Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La torta che non c'è


soldi_pe_campa.jpg
"I lavoratori produttivi del privato sono in enormi difficoltà. Molti hanno chiuso, fallito, delocalizzato e sono rimasti così in un numero minore a dovere mantenere uno Stato parassita sempre più costoso. L'Italia opera infatti per mantenere tutti i costi parassitari dello Stato: mantenere enormità di politici dirigenti statali, consulenti statali, malespese, pensioni d'oro, enti stracostosi e improduttivi. Opera per continuare a stratassare e vessare i pochi lavoratori produttivi rimasti. Cittadini produttivi impoveriti ed indebitati, stratassati e vessati, disoccupati, sottoccupati, mobiilitati, cassintegrati, licenziati, non pagati, vessati da banche ed Equitalia, con le case sequestrate, senza lavoro, senza protezioni, con clienti e Stato che non pagano. Resteranno solo i vari banchettatori dello Stato, in una economia completamente improduttiva, a litigare per dividersi una torta che non ci sarà più." roberto d'iseppi, verona

10 Dic 2012, 23:41 | Scrivi | Commenti (78) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Caro Beppe, spero! che riesci a mandarli via questi parassiti, e da una vita che tengono le mani nelle nostre tasche e non si sono ancora saziati! volevo solo capire: visto che la legge è uguale x tutti "solo a chi dicono loro" perchè noi operai non prendiamo lo stesso stipendio che prendono loro, ho contrario, qual'è la differenza tra loro e noi, è sempre un lavoro NO!! perchè un parlamentare prende 252 euro al minuto, e io per guadagnare quei soldi devo lavorare 4 giorni, io pago un affitto di 830 euro, è sono veramente tanti, anche se cambio, sono più le spese che pago, che tutto il resto,è ringrazio Dio che lavoro, solo che faccio fatica ad andare avanti, figuriamoci quelle persone che sono a casa! da quando e uscito l'euro ci a rovinati più di quanto eravamo rovinati, spero di ritornare alla lira almeno si stava un pò meglio, io sono con te è tutta la mia famiglia, e se a giugno ritorniamo a votare i miei voti sono per te. Perchè! tutte queste tasse: assicurazioni molto alti, il bollo,per esempio a cosa serve! visto che vado in autostrada e pago, mi serve un parcheggio, "quando lo trovo" e pago dei prezzi assurdi, CREDIMI caro Beppe, lavoro tanto, e non sono riuscito a comprarmi niente è spero che riesci a fare qualcosa tu a farci vivere meglio ok le tasse ma senza esagerazione manca solo che aumentono di nuovo l'iva

antonio modeo 05.05.13 01:17| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo un referendum sulla pena di morte per questi parassiti. Sono sicuro che il 99% sarebbe d'accordo. il rimanente 1% sarebbero i parassiti e i loro familiari. Gasateli per favore

VINCENZO D., grosseto Commentatore certificato 14.12.12 15:17| 
 |
Rispondi al commento

la soluzione e lavorare in nero non pagare piu niente in maniera che i parassiti statali e politici vadano loro a lavorare ora li sebti parlare cueti delincuenti con paroline siamo europeisti comunisti di merda e destrini uguale che cazzo me ne frega di stare in europa per fare la fame x dire siamo in europa ma va fanculo voi e l,europa

bruno m., nuoro Commentatore certificato 12.12.12 14:20| 
 |
Rispondi al commento

anno fato tante leggi contro il l.avoro nero,ma mica per tutelare gli operai .e chi crede a cuesta idiozia ci pensi bene perche cuanti operai sono rimasti al l.avor?e i contributi versati se poi lavoro non ne trovi a chi vanno? ai parassiti,io rivorrei i miei contributi versati,sono soldi miei lavoro non cene piu e se lo trovi non ti pagano perche chi lavora nelle picole imprese ,non a un cazzo di tutela io prima di licenziarmi perche stavo 5,6 mesi senza stipendio, pultropo il mio datore di lavoro non percepiva i soldi dei lavori eseguiti e come lui povero uomo moltissime imprese italiane con tutte le conseguenze che gia sapete pignoramenti di eccomerda non ecoitalia ripeto si chiama ecomerda

bruno m., nuoro Commentatore certificato 12.12.12 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono un piccolo imprenditore con un'azienda che occupa cinque dipendenti. Come tutti in situazione analoga, sono spremuto da questo schifosissimo stato con una pressione fiscale non più sostenibile. Ma è mai possibile che questi bastardi ciglioni di politici che si sono avvicendati ai vari governi da vent'anni a questa parte non abbiano ancora capito che siamo proprio noi piccoli che mandiamo avanti l'Italia? Perchè se l'avessero capito avrebbero diminuito l'aliquota delle tasse al 27%, avrebbero creato tre fasce di pensioni: 2000/3500 e massima 4000 euro abolendo qualsiasi pensione oltre queste cifre, avrebbero smesso di dare aiuti a fondo perso all'altare finanza e all'imdistria! Beppe sei l'unica speranza che ci rimane.. fai qualcosa altrimenti qui quiudiamo

Mario Rosso 12.12.12 13:38| 
 |
Rispondi al commento

se ci fosse qualcuno che ha ancora dei dubbi , eccolo servito. Il tecnico monti, dopo aver preso lo 015% dagli investimenti bot e cct , messo IMU a case, campi e stalle, alzato l'età pensionabile ai lavoratori, fatto fallire aziende private con equitalia, fottuto ricerca e sviluppo , cancellato l'art.18 in nome di flessibilità , di competitività e globalizzazione, due cose non è riuscito a farle:
- fare lavorare 2 ore in più gli insegnanti pubblici
- accorpare le province con i loro eserciti di raccomandati.

Se ancora non avete capito chi continua a votare per questi paladini del sistema marcio e corrotto eccovi serviti: gli statali !!!!! FANCULO A COLORO CHE CONTINUANO A DIRE CHE E' COLPA DELL'EURO E DELLA GERMANIA !!!!!!

ina ghigliot 12.12.12 09:09| 
 |
Rispondi al commento

penso che è tutto un problema di uscite non di entrate,
in una famiglia che entrano 500 e il capofamiglia dissipa, spende (in cose inutili tra l'altro) 2000, i figli, i nipoti, bisnipoti, ecc. pagano per secoli la "bella vita" del capofamiglia...

Marco . Commentatore certificato 12.12.12 08:05| 
 |
Rispondi al commento

Le piccole partite iva sono persone che non si lamentano mai, sono abituate a lavorare e soffrire in silenzio, senza sindacati, senza protezioni perchè la loro indole è quella di non aspettarsi mai nulla dagli altri e di cavarsela da soli.
Però ora l'oppressione fiscale è arrivata a livelli non più tollerabili: contro di noi si sta scatenando una cattiveria bestiale perchè alle categorie privilegiate (impiego statale, caste e grande industria e finanze) cominciano a mancare quelle risorse che gli permettevano di mantenere i loro diritti acquisiti e le uniche categoria senza protezione che possono spremere sono per l'appunto le piccole partite iva (cioè la categoria che non gode di alcun sostegno socio-economico, nessuna cassa integrazione, nessun finanziamento, nessuna indennità di malattia ... nulla di nulla NOI PER LO STATO SIAMO A COSTO ZERO!!!!)
E' allora giunto il momento che le piccole partite iva (siamo milioni!) si facciano finalmente sentire e il M5S sembra essere un movimento che ci comprende e ci prende a cuore.
Mai nessun altro lo aveva fatto

romeo c. Commentatore certificato 11.12.12 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Credo Peppe che tu abbia ragione, ma accettare questa verità significa che siamo di fronte all'olocausto più violento di tutta la storia umana, purtroppo ho cercato di dare sempre un senso alle scelte effettuate dai vari gruppi politici e dai suoi vari personaggi, e devo dire che il risultato di questa mia analisi mi ha portato ad estrarre il risultato che tutto ciò fatto fin ora da Monti è la tua stessa denuncia e cioè che le manovre fino ad ora inserite e attuate sono servite solamente ai "conti dello stato" per metterli in sicurezza e continuità di pagamenti statali "comprese le forze politiche, e tutto questo non ha niente a che fare con la voglia di togliere dal disagio il popolo ITALIANO, credo sia così come tu hai denunciato, PURTROPPO.

giancarlo rotatori 11.12.12 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto vero. Ma cambiare la situazione non sarà facile. A parte i polici ci sono milioni di statali, parastatali, e categorie (farmacie, notai etc)che diffenderanno (come già sucesso) i loro privileggi e (per certe categorie) il loro inutile e dannoso (per gli altri) posto di lavoro. Altro che I "brontolii" attuali, quella si che sarà la vera battaglia.

carlo f. Commentatore certificato 11.12.12 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente! E' come una partita a poker fra quattro onesti. Passano le mani e qualcuno non ci sta a perdere. Inizia ad imbrogliare. Gli onesti restano in tre e incominciano a lasciarsi spolpare. Uno dei tre se ne accorge e si accoda all'imbroglione. Restano due onesti. Uno dei due si accoda ai due imbroglioni e imbroglia anche lui. Resta un solo giocatore onesto. I tre imbroglioni lo spolpano e la partita termina.
Risultato finale: GAME OVER !!

GIAN PIETRO ZARA 11.12.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento

anche il cancro se ne fotte se continuando ad espandersi porterà alla morte chi lo nutre
Oramai il processo è irreversibile e finirà con la morte del malato, perchè le cellule cancerogene si moltiplicano con parenti ed amici, inventandosi nuovi timbri, nuovi bolli per autogiustificarsi

fracatz 11.12.12 17:38| 
 |
Rispondi al commento

La Pubblica Amministrazione italiana è stata sempre utilizzata dal sistema dei partiti in maniera clientelare, un posto di lavoro un voto,un vero e proprio welfare privilegiato in cui lavorano quasi 4 milioni di persone, con delle sacche di parassitismo enormi, ma quanto ancora potrà durare questa grande illusione tutta italiana?

tib bag, trieste Commentatore certificato 11.12.12 17:38| 
 |
Rispondi al commento

forza grillo fai piazza pulita ( de sti ladroni)

giancarlo gori 11.12.12 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Mio cognato aveva fino al mese di settembre una piccola impresa che fatturava circa 500 mila euro all'anno e non riusciva a pagare le tasse.Ha trovato un posto di lavoro come camionista nella calcestruzzi ed ha licenziato i dipendenti ed ha chiuso l'impresa ed è iniziato il suo benessere.

Antonello M. Commentatore certificato 11.12.12 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Io ho solo paura che, quando rimarranno nient'altro che i parassiti, i RESPONSABILI, siano con le palle al sole, in qualche paradiso fiscale. Lasciandosi dietro, le rovine di questo Paese. A quel punto, sarei per pagare qualche killer professionista, che li tolga dalla faccia della Terra...

Gianluca Massimo 11.12.12 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Se i dipendenti pubblici, anzichè vdere i loro servizi definiti per legge, dovessero aprirsi una partita iva e proporne l' acquisto ai cittadini.....
Allora scoprirebbero quanti di costoro sarebbero disposti a pagare per fare la coda, ritirare un modulo, che magari "non è attualmente disponibile" o chiedere il permesso per pulirsi le scarpe.
Pensateci. Quanti sarebbero finalmente costretti a trovarsi un lavoro davvero produttivo? O meglio: che cosa c' è di produttivo nella congerie di norme burocratiche in vigore in italia, se non lo scopo di produrre lavoro per molti dei pubblici dipendenti ?

Vittorio Beggi 11.12.12 16:09| 
 |
Rispondi al commento

E nonostante tutto passano dalla parte della ragione......in qualsiasi compravendita le parti decidono il corrispettivo per un servizio o bene garantito dal fornitore al compratore (salvo non si tratti di truffa); pagando le tasse ci si aspetta che lo Stato eserciti i propri compiti e dia alla controparte (noi) determinati servizi, ciò non si verifica. Ma se noi non paghiamo le tasse diventiamo inadempienti verso lo Stato. Nel privato, in uno scambio leale, nel caso il servizio o la mercanzia non sia idonea, l'acquirente ha diritto a rimborsi o alla restituzione dell'intera somma. Ciò significa che lo Stato dovrebbe risarcire i cittadini per miliardi e miliardi di euro. Ma lo Stato e i soggetti che in esso operano non sono persone serie e non hanno alcun senso civico. Quindi alla situazione attuale non abbiamo alcuna speranza.

Claudio Santoni 11.12.12 16:02| 
 |
Rispondi al commento

ma cazzo sono io scemo o qualcun altro pensa che dobbiamo fare qualcosa?
rivoluzione? non lo so ... ma ci sarà un modo per farli cagare tutti addosso!
ci sarà no??
sono mille persone contro milioni di italiani incazzati!!
perchè devono vincere sempre loro??
perchè non possiamo mettere da parte per un attimo il menefreghismo tipico dell'italiano medio del cazzo????
ci fanno credere che siamo impotenti ..
ci fanno credere che la nostra volontà non ha valore ..
anzi che noi stessi NON VALIAMO NIENTE ...
e noi gliela diamo vinta!!!!
ogni volta a menarcela con destra o sinistra .. su o giù .. di là o di qua .. cristiani o atei ..
a te piacciono le more o le bionde?? x che squadra tieni??

Ma porca di quella puttana siamo PERSONE .. ESSERI UMANI .. abbiamo tutti 2 gambe e 2 braccia e per fortuna la maggior parte (non tutti) UN CERVELLO!!! allora usiamolo .... usiamolo e se necessario usiamo anche braccia ma soprattutto gambe per prenderli a calci nel culo!!!!!

sveglia gente ... ci stanno fottendo di nuovo ...
altre elezioni pilotate da una legge elettorale SCHIFOSA E VERGOGNOSA ...
sempre le stesse facce di merda che hanno rubato e si sono arricchite mentre tutto sta andando a troie!!

NON SIETE STUFI DI VIVERE CON IL FRENO A MANO TIRATO PER COLPA DI UN PUGNO DI MEZZE SEGHE MANGIAMERDA E MAFIOSI????

non è antipolitica .. non è populismo .. questo è quello che ci vogliono far credere loro.

E' AVERE UNA COSCIENZA ..... per noi ... ma soprattutto per chi verrà dopo di noi ...

scusate lo sfogo!
Stefano

Ste Ricci, Serra Riccò Commentatore certificato 11.12.12 15:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

coinvolgiamo il popolo con la musica,film e qualunque cosa piacevole,diversi generi per ogni età cosi che possano capire tutti(a me è servita e da li ho cominciato a informarmi) e mandiamo all'ergastolo questi maiali e tutti coloro che hanno contribuito alla distruzione di questa politica e di questo paese ! FORZA MOVIMENTO 5 STELLE GRILLO NON MI DELUDERE

Mio Massimiliano 11.12.12 15:06| 
 |
Rispondi al commento

roberto ai ragione e cosi da molto tempo gli statali vivono in un mondo diverso anno tutti i diriti, il 90x100 di loro timbrano e vanno a casa anno permessi sindacali tute cose che gli operai delle imprese private si sognano,il baratro che tanto citano in tv.e giornali per l,italia che produceva ce gia stato,cuando parlano e stata salvata l,italia ,grazie al sig monti,con,l,apogio dei partiti,si allude solo per l,oro ,statali e politici,che piu o meno sono come 4 milioni di parassiti,che tengono una nazione intera alla fame,per tutelarsi i loro spreci eprivilegi e ruberie di denaro ecco perche anno tanta paura di uscire dall,euro.

bruno m., nuoro Commentatore certificato 11.12.12 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tirano la corda sino a spezzarVi le reni. Non c'è capacità di una reazione democratica. Si stanno mangiando il paese e si presentano come i salvatori della patria. Il problema è che milioni di milioni ascoltano con la bocca aperta e nonostante i salassi alla fine li sostengono.
L'onestà e le capacità del nuovo movimento sono tutte da dimostrare.... o sbaglio?

O 11.12.12 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Non si deve fare o alimentare una guerra fra poveri (come i politici vorrebbero), ma una lotta fra il perbene ed il permale !

La crisi dell’etica nella politica, che contraddistingue il nostro tempo ha modificato la funzione produttiva sopratutto delle aziende pubbliche, che ora vengono usate come fabbriche di mazzette, come luoghi dove mettere con stipendi d’oro amici e parenti dei politici, un intreccio perverso tra economia e politica che genera ulteriore povertà a scapito del paese.


Tanto le persone perbene quanto le persone "permale" esistono .
Ma questa politica marcia e corrotta, ne ha cambiato la distribuzione :
i perbene pagano e lavorano come muli, i "permali" comandano e sperperano.


la rivoluzione è cambiare questa distribuzione, togliere i ladri dal caveau emettere persone per bene dove servono !

Roberto B. Commentatore certificato 11.12.12 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Se gl'Italiani useranno la testa,alle prossime politiche potrebbe esserci una svolta epocale.Altrimenti per sempre succubi.Per una rivoluzione armata questo popolo non è ancora pronto.Si potrebbe usare l'arma dello sciopero fiscale ,difficilissima se non c'è coesione.Per cui sveglia gente!!! L'opportunità si presenta una sola volta.

giovanna da roma 11.12.12 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Forza ragazzi cerchiamo di evitare questo ennesimo sfascio. Lo psiconano ha urgenza di sanare i suoi conti che vanno in rosso e la sinistra mi sembra armata di buone intenzioni ma fragile fragile... Ci voglio idee, vitalità e creatività per sostenere ed uscire poi e al più presto da questa situazione. La classe politica che abbiamo di fronte è guidata da una logica che non ha alcun senso e nessun ponte di significato con la realtà; la razionalità così come è andata strutturandosi negli ultimi duemila anni ...sta mostrando le sue crepe.

Oreste Bellini 11.12.12 13:02| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
SIAMO ALLO STREMO E LE CAMPAGNE PUBBLICITARIE DEL NONNO PSICONANO SEVORNO A NULLA
ALVISE

alvise fossa 11.12.12 13:01| 
 |
Rispondi al commento

condivido il post al 100%

mauro chiti 11.12.12 12:14| 
 |
Rispondi al commento

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2012/12/11/news/votanti_parlamentarie_mistero_elenco-48492445/?rss

Ecco qua. Questa la news del mattino (e notate bene, non si può commentare sulla pagina di Repubblica...paura di rappresaglie?)
Secondo loro solo quei quattro che si stanno iscrivendo ad un gruppo facebook (e chi non usa facebook, ma google plus o twitter?) sarebbero quelli che hanno votato alle Parlamentarie.
Geniale direi. Pagina aperta dai dissidenti interni per dimostrare che essi sono in pochi o dagli avversari di casta che non sanno più dove appigliarsi?
mumble mumble...e se fossero la stessa cosa? eh!

Barbara B. Commentatore certificato 11.12.12 12:01| 
 |
Rispondi al commento

i lavoratori in cassa in deroga devono fare corsi obbligatori della regione lazio altrimenti non vengono pagati.questi corsi sono inutili e ridicoli non ci aprono nuove strade servono solo a far arricchire chi li gestisce.sono mesi che la regione non ci manda una lira,ci sbattono ovunque!lo odio questo stato e chi lo governa è un vero schifo!!!!

stefania cicia 11.12.12 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Avete cancellato il mio commento

Donato M., CasalnuovoM.rotaro Commentatore certificato 11.12.12 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io dico che in questa situazione non ce altro che rivoltare tutto e dare ilpotere al popolo che decidera' se conviene o meno restare in questa europa di cui alla testa ce la germania che impone le sue leggi a noi

di leo giuseppe 11.12.12 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Le elezioni al parlamento sono vicine.
E’ indispensabile prepararsi con una lista d’intenti prioritari.
Certo, c’è il programma del movimento, ma secondo me è indispensabile proporsi a queste elezioni con dei punti più tangibili, immediati. Un elenco delle primissime cosa che si intende portare avanti.
Si fa un elenco, lo si mette in rette per essere votato, e quello diventa un ordine del giorno per i primi 100 giorni.

Io avrei qualche punto che ritengo prioritario:

n.1 La prima casa dei cittadini deve essere sacra ed inviolabile. Nessun pignoramento e nessuna imposta o tassa. Già il costi per costruirla (od acquistarla) sono in alta percentuale tasse pagate. Si pensi all’ IVA imposte comunali di urbanizzazione, bolli, ecc.

n.2 Il cittadino deve potersi difendere dall’amministrazione pubblica (agenzia dell’entrate, comuni, inps ecc.) senza dover preventivamente pagare niente. Solo se condannati da una terza parte si dovrà pagare quello che è dovuto. Se uno ha mille ragioni ma per fare ricorso gli chiedono 10 O 20 mila euro che non ha quello ha perso in partenza.

n.3 Tetto massimo su tutte le pensioni e anche tetto massimo sugli stipendi pubblici. Se la pensione minima e 800 euro la massima potrà essere per esempio 4 volte tanto.

Spero di aver reso l’idea. Chi la ritiene giusta la voti.

Saluti

GAVINO MULEDDA, NUORO Commentatore certificato 11.12.12 11:37| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Diventiamo tutti lavoratori pubblici!

renato chicca 11.12.12 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Quanto vale oggi in euro la non licenziabilita'?
Basta parlare di guerra tra poveri, qui ci sono 3-4 milioni di italiani che la notte dormono, gli altri no.
Saluti

luciano c., Senigallia Commentatore certificato 11.12.12 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chiariamo il discorso insegnanti : 1 vengono fatte le ore in più per non assumere personale. 2 manca il personale nella scuola, é inutile impegnarsi di più per ottenere allievi semi analfabeti.

matteogian 11.12.12 11:12| 
 |
Rispondi al commento

lo spread, (il differenziale del prezzo di vendita di un titolo tra il prezzo più basso ed il prezzo più alto ) è il misuratore di stato di benessere del "portafoglio bancario" e non del cittadino o delle imprese.. non confondiamo le cose.. dato che le banche "hanno il benessere economico confermato dallo spread" e le banche non danno fiducia alle imprese ( con i soldi di contenimento pubblico ) e sopratutto non erogano i soldi alle imprese e quando lo fanno lievitano i tassi di interesse .... il panorama dell'economia di un paese visto dalla "finestra"dello spread ha lo stesso risultato di guardare unfilm al cinema.. e quando esci pensi che tutto sia cambiato e di vivere dentro il film... mentre la realtà odierna somiglia molto di più ad un incubo!

Davide Congiatu
Ass. 5 stelle Sassari

Davide Congiatu 11.12.12 11:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Entrate e uscite dei nostri soldi.....

a) Lo stato spende 800 Miliardi all'anno, ma ne incassa poco meno,
infatti cresce il nostro debito pubblico, per questo paghiamo 70
miliardi all'anno di interessi.

b) 200 Miliardi all'anno li spreca, li
ruba, libutta nelle tasche di politici e potenti, banche e grandi
imprese improduttive.

c) Per questo aumenta in continuazione le tasse
la benzina e altri balzelli, e gli italiani allora evadono il fisco per
200 Miliardi all'anno.

Sono solo 470 miliardi all'anno buttati più del
50% delle spese totali !

Se da domani i nostri governanti smettessero
di colpo di sprecare e rubare i soldi, le tasse si dimezzerebbero al
30%, le pensioni minime salirebbero a 1.000 Euro al mese gli stipendi
minimi a 2.000 Euro, l'economia esploderebbe ad un +150%, la
disoccupazione scenderebbe a meno del 5% e potremmo diminuire il nostro
debito pubblico di 100 miliardi all'anno....

CI VUOLE TANTO ???

GLI
ITALIANI.

Marco 11.12.12 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Sacrosante parole.........ma che facciamo ????
Questi sono come i "baroni" che il diritto allo "jus primae noctis" se lo leveranno solo con le "legnate"---Non hanno nè buon senso e nè buongusto-.
Sono contrario alla violenza ma come si fa a far capire loro che 30000 euro di pensione mensile è un FURTO....sono vecchi e il foro "anale" è uno, ma come se li mangiano ???-.

ovidio eduardo monaco 11.12.12 11:02| 
 |
Rispondi al commento

New York - La nazione (ITALIA) e' piu' ricca della Germania in termini pro capite. Ha il surplus di bilancio primario migliore del blocco G7. Il debito pubblico e privato e' piu' basso di Francia, Olanda, Regno Unito, Usa e Giappone.

Nell'indice della sostenibilita' a lungo termine del debito, l'Italia si piazza tra le prime nazioni industrializzate, principalmente perche' ha rifromato la struttura del sistema pensionistico. E' questa l'opinione di Ambrose Evans-Pritchard, editorialista del Telegraph.

"Hanno un settore export molto vivo, e un surplus primario. Se c'e' un paese dell'Eurozona che dovrebbe trarre beneficio dall'abbandono della moneta uncia, questo e' ovviamente l'Italia", dice al Telegraph Andrew Roberts di RBS.

"La storia del 2013 non sara' se i paesi saranno costretti a lasciare l'area della moneta unica, ma se loro sceglieranno di farlo".

Una ricerca del team di analisti di Bank of America conclude che tagliando il cordone ombelicale di Eurolandia e riassumendo il controllo sovrano delle sue politiche monetarie, l'Italia ne gioverebbe piu' di qualsiasi altro stato membro.

Per saldo primario si intende la differnza tra le entrate statali e le spese pubbliche al netto degli interessi corrisposti sul debito.

antonio zennari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.12.12 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

carissimi
non ci crederete ma ci sono lavoratori produttivi anche nel pubblico!!!
e soprattutto, se la smetteste di vedere nei lavoratori pubblici una minaccia tipo "cavallette bibliche" potreste apprezzare il fatto che tali lavoratori stanno portando sulle spalle, altre al peso dello stato sociale (con la tassazione alla fonte) anche il risanamento del bilancio con i contratti bloccati da anni (si sono attaccati anche agli spiccioli dell'indennità di vacanza contrattuale) fino al 2014 (speriamo...): perdita calcolata 6mila euro in 5 anni.
Se ci sommiamo l'aumento delle tasse dirette e indirette...
Se la smettessimo di fare la guerra dei poveri?
Livellare gli stipendi? ok ma al rialzo!!!

LA SOLUZIONE NON E' TOGLIERE DIRITTI E GARANZIE A CHI LI HA MA ALLARGARLI A QUANTI PIU' LAVORATORI E' POSSIBILE

andrea de santis 11.12.12 09:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Analisi molto accurata bravo Roberto!

Attilio D. Commentatore certificato 11.12.12 09:00| 
 |
Rispondi al commento

lo spread non mi interessa perché è un indicativo del benessere dei parassiti speculatori e non di chi lavora e produce che se sono dipendenti hanno lo stipendio bloccato mentre se sono ditte hanno una controreazione dovuta alle tasse così alta che qualunque differenza di spread diventa ininfluente ai fini del loro reddito.


monti sei il lecchino delle banche internazionali!

spreadaaa 11.12.12 08:56| 
 |
Rispondi al commento

già, mentre gli statali se la ridono; loro sono illicenziabili, e gli insegnanti con tre mesi di vacanza si rifiutano di fare lo sforzo di 2 ore in piu di insegnamento: però quando gli fà comodo ti dicono che l'insegnamento è importantissimo per i ragazzi !!!....PARI DIRITTI E DOVERI TRA PUBBLICO E PRIVATO: STESSE ORE E STESSI STIPENDI !!!!

ina ghigliot 11.12.12 08:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma lo spread che ci azzecca con lo stipendio degli italiani e le tasse?

spreadaaa 11.12.12 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ROBERTO da VERONA condivido in pieno quello che dici ; frà 50g si va ha votare nelle urne si deciderà il futuro di questo paese sperò che gli ITALIANI capiscano questo è vadino ha votare in massa sarà L'ULTIMA opportunita che abbiamo ,dopo di chè non ci saranno più scuse (" se non andassimo al governo ") x iniziare una rivoluzione ARMATA .......

Renato B., Giaveno-To Commentatore certificato 11.12.12 08:13| 
 |
Rispondi al commento

Ci stanno semplicemente affamando in modo da non avere neanche la forza di reagire e più si aspetta e peggio sarà e loro lo sanno......

Andrea . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.12.12 08:08| 
 |
Rispondi al commento

e si, loro li sudano sacrificandosi le ossa e la schiena...
sono solo 190.000 i politici, mentre gli amministratori, manager, dirigenti, ecc pubblici non lo sanno neanche loro quanti sono, senza contare le 250.000 partecipate pubbliche con ad e revisori dei conti....

tutti utilissimi e irrinunciabili al sistema italia

Marco . Commentatore certificato 11.12.12 07:54| 
 |
Rispondi al commento

certo chi paga per il settore pubblico e per la politica?
tutti o solo alcuni?
per me pagano soprattutto chi ha partita iva come piccola attività e i single...questi sono i + tartassati...perchè non hanno mai avuto chi li difendeva, e pagano per gli altri.
E' forse giunto il momento che i piccoli e i soli si uniscano e votino tutti M5S

claudia cois, bologna Commentatore certificato 11.12.12 06:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Ma per evitare di essere
vessati/impoveriti/cassaintegrati/sfruttati/umiliati e bla bla bla non
sarebbe meglio mettersi in proprio, non votare più e non pagare più ne
multe ne tasse ne contributi a fondi che non restituiranno mai il versato? A politici inutili..... ad arroganti ed inumani apparati statali per i quali si è solamente matricole..... a polizie corrotte......ad elefantiaci enti e pesanti carrozzoni capitanati da vecchi tromboni
Poi....si sa.....l'italiano nasce pecora, e senza un pastore che lo tosa e lo
bastona non sa stare.....e allora mi chiedo che cosa bela a fare.... che si prenda le bastonate con di nuovo Berlusconi a destra e Bersani a sinistra...... e si faccia tosare in silenzio.
Meditate gente.....per chi può.....per chi ne ha ancora facoltà.

Vittorio R 11.12.12 05:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma per evitare di essere vessati/impoveriti/cassaintegrati/sfruttati/umiliati e bla bla bla non sarebbe meglio mettersi in proprio, non votare più e non pagare più ne multe ne tasse ne contributi a fondi che non restituiranno mai il versato?
Poi....si sa l'italiano nasce pecora, e senza un pastore che lo tosa e lo bastona....e allora mi chiedo che cosa bela a fare....
Meditate gente.....

Vittorio R 11.12.12 04:36| 
 |
Rispondi al commento

Non credo che la maggioranza degli Italiani abbia ancora capito e si ostineranno con il voto ai parassiti. Si, sono autolesionisti oppure idioti senza coraggio oppure interessanti a mantenere il parassitismo. Il cambio purtroppo si otterra' con un atto di forza, il M5S dovra combattere in parlamento fornendo prove della dannosita' della casta senza pieta' e sconti, possibili tradimenti degli eletti M5S vanno eliminati al nascere e severamente puniti. I punti sono chiari: eliminazione totale dei privilegi senza se, ma ed immediati senza spiegazioni , ricorsi; il tempo della casta e loro associati sta per finire. Sarebbe utile fornire chiara analisi dei costi del parlamento , presidenza, costo privilegi ex parlamentari (senatori a vita, uffici di piattole, mega pensioni), auto blu, mantenimento delle strutture, costi regionali e provinciali, costi enti inutili e mettere il tutto in linea per la valutazione del popolo sovrano che paga.

Julio De Liso Commentatore certificato 11.12.12 00:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

SONO TANTISSIMI ANNI CHE L'ITALIA VIVE DI CLIENTELISMO POLITICO- FAVORITISMI- DI GIULLARI ED INVERTEBRATI, DI CUI LA MAGGIOR PARTE DEGLI ITALIANI HA VOTATO E CONTINUA A VOTARE UN ENORME LETAMAIO PUR SAPENDO CHE QUESTA GENTAGLIA LI INC.....L'ITALIA E UN PAESE DI FINTI FURBI MA ANCHE DI TANTA GENTE ONESTA E LABORIOSA, MA PURTROPPO I MEZZI DI COMUNICAZIONI (FALSI)LE CONTINUE TRASMOSSIONI PILOTATE DAL POTERE DEL LETAMAIO, GIORNALAI VENDUTI, FINTI SINDACALISTI DIVENTATI POLITICI, ARRICCHITOSI PIU' DEI PEGGIORI POLITICANTI, DOVREMMO ESSERE NOI AD INFONDERE IL CONTINUO MESSAGGIO E RIMBOCCARCI LE MANICHE SPERANDO DI TOGLIRE QUANDO PIU' IMMONDIZIA POSSIBILE, ORMAI SIAMO OLTRE LA FRUTTA..........E TUTTO LETAME NON SERVONO E' INUTILE DIRE SEMPRE LE STESSE COSE AGIRE AGIRE CON L'UNICA ARMA IN NOSTRO POSSESSO - IL VOTO DEL CAMBIAMENTO MOVIMENTO 5 STELLE - CLASSE 1969 -

CONAN- CONDOTTIERO Commentatore certificato 11.12.12 00:29| 
 |
Rispondi al commento

A questo punto mi prendo la licenza di porto d'armi...amen

Diego C., Vicenza Commentatore certificato 11.12.12 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Ci si chiede fin quando potranno tirare la corda senza che si spezzi....ottimo post Roberto...Francesco, Verona

Francesco S., Cerea Commentatore certificato 11.12.12 00:15| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori