Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

M5S Verona: il caso AGEC


agec_VE.jpg
"Agec, "Azienda Gestione Edifici Comunali", è un'azienda municipalizzata del comune di Verona, gestisce il patrimonio immobiliare del comune (più di 6.500 unità); 15 farmacie comunali; 23 cimiteri; la cottura e somministrazione di 14.300 pasti al giorno per 149 strutture scolastiche e altri vari servizi. Appena dopo l'uscita di questo articolo sull'Arena, che riportava dati sulle spese effettuate dal Presidente di Agec Michele Croce, il MoVimento 5 Stelle ha chiesto al Sindaco di fare lumi sulla questione. L'assessore Toffali ci rispose che nessuna irregolarità era stata evidenziata. Nello stesso momento abbiamo chiesto accesso alla documentazione relativa alle spese sostenute, documentazione negata. Di fatto c'è il cambiamento di strategia da parte del Cmune sul presidente Croce, prima in sua difesa, poi all'attacco con la richiesta di rimborso delle spese e con la sfiducia del CDA nominato dal presidente e infine con la rimozione dall'incarico. Tutto ciò ci incuriosisce. In questi ultimi mesi a Verona sono venuti alla luce veri e propri scandali legati alle partecipate del Comune. L'aeroporto Catullo: perdite di oltre 50 milioni di euro negli ultimi 6 anni; la liquidazione di Avio Handling con 200 lavoratori lasciati a casa. ATV che chiude il 2011 con 3,2 milioni di perdita, a cui sta facendo fronte con l'aumento delle tariffe e il taglio delle corse, creando disagi incredibili. Agec stessa: qualche mese fa un comitato di cittadini si chiedeva perchè a Verona i costi dei servizi cimiteriali di inumazione ed esumazione fossero il triplo di quelli in altre città del nord simili per popolazione a Verona. In questi anni, nonostante tutto ciò, non risultano rimozioni da incarichi o richieste di rimborso danni, tranne quest'ultima di Agec. Per questo abbiamo deciso di dare spazio a Michele Croce, per capire le sue ragioni. Un detto riporta: il diavolo fa le pentole ma non i coperchi! Via i coperchi che mettiamo il naso dento alle pentole!" M5S Verona

24 Nov 2012, 11:39 | Scrivi | Commenti (31) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ciao a tutti,
gira voce che sia stata consegnata al movimento 5 stelle tutta la documentazione relativa alla questione Age-Croce.
E' vero?

Anna Bassetti 19.12.12 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è poco da dire aspettiamo le indagini della Magistratura;comunque complimenti al movimento 5 stelle per i'intervista all'Avocato Croce.

Giorgio Guarise (piccolinovr), piccolinovr@gmail.com Commentatore certificato 27.11.12 16:36| 
 |
Rispondi al commento

sarà mai che fra gli assessori di Verona ci siano parenti di Tosi?
non posso neppure immaginarlo nel partito dei duri e puri
baci

Marco Muraglia 26.11.12 10:25| 
 |
Rispondi al commento

La teoria delle tasse al 7%
E' una teoria così pazzesca, semplice e interessante che potrebbe anche funzionare negli stati con una elevata evasione fiscale, commentava Paul Krugman, premio nobel per l'economia nel 2008, leggendo sul Wall Street Journal la teoria scritta un paio di anni fa da un economista italiano che descrive come abbattere l'evasione fiscale, abbassare le tasse e farle pagare in modo più equo a tutti .
http://www.quaeram.blogspot.it/2012/09/la-teoria-delle-tasse-al-7.html

raf 25.11.12 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Per i soliti malfidenti o per i leghisti che non ci credono allego anche un link di stampa "amica" relativo all'areoporto catullo che da una settimana ha anche messo piu di 100 lavoratori in CIG a zero ore...
http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2012/10-novembre-2012/catullo-aeroporto-crisi-via-cassa-integrazione-2112639667794.shtml

Lorenzo B., Porto Mantovano Commentatore certificato 25.11.12 15:33| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di tagli delle
corse proporrei al MS5 Mariano
Peluso, che fa parte della
commissione mobilità della V^
municipalità di napoli (se è
un suo diritto), di chiedere
il bilancio 2011 e la
documentazione puntuale della
gestione della ANM napoletana
per poi renderla pubblica.

domenico santacroce 25.11.12 13:44| 
 |
Rispondi al commento

LA LEGA DI MARONI VUOLE ESPORTARE IL MODELLO VERONA IN TUTTA LA REGIONE LOMBARDIA!!!

http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/politica/2012/18-settembre-2012/tosi-esportiamo-modello-verona-ma-non-saro-renzi-lega-2111868469395.shtml

Lasciate ogni speranza o voi ch'entrate...

Canto III, Dante.

mario mario Commentatore certificato 25.11.12 06:55| 
 |
Rispondi al commento

Un grande saluto agli amici 5 stelle Verona. AVANTI DRITTA: rivoltate la città testa in giù usciranno tutti i soldi che si son messi nella saccoccia. Pulite le città, pulite le regioni, poi si incomincerà a pulire anche l'Italia. Tutti gli
aprofittatori, chi li difende, e chi li vede e non dice niente; bisogna MANDARLI TUTTI A CASA. Perciò:non andate in televisione e non mettetevi a confrontarvi, anche l'informazione non assicura niente di reale, si abbassa le braghe al potere. Lasciamoli con le braghe abbassate. 5 stelle deve parlare con la gente, deve scendere in piazza, deve far vedere quello che fa. AVANTI TUTTA: EQUITA', TRASPARENZA, DEMOCRAZIA di BASE. X vivere bene non occorre grandi stipendi, ma vedere x strada gente senza problemi che sorridono. AVANTI TUTTA 5 stelle, senza cambiare; la gente dietro di voi aumenta. Chi non segue il non statuto; chi vuol mettersi in luce in tv, o vuole benefici e stipendio che la regione passa, che il parlamento elargisce; uscisse dai 5 stelle e andasse col partito che più gli assomiglia. AVANTI TUTTA. L'italia la potete salvare solo voi. Non le vecchie mummie viventi del parlamento. Con amore e con democrazia. Peter Pam

vitovolpicella 25.11.12 06:51| 
 |
Rispondi al commento

Croce, l’ex presidente agec, che non può visionare documenti dell’azienda perche’ il suo direttore generale, a lui sottoposto, non glielo ha permesso? Ma dove siamo,? X me Croce ha scoperchiato qualche pentolina solo x una piccola guerra x bande.
Sono i commandos 5s che devono investigare e pubblicare , la parentopoli, amicitopoli ed altro, CHIEDENDO SUBITO IL LICENZIAMENTO DEL PORTAVOCE DEL SINDACO, spesa inutile.

gianluigi bendinelli, verona Commentatore certificato 25.11.12 06:47| 
 |
Rispondi al commento

Se la documentazione viene negata (a rischio di conseguenze giudiziarie) non è per antipatia, ma per nascondere rogne ben più gravi di una semplice riparazione di infiltrazioni.
Invito i consiglieri a non farsi intimidire e di insistere per controllare TUTTE le spese e renderle pubbliche anche se non venissero rilevate gravi irregolarità (tanti occhi controllano meglio di pochi).
Fate esposti alla magistratura qualora le spese appaiano incongruenti, tanto sappiamo benissimo come vanno certe cose in Italia.... il marcio c'è sempre, ma il difficile è sempre incastrare i colpevoli.
Per spese incongruenti intendo quelle che differiscono per più di un 30% rispetto a un preventivo di un privato per il medesimo servizio... immagino che saranno parecchie!


p.s. certo che "spolpare" anche i morti mi pare davvero macabro...

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 24.11.12 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Tariffe triple ai cimiteri veronesi. E' una vergogna. Grazie Agec, grazie Tosi

Giulia B., verona Commentatore certificato 24.11.12 21:22| 
 |
Rispondi al commento

VOrrei fare un po' di luce su questa diatriba. Croce ha commesso probabilmente una leggerezza nello spendere quei soldi per rifare il suo ufficio, su questo non ci piove, oltretutto parlo come conoscente dello stesso e della famiglia, quindi mi pesa dirlo. Ma qualcuno può spiegarmi perchè è saltato subito? Sarebbe stato sufficiente attendere le decisioni su quanti soldi in più aveva speso e metterli a suo carico. Credo invece che con coraggio il signor Croce abbia messo il naso dove qualcuno non voleva lo mettesse. Se non sbaglio l'ex assessore alla cultura Perbellini organizzò VERONA IN LOVE con spese pubblicitarie molto alte, ed il risultato fu che quel giorno vennero molti turisti per vedere il balcone di Giulietta, ma quel giorno trovarono tutto chiuso, così la città intera fece una figura da inconpetente, eppure rimase lì bella stabile, anzi è ancora attiva. A Verona come in ogni altra parte si adottano due pesi e due misure. Perchè 30.000 euro sono uno scandalo mentre centinaia di migliaia di euro sono formalità? Hanno aumentat del 20% le tariffe del amt venti giorni dopo le elezioni, è una mossa onesta questa?

Michele Riccadonna 24.11.12 19:56| 
 |
Rispondi al commento

bravo 5stelle: trasparenza, onestá intellettuale, coerenza, rispetto delle regole siano sempre con voi!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.11.12 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il M5S di Verona dovrebbe darsi una mossa e pubblicare quei documenti, o se vengono ancora negati denunciare la cosa e pubblicare la denuncia.

Emanuele Sabetta, Roma Commentatore certificato 24.11.12 14:50| 
 |
Rispondi al commento

CARI web?attivisti m5s verona. prendere a testimonial un tipo come Croce, visto il suo peedigre è da zombie.se non siete capaci di mettere le mani su documenti di partecipate comunali, mi dispiace ma siete degli incapaci e mi dispiace che dis_operate sotto le bandiere del m5s.sono sicuro che con un pò di ricerca nel web e negli archivi comunali potreste far saltare come un capriolo il Tosi, e forse anche tosarlo x bene.un sindaco che spende 122000 euro x il suo portavoce , di sicuro il suo gost writer, visto il livello culturale del Tosi, è una nullità, che va bene solo x zombi che l'hanno votato.sua sorella poi, consiglira leghista e consigliera di recente nomina ina cda di una banca, magna_tu che magno anch'io.

gianluigi bendinelli, verona Commentatore certificato 24.11.12 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a dover di cornaca il consigliere Regionale dell'UDC Stefano Valdegamberi è da oltre un
lustro che porta avanti una "battaglia" contro
l'omertà e l'indifferenza del sindaco Tosi.
Mi auguro che anche prima possibile lo "becchino"
il Tosi con le mani nella marmellata...

franco scando 24.11.12 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace contraddirla sig. Zanardi. Il sig. Croce non fa parte del M5S di Verona l'abbiamo intervistato come abbiamo chiesto a Sandro Tartaglia dir. Gen. Agec la stessa intervista. Veniamo ai soldi. Con poco più di 30000 euro fatture alla mano (meno chiacchiere) sono stati ristrutturati 3 uffici più corridoio . Se si conta che sono stati levigati i parquet e ritentiggiato il muro con semi lavabile . I quadri di cui parla, sono stati prestati e la ristrutturazione l'ha pagata il comune. Documentiamo prima di sparare a zero. Per il resto non difendiamo Croce. Sentiamo tutte le campane ma finora quella stonata é solo quella aziendale..

Alessandro Gennari 24.11.12 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

EEEEE!!!!!! questa è solo una delle tante truffe di Verona, compresi i comuni limitrofi. Come lo scandalo della moglie di tosi o dei sui parenti, tutti assunti fissi nell’amministrazione pubblica come dirigenti, senza aver nessun titolo o diploma. O delle tan.. o pardon contributi volontari che hanno intascato dai industriali delle acciaierie del centro città, o delle truffe dei multarex di colognola taroccati c’è ancora in corso un processo, ma tanto nessun colpevole verrà fuori, perché ha una carica così alta che nessuno lo toccherà o di caldiero che si stanno spartendo il territorio dal solito padrone edile. Ecc…. basta scavare e si trova sempre del marcio.

Vi racconto un esempio, di per se banale: una mattina vedo un classico posto di controllo della polizia, li per li nulla di strano, ma fermano un auto, allora mi direte , embè, era l’auto della moglie del edile del paese: il poliziotto si avvicina ed lui apre lo sportello, (io ero li che guardavo, ma guarda che cazzata ha fatto) come riconosce chi era, non ha chiesto ne i documenti ne se ha pagato l’assicurazione, in pratica nulla, le ha chiesto scusa ed ha chiuso lo sportello. Ma dopo pochi istanti fermano uno scuter con il classico straniero, lo hanno rovistato da sotto a sopra. Come il solito due pesi, e due misure.

Roberto Santi 24.11.12 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Il redditest fatelo alle banche!
Corrado Passera

di Gianluigi Paragone

Partiamo dalle cifre. Il numero “boa” è un range compreso tra i 120 e i 150 miliardi: tanto secondo l’Istat, è l’imponibile sottratto all’erario. Ora, domando al presidente Monti e al numero uno di Agenzia delle Entrate Befera, è mai possibile pensare sul serio che a questa cifra ci si arrivi per gli scontrini non emessi, per le fatture in nero non rilasciate dall’idraulico o per le ore in nero pagate all’insegnante di ripetizione? La risposta di chi ha un quoziente intellettivo medio è no. No, no e ancora no. A queste cifre ci si arriva perché c’è un numero “ristretto” di soggetti che evade per cifre da capogiro.


Mesi fa il generale della Guardia di Finanza Bruno Buratti denunciò che in una indagine fu sequestrata “una fattura falsa che riportava come imponibile un miliardo di euro e Iva per 200 milioni: un danno per lo Stato di oltre 500 milioni di euro”. Lo stesso comandante, per meglio spiegare il danno, aggiunse che era “come se, per due mesi, nessun bar d’Italia rilasciasse lo scontrino fiscale per i 70 milioni di cappuccini o caffè bevuti ogni giorno dagli italiani”. Allora, porca vacca, lo sanno benissimo chi sono i grandi evasori! Eppure siamo qui a menarla con titoloni da qualunquismo fiscale contro le famiglie che evadono. Allora sia chiaro che su dieci contenziosi col fisco, questo ne perde sei; per non dire dei casi in cui le cartelle pazze di Equitalia hanno portato allo scoperto casi imbarazzanti per la stessa società di riscossione dei crediti. Insomma, è chiaro il bersaglio facile del qualunquismo fiscale.

http://www.byoblu.com/post/2012/11/22/Il-Redditest-fatelo-alle-banche!.aspx

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 24.11.12 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signor Tommaso Zanardi, se lei è in grado di recuperare la documentazione relativa alle spese effettuate da Croce, potrà parlare! Almeno impari a leggere: "L'assessore Toffali ci rispose che nessuna irregolarità era stata evidenziata. Nello stesso momento abbiamo chiesto accesso alla documentazione relativa alle spese sostenute, documentazione negata". Ora è più chiaro???? DOCUMENTAZIONE NEGATA!
Croce ha messo il naso in affari scottanti che voleva far emergere, una volta riferito a Tosi, sono state fatte cose indicibili nei suoi confronti per sbatterlo fuori! Però non ci sono prove perchè è tutta una montatura per far fuori chi voleva mettere le cose a posto...ora vedremo come va a finire...

giovanni sarri 24.11.12 12:48| 
 |
Rispondi al commento

si deve vergognare il sign. croce


Sempre detto che tosi altro non era che nuova forma di massoneria mafiosa.

Osvaldo D. Commentatore certificato 24.11.12 11:54| 
 |
Rispondi al commento

È una vergogna! Il signor croce ha speso soldi pubblici per cambiare schedari, restaurare quadri e cambiare scrivania. Ha rifatto anche l impianto elettrico vero, ma come mai ha speso così tanto? Si parla decine di migliaia di euro. Da carnefice a vittima...bella figura del m5s ha prendere un signore come croce. Ma per favore.

Tommaso Zanardi 24.11.12 11:51| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori