Giochi senza bandiere

Regina_olimpica.jpg

Se tutto fa spettacolo, tutto fa Olimpiadi. All'elenco sterminato di sport olimpici mancano le freccette da bar, le bocce e il parcheggio cronometrato in retromarcia. Il bello di questa manifestazione è che tutte le nazioni del mondo possono avere il loro momento di gloria. Un bronzo nel beach volley assurge a festa nazionale. Non conosco, né ho ha mai conosciuto, nessuno che pratichi il fioretto o la spada in vita mia, però alle Olimpiadi sono orgoglioso se il mio Paese trionfa sulle pedane. Poi, per quattro anni, non me ne può fregare di meno. Non vincono gli atleti, ma le nazioni. E' il trionfo del nazionalismo.
La medaglia d'oro la conquista il presidente della Repubblica, il telecomando in mano che dalla poltrona si precipita a congratularsi con l'atleta dandone ampia copertura a tutti i mezzi d'informazione. L'atleta, che una volta diceva alla mamma "Sono arrivato uno!", oggi si prepara a una carriera da parlamentare. Negli anni della Guerra Fredda, la Germania Est vinceva tutto, aveva atleti formidabili, costruiti in laboratorio, spesso dopati come dei cavalli. Negli anni della Grande Crisi è la Cina a vincere tutto. Il super nazionalismo ha bisogno di un super medagliere. Il mondo moderno ha imparato la lezione dagli antichi Romani. Le Olimpiadi sono una versione smisurata del Colosseo con circences che occupano tutti gli spazi dell'informazione. Un bromuro quotidiano sponsorizzato dalle multinazionali. Lo spirito di Olimpia, sotto il segno della Coca Cola, declassato dalla partecipazione di tennisti, calciatori, giocatori di pallacanestro, professionisti che guadagnano cifre immense, fuori dalla realtà della gente comune, che li applaude come semidei dell'antica Grecia. Atleti che sfilano prima delle gare con tricipiti e pettorali in mostra insieme agli slip griffati. Grida e pianti, buttati per terra, tarantolati per una stoccata o per un tiro, come se fosse morto o resuscitato cento volte il gatto di famiglia. Cosa rimarrà dei Giochi Olimpici di Londra? Una vecchia regina che si lancia con il paracadute e un pugno di medaglie da appuntare sul petto della Patria.

Olimpiadi e politica di Antonella Stelitano

Perché si parla di Olimpiadi e politica internazionale? Quale contributo ha portato il Movimento Olimpico al sistema delle relazioni internazionali?

lasettimanabanner.jpg

Postato il 5 Agosto 2012 alle 13:11 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
Commenti (1188) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: Cina, Coca Cola, Germania Est, Giochi Olimpici, nazionalismo, Olimpiadi

Commenti

 

Caro Beppe Grillo, commento questo post come tuo ammiratore e simpatizzante
del M5s. Dovresti sapere che le Olimpiadi non c'entrano niente con il
circenses dei Romani ma sono stati inventati dalle città greche ben prima,
per far sì che, in occasione di questo evento di fratellanza e sportività,
tutte le controversie tra nemici si fermassero e anche popoli nemici si
riunissero pacificamente nello sport. Questo seppur con la sempre più
prepotente influenza del mondo economico e delle multinazionali continua ad
avvenire, gli atleti si emozionano perché per un atleta l'Olimpiade è un
modo di praticare la sua passione al massimo livello, rappresentando la sua
nazione. Chi non ne sarebbe emozionato e fiero? Perché la popolazione
mondiale dovrebbe privarsi di vedere e applaudire atleti che fanno parte di
un evento del genere?
Che anche nell'Olimpiade sia entrato da tempo l'interesse e l'inseguimento
del guadagno economico personale è chiaro, ma anche in tutte le altre aree
della nostra vita, se è per questo, e tu stesso Beppe Grillo, se non fosse
per interessi di visibilità tuoi personali ti saresti già tirato fuori dal
movimento 5stelle, visto che che in quanto comico è chiaro che sei un
bersaglio facile per chi dall'esterno, strumentalizzando ogni tua frase,
cerca di bloccare la volontà di rinnovamento della politica e della vita
del paese che il movimento porta con sè...il Movimento sono migliaia di
persone che si sono rotte i coglioni di come vanno le cose...non sono
parole tue?"

Giacomo Crielesi 14.08.12 08:13| 
 |
Rispondi al commento

1
cit.
"L'atleta, che una volta diceva alla mamma "Sono arrivato uno!", oggi si prepara a una carriera da parlamentare"

Razza di capellone obeso che non sei altro, che ne dici una buona volta di chiudere il becco per ciò che non ti concerne?

Hai la minima idea della concezione della maggior parte degli atleti? Come questi ripartiscono le loro giornate?

Ho fatto un po' di tutto a livello agonistico: dal triathlon (nuoto, bici, corsa) alle arti marziali e ti posso assicurare che prima degli allenamenti la stra grande maggioranza degli atleti, a seconda dell'età, studia o lavora, nelle pause dell'allenamento si discute di quanto studiato o di quel che si dovrà studiare, dopo l'allenamento si studia nuovamente. Lo sport agonistico e per sport intendo una passione, una grande passione limite della quale esseri umani sui generis in grado di fare grandi sacrifici, vere macchine NON costruite in laboratorio, come riporti basandoti solo su ciò che l'informazione ti riporta.
Sai che esistono pugili, nuotatori, ciclisti, podisti, ginnasti, etc. che nel mentre della carriera sportiva riescono anche a prendere lauree con facilità tale che uno stereotipo cannoiolo fankazzista tuo adepto porta a termine con più fatica facendo sobbarcare i costi della sua inutile alla famiglia vita mentre passa i 3/4 delle sue giornate a non fare un cazzo?

Tralasciando lo sporco mondo del calcio, fatto e seguito da italiani medi mediocri, ignoranti, ineruditi, inetti, praticato da "atleti" con preparazione meta-fisica a dir poco ridicola a paragone con altri sport, etc. etc. etc, dove realmente meritano critiche sul rapporto merito-remunerazione, lascia il diritto di parlare delle olimpiadi ad ex atleti e occupati di quello che meglio hai imparato a fare.

Ho 17 anni e penso che qualunque altro praticante agonista o professionista di qualsivoglia età, se venisse a conoscenza di quanto divulghi non vorrebbe altro che aprirti

Claudio None 12.08.12 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

........Il mondo moderno ha imparato la lezione dagli antichi Romani. Le Olimpiadi sono una versione smisurata del Colosseo con circences che occupano tutti gli spazi ..dell'informazione....
-Questa è l'unica frase congrua del tuo post. Il resto da buttare a mare. Però non vorrai dire che dietro quei 15 giorni di distrazione dai problemi mondiaLI, ogni 4 anni, ci sia il disegno di una cupola politica internazionale che attende quel filino di tempo per far passare enormi ingiustizie e produrre danni e guerre incommensurabili, per fregarci insomma! All'alba del 16 giorno ci ritroveremo con quei problemi che già conoscevamo e per nulla distratti dai cattivi governatori. I Romani erano piu semplicioni. E ringraziavano il grande capo che aveva offerto quei giochi: lo stesso imperatore di sempre. gli Dei? erano grati gli Dei?

GABRIELLA I., ROMA Commentatore certificato 11.08.12 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, gli fai veramente paura ...

Se un'atleta fa' queste dichiarazioni pubbliche e' perche' cerca consenso a 360 gradi

E' evidente che molte persone oneste stanno arrivando dalla tua parte nella speranza di un cambiamento

Io sono fiducioso

ciao

alessandro z., Bangkok Commentatore certificato 11.08.12 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio aggiungere più di quanto è stato detto....ma Le dico una bella cosa, caro illuso mentore della società moderna, colui che prepotentemente si è arrogato il presunto potere di svelare gli arcana imperii del nostro mondo...scagliarsi in questo modo contro le olimpiadi equivale ad andare a scuola per incentivare gli alunni a non studiare più la storia antica, perché ritenuta funzione centrale dell'esaltazione della violenza (a causa della presenza di numerose battaglie che hanno scandito le sue fasi storiche).
E' giunta l'ora di gettare la maschera e dichiarare veramente La sua natura politica: Lei rappresenta la forma distorta del comunismo anarchico-insurrezionalista; ripeto: forma distorta, dato che comunque anche quella forma estrema ha avuto qualche parvenza di positività. O forse, cosa molto più plausibile, il suo post è frutto della famosa macchina di canapa, tanto da Lei osannata, che ancora custodisce in casa e che ogni giorno le offre i fumi essenziali per contemplare la forma totalmente distorta del suo mondo.

Sergio Miracola 10.08.12 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ok, niente di male nel blog di Grillo. Ma neanche niente di male nella risposta della nostra atleta nel momento in cui gli hanno fatto una domanda diretta. Mi sembra che arrabbiarsi significa non capire che e' la stampa a creare la polemica, non l'atleta. E poi, a me la liberta' di parola piace, sia per Grillo che per i nostri atleti.

Vieri Samek-Lodovici 10.08.12 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Trovo che le Olimpiadi siano tutt'altro che uno sfoggio di nazionalismo: anzi, è stupendo vedere tanti atleti di paesi così lontani e diversi impegnati in una manifestazione sportiva davvero entusiasmante. C'è tutto fuorché l'orgoglio nazionale ad animare le Olimpiadi, e chi non sa vederlo è ciecamente ignorante. Grillo, non hai proprio di meglio a cui pensare vero?!? Anche se a stupirmi di più sono quelli che gli danno ragione... Pretestuosi oltremodo!! Vi commentate da soli, non c'è bisogno di dire altro perché la vostra pochezza è così evidente che non ha bisogno di essere sottolineata! Adoro le Olimpiadi, e chi non capisce quale sia il loro significato, che non è affatto cambiato nel corso dei secoli, mi fa sinceramente pena... Anche voi siete dei veri campioni: di POPULISMO!! Comunque in fondo devo anche ringraziarvi: innanzi tutto mi sono fatta grasse risate oggi, quando ho letto l'articolo!! Secondariamente, mi avete fatto ricordare come mai oggi l'Italia sia in queste misere condizioni: finchè c'è gente che spara queste cazzate non possiamo pensare di migliorare...

Chiara Tedeschi 10.08.12 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono anni che seguo il Blog di Beppe ed in tanti anni non ho mai sentito l'esigenza di intervenire dicendo la mia....
Sulle dichiarazioni fatte da Beppe in merito alle olimpiadi ho avuto modo di approfondire, attraverso i quotidiani on line (Repubblica, Unità ect),leggendo tutte le risposte sui vari post sono giunto alla triste conclusione che il vero problema dell'italia non sono i politici, non è la corruzione. Il vero problema dell'italia sono gli italiani che, salvando la pace di qualche milione di persone, sono una totale LATRINA.
Grazie

Mario Ceroni 10.08.12 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Beppe a me sembra che le Olimpiadi siano diventate come sempre questione di soldi, più che di nazionalismo: basta vedere i soldi elargiti ai campioni medagliati. Ma anche tu citi le pressioni per domandare giustamente a cosa servano le Olimpiadi rispetto lo scacchiere internazionale. A quasi nulla. In questa occasione l'Italia ha sfilato con un nastrino al braccio ricordando il massacro di Monaco, là dove i massimi organismi sportivi hanno negato un minuto di silenzio. Ma forse proprio qui rientra una visione internazionale per via della partecipazione di paesi di religione musulmana.
Ti saluto.

leone forte 10.08.12 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Hai perfettamente Ragione, Carissimo Beppe.

Ti Meriti il Podio e relativa Medaglia d'Oro per un Centro Perfetto!!!

Le Olimpiadi dovrebbero essere un momento Sovranazionale, ovvero Oltre i nazionalismi. Dovrebbero essere la celebrazione dell'Umanità Intera.

Nell'Antica Grecia si sospendevano i conflitti durante le Olimpiadi, erano un momento di ritrovata e coltivata Civiltà... dove veniva celebrato ciò che di Nobile vi era nell'Essere Umano.

I cialtroni di oggi, invece, usano le Olimpiadi come strumento propagandistico di nazionalismi che hanno ampiamente dimostrato la loro alta tossicità e pericolosità.

Andrebbero tolte le "bandiere" dal podio! Hai perfettamente RAGIONE!!!

Andrebbe sottolineato che ha primeggiato un Essere Umano, cittadino del Pianeta Terra, che ha eccelso in una determinata Disciplina.

...

Tutto qui.

Grazie per il tuo impegno e la tua dedizione, Beppe, c'è n'è bisogno più del pane.

Un saluto.

Antonio De Angelis 10.08.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo, mi dispiace ma stavolta la sua provocazione mi sembra troppo esasperata. In tanto non me la sento di prendere in giro il modo di esultare di un atleta dopo aver compiuto un'impresa per cui si preparato per una vita, perché - almeno su questo sarà d'accordo con me - sicuramente c'avrà messo dell'impegno per raggiungere certi livelli.
Inoltre trovo di cattivo gusto ostentare la sua indifferenza verso gli sport che vede ogni quattro anni, perché anche i tre anni in cui non se ne sente parlare (e comunque chi vuole sentirne parlare può farlo attraverso semplici canali di informazione sportiva) sono comunque colmi di sacrfici ed allenamenti per chi partecipa ad un evento simile.
Ma in fondo a Lei cosa importa del sudore e della fatica? L'importante è fare notizia. Bisogna ammettere che Lei fa notizia ogni giorno e non ogni quattro anni, purtroppo. La facesse almeno seriamente costruttiva.
Per quanto riguarda il nazionalismo, sarò pure conformista e pecora da gregge, ma non ci trovo niente di male nel tifare per atleti della mia nazione.

Dario Nisi 10.08.12 04:10| 
 |
Rispondi al commento

«Le Olimpiadi trionfo del nazionalismo? Grillo è un patacca». Così Josefa Idem commenta le parole di Beppe Grillo sul patriottismo alle Olimpiadi. «Dispiace molto:.... dice la 47enne azzurra della canoa . «Tra l'altro questa è una nazionale con un'alta percentuale di atleti nati altrove. Siamo un paese che si emoziona per le Olimpiadi ma non per questo andiamo a invadere e a fare delle guerre.> CHE RISPONDI BEPPE?

GABRIELLA I., ROMA Commentatore certificato 09.08.12 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Ogni volta che parla il movimento 5 stelle in particolare Beppe,qualcuno deve subito replicare criticando,ovviamente,in questo caso era pure del PD ,facciamocene una ragione e lasciamoli sparlare

mauro f., framauro68@yahoo.it Commentatore certificato 09.08.12 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Quale dovrebbe essere l'alternativa per il Paese? Un gruppo di cittadini che si lamenta delle ricchezze di Politici, sportivi e manager...e vuol trovare la soluzione ai problemi affidandosi ad un altro miliardario appoggiato da un potente gruppo editoriale? Dove l'ho già vista questa situazione...

Fabio Gigli 09.08.12 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto con i miei occhi Grillo scagliarsi contro Internet per poi diventarne un guru. Ho letto le parole di Grillo contro la politica per poi vederlo diventare un influente personaggio politico (e non iniziate con la solita cantilena: anche solo aprire un blog del genere è un atto politico). Adesso Grillo ce l'ha con gli sportivi...probabilmente l'anno prossimo giocherà centravanti nella Juve!!!

Mi fanno ridere gli Italioti che delegano la propria intelligenza a quella presunta degli altri. Io non credo negli stregoni.

Fabio Gigli 09.08.12 15:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma con quale coraggio può definire trionfo del nazionalismo una manifestazione mondiale con 205 stati partecipanti su 220, in cui ogni fottuto atleta proveniente da qualsiasi fottuto stato di qualsiasi fottuta etnia o nazionalità ha lo stes
so valore e le stesse possibilità di tutti gli altri, dove non è raro che una nazione acclami uomini che se non indossassero la divisa azzurra non penseresti mai che possano essere tuoi connazionali?
Ai giochi olimpici partecipano atleti provenienti da stati in guerra, da stati sotto dittatura, stati minuscoli o poverissimi. E vincono. Bolt è uno dei tanti. Le olimpiadi sono la massima espressione di civiltà. Ogni 4 anni il mondo si raccoglie e si confronta nelle più disparate discipline. Gli stati anzichè farsi la guerra si sfidano a pallavolo o a scherma, per dirne due a caso. Perchè il signor Grillo deve andare contro qualsiasi cosa che abbia un minimo seguito popolare?

Mirko Torrisi, Catania Commentatore certificato 09.08.12 14:24| 
 |
Rispondi al commento

per fortuna il telecomando non e' un'esclusiva di napolitano,per chi come grillo ritiene le olimpiadi il male del mondo , puo' tranquillamente cambiare canale...
dove sta scritto che si deve attaccare tutto e tutti?

lqc 09.08.12 13:26| 
 |
Rispondi al commento

VERGOGNA BUFFONI...(P.III^)
...sull'altra e deve avere diritto di voto in qualsiasi sede anche nell'assise di Caltanissetta. (anche qui c'è da commentare o invocare una pregiudiziale di legittimità ed invalidità, perchè i candidati devono essere votati a livello provinciale perchè conosciuti, lungi dal condizionamento della simpatia fisica e lungi anche da operazioni da furbetti di quartiere come quelli di Agrigento, pardon Sciacca che invece di chiudere la lista, contrariamente a tutti e con il beneplacito di Ravanusa decidono autoritariamente di portare tutte le candidature -circa 14- a Caltanissetta per poi decidere su quali candidati fare confluire i voti (tanto le domande li deteneva un rappresentante di Sciacca che non ha messo a voto almeno un paio di candidature con la scusa per uno di essersi ritirato - ma chi lo dice? dov'è la rinuncia? e per l'altro?), guarda caso 16,16,16 e poi 4). Insomma, per chiuderla i 5 MeetUp più anziani Ravanusa,Sciacca, Agrigento, Favara, Menfi) (anche qui c'è da fare un trattato)decidono quello da farsi e in particolare e avendo avuto ampia fiducia di Agrigento (tutte persone perbene smaliziate) e Favara (per non dire Menfi solo un'unica persona da codinzolino)impongono le proprie scelte. Scusatemi...ma l'avevo proprio sullo stomaco, stavo scoppiando. CIAO BEPPE

MICHELE P., RIBERA Commentatore certificato 09.08.12 10:54| 
 |
Rispondi al commento

VERGOGNA, BUFFONI (PARTE II^)
Mi sono sentito umiliato da rappresentato agrigentino (ma chi gli ha dato questa rappresentanza?)(anche qui c'è da fare un lungo commento) e mi guardavo intorno attonito vedendo le facce storte per le grida rivolte a un manipolo di grillini di Sciacca e un codinzolo di Menfi(e qui c'è un'altra tesi da fare). Avvicinai qualcuno di loro pregandoli di sanare subito la situazione facendone ritirare uno. Notavo, che un folto gruppo di persone gridando, sbraitando con parolaccie villane entravano in una stanza per discutere la cosa... per farla breva hanno parlato tutti insieme e non si è presa nessuna decisione: i tre candidati di Sciacca rimanevano tali e quali. Il terzo candidato non è un outsider di Sciacca, ma è (da lui detto) un membro storico che seppur non ha partecipato alle varie riunioni provinciali, ha presentato direttamente la sua candidatura, sbaragliando proprio coloro che volevano polarizzare (con l'aiuto di quelli di Ravanusa) il tutto (i furbetti di quartiere), candidatura votata dall'assise. Conseguenza: il candidato ufficiale dei furbetti di quartiere (attenzione una persona perbene)si dimette. A questo punto, sdegnato me ne sono andato, per poi sapere per telefono che è ricadidato e si è fatto dimettere l'outsider (ovvero il leader storico o più anziano di Sciacca). Quindi Sciacca n.2 candidati, Agrigento n.2 candidati,n.1 Favara, n.1 Ravanusa, l'ultimo dovrebbe essere appunto l'ultimo arrivato -all'ultima riunione provinciale- ovvero "il cugno per agrigento" ovvero dell'attigua citta di Agrigento: PortoEmpedocle.Candidatura voluta da un rappresentante di Sciacca per fottere un altro candid. (quello di avanzata età ovvero un signore perbene)e per mettere in diccoltà i due candidati di Agrigento. Ho notato, ma non solo io, che tutti i MeetUp devono avere pari dignità e solo loro possono nominare un limpido, obiettivo, trasp. riferente prov. custode delle domande di candidature e che una non deve prelavere (segue 3^

MICHELE P., RIBERA Commentatore certificato 09.08.12 10:52| 
 |
Rispondi al commento

VERGOGNA, BUFFONI....
Sono queste le parole, insieme a fischi e a grida "Fuori, fuori", che i componenti dell'assise del M5S riunitosi a Caltanissetta per chiudere le liste per le elezioni regionali siciliane, ha pronunciato nei confronti della "delegazione"( dadefinire meglio)di Agrigento, per non avere avuto la capacità di chiudere le liste, presentandosi con 10 candidati, anzicchè 7. In particolare è stata contestata la delegazione di Sciacca (o meglio una rappresentanza di essa, anche perchè lì sono nettamente divisi in due o tre tronconi) nella quale sono stati eletti ben 3 candid., facendo scoppiare l'ira e le vibrate proteste non solo degli altri componenti della delegazione di AG. ma anche di tutta l'assemblea, paralizzata per ore da questa impasse, incartamento dei rappresentanti di Sciacca, ovvero di una parte di essi. Il comportamento di alcuni componenti di Sciacca, che in realtà spadroneggiavano (bastava vederli) nelle varie riunioni ad Agrigento e a Caltan. è deplorevole, intriso di furbizie tattiche politiche da fare rabbrividire i volponi politici della prima repubbl. Non hanno permesso di chiudere la lista ad AG; hanno favorito la candidatura degli ultimi arrivati (un candidato della attigua P.orto Empedocle) per creare un "cugno" ai candidati di AG.(pure n.2 candidati), scavalcando precedenti candidati, hanno cambiato riferente provinciale diverse volte, non hanno distribuito sapientemente i candid. nel territorio agrigentino, hanno posto il veto ad altri candidati perchè di età avanzata, però favorendo amici di quasi pari avanzata età. Queste Persone: 3/4 di Sciacca, 1 di Menfi (con il comparaggio/intesa con quelli di Ravanusa (n.3)hanno fatto e detto cose assurde: domande di candidature pronte a presentare e sostituire (caso di un certo Ferrante)a secondo l'andamento dei lavori, accusavano gli altri di pretendere solo la candid.ra e non la filosofia del Mov. mentre loro favorivano tatticamente i loro pupilli anche di avanzata età.(SEGUE2^

MICHELE P., RIBERA Commentatore certificato 09.08.12 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che il doping è dannoso e sbagliato senza se e senza ma, sinceramente sono un po' colpito da quanti si stanno scagliando su questo ragazzo come se fosse un criminale. Innanzitutto è uno dei pochi in Italia (l'unico?) che va in conferenza stampa ed ammette il suo errore. Che ha raccontato come sono andate le cose (la storia della Turchia non mi pare proprio uno scaricare le colpe, basta andare sul web per verificare che si puo' acquistare di tutto on line, compresi gli ormoni equini!!! - dunque se c'è offerta significa che esiste la richiesta...). Mi sorgerebbe spontanea una domanda: se crocifiggiamo lui cosa dovremmo fare (e non facciamo) per i politichini che "stornano" (diciamo così) milioni di euro pubblici per interesse personale? E non ammettono MAI le proprie colpe? Che non si dimettono MAI? Ci schieriamo subito contro o a favore di questo o quello, secondo se siano di un partito o l'altro vero? Abbiamo una intera classe politica di puttanieri e veline (prima), di professorucoli e maestrine (ora), con un'intera "opposizione" che gioca ai minuetti di chi si allea con chi (mentre il paese boccheggia nell'economia asfittica che loro hanno creato tutti insieme) e ci indignamo per Schwazer?

http://www.youtube.com/watch?v=MeEqV4AQJs0

Francesco Gualerzi 09.08.12 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito anche il dopato non pagherà nulla, per una questione di cavilli temporali, continuerà a prendere il suo bravo stipendio ( da noi pagato ) e farà una brillante carriera militare con ferie, pensione e senza nessuna responsabilità.
come dice il presidente " songo fiero di essere itagliano"
Viva l'itaglia.

adriano fontanot 09.08.12 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Quello che non riesco a capire è come mai in questo periodo di tagli alla spesa pubblica nessuno abbia neppure ipotizzato di tagliare i finanziamenti alle squadre sportive militari, visto anche che probabilmente l'Italia è l'ultimo paese al mondo (forse insieme soltanto alla Corea del Nord) ad averle...possibile che dobbiamo pagare lo stipendio a uomini e donne della Guardia di Finanza, Polizia, Carabinieri, eccetera, che sono pagati per ...allenarsi e gareggiare ? Ma vi sembra giusto (anche nei confronti dei loro stessi colleghi?)
Questo a prescindere dal fatto che questi atleti vincano medaglie, o siano beccati ai controlli antidoping....

Cesare Castelli 08.08.12 21:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno mi ha anticipiato, volevo dire che da noi i compensi previsti per le medaglie sono ben più alti di molti paese europei, ma poi sono tassati al 42%... stiamo parlando di circa 80.000 euro netti per il massimo "riconoscimento", che un atleta può raggiungere ogni 4 anni...sempre se gli infortuni, la sfiga, e la situazione economica della società ti permettono di allenarti serenamente.
A proposito di società: i gruppi sportivi militari saranno pure un costo, ma in Italia non c'è niente di alternativo che possa incentivare un giovane a proseguire con lo sport professionistico, perchè non si ha la sicurezza di una stabilità economica. Un minimo, quello che basta dignitosamente per vivere. Nelle varie "fiamme" non si entra per caso, bisogna aver già lavorato tanto per conto proprio, speso tanti soldini di mamma e papà e aver raggiunto già risultati considerevoli a livello nazionale. Come si fa ad essere incazzati neri per questa cosa e non esserlo per i compensi e i soldi che muovono i calciatori?
O si trova un'alternativa, o senza gruppi sportivi in Italia non si farà più sport. Capisco che a molti non interesserà perchè evidentemente lo sport non è un valore e una risorsa per tutti, il massimo sforzo per molti è costituito dal sollevamento della forchetta e il salto di palo in frasca.

jessica p. 08.08.12 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Vaffanculo il nazionalismo....Una droga datata ma ancora efficace e pericolosissima, purtroppo!

kar Ma, avezzano (AQ) Commentatore certificato 08.08.12 15:02| 
 |
Rispondi al commento

In effetti molte discipline soprtive sono assolutamente anonime per molti di noi ma ciò non vuol dire che dietro non ci sia abnegazione, sacrificio e tanta ma tanta passione ( se la misuriamo con lo scarso o nullo guadagno poi allora la passione è gigantesca). Se vogliamo scherzarci su ben venga ma non dimentichiamo di rispettare la passione che ci mette un qualsiasi atleta.
Ciao marco pelle.m@email.it

marco pellegatti 08.08.12 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, le tue osservazioni sono troppo intelligenti per questo popolo di mediocri!!
Tocca lo sport agli italiani e puoi dire addio alla politica.
Hai ragione Tu al 1000 x 100 !!!

rinnovamento livorno 08.08.12 14:10| 
 |
Rispondi al commento

che schifo tutta questa ipocrisia per il caso del marcitore dopato e che schifo questi giornalisti avvoltoi.
I veri dopati sono gentaglia come Pescante, Carraro e soci, che nonostante tutti i danni che hanno causato e tutte le ruberie e porcherie varie perpetuate negli anni sono sempre li inamovibili, indistruttibili, indissolubili... praticamente eterni. Chissa che cosa si iniettano loro? E si permettono anche di farci sorbire i loro sermoni da sant'uomini.

Pierlorenzo M. Commentatore certificato 08.08.12 12:53| 
 |
Rispondi al commento

tiro con l'arco
tiro co la pistola
carabina
e doppietta
Viste gli sport in cui eccelliamo non si può dire che gli italiani non sappiano come chiudere un occhio!!!

Daniele Tatti, Sardara Commentatore certificato 08.08.12 10:46| 
 |
Rispondi al commento

C'è una barricata, di qua ci sono gli sfruttati, di la' ci sono gli sfruttatori.
E' ovvio che coloro che possono cercano di essere o di passare al di là; coloro che sono di qua ( come me ) scrivono incazzati cercando equilibrare le cose e di eliminare le diseguaglanze tra al di qua e al di là della barricata, ma credetemi se potessi passerei al di là e godrei di privilegi che poi difenderei, è la natura umana.
Comunque sto al di qua ormai ci sono abituato.

adriano fontanot 08.08.12 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Ma basta! Le Olimpiadi oppio dei popoli? Le Olimpiadi che non fanno pensare ai problemi quotidiani?
E finitela! E' uno spettacolo, punto.
Se guardo le Olimpiadi, non smetto certo di pensare ai miei problemi di soldi o di lavoro, state scherzando? Magari fosse così.
...
Solita sparata per muovere le acque.
Lo capisco, ma alle ca..volate c'è un limite.

Pietro Rocca 08.08.12 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di dissentire da questo post...anche se non del tutto..
Condivido in pieno il pensiero sulle strumentalizzazioni politiche sebbene lo sport non è il primo e non sarà l'ultimo veicolo utilizzato da taluni regimi...qui il problema è più ampio di una manifestazione sportiva e va ricercato nella cultura e nell'informazione..
Condivido anche il disprezzo per l'imperare delle multinazionali che allungano la loro zona d'ombra come sempre e come al solito dove c'è da guadagnare...
Quello che non mi va a genio è l'atteggiamento rinunciatario che si ha nei confronti dello sport in genere da parte di Beppe come del Movimento tutto..Bisogna a mio avviso puntare sullo sport...epurarlo da ingerenze economiche e politiche e farlo tornare ad una dimensione di ambito ideale in cui far crescere i ragazzi...l'impegno, l'abnegazione, lo spirito di squadra, la vittoria, la sconfitta sono palestre di vita, emozioni sane che devono far parte di una società...l'aspetto ludico è importante come e non meno dell'impegno civico difeso a spada tratta dal M5S..e che nazionalismo sia! Attenzione...non quello morboso e folle dei regimi totalitari, ma da appassionata di sport, non posso sentirmi in colpa per aver pianto di commozione e gioia quando l'Italia ha vinto i mondiali di calcio..Il problema semmai è sentirsi Italiani anche quando c'è da lottare per i propri diritti, o quando bisogna prendere i mano le redini di un Paese alla deriva...ma credo fermamente che lo sport possa essere strumentalizzato, sì, ma a fin di bene...è un vettore incredibilmente efficace attraverso il quale poter diffondere informazioni a livello planetario...ambiente, diritti umani, salvaguardia del territorio...uno scambio di conoscenze tra i popoli..invece che mero commercio di cose e finti ideali.

Mariateresa Russo Commentatore certificato 08.08.12 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Notizie mozzafiato,in Cina la Juve si allena davanti a spettatori Cinesi.Gela il sangue sapere che gli 007 del Napoli spiano gli allenamenti della Juve. Grazie a TuttoSport per tenerci informati e in allerta. MAAAAVVVAAAAFFFFANNNCCCUUULLLOOOOOOOOO.

Rino Ceronte 08.08.12 07:07| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti. Seguo con interesse il movimento di grillo e mi permetto di commentare questo post. Secondo me ha del vero come dell'assurdo. Ha del vero quando dice che molto spesso le olimpiadi sono state strumentalizzate politicamente da alcune nazioni. Ha del falso (sempre secondo me) quando va a criticare gli atleti che partecipano alle olimpiadi descrivendoli come dopati e pieni di denaro. Le olimpiadi a differenza del calcio hanno serratissimi controlli anti-doping come abbiamo visto tutti e ancora meglio ha come partecipanti degli atleti (almeno per l'italia) delle persone che hanno dato molto pur di essere li a differenza dei calciatori. Faccio parte di una piccola fetta di italiani che a differenza di altri pratica uno degli sport minori (ovvero tutti a parte il calcio) il Judo, e che segue le olimpiadi per quello che sono, un trionfo allo sport. Gli atleti italiani che sono li molte volte sono persone che dopo immensi sacrifici e dopo essere arrivati primi a campionati ialiani e internazionali forse hanno la fortuna di essere selezionati per entrare nel'arma dei carabinieri o della polizia per poter continuare ad allenarsi e a lavorare, senza parlare di quegli atleti che lavorano indipendentemente dalle forze armate e che sono costretti a chiedere le ferie per andare a competere ai giochi. queste persone non sono calciatori, non hanno stipendi milionari e non hanno finanziamenti statali (personalmente la polizia allo stadio ogni domenica la considero un gran finanziamento) sono persone che prima di ottenere qualcosa hanno sacrificato giornate per allenamenti e se vincono un oro (ovvero i migliori al mondo) vincono 150000 euro di cu metà la devi dare allo stato. Di tutto ciò cos'è marcio?? il mondiale di calcio o l'olimpiade?

Luca Pignati 08.08.12 03:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, commento questo post come tuo ammiratore e simpatizzante del M5s. Dovresti sapere che le Olimpiadi non c'entrano niente con il circenses dei Romani ma sono stati inventati dalle città greche ben prima, per far sì che, in occasione di questo evento di fratellanza e sportività, tutte le controversie tra nemici si fermassero e anche popoli nemici si riunissero pacificamente nello sport. Questo seppur con la sempre più prepotente influenza del mondo economico e delle multinazionali continua ad avvenire, gli atleti si emozionano perché per un atleta l'Olimpiade è un modo di praticare la sua passione al massimo livello, rappresentando la sua nazione. Chi non ne sarebbe emozionato e fiero? Perché la popolazione mondiale dovrebbe privarsi di vedere e applaudire atleti che fanno parte di un evento del genere?
Che anche nell'Olimpiade sia entrato da tempo l'interesse e l'inseguimento del guadagno economico personale è chiaro, ma anche in tutte le altre aree della nostra vita, se è per questo, e tu stesso Beppe Grillo, se non fosse per interessi di visibilità tuoi personali ti saresti già tirato fuori dal movimento 5stelle, visto che che in quanto comico è chiaro che sei un bersaglio facile per chi dall'esterno, strumentalizzando ogni tua frase, cerca di bloccare la volontà di rinnovamento della politica e della vita del paese che il movimento porta con sè...il Movimento sono migliaia di persone che si sono rotte i coglioni di come vanno le cose...non sono parole tue?

Giacomo Crielesi 08.08.12 01:32| 
 |
Rispondi al commento

qui siamo al ridicolo rilassati beppe che non tutto è merda anche se sonsorizzato dalla coca cola(che tra l altro a me piace molto),finalmente fatica e sudore vero in tv finalmente vince,quasi sempre, il migliore. e tra chi suda e chi guarda sudare sudando quel che si puo ammirare è la vera natura dell animale uomo: non è un gran che ma è tutto quel che siamo

Matteo Rubino 07.08.12 23:11| 
 |
Rispondi al commento

LE OLIMPIADI CASCANO PROPRIO A FAGIOLO, IN UN MOMENTO CRITICO COME QUESTO, QUALE MEGLIO OCCASIONE PER DISTOGLIERE L'ATTENZIONE DAI VERI PROBBLEMI CHE AFFLIGGONO QUESTO PAESE, UN PO' COME FECE IL GRANDE GINO BARTALI NEL 1948 QUANDO IL PRESIDENTE GLI TELEFONO' ALL'ALBERGO DOVE ALLOGGIAVA E GLI CHIESE UNA VITTORIA PER CALMARE GLI ANIMI DEGLI ITALIANI DOPO L'ATTENTATO A TOGLIATTI. LA STORIA SI RIPETE.
VIVA VIVA GRILLO

alessandro d., santeodoro Commentatore certificato 07.08.12 22:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Caro Grillo

Sono perfettamente d'accordo con quello chè scrivi e non per seguire il gregge, ma perchè la penso esatamente così.
Aggiungo, questa è un'Italia chè non cambierà mai, L'Italia dei privileggi.
Devi sapere che tutte le forze armate e dell'ordine hanno a loro completa disposizione nella spiaggia del poetto a Cagliari uno stabilimento balneare. Una mensa, un pulman per la famiglia, etc etc. annessi e connessi. Indovina chi paga.

Ciao Grillo

Marco 07.08.12 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Non credo che interessarsi di uno sport solo quando gli atleti sono coinvolti a titolo "nazionale" anzichè a titolo personale sia da considerarsi riprovevole. Le alternative infatti sono solo due: o considerare qualunque sport praticato a livello agonistico un inutile spreco di tempo e di denaro; o appassionarsi solo dello sport praticato nei club locali, come avviene ad esempio per i tifosi sfegatati di calcio. Ma entrambe tali alternative non mi sembrano migliori del modo di vedere lo sport soprattutto sul piano nazionale: la prima perchè miope in quanto basata su un pregiudizio insensato quanto irrelastico; la seconda perchè mette lo sport in secondo piano per dare rilevanza assoluta al tifo di parte, con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti, soprattutto nel calcio, quanto a degenerazioni che vanno dalle scommesse ai compensi smisurati ai calciatori all'occupazione mediatica esorbitante. Comunque a me sembra normale disinteressarmi di calcio esattamente come di tiro con l'arco o di nuoto sincronizzato per anni (pur avendo trattamenti televisivi ben differenti) e di seguire questi sport solo in occasione di grandi eventi come i mondiali per il calcio o le olimpiadi per gli altri due sport (e non solo).

Roberto M. Commentatore certificato 07.08.12 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Ripigliati valà, fai solo male al M5S con ste uscite deliranti !

Marco Rossi 07.08.12 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Allora Medaglia d'oro 140.000 euro,Medaglia d'argento 75.000 euro,Medaglia di bronzo 50.000 euro,piu' una carriera sicura in corpi dell'arma o in politica,allora io mi alleno e vinco tutti i giorni la gara per tenermi stretto un lavoro da 1000 euro al mese con il quale devo dare anche un futuro ai miei figli, e quando perdero' su chi devo contare se non su me stesso?? Mi viene solo da chiedermi perche' la gente guarda sti atleti Dopati marci alle olimpiadi??? e come il calcio UGUALE non avete ancora capito un Cazzo!!!

Alessandrox Leonix, Longastrino Commentatore certificato 07.08.12 16:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

seguo e sostengo il m5s da sempre, ma per quanto la prima parte di questo post possa essere ancora comprensibile, il resto non lo condivido.

ok la "macchina spettacolo" delle olmpiadi è grande, ma è una macchina nella globalità POSITIVA. ci mostra tantissimi sport diversi e soprattutto è il meraviglioso palco per tutti quegli stupendi sportivi che passano la vita ad allenarsi e a fare sacrifici che, almeno per un paio di settimane, possono essere GIUSTAMENTE e SIMBOLICAMENTE elevati a SEMIDEI.. visto che conducono delle vite che il 99% delle persone non riesce a fare.

E spessissimo con un'umiltà tale da renderli davvero dei miti.

lino epfio 07.08.12 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Che peccato che dica queste cose. Ha perso un po' il senso del paese reale, mi sa.

Paolo Manti 07.08.12 16:07| 
 |
Rispondi al commento

E' una mezz'oretta che scorro i commenti di questo post, e mi sono accorto che ci sono un casino di commenti di gente che con M5S non ha nulla a che fare. Mi chiedo, ci vengono da soli nel blog, o qualcuno li manda?

Michele GRIECO 07.08.12 15:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL DOPING E' IL CANCRO DELLO SPORT!!!!!!!!

E' IL FALLIMENTO CULTURALE E FISICO DI UN UOMO!!!

MAURO ABITI 07.08.12 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Proprio vero che in Italia si può criticare tutto tranne il piacere del divano e della tv. Perchè non si leggono i contenuti anzichè difendere i propri intoccabili piaceri? Grillo non ha scritto che lo sport è brutto e fa male, ha scritto che lo sport è snaturato dai soldi e dalla strumentalizzazione nazionalistica e pubblicitaria che ne viene fatta. Come si può non essere d'accordo sul fatto che il danaro e la pubblicità nello sport l'hanno reso solo strumentale e non fine a se stesso quale lo sport è?
Bello emozionarsi per i risultati degli sportivi, bello anche inorgoglirsi per il fatto che una nazione faccia cultura sportiva, ma come si può simulare la cultura sportiva con eventi che durano un giorno dopodichè sono dimenticati? non è forse vero che la maggior parte degli sport è snobbata per tutto l'anno, soprattutto dalla politica, ma questa è poi subito pronta a farsi vanto dei risultati di atleti che si allenano senza mezzi e risorse perchè bisogna sperperare solo per gli sponsor? non è forse vero che il danaro ha portato alle degenerazioni del doping e delle scommesse e non alla salute degli sportivi che lo sport praticano? Perchè non leggete anzichè spaventarvi a che vi si tocchino le poche certezze da poltrona? Avanti Beppe, prima o poi la comunicazione vincerà sugli slogan... o forse no, ma almeno ci avrai provato...

Davide Rizzo 07.08.12 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

D'accordo con tutto ma assolutamente non su una cosa: la varietà degli sport. In un paese dove siamo schifosamente stalkerizzati dai soliti 3 "sport" calcio, macchinette e moto, finalmente si riesce per una volta ogni 4 anni a vedere anche qualcos'altro! Non mi pare vero di accendere la tv e vedere il Badminton?! Il Trampolino?! il Judo?! Poi lasciamo stare il fatto che possano piacere oppure no, questo è soggettivo, ma per lo meno non sono i soliti 3 orribili (per me ovviamente) sport che ci propinano tutto l'anno.

Riva Valentina 07.08.12 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che sia una manifestazione di pubblico interesse e che sia ancora "sana" rispetto a tante cose che, nel quotidiano addirittura, non riusciamo a vedere in modo pulito. Mi sento orgogliosa quando vedo bei risultati (il Nazionalismo è questo che dovrebbe suscitare). Poi penso che sia faticoso raggiungere certi traguardi, lodevole anche quando non premiato da medaglie e d'esempio quando non si hanno ambizioni differenti.

Sara Fortini 07.08.12 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A tutti coloro che continuano a ripetere che questo post di Beppe è stato frainteso, che non è affatto contro lo sport ma solo contro la sua strumentalizzazione nazionalistico-finanziaria:

io non sono d' accordo con voi, ma dato che non sono stato illuminato dal Dio-Beppe sulla via di Damasco-Sant'Ilario e sono pertanto conscio di non avere il dono della infallibilità, a differenza vostra... mi viene il dubbio che a sbagliare sia io ed allora pongo la seguente DOMANDA (in realtà lo ho già posta ma, in assenza di risposte, ripropongo)... la frase:

>Grida e pianti, buttati per terra, tarantolati per una stoccata o per un
>tiro, come se fosse morto o resuscitato cento volte il gatto di famiglia.

In che ottica pro-sport la vedete voi????

Io la vedo SOLO ED UNICAMENTE come una presa per il culo (se non addirittura un malcelato disprezzo) nei confronti della LEGGITTIMA gioia di aver vinto una gara importante.

Certo, chi in vita sua non na mai fatto sport ad un certo livello, non ha mai vinto nulla se non una lotteria in parrocchia e si tarantolerebbe solo per una vincita al superenalotto... è difficile possa capire la gioia che può dare ottenere un buon risultato sportivo a fronte di una vita di sacrifici.

Ma allora che si parli di ciò che si sa, gnocca, soldi e quant' altro, e si lasci perdere lo sport, che si evitano delle brutte figure.

ezio g., sv Commentatore certificato 07.08.12 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate, non ho capito: ma il marciatore è risultato positivo al doping perchè c' è l' EPO nei Kinder ?

sauro t. Commentatore certificato 07.08.12 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Perchè Napolitano ora non dichiara " songo fiero di essere itagliano" perche' una nostra fiamma argento ( da noi lautamente pagata ) ha vinto la medaglia d'oro dell'EPO alle olimpiadi?

adriano fontanot 07.08.12 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo come sia possibile vedere tutto così nero e riuscire ugualmente ad alzarsi ogni mattino. Possibile che si facciano solo critiche per ogni avvenimento? Perché non parlare degli aspetti positivi, ogni tanto? Non metto in dubbio che c'è chi sfrutta gli atleti e le Olimpiadi, come la Cina, ma il senso di questo evento sportivo non si esaurisce qui. Sport di cui poi non si sente quasi parlare trovano qui una via per farsi conoscere. Il fatto che la maggioranza dei nostri sportivi sia dell'arma è perché non possono mantenersi con il solo sport come in altri paesi (ci sono anche ingegneri però). Io parlerei del fatto che quest'anno ogni nazione ha almeno una donna che partecipa alle gare, del rispetto che c'è stato fra gli atleti delle due coree che si sono incontrati al tavolo da ping-pong, della sportività di Missy Franklin che ha abbracciato la Pellegrini a fine gare. Oppure gli aspetti positivi non fanno abbastanza scalpore per meritare qualche riga? Che ci siano anche cose che non funzionano non si può nascondere, ma non si può neanche vedere solo questo. Ci sono anche aspetti che non solo funzionano ma possono anche essere motivo di orgoglio. E poi se questa è una delle poche occasioni in cui sentiamo un po' di spirito nazionale, ben venga, è anche su questo che si fonda un paese. Ricordando, ovviamente, che la differenza tra spirito nazionale e nazionalismo è abissale.

Erika Giusto 07.08.12 12:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione


dissacratore dei nostri totem: solo così si riesce a capire forse cosa c'é oltre la siepe, altrimenti cosí ben nascosta alla nostra conoscenza: grazie Beppe!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.12 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Da "anti politico" ad "anti olimpico".
Ovviamente premesso che si può concordare o meno sulle sue provocazioni e se ne possono rimarcare gli eccessi... Ma non sarà che gli italiani hanno perduto il senso dell'ironia?
E che senso ha questa semplificazione assurda, oltre che banale, nell'etichettare "anti-tutto" chiunque semplicemente pensi con la propria testa e si esprima anche con sarcasmo e ironia? E siamo proprio sicuri che lo spirito olimpico domini sulla manifestazione? O non vi sembra che lo spirito dominante si manifesti più nettamente nella sponsorizzazione dei prodotti e delle nazioni (più che nazioni, il prodotto politico contingente delle nazioni)?
Come non concordare con Grillo quando spara a zero sulle discipline che con l'olimpiade hanno ben poco da spartire? Pare che davvero manchi solo aggiungere le freccette da bar e la trottola e le biglie e... E il rapacismo della politica e delle istituzioni (a partire dal Presidente e dal Premier) che per un sussulto di visibilità si affrettano a complimentarsi con il tale atleta o con il presidente del Coni, è davvero una invenzione di Grillo??

Peppe M. 07.08.12 11:36| 
 |
Rispondi al commento

io quoto Grillo e aggiungo un'altra chicca..una volta i giochi olimpici erano considerati sport di "seconda "categoria.gli atleti provenivano dalla scuola,dalle università,dal mondo semplice.Credo che questo concetto (università-mondo semplice)continui ad essere così nel mondo (escludendo il principe saudita sul cavallo), ma qui in italia se ci fate caso gli sportivi vestono quando non sono in veste sportiva..vestono le divise delle varie tipologie militari.. delle due l'una: riescono a fare sport grazie alla divisa? e quindi si iscrivono x continuare la carriera agonistica?e se si ho l'impressione che loro ci guadagnino.e noi paghiamo lo stipendio a loro..la differenza morale/immorale è con quella boxeur degli USA così povera che hanno dovuto fare la colletta x dargli la possibilità di un albergo e del volo..

Lucia V., TA Commentatore certificato 07.08.12 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scrivo perché ho letto il trafiletto di repubblica sull´argomento...
Ho letto e riletto il commento di Beppe Grillo. Io, conto uno, e la penso come lui. Non ho notato nulla di "sbagliato". Non é un attacco al sentimento sportivo é un attacco allo SFRUTTAMENTO di una "magnifica idea" quali erano le olimipiadi.

Quanti commenti inutili, superflui, "guidati"...
p.s.) non sono sempre d´accordo con Beppe... ma mi sforzo di leggere bene quello che scrive.

remigio 07.08.12 10:11| 
 |
Rispondi al commento

anche se ti alleni 20 ore al giorno il corpo umano raggiungE il suo apice e il suo limite.....arrivati alle gare agonistiche,per vincere o usi qualcosa o rimani per sempre secondo....EPO RULES.

simone stellini Commentatore certificato 07.08.12 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me le Olimpiadi di per sè sono un evento sostanzialmente neutro. Lo si può rendere subdolamente retorico come ha fatto un "Casaleggio" di Londra 2012. Oppure lo si può prendere per il culo come hanno fatto quelli di Caterpillar, trasmissione di Radio Rai2, che seguono quatidianemante le Olimpiadi. Costoro avendo raggiunto in diretta la prima medaglia d'argento dell'Italia per la pistola da 10 metri, quando ancora non si poteva immaginare il successivo exploit "militaresco" italiano oggi preso per il culo (buon ultimo) anche dal Foglio, hanno commentato la dichiarazione del neo-medagliato relativa al suo impegno nel centrare la provetta dell'antidoping, dicendo che ben più importante è ricordarsi di alzare la tavoletta del cesso.

Roberto M. Commentatore certificato 07.08.12 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Petrucci su Campriani: "ogni nazione ha le sue specialità, sono fiero di essere Italiano"

Petrucci su Schwazer: "ogni nazione ha le sue specialità, sono fiero di essere Italiano"

Capo Eldero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.12 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sono Alex Schweizer
Cvando non ho voglia di allenarmi, toccio il mio Kinder Pingvì in un bel tazzone di Epo, poi riparto a piedi più veloce di Karolina coi pattini.
Perché io di Epo me ne intendo!

Capo Eldero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.12 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto molti commenti in riferimento agli atleti di stato ( tipo DDR) , mi sembrano i piu' giusti ed equilibrati, mentre mi fa letteralmente schifo l'atteggiamento del presidente con tutta la sua demagogia e prosopopea, i veri eroi sono quelli che lavorano dal mattino presto alla sera tardi solo per arrivare a fine mese? pagando le tasse e mantenere la pletora dei mangioni di stato con tutti i loro privilegi.
Viva l'itaglia.

adriano fontanot 07.08.12 09:19| 
 |
Rispondi al commento

PERFETTO.
IN PERIODO DI DEAULT IL NOSTRO PRESIDENTE PER COPRIRE IL FALLIMENTO DI QUESTO GOVERNO E DI QUESTO CAPITALISMO IMMORALE E DELLE POLITICHE SUCCHIA SANGUE E DIRITTI OPERATO DALLE MULTINAZIONALI DELLA FINANZA( BANCHE) APPROFITTA DELLO SPORT,EUROPEI PRIMA ED OLIMPIADI DOPO, RIDICOLIZZANDO QUEL POCO DI AGONISMO TRA VACUO NAZIONALISMO IN SALSA NAZIONALPOPOLARE.
CHE SQUALLORE, ...MANCA SOLO LA MELANDRI....

mario 07.08.12 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Parlo da più che sportivo,per anni ho praticato 40 per essere precisi arti da combattimento e quindi affermo che B.Grillo ha pienamente ragione di essere schifato quando lo sport viene strumentalizzato a fini e scopi politici nonchè di lucro.Pubblicizzare l'Italia nel mondo,bella Italia dove tutto è OK,non abbiamo altro che pensare alle gare,adesso,finito questo ci strapperemo le vesti per il calcio,preoccupandoci del ditino del piede di tale o altro giocatore e via discorrendo.W lo Sport per lo Sport,

Rino Ceronte 07.08.12 07:59| 
 |
Rispondi al commento

pochi sanno che uno dei principali sponsor delle olimpiadi di londra e una multinazionale che durante la guerra del vietnam produceva la diossina che fu ampiamente usata come diserbante a scopi bellici. la dissina e un potente veleno che ha avuto come effetti la perdita del 16 percento della biodiversita del vietnam e di milioni di vittime per gli effetti sulla salute umana. ma la diossina continua ad agire a 40 anni dalla fine della guerra. il lascito terribile della diossina continuera per anni ancora a recare dolori e sofferenze alla gente del vietnam. bambini che non videro mai la guerra nascono tuttoggi con gravi e incurabili malformazioni e rischiano come i loro genitori di ammalarsi per la presenza della diossina nel suolo.il vietnam ha lanciato un appello al comitato olimpico per non accettare come sponsor tale multinazionale che non vuole indennizzare le vittime della diossina e ne occuparsi della bonifica.

enzo falcone 07.08.12 06:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente." Questo è ciò che è scritto sopra. Ciò che è questo posto dove si scrive. Serve al confronto. Fa ridere vedere tanta gente litigare e discutere pro Grillo o contro Grillo... ma mi fa ben sperare. Non comprendo pienamente la strategia, ma ha senso. Si vede. Beppe scrive (o chi per lui). In pratica nel suo post, mica dice niente di definito. Si intuisce la critica all'istituzione olimpiade, ma non offende nessuno, e sopratutto CHIARAMENTE di valori olimpici originali non si parla. Dice che gli fa schifo uno spettacolo fatto così. Ora, qualcuno che adora la vera essenza delle olimpiadi, dovrebbe essere d'accordo con Grillo. Mica offende Yuri Chechi e la sua abnegazione, offende il fatto che l'atleta sia comprato, usato, e riutilizzato dopo come spot nazionale acchiappacitrulli. E invece, no. Tutti a spararsi addosso a 360 gradi. Il risultato : leggendo tutti sti commenti mi sono fatto un'idea chiara sulla situazione, ho capito a naso la strategia di Grillo, e mi pare buona. Spero sinceramente tu ce la faccia, perchè dalla 2° Guerra mondiale è il primo momento in cui sembra di poter veramente cambiare le regole. Anche perchè in questo momento storico o gli stati riprendono la sovranità nazionale, o i mondi futuristici delle corporation saranno realtà. E le politiche sociali dei popoli saranno nelle mani del Dio Mercato. P.S. Mi preoccupa vedere però tra i tuoi sostenitori una tendenza a stare con te senza accendere il cervello. Dovrebbe essere evidente la strategia. Tra l'altro potresti anche dire che è proprio questo confronto a seguito di una provocazione ad aiutarti a formare una successiva idea da presentare alle elezioni ;-)

Rossi Daniele 07.08.12 05:36| 
 |
Rispondi al commento

Condivido l'articolo. Grande Beppe!

Renzo B., Cannobio Commentatore certificato 07.08.12 02:50| 
 |
Rispondi al commento

caro Grillo.le invio questo messaggio sapendo di mandarlo alla persona giusta e comunque allo scopo di essere di aiuto ad altri.giorni fa ho acquistato presso un negozio lidl un corso di lingua inglese,c'era scritto corso di lingua inglese "intensivo"con CD(cd scritto in rosso)solo quando sono arrivato a casa ho capito cosa significasse intensivo...per puro caso ho messo il cd nel lettore DVD e mentre mia figlia di6 anni ripeteva cio'che la voce invitava a ripetere,sempre per caso io ho letto dall'indice delle tracce che compariva sul video quelli che dovevano essere i vari titoli...in pratica erano i vari passaggi di un iniziazione al satanismo.Come è possibile secondo lei una cosa del genere?Tra l'altro questo prodotto è stato pubblicizzato in tv,prodotto da una casa tedesca e c'erano riportati dei nomi fra gli editori che ricordavano i boia nazisti.Le riporto questa esperienza anche perchè spero che con il suo aiuto si possano mettere in guardia quante più persone è possibile.La ringrazio e la saluto.Luigi da Napoli

luigi minonne 07.08.12 02:44| 
 |
Rispondi al commento

Atleti che fanno Anni di sacrifici, di allenamento, e hanno una sola occasione per essere riconosciuti dalla propria nazione... Questa è l'Italia!
Se penso a tutti gli eventi sportivi presenti nella nostra nazione e che sono snobbati dai media mi sale una grande rabbia!
Amo lo sport, lo pratico e penso che sia un occasione per stare all'aria aperta e socializzare senza lobotomizzarsi davanti a una televisione!
Penso agli atleti che dedicano la propria vita per una passione e che hanno come unica speranza quella di essere presi nell'arma italiana per continuare ad alimentarla!
Per loro pagherei volentieri le tasse, darei i miei soldi per poter far continuare loro un sogno! I nostri atleti almeno riescono a raggiungere degli obiettivi al contrario di vecchi rincitrulliti che mi sfilano i soldi dal portafogli per sperperarli in droga, viagra e donne facili e non fare niente per tutto l'arco della legislatura (e anche dopo)!!!
Loro sono i veri parassiti!!

Luca Murari 07.08.12 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro caro Grillo,
sono tanto giovane da ricordarmi quando da bambino/ragazzo mi davi l'america o il brasile che non avevo mai (e non ho ancora) visto. E non stò male ... faccio il chirurgo, la crisi è questione di sensibiità per me, non di mille euro.
Beh, sulle olimpiadi sono d'accordo.
Sono lontane.
Gli atleti non sono più i nostri vicini di casa.
Se una fuoriclasse cinese fa una vita di merda (molto meglio di milioni di connazionali miei e suoi) è sfruttata, poi una ragazza di 20 anni ti dice che le hanno messo un fucile in mano a 7 anni e suo padre dichiara che non ha avuto praticamente una infanzia e un'adolescenza ma vince l'oro stratosfericamente e va bene... e va bene
E va bene.
E' la sua occasione in un mondo di merda, Beppe!
Se mi chiedessi di rinunciare alle grandi opportunità per una tranquilla vita secondo giustizia sociale (non posso guadagnare più di x10 o x20 di un mio simile<) va bene, sono nato in una famiglia comunista e non ho mai potuto votare PCI.
Però credo che almeno lo sport rimanga uno strano sogno collettivo, sfruttato dalla Coca Cola come dalle Coree, dalla DDR (dove ho ancora amici perchè un po' esiste ancora) e da un barlettano con un record che generazioni di purosangue di razza negra superiore hanno provato a battere fino a pochi anni fa.

Ogni mattina mi alzo e comincio a prendermi responsabilità.
So che buona parte del mondo vive all'insegna del ME NE FREGO, non io.
Ho bisogno di sognare e anche lo sport mi anestetizza a dovere.
Poi si vive seriamente.
Una abbraccio e scusa ma voterò PD, lo devo alla storia.
(e anche Bersani & co gli deve qualcosa).
Ciao, edo

edoardo lanzani 07.08.12 01:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo con il post: le olimpiadi sono una pagliacciata puramente nazionalistica, solo leggermente più varia dei mondiali di calcio che sono, a mio avviso, il più concentrato oppio mediatico per inebetire i popoli che si possa immaginare. Goebbels può essere fiero e anche invidioso di come i suoi discepoli lo hanno superato!

Saluti a tutti

Armando De Simon

Armando D., Osoppo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.08.12 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono completamente d'accordo con te!!!

FabioM 06.08.12 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno che ha detto che gli atleti sputano sangue, lo sa che la maggior parte di loro fa parte di un corpo dello stato (PS- Carabieri -GdF- ecc ecc) sono pagati per allenarsi.E alla fine mentre le federazioni provinciali dei vari sport e i comitati provinciali del CONI vengono chiusi alla faccia di chi fa sport all'inizio, Coni servizi (tesoro) ha assunto 50 dirigenti. E quanto paga le medaglie? 1° posto assoluto in Europa.

cesare lucca 06.08.12 21:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma quanto siete bravi,!!!!!!, ma non vedo nessuno in piazza a manifestare o state tutti al mare a godervi il sole,oppure a vedere le olimpiadi o il ritiro della vostra squadra del cuore.
Una sola domanda vi faccio quanti di voi hanno abbonamento a Sky o mediaset, allora mettetevi una mano,NO sulla coscienza, ma in faccia così vi menate da soli invece di dire s*****ate

Fabrizio V. Commentatore certificato 06.08.12 21:05| 
 |
Rispondi al commento

mai parole furono più illuminate,
ovviamente, anche agli atleti più "poveri" che incassano *fior* di sponsorizzazioni, i contribuenti devono pagare lo stipendio...

capisco pure i giornalettisti ma HO PAURA di chi pur seguendo questo blog millanta di essere raziocinante ed informato nel suo stordimento, e ritiene un "autogol" questo articolo illuminato invece dell'abominio proferito proprio oggi dal "nostro" premier

pensate piuttosto ai mondiali di calcio del 1934 e del 1938, o alle olimpiadi del 1936, e...

Eugenio Malnato 06.08.12 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi ha voglia di festeggiare le medaglie dei nostri atleti? Io penso che sono quattro anni che non faccio le vacanze per mancanza di fondi. Penso che debbo arrivare alla fine del mese con lo stipendio sperando di non vedere nella cassetta della posta una qualche multa, tassa arretrata,bolletta gonfiata, o qualsiasi diavoleria inventata per spillarmi qui pochi soldi che ho.
Sinceramente.... a me delle medaglie dei nostri atleti non me ne frega niente.

claudio g., modena Commentatore certificato 06.08.12 20:53| 
 |
Rispondi al commento

In un precedente commento avevo definito la Magnini e Pellegrini "...ex atleti in cerca di sponsor", ma anche l'altra coppia di fidanzatini dello sport italiano - Schwazer e Kostner - non e' da meno.

Avrete notato che hanno in comune le dichiarazioni a mezzo stampa sulle loro mirabolanti prestazioni erotiche prima delle grandi manifestazioni sportive: ...segno evidente che ormai da molto tempo non hanno piu' la mentalita' dell'atleta, non si ricordano piu' che quando vincevano le medaglie olimpiche facevano vita morigerata, andavano a letto presto alla sera, non facevano strapazzi: insomma, facevano vita da ATLETI veri, perche' le medaglie olimpiche si vincono facendo tanti sacrifici, cari ragazzi e care ragazze che leggete questo blog.

Almeno alla Carolina Kostner diamo atto di aver preso in seria considerazione l'ipotesi del ritiro: ...se anche il suo ragazzo avesse questa maturita', non si sarebbe rovinato col doping.

Il Misantropo 06.08.12 20:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A tutti coloro che si lamentano di questo articolo, invito a pensare che molte di queste vittorie sono dovute al fatto che attualmente l'Italia stipendia nelle sue forze armate e nei suoi corpi di polizia circa 2500 tra atleti, tecnici e dirigenti sportivi ed è il primo paese occidentale in quanto ad "atleti di stato", in termini di successi sportivi, secondo solo a paesi ex-comunisti (Russia, Cina, Germania).
Tutti questi soldi solo per dare lustro al paese e alimentare il sentimento nazionalista.
Non vi pare che 2500 stipendi pubblici possano essere spesi per assumere personale in ospedali, tribunali o università per vincere nelle graduatorie dei paesi con i migliori servizi per il pubblico?

Marco Tolli 06.08.12 20:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo Stato non funziona, l’economia va a rotoli e i colori della democrazia stanno sbiadendo? Nessuna paura: quando qualcuno di questi burocrati in tuta vince qualcosa (non capita quanto ci si potrebbe aspettare dall’investimento, ma capita), ci si riunisce tutti commossi e trepidi “a coorte” per sentire l’Inno della Repubblica Sociale e per vedere qualche ragazzotto che esulta avviluppato nel vessillo mazziniano (magari col motto “Benvenuti al Sud”, che equivale al più classico “E sempre sia lodato quel fesso che ha pagato”). E fa bene ad esultare se ha vinto, ma fa bene a farlo anche se ha perso perché intanto prende uno stipendio (cui si aggiungono numerosi altri gadgets e benefit), si diverte ed è sistemato a vita. E poi queste cerimonie commuovono Napolitano, che è un vero professionista del patriottismo. Non come quel dilettante di De Coubertin!

Domenico Lico, Mileto Commentatore certificato 06.08.12 19:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, per quanto ci sia un fondo di verità in quello che dici, lo sport è ricerca dei propri limiti e le olimpiadi sono considerate la massima espressione dello sport.

Non c'è niente di più bello del vedere una persona che cerca di superare i propri limiti.

Penso che sottovaluti quanto di meglio della natura umana è possibile vedere durante le olimpiadi.

Detto questo, il tiro al piattello, per come la vedo io è una competizione e non uno sport.

David Carrus 06.08.12 19:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche se amo lo sport, secondo me le olimpiadi sono un business che mantiene troppi parassiti ....specialmente quelli che vivono con i nostri contributi (non solo i burocrati ma anche certi atleti e giornalisti). Posso capire perché il presidente del Coni é cosi nazionalista!!! Inoltre, come in qualsiasi guerra, si fa di tutto per far vincere la propria nazione....specialmente con il doping delle persone e dei cavalli. Alcuni arrivano anche a "torturare" i cavalli, con piccoli tagli sulle gambe per renderli piu' sensibili e pertanto assicurarsi che "evitano" meglio gli ostacoli! Inoltre gli effetti del doping sulle persone si vedono con le "misteriosi" morti di alcuni atleti o ex-atleti/calciatori ....

claudio b., Cervignano Commentatore certificato 06.08.12 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Tanta acqua è passata sotto i ponti da quando il barone De Coubertin aveva voluto ripristinare le Olimpiadi sulla base di aspirazioni alla purezza, di onesta competizione e di spirito ludico: per questo erano stati chiamati giochi. Per un po’ la cosa ha funzionato e alle gare hanno partecipato volonterosi giovanotti, entusiasti dilettanti, in un mondo in cui le attività sportive erano intese come salutare distrazione del corpo e dell’anima: gioie da dopolavoro insomma. Poi qualcuno ha cominciato a vedervi prima un palcoscenico per esibizioni nazionalistiche e ideologiche, e poi un gigantesco business. Le regole sul dilettantismo sono state piano piano aggirate e hanno preso il sopravvento veri professionisti dello sport. All’inizio l’inganno si è pudicamente nascosto dietro l’ipocrita paravento delle società sportive collegate a corpi militari o paramilitari. L’apice di questo sistema si è avuto con i regimi comunisti dell’Europa orientale ma nessun paese ne era esente. Anche per concorrere con questo professionismo di Stato, in Occidente si è impiegato l’escamotage delle associazioni sportive militari: sorta di welfare agonistico mascherato. Poi si è finalmente deciso di lasciare perdere e complice anche la fine del comunismo la legge di mercato ha invaso lo sport con griffe, marchi, sponsorizzazioni, pubblicità eccetera. C’è rimasta una eccezione: l’Italia. Mentre le altre squadre olimpiche vivono di mercato, da noi domina la partecipazione statale: è lo Stato che si occupa di sport, medaglie e connesse aspirazioni alla vittoria, e quando capita, esaltazione delle stesse. Tutti i paesi devono avere un comitato olimpico e quindi in qualche modo sovvenzionano la loro partecipazione olimpica ma è rimasta quasi solo l’Italia a dare uno stipendio a una bella fetta dei suoi atleti, prima, durante e dopo le Olimpiadi.

Domenico Lico, Mileto Commentatore certificato 06.08.12 19:44| 
 |
Rispondi al commento

- Soltanto 5 sport sono sempre stati presenti alle Olimpiadi sin dal 1896: atletica leggera, ciclismo, scherma, ginnastica e nuoto. (wikipedia)

Il fatto che Tu non conosca la scherma non vuol dire che non debba esistere, avere tifosi o essere praticato alle olimpiadi.

Detto ciò.
Una volta sono andato ad un Tuo spettacolo e devo dire che mi sono divertito e pure parecchio.
Questo post invece è triste, superficiale, banale.
Rispecchia l'aria che si respira in Italia, e anche che Tu contribuisci a far respirare.
Vivo a Tokyo, qui l'aria è più tranquilla e serena, nonostante catastrofi varie, terremoti quotidiani, fallimenti economici e quant'altro.
E non che io stimi troppo il sistema giapponese...anzi.
Ma perchè esiste questa differenza?
Perchè lo sport, come l'arte o la scienza è solamente un'espressione dell'uomo e non c'è niente di male a seguire qualcuno che compie un'azione prodigiosa.
Se vuoi cambiare l'Italia, il mondo o altro, devi compiere un'azione del genere.
Non cambierai nulla facendo post infantili di questo genere. A meno che il Tuo scopo non sia quello di accaparrarti il consenso di qualche quindicenne.
In quel caso forse è meglio che formi una band e ti dai alla chitarra... come faceva un tuo amico che sicuramente faceva, fa e farà pensare il popolo italiano attraverso la sua arte.
In maniera sicuramente più matura e completa che questo post.
Oppure semplicemente a tornare ad essere quello che ti riesce meglio: un comico degno di nota.

leonardo ken usami 06.08.12 19:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le Olimpiadi sono l'evento sportivo più importante.
Danno spazio a sportivi veri, infatti se notate il calcio non se lo caga nessuno, non lo fanno nemmeno a Londra.
Sono persone vere che hanno una passione e che possono dimostrare al mondo quanto valgono una volta ogni 4 anni.
Odiate il calcio, non le Olimpiadi.

MASSIMO P., torino Commentatore certificato 06.08.12 19:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo a pieno! una gran presa per i fondelli sta pagliacciata

Francesca Ancona, Bitonto Commentatore certificato 06.08.12 19:09| 
 |
Rispondi al commento

a me viene il dubbio che grillo(o chi per lui) scriva questi post ben sapendo la gazzarra che scatenerà con conseguente aumento di post sul blog e iscrizioni e quindi più soldi dalla pubblicità.
sta a vedere che è proprio lui a fare tutto per soldi

stefano j. Commentatore certificato 06.08.12 18:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perfettamente d'accordo con te: il tuo post è uno spaccato perfetto della realtà.

Taylor F., Reggio Emilia Commentatore certificato 06.08.12 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, il tuo tempo "politico" sta arrivando, distruggi il malaffare, lo status quo delle centinaia di politicanti e faccendieri che ci hanno portato ad un disavanzo di 2.000.000.000.000 di euro, indirizza la politica verso la sostenibilità e l'ambiente ma, ti prego, non dare a tutto un senso di disprezzo, altrimenti farai fatica a far tornare la fiducia ad un popolo depresso.
Lo sport, olimpico o meno, sarebbe ciò che potrebbe tenere i nostri ragazzi lontano da guai e sperimentazioni adolescenziali pericolose, ma le nostre scuole non lo offrono, anzi, a volte con eccesso di zelo lo indicano come alternativa al successo scolastico (una bella laurea, un master ed un bel contratto precario da 600 euro).
Provo a darti io due argomenti nuovi:
1) nessuno che percepisca una retribuzione di qualunque tipo dalla pubblica amministrazione, ivi compresi i pensionati, può percepire qualunque tipo di compenso dalla pubblica amministrazione stessa e da qualunque azienda, consorzio, istituto che abbia una partecipazione pubblica od erogazioni dalla stessa che superino il 20% del bilancio.
2) in questo momento di crisi nel quale mancano posti di lavoro nessun dipendente pubblico, ivi compresi medici, magistrati, docenti universitari può percepire altro reddito oltre a quello relativo il proprio stipendio (ed addio a consulenze, a studi privati)
Queste sono due sfide vere contro gli abusi di potere e di posizione, questi sono modi per creare posti di lavoro veri e smuovere le coscienze.
Prova e vedrai...e lascia stare lo sport, lo vedremmo tutti anche senza spot delle multinazionali (nell'antica Grecia lo facevano già), perchè i migliori sono quelli che si applicano e non si arrendono, sono pochi e da ammirare ...come te d'altronde no?

enzo chilelli 06.08.12 18:39| 
 |
Rispondi al commento

E' pazzesco come nel ns Paese i ladri, corruttori, puttane di regime non suscitano scalpore o condanna morale;
un comico che in modo provocatorio fa notare che le Olimpiadi sono i realtà un giro di quattrini gestito dalle Multinazionali suscita un caso anzi "Il Caso" e tutti dargli addosso: ma andate a quel paese, buffoni !

roby b., Trieste Commentatore certificato 06.08.12 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo sport è bello quando non ci sono i "soldi" di mezzo .
Sappiamo bene quali e quanti interessi muovono lo sport in Italia.
Condivido pienamente il discorso di Grillo sulle Olimpiadi.

paola s. Commentatore certificato 06.08.12 18:23| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Verissimo, il patriottismo ed il nazionalismo sono il male della nostra società. In pochi hanno capito che gli stati sono solo delle aziende. Eppure quanto sono nato nessuno mi ha chiesto se ne volevo far parte o meno e lavorare per questa azienda. Mi è stato imposto.
Le olimpiadi fanno parte di questo gioco. Così come fanno parte i partiti politici e quindi anche Grillo.

Le vere olimpiadi saranno quelle senza bandiere, dove la vittoria sarà finalmente delle persone indipendenti.

cristian76 06.08.12 18:17| 
 |
Rispondi al commento

mi sembra che si esageri con le polemiche: non bisogna trovare ogni pretesto per polemizzare. Le olimpiadi fanno parte della storia e devono essere prese per quello che sono: un omaggio agli atleti migliori di tutto il mondo che possono farci comprendere dove può portare un sano e disinteressato impegno di molti giovani atleti. Se anche i nostri politici si impegnassero allo stesso modo e disinteressatamente anche l'Italia sarebbe migliore. Noi assistiamo ad atleti che nella maggior parte dei casi non guadagneranno mai come i nsotri calciatori ed hanno nella maggior parte dei casi un unico scopo: dimostrare a se stessi ed agli altri quanto un sano e disinteressato impegno possa far raggiungere all'uomo vette incredibili. Il controllo sul corpo e sulla mente, la disciplina intesa come sguardo attento verso se stessi per raggiungere una meta che prima di tutto è una meta interiore perché non si ottiene la completa padronanza del corpo senza una padronanza della mente che è disciplina. Se più giovani si dediscassero disinteressatamente ad attività sane invece che ad altre il mondo sarebbe migliore.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 06.08.12 18:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

gli sport si possono valorizzare quando si muovono per lo sport vero e per atleti che vogliono essere atleti per la nazione di qui fa parte, e non per soldi o per soldi o per un torna conto personale.
la politica e sporca come tutto cio che tocca almeno fin in questo momento.
atleti a parte che lo fanno per la nazione cui fanno parte e che la valorizzano con i loro sforzi.

cantinetta dei, mestre Commentatore certificato 06.08.12 18:08| 
 |
Rispondi al commento

"Olimpiadi, belle, non si può negare. L'Italia vince delle medaglie, tutti
contenti. Ma perchè ci piace? Perchè ci inorgoglisce? Ci identifichiamo nei
successi olimpici? Ma quanto ci rappresenta tutto questo, e quanto lo
paghiamo? Il presidente del comitato internazionale olimpico Jacques Rogge,
nel suo discorso durante la cerimonia d'apertura ha ricordato che è stato
in Inghilterra che lo sport è nato e sopratutto, che sempre in Inghilterra,
lo sport è stato inserito nel curriculum scolastico. Anche ai cittadini
britannici piace vincere ma da loro corrisponde anche una cultura sportiva
nelle scuole e non solo. In Italia il confronto tra lo sport olimpico e
quello reale è vergognoso. Da una parte c'è il CONI (Comitato olimpico
nazionale Italiano) un carrozzone il cui unico scopo è quello di far
vincere all'Italia delle medaglie alle olimpiadi, con budget mostruosi,
dall'altra la situazione dello sport/educazione fisica nelle scuole che ci
mette ultimi in Europa. Solo chi ha dei figli sa cosa vuol dire fargli fare
una normalissima ma indispensabile attività fisica. Solo se hai tanto tempo
e sopratutto denaro te lo puoi permettere. Quindi abbiamo le risorse per
mantenere centinaia di atleti, preparatori, tecnici, dirigenti che fanno
parte del circo chiamato Coni (Se non mi credete guardate da voi quanto ad
ogni finanziaria gli viene destinato) e lasciamo alle fasce della
popolazione più debole, i giovani, con meno delle briciole e il resto
praticamente abbandonato.
Quindi le Olimpiadi vi piacciono ancora tanto?

Ennio Mancinelli 06.08.12 18:07| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto molti commenti critici su questo post, per quanto mi riguarda sottoscrivo al 100% il pensiero di Grillo.

Michele GRIECO 06.08.12 17:57| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

E' evidente che lei è troppo rozzo per poter conoscere anche un solo schermidore. La sua ignoranza in materia onora e nobilita chiunque pratichi o apprezzi questo e molti altri sport che, per fortuna, non godono della sua sgradevole attenzione. Tanto per sua informazione la sua città ospita gloriosi e antichi club schermistici.

Eugenio Pascale 06.08.12 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Oggi il presidente del CONI commenta: "Chiamatemi nazionalista, è questa l'Italia che mi piace: quella che vince, quella che fa suonare l'inno". E sfido che gli piace. Gli fa guadagnare tanti. ma tanti soldini. Mica fa il presidente per passione. E mica è arrivato lì per concorso. A lui ed almeno per altri 100.000 (che percepiscono pensioni d'oro) l'italia fa molto bene. Non tanto a noi. Gli inni, le fanfare, le bandiere, sono simboli che sono stati sempre usati per illudere i semplici. Magari per incitarli a lanciarsi dalla trincea contro la mitraglia nemica (nemica?).

Armando Guerra 06.08.12 17:19| 
 |
Rispondi al commento

A commento di un mio post mi fanno notare che quello di Grillo non è un partito, ma un movimento. Non sono d'accordo. Era movimento prima di accedere al "potere" (sintetizzo). Ormai amministrando importanti città non è più un movimento. Fa parte della politica, dell'Amministrazione. Diciamo che ha finito di muoversi. Ormai è questione di ampiezza di responsabilità. Le ha.Ha terminato l'avvicinamento. E' di parte, rispetto agli altri che trova di fronte, all'opposizione. Quindi un partito.

Antonio B., Cambiago Commentatore certificato 06.08.12 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono arrivato qui tramite link da altro forum, In questo forum, Grillo, si chiedono in che attività sportiva eccellevi in gioventù, no qualcunoinsinua che eri un asso della briscola...confermi ???


claudio claudi 06.08.12 17:03| 
 |
Rispondi al commento

non ci posso credere, il presidente del Coni replica a Grillo hahaha, Beppe! deve essere bellissimo avere repliche alla minima scoreggina che si fa. Deve essere trooooppo gratificante. Si vede che sentono puzzina di merda, il problema è che la puzzina non la tolgono criticando le affermazioni (o le mistificazioni delle affermazioni) di Grillo, perché la puzzina loro ce l'hanno addosso, e nanche se si lavano... perché la puzzina ce l'hanno addosso :DDD

Verrà primavera, e faremo pulizia...

MrTitian 06.08.12 16:51| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ragazzi teniamo a bada l'invidia,non mi riferisco a Beppe che comunque è un uomo di successo e può giudicare altre situazioni di successo,ma arrivare all'olimpiade è una grande cosa..è qualcosa di immenso..tutti quei soldi concordo con Beppe è immorale..ma stò vivendo questa avventura attraverso le emozioni di un conoscente,umile,quasi povero che però ha seguito il figlio sin da piccolo nella sua disciplina..le poche risorse familiari messe a disposizione per assecondare questa passione..e il suo "cucciolo"ora è li..se con la sua squadra vincerà la medaglia la sua vita cambierà..a parte l'emozione nel vederlo partire e i genitori vi assicuro non pensavano ai soldi ma le lacrime gli rigavano le guance al papà mentre diceva"ce l ha fatta..avrà una vita migliore e non di merda come la mia e di sua madre"..era una scena da brividi..una soddisfazione senza eguali,avete presente quella pubblicità che finisce"..e tutto per questo momento"ecco così..lo sport è anche questo..in bocca al lupo al giovane atleta e a questa famiglia .

sara 06.08.12 16:44| 
 |
Rispondi al commento

E' certo che l'enorme abuso di sport ha sconvolto le olimpiadi. Ancora mi chiedo il significato del beach volley , al di là del bellissimo fisico degli atleti. Non capisco se al beach volley verrà affiancato anche il beach soccer e se al polo nord potranno mai fare le olimpiadi! Poi se aggiungi che le gare di tiro sono infinite (da 10metri da 30, da 50, un pò quà e un pò là) allora capisco che qualcosa non va. Ma chi sono questi? E il calcio italiano perchè non c'è alle olimpiadi visto che gli Dei del pallone son i più pagati? Sarà il tallone di achille che ha fatto sciegliere gli europei invece che le olimpiadi? e se le olimpiadi non valgono niente per i padroni dello sport (leggere il corriere dello sport e la gazzetta) allora di cosa stiamo parlando? Beppe solo un errore.... le freccette e lo sport in retromarcia già c'è. E' solo l'ultima medaglia possibile da dare agli sfigati.

Max 06.08.12 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stavolta non sono proprio d'accordo. Va bene dissacrare tutto, aprire gli occhi e non farci abbagliare dalle apparenze, ma vedere solo l'aspetto commerciale, opportunista e strumentale delle Olimpiadi mi sembra esagerato. Tutto allora è spreco, economia, pubblicità, affari. Non ci salviamo da nessuno, perchè alla fine anche essere sempre bastian contrari è un foprma di esibizionismo e autocelabrazione. Guardo le Olimpiadi e penso al sacrificio degli atleti, alla fatica, all'impegno. Mi basta. Sono orgogliosa di essere italiana? non certo per questo.

manuela paleari 06.08.12 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Cosa rimarrà del tuo partito? Qualche poveraccio con un manuale in mano: "Come si amministra un condominio". Che' tanto, al di là, non andate...

Antonio B., Cambiago Commentatore certificato 06.08.12 16:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io a freccette ci gioco. E da tanti anni. Posso dirvi che ci speravo entrasse in olimpiade, se ne parlava qualche anno fa, visto che a Londra è popolarissimo. Ai bambini in Inghilterra ci insegnano i numeri. Mi è dispiaciuto questo post. Saluti.

Fabio Ruggeri 06.08.12 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, ma si puo sapere se c'è qualcosa che ti sta bene?? io sono uno dei tuoi piu convinti sostenitori..ma la tua uscita sulle Olimpiadi la trovo alquanto fuori luogo...non vorrei fossi premiato con la medaglia d'oro per lo sport preferito dagli ignoranti..sparlare...! scusami per questa critica ma trovo insopportabili le tue parole sulla manifestazione piu bella ,avvincente che lo sport abbia mai avuto..non è tutta merda Beppe !

massimo cotellessa 06.08.12 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Nonostante le multinazionali, la distrazione di massa, un nazionalismo ipocrita e la scherma che mi fa schifo, niente mi convincerà a non seguire le olimpiadi. Gli sguardi e i pugni di Katie Taylor e Natasha Jones, le due boxer che hanno appena finito di combattere anche contro la discriminazione (la boxe femminile è per la prima volta alle olimpiadi), rimangono un buon motivo per aspettare i giochi con ansia. Per il resto sono abbastanza intelligente da comprare scarpe che non hanno nome di dea greca, bere chinotto e cedrata, e guardare Norvegia-Spagna (pallamano) quando sta tirando la nazionale italiana di sciabola...

jessica papa 06.08.12 16:01| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

No scusate, sarò ingenua o altro quanto volete, ma se non ci fosse nemmeno lo sport a 'sto mondo, dove andremmo a finire? Va bene denunciare i ladri, la corruzione, le furberie e quant'altro, ma non si vive solo di questo! Beppe, se tu non conosci nessuno che pratica scherma, mi spiace per te, io sì! anzi, sai che ti dico? che da settembre mi iscrivo a un corso di fioretto, perchè mi piace proprio! E se non ci fossero le Olimpiadi, forse non l'avrei mai saputo!
Ma vivetevi in pace almeno le Olimpiadi, Cristo Santo!!

lancillotta 06.08.12 15:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutti questi che praticano il fioretto sono dipendenti dello stato, fiamme gialle, guardie forestali, come mai hanno tutti tanto tempo da dedicarsi a questo strano sport!!!
le medaglie belle per me sono quelle vinte nell'atletica, nel nuoto, nella ginnastica,nel canottaggio, ma il fioretto? cos'è questo fioretto, par che in Italia ormai si pratichi solo il fioretto!!!

un'arrabbiata 06.08.12 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Monti e l'autonomia del parlamento:
Le dichiarazioni di Monti sull'autonomia dei governi dal parlamento sono una logica e arrogante conseguenza del modo in cui il prof. Monti è arrivato ad essere presidente del consiglio.
Il ragionamento è questo:
1. Per i miei innumeroveli meriti mi è stato chiesto (con preghiera) di essere il presidente del consiglio perchè senza di me l'Italia sarebbe andata in malora;
2. Nessuno mi ha votato e quindi non devo rispondere a nessuno del mio operato;
3 Mi avete costretto mio malgrado a governare,
poiché da vostra stessa ammissione sono unico e solo io ho la ricetta giusta per tutti voi
4. Con tutto ciò che ho da fare non capisco perchè devo fare anche fare il badante della massa di inetti (e su questo ha ragione) che siedono in parlamento e che a volte non approvano ( o fanno finta di non approvare) subito tutte le mie leggi, specialmete adesso in vista delle elezioni. Sono solo una palla al piede.
5. Io e solo IO che sono un PROFESSORE potrei tentare di educarli e formattarli secondo il mio illuminato pensiero e quello che chiede l'Europa (questo frase va sempre bene).
6. Io sono IO (MONTI), senza di me voi plebaglia non avete futuro e non siete un .....

ricerca 06.08.12 14:58| 
 |
Rispondi al commento

http://www.vulva-original.com/
Profumo sviluppato da Monti per coloro che hanno perso o perderanno il lavoro
Istruzioni:
Spruzzare nel sedere ed attendere sviluppi
Viva l'italia

adriano fontanot 06.08.12 14:42| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo.

ma mi chiedo quale sia il modo di vivere lo sport, come cambiare le cose. d'accordo riguardo le sponsorizzazioni e le cifre astronomiche pagate agli atleti, ma lo sport e' competizione e sembra che la motivazione a competere oggigiorno venga proprio dal dio denaro e non solo dall'onore di vincere ed essere considerato un eroe. qui si parla di cambiare le regole, i valori della societa', il modo di rapportarsi l'uno con l'altro, il ruolo dello sport nella vita quotidiana di un atleta. chi mai passerebbe tutta una vita a perfezionarsi dal punto di vista atletico senza un ritorno economico? e poi, senza sponsors, chi pagherebbe questi ragazzi? lo stato? possiamo pensare di aprire un bando di concorso per cecchini provetti...basta che poi non li usiamo per far fuori personaggi scomodi.

inoltre questo discorso sullo sport puo' tranquillamente essere fatto anche per la musica e altre forme d'arte.

qual'e' la ricetta proposta dal M5S al riguardo?

Igor 06.08.12 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Chi si ricorda di lusi della margherita, del figlio di bossi(della lega)di penati di ecc.ecc., tutto contribuisce all'oblio, dicono che la vita deve andare avanti, che vada pure avanti ma quelli che hanno contribuito allo sfascio dell'Italia quelli devono andare in galera e RESTITUIRE i soldi che hanno percepito indebitamente.

Maurizio Giannattasio, Vado-Monzuno Commentatore certificato 06.08.12 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Povero Maroni, lui si impegna anche, ma finchè lasciano uscire dalle bocche di merda di Bossi, Salvini, Borghezio, le continue e ripetitive cazzate che sparano da anni, il povero Bobo alle prossime elezioni forse se si allea con FLI raggiungerà il 5%!!!

LEGHISTI TACETE PER SEMPRE

Alessandro T. Commentatore certificato 06.08.12 14:21| 
 |
Rispondi al commento

In un paese dove la Mafia tratta con lo Stato mi immagino di quale onestà intellettuale possano essere le massime cariche dello Stato...


Giorgio Debbiani 06.08.12 14:20| 
 |
Rispondi al commento

....."
La Germania processa Monti
"STRANA IDEA DELLA DEMOCRAZIA"
Le parole di Monti non sono piaciute alla Germania. Critiche bipartisan, infatti, sono arrivate da Berlino a seguito dell'intervista rilasciata dal premier italiano a Der Spiegel. Ai politici tedeschi di tutto l'arco costituzionale non sono andate giù, in particolare, le considerazioni sull'autonomia dai parlamenti nazionali che i governi devono essere in grado di esercitare nelle trattative a Bruxelles. Molto duri gli attacchi dai falchi della maggioranza, i liberali dell'Fdp e i bavaresi della Csu, mentre più conciliante è apparsa la Cdu della cancelliera Angela Merkel. Secondo il quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung l'idea secondo la quale un governo dovrebbe "educare" il proprio parlamento "tradisce una strana concezione della democrazia"
...."

marco e Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.08.12 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti scrivo da Londra. Sono un giornalista alla sua quarta olimpiade sempre in ruoli diversi,ora lavoro come addetto stampa per il comitato olimpico di Londra. Sulle olimpiadi posso dirti che c'è del marcio dietro ma è una delle poche manifestazioni che fa sognare veramente la gente portando alla ribalta anche veri atleti sempre nascosti dalle luci di carrozzoni calcistici. Se si può sognare allora dobbiamo sognare perchè ne abbiamo bisogno. Ma è di altro di cui ti vorrei parlare. Dopo quattro olimpiadi, due europei di calcio, un mondiale e sei coppe del mondo di sci posso farti un bilancio purtroppo vergognoso della nostra "Casa Italia". Gli atleti non ci stanno mai, non è come sembra dagli articoli perchè gli atleti stanno e ben volentieri nel villaggio olimpico. Sono portati un paio d'ore per cene e saluti a forza dagli addetti stampa Coni (molti dei quali non parlano l'inglese!) pungolati dagli Sponsor. Ma il problema è un altro, il carrozzone creato a Londra (si parla di + di 5MILIONI DI EURO) per un mese di casa non è assolutamente pubblicizzato. Ci entri solo se conosci dov'è ed in alcune parti non ti fanno entrare se non sei accreditato (ma non alle Olimpiadi, a casa Italia!);solo che non hanno un sito della casa e non ti puoi accreditare (come giornalista)online....te la faccio breve....entri nei posti interessanti (vedi ristorante stellato etc) solo se sei "amico loro"...Quindi diciamo che Casa Italia nonostante i 5 milioni che paghiamo tutti noi è una casa per pochi..e tra l'altro italiani perchè lì l'inglese non lo parla praticamente nessuno a parte le ragazze cortesi che hanno messo all'entrata...e per dirtela tutta lo sai come mai tutti i giornalisti italiani (90%)ci tornano lo stesso da tutte le parti di Londra(!)?perchè loro mangiano gratis da uno chef stellato e nel frattempo possono portare una bella ricevuta(che si fanno fare da qualche ristorante italiano compiacente)alle rispettive redazioni..W l'obiettività W il giornalismo W L'ITALIA

Nicco Cateni 06.08.12 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perché invece uscire dall'euro, tornare alla moneta nazionale e alle dogane non è nazionalismo

lucapan 06.08.12 14:12| 
 |
Rispondi al commento

fate un articolo sulla bomba atomica. oggi è il 6 agosto.

marco argentati, jesi Commentatore certificato 06.08.12 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Pensavo di averle viste/sentite tutte nella vita, ma oggi apprendo che i Krukki possono dare lezione di Democrazia!
Cioè il popolo che ha partorito Adolf Hitler ed il Nazismo adesso si scopre democratico!
La vediamo tutti i giorni in Europa la democrazia Krukka!

Donato Tobi () Commentatore certificato 06.08.12 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bossi ha detto che Manzoni era una canaglia e un traditore.

Manzoni ha scritto i Promessi Sposi mentre Bossi ha scritto sui muri dei cessi.

Ugo Sfantini 06.08.12 14:06| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho letto su LA SETTIMANA il seguente articolo:

Lusi marcisce in carcere. Tutti gli altri
sono innocenti. I soldi dei finanziamenti
elettorali li ha sottratti solo il tesoriere
della Margherita. Punto. Questo (ancor
prima del processo) è inoppugnabile.
Altrettanto inoppugnabile è il
finanziamento pubblico al giornale
"Europa" della Margherita in pdmenoelle.
Imperdibile per chi riesce a rintracciarlo
in edicola. Costa all'erario solo
2.872.914,08 euro (per l'anno 2010).
Pane e cicoria intanto lo mangiano gli
italiani.
Ingroia al confino in
Guatemala
Informazione
25.07.2012
SE NON ERRO FU QUESTO GIUDICE AD INDAGARE SUI CAPITALI RICICLATI IN CINA DALLA CRIMINALITA' ( E NON SOLO ).

Con queste premesse o si sfascia tutto e si ricomincia con uomini nuovi facendo processi seri ai vecchi gerarchi partitocratici ed ai capitalisti corruttori loro alleati punendoli seriamente per i crimini contro la nazione e togliendogli il patrimonio accumulato in Italia ed all'estero oppure si muore tutti di fame.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 06.08.12 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente, non me la sento di condannare in toto le Olimpiadi. Credo anche io che ci sono delle contraddizioni in questo tipo di manifestazioni e nello sport in generale, ma non credo sia tutto da buttare. Nazionalista ?? Perchè no?? Che male c'è nell'essere contenti se un tuo connazionale non ti fa pentire di essere Italiano (come accade nel 90% dei casi)?

Don Frignolo Commentatore certificato 06.08.12 13:59| 
 |
Rispondi al commento

BOOO!!
Cosa cazzo centra o cosa voglia dire questo post,con tutti i cazzi da pelare che abbiamo in Italia.
Sembra quasi una formalita di invidia per chi va alle olimpiadi e vincono,o si piazzi bene!
BHA!!!!
Certo che i problemi mie e di tanti che non arrivano alla fine del mese,se ne SBATTONO I MARONI del calcio o delle olimpiadi e di chi vince,come dei post idioti come questi che ultimamente GRILLO E IL SUO STAFF tira fuori,superando a livello tale Bersani e i suoi compagni!!!
Veramente NON so per chi votare!!!
E finita davvero!

Roberto Venturi 06.08.12 13:57| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La frase appropriata dovrebbe essere "sono contento perchè il mio Paese mi ha consentito di far trionfare me e lo sport in questa specialità" e NON "sono contento perchè il mio Paese trionfa". C'è un abisso tra le due affermazioni e la seconda, nazionalista fa ricordare i tempi del fascismo!!! Ora, il Paese dovrebbe garantire una adeguata formazione e struttura per consentire ai più bravi di partecipare ad una competizione internazionale nella quale la bandiera passa in secondo piano mentre lo sport e l'atleta in primo. Un buon atleta è buono per il mondo e vince per lo sport, non importa se sia italiano, francese, tedesco o iralandese...Ma il concetto è stato sovvertito perchè così piace ai politici e ai burocrati che vogliono presenziare e pigliare soldi mostrandosi per aver portato l'Italia INTERA a un determinato livello internazionale. Capite? Da un atleta che vince una medaglia si coinvolge l'Italia intera e chi vince diventa il politico e il burocrate per aver organizzato così bene le selezioni, il viaggio e quant'altro! L'atleta con il nazionalismo diventa il povero pirla che ha fatto il lavoro manuale!!!

mario mario Commentatore certificato 06.08.12 13:48| 
 |
Rispondi al commento

La stretta relazione fra giochi olimpici e politica è innegabile ma credo che questo post si potesse scrivere in modo più rispettoso nei confronti degli atleti (se non altro per evitare di offendere indirettamente i loro tifosi).
Sono d'accordo sull'eccesso di nazionalismo che pervade i giochi olimpici snaturandone l'origine di semplice ludico intrattenimento dei tempi antichi, ma i sentimenti sono sentimenti e dire a un tifoso che la sua squadra è solo una pataccata nazionalista è irrispettoso anche se è vero.

Se vogliamo vincere le elezioni (vincere per governare) dobbiamo evitare di farci fraintendere:
i giochi piacciono a tanti, il vero problema sono le bandiere e i troppi soldi che arrivano dagli sponsor (che non si sa bene dove finiscano alla faccia dei poveri atleti) e come al solito la propaganda...


nazionalismo su wiki: http://it.wikipedia.org/wiki/Nazionalismo#Nazionalismo_e_patriottismo

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 06.08.12 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo ma questa sequela di banalità dovevi proprio pubblicarla? Ma non potevi tenertela per te? Assomigli sempre più a uno dei quei tuttologi che sbrindellano i maroni volendosi occupare di tutto lo scibile umano. Il Grillo che ammiravo anni fa è stato risucchiato in un vortice megalomane e gazzarresco. Mi dai l'idea di essere un taliban, chi non è con me è un infedele. Ti prego rinsavisci!

Donato Tesoriero 06.08.12 13:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggete sul fatto quotidiano online quale legge apposita hanno fatto per gli sponsor in questa olimpiade!ecco,dopo aver vomitato chi se la sente torni pure a credere che siano belli questi giochi...a me fa solo rabbia.e mi toglie la voglia di esultare anche per gli sport minori,che in fondo mi piacevano.qui è sempre peggio,tutto è ridotto a pura mercificazione.e di questi tempi fa solo salire rabbia!

luca del 62 (), milano Commentatore certificato 06.08.12 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Diciamo la verità, i nostri politici e burocrati non vedono l'ora di trovare un MOTIVO PER INNALZARE LA BANDIERA. Non importa che sia un disperso in un Paese sperduto, o un atleta che prende la medaglia alle olimpiadi, o un morto in un Paese in guerra. L'importante per i nostri politici è STARE SOTTO LA BANDIERA GIUSTIFICATI A PIGLIARE LO STIPENDIONE!!! Questa è la triste verità che soggiace a tutto il discorso di questo post.

mario mario Commentatore certificato 06.08.12 13:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori