Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Basta poco

  • 362


piacere_tonno.jpg
"Basterebbe abbassare gli oneri contributivi e previdenziali sul personale dipendente. Basterebbe eliminare l'Irap che tassa anche le aziende in perdita e non fa detrarre all'impresa il costi sostenuti x salari e stipendi. Basterebbe che gli enti pubblici pagassero puntualmente i loro debiti verso le imprese e che le banche concedessero maggiore credito alle imprese meritevoli. Basterebbero 4-5 nuove leggi per rilanciare la piccola e media impresa. Questo Stato con tasse, sprechi e corruzione sta facendo di tutto per farle morire." Graziano Putignano

15 Mar 2013, 16:12 | Scrivi | Commenti (362) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 362


Tags: costo lavoro, crediti, enti pubblici, IRAP, lavoro, PMI, tasse

Commenti

 

Non vi sembra anticostituzionale che il CRIF per 2 rate non pagate (per un motivo o per un altro) ti condanna? Nessuno ti da più niente.
Una vera e propria punizione, per anni non puoi comprare a rate niente, nemmeno un lavatrice del cazzo.
Non puoi avere un prestito da nessuna banca, nemmeno dal microcredito... ecc. Non è troppo grande la pena?
Cosa ne pensa il tribunale dei diritti dell'uomo?

maurizio ., firenze Commentatore certificato 10.02.14 20:25| 
 |
Rispondi al commento

DOBBIAMO DARE UN SEGNALE FORTE !!!
TUTTI DOBBIAMO ASSUMERCI LE NS RESPONSABILITA'!!
Queste sono le parole della campagna elettorale!
ALLORA FATELO !!
ANDATE A CASA E LASCIATE CHE I CITTADINI SCELTI DA ALTRI CITTADINI , SI AUTOGESTICANO DA SOLI !!
VOI LO AVETE FATTO PER GLI ULTIMI VENT'ANNI , E I RISULTATI SONO CHE NON UNO DI VOI POLITICI SI E' SIUCIDATO PERCHE' NON ARRIVA A FINE MESE , NON UNO !! ANZI LE VS TASCHE SONO PIENE DEI NS SOLDI !
BASTA !! BASTA !! ASSUMETEVI LE VS REPONSABILITA' !! FATE I BRAVI BAMBINI !! OPPURE COME SEGNO PENTIMENTO COMINCIATE A SUICIDARVI UNO AD UNO ! SAREBBE UN SEGNALE FORTE E UN SEGNO DI RESPONSABILITA' !!

Christian P., treviso Commentatore certificato 26.04.13 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UN ALBERGO A 5 STELLE
(sul Grillismo a Parma)

Ebbene si.
Con buona pace di eschimi e manganelli dal sapore sesantottino, il movimento di Grillo
ha conquistato (e ormai da mesi governa a tentoni) una Parma dalla quale si spera di non intravedere il futuro di un'intera nazione.
Il "movimento" in questione si é proposto al cittadino elettore come programmaticamente avulso da qualunque logica o provenienza politica.
Ovvero: siamo meglio di prima perchè non siamo quelli di prima.(corretto nella forma ma decisamente pretenzioso...)
In tempi di crisi economica, l'attenzione si sposta facilmente sul compenso percepito dal rappresentante
piuttosto che sull'ideologia da esso proposta, una per tutti la Regione Lazio guidata da una Spolverini sempre più imbarazzata...;
da qui il proliferare di ragruppamenti di persone, dagli usi e costumi più disparati, che si prestano al ruolo di paladini del buon vivere.
Martiri, ed è ovvio che politicamente si spera lo saranno, di un nichilismo politico cavalcato alla meno peggio.
Recentemente la giunta Pizzarotti lamenta di essere stata lasciata sola dai poteri forti della città (Barilla su tutti).
Dove sono quelli che ce l'avrebbero fatta da soli e vaffanculo day a tutti gli altri?
Parma, sconvolta e desertificata da malgoverno e corruzzione alloggia in un albergo senza fondamenta.
Speriamo il vento non sia troppo forte.


Andrea

Andrea Bonaccini 16.04.13 03:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma perché Grillo non si mette al tavolo con il PD a porte aperte con tutte le televisioni presenti (in diretta),
proponendo a Bersani 5,6 punti come il dimezzamento dei parlamentari, finanziamenti ai partiti ,stipendi dei parlamentari etc. ?
Gli italiani che vedranno un rifiuto capiranno chi vuole il cambiamento e chi no!
Bisogna portare a casa qualche risultato. Dire solo no a tutti non porta da nessuna parte. La prossima volta che andremo a votare saremo quelli che hanno detto solo no e basta, con il risultato di perdere preferenze. Facciamo qualcosa di concreto (mettiamoci al tavolo con Bersani) e alle prossime elezioni prendiamo almeno il 50% + 1 dei voti.

Sorin.Tanu 04.04.13 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

prima di ridurre le tasse bisogna ridurre le spese, ma purtroppo i nostri cari politici che hanno oprtato la nazione alla bancarotta non ci pensano neppure perche la principale voce di spesa è prorpio la politica e non solo a livello nazionale ma a tutti i livelli.
A tutti quei politicanti da strapazzo ( vedi consiglieri regionali, provinciali, comunali) si dia solo un gettone di presenza simbolico ma solo quando fa politica reale, senza stipendio fisso al mese.
Cominciamo a ridurre le spese poi di conseguenza si ridurranno le tasse. Capito amico mio?

Roberto Dal Zennaro, Caserta Commentatore certificato 04.04.13 01:10| 
 |
Rispondi al commento

prima di ridurre le tasse bisogna ridurre le spese, ma purtroppo i nostri cari politici che hanno oprtato la nazione alla bancarotta non ci pensano neppure perche la principale voce di spesa è prorpio la politica e non solo a livello nazionale ma a tutti i livelli.
A tutti quei politicanti da strapazzo ( vedi consiglieri regionali, provinciali, comunali) si dia solo un gettone di presenza simbolico ma solo quando fa politica reale, senza stipendio fisso al mese.
Cominciamo a ridurre le spese poi di conseguenza si ridurranno le tasse. Capito amico mio?

Roberto Dal Zennaro, Caserta Commentatore certificato 04.04.13 01:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro sig. Grillo partiamo dal presupposto che non ho votato movimento cinque stelle,le tue possono essere belle parole , ma nei fatti non realizzabili, perchè se non si cambia la legge elettorale nessuno potrà avere mai i numeri per governare, pertanto se nessuno governa nessuno ha i numeri per fare le leggi che veramente servono a questo paese.
Dove pensi di andare se nessuno sosterrà un governo cinque stelle (PD-PDL) perchè circa il 33% degli italiani a votato ciascuno dei due partiti.
Per questo motivo serve un governo a tempo con alcune delle riforme che tu tanto vuoi, ed e per questo che basta chiacchiere inutili ed isteriche ma fatti.
Spero che questo che dico faccia riflettere i sig no a tutti i costi, e che si faccia qualcosa presto, se no andiamo a votare , ma non servirà a nulla. Ed il mondo ancora una volta ci prenderà per incapaci di prendere delle decisioni per il bene comune e non dei singoli partiti o movimenti .saluti

manna edmondo 03.04.13 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo: perché la mia vita è costernata da tante preoccupazioni causate in modo prevalente da mancanza di LAVORO. Perché mio figlio di pochi anni deve sacrificare la propria infanzia privandosi dei suoi sogni. Perché vedo invece molti altri che vivono alle spalla di gente come me. perché tutto questo?

Daniela Baiocchi, Potenza Commentatore certificato 03.04.13 12:16| 
 |
Rispondi al commento

98 Miliardi di euro sarebbe molto utile recuperarli! qualcuno ha idea di come fare?

Dionisio Mariano Magni 01.04.13 22:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basterebbe fare un governo con l'appoggio dei Cinquestelle, coglione!!!!!

Carlo Dainelli 31.03.13 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe veramente poco x risolvere tutti i problemi ,con poche leggi fatte bene
01 conto corrente a tutti con credito limitato alla sua finanza
2 togliere tutte le società srl ecc (tutte quelle che preparano i fallimenti con le teste di legno x non pagare le tasse
3 il ritorno delle licenze commerciale con il rinnovo annuo solo se e concreo con i pagamenti dovuti a tutti gli enti
4 pagare le tasse sulla base di quello che rimane
5 costruire case a prezzi calmierati
6 far partire l’agricoltura + turismo
7 costruire zone industriali dando solo un capannone di media dimensioni alle imprese e restituirlo una vota chiusa l’attività e vice versa farla ampliare in caso di crescita in deroga
8 applicare i 20 punti del movimento5stelle il botto e fatto

Manzo Maurizio, Cava de Tirreni Commentatore certificato 31.03.13 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sig. Grillo, vogliamo dare una dimostrazione di vera responsabilita' verso il paese senza usare inutili sproloqui ricchi di espressioni troppo "colorite" che definisco inutili e fuoriluogo ? Vogliamo mandare a casa questi inetti che vivono in un loro mondo e se ne infischiano di cio' che succede al di fuori del palazzo? Bene! allora cavalchiamo 3 semplici proposte che diano respiro immediato a TUTTI:

- detrazione almeno del 50% del valore dei beni di consumo acquistati da ogni singolo contribuente. Un semplice ma efficace metodo per eliminare al 90% l'evasione fiscale.
- Detassazione del reddito da lavoro dipendente con una diminuzione del 50% delle trattenute in busta paga. L'economia ripartirebbe subito e cosi' l'occupazione.
-Riduzione dell IVA al 19% ( senza scomodare regno unito 16,5 oppure spagna...) crerebbe una diminuzione dei prezzi dei principali beni rendendoci competitivi agli occhi degli altri paesi, per nn parlare di una "facilita" nella ripresa dei consumi.

A ruota cercherei di ridurre la spesa pubblica con VERI tagli ai privilegi, stipendi, auto blu e quant'altro di inutile. Il politico e' e sara' colui che si dedica PER PASSIONE al proprio paese e NON per interesse.

Poi mi occuperei di cio' che il popolo considera " de minimis", il conflitto di interessi, l'ineleggibilita' di chi ha condanne pendenti ecc.ecc.

Rendere disponibile internet a tutti, e' sicuramente una buona cosa ma nn si vive di "pane e web".
grazie


Aiutiamo coloro che non hanno la possibilita' di navigare di capire, di non farsi terrorizzare da Tg Che raccontano solo quello che gli conviene.... prendiamo per mano le nostre mamme ed i nostri papa' che sono invecchiati con i "maneggioni" e non credono piu in niente a ritornare ad avere speranza per la loro vecchiaia ma soprattutto per il futuro dei loro figli e dei loro nipoti. Tutti insieme. Tutti facendo qualcosa. FORZA NOI.

Marina Marini, Genova Commentatore certificato 29.03.13 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
tu pensi di andare al voto e raggiungere la maggioranza dei consensi per poter cambire l'Italia. Se si andasse alle elezioni ora, tu prenderesti la metà dei voti perchè, molti di quelli che questa volta ti hanno dato il loro consenso, domani ritornerebbero a votare i partiti tradizionali.Il timore di veder ritornare Berlusconi e le sue arroganti cricche affaristiche oppure, dall'altra parte, la paura di dover rinunciare ai propri privilegi faticosamente conseguiti in questi ultimi dieci anni di oscurantismo italico, sono una buona motivazione per 'dare un voto utile'. Eppure avevi la possibilità di cominciare a cambiare le cose, una per volta, con la ragione della onestà intellettuale che dovrebbe contraddistinguere il tuo movimento. Ma senza sporcarti le mani in un governo come pensi di farlo? Appena tu ti sei defilato (nonostante i numeri del movimento), i fautori dello 'status quo' stanno già programmando il loro ennesimo inciucio e mentre tu ti diverti a giocare alla politica (tanto...che ti importa! Tu non rischi niente, i soldi li hai ed avrai senpre una bella casa che ti accoglie da qualche parte del mondo!), i probleni, per tutti gli altri, rimangono, o meglio, si moltiplicano.

Rocco R. Commentatore certificato 29.03.13 20:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bisognerebbe toglierli completamente e fare una vera riforma del fisco e delle pensioni,basate sull'equita' e giustizia, pagare le tasse dal reddito certo e abolire le pensioni d'oro e quelle che superano almeno 5000 euro di reddito mensile e dare una pensione dignitosa a tutti

aurelio nicastro 29.03.13 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me bisognerebbe toglierli completamente,pagare solo le tasse sul reddito certificato,vero e reale e non nascosto.Il cittadino deve scaricare tutto cio' che spende per la gestione familiare dalle tasse.Le pensioni devono essere tutte con lo stesso importo dignitoso,a questo deve pensare lo Stato,se uno è ricco o supera il reddito mensile per ex.di 5000 euro non avra' diritto alla pensione di Stato,quindi abolire le pensioni d'oro e quelle che non hanno piu' i requisiti cioè il reddito minimo,solo cosi potra' ristabilire un minimo di equita',giustizia e moralita'

aurelio nicastro 29.03.13 19:13| 
 |
Rispondi al commento

siete stati votati da me e molti altri amici nella speranza che avreste fatto quello che state facendo! Siete forti CONTINUATE COSI'

ciro gallo 29.03.13 18:23| 
 |
Rispondi al commento

via il porcellum e un po' di poltrone. Poi si vedrà.

nicola 29.03.13 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Discorsi giusti. Ma vogliamo cominciare a presentare proposte di legge in Parlamento o no?

Euro M. 29.03.13 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le pecore si tosano,...ma non troppo, se no prendono la polmonite e muoiono ... fine della lana.

roberto bossi 29.03.13 14:30| 
 |
Rispondi al commento

E' inaccettabile questa chiusura di Grillo e dei "cittadini" del M5S, i cagnolini sono fedeli al padrone.... Grillo si è montato la testa, la sua ostinazione è diventata ormai solo una vendetta, non vi ricordate? Nel 2009 Grillo voleva la tessera del PD, purtroppo gli è stata negata; io questa la chiamo vendetta. Bene ti sei vendicato! Sei soddisfatto? E' stato un piacere? Ora pensa anche a noi visto che ti abbiamo "aiutato". Io ti/vi ho dato FIDUCIA!!

Isabella l. Commentatore certificato 29.03.13 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il M5S non deve fare INCIUCI con PD ma deve SFRUTTARE il PD.
Sento parlare che non si può avere FIDUCIA di chi …ecc ecc, ma non serve avere FIDUCIA.
Il M5S ha i SEGGI PARLAMENTARI per CONDURRE IL GOVERNO e FARLO CADERE in QUALSIASI MOMENTO.

HA LO STESSO PESO CHE AVEVA CRAXI nel Pentapartito.

SE IL M5S NON VEDE QUESTO PUNTO VUOL DIRE CHE NON VUOL GOVERNARE E FARE ESATTAMENTE COME HA SEMPRE FATTO PARTE DELLA SINISTRA (radicale) .

E’ chiaramente più facile far casino rimanendo sempre all’opposizione e magari lucrare (MANGIARE).

CHI CONDANNA LA SALITA NEL GOVERNO DEL M5S VUOLE SOLO DISTRUGGERE IL PD, e spera alla fine in un lungo dominio della DESTRA per essere poi l’unica opposizione..

Chi dice che NON ESISTE DESTRA (CONSERVATORI ) o SINISTRA (RIFORMISTI ) nel MONDO dice il falso e perché non vuole decidere da che parte stare.

Simone B., Rimini Commentatore certificato 24.03.13 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe e carissimi Signori Cinque Stelle, che ci rappresentate in parlamento, vorrei farvi una proposta che magari sarà già stata fatta in questi commenti o in altra discussione: e se rendessimo tutte le spese, o almeno le più importanti, deducibili?
s'innescherebbe un vortice di legalità fiscale impressionante!
Mi spiego meglio con un esempio banale: la mattina prendo un caffè al bar, pago e chiedo lo scontrino, come me lo fanno diversi milioni d'italiani, risultato? I gestori dei bar devono rendicontare al fisco la quantità degli introiti, quindi, per evitare di pagare il 100% delle tasse, siccome un caffè è composto dalla materia prima (il caffè), acqua trattata con sistema d'addolcimento, uso di energia elettrica e manutenzione della macchina del caffè, chiedono a loro volta un documento fiscale ai fornitori/manutentori, per detrarre quanto più possibile ed abbassare il carico fiscale.
A seguire, per ovvia conseguenza, i fornitori/manutentori faranno lo stesso con le spese da loro sostenute, per far fronte ai guadagni dichiarati e così a seguire.
Esito finale?
Tutti dichiarano = meno evasione = maggiori introiti allo stato (cioè noi) = meno prelievo fiscale = meno tasse = maggiore potere d'acquisto = maggiore circolazione di denaro = zero stagnazione = fine crisi
Immaginate ora applicarlo a diversi beni di consumo, applicato a tutte le fasce sociali, vorrà dire che servirà anche verificare questa forma di Carico/Scarico fiscale con conseguente assunzione di personale addetto (e non saranno pochi).
Per i più: è il sistema fiscale americano ed, in parte, tedesco.
Qualcuno potrebbe obiettare che non c'è copertura finanziaria per applicare tali modifiche, allora propongo di iniziare a prelevare da chi ha debiti con lo Stato, tipo le sale slot/bet/scommesse/ecc. che, come già diversi hanno segnalato, si tratta di 98 miliardi di euro, poi si passa ai beni confiscati alle mafie, all'ENI, che è statale, ma con sede a Lussemburgo, così non deve paga le tasse it

Edoardo Zaccari 22.03.13 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe opportuno andarsi a rileggere la nuova costituzione mondiale di matrice massonica; ma a noi gli incubi non piacciono!

Corrado Pavone, Formia (LT) Commentatore certificato 19.03.13 16:29| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più importante è capire che i governi italiani e quelli stranieri ( europei e extra europei ) stanno facendo di tutto per affondare l'economia italiana. Non è un fatto di crisi. Non è stato fatto assolutamente nulla per rilanciare l'economia. E' proprio la volontà dei super potenti di affossare l'Italia per fare man bassa... Credo che anche una persona con un minimo di testa e di buona volontà saprebbe fare le mosse giuste per portare il paese verso la ripresa. Dunque tutti coloro che hanno governato finora hanno volutamente "non" fatto cose positive e, contemporaneamente, fatto tutte le cose negative possibili ( come quella di far arrivare i carburanti a prezzi esorbitanti per mezzo della tassazione ). Capirlo bene è il primo passo per reagire

David M. 19.03.13 14:22| 
 |
Rispondi al commento

appunto se bastano 4-5 cose per andare meglio ci vuole un governo e se m5s lo spingesse le farebbe poi si va' avanti cosi' appena sgarrano li molli e ne esci a testa alta.

luciano canale 19.03.13 09:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Putignano: già sentiti questi discorsi, abbassare le tasse, pagare le imprese, aumentare il credito da parte delle banche, ecc: è tutto condivisibile ma, di grazia, DOVE e QUANDO si trovano i soldi per queste misure? Grazie

Franco 19.03.13 02:59| 
 |
Rispondi al commento

parole sante

giuseppe antonelli 18.03.13 23:11| 
 |
Rispondi al commento

burocrazia=corruzione
i parassiti statali ci fanno affari d oro
tu vuoi combattere il letamaio con le loro
regole ?democrazia in italia=equitalia

claudio t., chupaclatir@gmail.com Commentatore certificato 18.03.13 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Lettera a grillo
Questa è una lettera aperta, a te che hai smosso le coscienze di noi Italiani.
Io sono uno dei tanti che ha votato x protesta, onestamente mi ero informato il giusto prima del voto. Ma dopo i risultati stupefacenti ho voluto approfondire, il risultato è uno solo cambiare: cambiare il modo di far politica, eliminare la feccia, non fare compromessi con chi ha rovinato questa Nazione,solo x questo ridarei il voto a vita, ma?.
Dopo i fatti delle votazioni al Senato, mi sono chiesto, siamo veramente pronti noi Italiani ha fare, un passo così epocale, purtroppo no, x mille motivi, uno potrebbe essere x vigliaccheria, o per interessi personali, x non aver capito quello che il m5s aveva sempre sostenuto, ma c'è anche un altra ipotesi, quella della paura, di entrare in una spirale che non se ne esce più.
Ieri sera ho visto la trasmissione Reporter, come spesso guardo, siamo in una situazione veramente... non ho nemmeno le parole x dirlo. Hanno affrontato x l'ennesima volta il precariato, ma soprattutto nella sanità, una cosa di una gravità infinita, se penso a queste persone che lavorano x pochi spiccioli, senza certezza, esistono veramente delle Grandi Persone.
X loro è non solo, se si facesse un beckup?, se la maggioranza del m5s accettasse questa ipotesi: entrare a far parte di questo governo, ad determinate condizioni. Considerando che,una opportunità così x il m5s, possa non capitare più, entrare nella stanza dei bottoni per poter fare una vera rivoluzione e dei cambiamenti radicali. A oggi il PD forse è pronto a sostenere questa soluzione, a mio avviso se c'era Renzi, i giochi erano già fatti. Quindi carissimo Beppe Grillo, vanno valutate tutte le ipotesi anche quelle dolorose, ma sempre x il bene di una Nazione. Ormai sei entrato nella storia, a testa alta, anche se molti ti denigrano, sono quelli che si lamentano, ma non vogliano cambiare mai, ma ora tocca a te nel bene o nel male a prendere una grande decisione, la storia c'è lo dirà.

Guido de Lagatinerie , Firenze Commentatore certificato 18.03.13 17:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

servirebbe togliere anche le cooperative

magic car 97 18.03.13 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Fa di tutto per farle chiudere, e niente per farle aprire. Agevolazioni per l'apertura di P.I. da parte degli under 35, di sgravi per le aziende che assumono giovani ? La situazione ad oggi è ben diversa, i problemi d'occupazione ci sono per tutte le fasce d'età. Le agevolazioni dovrebbero essere fatte per tutti. Per chi apre un'attività dovrebbe valere che paga a inizio anno, in base a quello che ha guadagnato l'anno precedente, in % e se non ha guadagnato a sufficienza non paga niente. Nemmeno INPS e INAIL. E se va in negativo lo si porta in bilancio l'anno successivo. Bisogna garantire la sopravvivenza, in modo legale. Non possiamo diventare tutti quanti "vu cumprà".

Fabrizio D. Commentatore certificato 18.03.13 10:50| 
 |
Rispondi al commento

ho molta speranza che cambi qualcosa. Basta con i compromessi, basta con gli inciuci.
Meglio nuove elezioni che accomodamenti impossibili.

renzo a. 18.03.13 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Se possibile vorrei dare un contributo al movimento. Alla faziosità dei giornalisti che alle proposte del movimento chiedono dove prendere i soldi, non un solo attivista ha mai risposto che i soldi ci sono. È risaputo che ci sono circa 150 miliardi di euro di evasione fiscale, basterebbe fare la riforma del fisco in maniera seria con una lotta seria agli evasori. Spero di essere stato utile.

Paolo Petrone 17.03.13 19:06| 
 |
Rispondi al commento

IGNORANTI!!!! Basterebbe questo invece ----> http://memmt.info/site/programma/ ed invece lo IGNORATE!! Ha ragione Paolo Barnard: siete in malafede!!! La MeMMT potrebbe portarci ricchezza, piena occupazione, benessere per tutti...e Voi che fate???? IGNORANTI!!!!!

Ale Manetta 17.03.13 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O votato x il M5S perchè è il partito che a più voglia di cambiamento mandare a casa tutta la vecchia politica che a saputo solo ingrassare le loro casse,fregarsene delle famiglie che vivono con 1000 euro al mese,Bersani insiste ancora col finanziamento pubblico dei partiti,dice che è il 00,1 io dico che quel 00,1 a noi italiani pesa come un macicnio,e tutta la spesa della politica deve ricadere sui politici che intendono di fare politica,perchè fare politica è un onore e riconoscenza alla persona e non un mestiere ben retribuito. meno tasse x tutti ,imprenditori artigiani,autonomi,salariali,pubblici e privati,portare lo stipendio superiore alla media europea a operai e commessi,impiegati,detrarre più tasse appunto x per integrare a chi alsa le paghe, alle industrie che fanno formazione che investono su i giovani,ecc. + alte le paghe + girano i soldi + crescita+ consumi -meno povertà. non si spende non si cresce,non n si consuma i negozzi chiudono si perde il lavoro,la crisi va oltre.

Piero p., roma Commentatore certificato 17.03.13 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Ho Letto, DALEMA presidente della repubblica? HHo ragazzi, non facciamo scherzi!!!

Diego dellavega 17.03.13 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER RILANCIARE LE PMI LA PRIMA COSA E' L'ABOLIZIONE DEL C R I F E DI TUTTE LA BANCHE DATI ANNESSE. SOLO COSI SI POTRA' RIPARTIRE. IL VERO ASSE CHE BLOCCA GLI INGRANAGGI DEL SISTEMA BANCARIO IN ITALIA E' IL CRIF, ABOLIRLO E' VITALE, CI SONO AZIENDE CHE NON POSSONO ACCEDERE AL CREDITO PERCHE' HANNO IL CRIF SPORCO, ATTENZIONE ANCHE PER UN SOLO RITARDATO PAGAMENTO. TUTTE LE AZIENDE STREMATE DA 5 ANNI DI CRISI CREATA AD OK COME AL SOLITO NON DA NOI, E CHE IL presidente DEL CONSIGLIO HA NEGATO, PER LUI NON C'ERA NESSUNA CRISI, LE PIZZERIE ERANO PIENE ci HA DETTO, MENTRE SI SC.....VA LA BELLA. STRONZO MALEDETTO IGNORANTE, PER COLPA SUA SONO MORTE TANTE PERSONE SUICIDE STRONZO MALEDETTO DA DIO E DAGLI UOMINI GIUSTI.
RIBADISCO LA PRIMA COSA DA FARE E' ABOLIRE LE BANCHE DATI BANCHARIE, COSI' FACENDO SI SBLOCCHEREBBERO COME DIRE SI SDOGANEREBBERO MOLTE AZIENDE CHE SONO AL COLLASSO, E MOLTE ALTRE APRIREBBERO COMINCIANDO AD ASSUMERE PERSONE, LE QUALI COMINCIEREBBERO A CONSUMARE E QUINDI FAREBBERO RIPARTIRE TUTTO.

Antonino Abate, Santa Maria di Licodia prov. Catania Commentatore certificato 17.03.13 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Si peccato che per eliminare irap, pagare arretrati pubblica amministrazione, abbassare i contributi sul personale ci vorrebbero tanti di quei miliardi di euro di risparmi che in questo momento critico si può difficilmente immaginare! Bisogna fare proposte serie e concrete, senza farsi prendere dal populismo! L'Italia ha bisogno di una drastica sterzata, ma bisogna dire chiaramente ai cittadini che le riforme da attuare causeranno un drastico ridimensionamento dello stile e del tenore di vita di tutti i cittadini! Non ci sono soluzioni semplicistiche, riduzione entrate e contestuale riduzione sprechi e spese comporterà comunque drastico incremento disoccupazione!


Ci vuole un rilancio dell'industria e ridare a questo paese una gran voglia di rimettersi in gioco.
Per far questo ha mio avviso bisogna investire su chi ha delle idee valide,e poter dar modo sia a chi vole essere imprenditore, ma anche per l'operaio.
Questo come?
1º le banche(banca d'Italia) devono concedere almeno il 70%del finanziamento con tassi agevolati

2º Per garantire sia la banca e sia la completa trasparenza, con l'evasione e con le infiltrazioni mafiose, inserire all'interno della fabbrica una nuova figura che controlli tutti i movimenti di essa con sistemi fiscali molto più semplici di quelli attuali. Questa figura dovrà essere da garante e per tanto dovrà essere sostituita a rotazioni, ogni tot tempo.

3º Le tasse non devono superare il 45% per poter dar modo ad un guadagno più uniforme a tutti i lavoratori.
Gli stipendi dovranno essere rapportati a quelli europei, compresi ai dirigenti. Gli utili dovranno essere sparti in percentuali sia per rinvestirli nella azienda e per tutti i lavoratori che ci operano, questo sarà molto importante per dare uno spirito di unione e di competizione nella azienda.
Questi 3 punti sono stati elencati in maniera molto e dico molto sommaria ma il concetto è molto semplice basta poco per dar vita ad un nuovo modo di fare imprenditoria.
Facendo presente che non ho le qualifiche ne di studi ne di lavoro ( faccio il commerciante) ma è anche vero che basterebbe poco x ridare fiducia a questo paese.
Tutte le forze politiche, parlano tanto anzi tantissimo ma non ho mai sentito da nessuno come rilanciare l' economia in maniera dettagliata, con nuove idee.

Guido de Lagatinerie , Firenze Commentatore certificato 16.03.13 22:38| 
 |
Rispondi al commento

mi sto deludendo di questa italia

gianfranco bellanca 16.03.13 20:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cominciamo con i primi casini. "Uno vale uno" e già ci stiamo adeguando all'andazzo...

FRANCO BATTAGLIA, ROMA Commentatore certificato 16.03.13 20:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene oerò eliminaimo anche gli studi di settore?Uno paga per quel che guadagna non prima in aticipo. Se io non guadagno quello che vuole lo stato come si fa? vedete un po' voi se vi sembra il caso di porporla

Luana Andraghetti 16.03.13 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se si abolisse o riducesse l'imposta di bollo sulle cambiali, questo ottimo strumento di pagamento tornerebbe a far circolare il credito tra le aziende e i privati senza che vi gravi la mano morta delle banche. Banche che invece di svolgere il loro compito di finanziare le attivita' produttive cercano di arricchirsi speculando, pagano cifre iperboliche i loro capi incapaci e beneficiano di leggi fiscali tutte a loro vantaggio.

Claudio 16.03.13 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Salvare le piccole e medie imprese... é un'ideale nobile, ma lo capite che l'economia funziona secondo le leggi della domanda e dell'offerta? In questo momento l'austeritá imposta dall'europa ha ridotto la domanda al lumicino, la gente non consuma piú, le imprese chiudono perché c'é un eccesso di offerta! Le ricette europee quali sono? Ridurre la spesa pubblica e i salari, cioé comprimere ancora di piú la domanda. L'idea dell'Europa é quella di diventare tutti piccoli tedeschi mercantilisti esportatori. Le nostre aziende devono diventare competitive per esportare, esportare, esportare...(quindi non potendo svalutare la moneta, devono svalutare i salari) Dobbiamo diventare tutti cinesi, rinunciare a consumare per vendere all'estero e arricchire i profitti delle grandi aziende. Le piccole e medie imprese possono morire visto che sono orientate al mercato interno, ma si sa il mercato interno, cioé noi, non conta niente... noi dobbiamo esportare...
E riguardo ai punti proposti in questo commento l'autore si é dimenticato che siamo ancora dentro l'UE? E che al netto di Fiscal Compact, Fondo Salva Stati e Spread non abbiamo piú un euro per finanziare nulla?
Lo stato é in avanzo primario da piú un decennio, cioé incassa di piú con le nostre tasse di quanto non spenda per servizi pubblici! Peró il debito pubblico aumenta... Molti non si sono resi conto che i nostri soldi servono per finanziare i detentori del debito attraverso i tassi d'interesse decisi da loro stessi "i mercati" (visto che non abbiamo piú una banca centrale) e per salvare le banche dei paesi del nord che vantano crediti (PRIVATI) dai paesi in crisi. A tutto aggiungeteci un bel pareggio di bilancio e il pranzo é servito!

Pier P. Commentatore certificato 16.03.13 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho votato M5S proprio perche' sono convinto di questo. Basta poco!
E ci stiamo arrivando. Adesso. Basta poco.
Basta trovare i soldi per fare i cambiamenti enunciati sopra.
Ma i soldi vanno trovati pero'.
E per trovare i soldi bisogna governare.
Se invece si aspetta di avere il 50.01% dei voti prima di agire il post sopra rimane una sequenza inutile di parole.

Antonio Maimone, catania Commentatore certificato 16.03.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

basta poco, se cè volontà si smuovono anche le montagne.

lorenzo ciccarone 16.03.13 18:00| 
 |
Rispondi al commento

basterebbe uscire dall'euro... basterebbe una banca d'italia dipendente dal ministero del tesoro, e sottoposto al controllo democratico come il resto del governo. una banca che non permetta ai mercati di stritolarci con gli interessi sul debito. Una banca con cui lo stato possa finanziare la ristrutturazione di questo paese spogliato e massacrato dalle grandi lobby. Basterebbe dire di no a questa europa e cercare di ricostruirla su basi democratiche con l'euro come punto d'arrivo di un processo che preveda unificazione politica, previdenziale, sanitaria,del lavoro... Adesso dobbiamo salvarci prima diventare una colonia tedesca, o anche prima di diventare il mezzogiorno d'Europa, se la Germania acettasse un'improbabile unione fiscale.

Pier P. Commentatore certificato 16.03.13 17:46| 
 |
Rispondi al commento

attenzione chi blocca qualsiasi buona legge o buon comportamento civico della pubblica amministrazione, sono i burocrati. funzionari, che con la bassanini danno il loro parere su qualsivoglia delibera. sono i più corrotti e menefreghisti, verso qualsiasi cambiamento. rispondono solo agli interessi di chi li ha nominati e normalmente rispondono solo alla casta della sinistra e dei sindacati.

francesco di giambattista, vittorito Commentatore certificato 16.03.13 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Ti, Vi scongiuro. La lotta alla mafia non ha colore. È una nomina simbolica ma essenziale. Libertà di voto

Liliane mancini 16.03.13 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Forza grillini.

We need your ideas and creativity in the UK as well.

Geoff Holmes 16.03.13 16:01| 
 |
Rispondi al commento

L'idea e' di una semplicita' assurda chissa come mai i politici delle ultime leglislature e coloro che hanno introdotto queste norme non abbiano saputo prevedere le ricadute sul sistema produttivo. L'irap e' l'esempio tipico. Spero e sostengo riforme in tal sensochedarebbe,soprattutto alle piccole imprese la possibilita'di crescere.
cordialita'.

Antonio Russolillo 16.03.13 15:50| 
 |
Rispondi al commento

per me è troppo tardi: fallimento con crediti di 20 volte superiori ai debiti ... indovinate chi non mi ha pagato ...

edo g. Commentatore certificato 16.03.13 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A mio avviso bisognerebbe agire sulle spese inutili, vedi auto blu , enti inutili, le attività politiche delle regioni e delle province. Bisogna ridare fiato all'economia abbassando la tassazione dei redditi da lavoro dipendente portandolo ad una sola aliquota sd esempio 20%, aumentare e rendere più veloci i vontrolli anti evasione fiscale. È possibile, badta volerlo sul serio.

Vito Dulcamare, Bari Commentatore certificato 16.03.13 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Basta pochissimo..... alla prossima approvazione della legge di stabilità (già finanziaria), vogliate cambiare, cari cittadini deputati, la L. 27 luglio 1978, n. 392
Disciplina delle locazioni di immobili urbani.34. Indennità per la perdita dell'avviamento.


In caso di cessazione del rapporto di locazione relativo agli immobili di cui all'articolo 27, che non sia dovuta a risoluzione per inadempimento o disdetta o recesso del conduttore o a una delle procedure previste dal regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, il conduttore ha diritto, per le attività indicate ai numeri 1) e 2) dell'articolo 27, ad una indennità pari a 18 mensilità dell'ultimo canone "corrisposto"; per le attività alberghiere l'indennità è pari a 21 mensilità.SOSTITUIRE PAROLA CORRISPOSTO CON PAROLA "RICHIESTO" e vedrete cari amici cittadini deputati, come si riprende l'ITALIA tutta. Solo con questa piccola modifica. Nella speranza che qualche amico "cittadino a 5S" pensi questa cosa saluto con piacere tutti.

Frediano L., Gallipoli Commentatore certificato 16.03.13 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo!!! Lavoriamo per gli stessi ideali, www.confapri.it la nostra rete di imprese e lavoratori, con i giovani e talenti, CHIEDE DI ELIMINARE LA VERGOGNOSA PIAGA DELLA DISOCCUPAZIONE, CASSINTEGRAZIONE, MOBILITÀ ED ESODATI; Noi imprese siamo certi che in Max 1-2 anni l'80% di queste 4 milioni di persone verrebbero impiegate in azienda se si attuerà quello che voi dite (via IRAP, IMU sui capannoni, tasse più eque, taglio alla burocrazia ed adempimenti) e se sopratutto le tasse e tributi, nei primi 5 anni di impiego, verranno eliminati! FACCIAMO RISORGERE IL SOLE NELLE IMPRESE E NEL LAVORO... confAPRI.it è con Voi....

Massimo Colomban, Conegliano Commentatore certificato 16.03.13 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per pietro s. troll di merda!!! almeno cambia nick!

lorenzo lelli 16.03.13 14:36| 
 |
Rispondi al commento

non spariamo cazzate, l'irap è una briciola del fatturato quando si paga un tax rate del 55% (senza contare le imposte indirette con le quali arriviamo al 73%) ma dove volete andare? c'è da AZZERARE TUTTO IL SISTEMA sveglia capre! ma è già troppo tardi...

alessandro 16.03.13 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Bene così, avanti tutta.....!!!!

Raoul marcantonio 16.03.13 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbero 15000mld di euro ai 3000000 di disoccupati lavori socialmente utili x far ripartire l 'economia più caffè la mattina più vestiti più serate allegre Così ripartirebbe l' economia

Berardino izzo 16.03.13 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Tutti buoni propositi! Anzi direi ottimi! Ma come pensate di metterli in pratica? Chiudendovi in voi stessi e non ascoltare nessun altro perchè tutto quello che è esterno a voi è tutto marcio, e voi siete gli unici perfetti senza macchia e senza peccato? L'Italia ha bisogno di interventi prima di subito, non di chiacchiere. E questi interventi,volenti o nolenti, li potrete mettere in pratica solo con il PD di Bersani.Questa è una grandissima occasione e non sfruttarla subito potrebbe essere fatale! Per l'Italie e anche per voi.Avete incanalato la rabbia degli italiani dentro il parlamento e ora dovrete dare delle risposte concrete.Se costringerete il Pd a fare un governo con la feccia del Pdl l'Italia si impantanerà ancora di più,e gli 8ml di italiani che vi hanno votato oggi se pensate che vi voteranno anche domani siete degli illusi.E'vero che nel Pd sono stati eletti ancora una volta alcuni dinosauri(e malgrado tutto non hanno niente a che vedere con i delinquenti del pdl)ma si è anche rinnovato tantissimo.E'il parlamento più pulito della storia repubblicana.Finisco con una preghiera:non buttiamo via questa occasione.Potrebbe essere la prima e l'ultima!

Bruno Tartaglia 16.03.13 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Hai scoperto l'acqua calda: per fare queste semplici cose occorre prima una guerra sociale con morti e feriti

Guido pisano 16.03.13 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Qualche parola sul " reddito di cittadinanza ".
1 ) E' necessario e urgente;
2 ) Non può consistere in una elargizione
gratuita:
non sarebbe morale verso chi lavora
e favorirebbe il lavoro in nero dei " furbi ";
3 ) Chi percepisce il reddito di cittadinanza
deve mettere a disposizione della
collettività il suo tempo ( 40 ore
settimanali ) e le sue
competenze;
4 ) Sarà lo Stato ( tramite Regioni e Comuni ) a
utilizzare questa forza lavoro ( a basso
costo ) per finalità pubbliche;
5 ) L'impiego potrà essere diretto: avremo
custodi dei musei e delle aree
archeologiche, bidelli, operatori ecologici
e, per competenze più elevate, tecnici e
impiegati vari, con conseguente grande
risparmio di spesa per la collettività;
6 ) L'impiego potrà essere indiretto: le imprese
private che riceveranno appalti pubblici
potranno disporre, a costo zero, di personale,
qualificato o meno, e verranno remunerate
solo per le attrezzature impiegate, per i
materiali acquistati e per la
organizzazione del lavoro, oltre che per i
loro dipendenti " stabili ". Ciò comporterà
ulteriore risparmio di spesa per la
collettività;
7 ) Chi verrà ammesso al reddito di cittadinanza
documenterà le sue competenze e verrà avviato
al lavoro " pubblico " nel senso sopra
indicato, per quanto possibile sulla base
di tali competenze e in un ambito geografico
locale ( possiamo immaginare dei comprensori
del diametro massimo di cinquanta chilometri
);
8 ) Nello stesso ambito, qualunque soggetto
privato o pubblico che intenda effettuare
assunzioni dovrà dare notizia della sua
esigenza al " comprensorio ": verrà assunto
in via preferenziale chi sta ricevendo il
" reddito di cittadinanza " ( a parità di
competenze rispetto a soggetti terzi );
9 ) Sanzioni colpiranno chi percepisce
il " reddito di cittadinanza " ma lavora in
nero.

Giampiero Pani 16.03.13 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mah i grillini che dovevano essere la vera novità in parlamento cominciano a convincermi sempre meno...............

Mi sembra che la legge del duopolio sia l'unica legge in vigore dentro il M5S..........se questi sono i fatti siamo messi bene..........per non dire malino............

A proposito considerando che marta grande ha presentato carte false pur di essere eletta non sarebbe il caso secondo trasparenza fosse sostituita ?
Oppure è una raccomandata di casalseggio.....o grillo.

Pietro S. Commentatore certificato 16.03.13 12:20| 
 |
Rispondi al commento

...che vergogna:STIAMO MORENDO e il PD e PDL che fanno?GIOCANO CM DEI BAMBINI ORGOGLIOSI IN PARLAMENTO ,invece di GUARDARE IN FACCIA LA REALTA e RISOLVERE IL PROBLEMA,gli unici a votare sn stati il M5S xke gli altri VOGLIONO TUTTO X LORO,XKE NN SI SN ABBASSATI LO STIPENDIO E NN RINUNCIANO A TUTTO CIO CHE E SUPERFLUO?XKE?e poi gia sappiamo cm RISANARE L'ITALIA:BASTA TOGLIERE TUTTO IL MARCIUME,TUTTE LE LEGGI STUPIDE E PRENDERE QLC LEGGE DA QLC STATO CM SVIZZERA,AUSTRALIA,NORVEGIA......:LORO C'E LA FANNO E LA BELLA ITALIA XCHE NO?VIA IL MARCIUME RIPULIAMO TUTTO E VIAAAAAAAAAAAAAAAAAAA SI RIPARTE SUBITO,FACILE NO!

rosy giovinazzo Commentatore certificato 16.03.13 12:19| 
 |
Rispondi al commento

basta parlare e ora di fare i fatti

gianchi miche, piossasco (TO) Commentatore certificato 16.03.13 12:09| 
 |
Rispondi al commento

CARISSIMI ITALIANI, BERLUSCONI COMINCIA AD USCIRE ALLO SCOPERTO E MANDA AVANTI I SUOI.....
VI DICE NIENTE?????
E' IL PRIMO PASSO PER LA FORMAZIONE DEL "GOVERNO TRUFFA" (vedi post precedenti...)
TRA NON MOLTO RISPONDERA' LA SINISTRA (MA NON CON BERSANI, SAREBBE TROPPO SPORCA...).
E ALLORA CHE SUCCEDE ????
SUCCEDE CHE CI SARA' UNA REAZIONE DECISA IN PARLAMENTO CHE PORTERA' IMMEDIATAMENTE UNA PROTESTA MOLTO FORTE SULLE PIAZZE!!!
E ADESSO VI FACCIO LA MIA "PROPOSTA" !!!! (che pubblicherò immediatamente sul Blog Beppe Grillo).
--------------------------------NON SCENDETE IN PIAZZA !!!!!!!-------------------------------------
------------------------------NON CADETE NELLA TRAPPOLA !!!!!!---------------------------------
-----------LA NOSTRA REAZIONE AVVERRA' IN PARLAMENTO CON IL VOTO !!!!--------------
------------------------------------------------------------------------------------------------------------
LE DIFFICOLTA' SONO DRAMMATICHE, AIUTIAMOCI L'UN L'ALTRO, CON IL VICINO, CON I NOSTRI AMICI, CON LA GENTE, NON VERGOGNATEVI DI CHIEDERE AIUTO, NON PERDIAMO LA TESTA !!!!! QUESTA RIVOLUZIONE CULTURALE E CIVILE LA FACCIAMO IN PARLAMENTO CON UNA MAGGIORANZA SCHIACCIANTE, NON MOLLATE !!!!
CI STANNO TOGLIENDO L'OSSIGENO, VOGLIONO METTERCI ALLA FAME, E' LA NOSTRA PROVA PIU' DURA MA L'UNICA OCCASIONE PER TAGLIARE QUESTO CORDONE CHE CI LEGA ALLA POLITICA CORROTTA E FALLIMENTARE!!!!
NON POSSIAMO SCENDERE A COMPROMESSI CON LA MAFIA, IL TEMPO E' FINITO!!!
FACCIAMO TUTTI INSIEME LA STORIA !!!!CARISSIMI ITALIANI, BERLUSCONI COMINCIA AD USCIRE ALLO SCOPERTO E MANDA AVANTI I SUOI.....
VI DICE NIENTE?????
E' IL PRIMO PASSO PER LA FORMAZIONE DEL "GOVERNO TRUFFA" (vedi post precedenti...)
TRA NON MOLTO RISPONDERA' LA SINISTRA (MA NON CON BERSANI, SAREBBE TROPPO SPORCA...).
E ALLORA CHE SUCCEDE ????
SUCCEDE CHE CI SARA' UNA REAZIONE DECISA IN PARLAMENTO CHE PORTERA' IMMEDIATAMENTE UNA PROTESTA MOLTO FORTE SULLE PIAZZE!!!
E ADESSO VI FACCIO LA MIA "PROPOSTA" !!!! (che pubblicherò imme

Marco Americcioni, Foligno Commentatore certificato 16.03.13 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basterebbe ancora meno. Benzina ad 1 euro ed IVA al 15%. Ci sarebbe ossigeno per tutti, la ripresa sarebbe immediata... semplice... ma forse per questo incomprensibile!

Riccardo Ferrara 16.03.13 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dai Beppe e M5S non modifichiamo una virgola delle nostre idee, si tratta solo di aspettare ancora un pò e vedrete che tenteranno di fare l'ennesimo inciucio spartendosi camere e tutte le commissioni perchè hanno paura che lasciandole al M5S vengano a galla gli affari sporchi fatti negli anni!!! Stanno tremando e questo tremolio stà facendo traballare anche altre nazioni "AMICHE" spero vivamente che i risultati del M5S aprano uno squarcio anche altrove, quindi avanti così senza SE e senza MA , bisogna mantenere la linea tracciata durante gli anni da Beppe e restare sempre alla luce del sole o dei riflettori.Così nessuno può più dire una cosa e poi smentirla subito dopo...........

andrea l., pinerolo Commentatore certificato 16.03.13 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il pd è il male!! mai accordi con lui!!!!

Un cittadino 16.03.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due domande per sapere. 1 - Governerete (ammesso che arriverete da qualche parte oltre che sedervi) come a Parma?
2 - c'è una possibilità che voi andiate d'accordo con qualcuno o siete una setta per cui o esattamente la vostra idea o zero?

Leone Brera 16.03.13 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Una mancanza cronica di politica a sostegno delle piccole imprese e un accanimento predatorio della politica, della burocrazia,e del sistema paese nel suo complesso alle risorse prodotte dalla piccola impresa stanno distruggendo il nostro paese ormai preda della complice finanza internazionale. I nostri politici sono pronti a svendere le ultime nostre risorse ai veri poteri internazionali in cambio di una fettina di potere,ma la cosa più spaventosa non è l'avidità,l'arroganza,e la sete di potere da sempre insita nell'animo umano,ma quanto la loro drammatica ignoranza incapacità ed ignavia che li convince di essere grandi statisti,ignorando di essere pecorelle tra lupi!!!

gianni ciacci, ciaccisas@gmail.com Commentatore certificato 16.03.13 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo morendo di liberismo e vogliamo curarci con altro liberismo. E' come se un malato di cirrosi epatica volesse curarsi con flebo di whisky...

Egidio Franco 16.03.13 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Proposte geniali,non c'e' che dire...Basterebbe piu' buon senso dal movimento e meno odio. Un governo democratico,che risponda alla pancia ma anche alla testa del paese.

Ezio Dosa , Roma Commentatore certificato 16.03.13 11:06| 
 |
Rispondi al commento

No, serve la sovranità monetaria. Punto. Lo predicavi ancora nel '98. Quindi per favore. Adesso...

Diego Gastaldelli 16.03.13 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Graziano !!
basterebbe che gli italioti guarissero dal servilismo !
basterebbe che qualcuno prendesse i forconi !
Basta poco che ce vò

antonio silvestre 16.03.13 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Il solo pensare che il M5S abbia la men che minima responsabilità nella crisi economica del paese, è come sostenere che la responsabilità di ogni colpevole azione politica del passato, è imputabile ai nostri figli...che ancora devono nascere, perchè intanto, solo a scopo preventivo, stimiamo che sbaglieranno nella loro vita...del resto "errare humanum est". Non è solo disonesto e immorale, ma anche illegale, è in altre parole una menzogna denigratoria, che si chiama calunnia. E denota un'invidia profonda verso la nuova generazione e verso un pensiero nuovo che non sono stati capaci di immaginare!

Matteo Rossi 16.03.13 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Per adesso tutte parole e anche se molti fanno finta oppure non capiscono o non lo sanno con questa legge non può governare nessuno gli italiani per primi dovrebbero fare pressione perché' chi ha la maggioranza dei voti possa governare tutto qua semplice no...... Invece no perché tutti quelli che hanno qualcosa da dire si scordano semplicemente questo piccolo particolare mi viene da pensare che tutti i partiti siano d'accordo su questa cosa.

Maurizio Bonini 16.03.13 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, siamo in AGONIA sbrigati a fare qualcosa, se continua cosi non solo Noi ma anche il Paese è finito, tu lo sai, LORO fanno finta di non VEDERE, tieni duro

Mario Barretta 16.03.13 10:57| 
 |
Rispondi al commento

e perchè non lo fate? perchè non lavorate per noi che vi abbiamo votato? siete proprio una grossa delusione.....

tiziana cecchi, firenze Commentatore certificato 16.03.13 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La sintesi di luoghi comuni e di sentito dire di questo post è sconcertante: riunisce tutto ciò che vanno dicendo da anni senza farlo PD e PDL, spiegami COME intendi farlo e PERCHE' tu dovresti essere più credibile di altri (e non tirare fuori il solito luogo comune del "noi non siamo come gli altri", per favore).

Marco Nobler 16.03.13 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Ecco Bravo! Io sono 6 mesi che scrivo sul blog le stesse cose! Adesso fatevi da fare e mettete in pratica queste parole e badate bene a non farle rimanere tali! Badate bene perché l'Italia è in condizioni disperate, non resistiamo 6 mesi conciati così: lo Stato non paga le imprese 100 miliardi di euro di debiti, patto di stabilità assurdo ammazza imprese e comuni, tasse esagerate su dipendenti e imprese senza avere un congruo servizio pubblico...diamoci 1 mossa!

Paolo Barberis 16.03.13 10:35| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

non capisco perche' ,chi durante la sua vita lavorativa da inprenditore o dirigente d'azienda, pubblica o privata ,e' riuscito ,col contributo di personale dipendente ha guadagnare milioni di EURO. Ebbene non capisco ,visto che senza l'apporto di quel personale dipendente non sarebbe riuscito a sguazzare nella ricchezza, (il personale no) perche' all'eta' pensionabile nn deve prendere come i suoi dipendenti o collaboratori. Vogliamo cambiare questo stato di male distribuzione di denaro del popolo?

mario i. Commentatore certificato 16.03.13 10:19| 
 |
Rispondi al commento

"Basterebbe abbassare gli oneri contributivi e previdenziali sul personale dipendente
CON COSA LO FINANZI?
Basterebbe eliminare l'Irap che tassa anche le aziende in perdita e non fa detrarre all'impresa il costi sostenuti x salari e stipendi
CON COSA LO FINANZI?
Basterebbe che gli enti pubblici pagassero puntualmente i loro debiti verso le imprese e che le banche concedessero maggiore credito alle imprese meritevoli
CON COSA LO FINANZI?
Basterebbero 4-5 nuove leggi per rilanciare la piccola e media impresa.
SE NON GOVERNATE COME LE FATE?
Questo Stato con tasse, sprechi e corruzione sta facendo di tutto per farle morire.
SE NON GOVERNATE COME LE SALVI ?

LA FIERA DELL'IPOCRISIA

quinto r., arezzo Commentatore certificato 16.03.13 10:03| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leviamo tutte le tasse a tutti: non è più semplice?
Così risolviamo tutto.
Mi pare che manchi un minimo di realismo.
Capisco che sarebbe "meglio ricchi e sani che poveri e malati", ma non basta affermare questo perchè si realizzi.

pierluigi Bemmporad 16.03.13 10:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Basterebbe fare una "leggina" e stabilire un tetto massimo "vero" alle retribuzioni erogate dalla pubblica amministrazione. Con i notevoli risparmi potrebbero essere previste nuove assunzioni di giovani negli Enti locali che oggi non possono assumere a causa del patto di stabilità.

Giovanni Parisi 16.03.13 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Guardiamo al passato
"La grande distribuzione ha creato poco benessere ,a discapito dei piccoli imprenditori costretti a chiudere non potendo essere più competitivi con i prezzi :panettieri macellai fabbri ecc.sono convogliati in questi grossi centri che non sono altro che la rovina dell'economia mondiale . La soluzione di un ritorno al benessere è la chiusura di essi. Dare l'opportunità al piccolo imprenditore di credere che si possa ricominciare a sperare, il TUNNEL odierno è buio senza speranza Il carico fiscale elevatissimo porta come conseguenza all'evasione e chiusura delle imprese.Ma NON TUTTO E'PERSO Guardiamo al passato per ricominciare a vivere è un nostro diritto

Antonio Scalas 16.03.13 09:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è tutto giusto quello che ho letto per liberare risorse da destinare alla produzione di ricchezza, ma non si può ottenere un risultato ottimale se contestualmente no si adottano misure di ingegneria gestionale per ridurre all'essenziale gli organi necessari e sufficienti per gestire i servizi che lo stato deve prestare. inoltre bisogna praticare sistematicamente i criteri di organizzazione e gestione del personale. solo così si può essere più efficienti e ridurre i costi. purtroppo queste discipline non le applicano neppure molti privati.

remo di piramo (), lucca Commentatore certificato 16.03.13 09:55| 
 |
Rispondi al commento

La tragedia che si è abbattuta sul commercio,di cui nessuno parla,è stata la liberalizzazione.Non c'è correttezza,il negozio di fianco al tuo vende la tua stessa merce e in tale concorrenza il guadagno è talmente poco che non riesce a coprire neanche le spese.Oltre che prima i commercianti potevano contare su una buonuscita vendendo la licenza.

Antonio De Riso 16.03.13 09:27| 
 |
Rispondi al commento

facciamo 1 petizione con l’auito di grillo x eliminare il durc dalle pubbliche amministrazioni in quanto non titolate ad rikiedere il durc x kè loro già hanno in anticipo il lavoro delle imprese a 90 giorni quindi devono solo pagare.mentre il durc deve essere solo dato o richiesto dagli uffici competenti cioè imps inail punto mentre le imprese che anticipano il lavoro alle pubbliche amministrazioni devono essere pagate x poi pagare i dipendenti e evntuali m10 ecc.ecc.

angelo imbriani 16.03.13 09:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una cosa soltanto servirebbe che si pagassero le tasse in base alle entrate tolti i costi, 0 entrate 0 tasse. Una persona che inizia un'attività che non sa ancora come andrà non la si può far partire già con i debiti, € 2500 all'anno per apertura di partita IVA (minimo) + soldi per i commercialisti + varie ed eventuali, senza aver ancora guadagnato nulla. Risultato? Non si cresce mai in questo paese perchè se hai un'idea che potrebbe portare in futuro a nuovi posti di lavoro, o sei ricco per poterti accollare i costi iniziali dei primi anni o non vai da nessuna parte. Quindi se la situazione non cambia rimarremo sempre dei nanetti rispetto alla crescita degli altri paesi.

Patrizia P., Roma Commentatore certificato 16.03.13 09:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Semplice: Disinvestire su chi non produce nulla. Disinvestire sul gratta-ascellismo. Diminuire drasticamente i super-stipendi ormai costituzionali (vedi manager inventati che si dovrebbero accontentare invece del reddito sociale, max 1,500 euro al mese) e investire su chi produce, realmente. Ecco.... risolto il problema economico di tutti i paesi sud europei.

Antonio A. Commentatore certificato 16.03.13 09:02| 
 |
Rispondi al commento

ha perfettamente ragione ,vanto credito da comuni per oltre 70.000,00 euro ma devo pagare i contributi allo stato altrimenti qualora si sblocchino i pagamenti chiedono il DURC in regola.La sprovvivenza dell'azienda sarà condizionata a questi pagamenti. Aiuto Beppe!

lizio giovanni 16.03.13 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Condivido in pieno. Si sta strozzando un paese intero e la sua gente che, va ricordato, ha dato al mondo i più bravi artigiani mai visti, la cui maestria, dei cui risultati son pieni i monumenti i palazzi e le dimore più belle, si va perdendo per colpa di uno Stato che non cura le sue eccellenze.

Andrea Artioli 16.03.13 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei però che si smettesse da subito questo adeguamento al giochino del Piccolo Governo. In Belgio sono andati avanti benissimo senza nessun cavolo di governo. In aula ci sono tot parlamentari eletti dal popolo? Si inizi a votare provvedimenti reali allora! Al popolo gliene frega assai dei capogruppo, dei questori dei presidenti e dei vicepresidenti... non fatevi fagocitare dalla burocrazia!!

FRANCO BATTAGLIA 16.03.13 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Io avrei piacere, però, che si iniziasse a lavorare, a proporre, a tentare di far muovere i fatti. In Belgio hanno lavorato oltre 400 giorni senza governo. Qui stiamo ancora a discutere di capogruppo, questorini, presidentini.. non è un segnale di rinnovamneto, ma di quasi quieto adeguamento. Diamoci una smossa per cortesia...

FRANCO BATTAGLIA 16.03.13 08:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Vogliamo aggiungere qualche altro punto?
1)I lavoratori autonomi, se hanno problemi di salute, possono tranquillamente morire: non hanno sussidi nel momento in cui non possono svolgere la loro attività.
2)Se un lavoratore autonomo chiude perché è in perdita non ha alcun sussidio di mobilità; operai e impiegati di azienda hanno queste ancore di salvezza.
3)L'unico a rischiare in prima persona è il lavoratore autonomo, egli deve comprare ogni cosa necessaria per lo svolgimento del proprio lavoro: rischia, rischia, rischia. Nessun operaio della Fiat deve comprare una chiave inglese per stringere bulloni, trova tutto sul posto di lavoro, ma se è malato viene pagato. Il lavoratore autonomo NO!
4)La storia che noi, si perché anche io sono autonomo, SCARICHIAMO DALLE TASSE è una idiozia. Tutto quel che acquistiamo per svolgere il nostro lavoro per buona parte lo dobbiamo pagare con i nostri soldi, quei soldi che sono stati già decurtati da imposizioni assurde.
5)Ma la cosa più importante non viene riconosciuta a noi: Noi non pesiamo allo Stato, è lo Stato a pesare su di noi.
6) Mi fermo, ma potrei continuare all'infinito.

Gianni Pace 16.03.13 08:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adesso i nodi vengono al pettine, con i soldi recuperati dai rimborsi elettorali paghiamo le imprese??? i crediti vantati dalle imprese sono 80 miliardi, i soldi dei rimborsi elettorali sono in totale meno di 500 milioni. Se non si attacca duramente la corruzione e la mafia, non si va da nessuna parte, ma è facile sparare su tutti i partiti, forse non è caso di cominciare a far fuori il partito del mafioso???

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 16.03.13 08:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A tutti i candidati del M5S non mollate non fatevi prendere dal questi sono morti sono invisibili non esistono ha ragione il sig. Beppe.
Vanno messi alle strette e controllati che le cose che si dicono vanno fatte e subito e basta!!!!!!!

Roberto Chelli 16.03.13 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Basta mandare a casa chi non conosce che cosa é veramente necessario fare per dare slancio e fiducia alle imprese. Chi ci ha governato fin d ora non conosce la realtà del mondo del lavoro ma delle lobby, dei vari settori appartenenti all aristocrazia, farmacisti, notai, commercialisti, medici, avvocati, industriali ecc. Favorendo il loro lavoro con leggi appropriate. Mentre tutti i settori che riguardano il popolo, dipendenti e piccole imprese sono quelle da bastonare da tenere alla corda. Ma la corda la metterei volentieri a molti di loro che ci hanno portato in questa situazione, provate a pensare con la liberalizzazione il proliferare di agenzie che vendono contratti di telefonia ....ti promettono e ti scrivono su un pezzo di carta non intestata quanto risparmierai in bolletta e poi quando ti arrivano le bollette ti risulta il quaranta per cento in più. È tutto regolare, ti dicono per noi dalla sede, mentre il venditore si fa negare e alla richiesta di una sua visita, non si presenta e sparisce per sempre. Siamo bersagliati ogni giorno da telefonate di agenzie che vogliono prendere un appuntamento per convincerti a cambiare gestore, o aprire un conto in un'altra banca con delle condizioni migliorative che se guardi bene il primo estratto conto sono peggiorative rispetto a prima.....ma in che Italia ci hanno portati.....di imbroglioni. Le leggi ci hanno e lo stato ci insegna che possiamo imbrogliare. Bisogna fare chiarezza. Per questo al primo punto tutti a casa. Rinnoviamo le commissioni, il governo, il senato, il presidente della repubblica. Facciamo le leggi chiare e giuste per tutti, non solo per chi le fa ma per chi poi è deve rispettare. L'Italia Giusta non deve essere guidata da coloro che propongono leggi a loro favore o lobby, ma guidata da gente con coscienza lontana da compromessi e interessi di parte. L'Italia é degli Italiani. Non mollare Beppe, gli Italiani la pensano come te. Attenti neo parlamentari é facile cadere nel pozzo del potere. D.Biasin

Denis Basin 16.03.13 08:31| 
 |
Rispondi al commento

BASTEREBBE FARE, PROPORRE E DIALOGARE! BASTEREBBE NON RIMANERE SOLO A GUARDARE PER (EVENTUALMENTE) DENUNCIARE!!!

Qui ci sono molte buone idee, altre è vero sono un pò meno buone, ma non è questo il punto.

Il punto è che 8.000.000 milioni di italiani vi hanno mandato in parlamento per governare e non per fare solo la guardia, ad un recinto già vuoto peraltro.

DA QUESTO O DA QUELLO MA COMINCIATE A CONFRONTARVI

Roberto Draconte, TV Commentatore certificato 16.03.13 08:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con i soldi recuperati dai rimborsi elettorali si potrebbe incominciare a pagare tutte le aziende che vantano crediti nei confronti della pubblica amministrazione e con la riduzione dei costi della politica si potrebbe incominciare a finanziare la PMI visto che le banche ora sono carenti.....si avrebbe così una boccata d ossigeno per le imprese e in questo modo le banche possono essere messe sotto torchio facendo in modo che riprendano a fare e dare credito alla PMI e smettano di essere luridi servi dei partiti

Pietro pia 16.03.13 08:18| 
 |
Rispondi al commento

Oltre quello che dici ampiamente giusto e condiviso, bisognerebbe rifarsi al modello giapponese, mi spiego meglio: oggi le aziende che lavorano con il pubblico hanno circa 100 miliardi di € da incassare... Ebbene il debito pubblico giapponese e' detenuto dagli stessi giapponesi ed è circa pari a quello greco! Basterebbe che lo stato rilasciasse sotto forma di btp questi crediti alle aziende, così si migliorerebbe anche patrimonialmente l'azienda stessa.
A la prochaine
L

Lorenzo Lopedote 16.03.13 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Bersani ricerca ancora i contributi elettorali?? Non gli bastano i 6,4 milioni presi dai cittadini dalle primarie( senza emissione di scontrino fiscale ).
Firma la rinuncia ai rimborsi, e assumiti la responsabilita' di governare senza scuse.
Se ti giri a destra, ci sono i tuoi compagni di merenda,
con cui hai condiviso tutto per 15 mesi.

Francesco ettorre 16.03.13 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono perfettamente d'accordo.
Ci vorrebbe anche che per le imnprese si togliessero le accise dal gasolio facendo una pompa a parte in modo da calare i costi del trasporto che significa abbassare i costi al consumo che significa più potenzialità di acquisto da parte del consumatore che significa più produzione e quindi più lavore
Gabriele Carmenati

gabriele carmenati 16.03.13 08:07| 
 |
Rispondi al commento

Un pasto in un ospedale in veneto costa 6 euro in alcune regioni del sud 60 euro, se non si attacca duramente la mafia non si va da nessuna parte. Se le regioni del sud fossero virtuose come quellle del nord risparmieremmo 60 miliardi all'anno.

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 16.03.13 07:43| 
 |
Rispondi al commento

Forse ci sarebbe bisogno anche che Tutti pagassero le tasse per abbassarle per Tutti...150 MILIARDI di euro di evasione (elusione)fiscale annui dovrebbero indurci a cercare di recuperarli( almeno in parte). Siamo l'unico paese democratico occidentale che non prevede la galera per gli evasori. La foto italiana è questa: la Guardia di finanza insegue sulla spiaggia un neretto che vendeva cianfrusaglie senza rilasciare scontrini, mentre dal porto limitrofo esce con la barca di 40 metri un...nullatenente! L'Italia è un paese meraviglioso!..

enzo bezzini, roma Commentatore certificato 16.03.13 07:35| 
 |
Rispondi al commento

Innanzi tutto il costo del personale si deduce non si detrae... fa parte dei costi di esercizio pertanto deve essere inserito nel Conto Economico perchè è un costo di gestione di impresa.
Poi si dovrebbe fare una distinzione tra piccola ed altre imprese:
una piccola impresa come la mia, ditta individuale, titolare donna, quindi che lavora anche in casa, mamma di due figli di cui uno disabile, e per questo motivo non riesce a lavorare serenamente come chi non ha di questi problemi, è costretta, per lavorare, ed essere sostituita da personale sia in casa che a lavoro e paga più di 2000 euro di contributi inps ogni tre mesi (più i suoi) dando lavoro a 5 persone ( che altrimenti graverebbero sullo Stato percependo sussudi).
Ad ogni fine rapporto dei 5 dipendenti dovrà tirar fuori mila euro per ogni TFR... ha quindi un debito a lunga scadenza che la afflige e che è costretta dallo Stato a contrarre.

Quando andrà in pensione riceverà una pensione misera dovrà continuare a badare a suo figlio disabile e non riceverà alcun trattamento di fine rapporto...

Mi chiedo... perchè un dipendente non è trattato come un titolare quindi un autonomo di se stesso, ossia... perchè io devo pagare per loro contributi, consulenti del lavoro, TFR, ferie e tredicesima quando io lavoro 80 ore a settimana e non 40, non ho diritto ad assentarmi o ammalarmi altrimenti non guadagno, non ho nessuno che mi paga una tredicesima, le mie ferie, i miei giorni di malattia o quelli di mio figlio e alla fine non avrò un TFR da nessuno ed avrò una pensione misera?
Perchè non si prendono lo stipendio e si prendono la briga di pagarsi tutto da soli, compilare moduli come facciamo noi, pagare consulenti mettersi da parte i soldi per andare in vacanza e per fare i regali di natale come facciamo noi? Vi sembra tutto equo?
Lascio a chi legge la riflessione....

laura trobbiani 16.03.13 07:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La democrazia dei talkshows femminili: Molte signore della TV, il 99%, lustrate e bardate a festa, girano e rigirano l'argomento sulla democraticita di Beppe e fniscono per dire che no, davvero no per davvero Grillo sia una democratico. Ma io osservo che in questi talkshows manca assolutamente la rappresentanza e presenza delle donne non lustrate a festa, ma stremate dal superlavoro in casa ed alla CATENA... che sia democrazia quella delle donne lustrate e bardate a festa a caccia di gonzi? Sollecitate una rappresentanza di questo popolo infinito di donne che reggono il bel paese...e che siano libere di raccontare la loro storia...

almagemme 16.03.13 07:17| 
 |
Rispondi al commento

Da disoccupato ex artigiano mi sento di fare una proposta riguardante occupazione e costi;Si potrebbero eliminare organi parassitari come coop.x lavoro o simili,portando la quota della prestazione d"opera a 18.000 euro così che il lavoratore possa trattare direttamente con le aziende scavalcando quelli che ora vivono sul lavoro precario delle persone secondo il mio modesto parere si può prendere in considerazione,chiedo scusa x eventuali miei errori

Roberto Maccarinelli, Brescia Commentatore certificato 16.03.13 06:24| 
 |
Rispondi al commento

Il movimento 5 stelle aveva dato le indicazioni facendo i nomi per la camera e il senato, gli altri tutti scheda bianca. La colpa è solo vostra vecchi politici prezzolati e con il pannolone sotto il culo altrimenti avreste votato almeno 1 persona visto che tra sinistroidi e destraioli siete diverse centinaia seduti solo a riscaldare la poltrona. I giovani non sono solo i vostri figli ma sono anche i milioni di giovani italiani che voi state abbindolando da decenni facendo l'esclusivo interesse vostro. La lega ha ottenuto solo nel nord il voto di protesta degli ultimi anni, il movimento 5 stelle ha triplicato il voto che voi chiamate voto di protesta, ma lo ha ottenuto su tutto il territorio italiano. E finito il serbatoio di voti per voi vecchi mestieranti della politica, via dal parlamento con i vostri piedi finchè siete in tempo altrimenti vi cacceranno via a calci in culo.

Rocco N. Commentatore certificato 16.03.13 06:20| 
 |
Rispondi al commento

Giustissimo....mio marito è Artigiano autonomo e le tasse sono maggiori di quello che guadagna e ogni mese deve decidere se portare a casa qualcosa per la Sua famiglia o versare ad Equitalia le rate,pagare INPS,INAIL,IRPEF,IVA Camera di Commercio.....ma insomma....? almeno facessero un'unica somma di versamento....dopo che uno s'inventa un lavoro,non chiede nulla allo Stato per lavorare.....lo Stato fin'ora che ha fatto? Colpire i piccoli....distribuendo miseria e pensieri grossi nelle case degli Italiani....sempre rimanendo in argomento....grosso problema dei piccoli artigiani autonomi,sopratutto nell'ambito dell'edilizia,c'è da assicurare a questi poveri indifesi,una protezione per quanto riguarda la riscossione dei pagamenti e il controllo sul rispetto del tariffario,in quanto non solo se qualcuno decide di non pagarti il lavoro sei praticamente fregato senza possibilità di rivalsa o pochissime...ma ci si mettono anche a trattare i prezzi sul tariffario constrigendo persone a lavorare anche a 5 euro l'ora....e meno...quindi tariffe negriere che non ti permettono di poter pagare le tasse dovute,,,,e chi,invece,cerca di rimanere onesto attenendosi ai tariffari per riuscire a pagare le tasse....che cosa gli succede? Rimane senza lavoro....bella protezione vero? Comunque COMPLIMENTI a Tutti gli Sfruttatori che sono risaliti alla ribalta e stanno di nuovo,in edilizia,sfruttando questi poveri piccoli artigiani...k affannosamente cercano di andare avanti combattendo la crisi con piccoli lavoretti....ma grandi affari per certi bei Professionisti...se cosi li possimao definire,.....e con questo spero che,appunto,al più preesto, sia fatto qualcosa per proteggere queste piccole imprese ad andare avanti....altrimenti è finita ragazzi....:-(

antonella s., fratta todina Commentatore certificato 16.03.13 06:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Devono andare via!

Carmine Sorrentino 16.03.13 03:37| 
 |
Rispondi al commento

Siete grandi ragazzi, cambiamo l'Italia

calogero bonomo (rinobeis), paderno dugnano Commentatore certificato 16.03.13 03:09| 
 |
Rispondi al commento

La pubblicità di libero sul blog spamma talmente tanto che non si riescono a leggere i commenti

Mari 16.03.13 02:19| 
 |
Rispondi al commento

Per rilanciare la piccola e media impresa bisogna adeguarsi alle metodologie di pagamenti degli altri paesi: le ricevute bancarie a 60, 90, 120 fino a 360 gg. non esistono, chi fa il lavoro emette la fattura e viene pagato! il creditore ha la facoltá di mettere in mora e far chiudere immediatamente le aziende che non pagano. In Italia tutto funziona al contrario se sei creditore sei la parte debole, lavori per colossi come la FIAT che ti impongono pagamenti a 360 giorni, lavori per gli enti pubblici e forse vieni pagato l'anno successivo o magari fra 2 anni. I truffatori chiudono le aziende con 15/20 fornitori non pagati e la mattina successiva vanno alla camera del commercio per aprire una nuova partita IVA per una attivitá analoga alla precedente nei medesimi ambienti, con lo stesso personale e nuovi prestanome pronti a ripetere lo stesso gioco e trovare altri 20 fornitori da truffare intanto con i tempi giuridici italiani ...
I cinesi (e non solo loro) hanno imparato che la finanza italiana impiega almeno 3 anni prima di effettuare controlli sui bilanci delle nuove imprese quindi molte loro attivitá hanno durata inferiore ai 3 anni, non chiudono ma cambiano personale e partita IVA. Molte imprese edili fanno Partite IVA ad hoc per grossi cantieri e dopo aver venduto i nuovi ambienti realizzati cessano l'attivitá in tal modo non rispondono dei difetti costruttivi che emergono gli anni successivi.
queste sono alcune delle porcate che accadono in Italia per negligenza della nostra classe dirigente che si accanisce contro la magistratura invece di allearsi per il bene comune.

vainer m., modena Commentatore certificato 16.03.13 01:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ciao Cittadini a 5 stelle,
dato che la politica della coerenza non ha pagato finora, bensì ha prodotto solo schede bianche da parte del pd-elle che ci ha corteggiato spudoratamente senza capire a cosa andava incontro, vi esorto a adottare la politica dei guastatori in Senato dove il pd-elle avrebbe candidato la finocchiaro che va a fare la spesa con la scorta. Per cui scompaginare sempre i piani del nemico in carica accelererà l'autoestinzione dei DODO.

WMV5* 16.03.13 01:12| 
 |
Rispondi al commento

Unione fa forza,non per forza si perde l'identità o la dignità . Ho votato m5s per la normalità del pensiero al fine di ottenere giustizia sociale. Sono un imprenditore con 15 dipendenti con alle spalle un devastante stolking di banche , fatto di rientri e segnalazioni in cr, fatto di mancati incasisi su lavori fatti , in 15 mesi e' cambiato il mondo e ho dovuto investire per non vedere crollare tutto, 15 famiglie sono 50 persone ... Ho guardato in faccia i miei dipendenti, ho pianto , loro mi hanno sostenuto con la frase "fino in fondo con te Ale"... Non potevo non crederci . stiamo per esplodere, crederemi,l'edilizia e' morta , aboliamo la cassa edile, inutile, abbassiamo INAIL e INPS del 50%, istituzione subito comitato territoriale civilistico con sportello cittadino per contenziosi civili di mancati pagamenti, con sentenza entro 30gg. Solo Cosi creiamo migliaia di posti di lavoro ai giovani avvocati, pagati dalle loro associazioni di categoria e dallo stato,e se non paghi pignoramento immediato , così creiamo uno snellimento che può portare ad un cash flou mostruoso, boom consumi nel giro di 12 mesi torniamo a regime. Naturalmente il gettito mancante lo mettono quelli che hanno rubato in politica...

Alessandro de boni 16.03.13 01:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ala via cosi' ! Va tutto come deve andare, spiacente x Giovanna Mangili. Io ho votato per il programma, l'etica e la morale ma anke x nn vedere piu' le brutte persone ke c prendono x il k..o ogni volta ke parlano. Trasformano tutto in kiacchere, dai giornali ai topshop alle reti televisive di partito. Io voglio inseguire le utopie, la perfezione , anke se nn la raggiungeremo mai possiamo partire per balzare ad un livello piu' alto di civilta'. Siamo in guerra ma la parola di speranza va a ki è in difficolta'. A loro dico di sopravvivere con tutte le forze ke hanno. Nn possiamo fallire come gli altri xkè i nostri andrebbero a casa senza kiederglielo. Ki ha fallito sul serio è ancora li ! La cosa bella è ke finalmente si è iniziato a parlare un po' d piu' di politica e ke grazie al m5s gli altri, si spera si comporteranno un po' meglio.

Marco, bergamo 16.03.13 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Laddove fosse possibile e previa accordo, gli enti pubblici potrebbero pagare le piccole aziende con l'installazione di impianti fotovoltaici o solari termodinamici di potenza tale da soddisfare il fabbisogno energetico della suddetta azienda e possibilmente garantire un piccolo guadagno, cosi' da dare lavoro ad altre piccole aziende, rigorosamente Italiane, per la produzione e l'installazione.In sostanza non si tratta di creare profitto bensi' di risparmiare energia. Togliamo ad ogni famiglia gli oneri per l'energia (elettricita', riscaldamento e carburanti) e il gioco e' fatto. E' un processo che richiede un investimento immediato ma garantisce benefici immediati a crescita esponenziale negli anni; sia dal punto di vista economico che da quello ambientale (....quindi sanitario?...).
My two cents

Davide ., csp Commentatore certificato 16.03.13 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Mia moglie ha aperto un piccolo centro estetico il mese scorso, per la precisione ha affittato da una parrucchiera la cabina estetica e ha aperto la partita iva, cosa legalissima al 100% e che in altri stati più avanti di noi usano da tanto tempo. Per le pratiche abbiamo dato tutto in mano a un commercialista, studio serio e professionale che già si occupava di questo salone di parrucchiere.
Mentre facevamo tutte le pratiche ci spiegava che noi eravamo una rarità, in tantissimi chiudevano e noi aprivamo, confesso che mi sono chiesto più di una volta se facevamo bene!
Grazie a Dio mia moglie lavora bene e i prezzi sono onesti e quindi per il momento non ci possiamo lamentare.
Premetto che tutti i locali sono a norma e con accesso a bagno anche adatto ai disabili.
Solo che dopo nemmeno un mese arrivano gli ispettori dell'Asl, e senza nemmeno entrare contestano che la cabina estetica deve avere un entrata separata, un bagno separato e uno spogliatoio ( da premettere che non abbiamo dipendenti, mia moglie mette il camice e via). Questo a meno che noi non facciamo una società con la proprietaria del salone di parrucchiera, in quel caso sarebbe tuto legale ( in questo caso andrebbe bene, l'asl lo accetterebbe. ZZo centra l'asl mi chiedo io??? Fanno forse adesso anche il lavoro della guardia di finanza???)
Adesso ci hanno fatto un verbale e dobbiamo risolvere la cosa. Bahhh
Il commercialista mi dice di stare tranquillo si dovrebbe risolvere tutto, intanto sono casini da sbrigare. Ma in che razza di stato viviamo???

claudio letizia 16.03.13 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Cari Beppe, Roberto e amici del movimento 5 stelle, sono uno di voi, iscritto al blog e al meetup di bergamo da oltre 7 anni, ho votato e supportato il m5s finora. Magari sono solo piu' str...e meno preparato di tanti altri che hanno fatto appelli, ma non sono un infiltrato! Non perdiamo questa occasione di cambiare le cose;gli italiani come me hanno votato m5s per questo. Non chiedo di fare inciuci, ma non giriamo le spalle a questa opportunita' unica, chiudiamo la bocca a tutti i detrattori del m5s e assumiamoci la responsabilita' di cambiare questo paese.Cominciamo a dettare le condizioni al PD per perseguire un programma chiaro e condiviso su punti, tempi e con quali persone. E' un po' come 'occupy wall street': anche nel PD l'1% condiziona l altro 99%,invece gli elettori del PD sono ns fratelli, condividono gran parte delle ns idee, tensioni e bisogni. Accettiamo la responsabilita' che ci e' stata data e che abbiamo cercato. No delega ma accordo programmatico, dove l attuale nomenclatura del PD siedera' in parlamento ma dovra' star fuori da ogni carica e cosi' tutti quelli che hanno gia' 2 legislature alle spalle, devono rinunciare ai rimborsi elettorali e decidano come finanziarsi con i propri elettori, dedichiamoci alla soluzione dei problemi del paese con azioni mirate e la ns base ha gia' indicato cosa fare e possiamo farlo.Se non dovesse venire rispettato il programma allora tutti a casa, ma almeno avremo speriamo una sana legge elettorale. Facciamo questo passo, smaschereremmo subito anche il bluff del centro e centro destra. A capo del governo proponiamo un Rodota' o Zagrebelwsky o chi meglio di loro, prendiamo posizioni dei gangli vitali per l attuazione del ns programma concordato, guidiamo le commissioni parlamentari e i ministeri chiave se utile. Lo so, puo' essere retorica, ma spesso per cambiare gli altri, occorre cominciare cambiando noi stessi! Adeguiamo il ns approccio e non perdiamo questa opportunita' unica. Un fratello m5s (quasi della 1a h)

paolo sanchi, bergamo Commentatore certificato 16.03.13 00:07| 
 |
Rispondi al commento

perchè non lo fate?non credo che con il pd non lo possiate fare i vecchi politici alle cose da fare antepongono i loro interessi personali o di partito io non credo che siate come loro(senza ironia)costringete il pd a non tradire il mandato che gli elettori gli hanno dato

michele vollaro, nocera superiore Commentatore certificato 15.03.13 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Tutte proposte giuste.

Cari M5S, grazie a tutti i vostri parlamentari avete la possibilità di sostenere un governo che le porti avanti. Perché non dettate le vostre condizioni invece che fare i duri e i puri?

Andrea da Rovereto 15.03.13 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Cari ragazzi io sono un 57 enne che lavoravo presso un' azienda di cassette di plastica che per ben
due volte in 25 anni siamo stati licenziati. La prima volta c'è stato un cambio di nome e dopo aver fatto
una vertenza sindacale siamo riusciti ad essere reintegrati nella nuova azienda dopo di che la seconda volta ci hanno rimandato la lettera di licenziamento per esubero di personale .
Ma in realta' non era questa le vera ragione
la vera ragione era che ha fatto delle cooperative sotto pagate nelle quali lavorano più persone di prima .
Ora dopo che abbiamo messo l'avvocato per aver i nostri stipendi e la liquidazione hanno
riferito al nostro avvocato che non vogliono fare la causa e che vogliono fare un' accordo con un regalo
di piccola somma premetto che io non ho sufficienze marche per andare in pensione e sono troppo vecchio
per fare concorsi come mi devo regolare nella attesa di una vostra risposta? vi saluto

salvati gaetano 15.03.13 23:28| 
 |
Rispondi al commento

Mentre si sta a discutere gli avvocati continuano imperterriti con le loro azioni legali verso quanti cercano di stare a galla. Ingiunzioni di pagamento, atti di precetto, pignoramenti (anche se non vanno a buon fine) e istanze di fallimento, sono un grande business per questa categoria "priviligiata" (che significa che anche in caso di fallimento, prenderanno i soldi prima dei loro clienti). Nessuno mette a freno questa indecenza e piccole imprese che cercano di uscire dal tunnel, si trovano invece sempre più indebitate a causa di questi personaggi senza scrupoli e "fuori dalla crisi".... Debiti di 3.000 euro che diventano il triplo... Minacce di istanze di fallimento anche se il credito è inferiore a quello previsto dalla legge... Chi vigila su questi "professionisti" ????

Fabio N. 15.03.13 23:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

rivedere la tassazione, eliminare l'irap, formazione nelle aziende per i giovani, imprenditori professionisti, penso sia propio il nuovo volto dell'impresa italiana!

Paolo Facci 15.03.13 23:13| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA E'LA VERA ED UNICA SOLUZIONE!!!!Per fermare la delocalizzazione delle fabbriche e proteggere la Nostra produzione, l'unica è vera soluzione è tassare del 30%/35% tutti i prodotti che vengono dai paesi che hanno un costo del lavoro inferiore all'Italia!

TORESAL 15.03.13 23:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve grillini, ma perchè pensate sempre alle piccole e medie imprese quando esistono anche le "micro imprese" composte dal solo titolare o al massimo 1/2 dipendenti, che sono la maggioranza del tessuto economico italiano e che nesuno considera.
Mi riferisco al piccolo negozietto di 50, di 100Mq, dove a stenti si riesce a sopravvivere, perchè nessuno ci pensa ???

Alessandro 15.03.13 22:59| 
 |
Rispondi al commento

1°) L'accordo Kholl - Mitterand era votato a distruggere l'industria italiana
2°) Per favore : usciamo dall'euro prima che sia troppo tardi .....

mauro passadore 15.03.13 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna azzerare le tasse per 3 mesi e ristudiare il sistema contributivo per crearne uno equo

Arrigo Garipoli, Genova Nervi Commentatore certificato 15.03.13 22:24| 
 |
Rispondi al commento

per favore fatelo!! realizzatelo!!

alessandro d., gaeta Commentatore certificato 15.03.13 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Ottima presentazione ragazzi, davvero complimenti!
ORA DATECI SOTTO!

Franco R. Commentatore certificato 15.03.13 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Certo i governi degli ultimi 20 o 30 anni sono stati disastrosi, ma gli imprenditori hanno molte colpe.Invece di investire in innovazione e ricerca preferivano farsi la barca e portare i soldi nei paradisi fiscali, adesso tutti a piangere miseria e a chiedere meno tasse,ma le tasse fino ad oggi le hanno pagate per la maggior parte i dipendenti

Alida Nicoletta 15.03.13 21:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto giusto, la proposta è valida, ma è subordinata ad una cosa importante : che al governo ci sia il Movimento. E non credo che sia ancora questo il momento a meno di un' uscita di testa del Presidente .Ma non basterebbe, perchè i numeri per la fiducia non ci sono. Ne riparliamo dopo le prossime elezioni.

Alessandro ., Ronchi deI Legionari , GO , FVG Commentatore certificato 15.03.13 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le tasse si possono/devono abbassare!!
Basta FAR LAVORARE LA GUARDIA DI FINANZA.
A dicembre controllavano gli scontrini da €. 1,00 nei ristoranti di Milano e Napoli. Ed intanto le Banche facevano SPARIRE 4 MILIARDI DI EURO!!!
Banche che hanno ricevuto 500 Miliardi di Euro dalla UE da distribuire alle imprese, e che invece si sono tenuti per coprire i loro LADROCINI!!!

Mauro Zinetti, Gazzaniga Commentatore certificato 15.03.13 21:53| 
 |
Rispondi al commento


"spero Beppe o chi per lui legga questa mia..carissimo beppe io sono un tuo
estimatore combatto nel mio piccolo per il movimento in cui credo
fermamente vado in giro col contrassegno del 5 stelle sul giubbotto per
vedere la reazione delle persone oggi per la prima volta ho ricevuto una
critica in quel di Vernazza gente che ti assicuro ha dato il suo voto al
movimento ti ha criticato dicono che tu sei stato il primo a raggiungere il
posto dopo la disgrazia e gli hai promesso,dicono loro,una ambulanza io non
voglio entrare nel merito pero' i cittadini sono rimasti delusi dal fatto
che tu non ti sia piu'fatto vivo in loco naturalmente gli ho spiegato che
non sei certo a grattarti i cosiddetti ma purtroppo le persone a volte non
vogliono vedere oltre la punta del naso gli ho promesso che ti avrei
scritto sul blog e cosi' sto' facendo spero che tu o chi per t e vede
questa lettera e che in qualche modo tu possa fare qualcosa sarebbe
meraviglioso rispondere con i fatti alle loro minacce di non dare piu' la
fiducia al 5 stelle grazie ciao a tutti ps.se qualcuno sa come arrivare
direttamente a Beppe lo faccia e gli dica questa cosa io voglio solo il
bene del movimento non mi interessa essere menzionato grazie a tutti e
coraggio non molliamo"

enrico semilia Commentatore certificato 15.03.13 21:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e poi dicono che non abbiamo idee.... tutta invidia w grillo

michele dragone, torino Commentatore certificato 15.03.13 21:48| 
 |
Rispondi al commento

spero Beppe o chi per lui legga questa mia..carissimo beppe io sono un tuo estimatore combatto nel mio piccolo per il movimento in cui credo fermamente vado in giro col contrassegno del 5 stelle sul giubbotto per vedere la reazione delle persone oggi per la prima volta ho ricevuto una critica in quel di Vernazza gente che ti assicuro ha dato il suo voto al movimento ti ha criticato dicono che tu sei stato il primo a raggiungere il posto dopo la disgrazia e gli hai promesso,dicono loro,una ambulanza io non voglio entrare nel merito pero' i cittadini sono rimasti delusi dal fatto che tu non ti sia piu'fatto vivo in loco naturalmente gli ho spiegato che non sei certo a grattarti i cosiddetti ma purtroppo le persone a volte non vogliono vedere oltre la punta del naso gli ho promesso che ti avrei scritto sul blog e cosi' sto' facendo spero che tu o chi per t e vede questa lettera e che in qualche modo tu possa fare qualcosa sarebbe meraviglioso rispondere con i fatti alle loro minacce di non dare piu' la fiducia al 5 stelle grazie ciao a tutti ps.se qualcuno sa come arrivare direttamente a Beppe lo faccia e gli dica questa cosa io voglio solo il bene del movimento non mi interessa essere menzionato grazie a tutti e coraggio non molliamo

enrico semilia 15.03.13 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Come no, "basterebbe eliminare l'IRAP"... peccato che il gettito IRAP sia di 39 MILIARDI DI EURO L'ANNO e che questi soldi servano per coprire il 40% DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE. Quindi quando si dice "basterebbe eliminare l'IRAP", come direbbe Berlusconi, bisognerebbe anche dire DOVE SI VANNO A PRENDERE I SOLDI PER CURARE LA GENTE, caro Grillo. BASTA con queste sparate demagogiche. Dicci piuttosto se vuoi dare un governo al paese o tornare a votare. Faresti un favore a tutti.

Francesco 15.03.13 21:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La media delle aziende che chiudono aumenta ogni giorno di più , non basta solo l'irap a salvare la baracca , DIMINUIRE TUTTA la pressione fiscale perchè in questo modo il gettito sta scendendo verticosamente data la chiusura delle stesse mentre , diminuendo le tasse , si invoglierebbero le persone ad aprire e quindi a portar su il gettito delle entrate .

Come Siamo ;
+ Pressione Fiscale
+ Attività Chiudono
+ Disoccupati
- Entrate Fiscali

Come dovremmo essere ;

- Pressione Fiscale
+ Attività Commerciali o Aziende
+ Assunzione di Personale
+ Entrate Fiscali

Gregorio 15.03.13 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Per essere meritevoli sono sufficienti 400.000 mila euro di lavoro acquisiti per le banche ?????? Non credo proprio l'unica cosa per essere meritevoli per le banche e non chiedere niente , bisogna obbligare le banche a fare le banche seno' toglietegli i requisiti se non servono . O sono solo capaci a prendere le sovvenzioni dalla bce

Antonio Nicolosi 15.03.13 21:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe io oh cchiusa una attivita di trasporto per aprire una cartoleria e edicola con mia figlia siamo riusciti ad aprirla stiamo lavorando da 2 mesi ma la banca mi a messo il bastone tra le ruote per 3500 euro mi tocca fare la fame e una piccola fidussione e me lanno negata e non posso realizare questo sogno con mia figlia cosa devo fare sempre lavorato 48 anni e mi spezzano un sogno

gianfranco bellanca 15.03.13 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Tengo a precisare, per evitare che qualche stronzo di dirigente tenti di cavalcare il cavallo contro la mia tesi semplicemente reclamando il merito di tutta la categoria per l’eccellenza di molte aziende italiane che effettivamente lo sono, che quanto affermo accade in quelle dove intermedia una trafila di individui tra la proprietà e i dipendenti di base.. sembrano masserie senza padrone. A differenza di tante piccole aziende dove responsabili e maestranze vengono quotidianamente sottoposti individualmente a continui test di professionalità e capacità produttive in modo diretto dal padrone stesso, e se esse soffrono, malgrado la passione e il costante impegno, è perché devono sostenere tutto il carico dell'imbarazzante "sistema Italia"…
Leggi tutto: http://www.montemesolaonline.it/Lettera_Aperta_direttori-stupidi.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 15.03.13 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Normare sul sistema creditizio bancario, eliminando costi subdoli, ponendo la soglia di usura oltre l'applicazione di un ricarico per la banca che superi il 250% del tasso interbancario. Per meglio chiarire, se una banca scambia all'1% non potrà applicare un tasso debitore superiore al 3,50% non esiste azienda industriale che applica su costo 100 ricarichi del 250% portando il costo al consumo al 350%

Marco Barsanti 15.03.13 21:24| 
 |
Rispondi al commento

premetto che sono di destra ho grande rispetto per la patria e tutto ciò che si chiama italia, oggi in tv ho visto nel parlamento schierati tutti i ragazzi del movimento 5 stelle e mi sono commosso, facce giovani pulite e non qui soliti ladri vecchi con il pannolone, ripeto sono di destra ma auguro atutti voi di fare il bene per la patria e di portare avanti il vostro programma con saggezza e onestà.
Viva l'Italia onesta e viva il Movimento 5 Stelle. Roberto Occhiali di Ferrara

ROBERTO OCCHIALI, serravalle di berra Commentatore certificato 15.03.13 21:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisogna sempre sostenere fermamente ciò che si è promesso al popolo; bisogna sempre affermare con estrema forza quei principi su cui si basa un qualunque nuovo movimento..., perchè a volte il popolo è imprevedibile, a volte il popolo non è quello permissivo e pecorone, a volte il popolo è reazionario, appoggia la reazione improvvisa e reagisce di scatto mettendo alla brace tutti quanti, buoni e cattivi.
E chi lo sa se tradendo il popolo ed accondiscendendo ai voleri dei truffatori del potere in modo che nulla cambia qualcuno non ci rimette le penne. E chi ci potrebbe rimettere le penne? ma i più ingenui, quelli che vanno lì al potere senza sapere che si trovano in una mandria di lestofanti.
"... molto tempo da, ad Atene (Roma, similis cum similibus?) il popolo giustamente infuriato cacciò via tutti quei governanti che s'erano macchiati di truffe, ingiustizie ed omicidi, nominando un nuovo governo.
Anni dopo, i fuoriusciti tornarono ad Atene, proponendosi di nuovo alla carica di governo. Costoro, al posto di essere severamente puniti per i loro precedenti nefasti periodi politici e per aver addirittura osato tornare in città, furono invece osannati, applauditi, festeggiati e portati in trionfo come dei veri idoli "liberatori" per le vie di Atene, da tutto il popolo ateniese. Tornati al potere i luridi figuri "a questo punto apro una parente, pardon una parentesi (chi de gallina nasce, 'nterra sempre ruspa!)" ... allora, una volta tornati al potere, cosa fecero? Semplice..., mandarono a morte, una morte atroce, con l'appoggio del popolo, gli stessi che erano subentrati in precedenza al posto loro.
Come per dire... attenzione a non fare come al solito si fa in italiy e cioè nel detto dei nonni "'e caura 'a fora e 'e fridde dinto"... i delinquenti escono dalla porta principale ed entrano dalla finestra buttando fuori i giusti dalla stessa porta principale.
Il popolo non vuole le regole dei palazzi del potere, il popolo vuole le cose semplici, fattibili, chiare.

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.03.13 21:06| 
 |
Rispondi al commento

le soluzioni sarebbero valide ma sembra che viviate sulla luna! Ricordatevi che a bloccare tutti i provvedimenti sono i Funzionari statali, VERI CORROTTI DE SISTEMA! ma ve ne accorgerete da soli... forse. Svegliatevi o il vostro sogno sarà il nostro incubo.

Paolo Valesini 15.03.13 20:53| 
 |
Rispondi al commento

È il momento di agire andiamo al governo e proponiamo le nostre ricette per uscire dalla crisi ,siamo il primo partito abbiamo il diritto il dovere di proporre le leggi se poi il pd non le appoggerà facciamo la nuova legge elettorale e andiamo a votare

roberto principe, agropoli Commentatore certificato 15.03.13 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Tenete duro siete tutti boo

antonio bruno torre 15.03.13 20:36| 
 |
Rispondi al commento

ORA SIETE DENTRO BASTA PIAGNISTEI BASTEREBBE UN GOVERNO SERIO E STABILE PER FARE TANTE COSE

laki cungi, fiesole Commentatore certificato 15.03.13 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Già, già... basterebbero... basta poco, che c'è vo'... ormai lo sanno tutti quanti quello che s'a d'a fare, quello che di regola dovrebbe essere subito fatto, la verità tutti la sanno, sia quelli in alto locati e sia quelli via via più in basso locati ed anche quelli non locati da nessuna parte, anche i dispersi, gli abbandonati, gli introvabili, gli innominabili la sanno la verità e sanno molto bene quello che si dovrebbe fare per il benessere del Paese intero e del popolo intero. Purtroppo e ci dev'essere purtroppo un purtroppo se purtroppo siamo ancora alle chiacchiere in alto mare, in un mare ancora troppo lercio e nauseabondo, un mare di chiacchiere che deve finire e passare ai fatti, senza farsi influenzare da nessuno, senza accondiscere e servire i programmi di altri (ricordo una volta una specie di italico mi propose un accordo con lui, un unione di siti per aumentare la popolarità di entrambi) stavo per accettare, quando gli chiesi: "Ma il contenuto del mio sito resta?" "No! No! rispose l'altro, il tuo verrà eliminato del tutto! Tu servirai solo me, farai solo quello che dico io!" "Ah No! No!" Risposi..."Amico, semmai sei tu che devi servire me e fare e scrivere ciò che a me fa comodo e non il contrario!" E così lo mandai affangulo!-
Sentite, se dopo queste cazzo di votazioni e cape di cazzo, mi accorgo che nulla si cambia e si torna al solito Paese delle Tasse ad capocchiam, della munnezza, delle truffe, dei non servizi e degli... è inutile continuare... tutto lo sanno... allora manderò veramente e certamente affangulo tutti, tutti, tutti quanti, nessuno escluso... e tanti buffoni a tutti... Cerchiamo perciò di non farci fare fessi... l'ingenuità si batte facilmente con i soliti trucchetti da palazzo e non serve neanche l'imposizione ferrea dei cosiddetti alti comandi, quelli tanto trombattati dai trombettieri infiltrati. L'importante è non tradire mai i nostri ideali di lotta civile di denuncia civile (nostri? ma quando maiii!") devono essere del popolo.

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.03.13 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Adesso con Marta Grande come la mettiamo?
Siete tutti uguali.....

Germano merlo 15.03.13 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La presenza NEL NOSTRO GOVERNO dei parlamentari 5 stelle ha riacceso in tutti noi la SPERANZA di un Paese nuovo e all'altezza dei cittadini che lo vivono. Ci aspettiamo il CAMBIAMENTO PROMESSO. Vogliamo stipendi per i parlamentari dignitosi non ESAGERATI, VOGLIAMO MENO PARLAMENTARI ma presenti, vogliamo un sistema di VALUTAZIONE DEL LORO OPERATO, vogliamo che il redditometro venga sostituito dal POLITOMETRO.
CONTINUIAMO IL CAMMINO INTRAPRESO....

ANTONELLA DE DONNO 15.03.13 20:27| 
 |
Rispondi al commento

..e perchè non lo fate? Vi abbiamo votato per questo!!!!

paolo b. Commentatore certificato 15.03.13 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Se non si convincono di abbassare tutte le tasse siamo fritti. Chiudiamo le nostre aziende, non si rendono conto che chi chiude non paga più le tasse. E lo stato deve dare assistenza ai disoccupati (cassa integrazione o mobilità), mi rendo conto che quando chiude un imprenditore non interessa a nessuno solo a chi perde il lavoro. E lo Stato continua ad aumentare il debito pubblico a dismisura. Così facendo presto tutti si renderanno conto che lo stato non sarà più in grado di pagare più gli stipendi statali ed allora si accenderà finalmente il riflettore e tutti capiranno che è la fine. Noi imprenditori siamo stati spremuti per bene anche per mantenere gli impiegati e la burocrazia che ci ha uccisi. Svegliamoci gli Artigiani e i piccoli imprenditori sono stati una risorsa per questo Paese. E aggiungo io è dal 1982 che sono un piccolo imprenditore edile e non ho mai ricevuto un contributo dallo Stato ho solo dato ed oggi non sono più nelle condizioni di andare avanti. Sbrighiamoci a governare se no è la fine non siamo più nelle condizioni di aspettare, il mio è un grido di dolore per me e per i miei colleghi.

giovanni1 salamone, Agrigento Commentatore certificato 15.03.13 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Vi abbiamo votato per questo, fatelo prima che le aziende muoiano

Ser nel 15.03.13 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi a scrivere, meno a fare! Pur avendo tanti parlamentari non siete riusciti (o non volete) ad eleggere un presidente 5s, bastava alla luce del sole eleggere vicendevolmente 1 presidente Pd ed 1 5s, questo avrebbe permesso un maggiore controllo e più incisività nel portare le priorità del m5s. Votare x voi è uno spreco, se volete controllare ciò che fanno gli altri bastano 10 senatori e 10 deputati. Resterete anche fuori dalle commissioni x paura di decidere e quindi sbagliare?

Giancarlo 15.03.13 20:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

basterebbe.....
appunto cominciamo a farlo!!

gianni sebastiani 15.03.13 19:59| 
 |
Rispondi al commento

È tutto vero ciò che dici, ma ci vuole un rilancio dell'industria e ridare a questo paese una gran voglia di rimettersi in gioco.
Per far questo ha mio avviso bisogna investire per quelli che hanno delle idee valide,e poter dar modo sia a chi vole essere imprenditore, ma anche per l'operaio.
Questo come?
1º le banche(banca d'Italia) devono concedere almeno il 70%del finanziamento con tassi agevolati

2º Per garantire sia la banca e sia la completa trasparenza, con l'evasione e con le infiltrazioni mafiose, inserire all'interno della fabbrica una nuova figura che controlli tutti i movimenti di essa con sistemi fiscali molto più semplici di quelli attuali. Questa figura dovrà essere da garante e per tanto dovrà essere sostituita a rotazioni, ogni tot tempo.

3º Le tasse non devono superare il 45% per poter dar modo ad un guadagno più uniforme a tutti i lavoratori.
Gli stipendi dovranno essere rapportati a quelli europei, compresi ai dirigenti. Gli utili dovranno essere sparti in percentuali sia per rinvestirli nella azienda e per tutti i lavoratori che ci operano, questo sarà molto importante per dare uno spirito di unione e di competizione nella azienda.
Questi 3 punti sono stati elencati in maniera molto e dico molto sommaria ma il concetto è molto semplice pasta poco per dar vita ad un nuovo modo di fare imprenditoria
Facendo presente che non ho le qualifiche ne di studi ne di lavoro ( faccio il commerciante) ma è anche vero che basterebbe poco x ridare fiducia a questo paese.
Tutte le forze politiche, parlano tanto anzi tantissimo ma non ho mai sentito da nessuno come rilanciare l' economia in maniera dettagliata, con nuove idee.

Guido de Lagatinerie , Firenze Commentatore certificato 15.03.13 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe bastato che Berlusconi e PDL avessero tassato i capitali sporchi con lo scudo fiscale come redditi normali (33%)e avremmo recuperato 28 miliardi di euro!
Sarebbe bastato lasciare l'Afganistan a chi vi vuole portare 'la pace'(!!!???!!!) e avremo risparmiato 3-4 miliardi, il ponte di Messina, il mancato accorpamento di elezioni e referendum sull'acqua, il finanziamento di politica e dei partiti e non avremmo avuto bisogno di IMU e IRAP ...
ma dov'è la giustizia in questo paese?

Marco Giuliani 15.03.13 19:56| 
 |
Rispondi al commento

Ogni giorno sembra più vicino un cambiamento.

Mauro Vai 15.03.13 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Invalibilita per stato di crisi per tutti gli aumenti praticati da tutte le organizzazioni che hanno concessioni statali, autostrade, energia etcc retroattiva considerato come inizio data a cui fa riferimento 0 di pil. Convogliando il percepito in fondo etico a sostegno.
Controllo degli investimenti reali sulle concessioni che vorrebbero giustificare assurdamente tali aumenti

Marco Barsanti 15.03.13 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Possibile che nessuno conosca il programma MOSLER ECONOMICS MODERN MONEY THEORY.Abbiamo la soluzione a portata di mano.Vi prego leggete questo programma e fatelo conoscere a tutti. Andate sul sito www.memmt.info e LEGGETEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

maria g., riccione Commentatore certificato 15.03.13 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Recessione da ogni contratto di locazione per enti pubblici che occupano strutture private e ricollocamento di tali enti nelle strutture di proprietà dello stato

Marco Barsanti 15.03.13 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Ci hanno massacrato con l'irap i contributi hai dipendenti le tasse alte,mi hanno fatto kiudere l'azienda,tanto ke gli frega allo stato se kiude un attività con 15 dipendenti,loro sono al sicuro loro nn perderenno mai niente , purtroppo li è sazio nn crederà al digiuno.Grillo dai fallì fuori tutti e se andremo a votare prenderai il doppio de voti,a noi interessa solo il lavoro e un avvenire hai ns figli..

Angelo antonio salvemini 15.03.13 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per diminuire il peso dello stato sul reddito da lavoro occorre tagliare pesantemente le spese e ridurre il debito pubblico togliendolo dalle speculazioni del mercato. Come?
Pagare gli stipendi dei dipendenti pubblici, a partire da scaglioni di reddito, con buoni del tesoro. Più o meno potrebbe essere così ripartito: chi ha uno stipendio netto di oltre 1.500 euro/mese percepirà 1500 euro in contanti ed il 30% dell'eccesso sarà retribuito con BOT e BTP. Oltre i 2000 euro i BOT/BTP saliranno al 50%. Oltre i 3000 euro il 100% sarà costituito dai titoli di stato. Questo deve valere per tutti onorevoli compresi.

Paolo Andrea 15.03.13 19:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abolizione immediata dei doppi incarichi e convogliamento retroattivo a 3 anni del percepito in fondo etico. Abolizione delle commissioni create a questo titolo e che hanno permesso il generare di queste anomali contribuzioni a carico del contribuente.
Limitazione di ogni compenso manageriale e buonuscite condizionate a risultati a protezione di ogni investitore nel caso di aziende quotate. Controllo di ogni aumento di capitale da condizionare a protezione di azzeramenti per i piccolissimi investitori

Marco Barsanti 15.03.13 19:21| 
 |
Rispondi al commento

basterebbe per 2 anni sospendere tutti gli oneri contributivi alle aziende medio piccole,tra cui irap irpef, inps ....e chiedere una quota fissa in base allo storico reddituale di ogni azienda, dividerla per 12 comode rate mensili, e cosi forse riusciremo a far ripartire l'economia,senza assistere alla chiusura di 1000aziende al giorno come e avvenuo per il 2012. che ne pensate?????
GRAZIE

roberto t., ottaviano(NA) Commentatore certificato 15.03.13 19:20| 
 |
Rispondi al commento

NON SERVE abbassare i contributi perchè anche se fossero gratis non ci sono le aziende per assumere e a malapena si riesce a dare a tozzi e bocconi lo stipendio, pensa i contributi!!
NON SERVE abbassare l'irap perchè non esistono più gli operai nelle aziende ed a breve non esisteranno più nenche le aziende.
NON SERVE dare i crediti indietro è troppo tardi i creditori sono tutti morti e quelli in vita lo saranno tra breve perchè lo stato non ha i soldi e non pagherà.

L'unica cosa che si può fare e lo si farà perchè non cè alternativa è azzerare le spese dello stato fino al fisiologico quindi:

SI PUO' licenziare gradatamente in un anno e mezzo almeno 2500000 dipendenti pubblici a partire dagli assenteisti e inefficenti ai doppilavoristi ecc. e i piu' disponibili dargli finanziamenti europei per aprire aziende con un'ispettore che li guida nel primo anno.
SI PUO' chiedere 1000mld indietro entro un anno a tutti i politici di tutte le istituzioni dal 1970
ad oggi.
SI PUO' riprendere tutti i mld di compensi dati ai manager del parastato che sono stati pagati malgrado il mantenimento del dissesto delle aziende.
SI PUO' azzerare la sanità per tutti i redditi superiori a 20000euro annui riducendogli a sua volta i contributi del 50%
SI PUO' azzerare la cassa integrazione e muoversi con gli operai come i dipendenti statali.
SI PUO' eliminare l'esercito che non serve.
SI PUO' eliminare il 50% dei deputati e lavorare con una camera al 75% dello stipendio attuale ed azzerare finanziamenti.
SI PUO' ridurre del 50% lo stipendio dei magistrati che è collegato a quelli dei parlamentari.

Tutto questo per rallentare il debito poi si può iniziare a tagliare le spese..... e solo dopo si può pensare di ricrescere!!!!

State suonando il violino sul Titanic e ancora non ve ne siete accorti

MANUEL FORCINA, ROMA Commentatore certificato 15.03.13 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Serve poco

Non so se questo commento verrà pubblicato integralmente, però mi sento di dire che non basta poco, basta poco per tornare alle urne

Ercole brighi 15.03.13 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe anche riscuotere i 98.000.000.000 di EURO e ripeto NOVANTOTTO MILIARDI DI EURO evasi delle slot machine!

Sergio Martemucci 15.03.13 19:14| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

esattamente questi 5/6 punti da mettere in atto SUBITO !

Filippo M., Bellagio ( Co) Commentatore certificato 15.03.13 19:05| 
 |
Rispondi al commento

VI ABBIAMO MANDATO IN PARLAMENTO PER QUESTO. Ora vediamo quanto bisogna aspettare.

F.C. 15.03.13 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo la politica non è calcio
non si può essere tifosi... (ci bastano i tifosi del Cav)
bisogna essere obbiettivi se nelle casse non entra niente non può uscire nulla

Pietro M. Commentatore certificato 15.03.13 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Inoltre chi percepisce pensioni superiori a 5000 euro o fuori dal reale contribuito debbono essere obbligati, per la differenza, a convogliare il surplus in un fondo etico per sostegno al credito e per il rilancio dell'economia delle piccole e piccolissime imprese. Immobilizzazione triennale garantita e con interessi corrisposti con rateo corrispondente ai bot a un anno. Quindi Equitalia che dovrà esigere il solo capitale, senza costi di alcun tipo ed in forma rateale ripartita in 12 mesi per importi superiori a 1.000 euro.
Immediata chiusura delle strutture aperte per infrastrutture , che continuano a rappresentare un costo fisso, tipo in esempio organizzazioni di progettazione come il ponte sullo stretto. Rinegoziazione di ogni appalto pubblico sulla base dei costi europei per opere simili.
Non mancherò' per ulteriori proposte
Marco Barsanti Lucca

Marco Barsanti 15.03.13 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Per fare tutto questo ci vogliono soldini...
dove li prendiamo?

Pietro M. Commentatore certificato 15.03.13 18:54| 
 |
Rispondi al commento

I costi sostenuti dalle aziende per la realizzazione di strutture tecnologicamente avanzate con minor impatto ambientale ed in aree destinate alla produzione non possono essere detratti, anzi sono in conto capitale ed in piu SI PAGA IMU. La mia azienda aveva un progetto gia in stato avanzato. Abbiamo rinunciato

marina renotti, Roma Commentatore certificato 15.03.13 18:53| 
 |
Rispondi al commento

La perdita costante del potere d'acquisto di stipendi e pensioni dipenda anche e in maniera determinante da un altro meccanismo perverso che i sindacati hanno tiepidamente criticato senza opporvisi con durezza: il fiscal drag. Ad ogni aumento legato al tasso ufficiale d'inflazione programmato - peraltro truffaldino, in quanto l'inflazione reale è stata sempre e di molto superiore - scatta l'aumento della pressione fiscale, che annulla il recupero del potere d'acquisto. C'è qualcuno che vuole occuparsene?

Gianfranco D., Roma Commentatore certificato 15.03.13 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Si ma propone tele queste 5 leggi

Riccardo banchini 15.03.13 18:50| 
 |
Rispondi al commento


Nel nostro paese le attività che hanno chiuso i battenti sono 364.972 , mille ogni giorno (+24 mila unità rispetto all’anno precedente). Dati Unioncamere:
Confcommercio rincara la dose: “Il peso dei costi fissi a carico dei piccoli negozianti e degli artigiani è diventato insopportabile parlando di morsa fiscale non può mancare un accenno al costo delle locazioni: “Come Con. stiamo intraprendendo una serie di iniziative con le amministrazioni locali per calmierare gli affitti e tutelare le attività commerciali soprattutto nei piccoli Comuni, soprattutto nei confronti dei negozi di vicinato ***che stanno rischiando la scomparsa con una conseguente desertificazione commerciale”.
***d.lgs. 31 marzo 1998 n. 114 art.1 punto b….servizio di prossimità
Uno studio promosso da Federcontribuenti Veneto scopre che i locali affittati ai commercianti hanno spesso costi esorbitanti e numerosi i casi di esercenti strozzati fra crisi dei consumi, elevata tassazione e canoni di locazione drogati“
Nel Messaggero Veneto di gennaio 2013 recentemente si poteva leggere un titolo inequivocabile:Raffica di negozi chiusi: colpa del caro affitti !La desertificazione commerciale, con chiusura di tante piccole attività di vicinato, favorisce la “ desertificazione del territorio “ con la conseguenza di intere zone inanimate e con il rischio concreto di vedere centri e quartieri trasformati in “città fantasma”.Quartieri privati della luce delle vetrine che contribuiscono da un lato, alla sicurezza dei cittadini e dall’altro sono un deterrente contro la microcriminalità.
I piccoli negozi svolgono un ruolo sociale e di presidio , specialmente nelle zone periferiche anche per il servizio offerto nei riguardi di persone anziane o disabili che non possono recarsi in posti lontani per fare i loro acquisti. Mi domando chi puo’ invertire la rotta di questa grave situazione?
15.03.2013 da GraziellaG.(www.alleanzapopolareitaliana.it)


Graziella g. Polettini 15.03.13 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Deficit, debito pubblico, disoccupazione, ripresa economica. Un rebus inestricabile.La soluzione a questo rebus è più semplice di quanto si pensi . Alle imprese deve "convenire" assumere a tempo indeterminato, piuttosto che prendere precari, la produttività deve essere incentivata e non tassata quando produce lavoro e la burocrazia deve essere ridotta all'essenziale. Le tasse "devono" essere abbassate in misura inversamente proporzionale al reddito nel senso che ci deve essere una proporzione biunivoca reale tra reddito e tassazione ed inoltre ci deve essere una distinzione tra la tassazione sui redditi da lavoro, impresa ecc. che deve essere inferiore alla tassazione sugli investimenti finanziari, potenzialmente inutili ai fini della creazione di posti di lavoro.
La corruzione deve essere considerata un reato penale "gravissimo" cosi come l'evasione fiscale.
Le spese dello Stato devono essere tagliate drasticamente in tutto ciò che in questa fase non è utile direttamente ai cittadini e che ostacoila la ripresa, per cui oltre che ai finanziamenti ai partiti, tagliamo quelli ai giornali alle varie associazioni culturali, sociali ecc. ecc ( ce ne sono migliaia), fermiamo la TAV e gli inutili F35 ecc.ecc. Insomma se si volesse nel giro di 6 mesi si potrebbe ribaltare la situazione.
Tutto più difficile a dirsi piuttosto che a farsi

Francesco PISTONE 15.03.13 18:35| 
 |
Rispondi al commento

sarei lieto di vedere risolvere la questione del mercato del alvoro...troppi contratti a termine ma spesso e incerti settori si usan i contgratti a chiamata e tramite ccoperative di servizi,,che versan pochi contributi ecc..per non parlare poi delle agenzie interinali...ecco cari grillini vediam se si posson ridurre o eliminare proprio questa causa di disgrazie...
e ricordiamo che meglio 100 euro in piu a chi ne prende mille pitosto che levarne 1000 a chi ne prende 10000 ..aspetto risposte..

andrea ferrari 15.03.13 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Sono un professore universitario; dopo 5 concorsi e 12 anni di cattedra (vinta a 37 anni, nel 2012), sono a stipendio bloccato, dal 2010 (3500 euro). Mi sapreste spiegare che senso ha ridurre il mio stipendio? Chi farebbe più il professore universitario se, come nel mio caso, dopo 22 anni di lavoro, 5 concorsi (decine di lavori èubblicati, libri scritti, riviste fondate,ecc., ecc., ecc.), 3 anni di stipendio bloccato, ci si dovesse ridurre lo stipendio di 1000 euro? E dove si prenderebbero i soldi derivanti dall'immediata riduzione del gettito fiscale conseguente (fra l'altro, l'unico gettito fiscale sicuro!!!)? La smettete di dire stupidaggini - del tutto in contrasto con l'abborracciata idea di meritocrazia di cui vi fate finanche sostenitori(?!)? Beninteso: io sarei anche disposto a tirar fuori parte dei miei risparmi per contribuire all'abbattimento del debito. Ma le minchiate, per favore, perlomeno quelle, RISPARMIATECELE!!! E risparmiatele anche a voi, se non per ragioni di dignità, perlomeno per evitare che un profluvio di voti torni da dove proviene: cioè, dal centro-destra.

Pasquale De Sena 15.03.13 18:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ARIA PULITA...GRILLO SANTO SUBITO !!!!

David 15.03.13 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Ogni volta che vedo come naturalmente democraticamente e serenamente vengono gestite le cose dagli eletti del m5s ho un brivido, e la sensazione di normalità a cui ci stiamo avvicinando a darmi emozioni, sapere che chi hai eletto ti informa di ciò che ha fatto durante il giorno è semplicemente straordinario. Ragazzi, così mi sento di chiamarvi, e non senatori o deputati, ragazzi continuate così, la mia ammirazione per voi aumenta giorno dopo giorno. Sarò nel araldisti in terra quando ogni vecchio politico scomparirà dalla scena e renderà al paese ogni centesimo rubato!
Immagino er trota o Rutelli con un ordine del tribunale di cessione del quinto dello stipendio percepito a raccogliere pomodori .

Tioli Stefano 15.03.13 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,sì basterebbe poco.Basterebbe volerlo.Tutti i giorni sento di negozi che chiudono.Di persone che si dedicano a questo da una vita...Come me.
Sono ormai quasi tre anni che con le unghie e con i denti,difendo il mio di negozio.Le banche chiedono degli interessi da strozzinaggio,(lo scoperto in banca mi sta strozzando)ho dovuto dimezzare le ore del contratto alla ragazza che lavorava con me full time,abbracciandola con le lacrime agli occhi,ho chiesto aiuto ad una pseudo società per un prestito dalla regione,con la unionfidi,pare che ci siano dei fondi destinati all'impresa...Bè è scoppiato lo scandalo in Regione e il personaggio è scomparso togliendomi 600.00 euro.Non so più che fare..Si parla tanto di disoccupazione.I contratti dovrebbero essere esentasse.Chi assume dovrebbe pagare soltanto lo stipendio e i contributi!!!Perchè dà lavoro!!Le imprese dovrebbero ricevere soldi a tasso agevolato...Io sto per vendermi la casa che ho comprato in cooperativa con il sudore della mia fronte..Sono una persona onesta.Pagherò i debiti e entrerò a far parte dell'esercito di disoccupati,di questo povero paese martoriato,che si sta accartocciando su se stesso.Clara

Clara Pennacchi 15.03.13 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Dicono che M5S è una dittatura.
Perchè negli ultimi 20 anni cosa abbiamo avuto?

SIMIONI V., Fontaniva (Padova) Commentatore certificato 15.03.13 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, esco un attimo da questo discorso.
Non vi sembra che questi indiani hanno un pò rotto???Sarebbe il caso di prendere dei provvedimenti, tipo non andare più nei ristoranti indiani nei call center non comprare più prodotti loro e boicottarli in tutto e per tutto. piccola sommossa civile per fargli capire che ci sono leggi internazionali e che non possono fare come gli pare.
Addirittura ingannare il comandante di una nave per farlo tornare sul loro suolo e poi arrestare persone che stavano facendo il proprio dovere. Adesso addirittura sequestrano il nostro ambasciatore UUUEEEE ragazzi questi sò impazziti facciamoci sentire

valter simonazzi 15.03.13 18:18| 
 |
Rispondi al commento

bisogna chiudere immediatamente tutte le varie partecipate , spa, enti inutili tipo CNEL con consigli d'amministrazione costosissimi presieduti da trombati politici (nel Cnel c'e anche il sindacalista Angeletti che poi vediamo in tv a parlare di sprechi!!!)

lorena c., Perugia Commentatore certificato 15.03.13 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungerei che bisognerebbe consentire alle aziende di non versare l'IVA sulle fatture non incassate, almeno quelle per beni o servizi venduti alla Pubblica Amministrazione.

Andrea N., Roma Commentatore certificato 15.03.13 18:11| 
 |
Rispondi al commento

basta sanzioni basta stipendi inutili nella publica amministrazione basta alle assicurazioni da ladrocinio basta con banche che affossano miliardi in speculazioni fasulle e lasciano morire le inprese vere produtrici di reddito reale livellare le pensioni ad un minimo dignitoso a discapito di quelle d'oro che non devono mai piu esistere in una democrazzia.mi chiedo dove si nascondeva la sinistra quando permetteva tutto cio . e ancora vuole uno stato di polizia per tenere sotto controllo l'evasione e non si accorge di chi gli ruba i milioni dal como di casa o i miliardi mps ma cosa vul fare cuesta sinistra miope e ingorda di potere per sinistra intendo il pd.che quando e stata al governo a votato solo norme antipopolari o paraventi tipo la legge bersani sulle assic. cosa serve una legge del genere le assic.sono aumentate esponezialmente e le anno lasciate fare. non vi e piu nulla che possa far lontanamente pensare ad un partito di sinistra il pd.che non capisce che il lavoro non e solo una parola da masticare in tempo di elezzioni ma il lavoro va sostenuto con il credito delle banche con deficalizzazioni inportanti con prese di posizione forti nei confronti di imprese che producono in italia e pagano le tasse fuori. nel difendere i cittadini dallo scepio di equitalia non arrivare nemmeno a pensare alla inpignorabilita della prima casa e vera miopia politica vuol dire allontanarsi completamente dalla realta e dai bisogni dei cittadini in periodi di crisi nera come questo .quindi questa sinistra faccia per cortesia un passo indietro a lasci fare cio che lei a promesso e mai fatto "CIOE GLI INTERESSI DEI CITTADINI" A CHI MAGARI PUO INCOMINCIARE A FARLO M 5 S

giuseppe trecordi 15.03.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Mai votati in vita mia...ma per Grillo é un dovere! Grillina per sempre!❤vi mando tanta grinta dalla svizzera. Sti seguendo per la prima volta la politica italiana, perché la lingua di grillo la capisco e mi interessa da matti! Grande!

Nunzia Sciascia 15.03.13 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo messi proprio male. tutti contro tutti.HO una proposta, anzi piu di una, torniamo alla lira dopodiche chiudiamo tutti i confini, la energia la prendiamo dal sole,ricominciamo a zappare la terra, non esportiamo e non importiamo,ricominciamo come facevano i nostri vecchi a fare i pastori,riprendiamoci la nostra vita.Gli inprenditori sono disperati, gli operai disperati, ma secondo me dovremmo ritornare a una vita che si avvicina di piu alla natura e alla normalita.DA questo buco nero senza fine e rimasto soltanto la lucina piccola di GRILLO.

giovanni 15.03.13 18:04| 
 |
Rispondi al commento

prima bisogna riportare gli stipendi di tutti i caporioni al valore che avevano al tempo della lira, come è successo per tutti gli altri lavoratori dipendenti e i pensionati.
Approfittando dell'entrata nell'euro tutti i caporioni si sono raddoppiati e triplicati le entrate, senza che ci fosse copertura in quanto il pil diminuiva e costringendo i loro protettori a stampare BTP ed altre cambiali.
Solo allora si potranno togliere i balzelli che servivano proprio per coprire una parte di quegli stipendi.
Ripeto, occorre una legge che riporti stipendi di magistrati, baroni univers, politici, baroni ospedal, dirigenti statali ai livelli del 2000

fracatz 15.03.13 17:55| 
 |
Rispondi al commento

abbassare gli oneri contributivi e previdenziali sul personale dipendente si...ma parliamo anche di chi è artigiano o commerciante e che qua è dura anche senza dipendenti è questo il punto...come si può ampliare il mercato del lavoro se prima non ci danno un po di ossigeno, consegnare il 23% del netto che guadagno allo stato è una rapina autorizzata!!!le ditte individuali moriranno una ad una!! Grillo salvaci!

Emma Mascia 15.03.13 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Ogni giorno siete una conferma, continuate così! Non vedo l'ora di tornare alle elezioni x votarvi! E con me molti altri, ne sono sicuro.

Roberto Odolini 15.03.13 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Noi,Italia,per un disegno scellerato,DOBBIAMO STAR FERMI,in tutti i campi,dalla ricerca all'artigiano.
Decine di leggi VESSATORIE,BUROCRAZIA.
La tassa più indegna di tutte è l'IRAP,tassa applicata sui collaboratori che assumi,si paga in base al numero di persone che collaborano con l'azienda.
A pari passo,gli studi di settore,applicati per la denuncia dei redditi,ove ogni collaboratore viene visto come un guadagno per l'azienda,sè l'azienda chiude alla pari con le spese di collaborazione,il sistema fiscale dice che non sei CONGRUO,e si ci ritrova a fronte di una denuncia dei redditi che vuole soldi che non si è guadagnato solo perchè cerchi di mantenere dei collaboratori.
SEMLICEMENTE SCHIFOSO.
QUESTA E DITTATURA.
CI HANNO LEGATI MANI E PIEDI.
SBUROCRATIZZAZIONE.
LIBERIAMOCI.

salvatore castellano 15.03.13 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Non basterebbe , bisognerebbe togliere gli studi di settore che obbligano un piccolo imprenditore a dichiarare un utile almmeno sul livello dello stipendio dei suoi dipendenti. quindi se uno non guadagna ma per onesta' si toglie il pane di bocca per pagare i dipendenti deve anche dichiarare un utile. poi tutta la burocrazia come le cartaccie sul documento di programmazione del rischio , l'asl che viene a rompere le balle ogni momento per controllare se gli interruttori della luce sono a 90 cm , se i rubinetti sono automatici , se le porte hanno il maniglione antipanico , se c'e' la catenella nel cesso . Poi i corsi sulla sicurezza (aria fritta e burocrazia) che costano dai 250 ei 400 euro a dipendente , controlli dell'ispettorato del lavoro per verificare se hai inserito le presenze alle 8.30, insomma appena uno assume entra in un girone dantesco di costi ma sopratutto di spaccamento di balle che ti fa rimpiangere quando facevi tutto da solo. Un mio amico era sull'orlo di una crisi di nervi , ha lasciato a casa i due dipendenti e adesso sabato e domenica e' sempre a sciare

angelo 15.03.13 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Un buon imprenditore quando vede che nel bilancio della sua azienda c'è un costo spropositato, come i costi della politica italiana, interviene subito per ridurli o eliminarli,e dopo interviene sui piccoli costi,come mai il governo precedente guidato da un professore di economia non ha fatto questo ? anche un ragazzo dello superiori se vede il bilancio dello stato si accorgerebbe di questa voce anomala, e ti direbbe dove intervenire, senza bisogni di fare tante analisi o studi, delle volte penso proprio che siamo stati governati da un branco di ignoranti.

Gianfranco Marigonda 15.03.13 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basterebbe che momentaneamente e URGENTEMENTE si paghino le centinaia di imprese che debbono avere i soldi dallo stato!!!!!
Da lunedi, che io conosco e sono coinvolto in prima persona con un piccolo ufficio ben 4 grosse imprese hanno chiesto il concordato preventivo con centinaia di milioni da prendere dallo stato e così sono coinvolte altre aziende come me............dal mese prossimo cosa incasso con cosa pago i miei collaboratori??? con il concordato preventivo ma vi pare logico???? ormai sono centinaia le ditte costrette a questo, rimettete in funzione la macchina lavoro!!!!!!

Riccardo 15.03.13 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe un poco di buon senso, basterebbe tassare i redditi e non anche tutto quello che si fa con il reddito, basterebbe eliminare la burocrazia che e un costo due volte, basterebbe dare il marchio made in Italy solo ai prodotti fatti in Italia. E vero basterebbe poco' un poco di buon senso..
Io spero in voi, e se potessi farei di più.
Grazie

Livio Pigini 15.03.13 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Quoto al mille per mille l'amico marcello! fuori dalle palle gli extracomunitari che commettono reati in Italia! che scontino a casa loro! invece ce li dobbiamo tenere svuotando le nostre buste paga! fate subito una legge in tal senso ragazzi! Non esiste razzismo in questo, ma solo giustizia verso di noi e le persone per bene!!

A. Mereu 15.03.13 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Penso che succeda solo in Italia che quando finisce la legislatura alcuni ex parlamentari di costituiscono in carcere: e a parte sono già pronti per prendere il vitalizio.

Enzo Dalmonte 15.03.13 17:19| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNA METTERE I SOLDI IN TASCA ALLE PERSONE, BISOGNA FAR SI CHE LA GENTE POSSA DI NUOVO SPENDERE.
DETASSARE LE IMPRESE SI, PER RENDERCI COMPETITIVI MA DETASSARE ANCHE IL LAVORATORE DIPENDENTE PER DARGLI MAGGIOR LIQUIDITA'!! E POTER FARE INVESTIMENTI !!

SILVIO PAPACCIO, IVREA Commentatore certificato 15.03.13 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda PENSIONI e COLLEGATI al momento non ho sentito NESSUNO e ripeto NESSUNO che abbia mosso un dito su questo tema che ora comunico; Politici "affiliati" alla "Casta" pensioni dopo 36 mesi e soldi a "loro-discrezione" altri "LAVORATORI" 41 anni di marche versate e pensione secondo le regole "tariffarie" di SINDACATI e POLITICI (circa 900 euro al mese). DICO IO, MA STIAMO SCHERZANDO?

Ermes D., San Giovanni in Persiceto (BO) Commentatore certificato 15.03.13 17:11| 
 |
Rispondi al commento

giustissime considerazioni, basterebbe davvero poco, la volontà di fare qualcosa per le persone e non solo per le banche !

volontà che mai nessun politicante ha dimostrato di avere !

Roberto B. Commentatore certificato 15.03.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Sono un imprenditore del Nordest ,ho sempre votato per il centrodestra e Lega, sono pienamente d'accordo con voi su togliere IRAP e diminuire il costo contributivo del lavoro...non serve a niente a detassare le nuove assunzioni !!!!! Stiamo lottando a denti stretti per dar lavoro e
non dover lasciare a casa quelli che già abbiamo !!!


Ezio Lissandrini 15.03.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento

l'operazione apertura parlamento è cominciata! stanno già tremando!!!

Bruno Cinque (b5), Trieste Commentatore certificato 15.03.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve, Come svuotare le carceri? semplice!!! processo in italia, ma la pena la sconta nel suo paese,dato che il 60% dei detenuti e' extracomunitario... in questo caso il suo permesso di soggiorno e' scaduto... xche' mantenerlo??.

marcello pelissero 15.03.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento

rispondo all'argomento di come far ripartire le aziende; basterebbe, basterebbe, basterebbe ormai non basterebbe piu bisogna fare e presto bisogna farle ripartire e riportare tutte le aziende in italia con il nostro Made in Italy che è prezioso nel mondo basta con tutti questi suicidi di imprenditori fate suicidare Monti e le Banche (io nn ho aziende ma ci sono tanti giovani e 50 enni che devono lavorare ) togliete l'imu prima casa - e la pensione a quell'età assurda - insomma c'è da fare !!!!!

chiara papa 15.03.13 17:04| 
 |
Rispondi al commento

BRAVI! per le piccole imprese in aggiunta al programma suggerisco:
- creazione di una banca etica a interessi "0"
- creazione di un fondo nazionale diviso in 20 regioni.
sono un imprenditore mi candido per la formazione di gruppo di lavoro da Venezia per il Veneto per un piano di rilancio immediato per le piccole imprese.
sono regolarmente iscritto a M5S

Fulvio Bettini 15.03.13 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Piccola riflessione, tutti si aspettano dal M5s qualcosa che vada più verso interssi di una parte che non verso l'interesse comune della nostra Italia. Se mai, e ripeto mai, c'è stato in Italia qualcuno che ha promesso qualcosa in campagna elettorale per poi pian piano dimenticarsene, beh basta guardarsi indietro nel nostro recente passato e guardare che cosa è stato fatto dai precedenti governi di destra di sinistra e non ultimo il governo tecnico, tutto si può criticare ma non la coerenza del MoVimento 5 stelle, noi siamo per la democrazia, che passa attraverso il rispetto delle regole azzoppate nel loro più elementare requisito, quello della scelta da parte dell'elelettore della propia rappresentanza, ecco perchè non ci si può accordare con questi politici che di volta in volta hanno avvallato scelte nell'interesse di parte e non del paese. Mandiamoli a casa!!!

Efisio Spada, efy1963@tiscali.it Commentatore certificato 15.03.13 17:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io propio non capisco: chiudono 10.000 aziende ogni anno che chiaramente non renderanno più un centesimo all' erario, e lo stato preferisce incassare niente anzichè qualcosa se le tasse non le strangolassero. Se quancuno ha una risposta esaudiente la publichi? Così me ne farò per sempre una ragione.

gigi sale 15.03.13 17:02| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe... è vero siamo alla rovina.. nn ne possiamo più di tasse, cavilli, balzelli, ecc.. sai per continuare a svolgere il mio lavoro ho dovuto cambiare sede perchè il locatore mi chiedeva 1.500€. al mese... ed io nn ho nemmeno i soldi per mangiare, ovviamente se avessi dato sti soldi a lui sarei stata costretta a mangiare alla mensa dei poveri... e pensa che sono pure creditrice nei confronti dello stato, ma nn mi è concesso di avere qualche agevolazione sulle tasse, ci mandano sempre more, more, more e sti signori nn sanno che nn paghiamo nn perchè nn vogliamo pagare, ma perchè ci hanno spremuto tutto quello che avevamo.. tutti i sacrifici che abbiamo fatto per tutti questi anni e in tasca nn ci è rimasto più nulla.. nemmeno le lacrime per piangere

cristina d'este 15.03.13 17:00| 
 |
Rispondi al commento

basterebbe tassare le prostitute togliere uno zero dalle pensioni d oro prese peraltro non dopo i 40 anni come i comuni mortali togliere uno zero alle mensilita dei calciatori professionisti riprendersi soldi e proprieta dai camorristi processati e gia in galera a vita prendersi le tasse fin ora non pagate da tanti che hanno tutto insomma riequilibrare le cose perche nel 2013 non e normale che milioni di bambini ancor oggi muoiano di fame e di sete o per banali malattie perche la voluta ignoranza di tanti fa bene a pochi che non vogliono il bene ma usano le energie per i loro scopi ma cari miei a napoli si dice la zizzinella e finita ,aiutiamoci con l amore la volonta e la conoscenza .forza ce la faremo insieme anche pregando l uno per l altro,dopo duemila anni c e un solo uomo di cui si parla ancora il resto siamo solo poveri cristi tutti per lo meno cerchiamo di fare bella figura una volta che saliamo lassu.cari l unica cosa democratica e quella li e nessuno scampa

cristina coppola 15.03.13 16:59| 
 |
Rispondi al commento

giuste considerazioni, voglio solo aggiungere che basterebbe che lo Stato obbligasse le Banche ad aprire i portafogli verso le Imprese che fino a due anni fa hanno contribuito a pagare fiori d'interesse alle Banche stesse e che oggi sono in crisi in quanto hanno chiuso ogni tipo di rubinetto.

giovanni F., san severo Commentatore certificato 15.03.13 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Per rilanciare l'economia bisognerebbe incentivare anche la spesa! Hanno aumantato l'IVA e il risultato è stato una diminuzione delle entrate; hanno aumentato le tasse sui carburanti ed hanno impoverito solo i benzinai che vendono meno; hanno messo l'IMU con una tale incertezza di scadenze ed aliquote che hanno solo creato paura, hanno fatto una riforma del lavoro che ha lasciato centinaia di migliaia di persone senza lavoro e senza pensione. Questi sono i tecnici che ci hanno governato finora. Penso che si possa farne tranquillamente a meno e spero che si facciano da parte da soli prima di essere travolti! Non mollate ragazzi!!!! Ricordate che la fiducia prima di darla, o di votarla, deve essere MERITATA e questi vecchi scarponi meritano solo sospetto e disprezzo!!!

Andrea Girardi 15.03.13 16:57| 
 |
Rispondi al commento

si potrebbe risparmiare sui penitenziari facendo scontare le pene dei stranieri a casa loro x sentito dire ogni detenuto costa allo stato 350,00 euro al giorno,facendo pagare un iva sopplementare x chi acquista prodotti stranieri ,disarmando i vigili urbani ed altre forze dell'ordine imboscati ,di nn fare processi lunghi,dimezzare la tv di stato tutti gli impegati sono una sola famiglia, la riforma dell'anas e far pagare l'imu alla chiesa ed alle banche e di farci lavorare x poter vivere dignitosamente combattete siamo con voi grazie

gaetano russo 15.03.13 16:55| 
 |
Rispondi al commento

penso che detassando il costo di un dipendente anche del 70% 35% al dipendente e 35% alle aziende, il valore economico rimesso in circolazione nei mercati si verrebbe dallo stato recuperato nelle seguenti percentuali: 21% di IVA recuperata dallo stato, utili aziendali tassati al 48% ripresa di mercato con PIL in aumento e quindi conseguente introiti dello stato, per le aziende invece aumento della competitività, incremento degli utili o calo delle perdite e conseguentemente ulteriori investimenti, per i dipendenti invece maggiore disponibilità e quindi ripresa dei consumi e nei risparmi.
non credo che solo IMU e IREP possano fare ripartire il mercato!

Umberto Ottolenghi 15.03.13 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Per le banche, dopo averle sostenute con i soldi dei contribuenti, basterebbe una legge che in caso di prestito non concesso ad una impresa seria e con la visura camerale pulita le obbligasse a versare il doppio allo stato!

Roberto Maiocco 15.03.13 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Col dimezzamento del numero di politici, esteso a Comuni, Province, Regioni, Aziende pubbliche, Minbiateri etc etc, si possono trovare le risorse da re-impiegare per assistere e rilanciare la PMI.
Condivido il concetto e delego il M5S, ad intrapprendere tutte le strade necessarie per realizzare tutto ciò. Sempre disponibile a collaborare !!

luigi brunello 15.03.13 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Facile dire taglio oneri ed Irap, ma in realtà se non si ristruttura l'architettura dello stato non si può tagliare nulla. Caro Grillo, prova a dire, tagliamo un numero "n" di dipendenti pubblici (ora son 4 milioni), tagliamo i forestali in Sicilia e Calabria (son quasi 50000, più del canada e stati uniti assieme), togliamo le provincie, accorpiamo i comuni più piccoli... puoi continuare con il falso in bilancio (se non ti è scomodo). Smettila con il solito mantra del taglio al numero di parlamentari e rimborsi elettorali, l'inerzia e la cattiva politica sono il vero ostacolo allo sviluppo (sostenibile).

Enrico Vidale 15.03.13 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dov'è la differenza con il programma dello psiconano? Anche qui leggo "meno tasse per tutti" !

Serafino Fiorin, Arquata del Tronto Commentatore certificato 15.03.13 16:49| 
 |
Rispondi al commento

perchè i miei commenti non sono visibili?

maria condello 15.03.13 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Non solo basterebbe che enti pubblici pagassero puntualmente i loro debiti, ma che li pagassero anche i privati....e che si potesse agire nei loro confronti ( quando non tirano fuori i soldini per i servizi che "rubano") con azioni legali rapide ed esecutive.

daniela marzani 15.03.13 16:47| 
 |
Rispondi al commento

kiede prima di pagare il lavoro fatto kiede il durk dopo ke l'impresa a anticipato il lavoro x 90 giorni il commitente deve pagare ,invece cosa fa kiede il durc se l'impresa è in regola con i versamenti ,se non è in regola non paga e quindi l'impresa a sua volta non paga i dipendeti e quindi succedono le vertenze ecc.questo sistema è il sistema x distruggere le imprese,invece x la regolarità deve vedere solo l'ente preposto e non solo deve contribuire insieme all'impresa a sistemare il tuto.

angelo imbriani 15.03.13 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Lo dico da anni, da quando ero una cronista che questi sono gli ingredienti della ricetta giusta, lo dicono gli imprenditori di piccole e medie imprese che mai sono stati ascoltati! Farei un'agguinta che so difficile, ma che è necessaria: un aiuto per promozione e sviluppo, ovvero per la ricerca che è il futuro delle nostre aziende (in francia i ricercatori vengono pagati interamente dal governo)

biancamaria folino 15.03.13 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Sono orgoglioso di voi!!!

finalmente vedo gente onesta che mi rappresenta.

Roberto Palaia Commentatore certificato 15.03.13 16:46| 
 |
Rispondi al commento

basterebbe togliere uno zero agli stipendi dei calciatori dei politici e dalle pensioni d oro riprendersi le proprieta della camorra e tassare le prostitute oltre a far pagare le tasse a chi fino ad ora se le e scialacquate ognuno per se

cristina coppola 15.03.13 16:46| 
 |
Rispondi al commento

contro la casta.. no voto

maria condello 15.03.13 16:44| 
 |
Rispondi al commento

sisi ok...d'accordissimo con il post.

A me, che sono artigiano, basterebbe anche solo abbassare il carico fiscale in generale, visto che praticamente più della metà di quello che metto in fattura/ricevuta se ne va alla "costi, tasse & balzelli spa"...

saluti.

Daniele C. Commentatore certificato 15.03.13 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni anni fa per un breve periodo è stata inserita una normativa che ha aumentato enormemente il lavoro per le piccole imprese, specie nell'edilizia: la detassazione degli utili reinvestiti. In questo momento nero per tutta l'industria, ma in modo speciale per l'edilizia credo che sarebbe utilissimo reintrodurla e i risultati si vedrebbero praticamente subito!

Rosella S. Commentatore certificato 15.03.13 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Il Paese in mano ai giovani, è l'unica possibilità. Grazie per il Vs lavoro


Siete una boccata di "aria fresca", ma sopratutto di onesta'. Non ci mollate, tenete duro, niente accordi con quelle sanguisughe!!!!! Gli manca solo di prenderci il sangue perché i soldi e la dignità ce li hanno già presi!!!!!
Grazie e buon lavoro.

Samanta risaliti 15.03.13 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe che venissero eletti i parlamentari 5 stelle da parte del pd.......scendere dal piedistalllo e cambiare sto cazzo di paese e di mondo porca troia

pierugo bertolino 15.03.13 16:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo anche se sarebbe necessario anche fare un condono. Le imprese indistintamente tutte sono rimaste indietro con le tasse, con i contributi, con le cartelle esattoriali. Siamo veramente arrivati al punto di non ritorno.

dominici verbena 15.03.13 16:40| 
 |
Rispondi al commento

E poi massima tutela per i creditori verso i furbetti che non pagano o fanno fallire apposta le ditte per poi riaprirle sotto altro prestanome.....è un meccanismo che si è incancrenito in Italia che sta facendo fallire migliaia di ditte perchè non riescono a recuperare i crediti verso debitori inadempienti grazie alle leggi garantiste e tempi di attesa che ti portano allo sfinimento per avere la sentenza definitiva.....IN ITALIA IL FURBO LA FA' SEMPRE FRANCA A SCAPITO DELL'ONESTO. E' ORA DI CAMBIARE ROTTA!!!!! W l'onesta'!!!!


basterebbe avere la bacchetta magica!!! ok belle idee ma COME le realizzate????

antonio 15.03.13 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Queste sono ricette giuste e non è la prima volta che se ne sente parlare ma io non riesco a sentire nessuno che indichi, numeri alla mano, dove va a prendere i soldi senza rispondere con un generico "i soldi ci sono".

silvia manganelli 15.03.13 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Vero, bravo.

Daniele Bondrano 15.03.13 16:38| 
 |
Rispondi al commento

per essere precisi dall'irap sono "da poco" detraibili le spese per il personale dipendente.

alberto rossi 15.03.13 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Sì ma bisognerebbe fare un governo per fare ciò che dici, la campagna elettorale è finita, ti ho votato per agire e non ti vedo agire per poter cambiare le cose...
Basterebbe qui, basterebbe lì... ma chi le fa le leggi?
Mi sto rompendo di questa situazione, se pensi che fra tre mesi si va a votare senza aver cambiato niente vince di nuovo il pdl... chi vota a destra voterà sempre a destra, solo chi vota a sinistra critica e prova i cambiamenti.

Fabio D'Ammando, Rieti Commentatore certificato 15.03.13 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basterebbe tornare alla ₤ira sovrana in Italia!!!

RodolfoManfredi 15.03.13 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per fare questo serve una copertura finanziaria.adesso quando dite di fare una cosa dite anke da dove prendete i soldi senza essere populisti(vedi lotta all evasione o tagliare i rimborsi elettorali).

siate "onesti" nelle vostre dichiarazioni!!!

pierpaolo trerotoli 15.03.13 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Nn ho potuto votare a queste elezioni, devo essere onesto non avrei votato nemmeno per voi!
Ma se si ritornasse a votare non avrei alcun dubbio su chi votare!
Restate li è aiutateci, le promesse che fate portate le fino in fondo come state facendo. Fattelo per noi Italiani che stiamo arrivando al punto di non ritorno.

Renzo 15.03.13 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo NON basta . Le aziende devono vendere prodotti vendibili , competitivi , tutelati . Serve la tutela dei brevetti , dei marchi , della qualita' e che quanto importato in Italia/europa rispetti le leggi . Oggi NON e' cosi. Siamo Italia e siamo Europa , dobbiamo ricordarlo sempre e certe cose devono essere fatte assieme agli altri stati. Poi scusate gli americani hanno barriere doganali , i cinesi pure e noi ? No possiamo farlo perche' le multinazionali tedesche sono ormai all'estero? Svegliarsi , non prendiamocela con gli altri ma con noi stessi che dobbiamo darci una mossa. grazie della attenzione .
Ernesto

Ernesto Taveri 15.03.13 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Tribunale di Palermo
Sezione dei Giudici per le indagini preliminari
Decreto di rinvio a giudizio

IMPUTATI

1.Bagarella Leoluca Biagio,
2.Brusca Giovanni,
3.Ciancimino Massimo,
4.Cinà Antonino,
5.De Donno Giuseppe,
6.Dell’Utri Marcello
7.Mancino Nicola
8.Mori Mario
9.Riina Salvatore
10.Subranni Antonio


della richiesta di rinvio a giudizio indica l’esistenza, a partire dal 1992, di
un articolato piano di attentati ordito dai vertici di Cosa Nostra per “ricattare lo Stato” e
costringerlo a ridimensionare l’azione di repressione e contrasto alle
organizzazioni
mafiose, la cui realizzazione avrebbe avuto inizio con l’omicidio dell’eurodeputato
Salvatore Lima per poi proseguire con la progettazione di omicidi e l’esecuzione di stragi
Secondo l’accusa, il proposito criminoso dei vertici della menzio
nata
organizzazione mafiosa si sarebbe rafforzato in ragione della condotta tenuta da alcuni
esponenti delle istituzioni preposte alla difesa della sicurezza interna e alla applicazione di
misure repressive delle azioni criminali. alcuni pubblici
ufficiali e alcuni esponenti politici di primo piano avrebbero
attivato “canali di dialogo” con esponenti della associazione denominata Cosa Nostra, In altri termini gli atti di minaccia indicati nella richiesta di rinvio a g
iudizio,
suscettibili di integrare l’ipotesi di reato cui all’art.338 c.p., e materialmente attribuiti ai
capi della organizzazione mafiosa, andrebbero connessi alle condotte di alcuni pubblici
ufficiali ed esponenti politici che, agendo con abuso di poter
e e in violazione dei doveri
inerenti ad una pubblica funzione, hanno finito per rafforzare il proposito criminoso dei
primi sempre pronti a rinnovare le minacce per ottenere quanto preteso, così integrando
una ipotesi di concorso morale .
http://www.penalecontemporaneo.it/upload/1363096865decreto%20rinvio%20a%20giudizio%20Stato%20Mafia.pdf
— a Palermo.

Arrigo G., Rapallo Commentatore certificato 15.03.13 16:37| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi...queste cose che dite si devono fare subito perche'stiamo mantenendo una pressione insostenibile e tanti continuano a chiudere le propie attivita'AIUTATECI!!!!

EMILIANO CIMONE 15.03.13 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Avanti tutta... Intelligente la mossa di posizionarsi in fondo alle camere.... Fiato sul collo a sti ladri inciucioni !!!

Giuseppe D'Aguanno 15.03.13 16:36| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi cittadini in parlamento! fateci respirare un'aria respirabile in Italia!! oggi vi ho visto in parlamento e al senato, Grandi siete!! rimanete sempre uniti e compatti e nessuno vi potrà battere!! Attenti ai farabutti di lunga durata fategli ostruzione a qualsiasi iniziativa, tanto lo sappiamo, loro legiferano per Satana e per la loro borsa! brutti schifosi che non sono altri! affamatori dell'Italia onesta!!

A. Mereu 15.03.13 16:35| 
 |
Rispondi al commento

resistete i volponi vi attaccano!!!!

oreste pasina, Temu' Commentatore certificato 15.03.13 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a Rovato in provincia di Brescia in una sola via si contano 11 banche e tanti tanti negozi che saltano per aria...

Morris Moratti, Rovato Commentatore certificato 15.03.13 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Per risollevare le sorti dello Stato, basterebbe lavorare per il Paese e (non per se stessi)

Danilo Anselmi, Bari Commentatore certificato 15.03.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente si comincia il vero cambiamento.

Giuseppe Nastasi 15.03.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento

E ti sembra che siano poche cose? ma! se ci riuscite voi fammelo sapere.

enghel 15.03.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento

basterebbe trovare i quattrini per farlo.
tra tav e f35 al massimo si risparmiano 50 mld,
con le provincie sono 4(cosa molto lunga da realizzare)
senza i fondi europei (quelli di cui monti oggi andava a parlare)non abbiamo nemmeno gli occhi per piangere e servirebbero a pagare a mala pena una parte delle pmi.
per favore, davvero, lo dico con tutta la speranza di chi vi ha votato, datevi da fare per fare qualcosa,ora non tra sei mesi o un anno.

david m. Commentatore certificato 15.03.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buon lavoro

ernesto marrone 15.03.13 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe esserci...non soltanto apparire!
A buon intenditor...

antonio d. Commentatore certificato 15.03.13 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi prego. Resistete, fatelo per noi cittadini onesti e incensurati che lavorano per vivere. Nessun accordo con nessuno di loro... Buon lavoro

Fernando de angelis 15.03.13 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Basta poco come far pagare le multe alle auto straniere ai confini con il sistema telecamere leggi targa, collegate ad una banca dati nei quali inviare on line dai tutor al preavviso del vigile . Basterebbe non rinnovare il permesso di soggiorno se non si son pagate le sanzioni

Carlo batti 15.03.13 16:22| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori