Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Beppe Grillo su Scaroni nel 2008


Scaroni indagato
Eni-Saipem, tangente all'Algeria. Paolo Scaroni indagato a Milano.
Grillo nel 2008, durante lo spettacolo "Delirio":
"L'amministratore delegato dell'Eni Scaroni è stato messo li da Berlusconi, perchè aveva delle credenziali che non poteva dire di no.
Il dott. Scaroni aveva patteggiato due anni e mezzo per corruzione. C'era uno incensurato e l'hanno mandato via, come cazzo fai a stare qua se sei incensurato?"

7 Feb 2013, 18:35 | Scrivi | Commenti (37) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

insisti e persisti vedrai che ce la farai.vedo in
M5S la terapia migliore per uscire e liberarci da tanti ladri autorizzati. VIVA BEPPE GRILLO

antonio marasciulo 14.02.13 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Creiamo un programma e diventerà' la prima forza del paese che non ne può' più' di questa classe politica imbrogliona e corrotta.

Vincenzo Paolo Grieco 10.02.13 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Scaroni un bel curriculum,, a me negano l'antimafia, benché assolto da processo per turbativa d'asta, e nonostante il TAR Campania abbia indicato di rivedera alla Prefettura la mia poizione. Per me non proprio una bella giornata. Poi mi tocca leggere del curriculum di quest'uomo.. che dirige un impero di stato.. Io una piccola cooperativa di gente che vive a stenti del proprio lavoro... Non so se a qualcuno interesserà conoscere meglio la mia storia.. Di certo c'è che Loro hanno il potere di distruggerei o ignorare... Chissà !!! ??? Certo e' che ora, ho una grande tristezza nel cuore, amarezza perché so che è una ingiustizia, a cui reagirò. Voglio sperare che in futuro il nuovo parlamento dedichi più attenzione a questo arbitrio che Prefetture hanno.. C'è da riflettere, se i livelli sono così alti come che in questa provincia si legge di tanta delinquenza ed infiltrazione anche nella P.A.??

Macao38 09.02.13 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Da quello che so Scaroni è uno dei pochi italiani che fa parte del Bildberg insieme a Monti, Bernabè e altri due o tre che non ricordo. La sua carriera nell'industria di stato è cominciata all'enel, nominato da d'alema e compagni per proseguire all'eni dove prime di passare dall'enel sempre come a.d. hanno pensato bene di aumentare il compenso di oltre 1 milione di euro perchè giustamente non poteva guadagnare meno di quello che guadagnava all'enel. E'ricchissimo e sono circa 15/20 anni che viaggia tra enel ed eni a 4/5 milioni di euro l'anno ufficiali. Fatevi una sommetta per favore. Sono poi attività che vanno da sole elettricità e petrolio non credo sua molto complicato gestirle.
Come direbbe Totò "alla faccia del cacio cavallo!"

Vittorio D. Commentatore certificato 08.02.13 18:24| 
 |
Rispondi al commento

I manager italiani onesti e bravi lavorano all'estero....i corrotti e ladri sono da noi...inseriti da politici corrotti e ladri.

alberto n., Albissola Marina Commentatore certificato 08.02.13 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione anche ENRICO MATTEI fu indagato per corruzione dalla procura di Milano, ma LUI ammise"per concludere un contratto di fornitura di energia qualsiasi cosa anche la corruzione". Il boom degli anni 60 fu possibile per l'energia disponobile. Per fermarlo una bomba collegata allla apertura del carrello in fase di atterraggio. Alcide De Gasperi fu attaccato dalla macchina del fango e morì di cancro.

gianni piovano, roma Commentatore certificato 08.02.13 16:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andrebbe rifatto il logo: il cane, anzichè a 6 zampe, a 4 ganasce

Maurizio Maurizio 08.02.13 15:19| 
 |
Rispondi al commento

ci sono le buche della Rustica a Roma nel video...

riccardo p., quartu s.e. Commentatore certificato 08.02.13 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un consiglio beppe,cerca di fare meno lo showman e più il politico nei tuoi dibattiti,cerca di nn attaccare nessuno sopratutto come fai tu in maniera diretta sennò rientri in una logica simile a quella dei leader dei partiti,ci sono persone che potrebbero venire in piazza quasi esclusivamente per vedere lo showman e non il politico;ora che mancano pochi giorni cerca di essere più sottile,vedrai che raccoglierai dei voti e farai ancora più presa con la gente e se puoi cerca di aggiungere altri punti al tuo programma,anche se capisco che per ogni dei 20 punti che hai proposto ci vogliono dei tempi medi-lunghi per poterli attuare...

carlo sorangelo 08.02.13 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Abbiate pazienza ma per lavorare in certi paesi esteri le tangenti sono la normalità (si lo so purtroppo anche in italia spesso è la normalità, sigh). In alcuni paesi esteri sono perfino legali.
Questo vuol dire che se ENI vuole fare i propri interessi e quelli dell'italia non ha alternative e cosi fanno anche le altre compagnie di altre nazioni. Non dico che certe indagini non si debbano fare ma ci vorrebbe un po' più di cautela. Uno scandalo del genere con questa risonanza mediatica ahimè è come una mazzata nelle palle all'Eni e all'Italia.

F. Zanini 08.02.13 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutti i top manager delle aziende pubbliche sono marci, come marcio è chi li ha fatti eleggere, cioè i politicanti degli ultimi 30 anni.

Finmeccanica
Eni
Saipem
Tirrenia
Alitalia
Trenitalia
Enel
Telecom Italia
e tutte le altre ormai fallite

sono solo alcuni esempi

Guy_ Fawkes Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.13 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, al di la di tutto, il video non c'entra niente con Scaroni!

edoardo 08.02.13 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Anche Presa Diretta si e' occupata di Eni e Scarone e dei suoi crescenti stipendi. Mi chiedo perché certe cose stiano uscendo adesso, in periodo di campagna elettorale e non prima, magari qualche mese fa. In tutto questo c'è una grande verità : la Politica italiana e' un grande affare sporco, mi vergogno di questo Paese, dei suoi scandali, di questi politici pagliacci che hanno messo le mani ovunque e ogni giorno si scopre qualcosa di nuovo. Mi trovavo in egitto, prossimità di un paese piccolo in cui vive la cultura berbere, appena mi sentono parlare e capiscono che sono italiana iniziano a ridere e a raccontarmi diei politici, dei nostri scandali. Anche dalle comunità beduine mi sono sentita presa per i fondelli.

Veronica M., Parma Commentatore certificato 08.02.13 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un gestore eni.Il Sig.Scaroni è l'amministratore delegato che nel suo portafoglio un gran numero di azioni eni(stock option).
Visto che l'anno scorso le azioni eni hanno perso valore si è aumentato lo stipendio di circa 300.000 € per recuperare quanto perduto.
Tutto ciò nel silenzio di tutti,tranne del "Fatto Quotidiano".Poi questo signore se la prende con i gestori dei circa 5000 impianti eni dicendo che guadagnano troppo(3 cents al litro).Propone in alternativa un contratto di prestatore d'opera
A 666 €+ IVA al mese lordi,inducendo al fallimento circa 180.000 famiglie.
Uno così in un azienda privata,lo avrebbero già cacciato.

michle chimienti 08.02.13 11:08| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=ifoe_Ol47K0
il video e questo

salvatore r., favara Commentatore certificato 08.02.13 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi fa piacere che abbiate parlato del caso Eni, per il quale tutti hanno taciuto. Un mese fa, circa, è andata in onda una inchiesta dettagliata su REPORT(RAI 3), in cui si denunciavano tutte le società in essere in Kazakistan(se non erro) costituite con soci occulti che risalgono a personaggi di vari schieramenti politici italiani. Mi è parso singolare che nessuno ad oggi ne abbia mai parlato, nè giornali nè politici avversi nella contesa elettorale!!

silvia patruno 08.02.13 10:54| 
 |
Rispondi al commento

IN GALERA!!!!!!!!!! W IL MS!!!!! PARMA

Tegoni Luca 08.02.13 10:36| 
 |
Rispondi al commento

APRI IL COPERCHIO E TROVI MERDA.

E' meglio sigillare tutte le pentole,perchè ormai è palese: "SONO TUTTE PIENE DI MERDA".
Abbiamo affidato la nostra vita a questi LADRI che non contenti ci hanno portato via la vita e L'anima.
NON SI PUO' PIU' RIMANDARE, SE NON INTERVENIAMO NOI CITTADINI LIBERI E ONESTI, POTREMMO AVERE L'ITALIA COME LA TUNISIA DI QUESTI GIORNI.

Robespierre 08.02.13 10:22| 
 |
Rispondi al commento

RICORDIAMOCI CHE L'AEREO IN CUI MATTEI VOLAVA è RIMASTO SENZA BENZINA.... XKè LUI NON AVEVA ACCETTATO MAZZETTE...

sergio fidanza 08.02.13 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Cara Lucy, devi informarti meglio perché la magistratura algerina si è mossa, eccome. sono due anni che lo stato maggiore di Sonatrach (l'ente petrolifero di Stato algerino) è stato azzerato mettendolo in galera per questi fatti. E se si sono mossi così vuol dire che la cosa puzza assai. E noi dovremmo ignorare tutto e andare avanti così "per il bene del paese)? Ah, già, è tutta colpa dei soliti giudici "femministi e comunisti". per favore Lucy, si occupi di altro. E non vada a votare, la prego. Con affetto

Ettore Mario Berni (ettoremarius), Trieste Commentatore certificato 08.02.13 08:34| 
 |
Rispondi al commento

mi sa che avete sbagliato il link del video

Leonardo Biocca, cascina (PI) Commentatore certificato 08.02.13 03:50| 
 |
Rispondi al commento

Credo nel Movimento 5 Stelle.
E mi auguro che grazie a Beppe ci siano dei cambiamenti, è ora.

natalino meroni 07.02.13 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Gabriele Cagliari docet

francesco c., emigrato all'estero Commentatore certificato 07.02.13 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Il video non corrisponde all'argomento

Giovanni Bellingeri, Gavi (AL) Commentatore certificato 07.02.13 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Il video collegato a Scaroni in realtà ridirigi su altro filmato. Quello corretto è: http://www.youtube.com/watch?v=ifoe_Ol47K0
Saluti

Paolo Pace 07.02.13 20:57| 
 |
Rispondi al commento

fatti curare figlia mia : tu sei matta!!

Gerino Veranoli 07.02.13 20:55| 
 |
Rispondi al commento

.... Gli americani hanno fatto due guerre del golfo per il petrolio massacrando milioni di persone innocenti, i francesi dopo aver bombardato la Libia insieme agli inglesi per il petrolio, stanno bombardando l'Africa per l'uranio..... E in Italia cosa facciamo? Paghiamo le tangenti? Siamo giustificati, se i soldi non li hanno presi gli italiani? Possiamo fare altrimenti? Possiamo rinunciare all'ENI, possiamo farne crollare il valore in borsa, possiamo svenderla ... Possiamo diventare un paese deidustrializzato.... Basta volerlo! Ma questi giudici sono al servizio di noi italiani o no? L'interesse di stato deve venire prima? Come mai per il caso MPS i giudici si muovono solo ora che lo scandalo è di pubblico dominio, e il danno in quel caso è stato fatto al nostro erario, mentre per l'ENI non si è mossa neppure la magistratura algerina, ma si muove la nostra contro i nostri legittimi interessi nazionali?

Lucy 07.02.13 20:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Passo dopo passo questi grandi manager pubblici e privati stanno facendo uscire fuori le cose peggiori..E sono sicuro che continuando ad indagare ne escano fuori molti altri ancora!

Valentino C. Commentatore certificato 07.02.13 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Qusto signore veniva glorificato come il nuovo Enrico Mattei.

Mai tanto lontano, moralmente e operativamente, dall'essere vero.

Alberto Boiani 07.02.13 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori