Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tenete i bambini lontani dalla caccia!


vittime_caccia_.jpg
"Manuel Belviso, il piccolo di 5 anni morto per un colpo accidentale partito dal fucile da caccia del padre è la settima vittima minore di età falcidiata dalle armi da caccia, dal 1 settembre al 24 novembre (4 i bambini morti e 3 i feriti). Pare non arrestarsi la macabra conta di questa stagione venatoria, nata sotto gli auspici di una maggiore attenzione, ma naufragata in un mare di sangue. "Non si risparmiano nemmeno i bambini. Inascoltati i nostri appelli mossi alle istituzioni.", dichiara Daniela Casprini, presidente dell'Associazione Vittime della caccia.
Prendiamo atto che la caccia in Italia non ha più motivo di esistere, in quanto incompatibile col vivere civile, fonte di continue tragedie ai danni anche di innocenti, ingestibile il comportamente dei troppi cacciatori che pensano di poter abusare della concessione dello Stato mettendo in pericolo la vita altrui e creando tensione sociale. Ci rivolgiamo alle madri e alle donne tutte, affinchè preservino i propri bambini da questo ambiente evidentemente causa di morte, dolore e di sopraffazione del forte sul debole. Lasciate che i bambini giochino a pallone e fate in modo che non si avvicinino alle armi, che sviluppino empatia e compassione per gli animali invece di massacrarli." Associazione Vittime della caccia

26 Nov 2012, 10:11 | Scrivi | Commenti (349) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Sig. Grillo, sono un Italiano come tanti nelle sue schere. Ho avuto dubbi sul votarla o meno soprattutto per il discorso caccia. Poi mi sono detto:"in un momento così complicato per la nazione sia cacciatori che animalisti dovrebbero unirsi per rimediare questo destino infausto che man mano ci colpisce". Ero propenso a darle il mio voto ma vedo che nel suo blog da spazio a persone come la Sig.ra Casprini. Una persona che ho avuto il DISpiacere di conoscere in alcuni social network. Con lei ho potuto parlare o meglio ho TENTATO di parlare ricevendo solo insulti per il solo fatto di essere cacciatore. Sta a capo dell'associazione vittime della caccia ma a volte mi viene il dubbio se di queste vittime gli interessi davvero qualcosa....ma tanto la conosce bene altrimenti non le avrebbe dato modo di scrivere quì. La caccia è una nobile arte, millenaria, che ha dato la spinta in più all'evoluzione dell'uomo. Viene tramandata da padre in figlio e spesso (come nel mio caso) serve a tenere questi figli lontani dai pericoli delle dicoteche e delle droghe. Certo, ha letto bene! Perchè noi cacciatori dobbiamo vantare una fedina penale pulita se vogliamo tenerci la nostra licenza e ognuno di noi lo sa e ci si comporta di conseguenza. La caccia è il nostro mondo e potrebbe bastare una multa, una frase detta in un momento d'ira per far crollare tutto irrimediabilmente. Credo che il suo partito dovrebbe difendere questo tipo di cittadini e non attaccarli. Leggo che per alcuni la caccia non ha più un contesto nella società moderna...i rispondo che se invece di focalizzare i veri problemi continueremo a disperdere le risorse il tempo e le energie per cancellare le minoranze (come fanno in africa con quelle etniche) la caccia sarà l'unico modo per molte famiglie per continuare ad avere qualcosa in tavola da mangiare! Ci sarebbero mille altre cose di cui parlare....sono un Cacciatore che vuole una caccia sostenibile....ma per ora mi congedo porgendole cordiali saluti.

Daniele R., Perugia Commentatore certificato 25.02.14 10:00| 
 |
Rispondi al commento

vorrei ricordare a tutti che Loredana Pronio, Presidente Feder F.I.D.A. Onlus ha scritto e fatto depositare in Parlamento dall'On.le Amedeo Ciccanti la proposta di legge che vieti ai minori di essere presenti alle battute di caccia.
tale proposta di legge è stata avanzata affinchè si crei un'interruzione alla tradizione tramandata molto spesso da padre in figlio.
mi spiace leggere che la Presidente Casprini seppur perfettamente a conoscenza di questa proposta no ne abbia fatto menzione nel suo comunicato.

stefania pierleoni 01.03.13 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NO ALLA CACCIA! - NO HUNTING!

Non uccidere - Do not kill

Dott.ssa Chrsita Pardeller 01.03.13 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe giusto consultare gli iscritti a 5stelle se fare o non fare l'ccordo con il PD.

Andrea Bonanno 27.02.13 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo se cambi idea sulla caccia avrai il mio voto,e quello di altri centinaiadimigliaia di miei colleghi cacciatori,la caccia e' tra gli sport meno pericolosi, guarda: l'alpinismo,lo sci,le auto e moto,ecc. la caccia e' un'attivita' ereditaria da padre in figlio e per questo difficilissima da estirpare come vorreste!!!La caccia e' popolare e ti porta al vero contatto con la natura,la preda e' l'ultima cosa......essendo popolare deve essere praticata in un territorio libero altrimenti diventa un'attivita' per pochi facoltosi signori!!! La maggior parte degli anticaccia non sanno nemmeno distinguere un passero da un tordo o un piccione da una cornacchia ed hanno visto la natura solo attraverso i teatrini allestiti dal wwf.Quindi Grillo rivedi la tua posizione verso la caccia e saro' ben felice di votarti io ed altri migliaia di miei colleghi. W LA CACCIA W

patrizio corradini 23.02.13 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Grillo sei una capra. Per lo stesso principio dovremmo abolire le automobili, un sacco di gente muore in incidenti stradali....... Comunque io mai potrei dare il voto ad un comico. Nel tempo ci sono già bastati, pornodive, transessuali, ladri, lecchini, mafiosi e quant'altro. Ci serve gente seria.

Francesco Cicero 21.02.13 20:32| 
 |
Rispondi al commento

io avevo intenzione di votare 5 stelle, ma da quando ho saputo che era contro la caccia ho cambiato idea subito!! e che dire avete perso i voti di tutta la mia famiglia abbastanza numerosa...siccome nella mia famiglia la tradizione della caccia si tramanda da padre a figlio che dire a chi la vuole abolire i nostri voti non li avrete peccato .......ma lasciateli in pace questi cacciatori e pensate a cose più serie !!!!!!!!!!!!

lucia capecchi 20.02.13 21:47| 
 |
Rispondi al commento

La caccia e' affascinante. Da piccolo l'istinto di usare la fionda contro i passerotti era irresistibile. Certo quando la fionda uccideva (infantilmente, non ero io...) era fastidioso, quasi sconvolgente. Con la crescita altri interessi, e poi chiedersi: "che senso ha?".
Non e' solo una questione di incidenti, secondo me. E parlo da persona che ha sotto la finestra della stanza dei figli il segni di un proiettile...(ho 5 figli piccoli).
E' il senso della caccia, che mi manca.
Gli animali selvatici hanno una vita media che e' diminuita, per effetto della urbanizzazione e dell'inquinamento.
Sono sotto assedio da parte dell'uomo, che vuole 'regolamentare' la loro diffusione e la loro vita.
Ecco, mi sfugge, da cristiano o non, il fatto che l' uomo, per diletto, passione o, non parlando dei produttori di armi e munizioni (!), interesse, abbia il diritto di decidere della vita animale. Considerate che chi dice che la caccia e' utile all'agricoltura scorda che l'agricoltura, per il 90%, e' asservita all'allevamento di bestiame (carne). Il cerchio si chiude...
E non parlo di essere svegliato da uno sparo alle 6.00 del mattino...

Marcello P., Rieti Commentatore certificato 02.02.13 17:03| 
 |
Rispondi al commento

"sn un ragazzo di 22 anni e sn cresciuto in mezzo alla caccia... vorrei
tanto sapere quanti di voi che criticano questa passione (NN SPORT) hanno
passato il tempo che ho passato io in campagna e nei boschi ( anche a
caccia chiusa)... andate nei rifugi a vedere cm sn ridotti i viotoli , nei
terreni dove la caccia è aperta se si riesce a camminare è grazie ai
cacciatori che anche a caccia chiusa si adoperano x pulire e tenere in
ordine...è una cosa che si ha nel dna se nn l ha si ha nn si può capire ma
a differenza degli anticaccia noi non ci pemettiamo di insultare o
offendere...concludo dicendo agli anticaccia che se la caccia ogni hanno fa
delle stragi (cosa che piu falsa non si può dire visto che in 4 anni i
morti x AZIONI DI CACCIA sn solo 32) cosa dovremmo fare cn le macchine??
abolirle?? e gli incidenti sul lavoro?? aboliamo anche il lavoro! i
funghi?? vietiamo alla gente anche di andar per funghi! etc etc ... io il
venerdi e il sabato sers sto a casa perchè al mattino alle 6 vado a caccia
voi se avete figli state attenti che rientrino a quell ora chissà
potrebbero essere morti per qualche mix di droghe e alcool in discoteca
oppure in qualche incidente stradale... siete gente con i prosciutti sugli
okki!disinformate! e ignoranti !
cordiali saluti"

mannisi michael 29.01.13 00:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono tentato di votare Grillo, anche se sono cacciatore, semplicemente perché ho una gran voglia di sfasciare questo sistema. Chi tuona contro la caccia dovrebbe farsi un esame di coscienza e chiedersi: sono vegetariano? Se non lo sono, chi uccide per me gli animali che mangio? E come li uccide? E prima come li alleva? Se l'anticaccia è vegetariano, lo rispetto, anche se apparteniamo a due universi agli antipodi. Se non altri è coerente. Ma se uno non è vegetariano, stia zitto e si vergogni. Per il resto, se ritenete che la caccia vada abolita perché purtroppo talvolta accadono incidenti, allora aboliamo le automobili e le autostrade, ok? E pure gli aerei.

Martino Ghermandi 09.12.12 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bracconaggio: tre operazioni Trentino
Sequestri trappole, gabbie e uccelli e selvaggina congelati

(ANSA) - TRENTO, 5 DIC - Sono state condotte con successo dal Corpo forestale trentino, a novembre, tre azioni antibracconaggio nelle Valli di Non, Fiemme e dei Laghi. La prima ha visto il sequestro di munizioni e trappole in casa di due cacciatori e di tre chilogrammi di uccelli di specie varie congelati e 30 chilogrammi di carne di selvaggina. Nella seconda un bracconiere e' stato colto mentre predisponeva gabbie con uccelli protetti usati come richiamo. Un'irregolarita' a Lasino nella caccia al gallo forcello.

fonte: http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/trentino/2012/12/05/Bracconaggio-tre-operazioni-Trentino_7905052.html

Giovanni Cena (girolimoni), Roma Commentatore certificato 07.12.12 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Rieti - Bracconaggio sul Terminillo, denunciati 3 cacciatori. Erano armati di fucile e stavano trascinando un cinghiale abbattuto da poco, i tre uomini fermati dalla Forestale in provincia di Rieti.
Nell'ambito di una perlustrazione sul territorio dell'"Oasi di Protezione del Monte Terminillo" (appartenente alla rete "Natura 2000") in località "Macchia Grande" nel comune di Leonessa (RI) , gli agenti del Comando Stazione di Leonessa del Corpo forestale dello Stato hanno colto in flagrante tre uomini che, armati di fucile, esplodevano dei colpi e trascinavano un cinghiale di grossa taglia. In seguito ad un breve inseguimento i Forestali hanno bloccato i tre bracconieri ed hanno avviato una serie di accertamenti.
Dalle prime verifiche è emerso che i tre erano in regola con la licenza di caccia e il porto di fucile, ma risultava evidente la violazione delle normative comunitarie di tutela previste per l'Oasi di protezione del Monte Terminillo.
I responsabili dell'illecito venatorio sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Rieti, mentre sotto sequestro sono finiti due fucili, una carabina e l'ungulato di oltre quintale abbattuto.

fonte: http://roma.ogginotizie.it/195849-rieti-bracconaggio-sul-terminillo-denunciati-3-cacciatori/

Giovanni Cena (girolimoni), Roma Commentatore certificato 07.12.12 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Ecco, ho letto un pò di commenti e mi sono meravigliato che nessuno dei controcaccia si sia offerto di mantenere la fauna che infesta le proprietà di altri. Mi spiego, se una persona delle mie parti va a lavorare all'estero per procurarsi i soldi per comperarsi un podere dove è nato e questo podere viene sistematicamente devastato da diverse specie di animali selvatici di proprietà dello stato ha diritto o no che i membri della sua società, sostenitori degli animali in primo piano lo rifondano adeguatamente dei danni subiti ricorrentemente? Perchè, se con quei soldi avesse comperato un appartamento, che so, a Milano lo Stato gli avrebbe garantito l'investimento. Quì invece uno si trova con il suo capitale che non vale più niente, terreni disastrati (nel vero senso della parola) e abitazioni inutili perchè prive del loro scopo. Ora è toppo facile allevare i lupi sulle mie proprietà e con i miei soldi. Gradirei invitare sommessamente le persone che vogliono avere voce in capitolo ad incominciare a mettere qualcosa. Altrimenti sarebbe ora di iniziare a liberare qualche bel esemplare di orso anche in piazza duomo a Milano... Tenete conto che gli animali non sanno che cos'è la gratitudine, la loro linea di guida è l'opportunismo: se quando siete a passeggio con vostro nipote vi imbattete in un orso i casi sono due: o vi evita e allora state certi che non ha fame, o sceglie di mangiarsi vostro nipote perchè più tenero e con meno peli. Ultimo dettaglio, incomincia dalla pancia. Esite per fortuna una terza possibilità: l'orso può provenire dai paesi dell'est dove è abituato, da generazioni, a prendersi una fucilata e finire in salmì, quandi incontra l'uomo. In questo caso scappa velocemente.Penso che ci sia da ragionare seriamente sull'argomento.

elio d., vas Commentatore certificato 05.12.12 21:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X orlando della fonte : oggi è arrivato un uccellino a casa mia e gli ho letto il terrore neglio okki proprio come hai detto tu; gli ho chiesto cosa avesse fatto ; e mi ha risposto che per un pelo un cacciatore non lo prendeva!Allora l ho ospitato in casa mia fino alla fine della caccia. Fatelo anche voi che come Orlando della fonte vede il terrore neglio okki di questi animali!

MA CHE DROGA USI?!

Riccardo Mazzei 05.12.12 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Continuate ad ammazzarvi sui campi di calcio. Se si vuol fare di ogni erba un fascio si potrebbe dire così! Se volgliamo discutere seriamente invece dobbiamo dire che sulla caccia ci sono degli eccessi intollerabili: gente che va a caccia solo a sparare a qualsiasi cosa come poi delle sanzioni, per questi incoscienti, che rovinano non loro ma la loro famiglia. Ci sono le associazioni venatorie foraggiate da apposite leggi che non fanno certo gli interessi dei cacciatori ma di coloro che le foraggiano. Ci sono poi dei territori dove i selvatici sono talmente infestanti da rendere la vita difficile. Quando uno lavora un anno per farsi un bel campo e poi orde di cinghiali o cervi (vanno in gruppi di anche una ventina di individui) in una notte radono al suolo qualsiasi cultura si trova spiazzato. E allora l'anno successivo spende ancora di più e si dota del recinto elettrificato. Va bene per un mese, due, una mattina trova i recinti divelti e le culture devastate. Le province dovrebbero risarcire i danni. Tutte balle. Gli unici soldi provengono da un fondo ricavato da versamenti effettuati dai cacciatori. I danni crescono con il numero degli animali e i cacciatori calano, vessati in ogni modo. I soldi ai coltivatori arrivano in maniera irrisoria.. Forse un po'di equilibrio non farebbe male...

elio deon 05.12.12 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono un Grillino come voi e sono anche un cacciatore, state dicendo un sacco di stronzate sulla pericolosità, sulle stragi e tutto il resto.
Voglio rispondervi dicendo che le stragi di prede non le fanno i cacciatori ma: i contadini quando bruciano le stoppie anzitempo, quando usano i pesticidi su larga scala senza alcun controllo ne competenza, i piromani che bruciano le montagne per soldi(assicurazioni ecc.)i delinquenti che gettano dappertutto rifiuti tossici ecc., i cacciatori incidono sulla distruzione della selvaggina per circa l'1%, e comunque intorno all'indotto caccia(che voglio precisare è una passione, quindi non bridge, golf , calcio o altro) ci sono circa 96000 posti di lavoro. Sono stupidaggini quelle che si raccontano in giro. Riguardo agli incidenti, quelli sono casi isolati di genitori che forse non sanno fare i genitori e sono poco prudenti, probabilmente i loro figli rischierebbero anche senza la presenza di armi in casa. Inoltre quanti bambini sono morti per colpa di genitori non cacciatori che sono stati poco prudenti? Vi ricordate quelli che hanno dimenticato il proprio bimbo in macchina sotto il sole, e quelli che a causa di incidenti per la forte velocità hanno ammazzato i propri figli o chi li porta in macchina senza usare le cinture, chi li fa cadere dal balcone o chi semplicemente se li fa cadere mentre li tiene in braccio, i casi sono tantissimi ed i numeri altissimi ma nessuno ne parla. Mi dispiace per Grillo che reputo una persona molto intelligente e bene informata, non mi sarei aspettato una cacciata del genere, posso capire chi da ignorante parla per sentito dire e si accoda agli anti caccia senza sapere neanche che cos'è la caccia. Tanti saluti e tappatevi la bocca oppure apritela quando siete in grado di farlo.

francesco ferrara 02.12.12 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno;
i cacciatori nel commentare spesso cadono nel banale e come ha scritto qualcuno nel "grezzo" ma gli anti caccia qui sopra sono banali e populisti......Vogli andare oltre la demagogia, non fomentare la polemica e parlare di cose reali.Chi dice di chiudere la caccia deve pensare anche ai risvolti socio/economici.Faccio alcuni esempi:
-tutte le industrie legate al vestiario, alle armi, le armerie,... che non avrebbero più introiti o un calo drastico.Quindi famiglie senza stipendi e meno tasse per lo stato;
-in Italia esiste una legge per il rimborso dei danni alle coltivazioni fatte da animali selvatici.Questi soldi (tanti) arrivano dalle tasse che pagano i cacciatori...
Nessuno vuole trovare questi soldi altrove (pur di chiudere la caccia sareste disposti a mettere mano al portafoglio???). Quindi spesso è una idea politica (che come sappiamo bene in Italia non vale niente) e non concreta perchè quando si parla di tirar fuori soldi diventiamo tutti molto tolleranti.
....................
Il problema degli incidenti è reale ma è legato all'imprudenza.Con questa una macchina, una moto, una bottiglia di sostanze chimiche,....sono un'arma al pari di un fucile.

Massimo Dori 01.12.12 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la caccia va abolita subito!! quati morti volete ancora???

piera camba 30.11.12 21:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La caccia al giorno d'oggi non ha più ragione di esistere. Un tempo per ragioni di sopravvivenza,si potevo capire, ma adesso oltre l'inutilità è pericolosa.
Ogni giorno è un continuo bollettino di guerra. Bambini innocenti, uomini, donne e animali da compagnia impallinati. Non si può continare così! Tutti abbiamo diritto alla vita, a stare all'aria aperta e a stare in pace in casa propria!
Il governo non è cosciente del continuo aggravio di spese che comporta soccorrere un ferito o un morto x caccia? Non ha mai fatto un calcolo delle spese mediche dei ricoveri ospedalieri che a secondo dei casi comportano giorni interminabili di degenza? E le pensioni anticipate date alle vedove e ai figli dei deceduti in incidenti di caccia? Perchè tutto questo deve pesare sulle nostre spalle soprattutto in un periodo di crisi e di continue restrinzioni?
Quindi basta alla caccia! W la vita!
Daniela

Daniela Trudu 30.11.12 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La caccia non è altro che l'ennesima vergogna dell'Italia,tra cacciatori e bracconieri non c'è alcuna differenza ed ogni anno si contano sempre più vittime...oltre che animali protetti,cani e gatti e bambini,siamo tutti in pericolo,non si può tranquillamente passeggiare in campagna o nei boschi senza diventare "prede".Non c'è nulla di giusto in tutto questo,e mettiamo pure in conto quanto disturbo arrecano a chi abita in campagna e vorrebbe dormire in pace e magari un pò di più nel fine settimana ma è costretto a svegliarsi a suon di spari ! Basta alla caccia !

Delia G., reggio calabria Commentatore certificato 30.11.12 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi siete voi. Vi piace vincere facile?? Poveri buffoni.

http://www.youtube.com/watch?v=Y_IHKzs1Iq8

http://www.youtube.com/watch?v=iVWMixVNf04&feature=plcp

claire 29.11.12 22:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un giorno mi sono vestito da simil cacciatore per andare a trovare un amico in campagna non distante da Pavia sui colli appenninici. Ho pensato per l'occasione di vestirmi di verde con gli stivali per rendermi un pò più grezzo e atto alla campagna e raccolta funghi .ebbene durante il tragitto sul treno e nei bar mi sono sentito puntare gli occhi disapprovevoli addosso come se assomigliassi a qualcuno negativo o fossi in abito sconcio. niente di tutto questo ero semplicemente ma involontariamente vestito da cacciatore e la cosa non piaceva alla gente .. alla gente non piacciono costoro sono infidi e delinquenziali ,violenti ed oscuri votati alla disgrazia e dalle gesta barbariche. in una conversazione dopo essermi rivelato per non cacciatore una signora mi disse lo sapevo che una persona come lei non poteva esercitare una pratica tanto vandalica e tragica. Arrivato a destinazione non ho potuto fare altro che farmi prestare degli abiti dagli amici lassù per non incorrere in altre riprovevoli occhiatacce .questa è la caccia i cacciatori e l'opinione forse edulcorata da vent'anni di lega nord o berlusconismo qualunquista ma la parvenza per ora non pare scalfita e questa categoria e rimane la più disonorevole in assoluto forse più della mafia.

orlando 29.11.12 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alcune sere fa in tv hanno mandato in onda scene di triste attualità come la delinquenza minorile e i filmati ritraevano da telecamere nascoste giovani e adolescenti del rione Scampia che imbracciavano mitra e impugnavano pistole, proprio come nei film. TENETE I BAMBINI LONTANI DALLA CACCIA ?? Perchè queste associazioni dalle ideologie fasulle e da loschi scopi non vanno al rione Scampia e cercano di persuadere questi ragazzini ad intraprendere una strada più pulita. TROPPO RISCHIOSO VERO?? Meglio colpire la caccia, si rischia meno, si guadagnano soldi, e si ottengono consensi da gente in buona fede che è ignara di tante cose e quindi facile preda per certe associazioni e partiti. I cacciatori prima di essere cacciatori sono cittadini italiani, padri di famiglia e contribuenti piegati alle angherie di questa sporca politica e in quanto tali credevano che l'M5S poteva essere qualcosa di innovativo, invece in tanti, si rendono conto che usa gli stessi metodi di tutti gli altri: plagiare la gente con argomenti tipo caccia per distrarli dai veri problemi, dalle vere tragedie. E' solo un'altro puttanaio !! A proposito che fine ha fatto la lotta al signoraggio bancario? Al signor Grillo gli hanno fatto capire che doveva mollare. Peccato !!

Pino Messina 29.11.12 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

150MILIONI di animali all'anno uccisi dai 750MILA cacciatori italiani???!!! Ovvero 200 animali a testa??? Ribadisco che se il grillismo è questo a credibilità sta esattamente come tutto il resto del bailamme che ci circonda. Auguri per le vostre future poltrone e.... poveri noi! Come da sempre e per sempre.

Ezio Cardinale 29.11.12 16:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nonostante io sia una persona molto vicina alla natura e viva in una zona "verde" com'è l'Alto Adige, mi trovo contrario a quanto messo qui sopra.

Il motivo per cui sono contrario all'abolizione alla caccia è perché proprio tale abolizione sarebbe un ulteriore passo verso il peggioramento della situazione ambientale che già è grave. Perché?
Molto semplicemente perché avendo ancora in tempi remoti eliminato tutti i predatori naturali presenti in Europa, se lasciassimo queste specie a loro stesse senza "subentrare" al posto di lupi, orsi, volpi e compagnia, si verificherebbero situazioni di sovrappopolamento animale che creerebbero disagi sia agli animali stessi (non ci sarebbe cibo per sostentarli tutti), sia per noi umani (tali animali in "surplus" sconfinerebbero nei nostri campi o addirittura nei centri urbani, cosa brutta tanto per loro quanto per noi).

Questa necessità che l'uomo subentri al posto del predatore naturale è presa in considerazione dalla legge. Infatti ogni cacciatore ha un limite massimo di animali che può abbattere e l'attività venatoria è strettamente regolata per periodi, aree di caccia e chi può partecipare. Se queste regole non vengono rispettate non è colpa del fatto in sé che la caccia viene permessa, ma di coloro che, consci dell'esistenza di tali regole, le ignorano volutamente.

Quindi la soluzione NON è abolire la caccia (il che sarebbe stupido e qualsiasi Guardia Forestale, gente che per professione difende la natura, su questo concorderebbe), ma INFORMARE. Informare sui pericoli dell'attività, vigilare meglio sul territorio per limitare l'attività dei bracconieri e imporre controlli più rigidi alle persone con il permesso di caccia affinché non facciano stupidate come portarsi dietro i figli minorenni e limitino al minimo i pericoli derivanti da tale attività.

Dunque siamo alle solite: INFORMARSI prima di PARLARE.

Seguo volentieri questo blog, ma mi spiace. Questa volta avete fatto "cilecca". ;)

Benjamin C., Merano Commentatore certificato 29.11.12 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo molti cacciatori sono anche incivili e zozzoni.
quando vado a fare passeggiate nei boschi vedo troppo spesso bottiglie gettate ovunque e cartucce vuote ovunque. non hanno il minimo rispetto per l'ambiente.

Mecarone Mario 29.11.12 12:25| 
 |
Rispondi al commento

è morto un bambino di 5 anni. tristissimo e allucinante. ogni anno ci sono persone che vanno nei boschi a passeggiare e vengono ferite oppure uccise dai cacciatori. e ogni anno 150 milioni di splendidi animali vengono uccisi per diletto dai cacciatori! in un contesto in cui gli animali muoiono e intere specie sono minacciate dalla distruzione degli habitat, dalla cementificazione e dagli incendi, dai pesticidi e dalle sostanze tossiche e dagli agenti inquinanti prodotti da industrie e mezzi di trasporto...in un mondo in cui il Global Warming potrebbe provocare entro pochi decenni la perdita di tre milioni di specie viventi animali e vegetali, che ci siano ancora degli individui vestiti oome Rambo che per divertirsi vanno a massacrare dei poveri animali, è una cosa profondamente immorale e orrenda, e solo a pensarci ti vengono i conati di vomito. l'87% degli italiani vorrebbe abolire la caccia! la gente ne ha piene le maracas di chi ammazza gli animali per passare il tempo. chi ama la natura gira per i boschi con un binocolo, non certo con un fucile. grazie Beppe <3

Manuel Barone 29.11.12 00:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cari cacciatori, dovete smetterla con la storiella che in base alle statistiche muore molta più gente negli incidenti sul lavoro ecc. ecc.
Mi spiego con un esempio accessibile anche all'intelligenza del cacciatore medio, anche bresciano o bergamasco: se IO vado a fare una passeggiata nei boschi quando VOI state in città dietro un tornio o una fresa o una pressa, con una lepre nella testa, IO stò tranquillo; ma se faccio la stessa passeggiata quando VOI state dietro un grilletto, in giro per i boschi, sempre con una lepre nella testa, allora IO non stò tranquillo.

marino zimbaldi 28.11.12 18:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La caccia nasce come NECESSITA’ e come tale deve morire. Dove cessa la necessità deve cessare anche la caccia.
Ci dispiace tanto, non sarà un dramma la fine della caccia, imparate a giocare a bridge, a fare l’orto, il merletto, cucinate, fate qualcosa DI SANO DI GIUSTO DI BUONO, FATE QUALCOSA PER GLI ALTRI, FATE QUALSIASI COSA ma smettetela di fare stragi di animali. Non serve a nulla, è totalmente inutile. Non avete i soldi per mangiare? Non credo, visto che avete i soldi per licenza, cartucce, abbigliamento tecnico, auto adatte all’HOBBY, cani di razza. BASTA BASTA BASTA CACCIA. Vogliamo ritornare a camminare nei boschi senza il terrore che qualche vecchio rincoglionito ci pianti una pallottola nella schiena blaterando idiozie sulla tradizione. La civiltà evolve, le mentalità cambiano, nessuno più vuole la caccia, se non i cacciatori. In Italia ci sono tra i 6 e i 7 milioni di vegetariani, certamente contro la caccia, in più ci sono gli escursionisti, i ciclisti, chi va a funghi, chi va a tartufi, e milioni di altre persone che sono contro la caccia per altri motivi (magari perché l’idea di uccidere per sport o per tradizione o per divertimento non li aggrada tantissimo), e altrettanti a cui della caccia non interessa proprio nulla. E allora se siete così democratici, statevene a casa perché di natura e animali non capite proprio niente.

claire 28.11.12 14:15| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

“I cacciatori amano la natura e sono i controllori dell’ecosistema”?? ma davvero pensate che ci beviamo certe baggianate? Davvero credete di possedere tali superpoteri? Sono guardia venatoria e so per certo che molti di voi a malapena sanno leggere e mettere insieme due parole di senso compiuto. Davvero credete che senza la mano dell’uomo la natura non sappia autoregolarsi? Parlate di animali NOCIVI senza riuscire a capire che i veri nocivi siete voi. Se una specie è più forte e più intelligente di un’altra (parliamo di animali non umani) è giusto che riesca ad insediarsi nel territorio anche a discapito delle altre, LORO SONO LA VERA NATURA e non siamo certo noi a decidere cosa è meglio e cosa è peggio per loro. Oppure vi risulta che l’ornitorinco venga a sindacare su cosa fa e cosa non fa di sbagliato l’uomo (e ne avrebbe sì diritto!)? Sono certa che una cornacchia possieda un QI molto più elevato della maggioranza dei cacciatori. Ci riconoscono, ci rispettano se noi le rispettiamo, ci parlano E VOGLIONO VIVERE. COME VOI, COME I VOSTRI FIGLI E COME I NOSTRI FIGLI. E i controllori dovete farli per forza col fucile in spalla? Perché non vi andate a fare delle belle passeggiate in compagnia senza rompere l’osso del collo a nessuno? Non mi risulta che per CONTROLLARE ci sia bisogno di un fucile in braccio a meno che non lavoriate per l’antidroga alla dogana.
Evitate poi di parlare di bracconaggio perché cascate proprio male. Vorreste farci credere che con l’abolizione della caccia crescerà il bracconaggio: probabile. E quindi? Il bracconaggio già c’è, e chi se ne macchia, nel 90% dei casi ha una licenza di caccia (dunque, è un cacciatore) nel 10% invece gliel’hanno tolta. Che un animale qualsiasi muoia nella legalità o nell’illegalità per quell’animale, e per la famiglia di quell’animale, non cambia proprio nulla.
La caccia è una tradizione antica della vostra famiglia da mille generazioni?

claire 28.11.12 14:14| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sempre così penosamente tutti uguali i commenti dei cacciatori, da dieci anni a questa parte. In ogni vostro commento viene paragonata l’attività della caccia a quella della guida. Peccato che l’arma da fuoco nasca come ARMA ovvero attrezzo che serve per UCCIDERE, mentre la macchina nasce come mezzo di trasporto. E non metto nemmeno in dubbio il fatto che ci siano in italia più morti di incidente stradale che non di incidente di caccia, ovviamente. Questo anche perché i cacciatori sono una manciatina (per fortuna vi state auto estinguendo) mentre gli automobilisti sono più della metà dell’intera popolazione. Ma il punto da discutere è un altro. Chi chiede l’abolizione della caccia non la chiede solo perché ogni tanto tra settembre e gennaio muore qualcuno (o forse qualcuno anche solo per questo) ma perché la caccia è ormai fuori da ogni concezione logica di convivenza con questa natura, questa di adesso! La caccia a volte uccide le persone, ma prima ancora, uccide milioni di animali ogni anno (di specie protette e non), la caccia inquina le nostre falde acquifere col suo stramaledetto piombo (vedesi saturnismo, malattia da intossicazione da piombo), la caccia condanna migliaia di cani ad una vita di reclusione e segregazione in box sempre più piccoli per essere UTILIZZATI come strumento coadiuvante visto che vi pesa il sedere anche ad andarvela a cercare la preda che avete abbattuto (questo per chi va a caccia di uccelli). Peggio ancora la condizione dei cani utilizzati per la caccia al cinghiale. Sempre reclusi in box stretti e spesso troppo affollati, rischiano di morire sbranati dal povero cinghiale aggredito dalla muta (branco). A volte i cani muoiono anche perché il loro padrone invece di portarli dal veterinario per farli curare e ricucire decide si sopprimerlo sul posto con una fucilata, oppure vengono abbandonati nel bosco, oppure capita anche che il cacciatore si sbagli e colpisca il proprio cane invece del cinghiale.

claire 28.11.12 14:12| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentile Orlando Della Fonte, non sono certo i cacciatori che vogliono dividere nulla. Oggi siamo infine arrivati al dunque anche per ciò che concerne il M5S.
Con le prese di posizione del suo capo e di molti iscritti nei confronti del NON problema caccia, questo sedicente "nuovo" dimostra di non essere meno finto, meno ipocrita, meno opportunista di tutti quelli che dice di volerer combattere. Non esiste alcun obbligo di andare a caccia. Chi è contrario non ci vada e faccia pure proselitismo, se lo crede. E' un concetto di una banalità estrema. Ma infangare con le solite FALSE accuse, assunte poi da associazioni dichiaratamente aniticaccia, con ciò che OVVIAMENTE ne consegue, 750MILA cittadini italiani, che certo non sono SOLO cacciatori, mi pare non soltanto miope ma non meno peggio della disinformazione generale e generalizzata di cui Grillo si proclama accanito nemico. La politica italiana continua pertanto a evidenziare credibilità ZERO!! E, ribadisco, lo ha dimostrato e lo dimostrerà l'enorme astensionismo dei votanti al momento giusto.

Ezio Cardinale 28.11.12 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono cacciatore e non mi vergogno di esserlo perchè in tutte le situazioni ci sono gli eccessi. Nel mondo venatorio esistono come in tutte le situazioni persone che non capiscono cosa sta succedendo , che la società civile è cambiata , ci guarda e giustamente ci processa per i nostri comporamenti spesso vergognosi.
Sono anni che mi batto perchè la caccia venga fatta solo di selezione e per spiegarmi meglio con chi non conosce tale pratica svolge una funzione di controllo delle specie per esempio sui cinghiali che stanno crescendo come numero e rovinano colture e provocano incidenti sulle strade , questo non lo dico io ma i dati in Friuli Venezia Giulia.La caccia di selezione si svolge all'alba e all'imbrunire quando le persone sono in casa il cacciatore e fermo su di un' altana o posto di osservazione e controlla il territorio con binocoli e non esiste pericolo di sbaglio o di errore alcuno di sparare ad una persona o animale che non sia idoneo alla selezione , cioè vecchio o malato o in numero eccessivo.
Qundi sono dispiaciuto per quello che sta succedendo sia come vittime sia come comportamento da parte dei cacciatori , chiedo alla associazione vittime della caccia che mi dia una mano a fare pressione sulle autorità competenti per modificare la legge venatoria attuale nell'interesse dei cittadini , delle vittime e dei cacciatori .

stefano peressini 28.11.12 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non a caso le popolazioni animali “gestiti” sono in netta crescita mentre dove ciò non avviene, molto meno.
Questo avviene ovviamente dopo il volontariato nei campi da sfalciare durante il quale si salvano molti più animali di quelli che si prelevano, dopo il volontariato ed i censimenti, dopo il foraggio di animali in difficoltà nei mesi invernali particolarmente duri.
L’italia è il paese dove l’80% dei galli forcelli muore schiantandosi contro i cavi degli impianti di risalita per far divertire gli sciatori della domenica eppure non ho mai visto un’anticaccia rinunciare ad una bella sciatina, alla bistecchina, disposto a pagare i prodotti alimentari un 30% in più pur di avere un’agricoltura sostenibile.
Non l’ho mai visto rinunciare a guidare l’automobile, ad usare capi d’abbigliamento tinti solo con colori naturali o impegnato in qualche opera di volontariato a favore della natura.
Non l’ho mai visto rinunciare a nulla che possa danneggiare natura e habitat perché tanto, la loro parte, l’avrebbero fatta dando contro ai cacciatori.
Voi siete solo ed esclusivamente contro la caccia.
Degli animali, dell’habitat, in realtà, non ve ne frega nulla.
Nemmeno immaginate in quante attività a difesa della biodiversità e della natura siano coinvolti i veri cacciatori ma soprattutto credete che dando contro a questa categoria vi potete lavare la coscienza alla ricerca di una “verginità morale” dalla quale siete distanti anni luce, magari sgranocchindo una bella bistecca di un vitello allevato in batteria.
Evviva la coerenza.

gabriele gnutti 28.11.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è gente che causa morti anche con l'utilizzo dell'automobile eppure ci si potrebbe limitare all'uso di mezzi pubblici e della bicicletta.
La realtà è che gli anticaccia attaccano su tutti i fronti con grandi dosi di demagogia e totale mancanza di conoscenza e coerenza.
Cercano di far passare i cacciatori per criminali o bracconieri quando la caccia è l'unica attività che richiede una fedina penale immacolata.
Cercano di far passare i cacciatori come il nemico pubblico numero 1 della natura nonostante l'efficacia delle attività che li coinvolge sia riconosciuta anche dal Corpo Forestale dello Stato.(vedi ad esempio le ronde antincendio della scorsa estate)
Ovviamente anche in questo caso si è cercato di attribuire ai cacciatori la responsabilità degli incendi nonostante tutti sappiano che nelle zone incendiate , per legge, non vi si può cacciare per almeno 10 anni.
Ma alla disinformazione di massa ci siamo abituati.
E’ l’arma migliore degli anticaccia.
Le leggi italiane che regolano l’attività venatoria sono le più restrittive d'Europa e in Italia non esiste una “caccia selvaggia” ma solo caccia sostenibile.
Non esistono specie a rischio cacciabili mentre esistono esempi di zone il cui ripopolamento si deve esclusivamente al lavoro e volontariato dei cacciatori.(anche non cacciabili)
L'Italia è il paese dove i raccolti di prodotti agricoli necessari ai tanti che ci attaccano avviene nel mese delle covate ma nessuno si lamenta.
E il paese dei pesticidi che tolgono ai pulcini la possibilità di trovare le proteine necessarie nei primi mesi di vita.
L'italia è il paese dove lo sfalcio dei prati avviene nei mesi in cui lepri e caprioli vi giacciono indifesi.
L'italia è il paese dove i selecontrollori cacciano un numero di animali pari forse al 5% della popolazione dopo censimenti e piani faunistici di prelievo vincolati al parere di ispra e provincia, contribuendo a mantenere le popolazioni di ungulati bilanciate per sesso ed età e dunque, in salute.

gabriele gnutti 28.11.12 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Chi in un modo o nell'altro difende la caccia o è interessato o non ne capisce la dimensione. In pratica o sono cacciatori o sono cittadini astratti che non sanno distinguere il problema. Quindi a parte la prima categoria ingannevole invito i secondi a vivere qualche ora in campagna durante il periodo della caccia o perlomeno dove si svolge sostanzialmente sotto i balconi vicino alle strade nella aie nei cortili insomma dove si rifugiano gli uccelli perseguitati dai cacciatori nel loro ambiente precedente quello agreste. Sono tutti esasperati e si vive nel terrore di essere fucilati senza poter vivere la natura nel tempo libero o per lavori esterni. una banda di esseri avulsi indifferenti e insensibili alla bellezza che condiziona la vita civile e attua con i mezzi messi a disposizione dallo stato per i loro giochini fine settimana a scapito della qualità della vita altrui . e questa è la civiltà italica l'unica nazione al mondo che permette per legge di entrare nei terreni di altri per uccidere. Stato fascista avvallato dai nuovi fasci cioè i relitti del comunismo al nome p.d.

orlando della fonte 28.11.12 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SCIACALLI !!! ,SONO INCIDENTI VOI USATE TRAGEDIE FAMIGLIARI PER LE VOSTRE CONVINZIONI.C'è una legge ,lottate per cambiarla ma non usate bambini morti per i vostri giochetti!!!

Dario Monti 28.11.12 06:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON è IL MOMENTO DI DIVIDERCI PRO O CONTRO QUALCOSA.
E' NECESSARIO FARE FRONTE COMUNE CONTRO QUALCOSA DI ENORME, DI POLITICAMENTE DEVASTANTE E TENTACOLARE:
IL SISTEMA ITALIA (CASTE, POLITICANTI, PARTITI MAFIOSI, SINDACATI CORROTTI, BANCHIERI VORACI, BUROCRAZIA OTTUSA E INEFFICIENTE, FISCO CRIMINALE...). OGNI CITTADINO, OGNI SINGOLA ENERGIA CHE VEDE TUTTO CIO' COME IL PERICOLO DEI PERICOLI NON DEVE LASCIARSI DISTRARRE DA ALTRO. OGNI VOTO DI PROTESTA DEVE ESSERE INTERCETTATO DAL M5S. LA CACCIA VIENE DOPO.

pippo pansa Commentatore certificato 28.11.12 04:47| 
 |
Rispondi al commento

La caccia è nient'altro che il riflesso della pericolosa arroganza di gente che se ne va in giro armata ad uccidere animali come fosse un gioco o uno svago. L'arroganza dell'ignoranza di chi, pur davanti ai morti che causa, non solo non sente ragioni, ma si spinge fino a fare paragoni del tutto assurdi con altri sport, dove però nessuno ammazza gli altri praticanti (o peggio, dei perfetti estranei) a fucilate.
Un plauso all'Associazione Vittime della Caccia, che con abnegazione porta a conoscenza della gente, una realtà (quella dei morti a caccia e per caccia) che gli ambienti venatori vorrebbe fosse taciuta.

Remo g. 28.11.12 01:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiedo ai mod. di cancellare commenti offensivi(sono i soliti animalari)troppo facile sparlare.....ciao grillo.

marco 27.11.12 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alle solite.
La caccia nonostante tutto è meno pericolosa della pesca subaquea, dell'alpinismo, del parapendio, della raccolta di funghi, dell'attività agricola, del guidare la macchina, del fumo passivo,del ciclismo e potrei continuare per qualche pagina di esempi.
La caccia e i cacciatori, che che se ne dica, sono responsabili di tantissimi intervanti di tutela della natura e biodiversità.
Qualunque persona ha un'impatto ambientale importante solo "esistendo", guidando la macchina, andando a portare i bimbi a scuola con il suv,mangiando.Lo stesso discorso vale per i vagani.Quanti ettari di habitat tolti agli animali per coltivare in modo intensivo?
Quanti ettari di habitat tolti agli animali solo per alimentare animali allevati in batteria?
Siate meno intolleranti e cercate di informarvi meglio prima di prendere posizioni così radicali.
Di idioti ce n'è in ogni categoria, Preti compresi.

gabriele gnutti 27.11.12 18:46| 
 |
Rispondi al commento

menti sapendo di mentire!quella creatura è morta in un incidente domestico,non in un incidente di caccia.E'semplicemente nauseante che venga fatta speculazione di infima lega su una simile tragedia.Poteva accadere in qualunque abitazione in cui fosse detenuta un'arma,a prescindere dalla destinazione d'uso della stessa.

mario regoli 27.11.12 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Mi da un fastidio enorme accomunarmi a certi avvoltoi ma tant'è: http://www.lastampa.it/2012/11/27/italia/cronache/choc-a-trieste-ragazza-di-anni-si-uccide-con-la-pistola-del-padre-zpq954zoV9ZPkdMdrF2iIM/pagina.html. Perchè non proponete di eliminare direttamente tutto il genere umano con annessi e connessi??? E meno male che il 5 stelle doveva rappresentare il nuovo!! La razionalità, la verità contro tutto il noto bailamme!! Bravi, abbracciando la religione fondamentalista animalista ...anzi, meglio solo anticaccia, perchè alla bistecchina ed al fritto misto non ci vuole rinunciare proprio nessuno.... avete proprio fatto centro! Credibilità sempre al minimo. E così il NON voto aumenterà ancora. Più del 50% in Sicilia e chissà alle prossime elezioni nazionali. Quello si che è un gran movimento!!!!!

Ezio Cardinale 27.11.12 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione per la salute dei cittadini, quasi una retorica come per l ILVA di taranto o pane o
lavoro, è una storia vecchia che si ripresenta sotto forme diverse l ultima è la lotta alla
DIABROTICA nella pianura padana ,un insetto che colpisce le culture di mais ,per combattere quest
ultimo si sparge un potente pesticida che uccide l insetto e tutti gli insetti con conseguenze
catastrofiche per la fauna selvatica i primi colpiti sono gli uccelli insettivori , rondini merli
passeracei .lotta che si fà all oscuro della popolazione senza segnalare lo spargimento del
pesticida che dovrebbe essere segnalato con dei cartelli visibili da tutti,
Dei cacciatori in provincia di pavia e mantova usciti da una battuta di caccia da un campo di
mais sono stati ricoverati in ospedale con segni di intossicamento e ulcere su tutte le parti del
corpo, quali conseguenze per le colture inondate da questri pesticidi che saranno foraggio per i
bovini da carne e latte e con le irrigazioni o le piogge finiranno nelle falde e noi mangeremo
questa carne berremo questo latte e questa acqua
alcuni ricercatori hanno ipotizzato che questo pesticida può causare malattie come la SLA
ma dove sono finiti i VERDI O PRESUNTI ecologisti... A CHI ABITA in pianura PADANA ,DAL PIEMONTE LOMBARDIA ALVENETO EMILIA ROMAGNA
DOVE Cè CONCENTRAZIONE DI CULTURE DI MAIS , DOBBIAMO APRIRE GLI OCCHI non
aspettiamo che a qualcuno sia permesso di ordire questo disastro (qualcuno lo ha già fatto da tre anni)
guardate nei vostri cieli se vedete ancora rondini e passeracei questo sarà il termometro della
vostra zona I CACCIATORI SONO I VIGILANTES DELLA NATURA

emi m., crema Commentatore certificato 27.11.12 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tu che parli di fonti rinnovabili
tu che parli di rispetto
tu che parli di ascoltare le diverse opinioni..

Ti ho scritto in merito ad un tuo articolo non ti sei degnato di un civile confronto... tutti gli animali cacciabili nutrono di ottima salute in quanto subordinati ad un parere dell'ISPRA... RISPETTO?... ciò che catturo me ne nutro e so con sicurezza che a quel momento ha corso in libertà, senza mai esagerare persomalmente nutro pieno rispetto delle specie che catturo... E' rispetto mantenere un cane magari alano in appartamento?.. E' rispetto mantenere un pesce in una boccia di vetro?... o un serpente in un terrario?... Canarino in gabbia?... BELLE LE SCARPE IN PLASTICA?... potrei continuare per giorni a darti motivazioni valide, ma tu vuoi fare spettacolo. Ma di sangue i veri cacciatori non ne sono assetati e neppure i macellai... DA EX MOVIMENTO 5Stelle TI DICO CHE RIMARRAI SEMPRE UN COMICO... e io che ci credevo in te!...

tom100 27.11.12 15:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ABOLIZIONE DELLA CACCIA. Senza se e senza ma.

Alessandra Ceciliato 27.11.12 13:56| 
 |
Rispondi al commento

A prescindere dalla grettezza argomentativa dei commenti pro-caccia (sembrano la parodia di se stessi), ciò che fa riflettere é che niente porterà mai i cacciatori a fare autocritica e a prender atto che la caccia, oltre che una passione dicerto discutibile, é anche un'attività molto pericolosa...nemmeno la morte di un bambino; anzi, di più di uno, visto che ultimamente di bambini uccisi a caccia ce ne sono stati diversi, purtroppo. Per fortuna ormai a favore dellacaccia ci sono rimasti solo i cacciatori, che però sono sempre di meno, e qualche loro parente. E forse qualche politico in cerca di voti... ma anche per loro é giunta l'ora di levare le tende.

leo poldo 27.11.12 12:59| 
 
  • Currently 2.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il solito comunicato terroristico e qualunquista, tipico di chi ci dice che la caccia non ha senso perché la carne oramai la si compra al supermercato.

Perché giustamente è più onesto prendere la carne impacchettata nel banco-frigo come una qualsiasi merce lasciando a qualcun altro il lavoro sporco piuttosto che dover faticare per conquistare la preda.
E' più onesto trattare la carne come mera materia organica di cui cibarsi piuttosto che essere costretti a vedere la morte dell'essere vivente che necessariamente deve essere sacrificato per garantirti la vita.
E' più onesto finanziare un mercato miliardario che si basa sullo sfruttamento industriale degli animali e sulla loro oggettivizzazione e commercializzazione - "creando" e destinando alla sofferenza perpetua miliardi di animali in attesa della liberazione del macello - piuttosto che concedere agli animali una vita dignitosa e libera interrotta solo all'ultimo momento e con ben poche sofferenze.

Senza parlare del fatto che la selvaggina è carne ben più sana di quella allevata, in cui solo Dio sa quante e quali schifezze ci siano dentro.

Riguardo al rapporto tra armi e bambini credo proprio l'opposto: solo insegnando fin da piccoli la pericolosità intrinseca delle armi ed il corretto modo di approcciarvisi si possono ridurre drasticamente gli incidenti dovuti all'imperizia. Al contrario si rischia solo di creare il mito dell'arma come "oggetto proibito", che molti ripudieranno ma molti al contrario brameranno con conseguenze pericolose nel caso poi dovessero riuscire ad entrarvi in contatto.

Quanto agli incidenti, quelli capitano in qualunque attività umana, senza eccezioni. Sarebbe come se le associazioni di ciclisti o di pedoni chiedessero di proibire l'uso delle automobili ad ogni incidente. E statisticamente (non numericamente!) le automobili uccidono ben più delle armi.

E proprio in tema di incidenti automobilistici voi, Grillo, dovreste saperne qualcosa. Non è vero?

Giulio Magnani 27.11.12 09:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tenete i bambini lontani dalle automobili, non solo dalla caccia...il fatto è che fa più notizia un bimbo morto in un incidente venatorio(evento rarissimo) che la morte di un bimbo finito sotto le ruote di qualche automobile guidata da un ubriaco(chiudiamo tutte le Aziende che producono vino) oppure drogato(aboliamo la droga, un po' difficile però) .

Ruggero Poletti 27.11.12 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Don Rigoberto e' l'unico che argomenta senza essere manicheo; per carita' trovare argomenti per sparlare dei cacciatori e' come rubare caramelle ai bambini :e' troppo facile . Ve lo dice un ex cacciatore , tuttavia ho letto commenti molto poco condivisibili , forse troppo carichi di odio? Ripeto : la maggior parte dei cacciatori hanno la testa per tenere le orecchie lontane l'una dall'altra , ma dipingerli come il male assoluto non e' parimenti dimostrazione : ne' di sensibilita' , ne tanto meno d'intelligenza. Se il territorio italiano e' devastato , inquinato , abbandonato , pieno di opere inutili , fiumi e cigli delle strade oramai trasformati a pattumiere a cielo aperto , dove bastano due giorni di pioggia per dividere l'italia in 2 , be' scusate , non sara' mica colpa dei cacciatori? dell'ambiente in Italia non glien'e' mai fregato niente a nessuno , questo fa il pari con il fatto che molti di quelli che ne hanno usufruito lo hanno fatto nel modo sbagliato: i cacciatori su tutti. Le amministrazioni hanno usato i cacciatori solo per raccogliere fondi e tasse : se vi presentate ad un esame vedrete che puo' prendere la licenza di caccia anche colui che non distingue una mucca da un'oca . Detto questo ho detto tutto senza assolvere e condannare ; vorrei comunque dire 2 cose : chi parla di massacri di animali mi aspetto che sia vegetariano , certe ipocrisie mi rompono i c....... e non le sopporto piu' e l'altra mela tengo per me .P.S. ho letto dei vaffa nei confronti dei ecc.ecc. Grazie anche a te e famiglia

Angelo F., Perugia Commentatore certificato 27.11.12 00:12| 
 |
Rispondi al commento

contro la caccia senza se e senza ma sempre e comunque

Bruno Cinque (b5), Trieste Commentatore certificato 26.11.12 23:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È molto facile oggi praticare la caccia. Diciamo che rispetto al cacciatore, l' animale cacciato e' fortemente svantaggiato.
Bisognerebbe tornare alla caccia con arco e frecce.
Troppo facile uccidere con un fucile.
Personalmente trovo più difficile appostarsi, avvicinarsi aspettare pazientemente per fotografare gli animali; sicuramente più interessante, certamente più istruttivo anche per un bambino.


Don Rigoberto Lopez Commentatore certificato 26.11.12 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La campagna anti caccia che si stà effettuando su questo blog e altri social network, mi porta a trarre la seguente conclusione: Il Movimento Cinque Stelle mira all'abolizione della caccia, classificando i cacciatori tra gli esseri più spregevoli che ci siano sulla Terra, speculando inoltre sugli incidenti, come se accadessero solo nell'attività venatoria......
Vi invito ad una riflessione: siete sicuri che rinunciare ai voti dei cacciatori e della loro sfera di influenza (2/3 milioni di voti)per accaparrarsi quelli degli animal/ambientalisti nonchè neo seguaci di Hitler (vegani), sia un affare elettoralmente parlando? Se per questo Movimento è meglio un cocainomane di un cacciatore, allora non fa per me.
Salutiamo.

Marcello Fabrizi (makhunter), Boville Ernica Commentatore certificato 26.11.12 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo e spett. M5S, vedo che anche voi, al pari di tutti i maggiori partiti, non disdegnate l'atavico vizio di ragrannellare voti facendo leva sulla coscienza sporca della gente. Un incidente, appunto è un incidente al pari di qualsiasi altra disgrazia. Va ricercata la causa e rimosso il problema e non eliminata la fonte generale.
Piuttosto, a proposito di propaganda, sto ancora aspettando che Beppe Grillo apra un filone di indagine sul mondo ambientalista, quello che per intenderci latita in materia di consumo del suolo, che raccoglie finanziamenti milionari per la gestione dei canili "lager" pubblici compreso quello della Brambilla, che detiene azioni finanziarie nel mondo delle cosiddette energie alternative ma che tombano milioni di ettari di terreno agricolo, che prendono lauti finanziamenti dalle maggiori industri inquinanti....
Nel caso, il web è zeppo di notizie interessanti
A scoperchiare il tombino della fogna, se ne vedono delle belle.
Altro che incidenti di caccia.

Dore Antonio 26.11.12 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Spero che mio figlio o figlia quando e semmai avro' la fortuna d' averla,diventi cacciatore/trice piuttosto che drogata come la figlia di Grillo. Basta demagogia contro la caccia!!!

Riccardo Mazzei 26.11.12 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono pienamente d'accordo con te, io voterò M5S!

Non faccio polemica o critica per rallentare o per sabotare il M5S, la mia critica va oltre l'attualità, le mie preoccupazioni sono per tutti quelli che ci guardano dall'esterno e che si aspettano delle risposte importanti. Una tra queste è quella di poter partecipare alla progettazione politica del movimento. Se Beppe è il nostro leader politico allora prima di muoversi dovrebbe avere l 'accortezza di consultare la Base, non è il PELO NELL'UOVO. Sai un laico cosa ci potrebbe dire:?" Ma se non siete capaci di attuare l'IDEA DI DEMOCRAZIA PARTECIPATA ALL'INTERNo DEL MOVIMENTO CON QUELLO CHE E' IL VOSTRO LEADER POLITICO COME POTETE PRETENDERE DI PROPORLA PER LE PROSSIME ELEZIONI NAZIONALI CON I VOSTRI PARLAMENTARI?

Credo che è fondamentale non abbassare mai la guardia e dare l'esempio. Se scrivo è perchè voglio che il M5S alle prossime elezioni prenda 80% dei voti, ma per fare ciò deve essere coerente partendo proprio da queste piccole cose... grazie per l'attenzione!!!

ilario g., Crotone Commentatore certificato 26.11.12 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che non sono un cacciatore, ma perchè vietare la caccia? Cos'è questa psicosi del vietare qualunque cosa si discordi col nostro modo di essere? I cacciatori spesso sono le persone che meglio conoscono gli animali, e li rispettano. Vogliamo vietare tutto per allontanarci definitivamente dalla terra, dagli alberi? E' evidente che in questo caso la colpa è del cacciatore, che c'entra la caccia? Non ho mai sentito la proposta di vietare le automobili nonostante tutti gli incidenti, investimenti di bambini, danni ecologici.
Una volta sono stato lasciato e la cosa mi ha ucciso. Vietiamo le donne!

Vittorio Principe 26.11.12 16:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa, francamente, è stata una caduta di stile. Non si può correlare un incidente del genere alla pratica della Caccia. Quel che è successo è imputabile alla negligenza del genitore, ed è classificabile come incidente domestico. Tale modo di ragionare è insensato: vietiamo la vendita delle automibili perchè causano 30000 morti l'anno? La caccia è una pratica millenaria, LEGALE nella maggior parte dei (più civili di noi) Paesi europei. Inoltre una critica del genere presta il fianco a chi crede che il M5S stia cercando di portare a se più voti possibili, attingendo alla frangia "ambientalista". Peccato Beppe, il M5S è la cosa più bella che sia capitata al Paese da 50 anni a questa parte, con questi interventi insensati e con il tuo comportamento aggressivo e a volte arrogante, limiti notevolmente le possibilità di riuscita del progetto che accomuna i facenti parte del Movimento. Una larghezza di vedute più ampia non guasterabbe. Saluti.

Riccardo Carabba 26.11.12 16:24| 
 |
Rispondi al commento

La caccia è un'attività molto antica che va regolamentata, non vietata.
Può capitare che chi ha un'arma la tenga a portata di mano per difendersi da malintenzionati e quindi non la custodisca come dovrebbe ma questo non c'entra nulla con la caccia: se un bambino viene ucciso da un colpo ACCIDENTALE la colpa è dell'arma incustodita o mal usata e NON certo della caccia.
Volendo criticare l'attuale legislazione devo dire che in Italia non esistono grandi riserve di caccia, ma demanio e territori privati non recintati in cui i cacciatori (in numero sempre minore) fanno un po' quello che gli pare.
Essere un cacciatore costa, e tutto quello che fa lo stato è intascare i soldi senza neanche ringraziare.
I bambini quando vedono un'arma da fuoco ci si tuffano immediatamente per giocare e se sono un po' grandi chiudere a chiave il fucile è sostanzialmente inutile: gli adulti possono impegnarsi per evitare disgrazie ma più di tanto non si può fare.


p.s. per quanto riguarda la compassione per gli animali, i dietologi consigliano di non vietare la carne ai bambini perchè è necessaria alla crescita... buon appetito

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 26.11.12 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MI SBAGLIO FORSE???


Ho dato un'occhiata ai vecchi articoli sulla caccia ed anche ai commenti...
ogni articolo è seguito da diciamo un 50% di contrari(radicali animalisti) e un 50% a favore(che vogliono mettere regole e stabilire regolamenti più severi).
Allora mi chiedo? :
"perchè non si decide una volta per tutte di fare decidere a Noi?
Dov'è la democrazia partecipativa?Dovrebbe essere la rete a decidere se postare o non postare un articolo e non Beppe..."
Quello che a me e ad altri ha dato fastidio è stato l'abuso di potere nel postare un articolo considerato già discusso e democraticamente votato e accettato dai membri del M5S.

Credo che Beppe dovrebbe iniziare a confrontare quello che posta sul suo blog con gli attivisti DEL M5S, lui è il nostro leader politico ed è a Noi che deve rispondere... Se non si attiva questo meccanismo, credo non si andrà lontani...

Mi sbaglio forse???

Grazie per il consiglio di approfondimento...Forza M5S e alle prossime elezioni!!!!!!!!!!

ilario g., Crotone Commentatore certificato 26.11.12 15:57| 
 |
Rispondi al commento

La caccia nasce per una questione di sopravvivenza dell’uomo, quando, per alimentarsi, non aveva altra scelta se non quella di predare e dove mancavano anche le prede, si creava il cannibalismo! Oggi, invece, la caccia è solo un passatempo, uno sport che sa di medioevo, di arene dove il gladiatore veniva scannato con un semplice gesto dell’imperatore di turno e tra l’acclamazione della folla! Con l’avanzare della civiltà, del benessere, questi orrori sono scomparsi e sempre più scompariranno, sino al punto che l’uomo non mangerà più carne e diventerà un vegetariano puro! Questi cacciatori sono la parte finale di un’epoca al tramonto. Quel bimbo ucciso a causa di questo squallido sport, ci da l’occasione di accelerare un processo inarrestabile: la fine di una pratica ormai vergognosamente incivile!!!

Ettore Todaro 26.11.12 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


PER UN PUGNO DI VOTI


Ho capito che tutti gli argomenti vanno discussi e uno vale uno ecc... ma Beppe secondo me dovrebbe avere più rispetto nel pubblicare determinati articoli dato che è il nostro leader politico e detiene i diritti del marchio M5S... Sono molto gli appartenenti al M5S che hanno ritenuto la pubblicazione di questo articolo fuori luogo e cosa ancora più fastidiosa acchiappa voti e generalista..

Credo da questa discussione sia questo l'argomento su cui discutere e non la caccia che uccide i bambini!!! Forza M5S e alle prossime elezioni!!!!

ilario g., Crotone Commentatore certificato 26.11.12 15:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La caccia, quella regolamentata e di cui tutti i cacciatori rispettano rigorosamente le regole (inclusa quella che vieta ai minorenni di parteciparvi) ha molta piu' ragione di esistere di qualsiasi allevamento intensivo o meno. Sarebbe molto meglio che noi tutti mangiassimo una lepre a settimana piuttosto che la bistecca d'allevamento tutti i giorni. Personalmente sono contraria alla caccia, ma principalmente perche' il cacciatore medio italiano e' indisciplinato, maleducato e arrogante

mennix 4 Commentatore certificato 26.11.12 15:18| 
 |
Rispondi al commento

La caccia si fa con le armi.
La canna da Pesca è pericolosa quanto un arma da fuoco? o un arco? o una balestra? le tagliole e le trappole?

UN mondo del rischio!!! le morti piu assurde, non sono mai tanto tali come essere fucilati da un cacciatore....

la caccia non ha ragione di esistere; non è uno sport, e al contrario della pesca è uno sport altamente pericoloso, in quanto caratterizzato da uno strumento altamente offesnsivo.

tutti questi "sport" vanno altamente controllati, e la caccia è uno sport da vietare;

se serve a riequilibrare gli squilibri creati dall'uomo allora si puo fare un ente PUBBLICO(tipo guardia forestale) TIPO "RIEQUILIBRATORI DELLE PIRAMIDI DELL'ECOSISTEMA" che su segnalazione degli organi del ministero dell'ambiante abbattono una quantita all'interno della specie animale di troppo...
un ente che può prendere dei volontari a costo zero, per l'opera.

Alessandro D., Roma Commentatore certificato 26.11.12 15:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero che il MoVimento 5 Stelle introduca l'abolizione della caccia nel suo programma.

filippo b., milano Commentatore certificato 26.11.12 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Io non vado più a caccia, perchè ho capito che si sparava ai bersagli sbagliati.
A buon intenditor....

Terminator -- (), L.A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.11.12 14:48| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Caccia si caccia no! Armi si armi no! E' il solito conflitto stupido dell'uomo. Del bue che da del cornuto all'asino! Si tratta solo di un briciolo di ragionevolezza, che pochi hanno!
"Prede" in padella: più zanzare, più parassiti, più specie utili sterminate a scapito di quelle devastatrici. Si rompe l'equilibrio. Poi vi lascio dire che "prede" , un fagiano stordito cresciuto in gabbia e appena liberato, due beccafichi e tre fringuelli "ferocissimi........" Il male della terra è l'uomo perché tutte le specie animali venute prima di noi, ci hanno consegnato una terra che era un paradiso. Solo noi, ognuno di noi, intelligentoni umani, nel nostro piccolo la stiamo uccidendo e non abbiamo rispetto di niente.
Un gioioso saluto.

Claudio T. Commentatore certificato 26.11.12 14:47| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Cacciatori! Portate con voi i vostri figli a caccia. La selezione naturale poi fará il resto.

pier b. Commentatore certificato 26.11.12 14:43| 
 |
Rispondi al commento

I bambini andrebbero tenuti lontani anche da altre porcherie come il fumo in casa, la droga in casa, l'alcool in casa, la violenza ecc.
Ma in realtà per esempio i figli dei contadini vedono abbastanza presto la mazza, altri la violenza agli stadi, altri la violenza pura, molti non sanno neanche cos'è l'infanzia....
In Svizzera ad esempio i pescatori e cacciatori devono aiutare le guardie forestali a ripopolare la fauna e l'ittica, poi hanno esatti contingenti da catturare e patenti leggermente severe... e funziona
In Germania addirittura le battute di caccia vengono segnalate coi corni da caccia e ad ogni abbattimento di animale c'è una melodia da suonare e poi tutti assieme a una buona cena.Tra l'altro i cacciatori e quelli che battono la selvaggina in una certa direzione devono avere una maglietta rossa tipo quello xhe si ha in auto e gli incidenti sono pochi....
Da noi tutti fanno quello che vogliono perchè se una legge non gli piace non la osserva nemmeno e quindi tanti incidenti inutili...

sandrolibertini 26.11.12 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono un cacciatore,ma mangio carne!Quando aboliremo la caccia,aboliamo anche la pesca,perchè i pesci all'amo "soffrono" prima di morire.Poi aboliamo anche la macellazione dei capretti e pecore(in Italia dopo il ramadam,li sgozzano).Poi passiamo ai conigli,galline polli,tacchini,oche ,anitre ecc ecc.Mangiamo tutti verdura,quella coltivata magari in città e speriamo di non morire di tumore!!!
P.S Dimenticavo che chi ha ucciso "volontariamente" e non accidentalmente i suoi figli sgozzandoli,non aveva il porto d'armi!

Diego Bertoli 26.11.12 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Come già detto da altri, non si può condannare la caccia per avversione personale. Senza dubbio chi porta un bambino nel bosco e si mette a sparare ai cinghiali quando suo figlio è in giro è un celebroleso, ma da qui a dire che la caccia non ha più senso di esistere è segno di profonda ignoranza. L'ignoranza di chi ha sempre vissuto in città e se ne è uscito, ha visitato solo altre città. Basterebbe conoscere la zona dell'Appennino tosco-emiliano e zone limitrofe per rendersi conto che la caccia è fondamentale per chi abita in quelle zone. Inoltre la caccia NON È un gioco al MASSACRO. Chi caccia (storni, cinghiali ecc) lo fa per mangiarli e non perché si diverte a trucidare gli animali, anzi i cacciatori rispettano profondamente la natura essendo sempre a stretto contatto con essa al contrario di chi vive in città e compatisce anche le formiche e poi fuma, butta i mozziconi nei tombini va nel traffico con un SUV e impesta l'aria.
Ah, io non sono un cacciatore.

Stefano Paladino 26.11.12 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

secondo me non capite un cazzo.. i verdi buttano vipere.. il comune butta falchi,gazze,corvi e cornacchie per uccidere piccioni e far mangiare le uova.. nei campi viene usato diserbanti che inquinano falde acquifere provocandone la morte e le città sempre più grandi tolgono spazio alla natura.. MENOMALE CI SONO I CACCIATORI CHE CREANO ABITAT E SALVAGUARDANO LE SPECIE CACCIABILI PROTETTE ED IN VIA DI ESTINZIONE. per non parlare degli abbattimenti fatti dalle province nei periodi in cui è VIETATA LA CACCIA... andatevi ad informare prima di commentare ed abbiate una passione tramandata da generazioni.. possibilmente non in uno stadio(dove vi ci chiuderei dentro e vi farei volentieri ammazzare fra di voi che non capite un cazzo e siete privi di ogni identità..e dobbiamo pure pagare la polizia!!!!) i fatti sono questi.. spero proprio in un bell'asteroide che vi colpisca nelle gengive tanto per gente come voi non ci sono medicine!!

Gianluca Menichetti 26.11.12 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che c'entrano i bambini con la caccia????'io non sono un cacciatore ma questo è sciacallaggio quante sono le vittime di ogni azione umana???voi usate questo argomento per la vostra aVVERSIONE PERSONALE QUI SI PARLA DI SOCIETà DI CONVIVENZA se il movimento è anti caccia lo dica ma non usi le tragedie famigliari come bandiera

Dario Monti 26.11.12 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una volta abolita la caccia, come sfogherà questa gente complessi e frustrazioni? Perché non credo che andare in giro a sparare a tutto ciò che si muove (lo dimostra il fatto che si ammazzano tra di loro) sia da persone molto equilibrate...

Marco Bonatti 26.11.12 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un ex cacciatore pentito...dopo una pericolosa malattia ho compreso il profondo senso della Vita e la sua sacralità. Nessuno ha diritto di recidere una vita e l'Uomo ha il dovere, data la sua posizione ai vertici delle specie viventi, di proteggere e preservare la vita di tutte le specie e di reprimere ogni forma di crudeltà.
Ho mantenuto la passione per il tiro a segno, uno sport che rilassa e aiuta la concentrazione e l'autocontrollo.
Non facciamo facile demagogia contro l'uso delle armi, ma predichiamo la non violenza!

Aldo Rizzo 26.11.12 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono contro la caccia da sempre; ora più che mai. Vicino al mio giardino assisto alle esibizioni di queste persone che sfoggiano armi, cani, abbigliamento simile a quello dei guerriglieri. I miei cani praticamente passano ore ad abbaiare furiosi contro queste intrusioni molto ravvicinate (i metri consentiti dalla legge non sono mai rispettati). Mi sembra una rappresentazione inutile, demodè (si scrive così?), crudele e quanto mai disturbatrice della quiete pubblica e della morale (NON UCCIDERE). Abbassi la caccia e tutti i cacciatori, for ever!

Patrizia Siracusa 26.11.12 12:46| 
 |
Rispondi al commento

le primarie,sono solo cosa loro,cioè per chi li fa per cui, chi è nel sistema e nell'apparato va votare,insomma se la suonano e se
la cantano fra di loro.
Tutta altra cosa saranno fra poco le politiche e se è vero come è vero che ormai di questa classe politica l'elettore,quello vero,quello che non vive di politica,quello che è tartassato e massacrato nel quotidiano andrà a votare e voterà per un cambiamento vero ed epocale e quindi voterà Grillo, delle primarie e di tutta questa pubblicità enfatica se ne perderà il ricordo.

vincenzo s., lamezia terme Commentatore certificato 26.11.12 12:44| 
 |
Rispondi al commento

E spaventoso, indecente e assurdo...totalmente incivile. Dalle mie parti si sono ammazzati talmente tanto tra loro che ormai sono diventati pochi...ma i bambini, cribbio! La cosa che più stupisce è l'accidentalità idiota degli incidenti, che quasi sempre avviene "a riposo" per un maldestro e imperdonabile vizio di lasciar cariche le armi. Nell'Esercito per prima cosa insegnavano a scaricare l'arma, ma ricordo che pochi erano coscientemente ossessionati da questa priorità al punto da non trascurarla MAI! Ho visto molta gente maneggiare disinvoltamente le armi, ma senza mostrare la presenza mentale indispensabile. E ora tutto questo avviene NON perché siamo in guerra e dobbiamo difendere "la Patria", ma per giocare a chi accoppa più uccellini...che schifo!

kar Ma, avezzano Commentatore certificato 26.11.12 12:41| 
 |
Rispondi al commento

VERGOGNA !!!

CI STANNO AVVELENANDO !
MILANESI SVEGLIATEVI E REAGITE FINCHE’ SIETE ANCORA VIVI…

SINDACO GIULIANO PISAPIA? DOVE SEI?

LA SALUTE DEI CITTADINI MILANESI DEVE ESSERE LA TUA PRIORITA’ ! I BAMBINI AFFOLLANO I PRONTO SOCCORSI PER PROBLEMI RESPIRATORI… MILANO COME UN’ ILVA DI TARANTO?

PRENDERE PROVVEDIMENTI IMMEDIATI PER LA TUTELA DELLA SLUTE PUBBLICA! MAGISTRATURA DOVE SEI? CHI CONTROLLA E BLOCCA I VEICOLI INQUINANTI IN CITTA’, ECC ???

“Smog fuorilegge, in città
pronti a scattare i blocchi”

“Si va verso i dieci giorni consecutivi di sforamento per il Pm10: a Milano le restrizioni potrebbero scattare da martedì. L'hinterland invece si è diviso: Bresso, Assago e Segrate non interverranno”

Fonte:

http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/11/25/news/smog_fuorilegge_in_citt_pronti_a_scattare_i_blocchi-47358948/

Lux Luci 26.11.12 12:41| 
 |
Rispondi al commento

A tutti coloro che fanno dei bei distinguo, forse abitate in citta' e non vi rendete conto. A me e alla mia famiglia hanno sparato dietro tre volte, una al bombolone del gas e una volta si sono feriti tra lloro.Sempre a meno di trenta metri dalla casa che poi sono stato costretto a vendere. I bambini muoiono anche di altre cause, grazie , quando parleremo di incidenti direte " e perche' non parliamo della droga?" . Evidentemente e' dura spiegare cosa e' un blog...

Ezio Zanelli 26.11.12 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Abito in campagna.
Mi pare che il numero degli uccelli stia diminuendo molto a causa del clima.
Quest'estate non è piovuto mai e non so come abbiano fatto.
Ci vorrebbe un loro rappresentante al ministero che porti le loro ragioni. Così invece somiglia molto ad uno sterminio di razze "inferiori" perchè non possono difendersi.

Quando saranno spariti o quasi, chi mangerà gli insetti, e chi canterà più nel bosco?

A settembre si incontrano i fagiani che liberano per i cacciatori: sono belli e non sono capaci di sopravvivere liberi, devi stare attento a non investirli sulla strada, e molti finiscono in bocca a cani e gatti.

Tempo fa passeggiavo nel terreno di miei parenti e un cacciatore mi ha detto che facevo male ad andare in giro con il cane libero, perchè il suo era cucciolo e aveva paura, e che lui aveva il diritto di passare in quel terreno perchè aveva la licenza. Disse: "io qui ci posso stare". Considerando che il terreno era della mia famiglia, gli ho chiesto: "e io ci posso stare?"

Farei un cessate il fuoco di due o tre anni e poi ne ridiscuterei, possibilmente invitando alla discussione qualcuno che rappresenti i diritti e le ragioni degli animali, e non solo di cacciatori e armaioli.

fabrizio castellana Commentatore certificato 26.11.12 12:23| 
 |
Rispondi al commento

È un argomento complesso e di non facile interpretazione: 1 la caccia non è più culturalmente sostenibile, ma alcuni la vedono come un esternazione di virilità, il poter avere un fucile tra le mani. 2 altri ne traggono un cospicuo guadagno ed essendo un business con un notevole giro d'affari attrae interessi politico corrotti. 3 i politici lo vedono anche come un bacino elettorale che in regioni come toscana ed emilia porta un sacco di voti. 4 in certe zone comunque il non voler risolvere i problemi di sovraffollamento di selvaggina da parte degli enti preposti fa vedere la caccia come unica soluzione, attirando il consenso di popolazioni e contadini danneggiati.... Quindi il problema non è di facile soluzione, va abilità ma va anche tenuto conto di tutte le conseguenze positive e negative, creando i presupposti di una soluzione coerente con gli interessi di tutti.

roberto andreotti, coreglia antelminelli Commentatore certificato 26.11.12 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma mo che c'entra la caccia? e poi perchè Beppe hai pubblicato questo articolo sul tuo blog? nello statuto c'è scritto No alla Caccia? Questi sono argomenti troppo bassi da discutere sul tuo blog Beppe,non ci perdiamo in propaganda spicciola di tematiche che con la morte di un bambino non hanno niente a che vedere... forza M5S!!!!

ilario g., Crotone Commentatore certificato 26.11.12 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è da molto che lo dico, ho deciso di creare una petizione indirizzata al ministro clini...magarti non va , ma magari va

se vuoi firmare anche tu mi fa piacere

https://www.change.org/it/petizioni/stop-caccia-sabato-e-domenica-no-hunting-saturday-and-sunday-fermez-chasse-samedi-e-dimanche-halt-jagd-samstag-sonnstag-parar-caza-sabado-domingo

tom corengia 26.11.12 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Ho acquistato una casa nel meraviglioso apennino tosco-emiliano. Sono vegetariana e animalista...
mi piace sdraiarmi nei prati e vivere all'aria aperta e a contatto con gli animali...
che meraviglia: le lepri i faggiani i caprioli i cinghiali...

Ricordo che trauma il primo settembre in cui imparai che tutto l'autunno e anche d'inverno ti devi rintanare in casa perchè fuori c'è la mattanza...

paura e tristezza

uccidono e poi, visto che il divertimento potrebbe finire, ...ripopolano con piccoli esemplari cresciuti in cattività....molto facili da predare!

la caccia è solo crudeltà e non è uno sport!

claudia cois, bologna Commentatore certificato 26.11.12 11:30| 
 |
Rispondi al commento

SPORT O STERMINIO? STERMINIO.
I luoghi comuni dei cacciatori:
1) La caccia è uno sport. Falso.
2) Noi esercitiamo il controllo del territorio. Falso, lasciano i rifiuti dei pasti e disseminano il terreno di bossoli.
3) Noi ripopoliamo la fauna. Non c'è niente di più barbaro di liberare animali che diventeranno prede.
4) Noi emarginiamo i bracconieri. Falso all'occasione sono tutti bracconieri.
5) Noi esercitiamo la caccia in sicurezza. Falso, quando qualcosa si muove sparano senza ragionare.
6) Noi amiamo i cani. Falso, considerano solo le razze adatte per la caccia e trattano i cani come strumenti per la caccia e non come esseri viventi.
7) Noi sosteniamo l'economia perchè c'è un mercato fiorente di armi e accessori. E come sostenere le fabbriche di armi per la guerra.
QUELLO CHE HO SCRITTO E' FRUTTO DI UN'OBIEZIONE DI COSCENZA.
I CACCIATORI SONO SANGUINARI, I PIU' FACOLTOSI, ANCORA OGGI VANNO IN AFRICA A FARE IL SAFARI.
E' ORA DI DIRE BASTA, UNA MINORANZA NON PUO' IMPORRE LE SUE REGOLE BARBARE AL RESTO CHE E' MAGGIORANZA.

Robespierre 26.11.12 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi permetto di intervenite come figlio di un appassionato cacciatore.
Mi padre ha 72 anni e da quando ne aveva 6 va regolarmente a caccia con pioggia, neve, sole e vento.
Posso dire, con certezza, che ama la natura più di ogni altra cosa , tanto da andare in montagna con i suoi amati cani tutto l'anno e non limitare le sue passeggiate alla stagione venatoria (unico periodo in cui porta il fucile), come fanno la maggior parte dei cacciatori.
Giusto per dare un'idea (a chi di caccia ne sa poco) vi dico che non riesce mai a sparare più di 2 colpi in un intero anno - ed è raro che 1 vada a segno.
Non caccia tutto quello che gli capita a portata di fucile, ma solo una specie e si occupa tutto l'anno di pratiche burocratiche per il ripopolamento della stessa.
Credo che sia necessario quindi distinguere, come in tutti i campo, i buoni dai cattivi ovverosia i Cacciatori dagli Sparatori e dovrebbero essere questi ultimi ad essere aboliti - non ci certo la caccia.
D'altra parte contro i pescatori non c'è lo stesso astio, come mai?? i pesci non hanno dignità di esseri viventi come gli altri animali??
I polli, le mucche, i maiali - che tutti mangiamo - hanno diritto ad essere ammazzati con un colpo in fronte??
Credo che sia opportuno, come in tutto, il pieno rispetto delle regole, ma molto spesso mi rendo conto di fare più danno io alla natura quando non faccio la raccolta differenziata o quando giro con il mio scooter, anzicchè mio padre che dopo aver preso la preda, torna a casa con la faccia di chi sembra aver perso qualcosa.
Vi assicuro che, se potesse, ridarebbe la vita a tutte le prede prese in 66 anni di montagna.

M A. Commentatore certificato 26.11.12 11:26| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io in "gioventu'" cacciavo e pescavo.
Ora mi vergogno ! Da cacciatori e pescatori dovremmo diventare protettori della flora e della fauna. Come faccio io per lenire quanto posso i miei sensi di colpa.
So cosa si prova......... . La passione, le tradizioni, etc etc
Ma la ragione deve prevalere.
Come si fa poi difronte a morti, bambini morti.
Siamo diventati tutti insensibili. Comfortably Numb.

cristiano stefani 26.11.12 11:11| 
 |
Rispondi al commento

La caccia, non mi è mai piaciuta .. ma anche i cacciatori li sopporto a fatica !

. io ho un podere dove "sarebbe" vietata la caccia, ma non posso far nulla per il passaggio dei cacciatori, anche in periodi non di caccia, fanno "passeggiate" e transitano sui miei campi .. a volte li vedo passare , altre volte mi accorgo solo perchè mangiano come se fosse loro la frutta sugli alberi o pestano campi con semine !

.. vorrei anche io avere il permesso di andare a casa loro a prendere cibo dal frigo o pestare un bel tappeto pulito con scarpe infangate !

Roberto B. Commentatore certificato 26.11.12 11:07| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ma poi, a che cazzo sparate che non c'è più niente?
Anni fa sono andato a caccia (io con la macchina fotografica), per vedere la dinamica di questo....
sport?, a fine serata, non avendo beccato niente, facevano gara a stendere volatili molto difficili quali la rondine ed il pipistrello.
Ma sparatevi all'uccello, ci sono le riserve, almeno li fate meno danni.
Abolire la caccia, o sia con arco e frecce.

domenico ., toscana Commentatore certificato 26.11.12 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Tempo fa ho fatto la proposta di inserire nel programma del MoVimento 5 Stelle, l'abolizione della caccia.

Chi fosse interessato può votarla cliccando sulla stelletta blu dopo essersi loggato al portale.

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2012/08/abolizione-caccia.html

Pasquale_ Caterisano Commentatore certificato 26.11.12 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Salve. Teneteli anke lontano dalla tv e dai preti veh .

Ethan Levi 26.11.12 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Lasciate pure che i cacciatori si sparino a vicenda. Pregando per la loro estinzione. Solo esseri inutili hanno quel vezzo che chiamano coraggio di uccidere esseri indifesi. Spero nella fine immediata dei cacciatori e della caccia.

Massimo Fabio, Modena Commentatore certificato 26.11.12 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La caccia va abolita, punto e basta. Dalle mie parti in campagna per anni non si sono visti più animali di alcun genere, ma da quando, 15 anni fa, siamo stati dichiarati riserva naturale, sono tornati lepri, uccelli di grande taglia, volpi, addirittura cerbiatti, è uno spettacolo. Abbasso la caccia e una sola parola ai cacciatori: andate affanculo. Perchè è falso che siete dei naturisti, voi provate solo gusto ad uccidere, altrimenti che vi cambia andare a caccia con dei pallini ad aria compressa? Siete degli assassini.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 26.11.12 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi uccide gli animali merita la stessa fine

mariuccia rollo Commentatore certificato 26.11.12 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caaspita è la CACCIA che uccide i bambini.Non ne uccidono altre cause.Non uccidono i giovani la droga,le stragi del sabato sera,l'alcool.No è la caccia che uccide la gente.Ma andate a fare la calza esasperate dell'anticaccia.Sono incidenti idioti,mentre non prendete posizione contro l'instupidimento collettivo cui sottoponete i vostri bambini.Li fate vivere in un mondo alla Disney,dove tutto apparentemente è poesia.Svegliatevi e svegliate i pargoli,che han tanta lingua e poco cervello!Quanti bambini muoiono in un anno per incidente stradale,magari in macchina con mamma e papà!Oh ma quello non conta,è la caccia che uccide i bambini,non le bombe che son mandate contro i bambini Palestinesi,Afgani o Irakeni per poter far andare la macchina di papà!

alessandro sanna 26.11.12 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori