Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Debito pubblico e la fila per il pane


panequotidiano.jpg
"Caro Beppe, non solo il Grecia si fa la fila per il pane. Anche a Milano, tutte le mattine in viale Monza migliaia di persone si rivolgono alla sede di "Pane Quotidiano".
'Fino a dieci anni fa c'erano circa 1500 persone in fila tutti i giorni', racconta Luigi Rossi, uno dei responsabili della struttura, 'oggi sono 2500, divisi tra il centro di viale Toscana e quello di viale Monza. E nel fine settimana si arriva anche a 3000'. Mario M.

30 Ott 2012, 12:00 | Scrivi | Commenti (84) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

CARO BEPPE,SEI LA SPERANZA PER GLI ITALIANI,IO CREDO CHE,TU PUOI DARE UNA COSCENZA A QUESTO MODO DI GOVERNARE,NON SEI UN POLITICO,MA HAI LA STOFFA DEL,CONDOTTIERE,TIRACI FUORI DA QUESTO MONDO DI LADRI!!!!!!
SALUTI FRATERNO
DOMENICO

DOMENICO ROSSI 17.02.13 18:52| 
 |
Rispondi al commento

quanto tempo ancora per muoversi,in francia diverso tempo fa per una cosa del genere fecero un atto chiamato poi rivoluzione.....

marco pagani 08.11.12 09:20| 
 |
Rispondi al commento

hanno ridotto l'italia alla povertà, è ora di cambiare, italiani non restiamo fermi a casa, organizziamo uno sciopero e scendiamo nelle piazze di tutta italia

andrea silvestri 07.11.12 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Che tristezza vedere il mio Paese ridotto così... Poi penso che il marcio e' solo sopra, solo tra le persone avide di denaro e di successo e che la gran parte dell'Italia e' ancora salda a dei grandi valori. E' questo brulichio silenzioso di piccole e oneste persone che fa bruciare il cuore, che ispira e che fa credere ancora nel valore di un'Italia unita nel bene e nel male e che sa combattere portando un po' di luce anche nei momenti di sconforto. Grazie per essere di ispirazione!

Flora Emma Ellis 07.11.12 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Forse tu, Beppe, non sei abituato a queste immagini... andando a lavorare vedo i centri della caritas pieni, le mense dei poveri nelle ore di distribuzione del cibo altrettanto piene, a cui accedono anche quelli che, fino a poco tempo prima, non immaginavano neanche lontanamente di andare.
Mentre la politica spreme e l'industria delocalizza, la miseria si estende fino a diventare realtà anche per chi la vedeva come uno spettro lontano. Solo chi vive sulla propria pelle la tragedia della disoccupazione e della povertà, comprende. Tu ti stupisci di un qualcosa che è realtà da qualche anno, che è ormai radicata nel tessuto sociale e che solo il "fare" onesto e operoso può dissolvere. É la fase 2 della politica, quella che, quale simpatizzante del movimento chiedo a gran voce.

Giuseppe Pellegrino 07.11.12 15:02| 
 |
Rispondi al commento

non è normale, ma lo diventerà se non ti sbrighi ad andare in Parlamento!

benedetto 07.11.12 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Ed è le galline il pane da solo non lo mangiano più si sono evolute,in attesa di una legge tipo,reddito minimo di cittadinanza,da subito a questa gente va dato:pane mortadella e provolone e una birra da 3/4.chi paga?sbaglio o in italia ce gente che guadagna più di 30.000.00 euro al mese.Vergogniamoci.W il m5s(per ora)

francesco q., cellamare bari Commentatore certificato 05.11.12 20:44| 
 |
Rispondi al commento

fa stringere il cuore vedere certe immagini.

Luigi Ercolini 05.11.12 19:45| 
 |
Rispondi al commento

GIA' PURTROPPO SANNO DESTINATE AD AUMENTARE,,,,,,,,PENSIAMO A QUELLE PICCOLE REALTA' PROVIMCIALI, CHE NON HANNO QUESTE STRUTTURE DOVE VANNO I VERI BISOGNOSI?? E LA VERGOGNA DEL NS PAESE NEL MONDO, QUASI DELLE FAEVELLAS....

alessandro a., casale monferrato Commentatore certificato 05.11.12 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Un pensiero all'improvviso: Io proporrei come stato di organizzare il lavoro e i mezzi al fine di aiutare i giovani bisognosi ad autoprodursi un tetto e delle risorse alimentari attraverso le sterminate proprieta' demaniali ivi comprese le tante confische di mafia, poi ci sara' chi preferisce la strada cmq.... pero'..

Bruno P., Guidonia Montecelio Commentatore certificato 05.11.12 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Voi che vivete sicuri
nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
che lavora nel fango
che non conosce pace
che lotta per mezzo pane
che muore per un si o per un no.
Primo Levi.

Ditemi se non è ancora attuale.

Belpaese 31.10.12 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei dare un piccolo suggerimento agli eletti in Sicilia ed ai futuri nel resto d'Italia. E' sacrosanto ridursi l'indennita', ma prima accertatevi che non vi facciano pagare le imposte anche sulla parte rifiutata.
Complimenti, auguri e viva l'Italia.
cittadino massimo pompili.

massimo pompili 31.10.12 17:19| 
 |
Rispondi al commento

ho letto dei problemi alimentari di milano.
io sono di roma e abito nel V municipio. abbiamo
come tutti problemi di risparmio.ho sentito parlare di filiera corta per il pane a km.0 e per
gli altri generi alimentari.per caso siete a conoscenza dove posso reperirli nel mio quartiere?
grazie

luisa alessandrelli 31.10.12 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Bonjour, caro Peppe Grillo,una canzone di Giorgio Gaber diceva "dentro o fuori il sistema".Dentro per cercare di cambiarlo dal di dentro,nelle istituzioni,fuori per cambiarlo dal di fuori.Il tuo movimento non deve farsi imbrigliare dal sisitema,perché il sistema ti tira dentro e ti macina,ti coinvolge,ti stritola,ti ammanetta, ti risucchia.
E allora in Sicilia dobbiamo stare fuori e accrescere il nostro consenso tra la gente, organizzare manifestazioni,referendum,contro la casta,contro le società miste,attaccare sugli sprechi,sull'agricoltura,contro il rapporto mafia stato,schierarsi dalla parte della magistratura, dalla patre di Ingroia,proporre leggi a difesa della costa,contro lo scempio di parchi,spiagge,
centri storici,contro l'abusivismo,modificare il piano casa della Regione Sicilia.
Questo bisogna fare.Bisogna stare fuori dal sistema perché il sistema é profondamente marcio.
Stai attento a non commettere errori,stai alla larga da questi fannulloni,delinquenti,ladri di futuro e di polli,assassini della speranza e dei giovani e dei siciliani.
Saluti

ANTONIO B., Latina Commentatore certificato 31.10.12 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo dato secondo me poteva benissimo essere trascurato..perchè non fotografa minimamente l'emergenza sociale. L'associazione no profit dice che le persone che assistono sono raddoppiate in 10 anni....anche gli extracomunitari regolari e irregolari sono più che raddoppiati

masso 31.10.12 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Ti sorprende?
A me no!
Bisogna sperimentare sulla propria pelle, personalmente, altrimenti non ci si rende conto.
Non puoi renderti conto!
E non puoi capire, ...e capire gli altri!
Un buon politico deve vedere (intravedere) da lì a 40 o anche 50 anni in là, cioè avere una visione chiara di quello che potrà accadere nei prossimi 40 o 50 anni a venire.
Quando io, 15 anni fa intravedevo le conseguenze della crisi che stavamo vivendo mi si dava del negativo e del pessimista.
Ma guarda caso, ci siamo arrivati. E non è finita qui!
Ne vedremo delle belle durante i prossimi 2-3 anni.
Tanto per essere ottimista!
Nella vita, non si può essere egoisti e pensare sempre per se, bisogna essere realisti.
E anche ONESTI.
Cosa che oggi è passata di moda.
Io sono realista e sono ONESTO.
Non mi interessa che mi danno del negativo e del pessimista.

Ilario Maiolo 31.10.12 09:54| 
 |
Rispondi al commento

QUESTI VOGLIO VEDERE ALLA CARITAS, BRUTTI MALEDETTI SVERGOGNATI PAPPONI!!!!!!!!!

CONSIGLIERE IDV PRENDE 50MILA EURO PER
6 ORE DI LAVORO. "SONO INTENSE"

«Prenderò né più né meno di quello che prenderanno gli altri consiglieri», si è difeso «In quelle sei ore è stata approvata una legge importantissima: la legge elettorale,
se fossimo stati in tempi normali quella legge sarebbe stata approvata in una ventina di giorni. Quindi quel giorno non è che non abbiamo lavorato.

http://www.leggo.it/news/politica/consigliere_idv_prende_50mila_euro_per_6_ore_di_lavoro_sono_intense_ascolta/notizie/200606.shtml
E' stata una giornata intensissima»

anib roma Commentatore certificato 31.10.12 09:49| 
 |
Rispondi al commento

non so qualcosa non quadra, non ci metterei la mano sul fuoco ma credo che non tutti quelli in coda siano bisognosi e disperati da non aver 4 euro per pane e patate.qualcosa mi fa pensare che alcuni, se non molti di loro , non abbiano 3 /4 euro per generi alimentari quotidiani , ma che abbiano sempre il loro bel pacchetto di sigarette da 5 euro in tasca e che si giochino la loro bella 10 euro giornaliera alle macchinette videopoker o al gratta e vinci .. .. penso ...

luca fidanza 31.10.12 02:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

andatelo a dire a pisapippa sindaco di milano,un altro sfegatato dell'expò 2015.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 31.10.12 00:03| 
 |
Rispondi al commento


“Disabili, ‘Vita indipendente’: come sprecare risorse negando un diritto”

Fonte: ilfattoquotidiano.it

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2012/10/30/disabili-vita-indipendente-come-sprecare-risorse-negando-diritto/209342/

I politici si riempiono le tasche di denaro pubblico, poi con la Loro insensibilità e inefficienza rendono la vita ancora più difficile ai Disabili del Nostro Paese …

EVOLUZIONE E CAMBIAMENTO!!!

Lux Luci 30.10.12 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Anche qui in Germania dove vivo si fa la fame come a Milano. Ogni giorno sempre più cittadini usano il servizio caritatevole Tafel per avere qualcosa sul piatto http://de.wikipedia.org/wiki/Tafel_(Organisation)

Si pensa alla Germania come a uno stato ricco ma poveri ce ne é anche qui troppi come in tutti i paesi

fabrizio s. Commentatore certificato 30.10.12 21:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stando alla teoria, chi viene eletto fra le fila del m5s dovrebbe essere un mero terminale di rete, riportando il volere della rete.
Uno stipendio normale (e non è poca cosa), nessun privilegio, solo l'ebbrezza della mondanità e della notorietà per i più narcisisti. Questo dovrebbe bastare al parlamentare grillino, oltre alla riconoscenza. Se fosse così, non si dovrebbe nemmeno perder tanto tempo a discutere se sia meglio mandare tizio invece di caio, e anche la disposizione di Grillo potrebbe funzionare.
I recenti sviluppi però, purtroppo, ci insegnano che non è proprio così, e che gli eletti si creano spazi di azione anche ampi e ben poco partecipati. Senza tirare in ballo il caso dell'eletto più nominato (il preferito di Grillo ai tempi), ovvero Favia. Quindi non sono terminali di rete, ma, nel bene e nel male, consiglieri come gli altri, che spesso invece di stimolare la partecipazione la arginano. Questo fa letteralmente impazzire gli italiani e li seduce.

leonardo vecchi, piacenza Commentatore certificato 30.10.12 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutti proletari che devono ringraziare il loro presi dente della repubbbbblica
proletario e comunista così come devono ringraziare i loro sindacalisti
proletari e comunisti

bruno bassi 30.10.12 18:50| 
 |
Rispondi al commento

tutti proletari che devono ringraziare il loro presidente della repubblica proletario e comunista così come devono ringraziare i loro sindacalisti proletari e comunisti.

bruno bassi 30.10.12 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Leggo con attenzione i vostri post, e credo di essere l'unico senza tetto tra di Voi.
Cercate di comprendere che non ci sono colpe politiche, e non ci sarà miglioramento della nostra situazione. Il povero produce reddito. Questa è la triste verità, che qualsiasi povero come me, vi potrà testimoniare. Il bene, può esistere solo li dove esiste il male. Chiesa e Stato non finanziano la povertà, ma ne favoriscono il mantenimento. Fino a quando io farò la fila per sopravvivere, parte delle vostre tasse andranno all'assessorato delle politiche sociali , parte alla sanità per l'antitubercolosi che dobbiamo fare per i dormitori, parte ai centri Caritas ( che guadagnano dai soldi pubblici ) e parte agli assistenti sociali che gestiscono i dormitori. Se domani tutti e noi 5 mila barboni trovassimo una casa ( l Aler ha 18.000 appartamenti sfitti a Milano, ovvero posto per 50.0000 persone circa ) domani..... Chi potrebbe più guadagnare ( tocca aggiungere anche illecitamente ) su di Noi ? . . La soluzione potrebbe essere quella di chiedere a tutti i volontari di smettere la loro opera. Sono tutte risorse umane a costo zero che questo sistema usa. Senza di loro, finalmente, morirei sul marciapiede insieme a tutti quelli come me. Allora, forse, qualcuno si accorgerebbe del problema. Moriremmo per qualcosa, moriremmo volentieri.

Giovanni ., Milano Commentatore certificato 30.10.12 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bisogna tirar la cinghia, son tempi duri, ma se con l'entrata dell'euro i prezzi sono duplicati, mentre gli stipendi dei morti di fame si e no avranno incrementato di un 20%, chi è che si sta arraffando l'altro 80% ?
NOI non l'avremmo permesso

fracatz 30.10.12 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la fine che a breve ci toccherà...a tutti..
Lavoro utile...e reddito di cittadinanza....basta con le rendite di posizioni...
Mi auguro che al più presto si torni a parlare di:
Case per sfrattati;
reddito di cittadinanza;
Lavoro e assistenza per disabili;
assistenza protetta anziani meno ambienti;
Istruzione,ricerca,
Riduzione dell'orario di lavoro;(lavorare meno e lavorare tutti)...
Sicurezza sul lavoro.....sicurezza....sicurezza...un altro ragazzo morto per lavoro!!!!bastaaaaaaa!

roby f., Livorno Commentatore certificato 30.10.12 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi piacerebbe veder quella fila formata solo da tutti coloro che ci hanno "governato"(tanto x usare un eufemismo) negli ultimi decenni,mi piacerebbe vederli li',col pentolino in mano,in fila indiana e io li'con il mestolo aservirgli tutta la m...a che ci hanno propinato!!!
che sogno!BUUUM!

dino p., alessandria Commentatore certificato 30.10.12 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Su queste immagini ringraziamo con sincerità:l'amico Berlusconi,Di Pietro ,Vendola,Casini,Bersani,Santanchè,Formigoni,La Russa,E tutti i restanti figli di pu....na rimasti e che ci succhiano dicendo che governano ma in realtà ci sodomizzano!
Votate gente!

Francesco Morelli 30.10.12 16:58| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Basta frequentare i centri Caritas e si evince che non sono solo estracomunitari che accedono alle mense per un pasto, ma molte famiglie di italiani che non riescono ad alimentarsi decorosamente. Vivendo in un piccolo paese,noto affissi ai tabelloni pubblicitari annunci di vendite all'incanto , sempre più frequenti, di case e di appartamenti di famiglie che non riescono ad onorare il loro debito con le banche. Carlo Rosselli scriveva, ottantanni fa, sui Quaderni di Giustizia e Libertà: in un Paese, quando esistono grandi differenze economiche tra i singoli non vi è la democrazia.

arno faravelli 30.10.12 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Con queste iniziativa, tipo questa del pane, si creano dei danni!

Bisogna intervenire così se si vogliono aiutare le persone

http://www.sapienza-finanziaria.com/2012/10/confucio-gesu-ed-edoardo.html

Caterina R. Commentatore certificato 30.10.12 16:45| 
 |
Rispondi al commento

non solo a milano al forno dove lavoro per la vergogna vengono alla notte a chiedere il pane rimasto del giorno prima molti sono anziani

luciano c., basilicanova parma Commentatore certificato 30.10.12 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi scusassero.. io capisco che servono regole e che le regole sono sempre crudeli. Sorvoliamo sul fatto che queste regole siano definite da un capo e non condivise nella loro creazione. Ammettiamo pure che la regola in questione abbia come scopo principale quello di impedire ad infiltrati ed opportunisti di candidarsi per il parlamento, a costo di limitare enormamente il campione per la selezione. Ma mi domando: cosa vi fà pensare che fra i candidati non eletti (unici candidabili) non ci siano già infiltrati e opportunisti? O semplicemente persone inadeguate e disoneste? Mi direte, se sono inadeguate gli iscritti non li eleggeranno. Ma allora, se gli iscritti hanno la capacità di scelgliere i migliori scartando i peggiori, perché limitarli così tanto nella loro scelta? Qualcuno potrebbe obiettare che le primarie del m5s sono a democrazia ridotta.
Però si dice che i parlamentari del m5s non saranno "onorevoli" come i loro colleghi, ma, come gli eletti già al lavoro, avranno uno stipendio limitato e congruo. Serviranno allora regole molto chiare, speriamo discutibili e condivise da tutti e non calate dall'alto, per stabilire a chi spetterà la differenza fra quel che per legge il nostro parlamentare potrebbe intascare e quel che noi gli riconosciamo. Allo Stato? A Gino Strada, Don Ciotti? La soluzione del c.c. o deposito bancario trovata in Emilia, mi pare, scusate, una stronzata, poiché i soldi sono dell'intestatario del conto. A parte il fatto retributivo, altri limiti vanno ben definiti per far sì che chi andrà in Parlamento non parta per la tangente...
Ma, nell'idea che mi è cara (anche se utopica) del m5s, in parlamento dovrebbero andare persone qualunque, senza particolari qualità intellettuali o morali. Stiano costoro nella società a dare il loro contributo, non dove servono meri terminali di rete. Bisogna fare in modo che in Parlamento entrino degli italiani non particolarmente disonesti, spiccatamente narcisisti, amanti della puntualità e delle buone maniere.

leonardo vecchi, piacenza Commentatore certificato 30.10.12 16:00| 
 |
Rispondi al commento

"SALARIO MINIMO GARANTITO DI CITTADINANZA, PAGATO DALLA FISCALITA' GENERALE". (Istituto già esistente in quasi tutti i paesi Europei!).

Diciamo 500,00 Euro subito, per iniziare, a tutti i Cittadini Italiani maggiorenni, sprovvisti di ricchezze proprie (fatta eccezione per minimi risparmi personali) e di lavoro, iscritti però nelle liste pubbliche di collocamento "obbligatorio" al lavoro.

Possibile attuarlo? Si! Come reperire le risorse? Ho qualche idea ispirata da Robin Hood...

1-Abolire i finanziamento Pubblico all’ editoria

2-Nessun Dipendente Pubblico a qualsiasi livello, (vale per i politici nostrani e vale anche per i burocrati Europei), dal Sig. Presidente della Repubblica fino all' ultimo Funzionario periferico, sia Esso in attività o Pensionato, dovrà percepire più di 3.000,00 Euro al mese. (Già questa somma è un lusso di questi tempi! Tempi in cui ci sono Persone che non hanno nulla. E' una cifra più che sufficiente per vivere...).

3-Abolire i doppi e tripli incarichi e gli stipendi relativi.(Si creano anche più occasioni di lavoro)
4-Patrimoniale severa per i grandi patrimoni! (In questi anni i ricchi sono diventati più ricchi, mentre i poveri sono aumentati e sono anche diventati più poveri)

5-Chi ha rubato alla Collettività in qualsiasi forma, deve restituire il maltolto. (Ed essere poi avviato a lavori socialmente utili)

6-Tutti i soldi del cosiddetto finanziamento pubblico ai partiti, abolito con referendum, (e reintrodotto come "rimborsi elettorali"), vanno restituiti immediatamente allo Stato e ai Cittadini. (La Politica non deve essere una Professione, ma solo una forma di volontariato!)

7-Abolire le spese militari

http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/07/14/foto/la_coda_infinita_al_pane_quotidiano_e_in_viale_toscana_arriva_la_transenna-39060041/1/

http://youngpolitic.altervista.org/blog/?p=66

http://www.tzetze.it/2012/09/i-partiti-rubano-altri-soldi-pubblici.html

Lux Luci 30.10.12 15:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Fondi ai partiti: la casa delle cene eleganti di Berlusconi pagata dai contribuenti”

Fonte:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/10/29/casa-delle-cene-eleganti-di-berlusconi-pagano-contribuenti/397552/

Ecco anche perché non esiste in Italia il salario di Cittadinanza per chi non ha lavoro e denaro per sopravvivere …

Devono restituire tutto il maltolto al Popolo!

Magistratura, intervieni, grazie!!!

Lux Luci 30.10.12 14:56| 
 |
Rispondi al commento

se siamo a questo punto e anche colpa nostra che abbiamo sempre dato il voto a questi ladri ma speriamo che forse questa volta la gente si svegli e capisca che e ora di cambiare per il bene nostro del popolo e del paese perche per quei ladroni va bene andare avanti cosi non vedete come ogni modifica hai privilegi viene sempre annunciata e poi in sordina modificata e annullata quelli la sedia non la vogliono mollare se non li mandiamo a casa noi ....il nostro futuro dipende solo da noi siamo noi la vera bilancia

daniele minelli 30.10.12 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Gli anziani che hanno votato la destra di Berlusconi e di La Russa, che ancora credono che si stava meglio quando si stava peggio ora fanno i conti con i 15 anni di governo del PDL e dei paventati sacrifici del banchiere Monti. Mentre i loro politici si sono arricchiti da far schifo, vivono nella fame e negli stenti la loro vecchiaia. Spero che tutto questo serva almeno a chi vecchio ancora non e' perché capisca che c'è bisogno di cambiare. C'è bisogno di gente nuova, di un nuovo modo di far politica. Di facce pulite e con le mani pulite. Spero che gli Italiani l'abbiano capito che siamo artefici del nostro futuro e che la colpa di tutto questo e' di aver sottovalutato il problema politica come se fosse qualcosa di lontano dalla vita di ogni giorno. Invece la politica, quella fatta da capitalisti, nani e mignotte entra nei nostri portafogli e ti leva il pane di bocca.

Luca Sogli 30.10.12 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finchè saremo in fila civilmente ci sarà ancora speranza di cambiare questo paese.
Il problema vero arriverà quando cominceremo a darcele per arrivare a prendere il pane........li sarà proprio finita.

Sabrino Di Renzo, Gradara Commentatore certificato 30.10.12 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi spaventano i governi che non si preoccupano delle persone, mi spaventa l'indifferenza e il fatalismo con cui gli inqui provvedimenti di illeciti governanti sono accolti dai più.

Maria G., Lecce Commentatore certificato 30.10.12 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma non prendiamocela con TUTTI gli extracomunitari. E' un argomento ostico e ci vorrebbero più regole dettate dal buon senso. Io sono dell'idea che se uno sta male deve essere curato e basta. La fila per il pane mi sembra normale oggi. Se non risolviamo una volta per tutte il problema del debito pubblico e continuiamo a pagare miliardi di interessi quella fila diventerà infinita. Monti va tolto da lì perchè sta raccogliendo tutto ciò che può raschiando il fondo del barile ed ogni giorno che passa abbiamo sempre meno probabilità di riprenderci.

Claudio Cento 30.10.12 13:14| 
 |
Rispondi al commento

è sempre più difficile vivere, ormai ci hanno spremuto in tutto quello che abbiamo con tasse dirette .. e con quelle indirette, accise, iva, tasse nuove, vanno a determinare gli aumenti di tutti beni, anche quelli di prima necessità !

.. uno fa fatica a vivere dignitosamente se ha un lavoro, pensate che ci sono 200mila imprese che hanno ciuso nel 2012 e 3 milioni di disoccupati !

..

Roberto B. Commentatore certificato 30.10.12 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono uno di quelli che fa la fila. Sono Italiano, di Milano, come tanti TANTI altri Italiani. Dormo in strada, rischiando ogni notte la vita, poichè il pericolo di dormire in strada non è il freddo, bensi la cattiveria della gente.
Nel tempo, ho conosciuto le istituzioni che si occupano di darci da mangiare. Noi, barboni emarginati, comprendiamo il perchè dei vostri sguardi e lo schifo che vi facciamo. Tuttavia, sappiate due cose :
1) Siamo esseri umani.
2) Non riusciamo ad uscire da questa condizione, perchè sul povero c'è un vero e proprio business.
Il comune e la chiesa non finanziano la povertà ; invero finiamo in strada per colpe nostre o per licenziamenti dovuti alla crisi. Tuttavia, Essi finanziano il mantenimento dello status quo.
La povertà, insomma produce reddito. Parte delle tasse che Voi pagate, finisce agli assessorati per le politiche sociali alla chiesa ( 8 x mille ) e questi, se non ci fosse la fila, non riuscirebbero più a giustificare la necessità dei fondi. Il comune paga 19 euro al giorno all' OSF di Piazza Tricolore, per farmi mangiare. Se li desse a me, non potrei forse pagare un letto in condivisione in una camera doppia a Milano, e dormire ? Se lo facessi, verrei trattato da essere umano, potrei lavarmi , dormire , cercare un lavoro.Insomma, non sarei più utile alla produzione del reddito. A Milano ci sono 18 mila appartamenti vuoto , l Aler lo sa bene. I senza tetto ? poco più di 6 mila. Perchè siamo dunque in strada, senza cibo e .... dignità ?

Giovanni ., Milano Commentatore certificato 30.10.12 13:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima cosa c'è da dire che tanti Rom, vanno in questi posti di distribuzione cosa che NON ACCETTO. Sarebbe ora invece che venissero schedate le persone che vanno a prendere le cose da mangiare, perchè se sono povero non devo vergognarmi di ammetterlo. In tal modo sapremmo anche chi sono i "poveri" e se sono in regola con il permesso di soggiorno. L'Italia paese che offre e apre le porte a tutti, è caduta in disgrazia, a tal proposito dovremmo iniziare a chiudere i recinti soprattutto a chi per venire in Italia paga 5000 euro a trafficanti invece di prendere un permesso di soggiorno per tre mesi e pagare 400 euro di aereo (spiegatemi per cortesia come mai non fanno questo i cari e intonsi Extracomunitari) Datemi pure di razzista, ma se un tedesco o un americano si comporta nello stesso modo, io caccio via anche lui. Non è il colore della pelle ma la giustizia. Sono stufa di vedere persone che non parlano la mia lingua venire accudite per una caduta nei nostri ospedali, mentre a noi italiani per un controllo o si aspettano 6 mesi o si deve pagare una visita privata. Vedere gente che va a prendere cose da mangiare mi fa male e mi fa riflettere, ma soffro per le persone povere che sono cadute in disgrazia, no per i Rom che ci rubano in casa o rubano il rame. Per quelli una bella pedata nel culo. (scusate il francesismo) idem per chi viene nel nostro con i mezzi non convenzionali ma passa attraverso cosche mafiose e mercenari di umani. Se sei in regola, se non hai problemi a varcare il tuo paese e vuoi cercare lavoro prendi un aereo, un treno o una nave, non mi arrivi sulle coste da clandestino perchè altrimenti c'è qualcosa che non torna. Datemi pure contro ma sono stufa stufa e arcistufa di dover dare ospitalità a tutti rimanendo zitta a guardare e sentir dire da un Magrebino che le carceri sono strapiene e che non è giusto. Se non avevi rubato non avevi questi problemi e poi a casa tua c'è la tv il campo da calcio ecc nelle carceri vero ???? Sono incazz nera !

Roberta ., Firenze Commentatore certificato 30.10.12 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da movimentista a 5 stelle, mi onoro di essere un contributore di Pane Quotidiano.


Pasquale_ Caterisano Commentatore certificato 30.10.12 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Daltronde con il Rigor Monti l'Italia rantola,importante è chiedersi come siamo arrivati a questo punto e quali sono le cause?
E sopra ogni cosa per quale motivo "gli Italiani" ne negano l'evidenza.
Vedi l'astenzione in sicilia che pur di non cambiare nulla si astengono a farlo.

1 Davide 1 Vignati, Merlino Commentatore certificato 30.10.12 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Momenti difficili...scelte che vanno oltre l'orgoglio...non si può e non si deve avere vergogna per poter mangiare. Spero davvero che noi cittadini italiani avremo la forza di metterci in gioco e "giocarci" qualcosa affinché le file per un tozzo di pane diminuiscano. Voglio dire grazie a tutti i volontari che fanno tutto questo. Grazie. Siete il primo esempio da seguire. Questo debito e' illegittimo.

Alessio Triolo 30.10.12 12:28| 
 |
Rispondi al commento

siamo quelli che non riusciamo ad entrare nei ristoranti......perchè sono sempre pieni. psyconanomafiopedofilp234ista docet.

ivano genovese, poggiomarino (na) Commentatore certificato 30.10.12 12:17| 
 |
Rispondi al commento

la questione reddito minimo garantito per evitare la soglia della povertà deve essere questione centrale per un Vero Governo

francesco zaffuto 30.10.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori