Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le mogli degli operai fanno la "festa" a Marchionne


pomigliano_mogli.jpg
"Chi crede che Marchionne e il gruppo Fiat vogliano restare a Pomigliano, racconta bugie a se stesso e agli altri. Un pò alla volta hanno smantellato lo stabilimento e hanno licenziato tutti gli operai. Negli anni '90, lo stabilimento "Giambattista Vico" di Pomigliano aveva oltre 30.000 operai, oggi ne ha circa 2.000 "assunti" collocati continuamente in cassa integrazione "perchè la Nuova Panda non vende". Altri 2.400 sono da tre anni in cassa integrazione (che scadrà a luglio). L'8 dicembre le mogli degli operai hanno fatto la festa a Marchionne, gli hanno portato le ricevute dei "regali" che il gruppo Fiat ha ricevuto in tutti questi anni, incluse le mazzette. Più che una società, la Fiat è una onlus che riceve donazioni dallo Stato da sempre. Siamo giunti all'epilogo, lo stabilimento è fermo. Nessuna classe politica di questa Regione ha mai pensato ad un piano di sviluppo alternativo per questi territori. Abbiamo stabilmenti pronti per fabbricare i prodotti della green economy, per lanciarsi sul mercato della mobilità sostenibile con veicoli alternativi. Eppure non è mai stata varata una sola legge nazionale o regionale che permettesse la vera conversione energetica e trasportistica nelle nostre città. Ignoranza o mala fede?" Antonio Malfi, M5S Pomigliano

11 Dic 2012, 18:59 | Scrivi | Commenti (44) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Abbiamo vinto su tutti i fronti ma non vorrei che la nostra divenisse una vittoria di Pirro. Ora mi sto chiedendo cosa possiamo fare per salvare il nostro amato paese? Personalmente non riesco a vedere nulla di buono. Considerato che PD e PDL non si dovrebbero mai alleare, che Monti con il PD non puo' allearsi giacchè non avrebbero comunque la maggioranza al senato chi gstirà allora il paese visto che anche noi da soli non possiamo farlo? Noi se ci alleamo con il PD avremmo i numeri per comandare e fare le riforme che abbiamo messo in agenda. La paura di un'alleanza coi vecchi comunisti nasce dal fatto che essi possono "istitualizzare" i nostri grillini e farli passare nelle loro truppe? Oppure non vogliamo alcuna relazione con chi ha comunque destabilizzato il paese rendendosi complice del cannibalismo del Centro destra? Bersani, Franceschini, Letta e D'Alema sono vecchi comunisti dal pensiero convergente, rigido, fondamentalista che difficilmente puo' diventare un pensiero divergente. Bisogna ricordare che tutta questa burocrazia che oggi vige in Italia (tipo bambola matriosky) è proprio frutto del vecchio P.C.I. che nasce dall'atavica cultura stanilista dove il Partito deve, in primis, controllare il cittadino. Personalmente non mi fido di questi Dirigenti, ma come fare per governare il paese? Non possiamo andare a braccio sarebbe altresì un suicidio. La garanzia potrebbe essere quella di avere come Presidente del Consiglio uno dei nostri in modo tale da poter gestire con sicurezza l'eventuale alleanza con il P.d. Non so se riandare alle elezioni sarebbe opportuno per l'Italia e per noi. Forza Beppe siamo tutti con te

vincenzo di giulio 02.03.13 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Signor giornalista mentre voi dite le solite cazzate volevo segnalare che le strisce pedonali di Milano non sono antisdrucciolo, quando sono poste vicino agli incroci sono pericolose perche' se c'e' sopra un po' di neve pressata e ci vai sopra con le ruote se giri a destra slitti con le ruote posteriori di sinistra e se giri a sinistra slitti con le ruote posteriori di destra, il fenomeno aumenta se la strada e' in pendenza nel senso di marcia e nella pendenza verso le cunette della corsia di destra o sinistra

Adami Antonio

Antonio Adami 15.12.12 05:06| 
 |
Rispondi al commento

Ennesimo scandolo alla Regione Lombardia. Cappucciopoli o Accattopoli. Gente da 12000,00 mila euro al mese truffa cene o cappuccini dai soldi pubblici, accattoni. Ancora una volta il presidente lombardo che veste gli abiti talari ma ha un cuore di satana cerca di difendere i suoi compagni di merenda. Tutti sapete l'indice di moralità dei personaggi in questione per cui non c'è bisogno di rimarcarlo. I nomi sono sempre i soliti ma è ora di dire basta. Il popolo Lombardo non merita queste angherie, bisogna che qualcuno cominci a far sul serio visto che dialogare con queste persone non serve praticamente a nulla. L'arma del voto è troppo limitante perchè al posto loro possono ripresentarsi altri. Bisogna agire, farli sentire il fiato sul collo, uscire dalla PHORMA MENTIS di sudditi e assumere quella da pari. Se un ladro viene in casa tua cosa fai? Lo affronti cerchi di difenderti, lo strattoni, magari gli moli anche un cazzotto. Lombardi voi ch e siete un popolo civile e ricco di legalità dovete fare qualcosa che serve come esempio a questi manigoldi. Sapete cosa fare. Non potete rimanere passivi voi che avete sempre condannato la passività degli altri Italiani, specialmete dei sudisti. E' giunto il momento di ribellarvi a queste angherie. Togliete la zizzania dal grano. Se cominciate voi gli altri vi verrano dietro. Voi avete iniziato il RISORGIMENTO fatene un altro. Togliamo dai piedi questi ladri, facciamo un Italia piu' pulita, piu' equa, io ci credo ancora ma la lotta questa volta deve partire dal basso perchè quelli che stanno nell'attico, tutti, pensano solo a godersi il panorama.

VINCENZO D., grosseto Commentatore certificato 14.12.12 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Ok per l'idrogeno ma esiste l'economico metano liquido (costo di importazione 200 euro al metro cubo liquido, equivalente a quasi mille metri cubi)
Il metano infatti nasce liquido, viene trasportato liquido nelle metaniere e poi viene gassificato
In altri paesi esistono le auto LNG
(liquid natural gas), le auto a metano compresso in Italia CNG (vedi mezzi amsa) hanno scarsa autonomia
Un auto con sistema LNG a metano liquido puo' essere rifornita rapidamente come un'auto a benzina e ha la stessa autonomia e il serbatoio delle stesse dimensioni e la stazione di carico ha serbatoi molto piu' piccoli e sistemi di carico molto piu' semplici

Antonio


Antonio

Antonio Adami 14.12.12 01:45| 
 |
Rispondi al commento

Esistono varie tecnologie che consentono il passaggio alla corrente
Batterie al litio a film sottile
sono batterie a secco di durata eccezzionale
e di capacita di 7 volte superiore alle batterie al litio normali e possono essere caricate in un paio di minuti
Supercaricatori: consentono la carica delle superbatterie in un paio di minuti come fosse un pieno di benzina (per le auto predisposte con cavo da svariate migliaia di amperes del diametro di 1-2 pollici

supercondensatori a lentissima scarica: consentono la carica in pochi secondi di quantita' di energia notevoli e grazie alla scarica lentissima funzionano come delle normali batterie, ad esempio se diffusi nelle auto potrebbero ad ogni sosta al semaforo essere caricati tramite antenna installata sotto l'auto e caricatore nel pavimento e per i mezzi pubblici ad ogni sosta dell'autobus con caricatori nelle pensiline col vantaggio come tutti i condensatori di avere una perdita di energia bassissima rispetto alle batterie

Antonio

Antonio Adami 14.12.12 01:33| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Fiat, la Fiat in Cina costruisce ed assembla la multlipla cinese green con un motore elettrico e batterie con un autonomia di 800 KM , e chicca l'inventore di questo modello è un dott. in filosofia un italiano. Ma benedetta FIAT non puoi costruirle qui in ITALIA le auto GREEN in modo da far respirare sia i lavoratori che gli utilizzatori un altra ARIA. Aspettiamo.

vincenzo santoro 13.12.12 18:06| 
 |
Rispondi al commento

La Fiat è in mantenimento perchè fallita sin dagli anni '80.
In realtà da parecchi anni la famiglia Agnelli ha capito che il mercato delle autom è saturo e costoso e sempre da molti anni ha rivolto i suoi interessi su un settore sempre in espansione: la malattia.
La ricerca sul cancro in particolare e questa ricerca riceve una marea di danaro non solo dal pubblico ma tantissimo danaro dai privati attraverso donazio, trasmissioni televisive etc. Anch'io ho dato danaro per questo poi... quand'ho saputo mi curo alla giapponese e coreana, uso quei soldi per viaggi, cinema, teatro, libri. Mangio pochissimo e sono sicura che è una formula antitumorale eccezionale. Come limitare la televisione e considerare i politici "genia aberrata di umanoidi"

rosslla 13.12.12 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che la Fiat continua a licenziare ma non se ne va neanche a dargli fuoco!!!
Finchè la Fiat sarà presente in Italia tutte le eventuali nuove aziende automobilistiche non hanno la possibilità di partire poichè strozzate da migliaia di leggi e approvazioni burocratiche ideate per impedire la produzione di vetture a chi non è raccomandato.
Proprio per non perdere il monopolio acquisito in Italia la Fiat si fa i caxxi suoi ma rimane caparbiamente in Italia per impedire agli altri di fare altrettanto.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 13.12.12 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Potrei sapere se come cittadino che paga le tasse, alla fonte, posso costiturirmi come parte lesa nei confronti di coloro che rubano denaro pubblico e chiedere anche danni morali? Grazie fate sapere

VINCENZO D., grosseto Commentatore certificato 13.12.12 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' ora di finirla. Non ne possiamo proprio piu'. Nonostante tutti i giorni i politici perpetrano continue ruberie, nonostante che le stesse vengono poste in primo piano dai mass-media, nonostante che valenti magistrati si stanno adoperando per combattere questa corruzione loro continuano a commettere reati. Si sentono impunibili, proprio come i signorotti del medioevo. Ora basta, abbiamo cercato il dialogo in tutti i modi ma non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire. Bisogna agire. Il popolo deve agire altrimenti questi non la finiranno mai perchè nessuno gli da un po' di bastone. IL 17.12.2012 NON PAGHIAMO L'IMU. FACCIAMO DELLE ACTION CLASS CONTRO CHIUNQUE RUBI, INDIPENDENTEMENTE DALLA REGIONE DOVE SI ABITA. PRESEDIAMO SOTTO IL PARLAMENTO. DEVONO LAVORARE ALMENO 36 ORE A SETTIMANA COME GLI ALTRI. NON LI DOBBIAMO MOLLARE IN SENSO FISICO, FARGLI SENTIRE IL FIATO SUL COLLO, DEVONO AVERE PAURA. CON LE CHIACCHIERE ORMAI NON SI OTTIENE PIU' NIENTE PERCHE' HANNO PERSO IL PUDORE, SONO DEGLI SVERGOGNATI. IL POPOLO DEVE FARE QUALCOSA. NON PARLO ASSOLUTAMENTE DI ATTI VIOLENTI MA DOBBIAMO ESSERE PRESENTI FISICAMENTE, DOBBIAMO MARCARLI STRETTI E SOPRATUTTO CHIEDERE I DANNI OGNI QUALVOLTA FANNO DEL MALE ALL'ITALIA. DEVONO AVER PAURA DI NOI E NON TRATTARCI COME LORO SUDDITI. SE BERLUSCONI SI CANDIDA E RIVINCE VUOL DIRE CHE MERITIAMO QUESTO. SE IL P.D. FA LE PRIMARIE A DUE EURO E 4 MILIONI VOTANO VUO DIRE CHE MERITIAMO QUESTO. DEVONO FARE LE RIFORME DI CHICCHIERE NON NE POSSIAMO PIU' ALTIRMENTI E' SOLO UNA PERDITA DI TEMPO E NUOVA DEMAGOGIA.A GENNAIO. DOPO LE FESTE, VORREI AVERE UN MILIONE DI PERSONE, PACIFICHE, SOTTO IL PARLAMENTO. FATE CONTO COE SE L'ITALIA AVESSE RIVINTO I MONDIALI DEL 2006 (LA C'ERANO PIU' DI UN MILIONE DI PERSONE)RIPETO SONO CONTRO OGNI FORMA DI VIOLENZA MA VISTO CHE LORO NON SENTONO E FANNO I PORCI COMODI LORO BISOGNA FARGLI SENTIRE LA NOSTRA PRESENZA FISICA. DOBBIAMO CONTROLLARLI CONTINUAMENTE. DEVONO LAVORARE 36 ORE A SETTIMANA TUTTI I GIORNI.

vincenzo di giulio 13.12.12 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando ci si iscrive ad un'associazione si accettano delle regole, le stesse regole accettate per essere eletti. Poi queste si possono anche cambiare ma non bisogna vestirsi a festa per farlo. Ci sono contesti dove poterle discutere. Ci celiamo dietro la parola democrazia, volendo mettere un abito che per cultura non ci puo' appartenere, almeno per altri 30 anni. Purtroppo la nostra cultura è una cultura il cui pensiero preminente è come quello mafioso. Non c'è uno Stato Europeo dove ogni volta si vuole fare una riforma ci sono una miriade di CASTE che si oppongono fino a non far riformare nulla.I politici per non perdere il consenso delle caste fanno sempre retromarcia. Dove sta la democrazia quando il 90% della stampa appartiene al potere. Quando la politica detta regole sulla televisione di Stato. Dove sta la Democrazia quando paghi il 55% di tasse e non hai corrisposto idonei servizi sociali. Dove sta la democrazia quando la metà del paese è in mano,ostaggio, della malavita e lo Stato consensiente. Dove sta la democrazia quando non c'è certezza della pena per chi commette reati. Dove sta la democrazia in un processo di pensiero ancora tribale dove il campanile svetta sempre in primo piano. Siamo fermi al 1300-1400, ci siamo solo evoluti tecnologicamente e basta. Tutti vogliono fare i politici perchè in base al nostro pensiero di sudditanza sappiamo che essere il reuccio di una associazione ci porta dei vantaggi personali. Dove sta la democrazia in un paese dove c'è gente che prende 500 euro di pensione e politici con vitalizio a vita da 3000 euro. Dove sta la democrazia quando lasciano migliaia di persone senza trasporti o benzina perchè l'unico modo per dialogare è quello di scioperare. Dove sta la democrazia quando dirigenti di Stato prendono stipendi faraonici. Siamo tribali e dove ci sono tribu' non ci puo' essere democrazia ma solo interessi personali. Per cui prima di parlare di democrazia dobbiamo cambiare la nostra cultura ferma all'Italia del medioevo.

vincenzo di giulio 12.12.12 19:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non c'è più vergogna per questi vermi vorrei tanto caro gesù che tu li faccia soffrire prima di morire e che vicino a loro non ci sia neanche un cane, visto che tra di loro quando muore i parenti pensano solo all'eredità e mai alla persona sono meschini viscidi palloni gonfiati tanto è vero che volano mai camminano puzzano di marcio dalla testa (il culo ) ai piedi ( piedi )

andrea ., smartinoinrio Commentatore certificato 12.12.12 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Befera; scaricarsi gli scontrini per convenienza non è combattere l'evasione?
Oggi se esci da un ristorante rischi di finire all'ufficio delle entrate per giustificare se puoi permettertelo!
I commercialisti ti sconsigliano di cambiare macchina " rischio accertamento"!
Per paura e non per malafede le persone comprano viaggi in Francia!
Come cazzo fa a parlare di crescita!
Con la loro corruzione forse?
CON LA PAURA E L'IGNORANZA CI COMBATTONO!
Oggi sento persone criticare o diffidare di grillo perché è un " comico" o si arricchisce con il blog!
Questa è pazzia pura!
In trenta secondi di notiziario e tutti cloni vogliono insegnare le regole!

Befera 12.12.12 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Azz che soddisfazione essere itagliani , abbiamo un azienda Fiat sovvenzionata da noi ma in mano ad una famiglietta , che con quei soldi si trastulla con una scuadretta di calcio pagando milioni su milioni di euro x mantenere 4 sfigati che calciano un pallone e rubano pure i risultati , in un paese serio era da un pezzo che gli avrebbero espropriato le fabbriche e le proprieta acquistate con i soldi di tutti, solo un commento x questi ladroni , via vanno esiliati dal paese!!!!!

Nerozol 12.12.12 12:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ATTENZIONE: Oggi 12-12-sul Fatto Quotidiano:
"LISTE, trappola della firme contro Grillo e Arancioni.Entro un mese ogni forza politica deve raccogliere decine di migliaia di adesioni tranne i gruppi già presenti in parlamento".
Se cosi sarà tutti pronti ad alzare il c**o dalla sedia e cercare il banchetto più vicino
zio tonio

Antonio B. Commentatore certificato 12.12.12 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Avete già fatto le considerazioni più corrette.
Sono contento che tanti siano ancora in grado di pensare con la propria testa senza farsi influenzare dal lavaggio del cervello che ci impone la tv moderna.
Il giro di corruzione presente nello stato Italiano è uno dei più famosi e consistenti d'Europa; se avessimo puntato sulla tecnologia dei mezzi di trasporto ''verdi'', invece di accettare in continuazione mazzette dai petrolieri o di altra natura, ora saremo sicuramente in un epoca diversa e migliore.
Per chi non fosse del settore oggi il mercato dei motori ''verdi'' non è ancora perfetto ma pronto per scendere in campo, quindi immaginiamo se solo fossimo partiti 5 / 10 anni fa a che punto saremo oggi. mentre siamo ancora qui a pagare delle tasse per non usufruire di nessun servizio o quasi.
Forza M5S !!!

Riccardo D., Quistello Commentatore certificato 12.12.12 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Il destino sta nel cognome. MARCHIONNE è la negazione del MARCHIO. E' una persona voluta per affossare un marchio prestigioso. Fintanto che questo individuo è in Fiat, non c'è futuro per la casa automobilistica e gli operai.

Luigi Izzo 12.12.12 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se avremmo avuto dei politici e non dei malfattori che svendavano il bene pubblico per guadagnare 4 soldi e molti consensi adesso lo stabilimento sarebbe ovviamente proprietà dello stato e la fiat che piangeva aiuti di stato fino a 4 anni fa' ha invece trovato i soldi per andare in america e comprare la crysler, sicuramente i soldi li ha presi nelle cassaforti svizzere degli agnelli che in italia piangevano e ricevevano favori e aiuti di stato in cambio di mazzette e voti e poi si scopre che possono comprarsi il colosso americano pieno di debiti firmando un patto con obama e garantendo investimenti che gli americani pretendono e se non fà probabilmente lo mettono in galera per 240 anni invece in italia a promesso investimenti per tot. miliardi, ha ricevuto aiuti, non ha firmato un cazzo che valga la pena di impugnare, ha trasferito gli stabilimenti in serbia pagando 350 euri al mese agli operai e per anni i 350 euri gli vengono restitutiti dallo stato serbo per ogni operaio assunto e ovviamente l'operaio serbo fa la fame ma li non si puo' protestare è come in pakistan che negli stabilimenti fiat chi scioperava veniva condannato a morte. Ma ditemi se voi 30 anni fa' avreste avuto da craxi le licenze per trasmettere su tutto il territorio italiano per tre reti televisive quando in italia esistono solo 3 reti sareste diventati anche voi miliardari?? probabilmente chiunque anche un clown da crociera con amicizie siciliane e mafiose o forse per questo ha ricevuto le licenze...per le amicizie mafiose?? Viva l'italia e riappropiamoci degli stabilimenti fiat in italia perchè li abbiamo pagati noi e affittiamoli a imprenditori onesti che hanno voglia di fare e non di rubare e soprattutto bisogna ricostruire uno stato abbassando le tasse a tutti, imprese e forza lavoro, ristrutturare la giustizia, togliere la corruzione, rendere le banche imprese di servizi al cittadino e all'impresa e non potere nelle mani di pochi e forse imprenditori onesti e i capitali stranieri tornano!!

Roberto V., Somma Lombardo Commentatore certificato 12.12.12 09:21| 
 |
Rispondi al commento

CIAO A TUTTI! SPERO CHE CON QUESTA CRISI TERRIBILE E LE CASTE CHE RIPETONO IMPERTERRITE IL RUOLO DELLE POLTRONE STRAFFOTTENTI!, QUANDO CHIUDERA' FIAT, L'ILVA E TANTISSIME REALTA LAVORATIVE CHE HANNO GIA' CIUSO; CASSA INTEGRAZIONE POI MOBILITA' E ALLA FINE? ESODATI, DISOCCUPATI, GIOVANI SENZA LAVORO, COSA SUCCEDERA QUANDO LA GENTE E' PORTATA ALL'ESTREMA DISPERAZIONE' IN ITALIA? SPRO NON SUCEDA IL CATACLISMA POPOLARE! O DOVREMO EMIGRARE ALL'ESTERO E LASCIARE QUESTA BELLISSIMA ITALIA INVASA DA DLLINQUENTI MALFATTORI! E LLASCIARLA AGLI ESTRACOMUNITARI I QUALI HANNO UNA MENTALITA DIVERSA E A LORO TEMPO A CODESTI GLI FARANNO UN POSTERIORE GRANDE QUANTO UN CONTINENTE E COSI SE NE DOVRANNO SCAPPARE PURE LORO LAPIDATI! CIAO BEPPE! E IL CINQUESTELLE!

PAOLO CARBONI 12.12.12 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Grillo forse non ci avrai pensato ma molti "dissidenti" o "critici" te li hanno inviati apposta! Dovevi aspettartelo.

Luigi Gioacchini, Sezze Commentatore certificato 12.12.12 04:18| 
 |
Rispondi al commento

Grillo forse non ci avrai pensato ma molti "dissidenti" o "critici" te li hanno inviati apposta! Doveva aspettarselo.

Luigi Gioacchini, Sezze Commentatore certificato 12.12.12 04:15| 
 |
Rispondi al commento

le donne italiane devono prendere ad esempio queste mogli ed iniziare a scendere in piazza anche loro prima che anche per loro sia troppo tardi

samuele terazzi 12.12.12 02:34| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo aprire sul programma una voce relativa al Lavoro, una voce a sè stante perchè il Lavoro è assolutamente importante e deve essere specchio e punto di riferimento di altre tematiche...

paolo emidio angelini, roma Commentatore certificato 12.12.12 00:52| 
 |
Rispondi al commento

questa è l'italia che in tv stanno nascondendo e lo fanno perchè qui sta tutto il loro fallimento e dove ci hanno portato 20 anni di inciuci, mentre ci parlono del comico grillo dittatore, populista, ma questa è tutta colpa sua e dell'informazione serva del potere. Solidarieta a tutte le famiglie di pomigliano rovinate da questi furfanti

cristian l. Commentatore certificato 11.12.12 23:49| 
 |
Rispondi al commento

premetto che è difficile dall'esterno tirare sentenze, siamo in fase di crisi e tutto si vede al negativo, ma in semplicità qui è tutto da rifare, le regole i vincoli la mancanza di una vera giustizia, i controlli mai effettuati e se si solo per creare confusione e punire qualcuno tanto per.... ecc ecc, l'italia ha bisogno di una forte pulizia a partire dalle persone che sono inutili. LA FIAT è un'esempio di come stiamo navigando e purtroppo chi paga le conseguenze sono i lavoratori!
basti pensare a quanti siti ha la FIAT fuori dall'italia.
ed io devo comperare una 500 prodotta in romania "ma stiamo scherzando"

Massimo Mazza 11.12.12 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Solidarieta a queste leonesse di pomigliano coraggio

silvio bonacci, decollatura Commentatore certificato 11.12.12 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Ladri e senza scrupoli.

Santo Iaria, Reggio Calabria Commentatore certificato 11.12.12 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Ignoranza e malafede.

Fabio ronchi 11.12.12 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Innanzitutto lo Stato deve riappropriarsi dell' azienda per la quale ha versato tanto denaro, in secondo luogo deve convertire la produzione adattandola ai bisogni attuali che prevedono l' uso di dispositivi per l' energia ecologica.
Solo così si può pensare di riavviare una produzione e creare nuovi posti di lavoro!

guido raineri 11.12.12 22:17| 
 |
Rispondi al commento

i costi delle auto sono collegati al costo del lavoro e dell'energia!IN ITALIA E' STATA SCOPERTA LA FUSIONE NUCLEARE FREDDA CHE RIDUCE I COSTI PRODUTTIVI DEL 30 % MA NESSUNO NE PARLA.PERCHE'?

massimiliano marzini, cecina (livorno) Commentatore certificato 11.12.12 22:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non si venderà mai nessuna 'cosa' su 4 ruote, ne a metano, ne elettrica, ne a idrogeno! NON CI SONO I SOLDI PER COMPRARE AUTOMOBILI!!!
Un ciuccio oggi come oggi è il mezzo di trasporto più ecologico e a buon mercato. Sellate Marchionne!

Fiandrino Giorgio, Torino Commentatore certificato 11.12.12 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo

Gorla Roberto 11.12.12 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Ignoranza o malafede ... personalmente dubbi non ne ho .. in tutti i casi che mi risulti la FIAT è in deficit solo per le vendite in Italia (e prende soldi dallo Stato cioè dalle nostre tasche), perchè nel resto del mondo è in attivo e anche parecchio .. siamo un Paese con dei Politici che sono ben oltre la soglia della , almeno mia, comprensione intellettiva ..

Monica C. Commentatore certificato 11.12.12 19:43| 
 |
Rispondi al commento

In Italia, le grandi imprese, hanno spesso avuto relazioni poco corrette con i vari partiti e politici e sindacalisti di turno. La Fiat ha ricevuto immensi benefici ed ha anche accondisceso a nepotismi, clientelismi, favoritismi...
Ora il problema è divenuto più complesso, in quanto molte più case automobilistiche sono presenti sui vari mercati, gli aiuti statali sono vietati, ed è divenuto indispensabile per tutti essere assolutamente produttivi e competitivi...
E in Italia, le tassazioni a carico delle imprese sono molto più elevate che in altre nazioni direttamente competitrici...
E le infrastrutture italiane ed i "servizi" forniti dallo Stato sono spesso molto inferiori a quelli di altri Stati...
E le burocrazie italiane e le giustizie italiane sono da terzo mondo...
E i sindacati italiani ed i giudici italiani operano praticamente sempre contro le imprese, invece di rendersi conto che tutti i partecipanti al "Sistema Impresa" ed al "Sistema Italia", dovrebbero cercare collegialmente le migliori soluzioni per ottenere che questi sistemi, divengano maggiormente produttivi e competitivi...
Ora, la Fiat risulta ottenere utili in altri Stati, e perdite invece in Italia...La situazione è pertanto di non facile soluzione...
Ma, la strada da seguire è semplicissima: impresa e sindacati e lavoratori devono cercare tutti insieme di rendere ogni reparto, ogni settore, ogni stabilimento assolutamente produttivo e competitivo. E se questo significasse lasciare a casa lavoratori assenteisti o poco produttivi per lasciare posto a giovani bravissimi...non dovrebbero esserci problemi...sia per correttezza nei confronti dei giovani bravissimi, sia per salvare l'azienda...
Sarebbe molto meglio infatti, adattarsi e correttamente collaborare a rendere una impresa produttiva e competitiva, licenziando alcuni lavoratori negativi ( che potrebbero fare tesoro e diventare produttivi per altri lavori ) che perdere tutta l'impresa per chiusure o delocalizzazioni o...fallimenti...

roberto d'iseppi, verona Commentatore certificato 11.12.12 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori