Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il canto del cigno


Casini_legge_elettorale.jpg
"I cigni quando intuiscono di dover morire, riescono ad emettere un canto con note forti e splendenti, riescono a cantare come mai prima, proprio perché consapevoli che la loro vita terrena é giunta al termine e, tutto questo, lo fanno cercando di farsi notare per l'ultima volta. Troppe similitudini trovo con la nostra classe politica attuale che, sapendo di dover lasciare una vita privilegiata, cerca in tutti i modi di farsi notare, ma in questo caso non per la paura di morire, ma per la paura di perdere tutto (magari anche restituire). La differenza sostanziale é che il cigno canta e urla con orgoglio, mentre il politico parla e urla per paura di dover lasciare i privilegi. Troppo spesso si dice gli animali ci insegnano qualcosa, ed è proprio in questi momenti che i nostri politici dovrebbero prendere esempio da loro. Signori politici fate il vostro ultimo canto e toglietevi dai coglioni." Sabrino Di Renzo, Gradara

8 Ago 2012, 10:50 | Scrivi | Commenti (53) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

LA DIFFERENZA SOSTANZIALE TRA I CIGNI E I POLITICI E' CHE I CIGNI SONO ANIMALI NOBILI I POLITICI INVECE SONO SOLO INDEGNI SPREGEVOLI E ANCHE VIGLIACCHI PERCHE' NON HANNO IL CORAGGIO DELLE LORO AZIONI

maria rosa barbagallo, nicolosi Commentatore certificato 15.08.12 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Lui si chiama Antonio Di Pietro! Lui è uno di noi.

Lui parla la lingua della gente per bene di questo Paese. Lui sta dalla parte dei cittadini, dei pensionati, dei lavoratori, di coloro che campano a fatica con un stipendio da fame, di chi la vita se la suda davvero tutti i giorni e crede che - malgrado “loro” - un mondo migliore, un'Italia più giusta, equa e solidale sia ancora possibile! Lui è quello che quando va in televisione non ha peli sulla lingua e gliele canta “chiare e tonde” come farebbe un anziano che con una miseria di pensione deve pagare la badante più di quanto l’Inps riesca a dargli ogni mese, come farebbe un lavoratore dipendente che assieme allo stipendio ha visto impoverirsi diritti e aspettative, come farebbe un giovane laureato che se vuole lavorare deve sottostare a certi “compromessi”, come farebbe un onesto contribuente che paga fino all’ultimo centesimo di tasse pur sapendo che questo Stato non gli darà mai in cambio neppure uno straccio di welfare! Lui si chiama Antonio Di Pietro. Ma a ”loro” il suo dire non piace! Il suo pensare gli fa venire addirittura i brividi! “Loro” sono rimasti legati al "politichese" vecchia maniera e se non ti adegui, ti fanno fuori!
>>> VIENI ANCHE TU A DIRE LA TUA SU : http://freeskipper.blogspot.com

Free Skipper, Roma Commentatore certificato 10.08.12 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Volete sapere la verità sul terremoto in Emilia? Www.povalley.com!!! E tutto sotto I nostri occhi diffondete!

Claudiopizzaiolo 10.08.12 02:30| 
 |
Rispondi al commento

VOLEVO SOLO DIRE E RIPETERLO SINO ALLA NAUSEA PEPPE CIRCONDATI DI PERSONE ESPERTE IN POLITICA E PRESENTALI AL POPOLO IN MODO CHE POSSONO VALUTARE CHE PEPPE HA DEI BUONI ELEMENTI E FARCELA A DARE FASTIDIO , I FAN SONO UNA BUONA COSA MA NON BASTANO , SO CHE NON HAI BISOGNO DI SUGGERIMENTI MA UN UOMO DI 80 ANNI VISSUTO NEL BENE NEL MALE E IN QUESTO SCHIFO DI OGGI QUINDI NON MI SPAVENTA PIU' NIENTE UN SALUTO AFFETTUOSO E UN IN BOCCA AL LUPO CHE CREPANO TUTTI E. R
AMMIRO MOLTO LA TUA DISPONIBILITA' COSA CHE NON FANNO I POLITICI SCRIVONO STRONZATE SU GOOGLE E NON TI PERMETTONO DI REPLICARE PUR FACENDO PARTE DELLA CERCHIA E AL PRIMO COMMENTO ONESTO TI CANCELLANO A ME E CAPITATO CON ALFANO E BERLUSCONI CHE NON POSSO PIU' COMMENTARE E FRANCAMENTE ME NE FREGO . CIAO

ERMONDO RICCIARDELLI 09.08.12 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono talmente stufo di questo sconcio, che non mi va più neanche di commentare. Mi sa che NON SERVE A NULLA!!! O si passa alle vie di fatto mandando a casa a calci nel sedere questa gentaglia stracciando e bruciando letteralmente leggi che consentono loro di stare li "paralizzati" sui loro scranni "sine die", o altrimenti é meglio stare zitti e mosche abbassando la testa. E' questo che vogliamo? No? Allora, su, diamoci da fare in tutti i modi possibili cominciando, per esempio, a convincere l'opinione pubblica che se questa gente ha paura al punto da farsi scortare a spese nostre, significa che hanno parecchi peccati sulla coscienza e quindi é necessario in primis togliere loro la protezione in modo che se non decidono in proprio di andarsene, si possa prenderli tranquillamente a schiaffi e/o metterli alla berlina bersagliandoli con uova e pomodori marci e forse anche qualcos'altro di meno "profumato".

SISTO Z., S. Maria La Longa (UD) Commentatore certificato 09.08.12 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Questi zozzoni non vanno minimamente accostati ai cigni, sarebbe come offendere qusti magnifici volatili. Loro sono solo il basso-retro degli uccelli....i coglioni! ...Quindi....FUORI DAI COGLIONI!!!

Sal Rago 09.08.12 14:18| 
 |
Rispondi al commento

La serenata a questi zozzi,ba****le putt***ri ladri arraffoni opportunisti,la faremo noi quando faranno,se le faranno,le elezioni.Arrivederci in Parlamento bastardi.

mauro m., VENEZIA Commentatore certificato 09.08.12 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Il canto a sti zozzoni-(POLITICI E SINDACALISTI DEL CAZZO)- ladri, usurpatori e invertebrati leccaculi e ruffiani, sarebbe il caso di farli cantare in una prigione a vita, e farli lavorare a scavare pietre in una cava. Purtroppo gli italioti non cambieranno MAIIIIII.

CONAN- CONDOTTIERO Commentatore certificato 08.08.12 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Ribadisco...nessun spreco ulteriore di denaro e risorse pubbliche: lapidazione senza processo nella pubblica piazza!!!

Diego C., Vicenza Commentatore certificato 08.08.12 18:45| 
 |
Rispondi al commento

La oligarchia al potere ci definisce "antipolitica", in realtà quello che sta succedendo in Italia è semplice ed esplosivo: è nata un'opinione pubblica che non ne può più di questi mandarini appollaiati su un ramo dorato a difendere se stessi. E se ne vuole liberare in ogni modo. In principio c'è un artificio semantico, una truffa verbale. "Antipolitica", l'epiteto con cui la politica ufficiale designa questa nuova cosa. Marchio di successo, tant'è che digitandolo su Google si contano 780 mila risultati. Ma che cos'è l'antipolitica? Un sentimento becero, un vomito plebeo? No, un inganno! E fa riflettere il fatto che a classificare il Movimento Cinque Stelle come “antipolitica” siano dei politici di professione. Che magari sono da vent’anni in parlamento, che magari viaggiano sull’autoblu, che magari vanno in pensione dopo cinque anni di lavoro. Ma siamo sicuri che siano ancora loro la politica vera, e che non sarebbe ora di riappropriarci anche di questo termine?

Domenico Lico, Mileto Commentatore certificato 08.08.12 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Ha solo un 6%
capite perchè non cambiano la legge elettorale!

Casini 08.08.12 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Più che cigni direi cozze perchè sattaccano a Monti penso che non sia difficile da capire Monti lavora per i privilegi non contro i privilegi
Se poi la cozza sia piu intelligente del popolo bue
fai te

giorgiodamilano liberale Commentatore certificato 08.08.12 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Tutte le immagini che sui giornali riprendono l'on.Casini ci danno il "Nostro" sempre sorridente, quasi allegro... nonostante le difficoltà degli Italiani. Anzi più i problemi aumentano e l'onorevole sprizza gioia da tutti i pori.
Già si vede futuro Presidente della Repubblica con Bersani Presidente del Consiglio e Vendola ministro ...
Povera Italia! C'è poco da stare allegri. Questi personaggi sono tra quelli che hanno creato un mostruoso debito pubblico che genera enormi problemi a tutti noi.
Questi personaggi(unitamente a quelli del PDL quasi scomparso )non meritano di amministrare il nostro Paese , anzi devono essere ritenuti responsabili del degrado morale ed economico dell'Italia.
Spero nell'intelligenza delle persone perbene per mandare a casa tutta una classe politica che ci ha portato alla rovina.

riccardo g. Commentatore certificato 08.08.12 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

carissimo on. casini pierferdinando,probabilmente il futuro che lei teme con beppe grillo capo del governo ed il m5s è già dentro di lei
perchè , nel caso l'avesse dimenticato, per governare un paese bisogna essere eletti.Lei invece in nome di un potere divino superiore forte del consenso di qualche centinaio di italiani pensa di sciegliersi il premier a tavolino insieme a qualche comare.Mio buon casini ferdinando per poco ancora onorevole il futuro dell'italia sarà nelle mani degli italiani, che non possono portare l'italia in default perchè l'ha già fatto lei insieme ai suoi compari.

eraldo s., casarano Commentatore certificato 08.08.12 17:08| 
 |
Rispondi al commento

IL MIGLIORE ATTACCO? L'ONESTA'.
In questo Agosto rovente, dopo che agli Italiani è stato "praticamente" imposto di stare a casa, potendo così riapprezzare i valori delle ferie di una volta, quelle povere...(è meglio risparmiare per le prossime tasse),il nostro amato presidente dopo la fatica di insistere con quei discoli dei parlamentari per licenziare una riforma elettorale a prova di bomba (M5S),e aver finalmente liquidato il caso Mancino, trascorrerà un periodo di meritate... ferie a Stromboli.
Prima della meritata partenza per le ferie, Azzurro Caltagirone,Fini e Dalema si concedono ai giornalisti "allineati" per dispensare le ultime ricette per la cura dell'Italia. E' normale che il primo pensiero sarebbe quello di assumere un boia(favoriti dai saldi) e fare pulizia. Ma invece, da questo momento in poi bisogna che noi del M5S cominciamo ad essere freddi e riflessivi. Se cominciamo a scrivere il nostro programma di governo e diamo l'esempio con le nostre opere, tutte quelle persone che sono in letargo si uniranno a noi, perchè gli Italiani hanno sete di ONESTA' e GIUSTIZIA. I programmi per i comuni formulati dal M5S sono stati molto apprezzati da tutti, io penso che se il programma di governo conterrà le linee guida per una reinvenzione radicale e sostenibile del nostro modo di vivere e sopratutto di consumare le risorse disponibili, gli Italiani capiranno che le differenze programmatiche tra noi e gli altri sono enormi. Ma se oltre al programma dimostreremo il buon governo dei comuni da noi guidati E' FATTA.
IL MIGLIORE ATTACCO? L'ONESTA' E L'AMORE PER IL BENE COMUNE. Un abbraccio a tutti e buone ferie (casalinghe).

Elia Porto 08.08.12 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Si, se ne vadano via dai c...... Restituiscano il maltolto (leggasi finanziamento ai partiti mascherato da rimborsi elettorali); pensioni e prebende ai parlamentari a mille euro (se può campare un dipendente o artigiano o commerciante con 700-800 euro al mese dopo 40 anni di lavoro, possono campare anche loro con 1.000 euro), magari con ricalcolo retroattivo: se la retroattività vale per i poveri "esodati" deve valere anche per loro. Stesso discorso per i consiglieri regionali.
E che vadano via:non può essere che a un ricercatore universitario spettino 800 euro al mese e un qualsiasi galoppino nominato in una municipalizzata guadagni dieci volte tanto.

antonio ferrandino 08.08.12 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma specialmente, dopo che avete restituito il bottino, andatevene a fanculo. Possibilmente in galera.

Fran V. Commentatore certificato 08.08.12 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Bisognava pubblicare la foto di Casini dentro ad un grande cesso, l'unico posto idoneo per questo triste personaggio demagogo ed opportunista.

Silvia M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.12 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Per favore non confondiamo quei meravigliosi animali che sono i cigni con l'ammasso di merda che sono i nostri politici...e non c'è bisogno di aspettare che cantino hanno già fatto abbastanza danni...

Marco Somaschini 08.08.12 15:48| 
 |
Rispondi al commento

CHE SI PREPARINO CHE A NOVEMBRE ARRIVANO LE CASTAGNE !!!!!!!!!!!!

GIUSEPPE GA 08.08.12 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Può darsi sarà difficile. Ma spero e credo che ormai sia solo una questione di tempo. Bisognerà istituire una Commissione per valutare tutte le ricchezze riconducibili ad ogni politico degli ultimi almeno 10 anni. E tutte quelle oltre le possibilità date anche da tutti i superprivilegi che si sono assegnati, dovranno essere restituite. Ed ogni politico macchiatosi di colpe ritenute gravi, dovrà essere per sempre esiliato.

roberto d'iseppi, verona Commentatore certificato 08.08.12 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sabrino Di Renzo, Gradara

GRANDE FINALE!!!!!!!!!!!!!!!!!

FEDERICO
LIVORNO

federico diddi 08.08.12 14:12| 
 |
Rispondi al commento

La morte del cigno....Lasciate che cantino.Ogni nota è musica per le mie orecchie...Note di terrore,note di paura perchè tra un po li spazzeremo via.Attendo con trepidazione l'ingresso di M5S in parlamento...

mauro m., VENEZIA Commentatore certificato 08.08.12 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Legge iniziativa popolare in Brasile:

Come al solito dobbiamo prendere lezioni di democrazia: in Brasile e' stata approvata e ratificata dal parlamento una legge di iniziativa popolare, chiamata "FICHA LIMPA" (scheda pulita) che prevede l'ineleggibilità per otto anni, per tutti coloro che hanno pendenze con la giustizia o che siano già stati condannati in via definitiva. Una legge che il MoVimento 5 stelle ha da tempo presentato al nostro parlamento ottenendo risultato "0"
(per chi volesse approfondire: http://pt.wikipedia.org/wiki/Ficha_Limpa)
A questo punto mi chiedo, anche ingenuamente, cosa manca a noi rispetto al Brasile!
Perche' loro ci riescono e noi no??
Spero in un trionfo del MoVimento....
Ciao
Umberto G.

umberto guaitoli 08.08.12 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Saddam Hussein (quello iracheno....) quando è arrivato al potere dopo un colpo di stato ha riunito il parlamento ed ha esposto il suo programma. Chiunque diceva cip veniva invitato ad uscire dal'aula e poco dopo si è sentito un sparo.
La politica italiana ha sempre fatto schifo e ha sempre fatto quello che fanno ancora oggi...schifo. e allora caro Benito risorgi e riprendi in mano le redini del paese e fà altrettanto coi politici attuali, ma prima spogliali loro personalmente ed i loro partiti del cazzo dei loro averi. L'olio di ricino per questi ladri bastardi non è sufficiente.
Cambia le leggi e mettici quelle piu' severe al mondo con la pena capitale per le caste dirigenziali come hanno appena fato in Iran. Togliere gli indulti, i condoni,ecc. chi è stato condannato che stia in prigione. Se qualcuno di questa casta urla -Lei non sà chi sono io- Arrestarlo e di sabato 30 frustate in pubblica piazza con riprese televisive. Altrimenti non la capitanno mai che devono rappresentare il popolo elettore

sandrolibertini 08.08.12 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro casini il casino che stai facendo per combattere il movimento 5 S è frutto della politica faziosa e corrotta degli ultimi ventanni
acclarare e promuovere una coalizione con TUTTE LE FORZE DI GOVERNO UDC PDL PD-L ALLARGATO VUOL DIRE
ANGOSCIA E PAURA DI ESSERE SOPPIANTATI(e sarete soppiantati) ma anche poverissimi di idee anche se bersani ed alfano dicono che andranno ognuno per la propria strada(che attori consumati)vi metterete d accordo e sarà la vostra rovina perchè il vostro
elettorato serio non si unirà mai a chi ha avuto per tanti anni dall altra parte un nemico giurato

emi m., crema Commentatore certificato 08.08.12 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Scajola visita in cella Caltagirone, indagato con lui per il porto di Imperia
L'ex ministro: "Sono orgoglioso di essere andato in carcere a visitare il mio amico. Lo dice anche il Vangelo, bisogna visitare i carcerati. E io l’ho sempre fatto. Come parlamentare devo impegnarmi contro un uso del carcere preventivo che ricorda la tortura"

..lo sentono e cominciano a invocare il vangelo !!! chiederanno il nostro perdono e la nostra compassione, E noi CARITEVOLMENTE li spoglieremo di ogni proprietà (anche quelle ricevute a loro insaputa, che saranno numerose)e di ogni bene (e pure i parenti zecche), ma lo faremo x il loro bene, affinchè possano redimersi da ogni colpa terrena e ritrovare serenità..... STI GRAN FIJI DE NA ZOZZISSIMA ZOCCOLA !!!!!!!

ina ghigliot 08.08.12 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le tangenti, il rapporto falsato tra impresa e giustizia, il labirinto della burocrazia.

Poi la qualità dei servizi, sempre più bassa.

L'Italia risulta ultima per efficienza del sistema giudiziario tra i Paesi dell'Unione Europea.

E le cose non vanno meglio nel confronto con nazioni extra Ue.

BASTA NON SE NE PUO PIU' DI QUESTA POLITICA !!!

Roberto B. Commentatore certificato 08.08.12 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma andiamo!
CARICAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!

PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.12 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Canto del cigno? a questi porci bastardi bisognerebbe massacrarli di botte e togliergli fino all'ultimo centesimo che hanno RUBATO. Dopodichè fucilazione in pubblica piazza per aver distrutto questo Paese e impoverito il POPOLO ITALIANO. Che siate tutti maledetti!

Vittorio De Rossi, Roma Commentatore certificato 08.08.12 12:55| 
 |
Rispondi al commento

A sinistra, mentre Di Pietro ha scelto il ruolo di copiare il M5S e dell’opposizione di sistema, il Pd coltiva delle serie illusioni, riverberate dai sondaggi, che lo danno ancora come primo partito, e quindi come potenziale fulcro del futuro governo del Paese. Ma le cose non stanno propriamente così. I sondaggi di oggi riflettono la situazione odierna. Ma domani, nel 2013, la situazione sarà completamente diversa. I partiti riusciranno probabilmente nel capolavoro di scendere ulteriormente nel gradimento del corpo elettorale, persino sotto il 4% odierno, e i loro iscritti scenderanno ulteriormente di numero mentre si alzerà la loro età anagrafica. Il M5S, già oggi forse il primo del Paese, crescerà ulteriormente. Arrivederci in parlamento!

Domenico Lico, Mileto Commentatore certificato 08.08.12 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Troppo comodo prima devono restituire tutto quello che hanno rubato hai cittadini...poi se possono andare a fare in culo...anzi li bruciamo sul rogo come una volta le streghe così non vediamo più le logora facce da culo....fuori dai coglioni avente rotto!!!!'m

Patrizia Tremul, Cassacco Commentatore certificato 08.08.12 12:54| 
 |
Rispondi al commento

L’operazione sulla legge elettorale che partiti sull’orlo del tracollo stanno conducendo sulla pelle del Paese sconcerta per la sua spregiudicatezza. Sembra quasi che, sapendo di essere morenti, vogliano succhiare il poco sangue rimasto e le ultime energie del paziente Italia, cercando di sopravvivere a sue spese: un po’ come quei ricchi egoisti che pur di guadagnare qualche giorno di vita non esitano a moltiplicare inutili trasfusioni (togliendo il sangue ai traumatizzati più bisognosi) e a farsi trapiantare organi espiantati da persone sane ma costrette a vendere il proprio corpo per tirare avanti.
Il Pdl ne è l’esempio più sconcertante e apertamente opportunistico. I sondaggi lo danno in gravissimo declino. Che cambi nome, simbolo, e persino leader, tornando all’usato garantito del vecchio leone Berlusconi, non tornerà più ad essere il primo partito del Paese: è molto se resterà un partito significativo, e certo non sarà più il perno di una coalizione di governo con ambizioni non solo di rimanere attaccato al potere, ma di indirizzo del Paese secondo una propria visione politica. E’ un ciclo politico, quello impersonato dal suo attuale gruppo dirigente, che si è chiuso definitivamente. E allora si attacca a tatticismi disperati, a tentativi di riforma a colpi di maggioranza con la Lega, che pure oggi è all’opposizione, per garantirsi una qualche sopravvivenza futura, senza nemmeno rendersi conto che ciò non fa che accelerare il suo declino, e la sua immagine già assai appannata, agli occhi dell’opinione pubblica. La Lega, a sua volta, oggi marginalizzata dalla sua stessa implosione, si accontenta di tirare avanti sperando di lucrare dalla rinnovata alleanza odierna con il Pdl qualche speranza di guidare la Lombardia domani, senza badare all’interesse nazionale.
Al centro sembra ormai chiaro che Casini appare disposto a qualsiasi riforma, a trasformarsi in qualsiasi sigla, a mettersi a disposizione di qualsiasi alleanza futura, purché in continuità col sistema.

Domenico Lico, Mileto Commentatore certificato 08.08.12 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

eh no questo prima paga i danni che ha fatto negli ultimi 20 anni (insieme a tutti gli altri) e poi se ne può andare a fare in ...

alessandro bardi 08.08.12 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Speriamo che vadano all'inferno.

Ilario Maiolo 08.08.12 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Avendo capito di non essere assolutamente in grado né di gestire l’attuale travaglio del paese, né tantomeno sviluppare delle idee creative per il bene comune della nazione, dando fiato all’economia, rilanciando gli investimenti e allargando l’occupazione aprendo il mercato del lavoro, il governo si dedica ormai sistematicamente alla produzione di falsi. Dimostrati e dimostrabili anche da un bambino.
Da questo punto di vista, il governo Monti segna e segnala un grado di perversione dittatoriale più estremo di quello berlusconiano. Il sultano di Arcore, infatti, pur coagulando su di sé consensi e applausi collettivi, non aveva mai avuto né la supponenza né l’arroganza di presentare il proprio governo come una compagine di individui pensanti, responsabili, lungimiranti e competenti. Anzi. Mafiosi, faccendieri, furbastri e belle gnocche erano la consueta rappresentazione della classe politica dirigente italiota. Esibita ed esaltata sfacciatamente, senza nascondersi: il trionfo dei parvenu piccolo-borghesi.
La gestione della comunicazione, infatti, sotto Berlusconi funzionava così: abbassare la quota collettiva di raziocinio, abbattere la Cultura, diseducare la nazione all’applicazione e alla elaborazione di pensiero argomentato, esaltare la volgarità becera, promuovere soltanto chi aderisce al consenso, negare l’esistenza della complessità minimizzando la realtà e riducendola a slogan di carattere pubblicitario, e infine, dulcis in fundo, sostituire il danaro come autentica moneta di scambio sociale elevandola a Valore Assoluto, sostituendola al merito e alla competenza tecnica.

Domenico Lico, Mileto Commentatore certificato 08.08.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Da quando non è più premier, Berlusconi diserta la Camera. D'Alema non ha mai presentato nemmeno un atto da inizio legislatura (record mondiale). Tremonti ha il due per cento di presenze, Alfano salta nove sedute su dieci, La Russa va a votare sette volte su cento. Ma prendono tutti lo stipendio (pieno) di parlamentare.
Allora D'Alema incazzato ha ordinato alla sua addetta stampa di chiarire e spiegare. E ha chiarito e spiegato: che il suo capo ha diritto a essere poco presente in aula in quanto dirigente di partito, che quindi fa politica attraverso mille altri modi: visite nelle città, presenze a convegni, iniziative pubbliche e così via.
Eh no. Un parlamentare la politica dovrebbe farla in parlamento, proprio per questo viene eletto, e se vuole farla in altri modi che non gli danno il tempo di sedersi sugli scranni di quell'aula lo stipendio glielo paghi il suo partito che gia riceve per questo indecenti "rimborsi elettorali".
Di insofferenza in insofferenza, di indignazione in indignazione, arrivare all'odio da bufali il passo sarà breve. Non succederà la rivoluzione, ma allora per un politico riconosciuto per strada saranno cazzi.

Domenico Lico, Mileto Commentatore certificato 08.08.12 12:28| 
 |
Rispondi al commento

ci sono partiti che hanno più poltrone nelle varie USL , comuni ,province ,circoscrizione ecc ecc che privati cittadini che disinteressatamente gli danno il voto.
l'UDC è sicuramente uno di questi , raccoglie con il minimo il massimo di poltrone e questo è il solo scopo della loro esistenza.

giovanni fanci 08.08.12 12:27| 
 |
Rispondi al commento

NON ILLUDIAMOCI, COME E' LEGGENDA QUELLA DEL "CANTO DEL CIGNO" CHE PUR ESSENDO UN BELLISSIMO UCCELLO NON HA E MAI AVRA' UN BEL CANTO, E' PURA ILLUSIONE CHE I NOSTRI POLITICI, I QUALI NON SONO NEMMENO BELLI, POSSANO LASCIARE O PERDERE UN QUALSIASI PRIVILEGIO. MAGARI CAMBIERA' NOME (INTENDO IL PRIVILEGIO) COME NEL CASO DI "FINANZIAMENTO AI PARTITI" E "RIMBORSO AI PARTITI", MA COMUNQUE RIMARRA', A MENO CHE NON CAMBI L'INTERA STRUTTURA POLITICO-AMMINISTRATIVA, DAL MODO DI ELEGGERE IL PARLAMENTO AL MODO DI AMMINISTRARLO, FINO AL TIPO DI GOVERNO ISTITUZIONALE. MA PER ACCADERE QUESTO....

ENZO MORRA 08.08.12 12:21| 
 |
Rispondi al commento

PER LA VERITA' PIU' CHE CIGNI MI PAIONO PORCI. QUI DA NOI IN IRPINIA VI ERA LA TRADIZIONE DI CRESCERE PER OGNI FAMIGLIA UN MAIALE PER L'INVERNO. L'ANIMALE VENIVA POI UCCISO PER SCANNAMENTO FRA DICEMBRE E FEBBRAIO. LO SI PONEVA SU UNA TINOZZA, I MASCHI DI FAMIGLIA LO REGGEVANO ED IL CAPO FAMIGLIA LO SCANNAVA ALL'ALTEZZA DELLA GIUGULARE. POI AMICI E PARENTI SI RITROVAVANO A TAVOLA PER FESTEGGIARE CON CIBI , DANZE E TANTO VINO iL MAIALE ERA LA POSSIBILITA' DI MANGIARE CARNE DURANTE L'INVERNO. ORA SIAMO ALL'INVERNO DELLA POLITICA, IL MAIALE DEMOCRISTIANO SI E' INGOZZATO PER TRENTA ANNI, E' GRASSO, NOI, INVECE , AFFAMATI E PROSTRATI . IL MAIALE DEMOCRISTIANO LO DOBBIAMO SOLO SCANNARE ALLE PROSSIME ELEZIONI .....E POI TUTTI A FESTEGGIARE LA MORTE DEL PORCO CHE ATTRAVERSO LE SUE CARNI GRASSE PERMETTE AI NOSTRI FIGLI DI SOPRAVVIVERE DURANTRE L'INVERNO DELLA DEMOCRAZIA.

ANDREA FORGIONE64, AVELLINO Commentatore certificato 08.08.12 12:10| 
 |
Rispondi al commento

prima di sparire c'è una evoluzione, chiamata appunto "il canto del cigno", nella quale si raggruppano tutte le energie e per un breve periodo si vive come se non si fosse malati !

..

arriverà una reazione da parte dei politici con tutte le loro energie !

..

Roberto B. Commentatore certificato 08.08.12 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

più che il canto del cigno...mi sembra il canto dei disperati...!sanno che molti di questi signori fra un pò rimarranno "disoccupati"..dovranno rinunciare ad una caterba di privilegi...tra cui la pensione d'oro...che verrà notevolmente ridimensionata nella prossima legislatura...in attesa poi del "Norimberghino"....
Ormai l'incantatori di serpenti l'hanno nel ciocco..perchè ci siamo messi i tappi agli orecchi..!
Ora son tutti felici e contenti con la spending review approvata...e noi idem perchè hanno tolto 9 milioni alle missioni militari....peccato che ne abbiano stanziati altri 1000 mld per il 2013...poi c'è anche il "finto" riordino delle forze di polizia...-uffficiali..ma non per carabinieri,gdf, e altri...lì proprio in quei corpi dove ci sono l'accademifici....li proprio dove bisognerebbe togliere le "stellette"...che non hanno nessuna ragione d'esistere..sempre che i nostri dittatorelli siano d'accordo..!

roby f., Livorno Commentatore certificato 08.08.12 11:26| 
 |
Rispondi al commento

speriamo .. e prepariamoci

Roberto B. Commentatore certificato 08.08.12 11:16| 
 |
Rispondi al commento

e pensare che stavo facendo la stessa considerazione.. al contrario però. Speriamo tu abbia ragione e speriamo di non essere noi, qui, ora, con questo movimento, ad essere i cigni che cantano.

Il Lele 08.08.12 11:04| 
 |
Rispondi al commento

i cigni scompaiono per cause naturali.questi,se non li cacciamo con pietre e bastoni,non se ne andranno mai.ce li ritroveremo ancora li ad arraffare poco nell'attesa che tornino le vacche grasse.nel frattempo si accontenteranno di rubare il materiale di cancelleria.

vito asaro, mazara del vallo Commentatore certificato 08.08.12 11:00| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori