Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il comparto aereo italiano allo sbaraglio


aereopo.jpg
"Sono Antonio Amoroso, dipendente di Alitalia Cai e sindacalista della Cub Trasporti. Abbiamo indetto uno sciopero generale del trasporto aereo il 30 novembre scorso per protestare contro i licenziamenti, i tagli salariali, la precarietà, contro il peggioramento normativo, contro ricette che i lavoratori continuano a subire da anni nonostante il settore non sia assolutamente in crisi. Gli indici di traffico passeggeri e merci in Italia infatti continuano a aumentare anno dopo anno, le potenzialità del nostro paese in termini di crescita del trasporto aereo sono di primario livello in tutta Europa.
La vicenda Alitalia ha segnato un po’ uno spartiacque in Italia (oltre 10 mila licenziamenti), ma lo stillicidio di posti di lavoro è continuato fino a oggi. I lavoratori chiedono un intervento che i governi che si sono susseguiti non hanno provveduto a fare. Hanno accettato una liberalizzazione del comparto senza regole. Per esempio sull’aeroporto di Fiumicino, in cui la Polverini da Presidente della Regione Lazio annuncia la costruzione della quarta pista ma non dice una parola sui licenziamenti, non interviene sulla mancata osservanza da parte delle compagnie, addirittura di Alitalia, della clausola di salvaguardia sociale. Le attività passano a una velocità che non ha eguali da una società all’altra, e nel passaggio i lavoratori perdono salario, diritti e lavoro! Questa situazione non conoscerà fine finchè finalmente la politica non eserciterà il controllo, non interverrà e non definirà le regole riprendendosi le redini di un settore che è stato ormai lasciato in balia di imprenditori dell’ultimo momento, che evidentemente puntano solo a sfruttare." Antonio Amoroso

3 Dic 2012, 20:05 | Scrivi | Commenti (40) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Il trasporto aereo, gli aeroporti con le loro attività, sono diventati ormai da anni terreno di conquista per lobbies di imprenditori senza scrupoli che fanno profitti calpestando i diritti dei lavoratori e saccheggiandone i salari;Tutto ciè sfruttando la mancanza di regole e la passività delle oo.ss confederali,che negli anni oltre a perdere la natura conflittuale che ogni sindacato che si rispetti dovrebbe avere,si sono trasformate in parte integrante nell'attuazione delle volontà padronali. Il cancro che è stata l'operazione Cai, fortemente voluta da Berlusconi(che ci basò la sua campagna elettorale) e per nulla osteggiata dalla "sinistra"dell'epoca,di fatto ha costituito per i padroni lo start up dello smantellamento del diritto nel mondo del lavoro. Passera, allora presidente di Banca Intesa ed ideatore del piano fenice,Sabelli,Colaninno e la loro cordata di patrioti investitori rappresentanoil modello da seguire per i capitalisti italiani. Dal 2008 ad oggi tra dipendenti della ex compagnia di bandiera (licenziamenti diretti) e lavoratori dell'indotto (licenziamenti indiretti)sono saltati più di 25.000 posti di lavoro. Trovo allucinante che la mattanza continui, nel silenzio delle istituzioni,che preferiscono subire gli effetti sulla collettività generati dal costo degli ammortizzatori sociali piuttosto che intervenire su Cai, che ha licenziato, licenzia, ma al tempo stesso assume personale precario a basso costo ma soprattutto con il complice immobilismo delle oo.ss confederali che ripeto nel 2008 insieme a Sdl (ora Usb) e alle associazioni di piloti e AA.VV senza una sola ora di sciopero permisero 10.000 licenziamenti in Alitalia e ancora oggi avallano tutte le operazioni del management Cai ( l'ultima in ordine di tempo l'espulsione di 75 lavoratori della Argol spa di Fco vittime in barba alla clausola di salvaguardia sociale di un processo di reinternalizzazione di attività da parte di Cai. Mi piacerebbe sapere cosa pensa Beppe Grillo di tutto questo.

Gianni Savarese 07.12.12 21:27| 
 |
Rispondi al commento

La teoria delle tasse al 7%
E' una teoria così pazzesca, semplice e interessante che potrebbe anche funzionare negli stati con una elevata evasione fiscale, commentava Paul Krugman, premio nobel per l'economia nel 2008, leggendo sul Wall Street Journal la teoria scritta un paio di anni fa da un economista italiano che descrive come abbattere l'evasione fiscale, abbassare le tasse e farle pagare in modo più equo a tutti .
http://www.quaeram.blogspot.it/2012/09/la-teoria-delle-tasse-al-7.html

raf 07.12.12 11:18| 
 |
Rispondi al commento

che disastro! Ma certo i sindacati sono almeno coresponsabili con i vari managers che si sono alternati nel tempo; anche il personale non e` esente da responsabilita` vis-a vis la perdita di quote di mercato storica. Sarebbe bene fare un sondaggio e chiedere ai clienti italiani se volentieri acquistano un biglietto Alitalia, oppure se temono scioperi, maleducazione del personale, furti dei bagagli e del loro contenuto,...anche un confronto esplicito con Air France o Luftansa.

Fa Rossi Commentatore certificato 05.12.12 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Nel post di Janek di Gallarate ci sono commenti offensivi e frasi degne di una denuncia per diffamazione. Non capisco perché non venga censurato. Comunque le sue frasi (scritte in un pessimo italiano che fa capire al lettore il livello culturale del soggetto scrivente)sono semplicemente lo sfogo di un povero frustrato, che evidentemente, lui per primo, si sente uno schiavo del sistema e gli piace godere se percepisce che qualcuno possa passare un momento di crisi, invece di esprimere solidarietà e combattere contro chi sfrutta i lavoratori. Comunque a Janek posso dire che tutti i soldi che mamma alitalia ci ha dato nel corso della nostra vita lavorativa ce li siamo sempre guadagnati e sudati e non ci sono stati mai privilegi se non quello di lavorare per una grande compagnia purtroppo gestita da politici e imprenditori incompetenti e disonesti.

andrea d., roma Commentatore certificato 05.12.12 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Era opportuno mettere questo spot di Alitalia, proprio sotto l'articolo sui tagli operati da Alitalia? bah!!!

Giancarlo Caricchia 05.12.12 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me, è arrivato il momento di dare la svolta anche a livello sindacale.
Si dovrebbe creare un sindacato con gli stessi principi e valori del M5S.
Il mio personalissimo pensiero.
Cordiali saluti.
Giampiero Milone

Giampiero Milone 05.12.12 00:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Janek N. di Gallarate.

Le ricordo che a Roma c'è moltissima gente che lavora Lei probabilmente non riesce a vederlo per la fitta nebbia presente nella sua città.
Ha avuto il coraggio di definire i piloti Alitalia dei pisciasotto, e non so che altro, quando anche i bambini di 3 anni sanno che sono i migliori piloti del mondo.
Evinco dalla Sua grettezza mentale che nonostante i viaggi che ha fatto per lavoro la Sua mente è più chiusa di una noce di cocco.
Ho capito che razza di persona è Lei, quella del tipo invidioso di ciò che guadagnano gli altri. Se Lei potesse ragionare, cosa che Le è preclusa, capirebbe che siete voi della Volare a dover ottenere retribuzioni più alte e combattere per questo non gioire quando vengono intaccate quelle degli altri. Del resto, il seme della guerra tra poveri germoglia nelle persone facilmente indottrinabili.
Non sono un AV ma ho vissuto a stretto contatto con uno di essi e considerata la vita di merda che fate e che nessuno può comprendere perchè tutti la scambiano per bella vita, Le garantisco che sono la prima a sperare che Lei possa percepire uno stipendio più alto di quello attuale. Quello degli AV di Alitalia lo trovo adeguato alla vita che fanno che, nonostante quello che si crede, è molto sacrificante e stancante. Io non so se ce la farei fisicamente.
La saluto e auguri.

francesca d., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.12.12 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei chiedere al sig.Antonio, sindacalista del alitalia: Cosa ne pensa di tanti adetti alitalia colti con le "mani nel sacco" a rubare dalle valige dei passegeri? e del sindacato che li ha difesi permetendo di andare dai giudici (che hanno sempre reintegrato tutti). Le sembra serio un sindacato che difende i ladri?

carlo f. Commentatore certificato 04.12.12 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Antonio, affermi che Alitalia funziona e che il traffico è in aumento. Io non ho motivo di dubitare, ma sappi che ciò dipende proprio dalla liberalizzazione fatta e Tu ogggi auspichi che la politica riprenda il controllo del settore. Sarebbe la cosa più sbagliata che possa avvenire. Possibile che non Ti sia ancora reso conto che qualunque cosa tocchi la politica diventa un carozzone che non crea ricchezza, anzi la distrugge sistematicamente?
Anche la migliore politica lo farebbe, immaginarsi quella dei parassiti che infetta L'Italia.
Resistenza Liberale Luciano Sturaro

Sturaro Luciano Commentatore certificato 04.12.12 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non é del settore sintetizziamo: gli assistenti di volo AZ e i piloti AZ hanno per 40 e passa anni usufruito di BENEFICI STRAODINARI, superiori a qualsiasi altro vettore europeo, sia in quanto a minimi molto bassi di servizio e di volato, rispetto alle maglie molto ben più larghe della normativa europea ed italiota, ora "unificate" NEL LORO VECCHIO CONTRATTO DI LAVORO, mentre ai privati veniva applicata per ESTESO, e che l'europa ha cercato nel 2008 di allargare, per renderli ancora piu stressanti e faticosi i minimi, in barba agli studi della NASA sui ritmi circadiani e all'esposizione prolungata, in quota, alle radiazioni solari, a causa dei vetri giustamente presenti in maniera estensiva nelle cabine di pilotaggio, problema che non si pone per la cabina passeggeri. I "signorini" STRACAFONI COME IN NESSUN ALTRA COMPAGNIA AEREA DI assistenti di volo in AZ sono sempre stati lo zoccolo duro in tutte le lotte sindacali non avendo la "Spada di Damocle" dei simulatori semestrali, come per i piloti AZ tutti famosi pezzi di merda, tutti lecca culi dei una volta "capi pilota" etc.... Vi ricordate gli scioperi ad "AQUILA SELVAGGIA", purtroppo però hanno sempre e solo lottato per il loro già eccessivamente privilegiato orticello, e mai e poi mai hanno tentato di coinvolgere i colleghi del privato per pretendere una NORMATIVA CONTRATTUALE DEGNA E COMUNE, come un contratto nazionale? Il quale se esistesse, non li avrebbe costretti, oggi a piagnucolare, perché é decisamente più dura arrivare "dai privilegi" e trovarsi "schiavi" come a me ex Air Europe transitato alla Volare quindi soprannominato via etere "schiavo di SODDU EH"? I piloti manco a parlarne, QUESTI INFELICI TRISTI "PERSONE" loro ci sguazzano nel DIVIDI ET IMPERA, sono tutti contro tutti, sia nei sindacati CISL DOCET, che nella lotta ad apparire, ora più che mai il lecchino di turno, roba di una volgarità e squallore, ora i copiloti sono passati dai 3500 ai 1200€ al mese e ora piangono come bambine........

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 04.12.12 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Se Lei è un sindacalista legato ad Alitalia per prima cosa si vergogni: la nostra compagnia di bandiera ha sempre fatto schifo anche grazie a gente come Lei. Davate il peggior servizio possibile. E non mi è mai capitato di sentire i sindacalisti strepitare perché le crew Alitalia erano spessissimo maleducate e fannullone. Per lavoro ho sempre viaggiato molto e, se potevo, evitavo Alitalia come la peste. Non è divertente fare un volo di 10 ore nel quale dopo la prima mezzora la crew si imbosca, non risponde alle chiamate e, quando stanata, risponde in maniera molto vicina all'ao! che vvvuoi??? Anche il personale Alitalia ha contribuito allo sfascio dell'azienda. Cominciate a prendervi qualche responsabilità se volete cambiare sto paese... senza dire del notorio sistema clientelare di assunzioni...

Niki S., Cartagena de Indias. Colombia Commentatore certificato 04.12.12 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo post parla della situazione di sfruttamento del lavoro nel trasposto aereo, dove i lavoratori da tempo (come in tutta italia, ma forse qui con un'accelerazione maggiore nonostante l'assenza di crisi del settore) subiscono peggioramenti a livello contrattuale, salariale, di tutele, di sicurezza.... in pratica si lavora molto di più, si guadagna molto di meno, si sta diffondendo il precariato ovunque, e le aziende (molto spesso cooperative) addirittura evadono i contributi e assumono in nero... (!!!!)
ma dai commenti che seguono, tranne rare lodevoli eccezioni di solidarietà, leggo solo di presunti privilegi di alitalia, come se i lavoratori az non avessero già pagato con 10000 licenziamenti di 4 anni fa...
gli stipendi alti in az sono solo di manager e piloti, tutte le altre migliaia di lavoratori guadagnano mediamente si e no 1200€ al mese...
spero che questo non sia l'effettivo livello di discussione e la capacità di ragionare del m5s, ma solo infelici interventi di singole (infelici) persone che sanno veramente poco di trasporto aereo e ancora meno di solidarietà...
purtroppo qui in italia il peggioramento delle condizioni di lavoro è dovuto anche all'incapacità di lavoratori e disoccupati di capire che siamo tutti sulla stessa barca che affonda, e alla mancanza di solidarietà tra di noi....

nazareno rossi 04.12.12 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SALDO IMU: UN KO TECNICO PER LE FAMIGLIE ITALIANE!

Pochi giorni prima di Natale eccolo, pronto e servito, puntuale e pesante, anzi pesantissimo, ma sobrio, "il pacco" di fine anno di Monti&Company: IL SALDO IMU! Un salasso! Una rapina di stato! Una vergogna senza precedenti! C’è molto… “fermento” tra dipendenti, operai, pensionati, artigiani, piccoli negozianti, cassintegrati, disoccupati. La gente per bene non sa più dove andare a prendere i soldi!!! Ci sono situazioni drammatiche!!! Chi è senza lavoro, o pensionato o cassintegrato o chi è più fortunato, si fa per dire, e campa con uno stipendio di mille euro al mese e non ha o ha esaurito le “riserve di famiglia” di genitori e nonni, è al rosso, disperato, molto, ma molto più “incazzato” di quanto pensino Tecnici & Politici, che a quanto pare se ne fregano altamente e continuano con i loro giochini, tra primarie, secondarie, terziarie e via discorrendo: minkiate!!! spacciate per democrazia e libertà di un popolo che hanno ridotto sul lastrico. L'ultimo salasso è il Saldo Imu: l'ennesima stangata di quella che sarà una lunga serie di batoste sempre e soltanto per i soliti noti. Una bastonata di fine anno che si va a sommare a quella di giugno. Un "uno - due" micidiale, un knockout tecnico che ha steso al tappeto le famiglie italiane che dovranno pagare mediamente 136 euro per la prima casa, con punte di 470 euro a Roma; mentre per una seconda casa il saldo peserà mediamente 372 euro con punte di 1.200 euro nelle grandi città. E in cambio di cosa? Di altre tasse! Di servizi zero! Di un debito che cresce ogni giorno di più! Di una disoccupazione ai massimi storici e di salari e pensioni da fame!

Free Skipper, Roma Commentatore certificato 04.12.12 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Hai postato il famoso colpo non uscito dalla canna ma dal retro:
privilegi che vi sono stati tolti ma che tutti gli altri non inculati coi soldi dello stato (nistri) non hanno mai avuto. Ora siete alla nostra stessa altezza...

sandrolibertini 04.12.12 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Certo non avete trovato molto sostegno. Forse il post doveva iniziare con l'elencare gli errori fatti ed il saccheggio perpetrato alla vostra azienda da poltici ma anche da lavoratori che PRIMA a fronte di lauti compensi e minimo lavoro erano tutti felici e soddisfatti. Invece noi poveri comuni mortali che stavamo sempre nella polvere, come ora, la cosa non sembra molto diversa da prima. A voi sicuramente si. Certamente non mi auguro la distruzione di un settore importante ma credo che voi prima di tutti dovete capire com'è la situazione italiana. Dovete capire che l'Alitalia ha beneficiato per anni del sostegno pubblico (come Fiat e molte grosse aziende) mentre tante altre piccole aziende non hanno avuto niente se non tasse aumentate. Oggi che le grosse aziende stanno scappando, le piccole continuano a soffrire e pagare per errori altrui. Capito questo e confessato pubblicamente il saccheggio che anche voi, direttamente colpevoli o fiancheggiatori, avete fatto della Vs. compagnia troverete tutto il sostegno di cui avete bisogno.

Belpaese 04.12.12 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Vedo che si continua a pretendere i privileggi, è questo non è corretto. L'alitalia è uno dei tanti carrozzoni (mezzo pubblici) che hanno sprecato i soldi pubblici. Cosa cercate ancora? Tra chi dovrebbe rendere i soldi non ci sono solo i politici ma anche tante categorie che hanno preteso e ottenuto più di quanto era dovuto.

carlo f. Commentatore certificato 04.12.12 12:49| 
 |
Rispondi al commento

e poi l'annoso problema "del piano di carico" questo sconosciuto, che arriva e non arriva, mai con regolarità, come normalmente nel resto del mondo con varie eccezioni, perché, BEH COME AL SOLITO MANCA IL PERSONALE! Per chi non é del settore sintetizziamo. gli assistenti di volo AZ e i piloti AZ hanno per anni usufruiti di BENEFICI superiori a qualsiasi altro vettore europeo, in quanto a minimi molto bassi di servizio e di volato rispetto alle maglie molto più larghe della normativa europea ed italiota che ai privati veniva applicata per intero, e che l'europa ha cercato nel 2008 di allargare, in barba agli studi della NASA sui ritmi circadiani e all'esposizione prolungata, in quota, alle radiazioni solari a causa dei vetri giustamente presenti in maniera estensiva nelle cabine di pilotaggio, problema che non si pone per la cabina passeggeri. I signorini assistenti di volo non avendo la "Spada di Damocle" dei simulatori semestrali, dei piloti, tutti famosi CAGA SOTTO ALL'ITALIANA, a meno che non avessero leccato i culi dei vecchi "capi pilota" etc.... sport ancora più in voga nella categoria, gli assistenti di volo dicevo sono sempre stati lo zoccolo duro in tutte le lotte sindacali ed i famosi scioperi AQUILA SELVAGGIA, ma purtroppo hanno sempre e solo lottato per il loro già eccessivamente privilegiato orticello, e mai e poi mai hanno tentato di coinvolgere i colleghi del privato per pretendere una NORMATIVA CONTRATTUALE DEGNA E COMUNE, come un contratto nazionale, il quale se esistesse non li costringerebbe oggi a piagnucolare, perché é decisamente più dura venire dai privilegi e trovarsi schiavi come quelli che fino al giorno prima sia piloti che AV chiamavano SCHIAVI, come me alla Volare schiavo di SODDU EH? I piloti manco a parlarne loro ci sguazzano nel DIVIDI ET IMPERA, sono tutti contro tutti, sia nei sindacati ridicoli, che nella lotta ad apparire ora più che mai il lecchino favorito, roba di una volgarità e tristezza, tipica di molte categorie ma nei pil

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.12.12 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Avete la faccia come il culo, e a Stefano I, dopo un'anno come rappresentante di compagnia Air Europe, sotto bordo ne ho viste di cotte e di crude a FCO. Avendo a che fare con tutte le categorie coinvolte, dal Ck-in in avanti, e il loro "caratteristico", chiamiamolo, "scanzonato" modo di lavorare ALLA ROMANA, e cioè, che fossero li come se ti facessero UN PIACERE, nella maggioranza dei casi, andate AFFANCULO, voi lavoratori romani e non di FCO siete professionali quanto un calcio nelle palle, migliori di MXP ma disastrosi rispetto a qualsiasi aeroporto internazionale europeo, come nella vostra bellissima città regnano caos improvvisazione e cialtroneria furbesca, certo tutto parte dall'alto, mezzi obsoleti che cadono a pezzi, che sono più le volte che si rompono di quanto si possano utilizzare vedi le scale, il numero sempre ridotto di personale, che si accolla turni vergognosi, per le pulizie l'imbarco dei bagagli, basta guardarvi nelle vostre perennemente lerce divise, cosa inammissibile in europa tranne che in Grecia, assistere alla messa in moto di un'aereo B767 che deve aspettare dai 5 agli 8 minuti che l'inserviente venga a piedi, con calma ieratica a togliere la scala frontale, solo a MXP E FCO, si può ammirare anche e sopratutto in presenza di slot, ma ha loro che je ne frega no, e non in orari di punta, ma all'una di notte, roba da volerli impiccare tutti, dal NR°1 di A/R all'ultimo inserviente delle pulizie. Il dramma e che tutte le compagnie del mondo ci stanno a guardare e anche in questo campo "CARO SARTORI", ci ridono dietro alla grande, dandoci dei PEZZENTI, che é quello che poi nessuno dei troppi dirigenti A/R vuole vedere, mica é loro l'azienda a loro bastano i bonus ottenuti sulla riduzione del personale, sulla mancanza di rinnovo delle tute da lavoro, insomma facendo tutti quei risparmiucci da "maria calzetta", che glieli garantiscano questi BONUS, in culo all'immagine del paese e della nazione, al benessere dei lavoratori, alla loro dignità....

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.12.12 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ricordare che non esiste solo az ma l'aviazione tutta in italia è in crisi,l'atteggiamento che si ha verso gli aeroporti minori(spesso visto come terreno libero vicino alle città dove poter costruire) e l'AG, la burocrazia infinita e tasse demagogiche altro non fanno che far perdere posti di lavoro in italia e farli guadagnare ai nostri vicini (svizzera francia croazia) che dalle tasse sul lusso e del clima che c'è in italia traggon vantaggio, così che ci ritroviamo con un volume inferiore al previsto di tasse raccolte e le ditte che chiudono è un circolo vizioso. Credo che un settore più snello con meno balzelli paradossalmente porterebbe più benefici (allo stato) essendo rivolto ad un utenza che i soldi da spendere li ha ma è invece sensibile all'accanimento e agli ostacoli burocratici e quindi preferisce rivolgersi a paesi più civili

mk 04.12.12 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, volevo sapere come mai nel vs. programma non avete inserito l'abgrogazione di tutti i vitalizi a tutti i parlamentari negli ultimi trent'anni della nostra storia e non solo anche la confisca di tutti i beni che hanno accumulati durate la loro "sosta" in parlamento...noi comuni mortali al fisco dobbiamo dire anche di che colore sono le nostre mutante e loro nemmeno la dichiarazione del reddito. Ecco, mi sarei aspettato, almeno da voi, che lo amplificaste...cosa fino adesso mai sentito...!!!! è una cazzata dire qst cose????

Antonio Annunziata 04.12.12 11:17| 
 |
Rispondi al commento

BRAVO JANEK!!!!!!!!!!!
Hai perfettamente ragione.
In Alitalia per anni alcuni partiti si sono costruiti un serbatoio di voti facili, con assunzioni e prebende distribuite in giro.
Ma lo sapete che in alitalia c'era una commissione con il compito di scegliere il NOME degli aerei, a botte di 500.000 lire come gettoni????
Avete mai visto una busta paga altalia??? non sapevo se ridere o piangere, una cosa allucinante!!!! rimborsi e indennità osceni!!!!!!
Il trasporto aereo in italia è davvero una giungla, ma alitalia è la colpevole, ed i dipendenti ne hanno beneficiato per lungo tempo, sfottendo pure i colleghi delle altre compagnie.
e ora piangono ...

Pietro Damiani 04.12.12 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Lavori usuranti in Aeroporto?
Si vede dalle facce!
Andate a dirlo a qualche minatore!
E poi, non è Berlusconi che vi ha salvato a spese nostre? Volevano vendervi ad Air France, mica alllo Stato delle Banane! Non avete quasi tutti votato in massa per Alemanno e la Polverini?

giuseppe 04.12.12 07:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, credo in questo aumento di trasporti, ma c'è anche la diminuzione de costi di un volo, perciò la diminuzione di dipendenti e diminuzione di salario purtroppo e obbligatoria, mi dispiace anche perché purtroppo indirettamente ne subiamo tutti, saluti


Giorgio Lai 04.12.12 07:36| 
 |
Rispondi al commento

È proprio a causa del controllo della politica sul servizio che Alitalia è diventata l 'elefante che è !

Andrea Modolo 04.12.12 06:53| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti sono un dipendete di Alitalia CAI,dal 2009, sono passato in CAI da airone EAS e prima ancora lavoravo in Aeroporti di Roma,volevo specificare per chi critica le retribuzioni in aeroporto, il fatto che molti si indignino dei stipendi superioriche alla media di chi lavora in PISTA operai, ecc ecc in "AEROPORTO." Sicuramente non deve fare indignare.... avete mai sentito parlare di "lavori usuranti", un tempo i lavoratori che venivano assunti in aeroporto VENIVANO dalle le vie GIUDIZIARIE, CARCERE! per recupero della persona, per reinserirli.
In Aeroporto non viene mai preso in considerazione le conseguenze che un LAVORATORE IN PISTA SUBISCE, continua esposizione delle onde elettromagnetiche che vengono da torre di controllo, sistemi di atterrraggio delle piste, aeromobili in transito, ecc ecc, poi vogliamo parlare delle conseguenze del cherosene che gli aeromobili usano come propellente! questo in pista viene inalato sia in combustione quando Laeromobile arriva in piazzola, e quando parte per andare al decollo, poi quando fuoriesce dai rifornimenti dellaerombile quando delle valvole nell aeromobile se pieno lo espelle, il CHEROSENE ALTAMENTE TOSSICO PER L'UOMO porta ogni sorta di malattia mortale senza scampo con il tempo, per non parlare poi del carico e scarico delle stive, avete mai provato a caricare bagagli nella stiva dell'M 80 , a far partire postali co 20 000 KG di posta caricata ovunque... Vogliamo poi parlare dei turni H 24 Festivi che non possiamo stare con i nostri cari, bisogna essere presenti in Aeroporto!!! quante altre cose posso elencare, ma penso basti per far capire che la guerra tra poveri non dobbamo farla, la guerra deve essere fatta a quegli imprenditori che schiacciano i diritti alla salute, al lavoro, alla famiglia, all ambiente, Ambiente che una volta rovinato non andremo certo a vivere su marte,cerchiamo di unirci per parlare delle diverse realtà lavorative nel territorio,uniti non divisi Movimento a cinque stelle il cambiamento

Stefano I., Roma Commentatore certificato 03.12.12 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

ATTENZIONE PLS

PER CHI NON LO CONOSCESSE:

SC€C

METODO DI PAGAMENTO PER RISPARMIARE EURO

SC€C 03.12.12 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Antonio,
Stringete i denti ancora un po' e partecipate, se potete, alla rinascita del paese attivamente, in modo da presentare le vostre istanze ed incidere direttamente sulla politica della vostra azienda. Solo con l'unita' dei Lavoratori si puo' cambiare il sistema.

FORZA MV5* 03.12.12 22:03| 
 |
Rispondi al commento

IL PARLAMENTO SARA' LA TOMBA DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE. LE RIVOLUZIONI SI FANNO FUORI DAL PARLAMENTO. IL PARLAMENTO LO SI COSTRINGE ALL'AUTORIFORMA ATTRAVERSO LA PRESSIONE POPOLARE DI PIAZZA.

francesco musella 03.12.12 21:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia il trasporto aereo nazionale e internazionale è quasi del tutto gestito da compagnie aeree straniere con forte incidenza delle low cost ( Ryanair in primis ) . Una somma enorme di denaro (biglietteria) va a finire all'estero senza lasciare un euro di tasse in Italia, i lavoratori impiegati sono assoggettati a contratti registrati in sedi estere che esulano dalle normative italiane ( quindi molto meno onerosi) , le regioni hanno stanziato notevoli fondi a favore delle low cost , le società di gestione aeroportuale gli hanno concesso particolari tariffe , in questo clima le low cost si sono sviluppate e hanno ridato vita a molti aeroporti (considerati di seconda fascia) i quali proprio grazie all’aumento del traffico determinato dalle low cost sono stati sottoposti a importanti investimenti infrastrutturali .
Ora cosa accade ??? il governo sta valutando ( e in alcuni casi sanzionando) ) le tante facilitazioni concesse alle low cost , le società di gestione aeroportuale vogliono riallineare le tariffe , si invoca la applicazione di contratti di lavoro italiani , cioè presto le low cost vedranno aumentare i loro costi , la risposta potrebbe essere quella già data in altri Paesi ( tipo la Spagna) dove dinanzi a problematiche simili hanno preferito abbandonare le rotte lasciando delusi tanti viaggiatori e privando gli aeroporti del traffico necessario alla loro sopravvivenza .
Quindi è lecito chiedersi , è mai possibile che sia accaduto tutto questo nella indifferenza più totale ??? non parliamo di fatto di poco conto , stiamo affermando che in Italia si viaggia in aereo prevalentemente con compagnie straniere low cost , tali compagnie le abbiamo agevolate in ogni modo , qualora (per i motivi prima citati) abbandonassero l’Italia ci ritroveremmo senza una rete trasportistica aerea degna di questo nome e con aeroporti (costati miliardi) abbandonati a se stessi . Questa è la dimostrazione di come non sia mai stato affrontato seriamente

Antonio Carito 03.12.12 21:39| 
 |
Rispondi al commento

Credo fermamente che i sindacati tutti debbano rivedere le loro posizioni. Da sempre hanno preso per i fondelli i loro iscritti proteggendo come i nostri politici i loro interessi.
Pensare ad un sindacato unico APOLITICO da contrapporre al sudiciume dei politici nell'interesse dei lavoratori non credo debba essere una mia idea .
Si tratta di una idea di molti ma ci si guarda bene dal considerarla. Siete collusi con il potere ed avete perso la fiducia di chi lavora seriamente pagando pesantemente il vostro assenteismo.

vittorio ferraresi, Como Commentatore certificato 03.12.12 21:20| 
 |
Rispondi al commento

IO SONO DEL TUO PARERE E VORREI CHE TANTI ALTRI APRISSERO GLI OCCHI IVECE DI ANDARE A REGALARE SOLDI A CHI FI
NO ADESSO CI A PRESO INGIRO. BASILIO SERRA

Basilio serra 03.12.12 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Vogliono fare la quarta pista!!!???
Se si continua così saranno troppe 3.

Fiandrino Giorgio, Torino Commentatore certificato 03.12.12 20:44| 
 |
Rispondi al commento

NON DIMENTICATEVI MAI CHE E' SOPRATUTTO COLPA VOSTRA, EH! NON AVETE MAI "LOTTATO" PER UN CONTRATTO NAZIONALE, MA COME PROPRIO VOI ASSISTENTI DI VOLO, LO ZOCCOLO DURO DI AZ, FORSE PERCHE' VOI DI AZ, AVEVATE TUTTE LE GARANZIE, PROTEZIONI E STIPENDI DEL 30/35% SUPERIORI AI PRIVATI? E ORA CHE LA MUSICA E' CAMBIATA VI BRUCIA IL CULO, SIETE INDEGNI, COME TUTTE LE ESCORT DI PILOTI AZ, CATEGORIA POMPOSA ANALFABETA, ARROGANTE E PISCIASOTTO, PAURA DEI SIM SEMESTRALI, ROBA DA VERI "UOMINI"? OGGI CHE PRENDETE GIUSTAMENTE I CALCI NEL CULO DALLA PEGGIOR "PRENDITORIA EUROPEA", CHISSA' MAGARI OGGI SI "BATTERANNO" PER UN CONTRATTO "NAZIONALE", BRUTTI ARROGANTI BUFFONI, PER FORTUNA MIA, DI EX "COLLEGHI" MAESTRI DI CAFONERIA NEL MONDO, E DI SCANSAFATICHE STRAPAGATI. IO DA AIR EUROPE A VOLARE, NON HO MAI VOLATO MENO DI 800 ORE L'ANNO BRUTTE MERDE AZ...

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 03.12.12 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Certo nel settore Alitalia non è che proprio sia sempre stata una azienda virtuosa. Ricordo che i suoi piloti guadagnavano molto più degli altri con molte meno ore di volo. Ora queste cose si pagano. Purtroppo prima si andava in pensione a 40 anni, ora a 70. Dispiace, fa incazzare ma non possiamo reggere un aeroporto in ogni cittadina o una compagnia aerea che distribuisce soldi a palate a manager e dipendenti creando montagne di debiti che poi io devo pagare con Imu ed altre tasse. Se lo stato non da nulla a me non deve dare niente neanche agli altri. Anche il garzone del fornaio ha una famiglia ma di lui non se ne importa nessuno. Se però si toccano i dipendenti di Fiat ed Alitalia si fanno scioperi mondiali. Voi sindacalisti dovreste difendere il lavoro di tutti e non solo di categorie, in fondo, privilegiate. La guerra dei poveri sta iniziando.

Belpaese 03.12.12 20:26| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori