Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La misura è colma


misura_colma.jpg
"Sono un libero professionista. La rabbia cresce di anno in anno. Per lavorare devo:
- Pagare un IMU più che raddoppiata nell'ultimo anno. Per un ufficio normalissimo devo pagare 1600 euro all'anno. Servizi dati in cambio = 0
- Uso l'auto al 95% per lavoro, perchè diversamente me ne vado in bicicletta. Posso scaricare al massimo al 40% le spese. Dall'anno prossimo al 27,5%. Negli ultimi 9 anni il diesel è aumentato da 0,78 a 1,78 euro al litro (soprattutto per le tasse)
- I contributi sulla pensione stanno crescendo di anno in anno da 4 anni. Ora prendono il 6,5 per cento di fatturato in più. Cioè sono aumentati di ben il 54,2% in soli 4 anni. In anni in cui il fatturato si sta contraendo sempre di più. La pensione l'hanno portata sempre più in là e con prospettive sempre più magre
- Dopo gli studi di settore, ecco qui il redditometro. Attento: noi vediamo tutto quello che fai. Intercettiamo. Sappiamo tutto di te. Siamo quasi arrivati alla STASI della Berlino del dopoguerra
Ma non lo capisce nessuno che gli evasori sono quelli che prendono e si portano i miliardi di euro all'estero? Per evadere ci vogliono i miliardi. Detto questo: ma chi ce lo fa fare di lavorare ancora?" Stefano

4 Nov 2012, 20:11 | Scrivi | Commenti (157) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Credo di avere la vaga sensazione che se tutte le proposte di Beppe e il suo movimento diventassero realtà non ci sarebbe bisogno di punire nessuno neanche la classe politica attuale.
È inutile mettere tutto contro tutto, politici contro politici, aziende contro aziende, persone contro persone... Se tutto andrà bene con proposte buone con leggi che tutelano il bene del paese l'Italia diventerà un paese da vivere non da abbandonare. È vaffanbagno a tutto ciò che è stato, perdiamo tempo a parlare di quello che a fatto quello è quell'altro ma cacchio pensiamo a cosa possiamo fare non a cosa e stato fatto. Si sa che quello che è stato fatto ha rovinato il nostro paese, basta consumere il cervello, ci vuole azione, mettere in pratica le proposte buone, sane per l'Italia, seguiamo Beppe e il movimento. Noi è i nostri figli dobbiamo sperare che c'è qualcuno che vuole bene al nostro paese, e questo può essere in questo momento solo Beppe ,il movimento e tutti coloro che sono dalla sua parte. Il buono dell'Italia siamo noi!!! Diamo gli forza.

Stefano S., Torino Commentatore certificato 02.12.12 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha un'azienda oggi lotta per pagare le tasse e per farsi pagare dai clienti furbi. Non abbiamo leggi che tutelano le aziende dopo che hanno eseguito de lavori, fatturato al cliente e non vengono pagati nei tempi stabiliti in fase di contratto.
Ci vogliono anche regole su questo tema, pagare le tasse e giusto in misura appropriata, in cambio ci vogliono servizi. A far parte di questi servizi ci deve essere una legge sulle fatture non pagate. Queste persone che non pagano le fatture dei fornitori( che siano aziende o privati) SONO EVASORI E STANNO ROVINANDO LE AZIENDE SIA PICCOLE CHE MEDIE!!! Queste persone non solo non pagano le fatture ma se le scaricano pure. C'è qualcuno che ha questo problema?? SALVIAMO LE NOSTRE AZIENDE!!!!

Stefano S., Torino Commentatore certificato 02.12.12 10:14| 
 |
Rispondi al commento

ho anch'io una piccola azienda, un ristorante in montagna in trentino a predazzo (Beppe Grillo una volta è venuto a mangiare qui tanti anni fa), non sto a ripetere quanto è difficile sopravvivere a questo fisco che piano piano ci sta stritolando, ma volevo chiedere a voi utenti del blog se anche nelle vostre regioni ci sono tutti questi corsi obbligatori (haccp, antincendio, primo soccorso, RSPP (EX 626)o se è solo la nostra regione che si inventa come complicarci la vita. Premetto che una conoscenza di base ci vuole, ma non in questo modo, perchè ovviamente i corsi sono tutti a carico nostro, anche per i dipendenti.

elisabetta dellantonio 29.11.12 16:36| 
 |
Rispondi al commento

e ai veri evasori (cioè la casta che ha portato i miliardi in svizzera) l'anno scorso tremonti ha concesso un condono fiscale (detto scudo fiscale) mentre invece nello stesso periodo è stato negato un condono fiscale ai poveri perseguitati da equitalia.
Ciòè i ricchi della casta si sono salvati mentre per le povere partite iva nelle grunfie non c'è stata pietà !

romeo casti 12.11.12 10:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I santi Monti e congrega governativa fino a qualche settimana fa vedevano la luce in fondo al tunnel e la ripresa nel 2013, oggi non mi sembrano più tanto sicuri. Solo degli stupidi incoscienti potevano penI santi Monti e congrega governativa fino a qualche settimana fa vedevano la luce in fondo al tunnel e la ripresa nel 2013, oggi non mi sembrano più tanto sicuri. Solo degli stupidi incoscienti potevano pensare che la situazione non peggiorasse, ma quello che è ancora più grave e incomprensibile è dato dal fatto che tutte le associazioni di categoria,media e tanti commentatori, pur criticando (poco) Monti, non mancano di tesserne le lodi. Semplicemente pazzesco e la responsabilità maggiore alloggia proprio al Colle, ma nessuno ha il coraggio di dirlo apertamente. Pazzi criminali, la misura è proprio colma e ogni ulteriore tolleranza è complicità.Resistenza Liberale Luciano

Sturaro Luciano Commentatore certificato 08.11.12 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Per prima cosa forse mio caro STEFANO non hai la possibilità di farti consigliare da un vero commercialista, da il diavolo dell'evasione, il fautore dei finti conti, delle finte tasse, dei veri consigli per eludere le imposte, il mago della comparizione dei costi per abbattere l'utile ed il prestigiatore delle somme che devono sparire da una parte per ricomparire da un'altra.
CARO BEPPE! POSSIBILE CHE TU NON TI RENDA CONTO DI QUESTO? come si fa a pubblicare un commento dove un libero professionista POVERINO non arriva a fine mese. Ovviamente non ce l'ho con il nostro scrittore, ce l'ho con la generalità di individui che incontro ogni giorno essendo dipendente in studi commerciali da parecchio tempo. Professionisti, imprenditori e simili che piangono miseria dalla mattina alla sera, che evadono le tasse già per loro conto (non fatturando, incassando in nero ecc.) e poi vengono qui ...dal LORO COMMERCIALISTA piangendo ancora! Ovviamente, essendo in un libero mercato, il commercialista HA PAURA DI PERDERE I CLIENTI e si inventa la qualunque pure di non fare scappare il povero cliente (avvocato, dentista, medico, elettricista, muratore, ecc.)
NON CI VORREBBE TANTO PER COMBATTERE DAVVERO L'EVASIONE. IL REDDITOMETRO, LO SPESOMETRO, LE LIQUIDAZIONI IVA, LE DICHIARAZIONI DEI REDDITI, GLI STUDI DI SETTORE NON SERVONO A UN CAZZO SE SONO NELLE MANI DI COMMERCIALISTI PAGATI DAI CLIENTI E NON DALLO STATO ITALIANO, COMMERCIALISTI CHE USANO PROGRAMMI (ES. TEAMSYSTEM) MODIFICABILI IN QUALUNQUE MOMENTO DA CHIUNQUE (BASTA INVENTARSI DI SANA PIANTA DEI COSTI) L'AGENZIA DELLE ENTRATE NON PUO' CONTROLLARE TUTTI E SOPRATTUTTO NON HA IL POTERE, LA COMPETENZA E LA PAZIENZA DI ANDARE A VERIFICARE TUTTI I CONTI.
Mi fa sorridere sentire lamentarsi i liberi professionisti e gli imprenditori sull'argomento tasse, penso sempre che forse non hanno un "buon commercialista".
CARO STATO E CARO BEPPE VENITE A VEDERE COME SI COMPILA UNA DICHIARAZIONE DEI REDDITI E UNO STUDIO DI SETTORE, VI RENDERET

ire 06.11.12 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve,
ho 29 anni una laurea e una specializzazione nel campo della moda... ho fatto molti lavori, ma spesso o non ero qualificata o lo ero troppo..visto che non è semplice entrare nella moda ho deciso di aprire un atelier personale nel regime dei minimi, io non pago lo studio di settore ma tra inps trimestrale,iva ,affitto ed altro è durissima arrivare a fine mese, perchè nonostante io abbia prezzi alla portata di tutti la gente della mia città è in ginocchio perchè non c'è lavoro e non avendo soldi non spendono, e di conseguenza io non lavoro... ed ecco spiegata in poche parole in che cazzo di situazione ci troviamo, l'economia è del tutto ferma! e loro per tutta risposta aumentano le tasse... ma vaffanculo

valentina scardina 06.11.12 09:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una mia amica aveva un piccolo negozio di profumeria..gli incassi erano sufficienti per sè e per avere alle dipendenze una giovane commessa..
una mattina trova una sgradita quanto inaspettata sorpresa..i ladri le hanno asportato una quantità enorme di profumi che aveva in magazzino !
Il dolore per la sottrazione è immenso..e perdipiù non è manco assicurata !
La quantificazione del danno si aggira sui 100 mila euro solo di profumi, poi bisogna aggiungere i danni dello scasso..
Va dai carabinieri per fare la denuncia.. che poi porta dal commercialista..
E qui la sorpresa maggiore !
Il danno non è riconosciuto per legge, non si può detrarre dagli utili, non si può denunciare la perdita..GLI STUDI DI SETTORE VANNO RSPETTATI !!
Quindi lei deve per forza denunciare un utile di esercizio..anche se ha subito una pesante perdita!
Allora che fa?.. non ci sono scappatoie..la triste realtà la costringe a chiudere l'attività ed a licenziare la commessa !

Airone Bianco 06.11.12 00:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un piccolo imprenditore della provincia di Modena circa un anno fa mi è arrivato il fatidico questionario della agenzia delle entrate e io ho dato tutti i documenti richiesti alla medesima . A distanza di un anno mi hanno mandato un plico di 24 pagine richiedendomi il pagamento di 80 mila euro giustificando il medesimo che nonostante io fossi congruo e coerente a loro non interessava e facendomi i conteggi su una tariffa presunta di 30 euro allora di mano d'opera per le ore mie e dei miei dipendenti . Mi sono recato per discutere il fatto da loro con tutti i documenti dei subappalti che avevo e dicendogli che se loro riescono a farmi lavorare a questa cifra oraria avrei lavorato solo per loro. Mi sembra di sognare!!!

Giulio Arcuri 05.11.12 21:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo quando hai una P Iva scatta la metamorfosi e diventi una vacca da mungere
ci sono due alternative
1) andare a lavorare all'astero
2) sperare in un boom del M5S x cambiare le prospettive
intanto auguri

Gianni Gallo 05.11.12 20:32| 
 |
Rispondi al commento

ho letto tutti i commenti , ci mettono gli uni contro gli altri , le P.IVA contro i dipendenti statali , stiamo facendo il loro gioco !Dopo aver colpito i pensionati ,con i redditometri e gli spesometri massacreranno i soliti piccoli imprenditori mentre ai veri evasori hanno dato tutto il tempo di portare il malloppo all'estero .DEVONO PAGARE LORO ! 100 miliardi all'anno di corruzione per gli ultimi 30 anni fanno 3000 miliardi , molto più del debito pubblico ! Deve pagare la casta , sono loro i ladri che hanno portato allo sfascio questa nazione ,i soldi ci sono , bisogna solo andare a prenderli dalle loro tasche ,non permettiamo che la passino liscia anche questa volta , non fatevi infinocchiare dalle TV e dai giornali.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.11.12 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E'èèèèè si fa presto a dire libero professionista..
poche sono le professioni che rendono ed in genere da secoli son sempre quelle, che vanno ad influire sul benessere degli alri, la salute, la difesa dalla galera, il pelo, la ristorazione,
per il resto, se non fai parte di qualche clan, è meglio che trovi una scappatoia nelle attività cosiddette sommerse, che ancora mandano avanti l'itaja e tutto il suo amato bobbolo

fracatz 05.11.12 18:04| 
 |
Rispondi al commento

dopo una giornata di lavoro, quando rientri a casa e ti chiedi x chi lavori, la risposta è semplice:
PER LE BANCHE

Simone S. Commentatore certificato 05.11.12 17:31| 
 |
Rispondi al commento

vedi i "marzotto" e i "donà delle rose", accusati di aver occultato guadagni in lussemburgo per circa 200 milioni di euro.......li mortacci loro !!!!

Isidoro De Rosa, Arzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.11.12 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Queste cose vanno inviate anche
http://www.governo.it/scrivia/redweb_form.htm

Vittorio Crapella 05.11.12 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Concordo e aggiungo-se lo faceva Fidel Castro-l'avrebbero gridato...Comunistaaaa!!....manco nei regime sovietico...quindi l'evasore eccellente sarà scelto dal un "algoritimo"...chissà....ma la domanda che mi faccio io è questa:...dove verrà fissata l'asticella di reditto per essere compatibile con le proprie spese?
Poi se una persona ha un reddito medio di 21-24mila euro...e ne spende 22mila...ma c'ha il rosso sul c/c...verrà considerato un eveasore?.
Comunque ogni popolo ha il governo che si merita...quindi quando gli italiani verrano "purgati" se ne ricorderanno...almeno spero..!

roby f., Livorno Commentatore certificato 05.11.12 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Governanti di oggi e del recente passato, dite GRAZIE al M5S.
Giornalisti prezzolati che non avete capito di non essere liberi ed anche Voi che avete qualche dubbio e Voi giornalisti che sapete di essere comprati dite GRAZIE al M5S.
Fatelo il prima possibile.
State attenti che Beppe è imprevedibile.
Se fa come allo spot degli yogurth siete finiti.

"Oggi in mensa non c'era lo yoghurt al mirtillo" diceva un operaio: SCIOPERO.

Ivan I., Genova Commentatore certificato 05.11.12 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Aspetto le elezioni, aspetto pronto ad agire. Napolitano non può chiedere di cambiare la legge elettorale adesso a meno che non si vada a votare a Novembre 2013.
Le elezioni prossime si faranno con la legge elettorale in vigore almeno dodici mesi prima.
I partiti sono fottuti.
Propongo di mettere a punto un referendum per bloccare i passaporti degli attuali membri del Governo, della Camera, del Senato e delle alte cariche Istituzionali oppure gli stessi devono garantire con ricca cauzione il proprio rientro in caso di richiamo a giudizio.
Ci sono dei condannati in Parlamento e al Senato? Chiediamo loro se sono disposti a diventare collaboratori di Giustizia in cambio di riduzione di pena. Avranno una riduzione in proporzione ad altre condanne dimostrate da loro con prove (esempio un anno di abbuono ogni cinque inflitti). Tutti. Anche i condannati tramite loro potranno diventare collaboratori e in questo modo far crollare questo castello di reati. Se il collaboratore denuncerà un altro poi giudicato innocente la sua pena aumenterà. Ohhh, ci sarebbe molto da dire, se si vogliono fare le leggi per le brave persone, chiedete alle brave persone, agli onesti.
Per esempio i referendum su acqua, nucleare, finanziamento ed altri. come stiamo? Chiediamo spiegazione ai Governi presente e passati. Specie sui finanziamenti ai partiti e sui rimborsi elettorali. Sentiamo in merito in particolare i dirigenti del PD. Vi ricordate cosa dicevano qualche mese fa? Dicevano che si trattava di pochi soldi e che erano necessari. Poi hanno detto che si potevano diminuire. Chiedete al PD.
La memoria del passato è importante. Il BOOM lo sentiranno tutti. Spero per loro che sentano quello democratico ed onesto del M5S e non quello cattivo della rivoluzione civile, armata e violenta.

Ivan I., Genova Commentatore certificato 05.11.12 15:57| 
 |
Rispondi al commento

E' giunta l'ora di agire. La parola rivoluzione pacifica con il voto è la costante che ci lega tutti quanti. Solo così possiamo Cambiare questa Italia. Mi sono convnto che ci hanno Saccheggiato, come facevano i Romani con le città Etrusche, dopo averle conquistate. Leggete "Privilegium " del prof. Ainis e vi convincerete sempre più che solo così potremo iniziare la risalita, che sarà comunque difficile e piena di ostacoli. I Demoni non mollano l'osso. Stà ora agli Italiani dire la loro. Preparatevi a lottare.

giorgio cecchini 05.11.12 15:45| 
 |
Rispondi al commento

http://www.tzetze.it/2012/11/cos-apple-paga-le-tasse.html

La Apple paga il 2% di tasse grazie a un escamotage geografico-fiscale. È il punto nodale dell'irritazione di molti governi verso i colossi tecnologici.

e poi vengono a rompere i coglioni a chi le tasse le paga davvero.

Monti vada AFFANCULO, anche esentasse non c'è problema.

Simone S. Commentatore certificato 05.11.12 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Sono senza lavoro da Aprile. Il lavoro me lo hanno offerto. Ho fatto i conti a contratto. Dovrei lavorare per pagare le tasse e un alloggio in un'altra città. Guadagno personale uguale a zero + sorpresa in quanto dopo qualche mese di fine attività La famigerata EQUITALIA mi manderà una cartella per pagare non so bene quali ulteriori tasse. Allora io NON LAVORO perché voglio che quegli str..zzzzzi di EQUITALIA e tutti gli altri parassiti che lavorano per questi ladri di STATO restino senza stipendio. Io sono per il M5S. Anche se non sono iscritto. Troppe sanguisughe lavorano in attività non produttive e vengono mantenuti per torchiare le forze sane del paese, cioé quelli che come me possono dare tanto e ricecere almeno il necessario per sopravvivere. Adesso no. Un governo non eletto dal popolo sta riducendo il paese alla rovina peggio di quello precedente. Quello precedente è stato eletto dal popolo (non da me) perché l'alternativa erano Bersani, Franceschini, D'Alema e Napolitano che hanno fallito. Sono cioé dei FALLITONI.
Condivido completamente il programma del M5S. Devo aggiungere che fare un programma buono è facile. Bisogna seguire l'attuale Costituzione dell Repubblica Italiana e nel tempo, attraverso referendum propositivi, migliorarla ed inoltre togliere i soldi dalla politica e non dimenticare il passato. Prendere questi VECCHI politici e processarli alla luce delle dichiarazioni da loro rilasciate. Anche i nazisti pensavano di aver fatto la cosa giusta, ma sono stati condannati. Il movimento 5 Stelle è una grande opportunità per questi scellerati che in alternativa troveranno una rivoluzione violenta ed armata che sappiamo procurerà molte ingiustizie quali vendette personali. Tante persone importanti devono essere grate al M5S che sta parando il cu.o a questi signori, anziché criticare. Sei io fossi Beppe Grillo direi a questi: "Mi criticate il Movimento". Allora noi ce ne andiamo dalla politica e Vi lasciamo in mano al popolo incazzato nero contro di Voi"

Ivan I., Genova Commentatore certificato 05.11.12 15:13| 
 |
Rispondi al commento

caro stefano .. come ti capisco ...dopo tanti anni di lavoro ... mi hannofatto passare la voglia .... pensavo che fare attivitaà in proprio
fosse .. un merito .... intraprendere .. in America (ma anche in molti paesi europei )è un merito .. vieni agevolato sei rispettato ....QUI NO .. E UNA VERGOGNA ... DOVREMMO ANDARE TUTTI DAVANTI AL PARLAMENTO E CHIEDERE DI ESSERE MANTENUTI .. E AVERE UN LAVORO PUBBLICO ....MA CHI PAGA PER MANTENERE TUTTI QUESTI CAROZZONI ......SE NO C'E PIU L'IMPRENDITORE CHE PAGA LE TASSE (ho sentito dei dipendenti pubblici che dicono.... anche io pago le tasse e piu di voi )poveri non sanno che sono sempre le tasse apgate dagli imprenditori le tasse che pagano loro... è una partuta di giro ...RICORDATEVELO ....

cecco angiolieri 05.11.12 15:13| 
 |
Rispondi al commento

sul blog c'è denuncia scritta ma solo teorica perchè non aderiamo in massa a questa denuncia??

http://www.youtube.com/watch?v=-o6IXofyBWI

BEPPE QUESTO è IL MOMENTO DI INTERVENIRE!!!

napolitano e monti sono pericolosi.

Stanno uccidendo il sistema Italia

lorenzo profeti, campagnano di roma Commentatore certificato 05.11.12 15:12| 
 |
Rispondi al commento

C'E'UN SOLO MODO PER FAR RIPARTIRE L'ITALIA:
-Riduzione della pressione fiscale di almeno un 20/25%;
-vera lotta all'evasione
Tutto il resto è noia.....

FABRIZIO TEBALDI 05.11.12 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono un ragazzo di 29 anni, ho sempre lavorato e mi sono sempre fatto un mazzo così per poter andare avanti, sono stato felice, vivo da solo da quando ho 17 anni, mi sono mantenuto, mi sono sposato, ho fatto due bambini bellissimi, ho cambiato decine di lavori, tutti diversi, ma la mia famiglia ha sempre vissuto bene, senza mai rinunciare a troppe cose, ora sono 9 mesi che sono a casa, non ho più reddito,anche mia moglie è rimasta a casa dopo un stagione in una gelateria, i pochi risparmi che avevamo sono evaporati. Ora mi trovo a dover chiedere 50 euro alla settimana ai miei genitori per poter mangiare, non pago più l'affitto, non pago le bollette, non riuscirò a pagare l'assicurazione della mia auto... Se non avessi due figli mi sarei già ammazzato, ma ho il dovere di insegnare loro che nella vita bisogna essere più forti della paura e che scappare non serve a niente. Spero di farcela, e spero che tutte le persone nella mia condizione, vittime di questo paese ridicolo, possano farcela.

Luca Marchia 05.11.12 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' nato il cittadino -Bancomat: servono soldi? No problem, una tassa su qualcosa di irrinunciabile et voilà, il buco è ripianato.....

harry haller Commentatore certificato 05.11.12 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Stanno in questi giorni palando di nuovi rialzi sui ticket sanitari che sono già stati aumentati di 10 euro cad., ma nessuno dice che in parlamento esiste un ambulatorio gratuito per tutti gli onorevoli che paghiamo tutti noi 700.000 euro/anno e dove chiaramente non si pagano ticket e non si presenta ISEE.

carla g., padova Commentatore certificato 05.11.12 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Adesso BASTA!


non c'e' piu' speranza per il futuro, perche' non c'e' futuro. Occorre solo una cosa o fare i barboni oppure emigrare ed abbandonare questo paese. Che anneghino nella MERDA che hanno generato sperando che non si agitano tanto per non colpire anche noi

Massimo Caltagirone 05.11.12 14:33| 
 |
Rispondi al commento

La mia compagna ha aperto l'attività di veterinaria..ha investito parecchi soldini per rendere accogliente il suo ambulatorio
però all'esterno la strada è in rifacimento e la mancanza di un marciapiede idoneo, fa sì che la sala d'aspetto sia sempre polverosa e sporca di terra..
Dopo innumerevoli insistenze presso il Comune perchè provvedesse a sistemare il marciapiede..(operazione negata per mancanza di fondi)..le è venuta la brillante idea di mettere a posto il marciapiede con i propri soldi..e l'ha proposta al dirigente responsabile del Comune
Apriti cielo!..quant'è dura avere una risposta in tempi decenti..
Finalmente s'è trovata una soluzione..a patto che la sistemazione avvenisse a norma di legge e secondo il gusto dell'amministrazione comunale
il tutto alla modica cifra di 400 euro ..da versare alle casse comunali..naturalmente in via bonaria ed anticipata!
Fatto sta' che la mia compagna, in quattro e quattr'otto, ha provveduto a porre in opera il rifacimento del marciapiede comunale sganciando solo 1.800 euro + iva..
Quindi , risolto il problema della sporcizia, tutti felici e contenti nevvero ?
Certo !..fino a che le perviene una cartella esattoriale di altri 200 euro e come causale riporta " tassa sulle tende"
Alle ovvie rimostranze della veterinaria, che tende non ha, il solerte funzionario risponde seccamente:" non importa se non ha le tende, potrebbe sempre metterle!!"
Cioè, fatemi capire bene !!
Ha speso 400 euro per la domanda+ 1.800 euro per il rifacimento ed ora deve pagare obbligatoriamente 200 euro per tende che non ha, ma che potrebbe avere, e che fanno ombra sul suolo pubblico che ha messo a posto con i propri soldi !!
Ho la vaga impressione che ciò sia dovuto agli effetti di una norma leggermente truffaldina !!

Airone Bianco 05.11.12 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..Cari "Libero Professionisti", per anni avete lavorato FATTURANDO lo stretto indispensabile x SCARICARE il SUV TEDESCO (Non pagarlo, in pratica!) A tutti i vostri clienti avete chiesto "SERVE LA FATTURA?"....Come se farle fosse un optional..Adesso Piangete perchè ne "Scaricate" solo il 27%, perchè VOI la macchina la usate x lavoro!!!??...Ma perchè gli altri la usano PER RUBARE??....Patetici e poi magari dopo anni di false fatturazioni, pretenderete la pensione "MINIMA".....Quelli con la PARTITA IVA onesti sono delle PERLE RARE...

Domenico Vitale 05.11.12 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Hai ragione la pressione fiscale e’ assurda, in oltre credo che aumentando le tasse si diminuiscono le entrate perche’ molte aziende chiudono, altre si trasferiscono o evadono ancora di piu’.
Molti politici sono teorici vivono in un modo dorato e fanno leggi senza conoscere la realta’ si pagano tasse anche su redditi non percepiti, ad esempio si paga l’iva sulle fatture anche se non vengono pagate ed accade sempre piu’ spesso.
Bisognerebbe facilitare il recupero crediti, punire severamente chi non paga, snellire la burocrazia e aiutare le aziende per aiutare anche i dipendenti.
Dovrebbero far pagare le tasse a tutti, se ad esempio le fatture e gli scontrini fossero emessi usando il sito dell’agenzia delle entrate e fossero scoraggiati i pagamenti in contanti con una tassa anche del 30% sarebbe piu’ difficile evadere.
Ma voi credete che le cose cambieranno o che dobbiamo fare la valigia ed emigrare ?
Grazie e buna giornata
Cristian

Cristiano Belloni 05.11.12 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Si vuole combattere l'evasione, la soluzione potrebbe essere semplice si porti in detrazione tutte le spese e si tassi il reddito netto. Sembra facile, questo porterebbe a far scoprire le carte a chi attualmente fa girare il denaro senza aver problemi, tra gli altri parlo degli stessi politici e dei molti notabili che predicano bene ma come sappiamo tutti sanno come eludere ed evade. Al problema della tassazione rispondo: I servizi? noi cittadini siamo chiamati a contribuire alle spese sostenute x i servizi forniti dalla pubblica amministrazione. Lo Stato deve giustificare x quali servizi forniti vuole versata la contribuzione e se non fornisce servizi paghi ki ha prodotto la spesa.
Cmq Le famiglie sono in ginocchio e questi Politici imbelli non capiscono ancora che Grillo con il suo Movimento sono una valvola di sfogo dove il popolo sta giocando l'ultima carta per far si che si salvi il sistema democratico non capiscono che è l'ultima chance e che oltre troveremo solo tenebre.


Anche io sono un ingegnere libero professionista e concordo con tutti gli assunti del collega. Siamo costretti ad esborsi impensabili e tutele pari a zero. Quelli che guadagnano cifre a cinque zeri per ogni prestazione sanno bene come evitare la mannaia dello studio di settore o di qualsiasi redditometro si voglia; di contro la "manovalanza professionale", (cioè noi piccoli liberi prof.), siamo tartassati in ogni modo possibile. Per fare un esempio basti pensare all'acconto IVA sui futuri guadagni che versiamo a dicembre...noi che non abbiamo tredicesime di sorta paghiamo la tredicesima allo stato...V E R G O G N A ! ! !
E poi gli evasori saremmo noi? Mentre chi ci governa gode di privilegi impensabili e non ne vogliono sapere di rinunciarci.
Mi auguro che questo sistema di cose cambi altrimenti personalmente chiudo la partita IVA, smetto di lavorare e di pagare le tasse e vari balzelli e comincio a vivere alla giornata così vediamo a chi torchiate più...

Associazione UPIAL, Napoli Commentatore certificato 05.11.12 14:14| 
 |
Rispondi al commento

E la situazione, con l'approvazione del MES - meccanismo europeo salvastati - può soltanto peggiorare, perchè le piccole e medie imprese avranno ancora più difficoltà a ricorrere al credito, in quanto gli istituti bancari saranno vincolati (in maniera ancora più ferrea) alle regole monetarie imposte dall'Unione Europea. Con il MES, infatti, viene legalizzato quanto già accaduto, a livello monetario, con l'adesione dell'Italia all'euro: le istituzioni e le banche italiane ormai sono fantocci che eseguono gli ordini impartiti da Bruxelles (o da Strasburgo o da Francoforte...dipende da quale organismo europeo provengono) o meglio ancora, dai banchieri d'oltre alpe. Tutti i politici che hanno votato il MES andrebbero perseguiti ed arrestati per la palese violazione del principio sancito dall'art. 1 della Costituzione: la sovranità appartiene al popolo.

"http://www.informarexresistere.fr/2012/06/13/mes-verso-la-dittatura-europea/

Benedetto Neroni Commentatore certificato 05.11.12 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Stefano,
sono Carlo di Reggio Emilia
ho 46 anni una figlia di 11 anni
ed un pupo in arrivo per gennaio.

Ho chiuso la mia attività
a giugno 2010,dopo 4 anni.
C'ho rimesso anche soldi per 2 anni
sperando che migliorasse.
Ora sono 2 anni che sono a casa da lavorare senza nessuna copertura,lavoro non se ne trova,
e di iniziare una nuova attività
non c'è la minima possibilità.

Ora continuiamo a vivere con i risparmi,
e ti devo dire in sincerità
che se non avessi paura per la mia famiglia
inizierei a sparare.
Non credo di essere l'unico a pensarla cosi',
non vorrei che la disperazione prendesse il sopravvento,a quel punto non ci si dovrebbe
mai arrivare,
ma non sia detto che non ti ci portino.

Carlo Iotti 05.11.12 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Sole 24 ore ha pubblicato una ricostruzione dei conti del comune che ti smentisce. Il debito della città è sotto controllo e nelle casse comunali c’è molta liquidità. Non volendo hai fornito un formidabile assist a Renzi ed hai manifestato di avere poca dimestichezza con i conti.

lucio corinaldesi 05.11.12 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ormai la maggiranza dei liberi professionisti lotta solo per riuscire a fare la spesa.nella mia città la maggior parte degli avvocati non arriva a 1000 euro al mese e i dentisti chiudono per cercare un posto nelle guardie mediche o nel 118.ma vadano a quel paese,loro e le loro regole di merda.siamo ridotti sul lastrico e vengono anche a sfotterci.

vito asaro, mazara del vallo Commentatore certificato 05.11.12 13:03| 
 |
Rispondi al commento

l'evasione è sicuramente un problema che và affrontato e c'è sia dal lato "imprenditore" che dal lato "dipendente" siccome il primo non prenderebbe niente se il secondo non lo pagasse in nero ( senza che mi si dica che si viene obbligati a pagare in nero sennò ti chiedono troppo ecc ecc, non esiste un solo fabbro, idraulico, panettiere o artigiano in genere al mondo e uno onesto lo si trova di sicuro), ma il problema reale secondo me è un'altro.....quanti italiani hanno davvero un debito? io dal lato privato non ho mai fatto debiti,se ho soldi e voglio una cosa la compro, se non li ho aspetto......lo stesso vale per le famiglie, a parte qualche folle che decide di vivere al di sopra delle sue possibilità, se in famiglia entrano tot euro al mese si rinuncia all'iphone, al caviale e agli abiti firmati e si arriva a fine mese con un bilancio positivo anche a costo di tirare la cinghia e tutto và bene (in situazioni normali e non quelle attuali purtroppo).....allora perchè lo stato non è in grado di fare una cosa banalissima come regolare le spese in base alle entrate?se ci sono pochi soldi si ritirano i soldati, si abbassano gli stipendi, si tolgono autoblu,voli di stato,manifestazioni inutili, soldi alla chiesa che ne ha fin troppi e ci sono mille altre cose che potrebbero essere fatte.....il debito che c'è sulla testa di ogni italiano è stato fatto da un migliaio di persone al massimo che spero un giorno o l'altro pagheranno con gli interessi per quello che hanno fatto e tutti noi dovremmo farci un'esame di coscenza perchè hanno ragione tutti quelli che dicono che siamo a questi punti per colpa nostra che ci siamo lasciati fare di tutto e di più senza dire una parola

Steven Ponta 05.11.12 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Si però non solo i miliardari evadono e causano perdita di gettito per lo Stato.
absta leggere questo articolo http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-11-04/fisco-ecco-come-evade-163624.shtml?uuid=AbtCAzzG del sole 24 ore per capire che occorre si ostacolare i grandi evasori, ma anche i piccoli (ma molto numerosi).
Sono sempre gli stessi a pagare!

bulba p. Commentatore certificato 05.11.12 12:55| 
 |
Rispondi al commento

La raccomandazione
Tasse a parte, i più raccomandati prosperano, occupando i posti più remunerativi. Fin dalle prime classi delle scuole elementari, vengono ad essere avvantaggiati non i più meritevoli, ma i più raccomandati.
Al riguardo, si faccia un sondaggio simile a quello per le prossime elezioni. Il sondaggio rivelerà che i figli dei notabili nostrani: politici a vario titolo, giudici, grossi industriali, rettori universitari, manager di ASL, alti dirigenti ministeriali, hanno quasi tutti carriere fulminanti. Ci sono le eccezioni che come sempre, confermano la regola. Si tratta di un sistema sociale molto simile a quello dell’Unione Sovietica, prima della caduta del muro di Berlino. Un sistema protetto dalla politica che si rafforza tramite la dilagante corruzione. AMEN
Saluti
Giuseppe C. Budetta

Giuseppe C. Budetta 05.11.12 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco chi sono i veri evasori:
http://www.corriere.it/cronache/12_novembre_05/moda-marzotto-finanza-sequestro-65-milioni-omessa-dichiarazione_566f1422-2730-11e2-a3d0-4a01526cb6a5.shtml

65 MILIONI di euro evasi con le solite scatole cinesi nei paradisi fiscali (Lussemburgo...nemmeno tanto lontano).
E scomettiamo che patteggeranno pagando 1 decimo della somma?

Barbara B. Commentatore certificato 05.11.12 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Scusa, ma nn e stata una persona del M5S a ballaro ha dire che è giusto pagare l'IMU, nn è contro producente esprire diverse opinioni all'interno del movimento... mettetevi d'accordo e poi dite la vostra... x me e NO in caratteri cubitali, abbiamo già pagato le tasse sui soldi che percepiamo dallo stipendio, abbiamo pagato le tasse per l'acquisto, paghiamo le tasse sui servizi ( acqua, luce, e gas ) cos'altro dobbiamo dare.... manca solo la tassa sull'aria che respiriamo..... viva l'Italia


ignazio 05.11.12 11:54| 
 |
Rispondi al commento

con le nostre tasse ( nostre intendo di lavoratori tutti, dipendenti del pubblico impiego, dipendenti del settore privato, autonomi, imprenditori etc ) dovremmo mantenere 500 000 pensionati baby ( costo 15 miliardi di euro anno per una sopravvivenza media di 40 anni uguale 600 miliardi di euro! ), 1 000 000 di dipendenti pubblici in esubero ( cioè non necessari e quindi improduttivi: vedi gente che timbra e si fa i cazzi suoi ; costo 40 miliardi di euro all' anno e la storia va avanti da almeno 50 anni uguale 2000 miliardi di euro ) falsi invalidi ( con medie in alcune regioni del sud piuttosto sospette che farebbero pensare a commissioni mediche miopi o compiacenti- quindi da radiare dal' albo dei medici ), contratti di fornitura di beni e servizi dai costi gonfiati, politici parassiti, sindacalisti lazzaroni, chiesa cattolica ,finti poveri che vivono in case popolari ma hanno la bmw o la casa al paesello, etc etc..
Secondo voi, l' operaio che può fare lo straordinario fuori busta, lo rifiuta?
l' artigiano con le mani deformate dal lavoro, deve disdegnare qualche euro extra?
Il giovane che andrà in pensione, forse, a 70 anni e con 500 euro dopo una vita difficile, senza prospettive e di lavori saltuari, dovrebbe rifiutare l' occasione di fare guadagni facili?
tutto questo perchè lo dice il signor Napolitano, che non mi pare si sia spezzato la schiena in fabbrica, o Bersani o Fini, o Casini o Prodi ( ! proprio lui!) Berlusconi etc etc etc ?
Questi signori, quale credibilità di moralizzatori hanno?
io ai miei nipoti consiglio di scappare dall' Italia e farsi una vita all' estero: QUALE MOTIVO AVREBBERO DI METTERE SULLE LORO SPALLE IL DEBITO PUBBLICO CHE SI E' GENERATO PER MANTENERE TUTTI QUESTI PARASSITI? ACCETTANDOLO, LI DEFINIRESTE ONESTI CITTADINI, O COGLIONI?

marcello v., carate brianza Commentatore certificato 05.11.12 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Di fronte a una società allo sfacelo, il comportamento vincente sarà di chi predicherà bene e razzolerà male.
Tutti i moralisti sono ladri, froci e assassini.
Vanno in chiesa la domenica per farsi vedere e hanno l'armadio di casa pieno di scheletri.
Sarò immorale, ma in un mondo dove si è perso il senso del Bene Comune, ovvero che le classi dominanti non riescono più a costringere il popolo sciocco e ignorante a vivere di illusioni, ciascuno fa di se stesso un Dio e in nome di quel Dio fotte gli altri fino a quando non trova qualcosa che ne ferma la corsa, ma finché la corsa continua continua a correre.

Vincenzo267 05.11.12 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Ah 3°
Il prezzo degli Sbornia Bond crolla del 90%.
La banca che li ha emessi entra in crisi di liquidità e congela immediatamente l’attività: niente più prestiti alle aziende. L’attività economica locale si paralizza.
Intanto i fornitori di Helga, che in virtù del suo successo, le avevano fornito gli alcolici con grandi dilazioni di pagamento, si ritrovano ora pieni di crediti inesigibili visto che lei non può più pagare. Purtroppo avevano anche investito negli Sbornia Bond, sui quali ora perdono il 90%.
Il fornitore di birra inizia prima a licenziare e poi fallisce. Il fornitore di vino viene invece acquisito da un’azienda concorrente che chiude subito lo stabilimento locale, manda a casa gli impiegati e delocalizza a 6.000 chilometri di distanza.
Per fortuna la banca viene invece salvata da un mega prestito governativo senza richiesta di garanzie e a tasso zero.
Per reperire i fondi necessari il governo ha semplicemente tassato tutti quelli che non erano mai stati al bar di Helga perché astemi o troppo impegnati a lavorare.
Bene, ora potete dilettarvi ad applicare la dinamica degli Sbornia Bond alle cronache di questi giorni, giusto per aver chiaro chi è ubriaco e chi sobrio.

flavio r., Nichelino Commentatore certificato 05.11.12 11:42| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ah 2°
Intanto l’Ufficio Investimenti & Alchimie Finanziarie della banca ha una pensata geniale. Prendono i crediti del bar di Helga e li usano come garanzia per emettere un’obbligazione nuova fiammante e collocarla sui mercati internazionali: gli Sbornia Bond.
I bond ottengono subito un rating di AA come quello della banca che li emette, e gli investitori non si accorgono che i titoli sono di fatto garantiti da debiti di ubriaconi disoccupati. Così, dato che rendono bene, tutti li comprano. Conseguentemente il prezzo sale, quindi arrivano anche i gestori dei Fondi pensione a comprare, attirati dall’irresistibile combinazione di un bond con alto rating, che rende tanto e il cui prezzo sale sempre.
E i portafogli, in giro per il mondo, si riempiono di Sbornia Bond.
Un giorno però, alla banca di Helga arriva un nuovo direttore che, visto che in giro c’è aria di crisi, tanto per non rischiare le riduce il fido e le chiede di rientrare per la parte in eccesso al nuovo limite.
A questo punto Helga, per trovare i soldi, comincia a chiedere ai clienti di pagare i loro debiti. Il che è ovviamente impossibile essendo loro dei disoccupati che si sono anche bevuti tutti i risparmi.
Helga non è quindi in grado di ripagare il fido e la banca le taglia i fondi. Il bar fallisce e tutti gli impiegati si trovano per strada.

flavio r., Nichelino Commentatore certificato 05.11.12 11:41| 
 |
Rispondi al commento

come funziona l'economia di carta……

ah l'economia 1°
Helga è la proprietaria di un bar, di quelli dove si beve forte.
Rendendosi conto che quasi tutti i suoi clienti sono disoccupati e che quindi dovranno ridurre le consumazioni e frequentazioni, escogita un geniale piano di marketing, consentendo loro di bere subito e pagare in seguito.
Segna quindi le bevute su un libro che diventa il libro dei crediti (cioè dei debiti dei clienti). La formula “bevi ora, paga dopo” è un successone: la voce si sparge, gli affari aumentano e il bar di Helga diventa il più importante della città.
Lei ogni tanto rialza i prezzi delle bevande e naturalmente nessuno protesta, visto che nessuno paga: è un rialzo virtuale. Così il volume delle vendite aumenta ancora.
La banca di Helga, rassicurata dal giro d’affari, le aumenta il fido. In fondo, dicono i risk manager, il fido è garantito da tutti i crediti che il bar vanta verso i clienti: il collaterale a garanzia

flavio r., Nichelino Commentatore certificato 05.11.12 11:41| 
 |
Rispondi al commento

passato atraverso 2 fallimenti con relativa truffa (e qui si apre il discorso dei tempi dei processi e dell'inadeguatezza delle leggi) Rimasto con la sola pensione decurtata del 5°, 3 finanziamenti per far fronte alle difficoltà, il 25 % per il coniuge separato, pe r sopravvivere mi sono trovato un lavoretto da 1000 € al mese.
Tasse 42% INPS 38.8% a fondo perduto 3-4% addizionali varie, tenuta dei libri e IVA 9% al commercialista mi restano 70 €! Neanche la benzina.
QUANDO SI PARLA DI CARICO FISCALE IN REALTA' OCCORRE VEDERE IL CARICO CAUSATO DALLO STATO. Per me è del 93% senza considerare quota per tv, tasse automobilistiche, accise ecc.

MEGLIO NON LAVORARE

giuseppe zingoni 05.11.12 11:34| 
 |
Rispondi al commento

è utopistico pensare che le persone si accorgono che l’evasione è l’inevitabile conseguenza della corruzione (endemica)….

La corruzione ambientale, o endemica, si verifica quando la corruzione non è un atto isolato, ma comune e quasi consuetudinario; il sistema di Tangentopoli, scoperto all’inizio degli anni novanta, è stato più volte descritto come un sistema endemico, dove tutti i politici intascavano e tutti i privati pagavano per ottenere favori dai primi. I partecipanti, col tempo, si abituano alla corruzione al punto di considerarla come una consuetudine.

Un simile sistema tende ad isolare ed estromettere gli «onesti», perché questi, non avendo niente da rischiare da eventuali indagini, potrebbero danneggiare tutti gli altri coinvolgendo la magistratura.

La corruzione endemica è tutt’oggi comune nei paesi sottosviluppati (essendo al tempo stesso causa e conseguenza del sottosviluppo), ed è stata la condizione più comune durante la storia; può essere interpretata come una forma di feudalesimo basata sulle cariche pubbliche anziché sui feudi.

“Se l’Italia si regge ancora è grazie al mercato nero ed all’evasione fiscale che sono in grado di sottrarre ricchezze alla macchina parassitaria ed improduttiva dello Stato per indirizzarle invece verso attività produttive”
Milton Friedman (Corriere della Sera 30 Maggio 1994)

Marco . Commentatore certificato 05.11.12 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Stefano buon viaggio, ti auguro tanta e tanta fortuna.

C'è una leggera controtendenza sulla parola "lavoro", bisognerebbe lavorare x vivere (chi ancora possiede un'occupazione) e NON vivere per lavorare.

Simone S. Commentatore certificato 05.11.12 10:55| 
 |
Rispondi al commento

In Italia ognuno evade per quello che può ecco perché ci troviamo a questo punto, ora che il Governo CERCA di sistemare le cose (anche se non ci riesce)escono le vittime che vorrebbero indurre a una marcia indietro.
La lotta all'evasione deve andare avanti per tutti piccoli e grandi. E' chiaro che questa pubblica amministrazione inetta ignorante e corrotta colpirà prima i piccoli e indifesi, ma le loro urla serviranno a colpire anche i grandi. Avanti così.

Giovanni M., Roma Commentatore certificato 05.11.12 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per evadere ci vogliono i miliardi dici, infatti Lusi che i miliardi li aveva a poratata di mano dove li ha investiti? In Canada, secondo me anche Fiorito deve imparare da Lusi, Fiorito è un principiante al confronto, i compagni di Lusi si che se ne intendono!

carla g., padova Commentatore certificato 05.11.12 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Stefano, anch'io sono una libera professionista. Potremmo anche sopportare tutte queste tasse se non ci fosse troppa corruzione in Italia e ti lasciassero lavorare con progetti innovativi che porterebbero benessere alla comunità e all'economia. Ma qui devi difendere il tuo lavoro con i denti e per proporre qualcosa di nuovo, devi di notte inventarti le strategie. i veri evasori non vengono colpiti perchè funzioali a questo sistema, allora per far cassa colpiscono noi che non contiamo nulla.

maria prando 05.11.12 10:41| 
 |
Rispondi al commento

STEFANO, POST COME I TUOI DOVREBBERO COMPARIRE A SINISTRA DELLO SCHERMO E MAGARI DOVREBBERO ESSERE STIMOLO PER SCENDERE IN PIAZZA CONTRO PROVVEDIMENTI CAPESTRO IMPOSTI AGLI ITALIANI CHE NON RIESCONO PIU' A TROVARE SOLUZIONI PER NON MORIRE STROZZATI!

marco e Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.11.12 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo in Italia per le imprese e ditte individuali e' diventato impossibile vivere, siamo visti da politici e dipendenti pubblici come una tigre da abbattere, come una mucca da mungere, sono pochi quelli che la vedono come e' nella realta', un cavallo che traina un carro sempre piu' pesante, e loro ci stanno seduti sopra...

Valerio Visioli 05.11.12 10:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la mia vicenda è quella già descritta da chi mi ha preceduto: sono anni che in mezzo a tante difficoltà affronto le problematiche assurde di un fisco iniquo, farraginoso e prevenuto. In uno dei precedenti governi ci fu un ministro che defiì gli ingegnere " evasori incalliti": di tutta l'erba un fascio. Ma quale giustizia in Italia quando si adottano soluzioni bieche in difesa dalla ragion di Stato? L'Italia è un paese governato da politici che se conoscono le varie realtà negative non fanno nulla per migliorarle, da burocrati che rappresentano le varie "politiche" sempre di più lontane dai bisogni dei cittadini. Se fossi scappato dall'Italia 25 anni fa portandomi all'estero i risparmi della mia vita oggi mi sentirei meno oppresso e non sentirei svanire ogni giorno di più la speranza di un cambiamento in meglio.

Antonio Ferrante 05.11.12 10:00| 
 |
Rispondi al commento

In italia il reddito medio di un professionista è al di sotto di quello di un lavoratore dipendente
Quindi poche lagne e meno cavolate populistiche: nuovo redditomentro, elenchi iva, studi di settore e limitazioni nell'uso del contante, norme anti elusione faranno un gran bene a questa repubblica di banane e aiuterà scoveranno anche tutti coloro che sino ad oggi hanno evaso e/o eluso le tasse. Quanto all'imu incavolatevi con i vostri sindaci che hanno alzato le aliquote base.

filippo anatra 05.11.12 09:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per una nuova economia "sociale"
!) Eliminare per sempre l'Agenzia delle Uscite;
2)Creare l'Agenzia delle Entrate e potenziarla anche con l'esercito, aereonautica, marina, fbi, cia, interpol e servizi segreti;
3)Creare federalismi locali, provinciali, regionali, statali e europei composti da numerosi gruppi politici, lobby e categorie supervisionati da funzionari di banca, ior e di stato;
4)creare gruppi di lavoro, commissioni, enti e sottoenti, che controllano e gestiscono la "cosa" pubblica in segreto;

La riforma rinascimentale è tornare alla "vera" "democrazia", dopo millenni di strapotere dei cittadini cedendo sovranità all'oligarchia e ai personalismi dei "pochi"....

Rainbow 05.11.12 09:35| 
 |
Rispondi al commento

ANCHE SU QUESTO ARGOMENTO SIAMO ARRIVATI ALLA LOTTA TRA GUELFI E GHIBELLINI, TRA LAVORATORI AUTONOMI E DIPENDENTI-PENSIONATI. I PRIMI LAMENTANO CHE NON CE LA FANNO PIU', I SECONDO CHE NON POSSONO NEMMENO DECIDERE SE E QUANTO EVADERE PERCHE' SONO BECCATI ALLA FONTE E PAGANO TUTTO, ANCHE PER GLI ALTRI CHE FANNO FIGURARE ENTRATE PIU' BASSE. TUTTO CIO' E' VERO, ANCHE SE DIFFICILMENTE SI TROVERA' UN OPERAIO CON LA VILLA, MENTRE E' PIU' FACILE CHE IL PROFESSIONISTA O L'IDRAULICO INVECE CE L'ABBIANO. SE INVECE DI RINFACCIARSI LE RECIPROCHE RAGIONI TRA LORO QUESTE DUE CATEGORIE SI UNISSERO IN UN FRONTE COMUNE PER UN FISCO PIU' EQUO PER TUTTI FORSE TUTTI NE GIOVEREBBERO.

LORELLA T. 05.11.12 09:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi chiedo come mai se c'è così tanta evasione fiscale, le famiglie sono costrette ad attingere sempre più ai risparmi accumulati in passato o addirittura accumulati dai genitori. Ora, se ci fosse così tanta evasione non ci sarebbe necessità di erodere le risorse finanziarie accumulate negli anni. Invece, la verità è che l'evasione non è quel numero così grande che tanto ci viene strombazzato. Semmai c'è un problema di criminalità ed economia collegata che sfugge al fisco. Così come i rimborsi elettorali e tante altre risorse sperperate in quel modo, che sfuggono alla tassazione.
E poi, perchè gli italiani devono pagare dirigenti pubblici con cifre assurde per poi vedere la situazione economica attuale? Persone che percepiscono oltre un milione di euro l'anno per cosa? Ma nel privato, poer pagare 100 mila euro mensili un dipendente, quest'ultimo mi deve rendere almeno dieci volte tanto. Nel pubblico invece....

Gian A 05.11.12 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Ti stimo, il problema e' che siamo tutti presi con i debiti da pagare. Con questo cappio al collo non c'è nessuno che vuole saltare e ricominciare.

Fabrizio gamba 05.11.12 09:11| 
 |
Rispondi al commento

il problema è che per quasi 70 anni, dal dopoguerra, i commercianti e i professionisti sono stati lasciati liberi di evadere tutto e di più per mere ragioni elettorali ergo: ora che hanno tolto tutto ai dipendenti tocca a loro e si lamentano pure.

renato renga 05.11.12 09:09| 
 |
Rispondi al commento

In Italia - la madre di tutti i problemi: i COSTI INSOSTENIBILI. Costi di sistema. Costo dei servizi. Costi di approvvigionamento. Del denaro. Di qualunque cosa.
Non solo i combustibili, che sono alla base della "catena alimentare" del nostro sistema economico, ma TUTTO appare fuori controllo.
Specialmente i COSTI FISSI.
Nelle "aree di monopolio" non esiste proporzione fra i servizi erogati e i costi che vengono caricati. Per non parlare dell'efficienza ed efficacia.
Su metano ed elettricità il costo del prodotto (peraltro il più caro d'Europa) raddoppia (e oltre) con le tasse.
Ogni inefficienza, tassa, spreco, costo improprio viene scaricato sul prezzo finale del servizio o delle merci.
Siamo ricchi di immobili, ma manca la liquidità: su 8723 miliardi di patrimonio (Istat 2010) degli italiani ben 7230 (82%) è composto da abitazioni private. Tutte le industrie (immobili, avviamento e le merci) contano per il 4,6%. Meno del valore dei titoli di stato che possediamo (pari al 5%).
Tutto è finito nel mattone.
Mattone a garanzia, ma mattone invendibile, perchè l'87% degli italiani è già proprietario. E quel 13% che rimane non è certo un mercato di sbocco.
Vendiamo agli stranieri? E che ci vengono a fare qui? A pagare l'IMU? Le case - anche se noi l'abbiamo dimenticato - hanno un valore d'uso.
Quando ho comprato la mia (nel pieno boom dei prezzi del 1990) il costo era pari a 65 stipendi medi di allora (500 euro di oggi).
Oggi cosa si compra, intorno a Firenze, con 65,000 euro?
Credo proprio che il peggio debba ancora venire.
E fare finta di niente - come abbiamo visto - non serve a niente.
Così come parlare di "cessione di sovranità" a vanvera: è cessione di sovranità quando il padrone di casa ti fa notare che sei in arretrato con l'affitto di nove mesi e che, forse forse, vedere che intanto vai a farti le vacanze alle maldive lo fa un tantino incazzare?

GIANLUCA N., firenze Commentatore certificato 05.11.12 07:47| 
 |
Rispondi al commento

L'unica strada per sopravvivere ai ns "amici vampiri" è quella di portare la propria azienda in Svizzera...Loro ci accolgono a braccia aperte...
Tempo fa girava in internet un sondaggio sulla volontà della Lombardia di annettersi alla Svizzera...Bene in realtà dal 2011 è in atto un'emoraggia di aziende, anche PMI, che migrano nel paese elvetico.
Tenete conto che ci sono consulenti svizzeri che ti contattano telefonicamente e si rendono disponibili ad incontri informativi gratuiti...

Davide A., MB Commentatore certificato 05.11.12 07:32| 
 |
Rispondi al commento

Per risalire la china non abbiamo altra scelta che lavorare duro e AUMENTARE LA PRODUTTIVITA',

Questo lo deve fare sia il popolo che la classe dirigente, l'unica nostra speranza e' di avere una classe politica PRODUTTIVA e non distruttiva come purtroppo ora.

UNA MANO LAVA L'ALTRA E TUTTE E DUE LAVANO IL VISO.

maria 05.11.12 03:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma fatemi il favore!!!! Ma se dobbiamo contrastare il monopolio dei paesi orientali che vivono solo di evasione fiscale e sono diventati le più grandi potenze mondiali!!! Adesso i sapientoni prendono come modello Cina e India, dove oltre allo sfruttamento minorile legalizzato, non pone veti a contraffazione ed evasione!!!

Francesco Orlando 05.11.12 02:37| 
 |
Rispondi al commento

L'evasione fiscale non riguarda solo i miliardari, è un fenomeno diffuso e stratificato a tutti i livelli della società, commercianti che non emettono scontrini, coloro che lavorano in nero , chi non emette fatture promettendo lo sconto, imprenditori , professionisti ecc. è una forma di difesa verso uno Stato sempre più avido ed ingordo che per mantenere una burocrazia ed un apparato parassitario che spesso e volentieri vuole la mazzetta, tartassa i soliti noti, lavoratori dipendenti e pensionati, che con un prelievo alla fonte non possono sfuggire alle aguzze grigfie del fisco. In Italia i lavori pubblici mediamente quando va bene costano 10 volte in più rispetto alle media europea. Visto e considerato come vengono buttati dalla finestra i frutti di un sudato lavoro, potendolo, evaderei anch'io senza remore ben felice di togliere pane e companatico al fisco. Urge necessariamente una profonda e sostanziale modifica del sistema, dare la potestà a tutti di scaricare per intero le proprie fatture e spese che servono per produrre reddito. È l'uovo di Colombo, meglio far pagare i fessi, tra i quali mi annovero.

arno faravelli, casteggio Commentatore certificato 05.11.12 02:20| 
 |
Rispondi al commento

DI FISCO QUALCUNO MORIRA'.
Caro Stefano, siamo ormai tutti nella stessa situazione, chiudiamo noi e fatalmente un pò di famiglie sono per strada. Tu, io e tanti piccoli e medi imprenditori come noi sanno che così non può durare. Noi non possiamo pagare 600.000 Euro all'anno a Manganelli e chiudere le nostre imprese perchè strangolate dal fisco.
ALLORA PRIMA DI MORIRE DI FISCO PREFERISCO MORIRE COMBATTENDO IN PIAZZA.

Elia Porto 05.11.12 01:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

invece di riempirvi la bocca con sta gabola dell' evasione fiscale adesso vi dico che mi sono rotto i coglioni di mantenere tutti gli statali e parastatali fancazzisti per cui io devo fare lo schiavo a vita e probabilmente pure senza pensione! andate a lavorare veramente! e vi cominciamo a stanare come fanno quelli dell' agenzia delle entrate con i piccoli imprenditori. e se non lavorate o non servite a nulla, FUORI! a spazzare le strade, ma VERAMENTE, a pulire i giardini, ma VERAMENTE! senno vi licenziamo! cosi vedrete che la finirete di fare i cazzoni

Lorenza Cappanera 05.11.12 00:53| 
 |
Rispondi al commento

mi sa che tu sei malato: vedi evasori dappertutto! sarai mica un esagitato dell' agenzia delle entrate? io invece ti dico una cosa: mi sono rott i coglioni di alimentare tutti gli statali fancazzisti. TUTTI. Andate a lavorare veramente!!!!

Lorenza Cappanera 05.11.12 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Gli evasori sono proprio quelli che ci dissanguano, caro. Un solo appunto: non siamo arrivati QUASI, ci siamo GIA' arrivati, dal novembre 2011.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 05.11.12 00:22| 
 |
Rispondi al commento

ecco, sono proprio queste le persone che hanno contribuito a distruggere l'Italia. Scalfari è sempre stato alla lira della casta. Un traditore della verità.

pino fugazzaro 05.11.12 00:20| 
 |
Rispondi al commento

caro Stefano sei rimasto un po' indietro (riforma fornero di luglio). Ora in finanziaria da 27.50% hanno abbassato a 20% per l'auto ad uso promiscuo a partire dal 1/1/2013..

Zawardo Z. Commentatore certificato 04.11.12 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Credo che la mia breve storia(documentabile e a disposizione per controllarne l'autenticità )sia più unica che rara,in un Italia attanagliata dalla crisi,dove quotidianamente si uccidono imprenditorionesti :dopo 18 anni di lavoro come professionista nella comunicazione,ho avuto bisogno di un prestito bancario prima del 2008.La crisi ha colpito anche la mia ditta,ma per un paio d'anni sono riuscito ugualmente a pagare le rate del debitoe i dipendenti,fino alla sua messa in inattività a fine del 2011,per mancanza di lavoro.Chiaramente la chiusura di una sas per le leggi italiane,significa andare da un notaio e pagare 1500 euro per cessare l'attività.La banca si è fatta avanti pretendendo l'intero pagamento del prestito in breve tempo.Essendo la mia società anche un loro fornitore abituale,ho proposto una soluzione per pagare il mio debito: una fornitura tipografica di un prodotto che loro usufruivano annualmente,con risparmio certo di 20.000 euro all'anno rispetto al prezzo del loro fornitore attuale,e il trattenimento direttamente delle rate mensilmentea loro dovute.Morale,la banca ha preferito mettere all'incasso una mia cambiale in bianco sepur senza possibilità di incassare il debito,piuttosto che lasciarmi saldare il prestito con il lavoro proposto.Ed io da onesto cittadino,"che voleva" e poteva pagare il suo debito,sono diventato un disonesto e segnalato alla centrale rischi!

Diego Bertoli 04.11.12 23:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma lo capiscono benissimo dove sono i veri evasori...infatti le leggi per proteggermi come scudi fiscali e condoni tomnbali sono fatti su misura per loro.

Come si dice in toscana : becchi e bastonati, ovvero cornuti e mazziati!

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.11.12 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Una sola parola EQUITALIA .
Scomponete la parola Equità Italia.
La parola più abusata e falsamente utilizzata in ogni dove da Monti e'EQUITA .
Da quando e'stato nominato in maniera bulgara questo termine e'usato da lui è dai suoi ministri ogni secondo.
Ma c'era già stato qualcuno che in tempi non sospetti l'aveva usata Romano Prodi, che la equa Equitalia l'ha costituita nel 2006..
Ma che strano questi del Bildelberg e della Trilateral usano tutti gli stessi termini, gesticolano tutti nello stesso modo quando parlano, hanno tutti le stesse idee contemporaneamente ..
O vogliamo chiamarlo col suo nome : un piano di massoni al servizio della Nobiltà internazionale e del Clero vero soci e proprietari di Banche, che ci hanno espropriato il diritto di voto e le Sovranità Nazionali..
Tutto il resto e'solo logica conseguenza..

Nina tata 04.11.12 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera a tutti, sono artigiano, non per scelta ma per necessità. A furia di precariato decisi di aprire la partita IVA. Ma io volevo essere diverso, volevo denunciare il 100%, ho una macchina del 1998, euro 2 dichiarata per uso promiscuo(Lavoro/privato). Insomma mi sono comportato da perfetto cittadino. Mi stanno ammazzando di tasse. Sembra che se ti comporti onestamente ti puniscono e ti caricano quello che non pagano gli altri. Ho tre figli, un mutuo e vivo in un paesino del Pavese. Ora sono arrivato al punto che devo decidere se dar da mangiare hai miei figli o pagare un F24. Non ho mai chiesto nulla allo stato. Quando arriverà Equitalia gli adrò le chiavi di casa e vado in affitto a far il nulla tenente. Non siamo tutti ladri e farabutti come state scrivendo, il problema che ti ci fanno diventare anche contro la tua natura...

Alessandro Fiderio 04.11.12 22:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un artigiano,nel 2010 sono riuscito ad avere la pensione (misera), avrei lavorato altri 5 anni almeno, non è stato possibile,il lavoro è sempre meno e con lo studio di settore + la misera pensione avrei lavorato a gratis.
Buono sì ma coglione no.

Giuliano279 04.11.12 22:14| 
 |
Rispondi al commento

l'imu è una tassa odiosa su base ideologica e compisce la proprietà privata e i sacrifici di tutti i cittadini che hanno avuto il coraggio di farsi una casa senza ricevere in alcun modo un servizio.
Invece di vessare gli Italiani con una tassa che ritengo ingiusta che va contro il diritto umano primario di esistenza, occorreva ed occorre trovare delle forme alternative ed innovative per recuperare le stesse somme che si ricaveranno dall'imu.
Faccio Io una domanda a Voi.... siete d'accordo di lavorare un'ora in più al giorno per non pagare l'imu e la tassa di proprietà sull'auto? Mi spiego subito.
In Italia si stima che gli occupati regolari sono 26.000.000 Ammettiamo che un'ora di lavoro al netto di tasse equivalgono a 10 euro..... Se tutti i 26 Milioni di lavoratori fossimo d'accordo di regalare un'ora del nostro lavoro allo stato, solo questo basterebbe per azzerare totalmente l'imu e la tassa di proprietà sull'auto.
Facciamo due conti semplici semplici.
Abbiamo ipotizzato che un'ora in media a un valore di 10 euro, che moltiplicato ai 26 Milioni di occupati si ricaverebbero 260 Milioni di euro al giorno che moltiplicato per 22 giorni lavorativi, sono 5 Miliardi 720 milioni di euro che tradotto infine in via orientativa moltiplicato a 10 mesi l'anno si ricaverebbero 57 Miliardi e 200 milioni di euro all'anno.... et voilà ed hai raccolto i soldi necessari, hai dato contestualmente gratis una mano alle imprese Italiane con un'ora in più di produzione e non hai contratto l'economia interna Italiana e superi brillantemente la crisi.

digiovanni giovanni 04.11.12 22:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'evasione fiscale riguarda milioni di persone.
Quelli che non pagano tasse e contributi sul lavoro nero, sia datori di lavoro che dipendenti. Tutti quei professionisti che non emettono fattura o ne emettono una ogni tanto per rientrare nei parametri degli studi di settore. Tutti quelli che affittano una casa senza contratto e non pagano una euro di tassa ma poi si lamentano se mettono l'IMU.
Quelli che normalmente non emettono scontrino fiscale, o quando lo fanno è perchè arriva ogni tanto il controllo della Finanza.
E tutti quegli altri che si ritengono furbi perchè non pagano le tasse.
A tutta questa "gente" io dico: basta avete rotto i coglioni a fare i furbi. Avete portato l'Italia in rovina, mangiando nel piatto dove tutti gli altri onesti cittadini che pagano le tasse fino all'ultimo perhè non hanno modo di fare i furbi come voi. Tutta questa furbizia condanna a morire tutti quelli che non possono curarsi perchè la Sanità italiana è ridotta all'osso.
BASTA-BASTA-BASTA!!!

Marcello Pilato, Berlino Commentatore certificato 04.11.12 21:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,non ti dimenticare di chi lavora nei centri commerciali.............................................ci stanno uccidendo....

leonardo 04.11.12 21:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"benvenuti nell Italiota
io invece sono un operaio da 19 anni, faccio parte di quella categoria che
fino a ieri molti (ma non tutti) chiamavano baracchini di merda. 5 anni di
istituto tecnico serale pubblico xche i miei nn si potevano permettere di
mantenermi.
in questi anni mi e capitato di sentire di tutto da parte degli
imprenditori di quanto loro erano furbi ad evadere e io ero il coglione
sotto di loro che pagavo le tasse anche x loro e gli mantenevo la bella
vita ( macchine nuove ogni 3 anni e varie seconde case )
sia ben chiaro che io non cerco vendetta, ma vi chiedo, visto che prima vi
siete alleati con le banche adesso siete disposti a aiutarci x aiutarvi ?
e se un domani le cose migliorano (ahahahaha) eviterete i soliti errori ?
il nostro destino e in comune come quello dei banchieri e politici
a tutti comunque auguro fortuna e prosperita nella vita"

massimo t., torino Commentatore certificato 04.11.12 21:35| 
 |
Rispondi al commento

benvenuti nell Italiota
io invece sono un operaio da 19 anni, faccio parte di quella categoria che fino a ieri molti (ma non tutti) chiamavano baracchini di merda. 5 anni di istituto tecnico serale pubblico xche i miei nn si potevano permettere di mantenermi.
in questi anni mi e capitato di sentire di tutto da parte degli imprenditori di quanto loro erano furbi ad evadere e io ero il coglione sotto di loro che pagavo le tasse anche x loro e gli mantenevo la bella vita ( macchine nuove ogni 3 anni e varie seconde case )
sia ben chiaro che io non cerco vendetta, ma vi chiedo, visto che prima vi siete alleati con le banche adesso siete disposti a aiutarci x aiutarvi ?
e se un domani le cose migliorano (ahahahaha) eviterete i soliti errori ?
il nostro destino e in comune come quello dei banchieri e politici
a tutti comunque auguro fortuna e prosperita nella vita

massimo trucco 04.11.12 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Io sono direttore di banca ma sinceramente non la vedo così nera: guardate la Somalia ad esempio, è molto peggio che l'Italia...


Caro Beppe, in uno Stato spendi e spandi, in uno Stato in cui il cittadino è considerato solo un numero e una scheda elettorale, trovo difficile, molto difficile accettare le imposizioni dello stesso. Miliardi di euro per le operazioni di Pace "GUERRA", miliardi di Euro alla CHIESA, stipendi da nababbi, acquisto di Maserati, finanziamento ai partiti, finanziamento ai giornali, miliardi per la TAV, feste e cerimonie militari a non finire, contributi alla Fiat, all'Alitalia, oggi più in crisi di prima, , un esercito di ladroni ai comandi del potere, spese allegre dei politici e potrei citare ancora molto, anzi moltissimo, ci troviamo in una situazione non più sostenibile e che l'Italia è diventata una vecchia ciabatta e non è più quello stivale di cui dovevamo essere fieri. L'ultimo dei casi è la protesta dei malati di SLA ai quali è stato tolto il diritto di vivere. Uno Stato fatto di Ladri, Mafiosi, Porci, Corrotti, non è più uno Stato ma un vero CLAN della MALA. Solidale con l'imprenditore e l'unica cosa che posso fare è contribuire con il M5S nel dare una svolta alla nostra vita già di per suo sempre in salita.

Roberto Torre 04.11.12 21:09| 
 |
Rispondi al commento

dopo 25 anni,credo che dovro chiudere il mio laboratorio,per chi come me deve fatturare tutto ,non è piu possibile andare avanti,sono mesi che lavoro senza prendere lo stipendio,per riuscire a pagate tutto, sono stanco e preoccupato ,alla mia eta non mi vuole piu nessuno,nessuno parla delle partite iva in difficolta

ariano isidori 04.11.12 21:06| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, voglio farti una semplice e breve domanda; Ma, dell'uscita dall'euro non parli mai? O...hai preso accordo anche te con i " capoccia " mafiosi capitalisti della banca europea ? Andremo ancora avanti abbassandoci le mutande alla Germania della Merkel e alla BCE e company?

Pietro Eramo 04.11.12 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1. La pagnotta te la devi guadagnare.
In Italia, la pagnotta andrebbe assicurata solo a quelli che se la sono guadagnata.
C’è troppa gente che viene remunerata dando poco o spesso nulla in cambio.
I soldi pubblici dovrebbero essere spesi solo ed unicamente per beni e servizi utili alla società.

2. In Italia dovrebbero poter operare solo le società che hanno sede effettiva in Italia e pagano le tasse in Italia secondo la legislazione vigente.
L’esistenza di paradisi fiscali anche nel cuore dell’Europa sono una vergogna e una colossale presa per i fondelli.
Ma invece che andare a fare la guerra in Iraq o Afganistan non sarebbe meglio invadere San Marino? E’ lí! Ovviamente ai San Marinesi non faremmo nulla, ma applicheremmo solo normativa italiana. E cosi dovrebbero fare francese e tedeschi, ecc

3. A quel punto con una minor spesa pubblica e maggior capitali in giro si potrebbero abbassare le tasse sul ceto produttivo, semplificandole anche visto che spesso sono pure difficile da calcolare e pagare.

Francois 04.11.12 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Semplice...fra una settimana io cedo l'attività (stazione di servizio) mi prendo una pausa...studio programmazione e me ne vado all'estero!!! a 35 anni ho circa 15 anni di contributi da autonomo, mai preso una tredicesima, ispezionato da finanza, dogana, agenzia entrate, ispettorato del lavoro...tutti caricati a pallettoni se vedono una brava persona, ma se vanno nei quartieri sbagliati fanno gli agnellini...in un paese così (pur ammettendo che da domani cambia tutto) arriverò alla pensione tra 30 anni con il rischio di aver buttato i soldi della pensione!!! Italia GodBye!!!

nino m. Commentatore certificato 04.11.12 20:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anch'io usavo l'auto per andare al lavoro.. ma non potevo scaricare nè benzina nè assicurazione nè manutenzione,anch'io ero costretto a mangiare fuori casa ma non potevo scaricare niente...tutti i professionisti si lamentano che devono versare l'Iva, ma versano l'Iva che hanno incassato dall'utilizzatore finale...e io non posso scaricarla...su 1500€ di salario lordo nme ne trattenevano 500 e anch'io devo pagare Imu, Immondizie,Gas,Luce e Telefono e non posso neppure scaricare...tutti i professionisti dichiarano meno di un operaio e poi leggo che si fanno rubare auto da 200.000€ o barche da 800.000€

arturo presotto 04.11.12 20:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'articolo sembra la storia della mia attività...

Paolo Bellia 04.11.12 20:48| 
 |
Rispondi al commento

la ragione per cui lavori è che senza andresti a fondo, ma questa non è vita è sopravvivenza

Ivan N. Commentatore certificato 04.11.12 20:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

tutti sanno che l'evasione dei liberi professionisti è di7,8 miliardi della criminalità 87 delle grosse società38 dei commercianti artigiani doppi lavori ecc di3,5 miliardi .DOVE SI CERCANO I SOLDI?SEMPRE DAI PIù PICCOLI!PER$CHé?

massimiliano marzini, cecina (livorno) Commentatore certificato 04.11.12 20:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai perfettamente ragione! Non se ne può più, la situazione è insopportabile già da diversi anni. La realtà è che in poco tempo ci faranno riempire di debiti fino al fallimento, provare per credere. E' evidente che ciò fa comodo a qualcuno, e questo in democrazia non va bene, non è scusabile ed è una presa in giro che secondo me deve finire!

James Golds, Cremona Commentatore certificato 04.11.12 20:42| 
 |
Rispondi al commento

L'italiano ha paura, paura, paura, paura, paura, paura, paura, paura, paura, paura, paura, paura

che popolo di coglioni
mi vergogno di essere italiano

Matteo_ 04.11.12 20:34| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo che mi sono posto la stessa domanda.....io ho chiuso.....

luca Puccianti 04.11.12 20:32| 
 |
Rispondi al commento

coraggio che domani é un altro giorno
sicuramente +... ossigenato e pulito
;o)

cletta bici (cletta bici) Commentatore certificato 04.11.12 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non lo avesse mai visto, vi consiglio di guardare il film fantascientifico " Matrix " in cui esseri umani vengono tenuti in vita come batterie umane. Qui siamo arrivati al punto da vivere per pagare tasse !!!

Giuseppe 04.11.12 20:28| 
 |
Rispondi al commento

La loro forza sta nel nostro menefreghismo.
Se fossimo uniti tutto questo nn succederebbe.

Manuel 04.11.12 20:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anch'io sono un professionista e come il collega ormai sono arrivato alla frutta, voglio aggiungere che oltre a quanto detto i clienti diminuisco perche' chiudono le attivita' chi non chiude non paga e pur avendo i requisiti e l'onorabilita' richiesta per incarichi pubblici ... questi sono dati sempre ai soliti amici dei politici ....... cmq con il nuovo anno inizierrmo a chiudere le partite iva anche noi perche' oggi avere la partita iva fa fare solo debiti .....

dario fabio gambian 04.11.12 20:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

io sono un pensionato precario con moglie, figlio,casa e tichet a carico oltre a tutte le cose che stanno nel post a me non mi hanno riconosciuto l'adequamento istat per il 2012 che sommati agli aumenti delle irpef regionali e comunali e l'aumento della tarsu,potrebbe far diventare il resto della mia vita un sacrifio inutile.

salvatore morra (maestrosalvatoremorra), napoli Commentatore certificato 04.11.12 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo, si lavora come schiavi di se stessi e del lavoro che il più delle volte non c'è e quando c'è diventa un'impresa riscuotere soldi soprattutto dalle amministrazioni.
Purtroppo la cosa peggiore è che quando parli con gente comune (non libero professionista) ti guarda e la conclusione è sempre...
SI MA TE CON IL NERO PRENDI SOLDI PULITI
Siamo visti come il male della società invece del motore di quel che rimane dell'economia

Stefano P. Commentatore certificato 04.11.12 20:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

stando così le cose ti rispondo che siamo OBBLIGATI a lavorare, anche xchè quale sarebbe l'alternativa legale e non, per far sopravvivere la propria famiglia? Purtroppo queste sono "im-posizioni" storiche, cioè cicliche nel tempo, solo che fino a qualche tempo fa' si combatteva con ogni mezzo, oggi siamo gia' carne da macello fin dalla nascita; mi spiego: in altri tempi c'era la voglia di combattere le iniquita' perche' esisteva una speranza, oggi LA SPERANZA ce l'hanno tolta! bisogna solo decidere come vivere: meglio 1 giorno da leone oppure 100 da pecora? buonasera a tutti

paolo 04.11.12 20:19| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
LA MISURA E' COLMA E PREVEDO "FORCONI" E BUFALI SOTTO IL GOVERNO ED AL PARLAMENTO
ALVISE

alvise fossa 04.11.12 20:19| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori