E ' la peggiore classe dirigente del mondo....

Catello Lambiase 16.07.12 16:48| 
 |
Rispondi al commento

In una società Libera Civile Evoluta Tutti
dovrebbero chiedere L'Abolizione del Matrimonio,
che non è un diritto ma un controllo dello stato sulle persone.
Ogni giorno ci
sono omicidi in famiglia e ancora c'è gente che crede nel matrimonio???
e piange perché NON SI PUO' SPOSARE??????????
Il matrimonio è finito!Un'Istituzione superata al pari della schiavitu'.. Utile solo per incatenare le persone.

Perché non vedere la realtà?
Ci sono tanti altri istituti giuridici da utilizzare per realizzare i diritti delle persone.

La società antica aveva bisogno del matrimonio e della schiavitù; la schiavitu'almeno legalmente è stata abolita.
Ora occorre abolire il matrimonio, per modernizzare la società e affrontare un futuro in cui vedremo eventi epocali che l'umanità non ha mai conosciuto.

Spero che il Movimento sia diverso
e non cada nelle trappole di un mondo che fu.
Se ci avvitiamo sul matrimonio gay questo movimento avrà vita brevissima..
TUTTE LE ISTITUZIONI BANCA STATO CHIESA FAMIGLIA PARTITI POLITICI APPARTENGONO AL PASSATO E NON SI POTRANNO PIU' RESUSCITARE!!
SONO TUTTI FALLITI!!!

Cafiero Pasquale 16.07.12 16:46| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Viviana,

Hai copiato e incollato un articolo apparso su radicaliroma.com 6 anni fa.

Peccato che ti sei dimenticata di inserire le ultime righe, c'era scritto, che in realtà la reversibilità e i vitalizi non erano applicati, c'era traccia solo del documento more uxorio in parlamento.

Francesco C. Commentatore certificato 16.07.12 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono vergognosi non fanno che succhiare il poco sangue rimasto a questo paese e ai suoi cittadini. Speriamo di riuscire a mandarli tutti a casa prima possibile. Cambiamolo questo maledetto infame parlamento.

michela fabbrini, san giovanni valdarno Commentatore certificato 16.07.12 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Hanno superato il llimite della vergogna !
QUetso ormai è ruisaputo, quello che mi appare incredibile e come trovino persone al di fuori delle loro clientele disponibili ancora a dargli il voto.
Hanno clientele molto più vaste di quanto riesco ad immagginare oppure in italia ci sono ilioni di stupidi.

Carlo C., Milano Commentatore certificato 16.07.12 16:30| 
 |
Rispondi al commento

uno è, per esempio, il CATTOLICISSIMO E CRISTIANISSIMO azzurro caltagirone, per gli amici pierferdy casini

renato renga 16.07.12 16:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALLA GOGNA NEL NOME DEL POPOLO

sebastiano b., catania Commentatore certificato 16.07.12 16:13| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE, DA ALCUNI ANNI TI SEGUO E APPREZZO LE TUE DENUNCIE DOCUMENTATE ASSISTENDO ANCHE AI TUOI INTERVENTI IN TEATRI E PALASPORT. HAI SEMPRE DETTO CIO' CHE PENSAVI E INOLTRE HAI SEMPRE DIVULGATO NOTIZIE BASANDOTI SU DATI CONCRETI E RICERCHE SERIE E NON DI PARTE.
MI IDENTIFICO ANCHE NEL PROGRAMMA DEL MOVIMENTO 5 STELLE E SOTTOSCRIVEREI TUTTO IL SUO CONTENUTO.

VOTEREI IL MOVIMENTO 5 STELLE ALLE PROSSIME POLITICHE, MA......

NON POSSO ESSERE RAPPRESENTATO DA CHI, OFFENDE PUBBLICAMENTE, ANCHE SE NEI CONTENUTI VI SONO DELLE VERITA', AVVERSARI POLITICI O COMUNQUE CHIUNQUE SIA IN QUALCHE MODO NON ALLINEATO AL TUO PENSIERO E ALLE TUE CONVINZIONI, ANCHE SE DA BIASIMARE PER IL SUO COMPORTAMENTO MORALE ED ETICO NEI RIGUARDI DI CHI L'HA ELETTO.
TI RINGRAZIO PER IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO CHE OFFRI ATTRAVERSO IL BLOG, SEI L'UNICO CHE UTILIZZA IL MESSAGGIO VOCALE E SIGNIFICA CHE HAI UNA SENSIBILITA' PER CHI COME ME HA PROBLEMI VISIVI.

L'APPUNTO IN PARTICOLARE CHE TI RIVOLGO E' LEGATO ALLE TUE AFFERMAZIONI SULL'ARGOMENTO COPPIE OMOSESSUALI. COME PUOI AFFERMARE CHE TALE COPPIA HA IL SACROSANTO DIRITTO DI ESSERE DEFINITA TALE?
SE FOSSE UN SACROSANTO DIRITTO SIGNIFICHEREBBE CHE DIO STESSO DA' LA SUA BENEDIZIONE AL RIGUARDO E PER CHI CONOSCE I CONTENUTI DELLA BIBBIA E NON PER CHI E' CATTOLICO O COME ME PROTESTANTE, IN DEUTERONOMIO SI DEFINICSCE OMOSESSUALITA' ABOMINIO. CHI NON CREDE CHE IL CONTENUTO DELLA BIBBIA SIA UN INSIEME DI CONSIGLI CHE DIO DA' ALL'UMANITA' PER IL BENE DI ESSA E' LIBERO DI COMPORTARSI COME MEGLIO PENSA E DESIDERA MA NON E' LIBERO DI OFFENDERE CHI CREDE, CREDE CHE SIA BENE SEGUIRE DETERMINATI INSEGNAMENTI PERCHE' PROVENGONO DA CHI LO AMA E NON DA UOMINI CHE VOGLIONO AVERE POTERE SULLA SUA VITA.
COME HAI SEMPRE FATTO BEPPE, TI SUGGERISCO ANCHE QUESTA VOLTA, PRIMA DI AFFERMARE QUALSIASI COSA, DOCUMENTATI PERLOMENO SU CIO' CHE E' SCRITTO NEL TESTO DI RIFERIMENTO E ANCHE SUL SIGNIFICATO DEI TERMINI CHE UTILIZZI.

COMUNQUE STIMANDOTI, SERGIO

Sergio Stabile 16.07.12 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la vogliamo finire con questi privilegi dei parlamentari? devono essere come noi , persone normali e non dei privilegiati , non c'è più la monarchia con il re e la regina e ci sono loro che sono trattati da re , a questo punto allora ritorniamo alla monarchia come una volta almeno i privilegiati sono due il re e la regina almeno risparmiamo soldoni , perchè i parlamentari sono migliaia tutti pagati profumatamente e tutti privilegiati insieme alle famiglie e noi?
e noi mentre loro si stanno spartendo il nostro paese che facciamo? siamo arrivati con le spalle al muro , non possiamo nemmeno mangiare con tutte le tasse che ci hanno messo , anche il digitale terrestre ci hanno messo , gravando ancora di più sulle tasche degli italiani e quei poveri anziani che non capiscono niente di tecnologia e che hanno chiamato i tecnici per sintonizzare i canali , hanno speso molti soldi a questi tecnici che si stanno approfittando di poveri anziani ignoranti in materia chiedendo una parcella faraonica per fare una ricerca di cinque minuti , ma questi specie di politici al posto di semplificarci la vita ce la stanno ostacolando sempre di più questo significa che non sono adatti a fare questo lavoro e quindi SE NE DEVONO ANDARE!!! NON LI VOGLIAMO !!! A CASA !!!

fabio 16.07.12 15:17| 
 |
Rispondi al commento

certo che abbiamo un bel sparlamento!


froci, puttane, pregiudicati, mafiosi, leccaculi, massoni e chi più ne ha più ne metta.


chi dice che rispecchiano il paese dice una bugia perché quelli sono 10 volte almeno peggio della media dei cittadini italiani mentre se rispecchiassero froci, puttane ecc. sarebbero nelle stesse proporzioni.

relativismo totale 16.07.12 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi rendo conto di quanto è importante sapere. Spero che il movimento 5 stelle possa denunciare in parlamento questa ipocrisia perche' lo sentano anche coloroi che non vogliono sentire

maryscalas 16.07.12 15:07| 
 |
Rispondi al commento

meglio, così quando si andrà a recuperare in maniera retroattiva il maltolto ci saranno nomi e sopratutto cognomi in più su cui rivalerci. le elezioni, se ce le faranno fare, non sono distanti.

rodolfo 16.07.12 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè dobbiamo scrivere commenti per esprimere in continuazione lo schifo per questa classe di politici che ha distrutto il Paese e che con un'iposcrisia e un'arroganza senza limiti continua a fare quello che ha sempre fatto???
Basta commenti; bisogna passare all'azione! Bisogna prenderli a bastonate nei denti e mandarli a pane e acqua, insieme a tutti i loro assistiti, parenti e amici.

Salvo S, Brescia Commentatore certificato 16.07.12 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Che tristezza !!! Che ipocrisia !!! Io mi sono dovuto trasferire nella civilissima Francia per veder tutelati i miei fondamentali diritti ! ITALIA FAI SCHIFO ! Siamo lo zimbello d Europa ! Mi vergogno di essere italiano ma fiero di votare il movimento 5 stelle che spero tratterà chiunque con gli stessi cazzo di diritti !!!

Fabrizio moroni 16.07.12 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Che schifo.. Mandiamoli tutti a casa davvero!!
Un cittadino incaxxato

Ivi 16.07.12 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Insisto nel dire che per questa gente ci vuola LA GHIGLIOTTINA, non l'assegnazione ai lavori socialmente utili. Il boia lo faccio io. Gratis.

Il Misantropo 16.07.12 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Beppe ma stavolta Bersani ha ragione ... non immagini quanto mi ripugni dirlo, ma ha ragione.
Ognuno sarà pur libero di vivere di sesso sfrenato o di astinenza senza dover sottostare al giudizio sciovinista e superficiale del berlusconi di turno. Questo potevi e dovevi evitarlo, per rispetto non alla bindi ma a tutte le donne.
Quanto alla convivenza, io convivo da un bel po' ma non me la sento di sposarmi. Mi sentirei veramente ipocrita se volessi tutelata la mia situazione senza volermene prendere le responsabilità.
Sei credente? ti sposi in chiesa.
Non credente? matrimonio civile.
Però se per unione di fatto intendiamo che si voglia tutelare il diritto all'eredità di chi non si vuole prendere le responsabilità ... allora state rompendo i coglioni, con buona pace di vasco rossi.
D'accordissimo sui matrimoni gay, ma le unioni di fatto - etero - sono solo un doppione scadente, un meschino ricatto di inciviltà.
Oh.. io convivo ne ...

elena m. Commentatore certificato 16.07.12 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il sangue ribolle, non so sino a quanto si puo resistere,ELEZIONIIIII!!!!!

mariuccia rollo 16.07.12 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Con tutto il rispetto che possa avere per tutti i tipi di Unione, tranne quella cattolica, che considero ipocrisia pura, penso che allo stato attuale i problemi più urgenti siano altri, poi, per leggi sull'unione che la casta si e' fatta ad hoc, si va ad aggiungere una vergogna dopo l'altra....e noi dovremmo ancora votare questi personaggi? A casa senza vitalizio devono andare.... Tutti!!!!!

Luigi Campone 16.07.12 14:10| 
 |
Rispondi al commento

ORA BASTA NON E' POSSIBILE, MA COME ABBIAMO FATTO A DARE IN MANO IL NOSTRO PAESE A QUESTI INSULSI ESSERI INCAPACI DI DI GESTIRE UNA GELATERIA DI PERIFERIA! COME DICE GRILLO NOI SIAMO I LORO DATORI DI LAVORO QUINDI LICENZIAMOLI COME I NS DATORI DI LAVORO LICENZIANO NOI L'ITALIA NON E' UN'AZIENDA E' UNO STATO E VOGLIO POTER VOTARE A CHI SI IMPEGNA A DARE CONTO A ME E NON AI SUOI ELETTORI QUANDO UNA PERSONA SI CANDIDA E VIENE ELETTA DEVE SVOLGERE LA PROPRIA FUNZIONE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO E NON IN NOME DEGLI ISCRITTI AL PROPRIO PARTITO. CHI SI CANDIDA DEVE LAVORARE, NON ESPRIMERE IDEALI FINTI MA IDEE VERE FORSE ANCHE SBAGLIATE MA IDEE CHE SI POSSONO DISCUTERE E SCEGLIERE SE APPLICARLE O MENO, DISCUTERLE CON IL POPOLO ITALIANO AL QUALE DEVE RENDERE CONTO. VOGLIO PERSONE PULITE INCENSURATE CHE QUANDO PARLANO DI COMBATTERE LA CRIMINALITA' E LE MAFIE FANNO SUL SERIO E NON COME QUEI PAGLIACCI CE DI TANTO IN TANTO FANNO FINTA DI TROVARE UN LATITANTE CHE E' SEMPRE STATO A CASA SUA E GIRA INDISTURBATO PER LA SUA CITTà COME NULLA FOSSE. VOGLIO PERSONE CHE SI AFFIDANO A SCIENZIATI E TECNICI VERI E ASCOLTINO TUTTI I PENSIERI PRIMA DI DECIDERE COSA FARE.VOGLIO PERSONE INSOMMA CHE LAVORANO PER IL BENE COMUNE ANCHE FACENDO SCELTE DURE E POCO PIACEVOLI MA CHE PORTINO UN BENEFICIO A TUTTI. INSOMMA NON VOGLIO PIU' I PARLAMENTARI CHE SONO OGGI A MONTECITORIO E I MINISTRI CHE SONO AL GOVERNO!

rosario d'avanzo 16.07.12 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Questa non la sapevo proprio....
E la rabbia cresce, cresce, cresce .........

Raffaele Muraglia, Diano Castello (IM) Commentatore certificato 16.07.12 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Non mi appassiona molto la questione, se non per ribadire che questi politici sono inequivocabilmente una casta !
A volte leggo di persone che vorrebbero prima di poter dare il voto al M5S un programma articolato, una finanziaria scritta fino all’ultimo dettaglio ,o come diceva il Sig. Ezio di Savona : “una finanziaria in excel, che sia la madre di tutti i fogli di calcolo” ..
io credo che certe persone sono indotto a cercare “costi quel che costi”, la scusa per non votare il M5S o ancor peggio sono persone legate a questa politica e da questa traggono un vantaggio ai danni della maggioranza delle persone.
Non gli basta vedere alla scempio quotidiano del buon senso e dell’onestà !
La casta ci ha abituato negli anni, che si scrivono “programmi elettorali” e si fanno dichiarazioni che puntualmente sono smentite nei fatti, che senso ha scrivere una finanziaria talmente bella da far godere un economista , oppure scrivere un programma omnicomprensivo che lasci la gente a bocca aperta .. che senso ha, se poi non lo attui ?!?!?
.. abbiamo ascoltato programmi elettorali di riduzione delle tasse o di aumenti di posti di lavoro firmati persino davanti ad un notaio e poi puntualmente disattesi, abbiamo avuto finanziarie che hanno poi dovuto subire 1,2,3 manovre correttive !
.. con questi politici fare un programma o scrivere una “finanziaria da elezioni” è come scrivere la divina commedia sulla sabbia o ancora peggio sull’acqua ..

Cordialmente

Roberto B. Commentatore certificato 16.07.12 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Ehhh ma si sa che il parlamento è un luogo di perdizione!!!!!

carlo R 16.07.12 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Solo loro solo e sempre loro questa è la democrazia italiana .Questa è peggio di una dittatura perchè per schifosa che sia c'è nè solo uno che ruba.Dicono ultimamente che in Italia ci siano troppe persone che siano antipolitiche ma provate a guardare cosa fate a favore di chi vi ha votato di chi voi politici dovete rendere conto perchè siete li'perchè i cittadini vi hanno messo a decidere quello che a noi va bene. DIRE CHE MI FATE SCHIFO è POCO. QUANDO PENSO CHE CI SONO ANZIANI CHE HANNO LAVORATO DURAMENTE UNA VITA DI SACRIFICI E VENGONO STIPENDIATI CON PENSIONI DA FAME. ADDIRITTURA VOI DAL 1990 VI CONSIDERATE COME PERSONE SPOSATE ANCHE SE NON LO SIETE CON TUTTI I DIRITTI CHE HANNO LE PERSONE SPOSATE.INVECE CHI VI HA MESSO LI' QUESTI DIRITTI NON LI PUO'AVERE. SI IO SONO ANTIPOLITICO PERCHE' CHI CONTINUA A TOGLIERE A CHI A BISOGNO NON E' UN POLITICO MA UN EMERITO LADRO MA UN LADRO DELLA PEGGIOR SPECIE.

leonardo bombana 16.07.12 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Non ho parole. questa poi è bella!
Altro che democrazia!

Silvia M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Siamo al massimo della presa per i fondelli. Premetto che non mi interessa particolarmente la questione, però questa disparità di trattamento è veramente il non plus ultra della distanza tra "casta" e "popolo".

Salvatore Melis 16.07.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Questa MAFIOCRAZIA va sconfitta alle prossime elezioni non c'e' altro da fare,impegnamoci da subito parlando con la gente ovunque, nei bar, per strada, dal dottore. Secondo il mio parere il movimento dovrebbe stampare un giornalino magari di 2/3 pagine per arrivare anche a chi non va su internet

ERMINIO P., livorno Commentatore certificato 16.07.12 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Nemmeno Luxuria, ex deputato, ha mai detto una parola su questa legge.
Che bella persona anche lui!!!!!

maria c., perugia Commentatore certificato 16.07.12 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Queste e molte altre schifezze dovranno essere abolite all'istante non appena Beppe sarà Presidente del consiglio.
Vai Beppe,sei un mito!

Deep blue ocean 16.07.12 11:47| 
 |
Rispondi al commento

POLITICI = LADRI? (E I BUROCRATI?)

Una volta ti davano del qualunquista se affermavi che i “politici erano tutti dei ladri”… Una volta c’ erano le ideologie, e una era forse migliore dell’ altra? Ma all’ atto pratico i rappresentanti politici di queste (diverse?) ideologie si comportavano più o meno nello stesso modo, ovvero pensavano principalmente ai propri interessi e benessere personali, e se gli avanzava tempo, curavano anche gli interessi dei propri parenti, amici e compagni di partito … In effetti è sbagliato fare di “tutte le erbe un fascio”, ma se guardiamo all’ evidenza, il solo fatto che un politico goda di un benessere materiale (di uno stipendio così elevato) e di innumerevoli altri privilegi di casta, soprattutto in Italia, condizione che un comune Cittadino non può nemmeno sognare, dovrebbe far pensare … In un certo senso questa condizione di sfacciati privilegiati fa dei politici oggettivamente dei ladri di risorse Pubbliche … Se consideriamo poi le continue inchieste della buona stampa, e della buona Magistratura, che un giorno si e un giorno no individuano anche reati commessi dai politici ai danni della collettività e della Pubblica Amministrazione, il quadro è molto triste, e la verità forse è proprio questa: i politici perlopiù sono dei ladri! Consideriamo per concludere poi lo scandalo del così detto “finanziamento pubblico dei partiti”; esso fu abolito qualche anno fa con un referendum Popolare plebiscitario, e poi fu reintrodotto dai politici con un’ altro nome: “rimborsi elettorali”, e perfino aumentato … Come si può definire tutto questo? Raggiro? Violenza? Furto? Attentato alla Costituzione repubblicana? Fate Voi … Che fare? Viviamo in un’ epoca digitale, pertanto è possibile l’ esercizio della così detta Democrazia diretta e partecipata, dove ogni Cittadino può esprimersi e decidere direttamente online senza il bisogno di rappresentanti politici (politici = ladri!).

Lux Luci 16.07.12 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito,non c'è da meravigliarsi, queste "mummie" rappresentano solo loro stessi,fanno "politica" per avere poltrone più comode,per avere privilegi sempre più costosi per I cittadini,negano diritti fondamentali al popolo ma non a se stessi. C'è bisogno di aria nuova perché questa è troppo fetida,basta con questo schifo!!

essere vento 16.07.12 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Sentite, è inutile starne a parlare. Abbiamo una classe politica da carta igienica. Che vogliamo sprecare altro tempo a discuterne? Teniamo le energie per le elezioni 2013.

Luigi Di Pasquale, Margherita di Savoia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.07.12 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Ecco l'ennesima riprova del "parlano bene ma razzolano di merda".

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 16.07.12 11:15| 
 |
Rispondi al commento

A me hanno rotto sia i parlamentare che i dipendenti di Montecitorio. Voterò M5S e spero proprio che, democraticamente, toglieremo tutti i privilegi, come quelli elencati nell'articolo, a questi paraasiti della società. Anzi, mi batterò per farci restituire tutto quello che ci hanno rubato finora, altro che vitalizi !E le visite mediche dovranno pagarle di tasca loro e si metteranno in fila come tutti. E dovranno prendere i mezzi pubblici a spese loro, come tutti gli altri cittadini. E dopo due legislature dovranno togliersi dai ......., ovviamente quelli nuovi che verranno eletti, perchè gli attuali devono proprio sparire. E questa è solo una piccola parte di quello che devo dire !

Alessandro La Tessa 16.07.12 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Viste tutte le cose che, se non fossero tragiche, sarebbero comiche la domanda rimane sempre la stessa: Aspettiamo e mentre aspettiamo chiacchieriamo, chiacchieriamo, scriviamo, ci diciamo indignati, stufi, arrabbiati ma........ cosa abbiamo intenzione di FARE ??? La paura di chi o di cosa ci impedisce di cacciare tutti questi ipocriti ladroni? Allons enfants d'la Patrie...........

ilbob Cinquantotto Commentatore certificato 16.07.12 11:08| 
 |
Rispondi al commento

poveri italiani coglioni....

la politica odierna dovrebbe avere il 0,00% di preferenza.

invece....

ivan m. Commentatore certificato 16.07.12 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Il giuramento e la fiducia
Prima di assumere le funzioni, il Presidente del Consiglio e i Ministri devono prestare giuramento secondo la formula rituale indicata dall'art. 1, comma 3, della legge n. 400/88. Il giuramento rappresenta l'espressione del dovere di fedeltà che incombe in modo particolare su tutti i cittadini ed, in modo particolare, su coloro che svolgono funzioni pubbliche fondamentali (in base all'art. 54 della Costituzione). Entro dieci giorni dal decreto di nomina, il Governo è tenuto a presentarsi davanti a ciascuna Camera per ottenere il voto di fiducia, voto che deve essere motivato dai gruppi parlamentari ed avvenire per appello nominale, al fine di impegnare direttamente i parlamentari nella responsabilità di tale concessione di fronte all'elettorato. E' bene precisare che il Presidente del Consiglio e i Ministri assumono le loro responsabilità sin dal giuramento e, quindi, prima della fiducia.

Formula rituale
"Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della nazione"


....RIDATECI I SOLDI !!!!!

INA GHIGLIOT 16.07.12 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma perché tutti questi giornalisti ipocriti non dicono queste cose invece di fare tg sulle scappatelle delle veline o altre cazzate simili...... Che schifo

Michele zanoni 16.07.12 11:04| 
 |
Rispondi al commento

alla faccia dell'art 3 della costituzione repubblicana. una disuguaglianza ecclatante.
ma un ricorso per incostituzionalità non lo fa nessuno? noo?

stefano fernando tozzi 16.07.12 11:01| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori