Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I NoTav ancora in carcere senza processo


processo_notav.jpg
"E’ iniziato il processo al movimento NOTAV, a seguito degli arresti del 26 Gennaio, che vede a giudizio 45 persone. L’inizio della mattinata si distingue per l’infelice scelta dell’aula da parte del Tribunale di Torino: un’aula da 40 posti per ospitare 45 imputati, altrettanti avvocati e il numerosissimo pubblico. Gli avvocati si sono rifiutati di continuare l’udienza in quell’aula inagibile, minacciando di abbandonare l’aula. L’udienza viene quindi spostata in un’aula più capiente ma, dopo un breve appello, é subito rinviata al 21 gennaio per vizi di notifica ad alcuni imputati. Durante l’intera mattinata ci sono state numerose manifestazioni di solidarietà nei confronti di Alessio e Maurizio (ancora detenuti in carcere). Diversi cori sono stati scanditi a più riprese dal gran numero di persone presenti in aula, tra cui “Liberi Tutti!” e “Giù le mani dalla Valsusa!”. Nel frattempo si è radunato un folto presidio di NOTAV all’esterno del tribunale che ha effettuato un blocco stradale." Notav.info

21 Nov 2012, 15:57 | Scrivi | Commenti (59) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

La teoria delle tasse al 7%
E' una teoria così pazzesca, semplice e interessante che potrebbe anche funzionare negli stati con una elevata evasione fiscale, commentava Paul Krugman, premio nobel per l'economia nel 2008, leggendo sul Wall Street Journal la teoria scritta un paio di anni fa da un economista italiano che descrive come abbattere l'evasione fiscale, abbassare le tasse e farle pagare in modo più equo a tutti .
http://www.quaeram.blogspot.it/2012/09/la-teoria-delle-tasse-al-7.html

raf 25.11.12 18:25| 
 |
Rispondi al commento

OGGI ELEZIONI DEMOCRATICHE :
Non basta il finanziamento che ci rubano , per votare alle DEMOCRATICHE Elezioni primarie del PD si devono versare anche 2 euro a testa .
Così la Massaia che cerca di risparmiare un Euro mandando il bimbo a scuola con il panino per non comprare la merendina sarà sicuramente invogliata ad andare a pagare l'obolo a Bersami che poverino non gli basta il finanziamento che ci ruba.

Massimo navalesi 25.11.12 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Avete visto questo articolo? La corte dei conte francese biccia la tav e i politici francesi giustificano la tav adducendo impegni con l'italia! http://www.lavoce.info/articoli/-300parole/pagina1003421.html

Fabio Parodi 24.11.12 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Ovvio che siano ancora in carcere, cosa credevate che la minaccia per l'ordine costituito fosse costituita dai corrotti, dai concussi o da tutta quella classe di deliquenti di cui è ricca la nostra classe politica.
Il pericolo per l'ordine costituito sono i NO TAV! che vogliono boicottare una opera inutile che sarà pagata dalla fiscalità generale ma i cui benefici andranno ai privati !

Carlo C., Milano Commentatore certificato 23.11.12 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SCIU GRILLO VALLÒ UN PO A DIRE ALLA MINISTRA CANCELLO LA FACCENDA DEGLI ARRESTI .U MUSTRU VUOLE FARLI PREVENTIVI!!!!!!! CI SIAMO SER GRILLO CI SIAMO QUASI...........VEDRAI CHE POI DENTRO CI VA LEI È QUEL PARACULO DEL FIGLIO CHE A 43 ANNI GUADAGNA MILIONI DI EURO PUR ESSENDO UN GRAN COGLIONE.SALUDI SER GRILLO

Pietro 23.11.12 00:08| 
 |
Rispondi al commento

http://www.tzetze.it/2012/11/sciopero-della-polizia-sabato-24-contro-il-numero-di-identificazione.html

Così da lasciare la libertà di delinquere in maniera legale? Strano... davvero strano. Ci sono frange di persone con le stellette che infangano un corpo di polizia intero, e lo stesso sindacato o corpo di polizia vuole lo statu quo. Invece di prendere le distanze dai pochi, si decide fare quadrato. Ciò significa che tutti vogliono avere la "verginità" sull'utilizzo dei manganelli o dei fumogeni contro le persone.
E no. Ce lo chiede l'europa, visto che in europa i poliziotti sono identificati. Quindi, uniformiamoci.

Sullo sciopero di due giorni in occasione di particolari manifestazioni... e se noi facessimo sciopero il 30 novembre e il 17 dicembre?

Gian A 22.11.12 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Quorum al 50%? tana per Francesco!

massimo maggi, Orvieto Commentatore certificato 22.11.12 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SALVE Massimo
io in verità parlavo di un referendum su base nazionale con un quorum al 50%.
credo che una cosa del genere possa essere fatta, e credo che sia un ottima idea per stabilire si GLI ITALIANI vogliono o non vogliono la TAV (dico gli italiani perchè questo deve essere deciso a livello nazionale e non a livello locale)
anche perchè dato che la realizzazione dell'opera verrebbe fatta con i soldi di tutti gli italiani non vedo perche quest ultimi nondevono dare un loro parere. Quindi io dico ( e sottolineo che sono d'accordo alla realizzazione della TAV), per placare gli animi, facciamo un referendum nazionale con quorum al 50 % e vediamo cosa ne esce fuori. vorrei sapere se gli attivisti no Tav sono daccordo con questa tesi o sono contrari.

grazie

FRANCESCO di Donato Commentatore certificato 22.11.12 13:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Francesco, accolgo il tuo suggerimento di risponderti senza offese anche perché non credo ce ne sia bisogno. Quel referendum a cui ti riferisci ha già la risposta degli abitanti della Val di Susa ma come ben saprai un referendum locale non può scalfire degli interessi di potere finanziari decisi dal governo nazionale. Nel merito della giustizia anche uno scarafaggio morto si accorgerebbe che su alcuni processi la legge non è uguale per tutti ed è inutile fare un elenco. Ma la domanda più importante la rivolgo a te. Quando vedo la V verde vicino al nome è sinonimo di commentatore certificato e questo significa che sei anche abilita a votare sul portale e che potresti essere un candidato al parlamento ed al senato per il M5S. Sei del movimento o no? se no la domanda che pongo agli attivisti è: è quello che vogliamo?

massimo maggi, Orvieto Commentatore certificato 22.11.12 13:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non eravate i paladini dei giudici?
a si scusate hanno arrestato i vs amici della val di susa allora sono cattivi.
hahahha madonna che ridicoli che siete mi fate davvero ridere.
a prescindere dalle ragioni o meno dei manifestanti, il loro modo di manifestare (ci sono decine di video che lo dimostarno e sfido chiunque a dire il contrario)non è tanto pacifico e dempcratico.
la Ns costituzione (che voi ovviamente non conoscete o cmq nn la capite) dice che e diritto maniestarenei luoghi e nei modi stabiliti per legge. manifestare distruggendo ogni cosa (ad es i cantieri) manifestare scontrandosi con la polizia ecc ecc non è affatto un modo democratico di farlo.
Possono avere mille ragioni (su questo si puo discutere) ma se unocon la forza entra nel cantiere e lo sabota, non vedo per quale raione non deve andare a processo.
Ancora poi con questi slogan (liberi tutti tutti innocenti) datate anni 70/80 (alias anni di piombo)
e possibile che siete cosi assurdi?
e possibile che qualsiasi cosa deve essere fatta in italia un grupo di persone si oppone e non si procede?
è possibile che 10000 20000 abitanti ( forse anche di meno ma nn so )devono bloccare un opera per la nazione di 50 milioni di abitanti?

vorrei poi chiedere una cosa
che ne direste di un bel referendum (con quorum) su base nazionale che ponesse questa domanda semplice semplice "volete voi il TAV", se la maggioranza degli italiani direbbe si la finireste con questalagna o anche in quel caso saresta contrari e continuereste con le manifestazioni di protesta?
rispondete nelmerto please senza offese

FRANCESCO di Donato Commentatore certificato 22.11.12 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Motivo in più per votare M5S alle prossime elezioni. Aiutateci a liberare la Val Susa e aiutatevi a risparmiare 20-25 miliardi di euro e a smascherare il marcio che si annida dietro questa grande malaopera. NO TAV ORA E SEMPRE.

Paolo L., caselette Commentatore certificato 22.11.12 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Credo che nel movimento sia necessario sollevare la questione 'pendenze giudiziarie' in quanto sorge un pesantissimo dubbio: Perché chi ci ha messo non solo la faccia ma anche il suo corpo e la sua vita su una battaglia sacrosanta non dovrebbe essere candidato al parlamento, alla regione o al comune? Io questi ragazzi li vorrei alla Presidenza della Repubblica! Dobbiamo avere il coraggio di affrontare anche la meschinità mediatica e dire con forza che c'è molta differenza tra un reato di falso in bilancio (depenalizzato) e il reato (penale) commesso per fini nobili. E tra la categoria dei nobili reati vorrei ascrivere ad esempio: Occupazione di edifici disabitati e fatiscenti, resistenza a pubblico ufficiale quando quest'ultimo difende la criminalità, reato d'opinione. Invertiamo la rotta dei 'puliti ad ogni costo' altrimenti ci ritroveremo ad additare anche i nostri eroi.

massimo maggi, Orvieto Commentatore certificato 22.11.12 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Gli assassini vengono liberati, e questi devono stare in carcere?

Silvano G., brescia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.11.12 07:20| 
 |
Rispondi al commento

Mi fa girare le palle che la gente non si interessi alla Val di Susa, ecco dove i mezzi di disinformazione purtroppo agiscono con efficacia. Non potevo pensare ad un paese più schifoso anche nelle mie peggiori previsioni. Liberate questi ragazzi, bastardi!

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 22.11.12 01:49| 
 |
Rispondi al commento

volete capire che la giustizia è manovrata dall'alto,,dipende il disgraziato di turno chi è!!! l'esempio Vendola insegna ,,,non doveva essere condannato a tutti i costi ,,saltava l'equilibrio dei giochetti delle primarie ,,,il giochetto è incuccare nelle menti degli italiani fino alla noia, sfinimento , non se ne può più, pd pd pd,, lavare il cervello degli italiani di queste primarie del cazzo,,,se Vendola veniva condannato,si parlava d'altro,,della condanna di vendola,,quindi il cervello italico si raffreddava ,, meditate gente meditate,, il potere giustizia bisogna sradicarlo ,,resettare,ripulire di questi magisttrati che mirano a fare carriera nella politica,,ci vogliono nuove regole,,

arcangelo cirillo (cirange59), vigevano Commentatore certificato 21.11.12 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Tale politica, tale Giustizia .
Tale politici, tale Giudici.
Anch' essa E' una casta che dovrebbe essere cambiata radicalmente.
Se la giustizia non funziona, nemmeno lo stato puo'
funzionare.

Mario B. 21.11.12 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Grillo santo subito,altrimenti chi????????

francesco q., cellamare bari Commentatore certificato 21.11.12 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Questi ragazzi pagano per tutti.
Ci vedremo in parlamento, faremo quattro conti, e chi ha rubato andra' in carcere, provando quello che i disperati e i ragazzi coraggiosi come questi provano.

Luca S. 21.11.12 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Non abbandonateli perché il carcere lo stanno facendo per tutti.
Quando escono non rovinategli la vita trattandoli da "pregiudicati".

gianni m. Commentatore certificato 21.11.12 19:18| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

carissimo beppe,sono giovanni da catania e grande sostenitore de movimento 5 stelle.ho votato io,la mia famiglia e moltissimi colleghi di lavoro. in poche parole voglio dirti i motivi che mi spingono agirare canale quando vedo le solite facce al governo.con la lira guadagnavo un milione e tre lattughe costavano mille lire in sicilia.con l'euro lo stgipendio è passato a 500 euro,ma le lattughe non costavano più mille lire ma un euro,quindi uil doppio,il governo che fa? niente.le case che in lire costavano esempio 100 mil con l'euro 100.000 euro.e il governo che fa? niente.ho 58 anni e quasi 39 anni di contributi e ancora non posso andare in pensione,mentre i signori politici dopo pochi anni al parlamento hanno la pensione a vita,e che pensione.ti prego di farmi sapere la sede del 5 stelle a ct.sarò un grande sostenitore,e non solo io.

giovanni caccamo 21.11.12 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.... In questa fase, nonostante i pesanti attacchi alle condizioni di vita e di lavoro di milioni di persone, l'insoddisfazione e la rabbia sembrano sorde. La collera possibile è inquinata in anticipo dai discorsi martellanti sulla legalità da contrapporre alla corruzione, con i partiti «dalla parte dei cittadini» che si fregiano di non candidare persone con precedenti penali. Se questo mette al riparo, una volta di più, il movimento NO TAV da tentazioni "politiche" (visto il gran numero di denunciati, indagati e processati al suo interno...), costituisce anche un salutare spartiacque. "Legalità" e "onestà" non coincidono affatto. Erano forse onesti i cittadini che denunciavano gli ebrei dopo le leggi razziste del 1938? Sono forse onesti i militari che sparano o bombardano in Afghanistan? È forse onesto chi lavora alla devastazione della Valsusa? E all'opposto: è stato forse disonesto tagliare filo spinato e recinzioni, abbattere muri e fari, bloccare trivelle e treni, occupare autostrade e sedi istituzionali? Non solo lo abbiamo fatto, ma lo abbiamo rivendicato apertamente. Mentre in nome della legge i potenti arraffavano, devastavano, gasavano, bastonavano.
Che un movimento di massa dica questo, oggi, è un contributo per tutte le lotte, per l'autonomia degli sfruttati dalla logica di chi è al potere (e di chi al potere vuole arrivare).
A differenza di principi e buffoni di corte, non abbiamo inquinato territori né avvelenato popolazioni, non abbiamo rubato ai poveri né falsificato bilanci, non abbiamo comprato né venduto favori nei sottoscala di un ministero. Abbiamo trasgredito le leggi, ma a modo nostro. Il senso del giusto lo custodiamo lontano dai tribunali, in luoghi che non si possono perquisire né rinchiudere: i nostri cuori.
Rovereto, 30 ottobre 2012
Massimo Passamani
qui il post completo:
http://barraventopensiero.blogspot.it/2012/11/considerazioni-sul-processo-ai-no-tav.html

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 21.11.12 18:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sempre il giornalista di RMC, che interviene "scandalizzato" e "veramente preoccupato" per il clima che si va creando. Sempre più persone che NON (si, ha detto proprio così) non prendono le distanze dalle persone mascherate che usano la violenza come mezzo di protesta. "Dalle proteste delle scuole a quelle del lavoro a quelle dei NOTAV per approdare alle aule dei Tribunali..."
Resta da capire come mai la violenza sale sempre più ma sui banchi degli imputati ci sono semrep gli stessi.
E brava la nostra propaganda, solo che ci si dimentica troppo spesso dei diritti di coloro che sono malmenati per difendere i diritti dei potenti (forti con i deboli e deboli con i forti).
Troppo spesso in Italia, in troppe occasioni, la vittima diventa carnefice e il carnefice vittima.

Gian A 21.11.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento

stop that train ..
http://m.youtube.com/watch?v=bFuSjUHnhBY

bartolo . Commentatore certificato 21.11.12 18:22| 
 |
Rispondi al commento

in italia la giustizia non può e non deve esserci,così è stato deciso quando la si è sottratta a qualunque controllo da parte dei cittadini.un potere senza il controllo dei cittadini è destinato a diventare una dittatura.la giustizia italiana è una dittatura dentro la dittatura dei partiti e quella attuale voluta dal nostro Napy.la dittatura della "GIUSTIZIA"collusa e complice ricattatrice e ricattata nello stesso momento, che si autogoverna attraverso la perversione del CSM. DEMOCRAZIA:quando? dove? GIUSTIZIA:ma quando mai!!!?

maria antonietta gnocchi 21.11.12 18:20| 
 |
Rispondi al commento

processo inutile....li grazieremo tutti....!

roby f., Livorno Commentatore certificato 21.11.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento

e poi lo chiamano unpaese democratico..il nostro BEL PAESE..che schifo e che vergogna!!

mavi pitty, genova Commentatore certificato 21.11.12 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Il controllo del territorio si ottiene con la forza militare, quindi indipendentemente da ciò che hanno fatto o non fatto i NoTav resteranno in carcere: se voi foste il giudice che cosa fareste?
Gli interessi in gioco della malavita e dei soliti magna-magna sono tanti e opporsi non fa bene alla salute né ai propri affari.... quindi i giudici temporeggiano e se possono danno ragione all'accusa contando sul fatto che poi ci sarà comunque un processo d'appello.
Parlando di molti soldi e crimine organizzato, le ragioni dei NoTav sono assolutamente irrilevanti: è la politica che decide e il popolo subisce perchè è sovrano solo per un minuto ogni 5 anni....

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 21.11.12 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E si sa esattamente quale capo di imputazione viene loro contestato? E Per quale pericoloso motivo due cittadini italiani sono stati privati della libertà? Lo hanno fatto non certo "In nome del popolo italiano", perchè non mi sembra sia quello che effettivamente vuole. Ovviamente la propaganda tace sugli eventi, sui costi reali ecc. Interviene solo per dire che Hollande ha confermato la priorità dell'opera.
Mah...

Gia A 21.11.12 17:04| 
 |
Rispondi al commento

A voi tutti uomini e donne dalla mente libera vi sono vicino . Con affetto un cittadino pensante

henry venis 21.11.12 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Salve io ho scritto al parlamento di bruxsell riguardo alla non fattibilita della tav e mi hanno riposto che gli studi al 2010 non erano definitivi quindi la tav non la farnno mai come il nucleare .Semplice

henry venis 21.11.12 16:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma... a nessuno frega nulla della Valsusa?
ricordo una ventina d anni fa l arresto di Vasco Rossi..
tutti i fan fuori dal carcere per farlo uscire e ce la facerono..
per cittadini che voglion difendere la propria terra manco un commento?? incredibile

Andrea_ D., bi Commentatore certificato 21.11.12 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori