Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il più grande scavo del mondo a Genova


m5s_genova_gronda.jpg
Nel video il duro intervento dei consiglieri M5S in Consiglio Comunale a Genova

"Con una mozione a favore delle Grandi Opere Inutili (chiamate infrastrutture), ancora una volta a Genova assistiamo all’attacco del partito del cemento che in nome del “progresso e dello sviluppo” vuole sgomberare il campo dai possibili dubbi sulla realizzazione della Gronda autostradale di Ponente.
Un nuovo tratto autostradale definito dall'amministratore delegato di SPEA Castellucci come “lo scavo più grande del mondo”,un’enorme cantiere per realizzare 42 km di gallerie (pari a 4 trafori del Monte Bianco), 4 km di viadotti ed 11 km di innesti all’aperto ed in galleria,10 milioni di metri cubi di smarino (terra di scavo) provenienti dagli scavi,dei quali 5 milioni contenenti amianto (certificato da sondaggi eseguiti dalla società Autostrade). Come se non bastasse, ci mettiamo anche il Terzo Valico Ferroviario verrà a costare “solo” 6,2 miliardi di euro. La Liguria è la regione italiana con maggior indice di consumo di territorio : 69 km di autostrade ogni 100 km quadrati di superficie regionale (indice 0,0069); per il Comune di Genova l’indice è addirittura 0.173: 42 km di tratte autostradali su 243 km quadrati. La vecchia classe politica continua a sostenere la cementificazione del territorio come un bisogno della gente, promuovendo falsi percorsi partecipativi, mimando malamente la democrazia partecipata o il dibattito pubblico.
Il 18 settembre 2012 in Consiglio Comunale a Genova il MoVimento 5 Stelle ha portato con forza in aula le ragioni e i dati che provano la completa inutilità della nuova infrastruttura autostradale, evidenziando i grossi rischi sulla salute dei cittadini, derivanti dalla cantierizzazione dell’opera in mezzo alla città.
Sorprendenti sono state le argomentazioni dei paladini del cemento che tra le file del Pd, Pdl, Idv, Udc hanno acclamato una voglia di rinascita della città misurata in corsie autostradali, gallerie, viadotti, promettendo posti di lavoro per tutti e auspicando flussi di denaro che non debbano interrompersi. ”Percorsi ormai avviati”, dicono, per dare continuità a quella vecchia politica che sta consumando il nostro territorio e stringendo sempre più Genova tra il mare e le grandi opere." Mauro Muscarà, M5S Genova

30 Set 2012, 10:30 | Scrivi | Commenti (59) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

I lavori del terzo valico sono iniziati
Nessuno, a livello politico, sembra prendere seriamente a cuore la necessità di fermare un inutile scempio.
La gente di liguria e piemonte è convinta che sia necessario fermare quello che si è rivelato un pretesto per riempire le tasche di pochi furbacchioni. Ma della gente che abita le valli che saranno sconvolte dall'avanzare della grande opera non importa nulla a nessuno.
Non importa più neanche a voi?
C'é ancora qualcuno al di là del modem?
Basta davvero uno schieramento di qualche centinaio di poliziotti a fermare il risentimento di un popolo e la voce di chi lo rappresenta?

orso maria bellandi 25.07.13 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma possibile che non si vuole entrare nell'ottica che questi soldi sono spesi meglio se utilizzate in opere di manutenzione e valorizzazione del territorio ... che in Italia è la vera emergenza

gianmarco maroso 03.10.12 12:47| 
 |
Rispondi al commento

centinaia di aerei sparsi in tutto il globo.. un dispiegamento militare top secret..
dove? sopra le nostre teste e li paghiamo noi per avvelenarci..guarda scie chimiche a genova..

maurizio nanni 03.10.12 12:45| 
 |
Rispondi al commento

http://attacgenova.wordpress.com/2012/10/01/no-terzo-valico-no-tav-presidio-3-ottobre-2012-a-trasta/

antonella g. Commentatore certificato 03.10.12 08:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono di genova e vi seguo sempre...BRAVI!!! ecco la vera opposizione ,ma non ideologica a prescindere.ma su FATTI!!
BRAVI
Ci vediamo in parlamento
Forza M5stelle

mavi pitty, genova Commentatore certificato 01.10.12 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Ben detto spacciano le grandi opere inutili in cui servono un sacco di soldi pubblici, cemento e materiale edile della mafia e altro per infrastrutture che renderanno il paese moderno ed efficiente e consentiranno agli investitori esteri di venire in Italia, come se noi fossimo completamente deficienti e non vedessimo che è tutta roba che non serve se non appunto ad accaparrarsi il denaro pubblico, questo denaro pubblico che fa gola a tantissimi, a troppi!
L'Italia ha troppe strade, troppe case, troppi capannoni, troppi centri commerciali, troppe rotonde, troppo di tutto quello che io odio.
Ma i partiti si chiamano così perchè i politici sono partiti di cervello!!!!

un'arrabbiata 01.10.12 14:01| 
 |
Rispondi al commento

«Ilva, è un genocidio». Denuncia all'Aja.

Taranto Futura si rivolge al tribunale
internazionale:

http://www.corriere.it/cronache/12_settembre_30/ilva-genocidio-ambiente_fd974834-0ae6-11e2-a8fc-5291cd90e2f2.shtml

REAGIRE! CAMBIAMENTO!!!

Lux Luci 01.10.12 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Venite a Genova !uscite dall'autostrada a Ge est....ci sono molti caselli e ..dopo...una strada di campagna che sbocca in un mare di cemento tra piazzole parcheggi e spazi (sempre di cemento) per il pubblico ..ricavati dalla copertura del fiume Bisagno...ecco ..se avete capito questo é quello che a loro piace di piú:piú cemento piú soldi...uscite a Ge Cornigliano...la zona delle acciaierie..troverete idem molti caselli e poi un budello stretto e insulso per il traffico che doveva sostenere....ora non c'é manco piú quel traffico..le opere inutili sono sempre e solo inutili e persino quando sono utili la fame di denaro le rende sempre scandalose...Genova puó risorgere anche senza le sue imprese edili che tanto sono sempre le stesse...Genova deve rinnovarsi con un progetto diverso da questo! Nel frattempo attendiamo con molta ansia , la prossima inondazione

giuseppina t., genova Commentatore certificato 01.10.12 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Proprio a proposito di questo intervento, giorni fa parlavo con un rappresentante di una sigla sindacale presente al Consiglio ed ovviamente contro il vostro "No Gronda". Voleva convincermi che non avete le capacità per discutere su argomenti tecnici e sopratutto poca preparazione in materia di lavoro.
Io ancora e sempre dalla vostra parte ho solo risposto: la preparazione di può acqusire con lo studio e l'approfondimento, l'ONESTA' NON SI IMPARA.
FORZA MOVIMENTO 5* E GRAZIE ANCORA PER LA SPERANZA CHE DATE ALL'ITALIA DI RIDIVENTARE UN PAESE ONESTO. VI AMO!

Matilde Conte, Roma Commentatore certificato 01.10.12 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
inziamo a raccogliere le firme per promuovere un referendum di abolizione delle regioni.
Caro Peppe Grillo,valuta insieme ad alcuni costituzionalisti la possibilità di promuovere un referendum per la abolizione delle regioni.
Questo é il momento ideale per mandarli tutti a casa.
Saluti

ANTONIO B., Latina Commentatore certificato 01.10.12 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Bonjour,caro Bersani e compagni,il movimento 5 stelle sarebbe l'antipolitica.
Il governo del Presidente Raffaele Lombardo in Sicilia con il quale il PD siciliano ha governato sarebbe invece la politica.Il PD siciliano d'intesa con il PD nazionale ha sostenuto un governo regionale oggi dimissionario che ha un debito di 5,2mld, 17000 dipendenti più circa 3200 dipendenti di società partecipate,1820 dirigenti alcuni dei quali prendono stipendi annui di 180 mila euro, 27000 forestali nella regione più incendiata del mondo, 8000 addetti alla formazione professionale( formazione porofessionale in Sicilia???).Nel 2011 il governo Lombardo sostenuto dal partito democratico ha assunto circa 4500 persone per fare cosa non si sa.
Caro Bersani,caro D'Alema,questa sarebbe la politica mentre il Movimento 5 stelle sarebbe l'antipolitica,lo sfascio,il qualunquismo.
Che strana concezione della politica avete?
Per sapere che cosa é la politica perché non vi rileggete Gli scritti politici di Antonio Gramsci.
Il PD governando con Lombardo é stato la causa dello sfascio della Regione.
Come vi permettete di chiamare antipolitica tutto ciò che non va d'accordo con voi e con le vostre idee.Chi ve lo da questo diritto.
Come cazzo vi permettete di chiamare antipolitica tutto quello che non va d'accordo con voi.Spiegate agli italiani e ai siciliani le cifre dello sfascio della regione.Spiegate ai siciliani perché e come avete governato con Raffaele Lombardo.
Spiegate ai siciliani il buco di bilancio di 5,2 mld di euro accumulati dal governo regionale della Sicilia.
E dopo ma solo dopo sarete autorizzati a discutere di politica e di antipolitica.
Saluti

ANTONIO B., Latina Commentatore certificato 01.10.12 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno vorrei fare una segnalazione relativa all'articolo pubblicato sabato 29 settembre, sul Fatto Quotidiano ( giornale per me di tutto rispetto ), nell'articolo intitolato "EMILIA E PIEMONTE REGIONI COL BUCO"di Stefano Caselli ed Emiliano Luzzi viene riportato che i consiglieri dal Movimento 5 stelle al PD, fatta eccezione solo per l'Italia dei valori,prelevavano soldi dai fondi destinati ai gruppi consiliari per girarli sui conti correnti delle televisioni private, per interviste,trsmissioni,dibattiti.Io credo che ci sia bisogno di una smentita da parte della testata giornalistica,per escludere il Movimento 5 stelle da questo caso. Altrimenti ciò dimostrerebbe che i sani principi su cui è costruito il M5S sono solo discorsi al vento, e per gente che come me crede in un cambiamento sano della politica, sarebbe l'ennesima delusione.
Spero che questa mia sgnalazione possa servire a fare chiarezza, e a dimostrare che il M5S è una forzo pulita dove il popolo onesto possa rispecchiarsi. Saluti da una "PERSONA QUALUNQUE"

maurizio zinali, massa marittima Commentatore certificato 01.10.12 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Ma se il lavoro diminuisce, le aziende delocalizzano, la miseria è sempre più dilagante, chi pagherà tali opere? E poi, chi le utilizzarà?

Gian A 01.10.12 08:46| 
 |
Rispondi al commento

chettolaqualunque ha ragione!! UN PONTE DI PILU CON UN MARE DI PILU E STRADE DI PILU CON CORSIE DI PILU.. W L'ITALIA!!!

salvatore b., savona Commentatore certificato 01.10.12 07:31| 
 |
Rispondi al commento

La questione e´ come spendere , ossia e´chiaro e´lampante che Genova deve muoversi con il trasporto pubblico , via mare , ferrovia , filobus , etc. , eventualmente con progetti innovatori ma sempre rivolti al trasporto di massa.
Un abbraccio
Paolo

Paolo Grasso 01.10.12 01:42| 
 |
Rispondi al commento

Va bene che i liguri sono oculati nello spendere ma credo credo che la regione non abbia risparmiato così tanto
Vorrei ricordare a questi spendaccioni chè a dicembre il governo dovrà fare una manovra di aggiustamento per l esercizio finanziario
non è ora il momento di spendere

Riccardo Garofoli 01.10.12 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Sembra proprio il momento di spendere una cifra così ingente
A dicembre il governo varerà una nuova legge finanziaria di aggiustamento ci mancavano solo si fa per dire 6 miliardi per le infrastrutture
Attenti alle mutande che a dicembre c'è le tolgono o aumentano l IVA o si inventano un altra tassa e se il buco supera i 5/6 miliardi
faranno tutte e due le cose

Riccardo Garofoli 01.10.12 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Genova marinara per nascita e definizione con uno dei più antichi porti a ha bisogno di questa opera faraonica per spostare le merci? O l opera fa parte della mania di grandezza di questi politici piccini piccin
Speriamo in un bello scandalo che faccia saltare tutto
Tanto dove ci sono soldi pubblici lo scandalo e solo da aspettare e dietro l angolo o per meglio dire sotto in tunnel

Riccardo Garofoli 01.10.12 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Fa parte del pacchetto del lo facciamo per voi o lo abbiamo fatto per voi come debito pubblico come il dissesto territoriale
L Italia muore di infrastrutture e di faraoni
Spesso si paga più di pedaggio che di consumo di benzina
In tanti ormai hanno ridato il famoso tele pass. È in tanti non fanno più le autostrade

Riccardo Garofoli 01.10.12 00:11| 
 |
Rispondi al commento

In ogni amministratore pubblico alberga un Berluschino
Lui il ponte su lo stretto gli altri imprese faraoniche da tramandare ai posteri
Peccato che ai posteri al momento gli abbiano tramandato solo debiti un territorio dissestato e pericoloso e una bazzecola come aver gli tolto il futuro

Riccardo Garofoli 01.10.12 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma i soldi per queste faraoniche imprese da dove vengono da tasse!
A Genova basta un po' di pioggia che accade lo sfracello e al posto di spendere i soldi per rimettere ordine al ciclo pluviale e mettere in sicurezza i cittadini e l ambiente li buttano in km di strade che tra qualche anno nessuno percorrerà più dato che la benzina e già a prezzi da capogiro
Sensa considerare tutta la terra di risulta che tale scavo produrrà
Gli amministratori italiani sono come i faraoni vogliono ognuno la loro piramide
Spero che questa idea mal sana sia l epigrafe del geniale ideatore

Riccardo Garofoli 30.09.12 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Altri centinaia di TIR avanti e indietro , inquinamento ancora in aumento , amianto nei polmoni in quantità e soliti conti corrente in ulteriore ingrassamento !
Ma come si fa ad andare a votare ??? ( sono una decina di anni che io non ci vado .. ).
E' l'intero sistema economico da rovesciare !

LUIGI DI SOMMA 30.09.12 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti gli Italiani che credono nel bene, l'onesta' e il rispetto reciproco.Adesso e ora di essere uniti e non farci piu' prendere per i fondelli una volta pertutte!!!quello che voglio dirvi e' che ne ho le p...e piene di ascoltare i vari lusi.fiorito,etc...La politica e' una truffa!!! e i politici sono una associazione per delinquere di stampo mafioso (coi colletti bianchi)conosciamo tuttti i vizi e le poche virtu' della casta e quindi io propongo:
1)per questi malavitosi il carcere duro,confisca di tutti i loro beni(ed eventuali prestanome)e abolizione del vitalizio dopo 5 anni di mandato,ma solo se ne fai 50 di lavoro ma di lavoro serio, e non come questi quaqqaraqua'.... non ci vogliono solo facce nuove ma ci vuole piu' onesta',solo cosi' potremmo essere d'insegnamento alle future generazioni,questo non e' il paese che io voglio!! io voglio contribuire a costruire un paese nuovo per i nostri figli
2)Fermiamoci tutti in Italia in segno di protesta,e chi abita a Roma vada a manifestare a davanti a Montecitorio,chi abita a Milano davanti al palazzo della regione e cosi' via in tutte le altre citta' d'Italia per far capire che siamo uniti e non solo nelle feste per i 150 anni
,solo cosi si puo'ottenere un paese liberale dove la gente comune puo' vivere!!e non sopravvivere come accade oggi.
3)ai vari imrenditori come marchionne:se volete andare via dall'Italia,fate pure, ma le fabbriche e i macchinari restano sul nostro territorio,perche'questo paese e' sempre stata la culla della cultura moderna,dove sono nati i migliori ingegneri,scenziati,dottori,imprenditori,impiegati e operai e cosi via.Chiha veramente voglia di ricostruire questo paese si metta in gioco,perche'dobbiamo creare un futuro migliore alle future generazioni,ricordandoci le generazioni dei secoli passati cosa ci hanno lasciato in eredita'.
Grazie a tutti vi auguro una buona serata

sebastiano sipione 30.09.12 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi Cittadini Italiani onesti,all'anniversario di Enzo Tortora, vi proporrei di aiutarmi a realizzare come invenzione,un dispositivo audio luminoso da applicare su ogni registratore fiscale che, per legge, deve essere ben esposto al cliente, dove lampeggia la scritta: "Chiedimi lo scontrino grazie"affinche anche i temerari e i "maleducati" al senso civico abbiano un aiuto in più ad evitare l'evasione fiscale.

marcello sainato 30.09.12 23:08| 
 |
Rispondi al commento

...Siamo d'accordo le opere diinfraestruttura devono essere ben pianificate in tutte le sfaccettature e se ci sono dubbi si passa a un referendum.A Genova vogliono fare un'opera che praticamente toglierebbe sempre piu' terra coltivabile a parte tutti gli altri inconvenienti da non sottovalutare comelasalute dei cittadini. A Taranto L'ILVA non puo' essere chiusa SI DEVE FARE IL SANEAMENTO AMBIENTALE E IL GOVERNO DEVE PARTECIPARE ANCHE SE L'ACCIAIERIA e' privata. Sono passati tanti governi inutili, perche' MAI si sono presi la responsabilita' di far sanare e contribuire al saneamento dell'ambiente delle emissioni nocive. Se si chiude commettono un doppio errore per la citta' di Taranto.Ci vuol poco a capirlo.
IL GUAIO, E SEMBRA CHE NESSUNO TOCCHI QUESTO TASTO E' CHE LE STRADE SONO LE STESSE E I MEZZI OGNI ANNO SI MOLTIPLICANO E LA SUPERFICIE DELL'ITALIA E' SEMPRE LA STESSA, COME PURE NON SI POSSONO CHIUDERE LE FABBRICHE DI AUTO E CAMION.COME SOLUZIONIAMO QUESTO BUSILLIS ? SEMBRA SCIOCCO, MA QUESTO E' IL VERO PROBLEMA !
cOME LA SPAZZATURA, LE DISCARICHE E GLIINCERENITORI SI ELIMINEREBBERO CON LA RACCOLTA OBBLIGATORIA DIFFERENZIATA IN TUTTO IL PAESE.IN ITALIA TUTTO E' DIFFICILE PERCHE'ABBIAMO UNA CLASSE DIRIGENTE CORROTTA E PARE NON LA VOGLIONO CAMBIARE PER SEGUIRE CON LO STESSO SISTEMA DI PROFITTO PERSONALE.
UN APPELLO:- PRENDETE IN CONSIDERAZIONE IL MOVIMENTO 5 STELLE, SE ANCHE QUELLO SBAGLIA ALLORA PROPRIO NON SERVIAMO A NULLA!!!!!!!!!!!!

renato farina 30.09.12 22:15| 
 |
Rispondi al commento

ORA BASTA ! VEDO SEMPRE LE STESSE PERSONE IN TV (DA DESTRA A SINISTRA) + I PROFESSORI DI MONTI...MA TUTTE QUESTE PERSONE SONO SEMPRE LE STESSE DA ANNI !!!!!!!!!!!!! URLANO IN TV MA SE C'ERANO ANCHE LORO.MI CHIEDO LA DIGNITA' ESISTE NELLE PERSONE? SI RENDONO CONTO DELLA GENTE NORMALE CHE NON ARRIVA AL 20 DEL MESE???
IO TAGLIEREI SUBITO DUE TERZI DEI COMPENSI PERCEPITI PER INCARICHI PUBBLICI DAL PARLAMENTO AL SEMPLICE ASSESSORE COMUNALE (DA ME 1300,00 EURO) E POI GENTE NUOVA...PULITA. TANTO VEDO CHE I SOLITI IGNOTI PER COSI DIRE, NON SONO PROPRI BRAVI AD AMMINISTRARE IL BENE PUBBLICO.
FORZA CERCHIAMO DI CAMBIARE L'ARIA IN ITALIA.
GRAZIE.

ALESSANDRO DANGIO' 30.09.12 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Tanto prima o poi la natura si vendicherà facendo scomparire dalla faccia della terra la città con tutti i sostenitori trasversali dello scempio a cui i preavvisi non sono bastati. Sarà la Pompei del III millennio

Riccardo Tucci 30.09.12 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Probabilmente si tratta della solita opera faraonica inutile che pagheranno gli automobilisti (già vessati dal caro carburanti), MA bisognerebbe prima dimostrarne l'inutilità con qualche STUDIO apposito (o almeno confutare l'eventuale studio opposto dell'Anas, se esiste).
Sarebbe molto interessante sapere come verranno appaltati i lavori e soprattutto come mai si opta per il traforo quando erano disponibili altre alternative (quanti misteri...).

In presenza di amianto la valutazione impatto ambientale dovrebbe essere negativa, ma in caso di mazz**** diventa automaticamente positiva: è quindi necessario prepararsi subito a fare RICORSO al TAR contro tale decisione (e soprattutto spiare il tenore di vita dei consiglieri che magari dopo l'approvazione cominceranno a girare in Ferrari)

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 30.09.12 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Tutte le grandi infrastrutture ( TAV , valichi ferroviari, ponti sullo stretto) hanno la caratteristica di non essere calcolabili preventivamente nei costi. I costi possono crescere così in modo incontrollato a differenza delle opere rdinarie o di manutenzione ( delle quali ci sarebbe invece un enorme bisogno come la messa in sicurezza degli edifici scolastici ). Mentre le opere ordinarie e di manutenzione danno lavoro alle PMI, le grandi opere sono appannaggio dei grandi gruppi di costruzione. Un affare enorme. Tutti gli imprevisti in corso d’opera sono occasioni di guadagno ma bisogna avere buoni rapporti con gli enti appaltatori ( leggi : i politici che li amministrano ) per farseli riconoscere adeguatamente. Più scavi ci sono, più amianto si trova, più varianti si rendono necessarie e più si guadagna per revisioni prezzi. Le grandi imprese di costruzione che non hanno appoggi politici negli enti appaltatori( in genere straniere) stanno alla larga da queste gare d’appalto con tante incognite di costo. Le imprese che partecipano sono normalmente sponsorizzate politicamente. Spesso partecipano agli appalti raggruppandosi in consorzi in modo da includere imprese accreditate trasversalmente agli schieramenti politici così da mettersi al sicuro in caso di cambi di maggioranza politica nell’ente appaltatore. Queste opere possono durare decenni e più durano più si guadagna. Meglio essere previdenti nella distribuzione degli utili.
L'odore dei tanti quattrini intorno alle grandi infrastrutture richiama anche le mafie che è meglio tenere buone facendole partecipare all’affare, affidando loro lavori in subappalto piuttosto che rischiare incresciosi incidenti in cantiere e andare a spiegare alla polizia e alla magistratura cosa ha attirato la malavita sul posto. Se con la mafia bisogna convivere, come aveva già detto il ministro Lunardi, una ragione ci dovrà pur essere

gandal il 30.09.12 20:09| 
 |
Rispondi al commento

ok, ma sta gente non si può appendere alla lanterna per il collo?

il Mandi Commentatore certificato 30.09.12 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Che siano PD, PDL e UDC nessuno stupore, ma Di Pietro... Invece di promuovere il turismo... Genova è una delle città più brutte del mondo: i cementificatori vogliono vincere in peggio una gara che hanno già stravinto.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 30.09.12 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Arriviamo alla città sostenibile e miglioramento aria l'alternativa migliore è di risanare i trasporti pubblici, cambiare totalmente la dirigenza, invogliando la cittadinanza a utilizzarli quindi non sarà necessaria Gronda e l'inquinamento diminuirebbe notevolmente. Creare piste ciclabili.
La raccolta differenziata va pubblicizzata (anche in tv)spiegando come va fatta e quali percorsi farà. Vedi ciclo dei rifiuti.
Un provabile sito di compostaggio potrebbe essere la fascia di rispetto nell'isola ecologica che andrebbe allargata e si trova vicino al mare, ai binari e la strada, (sito che ha già preso fondi e ora pare che a causa del ing. Gatti che ha sbagliato di conti da 1.500.000,00 E si fermi tutto e anche per un ritrovamento misterioso di terreno amiantifero che per rimuoverlo “a detta loro” ci vuole 600.000,00 E, Ma questa volta qualche testa dovrà cadere !),
Naturalmente oltre a scarpino ! E noto con piacere che non si è ancora pronunciata la parola inceneritore, non so se è buona cosa o brutta..

milo bernucci 30.09.12 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Vergognatevi politici devastatori del suolo pubblico. Toglietevi dai piedi e date ascolto alla gente saggia, responsabile e di cervello sano.

vincenzo tuccio 30.09.12 17:40| 
 |
Rispondi al commento

...quando alla fine sarà tutto CEMENTO...sarè l'ora di recitare un MEMENTO...

ezio giuliani 30.09.12 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Mandi,mi pareva di ricordare che in Liguria:la penetrazione mafiosa nelle amministrazioni pubbliche era conclamata già da prima di sciaboletta.E le cosche presenti sul territorio,sono casualmente attive sopratutto nel movimento terra,edilizia,cemento.Poi mi pare anche che ci siano dei comuni commissariati per infiltrzioni mafiose,non vorrei sbagliarmi...se targati pdl o -l.In ogni caso par di capire che sono amici degli amici,spero....che ci siano abbastanza lampioni, per far luce cosa credevate?Sono mica tanto violento...io.mandi,m.

maurizioo v., aiello del friuli Commentatore certificato 30.09.12 16:47| 
 |
Rispondi al commento

e...pensare che la Liguria è la più povera delle Regioni,la più ricca di disoccupati , di sottoccupati,di precari,di pendolari incazzati e di giovani in cerca di lavoro.
Che schifo!

oreste m, La Spezia Commentatore certificato 30.09.12 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Mauro Muscarà, ti ricordo il film cetola qualunque, diceva più pilo per tutti, ora abbiamo chi dice più lavoro per tutti, senza considerare gli effetti e la qualità del lavoro. L'importante è come al solito fare lavori che costano molto, e più costano e più ci si guadagna, questo è il punto, del più lavoro utile per tutti credo non interessi nessuno, tocca a noi del M5S il compito di vigilare e informare nel giusto senso, buon lavoro, antonino cangialosi.

antonino cangialosi 30.09.12 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Fra poco arrivano le alluvioni. Mandateci quelli a favore del cemento a spalare le macerie.

Lou C. Commentatore certificato 30.09.12 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Vi ho votato e sono contento!!
Grazie

Bruno Zebri 30.09.12 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Monti ha ragione, chi lo critica di deve ricredere

http://www.sapienza-finanziaria.com/2012/09/ecco-perche-monti-ha-ragione.html

Caterina R. Commentatore certificato 30.09.12 13:37| 
 |
Rispondi al commento

6,2 MLD che diventeranno almeno 12.0 di cui sicuramente minimo 2.4 di ...tangenti....E' un'opera che indubbiamente...ha una grande utilità...

roberto d'iseppi, verona Commentatore certificato 30.09.12 13:27| 
 |
Rispondi al commento

è sempre più chiaro che la soluzione è che il M5S vada al governo.

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.09.12 12:54| 
 |
Rispondi al commento

pazzia pura.

La liguria ha uno dei litorali più belli del mondo.

Una mia conoscente tedesca in vacanza a Genova ha notato le strutture del porto di Renzo Piano arrugginite e i vetri degli edifici moderni così sporchi che era quasi impossibile vederci attraverso.

C'è un mare di lavoro e posti di lavoro nel curare le nostre città, renderle vivibili e percorribili con le biciclette.

Ci stiamo suicidando rincorrendo un modello economico che depaupera il nostro patrimonio e le nostre prerogative: arte, cultura, storia, cibo, ambiente, manifattura, piccola industria...

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.09.12 12:52| 
 |
Rispondi al commento

ma come fanno queste opere,in una zona sismica come l'italia,quelle montagne dei trafori vengono giù a pezzi dopo ogni pioggia,il sud e pieno di vulcani attivi,ne possiamo contare fino a 50 tra la campania ed il lazio,e non parlare della sicila,come garantiscono la sicurezza prima degli operai,poi degli utenti di queste infrastrutture?
e assurdo pensare a queste cose,prima di mettere mano a queste opere dobbiamo imparare a costruire case sicure,ed infrastrutture per la comunità italiana,che siano capaci di resistere a calamità naturali come eruzioni vulcaniche,terremoti,maree,piogge torrenziali,alluvioni,e frane,almeno per il tempo necessario a mettere in salvo le persone e le cose importanti presenti all'interno di esse.. una volta fatto questo pensiamo al trasporto..
poi scusate,se facciamo un treno che deve trasportare la mozzarella dalla campania,alla francia dopo i francesi non vengono più in italia a comprarsela,questo e un danno per il turismo,oltre che togliere lavoro ai camionisti,e ad altre centinaia e centinaia di persone..
smettetela di pensare a queste assurdità.
volete collegare l'europa tra se e se,ok!
allora non serve tutta questa ferraglia!
poi servirà manutenzione una volta completata,e chi pensa che con le entrate si riesca a coprire i costi?
io no! perché le merci sono calate,le aziende che le producono sono tutte chiuse per fallimento economico,quindi già alla partenza non ci sono i clienti.. quindi a somme fatte,questa opera come la tav,ed altre diavolerie sono inutili costose e stupide!!

Mimmo G., cardito (NA) Commentatore certificato 30.09.12 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma sono impazziti? Le alluvioni dell'anno scorso non sono bastate?

Loris Donazzon Commentatore certificato 30.09.12 12:47| 
 |
Rispondi al commento

l'alluvione scorsa,le frane alle 5 terre etc etc nn insegnano niente. SPERIAMO CROLLINO TUTTE STE CAZZO DI AUTOSTRADE DI BENETTON

tommyboy 30.09.12 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Muscarà ha perfettamente ragione !
Genova è l'UNICA città d'Italia che ha già una autostrada che, invece di svilupparsi al di fuori dell'abitato, è stata fatta costruire SOPRA e DENTRO le case con l'EVIDENTE scopo di "farla usare" dai cittadini di Genova per spostamenti "cittadini", facendogli PAGARE profumatamente il "biglietto" !!!!
Gli Amministratori pubblici di quando l'hanno costruita andrebbero PROCESSATI per aver "permesso" alla Società Autostrade ( che era I.R.I.) questo autentico "scempio urbanistico ed umano". Come mai il tratto autostradale che dal Bracco scende per andare in Toscana, non ha attraversato con devastanti viadotti la città di La Spezia ? Evidentemente a La Spezia c'erano Amministratori Pubblici con gli "attributi" e lo hanno impedito !
A Genova, prima di fare "qualsiasi" altra autostrada, dovrebbero "pensare" a come "abbattere" l'attuale tracciato e LIBERARE le case dai viadotti che le sovrastano e le "penetrano" ! A VESIMA il suo "piccolo ma BELLISSIMO" altopiano è "rovinato" da viadotti costruiti sopra le case ( ormai abbandonate !) che potevano benissimo essere costruiti più a monte e, lì sì, dentro gallerie.
Visti quindi questi "precedenti", hanno ragione Muscarà e gli altri Consiglieri Comunali ad opporsi alla "gronda" che prevede gallerie e viadotti vicini e sopra la case e addirittura un viadotto sopra il mercato generale della frutta e verdura, la cui merce sarà quindi "inondata" dalle polveri "benefiche" dei TIR e auto !

Movimento Indipendentista Ligure 30.09.12 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Il cemento non si mangia. Costruire autostrade non conviene e sono inutili. La gente userà sempre meno l'automobile. Quale bisogno primario vi è nel costruire autostrade su autostrade se poi vogliono costruire la TAV per riempire treni ed evitare il traffico su ruote? (treni vuoti da 20 anni). E' solamente una questione di lobby della cementificazione.

Flavio P., Brescia Commentatore certificato 30.09.12 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Il sistema di potere creato dal pd è identico al sistema mafioso.Questi signori del pd hanno bisogno di denaro pubblico in abbondanza da distribuire ai loro amici o di posti di lavoro in cambio del voto . Se si riesce a distruggere questo sistema crolla tutto il palazzo poiché tutti i partiti si reggono grazie al sistema pd.Il vero scoglio al cambiamento sono loro.Questo partito degli operai ha occupato tutti i posti di potere dall'alta finanza all'industria,dalle municipalizzate alle grandi imprese private.Possa il Signore liberarci da questa peste.

antonio meloni 30.09.12 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Che le grandi opere diano lavoro a tante persone su questo non ci piove.
Che le grandi opere facciano sopravvivere tante famiglie su questo non ci piove.
Che le grandi opere rendano milionari un ristretto gruppo di persone su questo non ci piove.
Il tutto sta nello stabilire se quella grande opera(infrastruttura)sia utile o inutile.
Se l'appalto verrà dato ad una società compiacente.
Ed in primis se il tutto avrà dei risvolti negativi come impatto ambientale.
Fatto più sconcertante però è che con l'elevato costo dei carburanti,l'incessante crisi economica,ormai non si sposta quasi più nessuno.
Pertanto l'utilità è pari a ZERO.
Lasciamo il mondo così com'è che di disastri ne abbiamo già fatti abbastanza e di persone se ne sono arricchite già troppe alle spalle nostre e sulla nostra salute.
L'onestà non fa parte del codice genetico della classe politica esistente.

Fabrizio C., Bg Commentatore certificato 30.09.12 12:06| 
 |
Rispondi al commento

LA MAFIA RINGRAZIA.
Questo è il lascito alle future generazioni.
Queste opere servono per la "RICRESCITA DELLA MAFIA" che saprà, come sempre, essere riconoscente a questa classe politica di irresponsabili.
Mi auguro che qualcuno venga cementificato dentro i piloni delle autostrade.
VIGLIACCHI!

Eolia Porto 30.09.12 11:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

se i soldi venissero impegnati per far vivere meglio la gente della liguria sarebbe una cosa moltoimportante , ma la cementificazione arricchisce solamente pochi elementi mentre tutti i cittadini ne soffriranno in modo indescrivibile. basta cemento e basta autostrade pensiamo a migliorare quelle gia esistenti che sembrano piste da cross!!!

leonardo rosi 30.09.12 11:42| 
 |
Rispondi al commento

C'è troppa gente che vive sulle costruzioni e sul settore immobiliare in Liguria. Se non si fanno dei seri piani di riconversione professionale la Liguria torna ad essere povera o peggio, con il ricatto del lavoro, diventa un gruviera di gallerie e un deserto di seconde case vuote.

Peter Amico 30.09.12 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se continuate a votare questa gente che poi si inventa certe opere per riempire il loro sederino e quello di industrie del cemento, ferro ecc., non cambierà mai nulla. Voglio un programma politico che parla di lavoro, parchi, pannelli solari e tutto quello che di buono può essere per i miei figli!

Daniele Calabrò 30.09.12 11:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

TUTTI A CASA!

DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATA!

SONO I CITTADINI CHE DEVONO DECIDERE IN FORME DIRETTE, CON I REFERENDUM SENZA QUORUM A MAGGIORANZA SEMPLICE...

CAMBIAMENTO!!!

Lux Luci 30.09.12 10:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori