Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Trenitalia umilia i disabili


trenitalia_disabili.jpg
Il Programma del MoVimento 5 Stelle per i Trasporti si trova qui.

"Mi chiamo Francesco Canale, e sono un artista “diversamente abile”. Qualche giorno fa mi trovavo a Piacenza. Avevo un assoluto bisogno di salire su un treno regionale per Alessandria. Il treno in questione era perfettamente attrezzato per disabili. Nonostante ciò, però, non potevo salire sul convoglio. Vi starete domandando perchè. Perchè quel convoglio, UFFICIALMENTE, risulta NON ATTREZZATO. Viaggiando spesso in treno mi ero già accorto di questa situazione, ma mai avevo sperimentato in prima persona gli effetti nefasti che può provocare. Il 90% dei treni locali risulta NON ATTREZZATO. In realtà, molti di essi girano con vetture perfettamente attrezzate. Vetture che però i disabili non potranno utilizzare mai, perchè dai sistemi computerizzati di Trenitalia non risultano presenti. Il motivo principale di questo spreco gravissimo mi risulta ignoto: azzardo l'ipotesi che, non potendo garantirle su ogni corsa, o dovendo spostarle da una corsa all'altra per motivi logistici, Trenitalia non si voglia prendere lo “sbattimento” di dover segnalare ogni giorno su quali corse siano presenti e su quali no. Mettendo che i treni locali sono tutti (o quasi) non attrezzati, si risolvono il problema senza troppe complicazioni. A parte che è assurdo che, ancora oggi, nel 2012, ci siano treni non attrezzati per disabili. Ma ancor più grave è che ci siano treni attrezzati che i disabili non possono prendere. Trenitalia DEVE assolutamente trovare una modalità per risolvere questa problematica. Si prendano la “fatica” di segnalare ogni volta TUTTI i treni locali attrezzati, oppure si organizzino per far sì che le vetture attrezzate vengano poste ogni volta sulle medesime corse. Uno spreco del genere è inaccettabile! Prima di pensare ad opere faraoniche e inutili come la Tav, si pensasse a risolvere situazioni come queste. Sulla questione della Tav ci sono in ballo milioni di euro, su queste invece c'è in ballo la dignità e i diritti delle persone. C'è in ballo, sopratutto, la Costituzione che, all'articolo 3, recita così: “E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.” Francesco Canale

28 Set 2012, 11:20 | Scrivi | Commenti (77) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Mio cugino è un ragazzo disabile che abita in un piccolo comune in provincia di Lucca.
Sono stato nella ridente cittadina dove lui vive in occasione del suo matrimonio e ho scoperto che nella stessa Lucca esiste un servizio di trasporto eccezionale per i disabili.
Aziende private pagano e sponsorizzano pullmini per il trasporto dei disabili evitandogli di avere brutte avventure con le FS.
Ecco qui
http://www.ognisette.it/news/lucca.-lauser-aderisce-al-progetto-201cmobilita-gratuita201d-e-cerca-sponsor-per-un-furgone-per-il-trasporto-dei-disabili

Gianluigi C. Commentatore certificato 25.11.14 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Mio cugino è disabile e vive in un piccolo comune in provincia di Lucca. Sono andato a trovarlo in occasione del suo matrimonio e ho scoperto una cosa eccezionale. A Lucca esiste una serie di servizi di trasporto per i disabili sponsorizzata e pagata direttamente da alcuni privati che può permettere a queste persone di non utilizzare i malserviti treni delle Fs
Ecco qui
http://www.ognisette.it/news/lucca.-lauser-aderisce-al-progetto-201cmobilita-gratuita201d-e-cerca-sponsor-per-un-furgone-per-il-trasporto-dei-disabili

Gianluigi Castoldi 25.11.14 11:55| 
 |
Rispondi al commento

ciao, sono invalido civile ma x fortuna nn soffro le barriere architettoniche,il mio caso é di natura monetaria,percependo 285€ mensili e dovendomi spostare in treno,vorrei esistessero sconti sostanziosi come quelli dell'80% applicati dalle linee d autobus FTV nel vicentino.In Italia un invalido fisico lo diventa mentale a causa della poca considerazione ricevuta dallo Stato. 285€ mensili sono la mia seconda invalidità. grazie, Boris

Boris Dal Zotto 08.03.13 11:20| 
 |
Rispondi al commento

siamo in un paese di zozzi governato da zozzi.
quei treni attrezzati, lo sono perché renderli tali ha arricchito QUALCUNO, la non comunicazione e non regolamentazione della cosa, rendendo NON disponibile l'attrezzatura MAI, ne é chiara dimostrazione.
se il risultato fosse conseguenza di inadeguatezza del personale o simili, l'attrezzatura sarebbe disponibile in alcune istanze!
cosí non é proprio per il motivo che dico.

l'italia é piena di questesituazioni e le si incontra tutti i giorni ovunque.

pensate ai nostri semafori!

vivo a genova ed hai semafori piú trafficati vi é l'esigenza di avere un vigile per dirigere il traffico!

quindi perché abbiamo il semaforo?

quindi paghiamo il semaforo, la sua manutenzione ed il pirla che sta lí a dirmi quando posso passare dopo che ho aspettato che il rosso é diventato verde!

ma che razza di mondo ci siamo creati?!

i semafori vanno regolati nel seguente modo:

prima passano i mezzi est-ovest, poi passano i mezzi sud-nord, poi stanno fermi TUTTI i mezzi e passano TUTTI i pedoni.

se i pedoni che viaggiano sud-nord attraversano allo stesso tempo che viaggiano i mezzi sud-nord, questi mezzi dovranno star fermi anche durante il verde!

e qui entra in ballo il pirla che anziché far viaggiare i mezzi per TUTTO il periodo del verde, li fará viaggiare solo per una porzione di questo tempo impedendo loro di investire i pedoni.

siamo un popolo geneticamente inferiore e meritiamo esattamente ció che ci sta succedendo!

abbiamo bisogno di un dittatore che ci dica quando andar a fare pipí per non pisciarci addosso!

mi fermo qua per non diventare offensivo (ma anche perché lo spazio dedicatomi dal commento é giustamente limitato)

dimenticavo... sono malato di SM e vivo in una cittá vietata agli invalidi... non mi stupisco delle denunce che leggo ma di chi le scrive (quindi ogni tanto mi autostupisco)

nicola porcu 01.12.12 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Non solo i disabili ...trenitalia umilia tanti italiani...provate a verificare il percorso di un treno partendo da Crotone....tra interregionali, autobus ecc...si impiegano almeno 8 ore ad arrivare a Roma...mai peggio di così, dovevamo arrivare al 2012 perché ciò si verificasse?

giuseppe66 m., crotone Commentatore certificato 28.11.12 07:22| 
 |
Rispondi al commento

Non puoi fare casino con la SALABLU che fanno di tutto per aiutare i disabili e persone con problemi, io sono disabile al 100% con carrozzina piegevole, da 11 anni che viaggio x lavoro e le persone della salablu mi hanno sempre risolto i problemi, mi spiace che hai avuto i problemi ma chi è che non li ha :), RICORDATI CHE SE RIUSCIAMO A VIAGGIARE SONO GRAZIE ALLA LORO ESPERIENZA E PROFEsSIONALITa, questo è uno dei pochii servizi che funziona x disabili in italia

Filippo Castorri 06.10.12 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Siamo sempre alle solite...il nostro è un paese per furbi...stranieri e non !!!
e nessuno si permette di prendere decisioni nei loro confronti,neanche pubblici ufficiali!!!
Paghiamo le nostre tasse per i loro privilegi.

francesco Alemanno 30.09.12 15:51| 
 |
Rispondi al commento

A questa riflessione aggiungo il carico da novanta per la mia personale esperienza di amica di una persona diversamente abile.
Qui da noi è l'inferno per chi ha questi probblemi.Queste persone devono diventare dei "guerrieri" per impostare una personalissima battaglia di rivendicazioni praticamente su tutto,iniziando dal proprio quartiere.
Le leggi ci sono ma nessuno le rispetta.
Qui c'è il "mito" del gradino e non della rampa per dirne solo una.
I costruttori nell'edilizia continuano a costruire case e condomini con gradini e non creano mai ,anche nel nuovo, rampe di accesso.
Queste, sarebbero utili non solo per i diversamente abili ma anche per varie categorie di persone: per esempio anziani, mamme con carrozzine ecc.Nessuno capisce che le rampe renderebbero felici l'intera umanità.No .Qui da noi il gradino regna sovrano.
I marciapiedi non hanno rampe o scivoli per i diversamente abili.
I posti per le auto per i diversamente abili vengono occupati dalla maggioranza degli italiani in cerca di parcheggio.In questo caso, la mia amica ,che è molto arguta e riconosce una macchina di un diversamente abile ,si "diverte" a lasciare messaggi già impostati da casa della serie: "lei ha preso un posto non suo e le auguro di tutto cuore un giorno di averne a sua volta bisogno pure lei".
Nei luoghi pubblici non viene ceduto il posto a sedere per un diversamente abile.
Avere un amica con problemi così ti aiuta a capire fino in fondo della mancanza di attenzione a 360° che questo paese ha mantenuto su questo fronte.Questione di immaturità sociale.
Ci sono situazioni eccellenti ,realtà meravigliose ma gocce nell'oceano,nate sempre da persone speciali con grande sensibilità ed attenzione verso questa realtà che poi non è così minore.
L'Italia ha un triste primato di incidenti e morti su strada e, tra i sopravvissuti ,sono molti che restano invalidi in modo permanente.
Scusate lo sfogo.

Alessandra Mammola 29.09.12 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordissimo con te, purtroppo mi rendo condo che non viviamo in una società civile ed evoluta, spero che entro tremila anni arriveremo che ogni persona possa essere libera di viaggiare, circolare, pensare e vivere in piena autonomia in armonia con la propria dignità, ognuno di noi si deve mobilitare per far rispettare i diritti di TUTTI, privilegiando i disabili, vecchi, bambibi e poveri.... in ultimo i politici!

Ferdinando ., Padova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.09.12 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Francesco, hai pienamente ragione e condivido appieno il tuo pensiero. Io prendo il treno regionale veloce Benevento-Roma tutte le mattine e posso assicurarti che oltre a non essere attrezzato per i diversamente abili non è nemmeno attrezzato per quelli abili. Innanzitutto perché porta un numero di passeggeri quasi il doppio rispetto alla capienza massima, aria condizionata sempre quasi rotta, con finestrini che non si aprono d'estate e non si chiudono d'inverno, sporcizia dappertutto, infine l'altro giorno abbiamo fatto il viaggio insieme agli SCARAFAGGI, quindi non meravigliarti che non sono attrezzati per le persone diversamente abili, ricordati che questo succede solo in Italia e al sud le problematiche si raddoppiano sempre!!!

Riziero Alberico 29.09.12 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E questo accade anche per chi deve prendere l'aereo o il pilman o la metrò....

Giovanni Dal Santo 29.09.12 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Salve,mi sto domandando a fronte di tagli finanziari che il governo ci impone tasse su tutto, adesso stanno dicendo che il settore sanitario cosi com'è non è più sostenibile e quant'altro..Allora, i dirigenti hanno rubato nella sanità, per non parlare delle regioni e i politici? Tanto che personalmente un politico mi deve dimostrare che non è l...o diversamente per me lo è a prescindere. Sono qualunquista? Ma chissà...Adesso la tv è diventata la vetrina dei politici, ascoltando i dibattiti mi sorprende che nessuno affronti l'argomento, nessuno dice che la crisi è dovuto in gran parte ai loro x dire giochini? NON SE NE VERGOGNANO? E a restuirli poi..!!!

lida sassoli 29.09.12 10:02| 
 |
Rispondi al commento

I Disabili chiedono "pari opportunità"...poi ovviamente ci sono commenti da "scemo del vilalggio"..individui che non mancano mai quando si tratta di argomenti che riguardano anche loro....e onnipresenti in qualsiasi comunità...
Probabilmente quando il padre eterno ha distribuito la stupidaggine qualcuno s'è messo in fila due volte!!...
Del resto questo movimento chiede un cambio di passo sociale economico e politico...purtroppo serve "cervello"..anzi materia grigia...!e quella ho la si ha in dotazione oppure difficle trapiantarla..!

roby f., Livorno Commentatore certificato 29.09.12 09:51| 
 |
Rispondi al commento

sottoscrivo, e chiedo le dimissioni e multe al presidente di trenitalia Moretti per incapacità cronica su tutta la linea!

dario fertoli, beverino Commentatore certificato 29.09.12 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Prendo spunto dalle considerazioni fatte per riportare un avvenimento che ha fatto rimanere, me e la mia famiglia abitanti del 8 paese industrializzato,come degli aborigeni.
Hamburgo: Stavamo in piazza del Municipio quando l'occhio e caduto su un Bus fermo dal quale , dopo aver aperto le porte per l'ingresso del pubblico ,l'autista è sceso ed ha ribaltato sul marciapiede ,estraendola della porta d'ingresso , una pedana che allineava l'ingresso a livello suolo per pemettere l'ingresso di due persone disabili in carrozzella.Ha poi, con tutta calma, richiuso la pedana è salito al posto di guida ed è ripartito. Wau!Tra due - tre secoli forse lo si farà anche da noi - ha commentato contentato una delle mie figlie.Lì e non solo i predellini delle stazioni ferroviarie livellati all'ingresso delle porte sui treni, da noi per potervi entrare nel treno bisogna salire come ad un 2 piano con valigie ed accessori.Nei paese civilizzati ed industrializzati seriamente, il cittadino non ha nessun problema , proprio nessuno per vivere da cittadino, perchè i politici che eleggono non sono come quelli che eleggiamo noi e che infine ci rapprsentano per quelli che effettivamente siamo.Ad una battuta di un italiano che diceva di stare ben in Germania ma se non ci fossero stati i tedeschi era meglio ho risposto: E se abitanti della Germania fossero gli italiani? Risposta del cameriere: Per carità non sia mai!Scusate la prolissità e W M5S

Cittadino qualunque 29.09.12 06:30| 
 |
Rispondi al commento

Cosa andremo a raccontare all'ONU a tre anni di distanza della sottoscrizione da parte dell' Italia della carta ONU sui diritti delle persone con disabilita'? Che tutto ciò che abbiamo , anzi hanno sottoscritto i nostri beneamati politici era solo una presa in giro o uno scherzo di cattivo gusto nei confronti di coloro che sono affetti da handicap fisici e psichici? È una vergogna che grida vendetta al cospetto di Dio, se esiste, per far cassa e far quadrare i conti si tagliano servizi a chi è svantaggiato e bisognoso di più attenzioni, rispetto a persone abili. Mentre la casta con pranzi a base di ostriche caviale e champagne si abbuffa e si riempie le tasche.

Arno Faravelli, Casteggio Commentatore certificato 29.09.12 01:55| 
 |
Rispondi al commento

L'unica cosa che posso aggiungere a quanto già detto da tutti è che probabilmente all'interno dello staff che si occupa delle infrastrutture e dei servizi ferroviari di Trenitalia mancano persone disabili: é naturale che se chi organizza il servizio ne fosse anche usufruitore, avrebbe maggior interesse e cura nel definire le necessità essenziali.
E questa regola è applicabile in tutti i campi.
Scontato dire che dilaga l'interesse economico e non quello del bene comune.
Sarebbe bello avere una risposta da parte di Trenitalia.

Gabriele Martinello, Biella Commentatore certificato 29.09.12 01:40| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me aziché fare un mondo a misura del disabile che sarebbe la soluzione PD-L che non ci vuole poco a capire che è costosissima e impraticabile perché diventerebbe un mondo invivibile per le persone fortunatamente sane e conveniete solo a tutta quella marmaglia di parassiti sperperoni della ricchezza nazionale foraggiati dalla sinistra, sarebbe meglio lasciare le cose a misura di uomo normale e compensare con delle squadre di assistenti sociali veramente efficienti e giustamente ben pagate e ottimamente attrezzate.

bruno bassi 29.09.12 01:32| 
 |
Rispondi al commento

lascia perdere la costituzione.
1 articolo"una repubblica fondata sul lavoro"(degli altri)dico io.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 28.09.12 23:58| 
 |
Rispondi al commento

A tutti coloro che vanno via perchè l'italia fa schifo , no l'italia è stupenda ma bisogna lottare insieme per lo schifo di persone che ci governano vanno rimosse tutti ...indistintamente.

raoul romano Commentatore certificato 28.09.12 20:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e poi al competentissimo COMPAGNIUCCIO MORETTI gli accpllano pure l'onorificenza di cavaliere.... dei COMPAGNIUCCI beneficiari di CALCE e MARTELLO !!!!

viva la tribù italica!

Edoardo (il Sannita-Inca..to) 28.09.12 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Lo sa sig. Francesco quale potrebbe essere anche il problema? Le piattaforme o banchine che permettono l'accesso al treno. Nella mia stazione, la banchina risulta essere più bassa del livello del treno; per cui per chi e' portatore di handicap o va alla stazione precedente o a quella successiva, che sono state recentemente ristrutturate, Che pena!

luca azzini 28.09.12 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Oggi nel nostro paese per i disabili è un vero dramma , in tutti noi vi è un potenziale disabile, dato che non si può prevedere cosa ci riserva il futuro. È un atto questo di discriminazione palese e violenta verso coloro che vivono in una condizione di precarietà, la vita è già difficile per chi è sano figuriamoci per chi ne ha meno degli altri. Non è solo una questione di barriere architettoniche, ma con il patto di stabilità dei governi, di fatto si riducono le risorse ai comuni che debbono fare salti mortali per garantire alla disabilita' trasporti e servizi. Nella crisi economica emergono gli spettri e gli orrori non sopiti di ciò che accadde i Germania ove le persone diversamente abili, considerate dal regime nazista, un peso per la società venivano barbaramente eliminate. E il disabile che custodisce relazioni vere, perché è capace di chiamare dal futuro le risorse migliori di una comunità, il compito primario per un Comune non sono solo le strade , le piazze, le feste, ma custodire l'umanità e l'umano, quanto più appare ferito, altrimenti è discriminazione.

Arno Faravelli, Casteggio Commentatore certificato 28.09.12 19:33| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
TRENITALIA,NON MERITA I DISABILI
ALVISE

alvise fossa 28.09.12 19:14| 
 |
Rispondi al commento

seguito...una menzione speciale va alla legge 222/84 che difatto resetta i contributi Inps versati..vediamo come funizona la trappola creata dai Truffatori che all'epoca vararono questa legge
se una persona colpita una malattia non lavora 3 anni negli utlimi 5 anni..(indipendentemente dalla contribuzione versata che comunque richiede un minimo di 5 anni)non ha diritto ne all'assegno orodinario che spetta al lavoratore che ha un invalidità di almeno 2/3...ne la pensione d'inabilità..con il 100% inidoneo al lavoro...
allora per tappare la falla fu "istituito L'assegno sociale"il quale viene erogato agli invalidi civili che raggiungono i 2/3 di invalidità...l'assegno ammonta a circa 260 euro...!
QUindi chi ha versato i contributi se lo piglia nel culo....ricordo ancora l'intervista sul Blog del Benzinaio di Portofino..!meriterebbe d'essere ripubblicata...
Questi magna pane a ufo..per loro le pensioni "decorose" se le fanno e se le integrano....questa è giustia?...no queste sono discriminazioni sociali..da pocesso all'AIA...
Questa è un "imbroglio"colossale....sono sicuro che appena saremo in parlamento faremo un inchiesta ad doc!!e se necessario faremo una class action alla corte di strasburgo.denunciando alla magistratura penale i colpevoli di tale discriminazioni!!!
Beppe questa deve essere una battaglia....del M5S!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 28.09.12 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il tema dei Disabili in Italia è vago...spesso sento dire che abbiamo le migliori leggi del Mondo..questa è la più grossa,grassa, cazzata del Mondo...
Partiamo dal WELFARE...degno più di paesi da terzo mondo!rispetto a tanti paesi EUROPEI...è stata elaborata una classifica e l'italia è al 3°ultimo posto in europa!
Vi porto un esempio nessuno assume un disabile...io personalmento ho fatto l'iscrizione al Centro dell'Impiego..proprio per verificare il modus operandi delle istituzioni...
Un vero calvario...sono dovuto andare negli uffici 5-6 volte...poi mancava la visita medica che valuti quali tipologie di lavoro una persona può svolgere...
6 mesi per avere la visita..alla visita prendono atto data la patologia che potrei svolgere solo lavori "sedentari"(e ci voleva una commisione?)..
Altri 4 mesi circa per ricevere 3 pagine di una relazione che in calce riporta...al momento non ci sono possibilità di collocamento!!...
Fermo restando che già ripetutamente gli impiegati del centro impiego(ente inutile gestito dalla Provincia)che le opportunità sono più uniche che rare....e mi raccomandavano di andare lì per visionare l'offerte!...
Allora dovete sapere che ho gravi difficoltà motorie!!..mi son sentito preso per il culo..!un po'..no tanto..! e mi chiedo se ci fanno o ci sono..!alla fine ho rinunciato...non solo mi hanno scoraggiato per la mancanza di offerte..e va bè ci può anche stare...ma l'ho detto:...cazzo ma non lo vedete che cammino male e sono in difficoltà...poi se uno s'incazza e vi manda a fanculo vi offendete!!
L'italia ha recepito una direttiva ue...che in pratica scoraggia l'assunzione d'invalidi...prima le aziende poteva ottenere sgravi contributivi in ragione alla percentuale che potevo arrivare anche a 8 anni...ora no...solo il 25% sulla retribuzione che diventa il 50% sulla contribuizone...e solo per 12 mesi!!
QUindi le aziende preferiscono pagare una multa e auguri!!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 28.09.12 18:40| 
 |
Rispondi al commento

..basta commentare senza palle!!!!!!!!!!
...dovete uscire litigare con i vicini con il capo officina con l'assicuratore bisogna portare il paese nel caos totale nell "vi odio tutti!!!"

Cris bologna 28.09.12 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Peppe Grillo, se vuoi fare politica smettila di fare il comico. L'Italia è in ginocchio e la politica continua a rubare raccontando bugie e false speranze. Non solo non sono in grado di far partire la crescita ma non riescono neppure a partorire una parvenza di legge elettorale. Come si fa ad avere fiducia con questi Governi cialtroni e senza scrupoli che il giorno appresso, cambiano tutto quanto dichiarato il giorno prima. C'è bisogno di pensare seriamente al nostro futuro, non bastano gli slogan o le battute ad effetto, altrimenti anche i “grillini” faranno la fine di tanti altri “un fuoco di paglia che dura lo spazio di qualche stagione”. Se voi essere credibile, se voi essere diverso da altri cialtroni, ladri, corrotti e bugiardi, smettila di fare il comico ed inizia a proporre programmi seri e credibili. Il referendum se rimanere nell'Euro è una cazzata e non risolve i problemi della crescita. Un referendum serio sarebbe quello di far pagare i costi del fallimento dell'Italia alla classe politica e dirigente! Cosa ne pensi? Non sarebbe male neppure se ti degnassi di rispondere ai commenti degli elettori, altrimenti di diverso potrai vantare ben poca cosa, Saluti a presto.

Giovannino 28.09.12 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Ogni vagone dovrebbe avere un chip che ne identifica la posizione. Non mi sembra irrealizzabile.

Noè SulVortice Commentatore certificato 28.09.12 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo che l. 67 del 2006 cit. che, al co. 2 dell'art. 2, sancisce il divieto di discriminare i disabili. E' infatti vietata la «discriminazione diretta» dei disabili e viene chiarito cosa si intende a tale proposito. Vi è «discriminazione diretta quando, per motivi connessi alla disabilità, una persona è trattata meno favorevolmente di quanto sia, sia stata o sarebbe trattata una persona non disabile in situazione analoga».
Con la predetta legge credo sia possibile far sanzionare dal giudice con provvedimento di volontaria giurisdizione (che non richiede l'obbligo di avvalersi un avvocato) come discriminatorio il comportamento tenuto da Trenitalia e chiedere altresì che vengano rimossi le cause che determinano la discriminazione.

Domenico Molinero 28.09.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento

L'umiliazione in questi modi tanto obbrobriosi, vergognosi ed incivili (e non solo per i treni) della dignità, libertà, eguaglianza ed i diritti delle persone e soprattutto di quelle disabili è un'altra GRANDISSIMA VERGOGNA per il nostro PAESE DI MERDA, in cui non ci si può non vergognarsi di essere cittadino italiano. La QUESTONE DEI DISABILI in questa specie di italietta merdosa definita unita, ma che in realtà è mooolto più disunita di prima, ma fa andare letteralmente in BESTIA. Come anche altre assurde vicende razziste all'italietta..., ma come si può essere tanto stupidi, ignoranti, incivili e plebei, da adottare ancora questi metodi tanto razzisti e proprio nei confronti della gente che soffre, della gente disabile. Mo' sta il fatto, la questione dell'attribuzione delle colpe... Ma che colpa hanno i disabili per meritare tali assurdi incivili trattamenti in un paese che si definisce ipocritamente civile?
Ho mia madre disabile. Non è tanto la completa disabilità fisica (per altro riconosciuta "300 e rotte euro" solo un pochino dopo tante battaglie e vie crucis...) che ha subito mia madre martorizzata per colpa di una corrotta, schifosa, pessima, primitiva SANITA' ITALIANA, che mi dà tanta pena. La cosa che più mi fa soffrire e mi rattrista tantissimo è la progressiva incessante irreversibile disabilità mentale. Una volta, taaanto tempo fa, mia madre era lucida di mente, precisa, sensibile... adesso si sta trasformando lentamente in una larva senza più coscienza di nulla, malgrado i miei sforzi sovrumani di assistenza continua 24 ore su 24. E La COLPA di tutto questo? Del CORROTTO SISTEMA ITALICO ATUALE. Me ne fotto dei 300 e rotte euro mensili, me ne fotto delle carte, carteggi, cartelle, ecc., e della schifosissima MACCHINA BUROCRATICA ITALIANA. Quello che almeno cerco è assicurare un degno e dignitoso proseguimento della sopravvivenza a mia madre in un PAESE VERAMENTE CIVILE E DEGNO DI ESSERE CHIAMATO PAESE, che non è assolutamente questo. CHE SCHIFO!

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.12 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo parlare degli ASSEGNI DI CURA?

In questo paese aumentano i disoccupati, i disabili e i pensionati con la minima sono la prima fila di vittime, coi disoccupati senza famiglie...

Mi viene in mente Auschwitz, la prima mandata ai forni...

Tempo cupi

inabile 28.09.12 17:35| 
 |
Rispondi al commento

MORETTI
http://www.viareggiok.it/moretti-dimissioni-e-processo-subito/

Cav. Moretti, ora basta! Dimissioni e processo subito! (a Viareggio raccolte 10.000 firme)

Perché? E’ indagato nella strage di Viareggio (32 vittime, feriti gravi e gravissimi …) da dicembre 2010. Il 28 giugno 2012 la Procura di Lucca ha richiesto il rinvio a giudizio per disastro ferroviario ed altri reati in qualità di Amministratore delegato di Rfi dal 2001 al 2006 e del Gruppo ferrovie dello Stato dal 2007 ad oggi;
- ha rilasciato, a poche ore dalla strage e nei mesi successivi, dichiarazioni vergognose ed offensive nei confronti delle vittime della strage di Viareggio;
- è responsabile di una politica aziendale che ha contribuito a trascurare e penalizzare la sicurezza in ferrovia, oltre ad aumentare disagi a viaggiatori e pendolari;
- ha diffidato i due ferrovieri che partecipavano all’incidente probatorio della strage di Viareggio nella ricerca della verità e della giustizia facendo sì che uno abbandonasse l’incarico;
- ha sospeso prima e licenziato poi il ferroviere che ha respinto al mittente intimidazioni, ricatti e minacce;
- ha licenziato e sospeso, in questi anni, ferrovieri ed Rls perché impegnati concretamente per la sicurezza e la salute in ferrovia;
- ha dichiarato spudoratamente, in un incontro alla Regione (14 settembre 2009), che quel ferroviere di Viareggio (Riccardo) lo avrebbe licenziato;
- ha intimorito i familiari minacciando persino lo spostamento del processo dalla sua giurisdizione perché a Viareggio non vi sarebbe un clima sereno;
- ha avanzato forme subdole di intimidazione nei confronti di giornalisti e consulenti di parte;
- ha sul libro-paga di Rfi (Rete ferroviaria italiana) l’ingegnere Licciardello, perito del Gip nell’incidente probatorio;
- ha tanta paura del processo sulla strage di Viareggio perché sa che non sarà il solito processo dove i suoi attuali consulenti di fiducia, in altri processi, sono stati Ctu della procura e/o periti del Gip e dove ai macch

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 28.09.12 17:22| 
 |
Rispondi al commento

FRANCESCO, E' COME SE TU VIVESSI NEL SUDAN.
Carissimo amico, dicono tutti che Monti ha risollevato l'immagine dell'Italia nel mondo, ma quale immagine?
Quella di un Presidente che non fa rispettare la costituzione?
Quella di Lusi, Belsito e Fiorito?
Quella delle carceri da terzo mondo?
Quella dei non aiuti ai terremotati?
Quella che ignora i diritti dei disabili?
Quella che favorisce i suicidi?
Quella che ha i trasporti pubblici peggiori della Bolivia?
PURTROPPO NON SIAMO DIVERSI DAL SUDAN NEPPURE PER LA POLITICA PERCHE' IN TUTTI E DUE I PAESI C'E' UNA DITTATURA.

Elia Porto 28.09.12 17:15| 
 |
Rispondi al commento

E Trenitalia non è l'unica.
Alla faccia dell'efficienza della sanità lombarda! Se voglio una visita con un fisiatra, all'ospedale di Vmercate, finalizzata alla richiesta di un paio di plantari (mica tutti i fisiatri sono abilitati), devo attendere la fine di aprile! Questo dopo 3 ore di attesa Sarei curioso di sapere cosa ne pensa al riguardo il governatore dalle giacche dai colori impossibili! Che facciano di tutto per farmeli comprare? D'accordo, posso portare la spesa sulla dichiarazione dei redditi, però dove va a finire il mio diritto costituzionale?


FABRIZIO DALLA VILLA 28.09.12 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro amico...fossero solo i treni...presumo che tu sappia che solo a Luglio è stata recepita la direttiva europea sul PASS EUROPEO per la sosta e la circolazione dei veicoli che sono al servizio delle persone disabili....ogni Comune fa cosa li pare...ogni volta che bisogna recarci in un Comune diverso bisogna telefonare la durante la giornata per comunicare i dati del veicolo e del permesso ai VV.UU...per accedere alle ZTL che utilizzano le telecamere...!Questi sono i "civilissimi" SINDACI che amministrano le città...che sono solo buoni a frappore solo ostacoli..!
Ne approfitto perchè questa "stronzata" cessi, non solo qui nella mia città, chi deteniene un PASS deve comunicare e avere "massimo 2 targhe" per l'accesso alla ZTL...
Regolamenti comunali che di fatto disatendono la nomrativa nazionale riconosciute dal CDS...
Una vergogna...!!adesso con 14 anni di ritardo arriva il pass europeo!!
Vedremo che scuse accampano questi SINDACI!!che sono buoni soltanto a riscuotere l'indennità di carica!!
Invito tutti i SINDACI del M5S a prendere subito atto della direttiva europea sul PASS...e rimuovere le storture ad essa collegata....proprio come le telecamere...

roby f., Livorno Commentatore certificato 28.09.12 16:41| 
 |
Rispondi al commento

In Italia ciò che interessa maggiormente è la propaganda, non l'efficienza... al contrario degli altri Paesi dove prima si mettono in essere servizi reali, poi è possibile "vantarsene".

Il modo di fare all'italiana e invece "poter dire": "...i nostri treni sono attrezzati per i disabili."

... che poi il servizio funzioni o meno non interessa a nessuno.

Dovunque si guardi si vede la profonda immaturità di questo Paese... Ed è peggio che il cosiddetto "terzo mondo", il terzo mondo non ha la possibilità di migliorare i servizi, l'Italia sì, ma non lo fa... per questo è molto peggio.

Fabio B., Reggio Emilia Commentatore certificato 28.09.12 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Questa non è l'Italia dell'uguaglianza che i difensori politici(Tav) difendono con i manganelli, ma un paese dove regna corruzione e maneggio di arricchimento per pochi privilegiati.

vincenzo tuccio 28.09.12 15:54| 
 |
Rispondi al commento

siamo al terzo mondo e bravo per la tua denuncia!!!

mavi pitty, genova Commentatore certificato 28.09.12 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe la buona volontà, un po di buon senso, e attenzione per il prossimo! Migliorerebbe la vita di tutti, e non solo dei Disabili...

Evoluzione e CAMBIAMENTO!!!

Lux Luci 28.09.12 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Questa situazione non mi è nuova.
Io accompagno tutti i giorni mia figlia alla stazione di Gallarate (Varese) e mi continuo a chiedere come sia possibile per un "diversamente abile" accedere ai treni.
Stanno rifacendo completamente le banchine ma....per poterci arrivare ci sono le scale.
Non vedo altri accessi e mi domando come sia possibile.
Durante un viaggio che ho fatto con la mia famiglia negli Stati Uniti ho trovato un rispetto incredibile per coloro che non riescono a camminare.
Addirittura all'interno dei parchi ci sono i sentieri asfaltati per permettere a tutti di visitare posti che in teoria dovrebbero essere inaccessibili.
Ho visto talmente tante persone con la carrozzella che passeggiavano per i viali e mi sono chiesta se i portatori di Handicap esistevano solo in America.
Poi ho razionalizzato semplicemente constatando che li POTEVANO USCIRE DI CASA!!!!!!!!!!!

Patrizia Locarno 28.09.12 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Trenitalia...sindacati...150.000 dipendenti in più...strapagati e straprivilegiati ...e un servizio burundiano...come tutti i "servizi" gestiti dallo Stato in italietta...per la serie...le colpe...dell'Europa...

roberto d'iseppi, verona Commentatore certificato 28.09.12 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Stavo cercando gli orari per il treno che porta a Roma per partecipare domani alla catena umana sotto a Parlamento contro la casta e i suoi porci. Apro il sito di Trenitalia e inserisco i dati. Come mai esiste solo il Fecciarossa (si faccia fare un'analisi contro tumore al colon!) e non treni normali? Perché se cerco un treno normale devo diventare matto? Trenitalia o Trenimonti? La cosa puzza di classismo di caxxa!!! Come se ogni persona volesse usare solo quella possibilità...

Ora ho voglia di mettere su quei binari un bel mattoncino di acciaio, così alla prima partenza va fuori e si spera si chiederanno il perché, visto che anche loro sono troppo attirati da Creso ($$$) e gliene frega nulla di dare un servizio a tutti. Della serie: se puoi pagare ti sposti, altrimenti vai a farti fottere...
Cominciamo da questo e portiamo avanti la questione dei disabili che non devono, secondo loro, poter fruire di tali servizi... però le ta$$e le vogliono pagare anche da loro, vero politici del caxxo?

Vulka 28.09.12 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Ultime: mario si ricandida e il "sondaggio" del sole24 hahahhahahhah

yuva m., mantova Commentatore certificato 28.09.12 14:53| 
 |
Rispondi al commento

é veramente un'indecenza, e voglio puntualizzare che in molte regioni sui treni e nelle stazioni non vi è nessuna modifica per consentire a disabili o anziani agevoli viaggi in treno! Credo sia altrettanto scandaloso l'aver tolto il servizio dei bagni in quasi tutte le stazioni della Sicilia e i pochi rimasti sono a pagamento!

mauro l., palermo Commentatore certificato 28.09.12 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Non ho parole !!! E noi stiamo a guardare quie ladri della regione Lazio ??? Ma vanno linciati subito

Sandro bosi 28.09.12 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Nella stazione di Treviglio Centrale sono stati da poco aggiunti alcuni binari in seguito al quadruplicamento della linea per Milano.

Ora i treni potranno avere tutte le attrezzature del mondo per i disabili, ma voglio vederli, i disabili, farsi una rampa di scale in discesa e uan in salita, cosa già difficile per un "abile" con valigie.

Ma in questo paese in cui da qualche anno proliferano le rotonde alla francese, molte delle quali di quelle francesi hanno solo il diritto di precedenza, tanto sono scentrate (c'è chi trova più facile percorrerle al contrario) c'è da aspettarsi questo ed altro.

È la decadenza, ragazzi.

Gian Carlo 28.09.12 13:31| 
 |
Rispondi al commento

LA UE VIETA(giustamente)DI CAMBIARE LE LEGGI ELETTORALI 1 ANNO PRIMA DELLE ELEZIONI.
PER SCONGIURARE L'APPROVAZIONE DELLA "LEGGE ELETTORALE CONTRO IL M5S",
DENUNCIAMO IL PARLAMENTO ITALIANO ALL'UNIONE EUROPEA !

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2012/09/la-ue-vieta-di-cambiare-le-leggi-elettorali-1-anno-prima-delle-elezionidenunciamoil-parlamento-itali.html

Marino MASTRANGELI, Cassino (FR) Commentatore certificato 28.09.12 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non entro nel contenuto, mi fermo alla premessa: ma come si può dire "diversamente abili"? E' assurdo, non corrisponde alla verità. Una persona che ha limitatezze fisiche gravi si dice "disabile". Mi pare che molte associazioni per il superamento delle barriere all'handicap preferiscano nettamente questo termine.

Davide R., Treviso Commentatore certificato 28.09.12 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Ne vuoi sapere un paio che offendono l'intelligenza delle persone?
1) Grande negozio in un centro commerciale vicino Pisa con una rampetta di scale per accedervi.
La rampetta è attrezzata con una pedana per agevolare i disabili.
Il problema è che per far funzionare la pedana ci vogliono le chiavi. Un cartello informa che queste sono disponibili alla cassa. (al piano superiore!!!!)

2) Nella mia civilissima e da sempre progressista Toscana gli invalidi hanno diritto a viaggiare con biglietti a prezzi scontati sui servizi di autolinee.
La beffa è che questi biglietti si comprano solo nelle sedi centrali dei servizi di autobus.
Non sono come gli altri, non si possono comprare a bordo o nelle edicole o tabaccherie. Il disabile non può comprarne uno che costi la medesima cifra ma deve recarsi per forza in sede!
In pratica: se abita in un paese di provincia deve recarsi per forza alla sede per comprare il biglietto (viaggiando a prezzo pieno!)
amico mio come ti capisco.
Questi se ne fregano dei disabili.
Se prendono un'iniziativa lo fanno solo per avere pubblicità gratuita.

fabio mazzoli, vicarello (li) Commentatore certificato 28.09.12 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi francesco non ci sono parole per quello che ti è successo,sono molto addolorato e ti sono vicino.Speriamo che questo brutto episodio non succeda più. I nostri politici io li chiamo parassiti pensano solo alle loro tasche.Guarda quello che sta succendo. Un amico ha scritto o votiamo il movimento 5 stelle oppure scendiamo in piazza per riprenderci la nostra bella Italia.
con affetto michele

michele garzo, inveruno Commentatore certificato 28.09.12 13:10| 
 |
Rispondi al commento

trenitalia umilia tutti e non solo i disabili
anche se poi sono i disabili a pagare lo scotto maggiore e piu visibile
tagli vettura aumenti spropositati in base al viaggio e condizioni di viaggio

e come per le poste ... preferiscono fare cassa con il bancoposta invece di fare loro vero lavoro di spedire le lettere...

trenitalia prefereisce fare marketing invece di
fare il suo vero lavoro che e di spostare gente e merci...
annunciano tremi superveloci ...senza preparare binari atti alla velocita'
come mettere una portaerei in un piccolo lago....
riguardo alla tav
il caso cambia
e un gigantesco affarone a spesa zero
la paghiamo noi ...noninvestono nulla
una gigantesca opera nel deserto che ha il solo scopo di bustarelle qui bustarelle la'....
dare appalti a imprese legate a......che triplicheranno il loro prezzo iniziale...
riguardo
la costituzione dice veramente cosi''
ma per i nostri dipendenti la considerano come un piccolo consiglio....
gli stessi difensori ne infrangono certi articoli e poi si stracciano le vesti se ne vengono infranti (dagli altri ) altri articoli
se fossimo in un paese democratico e autoritarialmente legittimato
napolitano sarebbe in galera per altotradimento
la fornero con le sue esternazioni sul NON diritto del lavoro (gli farebbe compagnia)
E GLI ALTRI......gli farebero il contorno


IL MOVIMENTO5STELLE DOVREBBE FARE PUBBLICITA allo stato italiano e trenitalia IN SEDE EUROPEA
ALMENO LO SPUTTANAMENTO SARA GENERALE
non saremo sempre noi a .........subirne le conseguenze

stefano b., rovato Commentatore certificato 28.09.12 13:05| 
 |
Rispondi al commento

il motivo per cui al sistema informatico di Trenitalia non risulta che i treni regionali siano ATTREZZATI è molto semplice, Trenitalia trascura tutto dei treni regionali, vuole vendere solo frecce marroni e frecce gialle (con schiumetta) Molte volte nella consultazione on line o nelle macchine automatiche in stazione non risultano linee regionali o locali. Trenitalia non fa un servizio nazionale, è solo una struttura privata parassitaria che sta esaurendo le ultime eredità di FFSS

MrTitian 28.09.12 12:58| 
 |
Rispondi al commento

considerando il fatto che è una vicenda di 10 giorni fa, credo che forse bisogna chiarirsi le idee. Trovo l'episodio molto grave, ma per dovere di cronaca, è da specificare che il servizio è offerto da RFI che non è Trenitalia. Comunque ho letto che stanno prendendo provvedimenti http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/09/19/handicap-e-treni-ferrovie-rispondono/356805/

chiara migliorelli 28.09.12 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

trenitalia fa tante di quelle schifezze che a raccontarle tutte ti viene sono...
come scaricare i treni vecchi e maleodorante al sud d'italia,e mettere i treni nuovi di scatola,al nord,con il risultato che al sud la gente vive ammassata su delle scatole di metallo come fossero tonno sotto olio,mentre invece al nord la gente si porta le amache e si addormenta tra una corse e l'altra..
oppure fanno si che i treni più vecchi e con un biglietto quindi più economico,vengano ridotti in condizioni pessime,pietose,per convincerti che la prossima volta e meglio prendere un treno più moderno,e quindi più costoso..
una cosa importante bisogna portare in italia nuove compagnie ferroviarie,per creare un pò di concorrenza nei confronti di trenitalia,cosa che aumenta la qualità dei servizi e fa diminuire i prezzi.. a quando un paio di riforme sui trasporti signor morti?

Mimmo G., cardito (NA) Commentatore certificato 28.09.12 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Trenitalia deve incassare MILIARDI di euro dalle regioni insolventi. Sta assicurando il servizio universale in perdita. Senza nulla togliere al rispetto che i disabili meritano, dovremmo smetterla di fare sempre della pura demagogia.
Prendetevela con Stato e regioni e con le teste di maiale.

Percival Cox 28.09.12 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dico negli anni 80 esisteva il problema degli invalidi , in sezione comunista era un argomento che io colsi sul personale , ero membro della (fgci federazione giovani comunisti italiani ) a genova negli anni 90 si discuteva di ste cose ance nei centri sociali , nel 2000 leggevo di questo problema , siamo al 2013 ed ancora esiste il problema , ora non sono certo più iscritto al partito di sinistra ,ne agli altri , ma dico io non si dovrebbe più sentire 'sto discorso sono passati 30 (io sono del 70 ) che sento parlare di questi problemi , ce la facciamo una domanda , esiste una volontà da parte dei governi passati x questi 30 anni?apparte la volontà di prendersi uno stipendi altissimo immeritato ?

gianluca gismondi 28.09.12 12:23| 
 |
Rispondi al commento

mi associo in pieno alla tua indignazione e mi auguro che Trenitalia faccia il suo dovere
con affetto
Lucio

lucio r. Commentatore certificato 28.09.12 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Inutile commentare ..... come il resto degli articoli di questo blog (ossia lo stato che affama ruba e se ne frega di tutto e tutti) quindi le soluzioni a mio giudizio sono ho votare 5stelle o Rivoluzione

Antonio Buttinelli, tecnica.tv@tiscali.it Commentatore certificato 28.09.12 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma dove se lispendono i milioni di finanziamento ?

il 2012, doveva avere come risorse certe, i 400 milioni del nuovo Fondo per il trasporto pubblico locale.
Poi all'inizio di dicembre 2011 - appare il Decreto Legge 201/2011, la "Manovra Monti", nota anche con il termine vagamente inquietante di "Decreto Salva Italia").

Il Decreto Legge 201 aggiunge 800 milioni al Fondo, arrivando quindi a 1200 milioni.

21 dicembre 2011 viene firmato il nuovo Accordo Governo-Regioni , grazie al quale:

si prendono i 314 milioni stanziati nel 2011, destinati a investimenti in materiale rotabile (DL 98/2011 art. 21 c. 2), li si trasla al 2012 e li si converte in spesa corrente per i contratti di servizio
lo Stato si impegna ad aggiungere 86 milioni "nuovi" per arrivare quindi alla cifra tonda di 1600 chiesta dalle Regioni (cioè un po' meno ma simili ai 1181 + 430 per Trenitalia del triennio 2009-2011)
le Regioni scelgono di prendere 148 milioni già destinati all'Edilizia sanitaria (era l'unico settore di trasferimenti "sopravvissuto" ai tagli nel 2012) e di usarli per il TPL, formalmente a copertura dell'Iva, dato che 148 era proprio il valore del taglio statale sull'Iva dei contratti di servizio ferroviari.

Tutte le cifre sono milioni di euro, per le 15 regioni a statuto ordinario.


le risorse complessive per il 2012 sono quindi 1748 milioni !

Roberto B. Commentatore certificato 28.09.12 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo, per carità, ma questa è una cosa da Svezia, o Olanda, dai, in Italia una cosa così non può esserci, limitiamoci all'essenziale per ora, che manca anche quello. Triste doverlo dire, ma i disabili sono la minoranza e loro se ne fottono, questa è la cruda verità.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 28.09.12 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scrivo una risposta anche se non c'è prprio niente da dire
e vogliono fare la tav ........ma per piacere!!!!!

enrico pera 28.09.12 11:40| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori