Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Guerra tra poveri


marionette.jpg
"La questione è "QUANTE" tasse si pagano, non chi fa cosa di mestiere.
I dipendenti diranno che noi autonomi possiamo fare del nero, noi autonomi diremo sempre che voi dipendenti non dovete anticipare le tasse e rischiare insoluti ogni due per tre. E' tutto assurdo. Smettiamola di ammazzarci tra noi piccoli artigiani e dipendenti. Siamo tutti il fondo della catena. Il mio commercialista mi demonizza ogni volta che mi vede, come se io fossi la causa del malessere di questo paese disgraziato. E mi fa presente che "E' la legge. Bisogna rispettarla. Inutile lamentarsi". Fa presto lui a parlare. Che vergogna di società." Simone I.

11 Set 2012, 16:30 | Scrivi | Commenti (194) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Progetto n. 1 - Tasse al 7%
http://iovogliote.blogspot.it/2012/09/progetto-n-1-tasse-al-7.html

raf 16.09.12 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha partecipato alla riunione di BILDEMBERG del 2011
http://quaeram.blogspot.it/2012/09/chi-ha-partecipato-alla-riunione-di.html

raf 16.09.12 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Oggi, dopo tanto tempo scrivo, non so se nel posto giusto.Sono artigiano da 35 anni. Per i primi venti non ho fatto ferie. Sono stato abituato a lavorare, anche di Domenica e a pagare ( tasse e contributi ai dipendenti)sempre e comunque: ho un libro paga con almeno 50 dipendenti che hanno lavorato e preso soldi da me: tutti contenti e soddisfatti; io poi li ho sempre trattati quasi come dei figli; prima di me,lo era mio Padre.Sono sposato da 34 anni, ho tre figli tutti laureati (con grandi fatiche e rinunce); solo la prima figlia ha frequentato la scuola pubblica fino alla laurea; per gli altri due, dal diploma alla laurea, abbiamo scelto diversamente,(con un gran risparmio per lo Stato).
Ne' io , ne' mia moglie (santa donna e collaboratrice nel lavoro)non abbiamo mai usufruito di un giorno di malattia e di infortunio, pur avendo i nostri problemi di salute(con un gran risparmio per lo Stato). Non abbiamo TFR, ammortizzatori sociali, ferie e gratifica Natalizia; mi hanno spostato la pensione a 68 anni(spero di arrivarci); ho in carico un fratello di 61 anni, disabile dalla nascita e lo stato lo ha riconosciuto tale, solo tre anni fa. Da cinque anni, il lavoro è più che dimezzato,ho ridotto i prezzi del 30% pur di lavorare(poco) e far lavorare i miei dipendenti(alcuni ho dovuto, malgrado, licenziarli);per campare mi tocca attingere a fondi avuti in eredità(ormai esauriti). Ora sono considerato un "ACARO DELLA SOCIETA'". Vai Beppe,sono tanti anni che ti seguo,(per la prima volta a Cantù 10 anni fa), ora è arrivato il momento di agire.
Dimenticavo: dopo i soldi(che non ho più), mi prenderanno la macchina, la casa,ma non la mia anima e la mia dignità.

Maurizio R. Commentatore certificato 15.09.12 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Io le tasse le ho sempre pagate, ma i fatturati sono bassi perchè il lavoro è quello che è. Ma i costi fissi sono tanti ed io ce la faccio a stento, però tengo duro.

E cosa mi sento dire dal mio commercialista e dallo stato? "Ehh, con quei costi fissi devi fatturare di più, non puoi vivere con questi soldi"...

E da quando vi interessate di come faccio a vivere con pochi soldi? Sono stanco di pagare il 70% di quello che produco, con 12 ore al giorno di lavoro e notti insonni per anni. E sono stanco di essere additato come causa di ogni male. Quando chiuderò, smetterò di pagare anche quel poco di INPS e IVA che pagavo, facendo la mia parte, seppur piccolo. E ci sarà un'altra persona senza lavoro ed un'altra azienda utile chiusa in un piccolo paese. Contenti voi...

Simone I. Commentatore certificato 14.09.12 22:03| 
 |
Rispondi al commento

ricordatevi poi le banche cosa hanno fatto con derivati, titoli spazzatura ecc. ecc. Dove sono andati i guadgni miliardari dei banchieri, che spesso sono gli stessi gruppi economici che controllano l'industria e l'informazione ?

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 14.09.12 17:56| 
 |
Rispondi al commento

attenzione, il prblema non è pagare le tasse. Le tasse dobbiamo pagarle per finanziare lo stato. Il problema è un altro. E' possibile creare una voragine fatta di debiti comunali, provinciali, regionali, statali, sanitari ecc. ecc. sulla scorta di appalti e commess inutili o superpagate per consentire tangenti di oltre il 10 per cento ? Pagare stipendi milionari a manager amici e parenti di...? Elargire contributi ad imprese editrici ecc., svendere il patrimonio immobioliare e mobiliare ad un quinto del valore a politici e parenti ed amici. Il prblema non è l'evasione, che spesso è solo il sintomo di una malattia ben più grave che si chiama corruzione, malaffare, sprechi, clientelismo, nepotismo, inettitudine e che ci ha condotto ad una pressione fiscale e contributiva che arriva all'80 per cento. Le imprese stanno tutte chiudendo e non per colpa dell'evasione ma di un gruppo di politici e grandi imprese nonché mafiosi e vaticano che hanno mangiato lasciando solo miseria e disperazione.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 14.09.12 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Ma basta lamentarci sempre!
INPS, INAIL, studi di settore (=estorsione), addizionale comunale, addizionale regionale, DPS, DVR, acconti sui futuri ricavi, fatture insolute se il cliente è lo Stato..basta! Inutile continuare a lamentarci inutilmente...ma chi ce lo fa fare? io il 31/12 chiudo. Non ha proprio senso lavorare in Italia. Se chiudessimo TUTTE le partite IVA sarebbe davvero la più grande rivoluzione del mondo. Di fatto il 75% del fatturato di un piccolo commerciante o artigiano viene subito assorbito dallo stato con le imposte dirette ma il 25% rimanente è anch'esso tartassato dalle imposte indirette su ogni cosa che acquistiamo (vedi benzina al 75% giusto per fare un esempio)... di fatto tutto ciò che guadagnano i "pesci piccoli" torna immediatamente allo stato, mentre chi fattura miliardi fa fare al denaro "altre strade". La guerra non deve essere tra poveri ma tra ricchi e poveri! una domanda: chi guadagna 300.000 euro all'anno è ricco o povero? quindi iniziamo ad identificare i nostri nemici. io non lavoro più 14 ore al giorno per guadagnare meno di 800 euro al mese e non dormire la notte grazie ad equitalia. Ho pagato per 15 anni molto più di quanto avrei potuto, ora chiudo ed esigo il reddito di cittadinanza come negli altri paesi europei. Con tutto il tempo libero vado a coltivarmi l'orticello. Lo stato deve coccolarmi e viziarmi, così come io ho fino ad ora (stra)viziato lui. Chiudete, chiudete, chiudete.

Vittorio P. 14.09.12 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Piccola premessa:ho 52 anni,dopo aver esercitato per un trentennio nel ricco commercio la mia attività l'ho chiusa perchè la pressione fiscale è ormai insostenibile,vendevo beni strumentali e non entro nel dettaglio per evitare sterili polemiche .Non mi sono arricchito seppur ho lavorato seriamente tutti i giorni del calendario, domeniche escluse,anche in quelli nei quali mettevo la suppostina pur di rimanere in piedi.La domanda rivolta a coloro i quali vedono negli autonomi il demonio:ovviamente ci sono delle isole felici ma...da Mazara del Vallo a Bolzano,in qualunque quartiere o periferia si viva,è così difficile vedere che i negozi chiudono?Si pensi,sono talmente furbi ed evasori da dover calare la serranda e cominciare a vivere di espedienti.Non dovete fare molta strada per capire,vi basterà guardare attentamente e con occhi imparziali quante vendite fa il negozietto sotto casa vostra.L'Italia è fatta di periferie e le via Veneto o le piazza di Spagna sono delle mosche bianche.

alberto m., napoli Commentatore certificato 14.09.12 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Cito:" I dipendenti diranno che noi autonomi possiamo fare del nero, noi autonomi diremo sempre che voi dipendenti non dovete anticipare le tasse e rischiare insoluti ogni due per tre."
Ma non diciamo cazzate per favore !!! L'anticipo Irpef ce l'hanno anche i dipendenti, a seconda anche del tipo di dichiarazione che scelgono. Ti ricordo che le aziende che vanno male e che non riescono a pagare lo stipendio con continuità sono cresciute in maniera esponenziale. Parola di ex dipendente, oggi autonoma per pura convenienza.

Giorgia Cristofori, Bologna Commentatore certificato 13.09.12 07:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei dire ai grandi accusatori degli artigiani come mai quando io chiedo l'iva sul mio lavoro mi dicono" ma non si puo' fare in nero?" bisogna proprio pagarla l'iva" e quando rispondo che non posso non fatturare per problemi di magazzino perdo il lavoro perchè c'è un altro che magari lavora in garage e non ha nemmeno la partita iva perchè fino all 14 lavora in comune o fa i turni in fabbrica...occhio a dire stupidaggini. l'unico sistema per far emergere il sommerso è dare la possibilita anche all'operaio di scricarsi le spese con una sana riforma fiscale cosicche' ognuno di noi diventa esattore e richiede sempre la fattura. stile fisco americano. del resto Al Capone è andato in galera per frode fiscale...

antonio piazzetta 12.09.12 15:47| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/19/redditi-parlamentari-berlusconi-ricco-pietro-supera-bossi-alfano-sorpassa-bersani/198584/

Roberto B. Commentatore certificato 12.09.12 14:36| 
 |
Rispondi al commento

http://www.businesspeople.it/Business/Economia/Bar-ristoranti-e-gioiellieri-dichiarano-meno-di-17-mila-euro-l-anno_34748

Laura B. Commentatore certificato 12.09.12 12:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La storia è ciclica, prima o poi ti ritorna nel culo.

Fiandrino Giorgio, Torino Commentatore certificato 12.09.12 12:27| 
 |
Rispondi al commento

si sono d'accordo! mettiamoci tutti insieme ad evadere!!!! bravo bravo

Fausto Buffoli 12.09.12 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

da un articolo del sole 24 ore ..

Ve li fareste 40 mesi di galera per 104 milioni di dollari?

Beh, il premio che ha ricevuto Bradley Birkenfeld, dopo aver testimoniato contro i grossi evasori fiscali, a parecchi fa storcere il naso ma certo qui in Italia sarebbe impossibile ottenerlo.

Birkenfeld è uscito da poco dal carcere Usa ma non per il aver diffuso notizie riservate: il suo reato era di aver aiutato gli evasori che ha poi inguaiato.

Era stato condannato nel 2009 per aver aiutato ricchi ad evadere ma è uscito dopo due anni e mezzo per buona condotta.

La sua testimonianza chiave al processo contro il super evasore Igor Olenicoff aveva della grande banca svizzera, si è chiusa nel 2009 con il pagamento di una multa di 780 milioni di dollari.

Birkenfeld non è certo un leale servitore dello Stato ma in concreto ha fatto più lui contro l'evasione fiscale Usa che centinaia di impiegati pubblici messi insieme.

Il "premio" è quindi una percentuale generosa ma incoraggiante, in puro spirito americano, e ricorda un po' la taglia che intascavano i bounty killer.

Ma da noi sarebbe impossibile !
Proviamo a immaginare un Lusi, un Penati, un Falciani italiano che spieghi davvero cosa succede con i fondi neri delle nostre imprese in crisi che spariscono oltre frontiera, o che spieghino dettagliatamente gli usi e abusi dei soldi pubblici e della corruzione !

.. come minimo una valanga di querele per diffamazione e i rabbuffi del garante della privacy, altro che premi.

Inoltre, a differenza dell'Internal Revenue Service (Irs), l'agenzia delle Entrate statunitense, l'autonomia delle nostra agenzia in materia è pari a zero!


Sarà che siamo tutti signori, qui in Italia, e che fare il proprio dovere di onesti contribuenti è premio sufficiente per la propria immacolata coscienza.
La riservatezza è una bella cosa ma siamo sicuri che il valore morale sia superiore a quello del bene pubblico?

.. conviene continuare a dare la colpa ai poveri !

Roberto B. Commentatore certificato 12.09.12 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Buoni i commercialisti, il mio nel bel mezzo di un controllo fiscale mi ha lasciato a piedi, dicendomi che il controllo è stata una bella sfortuna. Beccato un verbale fuori di testa da parte dell'agenzia delle entrate, il mio commercialista sapendo che nn avrei potuto pagare, mi ha detto che nn poteva piu' seguirmo con il pericolo di nn essere pagato e mi ha sollecitato a pagare le fatture arretrate. Ma grazieeeeeeee.....per 20 anni ti ho pagato e pure 10 anni un parte in nero... e ora ciao e grazie....
Ieri Equitalia,mi ha pignorato la merce in magazzino e ora sono costretto a chiudere visto l'impossibilita' a continuare a lavorare, non ho soldi... e tutti i professionisti per fare qualsiasi cosa per la chiusura dell'attivita' mi chiedono soldi ... ma che devo fare che nn ne ho ???? Unica sonsolazione... nn paghero' gli arretrati al commercialista.... che paese di merda...

Paolo Fiore 12.09.12 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

avendo letto parecchi commenti con i paraocchi
vorrei ricordare
i dipendenti che fanno o facevano gli straordinari solo se pagati in nero
i dipendenti con secondo lavoro rigorosamente in nero
dipendenti che finito il proprio lavoro per la ditta per cui lavorano, vanno a fare il proprio lavoro in nero e in concorrenza con la medesima ditta
i dipendenti pubblici assunti per voto di scambio che neanche si presentano al lavoro, stanchi dal lavoro in nero
professori che hanno dato e credo continuino a dare lezioni private rigorosamente in nero
e la lista può continuare in crescendo.
quindi chi scaglie pietre e crede di essere senza peccato, sbaglia.

psichiatria. 1 12.09.12 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dividi et impera! ... la storia è sempre la stessa! ... i cittadini dovrebbero essere sottoposti tutti allo stesso regime fiscale con le stesse modalità uguali in tutti gli aspetti applicativi, sembra logico ma non lo è affatto. Siamo in un medioevo mediatico che poco si differenzia dal medioevo storico che tutti conosciamo! è vero qualcosa è cambiato non c'è più lo "ius prime noctis" anche se molte signorine si sottopongono spontaneamente alla sottomissione (in tutti sensi) ai politici di turno. Ma va' .....

Salvatore Bianchi 12.09.12 11:08| 
 |
Rispondi al commento

In mezzo alla disperazione di chi davvero non riesce più a sopportare il peso di queste tasse, si nascondono quelli che grazie all'evasione hanno "fatto fortuna". Quelli che dagli anni '70 ad oggi hanno vissuto pagando 1/3 delle tasse che gli onesti hanno pagato per intero.

Ora se noi siamo cosi stolti da accomunare gli uni agli altri, facciamo un torto a chi le tasse le paga a chi non ce la fa più perchè onesto a chi si è suicidato.

Non riuscire a distinguere gli onesti dai disonesti è quanto di peggio possa esserci. Almeno quanto sostenere i politici incapaci e corrotti.


Cari Cittadini e Cittadine a 5 Stelle,
INSERIAMO "GAIA: THE FUTURE OF POLITICS" (la democrazia diretta e telematica mondiale) NEL PROGRAMMA POLITICO DEL MOVIMENTO 5 STELLE

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2012/09/inseriamo-gaia-the-future-of-politics-la-democrazia-diretta-e-telematica-mondiale-nel-programma-poli.html

Marino MASTRANGELI, Cassino (FR) Commentatore certificato 12.09.12 10:52| 
 |
Rispondi al commento

è impressionante il numero di scandali del Pd-l:

sono oltre un centinaio in tutta Italia (e soprattutto nelle Regioni dove governano) i PD coinvolti a vario titolo - dall’avviso di garanzia al rinvio a giudizio alla condanna - in inchieste per reati di corruzione, abuso d’ufficio, peculato, falso, truffa, turbativa d’asta e via elencando.
Parte di questi reati, come sanno bene gli amministratori locali di ogni partito, sono frutto di una legislazione farraginosa e di una giurisdizione barocca: si può essere condannati per abuso d’ufficio soltanto per aver accelerato una pratica urgente e necessaria. In altri casi (impressionante quello dell’ex governatore dell’Abruzzo, Ottaviano Del Turco) si tratta di un clamoroso errore giudiziario (se non peggio). Ma, fatta la debita tara, il problema resta, ed è di primaria grandezza.
Dall’ex sindaco di Bologna Flavio Delbono all’ex governatore della Calabria Agazio Loiero, dagli ex sindaci di Napoli Antonio Bassolino e Rosa Russo Iervolino all’ex governatore dell’Umbria Maria Rita Lorenzetti, l’elenco degli amministratori del Pd costretti a trovarsi un avvocato sta diventando imbarazzante.
Le ultime inchieste - sull’Enac (l’ex responsabile dei trasporti aerei Franco Pronzato ha già patteggiato, riconoscendosi dunque colpevole), su Enzo Morichini e i suoi rapporti con la Fondazione Italianieuropei, e infine sull’ex coordinatore della segreteria di Bersani, Filippo Penati - non segnano dunque una discontinuità ma, al contrario, sembrano confermare una tendenza consolidata. Per un partito che ancora di recente ha voluto rispolverare l’equivoca «questione morale», di cui a suo tempo Enrico Berlinguer si servì per rinchiudere il Pci nel ghetto dell’antisocialismo in cui ancora si ostina a vivere Rosy Bindi, qualcosa non torna.

Roberto B. Commentatore certificato 12.09.12 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Proviamo a ragionare su chi permette la grande evasione, gli esempi sono infiniti, provo a enunciare quelli che mi ricordo :


.. mi ricordo ad esempio di Rapetto, un bravo finanziere specializzaro in informatica che aveva scoperto e sanzionato con 98 miliardi (poi ridotti a 70 ) di multa i gestori di slot machine.
(licenziato dallo stato, e multa ai potenti annullata!)

.. l'elusione recente multata a tutte le banche, condonata dai politici con un paragrafo della legge sulla delega fiscale del governo monti.

..la truffa sulle aste frequanza TV.


naturalmente i politici non hanno colpa, la colpa è delle persone, che hanno vissuto al di sopra delle proprie possibilità !

Roberto B. Commentatore certificato 12.09.12 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GLI STRONZI SONO TORNATI PRESTO, DALLE LORO VACANZE, E HANNO GIA INIZIATO IL LAVORO, CON LE TELEVISIONI, AD INTONTIRE GLI ITALIANI. PUR DI RESTARE A GALLA INONDERANNO L'ITALIA CON UN MARE DI MERDA, DOBBIAMO CONTROBATTERE LA LORO PUZZA CON UN CICLONE DI VERTA'.

giovanni b. Commentatore certificato 12.09.12 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma si.

A che serve fare distinzioni tra chi le tasse le ha sempre pagate e chi le ha sempre evase?

Siamo uguali. EVASORI e SUPERTASSATI. UGUALI.

Non si può fare la guerra a chi non ha mai pagato le tasse. E' ingiusto. Bisogna prendersela solo con i politici. la colpa è loro se esistono gli evasori.

Evasori che hanno evaso quando si pagava con in un paese civile.

E' di questo che ha bisogno il M5S, di evasori che non pagheranno le tasse anche quando questa super tassazione sarà passata?

Tuteliamo chi le tasse le paga, chi ha intenzione di pagarle. Chi non ce la fa perchè schiacciato.
Ma fatemi il favore, smettetela di fornire alibi agli evasori incalliti, che le tasse non le pagherebbero mai.


Quando le tasse in Italia erano come quelle di un paese civile, il debito pubblico è decollato !


.. alle volte viene da pensare che dietro ci possa essere un genio della truffa, che faceva credere fossimo in un paese giusto, civile ed equo, che si potesse vivere una vita dignitosa .. mentre il "genio" ci depredava.


..

con Ciampi alla Bankitalia, il debito pubblico si raddoppiò, le banche furono riconoscenti a Ciampi e in seguito fu presidente del consiglio, superministro dell’economia, presidente della repubblica !

Dopo aver spremuto fino all’inverosimile le casse Italiane, nel 92 grazie alla speculazione valutaria e all’uscita dallo SME, i poteri finanziari si sono comprati tutte le ricchezze con lo sconto del 40%, naturalmente in quegli anni con la legge 35/1992 (legge Carli-Amato), le banche e gli istituti pubblici vennero privatizzate.

Con l’abolizione del vincolo delle banche a non interferire nella vita delle aziende finanziate, le banche dirigono la quasi totalità del mondo produttivo.

Mi ricordo della Parmalat o di Cirio, aziende che prima di fallire hanno potuto tramite le banche che le controllavano scaricare sui cittadini il debito facendogli comprare titoli “carta straccia”, e poi quando le banche sono rientrate con i loro soldi hanno fatto fallire le aziende e lasciato con il cerino in mano i cittadini che credevano di aver fatto un affare .

Per finire con il decreto a firma Napolitano del 16 Dicembre 2006. Su richiesta di Draghi legalizzando una situazione illegale che si perpetuava da decenni, ossia la proprietà privata della Banca d’Italia, una banca che si è presa decine di euromiliardi l’anno dallo Stato in cambio del servizio tipografico di stampa delle banconote con il Signoraggio !

..

Roberto B. Commentatore certificato 12.09.12 09:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Mario, ed i politici di ieri :

Un sondaggio dice che il voto al M5S è in prevalenza di adulti. Credo che ciò risponda a verità, le persone “adulte” l’ esperienza se la sono fatta, hanno inequivocabilmente capito i politici che sono tutti in malafede e fanno esclusivamente i loro interessi !

A volte sembrano in disaccordo, a volte litigano, ma quando si tratta di spartirsi il malloppo come i rimborsi elettorali, sono d’accordo e tutti votano in gruppo !

.. anche oggi, mi capita di sentire discorsi giusti, condivisibili, che possono trarre in inganno facendo credere che tal politico o schieramento sia diverso !

In passato io e credo molti, ci siamo cascati, ho dato il mio voto a chi sembrava “diverso” per poi accorgermi, dopo, che non vi era differenza fra gli schieramenti, salvo leggere sfumature e solo per aspetti di facciata.
.. oggi, quando parla Vendola(SEL), mi viene in mente l’allora politico di punta dell’estrema sinistra : Bertinotti .

Bertinotti, a sentirlo parlare sembrava più a sinistra di Stalin, ma nei fatti è stato un opportunista come altri, ogni tanto ancora lo intervistano, le sue risposte sono da vero politico !

Quando gli chiedono perché ha fatto cadere il governo Prodi, risponde : “non è vero, rileggete la storia!” , ma la risposta che lo fa entrare di merito nella categoria dei politici è quando gli chiedono : lei rinuncerebbe o si ridurrebbe la sua pensione d’oro come ex presidente della camera ?
“IO ?? NOO NON RINUNCIO ALLA MIA PENSIONE D’ORO”

.. le motivazioni non le ascolto neppure, non mi interessano, sono stanco di parole, frasi che finiscono in nulla perché i fatti non ci sono e non ci saranno mai !!

.. io sono un adulto, alle parole preferisco i fatti !

,, guarda ai fatti, non farti plagiare dai discorsi !

Roberto B. Commentatore certificato 12.09.12 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Scusate...vorrei farvi osservare che abbiamo già superato questa diatriba stile anni '80...i più datati ricorderanno le "marce degli onesti" patrocinate dai Sindacati dei Lavoratori, quando accusavano e attribuivano lo sfascio italiano agli autunomi.
Poi abbiamo visto tutti dove chi e come, portava via le caminate di soldi pubblici dal Paese...!!
Comosciamo tutti la situazione attuale delle parti in causa..autonomi e dipendenti,entrambi le categorie soffrono ciascuno e in modo diverso li stessi mali italiani, voluti da una classe politica di cialtroni..
Abbiamo votato nel programa del M5S, un provvedimento e cioè, la possibilità di detrarre dal reddito lordo, tutte le spese sostenute derivanti dal costo della vita...
quindi sottraendo dal reddito le spese più variegate..come ad esempio il parrucchiere...sono sicuro che vedremo la differenza dell'entrate fiscali...sicuramente saranno maggiori...!
Discorso diverso è l'iva..ulteriore tassazione occulta che fa schizzare la tassazione a livelli insostenibili...per cui penso che l'iva dovrebbe essere un imposta massimo al 4-5% che dovrebbe coprire le spese di verifica e controllo fiscale..
Quindi una bella Spending DETAX...detassazione della spesa...
Per capirci:...acquisto l'auto nuova e spendo 15000 euro, ne ho percepiti 21000 lordi..pago le tasse sui sole 6000 euro...oppure li ammortizzo come fanno i titolari di partita iva...dov'è il problema?finita la discussione...!!
Poi basterebbe tassare anche la prostituzione...nel giro di 10 anni riduremmo il debito della metà!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 12.09.12 08:58| 
 |
Rispondi al commento

E' facile, facilissimo.

Si guarda solo al presente.

Si vede, è sotto gli occhi di tutti, che la situazione è insosteniblie e che aprire o mantenere aperta un'attività è una lotta impari.

Allora, in nome delle ingiustizie del passato, caricando di colpe solo ed esclusivamente i politici (come se si fossero eletti da soli), si dice: "SE non siamo uniti contro i politici, vinceranno loro"

E cosi, il furbo evasore, che negli anni passati si è arricchito, si ritrova ancora una volta a farla franca, in barba a tutti quelli che sostengono che non è neccessario REDIMERE GLI EVASORI PER LOTTARE CONTRO IL POTERE.

I non mi accomuno ai disonesti per fare una battaglia.


adesso Monti è costretto a riconoscere che il peggioramento della situazione generale è stato causato "anche", bontà sua, dalle scelte scellerate ed affamatrici del suo governo. Naturalmente il tutto in funzione di benefici a futura memoria, quindi per definizione incerti,mentre il disastro dela sua azione governativa è da SUBITO sulle spalle di tutti. C'è da chiedersi come facciano le forze politiche che lo sostengono a non cogliere il lamento disperato che sale dal popolo, da quello stesso popolo che tra qualche mese potrà finalmente esprimere tutta la propria RABBIA con un voto elettorale che si preannuncia come esplosivamente LIBERATORIO, nel senso che riuscirà finalmente a disinfestare il Parlamento e le Istituzioni (tutte) da quell'orda di "loschi figuri" che per decenni hanno impunemente imperversato con le loro ingorde, intemerate, e crudeli scorribande,ed oggi anche con la copertura di questi cosiddetti "tecnici".! Le elezioni saranno salvifiche...sempre che ce le lascino fare...SPERIAMO...se no......amen
alfio lorenzetti

Alfio Lorenzetti, Milano Commentatore certificato 12.09.12 08:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Mio padre classe 22 ha fatto pochi anni di scuola, i miei nonni fra lo studio e il mangiare, non hanno avuto dubbi .. da allora ha sempre lavorato, è stato in guerra, deportato in Germania per sgombrare Berlino dalle macerie dei bombardamenti, me ne ha parlato una sola volta, raccontandomi fra l’altro che era fortunato perché poteva mangiare le bucce delle patate, che riuscivano ad attenuare i crampi della fame !

Alla fine della guerra ha chiesto un mutuo a Roma di 80mila lire rimborsabile in 25 anni, per comprare la casa in cui vive , ha aperto una attività, versando sempre ai vari enti Enasarco, INPS, tutto il versabile, anche quando i versamenti erano solo volontari.

Ha continuato a lavorare anche dopo la pensione perché la pensione era poca, ad oggi prende 1000 euro, comprensivi della reversibilità di quella di mia madre e di quella da superstite della guerra !

Con il gasolio da riscaldamento alle stelle, a cui siamo obbligati essendo in una “zona non metanizzata”, buona parte della pensione se ne va, poi c’è l’IMU, poi ci sono tutte le tasse nuove e occulte che hanno messo negli aumenti della luce e dei beni di prima necessità, la tassa del rusco .. se non ci fossero i figli, mio padre avrebbe dovuto fare come tanti anziani, che hanno Svenduto (in alcuni casi regalato) la casa di proprietà tramite l’usufrutto, questa pratica permette a loro di vivere e pagare anche le tasse occulte.

..

Leggo di una igienista mentale di 24 anni, che eletta alla regione lombardia, a fine mandato potrà percepire un vitalizio/pensione di oltre 3000 euro !


IO le tasse le pago, però mi indigno nel vedere tutte queste ingiustizie !

rese possibili dal "dividi ed impera" !

Roberto B. Commentatore certificato 12.09.12 08:41| 
 |
Rispondi al commento

beh, proprio un bel post. Non c'e' che dire.

la differenza secondo me e' tra chi le tasse le paga tutte fino all ultimo centesimo e chi invece non lo fa.

potresti dirci se tu le tasse le paghi tutte, oppure no?

un ultima cosa: il tuo commercialista ti fa sentire in colpa? Cambialo.

Nicola M., Mantova Commentatore certificato 12.09.12 08:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Dietro l’Alcoa c’è la Citicorp che ne gestisce la finanza in un fondo creativo il cui management operativo è affidato al nucleo di Black Rock Investment, garantito da Royal Bank of Scotland e amministrato, in ultima istanza, dal quartiere generale di Goldman Sachs (è tutta robbetta ricavata da files pubblici gentilmente offerti nel 2010 e nel 2011 dalla ditta wikileaks di Julian Assange) che in questo 2012 sovrintendono, gestiscono e stabiliscono gli investimenti produttivi nel settore energetico nel pianeta.
Ecuador, Bolivia, Uruguay, Islanda, Australia, Spagna, Italia.
Queste sono le nazioni “strategicamente” più interessanti per Alcoa negli ultimi 10 anni."


http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.com/2012/09/questa-e-la-mente-operativa-dietro.html?spref=fb

Beppe, perchè sul tuo blog non compaiono più analisi del genere?
Sarebbero molto più utili, e darebbero ai tuoi sostenitori molte più cartuccie contro i detrattori, prezzolati o convinti.

SE davvero vuoi che la gente cominci a pensare da sola, e faccia i collegamenti, quando scopre le informazioni, allora dovresti smetterla di parlare per slogan da decerebrati, e mostrare COME si fanno i collegamenti.

Fabio G., Genova Commentatore certificato 12.09.12 08:18| 
 |
Rispondi al commento

I politici hanno attributo una missione a Monti : “prendi quel che c’è fin che ce n’è” ! ..

poi arriviamo noi che la nostra solita ideologia da ladroni (che consiste nel derubare i poveri per ingrassare loro stessi ed i loro amici), potremmo continuare a rubare, ma con gli applausi di chi deprediamo, perché saremmo in grado di lasciare l’ultimo pezzo di pane ai poveretti .

Siamo il paese al MONDO con le tasse più alte (http://www.doingbusiness.org/~/media/FPDKM/Doing%20Business/Documents/Special-Reports/Paying-Taxes-2012.pdf), hanno aumentato le tasse su tutto, hanno fatto diventare economicamente insostenibile il concetto di onestà nel lavoro , perché se si è onesti è impossibile sopravvivere!

Certo, puoi sopravvivere, ma solo per qualche anno, e solo se hai avuto l’accortezza di non crescere indebitandoti e usi quei pochi e faticosi soldi che avevi messo da parte per la tua vecchiaia !

.. naturalmente questa missione consiste anche nel mettere tasse impossibili sul lavoro dipendente .. e non ci vuole un genio a capire che se i disoccupati aumentano, è perché non si possono sostenere tali spese, ed i piccoli imprenditori saranno costretti a licenziare, i grandi con queste “scuse” hanno già licenziato e continueranno a farlo, in autunno del 2012 vedremo “in strada” anche dipendenti del settore che dagli anni 80 deruba vistosamente gli Italiani : le banche !

.. passano gli aumenti della benzina, luce, gas ,riscaldamento, autostrade e di tutto quanto è di prima necessità per la vita delle persone , paghiamo l’iva sulle accise .. paghiamo sempre , anche quando non lo sappiamo ..
..se lo stato fosse in buona fede mi chiederebbe le tasse in maniera trasparente e non nascondendo le mani con tutte quelle tasse occulte che ci sono , inoltre non renderebbe così complessi i calcoli e la legislazione fiscale, che ti fanno vivere in uno stato d’ansia perenne !

Roberto B. Commentatore certificato 12.09.12 07:58| 
 |
Rispondi al commento

La cattiva informazione e l'ignoranza cronica sono ormai la piaga del nostro paese!! Dobbiamo trovare le motivazioni ma soprattutto il coraggio di reagire a continue violenze gratuite ai nostri portafogli e alla persona..... I mezzi li abbiamo come diceva la mia "prof" di matematica l'unica mano sta' all'estremita' delle nostre braccia!! E allora coraggio MANDIAMOLI A CASA TUTTI!!!!

Servidio emiliano 12.09.12 07:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON E' UNA GUERRA FRA POVERI.
Un problema non scaccia via l'altro.


Non è che perchè la politica è composta da persone corrotte e ladri che d'improvviso gli evasori diventano onesti.

E non c'è alibi che tenga.
Non è una guerra tra poveri.
Smettetela di fornire un alibi a questi parassiti, che fanno schifo quanto la classe politica.

Grillo che sostiene che se tutti avessimo pagato le tasse questi politici avrebbero rubato di più ha ragione, ma questo rende l'evasore un uomo onesto?

Volete il dialgo pacato? A me sembra che volete la redenzione per i disonesti e il capro espiatorio perfetto per redimerli è il POLITICO.
Questo non è un dialogo, è un raggiro.


Mio malgrado sono stato l'anno scorso all'ospedale, sai quanti infermi e medici ci sono e lavorano?? guasi al 100%, ricordiamoci la la principale spesa pubblica è quella sanitaria. Sabato sono andato al comune con sveltezza e cortesia mi hanno fatto un certificato. Quando si parla di fancazzisti nel pubblico, viene in mente soprattutto i regionali e forestali al sud, per essere onesti però qui bisognerebbe parlare di questione meridionale, queste assunzioni sono state in parte fatte per motivi clientelari però anche per precise scente, in zone che offrono poco sviluppo, quindi bisognerebbe avere l'onesta di affrontare la questione meridionale, che mi pare il movimento non affronta. Al sud 6 lavoranoi in nero per 700 euro, 2 sono dipendenti privati che pagano le tasse, 2 sono dipendenti pubblici che in regola ci costano 3000 4000 euro, allora se non si risolve questa questione non c'è governo che tenga. Perchè non si parla di stipendi commisurati al costo della vita, in modo che lo stato possa risparmiare sul costo degli stipendi e allo stesso tempo permettere che chi lavora in nero sia assunto in modo regolare senza che le attivitè debbano chiudere o andare all'estero???

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 12.09.12 07:30| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha avuto, ha avuto, ha avuto
chi ha dato, ha dato, ha dato
scurdámmoce 'o ppassato,
simmo 'e Napule paisá!...

Questa un'antica tarantella napoletana, il cui senso è quello che si vorrebbe far passare ora con il discorso tasse.

Ma io non l'ho mai sopportata, è quanto di più iniquo possa esserci, uan filosofia che premia i parassiti, che si sentono furbi e migliori degli altri.
Questo è l'alibi perfetto per chi fino ad ora ha RUBATO SOLDI PUBBLICI e solo ora che lo Stato pesa più del dovuto e contemporaneamente punisce con una severità eccessiva, dievnta un problema.

Mi sta bene se delle tasse troppo alte si lamenta uno che ha appena avviato la sua attività, uno che ha sempre pagato regolarmente le tasse.

Ma non posso tollerare, non lo accetto e mai lo accetterò, che molti di questi che si lamentano evadendo hanno costruito la loro piccola fortuna.

Chi non lo capisce o fa parte di quest'ultima razza di uomini (i peggiori) o effettivamente è cosi stupido da fornire l'alibi a chi ha rubato fino a ieri e forse ancora oggi riesce a rubare.

IO sono con gli onesti.
Ma non sopporto i furbi...


Ho visto venditori ambulanti con la porsche, fornai con aerei privai, idraulici con trimarani di 100 metri ormeggiati a montecarlo, piccoli artigiani che hanno deciso di fare le speculazioni internazionali e si sono messi a vendere miliardi di titoli di stato !

poi mi sono andato dall'oculista a farmi fare un controllo della vista ! :)

.. la guerra fra i poveri, da i suoi frutti, certe persone che "parlano" senza vedere, preferirei continuassero lo loro visione cieca, nei luoghi dove prima si trovavano, nel pd con elle o senza !

.. nel M5S si vorrebbe capire , le persone dovrebbero aprire gli occhi, dovrebbero cercare le verità e smettere di stare al gioco del potere, che prospera grazie ai ciechi, ed al sempre valido “dividi ed impera”.

cordialmente


Roberto

Roberto B. Commentatore certificato 12.09.12 06:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

età della pensione . avevo capito che adesso tutti vanno in pensione verso i 65 anni. ebbene ho scoperto che un azienda leader dell'editoria prepensiona dipenenti di 55 anni. quindi tanto sbraitare ma di fatto alcuni settori ritenuti strategici, come i giornali, mantengono vecchi privilegi perchè fanno comodo alla casta.

merlo 12.09.12 03:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco che ci risiamo, leggo i commenti e capisco che non cambierà mai questo Paese... Ci sono Video ed articoli, anche su questo Blog, che non vengono mai discussi costruttivamente, finite sempre per offendervi l'un l'altro. Spero che al più presto si torni alle origini del valore di un VERO Blog di pacifica e serena discussione, con lo scopo esclusivo di risolvere i problemi, non di crearne altri. Hola...

Roberto Baldo, Verona Commentatore certificato 12.09.12 02:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco perche' un autonomo debba obbligatoriamente fare il sostituto d'imposta e, in pratica, fare extra lavori che invece dovrebbe fare la PA, tra l'altro senza che la PA remuneri l'autonomo di questi extra lavori?

Non capisco perche' chi non automomo non debba invece provvedere per s'e' stesso nel regolare le proprie incombenze verso l'erario, inps, ecc. evitando cosi' l'autonomo d'essere sostituto d'imposta?

Se ogni persona, fisica / giuridica, autonomo o meno, provvedesse ognuno e per s'e' stesso, con propria contabilita', ad ogni incombenza anche verso l'erario (cosi' come fanno oggi gli autonomi) a questo punto ci sarebbe maggiore interesse d'evitare evasione come d'altra parte ci sarebbe meno antagonismo, piu' conoscenza delle problematiche, e quindi ci sarebbe piu' unione anche al fine di abbattere le tasse, le imposte ecc.

Sicuramente bisognerebbe in prima battuta nel riscrivere, nel caso, un codice fiscale ben chiaro, comprensibile e preciso fine che ognuno possa semplicemente farne guida e sapere esattamente cosa fare, cosa e quanto poter dedurre e cosa no, quali le pene, sanzioni e cosi' via.

Ercole 12.09.12 02:24| 
 |
Rispondi al commento

Si va a finire che viene chiesto l'anticipo, perchè il sistema fiscale ha sempre fatto acqua da tutte le parti, e l'evasione è sempre stata alta. Ora che lo Stato ha l'acqua alla gola deve fare qualcosa per aggiustare la macchina sgangherata che ha.

Se però uno cerca di fare qualcosa per far funzionare la macchina, e far pagare i contribuenti al momento giusto, quando i soldi li hanno già gudagnati, ecco che i lavoratori autonomi protestano: no ai pagamenti esclusivi con carta di credito, no ad altri strumenti tipo..il gratta e vinci dietro ogni scontrino..

Questa è cronaca...

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 12.09.12 01:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta continuare a scrivere che chi ha partita IVA evade? Provate a farla uscite dal vostro guscio della fabbrichetta, provate a ad arrangiarvi...ahaa vi vedo... Ma io oggi sono ammalato? Ma devo fare tutte queste carte? Perche' questo non mi paga? ho lavorato poco, pagherò poche tasse? oddio devo fare 500 km per incontrare un cliente? ma la macchina e' vecchia, come faccio? devo fare i biglietti da visita? beh adesso mi serve un'ufficio con tutte queste carte, commercialista? Cazzo non sono andato in ferie perché mi sono arrivati 13.000 di botto da pagare! adesso avete capito cosa significa avere una partita iva... poi cercate di guadagnarci, se riuscite fatemelo sapere perché io ho solo debiti

Paolopaolo 12.09.12 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Adesso che vi viene chiesto di pagare le tasse come tutti i dipendenti fanno da sempre vi scandalizzate e piangete come dei vitelli. Dovrebbero sequestrarvi tutti i beni che avete acquistato coi soldi evasi, mettervi in galera e buttare via la chiave.

paolo c., milano Commentatore certificato 12.09.12 00:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

---------------------------
Comunque al di là dei bei luoghi comuni, la storia è tapezzata di lotte di classe, dove solitamente gli stronzi non erano gli operai.
Fate voi.
---------------------------

Fiandrino Giorgio, Torino Commentatore certificato 11.09.12 23:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si si è inutile fare la guerra tra di noi, però, ricordiamoci di non fare ti tutt'un erba un fascio, come ci sono dipendenti fannulloni ci sono imprenditori piccoli e grandi che fregano sui conti a più non posso, questo accade ora come nel passato bum economico. Perciò impariamo a mettere i puntini sulle i. Nel Bum economico i piccoli imprenditori edili ( non tutti ma la stragrande maggioranza) non avevano un dipendente messo in regola, non fatturavano nulla! Non mi si venga a dire che c'era la crisi! Perciò chi è ladro o fannullone resta tale crisi o non crisi, tasse basse o alte, ora con la crisi c'è per molti l'alibi dell'evadere per sopravvivere, ma occhio che molti hanno sempre evaso.
La storia di chi si racconta innocente sempre e comunque mi puzza.

Fiandrino Giorgio, Torino Commentatore certificato 11.09.12 23:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il classico serpente che si morde la coda !
lo diceva un certo Marx un paio di secoli fa...circa

ah ah! - ancora che famo scrive i berluschini-legaioli che dopo vent'anni a votà 'sti pezzi de merda hanno distrutto l'economia di un Paese ...
che bene o male , tra democristiani e comunisti avevano retto per decenni!

io li manderei di fronte agli operai dell'Alcoa...
come quel fassina ! - chissà gli schizzi di sangue


In tutto il mondo solitamente se governa la sinistra si ha più spesa pubblica, perchè cè la tendenza ad aumentare la spesa sociale, aime anche i fancazzisti nella pubblica amministrazione da noi specie al sud. La vera anomalia italiana è che la destra, che solitamente negli altri paesi riduce la spese pubblica per abbassare le tasse, in italia non solo non l'ha ridotta ma ha aumentato la spesa pubblica. Adsso verrà fuori che nessuno ha votato il nano, fino a 2 anni fa tutti lo veneravano....vorse avete ragione non ci vuole la moneta elettronica bisognerebbe sostituire i cip nel cervello di molti, visto la scarsa memoria e conoscenza.

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 11.09.12 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Ma lo sanno che un artigiano deve pagare oltre 3000 euro di quote FISSE (inps e inail) anche se non ha del lavoro?
Niente ferie, cassa integrazione. Malattia e infortunio praticamente assenti.
Niente sussidi o esenzioni dal ticket sanitario.
Pensione minima nonostante che alla fine ti accorgi di aver lavorato metà vita per lo stato.
Nemmeno una partita a calcetto, che se ti fai male sei rovinato!
Poi la gente piange che il conto è alto...
L'artigiano è lo schiavo moderno.

mister x, Ravenna Commentatore certificato 11.09.12 23:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IN QUESTO PAESE C'E CHI RUBA CON LA GARANZIA E LA PROTEZIONE DELLO STATO E NON RISCHIA NULLA.

Facciamo cosi:
eliminiamo le baby pensioni statali
eliminiamo decine di miliardi di ruberie dei politici(le istituzioni più costose al mondo)
eliminiamo i finti forestali al sud
eliminiamo i finti invalidi(in certe regioni che sono le solite,sono almeno la metà)
eliminiamo i sussidi a giornali,finti industriali,sindacati,chiese
eliminiamo i soldi ai partiti
eliminiamo le pensioni d'oro dei politici e dei papaveri dello stato

POI CI METTIAMO A PARLARE,DI EVASIONE FISCALE E DI EQUITA'

al rossi Commentatore certificato 11.09.12 23:26| 
 |
Rispondi al commento

La legge bisogna rispettarla e le tasse bisogna pagarle. Bene. Ma dov'è il limite? Non c'è il limite? Oggi lo stato ti chiede il 60% di quello che guadagni, è accettabile? Per tutti gli europei a cui ho posto questa domanda inclusi tedeschi e olandesi (ne incontro molti per lavoro) la risposta è no, non è accettabile. Per me però lo è perchè amo rispettare la legge. E se domani lo stato mi chiede il 99% del mio reddito questo sarebbe accettabile? La legge mi direbbe di sì, devi pagare, così come la legge nazista obbligava a denunciare gli Ebrei e i tedeschi ubbidivano, Befehl is Befehl! Un'impresa italiana è tassata al 70% sull'utile lordo, la sua diretta concorrente olandese al 50%: l'olandese riduce i prezzi del 10%, ha lo stesso margine dell'italiano ma costa il10% in meno. L'azienda Italiana chiude. Le tasse in Italia passano al 71%, in Olanda al 49%.

Dov'è il limite?

Stefano B. 11.09.12 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Faber lavori per le banche?
Lo sai che per ogni operazione con carta di credito si paga.
Antonio


Basta lamentarsi lavorare, lavorare è questa la parola d'ordine! Il lavoro rende liberi! Si è vero però vivere solo ed esclusivamente per ottenere e mantenere un impiego rende schiavi. Ve lo dice un ragazzo che ha rinunciato a tutto ma, a differenza di molti altri miei coetanei, ha un lavoro ben retribuito e sicuro.
Bisogna semplicemente fare una scelta e rendersi conto, purtroppo, che nell'Italia di oggi il lavoro viene prima di tutto.

leonardo busti 11.09.12 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Poco per volta, si comincia a capire neh? Il gioco è proprio questo, mettere operai contro commercianti, imprenditori contro dipendenti, sindacati che fanno finta di proteggere gli operai, si badi bene, sindacati non sindacalisti, tra questi qualcuno che crede in ciò che fa c'è ancora!Ma il gioco è ormai chiaro, riforme scolastiche inesistenti, lì dovrebbe agire un vero sindacato per i lavoratori di domani!Modificare la scuola, dopo la terza media, bisogna insegnare a lavorare ai nostri ragazzi, un geometra deve essere in grado di sapersi muovere in un cantiere, usare il computer, saper costruire un muro, oggi invece, ci va il praticantato, un anno, poi un altro esame di stato, che tristezza, che malinconia, si studia 5 anni si da un esame, si finisce la scuola è si è incapaci di entrare nel mondo del lavoro!!!Ma a che servono tutti questi insegnanti, poi non ti assumono perchè non hai esperienza!! Veramente squallido, ma l' esperienza se non ti assumono dove la fai!!Che grande compassione!!!Basta, ma veramente, cambiamo questa società! Gliinsegnanti dovrebbero, stare un anno in catena, provare a stare sotto un capo reparto, che ti da ordini, invece arrivano a scuola, sono padreterni, hanno potere decisionale, controllano e giudicano, chi controlla loro!!Meritocrazia, bella parola, non viene applicata, perchè i sindacati dicono che crea differenze tra i lavoratori!Bella scoperta, uno si applica di più e merita, l'altro sta a grattarsi e non merita, semplice , no?EH, no ,così non va bene, quante cose ci sono da modificare,la politica nostrana, Grillo non va, Monti ,si! Ha,ha,ha, spassoso davvero, uno vuole mettere un tetto alle pensioni, l'altro ha allungato i tempi per andare in pensione, giustamente ,abbiamo bisogno di Monti, non di Grillo, lui non ha un programma!! Ma, dai!!Ma chi vogliono prendere in giro?? Ma c'è qualcuno che crede ancora a certe cose? Bah!! Buona vita a tutti! Paolo buon.

paolo r., Pontestura (Al) Commentatore certificato 11.09.12 22:31| 
 |
Rispondi al commento

E INUTILE PERDERSI IN TEORIE STRAMPALATE

Storicamente in italia le tasse sono sempre aumentate,con i maggiori ricavi delle tasse,sono aumentati gli sprechi,i parassiti inutili nelle pubbliche amministrazioni,i contributi agli amici,le paghe dei politici e dei loro reggiculo;
questa è la storia,e non c'è nessun motivo affinchè domani la cosa cambi,sono totalente radicati nello stato.
Quindi bando alle cazzate del se pagassero tutti si pagherebbe di meno,la realtà è che mangerebbero di più.

al rossi Commentatore certificato 11.09.12 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Fortuna che lavoro per un titolare che riconosce che gran parte del merito del successo dell'azienda è dovota a lavoratori capaci e con voglia di lavorare, perchè lavorare otto ore davanti al pc, per un cretino mi farebbe incazzare. Il problema secondo me è l'avidita di molti nostri imprenditori, gli stipendi italiani sono fra i più bassi d'europa, i redditi degli autonomi no!! ovvero la fetta di torta del pil che si ciucciano gli imprenditori è maggiore in italia rispetto agli altri paesi.

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 11.09.12 22:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando sento questi bei ragionamenti,i dipendenti pagano le tasse i commercianti evadono,bene,alla mia dipandente li pago io i suoi contributi,sono io che devo cercare la quadra per far funzionare tutto,sono io che mi tiro i coglioni se il lavoro cala,sono io,che anche se sto male,son sempre presente;ma invece di appropriarvi di meriti che in realta',per obbligo,li espleta il titolare,perche' non provate?Ve la potreste comprare anche voi la barca poi, no?

maria torchia, mathi,to Commentatore certificato 11.09.12 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Premetto ho il pc fisso e un cellulare di 10 anni fà; la gente in giro hanno tutti smartphone, pc portatili, poi si lamentano quando viene imposto di pagare con moneta elettronica???? ma ande a de via al ciapi, siamo nel 2012, i tiket dei bus si pagano con lo smarphone, oramai anche le bancarelle dei cingalesi saranno attrezzate, e si vuole utilizzare ancora il contante. Io direi dal 2013 vietato utilizzare il contante, a fine anno si stabiliscono le aliquote fiscali in base ai ricavi accertati, scommettiamo che le aliquote da 60 70 calano al 30. Se non avete studiato statistico ve lo dico io che le aliquote medie sono molto influenzate dai valori più bassi, pultroppo ancora in italia ci sono molti evasori totali, quindi gli onesti pagato il 60 70% di tasse, però facendo la media con chi paga 0....

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 11.09.12 21:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti... l'ultima che ho sentito da un conoscente agente di commercio ( rappresentante che dir si voglia )notizia da prendere perciò con le pinze!!!
A breve, a detta del suo commercialista, dovrà passare l'intestazione dell'auto da aziendale o semi aziendale che sia a privata.... perdendo di fatto la possibilita di detrarre le spese di trasporto!? ...ma dove stiamo andando!? ...o meglio dove siamo arrivati??? è questa la lotta all'evazione fiscale?? ..assieme all'idea di far sparire la moneta contante e mettere di fatto la nostra vita in mano alle banche!? se questi un giorno si svegliano e per un paventato caso di emergenza decidono di rendere indisponibile il nostro gruzzoletto che facciamo?? ...per andare la super mercato dobbiamo fare una rapina??? mi pare che il limite di 1000 euro di spesa contante sia sufficente a limitare l'evasione, quella vera.. pensiamo piuttosto ad imparare a chiedere lo scontrino e le ricevute... incentiviamo la detrazione della maggior parte delle spese sostenute giornalemente piuttosto!!

Max Bersanetti, Ferrara Commentatore certificato 11.09.12 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Come in una partita di calcio se tutti i giocatori rispettano le regole, non si scatena la rissa, però se molti giocatori di una squadra non le rispettano è difficile che non ci si faccia la guerra.......se poi chi predente di fare l'arbrito dice che si fa bene a non rispettare le regole, siamo messi bene....

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 11.09.12 21:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'anonimo edificio color ruggine al numero 85 di Broad Street, nella parte bassa di Manhattan, non sembra un posto che valga la pena di fermarsi a guardare, ed è proprio quello che piace a coloro che ci lavorano. Gli uomini e le donne che in un piovoso mattino vi sbarcano nella tipica tenuta di Wall Street - abiti scuri, ventiquattrore e BlackBerrys – sono molto riservati. Vanno rapidamente dalle Lincoln nere all'edifico attraversando praticamente il nulla: nessuna targa sulla facciata o indicazione nel vestibolo, nulla che permetta di collegare il sorvegliante armato all'esterno con l'attività svolta all'interno. C'è un buon motivo per tutta questa segretezza: il numero 85 di Broad Street, New York, NY 10004, è dove ci sono i soldi, tutti i soldi.

È il miglior posto per produrre denaro che il capitalismo globale sia mai riuscito a immaginare e, dicono molti, è una forza politica più potente di qualsiasi governo. La gente che lavora oltre le porte vetrate fa più soldi di molti stati. I beni ammontano complessivamente a 1 trilione di dollari, le entrate annuali sono dell'ordine di decine di miliardi, i profitti, vari miliardi, vengono generosamente ridistribuiti all'interno.

In quest'anno di crisi lo stipendio medio di ciascuno dei 30.000 dipendenti dovrebbe raggiungere la cifra record di 700.000 dollari, con picchi di varie decine di milioni (centinaia di migliaia di volte più di un inserviente della stessa impresa). E quando avranno finito di diventare "schifosamente ricchi a 40 anni", i funzionari non si ritroverebbero in brache di tela nemmeno se l'attività dovesse andare a carte quarantotto; verrebbero paracadutati in uno dei prestigiosi posti politici negli USA o all'estero, facendo nascere il sospetto che "governino il mondo". Il numero 85 di Broad Street è la sede della Goldman Sachs.

maurizio a., matera Commentatore certificato 11.09.12 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Forse ha detto una cosa ,tanti che hanno dimenticato di parlare...

Ori EN Tale Commentatore certificato 11.09.12 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,possono dire e fare ciò che vogliono,il movimento 5 stelle è una tua creatura ed attraverso questo movimento ci stai dando la grande possibilità di riprenderci il Paese per cui e te lo dico in calabrese è giusto che tu sia:"PADRONE ,SOTTO E FIMMINA PRENA."

vincenzo s., lamezia terme Commentatore certificato 11.09.12 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi dà fastidio quando sento dire, come fosse una verità accertata, che le tasse le pagano solo i lavoratori dipendenti e i pensionati.
Io sono un lavoratore autonomo, un consulente aziendale a P. Iva, e non ho mai evaso nemmeno un euro, nè avrei potuto farlo. Quale azienda sarebbe disposta a pagarmi senza scaricare i costi?
Mi pagano quando fa comodo a loro, ma la fattura la vogliono senz'altro!

Fabrizio Pieroni, Bologna Commentatore certificato 11.09.12 20:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sulla questione tasse siamo andati avanti per anni che chi poteva evadeva, senza remore, senza scrupoli, senza ritegno!

E non dovrei lamentarmi del dentista della mia città con la sua ferrari parcheggiata sotto il suo studio?

E non dovrei lamentarmi della discoteca che in una serata con oltre MILLE persone non emetteva alcuno scontrino?

E non dovrei lamentarmi dell'idraulico, che con il suo umile mestiere costruisce le sue case abusive, le fitta a nero e DICHIARA MENO DI ME CHE GUADAGNO POCO PIU' DI MILLE EURO AL MESE???

E non dovrei lamentarmi del commerciante che per anni ha fatto meno della metà degli scontrini? Propritario di casa, macchina da 40.000 euro, garage e vacanze due settimane in sardegna?

Altro che guerra fra poveri.
QUESTI ed altri che ora sono divenute VITTIME, hanno vissuto bellamente alla faccia di chi fino all'ultimo cent ha pagato dalla busta paga, ha visto lo stipendio ridursi di colpo con l'aumento di prezzi che TUTTI I LIBERI PROFESSIONISTI hanno adottato con l'euro.

E NON DOVREI LAMENTARMI?
MA ANDETE BELLAMENTE AFFANCULO, perchè questa volgarità che mi è solitamente sconosciuta mi viene dall'anima!


Se tutti pagano le tasse, le tasse ripagano i LORO benefit.

antonio d., carrara Commentatore certificato 11.09.12 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra di sentire Berlusconi:" siamo tutti sulla stessa barca". Sì, ma intanto lui è in prima classe e io neanche in terza con i topi.

mah...

libero d 11.09.12 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DIVIDET ET IMPERAT!! DIVIDI E COMANDA!!! Era l'adagio degli antichi romani, sempre valido e mai caduto in disuso in special modo per quei regimi come quello che in Italia esercita il suo potere da 62 anni. Torna estremamente comodo e utile contrapporre le categorie sociali a chi il potere lo esercita di fatto, giovani contro vecchi, lavoratori italiani contro lavoratori extracomunitari, donne contro uomini, artigiani e commercianti contro lavoratori dipendenti disoccupati contro chi il lavoro ce l'ha , ecc. ecc. una vera guerra di poveri contro poveri dove non vengono fatti prigionieri dato che alla fine a rimetterci siamo tutti noi.

Arno Faravelli 11.09.12 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Cambia commercialista.

Stefano B. 11.09.12 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si e poi arriva il genio della lampada "monti " quello che non fa regali alle banche e propone moneta elettronica sopra i 50 euri ,e tutti un altra volta si i piccoli sono il male di questo paese evasori ,oppure a parlare di commissioni ,io ho chiesto per avere il pos lo sapete che la banca te la affitta la macchinetta ,a più o meno 40 € al mese oltre alle commissioni ,invece il soldo contante non costa niente a nessuno ,per modo di dire vedi signoraggio speriamo di arrivarci presto alle elezioni

giacomo sonnati, firenze Commentatore certificato 11.09.12 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Tu (intendo la categoria) evadi le tasse, io NO!!!

mauro kealsima () Commentatore certificato 11.09.12 18:52| 
 
  • Currently 2.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

le tasse dobbiamo pagarle tutti ma lo stato non può trasformarsi in oppressore adducendo falsi motivi, quali l'evasione, per giustificare uno sperpero senza uguali a qualsiasi livello, dai comuni alle province ed alle regioni per arrivare ai nostri onorevoli che si spartiscono anche i fondi dei partiti senza documentarne l'uso e senza che nessuno li denunci. Non si può pretendere che in piena crisi un lavoratore autonomo paghi fra imposte dirette e contributi l'80 per cento del suo reddito e che poi, su quello che gli resta come privato, paghi ancora l'iva sugli acquisti, l'accise sui carburantio e sugli alcolici, l'IMU sulle case che è il triplo dell'ici, lo smaltimento rifiuti, il tiket sanitario, bolli, registro, canone tv, bollo auto, assicurazioni ecc. ecc. I piccoli lavoratori autonomi profesionisti ed imprese stanno tutti chiudendo. Basta farsi una passeggiata per le strade di Roma. Ma la casta dei politici e dei dirigenti pubblici e degli imprenditori parenti e amici della casta sono sempre più ricchi. Hanno alti stipendi e benefit esentasse maggiori degli stipendi. C'è un'Italia che ride e la gran parte che rimane che piange lacrime di sangue.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 11.09.12 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e la legge e bisogna rispettarla...

lo sento spesso da gente che ...ne beneficia.....
ma quando la legge non beneficia piu.....
allora le stesse persone sono in prima fila a pretendere la nostra solidarieta'
ANZI PRETENDEREBBERO CHE SIAMO NOI A COMBATTERE PER LORO PER RIPRISTINARE QUESTO LORO PRIVILEGIO PERSO
....................
PERCHE E NOTO A TUTTI CHE QUESTI PERSONAGGI PARTICOLARI ....
DI SPORCARSI LE MANI NON CI PENSANO NEPPURE....

e la legge e bisogna rispettarla...
belle parole ,,, ma se la legge e sbagliata bisogna rispettarla?????


e allora perche se la legge va rispettata
allora perche il tribunale di norimberga ???
i nazisti agirono in base a delle leggi ...di norimberga...
le leggi di norinberga erano leggi di stato

allora perche criminalizzare
i nazisti tedeschi????

-

stefano b., rovato Commentatore certificato 11.09.12 18:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il rispetto a senso unico non esiste.

se la legge vuol essere rispettata, che rispetti i cittadini. altrimenti e' un circolo vizioso, penso che la nostra storia lo abbia fatto vedere spesso e volentieri.

matteo borsi 11.09.12 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Ci saranno sempre persone con più esperienza, persone più esperte, persone più adatte ma io metterei sempre al primo posto chi è spinto dalla passione, stando ben attenti a non confonderlo con l’arroganza: a volte il carisma crea una patina che rende difficile la distinzione, e c’è chi vuole spingersi in alto non perchè è il senso che vuole dare alla propria vita,ma perchè crede che può fare meglio di chiunque altro.
Concludendo, anche se sembra un paradosso, vi auguro di trovare qualcuno che vi faccia la concorrenza... perchè parlando con la gente tutti i giorni ho notato che chi è di destra pensa voi siate di sinistra, chi è di sinistra pensa voi siate di destra, chi è apolitico pensa siate uno,l’altro o tutti e due! Poi chiedendosi cosa c’è sotto si rendono conto che è l’unica scelta, e a nessuno piace avere un’unica scelta, che scelta è?!?
Beppe Grillo dice cose vere e giuste, è un po’ come il messia politico dei tempi nostri, cosiccome nel cristianesimo si sono scissi movimenti diversi, penso sia utile far nascere delle branche anche nel M5S... Una potrebbe essere più sensibile all’ambiente, l’altra allo sviluppo economico ecc... Così per non perdere nessun voto prezioso, per cambiare il sistema e mandarli via tutti, i voti devono essere tanti, senza sprecarne nessuno!
Così finito di scriverle vi affido le mie speranze,quelle in fondo al cuore che custodisco gelosamente.
in bocca al lupo
Veronica Olivetto

veronica o. Commentatore certificato 11.09.12 17:38| 
 |
Rispondi al commento

io lavoro in una ditta italiana che lavora con la francia , tra francia e italia facciamo il medesimo lavoro con il medesimo guadagno.. ma,da noi , in italia dicono che siamo in troppi in ditta , mentre in francia ci sono più operai guadagnano più di noi in 4 turni e a fine anno ridanno pure dei soldi indietro alla ditta fornitrice del nostro lavoro.. c'è qualcosa che non quadra.. sto paese ha bisogno di una svolta FORTE!!

Mirco Mucci 11.09.12 17:38| 
 |
Rispondi al commento

darci questi input? Almeno tentare!! Ci siamo subiti la Lecciso e Pappalardo, che male ci può fare un po’ di educazione civile? Se proprio hanno paura per l’audiance possono provare con i messaggi subliminali visto che sono bravissimi.
Ma queste sono briciole in confronto al grande lavoro che si deve fare, e a volte davvero credo sia impossibile, a volte davvero sento vani i mie sacrifici, e mi ripeto ‘’ma chi me l’ha fatto fare, in mezzo a sta crisi’’ . La cosa che mi ferisce di più sono gli occhi delle mamme, che pagano la merenda del figlio e mi guardano come se stessi rubando i loro ultimi spiccioli (perchè effettivamente pagare 6€ ,DODICIMILALIRE, per la merenda è davvero tanto), mi guardano come se fossi una macchina da soldi avara e spietata, come se non sapessi che per loro quei ‘‘miseri’’ 6€ sono tanti, e non possono sapere che anche io sono sulla stessa barca, e anche se lo voglio con tutto il cuore NON posso fare altrimenti.
E allora dove trovo la forza?! ...dal principio! Semplice! Dalla mia passione, dal caffè!
Così è questa la speranza che custodisco gelosa in fondo al cuore, che tutti tornino a lavorare spinti dalla passione, senza calcare sulle aspettative economiche. La passione che non vedo in NESSUN politico al governo ora, di destra o sinistra che sia!
E’ questo l’augurio che faccio al M5S : vi auguro di avere un gruppo che svolga il lavoro spinto dalla passione!!!

veronica o. Commentatore certificato 11.09.12 17:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Arriva un momento dove tutti i buoni propositi si trasformano in dubbi e domande...
Il M5S è ricco di idee nuove ma soprattutto sane.
Ma noi siamo italiani, ormai da sempre abituati ad essere presi in giro da chi comanda, e quando ci propongono una cosa belle è inevitabile chiedersi ‘’ma cosa c’è sotto’’ ?
Io ho 25 anni la mia passione è il caffè, e piena di buoni propositi ed energia ho preso un’attività in gestione, mollando il mio lavoro ‘‘fisso’’.
La mia attività, sebbene lavoro di media 11 ore al giorni 7 giorni su 7 (senza contare le commissioni varie quotidiane) mi da lo stesso stipendio del lavoro di prima, ma senza ferie, permessi, malattia,giorno di riposo e straordinari.
L’idea che di quelle 11 ore... 8 le faccio solo per pagare lo stato mi indegna!
Mi indegna il fatto che a guardarli (quelli che stipendio con 8 ore di lavoro su 11) mi sento profondamente sola, come se i sacrifici li stessi facendo solo io.
Mi indegna vedere i miei dipendenti (i signori incravattati di montecitorio-madama-e-chigi che pago) sprecare quello che io e gli altri tutti con tanta fatica,sudore e sacrificio gli affidiamo.
Quando con le mie scartoffie in mano da pagare accendo la tv mi si chiude lo stomaco nel vedere come ci prendono in giro i telegiornali!
Oltre a non fare la cosa più ovvia e scontata (dare le notizie prioritarie) non si rendono nemmeno utili contribuendo un po’ in questo momento così difficile. La tv è il mezzo per il quale ci fanno fare ciò che vogliono, ma tra i loro sporchi giochi non hanno la dignità di riservare piccoli spazi per far cambiare pian piano questa cultura marcia nelle basi. Per esempio, 12 anni fa sono stata in Australia, facendo shopping con una signora del posto(di origine italiana) mi ha detto ‘ma no, prendi quest’altro!’ e io ‘ma questo costa meno ed è uguale’ e lei ‘si ma questo è made in Australia’ . E ho percepito l’orgoglio nelle sue parole, un orgoglio contagioso. Volete dirmi che tra una tetta e un cane abbandonato non potrebbero

veronica o. Commentatore certificato 11.09.12 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Francamente, mi sono un po' rotto le scatole di questa storia che le tasse in Italia le pagano solo pensionati e dipendenti. Ovviamente non hanno scelta. Io sono un autonomo, un libero professionista. Non evado un centesimo e sono un "privilegiato". Privilegiato di che? Contando tasse e contributi, per incassare 1000€ ne devo fatturare più di 3000. E quando mai? Sono un informatico, una professione finta, inesistente. Una terra di nessuno, fatta di arrangioni. Se sento ancora sta storia che sono un privilegiato vomito addosso a qualcuno, civilmente s'intende.

Salvatore Colombo 11.09.12 17:30| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

molti hanno provato ad aprire una partita iva e sono andati in panico dopo meno di due anni e la gran parte ha chiuso e chi ha provato sa cosa vuol dire.
a fare una proporzione una partita iva al minimo di fatturato consentito, (perchè c'è un minimo ma nessuno lo vuol capire, che si paga, a guadagnare o no), paga tasse alla pari di un operaio generico senza la copertura ma con molte più responsabilità.
il tuo commercialista spinge come tutti, perchè patteggiano sempre per l'erario, perchè conviene anche a loro non apparire su eventuali contenziosi, e loro operano con ritenuta d'acconto, possibilità negati agli artigiani ad esempio.
la guerra tra poveri son d'accordo con te, la propaganda non perde un secondo ad istigarla, e chi capisce che è propaganda bene, gli altri che rodano.

psichiatria. 1 11.09.12 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Visto che ce l'avete tanto con artigiani e negozianti e piccoli imprenditori,EVASORI e con le barche pronte a salpare verso spiagge caraibiche, perchè non aprite anche voi una attività?

Facile accusare: TUTTI FROCI COL CULO DEGLI ALTRI!

Bob C., Rieti Commentatore certificato 11.09.12 17:21| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Divide et Impera, è una vecchia regola "romana".
Noi stiamo qui ad azzuffarci e quelli vivono nel lusso, yacht e mignotte in quantità e tutto a nostre spese.
Ma presto ci saranno le elezioni e non varrà la regola del "chi ha avuto ha avuto, scordiamoci il passato" ma la legge del taglione, ogni centesimo rubato o sprecato dovrà essere restituito con gli interessi

Alessandro G. Commentatore certificato 11.09.12 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma guerra tra poveri un cazzo! Io l'unica cosa che non sopporto del M5S è questo ammiccare continuo agli evasori fiscali! Pagare le tasse è un dovere punto e basta. Poi parliamo degli sprechi della casta, delle cattedrali nel deserto. Mi sa tanto di una tattica per prendersi un po' di voti dalle partite IVA vedove dei condoni fiscali dei governi che ci hanno portato a questo disastro. Io quando guardo la mia busta paga e vedo le tasse mi sento un ricco nababbo (il mio datore di lavoro invece inorridisce) ma quando guardo il conto in banca ritorno con i piedi per terra. Sono disgustato dal fatto che nei giorni di presenza dei finanzieri in certi luoghi di villeggiatura gli scontrini sono aumentati del 100%! Ci sono anche i poveri cristi che tengono in piedi un'attività per sopravvivere ma in questo Paese l'ultima cosa da fare è dare delle giustificazioni a chi evade le tasse. Siamo a questi livelli anche perché piuttosto che farci fare una fattura o uno scontrino ci facciamo tagliare i coglioni, siamo dei Cetti Laqualunque da strapazzo.

Domenico Chiapperini 11.09.12 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Smettiamola di ammazzarci tra noi piccoli artigiani e dipendenti. Siamo tutti il fondo della catena.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
adesso te ne sei accorto, eh!
ma in fondo alla catena chi c'ha voluto arrivare ?
VOI e la massa di imbecilli di dipendenti e pensionati che hanno visto in uno gnomo la "luce!"

Conosco uno di voi, uno straccione con le pezze al culo che si è mangiato tutto, sta ad un passo dal
suicidio ed ancora scassa i coglioni con berlusconi


Il tuo commercialista ti demonizza?
Una delle categorie che possiede più yacht e ville in Italia, seconda forse solo ai notai?

Obi Kenobi Commentatore certificato 11.09.12 16:37| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori