Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il talk show ti uccide, digli di smettere


talk_show_uccide.jpg

Il punto G, quello che ti dà l'orgasmo nei salotti dei talk show. L'atteso quarto d'ora di celebrità di Andy Warhol. A casa gli amici, i parenti applaudono commossi nel condividere l'emozione di un'effimera celebrità, sorridenti, beati della tua giusta e finalmente raggiunta visibilità. Seduto in poltroncine a schiera, accomunato ai falsari della verità, agli imbonitori di partito, ai diffamatori di professione, devastato dagli applausi a comando di claque prezzolate. Soggetto, bersaglio consapevole ben pettinato alla bisogna che porge il lato migliore del proprio profilo alla morbosa attenzione di cameraman che ti inquadrano implacabili se annuisci quando enuncia le sue soluzioni un qualunquemente stronzo. Lì, in una gabbia di un circo, come su un trespolo, muto per ore, povera presenza rituale di cui si vuole solo lo scalpo, macellato come un agnello masochista, rispondi per i quattro minuti che ti sono concessi a domande preconfezionate poste da manichini al servizio dei partiti. Pretoriani dell'informazione il cui unico compito è perpetuare l'esistenza del Sistema attraverso l'ultimo strumento di mesmerismo mediatico rimastogli: la televisione. Lo share del programma aumenta, tutto merito tuo, trattato e esibito come un trofeo, come un alieno, una bestia rara e, contemporaneamente diminuisce il consenso per il Movimento a cui appartieni o dici di appartenere. Chi non conosce nulla del MoVimento e segue il talk show, dopo il morbido e avvolgente abbraccio televisivo al quale ti sei consegnato volontariamente (con voluttà?) opta per il meno peggio e quello non sei mai tu, ma è sempre un altro, quello che sa vendere le sue menzogne (è il suo mestiere), che ha parlato per un'ora mai interrotto da chi gestisce il talk show, quello che nessuno ha mai contraddetto. Attoniti, gli attivisti, vedono i voti guadagnati con fatica nei banchetti nei fine settimana volare nel vento, fluire in un secchio bucato, e pensano ai mille video caricati sulla Rete, alle dirette streaming tenute in piedi a forza di volontà per mancanza di connessione, conoscono sulla loro pelle la difficoltà di spiegare a persone ormai deluse e incredule che il MoVimento 5 Stelle è altro dai partiti, che non prende rimborsi elettorali, che taglia gli stipendi degli eletti, che non partecipa alle elezioni provinciali per coerenza, che vuole il rispetto dell'esito dei referendum, eccetera, eccetera. A volte non ci resta che piangere.

L'arte di farsi rispettare di Arthur Schopenhauer

Schopenhauer spiega con la consueta verve che cos'è l'onore nelle sue diverse specie e ci fornisce, in quattordici massime, i suggerimenti per conservarlo il più a lungo possibile

Potrebbero interessarti questi post:

La macchina trasversale (e impunita) del fango
La RAI in bolletta
La televisione è uno zombie

31 Ott 2012, 14:24 | Scrivi | Commenti (2414) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

mi viene da vomitare quando assisto a certi programmi che parlano di politica,non hanno mai portato niente di utile al cittadino,solo parole parole parole

giovanni 15.04.14 10:11| 
 |
Rispondi al commento

USARE LA RADIO COME MEZZO DI INFORMAZIONE SAREBBE UN MODO PER DEVISUALIZZARE IL RISCHIO DEL FANATISMO CHE INDUCE TANTI A COMPARIRE IN TV....PROVARCI?

longheu luigino 25.03.13 13:16| 
 |
Rispondi al commento

1984, l'anno del Grande fratello, ormai i danni sociali e culturali sono già stati fatti da tempo, confezionati ad hoc e consentono la persecuzione di quella visione di mondo schizoide. Demonizzare l'altro, il diverso, ritenersi sempre nel giusto, non proporre ma imporre, urlare le proprie ragioni, mettere le mani addosso per far valere la propria posizione (e nel Parlamento della 2a repubblica non sono mancati questi esempi edificanti), i talk-show non fanno che amplificare queste situazioni mettendo allo scoperto quanto c'è di peggio o di inutile in questo nostro piccolo mondo. La vera cultura sta da altre parti, non sicuramente in tv, dove il cattivo gusto e l'ignoranza la fanno da padroni. Ma per il Grande Fratello và bene così, lui se la ride e misura l'abbassamento del q.i. tramite lo share. Questa la dice lunga sui danni già provocati nelle teste del popolo italiano. Qualche filosofo ritiene che la storia non prosegua lungo una linea diritta ma che il suo percorso sia piuttosto di tipo circolare. Questo a mio avviso è il vero pericolo del futuro legato all'opera dell'uomo.

P. S. Commentatore certificato 25.03.13 07:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carssimo BEPPE, la maggior parte della gente TVdipendenti, ormai drogati da questi canali televisivi spazzatura, ricordano soltanto il numero del canale televisivo.
Da oltre 20 anni dovrebbero ricordarsi che i partiti politici hanno in loro possesso i seguenti canali TV: (PDL) Italia 1, Rete 4, Canale 5; arrivati al comandano ache RAI/1 e RAI/2; sul digitale terrestre altre con nomi strani. Quotidiani, Libero, ilgiornale;diversi settimanali.
PD-L, RAI/3, RAI News24; Quotidiani, L'Unità,Repubblica.
Lega Nord, il quotidiano La Padania e canali televisivi a sua disposizione.
Monti e la sua congreca, parte di RAI/1 e RAI/2;Quotidiani, IL Sole 24, e tutti i quotidiani della troica Bancaria e Finanziaria.
Dico a voi denigratori del M5s spiegate alla popolazione Italiana quanti MILIARDI di euro ci costano queste associazioni a delinguere.
Dico avoi creduloni dei vostri santoni che vi prendono per il sedere da oltre 20 anni.
Gli unici che non prendo e che non hanno mai preso soldi del popolo Italiano, è il M5s.
Svegliatevi dite basta a questi venditori di chiacchiere, attivatevi a partecipare anche voi a entrare nelle istituzioni per lasciare un paese decente ai nostri figli che non meritano di far parte di un paese sotto sviluppato.
Dico ai cittadini messi nelle istituzioni dal M5s di non farsi condizionare da nessuno, per me siete i migliori di tutto il parlamento. Forza M5s Forza Beppe, l'onestà vince.

Antonio Conversano 24.03.13 18:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

C'è di peggio.
Tutti gli eletti importanti, dai sindaci agli assessori sino ai parlamentari del PDL, fanno, appena eletti, una visita a una società di Milano. Cosa vanno ad apprendere? Per primo la tecnica di togliere la parola, di denigrare l'avversario politico( risatine, capoccione che sbatte, occhi al cielo,ecc) secondo la tecnica di occupare più tempo possibile alla puntata. Ci sono nel PDL più di un pubblicitario e consulenti marketing e della comunicazione.
Sanno che più occupi lo schermo e più valgono le tue future quotazioni. E conoscono perfettamente il potere della televisione: Il Riflesso di Orientamento e L'Inerzia Attentiva.

mario bracciali, arezzo Commentatore certificato 11.03.13 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a tutti quelli che proponevano l'ipotesi di andare in tv.
La Tv è un filtro patinato con la realtà, non si può parlare di rivoluzionare la politica, opporsi al sistema di talk show elettorali, di politica che sia vicina alla gente e poi volerla di nuovo lì spiaccicata su uno schermo. Ciò che fa la differenza negli m5s è il fatto che sono messi nella condizione di non potersi montare la testa, di dover lavorare sodo mediando il proprio interesse con l'interesse del popolo. Diamogli la tv, diamo ai nuovi parlamebtari qualsiasi altro privilegio in un battibaleno ridiventiamo la vecchia politica.

Erika B., Roma Commentatore certificato 08.03.13 02:25| 
 |
Rispondi al commento

una vecchia poesia di trilussa, ci racconta, come da sempre stanno le cose.
Su you tube la recita il grande gigi proietti.

Ernesto T. Commentatore certificato 15.02.13 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
io credo che nel rapporto coi media si deciderà il futuro del M5S: ovvero se saremo ancora spettatori incazzati dello scempio che la nomenklatura farà del Paese, oppure attori della rinascita.
Con la rete e con la piazza, con la forza degli argomenti e col livore verso i vessatori abbiamo fatto un mezzo miracolo: siamo la seconda forza politica del Paese nonostante il silenzio o, peggio, la denigrazione dei media. Ma sappiamo che l'exploit del 20% non basta, dobbiamo parlare a chi è fuori dalla rete, a chi (milioni di elettori, per lo più pensionati e casalinghe) mangia solo TV, e da quella ha una versione distorta del M5S.
D'accordo l'informazione TV è pilotata, lottizzata, ma la contumacia secondo me non è la risposta. Gli spazi di dialettica e contraddittorio ci sono, ed alle domande capziose del Floris di turno una lingua affilata come la tua e di altri comunicatori M5S saprebbe dare le risposte e guadagnare consensi.
Il motivo è semplice: siamo i più vicini nel linguaggio, negli argomenti e nell'incazzatura alle parole della gente. E perché gli argomenti inconsistenti, stanchi e fumosi delle solite facce di casta non prendono più.
Perciò il non metterci la faccia è come giocare ad handicap, come rifiutarsi di tirare il rigore ad un portiere scarso.
Mettiamoci la faccia, Beppe, non snobbiamo la TV. Con l'impatto dei media un partito ambiguo e contraddittorio come il PD ha fatto un balzo nei consensi del 4% in una settimana.
Col contraddittorio TV, e con le persone giuste, il M5S volerebbe molto più in alto.
Non rimaniamo spettatori critici dello scempio, mandiamoli davvero a casa.
Perciò turiamoci il naso, andiamo in TV e battiamo questo rigore. Il portiere è scarso.


CONVENZIONE REGIONALE DEI VERDI DEL PIEMONTE-TRINO 9/10 APRILE 1988, DOPO IL NUCLEARE, RELATORE A. CISNETTI, CONS. PROVINCIALE DELLA LISTA VERDE DI VERCELLI. E' con una certa apprensione che intervengo sul tema dello scenario energetico e sociale del vercellese, rendendomi conto della grave responsabilità di esporre per la prima volta ed ufficialmente all'arcipelago verde,alle forze politiche presenti ed agli organi di stampa, un progetto globale complesso ed articolato che non è mai stato riportato nella sua completezza.I referenti delle Liste Verdi,dai referendum ad oggi sono stati accusati di latitanza dalle proposte alternative mentre partiti,sindacati,imprese facevano a gara nel richiedere che qualche cosa di grosso si facesse comunque a Leri Cavour al di là di una logica utilità o una buona integrazione con le aree circostanti.E' facilmente comprensibile quanto sarebbe stato difficile sintetizzare una proposta che non è solamente di utilizzo alternativo di Leri Cavour,nei pochi spazi concessi dai media nazionali agli ambientalisti,quando siano portatori di proposte concrete,documentate e scientificamente sostenibili,in grado di mettere in discussione l'attuale sistema produttivo ed il folle sviluppo conseguente.Qualunque dichiarazione o proposta,anche se completa e credibile sarebbe stata oggetto di equivoche estrapolazioni che ne avrebbero sminuito o addirittura falsato il significato.Questo ci serva a comprendere l'importanza della circolazione delle informazioni che non può che avvenire attraverso nostre pubblicazioni di varia natura e pretesa.
Caro Beppe oggi sono un tuo coetaneo e non posso che concordare con la linea che prevede la massima attenzione prima di avventurarsi nei circoli dei pennivendoli cartacei e televisivi.Comunque nulla di nuovo sotto il sole vista l'apprensione con cui nell'88 mi accingevo ad intervenire su di un tema complesso.La vera novità è la rete, rispetto alla quale la circolazione cartacea della notizie pare oggi preistoria.

andrea cisnetti, palazzolo vercellese Commentatore certificato 29.11.12 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Chi cerca visibilità in proprio non vede l'ora di partecipare a un talk show: La Salsi (come altri che vogliono fare cariere politiche lampo) è deventata qualcuno grazie al M5S e a Grillo (e non il contrario) ma cerca di costruirsi una autonoma personalità svincolandosi dalle regole del M5S che conosceva bene dall'inizio. Se vuole rispondere a interviste (vale anche per gli altri eventuali arrivisti dissociati che considerano la semplice disciplina e le regole come mancanza di democrazia), rimanga nel campo delle competenze per cui è stata eletta, ma non parli del movimento della cui comunicazione c'è già chi si occupa e bene. Non c'è bisogno di avere belle statuine in mostra per dare visibilità al M5S, bastano le linee e i concetti espressi e divulgati senza equivoci o doppioni interpretativi, da una sola voce, quella di Beppe Grillo.
saluti

Claudio G., Erba Commentatore certificato 19.11.12 00:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che tristezza.... Dopo la Flavia vento pure Rocco casalingo.... Si deve trovare un sistema per impedire a queste persone di sputtanare voti....il solo pensiero che Flavia Vento possa poter dire :" mi candido per il movimento...." Mi cadono le braccia"

Stefano gentili 18.11.12 16:45| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Bisogna non lasciarsi lussingare di quelli che si riempiano la bocca con la parola democrazia.Sono gli stessi affaristi che ci hanno consegnato alla finanza mondiale.Non siamo cosi messi male per colpa della dittatura della Nord Corea.I talk sono stati inventati per raggirare la gente non per chiarire una opinione.Importante che in quel parlamento marcio entrino cittadini onesti.E quello lo scoppo di Beppe.Lui funziona come una agenzia di lavoro reclutando persone affidabili.
Il M5S non è la Legione Straniera, importa e come la fedina pulita. Avanti Bepppe continua così.
Prima o poi ti capirano.

tito ortiz, milano Commentatore certificato 17.11.12 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Credo che andare nei talk-show sia un errore. In astratto è un'ottima regola, ma di fatto la televisione è ancora lo strumento principale di diffusione delle idee nel nostro paese e un Movimento che vuole essere nazionale deve essere lì dov'è il paese attualmente, anche se non ci piace. Piuttosto, bisognerebbe preparare un po' meglio i candidati alle difficoltà dello "stare in televisione" e alla tendenziosità dei giornalisti, in modo da imparare a difendersi dai rischi dell'esposizione mediatica. Un domani potremmo avere dei Ministri a 5 stelle, non ci si può permettere che non vadano mai in televisione.
Detto ciò, rispetto la scelta del Movimento, so che è dettata dalla volontà di far percepire che è qualcosa d' "altro". Io stesso sono combattuto, perché con il cuore condivido le vostre ragioni, con la mente penso che questa scelta "rigida" potrebbe rivelarsi controproducente, soprattutto quando costringe ad adeguarsi persone già elette con il mandato dei cittadini. Un consigliere comunale o regionale oggi, un ministro domani, non dovrebbe trovarsi a rispondere a un invito: "non vengo in televisione a spiegare le mie ragioni perché il mio partito non vuole".

Emanuele Santamato, Milano Commentatore certificato 17.11.12 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PROBLEMI OPEL DIFETTI OPEL

OPEL (CHE DIO LA STRAMALEDICA E LA FACCIA FALLIRE)

MOLTO BRAVI ALLA OPEL A FARE PUBBLICITA' E CARTA PATINATA, MA PRIMA DI COMPERARLA CERCATE D'INFORMARVI BENE NEI FORUM COME CODACONS O ALTROCONSUMO O QUATTRORUOTE E IN ALTRI SITI.

EVITATE SGRADITE SORPRESE E INFORMATEVI BENE. COME MINIMO, PRIMA DI COMPERARLA, CHIEDETE DI MOSTRARVI COME SI CAMBIANO LE LAMPADINE DEI FANALI E FARETE LA SCOPERTA DI COSA CONSISTE LA STREPITOSA TECNOLOGIA TEDESCA. PER FARE UN SOLO ESEMPIO, VI ACCORGERETE CHE SULLA OPEL CORSA, PER CAMBIARE UNA LAMPADA DI DESTRA, BISOGNA SMONTARE TUTTO IL PASSARUOTA, MENTRE PER CAMBIARE QUELLA DI SINISTRA OCCORRE SMONTARE TUTTO IL FANALE.

LE ALTRE "CHICCHE", MOLTO MA MOLTO PIU' GRAVI LASCIO CHE LE SCOPRIATE DA SOLI.

IO OGNI VOLTA CHE SALGO SULLA OPEL MI SENTO AUMENTARE LA PRESSIONE SANGUIGNA!

AUGURI!

Paolo Sgorbati Commentatore certificato 16.11.12 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Questa storia di non andare in televisione mi sembra una grandissima cazzata, sono d' accordo con l' articolo ma ci servono anche i voti dei poveri italiani che se nn guardano la televisione non sanno neppure dell'esistenza del movimento!!altrimenti la maggioranza ce la sognamo! ahimè in democrazia è la maggioranza a fare la differenza.Per quanto riguarda la Salsi, lei fa ql che le pare!!!!!!!!e non deve consultare proprio nessuno!!!!abbiamo passato anni a contestare il pdl che pima di dire qualsiasi cazzata doveva parlare con il Pirla e ora? ci mettiamo a fare lo stesso?? nono!!!!

marta 14.11.12 13:28| 
 |
Rispondi al commento

La Concita De Gregorio nell'improbabile difesa dei media convenzionali,dice in un Talk;che seppur la rete non ha la spina è un elettrodomestico! ed è spesso violenta è pericolosa. ( Gli va bene che ancora stà lì in poltrona a pontificare insieme agli altri...non eravamo un popolo di pacifici pecoroni?.
Non sarà che la rete nata per comunicare in guerra è paradossalmente il mezzo più immediato e democratico che abbiamo se ben ordinato ? oggi siii utile per fargli la guerra..Tutti possiamo interagire con tutti, ognuno vale uno e tutti insieme valiamo tanto per ognuno.
Go!! m5s Go!!!

Bruno P., Guidonia Montecelio Commentatore certificato 12.11.12 23:46| 
 |
Rispondi al commento

La televisione è ancora utile per raggiungere coloro che non si fanno raggiungere dalla rete o dal figlio/nipote etc., ma in un movimento come il nostro, che qualcuno si presenti senza avere la delega della base o del nostro capo politico, oltre a preparazione adeguata (ovvero muniti di pala,insetticida e mascherina antipuzzo) per partecipare ad un talk,(che è quello che è, dove si dovrebbero lasciare da soli mafiosi,puttane,giornalisti e mercenari politici a coltivare ognuno il suo orto, che non necessita di concime biologico)in nome del Movimento 5 Stelle,la ritengo una cosa scorretta, perchè può ledere tutti noi come è avvenuto, anzichè farci avere visibilità.
Cmq. siamo arrivati al 18% +-, senza la TV, che in qualche caso,nel tentativo di distruggerci, ha ottenuto l'effetto contrario, dato che la gente che VEDE chi sono questi qui e non usa la rete,capisce comunque che noi sicuramente siamo in antitesi a chi ci ha tosato fino ad oggi.

Bruno P., Guidonia Montecelio Commentatore certificato 12.11.12 23:29| 
 |
Rispondi al commento

C'è una quantità abnorme di italioti, lobotomizzati dalle dottrine dei partiti e dei mass media filo-istituzionale, addestrata all'odio preconcetto verso tutte le forme di contropotere che gli ricordi di essere pecora in un gregge spaurito e obbediente. Questi italioti sono istruiti ad odiare e ad offendere tutti quelli che, facendogli da specchio, gli riflettono la loro vera immagine. Per questo consiglio a chi fa parte del M5S di dargli la giusta considerazione : la noncuranza ! E di continuare a dare il proprio contributo alla soluzione dei problemi che ci assillano da decenni ( Grazie a quegli stessi uomini di partito prontamente rivotati ad ogni nuova elezione dagli stessi italioti di sempre )mettendo a disposizione, gratuitamente, le proprie conoscenze e competenze ed il proprio volontariato attivo sui territori. Chi entra per sabotare, grazie alle regole del M5S, più prima che poi, è costretto a scoprirsi, e si autoesclude da se. Pertanto non mi preoccuperei neanche troppo di chi, invece di contribuire, sbraita contro il movimento dopo esservi entrato ed aver fatto finta di accettare regole, programma, non statuto, ecc... ( magari per vendersi al primo partito che li accolga ? ). Hanno il terrore che il M5S diventi il primo movimento popolare ad avere più eletti in camera e senato della storia, superando le tradizionali elite di potere politico, con i loro vertici e gerarchie impenetrabili dal basso. Diamogli soddisfazione, terrorizziamoli e mandiamoli tutti a casa loro e a lavorare sul serio. Maurizio S. ( Ladispoli - Roma )

maurizio sanseverino 12.11.12 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, vorrei far notare una cosa che credo importantissima sulla vicenda Salsi, sia per l' apparizione fatta a Ballarò sia per i commenti " rubati" da Servizio Pubblico. Il problema fondamentale non sta nella mancanza di espressione individuale che viene "vietata" con il consiglio di non apparire nei talk show, ma sta nel fatto che un eletto o eletta del MoVimento 5 Stelle DEVE esprimere la propria individualità e libertà di opinione nella rete, e invece, portare in pubblico quasi asetticamente le parole, idee, opinioni e proposte più votate delle persone che rappresenta. Credo che sia importantissimo sottolineare e chiarire questo concetto di "portavoce asettico" che deve essere un eletto del M5S per ribadire che da noi non esiste mancanza di democrazia, ma semplicemente che la nostra democrazia non si deve esprimere con parole individuali di un eletto ma in rete. A presto VALERIO O

Valerio 09.11.12 12:48| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Pienamente d'accordo sul fatto che non si sarebbe dovuta trovare nei salotti di Ballarò, in primo luogo per coerenza. Ma riguardo alle offese ricevute? Grillo ha utilizzato un ironia tagliente, da alcuni giudicata maschilista, ma gli altri? L'interessata è stata ricoperta da isulti per niente ironici nè sarcastici, anzi pesanti e fin troppo diretti. Questo lo trovo scorretto.

Alessandro Murru, Artena Commentatore certificato 08.11.12 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè la frase di Grillo sul punto G desta tante critiche da parte delle donne? Non sarà per caso che queste donne non hanno il punto G e quindi fortemente frustrate? Il maschilismo di grillo che c'entra?Ci vogliamo concentrare sul problema vero che è quello di non apparire nei talk show oppure vogliamo continuare a parlare di fumo? Caspita inquietano queste donne del movimento che si riuniscono per parlare del punto G, del maschilismo...non sarà che le donne farebbero meglio a stare fuori dalla politica? Anche perchè l'Italia ha ben altri problemi!

MARIA LUCIA CARTA, olbia Commentatore certificato 08.11.12 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao , penso che sia essenziale essere coerenti. Se hai deciso di non utilizzare la tv corrotta, non devi farlo,ne prima ne dopo...tre minuti non spiegano gli ideali del movimento, ma almeno dimostrano che il m5s esiste!... Intenzione lodevole ma sconveniente...
I conduttori "rimasti" in Tv sono addestrati a giocare con le parole a confonderle, quindi agli anziani o coloro che non utilizzano la rete arrivano informazioni imprecise, interrotte e confuse.

Veronica R., Catania Commentatore certificato 08.11.12 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che il movimento 5 stelle sia davvero un grandioso esperimento e una speranza per l'Italia ma non condivido questa proibizione.
Argomentate il perche' di questa scelta, ma in modo onesto. E' mai stata fatta una votazione online su questo punto??
C'e' sotto una motivazione pragmatica e basta? perche' a me sembra che questa proibizione puzzi di ideologia tecnologica alla casaleggio.
Nei tuoi spettacoli, Beppe, dici che una volta a fine spettacolo distruggevi i computer e mo stai a santificare il web. Con gli estremi si puo' attirare attenzione ma il movimento non e' un'entita' cabarettistica.

Nessuno puo' rappresentare da solo il movimento e allora che ve la prendete a fare se un individuo che collabora con voi utilizza un media che non sia internet. E' vero, la televisione e' corrotta e marcia ma per quanto lo sia rimane un potentissimo mezzo di comunicazione.
Se invece di chiuderti avessi accettato un invito da Santoro quando faceva servizio pubblico online
la tua scelta di ora sarebbe piu' comprensibile ma allo stato attuale non mi convince.

Beppe tu hai detto che l'avventura sara' difficile e che probabilmente farai degli errori.
QUESTO E" UN ERRORE!


Spero vi ravvediate e possiate davvero applicare la democrazia 2.0 che andate proclamando.

Io ci credo ma non la vedo ancora.

Questa vuole essere una Critica costruttiva.

Simone Marian 07.11.12 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VA BENE COSI' NIENTE TELEVISIONE I PROGRAMMI FANNO IL GIOCO DEI POLITICI (A CUI PARTECIPANO E SONO AL CENTRO DELL'ATTENZIONE) CI VORREBBE LA PRESA DELLA BASTIGLIA CIOE' DEL PARLAMENTO.
ADAVENI' GRILLO !

massimo meridio 07.11.12 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Perdonate la domanda ma mi spiegate come l'"errore" della Salsi danneggia il movimento?
Io ho visto solo l'inizio della puntata di Ballarò (Crozza è troppo forte!) e quindi non ho ancora capito: cos'ha detto di sbagliato?
L'unico danno concreto che vedo io è quello conseguente alla polemica che ne è scaturita, polemica che non ci sarebbe stata se Grillo non avesse emesso temibile sentenza.

Michel Franzoso, Piacenza Commentatore certificato 07.11.12 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Bene grillo, va bene così! Perchè considerare dittatoriale e antidemocratica l'imposizione anti-salotto televisivo, significa non aver capito nulla di questo movimento. Siamo qui per cambiare una volta per tutte. I cambiamenti partono dalle piccole cose, e non piacciono sempre a tutti.
Bene grillo. Va bene così!

alessio d'andria 07.11.12 08:54| 
 |
Rispondi al commento

I talk shows presumono un pubblico adulto che non esiste. Per farlo bisognerebbe che ci fossero lezioni di interpretazione di quello che vi viene detto e cioè insegnare da che pulpito parlano i talkers, che interessi rappresentano per cui possono fre ogni giravolta. La TV non è altro che un pulpito da cui discendono parole ben archittetate per intrappolarti. Manca la contestazione di chi ascolta: è tutto fra loro e se prendono di mira un contestatore qual'è Grillo ed i suoi eventuali partecipanti al gioco, possono benissimo, tutti assieme, distruggerlo. Sotto questo punto di vista conprendo la proibizione di Grillo a parteciparvi. Io ho sempre pensato che pagando un canone ogni anno, i cittadini avrebbero diritto di parlarvi liberamente senza intermediazioni più meno interessate.: qualche coordinatore o notaio potrebbero registrare il sentire della "piazza" Ma così facendo sfumerebbero tanti bei guadagni... non è tutto mercato? Nons'ha da fare perchè tutto è mercato...

almagemme 07.11.12 06:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....prova

max walyer (max walyer) Commentatore certificato 07.11.12 01:15| 
 |
Rispondi al commento

L'esperienza siciliana ha incuriosito e posto dei binari su cui i cittadini si stanno muovendo.

Li avete incuriositi, bravi! Ora?

Sfruttando come motrice quell'alone di mistero che incuriosisce le coscienze di noi tutti, si preferirebbero delle indicazioni per percorrere quei binari nel senso giusto di marcia, ed un ferroviere che aziona gli scambi per non far scontrare i convogli di persone pensanti e capaci.

La diffidenza dei cittadini verso il movimento si stà esaurendo!!

Nicolangelo G., Campobasso Commentatore certificato 06.11.12 23:49| 
 |
Rispondi al commento

Penso anch'io che non sia conveniente consegnarsi al "tutti contro uno" che ci aspetterebbe nel dibattito all' interno dei talk-show, però è anche condivisibile il concetto di rendersi visibili a coloro che non possono seguire il blog.
Quindi potremmo optare ( sempre che ci invitino) per trasmissioni anche più leggere non improntate sul contraddittorio o per semplici interviste.
Sento che negli ambianti di lavoro, vista la situazione che si è creata è grande, la voglia di cambuare è tanta e quindi va convogliata anche con mezzi che magari non condividiamo del tutto.

sandro c., pistoia Commentatore certificato 06.11.12 23:34| 
 |
Rispondi al commento

SONO D'ACCORDO PER TANTE REGOLE DEL M5S PERO' BISOGNA ANCHE CAPIRE CHE IN QUALCHE MODO I MESSAGGI DEVONO ARRIVARE ANCHE A TUTTE QUELLE PERSONE CHE NON UTILIZZANO IL BLOG E LA RETE. COME FANNO GLI ANZIANI? COME FANNO LE PERSONE CHE NON HANNO DIMISTICHEZZA CON IL COMPUTER? DOVETE TROVARE UN'ALTERNATIVA AL BLOG, SE NO SI RISCHIA DI FAR CONFUSIONE E COMUNQUE I CONFRONTI AIUTANO A CAPIRE ANCHE AGLI ANALFABETI, QUELLE CHE SONO LA PROPOSTE DEL MOVIMENTO.

ADA R., Rho Commentatore certificato 06.11.12 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei esprimere la piena solidarietà alla sig.ra Salsi e il totale disappunto per il comportamento mentecatto e meschino dei suoi colleghi consiglieri e condannare senza appello tutta la militanza idiota e offensiva.
Allo stesso tempo però mi chiedo perchè la sig.ra Salsi non si dimette visto che è stata eletta con i voti del M5S e non il contrario.
La mia dignità non avrebbe sopportato tutto ciò.
Una poltrona vale davvero tanto? Ci pensi!

leonardo brancaccio, ostuni Commentatore certificato 06.11.12 20:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

condivo tutto quello che grillo fa è un ottima strategia, bisogna far fare tutto gli altri(cioè sputtanarsi) sarà babilonia a crollare da sola con il minimo sforzo,forza la linea è giusta l'infezione ha colpito il sistema è vero una RISATA li seppellirà e non solo,gli attivisti devono riflettere e capire che il silenzio fa più male di qualsiasi altra cosa siete unici

salvo fina 06.11.12 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Sono solo pochi giorni che bazzico il movimento.
Mi incoraggia la forza di volontà degli attivisti.
Mi spaventa la violenza nell'affermare le proprie ragioni.
Inorridisco di fronte all'integralismo nel far rispettare le regole.
Gioisco quando si riconosce di aver sbagliato.

Nicolangelo G., Campobasso Commentatore certificato 06.11.12 16:43| 
 |
Rispondi al commento

e possibile che non capiate che chi in futuro dovra rappresentare l'italia deve rispettare delle regole ,se non vuoi fai quello che vuoi fuori dal movimento la salsi ha sbagliato lo sapeva benissimo pero' lo ha fatto lo stesso

CHI RAPPRESENTA GLI ITALIANI HA UNA RESPONSABILITA' IN PIU' E NON PUO' PERMETTERSI DI SBAGLIARE w m5s

mediaset CORROTTA

rai CORROTTA

la7 CORROTTA

alessandro c. Commentatore certificato 06.11.12 16:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh, non ci vuole un "Debord" per capire che se si vuole dire la verità senza essere strumentalizzati non bisogna andare in TV, a meno che uno sia prima un abilissimo comunicatore e poi un discreto politico.


Tempo fa sono andato a sciare con degli amici a S. Candido e, sbadatamente (veramente!) ho lasciato tutto il giorno l'auto in divieto di sosta (ma proprio sotto il cartello!). Al ritorno, mi accorgo del cartello del divieto e vedo il biglietto sotto il tergicristallo. Immaginando la multa, prendo il biglietto, con l'intestazione del comune di S. Candido, e leggo: "gentile signore, la preghiamo di non sostare più in questa area, per evitare di incorrere nelle sanzioni previste". Se il vigile fosse stato Beppe Grillo, sarebbe passato sopra la mia auto con un cingolato? Qual é il messaggio che poi passa e rimane nel turista? Che ricordo pensate io abbia di S. Candido e dei suoi vigili? Infatti ci sono tornato più volte.
Questo per dire che non si mette in discussione la regola, ma la spropositata reazione di Grillo, che io ancora sostengo e ringrazio, ma che, in questa vicenda, ha ottenuto l'effetto di far apparire, soprattutto ai più indecisi, il M5S come un movimento assolutistico, in cui basta un semplice errore, una trasgressione, per essere trattati da traditori ed essere messi alla gogna, una sorta di setta, insomma.
Invece é il movimento più democratico che esista, perché riporta la gente ad occuparsi della politica, ma questo movimento democratico deve evitare atteggiamenti da integralismo islamico, deve discutere gli eventuali errori prima al suo interno e con gli interessati, invece di dare tutto in pasto a chi non aspetta altro.
Rifletta Grillo su quanti voti ha fatto perdere la consigliera a Ballaró e su quanti ne ha fatti perdere lui gettando in pasto ai porci l'errore di una consigliera, amplificando una cosa che doveva essere risolta con la massima discrezione possibile.
GLI ESTREMISMI NON HANNO MAI PORTATO NULLA DI BUONO, ANCHE QUANDO SI É CONVINTI DI ESSERE NEL GIUSTO (anche i kamikaze che si fanno esplodere sono convinti di essere nel giusto...).
Mettere al più presto la parola fine a questa vicenda.

Saro Morana 06.11.12 15:34| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vietare la presenza in video delle Salsi o altre/i cosa significa? Forse la paura che in video ci finiscano persone non capaci di reggere le telecamere? Incapaci di fornire un immagine alla grillo? Incapaci di rispondere a tono a certe domande? O forse la paura che in video ci finiscano invece persone capacissime di dimostrare intelligenza, padronanza del microfono e dello studio intero? Capaci di dimostrare che non esiste il pensiero unico? Capaci di dimostrrare che M5S non è solamente grillo ma persone con una propria testa anche se non sempre allineata a dovere! Mi spiace osservare gli attacchi meschini, colmi di livore e insulti, oltre alla pessima ironia,verso la Signora Salsi, che in pochi minuti ha detto quello che doveva dire non mostrando lacune e men che meno contraria al movimento. Anzi! Continuare ad insultare la gente, avversari e ora anche facenti parte del movimento porterà a poco di buono. Col tempo a regredire su tutti i fronti. Dimostrare invece vera democrazia,questo si che porterebbe lontano.
Intanto fatemi sapere se esiste qualche direttiva sul monte stipendi di futuri capi di stato, primi ministri o ministri che dir si voglia..eventualmente nominati da M5S. So quanto dovrebbero, più o meno ricevere i futuri deputati..ma nulla su eventuali di pietro o altri a ricoprire le cariche suggerite da grillo. Che a dirla tutta li ha nominati senza confrontarsi con nessuno.
saluti
d

daniele saiani 06.11.12 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

State bravi .. Siamo in guerra e non abbiamo ancora vinto! Le strategie delle battaglie e' compito del Generale e se si vince poi ..... il merito e' anche del Caporale che nel frattempo deve solo obbedire .

Guerra, battaglia, generale, caporale, obbedire...
siete pericolosamente settari :(

ettaro p. Commentatore certificato 06.11.12 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo molti commenti dei "seguaci" resto letteralmente allibito di fronte al dilagante fanatismo che traspare.

Anni fa leggevo un articolo che parlava dei Talebani e iniziava con " a Kabul, la capitale dell'intransigenza religiosa..." e con questa frase, che
mi è rimasta così impressa, mi chiedevo come fossero diversi da noi occidentale, come non usassero la tolleranza, il senno, la ragione, il cervello;
il fanatismo religioso aveva bruciato ogni possibilità di usare la propria testa e di usare solo degli schemi, delle ideologie preconfezionate, senza
nessuna capacità di guardare un poco piu avanti.


Ora, rendermi conto che questo movimento (quello di Grillo) è composto da molte persone che hanno perso la testa e ragionano unicamente con la testa di qualcun altro è
socialmente molto preoccupante.
Dopo la salute ritengo che la cosa più preziosa che abbiamo è il nostro cervello, però va tenuto accesso e utilizzato; se lo sostituiamo con un ideologia diventiamo dei soldati, dei discepoli, degli esecutori di ordini e chissà dove andiamo a finire; la storia è un libro aperto.

Parla un simpatizzante di Beppe e del movimento; conosco parti dei suoi spettacoli a memoria, a partire da quelli del 1992 ( i migliori a mio avviso);
parla uno che come molti non ne può più di assistere ad uno scandalo dietro l'altro; un sistema fatto di furbi e che per come è fatto è davvero in stallo;
fatto dai Longo che affermano che la rappresentaza dei parlamentari deve essere fatta anche da condannati perche altrimenti che rappesentanza è ?

Il problema è che con la rabbia e il senso di impotenza che ciascuno di noi ha dentro, in un attimo perdiamo la ragione e rischiamo di diventare come loro.

Se vogliamo essere diversi da loro, se vogliamo essere degli italiani di nuova generazione, ricordiamoci che dobbiamo avere almeno 2 qualità:
essere onesti e rispettare il prossimo.

Michele S., Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.11.12 13:58| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Capisco la tendenza del "movimento" a sottrarsi alle telecamere ma ritengo che la libertà delle persone sia sacrosanta. con questi atteggiamenti di chiusuta dimostriamo di essere i soliti Italiani che hanno bisogno del guru, della stella da seguire! Questi commenti mi mettono i brividi e mi fanno capire che le modalità del partito per cui potevo provare simpatia si avvicinano molto a quelle di un gruppo settario i cui componenti devono seguire i dettami del proprio leader super carismatico.

svisi 06.11.12 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
a distanza di alcuni giorni da questo post di Beppe e dalla comparsa in TV di Federica Salsi vorrei tentare una valutazione dell'evento.
Credo che possiamo definire la comparsa in tv "sanza infamia e sanza lodo" anche grazie al fatto che i vari presenti NON hanno infierito sulla nostra rappresentante.
Ma dopo che Beppe ha ribadito, ed io concordo pienamente con lui, che apparire in video è sempre un autogol per il M5S tutti si sono precipitati a denunciare "la dittatura di Grillo", la "mancanza di democrazia" del Movimento ecc. ecc.
Dalla Gruber a Giovanni Sartori passando per Gramellini non c'è nessuno cha abbia evitato di far quello che poteva per discreditare il M5S.
Quindi vi chiedo: val la pena di barattare 20 minuti di comparsata televisiva con una piena settimana di pubblicità negativa?
Pubblichiamo gli elenchi di chi va in TV così sapremo chi NON votare quando sarà il momento di compilare le prossime liste elettorali!
Grazie, Mallo

Mauro T., Ventimiglia Commentatore certificato 06.11.12 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

secondo me l'osservazione alla salsi è stata sopra le righe e fuori luogo,prima di tutto perchè grillo non si promuove come nostro leader eppure,a quanto pare,si permette di dare dictat.secondo perchè così facendo fa' crollare l'immagine democratica e liberale che ci siamo costruiti col tempo.terzo perchè come diciamo noi a bologna:"la merda più la volti e più puzza",se la salsi avesse commesso qualcosa di sbagliato ci sono modi diversi di riprenderla che gettarla al pubblico ludibrio.come ultimo voglio aggiungere che ho seguito molto il lavoro dei tre consiglieri comunali essendo di bologna,e la salsi è quella che,a parer mio, è stata più vicina e concreta al movimento,bugani e piazza sono stati solo una grossa delusione,per non parlare di favia,che a bologna ha fatto solo schifo (sia per la faccenda dei rimborsi,sia per le foto alla salma di cevenini e non aggiungo altro) e non hanno perso solo il mio voto,quindi occhio in futuro se volete costruire qualcosa diverso dalla democrazia guidata che ci opprime,non vorrei che fosse l'inizio della fine

emanuele aguanno 06.11.12 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me coloro i quali vedono l'attacco alla Sig.ra Salsi non hanno saputo leggere bene l'articolo (o hanno fatto finta di non capirlo) l'attaco vero è alla TV dei potenti dove hanno sacrificato la Sig.ra Salsi, che ha l'unica colpa di essere venuta meno ad un accordo preso quando si presento con il Movimento e grazie al quale si trova dov'è! E se al posto di non rispettare questa regola non avesse rispettata quella dello stipendio cosa avreste detto, BRAVO GRILLO FAI BENE!!!, ma fatemi il favore IPOCRITI!

Giuseppe Pappalardo 06.11.12 13:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quanti delusi che dicono a grillo adesso non te la do più...
a me invece delude il movimento,così indulgente verso chi non rispetta le sue stesse regole e approfitta della sua immagine femminile per convincere i soliti elettori televisivi che come sempre giudicano dalle apparenze.sveglia! la tv ci ha portato 20 anni di sfiga e ancora ci credete

alfio cirri 06.11.12 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe Grillo ha circa 65 anni, televisivamente parlando lo conosco da troppi anni, l'ho sempre seguito perchè è un grande artista, la sua comicità mi ha sempre emozionato. Sono però ormai tanti anni che il Grillo artista ha deciso di modificare la sua comicità, i suoi testi sono diventati sempre più impegnativi, la parte puramente comica pian piano ha sempre più lasciato spazio alla denuncia alla critica, in particolare di tematiche economiche. Beppe Grillo non è eterno prima o poi anche lui lascerà la scena pubblica, ma tutto il lavoro di una vita e tutta la credibilità che si è guadagnato nei decenni non vedo perchè debba essere bruciato da emeriti parassiti sociali, squallidi sanguisughe che non sanno fare altro che campare sul lavoro degli altri. La cretina che starnazza sparando cazzate mai avrebbe potuto fare politica a questi livelli se non si fosse adagiata a panza piena sul carro di Grillo. Grillo deve essere feroce nel difendere uno spazio politico che lui principalmente ha creato, certamente questo spazio potrà durare e progredire solo se ci saranno migliaia di persone che vivranno la politica come servizio e non come aspirazione, non potrà essere lui il futuro ma per almeno i prossimi 5 anni il presente è lui e deve essere lui.

Paolo Rullo Commentatore certificato 06.11.12 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premetto che non sono un attivista: diciamo, per ora, un semplice simpatizzante. Leggendo i commenti al post, non posso però credere che questi siano scritti da persone simpatizzanti o attiviste del movimento. Da sempre esiste un regolamento, inutile citarlo ancora, che vieta i confronti nei talk show. Lo si sa e lo si deve aver accettato dal momento che si diventa attivisti. Altrimenti uno è libero di fondare un suo Movimento 4 Pianeti o 6 Galassie che dir si voglia. Quindi non comprendo come mai, di punto in bianco, in molti inizino a mettere in discussione tale regola. Le regole sono fatte per essere rispettate! Questo non vuol dire che, se una regola è sbagliata, o perde di significato nell'arco di un periodo, essa non debba essere cambiata. Non ho mai percepito che le "alte sfere" del movimento abbiano mai represso idee o proposte fatte da chiunque si sia dimostrato degno di essere ascoltato. Ma la regola di non partecipazione agli usuali metodi di comunicazione adottati dalla attuale classe politica (meglio dire anti-politica), mi sembra la più interessante, la più coerente, la più geniale che un movimento come l'M5S potesse darsi per farsi spazio in un contesto mediatico interamente controllato dalle forze politiche tradizionali. In nessun altro modo si sarebbero mai potuti raggiungere simili risultati se non con questa Regola (con la R maiuscola). E ora, saltano fuori così tante persone che la vedono come una restrizione imposta da Grillo, come una limitazione voluta per sgangherate motivazioni che ognuno prova a balbettare??? Non ci posso credere! Non potete essere voi quelli che hanno portato al successo il movimento! E se, un attivista, di sua iniziativa, si permette di violare le regole, DEVE ESSERE ESPULSO! Altrimenti i principi su cui si basa il movimento, sarebbero TRADITI in partenza. La coerenza prima di tutto. Non cominciate a fare cavolate proprio ora.

Daniele D 06.11.12 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

State bravi .. Siamo in guerra e non abbiamo ancora vinto! Le strategie delle battaglie e' compito del Generale e se si vince poi ..... il merito e' anche del Caporale che nel frattempo deve solo obbedire .

EUGENIO A., genova Commentatore certificato 06.11.12 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
La consigliera Salsi è andata a Ballarò (non ho visto la puntata e non sò cosa ha detto) e probabilmente ha sbagliato. Invece di chiamarla personalmente e di "rimproverarla" senza fare clamore, Beppe ha messo un post sul sito "crocefiggendola" in pubblico: secondo me, errore su un errore in quanto ne è uscito un caso nazionale.
La consigliera ha espresso pubblicamente il suo disagio con relative prese di posizione nel Movimento e fuori: errore su errore al quadrato.
Fuoco di fila degli attivisti del Movimento in questo blog e su facebook, contro la consigliera anche con frasi orribili e di tenore fascistoide CHE TUTTI POSSONO VEDERE: errore al cubo.
i colleghi della Salsi la isolano pubblicamente in consiglio: errore su errore elevato alla 4^.
Di conseguenza alcuni programmi di informazione vengono messi in "black list" e i vari amministratori del Movimento improvvisamente si "negano" ai giornalisti come vecchi politici di bassa lega: errore su errore elevato alla 5^.
Stamattina,alcuni politici ospiti della trasmissione Agorà, condotta da Vianello (che non è certo un Vespa) hanno riversato una discreta dose di merda (scusate la parola) sul Movimento che come difesa aveva solo un giornalista e saltuariamente, lo stesso conduttore.
La domanda sorge spontanea: non era meglio chiamare la Salsi in privato e consigliarla a comportamenti più intelligenti, invece di fare tutto sto' casino che porta solo ombre sinistre sul Movimento?
Ciao a tutti

dewid a., Spoleto Commentatore certificato 06.11.12 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Invece di insultare la Salsi, dovreste rendere conto di ciò che lei ha detto. Rendere conto fornendo prove concrete, ovviamente, non semplicemente ribattendo i soliti slogan. Parlare a un talk show sarebbe "orgasmo televisivo"? Solo se lo fanno "gli altri", naturalmente. Quando lo fa "il Grande Capo", invece, va bene: http://youtu.be/jtEzP-cZQig Per favore, lasciate stare "il punto G" in una questione in cui non c'entra niente. Concludo dicendo che... sì, ha ragione chi rimarca la mancanza di democrazia nel vostro movimento. Non perdete tempo per provarlo.

Sabrina Angiolieri 06.11.12 12:06| 
 |
Rispondi al commento

...continua...
" Chi non conosce nulla del MoVimento e segue il talk show, dopo il morbido e avvolgente abbraccio televisivo al quale ti sei consegnato volontariamente (con voluttà?) opta per il meno peggio e quello non sei mai tu, ma è sempre un altro, quello che sa vendere le sue menzogne (è il suo mestiere), che ha parlato per un'ora mai interrotto da chi gestisce il talk show, quello che nessuno ha mai contraddetto."

Penso che non si possa essere in disaccordo, una mia amica vicino a me che non conosceva nulla mi ha detto "Comunque questa non parla mai... che ci sta a fà"; aver letto l'articolo di Beppe è stata per me una conferma.
La Salsi sarà pur preparata e starà lavorando bene nel suo ruolo, ma li non era preparata perchè non era il suo mondo e se c'era qualcuno che avrebbe voluto capire meglio cos'era il Movimento, certo quello spettacolo non è stato molto illuminante.

LA RIVOLUZIONE CULTURALE PASSA CHE DA QUI, NON SOLO SUI CONTENUTI (CHE SONO FONDAMENTALI) MA IN SECONDA BATTUTA ANCHE (SOPRATTUTTO NEL NOSTRO PAESE) NEL ROMPERE GLI SCHEMI E LE STRUTTURE SU COME ARRIVANO I CONTENUTI.

Il Movimento mette internet al centro perchè è la vera PIATTAFORMA DEMOCRATICA, se qualcuno pubblica o scrive qualcosa di sbagliato o che non piace c'è sempre modo e maniera di replicare ed è qui che si ha il vero confronto con un arbitro IMPARZIALE che da VOCE a tutti, un software e non un conduttore.
Ecco perchè ci deve essere la diffusione della banda larga in tutta italia perchè si ha accesso alla conoscenza ed all'intelligenza collettiva.

Gaetano Erizian (axeg) Commentatore certificato 06.11.12 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Tutto vero ma anche tutto falso, non dovremmo avere paura di parlare, tante delle voci degli attivisti M5S, non sono raggiungibili da chi non è avvezzo alla rete e ai suoi strumenti e purtroppo per l'Italia sono ancona moltissimi, sperare e sapere che c'è qualcuno che può dare voce anche a questi cittadini è molto più importante di chiudersi in una specie di elite (che assomiglia a una casta) per paura di fare figuracce o sembrare inadeguati, allora inventatiamoci alternative per dare voce a chi non è un internauta. Un'altro colpo al cuore è stata l'allusione "non velata" di tipo veramente maschilista nei riguardi della signora che ha partecipato a Ballarò, se non capite questi piccoli particolari allora il cammino è ancora troppo lungo anche per voi. Io ci speravo e ci spero ancora che ci possa essere qualcosa di veramente nuovo, democratico, civile, spero di non sbagliarmi ancora una volta,ci credo ancora perchè i ragazzi che vogliono attivarsi sembrano migliori dei proclami un pò troppo "retrò", che danno il fianco ai normal-media per diffamare.

abitante 06.11.12 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Io concordo con ENZO e vorrei aggiungere un commento che sul quale si può anche essere in disaccordo, parlando in generale senza riferirmi a nessun caso particolare.
PUNTO PRIMO.
Ditemi la verità (in merito a tutti quelli che danno del sessista all'articolo di Beppe) Se Beppe si fosse riferito ad un uomo, ci sarebbe stata tutta questa polemica sul "sessismo" di quell'articolo? Io credo di no... e poi mi spiegate perchè una frase

"Il punto G, quello che ti dà l'orgasmo nei salotti dei talk show"

deve essere presa quando c'è un'intero articolo che spiega PERFETTAMENTE il perchè è stato sbagliato andare in TV? Una frase, un costrutto (essendo tutti persone intelligenti, grandi e vaccinate) non può essere preso come offesa in un'intero discorso (credo che sarebbe offensivo per l'intelligenza di ognuno).

PUNTO SECONDO.
Io non sono per l'espulsione di nessuno, piuttosto per il dialogo; parlare con l'interessato/a capire le motivazioni tutti insieme, discuterne con la massima tranquillità ed arrivare insieme ad un punto.
Ciò non vuol dire essere buoni a prescindere. Il Movimento, almeno a mio parere, non significa libertà, siamo tutti buoni, tutti possiamo sbagliare, passiamoci sopra.
Ci sono delle regole che abbiamo accettato non come dictat che vengono dall'alto come fanno i partiti, ma ci sono state sempre spiegate fino alla nausea.
La rivoluzione CULTURALE parte dalle basi ed una base della nostra cultura è l'informazione (purtroppo non libera) del nostro paese.

" Chi non conosce nulla del MoVimento e segue il talk show, dopo il morbido e avvolgente abbraccio televisivo al quale ti sei consegnato volontariamente (con voluttà?) opta per il meno peggio e quello non sei mai tu, ma è sempre un altro, quello che sa vendere le sue menzogne (è il suo mestiere), che ha parlato per un'ora mai interrotto da chi gestisce il talk show, quello che nessuno ha mai contraddetto."
...continua...

Gaetano Erizian (axeg) Commentatore certificato 06.11.12 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, sono una sostenitrice del movimento da quando è nato, ho sempre stimato beppe ed ho sempre apprezzato il suo buon senso.
Tuttavia mi sembra che ultimamente Grillo e i suoi fedelissimi si comportino come dei dittatori.Va bene che all' interno di un movimento ci siano delle regole, ma c' è una differenza enorme tra regole di onestà, integrità e coerenza dei programmi; che se non vengono rispettate da un singolo è bene estromettere tale singolo; e regole come non apparire in televisione perchè a Grillo non piace, lui non vuole. Siamo in democrazia o cosa ? Il tuo lider ti dice che non gli piace una cosa e tu non hai il diritto di pensarla in modo diverso ? Quì non parliamo di capacità, integrità, onestà, o divergenza di opinioni sul programma politico e sulle cose da fare per il paese; ma semplicemente di una persona che ha scelto di andare in televisione e che per questo è stata messa alla gogna e in modo anche offensivo. Mi dispiace ma questo comportamento non mi appartiene, io adoro il programma del movimento, sono d' accordo su tutti i punti, ma questi comportamenti, questi toni mi spaventano. Grillo stà diventando didattoriale e questo non è tollerabile.
Potrebbe spiegare ai suoi l' importanza di non apparire in tv, far comprendere i meccanismi negativi nel partecipare ad una trasmissione per avere consenso dai suoi su questo punto, ma non imporre la sua volontà su un qualcosa che deve essere di libero arbitrio e che non mette in discussione le capacità e l' integrità di una persona ( a meno che non dica fesserie che danneggiano il movimento ).
Spero che le cose migliorino perchè visto da fuori, un lider che attacca continuamente coloro che lo sostengono, sembra solo un pazzo fuori di testa. Questo mi amareggia perchè credo nel programma e voglio davvero poter votare il movimento e partecipare a un cambiamento che sarebbe vitale per l' Italia.

silvia zumin 06.11.12 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se dovessimo stare attenti a non essere attaccati dai giornali o dalle televisioni di regime, non dovremmo fare niente, anzi dovremmo proprio sparire. Qualunque cosa diciamo o facciamo appena fuori dalle righe (vedi punto G), il tutto viene amplificato dai tromboni mediatici e dai giornalisti prezzolati. La Salsi ha sbagliato sapendo di sbagliare, ha danneggiato il M5S e sta continuando a danneggiarlo con le sue dichiarazioni e stimolando la falsa solidarietà dei partiti che si stringono intorno a lei.
Ci sono delle regole, come in una costituzione, e queste regole sono elencate nel non statuto. Sono poche, chiare e condivise da tutti gli iscritti al movimento, altrimenti non ci si deve iscrivere. Le regole sono state scritte da Grillo e pochi altri? non ha importanza, sono le nostre regole e senza regole non si gestisce nulla. Una di queste è la non partecipazione ai programmi televisivi. Il salto di qualità non è andare in televisione, il salto di qualità lo abbiamo già fatto passando alla rete. Ritornare alla televisione vuol dire regredire, ritornare nell'arena dei partiti e fare quel gioco che ha sempre tenuto a galla destra e sinistra pigliando per i fondelli tutti quanti. Semmai dobbiamo migliorare la comunicazione, dobbiamo fare in modo che la rete prepari i nostri portavoce politici.
In questo la Sarsi ha ragione, visti i risultati ottenuti e i sondaggi, molti rappresentanti del M5S andranno in parlamento e devono essere preparati, non devono trovarsi come pesci fuor d’acqua, ma certamente partecipare ai talk show non è la scuola adatta.

Gianni2 A., Ferrara Commentatore certificato 06.11.12 10:47| 
 |
Rispondi al commento

La democrazia diretta ha sempre comportato che la causa della peste fossero gli untori (Manzoni).

I debiti vanno pagati e non annullati, è diseducativo affermare il contrario. Nell'antichità chi non pagava i debiti diveniva "schiavo".

I problemi si risolvono in una ottica mondiale e non locale.

Sono a favore dell'Europa e dell'Euro, ma sono contro i ladri e i corrotti. Rubare all'erario è sacrilegio perchè è proprietà di tutti (se non ricordo male Cesare fu sacrilego per aver preso i soldi dell'erario).

Firmato : un ingegnere

Filippo Russo 06.11.12 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Movimento 5 stelle, se non sei in grado di gestire le beghe interne, come pensi di gestire quelle di un paese intero? Vi ricordo che, in Friuli Venezia Giulia, il movimento ha subito delle scissioni interne per divergenze di opinione degli adepti. Grillo, interpellato più volte non ha voluto mai rispondere in merito a ciò nemmeno per cercare una soluzione al problema; alla faccia di ognuno vale uno!!! Che farai ora Grillo? pensi di farti la traversata della Manica a nuoto per andare a prenderti i voti nel Regno Unito? Che delusione...ora veramente non so più a chi "regalare il mio inutile" voto!!!

roberto lippolis 06.11.12 10:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La giustizia è un valore più importante della democrazia, metti che una bimba bruci le pagine di un libro e democraticamente si decida di lapidarla, non è giusto farlo, non lo si deve fare.
Per questo non è importante che il movimento sia democratico, basta che sia giusto.
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione, è giusto, poco importa che una regola democratica o dittatoriale lo vieti, non importa.
E poi chi dice che la Salsi in tv non porta voti? non fosse altro che per i vecchi bavosi che si sono innamorati di lei, e io ho una certa età.
Quindi mi sa che voterò per te.
Voterò per te perché ho letto il tuo programma.
Voterò per te perché fuori dai porti ci sono navi che aspettano che salga il prezzo del grano prima di scaricarlo e nessun altro vuole fare qualcosa.
Voterò per te perché tanto poi Robespierre lo si accompagna alla ghigliottina.
Voterò per te ma vaffanculo Beppe.

Paolo B., Milano Commentatore certificato 06.11.12 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Condivido molte delle idee del Movimento 5 Stelle, ho votato sempre a sinistra e, fortemente delusa dalle scelte del PD, mi sono schierata per IDV. Dico questo per far capire a Grillo che sono dalla sua. Ho letto il programma del Movimento e lo condivido per buona parte. Ma sinceramente non sono affatto d'accordo con questo suo atteggiamento così oltranzista contro chi dei suoi accetta di farsi conoscere attraverso le trasmissioni televisive. Io per lavoro uso quotidianamente la Rete, mi informo, leggo quotidiani on line ma quanti degli italiani che andranno a votare hanno la dimestichezza quotidiana con la Rete? E questi italiani non hanno diritto forse di conoscere le persone del M5S di cui magari già condividono le idee e gli ideali? Grillo per favore basta con questo atteggiamento, come ogni strumento la TV come tale può essere utilizzata bene o male, strumentalizzata ma anche usata per raggiungere chi non sa o non può avere accesso ad altri mezzi, anche solo per ignoranza. Fai conoscere i tuoi, sono sicura che la loro onestà verrà fuori così come è venuta fuori a Ballarò la famosa sera incriminata. Io voterò i tuoi ma falli conoscere da TUTTI.C'E' UN GRAN BISOGNO CHE L'ONESTA' VENGA RESA PUBBLICA!!!

francesca longobardi 06.11.12 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno a tutti. Sono un sostenitore del M5S. Espellere la Salsi mi sembra eccessivo, e non credo si possa stabilire con certezza che abbia avuto l'intenzione di apparire per crearsi un po' di fama. Detto questo penso sia necessario evitare clamori o anche affermazioni espresse in modo da suscitarli, visto che abbiamo a che fare nel nostro Paese con una stampa che di solito infarcisce i giornali ed i servizi televisivi di opinioni più che di fatti. In questo momento commenti duri sul blog o dichiarazioni pubbliche da parte dei "dissidenti" fanno solo danno al movimento. Sarebbe utile stabilire linee guida condivise largamente nel movimento anche sulle interviste. Tuttavia non ho approvato la partecipazione della Salsi a Ballarò, sia perché è un programma di scarsissima qualità, sia perché in effetti (e questo la Salsi dovrebbe capirlo) ha fatto più danno che bene al movimento. La gente purtroppo quando sente parlare politici della casta ne è ancora infatuata, e viene convinta quando con il loro parlare ambiguo fanno affermazioni che poi raramente si possono controbattere in un programma come quello, anche perché chi li dirige questi talk show si guarda bene dall'inimicarsi i soggetti politici che li tengono in vita, lasciando spazio adeguato alle repliche. Senza contare poi che i giornali evidenziano bene frasi che fanno riferimento al cosiddetto dissenso nei confronti "del capo" (Corriere). Esorto tuttavia ad evitare atteggiamenti o frasi che possano far pensare ad un clima intimidatorio, perché poi passano purtroppo come proclami all'epurazione. Ricordiamoci sempre che troppi italiani ancora votano "tappandosi il naso" per "l'usato sicuro", cioè candidati vecchi e nuovi che sono ancora nel vecchio sistema, ma che "sono più esperti". Dobbiamo convincere proprio quelli insistendo su una informazione ed una comunicazione diverse, con parole e modi diversi.

Saverio S., San Giorgio su Legnano Commentatore certificato 06.11.12 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Ormai è evidente che Grillo ha calato la maschera.
Lui e Casaleggio vogliono essere i padri padroni di un partito politico, e come tali si comportano.

Sistematicamente appena un consigliere, pur in maniera lecita, decide di non seguire i diktat del capo, viene massacrato sul Blog.

E poi ci dice che non ha secondi fini, la democrazia partecipativa, uno vale uno....CHE DELUSIONE

Manuel F 06.11.12 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente il commento di Saro Morana e vorrei aggiungere che, in ogni caso e per qualunque ragione, trovo orribile che, solo per divergenze di opinioni, si attacchino le persone sul piano personale con insulti ed offese che ledono la dignità dell'individuo.
Il mio parere è che chiunque non sia capace di discutere con gli altri rispettandoli è una persona pericolosa che deve stare ben distante dai luoghi di guida e di governo delle istiuzioni.

goffredo d., Caltagirone Commentatore certificato 06.11.12 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Ripeto quanto già scritto ai tempi di altre apparizioni tv. La televisione uccide, almeno QUESTA televisione e QUESTI talk-show. Quanto scritto da Beppe Grillo è drammaticamente tutto corretto. Mi pare poi allucinante che si utilizzi una seduta del consiglio comunale per "dare solidarietà" a chi ha ignorato volutamente la posizione della stragrande maggioranza del M5S e ha cercato una misera visibilità personale. In realtà della persona in sè non interessa a nessuno, l'obiettivo è solo attaccare Grillo... e lei non solo non lo capisce ma sta pure al gioco. E' solo l'ennesimo squallido tentativo di screditare/depotenziare il M5S. Concludo, da cinquantenne che ha vissuto il Movimento del '77, che chi bolla la battuta di Grillo come maschilista non ha la minima idea di cosa sia DAVVERO il maschilismo!

Stefano Molteni 06.11.12 09:44| 
 |
Rispondi al commento

volevate evitare che andando a ballaro' la salsi finisse nelle fauci della comunicazione? pensavate che la salsi facesse tutto questo per " protagonismo" e per soddisfare ( emerita stupidaggine ) il suo punto G?
benissimo! avete ottenuto il risultato contrario. Parlo e sento la gente per strada , quella gente a cui voi vi rivolgete . Ebbene adesso ( e non martedi) la salsi e' diventata un personaggio e frazie a voi. Ancora. La gente non vi capisce ...
e per essere un movimento della gente...e' un ottimo risultato!

gino g., roma Commentatore certificato 06.11.12 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Se invece di una donna, a Ballarò ci fosse stato un uomo, Grillo avrebbe sicuramente scritto che per una sega mediatica (riferimento sessuale) si è voluto far bello di fronte ai genitori e agli amici per poi fare la figura del coglione (riferimento sessuale) quando ha dovuto spiegare che fine fanno i soldi ricavati dalla riduzione dello stipendio. Queste partecipazioni non studiate e senza alcuna preparazione portano molto semplicemente a dire o a fare delle cazzate (riferimento sessuale) che danneggiano il lavoro fatto dagli attivisti fuori dal palcoscenico mediatico.

Gianni2 A., Ferrara Commentatore certificato 06.11.12 09:27| 
 |
Rispondi al commento

grillo chiudi questa baracca temo che servirà solo a fare carriera ai soliti furbi come questa salsi che da consigliera comunale già si sente in parlamento...nemmeno ha pazienza di aspettare di contare qualcosa. come si può fidarsi di gente come lei e mezzo m5s che la difende?

alfio cirri 06.11.12 09:06| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con l'espulsione della federica Salsi perche,intanto si viola diciamo le direttive che erano astenersi da questi programmi e poi entrare in una arena come ballaro che di questi tempi è frequentata solo da IENE è avvoltoi è controproducente per le milgiaie di persone oneste che non fanno parte di quell'ambiente e per lo stesso movimento.

giuseppe lepore 06.11.12 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente la posizione, come peraltro già detto in mio precedente post. Ma arricchisco il mio commento di un fatto. Non ho avuto modo di vedere la Consigliera Salsi a Ballarò ma ho invece assistito alla sua partecipazione, qualche tempo fa, ad Ominbus, contesto marcatamente di sinistra e quindi per me già più protetto per il Movimento 5 stelle. Ebbene, anche la giovane Comi (pdl), che brilla sempre per la sua leggerezza, nel senso di vuotezza politica, è riuscita a mettere in difficoltà ed inveire sulla Salsi. Ovviamente non trovando contesto politico in cui addentrarsi ha trovato terreno fertile! Fortunatamente conduttore e giornalisti non hanno dato corda alla Comi ma, pur con tutti i buoni propositi che che poteva avere la Salsi, ha fatto una figura miserrima.
"Bucare" in televisione non è uno scherzo, e dover reggere il contraddittorio politico ancora di più. Ed ancora a maggior ragione con i politici che conosciamo e di cui ci vorremo liberare: si sono tanto concentrati sulla loro partecipazione ai talk show che hanno portato il Paese allo stato che conosciamo.
Anche se sono due esempi che probabilmente non vi piacciono, fate caso a quanto Mario Monti sia parco nelle sue chiacchiarate con i media, oppure quante "gaffe" sono imputate alla Fornero, solo perchè dice quello che pensa. Ma probabilmente, per la politica a cui siamo abituati, non dobbiamo dire quello che pensiamo, ma quello che italiani e giornalisti piace sentirsi dire, cosi lasciano liberi di farsi i fatti propri, che restano ben nascosti.

Antonio R., Milano Commentatore certificato 06.11.12 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Continuo a non capire. Se si va in televisione bisogna essere preparati. Non puoi andarci perchè hai un bel viso. Il lavoro degli attivisti, fino ad arrivare ad un risultato positivo dopo un'elezione non deve far dimenticare il lavoro svolto da Grillo e il suo enturage. Se gli eletti del m5s sono diventati tali è per chè ci sono persone che lavorano affinchè si crei la più ampia visibilità possibile. Nelle piazze, nei teatri ed in tutti i posti che hanno visti aggregarsi persone per ascoltare le idee, non ci sono andati perc Favia o la Salsi ma perchè c'è un Grillo che parla, spiega e cerca di farti capire. Certo a modo suo, però seguendo specifiche strategie. Se siete lì non è perchè avete fatto i banchetti con la raccolta firme, ma perchè c'è qualcuno che ha studiato una strategia per farvici arrivare. Quindi non rompete i coglioni e fate quello che vi si dice se non volete rovinare tutto.

loris stradi 06.11.12 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON ROVINATE TUTTO!!!!
Essere talebani é il miglior modo per perdere voti.
Non si vuole la partecipazione ai talk show? Ok!
Ma Grillo, invece di sparare pubblicamente a zero sulla consigliera, avrebbe dovuto chiamarlo in privato e dirle tutto quanto ha detto in pubblico. Poi, faceva un comunicato, in cui specificava, senza toni esasperati, tutto quanto il suo pensiero sui talk show, aggiungendo che ne aveva serenamente discusso con la consigliera.
A CHI SERVE, INVECE TUTTA QUESTA POLEMICA? SOLO AI VECCHI PARTITI, CHE, TRAMITE LA STAMPA, FANNO APPARIRE UN MOVIMENTO DEMOCRATICO COME UN MOVIMENTO IN CUI UNO SOLO DECIDE E GUAI A CHI SBAGLIA!!
Caro Grillo, l'inesperienza porta a sbagliare, ma condannare in modo così violento significa solo instillare negli attivisti la paura che ogni iniziativa può essere un tragico errore, mentre così non é, perché in un movimento democratico si deve poter pensare e camminare con le proprie gambe e sui propri errori, e quando si sbaglia, chi sbagli va prima protetto, per verificare la buona fede, e condannato solo se invece risulta la malafede, ma tutto questo putiferio serve solo a chi vuole fra capire che nel M5S pensa solo uno, decide solo uno e guai a chi sgarra.
ATTENZIONE, NON FATE GLI INTEGRALISTI TALEBANI, NON FATE IL GIOCO DEI VECCHI PARTITI!!

Saro Morana 06.11.12 08:49| 
 |
Rispondi al commento

Solo in quei salotti si continua ancora a non capire l'effetto del MoVimento.No ai talk show!

Gaetano Palomba, Torre del Greco Commentatore certificato 06.11.12 08:49| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con chi esprime l'opinione secondo cui i talk-show non apportano nulla alla comprensione da parte dei cittadini. Trattasi veramente soltanto di spettacoli condotti da personaggi che fanno parte comunque della struttura di potere della "casta", che fanno parlare o zittiscono o coprono o interrompono i partecipanti a seconda della appartenenza partitica di questi ultimi. La presenza in questo tipo di trasmissioni si traduce al più soltanto in un vantaggio personale in termini di visibilità per chi vi partecipa. Non dimentichiamo il caso Polverini, vera e propria costruzione di Ballarò.
La stragrande maggioranza di coloro che hanno deciso di dare la loro preferenza al Movimento non desiderino affatto vedere nelle mani dei vari floris di turno i propri rappresentanti.
Il richiamo al maschilismo da parte della Federica Salsi mi pare perciò fuori luogo. Quando si cerca visibilità mediatica e si vuole utilizzare il Movimento come scorciatoia per evitare una più lunga gavetta politica, i cittadini se ne accorgono e protestano, anche in toni e forme vivaci magari, come accade talvolta qui, ma la sostanza è stata colta da Beppe.


camillo 06.11.12 06:11| 
 |
Rispondi al commento

Io ci ho pensato abbastanza. E ho scritto anche alcuni post in difesa di Beppe e di questo articolo sul FQ.

Tuttavia dopo alcuni giorni di meditazione, mi sento di sollevare la seguente domanda:

come pensate di guadagnare ancora + consenso se non usate tutti i mezzi a disposizione? Inclusa la TV?

Mi sembra che il tema sotto sia interessante, anche per capire la vera maturita' del movimento.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/11/05/caro-grillo-la-tv-e-un-problema-da-affrontare/403513/

Nicola M., Mantova Commentatore certificato 06.11.12 04:34| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei rassicurare gli eletti del movimento che quando voglio sapere cosa pensano la prima fonte di informazione é il sito beppegrillo.it oppure il sito dei vari comuni dove il M5S ha vinto.
Il cambio di direzione é che internet, la rete ti permette di andare a cercare la informazione direttamente alla fonte, senza passacarte e filtri.

Gilberto Gattesco 06.11.12 03:10| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre pensato e continuo a pensare che diciate delle cose sacrosante, che i vostri siano i migliori principi; purtroppo però non si governa una nave che affonda con solo comizi e principi ci vuole un progetto serio, persone capaci di amministrare e legiferare. Detto con tutto il rispetto che nutro per voi ritengo che l'essere incensurati sia condizione necessaria ma non sufficiente per governare. Se poi si aggiungono i fatti di questi giorni a maggior ragione penso che il movimento debba maturare ulteriormente; non c'è nulla di innovativo nella censura nè nella dittatura. Certi atteggiamenti da ventennio sarebbe meglio non rispolverarli ma far tesoro delle conseguenze a cui hanno portato.

Giuseppe Sbezzeguti 06.11.12 02:46| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Grillo vai giù duro ma ancora più di così altrimenti facciamo un'altra volta il "frutteto"!

Pugno di ferro che questi non l'hanno ancora capito che è solo un bene.

Dai!!!!!

Luca No 06.11.12 02:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembrate lobotomizzati. Tutti quanti a dire:" E si. c'è questa regola e tutti la devono seguire senza discutere."
Ma da chi è stata decisa la regola ? dal grande guru su suggerimento del gran ciambellano casaleggio esperto in marketing ?I proprietari del marchio che se la raccontano, se la decidono e se la cambiano come vogliono alla faccia dei seguaci senza capacità di valutazione critica di quel che accade nel mondo reale immersi nel mondo virtuale delle minchiagamesocialforum cioè cioè , è un sacco bello,eccetera eccetera . Che minchia di democrazia conosce questo movimento, e che branco di pecoroni i suoi "seguaci"!!!!
La democrazia è partecipazione e non far passare tutto quello che il suo capo guru e il suo consulente esperto di comunicazione vogliono imporre perché cosi va bene e basta.Se poi vi va bene cosi fate quel che volete ma no credetevi di essere il nuovo che avanza, siete il solito che capita da millenni a questa parte: pecore che seguono il pastore con il suo cane, felici di essere tosate e macellate a suo piacimento.

marco s., landriano Commentatore certificato 06.11.12 01:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo che ora di cambiare, i tempi sono maturi i mezzi ci sono una proposta semplice sarebbe la possibilità in zone omogenee di avere un solo Comune... Io vivo in Valpolicella zona omogenea vocata al vino e al turismo dimensioni Km. 20,00 x 10,00 e divisa in 6 Comuni i cui Sindaci lavorano 3 ore alla settimana, sono senza risorse per il popolo.. non per loro... e devastano il territorio per incassare quelle poche lire IMU dal mattone... ebbene.. ne basterebbe uno pagato ma che facesse il sindaco ameno 5 giorni la settimana ... 20Km. se uno va a passeggio li fa ogni giorno... tanto le esigenze per i cittadini sono le stesse e penso in tutta Italia, pagare il giusto e avere quei servizi essenziali per migliorare la qualità della vita... A GRILLO fatti portavoce di queste istanze avrai l'appoggio di noi tutti... di soldi per le poltrone che non servono ne abbiamo già spesi troppi...
un saluto dalla Valpolicella e auguri...

Alessandro Aldrighetti 06.11.12 01:01| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Signor Grillo, più che dalle lusinghe effimere (così come un orgasmo maschile) e dagli inganni incipriati del talk show, se fossi in Lei (ed anche se fossi nel suo demiurgico Amico, François Leclerc du Tremblay), mi guarderei da quell'insano delirio di onnipotenza che nasce dalla crescente approvazione altrui e che, togliendo lucidità ai pensieri, ha traviato, tra gli altri, ben illustri ed affermati imprenditori della comunicazione ;-)
Si ricordi la saggezza del vecchio adagio popolare: "Le strade dell'inferno sono lastricate di buone intenzioni".
Si fidi di me che Le sono amico; mi dia retta, per l'amor del Cielo!

:-)

Max Stirner 05.11.12 23:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

premetto che io voto grillo pero penso che ogni persona sia libera di fare quello che vuole, rispettando le leggi ovviamente,e senza danneggiare altre persone dunque do ragione a federica salsi soprattutto dopo che aderenti al movimento idioti l'hanno offeso pesantemente tipo "puttana"! queste cose mi spaventano perche questa gente militante del movimento segue grillo come degli zombi senza usare il cervello, se grillo gli dicesse di gettarsi da un ponte loro lo farebbero e questa non è fedelta ma usate la testa questa e stupidita. Ricordatevi che oltretutto e una madre! GRILLO CHIEDI SCUSA E STAI ATTENTO A QUELLO CHE DICI PERCHE CI SONO DEGLI IDIOTI CHE POI ATTACCANO CON UNA RABBIA FOLLE LE PERSONE CHE TU CRITICHI ANCHE ALLA LONTANA E QUESTE PERSONE MILITANO COME ME NEL PARTITO!!!! se vogliamo un futuro migliore (io ho 26 anni) dobbiamo comportarci meglio di questa politica di merda se no che differenza c'è tra gli schiavi di berlusconi che attaccavano a morte gli oppositori del imperatore! quello che dice grillo non è legge universale usate la testa per capire quello che è giusto o sbagliato in questo modo il movimento maturerà e migliorerà!

Emanuele A., venezia Commentatore certificato 05.11.12 23:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'unica lapidazione mediatica che noto è quella messa in piedi proprio da quella televisione a cui gli eletti del movimento si dovrebbero sottrarre. Dispiace per gli insulti e i pesanti commenti all'indirizzo della Salsi ma si sa, internet è uno strumento libero e questa ne è ulteriore prova. Qui non sono in discussione diritti umani o libertà personali ma solo le regole di un movimento e l'opportunità di scelte da effettuare in un momento delicatissimo. Sbagliare è umano e se fossi stato al posto della Consigliera mi sarei scusato e basta.

Francesco S., Parma Commentatore certificato 05.11.12 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Isolare Federica Salsi è l'inizio della fine del M5S! La mia piena solidarietà ad una ragazza in gamba ed il più totale disgusto per chi, come Grillo e chi per lui, crede di essere un neo "unto dal signore", un "padrone" delle idee altrui, sempre e comunque al di sopra di tutto e di tutti! Una pena assistere al disprezzo che, colo loro comportamento, hanno messo in pratica i colleghi consiglieri del M65S di Bologna, peggio del peggio razzismo politico. "Ero" molto vicino al M5S, lo avrei votato alle prossime elezioni, ORA non più!

Domenico Roselli 05.11.12 23:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe
Io sono un elettore dell' Italia dei Valori e un simpatizzante del movimento, per la sua forza di cambiamento necessaria a questo paese. Il caso Salsi è stato gestito malissimo. Certamente se il movimento ha delle regole, devono essere rispettate, ma una parola ORA in difesa di un vostro consigliere che certamente (secondo le vostre regole) ha sbagliato ma che non per questo si è meritata la lapidazione web-mediatica a cui è stata sottoposta, non solo è auspicabile ma è anche NECESSARIA; ciò per dimostrare a coloro che come me sono disgustati dagli insulti di alcuni sedicenti sostenitori del movimento che questi comportamenti sono da CENSURARE ben più di un' "orgasmica" partecipazione televisiva.
Fai sentire la tua voce!
Un saluto...
Fabio

Fabio Feliciotti 05.11.12 23:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, sono un tuo sostenitore fino dall'inizio del moVimento e vorrei proporti un'azione da intraprendere se arriveremo al colle o almeno a Palazzo Chigi: perché non dirottiamo la gente dal guardare i talk-show riaprendo le case chiuse di stato, magari con l'incasso controllato dai singoli comuni? Si potrebbe risanare il bilancio nazionale togliendo al contempo molta delinquenza nel campo dello sfruttamento della prostituzione, risparmiando spese mediche per malattie veneree e aids e dando un introito ai comuni. Stati nordici più civili e meno soffocati dalla chiesa ottengono notevoli utili dai Bourdel Publiques, perché noi non dovremmo?
Speriamo di riuscire a cambiare tutto, non solo qualcosa!

Valdo Quarati 05.11.12 23:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con stima e con pochissime parole: non allearti ad alcun partito politico, neanche l'IDV. Per essere davvero perno di rinnovamento e cambiamento mantieniti autonomo, libero. Più persone si avvineranno e ti seguiranno. Mille grazie per il tuo impegno a tutto campo. Lella

lella mulè 05.11.12 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti seguo da sempre e sono iscritto da circa un anno. CREDO nel m5s e nelle sue istanze e nella sua democrazia diretta.
Al termine delle elezioni in Sicilia ero raggiante per le prospettive future del m5s.
Credo che invece il caso Di Pietro e il caso Federica Salsi siano state due gaffes enormi e faranno perdere voti al movimento purtroppo.
1. Di Pietro : sul blog si sono fatte votazioni di ogni tipo, qui non si è votato, a chi hai chiesto se di pietro era un candidato ideale per il quirinale ? Non sono d'accordo con il metodo usato né con la scelta. il m5s ha successo perchè è percepito lontanto anni luce da qualsisi partito, di pietro è parte del sistema, hai visto report o no ? Inoltre ti sei inimicato tutta la parte del centro destra che poteva essere un buon serbatoio di voti alle prossime politiche.
2. Federica Salsi : ok che non è coerente andare in TV, d'accordo, ma non puoi insultare così un consigliere comunale del m5s che pensa invece che anche la tv possa contribuire a portare beneficio alla causa del movimento. Potevi gestire la cosa molto meglio, anche qui solo una eventuale votazione tra i membri può dire cosa ne pensa la la maggioranza del movimento su tale opzione. Se mancano queste regole di democrazia diretta che ci differenziano da tutti gli altri e decidi tutto solo tu allora stai andando nella direzione sbagliata

DAVIDE ALBERTO SANTI, mezzanego Commentatore certificato 05.11.12 22:33| 
 
  • Currently 3.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da un non-elettore del M5S, ma simpatizzante se così si può dire perchè credo tra di voi ci siano bravissime persone: state dando un pessimo esempio di democrazia.

Caso Salsi gestito malissimo.
Di Pietro Presidente.
Troppe battute grevi fini a se stesse.

Così non va.

Da fuori sembra una sorta di ammasso informe di leghisti guidate (meglio, gestite) da un Berlusconi.

Non va proprio.

Andrea P. 05.11.12 21:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono solidale con federica salsi
grillo adesso la deve smettere di urlare e insultare tutto e tutti e fare la primadonna, ma deve cominciare a valorizzare quello che le persone del movimento stanno facendo nei posti di responsabilità che stanno occupando grazie ai nostri voti.
i nostri 4 voti altrimenti sono in bilico, la mia voglia di sponsorizzare il Movimento sta vacillando
e se a grillo non importa... che delusione... non ci voglio credere, dimostratemi che non è vero

piercarlo borelli 05.11.12 21:15| 
 
  • Currently 2.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' vero che l'inesperienza possa portare ad essere sopraffatti in un talkshow televisivo, soprattutto se si portano avanti idee di un movimento che sta dando fastidio alla casta e quindi alla maggior parte dei politici e dei giornalisti che li sostengono. Ma mi vengono da fare alcune riflessioni: chi cerca consensi per poter dar forza alle proprie idee non può esimersi dal confrontarsi con gli altri, se non altro per renderle pubbliche queste idee, per farsi conoscere (ed anche apprezzare). Lo scotto da pagare è quello di fare "brutte figure", ma c'è anche il merito di saper mettersi in gioco. La paura dei talkshow che possano trovarti in difficoltà su alcuni argomenti non può essere un modo per trasmettere al grande pubblico la propria incapacità di confrontarsi con gli altri sul piano dialettico. Anche perché credo che sia un'offesa indiretta per chi guarda questi programmi televisivi e che, secondo chi ha criticato l'apparizione della signora Salsi a Ballarò, non abbia spirito critico e capacità di discernere i contenuti dalla mera arte oratoria. D'altra parte il messaggio che viene fuori da questa demonizzazione dei talkshow, è che l'unico a dover esprimere le idee di tutti debba essere solo il "porta voce", che, per carità, dice cose che condivido, ma che va contro l'idea della libera informazione e del libera espressione. Insomma Internet garantisce tutto questo ma non deve esserci un solo "router" che interfacci chi milita nel MoVimento con il resto del mondo. Mi auguro proprio che questo non diventi un "ghetto culturale" perché al pensiero non serve nessun firewall ed anche perché il rischio è che si sfoci al fanatismo fine a se stesso dell'antipolitica (se non altro per la semplice etimologia).

Andrea Campagna 05.11.12 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe la stai facendo fuori dal vaso, prima o poi ti dovrai pur confrontare!

Franco cinel 05.11.12 20:28| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

se questa salsi voleva realmente affrontare e risolvere un problema del m5s lo faceva all'interno senza sputtanarlo dopo averci mangiato....ma il suo interesse era solo la visibilità,l'andare in tv ed ora ha ottenuto ciò che voleva insieme però al disprezzo di tutti quelli che nel m5s lavorano da anni con l'unico interesse del bene comune dei cittadini senza volerlo sfruttare come lei al solo scopo di diventare famosa....a questa stregua anche ruby lo è diventata....ad ogni costo??

paola bernetti 05.11.12 20:18| 
 |
Rispondi al commento

mi trovo in parte d`accordo sul senso o nonsenso dei talk show: praticamente sono in parte SHOW dove si urla e alla fine non si dice niente. cosa conta? "la maledetta retorica". tutti hanno sempre ragione e questo e` maledettamente frustrante. roba non piacevole specialmente quando vanno mandati i mastini di partito.

comunque la reazione sia di grillo che dei due consiglieri di bologna mi sembra esagerata. beppe lo posso capire, non scusare ma i due cons. no. io mi vergognerei a lasciare una compagna di battaglie li da sola. cosi no!.....

ci possono stare un paio di presenze tipo a ballaro`. non troppe, meglio farsi rari per non inflazionare.... magari vespa lo manderei subito a quel paese :-)))

motivo? per me e`il seguente:
mica tutti i cittadini bloggano? molti guardano anche la tv. e` anche un fatto di visibilita`. naturalmente va dosata. meglio poco che troppo e se si manda qualcuno allora la cosa va preparata bene.

grazie e buon lavoro


PS: cmq ci sta anche il boicottaggio dei talk show. non e`poi una brutta idea

husky 05.11.12 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Di questo passo, mi spiace dirlo, ma si distrugge lentamente quello che si è costruito.
Oggi leggo che Salsi è stata lasciata sola in consiglio, i suoi colleghi si sono seduti lontano, come bambini offesi.
E' questo il movimento? Beppe sgrida i cattivi di turno e tutti a obbedire?
La televisione resta uno dei principali mezzi di comunicazione ed entra nelle case di tutti gli italiani (e non solo di quelli on-line), perché continuare a fuggire? Il M5S è già in televisione, tutte le volte che i telegiornali passano un servizio dove Grillo sbraita come un indemoniato.
E' questo che la gente off-line vede il più delle volte, un comico con manie di grandezza che strilla e accusa il mondo.
Invece il movimento è fatto dalla gente che ogni giorno lotta contro le istituzioni, gente come Salsi. Perché non vogliamo che tutti gli italiani vedano queste persone, la faccia "normale" del movimento?
Perché qui non si sta discutendo in merito all'intervento di Salsi e a quello che ha detto ma semplicemente il fatto che sia apparsa, come se la TV fosse il male supremo.
La TV è solo un mezzo che bisognerà imparare ad usare. Penso invece che il vero male cominci ad essere questo atteggiamento egemonico di Grillo, che fa apparire agli occhi dell'Italia off-line il movimento come una setta in mano a un indemoniato.
Il M5S invece è una grande idea, un grande ideale e persone volenterose che si mettono al servizio della comunità. E se lo sostengo ancora è solo per queste persone, non certo per le urla di Grillo.

Michel Franzoso, Piacenza Commentatore certificato 05.11.12 19:29| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei ringraziare Bugani e Piazza - nonchè i simpatizzanti M5S intervistati per "Agorà" - che, con il loro comportamento, sono riusciti là dove non erano riusciti gli amici, gli opinionisti titolati, i compagni: dissuadere mio marito a dare il voto al Movimento di Grillo.
I pusillanimi non li si sopporta!

paola lonzi 05.11.12 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici del movimento 5 stelle, cerchiamo di evitare interventi televisivi e interviste che fanno semplicemente perdere consenso, vedi per esempio la sig.ra on. Santanchè, che se continuerà così a presenziare le trasmissioni televisive raggiungerà l'obiettivo di azzerare il pdl.
Forza ragazzi forza Grillo.
Ettore

Ettore Azzolina 05.11.12 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se la linea del Movimento è quella di non presentare eletti nei talk show perché nuoce alla causa, perché non invitare la Salsi a non presentarsi più in televisione? Alla prossima apparizione (libera di farla) può essere tranquillamente espulsa. Mi pare che il Movimento voglia relazionarsi ai cittadini e non ai telespettatori. La democrazia non necessita della TV e comunque ogni partito è libero di usare o non usare questo mezzo. Chi cerca la democrazia in TV non sa in che mondo vive.

Emanuele C. 05.11.12 18:09| 
 |
Rispondi al commento

A me personalmente non ha dato fastidio la Salsi in TV anzi (che le cose le dica in TV o su YouTube che cambia?), mi è bastato ascoltare un suo commento riguardo la necessità di eleggere gente onesta, che si è distinto da quella marmaglia di deficienti. Mi fanno più paura certi commenti che leggo nel blog, commenti da Lega Nord stile Borghezio per capirsi, che mi danno veramente molto da pensare perchè sono proprio questi commenti che mi mettono mille dubbi in testa circa la profondità del Movimento e se ci possono stare nel movimento questi cretini non vedo perchè non ci può stare la Salsi! Credo, allo stesso tempo, che la Salsi avrebbe dovuto parlarne con Grillo, confrontarsi con lui o con il portavoce (figura che oggi manca e si vede...visto che parla solo Grillo e io non eleggo lui visto che non si presenta) perchè si può evitare di chiamarlo partito, ma anche come movimento non è che tutti possono fare come gli pare

Fabio Alivernini 05.11.12 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Desidero esprimere la mia solidarietà alla signora Salsi. Con questo sistema assurdo e antidemocratico vengono esclusi dall'informazione moltissime persone che non sono in grado di usare la rete. Solo dove c'è la dittatura si agisce così. E poi Di Pietro presidente della repubblica? Si vede che la comicità non ha limiti.

mario sirotti 05.11.12 17:27| 
 |
Rispondi al commento

non ne posso più di questa gogna blogghistica di Beppe - con tutte le ragioni che può avere, ogni volta che mette alla gogna un(') attivista in questo modo, mi fa cadere le braccia e mi fa passar la voglia di partecipare, votare, apprezzare il M5S.

se il prezzo della pubblicità che lui fa deve essere questo, spero che presto nasca un movimento parallelo, davvero libero. ispirato allo stesso programma, alle stesse idee, ma libero da questa tirannia totalmente arbitraria e insensibile.

Lorenzo

Lorenzo Belardi 05.11.12 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è pronta la legge "liste pulite" in parlamento.
ma l'avete sentita la novita?
di pulito ci sarà solo il nome, perché per chi è condannato gli basterà solo aspettare un pochino (il doppio della condanna che ha ricevuto) che poi potrà candidarsi ed essere eletto e potrà mangiare a spese del parlamento, cioè a spese nostre.
ma questi tecnici chi vogliono prendere per il sedere?

maria grazia manca, brindisi Commentatore certificato 05.11.12 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Ieri a canale 5 la Durso e compagni hanno attaccato duramente l'articolo, dicendo che lo stesso offendeva la dignità delle donne, giudicando malamente Grillo di essere un maschilista dittatore ecc.ecc., io ho riletto l'articolo e mi sono accorto che lo stesso addirittura parla al maschile e in modo generico, e secondo me non offende assolutamente nessuno, ricorda solamente ai propri attivisti una delle poche regole di cui si avvale il movimento, e che come dimstrano i risultati ha portato successo al movimento. Quindi in conclusione la storia si ripete e dimostra ancora che le televisioni sono sede di antipolitca e falsa informazione, e sono strumento a disposizione dei partiti marci e corrotti. Forza ragazzi siamo con voi.

maurizio zinali 05.11.12 11:10| 
 |
Rispondi al commento

posso essere d'accordo che la tv uccide ma quando ci si và bisogna perlomeno essere preparati !!!!
oggi (5/11) ho visto ad una strasmissione il rappresentante m5s dell'emilia romagna e sono rimasto ..... esterrefatto !!!!! a parte errori grossolani con i verbi ma anche una impreparazione e una ignoranza (verso gli arogementi trattati) da far paura .... penso che ci avrà fatto perdere un mare di voti !!!!!!!!
ragazzi prima di (voler) parlare bisogna documentarsi altrimenti ..... che figure !!!!!!!!

steve p., roma Commentatore certificato 05.11.12 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Furfaro su Rai3 difeso da Vianello.... FERMATELO!!!

Francesco ., Empoli Commentatore certificato 05.11.12 08:55| 
 |
Rispondi al commento

non so se a qualcuno è capitato di vedere l'invettiva di Sgarbi in un programma di canale 5 nel pomeriggio di domenica ... è stato davvero fantastico vedere tutt accanirsi a parlare di grillo .. l'effetto? l'assenza di Beppe dalla tv è un trionfo... riflettiamoci tutti e coraggio... solo stando fuori si alimenta l'attenzione vera al movimento ...

mara giogoli 05.11.12 01:27| 
 |
Rispondi al commento

EPULSIONE DAL AUTOMATICA PER TUTTI COLORO CHE VANNO IN TELEVISIONE.

L`ESSENZA DEL MOVIMENTO 5 STELLE E:

LA R-E-T-E!!!!!

LA R-E-T-E!!!!!

DEMOCRAZIA VERA!!!

DEMOCRAZIA VERA!!! NOW!!!

Franz M., Everywhere Commentatore certificato 04.11.12 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido perfettamente il pensiero di Grillo. Gli effetti, di una decisione alquanto avventata, sono stati più visibili oggi. La trasmissione di intrattenimento pomeridiano (su canale 5) ha stigmatizzato l'articolo di Grillo,lasciando intendere ai telespettatori che il leader del M5S ha reso espressione del più becere maschilismo. Si è arrivati al punto, nel contesto della medesima trasmissione, di attribuire a Grillo "simpatie" per il fondamentalismo islamico e per Bin Laden. Ritengo che la migliore riprova della "verità" affermata da Grillo risieda proprio nella artefatta "divulgazione" ed oscenità televisiva testimoniata quest'oggi. Ritengo, altresì, sussistano quantomeno gli estremi per una querela, dal momento che tacciare "qualcuno" (pubblicamente ed attraverso il "mezzo" televisivo) di condotte discriminatorie, costituisca una ipotesi di reato. Peraltro, l'assenza di tendenze discriminatorie (nell'articolo di Grillo) è resa manifesta e palese dall'utilizzo dell'articolo e sostantivo maschile (in tutto il testo). Il "senso" dell'opinione di espressa da Grillo andava nella direzione di evitare episodi come quello di oggi. La "democrazia" (e lo affermava Platone oltre 2000 anni fà, nel "De Repubblica") consiste nello stabilire delle regole cui la "polis" deve uniformarsi. Chi ritiene (in conscienza) di non poter condividere queste regole (peraltro esigue e limninari) dovrebbe (sempre in coscienza) allontanarsi dalla "polis" (Movimento) per destinare le proprie energie ad altro. Il M5S non avrebbe alcuna identità ed alcuna valenza democratica e "riformatoria" senza le "regole" "suggerite" da un "leader" che ha fondato il movimento e che (più di ogni altri) ha il "diritto" e l' "obbligo" di guidare gli attivisti.

Giovanni Lombardo 04.11.12 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Con riferimento al post, dò per scontato che sia sacrosanto evitare di asservirsi ai “padroni radio-televisivi” (ciò è suffragato da una valanga di buone ragioni che dovrebbero carpire tutti)…vorrei invece porre l’attenzione sulla grande e crescente quantità di locuzioni verbali proibite in nome della filosofia "politically correct". Assumendola acriticamente, è ormai impossibile far riferimento a specifiche qualità umane: al sesso, alla razza, alla salute, ai gusti, alle passioni o ai vizi, poiché si incappa obbligatoriamente nel collettivo giudizio e si viene etichettati quali omofobi, sessisti, razzisti, screanzati, mascalzoni, etc.; cioè, se si esprime la propria opinione su tali argomenti, si viene automaticamente insultati e denigrati. Si parla persino di CADUTE DI STILE: ERGO, ESISTE UNO STILE UNICO, CONFORMATO, A CUI TUTTI GLI OMOLOGATI DEVONO ATTENERSI. Oggi la filosofia "POLITICALLY CORRECT" E' UNO STRUMENTO DI OMOLOGAZIONE (E DI CENSURA) DELLA DITTATURA MEDIATICA.
Il divieto di citare (o commentare), alcune delle qualità specifiche di noi umani, costituisce il punto di partenza per la definizione di minoranze, perchè i termini censurati, in realtà, corrispondono sempre alla descrizione di caratteristiche di un singolo o di un gruppo di persone e in tal modo assumono la connotazione di “discriminanti”. In altre parole, tale censura fomenta la discriminazione al posto di eluderla (!!!). La soluzione consiste nel giudicare in modo diverso la “parola” ed il suo “uso”. Ovviamente, la palese volgarità e l'insulto è giusto che siano debitamente redarguiti, ma è utile ricordarsi che prima di sentirsi offesi, bisogna “aprire gli occhi”…...soprattutto se, per dar forza ad un messaggio collettivo, si usano metafore colorite che semplicemente svelano le NOSTRE PERSONALI DEBOLEZZE!
Forza Beppe e viva i sani principi del M5S che devono essere mantenuti saldi, con durezza e coerenza, per impedire al sistema di fagocitarci uno ad uno.

Francesco L. Commentatore certificato 04.11.12 21:13| 
 |
Rispondi al commento

le regole sono regole da rispettare inutile andare a trovar scuse a destra o a sinistra, bravo grillo.

francesco carniani, incisa in val d'arno Commentatore certificato 04.11.12 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in italia i giornali non si leggono... ergo inutile dire ..leggi i giornali e vedi cosa dicono della salsi. la tv? se la tv fosse determinante per le elezioni quel nano di berlusconi sarebbe presidente del consiglio da 20 anni ininterrottamente.La veirta? la verita e' che l italiano medio ha sempre votato chi curava i suoi interessi particolari. Oggi voterebbe anche pippo pluto e capitan america pur di liberarsi di questi ladri e truffatori . Vi assicuro che questa polemica della tv o non tv non e' compresa dalla gente comune. Sembra piu un discorso settario..,,poi ao..

gino g., roma Commentatore certificato 04.11.12 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Bell'esempio di democrazia il M5S, secondo me finita la spinta iniziale dei riformatori veri, il movimento è stato preso d'assalto dagli orfani del partito comunista e dagli orfanelli di Berlusconi, altrimenti non si capisce lo sfoggio di violenza verbale gratuita, dileggio e killeraggio mediatico di cui una buona parte dei post fanno sfoggio. E poi il culto della personalità, Grillo sa quello che fa, Grillo di comunicazione se ne intende, Grillo è un grande, Grillo è il capo e il capo non si discute, è una fusione perfetta dei boccaperta che tifavano per Berlusca e per i falliti che inneggiavano a Stalin, ma se M5S è un movimento in cui tutti sono uguali, ma allora che bisogno c'è di un capo de vi dice persino come dovete respirare? Già dimenticavo, lui è più uguale di tutti gli altri, vi manca solo l'inno di forza Grillo e poi siete a posto.

Gianni S 04.11.12 20:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le regole non hanno sesso. O si possiede la capacità di rispettarle o non si è all'altezza del ruolo che si riveste.

Giovanni B., Bergamo Commentatore certificato 04.11.12 19:34| 
 |
Rispondi al commento

hanno aderito a un movimento fondato da grillo che ha nel suo codice il divieto di presenziare alle trasmissioni di QUESTA televisione. un atteggiamento che ha funzionato visto che sono stati eletti. dunque perché cambiare? credo che grillo abbia ragione e in ogni caso ritengo che ogni ipotesi di cambiamento del codice di comportamento del movimento debba essere oggetto di una discussione interna e deciso a maggioranza e non di libere iniziative personali. chi con le sue iniziative è ragione di queste diatribe che sono quanto di più deleterio ci possa essere per il movimento, persegue il proprio protagonismo, non il bene e gli obiettivi del movimento.

pasquale costa 04.11.12 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Benissimo ha fatto Grillo a censurare la Sensi...personaggi ed atteggiamenti simili sono i tumori maligni del movimentismo, replicanti di quell' orribile razza che sul finire degli anni '70 e l' inizio degli anni '80 del secolo scorso era nota come "radical chik", rovina della sinistra dell' ex italia, non per niente passati in massa al più becero berlusconismo, dopo...

sandrogiombi 04.11.12 18:00| 
 |
Rispondi al commento

CARA BARBARA D'URSO NON LEGO CHE NEL POST DI BEPPE ABBIA PARLATO DI SOLE DONNE, MA RIFERENDOSI AL PUNTO G SOLO COME PUNTO DEL PIACERE DELL'ESSERE UMANO. E COME AL SOLITO LA TUA STUPIDAGGINE SUPERA LA TUA INTELLIGENZA ANZI CREDO CHE GODI A STARE D'VANTI ALLA TELECAMERA, PER LA MEZZ'ORA DI NOTORIETA' E SOFFRENDO COME UN ANIMALE SE NON TI RITROVI IN QUALCHE STUDIO A PRESENTARE LA TUA FACCIA E QUESTO COME TE TUTTI QUELLI CHE SINVECE DI ANDARE A LAVORARE E PRODURRE, SI SIEDONO IN QUEI CAZZI DI STANZONI DI CARTONE A SNOCCIOLARE CONSIGLI DEL CAZZO,, IL PUNTO G , VI RINGRZIA .

Marco ., Torino Commentatore certificato 04.11.12 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Stanno iniziando a montare un caso...proprio su questo articolo...confondendo volutamente la "metafora" usata sul punto G con il senso dell'articolo...così come accadde per la metafora su equitalia..e la mafia...!
E'notoriamento risaputo che ci sono delle persone che hanno bisogno del suo "spazio scenico"....l'estabilischement si sta rimettendo in moto..con le TV....e giornali..

roby f., Livorno Commentatore certificato 04.11.12 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo che la Salsi in una recente intervista alla domanda : come ha reagito il blog dopo la sua comparsata a Ballarò? Risponde:molti consensi e qualche critica. Probabilmente la sig.na si è un tantino confusa. Mi pare che sia esattamente il contrario. Tantissime critiche e pochissimi consensi che sono quelli dei non aderenti al movimento è evidente, oppure iscritti da poco e quindi non abbastanza informati della realtà. Anche perchè non basta iscriversi, inviare qualche commento e sperare di essere votato, quello che dobbiamo fare è dedicarci un pò più di tempo. Personalmente non dò niente per scontanto anche le cose che sistematicamente vengono affermate da Grillo, a volte dedico buona parte del mio tempo a fare ricerche, a documentarmi seriamente, a valutare con assoluta razionalità ogni singola situazione. Devo ammettere che fin'ora Grillo non ne ha sbagliate tante, tutt'altro. Sig.na Salsi ho già scritto, ma lo ribadisco mi creda non ha fatto una bella figura.Se lei che rappresenta le istituzioni si propone così siamo rovinati. Fortunatamente di Favia, Salsi, Tavolazzi nel Movimento ce ne sono pochi. Molti altri si distinguono per ben altre battaglie! Ma soprattutto la finisca di farci credere quello che non è , tanto non ci caschiamo sig.ra ballaro'.

MARIA LUCIA CARTA, olbia Commentatore certificato 04.11.12 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono daccordo con la linea di Beppe... a chi non piace si può levare dalle P. con ste persone non si deve neppure discutere. Tanto se non hanno capito fino ad ora, non capiranno mai!
Una considerazione ma vengono tutti dall'area emiliana...

fabio m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.11.12 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo anche io che sia giusto che la Salsi si dimetta. E in fretta anche

de margaritis gisella 04.11.12 12:52| 
 |
Rispondi al commento

a Grillo, che stimo:
ascolta un fesso: prima che il gioco ti (ci) sfugga di mano, istituisci la figura di un portavoce. Senza sarà il caos.

alessio d'andria 04.11.12 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente sono d'accordo su tutto riguardante il M5S...Tranne una cosa...Il rimborso elettorale.
Mi spiego. Escludo il prenderli e TENERMELI, ma se li prendessi e come Movimento mi adpoperassi col Comune di appertenenza - se vuole, altrimenti da solo - a contribuire alla scuola pubblica ( si debbono portare la carta igienica), alla mensa degli alunni per chi non può per i loro figli ( Da noi costa € 5,20), ad aiutare economicamente cassa integrati, disoccupati, etc.... In ogni comune c'è gente che abbisognerebbe di aiuto e noi che ci abitiamo in gran parte ne siamo a conoscenza. Certo, tutto registrato con trasparenza...Mi tengo 4500 (così sto sotto il massimo dei 5000) e con la rimanenza aiuto il "prossimo" facendomi rilasciar "un qualcosa come ricevuta" Sarebbe uno schiaffo anche alla Chiesa che tanto blatera ma poco agisce. Il modo legale lo trovi chi ne sa più di me in queste cose, ma lasciare i soldi allo Stato, proprio non mi va giù...Scusatemi il dissenso su questo tema, ma proprio mi pare uno spreco lasciar il "da farsi all'organizzazione Statoladresco" quando potrei fare direttamente ed eeser quindi CERTO del buon uso del denaro pubblico...

carlo 04.11.12 11:42| 
 |
Rispondi al commento

La Salsi ha violato le regole del movimento che a suo tempo accetto,è stata votata anche per far rispettare queste regole. Questa donna una volta che ha ottenuti i voti si comporta come vuole,deludendo l'elettorato che ha riposto in lei la fiducia.La vedo bene nel PDL(votatemi e poi faccio quel che c...mi pare).Lei non è nessuno al infuori del movimento,quindi SI DIMETTA perché non rappresenta più il 5 stelle.

maryelle 04.11.12 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Salsi & Favia &c. ex M5S - cento - tavolazzi
( ma chi sono gli scade il mandato, paura di ritornare alle loro vite del caz..)

nessuna democrazia - dittatura di grillo ??
beppe uguale a berlusconi ???

ma fateci un favore
andate via fondatevi il vostro bel "movimento", democratico metteteci le vostre facce da signor nessuno e prendetevi i voti che qualche mentecatto vi vorrà dare, ma potete prendere una scorciatoia iscrivetivi con il PD - PDL
VI ASPETTANO A BRACCIA APERTE

In tv ci stanno quelli che per anni ci hanno affogato di cazzate

MS5 è rete - territorio - contatti diretti con le persone..
ridicoli opportunisti

ALESSANDRO R., Roma Commentatore certificato 04.11.12 09:39| 
 |
Rispondi al commento

No caro Beppe, per chi li guarda quando li guarda è come guardare uno spettacolo da dietro il tendone dietro le quinte,nei momenti in cui si muove e si apre per un attimo la scena, non per lo svolgimento perché si sente il sonoro anche li dietro, ma per quell'attimo si vede la scena; così il talk show per un attimo ci svela la trama dell'incontro. Lo si capisce dai commenti della gente l'indomani sul tram, si quella gente di cui ti riempi tanto la bocca ma che forse non frequenti più.
Ciao Beppe

dr. bauli 04.11.12 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Salve, vorrei che qualcuno domani portasse alla SALSI una copia del Giornale e una copia dell'Unità per farle comprendere meglio chi sono i media in Italia, come trattano la democrazia, e come si fa presto a distruggere con poco... tanto onesto lavoro.. nessun commento...

alexjweb marangon (alexjweb), San Martino di Lupari Commentatore certificato 04.11.12 02:27| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
Due parole sul fatto di apparire o meno in TV:
Io sono iscritto da poco e ben mi guarderei ad andare in TV o a farmi intervistare per parlare del movimento, proprio per i motivi che dice Beppe.
Diverso, secondo me il fatto di essere eletti ad una carica istituzionale. A quel punto difficile sottrarsi al "dovere" di informare e dare delle opinioni.
Sarebbe allora opportuno cercare di preparare gli eventuali consiglieri, amministratori e, speriamo, deputati a sostenere interviste e contraddittori altrimenti si rischia di essere tutti dei piccoli "Berlusconi" che non si fa intervistare per nascondere le magagne che tutti sappiamo.
Inoltre ritengo ingiusti i commenti che ho letto in questo blog che chiedono l'espulsione della Sansi. Questo è il Movimento 5Stelle e non il Soviet Supremo. Qui, secondo me deve esserci libertà di poter esprimere la propria idea e non essere censurato quando non si è d'accordo su qualcosa, anche se non si è d'accordo con alcune prese di posizione di Beppe (che è un grande, ma come tutti noi, non è infallibile).
Ciao a tutti.

sirdew 04.11.12 00:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi vuole il bene del movimento M5S non va in TV.. insomma, Grillo ne saprà qualcosa di comunicazione?!!?
..pensa la Salsi di insegnare a Grillo in materia di comunicazione?!?
quelli che vogliono andare comunque in TV nonostante le dritte (giustissime) di Grillo è solo perchè vogliono farsi vedere dagli altri partiti e mirano ad altro.. questo è chiaro.
Bisognerebbe trovare un modo per non fargli fare la legislatura a scapito nostro..

sara 04.11.12 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Okkio ke anche il beneamato Pippe Baude (nulla contro di lui anzi Grazie!!) ha detto che alla fine tocca andà in Tv per confrontarsi...,
ma con affetto gli posso dire che lo valuto come un nonno di noi che ci spinge verso quello che lui ha conosciuto; e gli posso dire che Beppe e il movimento invece stanno facendo le prove per il futuro,
dove non serve perdere tempo con chi ti dice spiattellato su uno schermo invadente cosa devi fare o come devi ragionare,
dove la crescita avviene insieme a tutti con piccole contribuzioni d'intelletto e conoscenza, dove anche il piu' debole e timido (ma magari piu valente di altri) potra' contribuire con peso alla dirigenza del Paese.

Grazie Beppe
Grazie Ragazzi umili del M5S

Alessandro D., Roma Commentatore certificato 03.11.12 23:42| 
 |
Rispondi al commento

SRono d'accordo con Beppe, quelli ti distruggono!!! Rossana

rossana bortolin 03.11.12 19:46| 
 |
Rispondi al commento

io propongo di far firmare ai candidati anche un impegno a non intervenire in rai o tv se non con consenso della maggioranza dei cittadini a 5 stelle
della propria area di competenza.
rilasciare interviste con opinioni magari
esclusivamente personali in questa fase potrebbe solo danneggiarci

paola bernetti 03.11.12 19:34| 
 |
Rispondi al commento

fermate la salsi continua a dire fesserie e ' in preda a un orgasmo mediatico ha ha ha ha deve essere espulsa, basta andare in programmi inutili

alessandro c. Commentatore certificato 03.11.12 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Tralascio di commentare la caduta di stile di cui al punto G, ma io sono convinto che apparizioni di persone normali con esposizione di quello che fanno per i nostri comuni è un bel esempio di come si può combattere senza le armi della solita politica.Aggiungo anche che non avendo tutti l'arma dell'informazione via Web delle facce comuni tipo quello della porta accanto sia un ottimo mezzo di conoscenza per il restante 80% che non ci conosce!

ugo m. Commentatore certificato 03.11.12 18:44| 
 |
Rispondi al commento

E' ora che il M5S si dia delle regole precise, una organizzazione che risulti tale e che chi si iscrive e, soprattutto, chi viene eletto a rappresentarlo ne rispetti finalita', metodi e modi. Oppure chi viene eletto pensa di esercitare il suo ruolo senza vincolo di mandato, come fanno quelli seduti ancora oggi in Parlamento e nei vari organi istituzionali, che con questa scusa quando se ne devono andare chiamano gli elettori al giudizio, ma quando devono fare altro o i propri interessi reclamano a gran voce la mancanza del vincolo con gli elettori e la liberta' di coscienza rispetto alle direttive del partito nel quale si sono candidati e per il quale la gente li ha votati ?

Domenico Troiani 03.11.12 18:22| 
 |
Rispondi al commento

ho visto la trasmissione, e anche qui beppe ha ragione, è stata tenuta in silenzio mentre altri hanno parlato di programmi etc e lei ha solo
espresso alcuni giudizi, ergo per la la gente:
PERSONE SENZA IDEE
questo è ciò che è stato mostrato, ricordate che beppe è maestro di comunicazione e sa quel che dice
mentre noi dobbiamo fare esperienza, e non possiamo farla in tv in mezzo a quella gentaglia ,
sarebbe come buttarsi nella vasca degli squali


mario de fabiis 03.11.12 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono d accordo per non apparire troppo..ma penso che anche tu dovresti andarci piano nello scagliarti contro persone elette nelle liste 5 stelle, al limite potevi parlare personalmente con la persona interessata, e potevi esprimere un consiglio. ma se tu o chi per te si sente di sentenziare ed anche a volte con prepotenza, allora hai sbagliato tutto. se ti ci è voluto alcuni anni per far capire agli italiani certe cose, ricordati che noi "popolino" amiamo buttare in terra i potenti e i prepotenti, in 5 minuti potresti rovinare tutto...sii più modesto se vuoi ancora il mio voto.sì perchè io alle politiche ho votato Dipietro e alle comunali ..5 stelle..ciao ..e incassa e ricordatelo...ora modestia mi chiamo salsi ma non sono minimamente parente e nemmeno la conosco....ciao, e sii furbo..giuliano

giuliano salsi 03.11.12 17:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono pienamente d'accordo con Beppe, i talk show hanno sostituito le piazze e i tradizionali luoghi d'incontro della politica, si va li' e si fa' un enunciazione di buoni propositi fine a se stessi, ma quello che conta e'il contenuto non l'apparenza, si deve essere valutati per quel che si è, e per quel che si fa', non per quello che si dice magari usando una buona oratoria,cosi' si e' utili solo a se stessi,la politica diventa spettacolo e promozione, e l'effetto che poi si vota il piu' simpatico, il piu' bello il piu' famoso,colui che promette di piu' e non il piu' preparato, il piu' onesto,il piu'coerente,la televione non e' la realta' e' una mistificazione della realta',per ovvi motivi ormai lo dovremmo sapere.......o no......

sandro lottarini 03.11.12 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Due considerazioni
1. ma se si fosse usata la parola "prepuzio" invece di "punto G", si sarebbe gridato al sessismo femminista?

2. Seguo con grande interesse il movimento 5 stelle, che potrebbe rappresentare per me l'alternativa all'astensione alle prossime elezioni. Ma mi preoccupa molto l'affidabilità di coloro che saranno eletti. Sapranno resistere alla tentazione? I soldi del sottogoverno sono tanti, e possono fare gola. Anche la lega pareva dovesse rimanere dura e pura e poi si è visto com'è andata a finire. Nel nostro ordinamento non è prevista la revoca del mandato. Chi impedirà agli attivisti del movimento di cambiar bandiera alla prima occasione per un posto da sottosegretario, in una commissione, in qualche organulo con lauti rimborsi. Gli esempi di Favia e di quell'altra che è andata in tv sono secondo me esemplificativi del fatto che comunque in questo paese si è sempre pronti a seguire il proprio interesse personale.

elena pignotti 03.11.12 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che Beppe Grillo abbia detto il vero o la verita' , al femminile.
Il talk show fa veramente provare l'orgasmo a chi vi partecipa... e' un grande fratello a cui tutte e tutti, partecipandovi, contribuiscono a indementire le e gli ascoltarici/i.
ALLEGRIA...

antonio caputo 03.11.12 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Dissento da Beppe Grillo. Ho tratto convincimento della validità del Movimento Cinque Stelle anche attraverso i dibattiti televisivi, quali Piazza Pulita, Ballarò, Agorà, etc. con protagonisti esponenti del Movimento, che hanno di norma saputo ben destreggiarsi a fronte di domande ed insinuazioni, a volte capziose, degli avversari politici, rispondendo a tono. Le idee si espanndono e fanno proseliti specialmente con la parola, in ogni tempo e luogo. Ciao a tutti.

Ferruccio Setti 03.11.12 16:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la Salsi e quell'altro prima di lei fuori dai coglioni. Sti cretini che si fanno prendere dal narcisismo della telecamere e poi cadono nella trappola come stupidi tolgono voti al movimento. E la smettano le donne con 'sta storia del punto G. Quello che voleva dire Beppe era chiaro ed era riferito anche agli uomini. chi non rispetta le regole fuori dalle palle. Tanto ci sara' sempre un PD che lo accogliera'. Tolleranza zero. Vedere quella in tv che tra l'altro non sapeva nemmeno tenere alta la bandiera del movimento mi ha fatto veramente incazzare. E poi la smettano anche di negare che Beppe e' il capo del movimento, non appena vengono eletti. Se non ci fosse Lui sarebbero ancora all'ufficio di collocamento...

carlo 03.11.12 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Osservo il movimento con curiosita', speranza e crescente interesse.
Credo sia giusto che se se un movimento ha delle regole le stesse debbano essere rispettate, prima e dopo aver acquisito una carica politica. Mi chiedo tuttavia: se non la tv (e sono d'accordo) quale il terreno di un contraddittorio reale?

Roberta lorusso 03.11.12 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Se Salsi,Favia e altri non rispettano le regole,devono essere mandati via dal m5stelle,perchè questa gente rema contro il movimento, per quello che hanno detto e fatto in TV!Si faccia un sondaggio in rete per mettere nero su bianco,se si vuole che il mov avanzi compatto,invece di arretrare!Grillo deve essere solo ringraziato e rispettato per aver fatto nascere il mov.e per quello che fa e non offeso.Vergognatevi!

sabino de grisantis, lecce Commentatore certificato 03.11.12 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sacrosanto: il pensiero di Favia, a proposito della libertà d’espressione è inalienabile ma, altrettanto inalienabile è la nostra opinione verso coloro i quali, trascendono da quella questione, se non regolarmente sancita almeno moralmente indiscutibile, che è stato un cavallo di battaglia di Grillo e del Movimento tutto. Uno vale uno è proprio il monito, secondo me, che deve distinguere nei militanti del M5S la loro normalità, in altre parole, uno vale uno: niete leader, niete prime donne o bulli e pupe, quindi, caro Favia, cara Salsi, fate e dite quello che vi pare e altrettanto faremo noi.

Roberto S. Commentatore certificato 03.11.12 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Penso che quella ragazza abbia sbagliato, ma per un motivo solo: è andata a dire niente, assolutamente niente. Noi che seguiamo questo movimento vogliamo sentire parole nuove, non una persona che sta lì con i brillantini sulle palpebre. Non ha neanche saputo spiegare la faccenda della rinuncia allo stipendio. Pare che non ci siano riusciti. Mah!!!!! Non vi perdete, non perdiamo tutti questa occasione di risollevare il paese. Sono d'accordo con Grillo. Meglio evitare la televisione perchè ti porta nel mondo delle chiacchiere inutili e ne siamo tutti ben stufi

silvia mari 03.11.12 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo provato a riavvicinarci al MU 14 di bologna, siamo un gruppo di amici-colleghi-familiari attivi a titolo personale ma non nel MU
Vi stikko un messaggio di mio cognato:
"Favia, Salsi, Amorosi, sinceramente speravo fosse cambiato qualcosa nel M5S bolognese dopo 6 anni, non è così evidentemente, la mia scelta di allora di seguire Bonaveri fu disgraziata ma, ancor più avvalorata dal senno di poi, certamente giusta, spero per voi che agli incontri non veniate alle mani come accadde allora.
Come feci allora, ritorno a seguire cose molto meno importanti ma più schiette.
Buon proseguimento, ci sentiamo fra 5 anni."

Mario C. Commentatore certificato 03.11.12 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Capisco che essere chiamati per partecipare ad una trasmissione che possa dare visibilità nazionale possa far sentire importanti, ma se veramente si vuole cambiare qualcosa, bisogna smettere di pensare alla propria immagine e fare il bene comune di tutti coloro che stanno lavorando da anni ad un progetto ben più importante. Piuttosto si inizi a pensare ad un canale "televisivo" fatto con regole decise dal movimento 5 stelle. Quale obiettivo pensa di aver raggiunto questa ragazza? Pensa davvero di aver dato buona visibilità al movimento? Pensa possa essere una cosa positiva dover giustificare a manipolatori, pagati dalle stesse lobby che cerchiamo di disgregare, il proprio lavoro onesto fatto di passione? Invito la Salsi a rivedere la trasmissione e riflettere su quanto possa aver fatto bene la sua azione. Voglio inoltre aggiungere che non si può decidere da soli di partecipare ad una trasmissione, ma bisognerebbe richiederne il consenso a tutte quelle persone che come lei stanno lavorando sodo al progetto, così come si fa per tutto il resto delle scelte. Questo le eviterebbe di fare l'offesa e ribattere con parole ancora peggiori dell'azione indipendente portata avanti. Medita Salsi, medita, e se veramente vuoi fare qualcosa di positivo per il movimento, spiega perché la tua azione è stata deleteria per tutti gli altri e spiega come si può imparare tanto dai propri errori

Enzo A. Commentatore certificato 03.11.12 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Te ne pentirai presto di questa porcata che hai scritto. Se tutti gli attivisti di botto decidono di prendere le distanze dal tuo comunicato, la percentuale che hai guadagnato negli ultimi mesi crollera seanza che te ne renda conto..Non ti devi permettere di insultare le persone.
La tv nasconde insidie è vero ma non puoi obbligare a non andare. Ogni attivista deve essere assolutamente consapevole di queste insidie, se si sente in grado di affrontare la dialettica dei navigati politici capovolgendola a suo favore grazie alle idee e alla brillantezza allora deve andare..

vittorio giuffrida, catania Commentatore certificato 03.11.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento

é inutile la polemica ,che poi a farla sono sempre quelli che violano la regola di non apparire in tv,se fai parte del movimento sai che ci sono delle regole da rispettare ed allora rispettale o vai a casa lascia il movimento .

francesco putano 03.11.12 12:32| 
 |
Rispondi al commento

E' inutile continuare a vietare di andare ai talk show perchè tanto ci saranno sempre quelli che fan di testa loro e i media potranno quindi prendere la palla al balzo per dire "ecco il solito padre padrone che nega e poi ci sono i dissidenti.. il movimento è rotto... bla bla bla".

Come è stato detto in precedenti commenti create un'altra specie di attivisti M5S, create dei portavoce specializzati ad andare ai talk show e mettete delle regole:
1) Solo questi portavoce (che siano capaci oratori) possono presenziare ai talk show
2) Questi portavoce, benchè possano e anzi debbano partecipare alle attività del M5S non potranno MAI essere eletti... MAI in nessuno consiglio, parlamento, regione ecc..
3) Questi portavoce non potranno arricchirsi con gettoni di presenza ai talk show. Dovranno rifiutare i compensi dati dai talk show ed eventuali spese eseguite per andarci dovranno essere certificate e solo queste potranno essere rimborsate.
4) I portavoce devono essere tanti e girare a turno nei talk show. Chi non risulta capace di tenere un buon confronto proficuo per il movimento non potrà più fare il portavoce. Tale decisione può essere presa tramite votazione con voto di maggioranza.

In questo modo si riesce a diffondere maggiormente l'idea del movimento e si evita che le persone vadano ai talk show per notorietà e/o soldi e/o potere, anche perchè fare il portavoce significherebbe non poter più essere candidati e non guadagnare una cippa... quindi lo farebbero solo i veramente motivati.

Jonathan 03.11.12 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Se ci sono delle regole vanno rispettate,anche se Ballarò non è una trasmissione che reputo spazzatura(ma che guardo poco perchè ci sono sempre le stesse facce)dico che la Salsi come chiunque del Movimento debba chiedere l'autorizzazione prima di rappresentare il M5S in TV.

michel Manzella, Carosino Commentatore certificato 03.11.12 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma che senso ha questo comportamento? Io non capisco. Manco siamo nati che già ci smembriamo. Ma un po' di serietà. I berlusconiano sono stati 20 al governo perchè per tutto questo tempo sono sempre stati unitissimi. Alla fine si sono sfaldati e infatti stanno morendo. E noi che facciamo? Ci mettiamo a litigare adesso che non siamo neanche entrati in parlamento? Ma per cosa poi? Mi aspetto un po' di serietà d'ora in avanti. Non bisognerebbe mai fare dichiarazioni pubbliche che indichino fratture nel movimento. Bisogna restare uniti.

Dario Neri 03.11.12 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono molto deluso per il comportamento della Salsi...

Dario Neri 03.11.12 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Se si aderisce ad un movimento, si aderisce anche alle sue regole... E' incredibile come i consiglieri dell'Emilia Romagna siano così inclini ad infrangerle. Che senso aveva l'apparizione della Salsi? A portare + voti al Movimento? Ma se è già la seconda forza politica del paese! E' sempre più sospetta la questione...

claudio cini 03.11.12 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Raramente guardo la televisione, ma quella sera ero a casa della mia nonna e la televisione era accesa. C'era Ballarò! Tra gli ospiti, un'attivista del Movimento 5 Stelle??? ...non potevo crederci! Vedere, dentro quel sistema (che Grillo e tutti quelli che SPONTANEAMENTE hanno aderito al suo programma hanno sempre combattuto) perfettamente a suo agio, perfettamente integrato, perfettamente allineato un attivista del movimento 5 Stelle, mi ha disorientato. Beppe ha ragione e condivido pienamente la sua rabbia e la sua delusione! Forse, un giorno, se e quando quella scatola non sarà più uno strumento gestito dai servi del potere, allora si potrà utilizzarla in maniera sana, saggia, intelligente e libera. Ma certamente non in questo sistema, non adesso, non così. Grillo ha ragione ed è stato coerente con quello che ha sempre detto.
Io non sono un'attivista, sono una sostenitrice, una simpatizzante, eppure non mi sono stupita della sua reazione, mi sarei stupita del contrario. Credo che anche tu, Signorina in questione, non ti sia stupita. Se non hai dormito in tutti questi anni, se conosci Grillo, se hai aderito volontariamente e consapevolmente al suo progetto, se sei un'attivista, sapevi perfettamente che Grillo avrebbe reagito! Non fingere di stupirti, di indignarti, non fingere amarezza e delusione e, soprattutto, sii onesta: perché sei andata in televisione? Per provocarlo, vero?

eliana e., catania Commentatore certificato 03.11.12 12:05| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

grillo ha ragione.. le regole vanno rispettate per molta gente andare in tv e come andare al grande fratello per poi provare a diventare famosi la salsi a sbagliato e non deve prendersela per la battuta di grillo anche xcè il punto G molte donne non sanno neanche di averlo xciò grillo a fatto un complimento

leo di leo 03.11.12 11:43| 
 |
Rispondi al commento

cari amici, qualcuno crede, e ceca di farci credere, che la democrazia è un gruppo di cani sciolti.......... non è così, la democrazia si basa su regole certe e condivise da tutti. Bisogna cominciare a porsi seriamente il problema di chi detta le regole condivise, io penso debba essere Beppe. l'essere umano è facilmente corruttibile dai solid, dal potere, dalla fama e anche dall'indare in televisione...... ci sono persone che per andare in televisione sono disposti a fare qualunque cosa (riflettere). Ce ne sono altre che non sono disposte dopo aver fatto 10 anni in consiglio regionale a tornare a lavorare come facciamo tutti. Potrebbe succedere che Pizzarotti tra 4 anni, oppure 8, se viene rieletto, dopo avere passato il tempo nei salotti del potere, pur di rimanere là possa fare accordi con chiunque. Bisogna trovare una soluzione a questo.

Marco ceccanti 03.11.12 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Grillo ha ragione: NON SI DEVE ANDARE IN TV; a meno che non si voglia far perdere voti al M5S!

Questa semplice, ma preziosa, regola deve valere sia per chi il movimento l'ha fondato (e finora l'ha rispettata) che per chi al movimento vi aderisce e per esso si attiva.
Chi infrange tale regola crea un danno a tutti gli aderenti e attivisti del M5S e quindi va sospeso (cartellino giallo) o nei casi più gravi e ripetuti espulso (cartellino rosso).
Fabio

Fabio T 03.11.12 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Andare a fare comparsate in TV, in quei contesti squalificati e squalificanti, a mettere la propria faccia insieme a quella della compagnia di giro degli ospiti di professione, può avere il solo scopo di cercare visibilità personale. Non serve a null'altro, non aumenta i consensi M5S, anzi al 99% provoca l'effetto opposto, creando senso di omologazione in un unico minestrone che tutto comprende, da Cicchitto a Gasparri, La Russa, Casini e compagnia. Con l'aggiunta dell'ingrediente "esotico" del grillino di turno, il nuovo arrivato della compagnia. Pessimo messaggio.

Paolo Francini, Roma Commentatore certificato 03.11.12 10:50| 
 |
Rispondi al commento

La Salsi va cacciata non perche' e' apparsa in TV ma per i danni che ha prodotto successivamente, evitabilissimi se taceva.
E' la persona che ha piu' danneggiato il movimento. Spero che si renda conto della azione a mediatica organizzata contro il M5S scaturita grazie alle sue esternazioni ; un danno enorme.
Siamo in guerra ed il potere sa muoversi abilmente con i media per bloccare e screditare un nemico rappresentato dal M5S, hanno un potere ed una forza enorme , le armi e le sanno usare bene se diamo loro la possibilità'.

Mi auguro che la Salsi, con sana autocritica, faccia un passo indietro per il bene del movimento.


piero s., roma Commentatore certificato 03.11.12 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ha ragione... e non è un intervento maschilista perchè il punto G ce l'hanno anche i maschi, quindi Federica... rispetta le regole e rispetta il tuo movimento per il bene di tutti. Ma soprattutto informati!

Alessandro2 Pinelli, Sassuolo Commentatore certificato 03.11.12 10:38| 
 |
Rispondi al commento

La televisione è un mezzo di controllo di massa, come il calcio e come vogliono diventi il WEB.
Chi muove la giostra (il programma) ha già in mente il messaggio da inculcare con mezzi psicologici di induzione scientifici.
Gioco di luci ed ombre, interruzioni, inquadrature studiate, son tutti elementi che chi si occupa di tv conosce benissimo, Berlusconi ha costruito il consenso sopra questi effetti, e la sinistra da sempre tiene vivo lo zoccolo duro con i tg e con i talk show.
Che senso ha, alla luce di tutto questo, buttarsi nella bocca dello squalo o nel culo della balena?
Non fatevi prendere dalla presunzione di pensare "a me non capiterà" io sono migliore o più furbo o più intelligente.
Non siate presuntuosi.

Francesco M., Bari Commentatore certificato 03.11.12 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto alcuni post e ho trovato interessante quello di Ezio "vecchio lupo 62enne" e vero la TV è una merda pilotata e bisogna analizzarne bene i contenuti e non assimilarli così per come appaiono, ciò nonostante è pur sempre il mezzo più diffuso con il quale far conoscere il proprio pensiero e la propria linea politica soprattutto se si vuole arrivare alla maggioranza assoluta, certo è che chi va nella tana del lupo deve essere preparato, quindi penso che vadano selezionati dei portavoce, avvalendosi anche dell'esperienza di Grillo nel campo, che potranno essere dimessi in qualsiasi momento dalla maggioranza del movimento qual'ora se ne presentasse la necessità.

Francesco tramarin, Mariano Comense Commentatore certificato 03.11.12 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Belin, un poco di coerenza! Si legge che il MoVimento 5 Stelle:
"Vuole realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi"
meditate, gente, meditate.

Homo Sapiens, Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.11.12 10:36| 
 |
Rispondi al commento

questo blog è servito a portare alla luce ciò che la televisione ha filtrato per anni ma è solo un mezzo mediatico come la TV, non farti fottere da nessuno tieni gli occhi aperti e soprattutto usa il tuo cervello per filtrare l'informazione che vuole governarti.

marco b. Commentatore certificato 03.11.12 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Trasmissioni come ballarò sono da evitare come la peste.
Ormai è assodato che in queste trasmissioni si svolge solo campagna elettorale pro amici e contro nemici. Il M5S ha solo nemici sui canali televisivi, quindi, vanno a nozze se riescono a trovare il "pollo" di turno da spennare, da screditare, fare apparire l'onesto come il più disonesto, ecc. ecc.
Questa volta la Salsi è caduta nella pentola ed è stata cotta a puntino per essere data in pasto ai commensali di ballarò.
Dopo questa figuraccia, che risultato hai ottenuto?
Quale chiarimento e quale spiegazione hai trasmesso a chi conosce poco o nulla del movimento?
Io credo che sei riuscita solo a raccogliere risultati negativi, in special modo per il movimento.
Per affrontare queste trasmissioni, occorre esperienza televisiva e cattiveria, per imporsi sopra agli altri interlocutori. Se non si hanno queste qualità, è meglio starsene a casa.

Giampy C., Modena Commentatore certificato 03.11.12 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici ed amiche a 5 Stelle,

vorrei segnalare a chi di dovere e per chi non lo sapesse, che a Roma le regole per l'elettorato attivo e passivo, nonchè la partecipazione democratica al MoVimento romano, sono fortemente limitate da un regolamento votato da un esiguo numero di iscritti e non conformi al Non Statuto e alle regole dettate nel comunicato politico 53 di Beppe Grillo. In pratica tutti coloro che sono stati certificati dopo il 15 luglio 2012, pur essendo aderenti ed iscritti prima di quella data, non potranno partecipare pianamente alla vita democratica del MoVimento, né essere candidati, né tantomeno possono esprimere il proprio voto per un candidato da scegliere per le prossime elezioni amministrative e politiche!! Una tale esclusione non solo penalizza il MoVimento perchè lo priva dell'apporto di centinaia di persone che hanno avuto la sventura di certificarsi dopo il 15 luglio, ma nega lo spirito stesso del MoVimento che fonda la sua filosofia e la sua politica sulla partecipazione e sulle regole trasparenti, serie ma non oscurantiste. Qualcuno può intervenire?

fabrizio d., roma Commentatore certificato 03.11.12 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Cari ragazzi del M5S, credo che sia voi sia Beppe, al quale va la mia incondizionata stima, siate in errore su questo punto.
Partiamo dalla partecipazione ai talk show:
Voi del M5S avete un solo megafono, Beppe Grillo. Ma lui non basta. Non basta la rete, perchè la maggior parte degli italiani mediasetizzati segue ancora TG e legge i giornali del Cainano, accende la TV che parla di voi e di Beppe solo come fenomeno comico, un mistero buffo da dileggiare. e questi tendono a delegittimarvi, a togliervi credibilità, come se foste un fenomeno folkloristico come la Lega. Io seguo i TG, vedo quello che succede intorno a me, seguo giornali e leggo molto. Di voi si parla come un gruppo di hooligans o di saltimbanchi. E' la verità. E non potete negarla. Chi parla bene entusiasticamente di voi e di Beppe sono Telese e Travaglio.
Così non va bene, non va per niente bene. Volete cambiare l'Italia? Volete avere la possibilità di essere ascoltati da tutti gli italiani? Dovete imparare l'arte della retorica, dell'oratoria, e andare in TV. Non dovete abbandonare il vostor mezzo di informazione principale, la rete, ma dovete prendervi altri megafoni. I giornali e le televisioni. Non potete scappare da questo dato di fatto, perchè molta gente schiava del Nano e dei suoi sicofanti sa di voi ciò che viene proposto attraverso le televisioni, e questo sistema dovete rompero infiltrandolo. Se gli italiani che non vi conoscono ptesseros sentire a Ballarò piuttosto che a Servizio Pubblico delle vostre idee, delle vostre soluzioni, sono certo che cambierebbero immediatamente, e voi alle prossime elezioni prendereste una maggioranza bulgara. Imparate a parlare, sapete come fare. Sapete come si coumnica perchè non credo che tra di voi non ci siano persone che non abbiano studiato Chomsky, tanto per indenderci. Beppe, basta con queste stronzate. State perdendo troppi voti e vi state già spaccando tra SI e No.
poi: avete detto niente alleanze? OK, e sia: NIENTE ALLEANZE. E basta, OK?

Bruno Poddighe 03.11.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici a 5 Stelle, condivido che in Tv ci si debba andare con moderazione perchè credo la filosofia di Grillo sia ben delineata a tal proposito: non bisogna inseguire la notorietà e la sovraesposizione mediatica non giova alle proposte né al MoVimento.

fabrizio d., roma Commentatore certificato 03.11.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

SALSI
a mio avviso la Salsi ha sbagliato. Punto. In politica si ragiona così: la sua comparsata da Ballarò ha giovato o no al M5S? A detta della stragrande maggioranza ha nuociuto e allora deve solo chiedere scusa e se vuole continuare a recitare in TV deve lasciare il M5S. Quanto al punto G è ovvio che era una battuta come quella dell'invidia del pene. Tutti i giornali pro berlusconi o pro bersani non gli pare vero di rivoltare la frittata!

giovanni ., Roma Commentatore certificato 03.11.12 09:31| 
 |
Rispondi al commento

A noi donne a volte capita in cucina. La Salsi ha sbagliato salsa....
E poi secondo le ultime ricerche il punto G e’ nelle donne cio’ che e’ la prostata negli uomini...
E quindi anche noi abbiamo bisogno qualche volta che qualcuno ci metta un dito in c.... per stimolare il nostro residuo prostatico, e un talk shaw e’ l’ideale......
Ballaro’ lo vedo solo per Maurizio Crozza, bhe avesse fatto uno scheck con Maurizio forse ilM5S avrebbe quadagnato qualche voto ma cosi no ha fatto solo perdere, quindi non solo inutile ma anche dannosa......
Scusami Salsi la prossima volta stai attenta a dosare il sale.......

Giulia S., Napoli Commentatore certificato 03.11.12 09:20| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

il canale del Movimento è il web.Qui è nato,qui si nutre,qui cresce,qui diventerà adulto.Non abbiamo bisogno di andar a cercar il consenso fuori.Chi è interessato ci trova qui,nella nostra terra.......tutto il resto è noia

guido pelly 03.11.12 09:03| 
 |
Rispondi al commento

GOSSIP GOSSIP GOSSIP

Max Damage 03.11.12 09:00| 
 |
Rispondi al commento

riguardo al punto G talk show ecc ecc

proposta n1: "se si vuole presenziare ad un talk show televisivo, si è liberi di farlo purché la persona che aspira a partecipare abbia seguito un corso di retorica o sia in grado, per il tipo di professione che svolge, di sostenere le idee del movimento in un dibattito pubblico"

proposta n2: "elezione dei "grilli parlanti" (la scelta del nome è aperta a tutti) del movimento ovvero quelle persone che, dotate di una certa facilità nell'esprimere le idee del m5s in un dibattito pubblico, si prestano in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo a rappresentarle.

giancarlo z., besana in brianza Commentatore certificato 03.11.12 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre le persone mediocri credono che la tv dia loro chissà quale opportunità. Narcisisti attratti da un mondo che con la politica dei fatti ha veramente poco a che fare. Questo è il rischio peggiore che corriamo come movimento, scalpitare per ottenere prestigio e successo dimenticandoci del valore che ci ha creati come forza cittadina che vuole riprendersi la vita..porta a porta, piazza per piazza. Gli slogan fatti così non servono a nessuno. Non è ancora il momento della propaganda di questo tipo, non siete pronti nè pratici e nel confronto con uno di quei vecchi navigati abili con le parole sareste derisi e polverizzati. Sono anni che raccontano cazzate all'italia, lo sanno fare. IL MOVIMENTO 5 STELLE DEVE RIMANERE UN MOVIMENTO DI CITTADINI E QUARTIERI non di programmi tv e slogan da campagna elettorale. Se create distacco da questa realtà perchè vi piace frequentare certi ambienti allora siete già morti.

Mario L., Roma Commentatore certificato 03.11.12 08:48| 
 |
Rispondi al commento

ma perche Salsi,Tavolazzi,Favia & C,che sono molto uniti e si manifestano solidarietà ,non si creano una loro lista civica?????Tanto ormai sono famosi...

leonardo mascia 03.11.12 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Leggere decine e decine di commenti, ammetto. Non l'ho fatto. E magari ripero qulks detta. Visto che Salsi si è risentita per essere stata richiamata avendo fatto (fare) una brutta figura, vorrei PER=' capire che cosa c'entra che dica che Grillo è "maschilista"? Perchè ha parlatao di punto "G"? Io sono maschio, il punto G non c'è l'ho per cui il "G" è una cosa prettamente fememinile.

Sembra tanto che la risposta sia stata preparata a tavolino: "Siccome sappiamo (Salsi ed il suo gruppo) che Grillo dirà al sua su questa figura povera che andremo a fare a Ballarà, con che cosa protestimo"? A votazione, visto che la Salsi nel MoVimento ci deve essere pur stata, hanno votato: "Buttiamola sul maschilismo/femminismo che non lo ha ancora fatto nessun"..Siii.. bello....daiii.. si facciamo così.

Amen

Maurizio M., Ragusa Commentatore certificato 03.11.12 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ha ragione eccome se ha ragione i talk show vanno evitati punto e basta, la tipa che ci è andata ha sbagliato, è inutile che poi faccia l'offesa visto che per quei minuti di pseudonotorietà rimettiamo tutti proprio come MoVimento.

Bruno Cinque (b5), Trieste Commentatore certificato 03.11.12 02:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E'giunta l'ora di spegnere la televisione che ormai spara solo cazzate ed accendere il cervello magari collegandoci alla rete per cercare la reale informazione!!

ANTONIO IACONO, ISCHIA Commentatore certificato 03.11.12 01:19| 
 |
Rispondi al commento

La domanda che la gente onesta con sé stessa dovrebbe porsi (quindi escludendo talebani e fanatici) è:

Beppe non vuole che gente del M5S vada in TV come principio ideale, aulico, duro e puro... o solo perché sa perfettamente che il 100% degli eletti M5S sono delle burbette inesperte che faranno necessariamente una figura di merda??

Da vecchio lupo 62.enne spelacchiato che ne ha viste tante, sbaglierò ma propendo per la seconda.

Ma se la seconda è quella giusta... è sensato affidare una Nazione sull' orlo del baratro a delle burbette cosi inesperte che manco possono parlare, se no fanno figure di merda??

Il serpente si morde la coda... il problema NON E' NON ANDARE IN TV, ma trovare qualcuno (che al momento PURTROPPO NON ESISTE), che in quanto a parlantina faccia il culo a tutti. Allora vedrete se Beppe non lo vorrà in tutti i talk-show del mondo!!!

Beppe non è mica scemo: è un figlio della televisione e, salvo arteriosclerosi galoppante, sa benissimo che senza 30 anni di TV non lo cagherebbe neanche la zia Erminia.

Confrontarsi in TV è una semplicissima regola democratica. Se nessuno del M5S ne è in grado sforzatevi di trovarlo, invece di sputare suoi talk-show.

La favola della volpe e dell' uva è vecchia di 2.000 anni. Trovatene un altra: le elezioni si avvicinano ed a livello nazionale le burbette non bastano.

ezio g., sv Commentatore certificato 03.11.12 01:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il futuro della comunicazione non è tramite talk show, ormai sputtanato da innumerevoli incongruenze di carattere organizzativo e partitocratico.
Ma semplicemente come si sta facendo ora qui,
Se la signorina di Bologna ha ritenuto "confrontarsi" si fa per dire con qualche feccia invitata per fare ascolti, il problema è suo non nostro.
Il M5S parla chiaro, niente talk show, non per questo uno che partecipa debba essere espulso, ma,
se uno partecipa va contro il movimento, e come tale non deve riconoscersi nell'ideologia iniziale dello stesso.
La rivolta si fa nelle piazze, nel web, in tv è tutto programmato!

Giuseppe Tondini 03.11.12 00:24| 
 |
Rispondi al commento

gli attivisti del m5s si devono mettere in testa che non hanno bisogno di andare in tv, non devono comportarsi come un politico tradizionale che per sopravvivere deve raccontare balle su balle. anzi, se ci andranno scopriranno che è deleterio perchè si viene fagocitati dal politicante di turno: a ballarò una virtù del m5s (il fatto di limitarsi lo stipendio di consigliere) viene fatta diventare peccato..."ahhhh, voi del movimento siete come un partito tradizionale, vi tenete i soldi in conti correnti privati", come se un politico tradizionale si limitasse lo stipendio e restituisce al mittente l'eccedente. basta farsi un giro su youtube dove c'è lo spezzone incriminato e leggere i commenti, ormai la disiformazione è passata"ahhhh, vi fregate i soldi come gli altri".
non ci andate nei talk show, fate solo il loro gioco, c'è tutto da perdere e niente da guadagnare, senza contare che nei giorni seguenti i media fanno a gara a pubblicare i litigi interni del m5s e tutto ciò fa perdere credibilità al movimento.

lucia f. 03.11.12 00:19| 
 |
Rispondi al commento

SI SONO D'ACCORDO,NON BISOGNA ANDARE NEI POLLAI TELEVISIVI,NON NE ABBIAMO BISOGNO E NON E' NEL NOSTRO DNA,BISOGNA ESSERE COERENTI ALTRIMENTI RISCHIAMO DI DIVENTARE UN PARTITO COME TUTTI GLI ALTRI,BEPPE HA RAGIONE,SI RISCHIA DI PERDERE VOTI E DETTO DA LUI BISOGNA CREDERGLI PERCHE E' UN GRANDE ESPERTO DI COMUNICAZIONE,E UN MEZZO COME LA TV PUO' ESSERE UTILE MA PUO' FARE MOLTI DANNI SPECIE PER CHI NON HA DIMESTICHEZZA,SE FATE CASO NEI POLLAI VANNO SEMPRE GLI STESSI A RACCONTARE SEMPRE LE SOLITE BALLE,QUINDI ALLA LARGA RAGAZZI PER IL BENE DEL MOVIMENTO.

bruno carta, san sperate Commentatore certificato 03.11.12 00:10| 
 |
Rispondi al commento

per me la Salsi ha fatto un figurone a Ballarò. Poche parole ma chiare e sorridenti. Con calma. Senza litigare. Non capisco l'elogio a Di Pietro. Report ci ha descritto una figura ambigua lontana dalla purezza di mani pulite.

Giovanni Canepa 03.11.12 00:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono arrivato alla conclusione che si eviti di far apparire in tv appartenenti al moV5stelle per una questione di coerenza con la filosofia del movimento stesso e per l'inutilità di apparirvi appunto.
Non è facile navigare nel perverso mondo della tv , in quanto vi sono manipolatori capaci di fagocitare un modesto cittadino animato da ottime intenzioni facendolo apparire come un fetuso.
Bene o male , è importante che si parli del mov5stelle, è pubblicità gratuita.
L'importante è che Beppe continui a spianare la strada senza indugi, con la sua presenza fisica.La costanza e la perseveranza nel seminare il bene un giorno ripagheranno.
Vogliamo vivere solo in un mondo migliore , in modo dignitoso per tutti!!!

giovanni effe 02.11.12 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Qual'é il tuo punto G? Cosa ti da l'orgasmo e i 15 min di celebrità? La nuotata sullo stretto? Mandare a quel paese tutto e tutti? Bella sta democrazia dal basso: "Non andare in tv!" "Di Pietro presidente!" e altre dichiarazioni/intimidazioni. Sta cosa dei "cittadini" poi, mi suona tanto da "compagni" o "kameraten"... Bello un movimento dove bisogna stare attenti a non fare in ca22are l'"ispiratore" che ti fa fuori a suon di blog. Idee buone, inizia a ragionare sui modi. Me li vedo i neo eletti in Sicilia preoccupati a non indispettirti: alleanze no, ha detto di no; ora si parla con la gente! Con i mafiosi cosa facciamo? Chiediamolo al web.
Auguri a tutti.

Quinto Ravelli 02.11.12 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Marco da Ravenna, il mio non é stato un "inneggiare" bensí una opinione derivata da ció che ho letto nella dichiarazione della Sensi e dal aver seguito ció che fu le dichiarazioni di Favia. L'uso del verbo "inneggiare" é assolutamente improprio, quando, come nel mio commento, ho espresso insieme alla mia opinione anche quello che avrei fatto io nei casi in questione, senza innalzare inni, scomuniche o inquisizioni mistico-moralistiche. Solo vedo, leggo e registro fatti e conseguenze, per cui considero deleterio per il movimento sia, ribadisco, lo scomposto commento della signora, sia l'atteggiamento di Favia nel caso della "intervista rubata". Prima di fare dichiarazioni pubbliche a organi di stampa che si sa perfettamente sono contrari al movimento bisogna avere maturitá e capacitá di gestione e non lasciarsi andare a reazioni degne di studenti liceali presi in fallo. Prima di parlare é necessaria, piú che mai in un posto di rilevanza pubblica, una capacitá di controllo dei propri impulsi, otretutto quando nel momento in cui le proprie dichiarazioni possono causare danni notevoli al gruppo politico a cui si appartiene. Libertá di espressione deve essere sempre mediata da maturitá e consapevolezza, qualitá che nei casi indicati non ho visto. Per quello che riguarda Favia, la proporzione é un pó differente, a giudicare dai commenti lasciati al tempo degli avvenimenti: per 1000 favorevoli a Favia ce n'erano 10000 contrari e fortemente critici, ed infatti Favia rientró nel ruolo di consigliere regionale per cui fu votato(e non critico politico). Per me entrambi andrebbero allontanati dal movimento, poi ognuno la pensa come piú la propria maturitá gli indica.

silvio 02.11.12 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono d'accordo! Secondo me gli esponenti del M5S dovrebbero andare in tv! Bisogna confrontarsi con gli altri! É contro di loro che si lotta! Perche dobbiamo nasconderci?non abbiamo niente da perdere,anzi! Tutto da guadagnare! Oltretutto senza andare in tv non vinceremo mai! Perchè non tutti abbiamo internet! Non arriveremo mai a farci conoscere da tutti! E poi bisogna pure vedere e sentire parlare chi deve rappresentarci! Capisco che la tv é quella che é,ma per vincere c'é bisogno del confronto in tv!
Io propongo un referendum tra gli iscritti del M5S! Tv si o tv no!

Luigi Nicastri 02.11.12 22:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho appena letto un articolo su repubblica di Bologna
Salsi: "Grillo peggio di Berlusconi
Di Pietro? Beppe ha tradito il M5S"

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2012/11/02/news/salsi_grillo-45769971/

che riporta frasi dette dalla Salsi .
spero non sia vero ma se lo fosse bisogna valutare seri provvedimenti nei suoi riguardi.

Un eletta dal Movimento che paragona Grillo a Berlusconi !!!
e poi leggendo e rileggendo l'articolo di Beppe non capisco dove Lei venga offesa come donna .
se e' vero deve lasciare il movimento immediatamente

ditemi voi se sbaglio ?


piero s., roma Commentatore certificato 02.11.12 22:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il post è corretto. Non fa una piega.
E da anni che continuo a ripetere anceh a livello locale: non bisogna sbagliare nulla, altrimenti basta pochissimo per mandare tutto a a gambe all'aria!

Jerry Spera Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.12 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Inoltre consideriamo che la Salsi non poteva non prevedere che sarebbe successo questo, cioè che dalla sua andata in televisione sarebbe scaturita questa polemica. Polemica che, lo capiscono anche i meno attenti, non può fare che del male al movimento in un momento come questo, con i vari cortigiani e trombettieri del potere che non vedono l'ora di avere una scusa per dare contro il movimento.
...e intanto altra visibilità per la Signorina.

Non si può e non si deve confondere la democrazia con l'arbitrio, il fatto che il M5s non sia un partito con un padrone ma un luogo dove tutti contano, non significa che chiunque può dire e fare quello che vuole come gli gira.

Andrea Cardu, Bologna Commentatore certificato 02.11.12 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Andare in TV, con questa TV, con la TV amministrata da chi percepisce fondi pubblici, significa perdere in partenza. Ho visto righe di testo di questo blog, copiate, leggermente modificate per cambiarne il concetto principale, e ripostare su giornali, di carta ed online. E volete andare in TV? Ma perche' fare politica in mezzo al gente no eh? Avete bisogno della TV. Beh, se avete bisogno della TV allora forse non avete ben compreso cosa si vuol fare con un movimento ti persone come questo. Andate in TV, fatevi belli. Ma quando uscite e poi andrete alle urne allora votare per B non per il M5S, poiche' il modello che state seguendo e' quello. Se non lo capite lasciate perdere... non fa per voi.

Sandro M., Roma Commentatore certificato 02.11.12 22:07| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo che anche i cittadini di M5S vadano in TV ma non in questa TV dove ci sono dei professionisti della mistificazione e dove chi urla di più ha sempre ragione anche se dice cazzate. Chi ha un programma come il M5S sugli strumenti di comunicazione (chi non lo ha letto se lo vada a leggere) non può accettare questo sistema e quindi non deve andare in TV finchè queste TV non vengono riformate. Finchè non passeranno le indicazioni date nel programma del M5S, coerenza vuole che non si vada in TV

Pietro Rasulo, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.12 21:55| 
 |
Rispondi al commento


Grillo, rilassati. E' vero, siamo in guerra, ma anche il più prode dei guerrieri ha bisogno di riposo.

pippo pansa 02.11.12 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Questo è un momento delicatissimo nel quale cani e porci proveranno a saltare dentro il movimento per fini più narcisistici, diciamo così, che civili. O peggio, ci sarà chi proverà a usare il movimento come una porta di ingresso nel circo politico, per certificare la propria esistenza mediatica e quindi mollarlo e saltare dentro questo o quel partito, assicurandosi una carriera da "vecchia scuola".
Voglio dire che non bisogna pensare troppo bene degli italiani, in fondo questo paese siamo stati anche noi, noi italiani intendo, a farlo diventare così com'è adesso.
Secondo me in un momento come questo non bisogna avere paura di mettere delle regole chiare e precise, tracciare una linea netta tra cosa è permesso e cosa non è permesso fare nel M5S, almeno a livello di rappresentanza. Meglio passare per dittatori, come diranno gli allocchi, che permettere che la prima narcisa di turno sputtani in un'oretta ciò che in anni è stato costruito.
Insomma, dai nemici mi guardo io dagli amici mi guardi iddio, il pericolo adesso viene da dentro non da fuori, ricordiamocelo.

Andrea Cardu 02.11.12 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Non siamo messi poi così male!!!
Intendo dire che in mesi e mesi di attività il M5S ha avuto la bellezza di numero 2 errori.....
Favia e la Signorina che è andata a Ballarò....
errori sicuramente ma in confronto a ciò che succede in Italia a livello politico sicuramente veniali .
IlM5S è composto da umani e gli umani si sa erano e cadono facilmente in tentazione.Per questo in fondo non mi sento di stigmatizzare più di tanto gli errori (2)fatti, con purtroppo la consapevolezza che altri verranno fatti!!!
Non dobbiamo abbassare la guardia ma confronto ai partiti che ogni ue giorni scopriamo rubare milioni e milioni i nostri errori sono fondamentalmente barzellette..
spero che gli italiani siano intelligenti e sappiano mettere con doverosa perizia queste cose su una bilancia di precisione
lo spero e lo credo!!!
grazie comunque M5S e grazie a tutti noi!!!

Paolo Croce "Secundo", Chianciano Terme ( Siena ) Commentatore certificato 02.11.12 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma non si era detto che non si andava in TV!?!??!?!

Stefano Falcaro, Padova Commentatore certificato 02.11.12 21:08| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

gli eletti del Movimento non sono dei professionisti della politica o esperti in comunicazione televisiva. Si rischia di essere divorati dai conduttori o da politici esperti che conoscono e sanno comportarsi davanti una telecamera con conseguenti danni al movimento stesso.
Secondo me bisogna vietarlo oppure scegliere persone capaci, esperte e soprattutto autorizzate dopo aver informato gli altri.

piero s., roma Commentatore certificato 02.11.12 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedevo io che ci facesse a Ballarò la "strafiga" di turno tutta messa in tiro per l'occasione e con un cartellino ...col suo ciuffone ribelle...il suo eccessivo trucco...

Tanto è fisiologico, meglio che vengano fuori subito i merola le minetti della situazione, quando li vediamo in tv sappiamo che "sono passati al lato oscuro della forza", che hanno ceduto alle lusinghe dell'ego, dell'avere invece che dell'essere...

Davide G., Milano/Bari Commentatore certificato 02.11.12 20:55| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

MAMMA MIA COME STRIDE LA RAGAZZA A BALLARO.
SCELTA ALTAMENTE INFELICE.
VI SERVONO DELLE CONTROMISURE PERCHE SE CONTINUANO I VARI FAVIA PERDETE PARECCHIO. IO STESSO PENSAVO DI VOTARVI MA INVECE MI PARE PROPRIO CHE NON SIATE PRONTI

alessio burgio 02.11.12 20:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo con Grillo, penso che ormai lo capiscono anche i sassi che andare in televisione c'è solo da perdere, andarci lo stesso vuol dire autoeliminarsi dal movimento

Giuliano Altavilla, Padova Commentatore certificato 02.11.12 20:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Giornalista: "Sig. Grillo, secondo Lei, cosa è una donna?"
Grillo: "Una donna? Vuole dire quella cosa che sta attorno alle tette e al culo?"

Ugo Russo Commentatore certificato 02.11.12 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Con i giornalisti che hanno imbrogliato anche il PANE non si può interloquire.

Giovanni, Pasquale Fragiacomo (agricoltore), Lamezia Terme Commentatore certificato 02.11.12 20:29| 
 |
Rispondi al commento

Se Beppe Grillo consiglia caldamente di non partecipare, in televisione, ai talk show, immagino che sia meglio cercare di dargli ascolto, data la Sua innegabile competenza in questo campo; tuttavia mi sembrerebbe una fesseria il rifuggire da ogni forma di espressione televisiva, che consenta di far conoscere il programma del MoVimento 5 Stelle.

Santo Mazzotti, Remedello (Bs) Commentatore certificato 02.11.12 20:01| 
 |
Rispondi al commento

per evitare. la prossima volta che ai grillini capitasse di accennare alla sensibilità delle grilline, ai supposti punti G bisognerà preferire la bella realtà dei grilletti

romeo 02.11.12 19:59| 
 |
Rispondi al commento

La gentile signora ci è cascata. Il post chiaramente finto-maschilista di Grillo le ha fatto scoprire le carte, mettendo in evidenza voglia di protagonismo di cui non si vede il bisogno. Ciò, a mio avviso, vale anche per chi la supporta. E' il momento di stringersi in formazione a testuggine dietro Beppe "Hispanico" che ci mette la faccia per tutti. La posta in gioco è diventata troppo grande per cincischiare in discussioni oziose, che fanno il gioco di chi getta merda sul MoVimento. Verrà anche il tempo della democrazia interna.

Ninni A., Acquaviva delle Fonti (Bari) Commentatore certificato 02.11.12 19:57| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

ho sempre sentito che giornali e tv sono assoldati e governati dai vecchi partiti. Se tutto ciò è vero, ed è vero, io suggerisco di non presentarsi proprio a questi talk show ,i giornalisti si divertirebbero a mettere in crisi i giovani militanti m5s con domande particolari e in questo caso il M5S perderebbe un mare di consensi di persone indecise.

petri d 02.11.12 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno ha torto e nessuno ha ragione. Cercate di tenere tutti la testa sulle spalle. E' un momento delicato, le cariatidi della ormai defunta politica godono leggendo i vostri battibecchi.

Antonio Gennuso 02.11.12 19:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non vorrei sbagliarmi, ma sono indeciso se essere favorevole che rappresentanti del mov5stelle partecipino a trasmissioni televisive o no.
Certo che possono dare adito a personalismi sbagliati e protagonismi che possano dare una errata e/o una distorta interpretazione da parte degli organi di stampa di quelle che sono le iniziative del movimento.(non è che ce ne fregi più di tanto,ma possono influenzare negativamente un elettorato indeciso)
D'altra parte la scatola televisiva può essere utilizzata come viene utilizzata dal sistema come contromisura al sistema stesso, facendo sì che persone che non possano accedere al web, possano avere le idee più chiare su Mov5stelle.

giovani effe 02.11.12 19:08| 
 |
Rispondi al commento

IL FUTURO DELL'ENERGIA E' LA FUSIONE FREDDA DELL'ING. ANDREA ROSSI:
http://www.youtube.com/watch?v=ZGI12A3SWJ4
(video rainews).
http://www.prometeon.it/

L'"Energy Catalyzer" inventato dall'Italiano Andrea Rossi promette di diventare presto un caso internazionale o addirittura una rivoluzione del nostro modo di vivere e di produrre energia. L'"E-Cat" è infatti una piccola "macchina" che sembra trasformare pochi (ed economici) ingredienti in abbondanti chilowattora: bastano pochi grammi di polvere di nickel, una quantità minima di idrogeno ad alta pressione e -- una volta acceso -- il piccolo reattore sembra in grado di produrre energia per mesi e mesi. Il suo inventore non ha ancora rivelato i segreti del processo ma numerosi test hanno confermato che l'energia misurata non può essere il frutto di alcun processo chimico. "Per esclusione deve trattarsi di un processo di tipo nucleare", hanno scritto due autorevoli fisici svedesi che hanno assistito a uno dei test. "Se davvero funziona vale il Nobel", dice a Rainews il Presidente del Comitato energia della Reale Accademia di Svezia Sven Kullander.

Mr. Fusion Commentatore certificato 02.11.12 18:59| 
 |
Rispondi al commento

i bravi ragazzi del M5S non hanno forse capito la portata della lotta che li aspetta. La gente che li vota ha "Fame" di seria e determinata opposizione. Non ha voglia di ritrovarsi con politici che si trastullano nei talk show, perché altrimenti non ci sarebbe ragione per votare loro invece di altri, dal momento che usciamo da vent'anni di fair play politico. Si interroghino bene e decidano se si sentono in grado di accettare un confronto che inevitabilmente potrebbe risultare aspro e lo facciano prima di chiedere il voto agli elettori. Cinzia

Cinzia C., Verona Commentatore certificato 02.11.12 18:58| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

lo ripeto, sono un neofita e quindi non conosco le cose. Ma questa signorina slasi e' ( come avete scritto) una puttana perche' nel suo mandato consiliare ha tradito i principi del movimento o perche' e' andata in tv ?
grazie

gino g., roma Commentatore certificato 02.11.12 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Ottima metafora quella del punto G. È vero, chi va in questi programmi lo fa solo per una forma di esibizionismo considerando che sei solamente gestito in quello spazio

Marco mancini 02.11.12 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Penso che qualcuno stia perdendo il lume della ragione, poi non me ne faccio piu' caso se qualcuno comincia a chiamarci "fascisti"! Dobbiamo ricordarci che gli eletti rimangono comunque esseri umani e che se vogliono comparire (in buona fede) in tv é loro libera scelta farlo, naturalmente le critiche sono giustificate come anche pero' lo sono gli apprezzamenti, una delle cose belle del m5s é uno vale uno ma senza poi dimenticarsi che ogni individuo ha una testa sua ( non come nel pdl o lega che ogni cosa che dicevano i berlu e bossi era legge ). La cosa che rimane quella piu' importante é che una persona svolga bene il suo lavoro, é quello che deve contare, il loro modo di lavorare e i fatti!!!!

Marco G., Ravenna Commentatore certificato 02.11.12 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Non scrivevo qui da mesi... diciamo dal dopo Favia e dopo altri fatti.. premetto che sono iscritto al blog da anni, sono siciliano e nel 2008 ho votato Sonia Alfano.. quella volta non accadde quello che e' accaduto quest'anno con M5S... io questa volta ho fatto una scelta diversa: ho votato per un candidato che dal 2006 lotta contro questo sistema politico, pur avendone fatto parte ma dissociandosene e pur essendo consapevole che questa sua scelta avrebbe causato una reazione dei vecchi amici, infatti l'ha subita questa reazione, ma non e' rimasto succube e ha reagito: DE LUCA CATENO, solo contro tutti ha preso 25000 voti.. significa che molti hanno creduto in lui.. certo.. ce ne volevano di piu' voti per essere eletto e continuare a fare lotta dentro il parlamento siciliano.. si informi bene su De Luca chi non lo conosce... e cercate di seguire il suo esempio... lui non avrebbe paura ad andare nei talk show, pur essendo stato indagato e anche arrestato ingiustamente infatti e' stato scarcerato e si e' presentato con una lista senza nessun deputato uscente con lui,,,,
io penso che nella democrazia chiunque puo' decidere di andare ad una trasmissione... in sicilia diciamo: mali non fari paura non aviri
beppe grillo, non mangiare solo arancini in sicilia.. con affetto

giuseppe g., malvagna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.12 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Non ho capito perchè c'è tanta polemica su questo post da parte delle femministe. Infatti di punto G esiste anche quello maschile. Se non avete altre polemiche sterili perchè invece di parlare d'aria non vi interessate della sostanza e cioè che andare in tv per un cittadini 5 stelle fa perdere consenso al movimento perchè ci accomuna agli altri. Noi siamo diversi, siamo oltre! Fidatevi,Beppe la sa lunga. guardatevi indietro e vedete se non ha, alla fine, avuto sempre ragione.

francesco morsut 02.11.12 18:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Farsi vedere poco in Tv specialmente nei talk show è una posizione giusta.Non farsi vedere affatto è sbagliato.
La Salsi non ha fatto brutta figura... anzi si è comportata bene, ed ha anche chiarito che alcune risposte erano il suo punto di vista e non del movimento. Sono assolutamente critico con questo post di Grillo e spero in futuro di vedere ancora qualcuno del movimento in TV...con discrezione e correttezza, è giusto che la gente colga le differenze che ci separano dai politici rappresentanti partito anche nel modo di porsi e comunicare, chiaro che scivolare al loro livello durante un talk è facile ma se si affontano le cose con metodo e a testa alta credo che questo venga aprezzato da chi guarda/ascolta la TV.(...cioè attualmente ancora la maggioranza del paese)

Dennis Toigo, Arten Commentatore certificato 02.11.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ognuno ha le sue idee com'è giuso che sia, non condivido Di Pietro come emblema di onestà e integrità (ma su questo sarà il tempo a darci risposta) ma condivido invece quest'ultima invettiva contro le comparsate in tv. Molti sono rimasti offesi dai toni usati da Grillo, il concetto però è stato espresso in maniera colorita si, ma quanto mai calzante. Brucia essere criticati, non c'è dubbio, ma si dovrebbe ragionare un attimo sul merito delle critiche, oltre che sul modo. Qual'è il senso di partecipare ad un sistema putrido ed asservito che ci ha prostrato ed avvilito per anni, manipolando e monopolizzando l'informazione e persino il linguaggio. Qual'è il senso di presentarsi ad un vasto pubblico dal palco di un teatrino che irride ed appiattisce qualunque fenomeno. Qual'è il senso di farlo in un momento così, dove per la prima volta questo sistema famelico e cannibale ha trovato un luogo (il web) che non riesce a controllare e contenere.
Qual'è il senso di pagare (in qualche caso con contributi pubblici, con i soldi dei cittadini) quello che Grillo a buon vedere chiama un suicidio assistito. Trovo, a ben vedere, che il problema della democrazia interna, o meglio della rappresentanza delle idee, e di chi e come debba scegliere la linea di condotta del movimento sia un problema serio e da affrontare (dall'interno possibilmente). Ma nelle diatribe che escono fuori ultimamente mi tocca sempre più spesso dare ragione al nostro leader che alla nostra base. Ci vuole una certa integrità non solo per non prendere i soldi ma anche per non essere sedotti dal potere o dalla celebrità. Non sono un aggregato dell'ultima ora ne un idolatra del nuovo messia, ho sempre seguito Grillo con attenzione e simpatia e l'ho valutato per quello che ha detto e fatto in questi anni. Sono sicuro che l'attacco ad altri mezzi di comunicazione coincida con la difesa del suo mezzo di comunicazione (beppegrillo.it) ma anche con i nostri interessi. Insomma per ora Dio protegga Beppe dall'Alzheimer


Cari signori, sono inorridito! Volgarità a gogò nei confronti di Federica Salsi, che con la sua apparizione avrebbe recato un danno al Movimento? Dei 5 anni di attivista, ne vogliamo parlare o sono finiti nel dimenticatoio? Che cos'è sta cosa Beppe, lesa maestà? Mi spiace, ma la correttezza, l'appoggio e la fiducia agli attivisti del Movimento, pensavo fossero totali, ma probabilmente mi sbaglio. Ora mi viene un dubbio, forse le persone non contano all'interno del Movimento? Beh allora mi spiace ma, visto che noi siamo persone ed esseri pensanti, questa cosa mi sta molto stretta. Ho sempre condiviso le idee del Movimento e mi sono battuto per esso, ho preso pesciate in faccia e tanti "idota", ma sono andato avanti, perchè miravo ad aiutare la nascita di una vera democrazia, ora mi trovo di fronte ad uno che parla di punto G e di Di Pietro Presidente. Mi sai dire, Beppe chi ha perso più voti tra te e Federica? Pensaci, valà, secondo me la risposta ce l'hai in tasca. Comunque visto che tutti possiamo sbagliare, sia tu che Federica, prova a fare un atto di umiltà, nei confronti degli esseri pensanti del Movimento e fai un passo indietro, ti assicuro che sarebbe gradito. Tutte le persone vanno rispettate, sbagliare aiuta a crescere, ergo sbagliare è assolutamente necessario anche per il cambio di mentalità che TUTTI, stiamo cercando di stilare tra la gente che ci circonda! Giuliano Dal Cin

giuliano dal cin, san fior Commentatore certificato 02.11.12 18:19| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

VERGOGNOSO! Il fatto che i rappresentanti del M5S non possano andare ad esporre i temi cardine del proprio movimento mi sembra più da MSI!
Cos'è avete paura che la gente si accorga che i vs rappresentanti siano dei manichini che non hanno assolutamente idea di come si fa politica?


Il vuoto istituzionale che c'è in Italia potrà essere colmato solo quando avremo dei POLITICI!
Persone in grado di pianificare politiche pubbliche per il bene comune,non degli arraffoni incompetenti, e voi non siete da meno con i vostri modi da neo fascisti!


Lucia Perna 02.11.12 18:11| 
 |
Rispondi al commento

E dai Beppe, non te la prendere con la Salsi, che mi pare una in gamba...

Daniele R. 02.11.12 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Per come sono strutturati e il pericolo che nascondono i Talk Show sono assolutamente d'accordo.
Sono i luoghi del non dire, del non approfondire, con la scusa dei ritmi televisivi non si informano i cittadini, non si fa concludere un concetto.
Meglio un popolo lasciato nell'ignoranza perchè è più facilmente plasmabile e condizionabile.
Ciò non toglie che il problema di coinvolgere le persone non avvezze al Web, e che nutrono quei valori che accomunano gli iscritti al M5S quindi anche i miei, in qualche modo dobbiamo raggiungerli, devono far parte integrante del dibattito e della democrazia diretta e partecipativa.
La TV è pericolosa?
Adoperiamoci per modificarla.
Vogliamo utilizzare altri modi di contatto?
Va bene, ampliamo l'esperienza che Grillo ha utilizzato in Sicilia, ritornare nei parchi, nelle Piazze dei Borghi e delle Città con un palchetto di 50cm e coinvolgere la popolazione non solo con i gazebo, ma con dibattiti pubblici (meglio non chiamarli comizi) battendo a tappeto il territorio. In modo da poter coinvolgere e rendere parte attiva tutte quelle persone che attualmente si ritrovano nei valori del M5S e che non hanno confidenza nel Web.
Magari possiamo andare nelle Piazze anche ad insegnare come si utilizza internet, un modo contemporaneo di alfabetizzazione.
Ma per favore non chiudiamoci solo nel Web, almeno fin quando non saremo nel prossimo futuro degli uomini bionici, coltiviamo anche il rapporto di persona, altrimenti corriamo il rischio di non essere più capaci di stare insieme in un luogo che non sia virtuale.
Esistono anche gli anziani e i semplici, hanno gli stessi diritti di cittadinanza e di partecipazione alla vita politica e ad incidere nelle scelte di cambiamento.

Fausto R., perugia Commentatore certificato 02.11.12 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Bene, mi sono visto l'intervento a Ballaró della Sensi. Qualcosa mi disturba: 1) chi ha deciso che la differenza fra i 2700 euro stabiliti e i 16000 percepiti venga depositata in conti personali dei rappresentanti alla regione? 2) la decisione di andare a Ballaró, la Sensi l'ha presa collegialmente con la base o é stata un'iniziativa privata? 3) se é stata presa collegialmente, come si é arrivato a decidere che proprio la Sensi dovesse andare, invece di qualcun altro? 4) colui/lei che si é (eventualmente) deciso che andasse, fu scelto in base a capacitá personali, o in base a che tipo di parametri? 5) l'intervento su Monti é molto piú simile ad un sostegno che non alle analisi e alle posizioni del Movimento, quindi....é una posizione politica personale o é dettata da una contrappsizione alla linea politica del M5S? In ultimo, la reazione finale all'articolo pubblicato da Grillo (molto scomposta e piú in linea on le tesi de L'Unitá che non con quelle del movimento di cui fa parte) é Favia-style e che, per me, meriterebbe lo stesso trattamento preso nei onfronti del Favia.


Non capisco questa paura di non poter far vedere gli eletti del M5S per TV? Sembra che c'è aria di caserma all'interno del movimento 5 stelle, intimidire gli eletti non è affatto una bella cosa a desistere da farsi vedere per TV.

Ogni eletto deve dar conto solo ai suoi elettori, se no si rischia la deriva berlusconiana, quindi si passa dalla padella alla brace

antonio aliberti 02.11.12 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mah

http://www.you-ng.it/news/politica-e-attualita/item/4329-salsi-%E2%80%9Cgrillo-vittima-della-cultura-berlusconiana-e-maschilista%E2%80%9D.html

claudio s 02.11.12 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Questi programmi in cui si parla di politica,si puo' dire quello che si vuole,tanto alla fine uno dice bianco l'altro dice nero ma nessuno ti dice chi sta dicendo cose non vere....tutti dicono tutto,fanno proclami e se non vengono fatte leggi o altre cose,la colpa è sempre degli altri,di chi ha votato come se loro non facessero parte di quel partito o forza politica che vota in parlamento e senato.Prendendo parte a questi dibattiti alla fine vieni calcolato uno dei tanti che ha parlato senza avere cambiato niente nella realtà e la settimana dopo o un mese dopo, si riparla di quelle cose dette prima, ma che nessuno ha cambiato e via cosi' per tutte le puntate o gli anni a venire.Alla fine capisci che ti prendono in giro,non faranno nulla per cambiare ma ti fanno perdere un anno a sentire le stesse cose e dico, è possibile che siamo masochisti al punto di stare male ma non capire che non servono a niente?io non ne posso piu',ma da molto tempo,spero che i rappresentanti del movimento 5 stelle,non facciano questo errore,magari per avere visibilità,io mi sono convinto attraverso il web,leggendo le cose che dicevate,ecc.meglio girare per le città e farsi vedere in mezzo alla gente con i gazebo,ma Ballarò e altri programmi,no,troppo disonesti con i cittadini

mauro f., framauro68@yahoo.it Commentatore certificato 02.11.12 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Inutile criticare Grillo perchè "comanda lui". Per vincere nell'attuale sistema politico c'è bisogno di un leader. Se si ascoltassero i piagnistei di mezza Italia il movimento finirebbe per arenarsi al primo ostacolo.


Salsi,non hai capito nulla....se avevi bisogno di visibilita'non dovevi far altro che farti eleggere in un'altro partito non in questo movimento,non hai lo spirito dei 5 stelle e non hai capito nulla

corrado craparotta, trapani Commentatore certificato 02.11.12 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Per me Beppe ha ragione: non bisogna andare in TV. Per quanto mi riguarda è semplice coerenza: i talk-show evito di vederli appositamente perché è l'unico modo che ho per censurare i politici in tv. Per questo, per esempio, dopo il tg di Mentana scappo via per non vedere Lilli Gruber e i suoi ospiti, quasi sempre gente che vorrei vedere mandata a zappare. Un po' come cambio canale ogni volta che in un tg mi parlano del Papa: cosa ha fatto, che ha mangiato, chi ha visto..! Se fossi un attivista M5S non andrei mai in TV. E' una scelta radicale voluta. Secondo me la novità di questo movimento è anche questa: pochi e precisi valori, ma praticati, non dichiarati, parlati, predicati. I politici di professione non praticano mai quello che professano, sono tutti "onesti non praticanti", un po' come i" cattolici non praticanti" - si sarà capito che sono un po' critico verso quello che reputo un controsenso ;) In parole povere se tu, TV, per me non esisti, non ti guardo, è ovvio che nemmeno ci vengo.

Fabrizio Gentilini, Roma Commentatore certificato 02.11.12 16:43| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con chi precedendomi ha espresso l'idea che le decisioni strategiche del movimento debbano essere condivise e votate senza quorum a mezzo blog od altro di tipo informatico dagli iscritti al movimento, d'altronde Beppe tu sei la nostra voce e noi siamo i tuoi sostenitori, ci dobbiamo mutuo rispetto, l'italia si deve cambiare insieme, se attueremo questo sistema saremo i primi al mondo (credo) ad applicare la democrazia in diretta, fallo e sarai il più grande in assoluto.

francesco e., Bologna Commentatore certificato 02.11.12 16:33| 
 |
Rispondi al commento

SE QUALCUNO..DOVESSE PER CASO LEGGERE QUESTO MIO COMMENTO..GRADIREI AVERE DELLE SPIEGAZIONI COME MAI OGNI MIO COMMENTO VIENE PUNTUALMENTE CANCELLATO, PUR ATTENENDOMI SCRUPOLOSAMENTE ALLE NORME E LE REGOLE IMPARTÌ DAL MOVIMENTO..OK
...SONO CON LA MIA EMAIL. SONO GERALDO SERRAGO ISCRITTO E ATTIVISTA DEL MOVIMENTO, NON HO FATTO PUBLICITA'NON HO USATO LINGUAGGIO OFFENSIVO E TURPILOQUIO NON RAZZISTA E NIENTE CHE POSSA VIOLARE LA LEGGE, E ALLORA A QUALCUNO MI DA DELLE SPIEGAZIONI OPPURE DA COME MI SONO ISCRITTO MESI FA AL MOVIMENTO, CHIEDO SUBITO LA CANCELLAZIONE DEL MIO NOME NEL MOVIMENTO...SI PREDICA TANTO DI COMUNICAZIONE E LIBERTÀ NELL'INTERESSE DEL MOVIMENTO E QUALCHE PIRLA SI PERMETTE IL LUSSO DI CANCELLARE UN MIO COMMENTO CHE A MIO AVVISO ERA ATTINENTE AL PROGRAMMA IN ATTESA DI UNA VS COMUNICAZIONE OK..

GERALDO SERRAGO, geraldo.serrago@hotmail.it Commentatore certificato 02.11.12 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti, dico la mia. Credo che il modo per vincere su tutti i partiti è fare partecipare le persone alle scelte. Se tramite un software o altro mezzo si facessero dei sondaggi tra i sostenitori del movimento e delle votazioni su ipotesi di comportamento del moVimento sarebbe rivoluzione. Chiedete a noi se vogliamo che il movimento parli alla tv con suoi rappresentanti, chiedete a noi se ci piace Di Pietro o altro. Basterebbe un software per votazioni online... Siamo noi lItalia non Beppe o altri singoli, noi dobiamo decidere nei nostri comuni interessi. Poi su questioni complesse e tecniche che magari non saremo in grado di comprendere sarà fondamentale l'aiuto di esperti (possibilmente facenti parte del movimento stesso) per farci capire le cose. Siamo tutti nella stessa barca...

Stefano Zoccali Commentatore certificato 02.11.12 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe,smentisci quella venduta della Salsi....e stata tanta la cifra che ha venduto una falsa intervista,più di quanto avrebbe guadagnato in 2 mandati del movimento 5 stelle!puttana Eva come può vendersi la gente e fottersene della collettività!

mauro vaccaro 02.11.12 16:15| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Guardate, la cosa è banalissima. C'è una pletora di giornalisti politicizzati e non che aspetta solo che qualcuno metta la testa nel loro regno televisivo per fare a pezzi i membri del movimento. La televisione è un regno molto politicizzato e serve a informare nel senso archetipo del termine, cioè a dare una forma prestabilità alle opinioni dei suoi fruitori. E quella forma la decide chi ci investe in televisione e di certo non è il movimento. Quindi è comprensibilissimo che qualcuno che magari ha molta più familiarità con l'ambiente e ci è già passato provi ad avvisare tutti di come chi tira le fila dell'etere (sia per motivi economici, sia per motivi politic) non abbia alcuna intenzione di avere in onda membri del movimento se non per fare share e lo share migliore lo si fa distruggendo qualcuno, specialmente qualcuno che sta mettendo i bastoni tra le ruote a tanta gente e a tante ideologie che hanno afflitto questo paese e ne hanno colonizzato ogni ambito, televisione in primis. Un pizzico di vanità come leva, ovviamente perdonabilissima per carità, una puntina di imprudenza e inesperienza che ci sta per chi non è una iena politica consumata e via, l'ennesimo talk show ha trovato l'ennesima vittima sacrificale da far spennare in diretta.
Non è così che si portano messaggi alla gente, non è mai stato così. I messaggi alla gente li porta la gente, non uno spettacolo televisivo di dubbio gusto che, mi spiace deludere i teledemocratizzati, non ha niente a che fare con la democrazia e tantomeno col buon gusto. Non si può portare un messaggio politico andando a combattere una lotta di queste dimensioni su un terreno completamente ostile senza una strategia e senza una pianificazione, senza supporto e senza un coordinamento ma come tanti singoli che credono realmente all'illusione di avere dello spazio tv in cui comunicare qualcosa. I talk show non servono per niente a quello, ormai.

Riccardo Cavallo 02.11.12 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Hanno poco tempo e si aggrappano ad ogni possibilità di definire un nuovo "nemico" per portare la gente alle urne. È il compito degli artiglieri di Repubblica. Ma forse il tempo è scaduto. Nessuno dei lettori/commentatori anti-Grillo osa difendere il partito che voterà. Non ne hanno la forza. Hanno solo una flebile voce risentita per dare addosso a chi minaccia di dare l'ultima zampata a quello che rimane dei partiti. Lo facevano prima, con più brio, quando il nemico era forte e si chiamava Berlusconi. E provano senza riuscirvi e senza senso a berlusconizzare Beppe Grillo. Ma non c'entra Grillo. Non c'entra neanche l'Italia. Grillo ha ragione a dire che i partiti sono morti. Ma lo diceva già dieci anni fa anche Badiou. È un semplice passaggio storico. E Grillo ha ragione a dire che il nuovo strumento per esercitare l'informazione e la democrazia diretta, o più partecipativa possibile, non è la televisione ma la rete. La rete e i referendum. E quindi accettare di andare a Ballarò non è solo un cedimento al proprio affanno di protagonismo, ma significa non aver capito bene questo cambiamento epocale che è già in corso. Ovunque. Lo possono interrompere solo con la forza. Alle prossime elezioni questa classe politica ci arriverà morente. Ma come le belve ferite, sarà ancora più pericolosa. Questi partiti, morenti, faranno quello che hanno già fatto l'anno scorso. Saranno la vaselina per far scivolare dentro di noi il vero potere. Sceglieranno Monti. E noi saremo il c. Ci stiamo giocando molto.

Paolo M. 02.11.12 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Vedendo la Salsi a Ballarò provai rabbia e pena. Rabbia, per tutte le ragioni ottimamente rappresentate nel post, che condivido al 101%. Pena, nel vedere una povera ragazza, vittima della sua stessa bramosia di apparire, ridotta all'ombra di un pupazzetto dal marpionesco "conduttore". Che la Salsi fosse inadeguata già mi era sembrato tempo fa, in analoga circostanza, per alcune sue banalità sul Monti tali da far intendere – magari a torto - una certa benevolenza verso costui: che non si rendesse conto dei propri limiti, esponendo il MoVimento al discredito, già era grave. L'immagine del punto G evocata nel post è azzeccatissima e strumentalizzarla come maschilista è da miserabili. Il cosiddetto linguaggio "politicamente corretto", quello dei rapinatori in loden che ti uccidono con modi forbiti e quasi gli devi anche dire grazie, ha rotto. Di Beppe apprezzo molto l'immaginifico sarcasmo che spiazza proprio quel lessico ipocrita da politicanti azzimati e criminali. In quanto alle comparsate televisive presso i facciavendoli di regime, non è che ci si possa scherzare, o passar sopra: qui si lotta per la vittoria o per la morte e à la guerre comme à la guerre. Dai candidati di ogni livello si dovrebbe esigere l'impegno d'onore a non partecipare a quei teatrini infami, agli eletti che hanno trasgredito si dovrebbe come minimo inibire la ricandidatura. Circa la Salsi, che oggi persevera offrendosi alla stampa per definire Beppe Grillo "vittima della cultura berlusconiana", quel Beppe Grillo senza il quale costei sarebbe rimasta un'anonima nullità, diventa difficile continuare a riconoscerle il beneficio della buonafede: meglio tagliarsi un dito oggi che morire di cancrena domani. Riguardo al Floris è interessante l'articolo di Carlo Tecce su Il Fatto Quotidiano di oggi "Venite tutti a scuola da Ballarò – si danno lezioni di Casta". Del post di Beppe dissento solo sulla chiusa: questa volta, almeno, non ci resta solo che piangere. Ci resta da arrabbiarci, e parecchio.

Ernst 02.11.12 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari attivisti del Movimento 5 stelle, Vi scrivo a proposito delle prossime elezioni regionali, in particolare di quelle che si terranno nella mia regione, il lazio. Il candidato PD, Nicola Zingaretti, è l'attuale Presidente della Provincia di Roma. Dallo scorso mese di luglio 2012 la Corte dei Conti ha aperto un'indagine per danno erariale a suo carico e più o meno nello stesso periodo, la sua gestione è stata oggetto di due interrogazioni parlamentari. Motivo? La speculazione edilizia di una discutibile operazione immobiliare relativa all'acquisto di un costosissimo palazzo all'Eur Torrino da adibire a nuova sede proprio adesso che la Provincia di Roma, da gennaio 2013, non esisterà più, perchè diventerà citta metropolitana (si fonderà, cioè, con il Comune). Costo dell'operazione? Circa 260 milioni di euri. Zingaretti sostiene di averli ricavati dalla vendita di alcuni immobili di prestigio dell'Ente, ma di fatto questa vendita non è ancora avvenuta, mentre la Provincia ha già sottoscritto l'acquisto della nuova sede. Domanda: come verrà pagato l'immobile se non dovessero essere venduti gli altri? O se il ricavato non bastasse? Risposta fin troppo ovvia: coi soldi dei contribuenti, cioè con i nostri! LA COSA PIU' STRANA E' CHE NON NE PARLA NESSUNA TV, ALCUN GIORNALE NAZIONALE, NEANCHE IL BUON MARCO TRAVAGLIO, NEANCHE SANTORO A SERVIZIO PUBBLICO: NON SARA' PERCHE' IL BUON ZINGARETTI E' DEL PDmenoL e CANDIDATO ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE LAZIO? Allego di seguito il link ad uno dei pochi quotidiani locali che narra con precisione la cronologia di "Palazzopoli" e ringrazio chiunque del Movimento vorrà dare massima diffusione alla notizia

http://www.romacapitalenews.com/tag/nuova-sede/

Benedetto Neroni Commentatore certificato 02.11.12 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi caz... sono quelli che scrivono 'sti commenti pro-grillo-maschilista-istrione?
Grillini (e grilline) che si sono bevuto il cervello o un esercito di disoccupati pagati 10 cent/commento per scrivere quello che piace al grillo talpa che si nega a dibattiti-confronto sui problemi che urgono in Italia?!?!
E gli italiani dovrebbero dare l'Italia a gente così?
Aspettate che passi la sbronza e tornerete nel nulla!

Anton G. Commentatore certificato 02.11.12 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa televisione ha stancato, crea mostri e li rende normali agli occhi dei cittadini solo a causa del'invasività dello schermo nelle nostre case. Senza TV non sarebbero mai esistiti Berlusconi, Polverini, Santanché, Marrazzo ecc. ecc. Fa bene Grillo a fermare questa voglia di visibilità che sta contagiando alcuni del movimento. La TV rende qualcuno più uguale degli altri e non è corretto nei confronti di migliaia e migliaia di militanti che lavorano nell'anonimato ogni giorno. Se Favia e Salsi occupano un ruolo istituzionale non è solo merito loro ma di tutto il movimento e nel rispetto di loro non devono fare prime donne ma essere un po più umili e questo contrasta con la partecipazione televisiva. Chi vuole capire capisca.

Davide T., Pescara Commentatore certificato 02.11.12 15:32| 
 |
Rispondi al commento

La Salsi va cacciata.
Che vada al PD a farsi intervistare da Floris.

Gian Paolo Pelosi Commentatore certificato 02.11.12 15:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa è meglio lasciare all'attuale sistema informativo (la cui attendibilità la conosciamo benissimo) parlare del M5S per farlo conoscere ai 50enni in su (come mio padre)???
Oppure mandare gli attivisti (giovani, inesperti, quello che volete, ma integri) in TV per parlare del movimento???
Per me la seconda!!!!

emiliano c., tivoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.12 15:01| 
 |
Rispondi al commento

assolutamente daccordo con Grillo, in questa TV il movimento, non ci deve andare.Questa è coerenza. Il web,deve essere l'unico modo per comunicare le proprie idee.

marcello c., parabita lecce Commentatore certificato 02.11.12 14:53| 
 |
Rispondi al commento

La questione volge in questi termini: Democrazia, pluralismo, informazione e rispetto, credo che la Salsi dovesse sentire il parere di Beppe prima di presentarsi al Talk S. ben sapendo che cosa ne pensa a tal proposito, e quindi questo lo porrei nel termine del "rispetto" per chi le ha dato la possibilità di essere un portavoce del movimento, in oltre la sua comparsa televisiva non ha dato una buona impressione a livello di "contenuti" e forse è questa una delle ragioni scatenanti della critica di Beppe nei suoi confronti,la questione democratica si rende certamente evidente dopo l'analisi dei comportamenti atti ad esprimere il disaccordo da parte di Beppe nei confronti di chi liberamente utilizza i più tradizionali mezzi d'informazione come i talk showes televisivi, un risultato declassificante per lui che se ne fa garante, e in tal senso penso che dovrebbe cercare di utilizzare un pizzico di diplomazia in più (almeno in pubblico), d'altro canto è neccessario trovare dei canali d'informazione più alla portata dell'intera gamma di cittadini che si compone anche di persone che non hanno accesso al web, e che come unici mezzi informativi possono contare solo sulla stampa e la tv, un problema questo che con il "digital divide" tocca una grande percentuale di popolazione; Vista la potenzialità del movimento e le aspettative di chi come noi vi partecipano attivamente, credo si renda necessario per non dire doveroso, poter utilizzare anche i canali tradizionali per portare la nostra onda di rinnovamento anche alle orecchie di chi subisce le problematiche suddette. In virtù delle ragioni di ciascuno, e quindi sia di Beppe che di chi come la Salsi voglia esprimersi alle platee a mezzo delle piattaforme televisive, sarebbe d'aiuto scolarizzare ad hoc i portavoce preposti in modo da poter affrontare meglio e con più sicurezza gli ambiti televisivi di informazione politica pluralista come i talk showes.
Si rifletta a lungo su quanto detto, onde evitare la perdita di iscritti.

francesco e., Bologna Commentatore certificato 02.11.12 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori