Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Milano caccia i contadini urbani


orto_bio.jpg
"Orti abusivi via dal Naviglio: c'è lo sfratto per 120 anziani. Sono lì da trenta, anche quarant’anni. Coltivano pomodori, melanzane e rape a cento metri dalla sponda del Naviglio Grande, nei campi che si aprono dietro a via Martinelli. "Siamo quasi tutti pugliesi, o comunque meridionali, piantiamo i frutti della nostra terra lontana senza dare fastidio a nessuno" racconta Nicola, 71 anni, mani callose dopo una vita in fabbrica. "Il Comune cacciandoci ci fa una violenza, un’ingiustizia inutile. Resisteremo, dovranno cacciarci con la forza". Il messaggio di Palazzo Marino, che i 120 'ortisti' del Naviglio hanno trovato appeso ai recinti della terra che occupano, con o senza autorizzazione, è chiaro: entro un mese se ne devono andare." Mr SPOCK, VG

21 Ago 2012, 20:43 | Scrivi | Commenti (81) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

orti ABUSIVI? se sono abusivi, io non ascolto nemmeno una parola da parte di questi signori. la proprietà privata si PAGA, non siamo ancora in un paese comunista per fortuna.
se NON sono orti abusivi, mi chiedo quale motivazione si possa addurre per pretendere che i proprietari se ne vadano... senza motivazione valida (e probabilmente non è valida), è uno sfratto vergognoso, illegale, ingiustificato.

Giuseppe Scionti, Certosa di pavia Commentatore certificato 25.08.12 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Vietnam, il pesce che strappa il pene: tre attacchi in pochi giorni.

E' il trota!

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.12 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Chi fa l'orto non fa crescere il pil.
L'orto è rivoluzionario, il capitalismo non tollera libertà.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.12 16:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aiutami

http://iovogliote.blogspot.it/2012/08/io-ho-bisogno-del-tuo-aiuto.html

raf 23.08.12 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Con tutte le cose a cui dovrebbe pensare il comune di Milano, a queste cose che ritengo inteligenti vanno a guardare?? Cioè qui in questo paese oramai va tutto alla rovescia, io non so veramente più dove guardare, ma so solamente una cosa, che mi terrorizzerà quando mio figlio mi dirà perchè non abbiamo fatto nulla per il nostro paese, perchè cosi come sta andando, andrà sempre peggio. :((

Roberto P., Roma Commentatore certificato 23.08.12 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Da questa notizia e dalle tante altre che via via leggo sono sempre più convinto che non esistano più (se mai sono esistite) la destra o la sinistra. Esse compiono le stesse azioni. L'unica alternativa che vedo adesso è M5S, cioè il popolo in prima linea.

Michele M. 22.08.12 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Siamo allo sbando ragazzi :-)

Da una parte pisapippa che vuole, come tutti i " manager " fare cassa e l'edilizia è remunerativa ovviamente .

Dall'altra una pletora di "pseudo comunisti" che condividono questa pratica da far west...

Dall'altra parte ancora samaritani che parlano di ROM ...

Facciamo così:

Da domani recinto un pezzo di parco Sempione e coltivo patate. Chi entra lo prendo a mazzate:-)

Da domani assegniamo un vitalizio ai ROM :-)

Più leggo i commenti e più capisco i politici!

Aldo 22.08.12 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qua in Inghilterra invece c'è qualcuno che incentiva l'utilizzo di suolo pubblico per coltivare frutta e verdura. Il progetto si chiama INCREDIBLE EDIBLE ed è partito dalla cittadina di Todmorden nello Yorkshire inglese.

Sito ufficiale di Todmorden:
http://www.incredible-edible-todmorden.co.uk/

Un bell'articolo esplicativo:
http://www.mnn.com/your-home/organic-farming-gardening/blogs/todmorden-a-town-where-greenthumbs-not-sticky-fingers-prev

Articolo sul quotidiano Guardian:
http://www.guardian.co.uk/theobserver/2012/feb/18/50-new-radicals-incredible-edible

Maxx T. 22.08.12 12:46| 
 |
Rispondi al commento

sono in accordo per gli orti sul terreno del comune a chi ne faccia richiesta !A Milano se è vero che sono 30 anni lì a coltivare possono fare un uso capione collettivo o mettersi in accordo con il proprietario!

massimiliano marzini 22.08.12 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Da mettere in programma in tutti i comuni nella lista del m5s: Terreni comunali destinati ad uso coltivazione per orto gratuiti per i cittadini che ne fanno richiesta

Christian P. 22.08.12 12:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dei commnenti di stampo pararazzista qui ci sono già: i riferimenti non proprio gentili ad eventuali campi rom che verrebbero impiantati da Pisapia su quelle aree. Perchè addosso ai Rom? Non è già bastata Auschwitz che ne ha uccisi a migliaia? Per favore, onde impedire all'avversario di denigrarci, chi modera stia attento. Perchè se la causa in questione è meritoria, è pur sempre vero che va difesa con argomenti all'altezza e non vaneggiando contro etnie o popolazioni che ad alcuni non vanno troppo a genio. Viva gli orti urbani, viva gli orti insorti. Teodoro Margarita

Teodoro Margarita 22.08.12 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Non conoscendo questa precisa zona di Milano non posso sindacare su questa decisione. Per quanto favorevole agli orti urbani e alla decementizzazione delle città, credo che il punto focale si sposti sulla parola "abusivo". Tutti i cittadini dovrebbero esigere che si rispetti l'etica civile ma ancor prima essere loro stessi promotori di un'etica ineccepibile. Questa credo sia l'unica strada per un reale cambiamento della nostra società. In questo caso specifico quindi, non attacchiamo il comune per uno sgombero che appare lecito ma sensibilizziamolo sul tema dei giardini urbani...e quando poi fallirà il mandato anche a Milano voteremo M5S:-)

marco vascotto 22.08.12 10:53| 
 |
Rispondi al commento

cazzo!

invece di incentivarli,favorirli e divulgarli...

certo,loro preferiscono i pensionati chiusi nei bar tra carte e slot machines,così pensano e sopratuttom vivono molto di meno !

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 22.08.12 10:47| 
 |
Rispondi al commento

E' una pratica ricorrente in Italia quella di prendere pezzetti di terreno per l'orto quando nessuno ne usufruisce..Personalmente non sono contraria.. Per lo meno quei pezzetti di terreno in cambio sono ben tenuti e non serve pagar nessuno per tenerli puliti.. Direi uno scambio equo.. Chiaro che la cosa andrebbe regolamentata.
Secondo me per arrivare a questo significa che qualcuno è andato a protestare in comune.. Magari ci son state liti tra loro che hanno portato all'esasperazione dell'amministrazione. Penso questo perchè qui nella mia zona accadde proprio questo Il solito furbetto dell'orticello che cerca di allargare il suo prendendo agli altri.. e poi iniziano le liti.

Libra64 22.08.12 10:26| 
 |
Rispondi al commento

E questi poveri cristi dove li mandiamo? Al centro commerciale a prendere aria condizionata? Magari questi pomodori, adesso, servono per arrivare a fine mese, visto la ricchezza che gira... perchè toglierli? Tengono curato un argine che sennò (li abbiamo sott'occhio tutti) sarebbe sporco, pieno di erbacce e rifiuti di ogni genere... andate a buttare giù le ville abusive, invece di tartassare i deboli... ma in questa lombardia sommersa dal CEMENTO solo quello comanda... VERGOGNA!

sara, brescia 22.08.12 10:26| 
 |
Rispondi al commento

E' successo anche a Verona, numerosi anziani avevano splendidi orticelli sulle rive di un canale,sembrava un giardino dell'Eden, pulito, ordinato, colorato. Il comune li ha fatti sloggiare non si sa x quale ragione, ora ce un maialaio di erbacce e cartacce che il comune chiaramente non si da la pena di ripulire. Che dire........schifo......

serena gagliardoni 22.08.12 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Divertente, la faciloneria di certi commenti.
A parte che esistono norme e consuetudini che regolano l'usucapione (che di fatto mettono a tacere i filo"pisapippiani"), sarebbe il caso di fare mente locale di dove siamo, di quale zona si parla e la sua morfologia https://maps.google.com/maps?hl=it&q=via+Martinelli+e+via+Tre+Castelli+milano&ie=UTF-8
Stiamo parlando di "bonifica": Milano è piena di merda, ovunque, e Pisapippa (al soldo del sindaco Tabacci) decide di BONIFICARE zone dove da 40 anni si coltivano pomidori e rape. Guarda caso in una zona praticamente tutta a verde, che rovina la colata continua di cemento tra Milano e Corsico. Va ricordato poi che il comune ha appena dto il via libera a costruire proprio sull'altra sponda del naviglio.
Solo sudditi sprovveduti possono credere che tutto ciò sia svincolato dalla costruzione di nuove strade di collegamento tra Milano (via Tobagi) e Corsico (via Garibaldi), per poi fare il solito giochino del "colora gli spazi", dove al posto del verde apparirà il grigio cemento.
Pisapia e il suo sindaco Tabacci hanno i giorni contati: prima o poi anche la moda del "arancione" si scoprirà essere il solito MARRONE diluito.
M5S è avanti, e la gente piano piano se ne rende conto

Claudio M., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.08.12 10:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

In diverse altre parti della città esistono orti "regolari" per i quali i pensionati possono fare la richiesta di utilizzo. Se questi orti sono abusivi è giusto che vengano eliminati. La battaglia per cui lottare è l'avere a disposizione più orti "regolari" così anche questi pensionati avranno la possibilità di coltivare quello che vogliono senza essere degli abusivi.

Leandro Franzoni 22.08.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera,

sono pienamente favorevole allo svipuppo e al supporto di iniziative come gli orti urbani, ma qui torniamo, di nuovo, su quelli che sono gli atteggiamente, a mio avviso preoccupanti, di un movimento che parte dal basso e che é pericolosamente esposto ad una deriva populista basata sull'egoismo di massa.
Domanda, ma é mai possibile che in tanti anni non si sia trovato il modo di regolarizzare e legalizzare la situazione? Sono pienamente consapevole del valore di quell'orto (ho un orto urbano anch'io) ma se passa il fatto che ognuno fa come gli pare un barba alle regole, dove finiamo col porre il limite? Fin dove possiamo fare come vogliamo tanto l'intenzione é buona? Lo ripeto, siamo, potenzialmente, alla vigilia di un grande cambiamento con una presenza importante del movimento in parlamento. Occhi alla tentazione di cominciare a fare tutti come e cosa vogliamo. Le consequenze potrebbero essere amare e fallire miseramente al primo tentativo rischia di compromettere il futuro del movimento.
Auguri, di cuore, a tutti,
A.C.

Antonio C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.08.12 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Bio-eutanasia! :)

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.08.12 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace per i pronti commenti anti-istituzioni, ma quella degli orti fai da te sul terreno degli altri é una bruttissima abitudine. Bisogna evitare la tecnica da far-west del "chi primo arriva si prende quello che vuole"
Il comune però potrebbe regolamentare la cosa, accordandosi con chi vuole coltivare, recintando e assegnando dei pezzi di terreno da gestire. Se gestita bene, questa operazione avrebbe un alto valore sociale (ed anche estetico).

Obi Kenobi Commentatore certificato 22.08.12 09:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

pisapia come tutti loro
sono sostenuti da varie lobby piccole o grandi

queste lobby non possono permettersi che piccoli agricoltori si PERMETTANO DI AUTOALIMENTARSI CON PRODOTTI PROPRI E NON RISPETTARE LA FILIERA
e una cosa da poco ma potrebbe essere un inizio

nel piccolo di un paese di montagna che frequento
una fontana in pieno centro e stata rimossa
motivo ufficiale
...lavori in corso
oggi i lavori in corso sono finiti ...la fontana non c'e piu...
e chi vuole bere acqua...deve andare al..... bar

stefano b., rovato Commentatore certificato 22.08.12 07:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Leggetevi il libro di Mario Giordano (che a me non era mai piaciuto)intitolato "SPUDORATI" che parla dei costi della politica e connessi.
Fatevelo prestare, acquistatelo, sono certo che se lo leggessimo tutti questa marmaglia la manderemmo via non con le elezioni ma con i mitra.
Schifosi, mentre la gente piange loro se la ridono bellamente e si aumentano privilegi, stipendi, pensioni, liquidazioni e così via.

nataniele m., stresa Commentatore certificato 22.08.12 07:33| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA DI PRESIDIO PER LA PROMOZIONE E DIFESA DEGLI ORTI URBANI:

Per Sabato 1 Settembre alle ore 16.00 invito tutti i Contadini e tutti i Cittadini Democratici e Libertari di Milano a ritrovarsi davanti a Palazzo Marino (Piazza della Scala) per manifestare a favore della promozione e difesa di tutti gli orti di Milano (portare pomodori da regalare al Sindaco Giuliano Pisapia!). Per il momento lasciamo a casa i forconi …

Successivamente a questa manifestazione organizzare un presidio permanete a difesa ad oltranza degli orti in pericolo dietro via Martinelli.

Riappropriamoci della terra e della Nostra città!

Lux Luci 22.08.12 07:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parco Sempione mi sembra un posto mal utilizzato. con un parcheggio multipiano al suo posto, gli introiti sarebbero un toccasana per le casse comunali al posto di tutti quegli alberi dove volatili inutili ti cacano sul prezioso e costoso SUV. ecchecazzo, un po di spirito imprenditoriale

Giovanni A., Proceno Commentatore certificato 22.08.12 05:38| 
 |
Rispondi al commento

"Pisapia e la sua cricca, cercano di distuggre ogni cosa buona e sostengono
quelle cattive...ecopass SIII, orti ai contadini NOOO, ma li vogliamo
mandare tutti a casa loro?, io non ne posso più, sono nata e cresciuta a
Milano, è la Mia città e la amo, ci lavoro..eppure la vedo cambiare sempre
più in peggio a causa delle decisioni scriteriate che continuano a portare
avanti questi personaggi (Pisapia and staff.(pua!). Licenziamoli!"

sabra v., sedriano (MI) Commentatore certificato 22.08.12 03:10| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vado controcorrente ma a me gli "orti urbani" non affascinano. Mi sembrano un palliativo (ristretto a pochi individui) per un problema (quello delle città soffocanti) che andrebbe risolto in altri modi. Con più giardini e parchi pubblici ad esempio. Col rendere vivibili i fiumi. Con meno ipermercati ad esempio. Con meno cemento. Il problema è chiaro. La soluzione non mi convince.

Claudio C 22.08.12 03:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma cosa si deve bonificare , dove si coltivano pomodori melanzane e ortaggi vari ????
perche la pommarola inquina ????
ma vaffan.. ulo
Queste sono le scelte ecologiche di PIGIAPIA ????
vi consiglio di fare un video della situazione attuale degli orti. e metterlo su youtube
fatevi aiutare da qualche nipote
un caro saluto da bologna

Danyda bologna Commentatore certificato 22.08.12 02:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pisapippa giù le mani dall'autoproduzione

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 22.08.12 02:09| 
 |
Rispondi al commento

Il guaio del parassita italiano e' che quando vede qualcosa di buono , qualcosa che funziona , soprattutto qualcosa che non da' fastidio a nessuno ,lo deve distruggere.
Poveri noi...che popolo di cazzoni.

Sabrino Di Renzo, Gradara Commentatore certificato 22.08.12 00:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

LA MIGLIORE RISPOSTA!

Vorrei che il “Movimento 5 Stelle” di Milano si facesse promotore di questa bella e importante iniziativa:

in ogni quartiere di Milano, in ogni giardino pubblico, o terreno pubblico, libero e inutilizzato, si attrezzi un’ area per l’ orticoltura individuale e collettiva autogestita.
I cittadini Milanesi con questa iniziativa si avvicinerebbero ancora di più al “Movimento 5 Stelle”!
I nostri politici hanno le tasche troppo piene di denari pubblici per capire i bisogni fondamentali delle Persone e le loro difficoltà economiche …
In questo momento auto prodursi il cibo e mirare all’ autosufficienza alimentare è di fondamentale importanza, e lo sarà sempre di più in futuro ... Molte famiglie a Milano fanno fatica a fare la spesa, e andare dall’ ortolano è sempre di più un lusso ... I prezzi degli ortaggi e dei vegetali in generale stanno diventando proibitivi! E con il riscaldamento globale, e la conseguente siccità, andrà anche peggio in futuro.
Riprendiamoci la terra! Ci appartiene. Impariamo ad amarla e a coltivarla anche in città. Ci saranno anche importanti risultati Spirituali: attraverso la connessione alla Madre Terra evolveremo e apprezzeremo di più i valori della vita …

CORAGGIO! Orti collettivi in ogni quartiere e in ogni giardino pubblico di Milano!

http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/07/14/foto/la_coda_infinita_al_pane_quotidiano_e_in_viale_toscana_arriva_la_transenna-39060041/1/

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2012/08/19/milano-anziani-fila-pane-quotidiano-pensione-basta/203636/

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/12_aprile_22/carmelitani-scalzi-mensa-poveri-2004177410540.shtml

Lux Luci 21.08.12 23:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

una volta esisteva l'uso capione dopo 20 anni che utilizzi un podere o un oggetto senza che nessuno lo reclami diventa tuo di diritto

Giovanni del lungo 21.08.12 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Domani faccio un salto a Lugano, cerco un terreno incolto (non necessariamente degradato), me ne approprio, lo recinto, costruisco un bel capanno e ci pianto ortaggi che tanto mi ricordano la mia terra. Sinceramente ho come l'impressione che l'amministrazione locale difficilmente mi ignorerà per 40 anni, supponendo che anche questo possa avvenire trovo ancora più difficile che me la possa cavare con una semplice ingiunzione di sfratto.
La mia rilfessione suppongo che possa essere applicata all'interno di qualunque altra località europea. Il problema non è l'ingiunzione di sfratto dall'area occupata abisivamente, ma che questa sia arrivata solo dopo 30 o 40 anni.
Invece di protestare non sarebbe più onesto chiedere in concessione l'area al comune a fronte di un compenso anche minimo? Anche dopo 40 farebbero tutti un gran bella figura...

Davide R. 21.08.12 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Probabilmente avranno in mente di dedicare l'area ad un bel campo nomadi... Sono loro che contano, mica i cittadini!

Ma chi cavolo abbiamo votato!?! Rimpiango la Moratti!

Ketty Filippelli 21.08.12 22:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se in 20 anni hanno mai avuto una lettera di sfratto o richiesta di pagamento affitto, allora hanno acquisito in modalità di legge niente meno che la proprietà.
In questo caso sono sicuro possono trovare un giro di avvocati pronti a difenderli gratis e a chiedere i danni al Comune.
Fategli arrivare la notizia

3mendo 21.08.12 22:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certi commenti,come quello che dice che fà bene perchè la restituisce a tutti noi,mostrano solo che l'iniziativa personale viene calpestata,30 o 40 anni fà, qualcuno ha pensato di prendere dei lotti diterra incolti e abbandonati,magari all'uso di tossici e puttane e farne un uso civilke ed utile,ed ora mi si salta sù dicendo che è anche nostra che deve essereci restituita,ma per favore,tu che parli che ci faresti con la terra?Ma piantala!

Katia C., Noventa Vicentina Commentatore certificato 21.08.12 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Non vorrei dire una stupidaggine però se è vero che è da 30/40 anni che sono lì e riescono a dimostrarlo potrebbe diventare loro per usucapione.

matteo tavone 21.08.12 22:00| 
 |
Rispondi al commento

E pensare che il sindaco è Pisapia.

Vincenzo De Camillis 21.08.12 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Scusate... Ma la terra da coltivare a chi l'ha data loro? Hanno fatto una spartizione democratica? Ed ogni anno decidono a chi cederla? O se la sono presa, così, 30 o 50 anni fa e se la son tenuta?

Il Comune di Milano sta facendo il suo dovere: prende delle cose che sono di tutti noi, che son diventate solo di pochi a causa di qualche magheggio, e la restituisce a tutti noi.

Meditate, prima di straparlare.

erika alice magnanimi 21.08.12 21:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egregio sig. Sindaco,
Giuliano Pisapia

Invece di distruggere gli orti spontanei, come sembrate intenzionati a fare, perché non si impegna direttamente a risolvere altri problemi più importanti e urgenti della città di Milano?
C’ è il grave problema dell’ eccesso di velocità nelle strade di Milano, che comporta decine di morti e centinai di feriti all’ anno … Ne è informato? Faccia un giro per la città di notte! Si faccia riferire cosa succede in questo senso dalla Polizia Municipale …
Cito solo alcune vie dove i limiti di velocità non sono palesemente rispettati: Viale Fulvio Testi, Via Lorenteggio, Via Ripamonti, circonvallazione interna e circonvallazione esterna. Soprattutto di notte ci sono centinaia di automobilisti e motociclisti “pazzi”, (irresponsabili? Ubriachi? Drogati?), che invadono le strade della città e le usano come “piste da corsa”, sfrecciando anche a più di 100 kmh! Ho visto con i miei occhi moto di grossa cilindrata spinte fino ad impennarsi e sfrecciare per decine di metri su una sola ruota!
Perché tra una riunione per l’ Expo e l’ altra, non ha preso nessun provvedimento per risolvere questa situazione che rende pericolosa la città specialmente la sera? Ci sono molti interventi possibili e mezzi tecnici utilizzabili per risolvere questi problemi …
Lasci stare gli orti e migliori la sicurezza delle strade di Milano! Molti cittadini l’ hanno votata anche per questo …

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/12_agosto_11/attraversa-strisce-pedonali-investita-uccisa-viasansovino-37-morti-2111407533620.shtml

P.S.
Consigliere del “Movimento 5 Stelle”, Mattia Calise, batti un colpo anche Tu in questa giusta direzione!

Lux Luci 21.08.12 21:53| 
 |
Rispondi al commento

COLTIVARE ORTI E' DIVENTATA UN ATTIVITA' SOVVERSIVA ?

Questi evasori fiscali dopo avere ricevuto dallo stato pensioni esorbitanti si permettono anche di risparmiare sulla verdura, facendo concorrenza sleale alla grande distribuzione e danneggiando anche l'erario perchè operano senza partita Iva.

Io gli manderei pure la guardia di Finanza ed Equitalia.

A me mi sa che questi il comune di Milano li vuole utilizzare per realizzare le famose serre per Expo 2015, gli "Architetti and friends" non hanno molta dimestichezza con cavolfiori e broccoli, mentre questi sono dei veri maestri del agricoltura ecocompatibile.

Paolo R. Commentatore certificato 21.08.12 21:44| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

le cose belle vanno demolite altrimenti vale la pena che stanno al governo,sta male una cosa cosi bella in mezzo a tanto lordume.

francesco q., cellamare bari Commentatore certificato 21.08.12 21:42| 
 |
Rispondi al commento

il comunista Bertinott plaude all'iniziativa del cumpagn Pisapipp sorseggiando da un flute di champagne del '62

Vendola non è mica contento! bla bla bla i cuntadin fora di ball

i comunist che vutan PD sun cuntent..
duman ciapan pure l'aria condizionata gratis al supermercato

quelli dei centri sociali invece sono in botta.. sun pirla cuntent

tutto questo alla faccia dell'Expo dell'agricoltura..
si è scoperto che Prodi e Veltroni hanno informato Bersani che coltivare in Mozambico è la nuova frontiera dell'agricoltura cellophanata a marchio Iper!!!

Roberto Foglino Commentatore certificato 21.08.12 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA TERRA A DI CHI LA LAVORA !!!

INCREDIBILE! DAVVERO IL COMUNE DI MILANO VUOLE DISTRUGGERE QUESTA BELLA INIZIATIVA SPONTANEA, UTILE E POPOLARE DI ORTICOLTURA CONDIVISTA?
C’ E’ FORSE IN BALLO QUALCHE NUOVA LOTTIZZAZIONE EDILIZIA SUI TERRENI CHE ADESSO OSPITANO QUESTI SANTI ORTI? SI PENSA FORSE A QUALCHE NUOVA COLATA DI CEMENTO E DI ASFALTO IL LOCO? COME SE A MILANO NON NE AVESSIMO GIA’ ABBASTANZA DI TUTTA QUESTA FOLLIA “EDILE”… (EXPO, ecc).
IL COMUNE DI MILANO INVECE DI ORGANIZZARE IN PRIMA PERSONA AREE PER L’ ORTICOLTURA PERSONALE E COLLETTIVA IN OGNI QUARTIERE DI MILANO DISTRUGGE GLI ORTI ESITENTI?
IL SINDACO DI MILANO FORSE NON SI RENDE CONTO CHE QUESTE MODESTE ATTIVITA’ AGRICOLE POSSONO ESSERE ANCHE UNA UTILE RISPOSTA ALLA CRISI E ALLA POVERTA’ DEI CITTADINI E DELLA FAMIGLIE MILANESI?
SINDACO PISAPIA NOI CITTADINI MILANESI VOGLIAMO AREE PER L’ ORTICOLTURA IN OGNI QUARTIERE!!!
COME CITTADINI MILANESI DICIAMO NO A QUESTA MIOPIA E A QUESTO ABUSO DI POTERE! LA CITTA’ E’ DEI CITTADINI E NON DEI BUROCRATI DI TURNO CHE PREFERISCONO I MATTONI AGLI ORTAGGI!

http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/07/14/foto/la_coda_infinita_al_pane_quotidiano_e_in_viale_toscana_arriva_la_transenna-39060041/1/

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2012/08/19/milano-anziani-fila-pane-quotidiano-pensione-basta/203636/

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/12_aprile_22/carmelitani-scalzi-mensa-poveri-2004177410540.shtml

Lux Luci 21.08.12 21:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è grande richiesta di orti urbani, c'è un GRAN BISOGNO di orti urbani non solo per l'autoproduzione e la socializzazione, ma anche per la salvaguardia del territorio.
E' difficile credere che l'amministrazione milanese con tutti i terreni che avrebbe da bonificare (Calchi Taeggi, S.Giulia, ecc..) voglia andare a farlo in una delle poche aree che non sono mai state inquinate (la conosco bene visto che lavoro da quelle parti).

E infatti guardando dall'alto la zona tra via Martinelli e Via 3 Castelli si capisce bene cosa vorrebbero realmente fare: c'è un gigantesco spazio verde quadrato, ottimo per un nuovo quartiere bello cementificato come da PGT Pisapippiano che è ancora più devastante a livello di cemento di quello Morattiano.

Ricordo bene le loro promesse in campagna elettorale come quelle degli amministratori dei comuni confinanti (vedi Corsico dove si sta costruendo nell'ultima area non cementificata un inutilissimo centro congressi): "più verde", "meno cemento", "si...anche gli orti urbani"... UN PAR DE COIONI!
La realtà che siano amministrazioni rosse piuttosto che azzurre è sempre quella: dove c'è uno spazio verde, le amministrazioni vedono solo un modo per fare cassa.

Paolo Cicerone, ( ★★★★★) Commentatore certificato 21.08.12 21:27| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Come dice mio marito,dovrebbero avvalersi della legge sull'uso capione.Un collettivo che con l'associazione dei consumatori rivendica un diritto acquisito dopo i vent'anni.

Katia C., Noventa Vicentina Commentatore certificato 21.08.12 21:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo,giusto,bisogna obbligare quei porci comunisti a fare la spesa alla Esselunga.
Che ghiena un cancar!

Katia C., Noventa Vicentina Commentatore certificato 21.08.12 21:23| 
 |
Rispondi al commento

ma porc !!!!!

Paola Bassi Commentatore certificato 21.08.12 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Pazzesco. Mi associo al commento. Quella che abbiamo in Italia è una sinistra farlocca e salottiera, che sopporta e supporta i soprusi dei potenti e governa contro il popolo che dovrebbe rappresentare. Preferirebbe vedere le sponde dei navigli occupate da tossici o da extracomunitari ubriachi o trasformarle in aree di bivacco per prostitute. Questa, per loro, è l'integrazione. Invece di incentivare l'utilizzo pubblico delle aree pubbliche (l'utilizzo, beninteso, non l'appropriazione), si diverte a scoraggiare i cittadini dall'usare la propria città, costringendoli in casa per lasciare gli spazi pubblici nelle mani della malavita. Complimenti, Pisapippa!

clyde m 21.08.12 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Fossero stati nomadi gli avrebbero passato anche l'acqua gratis ed invece sono semplici vecchietti Italiani...
Se c'è qualche iniziativa di protesta o sit in ditemi dove e quando e prendo qualche giorno di ferie per venire a sedermi con voi.

hughich 21.08.12 20:53| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori