Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Là dove non osano le aquile


aquila_aosta.jpg
"Valle d'Aosta, il Monte Bianco, 129.000 abitanti ed un aeroporto commerciale: lo sapevate? Ma che bisogno c'era tenuto conto che quello torinese di Caselle è a solo ad un'ora di auto o pullman?
Dal nostro dossier, inviato anche alla Procura regionale della Corte dei Conti, risulta che la Regione Autonoma Valle d'Aosta ha speso fino ad oggi la bellezza di 43.000.000 di euro per la realizzazione dello scalo, con sprechi scandalosi e perizie suppletive in aumento costante.
Peccato che dall'aeroporto non decolli o atterri da ormai un anno nessun aereo pur essendo tutto pronto: personale di terra, attrezzature, pista, polizia in servizio, vigili del fuoco ecc. Gli unici tentativi di effettuare dei voli settimanali sono naufragati per mancanza di passeggeri.
Il tutto per la modica cifra di 1.821.000 euro di oneri annuali di gestione a carico delle casse regionali che, voli o non voli, devono essere pagati al gestore privato. Al telefono ci dicono che probabilmente il primo volo sarà previsto nel 2013 ma è difficile crederci dato che la magistratura solo due settimane fa ha condannato gli amministratori della società di gestione A.V.D.A s.p.a. perchè la palazzina di accoglienza è stata edificata abusivamente. Intanto i valdostani per spostarsi continuano ad utilizzare una ferrovia con locomotori diesel in costante ritardo, corse soppresse senza preavviso e tempi di percorrenza media da calesse settecentesco.
L'alternativa? Un'autostrada che è la più cara d'Italia.
E pensare che gli studi regionali commissionati ai consulenti parlavano di 45.000 passeggeri l'anno e di aerei di 80 posti in servizio regolare...
Forse sarebbe stato il caso di “volare un po' più basso”."
MoVimento 5 Stelle Val d'Aosta

1 Ago 2012, 10:00 | Scrivi | Commenti (68) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ci sono regioni che si possono permettere di sprecare perchè a statuto speciale ed altre che devono tirare la cinghia per loro, Valle D'Aosta e Trentino Alto Adige hanno privilegi che altre regioni si sognano e che oggi dovrebbero essere aboliti visto che sono uno schiaffo al wellfare delle altre regioni e non più giustificabili dal fatto di essere regioni di confine

Stefano Zangaro 17.08.12 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Ma quanti italiani sanno queste cose? In primis io, mai sentito parlare di tutti questi aereoporti! Certo che passoparola, ma tanti non vogliono proprio ascoltare. Abbiamo tutti (almeno quelli come me, over 60) un piccolo scheletrino nell'armadio, ed allora non vogliamo responsabilità, non si sa mai, dire la cosa sbagliata alla persona sbagliata ti causa sempre danni. Ma io dico BASTA, dobbiamo reagire in qualche modo. E Sig. Grillo, per favore, cominciamo ad insegnare cosa fare quando si arriverà in Parlamento. Non facciamoci trovare impreparati. Perchè arrivare ci arriviamo (intendo il M5S, non io). O no?

Enrico M., Capri Commentatore certificato 06.08.12 06:45| 
 |
Rispondi al commento

o Beppe, o chi per te, dovresti parlare di chi veramente sta distruggendo il mondo e pianificando di distruggere le menti umane, i concetti di democrazia, di nazione, chi ci impedisce di essere autonomi a livello alimentare, chi studia come influenzare la mente al fine di creare degli idioti, sfruttando i traumi post guerra per fare esperimenti sul ns. cervello e renderci schiavi, psicolabili e controllabili, chi come i muslism brothers hanno tenuto in scacco le popolazioni arabe per creare degli essere ignoranti e dare così la possibilità all'occidente di sfruttare le risorse di quei territori, del bilderberg, della NOBILTA' NERA VENEZIANA da cui questo deriva, che x secoli deteneva poteri immensi, già dalle crociate, la cui sete di potere e concquista mondiale parte forse già dai romani, delle case dei guelfi, di amburgo, dei sionisti infiltrati in essa, del signoraggio bancario: il nuovo metodo per generare crisi a tavolino e controllarci, del trattato di lisbona, del comitato dei 300, dei movimenti ambientalisti il cui scopo principale è tenere basso il tasso di crescita della popolazione perchè i potenti possano ancora sfruttare le risorse di questo pianeta, che sanno essere limitate per cui devono fare in modo che non siamo troppi. DALLA NOBITLA' NERA VENEZIANA derviano gli enti supergovernativi che ci dominiano oggi, che architettano la ns. vita.. parla della famiglia frescobaldi ecc.

gigi pincopallo (rabbdavid) Commentatore certificato 02.08.12 15:38| 
 |
Rispondi al commento

A.V.D.A s.p.a. manco a farlo apposta basterebbe una I al posto giusto per darle la corretta connotazione (avida spa)!!!

Riccardo Roppoli 02.08.12 14:34| 
 |
Rispondi al commento

DOBBIAMO RISOLVERE I PROBLEMI ALLA FONTE:

Beppe, o chi per te, dovresti parlare di chi veramente sta distruggendo il mondo e pianificando di distruggere le menti umane, i concetti di democrazia, di nazione, chi ci impedisce di essere autonomi a livello alimentare, chi studia come influenzare la mente al fine di creare degli idioti, sfruttando i traumi post guerra per fare esperimenti sul ns. cervello e renderci schiavi, psicolabili e controllabili, chi come i muslism brothers hanno tenuto in scacco le popolazioni arabe per creare degli essere ignoranti e dare così la possibilità all'occidente di sfruttare le risorse di quei territori, del bilderberg, della NOBILTA' NERA VENEZIANA da cui questo deriva, che x secoli deteneva poteri immensi, già dalle crociate, la cui sete di potere e concquista mondiale parte forse già dai romani, delle case dei guelfi, di amburgo, dei sionisti infiltrati in essa, del signoraggio bancario: il nuovo metodo per generare crisi a tavolino e controllarci, del trattato di lisbona, del comitato dei 300, dei movimenti ambientalisti il cui scopo principale è tenere basso il tasso di crescita della popolazione perchè i potenti possano ancora sfruttare le risorse di questo pianeta, che sanno essere limitate per cui devono fare in modo che non siamo troppi. DALLA NOBITLA' NERA VENEZIANA derviano gli enti supergovernativi che ci dominiano oggi, che architettano la ns. vita.. parla della famiglia frescobaldi ecc.
..

gigi pincopallo (rabbdavid) Commentatore certificato 02.08.12 14:14| 
 |
Rispondi al commento

il virtuoso nord!!! ma andate a cagare!!

giovdeluca1974@libero.it 02.08.12 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Un proverbio neanche troppo antico diceva !!! FINIRONO LE FAVE AL LOCCO!!! Politici compresi !!!! M5stelle ovunque!!!!

Claudio Presenti 02.08.12 13:54| 
 |
Rispondi al commento

A questo punto deve essere rivista la concessione di "Autonomia" alle Regioni.
I casi di sprechi Siliciani e ora Valdostani sono eclatanti però mi chiedo: qual è la differenza tra la buona gestione del Trentino Alto Adige e le nefandezze siciliane e valdostane ?
semplice: sono i controlli che in un posto funzionano ( e chi sbaglia paga) e negli altri no ( e chi sbaglia è solo una vittima dell'invidia altrui).
Comunque non può esistere una vera "Autonomia" senza una totale responsabilità diretta e personale degli amministratori sia sulle Entrate che sulle Uscite e questo deve vale per tutti.E' semplicemente il concetto di mia mamma casalinga.

Dario V. Commentatore certificato 02.08.12 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Basta con le regioni a statuto autonomo è ora di finirla,ma ne parla qualcuno??

Stefano Tosti 02.08.12 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Forse il modo di volare più basso si trova cominciando ad eliminare le regioni a statuto speciale che continuano ad avere ingiusti privilegi fiscali a discapito della maggioranza dei cittadini delle altre regioni considerate minori!

Luca D., Latina Commentatore certificato 02.08.12 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Divertitevi un po', esplorando il sito dell'aeroporto di Arbatax....

harry haller Commentatore certificato 02.08.12 08:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo venuti giù per la statale Aosta fino a Ivrea in bicicletta ed abbiamo constatato che anche in periodo estivo era più frequentata dell'autostrada giusto a fianco visto che é gratis mentre l'autostrada bisogna pagarla.

Luigi degiorgi 02.08.12 08:17| 
 |
Rispondi al commento

In provincia di Ragusa si sono spesi milioni di euro per un aeroporto, il "Magliocco" di Comiso, che non serve a niente visto che a meno di 100 KM esiste l'aeroporto internazionale di Catania, e se quegli euro fossero stati spesi per costruire l'autostrada che collega Ragusa e Catania non sarebbe stato meglio visto che adesso le due città sono collegate da una insidiosissima statale ribattezzata anche come la "statale della morte " per via delle innumerevoli persone che hanno perso la vita nel percorrerla.
Questo aeroporto, finito quasi cinque anni fa è innaugurato in pompa magna dall' onorevole D'alema , tutt'ora non è mai entrato in funzione e credo che non ne entrerà mai.

gianni celeste 02.08.12 01:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma che stiamo ancora a parlarne AMMAZZIAMOLI TUTTI

Giuseppe 02.08.12 01:20| 
 |
Rispondi al commento

La notizia dell'aeroporto di Aosta mi ha lasciato sgomento e avvilito. Ogni giorno, dico ogni giorno, si vengono a sapere come vengono dilapidati i nostri soldi...e con amarezza ne prendiamo atto, ma nessuno fa nulla per cercare di rimuovere questa sporcizia. Ci lamentiamo, ci ridiamo sopra ( per non piangere )ma chi per porre almeno un piccolo rimedio. Gli unici rimedi che finora ho visto, sono state tasse a destra e a manca, aumenti in tutto e per metterci la ciliegina sopra , la benzina diventa sempre più carasempre più cara. Ma alla domenica qualcuno riesce ancora ad andare a fare una passeggiata in macchina??? Però ci sono persone che queste spese non le tengono nemmeno in considerazione....tanto il loro stipendio( se è lecito chiamarlo ancora così) è talmente alto che il mio stipendio mensile è paragonabile ad una vacanzina di fine settimana? Ma tanto che cambia??? Costruiranno un aeroporto anche a Cervinia, se a qualcuno entrerà in tasca qualche milione di euro, che poi non saprà ovviamente da dove arriva...Grazie per avermi concesso questo sfogo

Marco Iosini 02.08.12 00:26| 
 |
Rispondi al commento

A che cazzo serve dare i voti? Ma quali voti? Dare i voti agli sprechi? Sondaggi sugli sprechi? Concorsi a premi sugli sprechi? Ma quando siamo stupidi!!! Stupidi, buffoni, esibizionisti e soprattutto fessi!!! Parlo dei commenti... non dell'articolo... Una cosa è denunciare giustamente tutti gli sprechi come cosa lurida e stupida, affinchè non avvengano più (invece avvengono di più) e un'altra è dare voti sugli sprechi... cosa obbrobriosa ed inutile...
Che cazzo lasciamo ai posteri? Parole? Solo parole? Che se ne fanno le generazioni future di solo parole, anche se scritte bene e votate da tantissimi? La domanda ti nasce dal di dentro spontanea ed ingenua: "Meglio un solo fatto semplice, chiaro, reale e fattibile o tantissimi libri, enciclopedie, archivi, ecc., ecc. anche se scritti nel modo più aulico possibile, anche se scritti da autorevoli scrittori, opinionisti del cazzo o altri stronzi di adesso assurti a magnifici CAZZI "ma che c'è l'hanno solo LORO quel virus influenzale dello scrivere???"
Che palle..., che noia, che grandissima nausea... solo e soltanto un gran casino di parole è diventata l'Italia.
Addio!!!...

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.08.12 00:20| 
 |
Rispondi al commento

I soliti tantissimi sprechi scandalosi di ieri, oggi e domani... ormai non si tiene più il conto, talmente sono tanti in tutta l'italietta di oggi, di ieri e di domani unita ad capocchiam e rattoppata con merdaccia putrida che ha raggiunto ormai anche quei ciucci luridi sfarzosi che si credevano immuni ed intoccabili. A furia di sprecare, a furia di fare cazzate, a furia di sollazzarsi a spese degli altri, la pappatoria prima o poi termina... se crepano tutti i piccoli perchè ormai alle strette per una politica sbagliata, i grandi che fine faranno? Creperanno per logica anche loro o anche prima se i piccoli si sveglieranno tutti e faranno tabula rasa di tutti i succhiasangue. LORO prendono, prendono, prendono e non danno mai nulla in cambio al popolo. Non sanno che a furia di prenderlo, lo prenderanno anche loro nel retro e allora dai, dai... esibizionismo sodomizzante per tutti... tutti ripresi dai mass media... anche quegli ignari poveri cristi... tanto è la moda del momento, la fissa del momento, la propaganda del momento con altri sprechi da scandalo... tutta roba sprecata quella lì... quella lì? Le Alte Caste sono sempre Caste e per logica non possono avere niente lì... non sono nulla... non sono buoni neppur per concimar la terra... A che serve allora parlar molto di quegli "altri" adesso? Serve per far fesso la gente e di portar quegli "altri" (in realtà normali sono, come tutti del resto eccetto la Casta) al pubblico ludibrio delle masse con feste, caos, rumori assordanti e soprattutto tanto casino (non per colpa degli "altri"... lungi da me quest'insana idea) ma per colpa del solito MALE GLOBALE che questo appunto vuole e cioè che ci sentiamo tutti "diversi" ognuno dell'altro, perchè in questo modo il MALE GLOBALE ci può facilmente controllare e fare i propri sporchi affari e sprechi scandalosi. La nostra anima? La nostra dignità? Il MALE se ne frega della nostra dignità? Egli appare sempre con la maschera del Buon Salvatore, che in realtà non lo è mai.

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.08.12 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Le analisi saranno sicuramente giuste e non conoscendo i dati non entro nel merito, vorrei però riflettere su l'importanza che alcuni aeroporti minori possono avere per una comunità in caso di bisogno (vedi aquila) e vorrei ricordare che un aeroporto non è solo linea e passeggeri ma anche AG e ulm che per quanto suscitino invidia da parte di alcuni pagano tasse e ive dando lavoro a tanti altri...meglio poi avere un piccolo aeroporto piuttosto che vedere l'area cementificata. Concordo che in genere gli aeroporti hanno manie di grandezza e puntano alle compagnie aeree e alla linea cosa che richiede ingenti investimenti quando potrebbero invece mantenere una dimensione locale incentivando l'AG vivendo meglio e più in pace con il territorio e con le persone che con le tasse l'aeroporto lo mantengono

ffelterf 01.08.12 23:25| 
 |
Rispondi al commento

E quello di ORISTANO-FENOSU? sarebbe curioso sapere quali e quanti sono i voli, quanti sono i dirigenti, i consiglieri, i dipendenti. In un'ora si è a Cagliari Elmas, già in difficoltà per carenza di traffico (salvo la stagione turistica). Cosa è costato? Il sito dell'aeroporto è, almeno per me, inagibile. Magari gli amici sardi possono darci qualche ragguaglio.

NULLA CAMBIA 01.08.12 20:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io credo che non esiste nè nord nè sud ma persone
(politici)oneste e non.Certo è più facile vedere una mosca bianca volare,che un politico onesto.Constatare che un paese come l'Italia che ha un gettito fiscale alle stelle, non da oggi,è in procinto di sprofondare in un baratro,è la dimostrazione che i nostri soldi finiscono in mille rigagnoli,che non raggiungeranno mai il mare di una politica per il sociale, per le famiglie, per il lavoro,per la salute.Vanno invece a finire nei loro mille modi di tornaconto,rimborsi elettorali,vitalizi e tutte le porcherie che si sono inventati per arricchirsi alle nostre spalle.
Troppo parassitismo,quando una pianta anche la più
sana è infestata da parassiti,nel 70% dei casi muore,ci vuole una cura adeguata e forte,VOTARE
M5S vincere le elezioni e sperare che i parassiti
abbandonino la pianta per sciamare verso nuovi lidi,suggerisco qualche stato africano sub-equatoriale con biglietto di sola andata.

Michele A., VENOSA (PZ) Commentatore certificato 01.08.12 20:08| 
 |
Rispondi al commento

QUELLI LA'... I SOLDI LI DEVONO RISPUTARE, OPPURE BISOGNA "OPERARLI"

Monti non viene pagato per il suo servizio di Primo Ministro.

Cose da pazzi!

Noi siamo un popolo che paga per tutta la vita e anche dopo la morte, alla eventuale vedova sotto forma di pensione, un servizio ricevuto nostro malgrado.

In cambio di un servizio di un paio d'anni come Presidente del Consiglio, paghiamo e pagheremo Monti per tutta la sua vita con lo stipendio di Senatore; non brustolini, e se morisse si continuerebbe a pagarlo con una grossa, grassa pensione alla vedova!

Tutta questa gente deve essere "azzerata!"

Non fraintendete eh?

^__*

Azzerata nello stipendio e nella pensione e deve ritornare anche tutto il maltolto con le buone oppure come si fa con i bambini che hanno appena ingoiato una moneta: LI SI METTE A PANCIA IN GIU' E SI BATTE LORO SULLA SCHIENA, FINO A CHE LA SPUTANO, OPPURE GLI SI APRE IL "PANCINO": C'E' UN ALTRO MODO PER SALVARE LA VITA A CHI, ADDIRITTURA I SOLDI LI INGOIA?

Max Stirner

Max Stirner Commentatore certificato 01.08.12 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Con riferimento alla spending review, bisogna proporre di abolire la Regione Val d'Aosta ed accorparla al Piemonte: si otterrebbero molti risparmi ed economie di scala.
Il Piemonte ridurrebbe il suo deficit e la Valle d'Aosta incomincerebbe a risparmiare e a comportarsi come le altre Regioni.
Lo stesso discorso, cioè di abolire le Regioni a statuto speciale, vale anche per le altre realtà sprecone che nel terzo millenio non han più ragione di esistere.
Saluti.
GMAZZ.

gianpiero mazzoleni 01.08.12 19:28| 
 |
Rispondi al commento

In compenso i valdostani sono pieni di soldi che non sanno più dove metterli e sono talmente tirchi ed ipocriti da aver fatto credere a suo tempo di aver stanziato aiuti per i terremotati di L'Aquila, quando invece agli aquilani non è arrivato il becco di un quattrino. Però possono permettersi di tutto, dopo che papi e cardinali ne hanno fatto la meta preferita delle loro vacanze meditative. Avv. Claudio Cagnoli-L'Aquila

claudio cagnoli 01.08.12 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Dimostrazione che il problema non è la Sicilia o il sud ma una classe politica infame che somministra stronzate e contentini a chi li vota, cercando in più di alimentare spinte localistiche e interessi di campanile. Se poi qualche spesuccia serve anche a soddisfare i propri amici, il quadro è completo!

cladep 01.08.12 17:57| 
 |
Rispondi al commento

bazzico la valle da parecchi anni e questa dell'areoporto è la ciliegina sulla torta..
Intanto l'autostrada Torino-Aosta è aumentata quasi del 100% in 9 anni ( uno scandalo nello scandalo)
i lavori perenni e assolutamnete non necessari li fanno per giustificare gli aumenti ; per cui rifano continuamente il manto stradale che non ne ha il minimo bisogno ( contate che da lunedì a venerdì ci ci passa quasi nessuno )
I treni sono la vergogna dei paesi civili ( t0-ao sono circa 2 ore e mezza quando va bene per 95 Km)
In compenso aggiungerei per chi non lo sa anche il casinò di Saint Vincent che è di proprietà partecipata delle Regione che ripiane le perdite che ci sono tutti i santi anni ( circa 3-4 milioni di euro di perdita anno quando va bene )
in compenso a Saint Vincent ci sono numerosi appartamenti e casette di proprietà del casinò chiuse e che se ne vanno lentamente in rovina
Se poi qualcuno va a Bard si deve domandare quanto si è speso per il rinnovo della fortezza ( scale mobili strutture etc etc ) ragionando sul numero esiguo di visitatori che il forte richiama ( e non perchè non meriti ma solo perchè se nessuno sa che c'è... )

la VDA è stupenda ma non ci sono solo le regioni del sud a sputtanare danari allegramente ..

antonio acquasanta 01.08.12 17:38| 
 |
Rispondi al commento

per favore, per favore

qualcuno segnali una regione in cui non ci sono corruttele e mangerie e distruzione di territorio e inutile cementificazione

lo chiedo per favore


Magari possono riciclare la struttura come impianto di risalita per sciatori; sai che figata l'aereo al posto del vecchio ski-lift!

Christian Moro 01.08.12 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Chi è questo che butta fango su Favia e De Franceschi??

http://www.casadellalegalita.info/altri-speciali/su-partiti-e-indecenze/quella-priorita-che-non-ha-una-qstellaq-ed-i-rischi-delle-qnon-regoleq/10825-m5s-il-quotidiano-libero-fa-confusione-ma-i-conti-in-emilia-romagna-sono-un-poco-strani.html

http://www.casadellalegalita.info/altri-speciali/su-partiti-e-indecenze/quella-priorita-che-non-ha-una-qstellaq-ed-i-rischi-delle-qnon-regoleq/10823-m5s-che-succede-nel-palazzo-della-regione-emilia-romagna-lausterita-pare-svanita.html

Paolo Mancuso 01.08.12 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chissà cosa ne pensano tutti quelli che ci lavorano nell'aereoporto,probabilmente un gran bene;lavorare niente,stipendio assicurato.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 01.08.12 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh almeno i soldi che gestisce la provicnia autonoma della valle d'aosta si vede per cosa li usano, mentre quelli della Sicilia??? Qualcuno ne ha una vaga idea?

Il Maurino 01.08.12 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Assurdo...capito poi la Valdaosta... Il cosiddetto nord virtuoso!!! Io lavoro nei trasporti e Dio solo Sa quanti di questi scali geniali ci sono in Italia... Parliamo anche dell'inutilissimo aeroporto di Assisi costruito all'indomani dell'ammidernamento dell'altro magnifico aeroporto di Perugia sant'Egidio a qualche km di distanza!!! Il motivo??? Finanziati dalla Provincia e Regione Umbria!!!! Coi soldi nostri!!!!! Pil e cemento a debito dei Cittadini... Marini vergognati!!!!

Franc 01.08.12 16:09| 
 |
Rispondi al commento

COLPEVOLI!!!
DEVONO ESSERE CONDANNATI A RESTITUIRE FINO ALL'ULTIMO CENTESIMO...TUTTI CORREI,SE NON HANNO I SOLDI (RUBATI),CHE VENGANO CONFISCATI I BENI PERSONALI....COME A TUTTI GLI ITALIANI CHE HANNO CONTENZIOSI CON IL FISCO...

Daniele ., Roma Commentatore certificato 01.08.12 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Delle malespese ho già scritto. Comunque questa è una delle tante. Se vi informate sull' Aeroporto Catullo di Verona, collegato con quello D'Annunzio di Montichiari, scoprirete che la situazione è molto peggiore.......Ma quanto saremmo ricchi senza queste malespese???........E quanto lo saremo quando ci faremo restituire dai politici e dirigenti statali tutte le proprietà a loro riconducibili, che ci hanno così impoveriti ed indebitati???....

roberto d'iseppi, verona Commentatore certificato 01.08.12 15:16| 
 |
Rispondi al commento

c'è anche l'aeroporto di Comiso da 5 anni fermo...

http://ragusa.blogsicilia.it/i-rinvii-i-digiuni-e-le-promesse-sullaeroporto-di-comiso/95919/

Aldo 01.08.12 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Beppe è giusto meravigliarsi ma forse sfugge che la valle d'aosta è storicamente stata tuo posto di confino e che di Valdostani veri ne sono rimasti pochi.meditare su questo spiega il perché dell'aereoporto e non dimentichiamo il restauro del trenino che collega Cogne costato piu di 30Mln di duro e mai usato!

Alessio salomone 01.08.12 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Fino a quando abuseranno della nostra pazienza?
Una proposta onesta: chi sbaglia,paghi e i collusi,
i marpioni e gli approfittatori siano messi alla gogna,in pubblica piazza,per un mese intero.
Ad maiora.

Ignazio Virzì 01.08.12 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, l'Italia degli sperperi batte il passo, non si finisce mai in questo nostro Paese e non c'è regione che tenga da Nord a Sud tutte uguali basta che si movimenti denaro.
(e io pago) disse un comico una volta, forse nemmeno lui pensava di aver detto la verità perpetua. Blocchiamo questi abominevoli sperperi, almeno per rispetto alla dignità del popolo, unico a pagare.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 01.08.12 13:45| 
 |
Rispondi al commento

E l'aereoporto di Grottaglie (19 km da Taranto)?

Gabry 01.08.12 13:23| 
 |
Rispondi al commento

il tuo è un giudizio populista e precipitoso: per chi li ha intascati quei soldi sono stati spesi bene, .. anzi ...BENISSIMO !!!!!

ma valà !! una fazza una razza !!!..eppoi mi rompete le palle con la Merkell ...!!!!!

ina ghigliot 01.08.12 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Un ottimo servizio per la collettività
Bene al M5S

PL 01.08.12 12:03| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

la stessa cosa succede in provincia di salerno ... aeroporto "Costa d'Amalfi" ... NON SI ARRIVA E NON SI PARTE ... per i passeggeri, ma per quanto riguarda la spesa di EURO SONO VOLATI A MILIONI ...

giuseppe cerrone 01.08.12 11:52| 
 |
Rispondi al commento

mettete pure anche l'aeroporto di Siena

gerardo gori 01.08.12 11:52| 
 |
Rispondi al commento

ormai tutti i luoghi hanno esempi di ruberie e sprechi, a Bologna, la mia città, fra le tante cose assurde, c'è il CIVIS, 80 milioni buttati al vento per rottami che mai potranno portare passeggeri !

approvato da sindaci di destra e sinistra !

Roberto B. Commentatore certificato 01.08.12 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Scusate..........mi viene il vomito,,,

Sabbatino M., Roma Commentatore certificato 01.08.12 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Altra non novità.

E' chiaro che tale scalo è propedeutico alla tangente, e non al cittadino, che per spostarsi deve utilizzare mezzi oramai vetusti e disastrati.

In un paese civile questi amministratori non si sognerebbero mai di sperperare il denaro pubblico in questo modo, ma in Italia và così.

E' ora di chiedere conto delle scelte scellerate di certi personaggi, figli di partiti che perseguono la tangente e non il benessere del cittadino.

Dipende solo da noi, una bella e sana rivoluzione di pensiero e agire di conseguenza.

Mauro F., Milano Commentatore certificato 01.08.12 11:33| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

non è specificatamente inerente al post sulla Valle d'Aosta, ma sempre di aeroporto si tratta... cosa dire dell'ormai pronto da 5 anni aeroporto di Comiso in Sicilia, altra virtuosa regione, che non ha aperto solo per una diatriba sul nome da assegnare alla struttura?

Michele Bruccoleri 01.08.12 11:20| 
 |
Rispondi al commento

L'aeroporto Corrado Gex è un classico scandalo italiano, come lo è l'autostrada, carissima ma sempre piena di lavori e interruzioni, e su cui alcune uscite non hanno nemmeno le porte Telepass, anzi in alcuni casi gli svincoli di entrata e uscita si incrociano a raso con un bello STOP a dirimere il traffico. E la ferrovia, con il cambio obbligato ad Ivrea perché la parte valdostana non è elettrificata, ma i treni diesel non possono più entrare nel passante ferroviario di Torino perché affumicavano tutti.

La Val d'Aosta, in termini di spesa pubblica, è una piccola Sicilia del Nord...

Vittorio Bertola
Movimento 5 Stelle, Torino

Vittorio Bertola, Torino Commentatore certificato 01.08.12 11:16| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi pare che il dazio che l Italia sta pagando sia per voi che il Trentino Alto Adige non sia piu' storicamente sostenibile ,il risultato che siete tra regioni piu' ricche in Italia senza produrre nulla è eloquente .
Nonostante ciò non perdete l occasione per rinnegare la nazionalità .
Un referendum per farvi accorpare alla Francia e all'Austria nel caso del Trentino sarebbe auspicabile per scaricarci di 2 zavorre
Questi stati vi assisterebbero molto meglio dell'Italia.....

Giancarlo bartoluccio 01.08.12 11:12| 
 |
Rispondi al commento

magari potrebbero organizzare delle partite a carte!
in tempo di crisi secondo me le uniche aziende a rimanere vive sono quelle che producono le carte da gioco!!
no serio,bhè si potrebbe trovare dare a questo posto un altro fine,ad esempio come officina meccanica per gli aerei e cose simili,oppure lo si potrebbero comprare un paio di aerei privati e affittarli a chi voglia usarli,o che si potrebbe aprire una scuola di volo così chi vuole potrà recarsi li e conseguire il brevetto di pilotaggio.. so che molti sono interessati a questo pezzo di carta ma da quello che ne so e che i costi sono esorbitanti,e il corso e molto difficile!! io lo farei di corsa se potessi anche perché sarebbe un qualcosa che darebbe un valore aggiunto al mio curriculum.. mhà! xd

Mimmo G., cardito (NA) Commentatore certificato 01.08.12 11:08| 
 |
Rispondi al commento

spending review....

primo tagliare i rami secchi ovvero le regioni autonome.

o con l'italia, in tutto e per tutto, con pro e contro e senza favoritismi, o cercare l'adozione al paese straniero confinante.

francia per la valle d'aosta, austria per l'alto adige (intanto sarebbero + che felici), tunisia o libia per la sicilia, croazia o slovenia per il friuli.


per la sardegna faremo un sorteggio ma penso che non ci saranno problemi a piazzarla.

ivan m. Commentatore certificato 01.08.12 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allora e tutto apposto, tanto arrivano 40 milionari russi all 'anno per Cui va bene cosi'.
Scusate in abruzzo sul gran sasso arrivano addirittura 20 arabi milionari all'anno non e' che per caso si potrebbe costruire un aereoporto anche li?
E Sulla maiella arrivano 18 Americani all'anno straricchi ...direi che un bel aereoporto non farebbe male.
W l'Italia.

Sabrino Di Renzo, Gradara Commentatore certificato 01.08.12 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Il disgusto invasa il mio palato, percepisco i conati di vomito che provocano le convulsioni al mio stomaco, ma sarebbe troppo facile abbandonarmi all'inevitabile epilogo, buttare fuori tutto mi riporterebbe alla calma e alla quiete dimenticando ciò che l'ha provocato. Mi tengo il disgusto come monito per il giorno delle elezioni. Questi ruba galline dalle uova d'oro se ne devono andare. Noi abbiamo il potere per farlo.
Come il grottesco frankestein junior di Mel Brooks declamo " SI! PUÓ!FAREEE!"

Paolo fois 01.08.12 10:32| 
 |
Rispondi al commento

“Settimo :non rubare”. “Un processo pubblico alla classe politica è necessario. Senza violenza. Siamo un popolo civile. Truffato, spolpato, fottuto, immiserito, deriso, ma comunque civile. Nessuno può pensare di sostituirsi alla magistratura o di evocare nuove piazzale Loreto. Saint Juste Robespierre non sono esempi da imitare, anche perché finirono, pure loro, sul carretto che conduceva i condannati alla ghigliottina. Il processo deve essere morale, collettivo. Ogni cittadino deve avere il diritto di sputo virtuale.
Chiunque abbia ricoperto nella Seconda Repubblica un'importante carica pubblica, tra questi i parlamentari, i ministri, i sottosegretari, i presidenti di regione, i sindaci dei capoluoghi di provincia, i presidenti di provincia, oltre ovviamente ai presidenti del Consiglio e ai presidenti delle Camere, dovrà rendere noto pubblicamente in Rete il suo patrimonio PRIMA e DOPO la sua investitura. Motivare, se esistono, le ricchezze accumulate durante il suo incarico. Case, patrimoni, regalie inconsapevoli. Un atto dovuto che premierà chi non ha nulla da nascondere.
In questo Paese si è radicata l'idea, sbagliata, che sia naturale per un politico arricchirsi, in effetti è difficile trovare un politico in miseria o qualcuno uscito dai Palazzi del Potere con le pezze al culo. Lo stipendio e i benefit che ricevono i politici, pur eccessivi, non sono sufficienti per diventare benestanti. Quindi le fonti, in caso di ricchezza, devono essere state altre. I cittadini vorrebbero sapere quali e anche i magistrati. Conoscere, ad esempio, i motivi per cui il ministro Z o il senatore B si è ritrovato a fine legislatura con un paio di appartamenti in più o mezzo milione di euro sul conto della moglie. Un'analisi patrimoniale, in piena trasparenza, che copra il periodo della Seconda Repubblica, con il DISPREZZO dei cittadini e l'isolamento sociale verso chi ha abusato dello Stato per i propri interessi e l'intervento della magistratura in caso di reato”. Beppe Grillo.

Lux Luci 01.08.12 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Senza queste malespese dello Stato, gli italiani produttivi del privato sarebbero ricchissimi. Questa per l'Italia, non è una crisi. E' una situazione di collasso di un sistema di malespese statali insostenibile. Una volta in Parlamento, bisognerà attivarsi per azzerare questi nepotismi costosissimi e dannosissimi, ma bisognerà battersi anche perchè tutti, politici, sindacalisti e giudici che hanno impoverito ed indebitato i cittadini italiani paghino con tutte le proprietà a loro riconducibili i danni perpetrati.

roberto d'iseppi, verona Commentatore certificato 01.08.12 10:17| 
 |
Rispondi al commento

La Valle d'Aosta vive di turismo. Ormai il turismo italiano massacrato dalle tasse è scomparso, è gioco forza rivolgersi al turismo straniero. Mi raccontano di turisti russi milionari che arrivano all'aeroporto di Aosta e poi in elicottero vanno a Cervinia a sciare, quindi non è vero che non è usato.
Come dice l'articolo dipendere dall'Aeroporto di Caselle è impossibile, anche perché è stato sacrificato da anni a favore di Malpensa e non si può contare su un autostrada carissima e una linea ferroviaria ottocentesca.
Quindi visto che la Valle d'Aosta campa sul turismo o si tiene il carissimo aeroporto oppure cerca di far sviluppare Caselle ed i collegamenti con esso.
Un esempio: in Francia il treno arriva a Chamonix, in Italia si ferma a Pré s. Didier. Basterebbe trasformare il tunnel del Monte Bianco in tunnel ferroviario (niente più incidenti ed incendi..) collegare Aosta tramite ferrovia alla Francia, magari il TGV visto che la ferrovia per Chamonix passa da Lione, e poi modernizzare la tratta fino a Torino magari con una fermata all'aeroporto di Caselle (poca spesa e questo renderebbe ancora più inutile la TAV Torino Lione). Un treno veloce, senza fermate intermedie che colleghi Caselle ad Ivrea e poi Aosta è una soluzione. Nel frattempo basta abbassare le tariffe dell'autostrada, in Svizzera viaggiano tutto l'anno con soli 35 € e le autostrade svizzere sono tutte un viadotto ed una galleria dietro l'altra.

Alessandro G. Commentatore certificato 01.08.12 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori