Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

De Benedetti contestato a Ivrea

New Twitter Gallery

debenedetti_contestato.jpg
"Carlo De Benedetti è stato contestato a Ivrea. I manifestanti si sono dati appuntamento davanti allo stabilimento di via Jervis dell'Olivetti a Ivrea. Mostravano un cartello con scritto "De Benedetti hai spolpato l'Olivetti". In Olivetti lavoravano 70.000 persone tra tecnici, ingegneri e informatici che facevano concorrenza all'IBM e alla Bull nel campo dell'informatica. Oggi un giovane sotto i 30 anni residente a Ivrea è costretto a emigrare, se va bene a lavorare in un call center. Secondo i manifestanti la colpa di questo scempio è da imputare per l'appunto a Carlo De Benedetti, che al momento non ha ancora rilasciato dichiarazioni in merito." Ansia news

15 Feb 2013, 19:45 | Scrivi | Commenti (113) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

Commenti

 

Ho ripetuto in più post ...Ricorda la Bibbia ( parola del Signore)
e Mosè scesce dal monte con le tavole e vide gli adoratori del Vitello d'Oro, gettò le tavole al suolo e passò a fil di spada tali personaggi, poi fece fare 40 anni di deserto del Sinai ai seguaci.
Chi ha capacità d'intendere, intenda.
Tutti gli altri ragionamenti sono pleonastici -

mario Montini 13.03.13 16:07| 
 |
Rispondi al commento

"stabilimento di via Jervis dell'Olivetti a Ivrea", cioè la stessa sede del dominio di questo sito.

beppegrillo.it Via Jervis 77, Ivrea

http://whois.net/whois/beppegrillo.it

who is 08.03.13 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi conosce Faggin, chi sa' chi ha tirato fuori il primo microprocessore.
Questa persona lavorava in OLIVETTI, ed e' stato invitato a tornare alla sua scrivania dicendo meno cavolate, quando ha presentato il progetto del 1^ microprocessore, davanti al CDA di OLIVETTI.
Il 19 ottobre 2010 Faggin ha ricevuto la Medaglia Nazionale per la Tecnologia e l'Innovazione (National medal of technology and innovation) direttamente dalle mani del presidente degli Stati Uniti d'America, Barack Obama, per la sua pluriennale carriera di ricercatore.
Questo e' un nostro connazionale obbligato ad andarsene da questo paese per colpa di un pugno di persone buone a nulla.

maurizio d., latina Commentatore certificato 20.02.13 14:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

a crema lo aspettano con arance e uova per festeggiarlo.... è fortunato che non è la stagione dei meloni

emi m., crema Commentatore certificato 20.02.13 08:21| 
 |
Rispondi al commento

Credo che un centinaio di grillini al Parlamento lo renderanno più manicopmio di quanto già non lo sia. Ahi noi!

vittorio riera 19.02.13 15:17| 
 |
Rispondi al commento

credo che un centinaio o forse piu di grillini in parlamento cambiaeranno molte cose e sará una grande festa.
Grazie Beppe
Gianni Minchio

Gianni M., Firenze Commentatore certificato 18.02.13 22:16| 
 |
Rispondi al commento

credo che un centinaio o forse piu di grillini fará cambiare molte cose in parlamento!!!Dal Brasile ho dato il mio sostegno e sará una grande festa.
Grazie Beppe

gianni Minchio 18.02.13 22:06| 
 |
Rispondi al commento

ho iniziato la mia carriera lavorativa nel 1992 in olivetti. Ingegnere elettronico, neolaureato, dopo poco più di 1 anno mi hanno messo in "solidarietà"; di tutto il gruppo l'unico collega che non andò in "solidarietà" era un rappresentante sindacale. Era l'Olivetti di De Benedetti!!!
Quando si affidano le aziende a "finanzieri" si può stare certi che prima o poi quell'azienda chiude!!!!!

giuseppe 18.02.13 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho lavorato 30 anni in OLIVETTI, dal periodo piu esaltante fino all' inizio dello scempio di De Benedetti. Ancora oggi due cose non finiscono di stupirmi: il silenzio stampa di cui godette a suo tempo lo smantellamento di quella bellissima azienda ed il fatto che De Benedetti venga chiamato in trasmissioni come quella di Fazio in veste di esperto imprenditore. Un capolavoro del Pd, ricordo che il fratello e' stato senatore e che anche i sindacati se ne sono ampiamente lavate le mani, mentre il nostro eroe faceva profitti all'estero con triangolazioni commerciali e smembrava e vendeva a "pezzi " l'azienda, dopo averne altrettanto disinvoltamente venduto l'ingente patrimonio immobiliare. E' ora di smascherare questo bandito, le sue connivenze, i suoi strumenti di potere.
Certo a Ivrea hanno manifestato poche persone, ma sono passati dieci anni e cara grazia che qualcuno ne voglia parlare. Grazie Beppe.

mario miglietta 18.02.13 08:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando ho saputo che avresti rilasciato un'intervista, non l'ho presa bene, mi sembrava la scivolata sulla buccia di banana alla luce di ciò che avevi detto dei media. Ma, ora che hai annullato l'intervista, ci son rimasta ancora più male perché la considero una mancanza di coerenza... perché, visto l'importanza che dai alla rete, non hai pensato di fare una sorta di sondaggio prima e muoverti in base alla nostra volontà invece di questo balletto destabilizzante?

Antonella D.F 17.02.13 18:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono nato in Argentina, a un paio di kilometri dell’Olivetti, dove faccevano le macchine per scrivere e le vecchie calcolatrici elettro meccaniche. Oggi quel posto e’ occupato dalla Philips Morris. Mi ricordo da bambino il viavai d’operai in ogni cambio di turno. Ora da dieci anni abito in Italia, e sono pasato davanti all’Olivetti, o quello che resta di lei. Giuro mi si cadevano le lacrime al vedere quanta opotrunita’ l’Italia ha lasciato andare. Sembra l’Argentina nel suo peggior momento. Quando sono arrivato in Italia, schifato della politica argentina, ch io –innocente di me- pensavo corrotta fino al midolo, non ho saputo vedere che questi politici argentini, in confronto con i suoi coleghi italiani, erano solo degli aprentisti.
Vai avanti, Grillo, sei l’unica speranza in questo paese desvastato.

Ruben Meleca 17.02.13 17:50| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe o uno dei tuoi che mi legga.
vorrei sapere quanto guadagna ghedini, quante segretarie e quanti collaboratori ha, quanto è l'ammontare delle sue parcelle per i processi di burlesconi e in che misura le pagano le nostre tasse. grazie. vorrei che pubblicassi queste notizie prima delle elezioni. va svegliata la parte d'italia che ancora legge le favole e ci crede.

lorenzo lelli 17.02.13 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Olivetti è competitiva perchè fà produrre in Cina dalla stessa concorrenza ma con marchio Olivetti. Un esempio su tutti: i tablet Olipad

Filippo Coraducci 16.02.13 23:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un altro che si è riempito le tasche (Banco Ambrosiano) e che i giornali non si stancano di incensare. Ma già: quei giornali sono suoi.
Alla faccia del conflitto di interessi
Tra parentesi: però i figli li ha sistemati, prima di distruggere tutto. Un bravo padre di famiglia.

Euplio Franco 16.02.13 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È di cognome fa pure DE BENEDETTI!!!
ma forse non era meglio chiamarlo DE MALEDETTI dal giorno della sua nascita???

Di Paola Vincenzo 16.02.13 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Avete ucciso l'Italia, per gonfiarvi i vostri portafogli, politici di merda.

Gianluca S. 16.02.13 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma sentite questa gente qua, De Benedetti, come anche Cecchi Gori, sono sempre stati circondati dai loro fedelissimi di sinistra, tutta gente che aveva interessi con loro, mi ricordo che mandavano via la Tv molto seccati, già più di 10 anni fa, e allora, adesso ci scandalizziamo? Grazie a chi hanno proliferato? Anche grazie a noi. Il MoVimento Cinque Stelle forse ha capito la lezione di X-Files: TRUST NO ONE. Ci vuole un sistema di autocontrollo, di autovigilanza vera, le singole persone purtroppo non sono più degne di fiducia.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 16.02.13 17:58| 
 |
Rispondi al commento

E' vero.. ormai di lavoro ad Ivrea e limitrofi non se ne trova più, l'olivetti per chi ancora non lo sapesse, ha avuto i primi tecnici ad inventare il computer.. Era all'avanguardia, ma hanno venduto i progetti... Questo è quello che si dice dalle nostre parti. Ivrea era una cittadina fiorente, praticamente nessuna disoccupazione, adesso se una ragazza appena diplomata riesce ad andare a lavorare al Mc.Donald's di Pavone è una ragazza fortunata, io ho provato a cambiare zona e sono nel cuneese, ma di lavoro non ce nè proprio, lavoravo alla Eaton che, nel 2005 dovetti lasciare perchè ha chiuso... Via Olivetti, Via Eaton e crisi anche alle altre ditte, ormai la zona è vuota, ma i signori come il su scritto il piatto pieno a casa ce l'ha sempre.

Donatella Beretta 16.02.13 15:46| 
 |
Rispondi al commento

A questo De Benedetti la vita dovrebbe chiedere il conto.

Andrea F. Commentatore certificato 16.02.13 13:56| 
 |
Rispondi al commento

I GIOVANI MEDICI (SIGM) RIVOLGONO 10 DOMANDE SUL FUTURO DEL SSN (servizio sanitario nazionale) E DELLE GIOVANI PROFESSIONALITÀ MEDICHE AI CANDIDATI AL PARLAMENTO

Qui il pdf del testo
http://www.giovanemedico.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1471%3Ai-govani-medici-sigm-rivolgono-10-domande-sul-futuro-del-ssn-e-delle-giovani-professionalita-mediche-ai-candidati-al-parlamento

sara satolli 16.02.13 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Un' esempio di "politica Italiana"...
(Quella che ha portato il Paese al degrado morale ed economico):


I VERBALI - «DACCÒ HA SEMPRE PAGATO TUTTO PER IL GOVERNATORE E I SUOI AMICI»

«Così organizzai le supervacanze
pagate da Daccò a Formigoni»
Parla l'operatore turistico Giuseppe Danzi. Cinque Capodanni tra Sudamerica, Caraibi, voli di lusso

fonte:

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/13_febbraio_16/formigoni-dacco-parla-organizzatore-super-vacanze-danzi-2114037703140.shtml

EVOLUZIONE E CAMBIAMENTO!!!


http://www.youtube.com/watch?v=iXbiMbta7xo

http://www.megachip.info/tematiche/kill-pil/5819-sul-salario-di-cittadinanza.html

http://www.linkiesta.it/presidente-uruguay-guadagna-800-euro-al-mese

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=K67msgbqjv0#!

Lux Luci 16.02.13 12:32| 
 |
Rispondi al commento

per dovere di cronaca la foto è stata fatta ad hoc da un gruppetto di persone:
due tenevano il lenzuolo, due fotografavano, altre stavano in disparte, mentre Grillo faceva da regista.
il tutto di fronte ad una delle entrate del palazzo, precisamente quella nella stessa ala occupata dagli uffici di Equitalia (non visibili in foto ma poche decine di metri a sinistra).


finite le foto si sono tutti allontanati dalle immediate vicinanze.

l'evento non sarà durato più di 20 minuti.

scrivo questo perché non è ben chiaro nella didascalia della foto e sono sicuro che Grillo non vorrebbe mai farci passare per vera una scenetta simile, nonostante l'importanza del messaggio che vuole trasmettere.

Riccardo Rago 16.02.13 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Enrico Sassoon, primo e più importante socio della Casaleggio, siede fianco a fianco con certi personaggi. Che poi sono gli stessi componenti dell’Aspen Institute Italia, think tank tecnocratico, diretta emanazione del gruppo Bilderberg. Quando il Sistema si organizza è capace di tutto: persino di creare un Comitato Esecutivo Aspen formato – oltre che da Enrico Sassoon della Casaleggio – anche da Mario Monti, John Elkann, Romano Prodi, Giulio Tremonti, tutti componenti italiani del Bilderberg.

Ora: come diavolo è possibile che la Casaleggio, a detta di molti spin doctor e influencer di Grillo e del Movimento 5 Stelle, abbia il suo membro più importante all’interno di un Istituto popolato da quelli che dovrebbero in realtà essere i nemici dichiarati proprio di Grillo? Qual è la ragione per cui questo accade?
Le stranezze, purtroppo, non finiscono qui: a parte il fatto che il dominio beppegrillo.it risulta intestato ad un certo Emanuele Bottaro di Modena, e potrebbe trattarsi di un normale prestanome (ma la trasparenza?), a destare sospetti è la domiciliazione del gestore tecnico del dominio, Via Jervis 77 a Ivrea. Lo stesso indirizzo della sede legale Olivetti, gruppo Telecom Italia.

Cosa c’è di così strano?

C’è che Gianroberto Casaleggio, il secondo socio per importanza della Casaleggio, fa partire la sua avventura professionale proprio nella Olivetti, guidata all’epoca da Roberto Colaninno, attuale presidente di Alitalia e padre di Matteo, deputato Pd. Poi Gianroberto inizia la scalata sociale e diventa amministratore delegato di Webegg, joint venture tra Olivetti e Finsiel. A fine giugno 2002 Olivetti cede la propria quota del 50% in Webegg S.p.A. a I.T. Telecom S.p.A., che nel frattempo partorisce Netikos Spa, dove il più famoso dei Casaleggio partecipa al Cda con Michele Colaninno (secondogenito di Roberto e presente nel Cda Piaggio). Questo fino al 2004, quando decide di fondare la Casaleggio Associati, attuale editore di Beppe Grillo,

cosa c'è di vero ???

roberto passerini 16.02.13 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non se dietro la distruzione della Olivetti ci sono gli Stati Uniti, quello che so' per certo, perché io sono una ex Olivetti ora cassaintegrata in Agile ex Eutelia con altri 1500 reduci della distruzione di questo gioiello, è che durante il governo D'Alema, De Benedetti, per mano del suo delfino Passera (esatto, quello che ora è al Ministero dello Sviluppo) ha potuto mandare in fallimento la Olivetti spolpandola delle liquidità utilizzate per creare Omnitel ed Infostrada, e nessuno del Ministero dello Sviluppo ha alzato un dito per costringere De Benedetti a ricollocare i dipendenti Olivetti nelle nuove aziende, favorendo così la deindustrializzazione, gli ha dato gli ammortizzatori senza condizioni, in pratica ha fatto un investimento finanziario con i soldi Olivetti, lasciando per strada 20.000 dipendenti italiani, a carico di tutta la collettività. Questo è De Benedetti e vi dirò di più, ha potuto fare tutto quello che ha fatto perché si è sempre "accordato" con i sindacati.

adriana guidotti 16.02.13 12:02| 
 |
Rispondi al commento

In. Italia. Si potrebbe realmente stare. Bene. Basterebbe. Che le leggi. Che ci sono venissero. Realmente. Rispettate. E. No. Soggiogate. Da avvocati. Di grido guarda la bongiorno o Taormina ecc. Una nazione. Senza regole non può. Assolutamente esistere .poi non parliamo della durata dei processi. E tutto. Questo crea. Uno. Sbandamento totale a favore di giudici. Magistrati che. Ci si. Rimpinguano. Le. Tasche. Questi. Finti fenomeni. Hanno portato la nostra. Nazione ad essere la terra dei truffatori mignottelle. E feroci. Le menti le hanno cacciate perché. Terrorizzati e la storia insegnia guarda tutti i grandi dittatori che il progresso e la forza di una nazione si può. Con la creatività ovvero con le teste. Eno con i canzoni o i pulcinella

Massimiliano galletti 16.02.13 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Persone come de benedetti si dovrebbe vergognare e uno che si fa i cazzi suoi a discapito dei suoi concittadini, la storia della olivetti insegna e riuscito a spolpare una grande azienda per suo interesse personale, e incapacità, non è riuscito a vedere più in la del suo naso.

Maurizio Giannattasio, Vado-Monzuno Commentatore certificato 16.02.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Vedrai che i poteri finanziari se non accettano il M5S, cercheranno di colpirlo con tutti i mezzi in loro potere .
Però se tutti i cittadini si uniscono in una crescita intelettuale conoscitiva, e non si fanno abbindolare ancora dalla solita inesistente Dx e Sx, c'è la possibilità di uscirne."

marini d.,.,.,milano 16.02.13 11:23| 
 |
Rispondi al commento

A dire il vero io ero lì per lavoro e li ho visti...
erano 4 gati e beppe grillo...

troppo freak 16.02.13 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un paese corrotto dalla testa ai piedi!
W IL M5S FORZA BEPPE GRILLO!

Nervi Edoardo 16.02.13 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Tempo di elezioni, chi eleggere? confesso che ho gradi dubbi. i meno peggio o le alternative come il vs M5S? Domanda: è vero che casapaund sarà al vs fianco in queste elezioni? attendo una risposta semplice si o no. se possibile prima delle elezioni grazie.

Maurizio Capolaro 16.02.13 11:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

De Benedetti (PD)è nel consiglio d'amministrazione della Rothscild Bank francece, La famiglia Rothscild è proprietaria dei 3/4 del debito mondiale, quasi tutti i politici del mondo chinano la testa di fronte a loro.
L'Italia per riacquistare un propria sovranità deve riuscire a sganciare il debito pubblico dal potere finanziario internazionale, attraverso la doppia moneta .
Lira o chiamala come vuoi che gira solo in Italia, non all'estero perchè al cambio verrebbe subito inflazionata, ed euro da usare sia parzialmente come moneta circolante, che come pagamento per le importazioni energetiche e non, e riduzione del debito pubblico. Così si avrebbero soldi per rimettere in moto l'economia
risolvendo il problema disoccupati con reddito di ciottadinanza, esodati e maggior impegno di sostegno all'economia, rialzando i consumi e ricreando lavoro. Possibilità anche di investire con la lira sul settore del turismo (Idea del M5S copiata dal PD con Renzi)abbandonato dai politici di sempre, richiamando turisti stranieri che
pagano in euro. Possibilità di maggior esportazione pagata in Euro dagli stranieri.Investimenti in energie alternative per ridurre l'acquisto di energia dall'estero.
E' come dire , che lo stato anzichè emettere BOT e CCT a scadenza mensile annuale decennale, emetta piccoli bot da 1-10-100 lire equivalenti a Euro.
Piccoli bot che si possono spendere nei supermercati o in tutte quelle operazioni di transazione monetaria. Già lo fanno le banche con i ns. BOT e CCT e altri , solo che il movimento a livello internazionale determina la percentuale dello spread. Noi muovendo questi buoni chiamati Lire solo in Italia, non causerebbe movimenti sballati dello spread. Vorrebbe dire che noi cittadini ci compriamo il debito pubblico ma lo spendiamo in Italia (E'come un derivato che non girà nelle banche dove viene inciucciato, ma gira
nelle ns. mani creando movimento economico)

Giorgetti F.,., Monza 16.02.13 10:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Olivetti faceva concorrenza ad Ibm,texas instruments i quali gli dovevano pagare royalties
inaccettabile per gli USA..che pretendono falsamente di aver inventato l'informatica..
mentre fu Perotto della Olivetti ad inventare il primo PC il P101 http://it.wikipedia.org/wiki/Olivetti_Programma_101
fu il gruppo ELEA (da cui il famoso computer di 2001 Odisseas nella Spazio il nome del supercomputer era AL 9000 ad costruire il primo supercomputer completamente a transistor ELEA 9003 prima si Siemens (che era a valvole)e di IBM(parecchi mesi dopo) http://it.wikipedia.org/wiki/Olivetti_Elea

Il fisico Faggin costretto ad andare nelle azienze USA dopo che fu fatta fallire la Olivetti
creò l'architettura 8080 alla base dei moderni processori http://it.wikipedia.org/wiki/Federico_Faggin
Ma chi li conosce questi ?Nessuno
I media italiani tutti controllati dagli USA non ne parleranno mai..
perchè deve aversi l'idea che noi siamo piccoli ed insignificanti e gli USA sono grandi e geni..mentre sono solo ladri..

poi la finanza sionista americana fece fuori olivetti e chow(entrambi morti su un treno ridicolo,in condizioni mai chiarite,di fatto avvelenati!)e la diede a De Benedetti uomo Rothschild da spolpare e distruggere..

un pò la fine che farà Finmeccanica(anche lei ha 70mila dipendenti!)


capito che significa essere colonie,infame Lerner?Infame Napolitano?

Nai giorni scorsi De Bendedetti(uomo del gruppo Rotschild lo stesso gruppo che finanzia Lerner e che finanziava il gruppo di sua madre Hovevei Zion )

oggi è molto più facile..basta creare scandali più o meno veri avendo il completo controllo sui procure e giornali il cortocircuito è facile da mettere su..quando poi si scopre l’innocenza è ormai tardi..

mas 16.02.13 10:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/02/15/bologna-bersani-a-testa-bassa-contro-grillo-milionario-irresponsabile/501951/

Il famoso Teorema di Bersani: se sei milionario (o Grillo) sei un irresponsabile, ma se invece un partito è sponsorizzato dalla Goldman Sachs è un partito responsabile. http://www.partitodemocratico.it/doc/243468/goldman-sachs-vota-per-il-pd.htm htsta-bassa-contro-grillo-milionario-irresponsabile/501951/


Davide Angeletti Commentatore certificato 16.02.13 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la fine che faranno fare anche a Finmeccanica..col britannia 2..
ed i brevetti saranno come al solito tutti acquisiti dai competitor stranieri..come ogni tecnologia strategica viene acquisita dal padrone del vapore e la colonia italia deve tacere..

a proposito OLivetti e Chow non morirono ma furono uccisi,presumbilmente avvelenati,infatti morirono entrambi su un treno,dove è più facile commettere omicidi senza essere scoperti in tempo..facile fare una iniezione di veleno e farlo passare per infarto..poi scendere indisturbati dal treno..
una volta usava cosi'..
le cause vere della morte non sono mai state chiarite..

oggi è molto più facile..basta creare scandali più o meno veri avendo il completo controllo sui procure e giornali il cortocircuito è facile da mettere su..quando poi si scopre l'innocenza è ormai tardi..

solo nel caso dell'Ansaldo che molti dirigenti stavano ostacolandone la vendita questi infami hanno dovuto ricorrere alla gambizzazione del dirigente per poi incolpare le nuove brigate rosse..
intanto chi si mette di traverso è avvisato cosa rischia..

mas 16.02.13 10:17| 
 |
Rispondi al commento

È così. Una volta, l'Olivetti era un'azienda all'avanguardia, dove il rendimento dei lavoratori era assicurato dal fatto che erano trattati da esseri umani e non come macchine da produzione, da sfruttare finché rendono e poi da rottamare. Adriano Olivetti aveva tenuto conto della razionalità della produzione e del benessere dei dipendenti perfino nella forma architettonica della sua fabbrica. Tutto questo è finito.

Anna Belli 16.02.13 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo spolpamento dell'italia a beneficio di pochi stà continuando ancora oggi in combutta con i politici di sempre. Vedi anche MPS con il PD S.p.A.
Napolitano a Obama dice che il M5S è un movimento populista che dà sfogo a Italiani arrabbiati.
Io non sono arrabbiato, mi ritengo un cittadino intelligente che a fronte di una classe politica disonesta e altamente scarsa nella espressione delle proprie capacità voterà M5S perchè espressione di rinnovamento democratico, meritocratico con l'obiettivo dell'unione e non la separazione dei citaddini in gruppi falsamente identificativi delle proprie idee.
Purtroppo esistono ancora troppi cittadini ottusi e lobotizzati dai media per favorire la tenuta del potere dei soliti noti.

Marinoni A.,.,-Pavia 16.02.13 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Nulla è per sempre,qualsiasi cosa ha un ciclo vitale che dura più o meno a lungo. Il tempo della vita di qualsiasi cosa, animale, politica, aziendale ecc. è soggetta alla novità, novità che scatena nell'uomo entusiasmo di vivere, quando subentra l'abitudine e la noia l'uomo distrugge con odio ciò che ha fatto per proseguire in nuove scelte, scatenando nuovo interesse e quindi darsi un senso alla vita. Tutto ciò che si fà dà un senso alla vita, nel bene o nel male, e tutto parte dall'esaltazione personale per non sentirsi soli ed essere accettati dagli altri esseri umani con benevolenza. Se sfruttassimo le ns. capacità non per il proprio egoismo individualista ma per il benessere della comunità, sarebbe tutto più facile.

mild.,.. 16.02.13 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Le grandi realtà aziendali italiane sono state spolpate da pseudoimprenditori con l'avvallo della politica, vedi Telecom, Olivetti, Alitalia etc. etc. Un tempo tutte eccellenze nel proprio settore, poi sono arrivati i politici e la storia è nota. Bisogna portare la mentalità del M5S anche all'interno delle aziende, un imprenditoria dal basso il cui fine è quello di promuovere lavoro, ricerca e sviluppo in un paese dove queste tre parole sembrano essere morte.

Sergio Abile 16.02.13 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Mio bis nonno era socio del vecchio Olivetti e i miei zii erano li a lavorare quando arrivò DB a distruggere tutto.
Io stesso avevo nel 1982\86 azienda con socia l'Olivetti. C'erano i prim Pc Olivetti con Sist.operativo Olidata (una specie di Linux) che teneva ampiamente testa a Ms Dos.
C'era un centro Ricerca e Sviluppo pazzesco.
DB decise di smantellarlo e passare anche lui a Ms Dos con i primi M24 pc.
Da quel momento ha distrutto l'industria informatica italiana, importando solo tecnologie straniere e carrozzandole Olivetti, prodotti molto più cari dell'originale.
Nel 1985 fatturava 6500 miliardi di lire di cui 2500 ai concessionari Olivetti che comperavano con obbligo di grandi volumi e con pagamenti garantiti garantiti con ipoteche su beni personali (strozzino come da etnia...), 2000 miliardi li vendevano in Europa a grossisti che a loro volta reimportavano più della metà in Italia a costi bassi e facevano concorrenza alla rete ufficiale e gli altri 2000 venivano fatturati a AT&T, che era diventata azionista e acquistava I pc M24 marchiati AT&T.
Il macello era stato fatto....
De Benedetti condiva il tutto con truffe allo stato tipo i telex venduti alle poste sempre 1985 /86, obsoleti e inusati ( all'epoca erano usuali fax, più comodi ed economici).
Oppure, grazie a Visentini socio Olivetti e ministro di quel Governo alle Finanze, la legge che introdusse l'obbligo dei registratori di cassa , ma solo quelli omologati e serviti da assistenza con magico punzone dato dal ministero delle Finanze stesse.
Ovviamente Olivetti fu il primo in grande anticipo rispetto agli altri ad avere omologazioni e punzone per assistenza.
Gli altri (sweda, e giapponesi) arrivarono dopo e in ritardo, ma la festa degli acquisti era già terminata...
Grande imprenditore Carlo De Benedetti, persona limpida e pulita!! Quasi come l'Avvocato Gianni Agnelli, uno dei più grandi evasori fiscali italiani, commemorato un mese fa in pompa magna dal nostro Presidente della Repubblica e altri politic

giuseppe Ferraris 16.02.13 09:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vai Beppe che vinciamo ! fai tutto quello che hai promesso altrimenti sarai considerato PEGGIO degli attuali politici Sono con te! alby

alby 16.02.13 09:02| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti all'inizio ha tentato a far crescere l'Olivetti, ci è riuscito passando dalla meccanica all'informatica, l'Olivetti negli anni 80 era veramente un colosso mondiale (vendeva stampanti alla Digital, Siemens, Fujitsu, Commodore, Bull, Citizen, ecc) e soluzioni a banche in ogni paese. Cosa è poi successo? De Benedetti ha venduto tutti gli stabilimenti e sedi di rappresentanza (40.000 miliardi lire) piuttosto di diversificare dove l'Olivetti avrebbe avuto competenze (automotive, elettronica e robotica industriale, ecc), ma come fanno in questo caso all'estero? Trasformano le società in Fondazioni di proprietà (Stiftung), aziende blindate dove gli utili rimangono in azienda: come Bosch, Siemens, Lidk, Nobel e altre migliaia in Europa. Perchè in Italia è diverso?

Marco Saggio 16.02.13 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Ok, neanche io amo Di Benedetti, ma obiettivamente, che accusa è? che articolo ansia è? non dice nulla, oltre il fatto che dei dimostranti hanno manifestato contro Di Benedetti. Qui si accusa senza, non dico le prove, ma almeno una vaga argomentazione. Con i più cari saluti.

Lorenzo Coliace 16.02.13 03:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avvertite Obama che Napolitano gli ha raccontato un sacco di Balle!

Giorgio Fiandrino , Buriasco Commentatore certificato 16.02.13 01:43| 
 |
Rispondi al commento

ho 51 anni e mai come questa volta non vedo l'ora di andare a votare!

rosella rossi, oleggio Commentatore certificato 16.02.13 00:21| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

De Benedetti è quello che aveva i magazzini pieni di telex...invendibili dopo l'arrivo dei telefax...e li ha rifilati alle Poste Italiane.
Il processo lo ha scagionato...la procedura di acquisto era stata regolare...roba da ridere ...o da piangere.
E questo è il tesserato no. 1 del PD ?
Ma andatevi a nascondere... Bersani e compari ...fate il piacere.

Federico Tonini 16.02.13 00:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fallimento dell'Olivetti è dovuto alla debolezza della lira.
Le aziende italiane erano perennemente sottocapitalizzate, i loro proprietari rispetto agli imprenditori tedeschi, francesi ed americani praticamente dei pezzenti, e l'introduzione dell'euro ha spazzato via tutte le vecchie grandi aziende strutturalmente deboli anche perchè erano delle conglomerate che non potevano fare delle economie di scala.
L'Olivetti non poteva competere con le aziende informatiche americane e giapponesi: all'inizio degli anni ottanta era entrata nel settore dei personal computer acquisendo l'inglese Prodest, e quindi non aveva lo know how per competere.
Altre aziende europee come Bull e Siemens Nixdorf
hanno praticamente alzato bandiera bianca.
Gli stessi americani sono rimasti leader grazie al software e ad internet, mentre l'Asia grazie allo sviluppo della filiera del silicio prima in Giappone, poi in Sud Corea e Taiwan, quindi in Cina ha assunto l'incontestabile primato nell'hardware (e per simpatia anche nella produzione dei pannelli fotovoltaici).
La scomparsa delle grandi aziende di una volta, che proteggevano come gli alberi della foresta le aziende medio-piccole grazie alla ricerca-sviluppo, a causa della loro sottocapitalizzazione, provocata dalla fine della svalutazione competitiva, potrebbe essere compensata dalla crescita delle medie aziende che in numero di qualche decina sono emerse nell'ultimo decennio come multinazionali tascabili.
La cosa fondamentale è che per il futuro si abbandonino i settori più arretrati come acciaio, cemento, raffinazione del petrolio e si eviti di puntare sul mercato interno, che a causa della mole spaventosa dei debiti dello stato resterà debole per parecchi decenni.

mario genovesi, Roma Commentatore certificato 15.02.13 23:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In aggiunta: oltre che a negare lo spolpamento dell' Olivetti, perchè l' ingegnere non ci ragguaglia sulla cessione (svendita) dei brevetti alle concorrenti al solo fine di mettersi in tasca profitti e stock options derivanti da tali operazioni, tanto per dire: testina rotante all' IBM, processo di costruzione degli hard disk e molti altri, grazie ingegnere da tutta l' Italia.

giovanni s., roma Commentatore certificato 15.02.13 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Scoperta dell'acqua calda, non voglio assolutamente fare il saputo, ma questo è quello che succede quando la politica entra nella gestione di cose di cui non capisce nulla: posti di lavoro = voti ed in proporzione ai finanziamenti ricevuti, quindi meglio un organo di stampa più facilmente asservibile e controllabile che 70.000 umani con cervello.

giovanni s., roma Commentatore certificato 15.02.13 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Vi scrivo da Porto Sant'Elpidio (Fermo) e vorrei segnalare che il comune sta installando (in gran segreto) delle antenne ripetitrici in tutte le rotonde presenti ed in via di costruzione a ridosso delle abitazioni infischiandosene delle distanze regolamentari esistenti per non compromettere la salute dei suoi cittadini. Vorrei invitare tutti i residenti a partecipare alla riunione al centro sociale "cretarola" mercoledì 20 febbraio per protestare; saranno presenti le autorità comunali.

Roberto Cutrina (vassilij zaitzev), Sant'Elpidio a Mare Commentatore certificato 15.02.13 23:31| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti è in assoluto il peggior manager che l'Italia abbia mai avuto, ovunque dove è stato ha seminato distruzione e morte . Lui assieme alla famiglia Agnelli ed ai grossi banchieri ha contribuito a distruggere l'Italia. Per me questo signore meriterebbe di essere messo in galera a vita perché colpevole della distruzione del futuro di decine di migliaia di persone. Ripeto il peggior imprenditore in assoluto di tutti i tempi nella storia italiana . Anche lui come la famiglia Agnelli bisognerebbe confiscargli tutti i beni e ridistribuirli agli italiani.

Francesco DISSEGNA, Mussolente Commentatore certificato 15.02.13 23:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh non si capisce come mai certe radio come radiomontecarlo e alcune radio dell'ingegnere acquisite tramite l'espresso (radio deejay, radio capital e italia radio) ospitino spesso personaggi che non nascondono le proprie simpatie politiche.

gian 15.02.13 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Manu Branx,consolati! Io ho votato per 2 volte IDV e guarda come è andata a finire. Ma che andassero tutti a fare in culo. Beppe è l'ultimo cui do la mia fiducia. Dopo di lui, non voterò mai più in vita mia. Il m5s è l'ultima cosa che voto!!!

mario 15.02.13 21:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Seguo IL GRILLO, SONO UN SELECONTROLLORE!
bISOGNA PRENDERE IL BUONO DA tUTTE LE PARTI IN CAUSA, SENZA PREGIUDUZI DI PARTE!!!!!
non essere TALEBANI!!!!

elio menchini 15.02.13 21:40| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti fa parte a pieno titolo della Elitè Finanziaria Internazionale, non so quanto a cuore abbia gli Italiani, sta in Svizzera, però ha la tessera n.1 del Partito Democratico,
......ci lamentiamo tanto di Berlusconi, ma quello che è stato per un decennio il suo acerrimo nemico ha fatto meglio per l'Italia?
Mi fermo qui.

Carlo Pandolfini, Catania Commentatore certificato 15.02.13 21:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Replicando ad Angelo, è un esempio di come funziona male la sanità italiana. Dottori che danno la priorità all'utilizzo del computer, poi viene cosa scrivere nel database secondo i parametri che impone la Regione dopo ogni visita, poi viene l'interesse del medico, l'interesse delle case farmaceutiche. E per ultimo viene la salute del paziente. Che ormai non si può nemmeno più considerare cliente. E diventata merce. Come al solito, senza spendere tanti soldi, si và all'estero e si guarisce. Guardati questo link: http://www.matteodallosso.org/ Ed anche questo video: http://www.youtube.com/watch?v=T4_r3jTMdG8&feature=youtu.be

Giulio D., Milano Commentatore certificato 15.02.13 21:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi vergogno come un ladro che per circa 10 anni ho votato per DS e in seguito PD. Schifo! W M5S!

Manu Branx, Grosseto Commentatore certificato 15.02.13 21:16| 
 |
Rispondi al commento

stiamo parlando del tesserato n° 1 del PD...
... che gente! ma fra una settimana ci sarà un terremoto.

vittorio ostuni, bari Commentatore certificato 15.02.13 21:11| 
 |
Rispondi al commento

ma radio capital non sapeva nulla???????

che ridere

Giovanni P., Cittanova Commentatore certificato 15.02.13 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Ogni giorno truffatori e sfruttatori in Italia...che si fa?

Marc Svetava Commentatore certificato 15.02.13 20:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se non e' avanzato neppure un piccolo meteorite da indirizzare su Montecitorio, i cittadini hanno la possibilita'di usare un'arma micidiale senza effetti collaterali, un missile infallibile, democratico ,intelligente..........
I L V O T O!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

rosanna caporossi 15.02.13 20:50| 
 |
Rispondi al commento

C'è un'imprecisione...Non era l'Olivetti a fare concorrenza all'IBM ma l'IBM che faceva concorrenza all' Olivetti, infatti quest'ultima era decisamente più avanti...Poi....

Davide A., MB Commentatore certificato 15.02.13 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Angelo, età 50 anni, diabetico da 12 anni

Facevo 80 unità al giorno di insulina, avevo un diabete di Tipo II ma con tutti i sintomi del Tipo I.
Sono vegetariano da oltre 27 anni, però mangiavo malissimo: abbondavo di formaggi, cereali raffinati e dolci (questo ho scoperto essere un errore molto diffuso tra i vegetariani).

Da un giorno all'altro mi sono trovato a convivere con il diabete!
Per puro "caso", a seguito di un viaggio in Arizona, dopo aver visto il video "Crudo & semplice" (vedi pagina "link e libri utili"), ho visto che forse esisteva una strada per curare il mio diabete. Così ho iniziato con un periodo di solo crudismo, e cioè verdure crude, frutta fresca, frutta con guscio (noci, mandorle, ecc.), semi oleaginosi (sesamo, zucca, lino, ecc.) e tanti avocadi.

Mi sono detto: facciamo una prova di un mese e poi vediamo.
Fin dal primo giorno, come viene spiegato nel documentario, ho dimezzato l'insulina.
La glicemia soprattutto i primi due giorni ha iniziato ad alzarsi e andava da 250-300 fino a 350.
Al terzo giorno, la glicemia mi si è abbassata così tanto, arrivando fino a 60, che per paura di andare in ipoglicemia, ho tolto completamente l’insulina.

A questo punto la glicemia ha iniziato ad alzarsi sempre di più toccando i 300-350, ma ho continuato imperterrito e assolutamente fiducioso, anche perché avevo sempre a portata di mano l'insulina.

Dopo una sola settimana, la glicemia è scesa e si è stabilizzata intorno ai 120-130.
A questo punto è iniziato il vero miracolo.
Il giorno che mi sono svegliato senza insulina e ho trovato la glicemia a 130, mi è venuto da piangere.
Non ci potevo credere: dopo 12 anni di iniezioni ogni giorno, senza il farmaco avevo i livelli di zucchero normalissimi.
Adesso sono passati quasi tre anni e non uso più insulina: sto benissimo, non mi ammalo più, e a detta delle persone che mi conoscono, sono ringiovanito di molti anni.

Questo stile di vita mi ha fatto perdere oltre 20 kg, per cui ho riacquista

angelo palomba 15.02.13 20:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in galera !!!!!!!sarà un PIACERE CI VEDREMO IN Parlamento

enricoluca cecchini (tidercinu) 15.02.13 20:35| 
 |
Rispondi al commento

io gli toglierei tutto e lo lascerei dall'Italia queste persone non sanno cosa significa la sofferenza i sacrifici gli chiuderei tutte le porte come loro hanno. fatto. col popolo

Giovanni Di Pdardo 15.02.13 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Se ne devono andare a CASA !!!!!

Baldo Nastasi 15.02.13 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo una classe imprenditoriale
più dedita alla corruzione e alla truffa,
piuttosto che alla ricerca e allo sviluppo.

De Benedetti ha fatto come Colaninno,Gnutti bresciani DOC che,
appoggiati da D'Alema al governo,
sono andati dalle banche a chiedere soldi a prestito senza le garanzie(ma sapevano cosa sarebbe successo)si sono comprati tramite un sistema chiamato LBO(Leverage Buy Out- Acquisto a leva di debito)la Telecom.
In altri paesi non sarebbe stata possibile,ma in Italia era stata salutata come ingegno italiano.
In poche parole si è fatto pagare agli azionisti di Telecom i debiti fatti per omprarli,roba da galera.
Poi con calma hanno svenduto tutto il possibile.

Questa è la nostra grande imprenditoria,
capace di farsi grande non rischiando nemmeno una lira del proprio capitale,e svuotando le aziende acquisite lasciando a secco gli azionisti.

E l'Italia non è un paese dove nascono i Bill Gates o gli Steve Jobs, ma i Tanzi i Cragnotti.

Sarebbe ora di smetterla con questi pseudo-finazieri appoggiati politicamente.

Carlo 15.02.13 20:11| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

De Benedetti tessera n°1 del Pd. Un marpione sempre a galla che si vanta della sua appartenenza al Pd. E' abile coi suoi giornali (Espresso e Repubblica). Passa per un progressista e un 'illuminato'.

carlo carlucci, arcidosso (GR) Commentatore certificato 15.02.13 20:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE,
DE BENEDETTI HA RICEVUTO QUELLO CHE MERITAVA
ALVISE

alvise fossa 15.02.13 19:54| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori