Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Politica, antipolitica e il pollice di Cesare


pollice_verso.jpg

"L’immaginario collettivo della nazione, teledipendente e acritico, si muove a ondate modaiole da sempre, gettandosi a capofitto in un italianissimo guazzabuglio di pensiero unico omologato che è sempre stato il confronto/scontro tra guelfi e ghibellini. Uscire da questo binario forzato per topi da laboratorio, rimane il primo punto fondamentale di una auspicata rivoluzione culturale, tappa fondamentale per crescere come collettività di cittadini liberi. L’intero sistema mediatico è strutturato, in Italia, in modo tale da spingere a partecipare sempre e soltanto a condizione di porsi come tifoso partigiano, per consentire dei meccanismi di identificazione facili da strutturare (e quindi manipolarne ogni componente) garantendosi il consenso nel nome di principi astratti, teorie, bandiere, divise da indossare, che ruotano intorno alla costituzione condivisa di un immediato ghetto culturale, miope e ottuso, che esclude - in quanto ghetto - chiunque tenti una qualsivoglia forma di elaborazione, argomentazione, magari contestazione di merito, che diano avvio a riflessioni ad uso della collettività. Se oggi, novembre 2012, ci troviamo in una esasperante condizione di totale sbandamento della nazione, è dovuto in grandissima parte al trionfo di questo principio basico dell’immaginario collettivo, vero e proprio trionfo delle oligarchie che gestiscono il potere nel nostro Paese; basterebbe un semplice ed elementare esempio: non c’è stata nessuna forza politica, nessun soggetto politico, nessun intellettuale, nessun economista, nessun gruppo organizzato, movimento, partito, o associazione che fosse, che negli anni’90 ha avviato nel Paese una discussione generale con un tema facile facile da porre, come necessaria e unica domanda: “A noi italiani, e all’Italia come nazione, conviene entrare a far parte dell’euro?”. Non se n’è mai parlato. Ancora peggio: nessuno lo ha mai proposto. Gli italiani hanno aderito all’euro e la domanda è stata posta soltanto nel giugno del 2011, 15 anni dopo. Il dibattito è diventato avvilente, come sarebbe avvilente e tragicamente ridicolo se oggi gli aquilani si riunissero per discutere se è il caso o meno di attuare un piano di ristrutturazione edile e di prevenzione per evitare che venga danneggiato il centro storico, scomparso tra le macerie nel 2009. La nuova moda è finita nel solito calderone guelfi/ghibellini creando due fronti religiosi; da una parte “morire pur di salvare l’euro”, dall’altra “moriamo se non usciamo dall’euro”. Due posizioni estreme e irrazionali, entrambe stupide e prive di significato, perché portate avanti - fondamentalmente - su basi irrazionali emotive, logiche settarie, pilotate e gestite da demagoghi, furbi di varia natura che hanno trovato il cavallo giusto per tirare la volata al proprio specifico padrone, partito, associazione, e dilettarsi nello sport in cui siamo campioni olimpionici: ottenere un vantaggio personale fregandosene della collettività e della condivisione, gonfiare il proprio narcisismo, costruire un baracchino egoico, lucrando con guadagno individuale sull’onda del tifo. Scoperto il nuovo sport italiota guelfo/ghibellino, poiché si trattava di una materia che implicava la conoscenza tecnica di alcuni meccanismi e dispositivi economici, sono diventati tutti economisti, tutti esperti addirittura in complessi micro aspetti di una materia di cui a nessuno è mai importato nulla, introducendo presso il pubblico italiano la nuova generazione di venditori/profeti/guru di tifo: "gli economisti". Ciascuno con la propria teoria unica e santa, con il proprio libro da vendere dove sono scritte le uniche medicine buone, con il talk show giusto al quale partecipare, con le proprie pagine specifiche e club su facebook.
E così gli italiani hanno scoperto a livello di massa, con qualche centinaio di anni di ritardo, che esistono le banche potenti e impietose; con circa quaranta anni di ritardo che la propria classe politica è immonda; con ottocento anni di ritardo che esistono le dinastie dei signori aristocratici regionali che usano il territorio, il danaro, le persone, come loro esclusiva proprietà e dominio e non intendono in alcun modo che i loro patrimoni e ricchezze vengano intaccati neppure di un grammo; scoprono all’improvviso dopo sessant’anni, che la Fiat è una struttura finanziaria immorale, anti-italiana, del tutto indifferente al destino della nazione; infine, cominciano poco a poco a scoprire con cinquanta anni di ritardo che i guru televisivi, e i colonnelli della cupola mediatica asservita dei giornalisti, sono semplici funzionari e impiegati di quella classe politica immonda e di quelle banche impietose, e così via dicendo.
Nonostante questi vagiti di consapevolezza collettiva, gli italiani persistono a partecipare volontariamente allo “stesso identico gioco di sempre” con goduria somma delle oligarchie al potere che controllano facilmente le apparenti opposizioni.
Sull’onda delle recenti mode, vengono usati termini come Politica e Anti-politica, diventati francobolli mediatici buoni da appiccicare - in un senso o nell’altro - agli avversari membri del club, setta, associazione, o movimento, diverso e/o opposto al proprio.
Politica è una parola semplice ed elementare: “scienza o arte o attività che definisce l’esercizio del bene comune nel perseguire le esigenze della collettività”. Il ”Politico” è colui/colei che “riceve dai cittadini una delega formale e legale per rappresentare le istanze, esigenze, bisogni e desideri di una intera comunità”. Tutto ciò che esula “dall’interesse collettivo e dall’esercizio di una azione personale che va identificata come proiezione e sintesi della volontà collettiva” viene situato all’infuori della politica. E’ per l’appunto “Anti-politica”.
La confusione che oggi regna è tale per cui viene chiamata “anti-politica” un'iidea, una teoria, un humus. Mentre “anti-politica” ha un suo Senso Oggettivo. Ripeto: “tutto ciò che non riguarda la collettività bensì è riferito a singolo o singoli”. Quindi, coloro che non si occupano della cittadinanza perché perseguono un fine soggettivo (sia individuale o di gruppo) non si stanno occupando di politica, bensì di qualcosa d’altro. Il tornaconto personale è la “non-politica”. Non si tratta né di morale né di etica. Si tratta di etimologia, di logica del Senso. Bisogna ritornare a definire le cose con il loro nome, per ciò che esse sono.
Il solo fatto di far credere ai lettori che un quotidiano (prendo uno a caso) come “Il Foglio” si occupi di “politica” è un FALSO. Notoriamente è gestito da persone che rappresentano interessi privati, il cui obiettivo - con l’aggravante per l’intelligenza degli italiani di essere dichiarato, pubblico e documentato - consiste nel salvaguardare le rendite di posizione di specifiche famiglie e dinastie. E questo vale per tutti gli altri. Compresa la RAI che è “il regno dell’Anti-politica” perché non si occupa di nulla che riguardi la collettività, in quanto il personale non è stato mai assunto, bensì è stato sempre cooptato, evitando la selezione basata sul merito e sulla competenza tecnica specifica. Non è certo un caso che le discussioni, analisi, sui risultati elettorali in Sicilia siano stati argomentati in maniera anti-politica, addirittura presentando dati e documentazioni FALSE. Qui di seguito, in copia e incolla, c’è il commento di un mio lettore, un siciliano intelligente e per bene, che si firma di solito Nino P. In maniera molto chiara ha presentato la situazione reale elettorale siciliana: "PD, calo del -49%, pari a 248.648 voti; UDC, calo è del -38%, pari a 129.281 voti; PDL, calo del -73%, pari a 654.152 voti; M5S: 285.202, incremento di +512% pari a 238.607 nuovi voti. PD, UDC e PDL hanno perso 1.032.211 voti, solo in parte recuperati dai 5 Stelle. Mancano all'appello ben 793.504 voti. Invece di fare polemiche sterili o trionfalismo fuori luogo, i nostri politici dovrebbero cercare di capire come fare a recuperare la fiducia degli elettori. Lo slogan di Nello Musumeci era: "Io mi fido di voi"." Gli elettori, senz'altro più maturi e disincantati, hanno mostrato chiaramente che non si fidano più di loro!
Il risultato equivale a una sconfitta storica dell’intera classe politica italiana e l’affermazione del MoVimento di Beppe Grillo. Non esiste nessun altro tipo di lettura “politica”, perché “le cifre” e i “documenti oggettivi della collettività” sono, per l’appunto politici. Qualunque affermazione contraria a questa è “anti-politica”, che piaccia o non piaccia. Il risultato non cambia. In data 1 novembre 2012, Il Giornale titola a caratteri cubitali in prima pagina “La casta di Beppe Grillo ci costa 30 milioni di euro l’anno”. Quest’affermazione non viene suffragata da nessun tipo di argomentazione né logica, né documenta né sensata. Non riguarda quindi “la politica”, perché non riguarda la collettività. Riguarda “l’Anti-politica” perché riguarda gli interessi privati di alcune persone. In data 2 novembre 2012 lo stesso quotidiano titola “Grillo sostiene i comunisti” anche in questo caso è la stessa cosa. E così via dicendo. I difensori e rappresentanti delle oligarchie, oggi, diffondono dei falsi dichiarati ormai senza pudore, puntando proprio sulla faziosità di club, alla quale - a seconda dell’interesse personale e privato - i giornalisti aderiscono. Compresi tutti i talk show televisivi, nessuno escluso.
Questo preambolo era per introdurre la mia opinione sull'esternazione di reprimenda da parte di Beppe Grillo nei confronti di una candidata eletta che ha scelto di andare a un talk show. La persona è un attivista del M5S (altrimenti non avrebbe potuto essere eletta), di conseguenza ha aderito a un programma, a un codice collettivo, a delle regole di comportamento che non sono “etiche o morali” bensì squisitamente politiche, il che è diverso. Si è quindi impegnata, a nome della collettività, ad interpretare esigenze della comunità. L’idea base di Grillo è “politica”, ruota intorno al concetto di “gestione comune della cosa pubblica al servizio della collettività”. In Italia non esiste nessuna rete televisiva che si occupi di “politica”, perseguono tutte interessi a fini privati, personali. Tutte hanno aderito in maniera consociativa al principio di eliminazione dal panorama del dibattito italiano degli intellettuali, pensatori, artisti, promuovendo il concetto di “visibilità” inteso come anticamera narcisista dell’Anti-politica. La propria presenza in video diventa trampolino di lancio per attività personali a fini di mercato, quindi “è fuori della Politica”. Beppe Grillo ha smascherato dall’inizio l’intera cupola mediatica televisiva italiana come “il regno dell’Anti-politica”. Non ha alcuna importanza se sia bello oppure brutto, è un dato oggettivo; in conseguenza della sua interpretazione ha stabilito il divieto per gli eletti di partecipare a dibattiti televisivi. E’ un fatto notorio, fondamentale per Grillo. Perché è un ATTO POLITICO, non è un vezzo isterico. Chi viola quella regola, si sta mettendo fuori della Politica, perché con il proprio atto sta dicendo che “non sono interessato al rispetto delle regole del movimento al quale appartengo, perché non credo in un’idea collettiva bensì penso al mio bisogno di visibilità, quindi approfitto dell’occasione”. Tradotto vuol dire “scelgo l’Anti-politica” ovvero l’esigenza del singolo a scapito della regola collettiva.
Chi sostiene che, in questo specifico caso Grillo sia isterico o dittatoriale sbaglia (se è in buona fede) oppure cerca di fare il furbo manipolatore (se è in malafede). Si tratta di POLITICA.
Il M5S, in questo momento, è l’unica realtà immune dall’Anti-politica. Forse finirà come gli altri. Non lo sappiamo. Non si può dire. Gli eletti meritano il credito sulla fiducia: questa è la scommessa. Noi non possiamo che sperare rimangano Politici. La candidata eletta che ha commesso questo atto ha compiuto un gravissimo errore, proponendosi come “aderente all’Anti-politica”. Se voleva andare in televisione doveva farsi candidare con una lista che ha regole diverse. Rosy Bindi, Matteo Renzi & co. stanno in tivù tutte le sere, pagati con i soldi dei contribuenti. Ha inoltre dimostrato, subito, di non essere persona rispettosa delle “regole comuni” (base della Politica). In Politica, la severità civica è la Somma Virtù. E’ la garanzia per la collettività. Non c’entra nulla la dittatura, anzi.
L’Italia è stata messa in ginocchio dalla videocrazia gestita in totale consociativismo da Berlusconi insieme a Prodi Veltroni & co., nessuno escluso. Nel 2007 Fausto Bertinotti stava tutte le sere in tivù mentre durante il giorno organizzava il suicidio della sinistra per consegnare il Paese alle destre su un piatto d’argento. Partecipava alla bagarre dell’Anti-politica. Se si fosse occupato di Politica, nel silenzio dell’esercizio della sua funzione, non andando mai, ma proprio mai, in televisione, forse l’Italia starebbe meglio.
La scelta di Beppe Grillo è molto chiara e netta: ha smascherato la Grande Truffa dell’Italia: la Videocrazia oppiacea delle oligarchie del privilegio. Se uno non lo capisce, allora è meglio che non si candidi neppure nel M5S. Oppure, se cominciano ad andare in video pure loro, allora vuol dire che il movimento di Beppe Grillo sta scegliendo l’Anti-politica. Tutti a casa a seguire i gladiatori al grande Colosseo della Vanità Narcisista, facendo il tifo per l’uno o il tifo per l’altro. Tanto a decidere se il pollice è verso l’alto o verso il basso, sarà sempre Cesare. Perché l’ultima parola è sempre quella dell’Imperatore. Per fare Politica, oggi, e farla come opposizione, c’è soltanto un’unica maniera e un’unica possibilità: disinnescare il meccanismo perverso che ha devastato la nazione, sottrarsi al balletto narcisista di chi gestisce l’Anti-politica. NON comparire in televisione è un Atto Politico micidiale. L’unico possibile. Chi conosce i media italiani, sa che le cose stanno esattamente così. Tutto il resto sono chiacchiere dei cultori dell’Anti-politica. Perché se passa questo, per loro è davvero l’inizio della fine. La gente comincerà a pensare e ragionare con la propria testa: è l’ultima cosa che vogliono. Altrimenti non pagherebbero così tanto i camerieri in onda nei talk show, sempre pronti ad imboccarvi e farvi credere alle illusioni. E se è il caso, addirittura pronti a venire a casa vostra a rimboccarvi le coperte. Basta che dormiate: è l’unica cosa che pretendono da voi. I dati elettorali parlano chiaro e sono incontrovertibili. I siciliani, la svegliata se la sono data. Comunque vogliate vedere le cose, le cifre parlano chiaro. Non appena nessuno li vota più, perdono subito la testa e cominciano a straparlare: sono davvero fragilissimi e pieni di terrore. Chi ha paura sono loro. Si stanno rendendo conto che lo schermo televisivo non vi spaventa più come una volta. Per l’Anti-politica è una pessima notizia. La considero un’ottima notizia di Politica.
Da non sottovalutare per chiunque si occupi di Politica." Sergio Di Cori Modigliani, scrittore e blogger

Il baratto di Michele De Lucia

Il Pci e le televisioni: le intese e gli scambi fra il comunista Veltroni e l'affarista Berlusconi negli anni Ottanta

Potrebbero interessarti questi post:

I giornali contro il M5S
120 milioni di euro ai giornali
Il pozzo senza fondo dei giornali - Beppe Lopez

3 Nov 2012, 13:04 | Scrivi | Commenti (1624) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Stiamo vivendo all'interno di una rifrazione temporale nella quale vi sono gli stessi accadimenti sociali che portarono alla seconda guerra mondiale. In quegli anni la volontà popolare fu incanalata da alcuni esseri dei quali conosciamo i loro nomi. Oggi la volontà popolare è alla disperata ricerca di colui che la potrà re incanalare e rappresentare come fu in quegli anni drammatici. I cicli delle reazioni umane sono governate da regole che si rifanno sempre all'abominio oggettivo che gli umani provano nell'animo verso la corruzione.
In questo nuovo ciclo temporale quali saranno gli strumenti popolari che rigenereranno il loro rappresentante?
Però questo attuale turbinio di pensiero collettivo è inarrestabile ed è già oltre la iniziale ricerca di chi sarà colui che guiderà il popolo nelle prossime azioni.
Oggi tutto è in movimento e l’energia del pensiero di una significativa parte della collettività italiana e di altri popoli di molti altri stati europei si unisce in una sorta d’inconscio collettivo come avvenne agli albori del secondo conflitto mondiale. Nel tempo prossimo a venire, l’esito di questo fermento europeo sarà specularmente in direzione opposta rispetto a quella voluta dai potentati finanziari europei.

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 07.03.14 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Testa di cazzo grillo, e la tua famiglia di merda, ai visto per colpa tua che e successo. Italia declassata, ma aspetti per caso che ti spacchiamo la testa, a te ai tuoi sfigati di merda che ti sostengono, vamosss pezzi di merde che siete. Collabborare veloceee

mario capobanco, svizzera turin Commentatore certificato 09.03.13 00:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'anticristo satanici froci justinbieber e la sua setta e arrivata nel mondo e in italia, e sara' guerra totale contro di loro, e volere di DIOOO. lucifero satanico justinbieber nel nomeeee di DIOOO lascia la mia famiglia il mio profilo fb, e l'italiaaaa. e torna nella tua fognaa estera. o sarannoo guai apocalittici per voi satanici

SABATO SERA
Katia ha perso 14 kg con questa tisana ->http://www.pagineblog.com/blog2.html#a_aid=50a3779d94211&a_bid=46880338 bastardo satanico non postare piu questoooo e lasciate il mioo profilo
bastardiiii figlii di puttana satanica, suicidati luciferoo justinbieber frocio ti faccio uscire sangue dal culo, e a tutti voiii satanici. jatevenneeeee bastardiii
suicidatiiiiii e volere di DIOOOO

quando fai schifoooo compreso tua madre pattie la drogata

come fai schifo agli occhi miei e quelli di DIOO

mario capobanco, svizzera turin Commentatore certificato 23.02.13 14:06| 
 |
Rispondi al commento

/www.youtube.com/watch?v=95S-hh1kPrY www la russia partigianaaa votate pd

mario capobanco, svizzera turin Commentatore certificato 22.02.13 21:41| 
 |
Rispondi al commento

-1 day
rispettiamo la volonta' popolare democratica al voto,chi non mette in pratica la volonta' dei cittadini e pensano agli interessi massonici di specchietto di allodole dei voti dei cittadini il giorno dopo saranno ribaltati dalla massa popolare traditi dal voto. e nessuna ingerenza straniera, perche' grillo a accettato solo stampa straniera e no italiana?, e poi ci a pensato sopra grillo all'intervento dei carabinieri. pensateci bene, se interviee una ingerenza straniera massonica al voto italiano intererra' anche la russia a nostro favore di democrazia. come se visto a s.remo sul palco, il coro dell'armata rossa, era come monito a chi era contro l'italia di liberaione partigana dal 45 contro i tedeshi e nazisti.

quindi caro grillo dici al popolo prima del voto con chi stai, con noi dell'italia o della massoneria, caro grillo tanto per dirti la verita' io difendendo l'italia con l'aiuto della sicurezza nazionale abbiamo smantellato alba dorata in italia come o scritto ieri sul blog, e non penso che alba si e intrufolata tra voiii. quindi tieni occhi aperti e difendi l'itaia come o fatto io.

mi dispiace ma votiamo pd. e vieni con noi

mario capobanco, svizzera turin Commentatore certificato 22.02.13 20:52| 
 |
Rispondi al commento

chi si sente italiano quattrocchi vota pd.
altre liste sono manovrate da forze occulte illuinati estera come alba dorata nazzista debbellata in italia, e attiva all'estero e grecia, che il popolo greco non la vogliono piu' al parlamento. ci dispiace di grillo, che cade dalla padella di rinnovamento alla brace delle forze occulte. forzae onore grillo, non farti incuare

mario capobanco, svizzera turin Commentatore certificato 21.02.13 00:49| 
 |
Rispondi al commento

il vero cambiamento di massa popoale e l'unita'.
che noi italiani partigiani nel 45 abbiamo sconfitto i tedeschi. quindi votate e fate votare il pd

mario capobanco, svizzera turin Commentatore certificato 21.02.13 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Teatrini o meno, talk show o buffonate, in un periodo così critico come questo,ovvero in prossimità delle elezioni che ritengo EPOCALI per gli Italiani,caro Beppe & C. (me compreso),ritengo che il non utilizzo della TV possa divenire un boomerang.I programmi televisivi specifici stanno dilagando, massacrando i cervelli degli ascoltatori come da sempre, di false promesse, di false valutazioni/spiegazioni, di falsi ideali:ma il popolo è fatto di tanta mediocrità e di arretratezza culturale imposta,proprio per farsì che si ricada sempre negli stessi errori,confidando in ideali inesistenti: nessuna fazione politica ha l'onore nè la volontà di incentrare un programma serio partendo dai costi e dagli sprechi e dai furti autorizzati della politica: soltanto il Movimento a 5 Stelle professa tali essenziali concetti, ma è necessario che entrino nelle case di tutti gli italiani, anche quelli all'estero e purtroppo, ancora oggi, l'unico mezzo di informazione diretta, distorta,fasulla che sia è la TELEVISIONE: PAR CONDICIO per TUTTI ! Per lo meno gli Italiani, per la prima volta da decenni, potranno ascoltare parole SERIE E PROGETTI VERITIERI e FATTIBILI.

augusto censi, narni Commentatore certificato 18.01.13 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quelli che vengono chiamati talk show non sono altro che i teatrini squallidi dove si esibiscono recitanti da filodrammatica ed il bello è che i recitanti sono comvinti di essere grandi attori non rendendosi conto che con le loro espressioni rivelano esattamente quello che sono e cioè guitti da quattro soldi

egeria benvenuti 01.12.12 17:40| 
 |
Rispondi al commento

guardate!!! molto interessante!!
http://www.guadagniweb.it?a_aid=50a268b161972&a_bid=95d5e23e

mirko guizzardi (mirko17), brescia Commentatore certificato 17.11.12 20:43| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE e' forte che tua abbia creato un blog come questo...senza ombra di dubbio lo ero prima e ora lo confermo mi sento parte del nostro M5S..sei un esempio x tutti e' ora di sollevare la testa e dire ora "BASTA"

VINCENZO T., VERCELLI Commentatore certificato 08.11.12 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo grazie per il coraggio e impegno nello scuotere le coscienze degli elettori,non mi dilungo con i

complimenti se non dicendoti che nessuno almeno negli ultimi anni ha saputo fare

quello che tu hai creato.
Ma ho un appunto da farti sulle prossime elezioni nazionali,perche' non fare

candidare chiunque ? I voti in Sicilia sono stati dati da gente come me che crede

nel movimento allo stesso modo degli altri che con lo stesso movimento si sono

gia' candidati.
Se no da questo punto di vista il movimento non da spazio, se non a chi gia' c'era,

copiando quello che fanno i partiti(cioe'in poche parole si deve avere una carriera politica alle spalle in questo caso nel movimento).

PS. Io non mi voglio candidare ma penso che cosi' facendo si perderanno consensi

ciao Davide Pellicane da Santa Ninfa (TP)

Davide Pellicane 08.11.12 13:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ahime , questo post , come molti che lo hanno preceduto , rivela che ce' qualcuno , molto influente , in malafede . Nel Blog e attorno a Grillo . E' una somma di stronzate in malafede .
Una persona non scema e presentabile , che vada qualche volta in TV , serve semplicemente a rassicurare gli Italiani sull'esistenza di M5S . Un Movimento che rifiuta caparbiamente di darsi da fare per cambiare veramente il paese. Cosa che potrebbe fare facilissimamente dati i numeri . Invece punta alle chiacchiere e al parlamento .
In parlamento si e' molto piu' limitati che in TV . In TV si puo'anche comunicare con il paese per mettere in moto qualcosa di concreto . A prescindere da quale sia la cultura di chi opera la TV .

Marco Schanzer 08.11.12 12:21| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE..APPREZZO MOLTO IL TUO MOVIMENTO CON IDEE INNOVVATIVE E CHIARE PER TUTTI,DAL NONNO AL BAMBINO..VORREI CHIEDERTI SAREBBE UNA BOIATA FONDARE UN MOVIMENTO COME, IL TUO COMPOSTO UNICAMENTE DA DISSOCCUPATI(COME ME)E DAR COSI' LA POSSIBILITA' DI OGNUNO DI NOI DI ESPRIMERE LA PROPRIA IDEA ?..E MAGARI AUTOGESTIRSI E AVERE PUNTI IN COMUNE...CIAO E GRAZIE PER TUO EVENTUALE CONSIGLIO

E64 08.11.12 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Beppe Grillo Alcuni anni fà quando solo era un comico e non so se si ricorda, in facebook la invitavo a scendere in campo in politica perchè diceva cose che erano giuste su "sprechi corruzione,stipendi alti e altro ancora" , Ultimamente quando mi dice "che bisogna fare il referendum sull'euro, candidare Flavia Vento e non andare sui programmi degli avversari politici" ( cosi la gente pensa che ha paura del confronto e non ha idee da proporre ) come dice lei sono delle belle stronzate.
Io credevo in Lei e spero che si ravveda, ma ora vedo che le cose stanno cambiando, deve tornare a essere democratico e non ascoltare proposte di persone con idee che non stanno ne in cielo ne in terra, a non esagerare e a combattere la casta con tutti i mezzi.
Le voglio dare un consiglio, perche non propone una decurtazione( due o tre anni)fino a quando il debito dello stato non torna a migliorare a tutti statali che hanno uno stipendio superiore a diecimila euro. Mi spiego, penso che con diecimila € ci viva molto bene qualsiasi famiglia, perciò visto che è il momento di fare sacrifi, tutti gli stipendiati statali non possono superare lo stipendio di 10000 € .
Le ricordo che con i tempi che corrono dove il lavoro e una chimera sfido chiunque di queste persone a rifiutare 10000 € per cercarsi un'altro lavoro.(se vogliono possono anche emigrare)
Lo sò puo sembrare iniquo ma è giusto, sono stipendiati da noi cittadini e percio come li facciamo noi, anche loro devono fare sacrifici per il bene degli italiani.Anche perchè il debito è stato fatto dallo stato.
Con una proposta del genere o un eventuale referendum, ci sarebbe la sommossa della casta ma in compenso se realmenta attuato, avrebbe la maggioranza assicurata in parlamento.
Bisogna dare al popolo seganli veri come questo e allora tornera a credere nella politica.

Antonio Del Greco

Antonio Del Greco 08.11.12 08:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

secondo me chi non condivide la linea di Grillo e non ha la cosapevolezza del livello di consenzo ottenuto farebbe bene a cambiare strada o magari fondare un suo movimento chissà quanti voti in più prenderebbe.
UNA PROPOSTA:
COMMENTARE I VARI AARTICOLI DI STAMPA RIFERITI A FATTI DI CATTIVA AMMINISTRAZIONE, RUBERIE,SPRECHI,SCANDALI ECC.(PER TUTTO IL MESE DI NOVEMBRE) CON UNA SOLA FRASE "Viva Grillo"

alessandro m., copertino Commentatore certificato 07.11.12 22:00| 
 |
Rispondi al commento

carissimi voi tutti,dice il proverbio ad estremi mali estremi rimedi,facciamo felici tutti.Prendiamo il debito italiano,lo dividiamo per 10 anni e ne chiediamo l'importo a chi vuole acquistare la Sardegna.Ci guadagnamo tutti, compresi i cittadini Sardi. Una Abu Dabi in Europa. Mi ci trasferisco subito.
Facciamone un referendum

davide garofalo 07.11.12 21:32| 
 |
Rispondi al commento

AG. DEFENDINI SRL IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA EX D.LGS 270/99 AG. RECAPITI ESPRESSI S.R.L. IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA EX D.LGS 270/99.

Il Sottoscritto On. Giancarlo Innocenzi Botti in qualità di Commissario Straordinario dell'Agenzia Defendini S.r.l. e dell'Agenzia Recapiti Espressi S.r.l. entrambe con sede in Torino Via Bava N. 16

COMUNICA CHE

In data 27 luglio 2012 è pervenuta alla procedura offerta vincolante per l'acquisto dei rami d'azienda delle società aventi le seguenti caratteristiche:
- prezzo offerto: €uro 200.000 (di cui 190.000 per Agenzia Defendini S.r.l. ed €uro 10.000 per Agenzia Recapiti Espressi S.r.l.);
- occupazione 49 dipendenti.
La validità della suddetta offerta e degli impegni ad essa correlati è subordinata alle seguenti condizioni, che l'Offerente ritiene essenziali:

1.Garanzia del Venditore sulla validità, efficacia e cedibilità della licenza n.62/2000 rilasciata il 20.11.2000 per la prestazione dei servizi postali;
2.Raggiungimento dell'accordo sindacale ai sensi dell'art.47, della legge 29 dicembre 1990, NR.428 con conseguente identificazione delle 49 risorve da integrare, prima del perfezionamento del contratto di cessione;
3.Esonero da qulunque responsabilità dell'Acquirente nei confronti di qulunque richiesta proveniente dai lavoratori non assunti dall'acquirente, e manleva del Venditore per eventuali contestazioni di ogni tipo;
4.Estensione del periodo di concessione in comodato gratuito dell'immobile di via Bava, 16 a Torino da sei mesi ad un anno;

% SEGUE

laura ., TORINO Commentatore certificato 07.11.12 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Torino, 07/11/2012

Buonasera.

Oggetto: TRASFERIMENTO AZIENDA AG. DEFENDINI srl IN AMMINISTRAZIONE CONTROLLATA.

E' comparso in bacheca aziendale comunicato, (vedi allegato), al cui punto 3 viene determinato che, i lavoratori non possono far valere eventuali ragioni in caso di discriminazione o danni derivanti dalla cessione della Società, presso un Tribunale delle Repubblica, come qualsiasi cittadino di questo paese. Noi, lavoratori della Defendini di Torino, chiediamo solo di essere considerati dei normali cittadini con tutti i diritti che la legge riconosce a chiunque, soprattutto in tema di difesa da soprusi e abusi.
Per tali ragioni, chiediamo che, chi è preposto all'eventuale stesura di accordo contrattuale in merito, si attenga alle norma vigenti e comunque faccia salvo il diritto di ciascuno di potersi difendere nelle sedi che riterrà opportuno.

Distinti saluti.

I LAVORATORI DELL'AG. DEFENDINI IN AMMINISTRAZIONE CONTROLLATA.

Segue Comunicato.

La seguente segnalazione è stata inviata a:

Spett.le AG. DEFENDINI IN A.C. VIA BAVA 16 - 10124 TORINO

IL.MO ON. INNOCENZI BOTTI GIANCARLO COMMISSARIO AG. DEFENDINI VIA CALABRIA 46 - 00187 ROMA

IL.MO DOTT. CONCA BRUNO - C.SO VITT. EMANUELE II, 130 - 10138 TORINO

IL.MO SIG. SINDACO FASSINO PIERO - P.ZZA PALAZZO DI CITTA', 1 - 10122 TORINO

SPETT.LE DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO - VIA ARCIVESCOVADO, 9 - 10121 TORINO

SPETT.LE CGIL VIA PEDROTTI, 5 - 10152 TORINO

GENT.MA DOTT.SSA REALI CRISTINA - VIA MOLISE, 2 - 00187 ROMA

Laura Borghino 07.11.12 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Se posso esprimere la mia opinione sulla partecipazione della Salsi a Ballarò credo modestamente che continuare a parlarne sia fare il gioco dei media e dei loro soliti trucchetti per rovinare ciò che di pulito c'è in Italia. Esprimere le proprie opinioni in qualsiasi contesto è la più alta espressione di democrazia e non spaventi nessuno la perdita di eventuali consensi elettorali. La gente comune non è una sorta di branco di pecore facilmente influenzabile come credete,gli Italiani sono molto più intelligenti di quanto pensiate.Non si lasciano facilmente imbambolare dai media altrimenti nessuno avrebbe votato per il M5S !! Gi Italiani sono in grado di ragionare con la propria testa e viva Dio in molti sono considerati cervelli in partenza non a caso.Credo che tanti vogliano solo un cambiamento,così è stato dopo la prima Repubblica e così è ora.Il cambiamento in ambito politico è positivo ma non cadete nel tranello che ogni cambiamento sia positivo,cambiare qualcosa che funziona non è positivo è da suicidi e cambiare le regole democratiche del libero pensiero è da suicidi!L'importante è portare avanti le proprie idee, giuste o sbagliate che siano,così come l'importante è che siano tue e che ti assuma la responsabilità delle tue opinioni così come delle tue azioni.Il cambiamento parte da qui dal libero pensiero all'interno di un sistema che ci vuole tutti omologati,nossignore la libertà di pensiero è l'unica cosa che nessuno potrà mai toglierci,il pensiero non si cattura nè si può rinchiudere in qualche galera,è la forma più alta di libertà e di democrazia! Non perdiamolo mai,per nessun motivo!

Paola Tavoletti 06.11.12 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Trovo il commento di Modigliani molto appropriato! Trovo le accuse contro la Salsi giuste ma formulate nel modo sbagliato. Quando si scade nella maldicenza si passa dalla parte del torto!
Se proprio qualcuno vuole gridare al mondo le proprie idee e divulgare quello in cui si crede perchè non farlo attraverso il blog, questo o uno proprio, oppure attraverso video messaggi da pubblicare su youtube ecc...dai su il Movimento è nato per rompere gli schemi, lo sanno anche i bambini, e il talk show in Italia è oggi l'emblema di un paese rigidamente incastrato in uno schema...basta!!!

federica capannini 06.11.12 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Cari Lettori,
la partecipazione ai talk-show fa perdere solo voti ai partecipanti e soddisfa il narcisismo/protagonismo (punto G) del politico/a.

I talk-show, in passato, son state vetrine per i politici; i quali, grazie ad essi, hanno potuto riciclarsi dopo il terremoto di tangentopoli. Ora, però, i cittadini hanno capito il trucco. E sputano sui talk-show, condotti da pseudo-giornalisti prezzolati, messi li dal sistema dei partiti: Vespa, Floris, Annunziata, Omnibus, Piazza Pulita, Giletti, i programmi Fininvest e via dicendo. Si salva solo Servizio Pubblico, a mio parere.
Io li guardo tutti, perchè mi faccio un sacco di risate...e mi piace vedere la loro morte politica...come polli allo spiedo...e mi sento pugnalato alle spalle quando vedo un esponente del movimento 5 stelle partecipare a questi tristi spettacoli. Lw idee del movimento posson essere divulgate, oltre che con il web, anche tramite interviste televisive...ma vi prego, niete talk-show!!

Stefano Claps 06.11.12 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Bella analisi ma, come Beppe, a parer mio sbaglia nelle conclusioni, come segnalato da più parti.
La domanda da porsi non è "partecipare o meno a talk show?" ma quella ben più fondamentale (almeno per me): "accettiamo un confronto diretto?"
Le persone che sono state elette a rappresentare i cittadini sono in grado di reggere un confronto? E' molto comodo il web, ma non confondiamolo con la democrazia diretta per favore. Qui non c'è contradditorio. Il leader legge e con tutta calma valuta, come tutti i frequentatori. I comizi sono la stessa cosa, vanno solo in una direzione. Seguo con molta simpatia il blog e tutte le belle cose che si trovano solo qui ma oltre a queste belle analisi mi farebbe piacere ascoltare un confronto vero. Se gli eletti sono troppo deboli per questo (ma allora cosa si eleggono a fare) allora si esponga il leader, che sicuramente non è debole. Ma in un confronto, non in proclami o comizi che hanno senz'altro la loro utilità ed efficacia ma (opinione mia) non bastano a vincere davvero.

Walter Pistarini 06.11.12 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari lettori,
quando mi iscrissi al Meet Up di Beppe Grillo, aderivo con il cuore ad un movimento che credevo destinato a rimanere minoritario nel paese. A distanza di 5 anni, il Movimento ispirato da Beppe Grillo è diventato il fenomeno politico post-seconda Repubblica. Il successo elettorale siciliano è riconosciuto come il preludio di quello nazionale. Tutti i giornali e tutte le televisioni parlano di una nuova era per l'Italia. Il regime politico comincia a temere seriamente e con esso tutta la corte del male affare di tipo economico, finanziario ed ecclesiastico. Anche il sistema dell'informazione, cane da compagnia di questi ladri di democrazia, tutti i giorni parla male del movimento: in un goffo tentativo di metterlo in cattiva luce e di screditarlo. Ogni pretesto è buono per ingigantire le questioni interne al movimento e discreditare gli aderenti, ma soprattutto il suo fondatore (detonatore). Quindi, mancanza di democrazia, maschilismo eccetera. Riguardo alla polemica se andare o meno in televisione, mi schiero con Beppe Grillo, che a proposito della partecipazione della Salsi a Ballarò, ha manifestato la sua contrarietà facendo una battuta, per dire che la televisione corrompe anche chi è animato dalle migliori intenzioni. Ha parlato di punto G perché la Salsi è una donna; se fosse stato un uomo avrebbe fatto una battuta con riferimento … non so… al mito di Narciso. Ed invece, l’informazione di regime preferisce manipolare il fatto e fare una campagna di disinformazione e di denigrazione del movimento. Personalmente, preferisco un politico che fa le cose e mi migliora la vita, piuttosto che un politico con capacità dialettiche e che vince gli incontri televisivi e che poi ruba e peggiora le mie condizioni di vita. In Italia c’è da fare tanta pulizia, ma davvero

Stefano Claps

Stefano Claps 06.11.12 13:41| 
 |
Rispondi al commento

federica salsi, l'emblema della pochezza e del bamboccismo italico... grillo ed il suo movimento (a torto o a ragione) si battono contro i media, contro le tv in ogni angolo il ogni momento, nella loro filosofia non c'è spazio per dibattiti in tv e ne stigmatizzano in ogni modo le lacune e le plurime illegittimità, ripeto, a torto o a ragione ma lo fanno in modo limpido e trasparente... salsi federica aderisce a questo movimento, viene eletta e che cosa fa? partecipa in tv ad un talk show! e ha pure il coraggio di lamentarsi questa figurina da quattro soldi, è ora di finirla in italia di tollerare queste amenità queste posizioni di lacchè preconfezionate se aderisci ad un movimento ne devi rispettare i dettami e la filosofia altrimenti vai da un'altra parte! è sconcertante come nemmeno dei principi così chiari e ovvii possano trovare accoglimento in questo paese della frittata dove tutti mettono nel calderone prerogative essenziali e capricci sullo stesso piano, beppe non ti meritano questi italioti, è giusto che vengano invasi da islamici nordafricani e che gli altri italiani mediamente svegli emigrino altrove come stanno già facendo... cara salsi lei è l'eroina dello zerismo della generazione italica di invertebrati eterni bambinetti senza un principio di determinazione, abituati all'assistenza tout court e a rispondere sempre dopo il consulto del papi e della mami ed a correre da loro quando si vuole fuggire dalle proprie responsabilità, lei è patetica nel suo sfogo bambinesco della infante che le portano via la barbie perchè ha partecipato al talk show invece che andare a ballarò veda di prendere in mano elementi si studi documenti e situazione sociale amministrativa del posto dove lei dovrebbe esercitare una importantissima funzione, invece che fare la piccola lacchè in tv intervenendo con una banalità disarmante affermando dietrologia a raffica... lei è la impersonificazione dello zero assoluto che rappresenta l'italiota medio, vessato ed inconsapevole...

alessandro bardi 06.11.12 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Se Beppe Grillo consiglia caldamente di non partecipare, in televisione, ai talk show, immagino che sia meglio cercare di dargli ascolto, data la Sua innegabile competenza in questo campo; tuttavia mi sembrerebbe una fesseria il rifuggire da ogni forma di espressione televisiva, che consenta di far conoscere il programma del MoVimento 5 Stelle.

Santo Mazzotti, Remedello (Bs) Commentatore certificato 06.11.12 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Tanto ormai nessuno lo leggerà,comunque: a parte il dispiacere di leggere su questo episodio tanti commenti volgari e aggressivi verso la consigliera che crdo in buonafede, condivido totalmente questo articolo e lo pubblicherò sulla mia di fb, solo una cosa: al di là del giudizio politico, la consigliera dice che non ha firmato nessun divieto ad andare in TV da consigliera M5S. e nell'articolo parla di divieto ad andare in tv. chi dice la cosa giusta?

Antonio D'Agruma, Torino Commentatore certificato 06.11.12 12:19| 
 |
Rispondi al commento

mi scusi Signor Di Cori Modigliani, ma sebbene mi trovi in buona parte d'accordo con lei per quanto riguarda l'analisi iniziale, sono del tutto in disaccordo con la sua conclusione. Innanzi tutto mi sembra che si sia fortemente schierato a favore di una parte politica quando lei esprime il concetto del "o si fa così o si è fuori (e contro di noi)", il che sarebbe per me anche normale se non fosse che poche righe sopra aveva condannato proprio il rapporto di guelfi/ghibellini (cioè un "con me o contro di me" ideologicamente cristallizzato) fortemente presente in Italia. In linea generale posso capire la riluttanza alle partecipazioni in TV, ma c'è modo e modo di partecipare, c'è modo e modo di criticare e soprattutto proprio per le motivazioni da lei portate durante l'analisi iniziale sulla sbagliata contrapposizione tra guelfi e ghibellini, sarebbe sempre opportuno criticare nel merito delle cose dette e non semplicemente per aver contravvenuto a qualcosa decisa dal leader (perché anche se al M5S non piace la parola leader, Beppe Grillo lo è senza ombra di dubbio). Un detto popolare usava dire "il troppo storpia"; tale detto vale non solo nel caso delle eccessive e ostentate presenze televisive di alcuni esponenti politici, ma anche nel caso dell'eccessivo e ostentato accanimento contro qualsiasi partecipazione a prescindere dalla qualità di quello che si dice.

Valerio Miccoli 06.11.12 11:59| 
 |
Rispondi al commento

L'articolo di Sergio Modigliani e' interessante e pone sul tappeto una questione importante e controversa. L'opportunita' di partecipare al dibattito sulle questioni della politica all'interno di strutture mediatiche fortemente condizionate da quella, che Modigliani, in parte giustamente, chiama anti-politica . Tuttavia il suo ragionamento pecca a mio avviso di generalismo . Ancora una volta si compie l'errore che fa la parte avversa, cioe' di mettere tutti sullo stesso piano, pensando che tutto il male stia da una parte e tutto il bene dall'altra e quindi riproponendo cio' che lui dice di avversare , cioe' l'eterna lotta tra guelfi e ghibellini . La discussa partecipazione di esponenti eletti dai cittadini del movimento 5S ai dibattiti televisivi andrebbe analizzato meglio. Da una parte chi, se non un rappresentante dei cittadini, puo' davvero decidere se portare a conoscenza di un piu' vasto pubblico le sue proposte , d'altra parte puo' un movimento consentire che ogni suo rappresentante in quanto tale parli a ruota libera senza in qualche modo rappresentare il programma e il progetto che il movimento si e' dato? E puo' farlo in trasmissioni dove le parole vengono travisate al solo scopo di creare discredito con metodi assolutamente scorretti ? Credo allora che se non puo', anche in vista di un ingresso del movimento 5S in parlamento, alla lunga essere vietata la partecipazione dei candidati e degli eletti a tasmissioni televisive pubbliche, bisogna pero' che avvenga una selezione delle stesse, scegliendo quelle che piu' danno garanzie di serieta' e di pertecipazione da parte di uomini onesti e corretti, che pure esistono anche nei partiti e anche tra i giornalisti , evitando i talk show
frequentati da "squali" della comunicazione.

Diego Fiore 06.11.12 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Va bene La Salsi ha commesso un errore (che si sta pagando caro, vista la canea scatenata ?) però mi permetto di eccepire due cose, in primis La Salsi è stata trasformata,per la storia assai stupida del punto G, in agnello sacrificato dal sacerdote-dittatore, e in secundis, ma perche si scelgono ragazzini , ingenui ( data l'eta ) e spesso assai ignoranti ? Qual'è il motivo ? Non ci sono giovanotti magari quarantenni con attributi,anche intellettualmente, più robusti?Saluti,

franco ., Roma Commentatore certificato 06.11.12 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Assodato che le carte pubblicate da Di Pietro dimostrano le falsità dei dati forniti da Report , occorre andare oltre.
Nessun telegiornale di potere , ovviamente , ha dato conto di queste false notizie, dunque l’idv naturalmente ha perso nei sondaggi il 2% di consensi. Il tutto sulla base di un attacco mediatico fondato in gran parte su falsità e strumentalità di indagine, mirata a delegittimare un partito che dava fastidio al progetto dei filo-montiani. Non mi risulta inoltre che la Gabanelli abbia fatto alcuna onesta rettifica.
Soprattutto c’è ora da chiedersi: ome mai il TG3- Report ha scelto, proprio alla vigilia elettorale, l’Idv come bersaglio di indagine tirando fuori cose vecchie ? Chi lo ha suggerito e perche’? Insomma il classico “cui prodest” tutto cio’? Sapendo l’orientamento politico del tg3 la risposta su chi siano i “mandanti” o suggeritori diventa meno oscura, anche se i poteri forti possono aver dato una mano in tale direzione.
Questa è l’Italia oggi. Ora vedremo se l’Idv saprà riprendersi dal “killeraggio “ mediatico o dovremo accontentarci a sinistra di avere solo Vendola ,e in parte i grillini , a difenderci da Blog-pd e dalle caste A e C.

Controcorrente 06.11.12 10:02| 
 |
Rispondi al commento

La Sig.ra Salsi aveva bisogno di un po di notorietà, si è fatta prendere la mano e oplà eccola qui a sputare nel piatto dove continua a mangiare. Ora abbiamo visto tutti la sua telegenicità, perfetta per altri partiti. Nessuno la vuole condannare perchè il richiamo della tv è troppo appetibile. Il consiglio che le posso dare è quello di non perdere il tempo con queste stupide e meschine messe in scena dal teatrino della televisione e se dovesse continuare ad avere i problemi da lei sollevati immagino che sia pronta per un'altro partito. Suggerirei di rivolgersi a partiti dove si fa la fila per farsi notatre in tv. Tutti in tv a dire stronzate e il paese poi va a rotoli. La prego Sig.ra faccia parlare di lei per cose belle realizzate nel suo territorio perche a noi non serve vederla in tv e apprezzare la sua dialettica o altro servono i fatti..... Se è in grado di fare ciò bene altrimenti il M5S non è cosa per lei. Se si rivolge a Bersani o a Berlusconi sicuramente potrà guadagnare molto di piu.

angelo c., roma Commentatore certificato 06.11.12 09:52| 
 |
Rispondi al commento

donadi ha lasciato l'IDV, non ho capito ancora perché.
se per l'inchiesta di report o perché grillo ha proposto di pietro alla presidenza della repubblica.
ad ogni modo è un altro partito che si fa fuori. e questa volta si è fatto fuori da solo, senza alcun aiuto della magistratura.

maria grazia manca, brindisi Commentatore certificato 06.11.12 09:06| 
 |
Rispondi al commento

Ho seguito l'infedele e verifico quanto sia vero ciò che è detto in questo post; aggiungo che si sta alzando la mira verso il m5s, aspettiamoci le cose peggiori di qui ai prossimi mesi. Cerchiamo di trovare, per il futuro, un metodo efficace per evitare che sia eletta gente come la Salsi, ovvero gli Scilipoti di turno.

Michele C., Telese Terme Commentatore certificato 06.11.12 08:11| 
 |
Rispondi al commento

E l'"altra"! domandina..."facile...facile"? "Ma a "noi" italiani,"perchè" non è stato dato modo di scegliere se entrare nell'euro come TUTTI gli ALTRI cittadini d'Europa attraverso un "REFERENDUM"? PERCHè NESSUN "cosiddetto" "giornalista" l'ha mai posta?

timotea bebè 06.11.12 01:02| 
 |
Rispondi al commento

IO spererei piuttosto che chiunque abbia chiusure mentali alla "o dentro o fuori" non aderisca al M5S, é la gente come voi che fomenta i nomignoli come "fascisti" e "setta" mentre la maggioranza degli attivisti si informa, propone, discute e ascolta invece di limitarsi a superficiali commenti. Vi ricordo una cosa fondamentale in democrazia: la maggioranza vince me chi viene eletto lavora anche per chi non lo ha votato, ricordatevelo bene questo!
P.S. Per i nostalgici della lira: se fosse rimasta la Lira, un mutuo per la prima casa lo pagheremmo al 7-8% anziche al 4.... qualsiasi prodotto di importazione lo pagheremmo circa il 50% in piu' di quello che paghiamo ora.... e non pensate che i nostri salari sarebero piu' alti, anzi....

Marco G., Ravenna Commentatore certificato 06.11.12 00:06| 
 |
Rispondi al commento

Un articolo agiografico che, essendo privo di analisi sulla reale situazione del paese, poteva essere ridotto a non più di 10 righe. Assomiglia a quei lunghi editoriali che il PCUS produceva sulla PRAVDA ad uso interno,
Tesi:Grillo è la verità,chi si discosta solo un millimetro dal suo pensiero è nel buio più totale o in malafede.
"Credo quia absurdum" o "dubito ergo sum"? Dal secondo nasce la società moderna e l'era dei lumi. Dal primo altre sventure.
PS le banche le hanno inventate gli italiani, e di un Cesare plutocratico che manipola mi pare non ve ne sia quasi più traccia.

Carlo Nicolò 05.11.12 23:57| 
 |
Rispondi al commento

La lotta tra chi vuole la democrazia e chi vuole la dittatura è uno scontro tra guelfi e ghibellini? E allora è la stessa cosa, sempre di sovranità rubata si tratta. Non c'è bisogno di essere economisti per capire che l'euro è una catastrofe, ma basta seguire degli economisti. Come dice Bagnai:"se hai la sensazione che con l'euro ti stiano fregando, è così". Fiero di essere un integralista anti euro. L'Italia deve avere la sua moneta sovrana senza se e senza ma.

daniele ventrelli, matera Commentatore certificato 05.11.12 23:30| 
 |
Rispondi al commento

...ennesima figura di merda orchestrata da Lerner... dalla disinvoltura di Beppe nel bollare l'eretico di turno, e dai trogloditi misogini 5 stelle pasdaran che commentano sul blog e su face book come orde di barbari...
Grillo, te lo dico nel mio dialetto, se l'italiano non ti entra nelle orecchie: DESTET! SVEGLIATI!
Togliti di dosso questa massa di fanatici acritici e osannanti e inizia a parlare di programmi, invece di spendere energie in stupide caccia alle streghe!

luca r. Commentatore certificato 05.11.12 23:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

date fuoco a parlamentari e .....molto dopo chiamate i vigili del fuoco visto che gli operai delle forze del ordine prendono un tirone di borsa mentre i signori del disordine rubano si fanno i cazzi loro e nessuno tiene il coraggio di sparargli alle ginocchia in modo tale che gente come la fornero e c....non vadano dall'aavvocato ma l'aaaavvvvocato vada da loro politici fottetevi non siamo piu' una "nazione di caproni" stiamo diventando una nazione piena di giramenti di coglioni

roberto crociani (tosco57), parma Commentatore certificato 05.11.12 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Diciamoli pure i nomi di questi 'economisti' assurti a grandi saggi televisivi o giornalistici:
Giavazzi, Boeri, Zingales e altri, brillanti e accattivanti nelle loro dichiarazioni. Ne dicono tante di giuste ma chissà perchè non chiariscono mai i loro conflitti di interesse. Cioè da chi sono pagati, per chi fanno consulenze, da chi prendono i soldi le loro università.
La risposta è una: dal grande capitale.

claudio 05.11.12 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Un abbraccio a tutti,
sono Giuseppe e scrivo da Catania.
Vorrei ribadire il concetto espresso per
Favia e affermare che Federica Salsi è sostituibile,
si è presentata con le regole del M5S, e queste
vanno seguite fino in fondo, la forza del M5S
è la sua estraneità ai media convenzionali,
quello che noi cittadini ci aspettiamo è che
i nostri rappresentanti facciano del loro meglio
per gestire i beni pubblici, senza perdere
tempo a partecipare a dei programmi televisivi.
P.S. Ma quando scade il mandato alla Salsi e a
Favia? è forse l'attaccamento alla poltrona
che li rende così ravveduti? meditate gente meditate!

Giuseppe Grasso 05.11.12 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate ma non sono in grado di capire queste cose difficili e stancose da leggere. Comunque a me sembra che questa è la grave situazione in cui si trovano tutte cosiddette democrazie occidentali, chi più e chi meno. Pertanto su questi argomenti rassegnamoci e andiamo avanti con semplicità ed onestà.

gilberto pazzi, genova Commentatore certificato 05.11.12 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Tv quanto è cara questa TV.
Tutti vogliono esserci, si farebbe di tutto per apparire. Le mamme si strappavano i capelli per le loro belle figliole quando venivano eliminate a Sanremo, a miss Italia, le ragazze si fanno in quattro per essere come velina a striscia la notizia, tutta l’Italia vuole essere in TV. Vuoi che questa droga, questa smania di protagonismo, questo esibirsi tenga fuori i “politici”?Vuoi che questa passerella cosi allettante, invitante, capace di possederti al limite del più frizzante orgasmo, tenga lontano giornalisti da strapazzo, economisti dell’ultima ora, pseudo intellettuali in cerca di notorietà. Questa è diventata la TV uno strumento vuoto dove i protagonisti vivono un residuo di sogno che nulla ha che fare con la realtà. E quanto sia vero tutto ciò, e questo dovrebbe far riflettere molto anche chi nel Movimento 5***** vede ancora nella Tv una opportunità di propaganda politica. E’ evidente senza possibilità di smentita che politici pur essendo sempre in TV, con tutti i lecca culi che gli tirano la volata, continuano a perdere voti, mentre il Movimento 5***** che in Tv non ci va, sta conquistando continuamente consenso.

Alfonso Della Rocca, Roma Commentatore certificato 05.11.12 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Sottoscrivo quanto affermato. Nei talk show non ci si deve andare; il regno del vacuo, del "tifo" becero, del falso, dell'ovvio, dell'inutile, del non detto.
Sempre gli stessi faccioni obsoleti, litigiosi a chiacchiere, e poi tutti a cena, o ad inciuciare.
Comanda sempre Cesare, e i cittadini bevono tutto perchè devono bere.
Democrazia diretta, partecipata, questo è uno degli obiettivi decisivi che bisogna darsi.

walter tardocchi 05.11.12 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Sull'euro leggete: goofynomics.blogspot.it
Questa è la linea da seguire. Fuori dall'euro il prima possibile.

Alberto Noisi 05.11.12 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Interessante : " VIDEOCRAZIA OPPIACEA " , ma perchè non " informazione cannabinoide" o "consenso lisergico "? bla bla bla con un linguaggio diverso ma sempre bla bla bla insomma passiamo dalla soap opera di Berluskino alla commedia del Beppe nazionale, ma rechè devono cominciare tutti con la "B" ed essere tutti mediocri commedianti ?

franco cerri 05.11.12 13:27| 
 |
Rispondi al commento

ora tifi pure Ingroia ...non ci bastavano gli altri magistrati in politica Demagistris e Di Pietro
ma che ti sei fumato ? E' stato bello finche' e' durato...addio al mio voto M5S.

simone t 05.11.12 13:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STARVE THE BEAST – AFFAMARE LA BESTIA
La citazione qui sopra ha un'origine pessima, ma il concetto che esprime potrebbe trovare virtuosa applicazione nel caso presente. Gli spettacoli della chiacchiera ("Talk Show") di regime, affidati a facciavendoli di regime, così come gli sproloqui via stampa dei soliti "notisti" pennivendoli di regime, si sostengono, e tutta l'altra propaganda massmediatica stile Orwell, si sostentano non solo con denaro pubblico (canone RAI, finanziamenti ai giornali) ma anche coi proventi della pubblicità. Credo si potrebbe valutare l'opportunità di affiancare, alla proposta di chiudere il rubinetto dei finanziamenti pubblici – comunque denominati - alla stampa scritta (già nel programma del M5S), quella di introdurre una sovrattassa per la pubblicità commerciale sui media a copertura nazionale, a stampa e televisivi, oppure di fissare un limite ragionevolmente basso alla pubblicità che a quei media è consentito gestire. Si potrebbero forse escludere da una tal misura i media locali, a stampa e televisivi, dove la manipolazione delle menti è di minore impatto, e che così si avvantaggerebbero nei confronti dei maggiori. Se ne avvantaggerebbe certamente la rete. Insomma, la bestia della manipolazione massmediatica potrebbe essere presa anche per fame.


occorre un comitato di probiviri che si faccia carico dei controlli sui candidati e su gare e appalti. Preparato tecnicamente, al di sopra di ogni sospetto, indipendente e discreto che si faccia carico anche di ripondere alla stampa e prendere provvedimenti contro i disonesti.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 05.11.12 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Condivido l'analisi. Provate anche voi a stare un pò di tempo senza vedere gli stupidi teatrini che ci rifilano di continuo in tv. Vi accorgerete di non aver perso nulla e di stare meglio senza.

carlo f. Commentatore certificato 05.11.12 12:00| 
 |
Rispondi al commento

trovo pienamente condivisibile l'analisi di cosa sia politica e antipolitica - per il resto mi chiedo però se: 1)la politica non sia anche confronto pubblico di idee opinioni e programmi - 2) non si rischi di sottovalutare che non tutti hanno accesso alla rete per problemi anagrafici o economici (considerati i costi), mi chiedo quindi se quei cittadini/elettori non abbiano diritto ad essere informati sulle proposte politiche del M5S e/o sulle attività e/o progetti posti in essere dagli amministratori in carica (vd. sindaco di Parma); 3) come si potrà conciliare questo codice comportamentale con gli obblighi istituzionali, se in futuro come ci si augura il M5S dovesse avere dei ministri o sottosegretari ecc. 4)non rischia di apparire una incongruenza quella del "portavoce unico" per un movimento dove ognuno conta uno e dove uno conta per tutti. (l'ultima esperienza che vedeva tutti i rappresentanti del PDL allineati sulle parole d'ordine di berlusconi che indottrinava i suoi fornendo addirittura dei vademecum su cosa dire e non dire in televisione o sui giornali non sembra che alla fine abbia prodotto grandi risultati . un saluto

franco v., roma Commentatore certificato 05.11.12 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Il Comune di Napoli pulisce il proprio bilancio dai crediti o residui attivi inesigibili e il debito reale esplode a 850 milioni, partecipate escluse.

ecco nero su bianco, quanto affermo da tempo

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-11-04/napoli-pulisce-bilanci-gonfiati-155141.shtml?uuid=AbIxOyzG

se vogliamo finire barbun, siamo sulla strada giusta. io pretendo di più dal programma del movimento, una soluzione definitiva al problema insomma..

BP

(Buon Proseguimento)


Alex Scantalmassi 05.11.12 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Avete mai visto qualcuno che in televisione parlare di programma ? Idee ?
Oppure di solito si vedono personaggi che si sbranano , e fanno la voce grossa , in Tv si pùò dire tutto e il contrario di tutto , ma solo sulla rete si pùò smerdare chi ha detto delle cazzate .
In Tv è solo una lotta ,fine a se stessa , come il wrestling, tutto finto.Lasciate perdere.
I rappresentanti 5 stelle non sono attori scafati , sono gente normale , le primde donne della politica invece sono attori professionisti , con due mezze bugie possono mettere in cattiva luce tutto il lavoro fatto dal basso.
Andiamo avanti così come siamo andati avanti fin'ora , coi fatti e con internet.
No alla Televisione.
Il movimento 5 stelle deve essere diverso.Quando poi le cose saranno cambiate , cambierà anche la televisione , ed allora ci si potrà andare , con un vero contraddittorio.

Pierpaolo Burattin 05.11.12 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco tutta questa avversione alla tv, Grillo lo abbiamo conosciuto proprio grazie alla televisione e grazie ad essa s'è arricchito e s'è fatto conoscere. Grazie a giornalisti come Santoro, enzo Biagi e Giorgio Bocca ci siamo potuti fare un'idea più anpia di ciò che succedeva in Italia, grazie alla tv persino i miei suoceri quasi ottantenni sanno quello che succede. La tv può essere manipolata è vero, ma anche i blog possono esserlo, la prova è che qualsiasi cosa dica il leader (Grillo, Berlusconi, Renzi, Bersani e così via), quasi tutti i sostenitori nei blog lo sostengono e lo approvano, QUALSIASI COSA SCRIVANO. La cosa bella del Blog di Grillo è che è seguito da milioni di persone, tutti possono dare i loro pareri o il loro suggerimenti, ma è sempre il capo che fa le sintesi, come in tutti gli altri blog. Se il movimento vuole davvero crescere e contare qualcosa nella vita politica del Paese, deve darsi uno statuto ed eleggere un direttivo che risponda direttamente all'assemblea, altrimenti a parole sarà il governo di tutti, ma nei fatti sarà esclusiva proprietà di un uomo soltanto, Grillo. Invece concordo pienamente sul fatto che M5S non sia l'antipolitica, anzi ne è l'essenza stessa, peccato che sia pervaso da facili demagogie, una su tutte, quella di non apparire in tv. Come si può solo pensare di fare conoscere le idee di M5S a tutti gli italiani, quando si sceglie di non parlare con il 70% di loro, mi sembra assurdo.

Gianni Selva, Rep San Marino Commentatore certificato 05.11.12 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Giornale non si smentisce e ha rimesso in moto, qualora l'avesse mai spenta, la macchina del fango; una campagna denigratoria e infame contro il M5S, così come già fece prima ancora con Fini e con Saviano. Servi di un potere e un padrone in caduta libera, che cerca come può di riconquistare un consenso relegato a pochi fedelissimi che si aggirano per il Paese con i paraocchi. Mentre noi modesti e onesti cittadini affrontiamo le difficoltà quotidiane c'è chi pensa che bastano delle semplici parole di scuse per far dimenticare alle famiglie italiane il precipizio in cui una mala politica ci ha condotto. E poi sono da considerarsi scuse quelle di chi scarica la responsabilità sulla crisi, come se fosse una tempesta a cui non si può sfuggire? Avete paura del Movimento e pensate che basti affondare Grillo per affossare la voglia di cambiamento che attraversa il Paese: non avete capito niente. Il cittadino... il vostro concittadino ha deciso di mettersi in gioco per il bene comune, per una politica al servizio gli uni degli altri. Mi fa tristezza leggere le parole di miei concittadini che nel ruolo di giornalisti continuano, per partito preso, per una difesa ad oltranza di un padrone, mettono in atto una campagna di stampa infame per osteggiare il sacrosanto diritto di un popolo di riscattarsi democraticamente da una dittatura mediatica che dura da 20 anni. Il 2013 è alle porte e voi presto sarete alla porta.

PAOLO MANCANIELLO (mancapaolo), SPERONE Commentatore certificato 05.11.12 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Il post è una intelligente osservazione del comportamento individuale e dei gruppi con un comune interesse. Il dualismo cui si accenna è una naturale caratteristica umana che ha le sue origini nella capacità della nostra mente di ragionare utilizzando come meccanismo per lo sviluppo della conoscenza la contrapposizione degli estremi. Per meglio esprimere il concetto e la rappresentazione dei modelli di dialogo e di ragionamento vale ricorrere, in breve, al significato geometrico e architetturale della retta e dell’arco. Questi due modelli caratterizzano due momenti tipici dell’umanità: il primo vissuto con l’architettura greca, le colonne e l’architrave, la linearità della logica di Sparta, ecc.; il secondo espresso dall’architettura romana, l’arco, ovvero un apporto incrementale continuo al ragionamento lineare fino a giungere con la chiave di volta all’equilibrio di posizioni contrapposte. Giustamente il post evidenzia come fermarsi a livello di contrapposizione sia una limitazione o ghettizzazione, ma questo vale per tutti in generale, anche per il movimento 5 stelle. Quando sul blog alcuni partecipanti alla discussione, mancando di capacità di apporto razionale, si fermano alla linearità del fideismo e si lasciano andare ad accuse e insulti, questo è scadere in quel conflitto che nel blog si vorrebbe superare.

Ezio P., Vimercate Commentatore certificato 05.11.12 10:04| 
 |
Rispondi al commento

tutti vogliono accostare l'anti-politica al M5S... ma anch'io credo che la POLITICA sia il M5S, mentre gli attuali politici siano LORO L'ANTI-POLITICA!

il politico deve solo AMMINISTRARE la vita sociale dei cittadini, facendo ESCLUSIVAMENTE l'interesse della comunità!

quindi chi ci ha governato per oltre 60anni è anti-politico! (forse anche ladro, mafioso e terrorista!)...

giovanni, Ravenna

giovanni simone, ravenna Commentatore certificato 05.11.12 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Scrittore si è'capito (quanto scrive) al sig. Sergio Di Cori Modigliani (già nel nome un destino) però manca il dono della SINTESI.

Davide Michelini 05.11.12 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo scritto. Estremamente lucido ed analitico.
Ribadisco, a solo titolo di chiarezza per molti di noi: colui che aderisce ad un movimento o ad un partito o anche solo ad una associazione, aderisce anche alle sue regole che s'impegna a rispettarle al momento dell'adesione. Se una o più regole gli sono oscure s'informa e se le fa spiegare. Se una o più regole gli sono insopportabili da rispettare perché contrarie alla sua etica non aderisce a quel movimento, partito, associazione ecc. e se ne cerca un altro. Ogni attività sociale ha le sue regole, a noi cercare quella che non ci crei troppi conflitti. Dare la propria adesione e contravvenire alle regole alla prima occasione è amorale. Molto meglio, da subito, abbracciare la causa anarchica.

Luca P., Bologna Commentatore certificato 05.11.12 08:26| 
 |
Rispondi al commento

complimenti grandissimo profondo articolo

scannagatti 05.11.12 06:58| 
 |
Rispondi al commento

Come si forma un governo:

"A seguito della tornata elettorale, in cui è emersa una preferenza popolare per un partito o una coalizione di partiti politici, aventi dunque la maggioranza dei seggi in Parlamento, la prassi costituzionale prevede che il Presidente della Repubblica in carica avvii delle consultazioni con i Capi dei Gruppi parlamentari, gli ex Presidenti della Repubblica e le varie delegazioni politiche[...]
http://tinyurl.com/b8clwaf "

Perche dico questo?

Perché avendo vinto più voti in Sicilia il M5-stelle non può governare da solo visto che la costituzione prevede la maggioranza dei seggi in parlamento!
Allora qualcuno di voi sa come ottenere questa maggioranza senza doversi alleare ad alcun partito?

I partiti della casta sapevano che Grillo si doveva alleare a qualcuno e sapevano che Grillo non si sarebbe alleato con il PD-l PD ecc, ma sapevano che l'unico partito con cui si poteva alleare era l'IDV, la coincidenza vuole che proprio l'unico partito con cui il M5-stelle si poteva alleare (IDV) ha subito una diffamazione!

Sono gli ultimi colpi di coda della cricca. Sostenete Di Pietro per la volontà espressa dalla Sicilia e per la democrazia del Paese!

saluti!


Enzo Noseda


NOI VOTIAMO MOVIMENTO 5 STELLE PER STERMINARE LA CASTA!
http://www.youtube.com/watch?v=iYgyDUlZMiI
DOPO LA REGIONE SICILIA E' ARRIVATO IL MOMENTO DELLA REGIONE LOMBARDIA! AFFILATE LA PUNTA DELLA MATITA, SBANDIERATE IL CERTIFICATO ELETTORALE E IL DOCUMENTO D'IDENTITA' E AL GRIDO:
"SONO APERTE LE URNE" : ALL'ATTACCOOOOO!!!!!! - VOTATE MOVIMENTO 5 STELLE!
PARTECIPATE E INVITATE A PARTECIPARE ALL'EVENTO Facebook "STERMINIAMO A CASTA!" http://www.facebook.com/enzo.noseda?ref=tn_tnmn#!/events/540351399313734/

enzo noseda, COMO Commentatore certificato 05.11.12 01:31| 
 |
Rispondi al commento

In un momento così delicato che richiede UNITA' qualsiasi azione non discussa preventivamente con la base equivale ad un grave crimine contro la lealtà che il Movimento offre e chiede in cambio.
Reputo che chi si offre per servire il Movimento debba necessariamente "dimenticare" se stesso a favore della causa comune.
Solo in questo modo sarà possibile porre i principi al di sopra di se stessi e delle persone.
In breve partecipare chiede una grande dose di UMILTA'.
Comprendere ,in particolare, quali siano i propri limiti e condividere con gli altri le proprie debolezze.
I fuoriusciti non hanno capito questo sano principio che ci tiene uniti ed hanno persino il coraggio di attaccare anzichè chiudersi in un pietoso silenzio. Via questa feccia che rispecchia esattamente il ciarpame che ci stà governando.

vittorio ferraresi, Como Commentatore certificato 04.11.12 23:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma... "la settimana" di questa settimana?

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 04.11.12 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Non farai piu' niente in Sicilia ,
e nemmeno in Italia ,
prenderai 10 15 parlamentari
e sai una cosa :
VAFFANCULO .
Sei un altro venditore di olio di serpente ,
imbrogli la gente raccontando degli imbroglid egli altri .
Ti banno , sei bannato .
Aveva ragione Sgarbi , sei lo sfigatello che veniva col Ferrari guadagnato con i soldi della Rai , PAGATA DAI NOSTRI GENITORI E DAI NOSTRI NONNI , a prendre sua sorella .
Mah .
Ora e' una prova , agli italiani nel dna piace essere presi per il culo , e quando la presa per il culo e' piu' grande godono ancora di piu'.

Addio e lasciamelo dire , BUSONA DI MERD4 .

:-D

Carlo Castaldi 04.11.12 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Smettiamola con le crociate. Certo che il Sistema ha nei media il suo punto di forza, ma i media, indubbiamente asserviti e tendenziosi sono tuttavia vulnerabili, scardinabili dall'interno, seppur in modo rapsodico ovvero non continuativo. Quando Masi chiamò Santoro in diretta, il presentatore lo fece nero. Masi si è "vendicato" presentando Santoro, nel suo ultimo libro autobiografico, come assetato di denaro e molto modesto sul piano della comunicazione (sintassi da scuola media infarcita di espressioni ripetitive tratta dal gergo della sinistra). Mah... nessuno ha letto o leggerà il libro di Masi, molti ricorderanno a lungo la figuraccia da lui fatta in diretta.
La Salsi ha brillato non per quello che ha detto, ma per il modo di porsi e per la sua giovane età, così stridente in un Paese di fottuti gerontocrati, rottinculo della comunicazione imbonitrice. Ma questo non è stato colto, se non da pochi: se la Salsi si fosse presentata come una iena dialettica, poniamo uno Sgarbi al femminile, il coro sarebbe stato unanime: fantastica! Ma così si sarebbe validato ancora una volta il meccanismo con cui funzionano quei programmi: finta dialettica e/o violenza comunicativa. Morale? Certo, il M5S non ha interesse a frequentare in pianta stabile la televisione, per non essere omologato al Sistema, ma da qui ad attaccare in modo scriteriato e arrogante, come è stato fatto, chi ha deciso di porsi-esporsi in modo semplice e, ripeto, efficace, è da persone accecate dalla propria supponenza ideologica.

pippo pansa 04.11.12 22:15| 
 |
Rispondi al commento

LA VECCHIA POLITICA = ANTIPOLITICA

la partitocrazia sta morendo, nobili, campieri e briganti fanno parte del passato nemmeno i moderati nazzareni salveranno i vecchi politici del disfacimento, ormai la nuova era è alle porte!

Edmond Dantès 04.11.12 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Partecipare ai dibattiti in TV significa mettere al corrente del programma M5S a tutte quelle persone che non hanno internet, come ad esempio molte persone anziane, o famiglie in difficolta' economica.

Mi sembra che la Democrazia sia anche divulgare le proprie idee a tutti gli elettori, non solo ad alcuni.

Che paura c'e' ad andare in TV se si ama la trasparenza e non si hanno cose da nascondere ?
Al contrario, si rischia di diventare come una loggia massonica.


Gran bel discorso,pericoloso però come tutto ciò che tiene sveglie consapevolezza e coscienza critica, che possono infastidire tutti,anche chi le propone e sollecita. Meglio saperlo e ricordarselo,così, per prudenza.

angelo n., genova Commentatore certificato 04.11.12 21:38| 
 |
Rispondi al commento

*
**
***

POST FANTASTICO ...


SI L'ANTIPOLITICA SONO LORO !!!

LO ABBIAMO SEMPRE DETTO, MAI COSI' CHIARAMENTE !!!!


HASTA RAGAZZI

***
**
*

guido _guida, zena Commentatore certificato 04.11.12 21:11| 
 |
Rispondi al commento

LA REPUBBLICA.IT
Ecco come si fa disinformazione: Su Repubblica.it si dice che Grillo sarebbe sotto accusa sul suo blog per aver insultato la Salsi andata a ballarò. Una enorme falsità ho letto le mail del blog ed il 99% era a favore di Grillo. Colgo l'occasione per evidenziare la parzialità dei TG3 e RAInews 24 per non parlare del quotidiano La Repubblica. Per paura del disfacimento dei
loro referenti stanno letteralmente sbroccando!

giovanni ., Roma Commentatore certificato 04.11.12 21:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

100, 73, 58,49. 40 voti di preferenza per commenti di me....da, 3,3, per commenti interessanti. Che sch.fo. Ma prima di votare li leggete i commenti? Io sono simpatizzante del M5S ma penso anche con la mia testa, non tutto quello che viene detto da grillo e' oro colato, posso anche dissentire. Altrimenti sembra di essere nel reggime fasc...ta che se uno la pensava diversamente erano cazzi suoi, non vorrei ritornare a quei tempi.Democrazia vuole dire anche essere obiettivi. saluti a tutti

Anto Sist, Pordenone Commentatore certificato 04.11.12 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazio i gestori del blog per non voler pubblicare il messaggio che vi ho inviato oltre 7 volte. La vostra mancata pubblicazione non mi consente di rispondere a chi utilizza il vostro blog per insultare chi esprime idee diverse da quelle a lui e a voi care. E’ questa una manifestazione di chiusura e di partigianeria estremamente pericolosa tipica dei movimenti o partiti non proprio democratici e che voi stessi avete più volte accusato quando vostre manifestazioni non venivano liberamente rese note attraverso il sistema mediatico italiano.

Ezio P., Vimercate Commentatore certificato 04.11.12 20:39| 
 |
Rispondi al commento


Caro Beppe,
Io questo aspetto non lo avevo capito ed avevo valutato l'esigenza di Grillo di non apparire in TV solo con la necessità di non esporsi in confronti con personaggi più preparati e smaliziati.
Allora penso che Grillo dovrebbe spiegare capilarmente, come sa fare lui,a tutti i cittadini 5 Stelle, queste tematiche, specialmente a coloro che sono, man mano eletti. Penso che dovrebbe fare delle riunioni specifiche.Un affettuoso saluto.

Sergio Scotti 04.11.12 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Se mai dovesse esplodere un ordigno nucleare, in Europa od altrove, non sarà per vendicare Osama Bin Laden. Le mani che potrebbero armare la bomba sono altre. E le cause derivano dai fatti oggettivi. Il dollaro non tiene più. E nemmeno l’euro. I debiti pubblici sono irredimibili, ad iniziare da quello degli Stati Uniti. L’egemonia fondata sul denaro a corso legale è finita. Restano i riflessi della disinformazione che fa leva sulla credulità della gente. Le invasioni non hanno avuto i risultati attesi. Nemmeno le insurrezioni pilotate. Molta gente si sta svegliando prendendo coscienza della realtà e vincendo la paura. Ad Est ed Ovest, a Nord e Sud. In tutti i Paesi. E la paura prende chi ha controllato il mondo fino ad ora.. L’uno per mille della popolazione mondiale detiene oltre la metà della ricchezza del pianeta. E sente che non sarà più possibile. Per reazione alla paura, queste poche persone hanno perso la testa ed hanno deciso di fare di tutto per non perdere il potere. Ad ogni costo. Anche quello che muoia Sansone con tutti i Filistei. Essi sono in eterno conflitto fra di loro ma si uniscono quando la loro supremazia è messa in discussione. È tutto falso. Tutto per ingannare i popoli. Fanno le regole e poi proprio loro le violano. Promettono e non mantengono mai. Fanno sognare, illudono, solo per prendere tempo. Anche se sanno di averne pochissimo. Ma, questa volta il loro piano non riuscirà.. Ed essi, nonostante la loro tracotanza lo sanno, sanno che è finita. Per questo sono ancora più pericolosi. Come animali feriti che non vedono via di scampo. Sembrano lucidi e freddi ma in realtà sono isterici, sono persone malate. Da curare. Ci saranno colpi di coda. Presto provocheranno la più forte disgregazione della umanità mai avvenuta. Metteranno tutti contro tutti, giovani contro anziani, donne contro uomini, lavoratori contro imprenditori, militari contro civili, atei contro credenti. E sarà l’ultimo tentativo di impedire il cambiamento. Saranno battuti.......

carmine felice 04.11.12 20:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ringrazio il blogger x lo splendido articolo,credo che dopo questo articolato ragionamento gli eletti e gli iscritti alM5S debbano,una volta violato gli impegni presi,considerarsi fuori e non più rappresentanti dello stesso ma di loro stessi e di chi li seguirà.chi manca alla parola non merita più la fiducia.

edoardo gnutti 04.11.12 20:26| 
 |
Rispondi al commento

L'unica speranza di VINCERE è creare una potente base di aggregazione che dia voce alla maggioranza degli italiani travolti da questa crisi - truffa. E' indispensabile che al più presto - anzi SUBITO- il M5S lanci l'idea di una PIATTAFORMA COMUNE che includa non soltanto il bravo di Pietro o eventuali politici onesti e di buona volontà, ma SOPRATTUTTO i vari movimenti antagonisti e democratici a partire dai NO TAV ai CENTRI SOCIALI a esponenti dei SINDACATI DI BASE,a TERRA MADRE,al movimento ALTERNATIVA del grande Giulietto Chiesa,ai gruppi di PADRE ZANOTELLI,al nostro caro vecchio DON GALLO, ai comitati NO DEBITO e così via!
Hai capito Grillo? Invece di crogiolarti nella vittoria siciliana e continuare a fare polemiche
(per quanto condivisibili) DATTI DA FARE per creare un FRONTE COMUNE!
L'hai detto tu che SIAMO IN GUERRA,si o no?
E allora bisogna ORGANIZZARE LA RESISTENZA!!!!
E come nel '43,non ci può essere un solo soggetto
che porta avanti la lotta. Sia chiaro a tutti.
Il pericolo è grande! Solo l'unità può salvarci.

francesco ., imperia Commentatore certificato 04.11.12 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Ieri venivo sul blog per conoscere il grillo pensiero. Oggi non serve piu'!! Ogni giorno trovo i tuoi post sul Corriere, Repubblica, La Stampa etc etc Prontamente quello che scrivi è riportato sulla stampa nazionale e i tuoi video finiscono anche in TV...
Ecco, qualcosa di profondo è già avvenuto in questo Paese.
Dai, Beppe, basta parlare male della stampa e dei giornalisti ... anche loro sono disorientati. Bisogna capirli.
Fanno fatica ad accettare il collasso del vecchio sistema. Basta sparargli sempre addosso. Dagli tempo.. Prima eri ignorato, ed era un male .... adesso sei temuto. E non è detto che questo sia un bene ....

aa p. Commentatore certificato 04.11.12 20:15| 
 |
Rispondi al commento

P-E-R-F-E-T-T-0!!!
non si può aggiungere una parola ,una a quanto qui dettagliato.

E per chi non fosse ancora convinto, please si guardi la registrazione della puntata di Ballarò dove la nostra rappresentante è stata usata nel modo più penoso ( altro che punto G ) , esposta realmente come un trofeo per non farle dire un cazzo di niente .
a che servito stare li ?
hanno parlato tutti in lungo e in largo tranne lei.
Il solo mezzo per farsi notare e NON andare in TV
ragazzi la rete è l'arma nucleare che distruggerà la TV
entro 10 anni la TV, gli ascolti , i presentatori, non conteranno più un cazzo di niente perchè ognuno si seguirà quello che desidera in rete .
Ma per adesso Horwell vince e l'unico antidoto e starne fuori ( e più ne stiamo fuori più vinciamo )

antonio acquasanta 04.11.12 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Splendido commento.
Soprattutto lo sport, ed il calcio in particolare è servito per creare negli anni, facendo da catalizzatore mentale, una dicotomia dialettica in termini di scontro frontale. O con una squadra o con l'altra, senza in realtà occuparsi del calcio come sport.
Poi lo stesso collaudato meccanismo è stato insinuato nella dialettica politica.
pippo

Filippo Marchetti 04.11.12 19:33| 
 |
Rispondi al commento

leggete questo fumetto! è molto interessante!
http://www.incorreggibili2012.blogspot.it

paolo ricci 04.11.12 19:24| 
 |
Rispondi al commento

GUELFI = NON SI PUO' APPARIRE IN TV

GHIBELLINI = LIBERTA' E' APPARIRE ANCHE IN TV

TRA I DUE IL BUON SENSO DICE: ANCORA NON E' STATO RISPOSTO A QUESTA DOMANDA,
"COME POSSIAMO FAR GIUNGERE IL NOSTRO MESSAGGIO AL QUEL 50% CHE NON USA LA RETE?"

LA RISPOSTA A QUESTA DOMANDA DOVREBBE METTER FINE A QUESTA LOTTA FRA GUELFI E GHIBELLINI

Marco Caporaletti
PS. scusate il maiuscolo ma si legge meglio, ah se mi fosse sfuggita la risposta a questa domanda fatemi avere il link, non ho il tempo di cercare dappertutto, grazie.

Marco Caporaletti 04.11.12 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Svolgere bene il proprio lavoro, dovrebbe essere la cosa che conta di piu' per poter valutare giustamente una persona. Se un nostro eletto compare in tv con la buona fede di provare a far conoscere il m5s a chi internet non lo usa, o semplicemente per fare un po' di pubblicita' non c'é niente di male. Di male c'é invece gente che senza conoscere MINIMAMENTE la persona si accanisce a brutte parole e con offese che non c' entrano NIENTE con il tema discusso. Grillo é la nostra guida e voce ma non siamo una setta ne siamo il partito fascista, quindi non comportiamoci come tali per favore.

Marco G., Ravenna Commentatore certificato 04.11.12 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per compartire le Vostre esperienze e visioni!

robert aceti () Commentatore certificato 04.11.12 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Cari attivisti sono d'accordo per la non aprtecipazione ai talk show televisivi ma tenete presente che ci sono persone che vorrebbero avvicinarsi al nostro movimentoma hanno difficolta ad utilizzare la rete.
Mentre la tv la sanno utilizzare tutti e pertanto non si può negare che sia un grande mezzo di informazione.
Detto questo la mia proposta è questa non sarebbe possibile (nè ignoro i costi) trasferire i contenuti web(blog e video da youtube o altro) su un canale televisivo del digitale terrestre ?
Sarebbe una opzione da valutare.
Saluti cartam

marco carta 04.11.12 18:08| 
 |
Rispondi al commento

sono sotanzialmente d'accordo con le tesi esposte nell'articolo. oggi ho inviato un post facebboka rappresentante consigliera di bologna chiamandola federfica. si perche di questo si tratta ha voluto fare la superfica agli squallidi talk di regime forse prossimamente la vedremo da bruno vespa.avanti cosi come molti altri alla prossima avrete molti voti probabilmente anche il mio

antoine 04.11.12 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è stata opportuna. Quindi giusto riprenderla. Un progetto si sposa regole incluse e indefferibili.non per convenienza.

mariano b., alba adriatica Commentatore certificato 04.11.12 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO beppe, premesso che molte tue scelte operative non le condivido, mentre sono vicino alla moltitudine dei grillini di base, posso dire con certificata certezza che in idv molte scelte dell'adp sono state frutto di dote di pacchetti di voto dei personaggi spesso di squallore assoluto. ho iniziato nel 2005 a sconsigliare scelte di riciclati in idv ( inascoltato e deluso, basta vedere come è cresciuao nel tempo il movimento 5 stelle dal basso) , oggi ti accingi a fornire all'adp una carrozza di comodo per cosa???..... senza negare i suoi meriti molteplici e storici egli è dentro un recinto costruito da se stesso che non può portarci da nessuna parte comunque che sia funzionale a risolvere problemi nel paese.

LUCIANO-B.C. 04.11.12 17:38| 
 |
Rispondi al commento

salve, questo articolo mi è piaciuto molto e sono d'accrdo anch'io con quello che dice, ma allora perchè non averlo postato subito, invece di sparare il punto G , zolletta di zucchero per TUTTI i media televisivi e non !! concordo col non buttarsi a capofitto in tv , ma questo per me vale anche con quello che si scrive su internet, soprattutto in un "luogo" importante per il movimento come il blog. Si deve parlare/scrivere liberamente, ma con la testa, se è vero che i media sono asserviti, con certe irruenze verbali gli si fa solo un gran bel regalo ! Grillo anche lei dovrebbe stare attento a come dice le cose, non basta non andare in tv, ha quasi fatto peggio il suo articolo per il movimento,della comparsata a Ballarò , non tanto per chi vi segue da tempo, come me, ma per quelli che ancora stanno osservando e valutando il movimento e che ancora purtroppo seguono le tv ; il punto G lo ha scritto sul web ma è finito nei talk show, ed è stato malipolato non certo a nostro vantaggio; se si fosse postato subito questo articolo, che differenza !! li avrebbe zittiti TUTTI o comunque sarebbe stato un colpo da maestro e invece ora , ovunque, anche alla radio , battute politiche sul punto G. Mi aspetterei più abilità comunicativa da lei e da questo blog, specie se si criticano così ferocemente e con ragione gli altri mezzi comunicativi e giornalisti vari.
Saluti

silvia c. 04.11.12 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Oggi pom a Domenica Live hanno (tentato) di strumentalizzare e delegittimare Grillo e il suo movimento disquisendo sulla sua battuta satirica e paradossale del "punto G" che Grillo ha utilizzato in occasione della partecipazione di un'attivista M5S a "Ballarò". Persone contro Grillo Barbara D'Urso, Filippo Facci, Vittorio Sgarbi, Daniela Santanché, persone pro Grillo la famosa e scaltra intellettuale Sig.ra Flavia Vento. CREDO CHE LA GENTE, ANCHE LA MENO INFORMATA, ABBIA ORMAI COMPRESO LA FAZIOSITA' E L'INUTILITA' DI QUESTI DISGUSTOSI GIOCHETTI MEDIATICI. QUALE MIGLIOR RISPOSTA ALLA TESI SECONDO LA QUALE GRILLO E GLI ATTIVISTI DEL SUO MOVIMENTO DESERTANO I TALK SHOW DI UNA TELEVISIONE INTERESSATA E FUORVIANTE??!

Christian Menduni 04.11.12 17:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande articolo. Del resto, Sergio Di Cori Modigliani ha recentemente pubblicato qualcosa che tutti gli attivisti del M5S dovrebbero leggere: Unfuck. Per una rivolta esistenziale.

Marco Grossi 04.11.12 17:23| 
 |
Rispondi al commento

trasformare una strategia in credo politico è classico della volpe riguardo all'uva ( dico bene casaleggio ). ridursi al web come unica forma mentis politica di comunicazione significa escludere nel nostro paese ( purtroppo vedi gli sgambetti del pdl a favore del nano e delle sue tv), escludere il 90% della popolazione che ha comunque tutti i diritti riservati nelle decisioni da cittadini! o vogliamo sterilizzare il loro voto e diritto ad'informarsi. la tv è prima dei giornali il mezzo ( pur truccato come non riconoscerlo) più immediato ed efficace dell'informazione ed in quel campo che si deve battagliare comunque, snobbarlo è l'anticamera del la negazione democratica.

LUCIANO-B.C. 04.11.12 17:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un metro solo per gli altri !?
Egregio grillo, la sua affermazione di alto tradimento nei confronti degli elettori del sindaco di Firenze è anche applicabile al fatto del possibile accordo del suo movimento con l’Idv ? Come spiega che chi rifiuta i finanziamenti ai partiti poi si allei con chi quei finanziamenti li ha ricevuti ? Nel vostro possibile accordo chiederete all’Idv di restituire allo stato quanto percepito negli anni passati, per presentarsi qualificato all’unione, oppure il suo movimento è disposto a chiudere un occhio sul passato ? Chiederete all’Idv in futuro di rinunciare ai finanziamenti ? Trasparenza e correttezza verso i sostenitori del movimento vorrebbe chiarezza su questi punti. O no ? E’, come appare in più occasioni, sempre solo il verbo del movimento, dettato dall’alto, ciò che conta per tutti i suoi fedeli ?

Ezio P., Vimercate Commentatore certificato 04.11.12 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il fascino della TV prende chi ha voglia di farsi notare: ce lo insegnano i nostri politici di carriera. E' giusto che il M5S si ponga dal principio il problema dell'apparire anzichè fare. Io penso che il vecchio metodo di incontrare le persone in dibattiti pubblici, presentare i valori e le opportunità, le soluzioni dal basso, sentire i commenti e anche le critiche, debba essere il nostro strumento informativo, costante e puntuale, superando anche il problema di chi in rete non ha la mentalità di entrare (in Nicaragua, nel 1984, ho visto presidente e ministri presentarsi "cara al publo" ogni sabato nei quartieri di ogni città: quasi 30 anni fa!!) Mime

Mime Ruffato 04.11.12 16:45| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO, NEL TUO ANTITUTTO CI DEVI DIRE CHI CAZZO CANDIDI A CAPO DI GOVERNO PER IL M5S!!!!

SE NO SE SOLO UN ALTRO PAROLAIO...

L'UNICA RIVOLUZIONE POSSIBILE E ATTUATA IN ITALIA è STATO IL FASCISMO...LE METODOLOGIE SONO NOTE...

IL FRONTE DELL'UOMO QUALUNQUE

I punti cardine sono quindi:

- Lotta al comunismo
- Lotta al capitalismo della grande industria
- Propugnazione del liberismo economico individuale
- Limitazione del prelievo fiscale
- Negazione della presenza dello Stato nella vita sociale del paese

(fonte Wikipedia)


ANALOGIE CON IL MOVIMENTO 5 STELLE???

GRILLO SPALANCA LE PORTE A UNA DESTRA MEDIOCRE STIRPE POCO DEGNA DEL VERO FASCIO LITTORIO MUSSOLINIANO...

EIA EIA ALALA'!!! EIA EIA ALALA'!!!!

L'imperativo è uno solo categorico: ASTENSIONE!!!

lotto rotto (chediocelamandibonareprise), roma Commentatore certificato 04.11.12 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


articolo di grande profondita'ed onesta' intellettuale.
Mi ha fatto capire cose per cui prima di leggere qusto articolo, avevo delle perplessita'ed opoinioni diverse sulla partecipazione alle trasmissioni televisive.
Grazie di avermi informato.
Leo

leo dv 04.11.12 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande!!!

Nicoletta Febbraro 04.11.12 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Argentina es el país con más alto riesgo de default. L'ARGENTINA E' IL PAESE CON IL PIU' ALTO RISCHIO DI DEFAULT !

LA SORELLA ITALIA CON DUEMILA MILIARDI DI EURO?

O 04.11.12 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Questa è una rivoluzione senza violenza e spargimenti di sangue ma non tutti l'hanno capito e:
"La RIVOLUZIONE (dal tardo latino revolutio, -onis, rivolgimento) è un mutamento improvviso e profondo che comporta la rottura di un modello precedente e il sorgere di un nuovo modello. la rivoluzione può essere anche definita come un cambiamento irreversibile dal quale non si può tornare indietro."
(Per i Favia e Sansi passati presenti e futuri che cercano ingenuamente consensi laddove non si vuole un cambiamento ma una sedia in più per completare il banchetto della vera anti-politica).
Nel frattempo si sta provvedendo con una nuova legge elettorale di neutralizzare il M5S (notizia di oggi).
L'antidemocrazia e l'antipolitica rappresentati dalle più alte cariche istituzionali continuano a fare lavoro sporco, uniti come non mai, contro la volontà dei cittadini che con il voto siciliano hanno chiaramente espresso la volontà di cambiare questo paese.

marco e Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.11.12 15:45| 
 |
Rispondi al commento

e se si volesse fare resistenza e non piegarsi a dittatura del BRUTTO (semplicemente) non sono solo i telegiornali ma proprio tutto, il livello é veramente basso direi offensivo, la pubblicità (scadente) con il volume + alto le info all'americana (che tristezza )i conduttori volgari che gridano sguaiati, i vari Amici... , Fratelli e sorelle +Cugini . La televisione che ci propongono attualmente ha il potere di sporcare Onestamente non la raccomanderei a una persona cara . ( Ciao Carla di Padova )

paola corini 04.11.12 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo i vari commenti a questo post si evince:
- la sola vera verità si trova sul blog di Grillo, ogni altra fonte è sbagliata o è strumentalizzata
- chi non crede a quanto scritto nel blog di Grillo è un ignorante che non capisce nulla della società, della finanza, della stessa scienza, ecc.
- chi critica quanto scritto nel blog è perché non capisce gli orientamenti del M5S
- solo chi crede e ha fede cieca nel M5S è capace di commentare sul blog
- ecc. ecc.
Fosse che un minimo di dubbio non cresca nella fervida e superiore mente degli attivisti ?

Ezio P., Vimercate Commentatore certificato 04.11.12 15:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho appena ascoltato l'intervista della Pirini e non mi pare che abbia detto cose scandalose: il giudizio sulla battuta di Grillo è a livello personale (d'altronde è una donna: io su quella battuta, da buon maschilista e sciovinista c'ho goduto...), dunque chi se ne frega; non è d'accordo sul mandare Di Pietro alla presidenza della Repubblica, esponendo buone ragioni a prescindere dalla faccenda del servizio di Report.

L'unico punto debole, è che è convinta che i Talk Show siano un mezzo d'informazione. In tanti, stando ai commenti dei vari post al riguardo, lo sono: ma fa specie che a non distinguere la differenza fra "strumento di propaganda e rincoglionimento" e "strumento d'informazione" sia un esponente di una certa levatura.

Però, finché non ci va o non ci manda qualcuno dei suoi, è libera di pensare ciò che vuole, diamole tempo...

Se poi ci fosse dell'altro...

Alberto Rizzi Commentatore certificato 04.11.12 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Grandissimo articolo questo di Sergio! Grazie! E' un piacere leggerlo.

Claudio ., Verona Commentatore certificato 04.11.12 14:51| 
 |
Rispondi al commento

a Paola Corini, infatti ritengo che la stupidità dei notiziari televisivi faccia solo male allo stomaco.
Una volta c'era solo Fede a creare l'ulcera, oggi sono contagiosi tutti.

p.s. Fin prima del risultato Siciliano su google scrivevo Beppe e usciva il blog + wiki,
ora escono il messaggero, il sole 24ore, rainews e poi il blog.

carla g., padova Commentatore certificato 04.11.12 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RENZI.A DETTO ALINDIRIZO DEL PD DI BERSANI CHE PER LIBERASI SI PEPPE GRILLO BISONGNAVA FARE DUE COSE E SEREBE DIVENTATO PERSONAGGIO DA BARACONE
SOLO UNIMMBECILE PUO DIRE CERTE COSE.RENZI NO ANDRA DA NESSUNA PARTE
POVERA ITALIA

mauro.calugi 04.11.12 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti ,
vi informo che circa 3 mesi fa ho fatto una prova, ho staccato la presa della mia televisione , attualmente mi informo su internet e vi assicuro che sto benissimo! anzi meglio di prima, penso di rivenderla se la qualquno fosse interessato ...
Cordiali saluti,
Paola Corini

paola corini 04.11.12 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma è possibile che i commenti più costruttivi,che parlano di cui la maggior parte del popolo italiano ha bisogno non vengano mai votati? quello ad esempio del signor Luigi Plos? e vengano votati solamente chi denigra o dice più cazzate o elogia il M5S? Ma mistero della fede.Chissa quante risate si farà Beppe Grillo a leggere questi commenti, se li legge............ ho i miei dubbi.Se ne starà tranquillo dietro il suo cancello elettrico e lascia che fra noi ci scanniamo a vicenda. Saluti a tutti

Anto Sist, Pordenone Commentatore certificato 04.11.12 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Cos'è la vita?
La vita è occuparsi (per chi non è emaciato e "solo" (pre)occupato a cercare il pane quotidiano) di passioni?
In Italia si è raggiunto un limite dove sembrerebbe che tutto questro dovrà essere messo da parte per evidente incapacità collettiva nell'amministrare il voto, da parte dei votanti, e nel ben amministrare la fiducia accordata dal primo gruppo, da parte dei votati.
Certo chi ha avuto nelle mani le leve(leggasi ca22i ma però)del potere ne ha leggermente approfittato. Di fatti maneggiando leve(leggasi sempre ca22i)si sono assuefatti, gli è piaciuto ed hanno ben pensato di godere solo loro di quelle leve(leggete sopra cosa intendo per leve)carezzandole, spingendole una volta su una volta giu...e via discorrendo...fino a far divenire la cosa pubblica(la famosa RES-PUBBLICA) una sorta di casa dei piaceri voluttuosi (esclusiva ma però)dove le cose serie son facezie e le facezie cose serie...GULP!
Nell'orgia suprema della manomissione di leve; culi, tette, piselli ed altro si sono confusi con le cose serie ed ora i soliti (M)inchioni di buona volontà debbono darsi da fare per rimettere tutto il caravanserraglio a posto per ricominciare un nuovo giro di giostra.
Ora, ma e però, c'è sempre che la vita non sarebbe assolutamente solo occuparsi della politica, esistono cose meravigliose da fare che hanno poco a che fare con le cose politiche.
Esistono cose semplicissime che appagano più di mille manifestazioni e comizi pubblici.
Esistono passioni artistiche o solo gustare di cose d'arte fatte da altri che riempiono da sole la vita propria e, se proprio non instupiditi dal proprio ego, anche d'altri.
Non so come va a finire la storia del nostro movimento, se Beppe sarà presdelcons e Dipietro presdelrep e se si riesce ad avere quel cento per cento sperato.
So solo che se ciò accadesse, bisogna far ben pagare salato il prezzo di questo uso improprio delle nostre vite agli EXmanovratori di leve (leve sempre=ca22i ma però)
Buondì e domenica a tutti Nèh!
W M5S!

Francesco. Folchi, Roma Commentatore certificato 04.11.12 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se in sicilia si fosse usata la tv come mezzo di informazione il m5s avrebbe vinto e molti sarebbero andati a votare..mi dispiace beppe ma è così,la tv è troppo importante per far conoscere...fino agli ultimi giorni dalle elezioni ancora a me chiedevano chi fossero i candidati e se c'era il m5s.questo vale solo come informazione e non per fini personali come farsi vedere senza dire nulla o peggio ancora dire cose che non sono vere.la sicilia è molto propensa al cambiamento perchè siamo disperati,solo che molti non hanno più fiducia perchè delusi da tutti per questo pensano che il m5s sia un altro partito,avremmo potuto fare di più con la tv certo che 25000 euro non sarebbero bastati ma qualche sacrificio si deve pur fare se si vuole cambiare.

sergio r. Commentatore certificato 04.11.12 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Risposta per Roob Rises . .. post delle 13:18

Ciao Roob Rises, rispondo pubblicamente al tuo post più sotto, come te la passi?
Dunque, sia che ci sia uno staff sia che per scomparire un post viene clikkato fino ad un numero critico di numero di clik, oltre il quale quel nick non appare più sul blog, rimane il fatto che il clik è una difesa del blog.
Può piacere, non piacere, dare dubbi oppure no.
Esiste e bisogna prenderne atto.
Qualcuno è in grado di eliminare post al di fuori del "segnala commento inappropriato"?
Penso di si se quel qualcuno viola le regole del blog oppure, e forse è più probabile, alcune parole filtro eliminano in automatico alcuni posts (non so come ma so che è possibile).
Non accade per tutti, lo so anche io, però sapere cosa accade non penso sia facile da dire o scoprire.

Per il resto, fintanto che sul blog non compare una spiegazione se lo staff c'è o no oppure qualsiasi cosa che spieghi come funziona, ritengo che qualsiasi cosa si dice faccia parte del mondo della fantasia. Sia che lo dica io che Viviana che Manuela che tu che chicchessia.

La cosa più importante, per non ricadere nel regno dei bimbi da te citato, sarebbe non frignare come tanti invece fanno, daltronde, come ho detto molte volte, un nostro post non è una divina commedia e l'Italia intera ne può fare benissimo a meno.

Poi te lo dico senza troppi giri, e sia a te che ai tuoi amici, visto che sembrate detrattori del M5S (ma più per fifa della perdita di voti del vostro . . . di movimento . . . che per altro)
se piace state qui se invece state qui per recuperare voti . . . fate un bagno di verità anche voi . . . altrimenti, cortesemente, le morali . . . ognuno se le tenga per se . . . Grazie.

Con questo sai benissimo che nutro simpatia per te e ti reputo una persona dotata di buona (se non ottima) intelligenza pertanto spero che si dibatta senza scadere in inimicizie senza alcun senso ;)

Ciao stai bene, con la solita simpatia, Francesco.

Francesco. Folchi, Roma Commentatore certificato 04.11.12 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Modesta riflessione sui numeri: Se PD, UDC e PDL hanno perso oltre un milione di elettori e circa l'80% di essi è andata ad ingrossare il corposo limbo elettorale degli astenuti, come si interpreta questo dato nel movimento? A mio avviso, non molto positivamente, perché significa che quasi 800.000 siciliani o non hanno avuto fiducia nemmeno nel M5S, oppure non conoscendone le proposte (quanti non hanno dimestichezza con un pc, quanti non hanno un pc, quanti neanche il collegamento alla rete internet?) non hanno potuto esprimere la loro condivisione attraverso il voto.
Su questa lettura dell'esito elettorale servirà riflettere in vista delle prossime elezioni politiche.

Daniela Breglia 04.11.12 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi piacerebbe vedervi smettere di litigare tra di voi per chi compare in televisione, lo so che è un tema IMPORTANTE, ma dovete capire che ci sono priorità MAGGIORI adesso...
Litigando fate il gioco di chi ci vuole divisi e più deboli, mentre per la giusta volontà di cambiare il Paese, si può chiudere un occhio sulle imperfezioni (andare in tv) e pensare a rimanere UNITI, noi onesti che vogliamo cambiare VERAMENTE qualcosa!

Ilaria Strazzulla, Pisa Commentatore certificato 04.11.12 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

hai ragione su tutto, infatti Milena Gabanelli in Report ha manipolato le informazioni su Antonio Di Pietro in quanto ha omesso di dichiarare che tutte le accuse contro di lui sono state cancellate dalla magistratura con sentenze che si possono verificare in qualsiasi momento. Ammiravo Gabanelli per la sua equità nell'informazione ma come si dice Martin per un punto perse la cappa ma la Milena per me ha perso tutti i punti.

egeria benvenuti 04.11.12 13:59| 
 |
Rispondi al commento

la tv è sporca come la politica non lo può negare nessuno...chi va in tv lo fa per se stesso solo per farsi vedere,secondo me questo atteggiamento non c'entra con la politica,almeno quella che vorremmo far nascere,comunque a me dispiace che bastano queste stupidate per far dividere il movimento,sarà che tante teste insieme non vanno da nessuna parte ma visto come ci è finita mi chiedo è meglio farci governare senza possibilità di discussioni come ora?

sergio r. Commentatore certificato 04.11.12 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mandato sta per finire, l'alternativa di tornare a fare la vita di tutti quelli che non vivono della politica sembra meno interessante che tradire il movimento in cambio di visibilità mediatica.Per potersi ricandidare con la bandiera della politica dell'apparenza è necessario rinnegare la sostanza. Il M5s nasce dal rifiuto della Casta partitocratica in tutte le sue manifestazioni. Si vota una persona per svolgere un servizio al bene comune, quando questa persona si approfitta della sua posizione per il proprio vantaggio personale, quando partecipa ad un massacro mediatico ai danni di persone oneste per dire " Ciao mamma sono in televisione" come nel caso della ragazzina emiliana, oltre a determinare l'autoesclusione dal movimento si sconfina nel patetico. A casa con scilipoti.

Mauro F., Granada Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.11.12 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'autore di questo articolo si arrampica sugli specchi! perchè Beppe Grillo vuole disertare i talk-show?

ve la dico io la verità: non è perchè la TV è in mano ad un potere marcio, ma perchè il MSS deve apparire 'diverso' per continuare a guadagnare consensi. se non ci fosse questa esigenza i militanti del M5S ci andrebbero eccome in TV!

Spezzo una lancia anche a favore della Salsi: non credo che abbia agito per il gusto di apparire in TV, credo che l'abbia fatto per difendere le idee del M5S davanti ad una platea piu ampia. la tentazione è sempre la stessa: guadagnare consensi.

Andrea Gandolfi 04.11.12 13:33| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

...questo parla del 2014???!!!???!!!!...

GENTE TUTTI UNITI!!!
Non facciamo che a vincere sia ancora il

MALEDETTO DIVIDI E IMPERA!!!


Monti a Karzai: 2014, svolta non rottura
L'Italia trasformerà il suo sostegno
all'Afghanistan, ma non lascerà il Pae-
se. Lo ha dichiarato il premier Monti.

"Guardiamo al 2014 come un anno di
svolta e non di rottura", ha detto nel
corso del suo viaggio a sorpresa in
Afghanistan in un incontro con il pre-
sidente afghano, Karzai.

L'Italia, come gli altri Paesi, "tra-
sformerà" il suo supporto, ma questo
non significa lasciare il Paese da so-
lo". Ci sarà meno presenza militare ma
più cooperazione economica.

04/11/2012 12:42

anib roma Commentatore certificato 04.11.12 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano invece di parlare di democrazia, di cui non è molto competente visto i precedenti di Praga e di Monti, pensi solo a garantire la sicurezza nazionale ...

Le energie della Nazione che stanno ribbollendo faranno il resto ...

I Borgia, The Borgias ... In spagnolo Borhcha ...

Federico Perazzoni, Roma Commentatore certificato 04.11.12 13:21| 
 |
Rispondi al commento

OT tremendo
Telenovela-Blog
Se in cerca di cose più serie potete ignorare lo scritto seguente


sarà l'ennesima volta che lo scriviamo ma si vede che qualcuno ci gode a scrivere fesserie
su questo blog lo staff non censura alcunché
è chi registra che unito ad altri 4 registrati che può bannare il singolo commento
e attualmente siccome i TROLL sono in numero superiore ai 5stelle, solo loro che bannano i post dei 5stelle
at capì?
ma tu sei uno che tra un secondo riscriverà la solita cosa
in quanto essa è una delle tante voci fisse e ripetitive dei troll, e le sentiamo da sei anni sempre uguali e sempre false, per cui...

vivianav v., Bologna
@@@
Mettetevi d'accordo però, perchè altri, come la Bellandi, diversamente da te dicono che la regola dei 5 click non esiste, ma dipende dalla percentuale degli utenti connessi, questo per i commenti cancellati; mentre per la bannatura delle email ci deve essere uno staff, di solito si chiama "moderatore" o direttamente "redazione" in altri luoghi virtuali che non sono ipocriti e lo dicono palesemente che vi è un tizio che modera, qua per anni si è andata dicendo che "non vi è nessuno staff", poi piano compare questo "staff", ma chi è? Grillo in persona? Impiegati di Casaleggio a cottimo? Pescati fra irriducibili?ù
Poi consiglio spassionato: da mesi avete tirato il nuovo coniglio dal cilindro: "Sono i troll a cancellare i messaggi", ma guardacaso sono SEMPRE i post critici verso la linea politica del capo politico a scomparire; non tutti sono mentalmente bimbetti di 10 anni come il grillino invasato per credere a simili sciocchezze. Ricordo anche i commenti sparivano anche prima del segnala commento.

Alla fine di tutto, raccontate le panzane che volete ma 1)mettetevi d'accordo fra di voi se no fate figure barbine e 2)Siate coerenti nel tempo.

Saluti...alla prossima puntata dei Telenovela-Blog

Roob Rises, Gotham Commentatore certificato 04.11.12 13:18| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Jan per sua stessa ammissione è Gay e dice a me che non lo sono di andare a fare in culo!
Sorvoliamo che non mi presto a simili bassezze verso chi della compostezza dovrebbe fare virtu'...se non altro per evitare di essere ridicolizzato con le sue stesse armi...e il suo culo!
Ma andiamo oltre, anzi non andiamo da nessuna parte perchè sto andando Io!
Non hai risposto nel merito, e tutto l'inghippo ruota intorno alla manipolazione ed è inutile spiegarla a chi non la comprende!
Altro esempio di manipolazione?
Mi hai risposto con un vaffanculo...la prossima volta ti spieghero' che la politica del vaffa di Grillo, è si', verso la politica e la casta ma è principalmente destinata a voi adepti, per favi superare la fase di CONOSCENZA e di argomentazione di cui siete SPROVVISTI, e quindi vi hanno indicato il MODO e la "maniera" di sopperire a tale CARENZA e rispondere ai vostri interlocutori col VAFFA o, venduto o, "chi ti manda" o Colluso":
E' questa la vostra UNICA arma di difesa che il GURU si è premunito di procurarvi per sopperire al deficit,
ma saro' piu' esauriente in un prossimo intervento.

Non ti ricambio il vaffanculo per non privarti della soddisfazione di sceglierti personalmente il partner.

Sarei un grillino perfetto e potrei fare molto per il movimento, ma so benissimo che sarebbe casaleggio in primis e dopo grillo a impedirmelo.
Non è colpa mia se non sono piu' grillino e tutti i miei dubbi e sospetti prendono forma:
Con grillo-casaleggio non ho sbagliato un colpo...cio' che pensavo si è puntualmente verificato.

Un saluto anche dall'altro mio figlio Pepp' a quaglia!

Adios verruca, alla prossima..ma..ma!

Papa'scuolabus e... 04.11.12 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

renzi su chi l'ha visto.

leo c., roma Commentatore certificato 04.11.12 13:17| 
 |
Rispondi al commento

@ AL SIG. ARNO FAVARELLI

Perfettamente daccordo con quanto da Lei scritto in risposta alla Viviana ieri sera, in pochi hanno dato peso a quell'ultima frase scritta da Modigliani, molto sottile quasi da non far capire. Continui a scrivere i Suoi pensieri, qualcuno potrebbe imparare.
Cordialità

Totò A., Milano Commentatore certificato 04.11.12 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io non capisco perchè prima vanno in tv e poi si mettono contro il m5s sarà che queste persone hanno solo voglia di notorietà e non di fare politica?

sergio r. Commentatore certificato 04.11.12 13:13| 
 |
Rispondi al commento

"La persona è un attivista del M5S (altrimenti non avrebbe potuto essere eletta), di conseguenza ha aderito a un programma, a un codice collettivo, a delle regole di comportamento che non sono “etiche o morali” bensì squisitamente politiche, il che è diverso. Si è quindi impegnata, a nome della collettività, ad interpretare esigenze della comunità."
Qui il grande, intelligente e spigliato blogger si è perso. Perché il programma non è pertinente, il codice collettivo e le regole del comportamento non esistono e se esistono sono state pensate da poche persone all'interno di una Srl, quindi non v'è la certezza che rappresentino il collettivo. Sono regole che il Blog forza sugli attivisti senza mai un confronto democratico. Da sempre. Forse l'ha scritta così lunga per evitare che si potesse arrivare alla fine.

Valerio 04.11.12 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo-Di Pietro, il piano per le elezioni
«Ingroia candidato premier»

Sarebbe fantastico!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/politica/grillo_di_pietro_idv_ingroia_elezioni/notizie/229338.shtml

Patroclo F., Firenze Commentatore certificato 04.11.12 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I Borgia sono dalla tua parte


Beppe prendi a bordo Oscar Giannino!!!

--
T'ho scritto su youtubbbe


Turi giannone,
forse ,e dico forse,
solo il suicidio in diretta dalla
web cam del tuo pc potrebbe attirare
quell'attenzione che tanto invochi.

leo c., roma Commentatore certificato 04.11.12 13:06| 
 |
Rispondi al commento

La tv rimane l'unico mezzo per un dibattito. in internet il dibattito è impossibile, uno scrive una cosa,un'altro da un'altra parte ne scrive un'altra.. non può essere solo così. io per quanto disapprovi l'america per talune scelte (scuola privata,sanità privata,uso indiscriminato di carte di credito,...) ho sempre apprezzato i dibattiti obbligatori in tv. ma come si fa a non volere il dibattito? ormai non li fa più nessuno. avete scelte di giocare secondo le loro regole, giocatevela. se i contenuti sono buoni verranno fuori, non basta un'inquadratura su una faccia che sorride per inficiare il significato. come potete pretendere che i giornalisti non facciano domande scomode? io odio renzi, perchè si nasconde ad ogni domanda, e voi volete fare lo stesso? ci vorrà qualche anno di più? ok,ci vorrà qualche anno di più, ma la DC ve la ricordate, gli anni di berlusconi ve li ricordate, eppure siamo ancora qua. non è anno più anno meno che fa la differenza, ma portate avanti i contenuti. fate un cazzo di programma serio, perchè quello sull'economia è oggettivamente carente. dibattete e alle domande scomode rispondete. e migliorate. magari mi sbaglierò io,ma senza confronto, senza dibattito, senza niente, era meglio non accettare nessuna regola e scendere in piazza col forcone.

Davide Tofanelli 04.11.12 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se questo post lo capiano noi che siamo gli elettori, è molto più grave che non l'abbia capito una candidata che è stata eletta, che avrebbe dovuto far propri i valori culturali e politici del movimento.

mic.r. 04.11.12 13:04| 
 |
Rispondi al commento

voglio FEDERICA SALSI fuori dal M5S subito e a calci nel culo.
via questi personaggi malati di protagonismo e al servizio della poltrona, IMMEDIATAMENTE.


In futuro ci ricorderemo di Grillo e del "suo" M5S per due motivi: ha ridicolizzato e travolto la vecchia classe politica, ha evitato una deriva estremista. Risultati apprezzabili, ma interlocutori. Le correnti e i voltafaccia percorreranno anche le "sue" reti informatiche, le attraverseranno e non resteranno impigliati. L'uomo e il "suo" pigmalione infatti non pensano, ma lo sanno, che il web italiano è un colabrodo. E soprattutto non pensano, chissà se questo lo sanno, che hanno creato un movimento settario di puri e duri, ma autoreferenziali e vanitosi. E ogni specchio, si sa, impedisce di guardare oltre, di guardare gli occhi degli "ultimi" che ci interpellano. Quando e se voteremo il MS5 dovremo esserne ben coscienti.

Giovanni Panunzio 04.11.12 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il concetto piú volte espresso da Grillo e ripreso in questo post é fondamentale per la sopravvivenza del MoVimento, per questo proporrei di chiedere a tutti gli attivisti candidati di impegnarsi pubblicamente, p.e. con un piccolo video, a non andare nei talk show televisivi ed affini.

Michele Guarracino 04.11.12 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la soluzione sta nelle decisioni forti.cacciata dei governanti.governo di popolo.negazione del debito.uscita dall'euro e dall'europa.annullamento di tutti i trattati.si aprirebbero panorami catastrofici?perchè quella che stiamo vivendo cos'è?non è già catastrofe?sappiamo tutti che stiamo andando incontro a morte certa e stiamo qua a non reagire per timore di morire?

vito asaro, mazara del vallo Commentatore certificato 04.11.12 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Per Roma, ovviamente, si tratterà di un costo non indifferente. Perché da gennaio, quando Malagrotta chiuderà, bisognerà decidere cosa fare di queste milleduecento tonnellate quotidiane di monnezza: con ogni probabilità saranno spedite lontano...Olanda.

«Roma non farà mai la fine di Napoli, coi sacchetti in strada», garantiscono più o meno tutti, dal commissario Sottile al sindaco Gianni Alemanno. A quale costo, non lo si dice. Né, a ben vedere, si spiega perché la capitale del Paese sia costretta a cedere la propria immondizia, a pagare, e a osservare altri arricchirsi.


CASSO!!! METTIAMO STO MURO CON DOGANA E PASSAPORTO!!

DOPO, DA ROMA IN GIU' POTRANNO FARE TUTTO QUELLO CHE VOGLIONO CHE NESSUNO LI GIUDICHERA'!!!

PENSANO SOLO A DIVERTIRSI STE SANGUISUGHE DI DENARO ALTRUI LAGGIU DA ROMA ALLA SICILIA ,RUBANDO SOLDI A NON FINIRE A CHI LAVORA AL NORD!!!!!!

PENSA TE SE CHE GENTAGLIA CHE C'E' AL SUD : FESTA DELLA MERDA, FESTE VESTITI DA MAIALI , FINTI CONVEGNI CULTURALI , PATTUME A NON FINIRE PER TUTTI, VOGLIA DI LAVORARE SALTAMI ADOSSO, FOTTERE LO STATO , SPERPERARE SOLDI ALTRUI ....

Turi Giannone Commentatore certificato 04.11.12 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cos'è la vita?
La vita è occuparsi (per chi non è emaciato e "solo" (pre)occupato a cercare il pane quotidiano) di passioni?
In Italia si è raggiunto un limite dove sembrerebbe che tutto questro dovrà essere messo da parte per evidente incapacità collettiva nell'amministrare il voto, da parte dei votanti, e nel ben amministrare la fiducia accordata dal primo gruppo, da parte dei votati.
Certo chi ha avuto nelle mani le leve(leggasi ca22i ma però)del potere ne ha leggermente approfittato. Di fatti maneggiando leve(leggasi sempre ca22i)si sono assuefatti, gli è piaciuto ed hanno ben pensato di godere solo loro di quelle leve(leggete sopra cosa intendo per leve)carezzandole, spingendole una volta su una volta giu...e via discorrendo...fino a far divenire la cosa pubblica(la famosa RES-PUBBLICA) una sorta di casa dei piaceri voluttuosi (esclusiva ma però)dove le cose serie son facezie e le facezie cose serie...GULP!
Nell'orgia suprema della manomissione di leve; culi, tette, piselli ed altro si sono confusi con le cose serie ed ora i soliti (M)inchioni di buona volontà debbono darsi da fare per rimettere tutto il caravanserraglio a posto per ricominciare un nuovo giro di giostra.
Ora, ma e però, c'è sempre che la vita non sarebbe assolutamente solo occuparsi della politica, esistono cose meravigliose da fare che hanno poco a che fare con le cose politiche.
Esistono cose semplicissime che appagano più di mille manifestazioni e comizi pubblici.
Esistono passioni artistiche o solo gustare di cose d'arte fatte da altri che riempiono da sole la vita propria e, se proprio non instupiditi dal proprio ego, anche d'altri.
Non so come va a finire la storia del nostro movimento, se Beppe sarà presdelcons e Dipietro presdelrep e se si riesce ad avere quel cento per cento sperato.
So solo che se ciò accadesse, bisogna far ben pagare salato il prezzo di questo uso improprio delle nostre vite agli EXmanovratori di leve (leve sempre=ca22i ma però)
Buondì e domenica a tutti Nèh!

Francesco. Folchi, Roma Commentatore certificato 04.11.12 12:49| 
 |
Rispondi al commento

"Quando tutto attorno è buio non c'è altro da fare che aspettare tranquilli che gli occhi si abituino all'oscurità."

:)

Alex Scantalmassi 04.11.12 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ papa scuolabus

DICCI QUALCOSA DA GRILLINO.......

OPPIRE VAI A FARE IN CULOOOOOOOOOOOOOOOO

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.11.12 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a Luigi Plos ore 12,23 finalmente un commento serio di cui vale la pena leggere. Questi sono gli argomenti importanti su cui il M5S dovrebbero discutere, il resto e' noia. Saluti

Anto Sist, Pordenone Commentatore certificato 04.11.12 12:48| 
 |
Rispondi al commento

http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=1865oni milioni di euro ogni anno a radio radicale.

sfolla teorie 04.11.12 12:47| 
 |
Rispondi al commento

“LETTERA AL COMPAGNO BERSANI”

Caro compagno Bersani, vorrei porgerle una domanda, quali governi hanno trattato l’entrata del Italia nel Euro, accettando il diktat tedesco che la banca centrale europea non potesse essere prestatore di ultima istanza ?

Per quanto né so’ sono stati il Governo Prodi e Ciampi, che sé non mi sbaglio erano sostenuti dal suo partito.

Quindi se ora ci troviamo nella condizione che la “Banca Centrale Europea” e “Frau Merckel”, ci ordina di saltare, noi dobbiamo saltare.

Per cui se ora ci troviamo nella mierda, dobbiamo ringraziare lei ed il suo partito, perché se non avessimo aderito al Euro, la nostra infausta liretta si sarebbe progressivamente svalutata, mantenendo abbastanza competitive le nostra imprese, avremmo importato meno prodotti dal estero, a favore delle nostre imprese nazionali, ed i governi che si sono succeduti a quelli di Prodi e Ciampi, non si sarebbero potuti sedere sugli allori del debito pubblico a basso prezzo, ed avrebbero dovuto affrontare il problema.

Ed ora ci troviamo nella situazione che se vogliamo restare nel Euro dovremo affrontare 20 anni di crisi economica endemica, visto che secondo il “FISCAL COMPACT” e “L’OBBLIGO DI PAREGGIO DI BILANCIO” inserto nella costituzione, votati all’ unanimità anche dal suo partito, per i prossimi 20 anni lo stato Italiano dovrà eseguire tutti gli anni manovre economiche dai 50 a 100 miliardi d’euro tra tagli, nuove entrate e svendite della cosa pubblica ammazzando così definitivamente quello che resta dell’economia nazionale.

Se invece volessimo uscire dal euro, in un colpo solo dovremmo affrontare in un colpo solo tutti gli squilibri monetari accumulati in dieci anni di mal governo del euro.

Grazie “COMPAGNO BERSANI”, io preferisco affrontare il problema subito, che morire lentamente d’asfissia per i prossimi 20 anni, mentre i nostri competitori europei faranno passi da giganti, creando le condizioni per fare diventare endemica l’attuale crisi economica Italiana.

Paolo Z. Commentatore certificato 04.11.12 12:43| 
 |
Rispondi al commento

sarò breve 26:

monti vola a sorpresa in afghanistan,
a rincuorare le truppe in guerra all'estero,

napolitano sull'altare della patria,
a pregar i morti in guerra, molti all'estero.

il poliziotto buono e quello cattivo,
fanno gioco di squadra, i due....

il Mandi Commentatore certificato 04.11.12 12:43| 
 |
Rispondi al commento

chiacchiere,chiacchiere e,intanto continuiamo a precipitare.più passano i giorni e più la nostra condizione di miseria e schiavitù diventa normalità.il progetto per il quale è stato incaricato monti va avanti tranquillamente e,noi...chiacchiere.stanno accadendo le più terribili atrocità e ingiustizie e,per noi è normalità.ormai siamo vittime di una malattia cronica che ogni giorno ci divora sempre di più.esistono cure?certo ma occorrono due cose:la vera coscienza della malattia e il coraggio di curarsi.purtroppo la stessa malattia ci annebbia:dal momento che tutti siamo zoppi e,con l'insufficienza respiratoria,non riuscire a camminare e respirare diventa normalità e cosi via fino alla fine.

vito asaro, mazara del vallo Commentatore certificato 04.11.12 12:42| 
 |
Rispondi al commento

e continua...

Dalla solitudine e dal dolore del carcere giungono al Partito radicale centinaia di iscrizioni, detenuti comuni e politici. A Rebibbia si iscrivono 22 detenuti della cosiddetta “area omogenea”: Alberto Franceschini, Cavallina, D’Elia, Cesaroni, Calmieri, Busato, Frassineti, Cozzani, Di Stefano, Lai, Potenza, Gidoni, Cristofoli, Litta, Piroch, Vitelli, Martino, Bignami, Melchionda, Maraschi, Scotoni, Andriani: “Da non radicali”, scrivono, “da detenuti politici e – speriamo presto – da cittadini liberi, ci iscriviamo al Partito radicale. E’ il contributo minimo che possiamo dare alla forza politica che espresse tensioni di crescita civile e democratica negli anni ’70 e che oggi continua a lottare su questo terreno, affinché tutti i non garantiti, la stessa non coscienza civile non perdano questo spazio per i diritti vecchi e nuovi. Come detenuti politici è un modesto segno di solidarietà e di affetto a chi seppe essere vicino ai problemi del carcere e della giustizia, con tanta intelligenza, abnegazione e amore”.

Alex Scantalmassi 04.11.12 12:38| 
 |
Rispondi al commento

i Radicali Italiani famosi e perciò clandestini...

E’ sterminata la lista degli iscritti e degli aderenti al Partito radicale in questi anni: alcuni tra gli scrittori più significativi del Novecento italiano: Elio Vittorini (del Pr diviene presidente e consigliere comunale), Leonardo Sciascia, Pier Paolo Pasolini. E ancora, alla rinfusa: la figlia di Benedetto Croce, Elena; Loris Fortuna; Piero Dorazio; Adriano Sofri; Dario Argento; Franco Brusati; Liliana Cavani; Damiano Damiani; Salvatore Samperi; Giorgio Albertazzi; Pino Caruso; Ilaria Occhini; Raffaele La Capria; Sergio Citti; Carlo Giuffré; Nantas Salvalaggio; Ugo Tognazzi, Mario Scaccia, Carlo Croccolo; Lindsey Kemp; Pierangelo Bertoli; Miguel Bosé; Angelo Branduardi; Lelio Luttazzi, Domenico Modugno; Claudio Villa; Vasco Rossi; Franco Battiato; Oliviero Toscani; Erminia Manfredi; Barbara Alberti; Goliarda Sapienza.

http://www.radicali.it/contenuto/scheda-n-3-radicali-famosi-perci-clandestini-0

Alex Scantalmassi 04.11.12 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Grillo l’unica possibilità

Gli scandali che hanno coinvolto Di Pietro e l’IDV sono conseguenza di leggi assurde, leggi che permettono ai partiti di maneggiare decine di milioni di euro, senza praticamente dare conto a nessuno. Così è legale che il bilancio di un partito lo conoscano solamente Di Pietro, la moglie e una persona di fiducia. Stiamo parlando di bilanci, quelli dei partiti che possono arrivare a volumi dell’ordine di centinaia di milioni di euro. In questo modo un consigliere regionale potrà esser rimborsato da noi contribuenti delle spese sostenute, non presentando nessun tipo di ricevuta, fattura, scontrino o altro. Si avete capito bene, basta che un consigliere dichiari di aver speso una somma (fittizia) e autocertificandosi per la propria attività in regione per poter essere rimborsato. Per un’altra legge assurda il datore di lavoro di un consigliere regionale ha diritto ad essere rimborsato, con i soldi delle nostre tasse, del salario che elargisce al politico, visto che quest’ultimo per la propria attività pubblica non può lavorare, questo vale anche se l’assunzione avviene dopo l’elezione, e molti consiglieri regionali casualmente vengono assunti, con stipendi molto elevati, da amici e parenti proprio dopo la loro elezione. Che importa, tanto lo stipendio viene pagato con i soldi delle nostre sudate tasse.

I Partiti politici si stima abbiano avuto, dal 1994, questi soldi:
Area Lega: 120.260.237,37
Area democratici: 759.599.659,64
Area di centrodestra 916.536.489,85
Aera Udc: 121.396.272, 24
Area Di Pietro (a partire dal 2001) 53.305.757, 75
Stiamo parlando solamente di finanziamenti diretti, senza considerare quindi tutti i vari rimborsi dei consiglieri regionali.

Ma l’attuale politica, tutta compresa sinistra e destra nessuno escluso, che ha costruito tale sistema, sarebbe capace adesso di autoriformarsi?

--
http://www.italianopercaso.it/grillo-lunica-possibilita/

Federico Perazzoni 04.11.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento

La viviana prezzolata gira intorno ai troll pero' sponsorizza di pietro!?
A mente lucida c'è da giurare che farebbe piu' danni di pietro che il troll...ed è lei stessa che dice, che piu' troll ci sono piu' il movimento cresce, quindi resta strano il fatto che si cerchi di farsi del male da soli, sponsorizzando un losco figuro invischiato in trame oscure in cui, qualche "amicizia" dubbia risulta poca cosa rispetto ad altre coperte da SEGRETO e che riguardano servizi segreti, Cia e viaggi nell'Est con persone implicate in affari, appalti, spionaggio e oltre...
ma la vivarelli chissa perche' quando gli si mostra un link che non gli aggrada dice che non legge le STUPIDATE messe in rete:
Lei la regina dei copia-incolla e dei link messi in rete!
Quindi il problema e' il TROLL che porta voti e non Di PIETRO? ORDINI di scuderia. OK!

Grillini ONESTI Io non mi stanchero' di ripeterlo:
I nemici, quelli veri li avete in CASA!
IMPEGNATI CON I TROLL e DISTRATTI da TONINO!

Non offendetevi se dico che siete manipolati, adepti e abusati e grillo è il GURU, è la verita' e non lo dico io, ma, lo scrivete voi stessi:
Quando scrivete che TUTTI devono riconoscenza a grillo, quando scrivete che senza grillo eravate nessuno, quando scrivete che chi solleva obiezioni è un IRRICONOSCENTE, quando scrivete e lo SAPETE, che senza grillo ritornereste al 2% e vi sta bene cosi' e...
VIVA GRILLO, GRILLO VIVAT e vi nascondete e sfuggite tutto e tutti delegando tutto alla figura carismatica di grillo...cari abusati, manipolati e pavidi...
state semplicemente dicendo che voi da SOLI non siete capaci, che avete paura di camminare con le vostre gambe e quindi vi affidate al GURU!

Questo è il fanatico, questo è il manipolato e questi "invoca" la presenza del GURU!
Semplicemente!

Fra sei mesi se grillo non ci fosse...ritornereste al 2%; questo voi lo sapete ma preferite la "protezione" che spiccare il volo e prendervi le vostre responsabilita' ed entrare nelle case dei VOSTRI elettori!

Ci leggiamo.

Papa'scuolabus e... 04.11.12 12:32| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottimo articolo che pone l'attenzione sul vero rischio in questa fase difficile, quello che tanti cittadini privi di senso critico si facciano manipolare come al solito dalle balle e mistificazioni dei media di regime e loro servitori.
Ne abbiamo avuto prova anche qui dai commenti di tanti infiltrati e dei molti non pensanti.
Il problema puo' essere arginato solo con la contro-informmzione e la cultura e questo articolo ne è un tentativo lodevole.

controcorrente 04.11.12 12:32| 
 |
Rispondi al commento

L'ineffabile coppia
Comunque io un’alleanza Grillo-Di Pietro la vedo bene.
Il primo motivo è che si parla non di alleanza Italia dei Valori – Movimento 5 Stelle, non viene proprio, ma Grillo-Di Pietro.
Insomma, fateci caso, alleanza PD-UdC suonerà male politicamente, ma insomma ci sta di dirlo, forse anche più che alleanza Bersani-Casini.
Invece, alleanza Italia dei Valori – Movimento 5 Stelle no. Proprio no.
Grillo-Di Pietro, sì.
I due personaggi hanno in comune parecchie cose e una di queste è proprio che si ergono a censori della scarsa democraticità, trasparenza e partecipazione altrui, ma nei loro partiti e movimenti la democrazia interni e i meccanismi di vera partecipazione sono ridotti all’osso.
Un altro motivo per il quale vedo bene l’alleanza Grillo-Di Pietro è che son curioso di vedere come andrebbero a risolvere la faccenda del doppio mandato e poi a casa. Tonino nostro, infatti, tra una polemica e l’altra è in politica da sedici anni e nel frattempo è stato due volte ministro, tre volte deputato e una europarlamentare. Insomma, a fare le personcine coerenti bisognerebbe che tornasse anche lui a cogliere ulive a Montenero di Bisaccia, ma la tentazione di ascoltare le motivazioni con cui la regola della precarietà politica nel suo caso non verrà fatta valere è parecchio forte.
Ma, soprattutto, la vedrei bene un’alleanza del genere perché due movimenti o partiti che hanno costruito gran parte dei propri successi elettorali grazie alla retorica della diversità rispetto ai partiti tradizionali farebbero una cosa tipica, tipicissima, dei partiti tradizionali: lo scambio voto con poltrona, tu mi dai il tuo bacino elettorale e io ti mando al Quirinale. Democristianissimo!
Pubblicato da nonunacosaseria

(( bordiga)) Commentatore certificato 04.11.12 12:29| 
 |
Rispondi al commento

I Radicali... PANNELLA....che bello.

Quelli che :anche cicciolina ci ha diritto

Quelli che: anche toni negri ci ha diritto

Quelli che: ENZO TORTORA CI FA COMODO (ogni tanto una giusta)

I migliori amici degli AMICI del potere costituito.

Quelli che: hanno venduto 10/12 anni fà RADIORADICALE 2 , PER vari MILIARDI, a...guarda guarda... berlusconi.

MA DOVE ERA QUESTA RADIO? DA DOVE TRASMETTEVA?

Quelli che: nessuno tocchi CAINO.

E MORTE AGLI ABELE.

CIIAAOOO capezzone, taratrash, rutelli, bonino, staderini, cappato .....EEeee....... MAMMAMIA
quanti altri.

Franco Restuccia Commentatore certificato 04.11.12 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

giustamente la Lancia Kappa e la Thesis non se le fila nessuno, non hanno storia, invece ci sono ancora raduni di amatori della Lancia hf integrale e anche la Thema non era male, potente e sobria, veniva definita

Alex Scantalmassi 04.11.12 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Con 15 consiglieri in Sicilia non si deve andare in televisione?

E quanti ce ne vogliono allora?

Tutti?

Dissentire e' costruire.

Stefano R., Monsummano Commentatore certificato 04.11.12 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Una considerazione sorta dopo 13 mesi di attivismo nel M5S (romano): ci stiamo tutti facendo un gran mazzo e grande profusione di energie su un numero enorme di questioni, a cominciare dalle 5 stelle e da ciò che ne deriva.
E’ sicuramente gratificante per ognuno di noi impegnarsi nelle cause in cui più crede e/o in cui è più preparato (l’ambiente, la connettività, la mobilità… tutti temi che caldeggio totalmente).
Ma tutti questi temi vengono/verranno recepiti dai nostri concittadini solo se hanno/avranno energie residue per pensare e per agire.
Se continua il depauperamento sistematico delle risorse ancora esistenti in Italia (depauperamento che corrisponde all’arricchimento di altri soggetti e ottenuto fra l’altro tramite la perdita della sovranità monetaria e ciò che ne è conseguito), fra non molto tanti italiani avranno il solo pensiero di mettere insieme il pranzo con la cena e non avranno il tempo mentale di pensare a disporre di banda larga, o di avere più piste ciclabili…(scusate: sono solo due esempi).
Sapete infatti bene che ormai una critica comune al M5S è di non avere strategie per il mercato del lavoro ecc. E purtroppo temo che sia vero.
E’ Vero, perché capire in maniera approfondita i meccanismi economici (Euro, MES ecc.) è complesso e porta via molto tempo. Lo stesso Grillo dimostra purtroppo serie lacune in questo campo; e anche per tutti noi è ben più semplice comprendere a far veicolare i concetti di banda larga e di piste ciclabili che non la leva finanziaria, o le implicazioni dello spread sul costo del finanziamento delle imprese italiane, o la creazione di moneta ad esclusivo uso delle banche, o le conseguenze dell’ormai imminente crollo dei valori immobiliari.
Penso quindi che dovremmo cominciare a focalizzare le nostre limitate forze anche e soprattutto su temi come il potere d’acquisto, il lavoro…insomma sull’economia. So che è complicato (personalmente sono anni che approfondisco i temi dell'euro, del signoraggio...) ma facciamolo!

luigi plos 04.11.12 12:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allora, qualche giorno fa il pagliaccio di Arcore minaccia di staccare la spina al governo fantoccio. Poi in questi giorni cambia improvvisamente idea, come se fosse pazzo. Cosa gli hanno dato in cambio? Di ieri la notizia che il ponte sullo stretto va avanti, o meglio, la voragine senza fondo prosegue. Ecco cos'ha avuto Berlusconi in cambio. Monti mente: a restare al governo ci tiene, e tanto anche, altrimenti non avrebbe dato il contentone al Biscione. E noi intanto a prendercela con Di Pietro, perchè ormai vogliono annullare con violenza le voci contarie. SVEEEEEEGLIAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 04.11.12 12:21| 
 |
Rispondi al commento

o.t.
Lancia, il marchio sarà ridotto o eliminato.

Il due volte campione del mondo rally Biasion ci spiega che questo è il risultato si scelte sbagliate.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/11/04/crisi-fiat-addio-lancia-biasion-frutto-di-serie-di-scelte-incomprensibili/401925/

l'auto è come il ristorante se ti trovi bene ci ritorni su aggiungo io, ma lo dice anche lui tra le righe, che l'auto, così come altri oggetti del desiderio, deve avere essere in brillante continuità con una sua storia altrimenti "sono carciofi su quattro ruote"

Alex Scantalmassi 04.11.12 12:20| 
 |
Rispondi al commento

diciamo così grillo: sei stato impegnato per alcune settimane in terra di sicilia, e te ne ringraziamo....sei stato sotto una forte pressione e hai quindi avuto una fase down dopo il successo delle elezioni... è normale che sia così ma una cosa permettimi di dirla...riguardo il post delle comparsata televisiva hai sbagliato nei modi, e non di poco, se la sostanza rigurdava che è opportuno non partecipare ai talktv, in merito alla presidenza della repubblica posso fare questa semplice osservazione o se preferisci parallelo...il disfacimento di uno stato mai nato è stato come una partita di pallone di serie A...o si è vinto o si è perso comunque in campo ci sono stati i giocatori che prendono e hanno preso il loro lauto stipendio e noi qui non siamo tifosi che piangono perchè la squadra del cuore ha perso mentre loro girano in cayenne.
Un ultima cosa...a essere pignoli...dopo la doppia rovesciata il post sul successo in sicilia mi sa tanto di quella tecnica che....tu ben sai.

Con affetto e auguri/amoci al M5S

molto nervoso 04.11.12 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Sergio Modigliani,
una belle risposta
La provocazione di "pancia" come la risposta odiosa da bullo-macho che è stata data alla neo eletta siciliana è un ottimo pretesto per sottolineare ed esaltare il problema ma diventa seria solo se seguita da un'analisi e ragionamenti politici più articolati che mettano in moto il cervello collettivo e individuale. La formazione delle idee sono un divenire continuo fatto di confronti che sfociano in azione e cultura e non tutti siamo tuttologi.
Si apprende facendo, se sono un idraulico o medico, non vuol dire che i meccanismi mediatici mi siano chiari ma se qualcuno me li espone posso capirli anch'io...
La resistenza passiva degli indigeni degli altopiani andini al modernismo liberale europeo può essere un bella allegoria e suggerimento tattico.
moreno tateo

moreno tateo 04.11.12 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente, grazie Beppe per avere selezionato questo intervento davvero da incorniciare in tutte le case degli Italiani. Aggiungerei che il Web finalmente, come esattamente previsto da te molti anni fa con l'inizio del Blog, permette di fatto l'attuazione della democrazia diretta attraverso la conoscenza condivisa in rete; il sovrano dell'Italia per Costituzione dovrebbe essere il popolo e non la casta politica, mi sembra che il cambiamento sia iniziato in leggero ritardo. Il RESET e' in fase attuativa. I risultati della Sicilia sono di importanza biblica non solo dal punto di vista politico ma soprattutto dal punto di vista culturale, umano e storico; non dimentichiamo che stravincere sull'Isola regina del voto di scambio a madre della Mafia Italiana famosa nel mondo, significa davvero avere spianato la strada per un miracolo a livello nazionale, un miracolo ottenuto grazie al Web e praticamente senza soldi. Beppe ha rischiato e ancora rischia la faccia e la vita, ma il suo progetto vincera' in ogni caso.
Il cittadino informato fa paura a questo potere fasullo, il Web ha permesso di bypassare i media di regime per la prima volta nella storia Italica. Con l'avvento dei cittadini informati ed onesti al potere si passera' presto dalla de-meritocrazia attuale alla pura meritocrazia e il sistema Italia iniziera' a funzionare dopo decenni ( se non secoli) di rincoglionimento mediatico e culturale.
Il Web finira' anche con il distruggere e smascherare completamente i vari miti figli del rincoglionimento da TV, partendo da veggenti e maghi, fino ai finti Santi di vario stampo, religioni false ed ipocrite che hanno distrutto generazioni e ottuso cervelli per decenni se non secoli grazie a finti miracoli imposti sulla massa non pensante.
Grazie Beppe, grazie da tutto il genere umano per avere ridato importanza all'intelligenza umana, per decenni schiacciata da un sistema corrotto e marcio.I bambini d'Italia ti ringraziano, saranno loro a trarre i benefici M5S!

Massimo D., Europa Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.11.12 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Scalfari su Repubblica parla di catastrofe annunciata...per i cittadini italiani sappia che la catastrofe dura da tanti anni, specie per chi è senza lavoro, e per lui la catastrofe sta per arrivare invece tra poco..catastrofe= pd pdl udc E PENNIVENDOLI COLLUSI

Carlo Zaccaria, Brindisi Commentatore certificato 04.11.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Questa filippica sulla Tv non serve a nulla finchè Beppe, oltre a qualche innocua frecciata sull'Euro, non si degnerà una buona volta a far sapere alle gente, non solo del movimento, cos'è il trattato di Lisbona, il Mes il trattato di Velsen e cosette del genere.
Francamente gli amici di Maria, i Ballarò e i espa ormai lo sanno tutti che contano poco, quel che non sanno è il precipizio verso il quale siamo destinati se non usciamo , oltre che dall'Euro, anche da quei trattati. Il resto è fuffa

Furia Cavallo del nord Commentatore certificato 04.11.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Grazie all'appoggio compiacente e complice dei leader alleati nel “non interferire” col progetto del Vaticano, i nazisti riuscirono a bruciare più persone innocenti nel biennio 1944-45 che nell'insieme di tutti gli anni precedenti.
L'Olocausto, il sacrificio di massa di oltre 18 milioni di Protestanti, Cristiani Ortodossi, Ebrei e altre minoranze etniche perpetrato col fuoco dei forni crematori in Polonia e in Russia meno di 70 anni fa dai dittatori Cattolici Adolf Hitler S.J. (Societas Jesu) e padre Iosif Stalin S.J. rappresenta l'atto di sacrificio umano più grande e dispendioso della storia.

http://risingsunbydivideandconquer79.blogspot.it/p/parte-1-il-grande-pentagramma-del-male.html

Primula M 04.11.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ha ragione: Non bisogna andare in televisione! Noi non siamo preparati come i politici di professione che parlano con frasi fatte, discorsi preparati e ripetuti continuamente, imparati a memoria , usando termini magno eloquenti e altisonanti...ci fanno fare la figura degli impreparati, ci fanno dire poco e solo quello che vogliono... Ci stritolano e noi siamo li' a fare le brutte statuine...Diventiamo agnelli da sacrificare sull'altare dell'audience . Operiamo bene nel nostro territorio: pochissime chiacchiere e molti fatti concreti e positivi.

Giuseppina ., Treviso Commentatore certificato 04.11.12 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi: "Chiedo scusa agli italiani"

repubblica.it ora

oddio oddio oddio oddio

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 04.11.12 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Molto interessante l'analisi del blog su media a TV.
Purtroppo, nonostante tutto, siamo ancora assopiti e acritici davanti alle notizie sintetizzate da stampa e televisione. Non siamo ancora capaci di pensare individualmente, in modo oggettivo, non siamo in grado di valutare i fatti e non dar credito alle opinioni; speriamo prima o poi di riuscirci, ma è ancora presto.

Massimo Mariano Sandias, Milano Commentatore certificato 04.11.12 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Viva la pa-pa-pap-pa
col po-po-po-po-po-po- pomodoro
Viva la pa-ppa-pa-ppa
che è un ca-po-po-po-po-lavoro
Viva la pa pa-pa-pa-pa
col po-po-po-modor

La storia del passato
ormai ce l'ha insegnato
che un popolo affamato
fa la rivoluzion.
ragion per cui affamati
abbiamo combattuto
perciò buon appetito
facciamo colazion.

Viva la pa-pa-pa-ppa
col po-po-po-po-po-po-pomodoro
Viva la pa-pa-pa-ppa
che è un ca-po-po-po-po-lavoro
Viva la pa-pa-pa-ppa
col po-po-po-modor

La pancia che borbotta
è causa del complotto
è causa della lotta
abbasso il direttor.
La zuppa ormai l'è cotta
e noi cantiamo tutti
vogliamo detto fatto
la pappa al pomodor

Viva la pa-pa-pa-ppa
col po-po-po-po-po-po-po-modoro.
Viva la pa-pa-pa-ppa
ch è un ca-po-po-po-po-lavoro
Viva la pa-pa-pa-ppa-ppa
col po-po-po-modooooor

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 04.11.12 12:07| 
 |
Rispondi al commento

condivido ciò che ha scritto "di cori modigliani" e aggiungo che le regole del M5S sono ad uso e perpetuazione della vita del movimento e non del singolo.Le regole sono anteposte all'individuo che può, d'accordo con la maggioranza, modificarle in senso migliorativo. Niente comparsate in tv se è scritto nelle regole, piaccia o non piaccia. Non puoi attraversare con il rosso per alcuni motivi; la sicurezza e eventuali azioni lesive; per evitare comportamenti frutto dell'interpretazione e per evitare il caos. Come al solito si può derogare ma solo se non lo fai a danno degli altri. Quindi o Salsi si adegua o è fuori... nessun fascismo, maschilismo, squadrismo chi abusa di etichette o categorie per generalizzare è perchè vuole buttarla in 'caciara'.

brunorev brunorev 04.11.12 12:07| 
 |
Rispondi al commento

per non dimenticare : sud e sinistra rovina dell'italia!!!

<<I reduci del consiglio regionale della Campania ricordano ancora le 60 medagliette d'oro commemorative che la presidente Lonardo in Mastella distribuì ai suoi colleghi per il Natale del 2005.
Così come nessuno dei dipendenti può dimenticare i 600 piatti che per quella occasione arrivarono nelle loro case.

<< Mai, però, quanto quella missione organizzata per il Columbus Day, costata alla Regione 680 mila euro e culminata per tutti quanti con una parata sulla Fifth Avenue, neanche fossero tornati da una passeggiata sulla Luna.

Che tempi, quei tempi. Quando la Regione siciliana, alle prese con l'organizzazione di un campionato del mondo di ciclismo, decise di andare a confrontarsi con chi l'aveva fatto qualche anno prima: i norvegesi. Il che rese necessaria una spedizione a Oslo di 120 persone, con tanto di orchestrina, trenta giornalisti e quattro cuochi al seguito.

<<< Fu soltanto per il contrattempo di un'inchiesta giudiziaria che non si replicò, in occasione di una Universiade, destinazione Fukuoka, Giappone. Ma con una delegazione ben più nutrita, composta addirittura da 231 persone. Roba da far impallidire la pur memorabile conferenza su «L'area del Salento come ponte fra l'Italia, i Balcani e il Mediterraneo», tenuta a New York dall'ex sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone, rigorosamente in lingua italiana e davanti a un pubblico composto in gran parte da pugliesi arrivati dalla Puglia.

Turi Giannone Commentatore certificato 04.11.12 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CONDIVIDO APPIENO TUTTO QUELLO CHE HO LETTO, PENSO CHE IN ITALIA VA RIFORMATA ALLA RADICE LA MENTALITA' TUTTA ITALIANA APPUNTO DELL'ESSERE DISONESTI A TUTTI I COSTI PUR DI AFFERMARSI PERSONALMENTE SOTTO TUTTI I PUNTI DI VISTA SOPRATUTTO SUL LATO ECONOMICO ANTEPONENDO APPUNTO I PROPRI INTERESSI A QUELLI DELLA COMUNITA'. PENSO CHE OGNUNO DEVE CURARSI LE PROPRIE COSE NEL PRIVATO E NEL RISPETTO DELLE REGOLE CHE SONO ALLA BASE DEL VIVERE CIVILE DI UNA SOCIETA'. "NON LO PRESCRIVE IL MEDICO CHE BISOGNA FARE IL POLITICO A TUTTI I COSTI".CHI SI PROPONE A FAR POLITICA QUELLA CON LA "P" MAIUSCOLA DEVE FARLO IN MODO TOTALMENTE SPASSIONATO E DISINTERESSATO,AVENDO IN CUOR SUO UNA PARTICOLARE PROPENSIONE ALL'ALTRUISMO, ALLO STAR BENE E GODERE SE GLI ALTRI STANNO BENE. TUTTO CIO' PUO' ESSERE REALIZZATO PARTENDO DALLA FAMIGLIA PRIMA ANCORA CHE DALLA POLITICA: DOBBIAMO INSEGNARE AI NOSTRI FIGLI AD ESSERE ONESTI,ANCHE INTELLETUALMENTE,IN QUANTO L'ONESTA' E' UNA VIRTU' CHE TI PERMETTE DI SCINDERE QUELLO CHE E' GIUSTO DA QUELLO CHE E' SBAGLIATO ANCHE QUANDO QUESTO PUO' FAR MALE PERSONALMENTE.SE OGGI IN ITALIA SI E' ARRIVATI A QUESTO STATO DI COSE E' PERCHE' NESSUNO SI E' MAI PREOCCUPATO DI GURDARE AL FUTURO,PREFERENDO MEGLIO "L'UOVO OGGI CHE LA GALLINA DOMANI",RISCHIANDO DI CONSEGNARE AI NOSTRI FIGLI IL NULLA IN TUTTI I SENSI.TUTTO QUESTO NON PUO' AVERE NESSUNA GIUSTIFICAZIONE NE TANTO MENO SERVE A NULLA, INCOLPARE ALTRI OGGI, PER QUELLO CHE AVREMMO POTUTO FARE NOI IERI E NON L'ABBIAMO FATTO, E SE A QUALCUNO GLI PARLAVI DI POLITICA, LA RISPOSTA ERA SEMPRE LA STESSA:"AH,NON MI PARLARE DI POLITICA CHE A ME NON INTERESSA PER NIENTE".LA POLITICA O MEGLIO LA NON-POLITICA SI E' INTERESSATA DI NOI E I RISULTATI SONO SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI.COMUNQUE UNA REGOLA VA DATA ED IO CHE SONO DEL SALENTO,PRENDO A PRESTITO UNA DICERIA DIALETTALE DEI NOSTRI AVI CHE DICEVANO:"LA REGULA E LA MISURA,SE NU LA MINTI TIE SE MINTE SULA" OVVERO "LA REGOLA E LA MISURA SE NON LA METTI TU SI METTE DA SOLA!

ALFREDO MARTEL 04.11.12 12:05| 
 |
Rispondi al commento

la Salsi è sicuramente acidella nelle sue risposte al Grillo, se fosse per me dovrebbe pensare a fare due semplici cosette: portare una webcam in consiglio comunale come richiesto dal movimento e portare più rispetto al movimento pubblicando cosa fa dei rimborsi che riscuote indegnamente essendo già pagata da stipendio. Se non ci riesce è una incapace e va licenziata da dipendente politica.

Alberto O., San Leo Commentatore certificato 04.11.12 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo formalmente di essere informato circa la politica degli eletti del M5S. Vorrei sapere, dopo l'exploit della Salsi, se e' ancora valido ad esempio a Parma per Pizzarotti il rifiuto del debito fatto in base ad illeciti inciuci di bottega. Oppure se e' stato istituzionalizzato e quindi ora che anche lui e' parte della casta accetta il debito come un qualcosa che ha ereditato e contro cui non puo' nulla. Chiedo, dopo alcuni mesi in cui ha potuto vedere la situazione della citta', qual e' la sua politica. Lo chiedo anche a tutti gli altri eletti, di far capire e confermare le loro idee. Voglio sapere se la Salsi sull'Ici abbia espresso un parere personale o una linea politica del M5S se ora appoggia le patrimoniali. Occorre dare un messaggio di verita' agli elettori perche' e' una vita che ci prendono per il culo. Almeno voi non fatelo.

Belpaese 04.11.12 12:04| 
 |
Rispondi al commento

conoscete immagino la voce che gira da anni su Marco Pannella, che fagociti i suoi figliocci politici, ora sarebbe il turno di Marco Staderini se non rimarrà buono buono al suo posto, il fatto che abbia oltre 80 anni non deve trarre in inganno, la sua ultima vittima in ordine cronologico è Bordin, il direttore di Radio Radicale, che non ha più i colloqui settimanle con lui che duravano da anni.
Analogamente, se vi fagocitate Favia, Tavolazzi, Salsi, Pirini, prima ancora che diventino qualcuno direi che siete un passo avanti anche rispetto a Marco, che ovviamente smentirebbe, ci mancherebbe, comunicandomi bellamente che non ho capito un kaiser.
e vabbè, mica tutti nasciamo imparati, che diamine !

Alex Scantalmassi 04.11.12 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il dilemma sulle proprietá immobiliari di Di Pietro mi rafforza per l'ennesima volta nella convinzione che il sistema tavolare in uso in Trentino Alto Adige ed in Friuli Venezia Giulia sia il miglior sistema esistente per la gestione delle proprietá immobiliari.

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.11.12 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

Fare attenzione alle elezioni.

Chiedo ha -- PROFESSINISTI PRESTIGIATORI --

di essere disposti a prestare OPERA di CONTROLLO delle schede

ELETTORALI e del materiale fino allo SCRUTINIO.

Non mi sorprenderebbero BROGLI

Franco Restuccia Commentatore certificato 04.11.12 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo.
E anche no.
Etimologicamente parlando politico é colui che si occupa delle cose che riguardano la propria "polis", la propria città, il proprio paese.
Queste cose possono essere di tutti o di alcuni.
La comunità é costituita dall'insieme di singoli od anche di gruppi.
Non esiste perciò la distinzione tra politica ed anti-politica.
Sono la stessa cosa.
Sono solo appunto CONTRAPPOSIZIONI.
Anchei che sto scrivendo in questo blog sto facendo politica.
Vorrei ora esprimere un pensiero.
Partecipare ad un talk-show non é anti-politica.
É semplicemente non condividere una direttiva stabilita da Beppe Grillo.
Beppe Grillo é in questo momento il capo di questo movimento perché non esiste di fatto un gruppo di persone designate dal basso che possa prendere le decisioni che prende lui.
O meglio non é ancora stato implementato quel meccanismo tramite il quale le decisioni le prendano"tutti".
In questo particolare momento di esistenza del Movimento posso anche condividere questa posizione.
Ma non per questo posso pensare sia corretta.
Inoltre per quanto possa anche condividere la decisione di non "usare" il mezzo televisivo, ritengo anche che chi intenda farlo, sia nel suo pieno diritto personale di poterlo fare.
É comunque e sempre solo un fatto di libertà.

Davide Marchese (davide marchese), Cairo Montenotte Commentatore certificato 04.11.12 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ricchezza tanto amata dal buonistume sinistro fumato e grillinico

ucciso a calci e pugni :

Un primo connazionale continua a prenderlo a pugni, un altro gli sferra un calcio alla testa, il terzo osserva la scena.

Colpi di una violenza inaudita, e infatti la vittima cesserà di vivere poco dopo al Fatebenefratelli.

Ridacchiano, chiacchierano come non si siano resi conto della gravità del loro gesto e, quasi a minimizzare, indicano l'uomo a terra come un «amico».

Comportamenti tipici di chi è «strafatto» e infatti in tasca alla vittima i militari troveranno 5 grammi di «shaboo» la micidiale droga filippina.

Turi Giannone Commentatore certificato 04.11.12 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buongiorno a tutti,noi non abbiamo la tv da anni,eppure siamo pinformati della maggioranza dei nostri amici/conoscenti. quelle poche volte che capita di vedere un qualsiasi programma di "approfondimento" ci annoiamo a morte, sembra sempre il teatrino delle parti! battute scontate repliche prevedibili, i soliti figuranti.
a proposito di media stamani a Prima Pagina
Federico Rubini sollecitava gli ascoltatori ad andare a vedere il blog del M5S, o di Grillo.Ovviamente Rubini è convinto che:"Se li conosci, li eviti", senza accorgersi dell'autogol. Bene, bravi, continuate cosi, mandate gente qui a vedere, a capire. E allora visto che è qui che verremo osservati e giudicati da coloro che del Movimento ignorano tutto, per favore evitiamo le polemiche sterili, i commenti inutili o volgari, e se non è chiedere troppo firmate con il vostro nome e cognome, si deve avere almeno il coraggio di esporsi sempre. Grillo ha già fatto il possibile per tutti noi, ma noi dobbiamo assumerci qualche responsabilità.

laura mazzola Commentatore certificato 04.11.12 11:55| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE, ULTIME NOTIZIE DALLO STATO DELL' AILATI.
Il vecchio presidente, spaventato dalla crescita di un movimento democratico composto da cittadini liberi, "pressa" i partiti di regime affinchè si modifichi la legge elettorale (anche se in prossimità delle elezioni), per arginare e sterilizzare la protesta pacifica dei cittadini che sono stati massacrati da un governo non eletto e dalle caste di regime che hanno divorato tutto.

DOVE STA' L'AILATI? QUI! (LEGGI AILATI AL CONTRARIO).

Elia Porto 04.11.12 11:53| 
 |
Rispondi al commento


Sabato 3 novembre
ESODATI = EVERSIVI
eravamo a piazza colonna dove c'è la sede del Governo Italiano,stavamo rilasciando delle interviste,per canale 56,ad un certo punto si sono avvicinati dei poliziotti,che con molta educazione e professionalità ci hanno invitato ad andare via dal perimetro recintato,in quanto all'interno di tale perimetro non si potevano rilasciare interviste con le maglie con la scritta ESODATI,alla richiesta di spiegazioni da parte nostra ci è stato spiegato che gli ordini venivano dall'interno del palazzo e pertanto rischiavamo di essere denunciati per eversione, in quanto stavamo manifestando senza autorizzazione. Abbiamo ribattuto che non c'era nessuna manifestazione in atto da parte nostra ,nel giro di pochissimi minuti siamo stati circondati da un folto numero di poliziotti in divisa e da alcuni agenti in borghese.Una signora con molta diplomazia ci invitava nuovamente ad abbandonare la piazza,ribadendo che gli ordini venivano dall'alto,a quel punto sentendoci offesi e trattati come dei delinquenti da chi ci ha rubato la pensione,abbiamo preferito abbandonare la piazza . Non mi sarei mai immaginato che oltre ad essere stati derubati dal governo ,adesso rischiamo pure di essere denunciai di eversione. Cari amici vi lascio immaginare tutta la mia rabbia.
PARLAMENTARI VERGOGNATEVI !!!!!!!!!!!
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA : NON VEDIAMO L'ORA CHE SE NE VADA !!!!!!!
Un contributore volontario "non salvaguardato" e indignato
Sandro

sandro 04.11.12 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti di nuovo allo staff di questo blog ed ai suoi amministratori. Non solo cancellano i post degli utenti e relativi commenti, non solo mettono in blacklist le email cosi' che da quell'email risulti impossibile scrivere, ma adesso sono arrivati a bannare l'indirizzo IP. Tanto lo so che questi vigliacchi mi stanno leggendo, lo so che vi sentite grandi perche' Casaleggio vi ha dato qualche bottone rosso da premere quando volete cancellare commenti o bannare email ed indirizzi ip.
Sento gia che qualcuno mi andra' a rispondere che sono un guastafeste, infiltrato, che ci sto' a fare. Bhe' sono qui a raccontarvi la verità a quelle persone che tanta fiducia ripongono in Grillo, le porcate che fa', quanto falso e' a spacciare di fare democrazia dal basso, la rete, il web e poi decide tutto lui ed ha un sito web che sempra una rivista pornografica con banner a go-go. Ieri ne ho visto uno tipo "conosci donne asiatiche". SVEGLIATEVI! Grillo e Casaleggio vi prendono per il culo e la tanta pubblicizzata piattaforma liquid feedback non c'è ancora cosi' che lui potra' decidere all'ultimo minuto tutto quello che vuole.

Maestro Foo 04.11.12 11:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo sappiamo tutti (o quasi) come sono strutturate le tofoserie in Italia.
Questo non basta a giustificare l'atteggiamento schifosamente berlusconiano di fuggire le trasmissioni "pollaio".
sarà anche vero che i talk sono infestati di politicanti abili nel girare la frittata, ma se Berlusconi vent'anni fa avesse trovato una persona con le palle che dicesse in diretta quello che tutti pensavano, non sarebbe durato una settimana.

Gabriele M., Milano Commentatore certificato 04.11.12 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Di Pietro ed altri.

Ma non si era detto no ai politici di professione?

Se ho capito male io, come mai i nostri rappresentanti tornano a casa dopo due mandati mentre accognliamo chi è in campo da 4 legislature ?
Infine , siete sicuri che Di Pietro & Co si accontenteranno di 2/3000 euro netti al mese?

Alfredo Leopizzi 04.11.12 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Una domanda ma tutti questi politici che citano il Movimento 5* come antipolitica senza programmi, dove li hanno loro i programmi?
Hanno solo programmi di assemblamento pro porcellum.

carla g., padova Commentatore certificato 04.11.12 11:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Euro senza una costituzione è destinato a sparire così come è stato introdotto se ne andrà.

ubert 04.11.12 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi detta la linea: "No a un leghista alla Regione Lombardia"

berlusco' ...tutti van bene, basta che non siano del sud

Turi Giannone Commentatore certificato 04.11.12 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da sempre, è noto, siamo lo scarno risultato di guerre tra frazioni che non ci competono. Lo descriveva chiaramente anche il Manzoni. Nel terzo coro dell'Adelchi.
"il forte si mesce col vinto nemico
Col nuovo signore rimane l'antico
L'un popolo e l'altro sul collo vi stan
Dividono i servi , dividono gli armenti
Si posano insieme sui campi cruenti
D'un volgo disperso che nome non ha!"
Che questa guerra sia tra guelfi e ghibellini, destra e sinistra, euro o lira, una sola cosa è certa: l'obiettivo non è mai stato a favore del popolo Italiano. È giunta l'ora di dare un nome anche a quel volgo disperso, di unirlo, di restituire lui la sovranità sancitagli dalla costituzione. E come nella lotta x la liberazione , sarà una grande vittoria!

imerio amadei, cesenatico Commentatore certificato 04.11.12 11:38| 
 |
Rispondi al commento

L

leo c., roma Commentatore certificato 04.11.12 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Quanto vittimismo, quante false lacrimucce, quante stupide illazioni e tutto per potersi mettersi in mostra, per essere letti convinti di essere sempre nel giusto. Tesi ripetitive, vere e proprie nenie. Che pena.

cocco bello (bulgneis), Bologna Commentatore certificato 04.11.12 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Paolo Savona - L'infedele - "l'Italia ha già un piano per un'uscità ordinata dall'euro"

http://www.youtube.com/watch?v=QrMOMOaCf_o

incredibbbileeeeee!!!

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 04.11.12 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Non vorrei essere nei panni di Scalfari , della sua coscienza . Oggi sulla Repubblica scrive un lungo artitcolo dove argomenta di tutto arrivando ad incolpare i suoi amici giornalisti Televisivi pur di trovare una risposta al successo di Grillo che non siano i suoi meriti. E si povero Scalfari , deve essere veramente umiliante per uno come te che crede di avere speso tutta una vita scrivendo in difesa dei diritti del popolo ,dover negare la verità su Grillo , negare che il successo di Grillo è dovuto proprio al fatto che difende i diritti dei cittadini ... quei diritti ,che tu purtroppo per la tua coscienza, hai tradito e svenduto in cambio dei tuoi privilegi!

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.11.12 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Al principio sono rimasto inorridito nel leggere lo sponsorizzare Di Pietro come prossimo presidente della Repubblica, pensando che, a Grillo, fosse andato in corto circuito il cervello. Poi ho cercato, con tutta la buona volontà e speranza, di trovare una spiegazione diversa, ridando a Grillo la facoltà di intendere e ragionare: la possibilità che lo abbia fatto di proposito, con un fine ben preciso e,guarda caso, ottenenerlo in brevissimo tempo. Smantellare l' IDV e la sua cricca, con un semplice articolo. Se così fosse e io lo spero, complimenti, in caso contrario.....incrociamo le dita.

gianni Firenze 04.11.12 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Italia, fabbrica di convegni:
Partiti / enti locali gettano ogni anno centinaia di migliaia di € in dibattiti inutili

< capogruppo Idv: i convegni erano inventati di sana pianta. Cioè non si sono mai svolti e le lo­candine venivano realizzate a po­steriori da lui medesimo. Fra i più simpatici convegni- fan­tasma «La mobilità nella nostra regione». «Problemi della casa». «La logistica dei servizi sociali in Emi­lia- Romagna», mai tenutosi.

< La 4 giorni, ad alta densità di chiacchiere, di San­t’Agata dei Goti (BN):
«Il Sannio e la Campa­nia, tra aree di crisi e modelli di svi­luppo » con Renato Lombardi, con­sigliere provinciale di Benevento e Gennaro Salvatore, capogruppo «Caldoro Presidente» Consiglio Regionale della Campania.

«Prima, Seconda e terza Repubbli­ca: alla ricerca delle nuove classi dirigen­ti! » con Gianpie­ro Zinzi, com­missario regio­nale Udc Cam­pania, Marco Pugliese, coor­dinatore regio­nale Forza del Sud Campania, Arturo Scotto, se­gretario regionale Sel Campania Gianmario Mariniello, coordina­tore nazionale Generazione Futu­ro, Guglielmo Vaccaro, commis­sione Finanze della Camera.

A seguire la «ciliegina» : «La politica che non appassio­na: perché i cittadini hanno smarri­to la fiducia nei partiti politici?».
sicuramente una risposta più auto­re­vole l’hanno data Pasquale Som­mese, assessore regionale, A. Bassolino, presiden­te fondazione Sudd, Cosimo Sibi­lia, presidente della Pr. Avellino.

«L’albero del mondo. Weimar ottobre 1942» con C.Valentino sindaco di Sant’Agata de’ Goti. P. Vie­spoli, presidente gruppo coesione nazionale Senato, C. Ma­stella, il segretario M.Pepe, commissio­ne Questioni Regionali della Ca­mera, N. De Girolamo com­missione Giustizia della Camera.

<< la migliore: la memo­rabile conferenza su «L’ area del Sa­lento come ponte fra l’Italia, i Bal­cani e il Mediterraneo», tenuta a New York rigorosamente in lingua italiana e davanti a un pubblico di pugliesi fatti arrivare dalla Puglia

Turi Giannone Commentatore certificato 04.11.12 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@silvanetta

FERMI TUTTI: PURE GIGGINO TIENE FAMIGLIA!!! – LA CUGINETTA DI DE MAGISTRIS ASSUNTA NELLO STAFF DELL’ASSESSORE ALLO SPORT – LO SPIFFERO DEGLI SPIFFERI DESTINATO A CREARE SCOMPIGLIO: MA COME, E TUTTE LE MANFRINE SUL MERITO E SUI RACCOMANDATI? – LE ORFANELLE DEL BANANA SOTTO ‘O VESUVIO SI RIORGANIZZANO: COME FARANNO A SOPRAVVIVERE LE PREFERITE DI SILVIO LANCIATE IN POLITICA DAL LORO AMATO PRESIDENTE?

Ora sarai contenta che te l'ho messo in chiaro.....!

Ecco dove arriva l'imbecillitaà e la stupidità di citare diffamazioni su persone "scomode".....!

Perchè non citi anche quelle su Di PIetro?

Ma per favore.....!

((((((( Mozart))))))) Commentatore certificato 04.11.12 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo appieno quanto dice Raffaele Pirini su Beppe Grillo e Casaleggio.
Il Guru del web ha un sito che sembra una rivista pornografica
http://www.youtube.com/watch?v=XFue-P5-Xoc

Maestro Foo 04.11.12 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@vimercate

rileggendolo, ho letto che l'idiota scrive anche che il nostro non sarebbe un programma, bene e quello del PD-L quale sarebbe, dove possiamo trovarlo, sarà anche quello di 7000 pagine?
E VAFFANCULO!

Scusate avete per caso letto in qualche post di Beppe, che si parlasse di "ALLEANZE" CON L'IDV?
E ari VAFFANCULO!

"CUORE & MENTE" per l'idiota sarebbe meglio la mente per, con nonostante tutta una bibliografia mondiale che parla della saggezza del CUORE CONSAPEVOLE a cui la mente dovrebbe essere asservita, dallo ZEN all'ANTROPOSOFIA, questo è uno di quei pericolosi mentecatti da cui rifuggire a gambe levate?
Dunque ci sei proprio, quindi ari ari VAFFANCULO!

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 04.11.12 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Internet,Astroturfing e crowdturfing.
Sinteticamente:
Per Contribuire in modo responsabile affinché la libertà di informazione e di espressione non vengano manipolati,
il blog dovrebbe curare la rete sociale per ridurre il rischio dei bugiardi digitali.

leo c., roma Commentatore certificato 04.11.12 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non ho mai frequentato un blog di Berlusconi o un blog di Bossi o un blog di Bersani come non frequenterei mai un blog del partito nazista, se vado su un blog è per motivi di simpatia e di sintonia e non certo per fare del TROLLAGGIo, che sembra essere lo sport preferito degli italiani di basso livello culturale e morale.
Sembra che il blog di Grillo attiri una marea di detrattori che stanno qui come le mosche al miele per aggredire, per falsificare, per fare del male
Io questa gente non la capisco. Ma vedo che i giornalisti ormai non fanno altro che leggere appassionatamente questo blog, Scalfari non solo lo legge freneticamente ma cerca anche qualche post da citare contro Grillo come fosse un cane da tartufo, e basta aprire la tv o un giornale per non sentir parlare altro che di questo blog e di Grillo, in un modo che rivela solo il deserto ideologico, informativo e innovativo dei vari politici.
Ora, vista la marmaglia che posta abbondantemente su questo blog, e visto che molti hanno l'impudenza di spacciarsi falsamente per 5stelle, non riesco nemmenoa immaginare le astruserie che verranno pubblicate o riportate dai media contro di noi, con l'impudenza di affermare che rappresentano il pensiero del M5S come ha fatto Scalfari.
Ormai siamo arrivati a dei livelli di indecenza tali che potremmo leggere di tutto e di più
Ma che schifo tutto questo!
Se questa gente crede di emergere o di fare dei buoni servizi ai loro partiti con questo modi da trivio, ingannando, mentendo, calunniando e registrandosi su questo blog per soffocare il pensiero dei 5stelle si sbaglia di grosso.

Ma siccome l'essere registrati consente a questa marmaglia di fare un'azione di bannatura impropria ai danni del blog, spero che Casaleggio o lo staff si inventino qualche rimedio difensivo.
Ormai i TROLL sono assoldati dai partiti per far danno
e se con 50 euro si compra un voto, con pochi spiccioli i partiti si possono comprare quanti disturbatori desiderano
L'imbecillità umana fa il resto!

vivianav v., Bologna Commentatore certificato 04.11.12 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IN Toscana è in pieno corso la raccolta delle olive.
Imprenditori agricoli che piangono miseria, sfruttano per questa attività esclusivamente lavoratori in nero...
La GdF non interviene per non turbare l'economia dell'olio extravergine docg. e i potentati mafiosi dell'agroalimentare.
Basterebbe andare in qualsiasi oliveta.
L'ispettorato del lavoro cosa ispeziona?

Marchionne ha violato la legge, perchè non lo buttano in galera? O meglio dalla rupe Tarpea? Cosa se ne fa il mondo uno così?
E di una come la Fonero?...e di Quagliarello, ve lo ricordate con la bava alla bocca contro Eluana Englaro? e poi...e poi.

M5S ricorda, la giustizia sopra tutto.

Elsa è domenica, ci sei andata alla messa? 04.11.12 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Il post mi pare sufficientemente logorroico per dilungarmi su di esso. Invece una riflessione sul modo di conteggiare i voti espressi nelle elezioni e sulla conseguente formazione di maggioranze di governo e la loro legittimazione a governare: se su un elettorato di 100 elettori va a votare un elettore, detto elettore avrá il 100% dei voti quindi una maggioranza totalitaria e rappresenterá la totalitá degli elettori! A me pare che questo sistema "democratico" non sia affatto democratico! Proposta: i seggi spettanti al partito dei non votanti non vengono assegnati. Le varie maggioranze previste nei vari parlamenti, assemblee, parlamentini, consessi ecc. ecc. si devono peró formare come se tutti i seggi fossero occupati. Ecco che allora le maggioranze sarebbero VERE maggioranze, ovvero non si potrebbe piú dire: elettore tu non ti occupi di politica ( non hai votato) ma la politica si occuperá di te COMUNQUE; questo perché la parola comunque non sarebbe piú applicabile!!!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.11.12 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uniti nella difesa del presidio Afghano!!

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=171071

Monti e Napolitano sguaiano la spada!

mario mario Commentatore certificato 04.11.12 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Ahhhh…la politica questa parola magica che ti permette di arricchirti a spese della collettività!
Il sogno che completa la tua vita.
Hai già vissuto nel lusso nell’agiatezza ed andrai in pensione con una pensione d’oro.
Non hai mai avuto problemi e non ne avrai per tutta la durata della vita fino forse solo davanti alla morte,perché avrai lasciato tutto quello per cui hai vissuto.
Diventerai quindi un politico con tanti e tanti privilegi che tutta l’Europa ti invidierà.
Che Bello:
Scalfari fondatore di un giornale,sulla soglia della bara ,che vuol diventare senatore a vita se pur per poco.
Un Berlusconi che aspira ,dopo essere stato il più grande politico che l’Italia abbia mai avuto,a diventare Presidente della Repubblica.
Un Montezemolo che entrato in Ferrari,prima presidente di Confindustria,vuole entrare anche lui in politica per continuare a fare una cippa.
Un della Valle che dopo aver de localizzato la sua azienda ed entrato nello sport,che vuole anche lui fare un partito per entrare in politica.
Un Renzi che nonostante i grandi impegni come sindaco di Firenze,ha abbandonato il comune per farsi una gita in camper.
Un Renzi che con la scusa di rottamare il vecchio con il vecchio ha velleità per diventare Presidente della regione Toscana.
Questa politica che ha portato in parlamento mafiosi , indagati e condannati che fanno leggi vergognose per tutelare solo loro stessi mentre l’Italia va alla deriva.
Un Presidente della Repubblica che invece di tutelare i cittadini e la Costituzione ha aderito firmando decreti e leggi vergognose e convalidando anche ministri inquisiti.
Ecco questo è un piccolo spaccato della politica da anni…ed oggi cari trollini e Fackes siete qui a dire che Grillo ha sbagliato,che non ha un programma politico,che sta alleandosi con Di Pietro(niente vero) e continuate a spargere merda offendendo il Movimento.

oreste m, La Spezia Commentatore certificato 04.11.12 11:18| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quindi riepilogando chi partecipa ai talk show fa una cosa anti politica, rappresenta solo interessi personali, la partecipazione a tali trasmissioni rappresenta lo spartiacque tra l'essere dentro fuori il movimento.
Però Di Pietro al Quirinale, lui il re dei talk show, va benissimo, anche dopo aver chiarito che è egli stesso un rottinculo conclamato. Dicorimodiglioni io vedo con piacere il tuo avvicinamento a Beppe ma non sto capendo molto bene le ultime puntate. Forse un chiarimento puo salvare capra e cavoli..........

Carlo casali 04.11.12 11:16| 
 |
Rispondi al commento

e' sempre stato cosi' .. quando si e' passati dal cinema muto al sonoro, le mummie sono uscite dalle fosse sostenendo l'importanza della mimica e della gestualita' che il sonoro uccideva.
Si e' passati dalla radio alla tv e le mummie sono uscite nuovamente dalle fosse sostenendo che in tv in fondo c'erano 4 gatti e che bisognava rivolgersi al vasto pubblico delle radio
Con l'avvento internet le mummie pesantemente putrefatte si levano dalle bare a sostenere l'importanza dell'apparire in tv e la forza mediatica del talk show di bruno vespa.

MORALE DELLA STORIA

ci saranno sempre organismi marcescenti ancorati come cozze al passato, che tentano di prevenire ogni forma di progresso e di novita' , l'importante e' ignorarli e facilitare l'intervento della grande mietritrice che li rispedisca nelle BARE (MEDIATICHE) dalle quali provengono

il torquemada

g. torquemada (), bolzano Commentatore certificato 04.11.12 11:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV,No TV, NO TV, NO TV, capito???????????

Giovanni M., Roma Commentatore certificato 04.11.12 11:12| 
 |
Rispondi al commento

@vimercate

leggi bene e concentrato: MA VAFFANCULO TROLL DI MERDA...

Anche se ti dovremmo anche ringraziare, perchè sei la sintesi dei coglionastri imbesuiti dalle televisioni e giornalai italioti...
Proprio non ci arrivi eh?
Eppure l'articolo é fruibile di facile lettura e guarda caso di una semplicità stucchevole, da poter essere fruito da bambini della 1 media, e tu invece ancora a ROMPERCI sul fatto che Beppe debba confrontarsi nei talk show, battersi in singolar tenzone di fioretto verbale per VINCERE UN "CONFRONTO" dialettico in TV, ma ci fai o ci sei, io credo che se uno continua imperterrito a non voler capire non é in MALAFEDE ma E' PROPRIO SCEMO, come tutti quelli che CONTINUANO IMPERTERRITI a sostenere che dobbiamo CONFRONTARCI ma a cosa alle BALLE, alle CAZZATE, alle DICHIARAZIONI SUBITO SMENTITE, siete strapallosi voi idioti che venite a portarci il vostro razzismo, omofobia, ed idiozia ed io allora banno ciao.......affanculo.

W IL MOVIMENTO 5 STELLE*****

CI VEDIAMO IN PARLAMENTO 35% E PASSA, SARA' UN PIACERE..

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 04.11.12 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Articolo perfetto, chiaro e lucido. C'è un aspetto che non viene forse suffcientemente chiarito: la TV è tecnologicamente e sociologicamente MORTA. Chi va in TV fa un salto indietro di 200 anni. Andare in TV significa suicidarsi, oggi la politica è una rete e si fa in rete. Dalla rete assisteremo alla lenta agonia di questi vecchi anacronistici strumenti del potere: TV, Giornali... non si può salire su una nave che affonda, chi ci sale affonderà con la nave!

Alberto c., mail@albertocecchi.name Commentatore certificato 04.11.12 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Offe topic....
Ma stì giorni tra me e me penzavo.....ma in un paese civile un capo de governo nun avrebbe dovuto fà na telefonata ar sor minchionne der tipo" senti, a brutto deficentone riguardo a quei quindici licenziamenti nun sarebbe er caso che........?"

luis p Commentatore certificato 04.11.12 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiediamocelo

Perche' un Fiorito,un Mastella,un Mariuccio hanno incassato piu' di Obama,Draghi,Merkel .Cosa hanno prodotto di utile per l'umanita' nella loro vita ?
Cosa hanno portato a casa un operaio o un impiegato, grazie alle loro premure ?

E cosa ha dato all'umanita', quel manager delle Ferrovie, al quale lo Stato ha dato una buonuscita da 8 milioni, dopo aver lasciato un buco di 2 miliardi di debito ...e ha preso un'altra buonuscita da 5 milioni da Alitalia ( e sappiamo tutti come e' andata a finire )....Stupisco che l'Italia riesca ancora a reggere..non so per quanto.

klaus k. Commentatore certificato 04.11.12 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Avevo già avuto modo di "incappare" su qualche scritto di Sergio Di Cori Modigliani ed avevo subito notato due cose: l'incisivo e lucido modo di scrivere e riportare su carta le sue (complesse) idee ed uno stile che mi si confaceva (la prima "oggettiva" e la seconda molto soggettiva).
Oramai commento raramente qui sul Blog di Beppe per miei impegni che nulla hanno a che fare con il contenuto dello stesso, ma oggi - dopo aver qui letto l'articolo preso da "http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/11/la-videocrazia-oligarchica-allattacco.html" - ho sentito una spinta a dare maggiore risalto (seppur nel mio piccolissimo) ad una persona che è riuscita, per prima, a dare voce e sintetizzare il perché ed il percome delle cose che stanno cambiando attorno a noi. Anche meglio di Grillo stesso.
Leggendo questo post su questo blog è evidente che Sergio ha bene interpretato l'idea (politica) di Beppe e quest'ultimo lo ha dimostrato pubblicandolo. La scelta di star fuori dal sistema mediatico "tradizionale" è stata dura per il movimento e le sue idee rinnovatrici, una scelta che ha aumentato l'inclinazione della salita e della fatica per arrivare al grande pubblico, ma adesso "ci siamo" riusciti ed è il trionfo: visti i risultati elettorali, cambiare totalmente atteggiamento, fare capolino in TV e, quindi, "tornare indietro" dando la responsabilità al M5S di sdoganare la vecchia "mediacrazia", è anche stupido, non solo - come giustamente sostiene Sergio - una vero atto di "Anti-Politica". Sino ad oggi ho sempre pensato alla politica con la "p" minuscola, grazie per aver ridato la maiuscola ed aver giustamente attribuito l'Anti-Politica agli assassini del Popolo (con la "P" maiuscola), ovvero i morenti partiti ai quali, ogni giorno, togliamo un po' di ossigeno (e scusatemi se questo non mi dispiace affatto).
con affetto (e speranza).

Elio Armando Matacena (captachab), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.11.12 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Il m5s viene definito l'anti-politica DA TUTTI ma dopo il BOOOOM subito, Napolitano cerca in tutte le maniere di ostacolare il m5s.
Non vuole andare al voto perchè m5s è troppo forte.
Vuole un nuova legge elettorale per ridimensionare il m5s.
Vuole una coalizione ampia per battere il m5s.....
SCUSATE MA PARLIAMO DEL DITTATORE BERLUSCONI????
NO............DI NAPOLITANO!!!!!
LA NOSTRA ORMAI E' UNA DEMOCRAZIA MONARCHIA DITTATURA PRESIDENZIALE "DI NAPOLITANO"!!!!!
..............................
BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOMMMMMMMMMMMMMMMMMM!!!!!!!!!!!

ATTENTO NAPOLITA' così ti scoppierà la bomba in mano e verrai amputato....ti salteranno pure le cervella!!!

E NOI SIAMO L' ANTIPOLITICA....
VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!

salvatore pirrera 04.11.12 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Mah... Pé sta classe diriggenziale più che ar pollice de Cesare io penzavo a un medio.....

luis p Commentatore certificato 04.11.12 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Di Pietro scrive a Crozza: "Grave se anche tu credi e divulghi calunnie su di me"


se non è questo un teatrino?

E gli italiani se le bevono tutte?

berto laso 04.11.12 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è piu' spazio per queste cose, bisogna ragionare con la propria testa.
E' finito il tempo degli idoli vani, servono cose concrete, ma purtroppo non è così.
Per far allontanare il nano si sono sprecati venti anni e fatti continui inciuci, ora il potere finanziario, sta spazzando via anche coloro che si sono opposti a colui che faceva per sè.
Attenzione se non compattate le fila fra poco si occuperanno anche del M5S, che è l'unica forza in grado di capire che così non si va da nessuna parte, sia per combattere la crisi economica sia per avere una vera politica per i cittadini, non quella dei provvedimenti per difendere le caste e lo status quo finanziario europeo prima e italiano poi.
Attenzione in sicilia i poteri forti stanno alla finestra, ora si interesseranno dell'unica aggregazione di cittadini che gli sbarra la strada , il Movimento 5 Stelle, hanno già cominciato a farlo nella solita maniera.

ubert 04.11.12 10:47| 
 |
Rispondi al commento

L'importante e' buttare fumo negli occhi della gente!E' come chi al G8 di Genova parlava della minoranza(black block)e non considerava il messaggio di milioni di manifestanti.Dopo 10 anni e la crisi economica che stiamo vivendo chi aveva ragione?Viva la disinformazione!!!!!!

lucca mauro 04.11.12 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Eugenio Scalfari "scopre" Beppe Grillo
e si.....incazza !!!!

Oggi su "la Repubblica", Eugenio Scalfari ha dedicato il suo "pezzo"-editoriale a Beppe Grillo:

titolo : "L'alternativa Grillo- Catastrofe annunciata".

E nell'articolo : "....La Rete è gremita di video sul Grillo comiziante e monologante registrando milioni e milioni di contatti.....Conclusione: Beppe Grillo gode d'una posizione mediatica incomparabilmente superiore a quella di qualunque altro leader politico di oggi e di ieri. Una posizione che non gli costa nulla, neppure un centesimo, e gli garantisce un ascolto che si ripete fino al prossimo comizio del quale sarà lui a decidere il giorno, l'ora e il luogo... I sondaggi successivi al voto siciliano lo collocano attorno al 22 per cento.....Resta da capire perché mai alcune emittenti televisive si siano trasformate in amplificatori di questo populismo eversivo. Resta la domanda : perché lo fanno ? "

Eugenio Scalfari, per aver scritto questo ( ed anche altro !), deve aver capito che veramente SIAMO AD UNA SVOLTA EPOCALE !!!

Termina la sua "predica" :
"La scelta la farà il popolo sovrano e speriamo sia quella giusta".

Stia pure tranquillo che il VERO popolo SOVRANO ha capito benissimo che TUTTI i partiti che hanno ROVINATO l'Italia, in questi ultimi 20-30 anni,
DEVONO ANDARE A CASA e i loro "rappresentanti" dovranno anche RESTITUIRE "tutto quello che hanno preso" !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


Assolutamente d'accordo su:

-oligarchie politiche / sistema mediatico oligarchico imperante.

-distonia tra apparizione televisiva e la realtà del movimento.

Però:

una classe dirigente onesta e "illuminata" dovrebbe esser in grado di condurre le masse laddove esse da sole, per convenienza immediata,

come appunto nel caso citato nell'articolo di cui sopra che riguarda l'entrata dell'Italia nell'euro,

non ci penserebbero nemmeno lontanamente ad andare da sole.


Esempio dunque di apertura secondo me non appropriato

(..dai con tutte quelle che hanno combinato, proprio l'euro tiriamo/te in ballo...)

per andare dimostrare delle tesi assolutamente corrette.


A Luciano beh, da noi i soggiorni obbligati hanno creato addrittura la mafia del brenta, capirai i nostri politici nuovi e vecchi (sempre quelli) il paese l'hanno saputo unire con la mala, che ovviamente c'è ovunque.

carla g., padova Commentatore certificato 04.11.12 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ooohhh là ! finalmente qualcosa di nuovo accade nell'idv.

prendono la parola anche i sindaci De Magistris e Orlando

"il m5s non è la cura è il termometro!"

1 2 3 senza correre subito sul FQ indovinate quale dei due ha pronunciato la brillante frase

BG

(Buona Giornata)

Alex Scantalmassi 04.11.12 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre letto con molta attenzione gli articoli di Sergio Di Cori Modiglioni, ma questa volta mi rifiuto di farlo.
Se Grillo e Casaleggio dopo un post su DiPietro con 5000 commenti, si trovano in difficoltà nel rispondere e lasciano che siano Travaglio e compagnia a parlare di provocazione, non per questo mi sento costretta a partecipare a questa seduta psicanalitica sul nostro naturale narcisismo. Ci vadano loro a farsi vedere!
Siamo sei miliardi di esseri umani su questo pianeta e non sappiamo più come sfruttare la terra per un pezzo di pane o un litro di petrolio, e abbiamo speculatori perfettamente anonimi, come piacciono a voi, sopra la nostra testa che spostano il potere economico da una parte all’altra del mondo un giorno sì un giorno no e voi, che fate? Vi intrattenete come a Domenica In sui benefici e i torti della televisione?
Ci sono un sacco di cosa da fare a pochi mesi dal voto e non c’è tempo da perdere. Dobbiamo trovare nuovi candidati e dobbiamo assicurarci che siano belli “cazzuti”, che sappiano resistere alle furbizie dialettiche in voga, affrontare squali e carognette prima di aver la presunzione di reggere il potere e fare valere i nostri diritti. E dobbiamo trovare tante donne perché la banda qui-quo-qua è tanto carina, tanto carismatica e simpatica, ma ha i suoi limiti e senza senso pratico si perde per strada. Ci vogliono donne che non usino le quote rose per fare le principessine, che non si prosternino per due giorni perché un pseudo maschilista ha fatto riferimento al loro punto G. Io, ho pure la vagina, l’utero, il clitoride e due capezzoli che funzionano 365 all’anno; Mica ho due palline intermittenti che s’illuminano dieci giorni a Natale su un miserabile albero. Di cosa dovrei vergognarmi?
Basta con le lacrimucce, i combattimenti a colpi di senso di colpa, le manipolazioni di masse, le solite lamentele!

Basta con le liti condominiali!

segue nella discussione...

Caroline T., Pianeta Terra Commentatore certificato 04.11.12 10:40| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

in poche parole dobbiamo liberarci dalla tele dipendenza della tv che oramai è diventata pattume sociale, nesssun programma di approfondimento, documentari scientifici e storici. solo stupidaggini in prima serata tipo parolisi e misseri. poi un programma come report che ritengo serio si indignano come cani perchè colti con le mani nel sacco. Da quando frequento questo blog non guardo più la tv è mi viene il volta stomaco a guardare solo qualche tg per piu di cinque minuti. beppe continua cosi, apri le menti in letargo degli italiani e sconquassa il sistema, basta un clik

daniel 04.11.12 10:39| 
 |
Rispondi al commento

PENSAVO DI VOTARE PER VOI MA MI DISPIACE,PRIMA IL NOME DI DI PIETRO PUOI QUELLO DI INGROIA,CHE MISERIA UN NOME PER VOI MARCO PANNELLA SALUTI

Aldo Poretti 04.11.12 10:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inchiesta Gazzetta - La mafia c'è. Anche qui

Le infiltrazioni nel Parmense spesso nate da soggiorni obbligati - L'Emilia considerata terra di conquista per la sua ricchezza

«Una situazione grave, assolutamente da non sottovalutare» con una presenza malavitosa che si «conferma ai massimi livelli, così come il rischio di colonizzazione». E’ in poche righe,ma cariche di significato che la Fondazione Antonino Caponnetto di Firenze fotografa lo stato delle infiltrazioni della malavita nel Parmense.

luciano c., basilicanova parma Commentatore certificato 04.11.12 10:34| 
 |
Rispondi al commento


Allarme epatite nel campo nomadi
10 bimbi ricoverati

L’allarme nel campo di Salone è scattato due settimane fa, quando un ragazzino è stato ricoverato perché affetto da quelli che sembravano sintomi influenzali: febbre, diarrea e vomito. Al pronto soccorso, dopo i primi accertamenti è stata diagnosticata l’epatite A. L’Asl intanto ha avviato una serie di verifiche e altri bambini sono risultati affetti dal virus. «In realtà, le condizioni igienico-sanitarie all’interno degli 8 villaggi attrezzati - denunciano - permangono estremamente gravi».

luciano c., basilicanova parma Commentatore certificato 04.11.12 10:30| 
 |
Rispondi al commento

LA DEMOCRAZIA DIRETTA OLTRE CHE UN OBIETTIVO E' UNA CONDIZIONE DI SOPRAVVIVENZA DEL MOVIMENTO 5 STELLE

Maggiori informazioni http://altravocedelsannio.webnode.it/products/la-democrazia-diretta-oltre-che-un-obiettivo-e-una-condizione-di-sopravvivenza-del-movimento-5-stelle/

rosanna c., benevento Commentatore certificato 04.11.12 10:30| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo praticamente quasi su tutto: però, per amor del vero, data la mia età, mi sembra di ricordare che, prima di entrare nell'euro, se non sbaglio, Rifondazione Comunista fosse contraria all'entrata e se ne discusse, contrariamente a quanto esposto nell'articolo, che nessun movimento ne discusse.
Lo ricordo perché io ero, e sono, contrario all'ingresso nell'euro; ed alla permanenza nello stesso.
Per inciso, ingresso deciso senza alcun referendum, come fatto in altri Paesi.

Giuseppe Casagrande 04.11.12 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Francamente mi dispiace vedere quanto Scalfari è caduto in basso,
chiuso in una cecità di cui il suo smisurato orgoglio gli vieterà sempre di pentirsi,
sempre più servo di quel Pd che lo ha rifocillato per tutta la vita e di cui rifiuterà puntigliosamente di vedere gli errori, sperandone qualche seggio senatoriale a vita.
Mi dispiace non per lui che ormai è solo un vecchio ottuso e testardo, irrecuperabile che vomita oscenità, ma per me, perché da giovane ero sua accanita lettrice e lo stimavo come una perla del giornalismo. Come passano i tempi! E che delusione vedere la decadenza di quelli che un tempo si stimavano!!
Dove è finita oggi questa perla? In una logorrea accanita e calunniatrice cieca e fine a se stessa?
Mio caro Scalfari, capisco che la tua gigantesca presunzione sfiora ormai la mitomania e ti impedisce di fare il più piccolo atto di modestia perché ti credi un monumento, e si sa, i monumenti non si inchinano perché è ai monumenti che ci si inchina, ma come fa un giornalista come te scrivere che il M5S non ha programma? E' troppo avvilente per uno come te fare un piccolo atto di modestia e leggerlo?
.

vivianav v., Bologna Commentatore certificato 04.11.12 10:29| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Post molto bello, appassionato. Avrei solo da dire: Ben detto!

Sono contento che finalmente si parla di "ABBASSO LA TELEVISIONE". Anzi, nun l'abbassate, SPEGNETELA DEL TUTTO!

Bellissimo post, spero in tantissimi facciano passaparola di questo post, perché veramente c'è bisogno di svegliarsi e di ribellarsi alla cultura televisiva, che da tantissimi anni (TRENTA? di più?) ha caratterizzato la nostra società in maniera più negativa che positiva.

Vorri dire che è soprattutto colpa della TELEVISIONE che la gente preferisce stare a casa piuttosto che uscire e socializzare in qualsiasi altro modo.

Ma questo discorso oggi vale anche per INTERNET. Però, facciamo un esempio:

se al posto di 3-4 ore di TV al giorno, se ne fanno 1-2 di INTERNET, direi che sono più che sufficienti PER INFORMARSI ADEGUATAMENTE e, speriamo presto, PARTECIPARE ALLA VITA POLITICA DEL PAESE con gli strumenti di DEMOCRAZIA DIRETTA (o liquida o altro che dirsi voglia)... questione di termini, direi semplicemente E-DEMOCRAZY.

Negli USA già si vota mediante la RETE nella maggioranza dei suoi stati, in alcuni si mantiene in parallelo la cabina elettorale.

OK, ma CARI ITALIANI, passate parola, svegliate i dormienti, perché questo è il nostro problema più grande: CHE MOLTI DORMONO, chi sopito dalla TV, molti perché con L'ASTENSIONE pensano di essere i più furbi MENTRE NON HANNO CAPITO UN'ACCA! (avrei voluto scrivere un'altra cosa...)

Formano solo una popolazione di nuovi analfabeti, il primo vero "partito" italiano! Una massa di IGNORANTI che si sono dati al MENEFREGHISMO sin da quando hanno capito che potevano farlo!!!

Convincere questi qui a partecipare è davvero difficile... Ne conosco diversi purtroppo, sono irrecuperabili! Purtroppo, come quando si andava a scuola, e in classe si vedeva, ben delineato agli ultimi banchi, il gruppetto delle MERDACCE che andavano male.

PURTROPPO LA MAMMA DEGLI SCEMI E' SEMPRE INCINTA!

FORZA MOVIMENTO 5 STELLE! FORZA ITALIA!!!! (stavolta si può dire)

claudio 04.11.12 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Tutti la odiano,

ma Lei,figlia di un Pastore Luterano, nata Kasner (Merkel e' il cognome del marito,come si usa in Germania) vissuta nella DDR, miglior studentessa di Fisica all' Uni di Lipsia, Accademia e dottorato a Berlino su Chimica Quantistica, Lei da brava "massaia" e' l'unica a dire la verita'...Abbiamo dato 30 miliardi alla Grecia (anche gli italiani), perche' non c'erano soldi per pagare stipendi e pensioni...E' gioa' la terza volta, a Primavera, siamo ancora punto e a capo, altri 30.Ha ragione, la crisi dura altri 5 anni...E non crediate che fra 5 anni saremo in grado di cambiare auto o di andare in vacanza a Formentera...A Formentera ci va El Formigun.

klaus k. Commentatore certificato 04.11.12 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non possiamo che essere consapevoli che il primo nemico del movimento è la natura stessa dell'uomo sempre pronta a coniugare interessi personali rispetto al bene collettivo.
La presenza di un dibattito interno è linfa vitale per la crescita del m5s, il confronto di opinioni differenti che si collegano a esperienze sul territorio consente di sviluppare soluzioni intelligenti con un coinvolgimento più ampio della collettività.
Grillo ha il merito immenso di aver saputo aggregare e veicolare il patrimonio umano presente in questa nostra martoriata società italiana, trasferendo lo status passivo della tradizionale constatazione delle criticità, alla condizione di consapevolezza che solo l'azione diretta in prima persona ci avrebbe potuto liberare da questo sistema partitico, ORA E' IL MOMENTO.
Si può accusare di scarsa democrazia un movimento così aperto che permette una notevole possibilità di manovra con pochissimi controlli formali, nessuna infrastruttura gerarchica, come mai vi è stato nella storia politica italiana ?
A chi legge le conclusioni..
Un dato è certo la forza del m5s non sono sol gli strumenti che utilizza, rete ecc., ma le competenze, l'onesta, l'altruismo di chi ha donato una parte del proprio tempo alla costruzione di un sogno :
una società più equa
un'ambiente più sano
una consapevolezza dei propri diritti
un futuro migliore per il nostro paese

Questo credo proprio che non possa essere veicolato attraverso quei media che hanno sostenuto in modo artificiale, aiutati dal nostro disinteresse, i responsabili del disastro politico economico di cui oggi milioni di famiglie pagano le conseguenze, la presenza di esponenti del m5s in tv è un'atto di legittimazione di questi poteri che si oppongono al cambiamento.

ALESSANDRO R., Roma Commentatore certificato 04.11.12 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se dico che apprezzo molto Scalfari e meno Di Pietro cosa rischio? Rischio di essere tacciato per un dipendente del PDL o del PD? Allora no, cambio tutto. Apprezzo molto Di Pietro e meno Scalfari.Va meglio così? Perchè, da un pò di tempo si viaggia così, se sei allineato vai bene se no sei pagato come troll. A proposito si parla sempre di persone pagate dai partiti, qualcuno di voi ha qualche numero di telefono per potersi inscrivere, Con la crisi che c'è qualche soldino non farebbe male. O no.

cocco bello (bulgneis), Bologna Commentatore certificato 04.11.12 10:20| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

La FIOM difende i suoi interessi e le sue strutture.
I LAVORATORI vengono dopo! I Sindacalisti FIOM sono come gli altri..... Vogliono poltrone!!

Pinco P., Marte Commentatore certificato 04.11.12 10:19| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La vera antipolitica sono loro "i partiti", i quali sono ormai di fatto irriformabili. Per liberarci da questi tiranni una delle soluzioni possibili (escludendo l'assalto al palazzo) è quella di spazzarli tutti via con il voto.

Domenico Lico, Mileto Commentatore certificato 04.11.12 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Una volta messo in funzione il
portale, potremo sapere subito quanti
di noi sono favorevoli all'uscita
dell'Italia dall'euro, alla banca
cooperativa, allo studio legale, alla
scelta delle persone eccezionali che
dovranno rappresentarci in parlamento
e così via.
Sarà la prova generale della
democrazia diretta, lo strumento più
idoneo a ripulire il parlamento dalla
fogna che lo infesta da troppo
tempo.
La nostra vittoria tra pochi mesi è
sicura. I politici corrotti non
avranno mai la forza di cambiare il
"porcellum". E per noi sarà fin
troppo facile, considerato il
tartassamento a mitraglia a cui siamo
sottoposti e gli scandali che stanno
venendo fuori, conseguire l'obiettivo
del 30% dei consensi, che ci darà la
maggioranza assoluta e la possibilità
concreta di trasformare finalmente
l'Italia in un Paese civile.

alessandro c., lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.11.12 10:18| 
 |
Rispondi al commento

http://riformiamoipartitieisindacati.myblog.it/archive/2012/11/03/formigoni-e-il-misterioso-mondo-dei-memores-domini.html

Formigoni e il misterioso mondo
dei Memores Domini
Formigoni cade dopo quasi diciotto anni di governo, travolto da un'onda giudiziaria senza precedenti. Chi è, chi è stato, cosa sarà Formigoni, ma soprattutto: che cosa è il Sistema Lombardia? Domenica alle 21.30 su Rai3 - Alberto Nerazzini

senza nulla togliere a formigoni che se lo merita, ma qui siamo al finale delle iene, aprono il vaso di pandora, mi chiedo quali sono i veri motivi.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 04.11.12 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Letto l'articolo e una sola precisazione, magari l'esempio del foglio sta bene come manipolazione delle masse al servizio di pochi.
Ma non nascondiamo che tale manipolazione viene appunto da secoli, non è nata con il Berlusconismo, semmai La Stampa e il Corriere sono esempi calzanti di quello che è stato un regno e continuerebbe ad esserlo con Marchionne se non ci fosse la crisi e il Movimento 5*.
La cecità degli italiani è vedere nell'antiberlusconismo la salvezza e votare ciecamente partiti che fanno gli interessi di De Benedetti, Trochetti Provera, il Banco Santader e il suo proprietario pensando che tali figure siano diverse da Berlusconi.
Ci hanno letteralmente accecato con l'antiberlusconismo e vorrebbero proporci Prodi come presidente della repubblica servo del Bilderberg.

carla g., padova Commentatore certificato 04.11.12 10:17| 
 |
Rispondi al commento

I radicali si offrono a Grillo? Dobbiamo ridere o piangere? Siamo alla spregiudicatezza più totale.Avete presente la metafora:"Salire sul carro del vincitore"? O il trittico di Bosch con il "Carro di Fieno" sul proverbio fiammingo dedicato all'avidità «Il mondo è come un carro di fieno, ciascuno ne arraffa quel che può»?
Giudicando qualcuno,è bene non generalizzare sapendo che molte sono le sfaccettature sia dei gruppi che dei singoli,e che sempre ci sono cose buone e cose no
Onore dunque ai radicali per le loro battaglie civili,per le droghe leggere,i carcerati,i diversi sessuali,il divorzio,la fecondazione assistita,l'aborto..
Ma disonore a chi in economia ha sempre difeso l'ultradx economica e in politica è passato da una coalizione all'altra,seguendo chi gli dava più soldi e che,impuntandosi con la sua presenza in parlame