Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Una nuova economia senza intermediari


Una nuova economia senza intermediari
(7:30)
mercato_guatemala.jpg

pp_youtube.png

Alessandro Di Battista intervista Morales, coordinatore della UVOC (Unión Verapacense de Organizaciones Campesinas)

"Quando mi capita di raccontare quel che sta succedendo in Europa a un colombiano, un guatemalteco o un ecuadoriano mi sento ripetere sempre la stessa frase: “beh allora è come da noi!”. In effetti la crisi economica è una costante in America Latina ed i virus che oggi si aggirano per il Mar Mediterraneo sono più che noti al di la' dell'Atlantico. Tuttavia, proprio perché costretti a combattere da 500 anni contro la povertà, la sottomissione e la fame (quella vera) i popoli latino-americani hanno sviluppato una serie di anticorpi che servirebbero come il pane nel Vecchio Mondo.
Sono decenni che in Sud America si parla di riforma agraria, sovranità alimentare ed economia solidale. La CIA ha investito miliardi di dollari per evitare che certi pensieri si trasformassero in realtà eppure, oggi come non mai, i movimenti sociali latino-americani insistono sulla necessita’ di costruire un'economia contadina alternativa al modello neo-liberale.
Dal Messico alla Terra del Fuoco milioni di agricoltori, operai, studenti smettono di lamentarsi (sport in cui in Italia siamo maestri, altro che fioretto) si organizzano e discutono di una serie di idee logiche più che ideologiche per far fronte ad una crisi di sistema globale.
La terra è sempre al centro del dibattito.
Carlos Morales è un leader contadino, sulla sua testa pendeva una taglia di 6000 dollari fino a qualche tempo fa. Morales è coordinatore della UVOC (Unión Verapacense de Organizaciones Campesinas), un'organizzazione che fa parte di Via Campesina e che raccoglie più di 300 comunità indigene guatemalteche. La UVOC struttura azioni contro il neo-colonialismo ed è favore di un modello di sviluppo alternativo basato sulla difesa del territorio, sulla diversificazione agricola, sul recupero delle sementi autoctone e sull'economia solidale. Il latifondo, le monocolture e l'agro-esportazione sono al contrario gli interessi di gruppi di potere estremamente potenti e pericolosi. Mettersi contro di loro in Guatemala significa rischiare la vita. Ma c'e' un'altra figura meno appariscente ma ugualmente pericolosa: l'intermediario. Sono loro ad essere responsabili di gran parte della povertà nelle zone agricole. Gli intermediari, oltre che dannosi, sono superflui e il progetto di economia solidale della UVOC ne è una dimostrazione.
In Guatemala la forbice tra il prezzo di acquisto iniziale e quello di vendita finale di un bene si allarga ogni giorno di più. Sono gli intermediari, i “coyotes” come vengono chiamati in Centro-America, a ottenere i guadagni maggiori perché hanno a disposizione i mezzi di trasporto. I coyotes definiscono le regole del mercato, stabiliscono i prezzi, decidono da chi comprare e da chi no. Inoltre scelgono i prodotti da coltivare, obbligano i contadini ad utilizzare agenti chimici e semi transgenici e uccidono l'agricoltore che alza troppo la testa.
La UVOC e' riuscita a mettere in rete le comunità contadine, alcune producono caffè, altre fagioli, quelle a valle papaya e banane. L'obiettivo del progetto è che ciascuna comunità possa mangiare fagioli, papaya, banane e bere caffè. I prodotti della terra non sono considerati merci sulle quali lucrare ma beni indispensabili per vivere. Con la costruzione di una rete di comunità si eliminano gli intermediari e questo si traduce in maggiori guadagni per il produttore e risparmi per il consumatore. Non è semplice ma si può fare, serve organizzazione, volontà, qualche camion e soprattutto la terra. I contadini si trasformano in piccoli imprenditori, cresce il mercato interno, cresce la qualità dei prodotti, diminuisce la contaminazione della terra. Si produce ciò che si mangia e si mangia ciò che si produce. E' l'economia solidale, chiaramente va studiata, discussa, contestualizzata ma non sarebbe più opportuno occuparci di questo piuttosto che dello spread? Abbiamo bisogno di idee logiche e di buone pratiche e oggi il Latino America ne è una sorgente inimmaginabile. Non abbiamo bisogno di intermediari. Che si tratti di politica, economia o produzione di ortaggi intermediare è soltanto una maniera di esercitare il potere."

Alessandro Di Battista (seguilo su Twitter)

Alessandro Di Battista è autore del libro "Sicari a 5 euro" di prossima pubblicazione.

Fame zero di Euclides A. Mance

Il contributo dell'economia solidale

9 Ago 2012, 09:35 | Scrivi | Commenti (283) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

L'intermediazione sindacale aveva un senso quando le condizioni anche culturali e di consapevolezza dei propri diritti dl mondo del lavoro era a livelli del tutto inferiori rispetto alla capacità padronale enormemete maggiore di interloquire con gli stessi lavratori e quando i sindacati non erano diventati i comitati di affari di oggi, la miriade di società indiviuali (e non) che gli stessi sindacalisti fondano per fare affari con quelle stesse contoparti a danno dei lavoratori che gli servono solo come "paravento" col quale giustificare e motivare la loro azione e presenza! Va da sé che diventati questo e quidi perseguendo solo i propri interessi e quelli del "comitato affaristico di cui fanno parte" senza alcuna legislazione che ne governa l'azione e le resonsabilità e gli obblighi rispetto agli stessi lavoratori questi diventano una cellula impzzita che tutto può senza doverne rendere conto a nessuno! Comportamenti dunque del tutto DISCREZIONALI ED ARBITRARI sia da parte aziendale che sidacale. Proprio in questi giorni dopo un licenziamento dall'ENEL che sta durando per circa due anni a fronte di un contratto di lavoro che pure prevederebbe diversi livelli di "colpa" per un licenziamento ho potuto verificare che le regole si attuano a discrezione del sindacato cui si è iscritti anche a valenza POLITICA isto il dominio del governo D'Alema/Bersani e quindi FNLE/CGIL in un certo periodo per cui la collega da loro è stata licenziata perché dava fastidio e data l'intollerbilità della situazione (capogruppo d'opposizione al Comune di Colle di Tora e relativa spinosissima questione dei crediti insoluti ENEL per la creazione dei bacini del Salto e Turano), fatta riassumere dopo una trattativa di nove mesi, ex novo, azzerandole tutti i diritti pregressi e costretta a trasferirsi in ACEA a causa del famigerato decreto Bersani, ptè comunque licenziarsi perdurando un mobing decennale e pregresso con relativa buonuscita.
SEGUE:

Bruna G., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.01.13 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo post mi piace.

come faccio a guadagnare soldi 12.08.12 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Solo se l'ILVA di Taranto verrà definitivamente chiusa e i riva marciranno in galera avremo onorato la Giustizia.

Onore al giudice Todisco per il coraggio dimostarto.

Se tutti i politici e i sindacati la vogliono ancora produttiva...dubitate che scelgano per il bene del paese, lo fanno soltanto per loro stessi.
Se lo stabilimento venisse chiuso ottemperando quello che prevede la legge e se i lavoratori fossero di conseguenza licenziati, gli sciacalli ora al potere non avrebbero scampo.

Sento un calo di tensione nel blog, spero sia dovuto solo al sole di ferragosto.

M5S mantenetevi in salute, lucidi e incazzati.

ILVa &RIVA...KAPUTT 12.08.12 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Guardate cosa fa la via campesina.

http://coturnonoturno.blogspot.it/2012/06/os-vandalos-do-mst-via-campesina-e.html

Daniel PC 12.08.12 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Cosa ne pensate delle scie chimiche e del progetto HAARP?

Luca Giachin 12.08.12 20:28| 
 |
Rispondi al commento

MAgariiiiiiiiii

come faccio a dimagrire 12.08.12 15:25| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNA ISTITUIRE I REFERENDUM LEGESLATIVI.
COME IN SVIZZERA. DOVE SOLO IL POPOLO LEGGIFERA,
ALTRIMENTI IN ITALIA LE LEGGI: SARANNO FATTE
SEMPRE DALLE CASTE PER I LORO ILLEGITTIMI PRIVILEGI. MA PERCHE' NESSUNO NOMINA MAI LA COSTITUZIONE SVIZZERA? VERAMENTE LA PIU' DEMOCRATICA DEL MONDO.

orfeo nitrebla Commentatore certificato 12.08.12 00:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spazzare gli intermediari (= mafiosi affamatori) è il dovere di ogni nazione civile, così come rendere nuovamente l'agricoltura bio la prima industria nazionale. IO sono un agricoltore indiretto orticoltore e so di che parlo...

kar Ma, avezzano (AQ) Commentatore certificato 11.08.12 11:23| 
 |
Rispondi al commento

X TUTTI.

E' SCOMPARSO IL COMMENTO DI TONY....CHISSA' COSA C' ERA DI TANTO "PERICOLOSO" NELLO SPIEGARE SOLMANTE COME ATTUANO I "NUOVI INFILTRATI"!

CHE UN BLOG PERMETTA AI SUOI STESSI UTENTI DI BANNARE FA DI PER SE' GIA' SCHIFO, MA IN FONDO E' SEMPLICEMENTE UNA SCUSA PER POTER BANNARE LUI STESSO CIO' CHE NON "CONVIENE" SENZA PRENDERSENE LA RESPONSABILITA'.........

ED IO DOVREI FIDARMI DI VOI IN PARLAMENTO????
MA ANNATE TUTTI AFFANCULO, GRILLO IN PRIMIS, BRANCO DI ILLUSI, E SEPARATI COGLIONI INCONSAPEVOLI!

rosa mantegna Commentatore certificato 10.08.12 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi sono post importanti, su argomenti per nulla trattati dai media tradizionali... un grazie allo staff.

Loris Donazzon Commentatore certificato 10.08.12 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Io vivo in un Paese dell'africa subsahariana ed ho la stessa sensazione ogni volta che vengo in Italia, la maggior parte si lamenta troppo, e non si rende conto del valore di avere dei servizi pubblici ( scuola, sanità, ecc...). Si gli sprechi ci sono, i furbetti anche ma non contestiamone per favore il valore in una società che non conosce altre forme di solidarietà. Il movimento 5 stelle è uno spiraglio di luce.

Valeria d (irenepiú) Commentatore certificato 10.08.12 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Tutto questo esiste già in Italia, senza proclami e senza ideologie. Non c'è bisogno di rivoluzioni. Sono i coltivatori del biologico, quello vero, che producono senza additivi chimici, che utilizzano metodi tradizionali di coltivazione su coltivazioni stagionali, che vendono direttamente ai mercatini del biologico e che forniscono gruppi di consumo "a domicilio". Nella provincia di Napoli ce ne sono decine e i mercatini si tengono la domenica a Napoli (Vomero), Portici, e dov'altro.
Onestamente non so dire se sono minacciati dalla CIA.

Nicola Napolitano 10.08.12 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Ecco perchè quest'anno invece che trovarmi un lavoro per guadagnare di più e poi aver bisogno di spenderli per la spesa, mi sono fatto l'orto ed io divengo produttore e consumatore. Ho più tempo libero, meno soldi, ma porto a casa verdure fresche e quindi anche sane senza sostanze tossiche.
Ho avuto fortuna, va detto, che un mio amico mi ha prestato la terra per poterlo fare.
Però l'ho fatto!!

Alessandro Tognoni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.08.12 08:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALL’EUROPA DIAMO PIÙ DI QUELLO CHE RICEVIAMO. EURISPES: “L’ITALIA TERZA PER CONTRIBUTI VERSATI ALL’UE”

L’Italia da’ all’Europa piu’ di quello che riceve e spende meno di quello che potrebbe.
"Dal 1995 al 2006 l’Italia ha accumulato nei confronti dell’Europa un saldo negativo di 30,3 miliardi di euro.
Solo nel 2007 i contributi italiani versati alla Ue si sono attestati a 13,8 miliardi euro, tanto da piazzare il nostro Paese al terzo posto per incidenza sul totale delle entrate dopo la Germania (20%) e la Francia (16,9%), ma le risorse accreditate all’Italia dall’Unione sono state inferiori di 3,5 miliardi di euro.
Non solo, dei finanziamenti ricevuti nel biennio 2006-2007 le regioni del Mezzogiorno rischiano di perdere circa 9,3 miliardi di euro "a causa dell’incapacita’ di attivare le procedure adeguate in un apparato estremamente burocratizzato!....
Una cifra, che "da sola coprirebbe una Finanziaria e che fa dell’Italia il paese meno virtuoso dell’Ue in questo settore.
"Il confronto tra il contributo al Bilancio dell’Unione Europea e i finanziamenti da quest’ultima erogati per programmi di sviluppo economico, crescita occupazionale, sostegno all’imprenditoria, evidenzia come "negli ultimi 12 anni l’Italia sia stata un ‘contribuente netto’, con un saldo negativo di 30,3 miliardi di euro le tra risorse messe a disposizione dell'Italia, 135,3 miliardi di euro, e le risorse accreditate dall’Unione Europea, ammontanti a 105 miliardi di euro!!!....

piero 10.08.12 07:49| 
 |
Rispondi al commento

Volete sapere la verità sul terremoto in Emilia? Www.povalley.com!!! E tutto sotto I nostri occhi diffondete!

Claudiopizzaiolo 10.08.12 02:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo questo tipo di cambiamento è sicuramente ostacolato dagli USA che hanno maggior interesse a controllare il business dell'agricoltura,per colpa di aziende come la Monsanto,che vogliono stabilire il monopolio sulle sementi,in maniera che tutto il mondo utilizzi i loro prodotti ogm,e i loro pesticidi. Inanzitutto gli ogm non sono sicuri al 100% come vogliono farci credere,e poi non sono così resistenti più dei prodotti naturali,visto che recentemente il mais ogm della Monsanto è stato attaccato da un insetto predatore. Questi criminali vogliono ormai costringere anche 'europa a utilizzare i loro prodotti nocivi, dopo aver ormai "inquinato il territorio americano con le loro porcherie,con il consenso del presidente che doveva cambiare il paese in meglio e cioè Obama. Più va avanti e di quest'uomo,in cui avevo anch'io delle speranze,incomincio a pensare sempre peggio.Ma la mia preoccupazione è che alla fine anche l'europa,ma soprattutto l'Italia inizi a utilizzare questi prodotti,visto i servi Usa che ci troviamo al governo.

alessandro fossati Commentatore certificato 09.08.12 23:54| 
 |
Rispondi al commento

Magari non ci fossero gli intermediari!

Ignazio Virzì 09.08.12 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Per rimanere in tema:Promulgata la legge di conversione del decreto spending review. NOTA DEL QUIRINALE:" Il Presidente ha espresso PREOCCUPAZIONE per il frequente ricorso alla decretazione d'urgenza e alla posizione di questioni di fiducia. D'altra parte però,sottolinea la nota, è INNEGABILE che nel corso dell'ultimo anno il Governo precedente e quello attuale hanno dovuto affrontare situazioni d'emergenza senza precedenti insorte in SEDE EUROPEA".

Se la canta e se la suona e noi accettiamo tutto ancora una volta.

Francesco D. Commentatore certificato 09.08.12 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia i "coyotes" cui fa riferimento l'articolo,hanno nomi impronunciabili:mafia,camorra,ndrangheta...chi altro avrebbe capitali cosi' ingenti da investire nei mezzi di trasporto e nell'acquisto all'ingrosso in contanti?
Qualche settimana fa ho segnalato questo aspetto delle problematiche inerenti all'agricoltura nazionale,nel sondaggio apparso su questo blog e mi si sono attorcigliate le interiora leggendo con quanta superficialita' e totale ignoranza della materia,i vari "commentatori" suggerivano soluzioni;devo dire che questo articolo odierno mi rincuora,perche' io sono uno di quelli che vendono il prodotto a 15 centesimi e se lo ritrovano nel supermercato a 500 metri di distanza a 3 euro.
Grazie a nome di tutti i produttori.

VIAILADRIDALLOSTATO 09.08.12 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si condivido questa idea, penso che la nostra ITALIA potrebbe tranquillamente rialsare la testa sul resto del mondo, se ritornasse a valorizzare il proprio territorio, principalmente con l'attività agricola, ma anche allevamenti di bestiame da latte e da carne, puntando tutto sull'alta qualità a basso costo, dal produttore al consumatore,lo stato dovrebbe monitorare i prodotti, e la dove vi fossero prodotti provenienti dall'estero di scarsa qualità e a basso costo, intervenire con tassazioni che portino i prezzi degli stessi perlomeno alla pari dei prodotti interni.

maurizio zinali 09.08.12 16:48| 
 |
Rispondi al commento

OT..ma non troppo:
(S)vendita patrimonio pubblico.
Quello che tutti questi supertecnici non hanno capito (?) e' che il problema dell'italia...NON SONO LE ENTRATE..MA LE USCITE!
60 miliardi di euro serviranno a pagare i maxivitalizi e pensioni d'oro..PER APPENA 5 ANNI!

Stiamo svendendo tutto per pagare privilegi che NON CI POSSIAMO permettere. Il debito pubblico e' fatto dalle spese inusitate e spropositate verso la politica e la sua clientela!

Abbiamo un bebito pubblico di 2000 miliardi...in 10 anni SOLO per le pensioni di cui sopra ci vogliono 130 miliardi di euro!
( da quanto paghiamo queste "pensioni"? di quanti di questi soldi e' fatto il debito pubblico?)

Tremonti con SCIP ( un nome una garanzia) e FIP dopo ha venduto 10 miliardi di immobili ( che poi lo stato, da FIP, ha preso in affitto!)..ebbene adesso gli immobili NON CI SONO PIU..i soldi sono finiti e/o spariti ( vedi finanziamenti ai partiti, nepotismi e clientele etc..) e PAGHIAMO MILIARDI DI EURO L'ANNO DI AFFITTO PER IMMOBILI CHE ERANO NOSTRI!

Se qualcosa non cambia .( difficile che chi ha creato questo e si e' attribuito i benefici se li tolga da solo...) e da SUBITO, i conti li avete sopra...faremo una fine becera e miserabile.
( Pochi giorni orsono sulla RAI hanno fatto un servizio sulla crisi Argentina analizzandola passo passo..dal suo inizio...si notano le similitudini con la Grecia, ed era lo specchio delle cose fatte in Argentina prima del disastro finale. Adesso anche NOI stiamo facendo le stessissime cose = Vendere aziende ed immobili pubblici..POI...LA FINE!)


Anton Ross, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.12 16:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perchè non fare i nomi di queste famiglie, magari cercare di intervistarne qualche rappresentante per cercare di capire chi si credono di essere?

emilio DEL NUNZIO, Pescara Commentatore certificato 09.08.12 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Il "metodo" funziona, eccome se FUNZIONA!

Non è che ne abbiano diversi......devono solo mascherarlo un pò con piccole variazioni per evitare di essere prevedibili.....ma oramai neanche questo li preoccupa!

Le analogie con la storia dell' Argentina degli ultimi trent'anni, poi, "E' IMPRESSIONANTE"!

D'altro canto, se non ci DERUBANO ancora di più TOGLIENDOCI ciò che con fatica e sangue abbiamo conquistato, come faranno, "POVERINI", a GAREGGIARE con Cina e India........Non vorrete mica che PERDANO la "loro ULTIMA guerra di potere", che li farà sedere sul trono più alto ( DELLA FOLLIA ), per COLPA NOSTRA ?!?

rosa mantegna Commentatore certificato 09.08.12 15:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'informazione è assolutamente inesistente...si brancola nel buio ragazzi, circondati da un esercito di babbei ....!!! Speriamo di poter votare presto per il movimento... :-)
Chi sta male,fondamentalmente se l'è cercata...(U KNOW WHAT I'M SAYING..?) ... forse non tutti ...ma quasi...
P.S.
NELLA VITA.. LE SCELTE CHE FACCIAMO CI SOMIGLIANO....
SATYAGRAHA

vincenzo b., brindisi Commentatore certificato 09.08.12 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UNA NUOVA ECONOMIA SENZA INTERMEDIARI.

Sono anni che lo scrivo, fare rete, Civic Company Comunali, entrare in concorrenza, non aspettare la manna dal cielo accontentandoci delle briciole.

Si tratta di creare tante piccole e medie imprese che lavorano sul proprio territorio facendo lavorare i disoccupati.

Lavori fatti per la pubblica amministrazione e non.

Rendersi finalmente autonomi dal meccanismo lavoro-sudditanza.

Sarà che dopo aver fatto il dipendente, il piccolo imprenditore, il commerciante, vedo le cose in modo diverso, quasi semplice, ci si organizza e si lavora, e dettaglio non trascurabile, si guadagna!

In America Latina i "coyote" sono come i nostri bastardi, quelli che lucrano sulla povera gente.

Le idee le abbiamo anche noi, basterebbe raccoglierle.

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

p.s.

Dal produttore al consumantore nella zona di Viterbo.

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=330832533668318&set=a.330829337001971.76451.100002247225044&type=1&theater

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.12 14:51| 
 |
Rispondi al commento

nuovo post

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.08.12 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Sento sempre dire: tanto chiunque governa non cambia nulla; la verità e che per i tanti le cose cambiano si, ma in peggio.
E giunto il tempo del cambiamento, mancano le persone che sanno scommettere.

Vedi l'8x mille http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-b34a1170-c0e9-49b7-bda3-46f7c3355f33.html#p=

Vedi il documento elettronico: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-a1f39f9b-9be4-4e03-bd6a-fbfea133ca46.html#p=

Vedi l'affare wind: http://www.youtube.com/watch?v=Nup0lFJnm84&feature=plcp

Tutto questo per capire chi sono le persone che ci guidano e chi siamo noi a perseverare nell'errore, dando così ragione ad Ungaretti.

Angelo S., Catania Commentatore certificato 09.08.12 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Son proprio contento che la Josefa li non ha preso la medaglia ah ah ah!!!!

Josefa, che patacca che sei.... ah ah ah!!!!

Ore e ore di allenamento per arrivare quinta ah ah ah. PATACCA!!!

Alessandro T. Commentatore certificato 09.08.12 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per voi amici. http://difendiamocidaequitalia.blogspot.it/2012/08/atti-impoesattivi-cartella-unica-ed.html

Francesco P 09.08.12 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Gli intermediari,
Loro nel Sud America hanno come intermediari con le multinazionali, la malavita;
Noi nel Sud Europa abbiamo come intermediari con la mafia, i politici.
Che bellezza....!!
Insisto,
come nella GUERRA FRA I POVERI,
il punto è trovar accordi tra le masse;
e le nostre masse, dato che non vengono da fame atavica, ma da recenti spread....pensano ancora al cellulare che non possono comperare, alla gnocca, alle vacanze non fatte o alla partita della domenica.
In questi processi rimangono vitali 2 componenti:
L'INFORMAZIONE e L'EDUCAZIONE;
dove ahimè noi scarseggiamo un pò...da disinformazione di regime ad educazione puttanesca o alla furbizia.
In definitiva,
che Dio ci salvi o ci fulmini...decida Lui !!
A noi non resta che il M5S...

Il Portatore

roberto p., genova Commentatore certificato 09.08.12 14:41| 
 |
Rispondi al commento

josefa....anche le pulci hanno la tosse.ma per favore.....ma invece di dire la verità...attacchi il movimento,sei un ipocrita,e anche mal consigliata.

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggete qui sul coni
http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/i-coni-di-petrucci-da-una-parte-lo-scorso-26-giugno-la-coni-servizi-42590.htm

Luca C., Termini Imerese Commentatore certificato 09.08.12 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Aumentano i post di gente pagata dai partiti! Azz ci sono i Leghisti che vanno per la maggiore! Scusate se chiedo, ai PD danno 100,00 euri al giorno per scrivere le loro puttanate nel blog. A voi Leghisti di merda quanto danno? Visto che siete inkazzati e frequenti dovreste farvi dare 200 euri al giorno. Io per meno non mi venderei.

Beppe la facciamo un po di pulizia??????

Claudio ., Sanremo Commentatore certificato 09.08.12 14:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Sono decenni che in Sud America si parla di riforma agraria, sovranità alimentare ed economia solidale"... belle parole, ma prima occorre ridurre l'evasione e la corruzione e fare leggi anche per permettere di contrastare la crminalità!

bulba p. Commentatore certificato 09.08.12 14:33| 
 |
Rispondi al commento

No Beppe, i campesinos no, per favore.

Con tutto il rispetto per queste persone, al sottoscritto dei campesinos importa un fico secco.

La prossima volta mi sa che ci dovremmo sorbire un post sugli psicologia degl' Intillimani o sul rischio di estinzione insetti dell'Amazzonia.

Nel frattempo i parlamentari italiani si godono i soldi delle nostre tasse.

THX 1138

Roberto Duvallo 09.08.12 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Direi di aprire un dibattito o una condivisione di idee solo a chi si certifica.
le mail improvvisate sono 90% di troll o di persone in malafede.

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Josefa Idem: “Beppe Grillo? E’ una patacca”"
:http://www.blitzquotidiano.it/sport/josefa-idem-beppe-grillo-patacca-1320254/
Tutto fa brodo contro Grillo,l'unico vero tormento che toglie il sonno alla casta , i pennivendoli sono pronti ad arruolare di tutto anche un atleta famoso come Josefa Idem peccato che parli con la tessera del PD in tasca . Se la cantano e se la suonano in famiglia . A questo punto mi aspetto la scomunica della chiesa al M5S prima delle lezioni .Agli italiani rimane solo questo Blog per sapere verità che si nasconde dietro queste false notizie.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.12 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL POLITICO ITALIANO

Il politico in Italia e' una persona fanatica ,uomo  o donna  ha sempre quella puzzetta sotto il naso e troppo spesso ha grandi poteri.
Il politico in Italia lo riconosci per l'irritante atteggiamento  di superiorita' che sente di avere rispetto al popolo.
Il politico in Italia sente di poter realizzare ogni suo sogno a discapito degli altri e non accetta sconfitte,
vuole essere sempre vincente anche verso la sorte.
Il politico in Italia vuol mettersi in mostra per far vedere la propria bravura,e 
impone la sua volonta',senza avere problemi di schiacciare e tormentari gli altri.
Il politico in Italia non concepisce la fine del proprio dominio , la sconfitta,la fine del ruolo.
Il politico in Italia,di fronte ai problemi non si sofferma,divaga,aggira l'ostacolo,parla di altro,si allontana.
Il politico in Italia crede di non invecchiare mai,ostentando le sue doti,le sue qualita',le sue ricchezze.
Il politico in Italia in caso di malattia fa' credere che e' in vacanza,perche' la malattia colpisce i fragili e i deboli.

Neanche in punto di morte cerca di purificarsi l'anima......
forse ' perche'non l'ha mai avuta.

Mi sono semplicemente prestato a trascrivere un testo di Ester Eroli ,La morte dei superbi ,cambiando la parola SUPERBO  con POLITICO.

Sabrino Di Renzo, Gradara Commentatore certificato 09.08.12 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.liberoquotidiano.it/news/home/1068221/Attacca-Grillo---E--una-patacca---La-Idem-vince-lo-stesso.html

Josefa parli come Borghezio.
Josefa, pensa a pagaiare, anzi, a riposarti, mi sa che il troppo allenamento ti ha bruciato i pochi neuroni che hai!

Alessandro T. Commentatore certificato 09.08.12 14:21| 
 |
Rispondi al commento

siete proprio dei deficienti

claudio casalini 09.08.12 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Ultimamente sono contro il fatto, ma questa iniziativa la firmo!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/08/09/stato-mafia-pm-accerchiati-nostra-raccolta-di-firme-per-rompere-silenzio/321271/

Alessandro T. Commentatore certificato 09.08.12 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Oggi la nostra Josefa Idem dice : “Beppe Grillo? E’ una patacca”” e chi dice niente è una considerazione che ognuno è libero di fare.
però la nostra Joseffa Idem dal 2001 al 2007 è stata nominata assessore allo sport del Comune di Ravenna nelle liste de L’Ulivo.
Dall’ottobre 2009 è responsabile Sport del Partito Democratico dell’Emilia-Romagna. (fonte wikipedia)
Ma scometto che sicuramente darebbe delle patacche anche a Romano Prodi, Francesco Rutelli, Massimo D’Alema, Giuliano Amato e Pier Luigi Bersani !!! XD

Marco Di Giusto 09.08.12 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tempo fa qualcuno ha affermato che pagare le tasse è bello.certo.se hai la sensazione di comprare qualcosa o di fare beneficienza.ma se hai la sansazione che stai pagando il pizzo come fa ad essere bello?

vito asaro, mazara del vallo Commentatore certificato 09.08.12 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Buondì blog! Post sempre piu azzeccati caro Beppe...
Io lo dico da sempre
Tornare alla terra ci salverà da noi stessi.
E cmq se non ci dimentichiamo da dove veniamo
possiamo fare e andare ovunque...
Ciao

daniela s., parigi Commentatore certificato 09.08.12 14:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

una cosa non capisco.siamo falliti e fingiamo che non è vero.siamo malati terminali e continuiamo a cercare tra quei farmaci che conosciamo e che abbiamo già inutilmente sperimentato.non sarebbe piu semplice accettare la realtà?non è possibile curarsi ignorando la malattia.ci vorrebbero decisioni forti,vere.purtroppo non vedo niente all'orizzonte.il movimento5 stelle è positivo ma mi sembra troppo poco e troppo embrionale per far fronte alla situazione.lo voterò perchè non c'è scelta sapendo in cuor mio che la fine arriverà in ogni caso.non saranno questi quattro politici di merda che decreteranno la nostra morte ma la nostra incapacità di essere un popolo con gli attributi.povera italia.(ammesso che l'italia sia mai stata una nazione vera.)

vito asaro, mazara del vallo Commentatore certificato 09.08.12 14:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La lega è la peggior cosa nata dopo il fascismo.
Poi c'è il nano....la russa....casini....va bè insomma,di storture ne abbiamo viste.

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Fino a quando rafemo parlare, ma soprattutto, qualche coglione di giornalista si ostinerà a pubblicare la merda che esce dalla fogna di Borghezio, cosa volete che pensino all'esterno del nostro paese??????

Ma soprattutto, vi rendete conto dell'intelligenza che può avere uno che vota Borghezio???

DISARMANTE

Alessandro T. Commentatore certificato 09.08.12 13:58| 
 |
Rispondi al commento

molto bravo fini a saltare sul carro dei vincitori, in eccellente compagnia, l'assalto alla diligenza senza colore politico
complimenti..

non c'è Dio senza verità 09.08.12 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Tutti sti extracomunitari!
Vorrei vedere quanti ce ne sarebbero, se ministro dell'interno fosse Maroni, ministro di grazia e giustizia fosse Alfano, e se la legge si chiamsse Bossi-Fini!

antonio d., carrara Commentatore certificato 09.08.12 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Dal Minipost a futura memoria:
Gli Insubri, insieme alle popolazioni galliche, entrarono in conflitto con i Roma-ladrona le cui mira espansionistiche si prefiggevano di giungere alla cresta delle Alpi. Nelle elezioni del 2013 la coalizione venne sconfitta prima a Varese,a Milano e alle sorgenti del Po ed infine a Pontida.
Questa occupazione fu molto breve, poiché quattro anni dopo Alfano trovò negli Insubri degli alleati fedeli. Il cavaliere insubre Nanazzo nel 2014 compì la vendetta del suo popolo uccidendo il consoleBossi, colpevole di aver promosso politiche e campagne anti-celtiche. Solo nel 2015, dopo la pausa delle ferie di Agosto, Roma-ladrona riportò la vittoria finale contro gli Insubri grazie al triunvirato Bersani-Casini-Vendola.

oreste mori, La spezia Commentatore certificato 09.08.12 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Ho venduto casa è voglio creare un progetto ecosolidale un villaggio dove mettersi in gioco e lavorare la terra forum aaterranuova.it creiamo un futuro semplice e prosperoso senza coyote e avvoltoi . Nel rispetto della vita e della terra martoriata.

sal 09.08.12 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il divario tra prezzo all' origine e ricarico deve essere stabilito per LEGGE altrimenti ogni discussione e' inutile! Non esistono coyotes ma solo politici corrotti. Ai latino americani(ma anche agli italiani) dico: iniziate a eliminare(anche fisicamente) questi che il resto verra' da solo.
E mo' Bongiorno!!!!

luis p Commentatore certificato 09.08.12 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma quanto godo ogni volta che apro la pagina del comune di Sarego......grazie grazie grazie.
governato dal MOVIMENTO CINQUE STELLE.....Calderoli & Co....ma quanto vi brucia?
Altro che i roghi e gli incendi.....

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 13:43| 
 |
Rispondi al commento

CARA maria scampini, io ABITO al confine con la svizzera, sono nordico e molto, ma molto piu' intellligente di te, scema cosmica, la mia intelligenza mi fa capire che nel mondo, siamo TUTTI uguali, qualcuno purtroppo nasce piu' sfortunato, ma tu queste cose NON le puoi capire, continua ad occuparti di legnetti per il fuoco, IDIOTA

ermanno c. Commentatore certificato 09.08.12 13:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, tutte le idee sono da valutare ci mancherebbe, ma è anche vero che OGGI viviamo nell'era dell'informatica.

E in questi tempi è fondamentale il tempo di latenza.


Il tempo di latenza è la differenza temporale fra il concepimento di una nuova idea e la sua accettazione da parte del settore.

Nel ramo informatico, il tempo di latenza è pari a 1 anno.
Nel ramo aerospaziale, il tempo di latenza è pari a 2 anni. Ciò significa che occorrono solamente due anni perché una nuova idea sia concepita e poi adottata dal settore.
Nel ramo dell'istruzione, il tempo di latenza è pari a 50 anni.

Molte persone (la stragrande maggioranza della popolazione, il 95% degli italiani, ad esempio) non si è accorta che l'era industriale è finita ed è iniziata l'era tecnologica ovvero l'era dell'informatica.

Nell'era della tecnologia, è nato il www, il World Wide Web; con il www, il controllo è alla portata di tutti; non è più come una volta (non sto parlando di 700 anni fa, eh) che nell'era industriale due superpotenze avevano il totale controllo e la gente viveva nella paura di una guerra nucleare fra esse.

Nell'era informatica, il World Wide Web, non ha lasciato nessuno in una posizione di controllo.
Attualmente, oggi, ora, adesso è la Legge di Moore che ha il controllo.

E la Legge di Moore afferma che le informazioni e la tecnologia stanno raddoppiando ogni 18 mesi, il che significa che ognuno di noi ha bisogno di raddoppiare le proprie informazioni, ogni 18 mesi, altrimenti rischia di rimanere indietro.

Per questo nell'era tecnologica ciò che impari non è importante come la velocità con cui impari.
Oggi è rischioso ricevere consigli da chiunque possieda vecchie informazioni.... e nell'era informatica una cosa può essere vecchia anche se ha solo 18 mesi....

PER QUANTO CONCERNE L'ECONOMIA SENZA INTERMEDIARI IN Centro-America HANNO I COYOTES NOI IN ITALIA ABBIAMO I CO...I (LE BANCHE)....

Chi ha orecchi, intenda!

U. Marco Calì

www.sapienza-finanziaria.com/



Caro giovannino ,

Gli slogan della Lega Nord sugli extracomunitari sono noti:
"Mandiamoli a casa", "Vengono qui a rubarci il lavoro", "Sono ladri e criminali".

Adesso la situazione si è capovolta. E sono gli extracomunitari a chiedersi:
"Ma chi sono i ladri criminali da mandare a casa?".

Roberto B. Commentatore certificato 09.08.12 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Lo inserisco di nuovo non avessi capito bene.
Villa La Favorita,Sede del parlamento padano,Sarego.
http://www.comune.sarego.vi.it/hh/index.php
CASTIGLION ROBERTO SINDACO
LUZI MANUELA VICE SINDACO
TREGNAGHI IVANO ASSESSORE
BURINATO DIEGO ASSESSORE
ZORDAN MARCO ASSESSORE
Tutti del MOVIMENTO CINQUE STELLE.
sssssssshhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh.
muti.
Non vi vogliono più...siete stati scoperti.

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Coltivazioni in monocoltura per il commercio non possono essere un’economia senza l’onere della grande distribuzione e quindi della mediazione: solo le colture a km zero sarebbero esenti dalla necessità di essere “spacciate” e quindi anche trasportate come è ovvio, nel mercato globale.
A questo punto “Si produce ciò che si mangia e si mangia ciò che si produce” e questo va verificato alla luce delle reti che davvero si spera possano partire e liberarsi delle altre gabelle che gravano comunque su ciascun produttore e consumatore: l’acqua, l’energia, i trasporti, l’istruzione, la salute e tanto ancora dovrebbero essere altrettanto liberi e coinvolti nello scambio solidale. Significa fondare un’economia “fuori mercato e anche fuori legge” che non si basi su calcoli di valore ma su ragionamenti collettivi da parte di persone che abbiano il potere di rifiutare di pagare per i monopoli statali e privati per qualsiasi necessità ritengano che debba essere soddisfatta in modo collettivo e solidale, ricreando da zero un nuovo rapporto tra di loro a prescindere dagli obblighi imposti dalle istituzioni vendute e conniventi con le multinazionali globali.
Ovviamente queste filiere di autoproduzione all’insegna dell’autosufficienza e della libertà collettiva non sarebbero necessarie solo in Guatemala, anzi sono necessarie proprio qui perché il nostro mercato possa vivere senza le esportazioni a cui sono costretti a lavorare laggiù adesso, per vendere i prodotti qui e morire di fame lì.

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 09.08.12 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

Anche in Italia il problema dell'agricoltura non è Bruxelles o le quote latte ma il fatto che i prodotti non siano pagati correttamente e che tutto il margine vada alla grande distribuzione.

Per questo ci sono molti terreni incolti o i produttori mettono i pannelli solari a terra per integrare il reddito.

L'unica modo per risolvere la situazione è creare un sistema distributivo diverso che abbia come obiettivo di massimizzare il reddito dei produttori e minimizzare il prezzo finale al cliente. Tutto ciò che sta in mezzo (trasporto, conservazione ecc) deve essere il più basso possibile e strumentale a questo obiettivo!

Per far questo non penso servano leggi speciali o incentivi ma semplicemente un sito che organizzi il processo.
Ci credo talmente tanto che ho mollato il mio lavoro precedente (in finanza) e mi sono aperto un sito per la vendita di prodotti a km0 con consegna in bicicletta. Non so se spopolerà però se anche solo 100 persone decidono di comprare sempre così per me è già un successo e sicuramente mi fa sentire meglio che non vendere prodotti finanziari pacco!

Ciao a tutti e grazie.
Stefano

Stefano C. Commentatore certificato 09.08.12 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riprendo il post di roberto, su bossi

quando e' stato malato PERCHE? e' andato in svizzera?
NON s fidava forse delle vacche padane?

ermanno c. Commentatore certificato 09.08.12 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

onestà inanazi tutto !!


inputazioni alla famiglia della LEGA NORD !

•Rosy Mauro (Vicepresidente del Senato): Soldi al sindacato SINPA (Sindacato Padano) per 60.000 euro; Diploma e Laurea in Svizzera per 60.000 euro

•Pier Moscargiuro (compagno della Mauro): Diploma e Laurea per 60.000 euro + contratto di consulenza al Senato

•Umberto Bossi: spese mediche + vacanza ad Alassio nel 2011

•Manuela Bossi (moglie di Umberto):80/100.000 euro di contributo alla sua scuola + 800.000 euro per ristrutturazione Villa Gemonio

•Renzo Bossi (figlio di Umberto):Audi A6, Smart, Laurea Privata (130.000 euro) + spese private 1000 euro consegnati più volte al mese

•Riccardo Bossi (figlio di Umberto): BMW X5 + spese legali per protesto e cartelle esattoriali

Roberto B. Commentatore certificato 09.08.12 13:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"qui da me , taglio un pezzo di ramo (8/10 cm diametro) , lo lascio essiccare 6/8 mesi , lo metto in stufa con alcool, carta, cartone: oeh...vigliacca boia .. non vuole proprio bruciare!!!"
A giovannì c'avevo raggione quando dicevo che i romeni ti portavano il rame!
Razzista ricettatore!

oreste mori, La spezia Commentatore certificato 09.08.12 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi inserisco nella polemica sui gioielli di famiglia italiani, roba antica che se non trova un amatore non se la fila più nessuno
sempre la solita memoria corta che viene in soccorso agli italiani nei momenti topici...

CE LI SIAMO GIA' SVENDUTI A SUO TEMPO BELLI !

ora possiamo solo ricompraceli, se non capiremo questo il colosseo a voi romani ve lo sfileranno di sotto al naso, tempo al tempo...

non aprite quella porta 09.08.12 13:23| 
 |
Rispondi al commento

NON CENTRA CON IL POST SCUSATE PER IL MAIUSCOLO MA
VOGLIO DIRE GRAZIE A JOSEFA IDEM , IN QUESTO MONDO DI LADRI FA SEMPRE PIACERE SAPERE CHE ESISTONO PERSONE
COME LEI!

sfolla teorie 09.08.12 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Domanda "Egregi membri dei partiti politici Italiani
cosa avete fatto per il vostro paese e per i vostri
elettori?"
Risposta...............inattesa
"Comunque abbiamo nominato i tecnici per risolvere la crisi"
"Quindi ammetterete che è stata una debacle della politica Italiana!??!"
Risposta non pervenuta.
Visto che dalla crisi non siamo ancora fuori,
visto che la cura non funziona
e vista soprattutto la vostra incapacità nel governare il paese ITALIA,
vi consiglio di cambiare mestiere,e di trovarvi un lavoro,che penso sia un pò difficile in questo periodo
BENVENUTI IN ITALIA!!!!!!!!!!!

Michele A., VENOSA (PZ) Commentatore certificato 09.08.12 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Ci prende lo sconforto ogni volta che guardiamo un TG.L'italia del negativo ormai peggio di una malattia cronica ci viene sbattuta in faccia con il fatidico "ricordati che devi morire" Vorrei modestamente richiamare l'attenzione sulla sconfitta palese di questa politica di governo cosidetto tecnico a proseguio dei rubapolli precedentima in fin dei conti imposto alla grande senza una sensibilità e scelta democratica e per di più fallimentare nel suo cieco procedere in una direzione smentita da fior di premi nobel dell'economia mondiale e imprenditori e lavoratori di ogni settore socioeconomico.L'intemediazione nel mondo non funziona più.La parola in se vorrebbe dire quello che devo fare io fallo tu che è meglio.Su questa visione e realtà si basa la politica e la dinamica politica oggi in Italia ad esempio dove volenterosi e raggiranti politici degni di*votantoniolatrippa*scorrazzano per le stanze governative a studiare come meglio inguaiarci visti i risultatii sotto gli occhi di tutti come ben si sà.Adesso attenti e lungimiranti giornalisti colgono negli occhi del potentame sguardi smarriti e preoccupati nonostante gli strombazzati attesi risultati mai giunti se non a peggioramento di tutto e tutti.La regola implicita e in odor di verità nel Movimento Cinquestelle e'quella di rimboccarsi le famose maniche trasformando il ciarlare in fatti e le intenzioni in azioni concrete. Siamo ridotti a mendicanti tra poco proseguendo sulla strada dei tagli e delle tasse inique ed intollerabili per pressione fiscale senza nessuna,nessunissima crescita e sviluppo.Sono governanti ritagliati dalle riviste economiche di Paperopoli. Basta "Intermediazioni"Di ogni tipo.Cominciamo studiando ed applicando il miglior sistema diretto democratico,equo e corretto per rappresentare noi stessi con il nostro desiderio,voglie e diritto sacrosanto di una vita migliore.

Francesco Roma*****
Iscr.tto 5Stelle
Roma

Francesco Roma***** 09.08.12 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sto assistendo,per ragioni di salute,al terrotismo televisivo.
Allarmi per la crisi.
Allarmi perchè seguiremo la Spagna e la grecia.
Allarmi per le varie emergenze.
Allarmi per il debito pubblico.
Allarmi per alleanze politiche(inciuci).
Bene,anzi male perchè non ritornare ad una politica-economica-finanziaria nazionale?
Perchè continuare con questa agonia?
perchè non ritornare alla nostra mometa dopo aver mandato a mare i Partititi che sono stati la nostra rovina?
Perchè non ritornare a battere moneta?
Perchè dobbiamo svenderci i nostri gioielli?
Perchè non si vendono i loro?
Ma stamo ancora qui a raginare...scusate lo sfogo..in questi giorni sto seguendo,purtroppo i midia, e mi rendo conto che noi cittadini non contiamo un caxxo.
Ho timore che saremo in fallimento prima delle elezioni,se ci saranno!
Un saluto a tutti.

oreste mori, La spezia Commentatore certificato 09.08.12 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si però Gengis Khan ha ucciso il suo fratellastro..

non c'è Dio senza verità 09.08.12 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Bersani, riferito all'unione europea e alla tenuta dell'euro
"una famiglia non si salva ammazzando qualche familiare"
hey tu, dico a te, lì in mezzo al pubblico

non c'è Dio senza verità 09.08.12 13:05| 
 |
Rispondi al commento

In realtà a mio avviso ciò che favorisce in genere la prosperità di chi produce e di chi compra sono proprio gli intermediari, che proprio come indica il termine mediano tra chi compra e chi deve vendere. Nella nostra società poi se non ci fossero gli intermediari che interpretano e spesso generano i bisogni dei consumatori tutto si ridurrebbe a raccogliere la frutta dagli alberi, se è questo ciò che vogliamo... Io credo invece che alla maggior parte della gente vada bene poter avere un casa, una macchina, andare a bere qualcosa dopo lavoro uscire per cena e guardarsi un film al cinema. Le due opzioni di vita sono alternative ed opposte sia ben chiaro, non è che dopo aver vangato tutto il giorno hai anche voglia di andare a bere uno spritz! quindi diciamo la verità la comodità della vita attuale ci sta bene anzi benissimo anche se sappiamo che ciò va a scapito di tantissime persone. Ciò che ora invece fa paura è non potersi più permettere questo stile di vita ed allora apriti cielo: è come se ad un Re mancassero i domestici...
In realtà secondo me non abbiamo nessuna voglia (e forse nessuna possibilità) di cambiare le cose, vedi ad esempio il M5S... da quanto tempo siamo qui sul blog a smenarci con questi discorsi? Beppe lo diceva da una quindicina di anni che il debito pubblico italiano era insostenibile (e lui non è che sia un profeta o un grande economista!) e noi cosa siamo riusciti a combinare nel frattempo? Berlusconi in uno o al massimo due anni ha vinto le elezioni nazionali, Bossi anche lui in brevissimo tempo è andato in parlamento e noi siamo ancora qui sperando che nel 2013 ci si arrivi... sempre ammesso che nel frattempo in europa non si vada verso un'unione politica (come credo possa avvenire) dove i governi nazionali (federali) non conteranno più un cazzo...
L'unica cosa che avremmo dovuto fare (ed era alla nostra portata) non siamo stati capaci di farla: mettere gente competente al governo. Vi siete mai chiesti il perchè?

Antonio Manià (carpe.diem) Commentatore certificato 09.08.12 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi piace il lavoro di Di Battista: complimenti, bravo!!! Il problema della terra colpirà anche i paesi del primo mondo, le grandi multinazionali stanno acquistando grossi lotti di terreni perché con i cambiamenti climatici e dopo il picco del petrolio sarà importante avere terra. Si stanno creando grossissimi latifondi che mettono una ipoteca sul futuro dei popoli, bisogna fermarli subito, fino a che abbiamo una forza democratica, prima che sia troppo tardi.

MrTitian 09.08.12 12:57| 
 |
Rispondi al commento

la lega,secondo me,è composta da persone che non hanno il senso della condivisione,ma si chiudono in se stessi,facendo riunioni nei sottoscala condominiali e maledicendo tutto e tutti,rimpiangendo "quando si stava peggio,ma i treni arrivavano in orario!"e tirando fuori,genialata di maroni,l'insubria,che come la storia ci insegna,divenne fedele alleata di Roma.
Ma non sarebbe meglio invece che pensare a come fare per non evidenziare i buchi di partito lasciati da cota e company....denunciare quello che sapete e riformarvi veramente?Più andiamo avanti e più tornate indietro nel tempo,addirittura al prestorico.

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solo alcune domande.
Nel post è detto che, adottando quel sistema, la qualità dei prodotti cresce.
Bene, ma in che modo?
Quali sono le garanzie sulla salubrità dei prodotti?
Non che io voglia fare il guastafeste, ma non credo che un prodotto per il solo fatto di acquistarlo direttamente dal contadino sia più sano di quello che compri al supermercato, dove sicuramente fanno più controlli,se non altro, per non perdere la faccia. Il contadino usa pesticidi, anticrittogamici, concimi nella giusta quantità o per caso non abbonda per incrementare il raccolto e dargli un aspetto migliore?
Chi controlla?
Chi garantisce?

silvano de lazzari 09.08.12 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Sono appena tornato dalla Turchia dove sono andato per vacanza e già che ero la mi sono comperato l' Epo.

Non ho potuto dire di no.

Sono entrato in una Farmacia per comperare un collirio e c'era il cartello, in italiano, che pubblicizzava l' uno + uno.
Comperi una dose di Epo e te ne regaliamo un' altra.

Allora già che c'ero mi sono preso anche due Kg di nandrolone e poi un' altro Kg di una polvere gialla che pare zafferano ma che mi hanno assicurato che mi fa correre come una saetta.

Adesso vado in bagno e me ne faccio una dose, tanto il mio allenatore è fesso e pure i dottori che mi seguono sono degli allocchi che non se ne accorgono.

Nino Gianchi 09.08.12 12:41| 
 |
Rispondi al commento

in italia vengono a venderci ciondoli e collanine.


chissà che utilità per noi italiani comprare le cianfrusaglie peruviane.


Se va bene quelli si fanno un po di soldi e li mandano al paese mentre se va male scappano e lasciano il debito qui in collo a noi che tanto equitalia in quei posti non può fare nulla.


ma va bene così perché il buonismo italico è infinito e noi vogliamo tutti andare in paradiso.

bruno bassi 09.08.12 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alle volte, mi prendono seri dubbi sulla reale capacità di M5S di costituire in futuro un autentica forza di governo.
Che sia cioè in grado di passare dal momento della protesta, giusto e condivisibile, a quello della proposta.
Mi preoccupa la presenza sul blog di una consistente compagnia di cerebrolesi (altro che Maroni), esemplari campioni di quell’opera di disinformazione messa in atto da quella stessa stampa di regime che essi stessi dicono di combattere.
Comprensibile se espressione di punti di vista personali di individui, imbevuti della secolare subcultura nazionalista e romanocentrica, che per oltre un secolo, attraversando epoche e regimi statuali diversi, è stata loro conculcata falsifcando la storia, manipolando le cronache, strumentalizzando fatti ed eventi a fini propagandistici, oscurando crimini e misfatti commessi ai danni delle popolazioni locali in nome dello stato unitario.
Assai meno comprensibile, se a farsene carico è una “struttura” che ufficialmente si richiama al movimento 5 stelle.
Sarebbe bene che si questi argomenti il movemento assuma una posizione ufficiale, di conferma o smentita della posizione assunta dal gruppo di Novara.
Diversamente c’è il rischio che possa avere ragione Casini.

Enrico Pascolo Commentatore certificato 09.08.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lumia (pd) e Alfano (pdl) stanno tentando di convincere Binnu Provenzano a pentirsi.

uno stralcio del colloquio tra di due

«Un uomo con la schiena diritta sta con lo Stato e la legge dello Stato» ha provato a stimolarlo Lumia, componente della commissione antimafia di cui in passato è stato presidente. Ottenendo però un'unica e poco promettente risposta: «Sia fatta la volontà di Dio». Il senatore ha insistito sostenendo che «non c'è Dio senza verità», e allora il boss ottantenne è tornato sul discorso dei figli. Chiedendo come avrebbe potuto aiutarli, nella sua condizione di ergastolano sottoposto alle regole del «carcere duro». I parlamentari ne hanno subito approfittato per ricordargli gli «strumenti della legge» utili a mutare le condizioni di vita anche dei figli dei collaboratori di giustizia impegnati a «fare uscire una volta per sempre la verità». A questo punto il padrino corleonese è sembrato mettere le mani avanti, e come se volesse giustificare il suo silenzio ha sostenuto «di non avere più una buona memoria, e quindi di avere paura di fare "malafigura"». Ma il suo problema restano i figli, quasi una fissazione, perciò ha domandato ai due parlamentari in visita se potevano autorizzarlo ad avere colloqui con loro. «No», gli ha risposto ovviamente Lumia. Ricordandogli però che poteva rivolgersi ai «magistrati seri e trasparenti» che indagano sui fatti di mafia e avrebbero potuto ascoltare le sue richieste..."

non aprite quella porta 09.08.12 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Capisco che perdere l'80% dell'elettorato per la lega deve essere stato un duro colpo....ma non capisco perchè il 20% rimasto(2)devono venire in questo blog....stanchi di stare da soli?
ahahahahahahaharghhhhh.....
dai postate un altro pò.....altrimenti ci cadete in depressione e vi dobbiamo pagare anche l'assistenza psicologica domiciliare.

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scoperto dalla Guardia di Finanza
giro di fatture false per 100 milioni
Conclusa una complessa indagine contro l'evasione fiscale nel settore calzaturiero nelle province di Macerata e Fermo. 32 le persone denunciate.


LA BELL' ITALIA CHE PIACE ALLA DESTRA FASCISTA e ALLA SINISTRA SENZA ARTE NE PARTE.

Se non ci fossero i magistrati sarebbe il paradiso.

Ma chi ha inventato i magistrati ???

Fausto Bellini 09.08.12 12:21| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE Ammettilo, Scwarzer è venuto da te a prendere l'EPO :-) :-)

Avevi combinato tutto, post sulle olimpiadi, dichiarazioni di Petrucci e sfanculata di Schwarzer!!!!!

Adesso lo vogliono fare testimonial.....

MA DI COSA STIAMO PARLANDO?????????????????????

Alessandro T. Commentatore certificato 09.08.12 12:14| 
 |
Rispondi al commento

LA CIVILTA\' DEI PADRONI USA
La condanna a morte di Marvin Wilson e' stata eseguita. Martin Wilson era un
ritardato mentalmente.
La Corte Suprema degli USA ha respinto poche ore prima dell'iniezione letale l'ultimo
tentativo di appello dei legali di Wilson.
La corte suprema degli USA non ha niente da invidiare a Hitler.

Gli USA sono ammirati dai padroni di tutto il mondo per la loro inciviltà

. . Commentatore certificato 09.08.12 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In lavoro del politico è quello di metterti la vaselina mentre qualche potente o qualche mafioso te lo sta per inserire.

L' unico potere che hanno dato al popolo è quello di scegliere chi gli deve spalmare la vaselina.

Sandro Cosini 09.08.12 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Non mi diverte neanche più smerdare questi quattro cialtroni di legaioli.Sono talmente "trotati" che è troppo facile.
Pregasi intervenire altre forze politiche per un contraddittorio,con loro non c'è gusto.
I loro post sono inequivocabilmente fuori da ogni logica.

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le possibilità di ottimizzare ogni procedura economica sono tantissime. E queste riportate possono andare spesso molto bene. Ma corriamo il rischio di distogliere la ns. attenzione dai veri problemi che per quanto riguarda l'italietta sono soprattutto LA CORRUZIONE.
Dobbiamo essere molto finalizzati ed avere un primario obiettivo che riguarda azzeramenti e riduzioni delle malespese dello Stato:
- Meno parlamentari
- Meno dirigenti statali
- Meno consulenze statali
- No superstipendi statali
- No superpensioni statali
- 1 solo statale per nucleo familiare
- No altri lavori per dipendenti statali
- 1 solo stipendio per politico
- Abolizione province ed enti inutili o trasformazione di questi in enti produttivi . per esempio le comunità montane in alberghi...
- Vendita RAI. Un solo canale pubblico per sola informazione gestita un'ora dalla maggioranza e un'ora dalle opposizioni.
- No TAV e spese contro le volontà dei cittadini
- No spese militari
- contenimento autoblu e blindate...
Contenimenti di tutte le malespese dello Stato.

Poi, ottimizzazione delle procedure burocratiche.

Poi, abolizione degli albi professionali

Poi, rivisitazione delle attività delle caste dei notai e dei farmacisti. Meno incombenze ai notai e completa liberalizzazione delle farmacie.

E poi.....anche quello citato nell'articolo e qualsiasi altra misura che sia ottimizzatrice delle procedure economiche a vantaggio di efficienze e produttività.......

roberto d'iseppi, verona Commentatore certificato 09.08.12 11:53| 
 |
Rispondi al commento

la parole di Don Lupo, del partito dei preti siciliano

”Le messe non diventeranno dei comizi elettorali questo è sicuro – ha specificato don Lupo – ma l’impegno politico di ogni membro della comunità non va nascosto, fa parte della sua persona. Non possiamo restare indifferenti ai bisogni temporali dell’uomo”. E così sia.

non aprite quella porta 09.08.12 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco le parole rilasciate dalla signora Manuela, moglie del senatur: “La moglie di Bossi: “E’ stato terribile, erano in quindici, due ci tenevano sotto scacco e gli altri ristrutturavano”

Lo scenografo per padani di sesta generazione, Peppiniello Iannuziello, ha commentato: “Capisco il dramma… vedere aggirarsi per casa falegnami e muratori (magari, anzi, sicuramente EXTRACOMUNITARI) che ti sistemano la casa coi soldi di altri e tu non puoi fare nulla per impedirlo…”

Roberto B. Commentatore certificato 09.08.12 11:50| 
 |
Rispondi al commento

io so' benisssimo che i nostri limiti sono questi, il limitarsi a scrivere su un computer, pero' so'altrettanto bene che un voto dato a gente onesta, seria, quali potrebbero essere i candidati al m5s, cambierebbe la situazione
noi siamo pacifici, pazienti, i forconi lasciamoli ai padani, noi siamo tanti gandhi italiani

ermanno c. Commentatore certificato 09.08.12 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nasce in sicilia il partito dei preti

"il cristiano non può rimanere indifferente ai bisogni concreti dei fratelli, com’è scritto per esempio nella parabola dei pani e dei pesci. Bisogna provvedere anche a bisogni materiali. Non ci può essere separazione all’interno dell’uomo fra componenti religiose e profane”

non aprite quella porta 09.08.12 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia i prezzi delle abitazioni sono alti perché alla Mafia fa comodo cosi.

La Mafia costruisce le case tramite le proprie imprese edili e stabilisce i prezzi.

La Mafia è sostenuta dalla politica e dalle istituzioni.

La Mafia è il cancro del paese.

La Mafia diceva che la Magistratura era il cancro del paese.


Giovanni Sordi 09.08.12 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Comunismo reale e capitalismo erano due sistemi entrambi profondamente malati e carichi di problemi, ma c'era una sorta di equilibrio nel mondo, sia pure discutibile: gli uni non potevano opprimere troppo i dissidenti e affamare il popolo o le sirene del "mondo libero" avrebbero prevalso. Gli altri erano costretti a concedere qualche privilegio alla forza lavoro, per non rischiare ribellioni, finche' c'era un modello alternativo di riferimento.

Il piu' debole intrinsecamente dei due e' crollato, l'altro si e' proclamato vincitore, e senza piu' freni ha stabilito il trionfo del libero mercato, dell'individualismo e della disparita' sociale. Le conseguenze le vediamo: miseria morale e materiale pseudo abbellita di orpelli.
Essendo pero' anch'esso un modello pieno di problemi e difetti, e' destinato a crollare su se stesso.
Se non vogliamo che questo significhi guerre, rivolte, carestie e caos, dobbiamo costruire un nuovo modello antagonista, un modello che recuperi solidarieta', principi etici, importanza di reti e affetti, valore alle persone e all'ambiente in cui viviamo.
Per ritrovare non solo la speranza e un futuro, ma quel diritto alla felicita' che un mondo chiassoso,di gioia finta, in realta' profondamente disperato e alienato, ci ha tolto.

Noi del MoVimento possiamo e dobbiamo dare il nostro contributo per costruirlo, guardando agli esempi di quelle societa' che ancora non si sono fatte piegare del tutto a questo consumismo lavacervelli.

milena d., savona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.12 11:43| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non posso più sentir parlare coglioni come Borghezio!!!!

Alessandro T. Commentatore certificato 09.08.12 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh...come non essere d'accordo con morales!
Il problema è farlo, ed è un problema grosso, ma così grosso da richiedere un cambiamento totale del paradigma politico-economico mondiale!
Attenzione, non sto dicendo che la lotta e l'impegno di queste organizzazioni siano inutili, tutt'altro, vanno sostenute e difesa, ma credo che sia venuto il momento di pensare in modo più globale ed omnicomprensivo, in termini di sistema, e non di singoli comparti!
Intendo dire che un operaio ed un campesino, ma anche un impiegato od un pensionato debbono perseguire lo stesso scopo, e cioè un cambiamento di sistema che non riguardi solo gli interessi particolari di ogni categoria, ma la filosofia produttiva generale, che non deve essere più rivola al profitto economico tout-court, ma al benessere effettivo del popolo!
E necessario trovare una sintesi tra tutti coloro che da diverse direzioni sono arrivati alla conclusione che il capitalismo, è utile solo ai capitalisti!
Uniti, si vince!

luca ., Ancona Commentatore certificato 09.08.12 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Villa La Favorita,Sede del parlamento padano,Sarego.
http://www.comune.sarego.vi.it/hh/index.php
CASTIGLION ROBERTO SINDACO
LUZI MANUELA VICE SINDACO
TREGNAGHI IVANO ASSESSORE
BURINATO DIEGO ASSESSORE
ZORDAN MARCO ASSESSORE
Tutti del MOVIMENTO CINQUE STELLE.
sssssssshhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh.
muti.

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che come M5S dovremmo fare una iniziativa a sostegno dell'opera dei Magistrati Siciliani, visti gli attacchi concentrici delle attuali massime istituzioni del Paese.E' emblematica l'afferazione più volte enunciata dal PDmenoelle,ovvero che il Presidente Napolitano è l'unico Presidio Istituzionale che garantisce la democrazia nel nostro Paese.L'affermazione è gravissima in quanto stimola una domanda irrinunciabile :" se affermate questo allora vuol dire che è in atto un Colpo di Stato in Italia?". In quanto se è solo Napolitano ad essere l'unico presidio di democrazia, ciò significa che tutte le altre Istituzioni sono sotto scacco di GOLPISTI. Che in Italia ci sia un colpo di stato latente e strisciante è cosa nota dal 1948,i tentativi sono stati molteplici,e ci stanno provando ancora.E' evidente che il Presidente Napolitano non è l'unico presidio democratico rimasto nel Paese,in quanto ci siamo noi cittadini e il M5S,quindi quella affermazione vuole solo tutelare il sistema di potere di cui l'attuale politica è parte integrante.Quindi Beppe,credo che come M5S dovremmo fare una manifestazione a sostegno dei Magistrati Siciliani che indagano sulla trattativa mafia-stato. Ed essendo noi cittadini lo Stato,dobbiamo sapere chi millantando di rappresentarci ha trattato con i poteri criminali.Dovremmo farla subito una manifestazione che indichi che i cittadini italiani difendono e tuleano quei Magistrati,questa è una guerra Beppe,ela dobbiamo combattere, e a noi M5S ci tocca una responsabilità in più.Capisco che in Agosto una manifestazione a Roma possa passare poco visibile,ma a Settembre,che inizierà la campagna elettorale,dovremmo portare in piazza qualche milione di cittadini,e credo che molti milioni di Italiani stiano aspettando questo.I partiti e i sindacati tacciono,ma la trattativa mafia-stato è anche questione del LAVORO,senza legalità non c'è lavoro.Spero che tu sia convinto della necessetà di una manifestazione.Grazie e ciao.

Carmine Fascella 09.08.12 11:20| 
 |
Rispondi al commento

"Una nuova economia senza intermediari".
ma dove sta l'economia in Italia?
Noi facciamo "economia",nel senso che
stiamo sempre più attenti al centesimo,
ma per il resto dov'è l'economia?
Che fine fanno i fondi destinati
all'economia?Se li spartiscono
sempre le lobby delle grandi imprese.
Signori siamo falliti!Non esiste l'economia
in un paese fallito,esiste la ricostruzione.
Senza riforme strutturali ma di quale economia parliamo?Bisogna pensare a come ricominciare ad avere un economia italiana,poi possiamo pensare agli intermediari.

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Tu che fai ?
Paolo D., Padova


TI RISULTA ABBIA PRESENTATO LA DENUNCIA SOLO A SUO NOME O HA GIRATO L'ITALIA PER FARLA SOTTOSCRIVERE A MILIONI DI ITALIANI PRIMA DI DEPOSITARLA?

ENNESIMO PARTITO IN ARRIVO: MPL?

Deficienti al Governo 09.08.12 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo
la tua denuncia al Trattato di Lisbona è ormai vecchia di 4 anni, archiviata nel dimenticatoio.
Sarebbe ora di rinfrescarla e di usarla nella prossima campagna elettorale, l nostra situazione non dipende solo dal finanziamento ai partiti

Paolo D., Padova Commentatore certificato 09.08.12 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, quello di cui si parla nel post é quanto stanno già facendo (con le differenze dovute al contesto in cui attecchiscono)le Transition Town in tutto il mondo e, dal 2008, anche in Italia. Monteveglio, Bologna, Ferrara, Urbania sono luoghi in cui si stanno sperimentando sostenibilità e resilienza. Visitate il sito Transition Italia e organizzate un gruppo guida nel vostro comune. Ce la possiamo fare.
Agata Maugeri

agata maugeri 09.08.12 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Noi ci scambiamo i prodotti dell'orto come si faceva 30 anni fà. Es.noi abbiamo troppe patate,le scambiamo con chi ha troppi pomodori...ecc...Le sementi di certi ortaggi ce le mettiamo via,abitando in campagna basta sviluppare la mentalità.

rosanna toniazzo 09.08.12 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Ed una volta eliminati gli intermediari (gran parte del commercio) le forze lavoro liberate come le impieghereste? Forse a zappare la terra? ma se ci sono i trattori e le macchine agricole di tutti i tipi. Anche Stalin mise fuori legge il commercio e poi abbiam visto com'è andata...classi burocratiche egemoni e corrotte che dicono come il popolo si deve comportare, sangue, sudore e miseria la conseguenza. L'uomo "NUOVO" non esiste e non esisterà mai è utopia. Forse sitemi incrociati d'interessi, forse forze equilibrate possono risolvere certi costi politici; leggi ad hoc fatte rispettare. Ma il temporale se scoppia ha sempre una ragione e la tempesta passata porta benessere ed aria fresca per un pò.

franco rattone 09.08.12 10:59| 
 |
Rispondi al commento

http://www.rischiocalcolato.it/2012/08/euro-analisi-dettagliata-del-perche-dobbiamo-uscire.html

Donato Tobi () Commentatore certificato 09.08.12 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Ci siamo! Vai Josefa!!

Stefano m., reggio nell' emilia Commentatore certificato 09.08.12 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Cambiare modello di sviluppo? Perché no? Ma per cominciare appena a immaginare quale ci vogliono competenze. E bisogna dire la verità, almeno cercare di dirla. Conta di più lo spread. Perché lo Stato italiano, nonostante tutto, garantisce sanità, istruzione, giustizia, sicurezza, pensioni ecc. Lo fa spendendo il 55% del PIL, più di 800 miliardi di euro all'anno, che sono tanti, troppi. Sappiamo tutti che la platea di beneficiari della spesa pubblica è immensa, e comprende almeno un milione di dipendenti pubblici in eccesso, per non dire dei pensionati, in eccesso. Il fatto è che i soldi per pagare tutto questo ben di Dio lo Stato italiano li deve chiedere in prestito, mese dopo mese, ai mercati internazionali (se no smette di pagare stipendi e pensioni). Più lo Stato spende per interessi meno servizi può fornire ai cittadini. Adesso siamo a 80 miliardi l'anno circa per interessi. Ma se va avanti così arriveremo presto a 100. Il sempre più ingiuriato Massimo D'Alema ricordava l'altro giorno che alla fine dell'ultimo governo di centrosinistra lo spread era a poco più di 20. Per non dire che la curva della spesa pubblica, negli ultimi 20 anni, si è abbassata di 5 punti durante i governi di centrosinistra, e si è alzata di 5 punti durante i governi di centrodestra. Questi sono i fatti. Si fossero almeno mantenuti gli sforzi di contenimento della spesa, durante i governi di centrodestra (che sarebbe loro compito...), oggi sarebbe una pacchia, vivere in Italia. Invece...

Democratico In Diretto 09.08.12 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=JMl98m0_JNQ

Paolo D., Padova Commentatore certificato 09.08.12 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'era delle caste,il mondo non vuole cambiare mai,ritorna sempre daccapo, qui in italia hanno prodotto dei creatori di ricchezza che poi si agganciano dei consumatori di ricchezza,siccome non si produce più come prima e i muli sono sempre meno,il mulo non riesce più a trainare e indietreggia per il pesante carico .... ecco la mia soluzione sarebbe o togliere i ganci dei consumatori di ricchezza oppure ..... in poche parole farli fuori ,non ci sono altre speranze per la nostra italietta .a me piacciono le stelle, magari 5... e a voi???

renato luccon, azzano decimo Commentatore certificato 09.08.12 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Che ammirazione che ho per questa gente, la stessa ammirazione vale per i nostri onesti giudici.

I disonesti che lo sono solo perchè ne hanno la facoltà, e sanno che saranno impuniti, quelli invece li odio.

Vero Vero 09.08.12 10:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il 12 luglio 2012 la Corte di Giustizia della Unione Europea ha confermato il DIVIETO di commercializzare sementi di varietà tradizionali - i cosiddetti semi antichi tramandati da generazioni di coltivatori - che non siano state iscritte nel catalogo ufficiale europeo (cosa che costa elevate somme di denaro, che solo multinazionali hanno a disposizione).
Risultato?
Sconfitta delle associazioni volontarie e di quei coltivatori che sono impegnati anche a livello locale nella salvaguardia della biodiversità delle piante antiche (unica alternativa che avevamo a sementi industriali e OGM)
Vittoria delle multinazionali che detengono il mercato mondiale delle sementi.
QUESTO ORA E' UN ATTO DI DITTATURA, oltreché una palese e ingiustificata violazione del 'liberismo'!
E' avvenuto nel silenzio generale: i media uffuciali non ne parlano, e di conseguenza le persone non colgono l'aberrante pericolosità di questa sentenza. Perché anche a livello medico, molte specie vegetali utili alla ricerca contro varie malattie verranno ora 'registrate' dai soliti colossi che ne avranno la proprietà esclusiva.

Silvia Casadio Lugo RA

silvia casadio 09.08.12 10:33| 
 |
Rispondi al commento

O. T.

UNO STRAPPO NEL CIELO DI CARTA – 1/2

Pur essendo scenari, dove uno è ispiratore dell’altro, c’è qualcosa che contrasta tra "Lo strappo nel cielo di carta" di Pirandello e "Uno strappo nel cielo di carta" di Grillo.

Sono le categorie dei personaggi che duellano, gioiscono, vivono e muoiono, sotto il cielo immaginario dell’uno e dell’altro pensatore.

Categorie che non possono essere assimilate.

Perché sebbene entrambe siano manovrate a comando, e una sia l’allegoria dell’altra, quella di Pirandello si nuove involontariamente, senza rivelare alcuna insofferenza e, soprattutto, non pensa.

Mentre quella di Grillo, che infine è costretta a subire la stessa sorte, ovvero a essere manovrata, almeno si avvia verso il proprio desino recalcitrando, vinta da un sistema che essa stessa ha contribuito a edificare.

Di solito si dice che il tempo passa e le cose cambiano, e forse sarà così.

Forse a far sembrare la predetta regola irreale è la concezione precorritrice del tempo del pensiero di Pirandello.

Fatto sta che, come si vede, la sua metafora è tuttora funzionale a spiegare chi siamo, la poca autonomia che abbiamo e quanto sia difficile conquistarla, nonostante che il nostro cielo di carta sia stato strappato tanti anni fa.

Ed è proprio la consapevolezza del riconoscimento della realtà, ormai raggiunta da diversi lustri, ha farmi dubitare che sia possibile uscire dal teatro che giornalmente denunciamo.

I miei dubbi sono alimentati dalla cognizione che siamo un popolo privo del senso comune, che a parole ci dichiariamo aperti alla società, ma che nei fatti, nei comportamenti individuali dimostriamo d’essere l’opposto, perché siamo soprattutto dei prepotenti.

E muniti di simili caratteristisce non si arriva a conseguire alcuna parità di diritti, ma si procede diretti, semmai sia possibile, verso una disomogeinità sociale ancora più accentuata.

Segue nella discussione

Giulio Cabella, Lerici Commentatore certificato 09.08.12 10:33| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"..... non sarebbe più opportuno occuparci di questo piuttosto che dello spread?....."

Sarebbe opportuno occuparci ANCHE di questo.....,per ora, non mi sembra che in Italia la popolazione rurale sia maggiore rispetto a quella che vive nelle città e alla quale, forse, l'andamento dello spread importa.

Per quel che concerne l'intermediazione sono d'accordo al 100%.

Riccardo S. Commentatore certificato 09.08.12 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Simpatizzo da sempre con il m5s e l'ho votato alle elezioni locali MA, lo dico chiaramente, non mi accontento più dei bei post di Grillo.
Qui servono persone da candidare alle nazionali: quando si sapranno i nomi? chi le sceglierà? spero tutto ciò avvenga con il contributo del maggior numero di persone e soprattutto che le persone scelte siano MOLTO COMPETENTI, che sappiano cambiare le cose, ma che siano anche ben ferrate sul COME farlo, perché quello che ci aspetta è un periodo molto, ma molto duro. Se ciò non dovesse succedere, il m5s non avrà il mio voto.

monica r 09.08.12 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' ciò che fa lo stato; intermediare.

Eliminiamo lo stato?

timmy turner 09.08.12 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Ciao raga, bel post, da ripetere!

Leggendo sembra di leggere la storia dell'agricoltura del meridione. Anno 1952-3 riformetta agraria. A tutti un pezzetto di terra, che a malapena sfamava il capo-famiglia!

Emigrazione continua!

Calabria anno 1861 , abitanti residenti 2.100.000
Calabria anno 2012 , abitanti residenti 1.600.000

Sicilia lo stesso, Campania lo stesso, Puglia uguale, Sardegna non ne parliamo.

Se pensiamo che quelle stesse teste di k...zo... calpestano ancora il parlamento italiano.....

VOTATE 5 STELLE e.....MAGIA !!!!!!!!!!!!!

Evaporazione di tutte le vecchie abitudini e dei vecchi che hanno ridotto allo stremo questo bellissimo posto chiamato Italia.

Claudio ., Sanremo Commentatore certificato 09.08.12 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Occhio però a non cadere in semplicismi. Una cosa è organizzare un paio di comunità contadine sudamericane (e io stimo questa iniziativa, per carità) un'altra cosa è creare un sistema che produca i beni necessari a soddisfare il fabbisogno giornaliero di città e metropoli.
Il problema del rapporto città-campagna esiste fin dal medioevo e sinceramente con le dimensioni che hanno le città oggi e la quantità di persone che ci deve vivere (e non parlatemi di de-urbanizzazione e ritorno alle campagne che con le tecniche di oggi servono pochi contadini per coltivare terreni anche enormi) non credo sia possibile creare un sistema di scambio così elementare.
Secondo me bisogna guardare altrove per trovare soluzioni alternative. Si può rigirare la frittata in tutti i modi possibili, ma bisogna comunque sfamare "le masse".

Benjamin Condotta 09.08.12 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sono andato dal contadino poco lontano da casa e mi sono comprato i pomodori per la salsa.
Io combatto anche così.

Gianni D'Elia 09.08.12 10:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo in guerra vero?
io che sono un 62enne esodato e disoccupato, sto sempre in trincea,
ma sarebbe peccato sperare in un cambio, sia pure breve, di chi sta continuamente nelle retrovie?

rosodaeventi 09.08.12 10:04| 
 |
Rispondi al commento

I COYOTES ITALIANI

L'Italia è una popolazione di intermediari.
I partiti,i sindacati,i broker finanziari,la filiera alimentare,quella dei trasporti,quella dei servizi e delle utenze,dalla gestione dei rifiuti agli enti di riscossione.
In effetti il cittadino Italiano deve foraggiare interi branchi di coyotes che fanno la cresta su tutto ma non producono nulla,anzi sono le mine della nostra produzione,della nostra inflazione e se si togliessero tutti dai coglioni l'Italia sarebbe davvero libera di prendere il volo.
Gli Italiani,la maggior parte,sono disabituati a lavorare,cercano la via più breve per guadagnare ed eccoci ridotti sul lastrico.
Lavorare nobilita l'uomo,guadagnare sul lavoro altrui è da vere merde.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 09.08.12 10:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Quando mi capita di raccontare quel che sta succedendo in Europa a un colombiano, un guatemalteco o un ecuadoriano mi sento ripetere sempre la stessa frase: “beh allora è come da noi!”.

Quando mi capita di raccontare quel che sta succedendo in Europa alla ragazza che pulisce le scale del palazzo,al ragazzo del quinto piano che ha perso il lavoro,al mio vicino che l'hanno messo part-time con due figli,di cui uno nato da poco,mi
sento ripetere la stessa frase"Ma ai problemi che abbiamo qui non ci pensi?"

Giusto pensare ai problemi e alle soluzioni del latino America,ma L'Italia ha bisogno di altro.
Ha bisogno di Lavoro,oltre che a soluzioni.
Senza lavoro non si può vivere.
Non è una critica,ma un esperienza diretta,per quello che può valere.....

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 10:02| 
 |
Rispondi al commento

opsssssss.

leo c., roma Commentatore certificato 09.08.12 09:43| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori