Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lavoratori senza sindacati


taranto.jpg
Se i lavoratori non si sentono più rappresentati dai sindacati un motivo ci sarà. Un tempo la Polizia difendeva i padroni, oggi la triplice sindacale.

“Taranto. Contestati i sindacati , incluso Landini e manifestazione sospesa con uscita dei sindacalisti scortati dalla polizia. Camusso e company rappresentano loro stessi. tinazzi ., Albano Laziale

2 Ago 2012, 14:31 | Scrivi | Commenti (102) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

I SINDACATI SONO I CANI DELLA POLITICA CHE VENGONO,ALL'OCCORRENZA,SGUINZAGLIATI PER TENERE A BADA IL POPOLO BUE.

Aldo B., Trento Commentatore certificato 03.05.13 08:36| 
 |
Rispondi al commento

ci vorrebbe una buona legge sul conflitto di intaresse e sulla incandidabilita' di magistrati sindacalisti e nemmeno la possibilita' di prendere parte alla vita politica,ci sono stati in passato troppi sindacalisti che sono passati da segretari di sindacato a segretari di partito,un buon sindacalista non dovrebbe avere niente a che sprtire con i politici e ne tantomeno con aziende private.

NEVIO g., lanciano Commentatore certificato 03.05.13 07:31| 
 |
Rispondi al commento

Beppe! T'ho scritto molte volte sul blog, t'ho anche mandato 1 raccomandata l'11 marzo ma.. sempre ignorato! Rispondi x favore!
Ho navigato, oltre 30 anni in tutto il Mediterraneo, noleggiando 1 mia barca "trasportavo" signorotti pretenziosi tipo "pago pretendo" ora basta! Da tempo ho un sogno: portare in crociera intorno l'Italia disabili, pensionati, meno abbienti etc.
Persone in grado di apprezzare\condividere la mia passione per il Mare non venuti per schiavizzarmi.
Ho per le mani gratis in regalo 1 traghetto di 33 mt. COMMERCIALMENTE inutilizzabile perchè obsoleto e lento.
Ha il motore revisionato; con pochi soldi si può trasformare in un motoveliero da diporto NON commerciale. Una pensioncina itinerante, per circa 50 persone alla volta, dove ogni partecipante diventa un associato e va in crociera al solo costo del rimborso spese di vitto ed alloggio. La durata di permanenza a bordo è libera; in ogni porto ci si può imbarcare\sbarcare, in ogni porto una festa\gemellaggio con le locali associazioni di disabili e visita dei luoghi.
Con questo "contenitore" si realizzano molti scopi sociali e culturali alcuni sono:1) Creare, con queste brevi convivenze "forzate" amicizie tra disabili e normodotati che potrebbero continuare anche dopo la crociera. 2)Svolgere corsi di formazione a persone di lunga disoccupazione, disaddatati sociali\ex-detenuti\ex-tossicodip. etc. (non paganti non pagati) alle quali viene rilasciato un attestato di partecipazione ogni mese;Un pezzo di carta con scritto:il sig.Tizio Caio ha effettuato 1 corso da:aiuto marinaio\e\o\cuoco\motorista\manutentore etc che potrebbe esser utile, a questi soggetti, per reinserirli al lavoro.
Il motoveliero in ogni porto si può utilizzare come palco x comizi con loghi M5S sulle vele. O aspettiamo che lo facciano gli altri per poter dire: "Grillo se ne frega dei disabili etc.etc."? N.B.: Si tratta di 1 iniziativa NO-PROFIT per passione dove nessuno ci guadagna! Tel. 3386007516 pierangelo.bellettini@gmail.com

Pier Angelo Bellettini, Rimini Commentatore certificato 02.05.13 00:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...vedere operai contro operai....
..non e' un bel VEDERE..ma nemmeno LAVATIVI che non riescono a fare i SINDACALISTI..a LAVORARE mi sembra il MINIMO.....ci VUOLE una NUOVA SCALA MOBILE..con EFFETTO RETROATTIVO....almeno di 4 anni....SUBITO....per averla SCIOPERO GENERALE..SUBITO.....ciao.e viva il SINDACATO ..quello fatto anche da CHI LAVORA non solo dai BUROCRATI RUFFIANI..e..LAVATIVI...

tiziano campani 10.03.13 10:29| 
 |
Rispondi al commento

1/6 Giusto qualche giorno fa, ho inviato un'email a Beppe dove scrivevo a proposito della "funzione dei sidacati e...il tuo post" e portavo ad esempio quello che mi stà personalmente succedendo:
Stò combattendo da tempo "una guerra" che ad andare bene, prevedo mi costerà poco più di un migliaio di euro e di sicuro il posto di lavoro:
sei anni fa cominciai a lavorare come impiegato per una nota società logistica di caratura internazionale... i primi cinque mesi in nero (colpa non mia), poi con un contratto "di facciata" di socio di cooperativa facente parte di un tal consorzio.
In questi anni sono stato vittima di minacce verbali e fisiche che mi hanno costretto a munirmi e nascondermi indosso microfoni e spycam anche per... le buste paga tutte irregolari, addirittura sono state usate le mie credenziali per l'apertura di un c/c bancario (il tutto senza le mie autorizzazioni)... cooperative che "chiudevano" e scappavano con i soldi... contratti redatti da "ragazzini" e... (tutti del sud e o dell'europa dell'est)... prestanomi... amministratori rumeni... senza fissa dimora che succedono ad ex amministratori romani... tfr mai recuperati... referenti "responsabili" di cooperativa extracomunitari e non... alcuni poi finiti in carcere per i più svariati motivi... metà dei CUD mai consegnatemi, altri incompleti o... di tutto e di più che non stò qui a...! (dello stesso consorzio, se ne è parlato, anche se in modo del tutto approsimativo, durante l'edizione serale del tg5 del 26 settembre scorso! ma anche sulla stampa e in internet... si trova di tutto).
Passato qualche tempo, estate 2010, fui "richiamato" dell'agenzia dell'entrate per via di un contenzioso (se non ricordo male) di c.a.800... Non capendo di cosa si trattasse, tentai (consigliato anche da un impiegato dell'agenzia) "un approccio" prima con la cooperativa, poi col consorzio e infine, anche con la famosa società logistica al fine di...

Alessandro B., brugherio Commentatore certificato 22.02.13 15:24| 
 |
Rispondi al commento

2/6 Inutile dire del disinteresse sia della cooperativa, sia del consorzo, sia del responsabile della nota società logistica al quale preavvisai della mia intenzione di ricorrere per vie legali... (tutto documentanto dalle registrazioni e dai filmati fatti con la telecamerina nascosta!).
Seccato dell'ennesima situazione, mi sono rivolto ad un noto sindacato facendo presente del tutto e di più...
Valutando il da farsi, anche l'avvocato (del sindacato) era daccordo con me: c'erano tutti gli estremi per ricorrere processualmente facendo richiesta di un'assunzione diretta e...
Passarono i mesi e non capivo perchè il sindacato non mi ricontattava, allora presi l'iniziativa...
Ricontattai il sindacato (che mi fece riperdere altro tempo), e poi mi ritrovai nuovamente con lo stesso avvocato che mi invitava alla consegna di un mio rapporto (scritto già redatto per l'occasione) e quindi di continuarla a tenere aggiornata sulla situazione...
Quindi si convenne di chiamare in causa (esclusivamente) la nota società logistica (e così si fece) con la richiesta del recupero dei crediti e (sulla base di quella vecchia legge abbrogata proprio con la riforma Fornero), l'assunzione diretta.
Dal momento della mia denuncia, con la venuta di una "nuova" società cooperativa (non ultima), e la chiusura della vecchia filliale operativa e quindi il trasferimento in altra filiale, da che lavoravo come impiegato presso l'ufficio partenze (pur con un profilo contrattuale di operaio), le società mi costrinsero a lavorare in magazzino con un nuovo profilo contrattuale di operario addetto al carico e allo scarico delle merci...
Passarono altri mesi... e il giudice fisso' la prima udienza nel di del 27 settembre scorso.

Alessandro B., brugherio Commentatore certificato 22.02.13 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3/6 ...Facciamo "qualche passo indietro" ma teniamo ben presenti le date!
Luglio/Agosto scorso (un mese prima della prima udienza di causa) il vecchio consorzio ("casualmente" dopo anni) perse l'appalto d'opera... a sostituirli, fu un nuovo consorzio vicino al sidacato (tant'è che alla loro presentazione presso i locali della nota società logistica, il primo che prese parola e si trattenne per più tempo, fu proprio un rappresentante sindacale: l'attuale segretario regionale). (questo a fine Luglio!).
Arriviamo ad Agosto: da chè in Agosto avevo apuntamento con l'avvocato per discutere gli ultimi dettagli, il sindacato, ebbe a rimandare l'appuntamento a ridosso della prima udienza nel di del 24 settembre perchè... (ricordiamoci le date!)
Quindi, nel di del 24 Settembre mi presentai all'avv.convenzionato al sindacato... e qualcosa già non mi iniziò più a quadrare: l'avvacato aveva redatto un atto di ricusazione il cui fatto, riassunto in 20 punti, presentava errori grossolani non in linea con le mie dichiarazioni scritte consegnategli tempo addietro; quindi litigammo... Chiesi copia dell'atto ma lei si rifiutò rispondendomi, falsamente, che a me, l'atto l'aveva già consegnato mesi prima... infine mi informa che non sarebbe stata lei a difendere i mirei interessi alla prima udienza ma la sua giovane sostituta... Decisi così che lei non fosse più a rappresentarmi: di sollevarla dall'incarico e di impegnarmi nella ricerca di un nuovo avvocato (ma in tre giorni non sono riustito a tanto. (ricordiamoci le date!)...

Alessandro B., brugherio Commentatore certificato 22.02.13 15:23| 
 |
Rispondi al commento

4/6 ...Tre giorni dopo, davanti al giudice, a diferdermi, la giovane sostituta: La società Logistica si offrì al rimborso di 5000 euro lordi (sui 6500 richiesti) in cambio della chiusura del processo e di mie dimissioni implicite (l'offerta non è stata registrata dal giudice perchè ne è stata richiesta la riservatezza)... l'udienza si concluse fissando le successive date (la seconda undienza si è svolta pochi giorni fa: il 22 Gennaio 2013).
Quindi, ad ottobre trovai il mio nuovo avvocato e scrissi al mio vecchio avvocato per sollevarla ufficialemente dall'incarico, facendogli espressa e sollecita richiesta di restituirmi gli atti di causa...
Passo' diverso tempo ma il vecchio avvocato mai rispose... Il mio nuovo avvocato (messo al corrente del tutto) prese a sua volta l'iniziativa di contattarla e ricontattarla, anche a lui, il "vecchio" avvocato (convenzionato al sindacato) non rispondeva e/o cotinuava a tergiversare (assicurandogli però piena collaborazione)...
Arrivarono le Feste di Natale, poi metà Gennaio... e ne io ne il mio nuovo avvocato avemmo avuto modo di consultare il cartaceo.
Della causa: il mio nuovo avvocato, ne sapeva solo di quanto io gliene avevo riferito: delle divergenze col passato avvocato... quei punti dell'atto che non tornavano...e...
Arriviamo al presente recente:
Arriviamo a settimana scorsa: Mattina del 21 Gennaio (il giorno prima della mia seconda e per adesso ultima udienza di causa):
Il mio nuovo avvocato venne in possesso dei documenti di causa (quindi anche del famoso atto di cui io e il mio ex avvocato (ricordo convenzionato al sindacato) avemmo a litigare... e cosa (la sera prima dell'udienza) ravvisammo?...

Alessandro B., brugherio Commentatore certificato 22.02.13 15:19| 
 |
Rispondi al commento

5/6 ...Se la mia prima preoccupazione era sui quei quattro punti di cui scrivevo sopra, la cosa non era comunque preoccupante rispetto a quello che avemmo a scopire insieme (di cui io, non essendo avvocato, non mi sarei comunque nemmeno potutto accorgere; e anche se me ne fossi accorto non avrei comunque potutto porvi rimedio per via della scadenza dei termini di presentazione delle richieste del "contraente della causa" fissati dalla legge a max 10gg prima della prima udienza. (Osserva le date: col mio precedente avvocato mi ci ero incontrato solo 3gg prima!))...
Ma cosa scoprimmo? L'avv. convenzionato al sindacato non ha mai presentato espressa richiesta di assunzione! (Lei, il mio ex-avvocato convenzionato al sindacato), definisce la richiesta implicita!: lo era anche per me che non sono avvocato! ma un avvocato (pergiunta con esperienza) sà che...
ed infatti è stato così anche per il giudice che ne ha dato la sua "interpretazione personale": la stessa interpretazione che avrebbero avuto tutti i giudici! La richiesta espressa nell'atto è stata limitata al recupero dei crediti (di c.a.6500 euro) e non di più!...
E pensare che la nota società logistica si era presentata con il suo avvocato che... il quale aveva chiamato in causa l'avvocato del consorzio, il quale aveva chiamato in causa...: Davanti al giudice, oltre a me e il mio avvocato, si erano presentati "altri quattro avvocati" che manco si sapeva chi fossero! con centinaia di pgine di documenti e...
E il giudice? come si è espressa? Non ha lasciato parlare nessuno! lamentandosi così: "uno, due, tre e quattro... siamo qui in sei professionisti per discutere si seimila euro...". Alchè ho cercai di interromeperla perchè avevo intuito quel che stesse per dire affermando che io ricorrevo non tanto per i soldi ma per il mio diritto di assunzione (diretta)... Ma ella replicò: "E dove stà scritto? Dal tuo atto posso riconoscerti solo un rimborso economico di max 6500 euro lordi." Poi continuò...

Alessandro B., brugherio Commentatore certificato 22.02.13 15:18| 
 |
Rispondi al commento

6/6 ...rivolgendosi diretamente al resto degli altri quattro avvocati (divertiti del siparietto): "signori, non mi fate arrabbiare... tirate fuori quattro spicci e non fatemi vagliare tutti i vostri documenti perchè non ho intenzione di mettermici a farlo..."...
Inoltre "si deve registrare" la nuova offerta che la nota società logistica mi ha offerto a seguito del tutto: offerta prima di 5000 euro lordi è scesa a 3500 (e ormai, sulla carta, perdita del lavoro assicurata!)...
Ieri mi è arrivato il conto del vecchio avvocato (quello convenzionato col sindacato): vuole 1850 euro per la fase istruttoria e quella di introduzione al processo!...
Andar bene, se vinco (con tutte le ragioni) forse vado a pari (perdendo comunque il lavoro)!... se perdo, ci rimetto sicuro migliaia di euro disturbando testimoni che non hanno più ragione di presenziare!
Assurdo!?... è come se avessi fatto un incidente stradale: è come se mi fossero venuti addosso... e sulla constatazione amichevole, presentata alla assicurazione, il mio avvocato (il mio rappresentante legale), avesse chiesto esclusivamente il rimborso danni sull'autoradio che non funziona più!... e su questo è stato montato un processo con sei avvocati!
"Adesso", e me la facevo già da settembre, mi/vi faccio una domanda: Forse che il sindacato mi ha usato come moneta di scambio?
Tutto lo sembra lasciar intuire: il consorzio presentato dal sidacalista...
Oggi scopro che uno degli operatori della nuova coop è pure un ex sidacalista...
e per di più le condizioni di lavoro: non sono migliorate... solo le buste paga per ora sono regolari (anche se mi fanno lavorare sempre meno)... Ma da chè, già da dicembre scorso avevamo anche diritto (da contratto nazionale) ad altre "integrazioni economiche", nulla c'è stato ancora riconosciuto... E il grosso sindacato, più volte ricontattato, non mostra nemmeno più interesse alla discussione anzi...

Alessandro B., brugherio Commentatore certificato 22.02.13 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace doverlo dire ma dopo la critica di B. Grillo ai sindacati compresa la fiom,io e la mia famiglia non voteremo piu' il mov. 5s.
Cordiali saluti MICHELE

michele 21.01.13 08:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Benvenuto Carmen belvederi (belcar), inserisci il commento.
Si, io inserisco il commento ma non viene neppure pubblicato.
Per esperienza personale (un familiare delegato della Cgil di un'affermata azienda in E.R. per anni è stato ed è tartassato dalla propria azienda solo per la sua scelta di fare il sindacalista, se fosse come dice Grillo non sarebbe così). Sono dunque a dissentire sulla posizione di Grillo contro i sindacati. Sono d'accordo sul vergognoso comportamento disonesto, sporco da venduti quali sono la UIL e CISL, ma non si può parlare allo stesso modo della CGIL e,soprattutto,la FIOM che di impegni e lotte a favore dei lavoratori ne ha fatte e ne sta facendo.Bisogna anche dire che all'interno delle aziende vi è una massa di idioti crumiri che si dicono "lavoratori" ma il loro unico lavoro è "leccare" il padrone. Quando c'è uno sciopero entrano ugualmente per timore o per leccare.Quando poi pretendono diritti,subiscono torti dal padrone che ha leccato, si rivolgono al sindacato. Prendetevela con costoro, prendetevela con imprenditori, non quelli che si sono suicidati, ma quelli che godono di benefici politici oltre che dell'appoggio delle associazioni di categorie e di appartenenza come Confindustria.Quelli che,nonostante registrano utili,pur di spillare soldi allo Stato,chiedono ed ottengono la cassaintegrazione per i propri dipendenti.Quelli che vanno,non scappano, all'estero per sfruttare altra gente ed altri mercati. ECCO, PRENDETEVELA CON COSTORO. La Fiom fa il suo lavoro. Smettiamola di gettare fango sull'unico sindacato che si attiva. Non essere sostenuti già da coloro che vengono tutelati, i crumiri, è già un danno. Quindi caro Grillo, d'accordo su tutto tranne che stare contro i sindacati. Grazie

Carmen b., Bologna Commentatore certificato 20.01.13 02:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I sindacalisti come li conosco io sono persone di buona volontà, colleghi uguali a qualsiasi di noi, che si fanno un mazzo così, trascurando spesso la loro famiglia, PER AIUTARE IL PROSSIMO, sono votati e pertanto possono decadere da subito, senza aspettare due "legislazioni"
Ci sono datori di lavoro (padroni) PESCECANI è Grillo deve rendersi conto di questo, spero di avere frainteso quanto sentito al telegiornale perchè se è vero quanto riferito dai telegiornali È MOLTO GRAVE QUANTO DA LUI AFFERMATO
Grillo dice che il suo movimento viene dal basso, più dal basso degli operai.
Ci sono pescecani che gettano fango addosso ai sindacati, che sono gli unici avvocati dei poveracci.
Grillo le massaie con tre figli, da te citate, e c'è ne sono tante in italia, speri di riuscire a difenderle tutte te?
I sindacalisti fanno certe figure perchè se non hanno alle spalle i lavoratori, di fronte ai pescecani valgono zero.
I dipendenti possono venire ai tuoi spettacoli perchè con le lotte operaie dopo aversi tolto la fame riescono ancora ad avanzare qualche soldo e comperarsi il biglietto, la riduzione di orario conquistata con dure lotte permette loro di non dover essere presente tantissime ore in fabbrica e quindi poterti ammirare.
Stai attento che stiamo ritornando indietro
Ti sto difendendo con le persone che sono a contatto a spada tratta....................
Ciao Aldo

Aldo Bruni 19.01.13 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Vi invito ad iscrivervi a questa pagina di Facebook e dite la vostra su due personaggi dei sindacati complici di questo sfascio.
La pagina è questa:

https://www.facebook.com/pages/Chiediamo-Le-Dimissioni-Di-Bonanni-Cisl-Ed-Angeletti-Uil/291476644286358

Giovanni Bisante 18.11.12 19:55| 
 |
Rispondi al commento

partendo dal presupposto che i sindacati cosi come sono strutturati adesso non rappresentano più nessuno e che comunque si sente la necessità di una rappresentanza dei lavoratori, faccio una proposta: innanzi tutto via il conflitto di interessi, il sindacato non può fare il gabelliere dello stato (no Centri Assistenza Fiscale), no posti nei consigli di amministrazione per sindacalisti nei fondi pensione aziendali, no carriera aziendale per sindacalisti, sindacalismo a termine come per la politica (massimo due mandati poi torni a lavorare per verificare sulla "tua" pelle le ricadute degli accordi sottoscritti).

antonio onnis 13.10.12 19:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema nasce per lo stesso motivo per il quale nasce nei partiti in politica..!
La mancanza di alternanza dei ruoli.. Il sedersi su una poltrona e incollare il culo....per sempre..!
Senza dimenticare che manca la partecipazione dei lavoratori..!
Ci di lascia rappresentare troppo..! O niente..!

Antonello Faraone (luglio97), Reggio Calabria Commentatore certificato 01.10.12 07:32| 
 |
Rispondi al commento

EGR. SINDACALISTI. DISOCCUPAZIONE=POVERTà, POVERTà=FAME.LA FAME NON FA ACCORDI.NON HA TEMPO PER LA CONCERTAZIONE.

Rino Ceronte 05.08.12 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo da tempo non c'è più differenza fra politici e sindacati .... sono poltrone a cui rimanere incollati. Che senso ha avere 3 , o più , sindacati inefficienti, senza nessun potere ed in contrasto fra loro ? Serve solo alle grandi imprese che ne approfittano per fare quello che vogliono , ai politici per non prendersi resonsabilità ed a dividere i lavoratori ... gli nici a non trarre nessun vantaggio

Valter Varesco, Rovereto Commentatore certificato 04.08.12 09:31| 
 |
Rispondi al commento

X Antò,02/08/2012 ore 17 e rotti.
###
Ma tu chi sei per chiedere di precisare?
Potrei rispondere così:"Leggi meglio e troverai le risposte che cerchi".

Ma...ho pazienza e preciserò.
I sindacalisti (brutto lavoro il loro) sono stati sempre presi a pesci in faccia.
Ricordo che fu così anche per Luciano Lama.Negli ultimi anni 70 venne maltrattato dagli universitari della Sapienza. Ne approfitto per evidenziarti che "quei contestatori di Lama" sono oggi la classe dirigente.(((...Classe di merda!)))
Cam.
P.s.
De André,quando ero ragazzotto,cantava...e al dio,e al dio "fatti il culo" non credere mai.

Però neanche prendersela sempre,e così tanto,con gli unici che provano a tutelare i deboli sì é nel giusto.

jakov jurovskij Commentatore certificato 03.08.12 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuna differenza tra i sindacati e la classe politica. A casa i politici, a casa i sindacalisti.
Sono anni che non fanno gli interesse dei LAVORATORI, più facile fare quelli dell'azienda che certamente il tornaconto c'è.
VERGOGNA AD UN SINDACATO CHE DI FRONTE ALLA MODIFICA DELL'ART. 18 NON HA MOSSO UN DITO se non per alzare quello medio nei riguardi dei lavoratori.
Fortunatamente se stanno accorgendo anche i meno attenti.
Non deve morire l'istituzione del sindacato, ma deve restare gestito da persone oneste, così come la politica.

Matilde Conte, Roma Commentatore certificato 03.08.12 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Landini non merita quel tipo di contestazione, ma restando in cgil contribuisce alla ricostruzione di facciata di una verginità ormai persa da tempo. certo, se si paragona però la cgil alla cisl o uil ... piace vincere facile.

enrico turco 03.08.12 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Mettere in discussione Landini, mi sembra proprio una bestialità. In tutti gli interventi nei quali l'ho visto, si è sempre battuto, per difendere il lavoro,vedi FIAT, e la salute dei lavoratori, andando contro gli altri sindacati.
L'ho visto anche alle marce NOTAV, per chiedere che i soldi venissere spesi per opere e infrastutture utili alle popolazioni.
Se la rabbia porta ad essere ciechi, sarà controproducente.

adriano 03.08.12 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il CUP gratis nelle farmacie !!!! “Amici di Beppe Grillo – Caserta in Movimento”.

CASERTA- Accolte dall’ordine le istanze di due attivisti M5S, farmacisti iscritti all’ordine professionale e membri dell’associazione “Amici di Beppe Grillo – Caserta in Movimento”, che opera a Caserta dal 2006 per cercare di cambiare le cose in questo martoriato territorio..
Quando il cittadino con tutte le sue problematiche è posto al centro, ebbene questo, non fa altro che accelerare quell’agognato progresso di civiltà per troppi anni rimasto al palo dalla lentezza che ricalca i passi di un andamento fuori tempo. E’ il caso di parlare di un vero e proprio passo in avanti che le farmacia della provincia di Caserta stanno mettendo in essere proprio in questi giorni. Sono in pieno svolgimento, infatti i corsi di formazione per farmacisti per permettere ai lori clienti di accedere gratuitamente ai servizi C.u.p. di tutti gli ospedali della Campania.
In pratica ogni persona che vorrà prenotare una visita di ogni branca specialistica ospedaliera può farlo recandosi in una delle 230 farmacia presenti sul territorio della provincia di Caserta. Un servizio di una utilità straordinaria se si considera le difficoltà che sino ad oggi, soprattutto gli anziani e le persone meno abbienti hanno avuto per contattare il Cup e prenotare una visita in tempi decentemente accettabili. Non solo, all’atto della prenotazione, che è completamente avulsa da costi aggiuntivi, si potrà avere un quadro completo circa la disponibilità delle visite negli ospedali della Campania, non solo per i tempi ma anche per lo specialista a cui rivolgersi. Inoltre è prevista anche la possibilità di pagare il ticket in modo tale da confermare effettivamente la prenotazione. I vantaggi saranno immediatamente tangibili: gratuitività, tempi di attesa eliminati, possibilità di scelta.

p.s. : è un primo passo verso l'attuazione, nell'area "salute", del programma 5 stelle - C.U.P. on-line.

Maurizio Longo 03.08.12 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Solito problema italico: i rappresentanti del Popolo non rappresentano da tempo il Popolo.
I sindacati non fanno eccezione.
Non vanno tolti, ovvio, vanno modificati e "democratizzati".

Pietro Rocca 03.08.12 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo. GRAZIE Comunque!!!(sono molto scettico).
Per salvare questo popolo non basta un uomo ci vuole un Dio!!! segue precedente post.

vincenzo lutero 03.08.12 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Ecco cosa sono i sindacalisti Caporali,o "Capò" uomini della truppa, che vessano la truppa!!! finita la carriera da caporali occupano i posti migliori nella politica, e non solo!,
Presidenti di regione! chi sà sà, o si informi anche su wikipedia, l'elenco è lunghissimo l'ultimo e non ultimo è il sig. Cofferati che si è defilato anni fa quasi sapesse che sarebbe si sarebbe scoperchiata la pentola. http://youtu.be/fLM__TzWO8E

vincenzo lutero 03.08.12 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

state attenti a togliere i mezzo il sindacato e poi a cosa vi appiglierete? state facendo il gioco del governo e di Marchionne anche voi!!

un'arrabbiata 03.08.12 12:06| 
 |
Rispondi al commento

sicuramente i sindacati hanno commesso dei "peccati" però è anche vero che attualmente, ALCUNI, sono l'unica difesa per lavoratori. Vale il ragionamento del M.5.S. Entrare e partecipare per migliorare.

Dario Giovanni Giussani 03.08.12 12:04| 
 |
Rispondi al commento

i sindacalisti sono in lista d attesa per passare alla politica,mai visto o sentito uno che sia passato a lavorare in una fabbrica li vogliamo rammentare
i famosi bertinotti, lama,carniti,benvenuto,trentin donat catten , macaluso,ferrara francesco
del turco,marini,cofferati,d'antona pezzotta,epifani, etc etc questa è solo una rampa di lancio

emi m., crema Commentatore certificato 03.08.12 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che abbiano i sindacalisti dei privilegi rispetto ai comuni cittadini è pacifico,ma non sono assolutamente d'accordo nel volerli demonizzare, se il lavoro ed i lavoratori hanno ottenuto nel corso degli anni enormi vantaggi lo si deve a loro e bisogna riconoscerlo vedi statuto dei lavoratori messo recentemente in discussione da un governo fascista che non vuole accettare la concertazione, sono troppo proni, questo è vero ai voleri del padronato, ma lo fanno penso per dovere civico verso lo stato che è in difficoltà. Organizzare scioperi generali oggi non è facile perché non tutti sono disposti a perdere salario, e lo sciopero è un arma a doppio taglio se molti non aderescono vi sono ritorsioni. Ho i capelli grigi sono nato negli anni 50 e mi ricordo che cosa era il lavoro e com erano trattati i lavoratori in quegli anni ed è indubbio nel corso del tempo ci sono stati miglioramenti e lo si deve a loro. Bisogna far molta attenzione prima di buttare tutto nel cesso, con l'acqua sporca si rischia di buttare anche il bambino!!

Arno Faravelli, Casteggio Commentatore certificato 03.08.12 11:48| 
 |
Rispondi al commento

posso dire una cosa ? in questo momento mi fà una +buona impressione il rappresentante di confindustria Squinzi che i sindacalisti .... mi sembra onesto e capace, mentre i sindacalisti mi paiono collusi.
ricordate la rana che cuoce lentamente sul fuoco ? ecco , i sindacati oggi sono il termometro da cucina che aiuta i governanti a regolare il gas !!!!

ina ghigliot 03.08.12 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Forse i sindacati rappresentano qualcuno, ma non
rappresentano me, che sono un operaio tessile. Con
l'andar del tempo i sindacalisti son diventati
tutti papponi come i politici senza soluzione di
continuità, facendo rivoltare nella tomba coloro che
han dato la vita per le libertà sindacali. Anche il
sindacalismo è superato... Forza e coraggio M5S!
Un saluto stellato

Niccolino Vignali, niccocanapa@libero.it Commentatore certificato 03.08.12 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Credo che i lavoratori abbiamo capito che i sindacati (bene o male: tutti), anche se nati e mantenuti in vita per molti anni con le più buone intenzioni, sono ormai diventati arganismi che bene o male, con l'insoddisfazione di chi li paga (operai e stato) ci vivono.
Il problema a mio avviso è che i nostri imprenditori, grandi o piccoli che siano, cercano sempre nuovi modi per delocalizzare i loro impianti verso paesi politicamente e fiscalmente più "gentili". Quello che non sopporto, ma questo è un mio parere, è che come ad esempio con il caso dell'ILVA di Taranto (la più grande acciaieria d'europa), si trovi il pretesto, con il consenso dei nostri politici, CHE LA FABBRICA INQUINA IL MARE, per chiudere gli impianti e lasciare a casa 20.000 persone. Non se ne erano accorti prima? Non so' da quanto l'Ilva lavora con gli stessi criteri di limitazione dell'inquinamento di oggi, ma credo da un bel po' di tempo. Solo che forse ora il pretesto era troppo appetitoso per fare i propri comodi, alla faccia di lavoratori e famiglie relative.
E su tutto questo i sindacati scendono in piazza a parlare ai lavoratori presi in giro? Ma vadano a parlare a chi li lascia a casa? Tutti siamo bravi a farci osannare da chi ci sostiene.

Sergio B., Castelfranco Veneto Commentatore certificato 03.08.12 09:06| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente si stanno rendendo conto che nessuno mai farà il loro interesse . I sindacati sono il cancro dello stato .

Alex Girone 03.08.12 08:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Raccolgono le briciole del padrone.Hanno dimenticato le origini e spengono la luce alla firma degli atti costruiti sulla pelle degli iscritti ai sindacati.

aniello 03.08.12 07:59| 
 |
Rispondi al commento

No la camusso rappresenta il PD-l !!!
Questi sindacati sono un cancro per il paese !!

Alessandro chiatti 03.08.12 06:58| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è grandissimo

l'italia non abbisogna di manodopera di importazione e chiude le fabbriche perché non riese ad essere competitiva con la cina e con la germania ma abbiamo 11 milioni di stranieri sul territtorio.

Gli studiosi del tempo che litailia era competitiva dicevano che il limite massimo di stranieri poteva essere 1 decimo cioè 5,6 milioni su 56 ma 11 milioni sono quasi il doppio e se contiamo che ogni straniero spedisce valuta in Euro al paese di origine non possiamo lamentarci se lo spread è impazzito perché impazzirà ancora di più.

Stranieri che non si fanno problemi a incassare il più possibile per poi fuggire quando le cose si metteranno male anche perché sanno benissimo che equitalia al loro paese non può fargli nulla.

E che ci volete fare se siamo un popolo di coglioni che gli diamo pure le case popolari e l'assistenza sanitaria aggratis?

Hai visto mai loro aiutare noi?

Solo gli usa un pochino ma gli altri se hanno poturo ce l'hanno messo sempre in quel posto come quando negli anni 50 buttarono fuori milioni di italiani dal nord africa!

Io non mi lamento perché so bene che il ciclo della stupidità italica è inarrestabile e dobbiamo toccare il fondo prima che i figli dei buonisti diventeranno i neonazi del 21 secolo cosei come i padri dei buonisti odierni un tempo alzavano le braccia quando passava il duce.

bruno bassi 03.08.12 01:06| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La camusso deve farla finita di rilasciare dichiarazioni se ha le palle porti il suo sindacato sulle barricate in piazza ma quella vera al freddo e al gelo fino alla fine tanto i lavoratori italiani non hanno più niente da perdere nulla nemmeno un posto di lavoro o una pensione

Riccardo Garofoli 02.08.12 23:53| 
 |
Rispondi al commento

I sindacati italiani che gridano da quando si è insediato il nuovo governo ma di fatto hanno permesso tutto quello che il governo voleva senza fare una piega di dichiarazioni bellicose da parte della camusso e i suoi sodali tante di lotte di manifestazioni pesanti pressanti nulla di nulla sono al servizio della politica quindi due più due fa quattro loro non difenderanno i lavoratori se non con le dichiarazioni vuote la forza dei sindacati e nel paralizzare un paese ma i sindacati italiani sono paralizzati loro e i loro rapresentanti hanno permesso che le manovre economiche si siano accentrate nella classe più indifesa cioè i lavoratori senza mai opporsi come alla bisogna che putridi pezzi di merda

Riccardo Garofoli 02.08.12 23:49| 
 |
Rispondi al commento

Nel cedimento a fatica, accade che un corpo sollecitato continuamente, dopo un certo tempo o meglio, numero di cicli di sforzo, si "criccherà" (termine con il quale s'intende la formazione di microscopiche fratture), più probabili su spigoli o punti di discontinuità, che pur se inizialmente invisibili ad occhio nudo sono l’inizio della rottura. Una volta criccato il pezzo continuerà a funzionare perfettamente ma, ad ogni ciclo, la cricca crescerà di misura fino ad assumere una dimensione tale da ridurre la superficie resistente del pezzo, a questo punto avviene la rottura di schianto della parte buona rimanente e questo è facilmente osservabile con un qualunque pezzo rotto a fatica. A GLI ADDETTI DEL ILVA BUONA FORTUNA.!!!

GIUSEPPE GA 02.08.12 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti! Io purtroppo ho una mamma che ha avuto un tumore al seno e purtroppo tante cose non le puó più fare! Lei lavora in fabbrica e non puó stare a catena, non puó usare trapani o avvitatori e tantissimi altri utensili perchè gli creano forti dolori al braccio per colpa del male che ha avuto!!!!
Sono stati veramente inutili le ore di colloquio con i sindacalisti per parlare di questa problematica ma purtroppo più passa il tempo e sembra che gli fanno usare sempre di più questi maledettissimi utensili!!!!
E nonostante l'invalidità sta ogni giorno sempre più stanca e sfinita!
Il medico aziendale poi? Non ne parliamo la persona più falsa e corrotta di questo maledettissimo pianeta!!!
Qualcuno puó consigliarmi cosa fare per favore? Specialmente tu Beppe che sei uno con le palle!!!! Sono di Fabriano!
Vincenzo82.pio@gmail.com questa è la mia email ve ne saró grato per qualsiasi informazione!
Da quando mi sono iscritto al mitico beppegrillo.it mi sento molto meglio e vi ringrazio tutti per l'assistenza che date alle persone che soffrono!!!
Siete grandi!!!!! Grazie grazie grazie!!!!!

Di Paola Vincenzo 02.08.12 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Su 180 dipendenti alla raccolta rifiuti nelle ass.emblee sindacali ci sono i soliti 30 leccac..i più qualche decina di visitatori e i sindacati rappresentanti sono tre cgil cisl ugl. mi sa che hanno fallito e se ne sono resi conto tutti

sal 02.08.12 22:41| 
 |
Rispondi al commento

PICCOLI RISPARMI:
Al 31 dicembre nelle casse della Lega , “vi erano investimenti in titoli di stato, obbligazioni in società italiane ed europee, quote di fondi d’investimento, operazioni pronti contro termine e certificati di deposito per 20 milioni 297mila e 469 euro”. Oltre a depositi bancari (in “istituti in Italia”, si specifica), postali, o denaro in cassa in tutte le sedi del movimento par un totale di 12 milioni 796 mila e 58 euro. ( da Il Fatto Quotidiano)
Proviamo a fare il conto della serva? La Lega nasce nel 1995, quindi 17anni di attivita' , in questi momenti di rigore hanno tra investimenti e depositi 33.000.000 di euro, circa 1.900.000 per anno di vita . Lega docet.

Patrizia Sustar, Genova Commentatore certificato 02.08.12 22:32| 
 |
Rispondi al commento

si, ma ci sono le olimpiadi dove partecipa anche la cuginetta della principessina kate..quindi dai..loro sono tanto belli non pensiamo alla cattiveria dell'lavoro,pensiamo a chi non lavora perché campa dei soldi degli altri!! dai dai!!
(LA RIVOLTA POPOLARE,SARA' COMINCIATA,OPPURE SI TRATTA SOLO DI FUMO?)

Mimmo G., cardito (NA) Commentatore certificato 02.08.12 21:45| 
 |
Rispondi al commento

è stupendo... il sindacato che collabora per anni con lo stato colluso per far chiudere aziende diventa esso stesso il portavoce degli operai che, a causa delle aziende che chiudono (e chiudono perchè devono pagare il 60% di tasse, compresi oneri dei dipendenti che vanno allo stato), si ritrovano senza lavoro...
non solo...
il sindacato, dopo aver elaborato le baby pensioni, la cassa integrazione (che viene pagata con le trattenute degli operai stessi...!), si erge pure a paladino affermando che le cose: "devono cambiare"...!
una farsa continua, un siparietto comico stato/sindacati laddove ora però, dopo che gli imprenditori italiani si sono letteralmente ROTTI I COGLIONI di pagare il KW/H industriale più caro d'europa, le accise di importazione più care d'europa, gli oneri fiscali più cari d'europa (e forse del mondo), i trasporti più cari d'europa, hanno deciso di chiudere (500.000 aziende in meno in 10 anni in italia) ed ora SONO CAZZI VOSTRI, ai lavoratori che ora si renderanno conto di chi davvero ha rubato i loro soldi, che dopo 35 anni di duro lavoro lo stato di ritorna a mala pena 900 euro al mese per 10 anni e poi crepi, dopo aver contribuito per circa 400.000 euro di fondi dedotti dallo stipendio (che l'imprenditore paga e che non vano al lavoratore)... cari sindacati e baby pensionati, preparatevi alla GIUSTA E SACROSANTA COLLERA DEI LAVORATORI CONTRO DI VOI E CONTRO QUEGLI INDECENTI POLITICI CHE VI HANNO ESTORTO DANARO CHE SPETTAVA SOLO A VOI!!!

alessandro bardi 02.08.12 21:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Bonsoir,vorrei dire alcune cose sulla manifestazione dei lavoratori dell'Ilva di Taranto,in particolare sulle contestazioni ai sindacati.
Credo che sia stato un errore contestare le organizzazioni sindacali,perché le lotte anche dure vanno fatte assieme e non contro le oo.ss. Ora però si tratta di capire dove si vuole andare a parare.
Continuare a produrre e continuare a morire e far morire coloro che abitano nei dintorni della fabbrica più inquinante del paese questo davvero non é più possibile. Basterebbe ricordare i morti di amianto.Anche lì quando si moriva,qualcuno metteva prima il posto di lavoro e dopo la salute.
Bene ha fatto la magistratura a chiudere i reparti dell'Ilva,bene ha fatto a mettere sotto inchiesta dirigenti della fabbrica,che sapevano e tacevano.
E bene farebbero le organizzazioni sindacali a capire che il gioco delle mediazioni a ribasso é davvero finito.
O si produce salvaguardando la salute dei lavoratori e dei cittadini,oppure é meglio che la fabbrica chiuda.
A quel punto ognuno si assumerà le proprie responsabilità politiche e penali.
E dunque va bene la contestazione ai sindacati se rientra in questo ordine di idee.
Se al tavolo delle trattative i sindacati ci vanno deboli,ottengono poco.Se invece hanno tutti i lavoratori dalla loro parte,allora la musica é diversa.
L'Ilva deve continuare a produrre e a spendere soldi per il totale risanamento della fabbrica e dei danni alla città.
Lo stesso debbono farae il governo,i partiti e il comune di Taranto.
L'Ilva ha creato troppi disastri in questi anni. Se alla fine si scoprirà che salute e lavoro non possono andare d'accordo,allora sarebbe preferibile scegliere la salute.
Saluti

ANTONIO B., Latina Commentatore certificato 02.08.12 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Oggi i ragazzi di IERI, dopo aver investito TEMPO, DENARO DELLA PROPRIA FAMIGLIA, SOGNI E SPERANZE, per una laurea che gli avrebbe permesso di essere i formatori dei nostri figli, OLTRE AD ESSERE ANCORA PRECARI, hanno perso anche il diritto alle FERIE NON GODUTE, alla DISOCCUPAZIONE, agli SCATTI DI ANZIANITÀ ......
Anche se hanno partecipato alla SIS pagando, studiando e passando in maniera positiva gli esami SONO SEMPRE PRECARI ...... Anche se hanno partecipato ai moduli FORCOM sempre precari ..... LO STATO CI HA TRADITI
A TUTTI COLORO CHE ANCORA NON CREDONO AL M5S VOGLIO DIRE:
Se facciamo quello che abbiamo sempre fatto avremo sempre gli stessi risultati!
Cambiare con il M5S ci permetterà di fare peggio?!
Noi che navighiamo nella merda più nera potremo mai tradirvi?!
Io vi firmo le mie dimissioni in bianco e li consegno a voi italiani .... vi giuro che lavorerò per tutti gli italiani e per i nostri figli ..... Piero Di Bello

beppegrillocastellanagrotteh 02.08.12 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Spesso sulle notizie del Blog troviamo nome e cognomi della gente che viene diffidata dall'utilizzo del logo M5S.
Ritengo che sia importante avere un registro sul web dove poter avere sempre memoria storica dei nomi e dei fatti che hanno portato al loro allontanamento, affinché sia di formazione per noi tutti.
Cosa ne pensate?

beppegrillocastellanagrotteh 02.08.12 19:47| 
 |
Rispondi al commento

eppure ci sono stati uomini che hanno dato la loro vita per i lavoratori.proprio come falcone e borsellino per combattere la mafia.ma c'è evidentemente un'altra italia sia del mondo partitico e sindacale che va in un'altra direzione.c'è un'italia fatta dagli italiani e una fatta da italioti.al di là dei colori politici bisogna sceglire con chi stare.

NINO ALFANO 02.08.12 19:32| 
 |
Rispondi al commento

il cittadino è nella confusione più completa, non capisce i giochi di questi partiti truffatori e pensa che la cosa migliore sia il non voto

nicla podesta' 02.08.12 19:24| 
 |
Rispondi al commento

I SINDACATI SONO L'ANTICAMERA DELLA POLITICA...STOP...STRACCIARE TESSERE E REVOCARE I QUID AZIENDALI TRAMITE DISDETTA ALL'INPS STOP!
RAPPRESENTANO SE STESSI E I PROPRI CARROZZONI STOP!
CREDERE AI SINDACATI E' COME CREDERE A BABBO NATALE!

roby f., Livorno Commentatore certificato 02.08.12 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Camusso /Landini/Fini/Di Pietro/Bersani/Berlusca/Bossi/Casini/Vendola
etc.etc. piu' Maroni,
che rompimento di coglioni!
Vergognatevi!

Zurigo 02.08.12 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Il problema fondamentale è che i sindacati si sono burocratizzati.
Le autorità difenderanno sempre qualsiasi forma burocraticamente organizzata rispetto alla massa informe. Siccome poi viviamo nel secolo del CAPITALISMO BUROCRATIZZATO di cui gli Stati Uniti sono un fulgido esempio, è chiaro che i lavoratori sono al doppio sbando. I lavoratori sono allo bando perchè hanno perso il lavoro dal padrone capitalista e sono allo sbando perchè hanno perso l'appartenenza burocratica ai sindacati. Sembra incredibile ma tutto torna come era prima dell'avvento dello Stato Sociale!! Ci vorrebbe un nuovo '68 come quello che fecero i nostri padri!!! Bisogna ridiscutere il concetto di APPARTENENZA! Prima fra tutti l'appartenenza alla classe dirigente di Stato e dei pensionati d'oro a carico dei contribuenti. In un momento di debito gli emolumenti pubblici dei dirigenti andrebbero dimezzati.

mario mario Commentatore certificato 02.08.12 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Senza contaree le diseguaglianze create nel mondo del lavoro io che opero nel privato e che a 60 anni potevo dire basta cioè tra 8 anni ho visto svanire il mio futuro se vivrò andrò in pensione tra 15 anni ma per i lavoratori del pubblico impiego varrà la norma precedente un particolare gruppo ma e sempre una discriminazione e se il mio posto salta come ci arrivo a 67 anni chi cazzo mi assume questo e come i sindacati difendono i lavoratori

Riccardo Garofoli 02.08.12 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Il problema degli esodati che i sindacati accollano al nuovo governo è l ultimo regalo dei sindacati a firmare i patti di uscita pre tempo c'erano i rapresentanti sindacali l INPS e il datore di lavoro la firma avveniva si in distretti del min del lavoro ma ricordatevi chi era il ministro che ha permesso questo scempio la lettera di Bruxelles la conoscevano tutti da tempo volevano fare l ultimo regalo ma il governo entrante a preso delle decisioni che non si aspettavano l innalzamento del età pensionabile e il contributivo il che ha messo una follia di persone in mezzo ad una strada
Certo ora la colpa e di monti fornero
Ma chi ha creato questo scandalo i sindacati stanno li a proferir parole

Riccardo Garofoli 02.08.12 18:25| 
 |
Rispondi al commento

La scomparsa dei sindacati risale ormai a tanti anni fa forse insieme alla scomparsa della scala mobile
Ormai gli scioperi li indicono solo di venerdì il giorno non è scelto a caso se cambiano la giornata e per caso li facessero di mercoledì l adesione sarebbe minima
Dato che ho partecipato anche a manifestazioni sindacali la platea di aderenti la conosco bene la maggioranza e di pensionati portati in gita
Ho assistito a luglio ad una manifestazione indetta dalla UIL per i lavoratori del pubblico impiego a Montecitorio una farsa pazzesca hanno montato il gazebo hanno messo centinaia di bandiere nella piazza ma ha manifestare non c'era nessuno dopo 2 ore e la relativa intervista hanno smontato tutto e se ne sono andati una pagliacciata un ridicolo questi sono i sindacati di oggi lottano per mantenere i loro privilegi a loro le pensioni non le toccheranno ma ai poveri cittadini moriranno sul posto di lavoro per vecchiaia

Riccardo Garofoli 02.08.12 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Non mi ricordo di quando la polizia difendeva i padroni.Se tra i "padroni"vogliamo mettere anche i dipendenti contrari allo sciopero che volevano esercitare il loro diritto a "non scioperare" già 40 anni fa questo diritto era negato.Adesso si pagano le conseguenze.

Giulio Avogadro 02.08.12 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Tinazzi è da tanto che la Triplice non esiste più. Hanno svenduto i lavoratori per incamerare come i Politici il posto nelle Commissioni.
I Latini solevano dire: Morte tua vita mia. Questi sono i Sindacati.

ottavio berardi, calderara di reno Commentatore certificato 02.08.12 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Siam tre piccoli porcellin..CGIL, CISL E UIL

ligamio m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.08.12 17:27| 
 |
Rispondi al commento

..è casta, tutta casta, nient'altro che casta.
lor signori tutto possono sopportare tranne che sia il popolo sovrano a decidere come, dove e quando spendere i propri soldi.
tutto possono sopportare tranne che dopo meno di dieci anni debbano tornarsene alla vita privata.
tutto possono sopportare tranne di dover sottomettersi alle stesse leggi cui noi siamo sottomessi...

Gabriele Alfano Commentatore certificato 02.08.12 17:03| 
 |
Rispondi al commento

FUORI DALL'EURO,IN GALERA LA CASTA DEL PARLMENTO,IN GALERA I DIRIGENTI CON STIPENDI E PENSIONI D'ORO,IN GALERA I BANCHIERI,IN GALERA I VERTICI SINDACALI CGIL,CISL,UIL.LAVORO PER I GIOVANI,PENSIONI DIGNITOSE,ASSISTENZA SOCIALE PER I DISABILI GRAVI E GRAVISSIMI.PROCESSO POPOLARE A NAPOLITANO,BERSANI,MONTI,FORNERO,CASINI,FINI,BERLUSCONI.RITORNO GRADUALE ALLA LIRA.RILANCIO DELLE NOSTRE IMPRESE MEDIE E PICCOLE CON DETASSAZIONI E FINANZIAMENTI.

antonio amleto tomasi, antomasi52@hotmail.it Commentatore certificato 02.08.12 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè ai sindacati, con le loro COOP, i loro giri bancari loschi, i loro appezzamenti, i loro fondi, dicevo, ai sindcati deve anche interessare il lavoratore? Ma suvvia signori, siamo in Itaglia canaglia...

Maurizio B., Monza Commentatore certificato 02.08.12 16:30| 
 |
Rispondi al commento

salve io abito a roma vorrei sapere dove sono le sedi di iscrizione al movimento 5 stella me lo potreste dire gentilmente?

lina mazzei 02.08.12 16:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono anni che facciamo girare questo:

All'operaio non far sapere dove il sindacalista sogna di sedere

Fausto Bertinotti:
Nel 1964 entra nella CGIL, diventando il segretario della Federazione Italiana degli Operai Tessili
fine carriera:
Il 29/04/2006 Bertinotti è eletto Presidente della Camera dei Deputati della Repubblica

Luciano Lama:
È stato uno dei più importanti segretari della CGIL in tutta la storia del sindacato.
fine carriera:
Nel 1987 fu eletto deputato come indipendente comunista

Sergio Cofferati:
segreteria nazionale della CGIL nel 1990. Nel 1994 diviene segretario nazionale
fine carriera:
Nel giugno 2004, Cofferati viene eletto sindaco di Bologna
Dal 23 maggio 2007 è uno dei 45 membri del Comitato nazionale per il Partito Democratico che riunisce i leader delle componenti del futuro PD

Franco Marini:
segretario nazionale della CISL nel 1985
fine carriera:
Eletto senatore alle elezioni politiche del 2006, è stato scelto come candidato alla presidenza del senato

Ottaviano del turco:
segretario aggiunto CGIL durante la segreteria di Luciano Lama (1970-1986).
fine carriera:
Nelle elezioni regionali del 3 e 4 aprile 2005 viene eletto presidente della Regione Abruzzo, per la coalizione dell'Unione con il 58,1% dei voti, e lascia l'incarico di Strasburgo.

RENATA POLVERINI?????

Tralasciamo tutti gli altri come Giorgio Benvenuto ecc. si sono imboscati in varie commissioni nullafacenti;

Penso che non ci sia da aggiungere altro...
STRAPPATE TUTTE LE TESSERE SINDACALI E ANDATE CON I CO.BAS!


Secondo me il 2012 è un anno da incorniciare, certo crisi disoccupazione povertà sono sotto gli occhi di tutti, ma nel leggere e nel vedere quello che accade stà iniziando un grande cambiamento....Politici, sindacati massoni che non riescono più a tenersi la gente

massimo confente 02.08.12 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Grande Tinazzi!!!

walter mio Commentatore certificato 02.08.12 15:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento


Grillo e i Sindacati

http://www.youtube.com/watch?v=xsMTTr6ES88&
feature=related

pasqual z., parigi Commentatore certificato 02.08.12 15:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Purtroppo, dopo l'apice raggiunto negli anni '70, i diritti dei lavoratori sono stati lentamente erosi. Con la fase delle grandi crisi aziendali, pian piano e' iniziato un ignobile fenomeno: i lavoratori hanno accettato di farsi trasformare in scudi umani dagli imprenditori, con la complicita' di sindacati e politici, per fare pressioni e ottenere agevolazioni, cassa, investimenti contrari ad economia, buon senso, futuro e ambiente, ma puramente speculativi, o, come a Taranto e altrove, per far si' che misure di sicurezza e adeguamenti ambientali fossero considerati un lusso che non ci si poteva permettere, in nome del "lavoro". Tutto questo contro la propria stessa vita, la dignita', le famiglie, la comunita'... da quando solidarieta', lotta, rispetto dei diritti, sono diventate anticaglie, si e' spalancata un'autostrada a otto corsie per chi ci vuole schiavi a tutti i costi. Guerre fra poveri e dagli all'ambientalista, che per loro e' genericamente chiunque chieda una societa' e una economia diverse. Che tristezza. Speriamo che i lavoratori prendano coscienza di chi sono i loro veri nemici, escano da questa spirale (se lavori, sei un privilegiato, devi ringraziare, e batterti per non finire nella massa dei disoccupati, precari...) e si decidano a sfogare la loro rabbia sacrosanta contro i veri responsabili.

Ricordo che all'Ilva, in fase riduzione costi, tutto inizio' con un terrificante mobbing di massa contro gli impiegati che non accettavano dimissioni o demansionamento.

La dimensione umana, la dignita' del lavoro si son persi da un pezzo, e quelli dobbiamo recuperare.
Cedere ai ricatti, lo si sa persino dai gialli, non serve a uscirne, ma a finire sempre peggio.

milena d., savona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.08.12 15:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

@ Tinazzi.

I Sindacati (parlerei dei confederali e non dei Co.Bas.) rappresentano se stessi data la latitanza dei lavoratori alla vita democratica e partecipativa nel mondo del lavoro.
Per alcuni anni sono stato delegato sindacale in Poste.
Uno sconforto ed una depressione totali.
Giravi tra i colleghi per informarli dei piani aziendali, ma ti pareva di relazionarti con gli zombies.
Alle Assemblee la partecipazione non superava il 20% dei lavoratori.
I comunicati in bacheca, non li leggeva nessuno.
E visto il disinteresse mostrato dai foraggiatori di tessere, nei direttivi si imponeva sempre la mozione maggioritaria calata dalle segreterie centrali.
Il che dà come risultato la nascita di aborti sindacali con segretari nazionali come l'attuale ABC (Angeletti, Bonanni, Camusso).
C'è per fortuna poca gente con idee e preparata, che ci crede nel sindacalismo. Ma messa ai margini.
Ma non santifichiamo i lavoratori. Che si ricordano di essere tali e con la necessità di essere protetti, solo quando la m. li è arrivata al collo così tanto, da far avvertire loro la puzza...

Saluti

Terzo Nick Commentatore certificato 02.08.12 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I sindacati hanno avuto una grande utilità ai tempi del molto lavoro e dei molti maltrattamenti. Ora sono insieme ai partiti la peggiore palla al piede per gli italiani. La loro capacità di non capire niente è infinita. I concetti che hanno di correttezza, produttività, concorrenza, progettualità, costruttività, sono ZERO. Se uno viene pagato 100 ed ha prodotto 10, a chi si prendono i 90 che gli vengono dati in eccesso???. L'apparato dello Stato è pieno di situazioni così e tutti parlano di crisi e gli statali e i dirigenti statali non hanno avuto nessun aumento di produttività e nessuna riduzione di compensi. Una grossa speranza è che la Germania venga a controllare le ns. gestioni corrotte ed insostenibili. Ma forse anche le nuove generazioni che si vedono derubate delle loro possibilità. Se vorranno restare in Italia, dovranno battersi per togliere i privilegi nepotistici ed insostenibili.

roberto d'iseppi, verona Commentatore certificato 02.08.12 15:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione


la triplice è stata una stampella del potere ..*

ora mai il giochetto è finito ^^

emily p., alessandria Commentatore certificato 02.08.12 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Tinazzi,come al solito sei ridicolo.
Dire che i sindacati rappresntano solo se stessi è davvero di una pochezza unica.

Nel "tuo studio a 5 stelle" vedo beniSSimo Ghedini e PreViti come tuoi "suggeritori".

jakov jurovskij Commentatore certificato 02.08.12 15:12| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

PROPOSTA PER UNA RIVOLUZIONE GANDHIANA IN ITALIA. POSSIBILE SUBITO! (E PER AVERE FINALMENTE PIU' GIUSTIZIA SOCIALE E BENESSERE NEL NOSTRO PAESE):

SALARIO MINIMO GARANTITO DI CITTADINANZA
PAGATO DALLA FISCALITA' GENERALE". (Istituto già esistente in quasi tutti i paesi Europei!).

Diciamo 500,00 Euro subito, per iniziare, a tutti i Cittadini Italiani maggiorenni, sprovvisti di ricchezze proprie (fatta eccezione per minimi risparmi personali) e di lavoro, iscritti però nelle liste pubbliche di collocamento "obbligatorio" al lavoro. Un modo per ridistribuire da subito la ricchezza in un Paese come il nostro in cui i negli ultimi anni i ricchi sono diventati più ricchi e i poveri, sempre più numerosi, sono diventati più poveri … Questo provvedimento restituirebbe la dignità a chi non ha nulla e si trova in una situazione di oggettiva fragilità e in molti casi anche di disperazione che costringe alcuni perfino al suicidio, in questa situazione di pesante crisi economica. Inoltre con questo provvedimento si favorirebbe anche l’ economia in generale, determinando anche una maggiore circolazione di denaro, e un’ aumento dei consumi di base, ecc. Dove trovare le risorse? Abolendo tutti gli sprechi, le tangenti e le ruberie di ogni tipo, e tutti i privilegi delle caste, e istituendo anche un tetto massimo per gli stipendi e le pensioni delle varie caste: max 3.000, 00 Euro al mese!

http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/07/14/foto/la_coda_infinita_al_pane_quotidiano_e_in_viale_toscana_arriva_la_transenna-39060041/1/

http://www.tzetze.it/tzetze_news.php?url=http%3A%2F%2Fwww.agoravox.it%2FCrescono-poverta-estrema.html&key=e02a02f62e26f70beecf5a9bf8d730962a28c484

Lux Luci 02.08.12 15:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori